LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 40

 

I TEMPI CHE SCENDERANNO SARANNO PESANTI: SOLO LA LUCE E IL FUOCO

DI PENTECOSTE VI FARÀ CAMMINARE TENENDO ALTO IL SANTO VANGELO

(dal messaggio del 08/01/2004)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

 

         1. Giov 25/12/2003, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; abbraccia la Croce, prega come tu sai fare, per i Grandi del mondo; prega, figlia mia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera. E in questo giorno Maria vi presenta il suo Amore, Maria allarga le braccia per donare al mondo la Croce viva, il segno vivo dell'Amore del Padre. Dio manda il suo Figlio ad abbracciare gli errori dell'umanità, a portare il sorriso e l'abbraccio della Croce. Figliuoli miei, vi invito ancora una volta a convertire i vostri cuori, perché Io parlo a voi e parlo all'umanità intera, implorandovi: pregate per la pace, pregate per la pace, pregate per la pace, figli del mio Cuore! Busso ancora al tuo Cuore, Cocciuta: vuoi ancora abbracciare con me i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Eccomi! (Gesù) vieni, figlia: unisci le tue mani alle mie mani in un unico abbraccio! <1º grido>(*) sollevati, figlia del mio Cuore!(*) Vedi, figlia mia, i Chiodi sono sempre più lunghi! (Giulia) Gesù, come possono essere nelle tue e nelle mie mani? (Gesù) sei il mio Strumento: l'hai dimenticato, figlia? Io sono vivo e reale in mezzo a voi e mi servo di te come mi servo di ognuno di voi, Io abito dentro di voi e mi poggio sui figli che aprono il cuore donando i Chiodi vivi che passano attraverso le tue mani come passa il Parto vivo della Croce! Figlia mia, ti invito ancora a pregare per l'Uomo vestito di bianco e per tutti i miei Figli Ministri, invitandoti ad accarezzarli sempre con i Chiodi e con le spade che hanno trapassato il tuo Cuore: sono vivi, figlia, come sono vive le spade di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! E in questi giorni il Cuore di Maria gronda Sangue nel vedere i flagelli che non si fermano, nel vedere i figli che non bussano al Cuore del Padre per chiedere la pace! Un Figlio vi è stato donato, ma l'umanità ha chiuso le porte al Bimbo, al Dio Bambino! Beati voi che avete lasciato il mondo e siete venuti a dissetarvi della Parola di Dio, ad accogliere l'abbraccio dei Chiodi e a stringere la Croce: l'unica salvezza per ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ed eccomi, Io sono di nuovo in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei. E in questo giorno di luce, in questo abbraccio che il Padre dona all'umanità lasciando scendere l'Amore Pieno del suo Cuore, Io vi invito ancora una volta: ABBIATE FEDE, CRESCETE NELLA FEDE ALLARGANDO LE VOSTRE BRACCIA! Prostrandovi solo dinanzi alla Croce e accarezzando i Chiodi divini potete fermare le guerre, potete fermare i flagelli e fare sbocciare la pace che Dio da sempre vi ha donato e vi dona attimo per attimo! Dio attraverso di Maria ha lasciato scendere il suo Figliuolo Gesù che è vivo e reale mezzo a voi, ma il mondo non mi ha accolto e non mi accoglie! Voi siete il mio popolo! Vi invito, figliuoli, a portarmi nel mondo, a farmi conoscere, a farmi amare, perché non chiedo altro, chiedo solo il vostro amore, chiedo un piccolo spazio nei vostri cuori. Distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi all'unica salvezza che il Padre vi ha donato e vi dona attimo per attimo. Ma vi invito ancora una volta, figliuoli del mio Cuore: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal mio Cuore! Combattetelo con l'amore tenendo sempre alto il santo Vangelo e camminando nel Solco del mio Amore, camminando sulla Via Stretta che è fatta di sante Spine e di santi Dolori. Io vi invito sempre a non gettare la santa sofferenza: è l'unica via che vi porta a gioire nel mio Cuore, figli miei, ma vi invito ancora una volta ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre tutti i vostri nemici, coloro che trafiggono i vostri cuori; ma in modo particolare, in questo giorno, vi invito a pregare per tutti i miei Figli Ministri: donate loro i Dolori del Parto gridando sempre “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla”, e la sua Parola è semplice, la sua Parola è Amore di Padre che parla ai propri figli, all'umanità intera dicendo “eccomi: aspetto i vostri cuori”, “eccomi: sono pronto ad accogliere attimo per attimo” e il mio Cuore è sempre aperto per ognuno di voi perché Io non faccio alcuna distinzione, Io non guardo l'esteriore ma guardo i cuori di ognuno di voi, figli miei, e come Padre Io vi amo e allargo le braccia donandovi il mio Cuore! Figlia, prendilo ancora nelle tue mani(*), e ti chiedo ancora di bere il Sangue!(*) (Giulia) Gesù, in questo giorno ne scende ancora di più! (Gesù) perché vi amo, figlia: amo ognuno di voi, amo l'umanità intera e vi invito sempre ad amare e a pregare. Pregate, figliuoli, pregate, fate crescere sempre la Pianticella verde che è dentro di voi, figli! Ma in questo giorno vi invito ad abbracciare Maria: la Mamma che ha innalzato il sì per donarvi la gioia di essere figli di Dio, e ognuno di voi è figlio di Dio perché Dio è con voi, Dio è dentro di voi; e come Maria è diventata Mamma, anche voi siete mamme; ma ricordate sempre: abbiate fede, siate saldi come la roccia che non si fa portare via dal temporale che il nemico lascia scendere per confondervi e allontanarvi dal mio Cuore, figli miei! Piccola Cocciuta, ti invito ancora una volta, figlia mia, a portare sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli nel Solco dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ma altre spade entreranno nel tuo Cuore. A causa del mio Nome sarai ancora perseguitata, figlia mia: vuoi andar ancora avanti? (Giulia) eccomi, Gesù, conosci ciò che è nel mio Cuore perché ce l'hai tu, e il mio “eccomi” è il tuo, Gesù! (Gesù) grazie, figlia del mio Cuore! Invito ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ai figli che si uniscono a questa santa preghiera, ai figli che mi avete portato nei vostri cuori, vi invito ad amare e a bussare sempre nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso in questo giorno dove la Luce del mondo è venuta ad abitare in mezzo a voi. Accogliete la Luce e donatela nella pienezza senza avere alcun timore; non vergognatevi del vostro Gesù che è venuto a nascere per amore, figli, ma gridate al mondo la Verità del santo Vangelo perché Io vengo a portare la Parola viva del Padre, figliuoli del mio Cuore! Ora con amore vi chiedo ancora una volta: volete ardere? (Alcuni) sì! (Gesù) volete ardere? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) il Dio Bambino che è venuto a nascere nei vostri cuori sia per voi il Segno della gioia! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'Amore e nell'unica Verità, nella Pace e nella Luce del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi, figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. Sono venuto per volere del Padre e per amore dello Strumento a gioire in mezzo al mio popolo, alla mia famiglia, alla famiglia che è riunita nel segno della Croce, nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, donandovi sempre le gocce che il Padre lascia scendere in mezzo a voi nei vostri cuori, nella Stanza dell'Amore di Dio. E come Sacerdozio vivo ed Eterno vi ripeto sempre di stare attenti al nemico; non dategli spazio ma combattetelo con l'unica spada del santo Vangelo, l'unica spada dell'amore. Non potete donare quattro schiaffi al nemico per allontanarlo o gridare ad alta voce: usare l'amore e l'umiltà di Maria; quella Creatura piccola e semplice, col suo sì l'ha allontanato, e col suo Cuore ha schiacciato il suo capo. E ognuno di voi può farlo imitando Maria, andando alla scuola della preghiera, alla scuola del silenzio, del nascondimento e dell'amore candido come è candido il Cuore di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! E ancora una volta nella storia un Figlio vi è stato donato, ma l'umanità si è accorta di questo Figlio? l'umanità cerca questo Figlio? l'umanità vuole questo Figlio? L'umanità è sorda ed è cieca! Pregate, figli miei, pregate! Come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a pregare per la Chiesa tutta, vi invito a caricarvi della piccola Croce sulle vostre spalle perché il mondo è in grave pericolo. Ma ricordate sempre: Io verrò, aspettatemi; non conoscete né l'ora e neanche il giorno ma siate sempre vigilanti con la lucerna dei vostri cuori accesa, e non pensate di essere maestri del Vangelo, non pensate di indossare un abito e di avere il potere di Dio: fate abitare Dio nei vostri cuori, fatelo vivere aprendo la porta dell'umiltà, nella semplicità, nella povertà, come servi inutili inginocchiati dinanzi alla Croce come Maria dell'umiltà si è inginocchiata dinanzi al Figlio di Dio. State attenti al nemico, figliuoli del mio Cuore! Io sono Sacerdozio vivo ed eterno perché ho amato e amo l'umiltà, l'ubbidienza al Padre, e Dio mi ha voluto donare la gioia di nascere nel suo Cuore e di venire in mezzo a voi, ma non mi avete riconosciuto. Vi ho amati e vi ho donato tutto il mio Sangue e la mia Carne, e attimo per attimo vi dono sempre il mio Sangue e la mia Carne invitandovi a pregare e a tenere sempre alto il santo Vangelo, figli, Discepoli e Colonne del mio Cuore. Ma dite, in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <Natale del Signore /C Gv. 1,1-18> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! È rimasto acceso nel tuo cuore il Vangelo di questo giorno..  (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come quello di ieri? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) e cosa arde nel tuo cuore? (Paolo) mi hai fatto diventare più piccolo di quanto non fossi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni diventano sempre più piccoli.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..e sempre all'ultimo posto!(*) (Paolo) ascoltavo te.. (Piccolo Giovanni) ..gioisco quando vedo i miei piccoli Giovanni dinanzi alla Croce! (Paolo) come si fa a non diventare piccoli davanti all'inno di Giovanni che fa da prologo al Vangelo di oggi? Esalta la potenza di Dio che a sua volta mette.. (Piccolo Giovanni) ..e quali potenze ci sono del mondo che possono essere più grandi.. (Paolo) ..non se ne contano.. (Piccolo Giovanni) ..dell'Amore di Dio? (Paolo) non si può immaginare niente, Giovanni, non solo non ci sono, ma nemmeno si possono immaginare! (Piccolo Giovanni) vedete i frutti del mondo?(*) cadono flagelli! ma gli uomini non riescono ad incollare la pace e, uso la parola “incollare la pace” sapete perché? perché la Croce non si è mai divisa, rimane sempre unita e lascia scendere la pace, ma i Grandi non riescono ad incollarla perché non c'è amore, e senza l'amore non c'è Dio nei cuori e non si può far festa, non si può accogliere il Figlio perché lo lasciano cadere per terra e lo calpestano! (Paolo) purtroppo il mondo di oggi è basato sull’esteriorità! (Piccolo Giovanni) ed Io ho scelto voi come Discepoli, Colonne e Suorine per pregare per portare sulle vostre spalle i figli che non riescono ad incollare l'amore che Dio lascia scendere! (Paolo) noi, Giovanni, ti diamo tutta la nostra disponibilità! (Piccolo Giovanni) Io chiedo solo i vostri cuori e il sì pieno all'Amore del Padre, perché come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e lo Strumento dona il suo amore, avendo donato il suo Cuore al Padre! Ma ricordate sempre: non l'ho mai messa sul piedistallo e non la metterò mai, ma amo la sua ubbidienza e il suo essere Cocciuta del Cuore della Croce e nel gridare sempre la Verità di Dio ovunque si trovi senza avere paura di niente e di nessuno, ma di ascoltare Dio che parla aprendo sempre di più il Cuore e donarlo ai fratelli, all'umanità! Avete contato le spade? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) ce ne sono tante! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> ed Io lascio scendere sempre l'Alito dello Spirito Santo attraverso la tosse: il mistero di Dio che è vivo e in mezzo a voi! (Paolo) lo sai cosa stavo pensando? (Piccolo Giovanni) dimmi! (Paolo) quando tu eri fisicamente tra di noi e hai.. hai fatto bruciare il vestito alla Piccola Cocciuta <vedi messaggio del 10 agosto 2000> e quel giorno è rimasto scolpito dentro.. dentro il mio cuore perché ho visto l'umiliazione della Piccola Cocciuta da parte tua, e lei non so come abbia fatto a rimanersene in silenzio ad ascoltare e ad accogliere tutto nel suo Cuore! Io non sarei stato capace, Giovanni! (Piccolo Giovanni) avresti fatto quattro gridate.. (Paolo) ..forse.. (Piccolo Giovanni) ..di quelle tue.. (Paolo) ..si, forse si.. (Piccolo Giovanni) ..e saresti andato via! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma vedi cosa significa essere roccia? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa significa donare tutto a Dio? (Paolo) quello è stato un insegnamento grande, un insegnamento che era necessario dare! (Piccolo Giovanni) dovevo mostrare all'umanità, al mondo intero, ad ognuno di voi, lo Strumento poggiato sulla Roccia di Dio, dove Io ho messo il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno! (Paolo) sono insegnamenti, questi, veramente efficaci e che ci portano sulla strada del Vangelo! (Piccolo Giovanni) e quante altre umiliazioni ha accolto e accoglie nel suo Cuore la Piccola Cocciuta per Amore del Padre! (Paolo) a noi non ci è dato vederle tutte!(*) (Piccolo Giovanni) può far soffrire i suoi figli? vi ho mostrato i miei Dolori? vedevate il mio sorriso, sentivate le mie cantate nel giusto del Vangelo, ma nessuno di voi, nessuno dei miei cari ha mai visto i miei Dolori! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> mi fermavo nella capanna di Marì, e lei con la colla lavora molto bene e sa incollare i prezzi! È vero, Marì? (Marì) io non faccio niente! (Piccolo Giovanni) e quanti pezzi cadono a terra e tu con il tuo sorriso, portando il mio, con la colla vai ad unirli. E anche Nicolè, col suo cuore che arde d'amore per il suo zio Mario, va ad appianare le vie cercando di portare l'acqua e la pace! <forte sospiro> Capanna del mio Cuore! (Marì) amore nostro! (Piccolo Giovanni) come vi amo! Amore mio! Com'era bello passare e portare l'abbraccio di Dio, donare la buonanotte! (Marì) vieni sempre ti aspettiamo! (Piccolo Giovanni) non sono mai mancato! (Marì) e ieri notte sei venuto? .. sei venuto stanotte? (Piccolo Giovanni) tu cosa dici? (Marì) io dico di sì! .. te li presento quei due.. (Piccolo Giovanni) ..posso.. (Marì) ..e conosci i nostri cuori come sono agitati! (Piccolo Giovanni) vi invito solo alla preghiera: è l'unica medicina che guarisce ogni male (Marì) si! (Piccolo Giovanni) siate sempre vigilanti: il nemico è astuto e usa ogni mezzo per confondervi. Ma sai, tu stai asciugando le tue lacrime: Maria, nella giornata di ieri le ha regalate ai figli tenendo in braccio il Bambinello Gesù; ma si è dovuta soccorrere la Piccola Cocciuta, perché sentire i Dolori del Parto.. e l'hanno dovuta sostenere! In un attimo avrei detto “ma che figura”! “Com’è capriccioso”, mi conoscete bene! (Marì) eh, si! (Piccolo Giovanni) ma i Dolori erano e sono vivi ancora! (Marì) com'è grande questo mistero del Parto! (Piccolo Giovanni) ma li porta sorridendo e facendo finta “ma mi sento male, non so cosa sia(Marì) uh! (Piccolo Giovanni) è vero, Telesfore? (Telesfore) si, infatti oggi era molto preoccupata.. stamattina! (Piccolo Giovanni)ma non so che sta succedendo”: furbacchiona di Dio, nel senso buono! (Telesfore) eh, ha detto.. dice “ormai - dice- il Bimbo è nato, perché ancora i Dolori?(Piccolo Giovanni) ma non ricevi il messaggio che vuole lanciare? “Il Bimbo è nato perché ancora i Dolori?”, perché l'umanità non ha accolto il Bimbo e i Dolori sono sempre vivi! <3 colpi di tosse con un'alitazione> i dolori di una mamma che vede i suoi figli perdersi possono scomparire?(*) (Marì) no! (Piccolo Giovanni) e tu li senti i dolori.. (Marì) ..eh, quelli posso.. (Piccolo Giovanni) ..quando chiudono la porta nella tua faccia? (Marì) eh, si, li sento! Anche gli sguardi di oggi! (Piccolo Giovanni) sono più forti del parto! Cosa ti hanno combinato in questo giorno? (Marì) chi? (Piccolo Giovanni) cosa ti hanno combinato? (Marì) i.. i due giovani? (Piccolo Giovanni) Io non faccio nomi! (Marì) non facciamo nomi! Eh, ci hanno resi felici e tristi nello stesso tempo; poi tu lo sai, le mie paure sono sempre quelle, e.. (Piccolo Giovanni) ..la solita fifona.. (Marì) ..la solita fifona, si. Meno male che c'è Nicoletto.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Marì) ..che mi tira su e guarda avanti! (Piccolo Giovanni) meno male.. (Marì) ..l'ho sempre detto, ti ricordi che ti dicevo che era più buono di me?.. (Piccolo Giovanni) ..che il Padre ti ha messo.. (Marì) ..Nicolè.. (Piccolo Giovanni) ..l'albero di Dio dove ti puoi abbracciare.. (Marì) ..uh.. (Piccolo Giovanni) ..e il vento non ti fa cadere per terra! (Marì) uh, il Crocifisso che abbiamo in casa (Piccolo Giovanni) perché c'è la forza.. (Marì) ..si, che dono quel Crocifisso.. (Piccolo Giovanni)  ..del Padre! (Marì) hai proprio organizzato tutto: anche quello! (Piccolo Giovanni) Io sono un Povero Uomo all'ubbidienza del Padre! (Marì) uh! Quante volte vorrei tornare indietro! (Piccolo Giovanni) Dio se si era voltato indietro non eravamo qui! (Marì) eh, forse è vero, ma indietro per abbracciarti! (Piccolo Giovanni) il fiume cammina sempre, ma Io vengo attimo per attimo.. (Marì) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ad abbracciare.. (Nicolè) ..vieni sempre!.. (Piccolo Giovanni) ..ognuno di voi, la vostra capanna; la vostra porta la trovo aperta.. (Marì) ..sembra.. (Piccolo Giovanni) ..ma le altre no! (Marì) lo so! Oggi siamo fuggiti come ladri, però abbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..lacrime d'amore! (Marì) abbiamo la consolazione delle due figlie che senza dirlo.. si, sono qui(*)..  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi, Nicolè? (Nicolè) ti voglio dire che ti penso sempre. Meno male.. ogni volta, anche l'altra sera sei stato con me, sicuramente c'eri tu con me quando stavo tornando e avevo un sonno tremendo: sicuramente hai guidato tu! (Piccolo Giovanni) come facevano con me: lasciavo la macchina nelle mani del Padre! Me l'avevano detto! (Nicolè) ed io mi sono rivolto a te perché non ce la facevo proprio più e quindi ho pensato “solo così posso arrivare”! ........... meno male, io non ce la facevo più, ho detto “beh, o mi fermo o non so dove va a finire”! (Piccolo Giovanni) non mi sono mai fermato da quando mi hanno detto che mi portavano Loro, e la Cocciuta era sempre preoccupata conoscendomi! (Nicolè) si! (Piccolo Giovanni) perché gli avevo detto che avevo lasciato anche.. (Nicolè) ..lo sterzo?.. (Piccolo Giovanni) ..di tenere lo sterzo in mano: “portatela voi”, <si riferisce, ovviamente, alla Corte Celeste> avete detto che mi portate voi”, devo ammettere che è così! Le provavo tutte! <si ride un po'> dovevo rendermi conto di quello che mi dicevano! (Marì) ti giravi pure mentre guidavi ad alta velocità, con la scusa di prendere una carta dietro al sedile! E una volta sotto.. sotto a un camion! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) le provavo tutte! (Marì) come quella volta che ti sei lanciato nella nebbia a Mormanno: io sono rimasta di sasso e ho detto “ma..(Piccolo Giovanni) ..ma se si ha fede.. (Marì) ..“ma possibile che entriamo nella nebbia a questa velocità?”.. (Piccolo Giovanni)  ..non si può non fare ciò che ti viene chiesto! (Marì) uh! (Piccolo Giovanni) la fede! (Marì) prega per noi affinché sia forte la nostra! E.. (Piccolo Giovanni) ..o qualche volta ho mancato? (Marì) no, no! (Piccolo Giovanni) prego sempre, ma voi siate saldi.. (Marì) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..figli miei, e non temete niente e nessuno: Dio veglia su di voi e Io mi sono poggiato con la Croce! Ma ricordate: “Io verrò come ho promesso”, nessuno conosce né l'ora e neanche il giorno, ma verrò e vedrete il Cuore di Maria trionfare e le stelle si accenderanno una per una. Ma dovete pregare per quelle stelle che la fiammella rimane spenta! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Marì) si! (Piccolo Giovanni) ma com'era la manina di Gesù ieri? ........... e non vi sentivate bambini anche voi? ........... e la Parola era viva in quell'attimo! ........... gli Angeli che innalzavano le Lodi dell'Amore al Padre: “un Figlio ci è stato donato” ...........<3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ma quando scoprirete il mistero della tosse? ........... ..ma con la mente non state studiando niente?........... avete imparato adesso.. ..che dovete ascoltare solo il cuore! Bene, figliuoli!........... e in quest'attimo i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre cosa stanno usando? ...........e il cuore dove l'hanno messo? ...........quale casa? ........... ed esiste la casa fatta sulla sabbia? ..........ma ditemi: quando la Piccola Cocciuta all'inizio ha letto, cosa avete capito? ........... ..l’ha scritta mentre era a letto: hanno bussato al suo Cuore.. “portami subito un foglio da scrivere” ha detto a Telesfore!(*) E nonostante stava male poteva fermare nel Cuore e scrivere come il Padre concede di fare, ma ha voluto scrivere subito!........... no, non è la prima volta: è da sempre che lo Strumento viene usato da Dio.. ..da quando ha donato il suo sì! I venerdì.. ..era com’è adesso, solo che venivano scritti! Quante gocce.. ..scendono su di voi invitando i vostri cuori ad essere gioiosi; Dio sceglie per ognuno di voi la Croce da portare e non si deve essere tristi di “ciò che è avvenuto in questo giorno”, di “ciò che verrà domani”, ma saldi nella fede, saldi come la Roccia che è Dio! ........... .rimanere per terra perché il dolore.. ..è pesante! Saldi, Roccia, non un pugno di sabbia che vola via col primo vento! Non un ramo secco, ma un ramo verde che mette le foglie, mette i fiori e dona i frutti, e i frutti sono di Dio: succulenti e da donare ai fratelli, all'umanità intera, in modo particolare ai nemici, a coloro che trafiggono i cuori di ognuno di voi, e lì la gioia è piena quando si presenta nel Cuore del Padre il cuore che viene trafitto!(*) la sofferenza ci fa arrivare a gioire e a nascere nel Cuore di Dio: siate coscienti di tutto questo! Figliuoli miei, quanta sofferenza ho abbracciato per amore e quanta ne abbraccio ancora attimo per attimo, perché il mio Cuore è nel petto della Piccola Cocciuta: è il mistero di Dio, è il mistero della Stanza dell'Amore e lo vedrete tutti quando il Padre scenderà. Ma ripeto ancora una volta: non conoscete né l'ora e neanche il giorno, vi invito solo ad essere pronti e preparati; non dite “lo faccio domani”: “eccomi”, sempre, chiaro? ........... <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) è chiaro per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli del mio Cuore! Arriviamo a stringere la mano di Telesfore! (Telesfore) eccomi!  (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) (Telesfore) il Bimbo è nato! (Piccolo Giovanni) l'hai fatto mangiare? (Telesfore) eh! La Cocciuta aveva preparato ieri sera: ha mangiato? (Piccolo Giovanni) con tutti i Dolori ha preparato e ha mangiato! (Telesfore) per questo era gioiosa? perché c'era il Bimbo che mangiava? (Piccolo Giovanni) ma dimmi: cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? ricordate sempre che Io vengo in mezzo voi a portare la Parola viva, il Vangelo, e vi invito sempre a tenerla alta, accesa nei vostri cuori. Sono il Capriccioso di ognuno di voi, ma sono sempre Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! (Telesfore) Giovanni! (Piccolo Giovanni) dimmi figlio! (Telesfore) se noi non abbiamo il Vangelo non abbiamo nemmeno il Pane, quindi siamo a digiuno! Noi viviamo perché il Vangelo ci fa vivere! (Piccolo Giovanni) avete sentito? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) forse sta imparando! <si ride un po'>(*) ma capriccioso come sono lo prendo un po' in giro. Sapete cosa ha detto, all'inizio che la Cocciuta ha donato il suo sì, al suo padre Lorenzo? <si riferisce a quello che disse Telesfore a padre Lorenzo all'inizio, quando Giulia diede il suo sì> : “Io prego secondo l'intenzione del Cuore Immacolato di Maria” e il sacerdote gli ha risposto “questo è Vangelo, figlio mio”: lo ricordi? (Telesfore) si, perché io.. (Piccolo Giovanni) ..e gli occhi di padre Lorenzo brillavano di gioia nel vedere questo figlio che prima non pregava e poi si presenta a dirgli “Io prego secondo l'intenzione..(Telesfore)..di Maria..(Piccolo Giovanni)..di Maria”(*). Noi viviamo perché abbiamo il Vangelo: il Pane vivo che scende dai cieli! E cosa gridavo sempre “se non trovate Vangelo andate via”, ma Io non mi sono mosso perché il Vangelo era ed è vivo. Altri luoghi ho abbandonato dove non trovavo il Vangelo, ma la Dimora di Dio: la Stanza dell'Amore, non l'ho mai abbandonata perché Dio è vivo, il Parto è vivo, è in mezzo voi, e il mistero diventa sempre più grande: Dio che mi dona il permesso di parlare e di stringere la mia famiglia, di accarezzarla, di accarezzare i cuori di ognuno di voi, dei figli che si uniscono, i figli che mi portate nei vostri cuori, e di donarvi sempre il mio Sangue e la mia Carne! E qui il mistero diventa un po' più pesantuccio per i fratelli e Figli Ministri, ma il Padre è Luce e quando gli occhi del mondo intero si apriranno vedranno la verità che è il Vangelo, la Parola di Dio che viene in mezzo voi viva e reale! Caro Telesfore.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> cosa gli avete messo alla Cocciuta? (Telesfore) eh, gli abbiamo messo l'antenna! <questa sera è stato inaugurato il nuovo microfono a bocca applicato alla Cocciuta per la registrazione dei messaggi> (Piccolo Giovanni) perché, quella di Dio non ce l'ha? (Telesfore) eh, quella di Dio c'è, ma questa sera per trasmettere.. ai tuoi figli, perché un po' si lamentavano.. perché un po' non si sentiva bene, allora abbiamo cercato di migliorare ancora. Vuol dire che se si lamentano adesso devi gridare come gridavi allora! (Piccolo Giovanni) e se grido.. (Telesfore) ..scappano? (Piccolo Giovanni) non sei tu il primo a scappare? (Telesfore) io sono il primo scappare! (Piccolo Giovanni) hai sentito, Marì? (Marì) si! (Piccolo Giovanni) il primo a scappare sarebbe lui (Marì) no, non scapperebbe! (Piccolo Giovanni) ma quando Io gridavo con te che facevi tu? (Marì) eh, lì per lì mi volevo ribellare, ma poi dopo mi stavo zitta.. e poi c'era il Lentini con i suoi occhi che mi bloccava quella.. (Piccolo Giovanni) ..ma anche lui ci prova a ribellarsi con la Cocciuta! <si ride un po'> ma alla Cocciuta Divina ancora più forte.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..lo mette a tacere! (Marì) tiene un bel carattere la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) chiediglielo: è così? (Telesfore) si, quando la Cocciuta grida io sto zitto! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) lui sta zitto ma la Cocciuta grida ancora di più per farlo parlare, e zitto zitto si avvicina a dare una giustificazione, e quella grida ancora di più! Ma la cosa che mi fa ridere è che sale e grida con me ed Io rido!(*) Ma lascio scendere la quiete; e poi, a letterine come i bimbi, gli spiega cosa voleva dire nel gridare!(*) è così? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) cosa stavi pensando? (Telesfore) stavo pensando che ogni parola che si dice, sia della Cocciuta e sia da te, anche se sembrano capricci, però sono tutte gocce che bisogna raccoglierle come fa Maria <= Marì> che raccoglie tutto! (Piccolo Giovanni) e incolla tutto! (Telesfore)e incolla tutto(Piccolo Giovanni) come i suoi presepi! <si ride un po'> (Marì) ne ho uno in borsa per quel Figlio: che ne faccio? (Piccolo Giovanni) cosa dici tu? (Marì) eh, bisogna vedere se la Cocciuta grida! (Piccolo Giovanni) eh.. (Marì) ..non lo so.. (Piccolo Giovanni) ..ti pigli le gridate! <si ride un po'> come facevi con me! (Marì) va bene: dopo glielo dico! (Piccolo Giovanni) bene! Cosa vuoi dirmi ancora?(*) aspetto! (Telesfore) nella giornata di ieri io ho vissuto un giorno.. sono tornato indietro ai tempi.. (Piccolo Giovanni) ..ma tutti indietro volete tornare? (Telesfore) pensando a quando è nato Gesù nella capanna di Betlemme.. (Piccolo Giovanni) ..non ci puoi arrivare!(*) (Telesfore) ma io arrivo, come si dice, “nella storia”, che poi io se c'era o no questo non lo so! E quindi.. mentre Maria era in viaggio ha dato alla luce il Bambino Gesù in una stalla.. e.. che poi tutti i.. io non so s'erano vicini o da lontano.. da tutte le parti sono andati ad adorare il Bambino Gesù che era nato(*).. io, vedendo qua la nascita del Bambino, pensavo a tutti i pellegrini che erano qui presenti e che ognuno.. (Piccolo Giovanni) ..e alle lacrime che hanno lasciato! (Telesfore) eh, anche alle lacrime che hanno lasciato, però ognuno veniva da luoghi diversi e posti diversi: hanno lasciato le loro case, le loro chiese per venire a vedere.. (Piccolo Giovanni) ..nella capanna di Dio a vedere il Figlio di Dio nascere!(*) la fede.. (Telesfore) ..la fede, si.. (Piccolo Giovanni) ..è l'albero che tiene in piedi i cuori! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) e pensavo anche, poco fa, quando tu dicevi che lasciavi il volante.. (Piccolo Giovanni) ..non una volta sola! (Telesfore) noi, quando partiamo o anche la mattina quando ci alziamo, ci facciamo il segno della Croce affidando tutto nelle mani del Padre, nelle tue mani naturalmente, però al volante ci sei tu! (Piccolo Giovanni) ed Io lasciando il volante mi mettevo nelle mani del Padre, non sfidavo il mondo: non ho mai sfidato neanche Dio, avevo la sua certezza, la fede, la sicurezza di Dio; e quando predicavo e quando lo faccio adesso, vi do Dio vivo, la Roccia; Dio è in mezzo voi; Dio è vivo; Dio vi sta donando le gocce; Dio vi dona il Pane, e solo col Pane di Dio si può camminare senza avere paura! (Telesfore) noi ci affidiamo a Dio, però quando camminiamo ci tremano sempre le gambe perché la fede non c'è.. quella sicurezza che.. (Piccolo Giovanni) ..la fede c'è, è solo che avete paura di lasciare il volante! (Telesfore) eh, questo è! Se lasciamo il volante ci precipitiamo! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) Paolo, perché ridi? (Paolo) stamattina io.. (Piccolo Giovanni) ..non mi dire che non camminava l'altra macchina? (Paolo) no, io stamattina ti ho fatto sedere al mio posto, non ho lasciato il volante! (Piccolo Giovanni) peggio ancora! <si ride un po'> nel senso buono! (Paolo) sono uscito dalla chiesa di corsa perché avevo paura di rimanerci a Camigliatello! (Piccolo Giovanni) l'hai detto e l'hai fatto! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) l'hai detto e l'hai fatto! Cosa hai detto alla Cocciuta? (Paolo) ah, che sarei andato a messa lì questa mattina, però avevo..  (Piccolo Giovanni) ..e rimanere saldi significa questo! (Paolo) devo anche dire che quando ho incominciato a trovare un po' di neve ho avuto, forse, una fede proprio ferrea no, però, un po' di fede almeno c'era, perché la macchina non è che sia tanto affidabile! (Piccolo Giovanni) l'ho scelta Io! (Paolo) ed io per questo mi sono avventurato (Piccolo Giovanni) come mi puoi dire che non è affidabile? (Paolo) dal punto di vista umano, terreno! A guardarla non.. (Piccolo Giovanni) ..la benedizione del Sacerdozio rimane! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e quando c'è la benedizione è affidabile! (Paolo) si, e non si consumano nemmeno le gomme a quella macchina! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) sentite di che cosa si parla: cosa rimane nella storia! (Telesfore) anche i pezzi sono che.. (Paolo) ..l'ha visto pure Telesfore “ma” - dice - “ma queste gomme non si consumano mai?”.. (Piccolo Giovanni) ..“un Dio che ha tutto questo tempo per venire a dire”, come dicono tanti, ma non di queste parole, del Vangelo, “queste storielle”. Ma sapete, Dio parla nella semplicità; Dio parla ai suoi figli e se non si ragiona in questo modo con un papà, con chi si può ragionare nei tempi che stanno scendendo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) tutto rimane nella storia: Dio unito ai propri figli nel parlare di ciò che succede nella giornata! Attimo per attimo: “Papà, oggi ho finito il latte” è un piccolo esempio; con Dio si può parlare di queste cose perché è un Papà che ascolta, un Papà che aspetta i propri figli perché nessuno parla più con Dio ma si rivolge ai Grandi dimenticando di avere un Papà che può rispondere, basta ascoltare il cuore. Cosa ha detto il sacerdote novello nella predica.. (Rosetta) ..di oggi?.. (Piccolo Giovanni) ..di oggi? (Rosetta) eh, ha detto tante cose belle, però non mi ricordo a cosa ti riferisci adesso! (Piccolo Giovanni) ha parlato di “filo”.. (Rosetta) il filo con Dio?(*) aiutami tu a ricordare bene! (Piccolo Giovanni) Io ti dico solo del filo di Dio.. (Rosetta) ..con.. con.. (Piccolo Giovanni) ..lo ricordi tu? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) io ricordo che ha parlato del.. le stesse parole del messaggio di ieri sera! (Piccolo Giovanni) gliel'hai suggerite tu? (Telesfore) ehm, forse gliele hai suggerite tu perché ci abiti la e quindi..   (Piccolo Giovanni) e cosa ha detto? (Telesfore) ha detto che “un Bimbo c'è stato donato”.. quello che ricordo, e questo è tutto già! (Rosetta)di.. di.. di legare il Bambinello all'umanità, cioè di avere Gesù sempre nel cuore e da cuore a cuore legare tutta l'umanità”, almeno questo io ricordo che il sacerdote ha detto! (Piccolo Giovanni) il sacerdote novello ha detto! (Rosetta) parlando sempre di Gesù e.. a contatto con tutto il mondo, insomma.. e di essere nel mondo però di pensare che un Bimbo è nato, e come dici sempre tu, di ricordare chi è il festeggiato, non solo le feste! (Piccolo Giovanni) bene!(*) cosa vuoi dirmi ancora? cosa batte nel tuo cuore?(*) si accende una luce nei suoi occhi quando gli chiedo cosa batte! (Telesfore) oggi è Natale, quindi Natale si chiamava anche il mio papà, e oggi ho indossato il suo cappotto! (Piccolo Giovanni) l'hai abbracciato! (Telesfore) forse Lui ha abbracciato me! (Piccolo Giovanni) vi siete abbracciati tutti e due! (Telesfore) io mi sentivo emozionato! (Piccolo Giovanni) e quando la Cocciuta ti chiedeva “come ti senti?(Telesfore) perché io non sapevo rispondere come mi sentivo, c'era una.. un calore, una tenerezza, non riuscivo a distinguere.. cioè, tra amore e tristezza!(Piccolo Giovanni) lo sai che papà Natale prega e raccoglie le anime che sono lontane dal Padre? (Telesfore) si, questo lo so che me lo hai già detto! (Piccolo Giovanni) c'è gioia e c'è tristezza per quelli che non si lasciano raccogliere! (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) hai capito? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma ti invito ancora a pregare.. (Telesfore) ..per i miei cari? (Piccolo Giovanni) per i tuoi Cari, come invito a pregare per il mio popolo e chiedendovi sempre: NON LASCIATECI USARE! Figli, vi chiedo ancora ardentemente di pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco! Grido ancora: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni in mezzo per allontanarvi dal Cuore della Croce; dopo le vostre fatiche inginocchiatevi dinanzi alla Croce dicendo sempre “eccomi, sono un servo inutile, fa di me quello che vuoi<3 colpi di tosse con un'alitazione> chiaro? (Telesfore) chiaro, si! (Piccolo Giovanni) avete sonno? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) quanti stanno dormendo? o quanti figli nei propri cuori pensano.. (Paolo) ..“ma questo che dice?(Piccolo Giovanni) sapete bene che nulla mi è nascosto! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e sapete bene che il dolore più grande della Piccola Cocciuta è che non può parlare vedendo i cuori.. (Paolo) d'altronde, Giovanni, se noi pensiamo che ai tempi di Gesù succedeva la stessa cosa e che poi.. (Piccolo Giovanni) ..peggio! (Paolo) si, anche peggio, ecco.. (Piccolo Giovanni) ..nel senso della storia! (Paolo) che poi però si è rivalutato tutto, i posteri hanno quindi dato il giusto valore a ciò che si è verificato in quei tempi. Noi sappiamo che il Vangelo che noi stringiamo al petto si riferisce a quei periodi, però in realtà il Vangelo è continuato.. (Piccolo Giovanni) ..si può fermare il fiume? (Paolo) no, non si può fermare il fiume, siamo arrivati ai giorni nostri, qualcuno scriverà o sta già scrivendo queste pagine di Vangelo, si tratta semplicemente.. almeno questo dovrebbe verificarsi da parte.. ...........(Piccolo Giovanni) e il lavoro che ha fatto e continuerà a fare Marì rimarrà nella storia! Povera Marì! (Marì) devo continuare? (Piccolo Giovanni) per dire “beata Maria che ha ascoltato e creduto la Parola del Figlio di Dio”. Ora non piangere ma vai avanti! Quante volte sono venuto a bussare alla tua porta dicendo che passavo per caso, ad indicarti col dito ciò che dovevi fare? e beata te che hai creduto, figlia! (Marì) non sono degna di questo! (Piccolo Giovanni) beato quell'uomo che Dio ha messo al tuo fianco: grande sarà la ricompensa nei cieli! È bello accettare il peso della sofferenza nel pellegrinare! È bello gioire nel Cuore del Padre! Cercatevi ancora di più la sofferenza e stringetela ai vostri cuori! Le due pargole le tengo strette e non preoccupatevi, lasciate a Dio fare la sua volontà! Chiaro? (Marì e Nicolè) sì, chiaro! (Marì) debbo continuare, allora quel lavoro? ..passi? (Piccolo Giovanni) Io venivo a bussare.. (Marì) ..va bene.. (Piccolo Giovanni) ..e vengo bussare ancora! (Marì) va bene! (Piccolo Giovanni) Amen! (Marì) è bello, però, nel ripercorrere tutto. Mi hai aiutato a crescere tanto e ad amarti di più: quante figure! (Piccolo Giovanni) è Dio che ami!(*) “quante figure stiamo facendo”! (Marì) eh, me lo ricordo ancora.. (Piccolo Giovanni) ..alla Cocciuta gli dicevo “quante figure stiamo facendo!(Marì) ..possibile che.. (Piccolo Giovanni) ..“che rimarrà nella storia, scritto di don Mario, questo sacerdote che va dietro a questa Giulia(Marì) eh, si! (Piccolo Giovanni) ma l'umanità guarda Giulia? l'umanità non ha capito lo Strumento! (Marì) si! (Piccolo Giovanni)aspettiamo Dio!”: “aspettatelo voi perché Io sono nel suo Cuore!<si ride un po'> è un altro capriccio, e questa sera vi sto facendo ridere un po'! Non sapete se sto scherzando o sto dicendo Verità, ma dal Cielo cosa scende? (Tutti) solo Verità! (Piccolo Giovanni) Amen! Caro Telesfore <3 colpi di tosse con un'alitazione> c'è una piccola cosa nel tuo cuore: la vuoi dire? (Telesfore) sì! Stavo pensando, poco fa, quando hai parlato se c'era qualcuno che dormiva, io sto pensando che si sta avvicinando il giorno della veglia.. (Piccolo Giovanni) ..starete svegli o dormirete? (Telesfore) perché la Cocciuta ha detto che dobbiamo stare tutti svegli! (Piccolo Giovanni) eh! (Telesfore) quindi non bisogna addormentarsi! (Piccolo Giovanni) sei sicuro che non dormirai tu? (Telesfore) eh, è quella la mia preoccupazione, che sarò io a dormire! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ehm.. aspettate quel giorno, aspettatelo e lasciate a Dio far scorrere il fiume! Chiaro? cosa c'è ancora nel tuo cuore?(*) (Telesfore) quando poco fa Gesù ha detto “volete ardere”, noi tutti quanti aspettavamo che dicesse.. come ha sempre detto “volete ardere un po'?”, e siamo un pochettino rimasti in contropiede, non abbiamo risposto subito, e allora io ho pensato.. (Piccolo Giovanni) volete ardere.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..o volete ardere un po'? e.. (Telesfore) ..“ardere” vuol dire un po' di più? (Piccolo Giovanni) ecco, bravo! <si ride un po'> (Telesfore) eh, e questo era che..  (Piccolo Giovanni) ..era rimasto nel tuo cuore! (Telesfore) era rimasto nel mio Cuore! Quindi, si è.. (Piccolo Giovanni) ..siete un po' sempre ritardatati.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..quando facevo qualche domanda o chiedevo un canto, li, si doveva aspettare mezz'ora perché veniva data una risposta! (Telesfore) però i misteri di Dio si capiscono sempre dopo! (Piccolo Giovanni) e se li mette sempre alla sua.. secondo te è stato bello oggi? (Telesfore) si, si! (Piccolo Giovanni) quando il sacerdote novello ha chiesto i doni e ha dovuto aspettare mezz'ora che i doni arrivassero? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) il poverino non sapeva più che fare, si era messo dietro l'altare ad aspettare i doni che arrivavano. (Paolo) ma da dove dovevano arrivare? da casa? (Piccolo Giovanni) dalla chiesa: erano lì vicino.. (Paolo) ..e quindi non avevano capito.. (Piccolo Giovanni) ..su un tavolo. Avevano capito e non arrivavano, e buono buono se ne stava ad aspettare. Quasi quasi voleva gridare “muovetevi, io devo iniziare il Sacrificio”, guardava un po' gli occhi della Cocciuta, smarrito aspettava questi figli e ha dovuto fermarsi ad aspettare! (Paolo) e come mai è successo questo? (Piccolo Giovanni) figlio mio, ancora non si è capito Dio!(*) l'umanità non vede e non sente! (Paolo) ehm.. (Piccolo Giovanni) ..l'umanità non riesce a comprendere il significato del Sacrificio! (Paolo) Giovanni, posso chiederti una cosa? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) chi non comprende commette un errore di un certo livello, no, chi però comprende ma non trasmette agli altri o non dà il giusto peso, non perché non ha le capacità per farlo, ma perché non vuole farlo per altre ragioni, commette anche una mancanza ma di un livello superiore?(*) (Piccolo Giovanni) Dio è paziente (Paolo) bene, questo si, è paziente con entrambi: sia con gli uni che con gli altri, Dio! (Piccolo Giovanni) aspetta, non violenta nessuno, il suo Cuore è sempre aperto a dare il tempo ai figli di comprendere che è vivo e reale nel Calice! (Paolo) tu dici sempre di “aspettare, Io verrò”, però io, come dicevo anche ieri.. (Piccolo Giovanni) ..che dobbiamo aspettare ancora? (Paolo) eh, appunto, io.. cioè, quando io.. cioè io praticamente vivo delle emozioni intense quando vengo qui alla Stanza e quando penso a tutto quello che si verifica qui, e non è che io sia attratto così tanto dal fatto che Dio verrà, perché riempie adesso il mio cuore, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Dio riempie il tuo cuore, ma il Cuore Immacolato di Maria deve trionfare! (Paolo) si, questo si! (Piccolo Giovanni) e dove tutti vedrete! Ora sentite la gioia, sentite la voce di Dio che parla, ma in quei giorni vedrete in pienezza la gloria di Dio! Ma ricordate sempre: non conoscete né l'ora e neanche il giorno. E vi ripeto ancora una volta: aspettatemi, Io verrò! Il mistero non si può svelare: chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) è chiaro anche per te? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) consolare il Cuore di Maria (Piccolo Giovanni) vuoi consolare il Cuore di Maria? (Telesfore) sì, in questo giorno! (Piccolo Giovanni) in questo giorno posso dirgli di no? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) consoliamo il Cuore di Maria! <tutti in piedi, rispettosamente, per la recita di un’Ave Maria insieme Giovanni> Io vi devo ripetere ancora una volta: MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DEL PADRE! Ma Telesfore ha voluto consolare il Cuore di Maria per farmi smettere di parlare, ma Io non mi fermo! (Telesfore) non ti devi fermare! Si può fermare Dio? (Piccolo Giovanni) vuoi che Io non conosca il tuo cuore? “consoliamo il Cuore di Maria così inizia il Banchetto”! <si ride un po'> (Paolo) quando vuole porre fine al tuo parlare.. (Piccolo Giovanni) ..“consoliamo il Cuore di Maria”. L'abbiamo consolato, ma voglio sapere ancora.. (Telesfore) ..altre cose? (Piccolo Giovanni) cosa c'è nel tuo cuore! Mi chiedete sempre l'alba, ora Io parlo perché il Padre mi lascia parlare! Sono all'ubbidienza, se mi avrebbe fermato il Padre dopo l’Ave Maria.. Io non ascolto gli uomini, ascolto il Padre! Ti ho dato il ben servito! <si ride un po'> (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) e faccio ridere i miei colombini che sono Maria e Nicoletto come lo siete anche voi! Lo sapete che oltre ad avere la fiammella avete anche le alette? vi ho dato un'altra goccia! (Telesfore) questa è nuova, però! (Paolo) ma le alette piccole! (Piccolo Giovanni) stanno crescendo! (Paolo) eh, non come quelle degli uccelli, come quelle delle galline, forse! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) cosa dici, Paolo! (Paolo) le galline.. (Piccolo Giovanni) ..gli Angeli.. (Paolo) ..non riescono.. no, io voglio dire questo.. (Piccolo Giovanni) ..gli Angeli.. (Paolo) ..abbiamo le ali che ancora non ci consentono di volare! (Piccolo Giovanni) volate, volate! (Paolo) voliamo? eh questo è.. è bello! (Piccolo Giovanni) e mi vai a parlare delle galline? <si ride un po'> rimarrà anche questo nella storia! (Paolo) ed è bello, Giovanni .. ed è bello, se io potessi leggere di queste cose avvenute 2000 anni fa sarei contento, e il fatto è che non se ne leggono di queste cose! (Piccolo Giovanni) ma in quel piccolo libro non c'è scritto tutto quello che il Padre ha detto! (Paolo) eh, infatti! (Piccolo Giovanni) poteva parlare delle galline come poteva parlare dei pesci, come dire “ho fame, datemi qualcosa da mangiare: vedete non sono un fantasma” e ha mangiato del pesce arrostito! “Vedete bene che bevo e mangio” e.. sono un fantasma? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) ma le vostre ali crescono sempre di più quando amate, quando aprite i vostri cuori e quando fate la carità e la destra non sa quello che fa la sinistra e vi sentite leggeri, in quell'attimo volate! (Paolo) si! Si prova una grande gioia, si! (Piccolo Giovanni) quando si accarezza un figlio emarginato, un figlio drogato, un figlio carcerato, un figlio che non ha un pezzo di pane, le ali crescono e si vola perché si diventa leggeri! Quando si riceve Gesù nel cuore, li volate e le ali crescono sempre di più. Avete visto che avete le alette? (Paolo) si! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) le hai mai viste le tue alette? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) e cosa hai detto poco innanzi? “Che ti sentivi..” leggero nell'abbraccio! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) ehm!(*) (Telesfore) veramente non siamo noi che voliamo, ma è il Padre che ci fa volare e ci porta! (Piccolo Giovanni) potete far qualcosa se non si muove il dito di Dio? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) e lasciatevi trasportare nel fiume del suo amore, figli miei! Ora vi chiedo di preparare i vostri cuori perché il Banchetto è qui, è in mezzo a voi, è pronto per ognuno di voi e per l'umanità intera. Vi chiedo, per un solo istante distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio. Venite tutti a fare festa perché il Banchetto è pronto e lo Sposo è in mezzo a voi. Figli, chiedo solo di unire i vostri cuori al Cuore di Dio che è vivo, è reale, è in mezzo a voi e a sete e fame e vuole bere mangiare con ognuno di voi. Preparatevi!(*) Ecco lo Sposo che avanza!(*) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo: vieni Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore!........... Paolo! (.... e Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) Telesfore!(Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) eccomi! chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare? (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) avete trovato Gesù? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete donarlo al mondo? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ai vostri fratelli? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e portare sulle vostre spalle e il peso dell'umanità? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete fermare le guerre e i flagelli.. (Paolo, ..... Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e far scendere la pace? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete bere il mio Calice? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen! Amen! Amen! Berrete con me il mio Calice(*), ma abbraccerete la Croce perché il Padre vi ha scelti come Sacerdozi vivi ed eterni! Tutti berrete il mio Calice e tutti porterete la mia Croce, figli miei!(*) Giovanni.. (Giovanni 2) ..eccomi.. (Piccolo Giovanni) ..l'ha già bevuto e sta portando la Croce!(*) il peso è enorme e il Calice è amaro, ma la Corona è poggiata sul suo capo: non fermarti, Giovanni, vai avanti, <si riferisce al matrimonio di Giovanni 2 e Francesca che si sposeranno dopodomani nella chiesa di Maria Santissima di Costantinopoli a Rende (CS)> hai in mano la spada del Vangelo e sai dove poggiarla, figlio mio! Non solo ho benedetto gli anelli, ma ho messo il Sigillo: servite il Padre nell'amore e donate a Dio il frutto che farà nascere, figli miei! Un'altra goccia è scesa in mezzo a voi ed è grande! Ora siete pronti? (Paolo, ..... Telesfore) sì!(**) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <2º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) cosa vedete? (Paolo) io vedo una luce! ...........cosa vedete? (Telesfore) io vedo una luce che pulsa! ...........(<molti nella giornata dell'Assunzione di Maria di questo anno, hanno visto il sole ruotare su se stesso> (Piccolo Giovanni) come il Cuore di Dio! ...........(Telesfore) si è formato a Cuore! ..sembra un albero!(*) (Piccolo Giovanni) vedete il Cuore di Dio? .............volete bere.. (Paolo) ..io lo vedo adesso! Lo vedo.. (Piccolo Giovanni) ..il Cuore di Dio? (Paolo) è anche tridimensionale, alla sommità c'è la luce!(*) (Piccolo Giovanni) nel Calice chi può esserci? (Paolo) Dio! ...........((Piccolo Giovanni) hai bevuto? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) c'è ancora il Cuore di Dio? (Telesfore) si! ........... (Paolo) lì dentro, come hai detto tu, c'è sempre, anche se noi non  riusciamo magari a vederlo con gli occhi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? ...........(Paolo) io vedo le due falde del tetto della capanna(*), e c'è anche una stella! (Telesfore) io vedo una capanna a metà(*).. (Piccolo Giovanni) Io vedo Maria che dona il suo Figlio all'umanità intera!(*) quale pezzo volete?(**) cosa c'è rimasto? (Paolo) Maria che piange! ........... (Piccolo Giovanni) per l'umanità! Ma volete farla gioire? (Paolo, ..... Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) volete donarmi ai vostri figli e fratelli? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(*) Faccio un dono a Giovanni!(*) <gli consegna il piattino> donatemi col vostro fratello! Padre, Io busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore! Padre mio, ascolta ancora la mia preghiera!(***) Padre! Padre! Padre! Padre!  (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori. La mia Pasqua è piena ed è risorta, risorgete anche voi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figlioli del mio Cuore, Dio è vivo, Dio abita dentro di voi: non abortitelo! Quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati; non condannate il fratello ma amate, amate con l'amore che Dio ha messo nei vostri cuori venendo ad abitare in ognuno di voi, nei cuori dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera, nei cuori dei figli che mi avete portato nella Stanza dell'Amore, perché Dio si dona nella pienezza del suo Amore e non fa alcuna distinzione. Dio si dona in pienezza: donatevi anche voi per i fratelli amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Abbiamo fatto festa, abbiamo bevuto e mangiato il Cuore di Dio: siate coscienti, figliuoli, siate coscienti del mistero vivo e reale in mezzo a voi!(*) Avete abbracciato il peso della Croce: siete pronti a portarla.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nel mondo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per i tempi che scenderanno? (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per i tempi che scenderanno? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Dio è con voi!(*) Giovanni! (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) sei pronto? (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) il peso che verrà messo sulle tue spalle.. (Giovanni 2) ..è sopportabile.. (Piccolo Giovanni) ..sarà ancora più pesante, ma sai bene ciò che il Padre vuole dal tuo cuore: non fermarti, vai avanti! Dovrai gridare la voce di Dio e portare il Pane vivo nella mia Casa! (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e ognuno di voi dovrà farlo quando Dio busserà! Siate vigilanti, figliuoli del mio Cuore!(*) Il Dio Bambino è nato nei cuori di ognuno di voi: lo senti battere, Paolo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) lo sentite battere? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e ora vuole riposare, vuole ascoltare la Ninna Nanna: siete pronti? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. È bello avere la capanna dei vostri cuori dove poter riposare! È bello vivere nei cuori dei propri figli! Io ho trovato i miei figli e voi avete trovato il vostro Papà!(*) È dolce:Maria non trovava un posto dove farmi nascere, voi mi avete regalato la capanna dei vostri cuori. Non disperdetevi e non abortitemi quando uscite fuori; Io sono nato e ho abbracciato e abbraccio la Croce per ognuno di voi perché sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, il Gesù che muore per amore, il Gesù che nasce per amore attimo per attimo nei cuori di ognuno di voi, nei cuori dell'umanità intera; il Gesù che si lascia abbracciare dall'umanità intera; il Dio con voi, e questo Dio non è lontano: è vicino, e in questo giorno vi offro un'altra goccia chiamando qui all'altare Marì e Nicolè. Avvicinatevi!(*) Nell’amore del vostro Sacerdozio vivo ed eterno, perché ognuno di voi è Sacerdozio di Dio: uomo e donna, avvicinatevi!(*) Col matrimonio del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Io benedico ognuno di voi e l'umanità intera col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio e portatela al mondo intero, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! Figlioli del mio Cuore, ecco, Io vi ho uniti nell'Amore, nella Pace e nel Cuore del Padre, così, a due a due, andate per il mondo e portate la mia Parola senza avere alcun timore, figliuoli del mio Cuore! Non scandalizzatevi di ciò che avete vissuto: ognuno di voi è Sacerdozio di Dio! Giovanni, tu conferma la Parola: voglio un “”! (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire, Paolo? (Paolo) sono felice per tutte le gocce che ci hai donato questa sera! (Piccolo Giovanni) il Padre ve ne darà ancora: dovete solo raccoglierle e custodirle nei vostri cuori per donarle all'umanità intera! E con questa luce, col fervore del Cuore di Dio, Io faccio unire la Catena del Padre pregando con la preghiera che Dio ci ha donato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Figli miei, grazie per tutte le gioie che avete offerto al Cuore di Maria; grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure! Figli del mio Cuore, andate nella Pace di Dio: portatela al mondo intero e ai vostri fratelli, figli, Pargoli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figli benedetti: i vostri Nomi brillano nei Cieli, e in questo giorno avete salito un altro gradino! Rimanete nel Cuore del Padre, figliuoli!

