LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 41

 

CHI CERCA I MIRACOLI È LONTANO DAL PADRE

(dal messaggio del 05/02/2004)

Giovedì 05/02/2004

per la prima volta

il Sacerdote don Vincenzo Diodati

assiste alla Visitazione 

 

Messaggi Tramite Giulia

 

 

 

         1. Giov 29/01/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre; immolati nel silenzio della Croce come tu sai fare, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù, perché in questo giorno il tuo abito è macchiato? non è Sangue quello che è sul tuo abito! Gesù, perché porti questo abito in questo giorno? (Gesù) vedi, figlia, tu vedi il mio abito sporco, non vedi il Sangue: sono andato a visitare i figli della perdizione e hanno toccato il mio abito! (Giulia) Gesù, posso lavarlo?  (Gesù) nel silenzio e nell'unico abbraccio della Croce puoi farlo, figlia, invitando i tuoi figli e l'umanità intera! Ora ti chiedo di guardare, non aver paura di ciò che vedi, figlia mia! (Giulia) sì, Gesù!(*) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) una parte sola!(*) ma non chinare il capo: guarda, figlia mia! (Giulia) vedo un albero enorme e bellissimo; ci sono tanti fiori da non poter contarli, ma sotto l'albero ci sono dei corpi senza vita!(*) (Gesù) non chinare il capo! (Giulia) perdonami, Gesù! Dai fiori che sono sull'albero cadono gocce di Sangue.. coprendo i corpi e rimane solo l'albero e non si vede più nulla; un mare di Sangue e l'albero con i fiori.. ma nonostante c'è tutto questo Sangue, l'albero rimane scoperto e non cade, ma il Sangue cade sempre! (Gesù) ora fermati! (Giulia) Gesù, donami un po' del tuo respiro!(*) (Gesù) ecco, figlia! Ora tieni nel tuo Cuore ciò che vedi ancora, figlia mia!(*) Ecco, figlia, invito i tuoi Discepoli, le tue Colonne, le tue Suorine a pregare per la pace! Pregate per la pace, pregate per la pace, figliuoli del mio Cuore! Vuoi unire ancora le tue mani alle mie mani secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, figlia! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) eccomi, Gesù!  (Gesù) figlia, la Pasqua si avvicina e l'umanità si allontana dal mio Cuore, l'umanità si allontana dalla sofferenza, dai Chiodi che Io ho abbracciato e abbraccio attimo per attimo; l'umanità si allontana dal mio Amore, dalla misericordia infinita, ed Io sono sempre più solo: chino il capo guardando i pochi figli che sono rimasti; bussando al cuore di ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce: non lasciatemi solo, popolo del mio Cuore, perché Io sono qui in mezzo voi a portare il mio Amore, la mia pace, la mia Quiete e vi invito sempre a stare attenti al nemico; è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal mio Cuore; state attenti: combattetelo sempre con l'amore che Io dono ad ognuno di voi, figli miei, abbracciando i Chiodi divini, abbracciando la santa sofferenza, e chi mi ama prenda la propria croce e mi segua! Venite dietro di me camminando nella Via Stretta fatta di Dolori, e i miei Dolori sono vivi perché Io sono vivo! Figliuoli del mio Cuore, in questo tempo preparatevi per la Pasqua! Preparatevi a stringere i Chiodi come Io li ho stretti e portati per ognuno di voi e per l'umanità intera! Vuoi unirti ancora alle mie mani, Cocciuta? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) <2º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia! Guarda, guarda i Chiodi dell'amore, figlia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, sono qui! (Giulia) non riesco a vederti: i miei occhi sono bagnati di Sangue! (Gesù) sono dinanzi a te, figlia! (Giulia) Gesù, anche i tuoi occhi sono bagnati di Sangue? (Gesù) si, figlia, piango lacrime di Sangue nel vedere l'umanità che non ha tempo per amarmi, non ha tempo per rispondere mentre Io busso con i Dolori del Parto della Croce! Figliuoli, Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce, vi invito a pregare perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui Io verrò! Eccomi, Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi; ed Io vengo per volere del Padre: vengo a far festa, vengo a portare l'amore vivo, vengo a portare i Chiodi: l'unica salvezza, vengo portare la Croce: l'Albero che rimane in piedi e non cade; vengo in mezzo al mio popolo: ai figli scelti uno ad uno, per donare al mondo il mio Amore, la mia Pace, il mio perdono: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno!”. Vi ho chiamati, vi ho raccolti, ho accarezzato i vostri cuori inviandovi due a due a portare il Pane vivo, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo. Figliuoli del mio Cuore, solo con l'amore potete combatterlo, ed Io vi ho consegnato nelle vostre mani la spada che è il santo Vangelo: l'unica Verità, non ho messo nelle vostre mani una spada per uccidere, ma la spada per donare la vita come Io l'ho donata ad ognuno di voi, la vita eterna, abbracciando i Chiodi, abbracciando i Dolori di ognuno di voi, caricandomi dei peccati dell'umanità intera e di ognuno di voi! Figli miei, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici. Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati: CHI VUOLE INTENDERE, INTENDA! Chi vuole camminare nel Solco del mio Amore: il Solco è lungo, è stretto ed è profondo ed è fatto di Dolori: i Dolori del Parto, il Parto della Croce, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, in questo tempo dovrai soffrire ancora per i tuoi figli, per l'umanità intera! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ti invito a pregare per l'Uomo vestito di bianco e per tutti i miei Figli Ministri! Prega, e ciò che il Padre vuole donarti in questa Pasqua accoglilo per i Figli Ministri, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) eccomi, Gesù!(*) eccomi, Gesù, ma il mio Cuore ti sussurra ancora una volta “voglio tornare a casa”, “voglio tornare a casa”, “voglio tornare a casa”, Gesù!  (Gesù) in questo giorno Io chino il capo, figlia!(*) Eccomi! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nell'amore dell'unica Verità, sono ancora in mezzo a voi ad indicarvi di tenere sempre alto il santo Vangelo e di viverlo nei vostri cuori! Figli miei, ecco la Luce di Dio che scende in mezzo a voi portando il Soffio, portando il Sussurro del Cuore del Padre! Dio viene ad abbracciare il suo popolo; Dio viene a portare il Pane dei Cieli; Dio che cammina e parla in mezzo voi! Io sono sempre Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto nel Grande Libro dove ognuno di voi è scritto, dove i vostri nomi brillano perché lavorate, e lavorando si salgono i gradini, ma non dimenticate di amare, di perdonare, di usare carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici, coloro che trafiggono i vostri cuori. Vedete come è buono il Padre con ognuno di voi? vi dona il suo Amore, non vi fa mancare nulla, ma non deve spegnersi la lucerna della fede, non dovete inciampare su un piccolo sassolino! Figliuoli, dovete prendere quel sassolino e spostarlo, metterlo vicino alla roccia per farlo crescere nell'amore e far conoscere la Luce e la Verità del Padre; ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, non dategli spazio voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Io vengo per volere del Padre e per amore dello Strumento a portarvi sempre la Parola viva: il Vangelo, a tenervi sempre nel Solco dell'amore, figli miei! Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giov. della 3° sett. T.O./C Mc. 4,21-25> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Col tuono del Padre hai vissuto il santo Vangelo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di questo giorno? e cosa è sbocciato nel tuo cuore? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) io pensavo che il Vangelo di oggi è in contraddizione forte con tutto quello che io vedo nel mondo e attorno a me, Giovanni! (Piccolo Giovanni) spiegalo ai tuoi figli! (Paolo) non riesco a vedere nell'ambiente in cui vivo, nell'ambiente di lavoro, dei cuori aperti e sinceri.. (Piccolo Giovanni) ..posso interromperti un po'? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) come puoi vedere tu i cuori? (Paolo) io, il cuore non posso vederlo, Giovanni, però.. (Piccolo Giovanni) ..perché solo il Padre! Lo so.. (Paolo) ..il.. (Piccolo Giovanni) ..tu vedi i gesti (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma non puoi vedere i cuori! (Paolo) il cuore non lo vedo, Giovanni, però quando i gesti sono palesemente negativi, devo supporre che anche il cuore non sia poi tanto.. questo penso.. (Piccolo Giovanni) ..no, figlio mio, non puoi dire questo! Conosco il tuo peso perché sono Io a poggiarlo sulle tue spalle, e quando chiedo “siete coscienti?”, per rispondere sì, voi mi rispondete! Vedi, il peso sono le cose che tu vedi dinanzi a te, e il saper sopportare, lavorare per i tuoi figli, i figli che incontri nel tuo camminare, nel tuo lavorare per il Padre.. (Paolo) ..sì, ma ci sono delle situazioni che io non riesco a gestire, Giovanni! Sarà che non riesco.. (Piccolo Giovanni) ..in quell'attimo devi chiamarmi! (Paolo) e io ti chiamo, però io vedo che.. delle situazioni, proprio, sono più grandi di me e non riesco a governarle come tu dici, mi lascio sopraffare da pensieri e azioni che.. (Piccolo Giovanni) ..ma non devi.. (Paolo) ..in quel momento so che sono.. non sono nel Vangelo! (Piccolo Giovanni) non devi spaventarti perché le cadute ci devono essere! Cadendo tu alzi il fratello! Vuoi farlo? (Paolo) io ci provo! Poi un'altra cosa.. (Piccolo Giovanni) ..e nel provarci lo alzi! (Paolo) un'altra cosa che volevo dire è che questo.. <2 colpi di tosse con un'alitazione> che questo peso.. è una cosa che penso io, poi.. mi distrae dal fare tante altre cose che dovrei fare a tempo breve! (Piccolo Giovanni) una cosa alla volta si deve fare, non si possono fare tutte insieme! Vedi, Io ho abbracciato la Croce e poi ho donato e dono il mio Amore attimo per attimo, non potevo abbracciare la Croce e scappare! Tu vorresti scappare? (Paolo) no, io non voglio scappare! (Piccolo Giovanni) in quell'attimo! (Paolo) in quell'attimo non solo scapperei, chissà quante altre cose farei! (Piccolo Giovanni) meno male che lo sto facendo parlare! <dice rivolgendosi ai presenti perché Paolo questa sera era veramente giù di corda> E si possono fare tutte insieme? (Paolo) tutte insieme, no! (Piccolo Giovanni) una alla volta con la santa pazienza che il Padre lascia scendere attimo per attimo nel tuo cuore! È il cuore che devi fare lavorare: in quegli attimi lavora la mente e il nemico è astuto e vuole far suo il Progetto dell'Amore! Il Padre ti ha catturato per lavorare e lui vuole distruggere, ma non ci riesce perché il tuo cuore è aperto all'Amore di Dio, all'unica Verità del Vangelo! È chiaro questo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma facendo una cosa alla volta tu porti la quiete, devi solo avere pazienza come ce l'ha il Papà per ognuno di noi! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora sul Vangelo? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) stavo dicendo prima: “la lampada che illumina ogni angolo”, ma solo quella lo illumina, Giovanni! (Piccolo Giovanni) solo quella.. (Paolo) ..solo quella lampada illumina ogni angolo! (Piccolo Giovanni) e la tua è accesa o spenta? (Paolo) la mia è accesa ma è una fiamma che arde e si dimena  (Piccolo Giovanni) e poi? (Paolo) e poi vorrebbe prendere a bastonate tante persone! (Piccolo Giovanni) la lampada non ha mai preso a bastonate nessuno! (Paolo) eh, quando si mette alla luce, dopo, la Verità, e si vede tutto, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..hai visto Dio picchiare qualcuno? (Paolo) no, però quando si vede davvero la Verità illuminata.. (Piccolo Giovanni) ..e Dio.. (Paolo) ..e allora viene poi la voglia di prendere a bastonate qualcuno! (Piccolo Giovanni) Dio non è Verità? (Paolo) Dio, si! (Piccolo Giovanni) e Dio non vede di più di quello che vedi tu? (Paolo) Dio vede tutto; per fortuna io non vedo quello che vede Dio.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Paolo) ..che se vedessi quello che vede Dio dove lavoro.. (Piccolo Giovanni) ..ha mai preso a bastonate? Dio allarga le braccia e dona sempre di più il suo amore chiedendo di tenere accesa quella lampada, e ha scelto proprio voi conoscendo il tuo cuore, conoscendo le tue reazioni! Vorresti prendere a bastonate, ma poi usi il tuo amore come lo usa il Padre, e Dio ti usa e tu lavori nella vigna come un agnellino!(*) Non è forse così? (Paolo) se lo dici tu come può non essere così? (Piccolo Giovanni) ed Io dico Amen! Passo la mia mano sul tuo cuore!(*) Cosa mi dici ancora del Vangelo? (Paolo) che noi ci costruiamo da soli il giudizio! (Piccolo Giovanni) perché hai detto questo? fallo capire ai tuoi figli! (Paolo) è il nostro comportamento! <fuori sta piovendo si sente un tuono> (Piccolo Giovanni) ma lo senti il Padre come grida i Dolori del Parto?(*) (Paolo) non ho capito che vuoi dire! (Piccolo Giovanni) voglio dire che Dio guarda i cuori e chi giudica è solo il Padre (Paolo) sì, ma non siamo sempre noi con il nostro atteggiamento.. (Piccolo Giovanni) ..Dio non guarda l'esteriore, Dio non guarda le piccole arrabbiature, Dio non guarda il gesto fatto ma guarda solo il cuore! (Paolo) ma il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..lo conosce solo Lui! (Paolo) si, però io voglio dire questo.. (Piccolo Giovanni) ..non è quello che tu vedi esterno, (è)il cuore, nessuno di voi può conoscere il cuore del fratello! (Paolo) si, però ognuno di noi, il nostro cuore, entro certi limiti lo pilota, altrimenti noi non saremmo più noi, saremmo degli automi! (Piccolo Giovanni) è Dio che fa camminare i vostri cuori, non sei tu! (Paolo) quindi noi, praticamente, non facciamo niente proprio? (Piccolo Giovanni) non si muove una foglia se non è Dio a farla muovere! (Paolo) ehm.. qui non capisco, Giovanni! Non capisco perché.. se fa tutto Dio, allora perché ci sono cuori cattivi? (Piccolo Giovanni) perché hanno messo in Croce Gesù? me lo sai spiegare?(*) e qui ti voglio! (Paolo)perché hanno messo in Croce Gesù?”, hanno messo in Croce Gesù perché in quel periodo si è creata una situazione tale che infastidiva i governanti e che hanno ritenuto opportuno sbarazzarsene! (Piccolo Giovanni) e voi chi siete? “hanno perseguitato me, lo faranno anche con voi”! Siete voi.. (Paolo) ..noi siamo.. (Piccolo Giovanni) ..i miei.. (Paolo) ..i discepoli.. (Piccolo Giovanni) ..discepoli: popolo di Dio! E dove andate cosa portate? (Paolo) l'Amore di Dio! (Piccolo Giovanni)l'Amore di Dio”! E Dio perché ha mandato il suo Figlio? a portare.. (Anna) ..l'amore! <poi alcuni hanno detto qualcosa ma non si capisce> (Piccolo Giovanni) e perché è stato messo in Croce? (Paolo) sento bisbigliare: se qualcuno vuole parlare lo facciamo parlare, ma mi dà fastidio questo bisbiglìo che fanno!(*) (Piccolo Giovanni) continua a parlare!(*) (Paolo) ha mandato il proprio Figlio a portare l'amore, ma è stato trattato come è stato trattato! (Piccolo Giovanni) e voi? (Paolo) siamo trattati sulla stessa linea! (Piccolo Giovanni) e cosa vuoi fare? donare il Cuore di Dio all'umanità? (Paolo) si, io questo lo voglio fare! (Piccolo Giovanni) eh! E per fare questo si deve abbracciare la Croce nel silenzio! Ha forse detto di no Gesù quando l'hanno flagellato? si è ribellato a picchiare qualcuno?(*) (Paolo) ha sempre perdonato tutti! (Piccolo Giovanni) e voi discepoli, cosa dovete fare? (Paolo) la stessa cosa! (Piccolo Giovanni) Amen! Ci siamo? siamo sulla stessa linea? (Paolo) ehm.. Giovanni, ci siamo, siamo sulla stessa linea, però poi nei fatti concreti a volte si inciampa! (Piccolo Giovanni) e le cadute ci devono essere per diventare più forti nell'amore! Io guardo il cuore.. (Paolo) ..però.. (Piccolo Giovanni) ..e il cuore lo conosco solo Io, non puoi giudicarlo tu il tuo cuore.. (Paolo) ..io non ho ancora capito.. (Piccolo Giovanni) ..perché non agisci, quando sei arrabbiato, col cuore, ma solo con le parole! Il cuore dona sempre l'Amore del Padre perché sei nella rete: è chiaro questo? (Paolo) si, questo è chiaro! (Piccolo Giovanni) e anche se gridi, Io rido facendo ridere te e i tuoi fratelli! (Paolo) e allora te ne farai di risate! (Piccolo Giovanni) tante! Alla Cocciuta dicevo “voglio vedere, quando vi trovate nei guai, in modo particolare tu, come sapete uscirne fuori”, e la Cocciuta diceva “amando”, e la stessa cosa la fai tu: si esce fuori amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i nemici e coloro che trafiggono il tuo cuore e il Cuore di Maria! È chiaro? (Paolo) è chiaro! (Piccolo Giovanni) è chiaro per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e volete camminare ancora nel Solco? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) la tempesta è nella tua testa.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nel cuore c'è la quiete di Dio! Chiaro? (Paolo) eh, sì, se lo dici tu è così! (Piccolo Giovanni) è Parola di Dio, non è parola mia! È il Padre che mi manda! Ma ora ritorniamo della quiete della mente e voglio sentire cosa ha lasciato il Vangelo nel tuo cuore (Paolo)cosa ha lasciato il Vangelo nel mio cuore?”, la vedo come una verità unica! (Piccolo Giovanni) perché, ce ne sono altre? (Paolo) no, non ce ne sono altre! (Piccolo Giovanni) sono capriccioso in questo giorno con i tuoni del Padre! (Paolo) quelli che si sentono fuori? (Piccolo Giovanni) eh, si!(*) (Paolo) sono.. sono angustiato, Giovanni! Tu mi dici che mi hai catturato ed è così, ma io non lo so se sarò capace, se sarò degno di.. di continuare in questo modo su questa strada! (Piccolo Giovanni) come servo inutile dinanzi alla Croce! Ciò che Dio cattura, il nemico non può portarlo via! (Paolo) eh, questo.. è questo che mi tiene legato, perché ti ripeto, ci sono delle situazioni che io.. tuttora.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Paolo) ..che sono qua, sento di non saper governare come dici tu, ma con i modi miei! (Piccolo Giovanni) ma non con quelli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre, perché è il cuore che Dio fa lavorare! È chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) sei nella quiete del Padre? (Paolo) e non lo so! (Piccolo Giovanni) sei nella quiete del Padre? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ecco, ora ci siamo!(*) Cosa stai pensando? (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) dillo! (Paolo) quello che ha detto la Cocciuta è sempre Parola di Dio! (Piccolo Giovanni) eh, il Padre vi ha donato questa Cocciuta, e se non l'aveva mandata il Padre(*) potevo parlare con la Parola del Padre? (Paolo) no!(*) Ma dimmi una cosa: l'atteggiamento che ho assunto è sbagliato? (Piccolo Giovanni) fai capire ai tuoi figli dove! (Paolo) nell'ambiente di lavoro! (Piccolo Giovanni) vedi, figlio mio, quante cose la Cocciuta vede con i suoi occhi che non camminano sulla Linea del Vangelo! A volte grida, a volte ve lo dice con parole dolci, ma è il Padre che deve raccogliere e portare i figli. La Cocciuta lavora ascoltando la Parola di Dio, rimproverando Paolo, .......Tu sei in quel luogo per donare ai bimbi ciò che hanno bisogno nei loro piccoli passetti, il resto mettilo nelle mani del Padre, guarda solo i cuori e gli occhi delle tue creature: è questo che devi fare! Dio verrà come ha promesso e sarà Lui a fare le piccole capanne per mettere ognuno nella propria capanna! Sono chiaro? (Paolo) la.. l'ultima parte non ho afferrato bene! Le capanne:.. (Piccolo Giovanni) ..ognuno.. (Paolo) ..“ognuno” riferito a chi? (Piccolo Giovanni) ai figli! (Paolo) ai figli in generale? (Piccolo Giovanni) si! Tu stai lavorando e ci sono dei figli, dove tu vedi che questi figli non camminano bene, non sono nel Solco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma è il Padre.. tu devi solo pregare nel silenzio e donare ai bimbi i passetti! È chiaro questo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) il resto non guardarlo, guarda solo i cuori teneri dei fanciulli, dei pargoli, pregando per coloro che trafiggono il tuo cuore e il Cuore di Maria! Questo è chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) puoi farlo! (Paolo) spero di riuscirci! (Piccolo Giovanni) ma mi poggerò ancora di più, e quando mi poggio la sofferenza diventa più grande e la Pasqua si avvicina ed Io ho bisogno del vostro aiuto! È chiaro? (Paolo) è chiaro! (Piccolo Giovanni) Amen! <sospiro profondo di Giovanni> (Paolo) che fatica, eh? ..una testa dura come me! (Piccolo Giovanni) no, Io sono all'ubbidienza del Padre: il respiro era solo l'Alito dello Spirito Santo! (Paolo) grazie!  (Piccolo Giovanni) È al Padre che dovete dire “grazie”, perché mi manda; è la Cocciuta che per amore mi dona ad ognuno di voi e all'umanità intera! Chiaro? (Paolo) sì! .............. <8 colpi di tosse con un'alitazione> .............. (Piccolo Giovanni) eh, un fondo per i due colombini che finalmente hanno accontentato il mio Cuore! (Paolo) ti hanno dato una caramella? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) un fiore! (Paolo) un fiore? (Piccolo Giovanni) Io non so se è uno o sono due fiori, Io dico un fiore! (Paolo) che hanno capito tutti! (Piccolo Giovanni) più chiaro di questo! Allora mi fate il fondo? .............. (Piccolo Giovanni) ..si, capriccioso come sono, si.. ..perché non è il cuore, piangerei se fosse il cuore! Ma rido perché sapete combattere bene il nemico! .............. perché non potete conoscere i vostri cuori, ma Io si, come Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, e ve lo ricordo sempre: sono Sacerdozio e vengo in mezzo voi a portare l'unica Verità, il Vangelo, ma i tempi di Dio nessuno di voi.. ..li conosce. Vorrebbe affrettarli, anch'Io ho gridato “vieni presto, muoviti”, come lo sta facendo la Cocciuta. .............. ma non giudichiamo, lasciamo.. ..voi parlate nel modo giusto, ma chi ascolta.. ..legge il giudizio! .............. ché voi parlate, ma il nemico mette la parola “giudizio”; è astuto e usa ogni mezzo! ”.............. ..lavorate donando l'amore! A Gesù sono stati offerti sputi, frustate ma lui ha donato l'amore; a voi vengono offerte le stesse cose e donate l'amore che Dio lascia scendere! Il mistero diventa sempre più grande! .............. e più si cammina nel Solco e più le persecuzioni aumentano! Bisogna solo allargare le braccia e dire “eccomi, sono un servo inutile, sia fatta la tua non no la mia volontà”! .............. Natanaele, quegli occhietti: hai capito? (Natanaele) no! (Piccolo Giovanni) come non hai capito? .............. ..quante volte avete pensato di non venire ma il cuore non ha retto! .............. .ardeva e arde! .............. è qua che.. è mistero! <si ride un po'> qua è mistero perché il cuore lo conosce solo il Padre, come l'ora e il giorno! Sono difficili queste parole per voi.. ..da capire! .............. ..e secondo voi chi si potrebbe salvare? .............. Tommaso! (Tommaso) se non fosse per questo Amore di Dio non si salverebbe nessuno, perché il nostro cuore umano non guarda.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio guarda il cuore e voi non potete conoscerlo! In un istante vi viene donato uno schiaffo e, come Gesù, non viene accolto: in quell'attimo scatta l'odio, vorreste picchiare, uccidere, fare del male, ma parte sempre la mente! (Tommaso) ma a questo punto siamo anche responsabili noi, che la mente parte in quei momenti in quegli attimi che è istinto umano.. (Piccolo Giovanni) ..ma non parte il cuore! (Tommaso) cioè, anche se noi quando con le parole diciamo delle illazioni, delle cose, e il cuore, giustamente, non vuole perché il cuore appartiene a Dio, noi commettiamo lo stesso qualcosa di grave.. (Piccolo Giovanni) ..le parole, quando agisce il cuore commettete qualcosa di grave! (Tommaso) no, perché poi ci sentiamo frustrati perché era una cosa che il cuore non accetta.. (Piccolo Giovanni) ..e ritornare ai piedi della Croce, perché si ritorna, si ritorna dal fratello, si ritorna in chiesa, si viene nella Stanza dell'amore! .............. non possiamo far scoprire al nemico.. ..il mistero! .............. “Padre, come servo inutile sono ritornato perché non ero mai uscito”. Dovete ricordare sempre che siete stati sigillati e battezzati con l'Acqua dell'Amore, siete il popolo che Dio ha scelto e allargo le braccia, e allargando le braccia capite ciò che voglio dire? .............. è chiaro? (Tommaso) sì, è chiaro, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è chiaro per ognuno di voi? (Molti) sì! (Piccolo Giovanni) sicuro? (Molti) sì! (Piccolo Giovanni) non è chiaro! Cosa vuoi dire, Giuda? (Giuda) francamente mi sento.. (Piccolo Giovanni) ..un pesce fuori dall'acqua? (Giuda) si, in effetti (sono)ubriaco totalmente, perché non riesco a.. a discernere il concetto del cuore! Ho capito solo una cosa: che il cuore agisce se.. se.. prendendo come modello la Parola di Dio, ubbidendo e predisponendo il cuore ad amare, però mi chiedo questo: in una situazione di litigio, se io devo perdonare, di conseguenza devo far agire il mio cuore, cioè perdonando l'avversario, e in quel caso cosa funziona? ..un discorso logico della mente o il cuore? (Piccolo Giovanni) il cuore, figlio, il cuore! Facendo un bel discorso “ecco, Io ti ho perdonato, ti abbraccio”, ma se non scatta il perdono del cuore il bel discorso è solo fumo! (Giuda) in effetti senti qualcosa a dire “ah, le..” insomma nel tuo cuore, da avere effettivamente perdonato. (Piccolo Giovanni) cosa hai sentito quando il tuo cuore si è rimesso a battere? <qualche anno fa Giuda fu operato al cuore> (Giuda) ehm.. devo dire la verità, è rinato tutto.. (Piccolo Giovanni) ..ecco.. (Giuda) ..nella meraviglia, insomma! (Piccolo Giovanni) ecco! ..il cuore! (Giuda) ho provato un'immensa gioia! (Piccolo Giovanni) il cuore!