LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 48

 

 

FERMATEVI E GUARDATE IL TESORO DI DIO,

FERMATEVI E ABBRACCIATE LA CROCE CHE VI PORTA LA SALVEZZA

(dal messaggio del 09/09/2004)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

         1. Giov 26/08/2004, ore 21.09, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*) Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti(*) i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora, immolati per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, figlia! (Giulia) Gesù! Gesù, oggi cammini ancora sul mare di Sangue, ma in questo giorno il tuo abito è bagnato di Sangue e tu piangi lacrime di Sangue! Gesù, sono stati i miei peccati? ti ho ferito io e ho bagnato il tuo abito oggi? (Gesù) no, Cocciuta del mio Cuore, tu stai versando con me il tuo Sangue, e le mie lacrime di Sangue e il mio abito bagnato di Sangue sono i flagelli che scenderanno ancora sull'umanità. Vi chiedo ancora di pregare, di essere coscienti di avere un Papà e di chiamarlo sempre, di cercarlo e di aspettarlo perché Io ho promesso “aspettatemi, verrò”, e la mia Promessa è duratura, figliuoli, non viene cancellata come le parole scritte sul libro del mondo, la mia Parola È e rimarrà: tutto passa, la Parola rimane e niente e nessuno la può cancellare! Vi chiedo ancora di pregare per la pace, di essere uniti al solo Legno della Croce amandovi gli uni gli altri essendo in pace col Padre e con i fratelli, uniti in un unico Ovile e con un solo Pastore! Figli miei, state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere! Io vengo a portarvi il mio Amore, la mia Pace, la mia Gioia, la mia Letizia: combattete il nemico con l'amore, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto dinanzi all'altare portare tutti i vostri nemici; non guardate chi ferisce i vostri cuori, non guardate chi punta il dito verso di voi, guardate l'amore che scende dal Cielo, guardate la rugiada che il Padre lascia scendere su di voi e accogliete in pieno la Parola viva! Dio è Amore, Dio si dona e aspetta i cuori di ognuno di voi, figli, e così anche voi siate vigilanti e aspettatemi perché Io verrò, ma non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma aspettate di fare festa al mio Banchetto non al banchetto del mondo, figli miei! Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) il tuo Cuore è squarciato come il mio! (Giulia) Gesù, il tuo è squarciato! (Gesù) ma il tuo gronda Sangue: in questo giorno hai visto i figli che hanno trafitto il Cuore di Maria! (Giulia) Gesù, poggiati ancora su di me, poggiati quanto vuoi!(*) (Gesù) chiedo solo le tue mani: vuoi unirle alle mie? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) sono pronta! (Gesù) figlia, guarda ancora i Chiodi e guarda ancora chi li mette! (Giulia) si, Gesù!(*) Gesù, io non ti consegno solo le mie mani ma inchiodami tutta alla Croce se servo ancora!(*) (Gesù) ah, figlia, quanto fai gioire il mio Cuore! Ora vieni! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi poggiano ancora per terra e il Sangue va a visitare tutti i figli che sono qui riuniti, i Discepoli, le Colonne, le Suorine e i figli che si sono uniti a questa santa preghiera, i figli che hanno portato nei loro cuori, ma in questo istante io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere. Gesù, come sempre metto tutti i sacerdoti: le mie pietruzze, e come sempre il tuo figliolo Vincenzo chiede sempre di metterlo sempre di più nel tuo Cuore, ed io metto anche il giglio e i figli che non ti conoscono e non riescono a trovare la strada per abbracciare te, per abbracciare i Chiodi divini che ci invitano ad amarti e a vivere solo per te, Gesù! Ah, Gesù, fa che questi Chiodi siano per me l'unico Tesoro, l'unico abbraccio; fa che lo sia per l'umanità intera, così la tua pace regnerà e le guerre si spegneranno! Gesù, donami sempre.. donami sempre i tuoi Chiodi affinché io sappia darli a tutti i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome, nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Gesù! (Gesù) Cuore della Croce, Io ti rispondo: Amen, Amen, Amen!(*) Figli, vi invito a vivere la Parola; vi invito ad accogliere il sussurro della Cocciuta che è il sussurro di Dio, ma chino il capo sull'umanità invitandovi ancora a pregare, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, a mangiarlo, a masticarlo e a donarlo a tutti i fratelli; come il Padre viene a portarvi il Pane vivo, il Pane fresco che esce dalla bocca di Dio, così anche voi donatelo, quando uscite fuori, ai vostri fratelli, senza abortirmi, figli, ma aspettando vigilate, siate pronti e preparati perché non sapete quando il ladro viene ma siate vigilanti, figli miei! Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, a causa del mio Nome dovrai ancora soffrire! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) sarai perseguitata ancora, sarete perseguitati anche voi, figli; sarà perseguitato anche il figliolo Vincenzo, ma il mio Amore e la mia grazia è su tutti voi. Non temete niente e nessuno ma andate avanti portando sulle vostre spalle la mia Croce: chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua! La via è lunga e stretta ed Io vi indico sempre il Solco che vi porta al Cuore del santo Vangelo: l'unica Verità, figli! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'Amore, nella Luce e nella Verità della Parola viva, sono ancora in mezzo a voi a portare il profumo di Dio, a portare il Pane vivo che scende dai Cieli, l'unica Verità che Io ho indicato sempre e ho tenuto sempre alta e vi invito sempre a tenere alta la Parola, a viverla, a mangiarla e a farla crescere nei vostri cuori! E oggi la Parola è da masticare, è da ascoltare, da vivere, da fare crescere nei vostri cuori!(*) Chi ha vissuto in pieno la Parola di questo giorno? <Giov. 21° sett. T.O./C Mt. 24,42-51>(*) chi ha vissuto in pieno la Parola di questo giorno? nessuno osa rispondere? cosa potreste rispondere?: “abbiamo vigilato”? “siamo state attenti”? “non abbiamo cercato di mangiare prima”? “ci siamo fermati sulla Parola di questo giorno”? No! “abbiamo cercato prima il mondo”, “ci affanniamo e ci preoccupiamo per le cose del mondo”, “ci affanniamo per i nostri figli”, “non siamo vigilanti ad ascoltare ciò che dice Gesù”! È Parola di Dio non è parola del mondo, e se siamo qui riuniti è perché crediamo, ma spesso cadiamo, ci lasciamo prendere dai rumori del mondo dubitando sempre della Parola di Dio! <si rivolge a Telesfore> dimentichi molto spesso che la Cocciuta parla con la voce di Dio e metti sempre i paletti “Io non accetto questo!”, “Io non voglio questo!”. Parlo a te, parlo ad ognuno di voi e parlo al mondo intero! Dio È e niente e nessuno lo può cancellare! Dio ha promesso che verrà, dovete essere solo vigilanti e aspettare! Figli miei, vi invito solo a stare attenti al nemico: i dubbi, i pensieri cattivi, li manda col suo fumo annebbiandovi; cancellate il suo fumo con l'amore e vivete in pieno la Parola, il santo Vangelo: l'unica Verità! Perché non sapete darmi risposta quando vi chiedo “avete vissuto il Vangelo di questo giorno”? (Mosè) siamo degli equilibristi, Giovanni, cadiamo in continuazione e abbiamo tanta voglia di rialzarci sempre!(*) (Piccolo Giovanni) la Croce rimane diritta, e se ognuno di voi è figlio della Croce non deve cadere ma aggrapparsi all'unico Legno, all'unica Verità e rimanere sempre in piedi! Mi avete visto per terra? (Alcuni) no! (Piccolo Giovanni) mi avete visto cadere.. (Alcuni) ..no.. (Piccolo Giovanni) ..per le cose del mondo? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e così anche voi rimanete in piedi e siate convinti, siate coscienti che la Parola vi tiene sempre uniti al Padre, vivi, e vi fa camminare ed entrare per la Porta Stretta, figliuoli del mio Cuore, ma vi invito ancora ad ascoltare tutto quello che il figliolo Vincenzo vi dice, tutto ciò che esce dalla sua bocca perché è Parola di Dio come è la Parola che state ascoltando in quest'istante! Io parlo attraverso lo Strumento per volere del Padre e per amore della Cocciuta che si lascia usare anche nella sofferenza; e voi non potete neanche immaginare quante spade trafiggono il suo Cuore, non solo quelle che vedete quando gli vengono offerte dal Padre, le riceve attimo per attimo e non ne rifiuta una, per ognuno di voi, per l'umanità intera e per la Chiesa che vede crollare, per le Mura che cadono e che lei cerca di rialzarle! E solo con la santa sofferenza si possono mettere in piedi: cercatela, abbracciatela, tenetela stretta e non gettatela mai! La santa sofferenza è l'unica via che vi porta a salvare i fratelli, le vostre anime e i vostri cari, e arrivare a gioire nel Cuore del Padre! E come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e a portare tutti i vostri nemici dinanzi all'altare di Dio senza lasciare nessuno fuori della santa preghiera. Ma vi invito ancora a pregare per l'Uomo vestito di bianco! Pregate, pregate, pregate col cuore aperto, pregate col cuore squarciato com'è squarciato quello di Gesù per ognuno di voi, per l'umanità intera; e consolate Maria; e come Lei, curva a pregare, mettetevi anche voi curvi a pregare, figli, vivendo nella Pace, nella Quiete e nell'Amore dell'unica Verità: il santo Vangelo! E nella gioia di essere in mezzo a voi, nella mia famiglia, tra i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine, Io lascio scendere il mio Alito: l'Alito dello Spirito Santo su di voi e sull'umanità intera! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> accoglietelo e riempite i vostri cuori e donatelo ai vostri fratelli! Ma ora vi chiedo siete pronti? sono pronti i vostri cuori? sono disposti a ricevere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti e disposti a ricevere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo! Figli miei, ricordatevi che Io vedo e sento i sussurri di ognuno di voi; vedo e ascolto i cuori di ognuno di voi e lascio scendere ancora l'Alito dello Spirito Santo <3 colpi di tosse con 2 alitazioni>(*) prendo nelle mie braccia tutti i figli che si sono uniti a questa santa preghiera e i figli che mi avete portato nei vostri cuori, e, unito al mio Cuore c'è il Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria, del Bimbo che cresce, del confratello Domenico e del confratello Vincenzo! Preparate i vostri cuori per ricevere Gesù!(**) Ecco lo Sposo che avanza, preparate un posto per far abitare Gesù nei vostri cuori! Ecco il Banchetto vivo e reale in mezzo a voi!(*) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco, figli, Io mi sono donato ad ognuno di voi: sono venuto ad abitare nei vostri cuori! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli del mio Cuore!(*) (Giulia) mio Signore e mio Dio! Mio Signore e mio Dio!(*) Grazie di aver guardato il mio Cuore! Grazie per essere venuto ad abitare spiritualmente del mio Cuore! Fa che io non mi separi più da te e che viva solo per te, mio Sposo adorato!(*) (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen, figlia! (Giulia) Gesù, non lasciarci, rimani sempre con noi! Abbiamo appena mangiato e bevuto ma abbiamo ancora fame e sete: rimani! (Piccolo Giovanni) abito dentro di voi e ora ho sonno e voglio essere cullato: mi cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) com'è dolce riposare nei cuori di ognuno di voi! Almeno voi non abortite Gesù, ma cullatelo sempre come avete fatto in questo istante perché Gesù vi tiene sempre in braccio, vi ha abbracciati e vi ha portati sulla Croce e non ha lasciato nessuno dei suoi figli, non ha fatto alcuna distinzione, così anche voi non fate distinzioni tra i vostri figli e fratelli ma cullate Gesù oggi e sempre nei vostri cuori, e quando uscite dalla dimora del Padre non abortite Gesù: vi ama e vi invita a vivere la Parola, l'unica Verità; e invitandovi a vivere l'unica Verità vi invito a pregare con la preghiera che il Padre ci invita ad essere figli e a chiamarlo Papà: <canto del Padre Nostro - di Thurio> Padre Nostro che se nei Cieli, liberaci dal male! Padre Nostro che se nei Cieli, liberaci dal male! (il Padre) Amen, Amen, Amen, Amén! (Tutti) Amén!(*) (Piccolo Giovanni) gioite nell'amore, gioite nella Pasqua viva e crescete, crescete, figli del mio Cuore! Piccola Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora riceverai nel tuo Cuore un altro messaggio da consegnare al confratello Vincenzo: lo scriverai sempre il 4° giorno!(*) (Giulia) Giovanni, donami il tuo respiro!(*) Posso chiederti una cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) si, figlia!(**) (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre, e con l'unica Parola viva del santo Vangelo vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate in pace e portate a tutti l'amore e la pace che Dio ha lasciato scendere su di voi e sull'umanità intera! Vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è sempre dietro l'angolo, combattetelo con l'amore, figli! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora portando sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore!(*) Prendi nelle tue mani il Cuore del Padre e donalo!(*)  (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, coro di Angeli del mio Paradiso! Sia piena la vostra gioia perché il Padre vi ama tutti, ma vigilate e tenete sempre alto il santo Vangelo nell'amore, nella pace e nella quiete, figli! (Giulia) rimani con noi! (Piccolo Giovanni) sono sempre con voi, unito a voi nella preghiera! (Giulia) grazie!

