LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 57

 

IMMOLATEVI TUTTI PERCHE' IL MONDO NON E' IN PACE CON DIO

(dal messaggio del 23/06/2005)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

         1. Giov 26/05/2005, ore 21.05, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia mia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore!  (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù, il mare di Sangue è sempre di pietra e tu cammini sulle pietre e i tuoi occhi sono bagnati di Sangue, Gesù. Ormai si vedono poco, dietro di te, i 24 sacerdoti! Gesù, perché sei così triste? siamo noi a farti soffrire Gesù? Gesù, perché il Sangue non scorre? (Gesù) figlia, non siete voi a farmi soffrire, e guarda, guarda il Sangue, figlia! (Giulia) Gesù, è di pietra! (Gesù) guarda le tue mani, guarda i tuoi piedi e guarda il tuo costato! (Giulia) oh, Gesù! (Gesù) lo vedi il Sangue? (Giulia) sì, Gesù, lo vedo, ma sotto i tuoi piedi è di pietra, Gesù! (Gesù) prega, figlia, prega affinché la Chiesa tutta sia unita alla mia Croce! Figlia, fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce! Pregate, figli, e state attenti al nemico: è astuto e indossa tanti abiti per farvi cadere nella sua falsa luce! Combattetelo con l'amore, ma l'amore fatelo uscire dal cuore non solo dalle labbra: non servirebbe, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, insegnaci ad amare come ami tu! Insegnaci ad aprire il cuore come è aperto il tuo, Gesù! (Gesù) ora guarda, figlia, e ciò che vedi lo dirai al Giglio, ma non spaventarti! (Giulia) eccomi, Gesù!(**) Gesù! Gesù!(*) (Gesù) non temere, figlia, consegna tutto al Giglio! (Giulia) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome,  i figli che si uniscono a questa santa preghiera e tutti quelli che portano nei loro cuori! Gesù, io metto sempre nel tuo Cuore tutte le pietruzze che sono i sacerdoti, e stringo forte al tuo Cuore il Giglio, come lui vuole! Gesù, siamo stracci dinanzi a te, ma guarda ancora una volta in questo giorno i nostri cuori e se un pezzettino è libero per te, prendilo, Gesù! Non sappiamo offrire nulla ma se trovi un piccolo spazio, vieni e prendilo, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Voi ancora non potete comprendere il significato dell’Amen: quanto è importante! Quando lo scoprirete i vostri occhi non smetteranno di grondare lacrime, figli miei! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio che il suo Cuore mi appartiene! L'ho inchiodato alla Croce e presto gioirà della gioia e della santa Sofferenza che dovrà portare sulle sue spalle, e, ovunque camminerà dove il Padre lo condurrà, seminerà il Parto vivo della Croce! Non temere, Giglio, Dio vuole questo da te! Figli miei, vi invito a pregare: i flagelli scendono ancora sull'umanità perché non c'è amore e non c'è pace! Non cercate la mia Quiete! L'umanità è sorda ed è cieca: non vuole accogliere l'Amore che Io lascio scendere! Almeno voi, amate, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici! Figli del mio Cuore, amatevi gli uni gli altri, e solo amandovi gli uni gli altri sarete testimoni della Parola! Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi ancora unire le tue mani alle mie? vuoi abbracciare i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia, guarda ancora chi mette i Chiodi!(*) guarda, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, vieni sul letto della Croce, Sposa del mio Cuore!(*) I Chiodi saranno messi e tolti, ma ora guarda!(*) <Giulia emette gemiti ma non grida>(*) sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani! Guarda i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, come sono lunghi i Chiodi e quanto Sangue esce dalle tue mani e dai tuoi piedi! Gesù, un altro Solco che scorre in un'altra Chiesa.. (Gesù) ..non dire il nome, figlia, ma dillo al Giglio! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) figlia, altre spade sono pronte per il flagello che sta per scendere in quest'istante: vuoi accogliere nel tuo Cuore le spade? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) guarda il flagello, figlia!(*) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) vedi? Maria è curva: aiutala a sollevare il velo, ma stai attenta, non far cadere le spade!(*) (Giulia) Gesù, il velo è rimasto a metà! (Gesù) e invita i tuoi figli a pregare e a tenere sempre alto il santo Vangelo, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Camminate sempre nel Solco e cercate il Pane fresco che è la Parola! Figli miei, gridate all'umanità intera: “Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla, e la sua Parola è Pane vivo, è Pane fresco che si dona attimo per attimo”, figli del mio Cuore! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore! Amate, amate, amate! Liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al Cuore della Croce, e non temete perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figlioli del mio Cuore, vi invito ancora a camminare sulle orme di Maria e a pregare con Lei. Salite la scala del santo Rosario che vi porta al Cuore del Padre, figlioli del mio Cuore, e pregate ancora per tutti i Figli Ministri! Non puntate il dito verso di loro ma pregate, pregate, unite anche voi le pietruzze come le unisce la Piccola Cocciuta: stringeteli al Cuore della Croce e stringetevi anche voi al Cuore della Croce e non prostratevi a dei sconosciuti! Figlioli, ricordatevi sempre che “Dio È”! (Giulia) Gesù, facci rimanere stracci ai tuoi piedi ai piedi della Croce, così possiamo raccogliere le Gocce del tuo Amore, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Vi invito ancora, figlioli, a tenere alto il Vangelo e a mangiare sempre il Pane fresco che il Padre lascia scendere su di voi! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia con tutti voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen del Cuore del Padre, che è l’Amén del Cuore del Giglio, sia con ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amén, figli! Eccomi! Nella Gioia, nella Luce e nella Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi a portarvi il saluto del Padre, lo Shalom del suo Cuore, la Parola viva, l'unica forza, l'unica verità, l'unico Pane vivo che scende dal Cuore di Dio: accoglietelo, figlioli, e siate coscienti che Dio è vivo, è in mezzo a voi e accarezza i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Non siate sordi ma ascoltate il grido del Parto, non il grido del mondo! Figlioli, non perdetevi dietro le cose del mondo ma cercate l'Amore di Dio e la sua Parola viva! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il Padre ha nelle sue mani il tuo Cuore! Ora metà del tuo respiro è nelle sue mani per accarezzare i duri di cuore! (Giulia) Giovanni, prendilo tutto, metà è poco! (Piccolo Giovanni) anima mia, sai rispondere solo “”! (Giulia) no, Giovanni, non so far nulla: insegnami a saper rispondere “”, perché non lo so fare! (Piccolo Giovanni) rimani sempre cocciuta così, come il Padre ti ha scelta e fa, anima mia, che anche i tuoi figli diventino cocciuti, saldi sulla Roccia del Padre, e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto! (Giulia) Giovanni, se facciamo un passo che non è segnato per noi, facci tornare indietro! (Piccolo Giovanni) puoi farlo tu, figlia, con i tuoi figli e con l'umanità intera, perché Dio ti ha mandato per questo! Ma prega come tu sai fare per tutti i sacerdoti e unisci la Chiesa, con i tuoi dolori, che è caduta a terra! (Giulia) come posso io, Giovanni? (Piccolo Giovanni) tu sai come fare! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio di unire anche lui e di alzare le Mura col suo “”! Il “Sì della Dimora del Padre”, digli di accenderlo sempre di più e di donarlo all'umanità; dì di non avere timore e di gridare la verità come Io l'ho gridata e la grido ancora attraverso lo Strumento! Il suo Cuore e inchiodato al Cuore della Croce e dello Strumento, e i Chiodi diventano sempre più lunghi! Ciò che è di Dio non viene cancellato, figlio! Chiedo ad ognuno di voi: avete vissuto il santo Vangelo di questo giorno? <Giov. della 8° sett. T.O. /A Mc. 10, 46-52> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Come hai vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tommaso) considerando un fatto molto bello: quello che la Parola è data veramente ai piccoli, agli emarginati e agli ultimi. Tanto è vero che lo Spirito era entrato in lui <si riferisce al figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco> , nonostante non aveva visto nulla, e la sua fede è stata grande, ma molto grande, tanto è vero che lui ha chiesto a Gesù, sapendo già di aver ottenuto quello che ha chiesto! Tutti l'hanno scartato, ma Gesù l'ha chiamato al primo posto, tanto è vero che il miracolo non gli è servito per le cose del mondo, ma gli è servito per seguire il buon Pastore!  (Piccolo Giovanni) e chi di voi vuole seguire il buon Pastore? (Tutti) tutti! (Piccolo Giovanni) anche se non vedete i miracoli? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) perché giri gli occhi Paolo? conosco il tuo cuore e tu lo sai! (Paolo) non c'è bisogno che io ti risponda! (Piccolo Giovanni) ho chiesto solo perché giravi gli occhi! (Paolo) guardo un po' qua e un po' là! (Piccolo Giovanni) ah, guardi un po' qua e un po' là.. (Paolo) ..si.. (Piccolo Giovanni) ..ma cerchi solo un punto, e quel punto è nel tuo cuore, come l'ho messo nei cuori dei tuoi fratelli, dei tuoi figli, dei tuoi amici, perché sai bene che siete i miei amici, i miei figli e i miei fratelli! E se voi portate la Croce, Io la porto al posto vostro, perché il peso più grande lo porto Io per ognuno di voi, anche se sembra che il peso è tutto vostro! Dio non lascia i suoi figli schiacciati sotto la Croce, come è rimasto Lui e nessuno lo aiutava: solo uno! Cosa mi dici ancora? (Tommaso) voglio dirti, Giovanni, di aiutarci tutti quanti, perché abbiamo bisogno di rimanere nel Solco e di lavorare per il Padre, perché siamo veramente inutili tutti quanti e ci scoraggiamo ad ogni minima caduta! (Piccolo Giovanni) vedete i Dolori della Cocciuta, ma vedete anche il suo sorriso e la sua gioia! Si lamenta per i piccoli(dolori), ma non vedete i grandi! Quando vedete il suo sorriso, lì si sono i Dolori grandi che porta per ognuno di voi, per guidarvi sempre nel Solco che il Padre e Maria hanno segnato e segnano per ognuno di voi, e quel Pane che scende dai Cieli ve lo dona sempre fresco! Io non vi ho mai lasciati e mai vi lascerò per volere del Padre e per amore dello Strumento che si lascia usare nella quiete, nella pace e nell'unica Verità del santo Vangelo! Sapete bene che lo Strumento suona solo la musica di Dio che è la Parola, e diventerà sempre più Cocciuta perché è Roccia di Dio! Diventate anche voi “Rocce”, figli, essendo piccoli, poveri e all'ultimo posto! Non cercate i primi posti, perché i piccoli Giovanni sono sempre all'ultimo posto per abbracciare il Cuore del Padre, perché solo all'ultimo posto si può abbracciare il Cuore di Dio, rimanendo ai piedi della Croce, figli! <si rivolge a Telesfore> dona il Bacio e l'Alito al Giglio, come sempre! <un'alitazione> e accogliete anche voi il Bacio e l'Alito! <un'alitazione> stringetelo ai vostri cuori e donatelo all'umanità intera. Ma ricordate sempre: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! Abbracciate i figli emarginati, i figli carcerati, i figli drogati, i vecchietti; non lasciate nessuno fuori della santa preghiera perché Gesù, abbracciando la Croce, non ha scartato nessuno! Abbracciate tutti anche voi, figli miei! Telesfore, che giorno è oggi? (Telesfore) 26!  (Piccolo Giovanni) e cosa ti ricorda questo giorno?  (Telesfore) il 27 mi ricorda qualcosa!  (Piccolo Giovanni) e il 26 nulla?(*) (Telesfore) il 26.. il 26 luglio? (Piccolo Giovanni) cosa ti ricorda il 26 luglio?  (Telesfore) il primo “” con la Cocciuta! (Piccolo Giovanni) e cosa hai vissuto in quel giorno? (Telesfore) gioia!  (Piccolo Giovanni) e la gioia da dove viene?  (Telesfore) dalla Croce!  (Piccolo Giovanni) e vuoi portarla ancora?  (Telesfore) sì!  (Piccolo Giovanni) dovrai portarla e sarà sempre più grande! sei disposto?  (Telesfore) eccomi!  (Piccolo Giovanni)eccomi”! Ma vedo un piccolo velo nel tuo cuore! Perché non lo togli quel piccolo velo? “l'eccomi” si dona senza veli! <un'alitazione> Riesci a togliere quel piccolo velo? (Telesfore) col tuo aiuto, sì!  (Piccolo Giovanni) perché i tuoi occhi brillano di lacrime?  (Telesfore) perché i tuoi occhi piangono!  (Piccolo Giovanni) per l'umanità che è sorda ed è cieca e non vuole amare Maria e Gesù! Prega, prega, figlio e amico del mio Cuore! Grazie per tutte le gioie, grazie perché mi accogli ancora, figlio mio! Grazie ad ognuno di voi che siete qui riuniti e mi aspettate ancora, ma ricordate: Io ho promesso “aspettatemi, Io verrò”! Ma ci sarete tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io ci sarò perché la mia promessa è duratura perché è poggiata sulla Roccia! Figli, vi invito ancora a pregare: pregate e chiedete al Padre la pace perché il mondo non è in pace! (Telesfore) Padre, abbi pietà di noi! (Giulia) Padre, abbi pietà di noi! Padre, abbi pietà di noi! Padre, abbi pietà di noi! (Tutti) Padre, abbi pietà di noi! (Piccolo Giovanni) ah, se l'umanità intera alzasse gli occhi al cielo(e dicesse) “Padre, abbi pietà di noi”!(*) Pregate, figli, perché altre guerre si accenderanno e altri flagelli scenderanno sull'umanità!(*) Vi manca la Tosse? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) la volete? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) chiedete alla Cocciuta se ve la da: chiedetelo! (Telesfore) Cocciuta, vogliamo la Tosse! <si ride un po'> ..se il Padre vuole! (Piccolo Giovanni)se il Padre vuole”! <6 colpi di tosse con un'alitazione> (Alcuni) grazie! (Altri) grazie, Padre! (Piccolo Giovanni) vi mancava? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta diventa sempre più cocciuta e stringe al suo Cuore tutti i Dolori per accarezzare ognuno di voi e l'umanità intera, ma dovrà soffrire molto a causa del Nome di Gesù e sarà perseguitata molto; e anche voi sarete perseguitati, ma non temete niente e nessuno! Anche il Giglio sarà perseguitato molto: sostenetelo con le vostre preghiere perché quel Giglio vi darà l'Acqua Viva come ve l'ho donata Io e ve la dono ancora! Figlioli del mio Cuore, vi ripeto ancora una volta di stare attenti al nemico. Non abortite Gesù quando uscite fuori, ma fatelo vivere nei vostri cuori, figli, e pregate per tutti i figli che non conoscono e non amano Gesù! Ora siete pronti? volete disporre i vostri cuori per accogliere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli, preparate i vostri cuori per accogliere Gesù! Indossate l'abito bianco e distaccatevi dalle cose del mondo, perché il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi e lo Sposo avanza! Spose, preparatevi per lo Sposo che viene!(**) ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, dolce Giglio, tenero Sposo dell'anima mia! La mia anima aveva fame e tu sei venuto a portarmi da mangiare! La mia anima aveva sete e tu sei venuto a portarmi da bere! Ma io non ho nulla, non ho niente da donarti! Oh, Diletto, guarda, cerca se c'è qualcosa di buono e prendilo, Diletto dell'anima mia! (Gesù) Amen, Sposa, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, figli, Io mi sono donato ad ognuno di voi spiritualmente. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Lasciate che i miei occhi attraversino i vostri, uno per uno(*) e dopo aver mangiato al Banchetto, non abortite Gesù! Parlo a voi e parlo l'umanità intera, figlioli del mio Cuore, amici e fratelli!(*) Pregate per il flagello che sta scendendo in quest'istante! (Giulia) Gesù mio! Gesù mio!(*) Gesù, poggiati ancora su di me! (Gesù) eccoti accontentata, figlia! (Giulia) grazie, Gesù, grazie! (Piccolo Giovanni) ora il Dio Bambino ha sonno: gli volete cantare ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore! Grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! <Fabio comincia a singhiozzare e Giovanni lo chiama per abbracciarlo> vieni, vieni ad abbracciare i Dolori della Croce!(*) E portali sempre, perché il Padre ti ha scelto, figlio, porta i Dolori del Parto di Maria all'umanità intera! Io ti sigillo ancora col Bacio!  <Gli da un bacio sulla fronte> (Fabio) grazie, Gesù! (Piccolo Giovanni) non temere, Dio ti userà: vai avanti, figlio!(*) Con questa gioia, Dio userà ognuno di voi con la Croce, perché alle proprie Spose, come dono, Dio offre la Croce. E con questa gioia innalziamo al Padre la preghiera che Lui ci ha insegnato! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre, Padre Nostro, siamo qui dinanzi a te! Tu ci guardi, ma i nostri occhi non vedono te, ma è grande l'amore che arde nei cuori dei tuoi figli! Padre, ruba l'amore e portalo nei cuori spenti! Padre, ciò che ti sto chiedendo sembra non giusto: rimane una fiammella dentro di noi, ma l'amore donalo ai figli che non lo conoscono, così possono amarti, e fa di noi quello che tu vuoi perché siamo qui riuniti e abbiamo la tua Gioia, mentre l'umanità è spenta e non la conosce! (il Padre) ecco il Sole di Fatima nelle mani del Giglio che si accende in mezzo a voi! Abbiate fede, figli! Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén!(*) Vi invito ancora a pregare! Vi invito a vivere i Dolori del Parto, figli, e quando uscite fuori non abortite Gesù! Io ora devo tornare all'ubbidienza del Padre! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) porta ancora l'umanità intera e tutti i tuoi figli sulle tue spalle, e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena, fatelo anche voi! Figlioli del mio Cuore, Io vi benedico, col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Nella Pace e nella Gioia del Crocifisso, andate in pace, figli! Abbracciate in pieno i Dolori del Parto rimanendo nella mia Quiete, figli del mio Cuore! Rimani anche tu nella Quiete, Giglio, e donala all'umanità! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto! (Tutti) TI AMO PAPÀ(*)! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore!(*) Raccogli nelle tue mani le mie lacrime!(**) (Giulia) non devo dirlo?(*) devo tenerlo nel mio Cuore?(*) Eccomi!