(*) tutto devo uscire dal cuore come tutto esce dal Cuore di Dio!(*) Non potete comprendere, è troppo grande il mistero del Cuore di Dio.. e Giovanni che mi ride! (Giovanni 2)e tutto ritorna nel Cuore del Padre”! (Piccolo Giovanni)e tutto ritorna nel Cuore del Padre”: Dio è tutto Cuore! (Giovanni 2)amatevi gli uni gli altri..<qui si perde qualche parola per problemi tecnici del microfono> (Piccolo Giovanni) abbiamo un Papà che è Cuore: è chiaro, Giovanni? (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) è così? (Giovanni 2) si! Ma io come devo fare: così(*) o così? <gli mostra due gesti> (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani!(*) alzando le mani capite cosa voglio dire! (Giovanni 2) sia fatta la volontà del Padre! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen! (Giovanni 2) Amen!(*) (Piccolo Giovanni) Natanaele, il cuore! <Natanaele dice qualcosa lontano dai microfoni> il cuore! (Natanaele) stavo facendo una piccola riflessione: cioè.. (Piccolo Giovanni) ..con la mente.. (Natanaele) ..eh?.. (Piccolo Giovanni,) ..o col cuore? con la mente o col cuore? (Natanaele) no, col cuore! Cioè, se noi facciamo, a nostro avviso, come noi la vediamo così nella vita, qualche azione buona, ci sentiamo una felicità dentro, ci sentiamo gioiosi, però, se facciamo qualche cosa di negativo, ci sentiamo una sofferenza, cioè se facciamo qualche cosa che non è alla portata di Dio nel giusto della Parola, allora ecco che corrisponde a tutto quello che abbiamo detto poc'anzi, essendo il Cuore di Dio ne risente e soffre e noi se.. ed io, personalmente, se capisco quella sofferenza devo capire che sto nell'errore (Piccolo Giovanni) dimmi dove vuoi arrivare: devi dirlo apertamente! (Natanaele) è che.. in poche parole, da come ci palpita il cuore noi possiamo interpretare se ci troviamo nel Solco o fuori!  (Piccolo Giovanni) ma tu lo conosci il tuo cuore? (Natanaele) no, ma Dio me lo può far conoscere! (Piccolo Giovanni) eh, e quando Dio parla che viene messo da parte il cuore non si ascolta.. (Natanaele) ..è vero.. (Piccolo Giovanni) ..e non si conosce.. (Natanaele) ..ma dopo c'è il rimorso e si conosce.. (Piccolo Giovanni) ..eh.. (Natanaele) ..ma quelle.. quelle sono le cadute (Piccolo Giovanni) e quando Dio dice di tenere unita la capanna.. (Natanaele) ..bisogna ubbidire! (Piccolo Giovanni)ubbidire”! (Natanaele) eh, bisogna ubbidire! (Piccolo Giovanni) è chiaro, questo? (Natanaele) è chiarissimo: cristallino! (Piccolo Giovanni) Dio costruisce una capanna e l'uomo non deve distruggere la capanna che Dio ha costruito! È chiaro? (Natanaele) è chiarissimo! (Piccolo Giovanni) e adesso il cuore batte.. (Natanaele) ..uh, uh.. (Piccolo Giovanni) ..perché il Bimbo si fa sentire! Ora è scesa la luce dello Spirito Santo? <4 colpi di tosse con un'alitazione> non fatevela scappare, non permettete al nemico di confondervi e di farvi cadere nella sua falsa luce! Ricordate: siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce e la Croce è sofferenza! Chiaro? (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) sei sveglio? <Telesfore annuisce> eccomi! (Telesfore) un po' sveglio.. (Piccolo Giovanni) ..e un po' ubriaco! (Telesfore)e un po' ubriaco”! (Piccolo Giovanni) più ubriaco che sveglio! Cosa mi dici di tutti questi grossi paroloni? (Telesfore) che qua noi siamo in una scuola! (Piccolo Giovanni) la scuola di Maria.. (Telesfore) ..“la scuola di Maria”.. (Piccolo Giovanni) ..e la dimora del Padre! Potete capire questo grande mistero?(*) avete fatto dei gradini ma ce ne sono.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..da fare ancora!(*) Ora non parli più? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> dimmi! (Telesfore) noi cerchiamo sempre di.. (Piccolo Giovanni) ..entrare nel mistero.. (Telesfore) ..di entrare nel mistero, di capire, però alla fine non abbiamo capito niente! (Piccolo Giovanni) avete capito qualcosa! Dovete camminare nel Solco portando sulle spalle la Croce, e dopo averla portata, l'ora e il giorno li conosce solo il Padre; quando i vostri occhi si apriranno il mistero sarà davanti ai vostri occhi perché lo è già ma non lo vedete!(*) (Telesfore) deve arrivare la pioggia? (Piccolo Giovanni) eh, si! Ma dimmi: cosa c'è nel tuo cuore! (Telesfore) il mio cuore è un po' triste! (Piccolo Giovanni) perché? (Telesfore) è perché la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..è diventata Cocciuta? (Telesfore) ha fretta: troppo fretta! (Piccolo Giovanni) si!(*) devo rispondere “si”! Dovete lavorare ancora col cuore, non solo con le parole!(*) perché ti sei fermato? (Telesfore) perché il cuore è un mistero.. (Piccolo Giovanni) ..che conosce solo il Padre! Lavorando con le parole, si perdono, ma il cuore no, non si perde ma dona!(*) sei sveglio? (Telesfore) sveglio, si, ma ubriaco! (Piccolo Giovanni) ancora non ha bevuto.. ancora non hai bevuto (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) si è ubriachi d'amore! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) e dimmi: perché è triste il tuo cuore? (Telesfore) eh, perché la Cocciuta dice che vuole tornare a casa, dice che al più tardi un'altra settimana, ha già dato l'ultimatum! (Piccolo Giovanni) Io posso solo allargare le braccia chiedendovi di far lavorare il cuore!(*) perché mi guardi così?(*) parla!(*) sono qui per ascoltare! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) se la Cocciuta torna a casa, noi rimaniamo orfani qua! (Piccolo Giovanni) e voi lavorate col cuore! Ripeto sempre le stesse parole! Sono stato in mezzo voi, mi avete riconosciuto? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) avete ascoltato le mie parole? state ascoltando le parole della Cocciuta? (Telesfore) mezzo e mezzo!(*) (Piccolo Giovanni) Io dico “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà” come la Cocciuta ripete sempre: “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà”!  (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen!(*) Paolo, che stai pensando? (Paolo) mi stavo addormentando! (Piccolo Giovanni) buongiorno! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) buongiorno! (Paolo) buongiorno! (Piccolo Giovanni) Dio parla e i figli si addormentano nella quiete del Padre lavorando nella vigna! Non hai nulla da dirmi? eri nel filo? (Paolo) ascoltavo quello che dicevi!(*) che ti dico, Giovanni? che io sono sempre stato un testardo! (Piccolo Giovanni) cocciuto come la Cocciuta? (Paolo) ma non solo testardo, sono uno che le cose a volte le dice in modo chiaro e brutale, perché ho sempre ritenuto che la diplomazia sia un segno di ipocrisia e basta; quindi con questo ti ho detto come giudico io, anche se non dovrei giudicare, tante personalità politiche! ..e quindi questo mio modo di comportarmi con i fatti esteriori può far generare in chi mi vede e mi ascolta dei giudizi chissà come, però poi “il cuore”, come dici tu, lo conosce solo Dio! (Piccolo Giovanni) ed è così: il cuore lo conosce solo il Padre, perché chi giudica tra di voi non è Dio ma Dio è al di sopra e il suo giudizio è nel guardare i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera. Se vorrebbe giudicare l'esteriore, ditemi cosa scenderebbe? i flagelli scendono ma non è Dio a farli scendere(*): è il poco amore che sale!(*) (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni) crescete almeno voi ancora nell'amore lavorando nella vigna che il Padre vi ha donato, e vi dona attimo per attimo la Stanza del suo Amore. Non siete qui di vostra volontà, ma per volere del Padre, e il mio punto fermo è sempre il Vangelo, ed Io vengo a portare solo la Verità del Vangelo, figli miei, popolo del mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno! Chiaro, Paolo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ricordati che Io non mi fermo sulle parole o su ciò che pensi, Io mi poggio sul tuo cuore e sulle tue spalle con la Croce! (Paolo) tu sei sempre disarmante! (Piccolo Giovanni) Dio disarma con l'amore, non con la spada! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) né con la pistola e neanche col fucile: con l'amore, l'arma che disarma tutti: l'amore! E voi potete farlo avendo fede!(*) chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) disarmare non gridando, ma con l'amore! È bello questo? (Paolo) è bellissimo, questo! (Piccolo Giovanni) e fatelo, chiaro? ............ com'è il tuo cuore? come ti disarma la Cocciuta? (Telesfore) eh.. come mi disarma? (Piccolo Giovanni) usando?(*).. grida ma usa cosa? (Telesfore) l'amore! (Piccolo Giovanni) e tu trovi parole per risponderla?(*) trovi parole per risponderla? (Telesfore) Nessuno(a), dinanzi al Padre non ci sono parole per rispondere! (Piccolo Giovanni)eccomi”! (Telesfore)eccomi”! (Piccolo Giovanni) c'è una parola: “eccomi”!(*) È ancora triste il tuo cuore? (Telesfore) veramente non lo so se è triste perché non lo conosco! (Piccolo Giovanni) ma prima hai detto che era triste perché la Cocciuta vuole tornare a casa!(*) aspetto! (Telesfore) lei dice che vuole tornare a casa, ma il Padre cosa dice? (Piccolo Giovanni) e Io non lo conosco! <si ride un po'> vuole entrare nel mistero! Ci provi sempre! (Paolo) e non ci gira mica attorno, eh.. (Piccolo Giovanni) ..lo dice dritto.. (Paolo) ..lo dice papale papale e basta.. <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ..dritto dritto!(*) Perché quegli occhi pieni di lacrime?(*) (Telesfore) gli occhi.. perché nonostante noi facciamo soffrire il Padre, nonostante tutto, Lui ci dona sempre il suo Amore, il suo perdono, e noi nemmeno ci rendiamo conto! (Piccolo Giovanni) è la sua Misericordia Infinita! E tu che dici? la Cocciuta ve la lascerà?(*) (Telesfore) ma io dico che.. secondo il mio cuore, ancora un altro poco la lascerà! (Piccolo Giovanni) ed Io allargo le braccia dicendo “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà”! (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen! Ma vi chiedo ancora una volta: volete crescere Dio? (Tutti) sì! (Telesfore) stiamo aspettando! (Piccolo Giovanni) lavorate col cuore non con le parole(*): è un altro mistero che scoprirete! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Telesfore) è chiaro, si! <4 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora in questa serata di misteri e di ubriachezza di Dio? (Telesfore) io volevo dire che prima dicevi solo a me “vuoi crescere Dio?”, ora ti rivolgi a tutti: “volete crescere Dio?”(*) (Piccolo Giovanni) volete crescere Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) lo sento un po' fiacco!(*) vuoi crescere Dio? (Telesfore e qualcun altro) sì! (Piccolo Giovanni) ancora è debole il si che rispondete e il Padre fa sentire il suo tuono, <fuori si sente ancora un forte tuono> il suo grido di Parto! Imparate a dire sì col cuore: tutti! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora non c'è più niente nel tuo cuore? non vuoi dirmi altro? Hai scoperto qualche altro petalo del Giglio?(*) (Telesfore) forse Paolo ha scoperto qualche cosa! (Piccolo Giovanni) Paolo, cosa hai scoperto del giglio? (Paolo) ma.. più che scoprire ho avuto una conferma di quello che pensavo! (Piccolo Giovanni) e cosa pensavi? (Paolo) pensavo che ovunque questo giglio sboccia, vuole far crescere dei petali! Li ha fatti crescere a Thurio e li vuole far crescere dove il Padre l'ha mandato, e.. (Piccolo Giovanni) ..e Gesù quando camminava, cosa faceva? (Paolo) quando camminava lasciava una scia di profumo e di umore! (Piccolo Giovanni) e il giglio cosa lascia? (Paolo) il profumo! (Piccolo Giovanni) di chi? (Paolo) di Dio! (Piccolo Giovanni) Amen! Pregate per il Giglio e non lasciatelo!(*)  (Paolo) anche se volessi, è lui che non mi lascia! (Piccolo Giovanni) perché anche lui è stato rapito: catturato nella rete! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bene! Non c'è più niente nel tuo cuore?(*) (Telesfore) nel mio cuore? c'è una cosa nel mio cuore! (Piccolo Giovanni) eh! (Telesfore) ti vorrei dare un abbraccio! (Piccolo Giovanni) a me o alla Cocciuta? (Telesfore) a te: abbracciando te abbraccio anche la Cocciuta! <si danno un abbraccio>(*) (Piccolo Giovanni) Uhè, Pasqua’.. <si ride un po'> (Telesfore) è il tuo! (Piccolo Giovanni) e lo ricorda molto bene: quando arrivavo davanti alla porta, a volte gli sfuggiva, preso nel vedermi, apriva il cancello e dimenticava di salutarmi; Io gli andavo dietro a donargli la mano e ad abbracciarlo: è così? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è il mio abbraccio! (Telesfore) è il tuo, si! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta non ti ha abbracciato, ma nel mio c'è anche il suo! (Telesfore) c'è il suo Cuore.. il tuo Cuore che è il suo! (Piccolo Giovanni) eh!(*) Siete pronti? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) avete i vostri cuori aperti per accogliere Dio che viene a donarvi il suo Sangue e la sua Carne? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene! Distaccatevi dalle cose del mondo, portate tutti i vostri nemici a far festa al Banchetto Nuziale perché è qui: è pronto per ognuno di voi e per il mondo intero! Venite tutti a fare festa facendo bere e mangiare i figli che avete portato nei vostri cuori, i figli che si sono uniti a questa santa preghiera! E lo Sposo è in mezzo voi e ha sete e fame del vostro amore! Venite tutti, figli miei, perché il Padre non fa alcuna distinzione; ed Io verrò ancora a portare il Pane dei Cieli! (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo: prendi la sua mano!(*) prendi nelle tue mani il Cuore, bevi ancora il Sangue!(*) ora donalo all'umanità!(*) (Giulia) come sei bello(*), e come non sono degna di prendere nelle mie mani il tuo Cuore, ma mi inchino dinanzi alla tua volontà!(*) (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore!.............. Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Giovanni!(Giovanni 2) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Nell'unico “eccomi” del Padre siamo riuniti nell'unico Sacrificio! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ...... Giovanni 2, Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, ...... Giovanni 2, Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio?  (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) e questa sera non stringi la Croce?  (Paolo) c'è ancora tempo! (Piccolo Giovanni)c'è ancora tempo!”(*) stringi la Croce!(*) Sa ubbidire! ........lo ami quel Gesù che ha abbracciato la Croce per te e per l'umanità intera? (Paolo) se solo penso che nonostante tutte le nostre negatività Lui ci sta sempre dietro, non vorrei solo dire che merita di essere amato ma merita molto di più! (Piccolo Giovanni) vuole poco: il cuore, il sì, l’eccomi che avete donato, è questo che chiede e di portare la Croce per i fratelli, per l'umanità che ancora non lo conosce, e ha scelto voi, popolo di Dio, per farlo conoscere e amare e prendere parte al Sacrificio vivo e reale, perché Dio è vivo e reale in mezzo voi anche se i vostri occhi non lo vedono! Ma vi chiedo ancora una volta: volete crescere Dio? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Dio è capriccioso, state attenti quando lo crescete! Chiaro, Giovanni? (Giovanni 2) sì! (Piccolo Giovanni) Telesfore? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo? (Paolo) sì! .............. (Piccolo Giovanni) e ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene! Ora siete pronti? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) si!(*) (Paolo, Telesfore, Giovanni 2 .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***)  <3º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(**) cosa vedete?(*) (Telesfore) io vedo il Cuore con al centro una Colomba e una Luce!(*) ........ (Paolo) io vedo una mano con un dito allungato che indica qualcosa! (Giovanni 2) io vedo l'occhio del Padre!(*) (Piccolo Giovanni) tutti insieme cosa formano? (Paolo) l'occhio, la mano..  (Giovanni 2) ..il cuore.. (Paolo) ..il cuore! (Telesfore) la colomba! .............. (Piccolo Giovanni) cosa formano? (Giovanni 2) un Corpo! ..... (Piccolo Giovanni) quale Corpo può esserci? ....... (Piccolo Giovanni) ognuno di voi vede.. (Paolo) ..un pezzo di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..con l'occhio un pezzo di Dio! Dio è in mezzo voi! ..è in mezzo a voi Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa c'è adesso nel tuo pensiero? (Paolo) sto guardando Dio! (Piccolo Giovanni) e mentre lo guardi cosa senti? (Paolo) sento di essere fortunato! (Piccolo Giovanni) la quiete(*), senti l'Amore di Dio che arde nel tuo cuore! “Essere fortunati” è ardere per Dio, e quando si arde per Dio si arde per i fratelli, per l'umanità intera, perché non si può essere in questo Luogo solo per Dio, ma per l'umanità! (Paolo)siete coscienti?(Piccolo Giovanni) bravo! Sei cosciente? (Paolo) questa sera, si, più delle altre! (Piccolo Giovanni) voglio sentirlo domani quando parli con la Cocciuta! (Paolo) e domani è un altro giorno: speriamo che sia come oggi! (Piccolo Giovanni) lo siamo già nell'alba! <è già trascorsa da alcuni minuti la mezzanotte> quando c'è Dio si è sempre nell'alba!(*) che mistero Dio: un mistero che si dona, un mistero aperto, un mistero di luce, e la luce di Dio non si spegne mai: si accende sempre di più(*) e chi la fa accendere sono i vostri cuori! Dio non ha mai spento la sua luce, se l'avrebbe spenta cosa sarebbe rimasto? (Paolo) nulla! (Piccolo Giovanni) e i figli che accolgono le sofferenze e la Croce cosa fanno? (Paolo) accendono la luce! (Piccolo Giovanni) e voi cosa state abbracciando in questo camminare nel Solco? ........ e la Croce! (Giovanni 2) ..per giungere alla luce.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre! (Giovanni 2)del Padre!(Piccolo Giovanni) è bello tutto questo? (Paolo) è bello, si! (Piccolo Giovanni) e se non ci sarebbe questo cosa ci sarebbe?: BUIO! (Paolo e Giovanni 2) l'oscurità! (Piccolo Giovanni) buio, ma voi siete figli della luce e dovete portarla ovunque andate finché il Padre non scenderà come ha promesso, e la sua Parola è Parola duratura: non viene cancellata da niente e da nessuno! Cosa vedete? .............. (Paolo) io vedo una Croce e ai piedi Maria e qualche altro personaggio! (Giovanni 2) io vedo un lume con i cinque.. cinque cuori della Croce che.. che ardono! (Telesfore) a me sembra una lampada! (Piccolo Giovanni) siamo di nuovo tutti uniti!(*) (Giovanni 2) i cinque cuori della Croce e il lume! (Paolo) la Croce, la luce e il lume! .............. (Telesfore) la lampada! .............. (Paolo) la Croce è luce! (Piccolo Giovanni) Dio è Dio!(*) e quale pezzo volete dei piccoli?(*) cosa è rimasto? (Paolo) sempre una cosa rimane: la Croce! (Giovanni 2) il tau <= la lettera greca t (tau)> (Piccolo Giovanni) cosa può donarvi il Padre? (Paolo ....) la Croce! (Piccolo Giovanni) volete portarla tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e donarla? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) bene! Preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen! (..... e qualche altro) Amen!(*) (Piccolo Giovanni) Vedete come non si vuole dividere ma si unisce sempre?(*) nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.. (Tutti) ..Amen.. (Piccolo Giovanni) ..Sacerdozi vivi ed eterni, donatemi nell'amore e nella quiete! Ed Io chiedo ancora una volta al Padre di ascoltare la mia preghiera! Busso al tuo Cuore, Padre mio: ascolta la mia preghiera!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera:  sia benedetto il tuo Nome, Padre!(*) Ecco, figliuoli del mio Cuore, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli del mio Cuore!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, con la tua grazia!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) la Croce si solleva col sì perché il Padre la grazia ve la dona sempre: è il sì che aspetta, il sì pieno! Vedete, abbiamo bevuto e mangiato assieme; Io ho bevuto e mangiato con voi e Dio ci ha donato il suo Amore, ci ha donato la sua grazia, ci ha donato il suo Cuore; il Padre non fa mancare nulla ai suoi figli, all'umanità!(*) È l'umanità che non risponde; è l'umanità che manca d'amore: è così, Natanaele? (Natanaele) dimmi, Gesù! (Piccolo Giovanni) è così? (Natanaele) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Dio vi dona tutto?(*) Dio vi dona tutto? (Tutti) sì! (Paolo) più di quello che meritiamo! (Piccolo Giovanni) aspettavo(*) ..perché è Papà, e un Papà non tiene nulla per se ma dona il di più ai figli e fa festa quando un peccatore ritorna a casa, fa festa quando un figlio che ha perso la strada la ritrova e torna a casa! E voi che siete stati scelti per portare i figli e i fratelli a casa, fate festa quando riuscite a prendere la mano e a portarlo anche nel vostro cuore dinanzi a Dio! È chiaro, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e non sia triste il tuo cuore nel vedere i figli lontani, ma gioioso, e fai festa quando soffri perché in quell'attimo li porti al Padre! È chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) guarda con gli occhi le meraviglie di Dio e ritorna la quiete negli attimi di smarrimento, perché in quell'attimo hai portato un fratello a Dio, hai portato un figlio a casa e il nemico perde un altro piccolo strascico di coda! Hai capito, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) grida pure, tanto Io rido e faccio festa! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e con questa luce e con questa goccia che è scesa nel mistero di questo santo giorno, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Vi chiedo sempre di andare nella Pace di Dio e di portarla al mondo intero; ma vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico! Quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere, figli miei, e non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Sappiate che solo il Padre è Giudice e può giudicare con la sua Misericordia Infinita, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera. A causa del mio Nome sarai perseguitata ma gioisci, figlia, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore!(*) È piena la vostra gioia? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è piena la gioia di portare la Croce e di stringerla? (Tutti) sì!(*) .............. (Piccolo Giovanni) e voi dove siete? (Tutti) in Paradiso! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) sei cosciente? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Amen! Amen! Amen! Amen! Ricordate che dicevo sempre questi “4 Amen”?: sono molto importanti, voi non potete capire il significato! Lo ricordate? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) ed Io ve lo ripeto sempre: Amen! Amen! Amen! Amen! Ma lo sai quale bastone stringi fra le tue mani? quale nome c'è dietro? (Paolo)Giovanni”! (Piccolo Giovanni)Giovanni”, Io invece dico “Gesù, Giovanni e Giulia”! (Paolo) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen! E vi ho dato un'altra goccia! <sospiro profondo di Giovanni> (Paolo) questa è la fotocopia di un'altra goccia! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) è la fotocopia o un disegno! (Paolo) eh, il quadro non l'hai fatto ancora asciugare! (Piccolo Giovanni) Io l'ho asciugato! (Paolo) allora domani mattina lo vado a vedere o stasera quando me ne vado! (Piccolo Giovanni) sei capace di fare anche questo! (Paolo) eh, come non sono capace? (Piccolo Giovanni) te lo sto dicendo Io! Ma adesso siete capaci di farmi dormire nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e di cantarmi la Ninna Nanna.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..senza addormentarvi voi, però! <si ride un po'> aspetto! <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutto quello che offrite al Cuore di Maria; grazie per tutte le gioie; grazie quando abbracciate la Croce! Grazie quando, curvi, portate i Dolori che il Padre poggia su di voi! Grazie per i vostri sacrifici! Il Padre vi ama, figli miei, e vi dona sempre di più la sua rugiada per farvi camminare e donare al mondo la Luce del santo Vangelo; non fermatevi, ma curvi come l’Uomo vestito di bianco, portate la Croce nel mondo, la Croce del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna, così anche voi donatela ai vostri fratelli, in modo particolare ai vostri nemici, rimanendo nella Capanna di Betlemme con Maria, con Gesù e con Giuseppe, che è la Dimora di Dio! E nella Dimora di Dio vogliamo unire la Catena santa e pregare con l'unica preghiera del Padre?(*) Preghiamo e chiediamo al Padre “se vuoi, Padre, ferma i flagelli, ma sia fatta la tua non la mia volontà”. Alziamo il grido della nostra preghiera: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”.  (Giulia) Padre, io ti dono il mio cuore: è tuo! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta ha donato il Cuore di ognuno di voi al Padre! Siate coscienti di questo perché il suo l'ha consegnato da sempre al Padre! Ciò che sentite da quest'istante è opera di Dio, non temete figliuoli, voi che siete qui riuniti, i figli che si sono uniti e i figli che portate nei vostri cuori! E un'altra goccia scende su di voi, ora andate nella Pace di Dio! Pianticelle vive del mio Cuore, donate i frutti! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! .............. E tu, Telesfore, mi vedi? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa senti? (Telesfore) sento che sei molto sofferente! (Piccolo Giovanni) pregate perché in questo istante sta scendendo un altro flagello(*), per questo Io soffro! Pregate, figli, pregate!(*) Per un istante la Cocciuta viene con me, non temete! <Giulia si accascia a terra esanime per molti minuti e a tratti si sente il rumore di bevute mistiche. Nello stesso momento anche Francesca, la novella sposa, per alcuni minuti rimane senza conoscenza e sviene> (***) Ora ritorna tra i tuoi!