 

 

        2. Giov 02/09/2004, ore 21.08, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*) Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa ancora una volta bevendo i miei Calici Misti(*) i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) Gioisci, figlia mia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, figlia! (Giulia) Gesù! Gesù, tu sei sempre nel mare di Sangue, ma in questo giorno, dietro di te vedo i 24 Sacerdoti(*) ma il tuo abito è sporco: è macchiato di Sangue, mentre gli altri sono bianchi, Gesù! (Gesù) vedi, figlia, il mio è macchiato di Sangue, e ogni macchia che vedi è un flagello che scenderà sull'umanità! (Giulia) Gesù, non posso far nulla? (Gesù) guarda i flagelli!(*) (Giulia) Gesù, posso dirli? (Gesù) prega soltanto, tienili nel tuo Cuore! Fai pregare i tuoi figli, l'umanità intera e in modo particolare i miei Figli Ministri! (Giulia) Gesù, sono tante le macchie sul tuo abito! (Gesù) non dire il numero, figlia mia, ma prega e immolati come tu sai fare nell'unico abbraccio e nel silenzio della mia Croce perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Ricordatelo, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, come straccio e serva inutile, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere in questo giorno! Tu puoi allungare le tue mani e far tutto nuovo; io consegno a te i figli che sono qui riuniti e i figli che hanno portato nel loro cuore; consegno nelle tue mani tutti i sacerdoti, il tuo figliuolo Vincenzo, come si raccomanda sempre “mettimi forte forte nel Cuore di Gesù e nel Cuore di Maria”; ti consegno il mio giglio! Gesù, in questo giorno metto nel tuo Cuore, se ne sono degna, me stessa, e grido forte “eccomi, Gesù”! (Gesù) ed Io rispondo Amen, Amen, Amen, Amen, figlia mia, ma ti invito ancora a guardare ma non spaventarti!(*) (Giulia) Gesù! Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) dì solo che vedi una Spada di fuoco! (Giulia) e il resto? (Gesù) tienilo nel tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) figlia! (Giulia) sì, Gesù, eccomi! (Gesù) vuoi accogliere la spada che hanno messo in questo istante nel Cuore di Maria? (Giulia) eccomi, Gesù! Posso metterla io, Gesù? (Gesù) questa ti verrà messa!(*) <Giulia soffre ma senza gridare> (Giulia) grazie, Gesù!(*) (Gesù) vedi, ora Maria abbraccia l'umanità e invita ognuno di voi, come Mamma, a pregare e a stare attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Voi combattetelo con l'amore: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli miei! Cocciuta del mio Cuore, dovrai soffrire ancora: a causa del mio Nome sarai perseguitata, ma il mio Amore è su di te, la Grazia del Padre è su di te, non fermarti, vai avanti! (Giulia) eccomi, Gesù!  (Gesù) col tuo “eccomi”, figlia, vuoi unire le tue mani alle mie? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) abbraccia i Chiodi unendo le tue mani alle mie per i figli della perdizione, ma guarda chi mette i Chiodi, figlia(*) e guarda anche i Chiodi(*): guardali! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi poggiano sempre per terra e il Sangue va a visitare tutti i figli: i figli che si sono uniti a questa santa preghiera e all'umanità intera! Come scorre il Fiume del tuo Amore, il Fiume della tua Misericordia, Gesù! (Gesù) ma anche il tuo Sangue è unito al mio, figlia, perché il Padre ti ha mandata per questo: ti ha mandata per abbracciare la Croce, e nell'abbraccio della Croce il Padre lascia scendere il suo Amore Infinito, e il tuo sì è pieno dal primo istante, figlia mia! Ed Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo in pienezza nei vostri cuori. Vivete la Parola, mangiatela e donatela i vostri fratelli, ma siate coscienti che tutto ciò che è vivo nella dimora del Padre, tutto ciò che avviene è Parola di Dio: ciò che i vostri occhi vedono, ciò che udite è frutto del Cuore di Dio, e non temete niente e nessuno ma camminate sempre nel Solco perché è lungo ed è profondo. E ricordate sempre, figliuoli: LA PORTA È STRETTA e per entrare nella Porta Stretta dovete distaccarvi dalle cose del mondo e vivere solo per Dio, amando, perdonando, usando carità verso tutti e non lasciare nessuno fuori della santa preghiera, avendo fede e rimanendo saldi sulla Roccia che è Dio. Vedete, la Cocciuta è seduta sulla Roccia del Padre, è in ubbidienza al Padre, e ciò che il Padre lascia nel suo Cuore voi camminate sempre tenendo alto il santo Vangelo e vivendolo nei vostri cuori! Chi di voi avrebbe gettato le reti dopo aver tanto lavorato? <si riferisce al Vangelo di oggi, giov. 22° sett. T.O./C Lc. 5,1-11 relativo alla pesca miracolosa> chi di voi avrebbe ascoltato? l'umanità forse ascolta? avrebbe risposto “sono stanco, vado a riposare”! Quando il Padre bussa ai cuori di ognuno di voi rispondete subito “ho da fare”, “ho i campi”, “ho altri progetti”, “devo preparare altre cose non ho tempo per ascoltare ciò che tu mi chiedi in questo istante”!(*) <Gesù sospira> Figli, tutto passa, solo la Parola rimane, solo la Croce vince, non potete portare nulla dietro di voi: i frutti delle opere che sono segnate con la Croce porterete! Vi affannate per le cose del mondo, vi affannate perché tutti guardino le vostre opere sulla terra! Ah, figli miei, com'è triste il mio Cuore nel vedere l'umanità che si perde! Pregate almeno voi: distaccatevi dalle cose del mondo e inchiodatevi alla Croce e non lasciatela, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) il Legno Vivo è poggiato sulle tue spalle: soffrirai ancora di più in questo tempo! (Giulia) eccomi, Gesù, come straccio dinanzi ai tuoi piedi! (Gesù) sei uno straccio candido: senza macchia! (Giulia) no, Gesù, sono sporca! (Gesù) lascia che sia Io a parlare: sei il Candido Lino che coprirà l'umanità con lo Shalom!(*) È un'altra goccia che è scesa in mezzo a voi! (Giulia) Gesù! (Gesù) il Parto è pieno, figlia, e l'umanità è ancora distante: raccoglila col tuo amore come tu sai fare! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento. Vengo a portare l'Alito dello Spirito Santo per riempire i vostri cuori! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> per dare la Pace, la Gioia e la Letizia che solo Dio può far scendere su di voi e sull'umanità intera! Ma vi invito sempre a tenere alto il Vangelo, a viverlo, a farlo mangiare e donarlo fresco ai fratelli e a gioire con l'unica Verità: con la Parola, figli miei! Ma in questo giorno avete gioito con la Parola? <giov. 22° sett. T.O./C Lc. 5,1-11> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) l'avete vissuta? vi siete accostati alla barca dove Gesù insegnava?(*) e chi avrebbe gettato le reti? e chi di voi vedendo le reti pieni di pesci avrebbe creduto, oggi, in questo istante?(*) Penso che non ci sia risposta!(*) Qualcuno avrebbe.. per non dire tutti, puntato il dito o mormorato “ma forse devo prendere con le mani e vedere se tutto questo è vero”(*) dopo aver lavorato, su una sola parola “allontanati, getta le reti”! Chi getterebbe le reti del mondo? chi di voi lascerebbe tutto e seguirebbe Gesù? “ho da fare”, “ho il mio lavoro”, “ho i miei impegni, non posso lasciare ciò che ho costruito con il mio lavoro, con i miei soldi, e seguire te”, “ora faccio quello che devo fare; quando sarò più grande di età mi fermerò.. mi fermerò e ti seguirò”......... i miei errori ..... come il confratello Domenico che pur vedendo di avere scritto sbagliato lasciava l'errore! Ma torniamo al Vangelo! Chi in pieno vive il Vangelo?(*) La Cocciuta ha visto delle macchie sull'abito di Gesù: quelle macchie sono flagelli che scenderanno perché c'è poca fede! Io parlo a voi e parlo all'umanità intera: dovete crescere nell'amore e nella fede poggiandovi sulla Roccia, se vi poggiate sulla sabbia vola via perché il nemico è astuto e usa ogni mezzo per confondervi e farvi cadere! Vedete, figliuoli, Io mi sono fermato in questo Luogo scelto dal Padre perché ho trovato l'ubbidienza, e la Cocciuta, per Amore di Dio, con il suo Cuore che arde per Dio, risponde sempre “eccomi”, come il figliuolo Vincenzo: il confratello, il suo “eccomi” è così pieno e così grande da abbracciare ognuno di voi e l'umanità intera, e Dio l'ha mandato e lo lascerà in mezzo a voi. Io ho segnato il Solco, lui camminerà ancora e voi lo seguirete perché conoscerete la sua voce che vi chiama “figli, venite dietro di me”! Non temete se non vedete più l'abito indossato dalla Cocciuta ma ubbidite al Padre: è l'ubbidienza che ama di più! <si riferisce all'abito di Suora Laica che Giulia ha dovuto indossare per ordine di Dio durante le apparizioni> Il tempo dell'abito è un mistero e una preparazione a ciò che deve scendere di più grande! I tempi che verranno neanche potete immaginarli, e i vostri occhi vedranno il Figlio di Dio e gli Angeli salire e scendere e portare i frutti che avete consegnato nelle mani del Padre! Io restando in mezzo a voi vi ho donato tutto il mio Amore e ve lo darò ancora attimo per attimo, ed Io rimango perché trovo l'ubbidienza nella Cocciuta, trovo l'amore verso il Padre! D'ora in poi ascoltate tutto ciò che esce dalla bocca del figliuolo Vincenzo perché è la mia Voce: è la Voce di Dio in mezzo a voi viva e reale perché Io non vi ho lasciato neanche un istante. Vi amo sempre e ardo perché vi voglio tutti salvi e santi a gioire nel Cuore del Padre! La Piccola Cocciuta porterà l'abito solo nel giorno del 24, come le Suorine porteranno il velo per consolare il Cuore trafitto di Gesù e di Maria! Quando i tempi saranno riempiti dei vostri “eccomi” e degli “eccomi” dell'umanità intera tutti sboccerete con gli abiti rosa perché sarete tutti “il fiore preferito da Dio”, ma sappiate che il giorno e l'ora li conosce solo il Padre, ed è Parola di Dio perché Io vengo in mezzo a voi ad indicarvi solo la Via del Vangelo: la Verità, e non vi sono altre verità, figliuoli! Sulla capanna di Marì e di Nicolè, in questi giorni il Padre lascia scendere i petali del suo Amore, ma Io, come Piccolo Giovanni, invito ad aprire ancora di più i vostri cuori al mio Amore, alla mia Verità, a lasciarmi crocifiggere per amore di ognuno di voi e dell'umanità intera. Siate coscienti di tutto questo! Dio È e non c'è nulla che possa riempire i vostri cuori all'infuori di Dio: RICORDATELO, figliuoli del mio Cuore! Anche tu ricordalo <si rivolge a Telesfore> e non dimenticare che lo Strumento viene usato dal Padre e ogni parola che esce dalla sua bocca esce dalla bocca di Dio, ma ti accarezzo sempre perché tu aspetti le mie carezze. E quando andiamo a potare, ricordati che sono sempre Io con te nella potatura! Hai capito bene? (Telesfore) sì, ho capito! (Piccolo Giovanni) vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Non temete: giorno 11 sarò con voi(*) <si rivolge a Marì e Nicolè. Giorno 11 si sposerà la loro figlia Antonella! ...> ad abbracciare e a benedire il mio fiore lasciando scendere il mio Alito! <3 colpi di tosse con un'alitazione> raccoglietelo da questo istante: vi servirà in questi giorni a voi e ad ognuno di voi, Discepoli, Colonne, Suorine del Cuore della Croce! Ora i vostri cuori sono pronti per ricevere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete accogliere Gesù spiritualmente dentro di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) distaccatevi dalle cose del mondo! Figli miei, preparate i vostri cuori perché Gesù è vivo e reale ed è in mezzo a voi e parla donandosi a tutti senza fare alcuna distinzione, ma ascoltate ogni parola che esce dalla bocca del confratello Vincenzo, perché Io abito nel suo Cuore come abito nel Cuore della Cocciuta! Ora mettetevi a disposizione per ricevere Gesù!(*) Il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi! Ecco lo Sposo che avanza: preparate i vostri cuori!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco, Io sono venuto ad abitare in ognuno di voi spiritualmente! Non abortitemi quando uscite fuori; fate sbocciare sempre di più la mia Pasqua perché è viva e abita dentro di voi, è piena perché Io mi sono donato nella pienezza della Croce! Figliuoli del mio Cuore, vivete questa Pasqua, non gettatela via, e non gettate via la santa sofferenza: è l'unica via e per arrivare a gioire nel Cuore del Padre! Ed Io vi ho amato e vi amo così tanto da abbracciare sempre il Legno della Croce, e come Agnello mi immolo attimo per attimo per donarvi la vita eterna, figli miei!(*) (Giulia) Mio Signore, mio Dio! Mio Signore, mio Dio! Mio Signore, mio Dio!(*) Il mio Cuore si era seccato: tu mi hai ridonato vita! Ah, mio Unico Bene donami sempre l'Amore che hai lasciato scendere in questo istante, e permettimi, Gesù, di portarti a tutti i figli perché tu salendo sulla Croce non hai lasciato nessuno! Fa’, Gesù, che io mi sappia donare come te, fa’ che io viva solo per te, mio Unico Bene!(*) (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amén! (Tutti) Amén!(*) (Piccolo Giovanni) è bello vedere i vostri occhi raggianti dell'Amore del Padre! Non distogliete lo sguardo dalla Croce e mangiate e bevete sempre Gesù, figli miei! Ora, Gesù capriccioso ha sonno: lo fate riposare? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) di mamma Rosa? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) aspetto: <canto della Ninna Nanna> grazie, figliuoli del mio Cuore, ho riposato bene e gioisco nei cuori di ognuno di voi, dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera e dei figli che mi avete portato nei vostri cuori, ............... Figli miei, vi invito ancora a pregare! Pregate per i flagelli! Pregate per l'Uomo vestito di bianco! Siate la famiglia di Dio: amatevi gli uni gli altri perché nella dimora del Padre deve regnare solo amore, la pace e la letizia: così si vedranno i frutti che portate sulle vostre spalle! Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua, figli miei!(*) Ora, prima di ritornare al Padre preghiamo con la preghiera che il Padre ci ha donato:  <canto del Padre Nostro - di Timparelle> Padre, non ci abbandonare ma liberaci dal male e così sia!(*) Ricordate sempre, figliuoli, che Dio È e prostratevi solo dinanzi alla Croce, dinanzi al Padre, e ricordatevi che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno e parlo attraverso lo Strumento per volere del Padre come parla il figliuolo Vincenzo! Figli miei, è Parola di Dio ed Io come Sacerdozio mi inchino dinanzi alla Parola del Padre, e inchinandomi Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate nella Pace di Dio e portatela ai vostri fratelli ma state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli, l'umanità intera, perché dovrai ancora soffrire! Ma tu gioisci quando Gesù si poggia sulle tue spalle! (Giulia) Giovanni, ti amo! Ti amo! Poggia sempre la Croce sulle mie spalle ma nel Cuore ti chiedo un'altra cosa!(*) Grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vi lascio il mio Sigillo: il Bacio del Piccolo Giovanni, custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari(*) che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore!(*)  (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, vi aspetto e vi offro il mio Cuore: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli benedetti, andate in pace rimanendo uniti nella preghiera! (Giulia) come sei bello!(*) come sei bello!

