LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 56

 

LA VOSTRA FEDE Salvera' l'umanita'

(dal messaggio del 24/05/2005)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

        1. Giov 28/04/2005, ore 21.02, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù!(*) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) tu sei ancora nel mare che è di pietra!(*) Gesù, il mare è di Sangue, ma quelle pietre siamo noi! Non riusciamo ad aprirci, non riusciamo ad aprire i nostri cuori! E vedo i sacerdoti: i 24, sempre più distanti! E i tuoi occhi, Gesù, grondano sempre lacrime di Sangue. È solo il tuo Sangue che segna il Solco: il mare non si scioglie! Gesù, dimmi: cosa devo fare? poggiati ancora sulle mie spalle, Gesù! (Gesù) figlia mia, Io chino il capo e dico grazie per il tuo amore! Mi poggio sulle tue spalle perché l'umanità mi ha abbandonato! Mi poggio sulle spalle di ognuno di voi che siete qui riuniti: voi Discepoli, voi Colonne, voi Suorine del Cuore della Croce, e vi invito a pregare forte per l'unione e la pace della Chiesa! Chino il capo ancora una volta, invitandovi ad essere santi, a rimanere nel mio Amore, nella mia Pace e nella mia Quiete! Figli, abbiate fede e ricordate le mie parole: “aspettatemi, Io verrò”, il Maestro non vi ha abbandonati! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, coloro che si uniscono a questa santa preghiera e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori! Gesù, tu conosci ognuno di noi e ci sollevi quando le nostre forze vengono meno! Metto nel tuo Cuore tutte le mie Pietruzze che sono i Sacerdoti! Metto nel tuo Cuore il Giglio! Gesù, fa che il suo peso lo porti io sulle spalle! (Gesù) eccoti accontentata ancora una volta, figlia! Ma ora ti chiedo di guardare e di tenere tutto nel tuo Cuore: quando il Padre te lo dirà, consegnerai tutto al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) ecco, figlia mia! Stai attenta, non parlare, prega nel silenzio e nell'abbraccio della Croce! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) invita i tuoi figli alla preghiera costante e state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal mio Amore! Combattetelo con l'Amore che Io lascio scendere nei vostri cuori, figli! Cocciuta Divina, dovrai soffrire ancora! A causa del mio Nome sarai perseguitata ma non temere niente e nessuno, cammina, vieni dietro di me, sali il Monte con me e porta tutti i tuoi figli! Hanno perseguitato me, lo faranno anche con voi, ma voi rimanete nel mio Amore! Vi ho scelti e vi mando a lavorare nella Vigna: fatela crescere! Figlioli del mio Cuore,  ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Mi rivolgo al Giglio: ricordalo anche tu, Giglio, che sono il Gesù che è morto ed è risorto per donarti la vita eterna! Non ascoltare i rumori del mondo ma abbracciati al Legno della Croce e cammina con me sulla Via segnata da mia Madre Maria, che è fatta di dolori, figlio! Vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, figli, e far festa nel Cuore del Padre! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini, secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia, guarda la Croce! Guarda i Chiodi e guarda chi li mette! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia, vieni, unisci le tue mani alle mie!(*) (Giulia) Gesù, non ti faccio male? (Gesù) no, figlia, è l'umanità che mi fa male, non le tue mani! Guarda i Chiodi, figlia!(*) <Giulia emette gemiti di dolore ma non grida> sollevati anima mia!(*) Hai abbracciato nel silenzio il grido del Parto! I Dolori diventano sempre più grandi, figlia! (Giulia) Gesù, il tuo è più grande! (Gesù) ma guarda le tue mani e i tuoi piedi, guarda i Chiodi figlia! (Giulia) Gesù, esce tanto Sangue dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Gesù) e anche dalle tue mani e dai tuoi piedi! Vedi, formano due solchi! In uno è il  Sangue: lo vedi bene dove va, figlia? dillo al Giglio! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) dovrai bere un altro Calice: un Calice amaro, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) non in questo giorno: ti sarà donato! vuoi berlo? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) pregate, figli, pregate e chiedete al Padre lo Shalom del suo Cuore perché l'umanità non è in pace! Pregate molto e rimanete uniti al mio Cuore e al mio Amore, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli miei, Io non vengo a ripetere sempre le stesse cose, vengo ad accendere i vostri cuori, i cuori spenti dell'umanità, portando la Parola: il Pane fresco che scende dai Cieli. Ma siete in pochi a cercare e a mangiare il Pane del Cuore di Dio! L'umanità è dispersa; l'umanità è sorda; l'umanità è cieca! Vi invito a pregare per tutti i miei Figli Ministri: pregate, pregate, pregate che scompaiono i lupi e rimangono solo gli agnelli, figli miei! Cocciuta Divina, immolati ancora! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) sai bene che il Padre ti ha mandata per abbracciare la Croce e combattere con Maria la battaglia del suo Cuore Immacolato! E anche tu, Giglio, dovrai combattere la tua battaglia e il Cuore Immacolato di Maria trionferà perché il Sole di Fatima è nelle tue mani! Sii forte, Giglio: la Dimora di Dio è la tua casa, figlio mio! Vi invito ad essere coscienti di tutto ciò che sto dicendo perché è Parola di Dio, e la Parola di Dio non vola via col vento, ma è Roccia e rimane! Figli, camminate ancora nel Solco che è lungo ed è profondo, e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno, ma state attenti al nemico: combattetelo con l'amore che cresce sempre di più nei vostri cuori, perché sono Io a farlo crescere: il Gesù che ha abbracciato la Croce per ognuno di voi e per l'umanità intera! Figli del mio Cuore, ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) L'Amen del Cuore del Giglio, che è il Cuore di Dio, cresca sempre di più in ognuno di voi, pianticelle della vigna del Padre! È bello salutarvi così, come pianticelle vive che sbocciano l'Amore di Dio. Rimanete piccoli e poveri! Rimanete Verdi! Non dimenticate l'Acqua di Dio; conoscete la Fonte! E non dimenticate la Via e non abbandonate la Porta! Figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, la mia gioia è piena perché vengo a portare l'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Senza quel Pane non potete amare, non potete rimanere nell'Amore di Dio! Io vi ho scelti e vi mando nel mondo intero a portare la Parola: il Pane! E il mondo: l'umanità, senza il Pane muore, è una pianta secca perché non cerca l'Acqua! Ha dimenticato la Fonte!(*) Figlioli, non lasciate Gesù: cercatelo attimo per attimo! Cercate il Pane e mangiatelo sempre, ma quando uscite fuori dalla Dimora di Dio non abortite la Parola: non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Figli, combattete il nemico, amando, amando, amando, amando e gridando l'Amén del Giglio, figli miei! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il Parto è pieno: figlia, è in mezzo a voi! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) figlia mia, quanto di costa quel “” che hai donato! (Giulia) Giovanni, non so fare nulla! Fa che io rimanga sempre dinanzi ai piedi della Croce! Ti chiedo solo questo, ma come straccio.. e poggiati ancora sulle mie spalle! (Piccolo Giovanni) Io mi poggio, ma non trovo più spazio: sei un flagello, figlia! (Giulia) guarda Giovanni e dove trovi spazio, poggiati! (Piccolo Giovanni) rimani sempre così: “Cocciuta” come il Padre ti ha scelta, ma dovrai soffrire! (Giulia) eccomi, Giovanni! Giovanni, ti chiedo solo una cosa: stringi nelle tue braccia tutti i sacerdoti e falli diventare tutti come te! (Piccolo Giovanni) prega e fai pregare i tuoi figli! Ho messo in mezzo a voi il Giglio che vi indicherà la Via, anche se dovrà soffrire come ho sofferto Io, ma il premio è grande! Vai avanti, Giglio, Io sono sempre con te! Ora chiedo ad ognuno di voi: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <giov. della 5° sett. dopo Pasqua /A Gv. 15, 9-11> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio!(*) piccolo, ma pieno! (Tommaso) pieno, sì, e molto arduo, nel senso che è una grossa responsabilità per noi essere stati chiamati e portare avanti questo progetto grandissimo, cioè, Dio che ci prepara un Banchetto uguale per tutti, però ognuno c'ha il proprio talento da non nasconderlo sotto, per paura di perderlo, ma di farlo fruttificare, cioè, di portare all'umanità il “Latte Pieno”! (Piccolo Giovanni) essere pianticella verde e viva! (Tommaso) sì, e dobbiamo essere molto umili per lavorare nella vigna!  (Piccolo Giovanni)piccoli e poveri”, e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto per poi fare festa al Banchetto di Dio, uniti col Padre! Chi rimane all'ultimo posto prende parte nel Cuore di Dio! Chi si fa “piccolo” dinanzi ai potenti del mondo, prende parte al Banchetto di Dio, e anche i potenti della Casa del Padre! Vi fanno diventare tristi queste parole, ma Io vedo e sento, e per questo la Cocciuta sarà perseguitata, perché Dio è Verità, è Luce, e lo Strumento suona la musica di Dio dicendo la verità del Vangelo! Pregate, figli, pregate, perché non conoscete i tempi che scenderanno; pregate per l'unione della Chiesa e pregate per tutti i sacerdoti! In questo tempo aggrappatevi al Cuore di Maria e pregate con Lei! In questi giorni bussate, bussate al suo Cuore, e come Mamma vi porterà da Gesù! Dimmi ancora, cos'è rimasto nel tuo Cuore della Parola viva? (Tommaso) dicevo, il compito è arduo, però è molto semplice, appunto, se rimaniamo piccoli, l'importante è sapere rispettare i comandamenti di Dio, che è solo “l'Amore”! Infatti solo amando si mettono in pratica tutti i comandamenti! Ecco, e la strada ce l'ha indicata anche (il nuovo Papa)“Benedetto XVI”.. che è chiaro dal primo istante che è stato eletto.. però già ci sono persecuzioni, proprio perché lui vuole la Verità! (Piccolo Giovanni) alzo le mani! Mi fermo su questa frase perché è Dio a decidere! Non scandalizzatevi, figli miei, Io vi indico l'Amore della Croce, vi indico l'Amore di Maria: il primo Tabernacolo, il primo “Eccomi”!(*) Vi dico ancora una volta di non scandalizzarvi se mi sono fermato sulla parola “Benedetto”, figli, ma vi invito a pregare ancora per le Mura di Roma e per l'unione della Chiesa! (Tommaso) posso fare una domanda? (Piccolo Giovanni) si! (Tommaso) cioè, secondo quello che ho letto delle profezie di San Malachìa, che a ogni Papa ha dato un motto; fin’ora si è verificato tutto e a quest'ultimo gli ha dato “Gloria Olivae”: la pace dell'ulivo, la pace universale dell'umanità, però c'è da pregare molto! (Piccolo Giovanni) pregate e rimanete nel Solco di Dio e ricordate le parole di Gesù: “aspettatemi, Io Verrò”! Ci sarete tutti? ci sarà la pace quando Io verrò nella mia Casa?(*) chino il capo e grondo lacrime di Sangue! Vi invito a pregare, figli, pregate e non siano tristi i vostri cuori!(*) La Croce rimane sempre unita, non si divide, non si è mai spezzata, ma è rimasta sempre unita e sempre lo rimarrà, perché «Dio È»! L'uomo si divide facilmente perché è legato alle cose del mondo; Dio non è legato alle cose del mondo, ma ai suoi figli fatti a immagine e somiglianza del suo Volto! Gregge di Dio, andate avanti e pregate! È rimasto triste il tuo cuore? (Tommaso) no, sono tempi che stiamo aspettando! (Piccolo Giovanni) e verranno! (Tommaso)Io verrò” ci ha detto Gesù, e noi lo aspettiamo! (Piccolo Giovanni)aspettatemi, Io verrò”, e la sua promessa non è come quella degli uomini che girano l'angolo e pugnalano il fratello! Dio dona la santa Sofferenza per donare la vita eterna, non la morte! Riuscite a capire queste parole?(*) Andate avanti, figli, rimanendo saldi nel Solco e tenendo sempre alto il santo Vangelo: l'unica Verità che è Dio! Non ci sono altre verità e non prostratevi a dei sconosciuti, ma prostratevi solo dinanzi alla Croce del Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna! E gli uomini non possono donarvi la vita eterna, solo Dio può donarvi la vita eterna! <si rivolge a Telesfore> dona sempre il Bacio e l'Alito al Giglio, e digli di non temere perché Io abito nel suo Cuore! <un'alitazione> lo dono ad ognuno di voi: accoglietelo e donatelo ai vostri nemici! <un'alitazione> custoditelo nei vostri cuori, in questo tempo, e pregate con Maria! Nel mese dedicato al suo Cuore, camminate con Lei, non lasciatela sola, figli! Come Mamma lascia scendere l'ascensore del Rosario per poi salirlo al Padre: non fatelo salire vuoto, ma donate i vostri cuori pregando: “Ave o Maria!”, “Ave o Maria!”, “Ave o Maria!”, “Mamma mia!”, “Mamma mia!”, “Mamma mia!”, “Cuore di Dio!”, “Cuore di Dio!”, “Cuore di Dio!”(*) Ci sono parole più belle? sussurratele sempre: è il Pane di Dio! Figli miei, come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito ancora ad amare: il segreto è l'Amore, e se riuscite ad amare, siete Rocce vive e il nemico non può rompere la Roccia, ma voi annientate il nemico con l'amore: rimanete Rocce! Figlioli, il Giglio è Roccia viva ma ha bisogno di ognuno di voi! In questo tempo siate le pietruzze unite alla Roccia, con la preghiera, figli! Mando ancora il mio Alito su di voi e vi ripeto ancora una volta: la Cocciuta sarà perseguitata a causa del Nome di Gesù! <un'alitazione> ma non temete, il Parto è vivo! Ora siete pronti per ricevere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponete i vostri cuori: figli, disponetevi per Gesù!(*) Distaccate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio! Ecco il Banchetto pronto in mezzo a voi! Ecco lo Sposo che avanza per far festa con le proprie Spose! Disponete i vostri cuori, figli!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, mio Gesù, ora che sei venuto ad abitare nel mio Cuore, fa che io non mi distacchi mai più da te! Gesù, sono una misera peccatrice, ma il mio Cuore è tutto per te! Rimani, Gesù! Rimani, così la Luce sarà sempre accesa! Fa che io non inciampi, perché avendo te nel Cuore che sei la Via, la Verità e la Vita, io non perda la strada! Fa, o Gesù, che io rimanga sempre con te! (Piccolo Giovanni) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) l’Amen pieno del Giglio rimanga sempre, perché Io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Ora il Dio Bambino ha sonno: lo fate riposare nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore! Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria!(*) Grazie, figlioli, per tutto quello che offrite! Grazie per il vostro lavoro: la vostra ricompensa sarà grande nei Cieli perché il Padre conosce i cuori di ognuno di voi, e, nel giusto del Vangelo, vi dona ciò che necessita ai vostri cuori! Grazie, figli, per i vostri sacrifici, ma lavorate ancora per Gesù e donate la vostra vita per i vostri nemici! Figli, amate, perdonate, usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori dalla santa preghiera, figlioli, perché Gesù non ha lasciato nessuno e Maria vi ha abbracciati tutti ai piedi della Croce! Siete tutti figli senza fare alcuna distinzione e Gesù vi chiama “Amici”! Gioite, figli, e in questa gioia innalziamo al Padre la preghiera che ci ha insegnato! <canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre Nostro! Padre Nostro, io non sono neanche degna di stare dinanzi a te in ginocchio! Dovrei poggiare il mio viso sulla terra, ma sarebbe ancora poco! Padre, non c'è luogo dove io mi possa nascondere da tutti i miei errori e da tutti i miei peccati, conosco uno solo posto: il tuo Cuore! E anche se sono sporca, tu mi accogli perché tu solo sei Padre Buono e aspetti con le braccia aperte proprio me, misera peccatrice! Accoglici, Papà! Accoglici! (il Padre) sei già nel mio Cuore, figlia, e come lo sei tu, lo sono i tuoi figli! (Giulia) solo tu sei buono! Donaci il tuo Cuore, Papà, donaci il tuo Cuore! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen!  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) rimanga sempre pieno l'Amen, figlioli, ma state attenti: quando uscite fuori dalla Dimora di Dio, non abortite il Pane fresco: non abortite Gesù! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi invito a rimanere nel Cuore di Dio e a lavorare nella vigna. Figli miei, vi invito ad essere Pane fresco per l'umanità intera e pregate ancora per tutti i sacerdoti! Tu, Cocciuta Divina, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei. Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e con Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) andate nella pace di Dio e portatela all'umanità intera! (Tutti) Amén! (Giulia) avete preso gusto nel dire “Amén”?: ditelo sempre, figli! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Rimanete nella quiete e nella preghiera! Tu, Cocciuta, porta ancora i Dolori! (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) il Soffio dello Spirito Santo rimanga sempre con voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ!(*) (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore! Ardete come arde il mio Cuore: “d'Amore per ognuno di voi e per l'umanità intera”! (Giulia) Papà, vedo un grande albero che arde e non si spegne, e nell'ardere rimane verde! (Piccolo Giovanni) così dovete essere voi, figli!(*) (Giulia) Papà, vedo il Giglio che arde come quell'albero e tutti i figli che sono qui riuniti!(*) (Piccolo Giovanni) non spaventarti, figlia! Vedi? tutti i tuoi figli sono tornati pianticelle Verdi! ... (Giulia) com’è Grande il tuo Cuore, Papà!