 

 

         2. Giov 02/06/2005, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce! Figlia del mio Cuore, prega e fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine in questo tempo per la pace, figlia mia! Pregate per la pace e fermate i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità intera!  (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù, tu cammini sempre nel mare di Sangue che è sempre roccia! Gesù, sei solo: sono così distanti gli altri sacerdoti! Gesù, cos'hai in mano? non riesco a capire! (Gesù) guarda, figlia!(*) (Giulia) posso dire quello che hai in mano? (Gesù) sì, figlia! (Giulia) è un rotolo di carta, ma non capisco ciò che c'è scritto. Ciò che contiene la carta è d'oro ed è molto lunga! (Gesù) figlia, il rotolo che vedi nelle mie mani è tutto nel tuo Cuore! Vedi, Io lo sto sciogliendo, e il tempo di aprire il tuo Cuore si avvicina! Figlia mia, non chinare il capo! (Giulia) Gesù, voi sarete vicino a me? (Anna) sì! (Gesù) non ho chiesto di rispondere alcun “”, ma alla Cocciuta! Ma non temete, i “” sono graditi al mio Cuore! Vedi figlia, come nelle mie mani c'è il rotolo ed è nel tuo Cuore, anche Io abito dentro di te e sono sempre dinanzi ad ognuno di voi per guidarvi e farvi camminare sulla Via del mio Amore! Ma vi invito sempre a stare attenti al nemico, a combatterlo con l'amore: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, tu piangi lacrime di Sangue! I tuoi occhi sono bagnati! (Gesù) vuoi asciugarli? (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) poggia sui tuoi occhi  il Sangue(*), e sul tuo Cuore!(*) (Giulia) Gesù, ma ancora grondano Sangue i tuoi occhi! Cosa ho sbagliato, Gesù? (Gesù) guarda, figlia mia, non sei tu a farmi piangere! Guarda l'umanità, guarda in questo tempo cosa mi offre l'umanità! (Giulia) oh, Gesù! (Gesù) sono sempre più solo, figlia! Prega per i Grandi del mondo, figlia mia! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono a questa santa preghiera e tutti quelli che portano nei loro cuori! Come sempre, Gesù, metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze: i sacerdoti! E come sempre, forte forte, metto nel tuo Cuore il Giglio: tienilo per mano, Gesù! (Gesù) guarda figlia, ma tieni nel tuo Cuore ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) tienilo nel tuo Cuore, figlia! (Giulia) eccomi! (Gesù) pregate ancora per la pace figli miei! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio di salire il Monte con me! Figlia mia, dovrai soffrire ancora, sarai perseguitata dai Grandi della Casa del Padre, ma non temere, Cocciuta Divina! Sii forte, figlia, poggiati sul Letto della Croce e prega perché il Padre ha preparato per te un Calice: vuoi berlo? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) non lo berrai in questo istante, ma ti sarà donato, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù: posso berlo anche adesso! (Gesù) lascia che sia il Padre a decidere! (Giulia) perdonami, Gesù, ma ho tanta sete! (Gesù) come ho sete Io, figlia? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) vi invito ancora stare attenti al nemico e a combatterlo con l'amore, figlioli del mio Cuore! Figlia mia, vuoi abbracciare ancora con me i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù, sono pronta! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore! Vieni, guarda ancora chi mette i Chiodi, figlia mia, e abbraccia con me la Croce! Guarda i Chiodi, figlia!(*) <Giulia emette qualche gemito ma non grida> sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi!(*) Com'è dolce il grido del tuo Cuore, figlia: il Parto è sempre più vivo in mezzo a voi e tu porti nel tuo Cuore i Dolori di Maria nel silenzio, come li portava e li porta ancora Lei; curva e nel silenzio porta i Dolori del Parto per lavare i peccati dell'umanità! Ma guarda, figlia, guarda il Sangue che scorre dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Giulia) Gesù, è il tuo Sangue non è il mio! (Gesù) vedi, guarda il fiume, entra in un'altra Chiesa! Ma dì solo al Giglio in quale chiesa entra il fiume, figlia!  (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Tu sei sempre solo a camminare, Gesù! (Gesù) ci siete voi, la mia famiglia, a farmi compagnia! Venite ad offrirmi i vostri dolori e le vostre gioie ed Io vi porto tutti nel Cuore del Padre, e il Padre fa scendere su di voi la Rugiada del suo Amore perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli miei, vivete e mangiate il Pane fresco che Dio vi lascia scendere dal Suo Cuore, ma amate, amate, amate, figli miei!  <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio di vivere il Vangelo di questo giorno, perché Io l’aspetto sul Monte, figlio, e anche voi vivete il Vangelo e camminate nel solco, figli miei, e non fermatevi ma state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per allontanarvi dall'Amore! Allargate le braccia e amate, amate e combattete il male con l'amore, figli miei! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) non aprire il rotolo che ti è stato consegnato nel Cuore, prima che il Padre ti consegni la chiave! (Giulia) no, Gesù, ma donatemi la costanza e la forza! (Gesù) sai bene dove prendere la forza, il tuo letto è pronto: il Letto della Croce, figlia! (Giulia) Gesù, se è possibile, come cuscino, mettete i chiodi! (Gesù) li porti attimo, per attimo e ne vuoi anche come cuscino? (Giulia) perdonatemi se ho chiesto questo piccolo “cuscino”, Gesù! (Gesù) anima mia, l'umanità è poggiata sulle tue spalle e sulle spalle dei tuoi figli! Andate avanti e pregate per tutti i sacerdoti, figli! (Giulia) eccoci, Gesù, usaci come vuoi! Facci rimanere sempre stracci dinanzi ai piedi della Croce, ma usaci! (Gesù) rimanete piccoli, poveri e all'ultimo posto, e sarete candidi lini dinanzi al Cuore del Padre, figli miei! (Giulia) com'è grande il tuo Cuore, Gesù, com'è grande! (Gesù) vuoi portare tutti i tuoi figli? (Giulia) sì, Gesù! Tutti, tutti Gesù? posso portare per primi coloro che mettono le spade e dopo quelli che sono qui riuniti? (Gesù) ah, Cocciuta! Figlia mia, porta tutti! (Giulia) Gesù, tu mi aspetti finché li porto tutti? (Gesù) sì, figlia! Rimani sempre così, “piccola” come il Padre ti ha scelta, ma roccia, roccia viva, figlia mia! (Giulia) Gesù, aspettami finché raccolgo tutti! (Gesù) non temere, Io sono qui! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen del Cuore del Padre che è l’Amen del Cuore del Giglio riempia i cuori di ognuno di voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli! Eccomi! Nella Pace, nella Gioia, nella Verità, nella Letizia della Parola viva del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi ad indicarvi sempre di tenerlo alto, di mangiarlo, di donarlo ai fratelli e di viverlo nei vostri cuori! Io vi indico sempre la Via stretta per arrivare al Cuore del Padre; vi indico sempre il Solco dove c'è il Pane vivo che è il Cuore di Dio, e Dio lo sforna dal suo Cuore e ve lo dona fresco, attimo per attimo! Figli miei, crescete nella Parola, non cercate altre vie perché non ce ne sono. L'unica Via è il Pane che scende dai Cieli, camminate su di essa e prostratevi solo dinanzi alla Croce e non affannatevi per le cose del mondo! Figli miei, il Padre che è nei Cieli e abita nei cuori di ognuno di voi, vi dona tutto, ma voi state attenti al nemico, non fatevi rubare l'Amore di Dio, figli, ma rimanete saldi nel suo Cuore! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio che il Padre ha preparato la Scala nella Dimora, e la Scala è fatta di dolori, e dove ci sono i Dolori c'è la Croce di Gesù! Figli, vi invito ancora pregare e a fermare i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità intera! Pregate, pregate, figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Figlia mia, Sposa del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Giovanni! Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) eccomi!(**) (Giulia) grazie!(*) Eccomi come straccio dinanzi ai piedi della Croce, se è possibile ancora! (Piccolo Giovanni) prega, figlia, prega ancora per tutti i Figli Ministri, prega per il mio popolo e non fateci usare! Ora guarda! (Giulia) vedo sempre il cuscino con l'abito bianco!(*) (Piccolo Giovanni) non chinare il capo, ma guarda: guarda in quali mani va consegnato il cuscino(*) e l'abito! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) non temere, figlia! (Giulia) devo tenerlo nel mio Cuore ciò che ho visto? (Piccolo Giovanni) quando sarà il momento e quando la porta si aprirà, lo dirai al Giglio. Ma aspetta che ti sia consegnata la chiave!  (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora chiedo ad ognuno di voi: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! <giov. della 9° sett. T.O. /A Mc. 12, 28b-34> (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi il Vangelo di questo giorno? (Tommaso) sì, praticamente c'è tutto: Dio al primo posto; e il secondo simile a questo: amare il prossimo nostro, ma io direi.. (Piccolo Giovanni) ..eh, qua ci siamo: chi è capace di amare il prossimo? È facile rispondere “sì, ho vissuto il Vangelo di questo giorno”, ma è difficile amare il prossimo! <si rivolge a Paolo> non ti sto guardando con gli occhi cattivi! (Paolo) lo so! (Piccolo Giovanni) meno male! Ed era difficile anche per me come è difficile per molti altri sacerdoti! Lavorare nella vigna non è difficile, è mettere il cuore aperto che è un po' difficile: aperto ai fratelli, al prossimo! E dimmi Tommaso! (Tommaso) sì, stavo per dire e riflettere proprio su questo punto, cioè, noi ci sentiamo già grandi amando Dio e pensando che facendo la Comunione o rispettando un po' i Sacramenti, no, usciamo fuori dalle chiese e poi ignoriamo i piccoli, ignoriamo i nostri vicini, ignoriamo.. (Piccolo Giovanni) ..“sono entrato in chiesa, ho ascoltato la messa, ho preso Gesù: Io sono perfetto”! Il mio fratello mi tende la mano, ed Io neanche lo vedo! Così siamo a posto? così amo il mio prossimo? Il Sacerdozio è Dio e solo Dio è perfetto, ma alzo la Destra e vi chiedo di pregare per i miei confratelli, in modo particolare per i confratelli che vengono chiamati da Dio e aspettano per rispondere a servire il prossimo, non il mondo! Chi è il prossimo? chi è? (Tommaso) è colui che ci è più vicino, colui che vediamo, Gesù che incontriamo ogni momento! (Piccolo Giovanni) nei piccoli, nei poveri, negli emarginati, nei figli carcerati, nei figli che portano i segni della sofferenza nel silenzio! E cosa ti fa ricordare ancora il Vangelo di questo giorno? (Tommaso) mi fa ricordare il nuovo comandamento che ci ha dato Gesù: L'AMORE, perché con esso c'è tutto: tutti e dieci i comandamenti, tanto è vero.. (Piccolo Giovanni) ..e quante volte vi viene detto di amare? (Tommaso) in continuazione! (Piccolo Giovanni) amatevi gli uni gli altri in continuazione! Continua! (Tommaso) e quindi, riflettendo a questo, se non riusciamo, appunto, almeno a tentare ad amare chi ci è vicino, chi soffre, gli ultimi, allora veramente avremo amato Dio! Ecco, Dio al primo posto, ma dopo aver amato il prossimo, donando tutto l'amore. Solo allora potremo dire di aver osservato tutto, di aver meritato il Regno di Dio! (Piccolo Giovanni) eh, solo amando il prossimo si può amare Dio ed essere figli di Dio, essere a sua Immagine e Somiglianza: specchio di Dio che riflette nel Cuore della Croce! È bella questa parola? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) ed Io vi voglio tutti “specchi di Dio” che riflettono e danno Luce ai fratelli, all'umanità intera! Ed Io vi ho scelti uno ad uno, sigillati, e il Sigillo è uno specchio perché è Sigillo della Croce e la Croce dona Luce, come dona Luce la Parola, quel Pane fresco che si dona attimo per attimo ed è Luce che riempie i vostri occhi e i vostri cuori per poterlo donare all'umanità intera. Ma oggi in modo particolare vi chiedo di donare questa Luce ai miei confratelli: non lasciateli soli e in questo tempo pregate per loro! Bussate al Cuore di Gesù che è sempre aperto, e con Gesù camminate e salite il Monte, figli, ma pregate, pregate sempre per la pace, figli, e amate sempre come Io vi ho insegnato: amate, amate i vostri nemici e fate festa con i vostri nemici; perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori! <si rivolge a Paolo> non temere, sto leggendo il tuo e lo porto dinanzi al Cuore di Dio! Tu allarga solo le braccia, e Dio allargherà sempre di più le sue per stringerti forte e per stringere ognuno di voi, perché Dio non fa alcuna distinzione, figli miei! <si rivolge a Telesfore> Dona l'Alito e il Bacio al Giglio come sempre <un'alitazione> e dono il Bacio e l'Alito ad ognuno di voi  <un'alitazione> accoglietelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità che non conosce ancora il Bacio di Dio e l'Alito! Pregate in questo tempo per tutti i figli che lasciano Gesù per le cose del mondo: portateli voi sulle vostre spalle! Figli miei, non pensate che la vostra Croce sia pesante: quella più grande la porta la Cocciuta per ognuno di voi, perché il Padre l'ha consegnata sulle sue spalle. Ma chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua, perché è piccola così quella che portate, <con il pollice e l’indice indica una piccola misura> ma seguite Gesù e rimanete nel Solco che è lungo ed è profondo, figli! Telesfore! (Telesfore) eccomi!  <Telesfore si inginocchia prontamente> (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Sei sempre pronto ad inginocchiarti com'eri sempre pronto ad accogliere il mio Bacio, il mio saluto! Ah, figlio mio, dovrai accogliere ancora i Dolori dello Strumento e camminare portando il peso della Croce! Tu le prendi la mano e l'accarezzi e accarezzando la mano fai entrare ancora di più i Chiodi che per lei sono gioiosi, figlio mio, ma ci sarà un Chiodo più grande che entrerà nel suo Cuore! Non temere, sii forte e prega! Dì al Giglio che Dio ha già preparato il Chiodo e lo Strumento è consegnato nelle sue mani, ma il peso lo porterai tu! Figlio, non cercare di capire con la mente, ma ascolta col cuore ciò che ti sto dicendo! Lo Strumento è di Dio: figlio, vai avanti e tieni sempre alto il santo Vangelo e mangia quel Pane fresco che Dio ti dona attimo, per attimo! (Telesfore) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amen!  (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) e anche voi mangiate il Pane fresco, figli, perché Dio si poggia con i Chiodi anche su di voi! ..sono un po' più piccoli dei Chiodi che abbraccia la Cocciuta! Vuoi la Tosse, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) e voi?  (Tutti) sì! <9 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) da quanto tempo non avevate questa? siete rimasti addormentati o svegli? Siete svegli!(*) Dio vi dona il suo Amore attraverso la Tosse e l'Alito: non gettateli via e non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora del Padre! Dillo anche al Giglio di non abortire Gesù! Diglielo, figlio! Cosa vuoi dire? (Telesfore) che mi sento troppo piccolo per dire questo! (Piccolo Giovanni) il Padre dice questo e tu rispondi: Amen! (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) imparate a rispondere Amen ad ogni parola che Dio dice! Dovete essere piccoli: i piccoli Giovanni sempre più piccoli e sempre all'ultimo posto! Guai a voi se vi fate “grandi”, non sarete più nel Solco di Dio ma fuori dal Solco! “L'Io” non viene da Dio, ma i piccoli, sì! Imparate ad essere piccoli, umili e poveri!  <si rivolge a Paolo> Non temere, il tuo cuore lo è come lo è il cuore di ognuno di voi! Ricordate che Dio non guarda l'esteriore ma guarda i cuori di ognuno di voi, figli! Ora siete pronti? siete disposti ad accogliere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporvi per Gesù? Disponetevi figli miei! Distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore della Croce! Il Banchetto di Dio è qui in mezzo a voi: è pronto per le sue Spose! Venite tutti a fare festa! Ecco lo Sposo che avanza! Spose, abbracciate lo Sposo che arde d'Amore per ognuno di voi ma non lasciate nessuno: portate i vostri nemici a far festa!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, dolce Sposo dell'anima mia! Oh, candido Agnello: tu sei nel mio Cuore, sei venuto a visitarlo, sei venuto a guarire le ferite e ad accendere il Fuoco! Oh, Sposo, oh, Agnello candido, fa che io mi doni come ti sei donato tu, senza tenere nulla per me! (Gesù) Amen, figlia! Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Gridatelo sempre “l'Amén”, figlioli, perché Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore, ma ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna. Non vi sono altri dei che possono donarvi la vita eterna! Figlioli del mio Cuore, vi ricordo ancora di amare e perdonare! Non dimenticate la Parola di questo giorno, figlioli del mio Cuore! Ora il Dio Bambino ha sonno e nell'Amore della Parola vuole riposare: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) è bello riposare nei vostri cuori: rimanete sempre Pargoli, figlioli, così Io posso riposare nei cuori di ognuno di voi nelle culle che mi preparate, nelle culle dei vostri dolori! Grazie, figli, per il tempo che spendete! Grazie perché mi fate compagnia e non mi lasciate da solo come l'umanità mi lascia sempre solo! Siete dei buoni “soldati”, venite a vigilare dinanzi al Cuore del Padre, ad ascoltare la Parola e a donarla! Donatela sempre, figli miei, e non temete niente e nessuno perché Dio è con voi! E nell'Amore di Dio, innalziamo al Padre la preghiera del suo Cuore! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre! Ecco le mie mani, ecco i miei piedi: sono pronti per essere inchiodati! Padre, guarda i cuori dei figli che sono qui riuniti! Guardali ancora e guarda l'umanità intera! Padre mio, ascolta ciò che sussurra il mio Cuore!(*) (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (il Padre) Amén! Grazie figlia per “l'Eccomi” che rispondi! (Giulia) Grazie, Papà, perché abbassi ancora il tuo sguardo su di noi!(*) (Piccolo Giovanni) figli miei, vi invito ancora a pregare e a stare attenti al nemico; quando uscite fuori non abortite Gesù! Figli, vi invito a donare il Pane all'umanità: fatevi Pane e donatevi, e gioite portando sulle spalle il peso della Croce! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre! Figlioli del mio Cuore, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci nel vedere ancora la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena, fatelo anche voi! Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) nell’Amen del Cuore di Dio andate in pace, figlioli, e portate tutti la Pace che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori! Cocciuta Divina, porta i Dolori di Gesù fino alla fine della preghiera!  (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, Pargoli del mio Cuore, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ(*)! (Piccolo Giovanni) grazie, figli del mio Cuore!(*) Prendi il mio Cuore, figlia!(*) (Giulia) Papà! (Piccolo Giovanni) donalo ai tuoi figli e dì che la Porta è sempre aperta ed Io aspetto! (Giulia) Papà, aspettami finché porto tutti! (Piccolo Giovanni) sei la Piccola Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         3. Giov 09/06/2005, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore!  (Giulia) Gesù! Gesù, tu cammini nel Sangue e non è più di pietra! Gesù, si è sciolto! Ora è il mare di sempre, Gesù! Il Sangue si è sciolto e ci sono anche le barche, ma i sacerdoti sono distanti: quasi non si vedono più, Gesù! (Gesù) vieni, vieni anche tu sul mare alla mia destra!(*) Non chinare il capo!(*) (Giulia) Gesù, non sporco il Sangue? (Gesù) Cocciuta del mio Cuore, vieni! (Giulia) devo togliere le scarpe, Gesù?(*)  (Gesù) dammi la tua mano, vieni!(*) Hai paura di andare giù? (Giulia) no, Gesù, ho paura di sporcare! (Gesù) vieni con me! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) vedi, non vai giù e guarda com'è grande il mare! (Giulia) Gesù, le barche sono di nuovo piene e Maria è alla prima barca! I tuoi occhi in questo giorno non sono bagnati di lacrime ma sono tristi, Gesù! (Gesù) sì, figlia, sono tristi i miei occhi: guarda quanta poca fede c'è nel mondo intero! Figlia, prega per i Grandi del mondo e cammina con me sul mare! (Giulia) Gesù, mi permettete di portare anche i Grandi del mondo sul mare, così come per volontà tua rimango in piedi senza andare giù! (Gesù) prega e immolati ancora in questo tempo e fai pregare tutti i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne, le Suorine del Cuore della Croce! Vi chiedo di avere fede, figli, ed essere coscienti che Io sono vivo e reale in mezzo a voi e vi porto il mio Amore, l'Amore pieno del Padre! Amatevi gli uni gli altri, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto dinanzi all'altare, portate tutti i vostri nemici, figli miei! (Giulia) Gesù, è bello camminare sul mare; è bello gustare il tuo Amore! (Gesù) rimani Roccia così come il Padre ti ha scelta, figlia, ma dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, tutti quelli che hanno portato nei loro cuori e i figli che ardono d'amore per te! Gesù, come sempre metto tutte le pietruzze che sono i sacerdoti! Gesù, tu conosci il mio Cuore perché è nelle tue mani! Come sempre, forte forte, metto nel tuo Cuore il Giglio: donagli il tuo respiro, Gesù! (Gesù) in questo istante gli offro i miei Chiodi, figlia! (Giulia) Gesù, donali a me, ma sia fatta la tua, non la mia volontà! <si rivolge a Telesfore> (Gesù) dì al Giglio di pregare secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Digli che lo amo e il mio Amore è fatto di Croce! Figlia mia, ti invito ancora a guardare ma tieni nel tuo Cuore ciò che vedi! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) non posso dire nulla, Gesù? (Gesù) quando aprirai il rotolo dirai anche questo! Ora, tienilo nel tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) prega, prega per la Chiesa tutta! Figlia, prega e unisci le Mura! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda, vedi un’altra data? questa la scriverai e la consegnerai al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) non temere, anima mia, Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ascoltate il mio grido. Figli, vi invito a far crescere la fede e a rimanere piccoli, poveri e all'ultimo posto: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto! “Chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua”! Ma non tardate a salire il Monte con me, figli! Sposa del mio Cuore, vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore, e guarda chi mette i Chiodi!(*) vieni, poggiati sul letto della Croce e unisci le tue mani alle mie!(*) guarda i Chiodi!(*) <Giulia soffre in silenzio ma non grida, poi si accascia esanime> sollevati anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, le tue mani e i tuoi piedi grondano Sangue e il Sangue scorre! Gesù, sta entrando in un altra chiesa! (Gesù) non dire in nome ma lo dirai al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù! Il Sangue si unisce al mare, Gesù, e crescono altre barche, ma queste sono vuote! Si riempiranno, Gesù? (Gesù) con la preghiera e avendo fede: fatela crescere, figli! (Giulia) Gesù, tu mi chiedi sempre di pregare per i sacerdoti, ma perdonami, Gesù, loro pregano sempre! (Gesù) tu li devi portare sulle tue spalle e immolati per loro! (Giulia) eccomi, Gesù! Fa di me quello che vuoi, Gesù, ma non togliermi la santa Sofferenza! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre è l'Amen del Cuore del Giglio! Ed Io sono qui, in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli, Dio lascia scendere il Pane Vivo dei Cieli per ognuno di voi e per l'umanità intera! Accogliete il suo Pane, mangiatelo e fatelo gustare all'umanità intera, ai vostri figli, ai vostri nemici e fate festa con ognuno di loro! Figlioli, vivete in pieno la Parola di questo giorno, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli miei! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di vivere il Vangelo di questo giorno e di donare la Parola a chi non vuole ascoltare! Digli di non temere niente e nessuno, e il mio Amore e la mia Luce sono dinanzi al lui! Figlioli, camminate sempre sulla Via che Maria ha segnato e segna per ognuno di voi! Io vi indico il Solco che è lungo ed è profondo ed è il Solco del Pane vivo che scende dai Cieli! Non prostratevi dinanzi a dei sconosciuti ma inginocchiatevi sempre dinanzi al Legno della Croce! Figli del mio Cuore, Io uso lo Strumento per donare il mio Amore, la mia Pace e la mia Quiete, attraverso i Dolori della Croce e attraverso l'unica Verità che è la Parola! Figli, vi invito a stare attenti al nemico: è astuto e indossa tanti abiti per farvi cadere nella sua falsa luce! Combattetelo con l'amore! Amate, amate, amate, ricordandovi sempre che Dio è Amore e le sue braccia sono sempre spalancate ad aspettare ognuno di voi, perché tutti siete figli senza fare alcuna distinzione! Amici del mio Cuore, fratelli, figli del Cuore della Croce, ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, accenda i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Eccomi! Nell'unica Verità del santo Vangelo Io vi saluto con lo Shalom, lo Shalom del Cuore del Padre, lo Shalom di Maria che ha donato la vita ad ognuno di noi con il suo “”, col “Sì pieno”. E il “” di Maria ci porta al Vangelo, ci porta alla Parola, al Pane, quel Pane che Gesù ha spezzato per ognuno di noi: il Pane della vita, il Pane che ognuno dovrebbe cercare e tenerlo stretto e non abortirlo quando si esce fuori dalla Dimora del Padre a non puntare il dito verso il fratello, a non dire “pazzo” al fratello, a non chiamare “stupido” il fratello, ma a vivere della Parola! Come posso avvicinarmi a portare un dono all'altare se il mio cuore è pieno di odio? “No, quello non lo perdono, ma vado dinanzi all'altare, perché Dio mi perdoni”! Ricordate che al Padre nulla gli è nascosto: vede e sente, non potete nascondervi dietro un albero e neanche dietro ad una parete! E questo lo grido ai confratelli: non nascondetevi perché non ci sono posti dove Dio non vi veda, e non cercate di mettere alla prova Dio, figli e fratelli, ma siate un unico corpo con Dio e con i fratelli, perché Gesù sul Legno della Croce è salito per tutti senza scartare nessuno! Giglio, vivi in pieno queste parole e tieni alto il Vangelo, figlio mio! E chiedo ad ognuno di voi: come avete vissuto il Vangelo di questo giorno? l'avete vissuto? avete vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! <Giov. della 10° sett. T.O. /A Mt. 5, 20-26> (Piccolo Giovanni) e come? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Qualcuno è nascosto dietro un albero o dietro una parete? (Tommaso) è difficile da mettere in pratica questo Vangelo, Giovanni, anche se anche tu, in questo momento c'è l'hai spiegato con parole semplici e abbastanza chiaro, chiaramente; però Gesù, ancora una volta, per indicarci l'Amore, che è una parola troppo grande, usa le cose pratiche, semplici, per spiegare ai suoi figli; mette in evidenza i peccati che sembrano più gravi! (Piccolo Giovanni) se non capite le semplici, come può dirvi quelle più grandi? (Tommaso) eh, infatti! E allora ci fa capire che, dato che uccidere è una cosa troppo grande, quindi qualsiasi uomo può capire, ce lo indica con le cose piccole, cioè: offendere con la calunnia, soprattutto! (Piccolo Giovanni) è uccidere! (Tommaso) è più che uccidere! E quindi uno non si può sentire a posto per mettere in pratica questo comandamento dell'Amore: “ama il prossimo tuo..(Piccolo Giovanni)..come te stesso!(Tommaso) E come si può arrivare a Dio? Ecco, quindi, consideravo questo: molto bello è profondo! E poi, c'è anche un altro discorso da fare, proprio inerente a quello che tu hai detto, cioè, come si può venire alla Stanza, a incontrare Gesù vivo, presente in mezzo a noi, quando portiamo nel nostro nascondimento.. ci nascondiamo dietro questo albero, questa parete, e portiamo un piccolo rancore verso il fratello, verso la sorella, come si fa? (Piccolo Giovanni)quando vado dinanzi a Gesù, Misericordia Infinita, mi perdonerà”! Sì, Dio è Misericordia Infinita! Ma come posso presentarmi con un cesto di pane: “ecco, Gesù, il mio dono, e non offrire un pezzo di pane al fratello che mi ha rimproverato dei miei errori”? Dico un'altra parola semplice per farvi capire(*), o è sbagliata? (Tommaso) no, Giovanni, solo che il nostro cuore è molto duro da accettarlo, perché siamo egoisti, prevale «l’Io», che è quello che noi dobbiamo cercare in tutti i modi e in qualsiasi momento, di allontanarlo! (Piccolo Giovanni) vivete il Vangelo di questo giorno, fissatelo nei vostri cuori e non toglietelo più! Non permettete al nemico di togliervi questo Vangelo: usa tanti abiti per farvi cadere, voi usate l'amore per far cadere lui! Ma portare il cesto dinanzi all'altare accompagnato col vostro nemico è far festa: questo è vivere in pieno il Vangelo, è servire Dio come figli, fratelli e amici! Solo così siete nel Solco: senza odio nel cuore, senza gelosie, puri e candidi come agnellini che si lasciano immolare come Gesù, per amore! Ah, che profumo di Pane: non disperdete questo profumo, figli miei! Chiaro? (Tommaso) è chiarissimo ed è bellissimo! (Piccolo Giovanni)  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) vuoi donare il Bacio e l'Alito al Giglio? (Telesfore) sì! <un'alitazione> (Piccolo Giovanni) raccoglilo! E voi volete l'Alito e il Bacio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) raccoglietelo! <un'alitazione> ma insieme all'Alito e al Bacio vi offro sempre la Croce! Sapete bene che è la santa Sofferenza che vi tiene in piedi! Vedete, la Croce rimane dritta ma voi vi piegate ad ogni piccolo dolore, ma se vi poggiate in pieno sul Letto della Croce rimarrete dritti e gli affanni del mondo non li sentirete perché Gesù li prende nel suo Cuore e lascia scendere le grazie perché siete figli, e un Papà non abbandona i suoi figli ma li fa camminare sul mare, come la Piccola Cocciuta, e non affondate! Abbiate fede, crescete nella fede, figli miei, fratelli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Ma metto ancora nelle braccia del Giglio lo Strumento: il Padre ha preparato altre spade e altri Calici che dovrà ricevere!  <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di allargare le braccia e di portarla come porta Gesù; e anche voi, pregate affinché il Padre ve la lasci ancora!(*) Ma non diventate tristi, figli, lo Strumento suonerà la musica di Dio fino all'ultimo respiro, e Dio conosce l’ora e il giorno! Vi ricordo ancora che il Sole di Fatima è nelle mani del Giglio e brillerà, e tutti vedranno la Luce! Ma vi invito a pregare per tutti i Figli Ministri! In questo tempo pregate, pregate, pregate, figli miei, e donate la vostra vita per i vostri nemici! Figli, ora vi chiedo ancora: mi amate voi? (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) mi amate voi? (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) se mi amate, prendete la propria Croce e seguitemi perché Io vi amo! E vi chiedo: mi farete compagnia nel giorno dell'Assunzione di mia Madre e di vostra Madre? (Tutti) Sì!  (Piccolo Giovanni) Io ci sarò e i vostri cuori, in quel giorno, si accenderanno di una Luce mai vista sulla terra!(*) Siate coscienti di queste parole, figli miei! <si rivolge a Telesfore che nel frattempo si era appuntato questo passaggio del discorso di Giovanni> lo scrivano è sempre pronto! <si ride un po'> Ma dì al Giglio che il Sole si accenderà: lui capirà cosa voglio dire! Ora i vostri cuori sono accesi per Gesù? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) volete ricevere Gesù nei vostri cuori spiritualmente? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) volete disporvi e prepararvi per Gesù? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli miei!(*) Distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi a Gesù che vi ama e aspetta ognuno di voi! Ecco il Banchetto pronto per ognuno di voi e per l'umanità intera! Venite tutti e portate tutti i vostri nemici! Ecco lo Sposo che avanza: Spose, venite tutti incontro allo Sposo!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, mio Diletto! oh, Sposo dell'anima mia! Quale gioia devo cercare? tu sei ciò che manca nel mio Cuore! tu sei lo Sposo, tu sei il mio tutto: dove vado? cosa cerco? cosa vuole ancora l'anima mia? CI SEI TU! Ora tu sei dentro di me ed io appartengo a te, Gesù! cosa cerca ancora l'anima mia? Tu sei il Sole, tu sei le stelle, tu sei il Pane, tu sei l'Acqua: non ha bisogno di nulla l'anima mia perché CI SEI TU! Oh, Sposo, oh, Diletto, fa che la tua Quiete non si allontani dal mio Cuore! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore, e donatevi come Pane vivo ai vostri fratelli e all'umanità intera, e, come Pane vivo, pregate per tutti i Figli Ministri e per la Chiesa tutta! Pregate affinché la Chiesa sia unita al Pane di vita, in questo tempo! Figli del mio Cuore, ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) Sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria!(*) Il Padre vi benedice e vi dice “grazie per i vostri fioretti e per ciò che offrite: la vostra ricompensa sarà grande nei Cieli”! Figli miei, vi invito ancora a stare attenti al nemico: combattetelo con l'amore, e, quando uscite fuori, non abortite Gesù, figli, ma fatelo vivere, fatelo crescere nei vostri cuori perché il Dio Bambino vuole vivere nei cuori di ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E vivendo possiamo innalzare al Padre la preghiera del suo Cuore! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! “Padre, sono caduto, sono a terra, non riesco ad alzarmi, ma sono sicuro che tu mi prenderai la mano e mi guiderai ad acque tranquille dove io mi posso rinfrescare e alzarmi di nuovo e camminare sulla Via che tu hai segnato per me! Padre, io non voglio abbandonare la mia Croce: donami la tua Acqua, fammi dissetare, perché sono qui a terra, sono caduto, ma tu sei pronto a donarmi la tua mano! Grazie Padre!(il Padre) ecco la mia mano, figlio: prendila e vieni a bere e rinfrescati!  (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén!(*) Rimangano impressi nei vostri cuori la Gioia e l'Amore che Dio lascia scendere su di voi, sulla sua famiglia, sul suo popolo! Andate e seminate il Seme di Dio e non abbiate paura: avendo fede, il Seme crescerà tutto e senza zizzania! ABBIATE FEDE! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera! Porta i Dolori del Parto fino alla fine della preghiera e gioisci, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, fatelo anche voi! Ed Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Crescete e moltiplicatevi nella Parola di Dio, figli miei, ma state attenti al nemico: IL CUORE DELL'AMORE DOVETE USARE PER ANNIENTARLO, figli!(*) (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ!(*) (Piccolo Giovanni) grazie, amici del mio Cuore! Sia la mia Pace in ognuno di voi affinché l'umanità si doni la mano per formare un unico gregge, con un unico Pastore! (Giulia) com'è bello, Papà, com'è bello questo gregge! Rimani, rimani sempre così! Facci rimanere sempre così!  (Piccolo Giovanni) è quello che chiedo ai cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Ora gioisci, figlia, e dona la gioia che è dentro di te!  (Giulia) sì, Papà!

 

 

        4. Giov 16/06/2005, ore 21.02, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, ancora una volta, nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Unisciti in questo giorno(*). Figlia, gioisci e fai festa nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nel silenzio dell’abbraccio della mia Croce, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figli, non prostratevi dinanzi ad altri dei, ma solo dinanzi alla Croce che è bagnata dal mio Sangue, figli! (Giulia) Gesù, Gesù, sei di nuovo nel mare di Sangue, e il Sangue è vivo e scorre, ma i sacerdoti sono distanti! Gesù, dimmi se posso far qualcosa per farli avvicinare! (Gesù) hai in mano la Corona: invita tutti i Figli Ministri ad usarla!(*) Non chinare il capo: non hanno ascoltato me, non ascolteranno neanche te! Ma prega e fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne, le Suorine del Cuore della Croce e non scoraggiatevi: il Padre ascolta le vostre preghiere perché conosce i Cuori di ognuno di voi, e la sua Misericordia scende copiosa! Siate rocce! Tu, piccola Roccia del mio Cuore, vai avanti e non fermarti! Ma quanto ti costa quel “”: sarai perseguitata ancora dai Grandi della Casa del Padre, ma non temere, anima mia! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, metto nel tuo Cuore, come sempre, tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere; i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome; coloro che si uniscono e tutti quelli che portano nei loro cuori; e come sempre, Gesù, metto le mie pietruzze che sono i sacerdoti; e in questo giorno metto nelle tue braccia e nelle braccia della Mamma, il Giglio! Tu conosci il mio Cuore e conosci il Cuore del Giglio come conosci i cuori dell'umanità intera! Gesù, eccomi, usami come vuoi! (Gesù) eccomi, figlia! Come Strumento tu suoni la musica del mio Cuore che è il Vangelo! Ma ora ti invito a guardare e non spaventarti di ciò che vedi, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) dì solo che vedi buio e nel buio un cuscino con un abito bianco! Non chinare il capo!(*) Ciò che vedi lo scriverai e lo consegnerai al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) <si rivolge a Telesfore> (Gesù) dì al Giglio che ciò che scriverà lo Strumento sarà scritto col Sangue dell'Agnello che si è immolato e si immola attimo per attimo!(*) Non temere, anima mia! (Giulia) Gesù, quando ci sei tu non temo nulla, e tu ci sei sempre! (Gesù) figlia, invita i tuoi figli a pregare: in questo tempo il nemico è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce. Combattetelo con l'amore! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! Figli del mio Cuore, siate sempre piccoli e poveri, e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto, figli miei! (Giulia) Gesù, com'è bello vederti nel mare di Sangue, ma i tuoi occhi sono tristi! Gesù, insegnaci ad amare, insegnaci ad amare come ci ami tu e insegnaci a saper portare la Croce! Se impariamo a portare la Croce non ci distacchiamo mai da te, Gesù, e sono sicura che tu ci vuoi vicino a te per far festa, per essere la tua famiglia e innalzare al Padre la preghiera che Lui gradisce, Gesù! (Gesù) vieni, figlia, prendi le mie mani e uniscile ai tuoi figli!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) ecco la mia famiglia: il mio popolo! Lavorate nella vigna e rimanete così, come Io vi ho scelti uno ad uno, figli miei! (Giulia) Gesù, com'è bello questo giardino! Com'è verde e come sono belli i fiori e i frutti! (Gesù) è il vostro lavoro: è il lavoro che voi offrite al Padre! (Giulia) Gesù, noi non sappiamo neanche amare e tu dici che questo Paradiso che è dinanzi ai miei occhi è il nostro lavoro? (Gesù) si, figlia! Lavorate ancora e rimanete nella mia Quiete e nel mio Amore! (Giulia) Gesù, ascolta il mio Cuore in questo istante! (Gesù) si, Sposa!(*) (Giulia) grazie, Gesù, grazie! (Gesù) ora, figlia, vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire le tue mani alle mie secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore, ma guarda chi mette i Chiodi e guarda i Chiodi! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) guarda i Chiodi, figlia!(*) <Giulia soffre in silenzio senza gridare, poi si accascia esanime> sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, vedo solo i Chiodi, non vedo più le mani e i piedi, ma vedo il Sangue che esce dalle tue mani e dai tuoi piedi! (Gesù) e si uniscono al tuo Sangue: guarda! (Giulia) scorre, Gesù, e si unisce al Mare, ma entra in un'altra chiesa! (Gesù) non dirlo, non dire in nome, ma dillo al Giglio! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) ma ora guarda!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) si, figlia! (Giulia) vedo una Porta, ma non è né di legno e neanche di ferro: è d’oro! È così luminosa da non riuscire neanche a vederla, ma è bella, Gesù! (Gesù) gira la chiave, figlia, ed entra! (Giulia) posso parlare ancora? (Gesù) si, figlia! (Giulia) c'è Maria che sta in ginocchio dinanzi ad un Calice! (Gesù) quel Calice è il Calice che tu dovrai bere! (Giulia) lo devo bere adesso, Gesù? (Gesù) no, figlia, non è giunta ancora l'ora! (Giulia) Gesù, perché Maria è dinanzi al Calice in ginocchio? (Gesù) prega, figlia, prega come ha pregato dinanzi al Calice che ho dovuto bere Io per ognuno di voi e per l'umanità intera! (Giulia) Gesù, com'è bella la Mamma! (Gesù) amate, figli, e sarete anche voi belli e raggianti come Maria! (Giulia) Gesù, donaci ancora il tuo Amore! (Gesù) ecco che scende copioso su di voi! Non temete, figli, ci sono Io: il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, ma state attenti al nemico! Amate, amate, amate, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli, Io ve lo offro: lo sforno dal mio Cuore: sfornatelo anche voi e donatelo all'umanità intera e camminate sempre nel Solco che Maria ha segnato e segna per ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Invita ancora il Giglio a pregare per tutti i Figli Ministri secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio, di Spirito Santo e di Cuore Immacolato di Maria! Figli miei, cercate la Quiete del Pane vivo e distaccatevi dalle cose del mondo! La porta del mio Cuore è aperta per ognuno di voi, senza fare alcuna distinzione: venite tutti perché Io vi amo con un'unica misura: la misura del mio Cuore che non ha limiti! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) L’Amen del Cuore di Dio, che è l' Amen del Cuore del Giglio, sia sempre con tutti voi! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amén! Eccomi! Nella Luce e nella Verità della Parola viva, sono ancora in mezzo a voi ad invitare ognuno di voi, a toccare i cuori di ognuno di voi, nel vivere il Vangelo, nel crescere nella Parola, nel mangiarlo fresco il Pane che Dio vi lascia scendere dai Cieli! Quale Amore può donarvi ancora Dio? quale gioia può accendere ancora nei vostri cuori? La Parola, l'unica Verità: il Pane vivo che scende dai Cieli! Dio che si dona, Dio che dona l'umanità il suo Cuore, Dio che apre la porta senza fare alcuna distinzione! Un Papà che accoglie tutti i suoi figli, perché Dio non guarda l'esteriore, ma Dio usa una sola parola: “Amate, come Io amo voi! Perdonate, come Io perdono voi e crescete camminando nel Solco”! Non è difficile amare! Non è difficile perdonare! Figli, guardate Gesù, guardate Gesù sul Legno della Croce! Aprite i vostri occhi, perché Io parlo a voi e parlo all'umanità intera! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio che i petali sono nelle mie mani! Digli di far crescere il profumo e di donare l'Acqua allo Strumento: Lui capirà! Invito ognuno di voi a pregare per la pace! Pregate affinché i flagelli si fermino! Scendono sempre di più perché l'umanità intera ha dimenticato di avere un Papà! Chiedete e vi sarà concesso, perché il Padre vostro conosce ciò che vi necessita, figli! Ma ditemi: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <giov. della 11° sett. T.O. /A Mt. 6, 7-15> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? come avete vissuto il Vangelo di questo giorno? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! (Tommaso) ci è stata data per amore una preghiera molto bella e semplice, direttamente dal Padre, attraverso suo Figlio! Ecco, molte volte noi ci chiediamo “come dobbiamo pregare? cosa dobbiamo dire?” Chissà quante parole, quante inutilità! (Piccolo Giovanni) quante parole che cadono fuori il Solco! “Mi metto in ginocchio, leggo tutti i libri possibili, faccio tutte le preghiere, ma dimentico di avere un Papà che mi chiede: Padre Nostro che sei nei cieli”! Alzare gli occhi e guardare quel Paradiso enorme! Continua! (Tommaso) sì, è veramente bello, perché basta la Parola; e come tu dici, il Padre legge già il nostro cuore e ci dona tutto il necessario! (Piccolo Giovanni) perché ha i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera nel Suo!  (Tommaso) e noi, come sempre, dobbiamo presentarci puliti: cioè già col perdono donato ai nostri fratelli, altrimenti è inutile invocare il Padre se vogliamo lo stesso perdono, lo stesso amore e lo stesso abbraccio! (Piccolo Giovanni) PERDONARE PER ESSERE PERDONATI!(*) Se tu non perdoni il fratello, il Padre può perdonare te?  (Tommaso) no, ma non dobbiamo neanche avere il coraggio di chiederlo in questo modo! (Piccolo Giovanni) è il Padre che vede e sente ogni cosa; è lo Strumento che per volere del Padre, vede e sente ogni cosa; ma il suo dolore è che non può parlare! Come ci si può nascondere dietro un dito? Dio forse non vede quel dito? Gli è nascosta qualcosa a Dio? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) amate, perdonate: così sarete perdonati, perché a Dio nulla gli è nascosto come allo Strumento! Vorrebbe gridare in questi ultimi tempi, ma il Padre tiene stretto il suo Cuore! Pregate, pregate perché per Amore del Padre e per amore dello Strumento Io sono qui in mezzo a voi a portare il Pane fresco, il Pane vivo che scende dai Cieli! E quale miracolo più grande? non riuscite ancora a vedere il miracolo che Dio opera in mezzo a voi nella Dimora del suo Cuore! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio che «Dio È»: non temere, lui capirà! Dona l'Alito e il Bacio come sempre! (Telesfore) si! <un'alitazione> (Piccolo Giovanni) e dono l'Alito e il Bacio ad ognuno di voi: accoglietelo e donatelo ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, ai vecchietti! Non lasciate nessuno.. <un'alitazione> ..fuori dell'abbraccio di Dio perché l'Alito è l'abbraccio di Dio per ognuno di voi, ma oggi in modo particolare vi offro la Tosse! <3 colpi di tosse con un'alitazione> accoglietela, figli! Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Mi ami tu? (Paolo) sì, ti amo!  (Piccolo Giovanni) Paolo, mi ami tu? (Paolo) sì, ti amo!  (Piccolo Giovanni) Paolo, mi ami tu? (Paolo) sì, ti amo!  (Piccolo Giovanni) dov’è il tuo cuore in quest'istante? (Paolo) io non lo so questo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è inchiodato alla Croce com'è inchiodato il cuore del mio piccolo Francesco!(*)  <il 12 è salita al Padre Immacolata, la moglie di Paolo. > La creatura che tu pensi di aver perso è nelle mie braccia: un Fiore è sbocciato nel Cuore del Padre, e quel Fiore sta facendo scendere sulla terra le gocce della Rugiada, e col suo amore ha fermato tanti flagelli e ha raccolto tanti angeli che sono stati uccisi, e, con la sua benedizione di Mamma, li ha portati nel Cuore di Dio! Tu porterai ancora il peso della Croce perché il Padre ti ha scelto: ti ha catturato nella sua rete; e il mio piccolo angelo Francesco gioirà, perché la Piccola Immacolata l'avvolgerà col Manto di Maria e lo userà come strumento! Ma non temere, figlio, il Padre ti ama!(*) Cosa vuoi dire, figlio? (Paolo) vedi, Giovanni, io.. (Piccolo Giovanni) ..è bello che usi ancora la parola “vedi, Giovanni”! (Paolo) io ti sento davvero un amico, come tu dici! (Piccolo Giovanni) sono il tuo Amico, il tuo Fratello, il tuo Papà! (Paolo) se riesco a fronteggiare e superare difficili situazioni come quest'ultima, è grazie alla tua vicinanza e al tuo Amore! (Piccolo Giovanni) Io sono sempre vicino: non ti ho mai lasciato un istante e mai ti lascerò, perché Dio non lascia i suoi figli! Dio è Padre, non può abbandonare nelle cadute! Sono sempre pronto ad alzarti, come sono pronto ad alzare Francesco e quel piccolo fiore che tu hai aperto la porta e la tieni nella tua casa! Prega molto ma soffre! <Nina proviene dalla Romania> Ma il Padre lascerà scendere anche su di lei la rugiada! Non è a caso che tu hai aperto la porta per farla abitare nella dimora, nella tua capanna, ma è Dio che l'ha mandata! Sii forte perché altre croci si poggeranno, ma con la grazia di Dio le porterai sulle tue spalle! E anche tu, angelo mio Francesco, anche tu porterai il peso, ma sii gioioso! (Francesco) sì! (Piccolo Giovanni) la Piccola Mammina è nelle braccia del Padre: è gioiosa e vi chiede di non bagnare il suo abito, ma di gioire! È questo che desidera il suo Cuore: chiaro? (Paolo) è chiaro, Giovanni! Volevo solo dire che tutto questo è quello che ci sostiene! C'è però un aspetto, seppur meno importante.. molto meno importante, che però inizialmente ci condiziona negli stati d'animo, nel distacco materiale, nel distacco terreno! (Piccolo Giovanni) è sempre presente in mezzo a voi come lo sono Io: “MORIRE È VIVERE E NASCERE NEL CUORE DEL PADRE”! Per voi che siete qui riuniti con la fede salda sulla Roccia, non c'è morte, ma vita! Sii cosciente di questo: Immacolata si è addormentata ed è andata ad abitare nel Cuore del Padre! E la fede è che, quando il Padre vorrà, ci abbracceremo tutti, come Io ardo di abbracciare ognuno di voi, ma questi tempi li conosce solo Dio! Dobbiamo solo aspettare i tempi di Dio! Se la Cocciuta vi direbbe “domani” non sarebbe Dio a parlare, ma lei vi ripete sempre “quanto Dio ha scritto tutto si adempirà”, ma solo Dio conosce i tempi! Chiaro? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ora siate gioiosi e con i vostri cuori aperti per Amore del Padre, per poterlo donare all'umanità, perché siete stati scelti e sigillati! Prega per il Giglio che ti ama tanto e ama ognuno di voi! Fatelo, figli miei! Vi invito a stare attenti al nemico: è astuto e vorrebbe far suo il Progetto dell'Amore. Combattetelo con l'Amore che vi ho sempre donato e insegnato: la Parola, il Solco che porta al Cuore di Dio! Ora sii forte! <un'alitazione> mando il Bacio del tuo Bocciolo a te, al mio angelo e alla mia piccola creatura! (Paolo) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) grazie al Padre, perché Io sono all'ubbidienza di Dio e vi dono tutto quello che il Padre dona a me! Non temere, non vi lascio un istante come non lascio nessuno di voi! Bussate, bussate al Cuore del Padre nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso! Telesfore! (Telesfore) eccomi! <Telesfore prontamente si inginocchia> (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Un altro Calice dovrai bere: sei pronto a berlo? (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) lo Strumento dovrà soffrire ancora perché il suo “” è poggiato sulla Croce! Vuoi bere il Calice? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) quando parlo guardami negli occhi!(*) Cosa vedi? (Telesfore) dolore! (Piccolo Giovanni) il dolore porta a gioire nel Cuore di Dio, perché solo con la santa Sofferenza si arriva nel Cuore del Padre: non gettate mai la santa Sofferenza! Prega per il Giglio: tienilo stretto nel tuo cuore! Ma pregate per tutti i Figli Ministri, e, devo ripetere ancora una volta: siate pronti e preparati per i tre giorni di buio! La Cocciuta dovrà bere molti Calici, ma quando vedete i suoi occhi che brillano e il sorriso sulle labbra, i Calici in quell'istante sono più grandi e più amari! Chiaro? (Telesfore) chiaro! (Piccolo Giovanni) un altro Chiodo in quest'istante è entrato nel Cuore della Cocciuta per fermare un altro flagello, ma lo fermerà solo a metà perché così il Padre ha scritto!(*) Sii forte!(*) Vi invito ancora a pregare, e ognuno di voi, in quest'istante, sentirà i Dolori del Parto, ma non come la Cocciuta, non temete, ma ascoltate col cuore non con la mente! Il Padre si poggia su di ognuno di voi, figli, perché ha bisogno del vostro aiuto! Ora siete pronti per disporvi a ricevere Gesù spiritualmente nei vostri cuori? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli!(*) Disponete i vostri cuori per Gesù e siate coscienti che Gesù è vivo, è in mezzo a voi e parla! Distaccatevi dalle cose del mondo e unite i vostri cuori al vostro Papà che vi aspetta tutti per far festa! Ecco, il Banchetto è pronto: venite tutti, figli! Ecco lo Sposo che avanza: Spose, non tardate ma venite a fare festa!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**)  (Giulia) Gioisci, anima mia! Gioisci, anima mia! Gioisci, anima mia! Le radici della mia anima erano secche, ora tu sei venuto a dissetarmi; sei venuto a portare l'Acqua ed io non ho più sete; sei venuto a portare la tua Carne ed io non ho più fame! Gioisci anima mia, perché lo Sposo abita nel mio Cuore e nulla voglio più cercare, oh mio Diletto! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Quando riuscirete a capire l'importanza “dell'Amen”, i vostri cuori e i vostri occhi saranno una sorgente che innaffia l'umanità intera! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi: sono venuto ad abitare nei Cuori di ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio che Dio è Padre e regola ogni cosa, basta rispondere: “Eccomi”! Ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria! Vi saranno donati a larghe misure tutti i vostri sacrifici che offrite al Padre! Figli, Dio guarda i cuori, non guarda l'esteriore! Non temete, abbracciate Dio perché Lui si dona e vi ama tutti senza fare alcuna distinzione, perché tutti siete figli. Ed essendo figli, fratelli e amici, innalziamo al Padre la preghiera del suo Cuore! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre mio, guarda ancora i cuori dei figli qui riuniti, guarda i cuori dell'umanità intera! Padre, non sappiamo offrire nulla, ma guarda dentro di noi! Padre mio, il mio Cuore è tuo e mi permetto di donarti i cuori di tutti i figli qui riuniti! I cuori di tutti i Figli Ministri, falli come il tuo, Padre!(*) Grazie, Padre! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Vi invito ancora a pregare e a stare attenti al nemico, e, quando uscite fuori, non abortite Gesù ma fatelo vivere! Figli, non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, ma amate, amate, amate, amate come Dio ama ognuno di voi e l'umanità intera! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Figli, vi saluto col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora, figlia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi, figli del mio Cuore! Ed Io vi benedico, col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate in pace rimanendo nella Quiete del Cuore di Dio e donandola all'umanità intera, figli! Cocciuta Divina, porta ancora i Dolori del Parto fino alla fine della preghiera secondo le mie intenzioni! (Giulia) eccomi!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Petali del mio Cuore! Donate il profumo della Parola all'umanità intera!(*) (Giulia) è bello essere Petali e poter donare il tuo profumo, Papà!