 

    Appena finita la preghiera, poco prima di mezzanotte, Giulia racconta un suo ricordo personale di don Mario:

Parla Giulia: Io vorrei ricordare solo una cosa: sono passati 3 anni.. <in effetti sono 4 anni perché Giulia si riferisce alla data del 02/09/2000> oggi 2<settembre> che io e Pasquale siamo andati per l'ultima volta a casa di don Mario, prima di salire in Cielo, perché doveva festeggiare la mamma Rosa e il papà Francesco. "Dobbiamo andare al ristorante a fare festa perché ho celebrato la messa per i miei genitori", ed è stata l'ultima volta che noi siamo andati <a casa di don Mario a Lauria>, prima che Lui ha bussato tanto per tornare a Casa dal Papà. Ma quell'ultima volta non c'è mai stata, perchè Lui non è mai morto ma è Nato: è nato nei nostri cuori e in modo particolare nel mio, e finché Gesù mi tiene in mezzo a voi io non finirò mai di dire "grazie, Papà", perché lo chiamavo così, e ultimamente mi diceva "Io sono tuo figlio, mi vuoi adottare?": Papà, Figlio mio, Gesù mio

 

 

          3a. Giov 09/09/2004, ore 21.18, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*) Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, che curva prega e tiene il velo! Ma chiedo ad ognuno di voi di essere Mamme come Maria, di stare curvi e di tenere il velo con la preghiera in umiltà, figli. Io chino il capo perché i flagelli scendono sempre di più perché non ci sono più mamme: siate Mamme della Croce, rimanete come Maria ai piedi della Croce curvi chiedendo al Padre lo Shalom, figliuoli, e vi invito ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per confondervi. Allargate le braccia e amate, amate senza misure come scende il mio Amore in mezzo a voi e nell'umanità intera, perché Io sono Padre e amo tutti i miei figli senza fare alcuna distinzione! Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia mia, guarda ancora ma non spaventarti di ciò che vedi! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù, sei ancora nel mare di Sangue e il tuo abito è ancora macchiato di Sangue!(*) Ma in questo giorno anche i 24 sacerdoti hanno l'abito macchiato di Sangue! Gesù! Gesù!  (Gesù) vedi, figlia, riesci a contare le macchie di Sangue? (Giulia) no, Gesù! (Gesù) guarda il numero ma non dirlo(*) e guarda le barche! (Giulia) Gesù, le barche sono piene! (Gesù) non dire chi c'è nelle barche, figlia! Prega, immolati come tu sai fare e fai pregare i tuoi figli! Prega per tutti i miei Figli Ministri, nel silenzio e nell'abbraccio della Croce, la Croce che il Padre ti ha consegnato, figlia del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! Come sempre io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere in questo giorno, i figli che sono qui riuniti nella tua dimora, i figli che si uniscono e tutti quelli che portano nei loro cuori; ma come sempre, Gesù, metto nel tuo Cuore le mie pietruzze: i sacerdoti, e metto nel tuo Cuore il figliuolo Vincenzo.. e questa sera mi ha chiesto che vuole cambiare totalmente, ma io non riesco a capire cosa vuole cambiare perché tu conosci il suo Cuore, e abitando nel suo Cuore, è “l'eccomi” che lui grida. Gesù, metto nel tuo Cuore il giglio: fa che rimanga aperto com’è in questo istante e perdonami, Gesù, se io mi degno di dirti questo: sporco anche le parole che ti offro ma se servo usami come straccio per pulirle e consegnarle nel tuo Cuore! Gesù, donaci sempre alla tua Luce, la tua Parola viva e non lasciarci perché io ti amo e anche i miei figli ti amano! Io ti amo quando mi offri i Dolori, Gesù, è così fa con i miei figli!  (Gesù) Cocciuta Divina del Cuore della Croce: Amen, Amen, Amen! Ora vuoi amarmi? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) puoi abbracciare ancora i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda chi mette i Chiodi e guarda anche la mia intenzione! (Giulia) eccomi, Gesù(*) sono pronta: abbracciami forte e tienimi sempre abbracciata ai tuoi Chiodi, Gesù!(*) <1º grido>(*)  (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi poggiano sempre per terra e il Sangue scorre bagnando tutti i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome!(*) (Gesù) è bello accarezzare i miei figli, ma nessuno accarezza me! L'umanità è sorda ed è cieca al grido del Parto! (Giulia) Gesù, posso accarezzarti?(*) non ti faccio male con i Chiodi? le mie mani sono sporche, Gesù! (Gesù) avvicinati e accarezza perché Io voglio le carenze di ognuno di voi. E le tue mani non sono sporche, ma bagnate del Sangue!(*) Ed Io ora accarezzo te(*) e accarezzando te accarezzo i tuoi figli e l'umanità intera!   (Giulia) Gesù, come è dolce sentire le tue mani, ma anche i miei figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine hanno sentito? (Gesù) non temere, Io vi accarezzo attimo per attimo, Sposa del mio Cuore! (Giulia) com'è grande.. com'è grande il tuo Amore, Gesù: noi che siamo così cattivi e tu ci doni attimo per attimo queste carezze! (Gesù) si, figlia, fatelo anche voi: amatevi gli uni gli altri e vivete in pieno la Parola perché Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per fare festa; e ricordate: il Solco è lungo ed è profondo; figli, non dimenticate: “chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua” perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna e l'ho fatto e lo faccio ancora per amore, così anche voi seguitemi amando come Io amo senza voltarvi indietro, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, posso chiederti alcune cose nel Cuore? (Gesù) lo puoi fare in ogni in attimo: fallo anche adesso! (Giulia) grazie, Gesù!(*) grazie, Gesù! (Gesù) figlia mia, ti invito ancora a pregare e ed abbracciare tutto quello che il Padre vuole dal tuo Cuore: verranno giorni pesanti! (Giulia) eccomi, Gesù: ciò che vuole il Padre io l'abbraccio e lo stringo al mio Cuore! Donatemi sempre il vostro respiro! (Gesù) guarda, figlia!(*) non dire ciò che vedi(*): è quello che dirai nel giorno della Festa della Dimora! <=il prossimo 11 ottobre, 6° anniversario dell’inaugurazione della Stanza di Gesù e della grande Processione della Croce> (Giulia) sì, Gesù, eccomi! (Gesù) ora vi chiedo ancora una volta di vivere la Parola e di tenerla alta, figliuoli del mio Cuore, e vi chiedo ancora: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Per volere del Padre sono ancora qui in mezzo a voi a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi a tenerlo sempre alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre e per amore dello Strumento. Per voi sembra una ripetizione: “Dio che viene a ricordare ai suoi figli la Parola”, perché l'umanità ha dimenticato di avere un Dio, di avere la Parola viva, fresca, e può mangiarla attimo per attimo. Cosa mi dite della Parola di questo giorno? <giov. 23° sett. T.O./C Lc. 6,27-38> è piccola o è grande? (Tutti) è grande! (Piccolo Giovanni) e chi in questo giorno l'ha messa in pratica?(*) chi di voi e i figli che non sono riuniti della dimora? chi ha dato la tunica? chi ha dato la guancia? chi ha mangiato la Parola oggi? chi ha fatto al fratello ciò che desiderava avere lui? Questo è mangiare il Pane fresco, è vivere, è crescere nella Parola di Gesù, nella Parola del Padre, è osservarla, amarla, farla conoscere, è distaccarvi dalle cose del mondo ed essere vigilanti quando Dio parla in mezzo a voi! “È bello ciò che Gesù e ciò che Giovanni hanno detto in questo giorno”, ma quando si esce fuori quel Pane viene abortito, quel Gesù viene gettato, quella Parola non la ricordiamo più perché il mondo ci porta via. E cosa ci rimane? Dio che viene a portarci il Pane fresco! “Ma Io che faccio? punto il dito verso il fratello!”. “È giusto quello che è avvenuto? viene da Dio? è Pane quello che sta scendendo?”.. (Mosè) ..si.. (Piccolo Giovanni)..è Parola ciò che esce dalla bocca di Dio?”, perché Dio si serve dello Strumento e ciò che esce dalla bocca di Dio viene anche donato dalla bocca della Cocciuta, perché lo Strumento viene usato in pieno, ma Io vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni in mezzo per farvi cadere e dubitare della Parola di Dio che è viva, è reale, è in mezzo a voi, e l'avete appena ascoltata e la state ascoltando ancora perché Dio non si ferma di parlare, ed Io vi invito sempre ad ascoltare ogni parola che esce dalla bocca della Cocciuta, ogni parola che esce dalla bocca del confratello Vincenzo! Dio ha lasciato scendere la rugiada in mezzo a voi e voi ancora non potete vedere con i vostri occhi ciò che il confratello sta compiendo, come non avete visto ciò che ho operato Io ed è in mezzo a voi; ma i tempi li conosce solo il Padre, voi dovete solo pregare, aprire i vostri cuori e rispondendo sempre “eccomi”! Vedrete molti fiori portare nelle mani del figliuolo Vincenzo come li ho portati Io, ma vi chiedo di pregare per lui: sarà perseguitato come sarà perseguitata la Cocciuta e ognuno di voi, perché il Sole di Fatima è nelle mani del figliuolo Vincenzo! Dovete avere fede e rimanere saldi sulla Roccia del Padre. Vedete Dio e la sua dimora, Dio e i suoi discepoli, le sue Colonne, le sue Suorine, Dio che porta i suoi Figli Ministri a lavorare, a camminare nel Solco e per salvare l'umanità, Dio che si ferma e parla ad ognuno di voi, al cuore di ognuno di voi per donare tutto l'Amore che il Padre lascia scendere, ai fratelli e all'umanità; Dio che vi fa a lavorare e voi raccogliete la Parola, ma il nemico è sempre dietro l'angolo a farvi dubitare della Parola di Dio! Ma cosa ricordate della Parola appena sfornata? e chi di voi l'ha messa in pratica in questo giorno? Capriccioso come sempre, vi dico che la Cocciuta aveva paura a leggere il Vangelo, non perché non era Pane, non perché non era Parola di Dio, aveva paura di sporcare quel Pane e di stare dinanzi alla Parola pensando “oggi Io ho fatto quello che Gesù ora mi fa leggere?”, ve lo siete chiesto venendo nella dimora? “Vado ad incontrare Gesù, cosa gli porto? Lui mi dona il Pane fresco, Io cosa porto?” Dio non vuole molto, Dio vuole i cuori aperti: chiede poco, “eccomi, Papà, pronto per mangiare il Pane di questo giorno!”, ed Io sono pronto a donarvi l'Alito fresco di questo giorno! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> accoglietelo nei vostri cuori e donatelo ai vostri fratelli! E ora vi dico ancora qualcosa del figliuolo Vincenzo, del confratello!(*) Le sue sofferenze e i suoi dolori sono uguali ai miei!(*) Ma vi dico ancora: non avete visto dinanzi ai vostri occhi chi il Padre ha mandato quando ero in mezzo a voi, e lo sono anche adesso, e quando è arrivato il confratello Vincenzo non avete visto neanche! Vi invito a guardare, vi invito sempre ad inchinarvi dinanzi a lui come il Padre diceva di farlo dinanzi al Piccolo Giovanni! Vedete, figli, il Padre vi sta preparando ai tempi che scenderanno, ai tre giorni di buio che scenderanno sull'umanità! Oggi in mezzo a voi c'è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, il Cuore Immacolato di Maria, il confratello Domenico, il confratello Vincenzo, ma presto verranno giorni che in mezzo a voi ci saranno altri confratelli; non conoscete né l'ora e neanche il giorno ma il Padre vi prepara a tutto questo ed Io vi dico di non spaventarvi, di ascoltare la Parola e di viverla e di abbracciare il peso della Croce che il Padre poggerà su di ognuno di voi perché siete stati scelti e sigillati uno ad uno. Sorrido perché so che non potete comprendere il mistero vivo e reale che è già in mezzo a voi. Vi ripeto ancora: abbiate fede, abbiate fede, abbiate fede, figli miei, Pargoli del mio Cuore, e pregate sempre per l'Uomo vestito di bianco e non gettate via il Pane che Dio vi dona, figliuoli, ma preparate i vostri cuori all'incontro dello Sposo che viene a donarvi il suo Amore. Io vi dono ancora il mio Alito <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> e vi invito a pregare per tutti i figli che non accolgono il Pane dei Cieli! Ora siete pronti? i vostri cuori sono pronti per ricevere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete accogliere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non siete stanchi? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori, distaccatevi dalle cose del mondo e accogliete Gesù che cerca i vostri cuori per fare festa, figli!(*) Preparatevi perché lo Sposo è qui, è in mezzo a voi, e il Banchetto è pronto. Dio non fa alcuna distinzione, venite tutti! Ecco lo Sposo che avanza: Spose, preparatevi per lo Sposo!(*) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco, figliuoli, la mia Pasqua è piena ed è risorta perché Io sono venuto ad abitare nei cuori di ognuno di voi, nei cuori dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera e ai figli che avete portato nei vostri cuori! La mia gioia è piena: sia piena anche la vostra gioia perché Dio vi ama! (Giulia) Mio Signore, mio Dio! Mio Signore, mio Dio! Mio Signore, Figlio mio!(*) Tu sei venuto ad abitare nel mio Cuore: quale Tesoro più grande il Padre poteva donarmi? Sei tu il mio Tesoro, sei tu il mio unico Amore! Non permettere che io mi separi da te, Gesù, ora che abiti del mio Cuore!(*)  (Piccolo Giovanni) avete gustato l'Amore di Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non abortite il Gesù che abita dentro di voi, quando uscite fuori dalla dimora, e non distraetevi ma rimanete legati a Gesù che parla ed è vivo in mezzo a voi! Ora Io avrei sonno e sto bene nei vostri cuori, ma vi chiedo se mi cantate ancora la Ninna Nanna! (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore! È dolce riposare nei vostri cuori! È dolce sentire il calore del vostro amore! Rimanete sempre piccoli: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto per gioire nel Cuore del Padre e rimanere sempre dinanzi ai suoi occhi! ............... E ora vogliamo ricordare ancora una volta ai nostri cuori la preghiera che il Padre ci ha insegnato.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..e cantarla? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) ma cantarla secondo le intenzioni di Dio, e l'intenzione di Dio è chiedere ai vostri cuori di fermare i flagelli! E rivolgendoci al Padre apriamo i cuori, perché solo aprendo i cuori, amando e rimanendo saldi nella fede possiamo fermare i flagelli e operare miracoli, rivolgendoci al Padre e al Pane vivo che scende dai Cieli! <canto del Padre Nostro - di Timparelle> Padre di Misericordia Infinita, guarda benigno i figli che sono qui riuniti, e nella tua Misericordia non abbandonare l'umanità! (il Padre) Figlio, io vi amo e non vi abbandonerò mai perché il mio Amore non ha misure! L'umanità mi sputa in faccia ed Io elargisco sempre di più il mio Amore! L'umanità mi calpesta ed Io elargisco sempre di più il mio Amore! L'umanità mi chiude la porta ed Io allargo sempre di più il mio Cuore dicendo “Amen, Amen, Amen, Amen”! (Piccolo Giovanni e tutti noi) Amén! (Piccolo Giovanni) è bello ascoltare questo Amén pieno! Figli miei, nell'abbraccio della Croce Io ora vi saluto rimanendo sempre unito nella preghiera. E rimanendo sempre nel Cuore della Cocciuta e del confratello Vincenzo, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Crescete nell'Amore di Dio e donatelo ai fratelli! Vi invito ancora a pregare per il mio popolo perché Io chino il capo e piango sul mio popolo!(*) Ma stringo le mani ad ognuno di voi: popolo mio, camminate sulla via del Vangelo, tenetelo alto e non lasciatelo, figli! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) guarda quante spade il Padre ha preparato per te(*) ma non ti saranno consegnate in questo giorno! (Giulia) eccomi, Giovanni, anche adesso! (Piccolo Giovanni) il Padre sa quando donarle al tuo Cuore! Vai avanti e non fermarti! Cocciuta del Cuore della Croce, ora gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari(*) che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi! Figlioli del mio Cuore, vi invito sempre a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore e usate l'Amore di Gesù, figli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore, rimanete uniti nella preghiera perché Io sono con voi, non vi lascio! (Giulia) grazie!

 

 

 

           3b. Giov 09/09/2004, ore 23.41, Stanza more solito

    Appena finita la preghiera della via Crucis, improvvisamente Giulia si accascia a terra coricandosi sulle spalle e posizionando le mani e i piedi in crocifissione ed entrando nuovamente in estasi.

Ecco il messaggio:

(la Resurrezione / la Croce) Non temete, sono Io: la Resurrezione, la Croce, il Legno che vi da la vita eterna. Ecco il Segno che Dio dona all’umanità, ai suoi figli, al popolo che ama! Figliuoli miei, sono Io la Resurrezione: il Pastore che guida le sue pecore per condurle all'ovile della Gioia Eterna! Vi porto ad uno ad uno sulle mie spalle e portandovi accarezzo i vostri cuori unendoli al Cuore della Croce! Ecco, il Padre ha mandato in mezzo a voi la Croce, ma nessuno accoglie la sua Croce! Fermatevi e guardate il Tesoro di Dio, fermatevi e abbracciate la Croce che vi porta la salvezza! Figli miei, Dio parla e guarda i vostri cuori; Dio parla e ascolta i vostri sussurri; ma siate pronti e preparati perché Dio non deve chiedere l'ordine a nessuno: può parlare in ogni istante, come in questo attimo! Voi vedete la Cocciuta ma è Gesù in Croce perché vi ama, e in questo attimo sta abbracciando un flagello!(*) Pregate, figli, pregate, pregate perché la Cocciuta per un po' rimarrà abbracciata alla Croce! Non temete! Vi sigillo col mio Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! <Giulia rimane a terra esanime per molti minuti inchiodata alla Croce> (***) (Giulia) perché hai tolto i Chiodi, Gesù?(**) (Gesù) preparati, figlia, a ricevere la Lancia!(**) <Giulia soffre in silenzio ma non emette alcun grido> (Giulia) Gesù!(*) Gesù(*) copri col Sangue i Grandi del mondo affinché i loro occhi vedano il tuo Amore!(*) Usami quanto vuoi abbracciata alla Croce!(*) (Gesù) ora abbraccia i tuoi Cari, figlia, e lodate il Padre per tutto quello che vi dona! (Giulia insieme a tutti gli altri) Lode, Lode, Lode, Lode, lodato sempre sia il santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria! Amen, Amen, Amen, Amen! <dopo questa crocifissione Giulia ha chiesto acqua perché aveva molta sete>   

 

 

 

          4. Mar 14/09/2004, ore 07.00, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

parla Giulia: vedevo Gesù e la Croce!

(Gesù e la Croce) vieni, figlia mia, sono Io il tuo Gesù, la tua Croce! (Giulia) se sei tu glorifica il Padre (Gesù e la Croce) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen! (Gesù) vieni, figlia, abbracciati alla Croce con me! Vieni all'Unica Fonte: per me è stata preparata e con Lei Io sono stato innalzato, ed Io la offro alle mie Spose, ai figli che mi amano! Croce del mio Cuore, Cocciuta del Legno santo, non temere: il Padre ti ha scelta e mandata e nessuno può cancellare la Parola. Vai avanti e prega in questo giorno per i tre giorni di buio. Dì al Figlio Vincenzo di pregare e di tenere alta la Croce, di unire le Mura perché non sono più unite. Vi amo, figli del Legno santo, e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

 

          5. Mer 15/09/2004, ore 07.00, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

(l’Addolorata) vieni, figlia mia, sono Io la tua Mamma! (Giulia) se sei tu glorifica il Padre (l’Addolorata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen! Figlia, sono Io la tua Mamma Addolorata e il mio Cuore è trafitto dalle spade del mondo! Anima mia, non scoraggiarti. Vedi, com'è solo Gesù anche tu sei sola! Figlia mia, non dimenticare il tuo primo messaggio: prega come il Padre ti ha comandato! Io sono addolorata per l'umanità e anche tu lo sei, ma vedi, figlia, Gesù ti ama! (Giulia) sì, Mamma, ma io nel Cuore ti chiedo sempre una cosa! (l’Addolorata) sì, figlia, lo so; oggi offri questo al Padre e pregate per la conversione dei cuori che non cercano Gesù. Vi benedico col mio Cuore di Mamma. Amen, Amen, Amen, Amen! Bacio col mio Cuore il figliuolo Vincenzo: digli che le spade che trafiggono il mio Cuore sono le Mura della Chiesa di Roma! Prega, figlio mio, e consola sempre il Cuore di Gesù che viene nel mistero del Cuore della Cocciuta! Ancora non potete capire cosa racchiude il suo Cuore, ma presto Dio parlerà attraverso di lei! Come sempre ti benedico, figlio mio, Io sono la Mamma Addolorata del Cuore della Croce! Amen, Amen, Amen, Amen!

