LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 39

 

NEL MONDO INTERO NON C'È PACE PERCHÉ L'UMANITÀ

NON MI CERCA, L'UMANITÀ NON MI AMA

(dal messaggio del 27/11/2003)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

 

         1. Giov 27/11/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*), i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere i santi Dolori del Parto vivo della Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, abbraccia con amore e prega per i Grandi del mondo; abbraccia con amore e prega per i Grandi della Casa del Padre; consola sempre il Cuore del Padre come tu sai fare nell'abbraccio e nel silenzio della Croce, figlia del mio Cuore. Figlia mia, in questo giorno ti invito ancora a guardare e ad aprire un'altra porta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) Apri la porta!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) no, figlia mia, dico solo che è un flagello che scende sull'umanità!(*) (Giulia) Gesù, non posso far nulla? dimmi cosa posso fare!(*) Gesù! (Gesù) Io chino il capo invitando l'umanità a pregare, invitando ognuno di voi che siete qui riuniti nella Stanza del mio Amore! Tu, figlia mia, prega come tu sai fare stringendo la mano ai tuoi figli e rimanendo uniti nel Cuore del Padre!(*) (Giulia) Gesù, tu sei bagnato di sudore, e il tuo sudore è Sangue! Posso asciugartelo con le mie mani?(*) no, non ti faccio male con i Chiodi?(*)  (Gesù) figlia, i Chiodi che mi offre l'umanità fanno soffrire il mio Cuore, ma quelli che porti tu no perché sono i miei! (Giulia) posso pulire come serva inutile il tuo viso? (Gesù) si, figlia, ma anche il tuo viso è bagnato di sudore di Sangue!(*) (Giulia) posso farlo sul tuo, Gesù?(*) (Gesù) ora sei contenta? (Giulia) sì, Gesù, vedere e il tuo Volto bagnato di Sangue mi fa perdere il respiro! Gesù, donaci sempre il tuo amore per non farti soffrire, e insegnaci a stringere la mano ai nostri fratelli come tu prendi la nostra e non ci lasci! (Gesù) figlia mia, hai aperto un'altra porta e tieni nel tuo Cuore ciò che hai visto, ma ti invito ancora a portare sulle tue spalle l'umanità in questo tempo, e tutti i tuoi figli! (Giulia) Gesù, io ti rispondo “eccomi”(*) così con le braccia aperte come tu le tieni per l'umanità intera e per ognuno di noi! (Gesù) figlia, il mio Cuore gronda Sangue e il grido del Parto è sempre più forte in mezzo a voi e nel mondo intero perché è pieno. Vi invito a pregare e a salire la scala di Maria che lascio scendere in mezzo a voi e nel mondo intero! È tempo di pregare, è tempo di aprire i cuori ed essere pronti e preparati, figliuoli del mio Cuore! Tu, Cocciuta, vuoi ancora unire le tue mani alle mie mani? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare i Chiodi per ciò che hai visto? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù!(*) Gesù, perché il tuo vestito è diventato rosso mentre prima era bianco? (Gesù) è bagnato di Sangue, figlia! (Giulia) sono stata io? (Gesù) no, il Sangue che tu vedi sul mio abito è il Sangue del grido degli innocenti che sale e bagna il mio abito! (Giulia) Gesù! (Gesù) si, figlia, è il grido dei figli che chiedono al mio Cuore di accoglierli, e in questo istante è sceso un altro flagello, e tu abbracciando i Chiodi hai salvato le loro anime! (Giulia) no, Gesù, non io.. non io ma il tuo Cuore, la tua Misericordia Infinita! (Gesù) ma tu mi hai donato le tue mani, mi hai donato il tuo sì dicendo “eccomi”, ed Io chiedo ad ognuno di voi, figli, Discepoli e Colonne e Suorine del Cuore della Croce: donatemi il vostro “eccomi” in pienezza! Pregate perché vi rimane solo la preghiera, implorando sempre Misericordia al Padre! Con i vostri occhi state vedendo i tempi che scendono sull'umanità; siano accesi i vostri cuori, figli, perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma siate vigilanti, figli, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto, a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, a camminare nel Solco, a indicarlo ai fratelli che non lo conoscono e a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, e a stare attenti al nemico: col suo spazio che gli è rimasto sta confondendo molti figli! Pregate, pregate e combattetelo con l'amore. Vengo a ripetervi queste cose affinché i vostri cuori e i cuori dell'umanità intera si accendano sempre di più; e la lucerna non fatela spegnere dimenticando l'olio; e non dimenticate i tre giorni di buio! Figliuoli del mio Cuore(*), vi ricordo ancora una volta che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figliuoli, e non vi sono altri dei che possono donarvi la vita eterna! Nel mondo intero non c'è pace perché l'umanità non mi cerca, l'umanità non mi ama, e chiedo ad ognuno di voi, figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, di formare il Cuore di bocciuoli come avete fatto nella giornata del 24. Ovunque andate portate sempre i bocciuoli della Croce senza avere alcun timore di dire “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla” e la sua Parola è duratura, non viene cancellata come la parola gli uomini, non viene cambiata perché è scritta nel Grande Libro, e ciò che è scritto nel Grande Libro di Dio si adempie nel mondo intero e in questo Luogo salutato da Dio con le radici profonde e niente e nessuno può sradicare ciò che il Padre ha piantato! Figli, siate coscienti che l'Unico Albero è Dio, e tutto passa, ma la Parola di Dio rimane! Pregate sempre per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre, figli, e non lasciate solo uomo vestito di bianco! Camminate dietro di lui seguendo i santi Dolori della Croce che porta sulle spalle! Figliuoli miei, Io vengo in ubbidienza al Padre in mezzo a voi ad indicarvi la Via, la Verità e la Vita, è la mia Via è stretta e fatta di sofferenza: non dimenticatelo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) il Padre ti ha coronata con le spade! (Giulia) non sono degna di portarle, Gesù! (Gesù) figlia mia, poggiati ovunque vai perché il Parto è pieno, è vivo ed è in mezzo a voi!(*) (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) quando senti i dolori più forti, figlia, poggiati ancora di più! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ora ti chiedo di guardare ancora!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) no, figlia!(*) (Giulia) non reggo! (Gesù) abbraccia la spada!(*) (Giulia) Gesù, quando potrò gridare all'umanità intera e ai miei figli tutto quello che è nel mio Cuore?  (Gesù) aspetta i tempi del Padre, figlia mia! Ora ti chiedo di portare ancora la Croce e di accogliere tutto quello che il Padre vuole donarti! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vai avanti, figlia, cammina nel Solco portando i tuoi figli e l'umanità intera! (Giulia) eccomi, come serva inutile, Gesù! (Gesù) Figli, Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce, chiedo ad ognuno di voi: volete combattere col Cuore di Maria? (Tutti) si! (Gesù) i vostri “si” sono deboli, poggiatevi sulla Croce!(*) Volete combattere? (Tutti) sì! (Gesù) figliuoli miei, Maria ha bisogno del vostro aiuto, ma Io vi chiedo ancora una volta: state attenti al nemico, allontanatelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici, ma sia la vostra fede salda come la roccia, e la roccia è Dio! Ricordatelo: abbiate fede, abbiate fede nell'unica Verità del santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore! Ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella pace, nella quiete e nella Verità del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi a portare i frutti dell'Amore di Dio: la Verità, la Parola, a portare nel mondo intero e in mezzo a voi il Cuore del Padre! E Dio tiene sempre aperto il suo Cuore e lo dona ai figli, all'umanità intera, ad ognuno di voi, ma l'umanità non accoglie il Cuore del Padre: almeno voi accarezzatelo, prendetelo nelle vostre mani e donatelo ai vostri fratelli parlando con amore della Verità di Dio che è qui in mezzo a voi! Figli miei, Io vengo in ubbidienza al Padre a donarvi tutto quello che il Padre dona a me, a donarvi le gocce, a donarvi il mio Sangue, la mia Carne, a chiedervi solo di amare, di perdonare e di usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici. Dio non chiede molto, Dio chiede solo di vivere tenendo alto il santo Vangelo, di vivere come figli e fratelli dell'Unico Padre che vi dona il suo Cuore!(*) Ma il mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno gronda Sangue; vi chiedo di pregare per tutti i miei Figli Ministri e di non lasciare l'uomo vestito di bianco, di pregare con lui nella quiete bussando sempre al Cuore del Padre e di avere fede e di ricordarvi che la famiglia di Dio tiene stretta la catena, non quella del mondo, ma la catena di Maria che è fatta di rose: ricordatelo, figli, e non si spezza se si ama! Imparate ad amare come ama Maria, imparate ad essere mamme come è Mamma Maria e porta il Frutto di Dio nel suo grembo per donarlo all'umanità intera. Così anche voi come mamme, non abortire quel Bimbo che sta per nascere! Parlo a voi e parlo al mondo intero: accogliete il Dio Bambino, accogliete il suo Amore, la pioggia che lascia scendere sull'umanità intera, figliuoli del mio Cuore, perché come Sacerdozio vivo ed eterno Io vengo per portarvi nel Solco è il Solco è Dio, è il Papà di ognuno di voi e del mondo intero che aspetta a braccia aperte i suoi figli per fare festa. Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 34° sett. T.O./B Lc. 21,20-28> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è pesante, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, Paolo! È pesante il Vangelo.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..di questo giorno? (Paolo) quello di questo giorno è veramente molto pesante! (Piccolo Giovanni) e cos'è rimasto nel tuo cuore? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) Gesù che ci fa vivere la fine dei tempi, la fine del mondo (Piccolo Giovanni) la fine del male! (Paolo) si, parlandoci della distruzione di Gerusalemme ad opera dei romani, quindi prefigura la fine di tutto ciò che c'è di sbagliato nella.. nel mondo, e ci descrive i tempi, i segni che verranno dal cielo, dalla luna, dal sole, da tutte le stelle, e l'ansia a cui tutti saremmo.. (Piccolo Giovanni) ..cosa c'è in questo tempo nei vostri cuori? cosa ascoltate uscendo fuori? (Paolo) viviamo il Vangelo di oggi, Giovanni, perché i segni di cui ci parla Gesù non sono limitati a Gerusalemme, ma sono limitati a tutti gli eventi negativi che si verificano sulla terra. Allora c'era Gerusalemme, c'erano i romani, si è verificato quello che la storia ci tramanda. Oggi si verifica quello che noi tutti tocchiamo con mano (Piccolo Giovanni) e guardate con gli occhi (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e cosa vi rimane da fare? (Paolo) non ci rimane altro da fare che pregare sempre di più col cuore cercando di coinvolgere nella preghiera quanti più fratelli possibile! (Piccolo Giovanni) e pregare per coloro che non conoscono Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e portarli sulle vostre spalle perché siete stati scelti e sigillati uno ad uno! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ed essere coscienti del mistero vivo che stiamo vivendo!(*) I Grandi rinnegano Dio; come l'hanno rinnegato rinnegano la Stanza dell'Amore come hanno rinnegato la capanna di Betlemme! È un'altra goccia.. (Paolo) ..è grande, è una goccia grande.. (Piccolo Giovanni) ..che vi offro in questo giorno per volere del Padre! Ma voi andate avanti non fermatevi come Gesù è stato perseguitato, ma nulla vi accadrà perché la grazia di Dio è su di voi.. (Paolo) ..ma la cosa.. (Piccolo Giovanni) ..e non dovete avere paura di chi uccide il corpo, ma di chi può giudicarvi: Dio, non avendo operato! Dio vi ha chiamati a lavorare e se chiudete la porta il giudizio di Dio.. potete passare, senza essere giudicati, per Dio? (Paolo) no, sicuramente! (Piccolo Giovanni) non temete Dio ma amatelo e accogliete la sua Parola! Figli, non ascoltate il giudizio degli uomini ma solo quello di Dio! È chiaro quello che ho detto? (Paolo) è chiaro, Giovanni! (Piccolo Giovanni) gli uomini vi giudicano perché camminate sulla strada di Dio, ma non è l'uomo a farvi entrare nel Regno di Dio, nel suo giudizio che vi apre la porta. E voi volete entrare per la Porta Stretta? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) e non temete ma camminate sulla Via che Maria vi ha segnato. Non spaventatevi di ciò che dice la gente! Non spaventatevi se ridono di voi: sapete bene che sulle vostre spalle è poggiata la Croce che è la vostra unica salvezza. Chiaro? (Paolo) sì! <4 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) e accogliete sempre l'Alito dell'Amore dello Spirito Santo che il Padre lascia scendere copioso su di voi. Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Paolo) stavo pensando: Dio ci chiede di gridare al mondo che Lui è vivo e presente e questo comporta nell'odierno della società lo sconvolgimento di tanti equilibri che si sono affermati, e su questi equilibri si va avanti da tempo; e quando si sente parlare.. ci si sente ricordare che Dio ha detto che verrà.. (Piccolo Giovanni) ..“aspettatemi”.. (Paolo) ..e allora.. (Piccolo Giovanni) ..“Io verrò(Paolo) si, e allora tutti coloro i quali sono basati su questi equilibri, tremano, e pur capendo vogliono non capire! (Piccolo Giovanni) non tremano, hanno dimenticato! (Paolo) hanno dimenticato completamente, proprio? (Piccolo Giovanni) camminano in pienezza sulla via larga dicendo “questo Dio non verrà”!(*) (Paolo) ma tanti Figli Ministri.. (Piccolo Giovanni) ..perché ognuno è diventato re, ma Gesù non è venuto per essere re del mondo, ma re delle anime. “Il mio regno non è di quaggiù(Paolo) si! (Piccolo Giovanni) quanti re state vedendo in questi ultimi tempi, quante corone, ma non sono fatte di spine ma di potere! Basterebbe abbassare un dito, ma Dio è Padre.. (Paolo) ..e ama tutti.. (Piccolo Giovanni) ..e porta la Corona di spine. E come l'ha regalata alla Cocciuta la regala ai figli, ad ognuno di voi, poggiandosi! Quando sentite il peso della giornata “oggi il mio cuore è triste”, quando sentite la tristezza dentro di voi è Gesù che ha bisogno del vostro aiuto e si poggia con la Corona, e voi riuscite a distinguere questi giorni. A volte perdete la pazienza, a volte con umiltà camminate dicendo “Padre, sia fatta la tua volontà”. Ma avete ascoltato le spade che sono state consegnate alla Cocciuta, e le porta poggiandole ovunque va come il Padre gli ha chiesto, anche camminando con le ginocchia per terra, per amore, come Gesù lo fa attimo per attimo per tutti i suoi figli senza fare alcuna distinzione. Ho stretto un po' il tuo cuore, Paolo? (Paolo) no! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> quello che è triste è che oggi siamo in questo contesto isolati, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Dio non vi ha isolati! (Paolo) abbiamo Lui, siano isolati dal mondo (Piccolo Giovanni) voi volete rimanere nel mondo.. (Paolo) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..o abitare nel Cuore del Padre? (Paolo) noi vogliamo abitare nel Cuore del Padre! (Piccolo Giovanni) e abitate nel Cuore di Dio portando i fratelli, pregando, avendo fede! Chiaro? (Paolo) sì, noi questo possiamo fare! (Piccolo Giovanni)noi questo..(Paolo)..dobbiamo fare..(Piccolo Giovanni)..dobbiamo fare” perché il Padre ci chiede solo di amare e di pregare ma ci lascia liberi! ........ .......può la Parola di Dio non scendere? ........ ..... non sarebbe Dio se tutto quello che è scritto non scenderebbe! Ma i tempi li conosce solo Lui! ........ ..... dobbiamo solo essere vigilanti e guardare i tempi di Dio come guardare il Parto che è vivo, è in mezzo a noi ed è pieno! ........ .....come servo inutile sono dinanzi ai piedi della Croce: fa di me quello che vuoi!........ .....è questo che dovete gridare tutti, voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, perché Dio non fa alcuna distinzione: vi ama tutti con la stessa misura e ascolta i cuori di ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Chiaro?........ ..... cosa c'è nei tuoi occhi, Tommaso? (Tommaso) sono gioioso di essere qui, Giovanni! Dopo che ci hanno bloccato.. (Piccolo Giovanni) ..dove siete stati? (Tommaso) a casa bloccati, qualche giorno in giro per le stradine, ma.. siamo riusciti a passare qualche varco però siamo dovuti ritornare indietro! (Piccolo Giovanni) dicevo a Paolo che avrebbe saltato anche i camion. È vero, Paolo? (Paolo) è vero, sicuramente ci avrei pensato! (Piccolo Giovanni) ma sono capriccioso come sempre. La prossima volta abbiate più fede, non è che sia fiacca la vostra fede, ma un tantino di più.. e dire alla montagna “spostati” e la montagna si sarebbe spostata.. ma col cuore! Dubitare da una briciolina è dubitare della Via che Dio apre dinanzi ad ognuno di voi; Io parlo a voi e parlo al mondo intero! Ho trafitto il tuo cuore? (Tommaso) no, Giovanni, me lo hai rafforzato! (Piccolo Giovanni) come Sacerdozio vivo ed eterno vi porto sempre sulla Linea dritta del santo Vangelo facendovi camminare sulle spine, chiaro? (Tommaso) si! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ma dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Tommaso) volevo chiedere due cose: la prima inerente il Vangelo di questa sera, dove appunto i tempi che scorrono in mezzo a noi non sono molto belli; però il pensiero è andato lontano a quello che avevo già intuito, almeno parzialmente, che nell'ultimo tempo satana si sarebbe scagliato con tutta la sua potenza in persona; e pensando, appunto, a questi kamikaze sembra che forse è il suo tempo!  (Piccolo Giovanni) ha un piccolo spazio e deve terminare, ma non posso rispondere perché svelerei il mistero! (Tommaso) uh! .. l'altro, pensavo anche ai tempi degli apostoli quando Gesù, appunto, ha detto “sarete perseguitati, sarete messi a morte però non vi sarà tolto nemmeno un capello”; forse interpretando il pensiero di qualcuno, uno pensa semplicemente che “non vi sarà tolto un capello” per il corpo, ma io penso che sia molto più profondo, soprattutto la cosa più grande e più bella, cioè “non vi sarà tolto un capello” perché ormai siamo nel Cuore di Maria e quell'altro non ci può fare più nulla e quindi saremo graziati per Amore del Padre.. per.. soprattutto per l'Aldilà! (Piccolo Giovanni) ma avendo fede, ho sempre detto e ve lo ripeto ancora, tutti vedrete il Cuore di Maria trionfare.. (Tommaso) ..questo, si.. (Piccolo Giovanni) ..se avete fede: chi vuole intendere intenda! (Tommaso) anche questo ho capito e c'è una speranza, però voglio lasciare.. perché il Cuore possa anche trionfare anche quando siamo con te, Giovanni.. possiamo vedere lo stesso il trionfo! (Piccolo Giovanni) ed Io non sono in mezzo a voi? (Tommaso) sì, però.. (Piccolo Giovanni) ..credete in questo? (Tommaso) ma noi non siamo.. (Piccolo Giovanni) ..“i cieli si apriranno e Dio scenderà”! (Tommaso) e come dice san Paolo “tutti saremo trasformati in un solo istante in un Corpo Glorioso come quello di Gesù”! (Piccolo Giovanni) e il Sacerdozio che avete ricevuto, cos'è? (Tommaso) è un grande mistero anche quello, però non lo stiamo vivendo! (Piccolo Giovanni) non lo state vivendo? (Tommaso) o quanto meno non.. gli occhi sono ancora chiusi, anche se cerchiamo di capire! (Piccolo Giovanni) perché c'è poca fede, perché si pensa con la mente! Si deve pensare col cuore e accogliere ciò che Dio vi sta donando! (Tommaso) ma il problema non me lo pongo più perché il cuore .. (Piccolo Giovanni) ..Dio è in mezzo a voi, il Regno di Dio è qui in mezzo a voi e nel mondo intero: non cercatelo lontano!(*) Quante gocce vi sto donando: sappiatele raccogliere, figli, e pregate per i miei confratelli, pregate, pregate, perché il nemico vuole distruggerli per far suo il Progetto dell'Amore, e Dio vi ha scelti uno ad uno per lavorare. È grande il mistero: sta a voi decidere cosa volete fare, se aprire in pienezza il cuore o rimanere ancora chiusi! (Tommaso) aprire senz'altro il cuore, però molte volte, no, vogliamo darci una certa spiegazione! (Piccolo Giovanni) a Dio si dona solo il sì senza darsi spiegazioni! (Tommaso) quello l'abbiamo già dato! (Piccolo Giovanni) ma quando si vogliono dare spiegazioni non si è donato il sì!(*) come Sacerdozio devo correggervi e farvi camminare nel Solco, chiaro? (Tutti) si! <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) ho turbato il cuore di ognuno di voi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e gioite perché Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, e non è poco ciò che vi sta donando! Chiaro? (Tommaso) chiaro! (Piccolo Giovanni) Telesfore, stai dormendo? (Telesfore) si, sto dormendo! (Piccolo Giovanni) almeno dici la verità! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ora sei sveglio? (Telesfore) ora, sì! (Piccolo Giovanni) e cosa mi dici?(*) cosa mi dici?(*) (Telesfore) mi sento angosciato! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) per tutto quello che succede nel mondo! (Piccolo Giovanni) è la preghiera che dovete innalzare! (Telesfore) dinanzi a Dio!(*) (Piccolo Giovanni) sai cosa sta facendo papà Natale <= il papà di Telesfore> (Telesfore) eh, cosa sta facendo? (Piccolo Giovanni) sta raccogliendo le anime abbandonate e le porta nel Cuore di Dio! (Telesfore) è gioioso? (Piccolo Giovanni) si!(*) e anche voi dovete essere gioiosi nel raccogliere le anime e portarle al Padre, nel donare il vostro sì e far crescere Dio!(*) si accende un leggero sorriso? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) crescerà Dio?(*) crescerà Dio? (Telesfore) se il Padre vuole, sì! (Piccolo Giovanni) Dio è Padre, Dio crescerà! (Telesfore) crescerà! (Piccolo Giovanni) Amen! Può Dio non crescere?(*) può Dio non crescere? (Telesfore) Dio può crescere! (Piccolo Giovanni) ma vuole il nostro sì!(*) A Maria gli è stato chiesto e Lei ha donato il suo sì! (Telesfore) senza spiegazioni? (Piccolo Giovanni)eccomi”! Una piccola spiegazione c'è stata: “come è possibile, non conosco uomo”, ma l'Angelo l'ha subito tranquillizzata e Lei ha aperto le braccia “eccomi, sono la serva: faccia di me quello che vuole”! (Telesfore) com'era il Cuore di Maria nell'attesa.. (Piccolo Giovanni) ..come il cuore di una mamma: gioioso, pur conoscendo che il Figlio non sarebbe stato suo, ma doveva donarlo ad ognuno di voi e all'umanità intera! Una piccola creatura che dona il sì al Padre per donare il suo unico Figlio alla Croce per la salvezza dell'umanità intera, ma l'umanità non accoglie ancora Gesù; ed Io chiedo a te, Telesfore, vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen! È un mistero che scoprirete, ciò che chiedo a Telesfore, quando il Padre vorrà! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> papà Natale ti chiede di pregare per i tuoi Cari che non vogliono ascoltare! (Telesfore) i miei cari in generale, o c'è qualcuno che ha più bisogno degli altri? (Piccolo Giovanni) conosci bene ciò che ti dice la Piccola Cocciuta! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) prega, prega, figlio mio! Cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) volevo chiederti: Maria, prima del sì conosceva da piccola tutto quello che doveva venire? (Piccolo Giovanni) aspettava nel suo Cuore!(*) (Telesfore) quindi sapeva?(*) <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) quante volte mi stai facendo la stessa domanda, ma non ti rimprovero! (Telesfore) quindi è un po' come la Cocciuta che da bambina ha visto ciò che doveva avvenire? (Piccolo Giovanni) il Padre l'ha mandata! (Telesfore) e ora è in mezzo a noi (Piccolo Giovanni) il mio Cuore abita dentro di lei! (Telesfore) e il suo cuore dov’è? (Piccolo Giovanni) ve l'ho già detto: l'ha donato al Padre!(*) Perché i tuoi occhi si bagnano di lacrime? (Telesfore) perché piano piano il mistero si incomincia.. (Piccolo Giovanni) ..ancora non potete capirlo! (Telesfore) ancora non possiamo capirlo, però sappiamo già che verrà il momento che capiremo quando il Padre vorrà! (Piccolo Giovanni) solo il Padre lo conosce e solo il Padre conosce i tempi: voi dovete essere solo vigilanti e vivere nella Famiglia di Dio amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici e combattere con l'amore per allontanare il nemico! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora?(*) siete tutti svegli? (Tutti) si!(*) (Telesfore) quelle due foglie che ha visto la Piccola Cocciuta devono venire a casa? (Piccolo Giovanni) si, perché le ho messe la' io! (Telesfore) per tornare a casa?(*) (Piccolo Giovanni) e se leggi la preghiera che vi ho lasciato da fare, li trovi! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) c'era una preghiera che Io ho lasciato a Telesfore e alla Cocciuta da fare ogni sera per l'umanità intera, ma non posso donarla ad ognuno di voi: il compito è loro da farla tutte le sere, una parte con intenzioni libere! Ma la Piccola Cocciuta mette sempre le intenzioni del Padre e le intenzioni di Giovanni! È rimasta fissa su questo punto: e qual è l'intenzione del Padre? vedere i suoi figli nel suo Cuore, nella Pace; non riesce a spostarsi a mettere un'altra intenzione; vorrebbe farlo ma il suo Cuore va sempre dal suo Papà che è Dio! Non diventate curiosi: non vi darà la preghiera perché è all'ubbidienza! Ma quando il Padre gli darà il via la farete anche voi. È scritta da me e consegnata nelle mani della Piccola Cocciuta e Telesfore! Ed è stato bello il giorno che gliel'ho portata, perché si è acceso il Sole quando è stata fatta per la prima volta: il Sole di Dio! .. e i tuoi occhi brillano in questo istante, figlio mio! Dimmi perché piangi! (Telesfore) perché io non mi sento degno di ricevere tutte queste grazie! (Piccolo Giovanni) è il Padre che vi ha scelti, è il Padre che ha scelto la tua casa come sua dimora per donare al mondo il suo Amore! (Telesfore) ma io mi sento sempre un servo inutile! (Piccolo Giovanni) è così che dovete presentarvi: come servi inutili dinanzi alla Croce! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ma lavorare per Dio nella sua vigna! E Dio ama all'ubbidienza, chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) dimmi cosa c'è ancora nel tuo cuore! (Telesfore) un abbraccio a papà e a tutta la Corte Celeste! (Piccolo Giovanni) papà ti dona il suo abbraccio e la Corte Celeste abbraccia te e tutti i tuoi figli! Alla fine donalo ai figli che sono qui riuniti; ai figli che si uniscono gliel'ho porto io! (Telesfore) alla fine della preghiera? (Piccolo Giovanni) si! Papà ti ha abbracciato! (Telesfore) si, mi ha pure accarezzato! (Piccolo Giovanni) lo ricordi.. (Telesfore) ..si, lo ricordo.. (Piccolo Giovanni) ..il suo abbraccio? (Telesfore) si, la mano sulla testa! (Piccolo Giovanni) e quando la Piccola Cocciuta gli baciava la mano, lui l'accarezzava sul capo! (Telesfore) questo non lo ricordo! (Piccolo Giovanni) chiedilo alla Cocciuta! (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora?(*) (Telesfore) mi sento come un vuoto.. (Piccolo Giovanni) ..perché? (Telesfore) è perché mi manca la preghiera della domenica! (Piccolo Giovanni) il vuoto non c'è perché il Padre vi farà lavorare: non dubitate di questo! Paolo, cosa stai pensando? (Paolo) che io non ho mai dubitato di questo! (Piccolo Giovanni) dovete aspettare! (Paolo) aspetto solo che mi venga detto.. (Piccolo Giovanni) ..cosa.. (Paolo) ..cosa devo fare.. (Piccolo Giovanni) ..cosa dovete fare! Aspettate i tempi di Dio! (Paolo) si, è meglio che me lo dice Lui altrimenti io non so da dove cominciare! (Piccolo Giovanni) lavorerete, lavorerete! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ora siete pronti per lavorare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e venite tutti al Banchetto Nuziale.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..perché è qui, è in mezzo a voi ed Io ho sete e fame e voglio bere e mangiare con voi del Nuovo. Ma vi chiedo di portare tutti i figli che hanno perso la strada e non riescono a ritornare a casa: raccoglieteli e portateli al Banchetto Nuziale con la preghiera! Ti stavi chiedendo “ma dove li vado a raccogliere?(Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) ora preparate i vostri cuori e venite tutti a fare festa! Io raccolgo tutto quello che mi avete portato nei vostri cuori e tutto quello che mi ha offerto la Piccola Cocciuta! Figliuoli miei, siate vigilanti, sappiate che Dio è in mezzo a voi e vuole fare festa con ognuno di voi, con la famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Lo Sposo è in mezzo a voi: accoglietelo! Ecco lo Sposo che avanza, venite tutti e fate festa, figli del mio Cuore! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo che avanza! Sposo, accompagna la Sposa!(*) Prendi nelle mani il Cuore di Dio!(*) bevi il suo Sangue(*), e donalo all'umanità! (Giulia) come sei bello(*),  com'è grande il Cuore del Padre! (Piccolo Giovanni) vedi, figlia, è sempre aperto, così siano sempre i vostri cuori: aperti nell'amore verso i fratelli; non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Vieni, Sposa del mio Cuore! ........... Paolo! (.... e Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vedete Gesù dinanzi a voi? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete donarlo.. (Paolo, ..., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ai fratelli e all'umanità intera? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) cosa vedono i tuoi occhi, Paolo? (Paolo)cosa vedi tu nei miei occhi?(Piccolo Giovanni) cosa vedono i tuoi occhi? (Paolo) che vedono? (Piccolo Giovanni) cosa vedono i tuoi occhi? (Paolo) quello che è dentro il mio cuore! (Piccolo Giovanni) che c'è nel tuo cuore? (Paolo) la convinzione del sì che ti ho donato! (Piccolo Giovanni) c'è Gesù: Dio Bambino che cresce! Ma Io vi chiedo: non abortitelo, lo chiedo ad ognuno di voi, al mondo intero! Anche quando la sofferenza diventa sempre più grande, Dio cresce sempre di più nel tuo cuore e nel cuore di ognuno di voi attraverso la sofferenza! Paolo della Croce, ....., Telesfore dei Chiodi, e voi figli che portate sulle vostre spalle la Croce, voi Discepoli, voi Colonne, voi Suorine, non fermatevi, andate avanti portando il Dio Bambino nel mondo intero perché Dio vi ha scelti come mamme per donarlo come Maria l'ha donato!(*) Il mistero cresce sempre di più, è vivo: siete pronti? (Paolo, ....., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ..... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) (Piccolo Giovanni) volete guardare il mio Cuore? (Telesfore) sì!(*) <nel centro del Calice del Sangue ..... un Cuore vivo che batteva e ruotava alcune volte mettendosi coricato nel Vino e altre volte sporgeva con la punta> (Piccolo Giovanni) riuscite a vederlo? (Telesfore) si, si! (Piccolo Giovanni) non spaventarti, Paolo, Io sono vivo!(**) <2º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) è un'altra goccia che in questa serata viene donata a voi! Ora state vedendo con i vostri occhi!(*) Siete coscienti.. (Paolo, ....., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..che sono vivo? ........... e arde il cuore da riprendere questo attimo? ve lo lascio riprendere(*) ma mi sposto io! Fermatevi, mi sposto io! <qualche tempo fa aveva proibito di scattare fotografie durante il Sacrificio e Giacomo e Rosetta si sono avvicinati per scattare le foto> (**) questo perché i figli vedano il mio Amore!(**) sono sempre io: sia piena la vostra gioia!(**) Cosa vedete? perché sorridi? (Paolo) vedo un Cuore spaccato in due! ...... (Piccolo Giovanni) tu cosa vedi? (Telesfore) io vedo un Cuore e una porta! (Piccolo Giovanni) Dio apre il suo cuore e la porta! ..aperto all'umanità intera, ai figli, ad ognuno di voi che è qui riunito nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Quale pezzo volete?(**) cosa è rimasta? (Telesfore) la porta! (Piccolo Giovanni) e la porta chi è? ........... è il Cuore di Dio! Ora cosa volete fare? tenere Dio solo per voi o donarlo? (Paolo ....) lo doniamo! (Piccolo Giovanni) volete donarlo ai vostri fratelli? (Paolo, ........... , Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) all'umanità intera? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) volete far questo? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) riuscite a comprendere la grazia che Dio lascia scendere su di voi? (Paolo) è una cosa grande, forse noi non.. (Piccolo Giovanni) ..Dio si mette nelle vostre mani e viene ad abitare nei vostri cuori senza fare alcuna distinzione! Preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(*) La mia gioia è venire ad abitare nella culla che ognuno di voi prepara! Figliuoli, in questo tempo fatemi nascere: non abortitemi! Sia piena la vostra gioia perché Io, venendo ad abitare nei vostri cuori, mi metto nelle vostre mani per donarmi all'umanità intera!(*) Padre, Io busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, Padre!(***) Padre! Padre! Padre, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori. La mia Pasqua è piena ed è risorta;  nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figliuoli del mio Cuore, camminando sempre sulla Via Stretta che porta al Cuore della Croce!(**) Avete ricevuto nei vostri cuori il mio Amore? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e riuscite a vedere quanto è grande l'Amore di Dio per ognuno di voi? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e per l'umanità intera? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e voi siete disposti a donare ai vostri fratelli tutto quello che il Padre vi dona? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Pascete il mio gregge: conducetelo alle Acque Tranquille, fatelo dissetare alla Sorgente del mio Amore perché siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine del Cuore della Croce sigillati uno ad uno per portare nel mondo lo Shalom del Cuore del Padre, figli! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) eh, queste belle cose che stai dicendo! (Piccolo Giovanni) è il Padre che vi dona il suo Amore! Un papà ai propri figli dona l'anello da portare al dito, e il vostro anello è il Cuore di Dio da portare nel mondo e farlo amare e conoscere! Dio come unico anello: l'hai capito, Tommaso? “Dio come unico anello”!(*) Luca, è grande questa parola? (Luca) da un vero amico non ci si separa mai perché è il segno della fede, e il Cuore di Dio è la nostra fede! (Piccolo Giovanni) la fede del Cuore di Dio che come anello abbraccia l'umanità intera! Il mistero diventa sempre più grande, ma entra nei vostri cuori, basta stringere la Croce e portarla sulle spalle! “Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”, nell'ubbidienza al Padre! Cosa vedono i tuoi occhi da rimanere fisso a guardarmi? non è un rimprovero! (Paolo) mi incanti! (Piccolo Giovanni) Dio incanta, come Maria è rimasta dinanzi alle parole dell'Angelo!(*) è bello? (Paolo) molto! <Giovanni emette un forte sospiro> (Piccolo Giovanni) il sospiro di Dio che chiede ad ognuno di voi: mi amate? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io nel mio Amore senza misure vi benedico col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate in pace portando la pace e la quiete del mio Cuore all'umanità intera, a tutti i figli che si sono uniti a questa santa preghiera: non lasciate nessuno fuori del mio Amore, ma vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico! Quando uscite fuori dalla mia Stanza non abortitemi ma fatemi vivere, figli miei! Ora voglio gioire, voglio essere cullato chiedendo ad ognuno di voi: mi cantate la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che avete donato al Cuore di Maria, Mamma Immacolata e Addolorata, addolorata nel vedere l'umanità che si perde! Chiedo ad ognuno di voi di avere fede e di combattere alzando lo scudo del santo Vangelo e di consolare sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, la Mamma che viene a portarvi il Dio Bambino per farvi vivere e camminare nel suo Amore. E nell'Amore di Maria, uniti al Cuore di Dio, uniamo la Catena santa(*) e preghiamo con la preghiera del Padre: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”(*) Siete coscienti di queste parole? (Paolo, ...., Simone, Andrea e poi tutti gli altri) sì! (Piccolo Giovanni)liberaci dal male. Amen”! Figli del mio Cuore, ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto delle risorto sul Legno della Croce per donarvi della vita eterna e non vi sono altri dei all'infuori di me! Prostratevi sempre dinanzi alla Croce, figli, e allontanate dai vostri cuori, dalle vostre case e dalle vostre vie il nemico amando, amando, amando! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ora andate in pace perché Dio abita dentro di voi, figli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Rimanete nella mia gioia perché Io abito dentro di voi, figli del mio Cuore! (Giulia) grazie, Papà!(*) grazie, Papà!(*) rimani sempre con noi!(*) grazie!