 

         5. Giov 23/06/2005, ore 21.01, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell’unico abbraccio della mia Croce. Figlia, ecco la Croce pronta, consola Maria in questo istante! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) sei ancora nel mare di Sangue e i tuoi abiti sono tutti bagnati di Sangue, Gesù! (Gesù) prega, figlia, perché il Sangue che vedi sul mio abito è il Sangue dei flagelli che scenderanno ancora sull'umanità! (Giulia) Gesù! (Gesù) vieni anche tu, figlia, vieni! (Giulia) nel mare, Gesù? (Gesù) sì, figlia, vieni a riempire le barche! (Giulia) posso portare tutti, Gesù? (Gesù) sì, figlia mia! Vedi, nella prima barca c'è Maria! (Giulia) c'è Giovanni e Carlo e c'è anche Domenico: come sono belli, ma sono tristi e con gli abiti bagnati di Sangue anche loro, Gesù! <Carlo è il Papa Giovanni Paolo II> (Gesù) prega e fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce! In questo tempo pregate per la pace, figli miei! (Giulia) Gesù! (Gesù) anche il tuo abito si sta bagnando di Sangue! (Giulia) Gesù! (Gesù) è il Sangue dei flagelli! (Giulia) Gesù, se servo a qualcosa, non solo l'abito, bagnate tutto, anche il capo di Sangue! (Gesù) figlia, non c'è rimasto un angolo del tuo corpo, non c'è più spazio! (Giulia) Gesù, poggiatevi anche dove non c'è spazio! (Gesù) sei sempre più Cocciuta, figlia, non temere mi poggerò su di te e sui tuoi figli perché in questo tempo non trovo anime! Figli miei, pregate e state attenti al nemico: è astuto, combattetelo con l'amore, ma usate l'Amore che Io lascio scendere negli vostri cuori, figli! (Giulia) Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, coloro che s'uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori! Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutte le pietruzze: i sacerdoti; e forte forte metto il Giglio, come lui chiede di metterlo nelle tue mani e nelle mani di Maria! Gesù, guardaci, non abbiamo nulla e non sappiamo fare nulla, ma ti offriamo i nostri cuori: se servono, Gesù, prenditeli! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Giulia) Amén! <Gesù si rivolge a Telesfore> (Gesù) dì al Giglio di pregare secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo; digli che il Mare è pieno di  barche ed Io aspetto! Figlioli, vi invito ancora una volta ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici per fare festa nel mio Cuore! Figlia, ora ti chiedo di guardare, Roccia viva del mio Cuore, ma ciò che vedi uniscilo al “rotolo”! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) non posso dire nulla? (Gesù) uniscilo al rotolo e quando sarà il tempo lo aprirai e lo consegnerai al Giglio!(**) ora prega, figlia mia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) immolati sempre! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, posso dirti una cosa nel Cuore? (Gesù) si!(*) (Giulia) grazie, Gesù, grazie! (Gesù) figlia, in questo giorno vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie? vuoi abbracciare i Chiodi divini per la Chiesa tutta affinché rimanga unita? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vedi, guarda i Chiodi e guarda chi li mette, figlia! (Giulia) sono pronta, Gesù!(*) (Gesù) guarda ancora una volta i Chiodi! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore, unisci le tue mani alle mie!(*) (Giulia) Gesù! Gesù!(*) <Giulia nonostante la sofferenza non grida, poi si accascia esanime> (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi; guarda i Chiodi, figlia! (Giulia) Gesù, ancora Sangue esce dalle tue mani del tuoi piedi! Viene verso il mare ma entra in un'altra Chiesa, Gesù! (Gesù) dillo solo al Giglio il nome della Chiesa e il Sangue che vedi unire al mare è il tuo! Figlia, dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome, ma non temere, Io sono sempre con te! (Giulia) Gesù, ti amo! (Gesù) ti amo anch'Io, figlia, Sposa e Mamma della Croce! (Giulia) no, sono solo uno straccio che sta dinanzi alla Croce, Gesù! (Gesù) ognuno di voi è Mamma della Croce perché siete i miei figli, i miei amici, la mia famiglia, ed Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figlioli, ma ricordate sempre: combattete il nemico con l'amore usando il cuore, non la mente, figli, perché Dio è Amore e il suo Amore è Cuore aperto per ognuno di voi e per l'umanità intera, perché Io parlo a voi e parlo all'umanità, perché tutti siete figli. Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Figli miei, il Solco da camminare è lungo ed è profondo; figli, non fermatevi ma siate rocce vive del mio Amore! Accogliete e ascoltate la mia Parola e vivetela in pienezza! Costruite la Roccia del vostro amore sulla Parola, non sulla sabbia, figli, e camminate, andate a due a due a portare nel mondo intero la Parola viva che scende in mezzo a voi nella Dimora del Padre! Ecco, il Pane è stato sfornato, oggi mangiate e aspettate il Pane che arriverà nel giorno che sorge, ma non fermatevi in questo giorno, date il Pane a tutti, ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli carcerati, ai figli drogati, non lasciate nessuno senza il Pane vivo che scende dai Cieli, figlioli del mio Cuore! Giglio, nelle tue mani ho consegnato il Sole di Fatima: rimani Roccia nella Dimora del Padre! Figlio mio, gioisci quando ci sono le persecuzioni! Fai crescere altri Gigli nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Consegno ancora una volta nelle tue mani lo Strumento, figlio mio!(*) Voi Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate, bussate al Cuore del Padre chiedendo lo Shalom: non fermatevi! Figli, il mio Cuore è triste in questo giorno nel vedere i flagelli che scendono sull'umanità! Lavorate ancora nella vigna, figlioli, e tenete sempre alto il santo Vangelo: l'unica Verità!(*) Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) il Calice è pronto! (Giulia) Gesù, devo berlo adesso? (Gesù) no, figlia, ora vedrai la data, ma tienila nel tuo Cuore!(*) (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vedi? in questo giorno ci sono i tuoi Angeli e i tuoi Cari! (Giulia) grazie, Gesù!(*) Com'è bello quel Fiore nuovo! (Gesù) anche Lei è con i tuoi Angeli e prega! (Giulia) anche Pietro? (Gesù) sì, figlia!(*) non dire ciò che stai vedendo!(*) (Giulia) neanche al Giglio? (Gesù) quando ti sarà detto! (Giulia) uhm, come è amaro non poter gridare, Gesù, ma è dolce nello stesso momento! (Gesù) figlia, tieni tutto nel tuo Cuore e invita ancora i tuoi figli a pregare per la pace! Immolatevi tutti perché il mondo non è in pace con Dio! Figli, almeno voi offrite il vostro amore! (Giulia) Gesù, facci rimanere piccoli e poveri! (Gesù) piccoli e poveri e all'ultimo posto, Pietre vive del mio Cuore! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen pieno del Cuore del Padre è l'Amen del Cuore del Giglio che abbraccia ognuno di voi! Nell'Amore, nella Pace, nella Verità e nel Pane fresco che scende dai Cieli, sono ancora in mezzo a voi a portare il Cuore di Gesù, a portare il Vangelo vivo in mezzo a voi, la Gioia che fa ardere il mio Cuore e il cuore di ognuno di voi, perché la Gioia abita nei nostri cuori quando si vive nella Parola di Dio, quando si apre il cuore alla Parola! E aprendo il cuore si costruisce sulla Roccia e non si ha timore del vento che può portare via tutto, anche le più piccole cose che avete costruito. E costruire con Dio, costruire sulla Parola, è rimanere saldi nel suo Amore, è vivere e poterlo donare l'Amore di Dio ai fratelli, e quando sarete dinanzi a Gesù vi dirà: “venite, figli del mio Cuore, venite e prendete parte alla mia gioia: fate festa con me”! E non sentirete dire: “non vi conosco, non so chi siete! Non so quali miracoli avete compiuto”! Il miracolo che Dio offre ai vostri cuori è la Parola, il Pane vivo, e avendo il Pane da mangiare e poterlo donare ai fratelli è il miracolo più grande! Dio che si fa Pane, Dio che si dona, Dio che si lascia mangiare e voi che vi lasciate mangiare dai fratelli, dai piccoli, dai poveri, dagli emarginati, non lasciando nessuno senza il Pane di Dio! È questa la mia gioia: indicarvi sempre la via del Vangelo e tenerlo sempre alto: non fatelo calpestare sotto i piedi, figli, ma donatelo all'umanità intera, all'umanità che è sorda ed è cieca e non vuole vedere, non vuole ascoltare la Parola di Dio, l'unica Porta aperta; ma è stretta e per arrivare alla Porta Stretta non dovete gettare via la santa Sofferenza, ma tenerla stretta, perché solo attraverso la sofferenza si arriva a gioire nel Cuore di Dio e a nascere come gli Angeli che ha visto la Cocciuta e i suoi Cari! “Morire è nascere nel Cuore del Padre, è gioire al Banchetto dello Sposo, che è sempre pronto per l'umanità intera e per ognuno di voi”! Ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore! Figlioli, vi invito a pregare, vi invito ad essere le mie Rocce vive! Non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno! Figli, portate sempre avanti la Parola di Dio! Spezzate quel Pane fresco e donatelo a tutti come Dio lo dona ad ognuno di voi, figlioli del mio Cuore!(*) Piccola Cocciuta del mio Cuore! (Giulia.) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ascolta ciò che ti dico nel Cuore: sii forte! (Giulia) eccomi, Giovanni!(**) non dovrò dirlo? (Piccolo Giovanni) lo dirai 3 giorni prima della data che hai visto, al Giglio! (Giulia) donatemi la costanza e la forza! (Piccolo Giovanni) sei Roccia perché il Padre ti ha mandata. Non temere, figlia del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) figlia, prega per il mio popolo! Pregate tutti per il mio popolo perché Io piango ancora lacrime di Sangue! (Giulia) Giovanni, posso asciugare le tue lacrime? (Piccolo Giovanni) si, ma non berle, poggiale sul tuo Cuore! (Giulia) se ti faccio male dimmelo!(*) (Piccolo Giovanni) non berle!(*)  <si rivolge a Telesfore> dì al Giglio che la Cocciuta asciuga anche sul suo Cuore le mie lacrime. Digli di pregare e di vivere in pieno il Vangelo di questo giorno! Figlioli del mio Cuore, oggi sono triste perché vedo ciò che voi non vedete! Vedo i flagelli che scendono e vi invito a pregare: PREGATE, FIGLI MIEI! Ma Avete vissuto il Vangelo di questo giorno? avete vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! <Giov. 12° sett. T.O. /A. Mt. 7, 21-29> (Piccolo Giovanni) e come? come l'avete vissuto il Vangelo di questo giorno? Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi qualche parola del Vangelo di questo giorno? (Tommaso) sì, una frase terribile che dobbiamo ricordarcela in ogni momento, quella che il Padre dice: “anch'Io non vi riconoscerò in quel giorno”! (Piccolo Giovanni)anch'Io non vi riconoscerò in quel giorno”! È la più grande o è la più piccola? (Tommaso) è la più grande perché rattrista il nostro cuore, cioè, ci serve per essere vigili, ci serve per non uscire fuori dal Solco, perché molto spesso noi pensiamo di essere stati scelti e quindi dobbiamo tenere lontano la presunzione di essere stati già salvati, perché questo sarebbe un peccato contro lo Spirito Santo, e Gesù ha detto che l'unico peccato che non verrà cancellato è quello contro lo Spirito Santo! (Piccolo Giovanni)contro lo Spirito Santo”!(*) E cosa ricordi ancora?  (Tommaso) ricordo che Gesù ci invita a mettere in pratica quel Pane che ci viene dato ogni momento, e non farci grandi, ma rimanere, come ha detto prima la Cocciuta, piccoli, incapaci di fare nulla, ma donare col cuore completamente, come il Signore vuole, dire sempre: “Eccomi”! (Piccolo Giovanni)Eccomi”!  (Tommaso) e lasciare lavorare il Padre!  (Piccolo Giovanni)Eccomi, come straccio dinanzi ai piedi della Croce, servo inutile dinanzi ai tuoi piedi sempre all'ultimo posto”, ma rispondere sempre “Eccomi” come vi ho insegnato: i piccoli Giovanni sempre piccoli e all'ultimo posto, ma Rocce, Rocce vive dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Non temere niente e nessuno, combattere il nemico con l'amore e col Pane fresco che scende dai Cieli: la Parola di Dio, è questo che dovete fare, camminare e portare il profumo e la Luce di Dio; e potete farlo amando, così dinanzi a Dio non vi verrà detto:«non vi conosco!» Chiaro? (Tommaso) chiarissimo, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Tommaso) vorrei dire innanzi tutto, che dato che noi, almeno per il momento.. non è il tempo del Padre.. non facciamo ancora miracoli o cacciamo demoni in Nome di Gesù, ma certamente possiamo gridare forte che “Gesù è vivo, è in mezzo a noi e parla”,  questo lo dobbiamo fare senza timore affinché non ci viene detto: «non ti conosco, figlio!» (Piccolo Giovanni) e non è detto che non fate miracoli! (Tommaso) almeno, non li vediamo! (Piccolo Giovanni) ma Dio, sì, Dio li vede, e anche la Cocciuta, ma il Padre non la fa parlare e gioisce nel vedere i miracoli che opera Dio quando si ama! È l'Amore che fa scendere i miracoli e Dio ama i suoi figli! E Dio opera nel silenzio, e voi, che lavorate nella vigna, neanche vi accorgete di operare miracoli! Dio vi usa, e quando Dio usa, è Lui che li fa scendere! Lasciatevi usare nel silenzio e rimanete sempre nascosti come servi inutili all'ultimo posto, per prendere parte alla gioia di Dio! Ma gridate anche dai tetti: «DIO È VIVO, È IN MEZZO A NOI E PARLA!» Senza avere paura, chiaro? (Tutti) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Paolo! (Paolo) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Immacolata adesso li grida forte forte dal Cielo i miracoli che lei ha compiuto abbracciando i Dolori, la santa Sofferenza, nel silenzio. E oggi abbraccia anche te! Vieni!(*)  <Paolo si avvicina e si inginocchia> l'avrebbe voluto fare all'ultimo istante, ma l'ha fatto solo col Cuore perché le sue forze le aveva prese Gesù per aiutare le altre anime! Dona la sua forza, dona il suo amore a tutte le creature che incontri sulla via che il Padre ha segnato per te, e dona l'abbraccio al mio Francesco e non temere, il Padre è sempre con te ed Io non ti lascio un istante! Coltiva il “fiore” che è nelle tue mani.. (Paolo) ..grazie, Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..figlio, e non temere, vai avanti, figlio mio! E anche voi, andate avanti: i vostri Cari vi abbracciano e vi invitano a pregare per la pace! Pregate, pregate, figli, e combattete il nemico con l'amore: l'Amore che Dio fa ardere nei vostri cuori, figli miei! Telesfore! (Telesfore) eccomi! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Un altro Chiodo sarà poggiato sulle tue spalle: vuoi accoglierlo? (Telesfore) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) vuoi accogliere il Chiodo.. (Telesfore) ..sì..  (Piccolo Giovanni) ..che sarà poggiato sulle tue spalle? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ricordati che il Padre ed Io e lo Strumento vediamo il tuo cuore! “L'Eccomi” va risposto subito, figlio, senza pensare con la mente, ma col cuore!(*) Cosa vedi nei miei occhi in questo giorno? (Telesfore) lacrime!  (Piccolo Giovanni)lacrime”! Sto raccogliendo le lacrime di Maria perché l'umanità è ormai caduta: alzatela voi col vostro “eccomi”, con le vostre piccole croci che portate sulle vostre spalle! È grande il Chiodo, ma non temere, non ti ho mai lasciato. Ma vi invito ancora a pregare per il Giglio perché Lui prega per l'umanità intera e per ognuno di voi! Dona sempre l'Alito e il Bacio <un'alitazione> voi volete accogliere ancora l'Alito e il Bacio? (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) accogliete nei vostri cuori il Bacio del Piccolo Giovanni e l'Alito del mio Amore! <un'alitazione> e in questo giorno, come vigilia, vi offro anche la Tosse! <4 colpi di tosse con un'alitazione> la Cocciuta sa bene che Io amavo festeggiare la vigilia: di cosa? (Alcuni) S. Giovanni! (Piccolo Giovanni) vi invito a pregare e a gridare come Giovanni e con Giovanni! Anche tu grida la Verità del Vangelo, con Giovanni e come Giovanni! Chiaro?  (Telesfore) chiaro!  (Piccolo Giovanni) ora sollevati e.. aspetti il Bacio? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) vieni! <gli dà il Bacio del Piccolo Giovanni> ma ora donalo a tutti i tuoi figli! Lo chiedi nel cuore ed Io te lo offro, ma donalo che aspetto! (Telesfore) devo fare il giro? (Piccolo Giovanni) si!  <Telesfore inizia il giro per consegnare il Bacio a ciascuno dei fedeli presenti> Non temere, è il Bacio di Dio che doni all'umanità e a tutti i tuoi figli! È bello accogliere il mio Bacio? (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) vi mancava?  (Alcuni) si! (Piccolo Giovanni) ma ora ve lo sta offrendo Telesfore!(*) Rimanete nella Quiete e nella Pace di Dio! È dolce questo Pane: accogliere il Bacio del Piccolo Giovanni è accogliere il Pane di Dio nei propri cuori e donarlo! È gioioso adesso il tuo cuore? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e cosa vorresti fare? (Telesfore) eh, sono un po' emozionato! (Piccolo Giovanni) per un Bacio? (Telesfore) è che non mi sento degno! (Piccolo Giovanni) lascia che sia Dio a decidere questo! Tu sei solo un servo inutile dinanzi ai piedi della Croce e Dio ti ha usato come usa ognuno di voi nella vigna a lavorare! Lavorate, camminate nel Solco e tenete sempre alto il santo Vangelo! Ora puoi alzarti! Figlio, stringi i Chiodi! <Telesfore stringe la mano di Giovanni> non temere, stringi ancora!(*) non sento nulla!(*) cosa senti nella tua mano?(*) cosa senti nella tua mano? (Telesfore) sento una roccia!(*) (Piccolo Giovanni) e ricordati sempre che Io sono Sacerdozio vivo ed eterno, e il Sacerdozio è Dio!(*) E anche il Giglio è Roccia, ma ha bisogno di ognuno di voi, figli miei! Ora è rimasto ancora? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) poggialo sul tuo cuore!(*) cosa senti? (Telesfore) sento battere! (Piccolo Giovanni) non dimenticate che il Bimbo batte nei vostri cuori e cresce sempre di più, figli miei! Mando il Bacio e la Tosse ai figli che si sono uniti a questa santa preghiera in questo istante.. <5 colpi di tosse con un'alitazione> ..e porto nel Cuore del Padre i figli!(*) (Giulia) Giovanni.. (Piccolo Giovanni) ..sì, figlia, è il flagello!(*) è il flagello che è sceso!(*) non temere, li porto nel Cuore del Padre, immolati sempre, figlia! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora siete pronti per accogliere Gesù che viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporvi? disponetevi, figli e accogliete Gesù che viene ad abitare dentro di voi! Distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore di Dio! Giglio, unisciti anche tu! Ecco, il Banchetto pronto per ognuno di voi! Ecco lo Sposo che avanza! Spose, venite tutti a fare festa!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, mia Quiete! oh, mia Frescura! oh, Ruscello dove io posso dissetarmi! dove? dove andrò? non trovo altro ruscello, solo tu hai l'Acqua limpida dove l'anima mia si può specchiare, dove l'anima mia si può dissetare! Oh, Ruscello, doni l'Acqua e non si ha più sete! Doni la Frescura e non si ha più fame! Sì, tu sei Dio e il Ruscello è il tuo Cuore aperto, e mi doni l'Acqua, e mi doni la tua Carne ed io non ho più fame! Il mio Cuore è pieno d'amore, la tua Quiete è quello che io cerco e tu in questo istante me l'hai donata! Fa, oh Gesù, che io non mi allontani mai più da te! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén pieno rimanga sempre nei vostri cuori! Ecco Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.. (Giacomo 1) ..Amén.. (Piccolo Giovanni) ..risorgete anche voi, figli del mio Cuore! Amén! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) è dolce rispondere sempre “Amén”. E nell’Amen il Dio Bambino ha sonno e con l'Amen vuole addormentarsi nei vostri cuori: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Grazie per aver lasciato il mondo ed essere venuti a farmi compagnia: la vostra ricompensa sarà grande, figlioli del mio Cuore, perché la misura di Dio non ha limiti! Figli, siate benedetti ora e sempre! Figli camminate sempre sulla Via del santo Vangelo e non temete niente e nessuno, gridate al mondo: “DIO È VIVO, È IN MEZZO A NOI E PARLA”! ...... <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre, guarda benigno questa famiglia riunita: è la tua famiglia ed è riunita qui nel tuo Nome, nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Padre, fa scendere la Rugiada del tuo Amore e fa che non abbiano più timore di gridare la Verità del Pane vivo disceso dai Cieli! Grazie, Padre! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Quando capirete cosa significa “Amén”, i vostri occhi formeranno il Fiume dell'Amore e tutti gioirete perché ci sarà solo pace! Pregate, figli, pregate e combattete il nemico con l'amore!(*) Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora, figlia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Nella gioia piena, fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! Quando uscite fuori dalla Dimora di Dio non abortite Gesù, figli, ma fatelo vivere! Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e col Spirito Santo! ..... Amén! Andate nella Quiete di Dio e rimanete nella sua Frescura, figlioli del mio Cuore! Cocciuta Divina, abbraccia ancora i Dolori del Parto fino alla fine della preghiera, secondo le mie intenzioni! (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore!(*) (Giulia) Papà! Papà!(*) Grazie!