 

 

         6a. Giov 16/09/2004, ore 21.08, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*) Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite, Spose amate del mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci ancora nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) Gioisci, Sposa del mio Cuore, nell'abbracciare ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Sposa del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta con i Dolori vivi del mio Parto; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nel silenzio e nell'unico abbraccio della mia Croce viva, nel tuo Cuore, figlia! Ora guarda, figlia mia!(*) (Giulia) Gesù, cammini ancora sul fiume di Sangue e il tuo abito è ancora macchiato di Sangue, ma dietro di te ci sono ancora i 24 sacerdoti, ma, distaccati da un passo, c'è una marea di gente! (Gesù) riesci a contare? (Giulia) no, Gesù, anche se vorrei farlo non riuscirei! (Gesù) guarda, figlia!(*) (Giulia) Gesù, perché il tuo abito è macchiato? (Gesù) per i flagelli, figlia: siete in pochi a pregare! Io parlo a voi che siete qui riuniti e parlo al mondo intero: in pochi pregate per fermare i flagelli! Non fermatevi a guardare la pace che cercano di portare i Grandi del mondo: invocate la pace di Dio e pregate per i Grandi del mondo che aprano il cuore alla Parola del Padre, al Pane vivo che scende dai Cieli! (Giulia) Gesù, cosa posso fare? (Gesù) figlia, sei uno strumento ed Io ti uso: mi hai donato il tuo “eccomi” e il tuo corpo è un flagello, ma non ti fermi di offrirti! (Giulia) se serve qualche altra parte del mio corpo, usala, Gesù! (Gesù) chino il capo dinanzi al tuo amore e chiedo ad ognuno di voi e all'umanità intera di amare! Amate! Figli,con l'amore si combatte l'odio, e se unite il vostro amore in pienezza nel Cuore del Padre potete fermare i flagelli! Vi invito ancora, figli, a stare attenti al nemico: è astuto e usa i banchetti del mondo per farvi cadere nella sua falsa luce. Vivete in povertà: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto ma amando; solo con l'amore potete combattere il nemico e far brillare i vostri cuori alla presenza di Dio, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, insegnaci ad amare; rapisci i nostri cuori e insegnaci ad amare come tu ami ognuno di noi, anche quando trafiggiamo il tuo Cuore e non siamo puliti per stare dinanzi a te, Gesù! (Gesù) figlia, vi ho scelti uno ad uno e vi porto il mio Amore nella dimora viva; vi uso come strumenti della pace: aspetto solo “l'eccomi” pieno! (Giulia) Gesù, posso risponderlo da parte di tutti?: ECCOMI, GESÙ! (Gesù) figlia, allargo le braccia e aspetto il tuo.. (Tutti) ..eccomi.. (Gesù) ..abbraccio e l’eccomi pieno! (Tutti) ECCOMI! (Gesù) Amen, Amen, Amen, Amén! (Tutti) Amén! (Gesù) il mio Cuore è gioioso nel vedere la mia famiglia camminare nell'Amore del Padre! Ma vi chiedo ancora una volta di stare attenti al nemico: sia questo “eccomi” “l'eccomi” pieno! Figli, pregate, pregate per l'Uomo vestito di bianco; figliuoli, sia la vostra preghiera l'unico vivere giorno per giorno! Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciarli per i Grandi del mondo? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) guarda i Chiodi e guarda chi li mette, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù, come vorrei tenere nel Cuore questo grido, ma sia fatta la tua non la mia volontà!(*) (Gesù) è il Parto, figlia! <1º grido>(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, ho guardato i Chiodi e ho guardato anche chi li ha messi. Il Sangue scende sempre per terra e visita tutti i figli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono al tuo dolce incontro e i figli che portano nei propri cuori. È bello.. è bello il tuo amore, è bello abbracciare i Chiodi e poter donare ai fratelli e ai figli il tuo Sangue, Gesù! (Gesù) unito al tuo, figlia! (Giulia) Gesù, tu sei tutto, io sono solo uno straccio, pronta a pulire se tu vuoi! (Gesù) sei il mio straccio candido dove Io lascio scendere il mio Sangue, figlia del mio Cuore, ma ti chiedo ancora in questo giorno: vuoi accogliere la spada che hanno messo nel Cuore di Maria? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) sei pronta? (Giulia) sì, Gesù!(*) <Giulia ansima ma non grida> grazie! grazie, Gesù!(*) (Gesù) guarda, figlia, guarda i figli che in questo giorno, come dono a Maria, hanno offerto una spada!(*) (Giulia) Gesù, tu sei Misericordia Infinita e Maria ama i figli! (Gesù) è l'amore del Cuore di Maria e del mio Cuore che ferma il velo! è il tuo amore, Cocciuta, che accoglie le spade! (Giulia) Gesù, io non sono nulla dinanzi ai vostri cuori, dinanzi al vostro amore! Noi trafiggiamo e voi cancellate con l'amore! Ah, Gesù, fa che ognuno di noi sappia amare come amate voi! (Gesù) aprite i vostri cuori! L'umanità intera deve aprire i cuori e amare: così diventerete come il Cuore di Maria e come il mio Cuore, e regnerà solo la pace, l'amore e la letizia, figli! Ed Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, dicendovi sempre di tenerlo alto e di viverlo nella pienezza dei vostri cuori, e vivere il Vangelo è essere discepoli della Parola; ma ricordate: la Parola è una sola e viene dal Cuore di Dio e niente e nessuno può cancellarla! Imparate a mangiarla fresca, viva, così com'è in questo istante dinanzi a voi, figli miei, ma vi invito ancora ad essere famiglia, ad essere amici come Io sono il vostro fratello, il vostro amico, ed essendo amici si abbraccia e si dona tutto l'amore senza tenere nulla da donare come Dio vi dona tutto, perché siete figli. E così anche voi dovete donare tutto e vivere in pieno il santo Vangelo senza scartare nulla e nessuno, figli miei! Ma vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici dinanzi l'altare. E ricordate sempre: non dubitate della Dimora del Padre. Dio l'ha preparata per ognuno di voi ma il Sole di Fatima è stato consegnato nelle mani del figliuolo Vincenzo, ed Io vi invito sempre ad inchinarvi dinanzi a lui e a pregare perché il Padre lo ha mandato e presto scoprirete il suo Cuore, ma ascoltate sempre ogni parola che esce dalla sua bocca! E ricordate: il Sacerdozio è Dio, non puntate il dito e non giudicate Dio, figli, ma state attenti al nemico che getta il suo fumo per confondervi. L'amore: usate l'amore per combatterlo e aprite i vostri cuori a tutto ciò che il Padre lascia scendere in mezzo a voi! Altri gigli e altri doni scenderanno: accoglieteli con amore perché è Dio a far scendere la rugiada, perché il Parto è pieno ed è in mezzo a voi, figli miei! Tu, Piccola Cocciuta, tu, figliuolo Vincenzo, dovrete soffrire ancora e sarete ancora perseguitati a causa del mio Nome; ma non temete, l'amore e la grazia di Dio è su di voi e i vostri cuori ardono dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi a gioire con i miei figli, col mio popolo, con la mia famiglia; a portare la gioia della Parola viva del santo Vangelo! E oggi la Parola vi fa un po' riflettere:  quando molto volentieri si punta il dito e molto facilmente si condanna! <giov. 24° sett. T.O./C Lc. 7,36-50> Ah, figli miei, quanto poco si ascolta la Parola di Gesù e quanto tempo si dedica al nemico nell'ascoltare i rumori, nel raccogliere il suo fumo, nel camminare sulla via larga! Ebbene, figli, chi oggi mi ha invitato nella propria casa? chi ha preparato un pranzo per Gesù? chi mi ha offerto l'acqua per lavarmi i piedi? chi ha portato del profumo per bagnare il mio capo? e chi è pronto a giudicare una figlia che in questo tempo è sulle strade? Tutti, il mondo intero punta il dito senza fermarsi ad ascoltare il giudizio di Dio! “Ecco, questa donna non fa altro che baciarmi e voi non mi avete dato un bacio. Questa donna non fa altro che lavarmi i piedi con le sue lacrime e voi non vi siete degnati neanche di far scendere una lacrima. Questa donna, con i suoi capelli, mi sta asciugando, e voi e neanche vi fermate ad asciugare i miei sudori”, ma pronti a dire “se questo era un profeta avrebbe capito che donna è”. E il mondo, l'umanità, lo fa attimo per attimo: puntare il dito! E Gesù che è Amore Infinito, guardando la creatura “va, la tua fede, il tuo amore, ha cancellato il tuo peccato”. Chi di voi è pronto a perdonare come Gesù? chi di voi non direbbe “Io non mi avvicino a quella donna” mentre Gesù l'ha amata lasciandosi bagnare i piedi e asciugarli, e lasciare versare il profumo! Che lezione! Dove si trova l'amore? in quale cuore si trova l'amore pieno? Chi può rispondermi a voce alta?(*) nessuno!(*) Chi di voi non ha puntato il dito verso una creatura che Dio va a raccogliere come la pecorella smarrita lasciando le 99 e va a prendere quella che è ferita per curarla e amarla?(*) Come sono i vostri cuori adesso? feriti? grondanti di sangue? Avete compreso il Vangelo di questo giorno? l'avete vissuto? Imparate ad amare come ha amato quella creatura, così saranno perdonati i peccati dell'umanità intera! Ed Io lascio scendere il mio Alito d'amore su di voi e sull'umanità intera! <3 colpi di tosse con un'alitazione>(*) Ecco, figli, cosa dovete fare: imparare ad amare(*) imparare ad amare come ama la Piccola Cocciuta, come ho trovato il suo Cuore e ho messo il mio Sigillo di Sacerdozio vivo ed eterno!(*) (Giulia) Giovanni, in questo giorno io metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze: i sacerdoti, e come sempre il figliuolo Vincenzo chiede di metterlo nel Cuore di Gesù e nel Cuore della Mamma. Metto nel Cuore della Croce tutti i figli che sono qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Piccolo Giovanni) ed Io rispondo Amen, Amen, Amen, Amen, portandoli nel Cuore del Padre, figlia mia. Ma non temere: cosa mi devi dire, Cocciuta del Cuore della Croce? (Giulia) Giovanni, devo chiederti cosa dobbiamo fare della tua casa: dobbiamo tenerla o regalarla? (Piccolo Giovanni) figlia, ciò che Io ho scritto è Vangelo, e il Vangelo vivo rimane nelle tue mani perché Io la mia casa l'ho messa nelle tue mani e tu conosci bene il progetto che il Padre vuole che si adempia nella mia umile casa! (Giulia) Giovanni, perdonami se te lo chiedo ancora: la devo tenere io? (Piccolo Giovanni) si, figlia, l'ho messa nelle tue mani e nelle tue mani rimarrà come il Padre ha scritto! Il Vangelo è uno e ciò che Io ho scritto è Vangelo e niente e nessuno può cancellarlo: non dimenticarlo, figlia mia! Non abbiate timore ma andate avanti e fate sbocciare il fiore che Dio ha messo nella mia umile capanna! Figliuolo Vincenzo, confratello del mio Cuore, Dio ha scelto te per portare avanti il Solco e camminare tenendo alta la Croce e ognuno di voi camminare dietro Gesù portando sulle proprie spalle il Legno vivo della Croce. Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua: ma non spaventatevi, sarete perseguitati a causa del Vangelo, a causa di Gesù, ma chi vince è la Croce, figliuoli del mio Cuore!(*) <si rivolge a Telesfore> Tu aspetti sempre le mie carezze ma Io accarezzo ognuno di voi attimo per attimo donandovi il Pane vivo che scende dai Cieli e invitandovi sempre a camminare nel Solco. Io vi ho sempre donato il Vangelo e sempre ve lo offro fresco, non dubitate della Parola di Dio! Figli miei, vi invito ancora a viverla, a mangiarla e a donarla ai vostri fratelli, ma vi invito ancora a stare attenti al nemico, è astuto e indossa tutti gli abiti per confondervi: indossate l'abito del Vangelo che è Amore e combattetelo! Figli del mio Cuore, Io lascio scendere ancora una volta su di voi il mio Alito.. così sveglio anche Paolo.. <si ride un po', 3 colpi di tosse con un'alitazione> ..e chi ha sonno! Come potete addormentarvi quando Dio parla? non è forse musica di Cielo.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che ascoltate? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non è Pane fresco che scende? Destatevi dal sonno, figli miei, e camminate nel Solco dell'amore! Ma vi parlo ancora un po' del confratello Vincenzo, venuto in mezzo a voi come il Pane vivo perché Dio l'ha mandato, e quel Pane ha una sete di donarsi, di farsi mangiare e di farsi bere dall'umanità intera, da ognuno di voi, ma il suo Cuore gronda Sangue come il mio! Vi chiedo ancora di pregare per lui e di aprire i vostri occhi, di guardarlo, di stare attenti ad ogni gesto: non fate lo stesso errore che avete fatto con me: sono stato in mezzo a voi e non mi avete riconosciuto, lo sono ancora e dubitate! Non dubitate del figliuolo Vincenzo ma accogliete in pieno tutto quello che vi dirà, perché come abito nel Cuore della Cocciuta, abito nel suo Cuore perché il Sacerdozio è uno solo: è Dio, e ciò che viene da Dio è Pane Vivo, figli miei, amici del mio Cuore! (Giulia) Giovanni, posso chiederti un'altra cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) si, Cocciuta!(*) (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) figlia mia, Sposa del mio Cuore, dovrai soffrire ancora, ma vedi il Sole di Fatima? la promessa che Maria ha donato viene da Fatima: si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio perché è la dimora del Padre! Vi chiedo ancora, figli, di vivere il santo Vangelo di questo giorno e di preparare i vostri cuori all'incontro di Gesù che viene ad abitare in ognuno di voi spiritualmente! Distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore del Vangelo! Io lascio scendere ancora una volta il mio Alito in questo giorno! <3 colpi di tosse con 2 alitazioni> Vi chiedo di consolare il Cuore di Maria, Madre addolorata per l'umanità intera! Figli, ora mettetevi a disposizione, disponete i vostri cuori per ricevere Gesù!(*) Preparatevi, figli, perché il Banchetto è pronto per ognuno di voi perché Dio non fa alcuna distinzione! Ecco lo Sposo che avanza! Spose del mio Cuore, preparate i vostri cuori!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco, figli, Io mi sono donato ad ognuno di voi: sono venuto ad abitare nei vostri cuori spiritualmente! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figliuoli del mio Cuore!(*) (Giulia) Gesù, ora che sei nel mio Cuore non andare più via, rimani sempre con me, non permettere che io mi allontani dal tuo amore, fa che io gusti sempre la gioia di questo istante, Sposo del mio Cuore! (Piccolo Giovanni) la mia gioia sia sempre con voi, figli! (Alcuni) Amen! (Tutti gli altri) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen, Amen (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Amén! (Piccolo Giovanni) rimanete sempre nella quiete e nella pace di ciò che il Padre vi ha donato e vi dona attimo per attimo e siate Pane vivo per i vostri nemici e per l'umanità intera! Figli, ora il Dio Bambino ha sonno, vuole riposare: gli cantate ancora la Ninna Nanna! (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) Grazie! È dolce dormire nei vostri cuori! È dolce sentire il calore della mia famiglia, dei miei Discepoli, delle mie Colonne e delle mie Suorine, rimanete sempre bimbi: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto ai piedi della Croce, e donate tutto il vostro amore come Dio lo dona ad ognuno di voi, figli miei, perché il Padre vi ama uno ad uno e Dio non si ferma a guardare gli errori, ma li ama e li cancella col suo amore; così anche voi non fermatevi a guardare l'offesa o l'errore del fratello: amate e cancellate con la spugna di Dio che è il Pane vivo che scende dai Cieli. E col Pane vivo innalziamo al Padre la preghiera che ci ha insegnato: <canto del Padre Nostro - di Timparelle> Padre Nostro che sei nei Cieli, Padre Nostro che sei qui unito ad ognuno di noi, non ci abbandonare ma liberaci dal male; non ci abbandonare ma liberaci dal male perché tu sei il mio Papà, tu sei il Papà dei miei fratelli, il Papà dei miei figli, il Papà dell'umanità intera e il tuo Amore è un fiume in piena che scorre, scorre e non si ferma mai. Fa che anch'Io sia un fiume, Papà!(*) Sia il vostro amore pieno, figli, perché Io abito dentro di voi; ma quando uscite fuori non abortite Gesù ma fatelo vivere e crescete sempre nell'amore tenendo sempre alto il santo Vangelo! Ora rimaniamo uniti nella preghiera e nell'Amore del Padre vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Andate in pace portando l'amore, la pace, la gioia e la letizia del Cuore del Padre! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore!(*) Prendi nelle tue mani il mio Cuore e donalo ai tuoi figli e all'umanità intera(*) e bevi il Sangue!(*) (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) ma vi chiedo di pregare per i flagelli! (Giulia) sì, Papà!