 

 

         2. Giov 04/12/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, poggio ancora sulle tue spalle l'umanità tutta, i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre!(*) Portali, figlia, sulle tue spalle e stringi al tuo Cuore con amore i santi Dolori che il Padre vuole donarti in questo tempo del Dio Bambino che viene ancora a visitare l'umanità intera, viene a portare il suo Amore che è fondato sulla Roccia. Figlia, tieni strette le spade che il Padre ti ha consegnato, poggiandole sempre, lasciando il Sangue del Sacrificio ovunque vai, ma sarai perseguitata perché l'hanno fatto con me venendo in mezzo a voi a nascere in una stalla; così anche voi che siete nati nell'Amore e nella Pace dell'unico Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, sarete perseguitati, ma non dovete temere, figli, il mio Amore scende copioso su di voi e sul mondo intero, su di voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, (e) vi chiedo con amore di diventare bambini e di accogliere la Parola viva che il Padre manda in mezzo a voi e nel mondo intero! Figlia mia, vuoi ancora abbracciare con me i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciarli per la Chiesa di Roma? (Giulia) eccomi, Gesù! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) Figlia, è pesante abbracciare i Chiodi per la Casa dove abita l'uomo vestito di bianco! (Giulia) Gesù, eccomi! (Gesù) figlia, ti chiedo di guardare ancora, ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù, tienimi per mano!(*) posso dire ciò che vedo, Gesù? (Gesù) no, figlia, ti chiedo solo di guardare e di tenere tutto nel tuo Cuore!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù!(*) (Gesù) guarda ancora, figlia!(*) non chinare il capo ma guarda!(*) (Giulia) Gesù, ti chiedo perdono: vorrei gridarlo ciò che sto vedendo, ma mi inchino dinanzi alla tua volontà! (Gesù) si, figlia, aspetta i tempi del Padre! (Giulia) potrò dirlo? (Gesù) si, ma non in questo giorno!(*) (Giulia) Gesù, mi si spezza il Cuore: sento che non batte più! (Gesù) non temere, figlia, invita i tuoi figli e i miei Figli Ministri a pregare è dì loro che Dio Bambino sta per nascere: ACCOGLIETELO! (Giulia) Gesù, i figli che sono qui riuniti e i figli che si mettono a disposizione della preghiera che non sono qui, tu conosci i loro cuori e osservano ciò che il Padre ci dona, ma come posso dirlo ai Figli Ministri?  (Gesù) col suo sorriso e donando la tua mano con i Chiodi! È così che devi dire loro queste parole, camminando dove il Padre ti manda! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ho sete, figlio! <Telesfore gli porge l'ampollina con l'acqua> (**) Io ho chiesto da bere l'acqua perché la mia sete è di ognuno di voi! “Ho sete, ho fame, ho freddo, sono malato, sono in carcere, sono senza vestiti” e chiedo ad ognuno di voi l'acqua da bere facendo scendere sull'umanità le ultime grazie, ma non pensate che Dio chiuda la porta del Cuore! In questo tempo vi chiedo di pregare e di accogliere il Figlio che il Padre dona ad ognuno di voi e all'umanità intera! A voi Discepoli, a voi Colonne, a voi Suorine del Cuore della Croce, pregate, pregate, perdonate, amate, usate carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Nella mia capanna ho accolto e accolgo ognuno di voi e l'umanità intera: povera ma ricca di un unico amore, l'Amore del Padre che non ha misure! E in mezzo a voi l'Amore di Dio cresce, si dona, perché voi vi donate, ma sappiate, figliuoli, Io verrò come ho promesso a raccogliere i frutti del vostro lavoro, e quando tutti i frutti saranno consegnati al Padre, la festa sarà piena com'è pieno il Parto in mezzo a voi: è vivo! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, non lasciatevi rubare il Bimbo che sta per nascere, distaccatevi dalle cose del mondo prendendo nelle vostre braccia il Dio Bambino come Unico Tesoro, Unico Dio, Unico Amore che riempie i vostri cuori, il vostro vivere, il vostro donarvi per l'umanità intera. Come Io mi sono donato nella pienezza dell'amore, così anche voi donatevi ai fratelli: diventate bimbi e donatemi nella quiete, nell'amore, preparandovi per l'Avvento con i cuori candidi come è candido il Bimbo che viene in mezzo a voi. Figli miei, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore perché Io sono sceso portandovi tutto l'Amore e non c'è misura che possa contenere l'Amore del Padre. Figliuoli, Dio ha piantato le sue radici in questo Luogo e nel mondo intero; vi ha donato la capanna dove crescere e accogliere i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, senza lasciare nessuno fuori dell'amore che Dio dona ad ognuno di voi. E in questo giorno Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, come una mamma porta nel suo grembo il proprio bimbo, e ascoltare i battiti dell'amore che Dio dona, la Parola, Dio che diventa bambino, nasce da Maria per accendere la luce nel mondo e donare la pace agli uomini che aprono il cuore alla Parola viva, il Verbo di Dio che si fa Carne e viene ad abitare in mezzo a voi! E il mistero diventa sempre più grande! Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, e il suo grido è grido di giubilo chiedendo ai vostri cuori di accogliere la Parola e di donarla senza avere alcun timore di niente e di nessuno. E non affannatevi per le cose del mondo, Dio in questo istante sta toccando i cuori di ognuno di voi, dei vostri cari, dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera, ai figli che mi avete portato in questo giorno. E voi siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: rimanete sempre nella linea del santo Vangelo, nella viuzza stretta che porta alla gioia piena di Dio portando sulle vostre spalle la piccola croce quotidiana che il Padre vi dona per camminare nella Luce del suo Amore! Tu, Piccola Cocciuta, in questo tempo porterai i Dolori di Maria, i Dolori del Parto vivo, ma non temere, la grazia di Dio è su di te, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù, sia fatta la tua volontà! (Gesù) tu ti eri preoccupata nel sentire i Dolori: sono i Dolori di Maria, portali ovunque vai, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù, Francesco ha visto i miei Dolori? (Gesù) devo dirti di si, figlia, ma è rimasto un po' annebbiato! (Giulia) nel senso buono? (Gesù) si, figlia! Prega per lui e fagli ascoltare ancora i Dolori di Maria. Ti chiedo, figlia, di pregare ancora per il giglio!(*) (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) sta soffrendo, e scoprirai un altro petalo che è nel suo cuore! Invita i tuoi figli a pregare!(*) (Giulia) sia fatta la tua volontà, Gesù, ma in questo giorno ti affido tutti i miei Pargoli che sono qui riuniti, quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Gesù, tu conosci i loro cuori.. (Gesù) ..anche tu li conosci, perché il Padre ti ha dato questo dono! (Giulia) Gesù, quando a volte li devo sgridare sento il mio Cuore che gronda Sangue, ma li amo.. (Gesù) ..e come me non vuoi perdere nessuno dei tuoi figli! (Giulia) Gesù, poggiali sempre sulle mie spalle! Con la tua grazia li porto sempre nel fiume del tuo Amore, e con la tua grazia li guardo sempre come Pargoli perché io li vedo tutti bambini che hanno bisogno di essere cullati. Gesù, fammeli tenere in braccio uno per uno! (Gesù) li stai portando nelle tue braccia, figlia, ma ti chiedo ancora di pregare per la pace perché altri flagelli scenderanno sull'umanità è dovrai accogliere nelle tue braccia altri bimbi!(*)  (Giulia) Gesù! (Gesù) sii forte, figlia mia, poggiati sulla roccia e prega e fai pregare i tuoi figli! Abbiate fede nel Dio Bambino che è in mezzo a voi vivo e reale e fermate i flagelli amando, perché l'amore unisce la Catena del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a portare la gioia e l'amore nel Dio Bambino che è vivo ed è in mezzo a voi e nel mondo intero! Preparo i vostri cuori alla fiammella, alla luce che Maria donava e dona ai figli che incontra sul suo camminare! Ma chiedo ad ognuno di voi di stare attenti al nemico, vuol far suo il Progetto di Dio. Pregate e combattetelo con l'amore come Maria, in umiltà e col sorriso di Mamma! Regalate un sorriso ai figli che incontrate e donate Gesù col sorriso, abbracciate i fratelli, perdonate i vostri nemici e fate nascere Gesù nell'abbraccio come Maria. Figliuoli, il mio Cuore arde nel parlare di Maria, così siano accesi anche vostri cuori! Come Sacerdozio vivo ed eterno, per volere del Padre, Io vengo a portare il Cuore di Maria come capanna: la tutta piena di grazia, la Mamma di Dio e di ognuno di voi! “Eccomi”, con Maria vengo a portare in mezzo a voi e nel mondo intero lo Shalom: “Pace a voi, figli”, ma portandovi la Pace vengo a chiedere ad ognuno di voi: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <giov. 1° sett. AVVENTO /C Mt. 7,21.24-27> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ma vi eravate addormentati? (Alcuni) no! (Piccolo Giovanni) era così dondolando il parlare di Dio da farvi la Ninna Nanna? Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? <4 colpi di tosse con un'alitazione> ecco l'Alito dello Spirito Santo, la tosse misteriosa, il mistero di Dio! Paolo! (Paolo) eh, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando? hai combinato qualche marachella? (Paolo) no, no! (Piccolo Giovanni) ed Io ne ho comminata qualcuna? (Paolo) tu apparentemente ne combini parecchie, ma solo apparentemente, che poi sotto sotto sono delle cose che.. su cui si deve meditare tantissimo perché sono degli insegnamenti di cui noi abbiamo veramente tanto bisogno! (Piccolo Giovanni) le marachelle della Parola.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..o le gocce? (Paolo) gocce, marachelle, sono tutti messaggi importanti che scendono fra di noi che dobbiamo sicuramente imparare a dargli il giusto significato! (Piccolo Giovanni) ma dimmi! (Paolo) del Vangelo? (Piccolo Giovanni) del Vangelo! (Paolo) prima, sai cosa sto pensando? (Piccolo Giovanni) è bello nel sentire parlare Paolo con Dio “sai cosa stavo pensando?<si ride un po'> (Paolo) bè, tu dici sempre che bisogna dirle le cose in quanto devono rimanere nella storia, altrimenti non ci sarebbe motivo.. (Piccolo Giovanni) ..i figli.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..come si rivolgono al papà? nella semplicità, nell'amore! È bello il rapporto diretto “Papà, sai cosa stavo pensando?”, dillo! (Paolo) io non amo.. (Piccolo Giovanni) ..non ami? (Paolo) non amo.. eh, non amo parlare senza dare seguito a ciò che dico! Tante volte.. (Piccolo Giovanni) ..ma ami? (Paolo) quella è un'altra cosa! (Piccolo Giovanni) sono capriccioso stasera! <si ride un po'> (Paolo) eh, si! E stavo pensando, appunto, al Vangelo di oggi.. che Dio vuole che ascoltiamo ma soprattutto vuole che ci sia un seguito a ciò che noi ascoltiamo e impariamo: dobbiamo metterlo in pratica, dobbiamo agire.. (Piccolo Giovanni) ..quando si apre la porta non si rimane sotto l'uscio della porta, si va avanti! (Paolo) si! Altrimenti.. (Piccolo Giovanni) ..se si ha paura di uscire dalla porta, rimane tutto chiuso! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ed è un'altra goccia! <3 colpi di tosse con un'alitazione> hai paura.. (Paolo) ..di cosa?.. (Piccolo Giovanni) ..di uscire fuori dalla porta? (Paolo) tu mi hai fatto entrare nella porta ed è così stretta che non riesco più a girarmi indietro! (Piccolo Giovanni) la Porta di Dio è stretta, si entra, si cresce nel suo Amore, si lavora per l'umanità intera! (Paolo) è così, perché una volta entrati per quella Porta si riesce a capire il giusto e a confrontarlo con le stoltezza del mondo! E quindi si capisce che non c'è altra strada! (Piccolo Giovanni) l'unica.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è il Vangelo! (Paolo) anche se è una strada faticosa, piena di spine, però non ci sono alternative! (Piccolo Giovanni) ma il Padre quanto ama: alle proprie Spose dona in regalo l'anello fatto di spine, la corona fatta di spine.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché il suo amore è la linea! (Paolo) si, quando si costruiscono le cose senza.. (Piccolo Giovanni) ..sulla roccia.. (Paolo) ..si, sulla roccia, rimangono.. (Piccolo Giovanni) ..non vengono.. (Paolo) ..spazzate via dal temporale.. (Piccolo Giovanni) ..dal temporale, dal vento, perché non c'è la sabbia sotto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma c'è la roccia [e la roccia] è amore, e quando c'è l'amore si può anche volare! (Paolo) si, si possono spostare le montagne! (Piccolo Giovanni) più si ama e più si diventa leggeri, e se si dice alla montagna “spostati” la montagna si sposta per amore! Che mistero l'Amore di Dio! Questo Dio Bambino che è un'esplosione d'amore e aspetta i nostri cuori, il nostro sì; Maria l'ha donato subito: “eccomi”, ma l'umanità non si lascia accendere a questo amore! (Paolo) è basata sull'esteriore, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è poggiata sulla sabbia! (Paolo) sulla sabbia, si! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) era da un po' che lo facevo piccolo! (Paolo) eh, ma anche quando è piccolo è grande, come quel Bambino lì! (Piccolo Giovanni) e la ti volevo! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) l’ho detto che sono capriccioso in questo giorno! Cosa è rimasto ancora nel tuo cuore? (Paolo) sono.. sono gioioso, Giovanni. Sono.. (Piccolo Giovanni) ..perché il Bimbo sta per nascere? (Paolo) si, ma è già nato! (Piccolo Giovanni) nei vostri cuori! (Paolo) si! Prima pensavo “noi aspettiamo questo Bimbo, ma questo Bimbo è già fra di noi, lo è sempre stato, ci ha accarezzato e ci accarezza sempre”. Quello che verrà un giorno, verrà per giudicare tutti noi.. (Piccolo Giovanni) ..i tempi.. (Paolo) ..non li conosciamo.. (Piccolo Giovanni) ..li conosce solo il Padre, viene a raccogliere i frutti.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..del vostro amore. La Pianticella che è cresciuta dentro di ognuno di voi la ricordate? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) la Pianticella? Io la vedo: è diventata grande! (Paolo) e la fiammella che è sul capo? (Piccolo Giovanni) è sempre la stessa! (Paolo) è sempre la stessa? (Piccolo Giovanni) perché non può.. (Paolo) ..crescere.. (Piccolo Giovanni) ..crescere! (Paolo) ma non si consuma? (Piccolo Giovanni) mai! Può consumarsi Dio? (Tutti) no!(*) (Piccolo Giovanni) quante grazie.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre vi ha donato e quante ve ne darà ancora, perché siete qui riuniti nel suo nome e non fa alcuna distinzione! Per ognuno di voi la misura è sempre la stessa, come la fiammella.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che arde! (Paolo) il Padre, Giovanni, ha disegnato quelle che dovrebbero essere le linee della società di oggi; in un modo molto chiaro l'ha fatto! E purtroppo quello che noi possiamo vedere attorno a noi è un rincorrersi per arrivare alla posizioni alte.. (Piccolo Giovanni) ..preghiamo per questo! (Paolo) si. Non ci rendiamo conto che Dio, il suo progetto ce l'ha messo davanti e ce l'ha illustrato in un modo molto chiaro! (Piccolo Giovanni) indicando l'unica via.. (Paolo) ..l'unica via, si (Piccolo Giovanni) ma dobbiamo portare sulle nostre spalle.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..i fratelli che ancora non hanno visto la luce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e cullarli per portarli nel Cuore del Padre a bere l'unica Acqua! (Paolo) Lui è salito in Cielo ma è sempre rimasto in mezzo a noi ad aiutarci a fare la volontà del Padre! Ci implora di farla! (Piccolo Giovanni) ma almeno voi fate la volontà del Padre.. (Paolo) ..quando dici così.. (Piccolo Giovanni) ..perché siete qui nella Stanza dell'Amore! (Paolo) quando dici così, Giovanni, mi sento rincuorato! (Piccolo Giovanni) perché sei qui seduto? (Paolo) perché qui ho trovato le risposte a tante mie domande che nessun altro è stato in grado di darmi! (Piccolo Giovanni) perché sei qui seduto? (Paolo) perché ci sei tu: c'è Dio! (Piccolo Giovanni) Amen! Dio è con voi, Dio è in mezzo a voi! (Paolo) ed è una cosa grande, questa! <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) e il suo Alito aleggia su di voi per farvi camminare sempre e donare ai fratelli il suo Amore! Ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: amate, perdonate, usate carità verso tutti, e dinanzi all'altare portate i vostri nemici, perché solo perdonando e amando potete allontanare il nemico! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Paolo) oggi a scuola ho lanciato un messaggio a tutti i presenti, ai colleghi presenti! (Piccolo Giovanni) e lancialo anche ai tuoi fratelli! (Paolo) si parlava di solidarietà, ma in termini umani: di soldi! (Piccolo Giovanni) i poveri hanno bisogno di mangiare e per mangiare ci vuole quel pezzo di carta! (Paolo) io ho ricordato.. (Piccolo Giovanni) ..che nessuno si deve legare! Anche se abbonda metterli da parte e usarli per i poveri: ho lasciato scendere un'altra goccia! (Paolo) io ho pensato alla donna che nel tempio buttava i suoi averi.. (Piccolo Giovanni) ..il suo tutto.. (Paolo) ..il suo tutto nel tesoro nel tempio! (Piccolo Giovanni) ma Dio gli ha donato il suo tutto! (Paolo) perché si è privata di ciò che a lei serviva per vivere e lo ha donato ai poveri, quindi quello che ho detto io oggi è proprio questo, ricordandomi di quella donna. La solidarietà si vede.. va letta in questa chiave! Cioè, quando io.. (Piccolo Giovanni) ..donare il tutto.. (Paolo) ..il tutto e non nel(del) superfluo che può anche essere di più del tutto del povero! (Piccolo Giovanni) ma non ha la stessa misura! (Paolo) non ha la stessa misura! (Piccolo Giovanni) è vero? (Tommaso) è vero! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici? è vero quello che mi sta dicendo Paolo? (Tommaso) è vero, eh.. è vero, è vero! (Piccolo Giovanni) e nel tuo cuore.. (Tommaso) ..molte volte non c'è bisogno di.. di fare chissà quanta carità, l'importante è che uno da veramente il cuore, anche nel suo piccolo! (Piccolo Giovanni)ma Io vi faccio vedere che c'ho la mano piena”, ma poi penso dentro di me “potevano servire a me”.. quella mano piena! (Tommaso) per questo non bisogna essere attaccati! (Piccolo Giovanni) bravo!(*) anche se si abbonda non bisogna essere attaccati perché Dio ci dona tutto ma da dividere con i fratelli!(*) e se Io bevo un bicchiere d'acqua e vedo un fratello con le labbra secche, lo tolgo dalla mia bocca e lo dono al fratello! Almeno far bagnare le sue labbra! È bello questo gesto? ...... (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) e quanti bimbi hanno le labbra secche e Gesù gli dona la sua Acqua ma l'uomo no, perché attaccato alle cose del mondo non riesce a donare l'acqua a quel bimbo con le labbra secche, e quel bimbo è Dio che ha bisogno dell'amore di ognuno di voi e dell'umanità intera! Chiaro? (Tommaso e Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma cosa c'è nel tuo cuore? (Tommaso) dicevo che siamo.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> in attesa di festeggiare Maria.. questo grande mistero della sua immacolata concezione, della sua verginità indimenticabile perché davanti a Lei satana teme veramente.. enormemente più di Gesù, vero? <Giovanni assente con la testa> proprio perché si umilia talmente tanto.. una creatura.. (Piccolo Giovanni) ..una creatura così piccola ma così piena d'amore da schiacciarlo sotto i piedi; e con quale arma lo fa? (Tommaso) con l’umiltà e l'amore! (Piccolo Giovanni) con l’umiltà e l'amore.. (Tommaso) ..e allora si scaglia contro di noi.. (Piccolo Giovanni) ..non usa né spade, né fucili, né bombe ma una piccola.. l'amore; e si scaglia contro di Lei ma cosa ottiene? (Tommaso) nulla perché si sente così umiliato da una creatura umana, no.. ecco perché lui tentando il Signore si sentiva più soddisfatto, perché il Signore era Dio, era il suo padrone! (Piccolo Giovanni)adesso ci riesco, ma ci provo con Maria: più fragile”! (Tommaso) ma dato che si sente umiliato, vuole pigliare qualche rivincita e si scaglia su di noi, cerca di attaccarci.. (Piccolo Giovanni) ..e voi cosa fate? (Tommaso) e noi chiamiamo Maria! (Piccolo Giovanni) mettendolo ancora una volta sotto i piedi!(*) invocando Maria e usando il suo amore, la sua umiltà(*), non bestemmiando, non gridando, ma nel silenzio.. come fa la Cocciuta “vai via, non ho tempo da dedicare a te, ma il mio Cuore arde per Gesù e per Maria(Tommaso) ma quando qualcuno chiama.. di noi chiama la.. in aiuto anche la Cocciuta, la Cocciuta è istantanea che si mette in preghiera o corre su alla Stanza a gridare? (Piccolo Giovanni) da dove si trova si unisce in preghiera! (Tommaso) quindi è istantanea? (Piccolo Giovanni) quando viene a gridare dinanzi al Trono è perché la faccio arrabbiare Io! <si ride un po'> ma viene a gridare anche quando i figli li vede andare in bilancia!..come Lucia che ha dato il bacio all'albero come ho fatto Io! <si ride un po' perché questa sera, facendo manovra con la sua vettura, Lucia ha urtato involontariamente un ramo di un arancio nel giardino della Stanza frantumando il parabrezza posteriore. Don Mario, invece, il 10/08/2000, frantumò il parabrezza posteriore della sua Saxò contro un albicocco (c.f.r. msg. di giov. 10/08/2000 nel N. 253 di Sofferetti-24). Qui di seguito si riporta lo stralcio delle considerazioni di don Mario di quella giornata> {(scrive don Mario) ...facendo retro marcia con la Saxò baciai un albero di albicocco, che era dritto giù ma curvo sopra, e il vetro posteriore andò in frantumi: il più grave errore in 30 anni di guida, danni lire 400.000…}e adesso il suo cuore fa pom pom pom! ..se qualcuno va a toccarlo lo sente! Ma Io gli ho detto “tu mi hai rotto il vetro, Io vado subito a mettere il nuovo e hai perso sempre tu”. Non spaventarti, Lucia, gli hai dato un calcio e si è fatto pure male ed è andato via! Sei contenta? (Lucia) si! (Piccolo Giovanni) e dagliene ancora di questi calci! <Lucia dice qualcosa lontano dai microfoni e l'audio non è intelligibile> ma non sfasciare tutta la macchina! <si ride un po'> hai lavorato oggi! (Lucia) eh! (Piccolo Giovanni) hai combattuto! (Lucia) eh, si! (Piccolo Giovanni) e doveva donare un colpo anche lui! (Lucia) ah, adesso capisco! (Piccolo Giovanni) ma il colpo l'ha ricevuto lui.. (Lucia) ..ah.. (Piccolo Giovanni) ..