LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 35

 

DA FATIMA LASCIO SCENDERE LA CORONA DEL SANTO ROSARIO: DA QUESTO LUOGO INNALZO L'ASCENSORE CHE PORTA AL CUORE DI DIO

(dal messaggio del 27/07/2003)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

         1. Dom 27/07/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati, figlia mia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Consola ancora il Cuore di Gesù che gronda Sangue per l'umanità intera. Figlia, unisciti ai miei Dolori di Mamma Immacolata e Addolorata: addolorata nel vedere i figli che si perdono sulla via larga del mio nemico. Figlia mia, prega ancora come tu sai fare: consola il Cuore di Gesù, figlia! (Giulia) Mamma, Mammina mia, con la tua grazia! Donatemi sempre la costanza e la forza di sapere abbracciare la Croce come il Padre vuole, Mamma! (l'Immacolata) figlia, prega e unisciti al mio Cuore in questo istante. Vedi, figlia mia, un altro flagello sta scendendo sull'umanità per mano di uomini! (Giulia) Mamma, cosa posso fare? (l'Immacolata) pregare e donami le tue mani per tenere ancora una volta il velo! (Giulia) Mamma, le mie mani sono le tue mani: te le ho donate sempre! (l'Immacolata) e invita anche i tuoi figli ad alzare le mani verso il Padre, ad invocare Misericordia (e a) pregare col cuore. Distaccatevi dalle cose del mondo, figli miei, e unitevi all’Unica Fonte viva che è il Cuore del mio Gesù che arde d'amore per ognuno di voi e per l'umanità intera. In questo giorno vi invito a pregare, figliuoli miei, ad amare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Combattete il nemico con la preghiera e amandovi gli uni gli altri con l'Amore vivo del mio Gesù che arde nei cuori di ognuno di voi, nei cuori dell'umanità intera, figli! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, tu sai bene che dovrai soffrire ancora: a causa del Nome del tuo Gesù sarai perseguitata dai Grandi della Casa del Padre, ma non temere, nel tuo Cuore c'è la Parola viva del Padre, e ad ognuno di loro risponderai col grido del Parto della Croce. Vai avanti e non temere perché il mio Cuore Immacolato trionferà. Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: la verità del Padre, la verità del Figlio, la verità dello Spirito Santo che è il santo Vangelo. Io vi invito sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli miei, camminate nel Solco, vivete l'Amore pieno di Dio nei vostri cuori e gridate al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla, e la Parola è la Parola di Dio, è Parola duratura, è Roccia viva che non vola via col vento, ma rimane”. Ancora una volta vi invito, figliuoli: state attenti al nemico, non donategli spazio ma combattetelo con l'Amore vivo impastando la mia Farina e donandola ai Figli Ministri e pregando per loro. Pregate per il Papa: non lasciatelo solo! Figli del mio Cuore, in questo giorno lascio scendere la Goccia Divina del Cuore del Padre in mezzo a voi: sappiatela raccogliere! Io sono Mamma, Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori e il mio Parto è vivo, il mio Parto è in mezzo a voi nella Stanza dell'Amore!(*) Il mio Cuore Immacolato trionferà; da Fatima lascio scendere la Corona del santo Rosario: da questo Luogo innalzo l'Ascensore che porta al Cuore di Dio! Figliuoli del mio Cuore, allargo le braccia e lascio cadere il mio Manto su di voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, invitandovi a portarlo nel mondo: siate coscienti di tutto questo! Figliuoli del mio Cuore, Dio vi ama, Dio vi usa come strumenti che suonano la musica del santo Vangelo, ed Io vi invito ancora una volta a tenerlo alto, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) Il Cuore Immacolato di Maria sia per ognuno di voi Rifugio e Vita <i fedeli stavano iniziando a rispondere “e con il tuo Spirito” e si sono fermati> Nuova! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Per volere del Padre sono ancora in mezzo a voi a portarvi il saluto e il sorriso del santo Vangelo, la Luce viva che illumina i volti di ognuno di voi, dell'umanità intera! E “l'eccomi” che Io offro ai cuori di ognuno di voi è lento: donatemi il tempo di parlare come Dio lo dona ad ognuno di voi! Sono frettoloso anch'Io, capisco i tempi che corrono, ma Dio non guarda l'ora, Dio guarda la disposizione dei cuori, Dio guarda l'amore che arde in ognuno di voi, l'ascolto della Parola viva che usate, non con la mente ma col cuore! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 17° sett./B Gv. 6,1-15>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e arde nei vostri cuori? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) Paolo, dimmi un po': se a quei tempi eri attaccato ad un piccolo pezzo dell'abito di Gesù, cosa avresti fatto? (Paolo) a quei tempi con le conoscenze che ho adesso? (Piccolo Giovanni) sì! (Paolo) non me ne sarei staccato! (Piccolo Giovanni) e di quel pane cosa ne avresti fatto? (Paolo) quel pane era la Carne di Gesù! Gesù ha sfamato, si, quella folla, però.. (Piccolo Giovanni) ..donando se stesso! (Paolo) donando se stesso, ma nessuno l'ha capito e Lui è rimasto triste e si è.. (Piccolo Giovanni) ..quando volevano farlo re.. (Paolo) ..si, ma a Lui.. (Piccolo Giovanni) ..per avere operato il miracolo! (Paolo) queste cose a Lui non interessavano.. (Piccolo Giovanni) ..ma Gesù non è venuto e non viene per essere fatto re! (Paolo) e chi è in grado? chi sarebbe in grado di fare re Gesù qui sulla terra? NESSUNO!(*) (Piccolo Giovanni) sagge parole! Ma dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) che ti dico, Giovanni? ci sono tanti pensieri che emergono poco per volta; ci sono alcuni momenti.. (Piccolo Giovanni) ..dubiti del mio Amore? (Paolo) no, non dubito, Giovanni, è che le cose del mondo e i problemi che ci sono su questa terra a volte è come se prendessero il sopravvento! (Piccolo Giovanni) tu sai bene che solo Dio può risolverli! (Paolo) eh, lo so, lo so (Piccolo Giovanni) e bisogna metterli nel Cuore del Padre! (Paolo) sì!(*) Poi ci sono dei momenti molto belli come ieri; ieri ne abbiamo vissuto uno, mi sentivo gioioso e felice per essere con Gesù e per aver messo tutto nelle sue mani! Mi sentivo veramente felice e tranquillo! (Piccolo Giovanni) e quando si può essere felici? quando si rimane e si mette tutto nel Cuore di Dio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) è Lui la gioia piena, il Tesoro, l'Amico, il Papà che non tradisce! Se tu affidi ad un amico i tuoi pensieri, i tuoi affanni, l'amico ti tradisce, ti ruba i tuoi tesori: Dio no, Dio non tradisce e fa crescere il tesoro che consegni nelle sue mani per trovarlo e gioire con  Lui in Paradiso. E questo lo dico a tutti voi, all'umanità intera: rifugiatevi nel Cuore del Padre e fate crescere i vostri tesori nel suo Cuore dove nessuno potrà rubarli! Il mondo li ruba! Cos'è quel tuo sorriso? (Paolo) te la posso chiedere una cosa? (Piccolo Giovanni) si  (Paolo) Margherita l'hai mandata tu? (Piccolo Giovanni) alzo le mani e stringo le spalle!(*) tutto era nel progetto del Padre!(*) è veritiero il Padre? (Paolo) eh, sì... <audio non intelligibile>  (Piccolo Giovanni) ti ha detto di aspettare.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..il progetto! (Paolo) te l'ho chiesto, Giovanni, perché c'è stata un'altra persona come tu sai, però non era quella giusta!(*) (Piccolo Giovanni) hai capito col mio sguardo! <Paolo dice qualcosa ma l'audio non è intelligibile>  (Piccolo Giovanni) lasciamo tutto nelle mani del Padre! Il suo Solco è lungo ed è profondo! (Paolo) ed io l'altra volta dicevo, anche a me stesso, di non essere in grado di risolvere questo problema con le mie capacità, con le mie forze! (Piccolo Giovanni) nessuno di voi.. (Paolo) ..lo è.. (Piccolo Giovanni) ..lo è, solo Dio, solo Papà può far scendere le gocce e bagnare i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera e farli diventare cuori che battono verso Dio! Chiaro? (Paolo) sì! Davanti a certi problemi mi sento proprio impotente! (Piccolo Giovanni) un servo inutile! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) come sempre: “eccomi, Padre, sono un servo inutile fa di me quello che vuoi”! (Paolo) poco fa dicevo alla Cocciuta di essere preoccupato per mio padre, e Lei come.. (Piccolo Giovanni) ..come sempre.. (Paolo) ..più volte ha fatto in passato, giustamente, sempre, mi ha detto “non mettere il piede davanti a quello del Padre” (Piccolo Giovanni) non bisogna farlo mai!(*) È una creatura di Dio e ama il Padre! (Paolo) io guardavo la cosa da terreno incapace, proprio! (Piccolo Giovanni) con gli occhi del mondo! (Paolo) sì, con gli occhi del mondo! (Piccolo Giovanni) ma bisogna sempre guardare con gli occhi del cuore! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) gli occhi del mondo possono tradire sempre! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ricordatelo tutti: al primo posto non mettete i vostri occhi, non mettete le vostre mani né il vostro piede, ma quello di Dio! Chiaro? ..e non volete la mia tosse? (Tutti) sì! (Telesfore) la stiamo aspettando! (Paolo) la tosse, si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) pensavi che non l'avrei portata più?(*) e come facevo.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..a non svegliarti? <si ride un po'> caro Telesfore!(*) cosa mi racconti? (Telesfore) io mi addormento sempre (Piccolo Giovanni) e nel dormire cosa fai? (Telesfore) eh, parto! (Piccolo Giovanni) legatelo! (Telesfore) cosa? (Piccolo Giovanni) legatelo su una sedia così non parte!(*) dimmi, cosa hai vissuto del santo Vangelo, lo ricordi? (Telesfore) lo ricordo! È come se quello che è stato allora lo stiamo vivendo adesso! (Piccolo Giovanni) spiegami come! (Telesfore) ehm.. Gesù.. <4 colpi di tosse con doppia alitazione> ha dato il suo il suo Corpo.. il suo Pane a quei presenti (Piccolo Giovanni) ha sfamato.. (Telesfore) ..a quei presenti, e quelli che sono avanzati serviranno per l'umanità tutta, che ora Gesù sta donando(*).. (Piccolo Giovanni) lo ricorda bene il Vangelo, Paolo? (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) lo ricorda bene? (Paolo) e come no? (Piccolo Giovanni) è giusto quello che sta dicendo? (Paolo) io quello che sta dicendo non l'ho capito! (Piccolo Giovanni) vuoi ripeterlo? (Telesfore) ho detto che allora Gesù ha sfamato tutta quella.. 5000 presenti, e in più sono avanzati 12 cesti se non sbaglio.. 12, che serviranno per sfamare tutta l'umanità e che ora Gesù sta donando! (Paolo) è una versione che suscita un certo interesse e un approfondimento: i 12 cesti rimasti!(*) (Piccolo Giovanni) zitto zitto, questo, lavora.. (Paolo) ..si, il numero 12 l'ha fatto pensare! (Piccolo Giovanni) vi piace un po' il numero 12? (Paolo) sì! (Telesfore) anche stamattina io mi sono fermato al numero 12! (Piccolo Giovanni) hai visto? anche stamattina hai detto “è quello giusto”! (Telesfore) veramente a me.. anche il 13 è quello giusto, l’8, il 7, il 5, il 4, il 3.. (Piccolo Giovanni) ..vi siete messi a dare i numeri? <si ride un po'> Ma raccontami ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) eh, c'è il 27 nel mio cuore! (Piccolo Giovanni) e cosa.. (Telesfore) ..questa data non la riesco.. forse vuol dire 2 e 7, 2: ”non avrai altro Dio all'infuori di me” e 7: “i sette dolori di Maria che sono l'ascensore che ci portano al Padre”! (Piccolo Giovanni) e per te cosa significa il 27? (Telesfore) ma il 27 per me è la data che mio padre è salito al Cielo, ed oggi è 27! (Piccolo Giovanni) è 27! E papà sta lavorando, sta raccogliendo ancora le anime, non si ferma mai. Ma devi dire a tua sorella.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che Giuseppe non ha bisogno di nulla: chiede solo il suo cuore verso Dio! Deve pregare: è questo che vuole Giuseppe come lo chiede ai suoi Pargoli! La preghiera gli serve per raccogliere altre anime, Lui è nelle braccia del Padre e non gli serve nulla delle cose del mondo; la messa la vive con il Padre al Banchetto Nuziale. Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e questo te lo manda papà! (Telesfore) grazie, e come devo fare per ricambiarlo io? con un abbraccio?(*) <Giovanni gli ha consegnato il bacio del suo papà e Telesfore lo ricambia con un abbraccio>  (Piccolo Giovanni) ma ti invita a tagliare il pane rotondo.. (Telesfore) ..eh, l'ho fatto.. (Piccolo Giovanni) ..e donarlo ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, donare il Pane di Dio quando la Piccola Cocciuta sarà inviata casa per casa! È un'altra goccia e non pensare con la mente, non puoi capirla, te la dirà la Piccola Cocciuta. Ma rimanigli vicino perché sta soffrendo! (Telesfore) eh, lo so! (Piccolo Giovanni) e la forza la prende solo dal Legno della Croce! Il suo grido di dolore è come il grido di Maria: nell'umanità intera porta il grido del Parto vivo di Gesù!(*) <3 colpi di tosse con doppia alitazione > cosa mi racconti? (Telesfore) ma cosa c'hai combinato a Maria? <=Marì> (Piccolo Giovanni) è lei che ve lo deve dire! (Telesfore) eh, lei ci ha detto che aveva un vestito che si era.. si era scucito e l'ha trovato cucito! (Piccolo Giovanni) Io non so nulla!(*) sapevo fare anche questo! (Telesfore) sapevi anche cucire? (Piccolo Giovanni) si, per non donare fastidio a nessuno! Ma ritorniamo sulla Via Stretta, sulla Via del santo Vangelo, e ricordatevi sempre che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno e vengo in mezzo a voi per volere del Padre a portarvi l'unica Verità: il santo Vangelo e la Croce, e vi invito sempre a stare attenti al nemico e a combatterlo solo con l'amore, l'unica arma: chiaro? (Telesfore) sì, chiaro! Però.. <2 colpi di tosse forti, 4 colpi deboli con doppia alitazione> ..ogni cosa che tu dici è tutto basato sul Vangelo, tutto.. per noi sembra che sia una.. (Piccolo Giovanni) ..un capriccio.. (Telesfore) ..un capriccio, però...  <si perde qualche parola al cambio cassetta >  (Piccolo Giovanni) anche cambiare la cassetta rimane nella storia: chiaro? (Paolo) sì! ........... . (Piccolo Giovanni) ..In questo tempo il nemico è sempre pronto per distruggere il Seme: digli di stare attento, di vigilare(*), e salutate anche Eliseo! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) Io lo facevo sempre: non lasciatemelo solo, chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) invito ognuno di voi a pregare secondo le mie intenzioni di Sacerdozio vivo ed eterno. Voi non conoscete i progetti del Padre: siate vigilanti, siate con le lucerne accese perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma siate sempre nel Solco del santo Vangelo, figli, Discepoli e Colonne, Suorine del mio Cuore! Cosa vuoi dirmi? aspetto! (Telesfore) sono emozionato! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) eh, perché(*) tutte queste grazie che ci stai donando.. (Piccolo Giovanni) è il Padre che lascia scendere su di voi (e) sull'umanità le grazie; è il Padre che vi ha donato la Stanza dell'Amore, ma l'umanità sorda e cieca non vuole vedere Dio, non vuol accogliere Dio, non vuole amare Dio! Almeno voi amatelo e accoglietelo e siate coscienti che Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, e la sua Parola è Parola di giubilo!(*) Dio non si vergogna di fermarsi a parlare in mezzo a voi perché è Padre e ama! (Telesfore) noi invece ci vergogniamo di parlare di Dio!(*) (Piccolo Giovanni) bravo! Ma Dio vi aspetta a braccia aperte per fare festa! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>(*) cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) stavo pensando che Dio viene visto in funzione dei propri bisogni terreni: tutti così lo vedono! (Piccolo Giovanni) non c'è un Dio ai propri bisogni! (Paolo) però noi lo vediamo così! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta grida quando la chiamano per un Dio a gettoni! ..... e chiude anche il telefono, ma dovrebbe fare di più: quello che Io gli ho sempre detto, ma non ha il coraggio di farlo! (Paolo) cioè? (Piccolo Giovanni) chiediglielo dopo: rimarrà nella storia se lo dico Io!(*) Perché ridi tu? (Telesfore) forse lo so io, però non lo posso dire!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vuoi fare adesso? <2 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) consolare.. (Piccolo Giovanni) ..Maria mi lascia libero ancora! (Telesfore) consoliamo il Cuore di Maria! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> (Piccolo Giovanni) figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO! E quale gioia più grande: nascere nel Cuore di Dio? Vi chiedo ancora di pregare per i miei confratelli, per il mio popolo; vi chiedo di pregare per il mio figliuolo Francesco: ditegli che lo aspetto per fare festa! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) il mio Cuore è gioioso nel vedervi uniti, ma vi chiedo: amatevi gli uni gli altri come il Padre ama ognuno di voi e il suo Amore non ha misure! Amate i vostri nemici, allargate le braccia come il Padre le allarga per abbracciare ognuno di voi e fate festa, figli del mio Cuore! Questo è vivere il Vangelo nella pienezza e camminare nel Solco dell'Amore di Dio, nel Solco del mio Sacerdozio vivo e reale. Dio vi dona la gioia di sentirmi parlare; Dio vi dona la gioia dello Strumento ed Io parlo attraverso lo Strumento di Dio: anche se è un flagello si dona per Dio e per i fratelli!(*) Fate anche voi così: siate flagelli nella Gioia piena del Padre! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> Io ora vi lascio come sempre il mio Cuore e vi dono la mia Via che è il santo Vangelo! Vi invito sempre a stare attenti al nemico e a combatterlo con l'amore; e nell'amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli, e nell'Amore pieno del Padre Io vi benedico lasciando scendere su di voi la pienezza di Dio! Come Sacerdozio vivo ed eterno Io vi sigillo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Crescente nell'unico Amore del santo Vangelo e gridate al mondo intero “Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi e parla”. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli nel Fiume santo del mio Amore e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nell'Amore pieno fatelo anche voi! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, e portate la Pace nell'umanità intera. Grazie, figli, per il tempo che spendete: vi sarà donato a larghe misure, e la misura di Dio non ha limiti: così anche voi donate! Cocciuta, un'altra Spina entrerà nel tuo Cuore: accoglila! (Giulia) Con la tua grazia!(*) Con la tua grazia!

 

 

         2. Giov 31/07/2003, ore 21.08, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora una volta per l'umanità tutta; abbraccia con amore, figlia mia, la santa Sofferenza per l'umanità sorda e cieca; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Vedi, figlia mia, tu conosci e cammini la Via Stretta e i passi sono piccoli, ma il mondo allunga il piede per camminare la  via larga dove non c'è Croce, dove non c'è sofferenza, dove non ci sono Io! Ma i passi diventano ancora più piccoli per i figli che aprono il cuore, i figli dove Io mi poggio con la santa Croce, con l'Albero vivo. E in questo giorno, figlia mia, ti chiedo ancora una volta: porta sulle tue spalle l'umanità intera, porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli in questo tempo che Dio viene gettato via per accogliere i rumori del mondo! Benedetti voi che vi riunite nel mio Nome per ascoltare la Parola viva; benedetti voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate per la chiesa tutta, sollevate le Mura che sono già a terra e non lasciate solo il Papa, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi ma pregate, e con Lui portate anche voi la Croce. Immolatevi per i miei Figli Ministri, bevete con me il Calice, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini? (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! (Gesù) figlia, non sai rispondere che solo “sì” chiedendo la grazia del Padre. L'umanità ha dimenticato questo, l'umanità ha dimenticato di avere un Papà. Vieni, figlia, unisci le tue mani alle mie mani! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, non ti ho abbandonata; guarda in questo giorno i Chiodi e guarda chi li mette!(*) (Giulia) Gesù, come sono grandi!(*) non ti farai male, Gesù? (Gesù) figlia, il mio Amore è così grande: stringiti a me! <1º grido > (*) sollevati, anima mia!(*) non alzarti, vedi, guarda le tue mani, guarda i tuoi piedi, guarda il tuo costato!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) gli Angeli stanno raccogliendo l'Acqua e il Sangue che esce dal costato, il Sangue che scorre dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Giulia) Gesù, ma sei tu a grondare Sangue, non io! (Gesù) abbiamo abbracciato i Chiodi allo stesso Albero, e il Sangue è nelle mie e nelle tue mani, e viene raccolto dagli Angeli. Ma vuoi che lo faccia cadere? (Giulia) no, Gesù, no!(*) (Gesù) vedi, figlia mia, viene conservato! (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ma ti chiedo ancora di pregare e di immolarti perché i flagelli scendono ancora sull'umanità, perché siete in pochi a pregare nel mondo intero! Io parlo a voi e parlo al mondo intero, il mio grido è per l'umanità tutta, i miei Dolori, perché siete tutti figli! Vi chiedo ancora, figliuoli, state attenti al nemico, state attenti al nemico, state attenti al nemico, non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce! Io sono il Gesù della Croce, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per donarvi la vita eterna. Non vi sono altri dei che possono donarvi la vita eterna. Non lasciatevi trascinare, ma ascoltate con amore il grido del mio Parto, il grido del Parto della Croce che è vivo e reale, è in mezzo a voi perché Dio vi ama, Dio è Padre e non abbandona i suoi figli! Vi invito ad amare, ad usare carità verso tutti, a perdonare: portatemi sempre i vostri nemici al primo posto! Figliuoli miei, dai tempi capirete la mia venuta; Io vi chiedo sempre di essere vigilanti, di essere preparati, di avere sempre la lucerna accesa perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma dai tempi capirete la mia venuta! Ed Io ora sono qui in mezzo a voi vivo e reale, parlò attraverso lo Strumento che suona la mia musica, ed Io la uso perché mi ha donato il “sì pieno”! Figlia, vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie mani? (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! (Gesù) ora unisci le tue mani alle mie per il flagello che stai vedendo! (Giulia) sì, Gesù! <2º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, donami il tuo respiro!(*) Gesù, vedo ancora il flagello!(*) (Gesù) solleva il velo!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) prega come tu sai fare e fai pregare i tuoi figli! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, figli miei! E vivere il Vangelo è accogliere Dio, farlo abitare nei propri cuori, amarlo, donarlo ai fratelli e camminare nel Solco! Dove andrete senza il Vangelo? dove poggerete il vostro capo? dove vi prostrerete?(*) Figliuoli miei, l'unica Verità, l'unica Via, l'unica Parola viva è il santo Vangelo, ed Io vengo per volere del Padre a portarla viva e reale in mezzo a voi; e quale goccia più grande è il mare che Io porto in mezzo a voi nella Stanza viva del mio Amore? perché Dio è il mare, la goccia più grande che Io possa donarvi, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore. Ma vi chiedo ancora una volta: siate vigilanti, siate vigilanti, siate vigilanti, perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno. Sia il vostro vivere, il vostro camminare, il vostro amare, il vostro respirare solo per Dio; e non dimenticate di avere un Papà, ma donate il sì pieno al Padre!(*) Lasciate poggiare sulle vostre spalle il Legno della Croce e non gettate mai la santa Sofferenza: è l'unica Via che vi porta a vivere nel Cuore del Padre, l'unica Via Stretta ma piena di Dio, piena d'Amore! Pregate per i figli, per i fratelli che ancora non conoscono la Via di Dio! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) il tuo carico è pesante? (Giulia) no, Gesù!(*) Poggiati ancora su di me quando vuoi: nei momenti che ti offrono i Calici amari, nei momenti che ti spuntano in faccia! Gesù, poggiati su di me!(*) Permettimi di pulire il tuo Volto!(*) ..quando i figli, i miei fratelli sporcano il tuo Cuore e il Cuore di Maria!(*) (Gesù) figlia, lo stai facendo in questo attimo, ed anche i tuoi figli nel sentire le tue parole stanno pulendo il Viso di Maria che attimo per attimo viene sporcato dalla bestemmia, viene infangato dalle brutture del mondo!(*) Pregate e pulite il Viso di Maria amando e allontanando il nemico combattendolo con l'amore, figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore! Figlia mia, Cocciuta, Io mi poggio ancora su di te!(*) Nel silenzio, come tu sai fare, abbraccia ancora la Croce! (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! (Gesù) ora, figliuoli miei, volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) la Pace e l'Amore del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen, figli del mio Cuore! Eccomi! Nella Luce e nella Verità del santo Vangelo Io sono ancora una volta in mezzo a voi, uniti col Padre a portare la gioia piena, la vita, l'Albero vivo del santo Vangelo, l'Albero che non secca mai, l'Albero che è Dio! E il mio saluto in questo giorno è lo Shalom che Dio dona all'umanità intera, Dio dona ad ognuno di voi, figli, Famiglia viva del mio Cuore, Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce, del Cuore del Vangelo, perché Io vengo come un libro aperto in mezzo a voi a portare la Voce del Padre che arde nei vostri cuori, che arde dinanzi alla Croce(*), dinanzi all'Altare di Giovanni!(*) E il Padre vi manda Giovanni a parlare attraverso lo Strumento(*). In questo attimo lo Strumento è nel Cuore di Dio; vedete il suo corpo(*) e lascio ad ognuno di voi: CHI VUOLE INTENDERE INTENDA! Ma vi chiedo: avete vissuto il Vangelo vivo di questo giorno? <giov. 17° sett. T.O./B Mt. 13,47-53>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori? Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa è rimasto, cosa vive dentro di te della Parola? (Paolo) è Dio che ci ricorda che un giorno saremo tutti giudicati!(*) Gli Angeli metteranno da parte coloro che non hanno camminato nel Solco, quindi subiranno tutte le conseguenze di giudizio negativo di Dio! (Piccolo Giovanni) e non si strugge il cuore nel pensare “quando sarà questo giorno come mi presenterò dinanzi al Padre?”; l'umanità è sfollata, l'umanità ha perso il filo per arrivare a Dio, e il filo è uno solo: IL VANGELO!(*) (Paolo) quello che ci deve far riflettere non poco è il fatto che questo giudizio potrebbe anche essere tra un'ora, tra due ore, un giorno, dieci giorni.. (Piccolo Giovanni) ..non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma siate vigilanti!(*) “Ma io adesso ho da fare, ho da festeggiare”, “l'estate mi porta a gioire, dopo penserò, se ho tempo, a Dio”: NON C'È DOPO PER DIO! (Paolo) al secondo posto si mette.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre è Misericordia Infinita ma è anche Giudice: è quello che l'umanità, i figli, dimenticano! “Ora vado a gioire, poi mi faccio il segno della Croce e Dio mi perdona”, ma non sappiamo il “dopo” se è l'ora che il Padre bussa ai nostri cuori! È chiaro questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siate vigilanti, siate sempre con le lucerne accese e tenete sempre alto il santo Vangelo. Chiaro? (Tutti) sì! ..... (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vuoi spiegare cosa significa “cose nuove e cose antiche?” (Tommaso) “cose antiche” secondo me, è Parola che è sempre e sarà ed è stata sin dall'inizio della creazione; “cose nuove” è quello che è venuto a insegnarci Gesù, cioè con l'amore e la salvezza dell'umanità.. cioè tutti e due le cose vengono messe alla luce del sole, appunto, al suo giudizio, dove ci sarà, appunto, la resa dei conti. È un poco.. in poche parole ho pensato questo! (Piccolo Giovanni) tu cosa hai pensato? (Paolo) io ho pensato una cosa diversa! (Piccolo Giovanni) sentiamo anche la tua! (Paolo) cioè si riferisce agli scribi che, come è noto, non camminavano nella Linea del Vangelo! Poi parla di questo scriba che si è messo nella retta via; mettendosi nella retta via ha vissuto pienamente, in prima persona, l'esperienza del Vangelo di Gesù, e questo è il “nuovo” riferito allo scriba; il “vecchio”, è l'esperienza diversa vissuta dallo scriba fuori dalla Linea del Vangelo, e quindi le due cose contrapposte: “il vecchio” che è un qualcosa che lo scriba ha vissuto guardando tutto da una finestra e con un'ottica diversa, e il “nuovo” invece è il Vangelo vivo di Gesù.. è questo.. io ho pensato questo! (Piccolo Giovanni) estrae “cose vecchie e cose nuove”. Siete d'accordo? (Tutti) sì! (Mosè) è uno scriba che si converte.. ..... (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Paolo) del Vangelo? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) sai cosa ho pensato?: alla rete! (Piccolo Giovanni) è bello sentire dire “sai cosa ho pensato?” (Paolo) e questo me lo devi spiegare perché non l'ho capito io! Nella rete, Gesù prende tutti i pesci e anche qualcos'altro, poi alla fine fa la cernita, no? ..ma questa rete è diversa da quella che hai usato tu per prendere noi? (Piccolo Giovanni) eh, no! (Paolo) ma tu hai preso solo.. semplicemente ciò che ti serviva, in questa rete! (Piccolo Giovanni) lo dici tu! (Paolo) e questo io non lo sapevo, eh, credo! (Piccolo Giovanni) eh! (Paolo) quindi hai preso anche altro che poi hai scartato? (Piccolo Giovanni) ci sei arrivato! (Paolo) eh, questo non lo sapevo! (Piccolo Giovanni) i rami secchi vanno tolti!(*) ..forse tu hai capito! In quanti siete stati chiamati? < Giovanni fa riferimento a quelle persone che dopo la sua salita al Padre lo hanno rinnegato e disconosciuto, e fra queste ci sono anche alcuni Nomi Nuovi>  (Telesfore) sì! (Paolo) si, si, adesso è chiaro, è chiaro, adesso è chiaro anche a me! (Piccolo Giovanni) non parlo più!(*) I pesci buoni sono ancora vivi.. (Paolo) ..ma forse c'era pure qualcuno.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio è vivo e viene accolto, ascoltato! Gli altri pesci sono morti perché Dio viene messo da parte, Dio è all'ultimo posto.. i rumori, il mondo è al primo posto!(*) Caro Paolo, non posso risponderti se ce ne sono altri! (Paolo) e mi leggi nel pensiero adesso! (Piccolo Giovanni) tuo Dio non conoscere il pensiero? Gli è nascosta qualcosa a Dio? <2 colpi di tosse con doppia alitazione> mando l'Alito dell'Amore del Padre con la piccola tossicina!(*) Perché mangi le dita?    (Paolo) no, no (Piccolo Giovanni) hai fame? (Paolo) no, non ne ho!(*) ..forse un poco! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi? vedo lo sguardo lontano! (Paolo) si, ci sono momenti in cui prendo pienamente coscienza del fatto di non essere buono a niente!  (Piccolo Giovanni) poco innanzi mi hai chiesto della rete.. (Paolo) ..sì, però.. (Piccolo Giovanni) ..e se eri un pesce non buono!(*) (Paolo) tu ci dici sempre che Gesù si accontenta di poco, ma io, a volte, mi rendo conto che quello che do’ è talmente poco da sentirmi completamente inutile! (Piccolo Giovanni) un servo inutile davanti alla Croce: è quello che Io voglio!(*) Un servo inutile davanti alla Croce!  (Paolo) e poi penso che in realtà...  <si perde qualche parola al cambio cassetta> ...di noi a realizzare! In effetti noi non possiamo.. (Piccolo Giovanni) ..senza Dio voi non fate nulla! (Paolo) non facciamo nulla, sì! (Piccolo Giovanni) non siete voi ad usare Dio ma è Dio che usa ognuno di voi! (Mosè) senza Dio non ci muoviamo neanche!   (Piccolo Giovanni) non si muove una foglia.. (Qualcuno) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..senza il suo dito! Se Io parlo è perché Lui vuole, non la Cocciuta: non può la Cocciuta comandare Dio, e i frutti di Dio sono segnati con la sofferenza non col battere le mani, ma abbracciare e stringere forte i Chiodi! Nelle piazze si va per ballare, si va per battere le mani a chi non ha Dio! (Paolo) lo sai come funzionano le cose, Giovanni? a volte.. (Piccolo Giovanni) ..voglio dirti una cosa Io prima <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ora puoi parlare! (Paolo) a volte in alcuni momenti di difficoltà, vorrei riuscire a capire meglio se la sofferenza che vivo è.. è un qualcosa che vuole Lui, che vuole Dio. Forse è un qualcosa che scaturisce dal mio atteggiamento negativo. Vorrei fare un esempio pratico: mi succede a volte quando suono; con l'ultimo canto che ho fatto che ancora non.. non abbiamo.. non abbiamo suonato prima.. (Piccolo Giovanni) ..cosa hai combinato stasera? (Paolo) volevo.. no, è un canto che sento molto dentro, però.. (Piccolo Giovanni) ..cosa hai combinato stasera? (Paolo) che la corda si è spezzata! <si ride un po'> non era mai successo, stasera.. c'è un clic, eh? (Piccolo Giovanni) te lo dirà la Piccola Cocciuta, ma chiediglielo alla fine della preghiera! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ora dimmi! (Paolo) stavo dicendo: a volte ho la sensazione quando suono di non essere capace di fare niente, no, mi ci arrabbio e mi intestardisco sempre di più, ma poi continuo a sbagliare; ecco, ci soffro molto perché penso in quei momenti “ma si, ma forse non è.. non è cosa mia suonare” e butto.. butto la chitarra, nel senso che la pongo sul letto! E allora, non so se quelli sono momenti che vuole Dio che io viva come sofferenza oppure se sono io che mi pongo in modo errato davanti a queste situazioni! (Piccolo Giovanni) il Padre ti carica di Croce e quando poggia la Croce tu senti il dolore, la sofferenza, ma nel lasciare la chitarra mentre sta suonando la musica di Dio, è l'altra fonte! (Paolo) quindi è Dio che vuole che io viva quei momenti? (Piccolo Giovanni) in parte, si, ma dimentichi sempre una cosa da fare! (Paolo) dirlo alla Cocciuta! (Piccolo Giovanni) bravo! Lei vorrebbe farlo ma rimane all'ubbidienza.. (Paolo) ..e Lei.. (Piccolo Giovanni) ..qualche volta lo fa, ti chiama, e tu rispondi ”stavo suonando“; Lei vive nel cuore più alto i Dolori che tu vivi in quell'istante, non solo i tuoi, ma i Dolori di tutti i figli! È chiaro quando il Padre dice ”porta tutti i tuoi figli sulle spalle perché ancora non sanno camminare e cadono di qua e di là“, è chiaro questo? (Paolo) è chiarissimo, questo! (Piccolo Giovanni) ora non mi cadere, però, dalla sedia! Sono capriccioso, ma sono sempre Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto. Suona la chitarra, grida al mondo la voce di Dio e non fermarti! .......... anche attraverso il cuore potete farlo: il numero per chiamare la Piccola Cocciuta non è solo il telefono! ............ hai capito, Paolo? (Paolo) sì! <4 colpi di tosse con 4 alitazioni>  (Piccolo Giovanni) chissà se è chiaro! (Antonietta .....) è chiaro, sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro anche invitarvi a stare attenti al nemico e a combatterlo con l'amore, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici, e vivere in pienezza il santo Vangelo!(*) Caro Telesfore! (Telesfore) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici? “l’Eccomi” è accolto, è bello! (Telesfore) stavo.. stavo riflettendo su quello che hai detto poco fa, che per chiamare la Cocciuta non c'è bisogno nemmeno del telefono, basta aprire il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..l'uno e l'altro! (Telesfore) l'uno e l'altro, però anche col cuore si può telefonare, come ha fatto Lei stamattina a me!(*) (Piccolo Giovanni) voleva prendere il telefono ma ha fatto prima col filo del Cuore! (Telesfore) senza spendere soldi! <si ride un po'>  (Paolo) perché .. (Piccolo Giovanni) ..cosa si usa quando si mette in moto il cuore? (Telesfore e Mosè) l'amore! (Piccolo Giovanni) “perché”? (Paolo) stavo dicendo: stamattina ha squillato il telefono e Lei non ha risposto? (Piccolo Giovanni) Telesfore è uscito e la Cocciuta voleva chiamarlo per fargli prendere una cosa, ma ha usato l'amore ”Telesfore, prendi quella cosa” (Paolo) e lui l'ha presa? (Piccolo Giovanni) si! (Telesfore) più di una! (Paolo) ehm.. Dio può tutto? (Piccolo Giovanni) quando si apre il cuore, si, quando si è nel giusto del Vangelo! (Paolo) perché.. perché io ti ho fatto questa domanda perché questa mattina ho chiamato e non ha risposto nessuno!(*) (Piccolo Giovanni) hai chiamato col cuore? (Paolo) ho chiamato per telefono (Piccolo Giovanni) e la Cocciuta in quell'attimo era impegnata, ma ha risposto qualcun altro al posto suo in un secondo tempo! (Paolo) in un secondo tempo, sì! (Piccolo Giovanni) nel primo tempo, no! Vedete, figliuoli, il peso che porta sulle spalle non è piccolo, e a volte risponde col cuore o dicendo “Ave Maria” a chi chiama! E anch'Io a volte facevo così: lasciavo suonare ma rispondevo “Ave Maria”. ............ la cosa più curiosa della Piccola Cocciuta è quando pensava qualcosa ed Io la chiamavo e gliela dicevo! ..e Lei cosciente, ma rimaneva sempre gioiosa delle meraviglie di Dio “come hai fatto a sapere quello che stavo pensando?” anche se era cosciente! Caro Telesfore, non fare il furbacchione di Dio! (Telesfore) e perché? (Piccolo Giovanni) a scoprire i misteri! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) eh! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) meglio non scoprirli i misteri: meglio aspettare! (Piccolo Giovanni) stiamo cominciando ad imparare!(*) parla! (Telesfore) mi ricordo qualcosa del sogno di stanotte, che tu eri con me, però non ricordo cosa si faceva! (Piccolo Giovanni) Io alzò le mani!(*) (Telesfore) cioè, io.. cioè, quello che ricordo.. quello che vivevo realmente, com'abbiamo vissuto.. (Piccolo Giovanni) ..perché ora non lo sono? (Telesfore) ora ci sei, però era presente anche il corpo quando.. (Piccolo Giovanni) ..e anche adesso lo è (Telesfore) eh, sì! (Piccolo Giovanni) ma.. (Telesfore) ..non lo vedo.. (Piccolo Giovanni) ..voi ancora siete ciechi e un po' sordi!(*) e che devo dirti? (Telesfore) eh, bisogna accettarci come siamo! (Piccolo Giovanni) il Padre non vi ha gettati ancora via, ed Io vi amo troppo: siete la mia famiglia, non posso e non voglio gettarvi via, perché siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, la Famiglia di Dio, la Corona intorno alla Stanza dell'Amore! (Telesfore) ma siamo dentro la rete? (Piccolo Giovanni) ho detto sempre che non ci sono buchi nella rete dove siete.. (Telesfore) quindi non possiamo scappare! (Piccolo Giovanni) dove andrete senza Dio? (Telesfore) eh, dove andiamo? ci perderemmo! (Piccolo Giovanni) volete andare nel mondo? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) ma Dio vi manda nel mondo: due a due a portare la sua Parola! Siete nel mondo ma non appartenete al mondo ma a Dio, perché siete stati sigillati nel suo Amore! (Paolo) è qui.. (Piccolo Giovanni) ..il mistero, qui è la goccia! Vero, Natanaele? (Natanaele) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vero, Giuseppe? (Giuseppe) sì! (Piccolo Giovanni) vero, Giuda? (Giuda) sì! (Piccolo Giovanni) Mosè? (Mosè) questo è il mistero, sì, se no non era mistero! (Piccolo Giovanni) e il mistero si deve accogliere così come il Padre lo dona; e quando gli occhi si apriranno e le orecchie ascolteranno, tutti lo vedrete! ...... ..Paolo a volte quando si mette a camminare, non mette la prima: parte in quarta o in quinta, e la Cocciuta gli ha detto “metti la retromarcia”! <si ride un po'> è vero? (Paolo) sì, è vero! (Piccolo Giovanni) e non partire prima di Dio! ........ allora, caro Telesfore, cosa vuoi dirmi ancora?(*) parla!(*) (Telesfore) di che cosa ti devo parlare? (Piccolo Giovanni) Io ti ho chiesto di parlare!(*) (Telesfore) di ieri?(*) eh, ho capito con questo gesto che hai fatto!(*) (Piccolo Giovanni) aspetto! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ma non far fare l'alba però!(*) (Telesfore) Pasquale è con te? (Piccolo Giovanni) finalmente! Sì, sta gioiendo al Banchetto Nuziale!(*) e tu sei contento? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) Io, con l'ordine del Padre, sono andato a prenderlo per portarlo nelle braccia di Maria e nel Cuore di Dio per farlo nascere! Cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) ma.. notavo ieri.. (Piccolo Giovanni) ..la quiete? (Telesfore) sì, la quiete; però guardavo gli occhi della figlia che sembravano gioiosi (Piccolo Giovanni) sicuri che il papà è nato in Cielo, e la forza hai capito chi gliel'ha data? (Telesfore) è per questo che ci porgeva sempre allo sguardo? (Piccolo Giovanni) sì!(*) (Telesfore) quindi il Seme è germogliato? (Piccolo Giovanni) il Seme è diventata Pianticella, è viva e cresce! Sei contento? (Telesfore) sono gioioso! (Piccolo Giovanni) ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) cosa hai pensato ancora, Paolo? (Paolo) e non c'ho capito niente di quello che avete detto perché non conosco, evidentemente, le persone! (Piccolo Giovanni) parlava di Pasquale che è salito in Cielo (Paolo) Pasquale.. (Piccolo Giovanni) ..e la Cocciuta te ne ha parlato! (Paolo) ah, sì, forse non capivo perché io associavo la cosa ad un altro evento ancora, e quindi non riuscivo a.. (Piccolo Giovanni) ..il Pasquale che è salito in Cielo.. (Paolo) ..Pasquale, si, Pasquale! (Piccolo Giovanni) ed è nato nel Cuore di Dio ed ora fa festa al Banchetto dell'Amore e prega per ognuno di voi, è il suo compito: pregare per l'umanità! Il suo Cuore che ardeva e arde per Maria.. (Telesfore) ..eh!(*) (Piccolo Giovanni) abbraccia i suoi Cari quando puoi! (Telesfore) va bene, lo farò! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, vi invito a vivere perché siete la famiglia di Dio. Vi invito a camminare nel Solco e a portare tutti i fratelli! Vi invito a raccogliere i pesci scartati e a farli diventare pesci buoni per gioire al Banchetto! Lo vuole, Natanaele? (Natanaele) sì, con tutto il cuore! (Piccolo Giovanni) ed Io dico Amen! Pregate per questo! Dove vedete un ramo secco fatelo germogliare col vostro amore, donando il vostro cuore per il fratello. Ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, non vi lascio un istante, e col mio Alito vi aiuto a far germogliare la Pianticella che si è seccata <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ma vi invito a stare attenti al nemico: è sempre dietro l'angolo e potete combatterlo solo con l'amore. Ricordatelo, solo con l'amore, la preghiera e aprendo il Cuore a Dio, l'unica Verità, l'unica Linea, il Vangelo, la Croce e la Santa sofferenza! Ora siete pronti per gioire e soffrire con Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e preparate i vostri cuori perché il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi e il padre mi lascia tutto nelle mie mani come Sacerdozio vivo ed eterno. Ma vi chiedo di pregare per tutti i miei confratelli: portateli nel Cuore di Dio nel momento del Sacrificio, non dimenticateli! (Telesfore) sì, ho capito! (Piccolo Giovanni) dona un bacio alla mia Marì donandogli la buonanotte! (Telesfore) lo farò! (Piccolo Giovanni) ora preparate i vostri cuori, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore del Padre! Ma per un solo istante la Piccola Cocciuta avrà l'attimo della mia partenza!(**) <Giulia rivive per un momento l'attimo della salita al Padre di Giovanni> Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) Come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori perché lo Sposo è qui, è in mezzo a voi e ha sete e fame del vostro amore! Sposo, accompagna la Sposa! ....... Paolo! Telesfore!(Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al mistero del Sacrificio? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) che siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercate? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercate? (Paolo, ...., Telesfore) GESÙ! (Piccolo Giovanni) e volete donarlo? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti di ciò che significa “donare Gesù”? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo della Croce, sei cosciente? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché i tuoi occhi sono pieni di lacrime? (Paolo) perché vivo dei momenti travagliati (Piccolo Giovanni) e sai cosa è il travaglio?(*) lo sai cos'è? (Paolo) la sofferenza (Piccolo Giovanni) è la Croce e il Parto!(*) hai capito? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi prendere parte ancora? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e il tuo pianto diventa gioia, ma il travaglio è vivo! ...... e voi dove lo nascondete? (Tutti) nel cuore!(*) (Piccolo Giovanni) nel cuore con le lacrime! E tu? (Telesfore) io nel silenzio! (Piccolo Giovanni) ma anche nelle lacrime. <poi si rivolge a Paolo> Tieni stretta la Croce, non preoccuparti: poggiati, poggiati, perché il tuo letto è la Croce, il tuo letto è la sofferenza! Anche quando ti arrabbi sei sempre poggiato sulla Croce perché è il tuo unico bene e il tuo unico amore che non ti ha mai lasciato e non ti lascerà perché Dio ti ama! Paolo del Legno della Croce, cosa stai pensando? (Paolo) sono delle parole bellissime che per me sono una conferma sempre più forte dell'amore.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio.. (Paolo) ..di Dio, si! (Piccolo Giovanni) che non ha misure (Paolo) che non ha misure anche quando.. anche quando noi ci meriteremmo ben altro (Piccolo Giovanni) chiudiamo un po' la porta (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma in quello piccolo spazio c'è la Luce enorme di Dio!(*) IL MISTERO: basta un soffio e Dio apre la porta; da un piccolo spiraglio del vostro cuore, Dio allarga le braccia chiamando tutti i figli “venite, il Banchetto è pronto per voi”, perché gli invitati a nozze hanno rifiutato e a voi è stato consegnato il Banchetto per fare festa con Dio. È chiaro questo? (Paolo) sì, è chiaro, si! (Piccolo Giovanni) e volete far festa? (Paolo .....) sì! (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori!(*) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) prendete e bevetene tutti, questo è il Calice del mio Sangue!(**) prendete e mangiatene tutti, questa è la mia Carne: fate questo ricordandovi del mio Amore!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <3º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) di’ quello che stai pensando! ......... tu, Paolo? (Paolo) io ho visto ....... delle figure diverse, però sotto un aspetto particolare, ehm.. cioè, ho intravisto la volontà di Dio in questa diversità di immagini che ci ha trasmesso, di abbracciare l'umanità sotto tutti gli aspetti, positivi, negativi, come la rete del Vangelo di oggi (Piccolo Giovanni) e tu cosa hai visto? (Telesfore) ma io.. mi può sembrare quello che ho visto, una scarpa, però ha le sembianze di un pesce! (Piccolo Giovanni) il pesce quale segno è?(*) (Paolo) si? non ho sentito quello che hai detto! (Piccolo Giovanni) cristiano: il segno dei cristiani!(*) È bello quello che avete detto; è forte quello che hai detto tu.. ma uniti! Chiaro? Ora giro ancora!(*) parla! (Paolo) vedo una porta aperta che è come una speranza per tutti coloro che vogliono lasciarsi alle spalle un passato vissuto fuori dal Vangelo! (Piccolo Giovanni) e volete entrare per questa porta? (Paolo) “vogliamo”? (Piccolo Giovanni) entrare per questa porta? .... (Paolo) sì, certo! (Piccolo Giovanni) e quale pezzo volete prendere per primo? (Paolo) allarghiamo ancora di più la porta(*) (Piccolo Giovanni) quale porta è rimasta? (Paolo) adesso sono entrati tutti per quella porta! (Piccolo Giovanni) è sempre la stessa? (Paolo) c'è l'orizzonte di Dio! (Piccolo Giovanni) Amen!(*) cosa è rimasto? (Paolo) le impronte di Dio! (Piccolo Giovanni) e cosa volete fare? (Paolo) ce li prendiamo! <ci si riferisce alle briciole rimaste sullo piattino>   ..... e ai fratelli? (Paolo) glieli diamo! ....... prendetene uno ciascuno!(*) e gli altri ai fratelli e all'umanità intera!(*) ora volete donarmi? (Paolo, ..... , Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vi caricate ancora di Croce? volete farlo? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) allora preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi! E fate festa perché Dio viene ad abitare nei vostri cuori!(*) E la mia gioia è piena ed è con voi! Io chiedo ancora al Padre di ascoltare il grido del mio Cuore!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera; benedetto sempre sia il Nome tuo, Padre mio! Ecco, Io mi sono donato, la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche, voi figliuoli del mio Cuore!(*) Padre mio, nel dolore Io grido a te; nel pianto Io mi rifugio nel tuo Cuore; nell'angoscia Io busso alla tua porta!(*) Padre, ora Io busso alla porta del tuo Cuore, busso per l'umanità intera, busso per i figli che sono qui riuniti, ed ho raccolto i loro sussurri, ho accarezzato i loro cuori andando ad abitare, per chi mi ha aperto la porta. Padre, guarda benigno la tua famiglia e allarga le tue braccia perché le mie sono aperte e tutti i tuoi figli allargano le braccia per venire incontro alla tua Misericordia, Padre mio! Cullatemi, figli, perché Io sono venuto ad abitare nei vostri cuori. Cullatemi perché Io sono un Bimbo ed ho bisogno della mamma e voi siete le mie Mamme! Ma state attenti, non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore! Paolo, tu che stringi i miei piedi, vuoi abortirmi?    (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) vuoi l'umanità Mamma? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e accarezza ancora i miei piedi! <Paolo stava toccando i piedi del crocifisso di fronte a lui> stringi ancora la mia Croce e quando cadi, alzati, perché è la mia Croce che porti sulle tue spalle, e il peso è grande! Ma quando ti alzi, alzi i tuoi fratelli e coroni il cuore di Maria togliendo le spine, togliendo gli sputi, togliendo le bestemmie! È bello sentire questo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e sii gioioso nelle tue cadute perché Dio non ti lascia per terra, ma col suo Amore ti solleva e ti fa andare avanti! Grazie, servo inutile! (Paolo) grazie te, Gesù! (Piccolo Giovanni) siete voi i miei discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, ed Io devo dire grazie a voi che mi accogliete e vivete perché Io vivo. .... .....perché brillano i vostri occhi? (Mosè) perché amiamo! (Piccolo Giovanni) tu, Telesfore dei Chiodi, com'è il tuo peso? (Telesfore) il mio peso è leggero! (Piccolo Giovanni) è leggero perché ti sei donato al Padre; è leggero perché ti poggi sulla Piccola Cocciuta o è leggero perché ami così tanto e vorresti donare la quiete e a tutti donando la Parola? Ma ora che ho la mia mano sulla tua spalla, com'è il peso? (Telesfore) bè, un po' più pesante.. poco! (Piccolo Giovanni) e ora? (Telesfore) ancora di più! (Piccolo Giovanni) e vuoi sentirlo di più? (Telesfore) se tu lo vuoi, sì! (Piccolo Giovanni) non reggeresti, ma ti segno con la Croce perché verranno tempi che dovrai sentirlo di più! Ma non temere, siete tutti nella rete! Paolo della Croce, ....., Telesfore dei Chiodi, e voi, Fiume di Dio che portate l'umanità al porto che è il Padre, siete coscienti di quello che sto dicendo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) andate avanti e non fermatevi. Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla! Dillo forte, Natanaele! <Giuseppe dice qualcosa ma l'audio non è intelligibile>  (Natanaele) parla chiaro chiaro! (Piccolo Giovanni) Dio è Luce, non c'è luce più grande nel mondo! Voi vedete perché Dio è Luce, state attenti, nessuno di voi conosce né l'ora e neanche il giorno. Siate vigilanti, state attenti al nemico, combattetelo con l'amore, figliuoli! E con l'Amore del Padre, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto nei vostri cuori: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera, figliuoli miei. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Dico grazie ai figli che hanno offerto il dono a Maria: siate benedetti nell'Amore del Padre. Nel Cuore della Piccola Cocciuta ci sono i Nomi: sapete cosa fare! fate gioire Maria! Ora vorrei riposare, figliuoli, volete cantarmi ancora la Ninna Nanna?  (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che mi offrite. Grazie per i sussurri. Grazie per le carezze. Grazie per i vostri affanni che portate nel mio Cuore perché Io li porto al Cuore del Padre. Siete i miei figli: vi ho scelti uno ad uno e vi innaffio come fiori: fiori preziosi che non appassiscono perché l'Acqua che Io vi dono è la rugiada del Padre, e nella rugiada vi chiedo di pregare la Catena(*) e di innalzare al Padre il grido dell'amore che è la sua preghiera! <Giovanni assente con la testa. Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”>  Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen, Amen, Amen, Amen”! Ora andate in pace e portate la mia Pace ovunque andate, figliuoli! Ma ricordate, Dio è Padre e aspetta ognuno di voi per fare festa. Portate i vostri nemici e fate festa! Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore, Pargoli della mia Pace, rimanga in voi lo Shalom di Dio! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! Aspettatemi ancora per che Io verrò come ho promesso e la mia Promessa è duratura; Io vengo a portare il Pane vivo dei Cieli, figli! Pargoli del mio Cuore:ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!