 

 

         2. Giov 05/02/2004, ore 21.07, Stanza more solito

 

per la prima volta

il Sacerdote don Vincenzo Diodati

assiste alla Visitazione 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta con i santi Dolori del Parto della Croce; immolati come tu sai fare nel silenzio e nell'unico abbraccio della mia Croce, per i Grandi del mondo, per i Grandi della Casa del Padre. Figlia mia, consola il Cuore di Maria che gronda Sangue per l'umanità intera, per ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figlia mia, ti chiedo ancora una volta di guardare, ma non avere paura di ciò che vedi! (Giulia) Gesù, tienimi per mano! (Gesù) guarda, figlia!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) si, figlia, ma solo una parte, figlia mia!(*) (Giulia) vedo una riva del mare.. (Gesù) ..non chinare il capo, figlia!(*) (Giulia) ..ma nel mare non c'è acqua, al posto dell'acqua vedo solo dei corpi senza vita, e sui corpi vedo un segno che forma il numero 3. Vicino ad ogni corpo vedo una barca, ma la barca non ha i remi. Gesù, la barca è piena di Sangue..  (Gesù) ..ora fermati, figlia(*), e prega nel silenzio del tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ti invito a pregare per il flagello che sta scendendo in questo attimo; figlia, prega e fai pregare i tuoi figli, l'umanità intera! Pregate, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Figlia mia, vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie mani? vuoi abbracciare i Chiodi divini per l'umanità intera e per tutti i tuoi figli? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, unisci le tue mani alle mie! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) il Sangue cade per terra e i Chiodi sono ancora più lunghi! (Gesù) non temere, il Sangue non cade, ma gli Angeli lo raccolgono: vedi, anima mia?(*) ora guarda ancora ma non spaventarti! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù, vedo ancora le anime cariche di peccati!(*) Gesù, Gesù, dimmi, cosa posso fare? (Gesù) vedi, figlia mia?(*) allarga le tue braccia e unisci ancora le tue mani alle mie mani! Vuoi salvare le anime che hai visto cariche di peccati? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) abbraccia ancora i Chiodi divini! <2º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, ora vedo candide quelle anime! Com'è grande il tuo Cuore, Gesù! (Gesù) è l'amore, è la preghiera, è il donarsi in pieno al Padre che fa diventare candide le anime; ed Io chiedo ad ognuno di voi, figliuoli del mio Cuore, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portatemi sempre i vostri nemici! Ma vi ripeto sempre: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; voi combattetelo solo amando e abbracciando la santa sofferenza, l'unica Via Stretta che vi porta al Cuore del Padre per gioire. Ed Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei; e vivere il Vangelo è portare Dio nei propri cuori, far vivere Dio in ognuno di voi e camminare nell'unico Solco del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Vi chiedo ancora, figliuoli, di far crescere la fede, di essere saldi come la Roccia che è Dio, e Dio è vivo, è in mezzo a voi (e) nel mondo intero e parla, e la sua Parola è duratura, la sua Parola non viene cancellata dal rumore del mondo; ma vi chiedo ancora, figli, di essere vigilanti, di tenere le lucerne accese perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui il Padre verrà a chiedere il vostro bagaglio. Figliuoli del mio Cuore, sia l'unica vostra luce il Vangelo e la Croce; non prostratevi a dei sconosciuti ma guardate il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Io sono qui in mezzo a voi per volere del Padre e vengo a portarvi i Dolori del Parto vivo, vengo a portare la santa sofferenza, l'unica via che vi porta a gioire nel Cuore del Padre. Figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ricordate ancora che il progetto del Cuore Immacolato di Maria viene da Fatima: si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore; alzate la spada del santo Vangelo e non temete niente e nessuno: la grazia di Dio è su di voi! Figliuoli del mio Cuore, andate avanti perché Io sono vivo, sono in mezzo a voi e parlo con la Parola viva del Padre, usando lo Strumento che suona la musica del santo Vangelo dell'unica Verità, perché non vi è altra Verità della Parola viva! Figli, vi invito a preparare i vostri cuori alla Pasqua che viene, a viverla come figli di Dio: fate crescere l'amore, vivete nel donare i vostri cuori in pienezza al Padre camminando nel Solco che Maria ha segnato e segna per ognuno di voi nell'amore e nella santa sofferenza! Ricordate sempre che Io sono il vostro Amico e Fratello e aspetto i sussurri dei vostri cuori: bussate sempre nel giusto del santo Vangelo e vi sarà concesso, ma ricordate: nulla è nascosto ai miei occhi: Io vedo e sento e conosco i cuori di ognuno di voi, figli miei, e quando Io verrò come ho promesso ci sarete tutti? (Tutti) sì! (Gesù) Io verrò come ho promesso: la mia Promessa è duratura, non viene meno, ma aspetto i cuori accesi di ognuno di voi e dell'umanità intera, dei figli che si uniscono a questa santa preghiera, ai figli che mi avete portato nei vostri cuori, ai figli che la Cocciuta mi porta poggiandoli sul mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome: sei pronta per la Pasqua che si avvicina? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia mia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Io metto nel tuo Cuore(*).. (Giulia) Gesù, posso dire ciò che stai mettendo nel mio Cuore? (Gesù) no, in questo giorno, no! (Giulia) quando dovrò dirlo, Gesù? (Gesù) presto ti sarà detto, ma ora tieni nel tuo Cuore! (Giulia) Gesù, le mie forze vengono meno: tieni strette le mie mani!(*) tienile legate alla Croce, Gesù, perché tu sei il mio unico Bene, tu sei l'unica Fonte del mio camminare, del mio vivere! (Gesù) tu sei la Cocciuta del Cuore della Croce: vai avanti e non temere niente e nessuno, figlia, perché a causa del mio Nome sarai perseguitata ancora, ma guarda il Cuore del Padre e gioisci. Figlia del mio Cuore, invita sempre i tuoi figli e l'umanità intera a pregare per tutti i miei Figli Ministri, per l'Uomo vestito di bianco, immolati come tu sai fare nell'abbraccio della Croce, ma non lasciate solo l'Uomo vestito di bianco: è curvo e porta la Croce per l'umanità intera. Ed Io sono solo nell'Orto degli Ulivi a piangere per l'umanità sorda e cieca, l'umanità che non vuole ascoltare i Dolori del Parto, il grido del mio Cuore; con le braccia aperte chiama i figli “venite, tornate a casa per fare festa”. Figliuoli del mio Cuore, Io non faccio alcuna distinzione: venite tutti così come siete perché la porta del mio Cuore è sempre aperta; e non dimenticate di avere un Papà che vi ama e aspetta ognuno di voi, figli miei! (Giulia) Gesù, perdonami se ti chiedo ancora una volta che voglio tornare a casa!(*) (Gesù) Io ti rispondo col sorriso e l'abbraccio della Croce! Figlia mia, guarda l'umanità, guarda i tuoi figli: il Padre ti ha mandata, vuoi accogliere ancora i Dolori del Parto vivo della Croce? (Giulia) eccomi, Gesù, sia fatta la tua non la mia volontà! Eccomi, come serva inutile dinanzi ai piedi della Croce, Gesù! (Gesù) gioisci della sofferenza, figlia mia, e abbraccia i Dolori che il Padre vuole poggiare sulle tue spalle! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vi invito ancora a pregare, figliuoli, ma quando uscite fuori non abortitemi, non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, ma amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portatemi tutti i vostri nemici per far festa, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi. Nell'amore e nell'ubbidienza del Padre vengo ad indicarvi la via che porta al Cuore di Dio che è la Parola. E come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi ho indicato sempre l'Albero vivo della Croce e l'unica Verità: il santo Vangelo, e oggi il mio Cuore gronda Sangue, ma non per voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, gronda Sangue per l'umanità intera, gronda Sangue nel vedere i figli della perdizione che trafiggono ancora il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! E voi sapete bene che il mio Cuore arde quando parla di Maria, la Creatura tutta pura che col suo sì ci ha donato Gesù, col suo sì ci ha accolti e abbracciati come figli: figli dell'Unico Padre, il popolo di Dio, famiglia di Dio riunita nel suo Nome; ma il mio Cuore gronda Sangue nel vedere la famiglia spezzata, la famiglia che non ricorda più di avere un Papà. Figliuoli, vi invito a pregare per la Pace: pregate affinché lo Shalom del Cuore del Padre abbracci l'umanità, le pecorelle smarrite; col vostro amore, con la vostra preghiera costante, portateli al Cuore di Dio amando, perdonando, e stando attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua rete. Figliuoli, non dimenticate l'unica Verità: il santo Vangelo; tenetelo sempre alto, non gettatelo a terra, non fatelo calpestare ma amate, amate, amate chiedendo al Padre il suo Cuore e di amare con la sua Misericordia Infinita coloro che trafiggono i vostri cuori. Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, per volere del Padre vengo a portare in mezzo voi i Dolori di Maria, il Parto vivo, la Pasqua piena, la Pasqua viva, la Pasqua risorta, e chiedo ad ognuno di voi “risorgete, figli, nell'unica Verità, nell'Unico Padre che ama a larghe misure ognuno di voi e il mondo intero e aspetta a braccia aperte tutti i suoi figli”, “Venite, figli benedetti, venite a fare festa perché il Padre aspetta il vostro sì pieno”. E in questo giorno, figliuoli del mio Cuore, avete vissuto il santo Vangelo?  <giov. della 4° sett. T.O./C Mc. 6,7-13> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa è rimasto nel tuo cuore? “Eccomi”! (Paolo) Giovanni, io leggendo il Vangelo di oggi, mi sono chiesto se i discepoli mandati da Gesù, a quei tempi, sono stati investiti dell'incarico di cui noi oggi siamo stati investiti!(*) ..in tempi diversi, naturalmente! Gesù li ha mandati in povertà come segno assoluto dell'attaccamento ai valori del Vangelo; ehm.. anche oggi tu ci ripeti sempre..  (Piccolo Giovanni) ..siate piccoli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..poveri, e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo..  (Paolo) ..posto.. (Piccolo Giovanni) ..posto! Ma gridate “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla e la sua Parola è duratura”  (Paolo) e anche oggi deve essere un ammonimento per coloro che non credono; allora questo era il senso del messaggio che Gesù voleva lanciare a tutti “vedete che Io ci sono, sono vivo, e siete avvertiti: adesso lo sapete”. Quindi anche oggi.. (Piccolo Giovanni) ..anche oggi il Padre ci invita a pregare per le pecorelle smarrite, per i figli che non vedono e non sentono! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto dinanzi al mio altare portate i vostri nemici; ma quando non siete accolti e non siete ascoltati.. (Paolo) ..sbattete la..  (Piccolo Giovanni) ..scuotete anche la polvere.. (Paolo) ..sotto i piedi.. (Piccolo Giovanni) ..dei vostri piedi!(*) Ma dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) la volta scorsa io ero molto teso e nervoso, Giovanni, ehm.. (Piccolo Giovanni) ..vuoi che il Padre non conosca i cuori dei figli? (Paolo) certo! (Piccolo Giovanni) è sempre con le braccia aperte.. (Paolo) ..ho riflettuto.. (Piccolo Giovanni) ..ad accogliere l'attimo di smarrimento! (Paolo) eh, è proprio su questo che ho riflettuto, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il suo Amore non ha misure, e Dio non guarda l'esteriore ma guarda i cuori.. (Paolo) ..tu dici sempre.. (Piccolo Giovanni) ..e sapete bene che i vostri cuori li conosce solo il Padre e la Piccola Cocciuta perché è il Padre che li fa vedere. Ma il dolore più grande per lei è che non può parlare: l'ubbidienza, la santa ubbidienza, per questo Io ho messo il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno perché ho trovato la santa ubbidienza! (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) sì, chiaro! (Piccolo Giovanni) volete l'Alito? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) tu dici sempre che le cadute servono per.. (Piccolo Giovanni) ..per far crescere.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e alzarvi! (Paolo) ed io ho vissuto in pieno questo.. in questo periodo, perché.. (Piccolo Giovanni) ..ma dimmi un po': quando parli con la Cocciuta e lei ti dice che il Padre non abbandona nessuno dei suoi figli, anche in quegli attimi che tu vedi solo.. (Paolo) ..con la mente.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che pensi con la mente, cosa ti dice? (Paolo) ci sono dei momenti in cui parlo ma dentro di me percepisco io stesso che quello che sto dicendo non è vero! (Piccolo Giovanni) e non ti viene da ridere? (Paolo) da ridere? le risate te le fai tu quando dico certe cose! (Piccolo Giovanni) capriccioso come sono, si! (Paolo) quello che mi rende felice è la consapevolezza che anche quando vivo questi momenti brutti, c'è sempre la tua mano che mi solleva! (Piccolo Giovanni) la mano del Padre! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché Io sono all'ubbidienza del Padre, vengo in mezzo voi in ubbidienza al Padre e per amore dello Strumento che si lascia usare da Dio! (Paolo) si! ................ (Piccolo Giovanni) dove volete andare senza Gesù? (Paolo) non si va in nessun posto! (Piccolo Giovanni) conoscete altre vievia è la Croce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che vi porta a gioire nel Cuore di Dio! Il Padre vi ha scelto ? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) l'unica uno ad uno per portare il suo Amore del mondoverità, la sua Croce e il santo Vangelo(*), non siete stati voi a cercare Gesù, ma Gesù.. (Paolo) ..a cercare noi.. , la sua (prenda la propria Croce e mi segua”! Dimmi cosa stai pensando! (Paolo) volevo chiederti.. se puoi dirmi.. (Piccolo Piccolo Giovanni) ..a cercare voi! “Chi mi ama Giovanni(Piccolo Giovanni) ..me lo concede! (Paolo) com'è il mio cuore in questa serata? (Piccolo Giovanni) vuoi provarci? ) ..se il Padre.. (Paolo) ..te lo concede..  (mettere Dio.. (Paolo) ..no, no, no, non voglio mettere Dio.. (Piccolo Giovanni) ..alla prova? (Paolo) assolutamente no, Paolo) io c'ho provato! (Piccolo Giovanni) vuoi anche perché io non so com(Piccolo Giovanni) chiedete se in mezzo a voi c'è un sacerdote! Chiedetelo! (Qualcuno) si! (Paolo) c'è un sacerdote? (don Vincenzo) si! (Piccolo Giovanni) e che si alzi!(*) <il sacerdote si alza dal suo posto e si inginocchia dietro l'altare di S.Pietro> come sacerdote sei dinanzi alla Croce! (don Vincenzo) io voglio fare una testimonianza: voglio chiedere perdono del mio Sacerdozio, di tutti i miei peccati, non sono degno di stare qui, e mi dispiace, Gesù, Maria, il Padre, lo Spirito, di ogni singolo peccato, per ogni singolo giorno sprecato, di ogni tradimento, ti chiedo perdono.. mi sembra anche di conoscerti, ho visto le fotografie, forse ci siamo incontrati chissà dove. Ti chiedo aiuto come confratello che la mia vita da questa sera cambi! Chiedo perdono, proprio.. (Piccolo Giovanni) ..tu se.. (don Vincenzo) ..e mi dispiace..  (Piccolo Giovanni) ..se sei stato consacrato, come Sacerdozio conosci il Cuore del Padre! Il Sacerdozio non viene cancellato da niente e da nessuno, ma adesso chiedo a te, figlio, fratello e amico, Gesù avrebbe spiegato com'è il cuore di Paolo in questo giorno?(*) l'avrebbe spiegato?(*) <il sacerdote ha fatto cenno di non aver capito la domanda> Paolo ha chiesto al Sacerdozio vivo “come è il mio cuore in questa serata?”. Il Sacerdozio rappresenta Dio: è chiaro questo?  (don Vincenzo) sì! (Piccolo Giovanni) Dio conosce i cuori dei propri figli?  (don Vincenzo) sì! (Piccolo Giovanni) e tu mi sai spiegare com'è il cuore di Paolo?(*) (don Vincenzo) se sta qui dentro penso che sia bello! Certamente il mio è brutto e chiedo perdono, ! (Piccolo Giovanni) e tu mi sai spiegare com'è il e spero domattinamia vita sia proprio una glorificazione di Dio attimo per attimo! ..mi dispiace di tutto il passato: sono stato tiepido, , anzi da questo momento, che la proprio bruttoTi chiedo perdono e non so come rispondere al fratello Paolo! (Piccolo Giovanni) Paolo, e tu mi sai.. mi sai descrivere il cuore del fratello che è dinanzi a te? chiedi di dire ad alta voce il suo Nome di Sacerdozio! (Paolo) puoi dire il Nome di Sacerdozio? (don Vincenzo) don Vincenzo! (Piccolo Giovanni) ti vuoi rivolge.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..al suo cuore, Paolo? (Paolo) Vedo.. ehm.. questa circostanza molto bella; mi fa rivivere alcuni passi del Vangelo e non solo, anche un fatto che si è verificato tempo addietro in questo Luogo, nella Stanza di Gesù: la pecorella smarrita che ritorna all'ovile e si spoglia di ogni sentimento negativo, si veste di umiltà e non ha timore nel manifestare apertamente, davanti a tutti, quelle che sono state le sue mancanze, i suoi peccati! È una cosa molto bella che deve servire a tutti noi da esempio: un sacerdote, un ministro di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..rimane sempre ministro di Dio! (Paolo)di Dio”, ma nello stesso tempo, anche se lui ha manifestato questi peccati, ha detto delle cose.. (Piccolo Giovanni) ..io.. (Paolo) ..così grandi.. (Piccolo Giovanni) ..alzo le mani perché è il Padre! Io sono un servo inutile dinanzi alla Croce.. (Paolo) ..si (Piccolo Giovanni) il Padre conosce il cuore di ognuno di voi, conosce il tuo cuore, conosce i cuori dell'umanità intera, e noi dobbiamo camminare nell'ubbidienza, nell'amore al Vangelo e al Padre! Non dovete temere del giudizio degli uomini ma del giudizio di Dio, e Dio guarda i cuori, non guarda l'esteriore! Vai avanti nell'unica Verità della Croce e grida ai tuoi fratelli “Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi, Dio parla, Dio viene a portarci il Pane vivo di Cieli per donarlo a tutti senza fare alcuna distinzione perché Gesù è salito sulla Croce per l'umanità intera senza scartare nessuno dei suoi figli”; e così anche voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, non puntate il dito verso il fratello: solo Dio può giudicare e nessuno può prendere il posto di Dio! Ricordatelo, figliuoli! Hai visto com'è il tuo cuore, Paolo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non temete: Dio è Roccia, e la Roccia non vola via come la sabbia, rimane! Ricordati: ciò che ho lasciato scritto è Vangelo e il Vangelo è Roccia di Dio! L'uomo porta via le foglie, Dio fa crescere gli alberi! Ora hai capito.. (Paolo) ..perfettamente.. (Piccolo Giovanni) ..com'è il tuo cuore? la Piccola Cocciuta era gioiosa perché è fondata sulla Roccia del Padre! Rimanete sempre saldi sulla Roccia di Dio, abbiate fede: avendo fede potete dire alla montagna “spostati” e la montagna si sposta, ma non chiedete a Dio un segno, chiedete il suo amore; avendo l'Amore di Dio avete il segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: il miracolo più grande!(*) Benedetto sia il tuo Nome, figlio mio! Vai avanti e fammi conoscere dai tuoi figli, fratelli e dall'umanità intera. Solo dinanzi alla Croce ti devi inginocchiare, figlio mio! Ora alzati e puoi andare al tuo posto! <dice rivolgendosi a don Vincenzo>(*) Paolo! (Paolo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) dalla parola “cuore” è uscito il Cuore di Dio! (Paolo) scusami se ho chiesto un segno, ma col cuore io non.. non volevo chiedere un segno, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ma sai bene che prima di parlare tu, il Padre conosce il tuo cuore! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) dimmi ancora qualcosa! (Paolo) sono felice, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Paolo) sono felice perché non c'è modo che mi possa far scappare! (Piccolo Giovanni) Dio cattura i suoi figli nella rete del suo amore, e quando si arde dell'Amore di Dio non si può scappare ma crescere e donarlo ai fratelli!  (Paolo) e poi sono felice perché ogni cosa, ogni problema che a noi sembra grande, basta metterlo nel tuo Cuore e nel Cuore del Padre e Lui ci spiana la strada.. (Piccolo Giovanni) ..avete un Papà, e questo Papà arde e chiede ai vostri cuori di bussare al suo Cuore e nel giusto del Vangelo vi dona tutto! (Paolo) io questa sera ti ho chiamato perché avevo visto.. (Piccolo Giovanni) ..cos'hai combinato? (Paolo) no, niente di particolare: ho visto che a scuola le cose si mettevano per le lunghe e allora ho chiamato te e dico “vedi quello che devi fare tu perché qua sennò, stasera..