 

 

         2. Giov 05/05/2005, ore 21.01, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato di Maria, come tu sai fare nell'unico abbraccio della Croce, figlia del mio Cuore!(*) Sono il vostro Gesù, sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figlioli miei, siate coscienti che Io sono in mezzo a voi! Il mondo sia cosciente che Io sono vivo e reale in mezzo a voi e vengo ancora a portare il mio Amore, vengo ancora a portare i Dolori vivi del Parto della Croce!(*) Figlioli, in questo giorno vi invito alla preghiera, vi invito a pregare, a pregare col cuore e a vivere questo giorno divino che il Padre lascia scendere dal suo Cuore! Se Dio non lasciasse scendere la sua Luce, i vostri giorni sarebbero bui senza l'Amore del Padre! Ma Dio vi ama, ama ognuno di voi, ama l'umanità intera, e con la Misericordia Infinita lascia scendere la Luce e il suo Amore che avvolge ognuno di voi e l'umanità intera, figli miei! (Giulia) Gesù! Gesù, tu sei ancora nel mare di Sangue che non si scioglie e sei sempre seduto a guardarci! I 24 sacerdoti sono distanti, ma tu li guardi e i tuoi occhi sono bagnati di Sangue! (Gesù) non dire che “sei stata tu a farmi piangere”! (Giulia) Gesù, tu conosci il mio Cuore e conosci i cuori di ognuno di noi e dell'umanità intera! In questo tempo non so se sono io a farti piangere, non sono capace a far nulla. Ma tu sei il mio Signore, tu conosci, ed io mi fermo dinanzi ai tuoi occhi come misera peccatrice e come straccio! Gesù, metto ancora nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome, coloro che si uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori, e se mi dimentico qualcuno, Gesù, prendilo dal mio Cuore! Metto nel tuo Cuore tutte le pietruzze: i sacerdoti, e forte forte, metto il Giglio. Tu conosci i suoi passi: tienilo stretto! Gesù, tienici stretti tutti, perché senza di te non sappiamo far nulla e cadiamo di qua e di là! (Gesù) figlia, ti chiedo di guardare!(*) Non chinare il capo! (Giulia) posso dire ciò che vedo? (Gesù) tienilo nel tuo Cuore. Quando il Padre vuole lo dirai al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) invita i tuoi figli alla preghiera costante! Pregate con Maria e in questo tempo fermate i flagelli che ancora scendono sull'umanità! Vedi? Maria sta seminando l'arma per combattere il male: IL ROSARIO, fatelo crescere sempre di più! Vivo nei vostri cuori perché Io parlo a voi e parlo all'umanità intera, ma vi invito sempre a stare attenti al nemico: è astuto e vuole far suo il progetto dell'Amore! Combattetelo con l'Amore della Croce e non prostratevi a dei sconosciuti! Figli, vivete in pieno la mia gioia: la gioia che il Padre vi dona in questa visitazione, figli del mio Cuore! Figlia mia, prega e porta sulle tue spalle tutti i Figli Ministri! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Giglio, portali anche tu sulle tue spalle! Aiuta Maria: prendi la sua mano e cammina con Lei! Vedi? sta segnando il Solco: affrettati come ha fatto Lei per andare da Elisabetta, Giglio del mio Cuore!(*) Giglio, nel Cuore della Cocciuta lascerò un'altra data!(*) non spaventarti, figlia!(*) (Giulia) cosa devo fare? (Gesù) ascolta nel tuo Cuore, figlia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia mia, dovrai soffrire ancora! (Giulia) eccomi, Gesù! Ma non sono io a soffrire: sei tu che soffri per me e io non merito questo! (Gesù) figlia, sei tu che porti la Croce! (Giulia) Gesù!(*) (Gesù) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) L’Amen del Giglio riempia sempre i vostri cuori! Cocciuta Divina, vuoi unire ancora le tue mani alle mie? vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini per tutto quello che hai visto? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, vieni, Sposa, vieni ad abbracciare il tuo Letto!(*) è il Letto della Croce, e guarda, figlia, chi mette i Chiodi! <Giulia emette gemiti di dolore ma non grida>(*) sollevati, anima mia!(*) Guarda, guarda i Chiodi!(*) (Giulia) scende un mare di Sangue, Gesù, dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Gesù) e anche dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Giulia) formano sempre i due fiumi in uno e vanno sempre allo stesso posto! E nel fiume, Gesù, vedo sempre il cuscino con l'abito bianco! (Gesù) prega, figlia! Prega e fai pregare i tuoi figli per l'unione della Chiesa!(*) (Giulia) Gesù, vedo le Mura tutte a terra! (Gesù) abbiate fede e pregate! Tu mi vedi? (Giulia) sì, Gesù, e come sei bello! (Gesù) ora mi vedi? (Giulia) dove sei, Gesù? Gesù!(*) Gesù! Giochi a nascondino, Gesù? (Gesù) sono sempre in mezzo a voi, non vi ho mai lasciati e non vi lascerò mai da soli: salgo solo al Padre per preparare un posto per ognuno di voi e per l'umanità intera! (Giulia) Gesù, lo so che non sono io che posso chiederti questo, ma quando ti vedranno tutti? (Gesù) aspettatemi come ho promesso e tutti mi vedranno come ora i tuoi occhi mi stanno vedendo! (Giulia) Gesù, vorrei.. so che non è giusto dire “vorrei”.. dare ai Grandi del mondo i miei occhi per vederti, ma tu ci hai detto e ci dici ancora “aspettatemi, io verrò e tutti mi vedrete”! Vieni presto, Gesù! Fatti vedere presto, Gesù, così tutti si inginocchieranno dinanzi a te, perché non si può rimanere in piedi guardando i tuoi occhi! (Gesù) figlia mia, fai scorrere l'Amore che è nel tuo Cuore! (Giulia) oh Gesù, fai scorrere tutto di me, perché io appartengo solo a te! Fai quello che vuoi! (Gesù) Sposa del mio Cuore, gioisci ancora nell'abbracciare la Croce e invita i tuoi figli a pregare e a combattere il male con l'amore: amate, amate, amate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli miei, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, figli miei, e la via per arrivare al Cuore del Padre è il Solco, la Linea dritta, quel Pane fresco che scende dai Cieli per riempire i cuori di ognuno di voi, i cuori dell'umanità intera! Figli miei, non abbandonate quel Pane che viene partorito attimo per attimo dal Cuore della Croce, ma combattete il male con l'amore! Crescete e rimanete sempre nel Solco. I piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto, ma ricchi del Pane dei Cieli per donarlo all'umanità intera, perché siete i miei Discepoli, le mie Colonne, le mie Suorine del Cuore della Croce! Giglio, fai crescere sempre di più il tuo amore e non temere niente e nessuno. Dio ti ha donato il tuo gregge: prendi il bastone in mano e cammina dinanzi a loro nella Dimora del Padre! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Posso dire ciò che vedo?(*) Gesù, posso? (Gesù) dì solo “i tre giorni di buio!(Giulia) non posso dire altro? (Gesù) no, figlia! (Giulia) Gesù! (Gesù) non temere, rimane tutto nel tuo Cuore, ma consegnerai tutto al Giglio! (Giulia) datemi la costanza e la forza, Gesù! (Gesù) sei la Roccia viva: non temere! Figlia mia, ora invita i tuoi figli ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e a pregare sempre per tutti i miei Figli Ministri e per l'unione della Chiesa tutta! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) L’Amen del Cuore del Padre, che è il Cuore del Giglio, sia sempre con tutti voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amén! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Eccomi! Nella Gioia e nella Verità dell'unica Parola viva del santo Vangelo, sono venuto a visitarvi ancora. Sono venuto in mezzo ai miei figli, alla famiglia, al mio popolo! Quanto cammino! Quanto amore! Quanta sofferenza! Quanti Dolori! Quante gioie! Abbiamo camminato e camminiamo insieme! È bello vivere questo giorno; è bello mangiare questo Pane fresco di questa giornata; come è bello donarlo; e come è bello vedere che il Padre ci ama ancora e ci dona il Pane! Figli, mi vedete? (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) con quali occhi mi state vedendo?  (Tutti) con gli occhi del cuore! (Piccolo Giovanni) e il Vangelo è rimasto nel vostro cuore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) l'avete vissuto in pieno in questo giorno?(*) <si rivolge a Telesfore> chiedi al Giglio se oggi l'ha vissuto in pieno! (Telesfore) si! <Giov. 6° sett. dopo Pasqua /A Gv. 16,16-20> (Piccolo Giovanni) e voi come l'avete vissuto? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Cos'hai capito «un po'.. e un po'»? (Tommaso) c'è veramente da.. (Piccolo Giovanni) ..sei rimasto anche tu come i discepoli? “Ma cosa sta dicendo?”  (Tommaso) indirettamente, si! Perché, come loro non hanno capito nulla fino all'ultimo.. e Gesù si stava preparando al grande evento della Croce, così anche noi, in questi momenti non capiamo nulla, rispondiamo “”, ma solo quel “” si riferisce al nostro cuore che arde d'amore, ma non vediamo nulla, e dobbiamo rimanere saldi nella fede, saldi anche con le tribolazioni, perché Gesù è stato chiaro: queste nostre tribolazioni si trasformeranno in gioia!  (Piccolo Giovanni) eh sì, ma non dovete cadere a terra, o se cadete, vi alzate come si è alzato Gesù, come mi sono alzato Io e come si alza la Piccola Cocciuta!  (Tommaso) in questi tempi il nemico sta facendo di tutto perché ha occupato tutta la terra, quindi ora, veramente, in ogni angolo sta facendo strage e noi dobbiamo aggrapparci.. (Piccolo Giovanni) ..ma l'Amore sboccia perché la Croce è la vittoria! (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) semina di qua e di là, ma il suo seme non dà frutti! Dio dà frutti, e voi dovete combattere il male con l'amore, perché l'amore è il Frutto di Dio! L'unico frutto: Dio che si fa Pane, Dio che si fa Amore, Dio che dona Amore, e l'Amore fa seccare il male, perché chi vince è la Croce! È bello.. (Tommaso) ..è bellissimo..  (Piccolo Giovanni) .. tutto questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e fate crescere sempre di più l'amore nei vostri cuori e così vedrete il volto di Dio attraverso quel Pane che è Amore! Figli miei, se guardate i nemici col Cuore di Dio, l'Amore sboccia sempre di più! E non affannatevi per le cose del mondo: l'Amore copre tutto, perché non avete bisogno delle cose del mondo, c'è l'Amore di Dio che riempie i vostri piccoli vuoti! Vedete un buco nelle vostre cose terrene? Dio lo chiude col suo Amore ma dovete avere fede e credere in quel Pane, perché solo il Pane di Dio può riempire il vuoto! E se siete stanchi potete poggiarvi sul Cuore del Padre: vi cullerà e guarirà i vostri mali perché siete figli, e un Papà ai figli dona tutto, basta chiederlo col Cuore e dire “Papà, eccomi, ho peccato ma voglio essere tuo figlio”, e il Padre che aspetta con le braccia aperte farà festa e vi darà l'anello al dito e l'abito bianco e il Banchetto è sempre pronto: è questo che vi chiede il Padre, non fatelo aspettare ancora! È questo che chiede al Giglio «non farmi aspettare ancora! Giglio, sboccia e fai sbocciare altri Gigli e non temere niente e nessuno!»  <si rivolge a Telesfore> Dona sempre il Bacio e l'Alito al Giglio! (Telesfore) sì! <un'alitazione> (Piccolo Giovanni) lo volete anche voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Devo farlo scendere!(*) Devo farlo scendere?  (Tutti) sì! <un'alitazione>(*) (Piccolo Giovanni) donatelo all'umanità intera e donate anche il Bacio!(*) rimarrà anche nei vostri cuori, figli miei!(*) <si rivolge a Telesfore> perché ti sei inginocchiato? (Telesfore) dinanzi a Dio mi devo inginocchiare! (Piccolo Giovanni) dinanzi alla Croce ti devi inginocchiare! Credi, tu, nel Crocifisso? (Telesfore) credo! (Piccolo Giovanni) credi, tu, nella Parola? (Telesfore) credo! (Piccolo Giovanni) credi, tu, nello Spirito Santo? (Telesfore) credo! (Piccolo Giovanni) e voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) si risponde: “credo”! (Tutti) credo!(*) (Piccolo Giovanni) ti manca questa carezza? (Telesfore) me la stai dando! (Piccolo Giovanni) e tu vuoi donarla ai tuoi figli? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donala sempre, ma col “” e con la fede piena! Non dubitare di Dio! Cammina sempre nel Solco! Sai bene che la Piccola Cocciuta appartiene al Padre e deve fare la volontà del Padre: dovrà soffrire molto per amore e donare all'umanità i Dolori del Parto! Ma guardami negli occhi quando parlo!(*) Vedi i miei occhi? (Telesfore) piangono! (Piccolo Giovanni) sono tristi: piangono per l'umanità! Piangono i Dolori del Parto che non vengono accolti dai confratelli. Ma vi invito a pregare perché non conoscete ciò che è scritto nel Libro del Padre! Pregate per il Giglio: portatelo nelle vostre braccia, accoglietelo, guardate i suoi occhi e prostratevi dinanzi al Lui, ma state attenti al nemico. Figli, Io vi ho indicato sempre il Vangelo, il Giglio vi indicherà ancora il Vangelo! Dio ha mandato me e Dio vi ha mandato il Giglio, combattete con Maria la battaglia del Cuore Immacolato, perché il Cuore Immacolato di Maria trionferà! Il nemico può seminare tutto il suo seme, ma scenderanno gli uccelli del Cielo e lo porteranno via e rimarrà il Seme di Dio che è Amore! Ma combattete con la spada del santo Vangelo, figli, l'unica Verità che Io vengo a portarvi! L'unica Verità che il Giglio viene a portarvi è il Pane dei Cieli!(*) Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Giovanni) il Padre si poggerà ancora su di te! (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) (Giovanni) dovrai bere quest'altro Calice! (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) (Giovanni) non ora, figlia, non in questo giorno, ma ti sarà donato il Calice! (Giulia) io sono pronta! Giovanni, posso asciugare i tuoi occhi? (Giovanni) sì, figlia!(*) Non bere il Sangue ma poggialo sul tuo Cuore! (Giulia) sul tuo, Giovanni! (Giovanni) e quando abbraccerai i tuoi figli e l'umanità intera rimarranno le mie lacrime. Non temere, tu sola vedi il Sangue! (Giulia) Giovanni, dammi un po' del tuo respiro! (Giovanni) ti do il mio respiro e vi do anche l'Amen. Amen, Amen (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Vi invito ancora a camminare nel Solco, a tenere alto il santo Vangelo e a non abortire Gesù quando uscite fuori dalla Dimora del Padre! Figli, volete il Pane fresco? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporre i vostri cuori per ricevere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Preparatevi! Disponete i vostri cuori all'incontro del Pane fresco che scende dai Cieli! Il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi, e lo Sposo avanza per incontrare le proprie Spose! Disponete i vostri cuori! Fatevi culle per fare entrare Gesù che è vivo e viene ad abitare in ognuno di voi!(*) Dove trovate un Amore così grande?: Dio che si fa piccolo per venire ad abitare nei vostri cuori oggi e per l'eternità! Distaccatevi dalle cose del mondo e accogliete Gesù che viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente.. anche nel tuo Cuore, Giglio, in questo istante!(*) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) cosa può desiderare ancora l'anima mia? Oh, mio Diletto! oh, unico Cibo! oh, unica Bevanda? Ora il mio Cuore ha un Ospite importante e mi affretto a chiudere la porticina, perché devo fare festa e gioire con te, mio unico Bene! Non mi serve altro cibo, non mi serve altra bevanda: ci sei tu, rimani sempre! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) fate rimanere sempre questo “Amen”, perché Io mi sono donato ad ognuno di voi spiritualmente. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Ecco Dio che ha donato il suo Amore al suo popolo, ai suoi figli, all'umanità intera. Pregate, figlioli, pregate, pregate! Con le vostre preghiere chiedete al Padre lo Shalom! Ma ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore! Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria! La vostra ricompensa sarà grande perché molto date e molto vi sarà dato! Ma Dio lascia scendere copioso su di voi il suo Amore, e, col suo Amore, innalziamo la preghiera del suo Cuore! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre, sono dinanzi a te, i miei occhi non ti vedono ma tu vedi me! Padre, apri la finestra del mio Cuore e fa che il tuo “Vento” toglie tutta l'erba secca, così io posso vederti e gustare il tuo Amore! Eccomi, Padre!(*) Padre, stai pulendo i cuori col tuo “Vento”! Solo tu sei buono! Grazie, Padre! (il Padre) benedico e dico grazie ad ognuno di voi per il tempo che spendete: vi sarà donato a larghe misure, figli miei!  (Piccolo Giovanni) piegate sempre le vostre ginocchia dinanzi alla Croce e amate, amate! Amate, figli miei, e combattete il nemico con l'Amore che il Padre ha lasciato nei vostri cuori! Combatti anche tu, Giglio, col mio Amore! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre, ma vi invito a pregare con Gesù, Giuseppe, Maria e tutta la Corte Celeste! Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatolo all'umanità intera! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi! Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) andate nella Pace di Dio e portatela all'umanità intera, figli del mio Cuore, ma quando uscite fuori non abortite Gesù, figli miei! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ!(*) (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore!