 

 

         6b. Giov 16/09/2004, ore 23.34, Stanza more solito

    Appena finita la preghiera della via Crucis, improvvisamente Giulia si accascia a terra coricandosi sulle spalle posizionando le mani in posizione di crocifissione ed entrando nuovamente in estasi.

Ecco il messaggio:

(la Croce) Sono Io la Luce! Sono Io la Resurrezione! Sono Io il Legno vivo che abbraccia l'umanità intera! Figli, innalzate i vostri cuori alla Croce! Il mio Sangue, come prima carezza, ha abbracciato il Legno per donarsi all'umanità intera e ad ognuno di voi! Amate la Croce! Abbracciate la Croce e vivete poggiandovi sul letto che Dio ha preparato per ognuno di un voi! Sia il vostro unico amore il Legno della Croce, figli miei, e come ho abbracciato la Croce, abbraccio voi discepoli del mio Cuore, Spose amate dell'anima mia! E tu, Figlio Vincenzo, tu che porti sulle tue spalle il Sigillo Eterno, dona all'umanità il Grido del mio Parto! E tu, Sposa dell'Anima Mia, abbracciami ancora! (Giulia) eccomi, mio Diletto!(*) (la Croce) col Sangue della Divina Misericordia benedico voi e l'umanità intera!

 

 