(Piccolo Giovanni) alla Piccola Cocciuta gli dicevo sempre “forse farò tardi perché a scuola mi hanno messo un consiglio”, “ma Io lo faccio finire nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!” .............. Quando Dio ci chiama a lavorare della sua vigna, la strada è sempre aperta, ma la strada di Dio è stretta e solo con la fede salda si può passare per la Via Stretta! (Paolo) sì, bisogna avere fede e non mettere mai in dubbio che Dio non ci porti qua: mai! (Piccolo Giovanni) solo la fede.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) cosa c'è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) ma io.. non so se.. se te lo devo dire davanti.. così davanti a tutti.. (Piccolo Giovanni) ..ti fermo Io! (Paolo) mi fermi tu? (Piccolo Giovanni) glielo dirai alla Piccola Cocciuta, ma non dimenticarti, alla fine della preghiera! (Paolo) si!(*) tu la soluzione la sai già, io no! (Piccolo Giovanni) il Padre allarga le sue braccia! (Paolo) io ci metto tutto me stesso, Giovanni, poi il resto lo fai tu! (Piccolo Giovanni) devi sapere che è Dio che vi usa, non siete voi ad usare Dio! (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) tu non metti nulla: apri il cuore che Dio ti usa! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bene! .............. e quale miracolo cerchiamo ancora? ..............l'unico miracolo è l'Amore di Dio che scende attimo per attimo! .............. Ma ripeto ancora una volta: chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua, perché senza Croce non si arriva a gioire nel Cuore del Padre! Chiaro? ..............<2 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Cosa mi dici? (Telesfore) il mio cuore arde! (Piccolo Giovanni) fallo ardere sempre! ma in questo giorno perché arde il tuo cuore? (Telesfore) in questo giorno arde perché quello che si è verificato questa sera alla Stanza, si dovrebbe fare per ognuno di noi ogni volta che entriamo.. inginocchiarci davanti alla Croce e chiedere perdono di tutte le nostre mancanze! È la.. è la grazia più grande che chiediamo al Signore: il perdono!(*) (Piccolo Giovanni) cosa devo rispondere, Paolo? (Paolo) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen!(*) (Paolo) Telesfore.. (Piccolo Giovanni) ..lo senti? (Paolo) si, centra subito quando ci sono delle cose importanti! (Piccolo Giovanni) ma lui lo fa attimo per attimo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ogni mattina viene a portare nel Cuore del Padre, a chiedere il perdono delle sue mancanze al Cuore di Dio.. (Paolo) ..e si prostra davanti alla Croce! (Piccolo Giovanni) si prostra davanti alla Croce venendo a trovare il Padre anche in ginocchio facendo le scale! Non vorrebbe detto questo! (Telesfore) tu.. (Piccolo Giovanni) ..nulla è nascosto al Cuore di Dio! Ciò che è Luce dinanzi a Dio deve brillare.. (Paolo) ..e così abbiamo saputo un'altra cosa.. (Piccolo Giovanni) ..non vorrebbe che.. (Paolo) ..si dicesse?.. (Piccolo Giovanni) ..si dicesse! In questi ultimi tempi ha intensificato pregando per la Piccola Cocciuta (Paolo) si, perché lui ha paura per quello che la Cocciuta chiede al Padre!(*) (Piccolo Giovanni) non fare brillare i tuoi occhi di lacrime! Io ti chiedo ancora una volta: vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi crescere Dio? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) vuoi crescere Dio? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) ed Io rispondo Amen, ma sia saldo il tuo “eccomi”!(*) Perché mi guardi così?(*) perché ho alzato la destra?(*) (Telesfore) aiutami a tenerlo saldo! (Piccolo Giovanni) tu hai detto “eccomi”! Cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) mi è.. mi è venuto in mente, come un flash, quando la Piccola Cocciuta ha visto.. non so se è stata la prima volta, Maria, e la prima cosa che gli ha chiesto “il perdono dei suoi peccati”! (Piccolo Giovanni) e la cosa che gli ho chiesto “cosa sei andata a fare in quel luogo? sei andata come tutti gli altri per curiosare?”, (e)con gli occhi pieni di gioia “sono andata a chiedere perdono dei miei peccati perché solo Maria può bussare al Cuore del Padre”! E come Sacerdozio vivo ed eterno, raccoglievo nel mio Cuore e ho messo il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno, e il Sigillo del Sacerdozio non viene cancellato <3 colpi di tosse> come non viene cancellato l'Alito dello Spirito Santo! <un'alitazione> chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) come ti è venuto in mente questo? (Telesfore) eh, questo mi è venuto in mente perché noi, quando ci presentiamo in un luogo, la prima cosa che chiediamo “guarigioni o miracoli”, però quello più importante non si chiede mai, ed io mi sono ricordato che.. quando la Cocciuta per la prima volta si è recata in quel luogo, la prima cosa che ha chiesto vedendo Maria: “il perdono dei suoi peccati”! (Piccolo Giovanni) poteva chiedere benissimamente il miracolo..  (Telesfore) ..ma non l'ha chiesto! (Piccolo Giovanni) poteva dire a Maria “guariscimi”, poteva dire a Maria “donami la creatura che Io aspetto”, non l'ha mai fatto! “Perdona i miei peccati”! Paolo, Paolo, perché sorridi? (Paolo) perché queste cose che io ascolto mi fanno pensare a qualche anno fa quando io non ci capivo proprio niente, Giovanni! (Piccolo Giovanni) quando hai portato Pietro capivi qualcosa? (Paolo) quando ho portato Pietro sono venuto anch'io a chiedere il miracolo! (Piccolo Giovanni) Pietro, no, Pietro ha chiesto alla Cocciuta “se puoi chiedere qualcosa per me a Maria, fallo, ma sia fatta la volontà di Dio!(Paolo) me l'ha detto la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) e ha stretto forte la mano della Cocciuta! (Paolo) me l'ha detto.. (Piccolo Giovanni) ..e il Cuore della Cocciuta, in quell'attimo, si è spezzato! (Paolo)se puoi aiutami” le ha detto! (Piccolo Giovanni)se puoi aiutami!” E la Cocciuta l'ha aiutato ad abbracciare il Cuore di Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché non c'è luogo più sicuro.. (Paolo) ..per me.. (Piccolo Giovanni) ..del Cuore di Dio.. (Paolo) ..allora questo era incomprensibile per me, non adesso!(*) (Piccolo Giovanni) perché hai lasciato scendere le due lacrime? (Paolo) eh, quando penso a mio fratello mi viene da piangere! (Piccolo Giovanni) non pensi la gioia che Lui è nelle braccia del Padre e tiene per mano gli angioletti? (Paolo) sì, questo lo penso.. (Piccolo Giovanni) ..e prega per ognuno di voi e per l'umanità intera? (Paolo) questo lo penso e mi rende felice, ma penso anche a quei momenti che abbiamo vissuto assieme sulla terra! (Piccolo Giovanni) Dio ha promesso che verrà, ma nessuno conosce l'ora e neanche il giorno: si deve solo essere pronti e preparati! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e tutti gioiremo nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, per chi cammina nella Via Stretta! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio viene come Padre di Misericordia Infinita e come Giudice(*), viene a raccogliere l'operato di ognuno di noi! Per suo volere Io ho portato il mio bagaglio e l'ha accolto, e gioisco nel suo Cuore; ed Io vi voglio tutti santi e salvi per gioire col Padre. Come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito sempre a tenere alto il santo Vangelo e a stare attenti al nemico: non dategli spazio, combattetelo con l'amore tenendo unita la catena di Dio, non quella del mondo; distaccatevi dalla catena del mondo, figliuoli, ma siate piccoli, poveri, e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto, amando, perdonando e usando carità verso tutti! Chiaro? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) mi è.. mi sono ricordato di un altro flash che è venuto nella mia mente: di quando tu eri presente e c'era qualcuno che stava male, malato grave che non c'era niente da fare, e tu ci invitavi.. invitavi la Cocciuta a venire a pregare per quella.. per quella persona; e si andava la, si pregava, si faceva la consacrazione.. li consacravi al Cuore di Gesù e di Maria, però dopo breve tempo queste persone salivano in cielo; e tu dicevi alla Cocciuta “ma ovunque io ti porto a pregare li mandi tutti in Paradiso?”.. no? (Piccolo Giovanni) ovunque Io ti porto tu li sistemi sempre nel Cuore del Padre!(Telesfore) al sicuro!(*) (Piccolo Giovanni) quale luogo.. (Paolo) ..più sicuro?.. (Piccolo Giovanni) ..più sicuro?(*) a volte quando la chiamavo per dirgli “prega per questa creatura”, “ma non mandarmela subito a..<si ride un po'> nel Cuore di Dio”. “Don Mario, Io prego secondo la volontà del Padre: se il Padre vuole portarla a casa, non sono io..(Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni)..a fare questo”! (Paolo) sai cosa sto pensando, Giovanni? che mi sa che nessuno si rivolgerà più alla Cocciuta per chiedere la guarigione! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) no, lo fanno attimo per attimo, ma la Cocciuta risponde Io prego secondo le intenzioni di Dio”! (Paolo) sì, lo dice sempre questo! (Piccolo Giovanni)non ditemi che volete il miracolo perché i miracoli li fa solo Dio: Io non posso pregare per il miracolo, Io prego secondo le intenzioni del Padre!(Paolo) si! (Piccolo Giovanni) è quello che colpiva il mio Cuore è che la Cocciuta diceva “Io prego quando il Padre mi chiama, non quando me lo dite voi!(Paolo) la Cocciuta prega quando il Padre..? ..la?..  (Piccolo Giovanni) veniva chiamata: “in questo istante Io voglio fatta questa preghiera: devi dire alla Madonna che mi deve fare queste grazie”, e la Cocciuta diceva “Io prego quando il Padre mi chiama”, quando sentiva nel suo Cuore di bussare al Cuore del Padre! (Paolo) si, si, la volontà del Padre! (Piccolo Giovanni)la volontà del Padre!(Paolo) ehm.. (Piccolo Giovanni) ..per non far conoscere agli altri quando lei offre al Padre, perché non si deve mettere il manifesto di quello che si dona a Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e nel silenzio pregare! (Paolo) Giovanni, ma.. (Piccolo Giovanni) ..e la Cocciuta non dice mai quando lei prega. A volte anch'Io, come suo padre spirituale, chiedevo “quanti rosari hai fatto oggi?”, e con dolcezza rispondeva “non li ho segnati”! (Paolo) ehm.. Giovanni, il Padre rende sempre partecipe la Cocciuta quando lei chiede qualcosa per un figlio.. (Piccolo Giovanni) ..si.. (Paolo) ..di ciò che è la sua volontà? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) quindi lei sa già tutto? (Piccolo Giovanni) il suo dolore.. (Paolo) ..è quello di non poterlo dire? (Piccolo Giovanni)di non poterlo dire”!(*) (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni)eh!(Paolo) lo abbiamo di fronte e non ce ne rendiamo conto.. sempre.. quando dovremmo, soprattutto! (Piccolo Giovanni) ma vi invito a pregare sempre secondo la volontà del Padre! (Paolo)del Padre”! (Piccolo Giovanni) ti è venuta in mente qualche altra cosa?(*) (Telesfore) io devo ringraziare il Padre di tutte le grazie che ci sta donando attimo per attimo(*), senza nemmeno renderci conto! (Piccolo Giovanni) le grazie, le gocce.. (Telesfore) ..eh, le gocce.. (Piccolo Giovanni) ..che lascia scendere su di voi e sull'umanità intera! Ma Io vi invito ancora una volta a pregare per tutti i miei confratelli chiedendovi ancora una volta non fateci usare”, pregate per il confratello Domenico in questo tempo! Figli miei, Io piango lacrime di Sangue sul mio popolo: fate penitenza, offrite fioretti al Cuore di Maria! Figli miei, preparate i vostri cuori alla Pasqua che viene! .. e mi fermo a visitare i cuori di ognuno di voi, i cuori dei figli che si sono uniti alla preghiera, i figli che mi avete portato. Vi chiedo ancora una volta di pregare per la mia Marì: non lasciatela sola, siete voi la sua famiglia, portatela sulle vostre spalle, figli miei! E donagli il bacio della buonanotte.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come Io facevo sempre! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ora, come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito ancora a camminare nel Solco di Dio che è lungo ed è profondo e di tenere alto il santo Vangelo! Figli miei, amatevi gli uni gli altri e non disperdetevi ma rimanete uniti nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ed Io lascio scendere su di voi ancora una volta l'Alito dello Spirito Santo! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> accoglietelo e donatelo ai vostri fratelli, ai figli che non conoscono l'Amore di Dio! Ora siete pronti? i vostri cuori sono pronti per venire al Banchetto.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e a fare festa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore del Padre perché il Banchetto è qui: è in mezzo voi! Dio è vivo e reale in mezzo a voi e ha sete e fame e vuole bere e mangiare con voi del Nuovo. Venite tutti, figli, perché lo Sposo è in mezzo a voi! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo che avanza! Vieni, Sposa del mio Cuore, prendi nelle tue mani il Cuore del Padre e bevi il suo Sangue!(*)  (Giulia) com'è bello il tuo Cuore, e come è grande! (Piccolo Giovanni) donalo ai tuoi figli e all'umanità intera! Figlia mia, ora vieni!.............. Paolo!(Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti?  (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vedete Gesù? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare sulle vostre spalle la mia Croce? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) la Croce del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna? (Paolo, ..., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vi chiedo ancora una volta: mi amate voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) venite dietro di me portando sulle vostre spalle la Croce, figli! E voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, mi amate? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) portate sulle vostre spalle la Croce e seguitemi perché Io sto salendo il Monte! Figli del mio Cuore, siete pronti? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) mi poggerò ancora in questo tempo sulle vostre spalle, e chiedo ai vostri cuori “fermate i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità”! Abbiate fede, pregate, perché potete fermarli avendo fede e abbracciando la Croce, figliuoli del mio Cuore! Ora siete pronti? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <3º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) ..............Paolo) io vedo una grande Luce che avvolge l'umanità intera! (Telesfore) io vedo il Sole! (Piccolo Giovanni) Uniti? (Paolo) l'Amore di Dio!(*) (Piccolo Giovanni) chi abita nel Calice? (Paolo .....) Dio! (Piccolo Giovanni) volete riceverlo nei vostri cuori? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donarlo? (Paolo, ..... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) avete accolto Dio nei vostri cuori? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) sentite Dio vivo? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) e il suo Amore lo fate scorrere come un fiume per l'umanità e per i vostri fratelli? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ora cosa vedete?(*) ..............(Paolo) io vedo la strada che Gesù ha percorso portando la Croce! (Telesfore) io vedo un’ancora!(*) (Piccolo Giovanni) la linea diritta è la Croce: l'Albero che rimane sempre in piedi: è Gesù, è Dio, e l'unica salvezza è alla Croce dove l'umanità si deve raccogliere in ginocchio implorando “Misericordia, Misericordia, Misericordia”! Quale pezzo volete?(*) cosa è rimasto? .............. volete portarla? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donarla? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siano benedetti i vostri Nomi! Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito a camminare sempre; in questo tempo state attenti al nemico; in questo tempo non abortitemi ma fatemi vivere nei vostri cuori, fatemi crescere e donatemi! Paolo della Croce, cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) stavo pensando che noi dobbiamo mettere da parte tutti i problemi terreni che ci affliggono.. che dobbiamo mettere nel Cuore del Padre e dedicare ogni nostro sforzo per seguire Lui! (Piccolo Giovanni) innalzare ogni nostro sospiro per Dio: l'unica Fonte Zampillante che ci dona l'acqua dove non si ha più sete! Ora volete donarmi.. ..ai vostri fratelli? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(**) Padre, Io busso ancora una volta alla porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera:  sia benedetto il tuo Nome, Padre mio, ora e sempre!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore(*), ma fatemi vivere, fatemi crescere perché Io abito nei cuori di ognuno di voi! Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, e quando uscite fuori dalla Stanza dell'amore, non abortitemi, figli, ma donate il mio Amore all'umanità intera, come il Padre l'ha donato a voi in questo istante, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) è leggera la Croce? (Telesfore) quando si ama è leggera! (Piccolo Giovanni) e imparate ad amare, imparate a portare il piccolo Legno che il Padre poggia sulle spalle di ognuno di voi: la piccola Croce quotidiana che vi rende liberi della schiavitù e vi fa camminare nel Solco di Dio! Figliuoli del mio Cuore, Dio vi ha chiamati per lavorare nella sua vigna e portare al Banchetto Nuziale l'umanità intera senza fare alcuna distinzione perché si è tutti.. siete tutti figli dell'Unico Padre, e il Padre aspetta ognuno di voi a braccia aperte per fare festa! Cercate le pecorelle che hanno smarrito la Via per tornare a casa: curatele e portatele sulle vostre spalle, portatele dinanzi all'altare di Dio per gioire e far festa, figliuoli del mio Cuore! .............. Vuoi portare la Croce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che il Padre ti ha donato? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e far festa? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) Amen, figlio mio!(*) abbraccia il mio Francesco: metto nelle sue mani il mio Cuore! (Paolo) grazie! (Piccolo Giovanni) ho costruito una capanna nel suo piccolo cuore: crescerà e mi darà i frutti dell'Amore della Croce! (Paolo) grazie, Gesù! (Piccolo Giovanni) voglio raccogliere nelle tue lacrime(*) e portarle nel mio Cuore.. (Paolo) ..grazie!.. (Piccolo Giovanni) ..per donarle al Cuore del Padre! Crescete sempre nell'unica Verità del santo Vangelo, Pargoli del mio Cuore, e ricordate che Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, perché il Parto è vivo e si dona all'umanità intera, figliuoli del mio Cuore! Dio ama ognuno di voi e aspetta con amore il vostro sì pieno come l'avete donato in questo giorno: fatelo sempre, non date spazio al nemico, combattetelo con l'amore, e Dio è amore, e all'umanità, ai fratelli, dobbiamo donare Dio che è l'Unica Luce, l'Unica Roccia che non vola via col soffio del nemico, ma rimane salda nella parola “aspettatemi, Io verrò. Io verrò come ho promesso”, non dimenticatelo, figliuoli del mio Cuore!(*) E nell'unica Verità della Croce, nell'unica Verità di Dio, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio e portatela ai vostri fratelli, all'umanità intera, ma quando uscite fuori, figli miei, non abortitemi! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, figli miei, fatelo anche voi!(*) Ora voglio riposare nei vostri cuori perché sono Dio Bambino e voglio dormire, voglio essere cullato: mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Siano benedetti vostri Nomi, figliuoli, perché Dio vi ama e vi ha scelti, e nel suo Amore Io vi invito a legare la Catena santa(*). Legando la catena di Dio non date spazio al nemico, figli, sia salda nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Combattete il nemico pregando con la preghiera che il Padre ci ha insegnato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Negli attimi di smarrimento: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”; negli attimi di solitudine: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”; negli attimi che i vostri cuori vengono trafitti: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”; “Papà, sono tuo figlio e voglio venire ad abitare nella tua casa !”. Bussate alla Porta di Dio, bussate alla porta del Papà che aspetta ognuno di voi perché la sua porta è sempre aperta, è pronto a far festa per ogni figlio che vuole tornare a casa! Cercate l'amicizia di Dio e non lasciatela, figli miei!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! Andate in pace e portate la mia Pace ai vostri fratelli! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, perché la misura di Dio non ha limiti! Figliuoli del mio Cuore, lascio scendere su di voi i petali del mio Amore: portateli all'umanità e andate in pace!

 

 

         3. Giov 12/02/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre; consola il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, figlia, e prega sempre nel silenzio del tuo Cuore; prega per l'Uomo vestito di bianco; prega per tutti i  miei Figli Ministri. Vedi, figlia mia, il mio Cuore gronda Sangue! (Giulia) Gesù! Gesù, sono io a farti piangere? (Gesù) no, figlia mia, il mio Cuore gronda Sangue nel vedere i figli della perdizione che cadono nella rete del nemico non accogliendo la mia Parola, non accogliendo il mio Amore, ed Io vengo in mezzo voi e nel mondo intero a portare la pace! Figlia, ti chiedo ancora una volta di guardare, ma non spaventarti di ciò che vedi! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda, figlia!(*) non chinare il capo! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) si, figlia, solo una parte! (Giulia) tienimi per mano, Gesù!(*) vedo un buio che avvolge l'umanità; vedo una moltitudine di sacerdoti che cadono; in mezzo ai sacerdoti vedo una spada di fuoco che.. ad uno ad uno vengono sigillati sulla fronte; dove viene poggiata la spada rimane solo un segno, ma non il fuoco, e pochi delle anime si alzano, ma un fiume intero rimane per terra! (Gesù) non toccare! (Giulia) Gesù, non posso fare nulla per alzare quei sacerdoti? Gesù! (Gesù) non toccarli: prega come tu sai fare, figlia del mio Cuore!(*) ora fermati ma guarda ancora! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù!(*) (Gesù) non chinare il capo ma guarda, anima mia! (Giulia) donami il tuo respiro, Gesù!(*) (Gesù) ciò che hai visto tienilo nel tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù, donami la forza di saperlo portare nel silenzio, nell'amore e nel nascondimento! Gesù, io ti ha donato il mio Cuore: tienimi per mano perché ti chiedo ancora una volta “voglio tornare a casa, Gesù”! (Gesù) ed Io ti chiedo ancora, figlia, vuoi unire le tue mani alle mie mani per abbracciare i Chiodi divini per i flagelli che stanno scendendo in questo istante? (Giulia) eccomi, Gesù! <1º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, dove stanno portando il Sangue che scorre dalle tue mani? vedo un angelo che lo raccoglie dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Gesù) ma anche dalle tue, figlia! Vedi? vedi il Calice che l'angelo tiene nelle mani? vuoi che questo Calice sia versato o vuoi berlo tu per i tuoi figli, per l'umanità intera e per l'Uomo vestito di bianco? (Giulia) Gesù, voglio berlo!(*) <molte bevute amare> (Gesù) è amaro, figlia!(*) ecco l'ultima goccia: vuoi berla? (Giulia) si, Gesù!(*) (Gesù) ora unisci ancora le tue mani alle mie!(*) <2º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) sollevati e invita l'umanità a pregare per la pace; pregate per la pace, figli, pregate per la pace che Io vengo a portare in mezzo voi e nel mondo intero. Vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per confondervi; Io vi invito sempre a combatterlo con l'amore tenendo alta la spada del santo Vangelo e la preghiera costante. Figliuoli, vi invito a camminare sulla Via dei Dolori di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! E in questo tempo, alla preparazione della Pasqua, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al Legno della Croce, unitevi al mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome, ma non fermarti, vai avanti: Io mi poggerò ancora sulle tue spalle! Sei pronta, figlia, ad accogliere quello che il Padre vuole donarti in questa Pasqua? (Giulia) eccomi, Gesù, ma tu tienimi per mano, non lasciarmi! (Gesù) figlia, il Padre ti ha mandata, allarga le tue braccia e accogli l'umanità intera, raccogli le pecorelle smarrite e portale sulla Via Stretta che porta al Cuore della Croce, ed Io vengo in mezzo a voi e nel mondo intero a portare il Legno vivo della mia Croce. Ed Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Figli, Io vengo perché il Padre mi manda a portare il suo Cuore, a portare l'amore pieno, a portare lo Shalom, ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico. Non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce ma amate, amate, amate, e quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi, non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, ma con me Io ho abbracciato il Legno della Croce, abbracciatelo anche voi! Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, camminate seminando il Seme del santo Vangelo, portate ovunque andate la Parola viva del mio Amore e ricordate: non vi è altra Verità all'infuori del Vangelo, ed Io vengo a portarlo, e vi invito sempre a camminare nel Solco che è lungo ed è profondo e la mia Parola è duratura, non viene meno. Io vi ho detto “aspettatemi, Io verrò”, ma ricordate: non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma siate sempre vigilanti con la lucerna accesa e i vostri cuori aperti all'Amore del Padre. Figliuoli del mio Cuore, vi chiedo ancora una volta: amatevi gli uni gli altri, amatevi come Io vi amo. Figli, donate il vostro cuore ai figli, ai fratelli, come Io vi dono il mio attimo per attimo. Crescete nell'amore, crescete nella fede, figliuoli, perché Io parlo a voi e parlo al mondo intero. Abbiate fede nella Parola del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e non prostratevi a dei sconosciuti, ma prostratevi solo dinanzi al Legno vivo della Croce. E in questo tempo, figli miei, guardate con gli occhi del cuore il Gesù che ha abbracciato il Legno della Croce per donarvi la vita eterna. Vi chiedo in questo istante di pregare per il flagello che sta scendendo, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù, dimmi cosa posso fare! (Gesù) prega, figlia, prega e immolati come tu sai fare nell'unico abbraccio della Croce, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) figli miei, il Parto è vivo, è in mezzo a voi ed è pieno ed è il Parto della mia Croce: siate coscienti di tutto questo, non dubitate, Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a portare la pace, la quiete e la luce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ad indicarvi sempre il Solco della Parola. Io vengo per volere del Padre e per amore dello Strumento, a portare l'Amore di Dio, l'amore che arde nei cuori di ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. E come Sacerdozio vivo ed eterno, per volere del Padre, Io mi inchino solo dinanzi alla Croce chiedendo ad ognuno di voi, figli miei, di amare: con l'amore potete sconfiggere il nemico, con l'amore potete fermare le guerre, con l'amore potete far scendere la pace; non aspettate la pace gli uomini, ma bussate sempre di più al Cuore del Padre chiedendo la sua pace, vivendo abbracciati alla catena di Dio che è la preghiera, l'ascensore di Maria: il santo Rosario, pregate, figli, pregate; e come Sacerdozio vivo ed eterno Io guardo i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera e li porto dinanzi al Trono del Padre! Porto dinanzi al Trono del Padre ciò che la Cocciuta mi ha consegnato, e invito ognuno di voi, figli miei, a prendere la propria Croce e a camminare; Io sto salendo il monte, chi mi ama prendere la propria Croce e mi segua, ma ricordatevi: abbiate fede, con la fede potete spostare le montagne, figliuoli del mio Cuore! Come Sacerdozio vivo ed eterno non vengo a ripetere le stesse cose, ma vengo ad accendere i vostri cuori, vengo ad accendere i cuori dell'umanità intera; non dimenticatevi di avere un Papà e una Mamma che vi tendono la mano dicendo “figliuoli, venite a fare festa perché il Banchetto è pronto per ognuno di voi”, e Dio viene a visitare l'umanità, Dio viene a raccogliere i propri figli ma viene rinnegato, viene calpestato, viene sputato! Figli miei, pregate almeno voi, e accogliete Dio: come Padre allarga sempre le sue braccia per accogliere l'umanità intera e fare festa. E in questo giorno, figli del mio Cuore, avete vissuto il santo Vangelo? <giov. della 5° sett. T.O./C Mc. 7,24-30> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, cosa è rimasto nel tuo cuore.. (Paolo) ..eccomi, Giovanni!.. (Piccolo Giovanni)Eccomi”! ..del santo Vangelo di questo santo giorno? (Paolo) è improntato sulla fede, almeno questo è quello che mi ha colpito! (Piccolo Giovanni) e nel mondo intero c'è rimasta la fede? (Paolo) per quello che posso vedere io, possiamo vedere noi terreni, ce n'è ben poca! (Piccolo Giovanni) e come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi ho scelti uno ad uno per pregare e portare sulle vostre spalle i figli e i fratelli che cadono! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) siete disposti a farlo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e portando i figli e i fratelli portate Gesù! (Paolo) noi, Giovanni, dobbiamo guardare con occhio benevolo tutti: tutti allo stesso modo! (Piccolo Giovanni) anche coloro che trafiggono i vostri cuori? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché il Padre non fa alcuna distinzione: allarga le braccia e aspetta tutti i figli per fare festa al Banchetto dell'amore! (Paolo) si! Oggi con la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..volete l'Alito? (Tutti) sì! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) cosa ha combinato.. (Paolo) ..no, niente.. (Piccolo Giovanni) ..la Cocciuta oggi? (Paolo) mi ha fatto riflettere su una cosa in modo molto profondo, anche se non l'ho dato a vedere lì per lì. Ehm.. tante volte le sorprese arrivano proprio da dove meno ce le aspettiamo! (Piccolo Giovanni) e da dove sono arrivate? (Paolo) sono arrivate da quegli organi e da quelle istituzioni che sono preposti a portare avanti un certo discorso che invece, hanno bisogno di imparare più degli altri quello che è il Vangelo vero, vissuto, non quello detto a parole, perché a parole tutti possiamo impararlo, leggerlo, capirlo, ma quello che interessa a Gesù, il vero Vangelo, è il Vangelo vissuto, quello che si mette nel proprio cuore anche se si è ignoranti e non si sa leggere, ma che si vive, si vive realmente e praticamente! (Piccolo Giovanni) per amare non c'è bisogno di saper leggere! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bisogna aprire solo il cuore e dire “Padre, eccomi sono un servo inutile, usami come tu vuoi(Paolo) è così, Giovanni! Ci vuole semplici, poveri.. (Piccolo Giovanni) ..piccoli, poveri e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto per gioire nel Cuore del Padre. Ma dimmi ancora, cosa è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) Gesù non guarda il sesso, non guarda le etnie, vuole solo una dimostrazione, come ha messo alla prova quella donna nel Vangelo di oggi, dell'amore che si nutre per Lui, della fede! (Piccolo Giovanni) Dio non guarda l'esteriore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Dio guarda il cuore! (Paolo) non guarda la religione a cui uno appartiene, anche questo io.. (Piccolo Giovanni) ..Dio non fa distinzioni di colore! (Paolo) e questo è molto bello! (Piccolo Giovanni) il colore di Dio è uno solo: il Cuore! (Paolo) è molto bello sapere che Dio accomuna tutti, mentre sulla terra, magari noi, ci scanniamo solo perché quello appartiene a quella religione e quello appartiene a quell'altra! Dio ci raccoglie sotto il suo mantello e ci chiede solo di amarlo! (Piccolo Giovanni) perché tutti siete figli dell'Unico Padre! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ci sono altri dei.. (Tutti) ..no!.. (Piccolo Giovanni) ..all'infuori del Dio che ha abbracciato la Croce? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e voi siete coscienti che il Gesù che ha abbracciato la Croce è vivo, è reale e in mezzo voi e nel mondo intero.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e parla? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) chiedendo solo di essere amato come vi ama.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..siete tutti coscienti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) anche tu, figlio e confratello, sei cosciente dell'Amore del Padre? (don Roberto) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi amarlo in pienezza ed essere tutto di Dio?? (don Roberto) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io dico Amen, figlio, ma ti chiedo di stare attento al nemico, è astuto e vuole far suo il Progetto dell'Amore! Guarda sempre il Cuore di Maria, la Mamma che col suo sì ci ha donato Gesù, col suo sì ci invita a camminare sulla Via Stretta, figlio del mio Cuore. Ma cosa arde nel tuo cuore?(*) non temere! (don Roberto) solo una parola: grazie per quanto fai nella mia vita! (Piccolo Giovanni) non hanno sentito i tuoi fratelli, non sia tremante la tua voce! Ripeti ancora! (don Roberto) dico solo un grazie per quanto ha fatto il Signore nella mia vita! (Piccolo Giovanni) è il Padre che dice grazie al tuo cuore chiedendoti di tenerlo candido come un giglio e di donare il profumo dell'amore della Croce: con le tue mani puoi donarlo, figlio! Cosa stai pensando in questo istante? (don Roberto) sto pensando com'è grande il Signore che ci fa vedere e sentire queste cose che ci rallegrano e nello stesso tempo ci fanno sentire figli! (Piccolo Giovanni) è il Padre, è un Papà: allarga le braccia e il suo amore non ha limiti, la misura di Dio abbraccia l'umanità intera e così sia! Paolo! (Paolo) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa hai visto nel cuore del mio confratello? <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) ho visto accendersi una luce per ciò che lui ha sempre creduto, per ciò che lui ha sempre creduto e che oggi, più che in altre circostanze, ha avuto modo anche di vedere, di toccare e vivere! (Piccolo Giovanni) e di trovare la forza di venire.. (Paolo) ..in questo Luogo.. (Piccolo Giovanni) ..in questo Luogo baciato dal Cuore di Dio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ma come Sacerdozio vivo ed eterno, devo dirvi che sarete perseguitati a causa della verità, a causa della Parola, ma non abbiate timore, Dio è con voi, la grazia di Dio è su di voi, e se Dio è con voi chi dovete temere? (Tutti) nessuno! (Piccolo Giovanni) nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Io vi invito ad andare avanti, a camminare sempre nella linea del Vangelo perché Io vengo in mezzo a voi a portare solo la Verità del santo Vangelo. Vi ho portati e vi porto sempre sulla Linea, nel Solco, e nell'amore pieno del Padre vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici; ma vi invito a pregare per tutti i miei confratelli, e in questo tempo vi invito a pregare per il fratello Domenico chiedendovi ancora una volta “non fateci usare”, ma pregate di camminare l'umanità intera nella povertà del fratello Domenico, e nel gridare l'amore di Gesù, l'amore che Lui portava tenendo in mano la Croce; l'unica sua arma era ed è la Croce, così Io vi invito ognuno di voi ad alzare la Croce, a camminare come camminava Domenico portando la pace, alzando il Gesù che è morto ed è risorto per donarci la vita eterna, il Gesù che ci ha donato il suo Sangue e la sua Carne, e mentre camminava per le vie del paese seminava la pace della Croce, e la marea della folla raccolta nel Nome del Padre, del Figlio(*).. come bimbi si prostravano solo dinanzi al Legno della Croce: l'unica Verità, l'unico Amore, l'unica Luce vera che accende i cuori di ognuno di noi e del mondo. Ecco cosa vi invito a fare: la spada che dovete usare per combattere è la Croce, e aprendo i cuori di ognuno di voi potete raccogliere le pecorelle smarrite e donare l'amore che solo la Croce può donare. E come Sacerdozio vivo ed eterno quante volte ho alzato, per benedire i figli e l'umanità intera, il suo Crocifisso: l'arma che non lasciava mai! Ed era bello il gesto di quando si metteva a tavola poggiando la Croce e il teschio, pensando alla sorella morte, e vedete bene dove è poggiata: sul capo di Maria e ai piedi di Gesù, quel Gesù che ci dona la vita eterna! Sacerdozi vivi del mio Cuore, non fermatevi, andate avanti e ricordate: la Croce è l'unica porta! Paolo! (Paolo) dimmi! (Piccolo Giovanni) è la tua Croce: quella che stringi sempre? (Paolo) penso di si! (Piccolo Giovanni) vuoi portarla ancora? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) mi poggerò ancora su di te come mi poggerò su di ognuno di voi, ma in questo giorno voglio poggiarla sul tuo capo!(*) (Tommaso) ..e comincia un altro(*).. (Piccolo Giovanni) e poggiandola sul tuo capo, figlio, ti invito a portarla nel mondo intero e a gridare “Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi e parla”. Vuoi mettere il Crocifisso.. (Tommaso) ..sì, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..dove la Cocciuta l'ha staccato per donarlo.. (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ..come faceva il confratello Domenico? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) usciva fuori predicando per le strade e la sua messa non finiva mai: così sia anche la vostra, figli del mio Cuore!(*) Paolo! (Paolo) sono qua, Giovanni! (Piccolo Giovanni) anch'Io per volere del Padre! Dimmi, cosa stai pensando? (Paolo) quando ti ho visto alzato, li, ho provato delle sensazioni e un'emozione bellissima! (Piccolo Giovanni) quante volte ho gridato nel giusto.. (Piccolo Giovanni e Paolo, insieme) ..del Vangelo! (Paolo) tu mi dirai “sono anni che vieni qua e adesso ti accorgi di trovare queste emozioni?”, eppure è così! (Piccolo Giovanni) l'Amore del Padre si accende attimo per attimo! (Paolo) ho pensato per qualche istante a quando Gesù parlava gli apostoli.. (Piccolo Giovanni) ..si doveva mettere nella barca o farsi altri spazi perché la folla lo chiudeva. Ma ditemi, dov'è la folla che andava dietro a Gesù? (Paolo) eh, non lo so, Giovanni, io non la vedo!(*) (Piccolo Giovanni) pregate, pregate affinché tutti i cuori cerchino Gesù, pregate che tutti abbiano sete dell'unica Fonte viva dell'Amore di Dio, figli miei! ....................... E chiedi a Giuda quante volte ha mancato, perché anche lui è stato in ospedale! (Paolo) quante volte hai mancato tu? (Giuda) non ricordo con esattezza ma sicuramente quattro o cinque volte sono.. non sono venuto! (Piccolo Giovanni) e come era il tuo cuore? la paura di non poter più venire? (Giuda) si, in effetti mi è passata pure sta paura, ma poi si è rafforzata.. (Piccolo Giovanni) ..perché la Cocciuta ti ha detto subito “non temere..(Giuda) ..si.. (Piccolo Giovanni)..verrai ancora per molto tempo!(Giuda) sì, è vero! (Piccolo Giovanni) la fede, ricordate sempre, non lasciatela cadere per terra ma tenetela alta come tenete alto il santo Vangelo! (Giuda) infatti nella Parola di oggi io mi sono confrontato, il mio “eccomi” con la fede profonda della mamma che voleva a tutti i costi che Gesù intervenisse.. (Piccolo Giovanni) ..sulla sua.. (Giuda) ..si accontentava anche delle briciole.. (Piccolo Giovanni) ..creatura.. (Giuda) ..ma Dio come in ogni occasione, si dona totalmente! (Piccolo Giovanni) non solo le briciole, ma il Pane intero perché Dio è il Pane vivo che scende dei Cieli! Chiaro? (Giuda) si! (Piccolo Giovanni) andate avanti e non fermatevi! Parlo ad ognuno di voi e parlo al mondo intero! Figli, non faccio alcuna distinzione: tutti siete i miei Pargoli, e il Padre lascia scendere la rugiada su di ognuno di voi, figli del mio Cuore! Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) cosa è rimasto nel tuo cuore? ..non siate gelosi se stringo la sua mano, perché stringendo la sua stringo la mano di ognuno di voi! Chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) non è la Cocciuta che stringe la mano a Pasquale! (Paolo) perché qualcuno potrebbe pensare che è la moglie! (Piccolo Giovanni) bravo! È il Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che abbraccia ognuno di voi, Telesfore! (Telesfore) questa sera ci hai fatto vivere.. (Piccolo Giovanni) ..Dio vive sempre, non solo questa sera! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) vi ha mai lasciati? (Tutti) no!(*) (Telesfore) ehm.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ci hai fatto rivivere.. almeno a me, personalmente, una parte vissuta.. il Lentini con la Croce in mano che andava avanti con l'arma.. o meglio dire, la spada che combatteva il nemico! (Piccolo Giovanni) come la Cocciuta ha avuto la visione di Domenico e del Papa che combattevano tra spade e bastoni e l'unica arma era la Croce! (Telesfore) il Papa e il Lentini combattevano con la Croce.. (Piccolo Giovanni) ..e il popolo.. (Telesfore) ..con spade e bastoni? (Piccolo Giovanni) con spade e bastoni! Lo ricordi dov'è avvenuto? (Telesfore) questa visione? (Piccolo Giovanni) durante la.. (Telesfore) ..la sua festa.. (Piccolo Giovanni) ..beatificazione! (Telesfore) ah, durante la beatificazione, ma.. io non ricordo se è stata.. se l'ha avuta a Lauria oppure a Roma! (Piccolo Giovanni) mentre il Papa, l'Uomo vestito di bianco, celebrava! (Telesfore) ma è stata scritta dopo? (Piccolo Giovanni) quando siete tornati! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora! (Telesfore) ehm.. io mi sono ricordato.. ehm.. che anche tu con la sua Croce.. (Piccolo Giovanni) ..come un servo inutile la tenevo alta! (Telesfore) sempre alta, ed io ricordo che mentre si camminava ore e ore.. (Piccolo Giovanni) ..benedicevo.. (Telesfore) ..benedicevi.. (Piccolo Giovanni) ..ovunque! Ma facevano sorridere un po' la Cocciuta chiedendogli “piglierà questa benedizione? Io la lascio scendere: se piglia piglia”, e lei sorridendo “ma la benedizione di un sacerdote non può cadere a terra”!(*) cade a terra? (alcuni) no! (Piccolo Giovanni) e tu che dici, avrà fatto crescere frutti? (Paolo) io dico proprio di sì!(*) (Piccolo Giovanni) il Seme della Croce cresce! (Paolo) non solo le sue benedizioni hanno fatto crescere i frutti, ma ogni parola che Egli ha profferito rimane scritta nel Vangelo! (Piccolo Giovanni) può essere cancellata? (Paolo) no, anche le cose che diceva scherzando avevano un profondo significato, e questo ci deve indurre a pensare, a riflettere, a ricordare tutte le cose che diceva e farne tesoro, metterle in pratica! (Piccolo Giovanni) e camminare nel Solco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dell'unica Verità! Chiaro, Telesfore? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) nel mio cuore c'è che pensavo che tu ci hai detto che saremo perseguitati! (Piccolo Giovanni) chi cammina la strada del Signore non trova rose ma spine: le rose le troverete in Cielo! (Telesfore) ma le persecuzioni, a mio parere, io dico che sono anche quelle fiori! (Piccolo Giovanni) fiori per chi ha il cuore aperto, per chi poggia la Croce sulle spalle! Ci sarete tutti quando Dio scenderà? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) Dio ci sarà perché l'ha promesso “aspettatemi, Io verrò”, e il progetto parte dal Cuore Immacolato di Maria, il progetto viene da Fatima, si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo dove Dio ha piantato l'Albero. Ma ricordate sempre: non conoscete né l'ora e neanche il giorno, e come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre ad essere vigilanti e stare attenti al nemico e non abortire Gesù che vuole vivere nei cuori di ognuno di voi e del mondo intero! Telesfore!  (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) cosa stai pensando? (Telesfore) stavo pensando alle.. alle persone povere, gli emarginati.. (Piccolo Giovanni) ..pensi a Gesù? (Telesfore) i drogati, penso che quando uno di questi piccoli bussa a un grande, che ha bisogno.. dico, di un pezzo di pane, questi chiudono la porta e il mio cuore viene trafitto! (Piccolo Giovanni) e il mio gronda Sangue! (Telesfore) perché in quel momento.. (Piccolo Giovanni) ..chiudono la porta a Gesù.. (Telesfore) ..chiudono la porta a Gesù! (Piccolo Giovanni) almeno voi apritela(*), non lasciate nessuno fuori, perché Dio non lascia nessuno fuori della sua porta ma dona il Cuore come sul Legno della Croce ha donato tutto per amore! (Telesfore) io a volte dico che per guarire un ammalato basta.. (Piccolo Giovanni) ..un sorriso.. (Telesfore) ..un sorriso.. (Piccolo Giovanni) ..e allargare le braccia come il sorriso del confratello! È bello vedere il tuo sorriso: stai ascoltando la Verità del Vangelo?(*) è Parola viva quello che stai ascoltando? (don Roberto) sì, in effetti è così! (Piccolo Giovanni) è così! Chi di voi è pronto a salire sul Legno della Croce per un fratello?(*) (Telesfore) e qua ti voglio! (Piccolo Giovanni) eh, si, questa era la parola che usavo: “qua vi voglio!”.. una risposta, ma la Cocciuta me l'ha donata la prima volta. “Cosa ti ha chiesto Maria quando l'hai vista la prima volta?”, ha fatto solo il gesto “ha allargato le braccia e ha mostrato le mani”; penso che sia chiaro, nella sua prima apparizione, il Padre gli ha donato subito i Chiodi per l'umanità, e il suo sì è stato pieno e lo è ancora, per questo gli ho messo il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno, nel vedere la semplicità, nel vedere la santa ubbidienza al Padre! È chiaro? (Qualcuno) sì! (Piccolo Giovanni) Telesfore, cosa arde nel tuo cuore? (Telesfore) un sogno! (Piccolo Giovanni) ascoltiamo anche il sogno! (Telesfore) un sogno che non è sogno.. che è realtà: vivere nel Paradiso! (Piccolo Giovanni) spiega cosa vuoi dire, perché Io ho capito ma non so se i tuoi fratelli hanno capito! (Telesfore) quando noi saliamo le scale e arriviamo alla Stanza, entriamo nel Paradiso, viviamo nel Paradiso! (Piccolo Giovanni) anche quando si dona la mano al figlio emarginato si entra.. (Telesfore) ..si entra nel Paradiso?.. (Piccolo Giovanni) ..in Paradiso perché si abbraccia Gesù!(*) cosa pensi, Paolo? (Paolo) eh, che penso? penso.. (Piccolo Giovanni) ..oggi l'hai abbracciato Gesù? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e pregate ancora per il Giglio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) siete legati all'unico filo!(*) (Paolo) tu lo sai cosa sto pensando! (Piccolo Giovanni) ma gli altri no! (Paolo) quando si tratta di accogliere gli emarginati, i drogati che si trovano in particolari condizioni familiari, che si trovano nelle condizioni in cui la Chiesa ufficiale non può nemmeno esercitare dei sacramenti, allora mi viene da pensare alle parole di Gesù che dice sempre che sono proprio quelli i figli che si devono abbracciare, e invece, come ho appena detto, che cosa succede? la Chiesa, quella ufficiale, nega anche dei sacramenti a queste persone con delle motivazioni che io non so che valore possono avere, perché Gesù non si rifiuta a nessuno! (Piccolo Giovanni) Dio si dona.. (Paolo) ..a tutti.. (Piccolo Giovanni) ..a tutti.. (Paolo) ..senza nessuna distinzione! (Piccolo Giovanni) senza fare alcuna distinzione! (Paolo) e queste sono cose che fanno male! (Piccolo Giovanni) è stato bello per me, come sacerdote, il gesto di fare la prima comunione al mio zingarello! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) nel vedere la gioia di ricevere Gesù, e come ardeva il suo cuore nel riceverlo! Ma vi ripeto ancora una volta: pregate per il giglio e scoprite i petali! (Paolo) eh, sono da scoprire veramente! (Piccolo Giovanni) si!(*) ma vi invito a pregare ancora per tutti.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..i Figli Ministri: il nemico vorrebbe farli cadere, ma la Croce non cade.. (Paolo) ..lui ci prova con tutti.. (Piccolo Giovanni) ..rimane sempre unita e non si divide, ma voi pregate, Pargoli del mio Cuore, pregate, pregate! Si è calmato il tuo cuore? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora?(*) Io ti chiedo ancora una volta: vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì, lo voglio! (Piccolo Giovanni)sì, lo voglio!”. E dimmi! (Telesfore) Paolo.. (Piccolo Giovanni) ..cosa ha combinato? (Telesfore) si preoccupa.. (Piccolo Giovanni) ..della Cocciuta? (Telesfore) no, nel tuo Nome: che qualcuno scrivere “una Voce dal deserto”, chi “una Voce del deserto”, e qua come ci dobbiamo comportare? dobbiamo correggere o lasciare stare tutto?.. (Piccolo Giovanni) il fiume di Dio cammina.. (Telesfore) ..l’importante è che arriva.. (Piccolo Giovanni) ..e non lo ferma nessuno! (Paolo) quel nome te lo scrivono in tutti i modi: “nel”, “del”! (Piccolo Giovanni) è il Solco che deve camminare! (Paolo) deve succedere anche questo? (Piccolo Giovanni) voi dovete solo guardare il Solco e prendere la Via Stretta, non quella larga. E non temete niente e nessuno: ha un significato anche quello! Quando il Sole di Fatima scenderà e i vostri occhi si apriranno, vedrete anche quel Nome! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) non se ne fa scappare nessuna! (Paolo) anch'io! (Piccolo Giovanni) vuole sempre la conferma che scende dal Cielo! (Telesfore) è scesa un'altra goccia! (Piccolo Giovanni) non una sola, figliuoli! (Telesfore) due? (Piccolo Giovanni) Io non do i numeri! Ve l’ho.. (Paolo) ..eppure.. (Piccolo Giovanni) ..sempre detto! (Paolo) eppure ti piacciono i numeri! (Telesfore) il 2!(*) (Piccolo Giovanni) il mio numero preferito è il 3: “Padre, Figlio e Spirito Santo”! (Paolo) è anche il nostro! (Piccolo Giovanni) Amen! Non c'è niente altro nel tuo cuore? (Telesfore) si è fermato! (Piccolo Giovanni) è morto? (Paolo) non si è fermato, Giovanni, tu lo sai! (Piccolo Giovanni) ha detto che si è fermato il cuore! (Paolo) eppure io penso che nel suo cuore qualcosa c'è che bolle, che vorrebbe dire ma.. (Piccolo Giovanni) ..ha detto che si è fermato! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi? (Telesfore) il mio cuore arde nel vedere il tuo volto raggiante! (Piccolo Giovanni) raggiante d'amore per ognuno di voi, per l'umanità intera, ma il mio Cuore gronda Sangue nel vedere i figli che si perdono, e vi invito ancora una volta a pregare e a portare sulle vostre spalle le pecorelle che sono ferite e hanno smarrito la strada per tornare a casa. Col vostro sì pieno, col vostro amore, portateli dinanzi al Banchetto Nuziale i figli che avete incontrato, i figli che incontrerete ancora e tutti coloro che si sono affidati alle vostre preghiere, fateli gioire al Banchetto di Dio! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) quello che hai chiesto, l'hai chiesto con le lacrime agli occhi! (Piccolo Giovanni) come facevo sempre, e la Cocciuta mi chiedeva “perché piangi?”, ed Io gli rispondevo “non sto piangendo, sono vecchierello e le lacrime scendono da sole” ma non potevo nascondergli nulla!(*) Cosa c'è ancora nel tuo cuore? <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) perché adesso sono anch'io vecchierello! <si ride un po'> perché c'ho l'età di quando ho incontrato te! (Piccolo Giovanni) e quando mi hai incontrato Io non ero vecchierello! (Telesfore) eh, avevi la.. quasi! (Piccolo Giovanni) giocavo ancora a pallone! (Telesfore) ah, giocavi.. (Piccolo Giovanni) ..e correvo, e come giornalista facevo battaglia.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..sfidando tutto e tutti per portare avanti la verità del Padre! (Telesfore) tu dicevi che eri.. eri.. eri cappellano della squadra, portavi il Cuore di Maria e di Gesù! (Piccolo Giovanni) la mia squadra preferita! (Telesfore) i due Cuori! (Piccolo Giovanni) i due Cuori”! Ovunque andavamo lasciavo il segno dei due Cuori. Alla Cocciuta la prima volta ho lasciato l'immagine del fratello Domenico ma anche i due Cuori col mio numero; “quando avrai bisogno, la mia porta è sempre aperta(Paolo) la tua porta.. (Piccolo Giovanni) ..non la chiudevo mai! (Paolo) si, era sempre aperta a tutti la tua porta! (Piccolo Giovanni) era aperta per le confessioni, era aperta per accogliere i Dolori, era aperta nel benedire ed esorcizzare, era aperta nel battezzare come Gesù “andate, battezzate nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”! (Paolo) il Vangelo vissuto! (Piccolo Giovanni) e quante lotte, quanto ho dovuto combattere per portare la Croce alta! (Paolo) come voleva Gesù, e adesso che te ne sei andato in Cielo e ci parli dobbiamo dare il nostro contributo! (Piccolo Giovanni) quale sarebbe? (Paolo) eh, quello di combattere come hai combattuto tu e come combatti ancora! Nel.. (Piccolo Giovanni) ..nella verità.. (Paolo) ..si, adesso però non ti possono picchiare, mentre a noi può darsi pure che.. (Piccolo Giovanni) ..non so.. (Paolo) ..qualcosa in testa ci arriverà.. (Piccolo Giovanni) ..cosa gli arriverà alla Piccola Cocciuta.. (Paolo) ..noi siamo tranquilli.. (Piccolo Giovanni) ..perché lo Strumento che viene usato dal Padre è la Cocciuta! (Paolo) ma lei se ne frega! (Piccolo Giovanni) è all'ubbidienza di Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) come anch'Io sono all'ubbidienza del Padre, e quando si è nell'ubbidienza si vede solo la Luce di Dio! (Paolo) non bisogna avere paura di niente! (Piccolo Giovanni) non avere paura di niente e di nessuno, ma come i Discepoli, andare avanti e portare la Parola, così anche voi andate avanti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Chiaro, Telesfore! (Telesfore) è chiaro, si! (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa?(*) (Telesfore) la Cocciuta ha alzato la spada! (Piccolo Giovanni) perché, l'aveva abbassata? (Telesfore) l'ha alzata un altro poco.. ancora di più! (Piccolo Giovanni) cosa ha fatto? (Telesfore) quello che volevi fare tu quando eri in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) adesso non lo faccio perché mi faranno fare..(Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni)..la fine di Giovanni Battista, ed Io non voglio farla(Telesfore) eh, ma la Cocciuta adesso.. (Piccolo Giovanni) ..ma lo dicevo solo con le labbra, e la Cocciuta ha iniziato, non solo con le labbra!(*) (Telesfore) ma lei dice che la vuole fare la fine di Giovanni! (Piccolo Giovanni) è il Padre che usa lo Strumento, non è lo Strumento che usa il Padre! Non provarci! (Telesfore) mi arrendo! (Piccolo Giovanni) i misteri di Dio si scoprono quando Dio decide, e voi non conoscete né l'ora e neanche il giorno: dovete solo essere vigilanti e rimanere saldi nella preghiera, saldi nell'amore, saldi nella fede! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora siete pronti? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) i vostri cuori sono pronti per unirvi al Banchetto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Dio è in mezzo a voi e il suo Banchetto è pronto per ognuno di voi. Distaccatevi dalle cose del mondo unendovi al Cuore di Dio! Lo Sposo è in mezzo a voi e ha sete e fame del vostro amore! Figli, venite tutti perché il Padre vi vuole tutti salvi e santi nell'amore, e come Padre, allarga le braccia chiamando l'umanità intera a venire a fare festa! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo! Prendi nelle tue mani il Cuore e bevi il Sangue che scorre!(*) donalo all'umanità, figlia! Ora vieni a gioire nell'abbraccio della Croce! Vieni, Sposa del mio Cuore!(***) Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) Chi siete venuti a cercare? (Paolo e Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo e Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo e Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti..  (Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..che Gesù è vivo.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ed è in mezzo voi? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti anche voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) figli, volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete portare sulle vostre spalle la Croce.. (Paolo e Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per l'umanità intera? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e con la vostra fede fermare i flagelli? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Amen, figli del mio Cuore!(*) siete pronti? (Paolo e Telesfore) sì!(*) (Paolo e Telesfore insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <3º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) (Telesfore) io vedo una luce! (Paolo) anch'io! (Telesfore) si allarga e si..si.. che pulsa, che sembra un sole! (Piccolo Giovanni) la vedete ancora? (Telesfore) si! (Paolo) al centro, si! (Telesfore) ehm.. c'ha tante stelle(*).. adesso è fatta più piccola!(*) (Piccolo Giovanni) la vedete ancora? (Telesfore) si! (Paolo) rimane sempre al centro! (Piccolo Giovanni) chi è al centro? (Paolo) Dio!(*) (Piccolo Giovanni) è rimasto ancora? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) ..............nella rete ci sono tutti i miei figli, perché nella rete di Dio non ci sono buchi e si rimane uniti nell'amore, nella pace e nella quiete!(*) cosa vedete?(*) (Paolo) la Croce! (Piccolo Giovanni) e cos'è la vostra unica salvezza? (Paolo) la Croce! (Piccolo Giovanni) volete portarla? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) quale pezzo volete?(*) cosa è rimasto? (Paolo) la strada della Croce! (Piccolo Giovanni) che è stretta? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) volete entrare nella Strada Stretta? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e portare l'umanità e i vostri fratelli? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, volete donarmi? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ai vostri fratelli? (Paolo e Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(**) Il pezzo che è nel Calice lo donate al confratello Roberto per primo! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) chiedete se ci sono altri sacerdoti all'infuori del confratello! (Paolo) ci sono altri sacerdoti? (Giacomo) si! (Piccolo Giovanni) non i Sacerdozi, altri sacerdoti! (un sacerdote) si! (Paolo) altri sacerdoti? (un sacerdote) si, si, sono qua! (Paolo) io non lo sapevo! (Piccolo Giovanni) il Padre conosce i cuori di ognuno e al Banchetto invita tutti! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ora donatemi nell'amore, nella pace e nella quiete; ed Io chiedo al Padre: Padre mio, Io busso alla porta del tuo Cuore: ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) Eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera:  sia benedetto il tuo Nome ora e sempre, Padre!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori e ai figli che si sono uniti a questa santa preghiera, ai figli che mi avete portato nei vostri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore!(*) Vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, lo voglio!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi sollevare la Croce? (Telesfore) sì, Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) è leggera la Croce? (Telesfore) è leggera se si solleva con amore! (Piccolo Giovanni) e si porta.. (Telesfore) ..“e si porta!.. (Piccolo Giovanni) ..con amore! Cosa c'è ancora nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) alcune volte mi.. mi sento di non fare abbastanza! (Piccolo Giovanni) servi inutili.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi alla Croce! Potete con una moneta pagare l'Amore che il Padre lascia scendere su di voi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) Dio guarda il cuore.. (Paolo) ..le monete sono degli uomini.. (Piccolo Giovanni) ..e chiede solo di essere amato e di essere chiamato Papà! Lui allarga le braccia per accogliere l'umanità e ognuno di voi, voi allargate le braccia per accogliere i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Figliuoli del mio Cuore, amate sempre e perdonate; non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, e quando uscite fuori non abortite il Gesù che vive nei vostri cuori, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, ma fate festa perché Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla e la sua voce è voce di giubilo. Gridate al mondo intero la Verità del santo Vangelo, figli!(*) Nell'unica Verità, nell'unico Amore, Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio e portatela ai vostri figli, ai vostri fratelli e al mondo intero! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli nel Solco dell'Amore di Dio, e gioisci ancora una volta, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Amate, amate, amate, perdonate e usate carità verso tutti portando al primo posto, dinanzi all'altare, i vostri nemici! Figli del mio Cuore, bussate sempre alla porta del Cuore del Padre, chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso! Figliuoli del mio Cuore, Dio è Bambino e vuole essere cullato: volete cullare Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete cantare ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria!(*) Il mio Cuore è gioioso perché voi siete il mio popolo, la mia famiglia, ma gronda Sangue nel vedere i flagelli che scendono ancora! Vi invito a pregare, figli, unite la Catena santa(*), e nell'unire la Catena di Dio, raccogliete le pecorelle: Io le sto portando al Cuore del Padre, sto andando a visitare i vostri cari, i vostri ammalati, portando l'amore, la pace e la quiete; voi donate il profumo dei vostri frutti al Padre innalzando i vostri cuori con la preghiera che il Padre ci ha insegnato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  ”non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)“> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre ”non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!“. Figli, siate coscienti che Dio è vivo.. (Paolo e qualche altro) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ed è in mezzo voi.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..figli del mio Cuore! E nell'essere coscienti donatelo all'umanità!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Andate in pace portando la mia Pace nel mondo intero! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, perché la misura di Dio è una sola, figliuoli del mio Cuore!

 

 

        4. Giov 19/02/2004, ore 21.07, camera da letto di Giulia

Oggi Giulia è al letto con la febbre. L'apparizione è avvenuta, come in altre occasioni, nella sua camera da letto. Prima dell'apparizione, Paolo ha letto ai fedeli la lettera pervenuta alla Stanza qualche giorno fa da parte del sacerdote don Vincenzo, che ha partecipato alla cena del giovedì 5 febbraio 2004 (cfr. messaggio pubblicato in questo giornalino) della quale si pubblica solo la parte autorizzata dall'autore:

 

Carissima Giulia,

quando ho letto, grazie ad Internet, tutto quello che era successo la notte di giovedì 5 febbraio 2004, mi sembrava di sognare.

Già l'essere venuto a conoscenza di un tale evento che da 19 anni vivi tu, in mezzo a Dolori, critiche e incomprensioni di ogni genere (ma che sono anche i requisiti veri su cui crescono le grazie di Dio) mi aveva riempito di tanta gioia, perché anche con la sola lettura dei messaggi, di quantità e di qualità "non umani", si capisce facilmente che è Gesù a parlare col suo Vangelo e a guarire con la sua Croce Gloriosa.

Ma quando poi la bontà di Dio mi aveva, anche fisicamente, portato giù da te, pensavo di aver raggiunto veramente il massimo.

Mai avrei immaginato che il Signore, attraverso Giovanni di oggi, si degnasse addirittura di spalmare sulle mie ferite, come balsamo miracoloso, le sue dolci e benedette Parole.

Grazie Giulia, Strumento benedetto per Dio e per noi. Grazie, perché continui a portare la Croce che si fa sempre più pesante e tutto questo lo fai per noi e sempre col sorriso sulla bocca!

Grazie anche a tuo marito, umile e buono come San Giuseppe. Grazie a Paolo, ..... e a tutta la tua "squadra" che Gesù come un allenatore sapiente, il più sapiente, sta preparando accuratamente per le grandi partite che verranno.

Grazie, grazie, per sempre grazie! Già facevo parte del vostro gruppo spiritualmente perché con la lettura dei meravigliosi messaggi, era come se fossi già entrato nella vostra famiglia, ma adesso, dopo quella "mossa" pubblica che Dio ha operato la notte di giovedì 5 febbraio, mi sento ancora di più "carne della vostra carne", mi sento ancora di più con voi "Corpo di Gesù" e frutto benedetto di quei santi Dolori del Parto vivo della Croce che passano attraverso di te Giulia cara, Cocciuta perché forte e forte perché Cocciuta, e grazie a te vanno a raggiungere i cuori ancora lontani, duri, tiepidi e spenti come il mio cuore.

Sì, è vero, la Pasqua 2004 si avvicina con tutti i tesori di grazia che Dio riverserà sulla terra e soprattutto con la sua presenza in mezzo a noi, vincitrice di ogni peccato e di ogni morte, ma l'umanità invece di prepararsi alla Quaresima per convertirsi, si sta preparando al carnevale per distrarsi, allontanandosi ancora una volta dall'amore di Dio e dalla sua salvezza.

Ma nulla è impossibile al Signore e fiduciosi sempre più nella sua misericordia che non ha limiti, come servi inutili sotto la Croce, offriamo ogni giorno e ogni ora a Gesù il nostro "eccomi", chiedendo a Maria di non farci mai "abortire" e chiederle anche la forza di rimanere afferrati alla sua mano materna, per procedere sempre sul Solco santo della volontà di Dio.

don Vincenzo

Ecco i messaggi:

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta il Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, in questo tempo, per i Grandi della Casa del Padre. Consola il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera. Figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito a preparare i vostri cuori nel tempo dei Dolori di Gesù, nel tempo che si avvicina dinanzi a voi. Non disperdetevi nei rumori del mondo, non trafiggete ancora il Cuore di mia Madre ma preparatevi alla festa che purifica le vostre anime, preparatevi al cammino della penitenza, al cammino dell'amore, preparatevi a salire il monte con me. Figliuoli del mio Cuore, vedete, l'umanità getta via i fiori della Croce per raccogliere i fiori neri del nemico. Figli miei, fate accendere della luce del Padre i fiori dell'amore, i frutti vivi e veri della Croce: quell'unico Albero che vi dona la vita eterna; e voi che siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, in questo tempo abbracciate la Croce, e col vostro amore, col vostro sì pieno, allontanate il nemico: combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora, figlia mia, unire le tue mani alle mie mani? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare i Chiodi vivi? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) vieni, anima mia! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) non temere, figlia, il Sangue non cade per terra! (Giulia) Gesù, donami il tuo respiro!(*) (Gesù) ecco, figlia, ti dono il mio respiro e metto nelle tue mani la mia Croce(*) che è il Parto vivo!(*) (Giulia) Gesù, ma il tuo abito è bagnato di Sangue: perché, Gesù? sono stata io a bagnarlo? (Gesù) Cocciuta del mio Cuore, vedi, non sei tu, figlia, guarda l'umanità cosa sta preparando!(*) guarda l'umanità che offende, calpesta il Cuore di mia Madre! (Giulia) ah, Gesù! Gesù, cosa posso fare? (Gesù) unisci ancora le tue mani alle mie: abbraccia i santi Chiodi per i figli della perdizione, figlia mia! (Giulia) eccomi, Gesù! <2º grido>(*) (Gesù) è amaro questo Calice, ma bevilo, figlia, per i tuoi figli, per i Figli Ministri e per l'umanità intera! Ora sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, perché hai tolto i sandali, Gesù? (Gesù) per metterli ai tuoi piedi, figlia mia! (Giulia) sono grandi per me, Gesù! (Gesù) d'ora in poi camminerai con i miei sandali! (Giulia) e come faccio a mettere del.. mio? (Gesù) come indossi l'abito di Maria! (Giulia) Gesù, ma gli altri li vedranno? (Gesù) quando il tempo si compirà vedranno l'abito e anche i miei sandali; ma vedi, non si bucano anche se passa il Chiodo! (Giulia) Gesù, non sono degna, li sporco! (Gesù) Cocciuta Divina del mio Cuore, il Parto vivo che passa attraverso di te non può sporcare, ma lavare l'umanità malata; vuoi accogliere ancora, questo? (Giulia) come misera peccatrice: eccomi, Gesù! (Gesù) gioisci, figlia mia, gioisci nel dolore del Parto vivo della mia Croce! Gioisci e fai gioire i tuoi figli e l'umanità intera, perché attraverso i Dolori si arriva al Cuore del Padre, e tu stai portando l'umanità e i tuoi figli nel Solco stretto. Non fermarti, figlia mia, e prega sempre per tutti i miei Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco. Ed Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, figlioli, e vivere il Vangelo in questo tempo è amare il Padre e abbracciare la famiglia di Dio. Figli miei, non lasciatemi solo, non disperdetevi dietro le cose del mondo, ma rimanete saldi all'unica Verità, rimanete saldi tenendo stretta la Croce e tenendo alto il santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore. Vi invito in questo tempo, figli miei, a stare attenti al nemico; allargate le braccia e combattetelo con l'amore, ma sia pieno il vostro amore; figli, non dategli spazio, amate nella misura della Croce così come Io l'ho abbracciata per voi e sono pronto ad abbracciarla ancora! Figli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore vivo della mia Croce, eccomi, Io sono in mezzo a voi vivo e reale, e il dono che Io porto alle mie Spose è la sofferenza: imparate ad accoglierla, imparate a vivere nell'amore della Croce e a portarla sulle vostre spalle camminando sempre nel Solco dritto del mio Amore, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, a causa del mio Nome dovrai soffrire ancora; figlia mia, sarai perseguitata ma il Padre ti ama e come premio ti offre la Croce e i Dolori vivi del Parto che stai offrendo all'umanità intera, ma l'umanità sorda e cieca non vuole accoglierli e il Padre si poggia sempre di più su di te, figlia mia, in questo tempo, per farti gridare i suoi Dolori: donali al mondo, vai avanti e non fermarti! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia mia, il nemico vuol far suo il Progetto dell'Amore: prega come tu sai fare, prega nel silenzio e nell'unico abbraccio del Parto! (Giulia) eccomi, Gesù, non mi rimane più nulla: prendi tutto quello che voi perché sono tutta tua, Gesù! (Gesù) ecco il fiore che è nato nel giardino di Dio!(*) (Giulia) grazie, Gesù!(*) (Gesù) gioisci, anima mia, e ora guarda ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) solo una parte, ma non toccare!(*) (Giulia) Gesù, vedo un flagello che scende sull'umanità!(*) Gesù, vedo del Sangue che copre tutte le chiese: non rimane anima viva! Ma vedo una porta bianca che non si sporca di Sangue, e da quella porta bianca esce l'Uomo vestito di bianco tenendo in mano la Croce, e dai segni dei Chiodi scorre latte e miele, e l'Uomo vestito di bianco è un Bimbo! (Gesù) ora fermati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..ora, ciò che vedi tienilo nel tuo Cuore!(*) ecco, figlia, invita ancora l'umanità e i tuoi figli a preparare i propri cuori per la Pasqua che viene: siate vigilanti, tenete sempre le lucerne accese perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma Io verrò come ho promesso: aspettatemi, figli miei! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre vivo nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Pace e nella Quiete dell'unica Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi, figliuoli del mio Cuore, Pargoli, popolo mio! Sono qui a gioire nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, sono venuto a portare la luce del santo Vangelo, quella luce che illumina l'umanità intera. E come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre a non farla spegnere, vi invito sempre a stare attenti al nemico; e in questi giorni, figli, accendetela ancora di più per i figli e i fratelli della perdizione, i figli che hanno gettato il Cuore del Padre per abbracciare il cuore del mondo! State attenti al nemico! Io sono in mezzo a voi per volere del Padre e vengo a portarvi l'Amore di Dio, vengo a portare la Parola, il Pane vivo: non gettate il Pane di Dio in questo tempo, figliuoli del mio Cuore, ma con amore vi chiedo ancora una volta: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <giov. della  6° sett. T.O./C Mc. 8,27-33> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) è pieno nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, il tuo cuore è sbocciato in questo giorno! (Paolo) eh, questo lo sai tu! (Piccolo Giovanni) e sono nati tanti fiorellini! Ma dimmi, hai vissuto il Vangelo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto? (Paolo) il Vangelo di oggi mi ha fatto capire ancora di più.. <5 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) ..la tosse della Cocciuta? (Paolo) anche! (Piccolo Giovanni)anche”! Cosa ti ha fatto capire? (Paolo) che noi dobbiamo accogliere senza nessuna riserva e senza ragionare con la nostra mente tutto ciò che esce dalla bocca di Dio! (Piccolo Giovanni) Amen! (Paolo) a Pietro non sembrava giusto quello che Gesù ha anticipato sulla sua crocifissione, la sua morte, la sua resurrezione! (Piccolo Giovanni) come non sembra giusto ciò che porta sulle spalle la Cocciuta per ognuno di voi! E nei vostri cuori, o anche apertamente, vi ribellate! Lei non usa solo “allontanati da me perché non ragioni come Dio ma come gli uomini”, usa ancora di più(*).. (Paolo) eh, si, è molto importante questo! Io vorrei che tutti lo capissimo.. (Piccolo Giovanni) ..“Io vorrei”.. (Paolo) ..in profondità! “Io vorrei” non lo dovrai usare, però.. (Piccolo Giovanni)Padre, ascolta la mia piccola preghiera”: è questo che devi usare! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non è un rimprovero! (Paolo) si, si ho capito! (Piccolo Giovanni) ma avete perso la voce in questo giorno? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) e ditemi qualcosa! Io sto bene qui.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..sul letto dei Dolori (Paolo) ..è la Cocciuta.. è la Cocciuta che non sta bene! (Piccolo Giovanni) nella sofferenza si gioisce! (Paolo) eh, si vede, si! (Piccolo Giovanni) e si cresce; e così ognuno di voi deve crescere nella sofferenza per arrivare a gioire nel Cuore del Padre! (Paolo) dobbiamo.. <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) ..ed Io vi lascio gioire con l'Alito dello Spirito Santo! (Paolo) dobbiamo imparare tutti dalla Cocciuta! (Piccolo Giovanni) Cocciuta come è prima o poi ve lo metterà in testa! <si ride un po'>(*) è Cocciuta perché ama e vi insegna ad amare il Padre! (Paolo) hai visto la lettera di don Vincenzo? (Piccolo Giovanni) quel caro figlio! È tenero.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma pregate per lui e tenetelo stretto ai vostri cuori, e pregate anche per il Giglio scoprendo ancora i suoi petali uno ad uno! Ve lo chiedo in questo tempo, figli miei! Vedete come sono belli i Dolori del Parto? fanno gioire e portano al Cuore di Dio! Cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) sto passando dei momenti difficili, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è la Croce! (Paolo) ecco, questo volevo sentire! (Piccolo Giovanni) quando vi dico che mi poggio ancora di più, sapete rispondermi si! (Paolo) sì, sì, ed io ti confermo il sì, volevo solo sentirti dire questo! (Piccolo Giovanni) .... la Croce: in questo tempo Io ho bisogno di ognuno di voi, e quando sentite il peso gioite perché sono Io a farvi lavorare per i figli che cadono a terra: volete alzarli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e gioite, figli miei: quando il peso sulle vostre spalle diventa più grande, in quell'attimo un figlio è nato in Cielo, e nei vostri cuori la gioia è grande a sentire questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e andate avanti e non fermatevi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Nella sofferenza la Cocciuta gioisce perché sa che non un solo figlio è nato in Cielo ma un esercito, nell'abbracciare i suoi dolori! E Dio vi benedice per tutto quello che offrite: il peso è grande ma il Padre non vi lascia cadere per terra, vi tiene in braccio! <3 colpi di tosse con un'alitazione> arriva anche.. (Paolo) ..di sopra?.. (Piccolo Giovanni) ..a tutti i figli il mio Alito.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..e al mondo intero, perché non faccio alcuna distinzione! Ma dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) sono rimasto molto contento del.. del contenuto di quella lettera, Giovanni! (Piccolo Giovanni) anch'Io! Avere la forza.. (Paolo) ..di dire la verità?.. (Piccolo Giovanni) ..di dire “Amen”.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..Amen, Amen, Amen”: i quattro “Amen” che Io ripetevo sempre “non sapete il significato: è importante, è grande”, la verità, e non avere paura degli uomini ma presentarsi dinanzi a Dio come fanciulli e dire ciò che è nel cuore!(*) chiaro? (Paolo) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa farai quando incontrerai quel figlio? (Paolo) non so se riuscirò ad esternare quello che ho dentro! (Piccolo Giovanni) Io dico di sì! (Paolo) e allora vuol dire che lo esternerò! (Piccolo Giovanni) è bello ma vi invito sempre ad essere vigilanti, a stare attenti al nemico in questo tempo che Gesù si prepara ad abbracciare il legno per l'umanità intera! Vi invito a combattere il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici. Ma vi chiedo di svegliare Telesfore perché gli sto cantando la ninna nanna! <si ride un po', 3 colpi di tosse con un'alitazione> vuoi dirmi qualche altra cosa? (Paolo) ti voglio bene, Giovanni! (Piccolo Giovanni) anch'Io, Figli miei, Discepoli del mio Cuore, Colonne vive e Suorine ardenti dell'Amore del Padre! .............. <3 colpi di tosse con un'alitazione> ..............col Soffio! ..............per l'umanità intera! .............. ..“le mie vie non sono le vostre vie, i miei pensieri non sono i vostri pensieri” .............. ..è nelle sue mani.. ..tutto .............. “perché il Padre non fa quello che Io gli chiedo?”. Eh, a te mi stò rivolgendo! (Lucia) ho capito! (Piccolo Giovanni) eh.. “perché don Mario non bussa al Cuore..(Lucia) ..del Padre.. (Piccolo Giovanni) ..“del Padre?(Lucia) è vero, questo l'ho detto oggi! (Piccolo Giovanni) Io sono all'ubbidienza.. (Lucia) ..lo so.. (Piccolo Giovanni) ..del Padre, e la sofferenza è ciò che vi porta a Dio e fa crescere Dio!(*) volete crescere Dio.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..nel suo Amore? Volete crescere Dio.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..nel suo Amore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vi chiedo solo di aprire i vostri cuori e di aspettare. Dio verrà e voi crescerete Dio, “quando” lo sa solo il Padre, non dobbiamo mettere nelle mani del nemico il Progetto dell'Amore, solo Dio conosce l'ora e il giorno, aspetta il vostro sì col cuore aperto! Figli e Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, voi vedete una piccola creatura, debole, fragile, ma poggiata sulla Roccia di Dio che sa rispondere solo si: “eccomi, Padre, sia fatta la tua non la mia volontà” anche se viene a gridare, ma nel suo gridare al primo posto “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà”! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> Ti devo chiamare Telesfore o Giuseppe, come il caro confratello?(*) <si riferisce alla lettera inviata da don Vincenzo> hai perso la lingua? (Telesfore) eh, non ti so rispondere! (Piccolo Giovanni) Telesfore, Telesfore! Ricordi cosa ti ha detto la Cocciuta?: Giuseppe ha cresciuto Gesù, Telesfore crescerà Dio! (Telesfore) e non è la stessa cosa? (Piccolo Giovanni) Io ti sto chiedendo se lo ricordi, non l'hai fatta tu la domanda, l'ho fatta Io a te! Lo ricordi? (Telesfore) si, questo lo ricordo! (Piccolo Giovanni) ma nel mistero Io alzo le mani perché sono all'ubbidienza del Padre, e come Sacerdozio vivo ed eterno cammino sempre nel Solco e portando ognuno di voi, tenendo sempre alto il santo Vangelo! <2 colpi di tosse con un'alitazione> ma com'è il tuo cuore? (Telesfore) il mio cuore.. non so, non lo so descrivere né se è triste né se è gioioso perché non lo capisco nemmeno io! (Piccolo Giovanni) ma lo senti, batte? il Bimbo batte? (Telesfore) eh, il Bimbo batte! (Piccolo Giovanni) e se il Bimbo batte com'è? triste? (Telesfore) arde! (Piccolo Giovanni)arde”, ed è gioioso? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e dimmi ancora: ascolto! (Telesfore) quando questa sera la Cocciuta ha letto il Vangelo.. (Piccolo Giovanni) ..perché, sa anche leggere? (Telesfore) ma io, veramente, non riuscivo a distinguere se eri tu che leggevi o era la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) voi cosa dite? (Paolo) io dico che la Cocciuta non dice proprio niente!(*) ..ma proprio niente! ..e non esiste proprio.. (Piccolo Giovanni) ..e chi parla? (Paolo) non parla proprio la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) chi parla? (Paolo) eh, chi parla è qualcun altro! (Piccolo Giovanni) ma ditemi un po': ha letto bene? (Paolo) lei non ha letto niente! (Piccolo Giovanni) e chi ha letto? (Paolo) eh, ha letto l'Autore! (Piccolo Giovanni) e chi è? (Paolo) l'Autore è uno solo! (Piccolo Giovanni) voglio sentirlo! (Paolo) Dio! (Piccolo Giovanni) Amen! <4 colpi di tosse con un'alitazione> e siete coscienti che Dio è vivo ed è in mezzo voi.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e parla? (Tutti) sì! (Paolo) lo stiamo vedendo che parla! (Piccolo Giovanni) e siete coscienti che il Parto è vivo ed è in mezzo voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cresce sempre di più nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e in questo tempo Dio vi ha donato un'altra goccia, un altro fiore nato nel Paradiso! Perché mi guardi così, Paolo? (Paolo) eh, secondo te chi devo guardare se non guardo te? (Piccolo Giovanni) lo so, ma perché mi guardi così? (Paolo) perché sono felice di guardare Dio! (Piccolo Giovanni) e quanti figli in questi giorni guardano Dio? (Paolo) penso non molti! (Piccolo Giovanni) pregate e consolate Maria in questo tempo, figliuoli del mio Cuore, ma col cuore gioioso di avere un Papà che lascia scendere la rugiada sul suo popolo scelto uno ad uno, e il suo popolo siete voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Chiaro? (Paolo ......) sì! (Piccolo Giovanni) Telesfore, cosa mi dici ancora? (Telesfore) io, quando questa sera ho sentito il Vangelo, mi sono ricordato di una parte del messaggio ricevuto alla prima cena nella tua capanna, e che poi si è ripetuto alla prima cena nella casa di Paolo! (Piccolo Giovanni) e cosa diceva? (Telesfore) era riservato, quindi(*).. (Piccolo Giovanni) è riservato!(*) I misteri non si svelano!(*) È stato consegnato nei vostri cuori: state attenti al nemico, chiaro?(*) devo fermarti sennò parli! (Telesfore) no, non parlo più! (Piccolo Giovanni) Amen! Cosa vuoi dirmi ancora? ..devi ricordare che il nemico è dietro l'angolo è vuol far suo il Progetto dell'Amore, chiaro? (Telesfore) si!(*) (Piccolo Giovanni) non ti sto rimproverando, è la gioia della Parola di Dio che ha aperto la porticina del segreto! Ora cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) come ti trovi nel letto dove hai sostato nella tua terza caduta? (Piccolo Giovanni) vivo e gioioso perché ci sto sempre: neanche te ne accorgi? Non solo adesso Io sono qui: ci sono sempre, abito nel Cuore della Cocciuta, l'hai dimenticato?(*) (Telesfore) posso chiedere una cosa? (Piccolo Giovanni) si! (Telesfore) ma nel Cuore della Cocciuta ci sei sempre stato? anche prima di conoscerla? (Piccolo Giovanni) lo Strumento è stato scelto da sempre e Dio abita nei cuori di tutti! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) eh, che sto pensando? (Piccolo Giovanni) è un gocciolone! (Paolo) eh! Sto pensando che tante volte noi ci arrovelliamo a pensare quello che dobbiamo fare, a pensare se abbiamo sbagliato in passato, di non ripetere più gli errori in futuro, senza sapere che noi né sbagliamo, né facciamo cose giuste, né facciamo cose sbagliate.. (Piccolo Giovanni) ..perché è Dio.. (Paolo) ..perché è Dio che decide quello che noi dobbiamo fare! (Piccolo Giovanni) anche un piccolo respiro: non si muove una foglia se non è Dio a farla muovere! (Paolo) basta aprire il cuore e mettersi nelle sue mani e fa tutto Lui! (Piccolo Giovanni) eccomi”: Dio aspetta solo “eccomi”! (Paolo) sì!(*) (Piccolo Giovanni) il Padre ha mandato lo Strumento da sempre, e tu l'hai accolto? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e vuoi ancora crescere Dio? (Telesfore) sì, lo voglio! (Piccolo Giovanni) Amen! Ma dimmi un po', perché ti sei avvicinato? (Telesfore) mi sono avvicinato perché a volte dico tra me “vorrei tanto conoscere questo mistero, Padre<si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ci prova <si ride un po'> e lo fa con una tale semplicità.. (Paolo) ..dice “vediamo se gli scappa qualcosa”, pensa! (Piccolo Giovanni) eh, quale mistero vuoi conoscere? (Telesfore)crescere Dio!(Piccolo Giovanni) e tu vuoi crescere Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e il mistero è questo: il sì! Ma non provarci!(*) (Paolo) crescere Dio è fare la sua volontà! (Piccolo Giovanni) anche, ma non provarci anche tu! <si ride un po'> dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) stavo pensando a ciò che Paolo ha detto poc'anzi, che qualsiasi cosa che noi facciamo è sempre Dio a volerla! Noi, a volte, facciamo.. siamo.. facilmente a giudicare quando una persona fa.. (Piccolo Giovanni) ..state attenti al giudizio: solo Dio può giudicare! (Telesfore)perché questo ha fatto così”, “perché non doveva fare in questo modo”, quindi non bisogna essere.. perché.. (Piccolo Giovanni) ..amare.. (Telesfore) ..amare sempre.. (Piccolo Giovanni) ..come una barca che va a gonfie vele: è così che dovete amare! La barca che si lascia trasportare dal vento di Dio(*), e voi siete le barche che Dio fa camminare con l'Alito dello Spirito Santo! E un'altra goccia è scesa in mezzo a voi: è chiaro? ..............cosa stai progettando, Paolo,.. (Paolo) ..no, volevo chiederti.. (Piccolo Giovanni) ..sulla barca? (Paolo) volevo chiederti perché i nostri comportamenti esteriori sovente sono diversi da quello che c'è nel cuore? (Piccolo Giovanni) perché il cuore è stretto della Croce! Dio non guarda l'esteriore, Dio rapisce solo il cuore e voi vivete nel mondo: il mondo vi porta a far ciò che vedete con gli occhi ma non col cuore. È chiara la risposta? (Paolo) cioè, noi.. (Piccolo Giovanni) ..abitate nel mondo.. (Paolo) ..e quindi.. (Piccolo Giovanni) ..ma non siete.. (Paolo) ..non siamo del mondo.. (Piccolo Giovanni) ..del mondo! (Paolo) quindi, col cuore siamo.. (Piccolo Giovanni e Paolo, insieme) ..nel Cuore di Dio! (Paolo) e con le azioni esteriori.. (Piccolo Giovanni) ..del mondo(*).. stai pensando alle tue gridate? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) le hai fatte col cuore? (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) neanche con la bocca perché il tuo cuore è di Dio! ..e non bagnare i tuoi occhi di lacrime, ma dona il tuo amore come lo fai attimo per attimo! Figlio, ti porto sempre nelle braccia e non ti faccio mai cadere per terra, senza fare alcuna distinzione perché siete tutti figli e Dio può portare nelle sue braccia l'umanità intera e ognuno di voi perché il suo Amore non ha limiti! .............. ..il Solco: guardate il Solco, camminate nel Solco e portate i vostri fratelli nel Solco! ..............Hai sonno, Paolo? (Paolo) no, no, non ho sonno, stavo.. (Piccolo Giovanni) ..e cosa stavi pensando? (Paolo) stavo pensando in riferimento a quello che ha detto lui, che tante volte, anche nelle cose più banali in cui non so quale sia la cosa giusta da fare, allora io chiamo te e dico “fai tu..(Piccolo Giovanni e Paolo, insieme)..e fai tutto”.. (Piccolo Giovanni) dice la Cocciuta! (Paolo) adesso dico una cosa banale: tante volte, quando mi trovo a un bivio con la macchina e non so la direzione da prendere, allora mi rivolgo a te e dico “senti, io non ci penso proprio, arrivò li, poi prendi tu la macchina e vedi se devo svoltare a destra, devo andare dritto o devo andare a sinistra”, e così sono tranquillo che, arrivato al bivio, la macchina va da sola! (Piccolo Giovanni) è mettersi in pienezza nelle mani di Dio! (Paolo)di Dio”.. e quella è la cosa giusta! (Piccolo Giovanni) c'è qualcuno giusto? (Paolo ...... ) solo Lui! (Piccolo Giovanni) solo Dio! fare la volontà del Padre!(*) Telesfore, cosa c'è ancora nel tuo cuore?(*) (Telesfore) nel mio cuore c'è “i fiori che sono nel giardino”: devo andare a contarli.. (Piccolo Giovanni) ..vuoi.. (Telesfore) ..quanti sono.. (Piccolo Giovanni) ..prenderli? rubarli dal giardino? (Telesfore) no, farli crescere! (Piccolo Giovanni) Amen! Come far crescere Dio! (Paolo)Telesfore che fa crescere i fiori”? (Piccolo Giovanni) il Padre fa crescere i fiori! (Paolo) eh, infatti, perché Telesfore è portato a tagliare tutto! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) da un albero rimane solo un legno! (Paolo) si! Se fosse per lui, taglierebbe tutto qua davanti! (Piccolo Giovanni) se la Cocciuta non si metterebbe a gridare: è vero? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma i fiori che vuole andare a contare lui sono altri! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) caro Telesfore, caro Telesfore(*), rimarrà un fiore nella Casa del Padre perché tu hai detto che vuoi crescere Dio!(*) Amen! (Telesfore) Amen!  (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? ..non palpitare: Padre, sia fatta la tua santa volontà!(*) (Telesfore) ehm.. il sogno di stanotte, o meglio dire, di questa mattina! ..che mi ricordo che.. che c'erano, perlomeno, tre chiocce con dei pulcini, ma c'erano certi pulcini che erano bellissimi: gialli. Io non riesco a capire perché questi pulcini (li)sogno spesso! (Piccolo Giovanni) Dio è la chioccia che raccoglie i pulcini, e “pulcino di Dio” mi chiamava la Piccola Cocciuta! (Telesfore) ah, ti chiamava pulcino di Dio? (Piccolo Giovanni) ed Io gli dicevo “di che colore?(Telesfore) giallo, forse! (Piccolo Giovanni) luce! (Telesfore) eh, si, luce! (Piccolo Giovanni)pulcino di Dio”. A volte gli dicevo “ho freddo” e lei mi rispondeva “hai bisogno della chioccia come il pulcino per essere riscaldato, pulcino di Dio”, e quelle parole scaldavano il mio Cuore! Chiaro? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma ora vi invito a scaldare il Cuore di Maria pregando, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici e prepararvi per il giorno dell'Angelo a farmi compagnia: ci sarete tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io verrò con gli Angeli, i santi, a far festa con ognuno di voi, a portare la rugiada di Dio, ma vi chiedo di pregare, ad essere rocce salde e a fermare i flagelli; col vostro amore potete farlo nel cammino della Pasqua portando i figli e i fratelli nel Solco dell'Amore di Dio! In questo tempo diventate pulcini come la Cocciuta chiamava me pulcino di Dio! E col calore che Maria, come Mamma, lascia scendere, riscaldate i fratelli che non conoscono l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) ora volete preparare i vostri cuori.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per far festa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) al Banchetto dell'amore? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) perché Dio ha sete e fame e vuole mangiare e bere con voi: siete tutti pronti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio perché il Banchetto Nuziale è qui, è in mezzo a voi ed è pronto per tutti voi che siete qui riuniti, per l'umanità intera, per i figli che si sono uniti a questa santa preghiera, e per tutti i figli che avete portato nei vostri cuori! Preparatevi, figliuoli miei!(*) Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ecco lo Sposo che ti offre il suo Cuore, bevi il suo Sangue(*) e donalo all'umanità, figlia del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello e com'è bello il tuo Cuore da donare all'umanità(*), Gesù! (Piccolo Giovanni) vieni Sposa: vieni a gioire sul letto della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù!.............. Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti che Gesù è vivo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e in mezzo a voi? (Paolo, ... Telesfore) sì! ..............Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio.. (Paolo, .... Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dell'Amore di Dio? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donarlo ai vostri fratelli.. (Paolo, .... Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e all'umanità intera? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Gesù è vivo?(*) Gesù è vivo? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è in mezzo a voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e viene ad abitare nei vostri cuori? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio vi ama! (Paolo e Telesfore) sì! ..............(Piccolo Giovanni) e voi amate Dio? (Paolo, .... Telesfore, Lucia) sì! (Piccolo Giovanni) e volete accogliere ancora il peso che poggerà sulle vostre spalle? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti, fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***)  <3º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*) .............. (Paolo) io vedo il Sangue di Dio!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedi? (Telesfore) io vedo un pezzo di Carne!(*) (Piccolo Giovanni) il Sangue di Dio che si dona per amore e diventa Carne(*) per far crescere i figli!(*) Vedi ancora il Sangue di Dio? (Paolo) sì!(*) (Piccolo Giovanni) tu vedi il Sangue di Dio?(*) (Lucia) sì! (Piccolo Giovanni) lo ami? (Lucia) sì! (Piccolo Giovanni) e vuoi vivere nel suo amore? <Lucia fa cenno di sì con la testa> cammina nel Solco, figlia, come stai facendo e come fate voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Cosa vedete? (Paolo) un'orma! (Piccolo Giovanni) quale? ..............(Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) è a caso? (Paolo)è?(Piccolo Giovanni) è a caso? .............. (Paolo ....) no! (Piccolo Giovanni) volete dividerla o volete che rimane intera? (Paolo) se la dividiamo la distribuiamo a tutti, a tutti i fratelli! (Piccolo Giovanni) e se rimane intera? (Paolo) se rimane intera ne gioiscono tutti i fratelli! (Piccolo Giovanni) è la stessa cosa? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) cosa decidete che Io faccia? (Paolo ....) la dividiamo! (Piccolo Giovanni) ed Io dico Amen perché vi è stata donata e non l'avete tenuta per voi ma la donate agli altri!(*) è divisa o unita? .............. (Paolo) tutt'e due le cose! (Piccolo Giovanni) Dio si dona ma rimane sempre unito!(*) cosa vedete? ..............((Paolo) io vedo un Solco!(*) (Telesfore) io vedo una scala! ..............(Piccolo Giovanni) cosa può abbracciare Dio? ..............aspetto! (Paolo) io vedo sempre un Solco, e poi vedo qualcos'altro che non riesco a collegarlo con il Solco, nella mia pochezza! (Piccolo Giovanni) il Solco e le barche: Dio e l'umanità! È chiaro? (.... Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) quale pezzo volete?(*) cosa è rimasto? ..............(Paolo) il Solco!.............. (Piccolo Giovanni) ..che è Dio che abbraccia l'umanità! Ora siete pronti per donarmi ai vostri fratelli? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete preparare la Via Stretta per le Spose..  (Paolo, .... Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e donarmi? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) non ho dimenticato di farvi bere! Sapete a chi consegno il Calice per farvi bere? .............. Fai bere gli Sposi! <Lucia non aveva capito> gli Sposi: devi far bere................ <Lucia, con flebile voce si rivolge a me chiedendomi “così?”> ..............( perché mi guardi?(*) perché mi guardi?(*) perché mi guardi? (Telesfore) perché.. (Paolo) ..è sorpreso per la novità.. (Telesfore) ..è gioioso.. perché sono gioioso! (Piccolo Giovanni) perché un'altra goccia.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è scesa? e ora siete gioiosi da donarmi? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) e da far bere e mangiare la Sposa? (Paolo ....) sì!(*) <Paolo ... si avvicinano a Lucia e le danno il Pane e il Vino prima di salire nella Stanza per la distribuzione ai fedeli> (Piccolo Giovanni) donatemi ai vostri fratelli. Io, nell'amore e nella gioia del Padre, busso ancora al suo Cuore! Donatemi! Padre, Io busso alla Porta del tuo Cuore: ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! Padre, grazie per avere ascoltato ancora una volta la mia preghiera: sia benedetto il tuo Nome, Padre mio, ora e sempre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta. Nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore, voi che siete qui riuniti, i figli che si sono uniti a questa santa preghiera e i figli che mi avete portato nei vostri cuori! Sia piena la vostra gioia perché Dio abita nei cuori di ognuno di voi: Dio Bambino viene a nascere nella culla dei vostri cuori, ma state attenti, non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore; non abortitemi! Figli miei, vivete questo tempo nella Quiete e nella Pace del Padre amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici; figli, combattete il nemico donando i vostri cuori con l'amore che Dio ha lasciato scendere dentro di voi! In questo giorno vi chiedo ancora una volta di pregare per i figli della perdizione, di pregare per tutti i miei Figli Ministri e l'Uomo vestito di bianco; consolate il Cuore del fratello Domenico in questo tempo, e vi chiedo, figliuoli, non fateci usare: combattete con la spada del santo Vangelo camminando sempre nel Solco dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Avete gioito con i vostri fratelli? (Paolo .....) sì! (Piccolo Giovanni) mi avete donato nell'amore? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) abito dentro di voi? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) e il Bimbo batte? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) siate gioiosi.. (Paolo ....) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..figliuoli del mio Cuore! E nella gioia fate vivere i figli drogati, i figli emarginati, i figli carcerati, coloro che non hanno un pezzo di pane, donate il vostro cuore come casa per i poverelli perché Io vi ho donato il mio Cuore per abitare dentro di me! Siete gioiosi? (Paolo .....) sì! (Piccolo Giovanni) e in questa gioia Io vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce! Andate nella Pace di Dio e portatela al mondo intero! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, Dio vi ama e chiede il vostro amore, il vostro sì pieno! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore!(*) Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) sto pensando ai miei comportamenti in riferimento a quelli che sono i tuoi insegnamenti! (Piccolo Giovanni) e cosa esce fuori? (Paolo) esce fuori che anche là dove io penso di sbagliare c'è invece un sottofondo di verità piena che scende dall'Alto! (Piccolo Giovanni) la mano di Dio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) se siete nella rete che Dio ha gettato, vi fa lavorare nella sua vigna! (Paolo) si, e questo mi riempie veramente di tanta gioia! (Piccolo Giovanni) la gioia la dona solo Dio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) la gioia terrena è un soffio di polvere che va via col vento, la gioia di Dio riempie il cuore e arde, e rimane perché è Roccia: non vola via col vento! È chiaro? (Paolo, ..... Telesfore, Lucia) sì! (Piccolo Giovanni) e nella gioia Io sono un Bambino e ho sonno: volete cantarmi ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Sto riposando nei cuori di ognuno di voi: il Dio Bambino che dorme, il Dio Bambino che gli è stata offerta una culla per riposare nella sua famiglia! Mentre l'umanità intera lo getta via, voi l'avete raccolto e cantato la Ninna Nanna per addormentarsi e rimanere nei cuori di ognuno di voi e donarlo al mondo! Grazie, Pargoli miei! Grazie, figli benedetti dal mio Cuore! Dio dona il suo “grazie” al suo popolo chiedendo di unire la Catena santa(*), e di pregare con la preghiera che il Padre ci ha insegnato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”.  (Giulia) In questo tempo, Padre, tieni stretta la nostra mano; facci vivere, facci camminare nel Solco che Maria ha segnato donando il suo sì! Padre, ecco il mio Cuore: io lo dono a te perché voglio vivere, e vivendo nel tuo Amore voglio far crescere i frutti per donarli ai fratelli come tu, in questo giorno, mi hai donato il tuo Sangue e la tua Carne! Gesù, eccomi, come serva inutile voglio vivere perché sono tua figlia e solo tu puoi donarmi il Pane vivo che scende dei Cieli! Eccomi, Gesù, voglio la tua Pasqua! Ecco il mio Cuore: rapiscilo perché io voglio vivere la Pasqua con te, Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) Amen! Amen! Amen, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) grazie, Gesù, grazie! (Piccolo Giovanni) figlia mia, cammina ancora e porta l'umanità nella Quiete del Cuore del Padre! Andate in pace e portate il mio Amore e la mia Pace all'umanità intera; ma ricordate: quando uscite fuori dalla Stanza dell'amore, non abortitemi! Figli miei, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Vi stringo forte al mio Cuore, voi stringete l'umanità intera e nella mia Pace donate la pace al mondo, figliuoli!

 

        5. Ven 20/02/2004, ore 07.30, stanza del venerdì, in crocifissione orale

Con questo venerdì inizia il periodo di intensa sofferenza di Giulia in vista della Pasqua e riceve le prime Stimmate di questo anno: è uscita un'Ostia sul polso destro con la scritta JHS e una Croce sul polso sinistro.

Ecco il messaggio:

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma! (Giulia) se sei tu glorifica Dio! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia mia, vuoi accogliere ciò che Dio ti dona per i Figli Ministri? (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) inizia la tua quaresima, figlia mia, consola Gesù che soffre! Ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

 

 

        6. Mar 24/02/2004, Stanza more solito

Questo pomeriggio alle ore 15,30 circa prima dell'apparizione, Giulia legge il Vangelo di oggi (Mar. della 7° sett. T.O./C Mc. 9,30-37) e subito dopo entra in estasi vigile.

Estasi Vigile nella Stanza (ore 15.32)

(Giulia) penso che Gesù queste cose ce le sta chiedendo ancora: “cosa mormorate?”, “cosa vi chiedete?”, “di che cosa discutete?”. “Io mi metto al primo posto!”, “io faccio sentire la mia voce così Gesù vede che io sono il primo!”(*). Chi vuole essere il primo sia servitore di tutti! Come primizia noi abbiamo solo Dio: il Figlio che ci ha mandato! E il Padre ha scelto i sacerdoti per donarci Gesù, ma con tutto il rispetto, neanche i sacerdoti sono i primi perché la primizia rimane sempre Dio, e senza di Dio noi non siamo niente, dobbiamo diventare piccoli come quei bambini che Gesù ha chiamato! “Chi accoglie uno di questi accoglie me e accoglie il Padre mio che mi ha mandato!”. E a cosa serve far sentire la nostra voce e non fare un unico coro? A cosa serve essere gelosi gli uni degli altri se non formiamo un'unica cosa?: l'Amore di Dio unito tra noi! A cosa serve portare il Crocifisso e il velo se non ci amiamo? A cosa serve portare ancora il Crocifisso e il velo se non si accetta di parlare con la suora: con la consigliera? perché l'ha detto Gesù, non l'ha detto Giulia! Giulia è uno straccio dinanzi alla Croce, ma Gesù si è degnato di guardare questo straccio, ed io mi inchino dinanzi all'Amore di Dio, e se vogliamo trasformare questo straccio in un fiore e portarlo a Gesù, la prima cosa che vede camminare dinanzi a noi è l'ubbidienza, e se non ubbidiamo a ciò che ci viene detto dall'Alto, come gridava don Mario con la destra alzata: “se non trovate il Vangelo in questo Luogo, andate via nelle vostre chiese... Come sacerdote mi ha insegnato questo e mi ha lasciato questo peso sulle spalle da portare e da insegnare a tutti voi! Amiamoci gli uni gli altri, diventiamo bambini come quei bambini che Gesù ha preso e prende ancora nelle sue braccia! Sia lodato Gesù Cristo! (Tutti) oggi è sempre sia lodato!

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 16.13)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia mia, ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre. Consola sempre il Cuore di Gesù come tu sai fare nel silenzio, nell'abbraccio della Croce Divina del mio Figliuolo Gesù, figlia! (Giulia) Mamma! Mammina del mio Cuore! perché piangi in questo giorno, Mamma? (l'Immacolata) vedi, figlia, piango per il flagello che sta scendendo in questo attimo!(*) (Giulia) Mamma, posso fare qualcosa? (l'Immacolata) asciuga le lacrime che sono sul mio viso!(*) (Giulia) Mamma, solo questo posso fare? (l'Immacolata) prega e fai pregare i tuoi figli e l'umanità intera chiedendo al Padre la Pace! (Giulia) Mamma, come misera peccatrice chiedo, da parte dei miei figli e dell'umanità intera, la Pace di Dio che scenda in mezzo a noi. Come peccatrice busso al Cuore di Dio! Mammina del mio Cuore, tu ci conosci perché sei la nostra Mamma: non lasciare le nostre mani ma tienici legati al tuo Cuore e portaci a Gesù perché siamo qui, semi gettati sulla terra aspettando di germogliare e donare a Dio i frutti che ha deciso di raccogliere in ognuno di noi! In questo giorno, ti prego, Mamma, ascolta il mio Cuore: porta nel Cuore del Padre tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, in modo particolare metto nel tuo Cuore, come sempre, i Figli Ministri; getta il tuo Manto materno e dona loro il tuo Cuore, Mamma!(*) (l'Immacolata) figlia, Io rispondo “Amen” al tuo Cuore! Amen, Amen, Amen! Ma vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici! Vi invito a combattere il nemico con l'amore, e vi invito a prendere la Croce in questo tempo e camminare dietro al mio Gesù! Preparatevi per la penitenza, preparate i vostri cuori all'incontro di Gesù vivo che cammina per abbracciare il Legno santo della Croce, il Legno della resurrezione, il Legno della vita eterna, figliuoli del mio Cuore, ma ricordate ancora: la mia Promessa viene da Fatima, si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio. Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli, e vivere il Vangelo è aprire il cuore e dire “Eccomi” nell'amore, nella pace, nella quiete di Dio che è vivo ed è reale in mezzo a voi. Vi invito ancora una volta, figliuoli del mio Cuore, a pregare per l'Uomo vestito di bianco: curvo porta sulle sue spalle la Croce, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi ma pregate, pregate, pregate, pregate con Lui! Figliuoli del mio Cuore, sono Mamma dell'Amore e Mamma dei Dolori, raccolgo i sussurri dei cuori di ognuno di voi e li depongo dinanzi al Trono del Padre. Chiedete nel giusto del Vangelo e in questo giorno vi sarà concesso, figliuoli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, addolorato nel vedere l'umanità che si perde dietro i rumori del nemico. Figliuoli miei, non dategli spazio, ma combattetelo con l'amore essendo figli di Dio, camminando nel Solco che Io vi ho segnato, e il mio Solco è fatto di spine, quelle spine che hanno coronato il capo del mio Figliuolo Gesù. Vi invito ancora, figli miei, a non gettare la santa sofferenza ma a stringerla forte ai vostri cuori, perché solo abbracciando la sofferenza si arriva a gioire nel Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Invito ancora una volta te, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, a portare sulle tue spalle l'umanità intera e i tuoi figli, ma stai attenta: in questo tempo, figlia mia, sarai perseguitata a causa del Nome del mio e del tuo Gesù, ma non temere niente e nessuno. Vai avanti, tieni nel tuo Cuore i messaggi segreti che ti sono stati consegnati: il nemico vorrebbe far suo il progetto dell'Amore di Dio: nella sofferenza sii ancora forte! Figlia, guarda il tuo Fiore!(*) (Giulia) Mamma, bacialo per me!(*) (l'Immacolata) ecco, figlia mia, ecco gli Angeli che fanno da Corona ad ognuno di voi e Pietro li tiene per mano!(*) cantano le Lodi dell'amore, e così anche voi come vi invito, cantate le Lodi dell'Amore al Padre! Figlia, ti chiedo ancora di abbracciare i Dolori che il Padre vuole poggiare su di te: vuoi ancora raccoglierli? (Giulia) sì, Mamma, eccomi! (l'Immacolata) Dio ti ama come ama ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, Dio ama l'umanità intera perché è Padre e lascia scendere il suo Amore Misericordioso su di ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e sull'umanità intera! (Giulia) Mamma, Mammina, posso chiederti una cosa nel Cuore? (l'Immacolata) sì, figlia!(**) (Giulia) grazie, Mamma! (l'Immacolata) figliuoli del mio Cuore, vi chiedo di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo voi! Io sono la Mamma del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e vi invito a camminare nel Solco del santo Vangelo. Come Umile Ancella Io vengo in ubbidienza a Dio Padre a portare la Parola viva, ad invitarvi a convertire i vostri cuori! In questo tempo, figli del mio Cuore, vi invito a pregare: pregate, pregate, pregate affinché il Sole di Fatima abbracci l'umanità intera! Figliuoli del mio Cuore, ora vi chiedo con amore materno: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella Luce e nella Gioia del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo voi a portare l'unica Parola, a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre, figli, a tenerlo alto e a viverlo, tenerlo alto e non calpestarlo sotto i piedi, tenerlo alto e farlo crescere nei cuori di ognuno di voi! E ricordo bene l'amore e la gioia del confratello Domenico: ardere nella Parola viva di Gesù, ardere nel camminare a testa alta nel parlare di quel Gesù che ci ha tanto amato e tanto ci ama da donarci il suo Sangue, da donarci la sua Carne. E in questo giorno di festa in Cielo, dove gli Angeli cantano le Lodi dell'amore, Domenico lascia scendere le sue lacrime sull'umanità; Domenico piange nel vedere i figli perdersi; e il laccio che Lui aveva legato a quella Croce: spezzato! È triste anche il mio Cuore in questo giorno, ma non per voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Piango per il mio popolo, piango per l'umanità intera! Come Sacerdozio vivo ed eterno per volere di Dio, esorto i cuori di ognuno di voi ad accogliere l'invito della penitenza, l'invito dell'amore, come gridava Domenico “amatevi, figli miei, popolo mio, amatevi”, e non guardate le cose del mondo, non legatevi dalle cose del mondo, ma sia il vostro laccio legato al Cuore della Croce, quella Croce che teneva stretta tra le sue mani, quella Croce che mi ha consegnato, e come umile servo ho accolto nel mio Cuore, ho portato lungo le vie a benedire, a far scendere l'Amore del Padre! Figliuoli, preparate i vostri cuori, preparateli per Gesù!(*) Ricordatevi che siete solo un soffio di polvere sulla terra, ma state attenti: come soffio di polvere vivete solo per Dio non per le cose del mondo!(*) Dio vi ama e vi invita a combattere il nemico alzando la spada del santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore. E come Sacerdozio vivo ed eterno, vi chiedo in questo giorno: avete vissuto il santo Vangelo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Per volere del Padre gioisco ancora in mezzo voi, e per amore dello Strumento parlo perché Dio la lascia ancora! (Paolo) anche noi siamo gioiosi, Giovanni! Quando si viene in questo Luogo non si può che essere gioiosi perché ci si rende conto sempre di più che è l'unico Luogo dove si riesce a trovare la serenità interiore e ad entrare in sintonia con Dio! (Piccolo Giovanni) Dio parla in questo Luogo, Dio parla nel mondo intero, è umanità che è sorda ed è cieca!  (Paolo) Dio ci ha lasciato la sua Parola (Piccolo Giovanni) ma non da calpestare sotto i piedi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma da tenerla aperta come Dio tiene aperto il suo Cuore! (Paolo) è alla portata di tutti: tutti possono aprire quel libro e leggere l'unica Verità! (Piccolo Giovanni) e camminare nel Solco profondo che è Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi, cosa è rimasto nel tuo cuore in questo giorno? (Paolo) io, Giovanni, sono emozionato! (Piccolo Giovanni) perché sei emozionato? (Paolo) perché.. (Piccolo Giovanni) ..perché c'è il mio confratello? <oggi è venuto all’apparizione anche don Vincenzo con due suoi amici> (Paolo) ehm.. (Piccolo Giovanni) ..tenero come è stato la prima volta che ha lasciato crescere nei cuori di ognuno di voi i fiori di Dio? (Paolo) si, è molto dolce; e poi quello che mi ha colpito favorevolmente è il suo coraggio nel voler vedere..  (Piccolo Giovanni) ..la spada.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..si tiene alta: il Vangelo si tiene alto! Vero, caro confratello? (Don Vincenzo) ti chiedo perdono ancora, ti chiedo scusa e ti chiedo aiuto! Voglio proprio.. (Piccolo Giovanni) ..mi sono poggiato sulle tue spalle e l'aiuto è sceso dal Cuore del Padre! (Don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) perché c'è sempre stato nel tuo cuore.. (Don Vincenzo) ..ma non do gloria a Dio, non lo so amare, non lo so servire e non so amare il prossimo! Ma questa sera, proprio, chiedo a te un aiuto speciale perché questa quaresima sia la prima: vera, e che domani sia veramente il giorno più bello della mia vita! (Piccolo Giovanni) e quante altre ne hai offerte al Cuore di Dio di belle! (Don Vincenzo) non sono degno di stare qui! (Piccolo Giovanni) come sei semplice nel parlare! Un po' mi somigli perché anch'Io dicevo “non so fare nulla”! (Don Vincenzo) nulla so fare, purtroppo! Vorrei invece amare Dio.. amarlo proprio per dargli gloria, perché è così poco amato questo Bene! (Piccolo Giovanni) adesso chiamo la mia Marì! Vieni, Marì!(*) guarda il mio confratello e vedi nei suoi occhi gli occhi del figlio e fratello Domenico? la sua dolcezza? il suo non temere di inginocchiarsi? Vedi il Sacerdozio di Dio che non teme l'uomo ma teme Dio! Cosa sente nel tuo cuore di dire a lui che è li inginocchio, tu che mi conoscevi? (Marì) gli vorrei ripetere, se le ricordo bene, le parole scritte nel(*).. nel tuo diario! Posso? <Marì si emoziona> (Piccolo Giovanni) si, che puoi! (Marì)O Maria, donami quello che vuoi..(Piccolo Giovanni)..prenditi..(Marì)..prenditi..(Piccolo Giovanni)..quello..(Marì)..quello che vuoi;”  (Piccolo Giovanni e Marì, insieme)chiedimi quello che vuoi e perdonami se è poco”! (Piccolo Giovanni) sai, è la preghiera che la Cocciuta fa tutte le mattine dopo aver baciato sulla mia terza caduta! (Marì) ogni tanto la faccio pure io questa preghiera! (Piccolo Giovanni) non dimentica di farla: ogni mattina, per l'umanità intera e per il suo Cuore! (Marì) e poi io gli volevo dire questo: don Mario aveva fondato la sua vita su(*)..  su Maria: solo Lei gli ha dato la forza di andare avanti! (Piccolo Giovanni) la mia Fidanzata! (Marì)la sua Fidanzata”! (Piccolo Giovanni) Maria.. (Marì) ..il 14 febbraio: il giorno di San Valentino.. un giorno, siamo andati a trovare la sua Fidanzata presso il cancello di Oliveto Citra delle apparizioni! Era innamorato della Madonna come il Lentini! (Piccolo Giovanni) vado a trovare la mia Fidanzata: Giulia, vuoi venire?”, ma Giulia non capiva “come? un sacerdote che va a trovare la sua fidanzata? ma chi è? io non la conosco!”; “come non la conosci?”, la poverina non riusciva a comprendere chi poteva essere la mia Fidanzata, e dopo aver chiesto “è questa?”, “è quella?”, Io gli ho risposto “la mia Fidanzata è la Madonna, è Maria, e invita tutti a fidanzarsi con Maria perché attraverso Maria si arriva nel Cuore di Dio”! (Marì)è Lei che ci consegna Gesù, è Lei che ci dona Gesù”: è scritto su quella.. (Piccolo Giovanni) ..il primo Tabernacolo: Maria ha portato nel suo grembo Gesù e ce l'ha donato; e come tabernacoli viventi doniamo Gesù all'umanità intera! È questo che ti chiedo: fallo sempre e non temere niente e nessuno, hai l'arma in mano: il Vangelo: tienilo alto e gridalo! Anch'Io dal Cielo mando il Bacio del Piccolo Giovanni a te, fratello, e a tutti voi, figli del mio Cuore! È bello questo giorno? (Marì e tutti gli altri) si! (Piccolo Giovanni) ma rendetelo più bello pregando e consolando il Cuore di Maria preparandovi alla Pasqua che viene; ma prima caricatevi della Croce! Vuoi dirmi qualche altra cosa, fratello? (Don Vincenzo) si, come si fa ad essere più umili, più buoni, più miti, come si fa ad amare di più Gesù? (Piccolo Giovanni) aprire il cuore: lo sai bene, perché lo chiedi a me? (Don Vincenzo) non c'è qualche strada in questa quaresima in cui tu mi puoi aiutare? (Piccolo Giovanni) è già scesa su di te la Croce! Camminando porterai ovunque vai l'amore che è sceso nel tuo cuore: non temere, figlio! (Don Vincenzo) Grazie! Grazie! (Piccolo Giovanni) hai portato altre due perle che si uniranno alla Rosario di Dio! (Don Vincenzo) no, io ho solo ricevuto, qui.. qui è terra santa, è terra santa! (Piccolo Giovanni) mi riferivo alle creature: si uniranno al Rosario di Dio anche loro.. (Don Vincenzo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché così ha scritto il Padre! (Don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) e Io dico Amen sul tuo grazie: “l'Amen di Dio che sigilla”. E Io lascio scendere il mio Alito! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> Paolo, cosa hai raccolto? ..ehm.. (Paolo) ..don Vincenzo, oggi, da buon sacerdote.. (Piccolo Giovanni) ..ha consolato il Cuore di Maria.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quello di Domenico e anche il mio! (Paolo) si, spiegando il Vangelo di oggi e insegnandoci come ci si deve porre davanti alle situazioni terrene, insegnandoci soprattutto quella che è l'umiltà che Dio ci chiede! “Chi vuole essere il primo si deve mettere all'ultimo posto”! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto! (Paolo) si, col cuore di bimbo! (Piccolo Giovanni) l'ho gridato sempre dall'altare, ora lo grido dal Cielo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e dico grazie al Padre per avermi accolto nel suo Cuore, perché come Bimbo sono nato nel Cuore di Dio ma passando attraverso i Dolori, passando attraverso la sofferenza della Croce! (Paolo) lui, con umiltà, ha chiesto a te suggerimenti come fare per amare di più gli.. (Piccolo Giovanni) ..ma il suo cuore è pieno! (Paolo) si, in realtà è lui che ha insegnato a noi oggi tante cose! Dovremmo.. (Piccolo Giovanni) ..come presentarsi dinanzi alla Croce?”, “come iniziare questo tempo di quaresima?(Paolo) si! (Piccolo Giovanni) COL CUORE DELLA SANTA EUCARESTIA”!(*) col Cuore di quel Gesù che ha abbracciato il Legno santo della Croce e ci ha donato il suo Sangue e la sua Carne, e ce lo dona attimo per attimo! E noi viviamo perché Lui è vivo e si dona!(*) cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Paolo) sono felice, Giovanni: ogni volta che mi reco qui, io.. è come.. è come una rinascita per me, e ogni volta è sempre.. è sempre diverso, è sempre più bello! (Piccolo Giovanni) portate la gioia di Dio che ricevete nella Stanza dell'Amore ai vostri nemici, a coloro che trafiggono i vostri cuori: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Ma vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio Giglio e per il mio figliuolo Francesco! Come abbracciate la Croce, così abbracciate anche loro! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per confondervi e farvi cadere nella sua falsa luce; combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto, dinanzi all'altare, portare i vostri nemici e far festa col Gesù vivo che arde nei cuori di ognuno di voi, nei cuori dell'umanità intera, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ma dimmi, Paolo, cosa ha fatto la Cocciuta all'inizio? <è avvenuto all'inizio, dopo che i fedeli si sono accomodati. Durante la recita dello Rosario della Stanza alcuni fedeli che praticano assiduamente la preghiera e le apparizioni, hanno continuamente anticipato le parole delle preghiere rispetto al resto del gruppo vanificando l'unione “a una unica voce” che è molto richiesta da Gesù! Per tale motivo Giulia è intervenuta a rimproverare in modo generico e senza riferimenti ad alcuna persona, per ripristinare la preghiera così come la vuole Gesù!> (Paolo) eh, ha fatto quello che doveva fare: non so quanti ne abbiano fatto tesoro! Questo era proprio il giorno indicato: il Vangelo parla in modo molto chiaro “mettetevi all'ultimo posto se volete essere i primi”, questo vuol dire che bisogna assumere in ogni circostanza degli atteggiamenti che non devono essere di preminenza. Nel caso della preghiera, come oggi si è verificato, e che purtroppo ha continuato a verificarsi anche dopo l'avvertimento di Giulia, c'è stato chi, o non ha sentito le parole che Giulia ha proferito o non ha voluto sentirle o non le ha capite! (Piccolo Giovanni) ma non sentivano neanche me quando gridavo! (Paolo) e la storia si ripete! (Piccolo Giovanni) la storia si ripete” quando dicevo “se non trovate il Vangelo in questo Luogo, rimanete nelle vostre chiese, ma non venite in questo Luogo per don Mario o per Giulia, qui si viene per l'unica Verità: il Vangelo”! (Paolo) si! Il Vangelo, Giovanni, tu me lo insegni, dice anche che noi abbiamo il dovere di correggere quei fratelli che sbagliano, altrimenti commettiamo noi peccato se non facciamo loro notare.. la dove.. (Piccolo Giovanni) ..chiedi al confratello se lo fa quando è nella sua casa che sarebbe la Casa del Padre: la chiesa! (Paolo) si, lo facciamo dire a lui! (Don Vincenzo) ma io, francamente, lo faccio pochissimo perché sono talmente debole che, quando vado a correggere l'altro, mi accorgo che forse quella correzione serve prima a me. Ecco, forse con quello spirito, poi, nell'omelia correggo mettendomi prima io dentro in quell'errore, dentro quella superbia, dentro quella distrazione, dentro quell'egoismo, dentro quella critica, dentro quel giudizio, e allora mi accorgo che quel rimprovero, si, va fatto, ma con tanto amore, con tanto tatto e con tanta discrezione! L'ESEMPIO: dobbiamo dare l'esempio!  (Piccolo Giovanni) e come l'ha fatto la Cocciuta, che sarebbe Giulia, dopo aver letto il Vangelo? è entrata nel tuo cuore? (Don Vincenzo) eh.. ehm.. io voglio che nel mio cuore entrino tutti.. tutti! Che sia questa serata proprio..  iniziare una vita nuova! È così bello stare qui! (Piccolo Giovanni) Amen! Hai capito? è uguale a quello che ha detto la Cocciuta? (Paolo) si, è uguale! (Piccolo Giovanni) e il Vangelo è sempre il Solco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dritto che porta a Dio, ed Io vi ho sempre insegnato e vi insegnerò sempre a camminare sulla Via del Vangelo, perché in ubbidienza al Padre Io vengo solo a portare l'unica Verità: la Parola! Chiaro? (Paolo) e noi per questo siamo qua! (Piccolo Giovanni) ed Io vengo perché voi accogliete la Parola e la donate ai fratelli, figli del mio Cuore! Vuoi dire qualche altra cosa? (Paolo) voglio solo mettermi, come è stato fino ad adesso, nelle tue mani e farmi guidare da te!  (Piccolo Giovanni) Amen!(*) volete tutti abbracciare la Croce come ha fatto Paolo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) camminate dietro Gesù portando sulle vostre spalle il piccolo Legno, perché il grande lo porta Gesù per ognuno di voi, per l'umanità intera: “chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”, ed Io dico “eccomi” per prima come servo inutile dinanzi ai piedi del Padre! Fate crescere i fiori e lavorate nella vigna del Padre, figliuoli del mio Cuore! E ora vi saluto nell'abbraccio del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, sigillando ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni! Andate in pace, figli, portando la Pace che il Padre ha lasciato scendere nei vostri cuori! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora per Dio: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci, figlia del mio Cuore, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen (Piccolo Giovanni) Amen pieno scenda su di voi e sul mondo intero! Figlioli del Cuore della Croce, andate in pace perché Dio abita nei vostri cuori!

 

Estasi Vigile nella Stanza (ore 18.36)

[Anche oggi la preghiera nella Via Crucis e quella dei Sette Dolori di Maria sono state recitate formando un cuore: tutti i fedeli hanno formato un cuore al centro della Stanza alla cui punta è stato invitato a mettersi Paolo col Vangelo in mano. La preghiera dei Sette Dolori di Maria, poi, è stata condotta da Telesfore] (Giulia) Gesù è sempre vivo in mezzo a noi, e oggi, più degli altri giorni, ci avviciniamo a Gesù chiedendo di perdonare i nostri peccati ed in questo tempo di accoglierci e portarci con Lui sul Legno della Croce per poi risorgere come Lui è risorto!(*) Gesù, io busso alla porta del tuo Cuore chiedendoti “portaci con te(*), e sono sicura che non ci abbandonerai perché sei Padre Buono e Misericordioso, e ti chiedo di benedire ognuno di noi e l'umanità intera”(*). Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Giulia) nell'amore che Dio fa scendere dal suo Cuore, andiamo in pace portandola al mondo e ai fratelli!