 

 

         2. Mer. 31/12/2003 e mattina di Giov. 01/01/2004

appartamento di Giulia

 

Come ogni fine di anno, anche questa sera i fedeli si sono riuniti per attendere il nuovo anno in compagnia di Gesù e di tutta la Corte Celeste. Alle ore 20,15 circa, alla fine della preghiera della Via Crucis, con un breve discorso, Giulia ricorda ai presenti l'approssimarsi del 3° anniversario della salita al Padre di don Mario e dice:

 

(parla Giulia in lacrime) Don Mario diceva sempre che il numero “3” è il “Numero Perfetto”, e con l’aiuto di Dio siamo arrivati al 3° anno cercando di camminare sempre nel Solco che Lui ci ha lasciato, chiedendo, in modo particolare io, la forza di portare avanti quello che Lui ha lasciato e chiedendo perdono al Padre se lascio scendere le mie lacrime(*). Come sacerdote avrebbe detto figli miei, andiamo avanti perché il Padre ci aspetta: aspetta il nostro sì, aspetta i nostri cuori”(*). Giovanni, perdonami(*) e perdona chi trafigge il tuo Cuore(*). Nel giorno in cui tu sei salito al Padre donaci la forza di saper salire al Padre portando i Frutti che Lui vuole. Ora, nello spirito di preghiera scendiamo giù e ci mettiamo a disposizione di Dio nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Giulia) Vi ricordo che non è un capodanno ma un giorno di preghiera!

 

Ecco i messaggi: 

 

Messaggio di Gesù (ore 21. 57)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io, sono il vostro Gesù: sono venuto a portare “l'eccomi” del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, siamo venuti a bere e a mangiare con voi al Banchetto Nuziale, al Banchetto dell'Amore divino di Dio. Sapete bene, figliuoli, che il Banchetto è vivo, è reale, è in mezzo a voi, e in questo giorno il Padre vuole fare festa nel portare l'Amore, nel portare la Pace, nel portare la Quiete del Banchetto dell'Amore, perché siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo a fare festa con la Corte Celeste, a fare festa con i vostri cari lasciando il mondo fuori e unendovi al Cuore di Dio! Figliuoli miei, rimanete nella Quiete, rimanete a far festa indossando l'abito nuziale: l'abito della povertà, l'abito della carità, l'abito dell'amore, chiudendo la porta al mondo e aprendo i vostri cuori ai piccoli, ai poveri, agli emarginati; non lasciate nessuno fuori dalla santa preghiera! In questo giorno Io vengo a portare il mio “eccomi” chiedendo ai vostri cuori di rimanere uniti all'unica Verità, nell'unico Vangelo, e di tenerlo sempre alto. Figliuoli del mio Cuore, ora ho sete: offritemi da bere!(*) <gli viene offerto da bere del vino> (Rosetta) dobbiamo bere.. intero?(*) (Gesù) dividete tutti con Dio il Calice che Io alzo nel Solco del mio Cuore! E in questo giorno Io bevo con voi nel Solco: siate coscienti di ciò che sto dicendo! Figliuoli, scenderanno nuove gocce!(*) Ecco il Solco divino: il Solco del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! I tempi sono pieni, il Parto è vivo, è reale, è in mezzo a voi, figli miei, e Giovanni è con voi: il Dio con voi, il Dio che non vi ha mai abbandonati, che non vi ha lasciati mai. Ma vi ripeto ancora una volta: aspettatemi, Io verrò; siate vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma vi chiedo di pregare per lo Strumento. Pregate, figliuoli, pregate!(*) Figlia mia! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù! (Gesù) guarda!(*) guarda il tuo Cuore!(*) (Giulia) Gesù, cosa.. cosa esce fuori dal mio Cuore? (Gesù) guarda, figlia!(*) (Giulia) posso dire ciò che vedo? (Gesù) si, figlia! (Giulia) scorre nel Sangue, ma nel Sangue ci sono delle lettere che io non capisco! Ce ne sono tante, Gesù: che significato hanno queste lettere?(*) ..ma non so leggere, Gesù, e perché escono dal mio Cuore? ..ce l'hai tu!(*) (Gesù) vedi, figlia mia, il tuo cuore è nelle mie mani ma nel tuo petto c'è il mio Cuore, e ciò che esce dal mio esce dal tuo Cuore! (Giulia) ma non so leggere quelle parole! (Gesù) non temere, le scriverai! (Giulia) come faccio, Gesù? (Gesù) sei sempre più Cocciuta: scriverai ciò che stai vedendo! (Giulia) perdonami ancora: saprò leggerle! (Gesù) nulla è impossibile al Padre! (Giulia) perdonami ancora, Gesù: dove va tutto quel Sangue che vedo? (Gesù) va e si unisce al fiume di Dio dove ci sono le barche! (Giulia) Gesù, perdonami, ma metto nel tuo Cuore l'umanità intera, metto nel tuo Cuore tutti i figli che sono qui riuniti, i figli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel tuo Cuore tutti i sacerdoti che io amo col Cuore Immacolato di Maria: Gesù, fa che il nemico non ce li porta via! (Gesù) Io chiedo ad ognuno di voi di combattere il nemico amando: solo con l'amore potete allontanarlo e far festa al Banchetto Nuziale! Ora vi lascio nella Quiete e Io rimango a bere e a mangiare con ognuno di voi. Aspettatemi ancora: verrò, figli!

 

Messaggi di Gesù e del Santo Giovanni di oggi (ore 23.25)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figli del mio Cuore, sono ancora Io: il vostro Gesù, sono venuto ancora a portare il mio “eccomi”, sono venuto a portare lo Shalom, la Pace del Cuore del Padre e a gioire con ognuno di voi; a portare l'Amore del Cuore Immacolato di Maria, a portare ad ognuno di voi la Croce unendo il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. E in questo giorno, l'alba nuova che nasce, la Pianticella viva che è in ognuno di voi cresce nel santo Vangelo, nella Parola viva; e la Parola è amore, è pace, e unisce il fiume che porta al Cuore del Padre, quel fiume che scorre sempre, il Fiume Zampillante dell'Amore che solo Dio può donare l'umanità, ad ognuno di voi Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce. E in questo giorno il Padre ha aperto i Cieli per far scendere sull'umanità la Pioggia Divina, invitando ognuno di voi a pregare, a raccogliere le gocce del Divino Amore che il Padre lascia scendere. Vedete, figli miei, Io sono vivo e reale in mezzo a voi e nell'umanità intera; in questo giorno invito i vostri cuori a fermare i flagelli: così come Io ho alzato le mani, alzatele anche voi e fermateli perché siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e potete fermare i flagelli. Ma non conoscete l’alba e chino il capo! Figliuoli del mio Cuore, nel nuovo giorno che sorge vi invito a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti. Ma ora vi chiedo da bere col mio Calice!(*) siete tutti pronti a bere.. (Tutti) ..si.. (Gesù) ..il mio Calice? (Tutti) si!(*) (Gesù) figli, volete vivere la gioia di Giovanni? (Tutti) si!(*) (Gesù) lascio vivere nei vostri cuori la gioia di Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) in ubbidienza al Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) la Pace, l'Amore, la Quiete e l'Abbraccio del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Figli del mio Cuore, in questo giorno di luce sono ancora in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento. Vengo a portare la mia gioia, il mio sorriso, la luce che Dio mi ha donato per donarla ad ognuno di voi, al mondo intero. E quante volte ho portato la Luce di Dio come Sacerdozio vivo ed eterno! quante volte mi sono seduto a bere e a mangiare con voi! quante volte mi sono fermato a parlare con ognuno di voi, ad ascoltare i vostri affanni, ad ascoltare i vostri sogni, a prendere sulle mie spalle la vostra Croce; e quando accarezzavo le vostre spalle o stringevo al mio Cuore i vostri cuori trafitti, come pecorelle vi ho portato sulle mie spalle, vi ho accarezzati e ho curato le vostre ferite; i vostri occhi non mi hanno riconosciuto: ero con voi come lo sono adesso, nella gioia, nel dolore; quando i figli soffrono il Papà soffre, e quando i figli gioiscono il Papà gioisce, come adesso; quando le vostre lacrime scendono le mie scendono pure: Dio con voi, Dio nei vostri cuori, Dio in ognuno di voi. Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi. Mi avete visto, mi avete abbracciato, mi avete accarezzato, ma non mi avete riconosciuto; ma Io vi amo, vi ho amati e non vi ho mai lasciati e ora sono in mezzo a voi, nella stessa gioia, nello stesso amore, portando sempre l'unica Verità: il santo Vangelo, la Parola; e la Parola è viva, è una sola: Dio con voi, figli, ed ecco le gocce che il Padre in questo giorno, in quest'alba nuova che nasce in mezzo a voi nei vostri cuori (lascia scendere) abbracciando in un unico Cuore ognuno di voi! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, si è accesa l'alba nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete farla rimanere sempre accesa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) amate, amate, amate portando l'unico Albero: l'Albero che Io ho abbracciato per donarvi la vita eterna, l'Albero della Croce. E vedete, la gioia più grande per me è donarvi i Chiodi, donarvi la santa Sofferenza, la Via dritta che porta al Cuore di Dio, e dove c'è la sofferenza c'è il Vangelo, c'è la Parola viva, c'è la vita di Gesù, la Vita, l'Albero, i Dolori. Dio è sceso per amore, ma scendendo per amore ha abbracciato i dolori dell'umanità intera: di tutti i suoi figli, e Io vi porto l'Amore dello Spirito Santo: la Tosse <3 colpi di tosse con un'alitazione> non era bello.. (Simone 1) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che questa sera non vi dassi l'Alito dello Spirito Santo! E vedo i pensieri e i cuori di ognuno di voi, ma manca la figura di Giovanni, manca la figura di don Mario! Voi non mi vedete o fate finta di non vedermi? <si ride un po'> (Rosetta) ti vediamo, ti vediamo! (Giacomo 1) ti vediamo: tramite la Cocciuta ti vediamo.. gli occhi sono tuoi! (Piccolo Giovanni) un altro mistero, povera Cocciuta! Che diranno i Grandi della Casa del Padre? “Che storia è questa?”, “che mistero è questo?”, “Gesù è sceso, è venuto a nascere ma è salito al Cielo; ora non parla più: come può vivere nel cuore di una donna?”, “come può parlare attraverso il cuore della Cocciuta?” e “come può bere il Calice e spezzare il Pane? questo lo  può fare solo un consacrato, un ministro”. Gesù ha preso il Calice del vino, il Pane, e, seduto in mezzo ai 12 ha bevuto, ha mangiato e ha donato da mangiare: “ecco il mio Sangue”, “ecco la mia Carne”. Poveri figli, poveri discepoli: “quest'uomo è vivo: come può donarci il suo Sangue e la sua Carne?”; e il mistero diventa ancora più grande: “come può Dio far donare il Sangue e la Carne ad una creatura? ad una donna?”. Conoscete la natura di Dio? (Tutti) no!  (Piccolo Giovanni) nella storia è scritto.. (Tutti) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..se Dio è donna o è uomo? (Qualcuno) no! (Natanaele) non lo sappiamo! (Giacomo 1) è tutto Dio: è donna e uomo, è tutto! (Piccolo Giovanni) Dio si è servito di Maria: primo ed unico Tabernacolo, e dal primo Tabernacolo è nato il Figlio di Dio!(*) Qui vi voglio! Chi può arrivare a capire il mistero di Dio? (Giacomo 1, Rosetta e qualche altro) nessuno! (Piccolo Giovanni) Tommaso, vuoi mettere il dito? (Tommaso) no! (Piccolo Giovanni) sono capriccioso! (Tommaso) il mistero è troppo grande, anche se qualcuno si rifà sempre al Vangelo interpretato a modo suo dicendo che Gesù ha scelto come apostoli solo uomini! (Piccolo Giovanni) non è vero: quante donne andavano dietro a Gesù? (Natanaele) tante! (Rosetta) Marta, Maria.. (Piccolo Giovanni) ..non solo Marta e Maria! (Rosetta) Maria! (Natanaele) tantissime! (Piccolo Giovanni) erano dinanzi alla Croce, ma in quanti sono andati dietro ad ascoltare la voce dell'Amore.. (Rosetta) ..tutte le donne.. (Piccolo Giovanni) ..perché Gesù parlava con la voce dell'Amore del Padre, è sceso sulla terra a portare l'amore, ha abbracciato la Croce per amore, e porta l'alba nuova per amore! In questo tempo vi stanno spiegando che è l'anno dell'Eucaristia (Qualcuno) si! (Piccolo Giovanni) come la sta vivendo l'umanità? con Gesù?(*) mi fermo a guardare i volti di ognuno di voi ma non dimenticate che Io vedo i volti e i cuori dell'umanità intera! L'alba dell'Eucaristia: dov’è Gesù?(*) (Tommaso) secondo me a Gesù l'hanno dimenticato tutti: non credono più neanche all'Eucaristia! (Piccolo Giovanni) e questo Banchetto è fatto di Gesù! (Tommaso) noi lo stiamo facendo vivere Gesù! (Piccolo Giovanni) ed Io vi amo per questo, popolo mio! Famiglia di Dio, crescete ancora e camminate nel fiume, camminate nell'amore con l'alba nuova, l'alba non fatta di luce del mondo, l'alba fatta della Luce del Cuore di Dio! E in questa alba è acceso in ognuno di voi lo Shalom! Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Si è accesa l'alba? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e accendendo l'alba di Dio Io vi dico amatevi gli uni gli altri; prendendovi per mano camminate sempre nel fiume! Ma voglio bere con voi(*), bere il mio Sangue: è questa la festa! Bevete con me!(*) riempite ancora i vostri bicchieri e anche il mio!(*) Vuoi che vi faccio gli auguri? (Paolo) eh! (Giovanni) Pace a voi, figli! (Rosetta) pace a te, Gesù! (Paolo) pace a te, Giovanni, e a tutti noi! (Piccolo Giovanni) e con il.. (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) ..tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Dona la pace ai figli!(*) Attraverso Paolo passa la Pace del mio Cuore: sapete bene che abito nel Cuore della Cocciuta e sapete bene le gioie e i Dolori che abbiamo vissuto e viviamo assieme!(*) Il Padre mi ha mandato, il Padre ha lasciato scendere la goccia in mezzo voi e nell'umanità intera; per quanto tempo siamo stati uniti? (Telesfore) sempre siamo stati uniti! (Mosè) lo siamo ancora! (Piccolo Giovanni) e lo siamo ancora, ma in quel tempo che mi avete accarezzato, che vi ho stretti, avevate capito chi ero? (Telesfore e molti altri) no! (Paolo) ce lo dicevi sempre, Giovanni, però noi non abbiamo capito! Ricordo ancora quando Gesù diceva “prostratevi e i suoi piedi perché voi non sapete chi è!(Piccolo Giovanni) ed Io che dicevo alla Cocciuta “ma cosa dici?(Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni)non fate quello che dice la Cocciuta ”, ed era per farvi capire che Gesù quando parlava ai discepoli o operava miracoli diceva “andate e non dite nulla”. Ma dinanzi alla luce di Dio i cuori ardevano, non potevano fermarsi di gridare “ho incontrato il Messia”, “ho incontrato Gesù”! Ah, figli miei, quante persecuzioni, quanti dolori deve abbracciare ancora la Piccola Cocciuta a causa del mio Nome, ma il Padre l'ha mandata come Roccia solida e non si ferma dinanzi a niente e a nessuno, lascia scendere le sue lacrime nel nascondimento! E dinanzi a tutti, come ho sempre fatto anch'io, quando mi chiedeva “hai gli occhi bagnati”, “sono vecchierello: mi lacrimano gli occhi!”; “eh, si” - diceva - “la sai lunga: sai fingere bene, non ti è andato niente negli occhi, come fanno a lacrimarti? tu piangi per amore, piangi perché vedi che non siamo capaci di ascoltare e di fare la volontà del Padre”, e per farla ridere dicevo “siete tutti cioti..” <cioti = scemi in dialetto, e si ride un po'> (Qualcuno) ..cioti.. (Piccolo Giovanni)..non capite ciò che sto dicendo, non riuscite a vedere chi è dinanzi a voi”. Ma oggi il Padre ha aperto i Cieli, e questo è un altro mistero, è una goccia grande quanto il mare, e ancora dovete scoprire i petali del giglio, quel giglio che è in mezzo voi: parla nel silenzio, cammina nel fiume che il Padre ha consegnato ad ognuno di voi. Col bastone avete attraversato il fiume.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e anche lui lo ha attraversato nel mistero, nel silenzio. Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) a ciò che diranno i Figli Ministri quando leggeranno queste cose, sebbene loro conoscono.. (Piccolo Giovanni) ..conoscono bene la verità! (Paolo) si, perché.. (Piccolo Giovanni) ..ma la verità è stata sempre coperta da un velo bianco (Paolo) si (Piccolo Giovanni) ma l'ora è giunta, il velo bianco.. (Paolo) ..si deve togliere.. (Piccolo Giovanni) ..si deve togliere, ma nessuno di voi conosce né l'ora e neanche il giorno, dovete essere solo vigilanti, pronti con la lucerne accese e non temere niente e nessuno! (Paolo) loro aspettano che sanno che è già venuto, ma non vogliono ammetterlo per non rompere quegli equilibri terreni di potere che si sono costruiti nel tempo! (Piccolo Giovanni) ma Dio può rompere tutto! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché nulla è impossibile a Dio! Dalla Vergine è nato il Figlio di Dio(*), e come verrà Dio sulla terra? (Natanaele) sempre con la Mamma! (Piccolo Giovanni)aspettatemi, Io verrò”, ma non ha dato nessuna spiegazione. “I cieli si apriranno e Dio scenderà come Giudice a dividere i buoni dai cattivi”. Ci sono altre spiegazioni sul Vangelo? (Tommaso) il Vangelo.. (sul) il Vangelo c'è scritto tutto, però loro, nonostante sanno la verità, non vogliono ammetterlo e pensano a un Dio.. con la loro mente, non so.. grandioso, del mondo, non possono mai immaginare che Dio ritorna allo stesso modo che è venuto prima: cioè come un Bimbo, nella povertà, nella catapecchia, com'era questa, in un luogo sperduto e addirittura tra persone semplici e incapaci, forse.. (Piccolo Giovanni) ..se non ha scelto la prima volta un palazzo d'oro non lo sceglierà la seconda: ha scelto Maria, piccola creatura mandata dal Padre! (Tommaso) ma non vogliono neanche accettare questa Donna che fugge ancora nel deserto per preparare la via a questo Bimbo che ormai è nato, proprio perché si contraddirebbero, e allora parlano solo della fine del mondo, cioè un tempo lontano.. ché deve venire questo Gesù per la giustizia! (Piccolo Giovanni) può Dio distruggere il suo Paradiso? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) può distruggere la creatura che ha scelto? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) non sarebbe più Dio, non ci sarebbe più il Vangelo, non ci sarebbe nessuna verità! “Aspettatemi, Io verrò”. Non conoscete né l'ora e neanche il giorno e non conoscete ancora la Creatura, ma Io sono qui in mezzo a voi, il Parto è vivo ed è pieno: CHI VUOLE INTENDERE INTENDA: Io bevo e mangio con voi e l'alba nuova si è accesa. Che ore sono, Paolo? (Paolo) le 12,15! <= mezzanotte e un quarto del primo gennaio> (Piccolo Giovanni) si è accesa l'alba? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) sono scese le gocce? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) le avete raccolte.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nei vostri cuori? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) ma Io ho sete e fame, e voi? (Tutti) sì, anche noi! (Piccolo Giovanni) vogliamo bere e mangiare? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) ma il mio piatto è pieno! (Paolo) e adesso ci pensiamo a svuotarlo! <si ride un po'> (Giacomo 1) ti aiutiamo! (Piccolo Giovanni) vogliamo bere ancora.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..il mio Calice? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) nel giusto del Vangelo? (Tutti) si! (Giacomo 1) nel giusto del Vangelo! (Piccolo Giovanni) e tenerlo sempre alto? (Tutti) si! (Qualcuno) sempre alto! (Paolo) solo quello possiamo bere perché diversamente io non ce la faccio più (Piccolo Giovanni) e neanche la Cocciuta! <si ride un po'> ma vi chiedo di pregare per i rumori del mondo, per i figli che in questo attimo si stanno perdendo!(*) possono i rumori unirsi a Dio? (Tutti) no! (Tommaso) no, mai! (Piccolo Giovanni) tenetevi stretti alla Croce, portatela sempre sulle vostre spalle! Ora beviamo! Io vi lascio nella Quiete del Padre: aspettatemi verrò ancora!(*) Vi saluto nell'Amore del Padre e vi invito a pregare, ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, ma vi invito a combattere il nemico con l'amore: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Figliuoli miei, aspettatemi nella quiete, Io verrò ancora nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) ora per un solo istante la Piccola Cocciuta verrà con me! <Giulia per molti minuti rimane esanime appoggiata allo schienale della sedia>(***) (Giulia) Papà!(*) Papà!(*) Papà!(*) Papà!(*) Papà!(**) Papà!(*) (Piccolo Giovanni) eccomi, figlia!(*) torna in mezzo ai tuoi Discepoli, alle Colonne e alle Suorine a donare la mia Acqua!(*) (Giulia) è bello stare con te, è bello gioire nel tuo Cuore, Papà! (Piccolo Giovanni) figlia, devi tornare tra i tuoi e accendi la Luce dei miei occhi! (Giulia) sia fatta la tua non la mia volontà! Eccomi, Papà!

