LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 139

 

DIO, COME HA PROMESSO, VERRÀ, MA GLI UOMINI HANNO

DIMENTICATO E CANCELLATO OGNI COSA E HANNO SCRITTO

TUTTO QUELLO CHE PER LORO VA BENE SECONDO I LORO INTERESSI

(dal messaggio del 08/04/2012)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

              

1. Giov. 05/04/2012, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

GIOVEDÌ SANTO

*******************

(Gesù): Io non ho lavato i piedi e non potevo lavare i piedi perché conoscevo già che tutti Mi avrebbero tradito, e tutti Mi avrebbero abbandonato! Sono rimasti solo i Nomi che vi ho detto! E hanno tutti mangiato, tutti quanti hanno preso dal Mio Piatto perché così si usava fare! I Nomi che vi ho detto e Mia Madre sono rimasti, mentre gli altri dopo aver mangiato sono andati via e Pietro non ha dato quelle risposte perché il Pietro che rimane Sono Io sulla Croce! Ora rispondeteMi voi, senza leggere: può Dio mandare il Figlio e far creare uno Stato separato da tutti gli altri figli? (Tutti): No! (Gesù): Se Dio è Padre di ogni figlio e Dio ha Creato ogni creatura per rimanere unita al Suo Cuore, perché questo Pietro che dice che Io gli ho consegnato le Chiavi, si è creato uno Stato separato dagli altri? Mi sapete rispondere? Tu Mi sai rispondere? (Don Vincenzo): Non solo separato dagli altri, ma fuori da Gerusalemme e da Israele, cioè fuori dalle radici storiche e salvifiche del Progetto del Padre! (Gesù): ...Io sono rimasto nel luogo dove sono Nato e Vivo, non morto; l'ho sempre detto: "vado da Mio Padre e ritorno e rimango per sempre con voi!" Ma Vivo, non morto! (Don Vincenzo): ...E a Gerusalemme, non a Roma! (Gesù): ...Sì, a Gerusalemme, non a Roma! (Don Vincenzo): In Israele! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): E non in Italia! (Gesù): E non Mi potevo trasferire: "Rimango sempre con voi, sono con voi ovunque, dove ogni figlio Mi apre il cuore", ma non ho detto a Pietro: "vai lì e prepara questa Casa Lussuosa!" Quando Io Sono Nato in una Stalla e Sono Salito sul Trono della Croce per Amore, Ho Fatto tutto quello che il Padre Mi Ha Detto di Fare! (Don Vincenzo): Tutte Case Lussuose sono diventate le Chiese......! (Gesù): Vedi, quando Io ho detto: "...non scandalizzate uno di questi piccoli..." lì intendevo dire: "...non costruite tesori per voi, ma donate il Pane da mangiare!...", "...Non scandalizzate i Miei piccoli!..." Ma in quelle Case vengono scandalizzati i Miei piccoli!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù in silenzio Allarga le Braccia e in sequenza unisce pollice e mignolo, pollice e anulare, pollice e medio, pollice e indice (Padre e Bimbo; Padre e Spirito Santo; Padre e Cuore Immacolato di Maria; Padre e Figlio) poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce.> Pace a voi, Famiglia di Dio, Piccolo Gregge Raccolto dal Padre per Rimanere nell'Arca dell'Amore! Oggi è Festa, dobbiamo Gioire: Io Faccio sempre le Cose del Padre e in Questo Giorno le Faccio ancora nel Suo Amore e nella Sua Pienezza! La Pienezza di Mio Padre è Lavorare nella Vigna, Rimanere Figli, Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Questo è il Lavoro che il Padre Mi ha Donato e Dona ad ognuno dei figli, e per questo dobbiamo Gioire e dobbiamo Fare Festa! Facciamolo ancora, Facciamola in Questo Giorno! Gioiamo e Facciamo Festa nel Fare tutto quello che il Padre Ha Scritto da sempre, figli, fratelli ed amici! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sei stanca? Giulia: No, Gesù! Gesù: Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nell'Accogliere i Santi Dolori del Parto Vivo della Mia Croce? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Cocciuta Divina, vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nel bere ancora i Calici Misti, quelli Verdi e quelli Rossi con l'Aggiunta dell'Altro Colore? Vedi, ha un Colore che non finisce e cresce sempre di più......: vuoi farlo per coloro che hanno tradito e tradiranno ancora? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma il Calice Taglia ed è Amaro! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Hai visto chi lo ha portato e chi lo versa? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sai rispondere solo: "Eccomi, Gesù!"? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Io Mi Siedo, Anima Mia, siediti anche tu, così vedi meglio ciò che è nel Calice! Giulia: Eccomi, Gesù! Se Ti Siedi Tu, mi siedo anch'io! Gesù: ORA VEDI.........? Giulia: Eccomi, Gesù! Cosa devo dirTi oggi, Gesù? Ci siamo incontrati tante volte, dall'alba fino ad adesso e non è che si finiscono le parole per parlare con Te......! Lo so, mi stai portando in braccio: Tu porti me e io porto Te, ma quel Calice oggi è preparato ed è pronto da bere come tutti gli altri! Vedi, Gesù, quando si arriva ad un massimo d'Amore......, con l'amicizia che abbiamo...! Lo so, Tu stai soffrendo, ma non per quei Calici che Ti vengono versati, ma stai soffrendo perché tutti stanno rinnovando il Tuo Funerale! Stanno facendo quello che non devono fare: prendere una persona e portarla in giro flagellandosi, e non è che Tu Sei contento e non Sei neanche gioioso perchè quello che il Padre Fa è nel silenzio del Suo Cuore nel Donare l'Amore e non è quello che vuoi Tu nel passeggiare sulle strade e farTi prendere in giro! Gesù, in quel Calice mettiamoci anche questo! Quello che Ti hanno portato lo bevo io, e bevo anche ciò che Ti stanno preparando ancora.........! Ma il Dolore più grande per Te è vedere quello che succede nelle Tue Case, o meglio, dicono che sono le Tue Case, ma la Casa che Tu vuoi è il nostro cuore rivolto a Te e aperto per farTi entrare, Gesù! Gesù: Quel Calice oggi tu non lo bevi! Giulia: Io lo bevo, Gesù, perché Tu mi hai donato ancora i Giorni: il Padre me l'ha promesso e la Sua Parola è Duratura e anche in questo giorno il Padre mi darà quel Calice, perché Tu devi Gioire nel Fare Festa come ci hai promesso! Io non ho più parole! Gesù: Tu non hai più parole? Io non ne ho più! Giulia: La Parola non rimane senza Parola, Gesù! Gesù: Se la Parola non rimane senza Parola, anche tu ce l'hai la Parola del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Fa male.........! Quanto ti costa quell'Eccomi, Anima Mia! Giulia: "Eccomi ancora per l'Eternità!" Ma ritorniamo al Calice, Gesù, non allontanarlo! Gesù: HAI GUARDATO BENE......? Giulia: Eccomi, Gesù! Ho guardato bene: io lo bevo! Gesù: Dico quello che c'è dentro, figlia? Giulia: Gesù......, Tu puoi fare tutto quello che vuoi e non sono io a dirTi cosa devi fare! Ti chiedo solo di aspettare ancora un poco per coloro che hanno versato......! Gesù: Prima di tutto i sacerdoti...... hanno versato nel Calice i bimbi innocenti......! Giulia: ...Gesù! Gesù: ......E per secondo hanno spezzato e versato la Croce! ...E per terzo hanno ucciso e usato violenza! Giulia: Gesù, mi bevo tutto quello che c'è dentro, ma Tu non lo versare sull'umanità......, aspettiamo ancora! Non dire ancora, ...se vuoi...  quello che c'è ancora e quello che verranno ancora, perché ancora ne arrivano di Calici! Gesù: E tu cosa vuoi fare? Giulia: Berli, Gesù, come sempre: dall'alba al tramonto, così come quando camminiamo su quella Viuzza e troviamo i Calici! Sì, corro dinanzi a Maria perchè Lei non li prenda, ma Lei li beve di nascosto e anche Tu li bevi! Ora, Tu come Padre, mi devi fare un regalo, io chiedo questo regalo: donami il Calice da bere! Gesù: Vuoi berlo? Giulia: Eccomi, Gesù! Perdoniamo ancora e aspettiamo ancora...! Gesù: Ma Taglia ed è Amaro! .........Vedi se ce la fai a berlo! Giulia: Eccomi, Gesù! Abbassalo poco poco e lo bevo! <Giulia beve il Calice che le viene offerto: è Amarissimo..., con Gemiti, Dolori e Sofferenza riuscendo a trattenere diverse volte il vomito! Sono tutte Sofferenze Mistiche> Gesù: Ce la fai ancora? Giulia: Eccomi, Gesù! <Giulia Cocciutamente riprende a bere> Aspetta..., c'è rimasto l'orlo bagnato! <Giulia con le dita prende il residuo dall'orlo del Calice e se lo beve> Gesù: Neanche quello hai lasciato? Giulia: Quando si beve, di solito si lascia il bicchiere o il Calice pulito, se no poi scende e va per terra e macchia! E se quello cadeva per terra, non macchiava, era un Flagello, Gesù! L'ho bevuto, è sceso e non è caduto a terra, così abbiamo perdonato ancora! Non ho fatto niente di particolare! Gesù: Non hai fatto nulla di particolare? Giulia: Tu mi fai i complimenti e anche il Calice Vivente, ma io non ho fatto nulla! Gesù: Ma tu ti vedi? Giulia: Sì, vedo l'Amore Tuo e l'Amore del Padre che si poggiano su di me per aiutare l'umanità intera......  