è chiaro? (Lucia) è chiaro, si: adesso ho capito il perché! (Piccolo Giovanni) e vai avanti, non temere niente e nessuno! (Lucia) va bene! (Piccolo Giovanni) ma vi raccomando, non mi andate a rompere tutti i vetri! <si ride un po'> (Lucia) prendo con le buone a Vittorio, allora! <dice ridendo riferendosi al marito> (Piccolo Giovanni) stai tranquilla, rimane anche questo nella storia come è rimasto il mio vetro che Peter <= Eliseo> voleva subito pagare! “No, lo devo pagare Io perché lo schiaffo gliel'ho dato Io”! (Lucia) ma guarda! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Lucia) è chiaro, si! Mi preoccupava Vittorio a me.. per la verità! (Piccolo Giovanni) e la tua fede? (Lucia) no, no, la fede ce l’ho, però dico “mo' mi devo arrabbiare con lui domani mattina presto”, e invece.. vabbè, do una spiegazione! (Piccolo Giovanni) Dio è con te! (Lucia) ok, grazie! (Piccolo Giovanni) non temere! (Lucia) va bene, andiamo avanti! (Piccolo Giovanni) andiamo avanti senza fermarci.. (Lucia) ..no, no.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio porta lo scettro in mano, non il nemico! (Lucia) uh! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Lucia) sì, si, si è chiaro, si! ........... (Piccolo Giovanni) Eccomi, sono ancora qui in mezzo a voi a dare fastidio! ........... ........ ..la Cocciuta era debole, ma il canto deve rimanere com’è sceso dal Cielo! ........... non deve essere tolto né un punto e neanche una virgola! ........... chiaro? ........... voi dovete essere tranquilli quando la Cocciuta vi dice “va bene”! ........... questo dovete donare: pace e amore(*), come Lui viene a portarla, come il Padre viene a portarla in mezzo a voi e nel mondo intero, invitandovi sempre a tenere alto il santo Vangelo, e in questo tempo a farlo crescere, come mamme, dentro di voi! Chiaro? (Paolo) si! Ti volevo chiedere: ma io ieri ho.. ho tentato di fare un canto sul Natale, ma non mi è uscito proprio niente ieri sera! Volevo sapere se.. (Piccolo Giovanni) ..quando hai detto alla Cocciuta.. (Paolo) ..c'è in programma, oppure.. (Piccolo Giovanni) ..quando hai detto alla Cocciuta “adesso mi faccio una suonata”? (Paolo) quando ho fatto questo, la Cocciuta mi ha detto “se lo fai adesso”.. io poi ho risposto “beh lo faccio adesso.. adesso faccio questo e poi per Natale ne faccio un altro”, quindi quello è sempre una cosa.. quindi deve arrivare quest'altro canto? .. perché ieri sera mi ero preoccupato, poi alla fine ho pensato.. (Piccolo Giovanni) ..ma la suonata l'hai fatta ieri sera? (Paolo) eh, l'ho fatta, poi si erano fatte le undici e dico “ma qui non posso suonare più sennò disturbo” e sono andato a letto.. ma non è uscito niente! (Piccolo Giovanni) hai suonato! (Paolo) ho suonato, eh, di suonare ho suonato! (Piccolo Giovanni) uscirà, uscirà! (Paolo)uscirà”, allora sono tranquillo! (Piccolo Giovanni) bene!(*) caro Telesfore, stavi dormendo? (Telesfore) eh, stavo dormendo, si! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> tu ci fai la ninna nanna! (Piccolo Giovanni) e tu dormi! (Telesfore) e io dormo! (Piccolo Giovanni) ma tanto non hai bisogno di ninna nanna.. (Telesfore) ..dormo lo stesso.. (Piccolo Giovanni) ..dormi lo stesso perché è un continuo “ninna nanna” nel Cuore di Dio dove ti rifugi e oggi in modo particolare ti sei rifugiato nel Cuore di Dio! A Dio nulla è nascosto!(*) puoi nascondere qualcosa a Dio? vede e sente quello che tu non vedi, quello che ognuno di voi non vede!(*) scopro sempre i tuoi segreti! (Telesfore) che mistero! (Piccolo Giovanni)che mistero”! <si ride un po'> questo è da ridere: “che mistero”! Cosa hai combinato? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) io(*).. cosa ho combinato? non lo so, non ricordo niente perché dormivo! (Piccolo Giovanni) hai dormito tutta la giornata! (Telesfore) beh, tutta la giornata credo di no! (Piccolo Giovanni) cosa hai combinato? (Telesfore) ho lavorato! ..e cosa ho fatto poi?(*) (Piccolo Giovanni) tu lo sai e il Padre lo sa prima di te! (Telesfore) non.. non ricordo cosa ho fatto! (Piccolo Giovanni) e raccontami cosa c'è nel tuo cuore, ricordi quello che hai fatto? <5 colpi di tosse con 2 alitazioni> cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) ma nel mio cuore c'è la giornata che abbiamo trascorso ieri! (Piccolo Giovanni) e oggi?(*) (Telesfore) oggi, 4!(*) (Piccolo Giovanni) non vuole parlare: ieri 3, oggi 4, domani 5, dopodomani 6, 7, 8(*) (Telesfore) 8.. (Piccolo Giovanni) ..quando sente 8 si accende <si ride un po'> e comincia a parlare (Telesfore) 8.. (Piccolo Giovanni) ..8.. (Telesfore) ..8 è giornata di Maria.. (Piccolo Giovanni) ..e ti accendi (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi dire? (Telesfore) eh, che stiamo aspettando questo giorno (Piccolo Giovanni) ma non vuoi dirmi che c'è nel tuo cuore?(*) (Telesfore) il mio cuore io non lo conosco! (Piccolo Giovanni) lo conosce il Padre, ma quello che c'è lo sai! È bravo a fare il girotondo delle parole! (Telesfore) il mio cuore gioisce aspettando il giorno di Maria.. e tu ci parlerai sicuramente! (Piccolo Giovanni) Io sono all'ubbidienza del Padre come Sacerdozio vivo ed eterno: ricordalo! Non è un rimprovero, ma ti ricordo che Io sono all'ubbidienza del Padre e solo Lui sa ciò che vuole in quel giorno! Non sei tu e neanche la Piccola Cocciuta a dire a Dio cosa deve fare! Chiaro?(*) chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi? (Telesfore) voglio dire che non riesco a.. a far uscire quello che sta nel mio cuore.. non lo conosco! (Piccolo Giovanni) lo conosci! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) hai visto che lo conosci?(*) non ci vuole molto a dire quello che c'è nel tuo cuore! Vuoi parlare?(*) stai vedendo i miei occhi?(*) stai vedendo i miei occhi? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e cosa dicono? (Telesfore) sono pieni di lacrime!(*) (Piccolo Giovanni) sai perché sono pieni di lacrime?.. perché l'umanità non vuole crescere Dio!(*) e Dio si è poggiato sulle tue spalle aspettando il tuo sì, il sì di Maria! Ora sei gioioso? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) aiutami a crescere Dio! (Piccolo Giovanni) è Dio che ti chiede di essere cresciuto!(*) cosa ha fatto Marì? (Telesfore) Maria.. “eccomi, sono la tua serva fa di me quello che vuoi(Piccolo Giovanni) lo ricorda! (Telesfore) io sono il tuo servo, sia fatta la tua volontà! (Piccolo Giovanni) Amen! Ma raccontami un capriccio che hai fatto ieri nella mia capanna! (Telesfore) che cosa ho fatto ieri? (Piccolo Giovanni) un capriccio! (Telesfore) ho fatto un capriccio, ma adesso non.. non mi.. ho fatto ridere Marì, mi sembra, però non ricordo il capriccio adesso! (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani. Il gradino!(*) lei piccolina, tu sul gradino!(*) lo ricordi il capriccio? (Telesfore) si, non mi ricordo cosa ha detto lei! (Piccolo Giovanni)Io già sono piccola, tu sali sul gradino”.. (Telesfore) ..eh, io ero sul gradino.. (Piccolo Giovanni) ..“e non posso neanche abbracciarti”! (Telesfore) eh, e comunque io non.. e mica sono tanto grande, sono pure piccolino! (Piccolo Giovanni) ma essendo sul gradino.. (Telesfore) ..ero più alto.. (Piccolo Giovanni) ..eri più alto! (Telesfore) quella era gioiosa ieri! (Piccolo Giovanni) perché, voi no? (Telesfore) si! Quando siamo con lei il nostro cuore arde! (Piccolo Giovanni) quando Dio è con voi il cuore arde! La mia casa: Vangelo vivo, e non è Marì a farvi ardere ma la mia piccola capanna che apre la porta accogliendo i figli!(*) Quando scoprirete il mistero della mia capanna arderete in pienezza. E come arde il Cuore della Piccola Cocciuta da gridarlo al mondo intero, ma non può ancora farlo! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? ..vi sto annoiando? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) ti ho annoiato, Paolo? (Paolo) altro che annoiarmi: sentendo parlare di Maria, te e Telesfore, hai generato in me il seme di un canto! Ancora è latente, comunque.. (Piccolo Giovanni) ..è già sceso! (Paolo) è già sceso dentro! Ecco perché ieri non dovevo fare l'altro: quello viene dopo! (Piccolo Giovanni) lasciamo a Dio.. (Telesfore) ..ed è quello che io piccolo piccolo ho detto! (Piccolo Giovanni)piccolo piccolo”, poi cresce! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? <5 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) stavo pensando ai cuori che sono qui presenti che sentendo parlare della tua capanna ardono che vorrebbero.. (Piccolo Giovanni) ..verranno, verranno! Lasciamo al Padre il tempo che ha scritto, non è la Cocciuta a vietarvi: aspetta l'ordine del Padre, sapete bene che è all'ubbidienza di Dio e non fa un passo senza la sua volontà! Ed Io sono qui in mezzo a voi in ubbidienza al Padre e per amore dello Strumento che rimane sempre attaccato alla volontà di Dio! Non spezza il filo: lo lega sempre di più attraverso la sofferenza e l'amore per l'umanità intera e per ognuno di voi! E così anche voi rimanete nell'ubbidienza di Dio: non prostratevi dinanzi agli uomini, ma solo dinanzi alla Croce e alla volontà del Padre che è vivo ed è in mezzo a voi e parla. Gli uomini passano, Dio rimane, e voi dovete rendere conto solo a Dio! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Bene, vuoi dirmi qualche altra cosa?(*) vuoi farmi compagnia l'ultimo giorno di questo mese? (Telesfore) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e voi? (Tutti) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ed Io vi farò compagnia nell'ubbidienza al Padre: con lo spirito di preghiera farete tutto quello che vi dirà la Piccola Cocciuta! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando? (Telesfore) la Cocciuta diverse volte sta dicendo “ma Giovanni non ha detto niente per il 31?”, fino adesso, no! (Piccolo Giovanni) era un po' preoccupata come lo ero Io: “ma quando mi chiamano?(Telesfore) eh, infatti ti chiamavano all'ultimo.. la prima volta proprio all'ultimo giorno! (Piccolo Giovanni) ma siamo arrivati a far compagnia al Padre anche nell'ultimo giorno! (Telesfore) 8, mi sembra.. la prima volta! (Piccolo Giovanni) la pienezza di Dio! Bene! Volete preparare i vostri cuori per donarli al Dio Bambino? (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..che è in mezzo a voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori perché il Banchetto è qui, è pronto per ognuno di voi ed Io ho sete e fame del vostro amore, delle vostre anime, e voglio fare festa con ognuno di voi, con i figli che si sono uniti, con voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Preparatevi distaccandovi dalle cose del mondo e unendovi alla Stella del Cuore di Maria che è Mamma e allarga le braccia per accogliere l'umanità intera! Fate presto, venite tutti al Banchetto Nuziale indossando l'abito dell'amore, figli miei! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo: prendi il Cuore(*), bevi il Sangue(*) e donalo ai tuoi figli!(*) (Giulia) quanto Sangue scende dal Cuore di Dio!(*) (Piccolo Giovanni) il Padre vi ama: accogliete il suo Amore! Vieni, Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) non cade il Cuore? perché è rimasto sospeso? (Piccolo Giovanni) non temere, vieni, Sposa! ........... Paolo! (.... e Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) avete trovato Gesù? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è vivo? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è in mezzo a voi? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vi ama? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e voi amate Gesù? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) amate Gesù? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete abitare nella sua casa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al suo Sacrificio d'amore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Padre, accogli il grido di questa tua famiglia riunita nel tuo Nome perché Io sono qui ad abbracciare la Croce!(*) siete ancora disposti ad accogliere e prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) siete pronti? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <2º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? (Paolo) vediamo il Cuore che abbiamo visto la volta scorsa!(*) (Piccolo Giovanni) è grande l'Amore del Padre? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) Tommaso, il tuo cuore arde? (Tommaso) sì, anche se mi ricerca.. (Piccolo Giovanni) ..vuole vedere il Cuore? (Tommaso) sì! <Tommaso si avvicina per guardare direttamente nel Calice>(*) (Piccolo Giovanni) come arde il cuore di ognuno dei figli! Cosa vuoi dire? (Paolo) stavo pensando che forse tu glielo farai vedere? (Piccolo Giovanni) si, ma mi sposto Io! <Giovanni si sposta vicino il leggio per consentire a tutti i presenti di poter vedere il Cuore nel Calice!> chiedendo di portare una luce vicino al Cuore del Padre! Uno alla volta venite a visitare il Cuore di Dio! <.......si prende una candela dell'altare e si tiene vicino al Calice col Cuore di Dio mentre tutti i presenti si mettono in fila davanti al Calice> (**) ma vi chiedo di sostenere la Piccola Cocciuta perché lei non è in mezzo a voi!(***) non devi bere, devi guardare il Cuore del Padre! (Marisa) oh, misericordia.. lo so(***).. (Giacomo1) posso dirlo, Papà? posso fare una foto? <Giovanni assente con la testa> (Rosetta) la posso fare insieme? (Piccolo Giovanni) insieme!(**) (Rosetta) grazie! (Piccolo Giovanni) vedete come il Padre vi accontenta? donate anche voi il vostro amore al Padre!(*) Il Cuore che arde e che batte d'amore per l'umanità intera e per ognuno di voi, figli, Pargoli miei!(*) Vedete ancora il Cuore? (Paolo) io vedo il Cuore che abbraccia l'universo! (Piccolo Giovanni) è il Cuore di Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che abbraccia l'universo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..senza lasciare nessuno!(*) sapete donarlo il vostro cuore così come Dio ve l'ha mostrato? (Paolo, .... e qualcun altro) si! (Piccolo Giovanni) perché l'avete appena fatto dicendo il sì nel prendere parte al Sacrificio! Nel Calice c'è anche il vostro cuore: il cuore di ognuno di voi che siete qui riuniti e dei figli che si uniscono.. (Paolo) ..il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..a questa santa preghiera! (Paolo) il Cuore dell'amore! (Piccolo Giovanni) avete visto i vostri cuori uniti nel Cuore del Padre! Siete coscienti (di)chi forma Chiesa? chi forma il Corpo Mistico di Cristo? ........... e chi c'è nel Calice, Natanaele? chi c’è? (Natanaele) chi c'è nel Calice? da quello che ho potuto capire il Corpo della.. il Cuore della Santissima Trinità e il cuore di tutti i presenti qua! (Piccolo Giovanni) perché formate il Corpo Mistico di Cristo! È troppo grande per voi da comprendere ciò che sto dicendo! (Paolo) forse qualcosa l'abbiamo compresa! (Piccolo Giovanni) cosa hai compreso? (Paolo) che quando noi sappiamo donare in pienezza il nostro cuore, noi siamo parte di Dio! (Piccolo Giovanni) nel Calice, e così sia! È così, Tommaso? (Tommaso) sì, e noi donandoci portiamo anche tutti quanti in quel Calice! (Piccolo Giovanni) si, nel Calice del Padre! (Tommaso) il mistero è tutto.. (Piccolo Giovanni) ..il mistero.. (Tommaso) ..è tutto di un Cuore Unico e pieno di Amore di Dio! (Piccolo Giovanni) di Dio, e solo Dio è nel Calice unito ai figli: non può il nemico prendere parte del Sacrificio, ma Dio che è vivo e reale e si dona nell'Amore, senza misure! Chiaro? (Tommaso, Paolo, ....) sì! (Piccolo Giovanni) Dio vi ama: amate anche voi!(**) Cosa vedete?(*) cosa vedete? (Paolo) io vedo Gesù crocifisso! ........... (Telesfore) io, un Cuore e una Capanna! (Piccolo Giovanni) vedete tutti e tre la stessa cosa, ognuno nella sua luce: un Cuore e una capanna.. ((Paolo) ..e Gesù crocifisso.. (Piccolo Giovanni) ..Gesù crocifisso!(*) Quale pezzo volete?(**) Cosa è rimasto? ........... chi c'è in mezzo a voi? (Paolo ....) Dio! (Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) e volete donare Dio ai fratelli? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Preparate la Via Stretta per le Spose! Cosa hai sentito, Paolo? (Paolo) un brivido!(*) (Piccolo Giovanni) cosa hai sentito, Paolo? (Paolo) un brivido! (Piccolo Giovanni) cosa hai sentito, Paolo? (Paolo) un brivido! (Piccolo Giovanni) ciò che sto per dirvi.. vedete?(*) vedete ancora il Cuore?(*) (Paolo) io lo vedo ancora, però.. (Piccolo Giovanni)però?(Paolo) c'è come un qualcosa che ne disturba la.. la purezza, non lo so.. (Piccolo Giovanni) può essere il Calice disturbato della sua purezza? (Paolo) no, infatti, questo non è possibile! (Piccolo Giovanni) è il peso che devo donarvi, il brivido! Volete accoglierlo? (Paolo, .... e Telesfore uno dietro l’altro) sì! (Piccolo Giovanni) è pesante: siete disposti? (Paolo) se la tua volontà è questa, sì! ........... è mia volontà! (Paolo ...) sì!(**) (Piccolo Giovanni) questo rimane sul viso della Cocciuta!(*) È un gesto di quando viene asciugato il Volto di Gesù e rimane impresso! <ha asciugato sul viso di Giulia alcune gocce del Calice del Sangue> ma non potete capire! (Paolo) ah, c’è ora.. (Piccolo Giovanni) ..ora donatemi ai vostri fratelli!(*) Padre, Io busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori. La mia Pasqua è piena ed è risorta! Nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figliuoli del mio Cuore!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto, Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) è pesante la Croce? (Telesfore) se si ama non è pesante! (Piccolo Giovanni) e vuoi sentire i Chiodi? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) apri la tua mano: sei pronto! (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni) riesci a sopportare? (Telesfore) col tuo aiuto, si! (Piccolo Giovanni) cosa senti? (Telesfore) sento un venticello che mi accarezza! (Piccolo Giovanni) e ora?(*) (Telesfore) provo un peso! (Piccolo Giovanni) e ora?(*) apri la mano!(*) ora cosa senti? (Telesfore) sento calore, fiammella che arde!(*) (Piccolo Giovanni) il chiodo ti ha solo accarezzato: saresti caduto della terra se passava attraverso la tua mano, Telesfore dei Chiodi! La Piccola Cocciuta li abbraccia: lui viene solo accarezzato come ognuno di voi viene accarezzato dal peso della Croce; in pienezza è il Padre che la porta e la Piccola Cocciuta per ognuno di voi e per il mondo intero! Quella che portate voi è così piccola, diventa solo pesante quando si chiude il cuore a Dio, ma quando è aperto è il venticello che ha sentito Telesfore! Dio vi ama così tanto da portare voi col vostro peso sulle sue spalle! Cosa stai pensando? (Paolo) stavo immaginando in una visione ciò che tu stai dicendo! (Piccolo Giovanni)Dio che porta i suoi figli”: riesci a fare questo disegno? (Paolo) come lo sto pensando? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e fallo!(*) Vedete, il Padre ha preparato la Via Stretta, la Porta per entrare ognuno di voi e l'umanità intera: volete rimanere su questa via? (Paolo, ....., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e portare tutti fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e nella Via del Padre Io vi saluto ma vi chiedo di guardarla perché è stretta! Vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio portandola ai vostri fratelli, all'umanità intera, figli miei, ma vi ripeto ancora una volta, state attenti al nemico: quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere! Figli del mio Cuore, vi chiedo ancora una volta: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! E nella gioia piena che Dio vi ha donato, volete cullarmi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché sono venuto ad abitare nei vostri cuori.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come un Bimbo voglio dormire e rimanere sempre con voi! Mi cantate.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la Ninna Nanna? .... <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. “Fai la nanna, Figlio mio, nel cuore dell'umanità intera”!(*) Gesù è Figlio, Fratello, Amico di ognuno di voi; “e fai la nanna, Figlio mio”! Vuoi chiamare Dio Figlio mio? (Paolo) sì! “Figlio mio”! <Giovanni fa cenno a tutti gli altri di dire la stessa cosa> (Alcuni)Figlio mio”! (Telesfore)Figlio mio”! ........... (Tutti)Figlio mio”! (Piccolo Giovanni)mio Dio, Figlio mio”! Cosa senti nel tuo cuore? (Paolo) ma.. sento una grande gioia ma ho provato anche un momento di disagio nel chiamare Dio “Figlio”, e da qui si evince tutto l'amore che Dio prova per ognuno di noi!  (Piccolo Giovanni)Dio, Figlio”! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Dio che si fa Bambino, ed essendo Bambino è Figlio perché ognuno di voi è Mamma! E il mistero diventa sempre più grande: “Dio, Figlio mio”!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) Dio ha mandato suo Figlio e voi che siete?(*) voi chi siete? (Paolo) figli! (Antonia) suoi figli! ........... (Piccolo Giovanni)Dio, Figlio mio”, fatti a Immagine e Somiglianza di Dio! “Dio, Figlio mio”!(*) “vieni presto, Figlio mio, a liberarci”, e Dio ci vuole liberare unendo la Catena e pregando con la preghiera del Padre: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”(*) non scandalizzatevi di tutto ciò che avete vissuto in questo santo giorno: Dio lascia scendere le gocce più grandi in mezzo a voi che siete stati sigillati con l'Acqua dell'Amore! Camminate sempre portando ai fratelli la Parola del Padre che è viva e reale in mezzo a voi, figli miei! “Dio, Figlio mio”!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) Quando chiamate Dio “Papà”, ricordatevi “Dio, Figlio mio, vieni presto a liberarci perché solo tu puoi farlo ed Io aspetto”!   (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! Andate in pace portando nel mondo intero la Pace che avete ricevuto in questo Luogo! Ma in questo tempo non abortitemi: non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati; amate, amate, amate! Io parlo a voi e parlo al mondo intero, Pargoli del mio Cuore!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) “Dio, Figlio mio”!(*) (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         3. Lun 08/12/2003, ore 15.25, Stanza more solito.