 

Estasi Vigile in cucina (ore 02.15)

È arrivato il momento di tagliare la torta di auguri ai novelli sposi: Giovanni 2 e Francesca, e Giulia entra in Estasi Vigile. Ecco il messaggio:

(Giulia in estasi) Penso che Giovanni, dinanzi a una torta matrimoniale si sarebbe commosso perché il matrimonio è un sacramento! Il matrimonio, giustamente, porta ad unire la capanna che Maria e Giuseppe con Gesù Bambino hanno costruito donandoci ad ognuno di noi l'esempio dell'amore, perché il matrimonio è basato sull'amore, è basato sulla capanna, è basato sulla sofferenza: “amore-sofferenza-croce”! Se guardiamo bene, il matrimonio è la Croce di Gesù: un uomo e una donna lasciano la capanna per unirsi alla capanna della Croce, e quale gioia più grande c'è in Cielo?: due creature che si uniscono nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Voi siete due creature.. e per me sono dei figli(*). I genitori li hanno concepiti, li hanno cresciuti; nel mio Cuore sono cresciuti spiritualmente: è la cosa più importante, perché essere mamma e papà è importante: è un compito grande, ma crescerli spiritualmente è ancora più importante! Nessuno si è fermato a pensare questo! Come ho cresciuto Francesca e Roberto<= Giovanni 2>, spiritualmente ho cresciuto ognuno di voi. Se Dio mi ha mandata come Strumento è per crescervi facendovi camminare nel Solco della Croce; e quando mi vedete tagliare col segno della Croce, avete capito il significato? non lo so: ma questa sera non ve lo svelo. Vi sembrerà un tagliare di torta con la Croce: non è quello il significato; potete pensare “è un benedire”: potrebbe essere anche questo: non lo è. Gli sposi hanno tagliato la loro torta, ma io, come vi ho detto, non mi sono fermata perché c'era la discoteca, e per me è bello questo gesto in povertà e in semplicità, ma nel sorgere dell'alba nuova, quest'alba che sta iniziando, è già iniziata.. io la voglio iniziare nel mettere ancora di più nel Cuore di Dio Francesca e Roberto, nel mettere nel Cuore di Dio me stessa, ognuno di voi, tutti quelli che si sono affidati e i figli che si sono uniti, e nel gesto di.. del bianco, del rosso, del verde e l'altro colore cioccolato, che ha un significato anche quello.. il bianco: è purezza, il rosso: martirio e amore, martirio significa amore, il verde: piano verde di Dio.. e siamo sempre ai colori della Croce della Stanza! Io auguro agli sposi.. per i genitori sembrerà brutto.. auguro agli sposi che Gesù li carichi sempre di più di Croce e di sofferenza, perché camminando con la Croce e con la sofferenza sono sicura di non perderli ma vi tenerli nel Solco, e Dio non vuole perdere nessuno di noi! Se non c'è quella non c'è nemmeno Gesù, non c'è neanche Dio, ed i miei Pargoli io non li voglio perdere e li benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Giulia) tanti auguri agli sposi e figli maschi e femmine! <Applauso per gli sposi>

 

Messaggio di Gesù (ore 02.59)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figli del mio Cuore, eccomi, sono Io: il vostro Gesù! Vengo ancora una volta nella Quiete, nella Pace e nell'Amore a portare lo Shalom del mio Cuore invitandovi a vivere l'alba nuova. Figli miei, in questo giorno il Padre benedice i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera! Come Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce vi invito ad unire la Catena santa(*), e in quest'alba nuova, nell'alba del Cuore del Padre, vi invito a pregare con la preghiera del Padre: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Gesù con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Grazie, figliuoli del mio Cuore, abbiamo unito la Catena col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: nell'alba nuova che si è accesa, portatela all'umanità! Come Figli, come Discepoli, come Colonne, come Suorine del Cuore della Croce, siate Croce nel mondo e brillate, perché siete le stelle accese intorno al Cuore di Maria, e splendente ad una ad una perché Maria, come Mamma, vi ha abbracciati ai piedi della Croce, così anche voi abbracciate i vostri nemici! Coronate ancora il Cuore di Maria di rose lasciando scendere i petali dell'Amore ovunque andate, perché siete nati come figli dell'Amore e della Pace; il Padre vi ha scelti uno ad uno, e in questo primo giorno di luce che Dio lascia scendere sull'umanità gridate la Verità del Vangelo, vivete nell'amore del Vangelo, fate nascere i frutti del Vangelo tenendolo alto e vivendolo nei vostri cuori! Figliuoli miei, Io ora vi saluto con l'Amore lasciandovi crescere nella santa Sofferenza baciando i vostri cuori, lasciando scendere il mio Sangue su di ognuno di voi e sull'umanità intera! Vi sigillo lasciando scendere su di voi l'Amore dello Spirito Santo, benedicendo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate nella Pace di Dio; non abortitemi quando uscite fuori dalla Dimora santa del Padre! Figliuoli del mio Cuore, il Progetto di Dio si è adempiuto: andate avanti, oggi la stella di Maria brilla nel mondo intero e nei cuori di ognuno di voi! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci ancora nel portare i tuoi figli sulle tue spalle e nel vedere la Spina Preferita che fa a gioire il tuo Cuore, e insieme cantiamo le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! (Tutti insieme a Gesù) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Gesù) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figli del mio Cuore, Giovanni bacia ognuno di voi e l'umanità intera e vi invito a prendere parte alla gioia della nascita nel Cuore del Padre, aspettando ognuno di voi per fare festa. Andate nella Pace di Dio! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora nel camminare nel Solco del Padre, figliuoli del mio Cuore! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!

 

 

         3. Giov 01/01/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nel silenzio e nello stare curva dinanzi alla Croce, figlia del mio Cuore! Invito ognuno di voi e l'umanità intera ad accogliere il Sole di Fatima che in questo tempo aprirà gli occhi di ognuno di voi e dell'umanità intera, ma vi chiedo sempre di essere pronti e preparati, di essere vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma il Parto è vivo, è in mezzo a voi ed è reale, e i tempi del mio Amore sono pieni e li lascio scendere a larghe misure. Vi invito, figli, a pregare, a non lasciare nessuno fuori della santa preghiera, a combattere con la spada del santo Vangelo l'ultima battaglia col Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: addolorato per i figli della perdizione, ma allargo le braccia aspettando ognuno di voi e l'umanità intera per fare festa. Venite tutti, figli miei, a vivere nel mio Cuore e non affannatevi per le cose del mondo! Ecco, la mia Croce è il dono che Io faccio ad ognuno di voi invitandovi a portarla, invitandovi a tenerla stretta: è l'unica via, e l'unica salvezza per l'umanità intera e per ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, e così iniziate il nuovo cammino dell'alba portando la Croce! Cocciuta del mio Cuore, vuoi ancora unire le tue mani alle mie mani in quest'alba nuova? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Voi pregate per l'Uomo vestito di bianco e per tutti i miei Figli Ministri? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni: unisci le tue mani alle mie mani! <1º grido>(*) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù, perché non c'è Sangue sulle mie mani e sui miei piedi e neanche sulle tue mani? (Gesù) guarda, figlia!(*) ora lo vedi? (Giulia) sì, Gesù!(*) ..scorre al fiume!(*) Gesù.. (Gesù) ..si, figlia mia! (Giulia) ma il Sangue sta cadendo a terra! (Gesù) vedi, figlia, è il tempo che l'umanità viene bagnata dal mio Sangue: è il tempo del Sole di Fatima! (Giulia) Gesù, non riesco a comprendere! (Gesù) guarda, figlia mia!(*) (Giulia) posso dire ciò che vedo, Gesù? (Gesù) si! (Giulia) vedo una sposa che scende dal Cielo: le sue vesti sono più candide della luna e vedo i cuori dell'umanità adornati di una luce mai vista sulla terra!(*) e vedo un giovane con la spada in mano, fatta di fuoco! (Gesù) ora fermati, figlia! (Giulia) Gesù! (Gesù) eccomi, figlia, vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie mani? abbracciare i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! <2º grido>(*) sollevati, Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) Gesù!  (Gesù) ora il Sangue scende e i Chiodi sono sempre più lunghi da abbracciare l'umanità, figlia, perché Io vengo ad accarezzare l'umanità portando la santa sofferenza, ma portando il mio Amore e il Cuore del Padre! Bevi ancora del Sangue!(*) Vedi quanto Dio ama il suo popolo? quando Dio ama ognuno di voi? Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! E vivere il Vangelo è andare alla scuola di Maria, la Mamma dell'Amore, la Mamma che ha donato ad ognuno di voi e al mondo intero e dona il proprio Figliuolo per portare la pace; e ognuno di voi può donare la pace al fratello nella quiete, nell'amore, nell'unica Verità del santo Vangelo amandovi gli uni gli altri, allontanando il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti; al primo posto dinanzi all'altare portate i figli che trafiggono i vostri cuori abbracciandoli come il Padre abbraccia ognuno di voi. Dio vede e sente ogni cosa, nulla è nascosto e non c'è luogo dove potete nascondervi! Vivete sempre nella Luce e non siano turbati i vostri cuori per le piccole croci da portare sulle vostre spalle; nel libro di Dio c'è il vostro camminare nel Solco, e camminando nel Solco si porta la Croce e si abbraccia la santa sofferenza perché non si può arrivare a gioire nel Cuore di Dio senza il bagaglio della sofferenza. L'umanità si affanna a preparare i bagagli: non li porterete con voi, il vostro bagaglio è il vostro cuore, la vostra preghiera, il vostro amare, le opere donate ai vostri fratelli: ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai miei vecchietti; non lasciate nessuno, abbracciate tutti i figli che incontrate sul vostro cammino, e così abbracciate il Bimbo che Maria vi ha donato e lo fate crescere nei vostri cuori donandolo all'umanità intera. E così il Sole di Fatima si accenderà, ma pregate ancora, fermate i flagelli avendo fede e rimanendo saldi nell'unica Verità del santo Vangelo: la Roccia di Dio. Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, il nuovo cammino è iniziato nel fiume che Dio vi ha donato nella giornata che avete passato alla mensa, e il peso sulle vostre spalle è diventato più grande, ma l'amore cresce perché Dio vi fa crescere e salire i gradini, vi fa lavorare nella vigna per raccogliere le anime che sono nel buio. Il Padre vi sta donando le gocce ma sta unendo i cuori di ognuno di voi nell'unico Solco. Non permettete al nemico di confondervi: siate vigilanti, è astuto e usa ogni mezzo per farvi distaccare dal Cuore della Croce, figli miei. Ora invito ancora una volta te, Piccola Cocciuta: vuoi andare avanti nel nuovo tempo o vuoi fermarti? (Giulia) da chi andrei, Gesù? tu sei il mio tutto! Eccomi, fa di me quello che hai scritto nel libro! (Gesù) ti amo, figlia, e mi poggio ancora sul tuo Cuore! (Giulia) Gesù, ci sono le spade: non ti fai male? (Gesù) non temere, figlia del mio Cuore, nell'abbraccio(*).. (Giulia) ..Gesù! Gesù!(*).. (Gesù) ..ti offro l'umanità!(*) hai accolto il mio abbraccio tenendo stretti i Dolori! (Giulia) Gesù, grazie!(*) (Gesù) mi poggio su di ognuno di voi, figli miei, accogliete con amore ciò che il Padre vi dona, ma vi chiedo di pregare: pregate per la pace, pregate per la pace, pregate per la pace! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po’? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo voi a gioire nei cuori di ognuno di voi, a gioire nel Cuore del Padre, distaccandomi dalle cose del mondo, tornando a casa e nel trovare l'Amore Divino del Padre e bere nel Calice del suo Amore infinito. Gli Angeli cantano le Lodi: è festa nei Cieli, è festa nei cuori dei figli che vivono nell'unica Verità, la verità del Vangelo, la verità della resurrezione, la verità della vita eterna! Oggi un Figlio vi è stato donato, oggi un Figlio è nato nei Cieli nel Cuore del Padre e nei cuori di ognuno di voi. La mia salita al Cielo ha acceso i cuori del mio popolo, della mia famiglia, come ha acceso il Cuore di Maria nel donare all'umanità il proprio Figliuolo! E la storia si ripete nell'amore e nella pienezza di Dio, nell'amore e nella pienezza del santo Vangelo! Dio viene a portare il suo Grido di Giubilo, Dio viene a portare la pace agli uomini che Egli ama chiedendo ad ognuno di voi “amate come Io amo”, e come Sacerdozio vivo ed eterno porto l’Amore, porto il sorriso di Dio vivo e reale in mezzo a voi e nel mondo intero! Ma cari figliuoli miei, vi invito sempre a stare attenti al nemico, vi invito sempre a guardare quella figura del Crocifisso che ci dona la vita! Dio ha mandato il suo Figliuolo a donare la sua vita, ma gli uomini hanno rinnegato di vivere nell'amore dell'unico Vangelo! L'umanità si è dispersa nel deserto non camminando nel deserto di Dio che porta al fiume! Quante gocce, quante grazie il Padre lascia scendere nella sua famiglia, in mezzo al suo popolo! E oggi è vivo il Vangelo in mezzo a voi, come Io sono vivo nel venire a portare l’amore, nel venire a portare l'unica Verità: il santo Vangelo! Oggi un Figlio vi è stato donato perché Io sono nato nel Cuore del Padre! E dove ho portato i miei figli? vi ho lasciati orfani? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) l'Amore di Dio arde nei Cuore di ognuno di voi: “non forse ardevano i vostri cuori mentre conversavo lungo la strada con voi”? E la strada era il camminare nella Stanza dell'Amore e nel parlare dell'unica Verità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Come brillano i tuoi occhi, Paolo, come arde il tuo cuore mentre gronda Sangue, quel Sangue che solo il Padre può far scendere attraverso i Dolori, attraverso la sofferenza; ma è bello il Vangelo di questo giorno? <Maria Santissima Madre di Dio/C Lc. 2,16-21> (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Eccomi, nella gioia e nella Verità del Padre! Cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) la semplicità dei pastori che si recano alla capanna di Betlemme.. (Piccolo Giovanni) ..un Figlio vi è stato donato.. (Paolo) ..e il loro stupore nel sentire parlare di questo Bambino in un modo diverso di come si parla degli altri bambini e mi sono immedesimato, Giovanni! (Piccolo Giovanni) in quel piccolo Bambino? (Paolo) non solo, mi sono immedesimato, in quei tempi, in quelle persone che vanno a trovare questo Bambino e non sanno cosa.. (Piccolo Giovanni) ..e voi non venite a trovare il Bambino.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..venendo nella Dimora del Padre? (Tutti) sì! (Paolo) e noi abbiamo alle spalle.. e lo viviamo giorno per giorno il Vangelo (Piccolo Giovanni) l'unica Fonte! (Paolo) a quei tempi non avevano tutti i riferimenti che abbiamo noi oggi, le conoscenze che abbiamo noi oggi, quindi quella gente, con semplicità.. (Piccolo Giovanni) ..con la fede viva.. (Paolo) ..si.. andava a vedere questo Bambino.. si diceva loro il nome “Gesù”, “un Bambino prodigio”, “un Bambino diverso dagli altri bambini”, e non sapevano cosa pensare. E i Grandi.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi agli occhi di Dio si deve solo inchinare e lodare! (Paolo) però erano solo loro che lo hanno riconosciuto nel loro semplicità: i Grandi, come oggi, lo ignoravano!(*) (Piccolo Giovanni) alziamo le mani tutti e due.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..lasciando al Padre.. (Paolo) ..il giudizio.. (Piccolo Giovanni) ..il giudizio: solo Lui può donarlo ad ognuno di noi, al mondo intero! (Paolo) ehm.. Giovanni, il nuovo anno, questi tempi nuovi.. (Piccolo Giovanni) ..il Sole di Fatima.. (Paolo) ..il Sole di Fatima, perché non ce ne parli un po' in modo più approfondito? (Piccolo Giovanni) è il Padre: Io sono sempre all'ubbidienza di Dio! Vedete, dinanzi a Dio c'è un televisore dove Io posso dire quello che vedo, ma il dito del Padre mi ferma come ferma la Piccola Cocciuta “questo pezzo lo puoi leggere, l'altro no(Paolo) sceglie Lui i programmi? (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Paolo) si, è chiaro! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) dovete aspettare i tempi di Dio: il nemico è sempre.. (Paolo) ..in agguato.. (Piccolo Giovanni) ..dietro l'angolo ad aspettare per farvi cadere nella sua falsa luce, per far cadere lo Strumento del dire una sola parola! Ma il Padre l'ha scelta un po' Cocciuta e nello stare all'ubbidienza! “Non temere, non temete, tutti vedrete il Sole di Fatima”! Come tutti vedete gli sposi novelli, la capanna che Dio ha preparato nel Solco della sofferenza, ma da quel Solco della sofferenza nascerà un amore grande! Giovanni, Giovanni! (Giovanni 2) eccomi, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) ho abbracciato la nuova capanna.. (Giovanni 2) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..che da tempo bussavo affinché la porta si aprisse, e ora la porta è aperta e Dio lascia scendere i frutti del suo Amore! Vivete nella quiete, nella gioia e nel tenere sempre alta la spada del santo Vangelo. Siete un'unica carne: donate al Padre l'amore che vi chiede, figli! <3 colpi di tosse con un'alitazione> fiorellino del mio Cuore: Francesca, mi ami ancora? (Francesca) sì! (Piccolo Giovanni) come sempre? mi stringi come lo facevi quando mi incontravi? (Francesca) sì! (Piccolo Giovanni) rimani sempre il mio piccolo fiorellino facendo crescere i petali dell'Amore del Padre. Non siate gelosi: ho costruito la capanna e ora aspetto, ma aspetto le capanne di ognuno di voi e del mondo intero, figli miei! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> Paolo!(*) non mi racconti nulla che ha combinato la Cocciuta nella giornata che avete trascorso? (Paolo) ha fatto dei bei discorsi! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta? (Paolo) eh, apparentemente: chi guardava vedeva la Cocciuta, però non era farina del suo sacco! (Piccolo Giovanni) usavo sempre questa parola quando mi fermavo a parlare con i confratelli: “ciò che esce da quella creatura non è farina del suo sacco!(Paolo) si! Quando penso a questo, Giovanni, non capisco quei fratelli che, conoscendo la Cocciuta, e leggendo i messaggi, non credono alla veridicità di quei messaggi! Questo, veramente non lo capisco! (Piccolo Giovanni) si crede in pienezza al Vangelo? (Anna) si! (Piccolo Giovanni) chi lo ascolta il Vangelo? rispondete un po' presto nel dire sì! Chi accoglie Gesù? (Telesfore) pochi! (Piccolo Giovanni) chi accoglie il Vangelo? (Elia) pochi! (Mosè) in pienezza: nessuno! (Piccolo Giovanni) in pienezza: nessuno, o se si accoglie: per i propri comodi! È vero, Giovanni? <Giovanni annuisce> (Paolo) però, Giovanni, vedi.. (Piccolo Giovanni) ..vedi, Paolo! <si ride un po'> (Paolo) è bello, eh? (Piccolo Giovanni) rispondere come parli tu! La storia si deve ripetere: quel Bimbo appena nato volevano ucciderlo! Cosa poteva fare dinanzi a un re un Bimbo? (Paolo) e anche.. (Piccolo Giovanni) ..rubare i tesori? prendere i loro palazzi?(*) quel Bimbo è venuto a portare l'Amore, quell'Amore che ancora non viene né capito e né accolto nei propri cuori: lo Shalom che l'umanità non vuole accogliere! (Paolo) è strano però, Giovanni, perché, vedi, l'uomo si reputa intelligente, ha un senso logico, la ragione che usa in tanti settori.. (Piccolo Giovanni) ..ma non si arriva mai a capire ciò che il Padre chiede! Dio chiede amore!Amore” non con la lettera piccola, con quella grande! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Paolo) mi riferisco a come.. (Piccolo Giovanni) ..e amore” significa una prima parte della tosse! In questo primo giorno vi do una piccola goccia della tosse! (Paolo)amore significa una prima parte della tosse”! (Piccolo Giovanni) una prima parola! (Paolo) eh, è troppo poco ancora! <cioè è poco per capire> (Piccolo Giovanni) è tutto! (Paolo) no, per noi è ancora.. per poter capire! (Piccolo Giovanni) perché corri troppo! (Paolo) eh! ..e tu non sei frettoloso? e quindi anche noi lo siamo! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) lo sono, ma dinanzi al Padre.. (Paolo) ..bisogna.. (Piccolo Giovanni) ..mi devo fermare anch'Io! (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) perché il Padre è il giudice, il Padre conosce l'ora e il giorno! Le gocce vi vengono donate: sta a voi raccoglierle. Quanto tempo c'hai messo a fare il quadro? (Paolo) eh, il quadro: non ho mangiato a mezzogiorno! (Piccolo Giovanni) eh, non hai mangiato a mezzogiorno! (Paolo) e questo è vero: realmente non ho mangiato.. (Piccolo Giovanni) ..e se fai il conto(*) (Paolo) ma questa mattina.. cioè ieri pensavo di averlo terminato <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> questa mattina.. (Piccolo Giovanni) ..ma che dici? (Paolo) questa mattina mi metto a fare i ritocchi e lo trasformo nuovamente nel colore tutto quanto. Nel frattempo si sono bruciate le zucchine e il pesce! (Piccolo Giovanni) anche ieri ha detto alla Cocciuta “ ho terminato il quadro..(Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni)..ora ci vuole un po' di tempo per asciugarsi(Paolo) e stamattina.. (Piccolo Giovanni) ..cosa ti ha risposto la Cocciuta? (Paolo) la Cocciuta non.. non era preoccupata del tempo necessario affinché asciugasse bene: non l'ho vista frettolosa (Piccolo Giovanni) perché dovevi ancora.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..continuare! (Paolo) ma poi sono rimasto un po' perplesso.. (Piccolo Giovanni) ..e ora ti sei fermato al pesce bruciato! (Paolo) e l’ho dovuto ricucinare, altro che storie! (Piccolo Giovanni) e così ti impari! (Paolo) eh, e poi ho mangiato alle cinque per mezzogiorno e sera! (Piccolo Giovanni) chiedi a Telesfore a che ora hanno mangiato? (Paolo) a che ora avete mangiato? (Telesfore) alle cinque! (Paolo) ohè? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni)ohè”! ohè? (Paolo) ma è una coincidenza oppure(*).. (Piccolo Giovanni) alzo le mani dinanzi a Dio! (Paolo) ma adesso levami una curiosità.. (Piccolo Giovanni) ..posso levare le curiosità? (Paolo) eh, se puoi.. ma questa me la puoi levare, penso io, poi se non puoi alzo le mani io! Com'era il quadro ieri, non andava bene? va bene quello di oggi? (Piccolo Giovanni) tu che dici? (Paolo) ha cambiato aspetto! (Piccolo Giovanni) se il Padre prende il pennello di nuovo.. (Paolo) ..vuol dire che ci deve.. (Piccolo Giovanni) ..cosa vuol dire? (Paolo) che deve modificare qualcosa! (Piccolo Giovanni) penso che la curiosità questa volta gliel’ho tolta! (Paolo) mi hai tranquillizzato! Adesso non lo toccò più? (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi fare ancora? (Paolo) eh, non lo so. Io.. (Piccolo Giovanni) ..se il Padre prende il pennello.. (Paolo) ..oggi, due o tre volte ho lavato i pennelli pensando di avere finito, poi ritorno davanti al quadro e risporco nuovamente i pennelli; li vado a ripulire pensando di avere finito, vado davanti al quadro e risporco nuovamente i pennelli e lavoro ancora, e questo è durato dalle 11 alle 5 del pomeriggio! (Piccolo Giovanni) avete visto come sono capriccioso? (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) e quante volte chiamavo la Piccola Cocciuta “mi devi fare questo foglio così come Io ti dico”; la poverina, con santa pazienza, lasciava il tutto da fare; la richiamavo di nuovo “lo voglio in un altro modo. Dopo aver finito me lo devi fare in quest'altro modo”! Ho detto tutto! Il Padre vi usa come vuole Lui, sempre nell'amore e nella verità dell'unico Vangelo. Chiaro? (Paolo) si! Ma quei due soli.. uno scuro e uno chiaro, che cosa.. io ho pensato una cosa, ma, il significato che gli hai dato tu qual'è? (Piccolo Giovanni) lasciamolo venire qua!(*) (Paolo) fallo asciugare subito! <si ride un po' perché Giovanni soffia come per asciugare il quadro> (Piccolo Giovanni) gli mando l'Alito: e se poi lo trovi asciugato che fai? (Paolo) eh, se lo trovo asciugato sei stato tu a farlo! (Piccolo Giovanni) l'ha detto lui! (Paolo) eh, perché quel colore.. <2 colpi di tosse con un'alitazione> impiega settimane ad asciugare quel colore! Se lo trovo asciutto vuol dire che sei stato tu! (Piccolo Giovanni) dinanzi a Dio nulla è impossibile! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma stai dormendo? (Telesfore) si! <si ride un po'>........... (Piccolo Giovanni) non riuscite a comprendere chi è questa Cocciuta! ........... povero computer!.............mi chiedeva sempre “quando vengo a casa tua mi fai scrivere ‘Giulia’ con le mie mani sul tuo computer?” ...........gli dicevo sempre di si ma quando arrivava non c'era mai il tempo di farglielo scrivere! ..... Padre Pio quando non voleva essere fotografato, non veniva la foto! E ho detto tutto!(*) <si ride un po'>  ridete? (Paolo) la foto la faceva scattare! (Piccolo Giovanni) ma non c'era dentro!(*) <cioè anche se la macchina scattava la foto, l’immagine non veniva impressa nella pellicola> ......................................... “ok”, lo dicevamo sempre con Peter “ok”! <Peter = Eliseo> ........... lo abbracciate.. ..da parte del suo caro “don Marìo<si ride un po' perché ha imitato la pronuncia irlandese di Eliseo> così mi chiamava e mi chiama ancora il mio piccolo bambino col cuore tenero e pieno d'amore per Dio come lo siete tutti voi, figliuoli miei! <un colpo di tosse forte e 10 colpi più deboli e rapidi> è il Bimbo che c'ha la tosse! ........... <un'alitazione> ........... (ora si parla dei pastori ) ..... ma questo avviso che hanno avuto è stato un sogno, tipo come quello di Giuseppe, oppure un'apparizione come quella di Maria? <Giovanni fa cenno che è stata un'apparizione> un'apparizione? (Piccolo Giovanni) si! .......... l'Angelo che si presenta! .......... Tommaso? (Tommaso) è meraviglioso sapere questo! (Piccolo Giovanni) è meraviglioso, un Angelo che appare dinanzi ai vostri occhi “Dio che viene in mezzo voi”! Non è meraviglioso? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) Dio che parla, Dio che porta gli Angeli e i Santi, la Corte Celeste, il Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo voi! Riuscite a immaginare la grandezza? l'Amore di Dio in mezzo voi? È TROPPO GRANDE IL MISTERO: IN QUESTA PICCOLA STANZA IL CIELO INTERO! Come poteva stare Dio Bambino in una mangiatoia?(*) un'altra goccia!(*) potete arrivare con la mente a comprendere tutto questo? .......... col cuore, si, perché arde, e quando arde si comprende! È chiaro, Tommaso? (Tommaso) si, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma sei sveglio? (Tommaso) sono ancora sveglio, si: è stata un'alba bellissima, piena di quiete.. <si riferisce al fatto che l'ultima apparizione di stamattina risale alle 3,00 e molti dei presenti questa notte hanno dormito poco> (Piccolo Giovanni) ..un'alba.. (Tommaso) ..e di gocce.. (Piccolo Giovanni) ..piena di Dio: vero? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) e rimanete sempre nell'alba che Dio vi dona attimo per attimo perché la Luce del Padre non si spegne per chi apre i cuori! (Tommaso) e noi la aspettiamo sempre questa guida del Bimbo che ormai è nato e vive in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) siate sempre con la porta aperta nel far entrare il Dio Bambino che viene a bussare ai cuori di ognuno di voi, ai cuori dell'umanità intera. Chiaro? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) bene! <2 colpi di tosse con un'alitazione> dove sei, Telesfore?(*) dove sei, Telesfore? (Telesfore) eh, quando io dormo non so! (Piccolo Giovanni) eccomi! (Telesfore) eccomi, Bimbo!(*)  (Piccolo Giovanni)eccomi, Bimbo”! Mi stavo preparando a nascere: “eccomi, Bimbo”!  (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) zitto zitto.. “sto dormendo”.. (Paolo) è tagliente alcune volte! (Piccolo Giovanni) è tagliente!(*) com'era il Cuore della Cocciuta e com'era il tuo in questo.. (Telesfore) ..la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..aspettare del nascere? (Telesfore) il Cuore della Cocciuta era come il tuo, perché sapeva che era giunta l'ora che dovevi nascere. Io.. (Piccolo Giovanni) ..e i Dolori del Parto erano pesanti! (Telesfore) io ero triste, però ancora non conoscevo la data della tua nascita!(*) (Piccolo Giovanni) ma la Cocciuta ripeteva sempre.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..“partirà in cielo!(Telesfore) ma.. io quando mi sono reso conto che partivi mi sono detto “se Giovanni parte, non parte ma rimane!(Piccolo Giovanni) perché tu mi hai visto Bambino? (Telesfore) eh!(*) (Piccolo Giovanni) parla! (Telesfore) ieri quando eravamo alla Mensa mi ricordavo di quando.. l'ultima volta che sei stato in mezzo a noi fisicamente. E pensavo dentro di me “il Pastore è andato via, è salito..(Piccolo Giovanni)..le pecore..(Telesfore) ..“e noi, le pecore, siamo rimasti qui senza Pastore”, però apparentemente, fisicamente, da terreni sembra che il Pastore non c'è, però ci guida, ci parla! (Piccolo Giovanni) non c'è il Pastore in mezzo voi? Dio vi ha abbandonati? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) e allora, c'è.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..il Pastore, sono i vostri occhi che non vedono il Pastore! (Telesfore) eh, non vediamo perché ancora siamo ciechi! Sono chiusi.. meglio dire “sono chiusi i nostri occhi”! Ma noi aspettiamo il tempo che si apriranno! (Piccolo Giovanni) nella fede, nell'amore e nel camminare nel Solco tenendo alto il santo Vangelo! Ma ditemi un po': volete fare di nuovo l'alba? (Qualcuno) sì!(*) (Mosè) il sì è stato un po' fiacco! (Piccolo Giovanni) sì e no, più no che si! (Paolo) e i cuori che dicono? (Telesfore) eh! (Mosè) in verità siamo un pochettino tutti addormentati, Giovanni! (Piccolo Giovanni) non “addormentati”, state dormendo! (Paolo) il fatto sta che, si, siamo un po' stanchi ma non stiamo dormendo! (Piccolo Giovanni) con chi parli? (Paolo) io parlo per me, almeno! .. penso.. (Piccolo Giovanni) ..e sei sicuro che sei sveglio, tu? (Paolo) io? io sono stanco, stanchissimo! (Piccolo Giovanni) sei sicuro che sei sveglio.. (Paolo) ..penso di si.. (Piccolo Giovanni) ..seduto lì? <si ride un po'> (Paolo) io mi vedo seduto, poi.. <sospiro profondo di Giovanni> (Piccolo Giovanni) sei seduto? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma cosa vedi? (Paolo) ma dove mi hai portato? (Piccolo Giovanni) Ora ha capito! <si ride un po'> il Padre vi fa lavorare nella vigna!(*) (Paolo) eh, si, è proprio così! (Piccolo Giovanni) eh, si, è proprio così, Dio vi usa come Lui vuole! (Paolo) alcune volte, Giovanni, percepisco in modo abbastanza chiaro, di comportarmi in un modo che forse non è consono alle mie reali abitudini; è come una forza esterna che m'induce ad assumere un certo comportamento che, sicuramente in altre circostanze non assumerei! (Piccolo Giovanni) cosa hai fatto? (Paolo) no, l'ho capito a posteriori questa sera che, oggi pomeriggio mentre dipingevo quel quadro ero diventato come un automa, come un robot, cioè quasi non.. come se.. andavo avanti dipingendo senza rendermi conto di quello che stavo.. che stavo facendo.. tra la stanchezza, la fame, andavo avanti senza.. (Piccolo Giovanni) il Padre lascia i figli senza donare il Pane? (Paolo) ma il Padre in quel momento mi ha dato più che il Pane! (Piccolo Giovanni) anche il Vino.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per lavorare nella vigna! Lasciatevi rubare da Dio: lasciate rubare i vostri cuori per donarli all'umanità! Quel Bimbo si è lasciato rubare per abbracciare la Croce per amore, così anche voi liberate i vostri cuori dalla gabbia del mondo e donateli: chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bene! <3 colpi di tosse con un'alitazione> cosa mi racconti? (Telesfore) Stavo, appunto, riflettendo su quello che hai detto a Paolo. Noi siamo servi.. (Piccolo Giovanni) ..inutili dinanzi alla Croce: “Padre, fa di me quello che vuoi”! (Telesfore) lavoriamo.. anche per lo meno.. nel poco, nella vigna del Padre e siamo sempre a sua disposizione!  (Piccolo Giovanni) come servi inutili:.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..“eccomi(Telesfore) e qualsiasi cosa noi facciamo, anche se dormiamo, lavoriamo ugualmente! (Piccolo Giovanni) basta consegnare i vostri cuori al Padre! (Telesfore) se mangiamo alla Mensa, anche quello.. (Piccolo Giovanni) ..è volontà del Padre: non è la Cocciuta ma Dio a donarvi il suo Sangue e la sua Carne. Chiaro? E dimmi qualcos'altro!(*) (Telesfore) quando Gesù ha mangiato l'ultima volta con gli apostoli(*) (Piccolo Giovanni) aspetto!(*) (Telesfore) ha mangiato come.. come ci chiede ora di fare.. anche se noi adesso mangiamo qualche cosa di.. (Piccolo Giovanni) ..ora è del Nuovo! (Telesfore)ora è del Nuovo”!(*) Quindi la storia si ripete? (Piccolo Giovanni) ora è del Nuovo: CHI VUOLE INTENDERE INTENDA!(*) c'è Giuda tra di voi? (Telesfore) no, Giuda non c'è: c'è il Nome di Giuda ma non è Giuda, è quello buono! <cioè c'è il Nome di Giuda Taddeo (il cugino di Gesù), non quello di Giuda Iscariota (il traditore)> (Piccolo Giovanni) c'è Giuda tra di voi?(*) c'è qualcuno che mi tradisce? devo dirlo in parole povere? (Paolo) ognuno di noi può parlare per se stesso, io non posso parlare per gli altri! Cioè, se c'è qualcuno che tradisce, non penso che lo venga a dire apertamente <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) lui mi chiede se è la stessa cosa, Io gli sto ripetendo: “è del Nuovo(Mosè) io dico di no! (Piccolo Giovanni) e Giuda non viene a bere il Calice e a mangiare! C'è il Giuda buono, ma chi è Giuda? (Tommaso) c'è, ma non è stato nominato! (Piccolo Giovanni) non avete capito.. (Giuda) ..solo lui che tradisce.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che sto dicendo! E chi tradisce in questo tempo?(*) in mezzo voi non c'è, ma fuori.. (Paolo) ..eh.. (Mosè) ..non c'è neanche qui! (Piccolo Giovanni) nella Stanza(*).. <fa cenno con le mani che non c'è> (Paolo) quindi il Giuda di oggi <= il traditore> non è identificabile in una persona bensì in un comportamento collettivo! (Piccolo Giovanni) Giovanni, mi dici tu chi è il Giuda di oggi!(*) non temere! (Giovanni 2) stavo pensando.. poiché Dio è arcano e noi.. ehm.. il mistero si ripropone con la nascita di Gesù, io penso che tutto.. tutto ritorna, quindi il Giuda c'è, e quando ci chiedi chi è.. (Piccolo Giovanni) qui c'è? (Giovanni 2) nella Stanza, no.. (Piccolo Giovanni) ..è quello.. (Giovanni 2) ..non può esserci.. (Piccolo Giovanni) ..che volevo sentire.. (Giovanni 2) ..nella Stanza non può esserci, la Piccola Cocciuta ce l'ha detto fortemente.. un giorno me l'ha detto fortemente: “nulla può, nella Stanza del Padre, fuori si(Piccolo Giovanni)fuori si”! (Giovanni 2) ma ce lo ripeti sempre, rabbì, quando ci dici “attento..(Piccolo Giovanni)..non abortitemi..(Giovanni 2)..non abortitemi..(Piccolo Giovanni)..quando uscite fuori..(Giovanni 2)..uscite fuori..(Piccolo Giovanni)..dalla Stanza:..(Giovanni 2)..dalla Stanza”: ce lo dici sempre! (Piccolo Giovanni)..state attenti al nemico!(Giovanni 2)state attenti al nemico di oggi”, e ognuno di noi può essere il Giuda di questo tempo.. (Piccolo Giovanni) ..uscendo fuori.. (Giovanni 2) ..uscendo fuori dalla Stanza.. (Piccolo Giovanni) ..e dal Solco.. (Giovanni 2)..e dal Solco”! (Piccolo Giovanni) è un'altra goccia che è scesa: chiaro? (Giovanni 2) si! (Piccolo Giovanni) bene! (Telesfore) hai fumato anche la sigaretta, ieri! (Piccolo Giovanni) ne avevo voglia! (Telesfore) ma quella era proprio la tua? (Piccolo Giovanni) si, me ne hanno offerte più di una, ringrazio i figli del pensiero, ma desideravo la mia! Ho fumato! “Quando Gesù verrà la prima cosa che gli offrirò sarà la sigaretta”, dopo tutto il lavoro che ha fatto per l'umanità intera, come premio, almeno, si merita una sigaretta!.......... (Paolo) ma la.. l'hai decisa la penitenza? (Piccolo Giovanni) lo sa già la Cocciuta! (Paolo) eh, ma a loro non l'ha comunicata, no? (Piccolo Giovanni) no, aspetta l'ora e il giorno! (Paolo) ah, ho capito! Chissà che penitenza sarà! ........ (Piccolo Giovanni) è il Padre che dona la penitenza nell'amore! .......... <tutto è cominciato il 27/12/2003 quando gli sposi Giovanni 2 e Francesca, al ristorante Executive di Rende, dopo la cena, hanno inteso tagliare la torta nuziale e consegnare le bomboniere nei sottostanti locali adibiti a discoteca. Giulia e Telesfore hanno salutato gli sposi nel ristorante e sono andati via, mentre altri sono scesi giù per il taglio della torta e poi sono andati via. In conclusione, i Nomi nuovi e le Suorine che devono scontare la penitenza sono: ...... , Simone1, Simone 2, Giovanni 2, Giovanni 3, Mattia, Lucia, Elena, Annamaria, Ilda e Rosetta, mentre Francesca non la dovrà scontare perché non è Suorina> .......... bene, rimanete nel Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo! .......... se la Cocciuta poteva toccare con le mani il sacerdote che ha celebrato, non vi dico cosa gli avrebbe fatto!(*) Faccio così: potete anche ridere!(*) potete anche ridere! (Mosè) perché? cosa ha detto? (Piccolo Giovanni) alzo le mani, vi ho detto “se poteva a toccarlo<Mosè dice qualche altra cosa ma lontano dai microfoni e l'audio non è intelligibile> .......... può succedere, e mi fermo: vi lascio nel mistero! (Paolo) può succedere che lo tocchi? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) ma che lo tocchi? (Piccolo Giovanni) hai visto mai Dio che ha dato una bastonate in testa? (Paolo) ma una carezza! (Piccolo Giovanni) può succedere: Dio dona sempre carezze ai figli! Telesfore, Telesfore! (Telesfore) quando i Grandi leggeranno! (Piccolo Giovanni) eh! Amen! Quando i Grandi leggeranno Io dico “Amen”, ma alla fine della preghiera me l’abbracci Marì? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) donandogli un bacio.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..della buonanotte e.. (Telesfore) ..si, ha chiamato oggi e.. (Piccolo Giovanni) ..dicendogli “pace per il nuovo anno”.. e si raccomandava! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e la Piccola Cocciuta me l'ha offerta come mi dona tutti i figli che si mettono.. nel suo petto! (Telesfore) ma quando non si.. le prendo io le telefonate, quindi si.. si raccomandano a me di.. di portare.. (Piccolo Giovanni) ..allo Strumento!(*) (Telesfore) ma lei lo sa già, quindi(*).. (Piccolo Giovanni) ora vuoi dirmi qualcos'altro?(*) (Telesfore) auguri! (Piccolo Giovanni) auguri a voi! (Tutti) grazie! (Piccolo Giovanni) un Figlio vi è stato donato! Morire è vivere e nascere nel Cuore del Padre, ed Io vi faccio gli auguri di nascere tutti per gioire nell'unico abbraccio di Dio, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore!(*) Dov'eri, Paolo? (Paolo) stavo pensando al nuovo anno, a ciò che noi faremo di nuovo, e poi collegavo questo fatto alla data della tua salita in Cielo che è coincisa col nuovo anno.. (Piccolo Giovanni) ..fra poco.. (Paolo) ..col nuovo anno e con l'inizio del terzo millennio, e non può essere una coincidenza tutto questo! (Piccolo Giovanni) lasciamo quest'altro mistero da scoprire goccia a goccia! Il “4” rappresenta? (Qualcuno) la Croce! (Piccolo Giovanni)la Croce”! Il “3” rimane sempre ma è iniziato il “4”! (Paolo) ma io penso di avere capito qualcosa! (Piccolo Giovanni) shhhh!! Tienilo.. (Paolo) ..ma è giusto quello che ho capito?.. (Piccolo Giovanni) ..nel cuore! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) Shhhh!!  (Paolo) ma è giusto quello che ho capito? (Piccolo Giovanni) quando faccio così che significa? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) è duro di orecchie! (Paolo) e io voglio essere certo! (Piccolo Giovanni) e quante volte?.. Io sono capriccioso! Ora vi invito a preparare i vostri cuori candidi come li avete lavati nella giornata che avete passato! Anche se tu non eri presente fisicamente, e gli altri, la Cocciuta vi ha lavato un po' tutti e vi ha portati nel suo Cuore per portarlo nel Cuore del Padre per fare festa. Ora vi chiedo ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto, dinanzi a Dio Bambino, portate tutti i vostri nemici; e distaccatevi dalle cose del mondo per unirvi all'unica Fonte viva: Dio che ha sete e fame di ognuno di voi e vuole bere e mangiare con ognuno di voi. Preparate i vostri cuori, venite tutti al Banchetto a fare festa! Figli.. <2 colpi di tosse con un'alitazione> siete pronti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e lo Sposo è qui, è in mezzo a voi e vuole bere e mangiare; venite tutti al Banchetto dell'Amore perché è pronto per ognuno di voi, per il mondo intero, per i figli che si uniscono a questa santa preghiera e per tutti i figli che mi avete portato nei vostri cuori. Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa! (Giulia) come sei bello!(*) (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore!.......... Paolo! Telesfore! (Paolo e Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) Giovanni! (Giovanni 2) eccomi! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ...., Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ...., Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) Gesù è in mezzo a voi?(*) Gesù è in mezzo a voi?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e volete prendere parte al Sacrificio?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare la Croce? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) per l'umanità.. (Giovanni 2) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..intera? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) come ti è stata consegnata? (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) come è stata consegnata ad ognuno di voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e tu, Cocciuta, vuoi portare la Croce come ti è stata consegnata? (Giulia) sì, eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) siete pronti? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì!(*) (Paolo, Telesfore, .... e Giovanni 2 insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) <3º grido>  (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(*) Mia Luce, mio Candore, Dio mio, Figlio mio!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) cosa vedete? (Paolo) io vedo un sole!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) .......... Giovanni? (Giovanni 2) il cuore!(*) (Telesfore) io vedo un sole, una stella e una luce al centro che pulsa! (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) (Paolo) la mano di Dio!(*) (Piccolo Giovanni) arde il tuo cuore, Giovanni?(*) arde! (Giovanni 2) è un cuore che arde e irradia tutti con il suo calore, il suo amore!(*) (Piccolo Giovanni) volete bere l'Amore di Dio? (Paolo, ...... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e donarlo ai fratelli? (Paolo, ..... Telesfore, Giovanni 2) sì!(**) (Piccolo Giovanni) avete bevuto l'Amore di Dio? (Paolo, ..... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e i vostri cuori sono accesi? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) tanto da donare la luce di Dio portando il peso della Croce? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) (Giovanni 2) la Natività! ...... (Telesfore) la capanna con il Bimbo e i pastori che vanno.. (Piccolo Giovanni) volete portare nei vostri cuori e donare la vita dell'alba nuova? (Paolo, ..... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) come brillano i vostri cuori in questo istante, e come brillano i cuori di ognuno di voi! Il Dio Bambino viene ad abitare! Quale pezzo volete?(**) e quale pezzo è rimasto? (Telesfore) il Cuore! .......... (Paolo) uno come gli altri! (Piccolo Giovanni) Dio è una culla che non si divide ma si dona!(*) cosa è rimasto? .......... (Giovanni 2) 2 colonne o la famiglia!(*) (Telesfore) la porta!(*) (Piccolo Giovanni) aspetto! (Paolo) si, io sto cercando le parole per esprimere quello che sento dentro! Vedo Gesù che è cresciuto, ha lasciato la capanna e abbraccia il mondo intero! (Piccolo Giovanni) e cosa ha detto Giovanni prima? ..voi ripeterlo? (Giovanni 2) ho detto 2 colonne e una famiglia! (Piccolo Giovanni) abbracciando il mondo intero abbraccia la famiglia: non avete sbagliato nessuno, in parole diverse avete detto la stessa cosa, perché Dio è uno solo! (Giovanni 2) perché la Croce è un insieme di 4.. 4 elementi! (Piccolo Giovanni) perché mi guardi così? .......... c'è un altro dio che ha abbracciato la Croce? (Giovanni 2) no! .......... (Piccolo Giovanni) il Dio con voi! Ora volete donarmi.. (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ai vostri fratelli? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) volete preparare la Via Stretta per le Spose e donarmi?(**) Padre, Io busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore! Padre mio, ascolta la mia preghiera, guarda benigno i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre!  (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori. La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figliuoli, ma state attenti: quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) è leggera la Croce? (Telesfore) se si.. è leggera quando si porta con amore! (Piccolo Giovanni) e ognuno di voi porta la Croce con amore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) anche nei momenti bui? (Paolo) ci devi mettere il dito! (Piccolo Giovanni) il dito di Dio è sempre abbracciato al Legno! (Paolo) ci devi sostenere nei momenti bui! (Piccolo Giovanni) può Dio non portare nelle sue braccia i figli? nei momenti bui siete voi a staccare le braccia dal Legno, Dio no, non è sceso, è rimasto e rimane abbracciato alla Croce per amore! E così anche voi, nei momenti bui, allargate le braccia abbracciando Gesù che con le braccia aperte aspetta; come un bimbo che ha sonno aspetta le braccia della mamma per addormentarsi! Quando vi ama Dio per cullarvi come bimbi nelle sue braccia! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) sto pensando a questo Dio Bambino che ci ama così tanto! (Piccolo Giovanni) e che tiene sempre le braccia aperte e il Cuore, aspettando l'umanità.. (Giovanni 2) ..intera.. (Piccolo Giovanni) ..intera.. l'umanità intera, per fare festa come abbiamo fatto festa nel bere e nel mangiare: è vero Cibo, vera Bevanda!(*) Cosa vuoi dire ancora? (Paolo) pensavo, contemporaneamente, alla grandezza di Dio che scende dai nostri livelli, che ci apre le braccia ed è sempre disponibile in ogni circostanza ad accoglierci, e poi penso, invece, ai comportamenti che su questa terra assumiamo tra fratelli che ci scanniamo a vicenda e non usiamo il perdono! (Piccolo Giovanni) un Bambino è venuto a nascere: piccolo, fragile, a donare l'amore e il perdono, a donare tutto di se, non è venuto né a giudicare e neanche a condannare! (Paolo) è venuto a raccoglierci (Piccolo Giovanni) a raccogliere e a insegnare l'Amore del Padre, e così, popolo di Dio, anche voi a due a due andate ad insegnare l'Amore del Padre che è vivo e reale ed è in mezzo voi. E nell'Amore vivo di Dio(*).. è vivo Dio? (Paolo .......... ) sì! (Piccolo Giovanni) nel suo Amore vivo e nel suo abbraccio, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio portandola all'umanità intera! Vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, non abortitemi, quando uscite fuori non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, ma amate, amate, amate, amate con la stessa misura che Dio lascia scendere nei vostri cuori, figli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ma Dio Bambino vuole dormire: volete ancora cantargli la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete farlo riposare.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché il mondo gli chiude la porta e non gli offre una culla! Voi volete offrire.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la culla? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) tenerlo caldo e farlo addormentare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aspetto! <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Siate benedetti, figliuoli, in quest'alba nuova che si è accesa per amore e per la vostra fede. Dio conosce i cuori di ognuno di voi e gli avete offerto gioie perché siete rimasti saldi sulla Roccia; non disperdetevi ma camminate sempre nel Solco del santo Vangelo che è l'unica Verità che Io vengo a portare in mezzo a voi! E in quest'unica Verità volete legare la Catena santa? Voglio Francesca!(*) <Francesca si avvicina e si lega alla Catena vicino a Giovanni> Il Padre ci ha uniti in un'unica Catena insegnandoci un'unica preghiera: vogliamo innalzarla? (Giovanni 2 e Francesca) sì! <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. E in questo giorno vi chiedo di pregare: fermate i flagelli! “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”! Figliuoli, pregate, pregate, pregate e sia sempre santo il vostro Sacerdozio nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!(*) Capanna di Dio, crescete e moltiplicatevi e donate a Dio il frutto del vostro amore!(*) Ecco la culla! Padre mio, ascolta ancora la preghiera del mio Cuore: guarda il tuo popolo e lascia scendere la tua rugiada, Padre!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore, andate nella pace portando all'umanità la Pace del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Grazie, figliuoli miei, per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure! Figli, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli!