e tutto questo è bello ed è meraviglioso! Ora capisco in Pieno l'Amore di Maria e il Tuo Amore! Quando Tuo Padre Ti Ha Mandato per Amore a Salvare, e vedermi così come il Padre vuole in Questo Tempo, è vedere Tutto il Tuo Amore! Ma Eccomi ancora per l'Eternità! Ed è bello quando la Mamma dice: "Sono bella perché Amo!" E così: Quando si Ama, si diventa belli e si vede la Luce così grande! Vorrei gridarlo al mondo intero e far vedere al mondo intero le meraviglie che compie il Padre quando "si Poggia" su una creatura! Ma tutto questo Tu lo farai quando aprirai il Sole qui a Timparelle! Gesù: Eccomi, Figlia Mia, Anima Mia! Immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Mia Croce! Immolati ancora per l'umanità tutta! Immolati ancora per i Grandi del mondo! Immolati ancora per i Grandi della Casa del Padre! Consola e Fai Consolare Maria: la Mamma, quella dell'Eccomi! Giulia: La Mamma dell'Eccomi, Gesù, come possiamo ConsolarLa? Come possiamo ConsolarLa oggi? Non ha il Dolore perché Tu Sei Stato Flagellato, ma la Mamma del Dolore e la Mamma dell'Amore sente i gridi dei figli, quelli che metteranno ancora nel Calice......, e si sta riempiendo ancora......, ed è per questo che il Suo Cuore Gronda Sangue! Come La Consoliamo? E come posso ConsolarLa io, Gesù, misera peccatrice..., dinanzi a tutto l'Amore che il Padre mi ha donato in quest'istante? Io non Ti dico di pensare perché Tu conosci tutto: vedi cosa mi ha donato il Padre? Quale dono più grande poteva donarmi? Rimanere dinanzi a Lui così... quel "nocciolo"..., quel "nocciolo" lo rivesti di altre Piaghe per consegnarlo al Cuore di Maria, raccogliendo tutta la Famiglia e offrendoLa! Mamma, questo è per Consolare il Tuo Cuore! LA MADONNA: L'Anima Mia Magnifica il Signore, Figlia! Giulia: Mamma, anche Io Magnifico il Signore consegnando il Cuore di tutti i figli nel Tuo! La Madonna: Eccomi, figlia, nell'accogliere il Calice del Tuo Amore! Giulia: Io sono solo uno Straccio Stracciato! La Madonna: Se lo stringo il Calice si riempie e se a voi serve, usatelo! Giulia: Eccoci! Gesù: ORA GUARDA, ANIMA MIA......! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù, da dove viene quella Luce? È così grande! Sì, riesco a guardarla!(*) Gesù, perché più avanti non ci arrivo? Ci sono quei......, non tocco! Ci sono quei figli! Non si può accendere anche lì questa Luce bellissima? Gesù, se Ti chiedo altre Piaghe, Tu trova dove metterle così la facciamo accendere la Luce! Cerca..., cerca..., Gesù, poggiaTi lì, dove c'è un po' di spazio nella Corona di Spine......! In mezzo alle altre Piaghe troverai un po' di posto, così si accende la Luce dov'è rimasto buio! E c'è un tunnel che è rimasto buio e ci sono dei Figli e se non vedono, cadono! Vedi lì davanti c'è un posticino......! Ora si è accesa la Luce: Eccomi! Gesù: Come Fai? Giulia: Come fai Tu quando accendi la Luce...  è bello! E ora quei figli camminano...! Gesù: E il Padre questo vuole! Giulia: Gesù, Tu Sei Solo nel Mare, nell'Orto e nella Vigna, e i figli sono tutti pronti con l'umanità intera da portare! Possiamo venire anche oggi? Gesù: Vieni e porta tutti: entra nel Mare! Giulia: Li bagno tutti quanti? Gesù: Bagnali! Giulia: Eccomi!(*) Ci hai donato l'Abito del Tuo Amore: la Paghetta! E ora entriamo nell'Orto? Si è accesa un'Altra Luce ed è bellissima, ed è l'Altra Paghetta! Ora cosa facciamo, Gesù? Eh, entriamo nella Vigna? Visto che ci hai invitati, porto i figli! Gesù: Sei passata nel Mare, nell'Orto e ora andiamo nella Vigna: donaMi la mano! Giulia: Eccomi, Gesù! Ci porti Tu? Gesù: Vedi quanto peso hai, "osso scorticato"? Giulia: A dirTi la Verità, e Tu Sei la Verità, io non lo sentivo il peso e non lo sento ancora! Gesù: GUARDA.........! Giulia: È bello essere "ossi scorticati" e donarTi la mano! Ecco i Tuoi Figli, la Tua Famiglia e il Banchetto è pronto! E così bello oggi......  e come sono belle le Spose! Ci sono tutti: Natanaele, Rossella, Vittorio, le Bimbe e tutti gli altri! Gesù: Unitevi alle Spose! Fai sedere i tuoi figli e iniziamo a Spezzare il Pane: la Giornata sta per iniziare! Giulia: Eccoci, Gesù, nel Fare Tutto Quello che il Padre Vuole! Gesù: Eccomi ancora col Cielo Riverso su di ognuno di voi, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel portare l'Unica Verità: la Croce... <Segno della Croce> ...E il Pane Vivo! Il Pane che il Padre Impasta e Dona Intero a tutti i figli! Giulia: Gesù, non siamo degni, ma siamo Tuoi Figli! Oggi quel Pane che hai consegnato nelle mie mani da spezzare, "posso sbriciolarlo" sulle Mura Insanguinate e pregare ancora? ...Posso farlo? Gesù: Fallo ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! I Giorni ci sono ancora e visto che i Giorni ci sono ancora, metto nel Tuo Cuore tutti i figli che si sono affidati alle mie preghiere, la Famiglia che è già nelle Tue Mani, tutti coloro che si uniscono e i cuori che stanno bussando: "abbiamo sete e fame, saziaci Gesù!" Ti affido le Pietruzze, falle diventare Vive e col Cuore Ardente, come lo è il Tuo! Ed Eccomi come Straccio Stracciato nel metterle lì, dove c'è un piccolo spazio! Gesù: Anima Mia......! Giulia: Eccomi, Anima Mia! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! <Don Vincenzo, con umiltà, segna le mani dello Strumento col Segno della Croce> Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi i Piedi della Croce! Don Vincenzo: Che Meraviglioso Colloquio d'Amore! Gesù: L'hai ascoltata? Don Vincenzo: Che bello! Gesù: Io non so cosa fare più con questa Cocciuta...... tu lo sai? Vuoi dirMi qualcosa? Don Vincenzo: Lei sceglie sempre il più Amaro e il più Tagliente......! E dove trova la Forza non lo so! ......E non si arrende mai! Gesù: ...Ehi...! <Intanto le Spose incominciano a portare le Pietanze e al Banchetto viene servito un Maxi- Pane> Gesù: GUARDA......! Don Vincenzo: Mamma che Pane! Gesù: Eeeh, quella è una Roccia! Don Vincenzo: Sì, è proprio una Roccia di Pane! Gesù: , vedi che bella Roccia, eeeh, Don Vincenzo: Quanta Provvidenza in queste Pietanze! Gesù: , quella del Padre! Don Vincenzo: Quanto Bene di Dio! Gesù: , quanto Bene di Dio! <Gesù ''Accarezza'' il Maxi-Pane> ...L'hai fatta tu la Roccia? <......A Raffaele che fa segno di no> L'hai pensata? <Raffaele fa segno di sì> Don Vincenzo: Eeeh, c'è pure una Croce tra le Pietanze! <C'è un Dolce a Forma di Croce> Gesù: Eh, , c'è pure una Croce! Vedi, L'hanno abbellita...... Don Vincenzo: È tutta Grazia del Padre! Gesù: È diventata Roccia che si Innalza! Eeeeh! Quanto Bene di Dio! Quanto Amore che scende! <Gesù manda un bacio ai presenti> Mi mandano i bacini e Io li ricambio! ......Quanto Bene di Dio in questo Banchetto che il Padre ha fatto preparare! ...C'è spazio ancora, ecco! Guarda com'è bella questa Roccia, ehi, eh eh! <Gesù ''Innalza'' il Maxi-Pane e poi lo ''Accarezza''> Don Vincenzo: La Roccia! Gesù: La Roccia non si rompe! Don Vincenzo: La Cocciuta...... Gesù:La Cocciuta...... Don Vincenzo: ...Rocciosa! Gesù: È Rocciosa! ......Tu, visto che il Banchetto è tutto bello e preparato, hai qualcosa? Don Vincenzo: Sì! ...Rientriamo nel Giovedì Santo! Gesù: E rientriamo nel Giovedì Santo! Perché, gli altri giorni non sono santi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Ma questo Triduo Pasquale è Speciale! Gesù: Perché sono speciali? Don Vincenzo: Perchè c'è di mezzo la Lavanda dei Piedi! Gesù: Eh, sì vi avevo promesso che ne avremmo parlato! Don Vincenzo: Perchè c'è di mezzo la Croce! Gesù: ...C'è di mezzo la Croce, ma quella c'è stata sempre: Mio Padre L'ha Piantata ed è Cresciuta e non si è mai gettata a terra! Don Vincenzo: ...E c'è di mezzo la Vittoria sulla Morte! Gesù: ...E c'è di mezzo anche quella! Ma adesso cosa vuoi sapere per prima? Don Vincenzo: ...E intanto leggiamo! Gesù: , tu leggi, Io ascolto, e poi... cos'è, din-din, c'è un campanello? Eeeh, è questo! <Gesù muove il capo e tintinna la catenina che regge gli occhiali della Cocciuta> Don Vincenzo: Il pezzo del vangelo inizia così:"...Gesù si alzò da tavola e depose le vesti..." Gesù: Perché Mi sono spogliato nudo? Don Vincenzo: Ah ah, no! <Si ride un po'> Depose le vesti......! Sì, qua è scritto che hai deposto le vesti Gesù: Se Io Mi sono tolto le vesti, non sono rimasto nudo? Don Vincenzo: E...  difatti! "Preso un asciugamano, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell'acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli..." Gesù: Io voglio vederci chiaro: perché Mi Sono tolte le vesti? Don Vincenzo: ...Eeeh, così hanno scritto! Gesù: ...Uuuh, eeeh, scusa, se si è a un Banchetto e ci sono tante persone e ci sono tante donne, Io Mi vado a togliere le vesti? Don Vincenzo: Forse Ti Sei tolto solo il mantello! Gesù: ...E perché tu mangi col mantello? Don Vincenzo: Neanche! Gesù: Di solito ci si toglie la giacca... ma Io non ho mangiato col mantello e non sentivo freddo...! Poi non si può mangiare col mantello......il mantello cade......! Don Vincenzo: ...E come mai è scritto così? Gesù: Io non Mi Sono tolto niente! ...Mi sono alzato, e di solito l'asciugamano si mette sulla spalla, ma non Mi Sono Tolto nessun abito! Don Vincenzo: "...Poi versò dell'acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l'asciugamano di cui si era cinto." Gesù: Ma se Mi sono tolto il vestito, dove lo mettevo sta' asciugamano? Eeeh! Don Vincenzo: "...Venne dunque da Simon Pietro e questi gli disse: Signore, Tu lavi i piedi a me? Rispose Gesù: Quello che Io faccio, tu ora non lo capisci; lo capirai dopo. Gli disse Pietro: non Mi laverai mai i piedi! Gli rispose Gesù..." Gesù: Per prima cosa era un'usanza lavarsi i piedi perché si camminava scalzi e poi si riempivano di polvere e c'erano i tappeti e si sporcava e poi, dopo aver camminato, dava fastidio la polvere, ma questo si usava quando si entrava in una casa! Vai avanti, poi ti rispondo cosa ho fatto Io! Don Vincenzo: "...Signore, Tu lavi i piedi a me? Rispose