 

 

         3. Giov 12/05/2005, ore 21.06, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa ancora nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, Sposa del mio Cuore, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Sposa mia, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù, tu oggi sei ancora nel Mare di Sangue, che è sempre di pietra, ma sei inchiodato sulla Croce e cammini! Gesù, i 24 sacerdoti si vedono tanto lontani e tu sei tutto bagnato di Sangue; non scende a terra il tuo Sangue, Gesù! (Gesù) vedi, figlia, Io cammino con la Croce; mia Madre, dinanzi a me, fa scendere sull'umanità i santi Rosari, ma l'umanità non li accoglie! L'umanità è ancora sorda e cieca! L'umanità fa solo rumori! E Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, è curva dinanzi alla Croce mostrandovi la Scala per salire al Padre e chiedere lo Shalom del suo Cuore!(*) Il Cuore Immacolato di Maria trionferà, ma non vedo l'umanità! Pregate, figli, almeno voi che siete venuti ad incontrarmi e a portarmi le vostre gioie, perché i dolori sono gioie! Figli, abbracciate come  ho abbracciato Io la Croce, e la gioia per voi è solo la Croce! Figli benedetti dal Cuore del Padre, pregate e state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dal Cuore del Padre: amate, amate, amate con l'Amore di Maria, figli miei! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ti chiedo se in questo giorno vuoi far compagnia a Maria? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda quante spade stanno trafiggendo il suo Cuore!(*) (Giulia) oh, Gesù!(*) Gesù, se tu vuoi, mettile nel mio Cuore! (Gesù) è questo far compagnia a Maria! (Giulia) mettile tutte Gesù!(**)  <Giulia emette gemiti ma non grida> grazie, Gesù!(*) (Gesù) guarda il fiume che si è aperto, figlia! (Giulia) ora lo vedo scorrere, Gesù! (Gesù) ma prega ancora, figlia, e fai pregare i tuoi figli! Vedi, altri flagelli scenderanno sull'umanità. Un velo lo tieni tu, l'altro Maria, ma guarda quanti ce ne sono! (Giulia) Gesù, non ci sono altre spade? non puoi donarmene altre e fermare i flagelli? (Gesù) lascia che sia il Padre a decidere, figlia! (Giulia) perdonami, Gesù! <si rivolge a Telesfore> (Gesù) dì al Giglio di pregare in questo giorno e nel giorno che sorge  <domani è l’88° anniversario delle apparizioni di Fatima> secondo le mie intenzioni, e anche voi figli, pregate. Pregate, voi Discepoli, voi Colonne, voi Suorine del Cuore della Croce. Amatevi gli uni gli altri con l'Amore di Maria che col suo “” vi ha donato la vita eterna, figli miei! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi ancora abbracciare i Chiodi divini? vuoi unire le tue mani alle mie? o sono troppe le spade? (Giulia) oh, Gesù, se ci sono altri Chiodi dammeli pure! (Gesù) vieni figlia: vieni sul Letto della Croce e guarda chi mette i Chiodi!(*) (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..è nel tuo Cuore l'intenzione, figlia! Ora abbracciamo la Croce e guarda ancora chi mette i Chiodi! (Giulia) sì, Gesù!(*) <Giulia sviene ma non grida> (Gesù) sollevati anima mia!(*) Sono pesanti i Chiodi? (Giulia) no, sono solo grandi, Gesù, ma non pesanti! Esce tanto Sangue dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Gesù) e anche dalle tue! (Giulia) Gesù, questo Sangue forma un solo solco! (Gesù) guarda, guarda in quale chiesa entra! (Giulia) posso dirlo, Gesù? (Gesù) lo dirai al Giglio!(*) (Giulia) Gesù, il tuo abito non è più bagnato, ora è candido! (Gesù) anche il tuo, figlia!(*) Figli miei, pregate e combattete il nemico con l'amore. Ricordate che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Donate a tutti il Pane che il Padre dona a voi: il Pane fresco! Non stancatevi di camminare a due a due e di portare il Pane: LA PAROLA! E non dimenticate di amare: fate conoscere Dio all'umanità e gioite quando lo fate conoscere, e se ridono di voi alzate gli occhi al Cielo e non temete niente e nessuno, ma lavorate nella vigna perché il Padre vi ha scelti uno ad uno senza fare alcuna distinzione; figli, ma ricordate: il Solco è lungo ed è profondo: non lasciatelo! Camminate e lavorate per Dio stringendo al vostro cuore il Pane fresco, figli miei! Cocciuta Divina, dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome e sarai perseguitata ancora! Anche il Giglio sarà perseguitato, ma vedi, i petali sono aperti ma non cadono perché sono poggiati sulla Roccia! Poggiatevi anche voi e camminate tenendo sempre alto il santo Vangelo, figlioli del mio Cuore, ma pregate, pregate con Maria e accarezzate le spade, perché Io mi poggio su di ognuno di voi e Maria vi fa accarezzare le sue spade attraverso i Dolori dello Strumento! Figli, siate forti per i tempi che scenderanno sull'umanità e pregate sempre affinché la Chiesa tutta sia unita al Cuore di Dio! Figli miei, ora vi chiedo: volete ardere un po'? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) L’Amen del Giglio che è l'Amen del Cuore di Dio regni sempre nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli, Amen! Eccomi! Nella gioia del Cuore del Padre, sono ancora in mezzo a voi. Per amore dello Strumento parlo e porto a voi la Parola di Dio, l'unica verità: il santo Vangelo, quel Pane che scende solo dal Cielo, dal Cuore di Dio, e viene ad accendere i cuori dei figli che amano Dio, i figli che cercano Dio, i figli che hanno fame e sete della Parola di Dio. Ma voi potete donarla, potete farla mangiare ai figli che non conoscono Gesù, che non conoscono Dio! Siete Strumenti, siete i “piccoli operai della Parola”, i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto, così, i piccoli operai che portano la Croce e dispensano il Pane dei Cieli, il Pane vivo che Dio ha messo nelle vostre mani, perché vi ha chiamati “amici” scegliendovi uno ad uno. E la mia gioia è piena nel vedervi! La mia gioia è piena nel vedere la famiglia! E quale gioia più grande?: attorno alla mensa “la famiglia riunita” ad aspettare il Padre! Quale gioia? quale gioia cerca ancora il vostro Cuore? Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla e si serve di uno Strumento fragile e piccolo ma che suona solo la musica di Dio e risponde solo “Eccomi”! Così l'umanità dovrebbe rispondere, non con i rumori, non con le marce, ma il rumore “dell'Eccomi”! Ah, figli miei, pregate e state attenti al nemico: lui è astuto e vuole far suo il Progetto dell'Amore! Maria viene a portarvi l'arma del santo Rosario e il suo Amore per combatterlo; guardate i suoi occhi e in questi giorni rivolgetevi a Lei perché è Mamma e una mamma conosce i cuori dei propri figli, così come li conosco Io per volere del Padre, e come li conosce lo Strumento perché Dio l'ha mandata per questo: per abbracciare la Croce e per accarezzare i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera, di unirli e portarli al Padre! Figli miei, pregate e siate gioiosi per il miracolo vivo che è in mezzo a voi: Dio che parla, il Parto vivo in mezzo a voi! Siate coscienti e benedite Dio per tutto quello che vi dona! Giglio, benedici il Padre per tutti i dolori che poggerà ancora sul tuo Cuore, ma non fermarti, vai avanti perché Io non mi sono mai fermato: mi sono seduto sulla Roccia! Siediti anche tu, Giglio del mio Cuore, perché il tuo Cuore è unito al mio e al Cuore dello Strumento!(*) Non lasciate sola Maria, camminate con Lei, figlioli, ma come Maria che era sempre ed è sempre attenta, avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <giov. della 7° sett. dopo Pasqua  /A Gv. 17, 20-26> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) come Maria?(*) Tommaso!  (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi una sola parola del Vangelo di oggi? (Tommaso) una sola parola?  (Piccolo Giovanni) quale ritieni la più «Grande»?  (Tommaso) che siamo tutti «Pezzettini di Dio»! (Piccolo Giovanni) siamo tutti «Pezzettini di Dio»: L'Albero, i rami e le radici profonde! E quale pezzettino tu sei? (Tommaso) vorrei essere almeno l'ultimo pezzettino! (Piccolo Giovanni) il più grande o il più piccolo? (Tommaso) l'importante è essere nel Cuore di Dio, anche piccolo.. troppo piccolo! (Piccolo Giovanni) Paolo ride perché lui dice che è una “formichina”, ma quella formichina dinanzi agli occhi di Dio è un gigante! Rimanete piccoli per essere giganti dell'Amore del Vangelo! Sono pesanti queste parole? ...... riempiono i vostri cuori?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e riempite i cuori dei figli che non conoscono Gesù e che non amano Gesù! Vuoi dire qualche altra cosa? (Tommaso) voglio dire che Gesù ci ha veramente amati tanto che con questo Vangelo, agli Apostoli si è presentato con la semplicità e con la chiarezza mai vista (senza parabole), proprio per mandarci nel mondo come il Padre ha mandato Lui e per restituire a noi la sua stessa Gloria che Lui ha ricevuto dal Padre! (Piccolo Giovanni) glorificate il Padre oggi e sempre, o per meglio dire: oggi e per l'eternità! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) avete imparato “Amén”! Figli, vi invito a consolare Maria! Vi invito a pregare con Maria e ad accogliere le spade che le vengono offerte, non giorno per giorno, ma attimo per attimo, e, come Mamma, è sempre pronta ad accoglierle e ad abbracciare tutti i figli! Bussate al suo Cuore: non è chiuso, è sempre aperto perché una Mamma non chiude mai la porta, la tiene aperta per i figli che arrivano in ritardo e hanno fame, e Lei impasta il Pane e dà da mangiare Gesù: il suo Figliolo: la Parola che riempie i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera. E solo Maria può donare questa gioia: col suo “” ha aperto la porta a Dio e la Porta di Dio non si chiude perché Maria la tiene aperta col suo Amore e invita ognuno di voi e l'umanità intera a tenere sempre la porta aperta e rispondere sempre “ECCOMI”! Non vi dico il numero delle spade che sono entrate nel Cuore della Cocciuta, ma vi invito ad accarezzarle, figli! Anche tu, Giglio, accarezzale e prega! (Giulia) Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) eccomi, figlia!(*) (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) Cocciuta Divina, dovrai soffrire ancora! (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) <si  rivolge a Telesfore> (Piccolo Giovanni) figlio, ancora peso verrà sulle tue spalle: sei pronto ad accoglierlo? (Telesfore) eccomi!(*)  (Piccolo Giovanni) Dio si poggerà e tu porterai nel tuo cuore i Dolori dello Strumento, ma non siano tristi i tuoi occhi e non sia affannato il tuo cuore, ma gioioso! Lo Strumento rimarrà in mezzo a voi, ma i suoi Dolori saranno sempre più forti perché sono i Dolori vivi del Crocifisso! Non temete, figli, accarezzo il capo di Telesfore ma accarezzo i capi di ognuno di voi, perché vi ho amati e vi amerò sempre; non vi lascerò un istante, ma nelle mani del Giglio c'è il Sole di Fatima! Vedrete tre Gigli uniti nel Cuore di Dio che faranno scendere la Rugiada! Siate gioiosi, figli miei, siate gioiosi e coscienti di tutto quello che state ascoltando perché è Parola di Dio! Dona sempre l'Alito e il Bacio al Giglio! (Telesfore) sì! <un'alitazione> (Piccolo Giovanni) preparatevi a riceverlo anche voi e a donarlo! <un'alitazione> ma vi invito ancora a stare attenti al nemico: figlioli, combattetelo con l'amore! Ti do il Sigillo e il Bacio di San Pasquale! <gli da un bacio sulla fronte> (Telesfore) Grazie!  (Piccolo Giovanni) prega in quel giorno e ricordati ciò che ti diceva il tuo padre Talarico, è il santo dell'Eucaristia! Guardalo con gli occhi della fede e falla crescere sempre di più, figlio! E anche voi fate crescere sempre di più la fede: saldi sulla Roccia, figli miei! Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Vuoi la mia carezza?  (Paolo) sì!  (Piccolo Giovanni) vieni!  <Paolo si avvicina, si inginocchia e riceve un bacio sulla fronte> Questa è la forza per andare avanti nel Solco che Dio ha preparato per te!  (Paolo) grazie!  (Piccolo Giovanni) non temere, Io ti sono sempre vicino. Non ho mai abbandonato nessuno e il Sigillo che ti è stato donato rimane sempre, nella gioia e nel dolore! Vai avanti, il Giglio ti segnerà la strada! Dai il mio Bacio a Francesco e non fermarti, figlio!(*) E la carezza arriva anche a voi, non temete, perché non faccio alcuna distinzione, ma mi poggerò sempre di più su di ognuno di voi! Figli miei, lavorate nella vigna ma non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora del Padre! Figli miei, sono pronti i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete disposti ad accogliere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Disponetevi! Distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio. Non affannatevi per le piccole croci, Dio viene a portarvi il Pane dei Cieli: cosa cercate ancora? Siate coscienti che Gesù viene ad abitare dentro di voi! Il Banchetto è pronto e lo Sposo avanza! Preparatevi tutti per lo Sposo!(**) Ecco il mio Corpo: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) l'anima mia aveva fame e tu mi hai portato da mangiare! L'anima mia aveva sete e tu mi hai portato da bere! Non ti sei fermato a guardare i miei peccati, ma mi hai donato da mangiare e da bere! E io chi sono da non donare da mangiare e da bere al fratello che ha alzato la mano verso di me?(*) Non ti sei fermato a guardare quanto sono sporca: mi hai dato il tuo Amore! Oh Gesù, fa che io possa donarlo senza puntare il dito verso il fratello! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli!(*) Dopo aver mangiato e dopo aver bevuto, figli miei, togliete le gelosie e lasciate Gesù che è Amore, Pace, Gioia e Letizia dentro di voi e donatelo, donatelo a tutti con la misura che Dio si dona ad ognuno di voi! Siate “Amore”, come è Amore il Padre! Figli, il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore di mia Madre: al Cuore della Mamma di ognuno di voi e dell'umanità intera! Fate festa nel giorno che sorge, ma nel silenzio e pregando secondo le sue intenzioni, figli, e ricordate: la Promessa viene da Fatima, trionferà nel mondo intero e in questo Luogo baciato da Dio, e il Sigillo è la Croce, figli miei! E con la Croce innalziamo al Padre la preghiera del suo Cuore!  <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre! Padre, a te io offro le mie mani! A te offro il mio Cuore! Eccomi, i miei occhi ti stanno cercando! Padre, mostrami la tua volontà!(*) (il Padre) ecco, io sono la Via, la Verità e la Vita! Porta i tuoi figli attraverso la Porta, Cocciuta del mio Cuore!(*)  (Giulia) Eccomi, Papà!(*) Eccomi, Papà!(**) (Piccolo Giovanni) il cammino è segnato col Sangue, figlia! (Giulia) sono pronta!(**) (Piccolo Giovanni) figlioli miei, vi invito a portare la Gioia che avete ricevuto ai vostri nemici: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera e non abortite Gesù quando uscite fuori! Io ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Devo ritornare all'ubbidienza del Padre: vi lascio il mio Cuore e i Dolori del Crocifisso! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate nella Pace di Dio e fatela sbocciare ovunque poggiate i vostri piedi, figli miei! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena, fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ(*)! (Piccolo Giovanni) Grazie! Figli del mio Cuore, rimanete con me nella quiete e nella preghiera! (Giulia) Papà, grazie!

 

 

        4. Giov 19/05/2005, ore 21.00, Stanza more solito

Oggi Giulia è convalescente a letto per i postumi di un intervento chirurgico.  Ecco i messaggi:

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Sposa del mio cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola ancora il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Figli, vi invito ancora a pregare e a non dividervi, a rimanere uniti nel mio Amore, nella mia Quiete e nella mia Pace, perché Io vengo in mezzo a voi a portare solo lo Shalom del Cuore del Padre, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù, tu sei ancora nel mare, cammini ancora ma sei sempre più solo e il Sangue ancora non si scioglie: è di pietra! Gesù, oggi il tuo abito è candido, ma vedo le tue mani e i tuoi piedi bagnati di Sangue, e vedo i buchi così enormi! Gesù, quei buchi li ho fatti io? (Gesù) figlia, gli stessi buchi sono nelle tue mani e sui tuoi piedi! (Giulia) Gesù, perdonami se ti chiedo ancora una volta: perché i 24 sacerdoti sono così distanti? (Gesù) è scritto nel tuo Cuore, figlia, e nell'attimo che Dio vorrà lo consegnerai al Giglio! (Giulia) Gesù! (Gesù) guarda, figlia, un altro Calice è pronto per te! (Giulia) eccomi, Gesù! Lo devo bere adesso? (Gesù) non in questo giorno, figlia! Vuoi accettarlo? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda ancora, ma tieni nel tuo Cuore ciò che vedi! (Giulia) eccomi!(*) non posso dire nulla di ciò che vedo? (Gesù) tienilo nel tuo Cuore e fai pregare i tuoi figli, i tuoi Discepoli, le tue Colonne e le tue Suorine! Pregate col cuore aperto: figli, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per far festa al Banchetto del Padre! Figli, vi invito ancora a consolare il Cuore di Maria e a rimanere uniti alla sua mano materna e a camminare sulla Via che lei ha segnato per ognuno di voi: la via della Croce, la via della santa Sofferenza: non gettatela ma abbracciatela sempre di più! Figlioli del mio Cuore, vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce. Combattetelo con l'Amore! Figli, tenete sempre alta la spada del santo Vangelo, e in questo tempo amate, amate, amate e pregate sempre per la pace e l'unione della Chiesa tutta, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere in questi giorni. Metto nel tuo Cuore tutti i figli che sono qui riuniti e che sono venuti ad incontrarti, i figli che si uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori, e, come sempre, metto nel tuo Cuore le mie pietruzze: i sacerdoti! E forte forte metto nel tuo Cuore il Giglio! Gesù, tienici stretti al tuo Cuore e non farci mancare mai la Sofferenza! Toglici tutto, Gesù, perché non ci serve nulla, ma la sofferenza ci serve, e così i nostri occhi si aprano e possiamo vederti e gioire, vedere quella Luce che non si spegne mai e avere la tua Pace, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! L'Amén del Cuore del Giglio sta sbocciando: presto scenderà l'Acqua, quell’Acqua che disseterà l'umanità intera! Sono troppo grandi queste parole per voi, ma presto comprenderete, figli miei! <si rivolge a Telesfore> chiedi al Giglio se mi ama. Digli che il mio Cuore è aperto: dovrà soffrire ancora come dovrà soffrire ancora lo Strumento, ma  l'Acqua scenderà! Figli, pregate, pregate e combattete il nemico amando, usando l'Amore che Dio lascia scendere su di voi attimo per attimo, figlioli del mio Cuore! Figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi aiutare ancora Maria? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda!(*) questo flagello sta per scendere sull'umanità! (Giulia) Gesù poggiati ancora, poggiati ancora su di me! (Gesù) alza le tue mani e aiuta Maria!(*) (Giulia) Gesù, le mie forze non ci sono! (Gesù) alzale, figlia!(*) (Giulia) Gesù! il velo si è rotto, Gesù! (Gesù) non temere, prega e impasta la farina con Maria! Vedi? il Pane cresce! (Giulia) sì, Gesù, sia fatta la tua non la mia volontà! (Gesù) il Pane cresce, figlia! Ora sei pronta? vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie? vuoi abbracciare i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda chi mette i Chiodi, figlia!(*) Guarda chi mette i Chiodi!(*) Vieni, vieni sul Letto della Croce! Vieni ad abbracciare il tuo Sposo! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) <Giulia soffre senza mettere alcun grido> (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi!(*) (Giulia) Gesù, non vedo le mie mani e i miei piedi, ma vedo le tue mani e i tuoi piedi, ed esce tanto Sangue e forma un fiume! (Gesù) non dire il nome della chiesa, ma dillo solo al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vi invito ancora ad essere uniti nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amatevi gli uni gli altri, figlioli del mio Cuore, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli miei, vivete e mangiate la Parola! Cercate il Pane, perché non vi serve altro, figlioli del mio Cuore! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio di gridare la Verità del santo Vangelo e di spezzare le catene! Dio ti ha reso libero, Giglio, spezza le catene del mondo e dona al tuo popolo il mio Alito! Figlio, non temere niente e nessuno perché Dio ha messo nelle tue mani la Dimora del Padre! Vai avanti nel Solco di Maria, figlio! Vi invito ancora a combattere il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici. Figli, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera ed unitevi al Cuore di Maria con “l'Amen”. Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Vi chiedo ancora di pregare per tutti i miei Figli Ministri: non lasciateli soli ma pregate, pregate, pregate, figli miei. E nella Preghiera, nella Gioia e nell'Amore del Padre, vi chiedo ancora: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen del Cuore di Dio sia sempre nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) unito all'Amen del Giglio che è la sorgente Viva di Dio, l'Acqua che zampilla. Figlioli del mio Cuore, nell'Amore del Padre, nella Luce e nella Verità della Parola dello Pane fresco, Io sono ancora in mezzo a voi ad indicarvi il Vangelo, il Solco, la Luce di Dio che accende i vostri cuori, che riempie i vostri animi e vi dona la Pace, l'Amore e la Letizia! Come Sacerdozio vivo ed eterno, per Amore di Dio, sono in mezzo a voi e col “” dello Strumento parlo ancora in mezzo a voi. E la mia gioia è piena nel vedere ognuno di voi, nel vedere i vostri cuori e nell'indicarvi ancora la via per arrivare al Padre! E la via per arrivare al Padre e fatta di sofferenza, ma la sofferenza è gioia, la sofferenza è amore, la sofferenza fa diventare ognuno di voi “figli di Dio”! Vi fa brillare e diventare stelle che accendono i cuori spenti! Figlioli miei, vivete il Vangelo, crescete nella Parola e camminate sempre nel Solco che è lungo ed è profondo, e distaccatevi dalle cose del mondo! Vedete? avete ascoltato la Parola:  <giov. della 7° sett. T.O. /A Mc. 9, 41-50> a cosa vi serve la mano? a cosa vi serve l'occhio se non guardate le cose del Padre Vostro? Guardare le cose del mondo è cadere nel fuoco che brucia! Cosa vi serve? Guardate la Croce, guardate i Dolori di Maria e fermatevi su di essi! Guardate il Pane fresco che Dio viene a portarvi: è il Cibo delle vostre anime che fa crescere ognuno di voi, figli miei! Tu Cocciuta Divina del Cuore del Padre! (Giulia) Giovanni, non so se sono ancora Cocciuta: le mie forze non ci sono più! (Piccolo Giovanni) il Padre ti sta spremendo come un limone, figlia, ma il succo che scende riempie i cuori spenti; dovrai lavorare ancora e soffrire! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il Parto è pieno, figlia, e tu lo sai! (Giulia) eccomi, Giovanni, poggiatevi ancora quanto volete e se come straccio, servo ancora, fatemi stare dinanzi ai piedi della Croce! (Piccolo Giovanni) Amen, figlia, Amen! Ma dì al Giglio che lo Straccio è candido e il Parto è pieno ed è in mezzo a voi, come Dio è in mezzo a voi e parla e la sua Parola è duratura, perché Dio È! Ora vi chiedo: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Come l'hai vissuto?  (Rosetta) penso di aver fatto un gesto buono con qualcuno, e così facendo è come se invece di dare un bicchiere d'acqua al posto di qualche altra cosa, ho potuto dare un po' d'affetto a qualcuno.. tu sai a chi dico.. e in quel momento (credo)abbia reso una cosa bella a Dio! (Piccolo Giovanni) è a Dio che hai dato il bicchiere d'acqua e l'affetto in quell'istante! (Rosetta) grazie che mi stai dicendo queste cose!  (Piccolo Giovanni) e voi, volete donare il bicchiere d'acqua? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Dio ha sete di anime e se voi donate un bicchiere d'acqua, donate il vostro “sì pieno”! ...... i tuoi occhi li vuoi tenere? (Paolo) i miei occhi sono di Dio! (Piccolo Giovanni) e donali a Maria! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) i tuoi piedi li vuoi tenere? (Telesfore) sì, ma sono per Maria! (Piccolo Giovanni) lascia che sia Io a dirlo! Donali a Maria! Voi tutti, figli, volete donare a Maria tutto di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) ritardate anche a donare l'Amen, e avete appena detto che donate tutto a Maria! Ah, ma Io che conosco i cuori di ognuno di voi, mando prima il Bacio e l'Alito al Giglio <un'alitazione> e mando il Bacio e l'Alito ad ognuno di voi! <un'alitazione> accoglietelo nei vostri cuori, ma donatelo all'umanità, l'umanità che è spenta, l'umanità che ha dimenticato di avere un Papà: un Papà che guarda i cuori, un Papà che ascolta i cuori, un Papà che accarezza i cuori, un Papà che vi dona la sua mano ed è pronto con le braccia spalancate ad accogliere tutti i figli! “Venite, figli miei, venite tutti ad abitare nel mio Cuore! Venite tutti a mangiare al Banchetto del mio Amore!” Ma ricordate sempre che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno per Amore di Dio e desidero che ognuno di voi sia Sacerdozio vivo ed eterno nell'Amore del Padre; ma distaccatevi dalle cose del mondo, e, per distaccarvi dalle cose del mondo, dovete abbracciare la Croce, accettare la santa Sofferenza e tenere sempre alto il santo Vangelo e vivere attimo per attimo il Vangelo di questo santo giorno! Figli miei, vedete, lo Strumento accoglie i Dolori del Padre per Amore e per fermare i flagelli che scendono sempre di più! Il suo corpo è un flagello, ma non un flagello che distrugge, un flagello che fa crescere e riempire i cuori! (Giulia) oh, Giovanni, io non sono capace di far nulla! (Piccolo Giovanni) è Dio a decidere, figlia! Il tuo “” è saldo ed è poggiato sulla Roccia: rimani sempre Cocciuta così, inchiodata sulla Croce per Amore! (Giulia) Eccomi! Eccomi! Eccomi! (Piccolo Giovanni) voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, abbracciate tutti i Dolori del Crocifisso! Volete salvare l'umanità? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) inchiodatevi al Cuore della Croce e non abbiate paura di niente e di nessuno, ma state attenti solo al nemico che è astuto ed usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Combattetelo con l'amore e donate sempre quel bicchiere d'acqua a chi vi tende la mano! Figlioli miei, amate, perdonate, usate carità verso tutti: non lasciate nessuno fuori della santa preghiera, figli! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che lo amo e mi poggio su di lui!(*) Ora chiedo ai vostri cuori: siete pronti per ricevere Gesù spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) dentro di voi?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete pronti a distaccarvi dalle cose del mondo e ad accogliere il Parto vivo della Croce? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli!(*) Disponete i vostri cuori; indossate l'abito bianco e avvicinatevi tutti al Banchetto di Dio che è in mezzo a voi ed è pronto per ognuno di voi. Portate tutti i vostri Cari al Banchetto! Ecco lo Sposo avanza! Spose, preparatevi per accogliere Gesù Spiritualmente dentro di voi! Un Figlio vi è stato donato, non abortite quel Figlio! Disponetevi!(*) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, dolce Sposo dell'anima mia! Oh, dolce Frescura! Oh, dolce Quiete, dolce Croce dove io posso riposare! Letto dell'anima mia, ora siamo un'unica cosa: io sono dentro di te e tu sei dentro di me! Oh, come è bello questo istante! Com'è bello questo incontro! Come gioisce l'anima mia! Oh, Gesù! Oh, Diletto del mio Cuore, non togliermi questo istante e fa che sia sempre un Solco lungo oggi e per l'eternità! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore. E non dimenticate, figli, i vostri nemici: la gioia che il Padre ha donato ai vostri cuori, donatela anche a loro! Dio è Bambino ed è venuto ad abitare nei vostri cuori: è vivo, è reale! Avete Dio Bambino nei cuori di ognuno di voi: non abortitelo quando uscite fuori dalla Dimora di Dio, ma fatelo vivere, figlioli del mio Cuore! Ora quel Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) è bello riposare nei vostri cuori! È bello dormire nelle culle dei vostri cuori! Grazie, figli, per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Rimanete con Lei in questo tempo, vivete con Lei l'Amore che è nel suo Cuore e siate Mamme! Formate anche voi l'ascensore per arrivare al Cuore del Padre! Potete formarlo: sapete come? usando il Rosario come lo usa Maria: curva, tocca il Cuore del Padre! Così anche voi: curvi nella preghiera costante a toccare il Cuore del Padre! Vogliamo toccare il Cuore del Padre? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) innalziamo al Padre la preghiera e che ci hai insegnato! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre Nostro! Padre mio! Padre Nostro! Padre mio! Padre dell'umanità intera! Padre dal Cuore aperto che non si chiude mai, fa che i nostri cuori siano aperti come il tuo anche quando ci trafiggono! Padre Nostro, Padre mio, fa che sappiamo donare il tuo Amore nell'attimo del nostro ultimo respiro! Padre! (il Padre) come non posso risponderti “Amen”, figlia? Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) rimanga sempre pieno nei vostri cuori questo “Amén”, figli miei! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera; ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore, e in questo tempo usate l'Amore di Maria! Figlioli, Io vi stringo tutti al mio Cuore e vi invito a tenere sempre alto il santo Vangelo! Ricordate che la via per arrivare a Gesù è stretta ed è fatta di santa Sofferenza! Portate sempre sulle vostre spalle la piccola croce: “chi mi ama, prenda la propria croce e mi segua”, figlioli! E nel segno della Croce, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate in pace e portate la Quiete del Dio Bambino all'umanità intera, figlioli. Rimanete uniti, amatevi gli uni gli altri e vivete la gioia che il Padre vi sta donando in questo istante, figli miei! Tu, Cocciuta Divina del Cuore del Padre, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ(*)! (Piccolo Giovanni) Grazie! Pargoli del mio Cuore, lascio scendere su di voi il Soffio dello Spirito Santo <un'alitazione> accoglietelo! (Giulia) Papà! Papà! Papà, com'è grande il tuo Cuore! (Piccolo Giovanni) anche il tuo lo è, figlia!(*) (Giulia) quello è il tuo Cuore? (Piccolo Giovanni) no, figlia, quello è il tuo: quello che mi hai consegnato! (Giulia) Papà! Papà!

 

 

 

          5. Mar 24/05/2005, Stanza more solito

Messaggi di Maria e del santo Giovanni di oggi (ore 16.02)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (l'Immacolata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.(*) Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, bevi anche in questo santo giorno i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) e immolati, figlia mia, ancora una volta, con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa traverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre. Consola sempre il Cuore di Gesù, nell'abbraccio della Croce, come tu sai fare, figlia!  (Giulia) eccomi, Mamma! Mamma, in questo giorno tu piangi; il tuo pianto e le tue lacrime sono di Sangue, Mamma!  (l'Immacolata) figlia, guarda cosa hanno fatto in questo giorno al mio Gesù!(*) (Giulia) Mammina, cosa posso fare? (l'Immacolata) vedi, figlia, Gesù è solo e hanno trafitto ancora il suo Cuore! Volete stargli vicino? volete consolarlo? (Giulia) sì, Mamma! Rispondo per tutti, ma poggiatevi ancora su di me se non trovate spazio! (l'Immacolata) vedi, figlia, i flagelli scendono ancora sull’umanità perché Gesù non trova anime dove poggiarsi: stategli vicino, camminate con Lui, amatelo e fatelo conoscere ai figli che non arrivano alla porta del suo Cuore! (Giulia) Mamma, aiuta ad aprire il mio Cuore così posso aprire i cuori dell'umanità intera e fare amare Gesù! (l'Immacolata) figlia, il tuo non è solo aperto, è squarciato e gronda Sangue attimo per attimo come gronda Sangue il Cuore di Gesù per ognuno di voi e per l'umanità intera! Pregate, figlioli del mio Cuore, pregate e chiedete a Dio lo Shalom! Combattete il nemico con l'amore: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Usate la catena del santo Rosario e l'amore che Gesù lascia scendere nei vostri cuori in questo istante, figlioli miei! (Giulia) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono e coloro che hanno portato nei loro cuori! Mammina, come sempre, metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti, e metto nel tuo Cuore, forte forte, il Giglio! Mamma, tieni per mano tutti i sacerdoti e dona loro il tuo Cuore affinché rimangano sempre nel Solco di Dio e ci danno sempre da mangiare Gesù, perché abbiamo tutti fame e tutti sete di Gesù! (l'Immacolata) figlia mia, prega per tutti i sacerdoti: fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine! Immolatevi, figli miei, per tutti i sacerdoti, siate Mamme e allargate le vostre braccia per accogliere Gesù Sacerdozio vivo ed eterno che viene a visitare i vostri cuori e a portare il Venticello dello Spirito Santo per accendere l'umanità spenta e far ardere il suo Amore! Ora guarda, figlia, ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) (Giulia) Mamma, posso dire ciò che vedo? (l'Immacolata) dì solo che su un cuscino vedi un abito bianco, il resto lo scriverai e lo consegnerai al Giglio! (Giulia) eccomi, Mamma! <si rivolge a Telesfore> (l'Immacolata) dì al Giglio che presto dovrà bere un Calice amaro; ma digli di non temere perché la mia mano è stretta alla sua e siamo qui uniti nella Dimora del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figlioli, vi invito a vivere e a pregare abbracciati all'unica Verità: alla Croce del mio Gesù che è morto ed è risorto per donarvi la vita eterna, figlioli del mio Cuore! Ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli miei, Dio non è ripetitivo, Dio viene a scaldare i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera, viene ad accendere il Fuoco del suo Amore: il Fuoco di Pentecoste, per donare ad ognuno di voi la forza di amare, di perdonare, di fare carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici per far festa con Gesù al suo Banchetto nel suo Cuore! Figlioli, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi a Gesù, unitevi al Vangelo, a quel Pane fresco che vi dona la vita che è la vita eterna! Figli, nessuno vi può donare la vita eterna! Le cose del mondo non vi danno la vita eterna, ma la morte! Solo Gesù vi dona la vita; solo nel suo Cuore si è vivi per sempre, dove Lui ha preparato un posto per ognuno di voi e per l'umanità intera, e quel posto è pronto e aspetta ognuno di voi, figli, ma amate, amate, amate e siate solidi come la roccia, perché Dio è Roccia e la sua Parola è duratura! Dio non cambia ciò che ha promesso: “Aspettatemi, Io Verrò”, e quando Dio verrà troverà fede? troverà amore? troverà pace? Figli, preparate i vostri cuori, preparateli per Gesù che viene a liberarvi dalla schiavitù del mondo, ma amate, amate e non abortite Gesù. Quando uscite dalla Dimora di Dio non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Non puntate il dito verso il fratello perché sarà puntato anche verso di voi! Figli, in questo tempo abbracciate Gesù, mangiate Gesù e fatelo mangiare ai vostri figli, ai vostri nemici! Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù! Vuoi accogliere tutto quello che il Padre vuole donarti? (Giulia) eccomi, Mamma! <la Madonna si rivolge a Telesfore> (l'Immacolata) dì al Giglio che anche lui soffrirà perché il suo Cuore è inchiodato al Cuore dello Strumento e presto il Padre lo abbraccerà, ma non temete, l'abbraccio di Dio è nella Dimora, e il Parto è pieno, è vivo ed è reale in mezzo a voi! Figli, ora vi invito a pregare secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata, addolorata nel vedere l'umanità che non cerca e non ama il mio Gesù! Amatelo voi che siete venuti a visitarlo e a consolare il suo Cuore! Figli, ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere ancora una volta, il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) nell'amore e nell'ubbidienza al Padre mi siedo un po'!(*) La Pace e l'Amore del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori!  (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen!  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen del Cuore di Dio, che è l’Amen del Cuore del Giglio, sia con tutti voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) figli miei, nell'unico abbraccio, nell'unica Verità, nell'unico Solco della Parola viva, sono ancora in mezzo a voi ad indicarvi il Vangelo, ad indicarvi la Via che porta nel Cuore del Padre, dove c'è quiete, dove c'è amore, dove c'è latte e miele che scorre per ognuno di voi. Figli miei, l'umanità corre di qua e di là a cercare miracoli, a cercare di guarire i propri mali! Ah, figli, cosa lasciate! Se lasciate la sofferenza e i vostri corpi vengono sanati, dove troverete più Gesù? dove sentirete più il suo Amore? Lo dimenticherete, perché Gesù si fa sentire nei dolori, nella sofferenza, nel portare una piaga, nell'abbracciare quella piccola Croce quotidiana. “Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”, nella gioia e nella letizia. Gesù era gioioso nel portare la Croce per noi, perché portando la Croce ci donava la vita! E noi cosa facciamo?: cerchiamo il miracolo e perdiamo la vita. Quel Gesù ha donato la vita per amore, ha donato la vita per farci vivere! Volete salvare i vostri nemici? (Alcuni) si! (Piccolo Giovanni) non sento nulla! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non gettate i dolori, non gettate la santa sofferenza ma pregate: “Padre, sono un servo inutile: eccomi! Voglio lavorare per te, ma non togliermi la santa sofferenza! Toglimi tutto ma non togliermi la sofferenza perché sono sicuro che nella sofferenza vedrò il tuo Volto, e vedendo il tuo Volto io sarò sanato!” Figli, chiedete questo al Padre: è il miracolo più grande che Dio vi concederà: vedere il Volto di Dio ed essere sanati! L'umanità è malata ma è malata perché gli occhi sono chiusi e non vedono Dio, non vedono il suo Volto, figli! Giglio beato, porta ancora i Dolori che il Padre ha messo sulle tue spalle! Presto berrai il Calice nella dimora e gioiremo, Giglio, ma consegno ancora nelle tue mani e nel tuo Cuore lo Strumento. Suonate la musica di Dio: il mondo è nelle vostre mani, portate l'umanità nel Cuore di Dio, Giglio del mio Cuore! Ora chiedo ad ognuno di voi: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Mar. della 8° sett. T.O. /A Mc.10,28-31> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) avete mangiato il Pane fresco? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e avete fame ancora? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa volete mangiare? (Alcuni) Gesù! (Altri) altro Pane! (Piccolo Giovanni)altro Pane” che è sempre Dio! E avete sete? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa volete bere? <nella Stanza tanti dicono qualcosa e le voci si accavallano> (Qualcuno) il Sangue di Gesù! (Piccolo Giovanni)il Sangue di Gesù”! Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Hai fame e sete anche tu? (Tommaso) ho sempre fame e sete di Gesù! (Piccolo Giovanni) e hai mangiato e hai bevuto la Parola di questo giorno? (Tommaso) sì, Papà! (Piccolo Giovanni) è bella? (Tommaso) è bellissima! (Piccolo Giovanni) è ricca! Quale ricchezza ha? la ricchezza del mondo? (Tommaso) no, Giovanni! (Piccolo Giovanni) o la ricchezza del Cielo? (Tommaso)la ricchezza del Cielo”, perché se siamo qui non siamo perché ci aspettiamo le.. mille e di più.. che ci da Gesù, siamo qui perché ardiamo d'amore per Gesù, e questo ogni giorno sempre di più, e quindi è solo qui con Gesù che troviamo la Mamma, troviamo il Papà, troviamo la Sorella, troviamo il Fratello, troviamo l'Amico più fedele, e questo ci basta: ci è tutto dato grazie al Padre! (Piccolo Giovanni) grazie al Padre che vi fa stare tutti uniti: un solo Pane, un solo Vino che è il Corpo e il Sangue di Gesù! È solo il Corpo e il Sangue di Gesù che può unire e farvi diventare figli dell'unico Albero: l'Albero della Croce! Ma state attenti al nemico: combattetelo con l'amore! E in questo tempo pregate, pregate di più per i sacerdoti: non lasciateli soli, figli miei! Cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) c'è tanto amore che noi chiediamo che ci continui a dare sempre la quiete: questo è il miracolo più bello! E dolori, dolori per questa umanità che si disperde e a noi ci tocca lavorare sempre di più con la preghiera e presentarla al Padre! (Piccolo Giovanni) lavorate, lavorate e diventare piccoli: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto! Ma lavorate nella vigna: Dio vi chiama, vi ha sigillati uno ad uno col Sigillo della Croce! Non perdete quel Sigillo, ma mettetevi a disposizione dei piccoli, dei poveri, degli emarginati, dei figli carcerati, dei figli drogati, dei vecchietti, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera perché Gesù sulla Croce ha portato tutti, non ha guardato il colore della pelle, non ha guardato chi ha trafitto il suo Cuore, non ha guardato chi ha inchiodato le sue mani e i suoi piedi: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”! E oggi lo grido a voi: “Padre, anche se sanno quello che fanno, dona ancora il tuo perdono e la tua misericordia senza limiti”! Non guardate chi dà ad ognuno di voi uno schiaffo o chi vi offende, guardate gli occhi di Gesù, guardate il suo Amore che scende sempre di più sull'umanità! E voi fate lo stesso: imitate il suo Amore e camminate sempre nel Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo e mangiando sempre quel Pane fresco che Dio vi dona attimo per attimo! L'umanità è sorda: Dio si dona! L'umanità è cieca: Dio si dona! E voi cosa fate?: DONATEVI! <si rivolge a Telesfore> dona l'Alito e il Bacio al Giglio! <un'alitazione> Preparatevi ad accoglierlo anche voi il Bacio e l'Alito <un'alitazione> e donatelo, e in modo particolare ai vostri nemici, figli miei, e fate festa perché Dio abita nei vostri cuori! Non è lontano: è dentro di voi e arde, arde! E quell'amore che senti è Gesù che ti chiama e chiama ognuno di voi a far festa, a gioire e abbracciare la Croce! Lo Sposo, come dono alle proprie Spose, offre la Croce! È il dono più bello! È il regalo più bello!  <si rivolge poi ad Angela che inizia a singhiozzare vistosamente> Vieni, Sposa mia, vieni ad abbracciare il tuo Gesù che arde d'amore per te e per tutti i tuoi figli! <Angela si alza, si avvicina a Giovanni e si inginocchia> (Angela) grazie, Gesù! Grazie, amore mio, ti amo, Gesù! Gesù, ti amo! (Piccolo Giovanni) dona tutto l'Amore che Dio ha messo nel tuo cuore, e, con le tue mani, dona Gesù!  (Angela) oh, Dio, non sono degna, Gesù! (Piccolo Giovanni) donalo sempre all'umanità che ha fame e sete! (Angela) oh, Dio! Ti amo, Gesù! (Piccolo Giovanni) anch'Io, ti amo! (Angela) ti amo.. (Piccolo Giovanni) ..e come amo te amo tutte le mie Spose! (Angela) grazie, amore mio! Grazie! (Piccolo Giovanni) e inchinati soltanto dinanzi al Legno della Croce! Io sono un umile Servo dinanzi ai piedi di Dio, Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! Siate anche voi umili servi al servizio del Padre per donare l'amore ai figli e ai fratelli! Anime mie, famiglia mia, il mio Cuore arde, è gioioso nel vedervi qui riuniti: LA VOSTRA FEDE SALVERÀ L'UMANITÀ! Siate gioiosi! Se il Padre vi ha scelti è perché ha trovato grazia nei vostri cuori, e vi invito ancora a pregare per tutti i sacerdoti. Figli, vi invito sempre a camminare nel Solco che Io ho segnato per ognuno di voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce!(*) <si rivolge a Telesfore> Ti offro un'altra mia carezza, ma sai bene che la mia carezza è fatta di Dolori, di Croce, e il Padre si poggerà ancora sul Cuore della Cocciuta e si poggerà ancora sulle tue spalle! Dio ha mandato la Cocciuta in mezzo a voi per salvare l'umanità, e, per salvare l'umanità, si deve abbracciare in pieno la Croce e voi sapete bene i Dolori di Gesù: li conoscete uno ad uno, e la Cocciuta li porta vivi sul suo corpo! Ma non temere, figlio, ti do il Bacio! <gli dà un bacio sulla fronte e Telesfore gliene dà uno sulla mano> Come Sacerdozio l'accolgo, ma come uomo non sono degno: il Sacerdozio è Dio, e Dio accoglie i baci di ognuno di voi, ma accoglie il bacio dei vostri cuori: è il bacio che Dio gradisce: i cuori di ognuno di voi, figli miei! Di al Giglio che bacio anche Lui sulla fronte! Digli di andare avanti e di non fermarsi, di non temere niente e nessuno. Il Padre ve l’ha donato: accoglietelo e fate festa, ma inchinatevi sempre dinanzi a Lui, figli miei! Vi invito ancora, figli, a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore! Amate, amate, amate, amate, e in questo tempo pregate il Cuore di Gesù: chiedete la pace al suo Cuore! Figli miei, Io vi amo tutti senza fare alcuna distinzione, e il mio Cuore arde: vorrei portarvi tutti in questo istante con me in Paradiso, ma dovete lavorare ancora nella vigna e portare altre anime al Cuore di Dio! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre! Figli miei, vi stringo al mio Cuore e vi invito sempre a tenere alto il Vangelo e a rimanere nel Solco, figli! Cocciuta Divina, accogli con amore ciò che il Padre vuole da te! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate nella Pace di Dio e portatela all'umanità intera! Il Fuoco di Pentecoste sia con tutti voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli! E porta sempre l'umanità intera e tutti i tuoi figli sulle spalle! (Giulia) eccomi, Giovanni! Giovanni, metti nel Cuore del Padre ciò che sto sussurrando(*), ma sia fatta la volontà di Dio, non la mia! (Piccolo Giovanni) figliuoli, vi invito ancora ad amare, e quando uscite fuori non abortite Gesù: fatelo vivere!(*) (Giulia) grazie, Gesù! Grazie! Rimani, rimani con noi! (Piccolo Giovanni) sono sempre con voi!