Solennità della     Immacolata Concezione di Maria  

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*)! Figlia, accogli con amore ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passano attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; prega come tu sai fare nel silenzio dell'abbraccio della Croce per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre! Consola il Cuore di Gesù, figlia mia, poggiando le tue mani sulle spade come Io le ho accolte nel giorno dell'abbraccio! Eccomi pronta ad abbracciare la Croce Divina per la salvezza dell'umanità intera. E in questo giorno, come Mamma del Crocifisso: del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, vengo a presentarvi ancora una volta la Croce del mio Gesù, invitandovi a donare a Dio il vostro sì, ad aprire il cuore alla conversione, all'ascolto dell'Unica Parola: il Vangelo vivo, e “l’eccomi” che Io vengo ad annunciare ad ognuno di voi e al mondo intero è “l’eccomi” della pace. Dio Bambino che si serve di un’umile creatura per donare al mondo intero il suo Amore! Il mio Cuore era turbato in quell'istante, ma “l’eccomi” è partito salendo al Cuore di Dio, e così anche voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, imitate il mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata, addolorata per l'umanità che non ascolta il grido del Parto della Croce del mio Gesù. E in questo giorno Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi e il Dio Bambino che porto in mezzo a voi e nel mondo intero chiedendovi, in umiltà: accogliete Gesù che viene a visitarvi e a guarire i mali del mondo, perché il mondo è malato senza Dio, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) il tuo “eccomi” l'hai donato dal primo istante che il Padre ti ha chiamata! Figlia, Io come Mamma ti invito a prendere ancora nelle tue braccia Gesù che viene trafitto, flagellato e gettato via!(*) (Giulia) Mamma, perché è pieno di Sangue così?  (l'Immacolata) Figlia, il mio Gesù ancora non viene accolto, viene flagellato, sputato. Portalo tu tra le braccia!(*) (Giulia) il mio Cuore si spezza, Mamma, nel vedere Gesù così! (l'Immacolata) donalo, fallo amare, fallo conoscere perché il mio Cuore Immacolato trionferà e “l’eccomi” di Dio è in mezzo a voi e nel mondo intero! Convertite i vostri cuori pregando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici e allontanate il nemico amando, figliuoli del mio Cuore, tenendo sempre alto il santo Vangelo e camminando nel Solco di Dio. Figli miei, ricordate: l'unica Verità è il Vangelo, è in mezzo a voi, è vivo perché Dio è vivo e parla, e la sua voce è voce di giubilo, ricordatelo! Ora chiedo in umiltà ai vostri cuori: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) nell'Amore e nella Gioia del Cuore Immacolato di Maria, mi siedo un po'(*) rinnovando e accendendo i vostri cuori dicendo “l'Amore e la Pace del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori”! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia di vedere i cuori di ognuno di voi e di parlare attraverso lo Strumento di Dio, vi porto il saluto di Maria! Shalom! (Tutti) Shalom! (Piccolo Giovanni) figli, come Sacerdozio vivo ed eterno, l'unica mia gioia è vivere nella Famiglia dove sono riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, portando il Cuore di Dio perché sono all'ubbidienza del Padre, indicandovi la Via del Vangelo, indicandovi la porta che porta al Cuore di Maria, Mamma candida, Mamma sempre vergine, la Mamma che ha saputo donare quel “” che dura fino ad oggi e non avrà mai fine! Un Fiore che non appassisce perché si disseta dell'Acqua di Dio non dell'acqua del mondo, e Dio ci dona questa Acqua ma non sappiamo accoglierla, la gettiamo via prendendo l'acqua del mondo che ci fa cadere, ci fa avere sempre sete di andare di qua e di là lasciando il Gesù che è vivo, è in mezzo a noi e parla! E cosa posso dire di Maria? l'unico Fiore Candido, l'unica Roccia solida nel chiedere all'Angelo “ma come è possibile? non conosco uomo!”, e alla spiegazione dell’Angelo: “eccomi”, pronta per Dio senza avere alcun dubbio! Dio ci chiama uno per uno, ognuno di noi ha un compito da fare; Dio viene a svegliare bussando alla porticina del nostro cuore “oggi voglio mangiare con te, voglio fare festa”. Ma nessuno accoglie Dio, nessuno vuole mangiare con Dio perché il mondo vi trascina portandovi lontano da Dio e rinnegandolo! Oggi il Cuore di Maria aspetta come Mamma “eccomi, sono un servo inutile, insegnami i passi per venire da Gesù; insegnami a crescere Gesù; insegnami a portare Gesù come tu l'hai portato nel tuo grembo e nelle tue braccia donandolo all'umanità intera”. Ma vi invito ancora, cari figliuoli, a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore di Dio, dal trionfo! Pregate, amate, combattetelo con l'arma dell'amore e la spada del santo Vangelo! Di Maria non finirei mai di parlare: IL TUTTO DEL CUORE DEL PADRE! E basta dire “Mamma” e accendere i vostri cuori, e dicendo “Mamma” quella luce non si spegne mai perché non si può spegnere la parola “Mamma di Dio”, “Mamma dell'umanità”, “Mamma di ognuno di voi”, e avendo “l'eccomi” di Maria, noi abbiamo la vita perché ci ha donato Gesù sulla Croce, e col suo Sangue ci ha riscattati e noi abbiamo la vita eterna per mezzo del Cuore Immacolato di Maria! Eccomi, Paolo, cos'è rimasto nel tuo cuore.. (Paolo) ..eccomi, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..del santo Vangelo di questo giorno di luce piena? <Lun. 2° sett. AVVENTO /C solennità dell’Immacolata Concezione di Maria Lc. 1,26-38> (Paolo) quando tu parli di Maria ce la fai vedere, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vado in estasi! Volo in cielo.. (Paolo) ..bè, tu non hai bisogno di volare in cielo.. (Piccolo Giovanni) ..e scendo sulla terra attraverso lo Strumento! (Paolo) io che ti posso dire, Giovanni? riflettevo poco fa sul sì di Maria, e pensavo alle parole dell'Angelo Gabriele “tu avrai un figlio che porterà il nome: Gesù”.. (Piccolo Giovanni) ..una creatura così fragile: nell'attesa, nel conservarsi pura per Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..avendo avuto con l'annuncio.. (Paolo) ..ma cosa poteva pensare in quel momento?.. (Piccolo Giovanni) ..“ma Io non conosco uomo”, avendo avuto la sicurezza che Dio avrebbe operato e il Figlio sarebbe stato di Dio. “Eccomi..(Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è come arde il mio Cuore nell'ascoltare “l’eccomi” dell'umanità intera! (Paolo) noi oggi questo lo raccontiamo, lo viviamo, tu ce lo fai vivere, ma andando indietro nel tempo, Maria per aver detto si.. (Piccolo Giovanni) ..la fede è aprire il cuore, essere sicuri “Dio mi ha chiamato”, “Dio mi vuole ed Io sono qui: eccomi”.. (Paolo) ..è come quando.. (Piccolo Giovanni) ..la fede di bimbi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e Maria era una bimba! (Paolo) è come quando tu dici che la montagna si sposta.. (Piccolo Giovanni) ..avendo fede.. (Paolo) ..avendo fede! (Piccolo Giovanni) ma se nel cuore c'è una piccola macchia, la montagna.. (Paolo) ..non si sposta.. (Piccolo Giovanni) ..non si sposta! Bisogna togliere quelle piccole macchie che ci fanno allontanare dal Cuore di Dio, dal Cuore di Maria! (Paolo) noi dobbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..ma con Misericordia Infinita il Padre allarga sempre le braccia! (Paolo) dobbiamo trarre insegnamento da questo sì di Maria ed imparare ad avere fede in Dio.. (Piccolo Giovanni) ..andando alla scuola di Maria che è la semplicità, l'umiltà! (Paolo) si. Stavo dicendo: dobbiamo imparare avendo fede senza lasciar prendere il sopravvento alla mente, alla ragione, quella terrena; la logica terrena non deve entrare nella fede verso Dio, perché altrimenti non ci può essere più fede! (Piccolo Giovanni) il cuore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..pulito e presentarsi dinanzi a Maria! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> eccomi, ho donato a voi l'Alito dello Spirito Santo! (Paolo) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è al Padre che dovete donare il vostro “eccomi”, Io vengo a portarlo in ubbidienza al Padre! (Paolo) tu hai detto prima che la tua unica felicità è quella di poter venire tra i tuoi familiari.. (Piccolo Giovanni) ..che siete.. (Paolo) ..che siamo noi.. (Piccolo Giovanni) ..tutti voi qui riuniti, i figli che si uniscono a questa santa preghiera e a coloro che mi portate nei vostri cuori! (Paolo) è una cosa molto bella che mi ha toccato, perché in quel momento ho pensato che anch'io se non potessi, per una ragione che non so se esista, venire qua, non so cosa.. cosa farei perché non trovo più riferimenti nell'ambiente in cui vivo, Giovanni: riferimenti validi! (Piccolo Giovanni) l'unica certezza.. (Paolo) ..è il Vangelo.. (Piccolo Giovanni) ..è il Vangelo e lo ripeto ancora una volta: se non lo trovate in questo Luogo rimanete nelle vostre chiese! Ma non sia triste il vostro cuore quando dico così: Io dico questo per farvi capire che Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla!(*) (Paolo) ci devo.. su questo che hai detto ci devo riflettere.. (Piccolo Giovanni) ..non con la mente.. (Paolo) ..non con la mente.. devo.. devo..si.. devo portarlo nel cuore ed elaborarlo nel cuore quello che hai detto, perché apparentemente sembra una cosa così, ma in effetti c'è molto dentro, cioè “se non trovate il Vangelo qui rimanete nelle vostre chiese”. Questo non preclude che uno non creda venendo qua, mi verrebbe da pensare, però.. (Piccolo Giovanni) ..io alzo le mani.. (Paolo) ..però d'altro canto.. (Piccolo Giovanni) ..e stringo le spalle! (Paolo) d'altro canto è come andarsene da un luogo dove Dio parla per andare in un posto dove Dio, magari, si sente in lontananza! (Piccolo Giovanni) avete visto Maria che ha messo nelle braccia Gesù flagellato e gettato via dal mondo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) quando un fratello viene a bussare “ho fame” e la porta viene chiusa “non ho tempo”, “non ho nulla da darti: vai via”, è Gesù che viene flagellato, gettato via! (Paolo) anche dalla sua Casa! (Piccolo Giovanni) anche dalla sua Casa!(*) (Paolo) è triste, questo! (Piccolo Giovanni) quante volte si bussa alla porta della sua Casa e non viene aperta, ma non da Dio: dagli uomini che dovrebbero donare il Pane! (Paolo) eh, sono delle cose.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ..lo dico in questo giorno.. (Paolo) ..tu le hai sempre dette queste cose, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma in questo giorno che Maria fa gli auguri ad ognuno di voi di essere mamme nel dire “l'eccomi”, e ha accolto gli auguri che la Piccola Cocciuta gli ha donato direttamente dal suo Cuore; e sai quali auguri gli ha donato? (Paolo) quali? (Piccolo Giovanni) i dolori che ha raccolto nel mondo per offrirli al Cuore di Dio per salvare quelle anime! Maria, come auguri, vuole i nostri cuori candidi, il cuore dell'umanità intera, i cuori che voi gli avete donato come rose! È chiaro? (Paolo) sì, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) ma vi chiedo ancora di pregare e di camminare sempre sulla via del Vangelo perché Io sempre quella vi ho donato e verrò ancora per portarvi l'unica Verità: il santo Vangelo, la Parola viva, perché non c'è altra verità! È chiaro.. (Tommaso) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Tommaso? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> è chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) l'unica Verità.. (Tommaso) ..è l'unica.. (Piccolo Giovanni) ..è il Vangelo e Dio che è vivo ed è in mezzo a voi e parla, e la sua Parola è Verità e Vita! Ma dimmi.. (Tommaso) ..ognuno.. (Piccolo Giovanni) ..cosa c'è nel tuo cuore? (Tommaso) innanzitutto, oggi, è una giornata meravigliosa, una ricorrenza bellissima proprio perché, come ci hai spiegato tu, attraverso Maria è arrivata a noi la salvezza! D'altra parte dobbiamo chiedere sempre, soprattutto oggi a Maria, affinché possiamo anche noi ripetere quel sì di umiltà, di essere piccoli come Maria come piccoli Giovanni, e di chiedere di aiutarci affinché possiamo parlare del Padre come faceva Lei con chiunque incontriamo.. chiunque incontriamo.. chiunque.. (Piccolo Giovanni) ..nella semplicità e nella gioia! (Tommaso) sì, nella gioia! (Piccolo Giovanni) ma in quella semplicità di Mamma! (Tommaso) infatti.. (Piccolo Giovanni) ..e dobbiamo imparare ad essere mamme per poter donare il Figlio! (Tommaso) infatti volevo dire proprio questo, cioè farci aiutare da Lei a consolare il Figlio che è in noi, affinché possiamo, noi, stringere il nostro cuore di amore per gli altri, e possiamo veramente dire “Figlio mio, Dio mio”! (Piccolo Giovanni)Figlio mio, Dio mio”! E cosa aspettate? non abbiate timore di niente e di nessuno! (Tommaso) io l'ho cominciato a fare, e veramente quando ripeto questo, si sprigiona in me una gioia immensa, infinita, ciò che non avevo mai provato prima! Mi sento così piccolo anche di pronunciare! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni devono stare sempre piccoli e sempre all'ultimo posto, ma parlare dell'immensità del Cuore di Maria e di Dio! Chiaro? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Tommaso) cioè non.. non mi sento di dirlo per la giornata di oggi, ma il mio cuore è colpito da una freccia, tu lo sai: si è ripetuto ancora quell'evento! Mi limito semplicemente a dire.. (Piccolo Giovanni) ..e a me sgorga Sangue dal Cuore.. alzando la destra, e sapete bene il significato di quando un sacerdote alza la destra.. ma il Sacerdozio di Dio non quello del mondo, ed Io sono il Sacerdozio di Dio che alzo la destra: NON FOSSE MAI NATO QUEL FIGLIO! Lo ripeto ancora una volta: Io sono nel Cuore del Padre e vedo e sento! Prima di guardare la pagliuzza nell'occhio del fratello si deve togliere la trave del proprio occhio, ed ognuno di noi si deve presentare dinanzi al Tribunale di Dio! Mi fermo con queste parole! Hai capito? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) pregate, pregate tutti per i figli della perdizione. Chiaro? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi dire qualcos'altro? dov'è Luca? (Tommaso) Luca è a casa, è uscito finalmente! <è stato ricoverato in ospedale> (Piccolo Giovanni) dal guscio dell'uovo? (Tommaso) e ti porta i saluti! (Piccolo Giovanni) ed Io l'abbraccio... <si perde qualche parola al cambio cassetta> ...vivo ed eterno come il Padre ha scritto! Chiaro? (Tommaso) sì!(*) (Piccolo Giovanni) cosa dicono i tuoi occhi? (Tommaso) in questo momento dicono gioia, perché è una giornata che la sto vivendo.. e Maria la sento veramente viva nel mio cuore perché è l'unica compagna che non tradisce mai! (Piccolo Giovanni) come il Padre: l'unico Dio che non tradisce i suoi figli! Ma state attenti al nemico: amate sempre, combattetelo con l'amore, chiaro? (Tommaso) sì! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) caro Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) aspettavo l'eccomi, non sentivo che arrivava! (Telesfore) è arrivato! (Piccolo Giovanni) è arrivato! Cosa è acceso nel tuo cuore in questi giorni?(*) eh, ora devi parlare! (Telesfore) il numero 8 è acceso! (Piccolo Giovanni) il numero 8! (Telesfore) e stamattina sentendo l'omelia del sacerdote.. (Piccolo Giovanni) ..del novello sacerdote.. (Telesfore) ..ho scoperto un altro mistero su Maria che forse non.. (Piccolo Giovanni) ..sentiamo, lo ricordi bene? (Telesfore) che Maria è stata concepita senza peccato! (Piccolo Giovanni) non è una novità! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) l'ha scoperto solo oggi! (Paolo) oggi c'ha riflettuto!(*) (Piccolo Giovanni) come te l'ha fatta vivere il novello sacerdote, ma non credo che non lo sapevi! (Telesfore) ma forse come.. lo sapevo, però come.. come l'ho capito oggi.. che Maria.. cioè, è stata concepita da Sant'Anna senza peccato, era già.. (Piccolo Giovanni) ..perché Anna era stata scelta anche Lei.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..per far nascere Maria e Maria essere culla di Gesù! Ma non venire a dirmi che non sapevi che Maria era concepita senza peccato! Che figura mi fai fare? <si ride un po'> dopo tutti questi anni di insegnarvi e parlare della mia Fidanzata, ora vieni a dirmi che l'8 ti ha fatto scoprire che Maria.. (Telesfore) ..no, perché.. (Piccolo Giovanni) ..sei sveglio?.. (Telesfore) ..sull’8 c'è tutto un mistero.. (Piccolo Giovanni) ..la pienezza di Dio! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) e pienezza di Dio è Maria! (Telesfore) eh! Maria è sempre.. è sempre esistita alla.. (Piccolo Giovanni) ..al primo posto.. (Telesfore) ..al primo posto.. (Piccolo Giovanni) ..donandoci la Croce, perché prima del Figlio l'ha portata Maria nel suo grembo: “Eccomi, avvenga di me quello che hai detto”! (Telesfore) un po' Paolo.. ho visto che ha fatto sul canto tutto un.. un riassunto su Maria! (Piccolo Giovanni) chiedi se il canto l'ha fatto Paolo! (Telesfore) ma lui l'ha cantato, comunque! (Piccolo Giovanni) l'hai fatto tu il canto? (Paolo) una parte, una parte è presa dal Vangelo! (Piccolo Giovanni) e chi te l'ha suggerito? (Paolo) ti devo dire come? ho scritto una prima parte del canto, poi, quando dovevo fare la seconda parte, ho pensato al Vangelo! Ho aperto il Vangelo e ho trovato subito ciò che Maria ha detto nella casa di Elisabetta. Poi ho trovato la seconda parte, ma quando sono andato a ricercarle queste due parti, io non sono più riuscito a trovarle sul Vangelo; stamattina, dico “ma dove le ho prese?”, e non.. non riuscivo più a trovare la.. sul messale il Vangelo del giorno in cui c'erano quelle due parti che io ho messo sul canto. Dico “ma come è possibile se io queste ieri le ho prese la e le ho scritte sul canto?(Piccolo Giovanni) e perché ho detto “chiedi se l'ha fatto lui il canto?(Paolo) e così è stato! (Piccolo Giovanni) avete dimenticato che siete strumenti nelle mani di Dio? (Paolo) eh no, io non me ne sono dimenticato, poi non ciò pensato più e.. (Piccolo Giovanni) ..te l'ha dato e adesso dovrai fare un altro lavoro perché il Padre ti usa sempre come usa ognuno di voi nel vostro lavorare giorno per giorno.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nella vigna! Chiaro? (Paolo) è chiaro! Volevo dire, Giovanni, in riferimento a quello che diceva Telesfore, che Maria.. questo lo sentivo dire anche dal sacerdote, stamattina, è stata preservata dal peccato perché Dio avrebbe voluto che tutti noi fossimo senza peccato, non solo Maria, poi c'è stato il peccato originale e quindi ne dobbiamo scontare.. (Piccolo Giovanni) ..ma col battesimo.. (Paolo) ..col battesimo.. (Piccolo Giovanni) ..viene cancellato! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) si deve solo camminare nella linea del Vangelo! (Paolo) si, mentre Maria è stata preservata sin dall'inizio proprio perché nel disegno di Dio c'era questo concepimento del Figlio! (Piccolo Giovanni) doveva portare nella sua culla il Figlio di Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e non ci doveva essere alcuna macchia: candida solo per Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) per donare all'umanità intera il Giglio che ha abbracciato e abbraccia attimo per attimo il Legno della Croce per amore! Chiaro? <3 colpi di tosse con un'alitazione> cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) stamattina sono andato a guardare il libro dei battezzati, e la sono segnati 398 battezzati! (Piccolo Giovanni) l'8!(*) (Telesfore) poi.. che tu hai fatto.. (Piccolo Giovanni) ..ma ce ne sono.. (Telesfore) ..ce ne sono altri che ha fatto anche la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..altri! (Telesfore) ce ne sono altri, si, ancora, si! Ma la, i segnati sono quelli! (Piccolo Giovanni) perché non avete segnato anche gli altri? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) il filo non si è spezzato, Io sono vivo e reale in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento! Ma vedete, vi do un'altra goccia: quando la Piccola Cocciuta va a bagnarsi non è perché ha paura, ma prendendo lei l'acqua dona il battesimo! (Telesfore) a tutti noi? (Piccolo Giovanni) all'umanità, perché voi siete stati battezzati, avete dimenticato? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) entrando dalla porta si segna con l'acqua benedetta, avvicinandosi all'Acqua dell'Amore battezza tutti quelli che non l'hanno ricevuto! È un'altra goccia che vi do in questo giorno del Cuore Immacolato di Maria! Voi cosa pensavate quando vedete la Cocciuta avvicinarsi all'Acqua dell'Amore? (Paolo) io pensavo che si avvicinasse lì perché in lei sentiva qualcosa di negativo che potesse venire dall'esterno! (Piccolo Giovanni) non può entrare! (Paolo) ma non sapevo cosa pensare io, lo vedevo come un contatto.. come un sollecito del contatto con Dio! (Piccolo Giovanni) alla prima entrata si segna come tutti voi con l'acqua.. (Paolo) ..a volte, però.. a volte si alza anche da lì! (Piccolo Giovanni) ma quando si alza e si avvicina all'Acqua dell'Amore è per battezzare! (Paolo) a questo io non c'ero arrivato! (Piccolo Giovanni) e in questo giorno vi ho dato quest'altra goccia! (Giuda) e perché solitamente viene preceduta.. perché solitamente viene preceduta dalla tosse? (Piccolo Giovanni) perché la Piccola Cocciuta ha tre tipi di tosse.. (Giuda) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la sua, quella della preparazione e quella negativa del mondo! (Giuda) suppongo che quella precedente al prelievo dell'acqua sarà quella della preparazione? (Piccolo Giovanni) questo non posso svelarlo, ma lei conosce i tre tipi di tosse.. (Giuda) ..si, ci è stata detta anche altre volte.. (Piccolo Giovanni) ..molto bene! Lo so che vi è stato ripetuto altre volte, e ho detto anche che quando non sentirete più la tosse della Piccola Cocciuta, tutto il mondo si è convertito e il nemico va nel luogo dove.. il Padre ha preparato per lui!(*) ti sei spaventato? (Paolo) quando non sentiremo la tosse negativa del mondo? (Piccolo Giovanni) perché la Cocciuta sa qual è quella negativa! (Paolo) che noi come facciamo a distinguerla.. (Piccolo Giovanni) ..abbiate fede! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) nel tuo cuore sai che Maria è stata concepita senza peccato.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e questo lo credi per fede! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) e per fede ascolterai.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..anche quando non ci sarà più quella tosse! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) si! Ma me lo consenti di.. (Piccolo Giovanni) ..tossire?.. (Paolo) ..discernere tra i tre tipi di tosse o non ci devo pensare? (Piccolo Giovanni) non ci riuscirai! (Paolo) non ci riuscirò: allora non ci provo nemmeno! (Piccolo Giovanni) fallo, ma quando lo dirai alla Cocciuta si metterà a ridere.. (Paolo) ..li devo registrare.. (Piccolo Giovanni) ..sul tuo discernimento!(*) poi mi dirai se è così! (Paolo) va bene! <2 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) questa è quella dell'Alito dello Spirito Santo! (Paolo) quella della tesi.. (Piccolo Giovanni) ..questa tosse.. (Paolo) ..quella positiva? (Piccolo Giovanni) dell'Alito dello Spirito Santo! (Paolo) ah, questa è un'altra ancora quindi è una quarta? (Piccolo Giovanni) non provateci! <si ride un po'> (Telesfore) oggi si è nascosto dietro le foglie! (Piccolo Giovanni) lo è sempre, ma però è vestito.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..non è nudo come Adamo ed Eva! (Telesfore) e pure rosso è vestito! (Piccolo Giovanni) ne ho detta un'altra! (Paolo) come? (Piccolo Giovanni) ne ho detta un'altra! (Paolo) ah! Adamo ed Eva, credo, non se ne era nemmeno accorto! (Piccolo Giovanni) se ne sono accorti.. (Paolo) ..eh, a proposito di.. (Piccolo Giovanni) ..è che si sono nascosti! (Paolo) a proposito di Adamo, io ho pensato questo: se lui non avesse mangiato del frutto offertogli dalla compagna sarebbe rimasto nudo e non sarebbe stato per lui un.. diciamo, una novità, uno scandalo, perché noi siamo nati nudi e quindi non deve essere motivo di vergogna.. (Piccolo Giovanni) ..e se vi ricordate ho detto pure.. (Paolo) ..si, mi ricordo io.. (Piccolo Giovanni) ..“state attenti che posso anche farvi spogliare: il primo Io”! (Paolo) si, me lo ricordo, mi ricordo anche dov'ero seduto quando lo hai detto: ero seduto lì! (Piccolo Giovanni) e la Piccola Cocciuta che tremava.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..conoscendo “questo è capace di farlo”, e in silenzio “don Mario, non è che lo fai veramente?<si ride un po'> ed Io col pugno fermo “Io sono il sacerdote”, e lei si è ritirata! (Paolo) quindi, Giovanni.. ma qui ci sarebbe da.. (Piccolo Giovanni) ..fermiamoci! (Paolo) si, è meglio, si! (Piccolo Giovanni) non entriamo.. (Paolo) ..no, no, no.. (Piccolo Giovanni) ..nel mistero! Facciamo parlare un po' Telesfore!(*) me la saluti Marì? (Telesfore) eh, starà aspettando, Marì! (Piccolo Giovanni) dagli l'abbraccio: l'abbraccio del Cuore Immacolato di Maria! (Telesfore) si! Quella fa sempre la veglia! (Piccolo Giovanni) e fa bene! (Telesfore)e fa bene”!(*) aspetta, aspetta! (Piccolo Giovanni) e poi nasce il Figlio. Fa le veglie, e facendo la veglia aspetta Dio Bambino che scende! Cosa vuoi dirmi?(*) (Telesfore) stavo di.. stavo pensando, poco fa, quando dicevi.. ora non ricordo esattamente come erano le parole che.. “quando dai da mangiare, Gesù mangia..” “quando dai da mangiare a un povero, Gesù mangia con.. come se dassi da mangiare a Gesù!”. Io stavo riflettendo che(*).. nel nostro gruppo, no, da quando.. che ogni volta che c'è la preghiera, dopo la preghiera ci riuniamo sempre a bere e a mangiare.. non mangiare.. diciamo, un dolcino, qualche cosa.. magari tante persone pensano - dico - pregano e dopo mangiano.. (Piccolo Giovanni) ..anche Gesù lo faceva con i suoi discepoli! (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) per questo lo chiamavano “che beveva e mangiava(Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni)Giovanni Battista non mangiava”, e predicavano anche su di questo! <Predicavano = criticavano> (Telesfore) che non mangiava mai? (Piccolo Giovanni) voi dovete seguire la linea del Vangelo, ascoltare ciò che Dio chiede ai vostri cuori e lasciare fuori i rumori del mondo! (Telesfore) Questo.. questo mangiare e bere che noi facciamo, fa anche parte del Progetto di Dio? (Piccolo Giovanni) i discepoli con Gesù mangiavano e bevevano e Maria preparava per loro! (Telesfore) come cucinava? cucinava bene Maria? (Piccolo Giovanni) come si usava in quei tempi, ma preparava il pane piccolo come vi ho detto. (Telesfore) il pane rotondo? no il.. (Piccolo Giovanni) ..il pane piccolo! Non potete capire, ma la Piccola Cocciuta ve l'ha spiegato, perché l'ho chiesto Io ed è scritto: sfogliate le pagine e troverete! Ciò che è scritto rimane scritto e non viene cancellato perché il Vangelo non si può cancellare! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni>(*) parla! (Telesfore) anche la Cocciuta ogni tanto.. quando c'è qualche evento, cucina.. (Piccolo Giovanni) ..sa cucinare! Quando mi chiedeva “don Mario, è buono?(Telesfore) prima di assaggiarlo, però lo chiedeva! (Piccolo Giovanni) e Io gli rispondevo “adesso vuole fatti i complimenti<si ride un po'> e lei, poverina, chinava il capo dicendo “no, perché Io sono abituata a non assaggiare se c'è sale o com'è(*). Penso che sappia cucinare! (Paolo) ma Maria ce l'aveva il forno a quell'epoca? ..all'epoca? (Piccolo Giovanni) e quando sarete buoni.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..furbacchione di Dio, <si ride un po'> l'avrete anche voi il forno! (Telesfore) e facciamo anche il pane piccolo? (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta imparerà a fare il pane piccolo di Maria e vi farà vedere com'è! (Paolo) ma lei lo sa fare già, non ha bisogno di impararlo, questo! (Piccolo Giovanni) alzo le mani.. (Paolo) ..come .. (Piccolo Giovanni) ..e stringo le spalle! (Paolo) lo farà come Strumento! (Piccolo Giovanni) lasciamo a Dio questo! (Telesfore) che mistero! (Piccolo Giovanni) il mistero di Dio non si può scoprire subito, i tempi li conosce solo Lui, fa scendere le gocce e sta a voi raccoglierle: chiaro? (Telesfore) il mistero di Dio è bello viverlo! (Piccolo Giovanni) e aprite i cuori e vivete con Dio che è vivo e reale ed è in mezzo a voi, ed è dentro di voi come tutti i sacerdoti in questo giorno hanno annunciato! È vero? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) viviamo con Dio portandolo ovunque andate! Cosa vuoi dirmi ancora? <nella Stanza si sente il rumore della tosse di una persona> quella non è la mia tosse, e tutti quanti un po' vorrebbero.. (Telesfore) ..imitarla? (Piccolo Giovanni) ehm.. ma se vi faccio tossire tutti con la tosse dello Spirito Santo, che succederebbe? (Paolo) se tutti noi.. eh, cosa succederebbe? sarebbe una festa! (Luisa) una lode a Dio! (Piccolo Giovanni) un'esplosione di Spirito Santo! (Paolo) si, sarebbe troppo bella, Giovanni! (Piccolo Giovanni) aprite i vostri cuori e rispondete sempre “eccomi”, portando tutti i vostri fratelli sulle spalle e portare i vostri nemici dinanzi all'altare per fare festa! È questo che vuole Maria in questo giorno: far festa con i cuori che non conoscono Gesù! (Paolo) eh, si!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) il mio cuore arde! (Piccolo Giovanni) cosa vuole fare uscire? (Telesfore) vuole fare uscire una lode a Maria! (Piccolo Giovanni) e qual’è la lode? (Telesfore) Ave o Maria! (Piccolo Giovanni) e come vuoi farla? (Telesfore) eh, io, da parte mia, la vorrei fare.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> in ginocchio, e.. cioè, non solo in ginocchio ma anche piegato, perché dinanzi a Maria si deve stare solo inchinati e guardare soltanto basso!(*) (Piccolo Giovanni) Amen!(*) aspetto! <tutti in ginocchio, rispettosamente, per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DI DIO, e Io come Sacerdozio vivo ed eterno, mi sono inchinando dinanzi all'altare come il giorno che ho abbracciato il Sacerdozio vivo ed eterno!(*) Vivete sempre nel Cuore di Maria portandola come Mamma e Sposa ovunque andate, figliuoli del mio Cuore! Sono vecchiarello.. (Telesfore) ..e gioioso.. (Piccolo Giovanni) ..e stanco: riesci ad alzarmi?(*) (Telesfore) per alzare la Croce e per alzarti? (Piccolo Giovanni) devi solo donarmi la mano: ricordi come donavo la mano?(*) hai dimenticato quella sera che te l'ho stretta? (Telesfore) l'ultima volta?(*) si! (intrecciandosi con le dita mano nella mano) ....(Piccolo Giovanni) non ti ricorda nulla?(*) (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è così che mi devi sollevare quando ti chiedo la mano, quando busso alla porta del tuo cuore! Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) figliuoli miei, vi abbraccio col Cuore Immacolato di Maria portandovi tutti nel Cuore del Padre, voi che siete qui riuniti, i figli che si sono uniti a questa santa preghiera nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e i figli che mi avete portato nei vostri cuori. E nell'Amore e nella Pace di Dio vi invito sempre a camminare nel Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo, figliuoli, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore. E nell'Amore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Bimbo che cresce, Io vi sigillo un ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli del mio Cuore! E con la misericordia del Padre Io vi sigillo col segno tremendo della Croce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Andate in pace portando a tutti la Pace che Dio ha lasciato scendere nei cuori di ognuno di voi, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero, Figli del Cuore della Croce! Grazie per il tempo che avete speso, figliuoli miei: vi sarà donato a larghe misure, e impasterete la Farina di Maria per donarla ai Figli Ministri! Nell'amore e nella quiete andate ancora in pace, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, ma aspettatemi, Io verrò ancora a portarvi il Pane vivo dei cieli, figli miei!(*) (Giulia) grazie!(*) Grazie, Giovanni! Grazie!

 

 

         4. Giov 11/12/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, accogli con amore i santi Dolori del Parto vivo della Croce e prega ancora, come tu sai fare, per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre, figlia, il Cuore di Maria! Vedi, figlia mia, porta nel mondo il mio Amore, ma l'umanità sorda e cieca, non l'accoglie e il suo Cuore gronda Sangue! (Giulia) Gesù! Gesù!(*) (Gesù) figlia mia, in questo tempo di attesa, in questo tempo di Avvento dell'Amore di Dio, vi invito a pregare; invito voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, a portare nel mondo intero il mio saluto, il mio abbraccio di Misericordia Infinita, e come culle vive portatemi ovunque andate perché siete stati sigillati dall'Amore Divino del Padre, figli miei, ed Io mi poggio sempre di più su di ognuno di voi, sui figli che si uniscono a questa santa preghiera e a tutti i figli che mi portate nei vostri cuori! (Giulia) Gesù, metto nel tuo Cuore, come misera peccatrice, tutti quelli che si sono affidati in questo giorno alle mie preghiere; tu conosci i loro cuori: poggia le tue mani misericordiose, ma sia fatta la tua non la mia volontà! Gesù, carica il peso delle loro spalle sulle mie spalle e mi inchino dinanzi a te come uno straccio, Gesù, per saper accogliere ciò che il Padre vuole poggiare ancora su di me! (Gesù) figlia, ti invito ancora in questo giorno a guardare ma non spaventarti: quello che vedrai è un flagello che scende sull'umanità!(*) (Giulia) Gesù, posso dirlo? (Gesù) puoi solo immolarti e pregare e far pregare col cuore i tuoi figli!(*) (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù, perdonami se busso al tuo Cuore chiedendoti misericordia per ciò che ho visto!(*) (Gesù) prega, figlia, prega come tu sai fare!(*) ora ti invito ancora a guardare!(*) non chinare il capo, guarda!(*) (Giulia) Gesù! Gesù!(*) (Gesù) ecco, figlia, ciò che hai visto in questo istante lo scriverai e quando ti verrà detto lo farai ascoltare ai tuoi figli, ma solo la seconda parte! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) ora, figlia mia, vuoi ancora abbracciare i Chiodi divini con me?, vuoi unire le tue mani alle mie mani? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! <1º grido>(*)  (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Vedi, figlia, i Chiodi sono sempre più lunghi, ma l'umanità non li vede, l'umanità non vuole accogliere l'abbraccio dei miei Chiodi, e in questo tempo quanti figli mi stanno abortendo! (Giulia) Gesù! Gesù, non piangere, donaci la grazia per farti nascere e la forza di saper camminare gridando il tuo Amore! (Gesù) figlia mia, Io sono qui in mezzo a voi a donarvi tutto il mio Amore, ad indicarvi la Via per camminare portando nel mondo intero la verità, consegnando nelle tue mani il Cuore di Dio, bere il Sangue(*) e donarlo ai figli e al mondo intero. E come Strumento usato da Dio, tu stai lavorando, figlia mia, e anche voi Discepoli, Colonne e Suorine, ma hanno perseguitato me e lo faranno anche con voi che portate il mio Amore, che tenete alta la spada del santo Vangelo. Non abbiate timore, non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno: fate crescere sempre di più la vostra fede ricordandovi di avere un Papà che è al di sopra di voi e vi ama, e il suo Amore non ha misure, figli. Dovete solo aprire vostri cuori e parlare con la voce che Dio lascia scendere nei vostri cuori, figli, e in questo tempo fate nascere dentro di voi il Dio Bambino per poterlo donare all'umanità che è sorda ed è cieca, figli del mio Cuore! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. Figli miei, non vengo a ripetere sempre le stesse cose: vengo a svegliare i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera; è come venire a scuola per imparare la Parola viva del Padre; e il Padre ai propri figli ripete sempre le stesse parole: “amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici”, ma state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore di Dio. La via è stretta per arrivare al Cuore di Dio e il nemico vi presenta quella larga dove c'è spazio, dove ci sono le cose del mondo, dove è tutto facile, ma non c'è la vita eterna. Combattete il nemico amando e camminando sempre nel Solco di Dio che è lungo ed è profondo ma è stretto, fatto di santa sofferenza, pieno dei Dolori del Parto di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, figliuoli del mio Cuore! In questo tempo vi chiedo ancora, figli, amatevi gli uni gli altri, prendete nelle vostre braccia il Dio Bambino e cullatelo perché ha bisogno del vostro amore; viene gettato via da tutti: in questo tempo non c'è spazio per il Dio Bambino! Pregate, pregate, figliuoli miei, e come Maria rimanete dinanzi al Bambino a fare festa nella povertà, nella semplicità e nell'Amore di Dio. È questo far nascere Dio Bambino; è nell'accogliere i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, senza lasciare nessuno fuori della santa preghiera. Il mio Cuore gioisce nel vedervi qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ma chiedo ancora ad ognuno di voi di essere quella stella che illuminava la capanna: ognuno di voi siate la mia stella. Ovunque andate portate la luce per indicare la capanna di Dio all'umanità che non vuol vedere Dio vivo e reale, Dio che parla in mezzo a voi, figli miei! Vi invito ancora, figliuoli, state attenti al nemico: in questo attimo di attesa pregate, pregate, pregate, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene qual è il tuo compito! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) il Padre vuole offrirti un altro dono: sei pronta ad accoglierlo? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) figlia mia, un'altra spada trafiggerà il tuo Cuore!(**) Figlia mia, non solo hai accolto la spada senza gridare, ma hai stretto anche i Chiodi! (Giulia) Gesù, dinanzi al tuo Amore i Dolori sono dolci, ma vorrei tanto far gioire tutti i miei figli nel sentire la carezza dei tuoi Dolori nell'abbraccio dell'amore! Gesù, per me abbracciare i Chiodi e accogliere le spade è come abbracciare lo Sposo; e come arde il mio Cuore, Gesù, nel donare ai miei figli questa gioia in questo tempo! (Gesù) figlia mia, come fai gioire il Cuore del Padre! (Giulia) Gesù, io sono solo uno straccio! (Gesù) ma Dio ti usa come usa i tuoi figli! (Giulia) Gesù, posso chiedere una cosa al tuo Cuore? (Gesù) si, figlia mia!(**) (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ora invito voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, di chiedere nei vostri cuori nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso in questo giorno. Ma ricordate: chiedete nel giusto del Vangelo, non chiedetemi cose del mondo, ognuno di voi nell'attimo che segno con la Croce(*). Ora vi invito, figli, ancora una volta ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici; e ricordate che siete tutti figli e fratelli dell'Unico Padre, siete la famiglia di Dio e la famiglia di Dio rimane sempre unita nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora chiedo ai vostri cuori: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica gioia, nell’unica Verità, nell’unica Luce del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi, figli del mio Cuore, ad indicarvi il Dio Bambino che viene a visitare e a donare la Pace, a far scendere lo Shalom sull'umanità intera. E come Sacerdozio vivo ed eterno guardo Maria che porta nel grembo il Giglio Candido, quel Giglio che dona all'umanità intera la vita eterna, quel Giglio che sulla Croce ha allargato le braccia per donare tutto il suo Amore, il profumo della vita eterna, della gioia di aprire le porte del Paradiso per far gustare all'umanità il Banchetto divino di Dio. Oggi il mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, vuole far scorrere sempre di più il fiume, quel fiume fatto di fiori preziosi; di fiori preziosi sono i figli che accolgono la Parola di Dio, e accogliendola, portano il profumo, il candore di Dio ovunque andate; ed Io parlo a voi che siete qui riuniti e parlo al mondo intero, invitandovi sempre di più a diventare culle dove Gesù può crescere, dove Gesù può donare tutto suo Amore, perché Gesù aspetta solo una culla: la culla del mondo, la culla dei Grandi del mondo che non viene preparata! Almeno voi preparatela, figli del mio Cuore, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre a pregare e a combattere il nemico amando. Figli del mio Cuore, oggi mi fermo a parlare un po' della Cocciuta. Vorrei farvi vedere le spade, vorrei invitare l'umanità a guardare le sue mani e i suoi piedi per abbracciare il Cuore di Dio e gridare Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi, Dio parla e aspetta il vostro sì pieno! Mi fermo a parlare di lei ma vi indico Maria, Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori, quella Mamma che ha stretto nelle sue braccia Gesù per consegnarlo ad ognuno di voi e all'umanità intera; e la storia si ripete perché Maria vi offre sempre il suo Gesù invitandovi sempre ad accoglierlo, ad amarlo, a donarlo e a farlo conoscere, figli del mio Cuore! Ma chino il capo sull’umanità intera e il mio Cuore gronda Sangue, figli, invitandovi sempre a pregare per tutti i Figli Ministri; pregate sempre per l’Uomo vestito di bianco: è curvo e porta il peso dell'umanità e in questo tempo tiene stretti i Dolori del Parto; pregate, figliuoli, pregate! Chiedo ad ognuno di voi: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <giov. 2° sett. AVVENTO /C Mt. 11,11-15> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! <4 colpi di tosse> (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! La gioia più grande è sentirvi dire “eccomi”! Cosa hai vissuto del santo Vangelo? (Paolo) Gesù che esalta la figura di Giovanni, ma nel contempo aggiunge che il più piccolo nel Regno dei Cieli è più grande di Lui!(*) .. e a me è questo che ha fatto riflettere.. che noi siamo tutti uguali per Dio, questo lo abbiamo sempre, però quando si legge una cosa del genere, si ritorna a ricordare e a riflettere in modo più profondo sul significato di queste parole! (Piccolo Giovanni) sono piene! (Paolo) si, sono piene, si, perché mica Gesù ha parlato di uno qualsiasi, ha parlato di Giovanni! (Piccolo Giovanni) ha parlato di Giovanni!(*) (Paolo) tu che dici? (Piccolo Giovanni) Io sono un servo inutile! (Paolo) tutti lo siamo! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto! E cosa mi dite voi di Giovanni? (Paolo) eh, che diciamo noi? (Piccolo Giovanni) sono Io a farvi la domanda! (Paolo) ma di Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..ma c'è anche un altro personaggio! (Paolo) si, si, poi ne parla l'interessato! <si ride un po'>(*) ..ne parliamo sempre di Giovanni, quindi cosa dire di Giovanni?: è qui che parla! (Piccolo Giovanni) lo vedete, siete convinti.. (Anna e qualcun altro) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che questo Giovanni parla? (Paolo) e chi potrebbe essere? (Piccolo Giovanni) capriccioso come sono, Io vi faccio questa domanda! (Paolo) bè, hai ammesso di essere tu che parli, allora! Dicendo “capriccioso come sono” vuol dire che sei tu che lo stai dicendo! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) eh, conoscete i miei capricci! Vi faccio ridere? <3 colpi di tosse> (Paolo) tu le cose.. (Piccolo Giovanni) ..ma nel farvi ridere vi dono sempre l'Alito dello Spirito Santo. “Io dico sempre”.. (Paolo) ..le cose più importanti scherzando e ridendo! (Piccolo Giovanni) eh, la Cocciuta che aveva imparato bene a capire che quando Io la prendevo in giro rivelavo qualcosa di grande, così anche voi cercate di tirare con la calamita quello che dico quando scherzo. Ma che devo dirvi?, non sapete se è uno scherzo o se è la verità! È un'altra goccia che ti fa pensare ma non devi farlo con la mente! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) mi fai pensare a tante cose che tu hai detto bisbigliando, sussurrando, come.. (Piccolo Giovanni) ..eh, bisbigliavo, parlavo, camminavo, e quando facevo questi gesti che mi poggiavo sollevandomi, o quando alzavo la mano in questo modo.. e nel farvi capire con più chiarezza, ripetevo spesso “cari amici miei”. <si ride un po'> cari amici miei”, ma vedevo la sordità; e a volte bisbigliavo con la Cocciuta.. (Paolo) ..“questi non capiscono”.. (Piccolo Giovanni) ..“non hanno ancora capito niente”, e mi poggiavo ancora sollevandomi; e quando mi sollevava il Padre neanche vi accorgevate di Giovanni. È un mistero questa sera! Che giorno è oggi? ............anche! <Anna bisbiglia qualcosa ma non si capisce> gli 11(Telesfore) gli apostoli?(*) (Piccolo Giovanni) sei rimasto bloccato, Paolo? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) perché vedi un fantasma che cammina, o vedi Giovanni? (Paolo) vedo a Giovanni e avrei voluto vederlo anche prima! (Piccolo Giovanni) sono sempre stato in mezzo a voi ma.. (Paolo) ..ricordo quando.. (Piccolo Giovanni) ..deriso un po' da tutti! (Paolo) si! <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) e sentivate anche prima la mia tossicina. Ora mi siedo! <si ride un po'> e vi faccio ridere! (Paolo) ricordo quando Gesù diceva “prostratevi ai suoi piedi perché voi non sapete chi è(Piccolo Giovanni) ed Io dicevo “lasciate stare ciò che dice la Cocciuta, perché Io non so niente..(Paolo) ..era un.. (Piccolo Giovanni)..nel riferimento di ciò che è stato detto” ..scritto, quello che hai detto all'inizio! (Paolo) ah, si, si, si (Piccolo Giovanni)il più piccolo..(Paolo) ..si, si! Stavo pensando però una cosa, Giovanni: noi, almeno io, sentivo quelle cose ma non mi fermavo a riflettere più di tanto su di esse perché erano talmente grandi, no, che mi sembrava.. (Piccolo Giovanni) ..sono talmente grandi (Paolo) si, io sto parlando.. all'inizio quando frequentavo la Stanza: non sapevo neanche se chiedere a me stesso “ma è vera una cosa del genere?”. Questo io.. (Piccolo Giovanni) ..il Vangelo è l'unica Verità che il Padre ha lasciato scendere e lascia scendere. Abbiamo altre verità? (Tutti) no! (Paolo) no, no!(*) (Piccolo Giovanni) ti sei smarrito? (Paolo) no, Giovanni, non mi sono smarrito. Più tempo passa e più divento consapevole di quello che tu dici, dei tuoi insegnamenti! (Piccolo Giovanni) Io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre a portare sempre la Parola, a indicarvi sempre il Solco e a portarvi i Dolori del Parto vivo! (Paolo) ed il Vangelo dice e racconta delle cose così giuste che anche chi non crede in Dio dovrebbe prenderle e seguirle! (Piccolo Giovanni) il Padre lascia liberi non violenta nessuno ma aspetta con le braccia sempre aperte tutti i figli, fino all'ultimo! (Paolo) lo sai che questa sera non ho mai avuto così sonno io? (Piccolo Giovanni) buona notte! <si ride un po'> (Paolo) e non riuscivo inizialmente a tenere gli occhi aperti? (Piccolo Giovanni) quante volte avevo tanto di quel sonno ma l'amore per ognuno di voi mi teneva gli occhi aperti! (Paolo) infatti a me quando ti ho visto alzato li, mi è passato il sonno! (Piccolo Giovanni)adesso si mette a dormire don Mario e mi sveglio Io”. E quante volte le ossa della Piccola Cocciuta sono a pezzi ma si mette nelle braccia del Padre! Voi pensate “uno Strumento non può essere stanco”, lo Strumento si dona: si mette sulla croce abbracciando i dolori di ognuno di voi e dell'umanità intera. E Gesù quante volte è caduto sotto il peso della Croce?(*) quante volte? (Molti) tre volte! (Piccolo Giovanni) quelle tre volte erano solo tre?(*) quante volte, Natanaele? (Natanaele) che è caduto o che cade ancora?, ogni giorno penso che cade! (Piccolo Giovanni) quando vede i figli che si perdono! (Natanaele) posso? (Piccolo Giovanni) si! (Natanaele) questa sera sicuramente il Padre mi ha aperto un po' gli occhi e il cuore! <3 colpi di tosse> chissà quante volte ho sentito, o meglio, abbiamo sentito “il Parto vivo, è in mezzo a voi e passa attraverso Giovanni e la Cocciuta”, “Dio è vivo e parla in mezzo a voi”. Però una riflessione.. (Piccolo Giovanni) ..sembra un ritornello.. (Natanaele) ..si, però una riflessione vera e propria.. (Piccolo Giovanni) ..quel ritornello è da ascoltare! (Natanaele) esatto, col cuore! (Piccolo Giovanni)col cuore”! (Natanaele) quindi, a furia di leggere con grande gioia i messaggi che è Parola viva di Dio, ecco, noi abbiamo effettivamente Dio vivo in mezzo a noi da una vita, si può dire, e non ce ne rendiamo conto! (Piccolo Giovanni) Dio è vivo da sempre! (Natanaele) e allora, Giovanni, quello che.. che stavo dicendo, cioè, Gesù.. noi abbiamo avuto Dio Uomo sulla terra e non lo abbiamo riconosciuto per quello che meritava, adesso la Cocciuta il suo Cuore non ce l’ha più, quindi abbiamo il Cuore di Dio dentro la Cocciuta e Dio parla, quindi è sempre presente.. (Piccolo Giovanni) ..io alzo le mani e stringo le spalle.. (Natanaele) ..e questo mi interessava.. (Piccolo Giovanni) ..perché sono all'ubbidienza.. (Natanaele) ..perché non può parlare.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre. L'ho sempre detto “il suo dolore più grande è che non può parlare”, dal primo istante che il Padre l'ha chiamata e mandata! (Natanaele) sì, Giovanni, è tutto giusto, però quando parla qui nella casa del Padre, è.. eh, eh, eh.. si vede la differenza! (Piccolo Giovanni) è il Padre che usa.. (Natanaele) ..lo Strumento.. (Piccolo Giovanni) ..lo Strumento! (Natanaele) eh! (Piccolo Giovanni) sto giocando un po'! (Natanaele) è una cosa molto bella! (Piccolo Giovanni) sono capriccioso, non dimenticatelo! Ma vedo un po' Paolo pensieroso <si ride un po'> e mi viene da.. (Paolo) ..da grattarti la testa.. (Piccolo Giovanni) ..grattarmi la testa! Quando vedevo in chiesa qualcuno che si fermava a guardare mentre dicevo qualche capriccio, che poi non sapevano se era verità o cosa, Io facevo così! Cosa stai pensando? (Paolo) eh, sto pensando, qua noi parliamo di strumenti, ma se questo Strumento.. (Piccolo Giovanni) ..è accordato sto’ Strumento? (Paolo) eh, si, è accordato! <si ride un po'> se questo Strumento è sempre uno Strumento e fa quello che dice Lui.. addirittura questo Strumento non ha nemmeno il suo cuore, che ha pure il suo Cuore, ma che Strumento e Strumento è? (Piccolo Giovanni) ma vallo a dire.. (Paolo) ..questo non è uno Strumento! (Piccolo Giovanni) ma vallo a dire fuori! (Paolo) eh, mi arrestano! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) eh, si! Vi faccio ridere! (Paolo) se poi consideriamo che questo è sempre Strumento: sia quando è qua, sia quando è fuori, sia quando è al bagno, sia.. e allora a quel punto lì.. eh.. (Piccolo Giovanni) lo Strumento rimane sempre Strumento! Quando si dona il sì è sì, non si dona per un istante e poi ti saluto! (Paolo) praticamente il Padre ha chiesto alla Cocciuta “tu vuoi che Io mi incarni in te?(Piccolo Giovanni) alzo le mani! (Paolo) e lei ha detto sì! (Piccolo Giovanni) gli è stato chiesto un sì e lei l'ha donato! Ciò che il Padre vuole lo sa solo Lui! (Paolo) è meglio dire così! (Piccolo Giovanni) cosa mi racconti ancora, Paolo? (Paolo) pensavo che parlassi con Natanaele! Eh.. (Piccolo Giovanni) ..eh, c'è qualcosina che devi dire tu! (Paolo) ti devo dire una cosina?(*) e non so a cosa ti riferisca! (Piccolo Giovanni) cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) ma io, veramente.. mo' faccio ridere un po', adesso.. io quando avevo sonno pensavo che “me ne devono andare a Bocchigliero” e dico “adesso come ci vado..(Piccolo Giovanni) adesso rido.. (Paolo)..che sto morendo di sonno..(Piccolo Giovanni) ..adesso rido Io! <si ride un po'> ma ci pensate un po'? Dio è in mezzo a voi.. (Paolo) ..e io penso “come devo andare lì?”.. (Piccolo Giovanni) ..parla, e quello pensa come deve andare? (Paolo) eh, ma anche tu dicevi le cose scherzando, non dandogli l'importanza che celavano sotto sotto! Io in effetti pensavo.. (Piccolo Giovanni) ..ma sfidavo anche il Padre “guida tu la macchina”.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..“mi hai detto che mi porti tu a casa!(Paolo) eh, infatti ho pensato “vabbè, ci penserà Lui, dopo, a quello che dovrò fare(Piccolo Giovanni) avete visto che vi ho fatto dire cosa stava pensando? <sospiro profondo> ma del Vangelo cosa pensi ancora?(*) ricordatevi che Io sono capriccioso, ma il mio capriccio è puntato sempre sul Vangelo.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..che sono Sacerdozio vivo ed eterno. Vi faccio ridere, vi lascio i capricci, ma Io vengo a portare solo la verità del Vangelo: non illudetevi! Chiaro?, perché tutto rimane nella storia e questo non è un rimprovero, è farvi capire che il Sacerdozio è Sacerdozio: è Dio!(*) ci sei rimasto male? (Paolo) no, come male.. e.. (Piccolo Giovanni) la linea, cari figli: il nemico è dietro l'angolo e noi dobbiamo rimanere sempre sulla Linea del Vangelo anche con i capricci, come Gesù con le parabole.. come le chiamano adesso i sacerdoti “le favolette”.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“le barzellette”! Ma no, parole piccole, semplici, da far capire a quei tempi i figli! (Paolo) eh, certo, erano delle parabole.. (Piccolo Giovanni) ..e Io lascio i capricci per farvi ridere, ma farvi riflettere ancora di più! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa volevi dire? (Paolo) volevo dire.. ne abbiamo già parlato in passato.. tu mi hai chiesto che penso di Giovanni: che penso di Giovanni?, Giovanni è colui che è stato mandato qui a preparare la strada, a preparare tutti noi piano piano, goccia a goccia, perché tante verità importanti noi tutto d'un colpo non le avremmo rette. (Piccolo Giovanni) lo ripeto ancora una volta: dicevo sempre alla Piccola Cocciuta “basta, questa sera dico tutto”, ma come Strumento mi fermava “don Mario, non reggerebbero, non sono ancora pronti”, e per metterla alla prova dicevo “ma tu hai capito di cosa voglio parlare?”, e lei sorrideva e diceva “forse qualcosa, si”, ma quel “qualcosa” è tutto! Più gocce di queste non so cosa fare scendere! (Paolo) eh, quale gocce devono scendere? (Piccolo Giovanni) e ripeto: sarete perseguitati a causa del Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ma non dovete avere paura, avete un Papà che lascia scendere grazie su grazie su di ognuno di voi(*), chiaro? <3 colpi di tosse> .......... Luca! (Luca) si! (Piccolo Giovanni) c'è “un più piccolo” nel Regno dei Cieli? (Luca) si, mi sembra che Gesù non abbia voluto sminuire affatto la figura di Giovanni dicendo questo, ma è che il Regno di Dio trascende la preparazione della venuta di Gesù, quindi Giovanni è rimasto sulla porta come uomo, quindi cominciò un nuovo capitolo con il Regno di Dio.. nonché Giovanni, poi, (non è che)non entrerà nel regno, entrerà perché Gesù scenderà agli inferi e prenderà tutti con se e li porterà nel regno, quindi non c'è questo problema. Ma è che Giovanni è la figura di Elia, l'abbiamo capito, no, se prendiamo il libro di Malachia, vediamo che è l'ultimo libro della Bibbia e dice che il Signore sta per arrivare, un giorno ardente, un giorno di fuoco in cui incendierà tutti i suoi nemici e prenderà sotto il suo manto, sotto le sue braccia, tutti i semplici, gli umili, i piccoli, Elia e Giovanni, Gesù lo ha detto, ecco “se voi credete, Giovanni è quell’Elia che deve venire”. Termina quindi con Elia e inizia con Giovanni che è sempre Elia, perché Giovanni porta in se lo spirito di Elia.. (Piccolo Giovanni) ..e.. (Luca) ..ma tornerà ancora.. (Piccolo Giovanni) ..Giovanni ed Elia chi sono? (Luca) sono la stessa persona, sono la stessa persona perché è figura di Gesù, anche Elia, e Giovanni prepara la venuta di Gesù, come Elia ha preparato la venuta di Gesù e tornerà a preparare nuovamente la venuta di Gesù. Per questo mi sembra, proprio questa sera, noi stiamo vivendo il mistero di Elia e di Giovanni in questa.. in questa Stanza che viene appunto.. (Piccolo Giovanni) ..il mistero di Dio!.. (Luca) ..