Gesù: quello che Io faccio, tu ora non lo capisci, ma lo capirai dopo. Gli disse Simon Pietro: non Mi laverai mai i piedi! Gli rispose Gesù: se non ti laverò, non avrai parte con Me. Gli disse Simon Pietro: Signore, non solo i piedi, ma anche le mani e il capo! Soggiunse Gesù: Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto mondo, e voi siete mondi, ma non tutti. Sapeva infatti chi lo tradiva, per questo disse: Non tutti siete mondi! Quando dunque ebbe lavato loro i piedi, riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: sapete ciò che vi ho fatto? Voi Mi chiamate Maestro e Signore e dite bene perché lo sono. Se dunque Io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri..." Gesù: Per prima cosa, Mio Padre non Mi ha Mandato a fare il Signore e neanche a fare il Maestro ma Mi ha Mandato a Fare il Figlio! Io non ho mai detto né che Sono Maestro e né che Sono Signore! Io ho detto solo: "Sono il Figlio di Dio e Sono Venuto a Portare la Parola di Mio Padre e a Liberarvi dalla Schiavitù!" Hai capito? Avete capito? Tutti: ...Eccomi! Gesù: Io non ho mai detto di chiamarMi Signore! Se Io Mi fossi fatto chiamare Signore......, allora sarei venuto per fare il re del mondo...... ma Io non sono venuto a fare il re del mondo! Don Vincenzo: Tu Sei il Salvatore, il Redentore, il Liberatore! Gesù: ! Don Vincenzo: E Sei Venuto a Liberarci dalla schiavitù del peccato e dalla schiavitù della morte! Gesù: ! Ma da quale morte? Don Vincenzo: Non quella della morte terrena! Gesù: ! Don Vincenzo: Ma quella della morte Lassù! Gesù: ! Don Vincenzo: E Lassù si rischia...... Gesù: ...Non si muore, si Nasce! Ma se non si rimane in quell'Amicizia del Padre......! Io Sono Venuto Mandato da Mio Padre non per essere chiamato "Signore", se no Mi sarei fatto fare re del mondo e tutti quanti aspettavano questo se Mi facevo chiamare "Maestro e Signore"! Io Mi Sono Fatto chiamare: Fratello e Amico! Ho detto come ha detto Maria: "E' Figlio di Dio, Dio Me L'ha Donato, ma non è Mio!" E poi quella lavanda dei piedi si usava fare gli uni gli altri quando si ospitava uno in casa: si lavavano i piedi perché, ripeto, si camminava scalzi e c'era la polvere! Tu sai quanta polvere c'era! Te lo ricordi tu quando ce n'è di polvere? Rosetta: Parecchia! Gesù: E quindi, se si cammina con i piedi scalzi poi i tappeti si sporcano e si devono lavare! Eeeeh, la Lavanda dei piedi ora te la dico Io qual'è e cos'è: vedi, quando dicono: "...il Maestro ha detto...", è già sbagliato perché la parola "Maestro" Io non la voglio, Mio Padre non Me l'ha detto di dirla! "...Vai, troverai, incontrerai...", quella stanza era stata preparata, l'ho chiesta Io di prepararla e l'ho fatta preparare da Maria e dalle donne e dagli uomini che conosci tu e conoscete anche voi i Nomi che vi ho donato! E non solo c'erano coloro che sono scritti lì, ma c'erano anche gli altri a mangiare! Preparare il Banchetto del Padre per poi dire a loro: "vedi, Io sto facendo questo, prendo il vino e prendo il pane, per indicarvi che questa è la Chiesa: Questo è il Mio Corpo e Questo è il Mio Sangue e in semplicità lo dovete fare tutti!" Non l'ho detto solo a loro, lo ripeto ancora: ognuno di voi è Chiesa come lo è stata per prima Maria e il Padre Mi ha Donato ognuno di voi per Farvi Tabernacoli e in Quel Tabernacolo dove Io Mi posso fermare! Io non ho lavato i piedi e non potevo lavare i piedi perché conoscevo già che tutti Mi avrebbero tradito, e tutti Mi avrebbero abbandonato! Sono rimasti solo i Nomi che vi ho detto! E hanno tutti mangiato, tutti quanti hanno preso dal Mio Piatto perché così si usava fare! I Nomi che vi ho detto e Mia Madre sono rimasti, mentre gli altri dopo aver mangiato sono andati via e Pietro non ha dato quelle risposte perché il Pietro che rimane Sono Io sulla Croce! Ora rispondeteMi voi, senza leggere: può Dio mandare il Figlio e far creare uno Stato separato da tutti gli altri figli? Tutti: No! Gesù: Se Dio è Padre di ogni figlio e Dio ha Creato ogni creatura per rimanere unita al Suo Cuore, perché questo Pietro che dice che Io gli ho consegnato le Chiavi, si è creato uno Stato separato dagli altri? Mi sapete rispondere? Tu Mi sai rispondere? Don Vincenzo: Non solo separato dagli altri, ma fuori da Gerusalemme e da Israele, cioè fuori dalle radici storiche e salvifiche del Progetto del Padre! Gesù: ...Io sono rimasto nel luogo dove sono Nato e Vivo, non morto; l'ho sempre detto: "vado da Mio Padre e ritorno e rimango per sempre con voi!" Ma Vivo, non morto! Don Vincenzo: ...E a Gerusalemme, non a Roma! Gesù: ..., a Gerusalemme, non a Roma! Don Vincenzo: In Israele! Gesù: ! Don Vincenzo: E non in Italia! Gesù: E non Mi potevo trasferire: "Rimango sempre con voi, sono con voi ovunque, dove ogni figlio Mi apre il cuore", ma non ho detto a Pietro: "vai lì e prepara questa Casa Lussuosa!" Quando Io Sono Nato in una Stalla e Sono Salito sul Trono della Croce per Amore, Ho Fatto tutto quello che il Padre Mi Ha Detto di Fare! Don Vincenzo: Tutte Case Lussuose sono diventate le Chiese......! Gesù: Vedi, quando Io ho detto:"... non scandalizzate uno di questi piccoli..."  lì intendevo dire: "...non costruite tesori per voi, ma donate il Pane da mangiare!...", "...Non scandalizzate i Miei piccoli!..." Ma in quelle Case vengono scandalizzati i Miei piccoli! Don Vincenzo: ...E non regna la Povertà! E non regna l'Umiltà! E non regna lo Spirito di Servizio! Gesù: E non viene donato da mangiare ai miei piccoli, ma viene tolta a loro ogni dignità come è stata tolta a Me, ma a Dio non si può togliere la dignità! Mi hanno spogliato e tutti ridevano nel vederMi spogliato e con i Chiodi, Flagellato, con la Corona di Spine: non ho accettato di essere fatto re del mondo e quindi Mi hanno fatto re mettendoMi la Corona di Spine! Ma quanto ha Salvato quel Sangue che è Sceso! Don Vincenzo: E tutto ciò non è avvenuto duemila anni fa...... Gesù: ...No! Don Vincenzo: ...Ma cinquemila anni fa! Gesù: , cinquemila anni fa, ve lo ripeto ancora! E lì Io sono rimasto e vi dico altro in questo giorno e poi vi dirò ancora il Lunedì di Pasqua, nel Giorno del Servo Inutile dell'Angelo...come si dice, ma l'Angelo Sono Io! Don Vincenzo: Sì, l'Angelo di tutti Sei Tu! Gesù: , l'Angelo di ognuno! Stai aspettando che dico l'altro? <A Raffaele> Eeeh, lo dico l'altro? Stavo per dire una cosa, la dico o non la dico? Tutti: ...Eccomi! Don Vincenzo: Quella cosa che riguarda i cinquemila anni? Gesù: ! Don Vincenzo: Perché c'è un po' di confusione in questa Data! Gesù: Perché c'è confusione? Don Vincenzo: Sì, essendo stata divisa l'età, l'Era, in avanti Cristo e dopo Cristo! Gesù: Ma Io non l'ho divisa, l'hanno divisa sempre quelli che volevano i propri comodi! Io non ho diviso niente e neanche Mio Padre ha diviso niente! Mio Padre ha fatto Tutto per ognuno di voi, per i Figli, per la Famiglia, per l'Umanità Intera e non ha diviso niente, ma ha per ogni figlio la stessa Paghetta, la stessa Eredità quando si ritorna a Casa: ma dov'è questa Casa? Dove Sono Io, in mezzo ad ognuno di voi! Eeeh, Io Sono Rimasto nel Luogo dove Sono Nato e tutti quanti hanno visto che sulla Croce sono morto, lì in quella scatoletta... <La televisione> ...Vi fanno vedere quando Io Grido, quando Mia Madre si mette a piangere, ma come poteva piangere Maria se il Padre Le ha donato questo Figlio e Le ha detto dall'inizio che sarebbe andata così? Maria conosceva ogni cosa e quindi non poteva piangere sapendo che Io sarei andato da Mio Padre a consegnare i Figli che avevo Comprato a Prezzo di Sangue e poi sarei ritornato! E Maria... Don Vincenzo: Lo sapeva! Gesù: Lo sapeva già, conosceva tutto, ogni cosa! E Io Sono Rimasto Vivo sulla Croce e non sono stato sepolto in nessun posto ma sono stato slegato... <Indica i polsi> ......Sono usciti i Chiodi e poi sono entrato in casa! Don Vincenzo: Sei Dio! Gesù: Sono Dio! Don Vincenzo: E Puoi Fare Qualsiasi Cosa...! Gesù: ! Don Vincenzo: ...Quindi Sei Sceso dalla Croce e te ne sei tornato a casa? Gesù: ! Don Vincenzo: Insieme alla Madonna, alla Maddalena e a tutti quanti? Gesù: ! Don Vincenzo: E i soldati non c'erano? Gesù: Non c'era nessuno, perché tutti quanti si erano affrettati per fare festa! Don Vincenzo: Erano stati crocifissi un centinaio di persone e non solo due! Gesù: Quelli li ho portati a Casa da Mio Padre! Don Vincenzo: Quindi c'era tanta tanta confusione! Gesù: No, non c'era confusione! Don Vincenzo: È che...... Gesù: Sono passato in mezzo agli uomini quando volevano ucciderMi con le pietre e la stessa cosa ho fatto quando sono passato per rientrare in casa! ...Vi state scandalizzando? Tutti: No! Don Vincenzo: L'altra volta hai detto che erano tanti quelli che sono stati crocifissi? Gesù: , ma li ho portati da Mio Padre! Don Vincenzo: Quindi solo Tu, praticamente, sei rimasto Vivo in mezzo a tutte quelle persone crocifisse! Gesù: , ma gli altri non sono morti, ...sono Nati! Don Vincenzo: Sì, li hai portati dal Padre, Gesù: ! Don Vincenzo: Ma poi su quella spianata Sei rimasto solo Tu? Gesù: ! Don Vincenzo: E Te ne sei andato a casa insieme a tutti gli altri che stavano sotto la Croce! Gesù: ! Don Vincenzo: E andando a casa, che cosa hai trovato? Tranne Giuda tutti gli apostoli erano scappati per paura di essere arrestati e crocifissi anche loro! Ognuno se ne era tornato nel suo paesello e lì sono rimasti nascosti per parecchio e parecchio tempo senza più curarsi di Te, Gesù......! Gesù: Non c'era nessuno perchè erano già scappati prima del Getsemani! ...Ci siamo messi a mangiare, c'erano tutti quanti, anche i Nomi che vi ho detto e quelli sono rimasti! Loro hanno finito di mangiare... e Io i piedi non li ho lavati a nessuno ma ognuno se li è lavati perché quella era l'usanza: entrare, trovavano già pronta la bacinella e l'asciugamano e si lavavano i piedi! Ma il significato "...lavatevi i piedi gli uni gli altri..."  