 

 

         4. Giov 08/01/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia del mio Cuore, nell'abbracciare ancora una volta la Croce viva che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio del Cuore della Croce, nell'unico abbraccio del silenzio dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ecco, figlia mia, in questo giorno vengo a bussare alla porta dei cuori di ognuno di voi, ai cuori dell'umanità intera, chiedendovi: “ho fame, ho fame del vostro amore”! (Giulia) Gesù, perché ce lo chiedi con le lacrime di Sangue? (Gesù) non piango per voi, ma piango per i figli della perdizione, quei figli che non vogliono aprire la porta neanche se gli chiedo un pezzo di pane! (Giulia) Gesù, dimmi, cosa posso fare? so bene che tu non hai bisogno del pane!(*) (Gesù) si, figlia, guarda!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) si, figlia mia, la porta è aperta! (Giulia) sostienimi perché non reggo alla vista!(*) (Gesù) coraggio, anima mia!(*) (Giulia) vedo una moltitudine di gente che cammina, e nel camminare cadono a terra come semi gettati in un solco. Vedo degli Angeli che depongono dei fiori bianchi sul capo di ognuno dei figli che cadono e dal fiore scorre Sangue; ma vedo molti Angeli bimbi con gli abiti bagnati di Sangue. È così tanta la gente che non si può arrivare a contare, ma cadono, continuano a cadere: vedo solo che all'inizio della fila c'è una donna raggiante di luce! (Gesù) guarda ancora!(*) (Giulia) e sull'altro solco, all'inizio della fila, c'è un Bimbo: anche il Bimbo è raggiante, ma il suo abito non è macchiato di sangue!(*) Ora vedo un campo di grano verde dove c'è il Figlio di Dio che sta mietendo e il grano diventa duro, e in mezzo al grano c'è un enorme porta e la luce è così grande, non si può non guardare: è così bella, Gesù! (Gesù) ora, ciò che vedi tienilo nel Cuore! (Giulia) sì, Gesù!(*) sì, Gesù!(*) sì, Gesù!(*) sì, Gesù! (Gesù) bene, figlia mia! Vuoi ancora unire le tue mani alle mie mani secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi ancora pregare per tutti i miei Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore!(*) <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) hai guardato i Chiodi? (Giulia) sì, Gesù!(*) Gesù! (Gesù) dimmi, figlia! (Giulia) i Chiodi sono più grandi nelle mie e nelle tue mani: come fanno a rimanere? perdonami se ti chiedo questo! (Gesù) figlia mia, guarda l'umanità: il mio Amore si elargisce sempre di più, mentre l'umanità chiude la porta e Io mi poggio donandoti i Chiodi sempre più grandi!(*) (Giulia) Gesù, trovane altri più grandi! (Gesù) figlia mia, figlia del mio Cuore, non solo le tue mani e i tuoi piedi vengono trapassati dei Chiodi, ma sei tutta un flagello; Io mi poggio ancora su di te, mi poggio sui tuoi figli, sui Discepoli, sulle Colonne, sulle Suorine del Cuore della Croce, allargando le mie braccia lasciando scendere il mio Sangue perché il tempo del Parto è pieno, è vivo, è in mezzo a voi, e Io non vengo a fare una ripetizione: Io vengo a portare il Parto, ad accendere il Fuoco del mio Amore in mezzo voi e nel mondo intero, ma l'umanità ha mangiato il mio Pane ma ha dimenticato l'Amore del Padre, ha chiuso la porta, la luce che è scesa nel mondo intero: la Luce vera! Figliuoli miei, pregate, pregate per la pace, pregate affinché lo Shalom del Padre abbracci l'umanità intera e fate crescere dentro di voi il Bimbo che arde e ha sete e fame del vostro amore! E Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei, di farlo crescere e di donarlo ai figli che non conoscono il mio Amore e vivono nel buio del nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi. State attenti, combattetelo con l'amore, ma sia il mio Amore: l'Amore che il Padre vi dona attimo per attimo, nel camminare sempre nel Solco e nel vivere in pienezza la Parola. Figli miei, Dio vi ha donato il Fiume dove camminare: non dimenticatelo, ma portate sulle vostre spalle i piccoli, i poveri, gli emarginati, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici nel Solco del Padre, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora e a causa del mio Nome sarai perseguitata! Vuoi amarmi ancora? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) altre spade entreranno nel tuo Cuore!(*) (Giulia) eccomi!(*) <Giulia ansima di dolore ma non grida> (Gesù) sollevati, anima mia! Non solo hai abbracciato le spade, hai tenuto stretto anche il grido del dolore! (Giulia) Gesù, quanti Dolori abbracci per noi! Quante spade trafiggono il tuo Cuore e il Cuore di Maria! Gesù, io ti chiedo perdono come misera peccatrice per l'umanità intera, e busso al tuo Cuore, accarezzandolo, di non toglierci la sofferenza, Gesù, ma di donarci tutte le spade che offrono al tuo Cuore.. che noi stessi offriamo al tuo Cuore non camminando e non ascoltando la tua Parola che è viva e reale in mezzo a noi e nel mondo intero! Perdonaci ancora, Gesù, perché ora sappiamo ma continuiamo a cadere nell'errore e nell'offenderti! (Gesù) figlia mia, voi siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: vi invito a pregare unendovi al mio Cuore e al Cuore di Maria: fatelo, figliuoli, in questo tempo che si accende dinanzi a voi! (Giulia) come serva inutile rispondo “” per tutti: accoglilo, Gesù! (Gesù) grazie, figlia del mio Cuore! Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: usate sempre il mio Amore! Amate, amate, amate senza misure come Io amo ognuno di voi! Figliuoli, ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia, nella luce, nella verità dell'unico Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi a portare il Cuore del Padre, a portare in mezzo a voi il Parto vivo, ad invitare ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ad essere mamme, ad accendere i vostri cuori, ad accogliere l'unica Verità, l'unica Luce che si è accesa nel venire in mezzo a voi il Dio Bambino! E come Sacerdozio vivo ed eterno vengo a fare ardere la fiammella del santo Vangelo, vengo a ricordare, come Sacerdozio vivo, l'unico Solco che porta al Cuore di Dio, e quel Solco è fatto di Dolori! Il Gesù che è nato per amore, il Gesù che ha abbracciato la Croce per amore, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per amore e per far vivere l'umanità nel suo Amore, ma l'umanità, sorda e cieca, non ha più fame di Dio ma del mondo: non viene a chiedere il Pane! Dio è il Pane vivo: il pane che vi offre il mondo non vi porta nel giardino verde; e come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a stare attenti al nemico, vi invito a combattere con la spada del santo Vangelo: potete prenderla dal mio Cuore e combattere con Maria la battaglia del suo Cuore Immacolato!(*) Ma vedo i vostri cuori un po' appannati!(*) “Cosa dice questo Giovanni?”, “è Verità? lo dobbiamo ascoltare o è la Cocciuta che parla?”. Dimmi, Paolo, avete vissuto il santo Vangelo? <Giov. della 2° settimana dopo Natale/C Mc. 6,34-44> (Tutti) sì! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Eccomi! E dimmi un po'.. (Paolo) ..questa sera.. (Piccolo Giovanni) ..avresti voluto essere al momento del pane e dei pesci? (Paolo) ma il Vangelo non parla di ciò.. dei sentimenti che il miracolo dei pani e dei pesci ha scaturito in tutti i presenti! Io me lo sono chiesto se erano a conoscenza che i pani erano solo 5 e i pesci solo 2 oppure no! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) lo sapevano, e cosa hanno pensato? (Piccolo Giovanni) tu cosa avresti pensato? (Paolo) ma io davanti a un evento così grande forse inizialmente sarei rimasto incredulo, non avrei pensato niente, forse! (Piccolo Giovanni) tu dici? (Paolo) non lo so, è difficile dire cosa si pensa.. (Piccolo Giovanni) ..e cosa pensi quando dico che il mio Cuore è nel petto della Cocciuta? (Paolo) dico “che dici troppo poco”! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) e come fai a dire dei pani “che saresti rimasto incredulo”? (Paolo) ma forse io mi sono immedesimato un po' in tutta.. in tutta quella gente li, e ho pensato “ma chissà se c'avranno capito qualcosa?”.. 5000 persone, non lo so.. <Giovanni sospira profondamente> mica era uno solo.. se si siano resi conto di quello che era accaduto li! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) tutti quanti? (Piccolo Giovanni) come tutti quanti andavano dietro: per che cosa? (Paolo) ma li vedevano questi miracoli e quindi erano attirati dalla presenza di Gesù. Sicuramente erano coscienti del fatto.. (Piccolo Giovanni) ..e quando Gesù è stato messo in Croce, dove sono andati? (Paolo) sono scappati tutti! Ma.. e qui si vede.. (Piccolo Giovanni) ..hanno mangiato.. hanno mangiato di Gesù ma sono scappati! (Paolo) e qui si vede un po' la debolezza la debolezza umana: cioè hanno fruito dei benefici.. diciamo, terreni, che Gesù dava loro, e poi..  (Piccolo Giovanni) ..è la storia che si doveva adempiere.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come oggi! Il mistero è vivo: Dio è vivo in mezzo a voi, Dio vi dona il suo Sangue e la sua Carne! Voi mangiate e bevete di Dio e al primo ostacolo scappate! (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni) e la storia.. (Paolo) ..si ripete.. (Piccolo Giovanni) ..si ripete, ma Dio rimane, Dio non scappa, rimane anche con un solo figlio per salvare l'umanità! Ci sarete tutti quando Io verrò? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non scapperete ad una mia gridata? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) Io ci sarò e conosco i cuori di ognuno di voi e del mondo intero! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> mancava l'Alito? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma Dio lo lascia scendere! E cosa ti è sembrato questo moltiplicare dei pani? (Paolo) bè, una cosa molto bella perché Gesù ha voluto regalare a tutti i presenti un qualcosa di semplice ma grande nello stesso tempo! (Piccolo Giovanni) ha iniziato a donare se stesso! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) il Pane vivo che scende dai cieli! E oggi quanto Pane dona il Padre all'umanità? (Paolo) il Pane lo dona in continuazione Gesù, ma l'umanità non sa.. (Piccolo Giovanni) ..viene gettato! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e quei figli che non ne hanno, Dio non dona il Pane? (Paolo) lo dona a tutti Dio! (Piccolo Giovanni) ma l'uomo? (Paolo) l'uomo non mette mai al primo posto Dio, ma nemmeno al secondo posto lo mette, lo vede a secondo dei suoi bisogni terreni; anziché vederlo al di sopra di ogni altra cosa, lo vede come uno Strumento per il perseguimento dei beni materiali! (Piccolo Giovanni) e il Bimbo che è nato ha portato solo la Croce? (Paolo) il Bimbo che è nato ha portato solo la Croce, però l'uomo lo guarda quel Bimbo ma non sa nemmeno chi è, sa solo che con la venuta di quel Bimbo arriva Natale, arrivano i veglioni, arrivano le cene! Ecco, questo solo sa! (Piccolo Giovanni) ricordati che rimane tutto nella storia! (Paolo) è la verità: lo sanno tutti! (Piccolo Giovanni) il Bimbo viene a portare l'Amore, la Luce vera. Voi cosa volete donare ai fratelli? (Anna e qualcun altro) lo stesso! (Giacomo 1 e Carolina) l'amore! (Paolo) si, basta poco per rendere felice Gesù e i fratelli! Condividere.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) basta l'Alito! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) basta amare come Dio ci ama: è così poco ma non ha misure, se cominciamo a misurare doniamo giudizi, e il giudizio deve scendere da Dio non dai nostri cuori! (Paolo) a proposito di giudizio, Giovanni, l'altra volta dicevamo con Elia.. (Piccolo Giovanni) ..avete giudicato? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) zitti zitti? (Paolo) no, abbiamo fatto una riflessione: noi non dobbiamo giudicare, e nel senso negativo, ma nemmeno in quello positivo; cioè, noi non dobbiamo esprimere nemmeno giudizi positivi perché potremmo anche sbagliare in questo caso, valutando positivamente una persona che poi in effetti non lo è! O mi sbaglio? (Piccolo Giovanni) potete dare un giudizio cattivo su quel Bimbo? (Paolo) no, quello è Dio: che c'entra? (Piccolo Giovanni) e se giudicate una creatura di Dio non buona, cosa fate?: giudicate Dio! (Paolo) si, ma.. certo, se la giudichiamo “non buona”, e se la giudichiamo buona e poi non lo è? (Piccolo Giovanni) Perché? non sentite il Bimbo quando batte? Quando si è nel Solco, quando si cammina nel Solco di Dio si sente il Bimbo che arde.. (Paolo) ..allora fammi capire una cosa, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..batte dentro di voi! (Paolo) quindi noi dovremmo essere.. (Piccolo Giovanni) ..dai frutti si vede che cammina nel Solco! (Paolo) è questo qui.. volevo arrivare, cioè, noi dovremmo essere in grado, al di là del giudizio positivo o negativo, di percepire, di capire se una persona è negativa o positiva! (Piccolo Giovanni) e il filo si incontra, ma chi da il giudizio è sempre il Padre: riuscite a capirmi? (Paolo) eh, io non.. fino in fondo, no! (Piccolo Giovanni) voi dovete amare, accogliere la creatura che cammina nel Solco del Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ci siamo? (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) e quando si cammina nel Solco del Padre si è con Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma il giudizio lo deve dare solo Lui, voi dovete amarvi come Dio ama Paolo, Elia e tutti gli altri. Ci siamo? (Paolo) ci siamo! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Paolo) noi dobbiamo solo amare tutti senza giudicare nessuno! (Piccolo Giovanni) bravo! (Paolo) eh, però alcune volte è un'impresa ardua! (Piccolo Giovanni) è un po' difficile.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..ma se si cammina nel Solco si è nella Luce di Dio. Quando a volte sentite la Cocciuta che dice “state lontani da quella persona” non vuol dire “non amatela”, ma intende dire “state attenti perché si mostra come Angelo ma non lo è, e si può aiutare solo con la preghiera(Paolo) è quello che dicevo io prima! (Piccolo Giovanni) non è quello che dicevi tu prima! (Paolo) cioè, noi che vediamo quella persona come una persona.. (Piccolo Giovanni) ..ma non giudicarla, perché è solo il Padre.. amarla, pregare, ma lasciarla dove il Padre la vuole portare, e il Padre vuole l'umanità salva e santi(a), ma guai a quei figli che scandalizzano i piccoli: NON FOSSERO MAI NATI: lo ripeto ancora una volta! (Paolo) quindi, Giovanni.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) quella non è mia! <si ride un po' perché durante la tosse di Giovanni ha tossito anche Paolo> (Paolo) eh, lo so! Quindi, Giovanni, ci sono delle persone che noi dobbiamo amare, dobbiamo abbracciare spiritualmente ma dalle quali ci dobbiamo anche guardare: è così? (Piccolo Giovanni) si!(*) A volte, Telesfore, si arrabbia con la Cocciuta quando gli dice “vai a rispondere tu al telefono”; e la Cocciuta grida dicendo “questa telefonata è negativa”, e Telesfore risponde “ma tu giudichi tutti?”: non è un giudicare, è gridare nel sentire prendere in giro Dio! Non accetta la bugia! (Paolo) però c'è una presa di coscienza di una negatività su quella persona, quindi questa presa di coscienza non è un.. come.. (Piccolo Giovanni) ..non è una presa di coscienza, è il Padre che fa sentire.. (Paolo) ..ah, è diverso! (Piccolo Giovanni) tu ragioni sempre con la mente.. (Paolo) ..sì, perché se fossi.. (Piccolo Giovanni) ..: non ti offendere! (Paolo) no, io sto cercando di capire; perché se fossimo noi è come se dessimo un giudizio, cioè le due cose si miscelano tra di loro, cioè.. (Piccolo Giovanni) ..è il cuore che dovete far lavorare, non la mente! E quante risate mi faccio quando cercate di capire, e nei vostri discorsi.. (Paolo) ..ma questa qui, Giovanni, è una cosa per noi molto sottile, eh, non è che ci sia una linea nen marcata a farci capire.. (Piccolo Giovanni) ..che bel ragionamento che mi sta facendo! <si ride un po'> o come dire “che bella predica”! <si ride un po'> (Paolo) no, io.. (Piccolo Giovanni) ..è bello nel vederlo parlare così dinanzi a Dio! (Paolo) eh, se è il nostro Papà, come è in effetti.. (Piccolo Giovanni) ..ma hai dimenticato che è anche il giudice? (Paolo) eh, si.. e poi, ma.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ci giudicherà dopo quando verrà! (Piccolo Giovanni) eh! Ma ricordate che di Dio è vivo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è in mezzo voi e nel mondo intero e parla! Il mistero è troppo grande da poter comprenderlo.. (Paolo) ..ehm.. queste cose.. (Piccolo Giovanni) ..con la mente.. (Paolo) ..eh, non si capisce! (Piccolo Giovanni) non.. è il cuore! E all'inizio ho detto che vedevo i cuori un po' annebbiati: .......... . <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> .......... ..non giudicate perché allo stesso modo.. ..sarete giudicati! .......... quanti ne ha avuti e ne ha ancora quel Bambino! “Maria aspetta un Figlio”: chi ha creduto?: il primo giudizio, e Maria cresceva nella grazia di Dio! È vero, Tommaso? (Tommaso) sì, è proprio vero, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e dimmi qualcosa! (Tommaso) stavo riflettendo per il Vangelo di cui si stava parlando prima e (mi)trovo d'accordo.. <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> (mi)trovo d'accordo per quello che hai detto, cioè che bisogna amare e pregare per tutti senza giudizio, perché quando anche fosse non vero il giudizio positivo, noi, proprio in quelle persone dobbiamo sforzarci ad amare di più affinché lo attiriamo con la forza dell'amore, con la pazienza, togliendo quella parte di negatività, affinché riusciamo a conquistarlo quel fratello, lavorare di più. Certo, è difficile, ma cercando di vedere Gesù in lui.. (Piccolo Giovanni) ..ma tenerlo nel posto dove Dio.. <qui le voci di Tommaso e Giovanni si accavallano> (Tommaso) ..cioè, stare solo attenti in modo.. in modo.. l'importante è che non si esce fuori il Vangelo! (Piccolo Giovanni) bravo! (Tommaso) e quindi, facendo questa forza, soprattutto di cuore, riusciremmo a superare questa fase di negatività e quindi il nostro nemico potremmo farlo diventare anche uno dei migliori amici. E anche, diciamo, rivolgendosi verso la carità, quando anche.. quando anche uno ci prendesse in giro, non fosse vero, per noi quelle quattro lire, quelle quattro.. quattro spiccioli, che forse non ci pesano, riusciamo a conquistare anche questa persona che ci prende in giro, perché io vedo sempre in queste persone come un atto già di umiliazione, e quindi già è grande per noi vedere questo fratello che si umilia a chiedere i nostri quattro spiccioli, anche se non dovesse essere vero. Cioè, io c’ho questa immagine davanti per superare gli ostacoli, perché è veramente difficile amare i nemici, però, come tu dici, come il Vangelo ci dice, ci esorta, dobbiamo amare proprio i nostri nemici, e questo mi da forza.. (Piccolo Giovanni) ..e portarli dinanzi all'altare, ma con l'amore: Dio non impone niente a nessuno, dona e chiede amore! Chiaro? (Tommaso) è chiaro! E poi, un'altra cosa è proprio questo(a): dato che ormai il mistero nella Stanza è troppo grande e si fa sempre più fitto, no, già da parte nostra nonostante dovremmo.. in un certo senso.. (Piccolo Giovanni) ..vederlo.. (Tommaso) ..siamo privilegiati in un certo senso.. (Piccolo Giovanni) ..e capirlo (Tommaso) però dobbiamo chiudere completamente, secondo me, la mente se vogliamo affrontare.. (Piccolo Giovanni) ..e aprire.. (Tommaso) ..questo mistero, perché.. lasciare andare i tempi che verranno affinché il Padre ci illumini e ci apra gli occhi del Cuore, e quindi noi dobbiamo proclamare che Dio è sempre in mezzo a noi vivo e reale.. (Piccolo Giovanni) ..e parla.. (Tommaso) ..e dobbiamo dimostrare sempre.. con l'amore e preghiera altrimenti anche noi usciremo fuori il Solco! (Piccolo Giovanni) si, è così! Io vi ho insegnato ad amare, a camminare nel Solco, e col mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno ripetevo sempre “c'è la mia Parola di sacerdote: non siete voi a sbagliare ma mi prendo Io la responsabilità”, e quando un sacerdote usa queste parole mette il Sigillo di Dio! (Tommaso) noi che abbiamo creduto e siamo ancora qui come vedi! (Piccolo Giovanni) ed Io dico Amen. Rimanete sempre nel Solco del Padre, figliuoli del mio Cuore, voi Discepoli, voi Colonne, voi Suorine del Cuore della Croce; ma ricordate, i tempi che verranno saranno pesanti: scenderanno ancora flagelli sull'umanità intera ed Io ho bisogno di voi, di poggiarmi sulle vostre spalle perché siete il mio popolo, figli del mio Cuore! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> il Padre vi manderà sempre l'Alito dello Spirito Santo dove voi camminerete e darete la luce ai figli che incontrerete sulle vostre vie; siete stati scelti, sigillati uno ad uno, e con la vostra fede potete salvare l'umanità intera aprendo i vostri cuori, figli! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) chiaro, Paolo? (Paolo) sì! (Mosè) volevo farti una domanda, Giovanni! (Piccolo Giovanni) si! (Mosè) sempre sul discorso dell'opinione che noi ci facciamo sui fratelli; quindi sappiamo benissimo che l'opinione è la più grande astuzia di satana e ci mettiamo al posto di Dio; a me capita molte volte, come pure oggi, a volte che parlando con i fratelli si parla male di un altro fratello: in cuor mio sento di.. “stai zitto, non parlare”, quindi è sufficiente che noi non apriamo bocca per non peccare anche se poi sappiamo che, in effetti, il fratello ha fatto questo? ..cioè, è sufficiente questo? .. cioè, rimanere nel silenzio? (Piccolo Giovanni) nel silenzio e nella preghiera! (Mosè) ecco, è questo che volevo sapere! (Piccolo Giovanni) e non dare giudizi.. (Mosè) ..certo.. (Piccolo Giovanni) ..perché solo Dio può giudicare. Tu ascolti il parlare del fratello e non conosci il suo cuore, Dio conosce il cuore.. (Mosè) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..e non guarda l'esteriore ma ciò che è dentro! Chiaro? (Mosè) è chiaro, si! (Piccolo Giovanni) bene! <2 colpi di tosse> Telesfore.. (Telesfore) ..eccomi.. (Piccolo Giovanni) ..stai dormendo? ..eccomi! (Telesfore) ho dormito un poco! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) almeno è sincero! “Hai dormito un po'”, e.. (Telesfore) ..che figura.. (Piccolo Giovanni) ..hai ascoltato quello che il Padre ha detto? l'hai registrato? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) allora non dormivi! (Telesfore) l'ho registrato, però per capire meglio lo devo riascoltare! (Piccolo Giovanni) vi faccio ridere. Quando parlavo con lui e dicevo Franco, hai capito?”, mi guardava un po' “no”, “e quando Io stavo parlando, doveri? dormivi?” Mi dava la stessa risposta, e con una santa pazienza gli ripetevo di nuovo; ma avevo e ho ancora il vizio di dire tutto in fretta e la Cocciuta di nascosto me diceva “don Mario, digli una cosa alla volta sennò non capisce” ma non riuscivo a comprendere ciò che voleva dire la Cocciuta. “Eh, ma se Io gli do questo foglio scritto, come fa a non capire? perché devo dire una cosa alla volta?”, ed Io che dovevo vedere e toccare tutto con mano, una sera gli preparo una lista che lui mi fa “non c’ho capito niente: dimmene una sola<si ride un po'> e come al solito mi rivolgo alla Cocciuta dicendo “questa ha sempre ragione: ma a quale scuola sei andata tu?”, e con semplicità lei mi rispondeva “forse alla scuola di Maria!(Paolo)forse(Piccolo Giovanni)forse”!(*) diventava piccola anche nel dire questo “forse”: l'umiltà dinanzi al Padre! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)forse”! <2 colpi di tosse con un'alitazione> ora sei sveglio? (Telesfore) si (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi dirmi? (Telesfore) quando penso, delle volte, che io sono stato scelto, mi viene da piangere! (Piccolo Giovanni) è bello: anche il pianto è preghiera! (Telesfore) perché nelle mie.. forse, dico, nelle mie facoltà non ci capisco niente, mi sento come se non sapessi fare niente! (Piccolo Giovanni) servo inutile dinanzi alla Croce! Dimenticate sempre “Io sono un servo dinanzi alla tua Croce: usami come vuoi”; i discepoli non erano più grandi di voi, erano peggio, ma quando Gesù li ha chiamati “venite”, hanno lasciato tutto e seguito Gesù. Voi cosa avete fatto? (Telesfore) noi.. (Piccolo Giovanni) ..state seguendo? (Alcuni) si! (Telesfore) senza nemmeno accorgerci stiamo seguendo Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) Dio che vi usa, Dio che vi fa camminare, Dio che vi fa parlare del suo Amore, ma dovete gridarlo senza avere paura di niente e di nessuno perché l'uomo non può giudicarvi ma Dio si, e quando verrà, perché nessuno conosce né l'ora e neanche il giorno, verrà a chiedere conto del vostro operato: “sono stato in mezzo a voi e vi siete vergognati di parlare”! Cosa hai capito, Paolo? (Paolo) questo “vi siete vergognati di parlare”, non.. cioè, vergognati di gridare il suo nome? (Piccolo Giovanni) quanti di voi parlano di ciò che viene nella Stanza dell'Amore? (Paolo) ehm.. Giovanni, vedi.. (Piccolo Giovanni) ..io vedo e sento! (Paolo) eh, lo so.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Paolo) ..sono io che non vedo e né sento! È difficile.. tu una volta parlavi, riferendoti al Vangelo “io porto con me questo libro, ho davanti una persona, lo apro, se vedo che questa persona è interessata a ciò che io comincio leggere, allora io continuo, lo sfoglio, vado avanti; ma se vedo che questa persona non percepisce il discorso, si dimostra fredda, allora io lo tiro indietro e me ne sto zitto”. Ecco, io ho a che fare con persone, senza voler giudicare, Giovanni, nelle quali non vedo un proposito positivo nell'eventualità io dovessi affrontare un certo argomento. Cioè, è una cosa.. (Piccolo Giovanni) ..se si guarda con la mente; si deve guardare quel libro aperto col cuore! Il nemico si presenta nel dire “non aprire il libro, non ti ascolteranno”! (Paolo) no, io lo faccio, Giovanni, e quando lo faccio lo faccio anche in modo energico. Voglio dire, questi spunti non sono molto frequenti come io vorrei che fossero: questo voglio dire, perché altrimenti io questo lo faccio, quando vedo lo spiraglio mi insinuano dentro e parlo.. (Piccolo Giovanni) ..e un seme alla volta.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..si deve gettare! (Paolo) io vorrei che fossero molto di più questi.. questi spunti! (Piccolo Giovanni) lasciamo al Padre! L'importante è non vergognarsi di Dio ma aprire un foglio alla volta e quel foglio diventa il Libro. (Paolo) e ritornando a quello che dicevamo prima, io mi stavo chiedendo “che cosa mi sta facendo fare il Padre in questo periodo?(Piccolo Giovanni) ciò che vuole Lui! (Paolo) posso stare tranquillo, no, che non c'è niente di mio? (Piccolo Giovanni) lasciati usare.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..ma fermati a bere un bicchiere d'acqua.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..ogni tanto perché Dio ha sete e fame! (Paolo) devo andare più a rilento? ..e ma io mi ci.. perderò la concezione del tempo, li! (Piccolo Giovanni) il tempo si deve donare nel sedersi, nel bere e nel mangiare, perché Gesù si siede con i discepoli, beve e mangia: chiaro? (Paolo) sì, è chiaro! L'importante è che non ci metta niente di mio! (Piccolo Giovanni) se non ti fermi ci metti del tuo! (Paolo) se non mi fermo? quindi devo andare più.. più piano? (Piccolo Giovanni) ogni cosa a suo tempo! (Paolo) oh, ma la Cocciuta non ne dice una sbagliata! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) come dicevo Io: “a questa la devo ascoltare(Paolo) mi ha detto “piano piano, senza fretta”, ha detto, “una cosa per volta”! (Piccolo Giovanni) anche a Telesfore gli dice questo! Ma come faremo a fare quella cosa?” e col sorriso sulle labbra, il sorriso che il Padre gli dona gli ripete “ma tu non hai fede in Dio? Dio sa, quando devi fare quella cosa, dove far scendere la sua rugiada”, e questo, con gli occhi sbarrati dice “questa è impazzita” ma poi si calma! La fede! (Paolo) il quadro, poi, non l'hai fatto asciugare!(*) (Piccolo Giovanni) tu dici che non è asciugato? (Paolo) e io oggi non l'ho toccato! (Piccolo Giovanni) eh, e allora come fai a dire.. (Paolo) ..eh, ma ieri.. ieri, avanti ieri.. (Piccolo Giovanni) ..che non è asciutto.. (Paolo) ..ieri, avanti ieri l'ho preso con le mani e mi sono sporcato le mani! (Piccolo Giovanni) e oggi? (Paolo) oggi.. oggi non ho.. (Piccolo Giovanni) non l'hai toccato? (Paolo) oggi, no, cioè, l'ho preso di lato però non ho toccato il colore! (Piccolo Giovanni) e lasciamo al Padre.. (Paolo) ..piano piano.. (Piccolo Giovanni) ..che decide.. (Paolo) ..piano piano.. (Piccolo Giovanni) ..Lui! (Paolo) ha scelto Lui il tempo! (Piccolo Giovanni) chiaro? Bene! <3 colpi di tosse con un'alitazione> Telesfore, cosa c'è del tuo cuore?(*) vuoi dirlo? (Telesfore) quello che.. non so se sia questo che.. penso io, che c'è nel mio cuore, del sogno che ho fatto stanotte che.. alla fine del rosario, ma anche mi sembra che anche al centro del rosario.. non mi era.. non ricordavo una frase! (Piccolo Giovanni) quale frase non ricordavi? e perché non rispondi alla Piccola Cocciuta quando ti chiede “cosa stai sentendo?(Telesfore) quando? (Piccolo Giovanni) durante la notte! Eh.. (Telesfore) ..è perché non so nemmeno io cosa sto sentendo! (Piccolo Giovanni) tu ridi? lei ti segna col segno della croce chiedendoti “cosa c'hai” e, furbacchione di Dio, non rispondi! (Telesfore) ma lei lo sa più di me quello che c’ho io, quindi io non.. (Piccolo Giovanni) ..ma lei chiede.. (Telesfore) ..e se io non.. (Piccolo Giovanni) ..e aspetta una risposta! La sai la risposta, è che non vuoi dirla: dinanzi a Dio non si può nascondere dietro il dito!(*) (Telesfore) però stamattina.. (Piccolo Giovanni) ..che è successo? (Telesfore) stamattina si è dimenticata.. non è che si è dimenticata, non ha fatto in tempo a.. a chiedermi cosa avevo sognato perché era lei impegnata! (Piccolo Giovanni) si, stava lavorando: il Padre la stava usando!(*) Cosa mi dici ancora?(*) avete visto quanto è furbacchione? Mi dici la frase? (Telesfore) la frase della preghiera? ..eh(*), sai che adesso non mi viene? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni>(*) “o Dio, concedi a noi, tuoi servi di godere sempre la salute dell'anima e del corpo, e, per la potente intercessione della beata Maria sempre vergine, liberaci dai mali presenti e aiutaci a raggiungere la gioia eterna, per Cristo nostro Signore, Amen!” (Piccolo Giovanni) l'hai detta tutta? (Telesfore) Madre Miracolosa in te io mi rifugio, salvaci dal peccato e allontanaci dal male!” (Piccolo Giovanni) Amen!(*) ora la ricordi? (Telesfore) ma io ricordo che c'era anche Antonietta e gli ho detto “Antonietta, dilla tu”, e Antonietta andava a cercare.. a leggere.. però non ricordo se poi Antonietta l'ha ripetuto o no! (Piccolo Giovanni) e cosa hai fatto ancora? <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) cosa ho fatto? sempre nel sogno? eh, adesso non ricordo!(*) un'altra parte ricordo che come se si aspettasse qualche cosa, non so, e si.. c'erano molte.. molte persone, molte macchine.. che si aspettava.. ed io cercavo di prendere.. di arrivare per primo perché dovevo stare dietro, non(*).. (Piccolo Giovanni) che stai aspettando tu?(*) (Telesfore) che sto aspettando io? io aspetto Gesù, ma Gesù è in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen, il Bimbo cresce in mezzo a voi! Ma non mi dici più nulla?(*) hai scoperto qualche altro petalo del giglio? stai pregando per lui? (Telesfore) la Cocciuta è preoccupata del Giglio! (Piccolo Giovanni) pregate, pregate per il Giglio e stategli vicino e pregate per il mio figlio Francesco!(*) (Telesfore) Francesco.. <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> ho visto che quando vede la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..si accende? (Telesfore) si accende! (Piccolo Giovanni) non è che sei geloso? <si ride un po'> (Telesfore) no, e tanto io sono sempre presente! (Piccolo Giovanni) meno male! <si ride un po'> (Telesfore) si dimentica del tempo! (Piccolo Giovanni) eh, tu gli fai perdere il tempo che lui vuole far entrare nel suo cuore: lascia che sia il Padre a decidere quando uscire fuori: chiaro? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) mette fretta anche a Dio! (Paolo) è frettoloso! Ti posso chiedere una cosa, Giovanni? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) poco fa hai chiesto a Telesfore “vuoi crescere Gesù?” e lui ha risposto si.. (Piccolo Giovanni) ..Dio.. “vuoi crescere Dio?”..  (Paolo) ..e lui ha detto si, poi hai detto “il Bimbo cresce in mezzo a voi”: il Bimbo era riferito a Gesù? (Piccolo Giovanni) conosci bene la storia! (Paolo) e proprio per questo te l'ho chiesto? (Piccolo Giovanni) è nel tuo cuore e tienila lì per adesso! È un mistero grande: Dio è in ognuno di noi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e cresce in mezzo a noi: chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando con la mente? (Paolo) non riesco a togliermi questo vizio, io, che mentre parlo e dico una cosa ne penso anche un'altra! (Piccolo Giovanni) non solo una, se era un'altra sola.. (Paolo) ..uh.. (Piccolo Giovanni) ..andavamo così! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Paolo) niente, sto pensando adesso che non sono cose da.. da meditare con la mente ma.. (Piccolo Giovanni) ..col cuore.. (Paolo) ..accogliere col cuore e basta, altrimenti.. (Piccolo Giovanni) ..si esce fuori il Solco.. (Paolo) ..si, si.. (Piccolo Giovanni) ..se si pensa con la mente! (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni) si deve navigare nel fiume di Dio col cuore.. (Paolo) ..si, d'altronde, se è un mistero.. (Piccolo Giovanni) ..come la Cocciuta vi porta sulle spalle; un mistero ancora più grande: “come può portare l'umanità intera e ognuno di voi sulle sue spalle?” A Dio nulla è impossibile: ritorniamo sulla roccia della fede, basta avere fede.. (Paolo) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..come l'Uomo vestito di bianco, curvo, porta l'umanità intera! (Paolo) non sarebbe fede se noi potessimo, con la mente, arrivare a concepire tutto! (Piccolo Giovanni) il cuore! (Paolo) sì!(*) (Piccolo Giovanni) chiaro? (Telesfore) sì! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) quanti doni in questo giorno: la tosse.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..quanto Alito il Padre lascia scendere.. (Telesfore) ..che giorno è oggi? (Piccolo Giovanni) dillo tu! (Telesfore) 8! (Piccolo Giovanni) la pienezza di Dio: il mio 8! Se l'è messo nel cuore e non lo dimentica, e quando sente il numero 8 esplode di gioia! (Telesfore) anche il 3! (Piccolo Giovanni) anche il 3! (Telesfore) però il 6 io ancora non riesco a capire! (Piccolo Giovanni) quando è tempo lo capirai! Se ricordi, la Cocciuta aveva ricevuto un messaggio segreto fatto di numeri a scale, ed Io avevo dato la spiegazione di tutti quei numeri che.. all'inizio la facevo sempre arrabbiare “ma Dio che si mette a fare scale di numeri!”: ma quanta importanza! (Telesfore) lo dobbiamo andare a cercare questo.. (Piccolo Giovanni) ..eh, si, ed era fatto bene bene.. numeri di scale: gradini!(*) non pensare con la mente! (Paolo) no, no! <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) lei che non capisce uno zero spaccato di numeri ha segnato la scala! Mi faceva ridere che quando doveva leggere un numero: me lo dettava per sapere che cifra era; a volte la facevo arrabbiare e alzando un po'.. ma poi gli dicevo “guarda che questo numero significa tanti soldi!” <si ride un po'> (Paolo) e capiva? (Piccolo Giovanni) si! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> vi sto facendo addormentare? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) ma oggi abbiamo due numeri, nell'8 ci sono due colombi che in questo giorno hanno sigillato! (Paolo) ma con te non avviene niente proprio a caso, eh? (Piccolo Giovanni) Mario e Maria Elena! <oggi Mario e Maria Elena hanno fatto la promessa di matrimonio> Mario.. (Paolo) ..e Maria.. (Piccolo Giovanni) ..e Maria! (Paolo) che copia! (Piccolo Giovanni) i loro cuoricini si erano raffreddati dicendo “don Mario si è dimenticato di noi”. Può un Papà dimenticare i propri figli? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e cosa gli dirai alla fine della preghiera? (Paolo) eh, quello che mi suggerirai tu! (Piccolo Giovanni) e Io aspetto, ascolto, ma Io ho lasciato già scendere su di loro la rugiada del Padre! (Paolo) l'avevano capito! (Piccolo Giovanni) ora aspetto la loro rugiada! (Paolo) i frutti? (Piccolo Giovanni) i frutti, come aspetto i frutti dei due colombini più grandicelli! <si ride un po' perché si riferisce ai novelli sposi Giovanni 2 e Francesca. Francesca è la sorella di Maria Elena> (Paolo) poco poco più grandi! (Piccolo Giovanni) poco poco.. (Paolo) ..quelli li raggiungeranno presto! (Piccolo Giovanni) si! Ah, quanto vi amo, figli miei, ma non dimenticate che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, ed Io vengo solo a portarvi il santo Vangelo, ad indicarvi il Solco! Anche se scherzo con voi, se porto i miei capricci, l'unica linea è il Vangelo; vi do le caramelle per portarvi sempre nel Solco e invitarvi sempre a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi, voi amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto dinanzi all'altare portate i vostri nemici. Vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio popolo e di pregare per la mia piccola Marì; non lasciatemela sola, l'ho affidata a voi, siate la sua famiglia! L'ho messa nelle vostre mani! (Anna) la mettiamo sempre nella preghiera, Giovanni! (Piccolo Giovanni) rimanetegli vicino e pregate ancora perché Io vado a visitare quella capanna che arde d'amore per il “zio Mario”!(*) Gli darai il bacio della buonanotte? (Telesfore) lei ardere aspettando il bacio dello zio Mario! (Piccolo Giovanni) donaglielo e digli di andare avanti e di non temere! Vede un peso enorme sulle sue spalle, ma il Padre lascia scendere la rugiada perché non l'ha dimenticata: digli anche questo! (Telesfore) si! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ma poi non è nemmeno sola, ci siamo anche noi! (Piccolo Giovanni) ve l'ho donata, l'ho messa nelle vostre mani! Bene! Vi ripeto ancora una volta di vivere il santo Vangelo, di tenerlo alto e di camminare nel Solco del Padre che è lungo ed è profondo, ma sbocciano pianticelle vive e quelle pianticelle siete voi! Figli miei, Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi e parla, Dio ha sete e fame e vuole bere e mangiare con voi: siete pronti.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..per venire al Banchetto dell'amore.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che il Padre ha preparato per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori e venite tutti a fare festa! Figliuoli del mio Cuore, il Banchetto è qui, è in mezzo voi e Io ho sete e fame del vostro amore! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello! (Piccolo Giovanni) prendi il Cuore tra le tue mani e bevi ancora!(*) ora dona il mio Cuore ai tuoi figli e all'umanità intera!(*) (Giulia) non ti ho fatto male con i Chiodi? (Piccolo Giovanni) no, figlia! Vieni!.......... Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Giovanni!(Giovanni 2) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti..  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..di ciò che dite? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) Gesù è in mezzo a voi? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e voi avete sete e fame del suo Amore? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e nell'abbondanza che Dio si dona a voi, voi la donate al mondo? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) bene, figli del mio Cuore! Giovanni! (Giovanni 2) si? (Piccolo Giovanni) perché nei tuoi occhi c'è questa luce?(*) (Giovanni 2) ehm.. perché sono consapevole della presenza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del mistero! (Piccolo Giovanni) Amen! E i vostri occhi perché sono luminosi? (Paolo) quando si viene nella Casa del Padre non possono che essere luminosi, e non c'è luce che possa essere più luminosa di quella che c'è in questa Stanza! .......... (Telesfore) perché in mezzo a noi c'è la tua Luce e ci.. ci riempie, ci abbaglia, e i nostri occhi sono anche luminosi! (Piccolo Giovanni) Deh.. ma.. ma non ascoltarlo.. quando vuole parlare lo sa fare! (Paolo) trova anche le parole giuste! (Piccolo Giovanni) quando vuole, quando non lo vuole dice che non sa nulla! Siete pronti per il Sacrificio? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) bene!(*) (Paolo, Telesfore, .... e Giovanni 2 insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <2º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(***) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) ..... (Giovanni 2) un numero! (Piccolo Giovanni) che numero? (Giovanni 2)8”! (Paolo) io vedo dei raggi luminosi con al centro un Cuore ancora più luminoso dei raggi!(*) (Telesfore) io vedo.. vedo una stella(*) al centro del sole! (Piccolo Giovanni) e chi è il sole? chi è l’8? (Giovanni 2) la pienezza del Padre! (Piccolo Giovanni) chi è l'albero? .......... tu cosa vedevi? (Paolo) i raggi luminosi col Cuore del Padre! (Piccolo Giovanni) e che avete visto? (Giovanni 2) il Padre! (Paolo .....) è sempre Lui! (Paolo) lì dentro chi ci può essere? (Piccolo Giovanni) e nel Calice chi c'è? avete visto la Cocciuta gioire e ascoltare ciò che usciva: ve lo dirà ma non subito ciò che è uscito dal Calice di Dio in questo giorno! Ma non pensare sempre con la mente! (Paolo) no, no! (Piccolo Giovanni) è bello vederti legato al Legno, ma voglio vederti quando sarete ancora di più perseguitati a causa del mio Nome!(*) <Paolo dice qualcosa ma è impercettibile> ed Io dico Amen! Ora cosa vedete? .......... (Paolo) questa volta io vedo anche il bue e l'asinello!(*) (Piccolo Giovanni) avete perso la voce? (Paolo) ci sono anche i re Magi! (Piccolo Giovanni) Giovanni!(*) dillo! (Giovanni 2) prima avevo visto la Madonna! (Piccolo Giovanni) eh, e non può esserci Maria? (Giovanni 2) Maria è in dormiveglia! (Telesfore) io vedo una scala! (Paolo) io, quello che ho detto prima.. vedo.. ehm.. la capanna di Gesù e con un'atmosfera di festa, un'atmosfera gioiosa perché qualcuno ha saputo riconoscere la sua venuta, l'importanza della sua venuta! .......... (Giovanni 2) Maria che accudisce con amore Gesù! (Piccolo Giovanni) la capanna, Maria, la palma!(*) (Telesfore) la capanna e Maria in ginocchio col Bambino! (Piccolo Giovanni) Dio è in mezzo a voi e nel mondo intero! Quale pezzo volete?(*) <Giovanni 2 stava per prendere uno dei due pezzi dell'Agnello Immolato> (Giovanni 2) questa volta prendo questo! .......... (Piccolo Giovanni) il piccolo: verrà il tempo!(**) Cosa è rimasto? (Paolo) è rimasta la capanna, Gesù è andato in missione! (Giovanni 2) Maria… <dice qualcosa ma non è intelligibile> (Piccolo Giovanni) Maria curva sull'umanità che sostiene la capanna che è sempre l'umanità! Quando verrà il tempo che prenderete.. il Sole.. (Giovanni 2) ..di Fatima.. (Piccolo Giovanni) ..di Fatima si accenderà: e un'altra goccia.. (Giovanni 2) ..è discesa.. (Piccolo Giovanni) ..è scesa in mezzo a voi: siete Sacerdozi? si? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e ci vuole tanto a rispondere? ..e il Sacerdozio chi è? .......... (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e Dio abita.. (Giovanni 2) ..in mezzo a noi, vivo e vegeto.. (Piccolo Giovanni) ..nei vostri cuori vivo e.. (Giovanni 2) ..e vegeto!(*) (Paolo) è anche qualcosa di più! (Piccolo Giovanni) vi sto ubriacando un po'.. <si ride un po'> in questo giorno, ma il fiume scorre e le barche sono pronte: è il tempo di combattere e rimane.. (Giovanni 2) ..dietro la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) purtroppo dietro la Cocciuta! (Giovanni 2) meno male! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) dico purtroppo nel senso buono! È Cocciuta e ascolta la voce del Padre anche se a volte grida, frettolosa nel raccogliere tutti i figli come una chioccia: non ne vuole perdere nessuno! (Giovanni 2) nemmeno uno? (Piccolo Giovanni) nemmeno uno! Ma Io vi ripeto ancora: pregate per il giglio e scoprite i suoi petali, tutti, uno ad uno; la Cocciuta ne ha raccolti ma li tiene nel suo Cuore! Ora volete donarmi ai fratelli? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) preparare la Via Stretta per le Spose e donatemi! Quel pezzo lo dividerete secondo l'intenzione del Padre! <all'inizio della cena ha messo un pezzo di Pane nel Calice del Sangue> (**) Io, Padre, busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, guarda benigno i figli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono e i figli che mi hanno portato!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre!  (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, la mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli che mi avete accolto nei vostri cuori! Non abortitemi ma fatemi vivere, figli miei, nell'Amore, nella Pace e nella Quiete del Padre!(*) Avete bevuto e mangiato con me? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io sono venuto ad abitare nei cuori, a crescere e a formare la capanna, l'unica capanna di Dio; ma chiedo ai cuori di ognuno di voi di vivere con me perché Io sono vivo e reale, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce!(*) Dio non ha mai abbandonato i suoi figli, la Croce rimane sempre unita: si dona ma non si divide, e così anche voi donatevi ma non dividetevi, donate ciò che il Padre ha donato ad ognuno di voi nella pienezza del suo Amore. E nella pienezza dell'Amore di Dio Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi e nel mondo intero! Figliuoli, andate nella Pace di Dio portandola ai fratelli, all'umanità intera, ma state attenti al nemico: combattetelo con l'amore che Dio ha lasciato nei vostri cuori; e quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere, fatemi crescere nei vostri cuori e nei cuori dell'umanità intera! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora i tuoi figli e l'umanità intera sulle tue spalle e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! Figli miei, sto accarezzando i cuori di ognuno di voi e dei vostri cari, dei vostri ammalati; cammino in mezzo a voi baciandovi uno ad uno col Bacio del Piccolo Giovanni che aspettate tutti ardentemente, ed Io vengo con l'ordine del Padre a donarlo ad ognuno di voi! Accoglietelo, stringetelo al vostro cuore e donatelo ai vostri fratelli e all'umanità intera! Io non vi lascio, figli, ma aspetto i cuori di ognuno di voi e aspetto il vostro sì pieno alla Croce!(*) Ora voglio dormire perché sono un Bimbo, voglio riposare nei cuori di ognuno di voi: mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aspetto! <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Figli miei, in questo giorno avete cantato la Ninna Nanna ed Io ho dormito, ho riposato, e nel riposare ho lasciato scendere su di voi il Fuoco di Pentecoste! Ardete, ardete, figli miei, perché i tempi che scenderanno saranno pesanti: solo la Luce e il Fuoco di Pentecoste vi farà camminare tenendo alto il santo Vangelo, e nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo uniamo la Catena: la Catena del Padre(*), l'unica Catena che Dio ci dona: la catena di essere figli, la catena di essere liberi dalle cose del mondo e legati all'unico Amore che è Dio, all'unica Luce che è il Padre! E con la sua Luce, preghiamo: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Il mio Cuore è gioioso in questo giorno, ma nello stesso tempo gronda Sangue per l'umanità intera: pregate! Sono gioioso nel(lo) stare con voi, con la mia famiglia, il mio popolo, e gioioso nel sentire il Cuore della Cocciuta che bussa sempre nel dire “accorcia le tue Parole”, ma il Padre ancora non l'ascolta e lei china il capo dinanzi alla volontà di Dio! Sono capriccioso anche in questo attimo nel dire che vi amo, figli, e voglio stare sempre con voi! Aspettatemi, verrò ancora a portare il Pane vivo di Cieli! Grazie, figliuoli miei, per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! ............. Papà, io ti amo! Ti amo! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore, andate in pace e gioite perché un Figlio è nato in mezzo a voi e cresce nei vostri cuori!

 

 

         5. Giov 15/01/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora come tu sai fare per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Chino il capo e piango lacrime di Sangue in questo tempo, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù, sono io a farti piangere lacrime di Sangue? (Gesù) no, figlia del mio Cuore, tu mi offri gioie! È l'umanità! Ti invito a pregare per tutti i miei Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco! (Giulia) Gesù, il tuo pianto sta macchiando il tuo abito! (Gesù) ne vedrai scendere ancora lacrime di Sangue, figlia mia! (Giulia) Gesù, dimmi cosa devo fare! (Gesù) hai allargato le braccia e sei inchiodata sul Legno della Croce come hanno inchiodato me! Io ho messo tutto nelle mani del Padre! Ecco cosa devi fare: pregare e far pregare i tuoi figli, l'umanità intera, perché i flagelli scendono sempre di più. Non c'è amore e non vengo accolto dall'umanità intera. Popolo mio, pregate e camminate portando la Croce sulle spalle! Figlia, vuoi bere questo Calice che mi hanno offerto in questo istante? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) è amaro!(*) <bevute amare e sospiri di Giulia> (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia, è amaro e Io l'ho donato a te perché Io amo le mie Spose, e alle Spose e Io offro i Dolori; e in questo tempo mi poggerò ancora di più su di voi, figliuoli! Ora, figlia mia, vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? vuoi unire le tue mani alle mie mani? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) ecco l'abbraccio dell'amore che Io offro all'umanità! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Il Sangue sta cadendo per terra, Gesù! (Gesù) figlia, in questo giorno lo lascio cadere sull'umanità, ma adesso, figlia, guarda chi toglie i Chiodi dalle tue e dalle mie mani, ma non spaventarti perché verranno messi ancora!(*) non dire chi toglie i Chiodi: guarda soltanto!(*) <2º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) Vedi, i Chiodi ci sono ancora! Non temere, figlia del mio Cuore, ma in questo giorno ti chiedo di guardare e di aprire un'altra porta!(*) apri, figlia!(*) (Giulia) Gesù, si chiude.. sbatte prima.. mi aiuti tu ad aprire? (Gesù) allunga solo un dito e apri la porta!(*) ora guarda!(*) (Giulia) Gesù, Gesù dove sei? (Gesù) non temere, sono dinanzi a te!(*) (Giulia) posso dire ciò che vedo, Gesù? (Gesù) solo questa parte! (Giulia) Gesù, vedo un sole fatto di acqua e l'acqua sta cadendo e non rimane più il sole ma rimane un cerchio vuoto, e dentro il cerchio c'è buio(*), e in quel buio vedo dei sacerdoti che cadono e non riescono ad alzarsi! (Gesù) non toccare, figlia! (Giulia) Gesù, ma chiedono aiuto: non riescono ad alzarsi; e perché il sole è caduto come acqua, Gesù? (Gesù) ti chiedo di pregare e di far pregare i tuoi figli e l'umanità intera. Ora guarda ancora ma non parlare: tieni nel tuo Cuore ciò che vedi ancora, figlia! (Giulia) restami vicino, Gesù!(*) (Gesù) non toccare!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! Eccomi in mezzo a voi, eccomi in mezzo al mio popolo, ai miei Figli, ai miei Discepoli, alle mie Colonne, alle mie Suorine; vengo a portare lo Shalom: almeno vuoi accoglietelo e pregate secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, e di camminare sempre nel Solco santo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici dinanzi all'altare del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Voi siete qui riuniti nel mio Nome, ma non è da voi: sono Io a raccogliervi, a sussurrare ai vostri cuori “venite, figli, perché Io ho sete e fame del vostro amore”; “ho sete e fame di far festa con ognuno di voi”; “ho sete e fame della vostra amicizia” perché siete i miei amici, i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, ed Io vengo in mezzo voi e nel mondo intero a portare la mia Amicizia, la mia Quiete, la mia Pace; la dono a voi, la dono al mondo intero, ai figli che si uniscono a questa santa preghiera, ai figli che mi portate nei vostri cuori, ai figli che la Cocciuta mi consegna nell'amore e nella sofferenza; voi non conoscete il suo Cuore, ma Io ce l'ho nelle mani e lo conosco. Figliuoli, vi invito ad essere luce, vi invito a camminare nel mondo e a portare la mia Parola, a gridare al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla”, e la Parola di Dio è Parola duratura: non si cancella come viene cancellata la parola dell'uomo che ha poggiato le fondamenta sulla sabbia. Dio è Roccia, Dio è Amore, Dio è Pace, e dove c'è Dio l'albero fiorisce e porta i frutti, e ognuno di voi è frutto dell'Amore di Dio, perché siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; combattetelo con l'amore, con l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che scende copioso su di voi e sul mondo intero! Io vengo solo a portare la Parola del Padre invitandovi a gridare l'Amore di Dio all'umanità intera, figliuoli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) perché chini il capo, figlia mia? (Giulia) perché non sono degna di stare dinanzi a te, Gesù! (Gesù) solleva il capo! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) non vedo ombra di errore: perché chini il capo? (Giulia) Gesù, tu conosci il mio Cuore! (Gesù) si, è trafitto: ci sono tante spade e ne entreranno ancora, figlia mia! Vuoi che faccia entrare ancora spade? vuoi amarmi ancora? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vedi, figlia, l'umanità ha bisogno di essere guarita perché è malata, e trovo il tuo Cuore aperto, ma invito i tuoi figli e l'umanità ad aprire il cuore, ad accogliere le spade!(*) (Giulia) Gesù, falle entrare nel mio Cuore perché i miei figli ancora sono deboli! Poggia solo la tua mano sulle loro spalle!(*) (Gesù) figlia mia, ti accontento: poggio le mie mani sui tuoi figli e in dono offro un'altra spada nel tuo Cuore!(*) questa poggiala sui Figli Ministri!(*) <Giulia riceve la spada senza gridare ma rimane esanime sulla sedia>(*) sollevati, anima mia! (Giulia) eccomi, Gesù! Come devo poggiarla sui Figli Ministri, Gesù? (Gesù) guarda in questo istante!(*) (Giulia) sì, Gesù! Eccomi! (Gesù) ti invito ancora a pregare! Pregate e fermate i flagelli! Figliuoli, pregate per la pace; bussate al Cuore del Padre, popolo mio! Voi che siete qui all'ascolto della Parola viva abbiate fede e nel mio Nome guarite nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo tenendo sempre alto il santo Vangelo! Figliuoli, ora busso ai vostri cuori chiedendovi ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella luce e nella Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi, figliuoli del mio Cuore, a portare il sorriso e la verità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! La gioia è piena per il mio Cuore nel vedervi uniti, ma chiedo ad ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, di essere nella Pace di Dio, di amarvi nella Stanza dell'Amore del Padre. Venire a visitare lo Sposo che è vivo e reale in mezzo voi è venire a portare l'amore, è gioire  nell'Amore di Dio, è riempire i vostri cuori dell'amore per donarlo ai fratelli, all'umanità intera. E il Padre al figliuolo che ha guarito cosa ha donato?: il suo Amore, perché gli è stato chiesto; così anche voi che portate il cuore ferito chiedete a Gesù, chiedete al Padre “eccomi, sono venuto perché ti amo e chiedo il tuo amore e voglio essere guarito”, ma chiedete sempre nella misura nella fede; ricordate “abbiate fede”, solo la fede vi rende liberi dalla schiavitù del mondo. Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi, Dio parla, Dio vi dona il suo Amore, Dio viene a liberarvi, ma aspetta il vostro sì pieno, aspetta i cuori aperti alla sua misericordia infinita. Ed Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, vengo in mezzo voi in ubbidienza al Padre e per amore dello Strumento che si lascia usare da Dio! E lasciandosi usare porta all'umanità il Parto vivo, il Parto della Croce che è Dio. E il Padre lascia scendere gocce su gocce su di voi, figliuoli: raccoglietele e siate pronti e preparati perché Dio verrà come ha promesso; l'ora e il giorno non la conoscete nessuno: nell'attesa pregate e non spegnete la lucerna! Vi invito ancora una volta, figli miei, a stare attenti al nemico: non giudicate Dio: guardatevi dal giudicare!(*) Io alzo la destra invitandovi a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore, ma non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, e i tempi sono pieni perché il Parto è pieno, è in mezzo a voi! Figli, avete vissuto il santo Vangelo.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di questo giorno? <Giov. della 1° sett. T.O./C Mc. 1,40-45> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ma siete svegli o state sonnecchiando nel cullare di Dio? (Paolo) qualcuno è sveglio e qualcuno dorme! (Piccolo Giovanni) e sapete bene che chi dorme.. (Paolo) ..eh, si vedono gli occhi chiusi.. (Piccolo Giovanni) ..non piglia pesci? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) e anche con gli occhi chiusi.. (Paolo) ..si può essere svegli.. (Piccolo Giovanni) ..si può essere svegli! (Paolo) anche questo è vero! (Piccolo Giovanni) ma dimmi, Paolo, cosa è rimasto nel tuo cuore del santo Vangelo di questo giorno? (Paolo) il Vangelo.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) è arrivato il Soffio? (Paolo e qualcun altro) sì! (Paolo) vedi, Giovanni, io ricollego.. (Piccolo Giovanni) ..io vedo e sento! (Paolo) eh, siamo noi che non vediamo! Il Vangelo di questo giorno è racchiuso in tutto ciò che Gesù, e poi, successivamente sulla stessa linea.. (Piccolo Giovanni) ..la linea è una sola.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..: il Solco di Dio che porta all'unica Verità! (Paolo) io ho visto un accorato appello di Gesù rivolto a tutti noi! È un appello caloroso, pieno di misericordia, di fermezza e volontà per donarci. Ho visto il mantello di Dio che si apre su tutti noi peccatori, invitandoci, anche se abbiamo sbagliato, di rivolgerci a Lui perché è sempre misericordioso e accoglie sempre tutti! La misericordia.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio non aprire le braccia e accogliere nel suo mantello i figli? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) e a chi cerca? (Paolo) Gesù cerca i peccatori! (Piccolo Giovanni)venite a me voi che avete fame e sete di giustizia”! (Paolo) la misericordia che usa con noi Gesù è espressa in pieno nel Vangelo di oggi: la misericordia che ha usato con il lebbroso! (Piccolo Giovanni) aveva fame e il Padre gli ha donato da mangiare! (Paolo) c'è anche da dire che il lebbroso ha avuto fede, piena fiducia (Piccolo Giovanni) aveva fame! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) la fede è avere fame di Dio: della giustizia di Dio! Chi è giusto? (Paolo) solo Lui: Dio, nessun altro!(*) così ha messo a nudo anche, come ho letto sul messale, la miseria umana e mettendo anche in evidenza la potenza divina! Sono due cose che messe vicine sembrerebbero in contraddizione, cioè la potenza divina: Dio che si.. quasi si inginocchia davanti a un poverello ma pieno di fede in Lui, un misero uomo! (Piccolo Giovanni)cosa vuoi che Io faccia?(Paolo) e poi è molto bello il fatto che non abbia saputo tenersi per se tutto quello che è accaduto.. (Piccolo Giovanni) ..“vai, presentati..(Paolo) ..“dal sacerdote”.. (Piccolo Giovanni) ..“dal sacerdote”, pur conoscendo il cuore; esplodeva di gioia, di amore, la fiamma che ardeva era troppo forte.. (Paolo) ..per non raccontarlo a tutti.. (Piccolo Giovanni) ..per non gridarla “andate e gridate al mondo: Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi e opera miracoli”; e qual’è il miracolo che Dio opera? La sua Parola: la Parola di vita, perché la Parola di Dio è vita, e senza la Parola voi non avete vita. IL MIRACOLO PIÙ GRANDE È LA PAROLA! Avendo fede.. si unisce alla Parola e la Parola di Dio sboccia guarendo i mali del mondo, ma l'umanità non accoglie, non ascolta la Parola di Dio e rimane malata! (Paolo) ecco! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) ma il Padre mi lascia donare l'Alito della tosse e Io gioisco nel farlo scendere su di ognuno di voi e sull'umanità intera, sui figli che sanno raccoglierla! Ma dimmi ancora! (Paolo) Gesù ci ha ricordato ancora, come spesse volte ha fatto in passato, e anche tu hai fatto in passato, che non siamo noi che veniamo.. e in quel momento ho pensato di essere fortunato.. (Piccolo Giovanni) ..di essere stato catturato nella rete senza buchi! (Paolo) si! E poi.. (Piccolo Giovanni) ..Dio vi ha scelti uno ad uno: popolo che vedrà il trionfo del Cuore Immacolato di Maria! Il popolo che Dio ha poggiato sulla roccia! Quel popolo che brillerà per indicare la capanna! È un'altra goccia e i tuoi occhi si sono aperti ancora di più! (Paolo) abbiamo già parlato di “popolo(Piccolo Giovanni) siete sempre il “popolo”.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..che il Padre ha raccolto nella Dimora! (Paolo) uh, ma non so se.. (Piccolo Giovanni) ..cosa stai pensando? (Paolo) ehm, non so se ho capito bene che cosa intendi tu quando parli di “popolo”! (Piccolo Giovanni) figli di Dio, popolo che Dio ha scelto per indicare la stella sulla capanna! (Paolo) come il popolo di Betlemme?(*) (Piccolo Giovanni) Dio deve scendere, “come e quando” non lo conosce nessuno. Una luce deve segnalare, e quella luce siete voi: popolo di Dio! È chiaro? (Paolo) sì! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ma ancora non potete comprendere, è troppo grande il mistero! (Paolo) piano piano.. quando vuole Lui! (Piccolo Giovanni) quando il Padre decide, ma tutto è scritto! (Paolo) lo conosce solo il Padre il libro? (Piccolo Giovanni) i tempi e ciò che è scritto lo conosce solo il Padre e le anime che Dio usa! Sembra una contraddizione “lo conosce solo il Padre, come può dire le anime?”. Quando Dio usa uno Strumento, lo Strumento è tutto di Dio, è un tutt'uno col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo.. e ne ho detta un'altra! (Paolo) e questa è grossa! (Piccolo Giovanni) eh, più delle altre! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> diventa sempre più grande il mistero, caro Paolo della Croce! (Paolo) eh, questo si! Quindi lo conosce il Padre.. (Piccolo Giovanni) ..ma non metterti a pensare con la mente! (Paolo) no, un po’ ho pensato, ma adesso non penso più! <si ride un po'> un po' c'ho pensato, però,..  (Piccolo Giovanni) ..è meglio.. (Paolo) ..non te lo posso nascondere, mi fermo, però.. (Piccolo Giovanni) ..fermarti sennò mi esci fuori.. (Paolo) ..binario?.. (Piccolo Giovanni) ..il Solco e poi chi ti piglia più? <si ride un po'> (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) solo la Cocciuta! (Paolo) è vero! (Piccolo Giovanni) eh, con l'ordine del Padre.. (Paolo) ..eh, ma se è tutt'uno.. (Piccolo Giovanni) ..perché è all'ubbidienza del Padre! (Paolo) oggi avete posto il dito sul nemico: sia tu che Gesù! ..ci avete detto in modo chiaro, proprio perentorio, di stare attenti! (Piccolo Giovanni) in questo tempo: nella preparazione della Pasqua! (Paolo) c'è da riflettere quando dite che usa ogni mezzo: ogni mezzo può essere veramente “tutto”! (Piccolo Giovanni) Tutto che.. ogni mezzo è tutto! Con lo strascico di coda usa ogni mezzo.. (Paolo) ..ci fa apparire delle cose buone che poi in realtà sono sbagliate.. (Piccolo Giovanni) ..per far cadere i figli nella sua rete di odio e di morte! Solo l'amore può annientarlo e il rimanere legati alla Catena di Dio. La Catena di Dio è fatta di piccoli cuori rivolti al Padre, e quando i cuori sono rivolti al Padre ardono solo d'amore e non c'è odio, non c'è gelosia ma solo sussurri d'amore; come gli Angeli cantano sempre le Lodi d'amore al Padre, e così voglio i vostri cuori, per questo vi porto nella Stanza dell'unico amore che è il santo Vangelo, la Verità che non viene cancellata dall'uomo! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ti sei bloccato? (Paolo) no, volevo chiederti: quello che abbiamo fatto qualche giorno fa con la Cocciuta e Telesfore a Corigliano.. io sono un po' preoccupato e perplesso! (Piccolo Giovanni) dovete avere fede: troverete la porta che Io ho toccato! (Paolo) ma abbiamo sbagliato? (Piccolo Giovanni) in quel giorno? (Paolo) in quel giorno penso di no! (Piccolo Giovanni) e quando vede sbagliato? (Paolo) in tutto ciò che abbiamo fatto prima, no?(*) (Piccolo Giovanni) troverete la porta: abbiate fede! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) camminando nel Solco di Dio non si può.. (Paolo) ..sbagliare.. (Piccolo Giovanni) ..sbagliare! Vi è stata annunciata qualcosa che poi avete trovato sbagliata? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta vi ha detto qualcosa che poi non era nella verità del Vangelo? (Paolo) no! Qualche volta, in un primo momento possono sembrare sbagliate ma poi alla lunga.. (Piccolo Giovanni) ..quando si ascolta.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..con la mente.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma quando si lascia registrare il cuore, è Dio che parla! (Paolo) però, Giovanni, tu hai visto Telesfore la faccia aveva fatto.. eh, sembrava un cadavere! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ma chiedigli perché in privato (Paolo) ed io lo so già perché! (Piccolo Giovanni) eh! (Paolo) me l'ha anche detto! (Piccolo Giovanni) eh!(*) non temete, andate avanti sempre nel Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo! (Paolo) ma dimmi una cosa:.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) prima ti do Io la tosse! (Paolo) si, grazie! Ehm.. questo che noi abbiamo fatto è risultato come un tentativo sbagliato; ma, voglio dire, è stato voluto da te? (Piccolo Giovanni) quando camminante avete sempre la Cocciuta e alzo le mani. Ma, figlio, Io ti rispondo “ma i figli che non capiscono?(Paolo) ..che non capiscono, si.. si, hai ragione.. hai ragione, si! (Piccolo Giovanni) Ricordati che rimane tutto nella storia! (Paolo) si, si, non capiscono il soggetto! (Piccolo Giovanni) eh, e Dio non ha misteri nascosti.. (Paolo) ..eh, ma poi si saprà.. (Piccolo Giovanni) ..nella famiglia! (Paolo) dopo si saprà comunque! (Piccolo Giovanni) bene! .... <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> .......... Dio vi ha scelti e Dio vi usa quando Lui vuole.......... i piccoli Giovanni rimangono sempre all'ultimo posto dopo aver lavorato.. ..nella vigna! .......... non permettere al nemico di farvi salire sul piedistallo, ma.. ..inchinarvi dinanzi alla Croce! .......... ..i piccoli Giovanni.. ..all'ultimo posto! .......... ..nella semplicità, nell'amore e nella povertà, chiedendo al Padre.. servi inutili! .......... <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) non ho mai messo nessuno di voi sul piedistallo, ma sono gioioso nel vedere i nomi di ognuno di voi scritti con lettere d'oro nei Cieli: è il piedistallo che il Padre ha preparato per ognuno di voi, per i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce! Ma ricordate: sulle vostre spalle dovete portare sempre la Croce perché Io sto salendo il monte e ho bisogno del vostro aiuto, e chi mi ama mi segua portando la propria Croce perché è piccola così, la grande la porto Io per l'umanità e per ognuno di voi, figli del mio Cuore! Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! (Tommaso) sono qui! (Piccolo Giovanni) benvenuto nella Casa del Padre! (Tommaso) grazie! (Piccolo Giovanni) dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Tommaso) devo dire che mi hai fatto lavorare sodo per essere qui stasera.. (Piccolo Giovanni) ..eh!.. (Tommaso) ..tanto che io mi sono arrabbiato con te.. (Piccolo Giovanni) ..i discepoli.. (Tommaso) ..ho detto “ma perché non ti fai sentire?”.. (Piccolo Giovanni) ..devono lavorare, e accolgo anche le grida, e quante ne sto sentendo della Piccola Cocciuta in questi giorni! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ma Io mando sempre l'Alito dello Spirito Santo e il mio sorriso. Me ne farò di risate quando non riuscirai a fare qualcosa! (Tommaso) ma una ne facevo e due ne uscivano, una ne facevo e altre tre ne uscivano, alla fine.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Tommaso) ..all'ultimo momento, ho detto, mi ero quasi arreso.. ho detto “evidentemente, possibile che..(Piccolo Giovanni) ..io intervengo sempre.. (Tommaso) ..all'ultimo momento.. (Piccolo Giovanni) ..all'ultimo momento, e lo sapete già, perché vi affaticate? (Tommaso) ma questo lo sapevo, tanto è vero che io ho continuato sempre fino alla fine, no, però all'ultimo momento quasi quasi avevo perso la speranza; poi sono stato illuminato e ho trovato proprio una cosa impensabile! (Piccolo Giovanni) ma quando la piccola suorina ha chiamato la Cocciuta “Io voglio venire ma non so se possiamo”, la Cocciuta nel suo dolore ha sorriso! (Tommaso) per forza, sapeva già tutto! (Piccolo Giovanni) perché conosce che Giovanni interviene sempre all'ultimo momento! Eh, Paolo, Paolo, non pensare con la mente <2 colpi di tosse con un'alitazione> non ci arrivi al mistero: devi rinunciare a pensare con la mente! È bello che si crea quei castelli dove poi.. crollano: “ci sono arrivato, ho messo anche la porta”.. non la porta di ferro: la porta del castello che hai costruito nel pensiero! (Paolo) quale porta di ferro? (Piccolo Giovanni) non la porta di ferro.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..la porta che hai costruito nel castello che crolla! (Paolo) eh (Piccolo Giovanni) nel pensiero (Paolo) ma la porta di ferro ce la devo mettere? (Piccolo Giovanni) se non cade pure quella! (Paolo) eh, ce l'avvito bene! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) quanti figli si scandalizzeranno sentendo parlare: “ma quale Dio è questo che scherza?”. Guardate che Gesù con i Discepoli ha sempre scherzato: c'era il tempo di spiegare la Parola del Padre e il tempo di parlare tra di loro come Io faccio con voi. Il mio Solco, la mia venuta in mezzo voi è il Vangelo, la Parola, l'unica Verità, ma nel parlare scherzando con voi non è prendervi in giro, ma è fermarmi a gioire e a parlare, e sono gocce quelle che scendono caro! (Paolo) è molto bello! (Piccolo Giovanni) ma mi alza il dito come gli alunni di scuola! <si ride un po'>  <3 colpi di tosse con un'alitazione> .......... Io parlo sempre attraverso lo Strumento, non solo in questo giorno, e la gioia per me è sempre grande come è grande il dolore nel vedere l'umanità e i figli della perdizione che non accolgono: sono stato chiaro? .......... è lo Strumento che soffre, ma non vi dico il perché! Vi dico solo che per amore dello Strumento Io sono in mezzo voi, perché ha donato il sì al Padre! È chiaro questo? .......... <2 colpi di tosse con un'alitazione> bene, adesso sveglio Telesfore! Caro Telesfore, sei sveglio? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Sei sveglio? (Telesfore) si, ma questa sera ho sudato molto! (Piccolo Giovanni) senti caldo? (Telesfore) si, perché? (Piccolo Giovanni) hai la febbre? (Telesfore) non lo so se c'ho la febbre! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi sapere da me? (Telesfore) perché sento caldo? (Piccolo Giovanni) c'è un po' di tosse in più, l'Alito! <3 colpi di tosse con un'alitazione> o senti il caldo del dolore della Cocciuta? (Telesfore) mi sa che è proprio quello!(*) (Piccolo Giovanni) ma dimmi un po', parlami del Vangelo di oggi: lo ricordi? (Telesfore) eh, lo ricordo!(*) Il Vangelo di oggi dice che noi tutti abbiamo bisogno di essere guariti, ma non guariti nel corpo, guariti dello spirito (Piccolo Giovanni) ma siete qui(*) (Telesfore) siamo qui, però la nostra fede ancora ha bisogno di crescere! (Piccolo Giovanni) i bimbi crescono un po' alla volta! Avete mai visto un bimbo nato grande? (Alcuni) no! (Piccolo Giovanni) devono cominciare a fare i passetti e voi siete a buon punto come salita di gradini, e poi siete qui riuniti! Ma non salire sul piedistallo ora che ti sto dicendo questo: sempre dinanzi alla Croce.. (Telesfore) ..se.. (Piccolo Giovanni) ..come un servo inutile! (Telesfore) se salgo sul piedistallo, inciampo e cado! (Piccolo Giovanni) e ti vai a mettere dinanzi alla Croce come sali i gradini tutte le mattine, e Dio vede e sente ogni cosa, e Dio che è Luce mette alla luce.. (Telesfore) ..ogni tanto, non sempre, però! (Piccolo Giovanni) ma col cuore lo fai sempre! (Telesfore) col cuore lo faccio sempre!(*) Come si può vivere la giornata se non si.. (Piccolo Giovanni) ..lavora?  (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) se non si sale la scala di Maria che è la preghiera? la penitenza? E quante anime si salvano salendo un gradino! La Scala santa!(*) Ricordate che la chiamavo e la chiamo così?: la Scala santa, bagnata col Sangue di Gesù! (Telesfore) ah, la Scala santa parte dal primo piano o dal piano terra? (Piccolo Giovanni) la Scala santa: non provare ad entrare nel mistero!(*) Dimmi qualche altra cosa!(*) (Telesfore) noi che siamo qui dovremmo, almeno, amarci gli uni con gli altri, ma per quanto ho capito.. (Piccolo Giovanni) ..ci sono un po' di teste da toccare!(*) (Telesfore) ma forse, questo che.. non ci fa amarci gli uni con gli altri, è più che altro la gelosia! (Piccolo Giovanni) quello che dovrebbe non esistere in questo Luogo e né in nessun altro luogo, ma fare sbocciare solo l'Amore di Dio che fa un tutt'uno col Cuore del Padre! Giovanni! (Giovanni 2) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Tu mi ami? (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e doni il mio Amore ai tuoi figli e ai tuoi fratelli? (Giovanni 2) credo di sì! (Piccolo Giovanni)credo di sì”: l'umiltà: “credo di sì”! È bello ascoltare “credo”, e vuoi donarlo questo “credo”? (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) farlo crescere? (Giovanni 2) non sarei qui, sennò! (Piccolo Giovanni) e vivere sempre donando questo “credo” ai figli e ai fratelli che incontri sul tuo camminare: il Padre ti ha scelto! (Giovanni 2) se è volere del Padre, perché.. perché no? (Piccolo Giovanni) e sai bene che il Padre abita in mezzo voi? (Giovanni 2) sì, vivo e vegeto (Piccolo Giovanni) sei cosciente di questo? (Giovanni 2) eh, da sempre! (Piccolo Giovanni) e quando parlavi che non sboccia un mistero perché c'è gelosia? (Giovanni 2) lo dicevo sempre! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire? (Giovanni 2) che il problema era che.. io dicevo scioccamente che ritardavamo, non il volere del Padre, ritardavamo tra di noi.. forse il popolo di Dio.. quando dicevamo che per una sciocca gelosia degli uomini, ritardavamo.. (Piccolo Giovanni) ..il progetto.. (Giovanni 2) ..il progetto, l’ho sempre detto.. (Piccolo Giovanni) ..dell'Amore di Dio.. (Giovanni 2) ..dell'amore.. della Stanza.. di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..della Stanza! (Giovanni 2) e che forse pochi avevano capito che la Cocciuta era.. (Piccolo Giovanni) ..è Cocciuta! (Giovanni 2) mi fermo a “Cocciuta”! <si ride un po'> però scrissi un giorno, scrissi una lettera.. (Piccolo Giovanni) ..che la Cocciuta tiene conservata! (Giovanni 2) lo so.. e qualcuno forse voleva crocifiggermi, però lo scrissi! (Piccolo Giovanni) lasciamo al Padre i tempi! (Giovanni 2) ..lo so.. (Piccolo Giovanni) ..camminando sempre nel Solco! (Giovanni 2) eh, si! Sai che io sono impaziente rispetto agli altri.. (Piccolo Giovanni) ..anche la Cocciuta ha fretta di fare tutto subito come Giovanni! È frettolosa perché nel petto c'è il mio Cuore! Ma ditemi un po', siete stanchi? (Tutti) no!(*) (Piccolo Giovanni) volete che non conosca le vostre risposte?(*) ci sei, Paolo? (Paolo) ci sono! (Piccolo Giovanni) e sei stanco? (Paolo) sono stanco fisicamente, ma non è una stanchezza che mi impedirebbe di stare qui fino a domani mattina! (Piccolo Giovanni) è quello che volevo sentire, ma qualcuno dice così! (Paolo) eh, questo lo sai tu (Piccolo Giovanni) eh, si! (Paolo) eh (Piccolo Giovanni) solo Io conosco i cuori, solo il Padre conosce i cuori di ognuno di voi! Ma vedete, è così bello parlare con i discepoli! È così bello gioire nei vostri cuori! È così bello farvi lavorare: mentre Io parlo, Dio usa ognuno di voi e neanche ve ne accorgete! Tutti, senza fare alcuna distinzione.. (Paolo) ..te la posso.. (Piccolo Giovanni) ..Dio vi fa lavorare! (Paolo) a proposito di lavorare, te la posso chiedere una cosa? (Piccolo Giovanni) si, ma non mi chiedere della porta di ferro! <si ride un po'> (Paolo) no, la porta no,  la porta ce la metterò perché la Cocciuta ha detto di sì, quindi come se l'avessi detto tu: è la stessa cosa! Ma quello che dovrò fare io lì dentro, una parte l'ho capita, ma c'è un'altra parte che non so se.. (Piccolo Giovanni) ..e non metterti a pensare con la mente, verrà fuori l'altra parte! Un gradino alla volta si sale! (Paolo) uh!(*) (Piccolo Giovanni) ricordi che la Cocciuta ti dice “piano piano”? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e tu dici “ma quando finirò?(Paolo) e quindi che devo fare? (Piccolo Giovanni) piano piano! (Paolo)piano piano”? e va bè, farò così! <4 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) aspetta! (Paolo) e sai, Giovanni, che..  sai perché ti chiedo queste cose? perché alcune volte, delle cose che faccio, per un momento penso “ma..(Piccolo Giovanni) ..ci metti la mente come sempre! (Paolo) si, ci metto la mente e mi chiedo “ma questa cosa.. ma è possibile che Giovanni mi fa fare questa cosa.. ma perché mi fa fare questa cosa qui?(Piccolo Giovanni) è possibile che è stata costruita un'arca? (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni)cosa sta facendo questo?” Dio chiede delle cose che servono a Lui, anche se per te “ma cosa sto facendo?”, come quando ho chiesto i tre altari, per te non andavano bene, ma la Cocciuta e Telesfore che non capiva “ma che devo fare qua?”, ma Dio e Giovanni hanno capito che significato ha!(*) “Non va bene”, “non si trova con l'altro”, “perché due in mattoni e uno in legno”: i “perché”! Quando Dio comanda si deve rispondere solo “eccomi”! (Paolo) non c'è dubbio su questo! Io volevo dire.. (Piccolo Giovanni) ..io ho parlato.. (Paolo) ..si.. sì, sì, volevo dire.. se io quando faccio una cosa ho la certezza che è Lui che lo vuole, io non ho.. i dubbi.. non me ne vengono.. (Piccolo Giovanni) ..basta chiedere allo Strumento! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) e non dire “ma”.. (Paolo) ..no, no, no, e.. sto facendo il possibile adesso, mi sembra che io stia facendo tutto.. (Piccolo Giovanni) ..il bello farlo arrabbiare! <si ride un po'> (Paolo) o no? perché tante volte, quando faccio una cosa senza aver chiesto a lei, mi viene il dubbio “ma che c'entra questa cosa qua che sto facendo io?”.. (Piccolo Giovanni) ..ve lo.. (Paolo) ..“è giusto che la faccio o no?”.. (Piccolo Giovanni) ..dico sempre cosa dovete fare! .......... e quando Gesù doveva riprendere qualche discepolo, a volte lo faceva dinanzi a tutti, ma altre volte lo faceva anche da solo; non è scritto in questo libro ma ce n’erano altri di libri! (Paolo) ci sono ancora? (Piccolo Giovanni) si, ma non posso consegnarveli! Eh, figli miei.. (Paolo) ma non ho capito, ma ce l'hai tu i libri o sono sulla terra? (Piccolo Giovanni) non provateci! <si ride un po'> Io parlo: mi era stato detto che l'avrei trovati; e con la Cocciuta ci provavo anch'Io come fai tu: ma dove sono?”, “quando li trovo?”, “ormai sono vecchio: avrò il tempo di trovarli?”, aspettando che la Cocciuta parlasse, ma Cocciuta com'è mi guardava e rideva, e così faccio con te, ti guardo e rido!(*) Ricordate che Io sono sempre nella linea del Vangelo e sono sempre Sacerdozio vivo ed eterno, e in mezzo a voi c'è Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna. Vi invito sempre a camminare nel Solco e a stare attenti al nemico! Curando il cuore del mio figliuolo Francesco: non abbatterti, figlio mio, la Luce e l'Amore dello Spirito Santo è su di te. Il Padre non ti ha abbandonato, ti ama sempre perché tu lo ami con tutto il tuo cuore! (Francesco) grazie, Giovanni, il problema è che dove sono c'è molto odio e tu lo sai! (Piccolo Giovanni) presto gioirai.. (Francesco) ..grazie, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..devi avere pazienza!(*) dimmi!(*) non temere, stai parlando col tuo Papà! (Francesco) per me è la prima volta parlare con te, e c'ho il cuore che mi esce fuori anche se l'ho desiderato più volte! (Piccolo Giovanni) e ora? (Francesco) e ora sono contento perché ce l'ho fatta, è come se io.. lo desideravo e ce l'ho fatta! (Piccolo Giovanni) Dio ha il suo tempo: ogni cosa a suo tempo! (Francesco) sono io molto impaziente, ehm.. vivo una.. con la mia vita da militare.. da militare ho detto.. è diretto a fare subito le cose, per questo, magari, sono così! (Piccolo Giovanni) ora incomincia a vivere come figlio! (Francesco) ti ringrazio, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché sei figlio nella pienezza dell'Amore del Padre, e non temere: presto avrai la gioia che arde nel tuo cuore! (Francesco) io ti ringrazio, Giovanni, speriamo che.. (Piccolo Giovanni) ..è al Padre che devi dire grazie! (Francesco) questo lo faccio ogni giorno! (Piccolo Giovanni) lo so, perché conosco il tuo cuore! Figlio mio, vai avanti e non fermarti, dona sempre la mano al fratello povero come tu sai fare e porta sempre la Parola del Padre ovunque vai donando il tuo cuore! Chiaro? (Francesco) sì, lo farò, Giovanni! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) grazie, figlio! (Francesco) grazie a te e al Padre, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Amen! (Francesco) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen!(*) Abbiamo un altro figlio nella gioia e nell'Amore del Padre! Cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) la famiglia.. (Piccolo Giovanni) ..cresce.. (Telesfore) ..cresce!(*) (Piccolo Giovanni) nel camminare sempre nell'unica Verità, nell'unico Solco di Dio. Ma dimmi, cosa senti nella tua mano? (Telesfore) sento pulsare! (Piccolo Giovanni) il cuore? (Telesfore) eh, il cuore! (Piccolo Giovanni) e non senti altro?(*) (Telesfore) il cuore sento! (Piccolo Giovanni) e mentre il cuore batte Io ti chiedo di pregare per il Giglio e di scoprire ancora i suoi petali! Pregate per il Giglio restandogli vicino!(*) (Telesfore) noi ci siamo vicini, però lui ci sfugge! (Piccolo Giovanni) è più vicino di voi, non vi sfugge! Lo stai sentendo(*) il suo cuore!(*) (Telesfore) è trafitto! (Piccolo Giovanni) pregate, figliuoli! Vuoi chiedermi qualche altra cosa? (Telesfore) io, visto.. vorrei consolare il Cuore di Maria! (Piccolo Giovanni) lo farete alla fine della preghiera! Ora chiedo di preparare i vostri cuori al Banchetto: Maria è al Banchetto a fare festa! Cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) eh, Maria ha preparato il Pane (Piccolo Giovanni) e lo prepara attimo per attimo per ognuno di voi, per l'umanità intera! Ora siete pronti per venire a fare festa al Banchetto Nuziale? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché è pronto per ognuno di voi e per l'umanità intera. Distaccatevi dalle cose del mondo, unitevi alla catena del Cuore di Dio e venite a fare festa .......... vi chiedo ancora: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! Ora venite perché lo Sposo è qui, è mezzo voi e ha sete e fame del vostro amore, figliuoli, ma ricordate sempre: tenete alto il santo Vangelo, non lasciatelo! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) Sposo, accompagna la Sposa!(*) (Giulia) come sei bello! (Piccolo Giovanni) prendi nelle tue mani ancora una volta il Cuore!(*) bevi il Sangue(*) e donalo all'umanità!(*) Vieni, Sposa del mio Cuore!.......... Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Giovanni!(Giovanni 2) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Paolo, .....Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Paolo, ....Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e donarmi al mondo intero? (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) e ai figli? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti.. (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..di tutto questo? (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti a portare la mia Croce? (Paolo, ... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) la Croce del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) state attenti: non prostratevi ad altri dei ma solo al Gesù che ha abbracciato il Legno. Perché ti sei distaccato? (Paolo) non mi sono distaccato: stavo per perdere l'equilibrio! (Piccolo Giovanni) perché la Croce è pesante o perché? (Paolo) io lo so di non essermi distaccato! (Piccolo Giovanni) perché stavi perdendo l'equilibrio? me lo dici? (Paolo) cosa ti devo dire? (Piccolo Giovanni) perché stavi perdendo.. (Paolo) ..ah, è una domanda? ..perché mi ero un po'.. mi ero immedesimato profondamente, non un poco, in ciò che stavi dicendo e avevo perso la percezione fisica in questo momento! (Piccolo Giovanni) dov'era Giovanni? (Giovanni 2) probabilmente stavamo.. stavamo lasciando questo porto terreno per lanciarci spiritualmente.. i quattro della Croce! (Piccolo Giovanni) e tu come ti senti? .......... (Giovanni 2) ho messo le ali! (Piccolo Giovanni) ma non volare perché il tetto è basso.. puoi anche uscire fuori! (Giovanni 2) infatti! (Piccolo Giovanni) e tu? (Telesfore) io mi sento ubriaco! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) di vino o di Dio? (Telesfore) di Dio! (Piccolo Giovanni) e di vino chi è? chi è di vino? (Telesfore) eh, il vino è Dio! (Piccolo Giovanni) ora siete pronti? ..toglimi quello(*) perché si deve adempiere il Sacrificio! .......... siete pronti? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì!(*) (Piccolo Giovanni) mi sa che ci vuole un calice più grande! <Si ride un po’ perché le mani a stento sono riuscite a tenere stretto il calice>(*) (Paolo, Telesfore, ....e Giovanni 2 insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <3º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) cosa vedete?(*) .......... cosa vedete? (Paolo) io vedo un sole!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) cosa vedete? (Paolo) io vedo un sole che irradia luce e si trova al centro di un cuore! (Telesfore) io vedo un cuore con il sole al centro!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? Giovanni! (Giovanni 2) prima vedevo due cerchi, ora vedo una cometa in mezzo ai due cerchi! .......... (Piccolo Giovanni) ora mi sposto! Tommaso! (Tommaso) eccomi! (Piccolo Giovanni) cosa vedi?(*) (Tommaso) una capanna(*), un cuore(*), una colomba che protegge questa capanna(*).. e la stella sopra con la coda della cometa! (Piccolo Giovanni) e chiedi tutto questo? (Tommaso) la Trinità: vedo tre luci! (Piccolo Giovanni) Dio.. (Tommaso) ..Dio.. (Piccolo Giovanni) ..in mezzo voi, vivo.. (Giovanni 2) ..e vegeto.. (Piccolo Giovanni) ..e reale! Sei gioioso.. (Tommaso) ..gioioso.. (Piccolo Giovanni) ..per questo dono? (Tommaso) è un dono meraviglioso, anche se non ci rendiamo conto! (Piccolo Giovanni) ma è qui dinanzi a voi e nel mondo intero, perché Dio donandosi ad ognuno di voi si dona al mondo perché siete il popolo scelto da Dio.. (Tommaso) ..e questa è una cosa molto bella.. (Piccolo Giovanni) ..per accendere la stella! E Dio aspetta i cuori, e quando i cuori saranno tutti aperti, la Cocciuta costruirà il forno dove nascerà il Pane di Dio! Pregate e siate.. (Tommaso) ..aiutami ad essere forte.. (Piccolo Giovanni) ..pieni di Dio! Solo in Dio si trova la forza, e Dio è in mezzo voi e si dona! Ora Io ritorno.. (Tommaso) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..al mio posto!(**) Cosa vedete nei giochi di Dio? .......... (Paolo) la corona la vedo anch’io! (Telesfore) anche io vedo la corona! (Giovanni 2) il padre, il(la) madre e 5 Astri! (Piccolo Giovanni) che sono sempre la corona.. di Maria! Quale pezzo volete dei piccoli?(**) cosa è rimasto? (Giovanni 2) il padre e la madre! .......... (Paolo) un mosaico! (Piccolo Giovanni) di Maria e di Gesù! Sono? (Paolo) sono.. lì sono separati ma tutti uno! (Piccolo Giovanni) e tu cosa vedi? (Telesfore) la famiglia! (Piccolo Giovanni) e volete tutti crescere Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aprite i cuori e fate presto a crescere Dio perché i tempi sono pieni e Dio vuole essere cresciuto! Ora volete donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) volete preparare la Via Stretta per le Spose e donarmi nell'amore e nella quiete? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) ma volete fermare i flagelli col vostro amore? (Paolo, .... Telesfore, Giovanni 2) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vi carico del peso!(*) <versa alcune gocce d'acqua nelle .......... mani e poi successivamente nel Calice> avevate sete? (Paolo, .......... Telesfore, Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) donatela questa acqua.. la dono anche a voi! Figli del mio Cuore, vi invito a pregare per i figli che hanno smarrito la strada per ritornare a casa: la mia porta è sempre aperta perché sono il vostro Papà! Tieni sempre stretta la Croce, e quando diventa più pesante, Paolo, non gettarla ma con pazienza inginocchiati dinanzi ad essa e prendi forza, perché siete stati scelti per accendere nel mondo il Fuoco dello Spirito Santo. La grazia di Dio è su di voi, non temete niente e nessuno! Ora donatemi ai vostri fratelli! Padre, Io busso ancora una volta alla Porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, Padre mio, perché Io metto tutto nelle tue mani!(***) Padre! Padre! Padre!  (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli del mio Cuore! Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, col tuo aiuto!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Ecco il sì: alza la Croce e diventa leggera! Dio aspetta il sì pieno di ognuno di voi, del mondo intero! Era leggera.. (Telesfore) ..col “” era leggera.. (Piccolo Giovanni) ..la Croce?(*) e Gesù cosa ha detto dinanzi ai chiodi? (Telesfore)eccomi!(Piccolo Giovanni)eccomi, Padre, sia fatta la tua volontà!”, ed Io vengo in mezzo voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce a chiedervi ancora una volta: mi amate voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ci sarete tutti.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..quando Io verrò? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io ci sarò perché la mia Promessa è duratura! (Tommaso) anche noi con la tua grazia!(*) (Piccolo Giovanni) ecco le mie braccia pronte ad abbracciare la Croce e l'umanità intera e ognuno di voi! E nell'Abbraccio divino del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Io vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti (e) al primo posto portare sempre i vostri nemici! Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto, ma potete combatterlo con l'amore che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori, perché Io sono venuto ad abitare nei cuori di ognuno di voi. Vi chiedo ancora una volta: non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza dell'amore, figli miei! E nell'amore della vita, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio e portatela al mondo intero, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera nel fiume santo dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e gioisci, figlia mia(*), nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ora ho sonno e voglio riposare nei cuori di ognuno di voi. Sono il Dio Bambino e voglio essere cullato, accarezzato: come Io accarezzo i vostri cuori volete accarezzarmi ancora? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete cantarmi la Ninna Nanna.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ancora? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aspetto! <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore di Maria. Vedete: come Mamma, sulle sue ginocchia ha cullato me, mi ha cullato anche abbracciando il Legno della Croce, ed Io cullo voi quando siete nell'attimo del dolore, nell'attimo che abbracciate in pieno la Croce,  Io sono Papà e sono Mamma! un altro mistero grande: Dio Padre, Dio Madre,Dio che partorisce l'umanità nell'amore della Croce! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) quello che da un po' di tempo penso, cioè che tutta l'umanità si identifica in Dio!  (Piccolo Giovanni)Tutta l'umanità si identifica in Dio!”, e quando l'umanità riuscirà ad aprire gli occhi vedrà Dio! (Paolo) scoprirà di essere parte di Dio! (Piccolo Giovanni)scoprirà di essere Dio! E in questo mistero d'amore.. perché tutto nasce per amore, come Dio è venuto per amore, così in mezzo a voi e nel mondo intero deve vivere solo l'Amore di Dio, perché essendo figli del Padre non si può non amare! Volete amare.. .come Dio ama? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aprite i cuori! E con questo dono di amare, uniamo la catena(*) guardando gli occhi dell'Amore del Padre e pregando con la preghiera che il Padre ci ha insegnato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  ”non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)“> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre ”non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!“. Padre, negli attimi che io cado sollevami col tuo amore! Padre, negli attimi che io giudico, toccami col tuo dito! Padre, negli attimi che io mi allontano dal tuo Cuore, abbracciami con la Croce! Padre, negli attimi che io mi sento solo stringimi ai tuoi Chiodi! Padre, negli attimi che sporco l'abito di Maria donami i tuoi occhi per poter guardare! Amen! Figliuoli miei, vi lascio la mia pace e nell'attesa rimanete sempre uniti al Cuore della Croce. Aspettatemi ancora perché Io verrò a portare il Pane vivo del Cieli! Ora andate nella Pace di Dio donandola al mondo intero e ai fratelli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore, andate in pace perché Io sono sempre con voi, figli! (Giulia) Papà, voglio tornare a casa!(*) Papà!(*) Papà!(**) (Piccolo Giovanni) gioisci nell'abbraccio, ma devi rimanere in mezzo ai tuoi figli! (Giulia) Padre, sia fatta la tua non la mia volontà!

 

         6. Giov 22/01/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i figli della perdizione; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre, come tu sai fare nell'unico abbraccio del Legno vivo della Croce, nell'unica pienezza che vi dona la vita eterna! Ed eccomi, Io mi presento a voi col mio “eccomi” d'amore; Gesù che si presenta all'umanità, Gesù che si presenta alla sua famiglia, Gesù che viene a portare l'amore vivo nella sua casa in mezzo ai figli, Gesù che viene a guarire l'umanità!(*) Questo Padre che guarda con occhio divino l'umanità intera malata che va alla perdizione; ma la Porta di Dio è sempre aperta; la Porta di Dio non viene chiusa a nessuno! Io vengo a raccogliere i figli malati e a donare ai sani il dono dello Spirito Santo, a donare l'Alito del mio Amore, e avendo fede dire alla montagna “spostati” e la montagna si sposta! Mi è servita una piccola barca: <in riferimento al Vangelo di oggi> ad ognuno di voi è stata consegnata la barca, la spada e la Croce da portare. Ma dov'è la vostra fede? Io parlo a voi e parlo al mondo intero, e voi nei vostri cuori mi rispondete “eccoci, siamo qui: siamo qui per fede, siamo qui perché tu ci chiami. Il tuo amore e così grande da farci lasciare ogni cosa e venire”. Ebbene, figliuoli, voi non conoscete il Cuore di Dio ma Dio conosce i cuori di ognuno di voi! Ed Io allargo le braccia, sono ancora pronto per abbracciare la Croce per l'umanità intera, per ognuno di voi, per i miei Discepoli, per le mie Colonne, per le mie Suorine! Il Legno è pronto perché la Pasqua si avvicina, ma chiedo ai vostri cuori di pregare, di pregare per la pace e di pregare per questa Pasqua, e di aprire i cuori al Padre perché il Parto è vivo, è in mezzo voi ed è reale. Figliuoli, in questo giorno Io vi do ancora una volta il mio “eccomi” per volontà del Padre! Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, tu vuoi donarmi il tuo eccomi? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire ancora le tue mani alle mie mani? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) perché chini il capo? (Giulia) Gesù, eccomi: sono pronta per abbracciare con te i Chiodi per i miei figli, per l'umanità intera e secondo la tua volontà! (Gesù) vieni, sali sul Legno! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, perché piangi? perché piangi, Gesù? (Gesù) piango nel vedere il flagello che sta per scendere sull'umanità! (Giulia) Gesù, non posso far nulla? (Gesù) pregare come tu sai fare e far pregare i tuoi figli! Dovete essere coscienti, figliuoli, che Dio è vivo, è reale, è in mezzo voi e parla; Dio che viene ad indicarvi la via per fermare i flagelli, la via per donarvi la pace, e per accogliere la pace che Dio dona si deve accogliere e stringere la mano del Padre e fare amicizia con Dio, aprire il cuore e parlare con Dio e accogliere con amore la Parola viva che scende in mezzo a voi e nel mondo intero! Figliuoli miei, vi chiedo di pregare per tutti i miei Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco! La Nuova Chiesa scende dal Cielo, è in mezzo a voi: siete pronti e preparati perché la Sposa è Maria e il suo Cuore Immacolato trionferà come ha promesso a Fatima, ma dovete stare attenti al nemico! State attenti ai falsi miracoli, state attenti alla falsa luce: solo Dio può guarire, solo Dio può donarvi la luce; è scritto sul libro della verità, il libro della Parola: “in molti verranno; in molti opereranno miracoli nel mio Nome, ma li non ci andate perché Io non ci sono”. State attenti e in questi tempi combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici e stringere forte ai vostri cuori la santa sofferenza, l'unica Verità che vi porta a gioire nel Cuore del Padre! Prendete forza abbracciando i Dolori della Croce! Figliuoli, Io vi ho tanto amati da abbracciare la Croce e vi ho donato la vita eterna: il nemico vi offre le cose del mondo e la via larga dove c'è morte e non c'è la mia Luce! Figli miei, preparatevi alla Pasqua; preparate i vostri cuori a gioire nella sofferenza, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome: sei pronta ad accogliere la Pasqua che il Padre vuole donarti? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vai avanti, figlia mia, e porta con te l'umanità intera perché le barche sono tutte pronte; ricordate sempre di essere vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno! Ed eccomi in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei, ma esorto i cuori di ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, esorto i vostri cuori ad amare, ad accogliere la Parola del Padre, a farla crescere nei vostri cuori e a donarla ai fratelli, all'umanità intera! E chiedo ai cuori di ognuno di voi: FERMATE I FLAGELLI: potete farlo amando e avendo fede nell'unico Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, Figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Nelle mie mani porto i Chiodi per voi, e mentre cammino poggio i Chiodi lasciando la scia del mio Amore: il mio Sangue, perché vi voglio tutti salvi e santi. Voi, figli, che abitate nella dimora del Padre, i figli che si uniscono e i figli che portate nei vostri cuori: ricordate sempre che il Padre è misericordioso e la sua porta è sempre aperta, ma ricordate che è anche Giudice e conosce i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Dio è Padre e nessuno può comandare Dio o decidere per Dio! “Non accolgo ciò che Dio dice perché non è sulla mia linea”: non fatelo, figliuoli, la Parola di Dio è l'unica Verità: allargate le braccia e accoglietela con amore e il Padre abbraccerà il figlio che ha smarrito la strada e non riesce a vedere la luce perché ha chiuso la porta del cuore volendo prendere il posto di Dio! Pregate e non lasciatevi confondere dal nemico: combattetelo con l'amore e aprendo il cuore alla Parola di Dio! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia piena dell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento che suona solo la musica di Dio: la Parola! E Dio viene a portare il Pane vivo ai suoi figli, all'umanità intera! Questo Gesù che ha paura della folla chiedendo una barca; ma voi cosa dite: Gesù aveva paura della folla? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) o ha chiesto la barca per far capire che rappresenta la Chiesa viva? cosa dite: cosa è la barca?(*) <Rif. al Vangelo di oggi, giov. della 2° sett. T.O./C Mc. 3,7-12> (Giacomo) la salvezza! (Piccolo Giovanni) la barca è la Chiesa, “la salvezza” perché c'è il Tabernacolo!(*) Ma quanti tabernacoli accolgono Gesù in questo tempo? quanti miracoli opera Gesù? si è fermato.. (Paolo) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..di operare miracoli? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) si è fermato di parlare? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) ha mai abbandonato i suoi figli? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e Gesù viene accolto nella sua casa? (Elia) no! (Piccolo Giovanni) viene accolto, Tommaso? (Tommaso) no, non viene accolto! <sospiro profondo di Giovanni> Non viene accolto perché ci si aspetta un Gesù diverso, un Gesù dei nostri comodi, e allora si prendono altre strade. Anche la folla di adesso, di oggi, correrebbero al primo miracolo che si sente parlare senza pensare al miracolo dello Spirito!  (Piccolo Giovanni) e in quel miracolo c'è Gesù? (Tommaso) non c'è Gesù! (Piccolo Giovanni) è scritto sul libro della verità? (Tommaso) è scritto: infatti dice “non andate..(Piccolo Giovanni)in molti verranno nel mio Nome a compiere miracoli: non andate perché li Io non ci sono(Tommaso) perché ci sono solo i rumori del mondo! Però qualcun altro potrebbe replicare e dice “anche voi, allora, non andate qui perché non c'è niente..”! (Piccolo Giovanni)..non ci sono miracoli”! (Tommaso) infatti c'è la sofferenza che Gesù ci ha dato.. (Piccolo Giovanni) ..“andate via se non trovate il Vangelo. Non cercate Giulia, non cercate don Mario per ottenere miracoli” è la verità che è scritta nel Vangelo! (Tommaso) infatti è il Vangelo che bisogna tener presente e vederlo dov'è la verità, perché altrimenti ci si perde per strada! (Piccolo Giovanni) e dove vanno i figli che corrono per ricevere miracoli?: cadono nella rete.. (Tommaso) ..dal nemico.. (Piccolo Giovanni) ..dal nemico! (Tommaso) perché il loro stato diventa ancora peggiore della prima(del primo) come dice il Vangelo! (Piccolo Giovanni) perdendo il miracolo del corpo e perdendo anche l'anima! (Tommaso) ma infatti i nostri giorni sono pieni di flagelli proprio perché nessuno.. (Piccolo Giovanni) ..ascolta.. (Tommaso) ..vuole abbracciare la Croce e nessuno.. (Piccolo Giovanni) ..Dio, nessuno ascolta Dio.. (Tommaso) ..ascolta il Vangelo, la Parola viva! (Piccolo Giovanni) si corre di qua e di là e non si ferma a bussare al Tabernacolo della Croce e di abbracciare la santa sofferenza: l'unico miracolo che porta a gioire nel Cuore del Padre: la Croce che dona la salvezza, la Croce che guarisce tutti i nostri mali! E l'umanità getta ancora la Croce! (Tommaso) si, ha paura della Croce perché se uno parla, appunto, come ci ha detto la Mamma, che Gesù arriva attraverso la sofferenza, la gente scappa via perché è attaccato(a) espressamente al miracolo del corpo. Quando.. se uno scoprisse che attraverso la Croce Gesù si è donato a noi e noi ci prostriamo davanti alla Croce.. (Piccolo Giovanni) ..e si dona ancora.. (Tommaso) ..si dona ancora.. (Piccolo Giovanni) ..per amore.. (Tommaso) ..guariremmo dentro, soprattutto, e troveremmo Gesù dentro di noi, e se Gesù lo vuole.. (Piccolo Giovanni) ..se.. (Tommaso) ..è possibile anche la guarigione del Cuore.. (Piccolo Giovanni) ..si è malati dentro non si può guarire fuori! (Tommaso) ma infatti Gesù dice nella sua Parola: “cercate prima il Regno di Dio, le altre cose vi saranno date in nel sovrappiù”! (Piccolo Giovanni) ma il Regno di Dio.. (Tommaso) ..viene messo da parte.. (Piccolo Giovanni) ..viene messo da parte, si corre di qua e di là mettendo da parte il Vangelo! (Tommaso) ecco, io anche questo.. a mio giudizio personale, non approvo che anche nelle casse del Padre, soprattutto nelle nuove chiese, hanno messo da parte il Tabernacolo con la scusa che deve essere un luogo più nascosto, più silenzioso, ecco.. (Piccolo Giovanni) ..vengo cacciato anche dalla mia casa! (Tommaso) certo! Quando si entra in chiesa, uno fa la genuflessione e non sa dove guardare più, non c'è più il punto di riferimento del lucino, del Tabernacolo vivente!  (Piccolo Giovanni) non c'è posto per Dio! (Tommaso) si è dato ascolto molto alla mente! (Piccolo Giovanni) per questo vi chiedo di pregare per i miei Figli Ministri, e il mio Cuore gronda Sangue! Paolo, ci sei? (Paolo) stavo.. eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Non ti ho messo da parte! (Paolo) si, lo so! (Piccolo Giovanni) ho voluto rubare quello che teneva nel cuore Tommaso! (Paolo) sì, ho capito! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) che bel respiro di aria fresca! (Paolo) eh, stasera, si! (Piccolo Giovanni) è di Fuoco, di Spirito Santo, non dicevo quella di fuori! (Paolo) anche fuori! (Piccolo Giovanni) Io non la sento! (Paolo) eh, noi si, però! <si ride un po' perché questa sera la temperatura è molto rigida: infatti prima dell'apparizione all'esterno il termometro segnava già -2 C°> (Piccolo Giovanni) corazzatevi d'amore..  (Paolo) ..e non la sentiremo.. (Piccolo Giovanni) ..così non la sentite! Che giudizio mi dai su quello che ho detto? ..è sulla Parola! (Paolo) quando mi hai chiamato stavo riflettendo sul fatto del tabernacolo: una spiegazione c'è, è una spiegazione terrena, e chi avrebbe dovuto sopperire a questo non lo ha fatto perché è andato dietro a coloro che seguono la strada del mondo! Le chiese di oggi sono molto diverse di quelle di allora, e direi che sono peggiorate!  (Piccolo Giovanni) lasciamo al Padre! (Paolo) io.. si, io dico quello che percepisco! (Piccolo Giovanni) lo so che tu dici quello che percepisci, ma chi ascolta pensa che tu sei un Paolo che vuole usare la spada! (Paolo) eh! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ma tu devi usare la spada del Vangelo! Io capisco, i tuoi figli e fratelli che sono qui riuniti capisco, ma i duri di orecchi.. (Paolo) ..eh, non lo capiscono! Però, Giovanni, tutti vedono che l'essenza vera della Chiesa viene sacrificata ad esigenze di ordine estetico: questo lo vedono tutti, la struttura della chiesa! (Piccolo Giovanni) noi parliamo.. (Paolo) ..dell'essenza.. (Piccolo Giovanni) ..della “chiesa tabernacolo”, della chiesa fatta della capanna del Cuore di Maria.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la prima chiesa che ha portato il Figlio di Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e voi camminate nel Solco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che Io vi ho segnato, che Maria, con i suoi dolori del Parto, ha segnato per l'umanità, per ognuno di voi e chiedo a voi di pregare affinché il Padre accenda gli occhi dell'umanità spenta nel vedere ancora una volta la stella che brilla sulla capanna e quella stella siete voi! E il mio Cuore arde nel ripetervi ancora una volta: “figli miei, anche in pochi potete salvare l'umanità”, ma dovete avere fede e stare attenti a non giudicare, stare attenti al nemico che si presenta con l'abito bello, si presenta nel fare buone opere per farvi cadere nella sua falsa luce! Cosa stai pensando adesso, Paolo? (Paolo) a tutto quello che stai dicendo, Giovanni! Pensavo al bene che ci vuole.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre.. (Paolo) ..il Padre e al fatto di avere scelto noi e avere riposto in noi tutta questa fiducia e di averci insignito di questo.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre guarda i cuori: avete risposto alla sua chiamata e vi ha messi nella sua rete, e chiede ad ognuno di voi di avere fede, e avendo fede si possono operare i miracoli: ma quelli di Dio, quelli che escono dal suo Cuore, non i miracoli del mondo, non i miracoli di soldi! Gesù dopo aver guarito tanti ammalati è andato a riscuotere i soldi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) è scritto nel libro? lo trovate scritto? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e oggi cosa si sente?: “Un Gesù che viene a fare i miracoli e a chiedere(*)..”. Capite bene il gesto! <fa il gesto comune che si usa per indicare i soldi> (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) non è Dio questo!(*) Il Gesù, il Dio che opera miracoli, li opera nel silenzio, nel suo Amore, chiedendo solo di essere amato! “Vai, la tua fede ti ha guarito”!(*) Cosa pensi, Paolo? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) penso a quello che sempre tu dici: che Gesù ai suoi figli dona la Croce e la sofferenza, e quindi.. (Piccolo Giovanni) ..per arrivare a gioire nel Cuore del Padre! (Paolo) si, e quindi noi dobbiamo essere gioiosi.. (Piccolo Giovanni) ..Croce nella Croce e gioiosi! (Paolo) si, dobbiamo essere gioiosi quando viviamo nella sofferenza e riusciamo a portarla e ad accettarla.. (Piccolo Giovanni) ..e cercarla quando non c'è! (Paolo)quando non c'è”, si! Poi, in merito ai miracoli che Gesù opera continuamente, io penso che li operi in quelle persone.. almeno quelli visibili, quelli apparenti, quelli.. in quelle persone per le quali un miracolo, un segno, ecco, proprio tangibile, può essere di aiuto per non deviare e per non mettersi sulla cattiva strada; come per dire “io ti voglio tenere stretto, ti faccio capire che ci sono, quindi pensa bene e poi capirai che questo piccolo gesto che ho fatto è niente in confronto a quello che potrai avere quando ti sarai messo sulla giusta strada”. (Piccolo Giovanni) ha guarito il 10 lebbrosi, ma chi si è voltato indietro? ........e gli altri non hanno visto o non hanno capito di essere stati guariti? (Paolo) non hanno risposto! (Piccolo Giovanni) e dove sono andati? (Paolo) eh, anche oggi c'è chi è stato chiamato e ha ascoltato.. (Piccolo Giovanni) ..e anche oggi c'è chi viene guarito.. (Paolo) ..e che non risponde.. (Piccolo Giovanni) ..e che non risponde! Ma il miracolo vivo che il Padre ci dona attimo per attimo è il suo Sangue e la sua Carne(*) per chi lo accoglie!(*) È un miracolo essere anche qui! (Paolo) si, è un miracolo! (Piccolo Giovanni) è un miracolo respirare il venticello fresco dello Spirito Santo: è il Fuoco che arde nei cuori! È un miracolo presentarsi dinanzi ai sacerdoti e vedere Gesù! È un'altra goccia: non provarci, non do spiegazioni! (Paolo) vabbè! (Piccolo Giovanni) eri pronto a chiederla! (Paolo) ci stavo pensando! <si ride un po', 3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) ma dimmi: cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) è un po' travagliato, Giovanni! (Piccolo Giovanni) come quello del Crocifisso? (Paolo) bè, come quello no!(*) Penso, come.. tu mi dici sempre tante cose e a volte mi vedo come oppresso da tanti problemi. Non perdo la pazienza come una volta, questo è vero, non mi capita più! (Piccolo Giovanni) siamo saliti su un altro gradino! (Paolo) si, mi capita più raramente! (Piccolo Giovanni) e stai attento perché adesso i gradini sono di più, e se perdi la pazienza.. (Paolo) ..ci inciampo, dopo! (Piccolo Giovanni) eh, e poi la Cocciuta deve portarti su! (Paolo) si, ci sono dei momenti in cui sono sfiduciato ma cerco di farli passare senza danno in attesa dei momenti migliori! (Piccolo Giovanni) alzare gli occhi al Cielo e dire “Papà, eccomi, sto per perdere la pazienza”! <si ride un po'> prendi la mia mano..(Paolo) ..eh, infatti.. (Piccolo Giovanni) ..come fa la Piccola Cocciuta.. (Paolo) ..ah, così fa?.. (Piccolo Giovanni) ..quando viene a gridare “guarda che ho perso la pazienza(Paolo) l'ha detto anche a me la volta scorsa! (Piccolo Giovanni)Io non reggo più(Paolo) si, così mi ha detto! (Piccolo Giovanni) ma voi che vi pensate quando dice “Io non reggo più”? (Paolo) io non ci credo! (Piccolo Giovanni) può perdere la pazienza.. (Paolo) ..Dio?.. (Piccolo Giovanni) ..Dio? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e lo Strumento usato da Dio può perderla? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) eh, Io gridavo, mi avete sentito e mi sentite ancora gridare, ma ho mai chiuso la porta a qualcuno dei figli? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e quando la Cocciuta a volte si fermava a chiedermi sempre la stessa cosa, Io gli dicevo “adesso mi hai proprio fatto perdere la pazienza”, ma col suo amore infinito diceva “ma Dio non può perdere la pazienza”, ed Io gli rispondevo “ma Io non sono Dio”. “Il sacerdote chi è? non rappresenta Gesù? e Gesù non è un'unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo? e ditemi voi: cosa gli dovevo rispondere? (Paolo) sapeva rispondere, eh! (Piccolo Giovanni) non potevo dire nulla: mi dava la risposta nel giusto del Vangelo ad ogni domanda! E ripeto ancora una volta: non l'ho mai messa sul piedistallo, la chiamavo sempre “ciota<si ride un po'> ma lei era gioiosa e mi rispondeva “se lo sono Io lo sei anche tu che mi vieni dietro”! <si ride un po'> (Paolo) questa(*).. questa è una risposta proprio.. (Tommaso) siamo tutti “cioti”! (Piccolo Giovanni) e i figli tuoi sono più cioti di te”, e lei rispondeva ancora una volta “e tu lo sei ancora di più perché ci segui.. a tutti i figli cioti”. Ma è bello parlare nella semplicità come i discepoli e come lo siete voi oggi cioti di Amore di Dio”! (Paolo) è come lo era Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..innamorato dei discepoli “vieni dietro di me”, e così ha chiamato ognuno di voi per farvi lavorare nella vigna e portare la sua Parola, portare la Croce <2 colpi di tosse> per salvare l'umanità, i figli che ancora non conoscono l'amore e la Verità del santo Vangelo! Chiaro? (Paolo) è chiaro, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Paolo) quello che ho detto prima, Giovanni: Lui ha scelto noi.. io spesso mi chiedo “come ha fatto a scegliere uno come me”! (Piccolo Giovanni) Eh, quando ha scelto i discepoli era il Padre che li chiamava, ora la storia si ripete! Paolo di quei tempi cosa faceva? (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) non hai mai usato la spada, ma usavi la lingua! (Paolo) questo è vero! (Piccolo Giovanni) l'hai dimenticato? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) hai combattuto? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) combatti ancora.. (Paolo) ..in direzione opposta.. (Piccolo Giovanni) ..in direzione del Vangelo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) eh, e così il Padre ti ha scelto, come ha scelto ognuno di voi per lavorare; come ha scelto ..... Tommaso e tutti gli altri! Ma qualcuno.. (Paolo) ..ha detto di no.. (Piccolo Giovanni) ..non ha detto di no! (Paolo) si è un po' tirato indietro? (Piccolo Giovanni) nemmeno: ha voluto prendere il posto di Dio! (Paolo) addirittura? (Piccolo Giovanni) per un po'! Ma il Solco è quello per arrivare a Dio! (Paolo) ma rientreranno nel Solco, Giovanni? (Piccolo Giovanni) non ci sono altre strade: lasciamo al Padre questo! <3 colpi di tosse con un'alitazione> .......... ..non si può entrare con la mente nel Solco! .......... ma col cuore.. ......... ....... Dio vede e sente.. ma fallo sentire ai tuoi fratelli dove sei andato! (Paolo) per un attimo ho passato in rassegna alcuni degli episodi da me vissuti.. (Piccolo Giovanni) ..vedete, Dio parla e lui si cammina il Solco.. (Paolo) ..ma nello stesso tempo io ascolto te, eh! (Piccolo Giovanni) ma Io mi arrabbiavo molto con la Cocciuta pur sapendo che lei non faceva altro di ascoltare ciò che dicevo quando mi girava le spalle per preparare,  ma lei poteva fare l'uno e l'altro! (Paolo) lei lo poteva fare l'uno e l'altro! (Piccolo Giovanni) ma quando vedevo qualche figlio.. mentre Io predicavo e non venivo ascoltato, chiudevo.. (Paolo) ..e questo è grave.. (Piccolo Giovanni) ..il discorso! E lei mi diceva don Mario, perché ti sei fermato? era così bello sentire la Parola!”, “tu lo ascoltavi, hai visto gli altri che stavano nelle nuvole?(Paolo) certo, quando uno parla e l'altro non ascolta è una cosa molto grave, e soprattutto quando parla Dio, poi, figuriamoci! Io, però, riesco a seguire due cose contemporaneamente! (Piccolo Giovanni) non si possono servire due padroni: o se ne ascolta uno o si ascolta l'altro! (Paolo) e che devo fare io? se mi vengono dei pensieri mentre.. (Piccolo Giovanni) ..chiudi la mente.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..e apri il cuore! (Paolo) eh, prima o poi ci riuscirò! (Piccolo Giovanni) non è un rimprovero! (Paolo) no, è.. se è così! (Piccolo Giovanni) è così! ......... .. i momenti di smarrimento devono anche esserci per diventare più forti, e ne avete un po' tutti: nella debolezza si cresce e nelle cadute Dio vi alza e salite i gradini! ......... ..il Padre dice grazie ad ognuno di voi perché rispondete al suo “eccomi”......... .. vi chiedo solo di amare, di perdonare, di usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici e combattere il nemico solo con l'amore, perché non ci sono altre armi: l'amore e l'umiltà e la santa ubbidienza! E come Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto e vuole, Io ve l'ho sempre gridato: voi gridatelo al mondo intero!Dove c'è l'ubbidienza c'è il Solco di Dio! ......... .. Rimanete nell'ubbidienza e nell'Amore del Padre ed Io sono sempre con voi, non vi ho lasciato un istante, figli miei! Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) Eccomi! Questo figlio mi dorme sempre! È bello sentire la mia Ninna Nanna? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e per lui è bello dormire ascoltano la Ninna Nanna del Dio Bambino! (Paolo) ah, quindi dorme lui?(*) (Piccolo Giovanni) cosa mi dici? <5 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) questa sera hai detto una cosa che io non.. non so se non ero a conoscenza oppure non l'avevo capita! (Piccolo Giovanni) cosa ho detto? (Telesfore) che ci hai donato la spada, la Croce e la barca! (Piccolo Giovanni) e non è la prima volta che dico questo! Dio vi ha donato la sua Dimora.. (Telesfore) ..ah.. (Piccolo Giovanni) ..e la barca.. (Telesfore) ..ah.. (Piccolo Giovanni) ..la Chiesa, la spada e il resto! Cos'è la Chiesa?: la barca! (Telesfore) che conduce Maria! (Piccolo Giovanni) e la Piccola Cocciuta dove vi porta?: nel fiume santo di Dio dove ci sono le barche! (Telesfore) uh! <2 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) e il fiume dov'è? (Telesfore) il fiume arriva al mare! (Piccolo Giovanni) il fiume arriva al mare portandovi nel Cuore.. (Telesfore) ..di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio! Quante gocce! Che mistero: diventa sempre più grande! Ma dimmi qualcosa tu!(*) Ci vuole così tanto? (Telesfore) a volte noi, di quello che facciamo, che il Padre ci chiama e ci fa fare, noi nemmeno ci rendiamo conto! (Piccolo Giovanni) Io ho chiesto “dimmi qualcosa tu”!(*) (Telesfore) il Vangelo.. <un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ..ora mi parla del Vangelo, “il Padre ci fa fare cose che neanche ce ne rendiamo conto”: Io voglio quello che è nel tuo cuore! (Telesfore) eh, vallo.. vallo a trovare quello che è nel mio cuore! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) lo conosci molto bene! (Telesfore) nel mio cuore c'è un mistero che non riesco ancora a capire (Piccolo Giovanni) quale è il mistero? (Telesfore)vuoi crescere Dio”! (Piccolo Giovanni) l'hai capito molto bene, furbacchione di Dio, no che non riesci a capirlo!(*) aspetto!(*) l'hai raccontato alla Cocciuta e ti ha risposto! (Telesfore) ma le porte sono chiuse! (Piccolo Giovanni) e cosa aspettate ad aprirle per far crescere Dio? (Telesfore) è qua che non riesco a capire io:.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Telesfore) ..per aprire le porte! (Piccolo Giovanni) per aprire le porte bisogna amare e credere in quello che si fa: avere fede!(*) Il “ma” non si deve mai mettere avanti! È la verità che apre le porte! Nascondere alla Piccola Cocciuta è “chiudere le porte”! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) hai capito adesso? Quante volte hai fermato dicendo “ma se Dio vuole..”: è Dio che chiede! Ora è diventato triste il tuo cuore?(*) (Telesfore) mi manca la fede.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) non è che manca, è che si pensa che non è Dio a parlare ma la Piccola Cocciuta! La fede c'è ma si usa un po' la mente nel pensare “è Dio che chiede questo o lo chiede alla Piccola Cocciuta?”. Ti sei spaventato, Paolo? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) e perché mi guardi in quel modo? (Paolo) ehm.. Giovanni, io non capisco una cosa: io credo in tutto ciò che la Piccola Cocciuta dice.. che Dio dice, tuttavia, oggi, riflettevo su alcuni.. su alcune risposte che.. che lei dà a me, e nelle quali poi non ritrovò un riscontro nella realtà! È lì che non capisco: cioè alcune volte da.. dona delle risposte che poi confrontandole con quello che realmente succede, sono in contraddizione! Ora, io non è che non credo in quello che dice lei, cioè vorrei cercare di capire perché ciò si verifica! (Piccolo Giovanni) cosa hai trovato che non è nel Vangelo? (Paolo) no, io.. nel Vangelo.. è tutto nel Vangelo, cioè sono delle piccole cose che mi fanno.. mi fanno riflettere! Io dico..  (Piccolo Giovanni) ..la mente.. (Paolo) ..no, io dico proprio.. dico proprio l'episodio per.. perché sennò altrimenti chissà cosa potrebbero pensare quelli che ascoltano! Io sono in attesa del vaccino antinfluenzale.. antiallergico; io so, e anche il medico mi ha detto che si deve fare nei periodi invernali quando ancora non c'è l'impollinazione, e lei ha detto “no, lo puoi fare anche a marzo-aprile”. Al che, dico io, “e come a marzo e ad aprile? a marzo e ad aprile c'è la fioritura e come faccio a fare sto vaccino a marzo e ad aprile?”   (Piccolo Giovanni) eh! (Paolo) ecco, questo è.. questo è quello che mi.. (Piccolo Giovanni) ..tu gliel'hai chiesto al medico se puoi farlo in quel tempo? (Paolo) io, in modo specifico il periodo non gliel'ho chiesto al medico, però so che.. (Piccolo Giovanni) ..e prima chiedilo al medico.. (Paolo) ..vabbè, a questo.. (Piccolo Giovanni) ..e non torturarti.. (Paolo) ..ah.. (Piccolo Giovanni) ..e dire “non lo trovo nella linea(Paolo) perché in passato.. perché ho detto questo, io? perché in passato.. (Piccolo Giovanni) ..ma la Cocciuta ha detto ultimamente “nella metà del mese che entra puoi ancora..(Paolo) ..si questo successivamente l'ha detto.. (Piccolo Giovanni)..farlo!(Paolo) si, questo l'ha detto successivamente! (Piccolo Giovanni) e tu non puoi sapere se Dio fa sbocciare i fiori a marzo o aprile! <si ride un po'> (Paolo) eh, questa potrebbe essere la risposta! Sì, questo, si.. (Piccolo Giovanni) ..mettere sempre il piede dinanzi a Dio.. (Paolo) ..si, può darsi.. (Piccolo Giovanni) ..si può inciampare.. (Paolo) ..può darsi che Dio farà nevicare ad aprile, e allora a quel punto.. (Piccolo Giovanni) ecco che non si trova la parola della Cocciuta, perché si mette sempre.. non solo tu,.. (Paolo) ..sì, ma.. (Piccolo Giovanni) ..il piede dinanzi a quello di Dio! Tu sai se in quel tempo Dio viene? conosci l'ora e il giorno? (Paolo) e no! (Piccolo Giovanni) e siamo di nuovo lì: aspettiamo.. (Paolo) ..questione di fede, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vedete come la Cocciuta cammina sui tempi di Dio e voi sui tempi del mondo? Arrabbiato: “Io non posso più fare il vaccino, non lo voglio più!(Paolo) eh! Noi dobbiamo imparare.. (Piccolo Giovanni) ..a camminare con i passi di Dio! (Paolo) noi dobbiamo imparare, Giovanni, anche se con l'orecchio sentiamo che fuori piove e la Cocciuta ci dice che possiamo andare al mare, dobbiamo andare al mare! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) la Cocciuta dice “fuori c'è il sole, non piove”! (Paolo) è questo: non dobbiamo ragionare proprio con la mente quando lei parla, questo è! (Piccolo Giovanni) eh! Ragionare con la mente è uscire fuori il Solco, e nel Solco si può camminare solo col cuore! (Paolo) però, Giovanni, questi sono passi che vengono fatti a.. dati a poco a poco perché non è facile, di primo acchito.. (Piccolo Giovanni) ..te lo ripeti sempre.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..ma sei sempre la! (Paolo) no, sempre la forse no! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) adesso lo faccio arrabbiare! (Paolo) e quanti.. e tu lo sai, quanti credono.. (Piccolo Giovanni) ..sai cosa dice a volte la Piccola Cocciuta.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..a Telesfore? “ma Paolo non dice sempre - si, ora ho capito - ma poi ritorna daccapo a dire la stessa cosa?” È vero? (Telesfore) si! (Paolo) ma.. (Piccolo Giovanni) ..quando.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..si arrabbia la Cocciuta, (è) quando ti impunti con la mente! (Paolo) una cosa è capire, e una cosa è assimilare bene quelle cose, ecco perché ci si ritorna tante volte! (Piccolo Giovanni) il sì è sì! “Gesù, questa sera ho capito e significa sì”, non può diventare “no” dopo un attimo! (Paolo) no, dopo un attimo! Però, Giovanni, vedi, saremmo già.. (Piccolo Giovanni) ..hai sempre da pensare con la mente, figlio? <si ride un po'> (Paolo) no, saremmo già.. saremmo già tutti santi se subito, all'inizio, al nostro “”.. (Piccolo Giovanni) ..siete.. (Paolo) ..saremmo già.. (Piccolo Giovanni) ..siete tutti santi: lo siete tutti santi perché avete ricevuto il battesimo! È chiaro, Tommaso? si diventa santi ricevendo il battesimo? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) si riceve lo Spirito Santo.. (Tommaso) ..e quindi ricevendo Dio noi siamo.. (Piccolo Giovanni) ..santi.. (Tommaso) ..figli di Dio, quindi santi! (Piccolo Giovanni) figli di Dio! È chiaro? È la mente! (Paolo) sì, io chiudo anche se.. (Piccolo Giovanni) ..chiudi la porta? (Paolo) no, il discorso. Anche se dicendo “santi”.. io non intendevo dire quello che hai detto tu, intendevo dire un'altra cosa: “saremmo già perfettamente..(Piccolo Giovanni) come vuoi essere santo? (Paolo) io intendevo dire “se noi riuscissimo subito”, di primo acchito, “a seguire alla perfezione i tuoi insegnamenti saremmo già sulla Linea dritta”, proprio, ......... ..Saremmo sempre lì dentro senza.. (Piccolo Giovanni) ..e ora dove siete? (Paolo) ci siamo, però ogni tanto qualche piedino fuori ci va!(*) o no? (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani; posso rispondere finché il Padre mi lascia rispondere, dico solo “siete santi..”! (Paolo) ..e questo è molto bello............ Piccolo Giovanni)..perché rispondete all’eccomi”! ......... ..<2 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) la potevo fare gridando, come dolce dolce, ma se un Papà non prende per mano i figli donandogli la serenata dolce.. (Telesfore) ..scappano? (Piccolo Giovanni) no che scappano, non sarebbe più Dio! Dio vi ama e ai figli dona il Pane, e il Pane di Dio è dolce non è amaro! È chiaro? (Paolo) è chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire adesso? (Telesfore) ora.. (Piccolo Giovanni) ..non disperdetevi perché Io parlo ad ognuno di voi fermandomi su Paolo, ..... Tommaso e Telesfore, non c'è alcuna distinzione perché vi amo, ma a tutti con la stessa misura! (Telesfore) stavo dicendo che.. parlando del pane, no, la barca c'è, adesso manca il forno! (Piccolo Giovanni) eh, si, manca il forno, e sapete bene che la Cocciuta è cocciuta: aspetta ancora un altro attimino! (Telesfore) un altro attimo! (Piccolo Giovanni) vuole vedere i vostri cuori infornati nell'amore: chiaro? quando li vede nel forno dell'amore vi dirà “ora potete fare il forno”! Un attimino ancora! (Telesfore) un “attimino” ai tempi nostri o ai tempi di Dio? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ci prova sempre! (Paolo) eh, si, perché quando Dio parla di “attimini” è difficile capire di quanto tempo.. (Piccolo Giovanni) ..siamo nella Casa del Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..non siamo nel mondo! (Paolo) e quindi gli attimini di Dio possono anche essere anni, mesi, giorni! (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani: è il Padre che decide.. (Paolo) ..che decide, si.. (Piccolo Giovanni) ..questo! Ma zitto zitto lui ci prova! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> hai tanta fame che vuoi questo forno subito? (Telesfore) io, veramente, aspetto che la Cocciuta fa il pane! (Piccolo Giovanni) eh, e sei sicuro che quando la Cocciuta farà il pane, quel pane cosa sarà? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) eh! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) comunque.. comunque sia è sempre migliore di qualsiasi pane! ......... ..Aspettiamo il forno, e poi il pane! <9 colpi di tosse deboli e 2 alitazioni> cosa hai capito ora? (Telesfore) ho capito che.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ..è uguale! (Telesfore) che vuoi.. che vuoi mandare l'abbraccio a Maria! (Piccolo Giovanni) anche questo, ma la tosse che ti ho dato non significava che volevo mandare l'abbraccio a Maria! L'abbraccio e il bacio della buonanotte glielo darai, ma la tosse che hai ricevuto non era quello!(*) Cosa c'è ancora nel tuo cuore, caro Telesfore? (Telesfore) l'altro giorno guardando.. leggendo i.. (Piccolo Giovanni) ..hai detto ai tuoi figli della foto sul cammello? (Telesfore) eh, gliela devo fare vedere! (Piccolo Giovanni) eh, e cosa leggevi l'altro giorno? (Telesfore) i passi che Maria ha scritto, tutte le.. (Piccolo Giovanni) ..perché l'avevi dimenticato? le abbiamo fatte assieme! (Telesfore) eh, ma guardando sul libro.. cioè io dico.. <3 colpi di tosse con 7 alitazioni> possibile che abbiamo fatto tutto questo.. (Piccolo Giovanni) ..quante figure abbiamo fatto! Dicevo alla Cocciuta “quante figure mi hai fatto fare: questo Gesù, questa Maria che ci manda di qua e di là. Vedi, come sacerdote che figure che mi fai fare?” Poverina, stringeva le spalle “ma non sono Io, non conosco neanche i paesi dove mi dice di andare, tu li conosci! Passi: i piccoli passetti di Dio! (Telesfore) eh! Però era.. a volte vedevo che in una giornata si girava quasi tutta la Calabria. (Piccolo Giovanni) perché, Gesù quando camminava con i discepoli cosa faceva? si fermava per un po' ad un posto a predicare, ma poi andava avanti; vero? (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) e ne abbiamo fatto scendere di Benedizione. Ma abbiamo portato sulle nostre spalle il peso delle persecuzioni, ma con amore, in modo particolare la Cocciuta! Chiaro, Telesfore? ..ho sete, mi offri da bere? (Telesfore) cosa vuoi da bere? (Piccolo Giovanni) acqua! (Telesfore) acqua!(*) (Piccolo Giovanni) vedi, quando partivamo per andare a compiere la volontà del Padre, a volte alla Cocciuta chiedevo l'acqua con l'aceto!  (Telesfore)l'acqua con?..(Piccolo Giovanni)l'aceto(Telesfore)con l'aceto?(Piccolo Giovanni) e lei mi diceva “ma don Mario, come fai a bere l'aceto? è amaro!” “A Gesù gliel’hanno offerto, Io lo bevo perché mi piace”. Ora bevo l'acqua sapete perché? per fermare il flagello che sta per scendere in questo attimo! Volete che bevo l'acqua? (Tutti) sì!(*) <beve l'acqua offertagli da Telesfore> (Piccolo Giovanni) grazie per avermela offerta! (Telesfore) grazie per aver l'ha chiesta!(*) (Piccolo Giovanni) volete fermare anche voi i flagelli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) abbiate fede e pregate! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per confondervi. Amate, amate, amate e combattete con l'amore il nemico! Fate sbocciare sempre di più il vostro amore verso Dio! <3 colpi di tosse con 6 alitazioni>(*) ora hai capito? (Telesfore) eh, mi sembra che sono 5! (Piccolo Giovanni) Dio parla, Dio dona il suo Alito, siete voi a raccoglierlo! Ora siete pronti per accogliere Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per venire tutti al Banchetto di Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per venire a bere e a mangiare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) sei pronto, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma cosa stai pensando? (Paolo) che dovremmo essere pronti in ogni momento, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora lo siete? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e se ve lo chiedo di nuovo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti.. (Mosè) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..a venire a bere e a mangiare con Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene, preparate i vostri cuori e accogliete l'Alito che scende in questo attimo! <6 colpi di tosse con 2 alitazioni> figli, il Banchetto è pronto: venite tutti e fate festa perché lo Sposo è qui in mezzo a voi e ha bisogno del vostro amore, figli miei! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore, prendi nelle tue mani il Cuore del Padre e bevi il Sangue!(**) vieni, dona il Cuore e il Sangue ai tuoi figli e all'umanità intera! Vieni, Sposa!......... Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...., Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vedete Gesù? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete portarlo nel mondo? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e portando Gesù nel mondo volete portare la Croce? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti.. (Paolo, ... Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..del “” che state rispondendo? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e vi chiedo ancora una volta: mi amate voi? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) la Pasqua si prepara: siete pronti a salire il monte e a portare la Croce come Io l'ho portata per ognuno di voi e per l'umanità intera? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti ad accogliere i Chiodi delle persecuzioni? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) andate avanti, figli, e anche voi, perché tutti siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, ed Io vi uso donandovi la Croce, la santa sofferenza, per poter gioire nell'amore pieno del Padre! Sarete perseguitati a causa del mio Nome, ma Io sarò con voi attimo per attimo! Siete pronti a prendere parte al Sacrificio? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore ... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**)  <2º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) Mio Unico ed Eterno Amore! Mia luce e mia Letizia! Mio risveglio e Sole che illumina il Cuore dell'anima mia! Oh Unico ed Eterno Amore, fai ardere l'anima mia, accendi il Fuoco che brucia l'umanità col tuo Amore di Misericordia Infinita!(*)   (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(**) cosa vedete?(*) cosa vedete?(*) (Telesfore) io.. (Piccolo Giovanni) ..volete rispondere a Dio? (Paolo) vedo un Cuore che irradia luce, io, al centro di una.. di una massa che palpita! ......... ..(Telesfore) io vedo come un timone di una barca con la luce al centro come una stella!(*) <Giovanni ruota il Calice> ......... ..(Piccolo Giovanni) ora cosa vedete?(*) (Paolo) io, questa sera vedo dei colori così limpidi e trasparenti che non avevo notato prima! (Piccolo Giovanni) e che significato doni col cuore ai colori limpidi e trasparenti? (Paolo) alla chiarezza e alla trasparenza di Dio! (Piccolo Giovanni) e cosa c'è nel Calice? (Paolo) Dio! (Piccolo Giovanni) limpido.. ..chiaro, trasparente e senza limiti di amore di abbracciare e di donarsi ai figli, all'umanità intera! Il pezzo lo prenderà la Cocciuta!(*)  <Giovanni da una carezza sulle guance di Telesfore, Paolo ...> Dal Legno della Croce, abbracciando i Chiodi, è sceso il Sangue che ha accarezzato la Croce per l'umanità intera, e quel Sangue accarezzerà ognuno di voi, ma siate pronti e preparati perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma Io verrò come ho promesso! Cosa avete sentito nel ricevere la carezza? (Paolo) l'Amore di Dio! (Piccolo Giovanni) e donatelo!(*) perché sei diventato piccolo quando hai ricevuto la carezza? (Paolo) perché non si può che non diventare piccoli quando si vede un Dio che è  con noi; pur non meritandolo è sempre così parco di amore e di carezze!  (Piccolo Giovanni) e se Dio usa tutto questo con voi, volete fare lo stesso con i vostri fratelli, in modo particolare con i vostri nemici? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) fatelo e portateli alla Mensa, al Banchetto Nuziale, a fare festa con ognuno di voi e col Dio che vi ama, col Papà che vi dona il suo Cuore! Cosa vedete? ......... ..(Paolo) io vedo il Solco, ancora! (Telesfore) io vedo la Via Stretta! (Piccolo Giovanni) il porto, le barche, il Solco, la Via Stretta! (Paolo) è la stessa cosa! (Piccolo Giovanni) Dio non si divide, la Croce non si divide: si dona! Quale pezzo volete?(*) Cosa è rimasto? ......... ..(Paolo) è rimasto il Solco che abbiamo alle spalle e noi andiamo avanti! (Telesfore) è la via che noi dobbiamo seguire! (Piccolo Giovanni) e siamo di nuovo sulla stessa scia? ......... .. (Piccolo Giovanni) può Dio portare in un'altra direzione? (Paolo ....) no! (Piccolo Giovanni) volete voi portare i vostri fratelli nel Solco del Padre? (Paolo, ... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete donarmi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(*) Ricordatevi che il mio Amore non ha misure: sia anche il vostro senza misure! Ora donatemi! Figli del mio Cuore, fate festa perché il Dio Bambino sta venendo ad abitare nei vostri cuori, nei cuori dei figli che si sono uniti, nei cuori dei figli che mi avete portato! Gioite e fatemi crescere, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore! Padre, Io busso ancora una volta alla porta del tuo Cuore, ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera! Sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli miei, ma state attenti, non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza del mio Amore: fatemi vivere, fatemi crescere, cullatemi nei vostri cuori perché Io sono lì, nei cuori di ognuno di voi! Avete bevuto e mangiato al Banchetto del mio Amore, ed Io ho bevuto e mangiato con ognuno di voi! Figli miei, non gettate via ciò che il Padre ha lasciato scendere nei cuori di ognuno di voi! Io parlo a voi e parlo al mondo intero, figliuoli del mio Cuore!(*) Ora vengo sollevato; quando sono caduto sotto il peso della Croce <sospiro profondo> venivo frustato, preso a calci, spinto e sputato, e in quegli istanti quanto vi ho amato e quanto vi amo ancora! Quando vengo calpestato dalle brutture del mondo, il gesto di essere sollevato non è sollevare me, ma l'umanità; e quando un figlio, un fratello, viene giudicato, è donarmi ancora quelle frustate al mio Cuore! Io vi ho insegnato e vi insegno ad amare, a perdonare, a non guardare la pagliuzza che è nell'occhio del fratello, ma a togliere la trave che è nell'occhio di ognuno di voi e dell'umanità intera; dico “voi” nel dire i figli che sono fuori, i figli che non camminano nel Solco che Io sto segnando portando la Parola viva, perché Io sono vivo in mezzo voi e parlo, e la Parola è Parola viva che esce dal Cuore del Padre! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) sto lottando per non divagare col pensiero! (Piccolo Giovanni) è il cuore che devi ascoltare: è lì che abito, è lì che mi culli, è nel tuo cuore che mi trovi quando hai bisogno! Ora mi senti? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma ditemi un po': avete sonno? (Paolo, ..... e qualche altro) no! (Piccolo Giovanni) Io, si! <si ride un po'> perché voi avete sonno.. (Paolo) ..si sono rovesciate le cose adesso?.. (Piccolo Giovanni) ..non Io! Non è così? avete sonno! potete nasconderlo a Dio? (Paolo) no sicuramente! (Piccolo Giovanni) e nell'amore, nella quiete, nel dormire di Dio che è vegliare, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace e nella Quiete di Dio e donatela al mondo intero, ai vostri fratelli, ma state attenti al nemico, non dategli spazio, figliuoli del mio Cuore, combattetelo con l'amore e non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza del mio Amore! Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci, anima mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! Ora ho veramente sonno e voglio riposare nei vostri cuori: volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete cullarmi?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e ascoltare i battiti dei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) che è il mio battito? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) aspetto! <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per avermi fatto riposare ancora una volta; grazie perché mi cullate nei vostri cuori mentre fuori vengo preso a calci, vengo gettato via, vengo abortito! Grazie Figli, grazie Discepoli, grazie Colonne, grazie Suorine, perché mi portate nelle vostre braccia come Maria, Addolorata Madre mia nel prendere nelle sue braccia i figli che vengono abortiti! Pregate, figliuoli, pregate e non date spazio al nemico ma combattetelo con l'amore e con la gioia che il Padre vi dona attimo per attimo! E con la gioia di Dio uniamo la Catena santa(*) e state attenti al non spezzarla! In questo tempo, figli miei, volete crescermi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io dico Amen! Preghiamo: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. ......... ........... .. la piccola Cocciuta che vorrebbe venire a casa! (Paolo) lo dice sempre! (Piccolo Giovanni) voi cosa volete: crescere Dio o Io portare la Cocciuta a casa? (Paolo, .... e qualche altro) sempre la tua volontà! (Piccolo Giovanni) tu cosa vuoi? (Telesfore) quello che.. quello che il Padre vuole! (Piccolo Giovanni) non sapete donarmi una risposta? (Lucia) no, la Cocciuta deve rimanere! (Piccolo Giovanni) Io ho chiesto “volete crescere Dio o la Cocciuta che torni a Casa? (Tutti) crescere Dio! (Piccolo Giovanni) questa è una risposta! Adesso potete dire “sia fatta la volontà del Padre”: rispondere incerti non è la volontà del Padre! Come insegnanti non sapete donarmi una risposta ma come alunni si! <si ride un po'> Dio vi fa anche sorridere: è capriccioso, è un Dio Bambino e vi ama! Voi amate Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e camminate nel Solco lavorando nella vigna, figli miei!(*) (Giulia) Papà! Papà! Papà! Papà ti amo! Papà ti amo! Papà ti amo! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore, andate in pace e portate al mondo intero la mia Pace, ma aspettatemi, Io verrò ancora a portare il Pane vivo dei Cieli! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora, vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello, rimani sempre con noi!(*) (Piccolo Giovanni) Cocciuta, abito nei vostri cuori!(*) (Giulia) Papà, tienimi sempre cocciuta! (Piccolo Giovanni) è così che ti ho cercata e mandata! (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         7. Sab 24/01/2004, Stanza more solito

Questo pomeriggio alle ore 15,23 circa prima dell'apparizione, Giulia legge il Vangelo di oggi (Sab. della 2° sett. T.O./C Mc. 3,20-21) e subito dopo entra in estasi vigile. 

 

I° Estasi Vigile nella Stanza (ore 15.23)

(Giulia) <si perde qualche parola all'inizio> …per farvi una leggera soffiatina di Spirito Santo, e quando Gesù voleva rimproverare i suoi discepoli usava dire “faccio scendere su di voi una soffiatina di Spirito Santo”. “Andiamo a prenderlo, è fuori di se”: chi mi sa rispondere?(*) chi mi sa rispondere? <lontana dei microfoni risponde una signora nella Stanza e sembra che abbia detto “volevano acchiapparlo”> c'è qualcun altro?(*) aspetto la soffiatina che funzioni, ché il Vangelo è Vangelo, no? (un signore) perché Gesù aveva detto la verità e alcuni dicevano che non era vero! (Giulia) Gesù aveva detto la verità e altri dicevano che era pazzo! E da quanto tempo stiamo camminando dietro Gesù? (Anna) da molto tempo! (Giulia) non ricordate gli anni? <rispondono confusamente più persone: c'è chi dice 15, c'è chi dice 18, c'è chi dice 16 e altro> 16 sono pochi, sono 19 quasi 20! (Simone 1) sono 20 anni! (Giulia) è mo’ non esageriamo, ancora ci dobbiamo arrivare al 20°, lo Spirito Santo è andato un po' oltre! Siamo quasi, diciamo, nel 20°.. ci vuole un altro pochino! E ne abbiamo ricevuto di Spirito Santo, ne abbiamo ricevute di grazie, ne abbiamo ricevuti di miracoli, ma i miracoli: stiamoci bene attenti, li fa solo Dio, nessun altro, nessuno può prendere il posto di Dio, né il sacerdote che mi guidava, non si permetteva di dire “io sacerdote ho fatto questo miracolo”, anche se toccando con le sue mani benedette poteva fare questo ed altro perché rappresentava Gesù, ma non si è mai degnato “io, don Mario, ho fatto questo miracolo”! E la stessa cosa Giulia! Guai a te il giorno che dirai - sono stata io: Giulia, a fare questo miracolo - guai a te il giorno che ti metterai a spiegare i messaggi. Appena io sacerdote posso, se voglio, dare qualche spiegazione”. “È fuori di sé: andiamo a prenderlo”. Nei messaggi che voi sentite.. non li dico io, non me l'invento, neanche li imparo a memoria: non sarei capace con la 4° elementare, e non saprei neanche se arriverei a quell'ora: tre ore e mezza di messaggi, quasi quattro ore, <questo avviene durante le cene del giovedì> dipende da quanto Dio vuole parlare.. a dire, giustamente, quello che il Padre vuole, quindi è direttamente il Padre a parlare, il Padre che si usa di questo straccio che è Giulia, a parlare! Ma purtroppo questo Dio, che è l'unico Dio, viene un po' contestato da tutti! “Io ho capito”, “io ci sono arrivato”, “io sono dentro”, “io sono fuori”, ma quando il Padre ci dice qualcosa che non ci fa comodo.. io non sto parlando solo a voi che siete qui riuniti, io in modo particolare mi rivolgo a chi sta sopra, non a Dio perché è Dio che parla, ma anche a voi, giustamente, perché lo Spirito Santo quando soffia non soffia su una persona sola perché non sarebbe più Dio, perché ogni battezzato riceve il dono dello Spirito Santo.. se mi sbaglio correggetemi! E non è bello ascoltare Dio quando la parola si trova giusta nel suo discorso; non è bello, giustamente, accogliere il messaggio “oggi è stato bello perché era programmato su quello che pensavo io”, non sarebbe lo Spirito Santo. Dio parla, Dio viene per guarirci, Dio viene a cercare e a scegliere i peccatori; e chi di noi è senza peccato? si faccia avanti chi non ha peccato!(*) la prima sono io!(*) non è che Gesù mi ha scelta perché Giulia è bella o che Giulia è intelligente, quindi “mi servo di lei”.. la frase che è scritta sotto al Vangelo penso che la conoscete tutti quanti.. <il Messale Quotidiano, per il Vangelo del giorno, riporta: Gesù non elesse per l'apostolato persone sapienti, non persone facoltose, non persone nobili, ma pescatori e pubblicani, perché non doveva sembrare che riuscissero a trascinare con la sapienza, a comprare con le ricchezze, ad attrarre gli altri verso la sua grazia con il prestigio della dignità e della nobiltà. Doveva prevalere l'argomento della verità, non l'attrattiva del discorso (Sant'Ambrogio, Commento su San Luca, V, 40).> scelgo Giulia perché è intelligente, mi sa dire quella parola e così la scelgo e vado sul sicuro”. Dio quando vuole parlare non va a trovare quelli che indossano abiti lussuosi o abitano in una casa, chissà, fatta d'oro o altre cose, Dio ha mandato suo Figlio a nascere in una stalla, e chi sceglie?: i peccatori, i più stupidi che sono sulla terra per annunciare la sua Parola! Si va a servire di chi non conosce, di chi non ha né sapienza ma la sapienza scende direttamente da Dio, e chi parla è Dio! Io non so nemmeno leggere, ve ne siete accorti, no? c’ho la 4° elementare, lo ripeto ancora una volta, perché ha voluto scegliere me? io stessa, giustamente, nelle prime apparizioni “perché io?”, “chi sono io?”, non sono degna; mi sono tormentata nel chiedere “perché hai scelto me? ce ne sono altre più stupide di me, io non sono così stupida da poter stare dinanzi ai tuoi piedi”, ma don Mario diceva “ha girato, ha girato, la più stupida del gruppo eri tu e si è fermato su di te”. È piccolo il Vangelo di oggi, è corto, ma anche se è piccolo fa capire molte cose!(*) anche quelli che stavano vicino a Gesù non capivano la grandezza di chi era in mezzo a loro(*). Voi state pensando “ma mo' che ci vuole dire questa?”, “dove vuole arrivare questa?”: abbiamo capito il cammino che stiamo facendo? In questi 20 anni, si può dire, abbiamo capito che è Dio che ci parla?(*) abbiamo capito che il grande miracolo è solo Dio? e se ci guarisce il corpo e non ci guarisce dentro non è Dio, perché noi dobbiamo essere guariti dentro, dobbiamo camminare nel Solco, non dobbiamo contestare la Parola di Dio, perché se crediamo che è Dio a parlare, quella virgola non va né tolta e neanche aggiunta perché qui c'è tutto, <indica il messale sul leggio> c'è la sua Parola, e Dio è Verità, Dio è Vita, e se noi usciamo fuori questa verità, se venite in questo Luogo e non trovate il Vangelo, andate via”, lo gridava sempre don Mario, lo continuerò a gridare sempre io; a me non mi importa la folla, non mi interessa il numero delle persone: non le ho mai cercate, non ho mai cercato televisione, non ho mai voluto pubblicità, chi vuol venire la porta è aperta, come Gesù: Gesù ci aspetta con la sua porta aperta ma con i nostri cuori candidi, puri, amando Dio e amando i fratelli! Dio ci invita ad amare, a perdonare, ad usare carità, a portare sul Solco i figli che hanno smarrito.. i figli che si sono messi in testa la fantasia di aiutare o di dire o di vedere o di sentire: noi li dobbiamo portare nel Solco ma non dobbiamo distruggere la nostra famiglia, non si deve distruggere la famiglia, perché la famiglia è la capanna di Dio. Aiutare, dare il nostro cuore, dare un pezzo di pane ma non distruggere la capanna che Dio ha costruito: il matrimonio è un sacramento e non va diviso da altre persone “ciò che Dio ha unito l'uomo non separi”!(*) Penso che queste parole siano abbastanza chiare. Qui siamo una famiglia, Dio ci chiama “il suo popolo, cosa dona al suo popolo Dio?(*) contestazioni: “ma sta parlando Giulia?”, “sta parlando Gesù?”, “e questa parola chi l'ha detta?”. Mi sembra che è chiaro nei messaggi quando dice “uso lo Strumento”: usare lo Strumento significa non un dito, ma tutto intero, e quando Dio usa non lo fa per cinque minuti, ma viene detto il “” a Dio e quel “” che viene detto a Dio è per l'eternità, come il “” che ha detto Maria: “eccomi”, e non l'ha detto nell'attesa del Figlio e dopo i nove mesi si è tirata indietro, il “” lo dice tuttora “eccomi”. Penso che sia chiaro quello che ho voluto dire!(*) siete qui: perché siete qui? (Qualcuno) per Gesù! (qualcun'altro) per ascoltare Gesù! (Giulia) e camminate dietro Gesù senza nessuna contesta, perché Gesù ci vuole tutti suoi: chiaro? chiaro per tutti? (Tutti) sì! (Giulia) se vogliamo far gioire il Cuore di Dio, il Cuore di Maria, amiamoci gli uni gli altri e che siamo sempre il popolo, la famiglia che Dio ha scelto! Lui ci ha scelti, non siamo stati noi a cercarlo, ci ha cercati Lui, e se vogliamo andare avanti e non dare spazio al nemico, rimaniamo fermi sulla Croce dove Gesù è andato per tutti noi!

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 16.13)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora una volta per l'umanità tutta; immolati, figlia mia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Consola sempre il Cuore di Gesù come tu sai fare nel silenzio e nell'abbraccio della Croce. Figlia mia, in questo giorno Io vengo ad esortare i vostri cuori per pregare secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Vi invito a pregare e ad accogliere il mio Gesù; vi invito a pregare per la pace; vi invito ad aprire i vostri cuori alla Pace di Dio che scende sull'umanità intera, su di ognuno di voi. E come Mamma il mio Cuore gronda Sangue nel vedere i flagelli che scendono sull'umanità intera perché c'è poca fede! Accogliete il mio Gesù! Amate il mio Gesù! Cercate il mio Gesù distaccandovi dalle cose del mondo! Figliuoli del mio Cuore, il nemico è astuto e usa ogni in mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; figliuoli, state attenti, combattetelo con l'amore ma non abortite il mio Gesù, fatelo vivere, fatelo crescere nei vostri cuori perché Dio abita dentro di voi, Dio vi dona il Pane che è il suo Cuore per farvi amare come Lui vi ama e per camminare sulla Via che Io sto segnando, e la mia via è fatta di ubbidienza, la mia via è fatta di Dolori, di Croce, perché prima di portarla Gesù: il mio Figliuolo, l'ho abbracciata Io nel dire “eccomi”. E in questo tempo di preparazione alla Pasqua viva che sorge nei vostri cuori, siate vigilanti, figliuoli miei, camminata nell'amore e costruite la capanna che Dio ha donato ad ognuno di voi! Figliuoli del mio Cuore, Io vi ripeto ancora una volta: la mia Promessa viene da Fatima, si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio, figliuoli del mio Cuore! Ma come Mamma allargo le braccia aspettando l'umanità intera dinanzi ai piedi della Croce, dicendo ad ognuno di voi e al mondo intero “riconoscete il mio Gesù”, “cercate il mio Gesù”, “amate il mio Gesù”, perché Io vengo solo a portare il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! E non prostratevi ad altri dei, guardate il Gesù che in dono offre ad ognuno di voi la santa sofferenza per arrivare a gioire nel Cuore del Padre! Figliuoli, ricordatelo sempre: non c'è salvezza se non si abbraccia la sofferenza; chi getta via i Dolori scende dalla Croce, il mio Gesù non è sceso, ma in pienezza è salito al Padre portando i peccati dell'umanità intera per guarire ognuno di voi; e l'unica via è la sofferenza: RICORDATELO! Nel silenzio del mio Cuore ho portato i Dolori e nel silenzio del mio Cuore ho partorito la Croce per donarvi il mio Gesù! E Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei, e vivere il Vangelo è camminare dietro Gesù portando sulle spalle il Legno della Croce. “Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”, e in questo tempo seguite Gesù in povertà e nell'amore pieno donando il vostro “eccomi” come servi inutili dinanzi al Legno della Croce! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e vuole far suo il Progetto dell'Amore. In umiltà e nel silenzio dei vostri cuori allontanatelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici! Figli miei, vi invito ancora a pregare per l'Uomo vestito di bianco e per tutti i miei Figli Ministri; in questo tempo donate i vostri cuori per i Figli Ministri! Figli miei, voi non conoscete ciò che è scritto nel libro di Dio e non conoscete neanche l'ora e il giorno in cui il Padre scenderà per dividere i buoni dai cattivi, per far crescere il grano e per gettare via la zizzania. Vi chiedo solo di essere pronti e preparati, siano i vostri cuori sempre accesi nell'amore dell'unica Croce, nell'amore dell'unica Verità del Solco vivo che porta al Cuore del Padre che è la Parola! E non c'è altra Verità all'infuori della Parola di Dio, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) figlia mia, altre spade trafiggeranno il tuo Cuore: vuoi ancora raccoglierle? (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) vedi, figlia mia, il mio e il tuo Gesù gronda Sangue per l'umanità intera e si poggia: vuoi farlo poggiare sulle tue spalle? (Giulia) eccomi, Mamma! Come serva inutile sono dinanzi ai piedi della Croce! (l'Immacolata) invita i tuoi figli e l'umanità intera a pregare e ad abbracciare la Croce! Io parlo a voi che siete qui riuniti, parlo ai figli che si uniscono a questa santa preghiera, parlo al mondo intero!(*) Riconoscete il mio Gesù come vostro Signore e Dio! Abbiate fede e pregate affinché i flagelli che stanno scendendo sull'umanità intera si fermino! Non è Dio a mandarli, ma c'è poco amore! Crescete nell’Amore e fate crescere i vostri figli, i vostri fratelli! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate, pregate, pregate secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata, addolorata nel vedere i miei figli perdersi nei rumori del mondo!(*) Cocciuta, vuoi accogliere ancora le spade? (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) preparati alla Pasqua che Dio vuole donarti! (Giulia) eccomi! (l'Immacolata) ora chiedo ai vostri cuori: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) nell'amore e nell'ubbidienza del Padre, mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo voi a portarvi il mio saluto: Pace a voi, figliuoli! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen! La pace di Dio regni sempre nei vostri cuori e vi renda saldi come la roccia che è Dio! In questo giorno benedico e lodo il Padre perché mi fa parlare e gioire in mezzo al mio popolo, ai miei Figli, ai miei Discepoli, alle mie Colonne, alle mie Suorine! Il mio Cuore è gioioso: Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, ma gronda Sangue nel vedere l'umanità che si perde, l'umanità che cade e non riesce ad alzarsi perché ha perso Dio, ha dimenticato di avere un Papà, ha dimenticato di bussare! Gli uomini hanno dimenticato la promessa di Dio: “aspettatemi, Io verrò”! Dio è Verità e la sua Parola non viene cancellata:  il modernismo non cancella Dio! “Io verrò come ho promesso, e ci sarete tutti quando Io verrò? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è facile rispondere; è facile rispondere “Io ci sarò”. Io ci sarò ad aspettarvi, ma Dio conosce i cuori di ognuno di voi: nulla è nascosto e voi non potete nascondere(vi) dietro un albero; Dio vede ovunque voi siete; Dio conosce i cuori di chi l'ha cercato, di chi lo ha amato, di chi ha camminato nel Solco! Dio è Misericordia Infinita ma è anche Giudice e nessuno di voi conosce né l'ora e neanche il giorno in cui verrà! Ci sarete? sarete pronti? avrete la lucerna accesa? avrete l'olio per non farla spegnere? E cosa presenterete dinanzi ai suoi occhi?: il vostro bagaglio! Io parlo a voi e parlo al mondo intero! Si possono contare sulle dita di una sola mano, ed Io invito a voi, popolo mio, a pregare, ad essere saldi, ad essere roccia viva e a stare attenti al nemico: non fatevi confondere! Figliuoli del mio Cuore, come Sacerdozio vivo ed eterno, vi indico la Croce e il santo Vangelo, e in questo tempo vi invito a guardare il Cuore di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Ricordate sempre: il Parto è vivo, è in mezzo a voi ed è pronto, e Dio è vivo, è in mezzo voi e parla col suo Amore Infinito di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Accogliete il grido del Parto, figliuoli del mio Cuore! E in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, mi fermo a parlare con te! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Hai vissuto il santo Vangelo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) anche se è piccolo? (Paolo) è piccolo come parole ma non come contenuto! (Piccolo Giovanni) ha la misura del Padre che non ha limiti! (Paolo) a me l'ha fatto vivere la Cocciuta nel modo in cui ha parlato! (Piccolo Giovanni) cosa ha detto? (Paolo) ha detto delle verità, ma quello che più mi ha colpito e che mi ha indotto a riflettere è il modo in cui lo ha detto: cioè con semplicità! Io ho letto, Giovanni, sul messale un.. (Piccolo Giovanni) ..la parte.. (Paolo) ..si, il commento di Sant'Ambrogio.. (Piccolo Giovanni) ..che è sotto? (Paolo) si, la parte che è sotto! “Doveva prelevare l'argomento delle verità, non l'attrattiva del discorso(Piccolo Giovanni) e cosa hai capito? (Paolo) ma io l'ho intesa in questo modo: ricollegandomi a quello che stavo dicendo prima.. che noi dobbiamo solo essere veritieri nei nostri atteggiamenti, nei nostri comportamenti al di là di quella.. di quello che può essere l'esteriorità, le parole, i bei discorsi che servono nel mondo d'oggi ad attirare tanta gente!  (Piccolo Giovanni) Dio non è venuto a portare grossi paroloni, Gesù parlava, come si suol dire, “terra terra”! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) parlava con le parabole per far capire meglio alla folla, per far capire ai discepoli, che non avevano nulla di alto livello, ma ha scelto i piccoli, i poveri, per confondere i sapienti! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) come ora ha scelto ognuno di voi che dite “ma perché Gesù ha scelto noi come discepoli?”. “Io posso parlare perché insegno”, “Io c'ho un altro impiego e posso capire”, ma per capire il Vangelo, per capire la Verità di Dio, la Parola viva, non si deve usare.. (Paolo) ..la mente.. (Piccolo Giovanni) ..la mente, ciò che si è letto sui libri.. si deve ascoltare il cuore perché Dio parla al cuore dei figli, del popolo, e questi figli pur non sapendo da che parte muoversi si muovevano per opera dello Spirito Santo che ardeva dentro di loro. Un giorno si svegliano, incontrano Gesù “lascia tutto: vieni dietro di me”; quel poveretto non sapendo aprire bocca, Dio lo fa parlare, Dio gli dona tutto il suo Amore e l'amore fa gridare la verità, a camminare nella verità, non avendo paura di essere ucciso ma di servire quel Dio che ci dona la vita! È chiaro? (Paolo) sì, è chiaro! Ho riflettuto anche sull'atteggiamento.. <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ..e non poteva.. (Paolo) ..mancare.. (Piccolo Giovanni) ..mancare l'Alito della tosse di Dio! (Paolo) stavo dicendo, ho riflettuto sull'atteggiamento dei parenti di Gesù: evidentemente, io ho pensato.. (Piccolo Giovanni) ..l’hanno detto anche alla Cocciuta! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) andando da sua madre “picchiala, non farla più andare in quel luogo perché è diventata pazza: sta rovinando..”  (Paolo)..la famiglia..(Piccolo Giovanni) ..la nostra famiglia!(Paolo)la reputazione!(Piccolo Giovanni)la nostra reputazione!(Paolo) quindi anche.. (Piccolo Giovanni) ..saggia la mamma Serafina “mia figlia è sposata, non posso picchiarla Io ma il marito<si ride un po'> (Paolo) quindi anche allora era.. era forte questo sentimento nelle persone, nella gente, anche nei parenti di Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..scandalo.. (Paolo) ..il timore di essere derisi per l'atteggiamento che teneva Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..parlava.. (Paolo) ..si.. che teneva Gesù con tutti i poveri, gli ammalati.. (Piccolo Giovanni) ..della Parola di Dio! (Paolo) si! Se si fosse interessato dei nobili, dei Grandi, delle persone colte, non avrebbero forse avuto timore di perdere la reputazione! (Piccolo Giovanni) don Mario ha preso nelle mani un pezzo di carne del confratello Domenico..(Paolo) ..e l'ha mangiato.. (Piccolo Giovanni) ..dove si è sciolto il Sangue” ..sì, l'ho mangiato! Ma l'altro, nella piccola bottiglina si è sciolto il Sangue: don Mario non è stato creduto(*)..  (Paolo) perché era forte.. (Piccolo Giovanni) ..nel parlare dell'unica Verità, nel servire l'unico Dio! (Paolo) erano altre persone che dovevano emergere agli occhi dei più.. (Piccolo Giovanni) ..l'hanno preso anche gli altri, ma quel Sangue.. (Paolo) ..non si è sciolto! (Piccolo Giovanni) si è sciolto, ma per non far andare avanti il Grido di chi l'aveva toccato per primo, è stato messo da parte! Chi vuole primeggiare dinanzi a Dio, cade.. (Paolo) ..si, ed è questo.. (Piccolo Giovanni) ..è Dio la primizia, e Dio si serve di chi vuole! (Paolo) ed è questo il Vangelo di oggi! (Piccolo Giovanni) ed è questo il Vangelo di oggi!(*) l'unica Verità, l'unica Parola che ognuno di noi può stringere! Il mondo ci vuole distaccare dall'unica Verità, dall'unico Legno, per questo vi chiedo, come Sacerdozio vivo ed eterno, di pregare affinché scenda lo Shalom del Cuore del Padre perché i Grandi del mondo non possono farlo scendere se non si inchinano dinanzi alla Croce e se non si distaccano dalle cose del mondo! Il Legno è povero non porta gioielli, ma l'unico gioiello è la vita eterna che ci dona e brilla quello nei Cieli! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> Cosa contiene ancora? (Paolo) il commento di Sant'Ambrogio? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) è molto! (Piccolo Giovanni) forte? (Paolo) si. “Gesù non elesse per l'apostolato persone sapienti, non persone facoltose, non persone nobili, ma i poveri e pubblicani”, e questo dice tutto! (Piccolo Giovanni) anche se ha scelto i nobili li ha fatti spogliare.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dalle cose del mondo! (Paolo)perché non doveva sembrare che riuscissero a trascinare con la sapienza” e questo è molto.. si! Non dovevano dare.. gli altri non dovevano avere il modo di dire “quello è nobile e ricco e quindi trascina tutti dietro”. “Che riuscissero a trascinare con la sapienza, a comprare con le ricchezze”.. (Piccolo Giovanni) ..si può comprare Dio? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) chi ha tanto denaro da comprare Dio? (Tutti) nessuno! (Piccolo Giovanni) ci sarebbe, ma Dio non si lascia comprare da nessuno! (Paolo)ad attrarre gli altri verso la sua grazia con il prestigio della dignità e della nobiltà. Doveva prevalere l'argomento della verità con l’attrattiva del discorso”, e ne abbiamo parlato di questo! (Piccolo Giovanni) parole piccole, semplici: terra terra! Ciò che il Padre donava, Gesù donava e dona!(*) (Paolo) e questo deve essere da insegnamento a tanti, noi per primi!(*) solo su quel libro si possono leggere queste cose, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il Vangelo: la Parola viva, non ci sono altre verità! Dio quando usa uno Strumento lo usa solo col Vangelo e con parole piccole e semplici! Il modernismo sta togliendo Dio, sta cancellando Dio: siate coscienti, non abortite quel Dio che abita nei vostri cuori e viene a portarvi l'Amore del Cuore Immacolato di Maria. Come Sacerdozio vivo ed eterno Io mi sollevavo nel parlare di Maria: chiedo ai vostri cuori “gioite quando sentite il nome di Maria” e gridate forte quando Dio parla in mezzo voi dicendo “chiamatemi Papà, Io sono vivo e reale in mezzo voi e parlo”. È bello? (Paolo) è bellissimo! (Piccolo Giovanni) e Maria, come Mamma, allarga sempre di più le braccia per accogliere i suoi Figli, i suoi Discepoli, le sue Colonne, le sue Suorine, l'umanità intera: l'ha abbracciata dinanzi ai piedi della Croce, l'abbraccia ancora! <3 colpi di tosse con un'alitazione> ed Io vi abbraccio con l'Alito dello Spirito Santo che è l'unica Verità: l'Alito di Dio che soffia sull'umanità intera, ma non tutti accolgono! Benedetti voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ad accogliere la Parola di Dio e a farla crescere, a farla conoscere! Ed Io aggiungo Amen! (Paolo) pensare che davanti a Dio siamo tutti uguali.. (Piccolo Giovanni) ..non c'è alcuna distinzione.. (Paolo) ..è una cosa che mi riempie veramente di gioia in un mondo in cui ci sono le varie scale sociali! (Piccolo Giovanni) dinanzi a Dio non ci sono scale: solo figli! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e aspetta sempre con le braccia aperte per far festa al Banchetto Nuziale! “Venite tutti voi che avete sete e fame del mio Amore ed Io vi sazierò”; l'unica Fonte Zampillante è Dio, siate coscienti di questo!  (Paolo) è l'unico riferimento che noi abbiamo! (Piccolo Giovanni) ma Io vi invito a pregare per i miei confratelli e in modo particolare per il mio fratello Domenico, chiedendovi ancora una volta “non fateci usare”, pregate, pregate figli, combattete il nemico amando!(*) E con la vostra fede fermate i flagelli perché potete farlo, ma non distaccatevi della Croce perché Io non mi sono distaccato: non l'ho lasciata un istante e per questo sono a gioire nel Cuore del Padre e a parlare in mezzo voi, per suo volere e per amore dello Strumento! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e con questo amore vi invito a prepararvi per la Pasqua che viene; invito a fare penitenza per i figli che non conoscono l'Amore del Padre, per i figli che vengono abbagliati dalla falsa luce del nemico! (Paolo) come quello che abbiamo parlato ieri insieme ad Elia? (Piccolo Giovanni) pregate, figliuoli, pregate! (Paolo) quando si usa la mente si va sempre fuoristrada! (Piccolo Giovanni) bravo! È il cuore che si deve usare per abbracciare i fratelli, per abbracciare l'umanità. Dio ha donato il suo Cuore e dona il suo Cuore: fatelo anche voi perché Io vi voglio tutti salvi e santi, “tutti” intendo dire “l'umanità intera”! Nulla è impossibile al Padre! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e con questa gioia e col mio Cuore vivo e reale mezzo voi, vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni: accoglietelo, custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli, e nell'amore e nell'ubbidienza del Padre Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate nella Pace di Dio e portatela al mondo intero! Figliuoli, Io presento dinanzi al Cuore del Padre tutti i figli che la Cocciuta ha messo nelle mie mani e accolgo i sussurri di ognuno di voi, figli miei, visitando i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera!(*) Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) figlia mia, dovrai soffrire ancora e portare sulle tue spalle l'umanità, e ora ti invito a gioire nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli del Cuore della Croce! Andate in pace, figliuoli, portando ovunque la mia Pace: la Pace che scende dal Cuore di Dio! Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore!

 

II° Estasi Vigile nella Stanza (ore 17.58)

[Oggi la preghiera nella Via Crucis e quella dei Sette Dolori di Maria sono state recitate formando un cuore: tutti i fedeli hanno formato un cuore al centro della Stanza alla cui punta è stato invitato a mettersi Paolo col Vangelo in mano. La preghiera dei Sette Dolori di Maria, poi, è stata condotta da Marisa molto emozionata] (Giulia) ed ora, sempre con l'intenzione di Dio… <si perde qualche parola del discorso> …a Dio, quando bussa alla porta dei nostri cuori chiedendoci “chiamatemi Papà perché tutti siete miei figli”, e se volete essere guariti dai mali del mondo, dai mali che il nemico prepara con le sue false luci, ricordate solo di avere un Papà, ricordate di avere solo un Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce, e solo Lui: non c'è nessun altro che può guarire le nostre anime! Avendo guarite le nostre anime non ci serve niente altro, perché siamo sani e non abbiamo nessun male! Il mondo è malato perché ha lasciato Gesù; noi tutti siamo malati perché abbiamo dimenticato Gesù! Quando i nostri occhi si apriranno e verranno Gesù, saremo tutti sani, per questo la mia intenzione è fare questa Via Crucis come Gesù l'ha fatta e la fa per noi attimo per attimo!

 

III° Estasi Vigile nella Stanza (ore 18.30)

(Giulia)  <si rivolge a Paolo invitandolo a leggere, per il Vangelo di oggi, il commento riportato sul messale tratto dagli scritti di Sant’Ambrogio> Leggi la parte di giù! (Paolo)Gesù non elesse per l'apostolato persone sapienti, non persone facoltose, non persone nobili, ma pescatori e pubblicani, perché non doveva sembrare che riuscissero a trascinare con la sapienza, a comprare con le ricchezze, ad attrarre gli altri verso la sua grazia con il prestigio della dignità e della nobiltà. Doveva prevalere l'argomento della verità, non l'attrattiva del discorso”. (Giulia) Paolo, cosa ti suggerisce ancora il tuo cuore? (Paolo) che dobbiamo imparare.. e non sarà mai abbastanza ciò che impareremo, ad essere sempre più umili! (Giulia) non c'è niente altro? (Paolo) che nell'umiltà dobbiamo donare a Dio tutto ciò che scaturisce, come lavoro, dalle nostre forze, che Egli ci ha donato! (Giulia) e dal tuo cuore cosa esce? (Marisa) che questo è il dono più grande che Gesù poteva darmi: stare qui, non sono degna di stare alla sua presenza ma mi sento felice! (Giulia) Gesù ti dona un altro dono: di prenderlo nelle tue mani e.. <Giulia in estasi vigile consegna a Marisa il Calice del Santissimo Sacramento. Marisa lo innalza e lo bacia inondandolo con le sue lacrime> (Marisa) ..Misericordia mio Gesù!.. (Giulia) ..di tenerlo alto!  (Marisa) sempre! (Giulia) ed io con la Croce benedico voi e benedico l'umanità, mentre Immacolata <=Marisa, si chiama anche Immacolata> con Gesù vivo benedice ognuno di voi e l'umanità intera col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo!  (Tutti) Amen! (Giulia) nell'Unico Dio vivo andate in pace portandolo ai fratelli, ai figli, lasciando vivere Gesù nel Cuore e non abortirlo quando si esce fuori!(*) <Marisa bacia ancora il Calice e poi lo depone> puoi andare!(*) Un piccolo Seme è rimasto nel cuore di ognuno di voi e il Seme è Dio!