LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 36

 

QUANDO IL TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA SCENDERÀ, DIO DIVIDERÀ I FIGLI CHE NON HANNO AVUTO VERGOGNA E QUELLI CHE SI SONO VERGOGNATI DELLA SUA PAROLA

(dal messaggio del 07/09/2003)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

 

         1. Giov 28/08/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia, unisciti ancora una volta ai Dolori della Croce: abbraccia con me, figlia, i Chiodi divini! (Giulia) Gesù, con la tua grazia! Gesù, mio! (Gesù) figlia, donami le tue mani! Vedi, i flagelli scendono ancora sull’umanità, ma Io vi chiedo in questo istante di pregare per la pace e aprire i vostri cuori all’Amore Misericordioso del Padre! Figlia, abbracciamo i Chiodi! (Giulia) sì, Gesù! <1° grido>(*)(Gesù) Sollevati, anima mia!(*) Figlia, i Calici sono amari perché sono i Calici che l'umanità offre al Cuore di Maria e al mio Cuore. Figlia, in questo giorno vi invito ad aprire ancora una volta la porta dei vostri cuori, ad ascoltare il grido del Parto che è vivo e reale in mezzo a voi. Vi invito ad essere vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui Io verrò, ma la mia Promessa è duratura e non viene meno, figliuoli del mio Cuore! Il mio Cuore gronda Sangue nel vedere l'umanità cadere nel fango del nemico, ed Io allargo le braccia aspettando che tutti i miei figli ritornino a casa: fate presto, figliuoli del mio Cuore! Fate presto a donare la mano a Maria che pellegrina cammina nel mondo portando il seme della Croce: ascoltatela, figliuoli del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei, ma chino il capo nel vedere l'umanità che calpesta la Parola, l'umanità sorda e cieca, l'umanità che ha dimenticato di avere un Papà che aspetta a braccia aperte! Figliuoli, Dio è Padre di ognuno di voi e del mondo intero e guarda con amore misericordioso e aspetta tutti i suoi figli al Banchetto Nuziale per fare festa, come in questo giorno siete qui riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, per fare festa! E la mia gioia è piena nel vedere i vostri cuori che si aprono per donarsi ai fratelli; ma vi invito ancora una volta, figliuoli, state attenti al nemico, non lasciatevi confondere dalla sua falsa luce e non abortite la Parola viva che scende in mezzo a voi! Dio è in mezzo a voi, è vivo, parla e dona l'amore pieno all'umanità intera, ad ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Vedete, figliuoli, il mio Cuore è triste e gronda Sangue nel dirvi ancora una volta: “la storia si ripete”, l'umanità non accetta il mio Amore, l'umanità cammina la via larga, ed Io mi poggio su di voi con la Croce chiedendo il vostro aiuto; figli del mio Cuore, almeno voi salvate i vostri fratelli, portateli sulle vostre spalle perché il Parto e pieno, figli miei, e Maria cammina per combattere l'ultima battaglia. Figliuoli del mio Cuore, Io vi invito a pregare, vi invito ad amare, vi invito a perdonare, vi invito ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici! Siate uniti alla famiglia di Dio e non staccatevi dal legno Santo della Croce! Ricordatelo sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e non prostratevi a dei sconosciuti. Io uso il mio Strumento per parlare ad ognuno di voi e al mondo intero, ma chino ancora una volta il capo! Figliuoli, vi invito ancora a pregare per la pace: il mondo non è in pace perché non cerca il mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) figlia mia! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) hai compiuto la seconda missione! (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia! (Gesù) vedi, ora dovrai camminare per la terza! (Giulia) sì, Gesù!(*) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) no, figlia!(*) Bevi solo il Calice!(*) è amaro, figlia! (Giulia) Gesù, dalle tue mani non è amaro, è amaro ciò che viene dalle mani del mondo! Tu sei Amore Infinito, e tutto quello che ci offri è miele e latte: l'umanità non ci offre questo! (Gesù) per questo vi invito a pregare e ad allargare le braccia sul Legno della Croce! Vi invito a pregare per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri: in questo tempo stringeteli ai vostri cuori e non lasciateli soli; conduceteli sulla Via Stretta col vostro amore, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, perché il tuo abito è sporco? (Gesù) vedi, figlia mia, sto camminando per raccogliere le pecorelle smarrite! (Giulia) Gesù, ma è pieno di Sangue! (Gesù) alcune sono ferite e le devo pulire col mio abito! (Giulia) Gesù, quante pecorelle! (Gesù) le ho raccolte perché l'umanità me le ha portate via, ed Io le sto raccogliendo per riunirle a voi; volete portarle sulle spalle? (Tutti) sì! (Gesù) Io le consegno ad ognuno di voi e invito ognuno di voi a raccogliere e a curare quelle ferite. Vi invito a donare sempre il vostro sorriso al fratello emarginato e vi invito a camminare nell'ubbidienza, nell'amore, nella Pace e nella quiete del mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e di tenere sempre alto il santo Vangelo perché Io vengo nell'unica Verità della Parola, figli del mio Cuore! Ora chiedo ad ognuno di voi: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del santo Vangelo sia sempre viva e ardente nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'amore e nella Luce del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi a indicarvi la Via, ad aprirvi il Solco per arrivare alla Porta di Dio e salire i gradini di Maria che ha lasciato scendere donando all'umanità il santo Rosario, preghiera che Io invito a fare ad ognuno di voi e al mondo intero! Maria, nel suo Amore Infinito, per portarvi nel Cuore del Padre, ha lasciato scendere l'ascensore del Rosario, ma in pochi prendono l'ascensore di Maria. Figliuoli, Dio non chiede molto, è l'umanità che vi stringe e vi porta via tutto: Dio vi chiede solo i vostri cuori aperti, il sì pieno e pregare secondo le intenzioni di Dio! Ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre a tenere alto il santo Vangelo, a viverlo, a farlo conoscere e ad amarlo come lo sposo ama la propria sposa, ma nell'Amore pieno del Sigillo della Croce! E questa è un'altra goccia che lascio scendere su di voi e sull'umanità intera, perché Io parlo a voi e parlo all'umanità intera, ai figli che si uniscono a questa santa preghiera e a tutti coloro che mi avete portato nei vostri cuori, figli miei. Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 21° sett. T.O./B Mt. 24,42-51>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo di oggi? (Paolo) è un tema che noi trattiamo in continuazione, Giovanni, che dovremmo oramai avere assegnato bene, ma non solo con le parole, ma avremmo dovuto.. dovremmo metterla in pratica, ma forse così non è, o almeno per tutti non è così, o per altri lo è in parte. È Gesù che ci invita ad essere vigilanti: con la parabola del servo ci invita a non dimenticarci che Lui verrà e noi non conosciamo né l'ora.. (Piccolo Giovanni) ..e neanche il giorno.. (Paolo) ..e neanche il giorno, e quindi la nostra esistenza deve essere all'insegna del suo Vangelo e nell'attesa della sua venuta. Ecco, questo è un messaggio.. (Piccolo Giovanni) ..quale servo ha il cuore pronto per la venuta di Dio?(*) <si alza e va ad inginocchiarsi dinanzi alla Croce>  (Paolo) ha il cuore pronto il servo.. (Piccolo Giovanni) ..il servo che si alza e si inchina dinanzi alla Croce per dire “eccomi, Padre, sono un servo inutile, fa di me quello che vuoi, io ti sto aspettando e sto offrendo il mio niente ai miei fratelli, ma il mio cuore è pronto e arde d'amore solo per te mio unico Tesoro” (Mosè) si! (Piccolo Giovanni) ”eccomi“, il servo pronto distaccato dalle cose del mondo e legato all'unica Fonte: la Croce, il Vangelo, il Solco che porta a gioire nel Cuore del Padre! Ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno vi ho gridato sempre e vi griderò ancora “se non trovate il Vangelo in questo Luogo andate via”, ma che sia accesso ovunque andate nei vostri cuori. Chiaro, Paolo? (Paolo) quando tu dici questo, lo dici spesso.. (Piccolo Giovanni) ..per accenderlo nei vostri cuori! (Paolo) cioè, io penso, “se non trovate il Vangelo in questo Luogo”, quello che mi chiedo io è “come si potrebbe pensare di non trovare il Vangelo in questo Luogo”? (Piccolo Giovanni) hai visto cosa mi hanno risposto? (Paolo) ma a mio avviso, non trova il Vangelo in questo Luogo chi non conosce il Vangelo o chi lo intende in modo errato.. non lo trova in questo Luogo! (Piccolo Giovanni) o chi non ascolta! (Paolo) “o chi non ascolta”, certo, perché altrimenti non riesco a capire come non si può trovare il Vangelo! Parlando di Vangelo parliamo del Vangelo vero.. (Piccolo Giovanni) ..lo ricordate quando lo gridavo sotto l'albero.. (Qualcuno) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e quando lo gridavo nella Stanza dell'Amore? Ascoltare il Vangelo è aprire il cuore, è distaccarsi dalle cose del mondo, è unirsi in pienezza a Dio vivo che viene a portare l'unico Pane, l'unica Verità! chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e non dare ascolto alla Parola è “non trovarla”! (Paolo) voglio dirti una cosa: se io sono in questo Luogo.. (Piccolo Giovanni) ..perché non è la tua volontà.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma è la volontà del Padre.. (Paolo) ..del Padre. Questo.. questo sempre, questo sempre, però io sono qua e sono rimasto qua perché ho trovato il Vangelo.. e questo lo dico, Giovanni, “SOLO QUA L’HO TROVATO IL VANGELO”! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia.. (Paolo) ..non voglio.. non voglio.. (Piccolo Giovanni) ..e stringo le spalle! (Paolo) si. Non voglio allargare il discorso, però.. (Piccolo Giovanni) .. ti fermo Io! (Paolo) si, si, io mi sono fermato qui perché qui ho trovato il Vangelo e non l'ho trovato invece in altri posti dove ci dovrebbe essere! (Piccolo Giovanni) è per questo che Io vi chiedo di pregare affinché le fiammelle siano tutte accese, e il Rosario che porta Maria sia tutto accesso perché ci sono dei grani spenti, e sta a voi, con la vostra preghiera, col vostro amore farli accendere!(*) cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) stavo pensando al gesto che hai fatto prima: ci hai fatto capire.. (Piccolo Giovanni) ..lo facevo sempre quando recitavo il santo Rosario in casa! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché molte volte lo facevo lungo la via per pulire chi aveva sporcato, ma quando ero da solo nella mia capanna con la candela accesa, anche se mi costava con le mie ginocchia stare a terra, mi inchinavo dinanzi alla Croce, dinanzi a Papà: è un gesto d'amore! (Paolo) si, è molto bello, si! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora! (Paolo) Giovanni, io sono contento.. sono contento di aver preso questa strada (Piccolo Giovanni) ed Io sono gioioso nel dirti ”grazie, Padre, che hai raccolto nella rete”.. come ho raccolto ognuno di voi: uno per uno, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ma stai attento, non ci sono buchi! (Paolo) eh, ho visto! (Piccolo Giovanni) anche quando vuoi uscire ritorni sempre a Casa! (Paolo) sì! Quando ci penso.. quando penso di poter parlare con te, con Gesù.. quando penso di non avere più problemi senza soluzione perché tu sei sempre vicino a metterci la mano.. (Piccolo Giovanni) ..è il Padre.. (Paolo) ..certo! (Piccolo Giovanni) perché Io sono all'ubbidienza di Dio! (Paolo) e allora in quei momenti acquisto sicurezza e il mio cuore esplode di gioia! (Piccolo Giovanni) anche se gronda sangue! (Paolo) anche se.. si, anche se gronda sangue! Oggi io sono contento di essere qui nella Stanza, sono gioioso.. il mio cuore però tu sai che non è.. (Piccolo Giovanni) ..è bello.. (Paolo) ..c'è qualche piccola spina! (Piccolo Giovanni) è bello.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando gronda Sangue.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché si dona in pieno al Cuore del Padre e al Cuore di Maria! Non gettate via le sante spine; non gettate via la santa sofferenza: è l'unica via che vi porta a gioire in Paradiso! Chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ed Io mando l'alito dell'Amore dello Spirito Santo su di ognuno di voi e sull'umanità intera! Vai avanti perché il Padre è dinanzi a te e dinanzi ad ognuno di voi, e come servi inutili dovete solo dire “eccomi, Papà, fa di me quello che vuoi”, ma vi chiedo di pregare per la pace: non solo lo chiedo, lo grido ai vostri cuori: PREGATE PER LA PACE, figli miei! Chiaro? (Tutti) sì! ........ (Piccolo Giovanni) solo Dio può donare la carica di andare avanti nel dire come Maria ”eccomi: la tua serva“, “eccomi” è ciò che Dio aspetta dai propri figli! ....... ..Maria lo è attimo per attimo curva dinanzi alla Croce a pregare per tutti i suoi figli! ...... per l'umanità intera, ed ognuno di noi dovrebbe stare sempre inchinato dinanzi alla Croce e non battersi il petto, ma stringere la Croce perché è la nostra unica salvezza, unica Via che allontana il nemico; amando e abbracciando la Croce possiamo annientare il nemico, allontanandoci della Croce doniamo la via larga al nemico, dove può trascinarci.. ..nella falsa luce! .............solo il Padre può aprirci la strada, gli uomini no, e non appoggiatevi sulle spalle degli uomini ma sulle spalle della Croce che è Dio! Vedete, la Piccola Cocciuta faceva notare a Telesfore una figlia che mi chiamava in tutti i suoi problemi: si è allontanata da questo Luogo, ma nel momento del bisogno ha bussato “mio figlio ha un tumore al braccio: aiutami”, la porta di Dio è sempre aperta, non è un negozio che cambia serratura e si apre nei momenti più caldi. Ricordate che non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui verrò, ma siate sempre vigilanti. È vero, Telesfore? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ed era arrabbiata, nel senso che si dimentica Dio ma si va a bussare quando gli conviene! Dio non vi ha mai abbandonati, non ha mai chiuso la porta, è sempre pronto, i figli dimenticano di avere un Papà, ma il Papà non dimentica i propri figli, e questa è una lezione della scuola di Maria che ci invita sempre ad amare Dio e a ritornare nel Solco di Dio! Chiaro.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> .e attraverso la santa ubbidienza! ...........è la cosa che amo di più, e mi sono fermato dinanzi alla Piccola Cocciuta perché ho trovato l'ubbidienza della Cocciuta di Dio, e ho messo il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno! ........... quando vengono questi dubbi segnatevi col Segno della Croce, e unendo le mani unitevi al soffio che Dio manda nei vostri cuori! ..... ..basta segnarsi e mettere tutto nelle mani del Padre! Ciò che a voi sembra sbagliato per Dio è dritto...........! e ricordare sempre di tenere alto il santo Vangelo! Le vie che fanno male sono quelle di Dio, quella comoda è del nemico! ...........dove non c'è il dolore non c'è Dio, dove c'è il dolore: lì c'è Dio! Chiaro? ...........Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! <2 colpi di tosse con un’alitazione>  (Piccolo Giovanni) tu cosa mi dici? (Tommaso) stavo pensando.. e vorrei ripetere le parole del Vangelo di domenica scorsa “Signore da chi andremo, solo tu hai parole di vita eterna”, perché mi accorgo che più ci sforziamo ad essere servi inutili, più ci avviciniamo alla Croce, più vediamo risolvere tanti problemi che altrimenti ci porterebbero all'opposto cioè alla disperazione; così ci calmiamo, affrontiamo i problemi nell'umiltà, nella piccolezza, e ci sentiamo più gioiosi; e alla fine, solo alla fine ci accorgiamo che li abbiamo risolti grazie al Padre! (Piccolo Giovanni) solo quando diciamo ”Padre, metto tutto nelle tue mani”, perché solo Lui può risolvere i problemi che voi non riuscite a spostare neanche da(i) un passo; è il Padre che lascia scendere il Pane per l'umanità intera e per ognuno di voi, ma basta aprire il cuore, perché Dio è Padre e non lascia i suoi figli nel buio! (Tommaso) ho imparato, spesso.. ciò che non mi succedeva prima, a chiamarti più spesso e a sentirti vicino; ho provato anche a collegarmi col cuore.. anche con la Piccola Cocciuta, ma questo, ancora non ci riesco! (Piccolo Giovanni) non ci riesci tu ma Lei ti sente e bussa al Cuore del Padre! Ed è facile, si deve solo dire “eccomi” (Tommaso) ci sto provando! (Piccolo Giovanni) un passo alla volta! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! <2 colpi di tosse con un’alitazione>  (Piccolo Giovanni) caro Telesfore! (Telesfore) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) hai sonno? (Telesfore) eh, un po' si! ..come sempre! (Piccolo Giovanni) come sempre! Cosa mi dici tu? (Telesfore) quando ti sei inchinato dinanzi alla Croce, io mi sono ricordato.. cioè, di quando dicevi.. di quando tornavi a casa, accendevi la candela e facevi il rosario per tutti noi. Però, questa sera ci hai illustrato come facevi il rosario: in ginocchio! ..e pensavo “ecco perché Giovanni teneva la sua famiglia unita, ché si immolava e pregava per tutti noi” (Piccolo Giovanni) e adesso? (Telesfore) e adesso lo fai ancora più di prima! (Piccolo Giovanni) tenendovi stretti nel Cuore del Padre! Ma ci sono molte pecore che hanno preferito prendere la via larga come i rami secchi che sono stati tagliati! Ma non abbiate timore, voi dovete solo pregare e inchinarvi dinanzi alla Croce dicendo sempre “eccomi, sono un servo inutile, fa di me quello che vuoi”, ed Io non giudico, i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto: chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse con un’alitazione> Veramente… <si perde qualche parola a causa di un innesco dei microfoni> …a volte, come è successo il 24, che Gesù ci ha dimostrato realmente quello che è il nostro cuore, perché noi rispondiamo sì con la bocca però col cuore.. non lo sappiamo, e Gesù ci ha fatto la domanda “voi che dite? che pensate, che Io non conosca i vostri cuori?”, noi abbiamo detto sì che non riconosce! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) che bella figura nel dare la risposta! (Telesfore) senza nemmeno renderci conto! (Piccolo Giovanni) la fretta di rispondere non fa ascoltare col cuore! La fretta di essere per primi a dare una risposta! Ma il Padre che conosce ogni cosa ha riparato chiedendo a Paolo.. vero, Paolo? (Paolo) si, ma non c'è stata solo quella figuraccia però, ce n'è stata anche un'altra con i dieci comandamenti, ancora peggiore di questa!........... e il Padre vi ha chiesto di andare alla scuola di Maria!(*) ma sbagliando si impara a camminare nel Solco, e la cosa importante è essere dentro il Solco, non fuori! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) tu le vai a scavare tutte! (Telesfore) bè, io veramente non mi sono nemmeno reso conto, Paolo.. però qualcosa mi ha frugato nel.. perché non mi suonava bene quella frase, però io mi sono.. dietro agli altri! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) ma cosa vuoi dirmi ancora? ..lasciamo ciò che il Padre ha sistemato!(*) dilla! (Telesfore) la nostra fede deve essere una pianta (Piccolo Giovanni) ma dovete mettere l'acqua! (Telesfore) eh, tutti i giorni ci vuole l'acqua, o meglio dire, sempre! (Piccolo Giovanni) e l'acqua è stare dinanzi alla Croce.. (Telesfore) ..eh, anche quella è acqua.. (Piccolo Giovanni) ..a pregare <3 colpi di tosse con doppia alitazione> e far scendere nei vostri cuori la rugiada che Dio vi manda attimo per attimo! Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ma cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) che abbiamo fatto un altro gradino! (Piccolo Giovanni) la seconda.. (Telesfore) ..la seconda missione! (Piccolo Giovanni) e le gambe? (Telesfore) eh, le gambe tremavano! (Piccolo Giovanni) e la Piccola Cocciuta deve sostenere anche te! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) lei lavora e a te tremano le gambe!(*) (Telesfore) sai cosa pensavo quando mi tremavano le gambe? “Chissà quando eravamo in 3, che c’era.. che tu eri presente..(Piccolo Giovanni) ..perché.. (Telesfore) ..ora lo sei.. (Piccolo Giovanni) ..adesso non lo siamo più? (Telesfore) si, siamo sempre in 3, però allora eri tu che dovevi.. (Piccolo Giovanni) ..che dovevo espormi! (Telesfore) che dovevi esporti! (Piccolo Giovanni) Ma.. (Telesfore) ..le tue gambe come.. (Piccolo Giovanni) ..avevo i miei metodi e tremavano.. (Telesfore) ..tremavano.. (Piccolo Giovanni) ..anche le mie gambe dinanzi alla volontà del Padre, ma sicuro di fare la sua volontà come è sicura la Piccola Cocciuta: parte senza aver nessun timore! (Telesfore) e chi la ferma?(*) (Piccolo Giovanni) non ha paura degli uomini, ma ha timore di Dio e deve compiere ciò che il Padre lascia nel suo cuore! Chiaro? (Telesfore) sì, chiaro! Comunque tu stammi sempre vicino, eh! (Piccolo Giovanni) vi ho mai lasciati? (Tutti) no! (Telesfore) comunque io te lo ricordo sempre! (Piccolo Giovanni) bene! Ora vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e a non lasciare nessuno fuori della santa preghiera; e vi invito in questo istante a pregare per i flagelli che stanno scendendo sull'umanità! Figli miei, vi invito a combattere il nemico con l'amore: solo amando potete combatterlo e ubbidienza a Dio, chiaro? (Telesfore) chiaro, sì! (Piccolo Giovanni) lascerò nel Cuore della Piccola Cocciuta ciò che deve dire ad Eliseo (Telesfore) devo chiamare, si? (Piccolo Giovanni) alla fine lo scriverà la Piccola Cocciuta e tu glielo dirai! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e ti invito ad abbracciare Marì! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) la Corte ricambia l'abbraccio ed Io gli accarezzo il capo: diglielo! (Telesfore) sì, glielo dirò! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro! <4 colpi di tosse con un’alitazione> gli mandi anche l'alito? (Piccolo Giovanni) si! Vuoi dire qualche altra cosa?(*) (Telesfore) che ti voglio bene! (Piccolo Giovanni) anch’Io! E non vuoi sapere cosa sta facendo Pasquale? (Telesfore) eh, cosa sta facendo? (Piccolo Giovanni) l'hai già dimenticato? (Telesfore) non l'ho dimenticato! (Piccolo Giovanni) con Maria sta sollevando il velo e pregando, ma chiede ai propri cari di cullare la statuina che hanno messo dinanzi alla sua porta, e cullarla significa pregare! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro, si, glielo dirò! (Piccolo Giovanni) bene! Cosa stai pensando? (Paolo) non sentivo le parole che stavi dicendo, se non lo dico tanto me lo leggi nel cuore! (Piccolo Giovanni) lo sentirete! (Paolo) bè, questo si, andremo a leggere il messaggio! (Piccolo Giovanni) quando predicavo nelle folle l'eco arrivava dopo molto tempo, ora che siete qui vi lamentate di non sentire! Eppure la mia voce è viva, è in mezzo a voi, è reale! Mi rimane solo da passeggiare in mezzo a voi e parlare al vostro orecchio: non è un rimprovero! (Paolo) ho capito, Giovanni! (Piccolo Giovanni) accontentatevi perché la mia voce si sente molto bene(*): meglio di prima se ascoltate! Il nemico vorrebbe farvi cadere nel fosso, ma nella Stanza non può entrare. Ora mi senti? (Paolo) si, ma sotto l'aspetto che hai detto tu prima ti sentivo anche prima e ti sentiranno anche gli altri gridare forte; volevo chiederti una cosa, però: il nemico.. (Piccolo Giovanni) ..qui.. (Paolo) ..non ci viene.. (Piccolo Giovanni) ..non ci viene (Paolo) ma comandare qualche suo delegato a intrufolarsi? (Piccolo Giovanni) non può agire in pienezza: si! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) viene schiacciato: porta solo il suo alito cattivo, e l'alito cattivo si intende “non fare comunione con i fratelli”.. (Paolo) ..si, tu sai a cosa sto pensando.. (Piccolo Giovanni) ..non portare l'amore ma l'odio (Paolo) e tu mi hai letto tutto allora nel cuore, fino all'ultima parola! (Piccolo Giovanni) hai chiesto e quando il Padre mi lascia parlare, Io parlo! Ma ricordatevi: Io sono sempre all'ubbidienza del Padre e chiedo ad ognuno di voi di rimanere nell'amore, perché la famiglia di Dio rimane sempre unita nella gioia e nel dolore, nel portare il peso più grande e quello più leggero, ma è sempre Croce; non si può amare Dio e il fratello gettando via la Croce! ...........ed ognuno di voi ha il proprio compito donato dal Padre, non dalla Piccola Cocciuta. ...........ora mi senti? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) è “sì”?.. (Paolo) ..è “sì”, è “sì”! (Piccolo Giovanni) chiaro?(*) Tu cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) mi sono bloccato! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) vuole sentire ancora di più la mia voce! (Telesfore) ma non hai bisogno del microfono per far sentire la tua voce! (Piccolo Giovanni) meno male! (Telesfore) quello che deve sentire è il cuore che si deve aprire, ché la voce.. si sente la voce, e non c'è il cuore.. (Piccolo Giovanni) non siamo nel Solco ma fuori il Solco! Voi dove volete stare? (Tutti) nel Solco! (Piccolo Giovanni) e camminate dietro di me portando la vostra Croce sulle spalle. Ora hai qualcos'altro da aggiungere?(*) (Telesfore) grazie di tutto l'amore che ci doni! (Piccolo Giovanni) Dio è Padre! (Telesfore) perdonaci se ti facciamo soffrire! (Piccolo Giovanni) Io sono un Povero Uomo, Servo inutile dinanzi all'amore di Dio: è a Dio che dovete rendere conto! Io vi ho indicato e vi indico la via che porta alla vita eterna! (Telesfore) noi dobbiamo dire ”Padre, sia fatta la tua volontà“ (Piccolo Giovanni) è quello che vi ripeto attimo per attimo! (Telesfore) il Padre può tutto, può far sentire il microfono.. (Piccolo Giovanni) ..nulla è impossibile a Dio! (Telesfore) quello che il Padre fa è tutto giusto, siamo noi che troviamo sempre.. “eh, ma perché”, “così..”, eh, qui non si sa.. (Piccolo Giovanni) i “ma” e i “perché” non vengono da Dio! Chiaro? (Telesfore) chiaro, si! (Piccolo Giovanni) ora vogliamo preparare i cuori? (Telesfore .....) sì! (Piccolo Giovanni) il Banchetto è qui: è pronto per ognuno di voi! Preparate i vostri cuori; almeno per un solo istante distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi all'amore di Dio che è vivo, è reale, è in mezzo a voi(*). Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni ) Ecco lo Sposo che avanza! Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) Vieni!...... Paolo! Telesfore!  (Telesfore ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) volete prendere parte alla mia gioia? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) e l'avete trovato? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) perché guardi i miei occhi, Paolo? (Paolo) perché ti vedo! (Piccolo Giovanni) è una goccia che il Padre ha lasciato scendere dal Cuore di Paolo: “perché ti vedo”! Sei cosciente di ciò che hai detto? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e nella sofferenza mi porterai sempre nel tuo cuore? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) il Padre si poggerà ancora su di voi: siete disposti? (Paolo, Telesfore ....) sì! (Piccolo Giovanni) e voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e nell'amore, nella Pace e nella quiete camminate sempre nel Solco, figli del mio Cuore!(*) volete far festa? (Paolo, Telesfore ...) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <2º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? (Paolo) io vedo un numero! (Piccolo Giovanni) dillo! (Paolo) 1! ..... (Telesfore) io.. il numero per me è 7!(*) (Paolo) adesso vedo un volto! (Piccolo Giovanni) quale volto? (Paolo) il tuo!(*) (Piccolo Giovanni) tu? ........... Telesfore) io ci vedo un Cuore! (Paolo) io vedo sempre l’1 ma anche il 7 che ha detto lui! ..così! (Piccolo Giovanni) e l'1 che significato ha? ........... e il 7? (Telesfore) i 7 Dolori di Maria! (Paolo) dobbiamo collegare le cose, adesso? (Piccolo Giovanni) 1 e 7.. (Telesfore) ..8! (Paolo) l’8 è.. (Piccolo Giovanni) ..la pienezza.. (Paolo) ..la pienezza di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! Quale pezzo volete? ........... e quale è rimasto? (Paolo) ne è rimasto uno che è come gli altri ........... Dio si divide ma sempre nella stessa misura!........... e tu che dici che la Piccola Cocciuta li lascerà? ...... o sono caduti a caso? (Paolo ....) niente succede a caso! (Piccolo Giovanni) vedete come sono sistemati? ......sono tre! Ma le posizioni.. (Paolo) ..due sono più vicine e una più distante!(*) (Piccolo Giovanni) non sono solo tre: se guardate bene.. ........... le più grandi le metto nel Calice!(*) e chiedo cosa volete fare di queste: è un flagello! ........... volete fermarlo? (Paolo, .... e Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Grazie! Ma quando la Croce diventerà più pesante non lamentatevi! (Paolo) Sorreggici! (Piccolo Giovanni) sono sempre con voi! ........... dovete fare come avete visto me, servo inutile dinanzi all'Albero della vita! Ora volete donarmi.. (Paolo, .... e Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ai vostri fratelli? (Paolo, ... e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre!(*) Ecco, Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome ora e sempre! Padre, nella tua gioia Io mi sono donato e la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi che mi avete accolto nei vostri cuori, figli, perché Io sono venuto ad abitare nei vostri cuori; ma vi chiedo ancora una volta: quando uscite fuori non abortitemi, ma donate tutto quello che Dio ha donato ad ognuno di voi al fratello emarginato, al fratello carcerato, al fratello drogato, ai miei vecchietti; non lasciate nessuno senza la gioia che avete ricevuto nei vostri cuori, figliuoli miei!(*) La mia gioia è piena perché ho bevuto e ho mangiato con ognuno di voi. Il Banchetto è vivo perché Dio è vivo nei vostri cuori, Dio è vivo perché voi vivete nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico; quando uscite fuori non abortitemi nel giudicare; non abortitemi nel tradire il fratello, ma amate, amate, amate! Dio è nei vostri cuori col suo Amore Infinito, voi donatelo in pienezza al fratello!(*) Ricordatevi sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna!(*) Paolo del Legno della Croce, .........., Telesfore dei Chiodi, e voi Discepoli dell'unica Verità del santo Vangelo, e voi Suorine del Cuore della Croce, siate coscienti di questo mistero vivo e reale in mezzo a voi! Vedete i miei occhi? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) vedete il mistero vivo e reale in mezzo a voi? (Paolo .....) sì! (Piccolo Giovanni) e camminate sempre sulla Via Stretta amandovi gli uni gli altri perché Dio vi ama tutti con la stessa misura senza fare alcuna distinzione, perché tutti siete figli, tutti siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce!(*) Volete ancora rimanere nel Solco? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io vi saluto nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figli del mio Cuore, andate nella Pace di Dio e rimanete, ma siate vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno; sia sempre accesa la lucerna e non fatela spegnere con le cose del mondo, ma siate sempre uniti al Cuore del Padre, figli! Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli nel Fiume santo nell'Amore; figlia, dovrai soffrire ancora, sarai perseguitata a causa del mio Nome, ma vai avanti, la grazia del Padre è su di te, figlia mia!(*) (Giulia) donami sempre il tuo respiro!(*) (Piccolo Giovanni) figlia, abito dentro di te. Ora gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! E nella gioia piena volete cantarmi ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché voglio riposare nei vostri cuori: come un Bambino voglio essere cullato: volete far questo? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni ) grazie, figliuoli del mio Cuore. È bello riposare nei cuori delle Mamme, e voi siete tutti Mamme, Tabernacoli vivi come Maria: il primo Tabernacolo. Non uscite fuori dal Tabernacolo di Maria, ma con Lei combattete tenendo alto il santo Vangelo! Maria primo Tabernacolo vivo(*) ed ognuno di voi è Tabernacolo vivo! Non sporcate ciò che Dio ha consegnato ad ognuno di voi! E con questa gioia piena uniamo la Catena santa(*), e unendola portiamo nei nostri cuori tutti i figli emarginati, coloro che non hanno un pezzo di pane, innalzando il grido al Padre con la preghiera doniamo ai fratelli il Pane vivo dei Cieli: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”>  (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!“. Figli, andate in pace e portate la mia Pace e la mia Quiete. Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io, figli, e aspetto: (Tutti ) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, Pargoli del mio Cuore! Crescete nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! La mia Luce sia sempre con voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         2. Dom 31/08/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Figlia, immolati ancora una volta per l'umanità tutta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia mia, per i Grandi della Casa del Padre; consola ancora il Cuore di Gesù che gronda Sangue per l'umanità intera. Figlia del mio Cuore, Io sono Mamma, Regina del Cielo e della terra, e vengo in ubbidienza al Padre a portare ad ognuno di voi e all'umanità intera il Seme di Dio. Figliuoli miei, nei tempi che Dio sta segnando per voi col santo Rosario, con la santa sofferenza e nel chiedervi di pregare per la pace, rimanete uniti al mio Cuore, rimanete uniti al Cuore della Croce. Come Mamma vi offro il mio Cuore e vi invito nella preghiera costante. Vi invito ad accogliere l'umanità intera nelle vostre braccia come Gesù l'ha consegnata nelle mie braccia ai piedi della Croce; Io dico a voi, figli, “ecco i vostri fratelli”, “ecco i vostri figli”: accoglieteli nei vostri cuori, ma siano aperti, siano puri, siano puliti e distaccati dalle cose del mondo, uniti solo al Legno della Croce e alla Parola! Figliuoli del mio Cuore, vi invito a camminare portando sulle spalle la Croce di Gesù: l'unico scudo per allontanare il male, uniti all'amore vivo e alla quiete del Cuore del Padre! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, e porto tra le mie braccia Gesù offrendolo ad ognuno di voi e all'umanità intera. Dio vi offre il suo Cuore, Dio vi dona il Pane vivo che scende dai Cieli, ed Io vengo a portare la Parola, l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei, e come Mamma vi invito ancora una volta ad assaporare il Parto vivo di Dio che è in mezzo a voi e nell'umanità intera, ma col cuore Io grido: pregate per la pace! Pregate per la pace! Pregate per la pace! Pregate affinché la Chiesa sia sempre Roccia di Dio! Figli miei, vi invito ancora una volta a pregare per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, ma col Cuore grondante di Sangue vi invito a stare attenti al nemico: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Amandovi allontanate il nemico, ma state attenti: non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Alzate le braccia e mettete tutto nel Cuore del Padre inchinandovi dinanzi alla Croce come servi inutili; camminate sempre su questo Solco che porta all'Amore vivo del santo Vangelo, l'unica Verità, all'unica Fonte zampillante del Cuore di Dio, figliuoli, ma vi chiedo ancora una volta: siate coscienti del mistero vivo e reale che stiamo vivendo. Lasciate agire il cuore ma non la mente, figliuoli! Io sono l'Ancella del Signore e in umiltà chiedo ad ognuno di voi, figli, di vivere nella quiete, nella pace e nell'amore del santo Vangelo come Dio comanda nella sua Legge Divina che è l'Amore, e l'Amore è fondato sulla Roccia: non fatevi confondere dal nemico, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) si, Mamma! (l'Immacolata) sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del nome del tuo Gesù, e il sì che tu hai donato è pieno: vai avanti, Dio è con te e la sua grazia è su di te, figlia, come abbraccia ognuno di voi! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito a camminare sempre nel Solco di Dio e vi invito ancora una volta a consolare il mio Gesù: accoglietelo, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) Il Cuore, l'Amore e la Luce del santo Vangelo siano sempre, per ognuno di voi, l'unica Via da camminare! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni ) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'amore e nella verità dell'unica Parola sono ancora qui in mezzo a voi a portare il sorriso e la gioia di Dio, figliuoli del mio Cuore, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito col cuore ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti, e a braccia aperte accogliere coloro che trafiggono i vostri cuori; trafiggendo i vostri cuori trafiggono il Cuore di Dio, perché siete fatti ad Immagine e Somiglianza di Dio. Figliuoli cari, quante volte ho invitato i vostri cuori al perdono! Quante volte ho gridato e quante volte griderò ancora ad ognuno di voi ad imparare il segreto dell'amore e del perdono, il segreto dell'ubbidienza, il segreto della carità: ciò che fa la destra non lo deve conoscere la sinistra, ma abbracciare i propri fratelli nell'amore, nel silenzio dei vostri cuori come Dio vi abbraccia; quando siete chiusi nel pianto, nel dolore, nella sofferenza, Dio abbraccia ognuno di voi, l'umanità intera, nel suo Cuore senza fare alcuna distinzione! Come l'umanità “non mi avvicino al fratello perché io sono superiore”, cari Discepoli, care Colonne, care Suorine del mio Cuore, facendo questo non siamo sulla Linea del santo Vangelo, e giudicare è peggio: prendere il posto di Dio è cadere nella rete del nemico! eccomi, sono un servo inutile: usami come tu vuoi”, ma non guardare mai la pagliuzza nell'occhio del fratello: prima guardare la trave nel proprio occhio! “Signore, non sono degno di stare dinanzi a te: sono tuo figlio e voglio vivere nel tuo Cuore”, è questo che Dio aspetta da ognuno di noi, non il giudizio! Figli, avete vissuto il Vangelo di questo santo giorno? <Dom. della 22° sett./B Mc. 7,1-8. 14-15. 21-23>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è bello? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) lo hai delineato tu il Vangelo di oggi, parlando dell'amore di Dio e di quello che Dio chiede a noi! Gesù prende come spunto il fatto che i Discepoli mangino con le mani e la conseguente obiezione dei farisei che gli chiedono il perché mangino con le mani non rispettando quelle che sono le tradizioni.. (Piccolo Giovanni) ..le apparenze.. (Paolo) ..“le apparenze”.. (Piccolo Giovanni) ..del mondo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Dio non guarda l'esteriore, ma.. (Paolo) ..ma guarda.. (Piccolo Giovanni) ..guarda il cuore! (Paolo) ma guarda il cuore, sì! (Piccolo Giovanni) cosa serve avere le mani pulite quando il cuore è pieno di cattiveria,.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di odio, di gelosia! (Paolo) e loro erano.. il loro.. (Piccolo Giovanni) ..si può aggiungere ancora di più! (Paolo) si, si può aggiungere tanto.. ed i farisei, praticamente, dicevano di seguire la legge di Mosè ma erano molto più attaccati a questa tradizione che le interpretavano a modo loro, quindi la legge se la giravano a modo loro anche dal punto di vista economico! (Piccolo Giovanni) ma noi prendiamo la parola.. con la Parola di Gesù.. (Paolo) ..certo.. (Piccolo Giovanni) ..della verità, del Cuore.. (Paolo) ..il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..e Dio in quell'attimo non parlava a quelle poche persone.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma al mondo intero! (Paolo) parlava anche già da allora a noi! (Piccolo Giovanni) come figli! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora! (Paolo) poco fa sai cosa pensavo, Giovanni, a proposito del Vangelo? <4 colpi di tosse con doppia alitazione> noi.. solo.. solo Dio può conoscere il cuore di noi tutti, e quindi mi dicevo “come faccio io anche volendo, a giudicare una persona basandomi sull'esteriore quando io non vedo dentro?”, non posso giudicarla né in negativo né in positivo, quindi è un poveraccio, è, voglio dire, un alto esponente della Chiesa, io non posso giudicarlo né in un modo né nell'altro! (Piccolo Giovanni) metterlo nel Cuore del Padre.. (Paolo) ..si, perché non.. (Piccolo Giovanni) ..non possiamo metterci.. (Piccolo Giovanni e Paolo contemporaneamente) ..al posto di Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)la Cocciuta ha sgridato in malo modo” è prendere il posto di Dio!(*) “Telesfore sta dormendo” è prendere il posto di Dio! Io sto donando un esempio! (Paolo) si, si, si, perché noi non abbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..“un altro fratello è vestito in modo lussuoso” è prendere il posto di Dio: ognuno è libero secondo la volontà del Padre perché Dio ci lascia liberi, ci dona il suo Cuore, ci invita a camminare nel suo Cuore ma con le braccia aperte, libere! E noi chi siamo da puntare il dito o da condannare.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..un fratello? (Paolo) non possiamo assolutamente, noi! (Piccolo Giovanni)la Piccola Cocciuta ha peccato!”: chi può dirlo? chi può(vuole) prendere il posto di Dio! Chi può condannare o portare la gioia è solo Dio, e quando un giudizio viene abbracciato non è seguire Dio in pienezza! (Paolo) che voi .. (Piccolo Giovanni) ..dimmi, Paolo.. (Paolo) ..stavo.. (Piccolo Giovanni) ..avresti sopportato ciò che sta portando sulle spalle la Piccola Cocciuta? (Paolo) no, direi proprio di no! (Piccolo Giovanni) è l'amore di Dio, Dio in pieno a far vivere l'amore (Paolo) stavo dicendo, Giovanni, che quando noi sbagliando giudichiamo degli eventi, delle situazioni, non potendo leggere, appunto, il cuore della persona, siamo portati a formulare dei giudizi anche sbagliati (Piccolo Giovanni) e lì c'è il sacerdote.. (Paolo) ..eh? (Piccolo Giovanni) li c'è il sacerdote per cancellare l'errore attraverso la confessione.. (Paolo) ..io.. (Piccolo Giovanni) ..perché in quell'attimo rappresenta Gesù.. (Paolo) ..rappresenta Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..vivo! (Paolo) ma io volevo dire che è ancora più negativa la cosa in quanto, un giudizio errato potrebbe portare a noi ad assumere atteggiamenti diversi e anch'essi errati! (Piccolo Giovanni) è per questo vi dico “state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo..(Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“per farvi cadere(Paolo) ..si, potrebbe anche.. adesso faccio un esempio.. (Piccolo Giovanni) ..usarvi nel giudicare! (Paolo) usarci nel giudicare, anche nel giudicare, magari, a volte, un comportamento della Cocciuta facendocelo apparire errato, e quindi lasciandoci formulare dentro di noi un giudizio.. (Piccolo Giovanni) ..quante ne porta sulle spalle! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché sente tutti i discorsi fatti alle sue spalle! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Dio gli dona il dono di sentire tutto.. (Paolo) ..quindi Lei sa tutto.. (Piccolo Giovanni) ..ma con amore li stringe tutti nel suo Cuore per donarli al Cuore del Padre: e vi ho dato un'altra goccia, ma le lascio scorrere sempre nel fiume dell'amore di Dio; siete voi un po' duri di orecchio! (Paolo) si è proprio così! <3 colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) voi conoscete i dolori di Maria, la piccola figlia che mi è.. seduta vicino alla grata? (Paolo) e noi come facciamo a conoscerli? (Piccolo Giovanni) Io li conosco! (Paolo) eh, lo so! (Piccolo Giovanni) e la porto tra le mie braccia come porto nelle mie braccia tutti coloro che hanno la Croce un po' più grande, e se vi dico questo porto tutti voi, perché voi non conoscete la misura ma Io si, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi amo e non posso lasciarvi!(*) Siete i miei Pargoli e vi cullo! Voi mi cantate la Ninna Nanna ma Io vi cullo attimo per attimo <2 colpi di tosse con doppia alitazione> e se non lascio voi, posso lasciare chi sta peggio di voi?, posso abbandonare il mio popolo?, i miei confratelli?(*) no, cadrei dal Paradiso del Padre! Ma com'è adesso il tuo cuore? (Paolo) bè, quando parli tu.. (Piccolo Giovanni) ..si è rimpicciolito? (Paolo) si, si è fatto piccolo piccolo, perché.. (Piccolo Giovanni) ..e sono gioioso! (Paolo) perché tu ci dai sempre.. tu ci fai.. ci fai vivere il Vangelo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il Padre mi manda per questo: a portare all'unica Verità e a portarvi nell'unico Solco di Dio! (Paolo) io stamattina ho ascoltato la messa in televisione. Io non voglio giudicare adesso, Giovanni, posso però dire quello che ha suscitato in me ascoltare il Vangelo: posso dirlo questo?, senza voler entrare nel merito del.. credo che fosse un vescovo, quello, non lo so, non l'ho riconosciuto. Io ho ascoltato delle belle parole, proprio delle cose molto belle riferite al Vangelo, studiate prima perché le leggeva su un foglio, ho visto.. però.. (Piccolo Giovanni) ..ci sono alcuni confratelli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che preferiscono scrivere.. (Paolo) ..si, si.. (Piccolo Giovanni) ..la predica, ma è uscita sempre dal cuore.. (Paolo) ..certo.. (Piccolo Giovanni) ..ma corti di memoria gli sfugge.. (Paolo) ..eh?.. (Piccolo Giovanni) ..essendo corti di memoria.. (Paolo) ..si, si, ma io non volevo dire.. cioè io.. (Piccolo Giovanni) ..lo sto dicendo Io! (Paolo) uhm! Io volevo dire che a me non.. non ha suscitato niente quello che ho sentito, Giovanni. Io ho ascoltato quelle parole che rispecchiavano pienamente quello che dice il Vangelo di oggi, delle cose molto belle, però non mi sono entrate dentro, Giovanni, con le cose! (Piccolo Giovanni) perché non hai accettato che era scritto! (Paolo) “non ho accettato..” (Piccolo Giovanni) ..che era scritto! (Paolo) sarà per questo, ma non lo so se era.. (Piccolo Giovanni) ..te lo dico Io! (Paolo) se lo dici tu vuol dire che è così! (Piccolo Giovanni) è così! (Paolo) e quando invece dici una cosa tu.. (Piccolo Giovanni) ..anche il mio vescovo scriveva la predica da fare! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma per tirarla fuori dal cuore se ne andava a passeggiare o si chiudeva nella sua stanza.. (Paolo) ..e la scriveva.. (Piccolo Giovanni) ..per farla uscire direttamente dal cuore! Hai capito? (Paolo) ho capito, quindi era genuina quella che.. quella predica che ho ascoltato io? (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta ha scritto qualcosa per il suo don Pino! (Paolo) “per il suo”? (Piccolo Giovanni) don Pino! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) piccole paroline cariche ma uscite dal Cuore! (Paolo) e quando gliele leggerà? (Piccolo Giovanni) quando Dio gli darà il via! (Paolo) ma adesso dimmi una cosa! (Piccolo Giovanni) te la dico! (Paolo) me la dici?(*) il fatto che don Pino lascia la parrocchia è legato anche a questo mistero? (Piccolo Giovanni) allargo abbraccia, e tu sai cosa vuol dire “allargare le braccia”! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma non preoccupatevi, sarà presente come lo sono Io!(*) (Paolo) ci eravamo affezionati! (Piccolo Giovanni) anche la Cocciuta! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e non lasciatelo solo ovunque lui vada! (Paolo) eh ma se va in un posto distante.. (Piccolo Giovanni) ..non preoccupatevi.. (Paolo) ..ci saranno i momenti.. (Piccolo Giovanni) ..aspettate i tempi di Dio! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) si, si! <2 colpi di tosse con doppia alitazione>  ........... (Paolo) ...........Ehm, ho ricevuto anche un messaggio, l'ha inviato Eliseo ...........e a me! (Piccolo Giovanni) ha passato il settimo cielo, non si è fermato .. (Paolo) ..“ha passato?” (Piccolo Giovanni) ha passato il settimo cielo.. (Paolo) si, si, si, si. Con il messaggio che gli hai dato tu in merito a quella situazione che gli stava tanto a cuore è rimasto molto contento, mi ha detto la Piccola Cocciuta! (Piccolo Giovanni) ha detto che userà di più la zappa! (Paolo) si, e per lavorare nella vigna, si! (Piccolo Giovanni) è per lavorare nella vigna! (Paolo) si!  (Piccolo Giovanni) è da esempio per tutti voi: così lontano, voi non avreste mai fatto quello che sta facendo Eliseo! (Paolo) si, in effetti lui non ha contatti come li abbiamo noi! (Piccolo Giovanni) ma il cuore.. (Paolo) ..il cuore è grande.. il cuore d'Eliseo.. (Piccolo Giovanni) ..la fede, il sì rimasto saldo dal primo giorno che ci siamo incontrati! (Paolo) è un sì pieno quello suo! (Piccolo Giovanni) è quello che chiedo a tutti voi, all'umanità intera, come Sacerdozio vivo ed eterno! (Paolo) mi ha detto la Cocciuta che appena ha ricevuto il messaggio ha fatto subito quello che gli hai detto: lo stesso giorno! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) e non era una cosa da niente, voglio dire, una decisione facile.. (Piccolo Giovanni) ..non ci ha pensato.. (Paolo) ..ma lui non ha esitato minimamente: l'ha fatto e basta! (Piccolo Giovanni) subito: “Eccomi, Signore”! (Paolo) si, è questa la fede, si! (Piccolo Giovanni) è questa la fede! (Paolo) quando si mette al primo posto la Parola di Dio lasciando tutto alle spalle, quella è la fede! (Piccolo Giovanni) il pensare è la via del nemico! (Paolo) si! Quando si tenta.. (Piccolo Giovanni) ..il sì è la risposta in pieno alla Croce! (Paolo) quando si tenta di legare la Parola di Dio alle problematiche nostre terrene già siamo fuori strada, perché siamo portati a dire “ma Gesù ha detto di fare così, però se faccio così..”, ecco, già là siamo fuori strada! (Piccolo Giovanni) si cambia la Parola di Dio:.. (Paolo) ..si mette in dubbio, in quel modo, invece bisogna farlo e basta!.. (Piccolo Giovanni) ..si getta nelle mani del nemico! Chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) caro Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) cosa mi racconti? (Telesfore) quando me lo spieghi questo gesto? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ogni cosa a suo tempo!(*) sei sveglio? (Telesfore) io aspetto! (Piccolo Giovanni) sei sveglio? (Telesfore) mezzo.. mezzo.. mezzo sveglio e mezzo.. <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) ..addormentato?(*) come ti senti? (Telesfore) eh, mezzo ubriaco! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) perché le parole che tu ci dici.. (Piccolo Giovanni) ..ti ubriacano? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) non sono buone? (Telesfore) sono buone e sono dolci! (Piccolo Giovanni) ah, e ti fanno ubriacare? (Telesfore) mi fanno ubriacare! (Piccolo Giovanni) hai sentito? (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma oggi mi sentite? (Paolo) ma.. un pochino meglio! (Piccolo Giovanni) mi sentite oggi? (Alcuni) si! (Piccolo Giovanni) si o no? (Molti) si! (Piccolo Giovanni) mi senti tu, Paolo? (Paolo) io oggi ti sento meglio di giovedì! (Piccolo Giovanni) tu mi senti? (Telesfore) io ti sento, ma qualche parola delle volte mi scappa che non la capisco! (Piccolo Giovanni) perché dormi! (Telesfore) eh, forse perché dormo, ma io ti dovrei sentire migliore di tutti perché sono vicino a te! (Piccolo Giovanni) Figuriamoci:.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..anche senza il microfono! (Telesfore) anche senza il microfono, anzi, meglio ancora! (Piccolo Giovanni) quindi sono le tue orecchie.. (Telesfore) ..eh.. che non funzionano bene.. o anche il cuore che non si apre abbastanza! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia! Ma raccontami qualcosa!(*) sto aspettando! (Telesfore) si(*). Quello che mi ha colpito del Vangelo di oggi è che non.. forse non riesco a capire bene.. quello che contamina l'uomo è quello che esce dal nostro cuore… <si perde qualche parola al cambio cassetta> …noi a volte pensiamo, no, che quello che tiriamo fuori lo diamo agli altri, giudicando o via di seguito! (Piccolo Giovanni) traduci, Paolo! (Telesfore) invece il male non lo facciamo agli altri, il male lo facciamo a noi stessi, perché rimane a noi! (Piccolo Giovanni) è così? (Paolo) ma io.. il Vangelo diceva.. almeno come l'ho capito io, che l'uomo.. all'uomo non viene niente di cattivo dall'esterno, perché ciò che viene dall'esterno non entra nel cuore, invece, ciò che esce uscendo dal cuore dell'uomo.. (Piccolo Giovanni) ..il giudizio.. (Paolo) ..esatto! Tutte quelle negatività che sono elencate.. (Piccolo Giovanni) ..e tutte le altre che sono elencate.. (Paolo) ..si, sono.. (Piccolo Giovanni) ..per questo non si deve mai prendere il posto di Dio giudicando.. (Paolo) ..noi siamo.. (Piccolo Giovanni) ..o puntando il dito “non mi avvicino perché quella è una cattiva persona, sta sbagliando”: solo Dio può donare questo giudizio, dal momento che solo il Padre conosce, per questo l'umanità va alla perdizione: TROPPI DII CHE GIUDICANO! Dio è uno solo! (Paolo) eh, purtroppo, Giovanni, la società odierna è basata proprio su.. (Piccolo Giovanni) ..su di giudicare.. (Paolo) ..sul giudizio, si! Su questa.. (Piccolo Giovanni) ..e voi pregate perché Io vi ho raccolti per pregare per tutti i fratelli, per l'umanità intera! Vi ho scelti uno ad uno come Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce per pregare e salvare l'umanità intera: anche in pochi, ma col cuore verso il Cuore di Dio! Chiaro? (Telesfore) chiaro, si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) cosa mi racconti ancora?(*) mi senti? (Telesfore) ti sento! Sto aspettando che il cuore mi suggerisce qualche cosa! <3 colpi di tosse deboli con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) tu non mi dici nulla di don Pino?(*) (Telesfore) ormai tu sai che ci eravamo affezionati, però, se il Padre vuole così, così sia! (Piccolo Giovanni) Amen! E rimarrà sempre vicino! (Telesfore) di questo ne sono certo! ..però se ne avvicinerà un altro? (Piccolo Giovanni) mandato da Dio! (Telesfore) ”mandato da Dio“(*) ..un altro mistero? (Piccolo Giovanni) accoglietelo con amore!(*) (Telesfore) e l'albero cresce! (Piccolo Giovanni) e l'albero cresce! La Pianticella va avanti e non si ferma! <3 colpi di tosse con una alitazione> chiaro? (Telesfore) chiaro, sì! (Piccolo Giovanni) dimmi qualcosa! (Telesfore) oggi ne abbiamo 31! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi dirmi? (Telesfore) perché è un giorno che a noi ci ricorda.. eh, io dico ”tanta tristezza“! (Piccolo Giovanni) Perché? (Telesfore) è perché è il giorno che tu ti preparavi.. (Piccolo Giovanni) ..ma ero già pronto da prima: Io preparavo voi! (Telesfore) ah, preparavi noi? ..hai preparato a noi? (Piccolo Giovanni) Io ero pronto da sempre: “eccomi, Padre, Io sono un Povero Uomo al tuo servizio”, e preparavo i vostri cuori per arrivare a gioire!(*) parla! (Telesfore) tu preparavi i nostri cuori e ce li stai preparando tutt'ora, però noi ancora siamo duri (Piccolo Giovanni) non preoccuparti: quando sarà tempo sarete pronti come lo sono stato Io! Il poco che offrite dinanzi a Dio è così grande da non entrare nei vostri cuori! (Telesfore) ma il mio cuore, si rattrista.. (Piccolo Giovanni) ..perché è triste? (Telesfore) perché è triste.. perché, pensando a te.. che al posto di lavorare noi di più, facciamo lavorare te di più! (Piccolo Giovanni) il Sacerdozio è al servizio del Padre, e ognuno di voi deve essere pronto al servizio di Dio! (Paolo) posso dirla una cosa su don Pino? io.. quello che ho pensato è: don Pino è.. se è venuto a Thurio, è perché l'ha voluto il Padre! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) così come ha voluto che se ne andasse! A mio avviso, don Pino è venuto alla scuola di Maria, e dopo aver imparato umilmente.. portandole, a mio avviso, nel cuore, tante delle cose, adesso deve recarsi in altri luoghi a rendersi portavoce e a divulgare quanto di bello ha preso in questo Luogo!  (Piccolo Giovanni) la cosa bella che ha detto oggi è “se non vi comportate bene verrò e mi arrabbierò”! (Paolo) eh, si, “Verrò e mi arrabbierò”: è molto bello questo, è un'anima bella! (Piccolo Giovanni) Molto, anche se l'apparenza.. (Paolo) ..ma questo.. (Piccolo Giovanni) ..dice tutto il contrario! (Paolo) ma a me questa apparenza non.. (Piccolo Giovanni) ..per molte persone.. (Paolo) ..non mi ha convinto fin dall'inizio.. (Piccolo Giovanni) ..ma per chi ha il cuore verso Dio.. (Paolo) ..per chi ha il cuore verso Dio.. (Piccolo Giovanni) ..guardando i suoi occhi legge il cuore! (Paolo) io comincio a vederla.. anzi la vedo già una cosa molto bella questa! In un primo momento quando la Cocciuta me l'ha detto.. (Piccolo Giovanni) ..vi vuole bene.. (Paolo) ..mi vuole bene?.. (Piccolo Giovanni) ..a tutti! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ha puntato il dito su Giuseppe! (Paolo) e chissà perché! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia ancora una volta! (Paolo) sono contento di ciò che.. e come potrei non esserlo? è il Padre che ha fatto queste cose, quindi come potrei non essere contento di una decisione che è scaturita dal cuore del Padre?: vorrebbe dire non avere fede! (Piccolo Giovanni) bisogna avere sempre fede.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e andare avanti. Chiaro? (Paolo) si! ...........<2 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) come stai adesso? (Telesfore) sono gioioso.. (Piccolo Giovanni) ..dimmi.. (Telesfore) ..delle belle parole che.. (Piccolo Giovanni) ..può dalla bocca di Dio non uscire del bene? (Telesfore) non può.. non può uscire che solo.. (Piccolo Giovanni) ..del bene.. (Telesfore) ..del bene! (Piccolo Giovanni) del bene! (Telesfore) ma.. forse.. volevo chiederti una cosa, però.. (Piccolo Giovanni) ..chiedila! (Telesfore) quello che don Pino ha chiesto alla Piccola Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..chino il capo! (Telesfore) e basta? (Piccolo Giovanni) e hai capito! (Telesfore) ho capito!(*) (Piccolo Giovanni) chino il capo! (Telesfore) mistero! (Piccolo Giovanni) mistero di Dio! (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) è bello? (Telesfore) è bello, si! ..è più di quello! (Piccolo Giovanni) ed è grande? (Telesfore) è grande anche, si! Ma.. (Piccolo Giovanni) ..perché sorridi? (Telesfore) se un giorno don Pino leggerà queste.. questi discorsi che abbiamo fatto di lui, che farà? (Piccolo Giovanni) lasciamo a Dio: tu vuoi mettere sempre il piede dinanzi a quello di Dio! <si ride un po'> col cuore tenero vorresti saperlo! (Telesfore) no, cioè io.. cioè quello che.. l'ho fatto in un certo modo.. (Piccolo Giovanni) ..non devi trovare giustificazioni.. (Telesfore) ..come.. (Piccolo Giovanni) ..conosco il cuore di ognuno di voi! (Telesfore) come capriccio, no, come una cosa.. una domanda capricciosa! (Piccolo Giovanni) capriccioso della Croce.. o capriccioso dei Chiodi? (Telesfore) eh, tutti e due! (Piccolo Giovanni) e cosa c'è attaccato alla Croce? (Telesfore) i Chiodi! (Piccolo Giovanni) i Chiodi! E dimmi ancora!(*) (Telesfore) qualche segreto della Piccola Cocciuta non ce lo puoi.. (Piccolo Giovanni) ..quale? (Telesfore) eh, qualcosa che fa che noi non sappiamo! ..tanto poi noi non gli diciamo niente! (Piccolo Giovanni) come hai fatto l'altra volta?: non gliel’hai detto ma gliel'hai fatto vedere! <si ride un po'> (Telesfore) e che è successo poi? (Piccolo Giovanni) gridate dinanzi a me! <= Giulia è andata a gridare al suo cospetto>  (Telesfore) la colpa è mia: perdonami! (Piccolo Giovanni) prima o poi l'avrebbe visto! (Telesfore) tanto Lei sa tutto!  (Piccolo Giovanni) quando il Padre gli concede! (Telesfore) ah, si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) e ora non posso dirti altre cose della Piccola Cocciuta: farla venire a gridare è farle usare la cordicella! Vuoi questo? (Telesfore) no!(*) (Piccolo Giovanni) vi chiedo solo di stargli vicino con la preghiera! Chiaro? (Telesfore) chiaro, si! (Piccolo Giovanni) le sue sofferenze sono uguali alle mie.. (Telesfore) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..dicendovi questo vi ho detto tutto! Chiaro? (Paolo) quando ti giri di là, Giovanni, non riesco a.. a captare ciò che dici.. quando ti giri dalla parte di Telesfore! (Piccolo Giovanni) ma la mia voce si sente! (Paolo) no, adesso non l'ho sentita! (Piccolo Giovanni) almeno.. (Paolo) ..eh?.. (Piccolo Giovanni) ..si sente ugualmente! (Paolo) ma io non.. (Piccolo Giovanni) ..dovete stare solo un po' più attenti! (Paolo) se lo dici tu è così! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) eh, si, se lo dico Io è così, perché Dio non dice bugie! (Paolo) ..eh, lo so.. (Piccolo Giovanni) ..come gli uomini! Chiaro? (Telesfore ed Alcuni) chiaro! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ora cosa vogliamo fare? (Telesfore) e non c'è cosa più bella di consolare il Cuore di Maria! (Piccolo Giovanni) bene, consoliamo il Cuore di Maria perché lascia tutto nelle mie mani! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO! Ed Io vi invito ancora a pregare, ad amare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici! Vi invito sempre a camminare nel Solco vivo del santo Vangelo, a tenerlo alto, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo mandando ad ognuno di voi l'Alito del mio Amore <3 colpi di tosse con 3 alitazioni> e lasciando scendere su di voi la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Andate nella Pace e nella Quiete di Dio portandola all'umanità intera, ai vostri fratelli, ai vostri ammalati, a coloro che si sono affidati alle vostre preghiere. Figliuoli, grazie per tutto quello che offrite al Cuore di Maria: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli, l'umanità intera, nel Fiume santo dell'Amore e gioisci, figlia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno, grazie per il tempo che avete speso e per quello che spenderete ancora. Dio lascia scendere la sua Farina per riempire i vostri cuori e farli camminare nella sua pace, nella sua gioia, nella sua letizia. Nel nome di Dio andate e portate all'umanità intera l'abbraccio del Cuore del Padre, figli miei! (Giulia) grazie, Giovanni!

 

 

         3. Giov 04/09/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nell'accogliere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati in questo giorno per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre, figlia del mio Cuore, e bevi con me il Calice che mi è stato offerto in questo istante(*)! Figlia, vi invito a pregare per i flagelli che stanno scendendo sull'umanità intera. Invita il cuore dei tuoi figli a pregare, l'umanità sta andando alla perdizione perché nessuno ascolta il grido del Parto: almeno voi che siete qui riuniti ascoltatemi ed amatemi col cuore come Io amo ognuno di voi e attimo per attimo abbraccio il Legno della Croce per donarvi sempre la vita eterna, figli del mio Cuore! Figlia mia, vuoi unirti ancora? vuoi abbracciare ancora con me i Chiodi divini per l'umanità intera e per tutti i tuoi figli? (Giulia) sì, Gesù, con la tua grazia lo voglio, anche se le mie forze non ci sono più, Gesù! (Gesù) alza le mani, figlia del mio Cuore <1º grido> (*)sollevati, anima mia! Vedi, figlia, anch'Io sotto il Legno della Croce non avevo più forza, ma sono stato aiutato: qualcuno per me ha portato il Legno della Croce! Figlia, ricordati sempre il tuo primo messaggio: nessuno ti aiuterà a portarla! Vuoi ancora aiutarmi? vuoi ancora aiutare i tuoi figli e i tuoi fratelli? (Giulia) sì, Gesù, anche strisciando sulla terra perché ti amo e tu conosci il mio Amore, non è solo un battere di labbra! (Gesù) figlia, il tuo amore.. soffrirai ancora a causa del mio Nome. Ora ti chiedo di aprire un'altra porta!(*) (Giulia) donami la forza, Gesù!(*) (Gesù) apri, figlia! (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) si, figlia! (Giulia) non reggo alla vista, Gesù, donami il tuo respiro!(*) vedo un enorme fuoco e tanti corpi che bruciano; alzano le mani per essere aiutati! Gesù, è tutto il mondo intero che brucia! Gesù, cosa posso fare io? (Gesù) figlia, abbracciare ancora una volta i Chiodi divini con me! (Giulia) eccomi! <2º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù, donami il tuo respiro!(*) (Gesù) ecco l'abbraccio della Croce, figlia del mio Cuore! Vi invito a pregare per ciò che la Piccola Cocciuta ha visto. Ricordatevi che Dio è in mezzo a voi, Dio parla, Dio è vivo ed è reale perché il Parto è pieno; e ricordate che il nemico vuole far suo il progetto dell'amore seminando la zizzania. State attenti, combattetelo con l'amore e col sì pieno a Dio quando parla! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, in questo giorno Io vengo ad invitare i vostri cuori a stare legati al Cuore di Dio distaccandovi dalle cose del mondo! Siate coscienti di tutto quello che il Padre vi dona attimo per attimo: le gocce che state ricevendo, figli del mio Cuore, e non lasciatevi trascinare dal nemico; usate sempre il cuore non la mente: Dio parla e abita nei vostri cuori perché siete tabernacoli vivi; ve lo ripeto ancora una volta: state attenti al nemico! Figli del mio Cuore, vi ho donato la Stanza dell'amore: è nelle vostre mani! Decidete cosa volete fare: rimanere nel Cuore di Dio o andare nel cuore del mondo! Io chino il capo e aspetto i vostri cuori, figli miei, ma non solo con le labbra ma col sì pieno: parlo a voi e parlo al mondo intero! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, e vivere il Vangelo non è discuterlo, ma accoglierlo: sì, sì, no, no!(*) A Dio si risponde così, siate coscienti! Figli del mio Cuore, vi invito ancora a pregare per la pace; Io chino il capo perché voi non conoscete ciò che è scritto nel Libro del Padre: pregate per la pace, amatevi gli uni gli altri, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Figli del mio Cuore, è questo il grido che lascio a voi in questo giorno: vi chiedo di pregare il Padre affinché rimanga la sua Luce in mezzo a voi e nel mondo intero! Dio è Luce e non si spegne mai: è l'umanità che la spegne uscendo fuori il Solco. Pregate, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, oggi grondo Sangue per i flagelli che scendono sull'umanità; abbiate fede, pregate e allontanate(il nemico), figliuoli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo risorto sia sempre viva e accesa nei cuori di ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Figli, nell'amore e nella verità del santo Vangelo sono qui in mezzo a voi per volere di Dio Padre! Per grazia del Padre vengo a visitarvi, vengo a portarvi la gioia, vengo ad accendere i cuori, vengo a fasciare i cuori feriti, ma nessuno fascia il mio, nessuno ascolta la mia Parola!(*) Rimanete un po' a bocca aperta, o uscite fuori (e) vi lasciate trascinare dalle cose del mondo! Dio non usa così il Cuore, Dio lo tiene sempre aperto, Dio ascolta e raccoglie il sussurro di ognuno di voi attimo per attimo; e il dono più bello che Io ho sempre accolto e amato è la santa ubbidienza. Figliuoli miei, non fatevi trascinare dal nemico; non incantatevi a guardare le sue vetrine che vi allontanano dal Cuore di Dio, ma rimanete sempre dritti sul Solco del santo Vangelo! Io vengo in mezzo a voi a portare la Parola, e come Sacerdozio vivo ed eterno chiedo ad ognuno di voi di ascoltare la Parola, di tenerla sigillata nei vostri cuori! Non è un foglio che si getta al vento ma deve rimanere scolpito nei vostri cuori perché Dio parla a voi che siete qui riuniti e parla al mondo intero: il Vangelo non si può mettere da parte, il Vangelo è Dio vivo in mezzo a voi che parla, e quale grazia più grande il Padre può donarvi? Siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti perché i tempi sono pieni e vivi in mezzo a voi, ma non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui il Padre verrà a chiedere il vostro operato! Figli del mio Cuore, avete vissuto il Vangelo vivo di questo giorno? <giov. 22° sett. T.O./B Lc. 5,1-11>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, Paolo! (Paolo) dove c'è Dio lascia uno strascico di belle cose: a me questa sensazione ha lasciato! C'è Simone che non era riuscito, insieme ai suoi compagni, a pescare nulla per tante ore; si è visto, dopo l'invito di Dio, a gettare le reti.. le due barche piene.. (Piccolo Giovanni) ..credere nella Parola.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! (Paolo) sì, infatti ha detto a Gesù “questo lo faccio perché me lo hai detto tu” (Piccolo Giovanni) ma quante volte Dio ci chiede.. (Paolo) ..e noi non ascoltiamo.. (Piccolo Giovanni) ..di fare una cosa e con la mente si esce fuori non ascoltando! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) “la faccio a modo mio perché così è meglio” (Paolo) eppure, riflettendo adesso su questo che hai detto tu, e ritornando all'episodio di Simone, Simone se non avesse avuto molta fede avrebbe pensato “ma cosa dici? io sono stato fino adesso in mare per cercare di prendere un pesce e non ci sono riuscito..” (Piccolo Giovanni) ..pur averlo(avendolo) pensato, .. (Piccolo Giovanni e Paolo contemporaneamente) ..ha gettato le reti! (Paolo) ..si, senza .. (Piccolo Giovanni) ..sulla Parola di Dio! (Paolo) ecco, senza basarsi sull'esperienza appena vissuta ha dato fiducia alla Parola di Dio, cosa che noi, purtroppo.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) “cosa che l'umanità purtroppo”? (Paolo) non riesce a fare! (Piccolo Giovanni) non riesce a fare! (Paolo) dovremmo imparare, Giovanni, a fare senza pensare quello che Dio ci comanda! (Piccolo Giovanni) è il nemico che si infila a seminare! (Paolo) e in questo momento, anche mentre tu parlavi, pensavo appunto alle cose che stanno succedendo in questi giorni a me ....... (Piccolo Giovanni) gli state dando un po' di spazio: devo dirlo apertamente! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) Dio parla all'aperto, non si nasconde dietro un albero (Paolo) e ho visto anche la Cocciuta questa sera un po'.. giù! (Piccolo Giovanni) sta male.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la Piccola Cocciuta: sta male col Cuore perché Io sto male!(*) (Paolo) è così, Giovanni: abbiamo tanto da imparare ancora, proprio tanto da imparare! (Piccolo Giovanni) diceva prima a Telesfore “lasciami un po' respirare, giù, perché non riesco”, e appena arrivata voleva scendere giù perché non ce la faceva: gli era rimasto così di respiro, <fa cenno con l'indice e il pollice come per dire “poco”> ma per amore è rimasta in mezzo a voi! L'amore! Dio chiede ai vostri cuori solo di amare e di donare il sì pieno senza dare spazio al nemico! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> gli sto dando un po' di respiro.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..alla Cocciuta! Ma voglio chiedere ad ognuno di voi: mi sentite? <si riferisce al fatto che alcuni non riescono ad ascoltare i messaggi a causa del basso volume del nuovo impianto di amplificazione>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) il sì rimane sì o quando si esce fuori è no? (Paolo) ehm, Giovanni, questo lo devono dire loro! (Piccolo Giovanni) l'ho chiesto ad ognuno di voi (Luisa) questa sera si sente bene! (Piccolo Giovanni) sento una voce sola! (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) voglio sentirvi quando uscite fuori! <si ride un po'> sono capriccioso anche essendo ferito! Ma dimmi ancora! (Paolo) un altro fatto molto bello e significativo è che Simone poi, successivamente, è stato pescato! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) caduto in acqua come un pesce! (Paolo) si, da pescatore è rimasto lui nella rete, dopo! (Piccolo Giovanni) non l'hanno mangiato come un pesce! (Paolo) no, no! (Piccolo Giovanni) ma sarebbe stato bello essere mangiato! Dio si lascia mangiare! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) chi di voi si lascerebbe mangiare? <nella Stanza è tutto un brusio di voci> (Paolo) bè, io penso tutti!(*) (Piccolo Giovanni) tu? (Telesfore) io si.. io sono già mangiato! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) che bella risposta.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“io sono già mangiato”, per dire? (Telesfore) non solo mi ha pescato, mi ha anche mangiato! (Piccolo Giovanni) ha rapito la tua casa e ti ha mangiato <2 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) ma io, a volte, lo faccio anche soffrire! (Piccolo Giovanni) e Dio è Padre: cosa deve fare con i propri figli? (Anna) usare sempre Misericordia! (Piccolo Giovanni) Gesù ha usato la frusticella nei tempi.. Dio cosa dovrebbe usare per ognuno di voi e per l'umanità intera? non basterebbe una frusticella! (Qualcuno) una verga! (Piccolo Giovanni) ma Dio usa l'amore: apre il suo Cuore e vi invita sempre al Banchetto “venite, è pronto: venite a bere e a mangiare con me”, venite a fare festa! Vedo il tuo volto un po' arricciato! (Paolo) stavo pensando una cosa, Giovanni. A mio avviso, noi dovremmo imparare a non attaccarci a nessuna cosa (Piccolo Giovanni) imparare alla scuola di Maria.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“eccomi, sono la tua Ancella: fa di me quello che vuoi”, e dicendo quelle parole viveva nel mondo ma legata a Dio! (Paolo) vedi, noi nel.. <3 colpi di tosse, 6 colpi di tosse più deboli e 2 alitazioni> ..stavo dicendo, noi.. (Piccolo Giovanni) ..ti fa sorridere la mia tosse? (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) ti fa sorridere la mia tosse? (Paolo) mi fa sorridere perché vedo la gioia nel tuo Cuore quando tossisci! (Piccolo Giovanni) più c'è dolore e più esce gioia per ognuno di voi, e non è bello parlare prima di Dio! Chiedo scusa ai figli, ma lasciate che sia Dio a dire la parola, non anticiparlo! Si può mettere il piede dinanzi a Dio? (Paolo) no, assolutamente! (Tutti) no! (Piccolo Giovanni ) e come Sacerdozio vivo ed eterno devo farvi camminare nel Solco, non fuori il Solco! Chiaro? (Paolo e tutti gli altri) sì! <2 colpi di tosse forti, 6 colpi di tosse deboli e 2 alitazioni>(*) posso? (Piccolo Giovanni) adesso si! (Paolo) allora, stavo dicendo che noi anche in questo contesto, nel contesto del progetto di Dio, costruiamo nel nostro piccolo determinate cose alle quali, forse, ci attacchiamo un po' troppo e non dovrebbe essere così! Mi riferivo.. mi voglio riferire in modo proprio esplicito, parlando anche di me stesso, facendo un piccolo esempio: io, col tuo suggerimento faccio dei canti; a me piacciono molto anche perché vengono dall'Alto; ora, io per primo, al primo cenno di Dio dovrei dire a me stesso, qualora Lui lo volesse “basta con i canti e mettili nel cestino”, e dovrei farlo con gioia questo. Ho fatto l'esempio dei canti, potrei fare altri esempi..  (Piccolo Giovanni) ..altri esempi! (Paolo) cioè, voglio dire che noi per Dio dobbiamo rinunciare a qualsiasi cosa e non dobbiamo attaccarci a niente! (Piccolo Giovanni) rinunciare anche alla vita! (Paolo) alla vita! (Piccolo Giovanni) e donarla.. (Paolo) ..esatto.. (Piccolo Giovanni) ..a Dio è donarla per i fratelli. Ora.. (Paolo) ..e questo.. (Piccolo Giovanni) ..Io non vi dico di fermarvi, ma di stare attenti!(*) Eliseo era caduto in una piccola trappola: preso dalle foto che gli mandavano “lì c'è la Croce”, “lì c'è Gesù”, aveva messo da parte la Parola! Un solo grido “Peter, getta quelle foto e mettiti a scrivere”: un solo sì ha risposto, mi ha mandato indietro tutte le foto! Ed Io vi ripeto: non vi vieto di fare i canti quando arrivano nel cuore, ma non andateli a cercare, fateli arrivare nel cuore, non.. (Paolo insieme al Piccolo Giovanni) ..con la mente! (Piccolo Giovanni) potrebbe giocare il nemico! (Paolo) io questo.. (Piccolo Giovanni) ..chiaro? (Paolo) a questo c'ho pensato, ma anche tempo fa.. (Piccolo Giovanni) ..distogliervi dal Solco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e portarvi al caldo! (Paolo) inteso in un altro modo? (Piccolo Giovanni) inteso in un altro modo! ........... ma state attenti, fatelo arrivare al cuore: quando esce dal cuore lì c'è il Sigillo del Padre e non potete sbagliare! <nel frattempo ci passiamo tra noi il microfono portatile per parlare> è bello: questi gesti come bimbi che si passano il microfono! ..... ..è simpatico.. ..ero molto goloso di mangiare gelati, ma quello non lo posso mangiare! .............inchinatevi come vi ho mostrato! .............segnandovi sempre col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! ........... per ognuno di voi, quando sentite di uscire fuori dal Solco ascoltando i rumori del mondo “IN NOME DI DIO VAI VIA: IO SONO UNA CREATURA DI DIO E RIMANGO DINANZI AI PIEDI DELLA CROCE E NEL SOLCO”. Sono tempi duri, (gli)è rimasto un piccolo strascico di coda e sta portando via molti figli: pregate, combattetelo con l'amore! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) come Sacerdozio, come Amico, Io vi dico queste parole! Chiaro? (Tutti) sì! <4 colpi di tosse>  (Piccolo Giovanni) ho sollevato un po' i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e voi sollevate il mio pregando secondo le mie intenzioni di Sacerdozio vivo ed eterno, che sono le intenzioni del Padre! La famiglia unita nel nome di Dio: la famiglia siete voi e il mondo intero! Vi do questo compito: mano per mano raccogliete il mondo e portatelo dinanzi alla Croce e questo potete farlo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici, perché Dio invita tutti al Banchetto Nuziale! Chiaro? (Tutti) sì! ........... (Piccolo Giovanni) ..Dio è in mezzo a voi, e ciò che gli Angeli gioiscono nei Cieli.. ..voi lo fate uniti agli Angeli: ancora non avete capito l'importanza della Stanza! ...........Dio vi rapisce: hai capito, Paolo? (Paolo) penso di sì! (Piccolo Giovanni) un tutt'uno con Dio, la famiglia di Dio, Dio vivo in mezzo a voi, Dio che beve e mangia con voi, Dio che si dona come vera Bevanda e vero Cibo.. Pane.. è chiaro? ........... Amen! <4 colpi di tosse con doppia alitazione> caro Telesfore! <gli batte sulla mano, poi 2 colpi di tosse con una alitazione>(*) cosa mi dici tu?(*) (Telesfore) il Padre ci da' una grazia grande però noi siamo sordi e ciechi (Piccolo Giovanni) ma nella sordità e nell'essere ciechi, almeno vi avvicinate, cercate di portare l'umanità intera dietro di voi amando!(*) mi sentite.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..quando parlo con Telesfore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e forse si stanno stappando! <indica le orecchie e qualcuno ride> tu mi spii dietro l'angolo: è bello! Cosa mi racconti?(*) <nella sacrestia alcuni stavano confabulando> odio i mormorii dell'altro lato mentre Dio parla!  (Telesfore) pensando alla grazia che il Padre ci dona, e pensando anche alla scuola che ci da'.. (Piccolo Giovanni) ..dovreste fare cose.. (Telesfore) ..da maestro, come difenderci.. come difenderci dal nemico, quali sono i suoi trucchi, insegnarci.. (Piccolo Giovanni) ..cosa dovreste fare? (Telesfore) eh, dovremmo stare pancia terra! (Piccolo Giovanni) non pancia a terra, ma inchinati dinanzi al Legno della Croce!(*) <3 colpi di tosse con una alitazione> (Telesfore) sai.. sai cosa dice la Cocciuta, spesso? (Piccolo Giovanni) cosa? (Telesfore) quando qualcuno si lamenta che non si sente la voce, dice vi preoccupate di non sentire la voce, invece di preoccuparvi quando Giovanni non parlerà più(Piccolo Giovanni) lo sta ripetendo un po' di volte! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e tu cosa pensi? (Telesfore) eh, che vuoi che penso? (Piccolo Giovanni) si risponde così a Dio? “che vuoi che penso io”? Dovete imparare che dinanzi a voi non c'è la Piccola Cocciuta, ma c'è Dio che parla! (Telesfore) questo è quello che.. è l'errore che facciamo! (Piccolo Giovanni) voi rispondete alla Piccola Cocciuta.. (Telesfore) ..però non è la Piccola Cocciuta!(*) quando Giovanni non parlerà più.. (Piccolo Giovanni) .. alzo le mani perché Io sono all'ubbidienza di Dio! (Telesfore) eh (Piccolo Giovanni) sono stato in mezzo a voi e non mi avete riconosciuto; parlo per grazia di Dio e vengo aggredito!(*) con Misericordia Infinita vengo in mezzo a voi a stringere i vostri cuori, a raccogliere i vostri dolori e a portarli nel Cuore del Padre, ma sono sempre all'ubbidienza di Dio come lo è la Piccola Cocciuta! È questo che ti rispondo!(*) chiaro? (Telesfore) chiaro! <4 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) e il sorriso di Simone mi fa diventare triste, perché quando Dio parla non viene a raccontare barzellette, ma viene a portare la Parola! Su un capriccio si può ridere, ma non sulla parola! Chiaro? ........... cosa mi racconti ancora? (Telesfore) hai visto che ti sto preparando un po' di piazzola.. (Piccolo Giovanni) ..me ne serve ancora! (Telesfore) ancora te ne serve? <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) per l’11 <= 11 ottobre, il quinto anniversario dell'inaugurazione della Stanza>  (Telesfore) devo farlo ancora più grande? (Piccolo Giovanni) si! (Telesfore) dall'altro lato? (Piccolo Giovanni) te lo dirà la Piccola Cocciuta! (Telesfore) eh, se è per questo me l'ha già detto: mi ha già accennato qualche cosa! (Piccolo Giovanni) e allora perché me lo chiedi? (Telesfore) ma.. però.. (Piccolo Giovanni) ..non si fida.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..della Piccola Cocciuta e vuole sentire quello che dico Io! Dovrei tirarvi le orecchie un po' a tutti quanti come Sacerdozio vivo ed eterno! O no? (Telesfore) si, ci vorrebbe la frusta! (Piccolo Giovanni) non l'ho mai usata! ..una volta sola! (Telesfore) l'hai usata? (Piccolo Giovanni) chi vuole intendere intenda! (Telesfore) io ho capito! Lo fa.. <4 colpi di tosse con doppia alitazione> ........... dimmi qualche altra cosa! (Telesfore) io ti dico solo che il tuo Amore è tanto grande per noi.. (Piccolo Giovanni) ..l'Amore del Padre è grande per ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine della Croce e per il mondo intero! (Telesfore) e questo, soprattutto per me, è un insegnamento, perché più io ti faccio soffrire, ti trafiggo, e più mi ami! (Piccolo Giovanni) l'Amore è grande, Dio non è come gli uomini: Dio è Amore.. Dio ama, non punta il dito: lo punterà come Giudice ma nel suo Amore Infinito di Padre, di Figlio e di Spirito Santo unito al Cuore Immacolato di Maria! Chiaro? (Tutti) sì! ........... (Piccolo Giovanni) è la tosse che Dio lascia scendere, e piano piano inizierete a capire il significato! .......... <5 colpi di tosse con doppia alitazione>(*) che stai pensando? (Paolo) che stavo pensando io? ..alla tosse che ho io che non mi passa mai! <si ride un po'> veramente non è proprio tosse, è qualche altro disturbo che.. (Piccolo Giovanni) ..cosa ti ha detto la Piccola Cocciuta? (Paolo) eh, la Piccola Cocciuta mi ha detto che non devo cantare molto perché sforzo troppo le corde vocali! (Piccolo Giovanni) e.. (Paolo) ..e questo è.. (Piccolo Giovanni) ..la stai ascoltando? (Paolo) si(*) (Piccolo Giovanni) che c'è nel cuoricino? (Paolo) nel mio cuoricino?(*) non so adesso a cosa tu ti riferisca, Giovanni! (Piccolo Giovanni) in quest'attimo cosa c'è? (Paolo) nel mio cuore c'è un po' di amarezza per questo: per quello che mi ha detto la Cocciuta, ma non perché io non voglia farlo, eh, io lo faccio, però ho pensato.. ho pensato questo: ci sono dei momenti in cui a me viene di cantare, no.. (Piccolo Giovanni) ..quando viene dal cuore! (Paolo) quando viene dal cuore, e non mi fermo mai, ore, ore, ore, ore, andando avanti fino a.. e poi quello su cui riflettevo è questo: se io mi devo fermare.. devo fermare anche quella cosa che mi rode dentro, che mi.. (Piccolo Giovanni) ..quando viene dal cuore.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..te l'ho già detto, ma quando parte dalla mente per scaricare le cose del mondo, non viene.. (Paolo) ..lì è sbagliato, viene.. (Piccolo Giovanni) ..da Dio! (Paolo) si, si, si, si (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) sì, è chiaro, è chiaro! (Piccolo Giovanni) e anche lì viene ore ed ore.. (Paolo) ..si.. e ma tante volte poi non è difficile.. è difficile da capire.. (Piccolo Giovanni) ..è facile.. (Paolo) ..è facile? (Piccolo Giovanni) ..perché il canto di Dio viene dal cuore e non fa male.. (Paolo) ..alla gola? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) sì! <4 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) cosa hai raccolto? (Telesfore) stavo riflettendo ........... del mistero della Stanza.. che noi, quando saliamo le scale.. (Piccolo Giovanni) ..nemmeno vi accorgete quali scale salite! (Telesfore) eh, nemmeno ci accorgiamo quali scale saliamo! (Piccolo Giovanni) avete dimenticato che un venerdì santo la Piccola Cocciuta le ha segnate con Sangue? (Telesfore) no, io non l’ho dimenticato! (Piccolo Giovanni) beato quel figlio che ha raccolto il Sangue e lo tiene custodito! Non chiedermi il nome di chi ha raccolto il Sangue! Quante grazie Dio vi sta donando!(*) cosa deve donarvi ancora?: il suo Cuore è sempre aperto! <5 colpi di tosse con doppia alitazione> (Telesfore) mi sono ricordato alcune delle tue parole che dicevi spesso, anzi, hai incominciato a dirle perché le ho sentite per la prima volta, mi sembra l’89 quando siamo andati dal Papa.. che c'è stato il messaggio.. (Piccolo Giovanni) ..dello Spirito Santo.. (Telesfore) ..dello Spirito Santo che.. cioè, apparentemente per noi sembrava.. cioè per chi non lo capiva, però tu hai capito perfettamente e hai detto “quello che il Padre ci sta dando è il massimo che ci.. ci sta dando tutto: più di questo non ci può dare”, e poi, successivamente qualche volta lo.. (Piccolo Giovanni) ..lo ripetevo! (Telesfore) lo ripetevi: il Padre ci sta dando tutto! (Piccolo Giovanni) il massimo! Ma si rimane un po' freddi “è vero? parla veramente Dio?”, “mah, mi sembra che la Piccola Cocciuta stia un po' mettendo del suo”, i vocii li raccolgo perché nulla mi è nascosto: per grazia del Padre vedo e sento ogni cosa, leggo i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! <3 colpi di tosse con una alitazione> vi ho dato un'altra goccia!(*) com'è bello il cuore di don Pino!(*) lo sto accarezzando!(*) cosa vuoi dire, Paolo? (Paolo) voglio dire, Giovanni, che non ci rendiamo conto di quello che sta avvenendo qui (Piccolo Giovanni) dovete entrare di più nel mistero: non dovete guardare la Cocciuta ma guardare chi parla attraverso la Cocciuta! Per voi averla vicino è metterla da parte “tanto la conosciamo, (la)vediamo, la sentiamo sempre”(*), è come uno strumento che si getta via, ma è uno Strumento di Dio: Dio la usa, Dio l'ha scelta, Dio l'ha mandata, ed Io non l'ho mai messa sul piedistallo. Quando parlavo di Lei lo facevo sempre di nascosto; se si avvicinava, in modi sgarbati come sacerdote, la facevo allontanare “allontanati, Io sto parlando”, e con la santa ubbidienza Lei si allontanava, ma nella gioia Io parlavo di Lei come Strumento di Dio ma mai dinanzi a Lei! Hai capito? (Paolo) ho capito, Giovanni! Noi abbiamo un Tesoro. Io.. (Piccolo Giovanni) ..ma non riuscite a raccoglierlo! (Paolo) l'hai detto proprio giusto. Io riesco a capire quando rifletto su tante cose, però poi, spesso, non riesco a mettere in pratica in pieno quello di cui sono cosciente perché sempre.. (Piccolo Giovanni) ..il filo del nemico:.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“perché devo fare quello che dice Giulia?” (Paolo) ma siamo portati a pensare questo perché spesso ....... noi prendiamo come riferimento le cose del mondo, le nostre conoscenze, il nostro sapere, che non ha niente a che fare con.. (Piccolo Giovanni) ..e si esce fuori il Solco! (Paolo) però, Giovanni, ehm.. anch'Io in questi giorni.. è difficile.. è difficile su certe cose.. è molto, molto, molto, molto difficile.. (Piccolo Giovanni) .. presi dalle cose del mondo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..presi dai propri problemi si esce un tantino fuori dal Solco, ma la Piccola Cocciuta.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..vi porta sulle spalle! (Paolo) ci poniamo spesso degli di interrogativi: non è che noi siamo.. rifiutiamo quello che dice la Cocciuta, è che.. (Piccolo Giovanni) ..mettere.. (Paolo) ..ed è ugualmente sbagliato, ci fa riflettere.. (Piccolo Giovanni) ..il punto interrogativo è dubitare della Parola di Dio! (Paolo) si, si, si, ma questo è chiaro, non.. (Piccolo Giovanni) vedete come è astuto il nemico? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) o sì a Dio e no al mondo, o no a Dio e sì al mondo: Dio vi lascia liberi! Avete capito.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che ho detto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non si possono servire due padroni ma uno solo! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) avete dei dubbi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) possiamo avviarci al Banchetto? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) tu vuoi venire? (Telesfore) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma non hai più nulla da dirmi? (Telesfore) veramente mi era.. c'era qualche altra cosa che volevo chiederti, dato che tu mi hai dato un accenno parlando di don Pino che lo stai accarezzando (Piccolo Giovanni) si (Telesfore) cioè, lui sta cercando, per quanto ho capito io, no, di prenderci tutti nella sua rete.. (Piccolo Giovanni) ..tenersi stretta la Piccola Cocciuta.. (Telesfore) ..eh, e tenerci nella.. (Piccolo Giovanni) ..e non l'ha mai lasciata! (Telesfore) si! Lui ci vuole tenere nella sua rete, però realmente è che siamo noi che..  (Piccolo Giovanni) ..avete gettato la rete.. (Telesfore) ..abbiamo gettato la rete, quindi la rete è nostra (Piccolo Giovanni) la rete.. (Telesfore) ..è del Padre?.. (Piccolo Giovanni) ..è di Dio, nulla è vostro! (Telesfore) però noi siamo pure i pesciolini che sono caduti nella rete! (Piccolo Giovanni) ma vi ha catturati Dio.. (Telesfore) ..si, il Padre.. (Piccolo Giovanni) ..nella sua rete! Tu quale rete hai gettato? (Telesfore) io ci sono cascato nella rete! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) come pesci piccoli o grandi? (Telesfore) io un pesce piccolino, sono! (Piccolo Giovanni) e dinanzi a Dio dovete essere sempre servi inutili, e i piccoli Giovanni all'ultimo posto e sempre piccoli, e tu non getti nessuna rete perché la rete la getta Dio! Quando il Padre ti comanderà di gettare la rete come è scritto nella Parola, lo farai, lo farete tutti(*) e raccoglierete i pesci! Chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse>  (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen! Ora preparate i vostri cuori e venite tutti a fare festa perché il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi ed Io ho sete e fame delle vostre anime: voglio bere e mangiare! Preparate i vostri cuori, figli miei! Ecco lo Sposo che avanza: preparatevi, Spose del mio Cuore! Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) Vieni, Sposa del mio Cuore!........... Paolo! Telesfore! (Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) perché non rispondete “eccomi” anche voi? (Paolo e.....) eccomi! (Piccolo Giovanni) l'avevate dimenticato di rispondere quando Dio vi chiama? (Paolo) è un nostro errore, in questa circostanza non l'avevamo mai fatto noi! Col cuore sì, però con le labbra no! (Piccolo Giovanni) ma i fratelli.. (Paolo) ..non sentono.. (Piccolo Giovanni) ..non possono sentire il cuore, Dio solo vede e sente i cuori di ognuno di voi, ma la famiglia ha bisogno di sentire la voce! (Paolo) lo faremo! ...........chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) cosa chiedete a Gesù? ..... Amen! Amen! Amen! Ma siete coscienti.. (.... e Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..di fare la volontà di Dio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) non vi tirate indietro al primo peso? (... e Paolo) no! (Paolo) tu stacci vicino! (Piccolo Giovanni) lo sono sempre non vi ho mai lasciati! ..se lo volete voi! ...........(Paolo) no! (Piccolo Giovanni) perché Dio mi manda in mezzo a voi, ma se non mi volete.. (Paolo) ..non saremmo qui.. .. (Piccolo Giovanni) ..salgo al Padre! (brillano di lacrime i vostri occhi? ...........non vi lascio! ........... Ora vogliamo fare festa? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <3º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) hai bevuto? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (.... e Telesfore) sì!........... (Paolo) io ho visto una corona! (Telesfore) sembra una corona e sembra allo stesso modo anche una barca!........... (Paolo) io vedo sempre la corona!(*) così vedo tre pezzi in uno e l'altro separato!(*) vedo correlazione tra tre di quei pezzi mentre un altro è separato dagli altri tre!........... la Croce che abbraccia l'umanità intera, aspettando! Sei convinto, Paolo.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..che è la Croce?(*) Quale pezzo volete?(*) ..e in questo pezzo c'è la Croce che abbraccia l'umanità? (Paolo .... ) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa ci vedete? ...........è sempre la Croce.. ..che abbraccia l'umanità! La voglio donare ai fratelli: ai miei amici!(*) <versa i piccoli pezzetti di Pane nel Calice del Sangue> ma a voi chiedo qualcosa in più: volete bere e aiutare Maria a tenere il velo che sta scendendo in questo attimo? (Paolo, ...... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) donatemi la vostra mano!(*) <versa alcune gocce d'acqua sulle nostre mani e poi versa altre gocce nel Calice del Sangue> a voi vi viene data la stessa cosa, perché la famiglia è sempre unita! Le gocce che ho messo e i piccoli pezzettini di Pane è aiutare Maria a sollevare il velo. Voi innalzate i vostri cuori perché il Cuore Immacolato di Maria trionferà e tutti vedrete il trionfo: È PAROLA DI DIO! Ora siete pronti? Volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ....., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) nell'Amore, nella Pace e nella Quiete di Dio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio è vivo e reale in mezzo a voi e vi ama a larghe misure: volete così anche voi amare? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta e donatemi! Paolo della Croce, .....: donatemi ai vostri fratelli e alle Spose e all'umanità intera!(*) Padre, mi prostro ancora dinanzi ai tuoi piedi bussando al tuo Cuore: ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi, Figlio! (Piccolo Giovanni ) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome ora e sempre, Padre! Ecco, Io mi sono donato: la mia Pasqua è piena ed è risorta; nell'amore pieno risorgete anche voi che mi avete accolto nei vostri cuori! Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, benedetti voi, figli, che vi siete uniti a questa santa preghiera e benedetti i figli che avete portato nei vostri cuori!(*) Lo Sposo è venuto ad abitare dentro di voi aspettando il vostro amore; ma state attenti, non abortite lo Sposo ma amatelo, figli!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto! (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Maria non l’ha sollevata così la Croce, ma l'ha abbracciata!(*) è leggero l'abbraccio? (Telesfore) è leggero perché è pieno d'amore! (Piccolo Giovanni) e Maria avendo il suo Figliuolo morto tra le braccia, l'ha sollevato così e l'ha abbracciato così!(*) <ci mostra come Maria ha fatto questo> (Telesfore) così l'ha abbracciato? (Piccolo Giovanni) imparate ad abbracciare la Croce, imparate ad accogliere i vostri fratelli abbracciandovi ai piedi, non trascinarli! Gesù non vi ha trascinati, si è donato con amore! È bello il tuo sguardo di riflessione, ma questa volta col cuore, non con la mente! Perché mi fissi in questo modo? (Paolo) perché riflettevo sul fatto che tu qualsiasi cosa noi combiniamo ci tieni sempre legati (Piccolo Giovanni) può Dio lasciare cadere nel burrone i suoi figli? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) Dio vi abbraccia sempre, Dio non scarta nessuno, sono gli uomini che scartano Dio, ma Dio no perché è Padre e ama tutti i suoi figli con la stessa misura senza fare alcuna distinzione perché è Padre. E quando hai abbracciato la Croce era leggera? (Telesfore) sì, era leggera! (Piccolo Giovanni) e perché prima non l'alzavi? (Telesfore) è perché.. ehm, non l'alzavo prima perché non era in quel modo che si abbracciava la Croce: la Croce si deve abbracciare in pieno! (Piccolo Giovanni)  <qualche parola di Giovanni non è intelligibile> …sempre per ognuno di voi e per l'umanità intera, non c'è un Dio che si trascina ma un Dio che si abbraccia! (Paolo) “che si abbraccia!”, non bisogna prenderla.. (Piccolo Giovanni) ..un Dio che si dona a braccia aperte! Ha forse donato una sola mano Dio per essere inchiodato? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e si è tenuta l'altra? .. (Mosè) ..ha donato tutt’e due le braccia aperte!.. (Piccolo Giovanni) è così che si deve abbracciare la Croce: in pienezza! Siate coscienti di tutto questo, e nell'Amore Pieno, nella Gioia Piena della Croce, dell'unica Verità, dell'unico Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi, figli del mio Cuore! Amici miei, andate nella Pace di Dio e portate ovunque andate la gioia, l'amore pieno che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori e sull'umanità intera; ma non dimenticate i vostri fratelli, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici! Ma state attenti al nemico, non dategli spazio: combattete con l'amore e non abortitemi quando uscite fuori! Figli, Io vi amo e chiedo ad ognuno di voi di amarmi nella stessa misura! Ora vorrei riposare, mi cantate ancora.. (Alcuni) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) col cuore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io vi lascio il mio grondante di Sangue! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie! Grazie anche quando mi offrite Dolori! Grazie ai figli che mi chiudono la porta in faccia perché la mia è sempre aperta, e come Padre vi dico grazie perché vi amo e vi aspetto tutti a gioire nel mio Cuore! Vi siete scandalizzati di ciò che ho detto? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) ma cosa pensa il tuo cuore? (Paolo) tu che lasci la porta sempre aperta anche a chi te la sbatte in faccia! Non c'è niente da dire su questo, c'è solo da prostrarsi davanti alla Croce e dire “io sono un miserabile, non servo a niente” (Piccolo Giovanni) “sono un servo inutile” (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) “Padre, fai di me quello che vuoi”. Il segreto è l'amore, e Dio vi insegna sempre ad amare, a camminare sulla Via Stretta e tenere sempre alto il santo Vangelo. E nella gioia e nella Pace del Vangelo, uniamo la Catena santa(*) pregando con la preghiera del Padre, l'unica Fonte zampillante:  <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!“. “Eccomi, Signore, io sono un tuo figlio: guarda nel mio cuore perché tu cerchi solo il cuore e se in me c'è qualcosa di sbagliato, non guardare l'esteriore, ma ecco, il mio Cuore è tuo: puliscilo col tuo Amore Infinito e aiutami a non abortirti perché tu abiti dentro di me, ed io sono sicuro del tuo amore che è Roccia viva e niente e nessuno può romperla”. E con questa gioia, con questa forza di Dio vivo nei vostri cuori, andate in pace e gridate al mondo intero “Dio è vivo, Dio abita dentro di noi, Dio parla, Dio ci ama e non ci ha mai lasciati orfani”, ma è un Papà che aspetta di essere chiamato attimo per attimo: PAPA’! (Tutti) Papà! (Piccolo Giovanni ) eccomi, figliuoli del mio Cuore, la mia misura è una sola e il mio Cuore è aperto, venite figli, e fate festa! (Giulia) Papà, com’è grande il tuo Cuore? Papà, Papà! (Piccolo Giovanni) figlia mia! Andate nella Pace e nella Quiete donando ai vostri fratelli.. Io verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane vivo dei Cieli: aspettatemi, ma nell’attesa pregate! Grazie, figliuoli, per il tempo che spendete: scenderà sempre su di voi la Farina del mio Amore a larghe misure! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera nel mio Fiume santo! Vedi, figlia, ora ci sono tutte le barche perché il Parto è pieno ed è vivo in mezzo a voi! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti ) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, figliuoli del mio Cuore, andate in pace!(*) <Giulia ad un tratto si accascia per terra> Non spaventatevi, la Piccola Cocciuta viene con me per un po'!(**) (Giulia) Giovanni! Giovanni! Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) figlia, ritorna tra i tuoi(*) (Giulia) sia fatta la volontà del Padre! <Giulia dice a bassissima voce altre due o tre parole che sono impercettibili>

 

 

         4. Dom 07/09/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta per l'umanità tutta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per i Grandi del mondo; immolati ancora per i Grandi della Casa del Padre! Figlia, immolati per l'umanità sorda che non vuole essere guarita da Gesù! Consola sempre il Cuore di Gesù come tu sai fare nel silenzio e nell'abbraccio della Croce, figlia del mio Cuore! (Giulia) Mamma, Mammina, perché piangi in questo giorno? sei così bella, ma i tuoi occhi grondano lacrime di Sangue! Mamma, cosa posso fare? posso asciugarteli? (l'Immacolata) vedi, figlia mia, le lacrime di Sangue che scendono dai miei occhi è il dolore di una Mamma che vede l'umanità che non accoglie Gesù! Puoi asciugarmeli in questo istante, ma una Mamma non smette mai di piangere. Come il tuo Cuore gronda sempre Sangue nel vedere i tuoi figli e l'umanità che si perde, neanche il tuo Cuore si può asciugare, figlia mia! (Giulia) sì, Mamma! Mammina, i tuoi occhi stanno formando un Fiume, e le mie mani non possono fermare i… <audio impercettibile> (l'Immacolata) Pregate: con la preghiera potete fermarli, con la preghiera potete consolare il Cuore del mio Gesù, e l'ascensore che Io vi ha donato e vi dono attimo per attimo è il santo Rosario: fatelo col cuore, figliuoli miei! Come Io vi stringo e vi offro il mio Cuore come rifugio, così voi offrite al Padre la vostra preghiera; innalzate le vostre voci a Dio affinché il Progetto dell'Amore scenda sull'umanità intera. Figliuoli del mio Cuore, vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore di Gesù; rimanendo nella quiete rimanete nell'amore, rimanete abbracciati all'unico Legno della Croce, e ricordate sempre: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Figli miei, come Mamma Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei! E col Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata vi invito ancora a pregare: fermate i flagelli, abbiate fede, figliuoli miei, solo con la fede e la preghiera costante potete fermare i flagelli e le guerre! Figli, il mondo non è in pace con Dio e chiedo ad ognuno di voi di bussare al Cuore del Padre affinché ogni piccolo pezzetto di mondo sia in pace col Padre! Pregate per questa mia intenzione, Figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico! L'amore alzatelo e combattete con me l'ultima battaglia, figliuoli, e ricordate: il Vangelo non calpestatelo ma tenetelo alto. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) passerà un'altra spada nel tuo Cuore!(*) (Giulia) grazie! (l'Immacolata) dovrai soffrire ancora a causa del nome di Gesù, figlia mia, ma non temere! (Giulia) Mamma, se i tuoi occhi sono così belli nonostante (siano)pieni di Sangue, io non ho paura! Eccomi, sia fatta la volontà del Padre! (l'Immacolata) il tuo sì pieno fa gioire il Cuore del Padre, figlia! Siano i vostri cuori aperti col sì dinanzi al Padre, figli miei! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Pace, l'Amore e la Verità del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nel portarvi l'unica Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi a donarvi il sorriso del Solco di Dio, la Luce che non si spegne mai, e anche chi ha gli occhi chiusi, vede la Luce di Dio perché ama! E amare significa vedere Dio, perché l'Amore viene dal Cuore di Dio, e voi che siete qui riuniti nel nome di Dio, accendete ancora una lampadina spenta: la vostra preghiera, il vostro donarvi a Dio; il vostro “eccomi” fa accendere la lampadina! E come è bello donare la luce al fratello che non vede! Figliuoli miei, come Sacerdozio vivo ed eterno vi ho donato e vi dono sempre la Luce del Padre, ma vi invito a stare attenti al nemico. Scartare o allontanare da voi il fratello è spegnere la luce e rimanere nel buio del mondo. State attenti, figli, portate ovunque andate la Verità, la Quiete e la Luce del santo Vangelo, gridando al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla, e come Padre viene a donarci il suo Amore, viene a chiamarci “figli” nonostante l'umanità è sorda ed è cieca”. Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 23° sett./B Mc. 7,31-37.>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) lo hai assaporato? (Paolo) si, molto! (Piccolo Giovanni) e che sapore è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) è amaro, Giovanni! Tu, parlando di luce, hai ampliato il tema del Vangelo di oggi che parla di sordità e di mutismo. Purtroppo, quello che si osserva oggi nel mondo, e che tu tante volte hai descritto in modo molto dettagliato, è molto diverso da quello che Gesù vorrebbe! I flagelli, il desiderio di vendetta, il desiderio di ricchezza, di potere, il desiderio di diventare celebri nel mondo dello spettacolo, del cinema, dello sport, sono tutte cose che ci allontanano da quella povertà e da quella umiltà che Gesù ci ha chiesto come qualità indispensabili per poter seguire la sua strada.. (Piccolo Giovanni) ..facendo diventare sordi e ciechi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e muti! (Paolo) l'episodio del Vangelo è un messaggio forte: Gesù vuole che noi guariamo dalla cecità, dalla sordità, dal mutismo spirituale.. (Piccolo Giovanni) ..e gridare.. (Paolo) ..e gridare.. (Piccolo Giovanni) ..al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi”.. (Paolo) ..“e parla” (Piccolo Giovanni) senza avere alcun timore! (Paolo) si, ehm.. (Piccolo Giovanni) ..non preoccupatevi di chi uccide il corpo, ma di chi uccide l'anima! (Paolo) si, non serve guarire.. (Piccolo Giovanni) ..quando poi si nasconde dietro un albero per non farsi vedere! (Paolo) si! È molto forte anche il messaggio.. <5 colpi di tosse con doppia alitazione> il messaggio della lettura di Giacomo, e anche questo un nodo dolente della società odierna perché si è portati, oggi, a fare compilare delle classifiche delle persone importanti, delle persone potenti. Ci sono fratelli che.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi a Dio.. (Paolo) ..siamo tutti uguali.. (Piccolo Giovanni) ..non vi è alcuna distinzione.. (Paolo) ..tra gli uomini però.. (Piccolo Giovanni) ..non c'è gradino: Dio solo ha il gradino! Ti fermo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) io vorrei.. il mio desiderio forte è proprio quello che ognuno di noi riuscisse a compenetrarsi nella Parola di Gesù e a metterla.. (Piccolo Giovanni) ..“Padre, sono un servo inutile.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi ai tuoi piedi” (Paolo) si, ma non è facile! Io questa mattina guardando il.. (Piccolo Giovanni) ..è facile!(*) <Giovanni si alza e si inginocchia dinanzi alla Croce> “Padre, sono un servo inutile dinanzi ai tuoi piedi”, è questo il coraggio che dovete avere tutti, non è difficile!(*) È difficile? (Tutti) no! (Tommaso) ci vuole coraggio! (Piccolo Giovanni) il coraggio e non vergognarsi di Dio, non guardare l'uomo che ride dinanzi a questo gesto, ma guardare Dio e il suo Amore Infinito, la sua Misericordia Infinita! Ed è la seconda volta che vi faccio vedere com'è facile amare Dio, non il mondo! (Paolo) io vorrei che tutti.. (Piccolo Giovanni) “io vorrei” devi eliminarlo! (Paolo) eliminarlo! Mi piacerebbe.. (Piccolo Giovanni) ..Padre(*).. (Paolo) mi piacerebbe, Giovanni, (che) tutti avessero il coraggio di inginocchiarsi davanti alla Croce come.. (Piccolo Giovanni) ..sta a voi decidere su quale via volete camminare: nel Solco del Vangelo o nel solco del nemico? (Tutti) nel Solco del Vangelo! (Piccolo Giovanni) e non abbiate timore di fare il gesto che Io ho fatto! Vero, Luca? (Luca) eh, chi ama Dio non può vergognarsi di Dio. <Paolo si avvicina per dargli il microfono>  (Luca) dicevo.. (Piccolo Giovanni) ..“chi ama Dio?..” (Luca) ..non può vergognarsi di Dio, perché Dio è in noi e noi siamo in Dio, siamo.. ci dovremmo vergognare di noi stessi, quindi è.. (Piccolo Giovanni) ..e perché vi vergognate di parlare.. (Luca) ..ecco, non bisogna vergognarsi.. (Piccolo Giovanni) ..della Stanza di Dio? (Luca) perché vergognarsi di parlare? (Piccolo Giovanni) Dio conosce il cuore! (Luca) i cuori li conosce, si! Ma penso che.. (Piccolo Giovanni) ..Dio vede tutto e non si può nascondere nulla (Luca) nulla si può nascondere! (Piccolo Giovanni) e fate scorrere il Fiume che Dio.. (Luca) ..senz'altro.. (Piccolo Giovanni) ..farà scorrere.. (Luca) ..c'è anche un parlare.. anche un parlare.. (Piccolo Giovanni) ..mentre voi parlate! (Luca) è vero, Giovanni! (Piccolo Giovanni) non aspettate il trionfo: quando il trionfo scenderà in mezzo a voi neanche ve ne accorgerete, perché solo Dio conosce l'ora e il giorno, e in quell'attimo dividerà i figli che non hanno avuto vergogna e quelli che si sono vergognati della sua Parola, perché Dio è Giudice! Chiaro? (Tutti) sì! (Qualcuna) grazie! (Luca) c'è anche un parlare di Dio rimanendo nel silenzio, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Dio vuole.. (Luca) ..ecco.. (Piccolo Giovanni) ..la voce.. (Luca) ..“la voce”.. (Piccolo Giovanni) ..nel silenzio parla Dio ai cuori di ognuno di voi! (Luca) se è tanto.. (Piccolo Giovanni) ..ma i discepoli sono stati mandati due a due a gridare senza avere alcun timore! Vero, Tommaso? (Tommaso) certo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) hanno chiuso la bocca nell'andare ad annunciare il Vangelo? (Tommaso) no, anzi quando uno vive.. (Piccolo Giovanni) ..l'hanno gridato in mezzo alle piazze: anche sopra i tetti, la Parola di Dio! È vero questo? (Tommaso) è verissimo, anche perché nasce proprio dal cuore se uno vive nel Solco e nel Cuore di Maria, e tu sei la nostra guida, ed io mi accorgo che anche quando non trovo le parole, nel momento in cui devo parlare, grido ancora più forte, appunto, che Gesù è vivo in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) e il Padre lascia scendere il Fiume del suo Amore! (Tommaso) e quando inizio non vorrei più smettere perché provo una gioia immensa, proprio perché vorrei portare nel Cuore di Maria, nel Cuore del Padre, tutti i miei fratelli! (Piccolo Giovanni) raccogliere l'umanità che è dispersa e portarla nel Cuore di Maria: è una Mamma curva che prega perché questo avvenga, ma ho bisogno del vostro aiuto, per questo vi ho catturati nella rete senza buchi, per consolare ed aiutare il Cuore di Maria. Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! <2 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ma cosa vuoi dirmi ancora? (Tommaso) vorrei dire questa cosa bellissima che mi ha colpito oggi.. il Vangelo, e per cui io l'ho sempre vista bella questa scena: come Gesù si inchina verso l'ultimo quando gli altri che lo attorniano, pensavano di rivolgersi a qualcuno di grande, invece lui gira le spalle e si avvicina piano piano, col tenero cuore, all'ultima delle pecorelle, e dove non è tanto il discorso del miracolo corporeo, quanto l'amore che Gesù vuole donare, far gioire il cuore di quest'ultimo fratello affinché lui possa gridare al mondo “è l'Amore del Padre, non il miracolo”.. (Piccolo Giovanni) ..scartato da tutti ma abbracciato da Dio! (Tommaso) e come si fa a non gridare? Gesù disse a lui, no, “nel silenzio tienilo per te”.. (Piccolo Giovanni) ..“non dire niente” (Tommaso) eh, ma come si fa? cioè.. (Piccolo Giovanni) ..è l'amore che fa gridare! (Tommaso) io penso che oggi è il contrario.. (Piccolo Giovanni) ..se non accendete l'amore non potete gridare! (Tommaso) questo, si, però io penso che oggi è il contrario, cioè se uno viene graziato da Dio, miracolo, appunto, corporeo.. (Piccolo Giovanni) ..chiude la porta Dio.. (Tommaso) ..chiude la porta.. (Piccolo Giovanni) ..perché ha ottenuto tutto, non ha più bisogno di Dio! (Tommaso) anzi, lo rinnega! (Piccolo Giovanni) “ora ho quello che mi serviva, posso mettermi sul piedistallo”! È lì che entra il nemico!(*) chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) quando si è.. ricevuti la guarigione si deve stare sempre prostrati dinanzi alla Croce e gridare ”Dio è mio Padre: ero cieco e mi ha donato la vista; ero sordo e mi ha aperto le orecchie; la mia lingua era legata e Dio l'ha sciolta, ed io cosa devo fare? chiudere la porta a Dio o gridare le Lodi dell'Amore?” (Tommaso) bisogna gridarle ad alta voce, testimoniarle! (Piccolo Giovanni) Amen! (Tommaso) purtroppo.. (Piccolo Giovanni) ..e questo è Vangelo, questo è camminare nel Solco di Dio! Quanti miracoli avete visto con i vostri occhi! (Tommaso) e sono proprio quelli che si sono allontanati! <= sono proprio le persone che ricevono i miracoli che alla fine voltano le spalle a Dio e si allontanano>  (Piccolo Giovanni) sono spariti tutti, ma Dio è Giudice: quando verrà l'ora verranno chiamati e il Padre allarga le braccia, ma nell'essere Giudice dividerà gli uni degli altri! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è Vangelo? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno lascio scendere su di voi e sull'umanità intera l'Alito dell'Amore dello Spirito Santo! Voi Discepoli, voi Colonne e voi Suorine del Cuore della Croce.. ma voglio chiedervi una cosa: amate il Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni ) amate il Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) amate il Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e prostratevi dinanzi alla Croce, perché è l'unica Verità, l'unica Luce che vi porta a gioire dinanzi al suo Cuore! E se amate il Padre, con l'amore fermate anche i flagelli che scendono attimo per attimo sull'umanità intera! È questo che vi chiedo come Sacerdozio vivo ed eterno, e non date spazio al nemico: il vostro sì sia pieno dinanzi al Cuore di Maria! Chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) vedo i tuoi occhietti piccoli piccoli! (Tommaso) sono tutto piccolo, quando ti ascolto mi faccio come il seme di senape! (Piccolo Giovanni) che bello: e gettalo così diventa un albero dove tutti possono prendere la frescura di Dio! Fallo! (Tommaso) certamente! (Piccolo Giovanni) anche voi! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e ricordatevi sempre: i piccoli Giovanni all'ultimo posto! (Tommaso) sempre! (Piccolo Giovanni) ma nel gridare l'Amore di Dio! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene! Vuoi dirmi qualche altra cosa? (Tommaso) senza dirlo, volevo giusto avere una conferma del sogno che ho fatto riguardante la manlia! Tu lo sai.. (Piccolo Giovanni) ..racconta il sogno.. devi raccontare agli altri! (Tommaso) no, perché all'improvviso.. all'improvviso scendevo tra le colline, ecc., noi stavamo, diciamo, lavorando in qualche modo e abbiamo visto questa manlia.. la manlia che non ho capito il significato, poi ho fatto le ricerche sull'enciclopedia.. questa manlia che.. vedevo quest'acqua che mi bloccava tutte le strade come, diciamo, la lava, e non potevamo più tornare indietro.. mia moglie gridava, appunto, di questa manlia, e allora io mi sono fatto il segno della Croce e ho detto “di che ti preoccupi? noi siamo tutti sigillati”, e allora invitavamo tutte le persone a salire ai piani superiori a qualsiasi appartamento trovavamo e andare sempre a rifugiarsi nei piani superiori affinché non ci toccasse, è lì ci riunivamo, appunto, per la preghiera ecc.; poi trovando, diciamo, le ricerche ecc., ho visto che la manlia si riferiva, appunto, a delle famiglie dell'epoca avanti Cristo, quando combattevano, appunto, l'Africa, l'Asia minore, tra cui i Galati, no, e che portavano solo orrore, distruzione e vizi.. vizi.. e quindi ora non so se è riferito ai tempi che devono venire oppure è questo male che ci vuole sopra.. ci vuole assalire per distruggerci!(*) cioè.. (Piccolo Giovanni) allargo le braccia e vi invito a pregare! Posso dirti.. (Tommaso) ..praticamente la manlia era.. tra le famiglie dei Patrizi, no, i busoni, i tombolini, questa gente qui che.. (Piccolo Giovanni) ..conosco bene ciò che stai dicendo, ma Io posso invitarvi solo alla preghiera perché sono all'ubbidienza del Padre! Sta a voi: il mondo è nelle vostre mani, e Dio, chiedendovi “vuoi essere mio Sacerdozio”.. (Tommaso) ..sì, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..ha lasciato a voi di guarire! Non abbiate timore ma fede piena! Chiaro? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) hai capito cosa ho detto? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) avete capito? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene!(*) caro Telesfore! (Telesfore) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) “eccomi” si dice sempre non solo quando ti batto la mano!(*) perché ridi con gli occhietti maliziosi, Telesfore? <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ora vuoi dirmi “ma tu sai tutto!” (Telesfore) non ti sfugge niente? (Piccolo Giovanni) può Dio non vedere e non sentire? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) “eccomi” e “sì” si deve donare in pieno! Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) parla!(*) (Telesfore) Io.. oggi la preghiera che vorrei fare: chiedere al Padre la guarigione, prima mia e poi soprattutto dei miei fratelli e dell'umanità intera, di fare che i nostri orecchi si aprono ad udire.. (Piccolo Giovanni) ..e i vostri cuori, la Parola di Dio! <pausa per un cambio cassetta>  (Telesfore) …attraverso i nostri cuori e farlo uscire.. (Piccolo Giovanni) ..camminare nel Solco di Dio! La Piccola Cocciuta vi porta sulle sue spalle ma dovete imparare a camminare anche voi! Quando cadete è Lei a portarvi, ma dovete imparare. Chiaro? (Telesfore) chiaro, sì! <4 colpi di tosse con 5 alitazioni>  (Piccolo Giovanni) ma dimmi qualche altra cosa! (Telesfore) io ti chiedo perdono se siamo.. (Piccolo Giovanni) ..è al Padre.. (Telesfore) ..eh, chiedo perdono al Padre.. (Piccolo Giovanni) ..che dovete chiedere perdono! Io sono un Servo inutile dinanzi alla Luce di Dio!.. (Telesfore) ..della nostra debolezza.. cadiamo sempre negli stessi errori (Piccolo Giovanni) e il Padre vi alza perché il suo Amore non ha limiti, non ha misure! Avete visto quant’è grande l'Amore di Dio? (Tutti) sì! (Mosè) ..che dobbiamo vivere dell'Amore del Padre! (Piccolo Giovanni) cadete, chiudete la porta, ma Lui è sempre pronto ad abbracciarvi! Vero, Luca? (Luca) la sperimentiamo giornalmente questa cosa. Siccome l'ha sperimentato anche il cieco che si è visto aprire la porta e le orecchie.. cieco.. (Piccolo Giovanni) ..la sua fede era così grande che si è accorto che Gesù l'ha chiamato.. (Luca) questo cieco.. e questo miracolo, poi, è un segno nel Vangelo, perché è un miracolo che anticipa il battesimo. Gesù con quel miracolo vuole indicare, appunto, all'umanità, che la guarigione passa attraverso l'acqua e lo spirito..  (Piccolo Giovanni) ..un po' di saliva,.. (Luca) ..Ruha, il Ruha, appunto, dello Spirito Santo.. (Piccolo Giovanni) ..un po' di terra,.. (Luca) ..ecco.. (Piccolo Giovanni) ..e la vista.. (Luca) ..apriti: effathà, eh, e si apre.. l'uomo chiuso, si apre.. al Vangelo, alla vita e a Dio stesso, insomma! (Piccolo Giovanni) e così apritevi alla Parola e fatela scorrere! Chiaro?(*) che mi racconti ancora? (Telesfore) io, a volte, parlando con la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..che diventa sempre più Cocciuta.. (Telesfore) cerco sempre di.. almeno, dico, qualche cosa di fare di buono, però non ne azzecco.. (Piccolo Giovanni) ..ti rimprovera sempre! (Telesfore) quindi, dico “non sono capace di fare niente” (Piccolo Giovanni) quando ti rimprovera devi essere contento non triste: Dio parla e correggere!  (Telesfore) Meno male! (Piccolo Giovanni) se ti lascerebbe camminare come tu pensi andresti a cadere nel fosso! Non essere triste, anima mia, ma gioioso quando la Cocciuta ti sgrida; devi essere triste quando è silenziosa, quando non risponde. Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro anche per voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) dov'eri, Paolo? (Paolo) riflettevo su quello che stavi dicendo a Telesfore, e dicevo a me stesso che quando uno ha in Cuore Gesù.. ha nel cuore Gesù, è animato dal desiderio di migliorare sempre di più e quindi di farsi portavoce della sua Parola e anche è consapevole di commettere degli errori, perché altrimenti sarebbe perfetto, e quindi la consapevolezza di commettere degli errori; in questa consapevolezza il rimprovero deve essere per lui una cosa graditissima come una manna scesa dal cielo, perché il rimprovero..  (Piccolo Giovanni) ..questo non lo vuole accettare, si arrabbia! (Paolo) piano piano, anche lui come noi.. impareremo.. (Piccolo Giovanni) ..cercando una giustificazione, cercando di dire “ma io sto dicendo quello che hai detto tu”. Tutto al contrario! (Paolo) eh, questo è un atteggiamento che ci impedisce di migliorare! (Piccolo Giovanni ) è un atteggiamento un po' di gelosia! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) “mia moglie deve dire a me..” (Paolo) ..“quello che devo fare”.. (Piccolo Giovanni) “quello che devo fare?”, non guarda mai lo Strumento! (Paolo) guarda sempre la “moglie” (Piccolo Giovanni) Eh! è così? (Telesfore) eh, non posso dire di no! (Piccolo Giovanni) eh, se vuoi farlo dinanzi a Dio.. (Telesfore) ..e come si fa dinanzi a Dio a dire una bugia? (Piccolo Giovanni) Dio vi lascia liberi, ma vede e sente ogni cosa!(*) (Paolo) però c'è da dire che non è solo Telesfore <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) parlo a lui.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e parlo ad ognuno di voi e al mondo intero! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) se verrei a parlare solo con lui.. (Paolo) ..povero Telesfore.. (Piccolo Giovanni) ..Dio chiuderebbe la porta al mondo! (Paolo) certo! (Piccolo Giovanni) Dio parla a voi e parla al mondo intero! (Paolo) Giovanni, quando noi riusciremo ad accogliere con gioia e a farne tesoro dei suggerimenti che ci vengono dall'alto, avremmo fatto un grosso passo avanti! (Piccolo Giovanni) avrebbe fatto la volontà.. (Paolo) ..del Padre.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre, come servi inutili a lavorare nella vigna.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! (Paolo) intanto si impara ad accettare le umiliazioni (Piccolo Giovanni) che fanno crescere! (Paolo) che fanno crescere! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta diceva sempre “fanno crescere l'anima”.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando la sgridavo davanti a tutti, e non piccole parole come vi dice la Piccola Cocciuta, Io le usavo grosse. Lei le usa piccole piccole per non farvi male! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma lei usa la cordicella per vostro amore! (Paolo) questo dei rimproveri e delle umiliazioni è la strada certa per arrivare al Cuore di Dio! (Piccolo Giovanni) in pieno! (Paolo) in pieno, si! (Piccolo Giovanni) chiaro, Luca? (Luca) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Tutti) si! (Paolo) speriamo che questo ci possa…  <qualche parola si perde perché Paolo parla così vicino al microfono che va in distorsione> oggi, che poi.. (Piccolo Giovanni) ..avere fede! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) la fede fa spostare le montagne; la fede fa fermare le guerre: è quello che voi dovete avere rimanendo seduti sulla Roccia del Padre! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni ) chiaro? (Tutti) si! <3 colpi di tosse con una alitazione>  ........... (Piccolo Giovanni) cosa mi dici ancora? (Telesfore) se.. se non ci rendessimo conto che Dio vede, sente e ci legge tutto quello che noi pensiamo.. (Piccolo Giovanni) .. perché, ancora non lo sapete? (Telesfore) lo sappiamo, però non ci rendiamo conto che.. (Piccolo Giovanni) ..lo gettate via.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..dalla finestra o dalla porta?(*) (Telesfore) gli errori si diminuirebbero un poco (Piccolo Giovanni) e il Cuore di Maria avrebbe molte gioie! Ma tutto sommato non siete poi tanto cattivi! (Mosè) ci manteniamo in bilancia! (Piccolo Giovanni) siete i miei Figli, i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine che sono qui riuniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Innaffiati dall'Amore dello Spirito Santo lasciate uscire un po' di voce, ma Dio ve ne chiede ancora! “Papà, ti amo”, “papà, voglio essere tuo figlio senza nascondermi”: è questo che vuole Dio! Ed Io vi chiedo come Sacerdozio vivo ed eterno di tenere sempre alto il Vangelo e di camminare nel Solco. Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, ma state attenti al nemico: usa ogni mezzo per confondervi e allontanarvi dall'Amore di Dio perché vuol far suo il Progetto dell'Amore! State attenti, vivete nell'ubbidienza verso Dio e verso il Vangelo! Chiaro? (Tutti) sì! <5 colpi di tosse con una alitazione> (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) domani la Chiesa festeggia il compleanno di Maria! (Piccolo Giovanni) ma il compleanno di Maria.. (Telesfore) ..è il 5.. <= 5 di agosto>  (Piccolo Giovanni) ..è il 5: andiamo dietro a ciò che la Chiesa ha deciso! Maria è contenta quando si festeggia la vera data, ma accoglie con amore la preghiera, non la festa del mondo! (Telesfore) bè.. (Piccolo Giovanni) ..chiaro? (Tutti) sì! (Telesfore) veramente.. (Piccolo Giovanni) ..con la preghiera offrite a Maria tutti coloro che non la conoscono. Bussate al suo Cuore chiedendogli “Mamma, voglio essere tuo figlio”! (Telesfore) e noi il regalo che gli possiamo fare a Maria è la preghiera!  (Piccolo Giovanni) è quello che aspetta, non le feste del mondo!(*) chiaro? tu cosa gli offri domani? (Telesfore) io gli offro un ascensore! (Piccolo Giovanni) e ciò che la Piccola Cocciuta ti ha affidato(*): se non lo ricordi glielo chiederai dopo! (Telesfore) va bene! (Piccolo Giovanni) fa parte dell'ascensore! Ora cosa vogliamo fare? (Telesfore) consoliamo Maria con un’Ave Maria (Piccolo Giovanni) Amen! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> Figliuoli del mio Cuore, vi ricordo ancora una volta: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO! E quale gioia più grande (è) nascere nel Cuore del Padre per vivere in pienezza tutto l'Amore che il Padre ha preparato per ognuno di noi! Siate coscienti di tutto questo. E con questa gioia Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti; vi invito, figli, a pregare per il Papa; vi invito a pregare per tutti i miei Fratelli Ministri; pregate per la pace, pregate affinché lo Shalom di Dio scenda sull'umanità intera! Raccolgo i sussurri di ognuno di voi, i figli che si sono uniti, i figli che mi avete portato e metto tutto nel Cuore del Padre. E con questo abbraccio di Dio, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Portate la pienezza di Dio ovunque andate, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! Non lasciate nessuno fuori della santa preghiera e non abortite il Cuore di Maria quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore che Dio vi ha donato!  (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, grazie per il tempo che avete speso e che spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure. Figli del mio Cuore, la pace sia con voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli miei!

 

 

         5. Giov 11/09/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi, e i Calici Rossi(*). Figlia, gioisci e fai festa, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia, consola ancora il Cuore del Padre unendoti con me al Legno vivo della Croce abbracciando ancora i Chiodi divini per l'umanità sorda e cieca alla Parola del Padre! Vieni, anima mia: unisci le tue mani alle mie mani! (Giulia) eccomi, Gesù! <1º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia! Sollevati e stringi le tue mani alle mie mani abbracciando l'umanità intera! Vedi, figlia, il Parto è vivo, è in mezzo a voi: abbraccia l'umanità intera! Dio vi sta donando tutto; Dio non vi fa mancare nulla, ma mancate voi: non donate il vostro amore! L'umanità non sa amare ancora Dio; l'umanità non sa riconoscere la voce di Dio che chiama dicendo “figli, venite: tutto è pronto, non tardate, non perdetevi dietro le cose del mondo”. Non date spazio al nemico che è dietro l'angolo a farvi cadere la sua rete. Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e la mia Verità e la mia Parola, è Parola di Dio. Non calpestatela sotto i piedi: parlo a voi e parlo al mondo intero! Dio che viene a visitare i vostri cuori; Dio vivo in mezzo a voi. Figli miei, siate coscienti di questo mistero vivo e reale; siate coscienti; siate coscienti e pregate affinché il Padre allarghi sempre le braccia sull'umanità intera e su di ognuno di voi! Crescete Dio: perché questo vi chiede, lasciatelo crescere nei vostri cuori, fatelo nascere nelle vostre famiglie e cullatelo perché Dio è bambino e ha bisogno di essere cullato! Figlia mia, vuoi unire ancora le tue mani alle mie? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini per l'umanità intera e per tutti i tuoi figli? (Giulia) sì, Gesù, lo voglio perché voglio farti nascere! <2º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia! Guarda le tue mani, vedi come sono lunghi i Chiodi? più grande è l'amore e più grandi sono i Chiodi!(*) (Giulia) Gesù, falli ancora più grandi perché io ti amo e metto nel tuo Cuore tutti i miei figli, l'umanità intera, tutti coloro che si affidano alle mie preghiere! Gesù, perdonami, quando le mie forze vengono meno mi poggio sulla Croce! Perdonami! (Gesù) figlia, è il tuo letto: poggiati sempre e ama come tu sai fare! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) ed Io nell'Amore Pieno sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Ma siate coscienti del Vangelo vivo di questo giorno <giov. 23° sett. T.O./B Lc. 6,27-38> : vivetelo in pienezza nei vostri cuori, non sulle labbra, perché nulla mi è nascosto! Sono il vostro Papà, sono il Papà dell'umanità intera: vedo e sento ogni cosa, e col capo chino vi chiedo di pregare! Figli miei, pregate, pregate, pregate, pregate per la pace, combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! Figli miei, vi invito ancora a pregare per i flagelli che scendono sull'umanità: usate il mio Amore, abbiate fede nell'unica Parola viva del santo Vangelo! Non poggiatevi sui vostri pensieri, non poggiatevi sulle parole degli uomini, ma poggiatevi sulla Parola viva che è il Vangelo, il Solco che porta a gioire nel Cuore del Padre! State attenti a non alzare il dito nel dire “Io”, ma come servi inutili, prostratevi sempre dinanzi alla Croce, figli miei! Tu, Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) sai bene cosa devi fare, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome. Figlia, porta ancora l'umanità e tutti i tuoi figli sulle tue spalle! (Giulia) sì, Gesù! Tu conosci il mio Cuore, Gesù! (Gesù) il carico è pesante, figlia, perché l’ho messo Io e conosco il tuo Cuore. Vai avanti e non fermarti! Io verrò ancora a portare il Pane vivo, ma vi chiedo di essere coscienti, figli, di stare attenti al nemico: allontanatelo amando e vivendo in pienezza il Parto vivo che è in mezzo a voi e nel mondo intero! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) la Pace e l'Amore del Cuore Immacolato di Maria sia per ognuno di voi il Faro del vostro cammino! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'amore e nella pace dell’unica verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi a portarvi il mio saluto: “Pace a voi, figli”, ma la mia pace viene dal Cuore del Padre, la mia pace viene dal Cuore del santo Vangelo, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a vivere nell'amore, nella pace e nella quiete! Come figli di Dio vi invito a vivere il Vangelo di questo santo giorno! Vi ho insegnato a camminare, vi ho insegnato ad amare, vi ho insegnato a perdonare, vi ho insegnato a portare sulle vostre spalle il Legno della Croce: verrò ancora ad insegnarvi, ma chiedo ad ognuno di voi l'ascolto alla Parola: chiedo ad ognuno di voi il sì di Maria alla Parola! Non distraetevi dalle(con le) cose del mondo! Figliuoli miei, Dio viene a parlare, Dio viene a portare il Pane vivo in mezzo a voi e vi ha donato la Stanza dell'Amore: il mistero vivo unito ad ognuno di voi! Voi vivete nel Cuore del Padre ma non siete coscienti!(*) Siate coscienti, figliuoli, Dio vi ha donato il suo Cuore: la goccia più grande ve l'ho portata in questa giornata per consolare il Cuore di Maria!(*) Fate festa perché Maria aspetta ognuno di voi, ma non nelle feste del mondo, Maria aspetta voi che vi inchinate dinanzi alla Croce e dire “eccomi, sono un servo inutile non alzando il dito io..”. Allontanate il nemico e abbracciate la Croce amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Figli del mio Cuore(*),  in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) oggi non posso chiedere a nessuno di donare una risposta! Chi mi risponde che ha vissuto in pieno il Vangelo di questa giornata?(*) Chi ha compiuto ciò che è scritto?(*) Come Sacerdozio vivo ed eterno vedo che nessuno può rispondere della Parola di questa giornata!(*) non avete forse alzato il dito contro il fratello?(*) non avete forse giudicato in questo giorno? (Mosè) si! (Piccolo Giovanni) a chi posso chiedere?(*) posso dirvi solo di meditare, di ascoltare la Parola viva di Dio che bussa e arde affinché venga accolta! DIO NEL MONDO INTERO NON VIENE ANCORA ACCOLTO!(*) Dio che parla e si dona viene ancora cacciato fuori dalla porta!(*) vi chiedo: volete amare Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete convinti di avere risposto di sì? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) il sì che si dona a Dio si deve donare col cuore perché Dio non guarda il muoversi delle labbra, ma guarda il cuore che si apre e si dona! E come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi porto sempre nel Solco e non vi lascio;(*) lascio ognuno di voi liberi di decidere cosa fare! Ma come Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, Io vi invito ad amare il Padre, figli miei, nell'ubbidienza, nel silenzio, nella quiete e nell'amore. E vi chiedo ancora di allontanare il nemico che è sempre pronto dietro l'angolo a trascinarvi nella sua falsa luce. Ma come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi amo, e il mio Amore è l'Amore di Dio che scende sull'umanità intera, su di ognuno di voi! Vi ho indicato la Via, ve la indico ancora: la Croce e il santo Vangelo! Ed Io sono qui in mezzo a voi in ubbidienza al Padre a portarvi la Parola viva, figli, ma siate coscienti, ciò che stiamo vivendo è mistero di Dio e il mistero di Dio scende goccia a goccia: sta a voi raccogliere le gocce e unirle per abbracciare Dio nel suo Amore Infinito! Vi chiedo ancora di pregare per il Papa, per tutti i miei Figli Ministri, non lasciateli soli, pregate! Pregate per il mio popolo: portatelo sulle vostre spalle come l'ho portato Io, figli miei!(*) Sono tristi i vostri cuori? (Marina) si! ...........(Mosè) siamo tristi perché non riusciamo a mettere in pratica il Vangelo di oggi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) bisogna usare l'amore e l'ubbidienza al Padre e amare i propri fratelli come amate i vostri corpi(*), e non lasciatevi trascinare dal nemico! Dio vi ama senza fare alcuna distinzione: voi amate senza scartare nessuno! Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati!(*) Mi fermo su questa parola “non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati”(*), figli del mio Cuore, ma vi invito alla preghiera costante, vi invito ad essere pronti e preparati perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui il Padre scenderà, e tutti lo vedrete, a chiedere il vostro bagaglio(*), e in quel giorno cosa metterete nel bagaglio? le cose del mondo o le cose di Dio?(*) Siate vigilanti con la lucerna sempre accesa! Figli miei, vi chiedo ancora di pregare e di donare un saluto alla mia Marì nella giornata di domani!(*) <è la ricorrenza del Santissimo Nome di Maria. Auguri, Marì, da parte di tutti noi> “LA MAMMA”: consolatela donandogli i vostri cuori col sì pieno; è questo che chiede ad ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Non sono stato duro in questo giorno? (Molti) no! <“no” nel senso che “non sei stato duro”>  (Piccolo Giovanni) non potevo farvi rispondere sulla Parola di questa santa giornata, ma ho lasciato nei vostri cuori da ripetere e da camminare nel Solco: come Sacerdozio vivo ed eterno Io l'ho sempre fatto e lo faccio attimo per attimo, ora lo chiedo ad ognuno di voi! Figli del mio Cuore, vi do’ l'Alito del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! <6 colpi di tosse con doppia alitazione> accoglietelo e donatelo ai vostri fratelli, figli miei! Ora vi invito ancora una volta ad allontanare il nemico e si può fare usando l'Amore vivo che arde nel Cuore di Dio! Fatelo, figli miei, usate l'Amore che Dio lascia scendere su di voi e sull'umanità intera e siate coscienti perché il mistero è grande, il mistero è Dio vivo in mezzo a voi, figli miei! <5 colpi di tosse con doppia alitazione> Ora vi invito a preparare i vostri cuori: il Banchetto è pronto, è qui in mezzo a voi; preparate i vostri cuori, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio che viene a fare festa in mezzo a voi, viene a bere e a mangiare con voi, Dio vivo e reale! Siete pronti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) per accoglierlo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e per un solo istante distaccatevi dalle cose del mondo, Figli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce!(*) Ecco lo Sposo che avanza!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) preparatevi, figli, perché lo Sposo è qui, è in mezzo a voi! Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni ) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come è candido il tuo abito!(*) come sono belli i tuoi occhi!(*)  (Piccolo Giovanni) Vieni, figlia del mio Cuore!........... Paolo! Telesfore!  (Telesfore, Paolo ....) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) chi cercate? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi cercate? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi cercate? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) e siete coscienti.. (Paolo, ...., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..che è vivo ed è in mezzo a voi? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare la Croce? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e vivere in pieno il santo Vangelo? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ne siete coscienti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) sei cosciente anche tu? (Telesfore) sì, con la tua grazia! (Piccolo Giovanni) voi siete le Colonne ed Io mi poggio sempre di più sulle Colonne! Il peso dell'umanità è poggiato sul mondo intero, ma sulle Colonne, e vi chiedo di stare attenti al nemico! Siete coscienti di amare Dio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen! Voi Discepoli e Suorine del Cuore della Croce, siete coscienti.. (Discepoli e Suorine) ..sì!.. (Piccolo Giovanni) ..di amare Dio? (Discepoli e Suorine) sì! (Piccolo Giovanni) e camminate nel Solco amando, perdonando, usando carità verso tutti, vivendo nella pienezza il santo Vangelo di questo giorno consolando sempre il Cuore di Maria: è quello che il Padre chiede ad ognuno di voi e all'umanità intera!(*) Guardo e ascolto i cuori di ognuno di voi, li prendo nelle mie mani di Sacerdozio vivo ed eterno e li porto nel Cuore di Dio! Figli.. e allargo le braccia aspettando(*).. perché mi guardi così, Paolo? (Paolo) perché man mano che passa il tempo prendo più.. sempre più coscienza del tuo Amore nei nostri confronti, e della nostra pochezza! (Piccolo Giovanni) Dio accoglie la vostra pochezza perché è Padre, ma aspetta il vostro cuore pieno!(*) non chiede molto: chiede i vostri cuori, il vostro sì, il vostro distaccarvi dalle cose del mondo e unirvi in pienezza al suo Cuore(*), col Sacrificio che è vivo e reale! Credete in questo? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) facciamo festa col Padre!(*) (Paolo, Telesfore ....a insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <3º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) avete assaporato l'Amore di Dio? (Paolo, ....., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e il suo sapore è amaro? (Paolo) dolce e amaro!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore di Dio dona l'abbraccio dolce e l'abbraccio amaro: l'amarezza del mondo che lo rinnega e il dolce dei cuori puri che raccoglie e dona nelle vostre mani di Discepoli, di Colonne e di Suorine, per portare nel mondo! Il Padre vi ha scelti per lavorare nella vigna, ma lavorare nella vigna è portare la Parola, è portare la Croce sulle spalle, è abbracciare il fratello, è perdonare, è tutto quello che è scritto, uscito dalla bocca di Dio! Siete coscienti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e metterete in pratica il Vangelo di questo giorno? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) non ci sono mezze misure: dinanzi a Dio si risponde “sì” o “no”! (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) ora cosa vedete?(*) (Paolo) io vedo un manico! ........... (Piccolo Giovanni) Io vedo Dio con le braccia sulla terra invocando i figli “fate presto, perché il Parto è pieno, è vivo ed è in mezzo a voi”. È chiaro? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) quale pezzo volete prendere?(*) volete sollevare le sue braccia?(*) <le Colonne fanno cenno di sì> Il peso è enorme, ma l'avete scelto voi! Non lamentatevi quando mi poggerò ancora di più in questi tempi che verranno, ma siate saldi invocando sempre il nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, tu, Paolo della Croce, , .... , tu, Telesfore dei Chiodi: chiaro? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Telesfore) chiaro!(*) (Piccolo Giovanni) volete prendere questi piccoli pezzi? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) sono i flagelli che stanno per scendere in questo attimo! .....siete coscienti.. (Paolo ....) ..si.. (Piccolo Giovanni) di ciò che fate? ........... avete lasciato la scia più grande(*) <nel piattino era rimasta una lieve scia di polvere della farina del pane, quasi impercettibile, che Giovanni versa nel Calice del Sangue> che rimane sempre sulle spalle della Piccola Cocciuta!(*) anche a voi offro i flagelli. Volete fermarli? (Tutti) sì!(**) (Piccolo Giovanni) è pesante ciò che vi ho offerto!(*) amate o non sapete ancora amare Dio? (Tutti) lo amiamo! (Piccolo Giovanni) e chi di voi vuole raccogliere la goccia.. <Giovanni vuole donarci alcune gocce di acqua sul palmo delle mani> ..con le vostre mani? ........... ..e anche tu!(*) avete raccolto un flagello che stava scendendo: lo avete fermato! Ecco il sì che vuole Dio: donare subito la mano e rispondere “sì lo voglio”!(*) Siete coscienti? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è bello il mistero di Dio:.. (Paolo, ...., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..è vivo.. (Telesfore) ..si! (Piccolo Giovanni) e vuoi farlo crescere? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e voi volete far crescere Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siate benedetti, figli miei, siate benedetti ora e sempre! Ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(*) Padre, nella tua Misericordia Infinita Io busso ancora una volta al tuo Cuore: Padre mio, ascolta ancora una volta la mia preghiera!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, a coloro che mi hanno accolto nei propri cuori, ai figli che non mi abortiscono quando escono fuori dalla mia Stanza nel giudicare, e la mia Pasqua è piena ed è risorta; la mia gioia è piena, ma sappiate, Io conosco i cuori di ognuno di voi! Figli miei, fatemi vivere: non giudicate, non condannate ma siate misericordiosi con i vostri fratelli come il Padre è misericordioso con ognuno di voi! Figli miei, allontanate il nemico usando l'Amore che Dio ha donato nei vostri cuori venendo ad abitare dentro di voi!(*) Volete far gioire il Cuore di Maria? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) amate, amate, amate col suo Amore di Mamma dicendo “eccomi”! (Tutti) eccomi! (Piccolo Giovanni) Dicendo.. <incita a ripetere>  (Tutti) ECCOMI! (Piccolo Giovanni) per chi ha risposto col cuore Io dico: Amen, Amen, Amen, ecco Dio in mezzo a voi nel suo Amore Pieno e Misericordioso! È pesante il Legno in questo giorno? (Paolo) il Legno è pesante quando non si accetta! (Piccolo Giovanni) e l'hai accolto? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) accoglietelo sempre anche quando cadete a terra rompendovi le ginocchia perché Io l'ho fatto per tutti voi e lo faccio ancora! E con questa gioia di portarvi sempre sulle mie spalle, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figli del mio Cuore, andate nella Pace di Dio portandola ai vostri fratelli, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Come il Padre perdona voi, voi perdonate coloro che vi fanno dal male, perdonate i figli che trafiggono i vostri cuori e donate loro la Quiete, la Pace e l'Amore di Dio abbracciandoli nell'unica Verità del santo Vangelo, figli miei! Ma vi ripeto ancora una volta: non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore di Dio. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli nel Fiume santo dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figlia mia, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano la Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! Figliuoli del mio Cuore, sono stanco, mi fate riposare.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) .. nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni ) grazie, figliuoli del mio Cuore. È dolce essere cullato da ognuno di voi, ma siate gioiosi perché anch'Io cullo i vostri cuori portandoli nel Cuore del Padre!(*) Sia piena la vostra gioia nell'essere figli di Dio, nell'essere scritti i vostri nomi con lettere d'oro in Cielo. Ma ancora non potete comprendere quanto è grande il mistero! Siate vigilanti: state attenti, non fate cadere le lettere d'oro camminando sulla via larga, ma rimanete nella Via Stretta! Figli del mio Cuore, volete rimanere.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..nella Via Stretta? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e uniamo la Catena santa(*) pregando con la preghiera del Padre:  <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Andate nella Pace di Dio e portatela ovunque andate! Figli miei, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore!(*) (Giulia) grazie della tua Misericordia Infinita!(*) Grazie per il tuo Cuore che apri sempre per noi!(*) Grazie per la rugiada!(*) (Piccolo Giovanni) la lascio scendere ancora su di voi: accoglietela! (Giulia) Grazie! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, figli del mio Cuore! Prendete la vostra Croce e venite dietro di me perché Io sto salendo il Monte: fate presto, Pargoli del mio Cuore!(*) (Giulia) com'è bello il Monte, Papà, e come sono belli i fiori! (Piccolo Giovanni) i fiori che tu vedi siete voi!(*) (Giulia) Papà! Papà!(*) ..e tutti gli altri? (Piccolo Giovanni) sono i figli che portate sulle vostre spalle!(*) (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         6. Dom 14/09/2003, ore 15.25, Stanza more solito

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia mia, immolati per l’umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia del mio Cuore, consola il tuo Gesù abbracciando il Legno santo della Croce. In questo giorno è così pieno che da’ il suo Cuore nel Pane. Come Mamma invito l'umanità intera e ognuno di voi ad abbracciare il Legno della Croce come la Parola che cresce sempre di più: l'Albero vivo… <audio impercettibile> è vivo ed è in mezzo a voi. Figliuoli del mio Cuore,… <audio impercettibile> e prostratevi sempre dinanzi alla Croce vivendo il mistero del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! E come Mamma cammino pellegrina nel mondo a portare il mio Gesù sul Letto dell'Amore… <audio impercettibile> figli miei! E in questo giorno di luce piena invito ancora i vostri cuori ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici: coloro che trafiggono i vostri cuori. Solo così potete abbracciare la Croce; solo così potete salire a Dio! Figli miei, non giudicate e non condannate il fratello perché allo stesso modo e con la stessa misura sarete condannati, ma attaccate la pace come il mio Gesù l’ha attaccata e portata sul Legno vivo della Croce! Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, in questo giorno vi invito ancora a pregare per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri; vi invito ancora ad allontanare il nemico amando. Amate, figliuoli miei, perdonate i nemici come ha fatto Gesù; ha detto “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”: fate sempre così, si deve camminare e abbracciare la santa sofferenza, figli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) sai bene che dovrai soffrire a causa del nome di Gesù! (Giulia) sì! (l'Immacolata) vai avanti e non fermarti, e in questo tempo porta ancora di più i tuoi figli e l'umanità sulle spalle, perché Io sono in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei! E vivere il Vangelo è camminare nella Pace, nella Quiete, salendo il Monte e portando sulle spalle la Croce camminando dietro Gesù! Figli del mio Cuore, ora volete ardere un po'?  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto, Albero vivo per l'umanità intera, sia Fonte viva e zampillante nei cuori di ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Quiete e nella verità dell'unica Parola sono ancora qui in mezzo a voi a portare la luce e il sorriso dell'Albero che non cade mai, l'Albero vivo della Croce di quel Gesù che l'ha abbracciata e la porta, e la dona ai cuori del mondo intero(*) ed è sempre pronto ad abbracciarla per amore. E voi, quando siete stanchi… <audio impercettibile> per potere camminare… <audio impercettibile> la Parola viva dell'unico Padre… <audio impercettibile> ma vi invito a stare attenti al nemico, usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore della Croce… <audio impercettibile> dove l'umanità non può appoggiarsi… <audio impercettibile> che vede l'umanità intera sulla falsa luce! Solo Gesù ha svettato il Legno della Croce, e voi che siete figli dell'unico Padre, del Figlio e dello Spirito Santo dovete gioire perché dal Cuore di Dio venite innaffiati dall'Amore della Croce… <audio impercettibile> e in questo giorno avete vissuto la Parola viva?  <Dom. dell'Esaltazione della Santa Croce /B Gv. 3,13-17.>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa ti è rimasto della Parola viva? (Paolo) ci sono dei sentimenti che sono stati suscitati da una parte di questo.. di questo pezzo di Vangelo, quando dice che bisogna innalzare il Figlio dell'Uomo; e qui c'è anche il parallelismo con la lettura del Libro dei Numeri: il serpente di bronzo che è stato ordinato a Mosè di alzare.. di innalzare, così come deve essere innalzato Gesù; serpente, al quale dovevano guardare con fede coloro i quali erano stati morsi, appunto, dai serpenti, per essere salvati dal veleno di questi animali! (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) eh, noi che guardiamo? ..cioè possiamo guardare una sola cosa, Giovanni: la Croce! Non c'è altro che noi possiamo guardare con fiducia e con certezza se non la Croce: solo quella.. (Piccolo Giovanni) ..avendo fede.. (Paolo) ..avendo fede, certo: se non c'è la fede, ci si aggrappa alle cose del mondo sulle quali non ci si può fare nessun affidamento.. (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) sì, perché.. <audio impercettibile>  (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni)  <una parte dell'audio è impercettibile> ma siete sicuri di avere acceso il mio microfono?(*) (Paolo) è spento? (Piccolo Giovanni) per questo io vi ho chiesto se siete sicuri di averlo acceso? (Paolo) ed io non lo so, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vi devo dire.. (Paolo) ..anche questo, sì! (Piccolo Giovanni) non vi eravate accorti che era spento? (Mosè) ti stavamo ascoltando anche senza.. (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile. Sembra che abbia detto “avete perso le parole della Mamma”>  (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma raccontami ancora qualcosa del Vangelo.. (Paolo) ..Dio.. (Piccolo Giovanni) ..che è rimasta nel Cuore! (Paolo) Dio che manda il proprio Figlio non per giudicarci ma per salvarci (Piccolo Giovanni) quanto è grande l'amore.. <audio impercettibile>  (Paolo) sì!(*) è come dire “Io vengo per salvarvi al di là di quello che è il vostro passato, al di là di quella che è la vostra condotta”, “sono qua per mettervi sulla strada giusta e per portarvi nel Cuore del Padre”. È molto bello questo! (Piccolo Giovanni) e così dovete fare anche voi..  (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..con i vostri fratelli! <audio impercettibile>  (Paolo) sì, dobbiamo guardare.. (Piccolo Giovanni) Telesfore, il microfono l'hai acceso? <Nel frattempo Telesfore è andato a controllare come mai nonostante il microfono di Giovanni era perfettamente funzionante, non arrivava l’audio né ai diffusori e né alle piastre di registrazione mentre il segnale del microfono di Paolo arrivava regolarmente>  (Telesfore) non funziona! (Piccolo Giovanni) siete voi che non funzionate! <si ride un po'>  (Paolo) ma registra? (Telesfore) sì! <cioè solo l'audio del microfono di Paolo>  (Piccolo Giovanni) Telesfore non c'è riuscito! (Paolo) e adesso come facciamo? (Rosetta) possiamo usare il mio! <= il suo mini registratore>  (Paolo) gli diamo un po' di tempo per farlo? (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile> (*) (Telesfore) è acceso! (Piccolo Giovanni) chiedi se mi sentono con la voce nel microfono! (Rosetta e Luisa) no! <Rosetta, Luisa e Giovanni dicono qualcosa ma è impercettibile>  (Piccolo Giovanni) ...Io sto parlando! (Paolo) certo, sì! (Piccolo Giovanni) e il tuo si sente! (Paolo) si, questo si sente! (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) sì, siamo noi! (Piccolo Giovanni) posso permettermi di dirlo? imparate per un'altra volta! (Paolo) eh, si! <si ride un po'> si!(*) che ti dico, Giovanni, noi qua viviamo in conflitto con ciò.. con gli eventi che siamo costretti ad affrontare su questa terra (Piccolo Giovanni) <audio impercettibile> (Paolo) eh, si, se.. (Piccolo Giovanni) ..Dio lasciare da solo? (Tutti) no! (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) non spostate niente, fate meno.. (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) buio! (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) si, ho capito! (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) sì, grazie! <6 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Paolo) a volte(*).. non si sente ancora! (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) ma è acceso di la? (Telesfore) è acceso! (Paolo) il volume è alzato? (Telesfore) tutto alzato è il volume! (Paolo) lo spinotto? (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) è il mio che è alzato! L'importante.. (Piccolo Giovanni) lasciamo scorrere così, tanto mi sentite! (Paolo) ugualmente! (Piccolo Giovanni) ugualmente! Non vi garantisco se questo ce la farà ad aggiustarlo! Alzo le mani! (Paolo) eh, mi sa proprio.. se quello non funziona mi sa proprio di no: mi sa che va tutto perso! (Piccolo Giovanni) Io sto parlando!(*) (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni)  <audio impercettibile>  (Paolo) è quello che registra di la! (Piccolo Giovanni)  <Rosetta si avvicina e consegna Telesfore il suo mini registratore> ma non posso dirvi passo per passo cosa dovete fare! (Paolo) mi sembra strano questo fatto! (Piccolo Giovanni) Io vi ho detto che non funzionava, il resto lo dovete vedere voi, non posso entrare e andare a sistemare.. (Paolo) ..ehm.. lo posso andare a vedere un attimo? (Piccolo Giovanni) quanta pazienza deve avere Dio! Aspettare: anche nelle piccole cose Dio sa aspettare i figli donando ad ognuno di voi l'unica Verità: l'Albero vivo della Croce, l'unica frescura per la vostra anima, figli del mio Cuore! Chiaro? (Paolo) ecco! (Piccolo Giovanni) dammi questo! <Paolo consegna a Giovanni il suo microfono portatile ma Giovanni lo rifiuta> e tu come parli? (Paolo) eh, grido un po', io! (Piccolo Giovanni) e a me mi sentono? tanto mi sentite! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) allora! Caro Telesfore! (Telesfore) bella figura che abbiamo fatto oggi! (Piccolo Giovanni) eh, l'hai fatta tu! (Telesfore) io, io! (Piccolo Giovanni) ti perdi nelle cose.. (Telesfore) ..ma per me, sembra.. per me, sembra che è tutto normale.. (Piccolo Giovanni) ..piccole, ma non sistemi le cose più importanti che servono per la Parola di Dio! Lo scoprirete dopo quello che avete combinato, ma voi.. <Dopo l’apparizione scopriranno che era stato involontariamente pigiato il tastino “mute” del mixer corrispondente al microfono di Giovanni>  (Paolo) eh, si!(*) (Piccolo Giovanni) Allora, dimmi cosa c'è nel tuo cuore?(*) (Telesfore) nel mio cuore c'è che non riusciamo a fare nessuna cosa di buono!(*) (Piccolo Giovanni) almeno riuscite a guardare la Croce? (Telesfore) un poco, si! (Piccolo Giovanni) ma il Padre è misericordioso, non viene a condannarvi o a giudicarvi, viene per salvarvi! (Paolo) eh, si, è proprio il Vangelo di oggi! Non è che ce l'hai fatto apposta, no? <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) Io non ho fatto nulla, ma vi ho avvisati dicendovi....che non funziona.. (Piccolo Giovanni) ..che è spento! (Paolo) bisogna provarle prima queste cose! (Piccolo Giovanni) quando non si perdono! <4 colpi di tosse con doppia alitazione> cosa mi dici? (Telesfore) io dico che, quello che tu ci dici e ci raccomandi.. (Piccolo Giovanni) ..state attenti al nemico! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) usa ogni mezzo ed ogni cosa per allontanarvi dalla Parola del Padre, e Dio è vivo, è in mezzo a voi, e come Sacerdozio vivo ed eterno vengo a portare la Parola del Padre!(*) perché guardi la mia mano? (Paolo) perché è una cosa che ti contraddistingue, quella! <si ride un po' perché Giovanni stava battendo le mani sui braccioli della poltrona>  (Piccolo Giovanni) che significato ha per te? (Paolo) per me, quando tu fai in quel modo, è come.. come dire “ma guarda un po' a questi” <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) non voglio dire questo!  (Paolo) no? e cosa vuoi dire? (Piccolo Giovanni) lo usavo mentre predicavo: o alzare le mani o battere sull'altare! (Paolo) con lo stesso significato? (Piccolo Giovanni) non quello che hai detto tu! (Paolo) si, ho capito e questo è un altro! È un cenno di assenso? ........... (Piccolo Giovanni) dov'è il mio Cuore? (Paolo) è quello che stavo per dire! <si ride un po'. 4 colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) lascio scendere su di voi il Fuoco e l'Amore dello Spirito Santo, ma vi chiedo di pregare per i flagelli che ancora scendono sull'umanità intera! Pregate, pregate, pregate, perché non conoscete i tempi di Dio, ma vi chiedo solo di essere vigilanti e tenere la lucerna accesa e di portare sempre sulle vostre spalle il legno della Croce: l'unica vostra salvezza!(*) e consolate sempre il Cuore di Maria Addolorata per l'umanità sorda e cieca nel non accogliere il Parto vivo del Cuore della Croce che è in mezzo a voi e nel mondo intero! Caricatevi di questo peso del mondo che chiude la porta a Dio, al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, aprendo al nemico! Siate voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce a consolare e a salvare l'umanità intera, perché Io mi poggio su di voi come Sacerdozio vivo ed eterno! Chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) riderete quando scoprirete perché non funziona! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ma ora dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) oggi il mio cuore si è acceso un poco.. (Piccolo Giovanni) ..perché era spento? (Telesfore) no, ehm.. voglio dire.. c'è stata una carica in più di.. (Piccolo Giovanni) ..di cosa? (Telesfore) di amore! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) ehm.. quando stamattina ho sentito il.. quello che dovrebbe essere il nuovo parroco di Thurio.. l'omelia, le sue parole, sembrava che qualcuno gliele suggeriva (Piccolo Giovanni) alzo le mani e vi chiedo di pregare per don Pino ed anche per il nuovo pastorello! (Telesfore) ogni tanto dagli una carezza! (Piccolo Giovanni) Io sono all'ubbidienza del Padre: ricordalo sempre!(*) Mosè! (Mosè) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici tu? ..portategli il microfono! (Paolo) si! (Mosè) eccomi, Giovanni! A me mi ha colpito molto il dialogo che Gesù fa con Nicodemo, come quello della samaritana, quello che è stato detto prima.. Gesù dice “non pensate che Io sono venuto al mondo per giudicare ma per salvarlo”. Sai, Giovanni, molte volte quando mi metto a letto, la mattina il primo pensiero è rivolto Gesù, e chissà quante volte mi sono chiesto “ma perché Gesù ha tanto sofferto per noi?”, si è fatto.. (Piccolo Giovanni) ..perché ama.. (Mosè) ..inchiodare sulla Croce; poi mi sono dato una risposta, e l'unica risposta è l'amore! (Piccolo Giovanni) perché ama, e così anche voi dovete amare con la stessa misura di Dio! (Mosè) anche se per noi è difficile amare come Gesù, ecco perché delle volte dico “ammirare Gesù per quello che ha fatto per noi è cosa da poco, è molto meglio imitarlo”, anche se l'amore del Padre è unico (Piccolo Giovanni) Dio non ha mandato suo figlio per ammirarlo ma per seguirlo (Mosè) per seguirlo! Invece, il nostro amore umano è tutto diverso da quello del Padre: noi siamo capaci in un primo momento di.. di dare lode e gloria di Dio, però poi, in un secondo momento, con lo stesso cuore e con la stessa bocca siamo capaci di uccidere il fratello, e allora.. (Piccolo Giovanni) ..e quello non è lodare Dio! (Mosè) eh, quello non è lodare Dio! (Piccolo Giovanni) è muovere solo le labbra! (Mosè) Certo! Ci dobbiamo migliorare perché abbiamo il dono dello Spirito Santo e il dono dei sacramenti! (Piccolo Giovanni) chiaro? avete capito tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e voi cosa volete fare, abbracciare la Croce? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ma il vostro sì sia sì, figli! Chiaro? (Mosè) si. Abbracciando la Croce noi camminiamo nel Solco di Dio, e, pesante per quanto sia, se la sappiamo amare, diventa sempre leggera perché è il Padre stesso che ci aiuta a portarla la nostra piccola Croce! (Piccolo Giovanni) amando è leggera, chiudendo il cuore all'Amore è pesante e si esce fuori dal Solco! Ma Io come Sacerdozio vivo ed eterno, vi ho sempre insegnato e sempre vi insegno a tenere alto il santo Vangelo e a camminare sulla Via Stretta! Chiaro? (Mosè e gli Altri) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ti stanno facendo dei segni ma neanche quelli vuoi capire!  (Telesfore) ho capito, ma qua funziona, questo è acceso, adesso sta.. adesso incomincia a lampeggiare!(*) (Piccolo Giovanni) sia fatta la tua volontà, Padre! Raccontami qualche altra cosa! (Telesfore) come sta la Cocciuta? (Piccolo Giovanni) alzo le mani!(*) perché lo chiedi a me? (Telesfore) perché tu la conosci meglio di me! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta ama il silenzio, ama il Letto della Croce e l'ubbidienza! (Paolo) ci vuole pazienza, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e se il Padre chiuderebbe il Cuore alla pazienza? (Paolo) ci prenderebbe a pedate tutti! (Piccolo Giovanni) non l'ha mai fatto e non lo farà mai!(*) Ma in questo giorno vi chiedo di stare dinanzi alla Croce e pregare per coloro che non amano la Croce! Consolate il Cuore di Dio, figli miei! <5 colpi di tosse con 3 alitazioni> ora vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio popolo e tutti i miei confratelli e di abbracciare sempre la mia Marì, ma non scordate mai di consolare il Cuore di Maria, Madre Immacolata e Addolorata! Ora cosa vuoi fare? (Telesfore) ora io vorrei consolare il Cuore di Maria, ma prima di consolarlo mi sono ricordato.. molti si sono raccomandati di salutare la Corte Celeste. Lucrezia manda un bacio alla Madonna; Immacolata.. (Piccolo Giovanni) ..il bacio si deve mandare col cuore, perché Dio guarda il cuore non i movimenti delle labbra! (Telesfore) mentre Immacolata ti saluta, saluta la Corte Celeste e si raccomanda di stargli sempre vicino (Piccolo Giovanni) può Dio abbandonare i figli? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) può Dio lasciare fuori (dal)la porta? (Paolo) non l'ha mai fatto! (Piccolo Giovanni) è l’umanità che chiude la porta a Dio, ma Dio non ha chiuso le porte, ricordatelo! (Paolo) l'umanità purtroppo è basata sul dare per ricevere! Dio apre la porta a tutti anche se noi non meriteremmo proprio di passare per quella porta, ciò nonostante, Lui, la spalanca e ci esorta ad entrare e a prender parte alla sua festa! (Piccolo Giovanni) l'umanità prende l'altra via.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e non la porta aperta di Dio! Ma vi invito ancora a pregare, ad amare, a perdonare, e a non lasciare nessuno fuori della santa preghiera: portate sempre i vostri nemici per fare festa al Banchetto del Padre! (Paolo) te la posso dire una cosa, Giovanni? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) io in questo ultimo periodo, anche se prima.. anche se già da tempo l'avevo già acquisito il concetto, mi sto rendendo conto con più consapevolezza di quello che Dio vuole da noi che ci ha chiamati a lavorare nella sua vigna.. vuole, appunto, che noi abbracciamo tutti. Fa riflettere molto quando tu ripeti sempre, la Mamma lo ripete sempre, “amate i vostri nemici, amate i vostri nemici”, non a caso..  (Piccolo Giovanni) ..coloro che trafiggono i vostri cuori.. (Paolo) ..si, coloro che trafiggono il nostro cuore.. ecco, quando noi saremmo.. saremmo arrivati ad abbracciare tutti i nostri fratelli, indipendentemente senza fare la classificazione di nemici, di buoni e di cattivi.. (Piccolo Giovanni) ..e senza puntare il dito nel giudicare.. (Paolo) senza puntare.. per giudicare, si.. (Piccolo Giovanni) .. perché allo stesso modo..  (Paolo) ..Lui.. (Piccolo Giovanni) ..sarete giudicati! (Paolo) Lui vuole, appunto, che noi andiamo a raccogliere tutti quei fratelli che non sono sulla retta via (Piccolo Giovanni) per questo vi ho catturati.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nella rete senza buchi! (Paolo) e quindi a maggior ragione quando noi ci troviamo su questa terra a dover affrontare dei fratelli difficili di carattere, dei fratelli che.. (Piccolo Giovanni) -è perché ancora non hanno capito l'Amore del Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e non dovete giudicare.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma accoglierli e portarli nel Solco (Paolo) ..si. Il nostro compito è appunto questo: quello di andargli incontro, di voltare anche l'altra guancia per far capire loro che stanno tenendo un atteggiamento sbagliato e che devono cambiare; e questo si può fare semplicemente.. (Piccolo Giovanni) ..amando.. (Paolo) ..con l'esempio, aprendo il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..amando.. (Paolo) ..e amando.. (Piccolo Giovanni) ..con l'amore che Dio.. (Paolo) ..con l'amore che Dio ci dona.. (Piccolo Giovanni) ..lascia scendere su di voi e sull'umanità intera.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..attimo per attimo! (Paolo) eh, non a caso il Vangelo quando dice “che merito avreste voi se amate una persona che vi ha fatto del bene? Non avreste nessun merito!” (Piccolo Giovanni) nessun merito! (Paolo) “il merito ce l'avrete al momento in cui uno vi sputa in faccia e voi la amate ancora.. ancora di più facendo.. facendogli capire che deve cambiare atteggiamento” (Piccolo Giovanni) quanti sputi ha ricevuto Gesù, ma non ha lasciato la Croce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ed è scappato via! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e invece gli uomini offrono sputi: sono capaci di fare tutto! (Paolo) si. È un po' come quando un papà sulla terra che ama davvero il proprio figlio, allora, anche se questi prende una strada sbagliata, o lo insulta, o si comporta male, allora apre ugualmente il cuore perché vuole talmente bene al proprio figliuolo da.. (Piccolo Giovanni) ..che il figlio torni a casa per far festa! (Paolo) “che torni a casa per far festa”, si! (Piccolo Giovanni) camminate su questa strada, Figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, perché Io vi ho amato dal primo istante e vi ho catturati per lavorare e per tornare al Padre! (Paolo) sai che cos'è pesante, Giovanni? che.. cioè.. è che assumendo questo atteggiamento giusto, ehm.. agli occhi di tanti fratelli.. almeno quelli che guardano con gli occhi terreni, noi sembriamo deboli come per dire “ma guarda questo”.. (Piccolo Giovanni) ..nella debolezza siete forti! (Paolo) certo.. e infatti io l'ho detto, guardando.. loro guardando con la loro.. con la loro ottica, dicono “ma guarda questo quanto è fesso”, magari, no? ..dice “quello si è fatto offendere senza avere una reazione” (Piccolo Giovanni) è a Dio che dovete.. (Paolo) ..certo, noi dobbiamo rendere conto solo a.. (Piccolo Giovanni) ..rendere conto, non agli uomini! (Paolo) solo a Dio! E quindi questo è un nodo che almeno inizialmente è difficile da superare, ma noi dobbiamo farlo guardando la Croce e sapendo che la nostra è la strada giusta e non la loro! E quindi, piano piano impareranno anche loro a capire.. (Piccolo Giovanni) ..portiamo anche i fratelli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..sulla strada del Padre (Paolo) perché solo.. solo con l'esempio.. (Piccolo Giovanni) ..perché un solo Dio dobbiamo servire.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..non i dii del mondo! chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse>  (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro, sì! (Piccolo Giovanni) ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre! Maria ha lasciato tutto nelle mie mani.. (Telesfore) ..ma prima di ritornare consoliamo.. (Piccolo Giovanni) ..ma vi chiedo di consolare il suo Cuore di Mamma che gronda Sangue per l'umanità intera!(*) <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DEL PADRE!(*) Ed Io chiedo ad ognuno di voi, figliuoli miei: rimanete legati alla Croce e nascere nel Cuore di Dio nella Gioia, nella Pace e nella Quiete del santo Vangelo, figli del mio Cuore! E con questa gioia di nascere, Io vi saluto sigillandovi uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figli miei, lasciando ad ognuno di voi la benedizione dell'Albero vivo della Croce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nell'amore amandovi gli uni gli altri, amandovi con l'Amore di Dio e abbracciando l'umanità intera, figli del mio Cuore, ma vi invito ancora ad aspettarmi: aspettatemi perché Io verrò ancora come Sacerdozio vivo ed eterno a portarvi la Parola viva del Padre! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci sempre nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi, figli del Cuore della Croce! Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure. Figlioli del mio Cuore, ricordate sempre: l'Albero vivo della Croce è la vostra unica salvezza! Camminate sulla Via che Maria vi sta segnando per portarvi al Cuore di Dio, figli del mio Cuore!(*) Figlia, prendi nelle tue mani la Croce(*) e stringila al tuo Cuore!(*) (Giulia) grazie!

 

 

         7. Giov 18/09/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nell'accogliere e nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accettare i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figlia mia, vedi, il mio Cuore gronda Sangue perché i flagelli scendono ancora sull'umanità!(*) Vi chiedo ancora una volta di pregare e di avere fede! Non gettate la Croce al primo ostacolo che trovate lungo il vostro camminare, nel lavorare nella vigna. Figliuoli, siete stati scelti uno ad uno; Dio ha poggiato la sua mano su di voi e aspetta i vostri frutti. Non lasciatevi confondere dal nemico, figliuoli del mio Cuore, ma a braccia aperte Io aspetto ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Vedete, figliuoli, in questo tempo il nemico sta seminando il seme: combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici; non solo per un istante, ma sempre come Io porto ognuno di voi sulle mie spalle!(*) Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare i Chiodi? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) anche se sei un flagello? (Giulia) sempre, Gesù!(*) Gesù, non togliermi i Chiodi! (Gesù) figlia mia, vieni e unisci le tue mani alle mie. In questo giorno te lo chiedo per i tuoi figli e per l'umanità intera! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ma guarda chi mette i Chiodi!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) siamo abbracciati all'unico Legno, figlia mia! <1º grido> (*)sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi sono rimasti un po'! (Gesù) per accarezzare all'umanità e i tuoi figli! E non temere: puoi camminare anche avendo i Chiodi sui piedi e puoi usare le tue mani!(*) (Giulia) grazie, Gesù! Ma tu stai piangendo, Gesù! (Gesù) piango nel vedere i figli che si perdono nel mondo intero. Figlia mia, piango perché sono Papà e non vedo nessuno che ritorna a casa per fare festa! Io sono qui in mezzo a voi a portare la mia gioia, la mia pace, il mio Amore; ad accarezzare i cuori di ognuno di voi che siete qui riuniti e i figli che si uniscono a questa santa preghiera, ai figli che mi portate nei vostri cuori; ma guardo i cuori di ognuno di voi e vedo tristezza, non gioia! Gioite, figli, perché lo Sposo è in mezzo a voi, è vivo e viene a portarvi l'amore invitandovi a prendere parte al Banchetto, figliuoli del mio Cuore, ma state attenti al nemico, usa ogni in mezzo per allontanarvi dalla Luce. State attenti, combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti, figli del mio Cuore! Figlia, vuoi ancora abbracciare il Legno unendo le tue mani alle mie per le offese che in questo istante stanno recando al Cuore di Maria i figli della perdizione? (Giulia) sì, Gesù! <2º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi sono ancora qui! Grazie, Gesù mio! (Gesù) tu mi dici grazie, ma l'umanità mi bestemmia, mi maledice, mi sputa per aver abbracciato i Chiodi sul Legno della Croce! Pregate, figliuoli, pregate perché Io verrò come ho promesso e la mia Promessa è fondata sulla Roccia. Ed Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E vivere il Vangelo è assaporare l'Amore del Padre che non fa distinzioni come gli uomini allontanando i figli! Dio abbraccia l'umanità intera; Dio non scarta nessuno, e state attenti a non allontanare i fratelli, state attenti a non giudicare il fratello, ma con amore abbracciateli come Dio abbraccia ognuno di voi. Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra!(*) Riuscite a guardare i vostri cuori? Riuscite a presentarvi dinanzi a me dicendo “io sono puro“, oppure “io sono il maestro del Vangelo”; chino il capo e guardo i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera, e aspetto perché il Banchetto è pronto, il Parto è vivo ed è in mezzo a voi, ma voi non lo vedete; l'umanità non vede perché è sorda e cieca al mio grido d'amore, figli miei! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) Vai avanti e con i Chiodi divini abbraccia l'umanità: stringila e portala sempre sulle tue spalle! (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) Ora metto nel tuo Cuore ciò che dovrai fare!(*) (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) vi invito ancora una volta, figli, ad essere coscienti del mistero vivo e reale che è in mezzo a voi, e camminate nol Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo! Non basta leggerlo, deve rimanere nei vostri cuori! Figli, ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella pienezza dell'unica Verità dell'unica Luce del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi nella gioia piena del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E come Sacerdozio vivo ed eterno vengo a bussare alla porta dei vostri cuori: mi fermo dinanzi ai vostri cuori chiedendovi “abbiate fede, figliuoli”, abbiate fede nella Parola, crescete nell'Amore pieno, crescete nel donare il sì al Padre senza tornare indietro! Non dubitate quando il peso diventa più grande su di voi! Ricordate sempre che siete stati scelti e sigillati dal Padre per lavorare e per aiutare i vostri fratelli deboli!(*) Dio vi ha mandato a due a due a portare la Parola, il Seme vivo del suo Amore, e quando cadete, quando le vostre forze si fermano, Dio vi alza perché è sempre Lui a portarvi sulle spalle. Dio vi ama così tanto da mettere nelle vostre mani la Croce, l'unica arma per sconfiggere il male! Siate vigilanti, figliuoli, siate vigilanti, combattete il nemico che vorrebbe far suo il Progetto di Fatima: vorrebbe far suo il Cuore Immacolato di Maria!(*) Pregate, figli, pregate e amate come Maria ha amato dal primo istante ognuno di voi. Maria ha partorito la Croce per donarvi la vita, così anche voi siate Mamme vive dell'unico Legno rimanendo legati, figli del mio Cuore. Ma avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <giov. 24° sett. T.O./B Lc. 7,36-50>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, Paolo? <5 colpi di tosse con doppia alitazione> Pace a voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen! (Paolo) a me fa molto riflettere quello che Gesù ha detto in merito ai debitori: “a chi viene perdonato di più ama di più, a chi viene perdonato di meno ama di meno”. In un primo momento io mi sono chiesto.. (Piccolo Giovanni) ..sembra una frase un po'.. (Paolo) ..eh, sì.. (Piccolo Giovanni) ..contraddittoria! (Paolo) si, perché in un primo momento mi sono chiesto “beh, allora chi pecca di meno ama di meno?”. In un primo momento mi sono chiesto questo! (Piccolo Giovanni) e voi? (Paolo) poi ho pensato all'Amore di Dio, al grande Amore che Dio ha per noi e al fatto che Lui, ed è anche quello che chiede a noi, va alla ricerca di tutti coloro che hanno bisogno del suo Amore! (Piccolo Giovanni) e chi non ha bisogno dell'Amore di Dio? (Paolo) tutti! (Piccolo Giovanni) c'è qualcuno in mezzo a voi o nel mondo intero che non ha bisogno dell'Amore del Padre? (Tutti) no! (Paolo) però quelli che più sono cercati da Dio sono quelli che si mantengono più lontani dal suo Cuore, perché quelli che ci sono già nel suo Cuore.. o mi sbaglio? (Piccolo Giovanni) che dici, Natanaele? è così? (Natanaele) certo che è così! Dobbiamo fare.. (Piccolo Giovanni) ..va alla ricerca della pecorella.. (Natanaele) ..smarrita.. (Piccolo Giovanni) ..smarrita o allontanata, uscita fuori dal recinto e non riesce più a trovare la strada! E guardate che dono che Dio ha dato ad ognuno di voi: abbracciare la pecorella smarrita, accogliere la pecorella che viene condannata dall'uomo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma non da Dio! (Paolo) e infatti questo ha destato.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ha destato stupore anche nel fariseo, vedendo la peccatrice.. (Piccolo Giovanni) ..“se tu conoscessi chi fosse..” come se Dio.. (Paolo) ..non conoscesse il cuore di quella donna! (Piccolo Giovanni) candido con i gesti.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di lavare i piedi con le sue lacrime! (Paolo) ha amato molto, cosa che non ha fatto lui! (Piccolo Giovanni) si è preoccupato di preparare tutto ma non ha preparato.. (Paolo) ..il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..il cuore! E voi quando si presenta un ospite a casa vostra, vi affannate a preparare da mangiare, vi affannate a presentare il tutto bello senz'accorgervi di non donare il cuore! È quello che si deve offrire al fratello! (Paolo) si, è l'esteriorità quella che.. (Piccolo Giovanni) ..il cuore, ma.. (Paolo) ..l'esteriorità.. (Piccolo Giovanni) ..state attenti perché il nemico può vestirsi anche da poverello!(*) (Paolo) eh, infatti! Bisogna stare attenti parecchio perché, per esperienza vissuta in questi ultimi tempi.. (Piccolo Giovanni) ..è in questi ultimi tempi che sta lavorando! I suoi passi sono da gigante nel travolgere l'umanità intera! (Paolo) sì! A volte, Giovanni, riesce difficile individuare chi realmente ha bisogno e chi meno, perché esteriormente, apparentemente, molte persone sembrano bisognose, ma poi scavando un pochino ci si accorge che c'è furbizia, malafede.. (Piccolo Giovanni) ..dovete guardare i cuori, non ti lascio giudicare! (Paolo) no, non sto giudicando, Giovanni, io volevo solo.. forse mi sono espresso male.. (Piccolo Giovanni) ..tu non lo stai facendo.. (Paolo) .. mi sono.. (Piccolo Giovanni) ..ma chi ascolta capisce al contrario! (Paolo) capisce come un giudizio! Quello che voglio dire io è che se voglio fare la carità a una persona, devo pur formularmi un concetto su chi è quella persona, cioè devo essere sicuro che sia un povero. A quel momento devo anche abbozzarmi un'idea! (Piccolo Giovanni) devi guardare negli occhi: quando trovi gli occhi del Padre.. (Paolo) ..si, ma voglio dire: al momento in cui io mi rendo conto che quella è una persona bisognosa.. (Piccolo Giovanni) ..non è pensare con la mente, Paolo, tu devi guardare negli occhi la creatura che si avvicina a tenderti la mano: dove vedi Gesù è lì che devi donare la tua, se ti fermi a pensare è il nemico che ti dona la mano per farti cadere nella sua falsa luce. E chiaro questo? (Paolo) Ehm.. è chiaro, si, detto a parole è chiaro, Giovanni, però a me succede che tante volte io non riesco a.. a districarmi e a regolarmi! (Piccolo Giovanni) perché pensi con la mente. Devi guardare negli occhi e ascoltare il cuore: quando senti il Bimbo che batte.. avete dimenticato che il Bimbo batte dentro di voi? (Anna) no! (Paolo) ogni tanto ce lo ricordi! (Piccolo Giovanni) ascoltate e lì troverete Gesù che vi tende la mano! È chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete sicuri di aver capito? (Tutti) si! (Paolo) io sono sicuro di aver capito, Giovanni, però, se me lo consenti.. <5 colpi di tosse con una alitazione> vivo delle situazioni in cui inizialmente alcune persone mi sembrano meritevoli di aiuto e che poi si dimostrano un pochettino.. non diciamo.. non meritevoli, un po' meno meritevoli di quanto mi fosse sembrato inizialmente, e allora io non so cosa pensare! (Piccolo Giovanni ) non ci siamo ancora capiti! (Paolo) eh.. questo è quello che vivo io. Si, ho capito quello che dici tu, però a me realmente capita.. di fatto mi capita questo!  (Piccolo Giovanni) e ascolta di più il cuore e guarda.. permetti di dirmi.. (Paolo) ..cosa? (Piccolo Giovanni) non distrattamente, ma con attenzione! (Paolo) Se lo dici tu è così, non è che io dico.. (Piccolo Giovanni) è così! (Paolo) eh, e allora vuol dire che farò così: cercherò di fare così! (Piccolo Giovanni) fermati a guardare. Non ti sei offeso? (Paolo) no, io non mi sono.. perché?, io sono abituato a dirle le cose sennò mi rimane il rospo dentro! (Piccolo Giovanni) e quello fa male! (Paolo) eh, quello fa male! (Piccolo Giovanni) poi si mette a.. (Paolo) ..eh, sì.. (Piccolo Giovanni) ..a fare “cro cro”? (Paolo) si! <si ride un po'> perché poi quando a uno rimane il dubbio, i “perché” se li chiede dopo ed è ancora peggio (Piccolo Giovanni) e perché vi invito a parlare? (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) ma da ora in poi guarda e ascolta. Chiaro? (Paolo) si! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) dimmi, cosa c'è? ancora un altro rospo? (Paolo) no, un vero e proprio rospo no, Giovanni, è che ci sono alcuni giorni in cui vedo tutto nero, ehm.. (Piccolo Giovanni) ..togli il nero e lascia la Luce che è sempre accesa! (Paolo) ma il nero, Giovanni, è riferito al mondo! (Piccolo Giovanni) Dio vi ha mandato a pulirlo, a due a due, a lavorare nella vigna. Devi rimanere nella rete.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..non puoi mettere da parte ciò che il Padre ti ha messo nelle mani: “chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”, e come un servo inutile “eccomi, Padre, sia fatta la tua non la mia volontà in tutto”! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non parlo solo a Paolo ma ad ognuno di voi.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e al mondo intero! Chiaro.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce? perché ti fermi a pensare? (Paolo) stavo pensando che quando mi vengono in mente questi pensieri, io ci riesco a vedere anche un lato positivo, nel senso che, almeno prendo coscienza di quello che è il mondo e di quello che Gesù ci chiede che noi facciamo del mondo, perché per poter affrontare un problema bisogna conoscere bene prima quello che si deve fare e dove si deve intervenire! (Piccolo Giovanni ) bisogna amare, aprire il cuore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e donarlo come è stato donato sul Legno della Croce! Se Gesù si doveva fermare a pensare a chi doveva salvare, cosa avrebbe fatto? (Paolo) e che.. cioè, erano tutti da salvare li, che doveva fare? <dice sorridendo>  (Piccolo Giovanni) e voi.. (Paolo) ..anche noi.. (Piccolo Giovanni) ..cosa volete fare? (Telesfore) salvare tutti! (Giacomo1) vogliamo salvare i fratelli (Piccolo Giovanni) l'umanità intera: o non volete farlo? (Tutti) sì! (Telesfore) sì che lo vogliamo! (Piccolo Giovanni) mi sembrate muti come era rimasto muto.. (Paolo) ..il microfono.. (Piccolo Giovanni) ..il microfono! <si ride un po'> che bella figura! (Paolo) eh (Piccolo Giovanni) quante risate, e ve l'ho pure detto! (Paolo) eh, infatti.. (Piccolo Giovanni) ..“guardate che il mio microfono è muto” (Paolo) ed io.. io dopo ci ho riflettuto su questo, ce l'hai anche detto che è muto <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) e mi chiedevano cosa dovevano fare nonostante gli ho detto “il microfono è muto”, e c'era da ridere! (Paolo) però.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Io non ho fatto nessuno scherzo! (Paolo) la Cocciuta ha detto “che s'è andata così vuol dire che il Padre voleva che andasse così” (Piccolo Giovanni) alzo le mani! (Paolo) quindi non è stato uno scherzetto tuo? (Piccolo Giovanni) no! (Paolo) noi non ci chiediamo il perché.. io non me lo chiedo: se il Padre ha detto così, vuol dire che doveva andare così e basta! (Piccolo Giovanni) ciò che avviene rimane tutto nella storia! (Paolo) si, forse dopo qualcuno lo capirà! ..se vorrà Lui (Piccolo Giovanni) se il Padre ha deciso così Io dico Amen al Padre! (Paolo) non ho capito, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Io dico Amen al Padre! (Paolo) sì, certo, “Amen al Padre” (Piccolo Giovanni) ma è diventato di nuovo muto il mio microfono? (Paolo) sembra di no <si ride un po' perché batte un po' sul microfono>  (Piccolo Giovanni) è un po' leggero! (Paolo) come volume è basso? (Piccolo Giovanni) chiedi se mi sentono tutti! (Paolo) sentite? (Tutti) si! (Paolo) allora siamo a posto! (Piccolo Giovanni) è tornato il vostro udito <si ride un po'. Tre colpi di tosse>  (Paolo) certo, Giovanni, che.. io dico, mi è venuto e lo dico.. (Piccolo Giovanni) ..Io alzo le mani (Paolo) ci sono questi momenti che capisco.. ehm.. che il peso aumenta, no, ma mi passano dei lampi, proprio, per la mente.. cioè, quando io dico che mi piacerebbe.. (Piccolo Giovanni) ..salire al Padre? (Paolo) lo dico.. (Piccolo Giovanni) ..ma non sei tu a decidere! (Paolo) lo so, eh lo so! (Piccolo Giovanni) quello è il guaio! (Paolo) lo so. Io inizialmente pensavo di dirlo così, con superficialità, tanto per dire come quando uno fa una battuta, invece mi sono reso conto che, ultimamente, quando lo dico, realmente lo desidero! (Piccolo Giovanni) ma ancora non ha deciso il Padre.. (Paolo) ..eh ho.. (Piccolo Giovanni) ..perché devi lavorare! (Paolo) eh, lo so (Piccolo Giovanni) come ognuno di voi!(*) Mi dispiace darti questa risposta! (Paolo) perché oggi pensavo anche.. sbagliando, cosciente di sbagliare, “mi piacerebbe starmene in un posto bello tranquillo senza pensare a niente” (Piccolo Giovanni) e così esci fuori dal Vangelo! (Paolo) eh lo so, e infatti l’ho premesso che pensavo questo sbagliando! (Piccolo Giovanni) e non pensarlo neanche.. (Paolo) ..non lo penserò più.. (Piccolo Giovanni) ..per un istante! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) il nemico lavora in quegli attimi: (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) “lo porto fuori e ne faccio un mio soldato per fare del male” (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) allontanandolo dalla Croce (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma sei sigillato! (Paolo) e non c'è niente da fare (Piccolo Giovanni) sei nella rete!(*) chiaro? (Paolo) è chiaro e questo mi rende felice perché anche nei momenti difficili so che.. (Piccolo Giovanni) ..quando.. (Paolo) ..sono ancorato bene, e quindi.. (Piccolo Giovanni) dinanzi all'altare vi chiedo se posso poggiarmi di più: rispondete un sì solenne! (Paolo) sì, e ma.. noi lo desideriamo realmente, però ci devi anche aiutare! (Piccolo Giovanni) perché?.. (Paolo) ..ci stai anche aiutando!.. (Piccolo Giovanni) ..chi la sta portandola Croce? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) vi ho mai lasciati? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e da soli dove andate? (Paolo) eh, in nessun posto andiamo da soli! (Piccolo Giovanni) e vedi che ti aiuto sempre? chiaro? <4 colpi di tosse> ........... (Piccolo Giovanni) era la tradizione di quei tempi che si usava lavare i piedi e profumare, ma non è stato fatto perché doveva farlo la creatura, per rimanere nella storia! Vero, Tommaso? (Tommaso) sì, Giovanni! ..(Piccolo Giovanni) è stato invitato nella sua casa.. ..ma non gli è stato donato l'amore pieno!(*) Quando si invita uno dei più piccoli emarginati, non si deve nascondere il profumo, ma donarlo! ..per farvi capire in parole piccole.. .“ terra terra”.. ..come parlavo durante le mie prediche, come lo faccio attimo per attimo stando in mezzo a voi per grazia del Padre attraverso lo Strumento! ........... ai figli che vengono.. ..messi da parte, scartati da coloro che si sentono “candidi”!(*) Ma essere candidi è portare l'Amore di Dio al figlio emarginato non a portarlo ai Grandi del mondo! .............. .......... (Piccolo Giovanni) ..l'angelo più bello....che voleva prendere il posto.. ..di Dio! Ma l'ha cacciato fuori perché non è stato all'ubbidienza di Dio! ............Io vi chiedo l’ubbidienza. .............. Natanaele! (Natanaele) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando? (Natanaele) non so se lo posso dire! (Piccolo Giovanni) dillo! (Natanaele) cioè, allacciandomi .........., noi abbiamo letto sulla Bibbia tanti passi e abbiamo visto pure che tanti esseri sono stati impossessati. Quindi, se ha preso possesso ciò vuol dire che può anche leggere, non c'è bisogno che diamo una spiegazione, perché ce l'ha già data, ce l'abbiamo costantemente questa spiegazione. Quindi ho voluto solamente dire questo perché, come Giovanni, giustamente, legge nel cuore e nella mente, stavo pensando questo! ..non so, lo è ancora di più!.. (Piccolo Giovanni) l'ha fatta altre volte questa domanda ma l'aveva dimenticato. Ma Io sono sempre pronto a rispondere di quello che il Padre mi fa dire; l'avrò spiegato in tante prediche: dovete andarle a pescare! È vero, Tommaso? (Tommaso) si.. si ..........(Piccolo Giovanni) è vero che l'ho detto in tante prediche? (Tommaso) sì, Giovanni, infatti mi riprometto di andare a rivedere un po' quello che trovo già registrato! (Piccolo Giovanni) perché, le avete dimenticate? ..un pochino!(*) ma lasciamo stare il nemico: combattiamolo con l'amore, chiaro? .......... perché i tuoi occhietti sono tristi, Tommaso? (Tommaso) bene, sembra che i nostri cuori sono tristi un po' tutti, l'ha detto già Gesù; i miei in particolare, forse perché vedo i miei errori.. no, i soliti errori, e allora mi buttano un po' giù.. però, anche il sacerdote, come l'hai detto anche tu, mi ha incoraggiato e ha detto che questo serve proprio per diventare più santi; cioè, man mano che conosciamo Gesù, anche le cose più piccole.. (Piccolo Giovanni) ..se non ci sono le cadute non venite sollevati! (Tommaso) si, ma molte volte.. proprio a volte le cose piccole, ai nostri occhi si ingrandiscono così tanto che ci sentiamo.. ci sentiamo veramente indegni verso il Padre che ci fa questo grande dono rispetto a tanti fratelli, ecco.. però il cuore si rialza sempre proprio perché tu ci sei vicino, Maria ci aiuta a darci coraggio e fiducia e a migliorare sempre! (Piccolo Giovanni) e a camminare.. (Tommaso) ..nel Solco.. (Piccolo Giovanni) ..nel Solco del Padre! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni ) bene! Stai aspettando? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) ”eccomi“! Caro Telesfore, allora, cosa mi racconti? dove hai lavorato? (Telesfore) ho lavorato nella vigna del Padre  (Piccolo Giovanni) e hai terminato il lavoro? (Telesfore) una prima parte! .. no, terminato, no.. una.. una..  (Piccolo Giovanni) ..la fase più grande? (Telesfore) la fase più grande è terminata! (Piccolo Giovanni) e come ti sei sentito? raccontami! (Telesfore) ma io veramente, quando la guardavo, mi sentivo.. (Piccolo Giovanni) ..e che dice la piccola Cocciuta?.. (Telesfore) ..in una dimensione diversa! Però vedevo una strada lunga!(*) (Piccolo Giovanni) e poi? (Telesfore) poi quello che.. sono.. un pochettino che non ho capito.. che poi ho capito.. credo di aver capito, perché il lavoro non finiva mai! Sono.. pensavo di finire in due giorni ma poi ho detto ”ci vuole il terzo“! (Piccolo Giovanni) non potevi farlo in due giorni! Sai di cosa si tratta? (Telesfore) eh (Piccolo Giovanni) ma non dirlo ancora! (Telesfore) no, non lo dico ancora! Lascio.. (Piccolo Giovanni) ..al Padre.. (Telesfore) ..al Padre.. comunque c'è una cosa.. la vorrei dire!(*) ..quando sono arrivato alla.. alle ultime mattonelle.. (Piccolo Giovanni) ..che è successo? (Telesfore) è successo.. perché.. il letto che io avevo preparato.. ne.. uno andava a metà. Allora dico ”ma adesso sai cosa faccio? conto le mattonelle quante sono, però non.. sono 39 o 40”. Conto le mattonelle ed erano 39, dico “una metà non va bene, devo fare 40”, e ho dovuto allungare un altro poco <“il letto” = massetto di cemento sul quale vengono appoggiate le mattonelle di un pavimento>  (Piccolo Giovanni) e quante mattonelle ci sono? (Telesfore) sono 5 file da 40: 200! (Piccolo Giovanni) cosa vi ricorda questo numero, Tommaso! (Tommaso) tante cose: ci ricorda i 40 della Pasquetta di San Elia, e poi ci ricorda i 40 di tanti passi del Vangelo! (Piccolo Giovanni) e i 200? (Tommaso) i 200?(*) (Piccolo Giovanni) hai detto.. (Telesfore) ..200, si.. (Piccolo Giovanni) ..che sono 200 mattonelle! (Tommaso) 200.. non mi sta passando per la mente nulla, adesso! (Piccolo Giovanni) a chi passa per la mente? (Telesfore) “2”(*) .. il 2, ehm.. (Piccolo Giovanni) ma sono.. (Telesfore) ..200!(*) (Piccolo Giovanni) eh, questi numeri! (Marina) la processione?(*) (Piccolo Giovanni) in quanti eravamo? (Elena) 300! (Piccolo Giovanni) non lo so, lo chiedo a voi! (Elena) i battezzati di Giovanni? (Piccolo Giovanni) non sento nulla!(*) <le viene avvicinato il microfono>  (Elena ) i battezzati di Giovanni? (Piccolo Giovanni) dovete saperlo voi in quanti sono i battezzati! Lo ricordate? (Giuda .......) 400! .......... (Piccolo Giovanni) e lasciamo stare ancora il 200: ci arriverete!(*) chiaro? (Tommaso) ci arriveremo? (Piccolo Giovanni) si, a capirlo quando Telesfore avrà finito i lavori e quando la Piccola Cocciuta avrà il via dall'Alto per spiegarvi che significato ha ciò che si sta facendo!(*) ma come Giuseppe, in silenzio, Telesfore, non sta lavorando col legno ma con i mattoni! <si ride un po'>  (Telesfore) col legno c'è Paolo che lavora! (Piccolo Giovanni) si è fermato! (Telesfore) “si è fermato!”, è inciampato! (Piccolo Giovanni) su un fiammifero! Hai visto dove sei inciampato? (Paolo) sono inciampato! Che lavoro devo fare, Giovanni? (Piccolo Giovanni) ormai hai la scuola <= è iniziato l'anno scolastico> il tempo è scaduto! <si ride un po'>  (Paolo) eh, ma l'altare, l'anno scorso, l'ho fatto nel periodo scolastico! (Piccolo Giovanni) lo so che l'hai fatto.. (Paolo) ..cioè, basta un po' di buona volontà! (Piccolo Giovanni) te lo dirà la Piccola Cocciuta.. (Paolo) ..eh, basta che non fai nevicare!.. <si ride un po'. Paolo rimase bloccato nella neve quando costruì l'altare>  (Piccolo Giovanni) ..cosa devi fare! Anche con la neve Io camminavo, ho guidato.. (Paolo) ..eh, ma io parecchie volte sulla neve ci sono rimasto però, eh! (Piccolo Giovanni) perché l'hai voluto tu! (Paolo) l'ho voluto io? <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) ti sei impelagato! (Paolo) questo non lo sapevo! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) con la tua testa dura.. (Paolo) ..“con la mia testa dura”.. (Piccolo Giovanni) ..nel senso buono! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ma ora che mi dici? .......... (Telesfore) posso dirlo?(*)  <Giovanni assente con la testa> ci sono.. chiaramente ci capitano lungo il nostro cammino delle creature che sono frutto.. cioè.. chi addirittura dice che sente.. qualcuno dice anche la tua voce, tu che parli.. o qualcuno vuole imitare la Cocciuta? ..chi magari sente i Dolori.. dice di sentire Dolori alle mani e ai piedi.. (Piccolo Giovanni) ..in questa Stanza c'è solo Gesù vivo, il Padre e lo Strumento(*) e voi che siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Io sento i dolori delle vostre malattie, dei vostri piccoli acciacchi, ma non sento i Dolori della Croce in nessun altro! È chiaro questo? <=allo stato attuale nessuno che dice di vedere o sentire Giovanni, oltre alla Piccola Cocciuta, dice la verità>  (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) Dio vivo in mezzo a voi: Io che parlo per grazia di Dio attraverso lo Strumento e niente altro! È chiaro?(*) sei rimasto turbato di questo? (Telesfore) no, non sono rimasto turbato! Solo che, quello che non ho capito.. cioè se pure dirlo questo, non è che.. è frutto del nemico che lavora? oppure.. su queste creature, oppure è malattia che.. (Piccolo Giovanni) alzo le mani, e quando alzo le mani capite tutti quello che voglio dire! “Servi inutili dinanzi alla Croce”, come Io vi ho fatto vedere!(*) chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro anche per te? (Telesfore) sì, è chiaro perché io i Dolori della Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) .. non li conosci! (Telesfore) io non li conosco e nemmeno.. e nemmeno me ne accorgo di quanto lei soffre: io vedo soltanto gli acciacchi! (Piccolo Giovanni) Dio opera.. (Telesfore) ..nel silenzio.. (Piccolo Giovanni) ..nel silenzio! Dio non è andato in giro a mostrare i suoi Dolori: li ha abbracciati e nel silenzio li porta poggiandosi sulle creature che aprono il cuore, e nel silenzio e nel nascondimento camminano portando la Croce e il santo Vangelo! Dove vedete rumore, dove vedete persone che si mettono in mostra, lì non c'è il dito di Dio! È chiaro questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io ho accolto e seguito la Piccola Cocciuta perché è rimasta sempre nel silenzio, nell'ubbidienza e nel nascondimento! Ma chi ha voluto mostrarsi al mondo nel far vedere i segni che Dio ha donato, Io li ho cancellati dal libro di Sacerdozio vivo ed eterno! State attenti: usa ogni mezzo per confondervi, per allontanarvi dalla Croce! Sul Legno della Croce ha detto “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”! È chiaro questo? (Tutti) sì! .......... (Piccolo Giovanni) si è mostrato a Tommaso, ma non a lui.. <si ride un po'> perché non aveva creduto ai suoi amici, ma doveva rimanere nella storia! A quei tempi non si è mostrato, ma tu hai creduto e credi! (Tommaso) se sono qui, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..te lo sto dicendo Io! E mi sono dovuto fermare perché porti il nome di Tommaso! <si ride un po'>  (Mosè) è stato un tipo pratico, allora!(*) (Piccolo Giovanni) cosa mi vorresti chiedere? (Telesfore) Tommaso adesso è in pensione, quindi.. (Piccolo Giovanni) ..lavora di più! (Telesfore) eh (Piccolo Giovanni) cosa vuoi? (Telesfore) cosa ci(gli) facciamo fare? (Piccolo Giovanni) sta già lavorando, vero? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è nella rete! (Tommaso) ma è un lavoro d'amore e non ci si accorge di fare qualcosa! (Piccolo Giovanni) quando si fa col cuore, si! Bene, cosa mi vuoi dire ancora? <5 colpi di tosse> perché i tuoi occhi si riempiono di lacrime? (Telesfore) perché non ci sono parole per dire “grazie al Padre”. Ma grazie a te che ci hai preso.. (Piccolo Giovanni ) ..al Padre, Io sono un servo inutile.. (Telesfore) ..ma sei Strumento del Padre.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi al Padre! Ho lavorato, lavoro ancora, ma solo nel Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo: ricordatelo sempre! Ma vi chiedo in questo giorno di pregare per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri. E alla fine della preghiera dategli tutti un bacio a Marì e fategli gli auguri.. (Telesfore) ..cos'è oggi?.. (Piccolo Giovanni) ..per domani! Voi fategli gli auguri.. (Telesfore) ..uno per uno? (Piccolo Giovanni) tutti in coro alla fine della preghiera! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io vado a salutarla come sempre! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) dimmi, togli quello che c'è nel tuo cuore(*) (Telesfore) tienici sempre stretti! (Piccolo Giovanni) la mia mano è legata alla tua, ed essendo legata alla tua e a tutti voi e al mondo intero esclamativo (Telesfore) io comunque te lo chiedo sempre! (Paolo) sta girando intorno a quello che ti deve chiedere! <si ride un po'> non trova la forza del dirlo! (Piccolo Giovanni) eh, si!(*) <4 colpi di tosse con doppia alitazione> vuoi parlare? (Telesfore) eh.. ti è piaciuto come abbiamo.. come abbiamo adornato la tua capanna? ..la Cocciuta, però, non io! (Piccolo Giovanni) l'ho scelta Io!(*) Lei ubbidisce a ciò che gli viene detto quando il Padre gli fa vedere ciò che deve fare. A volte vi impuntate un po', ma dovete capire che Lei fa tutto quello che il Padre gli dice, non è una sua fantasia, e si arrabbia quando volete aggiustare voi ciò che deve fare Lei(*) ma non è questo che mi dovevi dire! <si ride un po'> e Paolo ha detto che ci giri intorno! <4 colpi di tosse con 6 alitazioni>  (Telesfore) mi sono bloccato! (Piccolo Giovanni) ehm.. (Telesfore) poi alla fine mi ricordo (Piccolo Giovanni ) quando non puoi parlare (Telesfore) la rimandiamo alla prossima volta! (Piccolo Giovanni) eh.. (Telesfore) ..a meno che.. se mi dai un aiutino! <una alitazione, poi 3 lievi colpi di tosse con un'altra alitazione, poi altri 4 colpi di tosse con un'altra alitazione> Giovanni, io sono.. (Piccolo Giovanni) ..mezzo imbambolato! (Telesfore) per non dire ciuccio.. però vorrei dire! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) anche i ciucci possono parlare: l'ho sempre detto!(*) ma dimmi un po', i Chiodi li stai sentendo? (Telesfore) ah, si (Piccolo Giovanni) “ah, si” (Telesfore) i Chiodi li sente Lei: la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) eh, sono nella mano: non lo stai sentendo?(*) ora è arrivato? (Telesfore) vuoi dire “Telesfore dei Chiodi”? (Piccolo Giovanni) non è questo!(*) Lasciamo stare, non lo vuoi dire! (Telesfore) sinceramente, non è che non lo voglio dire, è che non.. (Piccolo Giovanni) ..a Dio nulla è nascosto, figlio mio: vedo e sento ogni cosa, non dimenticarlo! (Telesfore) sta che come.. Dio ci conosce, noi non ci conosciamo!(*) (Piccolo Giovanni) mi gira sempre intorno! Cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) che ti voglio tanto bene! (Piccolo Giovanni) ed anche a voi che siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! (Telesfore) chiedo perdono se.. .......... la batteria? .......... guarda che la batteria non è finita qua!(*) <si ride un po' perché ha preso tra le mani il microfono portatile> Padre, anche questo devi guardare e ascoltare!(*) Siamo qui nella Stanza dell'Amore e gli uomini finiscono la batteria, mentre il tuo Amore.. e la batteria di Dio non si scarica mai! È bello vivere usando la batteria di Dio che non si finisce mai, vero, Telesfore? (Telesfore) si (Mosè) la sua energia dura in eterno! (Piccolo Giovanni) è il suo Amore che dura in eterno.. (Mosè) si (Piccolo Giovanni) ..e così anche il vostro non si deve scaricare! Da questi piccoli esempi imparate a conoscere quant'è grande l'Amore del Padre: Dio che si ferma anche in queste piccole cose, Dio che vi dice “il microfono è muto”.. <si ride un po'> ma voi non capite, e tutto rimane nella storia, tutto è Parola di Dio! Chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) allora, cosa mi vuoi dire ancora? (Telesfore) mi sono ricordato che l'altro compito che mi ha dato la Cocciuta.. o almeno mi hai dato tu.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre.. (Telesfore) ..è opera del Padre!(*) dammi un aiutino a farlo perché.. (Piccolo Giovanni) ..ti aiuterà la Piccola Cocciuta, ma.. (Telesfore) ..e mi deve fare un disegnino?.. (Piccolo Giovanni) ..ascoltala, non fare di testa tua! Verrà.. (Telesfore) ..verrà.. (Piccolo Giovanni) ..quando tu lavori giù! (Telesfore) quando metterò il primo mattone? (Piccolo Giovanni) eh, e ti metterà gli altri Lei, ma di “si” la prima volta, non fare “ma” e né “come”; ti avviso, chiaro? (Telesfore) chiaro! Sai che la Cocciuta un pochettino si è arrabbiata.. non è che si è arrabbiata, dice che doveva mettere Lei il primo mattone! (Piccolo Giovanni) eh, non l'hai chiamata: aspettava, ma ha messo.. (Telesfore) ..il terzo, forse! (Piccolo Giovanni) metà! (Telesfore) forse sette.. il settimo, forse (Piccolo Giovanni) cosa poteva capitare alla Cocciuta? (Telesfore) il settimo! (Piccolo Giovanni) ora siete pronti? i vostri cuori sono pronti per Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io vi invito a pulirli, a distaccarvi dalle cose del mondo, ad unirvi al Banchetto che è pronto per ognuno di voi. Ma vi invito a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore! Luca! (Luca) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) sto carezzando il tuo cuore! (Luca) grazie, Giovanni! Ti ringrazio anche per avere sollecitato prontamente Dio.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre non lascia i suoi figli! (Luca) ecco, Gesù come al solito ha mantenuto la sua promessa, la mantiene sempre.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio non.. (Luca) ..una cascata di provvidenza che ha messo a posto ogni cosa.. (Piccolo Giovanni) ..mantenere le sue promesse? (Luca) mantiene sempre.. (Piccolo Giovanni) ..non sarebbe più Dio! Vai avanti e porta il Seme della sua Parola.. (Luca) ..grazie, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..come ti è stato chiesto, nell’Amen del Cuore del Padre! Chiaro? (Luca) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora vi chiedo ancora, figliuoli, di pregare col cuore aperto per i flagelli che scendono ancora sull'umanità. Pregate e portateli con voi nel Banchetto dell'Amore: fermateli col vostro amore, fermateli unendovi a Dio che è vivo e in mezzo a voi: parla e porta il Parto vivo. Chiaro? (Tutti) sì! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) venite tutti a fare festa perché Gesù è qui, è in mezzo a voi e ha sete e fame del vostro amore! Hai sete, Paolo? (Paolo) tanta sete! (Piccolo Giovanni) e siate pronti perché il Padre ha preparato il Banchetto! Venite tutti a fare festa! Ecco lo Sposo che avanza, Spose preparate i vostri cuori, indossate l'abito dell'amore e venite a fare festa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) amate e sarete raggianti anche voi! Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposo, accompagna la Sposa!(*) dammi il tuo dito!(*) eccoti l'anello!(*) vedi, figlia, è fatto di spine!(*) (Giulia) sì, Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) accoglilo per l'umanità e per tutti i tuoi figli! (Giulia) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) ora vieni!..........Paolo!..........Telesfore!  (Paolo e Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) e volete prendere parte al suo Banchetto? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte alla sua gioia? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete donarla all'umanità? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e conoscete il peso? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen! Amen! E voi volete prendere parte.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..al Banchetto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) portando sulle vostre spalle il peso della Croce.. (Tutti ) ..sì!.. (Piccolo Giovanni) ..del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna.. (Tutti ) ..sì!.. (Piccolo Giovanni) ..e vivo nel Mistero Nascosto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Amen, figli miei! Cosa cercano i tuoi occhi? (Paolo) quello che riescono a trovare solo qua, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma è in ognuno dei tuoi fratelli piccoli! (Paolo) dobbiamo ancora imparare a riconoscerlo! (Piccolo Giovanni) che nei fratelli poveri, emarginati, lì ci sono Io. “Ero nudo e mi avete vestito, ero affamato e mi avete donato da mangiare”, “ma Signore, quando ti abbiamo visto nudo e ti abbiamo vestito?”, riesci a comprendere? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e non essere preoccupato per mamma Elvira, non essere triste per Immacolata: sappi che Io sono venuto a visitare la sua capanna e sono rimasto lì, e dove c'è la sofferenza lì c'è Gesù, ricordalo! (Paolo) grazie! (Piccolo Giovanni ) e anche nelle vostre case Io abito, perché abito nei cuori di ognuno di voi, e, come avete sentito Luca, il Padre non lascia nessuno dei figli senza un pezzo di pane! È grande il suo Amore, e così sia grande anche il vostro, figli! È turbato il tuo cuore? (Paolo) no, adesso no! (Piccolo Giovanni) sicuro? (Paolo) molto meno di prima! (Piccolo Giovanni) e basta abbracciare la Croce per rialzarsi! Ora volete prendere parte? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(*) (Piccolo Giovanni) ricordatevi che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna!(**) <3º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) perché mi guardi così? (Paolo) ehm.. non c'è un perché: ti guardo e basta! (Piccolo Giovanni) cosa vedi nei miei occhi? (Paolo) vedo tutto ciò che non trovo nel mondo! (Piccolo Giovanni) ma Io sono nel mondo, è il mondo che mi ha negato, e se mi trovi in questo Luogo mi trovi anche nel mondo. Il Padre ha preparato per voi la Stanza dell'Amore e ha preparato voi per andare nel mondo! (Paolo) per cambiarlo? (Piccolo Giovanni) per portare la Quiete e la Pace del mio Cuore, del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora cosa vedete? .......... (Paolo) io vedo un arco! (Telesfore) un arco!(*)  (Piccolo Giovanni) Io vedo la Croce: riuscite a vederla? .......... può Dio scendere dalla Croce e poggiarsi su un arco?(*) ed ecco la Croce che abbraccia l'umanità! Riuscite a vederla? (Telesfore) si! ..........(Piccolo Giovanni) guardate bene perché la Croce ha allargato le braccia e abbraccia l'umanità! (Paolo) come una corona? (Piccolo Giovanni) come una Croce! ..........(Piccolo Giovanni) quale pezzo della Croce volete prendere?(*) e quale pezzo è rimasto? (Paolo) è rimasto un pezzettino.. (Piccolo Giovanni) ..perché la Croce non si divide, ma rimane unità, così anche voi rimanete uniti non dividetevi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!(*) Cosa volete fare dei pezzi che sono rimasti? ..tranne la carta che Telesfore ha messo tagliando il Pane? .......... siete coscienti? non è che quando il peso diventa più grande mi cadete per terra? ..........(Paolo) lo sai tu quanto sono pesanti quelli! (Piccolo Giovanni) sta a voi rispondere sì! (Paolo, ...., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) li offro anche a voi!(*) Ho raccolto i sì che ho trovato nei cuori di ognuno di voi che siete qui riuniti, nei cuori dei figli che si sono uniti, nei cuori dei figli che mi avete portato!(**) Ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose!(*) Padre, Io busso ancora una volta alla porta del tuo Cuore: Padre mio, ascolta ancora la  preghiera del mio Cuore!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, e la mia Pasqua è piena ed è risorta; nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli, amici del mio Cuore, e nel risorgere camminate sulla Via Stretta che porta al Cuore Immacolato di Maria. Figli miei(*), sono vivo nei cuori di ognuno di voi, ma state attenti: non abortitemi quando uscite fuori, non giudicate, non condannate il fratello ma amate e fatemi vivere nella gioia piena che il Padre ha lasciato scendere su di ognuno di voi, sui figli che si sono uniti, sui figli che avete portato nella gioia piena dei vostri cuori, e la festa è grande in Cielo per ognuno che avete portato nei vostri cuori. Figli miei, camminate sempre con l'Amore Misericordioso del Padre, donando la vostra mano al fratello e siate gioiosi nel portare sulle vostre spalle la Croce che è l'unico scudo per allontanare il nemico, e l'unico scudo per farvi arrivare nel Cuore del Padre! Vuoi arrivare nel Cuore del Padre? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma quando lo decide Lui! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) “Padre, sono un servo inutile dinanzi alla tua Croce. Tu mi hai donato la vita e solo tu puoi prenderla quando vuoi”. Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Tutti) chiaro! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, nella gioia di sentirvi una famiglia di Dio, l'unica famiglia di Dio, Io vi saluto nell'Amore e nella Pace del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio portando ovunque.. figliuoli miei, gridate al mondo “il Parto è vivo, è in mezzo a noi”, e il Parto è il Parto di Dio che grida all'umanità  “venite tutti, figli, a fare festa. Venite, tornate a casa, figliuoli miei, perché Io vi aspetto a braccia aperte”. E nell'attesa raccogliete i fratelli che hanno smarrito la strada, figli del mio Cuore! Chino il capo sull'umanità come Padre, e nel silenzio lascio scendere la rugiada del mio Amore, figliuoli!(*) raccolgo i sussurri e li porto dinanzi al Trono del Padre. Figliuoli miei, chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso!(*) Grazie, Padre! Grazie, Padre! Grazie!(*) Ora vi chiedo ancora una volta di pregare per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri! Vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore, figliuoli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli e all'umanità intera nel Fiume santo del mio Amore! (Giulia) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) andate nella quiete di Dio e crescete e moltiplicatevi nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora vorrei riposare! Vuoi preparare una culla nel tuo cuore? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io cullo voi e voi cullate me perché Dio e Bambino e vuole essere cullato(*). Aspetto! <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie perché mi fate riposare; grazie perché ascoltate la mia Parola; grazie perché mi accogliete mentre l'umanità mi caccia fuori, mentre l'umanità mi uccide voi mi fate vivere; grazie perché mi avete donato la casa: il vostro cuore, ed Io abito nei vostri cuori! Non c'era posto per nascere perché doveva esserci una stalla, mentre voi mi avete offerto i vostri cuori dove Io sono nato, e sta a voi decidere se volete farmi crescere. Volete far crescere Dio nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete accogliere Dio! (Alcuni) sì! (Mosè) con tutto il nostro amore! (Piccolo Giovanni) i sì sono un po' pochi ..... (Paolo) pensavamo che tu continuassi! ..........(Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) state attenti adesso a rispondere il sì! (Paolo) tante volte non ci rendiamo conto se tu hai terminato di parlare oppure se devi continuare.. (Piccolo Giovanni) ..ed Io.. (Paolo) ..ecco perché diciamo più volte "si" mentre tu parli! (Piccolo Giovanni) è bello rispondere sì col cuore, per questo mi aspetto un altro "si"! (Tutti) SÌ! (Piccolo Giovanni) grazie, figli miei. Cresca questo "si" da raccogliere l'umanità intera e portarla dinanzi al Cuore del Padre perché voi siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce e potete salvare l'umanità col vostro amore, col vostro sì pieno a Dio! Ecco cosa fanno i servi inutili: salvare l'umanità col vostro amore! E con questo amore vogliamo legare la Catena santa? (Tutti) sì!(*) (Piccolo Giovanni) nella pienezza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e con la pienezza del Cuore della Croce, impariamo ad essere Croce nel mondo e a camminare dietro a Gesù: "Croce nella Croce"! <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. “Liberaci dal male, Amen!”, “liberaci dal male, Amen!” (Tutti insieme a Giovanni) “liberaci dal male, Amen!”, “liberaci dal male, Amen!”, “liberaci dal male, Amen!” (Piccolo Giovanni) Vieni ad abitare nel mio Cuore, Gesù, perché il mio Cuore è aperto solo al tuo Amore, alla tua Misericordia, alla tua Pace e alla tua Luce! Gesù, liberaci dal male, Amen! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) andate nella Pace e nella quiete di Dio abbracciando i fratelli, e quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere e fate vivere i fratelli che sono ancora nel buio: donate la Luce e l'Amore che avete ricevuto, figliuoli del mio Cuore!(**) Ecco gli Angeli, i Santi tutti, ecco i vostri cari che abbracciano uno per uno ognuno di voi! Gioite e date lode al Padre abbracciando l'anello fatto di spine nei vostri cuori, figliuoli miei!(*) (Giulia) grazie, grazie per tutto quello che ci doni! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, figlioli del mio Cuore! Andate in pace e portate al mondo la pace e la Croce del Cristo risorto. Grazie per il tempo che spendete: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore!

 

 

         8. Dom 21/09/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passano attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati per l’umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia mia, consola il Cuore di Gesù come tu sai fare nel silenzio della Croce. Figlia, in questo giorno di luce ti chiedo ancora una volta di pregare per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, pregate con Lui e con Lui portate la Croce perché è curvo sull'umanità e porta la Croce. Vi invito ancora a pregare per la pace, innalzate il vostro grido al Padre chiedendo lo Shalom che scenda sull'umanità intera! Figli miei, vi invito ad essere uniti e umili di cuore; vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Figli miei, alzate lo scudo che Io vi ho consegnato in mano e combattete il nemico amando, e lo scudo è il Vangelo, lo scudo è il Rosario che Io porto nel mondo intero invitandovi a pregare, ma sia la vostra preghiera fatta col cuore; donate a Dio i battiti dei vostri cuori così come Lui li dona ad ognuno di voi senza fare alcuna distinzione! Figli miei, il mio Cuore Immacolato trionferà nel mondo intero e in questo Luogo, e la mia Promessa viene dal Cuore di Dio - scesa nel mondo intero - viene da Fatima e racchiude l'umanità intera, figli del mio Cuore! Ma in questo giorno il mio Cuore di Mamma gronda Sangue nel vedere ancora i flagelli che scendono sull'umanità per coloro che vogliono prendere il posto di Dio: non prendete i primi posti, ma i piccoli Giovanni restino sempre all'ultimo posto! Figliuoli del mio Cuore, come servi inutili prostratevi sempre dinanzi al Legno vivo della Croce. Ed Io sono in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Siete gioiosi, figli, perché Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, donandovi tutto il suo Amore. Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, lavorate ancora nella vigna perché Dio vi ha scelti uno ad uno per portare nel mondo la Verità, la Luce e la Parola viva che esce dal Cuore di Dio. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) porti ancora sul dito l'anello di spine? (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) ed offri i Dolori per l'umanità sorda e cieca! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) vedi, figlia mia, Gesù ti ama e si poggia su di te! Tu abbraccia i tuoi figli e l'umanità intera con i santi Dolori del Parto della Croce! Poggiati su di loro come Gesù si poggia su di te!(*) (Giulia) Mamma, sono ancora deboli, li tocco solo con un dito e l'altro peso lo tengo io, ma sia fatta la volontà del Padre non la mia, Mamma! (l'Immacolata) fai gioire sempre il Cuore del Padre, figlia: immolati come tu sai fare! (Giulia) grazie, Mamma! (l'Immacolata) figliuoli miei, vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: combattetelo amando e abbracciando la Croce e camminando nel Fiume santo di Dio, figli! Ora volete ardere un po'?  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Luce viva del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a portare il sorriso di Dio ad ognuno di voi, all'umanità intera! A portare la gioia, la pace del Cristo Risorto! Anche voi siete risorti nell'amore e camminate sulla Via Stretta che porta al Cuore del Padre, e per voi dev'essere gioia piena vivere, camminare e amare come Dio ama ognuno di voi, figli miei, ma ricordate sempre: i piccoli Giovanni all'ultimo posto! Non lasciatevi confondere dal nemico, non cercate i primi posti, ma rimanete nel silenzio, nel nascondimento, nella quiete e nella frescura della Croce abbracciando i piccoli, i poveri, gli emarginati, non lasciate nessuno fuori dalla santa preghiera. Fate tutto questo nel silenzio ma gridate al mondo intero “Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi e parla e il suo è Amore pieno perché il Parto è vivo ed è in mezzo a noi, nel mondo intero”, Figliuoli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 25° sett./B Mc. 9,30-37.>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi, Paolo, cosa è rimasto di quel fuoco che arde della Parola viva dentro di te? (Paolo) mi ha fatto riflettere il fatto che nonostante Gesù abbia parlato ai Discepoli di ciò che doveva avvenire a breve a Gerusalemme, Lui si stava recando appunto lì per essere crocifisso e poi risuscitare, loro non abbiano capito niente, non si siano resi conto proprio di.. di ciò che realmente gli ha detto.. (Piccolo Giovanni) ..era troppo grande! (Paolo) si, nonostante Lui l'abbia detto in modo proprio chiaro, esplicito, loro non si sono.. (Piccolo Giovanni) ..quante volte ho parlato.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..o parlo.. la Parola è shoè shoè.. (Paolo) ..e noi non riusciamo.. (Piccolo Giovanni ) ..e non capite! (Paolo) perché sono cose.. (Piccolo Giovanni) ..ai Discepoli, poveri figli, dice “ma cosa sta dicendo” (Paolo) “come fa a dire questo che sarà crocifisso e poi dovrà resuscitare”, dice.. erano cose astratte per loro! (Piccolo Giovanni) non è da capire.. ma Lui parlava.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e parla ancora! (Paolo) questo ci dovrebbe indurre, Giovanni, ad essere più riflessivi su ogni sillaba che Gesù ci dice, cercando di non metterla a paragone con il nostro vissuto, con la vita che noi viviamo tutti i giorni, perché non ha niente a che fare (Piccolo Giovanni) il Vangelo è Parola di Dio! (Paolo) è Parola di Dio, ecco! (Piccolo Giovanni) è bello sentire parlare il mio confratello don Pino!(*) l'albero vivo che è stato in mezzo a voi, ma rimarrà ancora.. <è il parroco di Thurio-Apollinara nonché il padre spirituale di Giulia che dal 28 settembre dovrà lasciare la parrocchia di Thurio per assumere quella di San Nilo a Rossano. Al suo posto è stato nominato parroco il giovane sacerdote don Massimiliano>  (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la sua parola è forte per chi la sa portare, accogliere, ma non lasciatelo solo: ha bisogno del vostro sostegno,.. (Paolo) ..faremo.. (Piccolo Giovanni) ..della vostra preghiera! (Paolo) faremo quello che ci dirai di fare! (Piccolo Giovanni) come Sacerdozio vivo ed eterno in ubbidienza al Padre! Ma dimmi ancora! (Paolo) vedi, Giovanni, io volevo un pochettino ampliare il concetto di prima(*).. penso.. se ognuno.. <4 colpi di tosse con doppia alitazione> se ognuno di noi quando Dio parla, attraverso lo Strumento che è la Cocciuta, se ognuno di noi pensasse semplicemente un pochino a quello che dice prendendolo veramente seriamente, al di là del fatto se ci sembra strano, se ci sembra sbagliato, perché è sicuramente giusto. Tante volte Lei dice delle cose che a me sembrano errate, dice “ma questa che sta dicendo?”; io riconosco, a volte non riesco a fare quello che dice Lei, poi ci rifletto sopra, ma noi dovremmo.. (Piccolo Giovanni) ..non sei solo tu! (Paolo) non sono solo io, è quello che sto dicendo. Io voglio dire, noi abbiamo un Tesoro che è Dio che ci parla e ci dice anche come comportarci in quelle cose terrene: che cosa vogliamo di più? ..che cosa vogliamo di più? (Piccolo Giovanni) “ma io decido a modo mio” (Paolo) Esatto! Noi siamo portati a pensare “ah, ma Lei ha detto..” (Piccolo Giovanni) “..se mi conviene poi..” (Paolo) “..se mi conviene..” (Piccolo Giovanni) “..ascolto”! (Paolo) esatto, esatto! “Ma se faccio quello poi cosa succede?, come faccio dopo?”, senza pensare.. (Piccolo Giovanni) ..il “ma”, il “come”, il “perché”! (Paolo) esatto! Quello che ha fatto Peter <= Eliseo dall'Irlanda> , e tu ne hai.. l'hai ribadito, appena gli è arrivato il messaggio ha fatto immediatamente quello che gli hai detto, non ha aspettato niente! < il giovedì 14 agosto scorso, Eliseo era qui per onorare la Mamma Celeste nel giorno dell'Assunta. Durante l'apparizione è stato chiamato da Giovanni, e, dopo un breve discorso, ha espresso il desiderio di poter andare in pensione, facendo delle rinunce anche economiche, per dedicarsi a tempo pieno alla sua famiglia e alla traduzione dei messaggi. Il 28 agosto ha ricevuto la benedizione del Padre circa la sua richiesta di andare in pensione e, dopo qualche giorno, Eliseo ci ha comunicato di averlo già fatto. Eliseo, auguri da parte di tutti noi per te e per la tua famiglia>  (Piccolo Giovanni) non ha aspettato neanche il tempo di andare sul lavoro: l’ha fatto prima! (Paolo) e non era una cosa di poco conto: era una decisione importante per il suo futuro! (Piccolo Giovanni) per le cose del mondo! (Paolo) ecco, quindi quello vuol dire avere fede! (Piccolo Giovanni) Dio gli ha detto “lascia tutto”.. (Paolo) ..e lui l'ha lasciato.. (Piccolo Giovanni) ..e lui ha lasciato tutto, saldo nella Parola di Dio dal primo istante! (Paolo) a noi viene comodo fare quelle cose spicciole, quelle cose che.. però quando poi si tratta di prendere una decisione importante, veramente importante per noi, e ciò che ci viene suggerito dall'alto non ci suona perché non lo poniamo in rapporto alle nostre idee e alle cose terrene, allora lì inciampiamo! (Piccolo Giovanni) su un fiammifero! (Paolo) su un fiammifero. Questo volevo.. (Piccolo Giovanni) ..è il diavoletto: “l’esserino” come lo chiama.. (Paolo) ..si .. (Piccolo Giovanni) ..la Piccola Cocciuta! Mi faceva ridere le prime volte che mi diceva “l’esserino”: “ma chi è questo esserino?”. Lei diceva “quello che non conta nulla: l’esserino” <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Paolo) poi la.. la seconda parte del Vangelo è.. bè, quella è un qualcosa che tu ci ripeti continuamente, Gesù ci ripete continuamente. Io penso sempre una cosa, Giovanni.. me l'ha detto la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..cosa ti ha detto la Cocciuta? (Paolo) mi ha parlato del fatto del tuo pensionamento, e mi ha detto che tu hai lasciato il servizio senza pensare di poter prendere di più negli  anni successivi, perché Gesù ti.. (Piccolo Giovanni) .. dolce dolce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando mi è stato detto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di vivere, è stato detto tutto! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) Io l'ho fatto mio: in povertà.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Io ho detto “mi basta..” (Paolo) “..quello che ho?..” (Piccolo Giovanni) “..quello che ho, e avanza” (Paolo) si, quello che è in più non serve! (Piccolo Giovanni) vorresti farlo anche tu? (Paolo) io lo farò quando lo dirai tu: anche domani mattina! (Piccolo Giovanni) e se te lo dico adesso? (Paolo) lo faccio adesso! (Piccolo Giovanni) davvero? (Paolo) davvero, davvero!(*) si, si! (Piccolo Giovanni) ed Io te lo chiedo! (Paolo) e chiedimelo! (Piccolo Giovanni) prendi il poco che ti viene donato.. (Paolo) appena mi.. (Piccolo Giovanni) ..e apri le braccia ai figli, ai fratelli emarginati (Paolo) ..si, appena me lo concederanno di farlo.. di poterlo fare, lo farò! (Piccolo Giovanni) tu bussa! (Paolo) si! Io te lo chiedo! (Piccolo Giovanni) te l'ho già detto.. (Paolo) tu sai.. tu sai che adesso.. sì, ma già detto.. tu sai che adesso non posso farlo! (Piccolo Giovanni) bussa, bussa col pugno di Paolo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e ho ricevuto un'altra gioia, e in questa gioia Io faccio scendere il mio Alito! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Paolo) e questo è legato alla seconda parte del Vangelo: essere sempre gli ultimi, occupare gli ultimi posti per essere il primo nel Regno dei Cieli. Essere.. (Piccolo Giovanni) ..amarlo.. (Paolo) ..si, è molto bello. Sono.. il Vangelo, Giovanni, più si vive col cuore e più ci si rende conto in modo sempre consapevole.. (Piccolo Giovanni) ..di come Dio è vicino! (Paolo) è vicino a noi e soprattutto che quella è l'unica Verità.. (Piccolo Giovanni) ..che non tradisce.. (Paolo) ..che non tradisce! (Piccolo Giovanni) ma dobbiamo amare e accogliere i piccoli, i poveri, i figli che non riescono a camminare ancora da soli! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) per questo vi ho catturati e non vi lascio: siete sigillati, siete miei amici!(*) (Paolo) e tu sei il nostro unico vero amico! (Piccolo Giovanni) è il Padre che mi manda, perché Io vengo in ubbidienza al Padre.. (Paolo) ..tutti.. (Piccolo Giovanni) attraverso lo Strumento.. (Paolo) ..si tutti.. (Piccolo Giovanni) ..come lo Strumento è in ubbidienza al Padre fino all'ultimo respiro perché ha donato il suo sì pieno. Chiaro? (Paolo) è chiaro, Giovanni! Quando io penso a tutto questo, mi viene dentro una grande gioia perché so che sono sulla strada giusta, che mi comporto bene e soprattutto ho delle risposte certe, sicure, da chi non potrebbe fare diversamente (Piccolo Giovanni) solo Dio può donarla.. (Paolo) ..si, e quindi è una guida sicura come nessuno sulla terra potrebbe.. potrebbe dare, e quindi tutto questo mi dà sicurezza (Piccolo Giovanni) ma la guida vi invita all'ascolto della santa messa (Paolo) si (Piccolo Giovanni) a prendere Gesù quando non siete in questo Luogo, a vivere la Parola! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e ad inginocchiarvi come servi inutili dinanzi alla Croce! Era bello il gesto di don Pino.. (Telesfore) ..era bello, si.. (Piccolo Giovanni) ..vederlo come un servo inutile inginocchiato, ma il suo cuore grondava Sangue! (Paolo) è successo stamattina? (Piccolo Giovanni) un gesto che la Piccola Cocciuta desiderava vedere, anche se conosce tutto! (Paolo) ma che cosa ha fatto? (Piccolo Giovanni) inginocchiato dinanzi a Gesù vivo nel momento della consacrazione!(*) (Paolo) deve essere stato molto bello, anche per i presenti (Piccolo Giovanni) per chi.. (Telesfore) ..ha capito.. (Piccolo Giovanni) ..ha capito il gesto(*)..  <Paolo non aveva capito> per chi ha capito il gesto! (Paolo) ah, “per chi”, ah.. avevo sentito male.. sì! <3 colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) è un fiore da scoprire petalo per petalo!(*) ..e vi ho donato un'altra goccia! Ma vi chiedo di pregare anche per il novello che prenderà il posto! (Paolo) non lo conosco ancora io! (Piccolo Giovanni) potrebbe essere tuo figlio: è da tenere in braccio! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma vi chiedo ancora di pregare e di stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondere, e per confondere l'umanità intera, i figli, e farli cadere nella sua rete. Siate vigilanti sempre con la lucerna accesa! .......... Porto nelle mie braccia ognuno di voi senza fare alcuna distinzione: non c'è un primo, solo Dio! (Paolo) questa è un'altra cosa a cui penso sempre, Giovanni, quando vedo sulla terra, in tutti gli ambienti, le discriminazioni.. (Piccolo Giovanni) ..voi pregate ma non giudicate.. (Paolo) ..a me.. (Piccolo Giovanni) ..e in quegli attimi alzate gli occhi al cielo e pregate soltanto! So cosa senti quando vedi, ma ti invito ad alzare gli occhi al cielo e dire “Ave Maria”. Hai capito? (Paolo) si(*) (Piccolo Giovanni) solo con la preghiera si può combattere!(*) È gioioso il tuo cuore? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) si o c'è qualche rospo? (Paolo) il.. no, un rospo no, ehm.. che queste.. (Piccolo Giovanni) ..ha detto si.. <dice rivolgendosi a Telesfore> (Paolo) ..si vivono tante situazioni, Giovanni, è una cosa proprio generalizzata.. (Piccolo Giovanni) ..figlio mio, Io vedo e sento ogni cosa, e l'unica arma per combattere.. (Paolo) ..è la preghiera.. (Piccolo Giovanni) ..è la preghiera e mettere tutto nel Cuore del Padre. Voi non potete fare nulla, ma il Padre ascoltando le vostre preghiere può abbassare il dito e cancellare! <3 colpi di tosse con una alitazione> è chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi, perché brillano i tuoi occhi? (Paolo) ci sono.. ci sono momenti come questo che non mi sembra di appartenere a questo mondo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vi ho rapiti! Fateli vivere sempre questi momenti! (Paolo) ed io vorrei.. (Piccolo Giovanni) ..quando si presenta il buio dinanzi a voi, basta alzare gli occhi al cielo e dire “Ave Maria”, e il buio scompare! E dura sempre la luce piena: è adesso nei tuoi occhi e in ognuno di voi!(*) È bello? (Paolo) è bellissimo! (Piccolo Giovanni) e non dimenticate il Cuore di Maria! Non dimenticate la Croce e la Linea Dritta del santo Vangelo, perché come Sacerdozio vivo ed eterno Io ho sempre gridato e sempre griderò con la Parola del santo Vangelo per donarvi Luce ai vostri occhi e donare ai vostri cuori la Quiete di Dio! È per questo che sono in mezzo a voi. Ma avete fatto dei piccoli passi: i vostri Nomi brillano nei Cieli, e di questo dovreste stare tutti i giorni inginocchiati dinanzi alla Croce. Chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse con tripla alitazione>  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Paolo) vedi, quando io vivo questi momenti.. (Piccolo Giovanni) ..tu staresti bene solo vivendo nella Stanza dell'Amore. (Paolo) “starei?” (Piccolo Giovanni) vivresti bene solo.. (Paolo) .. solo.. (Piccolo Giovanni) ..nella Stanza dell'Amore! (Paolo) si! Ehm.. giovedì mi hai detto di non essere preoccupato per mia madre e per mia moglie; ebbene, stavo dicendo quando io vivo questi momenti non lo sono, Giovanni, ma non solo per mia madre e per mia moglie, non sono preoccupato per nessuna cosa! (Piccolo Giovanni) perché il Padre.. (Paolo) .. perché.. si.. (Piccolo Giovanni) ..pensa a tutto.. (Paolo) ..a tutto.. (Piccolo Giovanni) ..basta.. (Paolo e Giovanni insieme) ..aprire il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..ed essere convinti! (Paolo) soprattutto quello! (Piccolo Giovanni) se non c'è la certezza, tutto svanisce! (Paolo) se si fa col dubbio non serve a niente! (Piccolo Giovanni) è come sbattere la testa al muro! (Paolo) è perché penso “basta che io faccio una telefonata alla Cocciuta e Lei, come Strumento del Padre, mi dice come devo operare, come mi devo muovere” (Piccolo Giovanni) a volte dice “ma..” (Paolo) a volte.. si.. per il discorso.. (Piccolo Giovanni) ..ti sto dicendo.. (Paolo) .. per quello.. ricollegandomi a quello che dicevo prima, mi succede questo, però adesso sto imparando.. (Piccolo Giovanni) ..a dire sì.. (Paolo) ..a dire sì, a dire sì senza condizioni! (Piccolo Giovanni) ..se si mette una condizione.. (Paolo) ..senza condizioni.. (Piccolo Giovanni) ..se si dubita un po' il nemico tenta(???).. (Paolo) ..prende il sopravvento.. (Piccolo Giovanni) ..non solo con un piede, ma tutto! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) “si”, solo si deve rispondere a Dio! “Ma”,.. (Paolo) ..e rispondendo.. (Piccolo Giovanni) ..“come”, “perché”, “come faccio”, non si è più sulla strada del Vangelo. Maria: “come è possibile, non conosco uomo”, gli è stato spiegato, e Lei “Eccomi” (Paolo) eppure noi adesso questa cosa la raccontiamo, ma immedesimandoci un pochettino..  (Piccolo Giovanni) ..una creatura.. (Paolo) ..una.. ecco.. (Piccolo Giovanni) ..piccola e fragile con il mondo sulle spalle! Dio che gli viene a chiedere “avrai un Figlio”(*) (Paolo) oggi uno di noi direbbe “ma che stai dicendo?”, “sei scemo?” direbbe un oggi.. si, si.. ecco la fede.. ecco questa è una dimostrazione veramente di fede (Piccolo Giovanni) la fede salda! (Paolo) di fede!(*) Quando parla.. quando parla Dio, o quando parla lo Strumento di Dio, voglio ribadirlo questo..  (Piccolo Giovanni) ..o si dice sì o si dice no! (Paolo) sì, è così! E quale.. e quale gioia più grande, Giovanni, quali problemi noi dovremmo avere? Nessuno! Nessuno! (Piccolo Giovanni) mettere tutto.. (Paolo) ..dobbiamo solo avere fede e fare quello che Dio ci dice! (Piccolo Giovanni) la volontà.. (Paolo) ..la volontà di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre, perché non è la Piccola Cocciuta a parlare ma è Dio.. (Paolo) ..è Dio.. (Piccolo Giovanni) ..che si serve.. (Paolo) ..che si serve.. (Piccolo Giovanni) ..dello Strumento! (Paolo) quindi, i problemi, se noi ce li abbiamo, noi tutti ce l'abbiamo, ce l'abbiamo perché non abbiamo fede.. ecco perché noi abbiamo i problemi..  (Piccolo Giovanni) ..e non si mettono nel Cuore del Padre, o se si mettono, si mettono in una condizione:.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“io voglio così”! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) “l’io” non viene da Dio! <3 colpi di tosse con una alitazione> chiaro? (Paolo) è chiaro, chiarissimo, è! (Piccolo Giovanni) Telesfore! <si perde qualche parola al cambio cassetta> ..e cosa mi dici? <4 colpi di tosse con una alitazione>  (Telesfore) Come.. (Piccolo Giovanni) ..perché non guardi i miei occhi?(*) “come”? (Telesfore) adesso ho perso il filo! (Piccolo Giovanni) ce l'hai! (Telesfore) eh, come dice il Vangelo di oggi.. che dobbiamo essere bimbi.. (Piccolo Giovanni) ..prendendo un bimbo tra le braccia cosa ha detto? (Paolo) il Bimbo che ha accolto Gesù lo ha.. lo ha accarezzato, lo ha baciato e poi si è rivolto ai discepoli dicendo, appunto, che chi vuole essere primo deve occupare sempre l'ultimo posto. Il Bimbo è una figura innocente, non detta mai condizioni, è puro di cuore, è piccolo.. ecco, dobbiamo essere piccoli e puri come.. (Piccolo Giovanni) ..i bimbi.. (Paolo) ..come dei bimbi! Il sacerdote ieri.. a Camigliatello sono stato a messa ieri.. (Piccolo Giovanni) ..dove Io ho celebrato.. (Paolo) ..si, me l'hai detto un'altra volta (Telesfore) eh! (Paolo) ha parlato.. ha parlato in modo un pochettino diverso ma ugualmente giusto, penso io.. (Piccolo Giovanni) ..ognuno.. (Paolo e Giovanni insieme) ..da' una sua interpretazione.. (Paolo) ..e diceva appunto, che a quei tempi i bimbi non erano considerati molto! Io questo non lo sapevo, l'ho appreso ieri! (Piccolo Giovanni) gli anziani erano considerati.. (Paolo) ..si.. i bimbi, no.. (Piccolo Giovanni) ..ma i bimbi, no! (Paolo) i bimbi, no! Ecco perché Gesù ha preso questo bimbo proprio perché considerato “niente”, per fare capire loro che dovevano comportarsi come quel bimbo “niente davanti a Dio siete voi” (Piccolo Giovanni) servi inutili (Paolo) “servi inutili”. È molto bello questo! (Piccolo Giovanni) siate sempre servi inutili!(*) <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) a volte a me sembra che qua siamo tutti i bimbi perché non sappiamo fare niente!(*) (Piccolo Giovanni) almeno sapete pregare! (Telesfore) però ci consideriamo poveri.. (Piccolo Giovanni) ..e poveri.. (Telesfore) ..siamo poveri.. (Piccolo Giovanni) ..dovete essere! (Telesfore) però.. (Piccolo Giovanni) ..piccoli, poveri e all'ultimo posto! (Telesfore) però, pensando al povero, realmente non è che siamo poveri, perché siamo ricchi, abbiamo un Tesoro! (Piccolo Giovanni) e il Tesoro che avete è in cielo! (Telesfore) è in cielo! (Piccolo Giovanni) e lì dove è il Tesoro dovete tenere i vostri cuori, chiaro? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e abbracciare l'umanità intera. La Piccola Cocciuta ha consegnato il suo cuore al Padre! (Telesfore) ma c’ha il tuo, però! (Piccolo Giovanni) e com'è il mio? (Telesfore) eh(*).. è come il Cuore del Padre?(*) (Piccolo Giovanni) ma dimmi, nel tuo cuore cosa c'è? (Telesfore) il mio cuore in questi giorni arde (Piccolo Giovanni) perché arde? (Telesfore) per ciò che sto per realizzare! (Piccolo Giovanni) shhh! (Telesfore) no, non dico niente io! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) cosa ti ha detto la Piccola Cocciuta? (Telesfore) “shhh” (Piccolo Giovanni) e allora fare silenzio! (Telesfore) però mi devi dare un altro aiutino.. (Piccolo Giovanni) ..forse non te l'ho dato? (Telesfore) si, questo l'ho capito che me l'hai dato (Piccolo Giovanni) e lavora! (Telesfore) uh!(*) grazie! (Piccolo Giovanni) grazie al Padre! Ma raccontami un po' qualcosa(*) <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) oggi, un'altra cosa che mi ha fatto ardere: il nuovo sacerdote quando parlava.. cioè, sembrava che le parole.. cioè le dicesse, però, non era in questa dimensione (Piccolo Giovanni) come non lo sei tu! (Paolo) “come?” (Piccolo Giovanni) come non lo sei tu: tu dici di non sentirti nel mondo! (Paolo) e questo voleva dire Telesfore!(*) (Telesfore) cioè, le sue parole.. (Piccolo Giovanni) ..ma tu guardavi don Pino mentre lui parlava? (Telesfore) adesso non ricordo! (Piccolo Giovanni) era col capo chino: curvo! (Telesfore) non ricordo questo particolare! (Piccolo Giovanni) Io, si!(*) (Telesfore) e poi un altro.. un'altra, diciamo.. io dico “frecciata” che mi ha fatto anche ardere, quando alla fine ha nominato il Nome di Maria! (Piccolo Giovanni) può un figlio di Maria non chiamarla? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) e accendono tutti i sorrisi sentendo il Nome di Maria! (Paolo) e cosa c'è di più grande della Mamma? (Piccolo Giovanni) e il mio Cuore esplode d'amore nel parlare di Maria! (Paolo) “la Mamma”! (Piccolo Giovanni) la Mamma che ha abbracciato la Croce!(*) La Mamma che ci ha donato la vita! Senza Maria.. cosa sarebbe stato se Maria non avesse donato il suo sì?(*) ma Dio aveva guardato il suo Cuore, Dio l'ha scelta come ha scelto ognuno di voi per camminare e lavorare e portare tutti i figli nel Cuore del Padre! Quale dono più grande chiedete ancora a Dio? Si può chiedere di più? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) e rimanete saldi come Maria!(*) chiaro? (Telesfore) chiaro, si! <10 colpi di tosse con doppia alitazione> (*) (Piccolo Giovanni) non mi chiedi più il significato.. (Telesfore) ..ah, si, adesso me lo puoi dire forse, no? ..no? (Piccolo Giovanni) no, c'avevi provato come ha fatto stamattina Paolo! (Paolo) io stamattina ero a casa, che ho fatto? (Piccolo Giovanni) cosa hai chiesto alla Piccola Cocciuta? (Paolo) ah, l'ho capito.. eh, avevo tentato di capire qualcosa! (Piccolo Giovanni) e che ha risposto? (Paolo) e mi ha risposto che poi mi dirà solo quello che devo fare io! (Piccolo Giovanni) ma non provarci nemmeno! <si ride un po'> e così anche tu! (Telesfore) nemmeno io devo sapere quello che deve fare lui? (Piccolo Giovanni) quello, si, questo che sto facendo io. E raccontami qualcos'altro!(*) sto aspettando!(*) (Telesfore) è che a volte noi.. sul discorso che hai fatto prima con Paolo, ci preoccupiamo sempre delle cose.. quello che dobbiamo fare, quello che dobbiamo preparare (Piccolo Giovanni) e cosa stai preparando? (Telesfore) ma, diciamo, se faccio questo non so cosa vado incontro, magari la Cocciuta ci dice di fare.. gli chiediamo un consiglio, Lei ci da' il consiglio, anche se a noi sembra che.. e però noi dubitiamo, dice “se io faccio questo poi come devo fare con l'altra cosa?”, invece.. non è così? .. perché alla fine ci troviamo sempre bene seguendo i consigli del Padre! (Piccolo Giovanni) può il Padre gettarvi nel fosso? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) ma non è questo che volevi dire! (Telesfore)  <audio impercettibile> …con le mani io, così? Ci sarebbe qualche altra cosa, però m'è scappata! (Piccolo Giovanni) gli è scappata, Paolo! <si ride un po'. 4 colpi di tosse con una alitazione>  (Telesfore) mi sento ubriaco, mi sento!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vogliamo fare? (Telesfore) vogliamo ardere consolando il Cuore di Maria? (Piccolo Giovanni) sì! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> Figli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO!(*) Ed Io vi invito sempre a nascere nel Cuore del Padre! Aspetto per gioire, tutti, nel Paradiso! Figli miei, vorrei portarvi subito per fare festa anche se in questo istante siete vicini al Cuore del Padre. Ma quando la preghiera finisce, ritornate con i piedi sulla terra! Venite rapiti nell'attimo che il Padre parla attraverso lo Strumento: ora avete capito? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) rimanete sempre nel Solco e donate a tutti l'Amore che Dio dona ad ognuno di voi, Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Il mio Cuore arde per ognuno di voi! Piango con voi, gioisco con voi, soffro quando voi soffrite, amo quando voi amate, ma il mio Amore è Amore di Padre, di figlio e di Spirito Santo! Ha toccato il cuore questa parola? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e sia sempre acceso il cuore di ognuno di voi, i cuori del mondo intero, e pregate, pregate per la pace, pregate per la pace e combattete con l'amore il nemico. Allontanatelo, potete farlo avendo fede; figli, abbiate fede nella Parola viva di Dio! Io ora vi saluto; vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Figlioli del mio Cuore, lascio scendere su di voi la benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo! Crescete nell'Amore della Santissima Trinità, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena della Croce fatelo anche voi, figli! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace e portate la Pace che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori! Figli miei, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: Dio lascia scendere la Farina a larghe misure su di voi e sul mondo intero! Figli miei, Pargoli del mio Cuore, vi amo perché siete i miei Amici! (Giulia) grazie, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) ti stringo forte al mio Cuore, figlia; tu abbraccia i tuoi figli e l'umanità intera!(*) (Giulia) grazie, Giovanni!

 

 

         9. Mer 24/09/2003, Stanza more solito

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.56)

(Giulia ) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi, e immolati, figlia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia mia, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia mia, accogli con amore i Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù, accoglili per tutti i figli, per l'umanità intera, per coloro che calpestano il Cuore di Gesù! Figlia mia, Io sono Mamma, Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori, Mamma della Croce, e vengo a chiedere ad ognuno di voi e all'umanità intera di pregare! Sono scesa portando la Corona del santo Rosario, è da Fatima che il mio Cuore grida “pregate per la pace, pregate per la pace, pregate per la pace”! Figli miei, il mondo non è in pace con Dio, e tra di voi non riuscite a donarvi la mano e a formare la Catena del santo Rosario che Io vi ho donato e vi dono attimo per attimo, l'unica arma per combattere i mali che stanno scendendo sull'umanità, l'unica arma per combattere il nemico! Figliuoli miei, guardate i tempi che avete dinanzi ai vostri occhi e riconoscete il mio Gesù come vostro Signore e Dio, e non prostratevi a dei sconosciuti ma chinate il capo solo dinanzi al Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Il mio Cuore di Mamma è addolorato non per voi, ma per i flagelli che scendono, e grido “figliuoli, pregate e abbiate fede: l'unico scudo, l'unica Roccia viva poggiata sulla Croce del mio Gesù”, abbracciate la santa sofferenza e abbiate fede! Figli miei, cercate solo l'amore di Gesù distaccandovi dalle cose del mondo: passano, volano via e non rimane nulla, ma Dio rimane sempre nei vostri cuori, Dio è sempre pronto a perdonare i vostri errori, ad abbracciare e a chiamarvi figli mentre l'umanità, il mondo, non vi abbraccia e non vi chiama figli! Ed Io come Mamma dell'Amore invito ognuno di voi e l'umanità intera ad accogliere l'abbraccio di Dio che è vivo, è reale ed è in mezzo a voi, figliuoli del mio Cuore, ma vi invito sempre a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni in mezzo per confondervi e allontanarvi dal Cuore di Dio, dal Cuore del santo Rosario che è la scala d'oro, l'ascensore per arrivare dritti a toccare il Cuore del Padre! Abbiate fede perché Io ve l'ho donato e ve lo offro attimo per attimo! Figliuoli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, in questo giorno vi chiedo di consolare il Cuore del mio Gesù: consolatelo e pregate per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri. Figliuoli, nelle vostre mani ci sono le Colonne: non lasciatele cadere per terra perché siete stati scelti e sigillati uno ad uno, figli del mio Cuore! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei Cuore di ognuno di voi, figli miei, e come Mamma non vengo a portare una ripetizione, ma vengo ad accendere i vostri cuori, i cuori di ognuno di voi, i cuori del mondo intero, chinando il capo e invitandovi sempre ad amare il mio Gesù, ad accogliere il mio Gesù! Come Mamma ve l'ho donato: l'ho strappato dal mio Cuore e l'ho donato ad ognuno di voi, all'umanità intera. Sappiatelo riconoscere: come Io l'ho cullato da Bambino voi cullatelo perché Dio rimane sempre Bambino, e non cercate altre vie, camminate sempre sulla Via Stretta che porta al Cuore della Croce: al Cuore di Dio!(*) E non abbandonate le barche che Dio ha preparato per ognuno di voi nel Fiume santo! Figliuoli del mio Cuore, in questo attimo vi invito a pregare per il flagello che sta scendendo: con la vostra fede potete fermarlo, ma sia salda, figli miei, non vengo a spaventarvi ma vengo a chiedere il vostro aiuto come figli del Cuore della Croce! Vedete i tempi? e dai tempi capirete quand'è la venuta del mio Gesù, ma siate vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno! Sia la vostra fiammella sempre accesa tenendo sempre alto il santo Vangelo, la Parola viva del mio Gesù, l'unica Fonte zampillante, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) tieni ancora stretto l'anello di spine sul tuo dito, figlia mia! (Giulia) sì, Mamma!(*) sì, Mamma!(*) (l'Immacolata) sii forte, anima mia, consola sempre il tuo Gesù come sai fare e porta sulle tue spalle l'umanità intera! (Giulia) sì, Mamma!(*) (l'Immacolata) Ora volete ardere un po'? (Tutti ) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) L'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei cuori di ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Verità e nella Luce del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi! Nella Pace e nella Quiete nel Cuore del Padre, nel sorriso del Paradiso, sono in mezzo a voi a portare l'Amore di Dio, a portare la via, la verità e la vita! Porto ad ognuno di voi e al mondo intero il segno tremendo della Croce invitandovi a pregare! Vivere senza preghiera è come camminare allo sbaraglio!Vivere senza Dio è rimanere nel deserto! Figli miei, accendete la lanterna di Dio nei vostri cuori vivendo il santo Vangelo, vivendo come figli di Dio, donandovi la mano gli uni gli altri come Dio la dona ad ognuno di voi e al mondo intero! Mentre dice “Pace a voi”, Dio viene a portare la sua pace, Dio viene a portare il suo Amore, la sua Amicizia chiamandovi “figli”, invitandovi ad andare per il mondo a portare la Parola, ad andare per il mondo a guarire i vostri fratelli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo distaccandovi dalle cose del mondo, spogliandovi da tutto quello che non appartiene a Dio e indossando l'abito della povertà, l'abito della Croce. E vivere il Vangelo è vestirsi dell'Amore di Dio per donarlo ai fratelli! Non dimenticate di amare, di perdonare, di usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, figli miei. E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Mart. della 25° sett./B Lc. 9,1-6>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, mi fermo a parlare solo con te! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa è rimasto, cosa hai capito del Vangelo di questo giorno? (Paolo) è un messaggio che Gesù ci vuole inviare, quanto mai attuale, anche forse più di prima ai giorni nostri.. in questi tempi! Gesù manda a predicare la buona novella nel mondo i suoi discepoli, li investe dell'autorità di guarire.. (Piccolo Giovanni) ..di guarire e scacciare.. (Paolo) ..i demoni.. (Piccolo Giovanni) ..i demoni! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e in questi tempi quanti falsi profeti vengono dinanzi a voi nel nome di Dio.. (Paolo) ..tanti.. (Piccolo Giovanni) ..dicendo “Gesù mi ha detto di fare questo”! (Paolo) ma.. (Piccolo Giovanni) ..“Gesù ti ha guarito..” (Paolo) ..si, sono.. (Piccolo Giovanni) ..ma.. (Paolo) ..sono riconoscibili.. (Piccolo Giovanni) ..pregate! (Paolo) si.. sono riconoscibili, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..dai frutti che diventano marci! (Paolo) ma anche dalla veste che indossano, in quanto Gesù ha mandato loro in povertà, senza bastone, senza bisacce né denari, né due tuniche, e questo sta a indicare una cosa molto importante, e cioè, la Chiesa, nel suo cammino, deve fare affidamento esclusivamente sulla forza che scende dall'Alto e non sui collegamenti con cose che vengono dagli uomini: autorità civili, autorità politiche che non hanno nulla a che vedere con quello.. con quella che è la strada che Gesù ci ha detto.. ha detto a noi, e quindi alla Chiesa di percorrere. Questa.. questo è il.. è l'insegnamento grande che noi dobbiamo carpire da queste poche righe del Vangelo di oggi! (Piccolo Giovanni) che è pieno! (Paolo) è pieno, si! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) ed Io lascio scendere sempre su di voi l'Amore dello Spirito Santo. Ma ci siamo smarriti un po' nel parlare della tosse. Il mistero è vicino ma non conoscete né l'ora e neanche il giorno. Presto vi sarà detto! (Paolo) ma questo “presto” come lo dobbiamo intendere, Giovanni? (Piccolo Giovanni) nei tempi del Padre! (Paolo) e quindi per noi “presto” non significa niente! (Piccolo Giovanni) “aspettatemi”.. (Paolo) ..certo.. (Piccolo Giovanni) ..“Io verrò”! (Paolo) questo, si! (Piccolo Giovanni) e voi nella Verità del santo Vangelo aspettate: la Parola di Dio non viene meno, è sulla Roccia! (Paolo) è l'unica che non viene meno, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma molte creature che aprono il cuore al Padre portano la Parola di Dio! (Paolo) è bello questo! (Piccolo Giovanni) e pregate perché voi siete stati scelti e mandati a due a due per portare la Parola di Dio, e basta avere fede.. potete allontanare il nemico e guarire nella semplicità, nell'unica Verità del Padre; basta aprire il cuore e avere fede, non si può improvvisare e dire ad una creatura “vai, sei guarita”: la fede della Croce, la fede dell'unica Parola viva di Dio! <tre colpi di tosse con una alitazione> in nome di Dio “vai, sei guarito!“; in nome di Dio ”Figlio, sei libero dal nemico”!(*) non in nome della Cocciuta, ma come Strumento di Dio al servizio della Croce, al sì pieno donato come Maria! E chiaro? (Paolo) è chiaro ed è.. ed è una cosa questa che hai appena detto, che ci deve indurre a pensare parecchio (Piccolo Giovanni) “l’io”.. (Paolo) ..perché.. (Piccolo Giovanni) ..l’“io ho guarito un fratello”, “io ho convertito un fratello”, “io l'ho salvato” (Paolo) è quello che dobbiamo evitare. Volevo aggiungere, appunto, che assieme a quello che hai detto tu ci vuole una grande dose di umiltà! (Piccolo Giovanni) se non c'è l'umiltà non c'è Dio!(*) Quando il Padre ha lasciato scendere il suo unico Figliuolo, e nascere, ha scelto una piccola e umile creatura, e non è andato a nascere in un palazzo ma in una capanna Piccola e povera: in una stalla! In quale umiltà si è raccolta la famiglia di Dio? Nell’umiltà della stalla: Maria, Giuseppe e Gesù! Il Figlio di Dio che con un dito poteva avere tutto, ha scelto l'umiltà, la povertà di una stalla! (Paolo) posso chiedersi una cosa, Giovanni? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) tu hai detto che Gesù ci ha donato il potere di guarire agli ammalati, ma, come giustamente tu hai detto, ci vuole una grande fede.. (Piccolo Giovanni) ..salda.. (Paolo) ..per poter fare questo! Ora, quello che io volevo chiederti: noi non abbiamo questa fede così grande da poter.. non ce l'abbiamo ancora! (Piccolo Giovanni) tu non lo conosci il tuo cuore, ma il Padre lo conosce e non posso svelarti ciò che mi stai chiedendo, il nemico (lo) potrebbe far suo!  (Paolo) ho capito! <tre colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) posso farti capire con la tosse o far capire ad ognuno di voi nel silenzio! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) voi dovete solo aprire il cuore ed essere saldi ad abbracciare il Legno della Croce e non prostrare dinanzi a coloro che si presentano come falsi profeti! “Io ho avuto questo messaggio“: “io..” (Paolo) chi ha i messaggi non lo va a spifferare ai quattro venti.. (Piccolo Giovanni) ..quando Dio.. (Paolo) ..se li tieni chiusi dentro!.. (Piccolo Giovanni) ..lascia parlare, quando Dio parla come fa in questo attimo! Io parlo per volere del Padre e lo Strumento viene usato per volere del Padre, e la Piccola Cocciuta non dice ”io ho detto“, (ma) “il Padre ha detto”, come state vedendo ciò che gli è stato comandato di fare.. (Paolo) ..si .. (Piccolo Giovanni) ..a gocce a gocce vi fa scoprire la volontà del Padre! (Paolo) anche a me stamattina per telefono mi ha detto una cosa.. e aggiungendo “di fare quello che Gesù dice di fare”! È una cosa che a me non sembrava di dover fare, ma che io farò ugualmente perché se me l'ha detto il Padre vuol dire che è quella giusta! (Piccolo Giovanni) perché ai tuoi occhi (non)sembra giusto, ma non conosci ciò che il Padre deve fare! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, vi do un altro po' di Alito <6 colpi di tosse con doppia alitazione> in questa giornata ve ne do di più degli altri 24, e dopo scoprirete il perché! Ma vi invito sempre a camminare nel Solco del Padre. Vi invito a stare attenti al nemico, vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Figli miei, ricordatevi sempre che siete stati tutti scelti e sigillati dal Padre col segno tremendo della Croce; avete ricevuto l'Acqua dell'Amore: non fatela asciugare ma sia sempre viva nei vostri cuori! Ricordate il giorno che il Padre ha lasciato scendere su di voi la pioggia divina, ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno la mando sempre su di voi, sul mondo intero, ma il Padre vi lascia liberi di decidere cosa volete fare, su quale via volete camminare! .......... (Paolo) se camminare sulla Via della Croce che è stretta o prendere quella larga! (Tutti) quella stretta! (Piccolo Giovanni) Io non guardo le labbra, non ascolto le vostre voci ma ascolto il vostro cuore. Chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, vi invito ancora a consolare il Cuore di Maria e a pregare con l'unica.. che è il santo Rosario, la scala d'oro che porta al Cuore del Padre per gioire nell'unica famiglia di Dio!(*) Accolgo nel mio Cuore tutti coloro che si sono affidati al Cuore della Piccola Cocciuta e tutti quelli che raccolgono i vostri cuori e li porto dinanzi al Cuore del Padre, tutti i figli che in questo istante hanno allacciato la mano alla mano di Dio in questo attimo di preghiera, di Paradiso: Dio vivo in mezzo a noi che abbraccia l'umanità intera e i figli che si sono uniti. E in questo abbraccio che voi ancora non vedete c'è la Gioia piena, viva e reale in mezzo a voi! Non abortite questo attimo di Paradiso, ma stringetelo nei vostri cuori, figli miei! E come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre a tenere alto il Vangelo. Vi invito a pregare sempre per il mio popolo. Benedico i due colombi che nella giornata di ieri hanno abbracciato il mio Cuore! Abbracciali anche tu alla fine della preghiera.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..donagli il mio Bacio del Piccolo Giovanni.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e di camminare sempre sulla Via Stretta perché dinanzi ci sono Io! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <4 colpi di tosse>  (Piccolo Giovanni) ora nell'Amore e nella Pace di Dio, Io vi saluto! Saluto ed accarezzo i cuori di ognuno di voi e nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, siano guariti i vostri mali! Siano liberati i vostri cuori dal nemico!(*) Figli, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e portatelo nel mondo intero come il Padre vi ha comandato! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vai avanti, porta la Croce che il Padre ti ha donato! (Giulia) sì, Giovanni!(*) sì, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) lascio scendere su di voi la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Andate nella Pace di Dio e rimanete nella vigna, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace amando, perdonando, usando carità  verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Grazie, figli, per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure! Figli del mio Cuore, vi amo, Pargoli, e lascio scendere su di voi grazie su grazie!

 

Estasi in giardino (ore 17.37)

(Giulia) Padre! Padre! Padre! (il Padre) vieni, figlia, entra per la porta!(*) (Giulia) Padre, posso entrare solo io o tutti i miei figli? (il Padre) vedi, ho costruito per voi questo Luogo: fai i primi passi e porta con te i tuoi figli, ma fai stringere la Croce a Paolo!(*)  (Gesù) Figlio mio, cos'è rimasto nel tuo cuore di ciò che hai letto? <Paolo aveva appena letto il brano riportato in Gn. 28, 10-22a>  (Paolo) è rimasta una profonda emozione in quanto Dio, a chi apre il cuore, è disposto a dare tutto! (Gesù ) ora sei disposto a fare ciò che ti ha chiesto.. (Paolo) ..senza esitazione.. (Gesù ) ..dinanzi al Cuore di Maria? (Paolo) sì! (Gesù ) e sei convinto che Dio non ti lascerà? (Paolo) più che mai! (Gesù ) e ognuno di voi è cosciente di questa Parola? (Tutti) sì! (Gesù) figliuoli, Paolo ha aperto a caso <= il messale> , ma Dio la sua porta la tiene sempre aperta per ognuno di voi e aspetta! Guardate il mare di Dio, guardate la Farina di Dio che scende sull'umanità, su di ognuno di voi e vivete solo per Dio, vivete donando i vostri cuori a Dio e ai fratelli, vivete nella Famiglia che il Padre ha costruito per voi, figli! Ma dimmi, Paolo, quante volte stai abbracciando il Legno dinanzi a Maria?  (Paolo) diverse volte! (Gesù) e quando l'abbracci il tuo cuore cosa sente? (Paolo) è solo per Dio! (Gesù) perché la tua voce trema? (Paolo) perché non mi sembra vero di vivere questi momenti bellissimi lasciando alle mie spalle tutte le miserie del mondo! (Gesù) portali nel Cuore di Dio: tutti i fratelli! La rete: non dimenticarla! Dio non fa alcuna distinzione, Dio vi vuole tutti salvi e santi per gioire, e tutti siete figli del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ma dimmi, cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) vorrei tanto riuscire a dare a Dio più di quello che sono riuscito a fare fin adesso! (Gesù) ”vorrei“ non usarlo! Dona, apri il tuo cuore è come un servo inutile dinanzi alla Croce “eccomi, Signore, sono tuo: fa di me quello che vuoi” <tutti i fedeli si inginocchiano dinanzi alla Croce>  (Paolo) eccomi, Signore, sono tuo: fa di me quello che vuoi! (Gesù) Amen! Amen! Amen!(*) Anche voi, figli, donate tutto a Dio, donate i vostri dolori, donate il vostro “sì” e non dimenticate: Dio ama l'ubbidienza, Dio cerca i cuori di ognuno di voi per tenerli stretti al suo Cuore. Abbracciate Dio quando trovate un emarginato: è il dono più bello che il Padre gradisce, è il Pane vivo che dona all'umanità intera nel ricevere l'abbraccio! E’ gioioso quello che state ascoltando? (Tutti) molto, sì! (Gesù) e fate gioire il Cuore di Maria in questo giorno di luce che Dio ha aperto dinanzi ai vostri occhi: la Porta di Dio è in mezzo a voi!(*) e quando i vostri occhi si apriranno Dio vi coprirà col suo Manto e la luce non si spegnerà; sarete raggianti perché siete tutti figli di Dio! Ma rimanete saldi nell'amore, rimanete saldi nella fede! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, Io lascio in mezzo a voi il mio Cuore: sta a voi decidere cosa volete fare! Vi invito ad amare come Io amo, vi invito ad essere “Padre” come Io sono Padre!(*) (Giulia) Papà! (Gesù) scenda su di voi la rugiada del mio Amore!

 

Estasi nella Stanza (ore 18.12)

(Giulia) come sei bello, Gesù!(*) come sei bello!(*) (Gesù) sono ancora qui in mezzo a voi vivo e reale!(*) vivo nei vostri cuori e chiedo ad ognuno di voi, figli: ho sete, ho fame delle vostre anime! Come un bimbo chiede alla mamma “voglio il latte”, così Dio chiede ad ognuno di voi “donatemi le vostre anime”, “donatemi il vostro sì”, e in questo giorno ognuno di voi ha ricevuto la sua paga: tutti con la stessa misura perché tutti avete lavorato e tutti portate a casa Dio, tutti portate nelle vostre case, ovunque andate, Dio, perché avete lavorato in questo giorno nella sua vigna, e la paga che Dio ha donato ai vostri cuori è il suo Amore Infinito, il suo abbraccio di Padre!(*) sia piena la vostra gioia, figli miei, non lasciate il Fiume di Dio che avete percorso; sia sempre dritta la vostra strada come dritta rimane la Croce nell'abbracciare l'umanità intera e ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, e la misura è sempre uguale perché Dio non fa alcuna distinzione, così anche voi amatevi gli uni gli altri, stringete la vostra mano da formare sempre la Corona di Maria che vi porta alla Porta del Padre! E col Cuore e la Croce, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Gesù) rimanete nella Pace e nella Quiete di Dio e portatela ovunque andate! State attenti al nemico, figli, non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce, ma sia il vostro vivere, il vostro camminare, il vostro parlare, solo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Andate in pace! (Tutti) rendiamo grazie ad Dio!