significa questo: Dio Mio Padre Mi ha mandato, mandandoMi per Lavarvi col Sangue e per Riscattarvi dalla Schiavitù della Morte! Don Vincenzo: ...Dalla Schiavitù del peccato Gesù: La Morte è il peccato! Don Vincenzo: Perché si può morire e andare dal Padre, ma si può morire e rimanere peccatori......! Gesù: ! Don Vincenzo: E quindi...... Gesù: ...E lì aspettare......l'ultima domandina! La Domanda che il Padre fa ad ogni figlio...... e se si muore e si Nasce, si entra nel Paradiso dove Io Sono! E lavare i piedi significa abbassare l'io e mettersi a disposizione di tutto quello che il Padre Mi ha donato da donare ad ogni figlio! Ripeto ancora una volta: Io non Mi sono fatto chiamare né Maestro e neanche Signore, ma Fratello, Amico di ognuno di voi e dell'Umanità Intera! ......Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Abbassare l'io significa essere Servi Inutili? Gesù: , abbassare l'io significa essere Servi Inutili! Don Vincenzo: E mettersi al servizio e a disposizione degli altri! Gesù: Mettersi al servizio e a disposizione degli altrinell'Umiltà, nella Semplicità e nell'Ultimo Posto! Don Vincenzo: E non nella superbia e non accumulando soldi! Gesù: Io non Mi sono messo neanche nel primo posto! ...Se Io avessi lavato i piedi Mi sarei messo all'Ultimo Posto o al primo posto? Tu che dici? Don Vincenzo: Al primo! Gesù: ! Perché Mi sarei fatto Maestro e Io non sono venuto a fare il Maestro, ma a dire ad ognuno di voi: "lavatevi i piedi gli uni gli altri, amatevi gli uni gli altri, fate le Cose del Padre gli uni gli altri!" Don Vincenzo: Certo! Gesù: Vedi, si lavano i piedi i farisei di ieri e di oggi e ora fanno la scena della Lavanda dei piedi, ma a chi lavano i piedi se loro sono pieni di invidia tra di loro e non hanno Pace? Non possono donarla neanche la Pace, e non donando la Pace non si lava......! Lavarsi significa prendere Me, mangiarMi, donarMi e non chiudere la porta! Io Sono fuori, neanche all'ultimo posto, fuori! Quando si mette una persona all'ultimo posto si lascia lì, dov'è lei... <Si riferisce a Franca che è in piedi nei pressi della porta> ......Invece Io sono fuori! E al primo posto si sono costruiti questa Casa a Roma, mentre Io dove sono Nato? Don Vincenzo: ...A Betlemme! Gesù: Cinquemila anni fa! Don Vincenzo: Ma queste case lussuose di Roma che poi tutte le altre città hanno imitato, quando sono state costruite? Probabilmente nei primissimi secoli d.C. quando c'è stata la pace tra papa Silvestro e l'imperatore Costantino, il primo imperatore romano a riconoscere ai cristiani la libertà di culto e a favorire in molti modi, prima di tutto con la sua conversione, la diffusione e l'affermazione del Cristianesimo nel mondo! Gesù: Tu dici? Ma se non hanno nessuna data? Don Vincenzo: Aaah! Gesù: Quando sono state costruite? Don Vincenzo: <Gesù scuote il capo> Anche sulla costruzione di queste basiliche romane hanno falsificato tutte le date! Gesù: , tutte le date sono state cambiate! Don Vincenzo: E tutto questo lusso è stato poi tramandato anche nelle altre città più importanti! Gesù: ! Don Vincenzo: ...Ogni città e ogni paese si è costruita la sua cattedrale! Gesù: La sua Reggia dove Io non ci vado! Vedi, vi è stato insegnato: Dio abita in Cielo, in Terra e in Ogni Luogo! , Dio è da Sempre, ha fatto Tutto Lui! Se ha fatto tutto Lui è come un Padrone di Casa che ha costruito un Grande Giardino ed è felice di visitare se tutte le Pianticelle sono Vive, no? E questo Papà li visita, è in ogni luogo, è dappertutto e quando li va a visitare, si ferma e ad ogni figlio dona la Paghetta della Giornata! Voi abitate in questo Giardino che il Padre ha preparato per ognuno di voi! Tutti: ...Eccomi! Gesù: Eh, è un po' malandato, ma non l'ha fatto andare a male il Padre: e chi l'ha fatto andare a male? Non siete stati voi! Sono coloro che hanno preso il Posto del Padre, che da sempre hanno fatto andare a male il Giardino con tutti i Frutti e il Padre guarda: quello va potato, quello va tagliato, quello va innaffiato! Ma che faccio, li innaffio, li poto e li getto? Ma Dio non brucia, Dio è Amore e brucia d'Amore per tutti i figli, ma non prende i figli per gettarli nel Fuoco! I ramoscelli, i rami che vanno potati, la Potatura significa che il Padre prende questo, uno solo... <Gesù prende una polpettina> ......E vediamo se posso farvi capire: mettiamo caso che questo sia un albero, qui c'è un ramo secco, qui c'è un ramo buono, allora se il Padre, qui c'è un ramo buono, qui c'è un ramo secco, questo ramo, questa pianta è un figlio, non è che gli taglia un braccio se questo si è seccato e poi lo lascia senza braccia? No, la Potatura significa mettere nel cuore del figlio che ha il ramo secco il Suo Amore! Per questo la Cocciuta dice: "aspettiamo ancora", perché vede il Padre che guarda, guarda questo figlio, "gli ho donato tutto il Mio Amore, ora sta seccando, ma non fa nulla! Cosa faccio Io, aspetto o lo faccio germogliare?" E quando la Cocciuta vede che il Padre aspetta, lei dice: "mettiamogli l'acqua, zappiamogli intorno, aspettiamo ancora un altro poco, forse non Ti hanno visto, non Ti hanno conosciuto ancora!" Lei conosce ogni cosa e questi Grandi che dicono che hanno tutto il Potere in mano, diteMi voi come possono avere il Potere del Padre in mano se il Potere ce l'ha il Padre? Hanno il potere dei soldi, ma questo non è un potere! I Tempi che stanno venendo, quel Flagello che la Cocciuta ha fermato e non è sceso e tu chiedi: "ma, quando viene? Quando viene quello che hai detto?" La Cocciuta l'ha fermato e sai perché l'ha fermato? Perché ama come il Padre! Il Padre ha abbassato la Mano e il Padre farà cadere i Troni! Coloro che si dicono "Grandi del mondo, Grandi della Casa del Padre", ma se la Casa è nelle Mani del Padre, come possono averla loro in mano? Tutto è nelle Mani del Padre, perché Tutto ha fatto il Padre e Tutto Ritornerà al Padre! Coloro che hanno Indossato gli abiti d'oro, non sono figli giusti ma sono figli che hanno lasciato la Via Stretta per prendere quella larga! E ritorniamo al figlio che è stato accusato di fare tutto questo disastro; lui ha lasciato la Via Stretta, ha preso quella Larga, voleva mettersi contro Dio; ma quando è arrivato sulla viuzza larga, è ritornato subito indietro: "ho sbagliato, non posso mettermi contro di Te, ma il veleno è partito! Io ora mi fermo e aspetto!" E il Padre gli ha detto: ", è cosa buona e giusta, fermarti e aspettare!" Il fiume si è messo a camminare, ma la sua Conversione è già arrivata! Quella dei Grandi della Casa del Padre, come dicono, non è ancora arrivata perché scandalizzano i piccoli e fanno tutto quello che è sulla Via Larga! Vi sono bastate queste Gocce? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: ...Quindi all'ex-diavolo lo possiamo chiamare fratello pentito! Gesù: , ...è figlio e fratello, si è convertito, ma rideranno quando sentiranno queste cose, ma voi lasciateli ridere! Don Vincenzo: Hanno sempre riso su di noi! Gesù: , l'hanno fatto dal Grembo Materno! Hanno riso su Maria, gliene hanno dette di tutti i colori, ma Maria non si è scomposta: Maria ha detto "Eccomi" al Padre e Ha Fatto la Volontà del Padre! Don Vincenzo: Ancora, Gesù! Gesù: ...Ancora! Don Vincenzo: Quindi, le date sono tutte state manipolate e falsificate a vantaggio della chiesa di Roma e dell'impero di Roma? Gesù: Le date sono tutte sbagliate, e quando si Aprirà il Sole le vedrete tutte quante le date! Don Vincenzo: Ancora! Gesù: ...Ancora! ...E quindi, Io non vi lavo i piedi: perché lavarvi i piedi gli uni gli altri lo sapete cosa significa: amarsi e fare le Cose del Padre! Don Vincenzo: Ancora! Gesù: ...Sì ancora... e oggi parlo solo Io, eh, perché è la Mia Giornata! I Servi Inutili stanno preparando......: sapete cosa stanno preparando i Servi Inutili? ...Sai cosa stanno preparando i Servi Inutili, tutti i vostri Cari e Giovanni, Carlo, Piuccio e Domenico e tutti gli altri? Stanno preparando l'Altra Metà di Cielo che deve Scendere! Don Vincenzo: Allora avremo tutto il Cielo a combattere con noi? Gesù: ...Tutto il Cielo! Il Tempo è nel Tempo, il Tempo del Padre è Pieno e il Padre è in mezzo a voi e il Cielo si sta preparando e i Servi Inutili stanno facendo un Grande Lavoro! Don Vincenzo: Gesù, Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: La figura di Giuda, quindi è tutta capovolta? Gesù: , è tutta capovolta perché non è stato lui né a venderMi e né a comprarMi, perché Dio non si può né vendere e neanche comprare! Dio E' da Sempre! Don Vincenzo: Certo che hanno presentato Giuda proprio come il ...peggiore quando invece era tutto il contrario! Gesù: Ma non solo Giuda hanno presentato...... Don Vincenzo: ...Come il peggiore! Gesù: Hanno presentato anche Me come il peggiore e Mi hanno messo in Croce! Don Vincenzo: Uuuh! Gesù: Ma Io Sono Venuto per Fare la Volontà del Padre: questo era il Progetto del Padre e non il progetto degli uomini! Vedi se Mio Padre Mi avrebbe fatto mettere in Croce dagli uomini......?! Don Vincenzo: ...Uuuh! Gesù: Il Padre ha Progettato tutto questo, perché Io vi Comprassi a Prezzo di Sangue! Non è che potevo ucciderMi da solo, potevo far scendere il Sangue dalle pietre, dagli alberi, ma doveva scendere dal Mio Cuore! Don Vincenzo: ...Gli apostoli si sono nascosti nei propri paesini per paura di essere crocifissi anche loro? Gesù: , ognuno se n'è andato nei propri paesi, nessuno c'era, e c'erano rimasti solo Maria, Mia Madre, e tutti i Nomi che vi sono stati detti! Don Vincenzo: E quello che è stato scritto del Giorno di Pasqua che stavano chiusi nel Cenacolo? Gesù: No! Don Vincenzo: E che Tu Sei Apparso a loro......? Gesù: ...Maria non si sarebbe chiusa in nessun Cenacolo e ha camminato apertamente senza aver timore! Don Vincenzo: ...Tommaso voleva toccare e voleva mettere il dito sulle piaghe? Gesù: Tu vuoi toccarMi? <Gesù si rivolge a Tommaso e si ride> Don Vincenzo: Voleva mettere il dito per credere......! Gesù: Dove lo metteva il dito se non c'era? Don Vincenzo: E lo Spirito Santo che sarebbe poi Sceso a Pentecoste? Gesù: ...E Mio Padre Mi ha mandato senza niente? Lo Spirito Santo è sceso per fare cosa? Per fare a loro guadagnare soldi? Per far fare a loro queste Case piene di scandali? Lo sapete quanti scandali ci sono? La Verità Tutta Intera è questa e non dovete scandalizzarv: Io parlo da Fratello a Fratello, da Figlio a Figlio, da Amico a Amico! Siete i Miei Amici? Tutti: Eccomi! Gesù: Siete i Miei Fratelli? Tutti: Eccomi! Gesù: Siete i Miei Figli! <Si ride un po'> Vai avanti tu, eh, il Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! Tutti: Eccomi! Gesù: ...Eeeh! Don Vincenzo: Ancora! Gesù: ...Ancora...! , nel Mio Cuore ero triste perché Conoscevo già da quando Mio Padre Mi Ha Mandato che avrebbero fatto tutto questo e avrebbero continuato ancora, però non è stata una giornata, abbiamo iniziato a mangiare verso le undici e mezza e abbiamo finito verso le tre e poi ci siamo avviati! Ma Io Mi Sono avviato da Solo perchè tutti gli altri, tranne Giuda, se ne erano andati, se no che andavo a fare là, se quelli dormivano, andavo a chiedere: "Perché dormite, non vi svegliate?" Don Vincenzo: ...E il Getsemani come l'hanno poi raccontato? Gesù:No, Io Mi Sono Fermato vicino a una pianta che era lì vicino! ......Sapevo già tutto! Don Vincenzo: ...E quando poi sono arrivate le guardie era già notte? Gesù: , perché lì non è che era poi tanto tardi, e si doveva sbrigare tutto! Don Vincenzo: Per prepararsi alla Pasqua del giorno dopo! Gesù: Alla Pasqua loro, non alla Mia Pasqua! Don Vincenzo: Sì! Gesù: La Mia Pasqua è attimo dopo attimo! Come il Mio Nascere è attimo dopo attimo! Ogni volta che il cuore si apre, Io Nasco! E il cuore di ognuno di voi si spalanca e Io Nasco! Don Vincenzo: Nel Getsemani hai sudato Sangue? Gesù: ...Io no! Don Vincenzo: ...Ah! Gesù: ...Perché dovevo sudare sangue? Sapevo tutto! Don Vincenzo: È scritto che un Angelo è venuto a ConsolarTi? Che poi gli Angeli non ci sono...  ma in Cielo ci sono solo i Servi Inutili! Gesù: ...Eh, Mio Padre Mi ha mandato a compiere una Missione d'Amore e poi Mi veniva a consolare? Avrei detto: "Padre, Io non faccio questo che Tu hai detto!" E Dio può piangere? , Dio piange quando vede i figli...... Don Vincenzo: ...Nella rovina! Gesù: ...Nella rovina, nel cadere, nel fare tutte queste azioni che fanno! Io andavo paese per paese a portare la Parola, ma Io non prendevo soldi! Quando si spostano i Grandi, se non ci sono i soldi non si spostano! E questo non significa portare né la Pace e neanche il Pane Spezzato! Come fanno a portare il Pane Spezzato se non sono Pane? Don Vincenzo: ...Eh, come fanno a presentare Dio quando loro fanno tutto il contrario di quello che Dio ha detto? Gesù: Come fanno a presentare Dio se non credono che esiste Dio? Don Vincenzo: Ah, pure! Gesù: Devo dirvi la Verità Tutta Intera? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Questa è la chiave per capire ogni loro comportamento malvagio......! Gesù: C'è il dottore Franco? Don Vincenzo: Sì! Gesù: L'avevo già visto! <Si ride un po'> Vieni Franco, figlio Mio, tu sei così buono d'animo e il tuo cuore è pieno d'Amore, hai Sete di conoscere la Verità Tutta Intera; quella che hai sentito fino adesso, L'hai trovata Buona? Franco: Sì! Gesù: ! Don Vincenzo: Qualcosa che vuoi chiedere? Gesù: , visto che sei il medico dell'Amore, puoi chiedere! Se te lo dico Io, lo sei e devi avere fiducia nel Tuo Padre! Cosa ti rimane, cosa ti suona nel cuore? Tu Mi cerchi da tanto tempo, ma non ti sei mai fermato a vedere dentro nel cuore che Io ci Sono dal Grembo Materno? Quanti Temporali stai affrontando e c'è sempre la Mia Mano che te li fa affrontare! Ora cosa vuoi chiedere? Non devi avere timore! Franco: ...Ma, il discorso dell'Amore mi convince pienamente! Gesù: ...E questo è Dio, è Amore! E per comprendere e capire chi è Dio si deve entrare sempre di più nell'Amore! Il Segreto di Dio è l'Amore e, quando si ama col cuore spalancato, si incontra Dio! Franco: ...Certo! Gesù: L'hai incontrato? Franco: Ci sto provando! Gesù: Non è che ci stai provando, tu ti ci sei ficcato tutto dentro e sei in Pienezza nell'Amore di Tuo Padre e nel Mio e Lo Doni e Lo Spezzetti a tutti i figli e fratelli che incontri! Avete capito? Non Lo sta cercando, si ci è tuffato dentro e ancora non si è svegliato; quando si sveglierà si troverà tuffato nell'Amore di Suo Padre! Sei gioioso? Franco: ...Sì! Gesù: ...Anch'Io! Franco: Gioioso nel sapere che pensi che io sia buono! Gesù: Non è che lo penso...... Franco: ...Non pensavo che io fossi buono! Gesù: ...Dio non pensa, Dio fa, Dio è Amore e dona Amore! ......Perché, tu ti vedi cattivo? Franco: ...Beh, insomma! Gesù: No, il Padre non ha fatto i figli cattivi e tu non hai mai lasciato la Viuzza Stretta per andare in quella larga e cammini sempre in quella Stretta! Franco: Hai più stima di me di quanto io ne abbia di me stesso! Gesù: Avete sentito cosa ho detto? Don Vincenzo: Quindi lui ha trovato il Tesoro senza che ancora se ne rende conto? Gesù: , si è tuffato in quel Tesoro dell'Amore ed è così innamorato che ancora non lo vede...... ma presto...... vedrà! Franco: ...Eccomi! Gesù: ......Eccomi! Franco: ...Eccomi! Gesù: ......Eeeh, a ruota libera, abbiamo parlato a ruota libera? Don Vincenzo: ...Eh Gesù: ..., ma quella cosa gira! Don Vincenzo: ...Due ore! <Si ride un po'> Gesù: ...Ha girato solo per due ore? Ehi! <Gesù ''accarezza'' il Maxi-Pane> Don Vincenzo: Ancora! Gesù: ...Ancora! Don Vincenzo: "...Mentre era a mensa con i suoi discepoli, Gesù si commosse..." Gesù: Perché Mi sono commosso? Don Vincenzo: "...In verità, in verità vi dico: uno di voi Mi tradirà..."! Gesù: Questo non è giusto come è stato scritto, ce l'hanno sempre con Giuda ma Giuda non era andato via: tutti quanti sono andati via e sono rimasti solo i Nomi che vi ho detto! ...Io non potevo diventare triste quando conoscevo ogni cosa e sono venuto con la Conoscenza di tutto quello che dovevo fare e, se uno conosce, non diventa triste! Neanche Maria è diventata triste, era sempre ed è sempre Gioiosa in tutto l'Amore che il Padre le ha donato! Don Vincenzo: ...Hanno scritto pure che Giuda teneva la cassa e che era ladro... Gesù: No, Giuda non teneva nessuna cassa! Se era ladro e rubava i soldi, non andava a prenderli i...... trenta denari promessi dai Sommi Sacerdoti! <Si ride un po'> Don Vincenzo: "...Signore, perché non posso seguirti ora? Darò la mia vita per Te!..." Disse Pietro! E Tu rispondi: "...Darai la tua vita per Me? In verità, in verità vi dico: non canterà il gallo, prima che tu non Mi abbia rinnegato tre volte! ...In quel tempo, uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota, andò dai Sommi Sacerdoti e disse: Quanto mi volete dare perché io ve Lo consegni?..." Gesù: ...No, Giuda non è andato a chiedere nessun soldo e loro sono venuti, non c'è stato neanche il bacio, perché Giuda non Mi ha dato il bacio! Don Vincenzo: "...I discepoli prepararono la Pasqua; Venuta la sera, si mise a mensa con i Dodici..." Gesù: ...No, Io non Mi sono messo a mensa di sera! Don Vincenzo: ...Era giorno! Gesù: Era giorno, poi ve l'ho già detta anche l'ora in cui siamo usciti per andare nel Getsemani......e poi tutta quella tiritera: portateMi qua, portateMi là e alle nove e mezza di venerdì mattina già ero Crocifisso! Don Vincenzo: ...Hanno detto alle tre...... Gesù: ...No, Io alle tre non sono stato CrocifissoDon Vincenzo: ...  