LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 60

 

CI SARANNO GIORNI CHE IL PANE DI DIO VERRA' A MANCARE,

MA NON E' DIO CHE NON LO LASCIA SCENDERE

(dal messaggio del 01/09/2005)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

         1. Giov 25/08/2005, ore 21.06, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Figlia, vuoi bere il Calice che stai vedendo? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) bevilo per tutti i sacerdoti! È amaro, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! <bevute amare>(*) (Gesù) figlia mia, stringi sempre di più, nel tuo Cuore, i Dolori! (Giulia) Gesù, nel guardare i tuoi occhi e vedere la tua tristezza e il tuo dolore, non è nulla quello che mi doni! (Gesù) come sai abbracciare i Dolori tenendo nel tuo Cuore il grido! (Giulia) Gesù, sono solo uno straccio dinanzi ai piedi della Croce! A soffrire, sei tu per ognuno di noi e per l'umanità intera! Tu accogli i Dolori e tutte le nostre cattiverie! Tu porti attimo per attimo, nel tuo Cuore, la spada, e attimo per attimo accogli sempre i Chiodi che noi sappiamo donarti perché non sappiamo offrire altro! Ti inchiodiamo anche quando tu ci perdoni, quando fai scendere la Rugiada! Gesù, guarda il nostro niente, perché è quello che sappiamo donarti! (Gesù) il “niente” dei vostri cuori è la pienezza di Dio che offrite, perché siete qui a farmi compagnia e a donarmi i vostri cuori! (Giulia) Gesù, solo tu sei buono, solo tu puoi donarci queste parole! Gesù, sei sempre nel mare di Sangue e dietro di te ci sono sempre dei bimbi vestiti di bianco e i sacerdoti sono sempre più lontani! Gesù, ora stai piangendo: cosa ho fatto, Gesù? (Gesù) niente, figlia, non sei tu a farmi piangere, guarda!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) sì, figlia, solo una parte! (Giulia) vedo una barca: è piena di Sangue e nella barca c'è sempre un cuscino con un abito bianco sopra, Gesù! (Gesù) ora fermati e aggiungi al rotolo che è nel tuo Cuore il resto! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, i bimbi vestiti di bianco che sono dietro di te nel mare di Sangue.. (Gesù) ..ne hai già visti tre! Ora guarda gli altri tre!(*) (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..non dire i nomi, ma li dirai al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ora porta avanti l'altro piede!(*) Prendi in braccio i figli che sono qui riuniti! (Giulia) Gesù, come faccio a prenderli? (Gesù) Guarda come faccio Io! (Giulia) e dove li porto, Gesù? (Gesù) vai di nuovo un passo indietro!(*) Ora consegnali nelle mie mani! (Giulia) tutti in una volta, Gesù? (Gesù) sì, figlia!(*) (Giulia) Gesù, non ti stanchi? (Gesù) sei sempre più Cocciuta: è stato pesante per te? (Giulia) no, Gesù, ma  non so se li hanno tenuti le mie mani o le tue! (Gesù) me li hai consegnati tu! (Giulia) sì, Gesù! Gesù, ora dove.. dove li porti, Gesù? (Gesù) non temere, ma guarda!(*) Vieni anche tu nelle mie braccia!(*) Avevi paura che ti portavo via i figli? (Giulia) no, Gesù! Posso dire ciò che stai facendo, Gesù? (Gesù) tienilo nel tuo Cuore e invita i tuoi figli, i tuoi Discepoli, le tue Colonne e le tue Suorine a pregare secondo le mie intenzioni! Ma state attenti al nemico: è astuto, e in questi ultimi tempi vuole trascinarvi nella sua falsa luce! Combattetelo con l'amore! Amate con il mio Amore e fermatevi sempre sul letto della Croce: poggiatevi in pienezza, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) Gesù, vedo un velo nero che scende! (Gesù) sono altri flagelli già scesi sull'umanità! Raccogli le anime e portale al Padre!(*) Amen, figlia!(*) Guarda, figlia mia! (Giulia) vedo altri flagelli, Gesù: poggiatevi sulle mie spalle! (Gesù) immolati come tu sai fare e dì ai tuoi figli e all'umanità intera “distaccatevi dalle cose del mondo e guardate la Croce, figli miei”! Mi poggio ancora sulle tue spalle, figlia! (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ma invita ancora i tuoi Figli, Discepoli, Colonne e Suorine a pregare, ad essere uniti nell'unico amore, e combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che il mio Cuore gronda Sangue come gronda Sangue il suo, ma quel Sangue scorrerà ed entrerà in una Chiesa: la Cocciuta gli dirà in nome! Digli che sarà ancora perseguitato a causa del mio Nome! Digli di non temere, il Padre lo ama e si poggia sul suo Cuore e l'Amen brillerà; digli ancora che il Calice trabocca! Figli, il Calice è in mezzo a voi, il Calice del Parto è pieno! Pregate, figlioli, perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno in cui vostri occhi si apriranno! Pregate, pregate, figli miei! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini secondo le mie intenzioni che sono quelle di portare al Cuore del Padre tutti i Figli Ministri? (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, nell'istante di unire le mie mani alle tue, come misera peccatrice, io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere in questo giorno, quelli che si stanno affidando in questo istante perché sento le grida forti forti, i figli che sono qui riuniti, i figli che hanno portato nei loro cuori; e in questo istante d'amore, Gesù, metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti; e come sempre metto nel tuo Cuore il Giglio! Ora, nell'ora dell'amore, Gesù, ora sono pronta se tu vuoi ancora, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen (Tutti) Amén! (Gesù) L’Amen del Cuore di Dio che è l'Amen del Cuore del Giglio, vi inchiodi alla Croce! (Giulia) oh, Gesù! (Gesù) guarda i Chiodi, figlia, e guarda chi li mette; e anche in questo giorno verranno messi e tolti! (Giulia) sia fatta la tua volontà! (Gesù) guarda ancora i Chiodi e unisci le tue mani alle mie! <Giulia trattiene il dolore, poi si accascia esanime> (Giulia) ti amo Gesù!(*) (Gesù) sollevati, Sposa del mio Cuore!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, non li vedo più: sono così grandi i Chiodi! Gesù, vedo solo il Sangue che scende dalle tue mani e dai tuoi piedi e non si unisce al mare ma copre un'altra chiesa! (Gesù) non dire il nome, ma dillo al Giglio! (Giulia) sì, Gesù! Gesù, è tutta coperta! (Gesù) vedi, è rimasta una goccia di Sangue: vuoi berla o vuoi che la lascio cadere? ma guarda, se cade.. (Giulia) ..Gesù, dammela da bere!(*) <si rivolge a Telesfore> (Gesù) Dì al Giglio che in questo istante anche lui berrà la goccia di Sangue che lo Strumento ha bevuto! Figli, vi invito ancora a pregare e a stare attenti al nemico! Lo grido a voi, Colonne, Io mi sono poggiato su di voi: allontanate il nemico rimanendo saldi! I piccoli Giovanni sempre piccoli e all'ultimo posto! E ricordate sempre: hanno perseguitato me, lo faranno ancora di più con voi, ma lo scudo del Vangelo è poggiato sui vostri cuori! Figli, il Padre vi ha scelti e ha piantato le Colonne! Discepoli e Suorine del Cuore della Croce, non fermatevi, non giudicate, non puntate il dito ma amate con l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli miei, amici del mio Cuore, fratelli miei, vi invito ancora a camminare nel Solco e vi ricordo ancora che la Via che porta al Cuore del Padre è stretta, e si arriva al Padre solo attraverso la santa Sofferenza; ed Io mi poggio sempre di più su di voi, Colonne, Discepoli e Suorine del Cuore della Croce, perché vi amo e vi voglio tutti salvi e santi, ma vi invito ad accogliere il Pane fresco che scende dai Cieli, figli miei! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) questa sera non ne vedo solo uno scendere, ma tanti, tanti Pani che scendono dal Cielo! (Gesù) l'umanità ha fame e tutti i tuoi figli hanno fame: dona loro il Pane vivo che scende! (Giulia) Gesù, e così bello! Come vorrei farlo vedere! Gesù, per un istante vorrei donare i miei occhi, ma se tu vuoi non c'è bisogno di donare i miei, a far vedere ai figli che sono qui riuniti e all'umanità intera, la bellezza del Pane che scende! (Gesù) figlia, dì all'umanità intera, ai tuoi figli e in modo particolare ai Figli Ministri, di aprire i cuori ed accogliere la bellezza del Pane che scende in mezzo a voi nella Dimora del Padre!  (Giulia) Gesù, non solo la bellezza, in questo giorno anche il profumo! (Gesù) è l'Amore che arde dentro di te, figlia: donalo all'umanità intera e ai tuoi figli! (Giulia) Gesù! (Gesù) ecco, figlia mia, ecco il Pane vivo che il Padre vi dona: il suo Cuore! Amate, amate, amate e tenete sempre alto il santo Vangelo! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di donare sempre l'Amore che lascio scendere nel suo Cuore! Dì che il Pane è stato appena sfornato e il Padre lo mette nel suo Cuore per donarlo al suo popolo, ma digli di pregare secondo le mie intenzioni! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere, ancora una volta, il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti sì) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen (Tutti) Amén! (Giulia) Amén! (Piccolo Giovanni) l'Amen del Cuore del Padre che è l'Amen del Cuore del Giglio, sbocci nei cuori di ognuno di voi da far scendere tanti semi d'amore per coprire l'umanità e farla ardere per Gesù e per il Cuore di Maria! Nella Gioia e nella Verità dell'unica Parola viva che è il santo Vangelo, Io sono ancora qui in mezzo a voi! Nell'Amore pieno del Padre vengo a portarvi la Parola: il Seme di Dio, la Goccia che riempie i cuori dell'umanità intera, per chi li apre! E oggi il mio Cuore gronda Sangue, ma nel grondare Sangue scende tanto Amore, e l'Amore avvolge ognuno di voi, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! E l'Amore che esce dal mio Cuore è la Parola, è il Vangelo: è vivo e arde, e scende per abbracciare, per accogliere, per unire i figli che sono dispersi, i figli che sono caduti! Ma Io sono sempre pronto ad alzarvi con la Parola, col santo Vangelo, invitandovi sempre a viverlo nella pienezza dei vostri cuori e a mangiare quel Pane fresco: il Pane di Dio che riempie i cuori di ognuno di voi e dell'umanità, in modo particolare i cuori trafitti, i cuori scartati dai Grandi; ma vi invito a pregare per tutti i Figli Ministri! Figli miei, pregate e vivete in pieno il santo Vangelo! Cocciuta! Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) quanto ti costa quel “”, figlia mia! (Giulia) Giovanni, tu sai che amo Gesù! Hai il mio Cuore e mi hai lasciato il tuo, e tu lo vedi attimo per attimo, e vedi i cuori di tutti i tuoi figli che hai amato e ami, e non ci lasci un istante! Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) sto guardando il tuo Cuore, figlia, e anche i cuori dei tuoi figli! Ma vi invito a pregare per i flagelli! Il “” che hai donato è poggiato sulla Roccia! (Giulia) Giovanni, ti chiedo solo il tuo respiro!(*) Grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) figli miei, vi invito ancora a stare attenti al nemico e a combatterlo amando, e a tenere sempre alto il santo Vangelo! Guarda, anima mia!(*) non dire ciò che vedi, ma aggiungilo al rotolo! (Giulia) Giovanni, oggi Telesfore mi ha detto che devo comprare un rotolo per scrivere: cosa gli devo rispondere? (Piccolo Giovanni) Telesfore, il rotolo è nel Cuore della Cocciuta e si aprirà quando l'Amen del Padre aprirà i vostri occhi! Non è scritto sulla carta e non è un rotolo di carta, ma quando l'Amen aprirà ai vostri occhi vedrete anche il rotolo, e il Giglio conosce il rotolo! Ora, hai capito? (Telesfore) sì, grazie! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta rideva mentre Telesfore diceva “devi comprare un rotolo, perché se devi scrivere su un rotolo dev'essere lungo”! Figli miei, accogliete con Amore tutto quello che il Padre vi dona perché è Parola di Dio; e ricordate sempre che è Gesù che parla in mezzo a voi, è Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Ora vi invito ancora a pregare affinché la Chiesa si unisce al Cuore della Croce, figli! Ma vi chiedo: avete vissuto il Vangelo di questo giorno?  (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Mi fermo sempre su Tommaso: come hai vissuto il Vangelo di questo giorno? <Giov. 21° sett. T.O /A. Mt. 24, 42-51> (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi qualche parola del Vangelo di questo giorno? (Tommaso) ecco, Giovanni, sì! La cosa importante che il Padre viene a ricordarci questa sera, è quello che dobbiamo sempre vegliare con la preghiera, con la fede, con la speranza, ed essere sempre servi scaltri per amministrare nel miglior modo la vigna che il Padre ci ha lasciato in custodia, e non farci sorprendere dal nemico e andare nel mondo.. (Piccolo Giovanni) ..per questo il Padre si è poggiato sulle Colonne, sui Discepoli e sulle Suorine del Cuore della Croce, perché il nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore! Parla!  (Tommaso) il Padre, con queste parabole ci vuole sempre indicare il suo regno e preparare i suoi figli col suo Amore, affinché non si perda nessuno, ma oggi l'umanità pensa ad altro!  (Piccolo Giovanni) ma è nelle vostre mani: dovete pregare e portarla sulle vostre spalle perché il Padre la poggia sempre di più! Il peso più grande lo porta la Cocciuta, ma anche voi portate l'umanità sulle spalle, e il Padre vuole tutti salvi e santi! Come i vostri Nomi brillano nei Cieli, anche i Nomi nei vostri fratelli dovete far brillare con lettere d'oro, e tutto questo è nelle vostre mani! Quante grazie Dio ha messo nelle vostre mani e quanto vi ama per consegnarvi l'umanità! Siete coscienti di tutto questo?  (Tommaso e qualcun altro) sì! (Piccolo Giovanni) sì è troppo poco: “Eccomi”!  (Tutti) Eccomi!  (Piccolo Giovanni) Alleluia! Amen, Amen, Amen (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Sia duraturo questo “Amen”, e non cadete nelle buche del nemico ma rimanete sempre saldi sulla Roccia di Dio, e distaccatevi dalle cose del mondo e abbracciate sempre di più la Croce di Gesù! Lo scudo del Vangelo tenetelo forte in questo tempo, figli del mio Cuore! Dimmi ancora!  (Tommaso) noi dobbiamo sempre essere convinti di diventare bambini: piccoli e all'ultimo posto, e lasciarci guidare, appunto, da questo Amore Grande del Padre, affinché non possiamo trovarci impreparati alla sua venuta!  (Piccolo Giovanni) sempre pronti con le lucerne accese! (Tommaso) perché il nostro non deve essere ipocrisia, ma dev'essere anche un impegno d'amore verso il Padre che ci ama alla follia, e spiega ai suoi figli, con tutti i segni dei tempi attuali, per vedere i tempi del Padre!  (Piccolo Giovanni) i segni li state vedendo: i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità perché c'è poco Amore! L'umanità ha dimenticato Dio e ha cancellato l'amore dalle labbra e dal cuore, ma Dio lo fa ardere sempre di più accendendolo nei vostri cuori e nel Cuore del Giglio che vi ha donato: è sempre in mezzo a voi e vi ama, come Io sono in mezzo a voi, vi amo, non vi ho mai lasciati un istante e non vi lascerò mai! Ma dovete amare e portare la Croce come l'ho portata Io e come la porta lo Strumento! Non distaccatevi dalla Croce; non lasciate la Croce per le cose del mondo, figli del mio Cuore! Dimmi ancora, Tommaso! (Tommaso) volevo dire, noi già siamo molto fortunati perché abbiamo capito che la Croce è la Salvezza, e la Sofferenza ci aiuta a rimanere nel Solco; ma parlare in questo modo al fratello che noi amiamo e vogliamo portarlo nel nostro cuore, è difficile veramente! (Piccolo Giovanni) voi parlate, non fermatevi, Dio fa scendere la Rugiada! Non temete se ridono di voi: l'hanno fatto e lo fanno ancora con Gesù, ma Gesù fa crescere sempre di più il suo Amore! Come vedete non si ferma di parlare e usa le sue creature, usa lo Strumento, e come questo Strumento ce ne sono altri che hanno dato la vita per amore! Figli, non fermatevi, andate avanti tenendo sempre alto il santo Vangelo e abbracciando sempre di più la Croce e mangiando il Pane che Dio lascia scendere! Masticatelo quel Pane, assaporatelo e donatelo ai vostri fratelli! ............... e voi dovete salvare il mondo: l'umanità che è caduta, perché il Padre vi ha scelti uno ad uno! I Calici amari li beve per voi la Cocciuta e per l'umanità intera, e avete visto come in questi ultimi tempi tiene stretti i dolori e i gridi. Il Parto è pieno e i Dolori sono enormi, e i Calici sono ancora di più amari, ma per voi li tiene stretti e per l'umanità intera, lo Strumento! Chiedo ad ognuno di voi di amare i propri nemici, di accogliere sulle vostre spalle la piccola Croce quotidiana che il Padre vi dona! Vi ho fatto assaporare il peso della Grande che porta la Cocciuta e di quella Piccola che siete riusciti a sollevare! Era piccola, vero? (Qualcuno) sì! (Piccolo Giovanni) E quella è la Croce che voi portate: è così leggera che si solleva da sola, mentre la grande non siete riusciti a sollevarla! Vedete come vi ama il Padre? donandovi un peso così: piccolo piccolo, anche quando si poggia in pienezza! Dio conosce le vostre forze, Dio conosce il cuore di ognuno di voi e quando cadete a terra è sempre pronto a sollevarvi! (Mosè) il suo Amore ci commuove, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché è Padre e l’Amore del Padre non ha misure, figli miei, ma vi invito ancora a tenere alto il Vangelo e a combattere il nemico con l'amore: amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare i vostri nemici, figli miei! <si rivolge a Telesfore> Dona ancora l'Alito e il Bacio al Giglio, come hai fatto nell'alba! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) sai come fare? (Telesfore) più o meno! <Giovanni alita e schiocca un Bacio> (Piccolo Giovanni) voi volete accogliere l'Alito eil Bacio? (Tutti) sì! <Giovanni alita e schiocca un altro Bacio> (Piccolo Giovanni) lo ricordi, Marì, questo schiocco?  <Giovanni schiocca un altro Bacio> (Marì) sì, lo ricordo! <Marì schiocca a sua volta un bacio> (Piccolo Giovanni) e cosa ti viene in mente?  (Marì) be', non lo so se sbaglio, la parola “bacetto”? Sei tu con quel “bacetto”? (Piccolo Giovanni) chi vuoi che sia?  (Marì) Eh!  (Piccolo Giovanni) non commuoverti, ecco il tuo bacetto, e anche a Nicolè <Giovanni schiocca due Baci> (Marì) ti metto nel Cuore il bacetto?  (Piccolo Giovanni) Amen!  (Marì) grazie! E tutti gli altri? Tu sai tutto! (Piccolo Giovanni) chiedo al Padre “Misericordia”: è questo che posso risponderti, figlia mia! (Marì) Amen! (Piccolo Giovanni) Amen! Vi invito ancora a pregare per il mio popolo ma vi chiedo ancora: “Non fateci usare! Non fateci usare, figli”! Dì ancora al Giglio di non lasciarsi fare usare ma di abbracciare in pieno la Croce! Vi invito ancora a pregare e stare attenti al nemico! Figli miei, ora distaccatevi dalle cose del mondo: lasciatele per un solo istante, cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al Padre! Volete disporvi per accogliere Gesù che viene ad abitare spiritualmente nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete questo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli miei, perché Gesù viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente! Figli miei, ma ricordate: amate, amate, amate, amate con questo Amore che Dio lascia scendere in quest'istante dentro di voi! Ecco, il Banchetto è pronto in mezzo a voi: venite tutti, figli, a fare festa! Ecco lo Sposo che avanza per ognuno di voi, Spose del mio Cuore, e per l'umanità intera! Disponete i vostri cuori, figli!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) Come è dolce, Gesù, riceverti nel mio Cuore! Come è dolce il tuo Amore! Ecco, ti sei lasciato mangiare e mi hai donato da bere il tuo Sangue! Gesù, hai riempito il mio Cuore e tu sei dentro di me! Ah, come ardi! Come ardi d'Amore e come è infiammato d'Amore il mio Cuore per te, Gesù! Dove posso trovare l'Amore che tu hai messo in quest'istante nel mio Cuore, Gesù? cammino sulle vie del mondo, cerco, ma non trovo mai, solo tu puoi donarmi questo Amore! Ah, Gesù, non permettere che io mi allontani da te, mio Diletto! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amen! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli del mio Cuore! Riuscite a sostenere l'Amore ...... Telesfore! (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) e donatelo ai vostri figli e all'umanità intera!(*) Avete misurato Dio? ..... tu hai misurato Dio? (Telesfore) no! (Piccolo Giovanni) non ha limiti la misura di Dio e non potete misurarla, ma l'avete assaporata! Figli miei, Dio vi ama così tanto da donare tutto il suo Amore, e così anche voi dovete donarlo! ........ <si rivolge a Telesfore> E anche tu donalo! Ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Grande sarà la vostra ricompensa nei Cieli! Figli, grazie per essere qui a consolare il Cuore di Gesù e di Maria! Grazie per aver lasciato il mondo per un istante e vi siete uniti al Cuore della Croce! Siate benedetti, figli del mio Cuore, e ricordate sempre che come Sacerdozio vivo ed eterno, Io vi indico sempre il Vangelo e vi dono sempre il Pane vivo dei Cieli: il Corpo e il Sangue di Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente, come l'avete ricevuto anche in questo giorno e potete chiederlo attimo per attimo, e Gesù viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente, figli miei! Nell'Amore che il Padre ci dona, innalziamo col cuore aperto la preghiera che ci ha insegnato! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre, non hai lasciato la pecorella che era rimasta impigliata nel roveto, e ora vedi ognuno di noi impigliati nei roveti del mondo, ma ti vedo qui a raccoglierci tutti, a curare le nostre ferite e a portarci sulle tue spalle, perché solo tu sei il Papà col Cuore aperto, il Papà della Croce, e non ci lasci! (il Padre) come posso lasciarvi, figli? Vi lascio il mio Amen, Amen, Amen!  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) grazie, figli, grazie per tutto quello che vostri cuori danno in quest'istante: la gioia di farmi compagnia! Rimanete sempre così, uniti nella preghiera, uniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, figlioli del mio Cuore! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre, ma lascio il mio Cuore in mezzo a voi! Figli, rimanete nella quiete della preghiera, ma state attenti al nemico: non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora del Padre! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) dovrai soffrire ancora! Figlia mia, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera! (Giulia) Amen, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) figlia mia, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Nella gioia piena fatelo anche voi! Figlioli del mio Cuore, vi invito ancora a tenere alto il santo Vangelo e a combattere il nemico amando, amando, amando con l'Amore che Io vi ho sempre insegnato! Ora Io vi saluto col Padre, col Figlio e con Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Rimanete nella Pace e la Preghiera del Cuore di Dio, donandole all'umanità intera e a tutti i figli che ancora non hanno ricevuto e accolto il Vangelo vivo di Gesù: la Parola! Figli miei, l'Amore e la Misericordia di Dio vi accompagnino sempre perché Io sono sempre con voi, attimo per attimo, nella Gioia piena del Vangelo! (Giulia) grazie, Giovanni!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Figlia, porta ancora con amore i Dolori del Parto della Croce per questo flagello!(*) (Giulia) Papà!(*) Papà!(*) Papà!(*) Papà!(*)

 

 

        2. Giov 01/09/2005, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Figli, una Mamma che rimane curva nel guardare i propri figli che cadono attimo per attimo nelle mani del nemico per le cose del mondo! (Giulia) Gesù, tu sei ancora nel mare di Sangue e dietro di te ci sono sempre i bimbi, ma sempre più lontani i sacerdoti! Gesù! Gesù, rimarranno solo i bimbi dietro di te? (Gesù) chi si farà piccolo come uno di questi bimbi! (Giulia) Gesù, il Sangue è sempre di più; il mare è sempre più grande e la distanza tra te e i sacerdoti non si può più contare! (Gesù) figlia, guarda ancora!(*) (Giulia) Gesù, se posso dire ciò che vedo.. vedo sempre un cuscino con un abito bianco! (Gesù) ora guarda, figlia! Vedi, in questo giorno vedrai chi indossa l'abito bianco, ma fermati, non dire il Nome! (Giulia) lo devo tenere nel mio Cuore? (Gesù) per adesso, sì! Quando sarà l'ora lo dirai al Giglio! Figlia, sarai perseguitata a causa del mio Nome: i Grandi della Casa del Padre trafiggeranno ancora il tuo Cuore! Vuoi amarmi ancora? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Amen, figlia! (Giulia) Gesù! (Gesù) guarda ancora, anima mia: guarda i Calici che dovrai bere ancora, riesci a contarli? (Giulia) no, Gesù!(*) (Gesù) figlia, invita l'umanità e invita i tuoi figli a pregare! Invita i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce, ad immolarsi e a portare sulle spalle il piccolo legno della Croce! Combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre vostri nemici, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, anche in questo giorno metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti e i figli che hanno portato nei loro cuori! Metto nel tuo Cuore ancora tutte le mie pietruzze: i sacerdoti, e come sempre forte forte, metto nel tuo Cuore il Giglio come lui chiede sempre! Gesù, tu conosci i cuori di ognuno di noi e conosci i cuori di tutti i sacerdoti! (Gesù) anche tu, figlia, per volere del Padre, li conosci! Immolati e prega per loro, portali sulle tue spalle, figlia, perché il Padre è questo compito che ti ha donato! Ma voi, figli, non lasciateli soli, pregate come prega Maria, pregate col suo Cuore, figlioli, e amate, amate e combattete il nemico con l'amore, perché solo l'Amore combatte il male, e l'Amore di Maria è il Sole di Fatima che brillerà nelle mani del Giglio! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di non dimenticare che il Sole è nelle sue mani e nella Dimora del Padre si accenderà per accendere cuori spenti! Ricordalo Giglio e ricorda che lo Strumento è nelle tue mani, e quando il Sole brillerà la Cocciuta aprirà il rotolo che è chiuso nel suo Cuore: non dimenticarlo, Giglio! Ti chiedo ancora, figlio, di pregare e di fermare i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità intera, perché sono in pochi i figli che pregano! Metti sul Solco del Padre il tuo popolo, figlio mio! Voi, figli, rimanete sempre piccoli Giovanni, sempre più piccoli e sempre all'ultimo posto! Gioite perché il Padre vi ama e vi guarda, ma pregate secondo le mie intenzioni! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda la Croce: vuoi abbracciarla ancora? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire le tue mani alle mie? vuoi abbracciare anche in questo giorno i santi Chiodi? (Giulia) eccomi, Gesù: è l'unica quiete che consola la mia anima! (Gesù) vieni, figlia, vieni sul letto della Croce, ma guarda ancora chi mette i Chiodi!(*) (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..vieni, Sposa del mio Cuore, guarda i Chiodi! (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) Sollevati, anima mia! Guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, io guardo le tue mani e i tuoi piedi; guardo i tuoi occhi che grondano Sangue e il Sangue si unisce al mare, ma in questo giorno non entra in nessuna Chiesa! (Gesù) si ferma nel mare, figlia mia! (Giulia) Gesù, ma vedo tutte le altre chiese senza il Sangue! (Gesù) prega, figlia, prega e immolati come tu sai fare! Ora guarda! (Giulia) vedo altri flagelli! (Gesù) questi scenderanno, figlia! (Giulia) Gesù, non posso fare nulla? (Gesù) prega, figlia, ma l'umanità è sorda: non vuole ascoltare il mio grido! L'umanità è sorda ed è cieca: non accoglie il mio Parto, non accoglie il mio Amore! Donate il vostro perché nei vostri cuori abita il mio Amore, figli! (Giulia) Gesù, perché i sacerdoti sono così lontani dal tuo Cuore? (Gesù) stringi le tue mani alle mie e ora ti faccio vedere il perché, ma non spaventarti!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) questo è il contenuto del segreto di Fatima!(*) <Giulia si accascia esanime sulla poltrona> sollevati, anima mia! Per questo sarai perseguitata: figlia, tieni nel tuo Cuore ciò che hai visto! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) prega, figlia, e fai pregare i Discepoli, le Colonne e le Suorine del mio Cuore, del Cuore della Croce, dell'unica Croce, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figlioli del mio Cuore, vi invito ancora a rimanere saldi nel mio Amore! Ricordate che «Dio È» e niente e nessuno può cancellare Dio! Ed Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto! Figlioli del mio Cuore, ricordate che il Pane che Io vi porto è la Parola, è il mio Cuore, è il mio Amore vivo e reale in mezzo a voi! Allontanate il nemico che indossa tutti gli abiti per farvi cadere nella sua falsa luce! Allontanatelo amando, tenendo sempre alto il santo Vangelo e camminando nel Solco rimanendo piccoli e poveri per abbracciare l'Amore pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Giglio, ricordalo anche tu: i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto per abbracciare in pieno la Croce, ma ricorda ancora che il Calice trabocca, figlio mio, e la Croce è pronta perché il Parto è pieno ed è vivo nella Dimora del Padre! Figlia mia, il Padre si è poggiato in pieno sulle tue spalle! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) la barca è nelle tue mani! (Giulia) sia fatta la volontà del Padre! Ecco le mie mani, Gesù! Il mio Cuore ce l'hai già! (Gesù) prega ancora perché la barca è nelle tue mani dal primo istante che il Padre ti ha mandata, e tu sai bene cos'è la barca come lo sanno i tuoi figli e i Figli Ministri! (Giulia) eccomi, Gesù! È bello vedere i tuoi occhi, Gesù: anche se bagnati di Sangue sono gioiosi in quest'istante! (Gesù) sono gioiosi per il tuo “Eccomi”! Ancora una volta sai dire solo “Eccomi”! A voi figli chiedo “l'Amen”: Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Ricordate che l'Amen del Cuore del Padre è l'Amen del Cuore del Giglio, figli miei! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi bere questo Calice? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda perché lo dovrai bere!(*) (Giulia) eccomi, Gesù, sono pronta! (Gesù) dì al Giglio perché hai bevuto questo Calice!(*) <bevute mistiche e amare di Giulia> è amaro, figlia, ma ce n'è ancora: vuoi berlo tutto? (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) è rimasta l'ultima goccia, figlia!(*) (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) invita sempre i tuoi figli a pregare, ad essere pronti e preparati perché non conoscete ne l'ora e neanche il giorno in cui sarete chiamati! Pregate, figli, pregate! (Giulia) Gesù, se qualcuno lo dimentica, posso farlo io per loro? (Gesù) anima mia, quanto amore sboccia dal tuo Cuore! (Giulia) non so offrire nulla: Gesù, almeno posso fare questo? (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen (Tutti) Amén! (Gesù) Amen, figli miei! Vi invito ancora ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti e al primo posto portare sempre i vostri nemici, e a tenere alto il santo Vangelo e a mangiare il Pane che scende dai Cieli, figlioli! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere, con amore, il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Eccomi! Nell'Amore, nella Pace e nella Luce vera del santo Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi invitandovi sempre a mangiare il Pane vivo, a farlo crescere nei vostri cuori e a donarlo all'umanità intera! Vi invito ancora a pregare per i tre giorni di buio: non dimenticateli e non dimenticate che solo il Padre conosce l'ora e il giorno! Amate col Cuore del Vangelo e non dimenticate che è Parola di Dio: è duratura, e niente e nessuno può cancellare la Parola di Dio! Ci saranno giorni che il Pane di Dio verrà a mancare, ma non è Dio che non lo lascia scendere! Pregate per i figli della perdizione; pregate per la Chiesa tutta, ché rimanga unita al Crocifisso! Figli, il nemico vuole far suo il Progetto dell'Amore! Pregate per tutti i sacerdoti, e voi rimanete sempre nel Solco che Io vi ho indicato: il Solco del Vangelo! E ricordate che Dio è Roccia e la Roccia è una sola, non ve ne sono altre! Figli miei, i tempi che scenderanno saranno duri e Io sono sempre con voi! Il Padre vi ha scelti uno ad uno ed ora inizia il lavoro più pesante: rimanete saldi e non staccatevi dal Legno della Croce. Vivete in pieno il Vangelo di questo giorno e gettate le reti sulla Parola di Gesù e pescherete, figli miei! Cocciuta, il tuo Cuore sarà trafitto ancora! (Giulia) Amen, Giovanni, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) quanto ti costa quel “”, figlia del mio Cuore! Giglio, quanto costa anche a te il “” donato nella Dimora del Padre! Tienilo stretto perché sei inchiodato alla Croce come è inchiodato lo Strumento! Fa’ gioire il Cuore di Maria, figlio mio, e bevi anche tu il Calice che il Padre ha preparato per te e non temere niente e nessuno! Figli, avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Giov. 22° sett. T.O. /A Lc. 5, 1-11> (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto, il Vangelo di questo giorno? (Mosè) affidandoci al Cuore del Padre!  (Piccolo Giovanni) come avete vissuto il Vangelo di questo giorno, Tommaso? (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Vedi com'è triste il mio Cuore? (Tommaso) sì, Papà! (Piccolo Giovanni) sai perché è triste? perché l'umanità dice sempre di amare, ma non c'è amore! “Sulla tua Parola getterò le reti”, ma non vedo l'umanità che getta alcuna rete! Voi le gettate le reti sulla Parola? (Tommaso) noi cerchiamo di gettarle le reti, Giovanni, ma ci accorgiamo che abbiamo bisogno sempre di più della tua forza!  (Piccolo Giovanni) la mia forza non vi viene a mancare perché attimo per attimo vi viene donata! Se non avreste la mia forza non sareste neanche qui ad ascoltare Dio che parla, Dio che lascia scendere il Pane vivo dei Cieli, e il Padre vi ha scelto uno ad uno per farvi gettare le reti sulla sua Parola! Siate gioiosi anche se il mio Cuore è triste, perché Io vedo ciò che voi non vedete, figli! Ora parla! (Tommaso) voglio dire, su queste reti che tu ci stai indicando.. è un compito veramente bello ma molto impegnativo, a cui noi tutti dobbiamo rispondere con lealtà, ma soprattutto con fede.. data al Padre, perché soprattutto ai tempi nostri non è facile essere chiamati da Dio ad uno ad uno e svolgere due compiti: quello a cui Dio ci ha (chiamati)affidati e il compito anche, molto importante.. quello della famiglia, dei figli, della consorte, che noi ogni momento.. dobbiamo anche essere molto forti e superare ogni evento!  (Piccolo Giovanni) se si ama si supera e si passa anche attraverso le montagne, perché è la fede, e basta avere fede!  (Tommaso) è quello che chiediamo ogni momento, perché molte volte noi mettiamo anche la ragione e la mente e quindi..  (Piccolo Giovanni) ..vi ho sempre insegnato ad usare il cuore perché la mente vi allontana da Dio e vi fa cadere senza fede! È nel cuore, dove abita Gesù, dove abita Dio: è lì che prendete la forza, perché nei vostri cuori c'è il Sigillo della Croce, figli miei! Chiaro?  (Tommaso) sì! Infatti, molte volte ci chiediamo: “Gesù, facci essere com'erano gli apostoli, così semplici e umili, perché hanno risposto subito alla tua chiamata senza porsi nessuna domanda, senza voltarsi indietro”! La Parola: “vieni e seguimi” è grande!  (Piccolo Giovanni)l'Eccomi” della Cocciuta che ve lo indico sempre! È per questo che Io mi sono fermato: per il suo “”, per la sua “semplicità” e per la sua “ubbidienza” a Dio, non agli uomini! Voi dovete rendere conto a Dio, non agli uomini, figli miei, e Dio vi vuole piccoli, poveri, e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto per far festa al Banchetto del Padre, e il Banchetto è vivo, è in mezzo a voi nella Dimora! Ancora non riuscite a comprendere il mistero che cresce sempre di più in mezzo a voi! Vi affannate per le cose del mondo, ma nulla rimarrà, solo la Parola e l'Amore trionferà: ricordatelo! E sulla Parola pescherete, figli!(*) Parla ancora! (Tommaso) sì, Giovanni! È bello anche vedere gli apostoli che, nonostante loro erano veterani, hanno dato.. (Piccolo Giovanni) ..stanchi..  (Tommaso) ..“e stanchi”, hanno dato piena fiducia a quel Maestro in cui loro sentivano già la presenza dentro di loro, la chiamata dentro di loro e non hanno fatto alcun seguito di protesta! (Piccolo Giovanni) sai perché la Cocciuta rimane sempre più cocciuta? perché ha.. (Tommaso) ..l'ubbidienza.. (Piccolo Giovanni) ..la fede sulla Parola e l'ubbidienza, e anche se grida getta sempre le reti di Dio senza fermarsi. Così fate anche voi! Non fermarti di avere fede e di gettare le reti, ma dillo anche al Giglio di gettare le reti! Parla ancora! (Tommaso) voglio dire, sembra un Vangelo basato solo sulla pesca, ma in realtà ci lascia il cuore pieno perché ci mostra, appunto, oltre alla fede, oltre all'ubbidienza, ci lascia anche l'amore, la semplicità dei piccoli nella loro mitezza, nella loro bontà d'animo, nonostante erano maestri! (Piccolo Giovanni) se non sarete piccoli e se non diventerete come bambini, non potete capire ciò che voleva dire Gesù e che vi dice in quest'istante!  (Tommaso) Giovanni, molto spesso, si ripete in continuazione: “vieni, Signore Gesù” perché noi siamo fragili, invece..  (Piccolo Giovanni) ..anch'Io lo gridavo: “vieni presto!”: lo ricordate?  (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) lo ripetevo negli ultimi tempi: “vieni presto!”, ma lo state vedendo con i vostri occhi come i flagelli scendono sempre di più! “Vieni presto, Padre!(Tommaso) e ci fa diventare tristi proprio questo: cioè vedere i flagelli che scendono, gli innocenti.. (Piccolo Giovanni) ..è l'umanità sorda e cieca! (Tommaso) sì! Dicevo, ci fa soffrire proprio questo, cioè, vedere “gli innocenti che pagano per i peccatori”, “il male che sembra che avanza”, e noi non riusciamo a sopportare..  (Piccolo Giovanni) ..la Croce rimane sempre in piedi! (Tommaso) di quello siamo sicuri.. ma è quello che vediamo con gli occhi che..  (Piccolo Giovanni) ..la vittoria non è del nemico ma di Dio! E ricordate che Dio è anche Giudice, e ci sarà il tempo della mietitura: CI SARANNO I TRE GIORNI DI BUIO! Vi invito ad essere pronti e preparati, figli, e la Cocciuta tiene stretto nel suo cuore il segreto di Fatima: sostenetela con le vostre preghiere perché il suo Cuore gronda Sangue attimo per attimo, figli miei! (Tommaso) Giovanni, perdonami se ti chiedo questo: ma se il “cuscino” è ancora lì, e “l'abito bianco” è ancora lì.. ma questo tempo(*).. il pastore prenderà.. si vestirà?.. o saranno altri tempi? (Piccolo Giovanni) i tempi li conosce solo il Padre e il dolore della Cocciuta è che non può parlare! Ma vi invito a pregare! Figli, vi dico solo che il Parto è vivo ed è in mezzo a voi! (Tommaso) allora non c'è nessuna “Gloria Ulivae”?  (Piccolo Giovanni) ti rispondo con lo sguardo!(*) l'hai compreso?  (Tommaso) quindi, non ci dobbiamo meravigliare allora di questa apostasia che avanza precocemente? è già tutto scritto? (Piccolo Giovanni)Amen” rispondo, ma non siate tristi, Io sono sempre con voi attimo per attimo e non vi lascio mai soli! Figli del mio Cuore, mangiate il Pane vivo che il Padre non vi farà mancare, perché siete la famiglia di Dio, i figli chiamati a lavorare per alzare le Mura e unire la Chiesa, ma tenerla unita alla Croce, come la Cocciuta ha nelle mani la barca, e sapete cos'è la barca! Pregate, figli, e allontanate il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! <si rivolge a Telesfore> Dona ancora l'Alito e il Bacio al Giglio! <Giovanni alita e schiocca il Bacio> (Telesfore) Amen! (Piccolo Giovanni) voi volete l'Alito e il Bacio? (Tutti) Sì! <schiocca il Bacio e poi alita> (Piccolo Giovanni) e in modo particolare lo offro ad un'anima in questo giorno! <un'alitazione> (Giulia) Giovanni!(*) grazie! (Piccolo Giovanni) accontento anche il tuo Cuore quando bussi! (Giulia) poggiati ancora di più, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vi invito ad amare e a guardare la Croce, a prendere forza dal Legno: ricordate sempre che Gesù è il Pane vivo e solo Gesù può donarlo! Avete fame? (Tutti) Sì!  (Piccolo Giovanni) e Gesù vi dona da mangiare! Avete sete? (Tutti) Sì!  (Piccolo Giovanni) e Gesù vi dona da bere! È questa la ricchezza di Dio: avendo il Pane e avendo il Sangue, avete tutto! È questo che dovete chiedere sempre e non affannarvi per le cose del mondo, figli, ed è per questo che devono gioire i vostri cuori, sapendo che Dio non vi fa mancare il Pane e il Sangue, la Croce, e l'amore che arde nei vostri cuori passa attraverso la Croce, attraverso i Chiodi! Dove c'è la santa Sofferenza c'è Dio, e lì c'è la Via stretta! Dove vedete la via larga e i rumori, lì non c'è Dio! State attenti: in questi ultimi tempi c’è troppa folla e troppi rumori ma non c'è la presenza di Dio! Dio passa e lascia la folla, lascia il rumore e si ritira nella quiete a pregare! Dove sentite rumore non avvicinatevi perché lì c'è il nemico che opera i suoi falsi miracoli per distruggere tutti i Figli Ministri! Pregate, figlioli, pregate! Non scandalizzatevi di tutto questo: è Parola di Gesù! “In molti verranno, molte folle si raduneranno a parlare nel nome di Dio e ad operare miracoli, ma lì non c'è Dio”! Nella quiete e nel silenzio troverete Dio che parla e dona il suo Corpo e il suo Sangue! È chiaro tutto questo? (Tutti) Sì!  (Piccolo Giovanni) gridatelo al mondo intero e gridatelo ai figli Ministri, che DIO È VIVO E PARLA NELLA QUIETE!  <si rivolge a Telesfore> Dillo anche al Giglio che Dio è sempre seduto sulla Roccia e parla nella Quiete! Ora siete pronti? volete ricevere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) nella Quiete?  (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) disponete i vostri cuori! Figli miei, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al Cuore del Padre che è vivo e reale in mezzo a voi! Il Banchetto è pronto per ognuno di voi e lo Sposo avanza: disponete i vostri cuori, figli! Dio ascolta i cuori di ognuno di voi e, spiritualmente, viene ad abitare nei vostri cuori, figli!(*) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, Gesù, mi rimani solo tu e solo tu puoi donarmi ciò che necessita all'anima mia! Cammino sulle vie ma non trovo da bere e non trovo da mangiare! Oh, se guardo la Croce, lì trovo il mio cibo, e solo la Croce mi disseta! Gesù, io mi poggio sul letto e solo i tuoi Chiodi mi danno la pace! Gesù, fa che io rimanga sempre sul letto della Croce e che l'umanità intera abbia sempre più fame e sete del Legno che tu hai abbracciato per donarci da mangiare e da bere! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, figlioli, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli del mio Cuore, ma pregate per il flagello che sta scendendo in questo istante!(*) (Giulia) Gesù!(*) Gesù!(*) (Piccolo Giovanni) rimani Roccia, anima mia! (Giulia) Giovanni, poggiati ancora! (Piccolo Giovanni) allarga le braccia e consegnale al Padre!(*) <=ancora anime di vittime innocenti> Non essere triste, anima mia, ma gioiosa: Gesù abita nel tuo Cuore e nel cuore dei tuoi figli e della tua famiglia! Non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora, ma fatelo vivere, figli! Ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) Sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore: consolate sempre il Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Grazie per tutte le gioie che offrite al suo Cuore! Grazie per essere qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Grazie per le vostre fatiche che portate nella Dimora e la Cocciuta le offre al Cuore di Dio! Siate benedetti, figli, ma pregate sempre secondo le intenzioni del Padre! Pregate sempre per tutti i sacerdoti! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre, ma volete innalzare al Padre la preghiera che vi ha insegnato? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) e con forza volete legare la Catena di Dio distaccandovi dalla catena del mondo? (Tutti) Sì!(*) (Piccolo Giovanni) riempite i vostri cuori! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> poteva il Padre lasciarvi? poteva Dio lasciare i vostri cuori senza la Preghiera? Dio vi usa: siete strumenti del suo Amore, e il Padre ascolta i cuori di ognuno di voi e in questo istante Io sto accarezzando i cuori con la Preghiera che il Padre ci ha insegnato! ..e accarezzando i vostri cuori col Padre Nostro.. è un altro mistero che scende, un'altra goccia che scende su di voi in questo giorno! Il Cuore della Cocciuta grida al Padre: “Padre mio, Padre dell'umanità intera, vieni e non tardare”! (Piccolo Giovanni) Amen, figlia, Amen, Amen!  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ora torno al Padre ma sono sempre in mezzo a voi nel petto della Cocciuta, attraverso i Dolori del Parto che abbraccia con amore per ognuno di voi e per l'umanità intera! Rimanete sempre nel Solco!| Figli, amate e perdonate ma combattete il nemico con l'amore; e non abortite Gesù quando uscite fuori! Vi sigillo ad uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, figli! Ed Io vi benedico, col Padre, col Figlio e con Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate in pace, figli, donando a tutti la Pace che Dio ha lasciato nei vostri cuori! Rimanete nella Quiete, nella Preghiera, nel Silenzio e nell'abbraccio della Croce di Gesù! Tu, Cocciuta Divina del mio Cuore, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figli miei! (Giulia) Amen, Giovanni!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ!(*) (il Padre) grazie, Pargoli del mio Cuore! In questo giorno vi offro anch'io il mio Bacio e l'Alito del mio Amore! <un'alitazione>(*) A te offro, Sposa, il Bacio della Croce! (Giulia) eccomi, Papà!(*) Eccomi!(*) Eccomi!(*)

 

 

         3. Giov 08/09/2005, ore 21.08, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; figlia, immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, figlia! (Giulia) Gesù!(*) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) tu sei ancora nel mare di Sangue e dietro di te ci sono sempre i fanciulli vestiti di bianco, come lo sei tu! Ma in questo giorno sei triste, Gesù, e non vedo più i sacerdoti, sono così lontani! Il mare diventa sempre più grande e il Sangue sempre più alto, Gesù! (Gesù) guarda dinanzi a me, figlia!(*) (Giulia) c'è Maria in una barca e c'è il figlio Carlo! (Gesù) non dire in Nome delle altre tre persone! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, in molti in questo giorno mi hanno chiesto di fare gli auguri alla Mamma, anche se Lei stessa ha detto che non è oggi il suo compleanno, ma la Chiesa la onora in questo giorno, e, a nome di tutti, falle gli auguri! (Gesù) figlia, gli auguri che vuole il Cuore di Maria è che siate tutti Mamme: Mamme della Croce! Vedi, nelle sue mani c'è il santo Rosario e invita alla preghiera e a bussare al Cuore del Padre nel chiedere che la Chiesa sia unita al Cuore della Croce! (Giulia) Gesù, i tuoi occhi grondano Sangue e anche il tuo Cuore in questo giorno! (Gesù) figlia, invita l'umanità a pregare! Voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, pregate, pregate, amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli! Anima mia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) Guarda ancora, ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù!(*) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) dì solo che vedi sempre un cuscino con un abito bianco sopra, e il resto aggiungilo al rotolo che è nel tuo Cuore! (Giulia) eccomi, Gesù! <Gesù si rivolge a Telesfore> (Gesù) Dì al Giglio che presto gli sarà consegnato il rotolo che è nel Cuore dello Strumento! Digli di pregare molto e di non temere le persecuzioni! Digli ancora di stringersi alla Croce!(*) Figlia mia, guarda ancora(*): è già sceso il flagello che stai vedendo! (Giulia) Gesù! Ah, Gesù! (Gesù) prendi nelle tue mani le anime!(*) Prendi nelle tue mani le anime e mettile nel Cuore del Padre!(*) (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..prega ancora, figlia mia, perché altri flagelli stanno per scendere sull'umanità intera e prega per i Figli Ministri! Non dire ciò che vedi, figlia!(*) (Giulia) non reggo Gesù! (Gesù) prega e fai pregare i tuoi figli, porta ancora sulle tue spalle la barca che il Padre ha consegnato nelle tue mani! (Giulia) Oh, Gesù! Gesù! (Gesù) vedi, figlia mia, sono solo, ma vi invito a pregare: fatemi compagnia, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e ricordate che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! State attenti al nemico: combattetelo sempre amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici! L'amore annienta il male: non dimenticatelo, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, anche in questo giorno metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere; i figli che sono qui riuniti e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori! Gesù, come sempre, metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti, e come sempre il Giglio chiede di metterlo nel tuo Cuore e nel Cuore di Maria! Oh, Gesù, tienili stretti al tuo Cuore: falli ardere come ardi tu! (Gesù) ecco come arde il mio Cuore, figlia! (Giulia) ah, Gesù! (Gesù) consegno nelle tue mani tutti i Figli Ministri: tienili nel Solco, figlia! (Giulia) come faccio, Gesù? (Gesù) immolati sul letto della Croce, figlia mia! (Giulia) eccomi! (Gesù) ed Io rispondo Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) L'Amen del Cuore del Padre che è l'Amen del Cuore del Giglio rimanga saldo nei vostri cuori! Figli, vi invito ancora a stare attenti al nemico: è astuto e indossa tanti abiti per farvi cadere nella sua falsa luce! Combattetelo con l'amore, figlioli del mio Cuore! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire ancora le tue mani alle mie secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) sarai perseguitata ancora dai Grandi della Casa del Padre! Figlia, vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore, unisci le tue mani alle mie, ma guarda ancora chi mette i Chiodi! Anche in questo giorno saranno messi e tolti fino alla fine della preghiera! Ora vieni, Sposa! (Giulia) Gesù! Gesù!(*) (Gesù) sollevati, anima mia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia, guarda ancora le tue mani e i tuoi piedi!(*) (Giulia) Gesù, non li vedo: vedo solo i Chiodi e vedo il Sangue che esce dalle tue mani e dai tuoi piedi e si unisce al mare: passa avanti alle chiese ma non entra, Gesù! (Gesù) prega, anima mia, prega ed immolati ancora! Bussa al Cuore del Padre affinché la Chiesa sia unita al Cuore della Croce e in questo tempo prega per tutti i miei Figli Ministri! (Giulia) Gesù, fanne sbocciare tanti col cuore come il tuo! (Gesù) prega, anima mia! Vedi, dinanzi a te c'è un Calice: vuoi berlo? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda per chi lo dovrai bere!(*) (Giulia) dammelo, Gesù!(*) (Gesù) è amaro, figlia!(*) c'è n'è ancora un po': bevilo!(*)  (Giulia) Gesù, il tuo volto è bagnato di Sangue! (Gesù) anche il tuo, figlia mia! Sono le offese che in questo giorno hanno offerto al Cuore di Maria! (Giulia) Gesù, sono stata io ad offenderla? (Gesù) guarda l'umanità cosa ha offerto in questo giorno a Maria! Consolatela almeno voi rimanendo saldi della preghiera e portando sulle vostre spalle la Croce, perché Io sono qui, in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli, non dimenticate che il Pane vivo scende dai Cieli e il Padre ve lo offre fresco da mangiarlo e a farlo mangiare! Non lasciate nessuno senza il Pane, figli! <si rivolge a Telesfore> Dì ancora al Giglio di spezzare sempre il Pane nella Dimora del Padre e di abbracciare i piccoli, i poveri, gli emarginati, di non lasciare nessuno e di donare il suo Cuore come Pane vivo, perché il Padre lo ha inchiodato alla Croce ed è unito al Cuore dello Strumento! Cocciuta Divina, ecco il tuo “” cosa ti costa! (Giulia) Gesù, vedo i sacerdoti che si allontanano dal Cuore della Croce! (Gesù) prega, figlia mia, prega e consola il Cuore di Maria che è curva a pregare per la Chiesa tutta e per tutti i suoi figli! Pregate e tenete sempre alto il santo Vangelo. Figlia mia, il nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore, ma il Sole di Fatima brillerà perché è sempre nelle mani del Giglio! Figlia mia, quanto ti costa il “” donato in ginocchio! Guarda, figlia mia, e dì ciò che stai vedendo al Giglio! (Giulia) subito, Gesù? (Gesù) lo scriverai e lo consegnerai nelle sue mani! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ora invito ancora i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce, a pregare secondo le mie intenzioni, a vivere la Parola di questo giorno e a farla crescere e a tenerla sempre alta! Figli del mio Cuore, non permettete che il nemico vi porti fuori il Solco: rimanete nel Solco del mio Amore e mangiate sempre il Pane vivo che scende dai Cieli, figli! (Giulia) Gesù, tu piangi ancora! (Gesù) piango nel vedere l'umanità sorda e cieca, nel vedere l'umanità che non ascolta il grido del Parto che è vivo  e in mezzo a voi, perché Io parlo a voi e parlo al mondo intero, invitando a ricordare di avere un Papà che vi dona tutto: ma chiedete nel giusto del Vangelo, figlioli! (Giulia) Gesù, poggiati ancora sulle mie spalle e se servo come straccio, fammi pulire, Gesù! (Gesù) tu sei il candido lino dove Io poggio il mio Cuore, figlia! (Giulia) non sono degna di questo, Gesù! (Gesù) lascia che sia il Padre a decidere questo, anima mia! Rimanete Rocce, figli del mio Cuore, ma pregate, pregate, tenendo sempre alto il santo Vangelo! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere, con Amore, il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen del Cuore del Padre che abita nel Cuore del Giglio, si accenda sempre di più nei cuori dell'umanità intera e nei cuori di ognuno di voi, figli miei! Eccomi! Nell'Amore, nella Pace e nella Verità del santo Vangelo sono ancora in mezzo a voi per volere del Padre e per amore dello Strumento! Il mio Cuore arde nel portarvi la Parola, il Pane sfornato dal Cuore di Dio che si dona l'umanità intera e ad ognuno di voi; quel Pane che solo il Padre può donare, e la gioia si accende nei cuori dei Figli Ministri che il Padre usa per farsi donare, per farvi mangiare, e per ardere in ognuno di loro. Ma in questo giorno vi invito a pregare, a pregare con Maria, a vivere la gioia di aver portato Gesù, di aver accolto Gesù dentro di sé per farlo crescere e per donarlo come Pane vivo: quel Tabernacolo vivo e acceso d'Amore per Dio e per l'umanità! Ecco Maria! “Perla” è poco! “Gioiello del Padre” è anche poco! “Fiore Candido” non basta! La “tutta piena di Dio” che viene a donarci Gesù, ma è ancora poco perché Dio non ha misure! Io dico, come Sacerdozio vivo ed eterno per volere del Padre: una piccola Creatura col suo Amore di Roccia viva, ancora ci dona Gesù! Quel suo “”, e col suo “” si adempie la Scrittura, e Maria ha accolto la Parola di Dio e il Vangelo cresce e il lievito cresce dentro di Lei per diventare Pane e donarlo all'umanità intera! Ma vi ripeto ancora: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore tenendo sempre alto il Vangelo e camminando nel Solco dell'Amore che è Dio; e in questo giorno crescete nella Parola, vivete il Vangelo, figli, perché non vi rimane altro! Vedete i flagelli come scendono sull'umanità intera? perché c'è poco amore e Dio viene messo da parte, Dio non viene cercato, Dio non viene amato! Figli, come Sacerdozio vivo ed eterno vi invito ad amare Dio, vi invito ad accogliere il Vangelo e a non calpestarlo sotto i piedi! Giglio, dovrai soffrire ancora, ma il Padre ti ha chiamato nella sua Dimora! Non temere, porta nel Solco tutti i Figli Ministri, perché il Sole di Fatima è nelle tue mani, e ciò che il Padre ha scritto niente e nessuno lo può cancellare, figlio mio! Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) il rotolo è quasi pieno, figlia!(*) (Giulia) eccomi, sia fatta la volontà del Padre! (Piccolo Giovanni) figlia mia, non dimenticare il tuo primo messaggio! (Giulia) eccomi, Giovanni! Donatemi sempre la costanza e la forza! (Piccolo Giovanni) figlia mia, prega ancora per la Chiesa tutta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) voi, figli, pregate e state attenti al nemico. Non abortite Gesù: non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Non puntate il dito verso il fratello perché sarà puntato anche verso di voi! Figli, amate con l'Amore che il Padre lascia scendere su di voi nella Dimora, perché Dio è vivo, è in mezzo a voi e parla! Siate coscienti del Mistero che state vivendo, ma ricordate: Io vengo solo a portare la Verità del Vangelo, l'ho sempre vissuto, l'ho vivo ancora e vi invito a vivere e a rimanere nell'unica Verità che è la Parola! Figli, ma in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo? avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Giov. 23° sett. T.O. /A Mt. 1, 1-16.18-23> (Tutti) si! (Piccolo Giovanni) com’è tiepido questo “”! (Tommaso) sì!  (Piccolo Giovanni) Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Come hai vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tommaso) gioiosamente, Giovanni, perché oggi è un giorno particolare per la Chiesa tutta, e soprattutto c'è l'hai fatto vivere tu, con la descrizione bellissima che hai fatto della nostra Mamma! E consideravo il fatto, quanti di noi avrebbero agito come Giuseppe? uomo giusto, saggio, timorato di Dio e pieno di tanta fede da fare quello che ha fatto: si è assunto la paternità di Dio, indegnamente si sentiva.. (Piccolo Giovanni) ..dove sono i “Giuseppe” di oggi? e chi sono i “Giuseppe” di questo tempo? (Tommaso) diciamo, la maggior parte <= la maggior parte non lo sono> , Giovanni, perché ormai tutti deridono e non credono più a questa Parola; tutti avrebbero fatto chissà che cosa, a “questa favola” che loro dicono, ecco perché il nostro cuore.. (Piccolo Giovanni) ..io ho chiesto: “chi sono i Giuseppe di oggi”? e nel tuo cuore ci sono, sono nei cuori di ognuno di voi, e la Piccola Cocciuta li porta sulle sue spalle! Dio parla in questo Luogo e nel mondo intero: viene accolto Dio? (Tommaso) no, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) viene accolta Maria?  (Tommaso) no! (Piccolo Giovanni) e chi punta il dito verso Dio e verso Maria?(*) Lo lascio nel Cuore della Cocciuta che dirà al Giglio.. dirà al Giglio ciò che le è rimasto nel suo Cuore che gronda Sangue! E invito ognuno di voi a pregare, ad essere pronti e preparati per i tre giorni di buio che scenderanno sull'umanità intera, come stanno scendendo i flagelli, perché in pochi credono nell'Amore del Padre che si dona all'umanità intera! Vi invito, figli, a pregare e a rimanere saldi nel tenere alto il santo Vangelo: l'unica Verità, l'unico Pane, perché Dio è antico e niente e nessuno può cancellare Dio! Ma dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore, figlio? (Tommaso) voglio dire, Giovanni, che i cuore di tutti noi diventano così tristi perché, effettivamente, la nostra Mamma Celeste non è accettata e si commettono tanti di quegli atroci peccati contro la sua castità, contro la sua purezza, che ci lacera veramente il cuore, e vorremmo fare chissà che cosa per difenderla e per inculcare nei cuori dei nostri fratelli.. (Piccolo Giovanni) ..è la preghiera e il silenzio che combatte il peccato e il male! Il “Faro acceso” è Maria: prendete luce dal Faro Materno che Dio vi ha donato, e il Faro vi ha donato Gesù, quel Pane vivo che si spezza sempre e si dona! Ma in questo tempo pregate per tutti i sacerdoti: non lasciateli soli nell'Orto degli Ulivi, il nemico vuole distruggere i sacerdoti, ma Dio trionferà e il suo Amore è così grande da non avere misure! Figlioli, imparate ad amare, imparate ad essere la “famiglia di Dio”! Io parlo a voi e parlo al mondo intero! Dico ancora una volta: benedetti voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, riempite i cuori dei vostri fratelli, dei vostri nemici, con l'Amore che il Padre lascia scendere in mezzo a voi! Beati voi che lasciate il mondo per accogliere la Parola di Dio! Ma vi invito ancora a stare attenti al nemico: amate, amate, amate, perché Dio è Amore! Parla ancora! (Tommaso) sì, pensavo, mentre parlavi, che questo Faro meraviglioso, così accecante, come tu ci stavi dicendo poco fa, Dio l'ha messo davanti a questa “nuova barca”, in questo mare grande di Sangue, di Amore e di Misericordia per l'umanità e stavo pensando, allora, che Maria, come ai tempi di Noè che furono messi i Cherubini davanti, noi abbiamo la grazia di trovare davanti, come guida di questa barca, Maria: uno splendore, una sicurezza ineffabile, come guida sicura per portarci ancora una volta a Dio! E Lei è da Fatima che grida a tutti i suoi figli di entrare.. (Piccolo Giovanni) ..“il mio Cuore Immacolato trionferà”, e, “la mia promessa viene da Fatima: si adempirà in questo Luogo e nel mondo intero”, e tutti vedrete il trionfo del Cuore Immacolato di Maria perché Dio è Verità, è Via, è Vita, e la sua Parola è duratura e niente e nessuno può cancellare il Progetto di Dio, ma sarete perseguitati a causa del Nome di Gesù, e Maria vi porterà nel suo Cuore, nel Cuore del Padre, perché è Mamma ed è curva dinanzi ai piedi della Croce! Figli, voi prostratevi solo dinanzi ai piedi della Croce accogliendo quel Pane vivo che scende dai Cieli! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di spezzare ancora il Pane del Cuore di Maria, di pregare per il suo popolo e di pregare anche per il mio popolo perché grondo Sangue sul mio popolo! Figlio, dona ancora l'Alito e il Bacio al Giglio!  <Giovanni schiocca il Bacio e alita> Volete accogliere anche voi il Bacio e l'Alito?  (Tutti) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e alita> (Piccolo Giovanni) custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, perché è il Bacio del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, che dona all'umanità come Padre di Misericordia infinita! Figli miei, vi invito ancora non abortire Gesù, ad essere coscienti che in mezzo a voi è Dio che parla: il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donare la vita eterna, figli miei! (Giulia) Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore?  (Piccolo Giovanni) eccomi, figlia!(*)  (Giulia) grazie, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) anima mia, il Padre si poggerà ancora su di te: dovrai soffrire ancora! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora guarda, figlia!(*) (Giulia) Giovanni!(*) Giovanni!(*)  (Piccolo Giovanni) non dire ciò che vedi(*), dì solo che il rotolo è nel mare di Sangue! (Giulia) Giovanni, posso dire il resto? (Piccolo Giovanni) no, in quest'istante no, figlia mia! (Giulia) quando potrò dirlo? il mio Cuore arde e vorrei gridare tutto! (Piccolo Giovanni) aspetta che sia il Padre a farti parlare! Il rotolo si aprirà, figlia, non temere. Tu prega e tieni stretti al tuo Cuore tutti i Figli Ministri: le tue pietruzze, figlia mia! (Giulia) Ah, Gesù! Gesù.. (Gesù) ..non temere, Io sarò sempre al tuo fianco! (Giulia) Gesù, accoglici così come siamo! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ora vi chiedo: siete pronti per ricevere Gesù spiritualmente nei vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporre i vostri cuori ad accoglierlo? (....... Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) preparate i vostri cuori e disponetevi, figli! Distaccatevi dalle cose del mondo ed accogliete Gesù che viene ad abitare in ognuno di voi spiritualmente, ma amate, amate, amate e perdonate i vostri nemici: portateli a fare festa al Banchetto Nuziale perché è qui, è pronto per ognuno di voi e per l'umanità intera, e lo Sposo avanza, figli! Spose, aprite i vostri cuori per lo Sposo che viene ad abitare dentro di voi!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, dolce Delizia dell'anima mia! Il mio Sposo è venuto ad abitare nel mio Cuore! Ah, quanto ti cercava l'anima mia! Ah, quanta sete! Ah, anima mia! Ora tu mi hai donato la tua Acqua! Oh, dolce Sollievo dell'anima mia! Oh, Solco divino, dove scorre latte e miele! Oh, mio Diletto, quanto Amore arde nel mio misero e piccolo Cuore, tanto da bruciare ed accendere un fuoco enorme! Ah, Gesù, ardi sempre nel mio Cuore e non permettere che questo fuoco si spenga! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi spiritualmente. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo risorgete anche voi, figli del mio Cuore, ma quando uscite fuori non abortitemi, figli, ma fatemi vivere! Combattete il nemico col mio Amore: amate, amate, amate, amate perché il Padre è Amore, figli! Ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: grande sarà la vostra ricompensa nei Cieli! Rimanete sempre nella vigna del Padre a lavorare! Portate sulle vostre spalle la piccola Croce quotidiana e ricordate sempre di avere un Papà che aspetta i cuori di ognuno di voi! Rimanete nel Solco, tenendo sempre alto il santo Vangelo, figli, e pregate, pregate per i figli della perdizione! Portate nel Cuore del Padre tutti i vostri nemici rimanendo saldi nella famiglia di Dio! Ed ora innalziamo al Cuore del Padre la preghiera che ci ha insegnato!  <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre mio! Padre Nostro, guarda ancora benigno i tuoi figli che sono qui riuniti e nel mondo intero nel tuo Nome! Padre, tu non ti fermi a guardare i nostri errori: tu guardi solo i nostri cuori! Padre, aiutaci ad avere il tuo Cuore! Aiutaci a saper donare i nostri cuori per i nostri nemici: sono sicura che ascolti il mio grido di misera peccatrice! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen!  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén!  <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che sto ascoltando anche il suo grido, come ascolto il grido dei cuori di ognuno di voi, figli miei! Sono Padre e nulla mi è nascosto: ricordatelo, figli miei! Vi invito ancora a rimanere nella Pace e nella Quiete della preghiera, di accogliere tutti i figli che vi tendono la mano; non lasciate nessuno fuori della santa preghiera, figli miei, ma non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora del Padre! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Figli, vi invito ancora una volta a tenerlo alto il santo Vangelo e a vivere come “famiglia di Dio” uniti nell'unico Amore che solo Dio può donare: il Pane vivo che scende dai Cieli! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Gesù! (Piccolo Giovanni) porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, ma dovrai bere ancora i Calici che il Padre ha preparato per te! (Giulia) eccomi, Gesù! (Piccolo Giovanni) gioisci ancora, figlia mia, nel vedere la tua Spina Preferita e tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli! Io vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Figlia, porta ancora i Dolori del Parto della Croce secondo le intenzioni del Padre, ed Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate nella pace di Dio rimanendo nel Cuore della preghiera, figlioli! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, figli benedetti del mio Cuore! Figlia mia, ferma questo flagello che sta per scendere in quest'istante!(*) Aiuta Maria a sollevare il velo!(*) <Giulia cade in ginocchio> Non temere, figlia, il velo si è alzato! (Giulia) grazie, Papà!(*) <Telesfore si accinge ad alzare Giulia, ma non ci riesce perché è pesante come se fosse un blocco di cemento> (Piccolo Giovanni) sollevate la Croce!(*) <Telesfore ancora non riesce ad alzare Giulia> È questo il peso che avete portato in questo giorno? è questo il peso che avete portato in questo giorno? (Telesfore, ... ed Anna) no! (Piccolo Giovanni) provate a sollevare la Croce! <falliscono anche questo tentativo> Non riuscite a sollevarla? riuscite a sollevare la Croce? (Telesfore ....) no! (Piccolo Giovanni) provate ancora! È questo il peso che avete portato in questo giorno? <ora con facilità riescono a sollevare la Cocciuta> (Telesfore ...) sì! (Piccolo Giovanni) è ancora più piccolo di questo, figli!

 

 

         4. Giov 15/09/2005, ore 21.02, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci ancora una volta nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare: la Mamma di ognuno di voi, la Mamma dell'umanità intera, il Tabernacolo vivo che mi ha donato all'umanità intera e mi dona attimo, per attimo! Figlioli del mio Cuore, oggi vi invito ad abbracciare la mia Croce e non avere paura di essere perseguitati. Ricordate sempre che di mia volontà ho abbracciato la Croce e il mio Amore arde ancora e non si spegne! Figli miei, non fate spegnere l'amore che è acceso nei vostri cuori; non permettete al nemico di farvi cadere nella sua falsa luce ma combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare sempre vostri nemici per fare festa al Banchetto Nuziale! Oggi vi invito a fare festa col Cuore Addolorato di Maria, a vivere in pieno i Dolori del suo Cuore: il Cuore di Mamma, figli! Ma chino il capo sull'umanità che guarda solo le cose del mondo e non si ferma a guardare Maria! Pregate! Pregate, Discepoli, pregate, Colonne, pregate, Suorine del Cuore della Croce, e in questo giorno rifugiatevi nel Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che Maria lo sta cullando nel suo Cuore, ma dovrà portare ancora il peso del Cuore della Cocciuta, perché il Padre l'ha messo nelle sue mani! Figlioli, vi invito ancora a combattere, ad essere coscienti del mistero vivo che state vivendo: il Padre è vivo, è in mezzo a voi e il suo Amore fa ardere i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera perché lascia scendere il Pane dei Cieli! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) Gesù, sei ancora nel mare di Sangue, ma sei sempre solo: dove sono i sacerdoti? (Gesù) guarda! (Giulia) sono così lontani da te, Gesù, e dietro di te ci sono sempre dei bimbi vestiti di bianco! Gesù, il mare cresce sempre di più, è sempre più grande, e i tuoi occhi sono così belli ed è così bello quando ci guardi tutti, ma sono pieni di lacrime! Gesù, come non riusciamo a capire? “Dono”,  è dire poco! “Gioia” non si avvicina alla grandezza del tuo stare qui dinanzi a noi; non trovo le parole, Gesù, ma so che tu sei buono e non guardi i nostri errori, e anche se sporchiamo il tuo abito tu vieni a visitarci sempre, non sei mai mancato e non mi passa neanche per la mente che mancherai, forse mancheremo noi, non saremo presenti quando tu vieni a visitarci perché non solo in quest'istante ci visiti, Gesù, ma attimo per attimo, e noi non sappiamo riconoscerti, Gesù! (Gesù) eccomi, figlia, ascolto il tuo Amore! (Giulia) Gesù, tu conosci già cosa voglio chiederti, ma sia fatta la volontà del Padre non la mia. So che non sono io a decidere quando questo deve avvenire, ma mi arde il Cuore! Fa che tutti i figli che sono qui presenti, in questo giorno vedano il Cuore di Maria come è trafitto, come gronda Sangue! Gesù, l'umanità è oscurata, ma se vede il Cuore di Maria.. perdonami, Gesù, perché solo il Padre decidere questo: arde forte nel mio Cuore! I miei occhi, per volontà del Padre vedono te e vedono Maria! (Gesù) lo so, figlia, perché il Padre così ha deciso, ma presto, quando il Padre vuole, anche i tuoi figli e l'umanità intera vedranno il Cuore di Maria! Giglio, tieni stretto il Sole di Fatima e gioisci quando il peso della Croce si sente più forte sulle tue spalle! Vai avanti e non fermarti, figlio mio! Ora guarda, anima mia!(*) (Giulia) oh, Gesù! Gesù!(*) Gesù!(*) (Gesù) è un altro flagello che sta scendendo sull'umanità! (Giulia) cosa posso fare, Gesù? (Gesù) immolati come tu sai fare e fai pregare i tuoi figli col cuore, perché il Padre vi ha scelti e il mondo è nelle vostre mani: pregate e combattete il nemico con l'Amore! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia mia, in questo giorno vuoi ancora abbracciare il letto della Croce? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire le tue mani alle mie? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guardali e guarda per chi li abbracci! Guarda chi mette i Chiodi, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù! (Gesù) guarda ancora i Chiodi, figlia! Vieni, unisci le tue mani alle mie!(*) Guarda i Chiodi, figlia! (Giulia) oh, Gesù! Gesù!(*) <Giulia non grida, poi si accascia esanime> (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi!(*) (Giulia) Gesù, non li vedo! Non vedo le mie mani e i miei piedi! Gesù, vedo solo un fiume di Sangue che scende anche dal Legno dove tu sei inchiodato!(*) Gesù, il Sangue si unisce al Mare ma non si ferma in nessuna Chiesa e non entra più in nessuna Chiesa!(*) Quanto Sangue, ma non vedo ancora le mie mani i miei piedi, Gesù! (Gesù) non temere, anima mia, in questo giorno non solo sentirai i Dolori del Parto della Croce, fino alla fine della preghiera vedrai sempre il Sangue scorrere! (Giulia) Gesù, come può solo una goccia di Sangue che è nel mio Cuore fare uscire tutto questo sangue? È il tuo? (Gesù) è il mio unito al tuo, e unito al Giglio! (Giulia) Gesù!(*) (Gesù) dì ciò che stai vedendo! (Giulia) vedo Carlo, vedo Giovanni, il Giglio, Maria e una Bimba: tutti in una barca con delle vesti bianche, ma vedo ancora il cuscino che cammina sul Sangue con l'abito bianco sopra, e, poggiato sull’abito, c'è un'aureola, ma fatta di Sangue, Gesù! (Gesù) ora tieni nel tuo Cuore il significato dell'aureola fatta di Sangue! Uniscilo al rotolo! Vedi, anche il rotolo è nel mare! (Giulia) Gesù, il Sangue scorre ancora! (Gesù) non temere, anima mia! <si rivolge a Telesfore> Dì ancora al Giglio che il mare sta lievitando: lui capirà! Ma digli di pregare ancora per il suo popolo secondo le mie intenzioni! Figli, invito ancora ognuno di voi a pregare e a stare attenti al nemico: amate, amate, amate, amate, fate crescere il vostro amore come il mare, figli miei, e usate il perdono come è grande il mare, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, figlioli, e vivere il Vangelo è mangiare il Pane fresco che il Padre lascia scendere dal suo Cuore, è fare festa con la famiglia che siete voi qui riuniti e l'umanità intera! Figlioli, pregate ancora! (Giulia) Gesù, tu ci inviti ad amare, a pregare e a perdonare, ad usare carità verso tutti! Come straccio, in questo giorno io metto nel tuo Cuore e nel Cuore di Maria tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, e tu conosci il numero di questo giorno! Gesù, metto nel tuo Cuore i figli che hai chiamato a venire a vivere questa gioia che non ha limiti e tutti coloro che hanno portato nei loro cuori, i figli che si uniscono e ardono di vivere questi attimi! Gesù, oggi in modo particolare, consegno le pietruzze nel tuo Cuore e nel Cuore di Maria, che sono i sacerdoti, e come sempre il Giglio si tuffa nel tuo Cuore e nel Cuore di Maria! Oggi io li immergo nel mare, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen!  (Tutti) Amén! (Giulia) Amén! (Gesù) L'Amen del Cuore del Padre, che è l'Amen del Cuore del Giglio, diventi per voi il fiume che rapisce i cuori di ognuno di voi per portarli nel fiume di Dio! Figli, questo è il regalo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! (Giulia) Gesù, com'è bello! (Gesù) vi invito a non dimenticare di tenere sempre alto il Vangelo e a camminare sempre nel Solco, figli, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portare tutti i vostri nemici! Oggi vi guardo con gli occhi pieni di lacrime, ma gioiosi! Conosco i cuori di ognuno di voi e vi accarezzo passando la spugna del mio Amore di Misericordia infinita, senza fare alcuna distinzione perché vi amo tutti! Vi ho scelti uno ad uno e ognuno di voi ha un compito: lavorate nella vigna, figlioli del mio Cuore! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen,.. (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) lasciate che prima vi dia l'Amen il Padre! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) avete sbagliato ancora una volta! Amén! (Alcuni) Amén!(*) (Piccolo Giovanni) adesso non rispondete? sapete bene che sono capriccioso! Adesso vi do un piccolo esempio: Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Ecco! Quando riuscirete a capire significato dell’Amen? ci siete arrivati un po' vicino? dico “ancora no”! Figli, i quattro Amen sono importanti e non dovete correre, non dovete avere fretta di passare dinanzi a Dio ma di aspettare il passo di Dio! La voce deve essere il Cuore di Dio che si innalza in un unico Cuore, e quando formerete quest'unico Cuore i vostri cuori si accenderanno ancora di più: bruceranno, e quando i cuori bruciano l'Amore si stende sull'umanità intera, come il Cuore di Maria trafitto da mille Dolori si dona sempre perché è Mamma! Ed Io sono qui in mezzo a voi a portare un'unica Verità: la Parola, il Pane dei cieli, il Vangelo vivo, e porto Maria, la Mamma dei Dolori, la Creatura che con il suo “” ha sfornato il primo Pane. Nel donare Gesù all'umanità e ad ognuno di voi ha donato la Croce e non si è fermata, ha aspettato quella spada che entrava nel suo Cuore, e invita ognuno di noi ad accogliere la stessa spada perché tutti siamo Mamme, Mamme dell'Amore, Mamme dei Dolori! E guai se non ci fossero i Dolori, guai se non ci fosse la santa Sofferenza! Maria, così fragile, così umile, ha accolto i Dolori, e come poteva abbracciarli? avendo fede, rimanendo piccola, rimanendo all'ascolto della Parola viva, e Lei stessa si è fatta Parola per donare Gesù e per donarsi! Ecco, Giglio, donati perché il Padre ti chiama e il Banchetto è pronto e lo Sposo arde per fare festa! Ci fermiamo ancora a parlare di questa Creatura: “..una spada entrerà nel tuo cuore!” Cosa avrebbe risposto una creatura, oggi? “È un mistero grande”, “è un compito che non so se riesco a fare!” Maria nel silenzio conservava nel suo Cuore tutto quello che dicevano di Gesù e che Gesù stesso diceva al suo Cuore, al suo Cuore di Mamma! Figlioli, non fatevi rubare dal nemico alla Croce; non fatevi rubare la santa Sofferenza ma combattetelo con l'amore: amate, perdonate e usate carità tenendo sempre alto il santo Vangelo e cercando sempre il Pane di Dio! Ma oggi avete vissuto il santo Vangelo? avete vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vi vedo distratti, vi vedo un po' assenti, spenti! Perché non rispondete subito? Dovete prima ricordarvi il Vangelo del giorno? pensare se vi siete fermati un attimino: “che giorno è oggi”? “Ho vissuto il Vangelo di questo giorno”?  Tommaso!  <giov. della 14° sett. T.O /A Lc. 2, 33-35 ricorrenza della B.V.M. Addolorata> (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Cosa ricordi del Vangelo di questo giorno? (Tommaso) ricordo benissimo il profeta Simeone, che ricorda a Maria.. (Piccolo Giovanni)..una spada..”  (Tommaso)..ti trafiggerà tutta l'anima”! (Piccolo Giovanni)..la tua anima!(Tommaso) e questa era anche come conferma! Una piccola fanciulla che sin dall'inizio.. (Piccolo Giovanni) ..“Eccomi!”..  (Tommaso) ..si è donata completamente a Dio e all'umanità! E l'unica cosa che aveva era il suo Figliuolo, ma non era suo! (Piccolo Giovanni) non era suo e non l'ha tenuto per sé, l'ha donato e lo dona ancora! Quale Mamma?: solo Maria! “Mio figlio non lo deve toccare nessuno”! È questo che si dice, dimenticando che è dono di Dio! Dio vi ha donato i figli e Dio li può prendere! Maria l'ha donato dal primo istante: dicendo il suo “” conosceva tutto! Quel Figlio non sarebbe stato suo ma doveva affidarlo alla Croce per donarlo all’umanità intera! Ma dimmi ancora! (Tommaso) sì, questo forte dolore che Lei non ha potuto confidarsi con nessuno e a cui premeva gridarlo al mondo intero, ma con la forza dello Spirito Santo è andata avanti da sola. Ma non basta questo, Giovanni, perché Lei sotto la Croce è divenuta Madre di tutti quanti noi, e ancora ha riempito il suo Cuore di atroci dolori dell'umanità intera, dei nostri peccati, per questo noi dobbiamo rifugiarci nel suo Cuore Materno, nel suo Cuore ancora addolorato per i peccati.. (Piccolo Giovanni) ..e abbracciare tutti i dolori senza gettarli via! Questa parte somiglia un po' alla parte della Cocciuta: “portare nel suo Cuore tutto ciò che il Padre le fa vivere senza poter gridare!(Tommaso) e questo è un grande dono che ha la Cocciuta, perché siamo tutti quanti noi.. che se sappiamo una piccola goccia vorremmo gridarlo, vorremmo.. una sofferenza enorme che ci opprime veramente il cuore e non sappiamo tenercela per noi, e quindi la Cocciuta.. (Piccolo Giovanni) ..anche lei vorrebbe gridare all'umanità, non i suoi dolori, i Dolori di Maria, per far scendere ancora di più il Sangue! Oggi non vede le sue mani, non vede i suoi piedi, vede solo Sangue, e il suo dolore è che non vede il Sangue entrare nelle chiese, ma passa! E come vorrebbe gridare: “Sangue fermati ed entra nelle chiese!” Vi invito a pregare ancora per tutti i Figli Ministri: pregate, figlioli, pregate! Parla ancora! (Tommaso) sì, proprio questo.. come a Gesù gli è stato detto: “è venuto qui per la rovina di molti”, allo stesso modo alla Cocciuta la tengono lontana, perché hanno paura..  (Piccolo Giovanni) ..segno di contraddizione, paura della verità, paura della Croce: ma è il segno che rimarrà, tutto passa, la Croce rimane e niente e nessuno può cancellarla! Siate gioiosi, quando vi perseguiteranno ancora non fermatevi e non abbiate paura perché la Croce sarà perseguitata! Voi rimanete saldi e in piedi come rimane la Croce, figli miei, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! Parla ancora!  (Tommaso) In quei momenti, Giovanni, di persecuzione, siamo sicuri che tu ci darai la forza necessaria..  (Piccolo Giovanni) ..Dio è con voi.. (Tommaso) ..e quindi noi metteremo solo il nostro “Eccomi” e la nostra piccola fede, quel granellino che speriamo di potere farlo crescere affinché diventi un albero grande! (Piccolo Giovanni) tenendo sempre alto il santo Vangelo e distaccandovi dalle cose del mondo che sono la rovina e la morte delle vostre anime! Il Pane: la Parola, è il vostro tutto, è il vostro tesoro! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Tommaso) questa sera, a parte i Dolori di Maria che ci fanno sentire tristi, e la gioia di poterla aiutare in qualche modo nelle nostre piccole cose, sento una grande gioia dentro, come tu sai.. (Piccolo Giovanni) ..Amen, Amen, Amen (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Non siete riusciti a capire il “capriccio”, ma presto lo scoprirete! Vi amo tutti! Crescete come Lievito di Dio e donatevi sempre ai fratelli: in modo particolare donatevi ai vostri nemici, figli miei! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di non temere, la mia mano lo tiene stretto e niente nessuno gli farà del male! Deve abbracciare la Croce come l'ho abbracciata Io e portare nel suo Cuore, che è inchiodato alla Croce, lo Strumento! Non dimenticarti di donargli l'Alito e il Bacio, ma come puoi riceverlo se non mi guardi? Vuoi donare l'Alito e il Bacio al Giglio? (Telesfore) sì!  <Giovanni alita e schiocca il Bacio> (Piccolo Giovanni) e voi volete accogliere l'Alito e il Bacio?  (Tutti) sì! <Giovanni alita e schiocca il Bacio> (Piccolo Giovanni) c'è qualcuno che non l'ha ricevuto? c'è qualche figlio che non ha ricevuto l'Alito e il Bacio? Non sento nulla! (Mosè) no, l'abbiamo ricevuto tutti! (Piccolo Giovanni) e poteva Dio scartare qualche figlio? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) non sarebbe stato più Padre! Dio è Misericordia Infinita, Dio ama, non solo in questo istante, ma sempre, e il suo Amore cresce sempre di più! Così anche voi dovete crescere sempre di più e donare sempre di più l'Amore che il Padre lascia scendere nei vostri cuori! È questo il Pane vivo di Dio: PIÙ LO SPEZZI, PIÙ LO DONI, PIÙ SI SPEZZA! Sono belle queste parole? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) non fatevele rubare dal nemico, ma combattete il nemico con l'amore, figli! E non abortite Gesù: non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati; non puntate il dito contro il fratello perché sarà puntato anche su di voi! Amate, amate, amate e consolate in questo giorno il Cuore trafitto di Maria, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, Madre mia! Ora i vostri cuori sono nella quiete? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporli per accogliere Gesù che viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli, disponete i vostri cuori per accogliere Gesù che viene a fare festa accarezzando le vostre anime! Il Banchetto è pronto per ognuno di voi e lo Sposo avanza: disponete i vostri cuori nella quiete, figli!(*) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) Gesù, io ti ho calpestato e tu mi hai donato da mangiare la tua Carne; io ho trafitto il tuo Cuore e tu mi hai donato da bere il tuo Sangue! Gesù, quale amore è simile al tuo? se mi guardo intorno, non lo trovo: solo tu sei l'Amore, Gesù, e solo nel tuo Cuore io trovo pace! Tu sei la Frescura, tu sei la Quiete! Ah, quanta fame, ah, quanta sete ha l'anima mia! (Gesù) vieni e mangia, vieni e bevi perché Io sono il tuo Gesù!(*) (Giulia) mio Signore e mio Dio! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amen! Ecco, Io mi sono donato: la mia Pasqua è piena ed è risorta perché abito nei cuori di ognuno di voi! Cullatemi e fate festa perché il Dio Bambino abita nei vostri cuori! Ma state attenti: non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora, figli miei! Ora il Dio Bambino ha sonno, ma non addormentatevi voi cantando la Ninna Nanna! Gli cantate ancora la Ninna Nanna.. (Tutti) ..sì.. (Piccolo Giovanni) ..al Dio Bambino? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! È grande il peso che senti, Telesfore? (Telesfore) è piccolo! (Piccolo Giovanni) e ora? (Telesfore) è sempre piccolo! (Piccolo Giovanni) e ora? (Telesfore) è piccolo ancora!  (Piccolo Giovanni) perché non dici la verità? cosa senti? (Telesfore) ehm.. (Piccolo Giovanni) ..ora ti voglio nel rispondere!  (Telesfore) eh! <si ride un po'> (Piccolo Giovanni) piccolo piccolo! Ora cosa senti? (Telesfore) il peso è sempre lo stesso! (Piccolo Giovanni) Dio ha una misura e dire “piccolo” non è una misura! Qual’è il peso che senti? aspetto! (Telesfore) il peso della Croce? (Piccolo Giovanni) cosa senti tu? (Telesfore) sento che ti sei poggiato un poco poco su di me! (Piccolo Giovanni) ah, finalmente l'ha detto! Mi poggerò ancora perché poggiandomi su Telesfore mi sono poggiato su di ognuno di voi e anche sul Giglio, e nel poggiarmi chiedo ai vostri cuori, ora che avete ricevuto Gesù spiritualmente, di alzare un'unica Lode: di dire al Padre la preghiera che riempie i cuori dell'umanità intera e i cuori di ognuno di voi! Vogliamo chiamare Dio “Papà”? (Tutti) sì! <Canto del Padre Nostro di Timparelle. Gli «Amen» finali del canto sono stati ripetuti tre volte> (Piccolo Giovanni) È il cuore che deve sussurrare “l’Amen”, non solo le labbra, perché “l’Amen” deve essere pieno: ricordatelo, figliuoli del mio Cuore!(*) Dio dona il Cuore, se Dio donasse solo le labbra(*).. Figlioli miei, rimanete ancora nella pace e nella quiete della preghiera! La Cocciuta ancora sta donando il suo Sangue come il Padre ha scritto in questo giorno! Vi invito ancora ad amare e a perdonare; vi invito ancora a stare attenti al nemico e a combatterlo con l'amore, e quando uscite fuori, non abortite Gesù: non giudicate ma siate un unico Cuore col Cuore della Croce! Siate sempre la famiglia di Dio, figli miei! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre, ma sono sempre con voi nel petto della Cocciuta! Figli, amici del mio Cuore, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Cocciuta Divina del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ferma questo flagello che stai vedendo: immolati ancora come tu sai fare!  (Giulia) eccomi, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) ora gioisci, figlia, nel portare ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e stringi al tuo Cuore la Spina Preferita! Cantate ancora le Lodi al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Andate nella Pace di Dio e abbracciate l'umanità, ed Io vi abbraccio nel salutarvi col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli miei, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ!(*) (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Aspettatemi quando Io verrò! (Giulia) perché dici così in questo giorno?  (Piccolo Giovanni) non temere, figlia! (Giulia) non verrai più? (Piccolo Giovanni) non vi lascerò mai! Nel tuo Cuore c'è il significato di ciò che ho detto! (Giulia) lo capirò, Papà? (Piccolo Giovanni) sì, anima mia! (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) ora rimanete nella quiete della preghiera! (Giulia) e il Sangue scenderà ancora? (Piccolo Giovanni) sì, anima mia! (Giulia) grazie, Papà!

 

 

         5. Giov 22/09/2005, ore 21.05, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l’umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, come tu sai fare nella pienezza dell'abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù, come sei triste! In questo giorno sei nel mare di Sangue e sei sempre più solo, Gesù, ma grondi Sangue! Il tuo abito è tutto bagnato di Sangue e dietro di te nel mare ci sono sempre i bimbi ma mancano i sacerdoti: sono così lontani! Gesù, cosa posso fare per farli ritornare dietro di te nel mare di Sangue? (Gesù) figlia, chino il capo e ti invito a guardare! Figlia mia, vedi anche il tuo abito bagnato di Sangue!(*) Non dire ciò che vedi, anima mia, ma prega e invita i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce, a pregare secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! (Giulia) Gesù! (Gesù) eccomi, anima mia! (Giulia) perché non riesco a contare in bimbi che sono dietro? perché, Gesù? (Gesù) perché crescono sempre di più! (Giulia) Gesù, devo dirti alcune cose nel Cuore: posso? (Gesù) eccomi, figlia!(*) (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) figlia mia, invita ancora l'umanità a pregare e state attenti al nemico, combattetelo con l'amore: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici per fare festa al Banchetto del Padre! (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..non dire ciò che vedi, figlia, aggiungilo al rotolo! (Giulia) eccomi, Gesù! Fai presto a venire! Lo so che non sono io a decidere, ma il Padre solo conosce l'ora e il giorno, ma fai presto! (Gesù) oh, figlia, piango ancora sull'umanità intera! Fatemi compagnia, non lasciatemi da solo almeno voi, figlioli miei! (Giulia) Gesù, aiutaci a vegliare come vegli tu per ognuno di noi e per l'umanità intera!  <Gesù si rivolge a Telesfore> (Gesù) Dì al Giglio di vegliare con me nell'orto degli ulivi, e di pregare e bussare al Cuore del Padre perché i Sigilli sono aperti e il Sangue sta scendendo sull'umanità! Lui comprenderà queste parole! Invito voi, figli, a tenere le mani giunte ad inginocchiarvi e a pregare chiedendo al Padre: “Misericordia, Misericordia, Misericordia”! <tutti i presenti si inginocchiano> (Giulia) Gesù, in questo giorno poggiati sul mio Cuore, poggiati dove trovi spazio, Gesù, ma anche in questo giorno metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, coloro che si uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori! E anche in questo giorno metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti; e come sempre metto nel tuo Cuore, forte forte, il Giglio! Gesù, poggiati sulle mie spalle ma allieva i suoi dolori! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è l'Amen del Cuore del Giglio, rimanga saldo dentro di voi! Figli miei, vi invito ancora ad abbracciare la Croce e a camminare nel Solco di Maria! Vi invito ad essere rocce vive dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Vi invito ad essere coscienti di questo incontro vivo e reale in mezzo a voi! Figli miei, non lasciatevi trascinare da nemico ma siate coscienti che Io sono in mezzo a voi: Dio parla in mezzo a voi e il mio Amore si allarga sempre di più, e il mio Amore si allarga solo sul letto della Croce, figli, perché sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e in questo giorno vi invito a stringere la Croce, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù, fammi pulire il tuo viso! (Gesù) fallo, figlia, e bevi il mio Sangue!(*) Ora guarda per chi hai bevuto il mio Sangue in questo giorno!(*) non chinare il capo, figlia, ma guarda!(*) non parlare! (Giulia) oh, Gesù! Gesù! (Gesù) figlia mia, quanto ti costa quel “SÌ!”(*) (Giulia) grazie per esserti chinato a chiederlo, Gesù! (Gesù) figlia mia, vuoi unire le tue mani alle mie? vuoi abbracciare anche in questo giorno i Chiodi divini secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore, vieni sul letto della Croce ma guarda i Chiodi e guarda chi li mette! (Giulia) eccomi, Gesù! Sono pronta, Gesù! (Gesù) vieni!(*) <Giulia non grida e si accascia esanime> sollevati, anima mia!  (Giulia) Gesù, sei ancora bagnato di Sangue! (Gesù) guarda le tue mani e i tuoi piedi e guarda il tuo costato! Il Cuore è fuori! (Giulia) anche il tuo, Gesù, e il Sangue si unisce al mare ma non entra più nelle chiese, Gesù! (Gesù) vedi i Chiodi, figlia? (Giulia) sì, ma anche i Chiodi sanguinano! (Gesù) invita l'umanità a pregare! Invita i tuoi figli ad usare il santo Rosario: l'arma che Maria vi ha consegnato e vi consegna attimo, per attimo! Ora guarda!(*) (Giulia) No! Non reggo: Gesù, non reggo! (Gesù) guarda ancora ma non dire ciò che vedi! (Giulia) neanche al Giglio? (Gesù) quando il Padre te lo ordinerà! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù, perché tutto questo?(*) Oh, Gesù, non reggo!(*) (Gesù) sollevati, anima mia! (Giulia) Gesù, scende ancora Sangue! (Gesù) lo so, figlia, ma tieni nel tuo Cuore ciò che hai visto! (Giulia) eccomi! Se il Padre mi ha mandata per questo, dico “Amen, Amen, Amen”! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Ecco, figli, Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! E vivere il Vangelo è mangiare il Pane di Dio, la sua Parola, la sua Verità; è donarlo ai fratelli nella pienezza dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo; è di combattere il nemico con l'amore! State attenti: in questi tempi, figli, usa tutti i mezzi per farvi cadere nella sua falsa luce! L'amore e la preghiera fatta col cuore lo annienta! Pregate, figli miei, e vivete l'Amore che Maria vi dona attimo per attimo! (Giulia) Gesù, tienici stretti per mano! (Gesù) ecco il Solco: rimanete sempre piccoli, poveri e i piccoli Giovanni sempre all'ultimo posto vivendo della Parola che il Padre vi porta nella Dimora!  <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che ho sete; digli che aspetto l'Acqua: capirà cosa gli chiedo! Figli, vi invito ancora ad amare, a perdonare e ad usare carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera e non lasciate calpestare il Vangelo sotto i piedi, ma stringetelo ai vostri cuori e donatelo nei cuori dei vostri fratelli e dell'umanità intera! Cocciuta Divina, dovrai soffrire ancora! Mi ami, figlia? (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) e sei pronta ad accogliere tutto quello che il Padre vuole poggiare su di te? (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! (Giulia) Gesù, sei ancora triste! (Gesù) sono triste nel vedere i flagelli che scenderanno ancora sull'umanità intera! Prega, figlia, e immolati ancora! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) grazie, anima mia! (Giulia) come puoi dire grazie ad una misera peccatrice? ad uno straccio che non sa fare nulla? (Gesù) sei il Lino candido del mio Cuore! Figlia, prendi nelle tue mani il cuscino e la veste bianca e non spaventarti!(*) (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..non temere: quando sarà l'ora dirai tutto al Giglio! (Giulia) oh, sì, Gesù! (Gesù) ora poggia sul tuo Cuore il cuscino e l'abito!(*) li porterai sul tuo Cuore appoggiati al Bimbo! (Giulia) Gesù, non cadono per terra? (Gesù) no, figlia, non temere, è tutto scritto: lascia che si adempia la volontà del Padre, figlia mia! (Giulia) eccomi, come serva inutile dinanzi ai piedi della Croce, Gesù! (Gesù) ora, figlioli, vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen del Cuore del Padre che è l'Amen del Cuore del Giglio vi unisca nella famiglia di Dio per rimanere Rocce solide dell'unica Verità del santo Vangelo che Io vengo a portare in mezzo a voi! Io vengo in ubbidienza al Padre a portare, ad ognuno di voi e al mondo intero, il Pane vivo che è la Parola del Padre, che è il Cuore di Dio che si dona all'umanità e ad ognuno di voi! Che gioia nel vedere i vostri cuori uniti al Cuore del Padre! Che gioia nel vedervi raccolti ad aspettare Gesù, ad aspettare la Parola che viene portata dal Cielo! E il Padre è vivo in mezzo a voi come sono vivo Io per volere del Padre, che nella sua Misericordia Infinita mi fa vivere la gioia di stare in mezzo a voi, di parlare con voi e di guardare i vostri cuori, di vivere nel petto della Cocciuta che per amore si lascia usare e per amore abbraccia tutto quello che il Padre poggia sulle sue spalle, e, per amore del Vangelo, abbraccia sempre i divini Chiodi sul letto della Croce! Ecco a cosa serve l'amore! Figlioli, amate sempre, amate senza misura e combattete il nemico amando, perdonando, usando carità verso tutti: non lasciate nessuno! Vedete, in questo giorno Gesù gronda Sangue e anche il mio Cuore gronda Sangue! Vi invito sempre a tenere alto il santo Vangelo e a camminare nel Solco! Vi invito a pregare per i Grandi del mondo; vi invito a pregare per i Grandi della Casa del Padre e metto nelle vostre mani tutti i sacerdoti: in questo tempo pregate, figli, pregate per loro; la Cocciuta li porta sulle sue spalle e li consegna sempre nel Cuore di Gesù, nel Cuore del Padre e nel Cuore di Maria, perché per volere di Dio vede ciò che voi non vedete e vi invita a rimanere uniti come vi invito Io! Rimanete nella famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: non dividetevi, figlioli del mio Cuore, ma vivete in pieno il Vangelo che vi viene donato fresco nella Dimora di Dio! Giglio, il peso che è sulle tue spalle è grande; il Padre ti ha consegnato la Dimora: cammina nel Solco e non temere niente e nessuno! Figlio mio, sei sempre inchiodato alla Croce come è inchiodato lo Strumento, ma ricordati: il Libro è aperto e il Calice trabocca, figlio e fratello del mio Cuore! Invito ognuno di voi, figli, ancora ad amare, a tenere alto il Vangelo e a combattere il nemico con l'Amore che il Padre lascia scendere nei vostri cuori! Figli miei, ora vi chiedo con amore: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Giov. della 25° sett. T.O. /A. Lc. 9, 7-9> (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto il Vangelo di questo giorno?  Tommaso!  (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi qualcosa del Vangelo di questo giorno? (Tommaso) sì, Giovanni! Il Vangelo di questo giorno ci riporta nei tempi remoti e nei tempi attuali! Ci fa rivivere, come la gente, per giustificare le sue paure, deve dare per forza una spiegazione: “chi è costui che fa tutto questo? Sarà Elia, forse, che sarà ritornato in mezzo a noi? Sarà Giovanni risuscitato dai morti? Sarà uno dei tanti profeti?” Ma Erode, giustamente, dice “lui non può essere, perché io personalmente gli ho fatto tagliare la testa!” Nei tempi attuali, Giovanni, dice (la gente): “chi è costui che ancora parla? lui è morto, l'abbiamo così umiliato, l’abbiamo isolato e ancora viene a parlare? dà più fastidio di prima!” Ma Lui non è morto: TU NON SEI MORTO: tu sei salito semplicemente al Padre e per grazia del Padre sei qui presente vivo in mezzo a noi! Tu vivi la resurrezione presente di Dio! I tempi di Dio non sono i tempi nostri, tu sei qui presente e noi ti amiamo e ti seguiamo perché crediamo in questo, sono i nostri occhi che non vedono! (Piccolo Giovanni) Beati voi che pur non vedendo e non toccando avete creduto dal primo istante: come Maria! Beati voi quando il Padre verrà e vi troverà svegli con le lucerne accese! Beati voi, figli, che siete qui riuniti: non dividetevi perché scenderanno tempi sull'umanità intera che solo il Padre conosce, e, per volere del Padre li conosce anche la Cocciuta! Vi invito a pregare per la Chiesa tutta; vi invito a pregare per il Giglio perché deve continuare a segnare il Solco come Io l'ho segnato; e pregate per lo Strumento che deve compiere la volontà del Padre! Dimmi ancora: cosa c'è nel tuo cuore? (Tommaso) questo che hai detto, Giovanni, per noi non dovrebbe essere una sorpresa perché il Padre già ha provveduto a costruire la sua Dimora, proprio per quei tempi difficili che aspettiamo, ma lo Spirito del Signore sarà su di noi: anche se tenteremo a dividerci, lo Spirito ci unirà e ci ritroveremo a mangiare del Pane vivo di Gesù!  (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Avete guardato in questo giorno gli occhi della Cocciuta? cosa vedete nei suoi occhi? (Tommaso) molta sofferenza, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) tu cosa vedi?  (Telesfore) piangono!  (Piccolo Giovanni) è un pianto amaro! Vi chiedo ancora una volta: non fateci usare e non fatevi usare! I piccoli Giovanni sempre più piccoli e sempre all'ultimo posto: distaccatevi dalle cose del mondo! Figli miei, guardate solo la Croce e prostratevi solo dinanzi al Legno della Croce tenendo sempre alto il santo Vangelo! Il mondo con i suoi rumori passa, se ne va; l'unica Fonte è la Croce che rimane! Ma l'umanità intera ha dimenticato la Croce, ha dimenticato di guardarla, ha dimenticato di inginocchiarsi dinanzi alla Croce! Pregate e consolate il Cuore del fratello Pio <=Padre Pio di Pietrelcina> , nel silenzio e senza alzare polvere di rumore! Figli miei, vi chiedo ancora col Cuore grondante di Sangue: NON FATECI USARE, figlioli! Cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) Giovanni, noi, come piccoli Giovanni che tu ci hai scelti, vogliamo continuare a vivere nella povertà della Croce e nella testimonianza della Parola viva, nella Verità, come tu ci ha insegnato.. che hai sempre parlato mettendo tutto sul piatto d'argento di Dio, sempre “sì, sì” e “no, no”, non avendo paura di niente e di nessuno.. (Piccolo Giovanni) ..è così che dovete fare anche voi: non spaventatevi di chi uccide i vostri corpi, temete chi può uccidere l'anima! Continua!  (Tommaso) sì, infatti, tu non hai avuto paura di perdere la carriera; i tuoi amici sono diventati tutti vescovi, tu invece, per la verità, hai testimoniato sempre Dio, la Verità di Dio!  (Piccolo Giovanni) l'unica Verità: il Pane dei Cieli! (Tommaso) per questo nella tua piccolezza e nella tua semplicità sei diventato Grande per Dio e per noi!  (Piccolo Giovanni) come servo inutile dinanzi al Padre, così ha deciso Lui ed Io rispondo solo “Amen” al Padre, se mi ha voluto nel suo Cuore, se mi ha fatto nascere nel suo Cuore e oggi stare in mezzo a voi e parlare! Camminate sempre nella povertà e gridate sempre la Verità a tutti, la Verità del Vangelo, la Verità della Croce, distaccandovi dalle cose del mondo e rimanendo uniti al Crocifisso e al Cuore di Maria, la Mamma dei Dolori che abbraccia tutti i suoi figli! Parla, figlio mio! (Tommaso) sì! I nostri cuori sono tristi nel vedere la Cocciuta piena di questi dolori, di amarezze, di lacrime e nel vedere te, però noi ci affidiamo sempre, come tu ci ha insegnato, a Maria, perché con la sofferenza e con la gioia i nostri cuori si trasformano veramente in gioia, quella Gioia di Dio che sa donare ai piccoli, ai poveri, ai miti!  (Piccolo Giovanni) solo la santa Sofferenza vi porta a gioire del Cuore del Padre e a rimanere piccoli! Ricordatelo: chi sa abbracciare la Croce, chi sa abbracciare la santa Sofferenza, vede il volto di Dio che è vivo e reale ed è in mezzo a voi! Figli miei, ma vi invito ancora a pregare per tutti i sacerdoti: pregate, figli, pregate!(*) Vuoi donare ancora l'Alito e il Bacio al Giglio?  (Telesfore) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e alita> (Piccolo Giovanni) volete accogliere l'Alito e il Bacio?  (Tutti) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e alita> (Piccolo Giovanni) accoglietelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! Figli miei, ora vi dico la “Spina” che sta portando in questo giorno la Cocciuta: è dall'alba che non vede, vede solo col Cuore! I suoi occhi sono stati rapiti per i flagelli che dovranno scendere ancora sull'umanità! Per un po' vedrà solo col Cuore ma voi non vi accorgerete di nulla, vedrete soltanto i suoi occhi che brillano di lacrime! È un altro peso che il Padre ha poggiato su di Lei, ma non temete, deve compiere la volontà del Padre! Vi vedrà, ma il Padre mi ha permesso di dire questo: non temete, figli del mio Cuore! Cosa c'è nel tuo cuore? Tommaso, cosa vuoi chiedere? (Tommaso) non ho parole, Giovanni! Il mio cuore si è rattristato per questo, perché anche noi vorremmo fare chissà che cosa ma non siamo capaci di fare nulla! (Piccolo Giovanni) siete qui riuniti a fare compagnia a Gesù che è solo! Vi invito ancora a pregare per tutti i sacerdoti affinché la Chiesa sia unita al Cuore della Croce, e vi invito a stare attenti al nemico: combattetelo sempre con l'amore, figli! E in questo giorno vi offro la tosse: la volete?  (Tutti) Sì! <un'alitazione, poi 7 colpi di tosse con un'alitazione> (Piccolo Giovanni) nella pienezza del Cuore del Vangelo offritela a chi è lontano dal Cuore della Croce, figli! <si rivolge a Telesfore> Dì ancora al Giglio che il Padre si poggerà su di lui, ma digli che lo amo e inchiodo sempre di più il suo Cuore al Cuore dello Strumento! Digli di ricordare al suo popolo i “4 Amen”! Dico ad ognuno di voi, figli, di non abortire Gesù, ma di farlo vivere! Ora siete pronti per accogliere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporre i vostri cuori per far festa al Banchetto Nuziale? ........ disponetevi, figli miei, perché il Banchetto è pronto in mezzo a voi e lo Sposo avanza; distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi a Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente! ............. È l'Amore che vi fa arrivare a donare tutto di voi al Padre, e in questo istante la Cocciuta non tiene nulla, ma è tutto nelle mani del Padre! Ora disponete i vostri cuori per accogliere Gesù!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) O, Corpo del mio amato Diletto! O, Sangue del mio unico ed eterno Sposo! Ah, come gioisce l'anima mia alla quiete e alla frescura del tuo Amore! Fa che io non mi separi mai più da te, Diletto dell'anima mia! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Vi invito ancora a pregare e a tenere sempre alto il santo Vangelo! Vi invito a non abortire Gesù quando uscite fuori dalla Dimora del Padre, ma amate, amate, amate con la misura di Dio che non ha limiti, figlioli del mio Cuore! E con la misura del Padre, innalziamo al suo Cuore la preghiera che ci ha insegnato, ma in questo giorno innalzatela per tutti i Figli Ministri, figli!  <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre! Padre! Padre, guarda ancora l'umanità, guardala col tuo Amore infinito e se non trovi nessuno dove poggiarti, Padre, poggiati ancora su di me! Padre, ancora una volta io metto nel tuo Cuore tutte le pietruzze! Padre, fa una sola Roccia, perché tu puoi farlo! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen del Cuore del Giglio, inchiodato al Cuore dello Strumento, tenga uniti i vostri cuori, figli! Nella gioia, nella Pace e nella Quiete di Dio, Io rimango ancora in mezzo a voi nei Dolori vivi dello Strumento: i Dolori della Croce! Vi invito sempre ad amare e a perdonare e a non abortire Gesù: quando uscite fuori amate sempre, figli! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre, ma vi invito a vivere ancora il Vangelo di questo giorno, figli! Vi invito ad essere coscienti della presenza di Dio viva e reale in mezzo a voi, figli miei! Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli, e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi! Figli, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo sempre nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, figli miei! Ed Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate in Pace con l'Amen nel cuore e riempite i cuori dell'umanità spenta, figli miei! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli del mio Cuore, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Ho raccolto i sussurri dei vostri cuori e lascio scendere i Petali del mio Amore su di voi, figli! Ma rimanete nella quiete nella pace della preghiera, figli! (Giulia) Papà, com'è bello vedere i Petali che scendono sui miei figli!(*) Grazie, Papà Buono!

 

 

         6. Sab 24/09/2005, Stanza more solito

 

Messaggi di Maria e del Santo Giovanni di oggi (ore 16.12)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (l'Immacolata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù! Figlia mia, in questo giorno divino bevi ancora una volta i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*),  immolati ancora, figlia, con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù! Immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre. Consola sempre il Cuore Divino di Gesù come tu sai fare nell'unico abbraccio della Croce! Figlia del mio Cuore, accogli con amore i Dolori vivi del Parto del Cuore del Padre, che è la Croce che passa traverso Giovanni e attraverso di te, figlia del Cuore della Croce! Immolati ancora, figlia mia, secondo l'intenzione del Padre! In questo giorno il tuo Cuore è inchiodato al Cuore della Croce! Oggi il Padre chiede di inchiodare i cuori dell'umanità intera alla Croce del mio Gesù, del mio Divino Figliolo! Figlia mia, l'umanità è malata, l'umanità è in frantumi e il Padre mette nelle tue mani i Dolori che sono nel suo Cuore, invitandoti a portarli sulle tue spalle, figlia, invitandoti ad accoglierli in pienezza come tu sai fare nell'unico abbraccio della Croce viva di Gesù! Porta ancora, figlia, l'umanità intera! Ecco tu sai rispondere “l’Eccomi pieno” del Cuore della Croce; aiuta i tuoi figli a camminare ancora nel Solco di Dio, a vincere e a combattere il male con l'amore, quell'Amore che scende solo dal Legno vivo della Croce, figlia mia! Invito ognuno di voi, figlioli, a stare attenti al nemico e a combatterlo con l'amore! Vedete, il mio Gesù si dona attimo per attimo, Io sono in mezzo a voi per volere del Padre e vengo ancora a donarvi il mio Gesù, il mio unico Bene, il Frutto dell'Amore del Padre per ognuno di voi e per l'umanità intera! Figli miei, accogliete in pienezza la Parola viva di Dio e non fermatevi al primo gradino delle persecuzioni ma scendete la scala abbracciando la Croce e nella pienezza dei vostri cuori, perché Io vi offro il santo Rosario come gradini per arrivare al Cuore del Padre, e solo attraverso la preghiera e la santa Sofferenza si arriva a gioire nel Cuore di Dio, quel Cuore che arde per ognuno di voi e per l'umanità intera! E voi, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, quella Croce che viene disprezzata, quella Croce che viene calpestata, ma nei vostri cuori in quest'istante amatela, baciatela e prostratevi solo dinanzi a Lei in questo tempo, implorando Misericordia al Legno che vi ha donato e vi dona la vita eterna! Imparate ad amarla, imparate a fare i primi passi verso la Croce e non affannatevi per le cose del mondo, non affannate i vostri cuori per i rumori del mondo e non alzate gli occhi verso il Padre dicendo “perché mi hai tolto questo?”, “perché non mi hai dato quello che ti ho chiesto?”, “Padre, perché non mi guardi?” Il Padre non toglie lo sguardo ma è sempre rivolto verso di voi aspettando i vostri occhi, aspettando i vostri cuori aperti! Io parlo a voi e parlo all'umanità intera come Mamma dei Dolori, come Mamma della Croce, Mamma dell'Amore, l'Amore vivo di Dio in mezzo a voi! Figli, vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, l'unica arma è l'amore e rimanendo sempre saldi sulla Roccia di Dio, sulla Parola, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Mamma, i tuoi occhi e il tuo abito sono bagnati di Sangue, come era bagnato quello di Gesù! (l'Immacolata) anche i tuoi occhi e il tuo abito, figlia, sono bagnati di Sangue, e il Padre usa ancora i tuoi occhi per i flagelli che scendono ancora sull'umanità! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) non temere, anima mia, dovrai soffrire ancora! (Giulia) eccomi! (l'Immacolata) ma ora guarda, figlia!(*) non dire ciò che vedi! (Giulia) non posso dire nulla? neanche al Giglio? (l'Immacolata) aggiungi tutto nel rotolo, figlia! (Giulia) eccomi! (l'Immacolata) prega, figlia mia e immolati sempre per i flagelli che scenderanno ancora sull'umanità intera! Prega per tutti i Figli Ministri e fai pregare i tuoi figli e l'umanità intera! (Giulia) Mammina, metto nel tuo Cuore e nel Cuore del tuo Divino Figliolo, tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere; tutti i figli che sono qui riuniti nel Nome di Gesù; coloro che si uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori per affidarli al Cuore di Gesù e al Cuore del Padre, e metto ancora nel tuo Cuore di Mamma Addolorata, tutti i sacerdoti: le pietruzze, che ardono dentro di me. E, come lui ha chiesto: come il Giglio ha chiesto, lo metto nel tuo Cuore perché tu conosci il suo! Mamma, prendilo per mano, tu conosci la volontà del Padre! (l'Immacolata) anche tu, figlia! (Giulia) io dico, indegnamente, Mamma “Amen alla volontà di Dio” ma poggiatevi ancora sulle mie spalle! (l'Immacolata) che sono le spalle del Padre, figlia! (Giulia) non capisco! (l'Immacolata) non temere, figlia mia, hai risposto il tuo “Eccomi” e sei un tutt'uno col Padre! Formate anche voi la famiglia di Dio e non dividetevi in questo tempo, figli, perché Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli miei, eccomi, come ancella del Signore vi porto il saluto di Dio e abbraccio i cuori di ognuno di voi unendovi alla Croce del mio Figliolo Gesù, invitandovi a pregare chiedendo al Padre lo Shalom del suo Cuore! Se regna la Pace di Dio nei vostri cuori e tra i popoli, il mondo, l'umanità vedrà la Luce del Sole di Fatima! Bussate ancora al Cuore del Padre, chiedete al Padre di diventare figli: il Padre aspetta, aspetta ognuno di voi, aspetta l'umanità intera al Banchetto Nuziale! Il nemico vuole far suo il Progetto dell'Amore, fate ardere i vostri cuori d'amore; sollevatevi e donatevi al Padre, fate crescere sempre di più l'Amore verso Dio! La Parola che viene donata viene sfornata dal mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata, spezzata e donata ad ognuno di voi e all'umanità intera! Figli miei, è tempo di prendere la mano di Gesù e di camminare nel Solco dietro Gesù! Non fermatevi, figli, ma seguite i suoi passi che sono segnati col Sangue della Croce, figli miei! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi come misera peccatrice dinanzi ai piedi della Croce, Mamma! (l'Immacolata) non chinare il capo, ma guarda!(*) <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che consegno nelle sue mani il mio Cuore di Mamma con le sette spade! Digli ancora di offrire al mio Cuore una novena per le sette spade che coronano il mio Cuore e digli che un'altra spada trafiggerà il Cuore dello Strumento! Digli che la Cocciuta ama e perdona come Gesù! Ora, figlioli, invito ognuno di voi ad abbracciare nei vostri cuori miei Dolori per salvare le anime che sono lontane dal mio Gesù e che non vogliono accogliere e cibarsi del Corpo e del Sangue di Gesù! (Giulia) Mamma, io rispondo “Amen” da parte di tutti “Amen, Amen”  (Tutti) Amén! (l'Immacolata) Ecco l'Amen del Cuore del Padre, che è l'Amen del Cuore del Giglio: stringetelo e cullatelo come cullate Gesù, perché Gesù culla ognuno di voi nel suo Cuore! Figli miei, ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) Sì! (l'Immacolata) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) in ubbidienza al Padre, mi siedo un po'!(*) L'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Eccomi! Figli miei, nella Pace, nella Gioia e nella Quiete, nell'unica Fonte viva della Parola che è il Vangelo sono ancora qui in mezzo a voi a portare quel Pane vivo che è il Cuore del Padre, a farlo assaporare ad ognuno di voi, a preparare il Banchetto per ognuno di voi e per l'umanità intera! Ecco come Dio si dona ai suoi figli! Ecco come Dio dona tutto il suo Amore e propri figli, all'umanità intera, ma l'umanità come ricambia l'amore a Dio? quale abito indossa per presentarsi dinanzi a Dio?: l'abito del mondo, l'abito della ricchezza, l'abito che non guarda il fratello, l'abito che grida “Padre, non mi hai dato quello che ho chiesto”! Quale abito in questo tempo indossa l'umanità? e quale abito indossa Gesù nel guardare l'umanità frantumata? l'umanità che ancora non riesce a comprendere il Vangelo? il Pane fresco che si dona? Quanto è grande l'Amore di Dio! Quanto è grande il suo Cuore nel vedere i figli lontani, i figli dispersi tra le cose del mondo e Lui che si dona! L'Amore di Dio è un fiume, un fiume che non si ferma, un fiume di Sangue che disseta sempre, e quel fiume è sempre crescente, è sempre più grande pur vedendo i figli dispersi, lontani, chiusi, e puntando il dito verso i fratelli, rinnegando il Vangelo, calpestando la Croce!(*) Figli, lasciate che il Padre segni ancora il Solco, lasciatevi condurre ancora da Dio perché da soli non sapete ancora camminare, e questo lo grido anche ai Confratelli Ministri: senza Dio, senza la Croce, senza la Luce dello Spirito Santo siete disarmati perché l'arma è Dio, l'arma è la Croce, l'arma è il Pane che riempie i nostri cuori, e i nostri cuori hanno bisogno di Dio perché il mondo li rende vuoti e morti! Ecco, Giglio, il mio grido: il mondo rende vuoti i cuori: riempili col grido del Parto che ti è stato donato nella dimora! Ecco dove devi prendere la forza e combattere con me! Figlio mio, questo lo grido al tuo Cuore in questo giorno! CHI VUOLE INTENDERE, INTENDA! Vi invito ancora, figliuoli, a combattere il nemico con l'amore, a non abortite Gesù giudicando il fratello! Ricordate che solo il Padre è giudice: non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati, figli miei! E oggi vi invito, vi chiedo ancora una volta: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <Sab. della 25° sett. T.O. /A. Lc. 9, 43b-45> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) come vorrei che quel “” fosse pieno: il “” dell'umanità intera! Almeno voi avete il coraggio di sussurrarlo, avete la forza, pur sapendo che Dio vede e sente ogni cosa, riuscite a sussurrare il “”! E quel “” viene innalzato al Padre, quel “” arriva al Cuore di Dio pieno: anche se tiepido, debole, diventa forte! Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Cosa è rimasto nel tuo cuore del Vangelo vivo di questo giorno? (Tommaso) Gesù che si prepara alla sua agonia e cerca di preparare i suoi: chi lo segue! Gesù che dopo tanta strada, dopo tanti miracoli: guariva storti, ciechi, sordi, indemoniati, cercava di lasciarsi andare a qualche parola di mistero per preparare i suoi. Ma tutti erano frastornati, nessuno riusciva ancora a capire nulla, Giovanni! (Piccolo Giovanni) quante parole vi ho lasciato e quante ne sto dicendo ancora e non riuscite ancora a comprendere! Riempite i vostri occhi di lacrime?: asciugate le lacrime e guardate gli occhi della Croce perché la vita eterna è lì dove c'è la Croce! E i miracoli sono lì dove c'è il Crocifisso, i miracoli abitano dove ci sono i Dolori, dove c'è la sofferenza! Gesù ha allargato le braccia, si è fatto inchiodare le sue mani e i suoi piedi, si è lasciato coronare il capo con le Spine, il suo Corpo era un flagello, il suo Costato aperto: non ha provato il dolore? non era un uomo?: ha sentito i Dolori, ma l'amore per l'umanità era più forte ed è più forte dei dolori! Quanto ci ha amato, quanto ci ama per accettare ancora tutti i Dolori che offriamo al suo Cuore attimo per attimo! Sai rispondere adesso?(*) Parla, figlio! (Tommaso) si, come sempre l'amore non è stato mai preso in pienezza da tutti: sotto la Croce è rimasto solo, come tu, d'altronde.. (Piccolo Giovanni) ..nel suo Amore e nel suo dolore nel vedere i figli perdersi, come oggi l'umanità persa! Parla! (Tommaso) si! Sono oltre vent'anni che ancora Dio si inchina verso di noi e verso l'umanità; per donare ancora il suo Amore ci viene a parlare e a donare la Parola ma nessuno ascolta; tutti dicono “ma sono le stesse parole”, ma perché? perché non si apre il cuore, perché se uno va a meditare le parole.. (Piccolo Giovanni) ..dinanzi a i miracoli, dinanzi alle folle che erano dietro a Gesù, tutti si inginocchiavano, ma quando Gesù è stato innalzato sulla Croce non c'era più nessuno e non c'è nessuno!(*) Ti interrompo sempre oggi: parla ancora! (Tommaso) si, Giovanni, anche tu quando ti preparavi a salire al Padre, ci parlavi della Cocciuta perché noi eravamo preparati che la Cocciuta sarebbe salita prima, e ridevi, e quando a me per primo mi hai fatto tre volte la domanda “ma tu ci sarai?”, io non ho capito ma tu ci volevi tutti vicino perché il tuo Amore era grande e ti sei donato completamente. Ed io ricordo queste parole perché sono rimaste impresse! (Piccolo Giovanni) tu ci sarai?”! Ed Io adesso vi chiedo: ci sarete tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) rido ancora come quel giorno perché al momento della prova piangete come fa la mia Marì!(*) Eh, a cosa servono queste lacrime? conservale per quando vedrai il Sole di Fatima, perché ora non servono, e lo dico anche a voi: conservate le vostre lacrime per quando i vostri occhi si apriranno e vedrete il Sole di Fatima che è nelle mani del Giglio! Ricordate queste parole come Tommaso ricorda “tu ci sarai?”. Avete visto gli occhi della Cocciuta? li avete gustati? (Tommaso) si, Giovanni! (Piccolo Giovanni) erano i suoi occhi? (Tommaso) non erano i suoi, erano quelli di Gesù che piangeva amaramente e lacrimavano forte, e la Cocciuta si è offerta: per un giorno non ha visto completamente! <si riferisce a giovedì scorso> (Piccolo Giovanni) neanche ora vede! Vede solo con gli occhi del Cuore: ve lo dico Io, lei vi risponderà “sì, vi vedo”! (Tommaso) pensavo che la Cocciuta avesse trovato un po' di sollievo perché ieri le ho telefonato per sapere come stavano gli occhi (Piccolo Giovanni) la sua gioia è la sofferenza, solo nella sofferenza trova la gioia e il sollievo! E ognuno di voi e l'umanità intera dovrebbe trovare gioia e il sollievo nella sofferenza e nel portare la Croce sulle spalle! Si è un po' impietosita quando ha sentito che sono le spade di Gesù, perché voleva poggiare sulle sue spalle, ma le sue forze sono deboli e Gesù la porta in braccio come porta in braccio ognuno di voi, perché tutti siete figli senza fare alcuna distinzione! E cosa può donarvi di più il Padre? Dio vi dona il suo Tutto e ancora non riuscite a comprendere la Parola, il mistero vivo che è in mezzo a voi: Dio in mezzo a voi! Per l'umanità, per i Grandi della Chiesa, Dio ha parlato; “ora abbiamo il Vangelo”, chi può fermare la Destra di Dio? chi può fermare la Destra di Dio? (Tutti) nessuno! (Piccolo Giovanni) può parlare ancora Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e chi c'è ad ascoltarlo? Beati voi! Beati voi, figli! Anche se oggi ancora non capite in pienezza che Dio è in mezzo a voi, è vivo e parla, siete qui riuniti! È il suo Amore e il suo Fuoco che vi raduna, vi fa famiglia, ed ora siete qui! “Ho sentito e ho visto una piccola creatura che dice di parlare con Gesù e con Maria: vuoi venire a vedere?” e quell'anima viene toccata, ma viene toccata da Dio anche se quella fiammella sembra piccola “vado, voglio vedere, voglio sentire”, ma “l'eccomi” è partito, è salito al Padre! Ed ecco un altro figlio che si unisce al Cuore di Dio perché Dio usa lo Strumento come scala per far salire i suoi figli, e questo è Pane vivo che scende dai Cieli: è la Parola, perché lo Strumento risponde solo “eccomi” al Padre, si lascia usare in pienezza, ha donato il Cuore, ha donato tutto di se, ora ha donato anche la sua vista per amore! Io, come Sacerdozio vivo ed eterno, posso dire queste cose, lo Strumento dirà sempre “Io vi vedo”! E voi, figli, rispondete a Gesù quando vi chiama “donaci la tua Luce!”, “donaci il tuo Spirito!”, “donaci il tuo Amore affinché ti vediamo e fai chiudere i nostri occhi al mondo ma spalanca sempre di più i nostri occhi a guardare la Croce!” Questo vi sussurra il mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno!(*) Cosa ti dicono queste parole? Tommaso, hai mandato giù l'Amore del Padre? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e dimmi cosa ti dicono le parole che hai appena ascoltato! (Tommaso) mi dicono che più uno offre al Padre la propria sofferenza, la propria disponibilità.. ma basta solo ascoltare semplicemente la Parola, e questo viene ricompensato dall'Amore del Padre, rimanendo sotto la Croce e gioiendo, offrendo al Padre tutto di se stesso, ogni minimo particolare. Solo così, offrendo il proprio “eccomi” completamente, si può rimanere attaccati alla Croce e alla speranza di rimanere ad attendere Gesù! (Piccolo Giovanni) ci sarete tutti!(*) Ci sarete tutti? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Io ci sarò, come lo sono sempre stato dinanzi alla Croce e indicandovi sempre il Vangelo, come sono stato in mezzo a voi prima di salire al Padre, e come lo sono ora per volere del Padre e per amore dello Strumento. Vengo solo a portare il Vangelo: non lasciate il Vangelo, non lasciate la Croce! Ricordate che Dio è antico e la sua Parola è duratura e niente e nessuno può cancellare la Parola di Dio! Il nemico si combatte con l'amore, con la Parola di Dio e con la preghiera, e Maria, da sempre, vi ha donato e vi dona il santo Rosario. Ed Io come Sacerdozio vivo ed eterno, come Piccolo Giovanni, “Santo Giovanni di oggi” come il Padre ha scritto, non Io, offro al Giglio il mio Alito e il mio Bacio! <Giovanni schiocca il Bacio e alita> E offro il Bacio e l'Alito ad ognuno di voi e al mondo intero! <schiocca il Bacio e alita> Così anche voi offritelo ai vostri nemici e all'umanità intera, ma accarezzatelo nei vostri cuori, come Maria ha accarezzato nelle sue braccia il Crocifisso, il suo Figliuolo morto per amore e per donare la vita eterna ad ognuno di voi e all'umanità intera! Figli, rimanete ancora famiglia di Dio e accogliete tutti i Dolori che Gesù vuole donare, che Gesù vuole poggiare sulle vostre spalle! Non abbiate paura della santa Sofferenza ma siate gioiosi quando arriva sempre di più perché lì c'è la certezza della Croce! Dove c'è la Sofferenza non ci può essere il nemico! RICORDATELO: il nemico promette gioia; il nemico promette tesori; il nemico promette di vivere nella pace, ma la Pace e la Gioia la offre solo Dio attraverso i Dolori! I rumori e i tesori non vengono da Dio ma dal nemico! Combattetelo con l'amore, con l'umiltà, con la semplicità e vivendo del Pane quotidiano che Dio vi dona, quel Pane che lascia scendere attimo per attimo! L'accumulare del pane del mondo viene dal nemico: non accumulate tesori sulla terra perché nulla porterete con voi quando il Padre vi chiamerà! I vostri cuori offrite al Padre: dove sono i vostri cuori, lì c'è il vostro tesoro, e il vostro tesoro è abitare nella Casa e stare al cospetto di Dio! Ecco! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di lasciare tutto e di stare al cospetto di Dio: è quello che vuole il Padre dal suo Cuore!(*) Figli miei, vi invito ancora a camminare nel Solco; vi invito ancora a consolare il Cuore di Maria, e Maria vi invita ad accarezzare le sue spade: fatelo, fate vostro il Dolore di Maria, figli! Cocciuta Divina! (Giulia) eccomi, Giovanni, come Cocciuta e misera peccatrice! (Piccolo Giovanni)Divina” ti vuole il Padre e “Divina” ti chiamo Io! (Giulia) eccomi! Perdonatemi! (Piccolo Giovanni) i tuoi occhi serviranno ancora al Padre, figlia, ma non temere! (Giulia) io non sono più mia, ma di Gesù!(*) Fate quello che il Padre vuole: eccomi! (Piccolo Giovanni) sarai perseguitata ancora, figlia mia, ma il tuo “Eccomi” è scritto nei Cieli, e col tuo “Eccomi” hai scritto l'eccomi di tutti i tuoi figli! (Giulia) Giovanni, fa brillare “l'eccomi” dei miei figli e nascondi il mio, ma sia fatta la volontà del Padre non la mia! (Piccolo Giovanni) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen rimanga sempre nei vostri cuori! (Alcuni) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) grazie, figli! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre! Vi lascio sempre il mio Cuore! Vi lascio la gioia del Pane spezzato! Non abortite Gesù quando uscite ma pregate per tutti i Figli Ministri: che si sappiano spezzare come si spezza Gesù! Ora Io vi saluto e vi invito ancora ad essere Croce nella Croce di Gesù! Ricordatevi che Dio è Padre e voi tutti siete figli: bussate ancora al Cuore del vostro Papà nel giusto del Vangelo e Lui vi dona tutto!(*) Cocciuta Divina, gioisci ancora nel portare sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e sia il tuo Cuore gioioso nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figliuoli del mio Cuore! Ed Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate nella Pace di Dio, figliuoli, e portatela ai vostri nemici e ai vostri cari! Io rimango con voi nella quiete e nella gioia della preghiera! Rimango in mezzo a voi attraverso i Dolori degli occhi della Piccola Cocciuta! <Giovanni schiocca un Bacio> Innalzate a Dio il vostro Bacio! <tutti schioccano un Bacio a Dio> (Giulia) grazie per i Dolori: non fatemi sporcare i Dolori!(*) Grazie! La preghiera prosegue con Giulia che prega in estasi la Salve Regina e le Litanie del Rosario.

 

Estasi vigile di Giulia(ore 18.11 circa)

(Giulia) Ho da dirvi qualcosa che ho visto con i miei occhi del cuore sugli occhi di Gesù e di Maria, vedere questi occhi di Mamma e di Papà pieni di gioia ma pieni di lacrime e di sofferenza. Dai loro occhi si vedeva.. non sto leggendo, qui ci sono solo i canti, per chi può pensare che ho scritto ciò che sto dicendo.. nei loro occhi c'era solo un grande amore, una grande gioia, una grande tristezza! Papà e mamma sulla terra quando vedono i loro figli che cadono per terra facendosi male ad un ginocchio, a un braccio o a un altro pezzo del nostro corpo che non è nostro, piangono, danno gridi, lamenti, corrono di qua e di là cercando un medico, e spesso e volentieri ci si dimentica di chiamare il medico che è Dio! Si cercano le raccomandazioni, i medici più bravi, i medici più importanti, magari riempiendo anche una busta per essere visitati e per essere curati meglio degli altri! Gesù e Maria non aspettano questa “busta”, Gesù e Maria aspettano soltanto il grido del nostro cuore, aspettano che noi alziamo gli occhi al Cielo e, nella busta, aspettano il nostro cuore, il nostro abbandono totale alla Mamma e al Papà, all'unica Mamma e all'unico Papà che possono curare tutte le nostre ferite, i nostri Dolori, le nostre malattie! Ed oggi quegli occhi.. forse me lo hanno insegnato il primo giorno.. sì, non forse.. ma oggi ancora di più, oggi, come giovedì, Gesù ha sempre usato il mio corpo! Col “” si muore al mondo, si muore alla vita, si rinuncia e si nasce nel Cuore del Padre, ma da questo giovedì, da questo sabato, Gesù si è poggiato ancora di più su di me; non sono degna di questo, ma se il Padre lo vuole io rispondo ancora il mio “eccomi” e vi vedo tutti con i miei occhi: vedo i piccoli errori, i grandi(errori), vedo i dolori, e indegnamente li porto nel Cuore del Signore! Non è bello stare dinanzi a Gesù masticando una gomma in bocca <si riferisce all’episodio di poco tempo prima, quando è stata invitata una persona a non masticare chewing gum durante la preghiera> e non voglio offendere la creatura, ma.. rispetto alla Croce, non a Giulia, perché io non sono niente: sono zero. Gesù ha detto che è vivo in mezzo a noi, il Padre dice che ci ama e quando si è dinanzi a un Papà: un Papà Antico, si mantiene il rispetto e la gioia di vivere, di guardare con gli occhi del cuore anche se non riusciamo a vedere con gli occhi che Dio ci ha donato, ma guardare con gli occhi del cuore è vivere nella pienezza, è vedere Dio, è amare Dio e rispettare quel Dio che guardandoci pure con tutti i nostri errori, con tutto il nostro non saper fare niente, viene in mezzo a noi, viene ad abbracciarci, viene a dirci ancora “Io non vi ho mai lasciati soli, sono sempre con voi e non vi lascerò mai soli”, e come figli, noi non possiamo dare niente: non sappiamo dare niente.. queste parole mi vengono dal Cuore, cerchiamo almeno di strapparci i nostri cuori come Gesù si è lasciato squarciare il Suo, e di donarlo a Gesù per la salvezza dell'umanità intera, perché i flagelli li vediamo con i nostri occhi. Vediamo i nostri fratelli cadere e non siamo capaci di alzarli; ci sforziamo a pregare, a volte anche addormentandoci, ma sono sicura.. sicura che Papà e Mamma accoglieranno anche quella preghiera mentre noi dormiamo, perché chi meglio di Loro può conoscere i nostri cuori? e se la preghiera parte dal cuore, Loro l'ascoltano anche quando dormiamo! Figli, io mi auguro di non aver turbato i cuori di nessuno di voi, ma di accogliere ciò che Maria e Giovanni in questo giorno sono venuti a portarci: ci portano il Pane per portarci a Dio! Auguri! (Tutti) Grazie!