LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 43

 

LA SCUOLA DI MARIA INSEGNA SOLO AD AMARE GESU',

AD ACCOGLIERE GESU' E A DONARLO AI FRATELLI

(dal messaggio del 25/03/2004)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

         1. Giov 25/03/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora, per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre; consola il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, come tu sai fare nel silenzio e nell'abbraccio “dell'eccomi”! Figlia, ti invito a pregare per l'Uomo vestito di bianco che curvo porta la Croce per l'umanità intera e per ognuno di voi. Figliuoli del mio Cuore, in questo tempo di penitenza, di conversione, invito ognuno di voi ad imitare il Cuore di Maria, ad accogliere “l'eccomi” di Maria, a vivere “l'eccomi” di Maria e a camminare nel Solco segnato di sante spine che portano al Cuore del Padre. Figlia mia, Io ti chiedo ancora una volta: vuoi accogliere ciò che il Padre vuole poggiare sulle tue spalle? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia mia, in questo tempo dovrai svelare un altro dei messaggi segreti!(*) sei pronta, figlia? (Giulia) eccomi, Gesù, ma non so quale! (Gesù) ti sarà indicato! (Giulia) Gesù, mi dirai anche il giorno? (Gesù) si, figlia, non temere: ne hai già letto uno ai tuoi figli! (Giulia) ma in questo tempo le mie forze vengono meno: Gesù, tu mi starai vicino? (Gesù) si, figlia, non temere! Ora ti chiedo di guardare, ma non spaventarti di ciò che vedi, figlia! (Giulia) Gesù, donami il tuo respiro!(*) (Gesù) ora guarda!(*)  (Giulia) vedo ancora anime cariche di peccati! Gesù! Gesù!(*) (Gesù) ora non toccare, figlia!(*) (Giulia) non.. non posso pulirli come le altre volte? (Gesù) ora ti chiedo solo di pregare, di far pregare i tuoi figli e l'umanità intera! E vi chiedo ancora una volta di pregare per la pace, figli miei! (Giulia) Gesù, tu sei Padre di Misericordia Infinita: tu puoi tutto! Sono sicura che non lascerai quelle anime! (Gesù) prega, figlia mia, prega! (Giulia) sì: eccomi, Gesù! (Gesù) guarda ancora ma non dire ciò che vedi! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) tieni nel tuo Cuore ciò che hai visto, figlia! (Giulia) si, Gesù! (Gesù) ora vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini con me? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) abbracciali ancora una volta secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! (Giulia) eccomi, Gesù! <1º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) dalle tue mani scorre un fiume di Sangue, e nel fiume ci sono tante barche.. ma nella barca c'è solo Maria che fa scendere petali di fiori sull'umanità, ma nessuno raccoglie i petali; e vedo le lacrime della Mamma che si uniscono al fiume di Sangue! Gesù! Gesù! (Gesù) si, figlia mia! (Giulia) perché tutte le altre barche sono vuote e quella di Maria ha una luce accesa e le altre no? (Gesù) vedi, figlia, Maria col suo “”, con “l'eccomi”, ha acceso la lucerna che illumina l'umanità intera, il “sì pieno” donato al Padre; e le barche che vedi vuote e senza luce, è l'umanità che ancora non risponde al grido del Parto, “all'eccomi” che Maria ha risposto all'Angelo! (Giulia) Gesù, rimarranno sempre vuote quelle barche? (Gesù) ogni cosa a suo tempo: l'ora e il giorno li conosce solo il Padre, figlia mia; nell'attesa, pregate, pregate, pregate! State attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; figliuoli del mio Cuore, voi combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici dinanzi all'altare del Padre, perché Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore! Ma in questo tempo vi invito a camminare dietro di me portando la propria Croce sulle spalle, a farmi compagnia nell’Orto degli Ulivi, a pregare e a bussare al Cuore del Padre! Io sono seduto sulla roccia, guardo ognuno di voi, guardo l'umanità intera che è sorda ed è cieca! Guardo il Cuore di mia Madre Immacolata e Addolorata che gronda Sangue per l'umanità, per i figli che cadono sempre di più nella rete del nemico! È difficile per voi, figli, distaccarvi dalle cose del mondo e camminare nel Solco in povertà accogliendo come unico tesoro la Croce e i santi Dolori! Figli miei, preparatevi per la Pasqua, preparatevi a vivere nel mio Cuore come figli della Croce; e ricordatevi sempre che avete un Papà che aspetta “l'eccomi” del vostro cuore, ma distaccato dalle cose del mondo e unito al Cuore di Maria! In questo tempo fate penitenza, vivete in pienezza il santo Vangelo e gioite con la Parola viva di questa santa giornata!  <giov. della 4° sett. di Quaresima/C Vangelo dell’Annunciazione Lc. 1,26-38> Figli miei, Io invito ad ognuno di voi a rispondere come Maria: ECCOMI, perché ognuno di voi è mamma; ma vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico: è astuto, figli, e vuole far suo il Progetto dell'amore. Tenete alto il Vangelo e ricordatevi che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Vi ho promesso “aspettatemi, Io verrò”, nell'attesa non spegnete la lucerna, Figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia, dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Io mi poggerò ancora su di te, figlia: vuoi accogliere ciò che il Padre ti dona? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) abbraccia ciò che il Padre ti dona per tutti i miei Figli Ministri! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) lo so che il tuo Cuore gioisce quando allarghi le braccia e accogli i petali che il Padre ti dona per i Figli Ministri! (Giulia) si, Gesù: li amo, e tu conosci il mio Cuore! Gesù, io li metto nel tuo Cuore tutti, ma in questo giorno metto nel tuo Cuore il tuo figlio Vincenzo! Tu conosci il suo cuore, conosci il suo respiro, conosci i battiti perché tu parli attraverso di lui donando il tuo Amore vivo! Gesù, lui mi ha detto di dirti che vuole cambiare, ma tu che conosci il mio Cuore e sai bene che io non posso parlare perché è la tua volontà; lui mi chiama “Stella, ma tu hai mandato la tua Stella nella dimora del Padre, e una stella, quando è accesa del Cuore di Maria, è viva e manda i raggi sull'umanità e sui figli!(*) Gesù, io ho messo nel tuo Cuore il tuo servo Vincenzo: dona il tuo Amore! (Gesù) ora, figlia mia, guarda e tieni nel tuo Cuore ciò che dico, ma quando sarà l'ora scriverai e consegnerai a Vincenzo ciò che rimane nel tuo Cuore!(**) Stai attenta: solo quando ti sarà detto dovrai scrivere e consegnare! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) ora, figlia mia, vuoi unire ancora le due mani alle mie? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) abbraccia i Chiodi divini con me, figlia, per il flagello che sta scendendo in questo istante!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! <2º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani, guarda i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, non sono le mie mani, non sono i miei piedi, ma sono i tuoi a sanguinare! Gesù! Gesù, dimmi cosa devo fare per il flagello! (Gesù) prega e fai pregare i tuoi figli! Diventate Pargoli e bussate al Cuore del Padre, perché solo avendo fede potete fermare i flagelli e le guerre! Figli miei, avete l'arma del santo Rosario che Maria lascia scendere sull'umanità intera: pregate e combattete con la spada del santo Vangelo tenendolo sempre alto, figliuoli del mio Cuore!(*) Ma vi ripeto ancora una volta amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per far festa al Banchetto dell'amore, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, in questo giorno con te c'è anche la Mamma ed è così bella, ma i suoi occhi sono abbassati: guardano l'umanità! Gli occhi della Mamma guardano i cuori di ognuno di noi e dell'umanità intera, ed io, come misera peccatrice, chiedo a Maria, da parte mia e da parte dell'umanità intera, di tenerci per mano anche se non siamo degni! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! Vedi, Maria ha alzato gli occhi al Padre portando nel Cuore di Dio i sussurri dei vostri cuori perché è Mamma e raccoglie i sussurri di ognuno di voi, dell'umanità intera! (Giulia) Gesù, ha raccolto anche il sussurro di don Vincenzo? perché il mio, da parte sua, gliel'ho consegnato nel Cuore di Maria! (Gesù) si, figlia, sta raccogliendo i sussurri di ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e dei figli che avete portato nei vostri cuori e i figli che si sono uniti a questa santa preghiera, ma in questo giorno vi invito sempre a rispondere “l'eccomi” di Maria! Figli miei, ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento che si lascia usare suonando una sola musica: la Parola! Ed Io sono gioioso di vivere con voi la Parola di Dio, come umile servo del Padre! “Eccomi, sono la serva del Signore: sia fatto secondo la tua volontà!Sapete bene che mi accendevo quando parlavo e quando parlo di Maria!(*) Come si può stare dinanzi ad una creatura così piccola, così fragile, ma col suo “” ci ha donato l'Amore: ci ha donato il suo Figliuolo! “Eccomi”! La scuola di Maria insegna solo ad amare Gesù, ad accogliere Gesù, a donare Gesù ai fratelli, all'umanità intera! Maria, nel nascondimento, nel silenzio e nell'abbraccio della Croce, per prima ha partorito la Croce donandoci la vita, donandoci il Figlio di Dio e invitandoci ad essere mamme di quel Gesù che non era suo ma per ognuno di noi! Quale mamma darebbe il proprio figlio per salvare l'umanità?: Maria, l'ancella di Dio! La piccola e fragile creatura, abbracciando il Dolore della Croce, ha fatto sbocciare il Giglio, quel Giglio Candido che ha abbracciato il Legno della Croce per l'umanità intera, per ognuno di noi! E noi siamo vivi perché Maria ha donato il suo “eccomi”! Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giov. della 4° sett. di Quaresima/C Vangelo dell’Annunciazione Lc. 1,26-38> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori della Creatura di Maria, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! (Paolo) vorrei che fosse come quello di Maria! (Piccolo Giovanni) Vincenzo, com'è “l'eccomi”.. (don Vincenzo) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..di uno sacerdote? (don Vincenzo) è meraviglioso stare qui, è meraviglioso soprattutto per me grande peccatore! Veramente la Misericordia di Dio si è degnata, proprio, di farmi quest'altra grazia: è la terza volta che vengo qui, e che sono tre miracoli! (Piccolo Giovanni) il numero 3 è il mio preferito: Padre, Figlio e Spirito Santo! (don Vincenzo) si! Voglio proprio questa sera mettere il mio “eccomi”, proprio in braccio a te, perché tu possa questo “eccomi” chiuderlo nel Cuore di Gesù e di Maria perché questa sera, proprio, la mia vita diventi veramente un “eccomi” ogni momento! (Piccolo Giovanni) sei qui hai portato il tuo “eccomi” ed è pieno! (don Vincenzo) grazie! Ma tu custodisci.. (Piccolo Giovanni) ..è il Padre che dice grazie al tuo cuore! (don Vincenzo) io sono indegno di stare qui! (Piccolo Giovanni) sei figlio di Dio! (don Vincenzo) perché Dio usa con me Misericordia, se usasse la giustizia sarei all'inferno, e invece Lui è sempre buono con me: anche questa sera e me l'ha ridimostrato! Eccomi a cantare la sua misericordia: questa sarà la mia vita da oggi in poi! (Piccolo Giovanni)l'eccomi” di Maria, ma sai bene che anche se siamo Sacerdozi vivi ed eterni, è il Padre che ci dona il posto dove stare: tu abiti del suo Cuore come Io abito nel Cuore del Padre! (don Vincenzo) è troppo buono! (Piccolo Giovanni) e trovare la forza di venire nella Dimora di Dio, si è pieni di “eccomi”! (don Vincenzo) grazie, grazie a tutti! (Piccolo Giovanni) Dio ti concederà ciò che arde nel tuo cuore! (don Vincenzo) grazie! Questo deve ardere nel mio cuore: amarlo con tutto il cuore, con tutta la mente e con tutte le forze e amare il prossimo come me stesso e più di me stesso! Tutto lì sta, ed io da questa sera voglio proprio consacrarmi a questo! (Piccolo Giovanni) stai donando una lezione ai discepoli, alle colonne, alle Suorine e all'umanità intera perché cammini la scuola di Maria! (don Vincenzo) sì! (Piccolo Giovanni) donala sempre.. (don Vincenzo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come Io l'ho donata e la dono per volere del Padre, perché Io sono in ubbidienza al Padre; e non temete le persecuzioni: Io le ho abbracciate e le ho consegnate al Cuore del Padre, figlio! (don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) si cresce nel camminare abbracciando le persecuzioni! (don Vincenzo) sì, e tu non mi lasciare con la tua preghiera! (Piccolo Giovanni) come posso lasciare i miei figli? (don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta va cercandosi le persecuzioni per abbracciare sempre di più il suo Gesù che ama come ama i Figli Ministri! (don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) così cammina! Il Padre ti ha segnato la Via: non abbandonarla e non temete niente e nessuno! (don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) Dio è con te perché parla e si serve nel tuo cuore! (don Vincenzo) grazie! grazie! (Piccolo Giovanni) vai avanti, figlio! (don Vincenzo) grazie della tua benedizione, grazie! <3 colpi di tosse con un'alitazione> grazie! (Piccolo Giovanni) l'Alito dello Spirito Santo scende su di te, sui figli che sono qui riuniti e sul mondo intero.. (don Vincenzo) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (don Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) ma alla fine della preghiera sarai tu a donare la benedizione dall'altare! (don Vincenzo) grazie, indegnamente! (Piccolo Giovanni) Paolo, un figlio vi è stato donato e il tuo cuore sta esplodendo! (Paolo) si! È molto bello, Giovanni: emozionante! Io.. (Piccolo Giovanni) ..cosa vuole dire prima il tuo cuore? (Paolo) voglio dire che guardando il fratello Vincenzo ho visto l'immagine del Lentini! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia e stringo le spalle! (Paolo) io, il Lentini l'ho visto nelle foto <= nelle immaginette> , eppure questa sera guardando lui ho visto proprio l'espressione del Lentini! (Piccolo Giovanni) cosa pensavate? che Dio.. (Paolo) ..non fa mai le cose a caso?.. (Piccolo Giovanni) ..vi avrebbe abbandonato? (Paolo) questo mai! (Piccolo Giovanni) attraverso lo Strumento, per volere del Padre, parlo Io, ma tutti chiedevano la presenza di un sacerdote.. (Paolo) ..si, e poi.. (Piccolo Giovanni) ..Domenico.. (Paolo) ..si! pensavo anche un'altra cosa: che anche lui giocava a pallone come te! (Piccolo Giovanni) non a caso Io sono stato chiamato.. (Paolo) ..hai lasciato il pallone per seguire.. (Piccolo Giovanni) ..per prendere la palla di Dio! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) l'umanità, i figli! (Paolo) e lui ha fatto la stessa cosa! (Piccolo Giovanni) e ricordo i gesti dei miei amici che per un lungo tratto di strada venivano dietro al pullman: “non lasciarci, tu sei il più bravo”, “ma Io devo andare da Gesù perché mi ha chiamato, e non mi interessa più giocare a pallone”; e ricordo le lacrime di mamma Rosa: “il figlio più bello va via e Io non lo vedrò più”, ma in quell'attimo non si rendeva conto che il figlio più bello era stato rapito dal Cuore di Maria! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)l'angelo Gabriele”: lo raccontavo come un sogno (Paolo) come tuo solito, si (Piccolo Giovanni) come mio solito.. si è presentato “adesso aspetta, ancora non è il tempo”. E quando ho mostrato alla Piccola Cocciuta dove avevo visto l'angelo, lei si è inchinata! (Paolo) ma io ho visto il lui anche la tua determinazione, la tua caparbietà nell'andare dietro a ciò che.. a ciò che credevi.. (Piccolo Giovanni) ..la Parola.. (Paolo) ..si (Piccolo Giovanni) la Parola, l'unica Verità, ed Io sono in mezzo a voi per portare l'unica Verità: il santo Vangelo, e farvi camminare sempre nel Solco che porta nel Cuore del Padre! (Paolo) e poi.. (Piccolo Giovanni) ..ma vi invito a stare attenti al nemico: è astuto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e in questo tempo molti piccoli Giovanni, molti Figli Ministri, stanno cadendo nella sua falsa luce! Pregate! Vincenzo, prega per i tuoi confratelli: Io dal Cielo li tengo per mano, per farvi portare solo la povertà della capanna di Betlemme! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> ti ho fatto perdere il filo? (Paolo) no, non me l'hai fatto perdere questa volta! Stavo dicendo che ho visto in lui, questa sera, quella genuinità, quella freschezza che solitamente vedo essere dei bimbi, come quella bimba di ieri.. (Piccolo Giovanni) ..la Cocciuta.. (Paolo) ..ha scelto.. (Piccolo Giovanni) ..ha scelto per volere del Padre.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..a leggere i Sette Dolori! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) bimbi: vi voglio tutti i bimbi! (Paolo) è molto bello! (Piccolo Giovanni) e aspetto come Maria “l'eccomi”! (Paolo) Giovanni, vedi, il Vangelo.. (Piccolo Giovanni) ..io vedo perché il Padre mi fa vedere! (Paolo) eh, lo so: tu la sai lunga! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) capriccioso come sono, porto i capricci anche in questo giorno dell'Annunciazione! (Paolo) il Vangelo di oggi l'ho letto più volte, anche in passato, e quando lo leggo ho la percezione di interiorizzare il senso più vero; penso di averlo capito, ma quando vado a rileggerlo, mi succede invece di prendere coscienza di avere capito pochissimo, e questo mi succede ogni volta! (Piccolo Giovanni) alla scuola di Maria c'è sempre del nuovo!  (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) la Sorgente viva della Parola.. (Paolo) ..è inesauribile.. (Piccolo Giovanni) ..è un fiume in piena che scorre, scorre! (Paolo) tante volte sono portato a sintetizzare con poche parole una pagina, ma poi mi rendo conto che su ogni sillaba ci sarebbe da studiare una vita! (Piccolo Giovanni) non basterebbe! (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) Io dicevo sempre “Io sono sacerdote, ma ancora ho molto da imparare perché la Parola di Gesù non si ferma in quel piccolo libro”! (Paolo) sì, poi l'esempio di Maria: “quell'eccomi” dato senza riserve e senza pensare “ma”, “perché”, “come”! (Piccolo Giovanni) solo “com'è possibile: non conosco uomo”, ma quando gli è stato detto: “eccomi!(Paolo) si, si è donata al Signore in pienezza! (Piccolo Giovanni) come la Cocciuta nella sua prima apparizione “vuoi abbracciare i Chiodi?” senza capire che significato aveva: “eccomi”! (Paolo) è quello che noi tutti dovremmo imparare a fare, Giovanni! Dovremmo una volta per tutte.. (Piccolo Giovanni) ..“eccomi”! (Paolo) dovremmo una volta per tutte mettere da parte la mente, la ragione, e abbandonarci alla volontà del.. <2 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) ..dello Spirito Santo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e rispondere “eccomi, sono un servo inutile, fa di me quello che vuoi”! (Paolo) è questa la fede! (Piccolo Giovanni) essere roccia; e se crescete nella fede della Roccia potete dire alla montagna “spostati” e la montagna si sposta! La fede! Crescete nella fede dell'unica Verità del santo Vangelo! Grazie, Vincenzo, di aver portato le tue creature nella dimora del Padre!(*) Cosa c'è ancora nel tuo cuore, Paolo? (Paolo) cosa dirti, Giovanni, io in alcuni momenti, quando vengo alla Stanza, ma anche quando sono fuori, vorrei donare più di me stesso a Gesù! (Piccolo Giovanni) è “l'eccomi” che vuole Gesù! (Paolo) si!(*) Poi divento triste quando invece, in altri momenti, forse perché tentato dal nemico, mi sento come svuotato dentro, e.. (Piccolo Giovanni) ..in quell'attimo Gesù ti lascia un po' libero per vedere se sai camminare.. (Paolo) ..da solo?.. (Piccolo Giovanni) ..da solo! Ma le cadute ci devono essere per crescere.. (Paolo) ..questo.. (Piccolo Giovanni) ..e più si cade e più si cresce! (Paolo) questo è consolante, Giovanni! L'altra volta ti dicevo che tu sei disarmante! (Piccolo Giovanni) Io sono un povero uomo in ubbidienza al Padre! (Paolo) la misericordia di Dio disarma chiunque! (Piccolo Giovanni) è Padre e tiene le braccia aperte.. (Paolo) ..è come quando uno.. (Piccolo Giovanni) ..e aspetta i figli per far festa! (Paolo) è come quando uno da uno schiaffo a un amico aspettandosi la risposta, e come contropartita quello gli fa una carezza! (Piccolo Giovanni) e se Io vengo a donarti uno schiaffo, tu cosa fai in questo istante? (Paolo) io me lo tengo e basta! (Piccolo Giovanni) ed Io vengo! <Giovanni si alza e va verso Paolo. Si ride un po'> e sai qual'è lo schiaffo che Dio dona ai figli? (Paolo) io penso di saperlo! (Piccolo Giovanni) dimmelo! (Paolo) la Croce e la sofferenza! <gli dà un bacio sulla fronte> (Piccolo Giovanni) è questo lo schiaffo che il Padre dona!(*) (Paolo) grazie, dammi tanti di questi schiaffi! (Piccolo Giovanni) adesso non approfittare! (Paolo) no! <si ride un po'> non tutti adesso! (Piccolo Giovanni) in seguito! Donandolo a Paolo non posso non donarlo a Vincenzo! Vieni! <Vincenzo si alza e va verso Giovanni> facciamo metà strada!(*) non inginocchiarti dinanzi a me: sei sacerdote, alzati! (don Vincenzo) eccomi!(*) <gli dà un bacio sulla fronte> (Piccolo Giovanni) ecco lo schiaffo che Dio ti dona: tu, donalo ai figli d'ora in anzi, figlio mio! (don Vincenzo) aiutami! aiutami, ad essere migliore! (Piccolo Giovanni) stringi le mie mani! stringi le mie mani!(*) posso non aiutare un confratello? (don Vincenzo) grazie, Dio ti benedica! (Piccolo Giovanni) anche a te, figlio! (don Vincenzo) per sempre! (Piccolo Giovanni) Io bacio le mani del consacrato! (don Vincenzo) no, no, no! (Piccolo Giovanni) no? <gli bacia le mani> ora dona l'Amore di Dio ovunque vai, figlio mio, e non siate gelosi perché tutti avete ricevuto il bacio di Dio!(*) Paolo! (Paolo) dimmi! (Piccolo Giovanni) portalo anche tu.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nel mondo intero! ...................... Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Vuoi ricevere anche tu il bacio?(*) vuoi ricevere anche tu il bacio? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! <gli dà il bacio sulla fronte> anche tu donalo ai fratelli e all'umanità intera! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) sia “eccomi” per ognuno di voi come Maria! Io mi siedo un altro po'!(*) Cosa avete vissuto in questo istante? (Paolo) io, quello che ho vissuto.. penso l'abbiano vissuto tutti i fratelli.. (Piccolo Giovanni) ..si.. (Paolo) ..presenti a giudicare dall'espressione del loro volti, un'emozione intensa e una gioia intensa per essere qui e ricevere un bacio da Gesù vivo, presente in mezzo a noi! (Piccolo Giovanni) il Parto è vivo e reale ed è in mezzo a voi e nel mondo intero.. (Paolo) ..sono.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio è vivo! (Paolo) sono delle emozioni intense e indescrivibili perché quello che stiamo vivendo è così grande che sfugge ad ogni inquadratura! (Piccolo Giovanni) e quale dono più grande il Padre poteva farvi in questo giorno dell'annunciazione?: donarvi il bacio! (Paolo) in questi momenti, Giovanni, non si sa cosa pensare! Io personalmente.. (Piccolo Giovanni) ..il mistero è grande.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..è pieno, ma dovete aspettare l'ora e il giorno, e l'ora il giorno la conosce solo il Padre! Dovete essere vigilanti e tenere le lucerne accese e non rimanere senza l'olio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e combattere sempre il nemico amando, perché con l'amore potete annientarlo! (Paolo) è quello il segreto, si! (Piccolo Giovanni) Maria con “l'eccomi” ha schiacciato sotto i piedi il nemico: una fragile creatura col suo “eccomi”, con l'amore pieno verso Dio! E così anche voi amate e schiacciate il nemico con l'amore, figli! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> ...................... ..basta che vi ricordiate di avere un Papà che aspetta i propri figli chiamare Dio: “Papà”! ...................... è questo che aspetta! ..Dio cosa può donare ad ognuno di voi? ...................... perché è Padre! ...................... ..eccomi.. ...................... “sono un servo inutile, fa di me quello che voi”. “Padre, sia fatta sempre la tua santa volontà ”! ...................... Ma in questo giorno vi chiedo di pregare per la Piccola Cocciuta: fatelo, figli miei!...................... “chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”, non solo oggi.. ..ma sempre! ...................... e camminare, salire il monte portando la Croce sulle spalle! Chiaro? ...................... l'Alito.. ..come fa la Cocciuta: “ho bisogno del tuo respiro perché le mie forze vengono meno”, e in questo tempo il suo corpo è un flagello, ma sulle sue labbra brilla il sorriso “dell'eccomi”! Così anche voi fatelo brillare quando incontrate i vostri nemici, figli, nell'amare, nel perdonare, nell'usare carità verso tutti e non lasciare nessuno fuori della santa preghiera, ricordando sempre il Solco, la Parola viva che porta a gioire nel Cuore del Padre! Chiaro? ...................... Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Cosa c'è nel tuo cuore in questo giorno? (Telesfore) nel mio cuore, in questo giorno, c'è una fiamma che arde! (Piccolo Giovanni) me la sai descrivere?(*) (Telesfore) la fiamma di Maria non si può descrivere!(*) (Piccolo Giovanni) Paolo, hai sentito? (Paolo) si, ho sentito! (Piccolo Giovanni) e come la senti la fiamma? vediamo se lo facciamo parlare un po'! (Paolo) si!(*) <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) Maria, questa piccola creatura che.. io dico “grazie” da parte mia e da parte dell'umanità, che col suo “eccomi”, col suo Cuore acceso, ci ha donato tutto quello che.. il massimo che Lei poteva donarci: il suo Cuore! (Piccolo Giovanni) il suo Cuore, il suo unico Figliuolo!(*) Forse sta andando un po' alla scuola di Maria! (Paolo) si! <si ride un po'>(*) vorrebbe dire un'altra cosa, però! (Piccolo Giovanni) sto aspettando! (Telesfore) tu ci hai portato a Maria e ci hai insegnato che Maria è la nostra ancora: Lei ci ha salvato! (Piccolo Giovanni) e come ha promesso a Fatima “il mio Cuore Immacolato trionferà” nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio, e tutti vedrete il Cuore Immacolato di Maria trionfare: il Sole di Dio che avvolge l'umanità! Quante volte volevo gridare.. (Telesfore) ..questa è un'altra goccia?.. (Piccolo Giovanni) ..il Sole di Fatima!(*) Raccogliete le gocce, figli, perché il Parto è pieno, è vivo ed è in mezzo a voi e nel mondo intero; siate pronti e preparati perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno! Cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) volevo chiederti qualcosa sul fatto di Maria! (Piccolo Giovanni) ha partorito un Figlio e ve l'ha donato! (Telesfore) ma i Dolori.. (Piccolo Giovanni) ..me l'hai già chiesto altre volte!(*) Maria ha partorito suo Figlio con i Dolori: il Parto vivo della Croce! (Telesfore) eh, qua sta il mistero!(*) e il Parto si ripete? (Piccolo Giovanni) e il Parto si ripete, come la storia si ripete! Ma non scandalizzatevi, figliuoli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, di ciò che sto dicendo! Dimmi ancora!(*) (Telesfore) come.. come ha vissuto Maria quando l'angelo si è presentato dinanzi a Lei? (Piccolo Giovanni) con umiltà rispondendo “eccomi” come una creatura semplice!(*) (Telesfore) Maria col suo “” era già cosciente di ciò che doveva avvenire? (Piccolo Giovanni) si! Nell'eccomi, Maria aveva nel suo Cuore il mistero del Padre!(*) aspetto! (Telesfore) eh! <3 colpi di tosse con un'alitazione> anche la Cocciuta, nella sua prima apparizione da bambina.. (Piccolo Giovanni) ..di santa Teresina del Bambin Gesù.. (Telesfore) ..ha vissuto.. per quanto io sono riuscito a.. (Piccolo Giovanni) ..a scoprire.. (Telesfore) ..a scoprire, che anche lei ha.. non lo riesco ad esprimere! (Piccolo Giovanni) dillo! (Telesfore) ha vissuto tutto ciò che il Padre aveva preparato per lei? (Piccolo Giovanni) si! Una piccola fanciulla di 10 anni, nel vedere la piccola Teresina del Bambin Gesù che la chiamava sorellina, facendogli vedere ciò che doveva abbracciare da grande e tenere nel suo Cuore l'abbraccio della Croce come Maria! Quella scena non è mai andata via dei suoi occhi, tenendola stretta nel suo Cuore finché il Padre non l'ha chiamata! E lei come l’ha donato?.. (Telesfore) ..10.. (Piccolo Giovanni) ..a 10 anni! (Telesfore) a 10 anni! (Paolo) ehm, scusami, Giovanni, ma io questo non lo so: la Mamma quanti anni aveva quando ha dato il suo “eccomi”? (Piccolo Giovanni) un po' più grandicella della Cocciuta! (Paolo)un po' più grandicella?”: poco poco?(*) e quando ha partorito Gesù? (Piccolo Giovanni) Io non do i numeri! (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) Io non do i numeri! (Paolo) una piccola eccezione? (Piccolo Giovanni) è il Padre che mi lascia parlare: Io dico solo ciò che il Padre mi fa dire! (Paolo) sia fatta la sua volontà! (Piccolo Giovanni) Vincenzo ride! (Paolo) perché io penso di sapere che sta girando in testa a Telesfore! (Piccolo Giovanni) ma può girare quando vuole: Dio dice solo quello che può! (Paolo) certo! (Telesfore) posso? (Piccolo Giovanni) si che puoi! (Telesfore) quando tu hai avuto l'apparizione dell'angelo Gabriele, io, almeno credo che sia successa anche la stessa cosa come alla Cocciuta? è stato prima di diventare sacerdote per quanto ho capito! (Piccolo Giovanni) nell'attimo che Io dovevo partire perché ero stato già chiamato prima! (Telesfore) quante volte hai avuto la.. (Piccolo Giovanni) ..mi chiedi troppo adesso!(*) devo risponderti sempre.. (Telesfore) non ho capito! (Piccolo Giovanni) devo risponderti sempre.. (Telesfore) ..se puoi (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta si è fermata ai 10 anni(*) (Telesfore) si..10 anni, poi ha continuato dopo! (Piccolo Giovanni) ed Io cosa ho fatto? Dio cosa ha fatto?(*) eh.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..il mistero è grande in questo giorno! (Paolo) sta diventando un groviglio! (Piccolo Giovanni) ti ricordi, nella chiesetta del confratello Domenico, quando la Cocciuta ha avuto il messaggio di Maria e di Gesù ed Io stavo celebrando?(*) durante la predica “non solo in quel modo Dio parla, ma anche come sto parlando Io adesso”! (Telesfore) si, questo particolare lo ricordo! (Piccolo Giovanni) e adesso è chiaro tutto il resto? (Telesfore) almeno credo di aver.. qualcosa.. capito! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) non mi resta che dire “grazie, Padre, di essere al posto che sono”! (Piccolo Giovanni)grazie, Padre, per aver visitato la mia casa!”, “grazie, Padre, perché hai piantato l'Albero, dove le radici sono profonde: l'Albero della Croce!” Amen!(*) Rimanete sempre piccoli: i piccoli Giovanni all'ultimo posto, chiaro? (Telesfore) chiaro, però io mi sento ubriaco.. (Piccolo Giovanni) ..ubriaco senza bere, ubriaco dell'Amore di Dio che scende su di voi e sull'umanità, figli!(*) Ma ora siete pronti per venire a fare festa al Banchetto Nuziale? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti? perché Dio ha sete e fame e vuole mangiare con ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio! Figli miei, il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi, venite tutti a fare festa perché lo Sposo è qui e ha sete e fame delle vostre anime; venite tutti, figliuoli del mio Cuore, e in questo tempo cercate solo il Pane vivo che scende dai Cieli! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Prendi nelle tue mani il Cuore del Padre e bevi il suo Sangue!(*) (Giulia) come è bello il tuo Cuore! (Piccolo Giovanni) donalo all'umanità, figlia!(*) (Giulia) come sei bello, Gesù, e indossi ancora l'abito tutto intero e come è candido! (Piccolo Giovanni) guardate il mio Cuore e sarete anche voi candidi come è candido il mio abito! (Giulia) Gesù! Gesù! (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore!...................... Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!  Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? ...................... (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, .... Telesfore) sì!  (Piccolo Giovanni) siete pronti ad accogliere sulle vostre spalle la Croce.. (Paolo, .... Telesfore) ..sì..  (Piccolo Giovanni) ..e portarla per i vostri fratelli.. (Paolo, .... Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..e per l’umanità..  (Paolo, .... Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..intera? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Io mi poggerò ancora di più su di voi in questo tempo! Figliuoli del mio Cuore, non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza dell'amore, ma tenete Stretta la Croce che il Padre poggia sulle vostre spalle, e su di ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Su di te, Vincenzo, poggio la mia Croce: in questo tempo portala, figlio del mio Cuore! Siete pronti? (Paolo, ..... Telesfore) sì!(*)  (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti. Ricordate questo secondo la mia Amicizia!  (Piccolo Giovanni) Il mio ricordo in mezzo a voi è vivo, e la mia Amicizia non si è mai spezzata perché la Croce non si spezza!(**)  (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! <3º grido>   (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?(*)  (Paolo) vedo il sole che nasce dietro l'orizzonte! ...................... (Telesfore) io vedo una stella e il mondo! (Piccolo Giovanni) chi è il sole? ..................... e chi c'è nel Calice? (Paolo ..... Dio! (Piccolo Giovanni) volete donare Dio? (Paolo, .... Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? ...................... (Paolo) io vedo Maria e la stella di Betlemme!(*) (Telesfore) io vedo Maria curva che prega! (Piccolo Giovanni) Io vedo Gesù che dall'alto della Croce guarda l'umanità e Maria che accoglie l'umanità!(*) Riuscite a vederlo? (Paolo) si, vedo come un’altura che sta ad indicare la posizione di Dio che sta al di sopra di tutti e che domina tutto ciò che sta in basso!(*) (Piccolo Giovanni) Amen! Quale pezzo volete?(**) Cosa è rimasto? (Paolo) Dio!(*) (Piccolo Giovanni) volete sempre camminare nel Solco..  (Paolo, .... Telesfore) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..e portare Dio ai fratelli? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per donarlo? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi!(*) Padre, Io busso ancora alla porta del tuo Cuore: sii misericordioso, ascolta ancora la mia preghiera, Padre mio!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! Padre!  (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per aver ascoltato ancora una volta la mia preghiera; sia benedetto il tuo Nome ora e sempre, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore, perché Io sono venuto ad abitare nei vostri cuori e vi chiedo di farmi vivere, di farmi crescere e di non abortirmi! Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Amate, amate, amate con la misura che Dio ha amato ognuno di voi, i figli che si sono uniti a questa santa preghiera e i figli che mi avete portato nei vostri cuori; Dio si è donato nella sua Misericordia Infinita, figliuoli del mio Cuore!(*) Avete fatto festa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) la Pasqua è fiorita nei vostri cuori.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come l'Albero della Croce? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non fate seccare la Pianticella che abita nei vostri cuori ma fatela crescere e donate a Dio i fiori che sbocceranno! Paolo della Croce: cosa vuoi dirmi? (Paolo) io una cosa non ho capito! (Piccolo Giovanni) Io te l'ho chiesto: cosa vuoi dirmi? (Paolo) lo sposo di Maria quanti nomi aveva? (Piccolo Giovanni) Vincenzo: quanti nomi aveva lo sposo di Maria? (don Vincenzo) Giuseppe! (Paolo) solo questo? (Piccolo Giovanni) Giuseppe il falegname! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) non è un nome il “falegname”, Giuseppe! (Paolo) eh, quello è un mestiere! (Piccolo Giovanni) tu conosci qualche altro nome? (Paolo) no, no! (Piccolo Giovanni) ti basta Giuseppe? (Paolo) sì, io pensavo che ne avesse qualcun altro! (Piccolo Giovanni) come Telesfore? (Paolo) eh, eh! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) Telesfore ha un solo nome: Pasquale! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) i Nomi che vengono dal Cielo sono scritti in Cielo; don Vincenzo lo chiama Giuseppe, la Cocciuta lo chiama Franco! (Paolo) ah, quindi lui ha un solo nome! (Piccolo Giovanni) tu quanti nomi hai? (Paolo) uno! (Piccolo Giovanni) e l'altro è scritto in Cielo! (Paolo) adesso ho capito! (Piccolo Giovanni) Io spero di si! (Paolo) si, Giuseppe ha un solo nome, si: Giuseppe, come Telesfore ha un solo nome! (Piccolo Giovanni) come Vincenzo ha un solo nome, ma come sacerdote può aggiungerne altri! (Paolo) come li ha aggiunti Telesfore, e come potremmo chiamare anche Giuseppe con altri nomi.. che non conosciamo! (Piccolo Giovanni) ogni cosa a suo tempo: vero, don Vincenzo? (don Vincenzo) si! (Piccolo Giovanni) lasciamo che sia Dio a mettere la quinta! (don Vincenzo) si! (Piccolo Giovanni) corri un po' troppo; ..nella misura giusta!  (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e come avete vissuto l'Annunciazione? (..... Paolo) bene! ...................... ma dentro di voi il Bimbo è nato? (Paolo) si! ......................(Piccolo Giovanni) e quando uscite fuori che fate? lo abortite? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) come Maria lo fate nascere? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) accogliete il Parto della Croce perché Maria ha detto “eccomial Parto della Croce: siete pronti per questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) sono pronti, Vincenzo? (don Vincenzo) tu lo sai! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) e anche tu lo sai, a Dio nulla si può nascondere!(*) così così; vuoi nasconderti dietro la Croce? (don Vincenzo) abbracciandola! (Piccolo Giovanni)abbracciandola”, ma il Padre ti vede!(*) E piano piano scoprirete i petali dell'altro giglio! (Paolo) eh, qua dobbiamo mettere un vaso per il  giglio! (Piccolo Giovanni) un po' alla volta state scoprendo i petali del giglio, ma Dio.. (Paolo) ..ne ha aggiunto un altro? (Piccolo Giovanni) ne ha aggiunto un altro!(*) (Paolo) fino a quando non ci sarà un bel vaso pieno di gigli profumati! (Piccolo Giovanni)pieno di gigli profumati”, e il profumo è solo di Dio, perché è il profumo del Vangelo e gli strumenti Dio li chiama petali, che usa a suo piacimento!(*) Vuoi che mi fermi?(*) ed Io ubbidisco: un petalo alla volta! (Paolo) con la prima partiamo! (Piccolo Giovanni) mezza prima! (Paolo) ah, nemmeno la prima? (Piccolo Giovanni) sarebbe già partito con la mezza prima! Dio fa un passo alla volta perché Dio è Bambino, e i bimbi danno i passetti piccoli: chiaro? (Paolo .....) si! (Piccolo Giovanni) e donando i passetti piccoli Io chiamo Vincenzo all'altare!(*) (Paolo) e meno male che è piccolo! (Piccolo Giovanni) per dare la benedizione!(**) (don Vincenzo) per intercessione di Maria che l'ha già detto “eccomi”, perché Lei ci dia la luce per riconoscere in ogni volto l'angelo che ci viene a portare Gesù, perché Lei ci dia la grazia di riconoscere in quelle 10-15 persone che ogni giorno incontriamo e con cui parliamo, Gesù; perché la sua intercessione possa ottenere queste due grazie di dire “eccomi” e di riconoscere in ogni volto Gesù, vi benedica Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo! (Tutti) Amen! (don Vincenzo) glorificate Dio con la vostra vita: andate in pace! (Piccolo Giovanni e tutti gli altri, insieme) rendiamo grazie a Dio!(*) (Piccolo Giovanni) grazie, figlio!(*) Sono pieni i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio è vivo, è in mezzo a voi e vi dona sempre il suo Amore! Cosa stai mormorando, Natanaele? (Natanaele) io attendo solamente.. <Natanaele parla a bassa voce e l'audio non è intelligibile> (Piccolo Giovanni) Amen!(*) Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli, e gioisce ancora, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ma Dio è Bambino e vuole dormire: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. È bello dormire nella culla dei vostri cuori!(*) non distruggete la culla: tenetela sempre candida e fatemi riposare nei vostri cuori, figliuoli! Devi parlare ad alta voce perché anche i tuoi fratelli devono sentire l'amore che esce dal tuo cuore! (Natanaele) tu ci devi aiutare a morire, perché se non moriamo non possiamo nascere e vivere nel Cuore del Padre! (Piccolo Giovanni) morire dalle cose del mondo.. (Natanaele) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e vivere nella povertà del Cuore della Croce: è vero, Vincenzo? <don Vincenzo annuisce con la testa> distaccatevi dalle cose del mondo, e come il chicco del grano, cade a terra, muore e nasce, così prendete esempio anche voi! E con questo gesto d'amore, uniamo la Catena santa! Vieni, Vincenzo!(*) Preghiamo con l'unica preghiera che il Padre ci ha insegnato: inizia! (don Vincenzo)Papà Nostro<incita i presenti a ripetere, e la preghiera del Padre Nostro inizia con “Papà nostro”. Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> (Piccolo Giovanni) Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. E in questo tempo ricordatelo, figliuoli! Nel tempo dell'abbraccio di Gesù sul Legno Santo ricordate: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno!”(*)  (Giulia) Papà! Papà, come sei grande! com’è grande il tuo Cuore in questo giorno! e come è bello vedere la capanna! (Piccolo Giovanni) crescete nell'amore e costruite la capanna di Dio per i piccoli, per i poveri, per gli emarginati, per i figli drogati, per i figli carcerati: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera, figliuoli! Ora andate in pace, figli del mio Cuore, ma quando uscite fuori non abortitemi: state attenti al nemico! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Avete salito un altro gradino e i vostri Nomi sono scritti in Cielo con lettere d'oro!(*) Vi amo! Vi amo! Vi amo, figli! (Giulia) grazie, Papà! (Piccolo Giovanni) ora porterò con me per un istante la Piccola Cocciuta: non spaventatevi! <Giulia si accascia a terra esanime per alcuni minuti> (***) (Giulia) Papà, posso rimanere? (Piccolo Giovanni) no, devi tornare tra i tuoi! Prendi il giglio e donalo ai tuoi figli! (Giulia) ce ne sono tanti: quale devo prendere? (Piccolo Giovanni) questo che è più piccolo!(*) (Giulia) non vi faccio male se lo raccolgo? (Piccolo Giovanni) no, figlia: prendilo e poggialo sul tuo Cuore!(*) Ora ritorna tra i tuoi figli!

 

 

         2. Ven 26/03/2004, ore 07.30, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma! (Giulia) se sei tu glorifica il Padre! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia, Gesù si poggia ancora su di te: vuoi aiutarlo? (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) prega, figlia mia! Ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

 

         3. Giov 01/04/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa ancora nel bere i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora, per l'umanità tutta; in questo tempo immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre; col tuo “eccomi” consola il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù, dove stai andando? perché in mano porti un bastone? (Gesù) vado a cercare le mie pecorelle che hanno perso la via per tornare a casa! (Giulia) posso venire anch'io, Gesù? (Gesù) le stai raccogliendo abbracciando i Dolori che il Padre ha poggiato e poggerà su di te, figlia!  (Giulia) Gesù, ma tu piangi? (Gesù) piango, figlia, perché molte pecore sono cadute nella rete del nemico non ascoltando la mia Parola, non accogliendo il grido del Parto, ed Io non posso far nulla perché non mi riconoscono! (Giulia) Gesù! Gesù, ti chiedo perdono da parte mia, dei miei figli e dell'umanità intera, oggi e sempre, finché tu mi darai respiro per poter gridare il tuo amore e per poterti chiamare “Papà” ancora!(*) Perdonaci! In questo tempo, Papà, donaci sempre il tuo Alito d'amore per poter camminare nel Solco che tu ci hai segnato, e Maria, col suo Amore di Mamma semina le spine per farci ricordare i tuoi Dolori, Gesù! (Gesù) ecco, figlia mia, una pecorella l'ho trovata e ha ascoltato la mia voce! Ma prega per tutti i figli che cadono ancora nella rete del nemico! (Giulia) come misera peccatrice, prego dinanzi ai piedi della Croce, Gesù! (Gesù) vedi, figlia mia, guarda quanti flagelli stanno scendendo sull'umanità in questo tempo! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) figlia, non sono Io a farli scendere, ma è l'umanità sorda e cieca: è l'umanità che non vuole abbracciare il Legno della Croce! Quanti “Giuda” vengono a prendermi in giro! Almeno voi, figli, non donatemi il bacio di Giuda ma pregate e siate roccia, perché Io sono solo nell'Orto degli Ulivi a pregare e a tenere la mano del Padre con Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Convertite i vostri cuori in questo tempo e preparatevi alla Pasqua del mio Cuore che porta alla Croce e alla resurrezione! Non preparatevi per le cose del mondo: Io vi aspetto come figli della Croce, della povertà. Ricordate di non fare i maestri perché il Maestro è uno solo, figli! Cocciuta, vuoi unire ancora le tue mani alle mie? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini per tutti i tuoi Figli Ministri? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, figlia!(*) Guarda chi mette i Chiodi in questo giorno! (Giulia) sì, Gesù! <1º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) sono pesanti i Chiodi, figlia? (Giulia) sono più grandi, Gesù! (Gesù) questi che porti sulle mani stringili al tuo Cuore per tutti i Figli Ministri! Il Chiodo che è sui tuoi piedi accoglilo per i figli della perdizione, i figli che non vogliono ascoltare i Dolori del Parto e camminano sulla via larga gettando via la Parola viva che è in mezzo a voi nella Stanza dell'amore, perché il Parto è vivo, è pieno ed è in mezzo a voi e nel mondo intero! Ma molti Giuda vengono a donarmi il bacio per tradirmi! Pregate, figli! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate perché l'ora è giunta, figli del mio Cuore, ma non vi lascerò soli: sono sempre con voi, figli miei, pronto ad abbracciare il Legno della Croce per donarvi la vita eterna, perché la mia Parola è duratura e non viene meno! Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna: non vi sono altri dei, e non prostratevi a dei sconosciuti! Dove non c'è la sofferenza, lì non ci sono Io ma il nemico, e la via larga e la morte dove non c'è resurrezione! Solo attraverso la Croce c'è la resurrezione: ricordatelo, figliuoli! Ed Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Ma vivere il Vangelo non significa fare i maestri del Vangelo! Vivere il Vangelo è camminare secondo la Parola di Dio, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici; non giudicare e non condannare il fratello; non prendere il posto di Dio: guardatevi bene di non prendere il posto di Dio, ma i piccoli Giovanni all'ultimo posto, nell'amore, nella carità! E state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! “Io sono il maestro del Vangelo”, “Io posso stare al primo posto perché conosco la Parola”: STATE ATTENTI, figli, l'umiltà, l'amore e l'ubbidienza fanno cadere nel suo luogo il nemico! State attenti, Io vengo per volere del Padre in mezzo voi a portare l'unica Verità: il Vangelo, ed Io posso farlo perché il Padre me lo permette! In questo tempo come avete preparato i vostri cuori? puntando il dito verso il fratello? giudicando lo Strumento? ..e avete giudicato Dio!(*) Figliuoli, quando Dio poggia il dito su una creatura facendo suonare la musica del santo Vangelo, è Dio che parla! Ritornate nel Solco! Ritornate ad amare Dio, cercate il suo Amore, cercate la sua amicizia e non disperdetevi nelle cose del mondo in questo tempo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù, sono dinanzi ai tuoi piedi: se vuoi accogliermi come uno straccio.. io sono meno di uno straccio! (Gesù) Io porto il mio “eccomi” alle mie Spose, e come dono ti offro i Dolori del Parto per donarli all'umanità e ai tuoi figli. Ma sarai perseguitata ancora a causa del mio Nome: cosa mi rispondi, figlia? (Giulia) eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! (Gesù) ed Io in dono ti offro la corona di spine!(*) (Giulia) non sono degna di portarla! (Gesù) non vuoi gridare? (Giulia) Eccomi! Eccomi! Eccomi!(*) (Gesù) sollevati, anima mia! Figlia! (Giulia) Gesù! Gesù, ti ho fatto soffrire? (Gesù) mi hai donato il tuo amore: donalo ai tuoi figli, falli camminare sempre nel Solco tenendo alto sempre il santo Vangelo! Hai voluto tenere nel tuo Cuore i Dolori? (Giulia) non li ho tenuti per me, Gesù(*), ma in questo tempo metto nel tuo Cuore tutti i miei figli, l'umanità intera, il giglio e il tuo figliuolo Vincenzo! (Gesù) e voi pregate, pregate per l'Uomo vestito di bianco e non dimenticate in questo tempo la Croce, figliuoli! Cocciuta del mio Cuore, Io mi poggerò ancora su di te perché sono solo! Tu poggia le tue mani sui tuoi figli! (Giulia) Eccomi, Gesù! (Gesù) vi chiedo di pregare secondo le mie intenzioni. Fate penitenza e combattete il nemico con l'amore, figli del mio Cuore! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nella verità della Parola viva, sono ancora qui in mezzo a voi ad indicarvi la Via Stretta che porta al Cuore di Dio, l'unica Sorgente vera e viva: la Parola, il Cuore del Padre che viene ad abbracciare l'umanità, ma l'umanità è ancora sorda e cieca; l'umanità si è persa, e Gesù col bastone cammina cercando le pecorelle; ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito a raccoglierle e a portarle a casa, a voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. In questo tempo l'Agnello che si immola, l'Agnello che viene a donare il suo Sangue e la sua Carne, ad abbracciare i suoi amici per far festa all'unico Banchetto, alla mensa del Padre! Ma il mio Cuore gronda Sangue nel vedere i figli che cadono attimo per attimo nella rete del nemico cercando i primi posti, dimenticando la Croce: il letto dell'amore, il letto che ci dona la vita eterna, la gioia di nascere nel Cuore del Padre! Figli miei, Io vengo solo ad indicarvi il Solco e a portare la Parola perché il Padre mi manda. Accogliete sempre il Parto vivo e non disperdetevi ma siate un unico cuore col Cuore della Croce, figli miei! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! ..mi manchi! (Piccolo Giovanni) sono sempre in mezzo a voi e abito nel tuo Cuore! (Giulia) Giovanni, come non ascoltavano il tuo grido non viene ascoltato neanche il mio! (Piccolo Giovanni) lo so, ma Gesù è qui: è pronto ad immolarsi, ad abbracciare ancora la Croce! Vuoi fermarti? (Giulia) no, Giovanni, chiedo solo il tuo respiro. Ti chiedo misericordia per i figli, per l'umanità intera! (Piccolo Giovanni) il Padre ha poggiato e poggerà il suo dito sulle tue carni: vai avanti e non fermarti, figlia mia! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) so cosa c'è nel tuo Cuore perché è il mio. Gronda Sangue, ma il Padre ha alzato la destra! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) non temere, figlia: quando il Padre alza la destra dovete solo dire “eccomi”! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) prega come tu sai fare e preparati perché il Parto è pieno, figlia! Ma ricordatevi: non conoscete né l'ora e neanche il giorno ma siate vigilanti in questo tempo! Figli miei, avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <giov. della 5° sett. di Quaresima/C Gv. 8,51-59> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo, cosa è rimasto nel tuo cuore? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, nella gioia di stare con la mia famiglia ma nella tristezza di vedere l'umanità che cade. Vogliamo sollevarla? (Paolo) faremo ciò che è nelle nostre possibilità.. (Piccolo Giovanni) ..“eccomi”.. (Paolo) ..e che il Signore ci chiede! (Piccolo Giovanni)eccomi”! È questo che dovete fare e dire: “eccomi, Papà”! Ma dimmi, cosa ne pensi del Vangelo di questo giorno? <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) il tuo parlare e quello di Gesù mi hanno, da un lato, fatto vivere momenti di gioia perché vi ho sentiti particolarmente vicini, vivi e presenti, ma dall'altro.. (Piccolo Giovanni) ..non è così? (Tutti) si! (Paolo) dall'altro mi hanno fatto sentire molto triste perché, nonostante questa presenza sia viva, vera, ancora purtroppo noi non abbiamo preso pienamente coscienza! (Piccolo Giovanni) ma Io parlo a voi e parlo al mondo intero! (Paolo) si.. (Piccolo Giovanni) ..almeno voi siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ma (in)quanti altri luoghi si chiama Gesù ma non si va a cercare Gesù! (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) ma non giudichiamo.. (Paolo) ..no, no.. (Piccolo Giovanni) ..io ho detto ciò che il Padre mi fa dire (Paolo) si, quando.. (Piccolo Giovanni) ..dobbiamo stare attenti al giudizio: il nemico è molto bravo e usa i figli che dicono di essere “maestri del Vangelo”, per trascinare le anime nella sua falsa luce! (Paolo) È l'orgoglio.. l'orgoglio a volte.. (Piccolo Giovanni) ..in modo particolare in questo tempo, nel tempo della conversione, nel tempo di diventare piccoli e guardare solo la Croce, perché solo la Croce ci può salvare e nessun altro! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> e l'Alito scende copioso.. (Paolo) ..si, hai ripetuto ancora una volta.. (Piccolo Giovanni) ..sulla mia famiglia.. (Paolo) ..che lo Strumento di Dio non viene ascoltato! (Piccolo Giovanni) allargo le braccia e stringo le spalle! Perché? quando ero in mezzo a voi con la mia presenza fisica, qualcuno mi ascoltava?(*) (Paolo) ci dovrebbe servire, però, di insegnamento, questo!(*) (Piccolo Giovanni) Io sono qui per volere del Padre e per amore dello Strumento che si lascia usare solo con la musica del Vangelo! (Paolo) e d'altronde, il Vangelo di oggi mette a fuoco proprio questo aspetto qui: nessuno riesce a vedere Gesù per quello che realmente è! Dice “come? tu ci dici che noi vivremo sempre se ascolteremo la tua Parola..(Piccolo Giovanni)..non hai ancora 50 anni”! (Paolo) si, “Abramo è morto..(Piccolo Giovanni) ..e la Cocciuta ancora non ce li ha! <si ride un po'> (Paolo) gli sembrava.. (Piccolo Giovanni)..e tu ci doni la vita eterna?(Paolo) si, “ma chi sei tu?(Piccolo Giovanni)ma che stai dicendo?”, “chi sei tu?(Paolo) si, come succede con la Cocciuta! (Piccolo Giovanni)ma cosa sta dicendo?(Paolo)ma cosa dice questa se a me è capitato così: il contrario di quello che ha detto lei?”, “ma come faccio io a fare quello che ha detto lei?(Piccolo Giovanni) per prima chi è? (Paolo) anch'io l'ho fatto, e mica io ho vergogna di dirlo! (Piccolo Giovanni) ma ho fatto la battuta! (Paolo) si, ma io non ho.. (Piccolo Giovanni) ..anche in questo tempo.. (Paolo) ..timore a dirlo apertamente! (Piccolo Giovanni) conosco il tuo cuore! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) come conosco il cuore di ognuno di voi, e il dolore della Cocciuta.. (Paolo) ..è proprio questo.. (Piccolo Giovanni) ..è che non può parlare, ma come facevo Io, ogni tanto la getta una! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma.. (Paolo) ..chissà se la.. la acchiappano.. (Piccolo Giovanni) ..forte! Chi vuole intendere intenda!(*) l'acchiappano! (Paolo) l'acchiappano? (Piccolo Giovanni) l'acchiappano! (Telesfore) cosa getta? (Piccolo Giovanni) pietre, non di sicuro! Le cantate!(*) quante ne ho fatte! Ma dimmi ancora! <2 colpi di tosse con 3 alitazioni> (Paolo) stavo pensando.. mi stavo immedesimando in quei tempi in quella gente li.. che vedeva Gesù, lo sentiva.. (Piccolo Giovanni) ..perché? adesso non lo vedete? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) e come vivi? (Paolo) come vivo? (Piccolo Giovanni) nel vedere e nel sentire parlare il Padre? (Paolo) lo dicevo anche, mi sembra, la volta scorsa: quando ci rifletto sopra è una cosa talmente grande che non so nemmeno io cosa pensare! (Piccolo Giovanni) e quei poverini.. (Paolo) ..a quei tempi, si.. dice, “ma questo qua..”, dice, “Abramo è morto e questo qua ci viene a dire che è più grande di Abramo”, ehm.. (Piccolo Giovanni) è troppo grande il mistero da capire a quei tempi e da capire oggi! (Paolo) prima.. (Piccolo Giovanni) ..“ma Gesù ha parlato, è morto sulla Croce, è risorto, ci ha detto ‘aspettatemi’..(Paolo)..che verrò..(Piccolo Giovanni)..io verrò, ma non vi lascerò soli, vi manderò il Consolatore”, “ma quando viene questo Gesù?(Paolo) questo “Consolatore” chissà dove l'aspettano, Giovanni! (Piccolo Giovanni)dov'è il consolatore? perché ci sono le guerre? perché scendono i flagelli?” È come dire: questo Gesù.. (Paolo) ..si è dimenticato di noi.. (Piccolo Giovanni) ..ha fallito, ci ha preso in giro! Può la Parola di Dio venire meno? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) non ci sarebbe il suo Sangue e la sua Carne! (Paolo) forse, Giovanni, lo aspettano.. vogliono un preavviso, una cartolina.. (Piccolo Giovanni) ..nessuno conosce né l'ora e neanche il giorno: siate vigilanti, e nell'attesa non spegnete la lucerna dei vostri cuori! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ha forse mandato una cartolina quando è venuto a nascere in una stalla? (Tutti) no! (Paolo) Lui si manifesta.. (Piccolo Giovanni) ..abbiamo sentito la Parola dell'Annunciazione e Maria ha donato “l'eccomi” senza chiedere né un castello e neanche cosa doveva fare: “eccomi(Paolo) e quella è la fede! È da qui che noi dobbiamo.. (Piccolo Giovanni) ..imparare a crescere.. (Paolo) ..imparare ad ascoltare le parole della Cocciuta! (Piccolo Giovanni) di Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché lo Strumento viene usato solo da Dio! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) col suo “eccomi”, allargando le braccia e accettando i Chiodi. Ma dicendo questo Io non l'ho mai messa e non la metterò mai sul piedistallo, ma chi rinnega lo Strumento rinnega Dio! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) chiaro? (Paolo) eh, più chiaro di così! (Tutti) si! (Paolo) più chiaro di così! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora: cosa è rimasto nel tuo cuore? (Paolo)prima che Abramo fosse, Io Sono”! (Piccolo Giovanni)Io Sono”! Aspettavo! (Paolo)è il Padre che mi glorifica”! (Piccolo Giovanni) no gli uomini! (Paolo)no gli uomini”, si! (Piccolo Giovanni) Dio non cerca la gloria degli uomini! (Paolo) questi passi del Vangelo, Giovanni, sono molto significativi ma anche tristi, perché ci stiamo avviando, proprio, all'epilogo, e oramai tra Gesù e i giudei c'è questo clima incandescente! (Piccolo Giovanni) è la preghiera che spegne e fa sbocciare i fiori dove il terreno è bruciato, e solo Dio può fare questo! <2 colpi di tosse con un'alitazione> è la serata dell'Alito, la preparazione al giovedì che viene! (Paolo) eh, giovedì spero di portarti quel quadro! (Piccolo Giovanni) Amen! (Paolo) eh, devo metterci la cornice! (Piccolo Giovanni) mi dici tutti i dettagli come se io.. (Paolo) ..non lo conoscessi? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) non lo conoscessi! È bello! (Paolo) ma gli altri non lo sanno, però! (Piccolo Giovanni) eh! (Paolo) questo dici sempre pure a me! (Piccolo Giovanni) lo so.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..che gli altri non lo sanno, ma stanno aspettando che arrivi! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e quando si costruisce una casa si può camminare senza mattonelle? per un po' si.. (Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..e per il quadro ci vuole la cornice! (Paolo) si: l'hai già scelta, no? (Piccolo Giovanni) alzo le mani! (Paolo) io vado dove sono stato l'altro giorno! (Piccolo Giovanni) e che dici, c'ero anch'Io? (Paolo) e non mi hai fatto trovare quello che io cercavo! Io ho pensato che non mi serviva, sono uscito tranquillo; dico “tanto se non c'è vuol dire che non lo devo usare(Piccolo Giovanni) la Cocciuta quando deve trovare qualcosa va dritta (Paolo) si (Piccolo Giovanni) anche se non la trova in quell'attimo è sicura di trovarla nella seconda entrata! (Paolo) ah, mi stai dicendo che devo cercare ancora? (Piccolo Giovanni) alzo le mani! Io ho parlato.. (Paolo) ..e allora domani vado a vedere in un altro posto.. (Piccolo Giovanni) ..chi vuole intendere, intenda! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> ...................... non giudicate, figli.. ..ma pregate! ...................... ..lasciate che sia il Padre a donare il giudizio! ...................... può Dio non usare misericordia? ...................... ..e anche voi che siete figli di Dio dovete far scendere verso i vostri fratelli, in modo particolare verso i nemici, la misericordia che il Padre lascia scendere su di voi! ............... è un fiume in piena e va donato, perché il fiume di Dio non si ferma mai, scorre sempre!  <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> ............... che si scopre solo aprendo il cuore e amando! ..............perché il mistero di Dio è Amore: è facile scoprirlo! ...............amare! ................l'Amore che il Padre dona ad ognuno di noi! ............... il mistero è sempre l'amore! Gesù ha abbracciato la Croce per amore e attimo per attimo ci dona il suo Sangue e la sua Carne per amore! ............... Ma, poverini, cosa gli dite voi alla Cocciuta? ...............“sei sicura di quello che hai detto?” ............... “lo stai dicendo tu o ti è stato detto?”, “lo conoscevi prima..” ............... e via dicendo!............... la storia si ripete! ............... La Cocciuta ha ricevuto una telefonata di un'anima bella: conosce che in questo tempo la Cocciuta soffre “voglio solo salutarti e dì a Gesù che ti voglio bene”! Il Cuore della Cocciuta ha sorriso dicendogli “ma Gesù lo so già, non c'è bisogno che glielo dico Io: in questo attimo ti sta sentendo ma tu diglielo............... “Papà, ti amo”, “Papà, ti voglio bene”, “Papà ti voglio sempre con me...............”! ..il cuore.. ..“è aperto”! ............... ed Io chiedo ad ognuno di voi di farlo stare sempre aperto e di donare ai fratelli tutto l'amore che Dio dona ad ognuno di voi nella Stanza del suo Amore, nella Dimora viva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! ............... Amen e così sia!(*) Cosa mi dici? (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Vedo il tuo cuore triste:.. (Tommaso) ..eh, un po' si.. (Piccolo Giovanni) ..gocciola un po' di sangue! (Tommaso) un po', si! (Piccolo Giovanni) perché è triste il tuo cuore? (Tommaso) un po' per questo motivo che sto per dire: stasera, Paolo, ha sottolineato “Io Sono”, e mi ha riempito veramente il cuore perché ieri, oggi e sempre in eterno sarà sempre “Io Sono”!  (Piccolo Giovanni) Amen! (Tommaso) Amen! E allora, sbirciando qualche giornale a proposito, mi si è anche rattristato un po' il cuore sentendo.. leggendo appunto, che la CEI, il Comitato Episcopale Italiano, già dal 2002, sembra che abbia deciso di cambiare un po' il Vangelo e mi spiego: già noi nella Stanza del Padre nel Pater Nost.. nel Padre Nostro ci inginocchiamo e per due volte lo gridiamo “non ci indurre in tentazione..(Piccolo Giovanni)..ma liberaci..(Tommaso)..ma liberaci dal male”: è questo, è proprio questo che vogliono cambiare! L'altra è proprio sull'Annunciazione: la parola dell'Angelo Gabriele verrà cambiata: non più “Ave Maria” bensì “rallegrati, piena di grazia”; è sparito anche il Nome di Maria! L'altro ancora: i comandamenti; il Padre: “Io Sono”, è buono, è amore per tutta l'umanità, è immenso il suo Amore, è vero, però è anche giudice, e allora il suo comando, le sue tavole sono parole e comandi inperativi; “non uccidere”, “non rubare”, questo verrà cambiato “non ucciderai”, ecc. (Piccolo Giovanni) avete dimenticato “quando verranno a dirvi cose che non sono le mie?”, ricordi questa frase? “Non ascoltateli”, perché il Vangelo non può essere cambiato! (Tommaso) ma qualcuno potrà replicare “ma il Papa..(Piccolo Giovanni) ..qualcuno potrà dire “non ascoltate le genti”, ma non vengono a cambiare nulla! È la Parola di Dio che si annuncia: il Vangelo, come Gesù l'ha lasciata nel cuore dei discepoli; l'Uomo vestito di bianco non è lui a cambiare! (Tommaso) lo fanno firmare, però! (Piccolo Giovanni) alzo le mani! (Tommaso) e purtroppo tanti fratelli dicono.. “ma questo è il Papa del mio segreto” ha detto la Madonna, no, però dice “se lo fa..(Piccolo Giovanni) ..non posso risponderti, figlio, solo il Padre conosce l'ora e il giorno in cui abbasserà la mano! Voi pregate che rimanga sempre alta!(*) è chiaro quello che ho detto? (Tommaso) da parte mia, si! (Piccolo Giovanni) è chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) non si può cambiare il Vangelo! E pregate perché i flagelli sono pronti, figli, e il dolore di Maria è il mio dolore, e la Cocciuta griderà sempre di più i Dolori del Parto; pregate, pregate e combattete il nemico con l'amore! Avete tutti la spada in mano e la spada che portate è il santo Vangelo: “tenetelo alto”, viene ripetuto sempre, non fatelo calpestare sotto i piedi e non abortite Gesù quando uscite fuori. Ora capite queste parole? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) siate vigilanti perché il nemico è sempre pronto! “Pregate per la Chiesa tutta”, questo viene ripetuto ad ogni visitazione; “pregate per l'Uomo vestito di bianco che curvo porta la Croce, per l'umanità intera, sulle spalle”: è chiaro? (Tutti) si! (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) l'alunno ha alzato il dito! ............... (Paolo) se.. Giovanni, se davanti a un nostro comportamento molto chiaro, esplicito, nel seguire gli insegnamenti del Vangelo di Gesù, qualcuno ci dovesse obiettare che ci sono state delle variazioni che la Chiesa ha apportato.. <Giovanni alza la mano e lo ferma> mi fermi? (Piccolo Giovanni) si, lasciamo che prima sia Dio.. (Paolo) ..ah, ho capito.. (Piccolo Giovanni) ..non mettiamo il piede.. (Paolo) ..prima, si.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi a Lui di quello che vuol far scendere! (Paolo) si, perché.. (Piccolo Giovanni) ..perché gli uomini scrivono, ma Dio decide! (Paolo) perché tempo fa mi sembra di aver sentito pure io in tv qualcosa del genere! (Piccolo Giovanni) ma anche quando ero fisicamente con voi, alla Cocciuta gli ho detto “vedi che adesso cambieranno..”: lei fa così! (Paolo) uh! (Piccolo Giovanni) e Io gli ho chiesto “che significa questo gesto?” adesso non lo diciamo ma penso che qualcuno capisce che significato ha! (Paolo) è molto esplicito! (Piccolo Giovanni) Dio parla e gli uomini cambiano.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la Parola di Dio? (Paolo) adesso, Giovanni, ricordo anche la trasmissione televisiva dove parlavano di queste cose! (Piccolo Giovanni) è come prendere la Croce e al posto della Croce mettere.. (Paolo) ..un vaso di fiori? (Piccolo Giovanni) decidete voi cosa! “Togliamo quel Legno, è stato sbagliato, mettiamo un vaso di fiori!(Paolo)c'è la necessità di rinnovarsi!(Piccolo Giovanni) vedete, al posto dei Chiodi ho messo due rose e il piano verde! <si riferisce alla Croce greca della Stanza col Cuore pulsante> ho spiegato molto bene cosa significava, ma non ho cambiato il Vangelo! “Il mio Cuore Immacolato trionferà”: può l'uomo cancellare il trionfo di Maria? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) andiamo avanti camminando nel Solco e tenendo sempre alto il santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore! Popolo mio, siete nella rete e dovete portare sulle spalle tutti i fratelli! La parola bella che don Vincenzo ha detto alla Cocciuta “tu sei Cocciuta perché ci devi salvare”: è rimasta senza parole, al telefono! “Sei Cocciuta perché ci devi salvare” chiamandola sempre “Stella”!(*) Siate tutti Cocciuti della Parola, rimanendo saldi sulla Roccia che è Dio! (Tommaso) la grande umiltà di don Vincenzo riempie i nostri cuori e ci rafforza ancora di più per andare avanti! (Piccolo Giovanni) chissà chi l'ha mandato!(*) Ma pregate per il giglio: non lasciatelo solo, figliuoli del mio Cuore! <2 colpi di tosse con un'alitazione> cosa c'è ancora nel tuo cuore? ..quella gocciolina che sta per cadere adesso.. (Tommaso) ..volevo dire anche: qualche Piccolo Giovanni, ogni tanto, evidentemente c'ha qualche rimpianto e mi telefona ogni tanto, cioè fa degli squilli e poi si scusa che ha sbagliato! Io il cuore.. vorrei tanto parlargli, vorrei.. però per lasciarlo libero non mi faccio sentire, non so che passo dovrei fare! (Piccolo Giovanni) pregare e metterlo nel Cuore del Padre! La Cocciuta fa così: quando bussano al suo Cuore lei bussa al Cuore del Padre col santo Rosario! (Tommaso) questo lo faccio, però a volte per non.. l'ho chiesto perché.. per non sentirmi.. (Piccolo Giovanni) ..in colpa? (Tommaso) in colpa di.. di non aver fatto nulla! (Piccolo Giovanni) la preghiera e il santo Rosario è la medicina che guarisce ogni male!(*) (Tommaso) e qualche volta mi è venuto a trovare sul lavoro e ha pianto parecchio vicino a me, però adesso non c'è manco(neanche) questo..  (Piccolo Giovanni) ..vuoi dire il nome del Piccolo Giovanni? per.. (Tommaso) ..ehm.. è Rocco!  (Piccolo Giovanni) ..farlo sentire a tutti i fratelli? (Tommaso) il Nome Nuovo è Rocco! <Rocco manca dalla Stanza da gennaio del 2002> (Piccolo Giovanni) pregate anche voi conoscendo il Nome!(*) tu prega! (Tommaso) si, Giovanni! (Piccolo Giovanni) chiaro? Il Padre conosce il cuore ed essendo Misericordia Infinita, aspetta! Chiaro? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) è diventato triste il tuo cuore? (Tommaso) no! No, no! (Piccolo Giovanni) è gioioso? (Tommaso) è gioioso: stare qui come si può non esserlo? (Piccolo Giovanni) e aspettatevi la gioia della resurrezione! Ancora non sapete cosa vi aspetterà nel giorno dell'Angelo! (Tommaso) stiamo aspettando con ansia! (Piccolo Giovanni) anch'io, figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ma vi chiedo ancora di pregare per il mio popolo: vi chiedo ancora “non fateci usare”. Pregate per la capanna di Marì perché Io piango lacrime di Sangue per il mio popolo, figli miei! Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> tu cosa mi dici? (Telesfore) il Vangelo di oggi sembra.. quello di ieri lo stiamo vivendo oggi(*) con lo Strumento!(*) (Piccolo Giovanni) vai avanti!(*) (Telesfore) tu ci hai detto che quando lo Strumento parla è il Padre che parla! (Piccolo Giovanni) lo so già, questo: cosa vuoi dire? (Telesfore) io voglio dire che le sofferenze della Cocciuta, siamo noi che la facciamo soffrire con i nostri giudizi, io per primo!(*) (Piccolo Giovanni) cosa devo risponderti? (Telesfore) che è la verità! (Piccolo Giovanni) figlio mio, “Io apro le braccia e ti accolgo nelle mie braccia”! Così risponde la Cocciuta perché lascia al Padre: è uno Strumento! e quante(i) sputa(i) ha avuto Gesù, quante percosse sul capo ha avuto Gesù per amore: l'ha accolte tutte e le accoglie ancora, così lo Strumento accoglie tutto quello che gli viene offerto per amore di Gesù, anche se grida con la Parola viva e i Dolori del Parto! Anche con te quando cerchi di ragionare con la mente e non ascolti col cuore ciò che lei sta dicendo! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> è chiaro? (Telesfore) più chiaro di così! (Piccolo Giovanni) si suol dire “si muore”, per nascere nel Cuore del Padre! Cosa c'è ancora nel tuo cuore?(*) aspetto! (Telesfore) nel mio cuore c'è che vorrei migliorare.. (Piccolo Giovanni) ..“Io sono un servo inutile dinanzi alla Croce: eccomi, Padre, fa di me quello che vuoi!(Telesfore) anche se non so fare nulla? (Piccolo Giovanni) servo inutile dopo aver lavorato nella vigna del Padre!(*) I piccoli Giovanni all'ultimo posto: non cercate i primi posti! Aprendo il cuore si cammina nel Solco e si tiene alto il Vangelo e si diventa bravi alunni alla scuola di Maria! (Telesfore) bella, questa parola! (Piccolo Giovanni) come vuoi migliorare se non si va alla scuola di Maria? camminando nel mondo? dicendo “Io sono il maestro del Vangelo”? Servo inutile dinanzi ai piedi della Croce, o come dice la Cocciuta: “meno di uno straccio”! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> e in questo tempo siate stracci ai piedi della Croce, così raccogliete le gocce divine del Cuore di Gesù per donarle ai fratelli e all'umanità intera! È bello essere stracci di Dio per donarvi: a Gesù non gli hanno lasciato neanche quelli, gliel'hanno tolti! Almeno voi rimanete come stracci: chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ha toccato un po' i vostri cuori questa parola? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Gesù non ha avuto neanche gli stracci addosso: sulla Croce gli hanno tolto ogni dignità! Ricordate questa frase? (Alcuni) si! (Piccolo Giovanni) ebbene, pregate, figliuoli, rimanete legati alla Croce e portate tutti i vostri fratelli dinanzi all'Albero della vita e ricordate: Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e la mia parola non viene cancellata dall'uomo, è duratura, e quando Io verrò i vostri occhi vedranno il mio Amore perché voi siete il mio popolo, e su di voi Io poggio la mia Croce e voi salverete l'umanità intera! Sono gocce grandi che stanno scendendo in questo giorno, figli del mio Cuore! <3 colpi di tosse con un'alitazione> e un fiore nascerà e crescerà nella mia Dimora! <2 colpi di tosse con 3 alitazioni> Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Cosa mi dici ancora? (Telesfore) poco fa Gesù ha parlato di baci di Giuda! (Piccolo Giovanni) è mistero.. (Telesfore) ..è mistero?.. (Piccolo Giovanni) ..non posso risponderti!(*) (Telesfore) mi fermo! (Piccolo Giovanni) Io sono all'ubbidienza del Padre: come Sacerdozio vivo ed eterno vengo in ubbidienza al Padre a portare la sua Verità, il suo Amore, la sua Misericordia Infinita! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) il tuo Cuore è triste! (Piccolo Giovanni) gronda Sangue per l'umanità intera e per i figli della perdizione! Pregate perché Dio è giudice!(*) Come Sacerdozio vivo ed eterno apro sempre la porta del mio Cuore come è aperto il costato della Piccola Cocciuta e lascio scendere l'Amore di Dio, la Divina Misericordia! Figli miei, siate pronti perché la Pasqua è vicina! Abbracciate l'umanità, portate tutti i fratelli sulle vostre spalle perché voi siete i miei Discepoli, le mie Colonne e le mie Suorine ed Io mi poggio sempre di più su di voi, figli del mio Cuore, senza fare alcuna distinzione; avete tutti la stessa misura perché l'Amore del Padre non fa alcuna distinzione: tutti siete miei figli, rocce vive del mio Amore! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora?(*) aspetto!(*) (Telesfore) il mio cuore arde per dirti che ti voglio bene! (Piccolo Giovanni) fallo bruciare perché anch'Io ti voglio bene, figlio mio! (Telesfore) auguri per domani! (Piccolo Giovanni) è che, capriccioso, vuole gli auguri per domani; e adesso ti do un compito! (Telesfore) eh, dimmi! (Piccolo Giovanni) dare gli auguri a tutti quelli che domani portano il Nome “Franco, Francesca”, dagli in Nome mio il Bacio del Piccolo Giovanni! (Telesfore) a tutti quelli che si chiamano Franco e Francesca? (Piccolo Giovanni) adesso! (Telesfore) adesso? <si dagli il Bacio>(*) (Piccolo Giovanni) al Francesco di Paolo glielo darai a lui! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) e lo porterà al mio pargolo.. (Telesfore) ..Francesco! (Piccolo Giovanni) e chiedi chi ha un Francesco e glielo darai e lo porteranno! Ha parlato ed Io lo faccio lavorare! <si ride un po'. Telesfore consegna a tutti i “Francesco” e “Francesca” il Bacio del Piccolo Giovanni>(*) (Telesfore) chi si chiama e chi c'ha qualche Francesco? <ognuno dei presenti ha ricevuto tanti Baci da Telesfore per quanti Francesco aveva> (**) (Piccolo Giovanni) Ah! Avete visto com'è bello lavorare nella vigna?(*) (Paolo) ma tutti “Francesco” si chiamano? (Piccolo Giovanni) Approfittano.. <si ride un po'> per accogliere il Bacio! Ma ci sono, ci sono! (Paolo) ci sono!(**) (Piccolo Giovanni) la quiete: ricordate che Dio è in mezzo a voi! <tanta è stata la gioia dei presenti che nella Stanza c'era molto brusio>(*) chi ha Francesco? ..ha dimenticato il vero Francesco!(**) si sono terminati i “Franceschi”? <si ride un po'> tu non hai “Franceschi”? (Telesfore) Francesca sta in cielo: Francesco e Francesca! (Piccolo Giovanni) e tu come ti chiami? (Telesfore) Franco, Francesco.. <si ride un po'> ..Pasquale, Telesfore e Giuseppe! (Piccolo Giovanni) e allora dobbiamo aspettare ma vorresti anche tu il Bacio? (Telesfore) se il Padre vuole! (Piccolo Giovanni) e non lo mandi in Cielo? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) mandaglielo! (Telesfore) eh, e come devo fare? (Piccolo Giovanni) come ho fatto Io! (Telesfore) glielo devi portare tu? <si danno il Bacio del Piccolo Giovanni>(*) (Piccolo Giovanni) hai visto come si lavora dinanzi ai piedi della Croce come un servo inutile? (Telesfore) mi hai fatto emozionare! (Piccolo Giovanni) l'hai chiesto tu!(*) (Paolo) ma dopodomani che giorno è? (Piccolo Giovanni) Io non lo so: ditemelo voi! (Paolo) Telesfore non lo sa? a me sembra di aver letto “Giovanni Battista”! (Piccolo Giovanni) non lo so, se voi lo avete letto! (Paolo) guardando il calendario ho letto: 3 aprile, Giovanni Battista!(*) no?(*) <Natanaele gli dice che è il 24 di giugno, ma l'audio non è intelligibile> io ho letto Giovanni Battista, mo' non lo so se il calendario..  (Piccolo Giovanni) ..non lo so.. (Paolo) ..ho sbagliato? (Piccolo Giovanni) Io non ho letto il calendario! <si ride un po'> (Paolo) non lo so se mi sono sbagliato! (Piccolo Giovanni) quand'è san Giovanni Battista? (Paolo) ed io vado a di controllare la sopra! (Piccolo Giovanni) poi me lo fai sapere? (Paolo) si, come no! (Piccolo Giovanni) ora vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico e a combatterlo con l'amore, ad essere pronti in questo cammino di conversione per arrivare a gioire sul Legno della Croce, e a preparare i vostri cuori per il Banchetto che è qui in mezzo voi! Il Padre ha sete e fame del vostro amore: vuole bere e mangiare con voi: siete pronti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore della Croce tenendo sempre alto il santo Vangelo! Preparate i vostri cuori e venite tutti a fare festa perché lo Sposo è qui, è in mezzo a voi! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) prendi nelle tue mani il Cuore di Dio e bevi il suo Sangue(*) e donalo ai tuoi figli e all'umanità intera! Vieni, Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello! (Piccolo Giovanni) prendi la mia mano, Sposa, e vieni a fare festa!............... Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!  Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Chi siete venuti a cercare? (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti che Gesù è qui? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è vivo? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è reale? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è in mezzo voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) il peso diventerà ancora più grande in questo tempo sulle vostre spalle e su di ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, perché ho bisogno di ognuno di voi! Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua perché Io sto salendo il Monte e voi siete i miei discepoli! Siete pronti? (Paolo, ..... Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti. Fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <2º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?............... cosa vedete? (Paolo) anch'io vedo una luce, ma ci sono anche delle macchie.. credo che sia il sudore di Gesù! (Telesfore) io vedo il sole che pulsa!(*) (Piccolo Giovanni) e cosa significa per voi? (Paolo) la sofferenza di Gesù durante la sua Passione!............... (Telesfore) il sole che illumina l'umanità! (Piccolo Giovanni) Amen! Volete fare amicizia con Dio? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) e ai vostri fratelli volete donare l'Amicizia di Dio? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e voi siete gioiosi.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di ricevere l'Amicizia di Dio? (Tutti) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Gesù è gioioso nel donarsi ai propri amici! Voi siate gioiosi.. (una signora) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..quando venite perseguitati, quando ridono di voi a causa del mio Nome: rallegratevi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e donate la mia Amicizia come Io la dono ad ognuno di voi! Cosa vedete? ............... (Paolo) io vedo il culmine della Passione di Gesù! (Telesfore) io vedo una Croce e una Colomba! (Piccolo Giovanni) e unite? (Paolo) unite sono l'amore che Dio nutre per l'umanità intera!  (Piccolo Giovanni) Amen! Quale pezzo d'amore volete? (Paolo) l'amore è amore! (Piccolo Giovanni) e solo Dio può donarlo! (Paolo) si, “Io Sono”! (Piccolo Giovanni)Io Sono”!(**) cosa è rimasto? ............... (Paolo) io vedo solo Maria, Gesù non c'è più lì! (Piccolo Giovanni) dove c'è Maria.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..lì c’è Gesù! (Paolo) nel senso che Gesù.. (Piccolo Giovanni)  ..dove c'è Gesù c'è Maria! Come la Croce non si divide, Maria non si divide dal Figlio! E così anche voi siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria e nel Bimbo che cresce!(*) (Paolo) sono abbracciati! (Piccolo Giovanni) Dio che abbraccia l'umanità: Padre, Figlio, Spirito Santo e Cuore Immacolato di Maria! Il mio Cuore Immacolato trionferà” e Maria non può dividersi dal Cuore di Dio! Un altro gocciolone! Ora vi sto ubriacando d'amore: volete donarmi.. ..ai vostri fratelli? (Paolo ....) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi nell'amore e nella misericordia di Dio!(*) Io busso ancora alla porta del Cuore del Padre chiedendo di ascoltare la mia preghiera, per ognuno di voi, per i vostri cari, per coloro che mi avete portato nei vostri cuori, per i figli che si sono uniti a questa santa preghiera! Busso chiedendo al Padre di ascoltare la mia preghiera! Padre mio, ascolta il grido del mio Cuore!(***) Padre! Padre! Padre!  (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per aver ascoltato ancora una volta la mia preghiera; sia benedetto il tuo Nome, Padre mio!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore, ma state attenti, non abortitemi, fatemi vivere perché Io abito nei vostri cuori in questo istante! Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Amate, amate, amate, amate con la misura che Io amo ognuno di voi e all'umanità intera! Non lasciate nessuno fuori della santa preghiera e nell'abbraccio che Io ho donato ad ognuno di voi che siete qui riuniti, ai figli che si sono uniti e ai figli che avete portato nei vostri cuori! Figlioli miei, Discepoli miei, Colonne del mio Cuore, Suorine del Cuore della Croce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, abbiamo bevuto e mangiato al Banchetto dell'Amore di Dio, abbiamo fatto festa! Dio abita nelle culle dei vostri cuori, e Dio è Bambino, e i bambini non vanno abortiti, vanno cresciuti; e così chiedo ai cuori di ognuno di voi: di essere mamme e di crescere Dio, di vivere nell'Amore di Dio e di donarlo come Maria l'ha donato all'umanità intera! Questo Figlio che non gli apparteneva l'ha donato con amore, così anche voi donatevi, come Maria ha donato Gesù, per i vostri fratelli, per l'umanità intera! Con l'amore e la fede potete fermare le guerre e i flagelli e unire tutti i fratelli nel Cuore del Padre per gioire come abbiamo gioito in questo istante con l'amore pieno del Padre! Servi inutili a lavorare nella vigna di Dio, ma Dio ha donato il suo Sangue e la sua Carne ai figli!(*) Cosa sussurri? Io sento, ma i tuoi figli e i tuoi fratelli, no! (Natanaele) devo dire tutto? (Piccolo Giovanni) si! (Natanaele) parlo per me! Lui diceva e dice ancora “don Mario..<audio non intelligibile> ..ma un grande giorno, perché quando eri fisicamente in mezzo alla vecchia storia, ti vedevano uomo e non ti credevano Dio! (Piccolo Giovanni) sono un povero uomo! (Natanaele) Oggi noi abbiamo veramente Dio qui e forse vorremmo vedere l’uomo e non ci rendiamo conto di quello che vediamo! Vediamo le stelle a miliardi di chilometri.. distanti, il sole che non lo possiamo guardare, la luna che la vogliono conquistare, e noi c’abbiamo Dio qui e non capiamo niente: parlo sempre per me.. e tu, Gesù, Papà, dici che noi salveremo il mondo, ed è Verità, questa, perché lo dice Dio.. (Piccolo Giovanni) ..Amen.. (Natanaele) ..e non capiamo e non capisco neanche questo significato, ma la grandezza di Dio è talmente tanta.. (Piccolo Giovanni) ..di essere talmente cioti! (Natanaele)cioti”! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) perché non si può capire il mistero, e nessuno può essere maestro.. non Paolo, solo Dio.. (Natanaele) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che ha abbracciato la Croce! Che bella ramanzina.. (Natanaele) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..si è fatta lui, ma l'ha fatta a tutti quanti!(*) ..ma nel silenzio la senti tu, ma gli altri no, la sento Io perché il Padre.. (Natanaele) ..ma penso anche gli altri hanno nel cuore la stessa cosa! Tutti! Se ci hai messo tutti nella rete, il nostro cuore batte come un cuore solo, quindi come batte il mio batte tutto.. ogni cuore dei miei fratelli per Dio! (Piccolo Giovanni) era bello quando dicevo alla Cocciuta “i tuoi figli sono tutti cioti: dove sei andata a trovarli?”, e lei, con un tale amore “il primo sei tu perché ci segui”, e mi metteva con le spalle alla Croce! “Il primo sei tu perché ci segui”, chiedendomi scusa!(*) (Paolo) e ti ha servito! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) perché chi ama risponde con la stessa parola: l'amore fa rispondere con la stessa parola! Il mistero è sempre l'amore e noi dobbiamo crescere nell'Amore del Padre per donarlo ai fratelli, e non andare a trovare il nido fatto, ma dobbiamo costruirlo abbracciando la Croce! Il nido fatto lo cerca solo il nemico per far cadere nella sua falsa luce! Alza la voce e ripeti ciò che hai detto! (Natanaele)ancora per poco”! (Piccolo Giovanni) ancora per poco, ma i tempi li conosce solo il Padre! E nei tempi del Padre, Io vi saluto chiedendo ad ognuno di voi: CONVERTITE I VOSTRI CUORI, ad ognuno di voi, al mondo intero! Vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio, portatela ovunque andate e ai vostri fratelli, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore! Quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore!(*) E nella gioia piena, Dio accarezza i cuori di ognuno di voi: voi accarezzate i cuori dei vostri nemici in questo tempo, portandoli dinanzi all'altare del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Paolo, dove sei? (Paolo) non me lo fare dire! (Piccolo Giovanni) Paolo, dove sei? (Paolo) sono nella tua Stanza! (Piccolo Giovanni) quello lo vedo! Paolo, dove sei? (Paolo) eh, che devo dire? mi passano ogni tanto per la mente dei pensieri e non riesco a scacciarli! (Piccolo Giovanni) dimmeli! (Paolo) faccio ridere tutti se lo dico! (Piccolo Giovanni) dillo ai fratelli! (Paolo) se lo devo dire! Mi è venuto in mente uno scaldabagno.. <si ride un po'> eh.. e non lo so perché mi vengono questi pensieri.. che è stato fissato male al muro e ho paura che mi cade in testa!  ..eh.. e tu mi hai detto di dirlo!  (Piccolo Giovanni) si, perché i fratelli ascoltino i tuoi pensieri! (Paolo) ma non lo so perché sono dei.. (Piccolo Giovanni) ..non ti sei distaccato dal mistero! (Paolo) no, questo non mi succede, anche se.. (Piccolo Giovanni) ..non ti sei distaccato dal mistero: come il Padre tiene nelle braccia il proprio figlio proteggendolo, tu non proteggi solo te stesso, ma chi abita nella tua casa!(*) (Paolo) eh, che ti devo rispondere? (Natanaele) in poche parole c'è il pericolo che casca lo scaldabagno in casa sua, su qualche familiare suo? (Piccolo Giovanni) il pensiero.. (Natanaele) ..è quello? (Piccolo Giovanni) è quello! (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni) come dire “scendi dalla Croce così crediamo che sei il Figlio di Dio”, ma quello non scenderà da dove l'hai messo! (Paolo) uh! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) chiaro? Rimarrà anche questo nella storia! (Paolo) e si faranno qualche risata! (Piccolo Giovanni) ma se il Padre ti ha fatto parlare, quante risate si dovevano fare delle parole dette e scritte sul libro! <= il Vangelo> (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) perché non solo quel libro è troppo piccolo per contenere tutto quello che è stato detto: è così? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) adesso ho un po' di sonno! Passa ancora lo scaldabagno? <si ride un po'> (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) o mi volete cantare la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aspetto: <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. ............... fra poco vi mando a nanna perché Io già l'ho fatta nanna! ............... con la Ninna Nanna! <si ride un po'> e vi dico “grazie” per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Siete i miei Petali Preferiti, sapete perché? perché il vostro profumo sale al Cuore del Padre e il Padre dona il profumo del vostro amore e della vostra preghiera ai figli abbandonati, ai figli che non hanno nessuno che mandano profumi! Ecco perché siete i miei Petali Preferiti! E volete unire questi petali.. ..con la Catena santa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) per innalzare al Padre la preghiera? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e il profumo arrivare e donarlo a tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Amen!(*) Unite la Catena santa, figliuoli, nell'Amore, nella Pace e nella Quiete, per vivere questi giorni e andare incontro a Gesù che sale sulla Croce per amore! <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. In questo tempo di cammino di conversione: “Gesù, tienici per mano”, “Gesù, non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male, Amen”!(*) Figliuoli miei, vi ripeto ancora una volta: non abortitemi, quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere; state attenti al nemico; camminate sempre nel Solco del mio Amore tenendo sempre alto il santo Vangelo! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! E nell'abbraccio della Croce, Io abbraccio e bacio ognuno di voi, figli del mio Cuore!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Andate nella pace portandola ovunque, e la pace viene solo dal Cuore della Croce, figli miei! <Giovanni alita su Giulia> (Giulia) grazie per il respiro, Papà! <Giovanni alita altre 3 volte su Giulia> grazie! (Piccolo Giovanni) tienilo nel tuo Cuore per i giorni che verranno, figlia! (Giulia) grazie!

 

 

         4. Ven 02/04/2004, ore 07.30, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma!  (Giulia) se sei tu glorifica il Padre! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia, guarda Gesù com'è solo: vuoi fargli compagnia? (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) Figlia, Gesù piange: asciuga le sue lacrime! (Giulia) sì, Mamma! (l'Immacolata) ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

 

La Settimana della Passione di nostro Signore

 

        5. Lun  05/04/2004, ore 07.30, in crocifissione, orale   

Oggi Giulia riceve la sesta, settima ed ottava Stimmata di questo anno: sono usciti i segni di 3 Spine sulla fronte.

Ecco il messaggio:

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma!  (Giulia) se sei tu glorifica il Padre! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia, Gesù si poggia ancora su di te: vuoi ancora aiutarlo? vedi, è solo, figlia! (Giulia) sì, Mamma! Lo amo: eccomi! (l'Immacolata) ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

         6. Mar 06/04/2004, ore 07.30, in crocifissione, orale  

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma!  (Giulia) se sei tu glorifica il Padre! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia mia, aiuta ancora Gesù che è solo! (Giulia) eccomi,  Mamma! (l'Immacolata) ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

         7. Mer 07/04/2004, ore 07.30, in crocifissione, orale  

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma!  (Giulia) se sei tu glorifica il Padre! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia mia, Gesù ha bisogno di te: vuoi aiutarlo ancora? (Giulia) eccomi,  Mamma! (l'Immacolata) ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

         8. Giovedi Santo 08/04/2004, ore 07.30, in crocifissione, orale  

(l'Immacolata) vieni, figlia mia, sono Io, la tua Mamma!  (Giulia) se sei tu glorifica il Padre! (l'Immacolata) sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia mia, Gesù è sempre solo: vuoi aiutarlo ancora! (Giulia) eccomi,  Mamma! (l'Immacolata) ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

         9. Giovedi Santo 08/04/2004, ore 21.07, Stanza more solito  

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora, per l'umanità tutta; immolati, figlia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! In questo giorno vieni dietro di me a lavare i piedi dell'umanità sorda e cieca, l'umanità che si lava le mani non capendo l'importanza di amare, di perdonare, di usare carità verso tutti; l'umanità che si lava le mani pensando di essere maestri, avendo le mani pulite e il Cuore carico di peccati! In questo giorno Io sono pronto a lavare i piedi di ognuno di voi e dell'umanità intera, ma siate vigilanti, siate coscienti del gesto di misericordia e di amore che scende dal Cuore del Padre! Figli miei, sto usando lo Strumento per lavare l'umanità col mio Sangue! Amatevi gli uni gli altri, amatevi dell'unico amore che scende dal Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, perché Io sono qui in mezzo a voi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo a portare l'unica Verità, a portare la mia Croce, l'unica salvezza! Figliuoli del mio Cuore, Discepoli miei, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, vi invito a vivere nell'abbraccio della sofferenza, vi invito a camminare con me e a salire il Monte: “chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”! Figliuoli del mio Cuore, in questo tempo vi chiedo ancora una volta: pregate per la pace, pregate per la pace, perché le Mura stanno cadendo e solo con la vostra fede e la vostra preghiera fatta col cuore potete alzarle! Figli, vi ricordo ancora una volta che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna e vengo per amore ad abbracciare ancora una volta il Legno della Croce, figli miei! Cocciuta Divina del Cuore del Padre! (Giulia) eccomi, Gesù, ma io non sono divina! (Gesù) è Dio che decide! (Giulia) perdonami, Gesù! (Gesù) vuoi unire ancora le tue mani alle mie mani? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) guarda i Chiodi e guarda chi li mette! <1º grido>(*) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù, donami il tuo respiro!(**) (Gesù) figlia, guarda! (Giulia) Gesù, dalle tue mani scende tanto Sangue e anche dai tuoi piedi. Ci sono tanti Calici che vengono riempiti. (Gesù) ma anche delle tue mani e dai tuoi piedi scende il Sangue, figlia, e viene unito nell'unico Calice! Ma contali! (Giulia) sono 7 i Calici, Gesù, e in mano a 7 Angeli! (Gesù) figlia, vuoi che li versi sull'umanità questi Calici? (Giulia) Gesù, sia fatta la tua non la mia volontà! (Gesù) guarda ancora, figlia!(*) (Giulia) vedo flagelli e morte! Gesù, cosa devo fare con i 7 Calici? (Gesù) non chinare il capo ma guarda: te lo chiedo in questo giorno, figlia! (Giulia) Gesù, sii misericordioso ancora come hai cercato la pecorella smarrita e come hai coltivato il fico che non portava frutti! (Gesù) vuoi berli tu i 7 Calici? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) <2º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Calici si stanno riempiendo ancora una volta: dalle tue mani e dai tuoi piedi scende ancora Sangue! (Gesù) cosa vuoi che faccia? li verso sull'umanità? (Giulia) come misera peccatrice e straccio dinanzi ai tuoi piedi li bevo ancora, Gesù! (Gesù) Eccoti accontentata!(**) <3º grido>(*) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù, perché sei solo? (Gesù) perché l'umanità non mi cerca, non mi ama, ed Io sono solo a piangere e ad aspettare ognuno di voi e l'umanità intera per fare festa! Ma Io sono qui in mezzo voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli miei! E vivere il Vangelo, in questo tempo, è rinnegare il mondo, è abbracciare la Croce e camminare in povertà, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici. Ma state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi e farvi cadere nella sua falsa luce! E in questo tempo molti miei figli mi hanno abbandonato cadendo nella rete del nemico! Pregate, pregate, pregate, figli miei, e amate come Io amo ognuno di voi. Amate con la misura del Padre e non ci siano divisioni tra di voi. Come l'Albero della Croce non si divide, così anche voi non dividetevi ma amate; e quando vi stringete la mano, donate la pace che Io porto, la pace del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, come vi do l'Alito della mia tosse! <6 colpi di tosse con 2 alitazioni> la tosse del mio Cuore, la tosse che esce dal costato aperto dove scende Sangue e Acqua! Figli miei, in questo giorno il mio Cuore gronda Sangue nel vedere le Mura che cadono, e chiedo a voi, figli: costruite le Mura che stanno cadendo con la vostra fede, con la vostra preghiera, amandovi gli uni gli altri e allontanando il nemico dai vostri cuori, dalle vostre case, dal vostro camminare nel portare solo la Parola viva del santo Vangelo, camminando nel Solco del mio Amore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia mia, come Io porto il peso dell'umanità sulle mie spalle, anche tu dovrai portarlo ancora! Come Io non sono accettato, neanche tu non sarai accettata; come Io vengo calpestato sotto i piedi anche tu sarai calpestata; ma l'albero verde rimane sempre alto! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) si, figlia, abbracciati al Legno! <4º grido>(*) sollevati, anima mia! Vedi come amo le mie Spose? Quanti doni sto offrendo al tuo Cuore e ai cuori dei tuoi figli che sono qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo in questo giorno! (Giulia) Gesù, non sono degna neanche di abbracciare i tuoi dolori, ma sia fatta sempre la tua non la mia volontà! Gesù! (Gesù) poggia ovunque vai le tue mani, i tuoi piedi, le spine che porti sulla fronte e il costato aperto, perché il mio amore sia pieno e abbracci l'umanità intera. Prega per tutti i miei Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco che curvo porta l'umanità! (Giulia) Gesù, vedo che soffre! Vedo il suo abito macchiato di Sangue ed è per terra! (Gesù) sollevalo, prendilo nelle tue braccia, figlia mia! (Giulia) donami.. donami il tuo respiro, Gesù!(*) (Gesù) ora è in piedi!(*) (Giulia) grazie, Gesù, per averlo sollevato! (Gesù) non sono stato Io ma il tuo “eccomi”! Fa che i tuoi figli donano “l'eccomi” al Padre per poter vivere questa Pasqua nel Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e prega ancora e fai pregare i tuoi figli per la Chiesa tutta e per tutti i miei Figli Ministri! Tu li ami e doni te stessa per ognuno di loro! (Giulia) come misera peccatrice, Gesù, li metto tutti nel tuo Cuore!(*) (Gesù) ecco la scala per farli salire: è nelle tue mani, figlia! (Giulia) Gesù! Gesù mio! Figlio mio! Fratello mio! Unico Bene dell'anima mia!(*) (Gesù) hai stretto al tuo Cuore la scala: prega come tu sai fare nel silenzio della Croce, figlia! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità della Parola viva, sono ancora qui in mezzo a voi nella gioia e nella pace che Dio lascia scendere sull'umanità intera; ma l'umanità non accoglie la Pace di Dio, l'umanità non cammina sulla Via Stretta, l'umanità ha dimenticato di avere un Papà che arde d'amore per i propri figli ed è sempre pronto a far scendere il fiume per lavare i piedi, ma l'umanità vuole camminare nel fango del nemico tenendo i piedi sporchi! Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, per Amore del Padre vengo a lavarli nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, vengo a lavarli portando la Parola viva di Dio, invitandovi sempre a viverla, a farla conoscere, a farla amare e a donarla, figli miei! E in questo giorno sono ancora qui nella gioia di vivere in mezzo al mio popolo, a voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, per Amore del Padre, per amore dello Strumento. Ma il mio Cuore gronda Sangue nel vedere i flagelli, nel vedere le guerre che si aprono perché il nemico semina il seme del suo odio. Amate, figli, amate e combattete alzando sempre la spada del santo Vangelo! Siete stati battezzati con l'Acqua dell'Amore: combattete, combattete la battaglia del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria allontanando il nemico con l'amore! Amatevi, figli, perché Io dall'alto della Croce vi ho amati e vi amo allargando ancora le braccia per ognuno di voi e per l'umanità intera! Ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? <giovedì santo /C Gv. 13,1-15> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi! Nella pioggia Divina del Padre sono ancora in mezzo voi! (Paolo) e noi siamo gioiosi di essere qui con te! (Piccolo Giovanni) benedite il Padre per tutto quello che vi dona! Dimmi! (Paolo) il Vangelo di oggi è carico di significato. Quello che più però mi ha colpito è questo gesto di Gesù e Simon Pietro che in un primo momento non l'ha accolto in pienezza! (Piccolo Giovanni)come puoi, maestro..(Paolo) ..eh, si.. “come può un maestro lavare i piedi?” non si rendeva conto perché tutti lo riconoscevano Maestro, egli stesso gliel'ha chiesto! “Il maestro che lava in piedi”! E questo dev'essere.. (Piccolo Giovanni) ..ma non era venuto e non viene per essere servito! (Paolo) certo, ma era difficile capirlo questo, e per noi dev'essere un grande insegnamento! (Piccolo Giovanni)come Io ho lavato i piedi a voi, voi fatelo..(Paolo)..con tutti i fratelli del mondo..(Piccolo Giovanni)..con tutti i fratelli”! “Io mi guardo bene di toccare i piedi del fratello:..(Paolo) ..soprattutto.. (Piccolo Giovanni)..è nero di pelle!(Paolo) e purtroppo se noi diamo uno sguardo, anche fugace, a tutto ciò che avviene oggi nel mondo, c'è una contraddizione molto profonda! Questo gesto di Gesù passa in secondo piano, anzi non viene preso in considerazione alcuna! Il Vangelo che dovrebbe essere sempre sul nostro comodino, dovrebbe sempre essere letto, capito, digerito, viene messo da parte e magari, se letto, si fa in modo.. non voglio giudicare, Giovanni.. e quindi mi fermo! <Giovanni lo ferma> ..no! (Piccolo Giovanni) viene fatto in modo da maestro! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) lo dico Io perché il Padre me lo lascia dire, sapendo bene che il Maestro è uno solo! Ma ci invita a lavare i piedi ai nostri fratelli! (Paolo) soprattutto quelli più umili! (Piccolo Giovanni) ai piccoli.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, senza lasciare nessuno dei figli, perché abbiamo un solo Padre e tutti siamo figli di quel Papà che apre le braccia con Misericordia Infinita! E come la Cocciuta ha bevuto i Calici per l'umanità intera, cosa sarebbe successo se i Calici venivano versati, Natanaele? (Natanaele) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa sarebbe successo? (Natanaele) e non lo posso neanche immaginare: sicuramente niente di buono! (Piccolo Giovanni) perché la Cocciuta ha voluto berli? (Natanaele) perché nella Cocciuta c'è Dio e Dio vuole il bene dell'umanità, non il male! E proprio questa sera, questo Vangelo ci ha dimostrato che questo Dio che noi abbiamo è venuto per amarci e per servirci, mentre noi, uomini di carne, se facciamo un po' di bene, subito vogliamo la ricompensa, e se non ci ricompensa quell'essere per noi ha chiuso; e Dio non chiede niente, aspetta sempre in silenzio che noi torniamo e gli diamo quel pizzico di amore che Lui già si accontenta! (Piccolo Giovanni) hai detto giusto: “Dio chiede un pizzico di amore”, ed è così difficile amare quel Padre di Misericordia Infinita perché siete troppo legati alle cose del mondo e non si riesce ad amare neanche un po'! Se non si ama Dio come si può amare il fratello? “Io sono perfetto”, “Io cammino nel Solco”, “Io sono giusto mentre il fratello sta sbagliando”: chi può dire questo? (Natanaele) solo Dio! (Piccolo Giovanni)solo Dio”! E si cade nella rete del nemico quando si pronunciano queste parole, perché solo Dio può giudicare! (Natanaele) ed è giusto perché Dio legge nel cuore, noi no! (Piccolo Giovanni) Dio conosce i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera, e per amore, anche lo Strumento (li)conosce, e il suo dolore è non poter puntare il dito su nessuno, ma donare sempre l'Amore di Dio e gridare con la voce di giubilo la verità del Vangelo! <3 colpi di tosse con un'alitazione> vi mancava la mia tosse? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) ma ve l'ha donata Gesù, prima del servo inutile, del Giovanni di oggi! Cosa c'hanno i tuoi occhietti, Paolo?(*) sono rimasti legati a quella Croce? <Si riferisce ad un quadro realizzato da Paolo, portato alla Stanza questa sera, nel quale è raffigurata una grande Croce> (Paolo) quella? ..eh, è stata un tormento! (Piccolo Giovanni) la Croce, un tormento?(*) (Paolo) e meno male che tu mi hai detto di smettere sennò io non finivo mai! (Piccolo Giovanni) e dinanzi alla Croce si può fermare di guardare? di togliere lo sguardo? di amarla? (Paolo) c'è sempre qualcosa di più che si vuole chiedere alla Croce, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi chiedere di più? (Paolo) alla Croce voglio chiedere di farmi vivere quella sofferenza che Gesù ha vissuto portandola, facendomi gioire nella gioia, appunto, di soffrire! (Piccolo Giovanni) avete capito cosa sta dicendo? ................... (Paolo) non sono stato chiaro, forse! (Piccolo Giovanni) sei stato chiaro, ma il mistero è così grande: chi chiede alla Croce quello che hai chiesto tu? chi è pronto? “Ma con tutti i problemi che ho ti chiedo ancora di farmi assaporare..(Paolo)..sofferenza?(Piccolo Giovanni) chi lo chiede?(*) “Gesù ti offrono i miei dolori ma ti chiedo il miracolo!(Paolo) eh, si, è un contratto! (Piccolo Giovanni)Gesù, in questo tempo voglio aiutarti a camminare con te portando la Croce, ma in cambio metto il punto”!(*) (Paolo) dovremmo imparare tutti a capire che non c'è gioia più grande che essere vicino a Gesù, perché.. (Piccolo Giovanni) ..a quella Croce che ci ha donato e ci dona la gioia di vivere l'amore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..del Paradiso! (Paolo) quale miracolo davanti alla gioia di essere vicino a Gesù?: non c'è cosa più grande! (Piccolo Giovanni) in questo giorno.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..non c'è miracolo più grande! <qualcuno tossisce> non è la mia questa! (Paolo) eh, eh, si, si sente che non è la tua! (Piccolo Giovanni) ma dimmi ancora! (Paolo) stavo dicendo, Giovanni, oggi Gesù ha detto una cosa che noi sapevamo già, ma è risuonata in me come una cosa sempre nuova, sempre più carica di significato, e cioè ha detto “rinnegate il mondo”: è una cosa che noi leggiamo sempre però, sentirla dire questa sera con quel tono particolare da Gesù, mi ha fatto entrare nel significato più pieno di questo concetto di rinnegare il mondo e di vivere in umiltà e in povertà. In quel momento mi sono chiesto “rinnegare il mondo” vuol dire estraniarsi in un certo senso da tutto ciò che ci circonda, o meglio, viverlo quel tanto che basta per poter dire di essere un terreno, ma essere legato.. (Piccolo Giovanni) ..non alle cose del mondo! (Paolo) ecco, ma a Dio! (Piccolo Giovanni) ma a Dio! “Io ho un tesoro così grande, mi chiudo nel mio tesoro, vivo nella mia ricchezza allontanandomi dalla Croce”: no, rinnegare il tesoro e abbracciare l'unico Tesoro: Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..il fratello, e non giudicare e non puntare il dito verso il fratello perché allo stesso modo sarete giudicati e lo stesso dito sarà puntato su di voi! <3 colpi di tosse con un'alitazione> Io punto su di voi l'Alito dello Spirito Santo che è l'amore pieno del Padre! Cari figli del mio Cuore, popolo mio: avete preparato il lenzuolino del vostro cuore? è candido da presentarlo al Padre?(*)  (Paolo) eh, tu questo lo sai! (Piccolo Giovanni) Io alzo le mani: anche se conosco ma ve lo chiedo... ! ................. Vi invito solo a salire un altro gradino in questo giorno, e chi vuole intendere, intenda! Vi invito ad allargare le braccia e ad accogliere i piccoli, i poveri, gli emarginati, a non lasciare nessuno fuori della santa preghiera, a portare tutti al Banchetto dell'amore che Dio ha preparato per l'umanità intera aspettando tutti per fare festa! ................. ed Io dico: Amen, come Sacerdozio vivo ed eterno e come servo inutile dinanzi al Legno della Croce, e quel Legno va adorato perché è verde! Figli miei, il nemico non può cancellare il Legno verde! ................. i rumori del mondo passano, il Legno verde rimane: cresce e dona frutti nel silenzio e nella quiete! Chiaro? ................. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> e l'Alito scende sempre di più su di voi, sui figli che si sono uniti a questa santa preghiera e ai figli che avete portato nei vostri cuori! Vedo l'occhietto di Tommaso, ma vedo il cuore che gronda Sangue!(*) Cosa mi dici, Tommaso? (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! (Tommaso) volevo dire che più uno prova a guardarsi dentro e più, aprendo questo lenzuolino, si trovano pieghe che non si riescono ancora a raddrizzare, a stirarle bene! E allora, ogni volta che ritorno alla Stanza, la prima cosa che dico “lavami, purificami” perché dentro di me c'è l'ardore di migliorare, di camminare e di salire la scala, ma io mi sento inutile e incapace; forse faccio troppo poco per quello che sente il cuore, e questa memorizzazione.. questo ricordo di Gesù che ancora vive per noi, gronda Sangue, mi rattrista! E proprio perché, dicevo, il cuore vorrebbe salire insieme a Lui, ma io non riesco ad arrampicarmi come vorrei, praticamente, e alla minima difficoltà crollo, divento impaziente, e allora dico “come si fa a fermare i flagelli in questo modo?”, le mie preghiere così povere.. e poi ricordando, appunto, le parole dette da Gesù a Giuda, come in questo giorno, quando anche gli ha detto “meglio per lui se non fosse mai nato”, allora io mi raffronto, non vorrei che ognuno di noi fosse un altro Giuda e mi chiedo “ma se il Signore ha detto così è perché sapeva già che avrebbe rifiutato la sua misericordia”, e allora io non vorrei trovarmi in questa circostanza, perché la misericordia di Dio è immensa, ama veramente tutti, soprattutto gli ultimi; e allora facciamo in modo che almeno io sia uno di questi ultimi, l'importante è che rimango attaccato alla Croce! (Piccolo Giovanni) ed Io dico “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà!(Tommaso) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen! Ve lo ripeto sempre: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto! Ma è dolce questa tua confessione dinanzi ai tuoi fratelli! È bello quello che è uscito dal lenzuolino del tuo cuore! (Tommaso) è quello che sentivo dentro: l'ho esternato! (Piccolo Giovanni) è così che dovete vivere: nell'amore, nella pace e nella quiete di Dio, non facendo i maestri, ma mettendovi all'ultimo posto! Non andare dinanzi all'altare “ecco, Io sono giusto, il mio fratello, la mia sorella sta sbagliando”; servi inutili dinanzi alla Croce e in questo tempo gridarlo forte come tu hai fatto! (Tommaso) io, quando sento qualche eresia nei confronti di Gesù, il mio cuore arde ma di rabbia, che vorrei fare chissà che cosa, e allora, forse, mi altero un po'! (Piccolo Giovanni) alzare gli occhi al Cielo: “Padre, sii misericordioso col tuo servo e con i miei fratelli”! È questo che aspetta il Papà che aspetta i cuori di ognuno di noi! Io abito nel suo Cuore per suo volere e ardo per portarvi tutti, anche in questo istante, per gioire dell'amore vivo dell'unica Verità di Dio! Volete salire? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) e volete che Io non conosca i vostri cuori?(*) si rinnova la storia: Gesù che si prepara per abbracciare la Croce! Chi è pronto?(*) Chi è pronto? (Tommaso) lo spirito è pronto ma la carne è debolissima! (Piccolo Giovanni) la carne è debole! E come si può rispondere “sì, vogliamo salire?” la Cocciuta lo farebbe subito, ma il Padre la lascia ancora in mezzo a voi, perché deve portare ognuno di voi e l'umanità intera sulle sue spalle; porta i segni dei Chiodi, porta i segni dell'Amore di Dio nel silenzio <= le Stimmate>, nel nascondimento, ma sono i Dolori vivi di Gesù, l'amore pieno del Padre, ed è pronta ad abbracciare ancora per amore il giorno che sta per sorgere, per ognuno di voi e per il mondo intero, tenendo sempre alto il santo Vangelo, facendolo vivere ad ognuno di voi e all'umanità!................. Io dico grazie ad ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E col Cuore grondante di Sangue vi chiedo ancora: amate, amate, amate e combattete il nemico con l'amore unendovi all'amore della Croce! Figli miei, preparatevi e vivete questo giorno che sorge nell'abbraccio della Croce: guardate quel Gesù che fa scendere dal suo Cuore Sangue e Acqua che sono.. (Rosetta) ..i segni della Divina Misericordia! (Piccolo Giovanni) la Divina Misericordia! Così anche voi donate ai fratelli la Divina Misericordia che Dio dona ad ognuno di voi nella dimora del Padre che è viva e reale, perché il Parto è vivo ed è reale; ma pregate per lo Strumento allargando le braccia, dicendo “Padre, sia fatta la tua non la mia volontà” come la Cocciuta lo ripete sempre per tutti voi e per i figli che si mettono nel suo Cuore per donarli al Padre! Chiaro? ................. Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Cosa mi dici? (Telesfore) come allora i miei occhi si sono appesantiti, non riescono a vegliare! (Piccolo Giovanni) ma il cuore è sveglio! (Telesfore) il cuore, almeno da parte mia, credo che sia sveglio aspettando l'alba! (Piccolo Giovanni) aspettando i gridi della Cocciuta per farti aprire gli occhi appesantiti!(*) <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> ma cosa mi dici ancora? vedi che gli occhi si sono aperti? (Telesfore) eh, dinanzi all'Amore di Dio, all'Alito, gli occhi si aprono! (Piccolo Giovanni) ma dimmi: la Cocciuta si sta lamentando? (Telesfore) bè, la Cocciuta non si lamenta, però basta che io la guardo.. il suo volto per.. almeno, poco poco immaginare quanto sono grandi i suoi dolori! Però lei è gioiosa! (Piccolo Giovanni) si può non essere gioiosi nell'abbracciare i Dolori di Gesù? (Telesfore) io.. (Piccolo Giovanni) ..se Io buco la tua mano tu cosa fai? (Telesfore) io grido! (Piccolo Giovanni) gridi per amore? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e quando la Cocciuta ti ha fatto la domanda “hai sentito gridare?”.. (Telesfore) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..cosa hai risposto? (Telesfore) ehm.. perché lei ha gridato, però il suo grido è rimasto solo per lei! (Piccolo Giovanni) ma nel tuo cuore l'hai sentito? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta viene chiamata nella stanza per accogliere l'Amore del Padre, e lui si ferma dietro la porta ad ascoltare e a pregare! <si riferisce alle apparizioni in crocifissione, orali, che Giulia ha nella stanza del venerdì, specialmente in questo periodo di sofferenza> (Telesfore) però questa volta non ho guardato dal buco, eh! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) ma ha chiesto alla Cocciuta “rimane la porta aperta così quando tu non puoi camminare, vengo a prenderti”, e la Cocciuta ha risposto “non sono Io a chiudere la porta, ma l'angelo”! La Croce si porta in pieno e la Cocciuta la sta portando per Amore del Padre amando ognuno di voi e l'umanità intera! Ma è bello lavare i piedi di ognuno di voi, ma state attenti a non sporcarli col fango del nemico uscendo fuori dalla Stanza dell'Amore! Figli miei, usate sempre il perdono, l'amore e la carità, e al primo posto portate tutti i vostri nemici in questo giorno e nel giorno che sorge! E così non ci saranno più pieghe nei lenzuolini perché il ferro di Dio non lascia pieghe ma amore!(*) Telesfore <3 colpi di tosse con un'alitazione> cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) nel mio cuore c'è un po' di angoscia! (Piccolo Giovanni) perché è angosciato il tuo cuore? (Telesfore) perché penso alla giornata di domani! (Piccolo Giovanni) hai paura per la Piccola Cocciuta? (Telesfore) bè, quest'anno.. (Piccolo Giovanni) ..è molto debole.. (Telesfore) ..è molto debole. Io.. (Piccolo Giovanni) ..ma il Padre la lascerà sola? (Telesfore) il mio ricordo va agli anni che tu eri presente fisicamente, e quando la Cocciuta non ce la faceva.. (Piccolo Giovanni) ..chiedeva la mia mano! (Telesfore) eh, chiedeva la tua mano e tu gli davi la forza di.. (Piccolo Giovanni) ..e il mio respiro! E ora cosa ti preoccupa? (Telesfore) e ora.. eh.. come allora gli hai dato la tua mano, adesso è sempre legata alla tua mano, quindi sei tu che la devi sempre sostenere! (Piccolo Giovanni) usando la tua! (Telesfore) la mia, dalla parte terrena, la tua dal Cielo! (Piccolo Giovanni) dove sei, Paolo? (*) dove sei, Paolo? (Paolo) pensavo dieci cose! (Piccolo Giovanni) dimmene una! (Paolo) ascoltavo quello che diceva Telesfore in riferimento alla mano che lui dà alla Cocciuta a sostegno, come terreno, mentre Dio la sostiene dall'alto! (Piccolo Giovanni) può Dio abbandonare lo Strumento? (Paolo) se lo Strumento è Dio, non vedo come questo possa essere possibile! (Piccolo Giovanni)Padre, se è possibile passi da me questo Calice, ma non sia fatta la mia ma la tua volontà”! (Paolo) si, sempre la volontà di Dio! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta ripete le stesse cose: è pronta ad accogliere la volontà di Dio per amore, come Gesù sulla Croce per amore ha abbracciato e abbraccia l'umanità intera e ognuno di voi! Ma Telesfore è preoccupato perché vede lo Strumento debole e solo! (Paolo) eh, si, io vorrei dire a Telesfore di pensare un po' a chi rappresenta la Cocciuta, e quindi non avrebbe da preoccuparsi se lui pensasse solo un attimo a questo! (Piccolo Giovanni) il Sangue che scende dalle ferite della Cocciuta nel giorno che sorge, fermeranno i flagelli!(*) non solo del giorno che sorgerà; a voi do il compito di pregare e di avere fede e fermare i flagelli che scenderanno! Quando vedrai il Sangue scendere, sia gioioso il tuo cuore in quell'istante, figlio!(*) Chiaro? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e raccoglilo! (Telesfore) lo raccolgo!(*) (Piccolo Giovanni) siete stanchi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) i vostri occhi si sono appesantiti! (Alcuni) no!(*) (Piccolo Giovanni) ma i discepoli non sono riusciti a vegliare neanche un po'! (Paolo) forse noi abbiamo migliorato! ..forse!.......... (Piccolo Giovanni) cosa devo rispondere? voi siete i miei discepoli, le mie colonne, le mie suorine!(*) la storia si ripete: vegliate e pregate; rimanete vicino a Gesù, nel giorno che sorge, nelle vostre case e ovunque vi troviate non distaccatevi dal Legno della Croce; non dimenticate che Gesù è pronto ad abbracciare ancora i Chiodi divini per amore! (Paolo) ehm.. Giovanni, te la posso chiedere una cosa? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) stavo pensando questo: la chiesa, nell'arco di pochi anni, ha distribuito tutti gli episodi di quei tempi, della vita di Gesù, no, li ha raccolti in quel libro e ci ha.. (Piccolo Giovanni) ..non solo in quelli! (Paolo) si, va bè, questi sono quelli più salienti, quelli che loro hanno ritenuto più significativi per dire ciò che volevano dire di Gesù; quindi ce li fa vivere giorno per giorno in questi pochi anni. Noi qui, alla Stanza adesso, stiamo vivendo la passione di Gesù; io mi chiedevo questo: tutti gli altri fatti verificatisi a quell'epoca, in che misura noi li viviamo oggi? visto che stiamo vivendo un fatto importante di quel periodo che è la passione di Gesù? quindi mi chiedo: anche gli altri episodi e tutto ciò che è successo a Gesù in quel periodo, noi, in qualche misura lo viviamo oggi? (Piccolo Giovanni) si!(*) perché mi guardi così? (Paolo) perché adesso mi viene da pensare in che misura e come li viviamo! (Piccolo Giovanni) aspettiamo i tempi del Padre: il nemico è dietro l'angolo, e non posso svelare.. (Paolo) ..perché?.. (Piccolo Giovanni) ..in quale misura.. (Paolo) ..perché tu tante cose ce le hai.. (Piccolo Giovanni) ..li state vivendo.. (Paolo) ..si, li stiamo già vivendo: i discepoli, i nomi e tutte queste cose.. cioè, parecchie cose ce le hai già dette, però, sono successe tante di quelle cose a quell'epoca che.. (Piccolo Giovanni) ..non sono tutte.. (Paolo) ..non sono tutte raccolte lì, si.. (Piccolo Giovanni) ..raccolte, perché gli altri sono stati distrutti!  (Paolo) ma.. ehm.. non ricordo se te l'ho già fatto in passato questa domanda: tu, una cosa che è andata distrutta e che nessuno sa non ce la puoi dire? <Giovanni dissente con la testa> no! (Piccolo Giovanni) aspettiamo l'ora del Padre, perché la conosce solo Lui! E ripeto ancora una volta: il nemico è dietro l'angolo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e vuol far suo il Progetto dell'Amore! Presto, la Cocciuta vi leggerà un messaggio segreto e capirete! (Paolo) presto? (Piccolo Giovanni) il “presto” di Dio.. (Paolo) ..eh, si: ho capito.. (Piccolo Giovanni) ..può essere fra poche ore.. (Paolo) ..e fra pochi anni! (Piccolo Giovanni) abbiate la bontà di aspettare! (Paolo) certo, siamo nelle mani di Dio e siamo in buone mani, quindi quando Lui vuole.. <3 colpi di tosse> (Piccolo Giovanni) nelle mani e nell'Alito! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Telesfore, cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) oggi 8, ci troviamo con la cena. Ma questo 8.. (Piccolo Giovanni) ..vuole arrivare al 9!(*) vuole gli auguri del suo compleanno! È bello festeggiare nell'abbraccio della Croce! (Paolo) oggi è il suo compleanno? (Piccolo Giovanni) nel giorno che sorge! (Paolo) non lo sapevo io! (Piccolo Giovanni) nel poggiare la Croce e svettare.. (Paolo) ..ha scelto un bel giorno, eh! (Piccolo Giovanni) l'8: pienezza di Dio!(*) (Telesfore) io sono nato il giorno di Pasqua! (Piccolo Giovanni) ma domani è anche Pasqua! (Paolo) eh, si!(*) (Piccolo Giovanni) la Croce ci porta alla resurrezione, alla Pasqua!(*) Io ti faccio gli auguri di assaporare in pienezza i Dolori della Croce! (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) quale augurio potevo fargli? e voi tutti gli fate un'Ave Maria col cuore!(*) <3 colpi di tosse con un'alitazione> si erano appesantiti ancora una volta i tuoi occhi? (Telesfore) ora si sono aperti! (Piccolo Giovanni) ma pieni di lacrime! (Telesfore) eh, lacrime d'amore! (Piccolo Giovanni) lacrime d'amore per la Croce! Ma vi invito ancora, figli miei, a pregare per tutti i sacerdoti, a portarli nel Cuore del Padre col vostro amore! Non lasciateli soli: in questo tempo donate la vostra vita per ognuno di loro, perché attraverso l'amore del sacerdote vi viene donato Gesù vivo, così voi potete donarlo ai figli e ai fratelli; e combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici! In questo giorno che sorge pregate per la pace, pregate affinché lo Shalom del Padre scenda sui cuori di pietra e diventino cuori di carne, per amare l'unico Cuore che è il Padre, figli miei! Telesfore! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) nel mio cuore c'è uno ricordo come questo giorno, il.. l'ultima cena che abbiamo fatto insieme, tu con noi sulla.. l'ultimo, che poi sei salito al Cielo.. che hai mangiato e bevuto con noi; hai bevuto nel Calice e c'era un'ultima goccia rimasta.. (Piccolo Giovanni) ..che ha bevuto la Cocciuta! (Telesfore) l'ultima goccia l'hai bevuta tu!(*)  <Giovanni dissente con la testa> no?  (Piccolo Giovanni) l'ultima goccia l'ha bevuta la Cocciuta!(*) continua! (Telesfore) e quella sera tu dovevi benedire.. (Piccolo Giovanni) ..la tua casa, le case vicine e le case del mondo intero! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni)Giulia, preparami tutto per la messa, perché alla fine della messa, accenderai le luci della tua casa per benedire l'umanità intera”! (Telesfore) e la benedizione è scesa! (Piccolo Giovanni) la parola del sacerdote è sempre valida perché il Sacerdozio è Dio! (Telesfore) ora.. (Piccolo Giovanni) ..ora, l'ultima goccia che la Cocciuta ha bevuto del mio Calice.. devo andare avanti? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) è la Goccia del Sole di Fatima che brillerà nel mondo intero e in questo Luogo! “Il mio Cuore Immacolato trionferà e tutti vedrete il trionfo di Dio”! Io ho lasciato la goccia ma la Cocciuta, nonostante il dolore, non l'ha lasciata: ha bevuto quella goccia per Amore del Padre! E un'altra goccia scende.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..in mezzo a voi! (Telesfore) questo è il.. il gocciolone più grande che abbiamo sentito! (Piccolo Giovanni) il Padre lascerà scendere altre gocce per farvi crescere nell'amore e nella quiete della Parola viva! Cosa vuoi dire ancora di quella sera? (Telesfore) ma.. io vorrei dire di quella sera.. nella giornata di oggi, ehm.. in questo giorno pieno, di rinnovare la benedizione su questa casa e su.. su tutte le case del mondo e sull'umanità intera, ma soprattutto su quelle case che i cuori sono ancora chiusi!  (Piccolo Giovanni) Gesù sale sul Legno della Croce per far scendere il suo amore, la sua benedizione, perché è Padre di Misericordia Infinita! E nel giorno che viene avrete la benedizione di Dio! Preparate i vostri cuori! Figliuoli miei, siete pronti? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio che aspetta solo il vostro amore! Dio ha sete e fame e vuole bere e mangiare con voi: preparatevi, figli! Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito sempre a camminare nel Solco e a tenere sempre alto il santo Vangelo perché vengo in ubbidienza al Padre a portare solo la Parola viva! Preparate i vostri cuori e venite tutti al Banchetto a fare festa, figli miei! Ecco lo Sposo che avanza! Preparate i vostri cuori, figli: venite così come siete perché Dio non fa alcuna distinzione, vi ama con la stessa misura e la porta del suo Cuore è sempre aperta! Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) ecco il Cuore del Padre: bevi il suo Sangue(*) e donalo all'umanità! Vieni, Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello! (Piccolo Giovanni) vieni a farmi compagnia e porta tutti i tuoi figli a vegliare e a pregare, figlia mia! (Giulia) Gesù, indossi ancora la tunica tutta intera, e come è candida(*), ma i tuoi occhi piangono lacrime di Sangue! Gesù! Gesù, in questo istante io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Consegno nel tuo Cuore tutti i sacerdoti: aiutali a vivere il mistero della Croce, perché solo tu puoi farlo, Gesù! (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! ................. Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Giovanni!(Giovanni 2) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ....... Giovanni 2, Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti.. (Paolo, ...... Giovanni 2, Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che Gesù è vivo.. ..e in mezzo voi? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e per amore si dona? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti a prendere parte al Sacrificio? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e Dio è vostro Padre? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Padre dell'umanità intera? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) che dona a tutti i figli il suo amore senza misure? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete pregare e portare la Croce per tutti i Figli Ministri.. (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e per le Mura che stanno crollando? (Paolo, .... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti a portare questo peso voi, Discepoli, Colonne e Suorine? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti del vostro “”?(*) siete coscienti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua perché il Parto è pieno, è in mezzo a noi ed è vivo, figliuoli del mio Cuore! Giovanni! (Giovanni 2) si? (Piccolo Giovanni) cosa c'è nel tuo cuore? (Giovanni 2) ehm.. come sai, sto vivendo dei momenti bellissimi nel mistero della vita e dei momenti anche di.. di.. di ritorno, e nei momenti più belli si risveglia sempre un qualcosa che manca, e quindi sono due sentimenti.. possono sembrare discordi, però riportano tutti al Padre: sia il mistero della vita, sia il mistero della.. del ritorno nel Cuore del Padre per rinascere, quindi tutto..  (Piccolo Giovanni) ..e come stai vivendo il tuo Sacerdozio? (Giovanni 2) lo sto vivendo in maniera un po'(*).. dividendomi, come sempre! (Piccolo Giovanni) per i fratelli? (Giovanni 2) si! (Piccolo Giovanni) per i tuoi nemici? (Giovanni 2) anche! (Piccolo Giovanni) per l'umanità.. (Giovanni 2) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..intera? (Giovanni 2) anche, nella speranza di poter fare quello che il Padre.. ci ha scelti sin dal grembo della madre, quindi, se siamo stati scelti dal grembo della madre prima di essere carne e ossa, dobbiamo vincere questa carne e questa(e) ossa che ci portano sul.. su questa terra, per vedere cosa bisogna fare per adempiere al progetto del Padre! Non ho più fretta come prima, però! (Piccolo Giovanni)Padre, sia fatta..(Giovanni 2)..la tua volontà..(Piccolo Giovanni)..la tua volontà, non la mia!(Giovanni 2)non la mia(Piccolo Giovanni) siete pronti? (Paolo, ...... Giovanni 2, Telesfore) sì!(*) (Paolo, Telesfore, Giovanni 2 .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(*) (Piccolo Giovanni) ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna: non ci sono altri dei all'infuori di me!(*) (Paolo, Telesfore, Giovanni 2 .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti. Fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) (Piccolo Giovanni) Io non ho scelto solo poche persone per dividere l'Amicizia, ma l'umanità intera!(*) (Paolo, Telesfore, Giovanni 2 .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) (Piccolo Giovanni) non guardate lo Strumento, ma sono Io a donare ad ognuno di voi e all'umanità intera per amore, perché per amore ho abbracciato il Legno della Croce di mia volontà, figli miei!(*) Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) alla grandezza di ciò che stiamo vivendo immedesimandomi un po' in ciò che è accaduto 2000 anni fa, e facendo un breve raffronto e a tutto ciò che ancora il Padre ci farà vivere, o per meglio dire “ci farà rivivere”! (Piccolo Giovanni) perché usi questa parola? (Paolo) perché penso, nel mio cuore, o per meglio dire, vivo una sensazione molto bella che mi indica degli aventi come se io li avessi già vissuti! (Piccolo Giovanni) Dio è vivo, e vivendo nel Cuore del Padre è un continuo scorrere come il fiume di Dio che non si ferma mai: scorre sempre e dona vita! (Paolo) si! E tutto ciò che si verifica qui, Giovanni, anche se potrebbe sembrare, agli occhi di noi terreni, irrazionale, illogico, così non è perché a Dio niente è impossibile! (Piccolo Giovanni) Dio non deve chiedere l'ordine a nessuno! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni)Io Sono”! (Giovanni 2) la Luce! (Piccolo Giovanni) Io Sono la Luce, Io Sono l'Amore, Io Sono la Via, Io Sono la Verità! (Paolo) basta dire “Io Sono”! (Piccolo Giovanni) Io Sono” e non vi è altro dio al di fuori di me! Non la Cocciuta, ma il Dio della Croce, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donare la vita eterna, e non vi è uomo sulla terra che possa donare la vita! Solo il Legno che è dinanzi ai tuoi occhi(*): il Legno vivo, il Legno verde che ha le radici profonde e niente e nessuno può cancellarlo, figli!(**) <5º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?................. cosa vedete? (Paolo) io una luce con un lungo raggio luminoso! (Giovanni 2) io vedo uno stoppino che illumina.. una luce, uno stoppino che illumina, riscalda, che avvolge e che si espande: l'Amore del Padre! (Telesfore) io vedo un.. un sole che si.. che pulsa! (Piccolo Giovanni) chi è il sole? ................. chi abita.. (Giovanni 2) ..il Padre.. (Piccolo Giovanni) ..nel Calice? (Giovanni 2) il Padre! (Paolo) Dio! (Piccolo Giovanni) avete sete di Dio? (Paolo, ...... Giovanni 2, Telesfore) sì!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete? ................. cosa vedete? (Paolo) io vedo una corona attorno a Gesù in Croce! (Telesfore) io vedo Gesù nell’Orto degli Ulivi che prega! (Giovanni 2) io vedo.. vedo Gesù in Croce con.. con la Madonna e tutti.. l'atto della crocifissione!(*) (Paolo) Gesù è sempre lì in Croce, e la corona.. credo che siano le persone che a quei tempi credevano in Lui e che adesso lo guardano piangendo dal basso! ................. (Piccolo Giovanni) Gesù per terra a pregare! ................. quale pezzo volete?(*) cosa è rimasto? (Giovanni 2 e Paolo) Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) e chi di voi gli farà compagnia ora che è solo? (Giovanni 2) tutti noi gli faremo compagnia! ................. non c'è nessun Giuda? (Giovanni 2) in questa Stanza, no! (Paolo) noi non lo sappiamo!(*) (Giovanni 2) nella Stanza dell'Amore non c'è Giuda! (Piccolo Giovanni) lo so! Fuori, si!(*) <Giovanni 2 dice qualcosa ma non è intelligibile> Pregate, pregate per i vostri nemici, pregate per i figli che in questo istante mi stanno abortendo! Figli miei, ora volete donarmi.. (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ai vostri fratelli? (Paolo, ..... Giovanni 2, Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) volete preparare la Via Stretta per le Spose e donarmi?(*) donatemi! Io busso ancora alla porta del Cuore del Padre! Padre mio, ascolta ancora una volta la mia preghiera! Benedici i figli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono e i figli che hanno portato nei loro cuori! Padre, Io mi in ginocchio dinanzi a te!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per aver ascoltato ancora una volta la mia preghiera; sia benedetto il tuo Nome, Padre mio, ora e sempre!(*) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore!(*) Avete bevuto e mangiato con me? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) avete fatto festa.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nel mio Amore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché Io mi dono nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: nel Segno della Croce! Ma siete coscienti dell'Amore che il Padre lascia scendere in mezzo a voi.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) .. e nel mondo intero? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio abbraccia l'umanità intera! Donandosi ad ognuno di voi si dona all'umanità, ai figli che aprono i propri cuori! Dio aspetta i cuori aperti per donare il suo amore, la sua amicizia! Non distruggete l'amicizia di Dio, ma fatela crescere e donatela ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, ai miei vecchietti, e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera; fate crescere sempre di più la Pianticella verde che abita dentro di voi! Figliuoli del mio Cuore, siate Sacerdozi vivi dell'Amore del Padre e portate la Parola ovunque andate, figliuoli del mio Cuore!(*) In mezzo a voi c'è un sacerdote?(*) vieni avanti!(*) nelle tue mani Io metto il mio Corpo: benedici questi tuoi figli e fratelli e l'umanità intera! (don Giuseppe) vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) vivi nel tuo cuore il mio Sacerdozio, donando la tua vita, come Io l'ho donata, per i tuoi amici, figlio!(*) lo lascio fare perché il Padre lo permette, ma lo Strumento è solo uno Strumento che suona la musica del Vangelo! Così fatelo ognuno di voi! Rimani, figlio mio!(*) Cosa c'è nel tuo cuore, Paolo? cosa vuoi chiedere all'amico che hai incontrato? perché nel tuo cuore c'è una cosa da chiedere! (Paolo) sono felice e contento che lui questa sera sia qui con noi e abbia manifestato con il cuore, questo tu lo sai molto meglio di me, io.. però posso dire che da.. nei suoi occhi ho visto una tenerezza e una spontaneità.. (Piccolo Giovanni) ..hai visto la Luce di Dio! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio lo ama come ama ognuno di voi! (Paolo) volevo chiedergli.. invitarlo a coltivare questo seme che lui ha innato dentro, ed aiutarci a vivere ed a seguire il Solco che Dio ha tracciato! (Piccolo Giovanni) e lui chiede a voi la stessa cosa! (Paolo) lo faremo insieme! (Piccolo Giovanni) Aiutatelo.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ad essere un'unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e col Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! (Paolo) in lui ho visto.. o meglio, ho rivissuto il Vangelo di questa sera: l'umiltà con cui Gesù ha lavato in piedi ai discepoli! (Piccolo Giovanni) poteva rifiutarsi di dare la benedizione del Padre? (Paolo) no, non l'avrebbe mai fatto! (Piccolo Giovanni) il suo cuore non avrebbe retto nel dire “no”! Vi invito a vivere l'alba che sta per sorgere nell'abbraccio della Croce, amando sempre e camminando sempre nel Solco del santo Vangelo, figli miei! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora una volta nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; combattetelo amando; amate, amate, amate, figliuoli, e quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere. Non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, figli del mio Cuore! Ora Io voglio riposare perché sono un Dio Bambino e voglio dormire nei cuori di ognuno di voi: mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! E nell'unico amore di Maria, Madre della Croce, uniamo la Catena santa(*) pregando con la preghiera che il Padre ci ha insegnato: <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Negli attimi di debolezza “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. “Padre, sono tuo figlio ma ho peccato contro di te!”: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. “Padre, ho lasciato la tua Via per abbracciare quella del mondo!”: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. “Padre, ho lasciato la tua Casa per andare ad abitare nel mondo!”: “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Padre, sono dinanzi alla porta del tuo Cuore e voglio venire ad abitare con te! (il Padre) eccomi, figlio, la porta è aperta: vieni, facciamo festa! (Piccolo Giovanni) grazie, Padre mio!(*) (Giulia) com'è grande il tuo Cuore, Papà, com'è grande! (Piccolo Giovanni) venite tutti perché Io vi aspetto, figli del mio Cuore! Ora andate in pace portando al mondo e ai figli, la pace che avete ricevuto! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli benedetti dal Cuore della Croce! Andate in pace, figli!(*)

 

 

 

       10. Venerdì santo 09/04/2004, Passione di Gesù tramite Giulia      

(parla Telesfore) I presenti alla preghiera di questo venerdì santo sono 7 persone: Giulia, Telesfore, Rosetta, Simone 1, Elena e Lucia con la sorella Elena. Giulia si alza dal letto alle ore 7,30, si prepara il letto e poi si siede un po' in cucina. Alle ore 7,50 arriva il nemico che Giulia manda via. Si presenta con gli abiti di Gesù e Giulia di nuovo lo manda via. Alle ore 8,00 Giulia viene chiamata nella stanza del venerdì: c'ha l'apparizione della Madonna col messaggio. A porta chiusa io registro da dietro la porta e riesco a capire qualcosa: la Mamma dà(consegna) Gesù nelle braccia di Giulia e lei lo deve portare per il mondo, andando in giro e portandosi a vicenda, una volta Giulia porta Gesù e una volta Gesù porta Giulia. Da quello che si riesce a capire dai messaggi, devono riempire dei pozzi che sono vuoti con l'Acqua che esce dal costato. Le Piaghe sanguinano 3 gocce che cadono per terra e una piccolina che io devo asciugare col cotone. Io registro fuori dalla porta per tutto il tempo che rimane chiusa nella stanza. Durante la registrazione ci sono stati 18 gridi in tutto il tempo che dura: circa mezz’ora, più 5 gridi più deboli che sembrano gridi(crisi) di pianto. Un altro grido lungo lo fa alla fine dell'ultimo messaggio alle 15,00. Giulia anche quando non è in estasi è in viaggio anche se sembra che prega insieme a noi. Mentre Giulia è con Gesù, in missione anche Paolo è con Giovanni insieme alle Colonne, i Discepoli, le Suorine e anche i Pii.

 

Ore 07.50:   1° attacco del nemico: (Giulia) in Nome della Croce, vai via! Vai via!(*) Non ascolto: vai via! Vergine santa, San Michele, intervenite! Amo Gesù, non mi prostro ai tuoi piedi!(*) Viene il mio Gesù, non sei tu: vai via! Vai via! In Nome e potere della Croce, vai via! Come figlia della Croce, io ti mando via!(*) Vattene!(*) Vattene!(*) (Telesfore) cosa voleva? (Giulia) che mi prostravo ai suoi piedi!

 

Ore 07.52: 2° attacco del nemico: (Giulia) non sei il mio Gesù: vai via!(*) non puoi rubare l'abito a Gesù, vai via!(*) non cado nel tuo trucco!(*) per amore di Gesù, vai via! Togli quell'abito che hai messo, perché il mio Gesù è amore! Prostrati tu dinanzi ai piedi di Gesù e togli quell'abito: non è tuo! Vai via! Non mi fai cadere nel tuo trucco! Guarda la Croce com’è bella: prostrati dinanzi a lei, amala! Vattene! Vattene!(*) Vattene!(*) (Telesfore) come si era presentato? (Giulia) con gli abiti di Gesù!

 

Ore 08.00: <l'audio registrato dietro la porta non è intelligibile>  <1º grido straziante> (Giulia) Mamma! Mamma! Mamma!(*) <audio non intelligibile> Mamma! Mamma! Mamma!(*) <2º, 3º, 4º gridi strazianti> Mamma, tienimi stretta!(*) tienimi stretta! <pianti di Giulia> Mamma, ho paura di stare.. <audio non intelligibile> ..ho paura! Ho paura! <audio non intelligibile> (l'Immacolata) guarda! Guarda il tuo Gesù! <pianti di Giulia> (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù che ti hanno fatto!(*) Gesù! Gesù! <pianti di Giulia> (**)Gesù! Gesù mio.. <audio non intelligibile>  <5º, 6º gridi strazianti>(*)Gesù! Gesù! Gesù! Gesù!(*) Gesù! <audio non intelligibile. In sottofondo si sente che Giulia e la Madonna parlano ma non si riesce a capire il discorso> (***) (l'Immacolata) vieni, vieni.. <audio non intelligibile> ..gioisci(*)..  <7º, 8º, 9º gridi strazianti> (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! Gesù! Gesù! <pianti e lamenti di Giulia>(*) (l'Immacolata) ..l'abbraccio divino del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, da donare alla Chiesa che sta crollando, figlia? (Giulia) Gesù! Gesù mio! Gesù mio! Gesù mio! <audio non intelligibile> (l'Immacolata) ..lo vuoi abbracciare per donare all'umanità il mio saluto, la pienezza del mio Amore?.. <10º, 11º, 12º gridi strazianti>  <pianti e lamenti di Giulia>  <13º, 14º gridi strazianti>  <pianti e lamenti di Giulia> (Giulia) Gesù, il Sangue scorre a terra! Gesù!(*) <audio non intelligibile> (**) (Gesù) ..bevi il mio Calice, bevi il Calice, figlia, che il mondo mi dona! Bevilo! Bevilo!(*) (Giulia) Gesù, tienimi per mano, tienimi per mano, tienimi per mano..(***)  <audio non intelligibile> Gesù! Gesù! Gesù! Gesù! (l'Immacolata) vieni! <15º, 16º, 17º, 18º gridi strazianti>  <5 crisi di pianti e lamenti di Giulia>(*)

 

Ore 08.45: (Giulia) Mamma, sei tu? (l'Immacolata) si, glorifichiamo il Padre! Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) vedi, figlia, hai portato tra le tue braccia Gesù e Gesù ha portato te! In questo giorno camminerete bagnando l'umanità col Sangue Divino! (Giulia) Mamma, io non ho forze: mi aiuti tu a portare Gesù in braccio? (l'Immacolata) lo stai portando e Gesù porta te!(*) (Giulia) Mamma, Gesù è tutto pieno di Sangue!  (l'Immacolata) lo sei anche tu, figlia! Quale dono più grande il Padre poteva farti?: abbracciare Gesù e accogliere il suo Sangue! (Giulia) Mamma, c'è una marea di gente che scappa: dove vanno? (l'Immacolata) sono i figli del mondo che cadono in questo giorno nella rete del nemico! (Giulia) Mamma, non posso far nulla?  (l'Immacolata) allungare le tue mani come fa Gesù! (Giulia) Mammina, Mammina del mio Cuore, prendi tutti i sacerdoti e tutti i miei figli nell'abbraccio di Gesù; diglielo tu di portarli al Padre!  (l'Immacolata) ascolta anche te, figlia mia! Ora ti saluto, riposa nella quiete del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e con Gesù camminate in questo giorno! (Giulia) eccomi!

 

Ore 09.35: (Giulia) Mamma! Mamma, sei tu?  (l'Immacolata) si, figlia! Glorifichiamo il Padre: Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) (Giulia) Mamma, dov'è Gesù?(*) dov'è Gesù? (l'Immacolata) figlia, lo stai portando tra le tue braccia: state camminando nel mondo a lavare i peccati! (Giulia) Mamma, perché non lo vedo?  (l'Immacolata) perché l'umanità è cieca, ma tu lo vedi, è nelle tue braccia! (Giulia) Mamma, tienimi anche tu la mano perché io ho paura che Gesù mi cade: io non ho forze! (l'Immacolata) può la Croce non avere forza, figlia? (Giulia) Mamma, come il Padre mi ha donato Gesù da portare in braccio, aiutami a portare tutti i figli e l'umanità in quest'ora nel Cuore Divino del Padre! (l'Immacolata) figlia, Io, come Mamma ti rispondo “Amen”! Ma guarda, guarda, figlia!(*) (Giulia) Mamma! Mamma!(*) Mamma!(*) Mamma(*), perché tutte quelle anime senza vita?(*) perché? (l'Immacolata) prega per la pace, figlia!(*) Il respiro che esce dal tuo costato offrilo per i Grandi del mondo!(*) (Giulia) Mamma, perché uccidono? perché uccidono?(*) perché si uccidono tra di loro?(*) (l'Immacolata) offri il tuo respiro! (Giulia) digli a Gesù di donarmene ancora!(*) Mamma! Mamma! (l'Immacolata) eccomi, figlia, sto gettando il mio manto sull'umanità! In questo giorno prendi anche il tuo e copri i figli che camminano nel Solco del santo Vangelo! (Giulia) perché devo coprirli? ..ma sono già nel Solco! (l'Immacolata) fai ciò che ho detto! (Giulia) si, Mamma! E quelli che sono a terra, non posso far nulla? (l'Immacolata) state camminando con Gesù! (Giulia) sì, Mamma, sia fatta la volontà di Dio non la mia! (l'Immacolata) ora riposa nella Quiete del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Verremo ancora, non temere, figlia!

 

Ore 10.15: (Giulia) Gesù! (Gesù) non temere, sono Io! Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen! (Giulia) Gesù, dove siamo? perché c'è tutto spento? (Gesù) ti sto portando in braccio! (Giulia) ma c'è tutto spento, Gesù! (Gesù) Io sono Luce!(*) (Giulia) il resto è tutto buio, Gesù! (Gesù) dove ci sono Io c'è la Luce! (Giulia) perché nessuno si accorge della tua bellezza, Gesù? (Gesù) ora guarda, figlia!(*) (Giulia) cosa fanno tutti quei sacerdoti? non ti vedono?(*) Gesù, stai passando in mezzo a loro e neanche se ne accorgono! (Gesù) vuoi far accendere la luce nei loro cuori? (Giulia) se è la tua volontà, io lo desidero, Gesù!(*)  (Gesù) fai uscire l'Alito dal tuo costato!(*) (Giulia) sostienimi, Gesù! (Gesù) sei nelle mie braccia: Io porto te e tu porti me!(*) (Giulia) ma dove siamo, Gesù? (Gesù) stiamo camminando nel mondo intero! (Giulia) e chi sono tutti quei sacerdoti? ora si girano a guardarti, Gesù!(*) Gesù! Gesù, vogliono farti dal male!(*) (Gesù) non temere, figlia: fai uscire l'Alito dal tuo costato!(*) (Giulia) Gesù, perché stanno salendo su quella nave tutti quei sacerdoti? perché abbandonano la Chiesa e corrono tutti verso quella nave? è spenta, Gesù! (Gesù) figlia, prega! (Giulia) Gesù, sta affondando!(*) Gesù, non vedo più la nave! Non la vedo e tutti sono scappati! (Gesù) guarda nell'acqua!(*) (Giulia) tutti sono(*).. sono vivi! Sono vivi! Ma perché rimane al fondo?(*) (Gesù) non temere, sono nel Cuore del Padre! (Giulia) Gesù! (Gesù) ora portami tu nelle tue braccia: camminiamo ancora! Tu riposa nella Quiete del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!

 

Ore 10.50: (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! Gesù! Gesù! Gesù, dove siamo? dove siamo, Gesù? (Gesù) ci siamo fermati al pozzo! (Giulia) non c'è acqua, Gesù, è tutto secco! (Gesù) vedi, dal mio costato e dal tuo lasciamo scendere l'Acqua nel pozzo! (Giulia) Gesù, e il Sangue? (Gesù) questo pozzo ha bisogno d'Acqua, il Sangue lo lasciamo scendere sulla Chiesa! (Giulia) dov'è? Gesù, non la vedo!(*) (Gesù) vedi, sta sbocciando! (Giulia) c'è la Mamma: è Lei la Chiesa!(*) Com'è bella, Gesù, e il pozzo è pieno d'Acqua e stanno venendo tante persone a prenderla, Gesù! (Gesù) si, figlia, ma fai uscire sempre l'Alito dal tuo costato!(*) (Giulia) Gesù, mi mancano le forze!  (Gesù) Vedi, i tuoi figli hanno sete e stanno bevendo!(*) (Giulia) Gesù, è l'umanità.. è l'umanità che viene a dissetarsi al tuo Amore e a lavare ogni colpa! (Gesù) figlia, invita i tuoi figli che sono qui riuniti a lavare le colpe, ad essere uniti e ad amare! (Giulia) Gesù, tu conosci i cuori di ognuno di loro: sono venuti a farti compagnia! Aiutali tutti: prendili per mano e non lasciare il mio giglio e don Vincenzo!(*) (Gesù) ecco il tuo giglio; ecco il tuo figlio Vincenzo e tutti i tuoi Figli Ministri! Dona l'Alito dal tuo costato! (Giulia) Gesù, mi fermo sui figli che sono qui dinanzi a te: portali in braccio come stai portando me!(*) (Gesù) dì loro di amare tutti come Io amo loro, perché sono nelle mie braccia con l'umanità intera! Ora riposa nella Quiete del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!

 

Ore 11.40: (Giulia) dove Paolo?(*) Gesù! Sei tu, Gesù? (Gesù) si, figlia: glorifichiamo il Padre! Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen! (Giulia) dov'è? non trovo Paolo!(*) Dove sono i tuoi discepoli? non li vedo!(*) (Gesù) non temere! Vedi? tu cammini con me e loro camminano con Giovanni! (Giulia) dove li sta portando Giovanni? (Gesù) a lavorare nella vigna a far crescere la Pianticella! (Giulia) Gesù, ci sono anche le tue Suorine? (Gesù) si, figlia! (Giulia) tutte? (Gesù) si, figlia!(*) Tu, figlia, fai uscire sempre l'Alito dal tuo costato! (Giulia) se non mi lasci lo faccio uscire, Gesù! (Gesù) come posso lasciarti? tu porti me ed Io porto te! La Croce non si divide: rimane unita, figlia! (Giulia) Gesù, mi fai vedere Giovanni? (Gesù) guarda me e vedi Giovanni(*) e i tuoi figli, i tuoi Discepoli, le tue Suorine! (Giulia) Gesù, ci sono anche i Pii? (Gesù) tutti raccolti nel Cuore di Dio a lavorare nella vigna!(*) (Giulia) Gesù, com'è bello stare con te! (Gesù) anche nell'abbracciare i dolori, figlia? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) e chiedi Telesfore quanti gridi hai fatto nell'abbracciarmi!  (Giulia) non lo so! Telesfore, Gesù ti chiede quanti gridi ho fatto! (Telesfore) gridi ne hai fatti tanti e diversi dall'anno precedente, però io non..- non sono riuscito a contarli, però lo posso sapere ascoltando la registrazione!  (Gesù) te lo dirà, figlia! (Giulia) Gesù, ti ho fatto piangere nel gridare? (Gesù) mi hai fatto gioire perché mi hai amato e mi ami nella pienezza! (Giulia) Gesù, in quell'attimo di Dio ho donato tutto: ti ho donato tutti i miei figli, quelli che sono qui riuniti, quelli che si uniscono e l'umanità intera, ed io ero legata solo alla Croce perché le mie forze le avevi prese tu come ce l'hai adesso!(*) Gesù, non lasciarci: rimani sempre con noi e perdona i nostri errori! Lava l'umanità… <si perde qualche parola al cambio cassetta> …donandoci il tuo Alito che esce dal tuo costato! (Gesù) siamo un'unica cosa: il mio è il tuo e il tuo è il mio, figlia! (Giulia) Gesù, io sono solo uno straccio! (Gesù) lo straccio che dona il mio Alito! (Giulia) Gesù! Gesù! Guarda, guarda queste pecorelle che sono dinanzi a te: hanno aperto il libro dei loro cuori! Cancella col tuo Amore Misericordioso ogni macchia, fa che rimangono fogli bianchi dove c'è scritto solo “Amore”! Te lo chiedo come il tuo straccio, Gesù!(*) (Gesù) Grazie! Ora riposa nella Quiete del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!

 

Ore 12.10: (Giulia) Gesù! (Gesù) non temere, sono Io: glorifichiamo il Padre! Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!  (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, mi stai portando ancora! (Giulia) non ho forza, Gesù, ma sono tra le tue braccia e mi porti! (Gesù) cosa avete sentito nei vostri cuori? <Rosetta dice qualcosa: sembra abbia detto “un'accetta”> cosa avete sentito in ognuno di voi? (Rosetta) serenità! (Lucia) la luce! (Telesfore ed Elena) Amore!(*) (Gesù) volete unire il vostro amore al mio Amore? (Tutti) sì! (Gesù) legate la Catena!(*) da questo istante fino a quando i vostri occhi vedranno il mio Volto non dividete la Catena, donando sempre il mio Amore ai fratelli, all'umanità intera, ai vostri nemici! La famiglia di Dio ha un solo Cuore e quel Cuore ama senza misure! Ora siete uniti a quel Cuore perché Io sono venuto ad abitare dentro di voi! Al Banchetto avete mangiato? siete sazi? (Tutti) sì! (Gesù) avete bevuto? (Tutti) sì! (Gesù) e la vostra sete è piena? (Tutti) sì! (Gesù) donatela all'umanità! Figliuoli del mio Cuore, fate gioire il Cuore di Giovanni perché gronda Sangue per il suo popolo! Voi che siete le gocce del suo amore, riempite il pozzo col vostro “eccomi(Tutti) eccomi! (Gesù) grazie! Giovanni vi ama e vi bacia sfiorando le vostre labbra e i vostri cuori! Figli, vi bacia con l'Ostia e con l'Alito del respiro del costato della Piccola Cocciuta! Lavorate ancora e non fermatevi! Fermate i flagelli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore di Dio! (Giulia) Gesù!  (Gesù) portami ancora, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) dove siamo? (Gesù) a portare l'Acqua! (Giulia) l'Uomo vestito di bianco e per terra, Gesù! (Gesù) alzalo! (Giulia) non ho le forze! (Gesù) alzalo!(*)  (Giulia) è in piedi, Gesù! (Gesù) e ora dona l'Alito del tuo costato!(*) Il pozzo e pieno: andiamo avanti! Riposa nella Quiete del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!

 

Ore 14.25: <si perde qualche parola all'inizio e una parte della glorificazione di Gesù> (Gesù) …nei secoli dei secoli, Amen! (Giulia) Gesù, dove siamo?(*) dove siamo? ci sono.. dove mi hai portato, Gesù?(*) (Gesù) siamo dinanzi ad un altro pozzo! (Giulia) Gesù, anche questo è vuoto: dobbiamo riempire anche questo con l'Acqua del tuo e del mio costato? Gesù, io non ho più le forze!(*) (Gesù) abbracciati al mio costato, figlia!(*) (Giulia) Gesù, donami tu la forza!(*) (Gesù) vedi?  (Giulia) si sta riempiendo e vengono anime a dissetarsi! Gesù, l'Acqua è tutta tua perché io non ho neanche la forza di farla uscire!  (Gesù) nell'abbraccio esce la tua e la mia! (Giulia) Gesù, non sono capace neanche di aiutarti in questo giorno!(*) (Gesù) stai portando i tuoi figli e l'umanità intera e mi dici che non hai la forza? (Giulia) Gesù, sei tu a portarci! Gesù, vedo il mare talmente trasparente, ma nel fondo c'è del Sangue: rimane giù! Ci sono.. vedo delle case nuove segnate tutte col Sangue, portano tutte il Segno dell'Agnello!(*) Vedo Giovanni che avanza con i Discepoli e Colonne e alle Suorine! Hanno terminato la giornata e il Padre, adesso, gli consegnerà la paga! Vedo Giovanni con la corona e la fiammella sul suo capo, tutti gli altri portano la fiammella! È cresciuta, è diventata più alta!(*) Gesù, non dimenticarti di noi: carichi di peccati ci presentiamo dinanzi a te ora che sei sulla Croce, ma come straccio, porto tutti i sacerdoti, i miei figli, l'umanità intera, consegnandoli nel tuo Cuore. Come serva inutile affido nelle tue mani l'anima mia! Accarezza i figli che si sono uniti al mistero vivo del tuo Amore. Io non sono degna di abbracciare i tuoi dolori, non sono degna di portare sul mio corpo le tue Piaghe, Gesù, ma sii misericordioso per i miei figli che ti amano cercando solo te(*) in quest'ora, Gesù!(*) Giovanni, tu ci hai insegnato a camminare, mi hai insegnato a vivere e a respirare l'Alito della Croce, porta ancora tutti i tuoi figli al Cuore del Padre e al Cuore di Maria! Giovanni, Fratello mio, Figlio mio, Sposo del Padre, consegno ciò che il Padre ha messo nelle mie mani, consegno nelle tue.. perché le mie forze non ci sono più! (Piccolo Giovanni) Cocciuta, l'ora del Parto della Croce è giunta! Hai lavorato, e nel silenzio e nell'Amore del Padre, hai donato al mondo il tuo Sangue: non fermarti, figlia, vai avanti nell'Amore di Dio! (Giulia) Giovanni! Giovanni, rimani con noi! Rimani con noi! <Giulia piange copiosamente> (Piccolo Giovanni) il sole sta per sorgere, figlia, ed Io sono sempre con voi a camminare dinanzi a voi portandovi nel Solco della vita che è la Parola del Padre! (Giulia) Giovanni, ti affido i tuoi figli, le pecorelle che tu hai cresciuto: ti cercano sempre! Giovanni, non lasciarci! (Piccolo Giovanni) vi amo, figlia, e il tuo pianto è il mio, nel vedervi uniti nell'amore, ma come questo giorno lavorate ancora amandovi gli uni gli altri come Io vi ho amato nell'ultimo respiro abbracciando le vostre mani! Unitele anche voi, unitevi a me! Figli, ora che tutto è compiuto, ora che la Croce svetta facendo scendere la sua Misericordia Infinita sull'umanità, Io lascio scendere il mio Amore: è vivo, è in mezzo a voi, perché Io sono qui nel Cuore dello Strumento a dire “Padre, ascolta! Padre, voglio dormire tra le tue braccia e svegliarmi nel tuo Cuore!”(*) Telesfore! (Telesfore) si? (Piccolo Giovanni) alza la Croce(*) e benedici l'umanità come Io ho sempre fatto!(*)  (Giulia) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! Padre mio(*), non ho le forze: donami la tua! <19º grido straziante>(*) (Piccolo Giovanni) benedici l'umanità col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, a voce alta, Telesfore, perché nelle tue mani ho messo la Croce! Fallo! (Telesfore) scende la Benedizione di Dio sull'umanità intera, nel Nome del Padre, del Figlio e Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) la Piccola Cocciuta viene con me, ma ve la lascerò ancora! Pregate, figli, pregate! <i presenti riprendono la preghiera della via Crucis interrotta prima dell’apparizione. Giulia rimane esanime sul letto per molti minuti. Si sentono bevute mistiche amare> (***) (Gesù) l'Albero Verde non muore ma svetta e dona vita: anche voi donate vita per ciò che avete ricevuto in questo giorno, figli!(*)

 

(parla Telesfore) Alla fine della preghiera Gesù darà 3 baci con le dita.

 

 

       11. Lunedì dell'Angelo 12/04/2004, Stanza more solito

 

Messaggio di Gesù (ore 11.20)

....................................... (Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: sono venuto a portarvi la mia Pace, la mia Luce e la mia Amicizia. Sono venuto a portare in mezzo voi l'Agnello che si è immolato, ma ha svettato sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Vengo a portarvi il saluto del santo Vangelo indicandolo sempre, a tenerlo sempre alto e camminare solo la Via del Vangelo per potere amare, come Io ho amato e amo ognuno di voi lasciando uscire dal mio costato l'Acqua e il Sangue dell'Amore Infinito di Dio: la Misericordia del Padre che scende copiosa sull'umanità intera e su di ognuno di voi! Figliuoli del mio Cuore, in questo giorno porto l'annuncio dell'Amore di Dio; porto ad ognuno di voi il mio Cuore, all'umanità intera, chiedendovi “figliuoli, pregate per la pace”, pregate affinché la pace del Cuore di Dio regni nei vostri cuori e nel mondo intero e sappiate riconoscere come vostro Dio e Signore! Non aspettate la pace degli uomini, ma cercatela nel Cuore della Croce così come Io ve l'ho portata a voi: pace a voi, figliuoli del mio Cuore! Sapete bene che la pace potete trovarla nei vostri cuori, nei cuori dei vostri fratelli, vivendo nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, amandovi gli uni gli altri con l'unico amore del mio Cuore, con l'unico amore del Cuore Immacolato di Maria, con l'unico amore del Cuore della Croce! Figliuoli, Io ho svettato la Croce: amatela e svettatela anche voi, figli! Tu, Piccola Cocciuta, con me hai svettato la Croce nel dolore! (Giulia) Gesù, io non ho fatto nulla, tu mi hai tenuto nelle braccia, e come misera peccatrice, ti offro ancora il mio Cuore! (Gesù) non hai fatto nulla? mi hai portato in braccio ed Io ho portato te, e Giovanni, i Discepoli e le Suorine, abbiamo lavorato, e le gocce di Sangue che sono cadute e raccolte da Telesfore in quel giorno, hanno fermato i flagelli! Ora chiedo ancora a voi, ai vostri cuori, al tuo Cuore, Cocciuta Divina, di pregare ancora e di fermare i flagelli! Fermate le guerre che si stanno accendendo amandovi gli uni gli altri e combattendo il nemico con l'amore! Ma ricordate: il mio Amore, l'Amore nell'Abbraccio divino della Croce, non usate l'amore del mondo, figliuoli, ma il mio che porta l'abito candido dell'Agnello Immolato! Figli del mio Cuore, vi chiedo ancora di aspettare in questo giorno: verremo a portare l'amore, la pace e la quiete di Dio con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi! Vivete la Pasqua risorta del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Vi saluto: pace a voi, figliuoli del mio Cuore! Aspettateci, e nell'attesa aprite i vostri cuori all’Amore Infinito di Dio, figli!

 

Messaggi di Gesù e del Santo Giovanni di oggi (ore 17.24)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù. Sono venuto a visitare ancora i vostri cuori, a portare la mia Pace, la Quiete e il mio Amore, a far festa con ognuno di voi, a bere e a mangiare con ognuno di voi e col mondo intero. Figliuoli del mio Cuore, ecco, la mia gioia è piena perché la Pasqua è viva ed è risorta. Fate festa e pregate affinché lo Shalom del Cuore del Padre scenda sull'umanità intera. Figli miei, per volere del Padre Io sono qui in mezzo voi nella Pace, nella Luce e nella Verità del santo Vangelo; sono venuto a portarli insieme agli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, e nell'amore e nella Pace di Dio, siamo vivi e risorti per donare, ad ognuno di voi e al mondo intero, il Cuore del Padre come capanna per venire ad abitare. Figli, venite tutti voi che avete sete e fame della Parola; venite a dissetarvi alla Fonte viva dell'Amore; venite a mangiare nel mio Cuore: nel Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) bevi ancora i miei Calici Misti!(*) bevi i Calici Verdi e i Calici Rossi!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, il tuo abito è macchiato di Sangue in questo giorno! Sono stata io a sporcarlo, Gesù? (Gesù) no, figlia, non sei stata tu a sporcare il mio abito ma i figli della perdizione! (Giulia) Gesù, non posso fare nulla? (Gesù) il tuo corpo è un flagello ma ti chiedo di pregare nell'abbraccio e nel silenzio della Croce come tu sai fare. Figlia, prega per l'Uomo vestito di bianco, prega per tutti i miei Figli Ministri; tu li ami e il tuo Cuore è nelle mie mani, me l'hai donato per loro! (Giulia) Gesù, io sono solo una misera peccatrice, uno straccio dinanzi ai tuoi piedi!(*) (Gesù) sei il mio straccio che brilla! (Giulia) non sono degna di questo! (Gesù) lascia che sia il Padre a decidere; figlia mia, tu prega nell'amore, nella pace e nella quiete abbracciando i tuoi figli e l'umanità intera, e portandoli ancora una volta sulle tue spalle, figlia mia! Ma ora, guarda!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) tienilo nel tuo Cuore!(*) è un altro Calice amaro da tenere nel Cuore, figlia mia, ma prega e fai pregare i tuoi Figli, i tuoi Discepoli, le Colonne e le Suorine, abbracciando la propria Croce, venendo dietro di me, perché la Pasqua non è ancora finita, Io sto salendo il Monte: figliuoli, venite dietro di me!(*) (Giulia) Gesù, io metto sempre nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere. Portarli tu al Cuore di Dio. Metto sempre nel tuo cuore il figlio Vincenzo e il giglio!(*) (Gesù) Guarda, guarda il cuore del figlio Vincenzo e guarda il cuore del giglio: è il regalo che ti faccio in questo giorno!(*) (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ma tieni nel tuo Cuore ciò che hai visto del figlio Vincenzo! (Giulia) non posso dirlo neanche a lui, Gesù? (Gesù) quando sarà il momento! (Giulia) me lo dirai, Gesù? (Gesù) tu sai bene che l'ora e il giorno li conosce solo il Padre! (Giulia) perdonami, Gesù! (Gesù) so che il tuo Cuore arde, figlia mia, ma presto dirai a Vincenzo ciò che è nel tuo Cuore! (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ho sete: mi offrite da bere?(*) volete bere con me del Nuovo, tutti(*) nella quiete, nell'amore e nella pace del santo Vangelo? Ecco, Io sono vivo e reale in mezzo a voi e voglio bere con voi l'Amore del Padre!(*) siete pronti.. (Tutti) ..si.. (Gesù) ..a bere tutti? (Tutti) si!(*) (Gesù) questo è il Calice del Cuore del Padre: bevetelo e fermate il flagello che sta per scendere in questo istante, figli!(**) (Giulia) Gesù! Gesù!  (Gesù) si, figlia mia, ecco il flagello!(*) non chinare il capo, guarda!(*) (Giulia) Gesù, lo fermi? (Gesù) non toccare!(*) (Giulia) non lo vedo più, non vedo più il flagello!(*) (Gesù) ma ti chiedo di guardare ancora! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) vedo ancora anime cariche di peccati! Gesù! Gesù! (Gesù) vuoi togliere ancora i serpenti che avvolgono le anime? (Giulia) se tu vuoi, Gesù, si! (Gesù) non hai paura? (Giulia) ci sei tu, Gesù! (Gesù) fallo!(**) (Giulia) Gesù, ora le anime sono candide, ma io, come uno straccio, non ho fatto nulla: è la tua volontà, il tuo Amore Infinito che ha pulito le anime! (Gesù) è il tuo “eccomi” che ha pulito le anime, figlia, “l'eccomi” che vede i cuori aperti, “l'eccomi” di chi cammina e di chi tiene alto il salto Vangelo e non lo calpesta sotto i piedi, figlia del mio Cuore, come “l'eccomi” di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, Madre che vi porta nel suo Grembo Materno per farvi vivere l'abbraccio della Croce! Figliuoli, consolate sempre il suo Cuore e ricordate: il Cuore Immacolato di Maria trionferà e tutti vedrete il Sole di Fatima brillare, perché la mia Promessa viene da Fatima. Maria ha lasciato scendere l'Amore del Padre sull'umanità intera e niente e nessuno può cancellare la Parola viva di Dio. Figli, siate vigilanti, siate coscienti della Parola viva di Dio, del Parto che è vivo e reale in mezzo voi, figliuoli del mio Cuore, ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per confondervi; voi combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre di avere un Papà che allarga le braccia e aspetta tutti i figli per fare festa al Banchetto Nuziale! Figliuoli del mio Cuore, siate vigilanti nell'amore e nella carità: ciò che fa la destra non deve saperlo la sinistra, ma amate, amate, amate con l'amore che Io lascio scendere nei vostri cuori, figli miei, e abbracciate il Cuore di Maria donandolo ai figli, i fratelli; spogliatevi delle vostre vesti e donatele ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli carcerati, ai figli drogati; non lasciate nessuno senza il Pane dell'Amore di Dio: il Pane dei Cieli che Dio dona ad ognuno di voi e all'umanità intera! Ora, con amore, figliuoli, vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella pace e nella quiete del santo Vangelo, per volere del Padre, sono ancora qui in mezzo a voi a gioire nella mia famiglia tra i Discepoli, le Colonne, le Suorine del Cuore della Croce, ad accogliere l'amore e la pace e l'abbraccio del figliuolo Vincenzo e confratello!(*) quanto è dolce il tuo cuore: è trafitto come il mio ma è gioioso di Dio, è gioioso della Parola del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Stringi la mia mano!(*) nell'unione di Dio, come servo e ministro di Dio, consacrato nell'amore e nella pace del Vangelo, figlio mio, fratello mio, oggi il Padre ha donato a te la gioia di parlare, ha donato ai figli il dono di ascoltare il grido di Dio, l'Amore di Dio. Lo facevo Io, vedevano la mia figura di sacerdote, ma oggi Io sono venuto ad abitare nel tuo cuore, a parlare e a donare la luce viva al mondo intero. Nel Cuore della Cocciuta c'è ciò che tu hai chiesto e che arde nel tuo cuore, ma Io come Sacerdozio vivo ed eterno per volere del Padre ti dico “figlio, la luce che si è accesa in quel giorno non può spegnerla il mondo: rimane sempre accesa nel tuo cuore e nel cuore della creatura che Dio ha usato”! Vai avanti e non fermarti, figlio e fratello, sarai perseguitato ma tu sai bene che le cose di Dio sono perseguitate, e si cammina portando la Croce e la santa sofferenza; è l'unico abbraccio che Dio può donare ad ognuno di noi per portarci nel suo Cuore, e come Sacerdozio tu conosci bene questo, figlio, come ognuno di voi conosce la Via di Gesù, fatta di santa sofferenza! Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua! Senza la Croce non c'è resurrezione, e il Gesù che avete visto risorgere è il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per amore! Vincenzo, alza il tuo capo!(*) E cosa c'è nel tuo cuore, figlio mio? (don Vincenzo) che sono indegno di stare qui! Nel mio cuore c'è tanta gioia, c'è tanta voglia di amare Dio! (Piccolo Giovanni) il Padre ti ha mandato per lavorare, perché la vigna del Padre è grande e il Solco è profondo e tu devi lavorare come ho lavorato Io, ma devi portare il peso della Croce sulle tue spalle, figlio del mio Cuore! Dimmi ancora! (don Vincenzo) grazie, non ne sono degno, ma con l'aiuto di.. (Piccolo Giovanni) ..ripeti le stesse cose della Cocciuta? (don Vincenzo) si, eccomi, sono un servo inutile: sono anch'io uno straccio! (Piccolo Giovanni) anch'Io dicevo “sono un povero uomo: non sono niente, perché venite tutti a chiedermi cosa dobbiamo fare?”, Io sono qui perché il Padre mi ha mandato e lascio scendere le mie lacrime di gioia nel vedervi uniti nella Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ma chiedo ai vostri cuori, i cuori di ognuno di voi, di pregare: pregate per la pace perché voi non conoscete ciò che scritto nel Libro di Dio. Io sono sempre vicino ad ognuno di voi, vi guido nel camminare nel Solco e di tenere sempre alto il santo Vangelo come Io l'ho portato e lo porto, figliuoli! Marì e Nicolè, non abbiate timore ma andate avanti: sarete perseguitati, ma Io vi ho raccolto nel mio Cuore e niente e nessuno vi farà del male! Amate chi trafigge i vostri cuori e perdonate come Gesù “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”, e così lo chiedo ad ognuno di voi in questo giorno! Camminate sempre nel Solco del santo Vangelo, gridate al mondo intero “Dio è vivo, è in mezzo a noi e parla” e il suo amore non ha misure, si dona nella pienezza senza fare alcuna distinzione. Dio ama tutti i suoi figli! Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, oggi avete vissuto il santo Vangelo? <Lunedì dell’Angelo /C Mt. 28,8-15> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, confratello Vincenzo? tu lo vivi nella pienezza il Vangelo? perché Dio parla al tuo cuore come ha parlato in quel giorno! (don Vincenzo) È troppo grande la resurrezione: è troppo bello sapere di non morire più, sapere che il Padre ci aspetta, sapere che ogni giorno è un suo dono, che Lui ci è sempre vicino. Sapere che Gesù è con noi ogni momento, dovremmo cantare.. (Piccolo Giovanni) ..anche.. (don Vincenzo) ..dovremmo cantare.. (Piccolo Giovanni) ..in questo istante che ha bevuto e ha mangiato con voi, il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo, il Cuore Immacolato di Maria e la Corte Celeste, i vostri Cari, avete fatto festa, e lavorare nella vigna di Dio, perché il Padre vi ha fatto lavorare per salvare le anime che stavano cadendo nel peccato, nella luce falsa del nemico. È questo che il Padre vi ha fatto compiere in questo giorno: stare insieme a lavorare nella vigna per salvare le anime. Per voi vi è sembrato stare seduti, ma tutti avete lavorato! Paolo, perché hai chinato il capo? vedi, le mie mani sono unite alle mani del confratello, l'unione di Dio è viva e reale, se la Cocciuta non sarebbe Strumento di Dio, le mani del sacerdote si sarebbero staccate dalle sue mani, ma Dio vi dona un'altra goccia: le mani di un consacrato, di un ministro di Dio, unite alle mani dello Strumento. Un'altra goccia scende in mezzo a voi! Ma dimmi, cosa c'è nel tuo cuore? (Paolo) un ministro di Dio non può che essere legato a Dio! (Piccolo Giovanni) e se in mezzo a voi non c'era Dio, non c'era neanche il ministro! (Paolo) certo! (Piccolo Giovanni) è vero Vincenzo?(*) dimmi! (Paolo) quello che colpisce è l'umiltà di don Vincenzo. Lui è anche.. (Piccolo Giovanni) ..così.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..dovete diventare! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) tutti! (Paolo) lui ha detto.. (Piccolo Giovanni) ..lui mi chiede che deve migliorare, essere un bravo sacerdote, ma il suo cuore è candido! (Paolo) chi è legato a Dio non può che parlare così, perché davanti a Dio io non mi sento nemmeno uno straccio, Giovanni: io non mi sento niente proprio! (Piccolo Giovanni) i piccoli Giovanni all'ultimo posto come sempre, come vi ho indicato! Non cercate i primi posti: ma i piccoli Giovanni rimanete sempre all'ultimo posto nell'amore e nella pace di Dio, figli miei! Dimmi ancora! (Paolo) stavamo dicendo che tutti abbiamo lavorato, come ci hai anche ripetuto altre volte in altre circostanze, e che siamo tutti uniti nel perseguimento dell'unico obiettivo che è il Solco di Dio, quindi siamo tutti un'unica cosa! (Piccolo Giovanni) col Padre, .. (Piccolo Giovanni e Paolo, insieme) ..col Figlio e quando lo Spirito Santo! (Piccolo Giovanni) ed Io vi mando l'Alito: <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> questo è l'Alito dello Spirito Santo, fratello Vincenzo, ma il Cuore della Cocciuta esplode da dirvi tutti i segreti, ma Dio ancora non lo permette, dovete aspettare i tempi del Padre, essere vigilanti, figliuoli, e stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; combattetelo solo amando, ma amando con l'Amore di Dio, quell'amore che ha gridato dall'alto della Croce! Ricordatelo, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore di Dio!(*) Figlio, alza il tuo capo perché Dio ti ama e aspetta! (don Vincenzo) grazie! Grazie, non sono degno! (Piccolo Giovanni) aspetta che tu parli ancora come hai fatto in questo giorno! Ecco cosa avevo preparato per voi: una perla di Dio che viene ad accendersi! Avete visto la perla che è dinanzi a voi? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) e avete guardato i due bocciuoli che la perla ha portato? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) l'ha uniti al giardino e anche loro hanno lavorato.. (don Vincenzo) ..più di me.. (Piccolo Giovanni) ..nella vigna, e lavorano come il Padre ha scritto nel Libro, nel grande Libro che conosce solo Dio, figli! E in questo giorno siete risorti? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) e l'Angelo vi ha donato la pace? (Tutti) si! (don Vincenzo) grazie! Grazie! (Piccolo Giovanni) Vincenzo, Io lascio a te la pace.. (don Vincenzo) ..grazie.. (Piccolo Giovanni) ..per donarla.. (don Vincenzo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..all'umanità intera e a tutti i tuoi figli! Ora, come sacerdote.. (don Vincenzo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..darai la benedizione.. (don Vincenzo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché Io mi inchino dinanzi a te! Ora tu ti alzi!(*) (don Vincenzo) e per intercessione di Maria Immacolata, vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! (Tutti) Amen! (don Vincenzo) grazie di tutto, Gesù, grazie! (Piccolo Giovanni) grazie ad ognuno di voi! Andate nella Pace e nella Quiete di Dio! Io vi saluto col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo ai vostri fratelli, ai figli che si sono uniti, ai figli che avete portato nei vostri cuori! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) bevete e mangiate ancora per i figli che non hanno il Pane… <si perde qualche parola al cambio cassetta> …e l'acqua e copriteli col vostro amore, per coloro che non hanno un tetto! (Giulia) eccomi, Giovanni! Grazie!(*)

 

 

       12. Giov 15/04/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora, per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nel silenzio, nell'Abbraccio divino della Croce, figlia mia! (Giulia) Gesù! Gesù, perché piangi? perché il tuo Volto è sporco di Sangue, Gesù? (Gesù) Io piango, figlia, per i figli che non vogliono accogliere la mia Pace! (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia mia, guarda!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) no, figlia: non chinare il capo ma guarda! (Giulia) non reggo! (Gesù) figlia mia, le tre gocce di Sangue hanno fermato un solo flagello, ma chiedo ancora ai vostri cuori di pregare, voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, pregate! Chiedete al Padre lo Shalom del suo Cuore, perché Io vengo in mezzo a voi e nel mondo intero a portare la mia Pace, ma non vengo accolto; e il mio abito è macchiato di Sangue, il Sangue innocente dei figli che cadono! (Giulia) Gesù, cosa posso fare? (Gesù) guarda ancora: hai donato il tuo “eccomi” e hai portato e porti ancora i segni del mio Amore; figlia, l'umanità è sorda ed è cieca! (Giulia) Gesù, non piangere, poggiati ancora sulle mie spalle! (Gesù) guarda, figlia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) prega! E voi Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce, pregate, pregate, pregate affinché scenda la mia Pace, affinché i cuori dei figli si aprano al mio Amore perché Io vengo solo a portare l'amore! Vuoi unire ancora le tue mani alle mie, Cocciuta Divina? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare i Chiodi divini secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, sono dinanzi a te! (Giulia) vedo un mare di Sangue, Gesù, e tante persone che cadono a terra! I Chiodi sono rimasti ancora nelle mani e il Sangue viene raccolto! Gesù, da dove viene quel mare di Sangue?(*) (Gesù) prega per ciò che stai vedendo, figlia mia! (Giulia) Gesù, quel mare copre tutto, e quelle case sono troppo basse: vengono coperte! (Gesù) prega, figlia e immolati ancora come tu sai fare nel silenzio e nell'abbraccio della Croce, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore! E per volere del Padre sono venuto a portare in questo Luogo e nel mondo intero la mia Pace! Pace a voi, amici del mio Cuore! (Giulia) Gesù, io vedo ancora il mare di Sangue! (Gesù) si, figlia, il mio Cuore è triste: chino il capo e allargo le braccia per accogliere l'umanità intera! Vi invito a pregare e di stare attenti al nemico; non aspettate la pace del mondo, figliuoli, cercate la mia Pace amandovi gli uni gli altri e combattete il nemico con l'amore! Il Cuore Immacolato di Maria trionferà, ma vedrai ancora il mare di Sangue, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi! (Giulia) posso dirti una cosa nel Cuore? (Gesù) si, figlia!(**) (Giulia) Gesù, quando me lo dirai tu? (Gesù) si, figlia mia!(*) (Giulia) Gesù, chiedo un po' del tuo respiro in questo istante!(*) (Gesù) ecco, figliuoli, Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figliuoli, e di camminare sempre nel santo Solco che è lungo ed è profondo! Maria getta le spine, non gettate voi la santa sofferenza, ma camminate sulle spine che Maria sta seminando per portarvi al Cuore di Dio! Figliuoli del mio Cuore, vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici! Abbiate fede, crescete, figli, nella fede, e siate rocce vive dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, voi che siete stati sigillati col Sigillo dell'amore, pregate, pregate, aprite i vostri cuori, e avendo fede potete fermare le guerre, i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità sorda e cieca che non accoglie il mio Amore, allargando le braccia all'invito del nemico! Figliuoli del mio Cuore, portate i vostri figli, portate i vostri fratelli sul letto della Croce dove c'è la vita eterna, dove c'è il mio Amore, la mia Luce e la mia Pace! Figliuoli del mio Cuore, amici miei, in questo giorno consolate ancora il Cuore di Maria, Madre mia addolorata nel vedere i figli che cadono nella rete del nemico: è curva Maria a pregare e a tenere fermo il braccio del Padre, ma un altro velo nero scende sull'umanità; pregate almeno voi che siete qui riuniti, figli, e gridate al mondo intero “il Parto è vivo ed è in mezzo a noi”, non fermatevi di portare la Parola, l'unica Verità, l'unica Luce; tenete sempre alto il santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore! Tu, Cocciuta Divina, dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) sarai perseguitata ancora: quanto ti costa il sì donato! (Giulia) Gesù, ti amo! Ti amo! (Gesù) e sei ancora disposta a donare il tuo sì? (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) figlia, il peso diventerà più grande sulle tue spalle. Prega sempre per tutti i miei Figli Ministri, per la Chiesa tutta e per l'Uomo vestito di bianco! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) non spaventarti per ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) prega per il giglio! Prega per il figlio Vincenzo! (Giulia) metto tutti i sacerdoti nel tuo Cuore! (Gesù) tu portali sulle tue spalle, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ma vi invito ancora a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore, la Pace, la Quiete del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella gioia e nella Verità del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a portare la pace del Cuore di Dio, ad accendere la lucerna che l'umanità ha spento, invitando ognuno di voi, figliuoli, a donare ai propri fratelli la Luce del Vangelo, la Parola viva che il Padre dona ad ognuno di voi della Stanza dell'amore, nella Dimora di Dio viva in mezzo a voi! Dio vi dona il suo Pane, il Pane dei Cieli, per spezzarlo con i fratelli e rimanere uniti nell'unico Amore, nell'unica Verità, nell'unica Pace che solo Dio può donare. E la pace la trovate abbracciando il santo Vangelo, accogliendolo nei vostri cuori, nei cuori dell'umanità intera! Se i Grandi del mondo si fermassero ad accogliere la Parola, ad amare Gesù che si è donato sul Legno della Croce per donarci la vita!(*) Figliuoli, pregate affinché i cuori di pietra diventino cuori di carne, affinché abbiano sete della Parola di Dio, affinché tornino a casa per fare festa al Banchetto Nuziale dell'Amore Divino del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, vengo a portare la Parola: la consegno ai vostri cuori di Discepoli, di Colonne, di Suorine, per donarla, farla crescere! Avete in mano la spada del santo Vangelo: combattete, non fermatevi, figliuoli, perché Gesù ha promesso “aspettatemi, Io verrò”, non dimenticate la Parola di Dio: niente e nessuno può cancellare ciò che il Padre ha scritto, e nessuno di voi conosce né l'ora e neanche il giorno, ma come soldati, siate vigilanti: tenete sempre accesa la fiammella nei vostri cuori, figli! Tu, Cocciuta! (Giulia) sì, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) ascolta ciò che lascio nel tuo Cuore! (Giulia) sì, Giovanni!(**) sì, Giovanni!(**) sì!(*) sì!(*) sì!(*) (Piccolo Giovanni) figlia, col Cuore grondante di Sangue vi chiedo: amate il Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) amate il Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) amate il Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) prendete sulle vostre spalle la propria Croce e seguite (Gesù), figli miei, ma in questo giorno il sì che avete detto è pieno? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <Giov. 1° sett. dopo Pasqua /C Lc. 24,35-48> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nei vostri cuori, Paolo? (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio!  (Paolo) a me ha colpito, intanto, la semplicità con cui la comparsa di Gesù tra di discepoli è stata descritta da Luca, un evento.. (Piccolo Giovanni) ..pensavano.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che fosse un fantasma! (Paolo) si (Piccolo Giovanni)ma l'abbiamo visto..(Paolo)..mangiare..(Piccolo Giovanni)..morto, adesso mangia”! (Paolo) per un attimo ho pensato.. ho cercato di immedesimarmi nel loro stato d'animo, i loro pensieri nel vedere Gesù nuovamente in carne ed ossa dopo averlo sepolto! (Piccolo Giovanni)guardate le mie mani e i miei piedi, toccatemi, un fantasma non ha carne, e un fantasma non può mangiare(Paolo) si! (Piccolo Giovanni)Io sono venuto a mangiare e a fare festa, a mangiare del Nuovo(Paolo) ma, Giovanni, i discepoli in quei momenti in cui Gesù è apparso che.. come.. come.. come hanno reagito? come.. quali sono stati, appunto, le loro.. (Piccolo Giovanni) nel primo istante, paura; era così grande la gioia, pensavano veramente di vedere un fantasma perché ancora i loro occhi erano chiusi e non riuscivano a capire ciò che il Maestro aveva detto loro! (Paolo) si, sulle scritture! (Piccolo Giovanni)sulle scritture”! (Paolo) si doveva adempiere tutto ciò che era scritto, si, nella legge di Mosè e dei profeti, nei salmi! (Piccolo Giovanni) immagina di vedere la mia figura: sono vivo e reale in mezzo a voi; voi vedete la Piccola Cocciuta, Dio si serve dello Strumento per farmi parlare, ma se vedevi la mia figura in questo istante cosa faresti?  (Paolo) eh, io.. è proprio quello che volevo dire prima, e cioè.. (Piccolo Giovanni) ..forse Dio conosce il tuo pensiero! <si ride un po'> è vero, Giuseppe? (Giuseppe) si! (Piccolo Giovanni) conosce i cuori di ognuno di voi.. (Giuseppe) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e il pensiero, prima di conoscerlo voi.. (Paolo) ..lo conosci tu! (Piccolo Giovanni) lo conosce il Padre! (Paolo) e tu lo sai come reagirei io, ma io non lo so perché non riesco proprio ad immaginarlo! Anche se so che sei li che parli, però, vedere la Cocciuta e vedere te.. non ci dovrebbe essere differenza, però.. non lo so! .............. (Piccolo Giovanni) ..qualcuno mi ha visto nella casa della Cocciuta, o come dire nella Dimora di Dio, ma non è scappato! .............. non solo la creatura ha visto la mia figura, ha parlato e mi ha chiesto anche il Bacio del Piccolo Giovanni, ed Io gliel'ho donato! (Telesfore) non lo possiamo sapere chi è questa creatura? (Piccolo Giovanni) i vostri cuori ardono? .............. quando è tempo lo saprete! Lo sa la Cocciuta e lo sa la creatura che ha vissuto l'attimo di gioia! (Paolo) è maschio o femmina: questo lo possiamo sapere? (Piccolo Giovanni) è una creatura.. è una suorina! (Mosè) non ce lo vuoi proprio dire? (Piccolo Giovanni) adesso andiamo un passettino! (Mosè) io lo so chi è! (Piccolo Giovanni) è una suorina! No figlio, non lo sai!(*) avete perso la lingua? .............. Piccolo Giovanni) ..io sono vivo e reale perché abito nel Cuore del Padre e il Padre mi lascia venire in mezzo a voi per amore dello Strumento! .............. non sarebbe Padre! .............. ..il Fuoco di Dio non brucia: fa ardere d'amore! .............. il fuoco del nemico.. ..brucia! .............. sapete come combatterlo: amando e diventando piccoli; l'ubbidienza, la santa ubbidienza, e camminare sempre nel Solco che è la Parola viva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ma come può essere il mio Cuore in questo giorno? .............. triste nel vedere l'umanità che si perde, l'umanità che accetta ancora la via larga lasciando quella stretta; l'umanità che vuole sfidare Dio usando la spada, non del Vangelo, ma della guerra! Pregate, figliuoli, pregate per la pace affinché scenda quella di Dio! L'umanità è in pericolo, e voi che siete qui riuniti, avendo fede, potete fermare i flagelli e le guerre ! .............. . <3 colpi di tosse con un'alitazione> .............. mancava l'Alito? .............. che scende su di voi e sull'umanità intera! .............. Il Padre ha scelto ognuno di voi e tutti lavorate nella vigna, e ha un progetto su di ognuno di voi, ma dovete coltivarlo, farlo crescere, perché è nel vostro cuore dove abita Dio! .............. ..e la Cocciuta vi porta sulle sue spalle quando vede che uscite.. ..un pochino fuori il Solco; vi stringe ancora di più! .............. don Giuseppe, dà fastidio? (don Giuseppe) chi? (Piccolo Giovanni) la Cocciuta, che sarebbe Giulia? al nemico gli dà fastidio? (don Giuseppe) penso di si! (Piccolo Giovanni) e s'arrabbia come dice Elia? e tu cosa mi vuoi dire in questa serata? (don Giuseppe) avevo tante cose da dire, però preferisco starmene zitto! (Piccolo Giovanni) dirle direttamente nel Cuore di Dio? (don Giuseppe) eh, esatto! (Piccolo Giovanni) bene, Io le porto nel Cuore del Padre perché le conosco! Ti dico solo “Amen, Amen, Amen, Amen”! Conosci il significato dei quattro Amen? (don Giuseppe) no! (Piccolo Giovanni) Io spiegavo ai miei discepoli, ai miei figli “quando sentite la Cocciuta Giulia che dice quattro volte Amen, è il Sigillo di Dio”. È importante, e ciò che hai nel tuo cuore.. i quattro Amen sono il Sigillo del Padre: tienili stretti e vai avanti nel tuo cammino, il cammino che il Padre ha segnato per te, figlio! Chiaro? vuoi dire qualcosa?(*) bene! Paolo, dove sei? <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> dov'eri andato? (Paolo) questa volta ero proprio qua, ero immerso nelle parole che dicevi! (Piccolo Giovanni) al figliuolo? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e cosa hai capito? (Paolo) ho capito che c'è qualcosa nel suo cuore che il Padre conosce bene, e che è un qualcosa di bello e positivo! (Piccolo Giovanni) Io non so nulla: l'ho preso dal suo cuore e l'ho portato al Cuore del Padre! (Paolo) si, e il Padre ha detto quattro Amen, quindi.. (Piccolo Giovanni) come umile sacerdote ascolto, raccolgo, e in ubbidienza porto al Padre! (Paolo) fai da tramite? (Piccolo Giovanni) quando venivate a confessarvi, Io mettevo tutto nel Cuore del Padre come sacerdote, non posso adesso dire ciò che ho raccolto!(*) (Paolo) io.. mi perdoni se torno un po' indietro alla suorina che ti ha visto.. posso? (Piccolo Giovanni) ma non ti dico chi è! (Paolo) no, no, io non è questo che voglio sapere! Tanto, prima o poi arriveremo tutti.. quando il Padre vorrà! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) quando il Padre decide, perché l'ora e il giorno.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..la conosce solo il Padre! (Paolo) cioè, io facevo una riflessione: tu ti sei fatto vedere da questa suorina, ma c'è una motivazione.. perché c'è sempre una motivazione, se Dio decide di apparire ......a Natanaele, c'è una motivazione! Voglio dire, o fa parte del progetto o perché io non lo so, o perché per stimolarlo nella fede o non lo so.. c'è una motivazione? (Piccolo Giovanni) quando un cuore è ferito, Dio viene a fasciarlo! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) penso che sia chiara la risposta! (Paolo) eh, è chiarissima! (Piccolo Giovanni) è vero, Tommaso? (Tommaso) eccomi! <2 colpi di tosse con 3 alitazioni> (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio (Tommaso) si, è vero, perché ad ogni segno c'è sempre un'attesa di un progetto maggiore, quindi, se questa suorina ha avuto il privilegio della tua presenza reale, senz'altro c'è un grande progetto, senz'altro è servito per rafforzarla e per non farla perdere, perché evidentemente il suo animo era straziato! (Piccolo Giovanni) e lo è tutt'ora, ma Dio.. (Tommaso) ..è sollevata.. (Piccolo Giovanni) ..la tiene abbracciata nel Dolore della Croce per farla diventare più forte, camminare e donare il suo amore sempre di più! (Tommaso) quindi anche il segno che ebbe Tommaso, allora? quel segno del braccio destro pieno di sangue per tutta la vita serviva a tanti altri come conferma di quella resurrezione, di quella mancanza di fede per riempire gli altri animi? (Piccolo Giovanni) si!(*) (Tommaso) e quindi se i tempi si ripetono, anch'io, allora.. gli altri vedranno tutto ed io, chissà! (piccolo Tommaso) tutti vedrete, ma l'ora e il giorno li conosce solo il Padre! (Tommaso) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) siete nella rete. La storia si ripete ma siete i miei discepoli. Aspettate: Io verrò, berrò e mangerò del Nuovo!(*) Siete coscienti di questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) cosa stavi dicendo? (Tommaso) speriamo che non ti incontriamo in qualche altro luogo senza accorgerci che sei tu, come Gesù ai suoi discepoli di Emmaus! (Piccolo Giovanni) ma poi mi hanno riconosciuto! (Anna) si! (Tommaso) sì, ma.. quello, si, però se.. se ti incontriamo diversamente e non riusciamo a riconoscerti.. e poi ci mangiamo le mani di non aver riconosciuto.. (Piccolo Giovanni) come potete mangiarvi le mani se dovete donarle ai fratelli! <si ride un po'> sono sempre capriccioso anche se il mio Cuore gronda Sangue. Dio ha preparato per voi la sua Dimora: nel mondo intero e in questo Luogo il Cuore di Maria trionferà! Voi siete i miei discepoli, lavorate nella vigna del Padre; devo andare ancora avanti? l'albero che Dio ha piantato ha le radici profonde; ha preparato per voi la Stanza dell'Amore dove avete ricevuto il Battesimo dell'amore, e il Padre ripete ancora “aspettatemi, Io verrò”: ci sarete tutti?(*) ci sarete tutti? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) Io ci sarò, ma allargo le braccia! Vincenzo ha usato la parola “squadra di Dio”: rimarrà la squadra di Dio? (Tommaso) con la grazia di Dio spero che ci saremo tutti! (Piccolo Giovanni) Io ci sarò ad aspettare ognuno di voi! (Tommaso) è vero ormai che siamo tutti nella rete, quindi dovremmo esserci, però, dato che Dio ci lascia liberi come si è verificato che noi, non essendo il nostro cuore con un sì pieno, in pienezza, abbiamo rallentato anche il Progetto di Dio, e questo mi scoraggia un po'! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta ancora non vi fa il forno! (Tommaso) per questo, se Dio aveva già deciso.. (Piccolo Giovanni) ..Dio.. (Tommaso) ..noi non siamo stati in grado di.. (Piccolo Giovanni) ..ha deciso, ma la Cocciuta vede i cuori: non vede amore ma gelosie! Quando le gelosie andranno via e rimarrà l'amore e si alzerà verso il Padre, nascerà il forno dove impastare il Pane di Dio! E la gioia per ognuno di voi sarà così grande da fare un'esplosione del Cuore del Padre! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Ricordate: tra di voi non c'è alcun maestro, l'unico Maestro è il Padre. Chiaro? (Tutti) si! <2 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) ricordando ancora le parole di don Vincenzo, ci ha incoraggiato un po' a mantenere duro, senz'altro, è stato veramente di aiuto e che ci ha colpito dentro! Però mi chiedo, fino a quanto dobbiamo gridare, visto che noi ormai ci siamo messi nelle mani del Padre, no, quindi quando Lui vuole, ci farà gridare al momento giusto: di che cosa dobbiamo preoccuparci? perché molto spesso il nostro cuore si preoccupa perché arde d'amore e vogliamo gridarlo a tutti, anche a coloro forse che non ci stanno ascoltando o che ci deridono.. (Piccolo Giovanni) Vincenzo non vi ha fermato di gridare: gridate la Parola viva! (Tommaso) dimmi, con tutto il nostro ardore, possiamo sempre continuare a gridarlo forte che Gesù è vivo ed è in mezzo a noi.. ed è vivo e reale? (Piccolo Giovanni) non vi ha fermati: vi ha incoraggiati ad essere discepoli, a non avere paura e andare avanti, Squadra di Dio, scelti per portare avanti il Messaggio: la Parola viva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è chiaro per ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Telesfore!(*) Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Stavi dormendo? (Telesfore) prima stavo dormendo ma poi mi sono svegliato.. <2 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) chi ti ha svegliato? (Telesfore) l'Alito!(*) Adesso mi sento ubriaco! (Piccolo Giovanni) hai bevuto? (Telesfore) ho bevuto e mangiato! (Piccolo Giovanni) l'hanno fatto bere e mangiare in anticipo! Ma dimmi(*), raccontami con chi hai bevuto e mangiato! (Telesfore) con le tue parole: le tue parole sono Pane! (Piccolo Giovanni) le parole del Padre, perché Io sono all'ubbidienza del Padre: Pane vivo che scende dai Cieli! Dimmi ancora! (Telesfore) quando tu parli tramite lo Strumento, anche se le sembianze.. (Piccolo Giovanni) ..sono della Cocciuta?.. (Telesfore) ..sono della Cocciuta, i tuoi occhi sono.. i tuoi! (Piccolo Giovanni) i miei non si possono cambiare! (Telesfore) ma quando lo Strumento parla, la Cocciuta dove si trova? (Piccolo Giovanni) dov'è il suo Cuore! (Telesfore) dal Padre?(*) (Piccolo Giovanni) lo Strumento viene usato da Dio? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Io parlo attraverso lo Strumento.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per volere del Padre.. (Telesfore) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e per amore dello Strumento! (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) e chi abita nel Cuore dello Strumento? (Telesfore) tu abiti nel Cuore dello Strumento! (Piccolo Giovanni) e il Cuore dello Strumento chi ce l'ha? (Telesfore) il Padre!(*) (Piccolo Giovanni) adesso l'ho ubriacato ancora di più! <si ride un po'>(*) se non ero Io a parlare la Cocciuta non poteva indossare l'abito; non poteva fare ciò che Io faccio! (Telesfore) la Cocciuta, no, non poteva fare questo! (Piccolo Giovanni) è il Padre.. (Telesfore) ..che fa tutto?.. (Piccolo Giovanni) ..che fa tutto! Lo Strumento viene solo usato per suonare la musica di Dio che è il santo Vangelo, per questo lei dice sempre “Io sono uno straccio dinanzi ai piedi della Croce”! Chiaro? (Telesfore) si! (Piccolo Giovanni) ma sarà perseguitata.. (Telesfore) ..per questo?.. (Piccolo Giovanni) ..a causa del Nome di Dio e per questo! Ma è Roccia, ha donato il suo sì al Padre e non si ferma dinanzi a niente e a nessuno, ed Io la amo per la sua umiltà! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) dimmi, cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) poco fa hai detto che il Padre.. non so come dire, vuole che.. il Padre.. per il Padre possiamo fare il forno, però è la Cocciuta che non.. ci tiene ancora fermi per causa delle gelosie (Piccolo Giovanni) perché non vede amore tra di voi: è poco, deve crescere di più! (Telesfore) ma io.. cioè, direi a vista d'occhio tra i discepoli non ce ne dovrebbero essere gelosie, le suorine: non lo so! (Piccolo Giovanni) come c'era, c'è ancora, perché la storia si ripete! (Telesfore) ma questa rimarrà sempre! (Piccolo Giovanni) non puoi metterti al posto di Dio! (Telesfore) eh, si! (Piccolo Giovanni) l'alunno ha alzato il dito! <si ride un po'> (Paolo) stavo pensando: “la storia si ripete”, quindi i discepoli erano e sono rimasti gelosi gli uni con gli altri? se la storia si ripete, noi lo siamo adesso e lo saremo anche dopo? (Piccolo Giovanni) ma quando è sceso il Fuoco di Pentecoste c'era solo amore! Prima erano gelosi gli uni degli altri: “lui ha fatto il miracolo, Io no”, ma quando è sceso in pieno il Fuoco li ha abbracciati in un unico amore: l'Amore del Padre! (Paolo) quindi, se il forno non si fa perché noi siamo gelosi.. (Piccolo Giovanni) ..è la Cocciuta che vuole vedervi crescere ancora di più! (Paolo) ma non sta a noi decidere e fare in modo di crescere, se ho ben capito, perché è la grazia del Padre, come dice anche don Vincenzo, che deve scendere su di noi e ci deve indurre a cambiare atteggiamento, al momento: il giorno in cui Lui lo vorrà! (Piccolo Giovanni) ma aspetta i vostri cuori! (Paolo) ma Lui lo sa già i nostri cuori quando risponderanno! (Piccolo Giovanni) ma li aspetta! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) don Giuseppe, il tuo cuore è pronto a dire si? (don Giuseppe) devo parlare? (Piccolo Giovanni) devi parlare! (don Giuseppe) avevo.. infatti, stavo pensando prima di entrare qui, che entra dentro di me una gioia.. per cui non esiste più il tempo che.. quindi non.. cioè, non penso più a guardare l'orologio, quanto.. quanto tempo è passato (Piccolo Giovanni) si (don Giuseppe) e quindi mi si.. non lo so, è forse la forza di un.. di qualcosa che è più grande di ciò che posso immaginare, e sono catapultato in una dimensione che non riesco a decifrare! Questo mi è successo anche l'altra volta! Quindi, per questo preferisco non parlare, vivere interiormente questa.. questa grande gioia! (Piccolo Giovanni)questa grande gioia”! Cosa senti tu in queste parole? (Paolo) una grande gioia! (Piccolo Giovanni) che vi trasmette! (Paolo) è bello.. (Piccolo Giovanni) ..e questo è anche ciò che ha detto Vincenzo! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) quando la gioia è piena di Dio, è pronto, e chi meglio di Dio può conoscere i cuori di ognuno di voi? li vuole vedere crescere ancora di più: crescere è camminare nel Solco; crescere è amare i sacerdoti; crescere è pregare per loro e abbracciarli quando verranno, e non dire “perché arrivate in ritardo?”, il forno è li: è pronto, ma la Cocciuta vi vuole vedere ancora crescere e nell'abbracciare e nell'accogliere tutti, come il Padre allarga le braccia e dice “venite, figli benedetti, a bere e a mangiare alla mensa, al Banchetto Nuziale che è pronto per tutti” senza scartare nessuno, anche a chi arriva all'ultimo momento! (Paolo) lo sai che ti dico? (Piccolo Giovanni) dimmi! (Paolo) che questo forno è una.. (Piccolo Giovanni) ..lo può fare anche domani la Cocciuta! (Paolo) lo so, ma è una cosa talmente grande.. ed essendo così grande, ed essendo.. (Piccolo Giovanni) ..e la Cocciuta essendo così cocciuta.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..aspetta.. (Paolo) ..aspetta che noi siamo all'altezza di capirne il significato, di gioirne.. (Piccolo Giovanni) ..“facciamo il forno, poi facciamo la pizza”.. (Paolo) ..si, si.. (Piccolo Giovanni) ..quando Dio ha detto “il Pane di Dio”! (Paolo) tu ci stai facendo, in quest'attesa, crescere e vivere, interiorizzare il significato pieno.. (Piccolo Giovanni) ..del Pane! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) che è Dio! (Paolo) si!  (Piccolo Giovanni) Chiaro? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) volete il forno? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) amate! (Paolo) adesso lo vogliamo più di prima! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) amate, amate con la misura di Dio, con quella misura che si fa il Pane e che non ha limiti! (Paolo) si, sto pensando a quando uscirà il primo Pane da quel forno! (Piccolo Giovanni) voglio vedere la Cocciuta cosa sa fare!(*) Telesfore! (Telesfore) io devo preparare la legna! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) per accendere il fuoco! ehm.. ma la Cocciuta sa chi deve fare il forno! (Telesfore) eh (Piccolo Giovanni) e conosce anche il posto! (Telesfore) eh, lo so, però non lo può dire! (Piccolo Giovanni) eh, si, ma quando sarà chiamato, il suo Cuore accenderà il forno! (Telesfore) quando sarà chiamato chi? (Paolo) l'operaio! (Piccolo Giovanni) chi dovrà fare il forno! (Telesfore) ah, il maestro? (Piccolo Giovanni) il Maestro è Dio! (Telesfore) il maestro del.. (Piccolo Giovanni) ..chi dovrà fare il forno!(*) Ma dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Telesfore) nel mio cuore, è da questa mattina che mi.. mi gira nella mente le sofferenze di Gesù, i Dolori che Gesù assapora, ed io mi chiedo: Gesù soffre quando vede un figlio che gli trafigge il Cuore, un figlio che va nella strada del nemico.. cioè, e tante strade che non portano verso Dio. Cioè, se noi.. io dico, se noi tutti figli amassimo.. ci amassimo gli uni con gli altri con quell'amore che spesso ci dici “amatevi gli uni con gli altri”, Gesù soffrirebbe di meno perché nessuno di noi recherebbe al suo Cuore alcun dolore(*) (Piccolo Giovanni) continua! (Telesfore) e.. e anche l'umanità avrebbe meno sofferenze e meno dolori?(*) (Piccolo Giovanni) cosa devo rispondere? (Paolo)Amen!(Piccolo Giovanni) Amen! E vi ripeto ancora una volta: consolate il Cuore di Maria amandovi gli uni gli altri con l'amore che Dio lascia scendere in mezzo a voi e nel mondo intero! (Telesfore) se noi abbiamo sofferenze lungo.. (Piccolo Giovanni) ..la sofferenza porta al Cuore del Padre e non dovete gettarla via! (Telesfore) sì, però.. è che lo vogliamo noi perché amiamo poco! (Piccolo Giovanni) Gesù, di sua volontà ha accettato di morire, di abbracciare la Croce! (Telesfore) ma per salvare tutti noi! (Piccolo Giovanni) per salvare l'umanità, e voi per salvare i vostri fratelli: non scaricate la Croce ma accettate con amore la santa sofferenza. Quando il Padre scenderà, e voi non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ci sarà solo amore! (Telesfore) è qua che volevo arrivare! (Piccolo Giovanni) ma non puoi chiedere quando! (Telesfore) questo, no: mai! (Piccolo Giovanni) perché l'ora e il giorno li conosce solo il Padre: voi dovete solo portare sulle vostre spalle i figli e i fratelli che non conoscono ancora l'Amore di Dio e abbracciare la santa sofferenza! Chiaro? (Telesfore) chiaro! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) noi, come gli apostoli di allora, aspettiamo la Pioggia! (Piccolo Giovanni) e Dio lascia scendere la Rugiada su di ognuno di voi e sul mondo intero, ed Io lascio scendere la tosse; ma ancora per arrivare a comprendere la tosse di Dio dovete camminare sulle spine di Maria che sta seminando: la Strada Stretta, e allontanare quella larga costruita dal nemico per farvi cadere nella sua falsa luce. State attenti, pregate e combattetelo con l'amore, figli! Ma in questo tempo pregate, pregate, pregate per la pace, figliuoli del mio Cuore! Dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore?(*) (Telesfore) siamo quasi ad un anno che Gesù ci sta dando l'Alito della tosse! (Piccolo Giovanni) siete stanchi? (Tutti) no!(*) (Telesfore) la pioggia (Piccolo Giovanni) la Pioggia Divina: la Pioggia di Sant'Elia!(*) Quando il fratello Domenico si recava nella piccola chiesetta a pregare. “Don Domenico, i terreni sono secchi”: “venite, andiamo a chiedere la pioggia”! “Don Domenico, non c'è pace!”: “venite, andiamo a pregare”, portando sempre alto il Crocifisso; quel Gesù, quella fede: sicuro di andare a bussare al Cuore del Padre portando alta la Croce! Così dovete fare anche voi: non spaventatevi, andate per le strade e le case a gridare “Dio è vivo, Dio è in mezzo a noi, parla e aspetta i nostri cuori”! così come faceva il fratello Domenico: uscendo dalla chiesa camminava per le vie del paese a gridare l'amore che bruciava nel suo Cuore! Dio non si ferma solo sull'altare: Dio cammina anche sulle strade per raccogliere le pecorelle ferite! È bello questo gesto! Lo chiamavano “pazzo”, ma Lui non si fermava perché era così grande l'amore che ardeva nel suo Cuore da non avere timore di niente e di nessuno; e quando alzava la Croce la quiete scendeva nei cuori dei figli, dei fratelli, e così anche voi. Ridono di voi? alzate la Croce e siate roccia perché Dio vi ha catturati nella sua rete per farvi lavorare! Ridono della Cocciuta? non si ferma: alza gli occhi al Cielo dicendo “grazie, Padre” e allarga sempre di più il suo Cuore nel donare l'Amore di Dio!(*) Ora dove sei, Paolo? (Paolo) ma tu lo sai bene dove sono! (Piccolo Giovanni) ma gli altri, no! (Paolo) hai parlato.. tu lo fai sempre, però, in alcune circostanze sei penetrante al punto che io vado in estasi! (Piccolo Giovanni) bello! E come si va? cosa si sente? (Paolo) quando si recepisce in pienezza, con convinzione, ciò che si ascolta; in questo caso quello che tu dici! (Piccolo Giovanni) quando si mette a disposizione il cuore; quando vi distaccate dalle cose del mondo e vi unite al Cuore della Croce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..si diventa leggeri e vi sentite sollevare perché c'è solo la Parola che vi rende leggeri! (Paolo) è così! (Piccolo Giovanni) e il mondo rimane fuori! (Paolo) come Dio vuole! (Piccolo Giovanni) come il Padre vuole: ardere nell'unica Verità: il santo Vangelo! Chiaro? (Paolo) si! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Telesfore) quando tu parlavi del Lentini che camminava sempre senza fermarsi, portando ovunque la Parola di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..non finiva in chiesa la sua messa, ma nel camminare lungo le viuzze! (Telesfore) io mi.. mi veniva in mente don Vincenzo che, come il Lentini, cammina sempre seminando ovunque va la Parola di Dio! Non è che gli somiglia un poco? (Piccolo Giovanni) Io allargo le braccia e stringo le spalle, ma tutti i sacerdoti hanno il compito di seminare, perché nelle loro mani è stata messa la semente da gettare che è la Parola di Dio, il suo Amore, la sua Verità, e voi siete Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore del Padre! (Paolo) però, Telesfore voleva porre l'accento su un altro fatto, e la stessa Cocciuta ha detto, e noi sappiamo che valore ha quello che dice la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..se lo dice il Padre, Io non posso fermarlo! (Paolo) ha detto che lui predica il Vangelo ma lo fa con i tuoi atteggiamenti! (Piccolo Giovanni) anche oggi, correndo correndo “sto arrivando da Roma. I canti sono pronti. Ti ho immersa nel Calice nella chiesa di San Pietro: ora lo farò nella mia. Tu mettimi nel Cuore del Padre quando viene questa sera”! (Paolo) è stato a San Pietro? (Piccolo Giovanni) si, è andato a trovare Telesfore! <= San Telesfore Papà> (Paolo) approfondisce?(*) (Piccolo Giovanni) lavora! (Paolo) si, e sodo, pure! (Piccolo Giovanni) ha trovato una famiglia! (Paolo) gli brillano gli occhi! (Piccolo Giovanni) perché arde d'amore, come brillano anche i vostri! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma vi chiedo ancora una volta: pregate per tutti i miei Figli Ministri, per l'Uomo vestito di bianco e per il giglio! Non lasciateli soli, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore! (Paolo) te la posso dire una cosa? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) ma (di) quel canto che hai fatto(*) che ci devo fare? deve aspettare lì? <un canto che Paolo ha composto per il giglio, ma che ancora può cantare> (Piccolo Giovanni) aspettiamo i tempi del Padre! (Paolo) me l'hai fatto fare con largo anticipo! (Piccolo Giovanni) Dio conosce i tempi! (Paolo) certo, si! (Piccolo Giovanni) tienilo! (Paolo) è lì dentro! <dice indicando il raccoglitore dei canti> (Piccolo Giovanni) quando il Padre fa scoprire tutti i petali lo canterai: lo canterete! (Paolo) si dovranno mettere tranquilli perché dura un bel po', eh: è il più lungo che hai fatto! (Piccolo Giovanni) cantare è pregare 2 volte! Ora siete pronti per cantare al Banchetto Nuziale? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) i vostri cuori sono pronti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Banchetto dell'Amore che è qui: è in mezzo a voi! E il Padre ha sete e fame del vostro amore e vuole bere e mangiare con ognuno di voi! .............. ora preparatevi perché lo Sposo è in mezzo a voi e viene a raccogliere e accarezzare i cuori di ognuno di voi! Figli, non temete, Dio mette la sua mano e guarisce le ferite perché è Padre: vi vuole tutti salvi e santi nell'unico Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ecco lo Sposo che avanza: fate festa, figli, perché Dio è con voi! Sposa, preparati per lo Sposo (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) prendi nelle tue mani il Cuore del Padre e bevi il suo Sangue(*) e donalo ai tuoi figli e all'umanità intera! Vieni, Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello, Gesù, hai ancora l'abito tutto intero!(*)  (Piccolo Giovanni) prendi questo fiore!(*) (Giulia) Gesù, non l'ho mai visto sulla terra un fiore così bello! (Piccolo Giovanni) stringilo!(*) (Giulia) Gesù(*), non si è rovinato, è rimasto intero!  (Piccolo Giovanni) poggialo su tutti i tuoi figli(*) e sull'umanità intera!(*) (Giulia) ma è sempre bello: cosa devo fare?(*) grazie, Gesù! (Piccolo Giovanni) ora vieni, Sposa del mio Cuore!.............. Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ..... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, ..... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti che Gesù è vivo e reale e in mezzo a voi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti che Gesù è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete coscienti che Gesù viene ad abitare nei vostri cuori? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e volete prendere parte al Sacrificio? (Paolo, ...., Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e portare la Croce per i vostri fratelli e l'umanità intera? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) vi amo, figliuoli, e voi volete portare la Croce per l'umanità e i vostri fratelli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siate benedetti, figliuoli del mio Cuore!(*) Siete pronti? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti. Fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(***) <2º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) (Piccolo Giovanni) cosa vedete?.............. (Paolo) io vedo una luce che emana dei raggi in lontananza! (Telesfore) un Cuore che pulsa!(*) (Piccolo Giovanni) chi c'è nel Calice? (.... Paolo) Dio! (Piccolo Giovanni) e il suo Cuore cosa fa? (Telesfore) batte! pulsa! (Paolo) irradia luce, amore! (Piccolo Giovanni) per l'umanità intera e per ognuno di voi!(**) Vedete com'è grande il Cuore del Padre?(**) Cosa vedete? .............. (Paolo) io vedo Gesù chino con la Mamma e delle persone che fanno da corona e osservano! (Piccolo Giovanni) Io vedo Maria che porta nelle sue braccia il suo Figliuolo offrendolo all'umanità! (Paolo) quella è l'umanità? (Piccolo Giovanni) quella è l'umanità!(*) Quale pezzo volete? (Paolo) un pezzo dell'umanità! (Piccolo Giovanni) per portarla sulle vostre spalle!(**) Chi è rimasto? .............. hanno lasciato l'umanità? .............. volete portare l'umanità al Padre? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) amate, amate, amate e donatemi ai vostri fratelli! Volete donarmi? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti per preparare la Via Stretta per le Spose! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) preparatela, figli!(*) Donatemi nella Pace e nella Quiete di Dio! Ma il cuore di don Giuseppe arde per donarmi: vuoi donarmi tu in questo giorno? siete gelosi? (..... Paolo) no! (Piccolo Giovanni) vieni!(*) donami!(*) fategli da chierichetti! Io busso ancora una volta alla tua porta, alla porta del tuo Cuore, Padre: ascolta ancora la mia preghiera!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per aver ascoltato ancora una volta la mia preghiera; sia benedetto il tuo Nome, ora e sempre, Padre! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, la mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Io sono venuto ad abitare nei cuori che con amore mi fanno vivere; e quando uscite fuori non abortitemi, figliuoli, ma sia salda la culla che avete preparato per farmi crescere, per farmi riposare dentro di voi, figli del mio Cuore! Ecco, la mia gioia è piena: sia piena anche la vostra, Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore!(*) Avete gioito nell'amore? (Paolo ......) si! (Piccolo Giovanni) avete gioito.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nell'Amore che il Padre ha lasciato scendere nei cuori di ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera e dei figli che mi avete portato nei vostri cuori! È bello far festa al Banchetto di Dio! È bello donarmi ai fratelli e all'umanità? dillo ad alta voce? (Natanaele) è bello amarti.. (Piccolo Giovanni) perché gli altri sentano l'amore che arde e si dona! (Natanaele) sì, Gesù! (Piccolo Giovanni) Io lo sento, lo vedo, ma gli altri non vedono e non sentono ciò che sussurri! Parla! (Natanaele) Gesù, quando tu mi guardi bene nell'anima mi dai una gioia infinita! Non so più chi sono, so solo di essere tuo figlio, tuo amico, tuo fratello, ed è una cosa che vorrei gridare a tutti quanti nella semplicità e nell'amore, affinché tutti possano amarti, anche un pochettino, ed è una cosa bella! (Piccolo Giovanni) fatelo!(Natanaele) lo faremo! (Piccolo Giovanni) gridate come il sacerdote grida “venite tutti ad abbracciare la Croce”! Il Dio che vedete lontano abita nei vostri cuori e si dona attraverso le mani del consacrato di Dio! E voi che siete tutti battezzati nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, potete donarmi; e così Dio ha abbracciato la Croce per donarsi a tutti e non ha lasciato nessuno: non ha fatto alcuna distinzione!(*) È grande il mistero della Croce come è grande l'amore che scende dal costato per bagnare l'umanità secca e farla sbocciare! Cosa stai pensando, Paolo? (Paolo) volevo dire.. stavo pensando che don Giuseppe, nel parlare, non ha avuto timore di possibili critiche! (Piccolo Giovanni) se Dio è con lui.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..chi può essere.. (Paolo) ..infatti! Proprio.. l’ha fatto proprio perché, a cuore aperto ha visto Dio in questo Luogo! (Piccolo Giovanni) non sarebbe in mezzo a voi! (Paolo) e ha messo da parte il mondo e le eventuali dicerie! (Piccolo Giovanni) hanno parlato male di me: parleranno male anche di voi! Hanno perseguitato me: lo faranno anche con voi! Chi abbraccia la Croce e la porta sulle spalle verrà perseguitato a causa del mio Nome, ma grande sarà la ricompensa nei Cieli, perché il mondo passa ma la mia Parola rimane sempre perché Dio È e non viene cancellato dall'uomo! Il gesto di Giuseppe.. mi ha donato: è il suo compito di donarmi! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché tieni bassi i tuoi occhi? (don Giuseppe) non lo so, però c'è un grande mistero per cui, spesse volte, mi capita di leggerlo con la luce della.. con la luce della ragione e mi perdo, quindi lascio lavorare la grazia del Signore standomene zitto! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen!(*) Bene, avete vissuto la gioia di fare i chierichetti! <si ride un po'> (Paolo) io quando ero bambino l'ho fatto, eh! (Piccolo Giovanni) e adesso l'hai fatto ancora! .............. e ognuno di voi da bimbo avrà servito il sacerdote, e ora Dio si serve di ognuno di voi per raccogliere le anime e portarle al suo Cuore, ma avete fatto festa nell'Amore, nella Pace, nella Quiete del santo Vangelo, figliuoli!(*) E nell'Amore e nella Pace del santo Vangelo, vuoi venire di nuovo a benedire i tuoi fratelli e l'umanità intera?(*) (don Giuseppe) il Signore vi benedica e vi preservi dal male, nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti insieme a don Giuseppe) Amen!(*) (Piccolo Giovanni) la gioia di Dio sia piena nei vostri cuori: donatela al mondo, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli, e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! E quando uscite fuori dalla Stanza dell'Amore non abortitemi ma fatemi vivere. State attenti al nemico, figliuoli del mio Cuore! Pregate, pregate, pregate, amate e perdonate e usate carità verso tutti: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera, figliuoli miei! Io ora voglio riposare nel cuore di ognuno di voi: volete cantarmi ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Vi amo, figli, e nell'amore pieno vi chiedo di unire la Catena santa e di pregare con la preghiera che il Padre ci ha insegnato(*): <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. .............. cosa senti, Telesfore? (Telesfore) la forza dell'amore! (Piccolo Giovanni)la forza dell'amore”!(*) Chi può dare la forza dell'amore? (Tutti) Dio! (Piccolo Giovanni) donatela la forza che Dio ha lasciato nei vostri cuori venendo ad abitare dentro di voi! Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, andate nella Pace di Dio e portatela ai vostri fratelli, ai vostri nemici: abbracciateli come Dio ha abbracciato ognuno di voi! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figli benedetti: i vostri nomi brillano nei Cieli! Lascio scendere la Rugiada Divina su di voi, sui vostri cari, sul mondo intero; ma vi chiedo ancora una volta pregate, pregate, pregate per tutti i miei Figli Ministri e non lasciate solo nell’Orto degli Ulivi l'Uomo vestito di bianco! Figli, la Cocciuta viene con me per un istante in Paradiso!(***) <Giulia si accascia a terra esanime per alcuni minuti> (Giulia) Papà! Papà!(**) (Piccolo Giovanni) bevi (da)quel ruscello!(**) ora mangia quell'erba!(**) (Giulia) ora, posso rimanere? (Piccolo Giovanni) devi ritornare in mezzo ai tuoi figli! (Giulia) sia fatta la tua volontà, non la mia, Papà! Ma posso chiederti perché mi hai fatto bere e mangiare l'erba e l'acqua del ruscello?(*) (Piccolo Giovanni) rimane nel tuo Cuore!

 

 

       13. Giov 22/04/2004, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*), i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora, per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! All'abbraccio della Croce, consola il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: addolorato nel vedere l'umanità che va alla perdizione; addolorato nel vedere il suo Figliuolo Gesù calpestato e non accolto; addolorato e trafitto nel vedere i figli abbracciare il mondo e distaccarsi dall'unica Via che porta a gioire nel Cuore di Dio! Figlia mia, prega come tu sai fare nel silenzio, nell'abbraccio, nell'unico amore della mia Croce, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, perché voi siete i miei amici; ed Io ho donato la mia vita per gli amici, per l'umanità intera e per ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce. Ed Io vengo nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo a portare il Legno per ognuno di voi. Vengo a portare la pace e la pace potete averla soltanto abbracciando in pienezza il Legno vivo della mia Croce! Figli, allontanate il nemico amando come Io vi amo, e vengo in mezzo a voi a portare l'amore pieno del Cuore di Dio invitandovi sempre a vivere nella verità, nella pace e nella quiete, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici per far festa all'unico Banchetto del Cuore del Padre, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) eccomi! (Gesù) Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora e portare sulle spalle i tuoi figli, l'umanità intera: dovrai abbracciare ancora i Chiodi divini! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ma hai visto i Chiodi come sono grandi? (Giulia) sì, Gesù! Gesù, io ho guardato quello che hanno fatto, come il figliuolo Vincenzo mi ha suggerito, e prima di vedere ho detto a lui “i Chiodi che entrano nelle mani di Gesù e nelle mie mani sono ancora più grandi, e il martello che ha inchiodato è ancora più grande”. Tu sei Verità, tu sei Luce, apri i cuori dell'umanità intera; Gesù, fa assaporare il tuo amore donando a tutti i Chiodi che ci portano a gioire nel Cuore del Padre! <Giulia ha visto il nuovo film della passione di Gesù che in questo periodo è passato per le sale cinematografiche, che ha sollevato numerose critiche e scandalo tra coloro che preferiscono le cose del mondo, cercando di dissuadere il pubblico dal vedere le immagini cruente del film per dare man forte al nemico> (Gesù) ciò che hai visto è solo una piccola parte dei Dolori che ho abbracciato per l'umanità intera e per ognuno di voi! Figlia, il mio Cuore arde d'amore perché vi voglio tutti salvi e santi a gioire al Banchetto del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora vuoi vedere ancora i Chiodi? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guardali e guarda chi li mette! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) sei pronta ad accoglierli secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) fai assaporare l'abbraccio del mio Amore: i Dolori del Parto! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi arrivano per terra! (Gesù) hai paura ancora che scendono giù? (Giulia) no, Gesù, è l'umanità che non vuole accogliere questo dono così grande! Io non sono degna di portarli, di accoglierli nelle mie mani e sui miei piedi perché sono una misera peccatrice, Gesù! (Gesù) lascia che sia il Padre a decidere, figlia! (Giulia) Gesù, vedo i tuoi occhi che grondano Sangue: perché piangi? (Gesù) piango per i flagelli che scendono ancora sull'umanità intera, figlia mia! (Giulia) Gesù, perdonaci se non sappiamo pregare col cuore aperto; se non riusciamo a fermarli; aiutaci a sapere amarti; aiutaci ad amare e a perdonare coloro che ci fanno soffrire. Gesù, aiutaci a guardare con i tuoi occhi e fa che i Chiodi siano sempre più grandi, Gesù, nelle mie mani e sui miei piedi. Aiutami a far gioire Maria! (Gesù) figlia, il tuo corpo è flagellato come il mio, e i Chiodi più grandi non posso darteli perché questi coprono tutta la tua mano e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) il Sangue scende sul tuo abito ma viene raccolto ugualmente dagli Angeli! (Gesù) vedi, il Calice è pronto: vuoi che lo versi sull'umanità? (Giulia) no, no, Gesù: lo bevo io! (Gesù) è amaro! (Giulia) donamelo, ma sia fatta la tua volontà, non la mia! (Gesù) prendilo!(*) <bevute amare ma non grida> non vuoi donare ai tuoi figli i Dolori del Parto? (Giulia) Gesù, sono ancora deboli e come dolore gli offro il tuo abbraccio!  (Gesù) tenendo nel tuo Cuore il grido? (Giulia) sì, Gesù: è il tuo abbraccio che dona forza!  (Gesù) ai miei figli, ai discepoli, alle Colonne, alle Suorine del Cuore della Croce! Figlia mia, il tuo sì fa gioire il mio Cuore e il Cuore di Maria, il tuo camminare nel silenzio e nell'abbraccio dei miei Dolori! (Giulia) eccomi! (Gesù) Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, a farlo conoscere e a farlo amare e a viverlo nelle vostre carni come Io ve lo offro nel Parto vivo della Croce! Senza la Croce non potete venire dove Io sono! Se non amate non potete raggiungere il mio Cuore! Se non perdonate non potete entrare per la Porta Stretta! Lavate i vostri cuori amandovi gli uni gli altri e legandovi alla catena della mia Croce, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figliuoli del mio Cuore, e la mia verità è il santo Vangelo: la Linea Dritta, il Solco divino del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Giulia) Gesù, come misera peccatrice, come straccio dinanzi ai piedi della Croce, io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati le mie preghiere; tutti i figli che in questo giorno hanno bussato alla mia porta, io li metto nel tuo Cuore; tu conosci di cosa hanno bisogno, e se è nel giusto del Vangelo, Padre, dona loro il tuo amore, perché ricevendo il tuo amore abbiamo tutto! Metto come sempre nel tuo Cuore tutti i sacerdoti; e il figliuolo Vincenzo, in questa sera, mi ha chiesto di metterlo nel tuo Cuore forte forte e di chiederti se quello che ha detto è giusto! (Gesù) ciò che ha detto è Verità e Luce perché Dio parla attraverso il suo Cuore, ma si deve compiere la Volontà del Padre. Un fiore abiterà nella Dimora di Dio, ed è Parola di Dio ciò che state ascoltando, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, io ho ubbidito a chiederti! (Gesù) gioisci e rallegrati, anima mia, perché il Padre fa nascere i fiori dalle pietre! (Giulia) sia fatta la tua volontà, non la mia! (Gesù) ora, figlia, ti chiedo di pregare per tutti i miei Figli Ministri e per l'Uomo vestito di bianco! (Giulia) Gesù, è a terra, è caduto! (Gesù) sollevalo, alzalo! (Giulia) gli hanno portato via il bastone! (Gesù) sii tu il suo bastone: sollevalo!(*) (Giulia) Gesù, si è alzato ma è curvo e sta piangendo! (Gesù) piange per l'umanità e per i flagelli: pregate, pregate, figli! Chiedete al Padre la pace, e se unite forte la catena del vostro sì pieno, potete fermare i flagelli e le guerre. Ma vi chiedo ancora una volta: abbiate fede, abbiate fede, abbiate fede e combattete il nemico con l'amore, e Dio fa scendere il Pane vivo dei Cieli e presto la Cocciuta vi darà il forno, ma aprite i vostri cuori; Io in questo giorno vi do l'Alito del mio Amore! Amici miei, lo dono ad ognuno di voi, ai figli che si sono uniti, ai figli che mi avete portato e all'umanità intera! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> fatelo anche voi con i vostri nemici: donate il vostro Alito, l'Alito del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, l'Alito che vi rende amici di Gesù: amici di Dio, ed è bello vivere nell'amicizia di Dio! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) la gioia piena, la pace e l’amore del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità, nell'unica Luce e viva del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi per l’amicizia del Padre e per amore dello Strumento! Sono gioioso di essere in mezzo a voi, gioioso della mia famiglia, gioioso di avere i vostri cuori, gioioso di vedervi cadere ma di alzarvi ancora per amore del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figliuoli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, amici del mio Cuore, ecco la Via, ecco il Vangelo che vi porta a gioire e ad abitare nella Dimora di Dio dove ha piantato l'Albero e le radici sono profonde: abbracciano l'umanità intera, e voi siete stati scelti uno ad uno per lavorare, uno ad uno a portare la Parola ai fratelli; e come arde il mio Cuore quando vi ascolto: anche il vostro silenzio parla di Dio; anche i vostri occhi parlano del Gesù che avete conosciuto: il vostro Amico: l'Amico dell'umanità! Figli, volete rimanere ancora miei amici? (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e abbracciare l'umanità intera.. (Tutti) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nell'abbraccio che Gesù ha donato alla Croce? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vi spaventate dei Chiodi quando parlo della Croce? (Paolo e qualcun altro) no! (Piccolo Giovanni) è perché non li avete visti! Dirò alla Cocciuta di farvi vedere come sono grandi! Ma tu che fai il falegname, lo farai di legno quando la Cocciuta ti farà vedere la grandezza, ma shuè shuè! <si ride un po'> ora ditemi: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <Giov. 2° sett. dopo Pasqua /C Gv. 3,31-36> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa è rimasto nel tuo cuore, Paolo? <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Vi è piaciuta la parola “shuè shuè”?  <si ride un po'. È una parola usata da don Mario per dire “alla svelta”, “presto presto”> (Paolo) mi ha ricordato a Peter <= Eliseo> (Piccolo Giovanni) eh! (Paolo) non sapeva cosa volesse dire e mi ha scritto un messaggio.. (Piccolo Giovanni) ..gliel'hai.. (Paolo) ..e voleva delucidazioni! (Piccolo Giovanni) gliel'hai spiegato? (Paolo) eh, l'ho chiamato, si! (Piccolo Giovanni) che dici: ha capito? (Paolo) si, perché gliel'ho spiegato a parole senza.. (Piccolo Giovanni) ..ma glielo dovevo ripetere più di una volta! (Paolo) ah, quindi tu gliel'hai già spiegato? (Piccolo Giovanni) quando mi diceva “ma cosa vuol dire la Cocciuta quando dice, o quando lo dici anche tu?” e, poverino, poi lo dimenticava! (Paolo) mi ha detto che l'ha cercato sul dizionario e dico “lì non lo troverai mai<si ride un po'> (Piccolo Giovanni) lo dovranno mettere! (Paolo) eh, si, ce lo metteranno, eh!  (Piccolo Giovanni) lo dovranno mettere! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma dimmi! (Paolo) del Vangelo? (Piccolo Giovanni) è l’unica fonte di verità che il Padre mi fa portare! (Paolo) si! Io ho visto un messaggio che Gesù ha lanciato all'umanità, ma non un messaggio nuovo, ha ripetuto ciò che ha sempre detto, magari col pretesto di raccontarlo a Nicodemo.. che chi scende dall'alto viene a dare testimonianza di ciò che ha visto e udito in Cielo, chi invece viene dalla terra non può che dire e fare cose che.. (Piccolo Giovanni) ..ma li.. (Paolo) ..sono terrene! (Piccolo Giovanni)è vero?”, “non è vero?(Paolo) eh! (Piccolo Giovanni)viene detto dalla Cocciuta?(Paolo) chi accetta.. (Piccolo Giovanni) .. “l'Alito viene da Dio o è la tosse che la Cocciuta si inventa?<3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Paolo) magari c'ha la bronchite! (Piccolo Giovanni) il medico non l'ha trovata! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) forse l'avrà fatta sparire la Cocciuta! (Paolo) però, si.. si sente che è una tosse che viene da qui, non dall'interno!  (Piccolo Giovanni) la bronchite si sente anche nelle spalle! (Paolo) eh, questa non è tosse che viene nelle spalle! (Piccolo Giovanni) lascio a voi ciò che è scritto! Ciò che viene dall'Alto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ha il sapore e l'odore del pane che è il Vangelo! (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) ciò che viene dalla terra ha l'odore della terra! Sto lasciando scendere delle gocce (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e avete ascoltato l'inizio del messaggio? che avete notato? niente?(*) (Paolo) io non so tu a cosa ti riferisca in particolare, però.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che ha detto Gesù! (Paolo) io.. a me ha colpito una cosa: che sboccerà in fiore nella Stanza e che ne sbocceranno poi tanti altri! (Piccolo Giovanni) Io allargo le braccia e stringo le spalle.. (Paolo) ..che abiteranno.. (Piccolo Giovanni) ..è un desiderio.. (Paolo) ..abiterà nella Casa del Padre.. (Piccolo Giovanni) ..del figliuolo Vincenzo! (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..che ha fatto chiedere alla Cocciuta: anche se tremando l'ha fatto perché lei sa solo dire di si, all'ubbidienza! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ma il Padre può far sbocciare i fiori.. (Paolo) ..anche dalle pietre? (Piccolo Giovanni) anche dalle pietre, e ciò che è scritto nel libro di Dio è Verità come Dio è Verità! Ma dimmi ancora!(*) Io sono qua! (Paolo) ed io sono pure qua, ma.. (Piccolo Giovanni) ..dove sei andato? (Paolo) mi hai rotto la chitarra, ieri! (Piccolo Giovanni) Io non sapevo suonare la chitarra! (Paolo) e chi l'ha rotta la chitarra? (Piccolo Giovanni) non Io: forse il gatto! <Paolo non aveva capito> (Paolo)il canto?”, e l'ho dovuto lasciare! (Piccolo Giovanni)il gatto”, non il canto! (Paolo) il?” .................. (Piccolo Giovanni)il gatto!(Paolo) il gatto? (Piccolo Giovanni) non hai un gatto tu? (Paolo) eh, ma quel poverino non gira proprio lì dentro! (Piccolo Giovanni) Io ho detto “forse il gatto”! Capriccioso come sono ancora non mi conosci? Io non rompo: Io unisco! (Paolo) e ma mo' che devo fare? per aggiustarla non lo so che ci vuole: se si aggiusta, se non si aggiusta, quanto tempo ci vuole! (Piccolo Giovanni) cosa ti ha detto la Cocciuta? (Paolo) la Cocciuta ha detto che si ripara! (Piccolo Giovanni) provateci!(*) (Paolo) certo.. (Piccolo Giovanni) ..ti disperi per questo? (Paolo) no, io non mi dispero, se fosse per me ne andrei a comprare una domani mattina: che mi devo disperare? (Piccolo Giovanni) ma prova a fare quello che ha detto la Cocciuta! (Paolo) devo ripararla? (Piccolo Giovanni) se non si aggiusta poi gliel'aggiusti in testa! (Paolo) ah, gliela mettiamo per cravatta! (Piccolo Giovanni) dimmi ancora! (Paolo) lo sai che non l'avevo visto il quadro appeso lì quando sono entrato? (Piccolo Giovanni) la Cocciuta ti ha detto “quando vieni lo vedrai”: tu gli hai chiesto “dove l'hai messo?”, “quando verrai lo vedrai”! (Paolo) ah, adesso loro si metteranno a ridere: io, lo sai quando l'ho visto? dopo che ho finito il canto! <= il canto di Paolo che abitualmente si fa prima dell’apparizione> (Piccolo Giovanni) bello! (Paolo) ed era lì, eh; mi sono chiesto “ma il quadro dove l'ha appeso?”, ho alzato la testa e l'ho visto, e c'ero qui prima delle otto.. (Piccolo Giovanni) ..lo so.. (Paolo) ..dopo un'ora l'ho visto! (Piccolo Giovanni) non è successo nulla! (Paolo) lo so, ma.. (Piccolo Giovanni) ..tanto è quello il suo posto: prima o poi lo dovevi vedere! (Paolo) anche su misura! (Piccolo Giovanni) Dio ha le sue misure! Telesfore diceva “arriva per terra”, e la Cocciuta “tu mettilo la che per terra non ci arriva(Paolo) è abituato ad appenderli, come d'altronde quasi tutti, più in alto! (Piccolo Giovanni) ma il Padre ha preso quella misura! (Paolo) allora il Padre c'ha i miei stessi gusti? (Piccolo Giovanni) o il Padre ha donato i suoi gusti a te! (Paolo) eh, certo, questo è fuori di dubbio! <Paolo ride> (Piccolo Giovanni) ma fermiamoci ancora sul Vangelo! (Paolo) si! Ehm.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> dicendo, lo vedo come un accorato appello di Gesù rivolto a tutta l'umanità nel credere a questa testimonianza che Lui porta, e chi crede a questa testimonianza sarà salvo, avrà la vita eterna, altrimenti dovrà subire l'ira del Padre! È come dire.. è come quando tu dicevi “io ti ho avvisato”! (Piccolo Giovanni)uomo avvisato..(Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..è mezzo salvato!(Paolo)mezzo salvato”! (Piccolo Giovanni) non venire poi in Paradiso a dirmi che non ti avevo detto nulla”! (Paolo) si! Lo dice sempre la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) Io sono un povero uomo ma ti ho avvisato!” E dicevo alla Cocciuta per farla arrabbiare “se mi stai mentendo, ti inseguirò per tutto l'inferno a fartela pagare”, e la poverina si stringeva le spalle “ma tu vieni, scrivi i messaggi, parli, e adesso mi dici 'se mi stai prendendo in giro?'” Non riusciva a capire se scherzavo o ero serio, mentre dicevo quelle parole. E lei mi fa “ma se Io sto mentendo e vado dove c'è il fuoco e tu sei in Paradiso, non puoi venire!”  (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) mi farò dare il permesso”, e lei rimaneva ancora a guardarmi, ma nei miei occhi vedeva che stavo scherzando, perché se Io ero qui come Sacerdozio vivo a mettere il Sigillo, non può mentire, ma è lo Strumento che Dio usa come lo siete tutti voi: strumenti e amici di Dio! (Paolo)amici di Dio”, a volte penso all'esterno, chi non è dentro, chi non ha questo rapporto con te come ce l'abbiamo noi, cosa direbbe se noi dicessimo “siamo amici di Dio”!(*) È normale questo, per noi che ascoltiamo.. (Piccolo Giovanni) ..ma anche per gli altri: si metterebbero a ridere un po'! (Paolo) eh, infatti, questo volevo dire io! (Piccolo Giovanni) ma come non si può essere amici di Dio? amici di Gesù? quando il Padre stesso ci lascia liberi di essere amici? (Paolo) riderebbero perché agli amici.. agli amici si chiede qualsiasi cosa e gli amici ricambiano, mentre dice “se io chiedo a Dio di farmi guarire il piede che è zoppo, non lo fa guarire”, dicono loro magari, no, quindi.. (Piccolo Giovanni) ..ma se Dio ha donato la vita per i suoi amici, non si può perdere nel non far guarire.. (Paolo) ..un piede.. (Piccolo Giovanni) ..un piede, ma Dio dona il Pane quando Lui vuole quando si è nel giusto del Vangelo! (Paolo) quello che noi non lo.. (Piccolo Giovanni) ..il piede zoppo può servire per far cambiare il cuore.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..di pietra diventare di carne! (Paolo) eh, si, è così però non.. (Piccolo Giovanni) ..“ma se sono suo amico..(Paolo) ..eh.. (Piccolo Giovanni)..perché non guarisce il piede?(Paolo) eh! (Piccolo Giovanni)se sono suo amico perché mi ha fatto rompere la chitarra?(Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) Dio conosce ciò che voi non conoscete! (Paolo) ma questo, noi, Giovanni, l'abbiamo.. io per primo l'ho capito da quando ho conosciuto te! (Piccolo Giovanni) Io parlo a voi.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e parlo al mondo intero. I miei figli almeno stanno camminando nel Solco e alla scuola di Maria! Ogni tanto si inciampa su un fiammifero.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma poi.. (Paolo) ..ci si rialza? (Piccolo Giovanni)si rialza!” Cosa stavi dicendo? (Paolo) stavo.. veramente io stavo pensando.. e questo mi girava in testa, mentre parlava Gesù, a una trasmissione.. (Piccolo Giovanni) ..perché? tu ti fai girare la testa quando parla Gesù? (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) lo vedete che gira la testa? (Paolo) eh, forse l'involucro rimane fermo, ma all'interno c'è tanto materiale che gira! <si ride un po'> pensavo, ascoltando quelle belle parole di Gesù, ad una trasmissione televisiva; ne ho visto un pezzettino prima di venire qua! (Piccolo Giovanni) quale? (Paolo) il titolo non lo conosco, però parlavano di interventi di estetica per migliorare..si.. (Piccolo Giovanni) ..lasciamo fuori dalla storia di Dio.. (Paolo) ..questa roba fa, si.. (Piccolo Giovanni) ..questa! (Paolo) quello che mi ha fatto venire una certa repulsione è che hanno anche parlato di Dio, della religione cattolica, delle varie religioni, e hanno considerato Dio.. almeno per come l'ho capito io, come un qualcosa a cui rivolgersi nei momenti di bisogno! ..e Dio, se ho bisogno di.. (Piccolo Giovanni) Dio È, oggi e sempre! (Paolo)e sempre” non nei momenti di bisogno solamente! Ecco, e questo mi ha amareggiato profondamente perché, senza voler giudicare, io ho avvertito una freddezza glaciale proprio! (Piccolo Giovanni) pregate, figli, e portate sulle vostre spalle i vostri fratelli.. (Paolo) ..si, ce n'è veramente bisogno.. (Piccolo Giovanni) ..amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici: chiaro? (Paolo) si! .................. (Piccolo Giovanni) ..ed è Dio! .................. una sorgente.. .................. perché vi chiamo amici, e quando si è amici c'è solo gioia! .................. ..il Padre: Amico! .................. ..in mezzo a voi si sta perdendo l'amicizia tra Papà e figlio, ma Dio non la perde, Dio apre sempre di più le sue braccia dicendo “venite, amici”! .................. non si può spiegare con le parole ma col cuore, perché l'amicizia di Dio esce dal suo Cuore e le parole sono poche da poterlo spiegare! .................. ..gridare.. ..“sono un tuo amico..” ..“e voglio portare i miei fratelli per fare amicizia con te”! È vero, Tommaso? (Tommaso) è verissimo, Giovanni: eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! (Tommaso) l'amicizia di Dio è qualcosa di straordinario perché proprio quando.. (Piccolo Giovanni) ..è dire poco “straordinario”! (Tommaso) è immensa, è infinita! (Piccolo Giovanni) è immensa e infinita!  (Tommaso) e proprio quando ci si sente stracci.. (Piccolo Giovanni) ..si è..- (Tommaso) ..che ci si vergogna anche di buttarla nel cassonetto delle immondizie.. (Piccolo Giovanni) ..amici di Dio. Quando si è stracci si è amici di Dio! (Tommaso) si diventa ancora più amici, e questo porta forse, alcuni istanti in noi a pensare “forse è opera dell’esserino”; dice “ma io non sono veramente degno di lavorare per Dio: per questo amico veramente amico”, perché.. in piccole.. a volte i piccoli passi vengono fermati dalle cose futili, e dico: possibile che io, nonostante riceviamo la tosse, che in questi.. che in questi momenti siamo fortunati dal riceverli, non siamo forse completamente in grado di essere guariti dentro? e quindi.. <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> poi pensiamo che questa tosse è come la goccia, la goccia che ci viene data in ogni istante, questa goccia che non si fa accorgere che penetra nel profondo del nostro cuore, nel profondo della nostra mente e allora noi continuiamo a sentirci sempre stracci.. sempre più stracci, sempre indegni di fare il passo che dobbiamo fare. E poi si esorta il Signore, appunto, dice “ma quando sarà la completezza? questo Spirito che lo sentiamo vivo dentro di noi?(Piccolo Giovanni) quando si diventa più stracci! (Tommaso) questo, si! È proprio questo fa capire, appunto, la grandezza di Dio che ci accoglie a braccia aperte in ogni momento, in ogni istante, anche se noi inciampiamo e a volte sembra di non.. di non rialzarci più, però vediamo subito l'amore.. (Piccolo Giovanni) ..può Dio lasciare i suoi amici stracci per terra? No! (Tommaso) no, no! (Piccolo Giovanni) Dio lascia tutti liberi di essere stracci o di fare i maestri. Ma ricorda: solo un Maestro, che è Dio, abbiamo! Ed Io sono all'ubbidienza del Papà Amico che ci invita a rimanere sempre all'ultimo posto, ad essere sempre più stracci per abitare nel suo Cuore, per vivere il suo amore e per poterlo donare come hanno fatto i discepoli uniti a Maria nell'accogliere lo Spirito Santo e non avere più paura di gridare la Parola di Dio e accogliere come Gesù i Chiodi. È quello che il Padre aveva scritto per ognuno di loro! Chiaro? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) è nel giusto del Vangelo quello che sto dicendo? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e dimmi: cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) mi hai dato anche un'altra lezione questa sera: mi ero distratto un po'! (Piccolo Giovanni) è il Padre che parla! (Tommaso) dicevo: mi ero distratto un po'; non durante la preghiera: prima, il tempo passato qua sopra, perché mi ero affidato, forse..  (Piccolo Giovanni) tu lo avevi visto il quadro? (Tommaso) non l'ho visto: l'ho visto dopo 3 ore! (Piccolo Giovanni) Uno, tre(*): il 4 della Croce! continua!  (Tommaso) e ci sono passato davanti tre o quattro volte minimo! (Piccolo Giovanni) e avete visto come la Croce è silenziosa? (Tommaso) e penetra! (Piccolo Giovanni)e penetra”, non fa rumori ma dona tutto il suo amore!(*) Dimmi! (Tommaso) dicendo: questa lezione che ho sentito dentro di me, perché forse quando pensiamo troppo, ci affidiamo alle nostre forze, alle nostre capacità; sembra tutto che fila liscio, fino al normale, è tutto preciso, no, poi mi accorgo.. come mi sono accorto stasera, che dobbiamo continuare a mettere sempre tutto nel tuo Cuore, tutto nelle mani di Dio, e stasera mi sono sentito perso perché pensavo che.. (Piccolo Giovanni) ..non avete nessun potere se non vi viene dato dal Padre, e se non si bussa al suo Cuore.. (Tommaso) ..tu hai fatto molti capricci, e se io non ti avessi chiamato non si sarebbe risolto, perché si è risolto (ne)gli ultimi cinque minuti. Telesfore qui presente.. (Piccolo Giovanni) ..sono capriccioso come sempre: aspetto di essere chiamato! (Tommaso) ho detto “Giovanni, dopodomani è il 24, verrà gente, e qua io ormai mi sono fermato, non sto capendo più nulla..  (Piccolo Giovanni) ..e perché non mi hai chiamato prima? (Tommaso) perché non ci pensavo.. perché mi ero già preparato tutte le cose precise sulla carta.. sulle cose, poi non si capiva più nulla: né l'entrata, né l'uscita, non arrivava più nulla! <Tommaso si riferisce agli inconvenienti dei segnali audio di ingresso/uscita che gli sono accorsi con l'impianto di registrazione della Stanza> (Piccolo Giovanni) qual è stata la risposta.. (Tommaso) subito trovato tutto.. (Piccolo Giovanni) ..”io posso avere il potere“.. (Tommaso) ..appena ti ho chiamato.. (Piccolo Giovanni) ..”di farti crocifiggere o di darti la libertà“ <si riferisce alle parole di Ponzio Pilato> qual è stata la risposta di Gesù?(*) l'avete dimenticata tutti? <molti ripetono la risposta di Gesù> (Giuda) ”il potere ti viene dato“.. (Giuseppe) ..”tu non avresti nessun potere se non ti venisse donato dall'alto“! (Piccolo Giovanni) bussate e vi sarà dato! ”Io mi sono scritto tutto, vado dritto dritto e faccio ciò che è sulla carta“: che bel giochino che ho fatto! (Tommaso) eh sì, ma non.. non coincideva nulla! <= i collegamenti elettrici> (Piccolo Giovanni) vedevo Telesfore salire e scendere ma non diceva nulla alla Cocciuta! Tommaso) ah!(*) appena comunque mi sono accorto di questo.. (Piccolo Giovanni) ..e la Cocciuta non ha chiesto.. (Tommaso) ..ho visto la tua mano per.. (Piccolo Giovanni) ..la Cocciuta non ha chiesto ”avete finito?“, non ha detto nulla, ha chiesto solo ”chiedi se vuole mangiare qualcosa“, e lui risponde ”no, ha detto di no“!(*) è così? (Tommaso) è così, ma non sapevo che la Cocciuta seguisse questo.. questi passi anche da giù! (Piccolo Giovanni) eh! Lo Strumento! Lo Strumento! Non gli sfugge nulla! Diceva il figliuolo Vincenzo ”guardati il film di Gesù ma guardalo più volte perché ti può sfuggire qualcosa alla prima volta“. Al telefono, con un sorriso, la Cocciuta gli risponde ”di solito non mi sfugge niente perché dicevo sempre a don Mario, quando andavamo in qualche posto - ho visto la tale cosa -“, e Io che gli rispondevo? ”ma tutte tu le vedi?“. E il figliuolo Vincenzo si è fatto un sorriso ”si, ma guardalo più volte e fallo vedere ai tuoi figli perché Gesù vuole donarci qualcosa nel vedere quello che hanno fatto“, che non è nulla di tutto ciò che vede la Cocciuta: è molto di più! Chiaro? (Tommaso) si, si! (Piccolo Giovanni) ho turbato il cuore di ognuno di voi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) siete stanchi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) sicuro? (Tommaso) sicurissimo! (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa? (Tommaso) che ti amo, Giovanni, e voglio sempre che mi stia vicino e che io ti senta sempre di più perché ho bisogno di te! (Piccolo Giovanni) e cosa devo rispondere? (Tommaso) ”che ci sei già“! (Piccolo Giovanni) che ci sono già e che vi amo! (Tommaso) ma non ci accontentiamo, ti vogliamo sentire ancora più forte.. (Piccolo Giovanni) ..e vi chiamo sempre.. (Tommaso) ..per non smarrirci.. (Piccolo Giovanni) ..Amici del mio Cuore! Amici miei, camminate sempre nel Solco portando tutti i vostri fratelli e l'umanità intera, perché Io vi stringo tutti al mio Cuore! (Tommaso) grazie! (Piccolo Giovanni) e dico Amen, Amen, Amen, Amen e così sia! Chiaro? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) Telesfore! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Cosa mi dici?(*) (Telesfore) anche io ho visto il film. Almeno, non.. (Piccolo Giovanni) ..e sei rimasto un po' rannicchiato? (Telesfore) eh! A volte non mi.. (Piccolo Giovanni) ..ma la Cocciuta cosa ti ha detto? (Telesfore) eh, cosa avevo sentito! (Piccolo Giovanni) e tu cosa hai risposto? (Telesfore) non ho saputo rispondere! (Piccolo Giovanni) non ha saputo rispondere perché il suo cuore si era stretto, non chiuso: si era stretto alla Croce e non sapeva dare alcuna risposta! Curvo, ha detto solo ”andiamo a letto“ e la Cocciuta ha sorriso! (Telesfore) anche se sapevo che quella era una.. una scena fatta.. (Piccolo Giovanni) ..piccola.. (Telesfore) ..piccola, però.. (Piccolo Giovanni) ..parte.. (Telesfore) ..però che.. di quello che si.. si vedeva realmente, Gesù, una piccola parte l'ha assaporata.. cioè, quella è una piccola parte che si vedeva, però quello che ha assaporato Gesù, a quello che ha detto la Cocciuta, era molto e molto di più, per non dire quello che lei assapora  (Piccolo Giovanni) perché vi ama come amici e ama il Padre, e il suo primo ”si“: ”vuoi abbracciare con me la Croce?“, e la Cocciuta ha detto ”eccomi“! Nel suo primo messaggio, quando la piccola Teresina del Bambin Gesù è apparsa a lei donandogli il Crocifisso in mano: ”vuoi anche tu abbracciarlo come l'ha abbracciato Gesù?“, pur essendo una bambina ha risposto si! È un'altra goccia che vi offro in questo giorno, e l'abbraccio è iniziato mentre lei cresceva, e quando è stata chiamata per abbracciare in pieno la Croce, pronta, ha donato ancora ”eccomi, non mi sono dimenticata di ciò che mi è stato detto dalla sorellina Teresa“, perché è così che la chiama! Telesfore, cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Telesfore) parlando del film che don Vincenzo ci vuole far vedere a tutti, c'è un messaggio.. (Piccolo Giovanni) ..un messaggio di amici.. (Telesfore) ..che tramite il film, don Vincenzo ci vuole fare conoscere profondamente quello che noi stiamo vivendo realmente alla Stanza! (Piccolo Giovanni) perché ancora non l'avete compreso?: Gesù vivo e reale in mezzo a voi, Gesù che abbraccia i Chiodi e viene a fare festa; il Banchetto Nuziale, le Spose, i Discepoli, la famiglia di Dio, il popolo di Dio nella sua Dimora! Il mistero è grande, ma potete comprenderlo solo col cuore e rimanendo sempre amici di Gesù!(*) (Telesfore) quando c'era la parte che flagellavano Gesù, io non riuscivo a guardare quella scena! (Piccolo Giovanni) ma la Cocciuta ti invitava.. (Telesfore) ..eh, la Cocciuta mi ha.. (Piccolo Giovanni) ..”guardalo adesso, guardalo: è adesso che lo devi guardare“! (Telesfore) eh, ”è adesso che lo devi guardare“, e che quando.. e che quando Gesù dice ”sei un flagello“, questo era che mi.. mi voleva fare capire, il dolore che si assapora quando uno viene flagellato! (Piccolo Giovanni) è amore che si assapora per i propri amici, e voi siete pronti ad abbracciare la Croce per i vostri nemici? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) è un si un po' lento! (Tutti) sì!(*) (Piccolo Giovanni) ma Io vedo i vostri cuori e mi fermo a non farvi gridare ancora! Telesfore, Telesfore, Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! È pieno quell'eccomi?(*) (Telesfore) io.. io lo dico da parte mia col cuore, poi tu conosci il mio cuore e quindi.. (Piccolo Giovanni) hai detto bene ”io lo dico, ma tu conosci il mio cuore“! Anche la Cocciuta conosce il cuore di ognuno di voi per volere del Padre, e come vorrebbe gridare, ma è all'ubbidienza di Dio: guarda i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera, e come Gesù, abbracciando i Chiodi non grida ma fa scendere il Sangue per lavare i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! In questa serata il Padre lascia scendere molte gocce: raccoglietele tutte, figli! Dove sei, Paolo?(*) (Paolo) sono.. (Piccolo Giovanni) ..sei diventato piccolo piccolo? (Paolo) si, sono dove tu vuoi che io sia!(*) (Piccolo Giovanni) nel Solco! (Paolo) e sono felice di camminare lungo questa strada! (Piccolo Giovanni) ed Io sono felice di dire Amen, figlio! (Paolo) man mano che passa il tempo, tu ci fai scoprire delle cose sulla Cocciuta che.. (Piccolo Giovanni) ..povero me.. (Paolo) ..dice sembrano sempre le più grandi ma che poi diventano quasi secondarie ad altre che ci dici successivamente, anche se hanno tutte la stessa importanza! (Piccolo Giovanni) Io non l'ho mai messa sul piedistallo e non la metterò perché la Cocciuta non ama il piedistallo, ma essere straccio dinanzi ai piedi della Croce! Ha scelto il posto più bello, come ha scelto i misteri dolorosi(*): ”Giulia, conosci il rosario?“, ”don Mario, a memoria conosco solo i dolorosi“, ed Io gli rispondo ”hai scelto quelli più belli“!(*) (Paolo) eh, si, dove c'è la sofferenza, il dolore, c'è Dio! (Piccolo Giovanni) c'è Dio! Non è che gli altri non siano belli, ma è che chi legge può capire ”quelli vanno bene e gli altri no“; come Maria, ha scelto di rimanere ai piedi della Croce, ma non è che ha abbandonato gli altri figli, li ha portati lì ai piedi della Croce, all'unica Fonte viva: Gesù (che è) morto ed è risorto sul Legno della Croce per donare la vita eterna! E una Mamma dove può portare i figli?: alla Sorgente viva rimanendo ai piedi della Croce! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché mi guardi così? .................. (Paolo) .................. pensavo anche ad alcune riflessioni che spesso faccio pure io. Ho l'impressione di non vivere più una vita terrena.. o meglio, di non avere motivazioni per vivere una vita terrena, e quindi mi chiedo ”ma io che vivo a fare?“, questo non pensando alla strada che sto percorrendo, no, come terreno; ecco, questo lo pensavo anche ieri ”ma io che vivo a fare? che mi serve a vivere?“ (Piccolo Giovanni) voi siete morti nel mondo ma vivi per donare ai fratelli l'amicizia di Dio! (Paolo) e infatti io dopo queste riflessioni vedo come un’ancora di salvezza, l'unico sfogo, quello che sto facendo per Gesù.. (Piccolo Giovanni) ..camminare nel Solco.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e portare i fratelli tenendo sempre alto il santo Vangelo! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e stare attenti al nemico: è astuto.. (Paolo) ..eh, si.. (Piccolo Giovanni) ..e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! (Paolo) e infatti io mi sento, in quei momenti, inutile, sfiduciato, e allora che cosa penso? ad una domanda che io ti ho fatto poco tempo fa a proposto di queste mie riflessioni, in cui tu mi hai chiarito che tutto ciò è riconducibile al peso della Croce, quindi lo guardo sotto la luce di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..quando siete deboli, siete forti! (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) come il canto del fratello Vincenzo! (Paolo) si! E allora, quando poi penso questo, mi sento un po' risollevato e dico ”allora non è vano che io mi lasci andare a tutto ciò“! (Piccolo Giovanni) se Dio ti ha catturato nella rete è perché lavori! Lasciati trascinare dal Padre! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) rimanendo sempre amico.. (Paolo) ..di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..chiaro? (Paolo) si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio, perché il nostro unico amico è solo Dio, abbracciando l'umanità intera! Chiaro? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) Telesfore, stai dormendo? (Telesfore) quasi! Quando tu eri in mezzo a noi.. (Piccolo Giovanni) ..perché, adesso non lo sono? (Telesfore) fisicamente, no, con.. anche se adesso non ti vediamo.. qualcuno ogni tanto ti vede, comunque(*).. e Gesù diceva sempre ”voi non sapete chi è..“ (Piccolo Giovanni) ”..prostratevi dinanzi..“ (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni e Telesfore, contemporaneamente) ”..ai suoi piedi“! (Piccolo Giovanni) ma lui.. Io, non volevo! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) non so cosa dice la Cocciuta! (Telesfore) eh, la Cocciuta conosceva già, però per noi.. (Piccolo Giovanni) ..e si prostrava anche al telefono dinanzi ai miei piedi! Ne ho detta un'altra! (Telesfore) eh! Però per noi.. non si riusciva a comprendere ciò che Gesù diceva perché ancora non eravamo pronti! Oggi, da quando tu sei partito, è rimasta la Cocciuta e si parla sempre dello Strumento. Ma ancora.. (Piccolo Giovanni) ..non provarci.. (Telesfore) ..noi siamo chiusi con gli occhi, e anche se lei.. anche se sappiamo o diciamo di sapere che lei, qualsiasi cosa noi facciamo, lei vede tutti i nostri errori.. io mi metto per primo perché se parlo vuol dire che ho fatto i miei errori e li faccio sempre nei confronti della Cocciuta.. dello Strumento: voglio dire dello Strumento! Cioè, lei vede che noi facilmente inciampiamo.. (Piccolo Giovanni) ..su un fiammifero! (Telesfore) e il nemico ci.. subito ci porta.. ci fa cadere nel fosso nonostante i tuoi avvertimenti di stare attenti! (Piccolo Giovanni) state attenti: non giudicate; quando uscite fuori non abortitemi! (Telesfore) la Cocciuta vede, però nessuno ha il coraggio di.. di parlare con lei, o a volte chiederci quando (ci)si trova in una.. in un bivio che non.. (Piccolo Giovanni) ..non è che non si ha il coraggio(*) (Telesfore) non si vuole?(*) <Giovanni annuisce> e allora.. cade, prende la strada sbagliata! (Piccolo Giovanni) e la Cocciuta, per amore.. (Telesfore) ..si flagella!(*) è per questo che io vedendo quello che Gesù ha sofferto.. (Piccolo Giovanni) ..e soffre.. (Telesfore) ..e soffre ancora per noi, per vincere la tentazione del nemico, e questa battaglia, oggi, è la Cocciuta che la sta combattendo e noi.. (Piccolo Giovanni) ..insieme ad ognuno di voi, amici del mio Cuore! Il peso più grande è sulle sue spalle, ma anche voi portate il peso perché siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Telesfore) però a sorreggerci c'è sempre lei! (Piccolo Giovanni) per volere del Padre, perché ha donato il suo ”eccomi“, e l'eccomi si accende sempre di più per amore, perché è l’amore che allontana il nemico! Fatelo crescere sempre di più l’amore verso il Padre, e allontanate il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici per fare festa al Banchetto di Dio! Chiaro?  (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) vuoi dire qualcos'altro? (Telesfore) la Cocciuta ha preparato il.. il disegnino per il forno! (Piccolo Giovanni) si, aspettate ancora un po'! Ora vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Rimanete sempre amici di Dio portando tutti i fratelli! Pregate per tutti i Figli Ministri; pregate per il giglio; pregate per il figlio e fratello Vincenzo e non dimenticate l'Uomo vestito di bianco! Vi chiedo ancora di pregare per il mio popolo, e stringete nelle vostre braccia la mia Marì con la sua capanna: ha bisogno del vostro amore! Donagli il bacio della buonanotte! (Telesfore) la stai facendo soffrire un po': aspetta sempre! (Piccolo Giovanni) Io sono sempre nei vostri cuori: non vi ho mai lasciati! Ora vi chiedo: siete pronti.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..per far l'amicizia con Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché ha sete e fame e vuole bere e mangiare con i suoi amici.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..siete pronti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al Banchetto Nuziale che ha preparato Dio Amico per ognuno di voi e per il mondo intero! Figli miei, siete ubriachi dell'Amore di Dio in questo giorno?: dite Amen! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen, figli!(*) Padre mio! Padre mio! Padre mio! (il Padre) eccomi, Figlio!(*) (Piccolo Giovanni) Ecco lo Sposo che avanza! Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) Sposa, preparati per lo Sposo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) prendi nelle tue mani il Cuore del Padre e bevi il suo Sangue e donalo ai tuoi figli!(*) Vieni, Sposa del mio Cuore!(*) (Giulia) come sei bello! Il tuo abito è sempre tutto intero!(*) come sei bello! (Piccolo Giovanni) vieni, Sposa del mio Cuore, vieni a fare festa sul letto della Croce!(**) Quanti di voi riuscite a vegliare nell'attesa del Sacrificio? .................. Paolo! (Paolo) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi! Telesfore!(Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi!(*) Chi siete venuti a cercare? (Paolo, ...... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) chi siete venuti a cercare?  (Paolo, .... Telesfore) Gesù! (Piccolo Giovanni) siete coscienti? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Volete l'amicizia di Gesù? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e la donate ai vostri fratelli? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti ad abbracciare il Legno della Croce? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) per i vostri amici? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) quel ”sì“ è venuto dritto dal cuore e anche gli altri! Siete pronti a far scendere le vostre lacrime, come sono pieni i tuoi, per i vostri nemici? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) in questo attimo? (Paolo, .... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) nell'attimo dell'Amore del Padre: il Sacrificio! Dio che manda il suo Figlio ad abbracciare la Croce! Il mistero: ”Padre, Figlio, Spirito Santo, Cuore Immacolato di Maria che si fa Sangue e Carne! Un'altra goccia! ..per donarsi all'umanità, e l'amicizia diventa sempre più grande! Siete pronti per abbracciare l'amicizia di Dio? (Paolo, .... Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) avete nelle vostre mani l'amicizia di Dio! (Paolo, Telesfore .... insieme al Piccolo Giovanni, ripetendo dopo di Lui) Ecco il Calice del mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti. Fate questo ricordandovi della mia Amicizia!(**) Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!(**) (Piccolo Giovanni) quale gioia più grande far festa con i miei amici?(**) <2º grido> (Giulia) tu sei veramente Dio vivo in mezzo a noi!(**) <il piccolo Davide Mario inizia a piangere> (Piccolo Giovanni) ecco come i miei amici sentono nel cuore il mio Amore: come il fanciullo, e voi lo sentite perché il Bimbo batte dentro di voi e arde!(*) Sentite ardere? sentite il Bimbo che batte.. (Paolo ....) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..nei vostri cuori? lo sentite? (Paolo, .... Telesfore) sì!  (Piccolo Giovanni) e cosa vedete nel Calice della mia Amicizia? (Paolo) l'Amore di Dio! (Piccolo Giovanni) cosa ci può essere? .................. in questo giorno Io mi sono fermato sull'amicizia perché Dio si dona! (Paolo) qualunque riferimento a cose riconducibili a ciò che è sulla terra, noi possiamo vedere in quel Calice, è da ricondurre sempre all'Amore di Dio: qualsiasi cosa noi possiamo vedere la dentro! (Piccolo Giovanni) è solo Dio l'unica Fonte viva: il suo Sangue e la sua Carne: l'Agnello Immolato per amore dei suoi amici! È bello questo giorno!(**) Cosa vedete? .................. sul letto della Croce? .................. (Paolo) vedo Gesù che prega per l'umanità! (Telesfore) io vedo Padre, Figlio, Spirito Santo e Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo! (Piccolo Giovanni) dove c'è Gesù.. (Paolo) ..c'è Maria.. (Piccolo Giovanni) ..e lo Spirito Santo e il Padre.. Quale pezzo volete di Dio? .................. quale pezzo volete.. (Paolo) ..qualsiasi pezzo di Dio.. (Piccolo Giovanni) ..dell'amicizia di Dio?(**) Cosa vedete? .................. può staccarsi? .................. e può essere un pezzo di Dio diverso dagli altri? (Paolo) no! .................. (Piccolo Giovanni) e volete donare la “sola cosa di Dio” ai vostri fratelli? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) non vi manca nulla?(*) non vi siete accorti di nulla? .................. aspettavo! .................. anche avendo mangiato! < .................. semplicemente col Pane Gesù entra sempre dentro di noi.> Quante gocce in questo giorno!(*) Ora Dio vi dona il suo Sangue: l'amicizia che non ha limiti!(*) Vuoi bere? (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) avete bevuto? (Paolo, ..... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) è bella questa Amicizia? .................. se non vi ricordavo che non avevate bevuto cosa rimaneva nei vostri cuori? .................. (Paolo) io penso invece.. ce ne saremmo sicuramente ricordati dopo, ma in ogni caso non sarebbe successo nulla di grave e che non sarebbe dovuto succedere perché.. (Piccolo Giovanni) ..sono.. (Paolo) ..quello che succede qua dentro è sempre.. (Piccolo Giovanni) ..uguali le misure? ..... Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) perché Dio È! (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) Natanaele! (Natanaele) eccomi, Gesù! (Piccolo Giovanni) Dio È? (Natanaele) Dio È, È Stato e Sarà! (Piccolo Giovanni) Amen! E vuoi bere e mangiare Dio? (Natanaele) si, per l'eternità! (Piccolo Giovanni) Amen! E voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) preparate la Via Stretta per le Spose e donatemi perché Dio è vostro Amico! Io busso ancora una volta alla porta del Cuore del Padre chiedendo di ascoltare la mia preghiera per l'umanità che è sorda ed è cieca! Padre mio, busso ancora una volta alla porta del tuo Cuore: ascolta la mia preghiera, Padre!(***) Padre! Padre! Padre! Padre! (il Padre) eccomi! (Piccolo Giovanni) Padre mio, grazie per aver ascoltato ancora una volta la mia preghiera; sia benedetto il tuo Nome, Padre mio! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi, ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Amici miei, è bello bere e mangiare al Banchetto Nuziale? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) avete sempre sete e fame.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..di Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Così rimarrete sempre nell'amicizia di Dio, figli! Cosa senti legato alla Croce? (Paolo) di essere sempre più distaccato dalle cose terrene e nel contempo di provare un amore sempre più intenso verso i fratelli che offendono il mio cuore! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen! E voi cosa sentite? <lontano dai microfoni qualcuno dice qualcosa ma non è intelligibile. Sembra che qualcuno abbia detto“non ci sono parole per descrivere”> il silenzio abbraccia la Croce perché non trovate le parole della grandezza del Legno vivo!(*) vuoi parlare, Natanaele? (Natanaele) si! ..cioè, il mio cuore mi dice, quando noi ci cibiamo di te tu stai in noi, quindi non siamo più noi a decidere ma sei tu a decidere; quindi, se tu stai in ognuno di noi, come possiamo non amare i nostri nemici? perché se tu chiami.. (Piccolo Giovanni) ..ma il Padre vi lascia liberi! (Natanaele) ma se tu stai in noi, non siamo più noi a decidere, non siamo più noi a parlare, sei sempre tu a parlare, Gesù, perché tu ci guidi! Ecco l'amicizia che ci doni, l'amore che ci doni! (Piccolo Giovanni) Io vi dono il mio amore, la mia Amicizia, ma tra di voi dura l'amicizia? o quando uscite fuori mi abortite? parlo a voi, parlo al mondo intero! (Natanaele) ma dobbiamo crescere; goccia su goccia arriveremo a migliorare ogni giorno di più; non appena il forno è pronto cominceremo a lievitare anche noi(*).. (Piccolo Giovanni) dovete chiederlo alla Cocciuta! (Natanaele) e quella non parla mai! (Piccolo Giovanni) Io gli ho detto di farlo! (Natanaele) ah, è così allora! (Piccolo Giovanni) è lei che non vede l'amicizia tra di voi! (Paolo) le hai dato carta bianca, eh? <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) e come potrebbe essere diversamente? (Piccolo Giovanni) se è lo Strumento di Dio! (Paolo) il Padre ha mandato il Figlio dandogli i più ampi poteri sulla terra, quindi.. (Piccolo Giovanni) pregate e amatevi gli uni gli altri; crescete sempre di più nell'amore e combattete il nemico con l'amore, figli miei, perché siete tutti figli senza fare alcuna distinzione; Io vi amo tutti con la stessa misura perché la mia è una sola: la misura dell'amicizia che abbraccia l'umanità intera, ed Io aspetto l'abbraccio dei miei figli! Venite a me voi che avete sete e fame del mio Amore! Venite, voi che siete stanchi! Venite, voi che vi sentite smarriti! Venite a fare amicizia col vostro Dio perché la porta del mio Cuore è sempre aperta, figli! Adesso vi lascio andare in pace perché avete sonno e vi saluto! Vi saluto con la Croce, il Segno, l'Albero vivo che si dona all'umanità intera! Vi saluto col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce in mezzo a voi! Andate nella Pace di Dio e portatela al mondo intero, figliuoli del mio Cuore, ma quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere; non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore!(*) E nella gioia piena Io voglio dormire nei vostri cuori: è pronta la culla? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) mi fate riposare? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) e mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aspetto: <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore. Mi avete cullato? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e non ero pesante? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) quando si ama si diventa leggeri e non avete sentito il mio peso portandomi nelle vostre braccia cullandomi! Grazie, Pargoli! Grazie, amici miei, siate benedetti, figli!(*) Padre, guarda la tua famiglia, guarda il tuo popolo, i tuoi amici riuniti nel tuo Nome! (il Padre) Figlio, prendili per mano! (Piccolo Giovanni) unite la catena! È la catena della nostra amicizia, del nostro amore! Preghiamo donando al Padre.. <Recita del Padre Nostro: lentamente. Giovanni con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)”> Figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Vi sentite lontani dal mio Cuore? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni)non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Pensate di trovare la porta chiusa quando avete peccato? “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Vi sentite trafitti? “non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen!”. Figliuoli, ricordate che solo un Maestro è in mezzo a voi, ed è Dio, e non vi è alcun dio all'infuori del Padre! Ricordatelo: Dio È, oggi e sempre! Prostratevi solo dinanzi alla Croce: l'unica Fonte viva del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, unito al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, figli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! Andate in pace e portate a tutti la mia Pace! Grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! .................. (Piccolo Giovanni) Telesfore, cosa senti tu? (Telesfore) io sento dalla mano sinistra pulsare, mentre dalla destra un venticello fresco che esce!(*) (Piccolo Giovanni) Io sono l'Albero verde: fate crescere anche voi la Pianticella che è nei vostri cuori! Vi amo, amici miei!

 

 

    14. Sab 24/04/2004, Stanza more solito

 

Alle ore 15,15 circa, durante la recita del 3° mistero glorioso del Rosario della Stanza, Giulia era già in estasi vigile e ha recitato, in tale stato, anche il 4° e 5° mistero. Alla fine del Rosario ha avuto una brevissima estasi vigile.

 

1° Estasi Vigile (ore 15.21 circa)  

(Giulia) Ecco cosa significa “l'eccomi”: Gesù, prega nei nostri cuori; Gesù, vieni a riscaldare i nostri cuori; Gesù, tu che sei qui vivo in mezzo a noi, insegnaci ad amare come ami tu; Gesù, prega in noi!

 

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 16.00)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi in questo giorno divino i Calici Misti del tuo Gesù(*), i Calici Verdi(*), e i Calici Rossi(*), e immolati ancora una volta con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità sorda e cieca; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre, consolando sempre il Cuore  del mio e del tuo Gesù; prega, figlia mia, per la Chiesa tutta; prega per tutti i miei Figli Ministri; prega per l'Uomo vestito di bianco e offri a Gesù l'amore nascono come tu sai fare nell'abbraccio del letto della Croce, invitando l'umanità, invitando i tuoi figli ad essere Croce nella Croce di Gesù per poter risorgere e vivere la gioia del mio Gesù. Ecco, ecco l'eccomi del mio Cuore che viene a visitare i cuori di ognuno di voi, come Gesù viene a guarire i vostri cuori feriti e a baciare e a lavare i piedi di ognuno di voi e dell’umanità intera. Dio vi ama così tanto da far scendere le sue lacrime per lavare i piedi di ognuno di voi, e aspettandovi “venite, figli benedetti, perché Io sono il vostro Dio, il vostro Papà che arde d’amore per ognuno di voi”. Figlioli, vi invito ancora  a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi allontanare dal letto della Croce. Siate piccoli, siate poveri, amate con l'amore che Dio dona ad ognuno di voi venendo a visitarvi e a portare “l’eccomi” del Cuore pieno di Dio, in mezzo a voi e nel mondo intero! Figliuoli del mio Cuore, vi invito ancora a pregare per la pace: pregate per la pace pregate per la pace, pregate per la pace perché Dio aspetta il sì pieno dei vostri cuori, e avendo fede aprite i vostri cuori a Dio amandovi gli uni gli altri come amici del mio Gesù, e gli amici di Gesù non spezzano la catena ma la stringono sempre di più allungandola abbracciando tutti i fratelli senza fare alcuna distinzione. Io sono Mamma, Mamma dell'Amore, Mamma del Dolore; ho portato per prima Io la Croce e vi ho donato il mio Gesù per vivere nella Pace di Dio e risorgere col mio Gesù nel suo amore pieno. Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare l'unica Verità: la Parola, l'amore che Gesù ha donato ai discepoli, al mondo intero e ad ognuno di voi! Dio si è chinato sull'umanità mandando le sue gocce: il santo Vangelo vivo nel mandare Gesù ad abbracciare il Legno della Croce! È il gesto d'amore più grande che il Padre poteva donare e dona ai suoi figli, ai suoi amici! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) perché chini il capo? (Giulia) sei così bella, Mamma! (l'Immacolata) hai avuto paura mentre recitavi il Rosario? (Giulia) no, Mamma, ho chiesto solo di non farmi sollevare come mi sentivo e mi guardavo attorno nel vedere te nel Cuore del Padre, e nel vedere lo Spirito Santo che aleggiava! Mamma, lo so che non devo chiederti perché, ma in quell'attimo desideravo che tutti vedevano ciò che i miei occhi vedevano! Come uno straccio ti chiedo ancora perdono se ho insistito a non farmi sollevare! (l'Immacolata) il Padre ti ha accontentata, ma altre volte ti sei sollevata! (Giulia) me lo dicono, ma io lo voglio tenere nel Cuore, nascosto, perché io sono solo uno straccio dinanzi ai piedi della Croce e voglio rimanere così, Cocciuta nell'Amore di Dio e donarlo ai fratelli nella semplicità di Gesù e nella tua semplicità, Mamma! E nella mia pochezza, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere. Metto nel tuo Cuore i miei due gigli: Mamma, tu conosci chi sono, li amo come amo tutti gli altri! Come Gesù stringeva al suo Cuore Giovanni, io stringo al mio Cuore i due gigli: falli sbocciare, falli diventare alti affinché arrivino ad abbracciare la Croce come Gesù, non alti del potere del mondo, Mamma! E oggi la tua famiglia è qui riunita nel tuo Nome, nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e tu conosci i cuori, conosci i bisogni; nel giusto del Vangelo di ognuno di loro, come hai portato Gesù nelle tue braccia, flagellato, porta anche noi che siamo miseri peccatori! Lavaci col sangue di Gesù, Mamma Maria, perché solo tu puoi farlo! Perdona questa mia confidenza ma sono tua figlia anche essendo uno straccio! (l'Immacolata) cosa devo rispondere? (Giulia) Mamma, ho sbagliato in qualcosa? (l'Immacolata) figlia mia, il mio Cuore risponde l’Amen di Dio in ciò che hai detto! Ti flagelli sempre e pensi sempre di avere sbagliato! Cammini nel Solco di Dio portando i tuoi figli, l'umanità intera: figlia mia, sii sempre roccia, sii sempre Cocciuta come il Padre ti ha scelto e mandata! Ama i tuoi figli come Dio ama ognuno di voi, ma grida: quando sei nel giusto del Vangelo alza la spada della Parola viva e fai camminare i figli che escono dal Solco, con la voce di giubilo! (Giulia) Mamma, tu sai bene che io cerco di farlo, ma mi cadono di qua e di là! (l'Immacolata) anche Gesù gridava e grida ancora i Dolori del Parto, e l'umanità cade sempre! Dì ai tuoi figli che Dio è vivo, è reale, è in mezzo a voi, parla e porta il suo amore, e un Papà per correggere i propri figli usa l'Alito gridando con la voce di giubilo la Parola viva e abbracciando ognuno di voi. Ma vi chiedo di pregare! Pregate, pregate e fermate i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità intera! Pregate e abbracciate la Croce perché è la vostra unica salvezza! Figli miei, ricordate che a Dio nulla è nascosto, conosce i cuori di ognuno di voi, conosce e sente il vostro mormorare nella Dimora di Dio!  In questo Luogo siate coscienti che Dio è vivo e reale e in mezzo a voi e usa lo Strumento per far scendere la sua misericordia senza misure, figli del mio Cuore! Ora, con amore, vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) nell'amore e nella grazia del Padre mi siedo un po'!(*) E ricordando ai cuori di ognuno di voi, ai cuori del mondo intero: Dio è risorto, la Pace e l’Amore del Cristo Risorto sia sempre viva e accesa nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nella luce e nella Verità del santo Vangelo, vengo a gioire nella mia famiglia portando lo Shalom, portando la pace, l'amore, quell’amore che Maria ci ha donato donandoci il suo Figliuolo Gesù, quella Mamma che ha saputo donare il suo “eccomi”, e l’eccomi è dire “ecco la serva di Dio”, come ognuno di noi si deve presentare dinanzi alla Croce, dinanzi all'altare e nella dimora dicendo “eccomi, sono un tuo servo, fai di me quello che vuoi”! Ma nel dire “eccomi” non dobbiamo tenere riserve, dobbiamo aprire il cuore come Maria, aprire il cuore come Gesù, facendo uscire l'Acqua e il Sangue: la Divina Misericordia! Così si è amici di Gesù, amici nel donare la propria vita per i fratelli! Non cercate la vanagloria, non cercate i primi posti, non cercate i miracoli, cercate la Croce, cercate quel Gesù che per amore, per i suoi amici ha donato la vita! È il miracolo più grande che potete ricevere! Se il vostro cuore è pulito, non ci sono macchie, sarete guariti anche dai vostri mali perché Dio guarda il cuore di ognuno di voi, guarda l'amore che donate ai vostri fratelli. Ma l'amore si deve donare col sorriso, come Gesù ha abbracciato il Legno della Croce, figliuoli del mio Cuore! E oggi Io vengo ad abbracciare ognuno di voi, per volere del Padre vengo a chiedervi: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <Sab. della 2° sett. dopo Pasqua/C Gv. 6,16-21> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! <3 colpi di tosse con un'alitazione> l'Alito dell'Amore del Padre scenda su di te e su tutti i tuoi amici! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) e così sia! Hai vissuto il Vangelo? (Paolo) ho vissuto il Vangelo, Giovanni, ma quello che volevo dirti è che oggi sono rimasto stordito! (Piccolo Giovanni) di cosa? (Paolo) dell'Amore di Dio! (Piccolo Giovanni) non finisce mai di stupire.. (Paolo) ..si, in effetti.. (Piccolo Giovanni) ..si allarga sempre di più.. (Paolo) ..non ci sono limiti! (Piccolo Giovanni) non ci sono misure che possano contenere l'Amore di Dio verso i figli, l'umanità intera, ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! “Più sono debole e più divento forte”! Oggi sei stato debole ma sei diventato forte perché Dio apre sempre le braccia! (Paolo) più si è piccoli davanti a Dio e più si diventa grandi! (Piccolo Giovanni) i Piccolo Giovanni sempre all'ultimo posto! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) mi ardeva il cuore nel ricordarlo e lo ripeto sempre perché vi amo e vi voglio tutti a gioire nel Cuore del Padre! (Paolo) è quello che desideriamo tutti, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Amen! Amen, figli miei! Ma dimmi qualcosa della Parola! (Paolo) pensavo: se i discepoli allora nel provare alcune sensazioni come le abbiamo provate noi, almeno io quest'oggi, rimanevano estasiati e pieni dell'Amore di Dio. Mi riferisco a quando hanno visto camminare Gesù sulle acque. È vero che si sono impauriti.. (Piccolo Giovanni) ..nel primo istante.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..si sono spaventati! (Paolo) pensando al fantasma! (Piccolo Giovanni) eh, penso che anche voi fareste la stessa cosa! (Paolo) si! <2 colpi di tosse con 2 alitazioni> ma poi, penso che abbiano provato un'immensa gioia.. (Piccolo Giovanni) ..un'immensa gioia, come in questo giorno la Cocciuta voleva gridare, anche se non è la prima volta. Si sentiva sollevare ma chiedeva con forza “lasciatemi con i piedi per terra”! (Paolo) la Cocciuta, oggi, ci ha insegnato il vero valore della preghiera! La preghiera se non è fatta col cuore, se non si da tutto se stesso nel profferire quelle parole, diventa vuota e priva di senso. Quando si prega, io per primo.. (Piccolo Giovanni) ..diventa solo una cantilena come ha detto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..don Vincenzo! (Paolo) si, diventa una cantilena e basta! E comincio a capire il senso di alcune cose che tu e la Cocciuta dite, come ad esempio “cantare è pregare”, oppure “pensare”, anche “è pregare”. Quando queste cose si fanno.. (Piccolo Giovanni) ..ascoltare il fratello.. (Paolo) ..si, è pregare.. (Piccolo Giovanni) ..è pregare! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) è accoglierlo nei momenti.. in quel momento che hai avuto.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..in questo giorno!  (Paolo) si, so a cosa ti riferisci! (Piccolo Giovanni) è abbracciare, è stringere l'amico, il fratello! “Vieni, ti do la quiete di Dio”! (Paolo) sì, perché pregare non è altro che entrare in comunione con Dio, e lo si può fare in tanti modi! (Piccolo Giovanni) e la preghiera e le opere camminano.. (Paolo) ..a pari passo.. (Piccolo Giovanni) ..a pari passo! (Paolo) si!(*) (Piccolo Giovanni) è Vangelo? (Paolo) si! <3 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) e non può mancare l'Alito dello Spirito Santo se è Parola viva di Dio ciò che state ascoltando! (Paolo) cosa potrebbe essere? (Piccolo Giovanni) l'Amen pieno di Dio! La Cocciuta ha messo nel Cuore di Maria.. (Paolo) ..i due gigli?.. (Piccolo Giovanni) ..i due gigli, ma non ha lasciato fuori nessun altro. I due gigli.. è una goccia che adesso scende in mezzo a voi, sono mandati dal Padre. Uno ha lasciato scendere di più i petali, l'altro li fa scendere metà per volta! (Paolo) pieno piano! (Piccolo Giovanni) ma sono mandati dal Padre, e quando scoprirete ciò che loro devono compiere per volere del Padre, i vostri occhi non rimarranno solo come i discepoli vedendo Gesù camminare sull'acqua, si accenderanno di quella luce del Sole di Fatima! (Paolo) ma la Cocciuta lo sa il compito che loro hanno? (Piccolo Giovanni) il Padre non gli tiene nascosto nulla! È nel suo Cuore, ma la chiave ce l'hanno loro, come ha risposto al figliuolo Vincenzo: “ma ho sentito che c'hai due cose da scrivere e donarmi”, e lei gli ha risposto “le chiavi non ce l'ho Io!(Paolo) è impaziente! (Piccolo Giovanni) arde d'amore.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..per ognuno di voi perché il Padre l'ha mandato! Sostenetelo con la preghiera, perché ogni volta che celebra vi immerge tutti nel Calice! Ma all'inizio la Cocciuta gli diceva “in questa sera, quando vai a celebrare, fammi la doccia” e lui non capiva, ma quando ha capito “ma tu quale doccia vuoi? vuoi essere immersa nel Calice?”, “Eh, si, è quella la doccia che Io ti chiedo, perché in quell'attimo è immergere, mettere tutti nel Calice del Cuore di Dio!” La Cocciuta usa un'altra parola quando è in chiesa “metto tutti nel tuo Cuore che adesso si apre e scende nel Calice”! (Paolo) lo dice tra sé? (Piccolo Giovanni) si, ed è bella questa parola; “il tuo Cuore che si apre e adesso scende nel Calice! (Paolo)nel Calice”! (Piccolo Giovanni) in quell'attimo Dio scende per venire ad abitare nei cuori di ognuno di voi, di chi si avvicina ad accoglierlo e a fare festa, ad unirsi al Sacrificio! <2 colpi di tosse con un'alitazione> Marì! (Marì) eccomi! (Piccolo Giovanni) tu cosa sussurri quando assisti all'attimo del Sacrificio? (Marì) metto nel Calice tutti quelli che mi vengono, in quel momento, in mente, la Cocciuta e tutti i piccoli Giovanni, tutta l'umanità e specialmente quella che non so amare: non i nemici, quella che non so amare! (Piccolo Giovanni) avete capito che scuola?(*) Avete mai pensato a quelli che non sapete amare?(*) avete mai pensato? (Alcuni) no! (Piccolo Giovanni) continua! (Marì) eh, me l'hai insegnato tu! Io vengo dalla tua scuola!(*) (Piccolo Giovanni) cosa  ricordi  ancora.. (Marì) ..della  tua  scuola?.. (Piccolo Giovanni) ..della  mia  scuola  che viene da Dio? come povero uomo e Sacerdozio vivo? (Marì) ehm, quando mi hai spiegato quale era la tua posizione di sacerdote, in “cristiani al bivio<È un libro di don Mario> ai tempi del dissenso, quando mi piegasti.. io non la avevo ancora capita quella tua posizione, ehm.. forse perché ero più piccola quando l'hai vissuta, non avevo capito la tua posizione sul divorzio. Come sacerdote mi hai fatto capire, ma come una barzelletta me l'hai raccontata davanti al caminetto! (Piccolo Giovanni) lo facevo sempre così e lo faccio ancora! (Marì) che il tuo parlare, sul divorzio, non era essere a favore del divorzio.. (Piccolo Giovanni) ..come potevo esserlo? (Marì) ma era far capire ai ministri del tempo che, un sacerdote, dall'altare, non può additare un'anima che in quel momento vive il suo problema.. ehm.. mortale, il suo problema umano, il sacerdote deve sempre usare la misericordia, perché a quei tempi, dall'altare, i sacerdoti scomunicavano le persone.. dall'altare lo facevano! (Piccolo Giovanni) si! (Marì) e tu ti sei messo contro, insieme ad un altro sacerdote, mi pare don Giordano.. (Piccolo Giovanni) ..eravamo in tre! (Marì) e il terzo non lo so! (Piccolo Giovanni) eravamo in tre! (Marì) e siete stati diffidati dal celebrare messa! (Piccolo Giovanni) si! (Marì) è stato appeso un manifesto con lo stemma della democrazia cristiana.. (Piccolo Giovanni) ..ho fatto vedere alla Cocciuta il manifesto e ciò che avevano scritto sul muro! (Marì) si, e quel giorno ho capito tante cose! (Piccolo Giovanni) ma Dio non ha tolto ciò che aveva dato al suo ministro, Io sono andato avanti come anche l'altro fratello, nel celebrare la messa.. (Marì) ..hai sofferto molto.. (Piccolo Giovanni) ..perché Gesù.. come Gesù ha sofferto nel vedere i figli allontanarsi, non ha sofferto per i flagelli. Hai visto i flagelli.. (Marì) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..come Vincenzo ti ha mandato! (Marì) eh che se.. severità.. (Piccolo Giovanni) ..e quello è solo una piccola parte! (Marì) adesso ne sto parlando a tutti! (Piccolo Giovanni) ma ho sofferto nel vedere i figli che non hanno capito quello che Io volevo dire: Gesù non ha condannato nessuno, “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno(Marì) ma sei rimasto solo! (Piccolo Giovanni) come Gesù! (Marì) e in altre occasioni, i cari, pure, la famiglia ti ha lasciato solo! (Piccolo Giovanni) come Gesù: solo, ma “la mia famiglia è cresciuta sempre di più e crescerà come la sabbia del mare”! Vi ricordate questa frase? non sarete soli, come Io non sono rimasto solo: Dio non mi ha lasciato solo, mi ha donato l'angelo Gabriele! (Marì) eh, me la puoi dire una cosa? dov'è? ...... dov'è la madonnina o dov'è la croce? <Marì si riferisce al punto della sua casa dove Giovanni ebbe l’apparizione dell’angelo Gabriele. Giovanni con la mano fa segno che era in mezzo> in mezzo? (Piccolo Giovanni) in mezzo! (Marì) l'avevo pensato! Che sofferenza per quel posto.. (Piccolo Giovanni) ..la Cocciuta non può farti vedere adesso! (Marì) eh, lo so! (Piccolo Giovanni) ma verranno i tempi che tutte le porte si apriranno.. (Marì) ..e le cose che c'erano.. (Piccolo Giovanni) ..perché Dio non lascia le porte chiuse! (Marì) ma tutti quegli oggetti.. (Piccolo Giovanni) ..e come dicevo sempre non attaccatevi.. (Marì) ..eh, lo so.. (Piccolo Giovanni) ..alle cose del mondo..(Marì) ..l'ho pensato che era così.. (Piccolo Giovanni) ..ma legatevi alla Croce! E ti dico sempre: Marì, Marì, non vedere il diavolo in tutte le parti! È bello questo parlare tra Padre e figli!(*) ..Padre come Sacerdozio.. (Marì) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..e figlia, perché tutti voi siete figli! Ma dimmi, Nicoletto ti fa dormire? (Marì) eh, non sempre! È preoccupato, è ansioso! (Piccolo Giovanni) fai sempre il segno della croce sulla sua fronte e donagli il mio Alito <3 colpi di tosse con un'alitazione> anche se dorme! (Marì) sì, grazie! (Piccolo Giovanni) fai così, e nel silenzio fallo anche per i cari che mi hanno sempre lasciato solo! (Marì) eh, li ho già portati prima! Ti sto parlando da ieri! Ti affido tutto quello che ho nel cuore! (Piccolo Giovanni) ed Io lo porto nel Cuore del Padre! (Marì) grazie! <Marì gli manda un bacio> (Piccolo Giovanni) grazie per il bene che è rimasto segnato nei vostri cuori e nella vostra capanna! Seminate sempre la Parola viva che Io vi ho insegnato: il Vangelo è l'unica cosa che Io vengo a portare in mezzo a voi come Sacerdozio vivo ed eterno! Fatelo anche voi! Parlando a Paolo, parlando a Marì, Io parlo ad ognuno di voi e al mondo intero, figli! Dove sei, Paolo? perché i tuoi occhi sono diventati tristi? (Paolo) Pensavo.. per un attimo mi è passato davanti un pensiero.. un ricordo più che un pensiero, quando con Marì hai fatto riferimento alle cose del mondo! Mi sono venute in mente, appunto, delle cose che mi auguro siano scomparse definitivamente dal mio orizzonte! (Piccolo Giovanni) sta a te decidere! (Paolo) ci pensavo anche oggi prima di venire qua, in macchina, perché tu sai quanto ho sofferto! (Piccolo Giovanni) Dio.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..conosce il cuore, Dio lascia liberi, ma lascia entrare un po' il chiodo! (Paolo) si! Perché, Giovanni vedi, oggi avevo anche l'impressione di avere, in un certo qual modo e in una certa misura, sbagliato: mi chiedevo se questa era un'impressione mia o se.. se fosse la realtà! Tu sai a cosa mi sto riferendo!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vuoi fare? (Paolo) no, volevo sapere se era una mia impressione oppure se realmente ho sbagliato! (Piccolo Giovanni) che devo risponderti?(*) (Paolo) io sono nelle tue mani e faccio quello che mi dici tu! (Piccolo Giovanni) la volontà del Padre: camminare nel Solco! (Paolo) poi ne parlo con la Cocciuta? (Piccolo Giovanni) si, sta aspettando, anche se conosce tutto, perché nulla gli viene nascosto! Ma Gesù aspetta e anche lei aspetta! Guardando con gli occhi della Misericordia Infinita, Dio ha condannato? Gesù ha condannato? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta può condannare? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) aspetta ognuno di voi con le braccia aperte come il Padre aspetta l'umanità! “Ho sete”: quella sete è di anime!(*) Quando la Cocciuta beve, beve le anime che in quegli attimi si aprono e le porta nel Cuore del Padre!(*) Adesso ho sete: datemi da bere perché alcune anime si sono aperte! Ho sete!(**) <Telesfore gli offre dell'acqua> la mia sete non è l'acqua, sono le anime!(*) È bello..  (Paolo) ..è bello, si.. (Piccolo Giovanni) ..vedere anche il gesto di Vincenzo che si inginocchia come ho fatto Io oggi dinanzi al Padre! (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) e vorrei vedere tutti in ginocchio, ma col cuore! Vi vedo molte volte inginocchiati, ma a volte stanchi, a volte addormentati, a volte distratti, ma anche in quegli attimi vi accolgo: aspetto i cuori, i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera, inginocchiati dinanzi alla Croce, come Maria sempre curva dinanzi alla Croce a pregare per i figli che Gesù gli ha consegnato “Donna, ecco i tuoi figli”, e Lei tiene fermi i veli che scendono sull'umanità, unendosi anche le mani della Cocciuta, ma molti ne scenderanno perché l'umanità è sorda ed è cieca, e chiedo ad ognuno di voi di pregare, di avere fede e di amarvi gli uni gli altri nell'amicizia di Dio! E in questo tempo vi invito a non lasciare solo il Cuore di Maria! Volete fermare i flagelli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) iniziate il mese di Maria amando e perdonando i vostri nemici, aprendo i vostri cuori, tenerli candidi come il Giglio che porta Maria nelle sue mani che è Gesù! Iniziate questo Solco di Rosario per trovare alla fine il premio; sapete qual è?(*) la Croce! Dopo aver camminato nel pregare con Maria, trovate Gesù che vi aspetta e vi offre in premio la Croce!(*) È bello questo giorno? (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) è bello ciò che esce dal Cuore del Padre.. (Alcuni) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..perché Io sono in mezzo a voi all'ubbidienza del Padre! Come Sacerdozio vivo ed eterno amo l'ubbidienza e amo chi la vive in pienezza! E sono qui per volere del Padre e per amore dello Strumento che è salda nell'ubbidienza verso Dio! Chiaro? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vedo luccicare il tuo cuore e il cuore di ognuno di voi; rimanete nella stella di questo giorno, camminando con la stella della Mamma Maria per arrivare alla Croce!(*) Cosa vuol dire il tuo cuore? (Paolo) pensavo al “cuore pulito”, e quando uno ha il cuore limpido e trasparente ottiene tutto da Dio: lo dicevi in riferimento a coloro i quali vanno di qua e di là a chiedere i miracoli! (Piccolo Giovanni) il grande miracolo è portare la Croce.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..e dire “Padre, eccomi, sia fatta la tua non la mia volontà”! (Paolo) vivere per Dio, e non usare Dio! (Piccolo Giovanni) Dio usa i suoi strumenti, usa ognuno di voi, e usandovi vi può guarire quando vuole Lui! (Paolo) mettere tutto nelle sue mani.. (Piccolo Giovanni) ..e Io li consegno.. (Paolo) ..e fare solo la sua volontà! (Piccolo Giovanni) Amen! Figliuoli miei, vi invito ancora stare attenti al nemico, è astuto, e in questo tempo usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore di Maria! Combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto, dinanzi all'altare, portare tutti i vostri nemici! E con questo amore di perdono, Io vi saluto donando ad ognuno di voi il Cuore di Dio: accoglietelo e donatelo ai fratelli! Figli, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate nella Pace di Dio e portatela nel mondo intero, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen, Amen! (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli, grazie per il tempo che avete speso e spenderete ancora: vi sarà donato a larghe misure! Vi lascio la Shalom: portatelo nel mondo e ai figli! Non dimenticate e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera!(*) Figlia, lascio nel tuo Cuore ciò che dovrei dire al figlio Vincenzo!(**) (Giulia) mi dirai tu quando? (Piccolo Giovanni) si, figlia!(*) (Giulia) posso chiederti di abbracciarti? (Piccolo Giovanni) vieni!(*) (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) non tenerlo solo per te: donalo!(*) (Giulia) grazie!

 

Alle ore 17,50 circa, prima della recita della preghiera della Via Crucis, Giulia entra di nuovo in estasi vigile e chiede di recitarla in ginocchio formando un Cuore al centro della Stanza.

 

2° Estasi Vigile (ore 17.51 circa)  

(Giulia) in questo giorno cerchiamo di preparare veramente il cuore! Ed io, se non chiedo troppo, vorrei in questo giorno che la Via Crucis si farebbe(facesse) in ginocchio, per prepararci a stare vicino a Maria! Non è che ci sia un tempo che si possa dedicare a Maria: è la nostra vita, il nostro respirare, il nostro vivere, è stare sempre accanto a quel Cuore di Mamma che ci ha saputo donare Gesù. E solo Lei poteva farlo perché nessuno di noi ha la forza, il coraggio, quel dire “eccomi” che ha detto Maria. Almeno in ginocchio ci avviciniamo a quel Cuore che, nonostante vedendo tutti i nostri errori, tutti i nostri peccati, ci ama ancora e come Mamma ci amerà per l'eternità come ci ama Dio e ci aspettano! Chi può farlo: in ginocchio; chi non lo può fare, Gesù conosce il cuore: rimane seduto, perché Dio guarda anche, soprattutto, i nostri cuori! Indegnamente prepariamo il cuore! Col Vangelo, in ginocchio anche tu, Paolo, ti metti alla punta del Cuore!

 

Alle ore 18,08 circa, prima della recita della preghiera dei sette Dolori di Maria, Giulia entra di nuovo in estasi vigile. Poi chiede a Telesfore di condurre la preghiera.

 

3° Estasi Vigile (ore 18.08 circa)

(Giulia) penso che questo camminare in ginocchio dinanzi a Gesù abbia fatto gioire il Cuore di Maria! Non dovremmo mai stare in piedi ma sempre in ginocchio(*), perché Maria lo fa per noi! Vuoi consolare il Cuore di Maria facendo i sette Dolori? (Telesfore) eccomi!

 

Alle ore 18,27 circa, Giulia entra di nuovo in estasi vigile. In questa estasi Giulia chiede a Lucia di raccontare l'esperienza che ha avuto qualche mese fa della visione di Giovanni nella dimora del Padre.

 

4° Estasi Vigile (ore 18.27 circa)

(Giulia) cos'hai sentito nel fare a Maria i sette Dolori? (Telesfore) ho sentito che il tempo si era fermato!(*) (Giulia) vai avanti! (Telesfore) io avrei voluto che non si finiva mai di pregare, mi sentivo leggero, in un'altra dimensione. Cioè, sentivo una grande gioia nel cuore! (Giulia) sapete quando si sente la gioia nel cuore?(*) quando si sente la gioia nel cuore? (Anna) quando si ama! (Qualcuno) quando si è innamorati di Dio! (Giulia) quando si ama.. (Qualcuna) ..e quando si prende la Croce! (Giulia) quando si prende la Croce e si porta sulle spalle; quando incontriamo un fratello che è accaduto per terra e gli doniamo la mano per aiutarlo ad alzarsi! Quando papà cade per terra, donagli la mano, aiutalo ad alzarsi! Non mi fermo solo su Paolo, mi fermo su tutti: quando i nostri cari cadono per terra e non trovano la forza di guardare la Croce, prendiamoli in braccio come Maria ha preso in braccio Gesù e l'ha baciato stringendolo per ognuno di noi! Luca! (Luca) dimmi! (Giulia) avvicinati!(*) Vuoi abbracciare la Croce? (Luca) sì, Giovanni! (Giulia) vuoi portarla e farla baciare a tutti i fratelli? (Luca) sì, Giovanni! (Giulia) aspettano te e aspettano Gesù!(**) <Luca fa girare la Croce nella Stanza affinché tutti la possano baciare> vedete come bello sentire l'abbraccio di Gesù? Gesù che ci viene a baciare, non siamo noi baciamo Lui! Gesù che ci viene a baciare! Gesù che ci viene a visitare! Gesù che ci viene a donare il suo amore! Gesù che si fa vedere! E Gesù, oggi, mi fa rivelare il nome dell'anima che l'ha visto nella sua dimora per far rompere le gelosie, le catene delle gelosie, perché dovrà essere scritto e letto da tutti che Gesù è vivo, è reale, è in mezzo a noi! Fai un passo avanti: tu sai!(*) La creatura che nella Dimora di Dio ha visto Giovanni vivo e gli ha donato il bacio del Piccolo Giovanni è Lucia! Dio ha voluto così ed io ubbidisco alla sua Parola, e da questo istante si devono rompere le catene della gelosia perché Dio si dona a tutti! Ognuno di noi è uno Strumento e Dio lo usa quando e dove vuole Lui. Ognuno ha un'arma in mano, e quell'arma, Dio, la fa alzare quando vuole Lui! La spada che ci ha messo in mano è il Vangelo: basta tenerlo alto tutti quanti, e negli attimi della debolezza quella spada si deve alzare ancora di più! Il suo cuore era trafitto: era trafitto per Giulia, era trafitto per i suoi familiari, era un miscuglio, e Gesù ha dovuto mandare Giovanni per farsi vedere e donare la forza. Anche se sembrava che la forza era andata per terra, Dio gliel'ha donata ancora di più! “Perché io?”, “perché è venuto a trovare me?”, “perché non lo vedevo e poi mi ha chiesto - hai paura - e gli ho detto di no, ed io l'ho visto”, ma lei vi racconterà come e dove l'ha visto, anche con le lacrime che scendono!(*)

 

 

IL RACCONTO DI LUCIA DELL'APPARIZIONE DI GIOVANNI

(Lucia) è stato il 29 di febbraio! Sono venuta perché la Cocciuta non stava bene e sono venuta a trovarla. Poi ho dormito la sera qua, e la mattina verso le 03,00 del lunedì giorno 1 di marzo, mi sono svegliata, non riuscivo a dormire; mi sono messa a pregare, ho fatto il Rosario, la Via Crucis e i sette Dolori di Maria. Comunque, ancora non riuscivo a dormire; mi sono girata dalla parte della finestra e stavo con gli occhi chiusi però sveglia, e pensavo molte cose, ma ero proprio sveglia. Ad un tratto sento aprire la porta del corridoio.. della stanza sotto.. e fa “nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” e apre l'altra porta e parla del Vangelo secondo Marco.. e sono rimasta così, però non riuscivo (ad) aprire gli occhi. Ho fatto “don Mario”, e Lui mi fa “sì, sono don Mario” e sono rimasta così con gli occhi chiusi, ancora, non riuscivo ad aprirli, e Lui mi fa “non hai paura?”, ho fatto “no, non ho paura: è solo che ti sento ma non ti vedo”. E Lui mi fa “mi vuoi vedere?”, ho fatto “”.. allora mi fa il segno sulla Croce sulla fronte e mi.. e mi.. e mi (si) sono aperti gli occhi. L'ho visto seduto, aveva la maglia nera con una chiusura lampo! Mi fa “non hai paura?”, ho fatto “no, don Mario, no”; mi ha detto ancora un'altra parola, però non mi ricordo: era.. tanta era l'emozione! <Lucia riesce a stento a parlare tra le lacrime> mi ha guardato, mi ha parlato ancora.. e non riuscivo più e non capivo più niente. Allora Lui mi fa.. dice “adesso devo ritornare al Padre”, e io gli ho fatto “devi ritornare al Padre?”, fa “”, e ho detto “allora me lo dai il Bacio del Piccolo Giovanni?”, e Lui fa “vuoi il Bacio del Piccolo Giovanni?”, ho fatto “”, mi sono sollevata con la testa dal cuscino, Lui si è piegato e mi ha baciato! Ma l'ho visto normale come vedo tutti voi, Paolo! (Giulia)  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Paolo) bello! (Giulia) da oggi in poi le catene delle gelosie si devono rompere! Io ho legato la catena dell'Amore di Dio, voi legatela e non spezzatela perché Dio ci ama tutti quanti senza fare alcuna distinzione! Dio ci ama quando cadiamo nell'errore! Dio ci ama quando pecchiamo! Dio ci ama come Pietro quando ha rinnegato, ma ci aspetta, ci aspetta nell'unico abbraccio della Croce perché lì ci ha abbracciati a tutti quanti e lì ci aspetta ancora, e quando tutti quanti saremo pronti, quando i nostri cuori si distaccano dalla gelosia, presto Giulia farà il forno e dovrete gioire perché nel forno si farà il Pane di Dio! Aspetto, aspetto con amore questo aprire di cuore! Ed ora benedici tu l'umanità, i tuoi figli!Più. (Luca) vi benedico nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amen! (Giulia) andate in pace e portate a tutti la Pace di Dio, la Pace che Dio in questo giorno ha lasciato sbocciare e crescere nei nostri cuori! (Tutti) Amen! (Giulia) tanta una Lode al Signore col cuore! <dice rivolgendosi a Luca>