“di Dio”, che viene a preparare l'umanità all'incontro con il Signore! (Piccolo Giovanni) ma dimmi un po', cosa hai combinato? (Luca) ebbè, succede che se non prendiamo il rosario in mano, il demonio sfrutta le situazioni per cercare di non farci venire qui! <Luca è arrivato da poco alla Stanza perché la sua vettura è stata tamponata da un'altra vettura a sua volta tamponata da un camion> (Piccolo Giovanni) il diavoletto.. (Luca) ..ecco ci mette.. (Piccolo Giovanni) ..voleva baciarti? (Luca) si (Piccolo Giovanni) ma tu non gliel'hai permesso? (Luca) non è stato.. non è stato comunque tutto negativo perché abbiamo saputo che il Signore, ecco, sempre cerca di.. in queste situazioni di portare, no, l'amore anche in quelle situazioni che non sono.. per gli uomini non sono sue! (Piccolo Giovanni) è quello che stavo dicendo.. (Luca) ..ecco.. (Piccolo Giovanni) ..il diavoletto voleva baciarti.. (Luca) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma non è stato permesso! (Luca) non è stato permesso: tutto si è svolto bonariamente! (Piccolo Giovanni) perché è stato donato il bacio.. (Luca) ..ecco.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! (Luca) tutto si è risolto in un modo più bello possibile, e persino i carabinieri si sono messi a disposizione, hanno fatto loro il CID, tutto, come dei padri di famiglia, come dei fratelli: mai vista una cosa del genere! Non hanno voluto fare neanche la multa a nessuno perché avrebbero tolto la patente a quei due, e quindi è stato una cosa così bella, semplice, senza una parola fuori posto..  (Piccolo Giovanni) ..l'intervento.. (Luca) ..e alla fine ci siamo salutati come fratelli e siamo andati via (Piccolo Giovanni) l'intervento dell'Amore del Padre! (Luca) “dell'amore”. Passa in secondo piano il danno della macchina, Giovanni, non c'entra niente il danno: quello si ripara, ma l'importante è non rompere i cuori, era più importante che i cuori rimanessero intatti che la macchina! (Piccolo Giovanni) Dio lascia scendere la sua rugiada, non temete! chiaro? (Luca) uh! .......... (Piccolo Giovanni) non forse.. Dio non abita in ognuno di noi? ........ abita o non abita? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e.. ..siamo solo un soffio di polvere! .......... ..che l'unica Pianticella che è dentro di noi è la Pianticella di Dio! .......... ed è sempre verde! .......... e Marì ha saputo rispondere abbaStanza bene! .......... arde il giovedì: aspetta sempre la mia buona notte. A volte si mette a dormire come Paolo(*).. (Paolo) ..ma poi si sveglia quando squilla il telefono! .......... ma come si può essere stanchi quando Dio parla? .......... “ehm, figlioli miei, vi invito a pregare per tutti quei figli che dinanzi alla Parola di Dio chiudono gli occhi per dormire........... ..voi siete rapiti perché siete nella Stanza dell'amore, ma i figli che si mettono a dormire dinanzi al grido del Parto.. pregate per quei figli e pregate sempre per tutti i Figli Ministri in questo tempo! Chiaro? .......... bene! Telesfore, tu hai dormito già? (Telesfore) si! <si ride un po'> (Natanaele) è sincero! (Piccolo Giovanni) allora hai lavorato?(*) (Telesfore) tu lo sai se io ho lavorato! (Piccolo Giovanni) Io lo chiedo che e tu lo chiedi a me?, vuoi che Dio non sappia quello che fai? (Telesfore) e se è Lui che mi porta! (Piccolo Giovanni) e cosa mi vuoi dire? (Telesfore) veramente in questi giorni sto riposando! (Piccolo Giovanni) prima mi dice che dorme e poi si riposa! <si ride un po'> (Telesfore) di giorno mi riposo! (Piccolo Giovanni) e la Cocciuta lavora! (Telesfore) eh, si!(*) (Piccolo Giovanni) e solo questo mi dici? <4 colpi di tosse con 2 alitazioni>(*) aspetto!(*) (Telesfore) ehm.. mi ricordo quando tu scrivevi i messaggi e mettevi la firma.. (Piccolo Giovanni) ..“piccolo”.. (Telesfore)una Voce che grido dal deserto(Piccolo Giovanni) piccolo scritto! (Telesfore) piccolo? (Piccolo Giovanni) lo scrivevo in piccolo! (Telesfore) si (Piccolo Giovanni) lo ricordi?, e dove vuoi arrivare?(*) (Telesfore) voglio arrivare che.. non che voglio arrivare, è che (in)una delle lettere che abbiamo ricevuto, hanno scritto: “una voce che grida nel deserto”.. hanno sbagliato! (Piccolo Giovanni) poverini, non riescono a distinguere!(*) e tu cosa stai pensando? (Telesfore) non è la stessa cosa?(*) (Piccolo Giovanni) è la stessa cosa? (Paolo) no!(*) non è la stessa cosa.. perché mi guardi e non favelli? (Piccolo Giovanni) perché guardo e aspetto! (Paolo) c'è una profonda differenza, proprio! (Piccolo Giovanni) ma ha il suo significato! (Paolo) che cosa?(*) ..ah, “nel” e “dal”?, cioè vuoi dire che l'errore ha un significato?(*) si?, ce l'ha, si! <Natanaele dice qualcosa lontano dai microfoni e l'audio non è intelligibile. Si ride un po'> si, si! (Piccolo Giovanni) e pure grande! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma fermiamoci perché mi va a scoprire tutti.. sto’ capriccioso qua! Zitto zitto.. (Telesfore) non è che (si) devono scoprire, vengono fuori! (Piccolo Giovanni) l'hai scoperto! ..e zitto zitto prova a chiedere! Cosa vuoi dire ancora?(*) (Telesfore) mi ricordo il gesto che hai fatto questa sera.. cioè, mi rimaneva.. quando faceva questo gesto, era una cosa che mi rimaneva impressa però non riuscivo a capire(*) il significato.. (Piccolo Giovanni) ..ora l'hai capito? (Telesfore) più o meno! (Piccolo Giovanni)più o meno”!(*) (Telesfore) Cari amici”! (Piccolo Giovanni)Cari amici miei”, e lo gridavo anche più forte! (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni)Cari amici miei”(*) (Telesfore) facendo questo gesto! (Piccolo Giovanni) o anche facendo solo così! (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) ehm.. (Telesfore) ..questo gesto mi ricorda anche quando la Cocciuta, dopo il messaggio, rimaneva con le mani così.. che poi tu hai dato la spiegazione!(*) così! (Piccolo Giovanni) te la ricordi la spiegazione? (Telesfore) non la ricordo esattamente, però ricordo che il sacerdote quando.. non so se prima o dopo aver preso Gesù, entrava con le mani così! (Piccolo Giovanni) prima! (Telesfore) prima si lavava le mani e veniva all'altare con le mani così! (Piccolo Giovanni) e le mani del sacerdote sono consacrate! (Telesfore) si!(*)(Piccolo Giovanni) spiegavo alla Piccola Cocciuta che quando un sacerdote toglieva gli abiti sacerdotali lasciando.. venivano tagliati i piccoli pezzetti dove veniva toccato Gesù! Ora non si usa più ma prima si!(*) vuoi dirmi qualche altra cosa? (Telesfore) quindi il sacerdote non era più sacerdote quando.. (Piccolo Giovanni) ..usavano fare questo gesto! (Telesfore) ..questo gesto!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa? (Telesfore) che il mio cuore arde! (Piccolo Giovanni) e cosa vuole accendere? (Telesfore) vuole accendere il fuoco che arde nel tuo Cuore! (Piccolo Giovanni) è già acceso: vuoi accendere.. (Telesfore) ..ancora di più.. (Piccolo Giovanni) ..il mondo? (Telesfore) eh, il mondo! (Piccolo Giovanni) il mio arde, siete voi che dovete accendervi!(*) Telesfore, Telesfore, vuoi accendere ancora di più il Cuore di Dio?(*) non è un rimprovero, ti faccio riflettere su cosa dici!(*) (Telesfore) forse mi sono spiegato male, non mi sono spiegato bene! (Piccolo Giovanni) bravo!(*) (Telesfore) io vorrei che.. (Piccolo Giovanni) ..“Io vorrei”! <si ride un po'> (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni)Padre, sia fatta la tua non la mia volontà(Telesfore) fai ardere.. accendere tutti i cuori che sono spenti col tuo Amore! (Piccolo Giovanni) Amen!(*) (Telesfore) come alunno non valgo niente! (Piccolo Giovanni) servo inutile dinanzi alla Croce. Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) è bello stare all'ultimo posto! (Paolo) è bello, si! (Piccolo Giovanni) come servi inutili per far festa al Banchetto Nuziale.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che è sempre pronto, preparato per ognuno di voi; e il Padre aspetta tutti i figli per fare festa, ma aspetta anche i cuori aperti! (Paolo) Telesfore questo voleva dire! (Piccolo Giovanni) ha fatto un giro di parole e alla fine c'è.. (Paolo) ..voleva.. (Piccolo Giovanni) ..arrivato.. (Paolo) ..rendere felice il Padre per il suo cuore ardente! (Piccolo Giovanni) il suo cuore arde, è ardente, quello di Dio non si può misurare! (Paolo) certo, quello di Dio si infiamma sempre di più quando vede i nostri cuori aperti e ardenti! (Piccolo Giovanni) c'è grande festa in Cielo quando un cuore duro diventa di carne e si accende! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bene! Figliuoli miei, vi invito ancora a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi e farvi cadere nella sua falsa luce. L'amore usatelo sempre per combatterlo, non chiudete la porta dell'amore: apritela sempre di più e così sarete tutti uniti al Cuore di Dio che è Amore senza limiti; e non ci sono misure che possano contenere l'Amore di Dio, figli miei! Cosa vuoi dirmi, Natanaele? (Natanaele) se non puoi rispondermi, fermami: è una cosa che mi frulla dentro il cuore! Abbiamo detto tante volte che la storia si ripete, giusto? (Piccolo Giovanni) si! (Natanaele) benissimo, quindi la Mamma Celeste è stata lo Strumento di Dio in quella storia. In questa storia noi c'abbiamo uno Strumento di Dio: è la stessa cosa? (Piccolo Giovanni) alzo le mani.. (Natanaele) ..le gocce erano quelle! (Piccolo Giovanni) Dio dona le gocce: Io alzo le mani perché sono all'ubbidienza del Padre! Maria è sempre Maria(*): CHI VUOLE INTENDERE INTENDA! Ora mi fermo: troppe gocce sono scese in questa serata! Vi invito a preparare i vostri cuori: distaccatevi dalle cose del mondo, unitevi al Cuore del Padre che è vivo, è reale e in mezzo a voi nella Stanza dell'amore, e non temete, ho raccolto i sussurri di ognuno di voi e dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera! Ora  il Banchetto è qui, è in mezzo a voi e pronto per ognuno di voi: venite tutti a bere e a mangiare! Dio non fa alcuna distinzione, figli miei, chiede solo il vostro amore e i vostri cuori aperti! Venite tutti a fare festa, figli!(*) Ecco lo Sposo che avanza!(*) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo che porta in dono l'anello fatto di spine!(*) non temere, il Sangue non cade per terra! Sposo, accompagna la Sposa! (Giulia) come sei bello! (Piccolo Giovanni) Vieni, Sposa del mio Cuore!.......... Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) perché sorridi? (Paolo) per un gesto che hai fatto! (Piccolo Giovanni) l'avete riconosciuto? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ve lo chiedo ancora una volta: volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) volete portare il peso dell'umanità? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Paolo) e tu ci vieni dietro! (Piccolo Giovanni) semmai davanti! (Paolo) ci guidi: tu puoi stare sia davanti e dietro, ci guidi sempre! (Piccolo Giovanni) come adesso che mi stringi! <Paolo teneva stretto il Crocifisso del bastone di Giovanni vicino l’altare centrale> (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) posso poggiarmi su di voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e su di voi, figli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non crollate al piccolo pezzettino di Croce che poggio sulle vostre spalle! Crollate?(*) ho fatto la domanda: “non crollate al piccolo pezzettino di Croce che poggio”? (Tutti) no! .......... (Piccolo Giovanni) ..quando un piccolo.. ..pezzettino di Legno si poggia un po' in più.. ..si cade per terra! .......... ma non sempre si trova il cireneo a prendere sulle sue spalle il Legno; e non dimenticate di chiamare Papà. Ora siete pronti? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ma state attenti, Io mi poggio! (Paolo, Telesfore ed ..... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  (Piccolo Giovanni) cosa vi state chiedendo?(*) (Paolo) che cosa hai messo nel Calice! (Piccolo Giovanni) cosa hai visto? (Paolo) apparentemente dell'acqua!(*) ..devo bere? (Piccolo Giovanni) cos'è?(*) cos'è? (Paolo) acqua! (Piccolo Giovanni) bevila!(*) è acqua?(*) è acqua?(*) (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché dubitavi? (Paolo) non dubitavo, pensavo che tu a quell'acqua avessi dato un valore diverso! (Piccolo Giovanni) cos'è, acqua!(*) avete sete? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete vedere la mia Acqua? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(**) <2º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) cosa vedete? (Paolo) il Cuore!(*) (Piccolo Giovanni) e chi vi dona l'acqua da dissetarvi? (Paolo ....) Dio! (Piccolo Giovanni) il Cuore di Dio!(*) vedi.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..il Cuore di Dio? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è vivo Dio.. (Paolo, ....., Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..in mezzo a voi? e avete sete?(**) vedete ancora.. (Paolo ... ) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..il Cuore?(*) quanto vi ama il Padre da mostrarvi il suo Cuore e da donarvelo da bere! Siete coscienti di questo mistero che diventa sempre più grande in mezzo a voi? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) gridatelo al mondo: Dio è vivo, Dio è mezzo a noi, parla e ci dona il suo Sangue e la sua Carne, l'Acqua che disseta e ci dona la vita eterna! Quale dono più grande può donarvi il Padre, figli?(**) cosa vedete? .......... (Paolo) io vedo Gesù che allarga le braccia al mondo! (Telesfore) la capanna!(*) (Piccolo Giovanni) e Gesù cosa ha fatto nella capanna di Betlemme? (Paolo) ha allargato le braccia! (Piccolo Giovanni) allargatele anche voi per i fratelli! Quale pezzo volete?(**) cosa è rimasto? .......... ..e la capanna! .......... ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) ma siete tutti coscienti che Gesù è vivo, è in mezzo a voi e si dona? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete tutti disposti ad accogliere Gesù.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) .. nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose, e nell'amore che Dio vi ha donato, donate anche voi Dio ai fratelli e all'umanità intera coscienti di questo mistero vivo e reale in mezzo a voi. Dio vi dona il suo Cuore: state attenti al nemico non abortite il Cuore di Dio! Figli, parlo a voi e parlo al mondo intero, ma voi che siete qui, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, rimanete saldi sulla Roccia: Dio vi ha scelti uno ad uno, vi ha sigillati, vi ha donato il suo Amore che il suo Cuore. State lavorando perché il Cuore Immacolato di Maria trionferà e tutti voi vedrete e il trionfo, i vostri occhi si apriranno, ma ricordate bene: l'ora e il giorno li conosce solo il Padre! Voi state vivendo le gocce: sono grandi, perché dovete camminare dinanzi(*).. hai capito bene, per questo Dio vi fa vedere il suo Cuore! Ora donatemi ai vostri fratelli! Padre, Io busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore: ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori. La mia Pasqua è piena ed è risorta, risorgete anche voi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figli del mio Cuore, grazie per essere venuti a fare festa al mio Banchetto d'Amore! Figli miei, grazie a voi che siete qui riuniti, grazie ai figli che si sono uniti, grazie ai figli che avete portato nei vostri cuori. Non abortitemi ma fatemi vivere: fate crescere il Dio Bambino che viene a nascere nei vostri cuori, figli miei!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) la Croce è leggera quando si apre il cuore(*), diventa pesante quando il cuore è chiuso! Aprite il cuore a Dio perché è la vostra unica salvezza, è il vostro tutto, è il vostro salire in Cielo salvi e santi! Ma non gettate la santa sofferenza che serve a santificarvi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figliuoli del mio Cuore, la Via è stretta per arrivare a gioire: è stretta, è fatta di spine e di sofferenza come quell'Albero! <indica la Croce> il Gesù che vi ha donato la vita eterna è il Gesù che ha abbracciato il Legno della Croce, è morto ed è risorto per amore, ed Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, ma state attenti: solo dinanzi della Croce prostratevi, figli del mio Cuore! Cosa vedono i tuoi occhi, Paolo? (Paolo) Gesù! (Piccolo Giovanni) vuoi tenerlo tutto per te? (Paolo) no, lo voglio dare agli altri: al mondo! (Piccolo Giovanni) Amen! E voi cosa volete fare? (Tutti i Discepoli) vogliamo donarlo al mondo! (Alcuni Discepoli) la stessa cosa! (Piccolo Giovanni) Donarlo! E voi, Suorine? (Tutte le Suorine) vogliamo donarlo al mondo! (Piccolo Giovanni) avete perso la voce?: è piccola piccola!.......... (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire? (Paolo) quello che “abbiamo perso la voce”: sei tu che ci induci.. (Piccolo Giovanni) ..ve l'ho rapita.. (Paolo) ..ci induci ad abbassare il tono perché il tuo Amore ci rapisce (Piccolo Giovanni) e voi fatevi rapire.. (Paolo) noi apriamo il cuore come tu ci hai insegnato! (Piccolo Giovanni) Io scherzavo con i miei discepoli, è così voi siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, e la storia si ripete: lo faccio ancora! Quando portavo i miei amici e Maria doveva preparare da mangiare.. (Paolo) ..come la Cocciuta? (Piccolo Giovanni) come la Cocciuta: furbacchione di Dio! <si ride un po'> il suo Cuore di Mamma si riempiva di gioia, era sempre pronta ad accogliere i suoi figli così come siete pronti tutti voi, come mamme, a rispondere “” e a preparare la Via per far entrare i fratelli al Banchetto! Preparare, per Maria, era sempre preparare il Banchetto del Padre, non per le feste del mondo; il Pane che Maria impastava era il Pane di Dio, Maria lo presentava al Figlio Gesù e Gesù lo spezzava donandolo agli amici. È un'altra goccia grande, e chi vuole intendere intenda: IL PANE CHE MARIA IMPASTAVA E IMPASTA È IL PANE DI DIO! È chiara questa parola.. (Qualcuna) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e dinanzi a voi chi c'è? .......... e Gesù cosa fatto con voi?, ha bevuto.. (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) ..e ha mangiato!(*) (Piccolo Giovanni) cosa state pensando? (Paolo) io sono ubriaco (Piccolo Giovanni) di Dio? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e Dio lascia scendere su di voi la benedizione del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio portandola all'umanità, ai fratelli, ma quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi, figliuoli del mio Cuore, ma fatemi vivere! Vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, figli! Dio è nei cuori di ognuno di voi, dei figli che con amore l'avete accolto. Non dubitate della presenza di Dio, figliuoli del mio Cuore, il Padre lascia scendere su di voi grazie su grazie e la sua misericordia infinita non ha misure. Rifugiatevi nell'abbraccio di Dio che è la Croce! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e gioisci ancora(*) nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! Ma ora vorrei riposare! Ma cosa dite? volete dormire anche voi con me? (Giacomo 1) no, vogliamo cantarti la Ninna Nanna! (Piccolo Giovanni) siete sicuri? (Qualcuno) si! (Paolo) ce la cantiamo a vicenda! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) Io la canto a voi.. (Paolo) ..e noi la cantiamo a te.. (Piccolo Giovanni) ..e voi la cantate a me, ma la Ninna Nanna che vi canto io.. (Paolo) ..è diversa.. (Piccolo Giovanni) ..è farvi lavorare per salvare anime! Volete farmi dormire.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e voi lavorare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) cantatemi la Ninna Nanna! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che mi offrite. Io ho riposato: ho riposato con le gioie che mi avete offerto, con le gioie che avete offerto al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, ho riposato con i vostri sacrifici, con i vostri dolori che avete portato nel mio Cuore; i figli portano i loro affanni al Papà, e il Papà cambia gli affanni in petali di fiori. Non temete, Dio dona il Pane all'umanità intera e ad ognuno di voi!(*) Dio dona il Pane all'umanità intera e ad ognuno di voi! Figli miei, siate coscienti di tutto questo, e col Pane di Dio vogliamo unire la Catena?(*) e pregare con la preghiera del Padre che è l'Unica Fonte viva e zampillante?(*) Padre..: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”(*) Ho poggiato le mie mani ....., su Telesfore, e poggiandole sui loro capi le poggio su di ognuno di voi!(**) Figliuoli miei, ricordate che siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine; ricordate che Dio è vivo e reale, è in mezzo a voi e parla: non distraetevi in quest'attimo di Paradiso che Dio lascia scendere nei vostri cuori! Il mistero in mezzo a voi è sempre più grande perché il Parto è vivo e pieno: vi chiedo solo di essere pronti e preparati perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma sappiate che i vostri occhi vedranno il Cuore di Maria trionfare. Ora andate nella Pace di Dio e portatela nel mondo intero! Figli, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, ma non dubitate della presenza di Dio in questo Luogo baciato dal Padre; parlo a voi e parlo al mondo intero, figli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Aspettatemi, Io verrò ancora a portarvi il Pane vivo dei Cieli, figli!(*) (Giulia) Papà!(*) Papà!(*) Papà!(*)

