LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 62

 

NON METTETE NEI VOSTRI CUORI LE COSE DEL MONDO,

MA LASCIATE I VOSTRI CUORI LIBERI A DIO E AL SUO AMORE

(dal messaggio del 24/11/2005)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

         1. Giov 27/10/2005, ore 21.03, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi!(*) Gioisci e fai festa, Sposa del mio Cuore, nell'accogliere, ancora una volta, i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Sposa del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore!  (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi! (Giulia) Gesù, tu sei ancora nel mare di Sangue e dietro di te ci sono sempre i bimbi! I sacerdoti ancora sono pochi e gli altri molto distanti! Gesù, oggi il tuo abito è bagnato di Sangue e tu piangi ancora, Gesù! (Gesù) vedi, figlia, guarda perché piango e guarda perché il mio abito è bagnato di Sangue! (Giulia) Gesù, cosa devo fare?(*) sì, Gesù! Gesù! (Gesù) guarda ancora, figlia!(*) (Giulia) Gesù, vedo ancora flagelli che scendono sull'umanità! (Gesù) figlia mia, invita sempre i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine della Croce a pregare; ma guarda, figlia!(*) vuoi aiutare Maria a fermare questo flagello? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) aiuta Maria a sollevare il velo!(*) (Giulia) Gesù!(*) (Gesù) non temere, questo si è fermato, ma altri scenderanno: pregate, figli, e poggiatevi sulla Roccia, abbiate fede! Pregate per tutti i sacerdoti e allargate le vostre braccia per abbracciare la Croce, ma state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce: combattetelo con l'amore, ma l'Amore che viene dal Cuore della Croce! Vi ripeto ancora una volta: Io non guardo la bellezza dell'esteriore ma guardo ciò che è nei vostri cuori; state attenti, figli, non lasciatevi confondere dal nemico in questi tempi! Figli, ricordate, ancora una volta che Io sono vivo e reale in mezzo a voi e vedo e sento ogni cosa, unitevi al mio Cuore, al Cuore della Croce! Figli, distaccatevi dai rumori del mondo! (Giulia) Gesù, tu piangi ancora! Perché piangi, Gesù? (Gesù) piango perché anche in quest'istante il Cuore di Maria viene trafitto: consolalo! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlioli, rimanete nella quiete e nella pace della preghiera e pregate con me in questo giorno! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vi invito ancora a combattere il nemico con l'amore: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici per far festa nel Cuore del Padre! (Giulia) Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere; tutti i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome; i figli che si uniscono a questa santa preghiera e tutti coloro che hanno portato! Come sempre metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti, e metto nel tuo Cuore il Giglio! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è  l'Amen del Cuore del Giglio, sbocci sempre di più dentro di voi, figli miei!  <si rivolge a Telesfore> Invita il Giglio di alzare la Croce e di benedire nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, dove poggerà i suoi piedi! Digli che in questo tempo il nemico vuole far suo il Progetto dell'Amore! Digli di tenere alto il santo Vangelo come il suo Cuore sa fare! Digli che consegno ancora nelle sue mani lo Strumento, e digli di pregare secondo le mie intenzioni! Invito ognuno di voi e l'umanità intera a pregare secondo le intenzioni del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Figlioli miei, vi invito ancora ad usare l'amore, a crescere nell'amore e a donarlo come Io lo dono ad ognuno di voi! Figli miei, amate senza misura, così l'umanità guarisce dai mali, perché l'umanità è malata, perché non ama; imparate ad amare, figli miei! Io parlo a voi e parlo al mondo intero! (Giulia) Gesù, insegnaci ad amare come ami tu! (Gesù) figlia!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia mia, guarda ancora(*) ma non dire ciò che vedi: aggiungilo al rotolo (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Gesù! (Gesù) prega, figlia, e immolati ancora per ciò che hai visto! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) figlia, vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire le tue mani alle mie secondo le mie intenzioni? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni, Sposa del mio Cuore, vieni sul letto della Croce, ma guarda i Chiodi e guarda chi li mette! Figlia, unisci le tue mani alle mie! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) <Giulia non grida, poi si accascia esanime> (Gesù) sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, non vedo più le mie mani e i miei piedi, vedo solo tanto Sangue che si unisce al mare! Gesù, vedo tanto Sangue che scende dal tuo Cuore! (Gesù) è il Sangue della Divina Misericordia, figlia! (Giulia) Gesù!(*) <Gesù si rivolge di nuovo a Telesfore> (Gesù) Dì al Giglio che il Sangue che la Cocciuta sta vedendo in quest'istante sta coprendo una delle sue chiese: il nome lo dirà la Cocciuta, ma digli di pregare ancora! (Giulia) Gesù, il Sangue non si ferma! (Gesù) non temere, anima mia! (Giulia) Gesù!(*) (Gesù) bevi, bevi il Sangue, figlia!(*) e ora prega con me!(*) Figlioli, rimanete ancora nella pace e nella quiete, non distraetevi, Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale! Figlioli del mio Cuore, sono venuto a visitarvi, rimanete nel Solco e non uscite fuori, perché Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori, figli, e vi invito ancora a stare attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce: amate, amate, amate e combattetelo con lo scudo della preghiera tenendo alta la Parola viva, il Pane fresco che viene donato in questo giorno, figli miei! (Giulia) Gesù, posso chiederti una cosa nel Cuore? (Gesù) sì!(*) (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) innalzate ancora l'Amen al Padre: Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Cresca sempre di più l'Amen dei vostri cuori e siate in pace con Dio, lasciatevi amare dal Padre donando “l'Eccomi” dei vostri cuori, ma “l'Eccomi pieno”, vivendo nella pienezza la Parola che è l'unica verità! Figlia mia, dovrai soffrire ancora e sarai perseguitata ancora a causa del mio Nome! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) rimani sempre cocciuta come il Padre ti ha scelta, figlia! (Giulia) Gesù, straccio dinanzi ai tuoi piedi, ai piedi della Croce!  (Gesù) fa che anche i tuoi figli restino sempre piccoli e abbracciati alla mia Croce, figlia mia! (Giulia) Gesù, posso stringerla io per loro quando sono deboli? (Gesù) Amen, figlia mia, Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Indica sempre la Via stretta e insegna la santa Sofferenza, perché solo attraverso la sofferenza arrivate a gioire nel Cuore del Padre e Io vi voglio tutti Santi e salvi, figlia mia! (Giulia) Gesù, il tuo Amore è così grande! Gesù, quanto ci ami e non sappiamo ricambiare nulla! (Gesù) guarda, figlia mia!(*) Dì ai tuoi figli che la mia promessa non viene meno: aspettatemi, Io verrò come ho promesso, ma non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma vigilate, figli, vigilate e non spegnete la lucerna dei vostri cuori! Ora vi chiedo ancora una volta: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! l'Amen del Cuore del Padre che è l'Amen del Cuore del Giglio, accarezzi i Cuori dell'umanità intera e di ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Eccomi! Figlioli, nell'unica Luce, nell'unica Verità e nell'unica Gioia sono qui in mezzo a voi a portare la Parola, il santo Vangelo, quel Pane appena sfornato dal Cuore del Padre, invitandovi a mangiarlo e a donarlo ai fratelli; invitandovi a tenerlo alto e a non calpestarlo sotto i piedi! Figli, la mia gioia è stare in mezzo a voi per donarvi ancora la Parola viva di Dio! Non scoraggiatevi, figlioli, alzatevi quando siete a terra, come si è alzato Gesù! Guardate il Legno della Croce e non fermatevi davanti alle persecuzioni! Andate avanti e con le vostre mani accarezzate i vostri nemici e donate all'umanità intera e ai vostri fratelli il Pane di Dio! Come Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, vi indico sempre il Solco del santo Vangelo che è lungo ed è profondo, ma vi indico sempre il Cuore del Giglio: inginocchiatevi dinanzi al lui con i vostri cuori e non fate l'errore che avete fatto con me! Accoglietelo, amatelo e lodate il Padre perché ve lo ha mandato! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che il mio Cuore gronda Sangue! Digli di pregare come in questi giorni e digli di abbracciare con me la Croce! E anche voi, figlioli, abbracciate la Croce e pregate, voi Discepoli, voi Colonne, voi  Suorine del Cuore della Croce, ma vivete in pieno il Vangelo di questo giorno che è pesante, figli miei! Io allargo le braccia e il mio Cuore è sempre aperto: venite tutti a fare festa nella gioia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Giulia) Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) lo so che il tuo Cuore gronda Sangue, figlia!(*) (Giulia) Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) figlia, la volontà del Padre è questa!(*) (Giulia) Amen, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Amen! Vi chiedo ancora di non farci usare! (Giulia) Giovanni, cosa devo fare per non farti usare e per non fare usare i tuoi fratelli? (Piccolo Giovanni) prega, figlia mia, e immolati come tu sai fare! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) ora vi chiedo con Amore, figli: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso!  <Giov. 30° sett. T.O / Lc. 13, 31-35> (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi qualche parola del Vangelo di questo giorno? (Tommaso) sì, Giovanni! I farisei che non si davano pace, hanno provato in tutti i modi di incastrare Gesù, ma Lui ha dimostrato in tutti i modi di non poter avere un movente per essere incastrato! Addirittura, ultimamente, appunto.. (Piccolo Giovanni) ..ce n'era qualcuno? (Tommaso) no, perché Lui usava solo l'Amore e quindi, anche ultimamente, dicevo, attraverso la spiegazione del sabato, li ha lasciati a bocca asciutta, perché loro portavano ad abbeverare e a mangiare gli animali, mentre Lui usava l'Amore con i figli di Dio! E anche questa volta non potendo trovare nulla per accusare Gesù, i farisei l'affrontano apertamente e lo invitano ad uscire fuori la città, ad andare via, ma Lui ancora una volta sgrida Gerusalemme, la rimprovera apertamente, annunciando l'ira di Dio, annunciando, appunto.. (Piccolo Giovanni) ..ciò che state vedendo attimo per attimo! Ho fatto diventare triste il tuo cuore?  (Tommaso) no, Giovanni! Il discorso è che ognuno di noi deve avere la forza e pregare molto affinché veniamo aiutati e troviamo gioia e coraggio, con lo Spirito del Signore, ad affrontare ogni cosa! Come hai fatto tu quando per andare incontro alla Mamma che ti aspettava, ti hanno fermato con bastoni, hanno fermato la macchina e hanno cercato anche di picchiare te e qualcuno di noi, ma tu caparbio, sei andato avanti, la Mamma ti aspettava, il messaggio era lì per te, perché il Progetto di Dio deve compiersi e deve andare avanti e quindi.. (Piccolo Giovanni) ..quante volte stanno cercando di fermare lo Strumento! (Tommaso) ma nessuno può fermare Dio! (Piccolo Giovanni) nessuno, può fermare o abbassare la destra del Padre! Solo il Padre può abbassarla, ma Maria la tiene ferma! Volete aiutare Maria?  (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) amate, amate come ama il suo Cuore di Mamma! Parla ancora! (Tommaso) Gesù annuncia ancora il Regno di Dio, dicendo che solo al terzo giorno lascerà tutto e Gerusalemme rimarrà vuota, sarà distrutta, fino a che l'umanità griderà forte: «beato colui che viene nel Nome del Signore!» I tempi in cui viviamo, Giovanni..  (Piccolo Giovanni) ..gridatelo anche voi, in quest'istante! (Tutti) «beato colui che viene nel Nome del Signore!» (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Siete qui riuniti nel Nome del Signore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) vi stringo al mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno, ma vi invito a stare attenti al nemico, indossa gli abiti più belli per confondervi e farvi cadere nella sua falsa luce: combattetelo sempre con l'amore! Parla ancora! (Tommaso) Ecco, Giovanni, i flagelli cadono in continuazione! Non c'è più cieco e più sordo di chi non vuole vedere e sentire, ma le scritture parlano dei sette flagelli! I flagelli sono già iniziati e stanno in mezzo a noi! Le trombe sono cominciate a squillare, ma qualcuno può dire, appunto, essendo cieco e sordo “ma ci sono sempre stati flagelli, guerre, disgrazie, trombe d'aria, ecc.” e potrebbero, appunto, confondere, per chi è poco attento, i tempi in cui stiamo vivendo! Il Sole, Giovanni, è già in mezzo a noi, e aspettiamo solo che ci vengano aperti gli occhi dallo Spirito Santo affinché il Sole scenda in pienezza!  (Piccolo Giovanni) ma l'ora la conosce solo il Padre, dovete solo vegliare, non addormentatevi, non chiudete i vostri occhi, non chiudete i vostri cuori, ma siano sempre aperti com'è aperto il Cuore del Padre aspettando ognuno di voi e l'umanità intera! «Dai tempi capirete quando sarà la mia venuta!» Cosa sta rimanendo? C'è solo morte non c'è più vita, perché l'umanità non cerca più Dio! L'umanità si è piegata non al Cuore del Padre ma al cuore della via larga! L'umanità si è piegata ad adorare il nemico e il mio Cuore gronda Sangue! Pregate, figli, pregate, perché non conoscete ciò che è scritto nel Libro di Dio! Almeno voi rimanete uniti alla Croce di Gesù gridando l'unica Verità: il santo Vangelo, la Parola di Dio! Non permettete che venga calpestato ma tenetelo sempre alto, e, come Io ve l'ho donato sempre e ve lo dono, donatelo anche voi! Indicate il Vangelo ai vostri figli, ai vostri fratelli, ai vostri nemici; quel Pane fresco che Maria impasta attimo per attimo: impastatelo anche voi! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di impastarlo anche lui come la Cocciuta lo impasta attimo per attimo attraverso i Dolori del Parto della Croce! Dimmi ancora! (Tommaso) certamente, Giovanni, i tempi che ci aspettano, per chi segue Gesù, sono tristi da una parte ma gioiosi dall'altra, se noi l'attendiamo con fede e con l'Amore di Maria! (Piccolo Giovanni) gioiosi nell'andare all'incontro dello Sposo che viene! (Tommaso) quindi, è solo la fede che ci farà avere questa forza di andare avanti, perché non è che noi siamo diversi dagli altri, dai nostri fratelli! Ecco, dobbiamo solo avere la lucerna accesa attimo per attimo e pregare!  (Piccolo Giovanni) siete solo stati scelti, come Gesù ha scelti i suoi Discepoli e il peso più grande è sulle vostre spalle perché avete ricevuto il sigillo della Croce! Hanno perseguitato me, lo faranno anche con voi! Dio vi ha scelti uno ad uno e state lavorando nella vigna: non fermatevi, andate avanti, perché le persecuzioni aumenteranno sempre di più, ma la Croce rimane sempre in piedi e «DIO È!» Cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) non so se posso fare questa domanda, ma se serve per mantenere meglio la lucerna accesa, io penso che dei sette flagelli atroci che ci aspettano, penso che siano ancora all'inizio! (Piccolo Giovanni) alzo le mani perché Io sono all'ubbidienza del Padre! Non ci provate: solo Dio conosce i tempi, siate pronti e preparati! Non essere triste, ma Io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre e ciò che il Padre mi lascia dire ve lo offro nei vostri cuori, non posso dire ciò che il Padre non mi lascia dire! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) anche se il Cuore della Cocciuta esplode, vorrebbe gridare, è all'ubbidienza di Dio e aspetta i tempi di Dio! Io vi invito sempre a pregare per tutti i sacerdoti affinché la Chiesa sia unita alla Croce di Gesù! Pregate forte per questo! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni!  (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora? (Tommaso) voglio dire che è pur vero che almeno noi che abbiamo creduto, abbiamo custodito.. anzi, abbiamo.. li abbiamo conservati, messi da parte per il momento, per i tempi che ci aspettano, i tre giorni di buio: l'olio, il vino, i fiammiferi, le candele benedette, ecc., no, volevo chiedere, Giovanni, almeno per chi ha creduto, penso che non ci troveremo “nel terreno..” come dice il Vangelo: “chi si trova nel terreno o nei campi, non torni indietro..” avremo la possibilità di ritrovarci tutti insieme, uniti.. (Piccolo Giovanni) ..lasciamo al Padre questo! Io ora vi dico: siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!  (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) e se siete qui riuniti, non è da voi, ma è Dio che vi chiama! Posso dire solo questo! (Tommaso) no, perché io, a qualcuno ho detto di non preoccuparsi perché Dio vede e provvede tutto.. e perché.. (Piccolo Giovanni) ..“Dio è Amore”, è questo che devi dire! È Amore, è Misericordia Infinita ma è anche Giudice, non dimenticatelo questo! Mettere i figli, i fratelli, nel Solco e dire loro che Dio è anche giudice! Il suo Amore non ha limiti, si dona senza misura, ma la destra del Padre è anche destra di giudice! Chiaro? (Tutti) sì! <si rivolge a Telesfore> Dona l'Alito e il Bacio al Giglio!  (Telesfore) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e alita!> volete accogliere anche voi il Bacio e l'Alito? (Tutti) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e alita> (Piccolo Giovanni) accoglietelo nei vostri cuori e donatelo, in modo particolare, ai vostri nemici! Donate il Bacio ai Figli Ministri e pregate, pregate affinché ne sboccino altri! Figli miei, i vostri cuori sono nella pace e nella quiete?(*) non avete la forza di rispondere? (Tutti) sì! (Mosè) abbastanza, Giovanni! (Piccolo Giovanni) che significa “abbastanza”? (Mosè) perché a volte cadiamo nel peccato, nell'egoismo! (Piccolo Giovanni) e allora “non sono nella pace e nella quiete”! (Mosè) ma ci rialziamo subito, Giovanni, o almeno tentiamo di rialzarci con l'aiuto del Padre! (Piccolo Giovanni) e in quest'istante sono nella pace e nella quiete i vostri cuori? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) siete disposti ad abbracciarvi gli uni gli altri? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e in quest'istante siete disposti a donarvi la pace che Dio viene a portarvi? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Pace a voi! Figli, donatevi un segno di pace, abbracciatevi, ma sia la mia Pace, ora e per l'eternità!  <I presenti si scambiano vicendevolmente il segno di pace> Sia questa pace duratura per ognuno di voi: la mia Pace nei vostri cuori! La mia Pace nei vostri cuori! Figli, vedete quanto è grande l'Amore di Dio? Ora siete qui ad abbracciarvi, ad accogliere l'Amore che Dio lascia scendere dentro di voi e nei vostri cuori, non permettete al nemico di portare via quest'amicizia, questa famiglia con Dio! Avete fatto famiglia con Dio! Vi siete abbracciati nella Dimora del Padre, non abortite Gesù, non abortitelo più da quest'istante, dall'abbraccio che avete donato a Gesù! Abbracciandovi avete abbracciato Gesù, figli miei, ma non fate come Giuda, non sia un abbraccio di Giuda! (Qualcuno) no! (Piccolo Giovanni) Figli, è facile rispondere “no”, ma quando si esce fuori si dimentica, Dio conosce i cuori.. <qualcuno stava per interrompere il discorso di Giovanni> non interrompere Dio quando parla”.. i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera e non potete nascondervi né dietro un albero e neanche dietro un muro, ché Dio vede e sente e non ci sono luoghi dove Dio non possa entrare! Stai aspettando il mio abbraccio? <si rivolge a Telesfore, poi lo abbraccia> lo offro ad ognuno di voi, figli miei! Lo offro anche al Giglio! Ora vi invito ancora a pregare! Come Sacerdozio vivo ed eterno vi indico sempre il Vangelo e vi invito sempre a pregare per tutti i sacerdoti! Ora uniti alla gioia che avete ricevuto, non dimenticate e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Amate e perdonate sempre e non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati! Figli, rimanete uniti ancora al Cuore della Croce preparando i vostri cuori all'incontro dello Sposo che viene! Figlia mia, bevi questo Calice e guarda per chi lo bevi!(*) (Giulia) è amaro!(*) (Piccolo Giovanni) un altro Calice per te, figlia!(*) (Giulia) sia fatta la tua volontà! (Piccolo Giovanni) ora volete disporre i vostri cuori? Disponetevi per ricevere dentro di voi Gesù spiritualmente che viene ad abitare nei vostri cuori! Disponetevi, figli, nella Pace, nella Quiete e nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, accogliete Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente! Il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi e lo Sposo avanza, venite tutti i figli!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) oh, Gesù! Oh, Gesù, mi ero perso e tu sei venuto a cercarmi; ero solo e tu sei venuto a farmi compagnia; tutti mi hanno abbandonato, ma tu sei venuto per rimanere sempre con me! (Gesù) sì, amico mio, sono venuto per rimanere sempre con te! Tu rimani con me sul letto della Croce! (Giulia) eccomi! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Gesù! (Gesù) ardi ancora, Sposa, e accendi l'umanità spenta! (Giulia) come straccio e misera peccatrice, Gesù, eccomi, accendimi come straccio dinanzi al tuo Amore! (Piccolo Giovanni) ora, il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Grande sarà la vostra ricompensa nei Cieli, ma sappiate: Dio non fa alcuna distinzione, siete tutti uguali dinanzi agli occhi del Padre! Ma vi ripeto ancora una volta: non abortite Gesù quando uscite fuori dalla Dimora di Dio! Volete innalzare al Padre la preghiera che ci ha insegnato? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) fatelo col cuore aperto, figli!  <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre Nostro che sei nei Cieli, non ci abbandonare quando i nostri cuori non si aprono, rimani ancora dinanzi alla porta! Padre, se trovi la porta chiusa, bussa più forte affinché io possa aprire e farti entrare nel mio Cuore e rimanere sempre con la porta aperta per accogliere tutti i miei fratelli, come ci accogli tu! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Fatelo durare questo “Amen” fino a quando scendete giù, e non abortite Gesù, prima! Figli, rimanete ancora nella Pace e nella Quiete della preghiera! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre ma vi lascio il mio Cuore e i Dolori del Parto attraverso lo Strumento! Figli, combattete ancora il nemico con l'Amore! Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle l'umanità intera e tutti i tuoi figli e gioisci ancora, anima mia, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo; nella gioia piena, fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! Vi sigillo ancora uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, figli miei! E come Sacerdozio vivo ed eterno per volere del Padre, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Andate in pace, figli miei, rimanendo nella Quiete e nell'Amore della santa preghiera! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, Pargoli del mio Cuore, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ!(*) (Piccolo Giovanni) grazie, figli! (Giulia) Papà!(*) Papà!(*) (Piccolo Giovanni) prega per questo flagello!(*) (Giulia) Papà!(*) (Piccolo Giovanni) non toccarlo!

 

 

 

        2. Giov 03/11/2005, ore 21.02, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*). Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati, figlia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia! (Giulia) Gesù, in questo giorno la Croce gronda Sangue e tu sei ancora nel mare di Sangue che diventa sempre più grande, Gesù, ma dietro di te ci sono sempre i bimbi! (Gesù) non dire il numero dei sacerdoti che sono dietro di me! (Giulia) sì, Gesù! Gli altri sono tutti indietro! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) i bimbi che sono attaccati al tuo abito sono tutti bagnati di Sangue! (Gesù) anche il tuo abito, figlia, è bagnato di Sangue! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) guarda chi lo bagna! (Giulia) Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù, sono dinanzi a te e come misera peccatrice allargo le mie braccia dinanzi alla volontà del Padre! (Gesù) guarda, figlia, ma non spaventarti di ciò che vedi e aggiungilo al rotolo!(*) Non dire ciò che stai vedendo; prega, figlia mia, e fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce! (Giulia) Gesù! (Gesù) guarda ancora! (Giulia) Gesù, vedo altri flagelli che scendono! Gesù! (Gesù) vuoi fermarli, figlia? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) immolati, dammi le tue mani! (Giulia) non sporco le tue, Gesù? (Gesù) dammi le tue mani, figlia!(*) Solleva il flagello! (Giulia) come?(**) Gesù! (Gesù) vedi le tue mani? sono bagnate di Sangue! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) asciuga il Sangue sul tuo Cuore! <Giulia porta le mani al suo cuore> (Giulia) le ho asciugate, Gesù! Gesù, non scenderà più quel flagello? (Gesù) l'hai fermato, figlia! (Giulia) tu l'hai fermato, Gesù! È il tuo Amore e la tua Misericordia di Padre, le mie mani non possono fermare i flagelli! (Gesù) l'Amore e la Fede, si, figlia, e invita i tuoi figli e l'umanità intera a crescere nell'amore e nella fede! Io vi invito sempre a stare attenti al nemico: combattetelo sempre con l'amore, figli miei! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che il Calice è pieno e digli ancora che la Croce è pronta; digli di pregare secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, e anche voi, figli, pregate sempre e non fermatevi, e in questo tempo preparate i vostri cuori a ciò che il Padre ha scritto! Destatevi dal sonno, figli, e siate vigilanti perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma solo il Padre mio conosce l'ora e il giorno! (Giulia) Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che sono qui riuniti, coloro che si uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori! E come sempre, Gesù, metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze che sono i sacerdoti, e come sempre metto nel tuo Cuore il Giglio! Gesù, fai che tutti i sacerdoti diventino come te, sei così raggiante e i tuoi occhi sono così belli, Gesù!(*) Perché in questo giorno mi guardi così, Gesù? (Gesù) perché sarai perseguitata ancora a causa del mio Nome: quanto ti costa quel “”, figlia mia! (Giulia) Gesù, guardami sempre così! (Gesù) Amen, figlia mia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è  l'Amen del Cuore del Giglio, riempia sempre il cuore di ognuno di voi! Figli miei, vi invito a vivere e a camminare nel Solco; figlioli, vi invito a crescere nella pace e nella quiete perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo! E  portando il santo Vangelo, che è l'unica Verità, la Parola, Cocciuta Divina, ti chiedo ancora una volta: vuoi abbracciare i Chiodi divini? vuoi unirti al Legno della Croce e poggiare le tue mani sulle mie ed essere inchiodata con me? (Giulia) sì, Gesù! Perché me lo chiedi quando sai che ardo d'amore, Gesù? non sono più degna di accoglierli, Gesù? (Gesù) ah, Cocciuta! Io sto chiedendo se vuoi accogliere i Chiodi! Guarda in questo giorno chi li mette e per chi li devi accogliere! (Giulia) eccomi, Gesù! Eccomi, sono pronta! (Gesù) guarda bene, figlia, te lo chiedo ancora una volta: vuoi accogliere i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) e guarda chi li mette e guarda per chi li devi abbracciare! (Giulia) eccomi, Gesù, sono pronta! (Gesù) vieni, vieni, Sposa del mio Cuore, abbraccia il letto della Croce con me!(*) <Giulia non grida e si accascia esanime> (Gesù) sollevati, anima mia!(*)  (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia, guarda le tue mani e i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, tu mi dici di guardare le mie mani e i miei piedi, io non li vedo più, vedo solo il tuo Sangue che scende e si unisce al mare e dal mare vedo il Pane fresco crescere e donarsi all'umanità intera, ma l'umanità getta via il Pane, Gesù! (Gesù) raccoglilo, figlia, raccoglilo e poggialo sulle tue spalle! Vedi?(*) (Giulia) vedo.. vedo la Croce, Gesù, che è poggiata! (Gesù) guarda quante anime la stringono! (Giulia) non c'è nessuno, Gesù: la Croce è sola! (Gesù) figlia, prega ancora per tutti i sacerdoti e fai pregare i tuoi figli! <Gesù si rivolge di nuovo a Telesfore> (Gesù) Dì al Giglio di pregare per la Chiesa tutta e digli portare sulle sue spalle tutti i Gigli, le Pietruzze, come li chiama la Cocciuta del mio Cuore! Voi, figli, camminate nel Solco tenendo sempre alto il santo Vangelo; vivetelo nella pienezza, mangiatelo e donatelo ai vostri fratelli, in modo particolare ai vostri nemici. Il  Vangelo di questo giorno è pieno, figli miei! <giov. della 31° sett. T.O.  /A Lc. 15, 1-10> Vi ricordo ancora una volta: state attenti al nemico, combattetelo con l'amore! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori dalla santa preghiera, figli, e ricordate sempre che Io sono vivo e reale in mezzo a voi: sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna! Figlioli del mio Cuore, ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen pieno del Cuore di Dio, che è l'Amen del Cuore del Giglio, cresca sempre di più nei cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Eccomi! Nella Gioia, nella Luce e nella Pace dell'unica Verità del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi. Col Cuore pieno di gioia vengo a portarvi la Parola, il Pane vivo che scende dai Cieli, quel Pane che solo Dio può donare all'umanità intera! E Dio usa i Figli Ministri per donare all'umanità Gesù vivo e spezzato per amore; Gesù che si lascia mangiare; quel Gesù che dona la Pace, la Gioia e la Quiete! Non gettate Gesù, non chiudete la porta a Gesù, ma accoglietelo con l'amore e crescete nella fede! Ma state attenti al nemico, usa tutti gli abiti per farvi cadere nella sua falsa luce! Anche tu, Giglio, stai attento al nemico, apri la porta del tuo cuore perché il Padre aspetta il tuo “Eccomi” nella Pienezza! Prega, figlio! E voi, figli, non lasciatevi confondere dal nemico, camminate nel Solco e vivete in pieno la Parola di questo giorno: mangiatela; gustate il sapore che Dio vi dona: è pieno perché è la pienezza di Dio che si dona all'umanità intera e ad ognuno di voi, e voi tutti siete figli, perché Dio vi ama, e amando Dio non fa distinzione; Dio abbraccia tutti i suoi figli, l'umanità intera, non lasciando nessuno, non è contento di avere 99 pecorelle, ma le lascia e va a cercare quella che è rimasta indietro! Così anche voi, figli, non lasciate indietro i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli carcerati, quelli che non riescono a camminare sul vostro passo, ma accogliete tutti come Gesù! Gesù non lascia nessuno dei suoi figli e così anche voi, non dovete lasciare i vostri nemici, ma accoglierli, portarli nei vostri cuori e fare festa, come fa festa Gesù quando guarda il cuore di ognuno di voi! Convertitevi, figli miei, e ritornate sulla Via del Vangelo! Io parlo a voi e parlo al mondo intero: RITORNATE A FARE AMICIZIA CON GESU’, non abortitelo perché Lui non lascia nessuno delle sue pecorelle! Ma ditemi: in questo giorno avete vissuto il santo Vangelo?(*) avete vissuto il santo Vangelo? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso!  (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Come hai vissuto il Vangelo di questo giorno? (Tommaso) Giovanni, nel Vangelo di questo giorno c'è il Cuore vivo del Padre che ci dà tutta la Gioia e ci fa capire quanto è grande veramente l'Amore del Padre per i suoi figlioli, soprattutto per una delle 100, quell'ultima! E non si trova pace, non si trova serenità, se non si va a recuperare quella pecorella smarrita: ecco, Giovanni! (Piccolo Giovanni) La poggia sulle sue spalle e tutto gioioso la porta dove sono le altre! Voi avete fatto questo in questo giorno? quante anime avete raccolto o avete lasciato?(*) E qua vi voglio! Le avete trovate per terra smarrite? vi siete avvicinati a loro? avete donato la vostra mano almeno per alzarle o siete andati avanti? magari anche puntando il dito? È pieno il Vangelo di oggi? (Tommaso) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) c'è il Cuore e l'Amore del Padre! Ma l'umanità si è fermata ad ascoltare la Parola? si è fermata a mangiare Gesù e a pensare a quella pecorella che si era smarrita? Vi chiedo ancora di pregare affinché la Chiesa sia unita alla Croce di Gesù! Ma dimmi, parla ancora!  (Tommaso) sì! Gesù invita ognuno di noi e ci spiega in tanti modi, con tante parabole, perché Lui per prima, non va a proclamare la Parola in piazza solo per farsi vedere o per farsi bello davanti ai sommi sacerdoti, ma si apparta, come sempre, con cuore umile, con gli ultimi, gli ammalati, quali sono i peccatori; quali sono i pubblicani che venivano mandati via dai farisei! Ecco, Gesù invita ognuno di noi col suo esempio a non abbandonare quella pecorella, possiamo capire veramente il Cuore di Dio e provare quell'immensità, quella gioia, quella dolcezza, che ogni nostro fratello: l'ultimo, può donarci, e solo se uno di noi fa un'esperienza di questo genere può capire Dio, può avere Dio dentro! Io penso che ognuno di noi, almeno una piccola esperienza l'abbia fatta! Io, Giovanni, ricordo vivamente ancora delle parole che mi sono rimaste impresse e piango dentro! Il giorno di Pasqua mi disse: “ci sarai domani?” «Domani» non c'era più e non so se.. mi sentivo in colpa, perché vedendo la sofferenza di questo fratello, l'atroce sofferenza e chi approfittava anche di questo.. ho pregato il Padre: “Padre, chiamatelo: fallo gioire con te domani!” Ma in questo «domani» non c'era più e ed io ho pianto per questo! (Piccolo Giovanni) perché hai pianto?  (Tommaso) perché lo volevo rivedere, mi aspettava!   (Piccolo Giovanni) ed ora non lo vedi nel volto di Gesù? (Tommaso) questo sì, sono sicuro, l'ho chiesto io stesso! (Piccolo Giovanni) e se l'hai chiesto, perché ti tormenti?  (Tommaso) perché la Gioia che mi ha dato era tanta, veramente ho visto Gesù vivo in lui; ho visto l’Amore pieno del Padre, un cuore vivo che chiedeva aiuto! Chiedeva l'amicizia; chiedeva conforto! La sua sofferenza era tanta che voleva la compagnia, non era tanto il piatto di pasta che glielo andavano anche a rubare!  (Piccolo Giovanni) sia sereno il tuo cuore!  (Tommaso) sì!  (Piccolo Giovanni) cammina nel Solco e non fermarti!  (Tommaso) molte volte, Giovanni, noi siamo combattuti, perché, forse, si usa troppo la..  (Piccolo Giovanni) ..gioite quando siete combattuti perché siete in pieno nel Solco, non diventate tristi! (Tommaso) molte volte vogliamo fare carità, ma sapendo che agendo in un certo modo.. ciò che.. chi è lontano, chiede, e potremo sbagliare. Ma l'aiuto, l'amore non è quello: è fare il gioco del nemico! Secondo me, avere il coraggio di fermare certe azioni, è portare nel Cuore del Padre, per regalare la Gioia vera, l'aiuto vero, l'amicizia vera! (Piccolo Giovanni) Giuseppe, qual'è l'aiuto vero e l'amicizia vera? (Giuseppe) se il chicco di grano non muore, pensavo, non porterà mai frutto! (Piccolo Giovanni) e portando frutto cosa dona?  (Giuseppe) la vita!  (Piccolo Giovanni) Amen! Ed essendoci la vita? (Giuseppe) essendoci la vita c'è il dono massimo della gioia! (Piccolo Giovanni) Amen! Vai avanti! (Giuseppe) oggi, nella celebrazione, quando leggevo il Vangelo, ho pensato che forse ero io quella pecorella smarrita e che ancora comincio a fare fatica a seguire Gesù! Spesse volte gli chiedo aiuto per essere la sua Immagine, però, ahimè, Lui lo sa che sono un peccatore e cerco di fare la sua volontà, ma non lo so se accetto.. (Piccolo Giovanni) ..e dico un altro “Amen”! (Giuseppe) non so se accetto la sua Croce, però.. (Piccolo Giovanni) ..la stai già portando!  (Giuseppe) però sono sicuro che da quando ho conosciuto una persona, e non farò il nome, perché.. (Piccolo Giovanni) ..la conosco già!  (Giuseppe) eh, mi sta aiutando moltissimo a seguire le orme di Gesù, per questo la ringrazio!  (Piccolo Giovanni) e lo farà ancora portando il peso più grande, e tu porterai quello piccolo e il Padre dice ancora: “Amen, Amen, Amen”  (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! Dona ai tuoi fratelli ministri il tuo amore, il tuo cuore e la tua semplicità e portali nel Solco! Puoi farlo perché è Parola di Dio: non temere! Non temere niente e nessuno ma vai avanti! (Giuseppe) ci sono dei momenti che per me sembrano dei vicoli ciechi o un tunnel del non ritorno e spesse volte mi chiedo: “signore, perché non mi chiami con te? Perché..(Piccolo Giovanni) ..anche la Cocciuta, ma è stata rimproverata! “Padre, eccomi: poggiati su di me quanto vuoi! Usami come vuoi! Sono qui dinanzi ai piedi della Croce come straccio!” Ma lascia che sia il Padre a decidere il tempo di ritornare a casa, ora hai indossato gli abiti della Croce, devi abbracciare i tuoi figli e l'umanità intera! Lavora nella vigna e fai lavorare tuoi fratelli! Chiaro? Dio è con te, vai avanti! Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) Giovanni, quello che ha detto Giuseppe, mi ha fatto ricordare, appunto, la ricorrenza di ieri, dedicata ai nostri cari, ad ognuno dei nostri cari! (Piccolo Giovanni) avete pregato per i vostri cari? (Tommaso) sì! Ecco, se ognuno di noi ha approfittato per questa indulgenza plenaria, con la preghiera, con la santa messa e le intenzioni, appunto di quello che dice la Chiesa, abbiamo veramente salvato i nostri cari, li abbiamo veramente portati nel Cuore del Padre, ma se ci siamo fermati per farci vedere, o per portare solamente fiori in continuazione, a questi cari, non li abbiamo voluti per niente bene; non li amiamo veramente; io di questo penso di esserne certo! E allora ogni volta che io incontro qualcuno o che ne parlo di questo, dico sempre che la cosa necessaria è pregare in ogni momento, in ogni luogo, tenerli stretti nei nostri cuori e aiutiamoli con la preghiera, perché se sono nel Purgatorio, veramente queste preghiere servono a qualcosa, ma se allontaniamo la preghiera, il Sacrificio Eucaristico, che è la cosa essenziale, anche i nostri cari piangono perché loro ci vedono da sopra! E ultimamente, un po' tutti siamo tormentati da questo, perché molte volte ci facciamo vedere come “sacchi vuoti”! Dio nel Vangelo ci ha detto, appunto: “lasciate i morti seppellire i loro morti!” Noi dobbiamo avere il cuore vivo, i nostri cari li dobbiamo portare dentro solamente con la preghiera! Ecco, io questo penso! (Piccolo Giovanni) la preghiera è il Pane, le altre cose non hanno alcun senso e invitate tutti a pregare! Figli miei, ve lo ripeto sempre: distaccatevi dalle cose del mondo e rimanete saldi nella preghiera, nel portare la Croce, nel tenere alto il santo Vangelo e nel donare il Pane a tutti! Ma state attenti al nemico, vuol far suo il progetto dell'Amore! Vuole distruggere i sacerdoti perché attraverso le mani consacrate viene donato Gesù, e sapete bene che il Sole di Fatima è nelle mani del Giglio <si rivolge a Telesfore> Ricordagli ancora: “Giovanni ti dice che il Sole di Fatima è nelle tue mani e il Cuore Immacolato di Maria trionferà in questo Luogo baciato da Dio e nel mondo intero! per questo siate gioiosi, figli miei, ma fate crescere sempre di più la vostra fede, amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici! Conosco il cuore di ognuno di voi: bussate ancora nel giusto del Vangelo, figli, e il Padre lascia scendere nei vostri cuori ciò che state chiedendo, ma nel giusto del Vangelo! Dimmi ancora! (Tommaso) ritornando, Giovanni, al Vangelo di questa sera, è da considerare questa pecorella smarrita come un diadema da proteggere, da ricercare veramente per inserirla in questo piano meraviglioso che è il piano di Dio! Infatti, io rappresento sempre come un mosaico che se manca una pietruzza, se mai, proprio la più lucente, questo quadro è nullo! Ecco perché Gesù ci invita a lasciare sempre gli altri, le 99, per cercare proprio la più bisognosa e solo così possiamo sentirci veramente col cuore pieno d'amore, ed essere sicuri di essere nel Cuore del Padre, perché Dio è Padre, Dio è Amore, Dio è amico di ognuno di noi, Dio è salvezza dell'umanità intera! (Piccolo Giovanni) e ci chiama tutti “figli” e tutti siamo figli dell'unico Papà che è Amore e salvezza, perché è Croce, e solo abbracciando la Croce c'è la salvezza e la vita eterna: senza la Croce non c'è vita eterna! “Chi mi ama prenda la propria Croce sulle spalle e mi segua!” Mi seguirete con la Croce? (Qualcuno) sì! (Piccolo Giovanni) quanti “” avete sentito? È facile rispondere, il difficile è prendere la Croce e salire il Monte! “Lo Spirito è pronto ma la carne è debole!” “Padre, se è necessario, se proprio lo devo fare, porto la Croce!” Cosa volete fare? rispondere come Gesù o rispondere come gli uomini? “Ora mi diverto un po', metto da parte la Croce e il Calice, quando sono pronto mi presento, tanto Dio è Misericordia, mi perdonerà!” Sì, Dio è Misericordia Infinita, perdona anche i figli che si nascondono dove non so, perché non ci sono posti dove Dio non può vedere! “Padre se è possibile, passi da me questo Calice, ma sia fatta la tua non la mia volontà!” Vi potete nascondere in qualche Luogo? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) la Cocciuta si può nascondere? (qualcuno) no! (Piccolo Giovanni) l'ha mai fatto? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) pensate che lo farà? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) no, non lo farà, perché ama così tanto la Croce, non si è mai vergognata di amarla, di farla conoscere e di donarla all'umanità intera, in modo particolare ai sacerdoti! Quando ridono di lei è così gioiosa e alza gli occhi al Cielo per lodare Dio! Non fermatevi dinanzi alle persecuzioni, ma andate avanti e vivete in pieno il Vangelo di questo giorno! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! <Giovanni si rivolge a Telesfore> (Piccolo Giovanni) Dona sempre il Bacio e l'Alito al Giglio!  <Giovanni schiocca il bacio e alita> E accogliete anche voi il Bacio del Cuore della Croce e l'Alito dello Spirito Santo!  <Giovanni schiocca il Bacio e alita> (Piccolo Giovanni) e donatelo all'umanità intera e ai vostri nemici! Ma come Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, vi invito sempre a tenere alto il santo Vangelo, a portare la Croce sulle proprie spalle e a combattere il nemico amando: amate, amate, amate, perché nell'amore c'è il Cuore di Dio che si dona ad ognuno di voi e all'umanità intera! Figli, vi chiedo ancora una volta: non abortite Gesù! Non abortite quel Pane, lo chiedo a voi che siete qui riuniti, lo chiedo all'umanità intera e in modo particolare, lo chiedo ai Figli Ministri: unitevi al Cuore di Maria e impastate con Maria il Pane dei Cieli! Figli, ora siete disposti ad accogliere Gesù che viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporre i vostri cuori per fare festa al Banchetto Nuziale?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli, distaccandovi dalle cose del mondo e unendovi al Cuore di Dio che è il suo Banchetto ed è qui, è pronto per ognuno di voi, e lo Sposo avanza per fare festa con le proprie Spose! Unite i vostri cuori al Cuore di Dio! Figli, in quest'istante portate i vostri nemici e fate festa con loro!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(*) (Giulia) ecco, Gesù, io sono la pecorella smarrita e tu sei venuto a raccogliermi, mi hai poggiato sulle tue spalle, mi hai donato da mangiare e da bere, mi hai fatto fare festa al tuo Banchetto! Oh, Gesù, quante pecorelle ancora ci sono da raccogliere, ma sono sicura che non ne lascerai nessuna, tutti seguiranno te, perché tu non ci lascerai! Gesù, come sei andato a raccogliere quella pecorella, raccoglierai tutte le altre che sono state disperse anche da me! (Gesù) non ne hai lasciata neanche una, perché porti tutti i tuoi figli e l'umanità intera sulle tue spalle, e per questo dico: Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, figli, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore! Ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Donate a tutti la pace che Dio ha lasciato scendere nei vostri cuori! Figli, grande sarà la vostra ricompensa nei Cieli, ma vi invito ancora pregare: pregate affinché le Mura che sono cadute si rialzino, e in questo giorno pregate per la Casa di Roma. Figli miei, il mio Cuore gronda Sangue come gronda Sangue il Cuore dello Strumento! Il Rotolo che contiene nel suo Cuore è bagnato di Sangue: pregate, figli, affinché il Padre vi lasci ancora lo Strumento per donarvi il Pane di Dio! (Giulia) Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) eccomi, figlia!(*) (Giulia) eccomi, come straccio dinanzi ai piedi della Croce!(*) Eccomi! Eccomi! Eccomi!  (Piccolo Giovanni) figli, benedite il Padre per tutto l'Amore che lascia scendere nei vostri cuori nella Dimora che ha preparato per ognuno di voi! Siate vigilanti e non spegnete le lucerne dei vostri cuori! E con le lucerne accese innalziamo al Padre la preghiera che ci ha insegnato! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre Nostro, Padre mio, tu sei qui in mezzo a noi! Quanto è grande il tuo Amore per essere ancora in mezzo a noi! Vieni a visitarci, vieni a donarci ancora il tuo Amore pur vedendo i nostri cuori lontani, chiusi, spenti! Non c'è misura per misurare l'Amore che in quest'istante stai lasciando nei nostri cuori! “Padre, io ho sporcato il tuo Cuore e tu mi offri l'Amore! Io ti ho ucciso e tu mi offri l'Amore! Io sono carico di peccati e tu mi offri l'Amore! Padre, come sono cieco! Padre, come sono sordo! Poggia la mia mano, poggia la mia mano sul tuo Cuore, Padre, affinché io mi possa liberare, affinché io possa sentire e vedere tutto l'Amore!(il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Il mio “Amen”, è l'Amen che ha portato il Giglio in mezzo a voi: ascoltate il suo grido, figli miei! Ecco, la mia gioia che abita nei cuori di ognuno di voi, voi donatela all'umanità intera, figli, e rimanete nella Pace e nella Quiete della preghiera! Unitevi ancora al Cuore della Croce e pregate secondo l'intenzione del Padre! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre ma vi lascio il mio Cuore! Col Sigillo del Piccolo Giovanni sigillo i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera, col Bacio che scende dal Cuore del Padre! Vi invito ancora a tenere alto il santo Vangelo e camminare nel Solco, non abortite Gesù quando uscite fuori, figli miei! Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! E Io vi benedico col Padre, col Figlio e con Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! La Pace che regna nel Cuore del Padre, regni sempre nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen! Figli, rimanete ancora nella Gioia, nella Quiete e nella Pace della preghiera! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! (Giulia) Papà!(*) Uso ancora i tuoi occhi? (Piccolo Giovanni) figlia mia, sono tuoi!(*)  (Giulia) Papà!(*) (Piccolo Giovanni) Dì solo al Giglio ciò che hai visto! (Giulia) eccomi, Papà!

 

 

          3. Giov 10/11/2005, ore 21.07, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi!(*) Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati ancora, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della Croce, figlia! Figlia mia, guarda in questo giorno!(*) (Giulia) Gesù, posso dire ciò che vedo? (Gesù) sì, figlia! (Giulia) vedo una porta aperta, Gesù! (Gesù) guarda ancora!(*) (Giulia) vedo un altare, Gesù! Com'è bello, Gesù, e com'è bello il Calice che è sull'altare! La tovaglia che lo copre non so descrivere come è fatta, manda tanta luce! (Gesù) guarda nel Calice! (Giulia) è vuoto! Gesù, non c'è.. non c'è nulla! Perché è vuoto, Gesù? (Gesù) ora ciò che vedi non dirlo, lo dirai al Giglio! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) Eccomi, Gesù!(*) Ora tu sei ancora nel mare di Sangue e dietro di te ci sono sempre i bimbi bagnati di Sangue, Gesù! (Gesù) non dire il numero dei sacerdoti che sono dietro di me! (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..dillo, figlia! (Giulia) la distanza degli altri si sta avvicinando! (Gesù) prega per questo e fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce! (Giulia) Gesù, il mare è così grande ed è diventato più alto, Gesù! (Gesù) sì, figlia mia, perché Dio è sempre crescente! Imparate a crescere anche voi, figli, ma vi ripeto ancora una volta: state attenti al nemico, è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce e allontanarvi dalla Croce; combattetelo sempre con l'amore: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre nei vostri nemici per far festa nel Cuore del Padre! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di ricordare il suo «Sì»! Ma dico ad ognuno di voi: ricordate il vostro «Sì» dinanzi alla Croce e non temete niente nessuno! Figlioli del mio Cuore, ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita Eterna! Figlioli del mio Cuore, non prostratevi a dei sconosciuti, ma solo dinanzi al Legno della Croce! (Giulia) Gesù, se ti servo come straccio, fammi stare sempre ai piedi della Croce, ma sia fatta la tua volontà, Gesù, perché ciò che desidera il mio Cuore tu lo conosci! (Gesù) figlia, dovrai soffrire ancora: a causa del mio Nome sarai perseguitata ancora dai Grandi della Casa del Padre! (Giulia) eccomi, Gesù! Sono solo tua, usami come vuoi, Gesù, ma prendi in braccio tutti i miei figli e l'umanità intera! (Gesù) sono poggiati sulle tue spalle, figlia! (Giulia) Gesù, il peso lo porti tu, non io! (Gesù) perché tu ti senti leggera, ma la leggerezza è il tuo amore! Figlia, non chinare il capo, guarda!(*) (Giulia) Gesù, io non merito tutto questo, non sono capace di far nulla! (Gesù) lascia che sia il Padre a decidere questo! (Giulia) Eccomi! Gesù, come sempre metto nel tuo Cuore tutti quelli che in questo giorno si sono affidati alle mie preghiere; tutti i figli che sono qui riuniti; i figli che si uniscono e tutti quelli che portano nei loro cuori e, Gesù, come sempre, metto nel tuo Cuore le mie Pietruzze: i sacerdoti e il Giglio! Gesù, ascolta il grido del mio Cuore!(*) (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è  l'Amen del Cuore del Giglio, rimanga sempre nei vostri cuori, figlioli, per farvi camminare nel Solco!(*) Eccomi! Figli, vi invito ancora ad accogliere i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli carcerati, non lasciate nessuno fuori della santa preghiera e aprite la porta dei vostri cuori come è aperta la mia! (Giulia) Gesù, com'è bello il tuo Cuore! (Gesù) guardalo, figlia, e attraverso i tuoi occhi fallo guardare all'umanità! (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia mia, uso ancora i tuoi occhi! (Giulia) eccomi, Gesù! <si rivolge a Telesfore> (Gesù) Dì ancora al Giglio che il suo Cuore è inchiodato alla Croce e allo Strumento! Digli che dovrà soffrire ancora a causa del mio Nome! Figlioli, pregate e fermate i flagelli che scendono ancora sull'umanità! In pochi siete a pregare nel mondo intero, perché Io parlo a voi e all'umanità sorda e cieca! Figlia mia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) guarda i tuoi angeli!(*) non chinare il capo! (Giulia) cosa raccolgono, Gesù? perché non riesco a vedere?(*) Gesù!(*) Gesù!(*) Gesù, chi ha calpestato quelle Ostie? (Gesù) guarda, figlia, ma non dirlo! I tuoi angeli stanno raccogliendo: baciali, figlia, e ferma quest'altro flagello! (Giulia) oh, Gesù!(*) Gesù! (Gesù) prega, figlia mia, per tutti i Figli Ministri e solleva le Mura! (Giulia) le tue mani sono ancora bagnate di Sangue: cosa devo fare col Sangue, Gesù?  (Gesù) dammi le tue mani, le pulisco Io, non temere!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) figlia, prega ancora e fai pregare tutti i tuoi figli! Ora vuoi unire le tue mani alle mie? vuoi abbracciare ancora una volta i Chiodi divini? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciarli per tutti i sacerdoti? (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vieni Sposa del mio Cuore! Guarda i Chiodi e guarda chi li mette! (Giulia) eccomi!(**) <Giulia nonostante la sofferenza non grida e si accascia esanime> (Gesù) sollevati, anima mia!(*)  (Giulia) Gesù! (Gesù) guarda le tue mani, guarda i tuoi piedi! (Giulia) Gesù, dove sono le mie mani? dove sono i miei piedi? vedo solo il mare di Sangue che cresce sempre di più, Gesù; anche dai tuoi capelli scende il Sangue, Gesù, ma noi siamo così duri da non vedere, da non sentire, Gesù! (Gesù) prega, affinché l'umanità mi accolga! Eccomi, Io sono in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nei vostri cuori! Cercate sempre il Pane fresco e mangiatelo, figlioli, ma state attenti al nemico: amate, amate, amate senza misura e combattete il male con l'Amore che vi viene donato dal Padre nella Dimora! <si rivolge di nuovo a Telesfore> Dì al Giglio di abbracciare l'Amore che gli è stato donato nella Dimora del Padre e di bere il Calice come l'ho bevuto Io! Figlioli, vi invito ancora a camminare nel solco e a prendere sulle vostre spalle la Croce: “chi mi ama, prenda la propria Croce e mi segua!” Figlioli, non dimenticate i tre giorni di buio, siate pronti e preparati perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno, ma sappiate che Io verrò nella Pace, nella Quiete e tutti vedrete la mia Luce! Figlioli, tenete sempre alto il santo Vangelo! Ora vi chiedo con Amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere, ancora una volta, il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*)  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! L’Amen del Cuore di Dio, che è l'Amen del Cuore del Giglio, faccia sbocciare nei vostri cuori l'Eccomi Pieno al Padre! Eccomi! Nell'Amore e nell'ubbidienza al Padre sono ancora in mezzo a voi col capo chino dinanzi alla Parola, perché Io vengo a portarvi solo la Parola: il santo Vangelo, quel Pane che riempie i cuori di ognuno di voi, perché siete qui riuniti e avete fame, fame di Dio, fame di giustizia, fame d'amore e l'amore viene solo da Dio, dalla sua Parola! Tenete sempre alto il santo Vangelo e amate, amate! Figli miei, cercate quella Luce e fermatevi chinando i vostri capi solo dinanzi alla Croce! Non cercate i rumori del mondo ma la Quiete di Dio, la Pace che solo Dio può lasciare nei vostri cuori e quella Pace la trovate nel Pane che Dio vi dona attimo per attimo! E nell'ubbidienza al Padre Io vengo a portare il Pane fresco invitandovi sempre a pregare per tutti i confratelli, per tutti i Figli Ministri; in questo tempo non lasciateli soli ma preparate le culle e cullateli nei vostri cuori come cullate Gesù! Figli miei, il nemico è sempre dietro l'angolo, ma voi avete lo scudo, avete il Vangelo e l'Amore che Dio lascia scendere dentro di voi: combattete il nemico con l'Amore, figlioli! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che niente nessuno fermerà l'Amore che arde nel Cuore dello Strumento, e digli che l'Albero è Lui nella Dimora del Padre, e l'Albero è la Croce! Figlioli, pregate, pregate secondo l'intenzione del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Cocciuta! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) guarda ancora cosa il Padre ha preparato per te!(*) (Giulia) Giovanni, posso parlare? (Piccolo Giovanni) sì, figlia! (Giulia) i Calici che ho visto sull'altare.. (Piccolo Giovanni) ..alla fine della preghiera dirai a Giuseppe cosa c'è nel Calice! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) non dovrai scriverlo, dovrai solo dirglielo! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) non temere, anima mia! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) non temere, il Padre l'ha scelto come ha scelto i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce! (Giulia) Giovanni, oggi tu indossi i paramenti, non hai solo l'abito bianco! (Piccolo Giovanni) Guardali e come li vedi.. (Giulia) ..Giovanni, non so disegnarli! (Piccolo Giovanni) non dovrai disegnarli, tieni nel tuo Cuore ciò che ti sto dicendo! (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ora vi chiedo con amore: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <giov. 32° sett. T.O. /A. Lc. 17, 20-25> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) come sono tiepidi questi “”! Se sono così tiepidi, com'avete vissuto il Vangelo? col fuoco spento? Tommaso!  (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi il Vangelo di questo giorno? (Tommaso) sì, Giovanni! Ancora una volta i farisei tentano Gesù, e questa volta gli fanno una domanda molto importante: “quando verrà il Regno di Dio?”, lo vorrebbero sapere tutti! (Piccolo Giovanni) Giuseppe, quando verrà il Regno di Dio? (Giuseppe) booh! (Piccolo Giovanni) avete sentito con quale semplicità: “booh”! È in mezzo a voi il Regno di Dio? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Giuseppe, lo è? (Giuseppe) da ciò che ha detto Gesù, noi siamo Tempi vivi dello Spirito! (Piccolo Giovanni) Amén! (Giuseppe) non cerchiamolo altrove, perché è dentro di noi! (Piccolo Giovanni) si va di qua e di là, dove c'è grande rumore, quando Dio batte nei cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Dove arde l'Amore, lì.. (Giuseppe) ..c'è Dio.. (Piccolo Giovanni) ..c'è Dio! Vuoi parlare ancora? Lasciamo parlare! (Giuseppe) preferisco la via del silenzio! (Piccolo Giovanni) Tommaso! Tommaso! (Tommaso) eccomi!  (Piccolo Giovanni) eccomi! Dimmi cosa c'è nel tuo cuore della Parola! (Tommaso) della Parola, Giovanni.. è qui il Regno di Dio che stiamo vivendo giorno per giorno e attimo per attimo, ma tutti si aspettano qualcosa di grande, qualcosa di stupendo, qualcosa di inimmaginabile, ma Gesù ce lo spiega chiaramente nel Vangelo che Egli verrà col silenzio, nel modo più inaspettato; nel modo più semplice, in un tempo, come si dice, che sarà splendore, ma all'improvviso come un lampo! Ecco perché dobbiamo essere pronti con le lucerne accese! (Piccolo Giovanni) come le dieci vergini?  (Tommaso) sì!  (Piccolo Giovanni) non fatevi mancare l'olio! Siate pronti e preparati! Vedi, in una delle mie Messe, che ha assistito anche la Cocciuta, il mio popolo mi amava! Mi faccio la domanda: mi amava? Mi ascoltava, mi veniva dietro, ma come Gesù, portando nei cuori delle riserve e in quella Messa, la Cocciuta ha detto quello che Gesù e Maria hanno lasciato nel suo Cuore come oggi, e Telesfore ricorda molto bene quando Io col Cuore grondante di Sangue mi sono rivolto al mio popolo dicendo “ecco, non solo così parla Gesù e Maria, come avete ascoltato attraverso lo Strumento, parla anche come lo sto facendo Io adesso! La Cocciuta mi ha guardato, ha chinato il capo e alla fine si è avvicinata, mentre Io toglievo i paramenti, dicendo: “te lo sei fatto sfuggire!” E guardandola fissa negli occhi gli ho chiesto: “perché? qualcuno ha capito?” Lei ha risposto: “non tutti, ma una parte si!” Ricordi questo, nella bella e splendida casa del confratello Domenico? <Telesfore fa cenno di ricordare> cosa hai capito di quello che ho detto? (Tommaso) penso di aver capito che tu, con semplici parole, parlavi del Mistero di Dio già in mezzo a noi, ma la gente pensava ad un'omelia distratta!  (Piccolo Giovanni) hai capito bene! Vedete, Giuseppe ha risposto “booh!” e vuole rimanere in quel silenzio che grida, grida tutto l'Amore di Dio, l'Amore della Croce, l'Amore della Verità, e come batte forte il suo Cuore! Vi invito a pregare per tutti i sacerdoti; vi invito ad essere uniti alla Croce di Cristo e a tenere sempre alto il santo Vangelo! Non abbassatelo mai, non date spazio al nemico, figli, perché sapete bene che l'amore annienta il male: fatelo crescere sempre di più e vivete nell'amore! Sia la vostra vita Amore per donarlo! La Parola di Dio è Amore e si dona attimo per attimo! Cosa c'è ancora nel tuo cuore?  (Tommaso) devo dire, Giovanni, il Regno di Dio è sempre stato in mezzo a noi, perché Gesù, quando è salito ha detto: “vi lascio lo Spirito Santo fino alla fine del mondo!” e quindi.. (Piccolo Giovanni) la fine del mondo si intende “la fine del male”!  (Tommaso) sì!  (Piccolo Giovanni) dove trionferà il Cuore Immacolato di Maria: il Sole di Fatima!  (Tommaso) certo, Giovanni! E se qualcuno ancora non vuole accettare o per comodità non vuole capire che Dio è già in mezzo a noi e sta preparando il Regno di Dio al Padre, ma almeno faccia riferimento ai frutti, a quello che Dio ci viene a portare, perché, come ci spiega il Vangelo, “dai frutti riconosceranno se viene tutto da Dio o da mammona!” E allora, coloro che dicono “quando i tempi saranno maturi avrò la possibilità di poter decidere, la possibilità di poter riconoscere Dio!” è un falso, perché, come ci diceva l'altra volta Giuseppe, se il Seme non muore non ci può essere una nuova pianta, non può germogliare l'albero! E allora, anche San Paolo, sotto questo profilo, ci spiega chiaramente che il tempo di Dio arriverà, è vero come una folgore, in silenzio, quando meno ce l'aspettiamo, ma tutto sarà trasformato in un attimo! I viventi e i morti in Cristo risorgeranno col Corpo Glorioso di Cristo.. sempre un corpo, ma un corpo senza male, quando Satana, appunto, verrà buttato negli abissi e chiuso con la catena! Ecco, dico a coloro: come si fa ad essere certi di poter.. (Piccolo Giovanni) ..alzo le mani, non giudichiamo, lasciamo che sia il Padre a giudicare! Non è un rimprovero a te!  (Tommaso) volevo intendere.. giusto per dire che la candela.. (Piccolo Giovanni) ..ma per chi ascolta, può capire che stai giudicando, lasciamo che sia Dio a fare scorrere il mare della giustizia! Chiaro? (Tommaso) sì, Giovanni! <Giovanni si rivolge a Telesfore> (Piccolo Giovanni) Dì al Giglio che il Regno di Dio è in mezzo a voi! Vi invito ancora a pregare e a fermare i flagelli che scendono ancora sull'umanità perché c'è poco amore! Fate crescere il vostro ancora di più e donatelo, e sia la vostra fede sempre crescente, figli miei!  <si rivolge a Telesfore> Dona ancora il Bacio e l'Alito al Giglio!  <Giovanni schiocca il Bacio e alita!> E lo offro ad ognuno di voi  <Giovanni schiocca il Bacio e alita> accoglietelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, figli miei! Ma in questo giorno voglio farvi un regalo.. <nel frattempo qualcuno tossisce> ..quella non era la mia Tosse! <3 colpi di tosse, poi 5 colpi di tosse più lievi ed un’alitazione> oggi è importante questa “Tosse”: lo capirete nei giorni che verranno! Preparate i vostri cuori e preparate le culle per il Dio Bambino che viene a nascere ancora una volta! Il suo Amore e così grande da non lasciare l'umanità, ma di nascere attimo per attimo! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di Nascere ancora: lui capirà! Ora vi chiedo con amore: volete far festa? volete accostarvi al Banchetto? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete disporre i vostri cuori per ricevere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, disponete i vostri cuori alla bellezza di Dio, all'Amore di Dio che viene ad abitare nei vostri cuori! Vedete, Dio non chiede nulla per sé, Dio si dona sempre attimo per attimo: ha una misura l'Amore di Dio? (Marina) no! (Piccolo Giovanni) non ha che “una misura”! Guarda l'esteriore l'Amore di Dio? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) Dio guarda solo i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera e nei cuori trova un piccolo seme, un seme d'amore, e lì si ferma; si unisce a quel piccolo seme d'amore per farlo crescere e diventare una pianticella, quella pianticella che è Croce! Guardate nei vostri cuori, cercate e togliete tutto quello che non appartiene a Dio! Ora il Banchetto è qui, è in mezzo a voi e lo Sposo avanza! Venite tutti a fare festa, Spose del mio Cuore!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**) (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) sono nel tuo Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) sono nel tuo Cuore! (Giulia) Gesù, ti vedo così piccolo che passi nei cuori dei figli che sono qui riuniti, i figli che si sono uniti a questa santa preghiera e tutti coloro che hanno portato nei loro cuori! È bello vederti così entrare nei cuori di tutti! (Gesù) ora stai vivendo in pieno, figlia, questa gioia! (Giulia) è bello, Gesù, è bello vederti entrare! Oh, Gesù, rimani sempre! (Gesù) Io lo sono, figlia, ma guarda quanti figli mi abortiscono! Prega, figlia mia, prega affinché l'umanità faccia amicizia con me! (Giulia) Gesù! Gesù! Eccomi, ascolta il Cuore! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi! Figlioli del mio Cuore, quando uscite fuori non giudicate e non abortite Gesù, ma amate, amate, amate! Figli, ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, di tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera, quella Mamma che è curva e prega per tutti i suoi figli che ha abbracciato ai piedi della Croce! Siate Mamme anche voi, abbracciate i vostri nemici dinanzi ai piedi della Croce e combattete il male con l'amore! Pregate ancora che la Chiesa tutta sia unita al Crocifisso, al Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli miei! Pargoli del mio Cuore, e i Pargoli si rivolgono sempre al Papà: volete alzare ancora una volta gli occhi al Cielo e pregare con la preghiera che il Padre ci ha insegnato? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) fatelo secondo l'intenzione del Cuore grondante di Maria! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Papà mio, Papà buono! (il Padre) perché mi chiami Papà buono? (Giulia) perché solo tu sei buono e solo tu sai insegnarci le cose buone: la Via stretta per arrivare al tuo Cuore! Papà, tu ora sei nel mio Cuore e io sono nel tuo! Papà, fa che io diventi buona come lo sei tu e solo se io riesco ad amare e a guardare con i tuoi occhi, potrei essere buona come sei tu e diventare mare! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! La mia gioia sia la vostra gioia, rimanete lucerne accese e non spegnetevi quando ci saranno le persecuzioni, figli! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre, ma sono sempre con voi nel petto della Cocciuta e attraverso i santi Dolori del Parto della Croce che il Padre vi lascia in dono! Figlioli, non abortite Gesù e rimanete sempre nella pace e nella quiete della preghiera, amando, perdonando, usando carità verso tutti, e non lasciate nessuno fuori della santa preghiera! Cocciuta! (Giulia) eccomi!  (Piccolo Giovanni) figlia, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera e gioisci, ancora una volta, nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al figlio e allo Spirito Santo, nella gioia piena fatelo anche voi! Figlioli, vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera! E nell'Amore del Padre, Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo!  (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Rimanete sempre nella gioia e nella quiete della santa preghiera, figlioli!  (Giulia) Papà!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà!  Ti amo!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Prendi il mio Cuore e donalo all'umanità, figlia! (Giulia) il tuo Cuore?(*) Papà!

 

 

         4. Giov 17/11/2005, ore 21.00, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, figlia, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi!(*) Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati ancora, figlia, per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) Gesù, forse oggi la Croce non l'ho saputa abbracciare! (Gesù) Cocciuta del mio Cuore, la porti sulle spalle! (Giulia) Gesù, ascolta il sussurro del mio Cuore e fa che io sia sempre straccio dinanzi ai tuoi piedi, se servo ancora! (Gesù) guarda dove è il tuo posto, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, tu sei ancora nel mare di Sangue; ora non ci sono più bambini dietro di te, ma vedo i sacerdoti! (Gesù) non dire il numero, figlia, ma prega! (Giulia) Gesù, il mare è così grande! (Gesù) guarda, figlia!(*) (Giulia) ci sono tante barche, Gesù, e ad ogni barca.. (Gesù) ..non dire chi c'è dentro, dì solo che ad ogni barca c'è una persona! (Giulia) sì, Gesù, ma è bello chi c'è dentro, Gesù! (Gesù) prega, figlia, e prepara i tuoi figli all'Avvento! Preparate i vostri cuori, figli miei, ma che siano rivolti al Cuore di Maria; in questo tempo vi ripeto ancora una volta “state attenti al nemico”, è astuto e in questo tempo lavora di più per farvi cadere nella sua falsa luce, combattetelo con l'amore: amate, amate, amate! Questo Io vi chiedo: amate e crescete nella fede, figli del mio Cuore, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce! <si rivolge a Telesfore> Invita il Giglio ad amare col mio Amore e a camminare sulla Via segnata dal Padre nella Dimora! Figli miei, i tempi del Padre sono nei cuori di ognuno di voi, ma vigilate perché solo Dio conosce l'ora e il giorno! Siate vigilanti e siate rocce vive amandovi gli uni gli altri e guardando il Cuore di Dio che è aperto per ognuno di voi e per l'umanità intera: riconoscete Dio come Padre, figlioli! (Giulia) Gesù! (Gesù) il Papà ascolta sempre! (Giulia) anche quando ognuno di noi ti trafiggiamo  il Cuore, è così grande il tuo Amore! Gesù, diglielo tu a Papà di accarezzare i cuori dei figli che ancora non lo vogliono accettare! Perdonami, Gesù, se chiedo questo: l'umanità sta dimenticando Dio! (Gesù) figlia mia, prega tu che hai il dono di conoscere il Cuore del Padre, prega e fai pregare i tuoi figli col cuore! (Giulia) eccomi, Gesù, non ti ho fatto diventare triste? (Gesù) no, figlia mia, i miei occhi sono tristi nel vedere ancora i flagelli che scendono sull'umanità! Pregate, figli, pregate e pregate per tutti i Figli Ministri in questo giorno; in questo istante pregate con me nei vostri cuori! (Giulia) Gesù! (Gesù) non dire ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) prega, anima mia! <Gesù si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di pregare per tutti i sacerdoti e per il suo popolo! Figlia! (Giulia) eccomi, Gesù!(*) (Gesù) non toccare ciò che stai vedendo, aggiungi al rotolo ciò che vedi, ma dì a Giuseppe dove è il tuo posto! (Giulia) adesso? (Gesù) alla fine della preghiera! (Giulia) sì, eccomi, Gesù! (Gesù) ora ciò che vedi lo dirai al Giglio! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) non chinare il capo, ma guarda!(*) Non temere, anima mia, e prega! (Giulia) Gesù, come sempre, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere in questo giorno, i figli che sono qui riuniti nel tuo Nome, coloro che si uniscono e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori; e come sempre metto nel tuo Cuore tutte le mie pietruzze e il Giglio! Gesù, ascolta ancora il grido del mio Cuore, ma sia fatta la tua volontà non la mia! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è l'Amen del Cuore del Giglio, cresca sempre di più dentro di voi, figli miei! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) in questo giorno vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda, figlia, per chi li devi abbracciare: sei disposta? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda i Chiodi e guarda chi li mette, figlia! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) te lo chiedo ancora una volta: vuoi unire le tue mani alle mie? (Giulia) sì, Gesù e tu lo sai! (Gesù) vieni, vieni, Sposa del mio Cuore, vieni sul letto della Croce!(*) <Giulia non grida e poi si accascia esanime> sollevati, anima mia!(*)  Guarda ancora le tue mani e i tuoi piedi! Ora li vedi? (Giulia) no, Gesù, vedo solo le tue mani e i tuoi piedi e tanto Sangue, Gesù! Il Sangue si unisce al mare, ma in questo giorno sta bagnando tutti quelli che sono qui e i figli che sono uniti alla preghiera, Gesù! (Gesù) ora non dire ciò che vedi!(*) (Giulia) Gesù! (Gesù) prendi del Sangue dalle mie mani e bevilo!(*) (Giulia) Gesù, ora vedo le mie mani! (Gesù) ma vedi anche i Chiodi? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) invita ancora i tuoi figli a pregare, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce, ma vi ripeto ancora una volta di combattere il nemico con l'amore! Amate perché Io, abbracciato alla Croce, vi ho amato e vi amo! E ricordate sempre che Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, e sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli miei, mangiate il Pane e non cercate altro; vivete della Parola e non chiedete altre cose; fermatevi sulla Parola e crescete, figli miei, perché solo la Parola vi dà la luce; solo la Parola vi conduce al Cuore di Dio; solo la Parola vi libera dalla schiavitù e vi rende liberi di vivere nel Cuore del Padre, figli miei, per gridare: Amen, Amen, Amen (Tutti) Amén!  (Gesù) Amén! Crescete ancora, figli miei, e abbiate fede! Ora vi chiedo con amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è l'Amen del Cuore del Giglio, faccia gioire i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Eccomi! Nell'unica Luce, nell'unica Verità, nell'unica Quiete del Cuore di Dio, sono in mezzo a voi a portare e a tenere alto il santo Vangelo! Maria ha sfornato il Pane e Dio lo dona ad ognuno di voi e all'umanità intera, quel Pane che non deve mancare a nessuno! E oggi la Parola è piena, ma mi riempie il Cuore e gli occhi di lacrime come erano pieni di lacrime gli occhi di Gesù! Figlioli, preparate i vostri cuori, accogliete Dio che viene in mezzo a voi che è vivo e reale! Riconoscete il Tempo del Padre, fatevi trovare pronti quando il Padre vi chiamerà uno ad uno; non disperdetevi nelle cose del mondo in questo tempo, figli! <si rivolge a Telesfore> Giglio, spezza le catene del mondo! Lui capirà! E anche voi, figli, spezzate le catene del mondo e legatevi a quelle della Croce! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) figlia, dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù!  (Giulia) eccomi!  (Piccolo Giovanni) ricordati il primo messaggio che hai ricevuto: non dirlo!  (Giulia) in questi giorni vorrei gridarlo! Giovanni, dammi ancora la forza per tenerlo chiuso nel Cuore!  (Piccolo Giovanni) non temere, l'Amore e la Grazia di Dio sono su di te!  (Giulia) Giovanni, dammi ancora il tuo respiro, il mio non c'è più!  (Piccolo Giovanni) vai avanti, figlia mia, e porta i tuoi figli nel Solco del Padre! Il tuo “”, vuoi che rimanga “”?  (Giulia) Eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cammina e non temere niente e nessuno, ma prega per tutti i sacerdoti come tu sai fare! Figli, state attenti al nemico, non abortite Gesù ma fatelo nascere! Ora vi chiedo con amore: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <giov. della 33° sett. T.O. /A. Lc. 19, 41-44> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso!  (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi la Parola di questo giorno? (Tommaso) sì, Giovanni! È piccola, ma profonda! Gesù piange, piange per quell'amore che vede perduto ai suoi piedi: la Gerusalemme! Vede già la sua distruzione; nessuno si accorge del tempo in cui è stata visitata dal Padre! (Piccolo Giovanni) e voi vi siete accorti?  (Tommaso) noi ci sforziamo ad accorgerci, perché il Padre è in mezzo a noi! E come tu hai ricordato alla Cocciuta del primo messaggio, posso solo dire che la prima parte.. che mi rimbombano dentro di me queste parole: che troverà persone buone la Cocciuta, che l'aiuteranno, ma come dice la Mamma « nessuno ha creduto in me e nessuno crederà in te!» (Piccolo Giovanni) non è questo!  (Tommaso) questa è la prima parte?  (Piccolo Giovanni) no, figlio! Il primo messaggio che ha ricevuto la Cocciuta non lo conosce nessuno, il suo primo! Questo è quello che conoscete voi, ma nel suo Cuore ce n'è un altro!  (Tommaso) immagino che è proprio squarciato il suo Cuore!  (Piccolo Giovanni) è come il Cuore del Crocifisso, come era il mio, perché nel suo petto c'è il mio! Ma gioite per questo, perché il suo “”, è il “Sì pieno”, il sì che chiede per tutti i sacerdoti, perché per volere del Padre vede ciò che voi non vedete, per questo chiama “Pietruzze” tutti i sacerdoti e li mette sempre attimo per attimo nel Cuore del Padre e nel Cuore di Maria! Ma ora parla ancora della Parola di questo giorno! (Tommaso) sì, Giovanni! Gesù che ancora grida, ma questa volta è un grido d'amore forte, perché viene a visitarci e non ci accorgiamo ancora di nulla! I tempi sono maturi, ma il nostro cuore dov'è? il nostro cuore che dovrebbe donarsi completamente al Padre senza fare nessuno sforzo, ma dire semplicemente “Eccomi” è lasciare lavorare il Padre! Ma questo non avviene, Gesù ancora grida il suo Amore che vorrebbe raccogliere tutti nell'attesa della Gerusalemme celeste! Ma dove sono tutti i nostri fratelli?  (Piccolo Giovanni) ci sarete tutti quando la Sposa scenderà?  (Tutti) sì!  (Piccolo Giovanni) e questo lo chiedo a Giuseppe: ci sarete tutti quando la Sposa scenderà dal Cielo?  (Giuseppe) non per i meriti miei! Se questo vorrà il Signore, è per sua Grazia! Per tutto ciò che faccio alla fine mi sarà detto: “sarai un servo inutile”, ed io spero che Lui nella Sua grande Misericordia accetterà anche me! (Piccolo Giovanni) Amén! Accetterà ognuno di voi perché vi ha scelti uno ad uno, ma quando scenderà la Sposa, il vostro Sì deve essere pieno, perché la Sposa allargherà le braccia e aspetterà che ognuno di voi le andiate incontro!  <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio se ci sarà nell'Ora che il Padre ha deciso! Vuoi parlare ancora, Giuseppe? (Giuseppe) l'altra volta, leggendo un passo di santa Maria della Croce, Lei diceva “se vuoi gustare il bene del Signore, allora l'unica via è quella della Croce”! La croce..  (Piccolo Giovanni) ..ne conosci altre? Allora, “la Croce”.. (Giuseppe) ..la Croce, Lei diceva, che ci purifica, ci dà quella bellezza unica della visione che gratifica! Infatti, Gesù lo dice quando salì sulla montagna, una delle dieci beatitudine: “beati i puri di spirito perché essi vedranno il Figlio di Dio!(Piccolo Giovanni) Amen! E cosa c'è ancora nel tuo cuore? vedo tanta luce questa sera: hai lavorato bene, oggi?  (Giuseppe) è sempre troppo poco!  (Piccolo Giovanni) e il Padre ha accolto il tuo lavoro! (Giuseppe) vorrei donarmi di più, però le catene del mondo mi trascinano nelle profondità dell'immondizia, delle tenebre! Spesse volte mi domando: “Signore, aiutami, fa che io faccia la tua volontà!”  (Piccolo Giovanni) e il Signore ti lega alla Croce dove ci sono i Chiodi! Rimani sempre così piccolo e semplice, unito alla Croce di Gesù e legato al Cuore di Maria, e prega, prega per tutti i sacerdoti che abbracciano la Croce di Gesù e mangiano e donano quel Pane fresco che Dio lascia scendere attimo per attimo! Non temere, confratello del mio Cuore! Tommaso! (Tommaso) eccomi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa c'è ancora nel tuo cuore?  (Tommaso) volevo fare una domanda: visto che anche i Nomi Nuovi sono biblici, è scrittura, ma i due testimoni di cui alle scritture, sono già in mezzo a noi? (Piccolo Giovanni) non posso risponderti! Aspetta i tempi del Padre! Non dimenticare che Io sono all'ubbidienza di Dio! È meglio non conoscere prima i tempi, ma aspettare! È giusto così! Non diventare triste, anche se Io potrei dirlo e la Cocciuta può farlo, è il Padre che decide, e per prima viene la volontà di Dio! Ricordati sempre che il nemico è dietro l'angolo e vuole far suo il Progetto dell'Amore! Combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti e al primo posto portate sempre vostri nemici! Vedi, non ti rimprovero, ti dico solo che non posso rispondere! (Tommaso) se è una cosa che non si può rispondere, non si.. (Piccolo Giovanni) ..l'ubbidienza e la prima cosa da fare! (Tommaso) era giusto per avere una conferma di quello che io pensavo di aver capito!  (Piccolo Giovanni) ti guardo semplicemente negli occhi(*), e i miei occhi sono tristi nel vedere l'umanità che non si prepara per l'Avvento, ma per il mondo! È questo che rende triste il Cuore del Padre e il mio Cuore: almeno voi preparatevi per quel Bimbo che sta per nascere! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di preparare la culla per il Bimbo e di pregare! Cosa c'è ancora nel tuo cuore? (Tommaso) noi, Giovanni, vogliamo veramente aiutare Gesù, ma molto spesso, col nostro.. (Piccolo Giovanni) ..e (la parola) “vogliamo” non viene dal Padre: “Eccomi” si deve dire! (Tommaso) sì, “Eccomi”! (Piccolo Giovanni) Per aiutare Gesù si deve dire solo “Eccomi, sono un servo inutile dinanzi ai piedi della Croce”, e alzarsi le maniche e lavorare nella vigna senza avere paura! (Tommaso) no, questo no, Giovanni, però, molto spesso, col nostro “Eccomi” ci accorgiamo che.. a volte la strada ci viene interrotta, e allora chiediamo che questo “Eccomi” sia completo e.. (Piccolo Giovanni) ..quando si risponde “Eccomi” la strada non si interrompe perché è quella stretta: la larga si interrompe! (Tommaso) ma molte volte sono le nostre debolezze che ci portano a questo, però noi ci riprendiamo subito perché vogliamo lavorare, vogliamo combattere, vogliamo amare, Giovanni, e al Padre chiediamo: “ti abbiamo offerto il nostro Eccomi, pensaci tu, perché noi vediamo solo debolezze in noi e intorno a noi!(Piccolo Giovanni) crescete nella debolezza, perché “l'Eccomi” deve partire dal cuore, e se siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, non è da voi, ma è Dio che vi porta nella Dimora che ha preparato per ognuno di voi e per il mondo intero! Chiaro? (Tommaso) sì! (Piccolo Giovanni) sapete donare un “Eccomi” al Padre? (Tutti) sì, “ECCOMI”! (Piccolo Giovanni)Eccomi Padre, sono dinanzi ai piedi della tua Croce e sono pronto per essere inchiodato con te! Questo solo cerca il mio Cuore e niente mi appartiene del mondo! Nulla voglio guardare, solo i tuoi Chiodi, perché il mondo passa ma la tua Croce rimane sempre! ECCOMI!(Tutti) ECCOMI! (Piccolo Giovanni) figli miei, state attenti al nemico: amate, amate, amate! <si rivolge a Telesfore> Dona ancora l'Alito e il Bacio al Giglio!  <Giovanni schiocca il Bacio e alita> Accoglietelo anche voi il Bacio e l'Alito  <Giovanni schiocca il Bacio e alita> Ma donatelo ai vostri fratelli e all'umanità intera, non lasciate nessuno senza l'abbraccio della Croce! Figli miei, ora vi chiedo con amore: avete fame? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete accogliere Gesù che viene ad abitare nei vostri cuori spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) avete fame?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) avete fame?  (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponete i vostri cuori per accogliere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente! Distaccatevi dalle cose del mondo e in questo tempo cercate quel Bambino che viene a nascere ancora dentro di voi e nei cuori dell'umanità intera! Disponetevi, figli, perché il Banchetto è pronto, è in mezzo a voi e lo Sposo avanza! Preparatevi, Spose, e fate festa! Cocciuta! (Giulia) Eccomi! Eccomi! Eccomi!(**) (Piccolo Giovanni) ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(*) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(*) (Giulia) Gesù, come arde il mio Cuore: tu sei venuto ancora, sei venuto a fasciare il mio Cuore! Anche se io non ti cercavo, Gesù, l'hai visto aperto e sei entrato; anche se l'hai trovato sporco, sei venuto a visitarlo! Gesù, io non merito questo! il tuo Amore non si ferma, sfonda, Gesù, e in quest'istante hai sfondato i cuori dell'umanità intera! Com'è bello amarti, Gesù! Com'è bello cercare solo te, Gesù, e farti entrare nel mio Cuore e rimanere sola con te! Gesù, rimani, perché io cerco solo te!  (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figlioli del mio Cuore, ma siate coscienti che Dio è vivo ed è in mezzo a voi, abita nei cuori di ognuno di voi, figli, ma quando uscite fuori non abortite Gesù; non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati; non puntate il dito verso il fratello, perché allo stesso modo sarà puntato su di voi, ma amate, amate, amate! Figli del mio Cuore, ora il Dio Bambino ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutto l'amore che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'umanità intera! Dio accoglie le vostre fatiche, e se siete qui è perché siete venuti a lavorare nella vigna e Dio raccoglie i frutti! Figli miei, grazie per essere qui a far compagnia a Gesù che è solo! Rimanete saldi nell'amore e rimanete piccoli: i piccoli Giovanni sempre più piccoli e all'ultimo posto, ma pregate ancora affinché il Padre lasci in mezzo a voi lo Strumento! Pregate, figli, e ricordate sempre che Dio la usa per far suonare solo la musica del Vangelo e donare all'umanità i Dolori del Parto della Croce! Ora, con i Dolori del Parto, innalziamo al Padre  la preghiera che ci ha insegnato! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre, in questo giorno io ti offro “l'Amen” del mio Cuore! Padre, tu mi porti in braccio per fare un'unica orma, fa che io doni ai fratelli “l'Amen” del tuo Cuore! (il Padre) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Figlioli miei, vi invito ancora a tenere alto il santo Vangelo e a camminare nel Solco! Come Sacerdozio vivo ed eterno vi amo e vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: non fatelo mancare a nessuno!Amate sempre e perdonate, crescete nella fede e rimanete Roccia nella Roccia di Dio, figli miei! Io ora devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Come  sempre vi lascio il mio Cuore e i Dolori del Parto! Cocciuta Divina del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi!  (Piccolo Giovanni) figlia, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci ancora una volta nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, fatelo anche voi, figli del mio Cuore! E Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Rimanete ancora nell'Amen di Dio, figli miei, donando a tutti la Pace che solo il Cuore di Dio può donare, e Dio abita nei vostri cuori! Rimanete nella Quiete della preghiera, figli! (Giulia) Papà!(*) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà!  (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Pargoli del mio Cuore! Vi amo tutti senza fare alcuna distinzione! (Giulia) Papà!(**) Grazie!

 

 

 

         5. Giov 24/11/2005, Stanza more solito

 

Messaggi di Maria e del Santo Giovanni di oggi (ore 16.09)  

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (l'Immacolata) sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù! Figlia mia, in questo giorno pieno della grazia del Padre, bevi ancora una volta i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi(*), e immolati, figlia, ancora una volta, con i santi Dolori del Parto vivo della Croce di Gesù che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del Cuore della Croce, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati, figlia, per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore di Gesù come tu sai fare nell'unico abbraccio della Croce, figlia! (Giulia) Mamma, non lo so se sono ancora pulita per abbracciare la Croce di Gesù: ho paura di sporcarla! Aiutami a capire, Mamma, e donami la sicurezza che è nel tuo Cuore, Mamma! In questo giorno dimmi se sto camminando nel Solco di Gesù, perché non voglio offenderlo!(*) Perché ridi, Mamma? (l'Immacolata) guarda il mio Volto; vedi il mio sorriso di Mamma? distendi le tue braccia sulla Croce!(*) Ora sei sicura di abbracciare Gesù e di camminare nel Solco? (Giulia) sì! Eccomi, Mamma! (l'Immacolata) non temere, figlia, la grazia di Dio è su di te e su di ognuno di voi che siete qui riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Vi invito a pregare e ad amare sempre di più il mio Gesù, a farlo conoscere all'umanità intera, figli, ma vi invito sempre a stare attenti al nemico: usa tanti abiti per confondervi e farvi cadere nella sua falsa luce, combattetelo con l'amore! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate tutti i vostri nemici per far festa con Gesù che viene ancora una volta a nascere nei vostri cuori! Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, in questo giorno pregate secondo l'intenzione del Padre e chiedete Misericordia a Dio chinando i vostri capi e aprendo la porta dei vostri cuori! Figli, guardate, il mondo sta andando alla perdizione, rimane solo Dio, non cancellatelo dai vostri cuori; non mettete nei vostri cuori le cose del mondo, ma lasciate i vostri cuori liberi a Dio e al suo Amore! Fate famiglia col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, l'unica Fonte viva che rimane in eterno, perché il mondo passa, ma Dio regna in eterno nei vostri cuori, figlioli miei! Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) guarda ancora, ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) Non chinare il capo: guarda, figlia!(*) Non toccare! (Giulia) Mamma, posso dire ciò che vedo? (l'Immacolata) aggiungi al libro che è nel tuo Cuore ciò che vedi! (Giulia) non posso dire nessuna parola? (l'Immacolata) dì solo questa al figlio Giuseppe! (Giulia) non vedo cosa devo dire!(*) ora? (l'Immacolata) sì, ora, si!  (Giulia) mi darai la forza? (l'Immacolata) non temere, figlia! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio che Dio è seduto sulla Roccia: lui capirà! Figlioli, pregate ancora e fermate i flagelli che scendono ancora sull'umanità: amate sempre e unite i vostri cuori al Cuore del Crocifisso! Ricordate sempre che il mio Gesù è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna, figli del mio Cuore, ed Io vi ho stretti tutti al mio Cuore ai piedi della Croce! Sono Mamma dell'Amore e Mamma dei Dolori e conosco il cuore di ognuno di voi, e in quest'istante vi accarezzo e vi porto nel Cuore del Padre, ma vi chiedo di avere fede! Abbiate fede, figli miei, e non temete niente e nessuno perché Dio è vivo ed è in mezzo a voi, perché è il Papà di ognuno di voi e dell'umanità intera! (Giulia) Mamma, come sempre, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere; i figli che sono qui riuniti, i figli che si uniscono e coloro che hanno portato nei loro cuori! Mamma, in questo giorno metto nel tuo Cuore chi non ha il coraggio di alzare gli occhi al Cielo e di chiamare Dio “Papà”! Come sempre metto nel tuo Cuore e nel Cuore di Gesù tutte le mie pietruzze, che sono i sacerdoti, e metto nel tuo Cuore il Giglio: tu conosci il suo Cuore e in questo istante conosci anche il mio! (l'Immacolata) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (l'Immacolata) Amén! L'Amen del Cuore di Dio, che è l'Amen del Cuore del Giglio, riempia i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Eccomi, figlioli, Io sono in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Ma oggi il Pane che Dio dona ad ognuno di voi, non è Pane amaro, non è Pane duro: è Pane di liberazione, è Pane di crescita, è Pane in cui le ginocchia si devono piegare <Giulia cade di peso in ginocchio> e dire “Padre Misericordia! Padre siamo miseri peccatori, ma bussiamo alla porta del tuo Cuore, perché vogliamo ancora essere tuoi figli!” Ma tutto questo dovete farlo uscire dai vostri cuori, non solo dalle vostre labbra! Figli miei, è tempo di pensare che Dio è vivo, è in mezzo a voi e vi chiama uno ad uno! Figli, ritornate nel Solco, cercate la Via che vi conduce nel mio Cuore per gioire e fare festa all'unico Banchetto, al Banchetto dell'Amore, e solo Dio ha preparato per ognuno di voi il Banchetto dell'Amore e voi tutti! Figli, siate le Spose attese da Dio, ma pregate, pregate e fate penitenza! Verranno tempi in cui busserete al Cuore del Padre; ci saranno tempi dove la Luce sarà spenta, pregate, figli, perché non conoscete né l'ora e neanche il giorno; solo il Padre conosce questi tempi, figli miei! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Mamma! (l'Immacolata) altri Calici dovrai bere e altre spade trafiggeranno il tuo Cuore a causa del tuo “”! Quanto ti costa quel “”! (Giulia) Amo Gesù! Eccomi, Mamma! (l'Immacolata) in quest'istante, figlia, hanno abortito ancora Gesù!(*) Vuoi prendere nelle tue mani e portare nel Cuore del Padre? (Giulia) eccomi! Eccomi, Mamma! (l'Immacolata) consegna, ma non guardare, figlia!(*) Donami le tue mani: pulisci sul mio abito!(*) (Giulia) Mamma!(*) (l'Immacolata) fa' ciò che ti ho detto!(*) Lo so che il tuo Cuore è squarciato ancora di più, ma prega, figlia, e invita l'umanità, i tuoi figli, a pregare e a non abortire Gesù! (Giulia) Mamma, il tuo abito ora è macchiato.. le mie mani.. (l'Immacolata) ..non sei stata tu ad abortire Gesù, figlia! (Giulia) Mamma, posso pulire il tuo abito? (l'Immacolata) lo stai facendo già! Prega ancora e immolati come tu sai fare! Pregate, figlioli, per tutti i sacerdoti, abbracciateli come abbracciate il mio Gesù Crocifisso! Pregate ancora che la Chiesa tutta rimanga unita alla Croce, perché la Croce non si divide, ma gli uomini si dividono! Pregate e combattete il nemico con l'amore, figli miei! Ora vi chiedo con Amore: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (l'Immacolata) volete accogliere, ancora una volta, il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (l'Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre vengo a portare la mia santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) L'Amore e la Pace del Cristo Risorto, sia sempre viva nei vostri cuori!  (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen!  (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Eccomi! Nella Gioia, nella Pace e nella Quiete del santo Vangelo, sono ancora qui in mezzo a voi invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori! Figli, in questo giorno vi invito a riempire i vostri cuori del Padre e di donarlo ai fratelli e all'umanità intera! Come Sacerdozio vivo ed eterno, vi chiedo con Amore: assaporate la Parola di questo giorno, non fermandovi solo un istante a mangiarla, ma a masticarla bene, essendo sicuri di averla accolta nei vostri cuori, perché Dio viene a portare il suo Pane, a portare la sua Parola, e non si può gettare via la Parola di Dio, non si può dubitare della Parola! Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi, e Dio, come Padre, ama ognuno di voi e l'umanità intera, ma non si ferma, parla ma aspetta seduto sulla roccia ognuno dei figli! E vi invito ancora a stare attenti al nemico, è sempre dietro l'angolo per farvi cadere nella rete, rubare l'Amore e farvi allontanare dall'unica Fonte: da Gesù, la fonte Zampillante, quella Fonte che dona solo Amore! Figli, amate, amate e distaccatevi dalle cose del mondo perché non si possono servire due padroni, ma solo Dio! Cercatelo nei piccoli, nei poveri, negli emarginati, nei figli carcerati, nei figli drogati, non lasciate nessuno perché in ognuno di questi figli c'è Gesù che aspetta con le braccia aperte ognuno di voi, figli miei! Cocciuta! (Giulia) eccomi, Giovanni! Non riesco a vedere, non distinguo quello lettere!(*) (Piccolo Giovanni) guarda bene, figlia, li scriverai e li consegnerai al Giglio! (Giulia) Giovanni, posso vederle un'altra volta? non so come si scrivono! (Piccolo Giovanni) non temere, la mano di Dio ti guiderà! (Giulia) sì, eccomi! (Piccolo Giovanni) ma stai attenta, non dirle prima! (Giulia) donami la forza, donami la forza Giovanni, donami il tuo respiro!(*) (Piccolo Giovanni) figli miei, come Sacerdozio vivo ed eterno, vi invito ancora a pregare per la pace! Pregate affinché la capanna di Betlemme splenda ancora sull'umanità che è sorda ed è cieca! Non scandalizzatevi di ciò che sto dicendo, figli, ma accogliete quel Bimbo che viene a nascere ancora una volta! Ora vi chiedo con Amore: avete vissuto il Vangelo di questo giorno? <giov. della 34° sett. T.O. /A. Lc. 21, 20-28> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come? Giuseppe, come l'hai vissuto e cosa hai capito ancora in questo giorno? (Giuseppe) non è facile capire il Vangelo! (Piccolo Giovanni) ma molte labbra rispondono “”, e i cuori, dove sono i cuori?  (Giuseppe) se non hanno accolto il Messia, la città santa, la Gerusalemme, anche per noi è difficile accogliere nel nostro cuore Gesù!  (Piccolo Giovanni) ma potete imparare ad amare!  (Giuseppe) con il suo aiuto, sì!  (Piccolo Giovanni) e amando..  (Giuseppe) ..possiamo anche donare! (Piccolo Giovanni) potete anche donare, e donando si cresce, e quando si cresce si cresce in Gesù! È Vangelo questo? (Giuseppe) ..cioè..  almeno.. (Piccolo Giovanni) sì! (Giuseppe) ..dovrebbe esserci, solo che se ci lasciamo guidare da Lui, allora tutto ciò che facciamo sarà trasparente agli occhi degli uomini! Quindi non sono le nostre azioni, ma sono le sue, così da poter fare edificare il suo regno dove gli uomini sono ciechi del suo Amore! (Piccolo Giovanni) come sono dolci queste parole! Cresci ancora così e cammina sempre nel Solco, figlio! Vuoi parlare ancora? (Giuseppe) devo chiedere, però, davanti a tutti, perdono a Gesù, perché non sono degno del suo Amore! Spero che Lui giustifichi le mie opere non buone e quello che faccio, in misura, non in modo smisurato. Quel poco che do agli altri nel suo Amore, almeno quello, spero che venga accettato nel suo Cuore! Poi, con le mie forze, alla fine, mi potrà dire “sei un servo che non hai aderito alla mia volontà!” Io accetto lo stesso la sua volontà, poi mi accoglierà! (Piccolo Giovanni) ecco i cuori trasparenti! Ecco l'Amore di Dio che si fa luce! Così dovrebbe parlare ogni figlio dinanzi alla Croce, dinanzi a Dio! Ecco la luce che si accende e il Pane che si dona! Queste sono le mie parole di Sacerdozio vivo ed eterno: per volere del Padre ho sempre parlato così: “sono un povero uomo!” L'ho gridata e la griderò sempre la Parola! Fallo sempre e non temere niente e nessuno, discepolo del Cuore della Croce! Tommaso! (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Come hai vissuto il Vangelo di questo giorno? Ricordi qualche parola?  (Tommaso) sì, Giovanni! L'Amore del Padre, che nonostante la sua ira viene a preparare il suo popolo con segni, affinché si ravvedano tutti e possano accogliere la «Sposa adorna» che scenderà dal Cielo (per andare incontro allo Sposo)! Il Vangelo di oggi, Giovanni, è molto completo nella pienezza del Padre, perché.. (Piccolo Giovanni) ..ce n'è qualcuno non completo?  (Tommaso) no, ma questa volta ci fa arrivare alla speranza che dopo la tribolazione finalmente alzeremo gli occhi al Cielo per aspettare e attendere..  (Piccolo Giovanni) ..Dio è Speranza, e solo Lui: nessun altro! Il mondo non è “speranza”! Continua! (Tommaso) Sì! Gesù guida i suoi figli, cominciando con l'assedio di Gerusalemme che è un altro segno affinché chiunque, come dice il Vangelo, si trova in città esca fuori; chi si trova nella Giudea, raggiunga i monti; e chi si trova nei campi non torni indietro, perché ha tutto l'Amore che il Padre offre e c'è anche una forma di giustizia.. di un giudizio in piccolo! <Giovanni si rivolge a Telesfore> (Piccolo Giovanni) chiedi al Giglio se ha compreso l'Amore! Continua!  (Tommaso) perché, il Padre, in continuazione scende in mezzo a noi, si umilia fino ad aver mandato il suo Figlio, ma ancora nessuno lo accoglie, ancora nessuno apre il cuore: quella porticina per accogliere il Pane vivo che ci viene donato solo per amore e non per meriti! Perché, come diceva Giuseppe poco fa, ognuno di noi si dovrebbe prostrare al Padre, davanti alla Croce e implorare Misericordia, perché non siamo degni di tutto questo! L'amore che ci offre il Padre è un'immensità, è una bellezza unica che(come) ogni “madre” può offrire il suo latte al proprio figlio! (Piccolo Giovanni) e Dio viene a portarvi il latte e il miele, ma viene gettato! Non parlo solo a voi, parlo anche all'umanità intera! Se voi siete qui riuniti, bevete il latte e mangiate anche il miele crescendo nell'Amore di Dio, e questo fa gioire il mio Cuore perché siete riuniti: la mia famiglia unita nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, l'unica Fonte vera e viva! Parla ancora! (Tommaso) sì! Gesù che ama tanto i suoi figli, che per i tempi che scenderanno potrebbero allontanarsi e ci dà la forza per questi eventi, per dirci “non scendete dalla Croce”, ma di rafforzarvi perché non siete fatti di.. non siete di questo mondo, ma quello che vi aspetta.. la tribolazione che dobbiamo affrontare è triste! Il Vangelo ci dice, appunto, che molti invocheranno anche la morte; molti ancora, avranno paura, ma i figli di Dio non debbono temere questo, debbono invocare il Padre e perseverare fino alla fine, perché solo così possiamo andare incontro allo Sposo, non scaricando mai la Croce e affidandoci sempre al Cuore di Dio che non ci abbandonerà mai! (Piccolo Giovanni) rimanendo saldi sulla Roccia e allontanando da voi la sabbia che è il mondo che passa, ma rimane solo la Roccia del Cuore del Padre; aggrappatevi sempre alla roccia, figli! Chiaro? (Tommaso) sì! <si rivolge a Telesfore> (Piccolo Giovanni) dona sempre l'Alito e il Bacio al Giglio! <Giovanni schiocca il Bacio e poi alita> volete anche voi il Bacio e l'Alito del Cuore di Dio? (Tutti) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e poi alita> (Piccolo Giovanni) accoglietelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità senza lasciare nessuno fuori della santa preghiera! Figli miei, vi invito ancora a portare sulle vostre spalle la piccola Croce quotidiana! E chi ama Gesù, prenda la propria Croce! Salite il Monte dietro a Gesù! Figli del mio Cuore, pregate ancora per tutti i sacerdoti; pregate, figli miei, pregate in quest'istante!  (Giulia) Giovanni!(*) Giovanni!(*)  (Piccolo Giovanni) un altro flagello è già sceso! (Giulia) Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) non potevi fermarlo, figlia! (Giulia) ci sono bimbi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) prega! (Giulia) il mio Cuore non regge! (Piccolo Giovanni) prega, figlia! Prendi forza dalla Croce!(*) Figlioli, pregate secondo l'intenzione del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Rimanendo sempre nel Solco del Padre, vi invito ad accogliere in pienezza il Pane che Dio lascia scendere nei vostri cuori! Vi invito ancora ad amare: amate, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori! Figli miei, come Sacerdozio vivo ed eterno vi indico il Vangelo: non calpestatelo sotto i piedi! I tempi scenderanno sull'umanità intera: i tre giorni di buio, non dimenticateli, ma siate pronti, figli! Figlia mia, vuoi bere questo Calice? (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) è amaro, figlia, e guarda per chi dovrai berlo! Sei disposta? (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) vuoi berlo? (Giulia) eccomi!(*) (Piccolo Giovanni) ne rimane ancora!(*) (Giulia) Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) tieni nel tuo Cuore ciò che hai visto! (Giulia) eccomi! (Piccolo Giovanni) sai rispondere solo “Eccomi”! (Giulia) me l'hai insegnato tu, e tu dicevi che non sapevo dire altra parola, e io ho imparato solo “Eccomi”, non toglietemelo, ma sia fatta la volontà di Dio perché la mia non ha nessun valore! (Piccolo Giovanni) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) Amén! E riempia sempre i vostri cuori “l'Amen”, figli! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre! Rimango con voi attraverso i Dolori del Parto che la Cocciuta Porta vivi nelle sue carni! Vi invito ancora a combattere il male con l'amore e vi invito a pregare uniti al Cuore di Maria! Figli, pregate e costruite una capanna per il Dio Bambino che viene a nascere ancora una volta nei vostri cuori e nei cuori dell'umanità intera! Io ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo all'umanità intera, figli! Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! E con l'Amore e la Misericordia del Padre, Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén! (Piccolo Giovanni) La Pace di Dio regni sempre nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) per poterla donare ai fratelli e in modo particolare ai vostri nemici! Rimanete nell'Amore, nella Pace e nella Quiete del Pane dei Cieli che è vivo ed è in mezzo a voi! Figli, raccolgo i sussurri dei vostri cuori e li depongo dinanzi ai piedi del Padre, come umile servo della Croce!

 

Messaggi di Gesù e del Santo Giovanni di oggi (ore 21.05)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre! (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa, Sposa del mio Cuore, nel bere ancora una volta i miei Calici Misti, i Calici Verdi(*) e i Calici Rossi!(*) Gioisci e fai festa, figlia, nell'accogliere ancora una volta i santi Dolori del Parto vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te! Figlia del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità tutta; immolati per i Grandi del mondo; immolati per i Grandi della Casa del Padre! Consola sempre il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria come tu sai fare nell'unico abbraccio della mia Croce, figlia del mio Cuore! (Giulia) Gesù! Gesù! Gesù! Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) la Croce.. in questo istante la Croce è diventata più alta, Gesù! (Gesù) ti stai chiedendo com'è possibile che essendo tu piccola? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda i tuoi piedi!(*)  (Giulia) Gesù, sono allo stesso punto! (Gesù) e non riesci a spiegarti perché la Croce è più alta? (Giulia) no, no, Gesù! Puoi dirmelo, Gesù? (Gesù) sì, figlia! Più il tuo Cuore viene trafitto e più la Croce diventa alta! (Giulia) Gesù, ancora non capisco! (Gesù) è meglio così, figlia: rimani piccola come il Padre ti ha scelta, ma Cocciuta e salda sulla Roccia, figlia mia! (Giulia) Gesù, perdonami, ma non la faccio cadere se la Croce è più alta ed io piccola? ..nel senso “bassa”, Gesù? (Gesù) non temere, figlia! (Giulia) eccomi, Gesù! Gesù, tu sei ancora nel mare di Sangue ed è sempre più grande! Oggi i tuoi occhi sono bagnati di Sangue e dietro di te.. (Gesù) ..non dire il numero dei sacerdoti! (Giulia) dietro di te ci sono i sacerdoti! (Gesù) guarda dove sono i bimbi! (Giulia) Gesù, è bello vedere il mare che cresce, ma i tuoi occhi, Gesù, i tuoi occhi sono bagnati di Sangue! (Gesù) sì, figlia, piango per l'umanità sorda e cieca! Piango per i Figli Ministri e vi chiedo ancora di pregare! Immolati ancora, figlia, e fai pregare i tuoi figli, i Discepoli, le Colonne e le Suorine del Cuore della Croce, ma vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: combattetelo sempre con l'amore, ma fatelo crescere abbracciando la Croce, figli miei! Ora guarda, figlia!(*) (Giulia) Gesù, altri flagelli? ..non posso far nulla, Gesù? (Gesù) prega soltanto, figlia: sono già scesi! (Giulia) Gesù, questo che sta scendendo.. (Gesù) ..prega e fai pregare i tuoi figli! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) ora vieni nel mare! (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..non temere, la Croce non cade! (Giulia) Gesù, posso portare ancora tutti i figli? li vedo scoraggiati e stanchi! (Gesù) poggiali sulle tue spalle e portali! (Giulia) tutti, Gesù? (Gesù) sì, figlia! Vieni!(*) Vedi, la Croce non cade e neanche affondi! (Giulia) Gesù, è così grande il tuo Amore! (Gesù) è il tuo amore che è grande, figlia! (Giulia) Gesù, ascolta ciò che grida il mio Cuore!(*) (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è l’Amen del Cuore del Giglio, cresca sempre di più dentro di voi, figli! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di far crescere altri Gigli e di non avere timore di niente e di nessuno! Digli che Io sono il Principio e la Fine! Digli ancora che la Croce è l'Unica Ancora di Salvezza!(*) Ma dico anche a voi, figli, non distaccatevi dal Legno della Croce ma abbracciatelo e rimanete saldi nella fede per i tempi che scenderanno sull'umanità intera, e voi siete stati scelti e sigillati uno ad uno. Siate saldi, figli, rimanete nel mio Amore e combattete il nemico con l'amore che Io lascio scendere nei cuori di ognuno di voi. Pregate sempre secondo le mie intenzioni di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, e non dimenticate la mia Promessa “aspettatemi, Io verrò”! Figli del mio Cuore, non spegnete le lucerne ma tenetele accese per i tempi che scenderanno sull'umanità! Pregate per i figli che non mi conoscono e portateli sulle vostre spalle, figli del mio Cuore! (Giulia) Gesù! (Gesù) eccomi, figlia! (Giulia) sei ancora nel mare!  (Gesù) lo sei anche tu e lo sono anche i tuoi figli! (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..il mare non passerà, figlia, non temere! (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ora, guarda!(*)  ..non dire ciò che vedi ma aggiungilo al libro che è nel tuo Cuore! (Giulia) Gesù, e il rotolo? (Gesù) ora aggiungi al libro, il rotolo è nel mare! (Giulia) non devo più aprirlo il rotolo? (Gesù) non temere, figlia, aprirai il rotolo e aprirai anche gli libro, ma l'ora la conosce solo il Padre! (Giulia) sì, Gesù!(*) sì, Gesù!(*) sì, Gesù!(*) sì, Gesù!(*) sì, Gesù!(*) Come sempre metto ancora una volta nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, i figli che ti fanno ancora compagnia, coloro che si uniscono e coloro che hanno portato ancora nel loro cuori. Gesù, metto sempre nel tuo Cuore tutte le pietruzze che sono i sacerdoti, e metto nel tuo Cuore il Giglio! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è l’Amen del Cuore del Giglio, vi faccia camminare sempre nel Solco per entrare nella Porta Stretta, portando sulle spalle la Croce e abbracciando sempre di più la santa sofferenza, figli, perché solo attraverso la santa sofferenza arriverete a gioire nel Cuore del Padre! Figli miei, non lasciatela: con Maria e come Maria, portatela sempre! (Giulia) Gesù, insegnaci ad abbracciarla come l'hai abbracciata tu! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén! (Gesù) Amén! Anima mia! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vuoi unire ancora una volta le tue mani alle mie? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) vuoi abbracciare ancora i Chiodi divini? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda per chi li devi abbracciare e guarda chi li mette! (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) ora vieni sul letto della Croce, Sposa del mio Cuore!(*) <Giulia soffre in silenzio senza gridare, poi sviene> sollevati, anima mia!(*) Guarda le tue mani e i tuoi piedi!(*) (Giulia) Gesù, ora li vedo, vedo i Chiodi e vedo il mio Sangue che si unisce al tuo, e si uniscono al mare! Gesù, in questa sera vedo il Sangue che bagna.. (Gesù) ..non dire il nome! (Giulia) non è una chiesa, Gesù! (Gesù) non dirlo, figlia! Lo dirai al Giglio! (Giulia) Gesù, dammi il tuo respiro!(*)  (Gesù) coraggio, anima mia; vai avanti e porta sempre i tuoi figli nel Solco dell'Amore! (Giulia) eccomi, Gesù! (Gesù) vi invito sempre a combattere il nemico con l'amore! Amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate sempre i vostri nemici, figli, perché Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo vivi e reali e siamo venuti a portare un'unica Verità: il santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori di ognuno di voi! Cercate sempre il Pane fresco e mangiatelo, figliuoli, e non prostratevi a dei sconosciuti ma solo dinanzi al Pane della vita: dinanzi alla Croce, figli miei, perché Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la vita eterna e conosco i cuori di ognuno di voi! Figli, vi amo e non voglio perdervi: rimanete sempre nel mio Amore, figli! Hanno perseguitato me, sarete perseguitati anche voi, ma la Croce rimane sempre in piedi e non si divide, così anche voi rimanete in piedi e non dividetevi! Rimanete la mia famiglia, figli del mio Cuore! Cocciuta Divina, abbraccia tutti i tuoi figli! (Giulia) eccomi, Gesù! Se tu vuoi questo: eccomi! (Gesù) lo voglio, figlia! Ora siamo un'unica cosa!  (Giulia) eccomi, fa di me quello che è nel tuo Cuore, Gesù!  (Gesù) vi invito ancora a combattere il male con l'amore, ad essere vigilanti, figli; e vi chiedo ancora: volete ardere un po'? (Tutti) sì! (Gesù) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto!  ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) l'Amore e la Pace del Cristo Risorto sia sempre viva nei vostri cuori! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! L'Amen del Cuore del Padre, che è l'Amen del Cuore del Giglio, doni ad ognuno di voi la Quiete e la Pace che solo Dio può donare ad ognuno di voi e all'umanità intera! Figli miei, eccomi! Nell'unica Gioia, nell'unica Luce, nell'unico Amore e nell'unica Verità, Io sono qui in mezzo a voi a portare solo la Parola di Dio: il Pane del Cuore di Maria ad ognuno di voi e all'umanità intera! E questa gioia deve riempire i vostri cuori, deve ardere dentro di voi, deve crescere sempre di più! Come Sacerdozio vivo ed eterno Io vi porto il Pane che è il Cuore di Dio! Cosa potete fare senza quel Pane? dove andrete a cercare il Pane di Dio? Dio vi dona la grazia di riceverlo fresco e di poterlo donare fresco ai fratelli, ai figli, senza lasciare nessuno perché Dio non fa alcuna distinzione; Dio è vivo, Dio è in mezzo a voi e vi dona il Pane fresco, quel Pane di vita eterna che nessuno può donarvi, ma solo il Padre! E come Sacerdozio vivo ed eterno per volere di Dio, non mi fermerò mai di donarlo ed indicarvi la Via del Vangelo, la Via della Verità, quella via fatta di pace, di gioia e d'amore! Figli, destatevi dal sonno, guardate con gli occhi del cuore Dio che è vivo, che è in mezzo a voi, ma è così grande il mistero che state vivendo che vi addormentate come i discepoli e non sapete ancora comprendere ciò che Dio viene a donarvi! Amatevi gli uni gli altri, vivete nell'Amore che Dio lascia scendere in mezzo a voi nella dimora e combattete il nemico amando! Amate, amate, figli! <si rivolge a Telesfore> Dì al Giglio di combattere il nemico e di donare al Padre “l'Eccomi Pieno”! State attenti, Figli, Discepoli, Colonne e Suorine del Cuore della Croce, state attenti al nemico: è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce! Rimanete saldi legati alla Croce di Gesù e non staccatevi che sia il vostro “”, “”, ma pieno! Ora vi chiedo ancora con amore: in questo giorno pieno della grazia del Padre avete vissuto il Vangelo? <giov. della 34° sett. T.O. /A. Lc. 21, 20-28> (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e come l'avete vissuto? Tommaso!  (Tommaso) eccomi, Papà! (Piccolo Giovanni) eccomi, figlio! Ricordi qualche altra parola del Vangelo di questo giorno? (Tommaso) sì, Giovanni! Gesù ci annuncia, appunto, la grande tribolazione a cui andiamo incontro, che ci attende, e che ci saranno segni nel cielo: il sole si oscurerà, la luna e le stelle non daranno più il loro splendore, cadranno massi dal Cielo, grandine dai 30(Kg.) al mezzo quintale, e nell'attesa di vedere, appunto, il trionfo di Gesù che viene incontro ai suoi figli che per grazia hanno saputo perseverare fino alla fine, una grande festa e gioia ci sarà nel Cielo. Ecco, vorrei far considerare questa gioia nella sua stessa immensità pensando già alle piccole sofferenze; per coloro che hanno cercato e hanno potuto offrire quelle piccole sofferenze a Dio, hanno già incontrato spiritualmente Dio nel cuore ed hanno provato questa grande gioia! Sembrerebbe una contraddizione: dice “è possibile che la sofferenza porta alla gioia di Dio”? E invece è proprio così! (Piccolo Giovanni) solo la sofferenza porta alla gioia di Dio! Ma chi l’accoglie in pieno?: in pochi! E anche se accolta è come la bilancia: sale e scende! La sofferenza deve essere accolta col cuore e accarezzata come Gesù ha accarezzato il Legno della Croce e lo ha amato! Sono dolci queste parole? (Tommaso) si! (Piccolo Giovanni) e così anche voi dovete accarezzare la Sofferenza e amarla, non lamentarvi! Così è Piena! Donarla a Gesù: “ecco, Gesù, tu mi hai donato i Chiodi perché mi ami, io li accarezzo, li bacio e li offro al tuo Cuore perché solo nel tuo Cuore sono al sicuro, è lì c'è il tuo Amore, e dove c'è il tuo Amore io posso stare sicuro di trovare anche il mio”! Siete riusciti a comprendere ciò che ho detto?(*) si o no? (Qualcuno) sì! (Tommaso) è grande, è troppo grande! (Piccolo Giovanni) solo Dio è Grande e solo Lui può parlare con parole grandi, con parole piene d'amore per ognuno di voi e per l'umanità intera! Ma dimmi ancora! (Tommaso) si, io volevo dire che per attraversare meglio.. per superare meglio queste difficoltà che ci attendono, queste sofferenze a cui andiamo incontro e queste persecuzioni, io li paragonano sempre ad una rosa bellissima che, nonostante le sue spine che fanno male, riesce a sopravvivere alle intemperie e ai geli dell'inverno, e quando si avvicina la primavera butta fuori le sue gemme profumate. Ecco, considerando questo, allo stesso modo, quando vedremo accadere queste cose, dobbiamo alzare veramente gli occhi al Cielo e chiedere a Dio che ci doni la forza e la grazia di superare questi eventi e di pregare anche per i nostri fratelli che in quei momenti bestemmieranno Dio, perché sarà dura. E solo così, paragonandola a questa rosa, vedremo la rosa di Dio brillare nel Cielo e gioire dopo questa tribolazione! (Piccolo Giovanni) per questo Maria lascia scendere i petali del suo Cuore su di voi e sull'umanità intera! Ma beati i figli che sapranno raccogliere i petali di Maria! Beati voi che siete qui riuniti! Beati voi che per un solo istante avete lasciato il mondo che siete qui a far compagnia a Gesù che è solo! Beati e benedetti! Figli miei, rimanete sempre così ma pregate, pregate per tutti i sacerdoti, pregate affinché la Chiesa tutta rimanga unita alla Croce! Per questo sanguina il mio Cuore! Figli, pregate perché non conoscete ciò che è scritto nel Libro di Dio, e non dimenticate i tre giorni di buio! Siate vigilanti, figli, siate vigilanti! Ora vi invito a pregare, nell'attesa dell'Avvento, secondo le intenzioni del mio Cuore di Sacerdozio vivo ed eterno come il Padre ha scritto, figli! Chiaro? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) Dona ancora l'Alito e il Bacio al Giglio!  <Giovanni schiocca il Bacio e alita> volete ancora l'Alito e il Bacio? (Tutti) sì! <Giovanni schiocca il Bacio e alita> (Piccolo Giovanni) siate convinti che il Bacio e l'Alito che vi offro è il Respiro di Dio e il suo Amore! Non dubitate: parlo a voi e parlo al mondo intero! Figliuoli, posso chiedervi l'alba con questo cuore che vedo in questo istante? <molti dei presenti erano stanchi e distratti> no! Dico “no” perché cadreste a terra, vi vedrei cadere a terra uno ad uno, e chi farebbe compagnia a Gesù? Destatevi dal sonno perché inizia il tempo di sollevare le maniche e lavorare ancora di più nella Vigna! Figli, vi invito ancora a pregare!  <si rivolge a Telesfore> Destati dal sonno! Libera il tuo cuore! Accogli la Parola del Padre e non cadere, Telesfore, e lo dico ad ognuno di voi, figli miei! Ma vi invito ancora a non abortire Gesù ma fatelo vivere! Ora i vostri cuori sono pronti? c'è spazio ancora nei vostri cuori per ricevere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) c'è ancora un po' di spazio? (Alcuni) sì! (Piccolo Giovanni) dove sono i “si”? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) volete accogliere Gesù? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) disponetevi, figli miei!(*) Disponete i vostri cuori per accogliere Gesù che viene ad abitare dentro di voi spiritualmente! Lo Sposo è in mezzo a voi e il Banchetto è pronto per ognuno di voi, ma vedo i vostri cuori tiepidi! Gioite, figli, e siano i vostri cuori pieni di gioia! Ancora non riuscite a scoprire il mistero che è vivo e reale in mezzo a voi: sì, è grande il mistero che abbiamo vissuto e stiamo vivendo, ma il Padre ha guardato e guarda i cuori di ognuno di voi, e per voi ha preparato il Banchetto, ma Dio aspetta tutti i figli: l'umanità intera! Lo Sposo avanza, figli miei, disponete i vostri cuori e fate festa con Gesù!(**) Ecco la mia Carne: prendete e mangiatene tutti!(**) Ecco il mio Sangue: prendete e bevetene tutti!(**)  (Gesù) Tu mi cercarvi ed Io sono venuto! Tu avevi fame ed Io sono venuto! Tu avevi sete ed Io sono venuto! Nessuno poteva donarti la mia Carne e il mio Sangue! Di mia volontà Io mi sono donato al tuo cuore ed ora siamo uniti per sempre! Tu sei la Sposa ed Io sono lo Sposo! (Giulia) mio Signore e Dio mio!(*) Mio Signore e Dio mio! Solo tu(*) solo tu mi doni la quiete! Solo tu mi doni l'Amore! Ora il mio Cuore può riposare perché ci sei tu! Oh, Gesù, non permettere che io mi allontani da te! (Gesù) Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è piena ed è risorta: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, risorgete anche voi, figli del mio Cuore!(*) E dopo che Gesù è venuto a nascere nei cuori di ognuno di voi, ora ha sonno: gli cantate ancora la Ninna Nanna? (Tutti) sì! <canto della Ninna Nanna> (Piccolo Giovanni) grazie, figlioli del mio Cuore, grazie per tutte le gioie che offrite al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria! Grande sarà la vostra ricompensa nei Cieli, ma rimanete sempre piccoli, poveri e all'ultimo posto, perché i piccoli Giovanni sono sempre all'ultimo posto per gioire nel Cuore del Padre, uniti alla santa Sofferenza che è l'Amore pieno! Ricordate: non abortite Gesù quando uscite fuori della dimora! <si rivolge a Telesfore> Dillo anche al Giglio di non abortire Gesù ma di farlo Nascere della Dimora e crescere per donarlo al suo popolo! E crescendo, innalziamo al Padre la preghiera che ci ha insegnato! <Canto del Padre Nostro di Timparelle> (Giulia) Padre mio, eccomi! Padre mio, eccomi! Padre mio, eccomi! Prostrata dinanzi ai tuoi piedi io ti offro ancora il mio “eccomi”! Tu hai preparato un Legno, ma quel Legno è uno letto per me! Padre, fa che io abbracci il Legno che merito perché sono una misera peccatrice, ed il Legno che tu hai preparato è troppo bello ed io non posso abbracciarlo! Metti più nodi, Padre, così posso abbracciarlo! (il Padre) ah, figlia, ecco il tuo Letto, ecco la tua Croce: abbracciala! (Giulia) grazie, Padre! (il Padre) ed io rispondo Amen, figlia, Amen, Amen! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) Amén!(*) Per ognuno di voi il Padre ha preparato un letto, ma il Cuore della Cocciuta lo chiede con i nodi! Imparate ancora ad accogliere la santa sofferenza e pregate ancora per tutti i Figli Ministri e siate coscienti di ciò che state vivendo e non scandalizzatevi di ciò che sentite, figli, ma alzate gli occhi al Cielo perché Dio guarda ognuno di voi! Vi ripeto ancora una volta: non abortite Gesù quando uscite fuori! Ora Io devo ritornare all'ubbidienza del Padre. Vi invito sempre a rimanere famiglia di Dio, figli miei! Cocciuta del Cuore della Croce, dona ai tuoi figli e all'umanità intera il mio Bacio: il Bacio del Piccolo Giovanni! Crescete nell’accoglierlo e donatelo, figli del mio Cuore! Porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità intera, e gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: nella gioia piena, fatelo anche voi, figlioli del mio Cuore! Ed Io vi saluto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! (Tutti) Amén!  (Piccolo Giovanni) andate nella Pace di Dio, rimanendo “nell'Amen”, ma sia Amen, figli! Io sono sempre con voi perché abito nel Cuore dello Strumento: siate in pace gli uni gli altri! Figli, fatemi compagnia ancora, pregate e cullate il Dio Bambino che abita nei vostri cuori, figli miei! (Giulia) Ti amo, Papà! Ti amo, Papà! Ti amo, Papà!  Ti amo, Papà! (Piccolo Giovanni) vi amo anch'Io, figli, Spose del mio Cuore, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPÀ! (Piccolo Giovanni) grazie, Spose del mio Cuore!(*) (Giulia) Papà! (Piccolo Giovanni) sì, figlia, i vostri abiti sono così come li vedi! (Giulia) per sempre, Papà? (Piccolo Giovanni) sì, figlia! (Giulia) grazie, Papà!