Che ci fu il buio! Gesù: ...Sono stato Crocifisso al mattino e dopo un poco sono andato da Mio Padre! Il buio è rimasto nei loro cuori, il buio non è sceso; se fosse rimasto il buio, Dio avrebbe spento per sempre! Mio Padre non ha spento niente! ......Tutto è stato scritto in modo sbagliato! ......Dio non spegne la Luce! Io sono andato a salutare Mio Padre, ho portato i figli e sono ritornato ed entrato in casa! E quando crescerete vi dirò altre cose: adesso Mi fermo qui con le Gocce! ...Ma parlo ancora... Don Vincenzo: Sì! Gesù: ...Mi fermo con le Gocce e queste non sono Gocce Piccole, queste sono Goccioloni Grandi o Mi sbaglio? Tutti: No! Don Vincenzo: Quindi, Gesù, quando sei tornato a casa Ti sono venuti a trovare tante persone che erano sotto la Tua Croce, tranne gli Apostoli......! Gesù: ...No, gli Apostoli non c'erano! Don Vincenzo: C'era solo Giuda dei dodici e tutti gli altri e tutte le altre! Gesù: ...E poi chi gliel'ha messo il nome "Apostoli"? Don Vincenzo: E quindi hai ricominciato a fare la Vita di prima? Gesù: ! Don Vincenzo: Solo che gli Apostoli non Ti incontravano! Gesù: No! Don Vincenzo: Perché ognuno si era nascosto e aveva paura di essere arrestato e si era rintanato nel proprio paesino? Gesù: ! ...E nessuno...... di loro ha parlato più di Me......! Eeeh, e questa c'è entrata, una Piccolina! Don Vincenzo: Com'è? <Si ride un po'> Gesù: Questa Goccia c'è entrata e L'ho detta pure: nessuno ha parlato più di Me! E dopo tanto tanto tanto tanto tempo è uscito fuori qualcuno che ha scritto qualcosa da quel paese che dicono che Io ho mandato Pietro! Don Vincenzo: ...Ah, quindi i quattro vangeli sono stati scritti a Roma? Gesù: ! Don Vincenzo: Per sfruttarTi ancora di più e per servirsi di Te! Gesù: , tu hai detto bene! <Nella Catechesi che Don Vincenzo fa all'inizio della preghiera> Lì ancora Mi stanno aspettando perché Io ho detto: "AspettateMi, Io Verrò!" Don Vincenzo: E quindi...... Gesù: Stavo dicendo prima una cosicina e adesso ve la dico di nuovo! Mi sono fermato, ci ho pensato bene...... La dico, non La dico, mò La dico, mò non La dico, mo' non La dico più! Don Vincenzo:...Eh, no! <Si ride un po'> Gesù: Il Padre Mi dice di non dirLa: Mi ha fermato la prima volta e Mi ha fermato anche adesso! Don Vincenzo: ...Gesù, dopo quanti anni hanno scritto i vangeli? Gesù: Tanti, tanti, tanti, tanti, tanti, tanti! Don Vincenzo: ...Aaah! Gesù: DOPO CHE HANNO FINITO DI COSTRUIRSI LA CASA, SI SONO SISTEMATI BENE BENE, HANNO DECISO, HANNO FINITO DI FARE LE GUERRE E CHI ERA SPOSATO HA CONTINUATO A SPOSARSI, HANNO CONTINUATO AD AVERE MOGLI E FIGLI E HANNO CONTINUATO, HANNO ACCELERATO LA MAFIA PIÙ GRANDE! Don Vincenzo: ...Hanno avuto mogli e figli e poi hanno predicato il celibato? Com'è questo fatto? Gesù: Questa ancora non posso dirveLa, come l'altra! .........Ehi, perché ridi? <A Raffaele> Io voglio dirLa ma Mio Padre Mi ferma e devo stare all'Ubbidienza! Quando crescerete un altro poco, ve la dirò! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: ...Eh! Don Vincenzo: ...In quel periodo prima dei duemila anni cioè nei restanti tremila anni è avvenuto l'Esodo con Mosè? Gesù: All'inizio dei cinquemila anni! Don Vincenzo: Perciò gli Ebrei hanno iniziato da qui il loro calendario! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Cinquemila anni fa! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Perché è concomitante con la data di Mosè? Gesù: ! Don Vincenzo: Il Padre ha guidato Israele dalla Liberazione d'Egitto alla Terra Santa! Gesù: Il Padre ha usato Mosè come sta usando lo Strumento nel Fare le Cose del Padre! Ma c'è stata un po' di non credenza perchè per un po' Mosè ha dubitato! Don Vincenzo: ...Mosè? Gesù: , poco poco! Don Vincenzo: Volevo dirTi, Gesù, una cosa: quel fatto delle Tavole, dei Dieci Comandamenti! Gesù: Quei dieci comandamenti non sono quelli che sono stati consegnati dal Padre a Mosè! Don Vincenzo: Quei comandamenti che sono arrivati a noi sono dieci regole umane che qualsiasi persona in buona fede può scrivere! Gesù: ! Don Vincenzo: Credere in Dio! Riposarsi il Sabato! Onora tuo padre e tua madre! Non uccidere! Non commettere adulterio! Non rubare! Non dire il falso! Non desiderare la donna d'altri! Non desiderare la roba d'altri......! Gesù: Non è questa la Legge che il Padre ha donato...... Don Vincenzo: Questi sono dieci precetti umani! Gesù: ...Il Padre ha donato la Legge dell'Amore e, quando sarà il Tempo conoscerete tutto......! Giovanni ha trovato le Tavole e se le è portate con Lui! ......Ne ho detta un'altra! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Com'è? Gesù: Giovanni ha trovato le Tavole e se le è portate con Lui! Ne ho detta un'altra! Don Vincenzo: E che Tavole ha trovato, le Tavole di pietra? Gesù: ! Don Vincenzo: Le Tavole di Mosè! Gesù: , glielo avevo detto che le avrebbe trovate! Don Vincenzo: E dove le ha trovate? Gesù: E questo non te lo posso dire, sei troppo curioso! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Si dice che Mosè le ha frantumate le Tavole della Legge! Gesù: , non è che le ha frantumate Dio, ma le ha gettate lui, e per quello ha mancato di Fede, perchè ha gettato le Tavole della Legge! Ha mancato un po' di Fede gettando quello che era stato scritto da Dio! Don Vincenzo: Ah! Gesù: E poi, visto che non c'erano più "Le Dieci Parole" hanno arrangiato qualcosa, si dice così? Hanno arrangiato qualcosa! Don Vincenzo: Cinquemila anni fa! Gesù: Eh, sì e per cinquemila anni fa vi portate: "non rubare, non uccidere, non dire il falso, onora il padre e la madre!" Ma se quelli hanno ucciso Me per prima! Pensano loro di averMi ucciso... Don Vincenzo: ...I Sommi Sacerdoti... Gesù: ...Ma se Mi avessero ucciso e Io fossi morto, sarebbe morto anche Mio Padre! Eh, , perché tutto sarebbe finito e non ci sarebbe più nessuno di voi e... sarebbe rimasto un bel prato! Don Vincenzo: Sarebbe rimasto? Gesù: Un bel prato! Don Vincenzo: Ah-ah! Ma Dio come fa a finire? Lui non finisce mai! È il Creatore di tutto e di tutti! Gesù: E per questo sto dicendo che Io non sono morto! .........Vuoi andare avanti o ci Spezziamo? Don Vincenzo: Ci Spezziamo! Gesù: E allora la Cocciuta, non dico che rimane Crocifissa per Amore, dico che rimane scorticata per Amore, per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, ma i Chiodi se Li tiene! Hai visto quello che entra e che esce, è qua! <Gesù indica il polso destro> Don Vincenzo: ...E la corda pure! Gesù: ...Eh, , la corda è qua ed è qua! <Ai due polsi> Qua giocherella perchè entra ed esce! <Al polso destro> Qua sta ferma... <Al polso sinistro> Don Vincenzo: ...Il Chiodo di là si muove? Gesù: ! Don Vincenzo: Il Chiodo di qua? Gesù: Entra, esce di lato di qua e di là! <Gesù indica che il Chiodo al polso destro esce da più parti del polso> Poi qua invece...... <Sulla spalla destra> Il Legno esce, entra e gioca e dona Amore! Lo posso dire! Allora ci doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Facciamo l'Eucarestia! Gesù: , Io salgo e scendo, <Dal ''Trono del Calice Vivente''> Ecco qua, eh, eh, eh, cos'è quella, poi lo mangiamo? E dopo parliamo di quella, eh! <Raffaele versa il vino nell'unico bicchiere> , uno solo! Don Vincenzo: Di che parliamo? Gesù: ...Di quella che è lì dentro, dell'acqua, quella che serviva per la Lavanda! <È pronta la brocca con l'acqua e l'asciugamano> Ora prendi il Mio Sangue! <Gesù dona a Don Vincenzo il Vino e un Pezzettino di Pane> Questo è il Mio Sangue! Questa è la Mia Carne! Che fai, lo so che sei ubriaco dopo tutto quello che hai sentito...! <Gesù Prende un Pezzettino di Pane per Sé> Questo è il Mio Sangue e Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Metti! Eccolo! <Entrambi intingono il Pane nell'unico bicchiere di Vino, lo fanno sgocciolare sul tovagliolino e Mangiano> Guarda che Io non ho girato per far cadere il Mio Sangue: dov'è caduto ha bagnato! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Gesù: E questa è la Mia Carne! <Intingono, fanno sgocciolare di nuovo e Mangiano> Ecco! <Gesù dona il tovagliolo a Raffaele. Don Vincenzo Beve. Gesù, dopo aver raccolto col dito le Gocce sul bicchiere, Beve> Ho preso le Gocce! Ora puoi chiamare i figli! <I presenti in ordine si fanno avanti per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Gesù dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Quando si accosta Rita con la piccola Veronica, Gesù dice:> Vuoi mangiarMi, ecco MangiaMi, eh, eh, aspetta che adesso Mi Mangi, eh, eh, Mi Mangi e ti sei portata la striscetta, <Un po' di Vino sul vestitino> , Sono Buono! <Alla fine quando tutti hanno ricevuto il Sangue e la Carne Gesù li dona a Raffaele, mentre Don Vincenzo Li dona a papà Damiano. Poi riempie un bicchiere con l'Avanzo. Raffaele porta via la Cesta del Pane e la bottiglia vuota del Vino, mentre Gesù sposta il bicchiere con l'Avanzo verso il centro della tavola> Eccomi, Eccomi! , Eccomi, ecco, aspetta che salgo e poi scendo, ecco! Ehi, tu che fai, ti siedi e Io Mi Siedo pure? Tu che fai, mangi o parli? Don Vincenzo: ...Mangiamo qualcosa! Gesù: Mangiamo! Cosa mangiamo? Tu mangi sempre le stesse cose? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Tie', dammi la forchetta, ecco, tie', e Io che devo mangiare, quello che mangi tu? Don Vincenzo: Scegli! Gesù: Devo scegliere? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Uno di questo e uno di quest'altro! Don Vincenzo: Scegli qualche altra cosa! Gesù: Mò scelgo qualche altra cosa! ...Figlie? Caterina e Maria Rosaria: ...Eccomi, Gesù! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: ...Eccomi, eh, allora, mangiando, mangiando, vuoi dire qualcosa? Ho parlato un po' troppo? Tutti: No! Gesù: Tu cosa vuoi dire, sei rimasto soddisfatto? Ma, sei sveglio o adesso ti sei tuffato in tutto quello che ho detto? Di solito tu ti tuffi in tutto quello che dico! Don Vincenzo: È tutto bello! Gesù: Non è che le Cose del Padre sono tutte Buone e sono anche tutte Belle, ma è Pane, è Sostanza, c'è il Sale! Quella che hanno scritta gli uomini, non è né Sostanza e né c'è il Sale! Hai capito? Poteva Dio dire quattro cose e poi mettere uno a capo a comandare? Dio agisce sempre, non si mette da parte! Vedi, voi dite: Dio si è dimenticato, Dio non fa più niente, Dio non vede e non sente: perché ha fatto questo, perché ha fatto quell'altro? Il Padre ha scritto Tutto da sempre! E il Padre non si è dimenticato di nessun figlio, il Padre sente e interviene, e interviene nel silenzio, ma interviene anche nel fare rumore e in questa notte fa un po' di rumore! Hai sentito? Questa l'avevo presa e adesso Me la riprendo, eh, eh, chi si pensava di prenderla quella? Eh, l'ho tenuta un'ora in mano, l'ho spiegato! Ne vuoi una? <Si ride perché Gesù mangia la polpetta che aveva usato prima per indicare la Potatura> Don Vincenzo: ...Sembra un ufo! <Si ride un po'> Gesù: ...No, questo non è un ufo, queste sono delle polpette e questo è il riso! Lucia: È un'arancino, Gesù? Gesù: È un'arancino ma il guaio è che non se lo mangia un "Arancino" <Arancino è il cognome di Giulia> Me lo mangio Io! <Si ride un po'> Lucia: L'ho fatto per Te , Gesù! Gesù: Eh, eh, Me lo mangio Io l'arancino! "L'Arancina" si mangia l'arancino perché l'arancino Me lo mangio Io! Damiano: L'arancino sei Tu! Gesù: E Io sono il polpettino! Sono buone le polpettine, l'ho spiegato prima; cosa fai, mangi i pesciolini, la vuoi una polpettina? Sei sveglio, se ti addormenti ti faccio tenere quella in mano! <Il Maxi-Pane e si ride> Non parli? ...Viceparroco! Raffaele: Eccomi! Gesù: La tagli la Montagna? <Il Maxi-Pane> Raffaele: La devo tagliare? Gesù: , prima la montagna e dopo il pesce! Ma tu non dici niente? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh? Don Vincenzo: Quand'è che il fratello che ha lasciato la Via Stretta per la via larga sarà pienamente libero? Gesù: Non hai capito ancora che si è convertito? Don Vincenzo: È pienamente convertito? Ma il veleno agisce ancora! Gesù: , quello sì, ma lui si è convertito! Don Vincenzo: Ed è tornato sulla Via Stretta? Gesù: Sta aspettando! Don Vincenzo: Sta aspettando che il veleno finisca di avvelenare! Gesù: ! Il veleno, adesso ne dico un'altra, avvelenerà i falsi profeti! Don Vincenzo: Come? Gesù: Il veleno avvelenerà i falsi profeti! Lo sapevi già, tu? Raffaele: ...Eccomi! Gesù: E avvelenerà anche coloro che hanno preso il posto di Dio! Ne ho detta un'altra! Mi sta supplicando da stamattina: "dicci qualcosa di grosso!" <Si ride un po'> Ehi, guarda che montagna, la montagna si mangia la montagna! Sei contento tu, , non sei contento, ? Vito: Eccomi! Gesù: Allora, se è contento, vieni a prenderti questo, tie' te lo dò Io, ecco! <Gesù gli dona il bicchiere con l'Avanzo> Vito: Eccomi! Gesù: Non berti pure il bicchiere, poi Me lo riporti indietro! Eccomi, ha detto che era contento! Tanto poi dopo ve lo faccio donare sia l'amaro che il vino, così tutti siete contenti! , parla, non mangi più, hai finito di mangiare? Don Vincenzo: Poco poco! Gesù: Poco poco di cosa? Don Vincenzo: Di una cotoletta! Gesù: Vuoi la cotoletta? Adesso ci vuole il coltello per tagliarla! Don Vincenzo: Grazie! Gesù: Eccomi! Tu l'hai mangiata la montagna, l'hai mangiata la montagna tu? Raffaele: Chi? Gesù: Lui! <Don Vincenzo> L'ha mangiata la montagna? Io la sto mangiando la montagna! Don Vincenzo: La montagna? Gesù: Eccola la montagna, la sta tagliando! Ehi, non dici niente? Questa sera vi dovete accontentare solo di Me, gli altri stanno Lavorando e Giovanni poi vi farà solo un saluto, ma poi verremo tutti quanti! Don Vincenzo: Gesù... Gesù: , Eccomi! Che bel Cuore! <Allude alle fette di pane a forma di cuore> Guarda! Don Vincenzo: Prego? Gesù: Guarda! Don Vincenzo: Che bel Cuore! Gesù: Anche lui ha detto la stessa cosa! Don Vincenzo: Gesù, ma così come... Gesù: Così come...? Don Vincenzo: Il Figlio che ha lasciato la Via larga sta rientrando..., è rientrato su quella Stretta, può essere che Gerusalemme torna ad essere prima di Roma? Gesù: Questo vi verrà detto crescendo, andando più avanti! Non puoi chiederMi Tutto in una volta! Cosa stai pensando? Don Vincenzo: Essendo uno solo l'autore dei quattro Vangeli..., hai detto che sono stati scritti molti, molti, molti...  molti anni dopo, quindi... Gesù: Quindi? Don Vincenzo: Molti secoli dopo... Gesù: ! Molto, molto, molto, molto significa: molti secoli dopo, no prima, dopo! Don Vincenzo: E sono stati scritti a Roma? Gesù: ! Don Vincenzo: Per ordine del Papa, chiaramente... Gesù: Quale Papa? Io non ho lasciato nessuno! Don Vincenzo: Uh uh? Gesù: Io non ho lasciato... Eccomi! Non te lo sei bevuto, bravo! <Allude al bicchiere di legno che è stato riportato a Gesù dopo essere stato bevuto il Sangue> Tieni, viceparroco! Eh... Ehi... Ciao! Don Vincenzo: Gesù... Gesù: Eh? Don Vincenzo: Nonostante la loro testardaggine, possono i Giudei convertirsi a Te? Gesù: Vedi, Calice Vivente, il Padre ha fatto un Giardino e nel Giardino c'ha messo i Suoi figli! Alcuni fanno i sordi, non i soldi, i sordi, ma la Voce del Padre e così alta che nessuno può essere sordo! Ma quando il Padre manda tutti i Servi Inutili e nel Tempo del Padre verranno, nessuno può rimanere più sordo! Hai capito ora? Don Vincenzo: E dovrà rispondere comunque alla domandina? Gesù: ! Dovrà rispondere comunque alla domandina, ma la domandina è dopo del parlare forte del Padre! Hai capito? Venite col niente, figlie! <Nel frattempo si sono presentate col piattino Caterina e Maria Rosaria per ricevere a loro volta il ''loro niente''> Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi..., Eccomi! Vicepa..., Mi raccomando Eh? Raffaele: Scarsetto? Gesù: Scarsetto scarsetto scarsetto! La montagna è stata tagliata, vedi? Si è lasciata tagliare! <Allude alla grande roccia di pane a forma di cuore> Cosa vuoi chiederMi ancora? Perché sei pensierosa? Non sta facendo uno scarsetto che ti piace? Caterina: Stavo chiedendo proprio quello che stava mettendo nel piatto...! Gesù: Hai capito? Raffaele: Eccomi! <Si ride un po'> Gesù: Si è tagliato i capelli? Don Vincenzo: Diciamo di sì...! Gesù: Ma te li ha tagliati la Cocciuta? <Si ride un po'> Cosa c'è? Cosa vuoi chiederMi ancora? Ehi Ehi..., c'è l'erbetta..., la vuoi l'erbetta? Ehi... io prendo questo... che ne facciamo della montagna? Eh, , la montagna va da Maometto..., Maometto viene alla montagna! <Si ride un po'> E dopo... Eh... tu vuoi fare qualcosa? Allora prendi della bottiglia, dei bicchieri e passa col vino! Tu vuoi fare qualcosa? Tu prendi l'amaro, dove? C'è la bottiglia intera dell'amaro? Così l'uno passa col vino e l'altro passa con l'amaro e Io poi prendo tutto il dolce...Eh! <Raffaele e Vito distribuiscono l'uno il vino e l'altro l'amaro a tutti i presenti> Don Vincenzo: Gesù..., quindi, ogni volta che mangiamo, possiamo bere il vino e spezzare il Pane? Gesù:! Don Vincenzo: In modo semplice...? Gesù: Quante volte te lo devo dire? Don Vincenzo: In ogni capanna? Gesù: ! In tutte le capanne! Don Vincenzo: Si può fare questo? Gesù: , Io questo ho detto: "fate questo come lo sto facendo Io!" E l'ho detto anche alle donne, perchè gli uomini sono scappati! Coloro che hanno detto che non mi avrebbero mai lasciato o sarebbero morti al posto Mio, sono andati via! ...Espedito, perché Maria è rimasta a casa? Espedito: È arrivato Manuel dalla Sardegna! Gesù: Eh... è arrivato il bimbo? E arrivato il bimbo dalla Sardegna! Vedi, questa è Parola di Dio Tutta Intera, invece quello che scrivevano erano cose che piacevano a loro! Invece, Io chiedo perché non è venuta Maria e viene scritto nel Pane del Padre! Ho detto chi vuole passare col vino... <Si rivolge ad Emilio che dalla sedia a rotelle ora sta ritto con le stampelle> Sei stanco? Emilio: No! Gesù: Vuoi andare a riposarti? Emilio: No! Gesù: No! Bello, non è stanco! Be', mo' parla tu, dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Gesù..., in merito ai due di Emmaus, è vero quel racconto? Perchè questi due rappresentano tutti quelli che erano scappati! Gesù:! Don Vincenzo: "Noi speravamo che"... Gesù: "...Noi speravamo che... pensavamo che... è arrivato un re, adesso non c'è più! " Don Vincenzo: "Ma ora i Sommi Sacerdoti e i nostri capi lo hanno Crocifisso"! Gesù: Ma ora...! E Io Ardevo nel Cuore di chi Mi è sempre stato vicino! Non Mi hanno mai lasciato e adesso il Padre ha una Famiglia e la Cocciuta la porta sulle spalle, ma porta anche la Piaga dell'umanità sulle spalle! Don Vincenzo: Si piega di fronte alla Piaga! Gesù: , sai perché si piega? Non perché è pesante..., perché solo dinanzi a Dio si inchina lo Strumento! Si piega perché è una Piaga che fa piangere e si piega come Mi sono piegato Io sulla Croce! Don Vincenzo: Perchè, praticamente, porta 7 miliardi di persone! Gesù: ! Don Vincenzo: Siamo tutti peccatori, quindi, lei porta tutta l'umanità! Gesù: ! Don Vincenzo: Porta e supporta e sopporta! Gesù: ! Porta, non sopporta! Ma la Cocciuta non sopporta nemmeno la parola "sopporto", anzi te l'ho già detto, Io ho fatto tutto per Amore e non per sopportazione e lei fa tutto per Amore! Don Vincenzo: Lo sto imparando! Gesù: Lo stai imparando? Io l'ho imparato da sempre! Don Vincenzo: Ma Tu quando stavi dentro al Seno del Padre... Gesù: , ma anche voi siete stati nel Seno del Padre e poi vi ha fatto nascere! Don Vincenzo: Com'è? Gesù: Se non nascete nel Seno del Padre, come fate a nascere? Siete stati pensati e siete venuti dal Seno del Padre! Don Vincenzo: Nel Grembo del Padre? Gesù: ! Don Vincenzo: Dire Seno e dire Grembo, è la stessa cosa? Gesù: ! Don Vincenzo: Quindi siamo stati tutti pensati ed amati? Gesù: ! Don Vincenzo: E siamo tutti passati per il Seno del Padre? Gesù: ! Se non eravate stati pensati ed amati... Don Vincenzo: ...Come potevamo nascere? Gesù: Bravo! Come Potevate nascere? <Gesù schiocca tre baci> Che c'è? Don Vincenzo: E quindi, Tu hai imparato tutto nel Seno del Padre? Gesù: ! Mio Padre Mi ha donato tutto, come ha donato tutto ad ognuno di voi! Don Vincenzo: Siamo figli dell'Amore? Gesù: , siamo figli dell'Amore! Hai visto che bel Giovedì Santo? Ma visto che lì c'è un Catino... e visto che... il Calice Vivente è il Calice Vivente..., sai cosa dovete fare con l'acqua nel catino? Conservarla come hai fatto con l'altra! Il Cielo sta scendendo...  