 

 

         3. Dom 03/08/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre; consola il Cuore di Gesù che gronda Sangue. In questo tempo, figlia del mio Cuore, immolati come tu sai fare nell'accogliere i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te, figlia del mio Cuore. In questo giorno, figlia, Io vengo a chiedere al tuo Cuore e al cuore dei tuoi figli di pregare secondo le mie intenzioni di Mamma: l'umanità si sta preparando alla festa per onorare il mio Cuore, ma Io chino il capo toccando i cuori di ognuno di voi, chiedendo aiuto ad ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. In questi giorni immolatevi, offrite al Cuore di Gesù fioretti; fate penitenza per tutti i figli che lungo le vie del mondo si perdono per abbracciare le feste del mondo e dimenticando l'Unica Festa: il corpo e il Sangue di Gesù, il Sacrificio! Ecco come voglio essere festeggiata: al Banchetto Nuziale di Dio! Aiutatemi a salvare le anime pregando, figliuoli miei, e allontanando il nemico con l'amore! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Dio vi dona tutto nel giusto del Vangelo! Giorno per giorno vi dona il Pane vivo del suo Amore chiedendovi solo di aprire i vostri cuori e di amare come il Padre vi ama, figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore di Dio! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) sai bene cosa devi fare in questi giorni: l'ora è giunta, figlia, preparati! (Giulia) con la tua grazia, Mamma! Sono debole, donatemi la forza di farlo! (l'Immacolata) è la Croce che porti che ti dona la forza di compiere la volontà del Padre! Hai donato il tuo sì a Dio: vuoi ancora andare avanti? (Giulia) sì, Mamma, lo voglio!(*) (l'Immacolata) ecco, ora guarda, figlia mia, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù! (Giulia) amo Gesù e amo il tuo Cuore! Mammina mia, eccomi, sono pronta!(*) (l'Immacolata) ora nel tuo Cuore è tutto chiaro ciò che dovrai fare, ma stai attenta, non dirlo prima!(*) (Giulia) donatemi sempre la costanza e la forza, Mamma! (l'Immacolata) ecco il mio Manto che scende ancora su di te, sui tuoi figli e sull'umanità intera! (Giulia) grazie, Mamma! (l'Immacolata) Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei, ma vi invito ancora una volta a pregare col cuore aperto: fermate i flagelli che scendono ancora sull'umanità, e potete farlo con la fede salda e amandovi gli uni gli altri come Dio ama l'umanità intera e ognuno di voi, figliuoli del mio Cuore; ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore e gridando senza avere vergogna “Dio è vivo, è mezzo a noi e parla e la sua voce è Voce di Giubilo”. Figliuoli del mio Cuore, ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Luce e la Pace del Cuore Immacolato di Maria sia il vostro Faro per camminare sulla Via Stretta! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Figli miei, nella Pace e nella Gioia dell'unica Verità, dell'unico Pane vivo che è il santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi a gioire col Cuore Immacolato di Maria, a gioire col Cuore di Dio e a portare la Pienezza di Dio in mezzo a voi e nell'umanità intera, a portarla ai figli che si uniscono a questa santa preghiera all'incontro con Dio che viene a visitare l'umanità nella Dimora della sua Stanza! Dio che visita il mondo, Dio che guarisce i mali del mondo, ma l'umanità sorda e cieca non vuole essere ancora guarita, non vuole ancora accogliere quel Pane che dà vita. Ed Io sono qui in mezzo a voi a portare il Pane vivo, e la mia gioia è piena! Figlioli del mio Cuore, come Sacerdozio vivo ed eterno porto lo Shalom, la Pace Piena, l'Amore Pieno di Dio! Siate benedetti, figliuoli, perché venite alla Fonte dell'Amore di Dio; siano benedetti i vostri cuori per poter benedire l'umanità come Dio vi manda a due a due a portare la Luce, a portare il Sale nel mondo. Figli, la mia famiglia che cresce nel Fiume di Dio, i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, nella gioia piena di Dio camminano portando la Croce: sono gioioso in questo giorno, anche se il mio Cuore gronda Sangue per l'umanità intera; ma mi poggio su di voi. Figli, aiutatemi come aiutate Maria, a combattere il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti senza lasciare nessuno fuori della santa preghiera. Ma avete vissuto il Vangelo vivo di questo giorno? ? <Dom. della 18° sett./B Gv. 6,41-51 > (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, Paolo? (Paolo) l'hai detto tu poc'anzi, Giovanni: l'umanità non vuol essere guarita! (Piccolo Giovanni) non vuole ancora il Pane: voi lo volete il Pane? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Luca, vuoi il mio Pane? (Luca) eh, senza il Pane della vita non possiamo fare nulla! (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi il mio Pane? (Tommaso) sempre, lo voglio! (Piccolo Giovanni) e andate avanti perché non vi mancherà anche nei dolori! Quando il peso è gravoso sulle vostre spalle il Pane di Dio non mancherà a nessuno di voi perché Dio vi ama, figli del mio Cuore! Paolo! (Paolo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa fa il tuo cuore in questo istante? (Paolo) stavo pensando a quei tempi quando, come nel Vangelo di oggi, tutti correvano dietro Gesù ma non avevano captato il messaggio che Lui voleva lanciare. Hanno vissuto i miracoli della moltiplicazione dei pani e dei pesci, ma vissuti questi miracoli come un fatto materiale per soddisfare le esigenze della fame, della sete. Correvano sempre dietro Gesù perché erano increduli e volevano sempre nuovi segni e non avevano ancora capito.. e purtroppo nemmeno noi.. (Piccolo Giovanni) ..quale segno.. (Paolo) ..non avevano.. (Piccolo Giovanni) ..Gesù.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..donava e dona? (Paolo) e non lo abbiamo capito tutt’ora! (Piccolo Giovanni) il segno dell'amore, il segno dell'unità con Dio: il Pane vivo! (Paolo) non abbiamo capito che per soddisfare tutte queste esigenze che noi giornalmente rincorriamo, è necessario che si trovi la comunione con l'amore di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..e con i fratelli: se non c'è quella non c'è neanche quella di Dio! Se non amiamo il fratello possiamo amare Dio? (Tutti) no! (Paolo) e lo diceva ieri in chiesa, a Camigliatello.. (Piccolo Giovanni) ..ci sono stato anch'Io.. (Paolo) ..ci sei stato.. (Piccolo Giovanni) ..a celebrare in quella chiesetta! (Paolo) si, io mi ci sono sposato in quella chiesetta! (Piccolo Giovanni) era bella fresca (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e lo è tutt'ora! (Paolo) anche fredda, ieri sera!(*) E parlava, appunto, il sacerdote, dei fratelli: “se non amiamo i fratelli non amiamo Dio”, diceva, e lo ha ripetuto diverse volte, e questo mi ha fatto piacere ascoltarlo.. ha parlato anche dei segni che tutti cercavano.. (Piccolo Giovanni) ..e che cercano ancora.. (Paolo) ..e che cercano ancora, non accorgendosi che Gesù questi segni c'è li dà quotidianamente, siamo noi che non riusciamo a vederli.. (Piccolo Giovanni) ..perché li vogliamo a nostro piacimento.. (Paolo) ..a nostra misura, si; cerchiamo il segno per soddisfare le nostre esigenze terrene! (Piccolo Giovanni) non quelle di Dio! (Paolo) no, quelle no! (Mosè) perché non ci nutriamo col suo Pane! (Piccolo Giovanni) anche se si fa, si fa sempre con quell'idea: “vengo a trovarti, vengo a mangiare alla tua Mensa, ma io ti chiedo quello che desidero io”. È vero Tommaso? (Tommaso) sì, è proprio così, l'umanità si attacca a queste cose e non riesce a vedere il Pane vero, quello che Dio, Gesù in persona ci vuole donare con la presenza sua nel nostro cuore! (Piccolo Giovanni) e il mistero si ripete: Dio è vivo, è in mezzo a noi e non si vede, perché gli occhi sono chiusi! Cosa vuoi dirmi ancora? (Tommaso) sono gioioso perché tu in questi giorni sei gioioso! (Piccolo Giovanni) gioioso nel vedere la mia famiglia unita nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, perché se siete qui siete uniti al Padre; se venite a consolare Maria è perché siete uniti al Cuore di Dio, non al cuore del mondo, e la mia gioia è piena nel sentire questo e nel vedere i vostri cuori che si preparano a consolare Maria, la Perla viva di Dio che ha salvato e salverà ancora l'umanità! “Il mio Cuore Immacolato trionferà e tutti vedete il trionfo”! È bello sentire questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è vero, Luca? (Luca) stiamo aspettando tutti questo momento.. (Piccolo Giovanni) ..e il tuo cuore è più frettoloso degli altri! (Luca) mi fa piacere.. (Piccolo Giovanni) ..nel senso buono.. (Luca) ..si è creata l'attesa.. si è creata l'attesa, siccome l'ho .. (Piccolo Giovanni) ..e dovete ancora.....(Luca) ..stanca l'attitudine.. (Piccolo Giovanni) ..aspettare e preparare i vostri cuori perché nessuno conosce né l'ora e neanche il giorno, ma Dio verrà perché la sua Promessa è duratura e sulla Roccia. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ..ed Io vi porto l'Alito dell'Amore, non mi dimentico! Paolo! (Paolo) dimmi! (Piccolo Giovanni) che stai pensando? (Paolo) stavo pensando di quel giorno (e) di quell'ora che nessuno conosce. Noi, a mio avviso, non dobbiamo aspettarlo quel giorno! (Piccolo Giovanni) dovete essere vigilanti.. (Paolo) ..noi dobbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..con le lucerne accese! (Paolo) esatto, noi dobbiamo semplicemente essere coscienti, convinti, di quello in cui crediamo.. (Piccolo Giovanni) ..che quel giorno verrà .. (Paolo) ..dobbiamo seguire la tua Parola, metterla in pratica e poi quando sarà, sarà il culmine, sarà all'apice di ciò che noi abbiamo coltivato! (Piccolo Giovanni) ma essere pronti e preparati! (Paolo) pronti e preparati, certo! (Piccolo Giovanni) la lucerna deve essere sempre accesa, perché verrà come un ladro nella notte, e se non troverà olio e la lucerna sarà spenta, lo Sposo passa! (Paolo) ci sono anche quelli che aspettano di accenderla in quel momento ma poi non c'è più l'olio! (Piccolo Giovanni) non c'è più olio..- (Paolo) ..o non trovano i fiammiferi, proprio! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) la lucerna deve stare sempre accesa perché nessuno conosce né l'ora e neanche il giorno!(*) È chiaro questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro al cuore di ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) o voi dite “Signore, ho finito l'olio!”, “mi sono dimenticato!”, “ero occupato con le cose del mondo!”, Dio è Misericordia Infinita ma cosa dirà a queste parole, Tommaso? (Tommaso) sono parole.. (Piccolo Giovanni) ..cosa è scritto nel libro? cosa dirà Gesù? (Tommaso) se uno ha tentato, diciamo, nel suo piccolo, nel suo insieme e ha fatto suo(a) la misericordia del Padre, allora il Padre dirà.. (Piccolo Giovanni) ..la risposta non è così! Com'è, Luca? (Luca) “andate via, non vi conosco!” (Piccolo Giovanni) lo so che non volevi dirla! (Tommaso) la volevo dire dopo, questa cosa! (Piccolo Giovanni) ma la risposta è questa! E cosa volevi dire ancora? (Tommaso) ma.. ancora volevo dire che molte volte la.. diciamo, la fretta non.. perché non ci sentiamo cullati.. o perché abbiamo fretta, o ci spaventiamo per le cose del mondo.. è perché molte volte ci.. la sofferenza è così enorme nel nostro piccolo, che immaginando la sofferenza di Gesù noi stessi chiediamo al Padre “Padre, vieni presto perché non so come fai a sopportarci, come fai a donarci ancora la tua misericordia: vieni presto perché io mi sento perso, perché mi sento inutile nell'affrontare.. e per recuperare tante anime..” (Piccolo Giovanni) ..ma anch'Io dicevo queste parole “vieni presto, non tardare”, ma l'ora la conosce solo Lui!(*) possiamo pregare ma non possiamo comandare Dio! Vero? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) dobbiamo dire sempre “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà”. Anche la Cocciuta grida sempre “sbrigati a venire, fai quello che devi fare”, e lo dice ancora più forte di come lo dicevo Io, ma nel Cuore sa bene che deve dire “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà”; nel suo parlare grida queste cose, ma nel suo Cuore sa bene quand’è l'ora di Dio. E vi ho dato un'altra goccia! (Mosè) <non sono molto sicuro di avere capito bene quello che dice Mosè perché l’audio è impercettibile> stiamo sull'esempio, e non si è mai visto e non si è.. gli occhi l'altro giorno! (Piccolo Giovanni) non hai capito quello che ho detto: Io ho donato un'altra goccia! (Paolo) io non l'ho sentita, Giovanni! (Piccolo Giovanni) la sentirete quando metterete tutto posto.. <si riferisce alla sistemazione del nuovo impianto di amplificazione della Stanza>  (Paolo) ..presto.. (Piccolo Giovanni) ..o quando la trovi scritta! Chiaro? <3 colpi di tosse con doppia alitazione> Caro capriccioso Telesfore! (Telesfore) Eccomi! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici oggi? vedo il tuo cuore un po' triste: ce l'hai con la Piccola Cocciuta? (Telesfore) Ehm.. no, non ce l'ho con la Piccola Cocciuta! <si ride un po'> il mio cuore si è rattristato sentendo le parole di Maria! (Piccolo Giovanni) e tu falla gioire! (Telesfore) e cosa devo fare per farla gioire? (Piccolo Giovanni) Ve l’ha chiesto! (Telesfore) pregare per le sue intenzioni? (Piccolo Giovanni) bravo! Ma Io sono gioioso nel vedere la famiglia unita nel nome di Dio. E raccontami: cosa c'è nel tuo cuore?(*) mi hai lasciato un poco del tuo pane ieri sera!(*) non vi siete resi conto che ho mangiato con voi? (Telesfore) eh, lo so che hai mangiato con noi! (Piccolo Giovanni) non mi hai offerto la mia bevanda! (Telesfore) Eh, questo non l'ho fatto! Ma io ti ho.. io pensavo che volevi il vino e ho preso il vino (Piccolo Giovanni) è andata bene anche così! Preferisco l'altra! (Telesfore) e vabbè, non ci sono problemi: la prossima volta.. quanta ne vuoi! (Piccolo Giovanni) e grazie “quanta ne voglio”. È largo questo cuore: “quanto ne voglio”! (Telesfore) anche Paolo ha assaggiato la tua bevanda! (Piccolo Giovanni) ti è piaciuta? (Paolo) di quale bevanda parli? (Piccolo Giovanni) se non vi ricordate.. (Paolo) ..eh?.. (Piccolo Giovanni) se non vi ricordate la mia bevanda! (Giacomo) chinotto?  (Piccolo Giovanni ) no! (Paolo) e in questo momento a me.. (Telesfore) ..quella che ti fatto bere l'altro giorno quando hai mangiato qua: birra e gassosa! (Paolo) Ah, ah! (Piccolo Giovanni) pensano così poco a quello che chiedo(*).. ma dimmi, raccontami qualcosa! (Telesfore) la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..è diventata più Cocciuta ancora? (Telesfore) ha insistito, l'altro giorno.. che ha voluto prenderti i tulipani! (Piccolo Giovanni) eh, non è che ha insistito Lei! (Telesfore) hai insistito tu? (Piccolo Giovanni) quando il Padre chiede..  (Telesfore) ..ma io.. (Piccolo Giovanni) ..tu rispondi sempre no al Padre e dimenticate sempre che lo Strumento viene guidato da Dio! Cadi sempre nello stesso errore, devo correggerti, non rimproverarti: non devi guardare la Piccola Cocciuta come Giulia o tua moglie, ma in quegli attimi come Strumento di Dio! Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ora mi dici sì, fra poco dirai no alla Piccola Cocciuta! (Telesfore) però io.. cioè, non.. ancora non riesco a capire il significato di 15! (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani:  quand'è tempo! Lasciamo a Dio il tempo. Nel mistero potete entrare un passetto alla volta, ma piccolo piccolo così! Chiaro? (Telesfore) basta anche un passetto piccolo piccolo! (Piccolo Giovanni) eh, quel passetto piccolo piccolo ancora non lo vedi! (Telesfore) non lo vedo.. io non lo vedo! (Piccolo Giovanni) perché dici sempre no a ciò che dice la Piccola Cocciuta! “Questo non va bene per me”,” questo non va bene”, “quell'altro non va bene”, e metti sempre il muro dinanzi alla Parola di Dio!(*) Figlio mio, devo farti luce: non ti sto rimproverando ma farti capire qual è la Via e chi è lo Strumento! ..non l'ho messo mai sul piedistallo e non lo metterò mai, ma quando parla con la voce di Dio.. anch'Io mi fermavo ad ascoltare e l'ascolto tutt'ora. Chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) cosa mi dici ancora?(*) (Telesfore) quelli che si uniscono a questa santa preghiera, che si uniscono alla Stanza.. anche tu vai a visitarli? (Piccolo Giovanni) e quante volte devo dirtelo? quando la Catena è unita al Cuore di Dio può Dio abbandonare i figli? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) ed Io vado a visitarli. Sai, Paolo, anche Immacolata si unisce alla Catena: non lo sapevi questo tu? (Paolo) non lo sapevo! (Piccolo Giovanni) e te lo dico Io: anche lei si unisce! È bello questo? (Paolo) sì! Mi stavo chiedendo se lei è cosciente di qualcosa oppure.. (Piccolo Giovanni) si.. (Paolo) ..si? .. (Piccolo Giovanni) ..è cosciente, e col suo cuore tenero è legata al Cuore di Dio! Come può un'anima come lei non essere legata? me lo dici tu? (Paolo) se lo dici tu! (Piccolo Giovanni) sei contento? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e perché abbassi lo sguardo? (Paolo) sono contento! (Piccolo Giovanni) bene!(*) Luca! (Luca) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi tu? (Luca)  <Luca dice qualche cosa ma l'audio non è intelligibile> su che cosa vuoi che ti dica? (Piccolo Giovanni) quello che c'è nel tuo cuore! (Luca) no, pensavo prima.. “che nessuno sa l'ora” (Piccolo Giovanni) anche tu l'hai pensato! (Luca) nessuno la sa l’ora, neanche io.......   no anche.. di aspettare il ritorno di Gesù! E poi mi è venuta in mente anche un'altra cosa, che sempre la Mamma ci chiede di pregare perché con la nostra preghiera possiamo cambiare le situazioni! (Piccolo Giovanni) si! (Luca) ricordo quello che disse a Fatima la Madonna, appunto… <si perde qualche parola per il cambio cassetta> …annullare le sue.. le sue malefatte, e questo è il modo che dice Gesù della nostra preghiera! Ora, questo.. (Piccolo Giovanni) ..l'unica medicina è la preghiera, è avere il cuore aperto e amare i fratelli rimanendo uniti alla catena di Dio, perché se spezzate la catena la preghiera cade a terra, non sale al Padre! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete far cadere la preghiera a terra? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e allora stringete forte la catena di Dio: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per fare festa tutti al Banchetto di Dio! È chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro, Suorine? (le Suorine) sì! (Piccolo Giovanni) Discepoli? (i Discepoli) sì! (Piccolo Giovanni) Colonne? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e anche chi non è Suorina? (Qualcuna) sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Qualcuna) sì! (Piccolo Giovanni) è bello oggi! (Paolo) quella mi piace molto (Piccolo Giovanni) eh, quando viene scelta da Dio.. ed è significativa! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa rappresenta il tulipano per la Chiesa? chi lo sa?(*) lo sai tu? (Telesfore) “IMPEGNO”! (Paolo) cosa? (Telesfore) impegnativa.. il tulipano! (Piccolo Giovanni) quando la Piccola Cocciuta è venuta a portarmi il tulipano, il giglio bianco e l'altro viola, quando ho visto il tulipano mi sono tirato indietro per un istante perché Maria mi aveva mandato questi fiori: il giglio bianco, il tulipano giallo e l'altro viola; Lei cercava di darmi questi fiori mandati da Maria, e nel primo istante Io ho fatto finta di non vederla perché sapevo bene cosa significava, e Lei insisteva “don Mario, la Mamma mi ha donato questi da donare a te”, ed Io gli ho detto “ma forse ti sei sbagliata, li devi portare a casa tu: cosa ne faccio Io dei fiori”; e Lei, poverina, dice “la Madonna mi ha detto di donarteli”, e ho preso il tulipano e il resto dei fiori come impegno! ..che tu mi dicevi “no, non va bene quello” (Telesfore) eh, ma io perché sapevo che si doveva prendere per un altro motivo non per questo! (Piccolo Giovanni) e serve anche per l'altro motivo! (Telesfore) poi quando Lei mi ha detto che i tulipani.. (Piccolo Giovanni) ..non va sprecato nulla di quello che Dio sceglie, chiaro? (Telesfore) Chiaro! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) dillo!(*) dillo! (Telesfore) comunque col tulipano adesso sei incastrato! (Piccolo Giovanni) sei incastrato tu, perché Io lo sono stato prima di te!(*) Perché diventi rosso? non ne azzecchi una! (Telesfore) non ne azzecco neanche una, io! <si ride un po'> però è bello rimanere incastrati.. (Piccolo Giovanni) ..nella rete di Dio! (Telesfore) nella rete di Dio! (Piccolo Giovanni) non nella rete del mondo! Tu in quell'attimo pensavi “la Piccola Cocciuta vuole quello perché piace a Lei” (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) le cose del mondo non mi interessano. Quando prende qualcosa è perché il Padre gli dona l'ordine di farlo: chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) fino a quando dura questo “chiaro”? <gli batte ripetutamente sulla mano>  (Telesfore) eh, è difficile dirlo! (Piccolo Giovanni) Bravo! Ma io vi invito sempre, come Sacerdozio vivo ed eterno, a tenere alto il santo Vangelo e a camminare nel Solco. Non abbiate timore sino a quando la Piccola Cocciuta vi porterà sulle spalle, non abbiate timore, perché siete al sicuro sì, ed Io non vi lascio, sono sempre con voi e non vi faccio mancare nulla: vi porto sempre il Pane vivo dei Cieli; siatene coscienti, perché come Sacerdozio vivo ed eterno porto solo il Pane vivo dei Cieli! Ma vi chiedo di stare attenti al nemico: è sempre pronto per dividere, voi rimanete uniti nell'Amore del Padre e combattete sempre amando, amando, amando come ama il Cuore di Maria, figliuoli miei! Dove sei, Paolo? (Telesfore) non c'è! (Paolo) in.. in due posti contemporaneamente! (Piccolo Giovanni) hai il dono della bilocazione? (Paolo) solo col pensiero! (Piccolo Giovanni) dov'eri? (Paolo) pensavo cose diverse però ascoltavo anche quello che dicevi tu! (Piccolo Giovanni) è bello che è sincero nel dire “pensavo cose diverse” (Paolo) e come potrei dire una bugia? <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) ma come fai.. (Paolo) ..posso dirlo allora.. all'ultimo.. (Piccolo Giovanni) ..a pensare cose diverse quando Dio parla? (Paolo) ma sono cose che si incastrano, non sono argomenti.. (Piccolo Giovanni) ..e dove vuoi arrivare? (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) dove vuoi arrivare prima del tempo? (Paolo) ma è.. non lo so questo: in nessun posto, a me basta stare qua!  (Piccolo Giovanni) Amen! ...... e se tu potevi vedere il cuore di Eliseo com'è gioioso! (Paolo) per il fatto che.. (Piccolo Giovanni) ..viene.. (Paolo) ..si! Me l'ha detto.. (Piccolo Giovanni) ..accoglietelo.. (Paolo) ..me l'ha detto la Cocciuta, sì.. (Piccolo Giovanni) ..e amatelo quel figlio! Donategli tutto l'amore che Io gli donavo quando veniva ad abitare nella mia casa. Ora accoglietelo voi, ma Io sono nel suo cuore e gli faccio compagnia! Amatelo!(*) (Telesfore) anch'io sono gioioso di vederlo! (Piccolo Giovanni) penso tutti quanti (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete gioiosi di sentire le sue parole dette alla buona come sa parlare lui! <perché Eliseo è irlandese e pronuncia l'italiano alla buona> ma è bello ascoltarlo! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) bene, cosa vuoi fare perché Maria.. (Telesfore) ..sta aspettando?.. (Piccolo Giovanni) ..mi lascia libero! (Telesfore) consoliamo il suo Cuore! (Piccolo Giovanni) Amen! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO! Vi chiedo ancora di pregare secondo le mie intenzioni; pregate per il mio popolo; pregate per tutti i Figli Ministri e non dimenticate la mia Marì: baciatela per me; e chiedo alle Suorine di preparare i propri cuori per il giorno dedicato all'Assunzione di Maria: accoglietela e siate Mamme come è Mamma Maria! Io ora(*).. <pausa per il cambio cassetta della seconda piastra > vi saluto portandovi tutti nel Cuore di Dio: lavorate, portate i frutti che Dio vi ha donato nel mondo intero, ovunque andate, figliuoli miei; e ricordate, il Pane vivo che Dio vi dona dividetelo con i fratelli! Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli! E nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo lascio scendere su di voi il Fuoco di Pentecoste. Ardete per Gesù, sia la vostra fiammella accesa per consolare il Cuore di Maria, figliuoli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella Gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace e portate al mondo intero la Pace di Dio. Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure, Pargoli del mio Cuore! Vi amo, figli miei, e rimango con voi perché si fa sera!(*) (Giulia) Grazie!(*) Grazie!