         7a. Giov 23/09/2004, ore 21.03, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*) Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate del mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa ancora nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Figlia, abbraccia con amore i Dolori del Parto vivo che Gesù fa scendere su di te: saranno più pesanti, figlia mia, in questo tempo, perché l'umanità mi sta calpestando, l'umanità è sorda ed è cieca! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) si, figlia, eccomi! (Giulia) Gesù, tu cammini ancora sul fiume di Sangue e dietro di te ci sono sempre i 24 sacerdoti e il tuo abito è sempre macchiato di Sangue, Gesù! (Gesù) non chinare il capo, figlia! Guarda!(*) (Giulia) Gesù, vedo la Mamma in una barca; vedo i suoi occhi che piangono lacrime di Sangue e vedo un altro velo: questa volta non è nero ma è di Sangue, Gesù! (Gesù) aiuta Maria a sostenere questo velo! (Giulia) le mie forze sono poche, Gesù! (Gesù) aiuta Maria! Immolati ancora, figlia, e prega! Pregate tutti per la pace, ma invocate la pace di Dio che scenda, aprendo i vostri cuori. Convertitevi all'amore che viene dal Cuore di Dio! Figliuoli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, amatevi gli uni gli altri e sia tra di voi la pace del mio Cuore, e donatela ai fratelli e all'umanità intera perché Io parlo a voi che siete qui riuniti nella mia dimora e parlo all'umanità, ma siate voi la mia voce: portate il grido del Parto nel mondo intero e non temete niente e nessuno! Ricordate sempre che siete stati scelti uno ad uno e l'Amore di Dio e la sua grazia è su di voi, e il Vangelo non viene cancellato da nessuno. Sarete perseguitati perché l'hanno fatto con me e lo faranno anche con voi, ma la Croce rimane salda, figli, non abbiate paura! E ricordate sempre di combattere il nemico con l'amore! Non dimenticate che è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere, ma Dio È: RICORDATELO! Figliuoli, la Croce rimane alta e tutto passa ma la mia Parola è duratura, è Roccia viva, e la roccia non si distrugge, non vola via come la sabbia; e i figli che seminano la menzogna cadono per terra, i figli della luce rimangono in piedi! Non dubitate della mia Parola, figliuoli! Tu, Cocciuta del mio Cuore!  (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome, a causa del Vangelo! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda!(*) Ecco il Calice che è stato preparato per te!  (Giulia) lo devo bere? (Gesù) non in questo giorno, figlia, ma presto lo dovrai bere! (Giulia) eccomi, Gesù, sono pronta quando tu vuoi! È bello il Calice, Gesù! (Gesù) si, figlia, è bello perché tu sai rispondere solo “eccomi”! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, in questo attimo posso chiederti una cosa nel Cuore? (Gesù) eccomi, figlia!(*) (Giulia) grazie! Come sempre, Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze: i sacerdoti; metto nel tuo Cuore l'Uomo vestito di bianco e come sempre il tuo figliuolo Vincenzo: chiede sempre di metterlo nel tuo Cuore e di farlo crescere sempre di più nel tuo Amore. Ma in questo giorno, Gesù, io metto nel tuo Cuore le Mura di Roma! Perdonami se faccio questo!  (Gesù) figlia, Io rispondo Amen, Amen, Amen, e chiedo al tuo Cuore: vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? vuoi unire le tue mani alle mie? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda i Chiodi, guarda chi li mette, figlia, e ascolta l’Intenzione che viene sussurrata al tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) te lo chiedo ancora una volta, figlia! (Giulia) eccomi! <1º grido>(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù, i Chiodi non solo poggiano per terra, si sono inchiodati al pavimento e il Sangue scende ancora di più e visita tutti i figli: quelli che sono qui riuniti, ai figli che si sono uniti a questa santa preghiera e a tutti quelli che hanno portato nei loro cuori e i figli che ho messo nel tuo Cuore, Gesù! (Gesù) il mio Amore si dona sempre di più all'umanità! Vi invito sempre a crescere e a vivere nell'unica Verità, figliuoli del mio Cuore, ma vi invito sempre a pregare! Sia la vostra fede salda nel mio Amore; e ricordate sempre, Io ho promesso “Io verrò”: non dimenticate! Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, il Gesù che non vi ha mai lasciati da soli e la mia Promessa è duratura, figliuoli, dovete solo stare attenti al nemico e combatterlo con l'amore, con l'amore che Io lascio scendere su di voi e sull'umanità intera! E il mio Sangue unito al Sangue della Cocciuta viene a visitare e a guarire i mali che sono nel mondo perché c'è poco amore! (Giulia) Gesù, insegnaci ad amare come ami tu! (Gesù) aprite i vostri cuori com'è aperto il mio perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e di viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi, figli, ma vi invito a masticarlo il Vangelo, vi invito a viverlo, ad amarlo e a farlo vivere ai vostri figli e ai vostri fratelli, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici! Vi invito sempre a non giudicare: ricordate che il Giudice sono Io, voi abbracciate la Croce e camminate, non fermatevi. Ricordatevi sempre che Io vedo e sento ogni cosa: nulla mi è nascosto, figli, ma Io amo tutti i miei figli e vi voglio tutti salvi e santi, aspettando fino all'ultimo istante che i cuori dell'umanità intera si convertano al mio Amore! Pregate, figli, pregate, pregate ancora per la pace, pregate e fermate i flagelli che ancora scendono sull'umanità intera! Tu, figliuolo Vincenzo, prega figlio mio, prega affinché la Luce del Padre accenda tutti i cuori spenti; prega come tu sai fare in quell'abbraccio dolce che solo tu sai donarmi! Figlio mio, ho messo nelle tue mani la Piccola Cocciuta: tienila stretta perché in questo tempo dovrà soffrire! Ti invito ancora, figliuolo Vincenzo, a camminare nel Solco, il Solco che ti è stato consegnato e a donare sempre la Parola viva ai tuoi figli, ai tuoi fratelli, e a vivere nella dimora che il Padre ti ha donato: la Stanza viva del Cuore della Croce! Ora rimani unito al mio Amore unendoti all'abbraccio della Croce, all'abbraccio dei Chiodi divini, figlio! E anche voi, Discepoli, Colonne e Suorine della Croce, rimanete uniti al mio abbraccio, all'abbraccio del vostro Gesù vivo in mezzo a voi, ora e per l'eternità perché il mio Amore non ha limiti! Con amore vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'unica Verità e nell'unico Amore del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a portare il sorriso, l'abbraccio e il profumo della Parola viva, del Pane fresco che Dio lascia scendere dai Cieli, quel Pane che fa vivere, quel Pane che dona la pace, quel Pane che niente e nessuno può cancellare. Ed Io vi invito sempre a mangiare il Pane di Dio e a camminare sempre nel Solco che è lungo ed è profondo perché è Dio, e Dio ai propri figli dona tutto il suo amore senza fare alcuna distinzione! I Chiodi li ha accolti per tutti senza scaricare nessuno! Vi invito sempre a stare attenti al nemico: ad ogni angolo getta il suo seme di odio; voi sorridete e seminate l'Amore di Dio perché il sorriso è la Luce di Dio che donate ai fratelli. Ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, donate sempre il sorriso e la Luce della Parola viva che è il Vangelo, figliuoli, portando sulle vostre spalle la mia e la vostra piccola Croce quotidiana! Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua! Senza la Croce non possiamo camminare dietro Gesù! Ma in questo giorno divino avete vissuto il santo Vangelo? <giov. 25° sett. T.O./C Lc. 9,7-9> ............ Io ve lo lascio vivere col mio Alito: l'Alito dello Spirito Santo! <3 colpi di tosse con un'alitazione> l'Alito dell'Amore di Dio che scende sui figli! Ma ditemi: come avete vissuto il piccolo Vangelo di questo giorno? piccolo ma sostanzioso!(*) cercando anche voi di scoprire di chi si parlava tanto?(*) “eh, Giovanni l'ho fatto uccidere Io: chi può essere? di chi si parla così tanto?”. I rumori delle guerre? i rumori dei Grandi del mondo? Di chi parliamo di più: di Gesù o dei Grandi del mondo? (Anna) di Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) e chi parla di Gesù? (Telesfore) pochi! ....... (Piccolo Giovanni) chi parla dei rumori del mondo? (Tutti) tutti! (Piccolo Giovanni) è facile dare una risposta subito!(*) ..quelle poche righe che racchiudono un mistero grande!(*) Il mistero: “chi può essere?(*) uno dei profeti? Giovanni l'ho fatto uccidere Io” e la storia si ripete ancora una volta! Pregate per i Grandi del mondo, figli miei! Pregate per coloro che dicono di donarvi la quiete e la pace: ma se nei loro cuori non c'è pace e non c'è amicizia verso Dio come possono donare la pace all'umanità? Masticate bene il Vangelo di questo giorno, vivetelo in pienezza, figli miei, e non dubitate della mia presenza viva e reale in mezzo a voi; non dubitate della presenza di Dio che è vivo e viene a parlare ai figli, al popolo scelto dal suo Cuore! Siete in pochi ma potete salvare l'umanità rimanendo saldi e pregando, portando il Pane fresco ai vostri fratelli, ai vostri figli. La Parola vi fa vivere: senza la Parola siete tutti morti, e la Parola che Io vengo a portare come Sacerdozio vivo ed eterno è il Cuore del Padre! Dio vi ama e con Dio vi amo anch'Io, così anche voi amate! I vostri nemici, al primo posto, e coloro che trafiggono i vostri cuori, figli! Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) un altro segreto viene messo nel tuo Cuore e questo segreto riguarda te!(*) (Giulia) eccomi, Giovanni!(**) grazie! Quando dovrò dirlo? (Piccolo Giovanni) ti verrà detto, figlia del mio Cuore, ma dovrai consegnarlo al confratello Vincenzo! Lui sa cosa fare! (Giulia) Giovanni, non può rimanere nel mio Cuore? (Piccolo Giovanni) non sei tu a decidere ma il Padre! (Giulia) eccomi: sia fatta la volontà del Padre! E perdonami! (Piccolo Giovanni) figlia, dovrai portare ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) vi invito a pregare, ma a pregare col cuore. Voi vi affannate per le cose del mondo e non vi fermate a guardare Gesù, non vi fermate ad ascoltare la sua Parola; vi caricate dei pesi del mondo che non servono a nulla: basta chiedere al Padre e tutto vi verrà donato, ma liberatevi dalle cose del mondo, figli, perché liberandovi dalle cose del mondo troverete Gesù che vi porta nelle sue braccia e i pesi del mondo diventano leggeri. Dio vi dona la grazia di vivere con Lui nella dimora, ma voi, dopo un istante uscendo fuori, abortite quella Parola, abortite Gesù. Siate saldi! Siate roccia! Non siate sabbia! Non lasciatevi trascinare dal nemico! Figli del mio Cuore, il mistero che stiamo vivendo è mistero di Dio: è grande e non potete ancora comprenderlo, ma rimanete saldi nell'amore e nella preghiera! Rimanete saldi sulla Croce e ricordate sempre: Io vi ho indicato e vi indico solo la Via stretta che porta al Cuore del Padre e la Porta la conoscete: è Gesù, e per arrivare a Gesù si deve portare la Croce: ricordatelo! Figliuoli del mio Cuore, non siate distratti, non allontanatevi dalla Dimora di Dio! Non pensate di aver capito o di ragionare con la mente: è il cuore che dovete aprire, figli miei, e in questo giorno Io vi invito ad aprirlo ancora di più com'è aperto il Cuore del Padre che aspetta l'umanità intera, e voi avete la grazia di vivere questi attimi d'amore uniti a Dio: Dio in mezzo a voi che parla, ed Io parlo attraverso lo Strumento per volere del Padre e per amore dello Strumento che si lascia inchiodare attimo per attimo per amore, come si lascia inchiodare il confratello Vincenzo per amore di ognuno di voi e dell'umanità intera! Crescete, crescete, figli, perché Io vi voglio tutti salvi e santi per gioire nel Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Bimbo che cresce in mezzo a voi. <poi si rivolge a Telesfore> E tu destati dal sonno, sii vigilante nella Parola e nel donarti ai fratelli e all'umanità intera, figlio mio. E così invito ognuno di voi ad essere vigilanti dinanzi alla Parola di Dio. Ora lascio scendere il mio Alito ancora una volta su di voi e sull'umanità! <4 colpi di tosse con 2 alitazioni> ma sia Alito di resurrezione. Non addormentatevi mentre Dio parla! Figli del mio Cuore, preparate i vostri cuori per ricevere Gesù spiritualmente, distaccandovi dalle cose del mondo e unendovi alla Croce! Figli, vi invito sempre a pregare per la pace: in questo attimo dell'abbraccio di Dio chiedetelo forte! Figliuoli del mio Cuore, sono pronti i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) il mio è pronto!(*) Preparate i vostri cuori perché il Banchetto è qui, è in mezzo a voi ed è pronto per un ognuno di voi: DIO NON FA ALCUNA DISTINZIONE! Ecco lo Sposo che avanza: venite tutti a fare festa, venite tutti a mangiare e a bere!(*) Disponete i vostri cuori per Gesù che viene ad abitare spiritualmente dentro di voi!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) Ecco, Io sono venuto ad abitare in ognuno di voi nei vostri cuori, spiritualmente, e nei cuori dei figli che si sono uniti a questa santa preghiera! La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figliuoli del mio Cuore!(**) Ora il Dio Bambino ha sonno e vuole riposarsi: gli cantate ancora la Ninna Nanna! (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre dell'umanità intera, Madre di ognuno di voi! Vedete, Dio nel suo Amore è venuto ad abitare nei vostri cuori e vi invita a donare sempre il suo Amore, la sua Pace, e la sua Luce! L'umanità si affanna e ognuno di noi si affanna “cosa devo fare? domani mi aspetta un altro giorno”, ma prima di pensare a questo dite “grazie, Padre, per avermi dato questo tuo Pane vivo e questo tuo Sangue, perché questo mi fa iniziare un altro giorno”. Dove andrete senza Gesù? cosa farete senza Gesù? Dio viene a donarsi! Solo la Parola è un mistero grande: Dio viene a donarsi! Dio in questo istante è vivo nei vostri cuori: cosa temete? siete dei soldati: i soldati della Croce, e la Croce rimane sempre in piedi! Vi chiedo solo di pregare per il mio popolo perché Io piango sul mio popolo, ma il Vangelo non viene cancellato da niente e da nessuno: andate avanti perché è Parola di Dio. E col sorriso e con l'amore che Gesù lascia scendere nei vostri cuori non temete l'uomo ma temete Dio, perché ognuno di voi deve rendere conto solo a Dio! Lasciate che i fiumi scorrano, lasciate che i mondi gridano ma ascoltate la Parola di Dio che è l'unico fiume e l'unico monte che non crolla! Amén! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) ora vi chiedo di pregare come il Padre ci ha insegnato! <canto del Padre Nostro - di Timparelle> Padre Nostro che sei nei Cieli, non ci abbandonare ma liberaci dal male, Amen! Padre Nostro che sei nei Cieli, ma tutto tu puoi vedere: guarda i nostri cuori, guardali ora, guardali in questo istante, guardali sempre e quando cadiamo vieni subito ad alzarci perché noi vogliamo abitare sempre nel tuo Cuore!(*)  (il Padre) Ed Io li raccolgo sempre nel mio! (Piccolo Giovanni) Amen! (Tutti insieme al Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen!(*) (Piccolo Giovanni) ora rimanete uniti nella preghiera! Stringete ai vostri cuori l'Uomo vestito di bianco, il confratello Domenico, il confratello Vincenzo, ed Io vi stringo tutti al mio Cuore lasciando scendere su di voi la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Rimanete nella quiete di Dio, figliuoli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi! Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli, ma state attenti al nemico: quando uscite fuori non abortitemi, figli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Rimanete uniti con la preghiera perché il Cielo rimane con voi! (Giulia) grazie!(*)

 

 

         7b. Giov 23/09/2004, ore 23.28, Stanza more solito

    A metà del canto finale alla via Crucis “ti saluto o Croce santa”, improvvisamente Giulia si accascia a terra coricandosi sulle spalle posizionando le mani in posizione di crocifissione ed entrando nuovamente in estasi.

Ecco il messaggio:

(la Croce) sono Io: sono la Croce, sono la Resurrezione, sono l'Albero vivo della vita eterna! Figli, amate: amate la Croce! Innalzate i vostri cuori al Legno vivo e gioite accogliendo l'abbraccio del Legno santo! Ecco, Io sono il Legno verde e il Ramoscello che cresce nei cuori dell'umanità intera. Pregate, pregate affinché la Croce nasca nei vostri cuori, figli! (Giulia) Croce del mio Gesù, o Letto divino del mio amato Sposo, fa che l'umanità intera ti riconosca e ti ami! Fa che l'umanità intera riposi solo tra le tue braccia! Fa che tutte le armi del mondo vengano deposte ai tuoi piedi per farle sbocciare come fiori profumati e che innalzino solo a te il loro candido e dolce profumo! (la Croce) Io sono la Croce, Io sono la Resurrezione, Io sono la Vita! Pregate affinché l’Amen del Cuore di Dio scenda! Col Segno tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Io vi abbraccio, figli miei! Amen, Amen, Amen, Amen, Amen!