 

 

         6. Ven 24/06/2005, Stanza more solito

Messaggi di Maria e del santo Giovanni di oggi (ore 16.02)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (l'Immacolata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù. Figlia mia, in questo giorno accogli ancora il saluto del Padre! Accoglietelo anche voi il saluto di Dio! È l'abbraccio del Cuore di Dio che dona all'umanità, ad ognuno di voi e allo Strumento che si lascia usare! Io vengo a portare l'Amore di Dio, e l'Amore si dona attraverso la Croce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figlia, in questo giorno beato accogli ancora i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*) e immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore di Gesù come tu sai fare nell'abbraccio del letto della Croce, figlia del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi per volere del Padre portando il mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reale e portiamo un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi a tenerlo sempre alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, in questo giorno beato <oggi ricorre la festività di San Giovanni Battista> , in questo giorno di gloria, Io vi invito a pregare per la pace e vi invito a gridare come Giovanni e con Giovanni la verità di Gesù, la venuta di Gesù in mezzo a voi: la Parola, il Pane vivo che scende dai Cieli, ma vi invito a stare attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce. Figliuoli, combattetelo con l'amore! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici: così fare festa con Gesù! Figlia, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, accogli ancora i Dolori vivi del Parto di Gesù che in questo giorno, con le braccia aperte, passano traverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del mio Cuore, vedi, Dio allarga le braccia, apre la porta per ognuno di voi e per l'umanità intera, e Giovanni allarga le braccia per accogliere le pecorelle smarrite e portarle alla Fonte viva che è Gesù: l'Amore, la Verità, la Vita e la Via! Figli, vi invito ancora a pregare: pregate, altri flagelli stanno scendendo sull'umanità perché siete in pochi a pregare, non in questo Luogo ma nel mondo intero! Pregate, figli e fermate i flagelli col vostro “eccomi” al Cuore di Dio che arde d'amore per ognuno di voi, figli miei! (Giulia) Mamma! Mamma, com'è candido il tuo abito in questo giorno, e come sei bella! (l'Immacolata) sono bella perché amo! Amate anche voi, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, addolorato nel vedere l'umanità che si perde! (Giulia) Mammina, dì a Gesù di poggiarsi ancora sulle mie spalle affinché l'umanità trovi Gesù e si fermi solo dinanzi al Legno della Croce! (l'Immacolata) Gesù si poggia sulle tue spalle, figlia, e si poggia sui cuori aperti! (Giulia) Mammina, metto nel tuo Cuore, come sempre, tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: i figli che sono qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, i figli che si uniscono e tutti coloro che portano nei loro cuori! Tu conosci i pesi di ognuno di loro: Mamma, donaci il respiro di Gesù ma non toglierci la santa Sofferenza, perché solo con la sofferenza i nostri occhi vedranno Gesù e il tuo Volto! Ti affido, come sempre, tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti, e in modo particolare ti affido il Giglio: accarezza il suo Cuore col tuo Cuore di Mamma! (l'Immacolata) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (l'Immacolata) Amén! Vi invito ancora, figliuoli, ad essere coscienti della presenza di Dio viva e reale in mezzo a voi! Dio parla, Dio vi dona la sua Luce, il suo Amore, e vi invita sempre a tenere alto il santo Vangelo: l'unica Verità, l'unica Luce che Dio lascia scendere dai Cieli! Ora ti invito a guardare, figlia, ma non temere per ciò che vedi! (Giulia) eccomi, Mamma!(*) Mamma, posso dire ciò che vedo? (l'Immacolata) lo scriverai e lo consegnerai il 4º giorno al Giglio! (Giulia) eccomi!(*) sia fatta la volontà del Padre, Mamma!(*) <si rivolge a Telesfore> (l'Immacolata) dì al Giglio che il mio Cuore Immacolato trionferà e la pace regnerà sull'umanità intera! Digli di accogliere tutte le persecuzioni ma di rimanere saldo attaccato alla Croce perché Dio l'ha scelto come Albero che ha le radici profonde! Cammina, figlio, e fai crescere altri alberi! Io sono la tua Mamma e la mia mano è sempre poggiata tuo capo: non temere, figlio mio! E la mia mano materna è poggiata sul capo di ognuno di voi e sull'umanità intera! Vi chiedo sempre di consolare il Cuore di Gesù: non lasciatelo solo, figli, e non cercate altri dei, prostratevi solo dinanzi al Legno della Croce, figli! Dio usa lo Strumento per parlare ad ognuno di voi e all'umanità intera indicandovi sempre il santo Vangelo: l'unica Via, l'unica Verità! Pregate per tutti i miei Figli Ministri: alzate le Mura che sono ormai a terra, figli del mio Cuore! Ma vi ripeto ancora una volta: non abortite Gesù! Quando uscite fuori non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici, figli miei, e non temete: è Dio a parlare attraverso lo Strumento! Siate coscienti e rimanere saldi come Rocce vive dell'Amore di Gesù! Figli, Io sono Mamma: Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori! Vi invito a pregare ancora: chiedete al Padre lo Shalom del suo Cuore in questo giorno, figli! Cocciuta Divina del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) sarai perseguitata ancora dai Grandi della Casa del Padre e altre spade trafiggeranno il tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) figlia, il tuo “eccomi” consola il Cuore del Padre: raccogli l'umanità e portala nel Solco del Padre! (Giulia) eccomi! (l'Immacolata) voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, amatevi gli uni gli altri, dividetevi il Pane di Dio e donatelo ai vostri nemici! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) nell'amore e nell'ubbidienza al Padre mi siedo un po'!(*) Eccomi! Nella Gioia e nella Luce del santo Vangelo sono in mezzo a voi a gioire nella Pace e nella Parola viva di Dio che è il santo Vangelo, il Pane fresco che Dio dona all'umanità, dona ai propri figli! E questo Pane viene annunciato per prima da Giovanni segnando la Via e gridando la Parola viva, preparando i cuori ad accogliere il Pane, ad accogliere questo Agnello piccolo e tenero che si immola per amore; e Giovanni, piccolo e tenero come Gesù, non ha paura di annunciare la Parola viva: il Vangelo, la Verità, la Luce, la Via che conduce i cuori aperti al Padre! Ecco, tutti pensavano che non avrebbe mai avuto un figlio: nasce Giovanni, la Luce del mondo, la Luce che ha portato Gesù, che ha acceso Dio, perché questo Figlio è stato mandato da Dio per segnare il Solco, la Verità: quell'Agnello che avrebbe abbracciato il Legno della Croce per poi donarci la vita eterna. E chi potrebbe donarci la vita eterna?: solo Gesù, solo Dio! Figliuoli, fermatevi ed ascoltate Dio! Fermatevi e cercate Dio! Il mondo corre, ha fretta, ma dove andate senza Gesù? senza Dio?(*) Figli miei, quali tesori possono donarvi Dio? ha un prezzo Dio? potete comprare Dio? Dio si compra con l’amore e col cuore aperto dicendo “eccomi, sono un servo inutile dinanzi ai tuoi piedi: usami come vuoi”! È il gesto di Giovanni: la povertà, il suo stare nel silenzio ma gridare la Luce che sta per arrivare nel mondo! NON POTETE COMPRARLA PERCHÉ NON HA PREZZO! Figli, ritornate al Dio antico, ritornate ad amare, ritornate a perdonare, ad usare carità, ma ciò che fa la destra non lo deve sapere la sinistra! “L’Io” cancellatelo, ma cercate Dio! In quello spazio “dell’Io” mettete la Croce che riempie e vi dona gioia e luce, vi dona i miracoli di cui le vostre anime hanno bisogno! A cosa serve guarire i corpi quando nei vostri cuori non c'è Gesù? non c'è amore?(*) Tutto passa, tutto va via: Dio rimane, la Parola rimane! Cercate la Parola, mangiate la Parola e vivete della Parola di Dio! Come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito, figli, ad amare di più Gesù: la Luce del mondo! (Giulia) Giovanni, posso farti gli auguri da parte di tutti i tuoi figli? da parte del Giglio e anche da parte mia? (Piccolo Giovanni) grazie, ma gli auguri che il mio Cuore desidera è di cercare ancora di più nei vostri cuori e togliere tutto quello che non appartiene a Dio e amare, e ad essere sempre di più piccoli Giovanni e sempre all'ultimo posto, perché i piccoli Giovanni stanno sempre all'ultimo posto! Ma vi ripeto ancora: state attenti al nemico, è astuto e vuole farlo suo il Progetto dell'Amore. Figliuoli, sia sempre crescente il vostro amore e tenete sempre alto il santo Vangelo: quel Pane fresco che Dio lascia scendere dai Cieli!(*) Giglio, in questo giorno il Padre metterà nel tuo Cuore ciò che dovrai fare, ma affrettati come Maria nell'andare a visitare Elisabetta! Il Parto è pronto, è pieno ed è in mezzo a voi nella dimora! Non temere, figlio, ascolta i battiti di Dio e ricorda sempre che il tuo Cuore è inchiodato al Cuore dello Strumento, che è il Letto della Croce, e il tuo “Amen” è nel Cuore del Padre! Giglio, oggi grida come Giovanni e con Giovanni, perché Io sono sempre con te, figlio, fratello e amico del Cuore della Croce! Cocciuta Divina, quando ti costa quel “”: vuoi ancora andare avanti? è amaro il Calice: figlia, vuoi berlo ancora? (Giulia) eccomi, Giovanni! Se c'è qualcos'altro di più amaro, mettilo! (Piccolo Giovanni) Amen, figlia, Amen! Dio ti amo ed Io ti amo perché sei Roccia e diventi sempre più Cocciuta, ed Io mi sono fermato e mi fermo ancora dinanzi alla tua ubbidienza: “al Sì a Dio e alla Croce”! (Giulia) Giovanni, sono solo una misera peccatrice e uno straccio: se è possibile fammi pulire la Croce! (Piccolo Giovanni) figlia, lo straccio che è dinanzi a Dio è candido e porta i segni del Crocifisso! Vai avanti, cammina e porta l'umanità nel Solco di Dio! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) in questo giorno, per volere del Padre, mando su di voi e sull'umanità intera il Fuoco di Pentecoste! <impone le mani sui presenti> Andate per il mondo a due a due a portare la Parola di Dio e non temete niente e nessuno! Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, allontanate il male ovunque andate e lasciate le rose di Maria che sono le grazie che necessitano ai cuori dell'umanità intera che è spenta, e Maria è la Rosa, sempre viva, aperta, e manda il profumo di Dio!(*) Avete vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) si sono riempiti i vostri cuori della Parola? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e Giovanni è nato nei cuori di ognuno di voi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e la vostra lingua si è sciolta nel gridare il Nome di Giovanni? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non l'ho sentito! <dice sorridendo> (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) non ho sentito “Giovanni”! (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) non ho sentito il Nome di Giovanni! (Tutti) SÌ, GIOVANNI! (Piccolo Giovanni) come si chiamerà il Bimbo? (Tutti)Giovanni(Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén!(*) Perchè sono stupiti i tuoi occhi? cosa vedi sul volto della Cocciuta? (Paolo) è un'emozione grande: è come se stessi vivendo per la prima volta queste cose! (Piccolo Giovanni)le meraviglie di Dio”! (Paolo) non c'è limite, non c'è punto di arrivo: le meraviglie di Dio stupiscono sempre più all'infinito! (Piccolo Giovanni) perché Dio ha sempre le braccia aperte per tutti i figli: per l'umanità intera! Il suo Amore è così grande! Ma aspetta, aspetta ognuno di voi, aspetta i propri figli, le proprie Spose, per far festa e il suo Banchetto è sempre pronto, non manca di nulla! Gioite perché Dio vi ama e vi ha scelti uno ad uno per lavorare nella sua vigna! Ecco l'Amore di Dio che arde e accende i cuori! Lascialo ardere come arde in questo istante!(*) E anche voi fate ardere l'Amore di Gesù e non cercate altro ma solo il Crocifisso che è il Pane vivo per la vita eterna! Figli, come vi amo: vi ho sempre amati, vi ho sempre portati nel mio Cuore e vi porterò ancora!(*) Quando siete stanchi, quando i vostri cuori sono tristi, avete una porta: non dimenticatelo! Distaccatevi dalle cose del mondo ed entrate per quella Porta Stretta che vi porta al Cuore di Dio! E un Papà non fa mancare nulla ai suoi figli, perché prima di bussare già conosce ciò che vi necessita, ed ora avete bisogno del mio Bacio e del mio Alito! L'Alito della Tosse oggi ve lo offro in pieno! <6 colpi di tosse con 6 alitazioni> Accoglietelo e donatelo all'umanità, ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera. Vi invito forte forte a pregare per tutti i miei confratelli! Pregate per i sacerdoti! E tu, Cocciuta, accogli i Chiodi che in questo istante passano attraverso le tue mani e i tuoi piedi, per tutti i sacerdoti! <Giulia soffre in silenzio> (Giulia) ah, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ecco il regalo che Io ti faccio in questo giorno!(*) (Giulia) grazie, grazie per i Chiodi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) questi Chiodi trafiggeranno anche le mani e i piedi del Giglio! <si rivolge a Telesfore> Dona l'Alito e il Bacio come sempre al Giglio! <un'alitazione e poi 3 colpi di tosse> e anche la Tosse. Digli che l'accarezzo con le mani di Sacerdozio vivo ed eterno!(*) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Come hai vissuto il Vangelo di questo giorno? <Ven. della 12° sett. T.O. /A Lc.1,57-66.80 Natività di S. Giovanni Battista> (Tommaso) con l'ansia di venirti a trovare e darti subito gli auguri e abbracci da Piccolo Giovanni. Da parte anche di tutti penso di esprimere il loro pensiero. (Piccolo Giovanni) grazie, ma come vedi, la Cocciuta vi anticipa sempre, ma li accolgo con amore da ognuno di voi, donando a voi gli auguri di essere Giovanni e di abbracciare la Croce come l'ho abbracciata Io, nel silenzio, ma nel camminare sempre nel Solco e di gridare sempre la Verità del Vangelo. Ad ognuno di voi ho dato un compito da fare e, nei vostri cuori, state lavorando! ..... Non fermatevi: la vigna ha bisogno di ognuno di voi! Siate operai degni della vostra paga perché il Padre ha un'unica misura, e dona ad ognuno di voi la stessa moneta, dal primo all'ultimo, perché Dio non fa alcuna distinzione: tutti siete figli di Dio, tutti siete fratelli e tutti avete bisogno del Pane, e senza quel Pane non potete vivere! Non c'è vita senza il Pane di Dio: l'unica Verità, l'unica Parola: il Vangelo, e Dio è vivo, è in mezzo a voi e viene a portarlo! Mangiate, figli, mangiate il Pane di Dio! Dimmi, Tommaso, dimmi! (Tommaso) stavo pensando, proprio, a questa “colla di Dio” che è la Parola, affinché ci tenga uniti tutti come pietruzze della Roccia viva di Dio! (Piccolo Giovanni) sta a voi quale “colla” volete: quella del mondo o quella di Dio? (Tommaso) noi vogliamo quella di Dio! (Piccolo Giovanni) ed Io dico “Amen”! Voi cosa rispondete? (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni)  Amén! Ecco, la Croce rimane sempre unita, non si è mai divisa, ma Io vi ripeto ancora una volta “state attenti al nemico”: è l'amore che dovete usare per combatterlo e Dio è Amore e si dona ad ognuno di voi e all'umanità intera! Donate Dio a chi non lo conosce!(*) Dimmi ancora! (Tommaso) è meraviglioso quello che ci stai dicendo, abbiamo sempre bisogno di questa forza per andar avanti perché gli ostacoli sono tanti e noi ci sentiamo veramente piccoli, e solo tu ci puoi dare.. (Piccolo Giovanni) ..e dovete essere piccoli! Io sono sempre con voi, non vi ho mai lasciati e mai vi lascerò, ma Dio vi ha donato un altro Albero: il Giglio, e siamo uniti com'è unita la Croce! Io parlo anche attraverso di Lui con la Parola di Dio, come il Padre mi fa parlare attraverso lo Strumento! Rimanete ai suoi piedi e pregate, pregate, figli miei!(*) Io parlo in questo istante nel Cuore del Padre; voi, nel giusto del Vangelo, mettete nel Cuore di Dio ciò che avete nei vostri cuori!(**) ..nel giusto del Vangelo, non chiedete cose del mondo!(**) Grazie, Padre, per avere ascoltato la mia preghiera!(*) grazie! (il Padre) Amen, Figlio, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Vi invito ancora a pregare! Vi invito ancora a chiedere al Padre lo Shalom, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, immolati ancora per l'umanità e prega ancora per tutti i sacerdoti! Prega per il mio popolo perché Io piango ancora lacrime di Sangue!(*) (Giulia) Giovanni, quando dovrò bere il Calice mi terrai la mano? (Piccolo Giovanni) lascia che sia Dio a decidere questo, figlia! (Giulia) Amen, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora vi invito ancora a camminare nel Solco e a pregare per tutti coloro che non conoscono Gesù! Figli, Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, ma quando uscite fuori dalla Dimora di Dio non abortite Gesù, figli! Cocciuta Divina, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! Ed Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate nella Pace di Dio e donatela ai vostri nemici! Ora rimanete nella quiete e nella pace della preghiera! Io sono qui con voi fino alla fine della preghiera e la Cocciuta porterà ancora i Dolori del Parto per ognuno di voi e per l'umanità intera, figli! (Giulia) grazie, Giovanni!(*) Se è possibile vorrei abbracciarti, se il Padre vuole! (Piccolo Giovanni) vieni, anima mia!(**) (Giulia) grazie! L'abbraccio non è solo mio, ma da parte di tutti!(*) (Piccolo Giovanni) ora ritorna tra i tuoi!