 

 

         4. Giov 07/08/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora una volta per l'umanità tutta; immolati, figlia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Consola il cuore di Maria che gronda Sangue per l'umanità intera. Figlia mia, prega come tu sei fare, per il Papa, per i miei Figli Ministri; immolati portando la Croce sulle spalle. Figliuoli, fermate i flagelli pregando, amando e perdonando(*), usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Io per primo vi ho amati e il mio Amore è duraturo. Figliuoli del mio Cuore, state attenti al nemico, non dategli spazio ma combattetelo amando: solo con l'amore e avendo fede nel Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini per i tuoi figli, per l'umanità intera? (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! Donatemi sempre la costanza e la forza! (Gesù) figlia del mio Cuore, vieni, unisci le tue mani alle mie mani! (Giulia) eccomi, Gesù! <1º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, tu grondi Sangue, i tuoi occhi sono pieni di Sangue! (Gesù) figlia mia, il Sangue che tu vedi è Sangue innocente che grida al mio Cuore!(*) guarda, figlia mia, vedi il flagello che sta per scendere sull'umanità? (Giulia) Gesù! Gesù, cosa posso fare? (Gesù) invito il tuo Cuore e i cuori dei tuoi figli a pregare, a consolare il Cuore di Maria Madre mia, Madre dell'umanità intera, Madre di ognuno di voi che siete qui riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate e sia sempre accesa la lucerna dei vostri cuori perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui Io verrò come ho promesso ed ognuno di voi dovrà presentare il proprio bagaglio; ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto ed usa ogni mezzo per trascinarvi nella sua falsa luce. L'amore e la preghiera lo annientano: pregate col Cuore di Maria Maestra dell'Amore, Maestra del Cuore di Dio che segna la Via ad ognuno di voi e all'umanità intera per arrivare al Cuore del Padre. E la Via di Maria è fatta di Spine, di sante Sofferenze; non gettate via la Croce, figliuoli miei, ma abbracciatela e con amore portatela sulle vostre spalle. Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua, figliuoli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora; a causa del mio Nome sarai perseguitata, ma non temere niente e nessuno, la mia grazia è su di te. Vai avanti, figlia, tieni sempre nel tuo Cuore i segreti che ti sono stati consegnati! (Giulia) Gesù, donatemi la forza!  (Gesù) è la Croce, la forza: figlia mia, portala con amore e vieni dietro di me perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi; e vivere il Vangelo è donarsi in pienezza a Dio! Figliuoli miei, innalzate il vostro sì al Padre; camminate sempre sulla Via Stretta amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per fare festa al Banchetto del mio Amore, all'unica Fonte viva e zampillante. Io sono qui in mezzo a voi, per volere di Dio Padre vengo a portare la Croce perché lo Sposo alle proprie Spose dona in dono la Croce e la Via Stretta per arrivare a gioire nel Cuore del Padre. Ma vi chiedo sempre, figliuoli, di tenere alto il santo Vangelo, di farlo crescere nei vostri cuori e di donarlo all'umanità intera, ai fratelli; non lasciate nessuno senza il Pane di Dio; abbracciate i figli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, accogliete tutti perché accogliendo questi miei figli accogliete me! Figliuoli del mio Cuore, in questo giorno vi invito a pregare secondo le mie intenzioni; vi invito ad aprire i vostri cuori, ad essere coscienti che Dio è vivo, è in mezzo a voi e nel mondo intero e parla, grida il suo Amore all'umanità, e come Padre, allarga le braccia aspettando i propri figli, ma l'umanità è sorda ed è cieca; pregate, figliuoli, pregate e ricordate sempre che l'unica Verità che Io vengo a portare è  il santo Vangelo: masticatelo, assaporatelo e vivetelo nella pienezza del Cuore di Dio che scende a visitare l'umanità intera; ma l'umanità non cerca più l'Amore di Dio, l'umanità si lascia travolgere dal nemico! Pregate, figli, pregate, pregate consolando sempre il Cuore di Maria; ma sia la vostra preghiera fatta col cuore, figli miei! Cocciuta, ora ti invito a guardare, ma non spaventarti di ciò che vedi e tienilo nel tuo Cuore!(*) (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia!(*) Gesù! (Gesù) non spaventarti! Vedi, ci sono(*).. ti invito a pregare come tu sai fare: nel silenzio! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) Figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito ancora una volta a non lasciare il Solco; vi invito a camminare nel Fiume del mio Amore. Il Cuore Immacolato di Maria trionferà nel mondo intero e in questo Luogo, ma Io vi chiedo, figli, di essere vigilanti; siate vigilanti e non dubitate della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce e non prostratevi a dei sconosciuti: solo dinanzi alla Croce chinate il vostro capo, figliuoli miei! Ed Io sono il Gesù della Croce che uso il mio Strumento nell'Amore, nella Quiete e nella Pace del santo Vangelo. Figliuoli, siate coscienti di tutto questo! Figli miei, ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi, figli del mio Cuore! Per volere del Padre sono ancora qui in mezzo a voi a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, e la mia linea rimane sempre la verità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Come Sacerdozio vivo ed è eterno ho vissuto e vivo della Parola, e la mia gioia è piena nel donarla ad ognuno di voi, all'umanità intera! Vivere nell'Amore di Dio, vivere la Verità di Dio, vivere il Pane di Dio e mangiarlo! L'unica Fonte che dona vita è la Parola di Dio ed Io ve l'ho sempre donata, e per grazia del Padre vengo a portarla viva e reale in mezzo a voi, figliuoli miei; ma vengo a portare i Dolori di Maria, le lacrime di Maria, il Cuore di una Mamma che guarda l'umanità che va alla perdizione! Maria, il Capolavoro di Dio, curva prega per l'umanità intera, curva prega per ognuno di voi, figli, aspettando il vostro amore, aspettando il vostro sì pieno al Padre! E come dono Dio vi offre sempre il santo Vangelo: la Linea Diritta, ma il Vangelo va vissuto con amore, con semplicità, come Gesù ce l'ha donato. Amatevi gli uni gli altri; rimanete uniti alla famiglia di Dio, figliuoli del mio Cuore, e in questo tempo Maria vi dona il suo Cuore come rifugio: non perdetevi nei rumori del mondo e non abortite Gesù camminando sulle via larghe che il nemico vi offre ma combattetelo alzando lo scudo del santo Vangelo, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 18° sett. T.O./B Mt. 16,24-28>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) lo avete accolto nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e tu, Paolo, come l'hai vissuto il santo Vangelo?  (Paolo) io ho rafforzato in me un insegnamento che mi è stato donato da te e da Gesù leggendo il Vangelo di oggi. E questo è scaturito dal comportamento di Pietro che per la sua fede è stato eletto come fondamento della Chiesa e che subito dopo ha assunto un atteggiamento diverso ed è stato paragonato a satana! (Piccolo Giovanni) non proprio! (Paolo) è stato, praticamente.. non avendo accettato quello che Gesù gli diceva.. che sarebbe stato, praticamente, crocifisso, che sarebbe iniziata la sua Passione, praticamente, bè e allora ha detto Lui “lungi da me, satana!” (Piccolo Giovanni) perché ragionava.. (Paolo) ..con la mente dell'uomo! (Piccolo Giovanni) con la mente degli uomini.. (Paolo) ..ehm.. (Piccolo Giovanni) ..in quell'istante! (Paolo) e quindi, io che cosa ho capito.. ho rafforzato in me? ho rafforzato il fatto che quando Gesù parla ma non dobbiamo ragionare con la mente, dobbiamo accogliere nel cuore tutto ciò che Lui dice, senza lasciarci influenzare da quelli che sono i nostri comportamenti terreni (Piccolo Giovanni) i pensieri.. (Paolo) ..i pensieri, si.. (Piccolo Giovanni) ..del mondo (Paolo) del mondo! (Piccolo Giovanni) ma rimanere saldi nella Parola viva.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio, rimanere saldi del santo Vangelo, nell'unica Verità, nell'unica Fonte zampillante! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora, cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) ma avere, Giovanni, c'è un.. un misto di sentimenti! Io questa sera ero gioioso per la realizzazione di quello che qui abbiamo fatto, però poi è subentrato in me un certo sconforto perché i risultati non erano quelli che io mi aspettavo che fossero! <oggi è il primo giorno che alla Stanza si registra col nuovo impianto di amplificazione che però non è ancora stato completato>  (Piccolo Giovanni) sono buoni! (Paolo ) e a me sembra di sentire meno di prima! (Piccolo Giovanni) non è vero! (Paolo) allora sono io che non sento, Giovanni! (Piccolo Giovanni) i risultati.. (Paolo) ..eh?.. (Piccolo Giovanni) ..sono buoni! (Paolo) però ti sentiamo appena appena, io, almeno, ti sento appena (Piccolo Giovanni) voi mi sentite? (Qualcuno) un po'! (Antonietta) non tanto bene! (Piccolo Giovanni) eppure la mia voce si sente! (Paolo) col cuore ti sentiamo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) col cuore mi sentite sempre! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni ) ora Io sto parlando: parlo col cuore e parlo anche.. <tre colpi di tosse> ..col mio Alito d'Amore! <doppia alitazione> è la fede che manca, e quando manca la fede non si sente neanche la voce!(*) Non dovete dubitare di ciò che Dio comanda!(*) (Paolo) noi abbiamo dubitato? (Piccolo Giovanni) un po', non col cuore ma con la mente! Non accettate mai in pienezza ciò che il Padre lascia nel cuore della Piccola Cocciuta: è chiaro questo? (Paolo) uhm.. nel caso specifico non mia tanto chiaro, Giovanni, perché mi sembra che noi abbiamo fatto tutto quello che Lei ha detto! (Piccolo Giovanni) ma ci sono un po' di dubbi! (Paolo) non mi è.. io, più che altro.. (Piccolo Giovanni) ..se Telesfore si fermasse un po' di lasciare(*).. <Telesfore stava cercando di posizionargli il microfono più vicino alla bocca> ..lavorare Dio, Io sarei più contento! Potrebbe anche tenerlo in mano la Piccola Cocciuta, ma il Padre non glielo ha ordinato! Vi sembro un po' duro in questo giorno come Gesù con Pietro? dovrei usare la stessa parola ma non lo faccio! (Paolo) Giovanni, noi.. almeno io.. penso anche gli altri.. (Piccolo Giovanni) ..vedi che il microfono non si tiene in quel modo per parlare! (Paolo) eh? non ho capito! (Piccolo Giovanni) il microfono non si tiene in quel modo per parlare! <faceva roteare il microfono tenendolo anche lontano>  (Paolo) sì, scusami! Ehm.. stavo dicendo, noi accettiamo quello che tu dici.. io lo accetto pienamente, figuriamoci se mi permetterei di.. di pensare ad altro! Io ho fatto semplicemente una considerazione da misero terreno, cioè non sento quello che.. con le orecchie quello che tu dici, non sento bene, io solo questo ho detto non che non.. non mi sono permesso di dire altro! (Piccolo Giovanni) può Dio parlare ai suoi figli o deve tacere? (Paolo) eh, certo che può! (Piccolo Giovanni ) può dire il Padre che vi ama e invitarvi ad avere fede? (Paolo) sì, è chiara la cosa, abbiamo fede, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora cosa hai vissuto del santo Vangelo! (Paolo) del santo Vangelo è molto importante quello che.. che contiene, perché, praticamente Gesù parla.. inizia a parlare della sua Chiesa, la Chiesa che dovrà essere il filo conduttore della sua Parola. La Chiesa con i suoi rappresentanti, con i Ministri di Dio che devono fare.. (Piccolo Giovanni) ..Io vi invito a pregare per i Ministri! (Paolo) sì! ..è la Chiesa che Dio avrebbe voluto che guidasse tutti i fratelli! (Piccolo Giovanni) tutti! (Paolo) tutti, si, tutti! Avrebbe voluto.. (Piccolo Giovanni) ..Dio non scarta nessuno! (Paolo) avrebbe voluto che tutti i Figli Ministri avrebbero guidato tutti i fratelli, purtroppo.. purtroppo così non è! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia e vi invito a pregare per la Chiesa tutta come Sacerdozio vivo ed eterno, perché il Sacerdozio è Dio, e Dio aspetta tutti i suoi figli per fare festa.. (Paolo) ..si! (Piccolo Giovanni) voi volete fare festa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) con Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e abbracciate la Croce.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e portatela sempre.. (Qualcuna) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché è l'unica salvezza, l'unica Verità, l'unico Albero è la Croce e non vi è niente altro! Ma.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> sentite il mio tono di voce di basso?(*) ..è perché il mio Cuore gronda Sangue nel vedere il cuore di Maria straziato! In questo tempo consolatelo, stategli vicino e pregate col Lei! Alzate le mani e con Lei fermate il velo nero che sta scendendo sull'umanità, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! ......... <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) hai imparato? (Tommaso) ho imparato: ho fatto del mio meglio! (Piccolo Giovanni) e sei contento? (Tommaso) sono contento per l'ubbidienza, però sai bene che il cuore verso il fratello un po'.. (Piccolo Giovanni) è a Dio.. (Tommaso) ..per questo.. (Piccolo Giovanni) ..che si deve ubbidire.. (Tommaso) ..eh, infatti.. (Piccolo Giovanni) ..non agli uomini, e tu hai donato il sì a Dio! (Tommaso) per questo l'ho fatto volentieri.. (Piccolo Giovanni) ..e ognuno di voi deve rendere conto a Dio, non agli uomini! Chiaro? (Tommaso) chiarissimo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? (Tommaso) ecco, mi sono rimaste impresse 2 cose: la prima è quella.. quella parte del Vangelo dove Dio dona all'umanità un dono grandissimo, quello della riconciliazione; e Dio, quando penso a questo grande sacramento, a questo grande dono, davanti ai miei occhi si presenta una classe di scuola dove tu insegnarvi, e dove davanti ai miei occhi a fare questa grande lavagna nera con un cassino e scritto sopra i nostri peccati; e allora quando siamo davanti al Sacerdozio Eterno.. (Piccolo Giovanni) ..che è Dio.. (Tommaso) ..che è Dio.. e allora Lui prendere, vedendo, leggendo i nostri cuori, questo cassino e cancella quella scritta sulla lavagna: non rimane nulla! E questo.. pensando a questo il mio cuore si riempie di felicità immensa! (Piccolo Giovanni) basta aprire il cuore a Dio e dire ”eccomi, Padre, sono un servo inutile fa di me quello che vuoi“, e ricordatevi sempre: I PICCOLI GIOVANNI STANNO SEMPRE ALL'ULTIMO POSTO! (Tommaso) poi l'altra cosa era, appunto, in questa attesa della.. aspettando, appunto, il giorno di Maria, mi rattrista un po' proprio nel pensare che l'umanità pensa solo alla parola ”Ferragosto“: tutti sono concentrati su questo nome quando invece il nostro cuore vorrebbe gridare la festa di Maria: un grande avvenimento, quello che Maria col corpo è salita al Cielo! (Piccolo Giovanni) per questo il Padre vi chiede di tenere compagnia a Maria e di pregare per i figli che in quel giorno sono lontani dal Cuore di Maria! Voi immolatevi e aspettate Dio che scende in mezzo a voi a fare festa! (Tommaso) il nostro cuore arde nell'attesa di quel giorno perché vorremmo fare veramente di più di quello che.. (Piccolo Giovanni) ..il Servo inutile: ”eccomi, Padre, sia fatta la tua non la mia volontà“ (Tommaso) e il Padre deve trasformare questa nostra nullità in qualcosa di grande per fermare il velo nero che sta per scendere! (Piccolo Giovanni) dovete pregare col cuore come prega il Cuore di Maria per ognuno di noi! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! <due colpi di tosse>  (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa stavi pensando? (Paolo) eh, che stavo pensando? stavo riflettendo su quello che dicevi prima!(*) ehm.. mi chiedevo.. io, Giovanni, ti dico che non metto minimamente in dubbio quello che.. che tu dici, però, riflettevo appunto sul fatto che non essendo chiara materialmente la tua voce, tutti fossero in grado di ascoltare quello che dici! (Piccolo Giovanni) ora non rispondo!(*) ti offendi se non rispondo? (Paolo) no, Giovanni, io non mi offendo, io, come tu sai, sono sempre chiaro perché dentro di me le cose non le voglio tenere: le voglio esternare, altrimenti vado in crisi se non mi chiarisco bene.. se non chiarisco bene a me stesso le cose, io vado in crisi, Giovanni! Cioè, io il cuore lo apro.. (Piccolo Giovanni) ..Dio conosce il cuore di ognuno di voi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..conosce il tuo, conosce il cuore dell'umanità intera! (Paolo) sì, io volevo dire il cuore lo apro, però, non riesco poi, nel momento in cui devo agire, a porre in relazione il cuore con quello che deve essere un intervento terreno che, di fatto, ci deve essere praticamente; cioè, se c'è qualcosa che non funziona, di fatto ci deve essere un intervento almeno, apparentemente, nostro.. terreno, no, per risolvere determinati problemi. Cioè.. (Piccolo Giovanni) ..ho detto che non rispondo! (Paolo) va bene!(*) (Piccolo Giovanni) ti sei offeso? (Paolo) no, non sono offeso, Giovanni, non.. ripeto, io le cose le devo dire chiare altrimenti non.. (Piccolo Giovanni) ..perché, Dio non è.. (Paolo) ..mi rimane dentro il.. (Piccolo Giovanni) ..Dio non è chiaro? (Paolo) sì, sì!(*) (Piccolo Giovanni) e abbiate pazienza! (Paolo) ecco, adesso questo(*).. (Piccolo Giovanni) caro Telesfore, cosa mi dici tu? (Telesfore) io ti chiedo perdono se ti facciamo anche noi soffrire! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia! Come Sacerdozio vivo ed eterno le ho sempre allargate e le allargo ancora! (Telesfore) nonostante tu ci ami tanto.. (Piccolo Giovanni) ..Dio è Amore e non può abbandonare i figli! (Telesfore) ci hai amato.. (Piccolo Giovanni) ..e vi amerò sempre perché il Padre è Amore! (Telesfore) noi cadiamo sempre sugli stessi errori (Piccolo Giovanni) bisogna ascoltare il cuore! Il Vangelo, se non si ascolta col cuore non va vissuto, perché la mente lo porta via, e questo lo chiedo alla suora! (suor Donatella) si! (Piccolo Giovanni) va vissuto col cuore il Vangelo? (suor Donatella) si! ..sì! (Piccolo Giovanni) se non si vive col cuore il nemico nella mente lo porta via! (suor Donatella) sì, sono d'accordo con te! (Piccolo Giovanni) è questo che dovete fare: vivere tutto col cuore! Chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse>  (Piccolo Giovanni) Telesfore, ti manca il microfono in mano? (Telesfore) mi manca il lavoro! (Piccolo Giovanni) ora lo vuoi prendere e tenerlo!(*) (Telesfore) dovevo tenere sempre? (Piccolo Giovanni) se vuoi puoi farlo, ma lo devi tenere nella direzione giusta! Dio vede tutto: è chiaro? (Telesfore) Chiaro! (Piccolo Giovanni) Paolo, ora mi senti? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) hai visto perché non ho risposto prima?(*) sei gioioso? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e diciamo grazie al Padre per la gioia che ci dona! Cosa vuoi dire? (Paolo) volevo dire che Telesfore non può rimanere disoccupato! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) vuole lavorare sempre per Dio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) bè, nel mio cuore c'è un po' di tristezza (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) è perché nell'umanità, guardando intorno, si vede soltanto polvere! (Piccolo Giovanni) e voi perché non fate alzare questa polvere in vita usando la preghiera, la fede, l'amore verso i fratelli, verso Dio? Il Padre ha messo nelle vostre mani il mondo e dovete lavorare nella Vigna! (Telesfore) ma io comunque credo, o almeno penso che da parte mia e anche dei tuoi Discepoli e Suorine.. di quello che stanno facendo, stanno lavorando! (Piccolo Giovanni) lavorate, lavorate, ma dovete usare sempre il cuore! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) non dimenticare! È quando si usa la mente che si va un po' fuori il Solco, e la Piccola Cocciuta vi porta sulle spalle per ordine del Padre! L'ubbidienza è la cosa che Io  ho sempre amato e amo: la santa ubbidienza a Dio; donare il sì ma nell'amore della santa ubbidienza al Cuore della Croce, al Cuore di Dio! È questo che vi chiedo: vivere nell'umiltà, nel nascondimento e nell'ubbidienza solo a Dio! E lo Strumento mi fa gioire perché vive sempre nell'ubbidienza al Padre, non ascolta mai ciò che dite ma ascolta il Padre e il suo padre spirituale, per questo Io l'ho accolta nel vedere l'ubbidienza e chiedo ad ognuno di voi ad ubbidire a Dio e a prostrarvi solo dinanzi al Legno della Croce! A volte fate camminare troppo la mente.. (Telesfore) ..eh, quasi sempre.. (Piccolo Giovanni) ..e la Piccola Cocciuta vi riprende “non mettete il piede dinanzi a quello di Dio ma aspettate i suoi tempi ”, perché nessuno di voi conosce né l'ora e neanche che il giorno, ma dovete essere solo vigilanti e aspettare! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <4 colpi di tosse con doppia alitazione> grazie per le correzioni che ci fai! (Piccolo Giovanni) Io sono un servo inutile dinanzi al Padre, e come Sacerdozio vengo in ubbidienza al Padre! È a Dio che dovete innalzare il vostro “grazie”, non ad un servo inutile! (Telesfore) grazie al Padre.. (Piccolo Giovanni) ..Amen.. (Telesfore) ..di averci scelti.. (Piccolo Giovanni) ..raccolti nella rete.. (Telesfore) ..e messi all'ultimo posto! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni stanno sempre all'ultimo posto e all'ascolto del santo Vangelo! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) sei contento, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma cosa è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) in merito a cosa, Giovanni? (Piccolo Giovanni) cosa è rimasto? (Paolo) tu mi conosci bene, Giovanni (Piccolo Giovanni) Io conosco il cuore di ognuno di voi per volere del Padre! (Paolo) io, ci sono dei momenti in cui mi sento veramente inutile! (Piccolo Giovanni) un servo inutile? (Paolo) sì, ma non lo dico solamente a parole, Giovanni: tu lo sai, io mi sento veramente tale! (Piccolo Giovanni) è così che dovete essere: servi inutili! E se guardi alla suora te lo fa capire con gli occhi! “Servi inutili”! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) Veramente  “servi inutili”! (Paolo) a volte quando noi facciamo qualcosa, lì per lì ci sembra di aver realizzato chissà che cosa: succede anche a me sovente, però poi pensando a Dio, pensando alla sua grandezza, ai suoi insegnamenti, mi rendo conto proprio di non.. (Piccolo Giovanni) ..senza la volontà di Dio.. (Paolo) ..è stato, si.. (Piccolo Giovanni) ..non fate nulla! (Paolo) sì, se ho fatto questo.. (Piccolo Giovanni) ..è perché Dio.. (Paolo) ..è perché Lui l'ha voluto.. (Piccolo Giovanni) ..l'ha voluto! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Tutti) sì! (Paolo) e questo è per me uno spronare a fare sempre di più per Lui con una ferma convinzione che col suo sostegno si può arrivare a qualsiasi risultato, sempre che non lo voglia! Quindi, in un certo senso non si sbaglia mi, perché.. (Piccolo Giovanni) ..basta.. (Paolo) ..è Lui.. (Piccolo Giovanni) ..camminare.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..sulla Via del Vangelo! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) non si può sbagliare.. (Paolo) ..è così.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio è Luce, Dio è Verità, Dio è Vita, e Dio non lascia i figli nel burrone, o non lascia le pecore in mano ai lupi ma le raccoglie e le fa pascolare nel giardino del suo Amore dove c'è la Parola viva. Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e tu stai pascolando nel suo giardino come Servo inutile! (Paolo) ho solo un po' di rammarico quando non riesco ad assumere il giusto atteggiamento alle parole.. davanti a ciò che Dio dice! (Piccolo Giovanni) ma Dio conosce il tuo cuore, Dio non guarda l'esteriore! (Paolo) perché.. sì, infatti, tu.. tu sai che io stesso mi lascio trasportare e sono portato erroneamente ad associare ciò che Dio dice con ciò che noi facciamo sulla terra, e questa è una cosa che.. (Piccolo Giovanni) ..hai visto che Io non ho dato risposta? ma ho donato la voce.. Maria.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e l'Alito! <3 colpi di tosse con doppia alitazione > siete gioiosi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e se siete gioiosi fate gioire il Cuore di Maria, rimanetegli vicino, formate la Corona e non spezzatela. Ma la Corona per consolare il Cuore di Maria ha un peso: la santa sofferenza; non gettatela via, ed in questo tempo non abortite Gesù ma fatelo vivere nei vostri cuori e donatelo ai fratelli, all'umanità intera! Volete portare la Croce.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..in questi giorni? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare la Croce in questi giorni? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare la Croce in questi giorni? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io vi rispondo: Amen, figliuoli! Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo vi invito a portarla! Maria ha bisogno di ognuno di voi, ha bisogno dei vostri cuori aperti per combattere il nemico: AIUTATELA! Chiaro? (Tutti) sì!(*) (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore, Telesfore? (Telesfore) adesso sono gioioso! (Piccolo Giovanni) Io vedo i tuoi occhi tristi!(*) dimmi, perché sono tristi? (Telesfore) io non riesco a capire perché! (Piccolo Giovanni) cosa hai combinato? (Telesfore) che cosa ho combinato? Non.. io non ho combinato.. almeno sembra che negli ultimi giorni.. (Piccolo Giovanni) ..e perché sono tristi i tuoi occhi?(*) (Telesfore) forse perché vedo la Cocciuta che soffre (Piccolo Giovanni) ma Lei ama la santa sofferenza e la porta con amore, l'abbraccia, soffre quando voi non capite ciò che Dio vuole dire! (Telesfore) uh, e là sta il punto! (Piccolo Giovanni) e là sta il mistero! (Telesfore) là è il mistero! (Piccolo Giovanni) Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla! (Telesfore) e noi non ascoltiamo (Piccolo Giovanni) ma l'umanità è sorda ed è cieca!(*) dimmi cosa vuoi dire! (Telesfore) mi sembra una goccia! (Piccolo Giovanni) Dio vi dona sempre le gocce, non vi lascia! Può Dio lasciare i suoi figli? non sarebbe più Dio! Il Padre aspetta con le braccia aperte l'umanità intera e ognuno di voi! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <6 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ora mi sentite? (Tutti) sì! (Marina) si sente forte la tosse! (Telesfore) quindi vuol dire che devo lavorare io! (Piccolo Giovanni) basta mettere il microfono al posto giusto!(*) (Telesfore) ma devo tenerlo io? (Piccolo Giovanni) o metterlo al posto giusto! (Telesfore) eh!(*) <Telesfore è alle prese con il microfono >  (Piccolo Giovanni) è il posto giusto, questo? (Telesfore) non so, forse è questo il posto giusto! (Paolo) questo lo sai tu, Giovanni! (Piccolo Giovanni) quando mi sentite è il posto giusto! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ora mi sentite? (Tutti) sì! (Paolo) potrebbe dircelo prima! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) ma voi che conoscete le cose terrene lo vedete! Devo anche insegnarvi dove mettere un microfono? anche questo.. (Paolo) ..questo ed altro.. (Piccolo Giovanni) ..devo fare? (Paolo) sì!(*)  <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) quanta pazienza deve avere Dio con i servi inutili! Ma ora vi invito ancora, figliuoli, a stare attenti al nemico. Vi invito ancora a camminare nel Solco e a tenere alto il santo Vangelo, come Sacerdozio vivo ed eterno! L'augurio che vi faccio per il giorno dell'Assunzione di Maria è di entrare tutti nel suo Cuore in quel giorno, e di lavorare come i servi inutili! Vedete, Maria come pellegrina nel mondo, viene a portare Gesù, viene portare il Seme del suo Amore, e si serve dei piccoli, dei poveri, degli emarginati, come si serve di ognuno di voi. Maria bussa con semplicità ai cuori aspettando che la porta si apra, e in quel giorno invita l'umanità ad impastare il Pane: il Pane di Cieli! È bello? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e se l'umanità intera aprisse la porta Maria? pregate che questo avvenga, figliuoli! E l'augurio che Io faccio ad ognuno di voi: pregate che avvenga questo! Ora il Padre mi lascia nelle mani.. e chiedo ad ognuno di voi di preparare i vostri cuori al Banchetto Nuziale! Dio è in mezzo a noi vivo reale e ha sete e fame del vostro amore! Volete rimanere nell'Amore di Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi delle cose del mondo e venite a fare festa nella gioia piena, figliuoli del mio Cuore; ma ricordate: Dio usa lo Strumento e per volere del Padre Io parlo attraverso lo Strumento. Voi vedete la Piccola Cocciuta ma Dio la usa come serva inutile a lavorare nella Vigna! Ora svuotate i vostri cuori dalle cose del mondo e fate abitare la Croce e il Vangelo, figli miei! Telesfore! (Telesfore) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vuoi ancora fare festa? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e dona il tuo cuore a Dio, Telesfore dei Chiodi! (Telesfore) il mio cuore è tutto di Dio, e non solo il mio cuore ma tutto ciò che mi appartiene! (Piccolo Giovanni) e cosa ti appartiene? (Telesfore) non ti so rispondere su questo! (Piccolo Giovanni) cosa gli appartiene ....... , ..se Dio ti ha donato la vita, tu a chi la vuoi donare? (Telesfore) a Dio! (Piccolo Giovanni) e non ti appartiene nulla perché tutto è di Dio! (Telesfore) tutto è di Dio!(*) (Piccolo Giovanni) e ciò che si accumula sulla terra vola via, i vostri tesori li dovete costruire in Cielo! Dov'è il tuo cuore? (Telesfore) il mio cuore è in Cielo!(*) (Piccolo Giovanni) Amen, figlio! E i cuori di ognuno di voi? (Anna) lo stesso! (Luisa) sì, lo stesso! (Piccolo Giovanni) non sento nulla! (..... e tutti gli altri) lo stesso! (Piccolo Giovanni) ora sono Io a non sentire! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) bene, figli miei, vi do’ l'Alito dell'Amore <4 colpi di tosse con doppia alitazione> e vi invito a prepararvi! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo che avanza: preparate i vostri cuori! Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello, Gesù!(*) come sei bello! (Piccolo Giovanni) è l'Amore che rende raggianti: amate e i vostri volti saranno raggianti, figli! Ora, vieni!..... . Paolo! Telesfore! (Telesfore) eccomi, Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Banchetto Nuziale? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) volete portare sulle spalle la Croce? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete camminare la Via del santo Vangelo? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti.. (Paolo, ..., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..di essere dinanzi al Gesù.. (Paolo, ..., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..della Croce? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) amatelo e fatelo amare, figliuoli miei, Servi Inutili del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Paolo del Legno della Croce, ....., Telesfore dei Chiodi, portate la Croce, consolate il cuore di Maria! E voi Discepoli, Colonne e Suorine, vivete solo per la Croce e il santo Vangelo distaccandovi dalle cose del mondo! Figliuoli miei, volete aiutarmi? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <2º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? ..... Paolo!(*) (Paolo) io ho pensato una cosa, però non so se sia quella..  perché c'è una contraddizione in quello che ho pensato io; io vedo un Solco però vedo anche una deviazione che è la contraddizione che mi fa pensare che non sia questa la cosa.. (Piccolo Giovanni) ..tu cosa vedi? (Telesfore) ma io.. io vedo un triangolo, però è una colomba!(*) (Piccolo Giovanni) ed Io vi dico sempre “il bastone della Croce”!(*) .. e tutti i pezzi hanno la stessa misura! Il Solco senza alcuna deviazione, perché il Solco porta solo a Dio, e chi lo cammina arriva nel Cuore del Padre! Questo pezzo ti sembrava una deviazione? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma è il bastone dove tutti ci aggrappiamo per arrivare a Dio: la Croce!(*) quale pezzo volete? <Paolo dice qualcosa ma non si capisce>  ..... quale pezzo è rimasto? (Telesfore) il cuore! ..... Dio è tutto Cuore: in ogni pezzo c'è il Cuore di Dio, il Cuore della Croce, e la misura è sempre la stessa! Siete gioiosi? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa volete fare di ciò che è rimasto?(*) sono gli stessi pezzi, ma questi pezzi vi invito a prenderli per il Papa e la Chiesa tutta! Volete questo carico? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli! Ora volete donarmi.. (Paolo, ...., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ai vostri fratelli? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e nella gioia piena di Dio donatemi, servi inutili! Padre, Io grido ancora una volta al tuo Cuore “ascolta la mia preghiera, ascolta i cuori della tua famiglia qui riunita nel tuo Nome”: Io li offro a te, Padre mio, i figli che sono qui riuniti e i figli che si uniscono a questa santa preghiera e a tutti coloro che avete portato nei vostri cuori! Padre mio, ascolta la preghiera del mio Cuore!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera; benedetto sempre sia il tuo Nome, Padre mio! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, a coloro che mi hanno accolto nei propri cuori e la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ma quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi, figliuoli non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati ma amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per fare festa al Banchetto Nuziale, figli del mio Cuore!(*) La mia gioia sia la vostra gioia, figli, perché Io sono venuto ad abitare nei vostri cuori: fatemi crescere, cullatemi, perché Io sono il Dio Bambino e voglio essere cullato nei cuori di ognuno di voi! Mi culli, Paolo? (Paolo) sì! ......... Telesfore? (Telesfore) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) e voi tutti.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..mi cullate? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e fate crescere Dio nei vostri cuori.. (Paolo e qualcun altro) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e donatelo all'umanità intera! come Dio si è donato ai figli che l'hanno accolto, così anche voi donatelo ai fratelli! E nella gioia piena di consolare il Cuore di Maria in questo tempo, Io vi invito ad innalzare ancora il vostro grido a Dio “ti amo, Papà”! (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) “ti amo, Papà”! (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) “ti amo, Papà”! (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) “voglio essere tuo figlio”! (Tutti) VOGLIO ESSERE TUO FIGLIO! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui)Padre mio, non guardare i miei errori ma in questo istante io ti dono il mio cuore: è tutto tuo, perché io non so dove andare; solo tu sei il mio Tutto ed io non cerco altro ma solo il tuo perdono. Amen”! (Piccolo Giovanni) siete gioiosi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e in questa gioia Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figliuoli del Cuore della Croce, andate nella Pace di Dio e portatela all'umanità intera, figliuoli del mio Cuore, ma non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli nel Fiume santo dell'Amore di Dio; gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: e nella gioia piena, fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ora mi volete far riposare ancora? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete cantarmi ancora la Ninna Nanna?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io voglio dormire nei cuori di ognuno di voi: cantatemi la Ninna Nanna! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore di Maria. Siate benedetti, Pargoli del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, addolorato per l'umanità sorda e cieca, addolorato per i figli che trafiggono il Cuore di Gesù e lo calpestano anche in questo istante! Ma vi chiedo di immolarvi in questo istante per il flagello che sta scendendo!(*) pregate ed immolatevi, figliuoli del mio Cuore!(*) Dio vi ama e ascolta il grido dei vostri cuori, ed Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, raccolto i vostri sussurri nel giusto del santo Vangelo e li porto ai piedi del Padre! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, siate vigilanti, amate, amate, amate, e non distaccatevi dal Legno santo della Croce. Paolo, tienilo sigillato nel tuo cuore come la stringi tra le mani la Croce, ed anche voi fate la stessa cosa!(*) sia sempre impressa nei vostri cuori, figli miei! Ora andate nella Pace di Dio e portatela ovunque andate!(*) Nel segno dell'Amore del Padre, unite la Catena santa(*), e unendola, unitevi ai figli che non hanno un pezzo di pane; donategli il Pane che Dio ha donato a voi. Figli miei, guardate il fratello emarginato come guardate il Cuore di Maria nel chiedere il suo aiuto materno. E con questo amore innalziamo la preghiera al Padre: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”>  (Piccolo Giovanni) . Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen”! Quando la Croce sulle vostre spalle diventa più pesante: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen“! Quando il fratello vi offende: “Padre, non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen”! Figliuoli, dicendo queste parole ricordatevi di avere un Papà che allarga le braccia e aspetta ognuno di voi prendendo nelle sue braccia e lasciando il peso leggero del suo Amore di Misericordia Infinita, figli del mio Cuore! ....... cosa senti? ........ Telesfore! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) cosa senti? (Telesfore) il tuo Amore che penetra nel mio cuore! (Piccolo Giovanni) donalo ai tuoi fratelli, figlio mio! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, voi che vivete l'Amore di Dio, gridatelo al mondo: non abbiate timore, Dio vi ama, Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi e come Padre vi dona il suo Amore senza fare alcuna distinzione, e l'Amore di Dio non ha misure, la sua misura ha un peso solo: è uguale per tutti, figliuoli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! Andate in pace portando la mia Pace, lo Shalom del mio Cuore all'umanità intera. Grazie per il tempo che avete speso e che spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! ...... Mi sono poggiato ....su di te, Telesfore!  (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ma mi sono poggiato su ognuno di voi col Legno santo della Croce: portatelo, per i figli che non mi amano e non mi conoscono, nella gioia, nella quiete e nella Luce del santo Vangelo, figli, Pargoli del mio Cuore!

 

 

         5. Dom 10/08/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi, e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia del mio Cuore, con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati, figlia mia, per l'umanità tutta; immolati, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Consola il Cuore del tuo Gesù, figlia mia, consola come tu sai fare nel silenzio dell'abbraccio della Croce! Figlia del mio Cuore, in questo giorno, come Mamma Immacolata e Addolorata, vengo a consegnarvi il mio Gesù, vengo a portarvi il Bimbo per farlo crescere nei vostri cuori per amarlo, per cullarlo e per mangiare l'unico Cibo: il Pane della vita! Figli miei, Io sono Mamma della Croce e in ubbidienza a Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo, vengo a portare la buona novella, vengo ad indicarvi la Via che porta alla capanna di Betlemme, la Via fatta di Dolori, la Via fatta di silenzio, di amore, di carità, di perdono verso tutti abbracciando come il Padre abbraccia l'umanità intera! Figliuoli del mio Cuore, vi invito sempre a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore alzando lo scudo del santo Vangelo! Figliuoli, vi invito ad essere Rocce vive del Cuore della Croce. Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figliuoli miei, e in questo tempo vivere il Vangelo è mangiare il Pane di Dio per crescere nel suo Amore, nella sua Pace, nella sua Quiete, per donarla all'umanità intera! Ai figli che non conoscono il Pane di Dio invitateli al Banchetto dell'Amore, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, oggi il Padre vi offre il Pane vivo della Croce, come dono: la pienezza, il “2” e l’”8”, la pienezza di Dio! (Giulia) Mamma! Mamma, grazie! (l'Immacolata) figlia mia, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù! Abbraccia con amore ciò che il Padre ti offre! (Giulia) con la tua grazia, Mammina del mio Cuore, con la tua grazia! (l'Immacolata) bevi, in questo giorno il Padre ti offre un'altra chiave per aprire una porta, ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) aprila!(*) (Giulia) Mamma!(*) Mamma, posso dire ciò che vedo? (l'Immacolata) solo una parte, figlia! (Giulia) vedo un’enorme chiesa ma l'altare è spoglio e non c'è luce(*), e vedo Gesù flagellato, pieno di Sangue! (l'Immacolata) ora fermati, figlia mia, e prega! Invito all'umanità a pregare, invita i tuoi figli! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici, figli del mio Cuore. Ma vi invito ancora una volta: state attenti al nemico, non dategli spazio, figliuoli del mio Cuore!(*) Il velo sta scendendo sull'umanità: ho bisogno del vostro aiuto. Alzate le mani e sostenete con me il velo dei flagelli, figli, ma abbiate fede nel Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figliuoli del mio Cuore. E in questi giorni non abbandonate il Cuore di Gesù, non disperdetevi nelle cose del mondo ma rimanete legati al Cuore della Croce, figli miei! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) Il Cuore Immacolato di Maria sia il faro del vostro camminare verso la santità! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Pace e nella gioia del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi ad invitarvi a tenerlo sempre alto e a viverlo; e vivere significa essere Pane vivo disceso dai Cieli. E Dio è il Pane della vita, Dio è il tutto, Dio è la pienezza, Dio è l'amore che abbraccia l'umanità e dona lo Shalom. Figliuoli miei, state attenti al nemico: non accogliete la pace del mondo, ma cercate la Pace di Dio, la Pace duratura, la Pace che riempie i cuori, la Pace che vi fa sentire figli e fratelli dell'unico Padre, dell'unico Pane vivo che scende dal Cuore di Maria; col suo “sì” ci ha donato il Pane della vita, figliuoli del mio Cuore, ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno vengo in ubbidienza al Padre a portarvi la Parola, l'unica Parola, la Linea dritta del santo Vangelo che porta al Cuore di Maria per arrivare al Cuore del Padre! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 19° sett./B Gv. 6,41-51 >  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo di questo santo giorno? (Paolo) a dire il vero in me è rimasta tristezza, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché? (Paolo) ho pensato parecchio ad Elia che invocava la morte! (il profeta) ...(Piccolo Giovanni) come un po' tutti.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..anche tu.. (Paolo) ..anche io, si .. (Piccolo Giovanni) ..lo fai spesso e volentieri.. (Paolo) ..si (Piccolo Giovanni) come lo fa anche la Piccola Cocciuta quando è stanca, non del peso della Croce: del peso del mondo.. (Paolo) ..eh, infatti, sì!.. (Piccolo Giovanni) ..che non ama il suo Gesù! (Paolo) è vero, anch'io la invoco spesso per questo motivo! (Piccolo Giovanni) ma l'angelo viene.. (Paolo) ..e porta.. (Piccolo Giovanni) ..a portargli sempre il Pane.. (Paolo) ..il Pane, si.. (Piccolo Giovanni) ..e l'Acqua! (Paolo) eh, è venuto in soccorso ad Elia come viene in soccorso a tutti noi! (Piccolo Giovanni) a tutti i figli! (Paolo) a tutti noi, si! E la tristezza scaturisce anche dal fatto che.. che pur avendo noi davanti Gesù vivo che parla come lo avevano allora, questo Gesù che ci porta il suo Pane, il Pane vivo, ci porta.. ci insegna la strada, quindi, per arrivare al Cuore di Dio noi non riusciamo, purtroppo, a vederlo o nel migliore dei casi a carpirne in pieno il significato (Piccolo Giovanni) devi pensare col cuore che la storia si ripete (Paolo) si, e infatti.. (Piccolo Giovanni) ..e quando la Luce scenderà i vostri occhi si apriranno e vedrete e udirete (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e col Padre mangeremo tutti insieme.. (Paolo) ..il suo Pane.. (Piccolo Giovanni) ..al Banchetto Nuziale! Ma dovete pregare per i fratelli che ancora non conoscono l'Amore di Dio, ma tutti faremo festa! E dimmi ancora, oggi mi senti? (Paolo) un po' meglio (Piccolo Giovanni) che cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) come ti dicevo, (ci) sono dei momenti, dei giorni.. (Piccolo Giovanni) ..di Elia! Sono dei momenti e dei giorni di Elia! (Paolo) di Elia, si! <Paolo ride> è così! (Piccolo Giovanni)  ma nessuno si stacca dal Cuore della Croce, perché sei così legato.. (Paolo) quello.. quello che mi rincuora, Giovanni, è che noi umani nonostante i nostri continui errori, le nostre bassezze, proprio, c'è sempre il nostro angelo che ci viene in soccorso (Piccolo Giovanni) Dio allarga sempre le braccia! (Paolo) si, cosa.. (Piccolo Giovanni) ..è Padre e non può abbandonare l'umanità, non può abbandonare i figli quando cadono in errore: è sempre pronto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ad alzare, è sempre pronto a donare l'amore mentre l'umanità.. (Paolo) ..non lo fa.. (Piccolo Giovanni) ..dimentica di avere un Papà che a larghe misure fa scendere la farina del suo Amore! (Paolo) l'umanità, purtroppo, è inquadrata sul.. sul dio denaro (Piccolo Giovanni) e voi dovete pregare, voi che siete qui riuniti, voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, per questo io mi poggio su di voi! Figli miei, per questo Io vi ho scelti, e quando siete stanchi e bussate al Cuore del Padre per tornare a Casa, il Padre si poggia ancora donandovi il Pane per darvi la forza di camminare, andare avanti e raccogliere le pecorelle smarrite, e di questo dovete essere gioiosi perché Dio vi ama! Dio lascia scendere un raggio di Luce per farvi camminare e dona la Luce all'umanità intera! Vedi quanto siete preziosi al Cuore di Dio? (Paolo) è Lui che ci rende tali, Giovanni, noi non siamo niente! (Piccolo Giovanni) siete preziosi al Cuore di Dio; voi dovete solo inchinarvi dinanzi alla Croce e ripetere “eccomi, sono un servo inutile. Padre, fa di me quello che vuoi”, e la gioia si riempie nei cuori ed esplode per donarla all'umanità intera! ........ ed Io abbraccio tutti i figli che hanno stretto il mio Cuore e il Cuore della Corte Celeste mandandogli il mio Bacio di Sacerdozio vivo ed eterno e del Cuore Immacolato di Maria! Manca l'Alito! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> l'Alito del Cuore del Padre scende sempre su di voi e sull'umanità intera, figli! Non hai niente di nascosto? (Paolo) ma lo scherzetto alla macchina me l'hai fatto tu? (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani!(*) non avevi forse qualche desiderio, tu? (Paolo) non so a cosa ti riferisca in particolare, adesso! (Piccolo Giovanni) tu parla (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) tu parla, Io ti rispondo! (Paolo) io avevo deciso in quel momento, quando la chiave è rimasta nel cofano, di andare al mare, però prima durante la mattinata, avevo pensato di fare altre cose; ero in dubbio quale fare! Poi ho optato per andare al mare, ma la chiave è rimasta nel cofano. Lì per lì c'ho pensato.. forse ho pensato “Giovanni non vuole che io vada al mare adesso”, e a dire il vero ho pensato anche un'altra cosa: ho pensato “evidentemente se non devo andare al mare vuol dire che è per evitare un qualcosa che io.. un qualcosa che non deve succedere.. e che succederebbe se io andassi li”. Ho pensato questo! (Piccolo Giovanni) hai mai dimenticato la chiave nella macchina? (Paolo) dimenticata come ieri, no, mai! (Piccolo Giovanni) e allora allargo le braccia! (Paolo) “e allora?” (Piccolo Giovanni) allargo le braccia! (Paolo) uhm.. quello che ha meravigliato me stesso è che non mi sono arrabbiato proprio, eppure c'era da arrabbiarsi, eh! (Piccolo Giovanni) e perché? (Paolo) eh, ero lì pronto per partire.. “dove sono le chiavi?” sono nel cofano e la macchina è chiusa, e.. (Piccolo Giovanni) ..ma hai bussato? (Paolo) e ho pensato.. e.. mi sono seduto sul muretto e guardavo la macchina, e che dovevo fare? Ho tentato di aprirla con un'altra chiave.. (Piccolo Giovanni) ..invocando.. (Paolo) ..eh? (Piccolo Giovanni) invocando l'aiuto! (Paolo) si, si, è vero, si! (Piccolo Giovanni) e quando si chiama il Padre arriva la quiete.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..arriva la pace (Paolo) in un primo momento.. (Piccolo Giovanni) ..ma se si dimentica arriva al nemico a seminare la zizzania! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e invece si deve combattere amando, perdonando, usando carità e avendo la pace e la quiete nel cuore. Chiaro? (Paolo) sì!(*) (Piccolo Giovanni) che cosa mi dici ancora? come hai trovato il cuore del tuo fratello? aperto o chiuso? (Paolo) ma questo, Giovanni, lo sai più tu che io! (Piccolo Giovanni) Io chiedo a te, perché nulla mi è nascosto! (Paolo) non abbiamo avuto modo di parlare di certi argomenti con mio fratello! L'ho visto ieri.. (Piccolo Giovanni) Io sto dicendo “il suo cuore”! (Paolo) sì, ho capito (Piccolo Giovanni) non degli altri argomenti! (Paolo) ed io intendevo dire, parlando di determinate cose si può anche arrivare a capire cosa una persona ha nel cuore, come si pone davanti a determinate situazioni, no! Mio fratello è.. è molto aperto con me, è spontaneo, almeno così mi sembra, e ci vogliamo molto bene! (Piccolo Giovanni) questo lo so, come conosco il suo cuore! (Paolo) il suo cuore, io lo vedo aperto (Piccolo Giovanni) e lo è (Paolo) lo è? (Piccolo Giovanni) si, grande come una porta! (Paolo) sono contento (Piccolo Giovanni) anch'Io. Dona anche a lui il Pane che Dio ti dona! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e voi donatelo, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. Ma vedo un cuore che gronda Sangue: Luisa! (Luisa) non lo so nemmeno io: a volte sono triste e non riesco a capire come mai! (Piccolo Giovanni) per che gronda Sangue il tuo cuore? (Luisa) sono tante.. tanti i motivi! Penso che il motivo principale è quello di vedere, appunto, ciò che succede nel mondo.. me fa soffrire questo! (Piccolo Giovanni) e sai come consolare Maria? (Luisa) si (Piccolo Giovanni) pregando e portando la Croce.. (Luisa) ..e poi.. (Piccolo Giovanni) ma essendo gioiosi! (Luisa) sì, ci sono dei momenti che, infatti, mi accorgo che quando mi fossilizzo un po' più sulla preghiera mi sento dei momenti, molto gioiosa, si, ringraziando.. (Piccolo Giovanni) ..donare la gioia.. (Luisa) ..ringrazio Dio per questo.. (Piccolo Giovanni) ..al Cuore di Maria e fatelo tutti quando vi sentite affaticati, smarriti, innalzate i vostri cuori e le lodi al Cuore di Maria: fatelo tutti, figliuoli! Io parlo a voi e parlo al mondo intero non siate gelosi, ma siate uniti nell'unica Verità, nell'unica Verità del santo Vangelo, perché tutti siete figli! Chiaro? (Luisa) si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> grazie! Grazie! (Piccolo Giovanni) caro Telesfore!(*) (Telesfore) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) oggi, cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) oggi nel mio Cuore c'è che io mi sento che mi dovrei nascondere! (Piccolo Giovanni) hai rubato? (Telesfore) non ho rubato, forse è Dio che mi ha dato qualche cosa! (Piccolo Giovanni) cosa ti ha donato? (Telesfore) Dio mi ha regalato, oltre quelle precedenti, anche 28 anni.. (Piccolo Giovanni) .. di una bella Croce come la Cocciuta! (Telesfore) la Croce è sempre bella, comunque io lo ringrazio il Padre che almeno in questi 28 anni ci ha tenuti uniti! (Piccolo Giovanni) nella gioia e nel dolore! (Telesfore) eh, e nello stesso tempo sono anche triste per quelli che non hanno avuto.. (Piccolo Giovanni) ..la gioia di arrivare al 28º (Telesfore) di arrivare non solo al 28º, ma anche.. (Piccolo Giovanni) ..al 1º.. (Telesfore) ..anche al 1º che si sono rotte le.. (Piccolo Giovanni) ..e quando si rompono è perché la capanna non è fondata sulla sofferenza, non è fondata sulla Roccia ma sulle cose del mondo dove non c'è l'Amore di Dio. Ma pregate e lasciate tutto nelle mani del Padre! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni ) dimmi! (Telesfore) io mi sento zero dinanzi.. (Piccolo Giovanni) ..ve lo ripeto sempre.. (Telesfore) ..dinanzi a questo mistero che in ogni modo che ci troviamo.. in ogni occasione ci troviamo sempre dinanzi al 2, all’8, al 7 (Piccolo Giovanni) ma i misteri sono di Dio: lasciateli nelle mani del Padre! Voi dovete solo camminare, prostrarvi dinanzi alla Croce e dire “eccomi, sono un servo inutile”. Solo Dio conosce l'ora e il giorno in cui i vostri occhi si apriranno e vedranno la pienezza di Dio! E' chiaro? (Telesfore) è chiaro, si, e questo rende gioioso! (Piccolo Giovanni) sappiate aspettare i tempi di Dio, e aspettando pregate sempre tenendo sempre alto il santo Vangelo e camminando sulla scia di Maria, Maestra dell'Amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) tanti auguri, Telesfore! (Telesfore) grazie, Giovanni! Io devo.. chiedo.. innanzitutto chiedo perdono al Padre di tutti questi anni che ho.. tutti gli errori che ho fatto!   (Piccolo Giovanni) solo Dio è perfetto! (Telesfore) e allo stesso modo chiedo perdono, ma chiedo anche la grazia di aiutarmi sempre a continuare nel Solco che il Padre per me ha tracciato! (Piccolo Giovanni) e la grazia del Padre è su di te, sulla Cocciuta, sull'umanità intera e su di ognuno di voi che siete qui riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? sai, Padre Lorenzo vi manda la benedizione..  (Telesfore) ..e che.. (Piccolo Giovanni) ..ché è al mio fianco! (Telesfore) ed io gli mando gli auguri come glieli mandavo qualche volta telefonandogli, ora.. (Piccolo Giovanni) ..glieli offro Io! (Telesfore) glieli offri tu senza costare nulla!(*) però io, nel mio cuore vorrei un abbraccio suo! (Piccolo Giovanni) può Dio negarlo?(*) <gli dà un abbraccio>  (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) perché brillano i tuoi occhi? (Telesfore) perché pensavo anche quando stamattina.. suonavo le campane, pensavo Padre Lorenzo “chissà Padre Lorenzo quante volte ha suonato..” (Piccolo Giovanni) ..ha suonato.. per raccogliere le pecorelle! (Telesfore) e adesso mi ha delegato a me (Piccolo Giovanni) ma ne vedeva poche che accorrevano… <si perde qualche parola al cambio cassetta> …ma è gioioso nel vedere voi uniti al Cuore della Croce! (Telesfore) la sua gioia mi è rimasta sempre presente! (Piccolo Giovanni) il suo sorriso! (Telesfore) il suo sorriso! (Piccolo Giovanni) il suo amore, la sua pace.. (Telesfore) ..anche.. (Piccolo Giovanni) ..che seminava ovunque andava! “Anche?” (Telesfore) anche la sua sofferenza! (Piccolo Giovanni) era grande, ma sofferenza l’ha portato a gioire e a nascere nel Cuore del Padre, per questo vi ripeto sempre “non gettate la santa sofferenza ma abbracciatela, figli” <3 colpi di tosse con doppia alitazione> caro Paolo, tu a volte vorresti gettare la sofferenza ma non sai quale Tesoro è in cielo! Non basta tutto il tesoro che è nel mondo, hai capito? (Paolo) ho capito, Giovanni, vorrei solo chiederti, anche se tu lo fai sempre in ogni momento, di aiutarmi e buttare via definitivamente tutto ciò che non è nel Cuore di Dio (Piccolo Giovanni) piano piano! (Paolo) perché.. (Piccolo Giovanni) ..un passo alla volta! (Paolo) perché, vedi, noi viviamo su questo mondo e per quanti sforzi io faccia per non dare eccessivo peso a determinati aspetti della vita terrena, in alcuni momenti ci troviamo coinvolti, forse in modo eccessivo, e quando si verificano queste situazioni e vivo questi momenti, subito dopo ci ripenso e rifletto su questo fatto (Piccolo Giovanni) ma sai bene il numero: ti è stato donato! (Paolo) il numero.. ti riferisci al numero.. (Piccolo Giovanni) ..la Cocciuta!(*) La Cocciuta! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) quando arrivano quei momenti! (Paolo) ah, io.. un'altra cosa, si, ho capito. Avevo capito male, si, si! ehm.. sai cosa succede a volte? che in questi momenti, in alcuni di questi momenti, io non riesco a chiamarla (Piccolo Giovanni) usa il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo e la chiami! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) il primo passo è Dio: chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) quando succede questo segnatevi con la Croce, invocate il Nome di Maria e la porta si apre, chiaro? (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma perché siete tristi, oggi? (Paolo) c'è tristezza? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) non lo so, bisognerebbe.. (Piccolo Giovanni) ..consolate Maria con i vostri cuori gioiosi, perché ha bisogno del vostro amore. Chiaro? anche quando la Croce pesa sulle spalle, Anna, sii gioiosa, figlia mia, perché Dio non ti abbandona: non ha mai abbandonato nessuno e tornerà la quiete nel tuo cuore e nella tua capanna! Figlia, grazie per le lacrime perché gli Angeli le raccolgono e le portano al Cuore del Padre! È bello donare il Pane vivo ai figli? (Paolo) eh, è bellissimo, si, è bellissimo! (Piccolo Giovanni) bene vi ripeto ancora una volta state attenti al nemico: in questo tempo amate, perdonate usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, Figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, perché Dio vi ama e vi usa come servi inutili! Caro Telesfore, dimmi! (Telesfore) servi inutili! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni devono stare sempre all'ultimo posto: servi inutili! (Telesfore) noi siamo come spazzatura! (Piccolo Giovanni) di Dio! Ma la spazzatura di Dio è luce che illumina l'umanità e accendono quei grani spenti, del Rosario di Maria! (Telesfore) è bella questa parola! (Piccolo Giovanni) accendeteli tutti, figli! Ora cosa vogliamo fare? (Telesfore) accendiamo il Cuore di Maria con la nostra preghiera ardente! (Piccolo Giovanni) come San Lorenzo “sono cotto da un lato, giratemi dall'altro lato”, ardeva così tanto d'amore da non sentire che veniva cucinato! E così anche voi ardete: “sono cotto da un lato, giratemi dall'altro” per Gesù! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DEL PADRE! E con questa gioia il Padre vi lascia il suo Amore, la sua santa benedizione invitandovi ad essere Croci vive nel Cuore di Dio, ad essere Croci nell'umanità intera, figliuoli miei, e come Sacerdozio vivo ed eterno, Io lascio scendere su di voi l'Amore, la Pace, il Pane vivo che scende dai cieli! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nella lode del Cuore Immacolato di Maria e come Mamme, abbracciate l'umanità come Maria ha abbracciato il suo Figliuolo ai piedi della Croce! Io vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora un volta nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ed oggi, i tuoi Angeli vi offrono in dono la Croce: abbracciatela! Allarga le braccia, Telesfore, e accoglila anche tu! Innalzate le Lodi al Cuore di Maria! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, grazie per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore, e Maria lascia scendere su di voi e sul mondo intero la rugiada del suo Cuore: accoglietela, figli, e andate nella Pace di Dio!(*) (Giulia) grazie, Giovanni!

 

 

         6. Giov 14/08/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Figlia, gioisci e fai festa, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati, figlia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. In questo giorno unisciti al mio dolore. Vedi, figlia mia, il mio Cuore gronda Sangue nel vedere i flagelli che scendono ancora sull'umanità. Come tu sai fare consola il cuore di Maria! (Giulia) Gesù, cosa devo fare? (Gesù) figlia, nel silenzio, nell'amore e nella quiete unisci le tue mani alle mie mani in questo giorno! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ma guarda, figlia, in questo giorno chi ci offre i Chiodi! (Giulia) no! Gesù! (Gesù) non dire ciò che vedi, figlia, ma con amore abbraccia con me il Legno della Croce! (Giulia) con la tua grazia, Gesù! Eccomi! <1º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) sì, figlia del mio Cuore! (Giulia) questa sera vicino a te c'è anche la Mamma!(*) le sue mani e i suoi piedi grondano Sangue come le tue mani e i tuoi piedi, Gesù! (Gesù) sì, ma anche le tue mani e i tuoi piedi grondano Sangue, figlia mia! (Giulia) Gesù, ma la Mamma nel grondare Sangue è sempre sorridente e bella più del sole! Gesù, dimmi tu! (Gesù) è l'Amore che rende bella Maria! Il Cuore di Mamma che abbracciando l'umanità intera gioisce ma gronda Sangue nel vedere i figli che cadono nella rete del nemico! In questi giorni, figliuoli, vi invito a pregare, vi invito a donare i vostri cuori a Maria Madre mia, Madre dell'umanità intera, Madre di ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E in questo giorno sono gioioso nel vedervi riuniti per fare festa, per mangiare, per bere alla Fonte zampillante del mio Cuore. Quante gioie mi date: mentre umanità si perde nel buio del mondo, voi vi raccogliete attorno all'Altare del mio Amore, attorno alla Quiete del mio Sangue e della mia Carne! Quale dono più grande i miei discepoli.. ecco il Tesoro che Io chiedo all'umanità intera: far festa nella quiete! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. E vivere il Vangelo è vivere secondo la Legge di Dio; e voi siete qui riuniti nel Seno di Maria nella Capanna che Maria ha aperto all'umanità, ma l'umanità ancora non vuole entrare per la Porta Stretta. Beati voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Oggi è festa, ma consolate Maria facendo festa, combattendo il nemico con l'amore; amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, fai festa ancora abbracciando i Dolori pieni del Parto. Fai festa ancora nel silenzio portando l'umanità sulle tue spalle perché il Padre bussa alla porta del tuo Cuore e tu sai rispondere solo di sì! (Giulia) Gesù, come serva inutile il mio parlare col Padre è prostrarmi dinanzi a Lui e donare il mio sì pieno per me, per tutti i miei figli e per l'umanità intera! Gesù, appoggiatevi quando volete e nella misura che il Padre ritiene giusta(*), e quando è l'ora, io rispondo il mio “eccomi”, Gesù! (Gesù) figlia mia, l'umanità ha bisogno di anime che si immolano ed Io mi poggio su di te, mi poggio sui tuoi figli. Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, in questo giorno e nell'alba che sorge accogliete la Croce che Io poggio sulle vostre spalle. Figliuoli miei, vi userò e vi farò lavorare nella Vigna per salvare anime: volete questo? (Tutti) sì! (Gesù) Amen! Amen! Amen, figliuoli del mio Cuore! Cocciuta, soffri con me! (Giulia) sì, Gesù con la tua grazia! (Gesù) guarda ciò che dovrai fare nell'alba che viene! (Giulia) sì, Gesù!(*) non posso dirlo, adesso? (Gesù) no, figlia, lo so che il tuo Cuore arde, ma aspetta ancora un po'! (Giulia) sì, Gesù! Grazie!(*) (Gesù) Io dico grazie a voi, figli, per tutto l'amore che mi offrite! Siete il Pane vivo che cammina nel mondo e si dona: non fermatevi! Figliuoli, vi invito sempre a tenere alto il santo Vangelo e ad amare; amate, amate, amate come Io amo ognuno di voi, figli miei! Ora, figliuoli miei, volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) Maria, Madre del cielo e della terra sia per ognuno di voi la Luce che vi guida al Cuore di Dio! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'Amore e nella Quiete del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi con l'unico grido “tenetelo alto il santo Vangelo, vivetelo nei vostri cuori, ma partoritelo per donarlo all'umanità intera e ai vostri figli”. Così siate mamme vive, mamme feconde della Parola di Dio, e Dio chiede questo alle proprie Spose “siate feconde dell'unica Verità, dell'unico Vangelo che è segnato col Sangue dell'Agnello che si è immolato e si immola attimo per attimo per ognuno di voi e per il mondo intero”, figliuoli del mio Cuore! Ed Io sono qui a portare l'Amore, a portare la Gioia, a portare il Cuore della Croce per vivere in pienezza la festa di Maria che sale ad abbracciare il Padre; e unendovi al suo Cuore salite anche voi ad abbracciare il Padre e a fare festa. Figliuoli miei, come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito ancora a stare attenti al nemico: lo scudo dell'amore dovete alzare per combatterlo! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 19° sett. T.O./B Mt. 18,21 - 19,1>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, Paolo della Croce? (Paolo) a me questa pagina di Vangelo mi ricorda un giovedì di qualche anno fa; tu eri lì che lo leggevi e ce lo illustravi!  (Piccolo Giovanni) e ci sono ancora (Paolo) sì, allora ti vedevamo però.. fisicamente, e mi è, appunto, rimasto impresso.. (Piccolo Giovanni) ..cosa ho detto? (Paolo) ricordo quando dicevi che bisognava perdonare non 7 volte, ma settanta volte 7. Io ero seduto lì (Piccolo Giovanni) e origliavi? (Paolo) eh, ascoltavo! (Piccolo Giovanni) e nel tuo cuore cosa girava? (Paolo) bè, questo del perdono è un tema molto importante. È importante.. (Piccolo Giovanni) ..immagina se il Padre non perdonasse le nostre marachelle! (Paolo) sì. E.. (Piccolo Giovanni) ..che poi non sono così piccole! (Paolo) si. E il punto è proprio questo che il Padre a noi perdona tutto: qualsiasi cosa (Piccolo Giovanni) e noi non siamo capaci di perdonare neanche se ci viene schiacciata una nocciolina (Paolo) si, figuriamoci poi le cose pesanti (Piccolo Giovanni) una piccola nocciolina! (Paolo) tu poco fa, parlavi di vivere il Vangelo (Piccolo Giovanni) vivere (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e viverlo significa mettere in pratica.. (Paolo) ..ciò che dice.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che dice! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> anche la tosse! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché ha un valore! (Paolo) io penso una cosa, Giovanni, noi ci troviamo di anno in anno a ripetere questo stesso brano del Vangelo, così come anche gli altri.. alcuni si ripetono più volte, sempre ci ripromettiamo la stessa cosa, ed è evidente che noi terreni non abbiamo quella capacità, quella apertura di cuore tale da metterlo in pratica in pienezza. Però poi, riflettendoci bene, io, credo che questo risultato, soprattutto per quanto riguarda il Vangelo di oggi, non sia facilmente raggiungibile almeno in un tempo breve; però è molto importante aprire il cuore e metterci tutta la buona volontà (Piccolo Giovanni) perché sei qui? (Paolo) sono qui perché questa buona volontà penso di poterla mettere, e piano piano di poterci riuscire! (Piccolo Giovanni) perché siete qui? ........ (Mosè) per mettere in pratica il Vangelo! (Piccolo Giovanni) perché seminate? perché la Pianticella.. (Paolo) ..si, cresce un pochino per volta.. (Piccolo Giovanni) ..cresce un pochino per volta, ma dinanzi a Dio è un albero con radici profonde! (Paolo) sì. (Piccolo Giovanni) perché siete i Discepoli: i miei discepoli! (Paolo) ho detto questo, Giovanni, perché a me in passato spesso venivano dei dubbi leggendo il Vangelo. Dico, qua si parla di vivere il Vangelo, ma io lo vivo veramente? allora mi rispondevo “no” (Piccolo Giovanni) è buon segno! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) è buon segno.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando ci sono i dubbi.. (Paolo) ..e allora.. (Piccolo Giovanni) ..perché quando si è sicuri di viverlo, li.. (Paolo) ..c'è lo zampino.. (Piccolo Giovanni) ..c'è l'errore. Vero? (Mosè) è vero, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e bisogna sempre avere i dubbi, ma sicuri di camminare nel Solco! Il libro cade ma si alza! <fa l'esempio prendendo il libro dei canti che era lì vicino a Lui, lo fa cadere per terra e poi lo alza>  (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e alzandosi si è sulla Via del Vangelo, sulla Via Stretta! Le cadute ci fanno alzare, prendere la Croce e camminare nel Solco! Chiaro? (Paolo) sì, piano piano riesco a.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> a memorizzare tutto quello che deve essere.. (Piccolo Giovanni) ..sei diventato un computer? <si ride un po'>  (Paolo) no, computer no, il computer.. è lui! <dice Paolo sorridendo e voltando lo sguardo verso di me>  (Piccolo Giovanni) e cosa metti nella testa? (Paolo) ma io non so se sia un pregio o un difetto: ho l'abitudine di riflettere sulle cose, forse un po' troppo, in alcune circostanze forse troppo! (Piccolo Giovanni) si, ma in altre va bene. (Paolo) in altre va bene? (Piccolo Giovanni) riflettendo troppo poi si esce fuori (Paolo) sì! Devo.. (Piccolo Giovanni) ..vedi, la Cocciuta mi faceva ridere quando diceva che “i teologi studiano studiano e poi escono fuori binario (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e non aveva e non ha tutti i torti! (Paolo) eh, è così perché si vogliono dare spiegazioni a tutto.. con la mente senza aprire il cuore!(*) quindi c'è un limite a tutte le cose! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) bisogna saper discriminare, scegliere le cose sulle quali fermarsi a riflettere e altre invece in cui bisogna solo guardarle a cuore aperto! (Piccolo Giovanni) chiaro? <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ........ <Eliseo è venuto dall'Irlanda per partecipare alla preghiera di domani, festa dell'Assunzione di Maria in Cielo> (Piccolo Giovanni) ..e l'ho già abbracciato.. ..stamattina ........ e la Piccola Cocciuta ha voluto farlo riposare......... Caro Eliseo!(*) <Eliseo emozionatissimo si avvicina a Giovanni e si inginocchia davanti a Lui> (Eliseo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) come stai? (Eliseo) sono felice di essere qui con te! (Piccolo Giovanni) ed Io sono felice di stringere la tua mano! (Eliseo) si, grazie! <gli bacia la mano> (Piccolo Giovanni) vedete come si comportava dinanzi a me a casa? (Eliseo) come sempre.. sempre così! (Piccolo Giovanni) ed Io che sorridendo lo rimproveravo.. (Eliseo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“alzati perché Io sono un Povero Uomo”, ma la semplicità, la purezza di cuore faceva guardare in pieno il Sacerdozio che è Dio! E lui vive della Parola di Dio! Sii.. (Eliseo) ..concedimi la grazia di farlo sempre.. (Piccolo Giovanni) ..benedetto accanto.. (Eliseo) ..accetto la benedizione.. (Piccolo Giovanni) ..alla tua sposa! (Eliseo) che mi hai detto per la sposa di me ancora una volta? (Piccolo Giovanni) sii benedetto.. (Eliseo) ..è benedetto io?.. (Piccolo Giovanni) ..accanto alla tua sposa.. (Eliseo) ..“accanto”, si, vicino a lei! si, ho capito! (Piccolo Giovanni) sii vicino a lei, e la benedizione scende su di te e sulla tua sposa, e non temere.. (Eliseo) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..niente e nessuno.. (Eliseo) ..scusa, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..vai avanti nel tuo cammino! (Eliseo) penso di pensionarmi totalmente per essere.. le tue cose.. di rimanere accanto a lei, perché lei triste perché vado al lavoro ogni giorno, ma anche oltre il pensiero di potere di fare la traduzione un po' più veloce, sono un anno in ritardo e mi preoccupo.. e sono.. non sono contento con la mia.. il lavoro, perché.. perché sono in ritardo! (Piccolo Giovanni) lasciamo al Padre questo! (Eliseo) scusa che lo.. (Piccolo Giovanni) ..metterà.. (Eliseo) ..ecco, ok.. (Piccolo Giovanni) ..sulla tua via ciò che dovrai fare! (Eliseo) sì! (Piccolo Giovanni) ora ti mando l'Alito della tosse! <3 colpi di tosse con doppia alitazione, mentre Eliseo gli bacia la mano> (Eliseo) grazie! (Piccolo Giovanni) grazie al tuo cuore! (Eliseo) si!(*) (Piccolo Giovanni) caro Telesfore! (Telesfore) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici tu? (Telesfore) sono commosso! (Piccolo Giovanni) lo sono un po' tutti quanti! Dal primo istante che l'abbiamo incontrato ha fatto sempre così; il suo cuore (è) candido come un bimbo, per questo vi chiedo di amarlo e di raccoglierlo come Io l'ho accolto nel mio Cuore e nella mia casa. Ora la sua casa è qui, come la mia e come la vostra, uniti tutti nella Casa del Padre, nella Dimora di Dio per innalzare le lodi al Padre! È questo che dovete fare! Si è calmato il tuo cuore di battere? (Telesfore) si, un po' si! (Piccolo Giovanni) ed ora cosa mi racconti?(*) aspetto!(*) guarda che si fa l'alba se non rispondi subito! (Telesfore)  eh, tanto dobbiamo aspettare l'alba! (Piccolo Giovanni) dovete anche fare la nanna, i cuori devono essere svegli per lavorare! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) il mio cuore arde! (Piccolo Giovanni) e ci voleva tanto per dirlo? (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) ma voglio il resto! (Telesfore) il resto.. perché arde il mio cuore? ..e, arde perché.. (Piccolo Giovanni) ..non il resto dei soldi! (Telesfore) no, no, i soldi non.. (Piccolo Giovanni) ..non mi servono! (Telesfore) arde perché.. aspettando l'alba per ciò che la Cocciuta deve fare! (Piccolo Giovanni) ma non sai cosa ti aspetta! (Telesfore) eh, non lo so! (Piccolo Giovanni) come fai a dire che ti arde il cuore? solo il Padre conosce! (Telesfore) ma il Padre.. qualsiasi cosa fa, fa sempre.. (Piccolo Giovanni) ..e come tu sai, Lei non dice mai prima quello che deve fare! (Telesfore) ma io non lo voglio sapere! (Piccolo Giovanni) solo un attimo prima! (Telesfore) eh, come l'altra volta! (Piccolo Giovanni) ti è piaciuta la missione? (Telesfore) eh, però ti devo confessare una cosa.. (Piccolo Giovanni) ..che ti tremavano le gambe? (Telesfore) eh, che mi tremavano le gambe!(*) La Cocciuta portava il peso ed io tremavo! (Piccolo Giovanni) e tu per un po' non scappavi!(*) “abbiamo finito?..” (Telesfore) ..no, no.. (Piccolo Giovanni) “..dobbiamo andare via?”: gliel'hai detto? (Telesfore) sì, questo gliel'ho detto! (Piccolo Giovanni) e Lei.. (Telesfore) ..ha detto che non.. (Piccolo Giovanni) ..cosa rispondeva? (Telesfore) “no!” <poi Giovanni si gira verso i presenti>  (Piccolo Giovanni) gli tremavano le gambe: voleva uscire subito, ma la Cocciuta, Cocciuta com'è, era all'ubbidienza del Padre: doveva compiere ciò che il Padre ha messo nel suo Cuore, mentre lui ad ogni piccolo istante chiedeva “abbiamo finito?”; appena incominciato gli ha chiesto se doveva uscire! ..e la Piccola Cocciuta che sorrideva! (Telesfore) la missione era, diciamo, segreta.. almeno.. (Piccolo Giovanni) ..alla luce del sole! (Telesfore) alla luce del sole! Però.. (Piccolo Giovanni) ..quello che deve rimanere ancora nascosto sono i messaggi <si riferisce ai messaggi segreti ricevuti da Gesù quando ancora Giovanni era fisicamente presente in mezzo a noi> (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma voi non siete andati di notte, ma nella luce piena, e la porta era aperta! (Telesfore) noi siamo andati soltanto a visitare! (Piccolo Giovanni) voi siete andati mandati da Dio! (Telesfore) certo, si; questo, si, però.. cioè, quella cosa.. che prima di entrare abbiamo incontrato due vedove!  (Piccolo Giovanni) è bello! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) non è stato un caso! (Telesfore) non è stato un caso? (Piccolo Giovanni) no! (Telesfore) neppure conoscenti? (Piccolo Giovanni) hanno bisogno di amore! (Telesfore) si, questo, si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi un po': le gambe le hai rinforzate? (Telesfore) si, e un'altra.. (Piccolo Giovanni) ..perché quando Piccola Cocciuta ti inviterà ad accompagnarla, cosa farai? (Telesfore) eh, quello che ho fatto fino adesso: vado! (Piccolo Giovanni) con le gambe ferme? (Telesfore) questo sei tu che me le devi sostenere! (Piccolo Giovanni) Io ci sono sempre (Telesfore) perché io mi poggiavo sempre su di te quando.. (Piccolo Giovanni) ..ed ora sai dove abita il mio Cuore! (Telesfore) eh, lo so! ..e si vede anche! (Piccolo Giovanni) meno male!....... Ma state attenti al nemico, non dategli spazio e combattetelo sempre con l'amore e tenendo alto lo scudo del santo Vangelo! Chiaro? (Telesfore) chiaro!(*) (Piccolo Giovanni) ti manca questo? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ed ora è arrivato! (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici tu? (Tommaso) in un giorno splendido come questo il mio cuore arde veramente d'amore e i miei occhi brillano di gioia, sia perché.. (Piccolo Giovanni) ..eh, si vedono! (Tommaso) non ho capito (Piccolo Giovanni) eh, si vedono! (Tommaso) si, sia perché, diciamo oggi c'è il fratello, il compagno Eliseo ..... che mi ricorda, appunto, quando siamo stati chiamati tutti e due (Piccolo Giovanni) si (Tommaso) e sia perché oggi, stasera, non dovevo esserci perché si faceva.. si dava ascolto molto alla ragione, però tu sapevi che il mio cuore ardeva e tu mi hai voluto qui questa sera, per onorare la Mamma e per fare alba insieme te; ed io di questo.. ti ringrazio.. (Piccolo Giovanni) ..Io vi ho lasciati liberi! (Tommaso) ma tu leggevi il mio cuore ed oggi, adesso, veramente gioisco tanto! (Piccolo Giovanni) il Padre conosce i cuori di ognuno di voi, ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno sono all'ubbidienza del Padre, e ciò che Lui vuole Io vedo! ..e vedo i cuori di ognuno di voi gioiosi, pieni di amore! È dimmi ancora! (Tommaso) devo dire che il Vangelo di questa sera mi ha riempito veramente, perché, proprio quando noi non ce l'aspettiamo siamo graziati veramente di cose grandi dal Padre, proprio quando pensiamo che la vita va avanti normalmente, noi riceviamo doni veramente inaspettati, così tanto grandi.. e poi, riflettendo un po', per delle sciocchezze non sappiamo perdonare veramente il fratello, usiamo poca carità nelle piccole cose; e questo questa sera, appunto, mi riempie ancora di più per fare sempre di più secondo la volontà del Padre  (Piccolo Giovanni) amare, perdonare, usate carità e al primo posto portare sempre.. (Tommaso) ..i nemici.. (Piccolo Giovanni) ..i vostri nemici! (Tommaso) ed è la cosa più difficile, però noi dobbiamo provarci, dobbiamo tentare.. (Piccolo Giovanni) ..ma facile se si ama Dio: amando Dio, amando Maria, non si può chiudere la porta al fratello! (Tommaso) e noi dobbiamo sempre guardare Maria perché come ci.. il messaggio di stasera, nonostante Maria grondava Sangue, no, c'è voluto indicare, appunto, questa scia, questa strada, e che dobbiamo ricorrere a Lei proprio nelle difficoltà, quando ci sentiamo veramente giù che non sappiamo fare nulla, dobbiamo mettere tutto nel suo Cuore affinché siamo.. oppure ci proviamo almeno a diventare santi: santi come Lei ci vuole! (Piccolo Giovanni)Ave Maria sii sempre la salvezza dell'anima mia”! È questo che dobbiamo ricordare sempre; quando il fratello ci offende “Ave Maria sii sempre la salvezza dell'anima mia”! È bello questo? (Tommaso) è bellissimo, ed io questa sera c’ho chiuso nel cuore, in un piccolo angolo, tutti coloro che trafiggono i nostri cuori, tutti coloro che ci offendono, che non aprono ancora gli occhi, e questo non mi fa piacere.. vedere questi fratelli ancora lontani, quando noi siamo stati graziati di tanto, venendo.. (Piccolo Giovanni) ..e per la grazia che Dio vi dona attimo per attimo, abbracciate all'umanità intera e portatela nel Cuore di Maria come Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce; per questo Io vi ho scelti uno ad uno: per lavorare e portare i figli e i fratelli che non conoscono il Cuore di Maria, a far festa nel suo Cuore di Mamma! (Tommaso) facciamo noi festa per loro? (Piccolo Giovanni) sì, lavorando come il Padre ha deciso. Chiaro? (Tommaso) Amen! (Piccolo Giovanni) bene. Dove sei, Paolo? (Paolo) sono qua, sono più che mai qua! (Piccolo Giovanni) seduto, ma il tuo pensiero.. (Paolo) il mio pensiero girovagava! (Piccolo Giovanni) dove? (Paolo) sempre in questo contesto! (Piccolo Giovanni) che cosa stai pensando? (Paolo) lo vuoi proprio sapere? ..cioè lo dobbiamo dire agli altri.. ché tu lo sai già? <Giovanni dice qualcosa ma viene coperto da Paolo>  (Paolo) stavo pensando ancora a te quando leggevi il Vangelo! (Piccolo Giovanni) perché, ora non ti piaccio più? (Paolo) no, io cercavo di immaginare, come spesso faccio, di vedere l'espressione tua di quel momento. Cioè, non avere un'immagine vaga, ma proprio una immagine ben definita, con l'accento e il tono della voce, anche! (Piccolo Giovanni) ed ora vi dovete accontentare dello Strumento.. (Paolo) ..e della sua voce! (Piccolo Giovanni) e della sua voce! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e dovete dire grazie al Padre che mi lascia parlare.. (Paolo) ..si, certo.. (Piccolo Giovanni) ..attraverso lo Strumento! Non sarebbe bello sentire la mia voce.. (Paolo) ..e vedere la Cocciuta?.. (Piccolo Giovanni) ..e vedere la Cocciuta, sembrerebbe un rito non bello! (Paolo) una volta sola, magari!(*) una! (Piccolo Giovanni) quando il Padre.. (Paolo) ..lo vorrà?.. (Piccolo Giovanni) ..lo vorrà, è tutto nel suo cuore e nelle sue mani, ed Io e la Cocciuta siamo all'ubbidienza del Padre! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma hai cambiato tono di voce con questo gelato! (Paolo) forse sarà questo gelato! <si ride un po' perché si riferisce al microfono in mano a Paolo> (Piccolo Giovanni) siete belli anche così! (Paolo) a.. (Piccolo Giovanni) ..lo avevo proposto.. (Paolo) ..questo? (Piccolo Giovanni) un microfono che girava.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per le persone, e la Piccola Cocciuta era così e così! (Paolo) non era convinta? (Piccolo Giovanni) un po' si e un po' no: aveva paura che si creava confusione (Paolo) a dire il vero anche io ce l'avevo questa paura, poi quando Lei mi ha detto “no, va bene ”, bè, dico, se lo dice Lei vuol dire che va bene! (Piccolo Giovanni) perché.. (Paolo) ..gliel'ha comandato dall'Alto.. (Piccolo Giovanni) ..gli è stato detto dall'Alto, e quando gli viene indicato dall'Alto alza le mani! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma vedo che non state creando alcuna confusione (Paolo) no, no! (Piccolo Giovanni) siete delle brave pecorelle! ....... e dovete avere solo il timore di Dio, non quello degli uomini! ....... e perché sono qui in mezzo a voi? perché vi amo uno ad uno senza fare alcuna distinzione! Pargoli del mio Cuore, rimanete sempre così, piccoli, poveri: i piccoli Giovanni rimangono sempre all'ultimo posto, ma pronti all'ascolto della Parola di Dio! Chiaro? (Tutti) sì! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ti stavi addormentando? (Telesfore) no, stavo pensando a quando dicevi che siamo delle brave pecorelle: io direi che.. (Piccolo Giovanni) ..sapete mangiare anche l'erba! (Telesfore) quando siamo qua siamo tutti bravi ad ascoltare, fuori di qua, poi.. (Piccolo Giovanni) e quando Io ripeto “non abortitemi.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..quando uscite fuori” (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..lo dimenticate!(*) siate vigilanti! almeno quando siete qui riuniti, amatevi come fratelli, siate la famiglia di Dio; e quando uscite fuori tenetevi per mano e non spezzate la Catena che Dio tiene unita nella Stanza dell'Amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) se non faccio errori, questa notte sognavo mio padre che era sul mio letto con la testa in giù. Forse, non so, era un po' triste!(*) (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta ti dirà il perché lo vedevi triste! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma te lo ha già accennato <4 colpi di tosse> e per questo il mio Cuore gronda Sangue! Ti invito ancora a pregare per i tuoi Cari: fallo.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..figlio mio! Cosa vuoi dirmi ancora?(*) solleva il cuore e fallo gioire per Maria! Chiaro? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) dimmi!(*) (Telesfore) adesso non mi viene.. non mi viene niente, ci sarà qualche cosa, però non riesco a trovarla <5 colpi di tosse con doppia alitazione> (*) non ci riesco! (Piccolo Giovanni) guardami negli occhi!(*) (Telesfore) o.. (Piccolo Giovanni) ..adesso è arrivato? (Telesfore) tu dici sempre che la Cocciuta è uno Strumento.. (Piccolo Giovanni) ..hai dei dubbi? (Telesfore) no, non ho dei dubbi.. che parla con la sua voce, però io, molte volte, vedo che non è la Cocciuta, ma sono i tuoi gesti che.. soprattutto quando vai verso l'altare! (Piccolo Giovanni) abito nel suo Cuore! (Telesfore) e un'altra cosa che volevo chiedere: quando Lei soffre, non è Lei che soffre ma sei tu che soffri! (Piccolo Giovanni) devo dire di sì, ma con amore accogliere i miei e i suoi dolori, e voi potete aiutarla solo con la preghiera e offrendo anche le vostre mani come hai fatto tu ieri: gli hai donato la tua mano per salire le scale! (Telesfore) ah, si, questo si! (Piccolo Giovanni) gli hai donato la tua mano per mettersi sul letto! (Telesfore) questo è un dovere che io devo fare! (Piccolo Giovanni) ma a volte veniva lasciata da sola non vedendo i miei Dolori: veniva lasciata da sola <3 colpi di tosse> (*) come Gesù nell'Orto degli Ulivi! ..tutti si sono addormentati e Gesù che grondava Sangue nel pregare per l'umanità intera. Non lasciate sola Maria in questi giorni, ma combattete come soldati la battaglia dell'amore tenendo sempre alto il santo Vangelo e camminando nel Solco che Io vi ho indicato come Sacerdozio vivo ed eterno! Chiaro? (Telesfore) chiaro! Eliseo ha portato un dono per Maria! (Piccolo Giovanni) è bello: è la Croce! (Telesfore) è la Croce! (Piccolo Giovanni) ed Eliseo lo consegnerà al Cuore di Maria! E il Padre lascia scendere la benedizione quello che ha portato nel suo cuore si. Chiaro? (Telesfore) chiaro: sono contento di questo! <3 colpi di tosse con alitazione>  (Piccolo Giovanni) offrire a Maria la Croce per il suo paese <= l'Irlanda> : quale dono più grande si può portare a Maria?: tutti i suoi figli!(*) offrendo il dono a Maria, ha portato tutti i suoi fratelli e nel segno della Croce, e noi tutti dobbiamo scolpire nei nostri cuori che solo portando la Croce a Maria portiamo l'umanità intera: MAMME DELLA CROCE! ..Maria curva ai piedi della Croce a supplicare il Cuore del Figliuolo: quale mamma sulla terra ha il Cuore di Maria?(*) Io vi invito tutti ad imitare il Cuore di Maria, ad essere mamme come è Mamma Maria, nella pienezza! Il sì pieno di Maria deve essere il vostro sì: ma Io parlo a voi, parlo al mondo intero, perché i vostri cuori ardono per Maria e per Gesù, perché siete qui riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo volete preparare i vostri cuori.. (Tutti) ..sì!.. (Piccolo Giovanni) ..al Banchetto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete bere e mangiare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) il Padre ha sete e fame del vostro amore e vuole fare festa, ed anch'Io voglio fare festa con tutti voi; figli miei, preparate i vostri cuori e venite perché il Banchetto è pronto e lo Sposo è in mezzo a voi nella gioia piena! <5 colpi di tosse con doppia alitazione> vuoi il Bacio del Piccolo Giovanni? (Telesfore) sì! <si danno il Bacio>  (Piccolo Giovanni) e donalo in questo giorno ai tuoi fratelli!(*) donalo! (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) grazie al Padre che vi dona la gioia di essere figli!(*) Come Sacerdozio mi inchino dinanzi alla volontà del Padre ed Io ti bacio la tua mano! Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni ) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come siete belli!(*) (Piccolo Giovanni) guardate l'amore del Cuore di Maria e i vostri volti saranno raggianti di luce! Vieni, Sposa del mio Cuore! ..... .....! Paolo! Telesfore!  (Telesfore ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) e volete con Gesù portare la Croce? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al suo Banchetto? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete donarlo? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) all'umanità intera? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) anche ai vostri nemici? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) nella pienezza dei vostri cuori? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen, Padre! Amen!(*) Il mio Cuore si è fermato di grondare Sangue, e la mia gioia è piena!(*) Avete raccolto i petali del Cuore di Maria per donarli all'umanità intera, ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. Voi non potete neanche immaginare quanto è grande il vostro sì dinanzi al Cuore di Dio! Grazie, figliuoli miei, grazie! Vogliamo abbracciare il sacrificio? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <2º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) non vi accorgete.. di girare la Croce alla Piccola Cocciuta? <durante i movimenti, a Giulia le si era girato il Crocifisso delle suore laiche presentando il dorso anziché la parte anteriore> *) ........di fare del male?..... Ecco dinanzi a voi un altro mistero!(*) dillo! (Paolo) una scala! (Piccolo Giovanni) ma mancano.. (Paolo) ..i pioli.. quelli ce li dobbiamo mettere noi! (Piccolo Giovanni) per arrivare alla Croce? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e avete contato i pezzi? ........ è quello? (Telesfore) “8”: la Pienezza di Dio! (Piccolo Giovanni) e avete visto la Piccola Cocciuta se li ha contati?(*) (Paolo) ma se Lei l'ha concepito, come l'ha fatto? ..perché l'ha concepito.. (Piccolo Giovanni) ..ma non li ha contati! (Paolo) se li ha concepiti vuol dire che sa anche quanti sono!(*) (Piccolo Giovanni) state entrando nel mistero e sono gioioso! ....... Dio fa le cose a caso? ...... e la Pienezza di Dio è in mezzo a voi? (Paolo, ..... , Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e voi volete camminare nella Pienezza di Dio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donarlo? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) quale pezzo prendete nella Pienezza di Dio?(*) (Paolo) un gradino per volta! (Piccolo Giovanni) ed ora.. (Paolo) ..se lo giriamo.. (Piccolo Giovanni) ..cosa è rimasto? ..... (Paolo) è sia la scala che la Croce; salire la scala vuol dire abbracciare la Croce! (Piccolo Giovanni) e anche per te? (Telesfore) anche per me è la stessa cosa: quello che ha detto Paolo! (Piccolo Giovanni) può cambiare aspetto? ....... è sempre Dio? ..... sempre la pienezza di Dio! E cosa volete fare? (Paolo) ne prendiamo un altro pezzo (Piccolo Giovanni) di questo? ..... è la volontà del Padre! ..... ma questo pezzo.. (Paolo) ..porta più carico? (Piccolo Giovanni) porta più carico, è il flagello più grande: siete disposti! ..... (Paolo) se ci sostieni tu, si, sennò da soli noi non.. (Piccolo Giovanni) con la grazia di Dio! (Paolo) sì!(*) (Piccolo Giovanni) quale pezzo avete lasciato? (Telesfore) uno è uguale all'altro, o è più pesante? (Piccolo Giovanni) e la Piccola Cocciuta lo rende ancora più pesante!(*) <lo intinge nel Calice del Sangue> perché il Padre si poggia su di ognuno di voi, ma il peso più grande è sulle sue spalle, e per adesso lo deve portare Lei: sappiatelo, vi usa tutti, ma lo Strumento viene usato nella Pienezza di Dio! E di questo cosa volete fare? (Paolo) ce lo prendiamo! (Piccolo Giovanni) e il Padre lo lascia ai figli, ai fratelli!(*)  <versa nel Calice del Sangue alcune gocce d'acqua> volete accogliere nelle vostre mani le gocce?..... <versa alcune gocce d'acqua nelle mani di Paolo, .... e Telesfore>  (Piccolo Giovanni) ora siete tutti come il Fiume di Dio che scorre per abbracciare l'umanità intera. Voi l’accogliete nel Calice, voi l'avete accolte nelle vostre mani. Apritele dinanzi ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Amate, perdonate, usate carità verso tutti, ma quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere nei vostri cuori! E ora con l'Amore Pieno del Padre donatemi ai vostri fratelli. Preparate la Via Stretta per le Spose. Non portate dietro la Croce, ma porta quella che hai sulle spalle! Ed anche voi: tenetela stretta. Andate!(*) Padre, anche in questo giorno Io grido al tuo Cuore: ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi, Figlio! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera; sia benedetto il tuo Nome per l'eternità! Padre mio, nella tua gioia Io mi sono donato e la mia Pasqua è piena ed è risorta: nella gioia, risorgete anche voi che mi avete accolto nei vostri cuori, e fate festa, figli del mio Cuore, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore!(*) È bello bere e mangiare al Banchetto di Dio! È bello fare festa! È bello essere sposi di Dio! Paolo della Croce, non mi abbracci più! <si riferisce al fatto che Paolo spesso stringe tra le mani il crocifisso del Lentini vicino all'Altare Centrale>  (Paolo) sempre! ......... (Piccolo Giovanni) Telesfore dei Chiodi, vuoi accarezzarli ancora? (Telesfore) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) sempre? (Telesfore) sempre, con la tua grazia! (Piccolo Giovanni) con la grazia di Dio? E voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è bello sentire il sì prima di finire la parola..! (Anna) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) “sì, Gesù!”.. (Paolo) ..qualsiasi cosa.. (Piccolo Giovanni) ..pur non conoscendo! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) è il sì che forma i gradini della scala! Così si arriva al Cuore del Padre, ed è gioioso sentirlo per i miei Figli, i miei Discepoli, dalle mie Colonne, dalle mie Suorine. Vi amo, figli miei, vi amo! Nella pienezza della Croce Io vi abbraccio e vi amo tutti, e il mio Cuore arde nel vedervi tutti salvi e santi: tutta l'umanità intera: e mi poggio su di voi: potete farlo usando l'amore e la fede essendo Rocce di Dio! La Roccia è solida e non si rompe: chiaro? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) e nella chiarezza della Roccia di Dio, Io vi stringo al mio Cuore portandovi nel Cuore di Maria che vi saluto col Padre, col Figlio, collo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate in pace, figli, portando ovunque la Pace di Dio, ma non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! State attenti al nemico, figliuoli: combattetelo con l'amore che Dio ha messo nei vostri cuori venendo ad abitare dentro di voi, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta, dovrai soffrire ancora per l'umanità intera, ma la grazia del Padre è su di te, figlia mia, vai avanti! (Giulia) sì, Giovanni(*), ma non lasciarmi! In questo istante consola il cuore della tua Marì!(*) Ti chiedo, Giovanni, donami la forza e il respiro che tu donavi sempre! (Piccolo Giovanni) sei Cocciuta come sempre: vai avanti, Io abito dentro di te, figlia del mio Cuore! (Giulia) Vieni presto non tardare! Vieni presto, Giovanni! (Piccolo Giovanni) l'ora e il giorno li conosce solo il Padre, figlia mia! Aspettatemi, Io verrò come ho promesso! Ora voglio gioire, voglio riposare nei vostri cuori: mi cantate ancora la Ninna Nanna?  (Tutti ) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni ) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie perché mi cullate e mi date gioia, e la mia gioia piena perché il Cuore del Padre è pieno raccogliendo i frutti di ognuno di voi, e i frutti sono succulenti perché sono carichi di Croce, e solo la Croce può donare gioia! E nel segno della Croce uniamo la Catena(*) e nell'Amore del Padre innalziamo i nostri cuori nel Cuore di Maria, Cuore Verginale: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  ”non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)“>  (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre ”non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!Padre, tu conosci i cuori di questa famiglia: ascolta i loro gridi, e con la tua Misericordia Infinita dona la Quiete e la Pace ad ognuno di loro! Padre, Io te lo chiedo nel tuo Nome!(*) Grazie, Padre! Ecco il mare del mio Amore che scende sull'umanità intera, la rugiada viva, la rugiada del mio Amore: sappiatela accogliere vivendo nella mia Quiete, amando nella mia Quiete, perdonando nella mia Quiete che porta il segno della Croce, figli miei!(*) (Giulia) Papà, come è grande il tuo Cuore!(*) (Piccolo Giovanni) ecco la scala per venire! (Giulia) possiamo venire adesso, Papà?(*) Papà! (Piccolo Giovanni) vedi, figlia mia, guarda ma non dire ciò che vedi!(*) (Giulia) Papà! Papà!(*) Papà! (Piccolo Giovanni) ora, figlia, andate in pace e portate a tutti la mia Pace. Grazie per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti ) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, Pargoli del mio Cuore, grazie per tutto l'amore che offrite al Cuore di Maria! Andate in pace, figli del mio Paradiso!

 

 

         7. Ven 15/08/2003

Festa dell'Assunzione di Maria in Cielo

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi nella Stanza (ore 11.45)

 

    Prima che iniziasse la preghiera di oggi, Giulia ha avvolto intorno al Fonte Battesimale una stola bianca sacerdotale di don Mario che Lui usava indossare nelle occasioni liturgiche

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo giorno divino di Dio i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati ancora una volta per l'umanità tutta, con i santi Dolori del Parto vivo della Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te, figlia mia. Nell'unione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, figlia mia, in questo giorno dedicato al Padre: giorno di Luce piena, abbraccia l'umanità intera con Gesù: immolati per i Grandi del mondo, immolati per i Grandi della Casa del Padre. (Giulia) Mamma, con la tua grazia! (l'Immacolata) oggi Dio lascia scendere sull'umanità intera e in questo luogo la Luce Divina, la luce che irradia il Cuore di ognuno di voi e dell'umanità intera. Figliuoli, siete qui riuniti nell'accogliere il grido del Parto siete qui a raccogliere la pioggia Divina che il Padre manda su di voi e sull'umanità intera. E come Mamma Io mi presento dinanzi ad ognuno di voi, dinanzi al mondo intero portando il mio Gesù nei vostri cuori: accoglietelo, e come Elisabetta innalzate la lode “l'anima mia magnifica il Signore”, perché ha guardato il mio Cuore e mi ha mandata a raccogliere l'umanità intera, a raccogliere ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ed in questo giorno Io vi ripeto ancora una volta: il mio progetto viene da Fatima, si adempirà nel mondo intero e in questo luogo preparato da Dio e visitato dalla sua Luce che è la Parola. Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. Figli miei, rimanete a disposizione di Dio e lasciatevi usare come lui vuole, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, in questo giorno il Padre ha poggiato ancora di più sulle tue spalle il Legno: portalo con amore come tu sai fare, e non temere niente e nessuno: Dio parla, tu ascolta e rispondi col tuo “sì”! (Giulia) come misera peccatrice, Mamma, rispondo “sì” solo a Dio e sono pronta! (l'Immacolata) figlia, ciò che stai per compiere è volere del Padre, non temere! (Giulia) donatemi la forza e la costanza, Mamma! (l'Immacolata) ecco, figliuoli, Dio sta per compiere meraviglie in mezzo a voi: accoglietele! Ora volete ardere un po'? (Tutti ) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) Maria, Tabernacolo Vivo dell'umanità intera, sia per voi il Rifugio Eterno! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella pienezza dell'Amore dell'unica Verità, sono ancora di qui in mezzo a voi con l'unico sorriso: il sorriso della Luce del santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto, vivo e acceso nei vostri cuori, figli miei, ma vi chiedo di tenere accesa la lucerna, di stare attenti al nemico che è pronto a distogliervi dalla Via che Maria col suo Amore, portando Gesù dentro di sé, ha segnato: la via che sale il monte, la via più dolorosa. Maria sola con Gesù: una piccola creatura, portando il Figlio di Dio nel mondo intero è da sola, ma l'aspetta Elisabetta donando l'abbraccio e accogliendo Gesù. Oggi anche voi, come Elisabetta, accogliete Gesù e ascoltate nel vostro cuore il battito: il Bimbo che cresce in ognuno di voi! Maria che sale al Padre, Maria che fa festa e gli Angeli gli fanno da Corona per donare la Pace e la Luce, all'umanità intera, di questa Creatura che ha vissuto e vive ancora nel silenzio, nell'amore, nel sapere ascoltare come Mamma i sussurri e i dolori dell'umanità intera. Ma oggi Maria dice al Cuore di ognuno di voi e del mondo intero “fate presto ad accogliere Gesù!”, ”fate presto ad accogliere il fratello che vi tende la mano!“, e potete farlo tenendo alto il santo Vangelo, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. E in questo giorno di Luce che irradia il Cuore di Maria sull'umanità intera, Dio vi guarda, Dio vi ama chiedendo i vostri cuori, chiedendo il sì pieno! Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) hai vissuto il Vangelo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi in una sola parola cosa ha riempito il tuo cuore? (Paolo) una sola parola? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) con una sola parola: mi ha riempito d'amore! (Piccolo Giovanni) è quello che volevo sentire!(*) E voi? (Tutti) lo stesso! (Piccolo Giovanni) ne vuoi aggiungere un'altra? (Paolo) si: TENEREZZA! (Piccolo Giovanni) e voi? (Anna) luce! <alcuni dicono qualcosa le loro voci si confondono a vicenda>  (Piccolo Giovanni) e siete pronti ad offrire il sì a ciò che Dio vi chiederà? (Tutti) SÌ! (Piccolo Giovanni) per la Piccola Cocciuta, ciò che deve fare, gli tremano le gambe come a Telesfore, ma Dio che parla e la sua Voce è Voce di giubilo, bussa nel suo Cuore: è gioioso per ciò che deve compiere, e allo stesso tempo il suo Cuore gronda Sangue perché vorrebbe farlo all'umanità intera! Oggi siete voi i primi a raccogliere la volontà del Padre! I Discepoli, formate la Via Stretta!(*) ....... adesso!(*) ..anche tu sei un discepolo!(*)  <lo dice rivolgendosi a Telesfore> siete tutti pronti? (.... e qualche Altro) sì! <tutti i Discepoli si sono disposti per formare la Via Stretta> (**) (Piccolo Giovanni) vedete quanto Dio vi ama? Dio ha rapito ognuno di voi! Dio è Padre e può operare(*): deve chiedere l'ordine, Dio? (Tutti i Nomi e i Pii) no! (Piccolo Giovanni) siete coscienti di ciò che sta avvenendo? (Tutti i Nomi e i Pii) sì! (Piccolo Giovanni) e mi sapete dire in quanti siete? (Tommaso) 19!(*) (Luca) 24! (Piccolo Giovanni) uomini! In quanti siete? (Luca) dovrebbero essere 24 in tutto! (Piccolo Giovanni) e dove sono gli altri? Lo Sposo è qui! <Luca dice qualcosa ma non si capisce. ...... ”> Io busso e la mia porta è sempre aperta e aspetto! Ora, dall'ultimo  al primo, venite qui dinanzi a me e ognuno va al proprio posto!(*) Vuoi diventare mio Sacerdozio..  (Pio Filippo) ..sì, sì.. (Piccolo Giovanni) ..Eterno? (Pio Filippo) sissignore! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Gabriele ) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*)  (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Simone2) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore! (Simone2) sì! (Piccolo Giovanni) puoi andare!(*) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Mattia ) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*)  (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio.. (Pio Giuseppe) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..Eterno?  (Pio Giuseppe) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Giovanni3) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) puoi andare(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Mosè) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Luca) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Eliseo) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore! (Eliseo ) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Lorenzo) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Noè) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Giuda ) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Giacomo1 ) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Natanaele) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore! (Natanaele) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Simone1) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore! (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore!(*)  ...... (Piccolo Giovanni) Vuoi diventare mio Sacerdozio Eterno?  (Telesfore) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) pasci le mie pecore! (Telesfore) sì, Gesù!(*)  (Piccolo Giovanni) Padre, Io ho compiuto ciò che mi hai chiesto, ora è tutto nelle tue mani!(*) andate ai vostri posti!(**) Mi siedo ancora un po'!(*) Hanno gioito i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa fantasticava nella vostra mente? cosa aspettavi tu, Telesfore? curioso tutta la nottata e la mattinata di sapere ciò che Dio aveva consegnato alla Piccola Cocciuta!  (Telesfore) io aspettavo qualcosa, però non potevo mai.. (Piccolo Giovanni) ..i pensieri vostri non sono quelli di Dio! (Telesfore) è troppo grande quello che oggi abbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..ancora non avete compreso il valore di questa Stanza! Ancora non avete compreso cosa Dio vuole da ognuno di voi! Non fate sbocciare i dubbi nei vostri cuori, ma fate crescere le rosse da offrire a Maria quando sarà l'ora e il giorno che conosce solo il Padre. Ed Io dico grazie alla Piccola Cocciuta per la costanza, per l'ubbidienza che sa offrire al Cuore del Padre, ma vi dico Io com'è il suo Cuore: batte forte e sta esplodendo di gioia per ognuno di voi! Sia il vostro sì che avete donato il sì della Croce, il sì del santo Vangelo, nel silenzio, nell'amore e nella verità di Dio!(*) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora voglio sapere cosa sta pensando il tuo cuore! (Paolo) a me, stamattina, è capitato un episodio che mi ha lasciato riflettere e forse dopo quello che si è verificato nella Stanza, mi ha dato una spiegazione. Stavo percorrendo una strada per recarmi alle terme, una strada che anche per venire qua faccio quotidianamente, quindi conosco benissimo; a un certo punto, non so cosa sia successo, ho detto a me stesso ”ma io ho sbagliato strada!“, la strada però era quella giusta, quella che faccio tutti i giorni: non era una strada nuova e quindi potevo avere qualche dubbio; fatto sta che questa non è stata poi solo un'impressione, ho invertito la marcia, ho ripreso l'autostrada verso nord e mi sono diretto verso l'altra uscita: Castrovillari. Lungo la strada, però, riflettevo ”ma io dove sto andando? “, la strada giusta era quella; fatto sta che non potevo più tornare indietro, dovevo ritornare.. dovevo arrivare alla prossima uscita. In un primo momento ho pensato che fosse stato uno scherzetto tuo.. <Giovanni scuote la testa per dire no> invece poi da una cosa che mi ha detto la Cocciuta prima, e da quello che è successo oggi ho capito che qualcun altro voleva impedire che io arrivassi qui per tempo: è così? (Piccolo Giovanni) ma Dio accende subito la sua Luce e sei tornato sulla Via di Maria! (Paolo) sì!(*) Mi ha lasciato veramente riflettere tanto perché.. ehm non lo so.. come dire.. (Piccolo Giovanni) ..il nemico è sempre dietro l'angolo! (Paolo) è come dire ”vado a casa mia, poi arrivo..“ (Piccolo Giovanni) ”..ma non conosco più la strada..“ (Paolo) ..arrivo davanti alla porta e dico ”no, questa non è casa mia, casa mia è in un altro posto“: la stessa cosa è successa a me! (Piccolo Giovanni) hai donato il sì, oggi? (Paolo) sì, e sono gioioso! (Piccolo Giovanni) e tutti voi? (i Nomi e i Pii) sì! (Piccolo Giovanni) ma vi rendete conto quale importanza Dio ha consegnato ad ognuno di voi? ....... sapete che questa è la mia? <si riferisce alla stola bianca>  (Paolo) non lo sapevamo: io almeno no! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta ha mandato una delle serve inutili: una suorina “vai e prendi una stola bianca”, ce ne sono tante, ma questa la usavo dove c'è il mio popolo!(*) <cioè a Lauria> ora è nelle vostre mani: l'avete baciata, e baciarla ha un significato molto grande. Vero, Luca? (Luca) è l'unità.. l'unità a Dio Padre.. l'unità di qualsiasi.. del Sacerdozio…  Eravamo sacerdoti comuni, popolo di Dio.. ma il Sacerdozio è ciò di più grande può fare in dono il Signore all'umanità: se stesso, siamo tutti in Lui in pienezza! (Piccolo Giovanni) bene! Ora cosa volete fare con questo bel peso addosso?(*) (Telesfore) andare avanti! (Piccolo Giovanni) andare avanti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e tenere sempre alto il santo Vangelo e stare attenti al nemico. Sarete perseguitati ma sappiate che Maria, come Chiesa Nuova, allarga le braccia e accoglie i figli! Sarete perseguitati a causa del Nome di Dio, ma i vostri cuori sono piene di luce: andate avanti e non fermatevi! Figliuoli miei, Maria è la Sposa che scende dal Cielo: la Nuova Chiesa, e voi siete i bocciuoli che fanno da Corona al Tabernacolo vivo! Ancora non potete comprendere il mistero, ma sappiate che è grande, e in questo giorno Dio vi vuole uniti al suo Banchetto a bere e a mangiare ma lavorare nella Vigna, perché Dio vi fa lavorare anche oggi! Ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno, con la Corte Celeste, siamo uniti a tutti voi e all'umanità intera! Chiaro, Telesfore? <3 colpi di tosse> cosa pensavi? <un’alitazione >  (Telesfore) pensavo.. (Piccolo Giovanni) ..che non arrivava l'Alito? (Telesfore) eh.. no! No, stavo pensando che io ho preparato il Pane rotondo (Piccolo Giovanni) è quello che il Padre vuole! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ricordate bene: la prima messa che Gesù ha celebrato con i discepoli è alzare il Calice e spezzare il Pane, e il Pane è rotondo!(*) vi affannate per le cose esteriori.. dovete guardare dentro di voi se abita la Parola: l'esteriore non è valido dinanzi a Dio, ma il cuore, il sì pieno! Ora mettetevi a disposizione di Dio e aspettate ciò che Dio vuole in questo giorno. Cosa vuoi fare? (Telesfore) consolare con la gioia che abbiamo ricevuto.. (Piccolo Giovanni) ..nella semplicità.. (Telesfore) ..nella semplicità.. (Piccolo Giovanni) ..e nell'umiltà.. (Telesfore) ..consoliamo il Cuore di Maria! (Piccolo Giovanni) Amen! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> figliuoli del mio Cuore, ricordatelo anche in questo giorno: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO! E nell'Amore pieno di Dio Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo; e per questo istante Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) nella gioia piena aspettate Dio che viene ancora in mezzo a voi, figli miei!

 

Messaggio dell'Immacolata in giardino (ore 15.07)

(Giulia ) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, siamo qui a bere e a mangiare con ognuno di voi. Dio visita il vostro Banchetto nell'amore, nella pace, nella quiete, richiede i vostri cuori nella pace, nell'unione con Dio e nella quiete. Lo Sposo è con voi, Spose non mancate di nulla ma offrite ogni cosa che vi appartiene; allargate le braccia abbracciando lo Sposo e l'umanità, il fratello che è accanto a voi. Solo così siete in contatto con Dio, e portando sulle vostre spalle l'umanità che va alla perdizione! State attenti al nemico: è astuto, non fatelo entrare nella Catena di Dio! Dio vi ha chiamati, Dio vi usa come strumenti di pace e di amore: non siate gelosi gli uni degli altri perché la famiglia di Dio arde d'amore, e così anche voi nella quiete, nella pace e nell'amore del santo Vangelo, siate tutti raccolti nell'unica Parola del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Voglio bere con voi: mi offrite da bere?(*) (Telesfore) un bicchiere nuovo? (l'Immacolata) basta questo!(*) Ognuno di voi innalzi al Padre il Calice dell'amore, il Calice del perdono, il calice della carità verso tutti, perché Io sono la Mamma dei dolori, la Mamma della Croce, e con voi faccio festa, figli!(*) Ecco come gusto il vostro amore, così anche voi gustate l'Amore di Dio che è in mezzo a voi nella pace! Figli miei, state lavorando per i flagelli che stanno scendendo in questo istante sull'umanità, ma state attenti a non spezzare la catena: amate, perdonate, usate carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Figli del mio Cuore, il nemico vorrebbe far suo il Progetto dell'Amore e voi avete donato il vostro sì. Discepoli del Cuore della Croce, camminate sulla Via dei dolori, e voi, Suorine, ardete nell'Amore pieno perché lo Sposo è con voi e vi ama aspettando i frutti del vostro amore, figlie! Nella verità e nella quiete del santo Vangelo verremo ancora a visitarvi: ora lavorate e fate compagnia a Gesù che gronda Sangue sulle vie del mondo raccogliendo i figli che hanno smarrito la strada. Piccola Cocciuta, soffri ancora! (Giulia) con la tua grazia, Mamma! Donatemi la forza! (l'Immacolata) grida quando sei nel giusto del Vangelo, figlia mia! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) ora rimanete uniti al Cuore di Dio!

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 19.27)

(Giulia ) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia, siamo venuti a consolare ancora una volta i vostri cuori, a portare lo Shalom del Padre ad ognuno di voi e all'umanità intera. Avete lavorato nella Vigna e avete sudato il vostro lavoro, e il Padre vi offre la ricompensa che è la Croce da portare nel mondo intero e ai vostri fratelli! Voi siete stati qui a godere il caldo del Cuore di Dio, a raccogliere i sudori dei figli emarginati; avete lavorato nella Vigna di Dio! Figli miei, il mio Cuore di Mamma è gioioso per ciò che avete offerto al Cuore di Dio e il Padre vi manda grazie su grazie raccogliendo i gridi dei vostri cuori e coloro che avete portato, i figli che si sono uniti a questo santo mistero vivo di Dio! Vedete, figliuoli, rimanere al Banchetto di Dio è vivere nel Cuore di Dio, è fare festa con Dio: non lasciatevi trascinare dal nemico, non guardate l'ora, ma sia il vostro tempo il tempo di Dio non quello del mondo. Ciò che offrite al Padre vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore, e il Padre vi ha voluti nella sua Vigna per lavorare; siete Discepoli, siete Colonne, siete Suorine del Cuore della Croce e dovete portare sulle vostre spalle la propria Croce aiutando i figli che in questo istante stanno trafiggendo il Cuore di Gesù: innalzate col cuore un Ave Maria affinché torni la Quiete! <recita di un’Ave Maria. la Madonna ha alzato le braccia ad angolo retto ed è rimasta con gli occhi chiusi ed in ascolto per tutta la recita dell’Ave Maria> grazie, figliuoli del mio Cuore! Scenda la Quiete nei vostri cuori, figli, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figliuoli, gli Angeli, i Santi e tutta la Corte Celeste è qui presente, e in dono vi offrono il Cuore di Dio come Rifugio! Figli, non tardate ad entrare, non tardate a portare anime ma lavorate ancora come avete fatto: in questo giorno avete offerto tutto di voi a Dio! Ora, figliuoli miei, Gesù allarga le braccia accogliendo le vostre fatiche e le porta al Padre!(*) Io vi chiedo: volete ancora accogliere il Santo Giovanni.. (Tutti) ..Sì.. (l'Immacolata) ..di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio nell'Amore, nella Pace e nella Quiete!(*) (Piccolo Giovanni) in ubbidienza a Dio Padre vengo ancora in mezzo a voi a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'(*).. donando ad ognuno di voi in dono il Cuore Immacolato di Maria: che sia il Faro che i vostri occhi hanno visto! <molti dei fedeli, pochi minuti prima di questa apparizione, hanno visto un disco di color grigio roteare intorno al centro del sole come se il sole ruotasse su se stesso emanando fasci di luce più o meno intensi tutto intorno alla sua circonferenza. Il sole si poteva guardare direttamente senza utilizzare alcuna protezione in quanto non dava fastidio agli occhi>  (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli, Amen, Amen, Amen! È bello lavorare tenendo alto il santo Vangelo! È bello rimanere saldi seduti sulla Roccia di Dio! ....... ma nessuno di voi si è stancato? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e volete che Io non conosca i cuori?(*) “quanto ci fa attendere questo Gesù!”, “quanto ci farà mangiare e aspettare?“, “guardo l'ora e vorrei correre per le vie del mondo lasciando il Banchetto di Dio”(*). Potrei anche viverlo; potrei indicare.. (Paolo) ..si è stanchi.. (Piccolo Giovanni) ..chi vorrebbe scappare, ma come Sacerdozio vivo ed eterno metto tutto nel Cuore del Padre! Cari Figli, cari Discepoli, care Suorine, oggi è così faticoso aspettare la pioggia di Dio ma è facile andare a raccogliere la pioggia del mondo che fa seccare le Pianticelle nei vostri cuori! Neanche potete immaginare cosa avete offerto in questo giorno! Voi vi state asciugando sudori.. .pensate che sia il caldo del mondo?(*) quale sudore state raccogliendo? sapete rispondermi? (Telesfore) il sudore di Gesù? <Anna dice qualcosa ma non si capisce>  (Qualcuno) il sudore dei piccoli di tutto il mondo? (Piccolo Giovanni) ..e anche quello di Gesù nell'Orto degli Ulivi: solo, e nessuno gli dava un piccolo panno per asciugarlo! solo, a portare il peso dell'umanità intera! Siete gioiosi.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..per aver raccolto il sudore di Gesù.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..e dei fratelli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vedete, col sudore che avete raccolto nasceranno tante pianticelle che si innalzeranno e loderanno il Cuore di Maria; e come Sacerdozio vivo ed eterno il mio Cuore è gioioso ed è gioioso per il sì che avete donato; ma ricordate: il sì, è il sì donato al Vangelo(*) state attenti a non gettarlo via; state attenti a non farlo portare via dal nemico! Il Sacerdozio eterno rimane, non muore mai: è vero, Luca? (Luca) alla maniera di Melchisedek! <Melchisedek fu Sacerdozio eterno del Dio Altissimo pur essendo estraneo al popolo eletto.>  (Piccolo Giovanni) bravo, e mi è stato detto attraverso la Piccola Cocciuta e ora sono gioire nel Cuore del Padre, e così voglio ognuno di voi perché il Padre l'ha scritto! Ma vi invito a stare attenti al nemico: siate vigilanti e non temete quando rideranno di voi! Sarete perseguitati a causa del Nome di Dio, e Dio viene perseguitato attimo per attimo, ma i vostri cuori sono saldi nell'Amore e nella Verità di Dio. Vedete, la Piccola Cocciuta è uno Strumento, ma fragile, e la forza viene solo dal Padre. Può Giulia avere la forza senza Dio? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e ditemi, avete visto il Sole di Fatima? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e hanno gioito i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa pensate di ciò che i vostri occhi hanno visto? (Anna) il suo Segno.. (Anna e Marina) ..il trionfo del Cuore Immacolato di Maria! (Piccolo Giovanni) Luca! (Luca) il Segno di Fatima è grandioso, parla la Sacra Famiglia nel cuore.. nel cuore del sole.. nel cuore nel senso ”nel centro”, però non abbiamo visto il cuore, ma ci ricorda.. ci riporta direttamente a quel momento: l'unità della.. (Piccolo Giovanni) ..ma solo i bimbi hanno visto la sacra Famiglia! (Luca) uh, soltanto quelli che hanno saputo credere! (Piccolo Giovanni) il resto hanno visto solo il sole.. (Luca) ..forse.. (Piccolo Giovanni) ..che cadeva, ma Dio non l'ha lasciato cadere! Il miracolo è stato grande: se il sole cadeva a terra cosa sarebbe avvenuto.. (Telesfore e qualche Altro) ..una catastrofe.. (Piccolo Giovanni) ..sull'umanità? (Telesfore) una catastrofe! (Piccolo Giovanni) ed oggi? (Luca) eh.. fuoco cade dal cielo.. il fuoco che cade dal cielo che purifica ogni cosa! (Piccolo Giovanni) per chi crede.. (Luca) ..per chi crede.. (Piccolo Giovanni) .. nell'amore.. (Luca) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..del santo Vangelo! Ma se il sole sarebbe caduto a terra in questo giorno, mi sapete rispondere cosa sarebbe accaduto? (Telesfore e qualcun altro) una catastrofe! (Anna) saremmo tutti morti! (Piccolo Giovanni) e perché voi avete lavorato oggi? (Telesfore) per salvare la catastrofe! ......... (Piccolo Giovanni) ..a questo sono serviti i vostri sudori, perché voi state lavorando ancora! Dio vi sta usando ancora per tenere fermo il flagello! Non è un banchetto del mondo quello che fate, non l'avrei mai permesso Io! I Banchetti che facevo e faccio con voi sono Banchetti di Croce, di povertà, di sofferenza, di sacrifici offerti al Padre! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ed Io di dono sempre l'Alito dell'amore di Dio. Ma non mi offrite neanche da bere? (Telesfore e Simone1) sì!(*) <nel trambusto di riempire i bicchieri, viene versato poco vino nel bicchiere di Giovanni>  (Piccolo Giovanni) mi offrite le due dita di vino? (Telesfore) ehm.. no (Simone 1) no, perdonami!(*) va bene? ancora, Papà?(*) scusami! (Piccolo Giovanni) il Calice di Dio è pieno, e i Calici di ognuno di voi devono essere pieni per poterli offrire al Cuore di Dio nella pienezza, nell'amore e nella quiete. ............ ed hai un po' paura che porto via lo Strumento? ....... Amen! Vorrebbe venire, ma come sapete, ha iniziato a lavorare di più, ha iniziato a visitare casa per casa, e quando saranno compiute le case che gli sono state indicate, verrà da ognuno di voi; ma sta a voi accogliere Dio, sta a voi tenere la porta aperta come ha fatto Paolo! <è stata la sera del 5 marzo 2002 durante il quale Giovanni ha rivelato ai presenti all'apparizione avvenuta in casa di Paolo, la seconda parte del segreto rivelato da Gesù durante la cena del 5 marzo 1998 a Lauria> hai accolto Dio! (Paolo) la mia porta è sempre stata aperta! (Piccolo Giovanni) ma quando ti ha chiesto di venire nella sua capanna.. (Paolo) ..può venire in qualsiasi momento.. (Piccolo Giovanni) ..l'hai accolto.. (Paolo) ..certo! (Piccolo Giovanni) e così verrà a visitare ognuno di voi! Ma dovete aspettare i tempi del Padre, perché la Cocciuta è all'ubbidienza di Dio, e quando il Padre parla Lei risponde “eccomi”. Ora vogliamo innalzare il Calice? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ......... ed Io voglio brindare con ognuno di voi!(*) chi non arriva unisce il bicchiere al fratello! (Alcuni) sì!(**) <tutti si avvicinano per cercare di brindare con Giovanni, e si fa un po' di trambusto. Qualcuno sembra che abbia detto a Giovanni “ti amo”>  (Piccolo Giovanni) Io usavo dire “POST” e “FONDO”!(*) <alcuni ripetono queste parole> avevo sete, perché non solo voi avete lavorato, ma anche Io, e la mia sete la conoscete qual'è? sete.. (Tutti) ..di anime.. (Piccolo Giovanni) ..di anime! (Paolo) con la scusa del fondo tu, eh.. e delle anime.. <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) Io catturo anime! (Paolo) sì, è molto bello questo! (Piccolo Giovanni) e le faccio catturare anche a voi. Voi pensate “ma questo Gesù beve molto e mangia molto“(*) a chi ho donato da mangiare? o a chi avete donato da mangiare e da bere? ...... (Paolo ....) a chi aveva fame e sete! (Piccolo Giovanni) e questo non era contento e non lo è ancora, e ha fame perché i poveri, gli emarginati, gridano perché hanno fame e sete! Volete accontentarli.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) .. ancora? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e mangiate ancora per loro! (Alcuni) sì! <Simone1 ride>  (Piccolo Giovanni) non rimarrà niente per voi, ma per i fratelli che hanno sete e fame: chiaro? (Tutti) sì! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) caro Eliseo! (Eliseo) sì, don Mario! (Piccolo Giovanni) hai mangiato.. (Eliseo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per i fratelli? (Eliseo) sì! (Piccolo Giovanni) e vuoi farlo ancora? (Eliseo) lo farò ancora! (Piccolo Giovanni) hai ancora tempo per dedicarti.. (Eliseo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ai fratelli? (Eliseo) sì! (Piccolo Giovanni) e il Banchetto di Dio.. (Eliseo) ..è qui.. (Piccolo Giovanni) ..è qui dinanzi a voi! Fatelo ancora, ma non abbiate fretta, non spezzate a Dio la catena che ha unito in questo giorno! Il mistero è grande ma ancora non potete comprenderlo! (Eliseo) grazie! (Piccolo Giovanni) vi chiedo di unirvi al cuore di Marì: gronda sangue, ma mangiate anche per lei e per la sua capanna! (Telesfore) Marì? (Piccolo Giovanni) Marì! (Telesfore) Marì! (Piccolo Giovanni) la mia piccola e dolce Marì! (Paolo) immaginiamo che giornata ha passato oggi! (Piccolo Giovanni) l'ho accarezzata un po' al cuore, e voi fatelo ancora e non lasciatela sola! Immaginate Gesù nell'Orto degli Ulivi e sollevatela col vostro amore, con i vostri sudori, figli del mio Cuore! Lo so che mi mandi sempre baci, Lulù, come ti chiamava e ti chiama la Piccola Cocciuta!(*) Li mando a te e a tutti i miei figli, tutte le Suorine e.. come devo chiamarvi? discepoli?(*) come preferite? (Paolo) comunque tu ci chiami lo fai con una dolcezza tale che va bene in ogni modo! (Piccolo Giovanni) anche quando vi chiamo “cioti”? <= scemi, e si ride un po'>  (Telesfore) ah, bè, meglio ancora! (Paolo) anche quando ci chiami così! (Piccolo Giovanni) quando si arrabbia la Piccola Cocciuta grida “mi hai lasciato tutti questi figli cioti e te ne sei andato” <si ride un po'> pur sapendo che Io sono sempre presente: il Sacerdozio vivo e reale in mezzo a voi, ma il suo Cuore non sa gridare: lo fa per un istante ma poi si flagella usando.. (Paolo) ..la cordicella.. (Piccolo Giovanni) ..la cordicella: misteriosa, nascosta! (Paolo) che Telesfore non trova mai (Piccolo Giovanni) non la troverà mai, ma esiste, ve lo dico Io perché l'ho indossata anche Io! (Paolo) la stessa cordicella? (Piccolo Giovanni) si! (Telesfore) quindi gliel'hai consegnata tu? (Piccolo Giovanni) si, ma quando Io l'ho usata era bianca, adesso è diventata rossa per amore (Paolo) tu ce l'avevi a Lauria? (Piccolo Giovanni) no (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) no! (Paolo) no (Piccolo Giovanni) l'ho trovata nella sua casa! (Paolo) quando ancora non aveva quella funzione? (Piccolo Giovanni) si. Vi dico cosa è: è un cordone sacerdotale che si usava al camice; non è un cilicio, quello si usa sulla carne, è di ferro, questo non è di ferro ma ha le funzioni del ferro per salvare l'umanità e i fratelli. Mi sgriderà quando sentirà questo! (Paolo) e noi non glielo diciamo.. lo dovrà leggere quando sarà se non glielo fai capire tu! (Piccolo Giovanni) Cocciuta com’è troverà subito.. e verrà a gridare al Trono! (Paolo) ah (Piccolo Giovanni) ma con amore dicendomi sempre le stesse cose “non sai tenere nulla nascosto” (Paolo) così ti dice? (Piccolo Giovanni) perché quando mi diceva qualcosa.. (Paolo) ..tu lo dicevi subito? (Piccolo Giovanni) Io lo dicevo subito, dicendo ”Io sono un giornalista, parla con me..“ (Paolo) ..e lo saprà tutto.. (Piccolo Giovanni) ”..solo attraverso la confessione e non lo saprà nessuno, ma se parli con me al telefono, dopo un mezzo secondo..“ (Paolo) ..io esco in piazza e lo racconto! (Piccolo Giovanni) non in piazza (Paolo) per dire! (Piccolo Giovanni) ma la prima era Marì.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..a sapere ciò che accadeva alla Piccola Cocciuta! Ma è bello sentire le punture delle zanzare! <si ride un po'> anche se non le sopportavo, vedo che ognuno di voi cerca di allontanarle! (Paolo) non è che anche le zanzare hanno(*).. (Piccolo Giovanni) lasciamole vivere, Dio l'ha create, perché ucciderle? (Paolo) quindi nemmeno le possiamo uccidere? (Piccolo Giovanni) cosa faceva Santa Rosa? (Rosetta) ehm.. Santa Rosa.. ehm le zanzare pregavano insieme.. facevano le Lodi a Dio e poi dicevano.. Santa Rosa.. ehm, bisognava avere 3 punturine delle zanzare per la Santissima Trinità! (Paolo) ma fino a 3 ci siamo.. <risata esplosiva>  (Piccolo Giovanni) ..e.. (Paolo) ..quando sono 50 è che.. (Piccolo Giovanni) ..moltiplicate il 3 per Dio! (Paolo) io lo devo moltiplicare per un bel po', però, eh (Piccolo Giovanni) ti costa? (Paolo) se tu mi dici che è una cosa positiva, allora.. (Qualcuna) ..l'accettiamo (Piccolo Giovanni) tutto quello che si fa per amore è positivo (Paolo) e dimmi una cosa, adesso, e della zanzariera che abbiamo comprato cosa ci dobbiamo fare? (Piccolo Giovanni) lasciatela dov'è! (Paolo) accesa o spenta? (Piccolo Giovanni) accesa, perché anch'Io dicevo sempre al cocciuto Telesfore di metterla! Non muoiono tutte, una piccolissima parte.. (Paolo) ..quindi tu già allora dicevi di mettere la zanzariera?.. (Piccolo Giovanni) ..le altre prenderanno un po' del vostro(*).. (Paolo) a me ne prendono un bel po', Giovanni! (Piccolo Giovanni) non ne hai più degli altri! <si ride un po'> sembro capriccioso? <si ride un po'> Luca! (Luca) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vuoi stringermi la mano?(*) è bello.. (Luca) ..uh.. (Piccolo Giovanni) .. rimanere stretti.. (Luca) ..uh.. (Piccolo Giovanni) ..nella Catena di Dio.. (Luca) ..uh (Piccolo Giovanni) non fartela scappare! (Luca) uh! (Piccolo Giovanni) ma vai avanti, figlio del mio Cuore, e non temere: sarai consolato! Conosco i tuoi dolori, conosco i dolori della tua capanna e ti sono sempre vicino, figlio mio! (Luca) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e come Telesfore ti do uno schiaffo sulla fronte <si ride un po'> per incoraggiarti ad andare avanti.. (Luca) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..figlio! (Luca) non mi hai mai dato un bacio sulla fronte! <gli dà un bacio >  (Piccolo Giovanni) vai avanti nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora Io vi dono la benedizione e vi lascio al Banchetto di Dio! (Paolo ) stai un altro po' (Mattia) c'hai la gola secca? (Piccolo Giovanni) è il Padre che.. (Paolo) ..che chiama?.. (Piccolo Giovanni) ..comanda, non Io! (Paolo) sia fatta la sua volontà! (Piccolo Giovanni) mentre mangiate bevete ancora! (Gabriele) e un altro te lo bevi con noi? (Piccolo Giovanni) mangiando sono sempre con voi. Ora lascio scendere l'Amore del Padre su di voi e sull'umanità intera!(*) Scenda su di voi la benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, e nell'Oceano di Maria andate in pace, figli miei! (Natanaele) Amen! (Tutti gli altri) Amen! (Piccolo Giovanni) portando la pace del frutto di Maria all'umanità intera! Io vi sigillo un ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e portatelo al mondo. Figli miei, grazie per tutto quello che avete offerto in questo giorno… <qualche parola si perde per l'interruzione improvvisa del registratore> .. (non) ti lascio ma stringo le tue mani per farti camminare con l'umanità intera e tutti i tuoi figli nel Fiume santo di Dio! Figliuoli, Discepoli, Colonne, Suorine, Sacerdozi del Cuore di Dio, andate in pace, ma prima mangiate ancora con me e con la Corte Celeste! (Telesfore) sì!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) lascio nel tuo Cuore che è il mio, un'altra spada! <Giulia emette un sospiro al limite del grido e soffre>(*) (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) questa è la più lunga, figlia! (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma ha trapassato anche la mano di Telesfore. Sei pronto a portarla, Telesfore?  (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Amen! Rimango con voi, e se vi faccio qualche capriccio non arrabbiatevi, figli del mio Cuore!  

 

 

         8. Dom 17/08/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia, ancora una volta, con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati per l'umanità tutta; immolati, per i figli della perdizione. Figlia mia, consola ancora una volta il Cuore di Gesù che gronda Sangue per l'umanità intera. Vedi, figlia mia, il mio Cuore Immacolato e Addolorato è un Fiume in piena: venite tutti a dissetarvi al Fiume del mio Amore e accogliete con amore la Parola di Dio che scende in mezzo a voi e scorre nel mondo intero. Io, come Umile Ancella, cammino pellegrina nel mondo intero a portare la Parola viva del mio Gesù: aspetto i cuori, figliuoli, e come Mamma aspetto ognuno di voi e l'umanità intera perché Io vengo per volere di Dio Padre a portare il Legno vivo della Croce, ma l'umanità sorda e cieca non vuole accogliere ancora la Parola di Dio, e curva prego dinanzi alla Croce, figliuoli, chiedendo ancora il vostro aiuto: fermate i flagelli che scendono ancora sull'umanità; combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Non guardate la pagliuzza nell'occhio del fratello ma togliete prima la trave del vostro occhio, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome del tuo Gesù: vai avanti, figlia mia, e non fermarti! (Giulia) con la tua grazia, Mamma! Eccomi! Con la grazia di Dio vi offro il mio niente: accoglietelo! (l'Immacolata) figlia, il tuo niente è stare inchiodata sulla Croce con Gesù! (Giulia) Mamma, io sono solo un verme di terra che striscia dinanzi ai piedi di Gesù ed offro il mio “Eccomi”! (l'Immacolata) figlia mia, diventi sempre più Cocciuta nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera nell'Amore pieno! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli miei, non dimenticate il vostro sì donato a Dio, ma con amore andate avanti nel Solco di Dio, figliuoli del mio Cuore! E in questo giorno lascio scendere su di voi un'altra goccia: IL SACERDOZIO ETERNO NON PORTA IL NUMERO 19 MA 23, e la Piccola Cocciuta conosce chi sono gli altri! Nel silenzio e nella quiete, quando il Padre vorrà, vi dirà chi sono; e un'altra goccia è scesa in mezzo a voi! Figliuoli del mio Cuore, ora vi invito ancora a pregare: state attenti al nemico, figli, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera e combattete solo tenendo alto lo scudo del santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) L’Amore e la Pace del Cristo risorto sia sempre, nei cuori di ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni ) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Figli del mio Cuore, nella verità e nella luce del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a gioire con la mia famiglia, a gioire col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo e cullare il Cuore Immacolato di Maria, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! E come non si può parlare di Maria? Il Giglio Candido del Cuore del Padre, la Mamma che abbraccia l'umanità, il Capolavoro di Dio che ha lasciato scendere per donarci Gesù: il Pane vivo dei Cieli! Figli miei, cosa avremmo fatto senza il sì di Maria? quale via avremmo camminato? Maria ci ha donato Gesù; Maria ha abbracciato la Croce prima di Gesù, e con amore ci ha donato l'Unico Figliuolo. Vedete (è) il Pane vivo che scende dai Cieli! Cari figliuoli, Io sono Sacerdozio vivo ed eterno e il mio Amore per ognuno di voi non ha limiti. Vi invito sempre a pregare, a rimanere saldi sulla Roccia di Dio, e a tenere alto il santo Vangelo. E in questo giorno l'avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 20° sett./B Gv. 6,51-58 >  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) l'hai vissuto? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) hai mangiato il santo Vangelo? (Paolo) sì! (Paolo) e dimmi! (Paolo) ehm.. sono un po' di giorni che Gesù insiste sul suo Pane che è il vero.. è il vero Pane: l'unico, perché il Pane.. (Piccolo Giovanni) ..è cotto al punto giusto! (Paolo) si, è cotto al punto giusto, si (Piccolo Giovanni) e mangiando il suo Pane.. (Paolo) ..si ha la vita eterna e ci si sazia. Quello che colpisce, Giovanni, è che, almeno da quello che trapela dalla lettura del Vangelo, a quei tempi non riuscivano a capire il senso di quello che Gesù diceva: pensavano al pane da mangiare, da sfamarsi e basta! (Piccolo Giovanni) “ma..” (Paolo) “..che sta dicendo questo?” (Piccolo Giovanni) “ma cosa gli è saltato..” (Paolo) “..come può donarci da mangiare la sua carne?..” (Piccolo Giovanni) “..in testa?” (Paolo) si (Piccolo Giovanni) come può dire la Piccola Cocciuta “chiamare Sacerdozio di Dio”? È un'altra goccia! (Paolo) bè, come tu dici sempre, i tempi si ripetono, perché in effetti, come abbiamo più volte detto anche oggi davanti all'evento che si sta verificando in questo Luogo, c'è la cecità più assoluta. Anche se, ecco.. (Piccolo Giovanni) ..un po' di luce passa (Paolo) anche se qualcuno vede e fa finta di non vedere (Piccolo Giovanni) come i Discepoli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..avendo paura si coprono col mantello (Paolo) si, magari aspettano gli eventi prima di scoprirsi un po': hanno paura di scottarsi (Piccolo Giovanni) aspettiamo! (Paolo) eh, certo, noi aspettiamo! (Piccolo Giovanni) con pazienza, e la Piccola Cocciuta ne ha: anche se grida, ma grida con l'ordine del Padre! (Paolo) uh! Vedi, quello che a me dà la forza di andare avanti con convinzione è che c'è la certezza assoluta che tutti questi eventi.. il verificarsi di questa sequenza di eventi, è pilotata dal Padre, quindi il Padre sa! (Piccolo Giovanni) ed è verità.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..del santo Vangelo! (Paolo) quindi il Padre sa quando le cose sono mature al punto giusto per poter esserci una svolta e usa noi.. e usa noi come strumenti per poter realizzare tutti i suoi propositi! (Piccolo Giovanni) li conosce solo il Padre i tempi (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) non potete.. (Paolo) ..ecco, è questo proprio quello che mi tranquillizza, cioè che praticamente noi non facciamo niente: ci mettiamo a disposizione e Lui fa tutto! Quindi più tranquilli di così noi non possiamo essere! (Piccolo Giovanni) basta aprire il cuore e dire “eccomi” (Paolo) si. Ehm.. (Piccolo Giovanni) ..quando Gesù ha chiamato i Discepoli “venite, seguitemi”, non solo.. cosa hanno risposto?: “eccomi, Maestro”! (Paolo) io questa mattina ho riflettuto su questo che mi ha indotto a farlo il canto che ho.. abbiamo ascoltato il giorno dell'Assunta qui. Questa mattina avevo stampato il testo e stavo scrivendo le note per poterlo dare a Telesfore, se non che mi rendo conto che nella stampa che avevo fatto io, mancava una.. mancavano proprio dei righi, mancavano delle cose che in un primo momento io avevo scritto, ma che poi avevo scartato erroneamente, sbagliando proprio di grosso perché praticamente ho messo da parte la Parola di Dio; infatti sull'opuscolo, quelle parole non ci sono; ma io quando ho registrato e l'ho cantato qui, quelle parole ci sono sul canto, quindi io l'ho registrato con le prime parole, quelle che mi hai suggerito inizialmente e l'ho cantato con quelle parole, anche se qui sopra non ci sono. E allora questo mi ha indotto a pensare e ho pensato proprio te, dico ”Giovanni ha voluto il canto come l'ha fatto all'inizio, non come l'ho corretto io successivamente“. Ecco, e questo mi ha reso felice perché mi sono sentito più.. più tranquillo e anche più inutile perché ci sono dei canti che mi prendono veramente tanto! (Piccolo Giovanni) perché hai pianto prima! (Paolo) eh, come quello di oggi: mi toccano proprio dentro e mi rendo proprio conto di .. che io non sarei mai stato capace di farli, perché io prima.. (Piccolo Giovanni) ..e sei ancora più convinto che Dio ti usa? (Paolo) sì, si, di questo assolutamente perché, io, prima di frequentare questo Luogo ogni tanto, strimpellavo con la chitarra, ma non ero capace di togliere un ragno dal buco! (Piccolo Giovanni) c'è ancora qualche piccolo coccetto dentro di te? (Paolo) qualche piccolo?.. (Piccolo Giovanni) “coccetto”: nocciolino? <...... “brufolo” ..... > (Paolo) di dubbio? (Piccolo Giovanni) coccetto, no di dubbio, coccetto; ma Dio ti ha rapito! (Paolo) ..sì, si!.. (Piccolo Giovanni) ..hai capito ora? Ma in ognuno di voi c'è un piccolo coccetto! (Paolo) è una cosa.. come l'ho sentito oggi questo, Giovanni, c'è una cosa che matura piano piano e diventa sempre più profonda col passare del tempo, perché io ho sempre detto qui che ci credo.. è vero quello che ho detto, ma man mano che passa il tempo mi rendo conto che è un sentimento e una consapevolezza che matura sempre più, cresce sempre di più! Ed oggi è stato un giorno molto positivo sotto questo aspetto! (Piccolo Giovanni) per oggi? poi domani.. (Paolo) ..no, è stato positivo e mi ha aiutato a crescere e a maturare e quindi, i risultati è chiaro che rimarranno fissi dentro di me nel mio cuore <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) e l'Alito è sceso, ma vedo i voltini di ognuno di voi un po' tristi!(*) mi dite il perché?(*) perché siete tristi? non coprirti le labbra, suorina Luisa: rispondi un po' tu per tutti!(*) perché siete tristi? (Luisa) non lo so di.. (Piccolo Giovanni) ..chiedi un po'.. (Luisa) ..come mai siete tutte.. (Piccolo Giovanni) ..alle tue sorelle “perché siete tristi?” (Luisa) per loro non posso rispondere, dovrebbero rispondere loro (Piccolo Giovanni) e do il comando a te di chiederlo!(*) chiedi perché sono tristi! (Luisa) tu sei triste? perché? (Marina) non mi sembra di essere triste, non avevo capito una parola e forse stavo cercando.. dico “me la devo ricordare, non lo posso scrivere”.. non ho capito se era “coccetto” o “concerto”, stavo pensando questo, non so se.. è questo o è tristezza di cui non sono consapevole.. non lo so! (Piccolo Giovanni) non potete nascondere a Dio i cuori tristi! Rimani e chiedi alle altre sorelle! (Luisa) allora, tu sei triste? ti senti dentro di te una tristezza? (Maria) no ..cioè, malgrado.. malgrado la tristezza che è dentro di me, però sono molto gioiosa (Piccolo Giovanni) vedete come non capiscono quello che dico? Dio vede i cuori tristi: perché mi rispondete di no quando lo sono? quando grondano sangue? (Maria) lo sai perché sono triste.. (Piccolo Giovanni) ..gronda! ..e perché non rispondete? Dio vede tutto, ma vuole sentirlo! Non è un rimprovero, è un accarezzare i vostri cuori nel farvi parlare: avete capito? (Maria) si! (Piccolo Giovanni) ora chiedi al fratello come ha il suo cuore! (Luisa) il tuo cuore è triste dentro di te proprio nel profondo? (Noè) un po' si.. e nella giornata dell'Assunta, ehm.. guardando l'immensa gioia che abbiamo ricevuto, ehm.. diventando sacerdoti, il cuore, a me personalmente.. ho pensato anche a quelli che non c'erano e a quelli che hanno tradito l'Amore tuo.. di Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma lasciamo al Padre questo! (Noè) e devo dire che la gioia è.. sono stato contentissimo, però il pensiero poi è andato anche agli altri! (Piccolo Giovanni) ma Dio è Padre, lasciamo decidere cosa ha scritto nel suo Libro: voi pregate.. (Noè) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e continuate a donare il vostro sì pieno! (Noè) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Noè) grazie! (Piccolo Giovanni) ora chiedi agli altri! (Lucrezia) io sono triste, don Mario, perché sento a voi triste: avete una tristezza immensa, è vero? (Piccolo Giovanni) ma solleva(la) con la preghiera: chiaro? (Lucrezia) sì! (Luisa) tu? (Assunta) il mio cuore è triste, Giovanni, solo per una cosa.. sono tante le cose, e tu lo sai.. però è triste perché non posso più partecipare il giovedì.. che mi manca tanto, e altri giorni come all’Assunta, giorni che non sono.. anche se mi sono messa in contatto spiritualmente di tanto in tanto durante la giornata! Però mi è mancato tantissimo! (Piccolo Giovanni) quando si è in contatto spiritualmente non si può avere tristezza perché Dio è vivo nei cuori di ognuno di voi, quindi si deve gioire! (Assunta) vorrei che il Padre.. (Piccolo Giovanni) ..non “vorrei”: fa parte del nemico! (Assunta) chiedo scusa: perdono, Giovanni! (Piccolo Giovanni) “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà”! Mettersi in contatto con Dio è aprire il cuore anche non essendo in questo Luogo.. (Assunta) ..e poi sono.. (Piccolo Giovanni) ..e Dio è con voi! (Assunta) e poi sono triste perché vedo tutta la gente smarrita così, perché.. le chiese vuote! Il Signore.. (Piccolo Giovanni) ..non giudichiamo, ma lasciamo a Dio fare camminare nel Solco! Voi avete solo il compito di pregare e non guardare indietro! Chiaro? (Assunta) perdonami, Giovanni! Ti amo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Dio ama ognuno di voi! (Assunta) si! (Luisa) questa sorella è triste? (Francesca) no, Giovanni, non sono triste perché oggi non c'era mia alla Stanza, <= “non ci venivo alla Stanza”, “non ci potevo venire alla Stanza”. Francesca è l'anziana madre di Tommaso e Giacomo1> allora quando ho sentito chiamare a mio figlio “dobbiamo andare alla Stanza”, mi sono rallegrata, Giovanni! (Piccolo Giovanni) com'è bello candido questo cuore di mamma: IMITATELO, FIGLI! Grazie, mamma! (Francesca) grazie, Giovanni! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Luisa) Espedito, il tuo cuore com'è? (Espedito) il mio cuore è molto triste (Piccolo Giovanni) perché? (Espedito) perché vedo che, soprattutto nei miei cari, perché…  <Espedito parla troppo vicino e forte al microfono da mandarlo in saturazione e la sua voce viene spezzata e si perdono molte parole del suo discorso> …vedo che i miei cari.. dice che il Signore manda la loro santificazione.. non viene tanto accettata e mi procura tanta tristezza.. anche nel mio cuore.. soprattutto perché non viene accettata tanto.. forse sono triste ché sono un po' sensibile nel vederli nella sofferenza! Piccolo Giovanni) devi usare solo il silenzio e la preghiera e non imporre niente a nessuno. Porta sulle tue spalle la Croce e vai avanti.. (Espedito) ..e poi sono.. (Piccolo Giovanni) ..nella quiete, nel silenzio e nell'amore! (Espedito) poi vorrei che facessimo qualche sforzo in più per amarci gli uni agli altri.. (Piccolo Giovanni) “vorrei”.. (Espedito) ..eh, no, anche per me stesso.. (Piccolo Giovanni) ..“Padre, sia fatta la tua non la mia volontà” (Espedito) ma se l'amore che noi nutrissimo gli uni verso gli altri fosse più forte, le preghiere sarebbero ascoltate di più! (Piccolo Giovanni) ma si deve camminare nella quiete e nel silenzio del santo Vangelo! Dio non impone niente a nessuno! deve sbocciare tutto dai vostri cuori, ma non obbligando nessuno: il silenzio, la preghiera, e rimanendo saldi seduti sulla Roccia di Dio. Chiaro? (Espedito) sì! (Piccolo Giovanni) ora chiedi agli altri fratelli: incominciamo a far lavorare un po' le Suorine! (Luisa) allora, il tuo cuore com'è? triste? (Lorenzo) Giovanni, è un po' triste oggi, si! (Piccolo Giovanni) perché? (Lorenzo) eh, c'è stata una piccola.. con mia moglie ogni tanto ci attacchiamo, ma io a mia moglie ci voglio bene tanto, e lei non lo vuole capire. Ehm.. ma delle volte, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..ma devi.. (Lorenzo) ..ma io tante.. il mio cuore è sempre attaccato a venire qua alla Stanza.. (Piccolo Giovanni) ..ascoltare ciò che si dice! (Lorenzo) io.. (Piccolo Giovanni) ..il suo punto è solo uno: te lo chiede con amore ma tu non l'ascolti! (Lorenzo) ma con grande amore.. (Piccolo Giovanni) ..è vero? (Lorenzo) io amo tutto! (Lucrezia) eh, si! <= la moglie> (Piccolo Giovanni) è solo una cosa che chiede al tuo cuore, ed Io ti invito ad ascoltarla! Chiaro? (Lorenzo) sì, lo farò! (Piccolo Giovanni) così i vostri cuori non saranno più in tempesta ma nella quiete del Cuore della Croce! (Lorenzo) sì, Giovanni si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Lorenzo) grazie! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Luisa) il tuo cuore com'è? (Giacomo 1) il mio cuore è un po' triste e un po' gioioso, specialmente quando.. del venire qua io non mi scordo mai.. (Piccolo Giovanni) ..l'hai diviso a metà? (Giacomo 1) eh, no, per Gesù è tutto intero! Solo quando.. venire, come vengo.. quando tu eri presente in carne in mezzo a noi, io ho appena .. (Piccolo Giovanni) ..e lo sono ancora adesso! (Giacomo 1) sì, adesso non ti vediamo in carne, ti sentiamo parlare! (Piccolo Giovanni) LO DITE VOI CHE NON MI VEDETE, ma se guardate bene mi.. (Giacomo 1) ..ti immaginiamo.. (Piccolo Giovanni) ..non “immaginare”, non si può immaginare Dio! (Giacomo 1) vediamo la Cocciuta e tu sei dentro di Lei.. col Cuore!(*) (Piccolo Giovanni) è un bel gocciolone, e non pensare con la mente: NON CI ARRIVI! (Giacomo 1) ci vediamo con la.. (Piccolo Giovanni) ..perché è triste il tuo cuore? (Giacomo 1) il mio cuore è gioioso dal primo giorno che io sono entrato in questo.. Dimora, in questo cancello! (Piccolo Giovanni) ma se allarghi le braccia i figli non ti sentono <allargando le braccia allontanava anche il microfono nelle sue mani>: Dio, sì, ma l'uomo no! (Giacomo 1) dal.. dal primo giorno che son venuto e ti ho conosciuto, Giovanni, io quando partivo da casa partivo triste, ma appena che entravo qui e ti vedevo mi (si) allargava il cuore! (Piccolo Giovanni) anche quando gridavo.. (Giacomo 1) ..era gioioso a casa come tutti.. anche quando gridavi ci faceva piacere.. una volta mi hai sgridato, ma poi ho visto che quasi ti sei commosso perché non era neanche da sgridarmi, mi hai fatto capire!  (Piccolo Giovanni) ma il Solco è.. (Giacomo 1) ..sì, ti sei commosso quella sera.. (Piccolo Giovanni) ..dritto, ed Io non voglio farvi uscire dal Solco. Per me sgridare era soffrire tanto, ma l'amore è così grande perché solo alzando la voce vi portavo dritto al Vangelo e alla verità del Padre! (Giacomo 1) mi piange il cuore, Giovanni, quando sento questi fratelli che il giorno.. (Piccolo Giovanni) ..lasciamo questi discorsi al Padre: il vostro compito è solo pregare! Chiaro? (Giacomo 1) si, ma dentro di me io.. sentivo parlare solo.. non ho parlato, dentro di me mi piangeva il cuore sentire “ieri siamo andati in montagna”, “siamo andati qui, siamo andati la”.. mi piangeva il cuore! (Piccolo Giovanni) LASCIAMO QUESTE COSE AL PADRE!(*) chiaro? (Giacomo 1) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vieni, Luisa!(*) Chiedi a Telesfore com'è il suo cuore! (Luisa) Telesfore, il tuo cuore com'è: triste o gioioso? (Telesfore) ma il mio cuore è gioioso(*) se Dio è con noi, ci può essere tristezza? (Piccolo Giovanni) Dio è con noi! (Telesfore) è in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) e perché passano le ombre di dubbio?(*) <4 lievi colpi di tosse con doppia alitazione> Paolo, pensano ancora che Dio non vede e non sente! (Telesfore) quando il vento soffia muove le foglie, no! (Piccolo Giovanni) quello di Dio! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ma perché fate passare l'ombra del dubbio? e i vostri cuori… <si perde qualche parola al cambio cassetta>  (Telesfore) comunque a te non si può nascondere niente <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) mi dice di non rendersi conto ma “comunque a te non si può nascondere niente”!(*) grazie, Luisa.. (Luisa) ..di niente.. (Piccolo Giovanni) ..per aver lavorato! (Luisa) troppo poco! (Piccolo Giovanni) ora puoi andare al tuo posto! (Luisa) grazie! (Piccolo Giovanni) Paolo, mi fai un piccolo riassunto? (Paolo) io volevo.. volevo dire una cosa in considerazione a quello che ho sentito dagli amici e fratelli presenti (Piccolo Giovanni) “amici”: che bella parola! (Paolo) sì, è che noi siamo portati sovente a porci gli obiettivi e a perseguirli: questo noi lo possiamo fare con le cose terrene, ma con le cose di Dio questo non si deve.. non si può fare e non si deve fare! Ehm.. (Piccolo Giovanni) ..è come macchiare un vestito bianco! (Paolo) sì, perché noi.. (Piccolo Giovanni) ..e si può nascondere una macchia sul vestito bianco? (Paolo) e come si fa? (Piccolo Giovanni) e come si fa? (Paolo) e quindi noi dobbiamo semplicemente aprire il cuore Dio, metterci a disposizione e seguire la strada che Lui ci segna senza porci.. (Piccolo Giovanni) ..evitare, senza dire “io vorrei“.. (Paolo) ..e senza dire “dove va questa strada..” (Piccolo Giovanni) “..dove va questa strada”! (Paolo) eh, questo! (Piccolo Giovanni) ma essere con la lucerna accesa che quella strada porta.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..al Vangelo, alla Croce.. (Paolo) ..in merito.. ecco.. (Piccolo Giovanni) ..dove c'è sofferenza lì c'è il Crocefisso! (Paolo) c'è il Crocefisso, si! Ehm.. noi dobbiamo semplicemente guardare con occhio distaccato e mettendo tutto nel Cuore del Padre tutto ciò che vediamo attorno a noi, tutto.. (Piccolo Giovanni) ..e non prendere il posto di Dio.. (Paolo) ..e non prendere il posto di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..a giudicare.. (Paolo) ..a giudicare! Dobbiamo solo, semplicemente prendere atto perché è una cosa spontanea prendere atto della situazione (Piccolo Giovanni) ”eccomi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..sono un servo inutile..  (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Padre metto nel tuo Cuore ciò che il(nel) mio cuore gronda sangue“! (Paolo) esatto, come ciò che diceva l'amico poc'anzi, cioè lui ha preso atto di determinate situazioni ma non deve andare oltre.. (Piccolo Giovanni) ..alzare al Padre.. (Paolo) ..esatto, esatto.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che.. (Paolo) ..esatto.. (Piccolo Giovanni) ..fa male.. (Paolo) ..ciò che fa male.. (Piccolo Giovanni) ..dentro di te.. (Paolo) ..dentro di te.. (Piccolo Giovanni) ..non puntare il dito: questo.. (Paolo) ..eh, ma piano piano ci arriviamo, Giovanni, io ce n'ho messo pure per cercare di capire qualcosa.. (Piccolo Giovanni) ci vogliono ancora le scarpette.. (Paolo) ..si. E poi volevo dire un'altra cosa in merito al fatto di vederti o di non vederti; beh, io ho una un'idea, non lo so se sia vaga o un pochino più precisa.. (Piccolo Giovanni) ..alzò le mani! (Paolo) ehm.. il corpo è una cosa che è degli uomini sulla terra, è un qualcosa di materiale, è un qualcosa di materiale che in Cielo non esiste: tu non hai un corpo, Dio non ha un corpo, i Santi non hanno un corpo, hanno un'anima, un'anima che noi non vediamo, sono sempre in mezzo a noi, ci parlano e noi da terreni non possiamo vedere loro come quando erano sulla terra, perché loro non sono più sulla terra, ma in realtà col cuore, se noi entriamo in sintonia col Vangelo.. (Piccolo Giovanni) ”Io vado al Padre ma non vi lascio orfani: Io sono sempre in mezzo a voi”.. (Paolo) ..“in mezzo a voi”, si.. (Piccolo Giovanni) ..“ma voi non mi vedete”.. (Paolo) ..“non mi vedete”, si! (Piccolo Giovanni) chiudiamo.. (Paolo) ..il discorso.. (Piccolo Giovanni) ..il discorso! Più chiaro di così.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..non posso andare oltre! (Paolo) sì, sei sempre in mezzo a noi ma non possiamo vederti come prima! (Piccolo Giovanni) quando i vostri occhi si apriranno mi vedrete! Chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) caro capriccioso Telesfore di Dio, cosa mi dici? (Telesfore) io ti dico mi hai fatto inutilmente chiudere il discorso (Piccolo Giovanni) prima di iniziarlo? (Telesfore) sì, che se no.. (Piccolo Giovanni) ..dimmi, dimmi! (Telesfore) te lo devo dire anche se prendo la cantata?(*) mentre stamattina guardavo.. anzi, ascoltavo la cassetta.. (Piccolo Giovanni) ..cosa hai combinato? (Telesfore) eh, ci eravamo promessi che non avremmo detto niente alla Cocciuta di quello che tu ci avevi svelato, però non è andata così: la Cocciuta, purtroppo.. Lei normalmente non guarda la cassetta, però si è trovata a vedere proprio quella parte quando tu parlavi della.. della cordicella! (Piccolo Giovanni) e tu ridi? (Telesfore) a me.. (Piccolo Giovanni) ..ancora non è venuta a gridare! (Telesfore) non è arrivata.. non ha fatto in tempo ancora? (Piccolo Giovanni) no, l'aveva.. (Telesfore) ..l'aveva il tempo?.. (Piccolo Giovanni) ..il tempo! (Telesfore) allora io mi sono ricordato quando tu.. Lei ti diceva qualche cosa che non voleva che si dicesse, tu come arrivarvi qua già subito facevi.. ti mettevi con gli amici.. (Piccolo Giovanni) ..ma non facevo sentire Lei! (Telesfore) ah, non la facevi sentire a Lei? Però dopo lo sapevi se..  (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Telesfore) ..glielo dicevano! (Piccolo Giovanni) e stamattina gliel'hai preparata tu la sorpresa! (Telesfore) senza rendermi conto, però! (Piccolo Giovanni) volevi sotto sotto.. (Telesfore) ..dirglielo! (Piccolo Giovanni) eh, si! (Telesfore) e ma se.. se noi siamo tuoi Discepoli, no, un poco dobbiamo prendere di te, se no (Piccolo Giovanni) e vi devo accettare come il Padre vi ha scelti, e amare e allargare le braccia e dire ad ognuno di voi “venite figli del mio Cuore”. Verrà a gridare, ma io come sempre.. (Telesfore) ..ridi.. (Piccolo Giovanni) ..l'ascolto e gli do la quiete e l'amore della Croce che Lei sa abbracciare nel silenzio! Non ti ho sgridato, visto? <4 colpi di tosse con doppia alitazione> ma se lo farà Lei Io allargò le braccia e stringo le spalle come Sacerdozio vivo ed eterno. Ma sia chiaro per ognuno di voi: i piccoli Giovanni stanno sempre all'ultimo posto, non mettetevi sul piedistallo di ciò che Dio vi ha donato! Chiaro? (Paolo) è importante, questo, si!  (Piccolo Giovanni) il nemico è dietro l'angolo: “io” fa parte del nemico! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ricordatelo: “sono un servo inutile dinanzi a te. Padre, eccomi, fai di me quello che vuoi” ........ (Telesfore) e poi la Cocciuta diceva “ma quelli sono i miei occhi”? io gli ho detto di sì, sono i tuoi occhi, però non sono io.. (Piccolo Giovanni) ..non vedeva i suoi occhi in quel filmato, ma è voluta rimanere un po' a guardarli. Ma se ti sei reso conto, prima di finire è andata nell'altra stanza.. (Telesfore) ..a piangere? ..quasi! Ehm.. (Piccolo Giovanni) ..parla! (Telesfore) poi, un'altra cosa che volevo chiederti.. cioè, ho visto che Lei quest'anno ha indossato un vestito color giallo (Piccolo Giovanni) luce! (Telesfore) luce! Io, mentre la osservavo pensavo tra me ”chissà se Maria a quei tempi cambiava il vestito, o magari avrebbe indossato un vestito come questo?” (Piccolo Giovanni) a quei tempi erano diversi, ma c'erano vestiti molto luminosi, e Maria, nella semplicità, quando andava a qualche matrimonio, indossava anche Lei gli abiti del tempo, nella semplicità, nell'amore. Quando gli ho chiesto “ma Maria avrebbe messo questo che c'hai tuo sulle dita”, Gesù ha risposto “sì, perché a quei tempi si usava molto mettere i colori”. Ora si fa in altri modi ma ai tempi di Maria si usava nella semplicità. E quando vedete la Piccola Cocciuta indossare qualcosa è perché gli viene detta dall'alto. Ti ricordi bene i primi tempi dell'apparizione? la Piccola Cocciuta ha pulito i suoi occhi e ha lasciato di fumare, ma non perché gliel'ha chiesto Maria ma lo sentiva nel suo Cuore. E cosa indossava quando si recava all'albero? (Telesfore) il pantalone! (Piccolo Giovanni) e che colore? (Telesfore) bè, il colore.. la prima volta era bianco (Piccolo Giovanni) perché il Padre gli chiedeva per coloro.. (Telesfore) ..anche a me aveva fatto vestire di bianco! (Piccolo Giovanni) anche a te.. vestito di bianco! Per gli uomini, per l'umanità, sembra che la Piccola Cocciuta voglia sembrare diversa, ma Dio comanda e Lei ascolta solo la voce del Padre nel suo Cuore non guardando ciò che gli uomini mormorano: l'ubbidienza a Dio! È quello che dovete fare ognuno di voi: ubbidire a Dio! (Paolo) ma dimmi, Giovanni, il fatto dei vestiti che.. (Piccolo Giovanni) ..non sono i vestiti, i colori! (Paolo) sì, vabbè, i colori dei vestiti hanno un significato quindi? (Piccolo Giovanni) si, molto importante! (Paolo) è un significato, quindi, ogni qualvolta il Padre dice alla Cocciuta di indossare un vestito di quel colore c'è un qualcosa sotto che.. (Piccolo Giovanni) ..il significato è il colore! (Paolo) è il colore (Piccolo Giovanni) e Lei lo deve trovare! (Paolo) quindi la forma del vestito.. (Piccolo Giovanni) ..come i colori che cambiano i sacerdoti (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma Lei ha un altro compito! (Paolo) ah, quindi ha un significato molto profondo, questo! (Piccolo Giovanni) si, come quello che ha indossato per la prima missione: Io vi dico solo il colore! (Paolo) che colore è? (Piccolo Giovanni) rosso! (Paolo) rosso!(*) (Piccolo Giovanni) e alzo le mani! (Paolo) e per ogni missione indosserà un vestito di colore diverso? (Piccolo Giovanni) anche Telesfore gli ha fatto questa domanda, e Lei ha risposto “non posso dirlo prima”, ed Io mi fermo l'ubbidienza del Padre! (Paolo) si! Quindi noi.. a noi non ci è dato sapere al momento l'importanza di questa.. di queste missioni.. cioè, non possiamo ancora conoscere noi.. (Piccolo Giovanni) il nemico.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è sempre dietro l'angolo! Ve lo dirà dopo averla compiuta! (Paolo) come ha fatto per la prima? (Piccolo Giovanni) ........ma Lei non ha detto dove si trovava! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) “siamo in giro”, vero? (Telesfore) sì! (Paolo) e vabbè, se gli ordini del Padre sono quelli, certo che.. (Piccolo Giovanni) ..in pienezza! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ed Io amo l'ubbidienza. Sono gioioso nel vedere come dinanzi a Dio si rimane saldi nel sapere camminare secondo la sua Parola, tenendo alto il santo Vangelo! (Paolo) si! E soprattutto.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ..e soprattutto quando uno deve rinunciare a tante cose per donare tutto a Dio, allora c'è una gioia piena perché.. (Piccolo Giovanni) ..a cosa serve una gioia del mondo.. (Paolo) ..eh, appunto.. (Piccolo Giovanni) ..quando non si ha la gioia di Dio? (Paolo) volevo dire “è facile dire sì a Dio senza rinunciare a niente” (Piccolo Giovanni) e non è un sì.. (Paolo) ..un sì col cuore.. (Piccolo Giovanni) ..col cuore, è un sì.. (Paolo) ..dato con le labbra.. (Piccolo Giovanni) ..che va via col vento! (Paolo) ..col vento! (Piccolo Giovanni) il sì donato a Dio è portare.. (Paolo) ..la croce.. (Piccolo Giovanni) ..la croce sulle spalle ed essere calpestato da tutti come è stato calpestato Gesù e lo è ancora! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) caro Telesfore, cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) Maria quando è stata assunta in cielo, che colore era il suo vestito? (Piccolo Giovanni) come il cielo! Di che colore è? (Telesfore) il cielo è azzurro! (Piccolo Giovanni) e Maria che vestito indossava? (Qualcuna) azzurro! (Piccolo Giovanni) Maria assunta in cielo!(*) (Telesfore) quello com’era, azzurro o bianco? (Piccolo Giovanni) (color) cielo! (Telesfore) cielo!(*) (Piccolo Giovanni) sei curioso!(*) e caccia fuori l'altro! (Telesfore) e l'altro, qual era l'altro?(*) non esce l'altro! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>(*) (Piccolo Giovanni) dillo! (Telesfore) il Vangelo di oggi parla del Pane vivo “chi mangia del mio Pane avrà la vita eterna”, ma ci sarà anche qualcuno che non lo mangia il Pane di Gesù? (Piccolo Giovanni) vuoi entrare nel mistero? ho sgridato prima! (Telesfore) allora mi fermo qua! (Piccolo Giovanni) è meglio così!(*) può Dio abbandonare i figli? (Tutti) no! (Paolo) Dio non li abbandona mai, però alla fine li dovrà giudicare quelli che.. (Piccolo Giovanni) ..e Dio.. (Paolo) ..alla fine.. (Piccolo Giovanni) ..è Giudice (Paolo)(Piccolo Giovanni) aspettiamo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché nessuno di noi conosce né l'ora e neanche il giorno! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma dobbiamo essere vigilanti.. (Paolo) ..e mangiare il Pane.. (Piccolo Giovanni) ..gli ultimi saranno i primi! (Paolo) forse Telesfore voleva dire questo, cioè, al momento in cui Dio decide di chiamare a se.. di valutare, di giudicare, se questo non ha mangiato il Pane in tempo, che succede? forse voleva dire questo, Telesfore! (Piccolo Giovanni) alzo le mani! (Telesfore) comunque mi hai già risposto! (Piccolo Giovanni) Io ho alzato solo le mani! (Telesfore) e sono gioioso! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ma ora mi sentite? (Paolo) ti sentiamo molto meglio! ..no, ti sentiamo meglio con questo microfono.. (Piccolo Giovanni) ..Io non vi sento! (Paolo) non ci senti? (Piccolo Giovanni) no! (Paolo) nemmeno a me senti? (Piccolo Giovanni) no! (Paolo) devo gridare di più? poi mi sentono da Thurio se grido io, eh! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) capriccioso come sono.. vi sento, vi sento!(*) (Telesfore) ah! (Piccolo Giovanni) ecco! (Telesfore) mi sono ricordato quello che(*).. La tua Marì dice che vuole andare a fare un viaggetto a Padova (Piccolo Giovanni) non è lei che ci vuole andare (Telesfore) è Nicoletto che ci vuole andare? (Piccolo Giovanni) è Nicoletto che ci vuole andare, ma un po' vuole farlo anche lei.. (Telesfore) ..uh.. (Piccolo Giovanni) ..perché la Piccola Cocciuta gli ha detto che Io non sono stato in quel luogo e desideravo andarci, ma tu non.. (Telesfore) ..non ci sono.. (Piccolo Giovanni) ..ti sei voluto fermare! (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) e lei l'ha presa come una cosa mia! (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) non lo so se c'andrà: “Padre sia fatta la tua non la mia volontà!” Ma vi chiedo ancora di pregare su quella capanna: non lasciateli soli! Anche se Io veglio su di loro, voi pregate! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro!(*) (Piccolo Giovanni) ho fatto diventare triste un po' il tuo cuore perché ci tenevo molto a fermarmi, ma ti ho stretto e ti stringo ancora al mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno. Chiaro? (Telesfore) sì, grazie! (Piccolo Giovanni) che c'è?(*) (Telesfore) nonostante io ti ho fatto sempre soffrire, tu mi vuoi sempre bene! (Piccolo Giovanni) può Dio cancellare un figlio? (Telesfore) no, non può! (Piccolo Giovanni) e il Padre è Amore, ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno posso cacciarti dal mio Cuore? (Telesfore) non ci puoi cacciare! (Piccolo Giovanni) e venite a me voi che avete sete e fame del mio Amore, figli e amici del mio Cuore! Cosa vuoi fare? (Telesfore) consoliamo il Cuore di Maria! (Piccolo Giovanni) Amen!   <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DEL PADRE! E con la gioia piena non abbiate timore di chi uccide il vostro corpo, non abbiate timore di chi trafigge il vostro cuore, ma siate gioiosi perché portando la spada nel cuore portate l'Amore pieno di Dio all'umanità! Come Maria è stata trafitta: i Sette Dolori dell'Addolorata, voi accoglietene ancora di più e offriteli al Cuore del Padre e la vostra ricompensa sarà grande nei Cieli! Figli miei, il dolore fa diventare raggianti i vostri volti come il Volto di Maria. Siate gioiosi, quando trafiggono con le spade alzate gli occhi al cielo dicendo “Padre, è poco, dammene di più”. È bello questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siate gioiosi nell'abbracciare la santa Sofferenza che porta sulla Linea e nel Solco profondo di Dio e del santo Vangelo. Figliuoli, nell'Amore del Padre, uniti al Cuore di Maria, Io vi saluto lasciando scendere su di voi la benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo! Andate nella Pace e nella quiete di Dio, donatela al mondo e ai fratelli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce; ma vi ripeto ancora una volta, state attenti al nemico. Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora nel tuo Cuore lascio la tua seconda missione!(**) (Giulia) sì, Giovanni! Eccomi, sono pronta come serva inutile! (Piccolo Giovanni) figlia, ti stringo al mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno! Sigillo ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace e portate il Fiume del Cuore di Maria nell'umanità. Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso e che spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! Pargoli del mio Paradiso, vi amo! Figli miei, vi amo e poggio su di voi la mia Croce!

 

 

         9. Giov 21/08/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce. Gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Figlia del mio Cuore, gioisci e fai festa, nell'immolarti per l'umanità intera, per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre. Figlia mia, abbraccia con amore il Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, il Parto è vivo, il Parto è in mezzo a voi, il Parto abbraccia l'umanità intera ma l'umanità non vuole prendere parte alla mia gioia:  l'umanità si perde sulla via larga del mio nemico. Figliuoli, venite fate festa, venite ed abbracciate la mia gioia che è piena, è viva ed è in mezzo a voi, figli del mio Cuore! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi gioire ancora abbracciando i Chiodi divini per l'umanità intera e per i flagelli che stanno scendendo anche in questo attimo? (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! (Gesù) donami le tue mani, figlia, uniscile alle mie(*) e guarda in questo istante chi mette i Chiodi! <1º grido>(*) Sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, perché piangi così? Perché il tuo viso è bagnato di Sangue? Cosa ho fatto di sbagliato, Gesù? (Gesù) non sei tu a farmi piangere Lacrime di Sangue; non siete voi qui riuniti nel mio Nome, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, sono i figli della perdizione: coloro che rinnegano il mio Amore, l'Amore del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, nel vedere i propri figli cadere nel buio del nemico! Figliuoli miei, pregate, pregate, pregate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Il Parto è in mezzo a voi, il Parto è vivo, il Parto è pieno, ma siate pronti, preparati, siate vigilanti! Figliuoli del mio Cuore, dai tempi conoscerete quand'è la mia venuta, ma ricordate: solo il Padre conosce il giorno, voi siate sempre vigilanti con la lucerna accesa; non fatevi trovare sulla via larga che il mondo mette dinanzi ad ognuno di voi! Siate sempre raccolti nell'ascensore del Cuore Immacolato di Maria che è la preghiera, l'amore verso tutti senza fare alcuna distinzione, figliuoli del mio Cuore. Figlia, vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini per i flagelli che vedi scendere sull'umanità? (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! (Gesù) donami ancora le tue mani! (Giulia) ecco, Gesù, ecco le mie mani! <2º grido> (*) (Gesù) Sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, nelle tue mani ci sono tre barche(*), ma sono tutte e tre piene di Sangue!(*) Gesù, le altre dove sono? Il Fiume lo vedo senza barche!(*) Gesù! (Gesù) vedi, figlia mia, in quanti siete ad accogliere la mia Parola nel mondo intero? Perché Io parlo a voi e parlo all'umanità intera! (Giulia) Gesù, solo tre barche ci sono rimaste? (Gesù) figlia, le altre sono sulle tue spalle: portale sempre! (Giulia) donatemi la costanza e la forza, Gesù! (Gesù) Io vengo a portare nel mondo intero il mio Amore, la mia Pace, la mia Quiete, ma viene gettata via: in pochi siete ad accogliere, ed Io mi poggio sempre di più su di voi! Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, vi invito a pregare per la pace, ma non quella degli uomini, pregate affinché i Grandi del mondo accolgono la mia Parola, il mio grido, il mio Parto: solo così scenderà la pace e non ci saranno più guerre; ma invito ad ognuno di voi a pregare: pregate per la pace, figliuoli del mio Cuore. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. E vivere il Vangelo è camminare nell'Amore, è camminare nella Quiete e nella Pace, la pace che si stringe al Cuore di Dio e non cade per terra come la pace che stringono gli uomini! Figliuoli, il mio Cuore gronda Sangue per l'umanità sorda e cieca! Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore. Amate, amate, amate, amate, amate, amate: sia il vostro amore saldo come la Roccia, e così anche la vostra fede sia salda, perché i tempi sono pieni. È il tempo di combattere l'ultima battaglia col Cuore Immacolato di Maria, Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, hai iniziato la tua missione: vai avanti e non fermarti, figlia mia! (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia: sono pronta! (Gesù) sarai perseguitata ma non temere! (Giulia) non ho paura, Gesù, perché ci sei tu: il mio unico Amore, il mio unico Tesoro! Gesù, dona ai cuori qui riuniti la quiete e la forza di amarti sempre di più e di gridare il tuo Nome nell'Amore pieno! (Gesù) Io sono in mezzo a voi a donarvi il mio Cuore, ad indicarvi la Via Stretta che porta all'unica Verità: il santo Vangelo, e la Via Stretta è formata dalle sante Spine, dai santi Dolori che portano dinanzi al Trono del Padre! Siate nella gioia, figli miei, perché Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla nel suo Amore di Padre, del Figlio e di Spirito Santo, figlia del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo risorto sia sempre viva nei cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi, figli del mio Cuore! Eccomi in mezzo a voi a portare l'Amore, l'Amore pieno, l'Amore puro, l'Amore che non si distrugge, e la verità del santo Vangelo! E come Sacerdozio vivo ed eterno vengo a portarlo, vengo a farlo sbocciare nei cuori di ognuno di voi e dell'umanità sorda e cieca all'invito del Padre “venite, è tutto pronto”! Ma all'umanità ha ben altro da fare, l'umanità pensa a costruire castelli senza fondamenti, pensa a riempire i bauli dei tesori del mondo rifiutando l'invito di Dio “venite, è tutto pronto”. Cosa devo dirvi? Chinare il capo ed invitarvi ancora a pregare e a portare sulle vostre spalle tutti i fratelli. Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, rimanete legati a Dio, e rimanendo legati a Dio, donate la mano al fratello: confuso dai rumori del mondo non riesce a vedere, non riesce a sentire Dio che parla. Pregate: almeno voi, pregate; non dimenticate di pregare per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri: non lasciateli, il vostro compito è di portarli nel Solco, sulla Linea del santo Vangelo, perché il Padre vi ha scelti per questo, figli miei! Ora avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 20° sett. T.O./B Mt. 22,1-14>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è acceso nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo della Croce? (Paolo) Giovanni, il Vangelo di oggi è quanto mai riferito ai nostri tempi; ai tempi di Gesù questa parabola era rivolta agli ebrei che lo hanno rinnegato, e Gesù si è rivolto ai pagani, a tutto il popolo! Ai tempi d'oggi, mio avviso, è rivolto a tutti coloro che hanno il compito di rappresentarlo.. (Piccolo Giovanni) ..è rivolto all'umanità intera!(*) (Paolo) si, l'umanità intera senza dubbio, però, quello che volevo dire io è questo: che mentre a quei tempi Gesù ha fatto già una cernita, nel senso che ci sono stati coloro che lo hanno rinnegato e quindi li ha messi dove meritavano di essere messi. Oggi che Gesù è vivo tra di noi, ci parla.. (Piccolo Giovanni) ..nel mondo intero! (Paolo) nel mondo intero.. è sempre presente, e oggi c'è chi lo rinnega.. c'è chi lo rinnega nonostante i suoi continui incitamenti a volerlo seguire. E quindi, Gesù pur essendo con loro misericordioso, perché Lui lo è sempre.. voglio dire, arriva anche il momento in cui dice “bè, adesso Io mi rivolgo..” (Piccolo Giovanni) questo lo lasciamo decidere.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..al Padre! (Paolo) al Padre, si: è Lui che.. è Lui che deve.. (Piccolo Giovanni) ..non voglio che i miei discepoli prendano il posto del Padre! (Paolo) si, io non volevo prendere il posto del Padre (Piccolo Giovanni) Figlio, Io conosco il tuo cuore, ma chi ascoltala Parola non lo conosce il tuo cuore. (Paolo) non ho capito, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Io conosco il tuo cuore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma coloro che ascoltano non lo conoscono il tuo cuore! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) e sentendo parlare puntano il dito! Lasciamo che sia Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..a puntare il suo dito di Padre! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) voi dovete solo pregare e lavorare portando sulle spalle i figli che rinnegano l'Amore del Padre che scende a larghe misure! Non ti sei.. (Paolo) ..eh?.. (Piccolo Giovanni) ..arrabbiato? (Paolo) no, io avevo una mia.. una mia visione.. una mia visione della cosa che, giustamente come hai detto tu, gli altri potrebbero pensare qualcosa di.. potevano avere delle idee sbagliate su come.. sul mio pensiero! (Piccolo Giovanni) non sono idee sbagliate, ma il nemico può farle vedere.. chiaro? (Paolo) sì! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ma dimmi, mi senti? (Paolo) si, ti sento! (Piccolo Giovanni) e cosa c'è nel tuo cuore.. (Paolo) ..e.. (Piccolo Giovanni) ..in questo giorno? (Paolo) ehm, abbiamo completato i lavori! <Paolo ride>  (Piccolo Giovanni) solo questo?(*) (Paolo) tu ti riferisci a qualcosa di particolare? (Piccolo Giovanni) Io ho chiesto cosa c'è nel tuo cuore!(*) (Paolo) e non so.. ci sono tante cose, si dipende dal tema.. (Piccolo Giovanni) ..c'è anche una piccola Spina! (Paolo) Eh, la piccola Spina? .. a che ti riferisci, a mia madre? (Piccolo Giovanni) Io non gioco agli indovinelli! Tu sai bene(*).. lei sta bene, è nelle mie braccia, non l'ho mai lasciata! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e non la lascerò mai. (Paolo) però tu sai i fatti che si stanno verificando, e non devo preoccuparmi di quello? (Piccolo Giovanni) dovete stare nella quiete e nell'amore del Padre mettendo tutto nelle sue mani! (Paolo) eh, si, eh! ..bè, adesso ho capito quello che.. (Piccolo Giovanni) ..voi vedete cogli occhi del mondo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma Dio non si addormenta: è sempre sveglio! (Paolo) si, adesso ho capito quello.. a ciò a cui ti riferivi! Ed io che ti posso dire? in quei momenti.. (Piccolo Giovanni) ..è bello quando parla così! <si ride un po' > ”ed io che ti posso dire?“ (Paolo) dico questo per dire che ho i miei difetti.. (Piccolo Giovanni) ..immagina nella storia: Dio che parla e il figlio, con amore, risponde a Dio “io cosa ti posso dire?”. Ma riflettete un po' che gioia nel sentire i figli “Papà, tu sai tutto, io cosa ti posso dire?“ (Paolo) è proprio così! (Piccolo Giovanni) e la gioia è più grande, la gioia scende in mezzo a voi e vi avvolge sempre di più! Anche un po' assonnati, ma vi rapisce in quel sonno cullato dal Cuore di Dio! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ti sei commosso? (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) ti sei commosso? ..ma non hai detto che mi sentivi? (Paolo) eh, ma qualche parolina sfugge (Piccolo Giovanni) acchiappala! (Paolo) Si, devo correrle dietro! (Piccolo Giovanni) ora non lamentatevi più perché l'ascolto.. (Paolo) ..no, io.. (Piccolo Giovanni) ..ce l'avete. Chiaro?(*) CHIARO? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e vi siete tagliati la lingua? non avete da mangiare? vi siete mangiati la lingua?(*) ..rido.. è bello vedere il sorriso di Mosè.. perché sorridi, Mosè? (Mosè) perché ci stai trattando come bambini, e quando i bambini non parlano gli si dice.. gli si dice ”non hai più la lingua?“ (Piccolo Giovanni) E cosa siete? (Mosè) bambini! (Piccolo Giovanni) i miei Pargoli, i Pargoli del mio Cuore: vero? (Qualcuno) sì! (Piccolo Giovanni) scelti uno ad uno. ...... Quanto Amore il Padre ci dona: il dono della vita, ma l'umanità spegne il bottone del dono della vita.. ..non sporcate i vostri corpi, ma indossate l'abito bianco per il Banchetto! Dio vi ha chiamati e voi siete venuti a fare festa lasciando i vostri cari, lasciando tutto fuori, ma siete venuti a fare festa e a bere e a mangiare al Banchetto di Dio. È vero, Tommaso? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e hai sete e fame? (Tommaso) moltissimo!  (Piccolo Giovanni) e cosa mi dici del santo Vangelo? (Tommaso) ecco, del santo Vangelo.. è proprio appropriato all'evento degli ultimi giorni, e quando sento Gesù con quelle parole “al crocicchio delle strade”, mi prende un senso di immaginazione a pensare questi i poverelli, gli ultimi, abbandonate tra gli angoli, sporchi, così, e poi vedere.. vedersi invitare, appunto, alle nozze, dove da una parte c'è la gioia nel cuore di questa scelta, di questa considerazione degli ultimi, dall'altra parte la grande responsabilità di mantenere salda la veste Nuziale, per non fare la fine, appunto, di essere buttato nella Geenna; e questa.. questa parola è rivolta ad ognuno di noi, con questa grossa responsabilità, con questo grande amore del Padre che noi dobbiamo custodire in completezza, in pienezza, e cercare.. (Piccolo Giovanni) ..i Piccoli Giovanni.. (Tommaso) ..sempre all'ultimo posto.. (Piccolo Giovanni) ..all'ultimo posto, e non costruite piedistalli! (Tommaso) questo mai, anzi proprio questa parte.. (Piccolo Giovanni) ..state attenti.. (Tommaso) ..proprio questa parte.. (Piccolo Giovanni) ..al nemico! (Tommaso) bisogna stare attenti perché.. <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Tommaso) ..no, dicevo, bisogna stare attenti perché da una parte e sembrerebbe essere privilegiati, e, appunto, bisogna mantenersi molto giù, considerare all'evento grandioso quanto sia ma rimanere nella tenerezza, nell'umiltà, della piccolezza, per non uscire fuori il Solco, ma un'altra parte vedere questa cosa: la sostituzione degli eletti, dei.. degli invitati con queste altre piccole persone è un senso, almeno da parte mia, che non mi fa mai tanto piacere perché il posto di un altro fratello non lo prenderei mai, sempre se non fosse (che) per volontà del Padre! (Piccolo Giovanni) è la volontà del Padre che si deve camminare, e se il Padre vi ha chiamati, volete rispondere no? (Tommaso) abbiamo risposto sì, per questo.. (Piccolo Giovanni) ..e camminate sul sì pieno dei vostri cuori! A Dio nulla è nascosto: vede e sente, e i rami secchi li toglie e li getta! (Tommaso) noi, con il nostro sì, siamo solo in attesa del volere del Padre che ci indica, appunto.. (Piccolo Giovanni) ..come servi.. (Tommaso) .. inutili .. (Piccolo Giovanni) .. inutili, ma a lavorare nella vigna. Chiaro? (Tommaso) chiarissimo! <3 colpi di tosse con doppia alitazione. ........ >  ...... (Piccolo Giovanni) cari Discepoli, care Colonne, care Suorine, Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi e nell'umanità intera e aspetta l'umanità intera per fare festa! Pregate! Come Sacerdozio vivo ed eterno, camminando nel Paradiso, con gli Angeli e i Santi, parlo ancora di voi, ma prego affinché l'umanità sia un ardere per Dio, così fate anche voi: pregate affinché i fratelli siano accesi dell'unico Amore del santo Vangelo. Chiaro? (Tutti) sì!(*) (Piccolo Giovanni) caro Telesfore! (Telesfore) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) oggi vedo un po' il tuo cuore triste!(*) (Telesfore) poco poco! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici? <3 colpi di tosse con doppia abitazione> (*) (Telesfore) come.. come faccio a parlare dinanzi al Padre.. (Piccolo Giovanni) ..non hai il microfono? (Telesfore) eh, veramente mi manca il microfono: mi sento disoccupato! (Piccolo Giovanni) ma lavori nella Vigna, e perché non puoi parlare dinanzi al Padre? (Telesfore) è perché quando il Padre parla io dovrei stare con la testa per terra: solo ascoltare! (Piccolo Giovanni) che bella lezione!(*) ma perché quando parla la Piccola Cocciuta non lo fate? (Telesfore) veramente non lo facciamo nemmeno con te! Dovremmo farlo, però.. (Piccolo Giovanni) almeno ascoltate! (Telesfore) almeno.. eh.. (Piccolo Giovanni) qualche parola vi sfugge ma siete qui riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Fuori dietro la finestra cosa c'è? (Telesfore) eh, dietro la finestra c'è la polvere del mondo! (Piccolo Giovanni) e voi pregate affinché la polvere diventi cuore: è questo il vostro compito! Ma raccontami qualcosa! (Telesfore) su che cosa? (Piccolo Giovanni) avete imparato un po' tutti a fare lo stesso giochino “su che cosa” (Telesfore) siamo tutti Discepoli, quindi.. (Piccolo Giovanni) ..e copiate? (Telesfore) e copiamo! A me il Vangelo di oggi, ma soprattutto tutte le parti del Vangelo che stiamo vivendo in questi ultimi tempi, sembrano che siano rivolti.. ah, e lo so.. tutti a noi come se li stiamo vivendo. Lo Sposo è qui.. (Piccolo Giovanni) ..e nel mondo intero! (Telesfore) e nel mondo intero, e ci invita a venire.. (Piccolo Giovanni) ..al Banchetto.. (Telesfore) ..al Banchetto, però i chiamati sono.. sono tanti, ma quelli che arrivano sono pochi! (Piccolo Giovanni) e tu cosa vuoi fare? (Telesfore) io voglio pregare affinché.. (Piccolo Giovanni) ..come servo inutile.. (Telesfore) ..come servo inutile.. (Piccolo Giovanni) ”Padre, sia fatta la tua volontà”(*) Amen! (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? <4 colpi di tosse con doppia alitazione> (*) (Telesfore) questa mattina ho fatto un sogno che non ricordo.. ma quello che ricordo è che c'era qui tanta gente che aspettava come se era un.. si aspettava l'arrivo della Mamma, il messaggio, ma era tutto pieno.. c'era chi mangiava, chi nell'attesa.. e quello che ricordo io, che vicino al capannone c'era un po' disordine, c'era addirittura del fango ed io cercavo di mettere a posto, di fare spazio in modo tale che le macchine potevano arrivare più largo ed entrare(*). Un'altra cosa vuoi che.. guardò l'orologio per vedere che ora era fatta perché era già.. e l'orologio.. avevo non questo orologio ma un orologio vecchissimo che girava all'inverso(*). Però io ricordo che l'orario era non mi sembra l'una e trenta, però, dico “non so se l'orologio va bene o perché gira all'inverso l'orologio“. (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici di quest'ora all'inversa come dice Telesfore? (Tommaso) non è.. non ho capito tanto bene perché.. perché qua all'angolo non sento bene! (Piccolo Giovanni) glielo vuoi ripetere? (Telesfore) Si. A un certo punto ho guardato l'orologio, io, però non era l'orologio che avevo io attualmente, era un altro orologio più vecchio però girava all'inverso (Tommaso) perché.. secondo me perché man mano che il tempo.. visto che andiamo incontro al tempo di Dio, non è il tempo nostro, questo orologio.. il tempo, accorciandosi no, da il senso gira alla rovescia, ma in effetti si abbrevia il tempo di Dio! (Piccolo Giovanni) è così?(*) posso andarmene? ...... Quando Dio parla aspetta una risposta, se non mi rispondete Io salgo al Padre! È così? (Tutti) sì!(*) (Paolo) ma io penso una cosa diversa! (Piccolo Giovanni) Io ho chiesto se è così(*), da rispondere tutti, quello che pensi tu me lo dici? (Paolo) il.. il tempo.. e l'orologio che gira indietro, diceva Telesfore.. io.. (Piccolo Giovanni) ..non lo pensare con la mente! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) non lo pensare con la mente! (Paolo) quello che ho pensato io è che i passi che noi facciamo non sono(*).. no? non è quello che.. io ho pensato quello! <Paolo ride> ...... (Mosè) il tempo nostro non è quello di Dio! (Piccolo Giovanni) non ci arrivate con la mente, ma piano piano ci arrivate col cuore. Vuoi dire qualcosa, Natanaele? (Natanaele) secondo me l'orologio che gira al contrario è che i tempi sono molto più veloci di prima, perché, se non sbaglio, l'abbiamo già sentito che gli anni saranno come mesi, i mesi saranno come giorni e via discorrendo. Quindi se Dio è in mezzo a noi per volontà del Padre, vuol dire che questi tempi sono maturati, e come già tante volte.. ogni volta ci viene ripetuto che il Parto è vivo ed è in mezzo a noi.. quindi, secondo quello che mi suggerisce il cuore è questo, è come quando noi vediamo qualche cosa che va talmente veloce che sembra che gira al contrario. (Piccolo Giovanni) ha un altro significato.. (Natanaele) ..e quello lo sapete voi! (Piccolo Giovanni) si, puoi parlare anche tu, Giuda! (Giuda) io penso invece che siccome spesso ci viene detto come anche stasera che il Parto è vivo, è pieno ed è in mezzo a noi, la ragione evidente è che il tempo che gira all'inverso è quello che si avvicinano i tempi del Padre! (Piccolo Giovanni) solo il Padre conosce i tempi! (Giuda) si, questo è chiaro (Piccolo Giovanni) ma ciò che Telesfore ha visto ha un altro significato, ma lo capirete col cuore! È una goccia grande: per lui è stato un sogno, ma la goccia è grande, chiaro? (Tutti) sì! (Natanaele) Giovanni, posso aggiungere un'altra cosa? (Piccolo Giovanni) si! (Natanaele) non è che per caso questo sogno, sempre delle lancette che vanno indietro, è quello di raccogliere i rami secchi? (Piccolo Giovanni) alzo le mani! (Mosè) posso raccontare il sogno mio, Giovanni? (Piccolo Giovanni) si! (Mosè) io invece.. lo racconto così come.. ho sognato una persona del mio paese che non vive nel mio paese, che è appoggiato al muro piangeva! Però, quando mi sono avvicinato, non era lui: il viso non l'ho mai visto, e mentre piangeva si asciugava le lacrime e diceva ”sai quanto l'ho amata la mia fidanzata? ma tanto tanto tanto!“. Poi da sveglio ho cercato di riflettere.. secondo me era Gesù riferito a tutto quello che sta succedendo a Gerusalemme!(*) (Piccolo Giovanni) alzo le mani e stringo le spalle!(*) è da riflettere!(*) ..mi sentite o non mi sentite? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è da riflettere? ..... (Telesfore) quando gridi ti sentiamo, però se parli piano.. qualcosa scappa! (Piccolo Giovanni) il volume deve stare sempre alto: non fate alti e bassi! <nel frattempo Tommaso regola il volume un po' più alto ma l'impianto di amplificazione innesca> non così! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ma nella giusta misura! Chiaro? (Telesfore) chiaro, sì! (Piccolo Giovanni) ogni cosa nella giusta misura, come la Croce, come l'Alito <4 colpi di tosse con un’alitazione> e come l'Amore che non ha misura. Dio lo dona tutto senza limiti. Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi raccontarmi.. (Telesfore) ..il resto? (Piccolo Giovanni) ..il resto? (Telesfore) il resto è che c'era anche una donna che a me mi sembra di avere visto.. qualche volta.. però non qua! E dico ”ma adesso questa qua.. ah, l'ha portata pure qua..“, dice, come se quella donna.. cioè, non era.. come se fosse venuta per.. (Piccolo Giovanni) ..spiare! (Telesfore) per.. non lo so dire la.. per spiare? (Piccolo Giovanni) vai avanti (Telesfore) e poi un'altra.. un'altra parte che ricordo è che mentre io mettevo a posto, c'era Vincenzo, e Vincenzo, al posto di aiutare me, andava sulle piante che doveva prendere un nido, non so.. degli uccellini! Io dico “Vince’, datti da fare perché qua ho bisogno di aiuto”, ma lui poi non ricordo se è venuto oppure no! ..e questo mi è rimasto pure.. che andava a prendere questi uccellini, mi sembra che c'erano anche delle bimbe(*) (Piccolo Giovanni) perché ridi? Ti sembra una cosa da niente? (Paolo) no, non ci sono cose da niente (Piccolo Giovanni) e perché ridi? (Paolo) contemporaneamente stavo pensando a quello che ho sognato io poco tempo fa! (Piccolo Giovanni) cosa hai sognato tu? (Paolo) un paese della Lucania.. appena mi sono alzato l'ho segnato su un pezzo di carta, adesso non lo ricordo.. sono andato a trovarlo sull'elenco dei comuni d'Italia ma non esiste quel nome di paese! Eppure nel sogno io ho sognato proprio questo.. (Piccolo Giovanni) chiedi a Marì se esiste! (Paolo) si, io ho pensato ad una forma dialettale.. (Piccolo Giovanni) ..chiedilo a lei. (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e quando glielo chiedi, abbracciala.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..da parte mia! E voi pregate per la sua capanna! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Alcuni) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) vi invito sempre ad essere vigilanti, a combattere il nemico con l'amore e a camminare nel Solco. Io come Sacerdozio vivo ed eterno vi ho sempre portati nel Solco e non vi lascio: vi porto sempre, figliuoli del mio Cuore, ma ricordate sempre, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Figli miei, Dio è Padre e conosce i cuori di ognuno di voi, ascolta i vostri sussurri e lascia scendere la manna per saziare ognuno di voi, non lascia i propri figli senza il suo Pane! Dio è Amore, Dio è Misericordia Infinita: bussate nel giusto del Vangelo e vi sarà aperta la porta! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) e bussa anche tu(*), non avere paura della Piccola Cocciuta: bussa e ti risponde quando può farlo! Non fermarti quando lei grida: chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora il Banchetto è pronto e il Padre ha messo tutto nelle mie mani: mi volete ancora? (Tutti) sì! (Telesfore) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) così e così!(*) (Telesfore) ma qualcuno almeno c'è che ti vuole! (Piccolo Giovanni) i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine: preparate i vostri cuori, il Banchetto è pronto, venite tutti a bere e a mangiare, figli del mio Cuore!(*) Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni ) Ecco lo Sposo che avanza: raccoglietelo, figli del mio Cuore! Vieni, Sposa! (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) Io allargo le braccia e invitando l'umanità ad accogliere il mio Amore, fate presto, venite unendo le vostre mani alla mia mano. Vieni, Sposa!........ .... Paolo! Telesfore!  (Telesfore ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) volete voi prendere parte al Banchetto? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete vuoi prendere parte alla mia gioia? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donarla all'umanità intera? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) voi che indossate l'abito della Croce, volete prendere parte? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ho sentito un solo sì! ........ e voi? (Tutti gli altri) sì! (Piccolo Giovanni) non c'è alcuna distinzione: siete Discepoli, Suorine, Colonne, e avete risposto sì all'invito! Siete qui presenti e non vedo nessuno secco da gettare via nella Stanza dell'Amore! Ti fanno pensare queste parole? (Paolo) sì, tanto! (Piccolo Giovanni) è bello? (Paolo) solo tu sei capace di raccogliere tutti e di accettare tutti! (Piccolo Giovanni) è il Padre, il suo Amore Infinito. Dio fa sbocciare i figli dalla pietra!: è un'altra goccia, è grande, vero.. (Mosè) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Natanaele? (Natanaele) sì! (Piccolo Giovanni) rimanete sempre piccoli, poveri e all'ultimo posto, ma amate con l'Amore di Dio! Vogliamo unirci.. (Paolo, ..., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..al sacrificio? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  (Piccolo Giovanni) Paolo della Croce, perché non riesci a tenere lo sguardo.. (Paolo) perché non mi sento degno di essere qua! (Piccolo Giovanni) ma sei stato invitato e hai risposto sì! (Paolo) certo, sì! (Piccolo Giovanni) e quando si è invitati e si risponde sì, si è un'unica famiglia con Dio! Volete rimanere nella Famiglia di Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come servi inutili abbracciate la Croce e portatela!(**) Chi mi sa dire il significato dell'Acqua unita al Sangue? (Mosè) l'Acqua e il Sangue che scorre che sgorgano dal Cuore del Padre! <dice qualche altra cosa ma non si capisce l'audio>  (Piccolo Giovanni) Natanaele? (Natanaele) il Sangue non può fare a meno dell'Acqua e l'Acqua non può fare a meno del Sangue, è un'unica cosa: è vita! (Piccolo Giovanni) Giuda? (Giuda) è segno di purificazione il Sangue con l'Acqua! (Tommaso) l'Acqua lava sempre ogni macchia come il perdono... <audio non intelligibile> , il Sangue è il sacrificio ... <audio non intelligibile>  (Piccolo Giovanni) volete bere di questo Calice? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) prima la Piccola Cocciuta!(*) <3º grido>  (Giulia) tu sei Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) è amaro? (Paolo, ...., Telesfore) no!(*) (Piccolo Giovanni) è amaro!(**) <Giovanni prende in mano l'Agnello Immolato e lo spezza in più parti ma senza fare staccare i pezzi> aspetto! (Paolo) è una Croce! ..... (Telesfore) una Croce e Gesù sopra! (Piccolo Giovanni) e non vi chiedete perché è stato spezzato?(*) <si riferisce all'Agnello Immolato>  (Telesfore) perché? (Piccolo Giovanni) dillo! (Telesfore) perché Gesù si sacrifica per noi! (Piccolo Giovanni) in quanti pezzi? (Telesfore) in cinque pezzi! (Piccolo Giovanni) contali!(*) (Telesfore) 4 sono.. o 5? 5 pezzi sono!(*) 5 pezzi! (Piccolo Giovanni) se sapete contare sono 5! E questi? (Telesfore) 5 e 6.. ..10.. 11(*) (Piccolo Giovanni) cosa rappresenta il numero 11? ...... (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando? (Paolo) a questa domanda che hai fatto! (Piccolo Giovanni) per te che significato ha 11? (Paolo) non.. non lo so! (Mosè) gli apostoli, ...... senza Giuda Iscariota! (Piccolo Giovanni) Natanaele? (Natanaele) Non lo so, possono essere tante cose: diccelo tu! (Piccolo Giovanni) Io lo chiedo a voi: Io lo conosco! (Natanaele) non lo so! <dice qualcosa Tommaso, ma l’audio non è intelligibile> (**) (Piccolo Giovanni) ora quanti pezzi sono? (Telesfore ....) 9!(*) (Piccolo Giovanni) aspetto quello che stai pensando! (Paolo) io sto pensando che hai lasciato al centro i dieci comandamenti: ci sei andato da una parte e dall'altra! .. sto pensando! (Piccolo Giovanni) e dov'è il centro?(*) (Paolo)  5(*) (Piccolo Giovanni) e il 5 cosa significa? che significato ha.. (Rosetta) ..le 5 Piaghe! (Piccolo Giovanni) le 5 Piaghe di.. (Mosè) ..di nostro Signore Gesù Cristo.. (Piccolo Giovanni) ..di nostro Signore! (Paolo) non lo sapevo questo! (Mosè) almeno quelle più evidenti! (Piccolo Giovanni) ora quale pezzo volete? ...... guardate le dimensioni!(*) che vedi, Paolo? (Paolo) io vedo un firmamento.. il firmamento con un astro che governa tutto! ......... (Telesfore) a me sembra un albero!(**) (Paolo) quello che sto pensando, forse? .. - in modo proprio chiaro un pesce!(*) (Piccolo Giovanni) tu? ...... (Telesfore) non riesco a distinguere, io!(*) (Paolo) io non vedo più il pesce così! <ha ruotato il piattino >  (Telesfore) mo' sembra un Calice! ...... (Piccolo Giovanni) è il Cuore di Dio della stessa misura di ciò che avete preso ognuno di voi! Vedete la forma del Cuore? .... (Piccolo Giovanni) il Cuore della Croce che viene ad abitare dentro di voi!(*) Volete mangiare? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) il peso è enorme: sono tutti i flagelli che scenderanno ancora sull'umanità, e il peso l'ho caricato sulle vostre spalle!(*) hai sentito i brividi? (Paolo) non ho capito! (Piccolo Giovanni) hai sentito i brividi del peso? (Paolo) non lo so se era riferito il peso il brivido! (Piccolo Giovanni) ciò che si avverte nella Dimora del Padre viene.. (Paolo) ..ho capito! (Piccolo Giovanni) e ora guardate i pezzi!(*) (Telesfore) grondano Sangue?(*) (Piccolo Giovanni) Dio che gronda Sangue per ciò che sta avvenendo in questo attimo nel mondo intero!(*) ma per voi è pesante, e la Piccola Cocciuta raccoglie ancora una volta il Sangue che gronda!(**) Figlia mia, vai avanti, tu sai bene che dovrai soffrire! (Giulia) sì, Papà!(*) (Piccolo Giovanni) ora volete donarmi.. (Paolo, ....., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose!(*) Il Calice del Sangue è più pesante in questo giorno, figli, ma Io vi do la forza: fate festa, bevete e mangiate al Banchetto Nuziale, figli del mio Cuore! Padre, ti chiedo ancora una volta di ascoltare la mia preghiera!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre!(*) Ascolta ancora il mio grido, Padre mio! Padre!(*) Padre! Padre! Padre!(*) Padre, ho bevuto il Calice e con me l'hanno bevuto i tuoi figli qui riuniti nel tuo Nome! Padre mio, grazie per aver accolto nel tuo Cuore la mia preghiera: sia benedetto il tuo Nome, Padre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, all'umanità intera, ai figli che mi hanno accolto e la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi nell'Amore Pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore!(*) È bello essere sollevati, ma il peso com'è.. (Telesfore) ..pesante.. (Piccolo Giovanni) ..Telesfore? (Telesfore) è pesante! (Piccolo Giovanni) rendilo leggero! (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni) è l'Amore che fa portare il peso, e quando amate e perdonate, usate carità, la Croce diventa leggera e non sentite il peso sulle spalle, ma sentite solo gioia, perché Dio è gioia quando si poggia su ognuno di voi. Quando giudicate o guardate la pagliuzza nell'occhio del fratello e non vedete la trave che nel vostro occhio, la Croce non riuscite a portarla sulle vostre spalle perché diventa pesante. Il mistero è racchiuso nell'amore! Amando, Gesù ha abbracciato i Dolori del Parto che non sono quelli del mondo, ma il Parto di Dio, della Croce, e non ci sono Dolori più grandi! Paolo della Croce, conosci un dolore più grande? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) il tuo è grande? (Paolo) lo sai tu questo! (Piccolo Giovanni) è uguale al Parto della Croce? (Paolo) non lo so! (Piccolo Giovanni) i vostri dolori sono uguali al Parto della Croce? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e neanche il tuo!..... (Mosè) e non c'è proprio paragone tra la Croce di Gesù e quella nostra: c'è un dislivello enorme! (Piccolo Giovanni) almeno portate la vostra: chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua, ma adesso siamo in salita, state attenti al nemico. Figli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine, il monte.. ricordate “aspettatemi, Io verrò”, “Io verrò” , “Io verrò”, e nell'attesa Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figli, andate in pace: portate la mia Pace, seminatela ovunque andate, ma state attenti, non abortitemi quando uscite fuori, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ora voglio riposare nei cuori di ognuno di voi; Mamme della mia gioia, mi cantate ancora la Ninna.. (Tutti) ..sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni ) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che mi offrite! Grazie per i vostri sudori: anch'Io li ho versati per voi e per l'umanità intera nell'Orto degli Ulivi dicendo “Padre, se è possibile passi da me questo Calice, ma sia fatta la tua non la mia volontà”. Ora è la vostra ora: l'ora di raccogliere i vostri sudori, l'ora dei Discepoli della Nuova Chiesa che è Maria! È tempo di combattere la battaglia con Maria: annientare il nemico e far sorgere il Sole di Fatima! E il Padre ha raccolto la sua famiglia; agli occhi del mondo sembra solo una farsa: Dio che si ferma in una casa! Il mistero è grande: Dio è in mezzo a noi e nel mondo intero chiamando gli invitati!(*) Ora Io lascio tutto nelle vostre mani, ma non vi abbandono: sono con voi fino al sorgere del Sole di Fatima! Tutti lo vedrete in questo Luogo, nel mondo intero! Lavorate! Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce: volete lavorare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) unite la Catena santa(*), e nell'Amore della Croce liberate i vostri cuori dalle cose del mondo: Dio è il vostro tutto; Dio è il vostro Pane, e il pane del mondo non vi può saziare, solo Dio può donarvi la vita eterna innalzando la sua preghiera: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”>  (Piccolo Giovanni) Figliuoli, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!“. Ricordate: “Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna”, ora andate in pace! Figliuoli, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti ) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, Pargoli del mio Cuore! Rimanga per sempre la mia Pace e portatela ovunque andate, figli!

 

 

         10. Dom 24/08/2003, Stanza more solito

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.56)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta per l'umanità tutta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te, figlia del mio Cuore. Figlia mia, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre; unisci i tuoi dolori ai dolori di Gesù e prega nel silenzio della Croce come tu sai fare, figlia del mio Cuore! Eccomi, Io sono qui in mezzo a voi in ubbidienza a Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo: vengo a portare l'Amore e la Quiete di Gesù vivo e reale in mezzo a voi, ma come Mamma vi invito a pregare. Vi invito ad aprire i vostri cuori all'amore perché Dio è Amore Infinito in mezzo a voi e nel mondo intero. Figliuoli del mio Cuore, il mio Cuore gronda Sangue nel vedere l'umanità sorda e cieca: con i vostri occhi vedete i flagelli che scendono! Figliuoli, pregate col cuore aperto, pregate col cuore di mamme amandovi gli uni gli altri, perdonando e usando carità verso tutti, come il Padre allarga le braccia per ognuno di voi e per il mondo intero! Io parlo a voi che siete qui riuniti, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma il grido del Parto rapisce l'umanità intera! Figliuoli miei, Io vengo a portare la scala per salire al Padre, e la scala per salire a Dio è donare la mano al fratello. La famiglia di Dio rimane sempre unita nell'unico Amore, nell'unica Pace, nell'unica Verità. Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Figli miei, vi ho abbracciati ai piedi della Croce ché mi siete stati consegnati come figli. E come Mamma Io vi porto sempre ai piedi della Croce, così anche voi non lasciate i vostri fratelli! Il vostro sì sia pieno a Dio: accogliete chi vi tende la mano perché è Gesù a farlo, figliuoli, ma state attenti al nemico: indossa tutti gli abiti per confondervi e farvi cadere nella falsa luce; allontanatelo amando con l'Amore che Dio dona ad ognuno di voi, e l'Amore di Dio non si spezza, l'Amore di Dio non ha mezze misure, ma la misura piena della Croce, figli; e non prostratevi a dei sconosciuti ma chinate il capo dinanzi al Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore! E la verità è in mezzo a voi: la Parola viva e reale del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ed in questo giorno vengo a supplicare i vostri cuori: pregate, figliuoli, perché non conoscete ciò che è scritto nel Libro di Dio; pregate e sia la vostra fede salda come la roccia, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) dovrai soffrire ancora, figlia mia, e portare sulle tue spalle l'umanità intera in questo tempo! Vedi, figlia, l'ultimo strascico di coda del nemico sta portando via molti miei Figli Ministri(*) (Giulia) Mamma, cosa devo fare? (l'Immacolata) immolati come tu sai fare e tieni strette le tue pecorelle! (Giulia) Mamma, donatemi la costanza e la forza! (l'Immacolata) grida come Giovanni e con Giovanni quando sei nel giusto del santo Vangelo, figlia mia! (Giulia) sì, Mamma!(*) ma il tuo Cuore è triste, Mammina! (l'Immacolata) chino il capo e guardo l'umanità e chiedo ad ognuno di voi di pregare unendovi al mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata. Consolate il Cuore di Gesù, figli miei, perché Io vengo in ubbidienza al Padre a portare l'Amore e la Quiete del santo Vangelo in mezzo a voi e nel mondo intero. Pregate, figli, pregate, pregate, pregate! È questo il grido in questo giorno che Io lascio in mezzo a voi e nel mondo intero! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Pace, la Quiete e l’Amore del santo Vangelo sia l'unica Via per ognuno di voi.. (Tutti) ..e con il tuo Spirito.. (Piccolo Giovanni) ..e per l'umanità intera! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi, figli del mio Cuore! Per volere del Padre sono ancora qui in mezzo a voi a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, ad invitarvi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! E vivere il Vangelo non è una barzelletta, ma è battersi il petto ed inchinarsi dinanzi alla Croce! Vivere il Vangelo non significa chiudere la porta al fratello, ma aprirla e mettere in pratica la Parola di Dio! “Io sono a posto con la mia coscienza perché sono andato in chiesa, ho preso Gesù”, ma uscendo fuori punto il dito verso i fratelli! È tradire Dio! È abortire Dio! Il sì che il Padre chiede ad ognuno di noi è il sì pieno che diventa un’unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, dove si accende la Fiamma dell'Amore di Dio e nessuno può spegnerla, ma camminare dritti nel Solco del santo Vangelo! Cari figli, come Sacerdozio vivo ed eterno, Io lo grido ancora: “se venite in questo luogo per ascoltare la mia voce, per vedere la Piccola Cocciuta e non trovate il Vangelo: ANDATE VIA FUORI DAL LUOGO DI DIO!”(*). Il mio Cuore gronda Sangue; l'oceano di Dio (è) in mezzo a voi, Dio che parla vivo e reale, e devo chinare il capo e non aggiungo altro! Figliuoli del mio Cuore, come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a tenere alto il Vangelo, a viverlo, a farlo crescere, ad amarlo e a combattere con la spada l'ultima battaglia del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Figliuoli, state attenti al nemico: non lasciatevi confondere dalla sua falsa luce, ma vivete l'Amore che Dio vi dona come la famiglia di Giuseppe, di Maria e di Gesù! È questo che Io vi chiedo! Vivete nella Pace ma nella Pace di Dio! Vivete nell’Amore, ma nell’Amore di Dio, camminando nel Solco Santo dell'unica Verità del santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 21° sett./B Gv. 6,60-69>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché è pesante ciò che sto dicendo? (Paolo) è triste, Giovanni! (Piccolo Giovanni) la Parola che avete vissuto, com'è? (Paolo) la Parola che abbiamo vissuto, induce a riflettere parecchio. Oggi ha iniziato la Piccola Cocciuta a farci meditare sui fratelli, sul  comportamento che noi dovremmo assumere nei loro confronti (Piccolo Giovanni)l'anima mia è triste fino alla morte”! (Paolo) si! Poi ha continuato la Mamma e adesso, in sintonia anche tu, poni l'accento su questo comportamento che noi non riusciamo a tenere, almeno con continuità, nei confronti dei nostri fratelli! Ehm.. e anche il Vangelo ci induce parecchio a pensare: i discepoli che trovano dura la Parola di Gesù, non riescono, a mio avviso, a rapportarla a quelle che sono le loro esigenze terrene e quindi lo abbandonano! (Piccolo Giovanni) e chiedo anche a voi: cosa volete fare? (Paolo) si, noi vogliamo rimanere saldi alla Parola di Dio e seguirlo in ogni circostanza, soprattutto in quelle circostanze in cui noi non riusciamo a comprendere ciò che Egli dice, ma non riusciamo a comprenderlo perché forse non apriamo il cuore e ragioniamo troppo con la mente! Ecco, per.. avrebbero dovuto fare questo i discepoli anche a quei tempi: aprire il cuore e non soffermarsi letteralmente a ciò che Gesù diceva, così forse sarebbero riusciti.. (Piccolo Giovanni) ..molti sono i chiamati e pochi gli eletti! (Paolo) io prima riflettevo su alcune.. su alcune cose, e spesso la Piccola Cocciuta che parla con la voce del Padre dice alcune cose che a prima vista sembrerebbero in contraddizione, o sembrerebbero addirittura delle cose non vere.. (Piccolo Giovanni) ..fuori il Vangelo.. (Paolo) ..fuori il Vangelo. Ecco, riflettevo, appunto, su questo, cioè, sembrerebbero così pensando con la mente e allora io pensavo anche al Vangelo di oggi e mi chiedevo che in queste circostanze, che per un certo verso sono difficili da comprendere, noi dobbiamo solo aprire il cuore e non pensare più, dobbiamo aprire il cuore a Dio e ci renderemo conto un giorno che, in realtà, è Lui che ha ragione: noi abbiamo sempre torto! (Piccolo Giovanni) o si crede nella pienezza alla Parola.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..o si cade nelle mani.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..del nemico! Non si può servire Dio e mammona! (Paolo) tante volte, Giovanni, è molto difficile questo.. è molto difficile perché ci troviamo davanti a delle apparenti contraddizioni molto forti.. contraddizioni molto forti, e allora è proprio in queste circostanze che noi dobbiamo essere ancora più forti e rivolgerci a Dio a cuore aperto! (Piccolo Giovanni) saldi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..sulla Roccia del Padre! Saldi nell'unica Verità del santo Vangelo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) il mistero è grande e non potete capirlo, solo Dio conosce i tempi; ma vi ripeto ancora una volta: siate vigilanti, non spegnete le lucerne dei vostri cuori, ma state attenti al nemico che è sempre pronto a farvi cadere nella falsa luce! Amatevi gli uni gli altri, perdonate, usate carità verso tutti, perché solo l'amore può annientare il nemico. Allontanatelo dai vostri cuori, dalle vostre case, dalle vostre vie, e camminare sull'unica Via che il Solco del Padre segnato per ognuno di voi e per l'umanità intera, figli del mio Cuore! Paolo, mi sono fermato a parlare con te ma desidero che tu apri il tuo cuore!.. (Paolo) non ho capito, Giovanni! (Piccolo Giovanni) desidero che tu apri il cuore e mi racconti quello che porti dentro! (Paolo) quello che io porto dentro, in un certo senso, l'ho già detto prima, Giovanni; io, prima ancora.. prima ancora di leggere il Vangelo di oggi, l'ho ascoltato in chiesa la prima volta, poi sono andato a rivedermelo e allora io mi sono soffermato a riflettere su alcune cose che la Piccola Cocciuta dice. Noi sappiamo che quando Lei parla.. tu dici sempre, è una cosa ormai assodata, non è Lei che parla ma è il Padre che parla.. (Piccolo Giovanni) ..per chi crede! (Paolo) certo, se noi siamo qua vuol dire che crediamo fermamente a questo! Ora, tante cose che Lei dice, da una prima analisi, ehm.. sembra che siano delle cose sbagliate, magari tante volte dice una cosa che noi poi andiamo a verificare e non è come ha detto Lei. Ecco, io mi sono soffermato a riflettere su tante di queste.. di queste cose che la Piccola Cocciuta dice. Poi, leggendo il Vangelo ho collegato le due cose e mi sono.. e mi sono chiarito, dico “bè, anche allora non.. pur avendo Gesù davanti non riuscivano a capire la loro(sua) Parola”: la trovavano dura, la trovavano fuori tempo forse, si sono allontanati addirittura, l'hanno lasciato perdere, dice ”ma questo che sta dicendo?”, “che cosa vuole?”, “cosa vuole farci.. dirci con il miracolo.. una moltiplicazione dei pani etc, la Carne, il Sangue, che cosa vuole dirci questo? parla una lingua che noi non capiamo!”. E bè, allora io ho superato questo.. questo scoglio, e aiutandomi col Vangelo ho pensato che sicuramente ciò che io penso con la mente non è così per Dio, quindi io con la mente vedo un errore della Piccola Cocciuta, ma in realtà sono io che non riesco ad entrare in sintonia con Dio e a capire quello che Lui vuole trasmettermi dicendo determinate cose! (Piccolo Giovanni) il Vangelo è il Cuore di Dio, e non ci vuole.. (Paolo) ..si.. <la voce di Giovanni è troppo bassa e non si capisce>  (Piccolo Giovanni) …errore.. (Paolo) ..si, lo dicevo anche.. (Piccolo Giovanni) ..il Vangelo si ascolta col cuore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..non con la mente.. (Paolo) ..ieri.. (Piccolo Giovanni) ..non ci sono maestri del Vangelo: IL MAESTRO È UNO SOLO! ...... (Paolo) ieri, Giovanni, ..... abbiamo scambiato qualche parola con.. con un fratello.. <Giovanni si porta alla testa le mani come per tapparsi le orecchie > no, non lo nomino.. non lo nomino.. che.. (Piccolo Giovanni) ..non mi tappavo le orecchie per il nome.. ..... (Paolo) ..che segue una strada diversa. E quello che mi ha colpito, appunto, in modo molto evidente.. , dico “ma questi cercano troppi collegamenti logici, cercano di fare un mosaico di una determinata cosa”. “Parlando del Vangelo” - dico - “non si può ragionare con la mente, bisogna semplicemente aprire il cuore a Dio e basta: è così che si riesce a capire il Vangelo”, e questo fratello ci chiedeva quale fosse il nome di Dio! (Piccolo Giovanni) Giovanna, qual è il nome di Dio? (Giovanna) io penso che il nome di Dio è Gesù, Gesù e Dio sono la stessa cosa, quindi.. non penso.. (Piccolo Giovanni) ..e voi cosa avete risposto? (Simone 1) Javè! ...... (Piccolo Giovanni) cosa avete risposto? ...... (Elia) abbiamo risposto che.. abbiamo risposto che non c'è bisogno di chiamarlo Dio e che, anche un po' (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) qual è il nome di Dio? (Tommaso) il nome di Dio, innanzitutto, è Padre(*) e quindi, poi possiamo contornarlo con tutti i nomi: il Dio con noi, Javè, l’Emanuel, Gesù.. è sempre uno solo: Dio Padre, che è il Padre di tutta l'umanità e di tutte le religioni di tutto il mondo! (Piccolo Giovanni) Rosetta, lo sai dire qual è il nome di Dio tu che sei stata nella terra Santa? non aver timore! (Rosetta) Jesus! (Piccolo Giovanni) cioè? (Rosetta) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi ha visto me.. (Piccolo Giovanni e Rosetta, insieme) ..ha visto il Padre!(*) (Piccolo Giovanni) Mosè voleva dire qualcosa? (Mosè) il vero nome è il Padre, il Padre che crea e salva l'umanità intera! (Piccolo Giovanni) ma Gesù quando gli è stato chiesto “mostraci il Padre”, cosa ha risposto? (Mosè) “mostraci il Padre e ci basta. Se avete visto me avete visto il Padre”. Gesù era il Padre! (Piccolo Giovanni) e come avete lasciato questo fratello, Paolo? (Paolo) Lui ha creduto di aver suscitato in me qualche dubbio o interesse in ciò che diceva.. dice “adesso tu andrai a casa e andrai a vedere e a verificare le cose che ti ho detto io” ..... e percorreva lui e invece, della certezza interiore che io.. di cui sono cosciente: ero e sono cosciente! (Piccolo Giovanni) Giovanna, sei convinta? ..qual è il nome? (Giovanna) ma prima volevo dire un'altra cosa, che Dio viene chiamato con tanti nomi: Javè, etc. etc. però, insomma, sempre Dio è, quindi.. Dio si chiama Dio e basta secondo me! (Piccolo Giovanni) Dio è Gesù.. (Giovanna) ..sempre uno è, no?.. (Piccolo Giovanni) ..è un'unica Persona: Padre, Figlio e Spirito Santo! Chiaro? (Tutti) chiaro, sì! (Piccolo Giovanni) o siete scandalizzati? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e raccontami qualche altra cosa! (Paolo) in merito a cosa, Giovanni? (Piccolo Giovanni) sul Vangelo! Dovete ricordare che noi siamo riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e il nostro parlare è Vangelo! (Paolo) io, Giovanni, sai cosa ho pensato io in merito al nome di Dio? è una riflessione che ho fatto subito dopo, al di là dei nomi che sono stati detti: io identifico Dio col suo Vangelo! (Piccolo Giovanni) la Parola! (Paolo) sì! Per me, seguire la sua Parola, meditare sul Vangelo col cuore, mettere in pratica quotidianamente ciò che dice, questo per me è il nome di Dio! (Piccolo Giovanni) è mangiare il Pane vivo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che scende dai Cieli! (Paolo) cioè, il nome di Dio è il concentrato di tutto il suo operato! (Piccolo Giovanni) Amen! (Paolo) questo io l'ho pensato subito dopo aver avuto quello scambio di parole con quel fratello! (Piccolo Giovanni) pregate per il fratello come per tutti gli altri, per l'umanità intera che confusa dal nemico si trova fuori il Solco; e il vostro compito è portare i fratelli nel Solco di Dio e farli vivere nell'Amore e nell'unica Verità che è il santo Vangelo! Voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito ad andare avanti, a camminare sempre nell’Amore e nella Pace di Dio e combattere il nemico abbracciando il Cuore Immacolato di Maria! Come Mamma è curva a pregare e a tenere il velo perché scende sempre di più sull'umanità intera; i flagelli non si fermano perché c'è poco Amore, poca preghiera fatta solo con le labbra e non fatta col cuore! Pregate col cuore, abbiate fede, e con la fede e la preghiera potete fermare le guerre e i flagelli! Figli miei, in questo giorno Io grido forte: pregate, pregate, pregate, Maria ha lasciato scendere il santo Rosario: l'ascensore per arrivare a Dio, non perdetelo! Come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a stare uniti al Cuore di Maria! Figli miei, non abbandonatela, perché come Mamma vi ha stretti e vi porta nel suo Cuore! Figli miei, voi cosa volete fare: rimanere o andare via? (Tutti) rimanere! (Piccolo Giovanni) rimanete nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) figliuoli del mio Cuore, come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi saluto: Maria lascia tutto nelle mie mani! Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli miei, e non vi lascio senza l'Alito del mio Amore <3 colpi di tosse con doppia alitazione> portatelo ovunque andate e portate la mia Pace e la Quiete del santo Vangelo! Figli del mio Cuore, ricordate sempre che Io sono in mezzo a voi in ubbidienza al Padre, e nell'Amore e nella Verità del Padre, Io vengo sempre a segnarvi il Solco: l'unica Verità, l'unica Parola viva di Dio in mezzo a voi! Accoglietela nei vostri cuori e donatela ai fratelli, e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Accogliete i figli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, e non lasciate fuori la porta i miei vecchietti, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) figlia mia, dovrai soffrire ancora a causa del nome del tuo Gesù! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) figlia mia, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo; e nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore, e il Padre lascia scendere su di voi la rugiada del suo Amore! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace e portate la Pace di Dio! Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure con la misura piena della Croce che è l'Albero della vita del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna! Figli del mio Cuore, andate in pace!

 

Estasi in giardino (ore 17.46)

(Giulia ) Padre! Padre! Eccomi, sono qui ai tuoi piedi!(*) Parla, Padre!(*) (il Padre) figlia, ascolta il tuo Cuore! (Giulia) sì, Padre mio!(*) sia fatta la tua volontà, Padre! (il Padre) Paolo, stringi la Croce nelle tue mani e dimmi, figlio, ciò che hai letto è Verità? <ha letto il passo del Vangelo di Giovanni 6, 60-69> (Paolo) sì, è l'unica Verità! (il Padre) e chi di voi crede?(*) chi di voi crede? <i fedeli rispondono tutti insieme e le loro voci si coprono. Confusamente si sente “ti crediamo Gesù”, ”io ti credo, Gesù” e risposte simili> e pensate che Dio non legga e non conosca i cuori? lo pensate questo? (Molti) sì! <nel senso positivo, cioè che Dio legge e conosce i cuori> (il Padre) e come potete rispondere “io credo”?(*) mi rispondi tu, Paolo? (Paolo) noi più volte ci lasciamo coinvolgere da situazioni ed eventi che si verificano sulla terra; il nostro cuore, però, io credo che sia rivolto sempre al Lui!(*) (il Padre) ed ora vi chiedo: anche voi volete andare via? (Tutti) no! (il Padre) è come ha risposto? (Anna) “da chi andremo? solo.. solo tu hai vita eterna, Padre!” .. senza di te siamo nulla! (il Padre) è così la risposta, Paolo? (Paolo) c’ho il Vangelo davanti, lo rileggo? <il Padre assente> daccapo? (il Padre) solo quella parte! (Paolo) “gli rispose Simon Pietro: Signore, da chi andremo? tu hai parole di vita eterna, noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio” (il Padre) e voi in cosa credete essendo qui riuniti.. (Qualcuna) ..sei il santo di Dio.. (il Padre) ..dinanzi a Dio? (Paolo) noi crediamo in ciò che ha detto Simon Pietro! (il Padre) voglio sentirlo! <Paolo seguita a leggere il Vangelo> (Paolo) “tu hai parole di vita eterna, noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il santo di Dio” (il Padre) voglio sentirlo da.. ....come si disperdono le vostre voci: non riuscite a gridare in un'unica voce! (Tutti) TU SEI IL SANTO DI DIO! (il Padre) non lo dite alla Piccola Cocciuta ma alla Croce che stringe nelle sue mani, a Dio che è vivo e reale ed è in mezzo a voi! La Cocciuta è uno Strumento che si inchina ai piedi della Croce! Figliuoli, vivete in umiltà, vivete l'Amore di Dio che abbraccia ognuno di voi e l'umanità intera, e camminate sempre sulle orme di Maria: come pellegrina cammina nel mondo intero a portare la voce di Dio, e invitando “amate il mio Figliuolo Gesù: cercatelo e rifugiatevi nel suo Cuore”. Ed Io invito ognuno di voi, come Padre, a rifugiarvi nelle braccia del mio Unico Figliuolo! Lascio scendere su di voi la rugiada del mio Amore e raccolgo i sussurri dei cuori di ognuno di voi, figliuoli, ma siate coscienti: IO SONO IL VOSTRO DIO, IL VOSTRO PAPA’ CHE ASPETTA OGNUNO DI VOI E L’UMANITA’ INTERA A BRACCIA APERTE! Figliuoli, ricordate i comandamenti? (Alcuni) sì! (il Padre) e diteli! <dall'emozione e dalla fretta di enunciarli, Anna e qualche altro cominciano a pasticciare con l’ordine numerale dei comandamenti e le loro enunciazioni, trascinando nell’errore molti altri dei fedeli presenti>  (Alcuni) si! (il Padre) e diteli! (Anna e qualche altro) “Io Sono il Signore Dio tuo, non avrai altro Dio all'infuori di me”, “onora il padre e la madre”, “non nominare il nome di Dio invano”, “ricordatevi di santificare le feste”, “4° onora il padre e la madre”, “5º non ammazzare”, “6º non fornicare”, “7° non dire falsa testimonianza” , “8° non desiderare la roba degli altri”, “9° non desiderare la donna degli altri”, “10° ..” (Luisa) ci siamo persi! (Paolo) abbiamo fatto confusione! (il Padre) li ricordate.. almeno il primo! (Paolo e Alcuni)Io Sono il Signore Dio tuo, non avrai altro Dio all'infuori di me”! (Alcune) “non nominare il nome di Dio invano” (Mosè) “non fornicare” è il terzo! (il Padre) non fate più confusione, mi basta sentire che ricordate il primo e camminate sulla Via del mio Amore, figli, e vi chiedo come Papà: andate alla scuola di Maria perché ancora siete dei Pargoli!(*) Un Papà può dire queste cose.. (Telesfore e qualcun altro) ..si.. (il Padre) ..ai propri figli? (Tutti) sì! (il Padre) vi stringo al mio Cuore e vi lascio la mia Gioia, e la mia Pace sia la vostra gioia, figli! Tu, Cocciuta, dovrai soffrire ancora ma la mia grazia è su di te, figlia del mio Cuore!

 

Estasi nella Stanza (ore 18.23)

(Giulia) <dice qualche parola ma la voce è impercettibile> mi fermo dinanzi al 4° Dolore e chino il capo!(*) <4° Dolore = ”Maria incontra suo Figlio carico della Croce”> quante volte ti ho incontrato, e quante volte ti ho lasciato per terra mentre tu portavi la Croce e grondavi Sangue per me!(*) Gesù, insegnaci a non lasciare nessuno per terra; insegnaci a prendere sulle nostre spalle la Croce che tu hai portato e porti per noi! Gesù, noi siamo qui riuniti come servi inutili aspettando il tuo grido, il tuo grido d'amore per indicarci la Via da camminare e il fratello da prendere per mano! Gesù, tu conosci il cuore della creatura che ha consolato il Cuore di Maria, <è Anna, la sorella di Assunta> tienila stretta, e nelle sue fatiche donagli sempre la tua Croce, Gesù! (Gesù) figlia mia, ad ognuno di voi offro il mio Sangue e la mia Carne e vi chiamo “Amici”, e in questa amicizia, Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Gesù) andate nella Pace gridando al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi e ci dona il suo Sangue e la sua Carne”! (Giulia) grazie per il tuo Amore Infinito, grazie! Anche se la mia anima è triste fino alla morte, ti dico “grazie, Gesù”!(*) (Gesù) ed Io rispondo “Amen, Amen”, figlia del mio Cuore!