 

 

          8. Ven 24/09/2004, ore 16.11, Stanza more solito

La giornata di preghiera di oggi è stata caratterizzata dall'intervento fuori luogo, durante i messaggi celesti, di una persona forse bisognosa di cure, visibilmente scossa presumibilmente a causa di problemi di carattere personale, che ha disturbato e distratto i presenti dall'ascolto dalla Parola di Dio con atteggiamenti di protagonismo simili a quelli di persone che a tutti i costi cercano di mettersi al centro dell’attenzione. Per motivi di riservatezza questa persona verrà nominata con l'appellativo “creatura”. Ecco i messaggi:

 

Messaggi dell'Immacolata e del Santo Giovanni di oggi (ore 16.11)

(Giulia) se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) Croce Divina del Cuore di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) e immolati, figlia mia, ancora una volta per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore di Gesù nel silenzio e nell'abbraccio della Croce come tu sai fare! Figlia mia, accogli con amore l'abbraccio del Parto vivo del Cuore della Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera come Gesù la porta perché vi ama. Ed Io vengo a portare il suo Amore, la Grazia piena del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, invitando i vostri cuori alla conversione, invitandovi ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti, come Gesù lascia scendere il suo Amore su di voi e sul mondo intero. Io sono Mamma, Mamma del Crocifisso, Mamma dell'umanità intera, Mamma dei Dolori; sono la Mamma del Parto vivo che è in mezzo a voi e nel mondo intero ma non viene accolto, non viene ascoltato, e i flagelli scendono sempre di più sull'umanità! Figliuoli del mio Cuore, vi invito a pregare, vi invito a chiedere a Dio lo Shalom del suo Cuore: che abiti nei vostri cuori, nei cuori dei vostri figli e dell'umanità intera. Dio è il vostro Papà e voi tutti siete figli senza fare alcuna distinzione! Dio aspetta i vostri cuori accesi, i vostri cuori convertiti all'Amore, alla Croce, all'unico Albero della salvezza eterna. E il Padre ha preparato un posto per ognuno di voi per gioire e fare festa. Ma vi chiedo ancora, figli miei, pregate, pregate, pregate e cambiate i vostri cuori, distoglietevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Gesù che è solo Amore: così fate diventare anche i vostri cuori amore per abbracciare i vostri nemici e far festa dinanzi all'altare. Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce; il segreto per combatterlo è amare. Amate, figli, e combattete il nemico! (Giulia) Mamma, come sei bella, ma il tuo abito è sporco di Sangue! (l'Immacolata) Io sono bella perché amo! Amate e sarete raggianti come il mio Volto(*) raggianti dell'Amore di Dio, figliuoli!  (Giulia) Mamma, perché il tuo abito è bagnato di Sangue? (l'Immacolata) per i flagelli, figlia mia, per i flagelli che stanno scendendo in questo attimo! Vuoi pregare e accogliere un'altra spada nel tuo Cuore? (Giulia) eccomi, Mamma!(**) <a questo punto, in modo convulso e lontana dai microfoni, una creatura ha iniziato a disturbare la preghiera. La Madonna china il capo e interrompe per un attimo e il suo discorso> (l'Immacolata) figlia del mio Cuore hai accolto ancora una volta la spada nel tuo Cuore, Cocciuta Divina del Cuore della Croce! <la creatura dice qualcosa> LASCIATE CHE DIO PARLI!(*) LASCIATE CHE DIO PARLI!(*) vuoi che parli Dio o che parli tu?(*) fermati di parlare e lascia lo spazio a Dio ora che è in mezzo a voi! Quando Dio non sarà in mezzo a voi, parlerete voi! Rispettate Dio che è vivo e reale in mezzo a voi e siate coscienti del mistero: non lasciatevi prendere dalle ansie del mondo ma ascoltate la Parola viva che Dio viene a donarvi, figli, perché Io, come Mamma della Croce, mi inchino soltanto dinanzi a Gesù che è il mio Figliuolo!(*) Cocciuta Divina del Cuore della Croce, devo consegnarti un'altra spada: sei pronta ad accoglierla? <la creatura dice qualcosa come se volesse prendere il posto di Giulia> (l'Immacolata) la Cocciuta è qui: non sei tu!(*) (Giulia) eccomi, Mamma, fa che entrino nel mio Cuore tutte le spade che Gesù vuole donarmi in questo giorno!(**) <Giulia riceve la spada senza emettere alcun grido> grazie, Mamma!(*)  (l'Immacolata) ora ti chiedo di guardare, figlia mia, ma tieni nel tuo Cuore tutto quello che vedi, e quando ti sarà detto lo scriverai! Non spaventarti, figlia del mio Cuore!(*) ..non toccare ciò che vedi!(*) Ora tieni tutto nel tuo Cuore, figlia mia, ma prega e invita l'umanità a pregare nel silenzio e nell'abbraccio della Croce del mio Gesù che è vivo e reale in mezzo a voi, perché Io sono qui col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un’unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi. Ma vivere il Vangelo significa amare e mangiare il Pane fresco che Dio vi dona attimo per attimo nella sua dimora! Io parlo a voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e parlo al mondo intero! Come Mamma dei Dolori vi invito ancora ad essere coscienti che Dio è vivo e reale ed è in mezzo a voi e nel mondo intero, e parla perché il Parto è pieno! Convertite i vostri cuori, figli, pregando sempre per la pace! Pregate affinché la pace di Dio arda nei vostri cuori e nei cuori dell'umanità intera e pregate ancora per i tre giorni di buio che scenderanno. Ma ricordate: il mio Cuore Immacolato trionferà! Il Sole di Fatima è nelle mani del figliuolo Vincenzo e il Progetto di Dio si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo, figliuoli del mio Cuore! (Giulia) Mamma, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere. Come misera peccatrice metto nel tuo Cuore tutte le pietruzze: i sacerdoti, e in modo particolare metto nel tuo Cuore il tuo figliuolo Vincenzo: portalo nel Cuore del Padre come lui desidera ardentemente. Ti offro anche il giglio: fa che rimanga sempre aperto come lo è in questo istante! (l'Immacolata) figlia mia, Io rispondo Amen abbracciando l'umanità intera e chiedendo al figliuolo Vincenzo di alzare le Mura di Roma che sono a terra! Tu, figlia, alzale bevendo questo Calice!(*) è amaro, figlia! (Giulia) Mamma, è dolce perché amo Gesù! (l'Immacolata) amalo sempre, fallo conoscere e fallo amare da tutti i tuoi figli, dai Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E ora vi chiedo ancora una volta di vivere in pienezza il santo Vangelo di questo giorno e di tenerlo sempre alto, e quando uscite fuori dalla Dimora di Dio non abortite Gesù; non giudicate; non puntate il dito verso il fratello ma amate, amate con lo stesso amore che Gesù vi sta donando in questo istante, figliuoli del mio Cuore. Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) <dopo un periodo di silenzio, la creatura continua a disturbare la preghiera e poi si è fermata> (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza al Padre mi siedo un po'!(*) L'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen, Amen! Eccomi! Nell'amore, nella Pace, nella Quiete e nella Verità del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi unito alla mia famiglia, unito ad ognuno di voi, unito al mondo intero con la pace piena della Croce di Gesù. Ed Io vengo in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento che apre il Cuore a Dio nell'umiltà, nel silenzio e nell'ubbidienza. Io vengo ad indicarvi la Via stretta che porta alla Parola, all'unica Fonte viva, al Pane di Dio che si dona ai figli. Mangiate il Pane di Dio e vivete il Vangelo, vivete la Parola nella pienezza perché Dio viene in mezzo a voi nella pienezza, ma vi chiedo, figli, di stare attenti al nemico, è astuto e usa tutti gli abiti possibili per farvi cadere nella sua falsa luce. Tenete alto il Vangelo e combattetelo con l'amore aprendo i vostri cuori come è aperto il Cuore di Gesù che lascia scendere il suo Sangue, il Sangue della Divina Misericordia per bagnare ognuno di voi, figli miei! (Giulia) Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) eccomi, figlia!(*) (Giulia) grazie, Giovanni! <la creatura continua a disturbare> (Piccolo Giovanni) ora ti chiedo di guardare, figlia mia!(*)  (Giulia) Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..vai da questa creatura! <Giulia si avvicina alla creatura gli tiene la testa per qualche istante e poi l’accarezza> (la creatura) aiutatemi vi prego! Ti sporchi la mano, non ce la faccio.. vi prego, aiutatemi! Aiutatemi! O Dio, vi prego: aiutatemi! Oh Madonna, Mamma! <scoppia in pianto> Mamma! Mamma, come devo fare? Aiutami! ..indicami la via, dimmelo, ti prego, parla: aiutami! Mamma, aiutami! ..oh, Mamma.. (Piccolo Giovanni) ..nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Io ti ordino di stare zitta.. (la creatura) ..si, Mamma.. (Piccolo Giovanni) ..e di ascoltare la Parola di Dio viva e reale in mezzo a.. (la creatura) ..dimmelo.. si ..si ..aiutami, Mamma! Mamma, aiutami! Mamma! Aiutami, Mamma, ti prego! Mamma! (Piccolo Giovanni) ascolta la Parola di Dio, fa che Dio parli e ferma la tua voce: te lo ordino!(*) Rimani nella Quiete di Dio e ascolta la sua Parola! Alzati! (la creatura) aiutami! (Piccolo Giovanni) rimani nella Parola di Dio!(*) ora ascolta il grido di Dio nel tuo cuore!(**) <la creatura si calma e Giovanni riprende il suo posto> vi invito ancora una volta ad essere coscienti che Dio è vivo e reale ed è in mezzo a voi e opera col suo amore! Ora vi chiedo, figli, avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Ven. della 25° sett. T.O./C Lc. 9,18-22> (Molti) sì! (Piccolo Giovanni) la vostra gioia è piena? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e chi dite che Io sia? avete già dimenticato il Vangelo di questo giorno? (Telesfore e qualcun altro) il Cristo! (Mosè) il Figlio di Dio! (Anna) il Cristo: il Dio vivente! <molti altri hanno dato una risposta ma le voci si sono accavallate coprendosi una con l'altra> (Piccolo Giovanni) e cosa ha detto Gesù ai Discepoli? (Natanaele) di non rivelarlo a nessuno! (Piccolo Giovanni) ma i Discepoli cosa hanno fatto? (Natanaele ed Anna) l'hanno rivelato a tutti! (Anna) per la gioia! (Piccolo Giovanni) andate per il mondo intero a portare l'annuncio che Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, e la sua Parola è viva, è il Pane fresco che vi dona attimo per attimo, il Pane che scende dai Cieli! Ma il mondo riconosce Gesù? accoglie Gesù? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) aspetta Gesù? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) e Gesù cosa aspetta da ognuno di voi.. (Anna) ..la conversione dei nostri cuori.. (Piccolo Giovanni) ..e dall'umanità intera? (Rosetta) la pace! (Anna) l'amore! (Piccolo Giovanni) aspetta i vostri cuori, aspetta il “sì pieno”, “l'eccomi”, e “l'eccomi” si risponde quando si ama, quando si perdona, quando si usa carità verso tutti, quando abbracciate i vostri nemici e li portate dinanzi all'altare, non dimenticando nessuno, portando i figli drogati, i figli emarginati, i figli carcerati, i figli che non hanno un pezzo di pane; fatevi Pane vivo e donatevi ai fratelli e all'umanità intera perché Dio si dona, e così anche voi dovete donarvi pregando per i confratelli, per i Figli Ministri, per l'Uomo vestito di bianco.. <la creatura disturba nuovamente la preghiera> ..pregate per tutti nel silenzio e nell'abbraccio della Croce. Figli miei, è questo che vi chiedo in questo giorno: pregate, pregate, pregate! Figliuolo Vincenzo, confratello del mio Cuore, ti invito alla preghiera costante, ti invito ancora a rimanere nel Solco che il Padre ha messo nelle tue mani: il Sole di Fatima brilla nel tuo Cuore e nelle tue mani, ma il progetto che Dio ha preparato in questo Luogo dovrai sigillarlo. Sarai perseguitato, figlio mio, ma la grazia di Dio è su di te e niente e nessuno può cancellare ciò che Dio ha scritto. Abbraccia ancora con amore la Croce che ti è stata consegnata e non fermarti. Figlio mio, Sacerdozio Eterno di Dio, vai avanti perché Io cammino con te perché abito nel tuo Cuore come abito nel Cuore della Cocciuta che dovrà soffrire a causa del Nome di Gesù(*) Unisco i vostri cuori con la spada del Cuore di Maria! <la creatura interrompe ancora la preghiera> (Piccolo Giovanni) Ecco, Cocciuta del Cuore della Croce, ho unito il tuo Cuore al Cuore del figliuolo Vincenzo nell'abbraccio dell'unica Verità del santo Vangelo! Io vi faccio camminare nell'Amore, nella Pace e nella Quiete! Vi invito ancora, figliuoli, a non distrarvi da questa creatura: Dio ha parlato e non vuole ascoltare la sua Parola, ma usa la sua! L'ubbidienza che Dio chiede è l'ascolto e l'amore! Pregate, figliuoli, pregate ma sappiate che il nemico non entra in questa Stanza: ciò che state ascoltando è solo un lamento della creatura: non viene né dal mio Cuore ma dal suo, perché parla per disturbare Dio! <la creatura interrompe ancora la preghiera> FERMATI E FA PARLARE DI DIO! Se lo ami e se lo cerchi devi ascoltare la Parola per imparare la sua Via, perché Dio viene nel silenzio, nell'amore e nell'ubbidienza al Padre come Io, Sacerdozio vivo ed eterno, vengo nell'ubbidienza a Dio Padre, e come la Cocciuta del Cuore della Croce è all'ubbidienza di Dio! Pregate, figli miei, perché vi rimane solo la preghiera e camminare nel Solco! Come Sacerdozio vivo ed eterno Io ora devo ritornare al Padre, sigillando i cuori di ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e portatelo all'umanità intera! Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Crescete nell'unica Verità del santo Vangelo! Andate nella Pace di Dio e portatela al mondo intero, figliuoli! Tu,  Cocciuta del Cuore della Croce, porta sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli, e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore!