LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 37

 

SIATE COSCIENTI DEI TRE GIORNI DI BUIO: NON DIMENTICATELI, MA SAPPIATE CHE SOLO

DIO CONOSCE L'ORA E IL GIORNO

(dal messaggio del 02/10/2003)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

 

         1. Giov 25/09/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora con i santi Dolori del Parto vivo della Croce per l'umanità tutta, per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre. Figlia, immolati nel silenzio del Cuore della Croce come tu sai fare! Figlia del mio Cuore, vuoi ancora prendere parte alla gioia di abbracciare i Santi Chiodi? (Giulia) sì, Gesù, voglio prendere parte! (Gesù) figlia mia, in questo giorno prega, prega per i flagelli che stanno scendendo sull'umanità intera, prega per la Chiesa tutta, immolati e porta sulle tue spalle il Papa e abbraccia, come abbracci Chiodi divini, i miei Figli Ministri: immolati per ognuno di loro! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) figlia mia, conosco l'amore che arde nel tuo Cuore per i miei Figli Ministri, ma ti chiedo di pregare ancora, di abbracciare con me i Chiodi divini! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) state attenti al nemico, figli miei, vuole far suo il Progetto dell'Amore, ed Io vi invito a pregare e ad abbracciare la Croce! Ora vuoi abbracciare con me i Chiodi? (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) stringi le tue mani alle mie!  <1º grido> (*)sollevati, anima mia!(*) (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, il Sangue cade per terra: come faccio a raccoglierlo? (Gesù) non temere, non cade per terra, figlia del mio Cuore. Vedi, gli Angeli lo stanno raccogliendo! (Giulia) sì, Gesù! Ma il tuo abito è macchiato di Sangue, Gesù! (Gesù) sono coloro che con le mani sporche toccano il mio abito: vuoi pulirlo, figlia mia? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) immolati e prega, porta sulle tue spalle l'umanità che sta andando alla perdizione camminando sulla via larga che porta nel buio del nemico! (Giulia) Gesù, cosa posso fare? (Gesù) immolati ancora, prega e fai pregare i tuoi figli, l'umanità intera, con la Corona di Maria: col santo Rosario: l'ascensore che porta l'umanità al Cuore del Padre, e in quest'ultimo tempo Io vi invito a tenerlo stretto nelle vostre mani e a pregare invocando il Padre che faccia scendere lo Shalom del suo Cuore. Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici per fare festa al Banchetto del mio Amore. Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna; siate coscienti di tutto questo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, vuoi ancora consolare il Cuore di Maria? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) unisciti ancora, abbraccia con me ancora una volta i Chiodi divini! (Giulia) eccomi, Gesù! <2º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Ed ora ti chiedo di guardare ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù, tienimi stretta! (Gesù) non temere, Io sono in mezzo a voi! Ora, guarda! (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) una sola parte!(*) (Giulia) vedo tante persone per terra: tendono a mano chiedendo aiuto, ma nessuno si ferma!(*) Gesù, posso sollevarli? (Gesù) non toccarli!(*) (Giulia) Gesù, c'è una marea di bimbi: cosa posso fare? (Gesù) invita i tuoi figli e l'umanità a pregare; ciò che stai vedendo è un flagello che sta per scendere! Ma vi chiedo di pregare; abbiate fede, solo con la preghiera e avendo fede nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, potete fermare ciò che hai visto! Ora guarda ancora, ma tieni nel tuo Cuore ciò che vedi, figlia mia! (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) non chiudere gli occhi ma guarda!(*) Immolati come tu sei fare, figlia, prega nel silenzio del Cuore della Croce, figlia! Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, e vivere il Vangelo è fare famiglia con Dio, è aprire il cuore e donarlo a Dio per prendere parte alla sua gioia, figliuoli del mio Cuore, ma vi invito ancora una volta a combattere il nemico amando! Amate, amate, amate imitando il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Figli del mio Cuore, vi invito sempre ad essere coscienti del mistero vivo e reale che è in mezzo a voi: Dio che parla, Dio che lascia scendere il suo Amore su di ognuno di voi e sull'umanità intera, perché Io parlo a voi e parlo al mondo intero. Il mio Parto è vivo, è in mezzo a voi e nel mondo intero e vi invito a pregare per i figli, per i fratelli che non conoscono e non vogliono accogliere il mio Amore e la mia Parola che è il Solco che porta al Cuore di Dio! Figliuoli, la mia Via è stretta e segnata dalle sante spine, ed Io invito ognuno di voi e l'umanità intera a non gettare via la santa sofferenza, ma vi invito ad abbracciarla perché solo abbracciando la santa sofferenza potete arrivare a gioire nel mio Cuore, figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Tu, Piccola Cocciuta del mio Cuore, tieni ancora stretto al tuo dito l'anello fatto di spine! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) portalo aiutando i tuoi figli, e porta sempre sulle spalle il Legno della Croce che il Padre ti ha donato in dono; e non dimenticare il tuo primo messaggio: sarai perseguitata a causa del mio Nome, ma non temere, la grazia del Padre è su di te, figlia del mio Cuore! Ora vi invito ancora a pregare per tutti i miei figli che hanno smarrito la strada; pregate e portateli nel Solco santo della Parola viva; e ricordate, figliuoli, come servi inutili prostratevi solo dinanzi al Legno della Croce dopo aver lavorato: i piccoli Giovanni rimangono sempre all'ultimo posto, e non dimenticate che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figli, il mio dito dovete ricordarvi: il dito di Dio(*), e con la fede potete alzarlo anche voi! Abbiate fede e ricordate che Io ho promesso “aspettatemi, Io verrò” ma non conoscete né l'ora e neanche il giorno; vi chiedo solo di essere vigilanti con le lucerne accese, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità, nell'unico Amore, nell'unico Solco del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi! In ubbidienza al Padre vengo a portare il Cuore dello Shalom, invitando ognuno di voi ad essere figli della pace, figli del Cuore Immacolato di Maria: dinanzi ai piedi della Croce vi ha accolti nel suo Cuore portandovi nel Cuore del Padre! Figliuoli miei, gioite e fate festa nel vivere e nel tenere alto il santo Vangelo di questo giorno.  <giov. 25° sett. T.O./B Lc. 9,7-9> Camminate sempre con la luce e col sorriso di Dio abbracciando i piccoli, i poveri, gli emarginati, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera; come il Padre elargisce il suo Cuore per ognuno di voi, così anche voi accogliete coloro che vi tendono a mano chiedendo il Pane vivo che scende dai Cieli!(*) Voi siete i tabernacoli vivi del Cuore di Dio, siete fatti a Immagine Somiglianza di Dio, non sporcate i vostri corpi con le cose del mondo, ma distaccatevi e unitevi all'unico Legno che è la Croce, e come servi inutili prostratevi dinanzi alla Croce dicendo “Padre, eccomi, voglio essere tuo figlio e far festa nel tuo Cuore”! Figliuoli miei, vi invito ancora a stare attenti al nemico: in questo tempo è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua rete. Combattetelo amando! Solo con l'amore potete combatterlo, e usando lo scudo del santo Rosario del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, figliuoli del mio Cuore! Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni!(*)  (Piccolo Giovanni) (che)cosa ha.. (Paolo) ..col Vangelo.. col Vangelo di oggi.. (Piccolo Giovanni) ..ha coronato il tuo cuore del santo Vangelo di questo giorno? (Paolo) quello che è rimasto dentro di me è il grande mistero di Dio che noi non possiamo in nessun modo riuscire a capire! (Piccolo Giovanni) solo amando.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e aprendo la porta del cuore al Padre! (Paolo) Si, e infatti Erode era stupito, incredulo, di quanto.. di quanto si raccontava in giro. Molti dicevano di aver visto Giovanni che lui aveva fatto recapitare, altri dicevano di aver visto Elia, altri ancora dicevano che era resuscitato uno dei profeti. E lui non sapeva cosa pensare, e quindi questo.. (Piccolo Giovanni) ..spaventato che gli veniva tolto il suo potere! (Paolo) si. Era una cosa.. (Piccolo Giovanni) ..è vero.. (don Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..caro confratello Telesfore? <don Telesfore è un sacerdote di colore della diocesi di Rossano originario del centro Africa>  (don Telesfore) penso che molte volte anche noi cerchiamo di vedere Gesù sentendo quello che si dice, quello che si conta, ma c'è difficoltà di aprire il nostro cuore a cercare Gesù; e così siamo come con un piede dentro e un piede.. ehm.. fuori. Allora penso che questo è  Vangelo.. questo Vangelo di oggi ci chiama a noi qui presenti ad aprire prima il nostro cuore, perché quando il cuore aperto, tutto il corpo è dato, diventa tempio di Gesù.. è quello che ci manca, talvolta.. ed è quello che ho capito dal Vangelo di oggi! (Piccolo Giovanni) grazie! Paolo! (Paolo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) hanno riempito il tuo cuore queste parole? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e dimmi, suonano come sentir me parlare? (Paolo) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché siamo un'unica cosa! <= un'unica cosa con don Telesfore>  (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Io Sacerdozio, lui Sacerdozio vivo ed eterno, perché il Sacerdozio è Dio: è uno solo.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..nel mondo intero dove trova i cuori aperti, e in questa famiglia i cuori sono aperti alla Parola viva!(*) Tu cosa vuoi fare? (Paolo) io voglio solo, come dici tu e come ha detto il tuo confratello qui presente, aprire il cuore, prostrarmi davanti alla Croce senza chiedermi né “se”, né “ma”, né “perché”! (Piccolo Giovanni)Eccomi, sono un servo inutile, fa di me quello che vuoi”, ma solo dinanzi alla Croce. La Piccola Cocciuta è uno Strumento che il Padre usa, e per sua volontà: per volontà del Padre, Io e parlo attraverso lo Strumento che suona solo la musica del santo Vangelo, la musica dell'ubbidienza al Padre, l'ubbidienza alla Croce! E quello che chiedo ad ognuno di voi e all'umanità intera: amare Dio in pienezza e donare il vostro sì in pienezza! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete il mio Alito? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) l'Alito del Cuore del Padre, l'Alito dello Spirito Santo, e presto comprenderete il significato della tosse. Ma il confratello (lo) conosce già nel suo cuore ma non può spiegarlo! (Paolo) ma solo lui o tutti i tuoi confratelli? (Piccolo Giovanni) non provarci! <si ride un po'>  (Paolo) vabbè!(*) (Piccolo Giovanni) anche se ardete solo Dio conosce l'ora e il giorno. Dimmi! (Paolo) io, Giovanni, non sono particolarmente ansioso e desideroso di conoscerne immediatamente il significato! (Piccolo Giovanni) lo chiedi! (Paolo) si, bè lo chiedo, se si può, insomma.. però.. (Piccolo Giovanni) ..metti lo zampino.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..a provarci! (Paolo) a me è sufficiente sapere che Dio è qui, che parla, che è sempre in mezzo a noi, che ci ama.. (Piccolo Giovanni) ..può.. (Paolo) ..che noi possiamo.. (Piccolo Giovanni) ..un padre non amare i propri figli? (Paolo) è impensabile questo! E quindi, che noi.. (Piccolo Giovanni) ..l'amore di Dio non ha misure, gli uomini usano le misure, ma l'amore di Dio non ha limiti! (Paolo) stavo dicendo, sapendo che Dio è qua che ci parla e noi possiamo rivolgerci a Lui per ogni nostra esigenza, bè, a questo punto io non voglio sapere nient'altro, Giovanni!(*) ..perché so che è Lui che mi guida, è Lui che mi dà le conoscenze al momento in cui queste servono, è Lui che mi ispira.. (Piccolo Giovanni) ..basta mettere tutto nel Cuore del Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..alzando gli occhi al cielo “eccomi, Padre, fa di me quello che vuoi” (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma si deve avere fede, non usare solo le labbra.. (Paolo) ..no, non serve a niente!.. (Piccolo Giovanni) ..ma aprire il cuore al Padre ed essere coscienti di essere figli, ed Io vi chiamo “Amici del mio Cuore”. Chiaro? (Paolo) è molto bello: “Amici”.. è una cosa molto.. molto espressiva! (Piccolo Giovanni) Amici miei, state attenti al nemico. L'unica Verità è il Vangelo ed Io vengo in ubbidienza al Padre a invitarvi sempre a tenerlo alto e a viverlo. Non ci sono altre vie: il Solco che porta al Cuore di Dio è la Parola! Non lasciatevi confondere, siate sempre vigilanti, chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) sto preparando.. o meglio, forse è meglio dire che lo stai preparando tu, il canto per il 5º anniversario! <l'11 ottobre di cinque anni fa veniva inaugurata la Stanza di Gesù con la grande Processione della Croce partita da Sant’Elia di Lauria>  (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani perché sono sempre all'ubbidienza del Padre (Paolo) ma questa volta, però, cammina piano piano il Padre! ..“ ancora c'è tempo”, dice! (Piccolo Giovanni) non si può comandare Dio! (Paolo) certo! (Piccolo Giovanni) ma con amore bussa al Cuore di Dio, chiaro? (Paolo) si(*) .................. (Piccolo Giovanni) è vero, don Telesfore? ......... (don Telesfore) è giusto! La prima cosa, dobbiamo anche cercare oggi, nel mondo di oggi.. si dice o.. “io sono cattolico, conosco.. il mio nonno è vescovo, il mio zio è parroco” e basta così.. “conosco la Bibbia”, “sono stato chierichetto” e così.. “perché non vai a messa?” - “oh, ho già pregato troppo”. Questo orgoglio è simile all'orgoglio di Erode, lui con capo.. “che cosa posso(può) cercare di un piccolo profeta? Anche se viene oggi perché ho il potere.. perché se viene il profeta, lui mi rimprovera il mio modo di governare il popolo”. Tanti non ci vanno a messa, e la gente non legge la Bibbia perché la Parola ci tocca. Quando si apre il cuore, i peccati, la cattiveria, “allora non mi piace di leggere”, e penso che era lo stesso con Erode. Abbiamo il tempo adesso di ascoltare la Parola; se si legge la storia, Erode ha visto solo Gesù al momento della passione, quando Pilato ha mandato Erode.. Gesù da Erode. Erode voleva che Gesù facesse un miracolo, ma era tardi, quindi è stato Erode a vedere Gesù fisicamente, nel corpo, ma non dentro di Lui, non ha accolto la salvezza a causa dell'orgoglio, e questo orgoglio che non mi pare.. come si può dire nell'esempio di prima.. che non mi pare “io sono capo, sono grande, sono forte, non ho bisogno di niente e di nessuno”. Penso che sia quello! (Piccolo Giovanni) “non ho bisogno..” (don Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) “..di questo Gesù che porta la salvezza”! È chiaro? ......... ma Dio non è venuto a togliere niente a nessuno, Dio è venuto a portare la salvezza.. ..e la Piccola Cocciuta ......... il Padre l'ha mandata a portare la Croce che è l'unica salvezza, e la Parola per riempire ed accendere i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! ......... <3 colpi di tosse con doppia alitazione>(*) (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) i tuoi occhi diventano sempre più piccoli! (Tommaso) sono gioioso! (Piccolo Giovanni) cosa ha acceso il tuo cuore? (Tommaso) è perché nelle minime difficoltà, anche piccole, ti chiamo sempre, e allora dato che ti sento vicino.. (Piccolo Giovanni) ..in ubbidienza al Padre, quando mi lascia venire, vengo! (Tommaso) e mi piace farti vivere nel mio cuore, e allora, dato che dicevo, che sento la tua presenza forte.. viva, questo mi crea veramente un cuore allegro pieno di speranza.. (Piccolo Giovanni) ..e gli occhi piccoli.. e gli occhi piccoli.. (Tommaso) ..ma non solo gli occhi, io cerco di diventare tutto piccolo per seguire.. (Piccolo Giovanni) ..i piccoli Giovanni.. (Tommaso) ..sempre all'ultimo posto.. (Piccolo Giovanni) ..rimangono all'ultimo posto: piccoli e poveri, ma ricchi dell'amore di Dio per donarlo ai fratelli e all'umanità intera: è questo il vostro lavoro! (Tommaso) ma speriamo di non farti stancare troppo perché ti chiamo spesso in questo tempo! (Piccolo Giovanni) si è mai stancato Dio? (Tommaso) no, però a volte chiamandoti anche per delle cose piccole.. almeno ai miei occhi sembrano tali, no..  (Piccolo Giovanni) ..bussate sempre nel giusto del Vangelo.. (Tommaso) ..questo si.. (Piccolo Giovanni) ..al Cuore del Padre perché è sempre aperto e con le braccia ad accogliere tutti i suoi figli senza fare alcuna distinzione, perché dinanzi al Padre siete tutti figli! Chiaro? (Tommaso) si! Però molte volte mi chiedo.. al grande lavoro che tu hai da fare, e a volte dico “ma vale la pena anche per delle piccolezze chiamare Giovanni?”, ma io lo faccio lo stesso! (Piccolo Giovanni) chiamate sempre perché Io sono all'ubbidienza del Padre per raccogliere le anime! (Tommaso) e poi sono gioioso anche di un'altra cosa: stasera non mi ero accorto del confratello, preso da tante altre cose.. tu sai.. e il modo con cui lui ha parlato ha accesso in me un amore e una fiammella perché ha parlato col cuore, e quando uno parla col cuore.. (Piccolo Giovanni) ..è Sacerdozio vivo e parla sempre col cuore! (Tommaso) è sicuramente anche un mariano.. io non lo conosco, ma sicuramente il suo cuore è di Maria! (Piccolo Giovanni) c'è un Sacerdozio che non sia di Maria? (Tommaso) no!(*) il Sacerdozio, si, senz'altro, però in qualità di “sacerdote” ho trovato alcuni che non vogliono sentir parlarne neanche di Maria! (Piccolo Giovanni) non giudichiamo! (Tommaso) no, non era un giudizio.. (Piccolo Giovanni) ..lasciamo tutto nel Cuore del Padre! (Tommaso) perché avevo notato questo: quando dinanzi a me c'è un sacerdote che parla col cuore, ho scoperto che appartiene a Maria e mi parla anche di Maria con amore (Piccolo Giovanni) chi ama Maria ama Gesù! Chi ama Gesù ama Maria!(*) (Tommaso) è chiaro! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Mosè) si (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) bene! Caro Telesfore! <2 colpi di tosse con doppia alitazione> cosa mi dici tu? (Telesfore) anch'io sono gioioso delle belle parole che ha detto don Telesfore! (Piccolo Giovanni) perché mi guardi così?(*) aspetto! (Telesfore) oggi la Cocciuta mi ha fatto una cantata! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) te la sei meritata, anche quella di ieri!(*) (Telesfore) io a volte mi rendo conto che non so fare proprio niente! (Piccolo Giovanni) servi inutili dinanzi alla Croce, e non dovete essere tristi quando venite rimproverati, perché Dio vi vuole nel Solco, non fuori il Solco del santo Vangelo! Diventate triste, vi arrabbiate per nulla, e dire “grazie, Gesù, che hai messo il mio piede di nuovo nel Solco che io avevo lasciato”. Quando la Piccola Cocciuta vi sgrida è perché vi ama, perché il suo Amore arde per Dio e arde per ognuno di voi, per i fratelli, ma tu la guardi sempre con gli occhi del marito e non vuoi accettare lo Strumento che Dio usa! Chiaro? (Telesfore) chiaro!(*) (Piccolo Giovanni) Io voglio un giardino verde! (Telesfore) ma il giardino ogni tanto si deve anche potare quando è tempo (Piccolo Giovanni) trova sempre la sua giustificazione! (Paolo) ma lui non taglia, Giovanni, non pota: lui taglia tutto! <si ride un po'>  Piccolo Giovanni) ti chiedo un giardino, e ascolterai la Piccola Cocciuta per ciò che dovrai fare senza dire “ma”, né “come”, né “perché”, solo “si”! (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) sia Amen di Dio. Ora dimmi, cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) ieri tu hai detto “oggi vi do’ Alito più delle altre volte perché..” <4 colpi di tosse con una alitazione> “perché poi capirete il perché”. Io ancora.. cioè, per lo meno.. quello che ho capito è che ieri erano 32 Suorine e 12 Discepoli presenti.. (Piccolo Giovanni) ..non provarci neanche tu, ma aspettate i tempi del Padre! Ve l'ho sempre detto “non chiedete spiegazioni ma sappiate attendere l'ora di Dio”, mentre voi cadete sempre nello stesso errore: “a me non interessa nulla”, ma fate sempre la stessa domanda! Stare attenti al nemico: solo Dio conosce l'ora e il giorno da farvi comprendere! Chiaro? (Telesfore) chiaro!(*) (Piccolo Giovanni) e abbiate timore di quando il Sacerdozio alza la destra! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) dimmi ancora!(*) parla! (Telesfore) io chiedo perdono al Padre sia da parte mia che da parte dei miei fratelli, per tutti gli errori che ripetutamente.. sempre sullo stesso errore.. cadiamo sempre sullo stesso errore! (Piccolo Giovanni) cosa dovrei rispondere? <poi si rivolge al confratello don Telesfore> cosa dovrei rispondere? (don Telesfore) dobbiamo andare fiduciosi verso il fiume o il mare della misericordia di Dio! Dio è un Padre, Dio perdona sempre e basta! (Piccolo Giovanni) ed anch'Io rispondo questo! La sua misericordia non ha limiti, e quando voi cadete il Padre vi alza anche rimproverandovi per farvi camminare nel suo Amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) e quando la Piccola Cocciuta alza la voce per farti capire l'errore, non chiuderti ma apri il tuo cuore e rispondi a Dio che parla! Vuoi crescere Dio! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) sia Amen! (Telesfore) con la tua grazia! (Piccolo Giovanni) sia Amen! (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) grazie, Giovanni, di tutto quello che ci stai donando! (Piccolo Giovanni) grazie al Padre, perché Io sono sempre all'ubbidienza di Dio e vengo in mezzo a voi solo a portare l'unica Verità: il santo Vangelo! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore?(*) dillo! (Telesfore) Ehm.. tu tante volte ci dici a noi “Io vivo perché voi mi fate vivere”; se un nostro caro, no, che sta in cielo.. e noi lo dimentichiamo perché, diciamo, non crediamo che lui vive in cielo e che vive.. e non preghiamo per lui.. e se invece noi facciamo al contrario che lo ricordiamo sempre con la preghiera, con l'amore che lui c'era donato, lui.. io almeno credo, questa è la domanda che vorrei fare: è sempre presente.. vive sempre in mezzo a noi? (Piccolo Giovanni) chi nasce nel Cuore di Dio può non essere presente? (Telesfore) si, però quello che.. sempre.. ricordandolo sempre con la preghiera e col suo.. (Piccolo Giovanni) ..dimmi dove vuole arrivare, dì tutta la frase in modo che i fratelli possano capire! (Telesfore) ma io credo che.. forse la frase sarebbe questa: che tanti che sono saliti al Padre e che sono qui con te presenti e che hanno mandato un messaggio ai loro cari.. cioè i loro cari.. (Piccolo Giovanni) ..e non è stato accolto? (Telesfore) non è stato accolto! ..e quindi credo che per i cari non è vivo.. (Piccolo Giovanni) ..Io alzo le mani, Dio parla, sta voi accogliere o non accogliere la Parola di Dio! Ma Dio non chiude la porta a nessuno: la sua misericordia non ha limiti! Ma ti invito a pregare per i tuoi Cari! (Telesfore) Si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) Grazie! (Piccolo Giovanni) è al Padre che dovete prostrarvi! Io sono sempre all'ubbidienza di Dio! Ora siete pronti per fare festa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per venire a bere a mangiare al Banchetto del Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e per un solo istante distaccate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio che è vivo e reale in mezzo a voi e ha sete e fame delle vostre anime e vuol far festa con ognuno di voi! Preparatevi e portate tutti coloro che non conoscono l'amore di Dio in questo giorno! Preparate i vostri cuori perché lo Sposo è qui, è in mezzo a voi e vuole bere e mangiare con voi! Non scandalizzatevi dell'amore di Dio, e non guardate la Piccola Cocciuta ma lo Strumento che Dio usa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Ecco lo Sposo che avanza! Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello! (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore!......... Paolo! (.... e Paolo) eccomi!Telesfore!  (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte alla gioia? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete bere il Calice che Io ho bevuto? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) il peso che in questo giorno metto sulle vostre spalle è di portare il Papa! Siete coscienti.. (Paolo, ...., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..di questo? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) lo affido nelle vostre mani e nelle mani di ognuno di voi! (Anna) Sì! (Piccolo Giovanni) vi chiedo di prendere la propria Croce e di portarla! Figliuoli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, avete donato il vostro “sì” dinanzi al Legno: siete coscienti! ......... (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Amen! Ora volete prendere parte? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <3º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? (Paolo) la linea dritta! ......... (Telesfore) la Croce! (Piccolo Giovanni) e quale pezzo volete prendere?(*) e quale pezzo è rimasto? ......... ) in ogni piccolo pezzo c'è la radice di Dio che è profonda, e niente e nessuno può cancellare! Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi, Dio è nel mondo intero e allarga le braccia aspettando l'umanità intera per fare festa! Ma siate vigilanti, cercate l'amore di Dio e cibatevi solo del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e non girovagare nel mondo perché Dio abita nei cuori di ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce!(*) (Piccolo Giovanni) volete accogliere i piccoli pezzi? (Paolo, .... Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) in questo giorno non vi dico il perché dei piccoli pezzi, ma vi dico grazie per avere risposto il sì! È pesante, ma con l'amore di Dio andate avanti! Ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(*) Padre, Io busso ancora una volta alla porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Grazie, Padre, per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi che ha aperto il proprio cuore; la mia Pasqua è piena ed è risorta, risorgete anche voi nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) <Telesfore aiuta Giovanni ad alzarsi ma non ci riesce>  (Piccolo Giovanni) hai dimenticato come si abbraccia la Croce? (Telesfore) mi sono ricordato! (Piccolo Giovanni) chi mi ama prenda la propria Croce sulle spalle e mi segua! Il Monte è dinanzi a voi: salitelo con me perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Ed ora sono qui, abito nei cuori di ognuno di voi, e chiedo ad ognuno di voi “non abortitemi ma fatemi vivere nell'Amore, nella Pace, nella Quiete del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”. Avete gioito? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è piena la vostra gioia? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e nel cuore del mio confratello la gioia è piena di avere vissuto il mistero di Dio? (don Telesfore) la pace.. la Pace del cuore.. (Piccolo Giovanni) ..la sentì ardere dentro di te? (don Telesfore) sì, e spero che tutti quanti (che) sono presenti, porteranno questo.. questa ricchezza della preghiera e insegnarla agli altri! Grazie! (Piccolo Giovanni) grazie per avere partecipato al Banchetto del Padre che abita nel tuo cuore. Donalo sempre e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno, come anche voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E in questo giorno voglio farvi un dono: chiedo a Giovanni e a Francesca di presentarsi dinanzi all'altare!(*) <Giovanni e Francesca oggi hanno fatto la promessa di matrimonio> e chiedo al mio confratello di avvicinarsi!(*) Inginocchiatevi!(*) come Sacerdozio vivo ed eterno, poggia le tue mani benedette sui loro capi donando loro la benedizione del Padre affinché la capanna che Io ho costruito per loro, sia la capanna di Betlemme! (don Telesfore) nel nome del Padre.. (Piccolo Giovanni) ..usa le tue parole sacerdotali! (don Telesfore) Signore, vogliamo affidarti questo fratello e sorella: manda e il tuo Spirito a rinnovare i nostri amici perché siano pronti e disponibili ad accogliere il tuo Spirito nell'amore e nella pace per la costruzione del tuo regno, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) andate nella Pace di Dio!(*) è Dio che ha operato attraverso il suo servo: siate gioiosi di tutto questo! E nell'amore di questa gioia, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce nel cuori di ognuno di voi. Figli miei, siate vigilanti e quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore, non abortitemi ma fatemi vivere nei vostri cuori! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ma ora voglio riposare nei Cuore di ognuno di voi: volete cantarmi ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria! Grazie per avere ascoltato la mia Parola! Grazie per aver bevuto e mangiato con me perché Io ho bevuto e mangiato con voi del Nuovo! Figliuoli del mio Cuore, vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! La gioia che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori donatela al mondo, donatela ai fratelli, e insieme uniamo la Catena santa per innalzare la Lode dell'Amore al Padre con la preghiera che Lui ci ha donato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. “Liberaci dal male, Amen!”, “liberaci dal male, Amen!”. Figli, state attenti al nemico: non donategli spazio, ma sia sempre unita la vostra catena con la catena del Cuore del Padre! Distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi all'amore di Dio che arde per ognuno di voi e per il mondo intero perché tutti siete figli di Dio! (Giulia) Papà, io busso ancora alla porta del tuo Cuore consegnandoti tutti coloro che si sono affidati alle mie preghiere. Metto nel tuo Cuore Misericordioso tutti gli ammalati! Padre mio, tu conosci i cuori di ognuno di noi e con la tua Misericordia Infinita tienici per mano, Padre!(*) (il Padre) nel mio Amore Infinito rispondo Amen, Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, andate in pace e portate ovunque andate la mia Pace!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, Pargoli del mio Cuore! Camminate sempre sulla Via del santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera! (Giulia) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) grazie, figli, per il tempo che avete speso e che spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, Pargoli del mio Cuore! (Giulia) Grazie!

 

 

         2. Dom 28/09/2003, ore 14.58, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia, immolati in questo giorno con i santi Dolori del Parto vivo della Croce per l'umanità intera, per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre. Figlia mia, consola il tuo Gesù che è solo nel Orto degli Ulivi: consolalo come tu sai fare abbracciando in pieno i santi Dolori del Parto vivo della Croce! Porti al dito l'anello di spine! In questo giorno, come regalo, il Padre ti offre un'altra spada che trapassa il tuo Cuore: accoglila con amore, figlia! (Giulia) sì, Mamma! <1º grido>(*) (l'Immacolata) questo è il tuo regalo in questo giorno, figlia! (Giulia) grazie!(*) grazie, Mamma! Mi inchino dinanzi all'Amore del Padre!(*) (l'Immacolata) figlia mia, vi invito a pregare per l'umanità tutta; vi invito a pregare col Cuore di Dio, invito l'umanità intera e ognuno di voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, a pregare per la pace, ad imparare a conoscere la voce di Dio, ad imparare ad ascoltare e a donare ai fratelli Dio che si dona vivo e reale in mezzo a voi e nel mondo intero! Io sono qui in mezzo a voi come umile ancella in ubbidienza al Padre a portare l'amore e la pace di Dio, e in ubbidienza al Padre vi invito ad essere figli della Luce, figli del Vangelo vivo! Vivete come Dio è vivo, e camminate sulla Via che Io vi sto assegnando come Mamma dei Dolori, Mamma della Croce, Mamma che ha abbracciato ognuno di voi e l'umanità intera ai piedi della Croce. Figli, vi invito sempre a stare attenti al nemico: usa ogni mezzo per confondervi e portarvi nella sua falsa luce, puntando il dito verso il fratello; non dimenticate “l’io”, figli miei, ma ricordate sempre “io sono un servo inutile. Dopo le mie fatiche, Padre, mi inchino dinanzi a te: sii misericordioso col servo”. È questo che Io vengo a portare nel mondo intero; da Fatima vengo ad invitare l'umanità a riconoscere Dio, ad accendere i cuori spenti e ad amare; amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici, figli del mio Cuore! Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei  cuori di ognuno di voi. E vivere il Vangelo è viverlo attimo per attimo, non basta leggerlo, ma dovete farlo crescere nei vostri cuori come un bimbo e farlo succhiare al seno di ognuno di voi che siete mamme del mio Gesù, perché Io ve l'ho donato, l'ho abbracciato come Mamma Immacolata e Addolorata, e l'ho donato ad ognuno di voi; ma non abortite il mio Gesù nel giudicare, nel condannare il fratello, ma raccogliete chi si presenta dinanzi a voi nel fratello piccolo, nel fratello emarginato, nel fratello povero c'è Gesù che viene a chiedervi di essere amato come Lui ama ognuno di voi e l'umanità intera, figli miei. Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Mamma!(*) (l'Immacolata) hai bevuto i Calici che hanno offerto a Gesù, il Padre ha voluto donarti anche la spada! Figlia mia, non fermarti, vai avanti!(*) (Giulia) Mamma, in questo giorno vorrei tornare a Casa(*), ma bevo l’altro Calice che il Padre mi ha preparato dicendo “sia fatta la volontà di Dio non la mia”! Mamma, tu conosci il mio Cuore, conosci l'amore che arde dentro di me per l'umanità intera e per i miei figli! Il mio Unico Amore è Gesù e mi inchino dinanzi a Lui dicendo “sia fatta la tua volontà”! (l'Immacolata) figlia, il tuo “sì” è pieno al Padre: vai avanti e gioisci con i Dolori del Parto vivo della Croce! Conosci bene il tuo primo messaggio: vai avanti e non fermarti, anima mia! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) a voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito a pregare secondo le mie intenzioni di Mamma perché il mio Cuore Immacolato trionferà e tutti vedrete il trionfo, ma siate coscienti del mistero vivo che Dio vi dona, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'?  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) Dio, Fonte di Verità e di Pace, sia per ognuno di voi il vostro vivere e il vostro camminare nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Quiete e nella Pace dell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi nell'Amore di Dio e nella sua Misericordia Infinita! Dobbiamo dire grazie allo Strumento che ha aperto ancora la porta a Dio, perché il suo amore è così grande, e il peso che porta nessuno di voi lo può conoscere perché non conoscete il peso di Dio! Figliuoli, Io come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a prendere coscienza di tutto quello che Dio vi dona attimo per attimo, a camminare e a vivere nella verità e nell'amore di Dio, ad amare come Dio ama ognuno di voi: tutti i fratelli e non scartare nessuno! Io sono Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, gioisco nel Cuore di Dio perché ho camminato sulla verità, ho donato all'umanità intera Dio, e quello che chiedo ad ognuno di voi “donate Dio a tutti e amate senza misure”. Vi chiedo ancora una volta la santa ubbidienza, figliuoli, nel camminare e nel vivere in nome di Dio. Siete stati scelti per camminare sulla Via Stretta e distaccarvi dalle cose del mondo! Non lasciatevi confondere dal nemico, ma vivete in pienezza il santo Vangelo vivo di questo giorno. <Dom. della 26° sett./B Mc. 9,38-43.45.47-48> In questo giorno non chiedo a nessuno di voi di darmi una risposta del Vangelo! Chiedo solo se l'avete vissuto! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e chiedo solo se vi vedete nel Vangelo!(*) <= se vi riconoscete in questo passo del Vangelo> è pesante il Vangelo di questa giornata e non voglio chiedere a nessuno di voi una parola, perché parla da se, e ognuno, prima Io e poi tutti voi e l'umanità intera, si deve solo inchinare chiedendo misericordia al Padre: è la Parola viva di questo giorno! Figli, prendete coscienza di Dio che è in mezzo a voi; prendete coscienza amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici! Vedete, il nemico, col suo ultimo strascico di coda, vuole far suo il Progetto dell'Amore, ma Io mi poggio su di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, chiedendo il vostro aiuto! Abbiate fede, amate, e pregate col santo Rosario quando il nemico vi porta ad alzare il dito verso il fratello! State attenti, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nelle cose del mondo, figli miei! Tu, Cocciuta, in questo giorno abbraccia con amore il dono che il Padre ti ha donato! (Giulia) sì, Giovanni! Sai bene, Giovanni, che non lascerei mai i miei figli: amo troppo Gesù è amo il tuo Cuore! Eccomi, sono pronta per ciò che il Padre ha scritto! (Piccolo Giovanni) figlia, ti invito a pregare per il Papa, per i miei confratelli! Ti invito a portare all'umanità nel Fiume santo dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Dio è vivo in mezzo a voi, Dio parla, Dio vi dona il suo Sangue e la sua Carne: fate festa e non cercate le cose del mondo, ma il Tesoro che Dio vi offre nella Stanza dell'Amore. Quando capirete, i vostri occhi non si fermeranno di far scendere lacrime, figli del mio Cuore, ma ricordate: non conoscete né l'ora e neanche il giorno, vi chiedo solo di essere vigilanti e di tenere sempre la lucerna accesa! Vi invito ancora, figliuoli miei, a prendere parte alla gioia di Dio e donarla all'umanità intera, ai fratelli, e a vivere come Dio vi ha chiamati: piccoli, poveri, servi inutili dinanzi alla porta che Dio ha aperto in mezzo a voi. Il mistero è grande che stiamo vivendo: siate coscienti, figli, siate coscienti, tenete sempre alto il santo Vangelo amando, perdonando, usando carità verso tutti. E in questo giorno vi invito a vivere in pieno il santo Vangelo, figli del mio Cuore. Come Sacerdozio vivo ed eterno chiedo ai vostri cuori di allontanare il nemico e di far crescere la Pianticella di Dio nei vostri cuori! Vi amo, figliuoli miei, non vi ho mai lasciati un istante; sono sempre con voi, vivo nei vostri cuori, ma state attenti a non chiudere la porta! Dio mi manda attraverso lo Strumento a parlare e a donare i frutti di Dio: raccoglieteli e siate coscienti, figli del mio Cuore, ma vi invito ancora a pregare per i flagelli che scendono sull'umanità in questo istante!(*) pregate, figli, pregate e abbiate fede, perché avendo fede potete fermarli solo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!(*) Ed ora, in ubbidienza al Padre, vi saluto sigillandovi uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Figliuoli del mio Cuore, volete ancora consolare Maria? (Tutti) sì! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> Figli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO!, ma non voglio lasciarvi senza l'Alito dello Spirito Santo! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> accoglietelo ma siate coscienti di ciò che Dio vi dona. E nell'Amore Misericordioso del Padre, Io lascio scendere su di voi la benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo! Andate nella Pace di Dio e portatela nel mondo intero, figli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere ancora una volta la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Pargoli del mio Cuore, andate in pace, ma quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere! Figli del mio Cuore, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora, figliuoli del mio Cuore! Accogli ancora, figlia, Cocciuta del mio Cuore, tutto quello che il Padre vuole donarti in questo giorno! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma non temere, la grazia di Dio è su di te e sui tuoi figli, sull'umanità intera! Abbraccia il mio popolo e la mia Marì, e vi invito a pregare: pregate che il Padre mi faccia scendere ancora attraverso lo Strumento! Pregate, pregate, pregate!

 

 

 

         3. Giov 02/10/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta;  immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Abbraccia con amore i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce! Unisciti ai Dolori di Maria, unisciti ai Dolori di una Mamma che vede l'umanità cadere, sii curva come Lei, figlia mia, dinanzi alla Croce prega e immolati come tu sai fare per l'umanità sorda e cieca al grido del Parto che è vivo e reale ed è in mezzo a voi e nel mondo intero! Vi invito a pregare per tutti i miei Figli Ministri; pregate per il Papa e non dimenticate i tre giorni di buio: siano sempre accesi nei vostri cuori; siate pronti preparati, figliuoli miei, perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma Io verrò come ho promesso! Ora i vostri occhi non mi vedono, ma in quel giorno si apriranno perché Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e nel mondo intero, e vengo a portare il mio Amore, la mia Amicizia, la mia Quiete e la mia Pace, lo Shalom del Cuore di Dio, figliuoli del mio Cuore! Piccola Cocciuta, ancora porti sul tuo dito l'anello fatto di spine, ma vedi, il Padre le mette sempre più grandi! Vuoi portarle ancora? (Giulia) sì, Gesù, ardentemente!(*) (Gesù) devo solo chinare il capo dinanzi al tuo “sì” che consola sempre il Cuore di Maria! Ma chiedo ad ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, di consolare, offrendo a Dio, il sì pieno. Ora, figlia, vuoi abbracciare ancora le mie mani? (Giulia) non aspetto altro, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare i Chiodi per le Mura che stanno cadendo? (Giulia) sì, lo voglio! (Gesù) unisci le tue mani alle mie! <1º grido> (*)sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) ci sono ancora i Chiodi e l'anello fatto di spine! Vedi, il Sangue che scorre si unisce al Fiume del mio Amore! (Giulia) Gesù, ma ci sono degli angioletti che lo portano! (Gesù) sono i tuoi Angeli, figlia!(*) (Giulia) Gesù, come può scendere tanto Sangue? (Gesù) sono unite le mie mani e le tue mani, figlia: siamo un'unica cosa, un'unica famiglia, uniti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e vedi come gli Angeli portano il Sangue? (Giulia) è dolce, Gesù, è dolce, ma tu piangi! Perché, Gesù? cosa ho fatto? (Gesù) tu niente, figlia! Il mio pianto è guardare i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità, ed Io grido i Dolori del Parto, ma l'umanità è sorda ed è cieca: non vuole vedere, non vuole ascoltare! Figliuoli miei, pregate, pregate, pregate, ma fatelo col cuore perché vi rimane solo la preghiera! Abbiate fede, siate coscienti che Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, e non lasciatevi confondere dal nemico ma amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portatemi sempre i vostri nemici! Io vengo in ubbidienza al Padre a portarvi sempre la Parola viva; vengo a ripetere: amate, amate, amate, amate, amate, amate, scoprite il Mistero dell'Amore e potete combattere il nemico e camminare nel Solco divino di Dio, figliuoli del mio Cuore! Piccola Cocciuta, vuoi ancora abbracciare i Chiodi con me secondo le mie intenzioni? (Giulia) sì, Gesù! <2º grido> (*) (Gesù) sollevati, anima mia! Sollevati e stringiti al mio Cuore! Vedi, l'umanità in questo istante mi sta spuntando(*), mi offre Calici amari, ed Io li divido con te e con i tuoi figli, con ognuno di voi che siete riuniti nel mio Nome, con i figli che si uniscono a questa santa preghiera e con tutti i figli che mi portate nei vostri cuori! Ed Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, figli miei; e vivere il Vangelo significa guardare Dio come gli Angeli e camminare sulla Via che porta al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, vivere la Parola nella pienezza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E quello che chiedo ai vostri cuori (è) di amare, di perdonare, di usare carità; usate la Carità di Dio che è silenziosa, non fa rumore ma si dona! Figliuoli del mio Cuore, in questo giorno il mio Cuore gronda Sangue! Vi invito a pregare per la pace; figli, vi invito ad essere vigilanti; vi invito ad innalzare il vostro grido di lode al Padre: pregate affinché Dio scenda ancora in mezzo a voi nel portare il Parto vivo del suo Amore! Figliuoli del mio Cuore, vi invito ad essere coscienti dei tre giorni di buio: non dimenticateli, ma sappiate che solo Dio conosce l'ora e il giorno! Tu, Piccola Cocciuta, tieni stretto nel tuo Cuore ciò che il Padre ha messo(*), ché i tempi sono pieni e Dio allarga le sue braccia per alzare il dito! (Giulia) Gesù, devo parlare adesso? (Gesù) no, figlia mia, aspetta quando Dio alza il dito! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) ora vi invito ad essere nella Quiete e nella Pace di Dio, vi invito all'ascolto della Parola! Figliuoli del mio Cuore, ricordate che Dio è vivo, è mezzo a voi e parla, e la sua Parola è viva come Dio è vivo!(*) Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nel sorriso dell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi ad invitarvi a tenerlo alto, a viverlo, a conoscerlo, a farlo amare, a masticarlo come Pane vivo che scende dai Cieli! Figli miei, vi invito all'ascolto della Parola; vi invito a vivere perché Dio è vivo; vi invito ad amare perché Dio ama; vi invito a perdonare perché il Padre perdona ogni vostro errore; vi invito ad essere Angeli perché gli Angeli che sono in Cielo fanno festa nell'abbracciare e nell'accogliere ognuno di voi! Figliuoli del mio Cuore, vi invito ad essere piccoli, poveri, e sempre all'ultimo posto! E come Sacerdozio vivo ed eterno vi chiamo “Amici miei”: siate sempre nella Luce di Dio, camminate guardando il fratello come guardate Gesù sul Legno della Croce che, abbracciando abbraccia, accoglie ognuno di voi dicendo “fate presto, venite a fare festa con me”, figli del mio Cuore. E in questo giorno vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore e gioite, figli, perché Dio è la vostra gioia, Dio è il vostro tutto, e solo amando potete allontanare dai vostri cuori, dalle vostre case, dalle vostre vie, il nemico, e accogliere nella pienezza nei vostri cuori Dio vivo, accogliere il Parto vivo che è in mezzo a voi, figli miei! Ma avete vissuto il santo Vangelo.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..di questo giorno? <giov. 26° sett. T.O./B Mt. 18,1-5.10>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è bello sentire ”eccomi“! (Paolo) è bello ascoltare la tua voce, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è Dio che parla! È bello ascoltare la voce del Padre.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..che con la sua Misericordia Infinita scende! Ed è bello vedere voi che date importanza mentre l'umanità calpesta e getta via Dio.. (Paolo) ..è molto triste.. (Piccolo Giovanni) ..per abbracciare i tesori del mondo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi, cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Paolo) Giovanni, da.. da un po' di tempo, prima di leggere e il Vangelo della domenica e di giovedì, quindi prima di conoscerne ancora il contenuto, il significato, mi succedono dei fatti che poi scopro sono riconducibili, appunto, al Vangelo della giornata: cioè è il Vangelo che mi dà una risposta che non mi sono saputo dare prima in riferimento ai fatti accaduti, ed è quello che è successo anche oggi! Il Vangelo di oggi è molto profondo, Giovanni, come d'altronde ogni passo dal Vangelo lo è! (Piccolo Giovanni) è Parola di Dio! (Paolo) ”è Parola di Dio“!(*) ..e ho letto sul commento al Vangelo: bisogna essere semplici, umili, accondiscendenti e remissivi ecco, dicendo ”accondiscendenti e remissivi“, sembrerebbe che ognuno di noi debba piegarsi alla volontà degli altri, in realtà noi dobbiamo semplicemente fare la volontà di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre.. (Paolo) ..ecco, che ci chiede di assumere con i fratelli questo atteggiamento! Poi, quello che è ancora più importante, (e) che ho capito io, che non dobbiamo preoccuparci delle reazioni.. delle reazioni altrui, perché ognuno di noi ha il proprio Angelo Custode che deferisce al tribunale di Dio questi comportamenti errati nei nostri confronti! Quindi, in quel caso noi dobbiamo ancora essere molto di più umili ed essere all'ultimo posto, guardare questi fratelli e pensare che noi siamo dalla parte del giusto perché siamo sulla strada di Dio e, nello stesso tempo, pregare per loro affinché un giorno anche loro possano camminare nel Solco.. nel Solco del Padre! (Piccolo Giovanni) ve lo sto dicendo sempre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che vi ho catturati nella rete per pregare e portare sulle spalle l'umanità e i figli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che ancora non conoscono il mio Volto! (Paolo) si. E poi il.. il Bimbo che Gesù ha chiesto.. (Piccolo Giovanni) ..che cresce in mezzo a voi! (Paolo) si.. si riferiva adesso il Bimbo del Vangelo, perché.. (Piccolo Giovanni) ..ed Io ho detto un'altra goccia! (Paolo) si, “Il Bimbo che cresce”, si, e questa è una goccia che mi ha detto già tutto! (Piccolo Giovanni) non mi è scappata, l'ho detta! (Paolo) lo so, a te non ti scappa mai niente!(*) In quel tempo la civiltà giudaica era fortemente legata ad essere preminente.. c'era la volontà di essere sempre ai primi posti, e quindi.. (Piccolo Giovanni) ..chi non vuole stare anche oggi.. (Paolo) ..eh, anche oggi, certo.. (Piccolo Giovanni) ..ai primi posti? (Paolo) non è cambiato molto! (Piccolo Giovanni) ancora di più! (Paolo) ancora di più!(*) E quindi l'esempio che Gesù ha portato del Bimbo, dice “dovete essere come un bimbo”. Quando io penso ai bimbi, penso appunto quelle creature che non sono capaci di fare del male a nessuno, che aprono veramente il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..ma vengono usati (Paolo) ma vengono usati, si. Ma vengono usati e.. (Piccolo Giovanni) ..ed Io lascio scendere l'Alito <3 colpi di tosse forti, 3 colpi più deboli e una alitazione> su tutti i bimbi che in questo istante vengono trafitti!(*) E vi chiedo di pregare! Voi non vedete ciò che Io vedo! (Paolo) si, sentiamo parlare in televisione di fatti veramente.. (Piccolo Giovanni) ..e quanti ne trovate sulle vostre vie!(*) quanti Angeli vengono trafitti! Ma il Padre ascolta il loro grido.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e il dito è pronto! Vi invito a pregare, il Parto ormai è nel mondo intero, siate vigilanti con la lucerna accesa e non dimenticate l'olio, figli! Come Sacerdozio vivo ed eterno vi dico questo, non per spaventarvi, ma per essere uniti come famiglia di Dio. Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) dimmi ancora! (Paolo) Volevo.. se me lo consente, raccontarti un sogno strano che ho fatto nei giorni scorsi. Ho sognato di essere assieme ad alcuni dei miei familiari, cosciente del fatto di dover morire tutti quanti a breve.. perché tutti dobbiamo morire, però nel sogno io avevo la coscienza che.. (Piccolo Giovanni) ..“morire è vivere”.. (Paolo) ..si.. dovessimo morire proprio a breve, proprio.. ehm.. questione di giorni, anzi, alcuni di noi erano già morti.. ed io mi trovavo ad esaminare un modellino di bara che mi faceva vedere uno dei miei familiari, non so chi, ed io guardavo questa bara, la esaminavo, guardavo com'era costruita, quanto materiale ci voleva.. (Piccolo Giovanni) ..come sempre? (Paolo) eh, questo lo faccio sempre con le altre cose! Ehm.. e poi pensavo, guardando questa bara, ad un fatto realmente accaduto quando è morto mio fratello, e cioè: mio fratello quando è morto è stato messo in una bara corta; quando la stavano per chiudere, io mi sono reso conto che la bara era piccola: gli ho messo una mano sotto il collo e ho visto che lui era contrastato con la testa e con i piedi alle due estremità della bara, praticamente non si poggiava dentro. Non poggiandosi perfettamente sul fondo, perché il corpo si era già irrigidito, mentre stavano per chiudere la bara gli stavano schiacciando la testa, al che io l’ho presa e dico “no, fermatevi”, dico “andate a prendere un'altra bara perché questa piccola”. Quello dice “eh, ma no.. ci va.. non ci va”. “No”, dico, “la bara è piccola: cambiate la bara”! Abbiamo preso mio fratello, l'abbiamo riposto sul letto, si sono presi la bara l'hanno portata nuovamente e sono tornati con una bara più grande. Ecco, pensavo a questo fatto qua, e mi è sembrata una cosa.. non sapevo cosa pensare la mattina io di questo. Così tutti dobbiamo morire.. io, tu lo sai, personalmente non ho.. non ho paura di morire domani, stasera, adesso.. (Piccolo Giovanni) ..non dire questo! (Paolo) vabbè, questo è quello che penso, poi può darsi che dentro di me i sentimenti latenti io neanche riesco a vederli e tu li vedi, ecco! Ehm.. cioè, non sapevo cosa.. cosa.. cosa volesse.. volesse dire quella cosa li, perché(*).. (Piccolo Giovanni) allargo le braccia, ma non posso risponderti! (Paolo) ma ha un significato? ..anche se non me lo puoi dire? (Piccolo Giovanni) si, ma non posso darti la risposta! (Paolo) vabbè, se non puoi.. (Piccolo Giovanni) ..sono all'ubbidienza del Padre, non essere triste! (Paolo) no, no, no! (Piccolo Giovanni) quando sarà l'ora, capirai! (Paolo) si, poi.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ci sono cose.. mi hai fatto pensare a tanti fatti che io realmente ho capito dopo, senza che nessuno mi dicesse niente! La Cocciuta, spesse volte, lo dice ”non ti preoccupare che dopo capirai: al momento giusto capirai”, ed io le prime volte.. (Piccolo Giovanni) ..con quale pazienza.. (Paolo) ..si..  (Piccolo Giovanni) ..a volte lo fa anche gridando.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma sempre con la voce del Padre! (Paolo) perché noi non ci rendiamo conto: io stesso dico “ma come lo capirò? come faccio a capire..” (Piccolo Giovanni) ..e deve.. (Paolo) “..se ho capito giusto o non ho capito?” (Piccolo Giovanni) deve gridare.. deve gridare la Piccola Cocciuta a volte per farvi stare un po' buoni.. un po'! (Paolo) e purtroppo, Giovanni, io stesso..  (Piccolo Giovanni) ..e.. usate troppo la mente! (Paolo) si, è proprio così!  (Piccolo Giovanni) non siete come gli angioletti che usano il cuore e come i bimbi che parlano col cuore! Non gridare più.. (Paolo) ..è un segno dell'innocenza!.. (Piccolo Giovanni) ..Dio deve donare all'umanità, ad ognuno di voi, il Parto, e il grido deve inondare la Stanza e il mondo intero come un profumo! Chiaro? (Paolo) non lo so se è bene che io lo dica, ma spesso sono portato, come oggi, a paragonare l'innocenza dei bimbi agli animali, Giovanni! Non posso.. perché, io quando guardo un.. anche il mio gatto, cioè, vedo nei comportamenti.. (Piccolo Giovanni) ..rimane nella storia!(*) Stiamo parlando di Angeli e di bimbi! (Paolo) bè, certo, non è che si può paragonare quello che ho detto agli Angeli: questa è una cosa.. (Piccolo Giovanni) ..e rimane tutto nella storia! (Paolo) io volevo solo dire che vedo dei comportamenti che non sono maliziosi, ecco! ..in questi animali, cosa che non noto(*).. <.......Giovanni blocca Paolo dal fare queste considerazioni perché gli animali non possono e non devono essere messi a paragone in nessun modo con gli esseri umani e con gli Angeli: chiunque lo fa va fuori il Solco di Dio.> non lo dico!  (Piccolo Giovanni) ti fermo Io! (Paolo) non lo dico! (Piccolo Giovanni) ti fermo Io! (Paolo) è semplicemente un'osservazione! (Piccolo Giovanni) amatevi gli uni gli altri! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) amate coloro che trafiggono i vostri cuori e portate dinanzi al Padre i vostri nemici! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e siate tutti bimbi, e i piccoli Giovanni all'ultimo posto, non accolgo i giudizi. Tu lo dici col cuore, chi ascolta lo legge come un giudizio! (Paolo) si! si, è così! (Piccolo Giovanni) e non dovete voi scandalizzare i piccoli, voi che siete nella rete che Dio ha gettato per raccogliervi e portarvi a lavorare nella sua vigna! È bello questo? (Paolo) sì, molto! (Piccolo Giovanni) e rimanete sempre Pargoli del mio Cuore! Chiaro? (Tutti) sì! ......... (Piccolo Giovanni) ci vorrebbe la scuola di Maria.. ..per i bimbi di oggi, e le mamme essere mamme come Maria.. ..all'insegnamento dell'unica Verità: Dio!, la Croce non il mondo!(*) chiaro? ......... Io vengo a portare la Parola, Dio non è venuto a giudicare il mondo, ma a salvarlo! Quindi non lascia neanche voi giudicare! Chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) è nel giusto del Vangelo ciò che sto dicendo! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e non lasciatevi prendere dal dare un giudizio.. ..ma aprite il cuore e amate! ......... e non dovete uscire fuori dal Solco: ciò che a voi sembra non giusto, dovete correggerlo con la preghiera e amando, non puntando il dito col giudizio! ......... (Piccolo Giovanni) è chiaro anche per te? (Paolo) io sto pensando una cosa! (Piccolo Giovanni) e quando mai tu non pensi? <si ride un po'>  (Paolo) eh, se non pensiamo, Giovanni, come andiamo avanti? (Piccolo Giovanni) intendevo dire “50 cose..“ (Paolo) ..ah, “50”: questo è pure vero!(*) Stavo pensando che tu sai perfettamente.. e come potrebbe non essere così? .. che noi le cose non le capiamo subito ma ci vuole un po' di tempo per capirle! Ehm.. nel percorso che noi seguiamo per arrivare a comprendere in pienezza una cosa, tu ci guidi e sei molto paziente. Io ho cominciato a capire questo quando ti facevo tutte quelle domande su come comportarmi nella vicenda che ho ereditato da mio fratello; tu sapevi già che io dovevo lasciare tutto, che non me ne dovevo più interessare; ciò nonostante, se io ti chiedevo di fare una cosa, mi dicevi ”si, falla!”, “si, non farla!”, coscienza del fatto dice “piano piano questo qui lascerà tutto!” (Piccolo Giovanni) non potevo gettarti una martellata in testa subito! (Paolo) Eh.. subito, no! <si ride un po'> sennò dice “questo si fa male subito” (Piccolo Giovanni) anche se avrei voluto farlo.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..ma l'ho fatto piano piano! (Paolo) piano piano, perché io ho capito che se tu.. (Piccolo Giovanni) ..ancora il chiodo deve entrare! (Paolo) ancora non è entrato tutto, però una parte, diciamo.. un po' è entrato, no? (Piccolo Giovanni) siamo a buon punto! (Paolo) così e così! Ma prima non era entrato proprio nemmeno un poco? ..eh? (Piccolo Giovanni) non volevi.. (Paolo) ..non volevo?.. (Piccolo Giovanni) ..farlo entrare! (Paolo) e ci sono dei momenti.. tuttora quando ci penso mi vengono dei momenti brutti, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e in quell'attimo il chiodo esce fuori! (Paolo) esce fuori! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi fare? farlo uscire fuori? o.. (Paolo) no, no, farlo entrare ancora più dentro (Piccolo Giovanni) e cancella.. (Paolo) ..completamente, si.. (Piccolo Giovanni) ..completamente.. <si perde qualche parola al cambio cassetta> ..la sua strada! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) si, si, è chiaro! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Paolo) e dimmela tu una cosa! (Piccolo Giovanni) sto parlando! (Paolo) una cosa che noi vorremmo sapere.. qualche cosa che tu sai che noi vorremmo sapere! (Piccolo Giovanni) vi invito ad aprire il cuore! (Paolo) eh, questa è la cosa migliore che.. (Piccolo Giovanni) ..possa dire.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici. E poi vi dico “amate Dio”, cercatelo e fatelo conoscere! Vuoi sentire di più? (Paolo) Ehm, quello che hai detto è una cosa veramente su cui noi dovremmo riflettere dalla mattina alla sera! (Piccolo Giovanni) stando.. (Paolo) ..inginocchiati dinanzi alla Croce.. (Piccolo Giovanni) ..inginocchiati davanti alla Croce! Chiaro? (Paolo) Dio.. (Piccolo Giovanni) ..ma vi faccio io una domanda: come sta la Piccola Cocciuta? (Paolo) la Piccola Cocciuta, per quello che ho capito io, era un po' preoccupata.. parecchio, nei giorni scorsi! Adesso si è tranquillizzata un po'. Ma Lei non sapeva niente?(*) Quando Lei era preoccupata, tu non gli facevi vedere niente che realmente non c'era da preoccuparsi al punto.. (Piccolo Giovanni) .. allargo le braccia: la Croce si deve portare.. (Paolo) ..ah.. (Piccolo Giovanni) ..non si può scaricare! (Paolo) quindi lei non era a conoscenza di ciò che poteva essere! (Piccolo Giovanni) lo è tuttora! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) lo è tuttora! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) ma quando si dona il sì si dona in tutto! (Paolo) quindi, lei era cosciente di quello che aveva? (Piccolo Giovanni) da molto tempo! (Paolo) e perché era preoccupata in quel modo, allora? (Piccolo Giovanni) per voi, non per lei! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta non ha mai pregato per lei, ma per ognuno di voi e per il mondo intero! Non ha mai chiesto nulla per lei e non lo fa mai! Sei rimasto meravigliato di questo? (Paolo) Giovanni, non è che io sia rimasto meravigliato, è che anche in riferimento a quello che dicevo prima, man mano che passa il tempo, pur sapendole alcune cose noi, a volte non le sappiamo pesare e quindi, man mano che passa il tempo, acquistiamo più coscienza e attribuiamo a queste cose il giusto peso, la giusta misura! (Piccolo Giovanni) la misura del Vangelo! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) Ma ci vuole.. ci vuole tempo.. piano piano.. ehm.. (Piccolo Giovanni) ..ci vuole il cuore! (Paolo) “il cuore”, ma tutto a una volta non riusciamo ad aprirlo, questo è il problema! (Piccolo Giovanni) basta poco, basta dire “sì” come dite “eccomi” (Paolo) quello che sta succedendo è una cosa veramente grande, incommensurabile proprio, quindi noi non riusciamo nemmeno a concepirlo, ecco questo è il problema! (Piccolo Giovanni) siete una piccola goccia del mare di Dio! Penso che con questa parola abbiate capito! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma questa goccia, Dio l'ama così tanto.. che siete voi, uniti in una piccola goccia! Chiaro? (Tutti) sì! <4 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) caro Telesfore, vuoi crescere Dio? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) ora si, ora hai detto “eccomi”! Ma dimmi!(*) ricordi che giorno e oggi? (Telesfore) auguri!!! (Piccolo Giovanni) grazie! (Telesfore) la Cocciuta mi ha ricordato che era la festa del Angelo Custode, e.. (Piccolo Giovanni) ..e ti ha detto “hai pregato per il tuo angelo?”. Hai pregato per i tuoi angeli? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) hai pregato per il tuo angelo? (Telesfore) questa non l'ho afferrata! (Piccolo Giovanni) ma sei venuto come sempre! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) e hai pregato? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi! (Telesfore) io veramente mi sento sempre che sono un bimbo: mi sento bimbo, però non sono come un bimbo! (Piccolo Giovanni) e dimmi come ti senti bimbo e non sei un bimbo! (Telesfore) eh, perché il bimbo è buono.. (Piccolo Giovanni) ..e tu fai le marachelle? (Telesfore) ecco, esatto! (Piccolo Giovanni) ed anche i bimbi fanno le marachelle!(*) e la Piccola Cocciuta ti deve sgridare come un bimbo!(*) (Telesfore) come faceva la mamma quando ero piccolo? (Piccolo Giovanni) come faceva la mamma! Ma quando tua madre ti sgridava non potevi permetterti di rispondere come fai con la Piccola Cocciuta! (Telesfore) perché c'erano le botte! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta non te le da, ma.. (Telesfore) ..ma le da.. (Piccolo Giovanni) ..se le da lei, non li dona a te. A te dona le sgridate per farti rientrare nel Solco! Quelle non sono botte, ma è amore: l'amore di Dio!(*) chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ma io quello che non riesco a capire su questo mistero.. di sentirti Bimbo! (Piccolo Giovanni) Dio è Bambino!(*) Quando chiedevo alla Piccola Cocciuta di quanti anni si sentiva, diceva sempre 12, e lo ripete anche adesso! E se avrebbe il tempo di giocare con le bambole, lo farebbe pure! (Telesfore) tanto le bambole ci sono! (Piccolo Giovanni) non ha il tempo! (Telesfore) manca il tempo!  (Piccolo Giovanni) è lavorare nel cuore di Dio, lavorare per portare ognuno di voi e l'umanità intera sulle spalle il suo giocare!(*) Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora: cosa sta facendo don Pino? (Telesfore) ehm.. don Pino è.. cioè, non dico che piange.. cioè, piangere no, però è molto triste! (Piccolo Giovanni) Io vedo le sue lacrime, e la Piccola Cocciuta gli sta stando molto vicino con la preghiera e col telefono! (Telesfore) ma.. (Piccolo Giovanni) ..e l'ho già detto: è un fiore da scoprire petalo per petalo!(*) (Telesfore) l'amore si conosce sempre.. (Piccolo Giovanni) ..c'è sempre stato! (Telesfore) c'è sempre stato, però.. (Piccolo Giovanni) ..ci sarà sempre (Telesfore) ci sarà ancora, ci sarà sempre!(*) però ti accorgi dell'amore quando un caro, magari, si allontana! (Piccolo Giovanni) non vi siete mai allontanati da lui, e lui non si è mai allontanato da voi! Gesù non vi ha mai lasciati: è vivo, è in mezzo a voi.. (Telesfore) ..anzi,si a e più si avvicina.. o noi ci avviciniamo! (Piccolo Giovanni) Dio è sempre vicino, siete voi.. (Telesfore) ..che siamo distanti?.. (Piccolo Giovanni) ..che a volte vi allontanate da Dio! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ma vi invito a pregare unendovi agli Angeli, per don Pino e per l'altro fratello! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) abbiamo compiuto la terza missione! (Piccolo Giovanni) ma ancora la Piccola Cocciuta non ha scritto e tu sei un po' preoccupato! (Telesfore) ma io sono preoccupato perché non mi hanno tremato le gambe! Forse.. (Piccolo Giovanni) ..non devi essere preoccupato per questo! Un tantino perché la Piccola Cocciuta ancora non ha scritto, ma scriverà! (Telesfore) scriverà? (Piccolo Giovanni) perché è qui: è nel Cuore! Ha iniziato ma si è fermata aspettando il Padre! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) e adesso t’aspetta per la quarta! Non dire prima come hai fatto con l'altra, perché non hai indovinato!(*) ..eri convinto di andare nell'altro lato ma non era quello; solo Dio e la Piccola Cocciuta.. (Telesfore) ..ora non dico niente! (Piccolo Giovanni) aspetta che ti viene detto! (Telesfore) all'ultimo momento? (Piccolo Giovanni) come fa sempre: ti prende all'ultimo istante così da non dare spazio al nemico! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa? <5 colpi di tosse forti con una alitazione, poi 4 colpi di tosse più deboli con alitazione>  (Telesfore) a proposito di “tremare le gambe”, il giorno.. (Piccolo Giovanni) ..ti tremano un po'? (Telesfore) No.. pure.. (Piccolo Giovanni) come tremavano le mie!(*) (Telesfore) il giorno prima, quando ho portato il.. il dono che tu hai scelto.. (Piccolo Giovanni) ..non solo le gambe tremavano, non ci capivi più nulla! Non aspettare che ti spiego cosa è successo! (Telesfore) eh, quello che è successo, no, non me lo so spiegare nemmeno io! (Piccolo Giovanni) ed Io non posso! (Telesfore) però, quello che ho capito è un mistero grande! (Piccolo Giovanni) alzo le mani! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) in questa serata gli Angeli stanno donando tutta la loro tosse che scende su di voi per farvi diventare bimbi: sappiatelo accogliere, Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Non essere triste, Tommaso! (Tommaso) no, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma gioioso!(*) chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) sii gioioso e non temere niente e nessuno. Vai avanti, hai capito cosa voglio dire? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) tu vuoi dirmi qualcosa? (Tommaso) parlando appunto di bimbi, mi sono ricordato più o meno una settimana fa, non ero ancora informato, però ho sognato un sogno realtà, in effetti, il Piccolo Grande Giovanni, cioè il Papa, che chiedeva preghiere! Sembrava come se il Padre lo stesse chiamando e quindi doveva lasciarci, e lui chiedeva preghiere da parte di tutti noi, e man mano che queste preghiere andavano avanti si vedeva che si formava intorno alla vita un cordone tipo treccia di circa 30 o 40 centimetri color cioccolato e poi man mano diventava tutto brillante bianco. Allora ha ripreso vitalità e subito lui, curvo, con la pancia all'aria tirata appunto da questo cordone stretto alla vita, si è rialzato pronto per compiere daccapo la sua missione.. che diceva che ancora non aveva finito, doveva portare a termine tutto. Poi, sentendo appunto i telegiornali ecc., effettivamente il Papa è stato malissimo e si è ripreso. Questa..  (Piccolo Giovanni) ..alzo le mani e invito a pregare! (Tommaso) lui chiedeva preghiere da parte.. a tutti noi! A tutti! (Piccolo Giovanni) come lui porta sulle spalle.. ora siete voi a portare lui sulle spalle! Fatelo e ricordate i tre giorni di buio!(*) Sia sempre accesa la lucerna dei vostri cuori! Come soldati non addormentatevi ma siate vigilanti! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) hai finito? (Telesfore) aiutaci, Giovanni, a farci essere veri bimbi come il Padre vuole! (Piccolo Giovanni) sta a voi rispondere “eccomi”, ma col cuore non solo con le labbra! Io ho risposto il mio “eccomi” da Bimbo e l'ho donato quando il Padre mi ha fatto nascere nel suo Cuore, e sono Bimbo in mezzo a voi a portare la Luce e la Verità del Vangelo, invitando ognuno di voi a tenerlo sempre alto e a viverlo nei vostri cuori! E nella Verità del Vangelo ora preparate i vostri cuori per l'incontro al Banchetto di Dio che è vivo, è in mezzo a voi e reale! Siate tutti cuori di bimbi e venite a bere e a mangiare al Banchetto di Dio! E ricordate: Io sono Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Siate coscienti di tutto questo! Venite, cuore di bimbi, a fare festa!(*) Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia ) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Ecco lo Sposo che avanza!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello! (Piccolo Giovanni) prendi la mia mano! (Giulia) posso unire la mano dei miei figli e dell'umanità intera in questo istante? (Piccolo Giovanni) si, figlia mia! (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) Vieni!(*)  <Giovanni si inginocchia e tutti presenti fanno lo stesso> Ora, inginocchiandoti hai portato l'umanità dinanzi alla Croce, figlia mia(*), non solo sulle tue spalle, ma hai unito la tua mano alla mano di Dio unendo quella dei tuoi figli e dell'umanità intera! (Giulia) Padre, io ti chiedo Misericordia in nome dell'umanità: ascolta il mio grido, ascolta il grido del mio Cuore, Padre mio! (il Padre) Amen, Amen, Amen, figlia!......... Paolo! (Paolo) eccomi!  (Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Calice? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare il peso della Croce sulle vostre spalle? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) per l'umanità intera? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) per i vostri fratelli? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) per i vostri nemici? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) per i vostri nemici? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Paolo) però aiutaci! (Piccolo Giovanni) sì.. (Paolo) ..si, il “sì” è sì, con la tua grazia, si! (Piccolo Giovanni) ed Io aspetto solo i “sì”; come tu hai abbracciato il Legno così il Padre abbraccia te negli attimi di caduta, ma ci vuole il sì, chiaro? (Paolo ...) sì! (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) voi volete bere il Calice? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è “sì”? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene, figli miei! Io raccolgo i sì dei vostri cuori e li porto nel Cuore del Padre e vi invito sempre a lavorare nella vigna, ma siate vigilanti, state attenti, i tempi sono vivi e voi state camminando nel Fiume di Dio senza barche, e questa è un'altra goccia! Le barche ci sono ma voi state camminando nel Fiume perché i tempi sono pieni. Non chiedetevi spiegazioni con la mente, ma presto capirete col cuore! Chiaro? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ora vogliamo abbracciare il Calice dell'Amore? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <3º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) <il piccolo Davide Mario si mette a piangere>  (Piccolo Giovanni) non temete per il pargolo, sono i miei Dolori!(*) Mentre il pargolo viene accarezzato, Io venivo sputato, insultato, e al posto delle carezze mi offrivano l'aceto!(*) Riflettete su queste parole!(**) Cosa vedete? ......... .. (Paolo) l'1 c'è, però la prima cosa che ho pensato è una costellazione!(*) (Telesfore) un 7!(*) (Piccolo Giovanni) chi c'è sul Legno della Croce? ......... Dio Uno e Trino! Vi è altro dio in mezzo a voi? (Paolo) no!(*) (Piccolo Giovanni) ci sono altri dei? ......... e perché non rispondete? ......... Dio Uno e Trino! (Paolo) 1.. (Piccolo Giovanni) ..la Croce è una sola e non si divide, ed Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Quale pezzo volete?(*) Quale pezzo è rimasto? (Paolo) uno come quelli che abbiamo preso! (Piccolo Giovanni) Uno e Trino con la stessa misura!(*) Volete prendere di ciò che è rimasto? (.... e Telesfore) sì! ......... (Paolo) c'è lo stesso disegno di prima! (Piccolo Giovanni) ne siete coscienti di prenderli? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) è pesante! ......... lascio anche a voi la volontà del Padre!(*) Ora siete pronti per donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e quando mi donate cosa sentite nei vostri cuori? (Paolo .....) gioia! (Piccolo Giovanni) sia piena! E voi, quando mi ricevete, cosa sentite nei vostri cuori? (Tutti) gioia! (Piccolo Giovanni) sia piena, e donatela al mondo! Preparate la Via Stretta per le Spose!(*) Padre, Io ti chiedo ancora una volta di ascoltare la preghiera del mio Cuore! Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi; la mia Pasqua è piena ed è risorta, sono venuto ad abitare nei cuori che mi hanno accolto, i figli qui riuniti, i figli che si sono uniti e questa santa preghiera e i figli che la Piccola Cocciuta mi ha donato! Vi chiedo con Misericordia Infinita: “non abortitemi ma fatemi vivere nei vostri cuori”, e come un bimbo cullatemi perché gli Angeli stanno cullando ognuno di voi, figli miei!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) è leggera? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è leggera la Croce? (Telesfore) quando si fa con amore è leggera! ..si alza con amore, è leggera!  (Piccolo Giovanni) quando si abbraccia e si porta sulle spalle è leggera! Abbracciatela sempre: chi mi ama prenda la propria croce e mi segua, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore!(*) non ti appoggi più sulla Croce, Paolo? (Paolo) tutt'altro!(*) (Piccolo Giovanni) non la stringi più con le tue mani? (Paolo) stavo pensando che alcuni fatti che inizialmente mi sembrano negativi, invece non lo sono! (Piccolo Giovanni) sono positivi quando si chiudono nel cuore, ma quando girano nella mente il nemico li fa sembrare negativi.. (Paolo) ..si .. (Piccolo Giovanni) ..per non farti abbracciare al Legno! (Paolo) perché quella è la Croce! (Piccolo Giovanni) che gli dà fastidio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non gettatela mai, portatela sempre, e sconfiggete il nemico abbracciando la Croce e amando con l'amore che Gesù ha donato ad ognuno di voi e all'umanità intera abbracciando la Croce! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete essere alberi vivi.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..con le radici profonde? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) crescete nell'Amore di Dio abbracciando sempre la Croce anche quando è pesante! Perché è pesante, Giuseppe? (Giuseppe) no! (Piccolo Giovanni) Io la conosco, ma è leggera perché ami! (Giuseppe) grazie! (Piccolo Giovanni) cammina sempre nell'amore che Dio ha messo nel tuo cuore! (Giuseppe) sì! (Piccolo Giovanni) e così anche voi perché conosco il cuore di ognuno di voi: nulla mi è nascosto, siate saldi e soldati del Cuore di Maria, perché il Cuore Immacolato di Maria trionferà e tutti voi vedrete il trionfo, ma con voi portate all'umanità e i figli che non conoscono il Cuore di Maria! Fatelo conoscere amando e donando i frutti che Dio dona attimo per attimo ad ognuno di voi!(*) Tu, Luisa, portami ovunque vai! (Luisa) non ho capito, non si sente! (Piccolo Giovanni) portami ovunque vai e non dimenticare che sei stata sigillata e porti sul petto la Croce viva del tuo Gesù.. (Luisa) ..grazie, Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..del Gesù che ti ha donato la vita! Vai avanti nell'amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Luisa) grazie, Gesù! (Piccolo Giovanni) combatti tenendo alto il santo Vangelo, ed Io ti aspetto nel mio Cuore che è la casa di ognuno di voi! E con questo amore, con questa gioia, invito ognuno di voi ad essere vigilanti e stare attenti al nemico in questo ultimo tempo! Vi invito ancora a pregare per il Papa e per tutti i Figli Ministri in questo ultimo tempo! In questa serata vi sto donando molte gocce: sappiatele raccogliere e tenerle nei vostri cuori! Vi invito a consolare il Cuore di Maria nella giornata dell’11! <= 5º anniversario dell'inaugurazione della Stanza di Gesù> (*) e vi chiedo di tenere accesa la lucerna dei vostri cuori. La Piccola Cocciuta vi dirà cosa fare in quel giorno! Ora nell'amore di Dio Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi. Figliuoli, Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce e Pargoli del mio Amore, andate nella Pace e nella Quiete di Dio, portandola nel mondo intero, ma quando uscite fuori non abortitemi, state attenti a non giudicare perché allo stesso modo sarete giudicati, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena fatelo anche voi! Figli del mio Cuore, vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici! Figli miei, ora abito nei vostri cuori, e il cuore di ognuno di voi è una culla, un tabernacolo, ed Io voglio essere cullato per addormentarmi e donare la Quiete del Padre: mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per avermi cullato. Grazie per essere diventati mamme, ma come Maria, rimanete sempre, non scappate al primo ostacolo! Maria, Umile Ancella, è rimasta: voi rimanete nell'attesa perché Io verrò, sono in mezzo a voi, ma i vostri occhi non mi vedono ma Io verrò come ho promesso, e quando i vostri occhi saranno aperti mi vedrete!(*) Tommaso, tu mi vedi? (Tommaso) io ti sento: per il momento mi accontento! (Piccolo Giovanni) e così anche voi ascoltate la voce del Padre “Io ti sento ma Io vedo i cuori e ascolto, e come Padre Misericordioso vi amo”! Figli, il mio Amore è l'Amore che unisce, l'Amore che dona pace, l'Amore che dona Quiete e non divide, e così, in questo Amore uniamo la Catena!(*) Vedo i tuoi occhi che brillano, Paolo(*): è forte la Catena di Dio? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e non piangere.. (Paolo) ..no, stavo pensando una cosa.. (Piccolo Giovanni) ..ma sii gioioso! Dì, cosa stavi pensando? (Paolo) veramente, due! Uno, hai detto delle parole del canto che sto facendo; poi stavo pensando.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio non conoscerlo? (Paolo) sì! E poi stavo pensando a quello che ha detto Tommaso, cioè “io ti sento ma non ti vedo”, allora io mi sono domandato “ma io che cosa mi aspetto di vedere? che immagine ho di Dio?” (Piccolo Giovanni) l'immagine dell'amore! (Paolo) perché Dio non ha un'immagine definita come la vediamo sulle foto.. sulle foto, Dio è Dio, Dio.. (Piccolo Giovanni) ..con tutto il rispetto, tutte le immagini che avete sono belle ma non c'è bellezza che possa arrivare alla bellezza di Dio, perché non ha limiti, e quando i vostri occhi vedranno, formerete un mare di lacrime! E in questa gioia viva di questo giorno innalziamo al Padre l'unica preghiera: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli miei, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. “Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male, Amen!”. Io vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico e quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere! Figliuoli del mio Cuore, andate in pace e portate a tutti la Pace di Dio! Fatela crescere nei vostri cuori, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle e nel Fiume santo i tuoi figli e l'umanità intera e tieni stretto l'anello di spine, figlia mia, perché il Padre si poggia ancora su di te! (Giulia) Eccomi, Giovanni! Eccomi! Eccomi! (Piccolo Giovanni) grazie, figlia del mio Cuore, vai avanti e non fermarti!(*) (Giulia) la tua mano mi tiene sempre stretta ed io cammino dietro di te con la mia Croce, ma quando cado tu sei sempre pronto ad alzarmi. Giovanni, alza l'umanità come tu sai fare, come tu hai fatto sempre e come il Padre ti lascia fare. Metto nel tuo Cuore tutti i sacerdoti: trafiggi ancora il mio Cuore, ma accarezza i cuori di tutti i sacerdoti, tu sai quanto li amo e quanto desidero che consolino il Cuore di Maria! Giovanni, Sacerdozio Eterno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, rimani sempre con noi! (Piccolo Giovanni) sei sempre più Cocciuta, abito nel tuo Cuore: dona come tu sai fare, figlia! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni ) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, Angeli del mio Paradiso, andate in pace! Figliuoli, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, voi donatelo! ........ Tu cosa senti, Telesfore? (Telesfore) io sento una sicurezza, forza! (Piccolo Giovanni) è la forza dei Chiodi! Andate avanti perché in ognuno di voi c'è la stessa cosa che sentono Elia e Telesfore! Vi amo e vi porto con me, ma non temete, figli del mio Cuore, vi porto a lavorare anche se rimanete con i piedi per terra!(*) In questo istante e fino all'alba ovunque voi siate: è un'altra goccia che scende su di voi nel giorno della mia nascita nel Cuore del Padre!

 

 

         4. Dom 05/10/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo giorno divino i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del Cuore della Croce, in questo giorno divino immolati ancora una volta per l’umanità tutta; immolati, figlia mia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Unisciti ai Dolori di Gesù per i figli della perdizione! Prega, figlia mia, come tu sai fare nel silenzio e nell'abbraccio della Croce di Gesù! Figlia, ti invito a pregare per il Papa; chino il capo e vi invito a pregare per tutti i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato! Consolate Gesù in questi giorni pregando col santo Rosario, e ricordate, figliuoli, la mia Promessa viene da Fatima: si adempirà nel mondo intero e in questo luogo baciato da Dio con la sua presenza viva e reale! Il Parto è in mezzo a voi, Dio è in mezzo a voi e viene a portare il saluto del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, invitandovi ad essere figli della Pace, ad essere figli dell'Amore di Dio che si dona senza misure! Figliuoli cari, il mio Cuore gronda Sangue; mi inchino dinanzi alla Croce del mio Figliuolo Gesù chiedendovi: PREGATE PER LA PACE, PREGATE PER LA PACE, PREGATE PER LA PACE! È questo il mio grido! Quando vi riunite a pregare nel nome di Dio bussate al suo Cuore e donate tutto il vostro amore, perché Dio non vi chiede altro! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Vi chiedo ancora una volta col Cuore grondante di Sangue: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce. Combattetelo con l'amore, amando, perdonando, usando carità e non giudicare. State attenti a puntare il dito nel giudizio al fratello! Figliuoli del mio Cuore, Io sono Mamma, ed Io vi ho abbracciati uno per uno dinanzi ai piedi della Croce e non voglio perdervi, figli miei, vi invito solo ad essere mamme e ad abbracciare il mio Gesù, perché Io vengo a portarvelo! Portandovi il santo Rosario vi invito a salire nell'ascensore per arrivare al Cuore di Dio, figli del mio Cuore! Ed Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi e il mio Gesù! Ve lo consegno nelle vostre braccia: non abortitelo ma tenetelo stretto nei vostri cuori e ovunque andate! Figliuoli del mio Cuore, siamo vivi e reali in mezzo a voi e veniamo a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nei vostri cuori: vivere come Angeli, vivere come figli di Dio, del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! E Gesù a chi ama invita a portare la Croce sulle spalle dicendo “prendete la piccola Croce, venite dietro di me e salite il Monte”, ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico; guardate con i vostri occhi i tempi che sono dinanzi a voi. Figli miei, siate vigilanti, tenete la lucerna dei vostri cuori accesa e amate, amate, amate, amate!(*) Scoprite il mistero dell'Amore di Dio che è sempre pronto ad accogliere ognuno di voi, non guardando i vostri errori ma guardando i vostri cuori; fate presto a riconoscere e ad amare il mio Gesù, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) sai bene che dovrai portare ancora l'anello fatto di spine: dovrai soffrire ancora, a causa del nome del tuo Gesù sarai perseguitata, ma non temere: il Solco è dinanzi a te, porta sempre i tuoi figli nel Fiume di Dio con l'amore che il Padre ha messo nel tuo Cuore. Grida la Parola viva e vai avanti, figlia del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Mamma! Chiedo solo un po' di respiro!(*) (l'Immacolata) l'Amore e la Misericordia di Dio è su di te e sui tuoi figli! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, nell'attesa del giorno dell’11 vi invito a fare il santo Rosario tutti i giorni, col cuore, secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata ovunque voi siate!(*) Io chino il capo sull'umanità chiedendo al Padre: Misericordia! Misericordia! Misericordia! Misericordia! Figli, nei vostri cuori gridatelo anche voi! Figli miei, vi chiedo ancora di pregare per i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità! Abbiate fede: fermateli col vostro amore donato nel(dal) Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figli miei, ora volete ardere un po'?  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia, nell'amore, nella quiete del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi, ma il mio Cuore gronda Sangue, il mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno gronda Sangue nel vedere il buio del mondo, nel vedere la sordità del mondo, nel vedere il Cuore di Maria che viene trafitto attimo per attimo! Figliuoli, voi che siete qui riuniti pregate secondo le intenzioni di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Come Lei, rimanete curvi dinanzi alla Croce e accarezzate il santo Rosario recitando l'Ave Maria col cuore, perché Dio non ha bisogno di vedere in mano la corona, Dio vuole che ad ogni Ave Maria si consoli il Cuore di Maria Immacolata e Addolorata! Portarlo e farlo vedere non è consolare Maria! È chiamare per nome Maria “Ave o Maria” e bussare al suo Cuore di Mamma per arrivare al Cuore di Dio! E come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito in questo giorno divino, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici; e quando dico “tutti” non dovete fermarvi su coloro che vi danno simpatia, ma su tutti, perché tutti siete figli dell'Unico Padre! Figliuoli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito a combattere il nemico amando e aprendo i vostri cuori a Maria, Mamma del Cielo, Mamma della terra! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 27° sett./B Mc. 10,2-16.>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto, Paolo, nel tuo cuore? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è bello sentire la tua voce tremante ”eccomi, Giovanni“! (Paolo) è bello sentire la tua voce sempre, ma soprattutto quando parli di Maria! (Piccolo Giovanni) la mia Fidanzata! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) si accende il cuore di ognuno di voi.. (Paolo e Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando si parla della fidanzata o della sposa, quando l'amore è saldo! Il mio arde nel parlare di Maria: Perla Candida! (Paolo) infatti, Giovanni, non sono le parole che tu dici che aprono il cuore, o meglio, non solo quelle, ma è ciò che tu riesci trasmettere (con) quelle parole. Io le vedo quelle parole che tu profferisci come un veicolo, come un treno, che trasportano qualcosa di molto più profondo, e vorrei riferire.. (Piccolo Giovanni) ..il treno che trasporta l’Amore.. (Paolo) ..”l'Amore“, si.. (Piccolo Giovanni) ..dello Spirito Santo che trascina ognuno di voi! Ma non sono Io a parlare, è il Padre che parla, perché Io sono all'ubbidienza.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! (Paolo) è come.. (Piccolo Giovanni) ..e quello che amo è l'ubbidienza! (Paolo) è come quando, parlando del Rosario poco fa, dicevi che non è importante tenere in mano la corona.. (Piccolo Giovanni) ..ma non dovete gettarla! (Paolo) no, non ho detto questo! Non ho detto questo, ho detto.. (Piccolo Giovanni) ..Io lo dico.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..parlo a voi e parlo al mondo intero! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) si può intendere ”gettiamo il Rosario e facciamo..“ (Paolo) ..no, io volevo dire.. (Piccolo Giovanni) ..so il tuo cuore, ma devo spiegare all'umanità intera che ascolta e ad ognuno di voi! (Paolo) volevo dire che in determinate circostanze in cui si sta, magari, svolgendo un'attività lavorativa, e.. (Piccolo Giovanni) ..fare il Rosario come gli Angeli:.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..con le dita.. (Paolo) ..“con le dita”.. (Piccolo Giovanni) ..come fa la Piccola Cocciuta! (Paolo) come.. come conto io la preghiera giovedì! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta lo fa con le dita! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) il primo, gli altri non li diciamo, perché a Dio non si conta ciò che si dona! È chiaro? (Paolo) si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) e dimmi, cosa vuoi dirmi del Vangelo? (Paolo) nel Vangelo Gesù affronta un tema che è particolarmente in voga, soprattutto ai nostri giorni: quello del matrimonio! A quei tempi, prende spunto da una provocazione dei farisei che, basandosi su una legge di Mosè in cui diceva che poteva essere ripudiata la propria moglie, Gesù fa osservare che Mosè ha scritto quelle cose a causa della durezza dei cuori, ma quello che è vero è che.. (Piccolo Giovanni) ..sordi da non voler capire.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e questo avviene attimo per attimo! (Paolo) attimo per attimo, si! Ma quello che bisogna tenere ben presente e accettarlo col cuore è ciò che si dice nella Genesi che la propria moglie non va ripudiata. Allora, in quei tempi, la moglie veniva ripudiata non come avviene adesso, allora era tenuta in una situazione quasi di schiavitù la moglie, era questa la cosa negativa, mentre adesso, in questi giorni, io direi che il problema anche se si presenta sotto aspetti diversi, si è aggravato! (Piccolo Giovanni) è peggio della schiavitù!  (Paolo) ”è peggio della schiavitù“ (Piccolo Giovanni) gli schiavi sono i figli! (Paolo) si! Adesso si è arrivati, anche dal punto di vista legale, ad una separazione netta e definitiva di ciò che Dio ha unito.. (Piccolo Giovanni) ..ha unito! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ciò che Dio unisce l'uomo non divide! (Paolo) si!(*) Purtroppo.. (Piccolo Giovanni) ..IL MATRIMONIO RIMANE COME IL SIGILLO DELLA CROCE: NESSUNO PUÒ CANCELLARLO! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) può rompersi la Croce? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e il matrimonio è sigillato da Dio: chi lo può rompere? (Paolo) solo gli uomini e solo sulla terra possono separare due persone, ma in cielo rimane sempre quello che Dio ha unito.. (Piccolo Giovanni) ..ha unito nel suo nome! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Paolo) si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) ed Io lo lascio scendere su di voi l'Amore dello Spirito Santo, perché siete uniti nell'Amore di Dio! (Paolo) quello che mi è piaciuto, è il ritorno di Gesù sulla purezza e la semplicità del bambino: dovremmo essere tutti bambini! (Piccolo Giovanni) Io vi ho chiamato per essere bambini, e lo siete, perché mi venite dietro come una chioccia! (Paolo) si, è molto bello! (Piccolo Giovanni) siete i miei bambini: del Sacerdozio vivo ed eterno, e vi amo sempre di più, Pargoli del mio Cuore! Ma vi chiedo di rimanere sempre nel Solco e di tenere sempre alto il santo Vangelo, anche quando vedete il buio scendere! (Paolo) si, i momenti.. (Piccolo Giovanni) ..non spaventatevi, ma tenete alto il santo Vangelo e la Croce! (Paolo) i momenti difficili ci sono per tutti noi, Giovanni, dobbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..vuoi che Io non li conosca? (Paolo) si, certo, anzi ci conosci più tu che noi stessi, quindi.. (Piccolo Giovanni) dovete essere solo saldi nell'Amore del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce, avendo fede e rimanendo sulla Roccia! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) cosa c'è sotto quegli occhi? (Paolo) ma non so a cosa tu ti riferisca! Ci sono tante cose! (Piccolo Giovanni) Io ne chiedo una sola!(*) (Paolo) ma vedi, ci sono situazioni, Giovanni, come quella che sto vivendo in questi ultimi giorni, in cui tu mi stai guidando sulla strada da prendere, da seguire, ed io mi sembra di seguire i tuoi passi, non so se ho inciampato.. a me non sembra, poi non lo so! Forse.. (Piccolo Giovanni) ..su un fiammifero! (Paolo) ”su un fiammifero“! Ehm.. a volte mi succede questo: ehm.. in un primo momento, quando parlo con la Cocciuta, di non afferrare.. (Piccolo Giovanni) ..di accettare.. (Paolo) ..“accettare” ciò che lei dice perché non trovo un riscontro con il mio vissuto (Piccolo Giovanni) le Vie del Signore non sono le tue vie! (Paolo) si, e infatti! Poi.. (Piccolo Giovanni) ..e quello è il difficile: di non riuscire a bere il Calice che viene offerto! (Paolo) si, ma non si tratta tanto di accettare una cosa e basta, perché io lì ci sono e l'accetto, ehm.. il mio momento di esitazione è là dove io vedo.. ai miei occhi, una palese contraddizione; ecco, è lì che io mi freno. (Piccolo Giovanni) le Vie di Dio non sono le tue vie! (Paolo) e infatti è quello che penso dopo! (Piccolo Giovanni) e quello che devi dire “eccomi” subito.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..non dare spazio al pensiero! (Paolo) si, perché stamattina.. (Piccolo Giovanni) ..non dare spazio al nemico! (Paolo) stamattina io volevo dire a lei una cosa e ho avuto una netta sensazione che lei non.. non capisse quello che io le stavo dicendo, e mi rispondeva in un modo diverso. Al che io mi chiedevo, mentre parlava “ma ha capito quello che voglio dire io o non ha capito? perché mi risponde in un modo diverso”  (Piccolo Giovanni) può Dio.. (Paolo) ..è così.. (Piccolo Giovanni) ..non capire? (Paolo) è così (Piccolo Giovanni) aveva fretta dei farti chiudere! (Paolo) si, doveva uscire, si (Piccolo Giovanni) ma prima che tu apri la bocca, lei ha già capito quello che vuoi dire.. (Paolo) ..si. Ecco, è quello che noi dobbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..perché è lo Strumento, non Giulia! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) al primo posto dovete mettere lo Strumento, non l'amica, non Giulia: lo Strumento di Dio che apre la porta e ascolta e risponde con la porta di Dio che è la sua Parola, la Parola del Padre! .. non ne ha di sue parole, è timida nel parlare, ma Dio la usa.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e questo dovete ricordare! Chiaro? (Paolo) sì! Incondizionatamente noi dobbiamo accogliere nel cuore ciò che lei dice (Piccolo Giovanni) la Parola del Padre (Paolo) si (Piccolo Giovanni) perché uno Strumento non può che suonare la musica di Dio! Chiaro? (Tutti) sì, Giovanni! (Paolo) sì, anche se al momento ci sembra assurda proprio, la cosa, è quella la.. (Piccolo Giovanni) ..perché le Vie di Dio non sono le vostre vie.. (Paolo) ..si!.. (Piccolo Giovanni) ..per ognuno di voi! È comodo sentire ciò che ti interessa, ma è Dio che vede tutto e sente tutto, conosce cosa è buono o non è buono per te; o per ognuno di voi, risponde con la parola che.. che mi piace, ma è buona, è un frutto succulento! (Paolo) non la capiamo noi in quel momento! Vedi, queste cose mi aiutano a maturare, Giovanni! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta te le dice sempre (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e quanto deve lottare con Telesfore, ma anche con tutti voi! Adesso sta cominciando un po' a calmarsi (Paolo) Telesfore? (Piccolo Giovanni) si! <3 colpi di tosse con una alitazione> caro Telesfore!  (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) cosa ne dici tu! (Telesfore) ma io dico che quando tu parli abbiamo.. tutti abbiamo capito, dopo.. (Piccolo Giovanni) ..dopo che ho finito di parlare.. (Telesfore) ..caschiamo sempre nello stesso errore! (Piccolo Giovanni) cascate sempre dall'asino! (Telesfore) eh! ..e il nemico.. il nemico balla! (Piccolo Giovanni) è vero che cascate sempre dall'asino? (Paolo) è quello.. si.. è quello che io dicevo la volta scorsa: che noi per.. (Piccolo Giovanni) ..tutti dite sì.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..abbiamo capito (Paolo) si (Piccolo Giovanni) neanche un istante dopo.. (Paolo) ..sbagliamo! Perché abbiamo bisogno di assimilare, con l'esperienza, piano piano la cosa!(*) non è così? (Piccolo Giovanni) Dio parla, Dio chiama e si deve solo rispondere.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“sì”, “eccomi”! (Telesfore) fino a qua ci siamo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e se “fino a qua ci siamo, abbiamo capito”, dopo cosa si deve fare? lavorare! (Paolo) si, è li che poi casca l'asino! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) “è li che casca l'asino”! Io, come sacerdote, sono stato chiamato. Io ho donato il mio sì, non mi sono fermato a pensare: ”eccomi, Signore“!(*) chiaro? (Paolo) io adesso ti dico che è chiaro, ma, scusami se.. se me lo consenti, io vorrei esprimere il mio concetto.. quello che mi rode dentro! Io questo lo desidero col cuore, Giovanni, quando dico il sì lo desidero realmente col cuore.. <3 colpi di tosse con doppia alitazione> e lo dico, però quando poi sovente mi trovo ad affrontare delle realtà, no, pur essendo cosciente di quel sì dato al Signore, mi trovo a cozzare davanti a delle resistenze che non riesco a superare subito, questo voglio dire io, perché altrimenti sarei un santo se subito riuscissi a.. questo è.. (Piccolo Giovanni) Dio vi vuole tutti salvi e santi, da camminare nel Fiume dell'amore: ma ritorniamo al punto di partenza! (Paolo) eh, si, è una ruota che.. (Piccolo Giovanni) i discepoli sono stati chiamati, hanno risposto il sì pur non capendo nulla, ma hanno lavorato, hanno abbracciato in pieno la Croce per il Maestro!(*) aspettate i tempi del Padre! Ora capite, ma dentro di voi si forma il muro del mondo: dovete toglierlo e accogliere la Parola di Dio, il muro di Dio che è amore per donarlo. Ora hai capito? (Paolo) ho capito, voglio solo chiedere una cosa: questo muro di cui tu parli, noi possiamo riuscire a toglierlo in un attimo al momento in cui profferiamo il sì? (Piccolo Giovanni) Dicendo “eccomi, Signore, sono un servo inutile dinanzi ai tuoi piedi: usami come vuoi”! Cosa fa la Piccola Cocciuta? ha donato il suo sì? è tornata indietro? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) e camminate anche voi senza fermarvi a pensare con la mente.. (Paolo) ..è quello l'errore nostro.. (Piccolo Giovanni) ..ma aprire il cuore. Chiaro? (Paolo) adesso penso di si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) quanto ti facciamo lavorare! .. però.. (Piccolo Giovanni) ..Io sono un servo inutile dinanzi al Cuore del Padre! Non sono venuto per essere servito ma per servire! Chiaro? (Telesfore) chiaro! Dobbiamo essere tutti i pulcini, e.. (Piccolo Giovanni) ..piccoli pulcini.. (Telesfore) ..piccoli piccoli.. (Piccolo Giovanni) ..che camminano dietro la chioccia.. (Telesfore) ..dietro la chioccia.. (Piccolo Giovanni) ..che è Maria!(*) Lasciatevi guidare dal suo Amore di Mamma, figli miei! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Telesfore) bella questa parola! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici? (Telesfore) oggi la Mamma ha toccato tre punti, almeno che io.. il primo punto preoccupante è che ci invita di pregare con insistenza per la pace (Piccolo Giovanni) è da Fatima che Maria chiede la preghiera per la pace! (Telesfore) il secondo punto è che ci raccomanda di stare attenti al nemico e soprattutto, oggi si è spiegato proprio il punto.. nel giudicare, soprattutto! (Piccolo Giovanni) non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! (Telesfore) e questa è la.. la cosa che noi facciamo.. (Piccolo Giovanni) ..è la cosa che la Piccola Cocciuta non accetta! (Telesfore) nemmeno io l'accetto, però il nemico a volte mi.. conduce anche a me a dare un giudizio! È li che lui.. (Piccolo Giovanni) ..lavora.. (Telesfore) ..lavora!(*) (Piccolo Giovanni) state attenti al nemico, usa ogni mezzo per confondervi! Potete combatterlo amando, non puntando il dito verso il fratello! (Telesfore) se al posto di dire.. di giudicare, diciamo ”ti amo fratello“.. (Piccolo Giovanni) ..”ti amo fratello“.. (Telesfore) ..allora.. (Piccolo Giovanni) ..se ti viene dato uno schiaffo, tu rispondi ”ti amo“ (Telesfore) ”ti amo“, e il nemico fa retromarcia? (Piccolo Giovanni) e il nemico fa retromarcia! Combattetelo con l'amore; iniziate da questo giorno divino! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse> chiedi perdono al Padre da parte mia e da parte.. (Piccolo Giovanni) ..puoi chiederlo direttamente: Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla! Dovete essere solo coscienti! Chiaro? (Telesfore) posso farlo adesso?(*) Padre, io ti chiedo perdono per tutte le mie mancanze, sia da parte mia e da parte dei miei fratelli! Aiutami.. o anzi, aiutaci a farci diventare sempre più.. più buoni, e ti chiedo Misericordia per me, Misericordia per tutti i miei fratelli, per l'umanità intera! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) Io rispondo con l'Alito dello Spirito Santo!(*) (Telesfore) piano piano.. (Piccolo Giovanni) ..come un pulcino spogliato dalle piume, ha chiesto al Padre per lui e per ognuno di voi, nella semplicità di un cuore di un bimbo! Non è poco ciò che ha fatto! Siate coscienti, figli, e vi invito ancora a pregare per la pace! Fatelo, figli miei! (Telesfore) l'altro.. <5 colpi di tosse con un alitazione> punto che ha chiesto la Mamma è “nell'attesa dell’11” di recitare tutti i giorni, ognuno di noi.. (Piccolo Giovanni) ..non deve ripetere ciò che Maria ha detto, perché non avrai una spiegazione: fate ciò che Maria vi ha chiesto! (Telesfore) l'intenzione secondo.. l'intenzione.. (Piccolo Giovanni) ..fate ciò che Maria vi ha detto!(*) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) non provare ad avere una spiegazione!(*) non cadere, figlio: Dio parla, voi dovete ascoltare ciò che Dio dice! Chiaro? (Telesfore) chiaro! Grazie! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) che ti voglio bene! (Piccolo Giovanni) anch'Io vi amo, Pargoli, Discepoli e Colonne, Suorine del Cuore della Croce, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre a camminare nel Solco e tenere alto il santo Vangelo perché Io vengo solo a portare la Parola del Padre! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) il bacio che aspettavi lo do a te, ad ognuno di voi e all'umanità intera! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora cosa vuoi fare? (Telesfore) io vorrei consolare il Cuore di Maria, ma come.. ardentemente come Lei lo desidera! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni, ma i fedeli iniziano per primi> (Piccolo Giovanni) anche se non mi avete aspettato perché volevo iniziare Io l'Ave Maria, vi ripeto ancora una volta: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DEL PADRE!(*) Imparate a rispettare Dio a fare il primo passo, e questo è un punto importante: non donate il passo prima di Dio, figli!(*) In umiltà di Sacerdozio vivo ed eterno devo correggere i vostri passi! Figli, perdonatemi, ma Dio mi manda per portarvi nel Solco, non farvi cadere, chiaro? (Tutti) sì! (Telesfore) perdonaci, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Io sono all'ubbidienza di Dio e vengo come Sacerdozio vivo ed eterno e parlo attraverso lo Strumento che Dio ha scelto! Siate coscienti della misericordia di Dio che scende in mezzo a voi! Io ora vi saluto, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Figliuoli del mio Cuore, lascio scendere su di voi la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) siate un'unica famiglia con la Famiglia di Dio! Benedico tutti gli sposi che abitano nella Stanza di Gesù in questo istante!(*) Padre!(*) Grazie, Padre!(*) Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora una volta nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! E nella gioia piena pregate ancora per il mio popolo e per la mia Marì, innalzando le Lodi al Padre! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace e portate ovunque la Pace di Dio! Grazie per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! Maria lascia scendere su di voi petali di rose: raccoglieteli e donateli ai fratelli emarginati, figli! Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e non temere niente e nessuno, vai avanti e prega sempre per i miei Figli Ministri! (Giulia) eccomi, Giovanni!

 

 

         5. Giov 09/10/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia, immolati ancora per l'umanità tutta;  immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia, abbraccia con amore i Dolori del Parto vivo in questo giorno!(*) (Giulia) Gesù, perché piangi?(*) perché piangi, Gesù? (Gesù ) guarda, figlia mia, guarda attraverso questa porta!(*) <Giulia vede qualcosa che la spaventa>  (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) no, figlia(*), tienilo nel Cuore! (Giulia) Gesù!(*) <Giulia si mette a piangere>  (Gesù) figlia, raccogli le mie lacrime!(*) (Giulia) posso berle, Gesù? (Gesù) si, figlia mia!(*) Guarda ancora!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) prega, figlia! Pregate tutti e asciugate le mie lacrime con la preghiera costante, figli del mio Cuore! Figlia mia, un'altra spada trapasserà il tuo Cuore, ma non dimenticare che al tuo dito porti l'anello di spine. Prega e immolati sempre secondo le mie intenzioni. Vuoi ancora unire le tue mani alle mie? (Giulia) sì, Gesù! Eccomi! (Gesù) abbracciamo la Croce per l'umanità intera, figlia! <1º grido> (*)sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, nelle mie mani non c'è solo Sangue: c'è Acqua e Sangue! Che significato ha? (Gesù) e anche sui tuoi piedi c'è Acqua e Sangue! Figlia, il Parto è pieno ed è sceso sull'umanità intera: siate vigilanti, siate pronti con le lucerne accese! Figli del mio Cuore, Io vi sto dando il Pane vivo, e ho preparato per ognuno di voi e per l'umanità intera la Stanza del mio Amore. Figliuoli, gridate al mondo intero che Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi e parla, e viene a portare l'Amore Pieno, lo Shalom, ed Io vi chiedo col cuore grondante di Sangue: pregate per la pace, pregate per la pace, pregate per la pace! E non dimenticate di pregare per tutti i miei Figli Ministri, per il Papa: curvo, porta l'umanità intera. Siate coscienti di questo giorno, figliuoli, siate coscienti delle lacrime che ha bevuto la Piccola Cocciuta; siate pronti anche voi a berle e a saper accogliere la Parola che Io vengo a portare in mezzo a voi. Amatevi gli uni gli altri e combattete il nemico con l'amore, figli, e la preghiera costante, aprendo i vostri cuori! Io vi chiedo sempre: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici alzando lo scudo del santo Vangelo. Vi è stata consegnata nelle vostre mani la spada: combattete con Maria la battaglia dell'amore, tenendo sempre alto il Vangelo vivo e camminando nel Solco che Maria ha segnato con le sante spine e la santa sofferenza, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, vuoi ancora abbracciare con me il Santo Legno e i santi Chiodi? (Giulia) sì, Gesù, si! <2º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù, c'è ancora Acqua e Sangue nelle mani! (Gesù) vedi, figlia mia, scendono dal mio Costato: è il dono che Io ho fatto ad ognuno di voi, al mondo intero!(*) (Giulia) Gesù, ma i tuoi occhi sono sempre pieni di lacrime! (Gesù) figlia, come non posso piangere? vi invito a pregare e a consolare il Cuore di Maria! Vi invito ad essere la famiglia che Maria ha raccolto ai piedi della Croce, e vi invito a camminare verso il Monte, dietro di me. Vedi, le Colonne sono pronte e ognuno è al proprio posto: dovete solo seguire il vostro Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna; e i tempi sono pieni come il Parto è pieno, è vivo ed è in mezzo a voi, figli del mio Cuore. Ed Io sono qui con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi; e vivere il Vangelo è vivere nel Cuore del Padre; vivere il Vangelo è essere figli; vivere il Vangelo è donare la propria vita, figliuoli del mio Cuore, per i vostri fratelli, per l'umanità intera; e i tempi sono pieni, e voi che siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, dovete lavorare perché siete stati scelti uno ad uno, ma non spaventatevi per i tempi che scenderanno sull'umanità; abbiate fede, nessun capello del vostro capo sarà tolto, ma siate santi nell'amore e nella fede. Io ho promesso “aspettatemi, Io verrò”, ed i tempi sono pieni, ma ricordate: non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma vi invito ad essere vigilanti sempre con le lucerne accese! Figliuoli del mio Cuore, l'unica Verità, l'unica via è il Vangelo ed Io vengo a portarlo: raccoglietelo nei vostri cuori, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta, dovrai soffrire ancora! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) figlia, ciò che hai ricevuto nel primo messaggio si sta per adempiere: sii forte! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda ancora!(*) (Giulia) Gesù, il mio Cuore non regge! (Gesù) non temere! (Giulia) Gesù mio! (Gesù) stringi la mia mano! (Giulia) non ti faccio male? (Gesù) figlia, come sono nelle mie mani i Chiodi, sono anche nelle tue! Abbracciamoci!(*) (Giulia) non posso dire neanche questo? ..di ciò che vedo? (Gesù) no, figlia!(*) tieni tutto questo nel tuo Cuore!(*) ..e alla fine della preghiera accarezza tutti i tuoi figli con le mie mani! (Giulia) sì, Gesù! Ma quelli che sono lontani.. (Gesù) ..non temere, vado Io e porto anche te ad accarezzarli! (Giulia) Gesù, io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, ma ti metto pure quelli che prendono in giro te e lo fanno anche con me! Gesù, perdonali perché ancora non hanno conosciuto il tuo Amore, e non hanno visto i tuoi occhi! Ti chiedo perdono se ti dico queste cose, ma tu li conosci prima di me! Gesù, donami la forza! (Gesù) grida quando sei nel giusto del Vangelo e non temere, vai avanti anima mia! Ora chiedo ad ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce: volete seguirmi? (Tutti) sì! (Gesù) mi amate? (Tutti) sì! (Gesù) volete portare la Croce con me? (Tutti) sì! (Gesù) ed Io rispondo: Amen, Amen, Amen, Amen! Figliuoli, da questo istante la Croce su di voi e più pesante ed Io vi farò camminare le mie Vie, perché i tempi sono pieni, non abbiate timore, figliuoli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nella Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi! Per volere del Padre vengo anch'Io in questa serata con le lacrime agli occhi e col Cuore grondante di Sangue, ma non per voi, ma per l'umanità intera, per i flagelli che stanno scendendo sull'umanità! Vi invito alla preghiera ma sia preghiera di Roccia, figli, e la vostra fede sia salda. Il numero non ha importanza, basta aprire i cuori: anche se siete in pochi potete salvare l'umanità intera, basta donare in pieno il cuore a Dio e innalzare la vostra preghiera, il vostro grido d'amore chiedendo al Padre di far scendere lo Shalom che l'umanità intera rinnega. Fatelo, figli, perché io vi ho scelti per lavorare e consolare il Cuore di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera. E il Pane che Dio vi dona e il suo Amore, il Cuore, la Porta per arrivare a gioire e ad essere salvi e santi, ma con voi portate tutti i vostri fratelli, portate l'umanità intera amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici. Conoscete come combattere il nemico: amando, l'amore pulito, liberando i vostri cuori delle cose del mondo e offrirli al Padre; è così che dovete combattere il nemico, figliuoli del mio Cuore! Ma avete vissuto il Vangelo vivo.. (Qualcuno) ..sì.. (Piccolo Giovanni)  ..di questo santo giorno? <giov. 27° sett. T.O./B Lc. 11,5-13> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, anch'Io sono qui per volere del Padre a gioire nei vostri cuori e a brillare nei vostri occhi! (Paolo) il Vangelo di oggi è un messaggio molto chiaro e deciso di Gesù che vuole dire a noi: al mondo intero.. (Piccolo Giovanni) ..al mondo intero.. (Paolo) ..a tutti i peccatori, anche (Piccolo Giovanni) non è venuto per i sani ma.. (Paolo) ..per i malati.. (Piccolo Giovanni) ..per i malati! (Paolo) vuole dire di bussare sempre e con insistenza al suo Cuore.. (Piccolo Giovanni) ..nel giusto del Vangelo.. (Paolo) ..nel giusto del Vangelo.. (Piccolo Giovanni) ..non potete bussare a dire al Padre “voglio una casa d'oro”! (Paolo) sì, certo! E quindi “vi sarà aperto perché la misericordia del Padre è grande”, ecco, questo.. (Piccolo Giovanni) ..non ha limiti! (Paolo) non ha limiti, sì! <5 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Piccolo Giovanni) come non ha limite l'Alito dello Spirito Santo: si dona.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come un fiume in piena (Paolo) è così! È una parabola molto bella, questa.. dei pani.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio non donare il Pane quando bussate? (Paolo) non è possibile che non lo dia! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta ripete sempre a Telesfore “Dio provvede.. (Paolo) ..si, questo.. (Piccolo Giovanni) ..perché il Padre vede tutto e sa di che cosa ha bisogno il figlio”, ma bussate sempre, ma sempre nel giusto del Vangelo! (Paolo) questo è un modo di rivolgersi al Padre che è molto usato anche dalle mie parti. Io.. da quando ero bambino, io ricordo questa espressione, mia madre la diceva sempre e non solo mia madre.. ehm.. tutti.. tutti quelli del posto la dicevano e la dicono sempre questa espressione, alcune volte forse.. (Piccolo Giovanni) ..falla sentite qual’è! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) falla sentite (Paolo) “Dio provvede”! (Piccolo Giovanni) “Dio provvede” (Paolo) si! ..stavo dicendo, a volte forse senza nemmeno rendersi conto, no, di rivolgersi a Dio in quel momento per chiedere il suo intervento. Ma Dio con la sua grande misericordia accoglie ugualmente tutti coloro.. (Piccolo Giovanni) ..tu a tuo figlio che daresti: il pane o un serpente? (Paolo) bè, Giovanni, io riflettevo proprio questa mattina su alcuni comportamenti errati che io stesso tengo con mio figlio. Ma sono delle cose esteriori, perché dentro di me ribolle ben altro, però quello che mi dispiace è che.. (Piccolo Giovanni) ..conosco il (tuo)cuore, ma tuo figlio.. (Paolo) ..eh, infatti.. (Piccolo Giovanni) ..vede l'esteriore! (Paolo) mio figlio vede l'esteriore.. (Piccolo Giovanni) ..non vede il tuo cuore! (Paolo) riflettevo appunto su questo, dico “mio figlio non vede quello che io sarei capace di fare per lui”, cioè che io darei me stesso per lui! (Piccolo Giovanni) ogni tanto donagli una carezza! (Paolo) si, ma lo faccio questo! (Piccolo Giovanni) donagli la mano! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) donagli il tuo sorriso perché ha bisogno! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) te l'ho detto: il peso più grande lo porta lui! (Paolo) è così, sì! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>  (Paolo) si avvicina.. (Piccolo Giovanni) ..anche se il Cuore del Padre è triste e(anche) il mio Cuore, a voi devo donare il sorriso.. (Paolo) ..ah, ah.. (Piccolo Giovanni) .. e la tosse! (Paolo) perché è triste il Cuore del Padre, Giovanni? (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta non può parlare: vi chiedo solo di pregare, ma fatelo!(*) posso dire solo che l'umanità è in pericolo, ma con le vostre preghiere e la vostra fede potete fermare i flagelli e far spostare le montagne(*), e voi che siete stati scelti per lavorare nella vigna, fatelo! Solo questo posso dirvi!(*) Paolo, Io sono all'ubbidienza del Padre come lo è la Piccola Cocciuta! Quando sarà il tempo parlerà! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) dimmi! (Paolo) stavo dicendo che si avvicina l'anniversario della Stanza di Gesù (Piccolo Giovanni) i cinque anni! (Paolo) i cinque anni! (Piccolo Giovanni) e sono gioioso di come camminate, di come andate avanti poggiandovi sulla Croce, poggiandovi sulla Parola, e come questa piccola creatura porta avanti il progetto del Padre che è rimasto sulle sue spalle! (Paolo) eh, si, il peso più grosso lo porta proprio lei che ci trascina tutti dietro! (Piccolo Giovanni) quanto è grande l'amore verso il Padre per trascinarvi tutti! L'avreste fatto? (Qualcuno) no! (Paolo) è quello che stavo pensando: “chissà quanti al suo posto avrebbero continuato con questa caparbietà, oppure si sarebbero persi per strada dicendo  ‘ma chi me la fa fare’?” (Piccolo Giovanni) l'amore verso il Padre fa andare sempre avanti e non fermare! Dio ha scelto lo Strumento, Dio lo guida, e la forza e la grazia è su di lei, del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Paolo) lei, Giovanni, soffre soprattutto quando noi non ci rendiamo conto in pienezza dei.. (Piccolo Giovanni) ..come soffrivo Io! (Paolo) si, non ci rendiamo conto in pienezza dei consigli che ci da'.. (Piccolo Giovanni) ..e il suo dolore più grande non è il dolore dei vostri corpi o del suo, ma il dolore che non si ascolta il Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e che si trafigge attimo per attimo il Cuore di Maria non ascoltando la Parola <4 colpi di tosse forte, 4 colpi più deboli e due alitazioni> (Paolo) vedi, questa è una cosa.. io ci rifletto continuamente su questo, e non riesco a spiegare a me stesso che.. come mai noi, coscienti del fatto che Dio parla, che Dio è sempre vicino a noi, che Dio ci guida e che Dio ci indica anche la strada giusta per quanto riguarda le cose terrene, come mai noi non riusciamo, a volte, a fare in pienezza ciò che Egli ci dice? (Piccolo Giovanni) perché si usa sempre la mente, non il cuore! Dio usa il Cuore, Dio è Cuore, ma sulla terra voi usate la mente e chiudere il cuore aprendolo a poco a poco; e il nemico si serve dei vostri pensieri non facendovi ascoltare in pienezza il cuore! È chiaro? (Tutti) sì! (Paolo) è di questo che noi ci dobbiamo liberare assolutamente.. (Piccolo Giovanni) ..e quando lo fai? (Paolo) eh, Giovanni, io ci.. (Piccolo Giovanni) ..lo dico a te e.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..lo dico ad ognuno di voi: lo dico al mondo intero! (Paolo) l'altra volta dicevo a dei fratelli anche.. che vengono qui alla Stanza.. noi, se la Cocciuta ci dovesse dire “buttatevi sotto quella macchina in movimento” noi ci dovremmo buttare senza nemmeno pensarci! (Piccolo Giovanni) lo faresti? (Paolo) io ho usato il condizionale! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ma con Dio non si usa! (Paolo) non si usa.. eh, infatti! (Piccolo Giovanni) o si, o no! (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni) è come fare: “ho fame, ma ora non voglio mangiare di quello che mi è stato offerto”! E’ forte questa battuta? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ha un significato profondo! (Paolo) eh, un significato proprio profondo, sì, si! “Ho fame, mi si dà il cibo e non lo mangio”! (Piccolo Giovanni) “ho fame ma questo non lo voglio”! (Paolo) è anche una contraddizione!(*) (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora! (Paolo) quel canto che ho preparato com'è? (Piccolo Giovanni) alzo.. (Paolo) ..“ho preparato io”?, o meglio, “che preparato io?”.. (Piccolo Giovanni) ..alzo le mani: lo ascoltiamo! (Paolo) eh, tu l'hai fatto prima che io lo scrivessi! (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani: lasciamo al Padre. Non ti sei offeso? (Paolo) di che cosa? ..“offeso” di che cosa? (Piccolo Giovanni) che ho alzato le mani! (Paolo) eh, offendermi perché tu alzi le mani? <Paolo ride>  (Piccolo Giovanni) l'umanità mi schiaffeggia, mi spunta, mi calpesta! (Paolo) Abbiamo.. ho montato quell'altarino davanti alla Mamma e Telesfore ha fatto i due laterali in mattoni. Quello che però mi ha un po' lasciato.. cioè, io l'ho fatto perché l'ha detto la Piccola Cocciuta, però io avrei fatto in un modo diverso: volevo sapere.. (Piccolo Giovanni) ..tu devi fare quello che Dio chiede! (Paolo) ed io l'ho fatto! (Piccolo Giovanni) e non voglio sentire.. (Paolo) ..no .. (Piccolo Giovanni) ..“io avrei fatto”. Poco fa.. (Paolo) ..si.. no.. (Piccolo Giovanni) ..abbiamo parlato.. (Paolo) ..voglio dire.. io sono.. ho detto questo perché prima che intervenisse lei, no, se non l'avrebbe detto lei, l'avrei posizionato un modo diverso. Poi ho chiesto e infatti.. (Piccolo Giovanni) ..Paolo devi sapere ascoltare la voce di Dio. Non è la Piccola Cocciuta che dice quello che si deve fare! (Paolo) è Dio che lo dice! (Piccolo Giovanni) è Dio, e tu non puoi cambiare, neanche Telesfore,.. (Paolo) ..ma io non ho cambiato.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che dice Dio. Tu hai detto “io l'avrei fatto”! (Paolo) No.. si.. io mi sono espresso male. Prima, all'inizio, io lo stavo posizionando in un certo modo. Poi mi è venuto il dubbio e ho detto “chiamiamo la Cocciuta e vediamo come deve essere messo ”, ed io l'ho messo come ha detto lei! (Piccolo Giovanni) lei aspettava di essere chiamata! (Paolo) eh? ..si.. (Piccolo Giovanni) ..aspettava di essere chiamata! (Paolo) si, si, si.. (Piccolo Giovanni) ..come ha rimproverato Telesfore di quello che ha fatto senza chiedere ordine! (Paolo) e che cosa ha fatto? (Piccolo Giovanni) Chiediglielo! (Paolo) cosa hai fatto? (Telesfore) Ma.. il.. il tronco? <Giovanni assente con la testa> ho messo lo stucco al tronco.. bianco!(*) (Paolo) ed io glielo avevo detto di non mettere lo stucco! (Piccolo Giovanni) non ha chiesto nulla alla Piccola Cocciuta!(*) vedi come non si ascolta la Parola di Dio?(*) Ma il Padre ha pazienza!(*) ha ricevuto un rimprovero ma trovava sempre.. (Paolo) ..la giustificazione.. (Piccolo Giovanni) ..la sua giustificazione al punto di fare arrabbiare talmente la Cocciuta… <si perde qualche parola al cambio cassetta>  (Paolo) …ci stona in quanto la tinta dell'altarino con il ceppo che sta sotto sono scuri (Piccolo Giovanni) quando il Padre parla si dovrebbe chiedere attimo per attimo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) è inutile che mi chiedi scusa, il Padre è misericordioso, ma quello che ama è la santa ubbidienza, l'ascolto alla Parola. Ve lo ripeto ancora una volta: voi dovete vedere la Cocciuta come Strumento mandato da Dio; Io non la metto sul piedistallo, ma il Padre ve l'ha mandata e lei è all'ubbidienza di Dio nel lavorare nella vigna e nel farvi camminare sempre nel Solco. E il peso è enorme: neanche potete immaginarlo! Chiaro?  (Paolo) è chiaro, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e quando vi viene chiesto di fare una cosa, dite solo si.. (Paolo) ..e basta.. (Piccolo Giovanni) ..e fate ciò che lei vi dice.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché è il Padre che vuole quella cosa, non la Piccola Cocciuta!(*) Non ne capisce niente, ma Dio gli fa vedere ciò che vuole. È chiaro? (Alcuni) si! (Paolo) eh, è chiaro ed è una cosa veramente grande, questa!(*) da non.. da non crederci quasi con la mente. A pensarci con la mente c'è da non crederci! (Piccolo Giovanni) ma col cuore, sì!(*) “Costruisci un'arca?”, chi l’ha creduto? lo ridevano tutti, ma lui ha ubbidito al Padre lasciando ridere e(*) prenderlo in giro!(*) alla Piccola Cocciuta gli è stato chiesto di costruire ciò che avete visto, non dico.. ma ve lo dirà lei a cosa serviranno! Chiaro?  (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) vedo i tuoi occhi piccoli e attenti: in questo istante cosa stai pensando? (Paolo) sto pensando alla grandezza di tutto quello che sto ascoltando, Giovanni! (Piccolo Giovanni) alla grandezza di Dio, a tutto quello che Dio vi sta donando! (Paolo) e noi nemmeno ce ne rendiamo conto (Piccolo Giovanni) perché i vostri occhi ancora sono chiusi, ma quando si apriranno le lacrime formeranno un mare!(*) ed Io vi aspetterò alla riva!(*) ti è nuova questa parola, Natanaele? (Natanaele) si! (Piccolo Giovanni) Io vi aspetterò sulla riva del mare” la ripetevo spesse volte, non so chi di voi la ricorda! ....... la Piccola Cocciuta, si, perché glielo dicevo sempre, ma lei non riusciva a capire “vi aspetterò sulla riva del mare”!(*) lo ricordi tu, Rosetta? (Rosetta) una parte.. (Piccolo Giovanni) ..una parte, sì! E cosa ricordi? (Rosetta) mi ricordo che parlavi sempre.. non ricordo con precisione quand'è stato, però mi ricordo che ogni volta che tu parlavi e portarvi il tuo discorso a Dio, se non vado errato, il tuo discorso andava sempre un poco al mare: il Mare di Dio, secondo me. E quindi è questo che io ricordo.. ed io ti vedo sempre come un mare: un Mare di Dio! (Piccolo Giovanni) qualcosa la ricorda ma non tutto! E quando glielo dicevo, ma.. lei mi diceva “io non so nuotare: tu vieni proprio sulla riva o più in là?”, ed Io ridendo gli dicevo “Io vi aspetto sulla riva del mare” e aggiungendo un'altra parola “come il cinese”!(*) hai ricordato qualcosa? (Giuda) ehm.. (Piccolo Giovanni) ..nulla! E allora vi aspetterò sulla riva del mare! (Giuda) sicuramente avrò detto “il fatto di non saper nuotare”, siccome non so nuotare neanche io, quindi l’avrò condiviso sicuramente! (Piccolo Giovanni) perché lo ripetevo spesse volte! Ma capirete quando il Padre vorrà, ma voi siate vigilanti con le lucerne accese e aspettate! (Paolo) posso dire quello che penso io del mare? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) la riva del mare è il nostro punto di arrivo e si identifica con.. no, quello che penso io, Giovanni.. con il Paradiso.. (Piccolo Giovanni) ..Io alzo le mani nel senso di dire.. (Paolo) ..lo sto dicendo io.. (Piccolo Giovanni) ..che lo stai dicendo tu! (Paolo) si! <si ride un po'> la riva del mare è il regno di Dio e noi per arrivare sulla riva del mare dobbiamo navigare, dobbiamo remare e dobbiamo faticare senza perdere mai di vista il faro che sta sulla riva! (Piccolo Giovanni) l'hai detto tu, Io non.. (Paolo) ..alzi le mani? (Piccolo Giovanni) alzo le mani!(*) (Paolo) staremo a vedere quando sarà il momento! (Piccolo Giovanni) nulla sarà nascosto! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) tutto sarà alla luce di Dio.. (Paolo) ..e tutto piano piano.. (Piccolo Giovanni) ..perché l'umanità intera vedrà il trionfo! (Paolo) è così! Se io cinque anni fa, quando sono venuto qua, qualcuno mi avesse detto “ma vedi che la Cocciuta è uno Strumento di Dio”, io gli avrei detto “ma tu sei scemo, ma che stai dicendo?”. E allora, poi, col tempo mi sono reso conto di come tante cose vanno date col cucchiaino poco per volta! (Piccolo Giovanni) neanche col cucchiaino (Paolo) a gocce? (Piccolo Giovanni) a gocce! (Paolo) le famose gocce che non siamo.. (Piccolo Giovanni) ..che scendono.. (Paolo) ..copiose.. (Piccolo Giovanni) ..copiose! ......... “servo inutile dinanzi alla Croce”. I piccoli Giovanni all'ultimo posto e sempre piccoli! ......... non dovete mettervi sul piedistallo. Avete visto la Piccola Cocciuta sul piedistallo? (Tutti) no! ......... (Piccolo Giovanni) e così nella povertà, nella semplicità, ma nell'amore pieno del Padre, camminare e donare tutto quello che Dio dona ad ognuno di voi! Chiaro? ......... chiaro anche per te? (Tommaso) chiaro, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi fare, salire sul piedistallo? (Tommaso) no, questo mai! (Piccolo Giovanni) essere piccoli e donare tutto l'amore di Dio ai fratelli, all'umanità intera! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché batte forte il tuo cuore? (Tommaso) per diverse cose.. consideravo. Primo perché su questa sera, come hanno detto già le Colonne, il Padre ci mostra, nonostante le sue lacrime e nella sua tristezza, un Cuore immenso, ancora ci dona la sua Acqua dal suo Costato e questa è un'immensità del suo amore profondo per tutti noi per l'umanità intera. L'altro, consideravo a quello che ha detto Paolo.. ed io pensavo alla prova che ha avuto Abramo. Io personalmente oggi, se mi venisse chiesto a me questa prova, non credo che l'avrei fatto, e allora mi chiedo “Abramo ha creduto, oggi noi diremmo che è un pazzo”, oppure diremmo “ma è contro i comandamenti del Signore uccidere, e quindi non verrebbe da Dio questa cosa!” (Piccolo Giovanni) mai il Padre gli ha detto di fare quella cosa.. (Tommaso) ..sì, ma era semplicemente una prova.. (Piccolo Giovanni) ..per metterlo, pur conoscendo il suo cuore, pur conoscendo tutto il suo amore, Dio chiede:.. (Tommaso) ..e poi dicevo un'altra cosa.. (Piccolo Giovanni) ..”porta tuo figlio..“ (Tommaso) ..consideravo anche il fatto che Dio ci ha creati intelligenti, e allora fino a che punto, mi chiedevo, usare la mente? È vero, quando si usa il cuore tutto sembra più facile perché si arde e ti dà forza, vigore, però molto spesso per non essere preso, appunto, con facilità: credulone, ai tempi di oggi, e anche perché poi se si susseguono delle.. non so, delle delusioni, delle cose dice “sei troppo credulone”.. (Piccolo Giovanni) ..ma voi dovete rendere conto a Dio non agli uomini! (Tommaso) questo, si, però.. (Piccolo Giovanni) anche se vi chiamano “creduloni” è a Dio che dovete rendere conto! (Tommaso) questo, si, infatti, molte volte quando mi riprendono su questo fatto io abbasso gli occhi e col cuore mi rivolgo a Dio, perché sono certo della risposta.. (Piccolo Giovanni) ..alzare gli occhi al cielo e mettere tutto nel cuore del Padre! Abbassare gli occhi è dare la vincita al nemico! (Tommaso) no, abbasso gli occhi al nemico, a Dio li alzo insieme al cuore, perché il mio cuore è certo, c'è certezza.. (Piccolo Giovanni) ..e alzarli sempre.. (Tommaso) ..anche dal nemico! (Piccolo Giovanni) al Padre, non al nemico! (Tommaso) sì, questo sì! (Piccolo Giovanni) “Padre, metto tutto nel tuo Cuore!”. Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) quello che fanno gli uomini, passa, quello che chiede Dio rimane! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) anche se vi chiamano “pazzi”, “creduloni”, è a Dio che dovete consegnare il vostro bagaglio; consegnandolo agli uomini rimane sulla terra, e il vostro tesoro non sale in Cielo, ma nelle mani dei Grandi! (Tommaso) ma non mi spaventa di essere chiamato pazzo o qualsiasi altro aggettivo, il discorso.. (Piccolo Giovanni) ..l’hanno fatto e lo fanno ancora con me: di cosa avete paura se Dio è con voi? (Tommaso) di nulla, però molto spesso vogliamo dimostrare che Dio è vivo, è in mezzo a noi, e allora questo.. (Piccolo Giovanni) ..dimostrarlo con l'amore, e quando non venite ascoltati non gettate le perle ai porci, ma camminate avanti! <4 colpi di tosse con una alitazione> chiaro? (Tommaso) sì!(*) (Piccolo Giovanni) ho predicato, ho parlato, e come dicevo alla Piccola Cocciuta “dove ha pigliato ha pigliato, chi non mi ha ascoltato il Padre allarga le braccia della sua Misericordia Infinita”, ma è tutto scritto nel Grande Libro e nulla viene cancellato perché Dio è anche Giudice(*). ......... ma non spaventatevi, voi siete stati scelti per lavorare nella vigna e portare i vostri fratelli sulle vostre spalle. Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, anch'Io sono qua: per grazia del Padre ancora in mezzo a voi! Cosa mi dici? (Telesfore) ieri la Cocciuta ha voluto visitare la.. la stanza, cioè.. dove tu sei partito <= la stanza dell'ospedale di Corigliano dove don Mario è morto> cioè, non proprio dentro, però almeno ha visto la porta! (Piccolo Giovanni) sei sicuro che non è entrata dentro? (Telesfore) io non l'ho vista! (Piccolo Giovanni) perché non volevi portarla? (Telesfore) è perché.. cioè, non è che non volevo portarla.. (Piccolo Giovanni) ..perché sapevi che sta male? (Telesfore) eh, che sta male, però.. anche ricordando o vedendo il cuore si.. anche se dovrebbe essere una gioia(*).. (Piccolo Giovanni) l'hai guardata la porta? (Telesfore) si!  (Piccolo Giovanni) hai letto il numero 24? (Telesfore) no, il numero non l'ho letto! (Piccolo Giovanni) e il mio letto era il numero 24! (Telesfore) il letto era 24! (Piccolo Giovanni) e anche fuori la porta, porta il numero 24! (Telesfore) ma lo portava anche allora? (Piccolo Giovanni) si!(*) e dimmi <5 colpi di tosse con una alitazione> cosa hai sentito? (Telesfore) ma io, veramente ho sentito pace, tenerezza! (Piccolo Giovanni) e la Piccola Cocciuta è andata a visitare chi era dentro!(*) quando ti sei fermato a parlare col giovane, la Piccola Cocciuta è partita! (Telesfore) ho visto che ha avuto un attimo di.. che non c'era, però poi ho.. sembrava che fosse, però.. da un'altra parte! (Piccolo Giovanni) era entrata nella stanza a donare la Farina di Dio!(*) (Telesfore) forse mi rendo conto di chi ci poteva essere in quella stanza!(*) (Piccolo Giovanni) Io non lo so! (Telesfore) ma lei lo sa! (Piccolo Giovanni) non diventare furbacchione di Dio!(*) Ci prova ancora a scoprire! Prega! Dimmi ancora!(*) sto aspettando!(*) (Telesfore) io, quando tu parlavi della riva, io invece parlavo “ma io arriverò alla riva?”.. tu ci aspetti? (Piccolo Giovanni) Io sono lì ad aspettarvi! (Telesfore) tu ci sei già! (Piccolo Giovanni) sta a voi decidere se camminare nel Solco o fuori il Solco, se prendere la propria Croce sulle spalle e salire il Monte o prendere la via larga senza la Croce!(*) dimmi! (Telesfore) quando a volte tu ci dici che il carico e più pesante, soprattutto come ci hai detto oggi che.. io a volte mi chiedo.. cioè, ho timore di non farcela! (Piccolo Giovanni) ami Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è la forza dell'amore che vi fa andare avanti!(*) (Telesfore) noi, a volte quando si tratta di portare un peso pesante.. cioè sappiamo che è pesante e lo portiamo, ma quello che ci fa cadere.. (Piccolo Giovanni) ..è il fiammifero.. (Telesfore) ..è il fiammifero! (Piccolo Giovanni) come Paolo che non inciampa al tronco e inciampa su un fiammifero! (Paolo) li devo buttare quei fiammiferi che uso in cucina così non ci inciampo più! (Piccolo Giovanni) teneteli in casa, benedetti! (Paolo) quelli che sono in casa sono benedetti? ..cosa hai detto? non ho capito bene! (Piccolo Giovanni) Io vi ho fatto benedire l'acqua, l'olio, il vino, le candele e i fiammiferi.. e ricordandovi ancora una volta i tre giorni di buio.. e aggiungendo anche il sale benedetto! SERVIRANNO IN QUEI GIORNI!(*) perché mi guardi così? Io parlo dell'inciampare al fiammifero, perché tu superi il legno grosso e non superi quello piccolo e lo paragono al fiammifero! (Paolo) ma non lo so, però.. perché non lo riconosco, Giovanni? perché? (Piccolo Giovanni) perché pensi con la mente! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) ti fermi a darti spiegazioni! È il tuo carattere, ma devi allontanarlo un po' e ascoltare di più il cuore! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) hai capito? <2 colpi di tosse forte, 10 colpi più deboli e doppia alitazione>  (Telesfore) come ho fatto io che fino alla fine ho seguito tutto a dettaglio quello che la Cocciuta ha detto, alla fine.. (Piccolo Giovanni) ..l’ha chiamata ogni cinque minuti <si ride un po'> anche in camicia da notte è scesa giù a vedere i lavori, dicendogli quello che doveva fare, alla fine ha spezzato il cordone! (Telesfore) era rimasto l'ultimo buco, dico “ma adesso penso che questo non..” (Piccolo Giovanni) lo faceva anche con me! “Franco, mi devi fare questo, questo, questo”, alla fine mi trovavo quello che io non avevo chiesto. È abituato a mettere sempre del suo! (Telesfore) però, poi, alla fine avevi riconosciuto.. sapevi i trucchi, quindi per fare.. (Piccolo Giovanni) ..Io non uso trucchi! (Telesfore) cioè.. forse è meglio.. mi sono espresso male: hai trovato il modo per farmi parlare! (Piccolo Giovanni) e non mi capivi in nessun modo!(*) ora cosa mi dici? me l’abbracci Marì?  (Telesfore) eh, quella starà aspettando, ormai è da un bel po' che non mi sente! (Piccolo Giovanni) e dagli il bacio della buonanotte! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) a lei e alla sua capanna! Ma cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) no, io veramente stavo pensando.. poco fa, al Vangelo di questa sera, quando un amico gli ha chiesto i tre pani in prestito.. voleva i tre pani in prestito, ma dico “come mai tre pani?” (Piccolo Giovanni) fermati, non parlare.. (Telesfore) ..mistero!.. (Piccolo Giovanni) ..perché so dove vuole arrivare! Non ti sei poggiato sul Vangelo, ma su ciò che ti ha detto la Piccola Cocciuta, e questi giochi non si fanno con Dio!(*) chiaro? Dio conosce il tuo cuore, figlio, non pensare di giocare col Padre! Quando sarà il momento capirai! È chiaro.. (Telesfore) ..chiaro.. (Piccolo Giovanni) ..quello che stavi per dire, non puoi nasconderlo a Dio! Non provarci! Devo correggerti, lo fai in buona fede ma non posso anticipare: è già tanto quello che ti ha detto la Piccola Cocciuta perché non può farlo senza il tuo aiuto, ma quando ti dice una cosa, sappi aspettare! Chiaro? (Telesfore) qua è tutto un mistero! (Piccolo Giovanni) Dio è Mistero, ma è Verità, è Luce, è Amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) non vi scandalizzate di ciò che sentite, ma Telesfore prova sempre a scoprire i misteri porgendo la domanda in un altro senso. Dio che conosce il cuore di ognuno di voi e il suo, lo ferma!(*) devi imparare ad ascoltare.. l’ubbidienza! Cosa vuoi dirmi ancora?(*) La scuola di Maria è camminare sulle spine, ed Io vi porto sul fiume del Vangelo.. (Telesfore) ..io veramente.. (Piccolo Giovanni) ..del Solco e alla sua scuola! (Telesfore) veramente non direi “camminare sulle spine”, “camminare sui fiori”! (Piccolo Giovanni) è camminare sulle spine, perché la santa sofferenza porta a Dio, e offrendo la santa sofferenza offrite i fiori al Cuore di Maria! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora mi devi chiedere qualche altra cosa? (Telesfore) meglio se mi fermo! (Piccolo Giovanni) hai paura? ..e ce n'è una piccola! (Telesfore) eh, ce ne sarebbe una piccola, però(*).. <5 colpi di tosse con una alitazione> ..che ti voglio bene! (Piccolo Giovanni) quello lo so già! (Telesfore) e vabbè, io te lo dico lo stesso! (Piccolo Giovanni) anch'io vi voglio bene senza fare alcuna distinzione: vi amo tutti perché siete i miei Pargoli! (Telesfore) quello che c'era nel mio cuore in questa serata sentendo Gesù e anche te, io vorrei fare una supplica al Padre chiedendo.. (Piccolo Giovanni) ..Misericordia.. (Telesfore) ..Misericordia! Misericordia! (Tutti) Misericordia! (Telesfore) Misericordia per l'umanità che..  (Piccolo Giovanni) ..Io vi chiedo di pregare e di aprire i vostri cuori, perché la Misericordia del Padre non ha limiti e scende quando i figli bussano nel giusto del Vangelo! Dimmi quello che stavi dicendo! (Telesfore) che faccia scendere la pace come il suo Cuore vuole! (Piccolo Giovanni) Pace a voi, figli del mio Cuore, ma portatela ovunque andate! Ora preparate i vostri cuori: distaccatevi delle cose del mondo e unitevi al Cuore del Padre! Ora che siete qui riuniti nella Stanza dell'Amore, lasciate le cose del mondo e unitevi all'unica Fonte Zampillante che è il Cuore di Dio! Figli, il Banchetto è qui, è pronto per ognuno di voi. Io ho sete e fame e voglio bere e mangiare con voi: figli, preparatevi e venite tutti al Banchetto del mio Amore! Venite a fare festa perché lo Sposo è qui!(*) (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) sei pronta? (Giulia) sì! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Ecco lo Sposo che avanza!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) ascolta ciò che dico!(*)  (Giulia) Anna, Saverio, avvicinatevi!(*) <sono Mosè e la moglie. Qualche giorno fa hanno festeggiato le loro nozze d'argento. Auguri!> Paolo, solleva!(*) inginocchiatevi!(*) portatemi i fiori!(*) dinanzi a Dio e dinanzi ai vostri fratelli, volete annunciare il vostro “sì”? (Mosè ed Anna) Sì! (Giulia) dinanzi a Dio e dinanzi ai vostri fratelli volete portare ancora la Croce che Dio poggerà su di voi? (Mosè ed Anna) Sì! (Giulia) e con la benedizione del Cuore Immacolato di Maria, degli Angeli e dei Santi tutti, io lascio scendere su di voi il “sì” del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Mosè ed Anna) Amen! (Giulia) scende su di voi, sulla vostra capanna e rimanga nei vostri cuori! (Anna) Amen! (Giulia) e do ad ognuno di voi il mio Bacio(*).. (Mosè) ..grazie.. (Giulia) ..donatelo all'umanità, ai vostri figli, e ad ognuno di voi lascio scendere l'Acqua del Cuore Immacolato di Maria come Capanna viva!(*) ..e benedetto dal Padre io lo affido ai vostri cuori! <= il mazzo di fiori>  (Mosè ed Anna) grazie! (Giulia) andate nella Pace! (Anna) si!(*) (Giulia) eccomi, Gesù, come serva inutile ho lavorato come tu mi hai chiesto!(*) Padre, grazie: come serva non sono degna di questo, ma mi inchino dinanzi alla tua volontà, Padre! (il Padre ) figlia mia, vai avanti e lavora sempre fermandoti sulla Roccia!  (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa! .... Paolo!(Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore!  (Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte alla sua Gioia? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e da ora in poi la Croce sarà più pesante perché il Parto è vivo, è pieno, è in mezzo a voi e nel mondo intero! È tempo di lavorare nella vigna e consegnare al Padre il vostro lavoro!(*) Ma chiedo silenzio mentre Io parlo: chiedo l'ascolto alla Parola del Padre!(*) <Tommaso e Simone1 stavano parlando a bassa voce perché si erano pasticciate le cassette da registrare> …siete qui riuniti al Banchetto dell'Amore o in piazza a chiacchierare? Anche nel lavoro dovete usare il silenzio e ascoltare il Padre nell'attimo che si dona! Ho scandalizzato il tuo cuore?(*) non arrabbiarti: Io rimprovero perché è Dio che parla, e la Parola di Dio va ascoltata anche se devono lavorare, ma nel silenzio! Distrarsi è dare spazio al nemico! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti che Dio è in mezzo a voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e vuole bere e mangiare con voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e voi volete donargli la gioia di prendere parte al suo Banchetto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti? (Paolo, ....., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ..... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <3º grido>(*) (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) chi vuole prendere questa goccia?(*) questa la tiene la Piccola Cocciuta per ognuno di voi e per l'umanità intera, facendola entrare nel Cuore perché è pesante per voi!(*) Ora quale pezzo volete prendere e che cosa vedete? (Paolo) una Croce! (Piccolo Giovanni) e volete prenderla? (Paolo, ..... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(**) (Paolo) io vedo sempre una Croce simile a quella che c'era prima! (Piccolo Giovanni) la Croce che c'era prima col Monte! Il Monte e la Croce!(*) riuscite a vederli? (Paolo) il Monte? (Piccolo Giovanni) ..che stiamo salendo! ...... e la Croce? ....... ..è sul Monte! (Paolo) è una Croce greca! (Piccolo Giovanni) è la mia Croce e la offro ai Discepoli, alle Colonne e alle Suorine e all'umanità intera: volete portarla? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni ) e volete salire il Monte? (Tutti) sì! (*) (Piccolo Giovanni) Ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose, e nella gioia che avete ricevuto nei vostri cuori donatemi ai vostri fratelli e ai figli che si uniscono a questa santa preghiera, a tutti gli ammalati, a coloro che hanno aperto il cuore! Padre, io ti chiedo ancora una volta di ascoltare la mia preghiera! Busso al tuo Cuore: sii misericordioso con la tua famiglia qui riunita e col mondo intero!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni ) Padre, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio, ora e sempre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi; la mia Pasqua è piena ed è risorta nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: risorgete anche voi, figli, perché Io sono venuto ad abitare nei vostri cuori! Ma state attenti, non abortitemi ma fatemi vivere e crescere perché Io sono il Dio Bambino che vengo ad abitare nei vostri cuori, figli miei!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) <per tre volte Telesfore non riesce ad alzare Giulia in ginocchio>  (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì! <alla fine ci riesce>  (Piccolo Giovanni) Dio dona sempre il suo aiuto, è il “sì” che si deve donare a Dio: ricordatelo!(*) il peso non era grande, ma ho voluto far vedere ad ognuno di voi come si deve donare il sì, e all'umanità intera! Non mancavano le forze a Telesfore, ma è l'umanità intera che non vuole portare la Croce! Volete portare la Croce.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..per i figli che mi calpestano? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) grazie, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! È bello stringere il Legno? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e stringetelo tutti perché è la vostra unica salvezza: non c'è altro Legno che possa salvarvi, ma prostratevi e abbracciate l'unico Legno della Croce del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) te lo devo dire? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) stavo pensando a mio figlio mentre tu parlavi! (Piccolo Giovanni) dimmi perché! (Paolo) a volte mi sento in torto! (Piccolo Giovanni) cosa gli hai fatto? (Paolo) Ehm.. niente di particolarmente grave, però penso di assumere degli atteggiamenti sbagliati a volte! (Piccolo Giovanni) e quando arrivano quegli attimi, guarda Francesco come guardi me, e con me non assumi atteggiamenti sbagliati perché mi ami: guarda Francesco come guardi Gesù in Croce! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché tutti siete fatti a mia Immagine e Somiglianza, e in ogni figlio ci sono Io sul Legno della Croce ad abbracciare l'umanità e ognuno di voi! È bello questo? (Paolo) sì, molto! (Piccolo Giovanni) e anche voi guardate i vostri figli come guardate me sulla Croce, perché è un dono che avete avuto, il dono di essere mamme e papà di Dio: il Frutto di Dio che viene a nascere dentro di voi!(*) siate coscienti! .......... e tu vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e con questa gioia che avete donato al Cuore di Maria, Io vi saluto, ma non chiedermi spiegazione di come ho aggiunto(raggiunto) il Cuore del Padre! (Paolo) io l'ho visto! (Piccolo Giovanni) Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figli, andate nella Pace di Dio e portatela ovunque poggiate i vostri piedi, ovunque poggiate le vostre mani, ovunque entriate. Figli, vi chiedo solo “quando uscite fuori della Stanza dell'Amore non abortitemi, non date spazio al nemico ma combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici”, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ora vorrei riposare un po': mi cullate nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi cantate la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>  (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore di Maria. Grazie per tutti i fiori che portate: i fiori della vostra sofferenza, i fiori della vostra fatica, i fiori della giornata di lavoro che venite a consegnare nel Cuore di Maria e nel Cuore del Padre. Figli miei, siate benedetti, sappiate che i vostri nomi brillano nei Cieli perché Dio vi vuole tutti salvi e santi, ma con voi portate i fratelli che non conoscono l'amore del Padre, che si sono smarriti, e come la pecorella non riescono a liberarsi dal roveto!(*) Come buon pastore andatela a raccogliere e portatela all'ovile del Padre: è questo che chiedo ad ognuno di voi, camminate tenendo alta la Parola e gioite con la gioia del Padre e non temete niente e nessuno, ma con la luce e l'amore di Dio andate avanti perché Io cammino dinanzi a voi, figli miei, e vi invito a legare la Catena(*), perché Dio non l'ha mai divisa, e con questa gioia di essere uniti a Dio, nel suo nome innalziamo l'unica preghiera che il Padre ci ha donato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Siate coscienti di tutto quello che avete vissuto. Siate coscienti di tutto quello che Dio vi darà ancora nella Stanza dell'Amore e ovunque voi andate. Io vi ho mandato a due a due a gridare la Verità e la Parola di Dio, non abbiate timore, figli del mio Cuore! Vi ripeto ancora una volta: quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere e state attenti al nemico, figli! ......... Telesfore, cosa senti? (Telesfore) io sento il cuore che batte!(*) (Piccolo Giovanni) fate vivere il Bimbo dentro di voi(*), che batte perché vi ama, e con lo stesso amore amate anche voi l'umanità e i vostri nemici; non dimenticate nessuno: portate tutti nella santa preghiera, figliuoli del mio Cuore! Ora andate in pace! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, perché la misura di Dio è una sola e non fa alcuna distinzione, figli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, vi lascio il mio Cuore e vi aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni ) grazie, figli miei! Pargoli del mio Cuore, andate in pace perché la mia Pace è su di voi: portatela nel mondo intero! Siate Rocce vive, ed Io vi aspetto sulla riva del mare per fare festa!(*) (Giulia) rimani con noi! (Piccolo Giovanni) non essere cocciuta, figlia: sono sempre con voi! (Giulia) grazie!

 

 

         6. Sab 11/10/2003, ore 16.04, in giardino

5° anniversario della Stanza di Gesù

 

Oggi è il quinto anniversario dell'inaugurazione della Stanza di Gesù. Giulia ha fatto un piccolo discorso di introduzione a questa giornata di preghiera che viene qui di seguito riportato integralmente:

(Parla Giulia) dovevo dirle prima due parole ma le dico adesso!(*) Sono cinque anni di quel giorno beato che Gesù.. don Mario da Sant'Elia, e tutti noi siamo partiti per la Processione, per abbracciare la Stanza di Gesù. Per Lui era una grande gioia e anche per tutti noi, ma solo io posso conoscere il suo Cuore: insultato, deriso, calpestato, minacciato! Come Gesù ne ha subito di tutti i colori ma non si è fermato e non ha chiesto a nessuno di aiutarlo a portare la Croce: si è preso tutto il peso su di Lui! Trafitto dai vescovi, dai sacerdoti, e ripeto ancora una volta minacciato: “non fare questa Processione, ci prenderemo cura di Giulia, la faremo esaminare”. Ha avuto il coraggio di rispondere al suo vescovo “non ti ubbidisco perché ti amo e ti voglio salvo”, ma rispondendo al suo vescovo ha risposto a tutti i vescovi, perché un solo vescovo non fa Chiesa, e quindi ha risposto a tutti e ha dato un esempio a tutti noi che solo Dio si deve ubbidire, e Lui in pienezza ha ubbidito al Padre, perché il Padre ha chiesto la Stanza, il Padre ha chiesto la Processione che doveva partire da Sant'Elia e arrivare dove Dio ha poggiato il suo Cuore! Oggi questo peso.. dico, don Mario, Gesù, l'hanno voluto lasciare sulle mie spalle! È una barca, è una nave che solo Dio mi può fare guidare, solo la sua forza, solo il suo Amore, e tutti noi ci siamo dentro, ed io.. per prima io che devo portare avanti quello che don Mario ha lasciato nel mio Cuore! Come sacerdote, tenendo rispetto a tutti gli altri, non ce ne saranno più come Lui: nel mio Cuore è vivo perché Dio così ha deciso, o supplicandolo, l’ha deciso don Mario, il Padre! Ed io come umile serva mi sono inchinata dinanzi alla loro volontà cercando di portarvi tutti quanti. Il suo desiderio è portarvi dal Padre e il mio arde nel cuore, e Dio mi dia la forza di non farvi cadere, di portarvi tutti dove Lui ha preparato un posto! In questi anni, senza la sua presenza, ma sempre più vivo nel mio Cuore e in mezzo a noi, cado, mi rompono le ginocchia, prendo la Croce e mi alzo e così alzo pure voi! Chiedo solo ai vostri cuori “amate Gesù”, non abbiamo altra meta: l'unica nostra meta è arrivare a Gesù! E non sputiamolo più in faccia, non trafiggiamolo più, ma doniamogli solo il nostro amore, e il nostro sì. Paolo ha preparato il canto “cinque anni sono passati”, ed io dico grazie! Grazie, Gesù, per questi cinque e grazie per quelli che hai deciso di donarci! Amen! (Tutti) Amen!

 

Ed ecco i messaggi:

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, in questo giorno di luce viva immolati per l’umanità intera; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre, figlia del mio Cuore, e in questo giorno consola Gesù: un'altra spada trafiggerà il tuo Cuore! <1º grido> (*) È il dono che Dio ti offre in questo santo giorno, figlia mia!(*) Solo questo rimarrà all'esterno, ma vedrai solo tu ovunque poggerai, e con la spada segnerai col sangue perché il Parto è pieno, è vivo ed è in mezzo a voi, figlia del mio Cuore! (Giulia) Mamma, e il tuo abito.. (l'Immacolata) ..non temere, il mio abito non si rompe anche se passa la spada! (Giulia) neanche si macchia? (l'Immacolata) no, figlia, ovunque ti poggerai scenderà solo in quei luoghi!(*) Sarai perseguitata ma non temere niente e nessuno, figlia del mio Cuore! (Giulia) Mamma, donatemi sempre il vostro respiro: il mio non c'è più perché l'ho donato al Padre! Chiedo il vostro per andare avanti! (l'Immacolata) può il Padre lasciarti senza respiro?(*) È bello perché diventi sempre più Cocciuta ed Io ti amo per questo, e amo tutti i tuoi figli e l'umanità intera! Il peso che state portando, figliuoli, è il peso che Gesù porta attimo per attimo per ognuno di voi, e Dio vi ha scelti uno per uno per lavorare nella sua vigna! Come Mamma vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Vi invito a camminare con la Croce, figliuoli del mio Cuore. Dio mi lascia venire a visitare l'umanità ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, e vivere il Vangelo è aprirsi all'Amore di Dio e donarlo all'umanità intera, ai fratelli, senza lasciare nessuno fuori della santa preghiera. Figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, siete partiti dall'Albero e siete arrivati all'Albero: non permettete al nemico di tagliare le radici, ma fatele crescere sempre di più. Non abbiate timore di chi uccide il corpo, ma abbiate timore di chi può uccidere le vostre anime! Figli, camminate nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo gridando la Verità di Dio! Dio ha scelto questo Luogo per donarvi il suo Amore, donarvi il Pane vivo, ad ognuno di voi e al mondo intero: Beati coloro che hanno accolto la Parola di Dio! Beati coloro che vivono la Parola di Dio viva e reale in questo Luogo e nel mondo intero perché Io parlo in questo Luogo attraverso lo Strumento e il grido arriva ai figli che ascoltano con amore ciò che Dio dice! Figli miei, siate come il grano che cade a terra: non muore e dona i frutti; germogliate nell'Amore di Dio: crescete come alberi salendo col cuore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Tu, Piccola Cocciuta, porta i tuoi figli nel Fiume dell'Amore: è pronto qui per voi, sai bene cosa devi fare alla fine della preghiera! (Giulia) sì, Mamma, ma donatemi la forza! (l'Immacolata) non temere, figlia! Vi invito ancora a pregare per tutti i miei Figli Ministri, per il Papa; vi invito ad essere vigilanti per i tre giorni di buio, figliuoli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'?  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore.. (Qualcuna) ..sì.. (l'Immacolata) ..il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) L'Amore e la Pace del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia della verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi per volere del Padre! E la mia gioia è piena come era piena in quel giorno! Il mio dolore è pieno allo stesso modo, ma non si può arrivare a Dio se non c'è il dolore, se non c'è la sofferenza, ed Io vi invito ad essere strumenti vivi di Dio, strumenti della Croce, strumenti del Vangelo che suonano la musica dei dolori dei Chiodi! E voi siete dei Chiodi che tengono per mano la Catena dei figli che portano l'umanità a Dio: i Chiodi della Croce, i Chiodi vivi che abbracciano l'umanità intera! Come Gesù, allargando le braccia sulla Croce, tenendosi stretto ai Chiodi, ha abbracciato ognuno di voi, l'umanità intera! Ed è bello essere uniti nel dolore di Gesù! È bello essere uniti nella Parola di Gesù, ed Io ve l'ho sempre donata, e per volere del Padre vengo ancora a portarla viva, reale in mezzo a voi, perché Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi, Dio abita dentro di voi, non è lontano, non ci vuole una scala per raggiungerlo, basta ascoltare il cuore, e la scala ce l'avete in mano: è il Rosario, e parlare con Dio e unirsi al Cuore di Maria. Figliuoli, in questo giorno Io vi invito ancora una volta ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici; ma vi invito a stare attenti al nemico: combattetelo solo con l'amore e la santa preghiera fatta col cuore! Figliuoli, ne abbiamo fatto cammino e abbiamo camminato portando la Croce; abbiamo camminato portando e seminando la Parola di Dio e sono gioioso, continuate ancora a camminare nel Solco, figli miei: non lasciatelo, pregate che il Padre vi lascia ancora lo Strumento! Io chino il capo! Figli miei, vi invito ancora ad essere Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma vi chiedo: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Sab. della 27° sett./B Lc. 11,27-28.>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è rimasto nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi, Paolo, cosa è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) sono poche righe il Vangelo di oggi, ma carichi di significato! A qualcuno che voleva mettere in evidenza il privilegio di chi ha portato in grembo Gesù e che lo ha allattato, Gesù risponde che noi dobbiamo guardare solo una cosa.. o meglio, noi dobbiamo ascoltare solo una cosa e poi metterla in pratica: la Parola di Dio, tutti senza distinzione! Ecco, è questo quello che mi ha colpito di più di queste poche righe del Vangelo, quasi come se la Mamma davanti a Dio fosse come tutti noi! Ecco, questo è quello che mi ha lasciato molto riflettere, e questo mettere anche in risalto l'umiltà della Mamma stessa che, mettendosi sul nostro piano, dice, fa capire a tutti “tutti noi, me compresa, dobbiamo ascoltare la Parola di Dio e dobbiamo metterla in pratica, anche se Io l'ho portato in grembo e l’ho allattato al mio seno(Piccolo Giovanni) tutti siamo strumenti nella stessa misura.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come tutti siamo mamme di Gesù! Basta solo non scartare i fratelli, non fare alcuna distinzione perché Dio non ne fa come avete ascoltato nella Parola!  (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora! (Paolo) vedi, Giovanni, questo fa pensare a tante cose, soprattutto fa pensare alle ingiustizie che si subiscono su questa terra, e fa pensare alla scala di valori che c'è tra noi uomini: le cariche, i primi posti, tutti i fratelli.. (Piccolo Giovanni) ..lasciamo stare queste cose: fermiamoci sullo Vangelo!(*) non voglio giudizi! (Paolo) no, non voglio darli nemmeno io, Giovanni! (Piccolo Giovanni) non offenderti, Paolo, fermiamoci sull'amore della Parola che hai letto! (Paolo) si, hai ragione! Tante volte.. (Piccolo Giovanni) ..il mondo ci trasporta! (Paolo) si, ci trasporta e ci induce.. (Piccolo Giovanni) ..voi guardate la Croce come Monte(??) e guardate tutti i fratelli abbracciati alla Croce: anche coloro che vogliono prendere i primi posti dovranno passare dinanzi alla Croce, perché avete un solo Dio, non ve ne sono altri! I poteri, le altezze del mondo non sono Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma com’è il cuore in questo giorno? (Paolo) è felice e triste nello stesso tempo, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) perché? (Paolo) perché sono.. sono felice per il cammino che noi abbiamo fatto assieme in questi cinque anni! Sono felice per tutti i traguardi che abbiamo perseguito perché Dio ce li ha chiesti! Sono felice, quindi, per tutto quello che è stato realizzato! (Piccolo Giovanni) e ne farete ancora di lavoro.. (Paolo) ..come vuole.. (Piccolo Giovanni) ..perché il Padre vi ha scelti per lavorare! (Paolo) si, come vuole Lui! (Piccolo Giovanni) basta l'ubbidienza: è quello che chiedo! (Paolo) si! E poi dicevo.. e anche un po' triste.. ma più che triste io direi che è nostalgico un po'. Quando penso a quel giorno della Processione, che ho assaporato semplicemente dopo, io, non in quella giornata; in quella giornata non mi rendevo conto di cosa si stesse facendo, però.. (Piccolo Giovanni) ..era ed è troppo grande da.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..comprendere! (Paolo) si, tutt'oggi noi non ci rendiamo ancora conto in pienezza di ciò che è successo quel giorno! (Piccolo Giovanni) non potete perché il Padre ancora non vi fa vedere.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che vi aspetta! (Paolo) qualcosina in più rispetto ad allora l'abbiamo dentro! Ecco, io, avrei voluto vivere quella giornata con il cuore che ho adesso! (Piccolo Giovanni) il tuo cuore è sempre lo stesso, è solo che l'hai vissuta a metà.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e l'altra metà la stai vedendo e continuerai come tutti gli altri a vivere per Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e a camminare sulla Via di Dio, perché Io vengo in mezzo a voi a portare la Parola di Dio, non vengo a portare altro (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) è chiaro, Giovanni! <2 colpi di tosse con una alitazione>  (Piccolo Giovanni) l'aspettavate la tosse? (Tutti) sì! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) e in questo giorno la Piccola Cocciuta non voleva donarvela! (Paolo) perché? (Piccolo Giovanni) perché ancora non è potuta(ha potuto).. fare il forno! Non ha ancora trovato la quiete in ognuno di voi e non voleva donarvi la tosse, ma il suo Cuore non ha retto e ve l'ha regalata! Dovete pensare che Io parlo attraverso lo Strumento: avete compreso questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e se bussa al Cuore del Padre può anche fermarla! ..non il Cuore di Dio, la tosse! Ma vi ama così tanto! Grida, ma non riesce a prendere il bastone ed alzarlo su di voi: alza solo il bastone dell'abbraccio della Croce come Maria! Siete gioiosi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora, Paolo! (Paolo) sai cosa mi hai fatto pensare con quello che hai appena detto? ..ehm.. che la Cocciuta non è solo uno Strumento(*).. non fa solo ciò che il Padre le comanda.. (Piccolo Giovanni) ..fa in pienezza la volontà di Dio! Tu cosa hai pensato? (Paolo) io ho pensato che lei può rivolgersi al Padre e quando chiede qualcosa il Padre soddisfa quella che è la sua.. la sua volontà! Lei non chiederebbe mai al Padre una cosa sbagliata o fuori dal Vangelo e quindi quello che lei chiede al Padre.. (Piccolo Giovanni) ..chiede solo di aiutare a donare sempre di più, senza tenere nulla per se, ad ognuno di voi e all'umanità intera! Vi ama, ma non vi offendete se di più ama e prega per i Figli Ministri e per il Papa! Ha donato il suo Cuore per i Figli Ministri e per ognuno di voi. Avete capito? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come è rimasto il tuo cuore, Paolo? (Paolo) oggi è scesa, a mio avviso, un'altra bella goccia! (Piccolo Giovanni) grande! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) grande! (Paolo) una goccia che ci fa capire ancora di più.. (Piccolo Giovanni) ..il Sacerdozio vivo di Dio! (Paolo) sì, è il progetto che stiamo.. che stiamo vivendo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e ne avete ancora da fare di.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..strada! È lunga, e il Solco è profondo, ma la Piccola Cocciuta vi porterà sulle sue spalle (Paolo) ma in questo periodo sta soffrendo parecchio? (Piccolo Giovanni) devo rispondere di si, ma per lei soffrire è gioire, perché ama così tanto il Padre da donare tutto quello che ha, e ama così tanto ognuno di voi e l'umanità intera! Ma anche quando soffre vedete il sorriso di Dio sulle sue labbra, perché sa donarvelo! È così? (Paolo ......) sì! (Paolo) ma poco fa.. (Piccolo Giovanni) ..ha voluto un po' innalzarmi come sacerdote! (Paolo) e ha detto anche poco, veramente! (Piccolo Giovanni) si è fermata! Si è fermata.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché il suo Cuore.. o il mio, non reggeva!(*) Si è fermata! (Paolo) lo sai cosa ho capito, Giovanni, in questo ultimo periodo?(*) ho capito che tante cose che apparentemente si fanno perché si pensa di essere buoni, non si devono fare perché non sono nel giusto il Vangelo, per far sì che gli altri comprendano che alcune responsabilità sono da dividere, come.. come dice il Vangelo, ognuno deve assumersi le proprie, non so se ho reso l'idea di quello che voglio dire! (Piccolo Giovanni) non so se i tuoi fratelli hanno capito! (Paolo) eh, lo so! Voglio dire che con i fratelli non sempre si deve accondiscendere a determinate situazioni, ma quando c'è da gridare per far capire loro che alcune cose vanno condivise, si deve gridare! (Piccolo Giovanni) quando si è nel giusto del Vangelo, si! (Paolo) ecco, questo.. adesso penso che abbiano capito! (Piccolo Giovanni) quando parlavo con la Piccola Cocciuta dicevo “tu che dici, hanno capito?”, e lei mi rispondeva “poco ci credo!”. Lo dico col sorriso sulle labbra (Paolo) lo dice sempre la Piccola Cocciuta, questo! (Piccolo Giovanni) “poco ci credo! Qualcuno avrà capito, ma quando usciranno non so se il poco che hanno capito rimarrà!” (Paolo) “mi chiederanno la stessa cosa” (Piccolo Giovanni) “e mi chiederanno di nuovo la stessa cosa”!(*) (Paolo) oggi.. (Piccolo Giovanni) ..e con santa pazienza Io a volte gliela ripetevo e a volte gridavo come fa la Piccola Cocciuta con qualcuno di voi, che non capite oppure volete fare non con il cuore ma con la mente! (Paolo) si! <2 colpi di tosse con doppia alitazione> e questo è sempre.. (Piccolo Giovanni) ..ve n’ha regalato un altro, e questo è sempre.. (Paolo) ..lo stesso tasto! (Piccolo Giovanni) e il tasto di Dio è uno solo: il Vangelo, che suona solo una musica, e lo Strumento suona solo quella musica: la musica del santo Vangelo. Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bene, vuoi dire qualcos'altro? (Paolo) voglio dire che sono molto felice oggi: sono felice di essere qua, sono felice.. (Piccolo Giovanni) ..e Io sono felice di avervi nel mio Cuore! (Paolo) anche noi, Giovanni, ti portiamo sempre con noi nel cuore, anche se viviamo dei momenti.. ognuno di noi vive dei momenti difficili nella vita, però poi ritroviamo sempre.. (Piccolo Giovanni) ..sono sempre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nei vostri cuori ad aiutarvi! (Paolo) si! Sono felice di avere dedicato questi cinque anni a Dio, e.. (Piccolo Giovanni) ..e Dio ti benedice come benedice ognuno di voi e l'umanità intera (Paolo) e mi dispiace perché forse avrei potuto fare di più! (Piccolo Giovanni) ora hai donato il tuo cuore a Dio, lascia che sia Lui a decidere! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e tu lavora! Ora voglio sentire il cuore di Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, anch'Io sono qui!(*) Maria si è unita: la mia Marì si è unita con la preghiera! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è in mezzo a voi spiritualmente, nell'amore!(*) hai perso la lingua? (Telesfore) sono emozionato! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) è perché la Cocciuta, o meglio dire, tu, mi hai fatto piangere! (Piccolo Giovanni) avete visto Telesfore piangere? (Paolo) dentro di sé forse.. (Piccolo Giovanni) Io l’ho visto asciugare le lacrime!(*) Perché hai pianto? (Telesfore) ho pianto pensando a ciò che la Cocciuta ha detto di te!(*) (Piccolo Giovanni) ha detto così: poco poco! (Telesfore) ha detto poco! Io poco poco conoscevo, adesso ancora di più (Piccolo Giovanni) e non conosci tutto quello che è nel suo Cuore! ..o meglio dire, nel suo petto!(*) chi segue la strada del Signore deve abbracciare la Croce, e così Io l'ho abbracciata, e così la Cocciuta l'ha abbracciata, e in questo giorno invito ognuno di voi ad abbracciarla! Ma state attenti e non gettarla per terra! Solo con la santa sofferenza si arriva a gioire! Hai capito, Telesfore? (Telesfore) sì, ho capito! (Piccolo Giovanni) e avete capito ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli! Vuoi dirmi qualche altra cosa? (Telesfore) si. Noi a volte, Giovanni, ci lamentiamo quando abbiamo un dolore: per esempio, ci fa male un braccio o una gamba, o lo stomaco, o magari uno stress di lavoro che non.. che.. però non conosciamo.. (Piccolo Giovanni) ..tu ti lamenti che dici che sei vecchio! (Telesfore) eh, ma questo.. ci sono vecchio! Sono come te: vecchierello!(*) (Piccolo Giovanni) come mi hai visto? (Telesfore) la prima volta? (Piccolo Giovanni) come mi hai visto? (Telesfore) bambino ti ho visto io! (Piccolo Giovanni) e in quello stesso modo sei tu e tutti quanti voi! (Telesfore) io mi sento bambino! (Piccolo Giovanni) e un bambino non può essere vecchierello! <si ride un po'> è contraddittorio! (Telesfore) eh, ma tu.. anche tu lo dicevi che eri vecchierello! <si ride un po'>  (Piccolo Giovanni) eh, ma vecchierello bambino! (Telesfore) eh, vabbè.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio è Bimbo e vuole essere cullato! (Telesfore) e quello che stavo dicendo che.. che noi ci lamentiamo, non riusciamo a sopportare un dolore, però se pensiamo a quello che deve subire Gesù, Maria, i Santi.. (Piccolo Giovanni) ..è lì che vi dovete fermare a guardare la Croce: quando c'è la sofferenza.. e il peso diventa più leggero! Padre Pio diceva sempre ”toglietemi tutto ma non toglietemi la santa sofferenza!“ Quando la Cocciuta mi diceva ”ma fermati, vai dal medico a controllarti“, Io gli rispondevo ”e dopo che ci sono andato cosa ho fatto?“. Il vostro medico è Dio. Non è che Io vi fermo da andare dal medico, ma l'unico medico che guarisce i vostri mali è il Padre! Metteteli tutti nel Cuore del Padre in questo giorno, tutti quelli che avete portato, ché tutti quelli che avete affidato alla Piccola Cocciuta, li ha già messi! E coloro che si sono uniti a questo santo giorno di preghiera, Dio va a visitarli e a donare ciò che è giusto nel Vangelo! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) bene! Ora vi chiederete perché la Piccola Cocciuta ha preparato questi tre altari con tre spighe e tre piccoli pani?(*) I tre altari capite bene cosa rappresentano! Il Pane, alla fine della preghiera ne prenderete un pezzettino per uno e lo mangerete, ma vedete alle vostre spalle un piccolo corridoio. Ora vi svelo cos’è! È il Fiume di Dio(*), e la Piccola Cocciuta vi farà camminare uno alla volta con la Croce!(*) è grande quest'altra goccia, Paolo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) per voi cosa rappresentava vedere questa striscia? (Paolo) io, memore degli insegnamenti, non me lo sono chiesto, perché avrei dovuto ragionare e dire una.. una cosa veramente terrena, e quindi meglio non.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio far costruire cose terrene alla Cocciuta? (Paolo) no, assolutamente! (Piccolo Giovanni) il Fiume di Dio! E pensare che la Piccola Cocciuta l'ha visto in una sua visione che partiva da un altro luogo, arrivando in questo punto! Per adesso avete questo: quando Dio vorrà arriverete a ciò che ha visto la Cocciuta nella visione che il Padre gli ha lasciato aprire la porta! (Paolo) ma dimmi una cosa, Giovanni! (Piccolo Giovanni) se posso! (Paolo) il forno non l'ha costruito perché non ha.. ha trovato in noi qualcosa che non.. (Piccolo Giovanni) ..ancora non ha trovato pace, amore e letizia ma solo gelosia! Voi sentite la Piccola Cocciuta tossire all'inizio della preghiera, e ci sono tre tipi di tosse, ed Io avevo spiegato ”quando non sentirete più la Piccola Cocciuta tossire, siete tutti arrivati a capire la grandezza che c'è nella Stanza“! Ancora la tosse la sentite, ma non la mia.(Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..all'inizio della preghiera, perché la mia, vi ho spiegato, che è l'Alito; e ancora in pienezza non sapete che cos’è! (Paolo) ma la relazione col forno, cosa vuole essere? come una specie di punizione? questo non ho capito io! (Piccolo Giovanni) non è una punizione: aspetta ancora che i vostri cuori si aprono di più al Padre! Dio non da’ punizioni, e la Piccola Cocciuta si guarda bene: la punizione che da’ lei sono le carezze, come le avete ricevute! È una punizione vera la carezza di Dio? (Paolo) eh, no di certo! Questo mi fa pensare che il forno deve significare.. (Piccolo Giovanni) ..non posso darti spiegazioni! (Paolo) ah, allora non.. (Piccolo Giovanni) ..fermati! Quando i vostri cuori saranno più quieti alzerà il dito e dirà ”adesso fatelo!(Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene! Vuoi dire qualche altra cosa in questo giorno? (Telesfore) questo giorno a me mi è sembrato di aspettarlo come l'abbiamo aspettato la prima volta, cinque anni fa! (Piccolo Giovanni) ed oggi sono cinque anni! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni ) e il 5 cosa rappresenta? (Telesfore) il 5 è il Bimbo! ..il compleanno di Gesù! (Piccolo Giovanni) è cosa.. il mio.. (Telesfore) ..il tuo compleanno! (Piccolo Giovanni) tanti auguri! (Telesfore) auguri! (Tutti) auguri! (Telesfore) ma.. cioè quello che volevo chiederti: ancora i misteri.. ehm.. sono partiti.. abbiamo preparato in questo giorno che ancora non riusciamo.. piano piano si devono.. (Piccolo Giovanni) ..povero figlio, la Cocciuta gli dice una goccia alla volta perché sennò questo se lo faceva scappare, e il diavoletto (è)pronto a mettere non solo il piede ma anche la coda! Non riusciva a capire cosa doveva fare.. ma con l'aiuto del Padre ci sei riuscito! (Telesfore) eh, quando dovevo fare gli altari facevo un pezzo per volta! (Piccolo Giovanni) perché aspettava l'ordine della Piccola Cocciuta e gridava pure! (Paolo) chi, lui? (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta per farlo capire! È vero? (Telesfore) ma è stato fatto secondo la tua volontà? (Piccolo Giovanni) secondo la volontà del Padre: come la Cocciuta ha visto (e)come il Padre gli ha ordinato.. (Telesfore) ..questo mi rende gioioso.. (Piccolo Giovanni) ..di fare! Bene! Ora Io vi devo lasciare, e vi lascio con l'Alito dello Spirito Santo <3 colpi di tosse con doppia alitazione> donandovi l'abbraccio della Croce, uno per uno, invitandovi a portarla e a tenere alto il santo Vangelo; e vi chiedo ancora di continuare col Rosario che vi è stato chiesto! Vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici; e vi chiedo con amore ”non abortite Dio ma fatelo crescere nei vostri cuori“, figli miei! E ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figli miei!(*) Madre, benedici!(*) E con l'ordine di Dio Io lascio scendere su di voi la benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo! Crescete nel nome del Signore, andate in pace e portate ovunque la sua Pace! Grazie, Figli, grazie Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, per il tempo che spendete: grazie, figli miei, vi sarà donato a larghe misure perché Dio vi ama, Angeli del Paradiso che state lavorando sulla terra per donare la Quiete di Dio!(*) Figli miei, vi amo! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci sempre nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del mio Cuore, grazie per tutto quello che avete preparato per il Cuore di Gesù e Maria: andate avanti, figli miei!

 

Alla fine della preghiera sono stati divisi in pezzi i tre pani posti sui tre altari.

Il Pane, poi, è stato distribuito a tutti i fedeli.

Al centro del giardino il Padre ha voluto realizzato un corridoio di mattonelle con agli angoli 4 lumini, e Giovanni ha spiegato che quel corridoio è il Fiume di Dio.

I fedeli sono stati invitati da Giulia, poi, a disporsi in fila per attendere il proprio turno per attraversare il corridoio, mangiando il Pane e recitando nel cuore il Padre Nostro, tenendo in mano il Bastone della Croce che utilizzava don Mario per le sue funzioni sacerdotali.

 

 

 

         7. Dom 12/10/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l’umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia del mio Cuore, prega e consola il Cuore di Gesù come tu sai fare nel silenzio dell'abbraccio della Croce di Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figliuoli del mio Cuore, vi invito alla preghiera costante; vi invito ad abbracciare ancora il Legno della Croce! Figliuoli del mio Cuore, Io come Mamma grondo lacrime di Sangue  per l'umanità intera, per i figli della perdizione: pregate ed invocate il Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Camminate sempre nel Solco dell'amore, figli miei, perché Io vengo in mezzo a voi in ubbidienza a Dio Padre a segnarvi la Via fatta di spine che porta al Cuore della Croce. Pregate per tutti i miei Figli Ministri, pregate per il Papa e non lasciatelo solo nell’Orto degli Ulivi: curvo porta la Croce per l'umanità intera e per ognuno di voi! Figli miei, Io sono la Mamma dell'Amore, la Mamma dei Dolori, e vengo in mezzo a voi ad invitarvi ad accogliere i Dolori di Gesù e ad essere mamme dell'unico tesoro che è il mio Gesù: accoglietelo nei vostri cuori, fatelo conoscere, amatelo, figli miei, perché è l'unica fonte zampillante che vi dona la vita eterna, figli, Discepoli, Colonne Suorine del Cuore della Croce! Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni! Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli, non vi è altra via all’infuori del mio Gesù, ed Io vengo in ubbidienza al Padre a portarvi la Parola viva. Figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, la mia Promessa viene da Fatima: si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio. Vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico: combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Figliuoli del mio Cuore, vivete in pieno il santo Vangelo, camminate sempre nel Solco divino di Dio che porta a gioire nel Paradiso del suo Amore, perché Dio è Amore. Amate, amate, amate, amatevi gli uni gli altri tenendovi abbracciati alla Croce del mio Gesù! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) ti è stata consegnata la spada, figlia, e in questo giorno l'hai poggiata? (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) il Padre ti consegnerà altre spade che trafiggeranno il tuo Cuore, vuoi ancora abbracciarle? (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) vedi, figlia mia, Gesù è triste perché l'umanità è sorda ed è cieca e ha bisogno del tuo aiuto e l'aiuto di ognuno di voi!(*) (Giulia) Mamma, poggiati quando vuoi su di me! Ma tu conosci il cuori dei miei figli: ancora sono deboli! Poggiati pure con tutto il peso sul mio Cuore! (l'Immacolata) figlia, il Padre ti ama e si poggia su di te e sui tuoi figli chiedendo la preghiera costante! In questi ultimi tempi pregate, pregate, pregate secondo le miei Intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata! Figli del mio Cuore, Io vengo in mezzo a voi a portarvi la Luce viva: non fatela spegnere ma sia sempre accesa nei vostri cuori con la preghiera del santo Rosario, l'ascensore che porta al Cuore del Padre. Figli miei, raccolgo i sussurri di ognuno di voi: nel giusto del Vangelo li consegno al Cuore del Padre, ma sappiate: nulla è nascosto dinanzi agli occhi di Dio, il Padre vede e sente i vostri cuori! Bussate nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso, figli miei! Ora volete ardere un po'?  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) L’Amore e la Pace del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a gioire nell’Amore pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e come Sacerdozio vivo ed eterno invito ognuno di voi a vivere la Parola, invito ognuno di voi ad accogliere l'unica Parola, l'unica Verità che scende dal Cuore di Dio in mezzo a voi e nel mondo intero. Dio vi ama e lascia scendere la sua misericordia infinita sull'umanità sorda e cieca, sull'umanità che si perde dietro le cose del mondo come polvere. Dio vi sta donando la Roccia che non vola via col vento; Dio vi sta donando il suo Amore e la vita eterna: il mondo vi offre la polvere che acceca i vostri occhi allontanandovi della Croce, allontanandovi dal Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna. E come Sacerdozio vivo ed eterno Io vi invito all'ascolto della Parola, a vivere per la Parola, ad amare con la Parola viva di Dio nei vostri cuori e a donarla ai fratelli che non conoscono l'Amore del Padre, ai fratelli che hanno smarrito la strada per tornare a casa. E voi che siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, portate sulle spalle il peso della Croce, portate sulle spalle l'umanità amando sempre, perdonando e usando carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera: donate ai vostri fratelli l'amore che Dio lascia scendere in mezzo a voi e nei vostri cuori, figli, ma combattete il nemico tenendo sempre alta la spada del santo Vangelo, la Parola viva di Dio, figli del mio Cuore! Tu, Cocciuta, dovrai soffrire ancora a causa del nome del tuo Gesù, ma non temere: va avanti, la grazia del Padre è su di te, figlia! (Giulia) mi inchino dinanzi alla volontà di Dio! Eccomi! (Piccolo Giovanni) ricordati sempre il tuo primo messaggio, figlia! Grida quando sei nel giusto del Vangelo e non temere niente e nessuno, figlia del mio Cuore! Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 28° sett./B Mc. 10,17-30.>  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, per volere del Padre sono ancora in mezzo a voi! (Paolo) e noi siamo felici di questo! (Piccolo Giovanni) lode al Padre per le sue meraviglie! Cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo di questo giorno? (Paolo) questa mattina, mentre ascoltavo il sacerdote che parlava del Vangelo, ho pensato alla famiglia, la Famiglia di Dio, e noi tutti sulla terra, noi tutti fratelli facenti parte di questa grande famiglia di Dio; e allora pensando alla famiglia ho capito in pieno il significato del Vangelo di questa mattina, perché in una famiglia ogni componente deve essere trattato allo stesso modo: ci sono.. (Piccolo Giovanni) ..Dio non fa alcuna distinzione! (Paolo) ci sono coloro che guadagnano, ci sono coloro che non guadagnano, ci sono quelli più intelligenti, quelli meno intelligenti, quelli che lavorano di più, quelli che lavorano di meno, ma alla fine in una famiglia quando si tratta di dividere qualcosa, ognuno è uguale agli altri al di la del lavoro che ha fatto, dei meriti che ha, devono essere trattati tutti allo stesso modo! (Piccolo Giovanni) dinanzi a Dio non ci sono piedistalli! (Paolo) si! Ecco che.. (Piccolo Giovanni) ..ed Io vi ripeto sempre: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto.. (Paolo) ..si!.. (Piccolo Giovanni) ..ma uniti nel Cuore di Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché la famiglia è nel Cuore di Dio, non vi sono altre vie, non vi sono altri luoghi. Voi siete riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo a pregare, non siete riuniti nel nome del mondo! È bello questo? (Paolo) sì, molto! (Piccolo Giovanni) e come Sacerdozio vivo ed eterno, vi ho indicato e vi indico sempre il santo Vangelo, il Cuore di Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la capanna! (Paolo) Gesù, per farci capire queste cose importanti ci parla di questi episodi del fratello ricco che gli rivolge la domanda di cosa dovesse fare per andare nel Regno dei Cieli. Dice “io ho osservato  tutti i comandamenti. Si, da bambino mi sono state insegnate tante belle cose, ed io sono sempre stato fedele a questa belle cose insegnate!” (Piccolo Giovanni) dimenticando la cosa più importante.. (Paolo) ..la cosa più importante.. (Piccolo Giovanni) ..donare tutto.. (Paolo) ..si, tutto.. (Piccolo Giovanni) ..come Gesù ha donato tutto.. (Paolo) ..ecco che allora.. (Piccolo Giovanni) ..per l'umanità intera, per ognuno di voi! Abbracciando la Croce ha donato tutto! (Paolo) si! Ecco che allora, questo fratello, è divenuto triste perché gli dispiaceva lasciare tutti i suoi beni, ma più che lasciarli, gli dispiaceva condividerli con gli altri, dividerli con tutti. Anche Pietro ha detto a Gesù “noi abbiamo lasciato tutto: abbiamo lasciato moglie, figli, lavoro, tutti i nostri beni e ti abbiamo seguito”, ma Gesù fa capire lui.. a lui che più che lasciare bisogna condividere con i fratelli tutto ciò che si ha.. (Piccolo Giovanni) ..hanno ricevuto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che spendete per Dio vi viene donato a larghe misure perché Dio è Padre e conosce i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera, ma l'umanità è sorda ed è cieca, l'umanità vede i tesori che stanno sulla terra non alza gli occhi al cielo a guardare il Tesoro più grande che Dio ha costruito per ognuno di noi! Le gioie del mondo passano, le gioie di Dio non hanno fine: è questo che deve ardere nei cuori di ognuno di voi, Dio è vivo e sempre!(*) (Paolo) è proprio così, Giovanni! Purtroppo.. (Piccolo Giovanni) ..ed è bello ciò che ho ascoltato nella predica del novello sacerdote: “dal concepimento siamo sempre di Dio”! (Paolo) si!(*) eh si, Lui ha voluto che nascessimo e siamo sempre di Dio! (Piccolo Giovanni) siamo noi a decidere se si vuole vivere per Dio o per il mondo! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) volete l'Alito? (Paolo) si! <2 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) dimmi ancora! (Paolo) il sacerdote, questa mattina, ha detto tante cose belle del Vangelo, però, poi io.. non lo so se adesso giudico oppure.. non vorrei commettere l'errore di giudicare, Giovanni.. ma non è un giudizio, non vuole essere un giudizio il mio, è solo una riflessione su ciò che ho ascoltato a messa.. ha detto, ripeto, tante cose belle, ma poi ha anche detto una cosa che mi ha lasciato.. diciamo, un pochettino perplesso.. perché, a un certo punto, io ho avuto l'impressione che lui si fosse reso conto di avere indotto i presenti ad agire affinché i loro figli si facessero sacerdoti e suore, aveva avuto lui questa impressione. E poi, avendo avuto questa impressione, ha detto loro “eh, che se.. intendiamoci bene, io non vi sto dicendo che vi dovete fare suore e vi dovete fare sacerdoti”, ecco.. allora, questa specie di retromarcia.. che mi ha lasciato un pochino.. dico “perché? non si potrebbero fare sacerdoti e suore tutti?” (Piccolo Giovanni) chiamati da Dio (Paolo) eh, chiamati da Dio, appunto, questo è! (Piccolo Giovanni) ognuno di voi ha un compito e Dio chiama a lavorare nella vigna: tu da sposo, altri sposi da Sacerdozi, e nella vigna ci sono tanti posti, ma la chiamata deve venire dal Padre. Vedi, la Piccola Cocciuta ama e prega per i sacerdoti, per coloro che hanno preso il cammino a servire il Padre, ma chi decide è Dio, e l'invito del sacerdote è stato semplice, sincero; è come gettare il seme, e come usavo dire Io “dove piglia, piglia”.. (Paolo) ..ah, ho capito.. (Piccolo Giovanni) ..ma pregate! Hai capito? (Paolo) si, si, ho capito!(*) ..è vero questo! (Piccolo Giovanni) voi pregate perché vengano operai a lavorare! (Paolo) ma Dio quando decide vede anche il cuore, la disponibilità di ognuno di noi? (Piccolo Giovanni) può non conoscerla? nulla gli è nascosto: conosce il cuore di ognuno di voi dal concepimento! (Paolo) si! <2 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) ed Io lascio scendere l'Amore del Padre con l'Alito della tosse! Non scandalizzatevi, figli! (Paolo) un'altra cosa bella che ho letto sulla sapienza, ecco.. quel concetto sulla sapienza mi è piaciuto molto. Il sacerdote diceva, questa mattina, parlando di sapienza, che quella più importante è la sapienza del cuore, e questo.. (Piccolo Giovanni) ..è quello che vi ripeto sempre! (Paolo) si! La sapienza del cuore, non c'è la sapienza degli intellettuali, la sapienza.. tutti gli altri tipi di sapienza non.. non sono importanti come quella del cuore! (Piccolo Giovanni) se non c'è il cuore che arde non c'è.. (Paolo) ..non c'è niente.. (Piccolo Giovanni) ..nulla,.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..tutto vola via come la polvere e rimane il vuoto! Essendoci la sapienza del cuore, c'è Dio! Chiaro? (Paolo) sì! Giovanni, ma.. non so se te lo posso chiedere: quel sacerdote come lo vedi tu? (Piccolo Giovanni) come Sacerdozio alzo le mani!(*) siamo fratelli dell'unico Amore del Padre, del Figlio dello Spirito Santo! Ho detto tutto! (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) e voi Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce, pregate per tutti i sacerdoti! in questo tempo rimanetegli vicino: il nemico vorrebbe far suo il Progetto di Dio! Pregate col santo Rosario.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..mettendoli sempre nel Cuore del Padre. E’ chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualcos'altro? (Paolo) ti ricordi quando prima ti scrivevamo le letterine per avere le risposte? (Piccolo Giovanni) ma la Piccola Cocciuta ha dovuto.. (Paolo) ..sospendere.. (Piccolo Giovanni) ..sospendere perché non veniva accettata la Parola di Dio! (Paolo) e questo.. (Piccolo Giovanni) ..e lei che non vuole trafiggere il Cuore del Padre, ha chiesto con amore di sospendere! (Paolo) io volevo dire che non c'è nemmeno la necessità di scriverlo, visto che possiamo parlare direttamente con lei che ha il tuo Cuore! (Piccolo Giovanni) per volere del Padre! (Paolo) si! In quanto poi a quelle.. a quei dispiaceri che tutti noi le abbiamo dato e le diamo, purtroppo.. (Piccolo Giovanni) ..lei accetta con amore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la sofferenza, non vuole donarla al Cuore del Padre, e il carico che porta lei nel suo Cuore.. (Paolo) ..ci soffre molto.. (Piccolo Giovanni) ..è sulle sue spalle! (Paolo) ci soffre molto.. (Piccolo Giovanni) ..ama così tanto Gesù, ama così tanto il Padre e il Cuore di Maria, da graffiarsi sempre le ginocchia usando la cordicella per consolare il Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Come Sacerdozio vivo posso dire queste cose, ma lei non ve le dice mai! (Paolo) eh, lo so! (Piccolo Giovanni) perché ama il silenzio e l'ubbidienza a Dio Padre, e quello che Io amo di più è la santa ubbidienza e la chiedo ad ognuno di voi, figli miei, come Sacerdozio vivo ed eterno! Abbracciate Eliseo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..fatelo dopo la preghiera! (Paolo e Telesfore) si! (Paolo) ieri la Cocciuta l'ha chiamato! (Piccolo Giovanni) è lui che ha chiamato! (Paolo) è lui che ha chiamato? non me ne sono accorto, l'ho sentita parlare al telefono con lui e pensavo che fosse stata lei a chiamarlo! (Piccolo Giovanni) ha bisogno delle vostre preghiere e del vostro sostegno! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) stategli vicino con la preghiera, figli!(*) Caro Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, per volere del Padre parlo ancora attraverso lo Strumento e sono in mezzo a voi! Tu cosa mi dici? (Telesfore) io dico che per volere del Padre, più di prima, sei sempre in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) lo sono come prima, lo sono sempre stato... <si perde qualche parola al cambio cassetta> ...di Dio, come Servo Inutile dinanzi al Legno della Croce!(*) dimmi! (Telesfore) io volevo chiederti qualcosa del Vangelo che non ho capito.. perlomeno non sono riuscito a capire, ma so che.. se posso chiederlo o mi prendo la cantata? (Piccolo Giovanni) quello che Dio dona si deve accogliere! (Telesfore) ehm.. quando parla che chi lascia padre e madre, famiglia, non so esattamente come.. riceve 100 volte tanto lui e i suoi cari.. (Piccolo Giovanni) e cosa non hai capito? (Telesfore) quello che io non ho capito.. se a quei tempi, o ai tempi di oggi è la stessa cosa, chi abbandona per seguire Gesù e abbandona i familiari, i cari, per seguire Gesù, e i cari, diciamo, non sono consapevoli di.. non accettano questa.. se vengono ugualmente ricompensati con le persecuzioni che quest'anima riceve per seguire Gesù! (Piccolo Giovanni) Paolo, glielo vuoi spiegare tu? (Paolo) io penso che abbandonare i cari non vuol dire staccarsene e lasciarli in mezzo alla strada privi dei fabbisogni necessari per poter condurre un'esistenza dignitosa! Vuol dire servire principalmente il Padre seguendo tutti i suggerimenti del Padre, che non lascia nel contempo nemmeno i cari di colui che lo segue, perché siamo tutti fratelli: sarebbe una discriminazione se lasciasse allo sbaraglio i cari per seguire Gesù! (Piccolo Giovanni) quando la Piccola Cocciuta è stata chiamata per servire Dio, ha abbandonato te? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) ha abbandonato i suoi cari? (Telesfore) no, i suoi cari non li ha abbandonati col cuore, però i suoi cari non erano d'accordo su questa scelta che lei aveva fatto: di seguire Gesù! (Piccolo Giovanni) neanche i cari di Gesù erano d'accordo delle sue prediche! “Vai”, gli hanno detto a Maria, “e portalo a casa”! (Paolo) ecco, lasciare i cari vuol dire non seguire tutti i loro propositi.. (Piccolo Giovanni) ..mettere al primo posto Dio! (Paolo) “Dio”, ecco, mettere al primo posto Dio e lasciarli nel senso di ignorare quelle loro decisioni che non sono nel giusto del Vangelo! (Piccolo Giovanni) Dio lascia libero ognuno di voi di lavorare nella vigna o di rimanere nel mondo! (Paolo) “nel mondo”, si! (Piccolo Giovanni) hai lasciato la tua casa per servire Dio? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) Dio è venuto ad abitare nella tua casa, ha piantato l'Albero della Croce per donarlo al fratello, elargire sempre di più l'Amore di Dio al fratello, il Pane vivo che scende dai Cieli! <3 colpi di tosse con una alitazione> (Telesfore) ieri.. (Piccolo Giovanni) ..hai capito? (Telesfore) sì, ho capito. Quello che adesso ho capito io.. che io.. faccio un esempio su di me come se era qualcun altro.. avendo trovato Gesù, seguendo Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..quale tesoro.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..cercate? (Telesfore) è un Tesoro grande, e di questo Tesoro.. (Piccolo Giovanni) ..non ha limiti! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) non è grande: non c'è misura che possa misurare l'Amore di Dio! (Telesfore) e di questo Tesoro che io ho accolto, anche i miei cari ne hanno la loro parte anche se.. (Piccolo Giovanni) ..ti invito a pregare per i tuoi Cari, come sempre! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) non sia triste il tuo cuore, ma ti invito a pregare! Chiaro? (Telesfore) chiaro! E quello che volevo chiederti.. ieri hai parlato di due alberi: uno è qua e l'altro albero? (Piccolo Giovanni) aspetta i tempi di Dio! Ricordati che solo Dio conosce l'ora e il giorno! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) vedi, sono passati cinque anni! (Telesfore) eh! ..il 5!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) voglio dire che in quei.. cinque anni fa, quando siamo partiti per la Grande Processione, io.. a me sembrava che ero.. camminavo dall'alto, o meglio dire.. eravamo tutti che camminavamo dall'alto guardando verso il basso. Però nessuno di noi si è reso conto.. si sentiva soltanto pace, però anche tristezza! (Piccolo Giovanni) la Pace di Dio era ed è nei nostri cuori, la tristezza è vedere il mondo con la porta chiusa dinanzi a Dio! È per questo vi invito sempre a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici: coloro che trafiggono il Cuore di Dio e il cuore di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, che col suo “sì” vi ha accolti dinanzi ai piedi della Croce, e noi abbiamo portato la Croce da Sant'Elia, camminando lungo le vie del mondo, arrivando alla Stanza viva del Cuore del Padre! E Dio ci ha donato il suo Pane come ve l'ha donato nella giornata di ieri! L'avete accolto il Pane? (Telesfore) si, io l'ho tenuto a lungo nella mia mano fino alla fine.. quasi alla fine della preghiera; e mentre lo tenevo lo sentivo battere, pulsare (Piccolo Giovanni) è Dio che batte col suo Amore e la sua Misericordia Infinita per l'umanità intera: per i suoi figli!(*) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) stavo pensando a quella Processione! ..e in particolare, quando stavo tornando a casa, sull'autostrada sono stato sorpassato da una macchina con la Croce grande sopra, e mi è rimasto scolpito sopra la.. nella memoria, questo.. come una fotografia! (Piccolo Giovanni) l'unica vostra salvezza.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è la Croce! (Paolo) e poi stavo pensando a quella Croce che io avevo costruito con le lucine dentro, che mio figlio ha fulminato prima ancora che le usassi! (Piccolo Giovanni) ma è rimasta sempre! (Paolo) eh, la devo mettere a posto; tu me l'hai detto tempo fa di.. di rimetterla a nuovo ma non.. devo, devo farlo questo al più presto! ..con le lucine come l'avevo fatta prima! (Piccolo Giovanni) ce l'hanno tutti conservata.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e la grande Croce l'avete nella Stanza! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bene! Ora vi invito ancora una volta a camminare nel Solco e a tenere alto il santo Vangelo e a vivere solo per Dio. Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore e pregate, pregate, figli, perché ancora i flagelli scendono sull'umanità; con la preghiera salda potete fermarli invocando Dio come vostro Papà. Pregate, pregate, pregate, figli! Cosa vuoi fare? (Telesfore) consoliamo il Cuore di Maria al 5º anno della Stanza di Gesù! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> (Piccolo Giovanni) figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO!(*) Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere ancora una volta la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! E come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Andate nella Pace di Dio e portatela ai vostri fratelli, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma ricordate sempre: tenete alto il santo Vangelo! E ricordate di avere un Papà che aspetta i cuori di ognuno di voi. Figli, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure. Nell'Amore Pieno lodiamo il Cuore di Dio!  (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, siate benedetti, Pargoli del mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno! (Giulia) grazie!

 

 

         8. Giov 16/10/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia, immolati ancora per l'umanità tutta;  immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia, consola il Cuore di Maria che gronda Sangue nel vedere i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità intera, e come Mamma solleva il velo ma ha bisogno dei vostri cuori, ha bisogno delle vostre preghiere pulite e offerte col cuore! Figlia mia, ti chiedo ancora una volta di pregare e di immolarti per il Papa e per tutti i miei Figli Ministri; col cuore chiedo ad ognuno di voi la preghiera masticata, e masticarla significa farla uscire dal cuore: lentamente! Figliuoli miei, parlare con Dio non significa correre, ma fermarsi e parlare col Padre: “Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con te..”, e fermarsi e masticare essendo un'unica voce e un unico Cuore tra di voi e con Dio, perché siete la famiglia di Dio. Ripeto sempre: i piccoli Giovanni all'ultimo posto, ed essendo all'ultimo posto si ha un'unica voce. Masticate l’Ave Maria per arrivare a gioire nel Cuore del Padre, figli, lo dico a voi che siete qui riuniti, lo dico mondo intero; a voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, dove Io mi poggio perché ho bisogno del vostro aiuto. Vi ho chiamati per lavorare nella vigna, figli: ascoltate sempre la voce del Padre che vi chiama per nome “figli, venite perché ho bisogno di ognuno di voi. Venite e fate festa e prendete parte alla mia gioia”, figliuoli, ma vi chiedo ancora di pregare per la pace. Pregate per la pace! Pregate per la pace e state attenti al nemico! Io vengo attimo per attimo a ricordarvi sempre queste cose perché vengo solo per volere del Padre a portarvi la verità, l'amore e la quiete. Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora abbracciare con me i Chiodi? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) mi fa male il Cuore in questo giorno donarti altre sofferenze, figlia, ma ho bisogno di te! (Giulia) Gesù, io non sto soffrendo, ti sto donando solo il mio amore! (Gesù) ah, figlia mia, se l'umanità intera mi offrisse il tuo amore i flagelli si fermerebbero! (Giulia) mi inchino dinanzi al tuo Cuore, Gesù, perché io non so dare nulla! Posso darti solo le mie mani! (Gesù) Vieni e uniscile alle mie per i flagelli che stanno scendendo in questo istante!(*) <1º grido> (*)sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) non ti vedo, dove sei? (Gesù) sono dinanzi a te, figlia!(*) (Giulia) sei coperto di Sangue, Gesù! (Gesù) figlia mia, è il Sangue dei flagelli!(*) (Giulia) Gesù, dimmi, cosa posso fare? (Gesù) non ti è rimasto nulla, figlia! Sei uno strazio: prega come tu sai fare nel silenzio della Croce, ed invita i tuoi figli alla preghiera fatta col cuore, perché Io chiedo solo i cuori di ognuno di voi e nel mondo intero! Figliuoli miei(*), ma come sul Legno della Croce, Telesfore, ti chiedo da bere: ho sete!(*) <Telesfore gli porge l'acqua nell'ampollina> Il mio Cuore gronda Sangue in questo giorno, e la mia sete siete tutti voi e l'umanità intera che vedo che va alla perdizione! Figli del mio Cuore, immolatevi, fate penitenza e consolate il Cuore di Maria; e vi chiedo ancora una volta: pregate per la pace! Pregate per la pace! Pregate per la pace, perché il mondo non è in pace con Dio, figli miei! Piccola Cocciuta, vuoi unire ancora una volta le tre mani alle mie mani? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) abbracciamo i Chiodi per la Chiesa tutta! <2º grido> (*)sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, sei ancora coperto di Sangue! (Gesù) lo sei anche tu, figlia del mio Cuore! (Giulia) perché sei così triste, Gesù? ho sbagliato qualcosa io? sono io a sporcarti di Sangue, Gesù? (Gesù) no, anima mia! Mi offrite gioie mentre vengo a visitarvi e a portare il mio Amore, perché almeno voi mi accogliete, vi fermate ad ascoltare la Parola, ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi; e vivere il Vangelo è lavorare nella vigna, accogliere la Parola viva di Dio: farla crescere nei vostri cuori e donarla al mondo intero e camminare sempre nel Solco santo, l'unica Via Stretta che porta a gioire nel Cuore del Padre! Il mondo è diventato una via larga dove non c'è posto per me! Almeno voi fate festa, gioite quando vengo a visitarvi e a portare il mio Amore, la mia Pace, la mia Quiete e la mia Croce, perché non c'è vita eterna, non c'è salvezza senza la Croce! E ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore! E col Cuore grondante di Sangue vi ripeto ancora una volta di pregare per il Papa e di stargli vicino nell'Orto degli Ulivi: non lasciatelo solo in questo tempo, figli miei! (Giulia) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati nel mio Cuore!(*) Gesù, tu conosci quello che arde dentro di me: lo offro al tuo Cuore di Padre Misericordioso, ma sia fatta la tua non la mia volontà! Come serva inutile, io mi poggio sui tuoi piedi, Gesù, donandoti tutti i miei figli! (Gesù) figlia mia, Io ti rispondo Amen e ti invito ancora a portarli sulle tue spalle nel Fiume del mio Amore, ma in questo giorno vi chiedo solo di pregare! Pregate! Pregate e donatemi il sì pieno! Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore; amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Pace e la Quiete, e nella Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi per volere di Dio Padre! Ma anch'Io ti chiedo da bere, Telesfore!(*) Dio ha sete, ha sete di anime, ha sete dell'amore dell'umanità intera; e nel vedere l'umanità che si perde, Dio chiede l'acqua del vostro sì, l'acqua del vostro amore! In questo giorno è una goccia che scende in mezzo a voi, nel chiedere, Dio, l'acqua. Figliuoli, come Sacerdozio vivo ed eterno vi ricordo che il Parto è vivo, è in mezzo a voi ed è pieno, e vi ricordo sempre di stare attenti al nemico. Non lasciatevi confondere ma aprite sempre di più i vostri cuori all'unica Fonte Viva che è Dio, l'unica Fonte Zampillante, l'unica Roccia che non vola via col vento, ma rimane. Tutto passa: i discorsi, le promesse; ciò che rimane è la promessa di Dio, la Parola di Dio “aspettatemi, Io verrò”. Vi chiedo solo di essere vigilanti e di aspettare Dio che viene a liberarvi, Dio che viene come Porta aperta per farvi entrare nel suo Cuore; e non prostratevi a dei sconosciuti: in molti avanzeranno in questi ultimi tempi dicendo “ecco, io sono gesù”, ma sappiate bene che Gesù arriva nel silenzio portando la Croce e la santa sofferenza. Dove c'è rumore non c'è Dio: ricordatelo, ve l'ho sempre detto e ve lo ripeto ancora. Io come Sacerdozio vivo ed eterno ho messo il mio Sigillo e ho donato la mia vita per ognuno di voi, nel lasciarvi la Stanza dell'Amore che il Padre ha lasciato scendere! Sarete perseguitati come lo sono stato Io, ma non temete niente e nessuno: andate avanti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, voi che siete qui riuniti e i figli che si uniscono, voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore dell'unica Croce di Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore, ma per un solo istante la Piccola Cocciuta assaporerà la mia salita al Cielo!(**) <per qualche minuto Giulia rimane esanime seduta sulla poltrona> ecco, ve l'ho ridonata; il suo desiderio era rimanere un po' nelle braccia del Padre, e il Padre l'ha accontentata! Ma ora vi chiedo, figli, avete vissuto il Vangelo di questo santo giorno? <giov. 28° sett. T.O./B Lc. 11,47-54> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, sono ancora in mezzo a voi nella gioia di vedervi e nella tristezza di non vedere l'umanità nel Cuore di Dio! (Paolo) anche noi siamo felici di essere qua con te! (Piccolo Giovanni) siate benedetti, figli miei! Avete seguito il Seme che Io ho gettato nei vostri cuori per portarvi al Padre: non perdetelo e state attenti al nemico in questi ultimi tempi! Sono gioioso nel vedervi; sono gioioso nell'essere in mezzo a voi, ma il mio Cuore gronda Sangue, come Sacerdozio vivo ed eterno, nel vedere tutti i flagelli che scendono, e senza il vostro aiuto non posso fare nulla! Ma ora dimmi: cosa è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) nel Vangelo di oggi, Giovanni, Gesù lancia un messaggio molto chiaro, ponendosi al di sopra, e della gente comune, e di coloro che si erigono a maestri degli altri, come gli scribi e i farisei che tentano in ogni modo di farlo inciampare sulle sue stesse parole. Ehm.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio.. (Piccolo Giovanni e Paolo, contemporaneamente) ..inciampare? (Paolo) e Gesù ripete due volte un'espressione molto significativa “guai a voi”, e qui c'è da riflettere parecchio. Si riferisce a tutti coloro che costruiscono i sepolcri per i profeti che sono stati uccisi.. sono stati uccisi dai padri di questi figli che adesso continuano l'operato errato dei loro familiari, costruendo, appunto, i sepolcri ai profeti. E.. (Piccolo Giovanni) ..è come dire “la storia si ripete” (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Dio manda le creature a portare la Parola di Dio, le creature non vengono uccise con la spada ma vengono uccise con le parole! E chi di voi vuole intendere, intenda! (Paolo) le parole uccidono più della spada, Giovanni, quando.. (Piccolo Giovanni) ..è come mettere dinanzi ad una creatura che porta la Parola di Dio, una spada a due tagli! (Paolo) Giovanni, a me ha fatto riflettere parecchio anche la seconda parte del Vangelo. Gli scribi che buttano.. che tolgono la chiave della scienza e non entrano né loro, né fanno entrare coloro che vorrebbero entrare. Io l'ho interpretata in questo modo: questi  dottori della legge che dovrebbero essere da guida a tutti i fratelli, e quindi da guida del Vangelo, non lo sono, e quindi non solo loro non entrano nel Regno di Dio, non camminano nel Solco, ma con i loro insegnamenti sbagliati inducono anche coloro che avrebbero bisogno di una guida sana, di una guida vera, a non entrare nel Solco di Dio. Io non lo so se l'ho vista bene oppure.. (Piccolo Giovanni) ti ho lasciato parlare, come Sacerdozio alzo le mani e lascio sempre al Padre.. perché solo Lui può giudicare! Tu hai parlato, hai detto quello che era rimasto nel tuo cuore, perché sono stato Io a chiedertelo, ma dobbiamo lasciare al Padre: non hai sbagliato, è a Lui che dobbiamo lasciare il tutto! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) si! ..perché, Giovanni, vedi, io questo atteggiamento lo noto anche oggi! (Piccolo Giovanni) alziamo le mani, gli occhi e il cuore a Dio implorando sempre Misericordia: è quello che ci rimane da fare; Dio è in mezzo a noi, Dio parla, ma l'umanità è sorda ed è cieca, l'umanità non vuole ascoltare. In pochi ascoltate la Parola viva, la raccogliete nei vostri cuori, cercate di donarla, ma cosa trovate dinanzi a voi? IL MONDO SORDO E CIECO!(*) ma voi andate avanti, non fermatevi, siete i miei discepoli, siete stati scelti uno ad uno e la mia Promessa è che ognuno di voi vedrà il Cuore di Maria trionfare, e i vostri Nomi sono scritti nei Cieli, e non dovete temere l'uomo ma Dio, e come servi inutili stare sempre dinanzi alla Croce, vigilanti, aspettando il giorno e l'ora in cui il Padre verrà, perché nessuno conosce né l'ora e neanche il giorno, ma i vostri cuori devono essere sempre accesi nella fede, nell'amore, nella speranza! “Io verrò”, e la Parola di Dio non si cancella come quella degli uomini, non cambia come cambia la parola dei Grandi del mondo! Dio viene a portare la pace, ma quella vera, non le strette di mano dei Grandi che portano la guerra e la morte! Dio viene a portare la vita e la vita eterna: chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) ripeto ancora una volta, sono gioioso nell'essere in mezzo a voi ma il mio Cuore gronda Sangue: pregate secondo le mie intenzioni di Sacerdozio vivo ed eterno, pregate per il mio popolo, e vi chiedo ancora una volta: non fateci usare, pregate per il fratello Domenico e pregate per la mia Marì e la sua piccola capanna! L'affido nelle vostre mani, figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Chiaro? (Tutti) sì! ......... (Piccolo Giovanni) ..Dio non si dimentica dei suoi figli! ......... “Dio”, “Papà” ......... ..di tutto quello che ci dona.. ..nella sua Misericordia Infinita! ......... siate sempre vigilanti e non spegnete mai la lucerna dei vostri cuori. Sappiate che l'unica Fonte viva e vera è il Vangelo, è il Solco che ho segnato per ognuno di voi, figli miei! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> ......... ..voi sentite e vedete attraverso lo Strumento.. ..una sola goccia! ......... ..è così piccolo, ma sta portando via molti Figli Ministri e molti piccoli Giovanni! ......... come ho detto alla mia Marì “fare la retromarcia”: parlare quando c'è l'ascolto! Quando non si vede l'ascolto, fare la retromarcia e non gettare le perle ai porci! ......... ..bene! Telesfore! (Telesfore) eccomi! <2 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) eccomi, anche Io sono qui ad abbracciarvi ancora, a donarvi il mio Amore di Sacerdozio vivo ed eterno, e a lasciarvi i miei Dolori per l'umanità che trafigge il Cuore del Padre!(*) dimmi, Telesfore! (Telesfore) forse siamo anche noi un po' che ti facciamo soffrire! (Piccolo Giovanni) voi mi date gioia: se l'umanità intera mi offrisse ciò che mi offrite voi, i flagelli non scenderebbero più! (Telesfore) ma noi potremmo fare ancora di più!(*) (Piccolo Giovanni) allargo le braccia e vi chiedo solo di lavorare nella vigna, e dopo il lavoro, come servi inutili dire “eccomi, Padre, fa di me quello che voi”! <3 colpi di tosse con una alitazione> chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) il mio Cuore gronda Sangue, ma anche se gronda Sangue lascio scendere l'Alito su di voi, figli miei! E se avete notato, la Piccola Cocciuta, ancora è nella fase della mia salita al Cielo!(*) ma dimmi! (Telesfore) guardando, i tuoi occhi mi ricordano la tua salita! (Piccolo Giovanni) ed Io vi guardo sempre con gli occhi dell'Amore che il Padre mi ha donato in quell'istante! (Telesfore) i tuoi occhi sono raggianti: emanano raggi di luce! (Piccolo Giovanni) è Dio che dona la luce e il suo Amore, la sua Misericordia Infinita per ognuno di voi, per l'umanità intera, senza fare alcuna distinzione! Ma dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) io, il mio cuore non lo conosco; sento gioia e sento tristezza, ma pensando alla tristezza.. la tristezza forse più dolorosa è quando si ricevono delle umiliazioni, persecuzioni (Piccolo Giovanni) le umiliazioni servono per la vostra santificazione! (Telesfore) però.. (Piccolo Giovanni) ..e se non si è perseguitati non si è sulla strada di Dio! (Telesfore) però allo stesso.. allo stesso modo come si ricevono umiliazione, si accende una fiammella nel cuore che arde. Io non riesco a capire la fiammella che arde e la gioia che si prova!(*) (Piccolo Giovanni) cosa volevi dire?(*) perché hai fatto un discorso per dirmi un'altra cosa?(*) (Telesfore) ma io ho fatto il discorso per riferirmi alle umiliazioni, o meglio dire, a vedere in questi giorni la sofferenza degli altri! (Piccolo Giovanni) di chi? (Telesfore) la sofferenza del tuo confratello Giuseppe! (Piccolo Giovanni) vi avevo già avvisato di non lasciarlo solo e di pregare restandogli sempre vicino! È un fiore che dovete scoprire petalo per petalo, e il fiore non si lascia morire, ma si innaffia con l'amore e restandogli vicino! (Telesfore) bella questa frase: “un fiore che scopriremo petalo per petalo”! (Piccolo Giovanni) ma pregate, pregate per lui come per tutti i miei confratelli, mettendo nel Cuore del Padre! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) è che quando una persona ti ama, o che tu ami, si scopre quando.. non diciamo tardi, perché non è mai troppo tardi, però, sempre verso la fine!(*) (Piccolo Giovanni) per questo Io vi dico amatevi gli uni gli altri, tenetevi per mano e siano le vostre mani legate alla Croce, perché l'amore viene rimanendo uniti al Legno della Croce e camminando nel Solco. Sia la vostra mano legata alla mano di Dio per donarla ai fratelli e all'umanità intera, figli miei, ma non dimenticate mai di tenere sempre alto il santo Vangelo: la Parola viva: l'unica Parola! Ed Io vengo a portarla in mezzo a voi per volere del Padre, e come Sacerdozio vivo ed eterno sono all'ubbidienza di Dio e chiedo ad ognuno di voi di rimanere nell'ubbidienza, nell'amore, nella carità e nella pace di Dio perché siete la famiglia unita alla Famiglia di Dio! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene! Cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) a volte, qualcuno quando mi chiama, si.. si raccomandano di abbracciarti: te e la Corte Celeste, come anche oggi (Piccolo Giovanni) e come Sacerdozio vivo ed eterno abbraccio all'umanità e tutti i figli, uniti(o) alla Corte Celeste, senza fare distinzione, perché tutti siete figli dinanzi a Dio, e la misura di Dio è una sola! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) abbracciali, e accogliete tutti i figli che abbracciano me e la Corte Celeste nel vostro abbraccio, perché ci sono Io nell'abbraccio di ognuno di voi, portando il mio Cuore che gronda Sangue per amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora siete pronti per accogliere l'Amore di Dio che è vivo e reale in mezzo a voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e preparate i vostri cuori! Io lascio scendere ancora l'Alito dello Spirito Santo su di voi! <6 colpi di tosse con una alitazione> figli miei, preparate i vostri cuori perché il Banchetto è vivo, è in mezzo a voi, e Dio ha sete e fame del vostro amore, dell'amore dell'umanità intera! Per un solo istante rimanete nella quiete, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio! Figli, venite tutti a fare festa! Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Ecco lo Sposo che avanza: venite tutti a fare festa, figli del mio Cuore! Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) sono bello perché amo, e chiedo ad ognuno di voi di amare: così i vostri volti saranno raggianti come è raggiante il Cuore di Dio! Vieni!......... Paolo! (..... e Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, sono in mezzo a voi vivo e reale nel Cuore del Padre, e chiedo ancora una volta: chi cercate?  (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi cercate? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi cercate? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) e vi chiedo: mi amate? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donate il mio Amore all'umanità, perché Io lo consegno a voi donandovi il mio Sangue e la mia Carne! Ora non comprenderete ciò che sto dicendo in questa serata, e non potete comprendere neanche il Dolore che vedete attraverso la Piccola Cocciuta: è il mio Dolore e lo sta vivendo in pieno nelle sue carni! Cosa vuoi dirmi, Telesfore? (Telesfore) non ho capito la domanda.. la.. le ultime parole! (Piccolo Giovanni) “lo sta vivendo in pieno nelle sue carni” (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) perché mi guardi, Paolo? (Paolo) perché il tuo Dolore mi fa riflettere su tante cose!(*) (Piccolo Giovanni) l'umanità dovrebbe fermarsi dinanzi ai Dolori di Dio(*), mentre l'umanità corre per passare dinanzi a Dio, e un Papà come non può soffrire? E in questa serata state assaporando in pieno il Dolore, ma il peso più grande lo porta sempre la Piccola Cocciuta, per ognuno di voi e per il mondo intero!(*) Volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <3º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? (Paolo) la Croce! ......... volete portarla? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e chi mi ama prendere la propria Croce e mi segua! Quale pezzo volete?(**) Cosa c'è ancora?(*) Cosa vedete ancora?(*) (Telesfore) sembra un fiore! (Piccolo Giovanni) è sempre la Croce! <Giovanni indica con il dito dove è posizionata la Croce sul piattino> ......... la consegniamo ai vostri fratelli in questo giorno!(*) Avete sete come ho sete Io? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete bere? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) <versa un po' di acqua sulle nostre mani> (Piccolo Giovanni) vedete, l'umanità ha bisogno della mia Acqua!(*) ..e si è formato il Solco lasciando la goccia: l'avete raccolta voi altre volte, adesso è rimasta la goccia e il Solco sull'Altare del Sacrificio, e questa è un'altra goccia per voi che dovete raccogliere e portare nei vostri cuori ovunque andate! Paolo, cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) penso.. (Piccolo Giovanni) ..al mistero di questo giorno? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) è grande.. (Paolo) ..sì, e noi non.. (Piccolo Giovanni) ..e vi invito solo a pregare secondo le mie intenzioni! (Paolo) noi non riusciamo a capire, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è troppo grande, ma presto capirete perché il Parto è ormai pieno, è in mezzo a voi ed è vivo!Ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ....., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose!(*) Vedete, sono rimaste due gocce!(*) Padre, Io ti chiedo ancora una volta di ascoltare la mia preghiera! I tuoi Discepoli stanno lavorando: assistili col tuo Amore e la tua Misericordia Infinita!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre! Ecco, figli, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori; la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Non temete, sono andato a visitare e a donarmi ai propri cari e a coloro che mi avete portato nei vostri cuori, figli!(*) vi invito solo a vivere la Pasqua del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna. Vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico. Dio è vivo, è reale e in mezzo a voi, non uccidetelo. Quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore, non abortitemi, figli del mio Cuore!(*) Quando vi chiedo di non abortirmi, non abortite neanche fratelli che vi tendono a mano chiedendo il vostro aiuto, perché è Gesù che vi chiede di vivere attraverso il fratello! Amate sempre, perdonate, usate carità verso tutti, e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Ricordatevi sempre del mio Amore di Sacerdozio vivo ed eterno come Io l'ho ricordato dinanzi al Padre portandovi nel mio Cuore, così anche voi fate con i vostri fratelli: al primo posto i vostri nemici, figli! E con questa gioia, con questo dolore nel Cuore che gronda Sangue, vi invito sempre a stare legati alla Croce perché è la vostra unica speranza. Quando siete deboli prendete forza stringendo il Legno. Hai capito, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi? (Paolo) voglio dirti che tutto quello che tu stai dicendo lo vivo di giorno in giorno: non vedo altro che la tua Luce nel mondo! (Piccolo Giovanni) è Dio la Luce, e voi siete stati scelti per raccoglierla e donarla come Discepoli della nuova Chiesa che è Maria, che è viva e cammina dinanzi a voi segnando la Via per portarvi al Padre! E con questa gioia di una Mamma che abbraccia l'umanità e, curva, prega, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figli, andate nella Pace di Dio e portatela ovunque poggiate le vostre mani, non fermatevi, andate avanti, perché Dio abita dentro di voi e la sua grazia è su di voi, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porterai per molto tempo i Dolori vivi, ma non temere, vai avanti perché il Padre ti ha mandata per questo. Porta ancora nel Fiume di Dio l'umanità e i tuoi figli, e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ma ora sono stanco e voglio riposare nella culla dei vostri cuori: mi fate riposare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi cantate la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna>(Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che mi offrite. Mi inchino dinanzi alla volontà del Padre, mi inchino dinanzi al suo Amore perché mi fa vivere nei vostri cuori, mi fa gioire nello stare con voi e fare festa! Figli miei, vi chiedo ancora una volta: pregate per la pace, pregate per la pace, pregate per la pace! Hai saputo raccogliere, Telesfore, il Cuore di Dio!(*) (Telesfore) non capisco! (Piccolo Giovanni) cosa hai fatto poco innanzi? (Telesfore) era diviso e l'ho messi uniti! <aveva raccolto e messi insieme i due pezzi di Pane staccati dall'Agnello Immolato> (Piccolo Giovanni) l'hai saputo raccogliere! Tu cosa pensi?(*) cosa è passato nelle vostre menti? Dio cade per terra? (Paolo) ho pensato che volesse verificare.. anche se Lui non.. non ne avrebbe bisogno di farlo, no, però ha voluto far vedere ai nostri occhi e farci vivere col nostro cuore il momento di raccoglierlo in alcuni attimi in cui ci fa sembrare che possa trovarsi in difficoltà! (Piccolo Giovanni) attraverso il fratello!(*) Se tu vedi Natanaele cadere, cosa fai? (Paolo) lo prendo! (Piccolo Giovanni) e tu cosa hai fatto? (Telesfore) l'ho preso! (Piccolo Giovanni) quando si presenta dinanzi a voi un fratello, raccoglietelo come avete fatto con me, perché ci sono Io!(*) dillo a voce alta! (Natanaele) si! (Piccolo Giovanni) perché Io leggo dentro il cuore, ma i fratelli vedono solo le tue labbra che si muovono! Hai capito? (Natanaele) si! (Piccolo Giovanni) ed ora, nel muovere le labbra vogliamo legare la Catena santa(*) e innalzare al Padre tutto il nostro amore con la sua preghiera? lo vogliamo fare? (Tutti) sì! <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. E in questi ultimi tempi ripetetelo copioso ”non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. State attenti al nemico, figliuoli del mio Cuore! Io vi dico grazie per tutto l'amore che mi offrite: andate nella Pace di Dio, portatela al mondo e accogliete tutti i figli che si presentano dinanzi a voi, perché voi siete miei Discepoli, le mie Colonne e le mie Suorine, sigillati col Sigillo della Croce! Figli del mio Cuore(*), grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure! Figliuoli del mio Cuore, siate benedetti ora e sempre! La Piccola Cocciuta porterà i Dolori del mio Amore nel salire al Padre! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Aspettatemi, Io verrò ancora a portarvi il Pane vivo dei Cieli, ma il peso della Piccola Cocciuta sarà ancora più grande. Ora Io vi saluto nell'abbraccio della Croce e portando con me la Piccola Cocciuta, ma non temete, tornerà con voi!(***) <Giulia si accascia a terra esanime per molti minuti> ora ritorna tra i tuoi, figlia!

 

 

         9. Dom 19/10/2003, ore 15.25, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l’umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia mia, consola ancora il tuo Gesù nell'abbracciare in pieno il Parto vivo della Croce per l'umanità che ha dimenticato di avere Dio. Figlia mia, prega come tu sai fare nel silenzio della Croce. Prega e invita i tuoi figli a pregare per la Pace affinché nel mondo intero scenda lo Shalom del Cuore di Dio, figlia del mio Cuore Immacolato e Addolorato, addolorato nel vedere i miei figli perdersi. Io sono Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori, e ho abbracciato ognuno di voi ai piedi della Croce guardando il mio Gesù che si donava per amore, per ognuno di voi e per il mondo intero! Figli miei, vi invito ancora a pregare, ad amare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici; ricordate, figli, che dinanzi a Dio siete un’unica famiglia, e non c'è alcuna distinzione. Amatevi gli uni gli altri, donate a Dio il vostro amore così come Dio lo dona ad ognuno di voi! Fate penitenza, offrite fioretti al Cuore di Gesù e consolatelo, perché gronda Sangue per l'umanità intera e per ognuno di voi. E in questo giorno vi invito a pregare: fermate i flagelli che stanno scendendo in questo attimo! Figli del mio Cuore, potete farlo abbracciando la Croce e avendo fede, solo con la fede, e combattete il nemico con l'amore e la preghiera costante fatta col cuore, perché Dio non guarda l'esteriore ma guarda i vostri cuori, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora e porterai i Dolori che Gesù ha poggiato sulle tue spalle per molto tempo, ma non temere, la grazia di Dio è su di te. Figlia mia, vai avanti perché Dio ti ama, e come ama te ama tutti i figli che aprono il cuore alla Parola. Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni e oggi! Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli miei, vivete il santo Vangelo, amatelo e fatelo conoscere ai fratelli, ai figli che non conoscono e non amano il mio Gesù! Figli miei, ora vi chiedo ancora una volta:  “volete accogliere il Santo Giovanni di oggi?”  (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete ardere? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) L’Amore e la Pace del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'Amore e nella Luce del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo. Ma vivere il Vangelo significa amare; vivere il Vangelo è donarsi al fratello, al figlio emarginato, al figlio carcerato, al figlio drogato, non lasciate nessuno perché Gesù la Parola l'ha donata a tutti senza chiudere la porta. Così anche voi parlate, gridate al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla, e viene a donarci il suo Amore, viene a guarire i nostri cuori che sono malati. Viene a guarire l'umanità che ha perso la Via per tornare a casa dove Dio ci aspetta per fare festa, dove Dio ci aspetta per mangiare l'unico Pane vivo: il Pane che è il suo Cuore”. Ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno vengo in ubbidienza al Padre a portarvi l'Amore, a portarvi il santo Vangelo, a farvi camminare nel Solco di Dio e ricordandovi sempre “state attenti al nemico: usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore di Dio”: usa i primi posti, e i piccoli Giovanni devono stare sempre all'ultimo posto in ubbidienza a Dio, come servo inutile inchinato dinanzi alla Croce, figli! Ma ditemi, oggi avete vissuto il santo Vangelo? <Dom. della 29° sett./B Mc. 10,35-45.> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi!  ..ma il mio microfono funziona? (Paolo) il tuo? ..eh, non lo so! (Qualcuno) si! <è stato regolato il volume del microfono di Giovanni molto più basso rispetto al microfono che si usa in sala> (Piccolo Giovanni) lo alzate? (Paolo) vado a vedere un attimo? (Piccolo Giovanni) è muto!(**) <prima Paolo e poi Telesfore si recano alla consolle del mixer per regolare i volumi> (Piccolo Giovanni) funzionava prima? (Telesfore) io l'ho provato e funzionava!(*) (Piccolo Giovanni) Paolo, rientra! (Paolo) non lo so, io! (Piccolo Giovanni) dimmi cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? (Paolo) lo hai detto tu poc'anzi. Dio.. Gesù è venuto tra di noi per salvarci e per insegnarci qual è la giusta via. Insegnarcelo con gli esempi pratici, si è posto al nostro livello, e soprattutto si è messo al nostro servizio! (Piccolo Giovanni) non sono venuto per essere servito.. (Paolo e il Piccolo Giovanni, insieme) ..ma per servire! (Paolo) si, e quindi noi dobbiamo, dall'insegnamento di Gesù, assumere un atteggiamento di umiltà verso tutti i fratelli, di umiltà e nello stesso tempo dobbiamo metterci al loro disposizione, aiutare, quindi, i poveri, i malati, i carcerati, soprattutto bisogna che noi stiamo attenti a non inseguire sentimenti di potere e di grandezza così come i figli di Zebedeo: Giacomo e Giovanni, che volevano sedere.. (Piccolo Giovanni) ..un posto.. (Paolo) ..uno da una parte e uno dall'altra: uno a destra e uno a sinistra, e allora Gesù fa capire loro che quello è un posto che spetta a chi il Padre ha deciso di darlo e che loro possono semplicemente bere il Calice e ricevere.. (Paolo e il Piccolo Giovanni, insieme) ..il battesimo! (Piccolo Giovanni) ma il posto è Dio che.. (Paolo) ..ad assegnarlo.. (Piccolo Giovanni) ..lo dona! (Paolo) quindi Giacomo e Zebedeo <= Giacomo e Giovanni, non Giacomo e Zebedeo> devono semplicemente mettersi a disposizione di tutti, bere il Calice.. (Piccolo Giovanni) ..come servi inutili.. (Paolo) ..come servi inutili, ecco.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi al Legno della Croce (Paolo) si ..e il Calice della sofferenza è il battesimo del Sangue.. (Piccolo Giovanni) è la santa sofferenza che ci porta a gioire nel Cuore del Padre!  (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) senza la sofferenza si cammina sulla via larga! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) sulla via del nemico che porta alla morte e alla perdizione e ad allontanarsi da Dio! (Paolo) eh, e questa risposta di Gesù a quei tempi li ha scandalizzati, e scandalizza, a mio avviso, tutt'oggi! (Piccolo Giovanni) “ma come? prego dalla mattina alla sera, soffro, e Dio non mi dona quello che gli chiedo!” (Paolo) “si è dimenticato di me!” (Piccolo Giovanni) “si è dimenticato di me!” (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non ricordando che Dio ascolta i nostri cuori, li vede, li conosce, e dona ad ognuno di noi il giusto del santo Vangelo! (Paolo) si, senza.. (Piccolo Giovanni) noi pensiamo di chiedere il giusto, ma non è la volontà di Dio la nostra! (Paolo) senza pensare, Giovanni, che Dio è tanto più vicino quanto più grande è la nostra sofferenza! (Piccolo Giovanni) dove c'è la sofferenza c'è Dio in persona!Quando la sofferenza si getta via si allontana Dio! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e tu la vivi in pieno, e Dio è vivo nella tua casa, nel tuo cuore!(*) ti eri fermato a pensare a questo?(*) (Paolo) io ho notato, Giovanni, in quest'ultimo periodo, di vivere una situazione particolare.. tante volte mi sento venire meno(*).. (Piccolo Giovanni) nella tua debolezza c'è la forza di Dio!(*) ..come in ognuno di voi! Quando si è deboli c'è Dio che vi porta nelle braccia!(*) (Paolo) è bello, questo! (Piccolo Giovanni) è così, perché Dio è Padre e non abbandona i propri figli! Dio non guarda l'esteriore ma il cuore, se il cuore è aperto a Dio, ma quando è chiuso, Dio non violenta i figli, ma con pazienza aspetta che si bussi col “sì pieno”! Chiaro? (Paolo) sì! È importante mettersi a disposizione di Dio e aspettare che agisca Lui in noi! (Piccolo Giovanni) ma noi dobbiamo donare il cuore! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non quando ci fa comodo, ma sempre! “Oggi sto male, ho bisogno di Dio: perché non mi guarisce?”. Dio è vivo, Dio c'è sempre, Dio aspetta! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma non quando ci fa comodo!(*) (Paolo) è così, Giovanni! Purtroppo.. (Piccolo Giovanni) ..l'umanità è sorda.. (Paolo) ..va per un'altra strada, si.. (Piccolo Giovanni) ..ed è cieca e cammina sulla via larga gettando via la santa sofferenza, gettando via la Croce per raccogliere le gioie del mondo che vanno via con un soffio di vento come le promesse del nemico: promette tesori per far cadere nella sua rete, nel buio della morte(Paolo) eh, si è molto.. (Piccolo Giovanni) ..Dio ci dona in dono la Croce che è Luce, Amore e Vita Eterna! (Paolo) è molto astuto, dicevo, il nemico, nel farci intravedere degli spiragli di luce che poi è una finta luce! (Piccolo Giovanni) non è la Luce di Dio! (Paolo) “non è la Luce di Dio”! (Piccolo Giovanni) per questo vi dico “state attenti”, prostratevi solo dinanzi alla Croce, e, come servi inutili, dopo le vostre fatiche! E quando fate carità ciò che fa la destra non deve sapere la sinistra, ma nel silenzio della Croce! “I primi posti”: state attenti! (Paolo) si, questo è un tasto molto importante, e non è.. nel mondo di oggi non è facile da capire! (Piccolo Giovanni) si corre per avere il primo posto dinanzi agli uomini dimenticando Dio: il nostro Giudice, perché solo Lui ci può giudicare, non gli uomini! (Paolo) bisogna essere ai primi posti nel perseguire l'umiltà, la carità.. (Piccolo Giovanni) ..del santo Vangelo.. (Paolo) ..nel santo.. sì, camminare quindi nel.. (Piccolo Giovanni) ..nel Solco di Dio! (Paolo) “nel Solco di Dio”. Stavo pensando a madre Teresa! (Piccolo Giovanni) piccola, fragile.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma piena di Dio! (Paolo) ecco! (Piccolo Giovanni) e la sua forza era ed è solo Dio! (Paolo) “solo Dio”, si! (Piccolo Giovanni) non gli uomini! (Paolo) però, vedi Giovanni, quello.. (Piccolo Giovanni) ..li usava come strumenti di Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per farli lavorare al servizio degli ultimi! (Paolo) ecco, lei è arrivata a farsi conoscere del mondo intero, però per una strada diversa! (Piccolo Giovanni) lei non ha fatto nulla: è Dio che l'ha usata, è Dio che l'ha portata a lavorare per i poveri; lei ha aperto il cuore alla chiamata di Dio! (Paolo) è un bell'esempio da seguire! (Piccolo Giovanni) quando Dio vi chiama, lavorate, non aspettate a domani, ma rispondete “eccomi”! (Paolo) anche il Papa è un altro esempio da seguire: a quell'età e con tutti quegli acciacchi.. (Piccolo Giovanni) ..ve l'ho sempre detto che è presente e ascolta e lavora, e, curvo, con tutti gli acciacchi porta la Croce per l'umanità intera! Ora volete l'Alito? (Telesfore) si! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) lo so che non avevi capito! (Paolo) eh, non avevo capito, infatti! (Piccolo Giovanni) ma dimmi: cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) a volte, Giovanni, come questa mattina, sono un po'.. (Piccolo Giovanni) ..scarico di batterie? (Paolo) ma non tanto scarico di batterie, vorrei fare tante cose e non so a quali di queste dare la.. la priorità! (Piccolo Giovanni) si inizia una alla volta, tutte insieme.. (Paolo) ..non si possono fare.. (Piccolo Giovanni) ..non si possono fare! (Paolo) e questo.. questa mancanza di.. di tempo materiale, mi causa delle tensioni (Piccolo Giovanni) non è che tu non hai il tempo: il tempo ce l'hai, per di tempo a decidere cosa fare prima! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) e ad  avere il tutto a disposizione! Inizia a lavorare e il tempo viene, perché Dio te lo dona; devi solo far lavorare il cuore e non la mente! (Paolo) quindi devo perdere meno tempo a programmare le cose? (Piccolo Giovanni) bravo! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) hai capito? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma il tempo ti avanzerà! (Paolo) perché poi ci sono anche dei momenti in cui, come dicevi tu prima, sono scarico di batterie e non riesco a concludere niente! (Piccolo Giovanni) e sai bene come te le carichi? (Paolo) si, rivolgendomi al Padre! (Piccolo Giovanni) anche se la Piccola Cocciuta in questi giorni sta rispondendo poco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è sempre più vicina.. (Paolo) ..lo so questo, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..con la sofferenza, ad ognuno di voi, e con l'amore del Padre che lascia scendere come rugiada su di lei e sul mondo intero, su di voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) sono.. sono ansioso per mio figlio, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché? (Paolo) ma ho il timore che si possa smarrire! (Piccolo Giovanni) se ti ho detto che è mio! (Paolo) “se mi hai detto?” (Piccolo Giovanni) “è mio”, posso farlo smarrire? (Paolo) allora non ci penso più: me l'avevi già detto prima! (Piccolo Giovanni) vedi come dimentichi la Parola di Dio?, un po' tutti quanti, e la Piccola Cocciuta vi deve portare sulle spalle perché cadete di qua e di là! Ma avete visto che è uno strazio? (Paolo) si, abbiamo visto! (Piccolo Giovanni) pregate e abbiate fede nella parola viva di Dio che scende in mezzo a voi e nel mondo intero! Chiaro? (Paolo) sì, Giovanni! <3 colpi di tosse con doppia alitazione>(*) (Piccolo Giovanni) dillo, sto aspettando! (Paolo) sto preparando quel canto che tu sai, ma non so, mi sta facendo soffrire parecchio! (Piccolo Giovanni) perché soffre lui: aiutatelo con la preghiera, sostenetelo, e ogni tanto portategli il mio sorriso! Hai capito? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) verrà, non temere! (Paolo) perché non mi era mai successo così come con questo canto di doverci lavorare così tante ore!(*) poi sai che cosa.. a volte mi vengono dei dubbi, non lo so da che cosa sono generati, sicuramente.. perché io, di ciò che mi viene di getto, che scrivo, poi non.. non voglio cambiare niente, perché.. (Piccolo Giovanni) ..e non devi cambiare niente.. (Paolo) ..e non devo cambiare niente! Ecco, poi tante.. (Piccolo Giovanni) ..si toglie quello che viene e metti del tuo! (Paolo) quindi tutto quello che mi viene, io scrivo e non lo cambio, però a volte mi viene anche il dubbio se, pur non cambiando niente, è opportuno invertire alcune parti! (Piccolo Giovanni) ti è stato già detto! (Paolo) neanche.. cioè, di cambiare..  (Piccolo Giovanni) ..non cambiare nulla! Nulla, neanche una virgola: chiaro? (Paolo) proprio una dietro l'altra così senza così.. magari, mettere una parte che viene dopo, prima, ecc., pur non cambiando le parole? (Piccolo Giovanni) può la Piccola Cocciuta cambiare il Vangelo? può farlo? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) e neanche tu lo devi fare! (Paolo) ma aggiungere le cose, poi posso aggiungerle? (Piccolo Giovanni) se vengono dal cuore, ma se le programmi nella tua mente.. (Paolo) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..no! Ciò che viene dal cuore.. perché Dio parla al cuore! (Paolo) e quella parte che stamattina ho spostato la devo rimettere a posto dov'era? <Giovanni assente con la testa> come la prima copia che ho fatto sul computer?(*) ecco, è qui che tante volte io mi smarrisco, perché adesso.. (Piccolo Giovanni) ..ti è stato già detto.. (Paolo) .. sì, sì, ma lo so, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..come scende si deve fare! Non cambiate mai ciò che Dio dona ai vostri cuori, perché è lì il nemico che lavora! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ora non te lo dico più! (Paolo) no, io non è che non.. non avessi capito, Giovanni, io avevo capito.. ho cercato.. anzi, ho fatto..  (Piccolo Giovanni) ..quando Dio.. (Paolo) ..non ho mai cambiato delle parole, però.. (Piccolo Giovanni) ..parla è chiaro: non togliere neanche una virgola e non aggiungere del tuo, ma solo quello che Dio dona al tuo cuore! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) hai capito? (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) bene! Ora vi invito ancora a pregare per il Papa, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Se entrate nella Stanza dell'Amore odiando, sappiate che Dio conosce i cuori di ognuno di voi, e Dio è Amore e chiede ad ognuno di voi lo stesso amore che vi dona! Parlo a voi e parlo al mondo intero! È un'altra goccia che lascio scendere su di voi! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito tutti ad essere fratelli amandovi gli uni gli altri, perché nel Cuore di Dio siete un'unica famiglia senza fare alcuna distinzione. Chiaro? (Paolo) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, per volere di Dio sono ancora in mezzo a voi a portarvi il mio saluto “Pace a voi, figli”! Dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) non riesco a capire come mai.. (Piccolo Giovanni) ..perché non funziona? (Telesfore) eh! ..e(*).. <Giovanni sposta il microfono in una posizione migliore> (Piccolo Giovanni) ora lo senti? (Telesfore) eh! ..è bassa voce?(*) (Piccolo Giovanni) se lo tengo Io mi sentite.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché un altro poco me lo mangio, ma se voi abbassate la voce, Io devo mettermi a gridare!(*) anche dal Cielo devo spiegarvi come far funzionare un microfono? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) e ora sistemalo?(*) <Telesfore gli sistema meglio il microfono vicino la bocca e tutto va a posto> non scandalizzatevi, figli, anche dal Cielo devo guidare queste cose come Sacerdozio vivo ed eterno! La Piccola Cocciuta non ci capisce nulla di “microfoni”, ma voi che figura fate? (Telesfore) eh, che figura facciamo? se siamo Piccolo Giovanni, ehm.. l'unica figura.. (Piccolo Giovanni) ..anch'Io sono un piccolo Giovanni, ma quando vi ho detto che è muto significa che la voce è bassa, è piccola, ed era così chiaro da non sentire l'eco del microfono! È vero? (Paolo) è vero, si! (Piccolo Giovanni) meno male che la Piccola Cocciuta è ciota di Dio, <ciota = scema, che non capisce> ma Dio che vede e sente ogni cosa, parla attraverso lo Strumento come anch'Io, Sacerdozio vivo ed eterno! E anche questo rimarrà nella storia, perché in quel Piccolo Libro non c'è tutto quello che Gesù ha detto! <= La Bibbia> vi sono tante, tante altre cose che ancora a voi non avete conosciuto, ma quando il Padre scenderà come ha promesso, conoscerete tutto! Ma tenete sempre alto il Vangelo e vivete con amore la Parola di Dio camminando nel Solco! Caro Telesfore! <2 colpi di tosse con doppia alitazione> ora hai capito? (Telesfore) si! Sono contento di essere così come sono! (Piccolo Giovanni) all'ultimo posto? (Telesfore) all'ultimo posto! (Piccolo Giovanni) come servo inutile dinanzi alla Croce. Ma se volete sentire la voce più alta, state attenti ai bottoni! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) è bello? (Paolo) si! <Paolo sorride> (Piccolo Giovanni) ridi? (Paolo) eh si, perché sono delle cose.. (Piccolo Giovanni) ..che devono rimanere nella storia! Tu sai, e anche tu, che Io scrivevo tutto, e tutto (deve)rimanere nella storia! (Paolo) chissà quante risate si faranno! (Piccolo Giovanni) in Cielo guardano il cuore! (Paolo) però chi legge, come dici sempre tu, legge quelle cose! (Piccolo Giovanni) ma è il Sacerdozio che parla, non è la Piccola Cocciuta, e voi lo sapete bene; e anche i Grandi della Casa del Padre sanno che è Dio che parla: ogni cosa a suo tempo, lasciamo maturare il frutto che Dio ha piantato! Chiaro? (Paolo) si, hai rinverdito una cosa che avevi già detto in passato più volte! (Piccolo Giovanni) aspettiamo i tempi del Padre, perché solo Lui conosce l'ora e il giorno: noi dobbiamo solo pregare e fare la volontà di Dio, non quella degli uomini ma la volontà del Padre! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora!(*) (Telesfore) stavo pensando all'Amore del Padre che.. (Piccolo Giovanni) ..per quanto puoi pensare è troppo grande anche da pensarlo!(*) si deve solo inchinare e stare curvi dinanzi all'Amore di Dio, non si può aprire una mano e contenere tutto l'Amore di Dio, tutto quello che ci dona attimo per attimo, ma l'umanità si dimentica! Almeno voi rimanete in piedi e non dimenticate le Gocce Candide che Dio lascia scendere su di voi e nel mondo intero! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) le gocce cadono ripetutamente in ogni istante, ma noi ancora non riusciamo ad acchiapparle! (Piccolo Giovanni) inizia ad avere il cuore tranquillo, perché Dio non abbandona nessuno! Fai tornare la quiete nel tuo cuore, perché se torna nel tuo cuore la puoi donare ai fratelli e all'umanità intera! Chiaro? (Telesfore) questa è un'altra goccia? (Piccolo Giovanni) questa è un'altra goccia! (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) sappi che tu cammini dietro Gesù e porti sulle tue spalle la Croce, perché Gesù è dinanzi a te. “Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”: non dimenticatelo! Nei momenti bui, Dio è la tua luce; nei momenti di tristezza, Dio è il tuo sollievo; nei momenti di angoscia, Dio è il tuo sorriso: ricordalo! Come Sacerdozio vivo ed eterno, Io ripetevo sempre “Dio è al di sopra di noi e lascia scendere la rugiada”, chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora cosa vuoi dirmi?(*) aspetto!(*) (Telesfore) tu ci vuole troppo bene! (Piccolo Giovanni) è Dio che vi ama, ed Io sono un servo inutile all'ubbidienza del Padre, e il Sacerdozio è uno solo: è Dio, e Dio non può abbandonare i suoi figli, Dio dona solo Amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro!(*) (Piccolo Giovanni) apri il tuo cuore! (Telesfore) non ricordo se giovedì, Gesù ci ha ripreso che quando preghiamo dobbiamo pregare.. (Piccolo Giovanni) ..in un'unica voce! (Telesfore) “in un'unica voce”.. (Piccolo Giovanni) ..non andare avanti, non andare indietro, ma un unico coro: il coro degli Angeli! (Telesfore) ma.. cioè, quello che volevo chiedere, dobbiamo ancora andare più lenti di come stiamo andando? (Piccolo Giovanni) un'unica voce, non partire prima degli altri! Hai capito cosa significa “un'unica voce”? (Paolo) si, ho capito, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è quello che Io voglio! (Paolo) la preghiera.. (Piccolo Giovanni) ..fatta col cuore! (Paolo) “col cuore”! (Piccolo Giovanni) non nel mettersi in mostra correndo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..prima dell'altro! “Io arrivo prima e Gesù vede per primo me”: dinanzi a Dio non c'è un “primo”! (Paolo) dobbiamo solo pensare… <si perde qualche parola al cambio cassetta> quando si prega e quindi non.. come dicevi tu, alzare il tono di voce per far sì che gli altri possano formularsi su di noi dei giudizi lusinghieri! Questo è molto sbagliato che.. ed il Vangelo di oggi ce lo insegna: bisogna essere umili e rimanere sempre all'ultimo posto! (Piccolo Giovanni) “all'ultimo posto”! Hai capito? (Telesfore) ho capito! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) io ricordo che quando si pregava con la Piccola Cocciuta.. col gruppo di preghiera.. che noi chiamavamo “le bimbe”.. cioè, era.. (Piccolo Giovanni) ..sono tutti quanti andati nella via larga!(*) ..e mi fa male il Cuore!(*) pregate affinché ritornino a Casa(*).. del Padre!(*) Cosa vuoi dirmi ancora?(*) ho ferito il tuo cuore? ..ma devo dire la verità, come Sacerdozio vivo ed eterno; e ciò che fa male alla Piccola Cocciuta è vedere i propri figli perdersi! Gli rimane solo di abbracciare ancora di più la Croce e la spada che gli è stata consegnata e camminare segnando ovunque, perché il Parto è pieno, è vivo ed è in mezzo a voi, figli! Cosa vuoi dirmi ancora? cosa ti ha consegnato Espedito? (Telesfore) eh, io veramente non l'ho visto: dice che è una torta! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) eh, non lo so! Perché, Espedito, la torta? (Espedito) eh, abbiamo deciso di portare un dolce per mangiarlo insieme! (Piccolo Giovanni) ed Io ti regalo il Dolce del Cuore del Padre, nel tuo cuore, da donarlo all'umanità intera, e benedico la tua capanna! Figlio, vai avanti nel silenzio, nell'amore, e nella quiete di Dio! (Espedito) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) grazie al Padre, figlio! (Telesfore) ma ci vuole pure lo spumante? (Piccolo Giovanni) ci penserete dopo! Ora dimmi ancora cosa c'è nel tuo cuore! (Telesfore) veramente c'è una cosa nel mio Cuore: che questa notte ti ho sognato che eravamo insieme, però non riesco a ricordare.. (Piccolo Giovanni) ..Io alzo le mani!(*) ti è stato detto cosa devi fare! (Telesfore) eh, ho preso anche un rimprovero dalla Cocciuta! (Piccolo Giovanni) te lo sei meritato: quando è nel giusto del Vangelo, grida, perché il Padre glielo concede! Ed Io allargo le braccia come Sacerdozio vivo ed eterno e vi invito sempre alla santa ubbidienza: è la cosa che Io amo; e la cosa che ho amato incontrando gli occhi della Piccola Cocciuta: la santa ubbidienza! E non dire “ma ora ci penso e vedo se va bene col discorso che mi sono programmato”, Dio vuole il nostro sì ad ogni piccola cosa che ci chiede: l'ubbidienza e la povertà, la semplicità dei cuori! (Telesfore) però volevo chiederti una cosa! (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) al posto di scrivere subito, no, registrarlo e poi scriverlo successivamente? (Piccolo Giovanni) a me piace di più.. (Telesfore) ..scriverlo?.. (Piccolo Giovanni) ..scriverlo, perché hai lasciato un po' la penna, e lo scrivano di Dio si è fermato un po'!(*) ma non è un rimprovero, è ricordarti! “Lo Scrivano di Dio”! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Telesfore) non esce, si è bloccato! <un'altra alitazione>(*) (Piccolo Giovanni) vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ora è arrivato?(*) (Telesfore) non ci riesco! (Piccolo Giovanni) riesci a crescere Dio? o non riesci a dire quello che è nel tuo cuore?(*) rispondi! (Telesfore) non riesco a capire! (Piccolo Giovanni) cosa? (Telesfore) quello che c'è nel mio cuore! <un'altra alitazione>(*) (Piccolo Giovanni) la spada che porta la Cocciuta non c'è? sei Telesfore dei Chiodi?(*) ora parla!(*) lo devo far stare zitto perché gli occhi si stanno bagnando di lacrime! Lo facciamo parlare un'altra volta! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi fare adesso? (Telesfore) nel mio cuore c'è di consolare Maria, però se il Padre permette, vorrei che saresti tu a condurre l’Ave Maria! (Piccolo Giovanni) Io la conduco sempre a bassa voce: siete voi che dovete imparare a venire dietro Dio! (Qualcuna) eh, si! (Telesfore) ma se è a bassa voce non la sentiamo noi! (Piccolo Giovanni) la sentite! Paolo la sente guardando le labbra, è vero? (Paolo) eh, si, è vero! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un'Ave Maria insieme a Giovanni> (Piccolo Giovanni) figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO!(*) Ed Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito sempre a vivere e a camminare sulla Via del santo Vangelo, nel Solco che Maria sta segnando in questo Luogo e nel mondo intero, lasciando cadere le sue lacrime di Mamma: raccoglietele, figliuoli, e imparate da Lei a vivere il Vangelo alla scuola di Maria che è silenzio, amore e umiltà! E ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli miei, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, non lasciatevi confondere dalla sua falsa luce, ma amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli miei. E come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Andate nella Pace di Dio e portatela nel mondo intero, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore di Dio, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, Fiori del Paradiso di Dio! (Giulia) grazie!

 

 

         10. Giov 23/10/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta;  immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre, e nel silenzio dell'abbraccio della Croce, prega come tu sai fare! Prega, figlia mia, per i flagelli che scendono ancora sull'umanità; prega per la pace; prega per la pace, figlia, e fai pregare l'umanità intera e tutti i tuoi figli! Figlia mia, guarda in questo giorno il mio Cuore!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù!(*) Gesù!(*) (Gesù) figlia mia, prendi nelle tue mani il mio Cuore!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) prendilo! (Giulia) Gesù, le mie mani sono sporche! (Gesù) prendi il mio Cuore nelle tue mani!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, gronda Sangue! (Gesù) bevi il Sangue, figlia!(*) ora stringilo al tuo petto e donalo all'umanità(*), perché il mio Cuore arde per ognuno di voi e per l'umanità intera, figlia del mio Cuore! Ecco, io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre invitandovi ad essere figli e fratelli dell'unico Padre, invitandovi ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici! Ma l'umanità è sorda e non accoglie la Pace di Dio: figlia, vuoi unirti ancora una volta? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini con me? (Giulia) sì, Gesù, eccomi! (Gesù) vuoi abbracciarli secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, figlia del mio Cuore! <1º grido>(*)sollevati, anima mia!(*) Ecco, hai visto qual è la mia volontà, figlia? (Giulia) sì, Gesù!  (Gesù) ma non dirlo, tienilo dentro di te! (Giulia) sì, Gesù! Perché stasera porti il Cuore fuori il tuo petto, Gesù? (Gesù) per farti vedere il tuo, figlia, e farti guardare i cuori chiusi dell'umanità intera, dei figli che ancora non conoscono il mio Amore e camminano sulla via larga! (Giulia) Gesù, dimmi cosa devo fare!(*) Dimmi cosa devo fare, Gesù! (Gesù) invita i tuoi figli a pregare col cuore, ad essere uniti nell'amore e nella pace, perché siete stati scelti per lavorare nella vigna; dovete distaccarvi dalle cose del mondo e unirvi in pienezza alla Croce, ai Dolori del Cuore di Maria! Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, i flagelli non si fermano: abbiate fede e pregate col cuore! Figliuoli miei, camminate sulla Via del mio Amore, camminate e portate la Croce e non gettatela al primo ostacolo che si presenta dinanzi a voi, figli del mio Cuore! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un’unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi; e vivere il Vangelo è prendere nelle mani il mio Cuore per donarlo ai fratelli, all'umanità intera, è mangiare il Pane vivo che scende dai Cieli! Io vengo in mezzo a voi per mangiare del Nuovo e bere del Nuovo con ognuno di voi e con l'umanità intera, figli, ma l'umanità non accoglie la mia Amicizia, l'umanità non cerca il mio Banchetto e non vuole bere e mangiare del Nuovo con me. Ed Io sono solo nell’Orto degli Ulivi seduto sulla Roccia a piangere e ad aspettare! Figliuoli, fate presto, tornate a casa perché il Banchetto è pronto per ognuno di voi; non tardate, la porta è aperta ed Io vi aspetto per fare festa, non cercate la festa del mondo, non trafiggete ancora il Cuore di Maria, ma coronatelo di rose, donando il vostro sì vivo, il vostro sì pieno al santo Vangelo di questo giorno, figli miei! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome, figlia mia, ma non temere, la grazia di Dio è su di te; a camminare nel fiume porta sempre i tuoi figli che cadono di qua e di là presi delle cose del mondo! Vedi, figlia mia, guarda ancora il mio Cuore!(*) (Giulia) Gesù, vieni presto e mostrati all'umanità! Perdonami se ti chiedo questo, so bene che tu conosci l'ora e il giorno e non sono degna di chiederti di venire presto! Gesù, ora sei qui vivo e reale, ma gli occhi dell'umanità non ti vedono e le orecchie sono chiuse da ascoltare tutto l'Amore che tu ci doni! Gesù, accorcia ancora di più i tempi, ma sia fatta la tua volontà non la mia, Gesù! (Gesù) figlia, hai detto bene, solo Io conosco l'ora e il giorno, ma vi invito ad essere vigilanti, a combattere il nemico con l'amore. Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate coloro che trafiggono i vostri cuori; portate tutti i vostri nemici; e ricordate sempre: Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, siate coscienti, e mi servo dello Strumento per donare all'umanità e ad ognuno di voi i Dolori vivi del Parto della Croce: sappiateli raccogliere e stringeteli ai vostri cuori perché è il mio Dolore! Io ho abbracciato i Chiodi, Io vi ho donato il mio Sangue e vi ho riscattati a caro prezzo, figliuoli: Io, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e non vi sono altri dei all'infuori di me! Ricordatelo: non fate gli uomini, dei, ma ricordate che uno solo è il vostro Dio, e prostratevi solo dinanzi al Legno della Croce, figli del mio Cuore! Cocciuta, vuoi ancora andare avanti? (Giulia) eccomi, Gesù, chino il capo dinanzi al tuo Amore, dinanzi alla tua Misericordia Infinita, e metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Gesù, tu solo puoi salvarli perché sei Dio e nulla ti è impossibile, tu conosci tutto ed io affido nelle tue mani a coloro che si sono messi nelle mie mani sporche, Gesù! (Gesù) Cocciuta, perché dici che le tue mani sono sporche? (Giulia) perché sono una misera peccatrice, e dopo il mio lavoro, serva inutile dinanzi a tutto l'Amore che tu ci doni, Gesù! (Gesù) vedi, figlia, le tue mani hanno abbracciato i Chiodi con me!(*) (Giulia) non sono degna neanche di questo! Gesù, fa che le mie mani siano le mani dei fratelli piccoli, poveri, emarginati, che possano toccare il tuo Cuore Misericordioso! Te li offro, Gesù, usali come tu vuoi! (Gesù) figlia del mio Cuore, usali accarezzando l'umanità intera, tenendo sempre alto il santo Vangelo e camminando nel Solco portando dietro di te l'umanità intera, perché il Padre ti ha mandata per questo, figlia! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei cuori di ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Gioia e nella Verità del Vangelo vivo, sono ancora qui in mezzo a voi indicandovi sempre la Via Stretta, il Solco che porta alla vita eterna, il Solco che porta al Vangelo vivo di questo santo giorno. E come Sacerdozio vivo ed eterno chiedo ai vostri cuori di masticare la Parola di questa giornata! <giov. 29° sett. T.O./B Lc. 12,49-53> Chiedo di viverla, chiedo ad ognuno di voi e al mondo intero di accendere il fuoco dentro di voi! L'umanità sta andando alla perdizione, l'umanità ha perduto la Via di Maria segnata dal Dolore del Parto! Cari Figliuoli, cari Discepoli, care Colonne, care Suorine, ricordatevi che avete ricevuto il Battesimo, e su di voi è scesa la Fiammella: non fatela spegnere, non permettete al nemico di farvi cadere nella sua falsa luce! Ricordate sempre che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno, e il Sacerdozio è Dio, e Dio quando lascia scendere sui suoi figli l'Amore dell'Acqua, l'Amore del Fuoco, lascia scendere lo Spirito Santo, ma ancora non siete coscienti di quello che avete ricevuto, non siete coscienti di chi è stato in mezzo a voi, di chi viene in mezzo a voi! Non temete Dio ma temete il uomini! Avete vergogna di Dio ed Io allargo le braccia invitandovi ad essere coscienti, ad essere vivi e ad accogliere in pienezza la Misericordia Infinita del Padre che scende sempre di più in mezzo a voi e nel mondo intero. L'ultima grande goccia: il Fiume! Siete coscienti? non potete rispondere di si! Dopo aver passato l'angolo avete già dimenticato tutto, avete vergogna di gridare “Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi”. Cari Discepoli, care Colonne, care Suorine, dovete aprire ancora di più i vostri cuori e lavorare per Dio, vivere per Dio, donarvi per Dio non per il mondo, non per le cose del mondo! Sappiate che a Dio nulla è nascosto, Dio vede e sente ogni cosa! Ciò che voi non vedete Dio lo vede, non potete nascondervi dietro un albero, figliuoli del mio Cuore!(*) Ed Io vi chiedo in questo giorno, parlo a voi e parlo al mondo intero, vi chiedo di vivere secondo il Vangelo, vi chiedo di camminare secondo il Vangelo, figli miei! Ma in questo giorno l'avete vissuto.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..il santo Vangelo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, sono in mezzo a voi per volere del Padre che per volere dello Strumento che si è donato per Dio ancora una volta!(*) perché mi guardi così, Paolo? (Paolo) stavo pensando a quello che hai appena detto “per volere dello Strumento”!(*) ma non voglio rifletterci più di tanto questa sera! (Piccolo Giovanni) Dio non violenta, Dio bussa e lo Strumento apre il Cuore per amore: per Amore di Dio e per amore di ognuno di voi e dell'umanità intera! E ognuno di voi è Strumento, ma il cuore si apre in pienezza, non quando fa comodo, perché Dio dona tutto, come avete ascoltato nella Parola! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto dentro di te? (Paolo) io.. <4 colpi di tosse con doppia alitazione> ho percepito.. ho percepito un messaggio da parte di Gesù che ci invita a camminare nel Solco e ci mette sul chi va là dicendoci che non è una strada facile, perché ciò che.. (Piccolo Giovanni) ..ripeti le parole!  (Paolo) ci invita.. (Piccolo Giovanni) ..del Vangelo! (Paolo) “non sono venuto a portare la Pace” (Piccolo Giovanni) dall'inizio! (Paolo) lo devo leggere?(*) “in quel tempo Gesù disse ai suoi Discepoli: sono venuto a portare il fuoco sulla terra, e come vorrei che fosse già acceso. C'è un battesimo che devo ricevere e come sono angosciato finché non sia compiuto. Pensate che io sia venuto a portare la Pace sulla terra? no, vi dico, ma la divisione. D'ora innanzi, in una casa di cinque persone si divideranno 3 contro 2 e 2 contro 3, padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlio contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera. Parola del Signore” (Tutti) lode a te o Cristo!  (Piccolo Giovanni) non è che non era stato letto bene, l'ho fatto ripetere perché entrasse bene nei vostri cuori! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)come vorrei che fosse acceso”! (Paolo) si, c'è alla prima parte, il Fuoco dell'Amore che non è acceso in noi! (Piccolo Giovanni) nell'umanità intera! Ricordate, la Piccola Cocciuta ha chiesto “vieni presto” (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) come vorrebbe bruciare il mondo col Fuoco di Dio! (Paolo) è impaziente, lei! (Piccolo Giovanni) come lo sono Io, Sacerdozio vivo ed eterno! Avevo deciso di non farvi parlare del Vangelo in questo giorno, ma la Cocciuta ha bussato forte al mio Cuore (Paolo) ti ha fatto cambiare idea? (Piccolo Giovanni) no, Dio non cambia idea (Paolo) ha fatto sì che bussasse.. (Piccolo Giovanni) ..Dio ascolta il bussare, Dio guarda il cuore che gronda! (Paolo) e posso chiederti come mai avevi deciso di non farci parlare del Vangelo? (Piccolo Giovanni) chi può spiegare queste parole? (Paolo) eh, in effetti, queste parole si prestano ad essere vissute in modi diversi! Io mi sono fatto una opinione, che è mia, personale, ma può non coincidere ....... con quello che realmente forse Gesù voleva dire(*). (Piccolo Giovanni)come vorrei che fosse già acceso!”(*) ripeto.. (Paolo) ..anche Lui è impaziente di venire ma non siamo pronti noi!.. (Piccolo Giovanni) ..solo queste parole! Chi di voi è pronto per lasciare tutto? non sussurrate perché Dio sente: il sì deve partire dal cuore! ..il sì detto, e uscendo fuori, abortito! È solo un aborto!(*) ma parlo a voi e parlo al mondo intero! Sono dure queste parole in questo giorno, ma il nemico va combattuto con l'amore! E il piccolo strascico di coda che gli è rimasto sta confondendo molti piccoli Giovanni, molti Figli Ministri; e voi, Discepoli, Colonne e Suorine, siete stati chiamati da Dio a combattere come soldati, perché avete ricevuto il Battesimo e portate la Fiammella sul vostro capo! Ma tutto questo ancora non vi fa capire la grandezza di Dio! Dio che vi chiama, Dio ha bisogno del vostro aiuto! (Paolo) ma tu poco fa l'hai detto che noi non abbiamo capito chi è Colui che è stato tra noi, e cioè “chi sei tu”! (Piccolo Giovanni) Io vengo in ubbidienza al Padre e sono stato in mezzo a voi in ubbidienza al Padre. Ora è lo Strumento che mi porta in mezzo a voi in ubbidienza a Dio! È da riflettere questa serata, è da far accendere il Fuoco!(*) (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) è chiaro per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e combattete perché avete in mano lo scudo, avete in mano la spada: il santo Vangelo, e come soldati del Cuore Immacolato di Maria, come gli Angeli combattono in Cielo, voi combattete sulla terra la battaglia dell'amore! Vedete con i vostri occhi: non c'è pace sulla terra perché non si è in pace con Dio! Il fuoco è spento perché l'umanità è sorda. Più chiaro di come sto parlando non posso, ma vi invito ad essere vigilanti, pronti e preparati, e col cuore innalzato al Cuore di Dio che è l'unico Padre che non chiude la porta! Chiaro? (Paolo) chiaro, Giovanni!(*) stavo pensando che noi non siamo coscienti di ciò che sta avvenendo, ma coloro che verranno dopo di noi, a mio avviso, da ciò che rimane scritto lo capiranno alla prima lettura! (Piccolo Giovanni) Io vi dico in questo giorno, “sarete tutti presenti al trionfo del Cuore Immacolato di Maria”, perché la Promessa viene da Fatima, si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo!(*) È Parola di Dio! (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) è forte.. (Paolo) ..sì, è molto forte.. (Piccolo Giovanni) ..il grido di questo giorno, come è forte il dolore che è nel petto della Piccola Cocciuta, per l'umanità, per ognuno di voi! <4 colpi di tosse con doppia alitazione> (Paolo) ci stai facendo vivere, per volontà del Padre, delle situazioni di cui non siamo coscienti, e ci hai.. (Piccolo Giovanni) ..sono troppo grandi per voi! (Paolo) si, e ci hai insignito di doni e di qualità di cui noi non.. non ne sappiamo proprio.. (Piccolo Giovanni) quando dicevo alla Piccola Cocciuta “potrei dire tutto!”, e lei mi fermava, ora sto parlando attraverso di lei.. ancora non capite, come lei diceva “tanto non capirebbero perché ancora non sono pronti”. Non si è pronti perché si è legati alle cose del mondo, ed è così difficile per voi lasciarle! (Paolo) l'altra volta mi chiedevo.. pensavo a tutto questo mistero e mi chiedevo “ma io chi sono?” e non mi sapevo dare una risposta! (Piccolo Giovanni) un servo inutile! (Paolo) questo, sicuramente, perché realmente mi sento così! (Piccolo Giovanni) queste domande se le ha fatte anche la Piccola Cocciuta all'inizio della chiamata di Dio, ma lei lo faceva piangendo e battendosi il petto “ma io chi sono?”, “perché Dio ha voluto usare me?”. Ma si sdraiava a terra piangendo e pregando “Padre, eccomi, sia fatta la tua volontà”, e quante volte durante il giorno i suoi occhi grondavano lacrime chiedendo a Dio “eccomi, usami come tu vuoi per i fratelli, per l'umanità”! E quando Telesfore entrava, lei si alzava per non farsi vedere!(*) nel silenzio, nella quiete, e tutto questo con la semplicità e con amore l'ha messo nel mio Cuore di Sacerdote vivo ed eterno. (Paolo) l'altra volta, Giovanni, ......... hai detto una cosa che mi ha fatto.. mi ha fatto riflettere ma non mi sono saputo dare una risposta.. non me lo sono voluta forse dare. A proposito dei testi dei canti, mi dicevi che non andava cambiata nemmeno la virgola di ciò che mi veniva dettato: è il caso proprio dire così, e poi hai aggiunto “si può cambiare il Vangelo?”(*), e allora io.. (Piccolo Giovanni) ..si può cambiare la Parola di Dio? (Tutti) no! (Paolo) e poi mi sono trovato davanti a quel canto che sto facendo, un pochettino in imbarazzo perché avevo il timore di.. di non aver messo qualcosa che mi era subito stata dettata, ed io avevo..  pensavo di averla cambiata e non sapevo come regolarmi! Sono andato a ripristinare ciò che ti avevo già detto: cambiare quelle parti che avevo invertito, ma poi sulla brutta copia io avevo scritto in un certo modo e avevo il timore di non averlo riportato così com'era stato dettato la prima volta. (Piccolo Giovanni) dovete imparare ad ascoltare la voce di Dio! (Paolo) adesso mi ci sono impantanato: non lo so da che cosa dipende, non mi era mai successo! Tu che mi dici? (Piccolo Giovanni) di aspettare! (Paolo) non è il momento giusto? (Piccolo Giovanni) aspettare la volontà del Padre e di pregare per il giglio! (Paolo) “per il?..“ (Piccolo Giovanni) il giglio! (Paolo) il giglio? (Piccolo Giovanni) a chi è dedicato il canto? (Paolo) lo devo dire? (Piccolo Giovanni) l'ho già detto Io!(*) (Paolo) devo dire il nome? (Piccolo Giovanni) l'ho già detto Io: il giglio!(*) (Paolo) e posso chiedere una cosa, Giovanni? e tutti i canti che ho fatto prima sono così come mi sono stati dettati o c'è qualcosa che.. di mio che non avrei dovuto mettere? (Piccolo Giovanni) ora sono qui.. (Paolo) ..ho capito.. (Piccolo Giovanni) ..dove io mi sedevo! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e dove sono seduto, e voi non mi vedete perché vedete la Cocciuta! Un'altra goccia! Adesso gira nella mente “ma se parla attraverso lo Strumento, come può essere seduto?”(*) (Paolo) a Dio tutto il possibile! (Piccolo Giovanni) aspettavo questo! Come Dio adesso sta parlando in mezzo a voi, sta visitando l'umanità intera. O non è così? (Paolo) è così! <3 colpi di tosse con una alitazione> (Piccolo Giovanni) ......... il Vangelo va sempre ascoltato col cuore, perché Dio quando parla, parla al cuore, Dio mira il cuore di ognuno di voi e dell'umanità intera. Se Dio parlasse solo alla mente ognuno formerebbe una barzelletta! ......... a proprio comodo. Il Vangelo è uno, la Parola si deve raccogliere nel cuore perché è nel cuore che cresce e dona frutti, nella mente no! ......... vivete nel Solco e tenete sempre alto il Vangelo come Dio ve l'ha donato e ve lo dona: semplice! Vedete, i Grandi del mondo usano grandi discorsi: è così Piccolo il Vangelo di questo giorno.. ..ma grande. Basta una parola ”eccomi, servo inutile dinanzi alla Croce”, e se i Grandi del mondo si abbasserebbero la Quiete di Dio sarebbe in tutti i cuori. È chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) ma invito voi a pregare, figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Legno della Croce, perché siete stati scelti per lavorare. Io ho lavorato e lavoro portandovi ancora sulle spalle, ma ho bisogno di voi, per questo vi ho catturati nella rete e mandati a due a due. Decidete se volete vivere per Dio e vivere il Cuore di Maria trionfare! Allargo le mani e vi lascio decidere: chiaro? (Tutti) si! <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, sono ancora in mezzo a voi! Ti chiedo di dare il bacio della buonanotte alla mia Marì! (Telesfore) l'abbiamo trascurata un poco! (Piccolo Giovanni) con la preghiera siete tutti vicini! (Telesfore) lei aspetta! (Piccolo Giovanni) ma dimmi, come sta il tuo cuore? (Telesfore) il mio cuore è un po' angosciato! (Piccolo Giovanni) si può essere angosciati quando Dio è vivo in mezzo a voi?(*) si può essere angosciati quando Dio chiede “vuoi crescermi?”(*) (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore?(*) dillo! (Telesfore) nel mio cuore c'è che vedo lo Strumento un po', diciamo, in crisi.. non esattamente.. (Piccolo Giovanni) ..lo Strumento non è in crisi, lo Strumento è ferito come è ferito il Cuore di Maria, come è ferito il mio Cuore per l'umanità, per i figli che si perdono. Dio soffre nel vedere i propri figli che cadono e che il nemico li trascina nella sua falsa luce. Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora! (Telesfore) in questi giorni, cercando alcune date, sono andato a guardare sul mio libro dove io scrivevo tutti.. (Piccolo Giovanni) ..quei diari che non hai voluto donarmi! Una parte si, l'altra parte no! Ma Io li conoscevo già e ridevo quando la Piccola Cocciuta mi diceva “ce ne sono alcuni che non vuole donarti”. Ora cosa hai trovato? (Telesfore) ehm.. ho trovato alcune parti che io avevo scritto, che per me.. che oggi sono a conoscenza.. almeno qualche gradino in più sul.. diciamo sul mistero che stiamo vivendo.. e quello che io scrivevo, (lo) scrivevo di mio e non so se devo lasciarlo.. ma io, a mio avviso, devo tutti correggerli! (Piccolo Giovanni) non devi correggere nulla! (Telesfore) devono rimanere come stanno? (Piccolo Giovanni) tu hai scritto perché hai sentito in quell'istante, la Piccola Cocciuta non si è mai permessa di aprirli, anche se sapeva dove si trovavano!(*) lascia tutto com'è! (Telesfore) ma quello che mi.. oggi, cioè vengo a conoscenza.. le tue sofferenze in quei momenti.. io dico “ma come faceva a essere gioioso?” (Piccolo Giovanni) la Croce è gioia(*), ed Io sono venuto per servire non per essere servito! Il Padre mi ha mandato per abbracciare la Croce e salvare ognuno di voi!(*) (Telesfore) più guardo e leggo.. è tutto pieno di.. di sofferenze.. (Piccolo Giovanni) ..è la sofferenza che ci porta nel Cuore del Padre, e quello che dovete ricordare: NON SCARICATELA MAI! Quante volte il mio Cuore piangeva, ma solo il Padre e la Piccola Cocciuta conoscevano i miei Dolori! Chi conosce oggi i dolori della Piccola Cocciuta? (Telesfore) eh, i dolori della Piccola Cocciuta oggi li conosce.. (Piccolo Giovanni) ..neanche tu.. (Telesfore) ..neanche io! Tu li conosci e il Padre li conosce, però io dico che, successivamente, come oggi, stiamo conoscendo i tuoi Dolori.. non tutti, ho e piccolo.. (Piccolo Giovanni) .. sono stato in mezzo a voi e non mi avete riconosciuto, come potete conoscere i miei Dolori, oggi?(*) è un'altra goccia! E come potete conoscere Dolori dello Strumento?(*) (Telesfore) li nasconde bene! (Piccolo Giovanni) Dio dona l'amore; attraverso i dolori sbocciano i frutti dell'amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) è particolare questo giorno, vi prepara a ciò che deve scendere su di voi e sul mondo intero! Siate vigilanti, figli miei! Siate vigilanti, pronti e preparati, perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma vi invito a lavorare, non aspettate il giorno del trionfo! La vigna ha bisogno di essere arata e innaffiata col vostro amore e il vostro sì pieno al Padre! Chiaro, Tommaso? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) siete tutti tristi in questo giorno nel sentire i miei Dolori? sei triste? (Tommaso) eh, un po', sì! (Piccolo Giovanni) ma ricordatevi che solo attraverso i dolori si arriva a gioire nel Cuore del Padre! Tenerli stretti, portarli nel silenzio è abbracciare tutti i fratelli, in modo particolare coloro che trafiggono i cuori di ognuno di voi, portare tutti i vostri nemici al Banchetto del Cuore di Dio! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) al Banchetto del Cuore di Dio partecipiamo noi che siamo qui presenti, quelli che si uniscono e partecipano anche quelli.. tutta l'umanità? (Piccolo Giovanni) perché Dio si dona, perché la Piccola Cocciuta porta l'umanità sulle sue spalle! Ma nessuno di voi ascolta lo Strumento! Ed Io chino il capo perché neanche me avete ascoltato!(*) ma vi amo e non vi ho mai lasciati: ho accolto con amore tutte le offese portandole nel Cuore di Dio.. dei miei confratelli, dei miei cari e di ognuno di voi! Mi avete accolto, mi avete amato, ma non sempre avete ubbidito ai miei rimproveri. Solo lo Strumento si inchinava dinanzi ai rimproveri! Solo lo Strumento ha accolto in pieno la santa ubbidienza, e quello che chiedo ad ognuno di voi: sappiate accogliere l'ubbidienza, figli! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> cosa vuoi dirmi ancora? <Mosè stava per dire qualcosa ed è stato coperto da Telesfore> (Telesfore) perdonaci, Giovanni, per tutte le sofferenze.. (Piccolo Giovanni) ..è il Padre che deve perdonarvi: Io sono l'ubbidienza di Dio! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa stavi dicendo? (Mosè) volevo chiederti il sogno che ho fatto ieri sera, in riferimento.. (Piccolo Giovanni) ..non posso ascoltare il sogno: glielo racconterai dopo alla Piccola Cocciuta! (Mosè) va bene, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora vi invito a preparare i vostri cuori! Non rimanere male, Giuda <= Mosè, non Giuda> ma lo racconterai dopo: è la stessa cosa! Preparate i vostri cuori distaccandovi dalle cose del mondo e unendovi al Cuore di Dio! Figli miei, guardate con i vostri occhi i flagelli che scendono, e, in questo attimo di Paradiso, pregate e bussate al Cuore di Dio chiedendo Misericordia! Misericordia! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Misericordia! Misericordia! Misericordia! Misericordia! Misericordia! Misericordia! (Piccolo Giovanni) figli miei, il Banchetto è vivo, è in mezzo a voi perché Dio è vivo, è in mezzo a voi, e se aprite il cuore, se avete fede, potete fermare le guerre e i flagelli! Siate coscienti di tutto questo! Figli, ora venite a fare festa perché il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi, ed Io lascio scendere ancora l'Alito dello Spirito Santo! <4 colpi di tosse forte, 2 colpi più deboli e doppia alitazione> siate un'unica famiglia, figli miei, perché lo Sposo è qui in mezzo a voi: venite tutti a fare festa!(*) Ecco lo Sposo che avanza: Sposa, preparati per lo Sposo!(*) (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello! (Piccolo Giovanni) vieni, prendi la mia mano e porta l'umanità intera!(*) (Giulia) sulle mie spalle? (Piccolo Giovanni) si, Figlia e Sposa del mio Cuore!(*) vieni, non temere! (Giulia) no!(*) (Piccolo Giovanni) chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua. Io sto salendo il Monte: venite dietro di me!(*) non temere, il peso è enorme ma ce la farai, figlia! (Giulia) Gesù!(*) eccomi!......... (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ....., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti di questo? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) portando sulle vostre spalle la Croce? (Paolo, ... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Padre, tu conosci i tuoi figli che hanno donato il sì. Padre mio, accogli il sì del loro cuore raccogliendo l'umanità intera. Accogli i sì dei figli che sono qui riuniti e i figli che si uniscono e tutti i figli che hanno portato nei loro cuori. Padre, sii misericordioso!(*) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <2º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) (Paolo) io vedo un sepolcro scoperto! (Piccolo Giovanni) tu cosa vedi? (Telesfore) io vedo una “V”!(*) (Piccolo Giovanni) cosa hai visto, Paolo? (Paolo) un sepolcro! (Piccolo Giovanni) e chi c'è dentro? (Paolo) è vuoto! (Piccolo Giovanni) guarda bene!(*) (Paolo) vedo un segno ma non so cosa(*).. <Giacomo 1 si è avvicinato all'altare per scattare una fotografia ma la macchina fotografica si è inceppata generando nei presenti un po' di distrazione> (Piccolo Giovanni) da questa sera vieto di fare foto! Sono Io, Giovanni, a dirlo!(*) Ora dimmi! (Paolo) dicevo, vedo un segno come una lettera, ma che non riconosco bene! (Piccolo Giovanni) la lettera è la Croce: il Crocifisso!(*) <Paolo dice qualcosa ma è impercettibile> (Piccolo Giovanni) dillo più forte! (Paolo) lo vedo!(*) (Piccolo Giovanni) cosa stanno pensando i vostri cuori? è giusto nel momento di donare il Sangue e il Corpo che vengano fatte delle foto? (.... e Paolo) no! (Piccolo Giovanni) è corretto quel gesto? (... e Telesfore) non è corretto! (Piccolo Giovanni) e Io ho dovuto vietare, anche se il Cuore mi si stringe e gronda Sangue. I miei ordini erano “dal posto dove si trova”. Avete mai visto celebrare e dietro fare delle foto? (... e Paolo) no! (Piccolo Giovanni) non sia triste il cuore del figlio, ma comprensivo! (Paolo) io non condivido.. (Piccolo Giovanni) ..Noi veniamo.. dico “Noi”: Padre, Figlio e Spirito Santo, a portare i figli nel Solco non fuori il Solco! ..e non ti faccio parlare.. (Paolo) ..uh.. (Piccolo Giovanni) ..perché se no da segno di giudizio! (Paolo) no, era solo.. (Piccolo Giovanni) ..è meglio che parlo Io! (Paolo) si, era solo una constatazione di fatto non un giudizio! (Piccolo Giovanni) lo so, ma agli occhi e alle orecchie degli uomini.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..suona come giudizio! (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) quale pezzo volete?(**) cosa è rimasto? (Paolo) il coperchio! ..la Croce rimane sempre! (Piccolo Giovanni) potete camminare senza la Croce? (Paolo, ..., Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) e ricordatelo sempre, Paolo della Croce, ......, Telesfore dei Chiodi, e tutti voi, Alberi vivi della mia Croce, ricordate che le vostre radici sono profonde perché l'unico Albero è Dio e voi siete i tralci dell'Albero! Non seccate, ma rimanete vivi nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, uniti al Cuore di Maria, Mamma dei Dolori, Mamma del Cielo e della terra, Mamma dell'Amore che vi porta al Cuore del Padre! Figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ora volete far festa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) voi volete donarmi.. (Paolo, ... Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ai fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi nell'amore e nella quiete, perché Io vengo in mezzo a voi nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo a portare la quiete e il suono dell'unica Verità: il Sangue e la Carne, il Sangue che ho versato sulla Croce e la mia Carne che ho donato e dono per la vita eterna! Cosa pensavi nel sentire “il suono”? (Paolo) mi è sembrata una novità, ma non saprei cosa pensare! (Piccolo Giovanni) e tu? ......... cosa hai usato?, il cuore? dillo! (Telesfore) io penso.. ehm.. pensavo al campanello che si suona quando.. durante la consacrazione, mi ricorda padre Lorenzo quando celebrava e il chierichetto che suonava il campanello. Forse dobbiamo farlo anche noi! (Piccolo Giovanni) ve lo dirò, quando, ora l'ho suonato Io! Donatemi! Padre, busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori; la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi, figli del mio Cuore(*). Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) ed è leggera la Croce? (Telesfore) col tuo aiuto è leggera! (Piccolo Giovanni) e Dio non la porta tutta per voi la Croce? (Paolo .....) si! (Piccolo Giovanni) è così piccola quella che portate voi sulle spalle.. se la portate con amore e nel silenzio! Quando si lavora nella vigna si lavora nel silenzio, nel nascondimento e nel dire sempre “sono un servo inutile dinanzi alla Croce”, e il vostro peso è così piccolo, e quando la destra si avvicina al fratello povero, non si deve alzare la sinistra per mettersi in mostra, ma fare tutto nel silenzio, nel nascondimento del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo; nella Quiete di Dio donarsi per i fratelli! Avete visto il mistero nascosto: il Banchetto di Dio è vivo, è reale, è in mezzo a voi; Dio si dona nel suo Sangue e nella sua Carne; avete bevuto e mangiato e Dio ha bevuto e mangiato con ognuno di voi del Nuovo facendo festa con voi che siete qui riuniti, con l'umanità intera, nel mistero nascosto, come il suono.. <per 3 volte batte delicatamente il piattino al Calice del Sangue> ..silenzioso e nascosto nel cuore di ognuno di voi! È un'altra goccia! Dio viene ad abitare nei vostri cuori: nascosto, silenzioso, batte per chi lo fa crescere, per chi non lo abortisce. E il Bimbo nel seno materno batte, fa sentire il suo Amore, e voi che siete Mamme, Tabernacoli vivi, sentite il Bimbo che cresce dentro di voi, che arde e dona tutto l'amore affinché voi possiate donarlo all'umanità intera! Discepoli del mio Cuore, Dio vi ha scelti uno ad uno senza fare alcuna distinzione; e così lavorate, donatevi per i fratelli come Io mi sono donato ad ognuno di voi nella Pace, nella Quiete, nell'Amore! Ma ascoltate il battito, e ascoltando il battito, quando uscite fuori non abortitemi: non uccidete Gesù che è vivo in mezzo a voi e dentro di voi, figli del mio Cuore!(*) Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) ti sei messo in modo così accorato, lì a parlare.. ehm.. e hai suscitato in me un sentimento che altre volte non avevo.. non avevo provato! (Piccolo Giovanni) il Parto è vivo, è mezzo a voi: i tempi sono pieni, e come ho detto prima, ora parlo.. (Paolo) ..ho percepito questa sera come una svolta, un altro passo lungo, diciamo! (Piccolo Giovanni) un'altra goccia.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..grande che scende sui Discepoli, sulle Colonne e sulle Suorine, perché i tempi sono pieni! Ma state attenti al nemico: combattetelo con l'amore; solo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici(*) al primo posto! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e con la luce e la chiarezza di Dio che è la Croce e il santo Vangelo, Io ora vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Figli, andate in pace e portate ovunque la Pace di Dio, figli miei, ma ve lo ripeto ancora una volta: quando uscite fuori dalla mia Stanza, non abortitemi, non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, figli, ma amate, amate, amate, amate con la stessa misura che Dio ama ognuno di voi, perché tutti siete figli dell'Unico Padre! Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle tutta l'umanità e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! Ma ora voglio riposare un po': mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che mi offrite. Grazie per tutto l'amore che donate al Cuore di Maria! Figli, siate benedetti, e la benedizione che Dio dona rende frutti d'amore; benedite coloro che vi maledicono, perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori e amate chi non vi ama. Fate scendere sui vostri fratelli, sull'umanità intera, la Croce che Dio ha poggiato su di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore di Dio! E con questa luce, con la pace di Dio nel cuore, che ha donato ad ognuno di voi e all'umanità intera, come figli e fratelli dell'Unico Padre, uniamo la Catena santa(*) per essere un'unica famiglia: la Famiglia di Dio, e la Famiglia di Dio si lega solo nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Rimanete sempre uniti nella gioia e nel dolore, uniti nell'unico Sepolcro di Dio! Ora preghiamo come il Padre ci ha insegnati! <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. E con queste parole andate in pace portando nel mondo la Pace di Dio! Figli miei, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora, figli, vi sarà donato a larghe misure, e la Farina di Dio scende su di voi: impastatela e donatela sempre ai Figli Ministri pregando per ognuno di loro, e non dimenticate di pregare per l'uomo vestito di bianco che curvo porta la Croce sulle spalle per ognuno di voi e per l'umanità intera, figli miei! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore, e aspettatemi, perché Io verrò ancora a portare il Pane vivo dei Cieli, figli! (Giulia) com'è grande il tuo Cuore!(*) com'è grande! (Piccolo Giovanni) ecco, lascio scendere la scala perché tutti possiate salire!(*) (Giulia) posso portare tutti?(**) ora la porti via, Papà? (Piccolo Giovanni) accontentati di quello che ti è stato donato! (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         11. Ven 24/10/2003, Stanza more solito