 

 

        5. Giov 18/12/2003, ore 21.07, Stanza more solito

Oggi Giulia non è potuta salire su nella Stanza perché è a letto con l'influenza.

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Figlia, gioisci e fai festa, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Figlia mia, in questo tempo, come Maria, porta nel mondo intero i Dolori vivi della mia Croce, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna. Figliuoli del mio Cuore, in questo tempo vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Vedete, figliuoli, dinanzi a voi c'è una piccola creatura: Maria, che porta il suo Gesù nel mondo intero per donare la Pace, per donare l'Amore, e l'Amore che Maria porta è l'Amore di Dio, la pienezza del Parto vivo e reale in mezzo a voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma vivere il tempo dell'Avvento è vivere nel Cuore di Dio, nella Famiglia di Dio, prendendo mano nella mano e formando sulla terra il Cuore della Pace, quel Cuore che batte e arde nell'Amore vivo, nell'Amore pieno che Dio lascia scendere sull'umanità intera e su di ognuno di voi, figli del mio Cuore! Piccola Cocciuta, invito ancora una volta il tuo Cuore: vuoi unire le tue mani alle mie? vuoi abbracciare i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! Eccomi, sono pronta! (Gesù) vieni: accarezziamo la Croce! <1º grido>(*) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù!(*) (Gesù) non temere, il Sangue non cade per terra! (Giulia) Gesù, rimane qui sul letto!(*)  (Gesù) figlia, gli Angeli lo raccolgono e lo mettono nel Calice, vedi? (Giulia) Gesù, ci sono quattro angioletti.. (Gesù) ..ma un Calice solo: vuoi berlo questo Calice? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) lo dovrai bere per l'Uomo vestito di bianco e pregare per Lui!(**) è amaro, figlia! (Giulia) si, Gesù! (Gesù) ora ti invito a guardare, ma non spaventarti di ciò che vedi!(**) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che sto vedendo? (Gesù) si, figlia, affinché l'umanità converta i cuori!(*) (Giulia) vedo un deserto dove ci sono tutti alberi secchi; per terra c'è solo cenere e il deserto è bruciato!(*) Gesù, c'è solo un filo di acqua che scorre e un ramo di ulivo verde; non vedo alcuna vita, ma dietro il ramo di ulivo c'è un enorme raggio di luce! Quel raggio di luce sei tu, Gesù, vestito di bianco guardi e grondi lacrime di Sangue!(*) (Gesù) ora guarda ancora!(*) (Giulia) posso dire anche questo? (Gesù) no, questo rimane nel tuo Cuore! Ti invito solo a pregare e ad unire ancora una volta le tue mani alle mie mani e ad abbracciare i Chiodi! (Giulia) eccomi, Gesù! <2º grido>(*) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù!(*) Gesù! Gesù, dove sei? (Gesù) eccomi, figlia, sono dinanzi a te! (Giulia) perché sei vestito così? (Gesù) vedi, figlia, mentre l'umanità si prepara in festa, Io vengo in mezzo a voi come sono nato nella capanna: nella povertà, avvolto solo di un panno! (Giulia) hai freddo, Gesù? (Gesù) no, figlia, vengo a chiedere il calore del vostro amore, il calore del vostro sì pieno all'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, invitandovi a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, preparare i vostri cuori e il cuore dell'umanità all'Avvento è vivere nel donarsi ai fratelli, ai figli bisognosi, a coloro che tendono la mano; è camminare sempre nel Solco vivendo la Parola in pienezza, figli miei, questo tempo di attesa, di preparazione, ad accogliere Dio che viene in mezzo a voi, quel Bambino che ha bisogno della vostra mano, ha bisogno del vostro sì per entrare nelle capanne dei vostri cuori, figli, Dio che viene a bussare, Dio che scende dai cieli per venire ad abitare nei vostri cuori a portare l'unica Pace che solo Dio può donare. E in questo tempo vi invito, figliuoli, a pregare per la pace, ad accogliere con fede piena il Dio Bambino che viene in mezzo a voi e nel mondo intero. Pregate, figliuoli miei, pregate perché il mondo è in pericolo: solo accogliendo il Dio Bambino la pace scenderà nel mondo e nei vostri cuori; e scenderà il latte e il miele che Maria ha preparato per ognuno di voi. Ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi. Pregate, pregate, pregate, figli miei: combattetelo con l'Amore che il Padre lascia scendere copioso su di voi e nel mondo intero. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, come Maria, porta i Dolori in questo tempo, ma sarai perseguitata ancora a causa del mio Nome! Vedi, figlia, la via è stretta e tu devi portare l'umanità intera, non fermarti dinanzi a niente e a nessuno: la grazia del Padre è su di te, figlia mia! (Giulia) Gesù, donami solo il tuo respiro!(*) (Gesù) ecco, figlia mia, prega per tutti i miei Figli Ministri: portali sulle tue spalle come porti l'umanità intera! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia piena del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a tenerlo sempre alto e a donarlo ad ognuno di voi e al mondo intero. Donare la Parola è donare il Cuore del Dio Bambino che viene a nascere, e Dio Bambino viene a nascere nei cuori di ognuno di voi, nei cuori dell'umanità intera, portando dietro il Solco. “Giuseppe, non temere, ciò che è dentro Maria è opera dello Spirito Santo: il Frutto di Dio”. E Dio vuole far scendere questo frutto per donare all'umanità tutto il suo Amore, preparare un Banchetto, un Banchetto di gioia, un Banchetto di pace. Ecco, Maria col suo sì ci dona Gesù, col suo sì ha preparato per l'umanità intera il Banchetto d'amore, mentre l'umanità in questo tempo rinnega il Banchetto di Maria. Il mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno gronda Sangue, invitando ognuno di voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce a pregare, a portare nel mondo il Banchetto di Maria che è il Dio Bambino in mezzo a voi e nell'umanità intera. Ma vi chiedo: avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 3° sett. AVVENTO /C Mt. 1,18-24> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, cos'è rimasto nel tuo cuore.. (Paolo) ..eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! ..della gioia di sentire la Parola di questa giornata? (Paolo) è molto bella, Giovanni! A me ha fatto pensare una cosa: che noi senza l'aiuto dello Spirito Santo non siamo capaci di distinguere quello che è giusto agli occhi di Dio e quello che invece non è giusto. Tante cose che a noi possono sembrare sbagliate, invece per Dio sono giuste, quindi noi abbiamo sempre bisogno dell'illuminazione (Piccolo Giovanni) di quella fiammella.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che arde sui vostri capi! (Paolo) sì! <4 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) e dell'Alito dello Spirito Santo che porto ad ognuno di voi per volere del Padre, il mistero della tosse che è grande, ma come vedete in questa serata, la Piccola Cocciuta ha anche la sua tosse a letto, ma questa.. <3 colpi di tosse> ..è la mia! La sua adesso è a parte: la riprenderà quando Dio la riporta in mezzo a voi! <prima dell'apparizione Giulia aveva una tosse forte e continua che gli impediva anche di parlare> (Paolo) eh, infatti si vede che non è lei perché adesso sta bene! (Piccolo Giovanni) com'è capricciosa questa Cocciuta! Ma dimmi ancora! (Paolo) ehm.. Giuseppe che era disorientato nel sentirsi dire che doveva prendere ed accogliere.. (Piccolo Giovanni) ..come ognuno di voi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando sente “ma quella cosa..(Paolo) ..esatto.. (Piccolo Giovanni)..non è come nella mia mente..(Paolo) ..si, si.. (Piccolo Giovanni) ..“come posso prendere Maria se aspetta un figlio?(Paolo) eh: “cosa diranno..(Piccolo Giovanni)..di me..(Paolo).. di me, tutti?”, si.. (Piccolo Giovanni) ..“tutti?”, ed ecco che Dio interviene attraverso il sogno dell'Angelo (Paolo) e Lui subito lo accoglie a cuore aperto (Piccolo Giovanni) come il Padre accoglie Maria e Gesù! Ma l'umanità ha difficoltà ad accogliere questo Bambino: “devo prima sentire se è vero”, “mi devo fermare e capire”, non Io: Giovanni, (ma)l'umanità! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)devo leggere il Vangelo e capire se le parole sono così e poi devo vedere se ho tempo per accogliere questo Bambino”, non subito “” come Giuseppe: “prendi Maria con te”. Chi di voi è pronto come Giuseppe a prendere Maria in questo tempo?(*) è da sottolineare, come facevo sempre, questa frase! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) l'umanità è pronta a prepararsi per le feste, ma quel Bambino dove viene messo? (Paolo) è proprio così, Giovanni! <5 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) non cercare di imitare la mia tosse! <si ride un po' perché mentre tossiva Giovanni ha tossito anche Paolo> (Paolo) non potrei! <un'alitazione> (Piccolo Giovanni) sono capriccioso! Sono il Capriccioso del Padre che mi manda in mezzo a voi a portare la sua gioia, la sua pace e la nascita.. e ringraziamo lo Strumento che si lascia usare ancora da Dio! Ed Io sono qui in mezzo a voi per amore dello Strumento; a volte grida con Telesfore “sono arrabbiata col Padre”, è vero? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma neanche un istante dopo “la penna di Dio che scrive”! (Paolo) perché si arrabbia col Padre? (Piccolo Giovanni) chiedilo a Telesfore alla fine della preghiera: te lo dirà! (Paolo) forse è quello che mi ha già detto? (Piccolo Giovanni) si! Gronda sangue anche il tuo cuore? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) ma abbiate fede e pregate! Cosa c'è ancora nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) Giovanni, io, non che prima non lo vedessi, però adesso che mi trovo coinvolto in questo mistero, ciò che sento in giro per le strade, in televisione, in tutti gli ambienti, in merito alle festività che sono alle porte, è un qualcosa che mi ferisce dal profondo del cuore perché di tutto parlano tranne che di Gesù! (Piccolo Giovanni) è la nascita che si deve festeggiare! (Paolo) in povertà, pure! (Piccolo Giovanni) è della nascita che si deve riempire il cuore e vivere alzando le mani al Cielo e gridando “gloria a Dio: un Figlio è nato”!(*) Come Sacerdozio vivo ed eterno alzo la destra invitandovi a vivere il giorno della nascita alla mensa dei poveri dove c'è Gesù che beve e mangia con ognuno di voi! Chiedo troppo? (Paolo) no, è quello che tutti dovremmo fare! (Piccolo Giovanni) l'umanità intera! Solo così scenderà la pace: che i Grandi abbassino i loro monti e stringano la mano ai poveri, ma col cuore! (Paolo) questo lo può fare solo il Padre, Giovanni, perché per quello che vediamo noi.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre bussa ai cuori dell'umanità intera, ma l'umanità.. (Paolo) ..non risponde.. (Piccolo Giovanni) ..non risponde: è sorda ed è cieca, e la pace non può scendere(*), ma Dio è Misericordia Infinita! Chiaro? (Paolo) si! <5 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) dove sono le mie pecorelle? (Paolo) ti ascoltano di là! (Piccolo Giovanni) ho fatto un piccolo capriccio. (Telesfore) le pecorelle stanno pascolando! (Piccolo Giovanni) Io li vedo e li invito a pregare. Li invito ad aprire ancora di più i cuori, ad essere uniti come famiglia, a non giudicare ma ad amare con l'Amore del Padre, e nessuno che prenda il posto di Dio ma sempre servi inutili dinanzi alla Croce dopo aver lavorato. Ciò che fa la destra non lo deve sapere la sinistra!(*) Quando il Padre lascia scendere su di voi la Farina è nei vostri cuori che arde e nei cuori dell'umanità intera. Ma Dio non va a mettere i manifesti ma lascia scendere nel silenzio del santo Vangelo: è chiaro? (Paolo ....) si! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi dirmi ancora? (Paolo) vorrei migliorare sempre più, Giovanni! (Piccolo Giovanni)Eccomi, sono un servo inutile dinanzi a te, Padre”,.. (Paolo) ..mi sento veramente.. (Piccolo Giovanni) ..è così che..  (Paolo) ..mi sento veramente.. (Piccolo Giovanni) ..si cresce: “essendo servi inutili”, ma dinanzi a Dio avete salito molti gradini perché i piccoli Giovanni rimangono all'ultimo posto, e rimanendo all'ultimo posto si sale nell'amore e nella quiete! <4 colpi di tosse con un'alitazione> .......... (si riprende il discorso su San Giuseppe e l'Angelo) .. Sogno-Visione! ......... come il mio nel vedere l'Angelo Gabriele! ......... e mi fermo lasciando al Padre far scendere la sua pioggia, invitandovi a pregare per il mio popolo e a chiedervi sempre: NON FATECI USARE! Combattete con la spada del santo Vangelo! <5 colpi di tosse con 2 alitazioni> ......... ..ma voi non siete qui, venite trasportati: rapiti come Giuseppe nel sogno! ......... all'inizio era un po' smarrito! ......... ..non voleva mandarla via! Ma subito Dio interviene accarezzando il suo Cuore “stai tranquillo, il frutto di Maria è opera dello Spirito Santo”. Quale gioia più grande poteva aspettare Giuseppe? ......... eccomi”: “l'eccomi” di Dio, “l'eccomi” che l'umanità dovrebbe gridare, ma Dio non sente l'eccomi del mondo: in pochi sono i figli a rispondere “eccomi”. E vi invito ancora una volta a pregare per tutti i miei Figli Ministri e di allontanare satana con la preghiera e amando: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi, per far rinnegare “l'eccomi” e abbracciare le cose del mondo, la via larga dove non c'è “eccomi”! ......... l'eccomi” è scomparire, è annientarlo!!(*) “eccomi, Gesù, dinanzi alla Crocee lui trema nel sentire “l'eccomi” di Maria dinanzi alla Croce! ......... un'altra goccia.. ..che scende su di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, i figli che si uniscono a questa santa preghiera e a tutti i figli che avete portato nei vostri cuori! Sto raccogliendo i sussurri di ognuno di voi, ma chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso “nell'eccomi di Dio”! ......... (<Giovanni assente> (Tutti) Eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figli miei! Pargoli del mio Cuore, vivete sempre nella Stanza dell'Amore di Dio e gridando:  (Tutti insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui)eccomi, Padre, sono un servo inutile, fa di me quello che vuoi!” (Piccolo Giovanni) la gioia e grande per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) portate questa gioia ovunque andate, portando Maria nei vostri cuori! <3 colpi di tosse con un'alitazione> caro Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Finalmente si è lanciato a dire l'eccomi più forte! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) eccomi, Telesfore: ecco Giovanni, ecco il Capriccioso ancora una volta sul tuo letto! (Telesfore) tu ci sei sempre sul mio letto perché il letto è tuo! (Piccolo Giovanni) ho trovato una culla! Mentre l'umanità non mi dona neanche una stalla, mi viene offerto un letto! (Telesfore) povero!(*) (Piccolo Giovanni) ho chiesto ricchezze? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) sono venuto nel mondo per portare la corona? <cioè diventare re del mondo> (..... e Rosetta) no! (Piccolo Giovanni) sono venuto a nascere in una stalla ma tu mi offri un letto, ed Io rispondo ancora una volta “eccomi”! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) e cosa c'è nel tuo cuore?(*) perché chini il capo?(*) (Telesfore) Pensando.. <4 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ..“pensando”? (Telesfore) ..alle parole che hai detto poco fa a Paolo, che la Cocciuta si è arrabbiata, diciamo, col Padre, in un attimo.. il mio cuore in quell'attimo.. (Piccolo Giovanni) ..era andato in alto mare pensando..  (Telesfore) ..pensando a tutto.. (Piccolo Giovanni) ..“ho perso la Cocciuta”!(*) “a tutto, pensando”? (Telesfore) pensando a tutti quelli che amano.. io faccio un esempio, amano Gesù, però anche se amano un amico che.. (è)talmente tanto che lo amano, che magari (a)quell'amico alla fine gli chiedono qualcosa e quest'amico non gliela può dare.. allora subito tradiscono l'amico e tradendo l'amico tradiscono Gesù. Io penso in quell'attimo come il Cuore di Gesù può essere in quel momento! (Piccolo Giovanni) come quello della Piccola Cocciuta! Tu lo vedi? (Telesfore) io non lo vedo! (Piccolo Giovanni) ma lo senti! Quando grida senti il dolore! (Telesfore) si, lo sentiamo tutti il dolore!(*) (Piccolo Giovanni) e cosa pensi in quegli attimi? (Telesfore) penso che il Cuore di Gesù in quell'attimo.. è una spada che entra.. (Piccolo Giovanni) ..non una sola! (Telesfore) e penso anche che quello sia il dolore più.. più grande che Gesù riceve in quel momento! (Piccolo Giovanni) essere rinnegato ancora una volta, ma è sempre pronto ad abbracciare la Croce e a donare il suo Sangue e la sua Carne per tutti i figli.. e ritorna ancora “l'eccomi”! (Telesfore) eh! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) cosa pensi, Paolo? (Paolo) ti vorrei chiedere una cosa! (Piccolo Giovanni) ascolto! (Paolo) io non capisco, aiutami tu! Come mai la Cocciuta che dona tutto a Dio, accetta sempre in pienezza la sua volontà, poi davanti a determinate situazioni o una in particolare, non riesce ad accogliere a braccia aperte quella che è la volontà di Dio? perché si tratta della volontà di Dio, no? (Piccolo Giovanni) accoglie con le braccia aperte la volontà di Dio ma aspetta ciò che il Padre ha preparato per lei! (Paolo) lei è cosciente di questo, quindi vorrebbe anticipare i tempi? (Piccolo Giovanni) no, i tempi sono pieni, è l'umanità sorda e cieca! È l'umanità che non vuole accogliere Dio! Sono stato chiaro? (Paolo) io vorrei dirti di si se è quello che ho capito io! (Piccolo Giovanni) il Progetto di Dio deve scendere, ma l'umanità non vuole accogliere, e questa è una goccia molto grande! (Paolo) eh, per questo tu mi chiedi “hai capito” ed io.. (Piccolo Giovanni) ..Dio Bambino che scende, ma l'umanità non vuole accogliere.. (Paolo) ..quindi.. (Piccolo Giovanni) ..Dio Bambino! (Paolo) ..la sua.. (Piccolo Giovanni) ..il mistero è grande! (Paolo) la sua è una sofferenza molto grande ed è dovuta al fatto che l'umanità non è pronta per accogliere.. (Piccolo Giovanni) ..Dio Bambino.. (Paolo) ..quel Dio Bambino, e lei praticamente invoca il Padre di anticipare i tempi e quindi mettere il suo dito.. (Piccolo Giovanni) ..vieni presto”! (Paolo) è questa la chiave di lettura, quindi, di tutto il(*).. (Piccolo Giovanni) è questo che viene a gridare: “vieni presto”! (Paolo) eh, quello che mi ha lasciato impietrito è in rapporto con quello che pensavo e di cui si parlava prima (Piccolo Giovanni) vi chiedo ancora.. (Paolo) ..è questa relazione che io non.. non avrei mai pensato.. (Piccolo Giovanni) ..di pregare perché il nemico vuole far suo il Progetto dell'Amore. Pregate ma siate coscienti: in questa serata non è sceso solo una goccia, ma il mare di Dio in mezzo a voi! Il mistero diventa sempre più grande! (Paolo) eh, si! Quello che a me prima poteva sembrare una mancanza di fede verso Dio, adesso tu l'hai rivoltato in modo tale che.. (Piccolo Giovanni) ..la Piccola Cocciuta ha donato se stessa.. (Paolo) ..si, si.. (Piccolo Giovanni) ..a Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e il suo Cuore arde affinché non si adempie la volontà del Padre! Dio usa i suoi strumenti a suo piacimento, e lei si lascia usare in pieno portando la Croce e l'umanità intera sulle spalle! Ancora non mi hai portato il disegno! (Paolo) il disegno! Eh, non ho.. non ho avuto il tempo, Giovanni! Comunque oggi ci pensavo.. (Piccolo Giovanni) ..conosco ogni attimo, conosco il cuore di ognuno di voi ma sono capriccioso! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> e anche frettoloso! (Paolo) in queste vacanze provvederò! (Piccolo Giovanni) cosa mi dici ancora, Telesfore? vi sto annoiando? (Tutti) no! (Telesfore) sembra che questa sera ci siamo tuffati in un mare! (Piccolo Giovanni) il mare di Dio: attenti a chi non sa nuotare <si ride un po'> perché nel mare di Dio si deve anche saper nuotare! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e come si nuota nel mare di Dio? (Telesfore) con l'amore! (Piccolo Giovanni) e tenendo alto il santo Vangelo con l'amore! Hai scoperto qualche altro petalo del giglio? stai pregando per lui? (Telesfore) ogni tanto! (Piccolo Giovanni) pregate tutti e scoprirete i petali, ma vi invito a pregare per il figliuolo Francesco! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) non lasciatemelo solo! <2 colpi di tosse forte, 5 più deboli e una alitazione>(*) ascolto! (Telesfore) ma la tosse della Cocciuta è anche questo un mistero? (Piccolo Giovanni) quale tosse? la mia? (Telesfore) non la tua, la sua(*).. perché Francesco non ci trova niente. O la nasconde.. (Piccolo Giovanni) la Cocciuta o Francesco? (Telesfore) la Cocciuta la nasconde! (Piccolo Giovanni) Francesco l'ha trovata? (Telesfore) Francesco ha detto che non è niente di grave! (Piccolo Giovanni) la volevi morta? <si ride un po'>(*) povera Cocciuta! (Telesfore) però.. (Piccolo Giovanni) ..hai dimenticato che Francesco si deve caricare? (Telesfore) eh!(*) (Piccolo Giovanni) e dove si prende l'acqua? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) alla Fonte! (Telesfore) ma Francesco è cosciente di questo? (Piccolo Giovanni) si! (Telesfore) è cosciente! (Piccolo Giovanni) ma vi invito a pregare! Cosa avete da bisbigliare con gli occhi? <si ride un po'> (Paolo) stavo pensando che il medico va per curare il malato e alla fine il malato cura il medico! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) è Dio che cura! (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) se non si va alla Fonte di Dio non si può guarire e portare ai figli l'amore e la forza della Croce!(*) Cosa ha donato a Francesco la Piccola Cocciuta? il suo sorriso! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) con tutta la tosse e i dolori del mondo che porta sulle spalle! È bello parlare dei figli che aprono il cuore nel silenzio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nel nascondimento ma nella pienezza! Cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) quando sono alla Stanza ho sempre sonno, adesso che sono vicino al letto non ho sonno! (Piccolo Giovanni) perché? ora non sei nella Stanza? (Telesfore) ah, sono nella Stanza, si! (Piccolo Giovanni) meno male! (Paolo) lui è contento per quello che hai detto questa sera, sulla spiegazione che tu hai dato del fatto che lei si arrabbia con Padre! ..è altro che “arrabbiarsi”! (Piccolo Giovanni) dì l'altra frase! (Paolo) lei dona tutta se stessa e più di se stessa al Padre, in quel momento!(*) (Piccolo Giovanni) è così! Quando sentirete quello che ha scritto capirete! Ve lo leggerà nel giorno della nascita! (Paolo) uh! (Piccolo Giovanni) ma portatevi i tovaglioli! (Telesfore) per asciugare le lacrime? (Piccolo Giovanni) lasciamo al Padre questo! Può lo Strumento non amare Dio?: gridare “vieni presto ad accendere il Fuoco”, è questo il suo gridare! (Paolo) quando Telesfore mi ha detto quella cosa, io sono rimasto turbato! (Piccolo Giovanni) quante creature sono state ferite nel bussare, ma il loro amore non si è fermato: cammina ancora e arde. Perché tu sei rimasto turbato? (Paolo) per quello che ti ho detto prima: non riuscivo a spiegarmi, cioè, io avevo capito male perché.. (Piccolo Giovanni) ..perché si era fermata un po’ la mente a pensare! (Paolo) ..a pensare, si! Queste sono.. io, questa situazione la vorrei paragonare alla sensazione che ha provato Giuseppe quando gli è stato detto che doveva accogliere Maria e che aspettava un bambino; ecco, sono quelle tipiche situazioni in cui la nostra mente non può arrivare a capire quella che è la volontà.. (Piccolo Giovanni) ..è la volontà.. (Paolo) ..di Dio, si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! (Paolo) si, proprio questo!(*) (Piccolo Giovanni) è turbato il tuo cuore? (Telesfore) il mio cuore è gioioso! (Piccolo Giovanni) lo vedo acceso.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..in questo giorno! (Paolo) dopo quello che hai detto, anche il mio esplode! (Piccolo Giovanni) e il cuore di ognuno di voi! Ma vi invito sempre a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici per fare festa dinanzi a quel Bambino che sta per scendere nei cuori di ognuno di voi, nei cuori dell'umanità intera! Ma dite tutti “vieni presto”! (Tutti) vieni presto! (Piccolo Giovanni)perché abbiamo sete e fame del tuo Amore(Tutti) perché abbiamo sete e fame del tuo Amore! (Piccolo Giovanni)Amen!(Tutti) Amen!(*) (Piccolo Giovanni) il Solco è dritto, cammina sempre e non fermarti ascoltando la Piccola Cocciuta! (Telesfore) vai avanti tu, però! (Piccolo Giovanni) sono rimasto indietro? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) e il Padre è dinanzi.. è il Solco, e voi dovete camminare nel Solco che è lungo e stretto, portando tutti i fratelli e coloro che trafiggono i vostri cuori! Chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa?(*) (Telesfore) stavo pensando al sogno di questa notte, di quella figura di mio cognato che vedevo.. nonostante io ero cosciente che..  (Piccolo Giovanni) ..Lui è nato in Cielo nel Cuore del Padre, tu lo vedevi.. (Telesfore) ..lo vedevo com'era attualmente.. ultimamente, e poi in un'altra visione più giovane, e in un'altra bambino, e non riesco a capire(*).. però in una visione lo vedevo forse.. come triste, come(*).. (Piccolo Giovanni) sai bene.. la visione triste che significato ha?(*) aspetto! (Telesfore) aspetta.. (Piccolo Giovanni) ..la preghiera, i cuori aperti come Lui ha chiesto! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> ora mi fermo di darti altre spiegazioni! (Telesfore) basta così, ho capito! (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa?(*) (Telesfore) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) grazie, Padre, perché mi fai vivere in mezzo alla mia famiglia, a gioire con i miei Discepoli, le mie Colonne e le mie Suorine! Ricordate che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno e vengo a portarvi la Parola del Padre! Chiedo ad ognuno di voi e al mondo intero: non disperdetevi dietro le cose del mondo, rimanete nella capanna che il Padre ha costruito per ognuno di voi che è la Stanza dell'amore, l'Albero dove ci sono le radici profonde e l'Albero è Dio! Rimanete sempre nell'amore e nella quiete di Dio! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) e “l'eccomi” accende ancora di più il sorriso di Telesfore in questo giorno e i sorrisi di ognuno di voi, vedendo i vostri cuori liberi, sciolti dinanzi alla Parola di Dio, come è sciolto il tuo, Paolo, in questo giorno! (Paolo) Giovanni, questa sera, in modo mi auguro definitivo sicuramente, mi hai fatto capire che anche le cose che a noi sembrano più paradossali e assurde, più scorrette, per Dio possono non essere così! (Piccolo Giovanni) per le Vie di Dio non sono le vostre vie! (Paolo) si e questo contribuisce ad aumentare notevolmente la fede! (Piccolo Giovanni) e crescere nella fede ...... vede e sente ogni cosa e poggia la mano anche su ciò che hai portato nel tuo cuore,.. (Rosetta) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..fiore di Dio! Grazie per il lavoro.. (Rosetta) ..io l'ho.. (Piccolo Giovanni) ..per il Solco che hai segnato per adempiere la volontà del Padre! (Rosetta) grazie a te che mi hai aiutato ad.. affrontare quel Solco che arriva a Dio Padre! (Piccolo Giovanni) camminate sempre nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Rosetta) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen!(*) In questo giorno vi sto facendo vivere la nascita del Bimbo! (Paolo) Giovanni, ce la puoi dire qualcosa.. qualche particolare sulla nascita di Gesù, che non è conosciuto perché non è stato scritto o è andato perduto? (Piccolo Giovanni) Maria, come tutte le donne, ha raggiunto il momento del parto, ma per Lei non era aperta nessuna porta. Il Padre aveva preparato la dimora povera dove far nascere il Re dei re, il Re non del potere del mondo, il Re da liberare le anime e portarle a gioire.. (Paolo) ..c'era qualcuno con Lei? (Piccolo Giovanni) nel Cuore del Padre: Giuseppe! (Paolo) solo Lui? (Piccolo Giovanni) altre persone hanno aiutato Maria nel far venire nel mondo il Dio Bambino, come si usava fare a quei tempi! Delle buone donne hanno aiutato questo Bambino avvolgendolo in poche fasce, poggiandolo sulla paglia! È tenera questa storia? (Paolo) eh, si! Ma è stato un parto come una comune donna? (Piccolo Giovanni) si, Maria ha partorito con i dolori: i dolori dell'umanità, i Dolori della Croce! Ti viene il dubbio? (Paolo) no, no! (Piccolo Giovanni)ma come ha potuto partorire un figlio e rimanere poi pura?(Paolo) no, questo dubbio non ce l'ho, Giovanni, non ce l'ho perché.. ehm.. pensando allo Spirito Santo, pensando..  (Piccolo Giovanni) ..parlavo a te ma parlo anche all'umanità intera.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e ai figli che non sono qui in questa stanza ma al piano di sopra ad ascoltare, penso, la voce di Dio! (Paolo) Non mi viene il dubbio, Giovanni, perché come ti dicevo prima, bisogna avere fede quando Dio parla anche quando ciò che dice a noi può sembrare assurdo; sapendo la Fonte da cui proviene, noi dobbiamo essere certi.. dobbiamo essere certi che è la cosa giusta.. (Piccolo Giovanni) ..coscienti.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che è Dio a parlare! (Paolo) a parlare, si! (Piccolo Giovanni) ed Io sono Sacerdozio vivo ed eterno e il Sacerdozio è Dio che parla in mezzo a voi! Quale dono più grande? Dio che parla in mezzo a voi servendosi di un piccolo Strumento?(*) Nulla è impossibile a Dio! Ma vi ripeto ancora una volta: l'ora e il giorno li conosce solo Dio, vi chiede solo di aspettare e di essere coscienti. “Io verrò”, non dimenticate la promessa “Io verrò, aspettatemi”, l'ha detto ai discepoli, lo ripeto ora a voi, Discepoli del mio Cuore, Colonne e Suorine! Chiaro? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) come sono accesi i vostri occhi: sembrano la stella sulla capanna del Dio Bambino! Rimanete sempre accesi per indicare il Solco di Dio! (Paolo) hai aperto un orizzonte grandissimo questa sera, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è il Padre che parla! Figliuoli, ora siete pronti.. (Telesfore ....) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..per venire tutti a fare festa al Banchetto Nuziale? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Preparate i vostri cuori: distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi al Cuore di Dio. Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, venite tutti perché il Banchetto è pronto ed Io ho sete e fame del vostro amore!(*) Ecco lo Sposo che avanza!(*) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco il Cuore del Padre: bevi il suo Sangue(*) e donalo all'umanità! (Giulia) com'è grande il tuo Cuore! Come sei bello! (Piccolo Giovanni) Vieni, Sposa del mio Cuore!......... Paolo! (.... e Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete far nascere il Dio Bambino? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donarlo all'umanità intera? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e ai vostri fratelli? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti di tutto questo? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Padre, accogli “l'eccomi” dei tuoi figli e dona loro la Fiammella ardente!(**) Un altro mistero scende nei vostri cuori, Sacerdozi del Padre!(*) Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) alla Fiammella ardente di cui hai parlato poc'anzi! (Piccolo Giovanni) aspetto! (Paolo) la vedo come un dono che Dio ci ha voluto mettere nel cuore come un miracolo che Dio ha voluto fare, e ci ha insignito di un potere particolare da usare per portare nel mondo la sua Parola e per raccogliere tutti i fratelli! (Piccolo Giovanni) Amen! Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, l'unica Fiammella che arde sempre: chiaro? (Paolo ...) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti?(*) siete pronti? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ho acceso così tanto i vostri cuori da addormentarvi nell'Amore Divino del Padre!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <3º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) cosa vedete? (Telesfore) il Cuore!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? ......... . (Paolo) ..un bagliore! .........(Piccolo Giovanni) vuoi vedere anche tu?(*) (Rosetta) io vedo come la forma di un cuore! (Piccolo Giovanni) guardate a distanza!(*) (Rosetta) Padre, Figlio e Spirito Santo! (Telesfore) io vedo una.. come una stella luminosa! .........(Paolo) io vedo una.. una linea curva che separa in due il contenuto del Calice: una parte la vedo luminosa e un'altra parte la vedo più.. più scura, però ugualmente brillante. Vedo come una luna, Giovanni! (Rosetta) posso dire una cosa? <Giovanni assente con la testa> è la Luce del mondo, che sarebbe il Dio Bambino che sta nascendo, sull'umanità.. è la Luce sua che splende! (Piccolo Giovanni) Amen! La Luce che splende è il Cuore di Dio!(*) Hai bevuto? (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) avete bevuto il Cuore di Dio?(*) avete bevuto il Cuore di Dio? (Paolo, ....., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è dentro di voi? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) l'avete fatto nascere? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e siete gioiosi? (Paolo, ..., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? .........(Paolo) anch'io! (Rosetta) anch'io, col bue e l'asinello! ...........volete mangiare Dio? (Paolo, ...., Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? (Paolo) la capanna! (Piccolo Giovanni) volete rimanere uniti nella capanna? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete donarmi ai vostri fratelli.. (Paolo, .... Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..nella capanna? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siano sempre accesi i vostri sorrisi nella capanna: donatemi! Figli, preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi ai figli che sono qui riuniti, ai figli che sono uniti a questa santa preghiera, ai figli che mi avete portato nei vostri cuori e all'umanità intera nel dono che avete ricevuto dal Padre, dal Figlio e dello Spirito Santo in questo giorno! Dio è con voi: donatelo!(*) questo rimane a me nella culla!(**) <si riferisce all'Agnello Immolato> ora potete donarmi!(*) donatemi alla sposa! <= Rosetta> ed Io con amore busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore, Padre!(*) Quando mi avete donato ritornate di nuovo qui, figli miei! Padre Misericordioso, ascolta la preghiera del mio Cuore. Busso, busso, busso! Padre mio, guarda benigno questa tua famiglia riunita nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Dona ad ognuno di loro il tuo Amore! Io mi inchino dinanzi a te. Padre mio, ascolta la preghiera del mio Cuore!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori. La mia Pasqua è piena ed è risorta, risorgete anche voi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figli del mio Cuore, Dio è venuto ad abitare nelle culle che ognuno di voi ha preparato, ma in questo tempo non abortitemi, fatemi vivere! Figliuoli, state attenti al nemico: combattetelo con l'amore! Non giudicate perché  allo stesso modo sarete giudicati, <emette un Soffio> ma col Soffio di Dio benedite i vostri fratelli, coloro che trafiggono i vostri cuori e grande sarà la vostra ricompensa nei Cieli dove i vostri Nomi sono scritti con lettere d'oro! Figli del mio Cuore, rimanete nella Pace di Dio perché Dio è con voi!(*) Dio ha costruito per voi la capanna dove il vento non la porta via perché è sulla roccia. Ha fissato ognuno di voi sulla Roccia del suo Amore per farvi camminare nel Fiume dove ha preparato le barche, e voi Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, porterete l'umanità!(*) Siete il popolo che Dio ha scelto!(*) Non scandalizzatevi di queste parole! Mi fermo su di Paolo: cosa stai pensando in questo giorno di gocce? (Paolo) pensavo alla parola “popolo” che hai usato! (Piccolo Giovanni) popolo raccolto nella rete senza buchi. Siete il mio popolo, siete i miei amici, siete i miei discepoli e figli miei! Lo siete? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) e batte il Bimbo nel cuore nel sentire la parola “popolo”? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) fattelo battere sempre! Parla! (Paolo) ma in questa parola “popolo”, non è che c'è qualcos'altro ancora? (Piccolo Giovanni) non provarci ma lascia a Dio.. Io allargo le braccia e sai il significato! (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) e allargando le braccia Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate in pace portando nel mondo intero la Pace e la Quiete del Cuore di Dio, figliuoli del mio Cuore; ma vi ripeto ancora una volta: non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza del mio Amore, figli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! E nella gioia piena voglio riposare nei cuori di ognuno di voi dove avete preparato la culla per il Dio Bambino, e il Dio Bambino, per addormentarsi, ha bisogno della Ninna Nanna. Mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che mi offrite. Grazie per avere cullato il Dio Bambino! Dio dorme ma veglia sull'umanità nei cuori di ognuno di voi, e nel vegliare vi invita a legare la Catena santa(*). Legatela tenendovi stretti a quel Bambino che si cullava nella paglia, nel riscaldarsi tra il bue e l'asinello per riscaldare l'umanità intera con tutto l'amore! E con tutto il vostro amore innalziamo al Padre la preghiera che ci ha insegnato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”(*) Padre Misericordioso: unendomi alla Catena che il tuo popolo ha legato, Padre, fa che il mondo intero ti riconosca e ti ama(i). Ora, qui riuniti, abbiamo qui alzato la preghiera del tuo Cuore(*): grazie, Padre!(*) grazie, Padre!(*) grazie, Padre!(*) State lavorando e il Padre vi sta usando per far rimanere verde il ramoscello d'ulivo: siate benedetti! Figli miei, andate in pace portando nel mondo la pace che avete ricevuto nei vostri cuori! Grazie, figli miei, per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure perché la misura di Dio non ha limiti! Amatevi gli uni gli altri come Dio ama ognuno di voi, figli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Aspettatemi, Io verrò ancora a portare il Pane vivo dei Cieli, figli del mio Cuore!

 

 

        6. Mer 24/12/2003, Stanza more solito

Questo pomeriggio alle ore 14,55 circa prima dell'apparizione, Giulia ha letto ciò che ha scritto per ordine di Dio e che il Santo Giovanni di oggi ha annunciato nel messaggio del 18 dicembre scorso 

 

(legge Giulia quello che le è stato dettato)

Eccomi, sono di nuovo qui nelle cose.. nelle case fredde, in mezzo ai poveri, sono di nuovo qui come tanto tempo fa tra Giuseppe e Maria. Per me c'è solo una stalla, ma in quella stalla c'è tutto l'Amore del Padre. Ed eccomi, io sono ancora qui con gli occhi pieni di lacrime.. e le mie.. <Giulia si emoziona e non riesce a leggere> lacrime.. sono lacrime di un Bimbo che guarda tutti i bimbi del mondo. Mentre le mie lacrime cadono per terra vi chiedo: “ma il mondo si è accorto che io sono ancora qui?”. Si, figli miei, per amore sono ancora in mezzo a voi, ma quanti figli mi aspettano? quanti si ricordano di quel Bambino biondo e ricciolo che è sceso per amore e scende ancora per salvare l'umanità? Auguri, figli(*) <Giulia si emoziona nuovamente> -scusatemi (*)- ricordatevi di nascere nella fede e di crescere con Maria e Giuseppe. Eccomi, figli miei! - è la prima parte: cerco di leggere la seconda!- io vivo perché Gesù vive dentro di me! Che senso avrebbe la vita senza Dio nel cuore? sarei un ramo secco, un pugno di sabbia che al primo vento non esisterebbe più, ma Dio esiste sempre, è nel mio Cuore ed io sono nel suo, e oggi con Lui sono morta e con Lui nasco, col Dio Bambino che vive, che viene, viene per me, viene per tutti! Grazie, Gesù, donami quello che vuoi, ma perdonami se ti chiedo di non togliermi la sofferenza! Perdonami se ti chiedo di farmi dormire nella tua stalla con te! Gesù, Amore mio, Figlio mio, tu sei l'Amore trasparente, sei l'Amore che nessuno può coprire: sei l'unico Amore che arde dentro di me; perdonami se ti parlo così, con la tua trasparenza di amore! Amen! (Tutti) Amen!

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 16.30)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi, e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Consola il mio Divino Figliuolo che gronda Sangue per l'umanità tutta. Figlia del mio Cuore, prega e immolati come tu sai fare nell'Abbraccio divino del Cuore della Croce! Come Ancella del Signore, Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, stringendo tra le mie braccia il Divino Figliuolo e inchinandomi dinanzi a Lui implorando Misericordia, Misericordia, Misericordia per l'umanità intera. E in questo giorno divino invito i cuori dell'umanità intera ad accogliere il mio Divino Figliuolo: Io ve l'ho donato, accoglietelo, fatelo vivere nei vostri cuori! Come Mamma del Cielo, Mamma della terra, Mamma dell'umanità intera, affido il mio Divino Figliuolo ai vostri cuori, e come Io tengo ferma la mano del Padre, invito l'umanità intera a pregare, a convertire i propri cuori! Non date spazio al nemico: non giudicate perché l'Unico Giudice è Padre; non puntate il dito verso il fratello perché il tempo del giudizio è vicino, ma non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma un Figlio è nato per ognuno di voi, il Bimbo che ha abbracciato la Croce nell'istante della sua nascita nella stalla. Figliuoli, ricordate ancora che la mia Promessa viene da Fatima: il mio Cuore Immacolato trionferà nel mondo intero e in questo Luogo salutato da Dio, perché ha piantato l'Albero del suo Amore; e il messaggio che Dio vi porta in questo giorno: amatevi gli uni gli altri ma con l'amore che Dio ha fatto nascere donandovi il suo Figliuolo Gesù! Nessuno di voi sia maestro del fratello, ma tutti servi inutili dinanzi alla Croce del Bimbo che è nato  abbracciando la Croce: è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna. E il Gesù che è in mezzo a voi, è il Gesù che ha abbracciato la Croce per donarvi la vita, per donarvi la quiete, per donarvi il suo Sangue e la sua Carne. Figliuoli del mio Cuore, siano aperti i vostri cuori all'Amore del Bimbo che arde d'amore per ognuno di voi, ed Io come Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori, vi invito ancora una volta ad accogliere il mio Gesù, perché col mio “” ve l'ho donato, figliuoli, e Dio aspetta il sì dei cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera. (Giulia) Mamma, Mammina mia, metto nel tuo Cuore e nel Cuore del suo Divino Figliuolo, tutti i figli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che si uniscono a questa santa preghiera e tutti i figli che hanno portato nei loro cuori: il tuo popolo! Come misera peccatrice metto nel tuo Cuore tutti i sacerdoti: fa che siano Sacerdozi santi come l'unico Sacerdote: il tuo figliuolo Gesù! Mamma, in questo giorno leggi ciò che è scritto nel mio Cuore anche se lo conosci già! Mammina mia, guarda, come guardi il tuo Gesù, i figli che sono qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!(*) (l'Immacolata) Figlia mia! Figlia mia, guardo l'umanità tenendo stretto il mio Figliuolo Gesù, donandovi il sorriso del Cuore del Bimbo: del Dio Bambino che è vivo e in mezzo a voi, e i battiti del suo Cuore gridano forte “convertite i vostri cuori, ritornate sul Solco tenendo alto il santo Vangelo che è l'unica Verità, l'unica Via, l'unico vostro bene, figli miei”! Vi invito ancora, figliuoli, a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici dinanzi al Dio Bambino che è vivo ed è in mezzo a voi nel suo Amore Misericordioso che arde, arde per l'umanità intera! Lodate Dio per il Figlio che ha lasciato scendere in mezzo a voi, figliuoli del mio Cuore, ma vi invito a pregare: pregate per la pace, pregate per la pace, curvi chinate i vostri capi e pregate affinché scenda lo Shalom di Dio sull'umanità intera, figliuoli del mio Cuore!(*) <la Madonna si avvicina alla culla di Gesù al centro della Stanza, si inginocchia e lo prende in braccio. Poi, sempre in ginocchio, si gira verso i fedeli tenendo in braccio il Bambino Gesù per consentire a tutti di inginocchiarsi dinanzi a Lui e poterlo adorare> ecco il Figlio di Dio in mezzo a voi, venite e adorate Gesù!(**) date spazio agli altri!(***) Sorreggete la Cocciuta! Sorreggete la Cocciuta!(**) avete lodato tutti? .........continuate!(***) è la Cocciuta che dovete sostenere!(**) avete lodato tutti? (Tutti) si! (l'Immacolata) Telesfore! (Telesfore) si? (l'Immacolata) prendi tra le tue braccia il mio Figliuolo Gesù.. (Telesfore) ..sì, Mamma.. (l'Immacolata) ..e mettilo nella culla! (Telesfore) sì, Mamma!(**) (l'Immacolata) attento, figlio.. per inginocchiarti dinanzi al Figliuolo Gesù! Dio vi ha donato la salvezza, il Solco per raggiungere la gioia eterna: non date spazio al nemico, ma accogliete nei vostri cuori il messaggio d'amore che Dio vi ha donato! Come nella capanna avete accarezzato e baciato il mio Figliuolo Gesù vivo in mezzo a voi! Quale dono, quale segno Dio deve donare all'umanità? Un Figlio vi è stato donato: seguite la sua Parola, ascoltate il suo battito che grida all'umanità intera “Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla col suo Amore Infinito, col suo Amore di Misericordia perché è Padre”. Io l'ho consegnato ad ognuno di voi nella pace e nella quiete del Cuore della Croce, e invito ognuno di voi ad inchinarvi solo dinanzi al Legno della Croce perché è Gesù che è nato, è venuto ad abbracciare la Croce per donarvi la vita eterna, figli miei! E il mio dolore di Mamma è nel vedere l'umanità che si perde: pregate, pregate e convertite i vostri cuori perché Io parlo a voi, che siete qui riuniti, e parlo al mondo intero! Figliuoli del mio Cuore, ora con amore vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! Nell'amore e nella quiete del Padre, mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Dio Bambino sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'amore e nella Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi ad invitarvi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella gioia e nella pienezza dei vostri cuori, nella gioia di una mamma che porta nel grembo il suo figliuolo, e nel dolore del parto, lo dona all'umanità nel gridare la gioia della vita. Dio vi ha donato la vita, Dio vi ha resi mamme dell'unico Figliuolo Gesù, ed è in mezzo a voi, è vivo, parla e vi dona tutto il suo amore, vi dona il suo Sangue, la sua Carne, beve e mangia con ognuno di voi e con l'umanità intera; ma la festa è piena quando si accoglie e si porta nei propri cuori il Dio Bambino, il Dio che viene a salutare l'umanità portando in dono il suo Cuore. E come Sacerdozio vivo ed eterno Io vi porto il Cuore, è in mezzo a voi, è vivo e grida un'Unica Parola: “Pace! Pace!”. La pace di Dio sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli, Amen, Amen, Amen, ma questo Amen sia pieno per voi in questo giorno di luce e di verità! Ma come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a vivere gli attimi di Maria che si è chinata dinanzi all'umanità intera per donare il suo Figliuolo nell'umiltà, nella semplicità, nell'essere Maria: la creatura scelta da Dio per donare al mondo la pace! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Mer. della 4° sett. di Avvento /C Vangelo della vigilia Mt. 1, 1-25> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Come l'hai vissuto nel vedere il Bimbo? (Paolo) con grande gioia, Giovanni! Ha suscitato in me, questa pagina di Vangelo, delle emozioni e sensazioni particolari che in un certo senso mi hanno fatto crescere, mi hanno fatto salire un altro gradino, un gradino di maggiore consapevolezza di tutto ciò che stiamo vivendo e che man mano che andiamo avanti assume dei lineamenti sempre più marcati, più grandi, e nello stesso tempo sfuggenti alla mente di ognuno di noi! Questa pagina di Vangelo, Giovanni.. tu sai che io al Vangelo mi sono avvicinato da quando frequento questo Luogo.. io, questa sera ho collocato nella storia tutta la vicenda di Gesù, l'albero genealogico di Gesù da Abramo a Davide, alla sua nascita e ai giorni nostri! La.. <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) poteva mancare.. (Paolo) ..no, questo.. (Piccolo Giovanni) ..l'Alito? (Paolo) questo mai! Donacelo sempre, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è il Padre: è al suo Cuore che dovete bussare e aprire i vostri! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e i cuori dell'umanità intera! Sai.. (Paolo) ..dimmi.. (Piccolo Giovanni) ..in quest'attimo la Cocciuta ha i Dolori di Maria, i Dolori del Parto, perché un Figlio è nato, e quando Maria vi ha chiesto di sostenerla, erano così forti di abbracciare l'umanità e l'ha abbracciata..  (Paolo) ..e questo è.. (Piccolo Giovanni) ..donando ad ognuno di voi il Dolore di Maria che è amore: l'amore di una mamma, invitando a far crescere il Dio Bambino in mezzo a voi, a non abortirlo come l'umanità ha preparato la festa, ma di vivere nella semplicità della stalla, nella povertà, donando i cuori a quel Bambino che bussa chiedendo con amore “ho sete”, “ho fame delle vostre anime”! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> dimmi! (Paolo) ehm.. i dolori della Cocciuta sono un altro mistero grande che va letto solo col cuore. Io ho provato diversamente ma mi perdo, quindi non ci provo più! (Piccolo Giovanni) solo col cuore: è uno Strumento e non si può.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..con la mente arrivare nei Dolori di Maria e neanche i Dolori dello Strumento che il Padre usa e fa suonare solo una musica: il santo Vangelo, la Parola viva! (Paolo) vedi, Giovanni, io poco fa non ho vissuto i festeggiamenti di una ricorrenza: la ricorrenza della nascita di Gesù, io poco fa ho avuto la chiara sensazione di vivere la nascita di Gesù! (Piccolo Giovanni) un Figlio vi è stato donato(*).. (Paolo) ..e ho avvertito.. (Piccolo Giovanni) ..Maria è qui presente, e come è presente Maria è presente anche il suo Figlio, e Gesù è nato da Maria: in quest'attimo avete vissuto la Nascita! (Paolo e qualche Altro) si! (Piccolo Giovanni) e i dolori ci sono ancora, i dolori dell'umanità sorda e cieca a questa nascita! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> soffiando così vi do ancora di più il Bambino!(*) Sei rimasto senza parole? (Paolo) ehm.. stavo pensando alle lacrime di Maria! (Piccolo Giovanni) le hai viste scendere? (Paolo) si, le ho viste scendere e adesso collego questo fatto all'isolamento in cui è nato Gesù, ignorato da tutti.. (Piccolo Giovanni) ..e accolto da pochi, come siete qui riuniti.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!  (Paolo) io.. (Piccolo Giovanni) ..Dio vi ama e lascia scendere le gocce su di voi. Tu cosa volevi dire? (Paolo) eh, volevo dire che io rimango veramente senza parole quando penso.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi a Dio si rimane come i bimbi: a bocca aperta, con quella semplicità di dire “Mamma”! E in questo giorno il mistero è ancora più grande! (Paolo) sai che mi chiedo, Giovanni?: che cosa dobbiamo aspettare noi ancora? penso a tutti coloro che dicono “noi aspettiamo che verrà”, ma noi che cosa dobbiamo aspettare ancora? chi è che deve ancora venire che non sia già tra di noi? che viene in ogni momento? che ci fa vivere questa sua venuta, questa sua presenza sempre in ogni momento, in ogni attimo della nostra vita? (Piccolo Giovanni) Io allargo le braccia! In questo istante l'umanità non ha ancora accolto Dio! Molti maestri vogliono imparare Dio(*).. <= molti maestri vogliono insegnare a Dio> (Paolo) ..come e quando deve venire.. (Piccolo Giovanni) ..come e quando deve venire! Solo Lui conosce il “come” e il “quando”, e non c'è nessun altro maestro sulla terra che possa decidere la sua venuta! Chiaro? (Paolo) sì, si, è chiaro! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) è pieno questo Vangelo? (Paolo) si, e la prima impressione.. proprio la prima, sai qual’è stata? quella di un documento, come quelli che noi abbiamo al comune, no? (Piccolo Giovanni) un certificato di nascita! (Paolo)un certificato di nascita”, si, io a questo ho pensato, con tutti i dati e tutte le generalità della mamma, del papà, la data di nascita, tutte le generazioni precedenti, ecco, a questo ho pensato io! (Piccolo Giovanni) ma quel certificato è Vangelo! (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) quelli della terra si possono anche strappare.. (Paolo) ..ma questo rimane sempre! (Piccolo Giovanni) questo rimane sempre!(*) Quando un bimbo sulla terra viene ferito, quel certificato di nascita viene strappato: non quello di Dio, quello gli uomini! Quando un bimbo viene cacciato via chiedendo da mangiare, quel certificato di nascita viene strappato! Sono forti queste parole? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) riuscite a comprenderle? e quando Dio bussa alla porta dei vostri cuori e voi rispondete “non ho tempo: vai via”, quel certificato di nascita viene strappato! Dico “voi” ma parlo al mondo intero. Quando un figlio, una sorella viene allontanata o giudicata, quel certificato di nascita viene strappato ancora una volta perché solo Dio può giudicare e mettere il suo Sigillo! Nessuno di noi può mettere il Sigillo di Dio: solo il Sacerdozio che è Dio può farlo! Guai ai figli che vogliono prendere il posto di Dio nel dire “Io sono giusto”: chi è giusto dinanzi a Dio? (Tutti) nessuno! (Piccolo Giovanni) state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per confondervi! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) e oggi c'ha provato a non farmi venire qua, eh! (Piccolo Giovanni) sei arrivato ugualmente! (Paolo) eh, si, però non me l'aspettavo quella sorpresa, eh, proprio oggi! (Piccolo Giovanni) Io non l'ho fatta! (Paolo) eh, l'ha fatto quell'altro esserino li! (Piccolo Giovanni) ma Dio ti ha fatto arrivare.. (Paolo) ..eh, si, ma lui c'ha provato, però! (Piccolo Giovanni) dovete ascoltare subito quello che dice la Piccola Cocciuta! (Paolo) eh, ma io l'ho ascoltata! (Piccolo Giovanni) non dire “ma” alla prima parola che dice! (Paolo) Lei mi ha detto “fai il segno della croce e rimetti in moto la macchina(Piccolo Giovanni)ma”.. (Paolo) ..io ho detto pure.. (Piccolo Giovanni) ..l'hai detto prima! (Paolo) si, ho detto “ma se non parte che cosa faccio, vengo con la macchina piccola?(Piccolo Giovanni) non si deve mai indietreggiare.. (Paolo) ..eh, si, ho sbagliato, però l’ho fatto.. (Piccolo Giovanni) ..dopo! Maria ha donato il suo sì come la Cocciuta ha donato il suo sì. Si deve rispondere “eccomi”! Non è un rimprovero (Paolo) no, io stavo pensando un'altra cosa (Piccolo Giovanni) e nel camminare nel Solco cosa stavi pensando? (Paolo) io ho detto.. ho detto in quel modo perché avevo paura che si facesse tardi e allora volevo premunirmi e dire “ma se la macchina non parte ugualmente che cosa faccio?”, questa era la mia.. (Piccolo Giovanni) ..e Dio non conosceva ciò che dovevi fare? (Paolo) eh, si. Quindi mi fai pensare che se io non avessi detto quel “ma” la macchina sarebbe partita? (Piccolo Giovanni) alzo le mani <si ride un po'> e stringo le spalle! (Paolo) l'importante è che sia qui, adesso! (Piccolo Giovanni) l'importante è che hai detto “eccomi(Paolo) si! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Com'era il Bambino nelle tue braccia? (Telesfore) veramente era pesante! <si ride un po'> dolce, però! (Piccolo Giovanni) eh, un figlio ha un po' di peso appena nato! <si ride un po'> non molto, ma ad avere il suo peso si è caricato del peso del mondo! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ci sei arrivato? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi, com'era quel Bambino nelle tue braccia? era pesante? (Telesfore) bè, era pesante come.. peso.. come un bimbo realmente, eh, però era dolce! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora, com'era il peso del Bimbo nelle tue braccia? (Telesfore) bè, io veramente mi sentivo emozionato! Cioè io.. (Piccolo Giovanni) ..e sentivi il calore del suo peso? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e le tue braccia ce l'hanno fatta a tenerlo? (Telesfore) si, ce l'hanno fatta, però devono ancora sorreggerlo!  (Piccolo Giovanni) come ognuno di voi: portate nel mondo il Dio Bambino, fatelo conoscere, fatelo amare. ............. e vi invito a farla rimanere sempre piena e viva della Parola di Dio. Quando uscite fuori non dimenticate la gioia che Maria, che Dio, che il Bambino, hanno messo nei vostri cuori.. ..e donatela a tutti! “Oggi?......... ..perché un Figlio vi è stato donato.. ..e ora voi, mamme, dovete farlo crescere, e crescere significa camminare nel Solco entrando per la Porta Stretta, portando la propria Croce. Quel Bambino è nato portando la Croce perché Maria per prima l'ha abbracciata Lei è l'ha consegnata al Bimbo appena nato, così anche voi oggi siete nati, ma non dimenticate che sulle vostre spalle Dio ha poggiato la Croce: la salvezza! E andate avanti, perché come Sacerdozio vivo ed eterno Io vi amo e non voglio perdere nessuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. Abbraccio l'umanità intera, figli miei, perché il Padre mi ha mandato in mezzo a voi ancora una volta! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> le gocce arrivano?............ sta a voi raccoglierle, figli miei!(*) Parlami di quel Bimbo che hai tenuto nelle braccia! (Telesfore) oggi la Cocciuta mi ha detto “ma ti sembra che oggi è Natale?(Piccolo Giovanni) quando si è svegliata? (Telesfore) non so se.. ma non mi ricordo se quando.. e io dico “veramente a me mi sembra un giorno come tutti gli altri”, e fino a poco fa non sembrava che era arrivato Natale! (Piccolo Giovanni) ora è arrivato? (Telesfore) ora si perché il Bimbo è nato! (Piccolo Giovanni) un Figlio vi è stato donato, ma che gioia nel vedere le lacrime di ognuno di voi dinanzi a quel Bimbo! Vorrei raccoglierle quelle lacrime d'amore e vorrei che scendessero sempre per riempire il fiume: lacrime d'amore dinanzi a un Dio che viene a portare amore! E in quanti abbracciano l'Amore di Dio in questo giorno e nel giorno che viene e nel camminare nel vostro pellegrinare sulla terra?(*) è giusto ciò che sto dicendo? ......... siate coscienti e pregate portando sulle vostre spalle tutti i figli che non conoscono l'amore di quel Bimbo che Maria vi ha donato, figliuoli miei, e nell’Amore del Cuore di Maria, come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi invito sempre a tenere alto il santo Vangelo, a viverlo, a camminare nel Solco e di chiedere al Padre: Misericordia, Misericordia, Misericordia, bussando al Cuore e invocando la pace, e se aprite i cuori e accogliete con amore la Parola viva di questo giorno potete fermare i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità, perché non c'è amore! Unite i vostri cuori, amate, amate con l'Amore di Dio perché siete il popolo scelto, figli miei! E come Sacerdozio vivo ed eterno vi chiedo ancora di pregare per Uomo vestito di bianco e per tutti i Figli Ministri; e nella nascita del Dio Bambino, Io vi saluto nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) Dio è con voi! Figliuoli miei, andate nella Pace portandola nel mondo intero. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore, lodando Dio per tutto quello che in questo giorno ha lasciato scendere su di voi e sull'umanità intera! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del mio Cuore, allargando le braccia vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Figli miei, non dimenticate i figli che non hanno un pezzo di pane: donategli in dono i vostri cuori, figli miei. Ed Io vi dico grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli!

 

(parla Giulia) Allora, adesso formate di nuovo il cuore: ..... Paolo si inginocchiano vicino a Gesù Bambino prendendo la mano a Gesù Bambino e donandola agli altri. Sapete formarlo questo cuore? uno si inginocchia da un lato, uno dall'altro lato;(*) prendete la mano di Gesù Bambino, e ognuno prende la mano formando il cuore con le lucine accese.. <qualche luce delle candele elettriche non si era accesa> anche se sono spente, sono accese quelle del.. le lucine del cuore. E cosa possiamo offrirgli in questo giorno a Gesù Bambino?: la Via Crucis, perché Lui è venuto ed è nato con la Croce, è nato attraverso i Dolori per salvarci, e noi ci uniamo con il Bimbo vivo e reale in mezzo a noi offrendogli la Via Crucis!

 

Estasi Vigile nella Stanza (ore 19.00)

(Giulia) anche se Gesù è vivo in mezzo a noi la sorella ha bisogno di Gesù nel cuore perché si è sentita un po' male avendo la pressione bassina. Adesso Gesù la riprende, la fa stare bene; non è successo niente di particolare: la carezza di Gesù che si è poggiato sulla figlia che ama. Ed io, invece, come Gesù vi chiedo: cosa state sentendo tenendo la sua manina? ......... (Paolo) io mi sento a casa, in famiglia, assieme a tutti! (Giulia) siamo in famiglia, vero? (Tutti) sì! (Giulia) Se Dio è nostro Padre, è venuto a nascere in mezzo a noi, è venuto a nascere per noi, non possiamo che non essere in famiglia! Ma questa famiglia deve durare, non si deve dividere; questa famiglia deve amare come ama Dio: il suo Amore scorre, dura, non si spezza come il nostro con un piccolo sguardo, con una piccola offesa, con una piccola gelosia si spezza l'Amore di Dio! Anche se è stato pesante stare in ginocchio, vi fa pensare un piccolo pezzettino lo “stare in ginocchio” di Maria per noi: curva a pregare per i propri figli; curva prega e tiene ferma la mano del Padre! Quale amore più grande?: Dio in mezzo a noi, la famiglia di Dio! Rimaniamo sempre uniti, e rimanendo uniti teniamo il mondo unito alla manina di Gesù Bambino, perché Lui cerca solo questo: le nostre mani che si uniscono alla sua piccola manina per formare il Cuore, e nel Cuore c'è Dio dove ha preparato un posto per tutti noi. E in questo giorno gridiamo al mondo quello che Dio ci ha donato: il suo Figlio; e con la Croce del suo Figlio io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Giulia) andiamo in pace! (Tutti) rendiamo grazie a Dio!