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 16.00)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre e abbraccia con amore, i Dolori vivi di Gesù per l'umanità che va alla perdizione. Figlia, Io vengo a portare nel mondo l'Amore e la Pace di Gesù, vengo a segnare il Solco che porta al Cuore di Dio, ed in questo giorno Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, chiedendo ad ognuno di voi di essere strumenti dell'amore e della pace! Guardate con i vostri occhi, guardate i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità intera! È Dio che bussa ai cuori di ognuno di voi, Dio che chiede la vostra mano, chiede ad ognuno di voi, figli “poggiatevi sulla Roccia, abbiate fede e pregate”, perché solo con la preghiera e avendo fede potete fermare i flagelli! Ed in questo giorno vi chiedo di pregare per tutti i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato! Pregate ancora per l'uomo vestito di bianco: curvo porta la Croce, curvo dona la sua vita per le sue pecore. Ma ci sono ancora pecore da portare all'ovile, ed Io come Mamma, invito ognuno di voi a portarle sulle proprie spalle, a fargli conoscere l'amore e la luce di Dio! Figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, in questo giorno vengo ad invitarvi ad essere Croce nella Croce del mio Gesù. Figlia, il Parto è vivo, è in mezzo a noi ed è pieno, sappiate riconoscere i tempi, e sapete bene che la via che porta al Cuore di Dio è stretta; distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi in pienezza al Cuore di Dio che arde d'amore per ognuno di noi e per il mondo intero, ed è sempre aperto perché tutti siete figli senza fare alcuna distinzione. Ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni in mezzo per confondervi e farvi cadere nella sua falsa luce. Combattetelo con l'amore; amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli miei! Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. E come Mamma dei Dolori, Mamma dell'Amore, Mamma del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, vi invito ad accogliere e ad amare il mio Gesù, perché Io vengo, con amore materno, a donarlo ai vostri cuori, vengo a portarvi il mio Gesù per farlo vivere, per farlo crescere nei vostri cuori e donarlo al mondo intero. Fate presto, figli, la mia Promessa viene da Fatima: si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio, dove c'è l'Albero con le radici profonde. Crescete anche voi, pianticelle del Cuore di Dio, e donate ai fratelli, ai figli, la frescura del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) figlia mia, dovrai soffrire ancora a causa del Nome del tuo Gesù! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) anche se sei un flagello, vai avanti e non temere niente e nessuno! Vedi, figlia, il Padre ti consegna ancora una volta nelle tue mani il suo Cuore!(*) figlia mia, non temere: prendilo!(*) bevi ancora il Sangue!(*) (Giulia) Mamma, è la seconda volta da ieri.. e anche oggi, che mi viene consegnato nelle mani di misera peccatrice il Cuore di Dio!(*) (l'Immacolata) Dio ti ama, Dio ti usa e ha trovato grazia presso di te consegnandoti il Cuore per donarlo ai tuoi fratelli, all'umanità intera! (Giulia) Mamma! Mamma! (l'Immacolata) figlia mia, non temere, stringi al tuo petto il Cuore di Dio e dona all'umanità il Sangue che hai bevuto accarezzando tutti i tuoi figli, quelli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono e tutti quelli che portano nel cuore. (Giulia) Mamma, io devo mettere nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, e come serva inutile, li consegno a te per donarli al Cuore di Dio. Consola i cuori di questa famiglia qui riunita nell'Unico Nome che amo con tutta l'anima che è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Tenetemi sempre per mano, Mamma! (l'Immacolata) diventi sempre più Cocciuta, figlia mia, sei lo Strumento di Dio e Dio non lascia nessuno, vi tiene tutti per mano ma vi invita ad essere Roccia e a camminare nel santo Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo. Figliuoli del mio Cuore, ora vi chiedo con amore materno: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia, nella pace e nella quiete del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi, invitandovi ancora una volta a tenere alta la Parola viva, a viverla in pienezza nei vostri cuori, ad accogliere l'invito del santo Vangelo ad essere Rocce come il Sacerdozio. Io ho vissuto e ho camminato sulla Roccia del Padre invitando ognuno di voi, attimo per attimo, a vivere secondo il Vangelo, a camminare nell’amore e nella pace della Parola. E in questo giorno vi invito ancora una volta ad essere figli del Vangelo, figli della Croce, figli dell'Unico Padre. Ma vi invito a stare attenti al nemico. Vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti; non lasciate nessuno fuori della santa preghiera, ma siate la Famiglia di Dio unita nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo; ed Io vengo a portarvi la gioia e i dolori di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera; e per consolare Maria basta poco, basta accendere i vostri cuori e amare, e camminare nel Solco che Maria sta segnando come pellegrina nel mondo intero, figli miei, e come Sacerdozio vivo ed eterno, Io sono in mezzo a voi per volere del Padre attraverso lo Strumento che porta il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno, e sapete bene che il Sacerdozio è Dio e non viene cancellato dagli uomini. Figli del mio Cuore, avete ascoltato bene la Parola di ieri: Dio ha lasciato scendere copiose gocce; sta a voi raccoglierle, tenerle vive e pulite nei vostri cuori e ad essere voi stessi gocce nel mare del mondo portando ai fratelli l'invito, il grido “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla”, cari Discepoli, care Colonne, care Suorine! Il Parto è pieno: fate presto, convertite i vostri cuori all'unica Verità, l'Unico Dio,  al Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna; ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno vengo sempre a portarvi la Parola, l'Amore e la Grazia di Dio!  Ma avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Ven. della 29° sett./B Lc. 12,54-59> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, sono ancora qui in mezzo a voi per volere di Dio e per amore dello Strumento! (Paolo) e noi siamo gioiosi di essere qui con te! (Piccolo Giovanni) ma vi chiedo di pregare; pregate, pregate col cuore aperto affinché il Padre lascia scendere ancora sull'umanità la sua luce! (Paolo) il Padre, Giovanni, ha illuminato con la sua luce l'universo, e non si stanca mai di irradiarla ogni giorno sempre di più; siamo noi che.. è l'umanità intera che non riesce ancora a capire il grido del Padre che, in mezzo a noi, ci parla, ci guida, ci dona il suo amore! (Piccolo Giovanni) ed Io vi invito alla preghiera costante e fatta col cuore, col sì pieno a Dio! Volete il mio Alito? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con doppia alitazione> (Piccolo Giovanni) Pace a voi amici miei! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen! (Paolo) stare qui con te.. (Piccolo Giovanni) ..vi chiamo amici! (Paolo) l'hai fatto tante altre volte ed è molto bello quando usa.. (Piccolo Giovanni) ..dovete assaporare il significato! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) “amici”! (Paolo) sta ad indicare l'amore che tu ci doni. È come l'amore di una mamma per il proprio figlio, il proprio figlioletto: è molto più espressivo in questo modo! (Piccolo Giovanni) e il Sacerdozio è mamma perché è Dio! Ma dimmi, cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? (Paolo) io ho avvertito l'amarezza di Gesù per sull'umanità che non riesce a capire il suo grido e il suo messaggio. Riesce a conoscere, come diceva il Vangelo, i mutamenti atmosferici, anche con precisione, ma non si ravvede che è presente in ogni momento Dio in persona che non chiede altro che di aprire il cuore, di donarglielo, e Lui provvede a tutti i nostri bisogni. (Piccolo Giovanni) vedete, Dio vi sta donando il suo Cuore! (Paolo) si, l'ha messo oggi per la seconda volta nelle mani della Cocciuta! (Piccolo Giovanni) e voi non potete immaginare la Piccola Cocciuta: tenendo nelle mani il Cuore di Dio diventa ancora più piccola, nascondendosi come una formica! Quanto vi ama Dio da consegnare ad ognuno di voi il suo Cuore! Ma vi chiedo di pregare per lo Strumento: non si sente degna di tutto quello che il Padre gli sta offrendo in quest'ultimo tempo. Donategli la forza pregando secondo le intenzioni di Dio! (Paolo) nessuno di noi si sente degno, Giovanni, come si può essere degni davanti a ciò che Dio ci dona? (Piccolo Giovanni) ma lei è stata mandata e scelta dal Padre! (Paolo) si, e noi dobbiamo fare la sua volontà (Piccolo Giovanni) e la Cocciuta ha dato il suo sì pieno a Dio, e donando il sì pieno a Dio ha donato se stessa.. (Paolo) ..lo vediamo tutti.. (Piccolo Giovanni) ..come Maria, fino ad arrivare ai piedi della Croce; così siate anche voi: donate il vostro sì ma senza tornare indietro; in pienezza arrivate dinanzi della Croce e prostratevi solo al Legno della Croce del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna, figliuoli del mio Cuore! Ma oggi il mio Cuore gronda Sangue per l'umanità intera, ma nel grondare Sangue, ho ricevuto due gioie: la prima è la gioia di avere Immacolata <= la suora laica ordinata oggi> , il bocciolo che si è sempre stretto al mio Cuore di Sacerdozio! Ogni attimo bussava al mio Cuore e bussa ancora, ed oggi la vedo con la Croce e col velo di Maria, Madre del Crocifisso! E l'altra gioia sono i due miei Pargoli: Marì e Nicoletto! Hanno riempito il mio Cuore di Sacerdozio e di zio: il vostro caro zio Mario, che ad ogni attimo bussava alla porta della vostra capanna con qualsiasi scusa per venire a riempire il mio Cuore di gioie!(*) Angeli miei(*), figli del mio Cuore(*) <i volti di Giovanni, di Marì e Nicoletto si rigano di lacrime> , a causa mia soffrirete ancora! Ma non temete, Io non vi ho mai abbandonati: veglio su di voi, sulla vostra capanna, e vengo sempre a bussare alla porta donandovi il bacio della buonanotte e sussurrando ai vostri cuori “cosa pensate voi?”. Come sempre chiedevo consigli al cuore di Marì che rimaneva un po' a guardarmi: “perché vieni a chiederli proprio a me?”, perché su di te, Maria, ho poggiato la Croce del Padre preparando il tuo cuore, perché dovrai soffrire ancora, figlia! Ma non temere, il mio abbraccio di Sacerdozio vivo ed eterno accarezza sempre il tuo cuore, il cuore del mio amato caro Nicoletto e delle mie creature: la tua famiglia, la tua capanna! Ti invito sempre a pregare per coloro che trafiggono il tuo cuore. Prega e andate avanti nell'Amore di Dio, nell'unica Verità, e sappiate che Io sono vivo e reale in mezzo a voi e attraverso lo Strumento che Dio usa per donare al mondo l'amore, la pace e la quiete! Ora vi do l'Alito! <5 colpi di tosse con doppia alitazione> Paolo! (Paolo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici tu in questo giorno beato? (Paolo) si, ci hai commossi tutti con le tue parole! (Piccolo Giovanni) sono un Povero Uomo dinanzi della Croce e all'ubbidienza del Padre! (Paolo) un “Povero Uomo”, come dici tu, che ha donato a noi tutto ciò che poteva e anche di più!(*) (Piccolo Giovanni) un Sacerdozio deve donare la vita per i propri figli.. (Paolo) ..e tu l'hai fatto in pieno.. (Piccolo Giovanni) ..ed Io, in umiltà, ve la dono attimo per attimo perché ho vissuto e vivo per l'unica Verità: il santo Vangelo! Sono stato perseguitato per la verità e lo stesso sarete perseguitati anche voi che seguite don Mario, il Vangelo e la Cocciuta! (Paolo) l'importante, Giovanni, è avere, come noi ce l'abbiamo, la certezza di essere nel giusto: sulla Linea.. (Piccolo Giovanni) ..camminare sempre nella Linea del santo Vangelo:.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..l'ho gridato e lo grido ancora: “se non trovate il Vangelo in questo Luogo, andate via nelle vostre chiese”. L'ho fatto? (Paolo) sì, lo hai detto sempre questo! (Piccolo Giovanni) e ricordate sempre: la Parola del Sacerdozio dura in eterno.. (Paolo) ..tu, Giovanni, dici questo.. (Piccolo Giovanni) ..perché il Sacerdozio è Dio, e ciò che Dio dice non viene cancellato! (Paolo) stavo dicendo, tu dici sempre “se non trovate il Vangelo andate via”, io invece ti dico che se sono qui è perché ho trovato il Vangelo: QUI! (Piccolo Giovanni) ed Io come Sacerdozio vivo dico: Amen, Amen, Amen, Amen,  Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma non siate gelosi se mi fermo a parlare solo con Paolo: una famiglia è unita, e parlando con Paolo parlo con ognuno di voi, perché tutti siete figli e discepoli. I piccoli Giovanni, tutti all'ultimo posto, nell'amore, nel silenzio, ma uniti come Io sono unito al Padre e allo Spirito Santo! E questo esempio voglio dai vostri cuori: vedervi uniti nell'unica Verità, nell'unico Amore della Santissima Trinità.. la capanna di Betlemme! (Paolo) è molto bello questo, Giovanni! Sto pensando al Vangelo di poco tempo fa, che parlava della condivisione dei beni con tutti i fratelli. In una famiglia tutti allo stesso livello, cioè chi ha di più deve condividere con gli altri fratelli.. (Piccolo Giovanni) ..che non hanno.. (Paolo) ..i propri averi. Si, cogli altri fratelli che non hanno.. (Piccolo Giovanni) ..il pane.. (Paolo) ..il pane, si. E quindi.. (Piccolo Giovanni) ..e un tetto! (Paolo) si, in modo da essere tutti uguali! (Piccolo Giovanni) volete amare Maria? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vendete tutto quello che avete e donatelo ai poveri!(*) ma è molto difficile! (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) come il fanciullo: “cosa devo fare, maestro?”, “va, vendi tutto quello che hai e seguimi”, ma il mondo era troppo legato al suo cuore per lasciare e andare dietro al maestro! (Paolo) questo è un tasto difficile, Giovanni! Per gli uomini.. anzi, in un certo senso, rinunciare ai beni potrebbe essere anche relativamente facile, ma è molto più difficile condividere i propri beni con gli altri! È quella la cosa difficile, cioè dover dividere con i fratelli poveri tutti i propri averi, i propri beni, le proprie ricchezze! (Piccolo Giovanni) e Dio condivide tutto con voi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..donandosi in pienezza! Avete mai visto Dio chiudere la porta? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) ma gli uomini, si! Imparate l'Amore di Dio, crescete nell'Amore di Dio e siete sempre soldati combattendo l'ultima battaglia del Cuore Immacolato di Maria, Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine! Ma vi invito ancora a stare attenti al nemico: combattetelo amando. Amate, amate, amate, amate, perché solo con l'amore potete allontanarlo; e non abbiate timore perché siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio: ricordatelo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..figli miei! E in questo giorno Io lascio scendere su di voi la rugiada! In questo attimo vi porto con me in Paradiso. Non spaventatevi perché neanche ve ne accorgete!(**) Gioia piena sia nei vostri cuori: figli, donatela all'umanità!(*) Hai visto i miei occhi, Paolo? (Paolo) si. Volevo dirti che quando noi veniamo qua, in realtà veniamo in un angolo di Paradiso: sempre, non solo nell'attimo che tu ci porti su! (Piccolo Giovanni) è la Stanza del Cuore di Dio! (Paolo) non può non essere diversamente! (Piccolo Giovanni) ma siate coscienti e ricordate sempre: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Figli, sto raccogliendo i sussurri dei cuori di ognuno di voi e li consegno nel Cuore del Padre. Abbiate fede, figliuoli, ciò che è nel giusto del Vangelo, il Padre lo fa scendere su di voi! Io ora devo lasciarvi: devo ritornare all'ubbidienza del Padre! Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Vi saluto col Cuore di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, invitandovi ancora a pregare per tutti i miei Figli Ministri e per l'uomo vestito di bianco! Non dimenticate di pregare per il mio popolo, e vi chiedo ancora una volta: NON FATECI USARE, figli! Come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Andate nella Pace di Dio e donatela al mondo intero. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora una volta nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del Cuore della Croce, andate in pace e donate al mondo la pace che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori! Figli miei, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure! Pargoli del mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno, Dio vi ama e aspetta il vostro amore! E Maria lascia scendere la scala per arrivare al Cuore del Padre che è il santo Rosario. Salite: fate presto! (Giulia) grazie!

 

Estasi in giardino (ore 17.58)

[Durante la Processione in giardino, prima della recita della 8° stazione della preghiera della Via Crucis, Giulia invita Giuda ad aprire a caso il Messale e a leggere il relativo brano. Poi l’apparizione e il messaggio di Gesù.] (Gesù) Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi, Figlio!(*) (Gesù) ho portato la mia anima dinanzi a te e mi inchino dinanzi alla tua volontà! Padre mio, Io sono arrivato dinanzi alla porta portandoti i tuoi figli e l'umanità intera, ma in questo giorno ti chiedo “sia fatta la tua, non la mia volontà”. Padre, nelle tue mani metto alla mia anima!(*) Stringi il bastone nelle mani e inchiniamoci solo dinanzi alla Croce!(*) <chiede a Giuda di stringere il bastone e a tutti quanti di inginocchiarsi dinanzi alla Croce> Dimmi, figlio, cosa hai trovato in ciò che hai letto? <Giuda ha letto 2Re 11,1-4.9-18.20> (Giuda) che Dio con il suo popolo si vuol fare sicuramente un'alleanza, è un'alleanza che ci porta alla salvezza, la salvezza di tutto l'umanità, e che ci da' i mezzi per combattere: la spada dell'amore! (Gesù) che è il santo Vangelo! (Giuda) il santo Vangelo! (Gesù) perché batte così il tuo cuore? (Giuda) perché parlando con Dio sono preso dal suo amore! (Gesù) e quante volte hai abbracciato il bastone? (Giuda) questa è la prima volta! (Gesù) sei gioioso? (Giuda) sì! ..ché faccio.. voglio fare la volontà di Dio! (Gesù) e chiedi ai tuoi fratelli se vogliono fare alleanza e fare la volontà di Dio! (Giuda) volete fare alleanza con Dio e fare la volontà di Dio? (Tutti) sì! (Gesù) sapete bene che l'unica via è il Vangelo, la Croce e la santa sofferenza: siete disposti? (Tutti) sì! (Gesù) chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua, perché Io sto salendo il Monte, figli miei! Ma dimmi ancora, cosa c'è nel tuo cuore di ciò che hai letto? (Giuda) che tutto il popolo si redima alla volontà di Dio, e che un giorno possiamo far parte del suo Banchetto! (Gesù) ed Io rispondo Amen, Amen, Amen, figli miei! Padre mio, Io ho consegnato la mia anima nelle tue mani: ora usami come vuoi, Padre!(*) grazie, Padre!

 

Estasi nella Stanza (ore 18.31)

(Piccolo Giovanni) Marì, in quale Dolore vedi il tuo dolore? (Marì) alla tomba di Gesù! (Piccolo Giovanni) perché hai scelto la tomba di Gesù? (Marì) perché davanti alla tomba sembra che è tutto finito, e invece dobbiamo avere la fede che ha avuto Maria: che ha guardato oltre la tomba e ha creduto che dopo ci sarebbe stato.. altre cose! Allora quando sono preoccupata e triste per le vicende, penso sempre allo smarrimento che ha potuto avere la Madonna davanti alla tomba e poi ce l'ha fatta, è andata avanti e ha dato coraggio pure agli apostoli e tuttora lo fa per tutti noi! (Piccolo Giovanni) e quando Io, Sacerdozio vivo ed eterno, sono salito al Padre, anche tu eri smarrita.. (Marì) ..un poco.. (Piccolo Giovanni) ..nella mia capanna! (Marì) poco poco, ma il cuore è stato subito pieno.. (Piccolo Giovanni) ..perché.. (Marì) ..perché io ti ho chiesto il tuo Cuore!.. (Piccolo Giovanni) ..hai chiesto il mio Cuore! (Marì) ti ho toccato nella bara.. (Piccolo Giovanni) ..e hai.. (Marì) ..e me lo dovevi dare per forza! (Piccolo Giovanni) come sempre quando mi chiedevi qualcosa! Quando ti ho detto “che ho a che fare con te, o donna”, ma ho concesso a Maria ciò che aveva chiesto! (Marì) non ce l'avrei fatta senza il tuo Cuore! È troppo grande quello che sta succedendo.. (Piccolo Giovanni) ..sono sempre dentro di voi nelle vostre capanne, e aspetto che le altre porte si aprono al mio Amore! Grondo Sangue nel vedere la chiave gettata! Busso al Cuore del Padre affinché venga raccolta, ma chiedo il tuo aiuto, la tua preghiera costante e il tuo amore di piccola Marì! Vai avanti, grida sempre la verità e non fermarti, figlia mia,.. (Marì) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..accanto al tuo sposo e alle tue pargole, e non temere, Io veglio su di loro! (Marì) grazie!(*) (Piccolo Giovanni) voglio un tuo abbraccio!(*) figlia mia!(*) <Maria si avvicina all'altare e lo abbraccia e lo bacia. Poi gli si inginocchia ai piedi> è dinanzi alla Croce che ti devi inginocchiare! (Marì) me lo hai detto pure in chiesa una volta! (Piccolo Giovanni) e ricordalo sempre! Ora Io saluto tutti voi e l'umanità intera col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate nella pace e nella quiete di Dio portandole nelle vostre case e ovunque poggiate i vostri cuori! Figli, Dio è con voi, non abbiate timore! Sia costante la vostra preghiera, solida come la Roccia di Dio, figli miei!