Don Vincenzo: Può servire l'acqua? Gesù: Non che può servire...: l'acqua serve! Ora la prendi... prendi..., prendi la brocca e portamela! Dammi la brocca! L'asciugamano non Mi serve...! Eccola, la offro al Padre! <Gesù innalza al Padre la brocca dell'acqua e poi Alita per tre volte; la stessa cosa, in seguito, lo ripete Don Vincenzo> Fallo anche tu! Prima offrila al Padre! Don Vincenzo: Prima...? Gesù: Offrila al Padre! No, la devi prendere nelle mani..., alzala! Offrila al Padre e ora Soffia!(*) Ora rimettila a posto e conservatela, vi dirò Io quando usarla! Fra pochi giorni verrà Mia Madre, quando viene Mia Madre, prendete la brocca..., poi vi dirà Lei cosa fare...! Siete scandalizzati di tutto quello che ho detto? Tutti: No! Gesù: Sento pochi "no"! Siete scandalizzati di tutto quello che ho detto? Tutti: NO! Gesù: Adesso ci siamo un poco! Beh, tu che vuoi? L'unico disponibile poco poco è Giovanni, lo volete adesso o alla fine? Don Vincenzo: Prendila... Gesù: Che prendo, Giovanni? Vuoi prendere Giovanni? Don Vincenzo: Stiamo insieme a Te, Gesù! Giovanni dopo... Gesù: E Giovanni poi vi saluta! Don Vincenzo: Giovanni, poi, lo salutiamo alla fine! Gesù: ! Ma potrei averlo Io un po' di Goccino di caffè, visto che Piuccio, Carlo e gli altri sono impegnati? E così poi, quando viene Giovanni lo prende pure, ma visto che a Me non Me lo avete mai donato il caffè, ora lo prendo, no? Don Vincenzo: Vedi se c'è la tazzina Sua! Gesù: Eh, la Tazzina Mia! E... tu Mi dai il caffè senza il piattino? E... salute! Don Vincenzo: Piccolo Giovanni! Gesù: E questo è di Giovanni, tanto tra Padre e figli...! Ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Un Goccino! Gesù: E tieni... Eccomi! Eh... è buono? E mo' lo assaggio! , è buono, per questo se lo beve Carlo, Piuccio, Giovanni e a Me niente! Adesso lo bevo pure Io! Ehi, state facendo i bravi? Hai visto, sono nell'Orto in compagnia,, non sono da solo sotto la Pianta! È bella questa compagnia! Don Vincenzo: La Nostra Famiglia! Gesù: , la Mia Famiglia; la Famiglia della Cocciuta è Mia perché Lei è stata mandata dal Padre! Eh, , è proprio buono! Che c'è? Non hai niente da dire? Eh, un cuore lo lascio intero, lo voglio io domani: un cuore, così dopo lo mangio! Be', non hai più niente? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Domani poi parliamo un bel poco e poi quello che vi dico non dovete scriverlo, parleremo delle altre cose! Don Vincenzo: Domani a pranzo o a cena? Gesù: Eh, no, a pranzo! Don Vincenzo: A pranzo! Gesù: A cena, no! Parliamo a pranzo! Che c'è? Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Hai detto prima che... Gesù: Che cosa ho detto prima? Eccomi! Don Vincenzo: Sei stato in Croce...! Gesù: ! Don Vincenzo: Quale orario? Gesù: Te l'ho detto l'orario, non lo ripeto più! Don Vincenzo: Chiamiamo... Gesù: A chi chiamiamo, a Giovanni? Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Il nonno? Gesù: No, non si dicono le cose private! PICCOLO GIOVANNI: ......Beh... ciao! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Sei il Benvenuto! Piccolo Giovanni: Sono venuto con la Croce e col Pane... <Giovanni Benedice colSegno della Croce> ...Perché tu ti sei inceppato e non parli più! Don Vincenzo: Come sempre c'hai la Croce e il Pane! Piccolo Giovanni: Eh, si, la Croce... <Giovanni Benedice ancora colSegno della Croce> ...E il Pane! Come state tutti quanti? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E la Capanna come sta? È incapannata? Maria, Nicoletto e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E le marachelle ci sono pure? Maria, Nicoletto e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ehi, il Mio caffè! ...E come sono le marachelle, grandi o piccole? Maria, Nicoletto e Teresa: Grandi! Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Eh... e allora devo venire! Maria, Nicoletto e Teresa: Si! Piccolo Giovanni: Ma c'ho poco tempo a disposizione, ma trovo il tempo di venire a sistemare le marachelle! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dottore'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa hai combinato? Teresa: Eh...  Eh...  Eh... Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Eh... Se hai fatto la marachella, qualcosa l'hai combinata, no? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Sei diventata triste? ...Perchè sei diventata triste? Teresa: No, no! Piccolo Giovanni: Ah, no? Teresa: All'inizio, un poco! Piccolo Giovanni: E adesso? Teresa: No! Piccolo Giovanni: E non l'hai fatta la marachella? Teresa: Si! Piccolo Giovanni: Allora devo venire! ...E tu lo vuoi un po' di caffè? Don Vincenzo: Me lo ha dato Gesù! Piccolo Giovanni: E il Mio non lo vuoi? È la Mia tazza, quella dove c'è scritto "Piccolo Giovanni"! Don Vincenzo: Eh, si! ...È buono! Piccolo Giovanni: È buono? Si? Don Vincenzo: Si, Tu sei un intenditore! Piccolo Giovanni: Si, è buono! ...Allora a Me non Mi dici niente? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Hai visto quante cose vi ha donato il Padre con le Gocce? ...Viceparroco, Mi offri po' di montagna così la bagno nel caffè? ...Ecco... ehi, la montagna nel caffè... buona... La montagna nel caffè è proprio buona! ...Ma non Mi ripetere quello che ti è stato già detto! Don Vincenzo: Va bene! Piccolo Giovanni: E cosa Mi dici? Non hai niente da dirmi senza leggere? Don Vincenzo: Ehm... Piccolo Giovanni: ...Vi ha già detto tutto Gesù, e anzi, più di quello che vi doveva dire! Ha aperto il rubinetto! Eh... Eh... Eh... Ma tu Mi devi dire una cosa: perché quando vengo Io non parli più? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Eh...  Eh...  Eh...  Perché vieni sempre alla fine, e alla fine le cartucce finiscono! Piccolo Giovanni: No, le cartucce non finiscono... il Pane non finisce mai! Don Vincenzo: Eh, si, questo è vero! Piccolo Giovanni: Eh, vedi quanto è grande la montagna? ...Ma la coda del pesce, non è per Rocco? Rocco: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Eh, vuoi parlare? ...Nico', è passata la tosse? Nicoletto: Si, è migliorata! Piccolo Giovanni: Tutto bene? Nicoletto: Si, si! Don Vincenzo: Quando si presenta in Cielo una persona che si suicida, com'è? Come si comporta il Padre? Piccolo Giovanni: Vedi, quando si presenta... Non è che si presenta, si dona la mano... Don Vincenzo: ...Eh, ora cominciano a essere numerosi questi casi! Piccolo Giovanni: Si, cominciano ad essere numerosi e cresceranno ancora di più! Don Vincenzo: Specialmente adesso che c'è questa crisi economica! Piccolo Giovanni: Tu aspettavi il Flagello, ma non lo vedi che il Flagello è già sceso? Tu chiedevi sempre alla Cocciuta "Ma quando viene il Flagello?", e la Cocciuta l'ha fermato! Quando la Cocciuta ferma, sta un pochettino fermo e poi riprende di nuovo! E di questi Flagelli ne verranno altri! ...E quando donano la mano, la Cocciuta li porta al Padre, ma quando non la donano, rimangono lì ad aspettare! Molti la donano subito prima di compiere il gesto: "voglio tornare a Casa"... Don Vincenzo: ...Ed è sufficiente? Piccolo Giovanni: Si, è sufficiente! Don Vincenzo: È una bella risposta questa che ci hai dato! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Ci solleva un po'! Piccolo Giovanni: Eh... e allora che facciamo? Don Vincenzo: Sono passate già tre e un quarto! Piccolo Giovanni: E dove sono andate? Don Vincenzo: Eh, volano! Piccolo Giovanni: Io non le ho viste volare! Di solito vedo tutto volare... Tu, Tommaso, le hai viste volare? Tommaso: No! Piccolo Giovanni: Eh, non le ha viste! Tommaso: Sono passate silenziosamente! Piccolo Giovanni: Eh, sono passate silenziosamente! ...Io non ho mangiato niente! Don Vincenzo: Scegli! Piccolo Giovanni: ...Ehi, Giuseppe Mi ha portato via il piatto... Eh... Eh... Eh... Giuseppe: ...Vuoi questo? Piccolo Giovanni: No, prendo quello! Tu Mi vuoi mandare via solo con un caffè? Don Vincenzo: No, mangiamo qualcosa! Piccolo Giovanni: Si! A Me piace il riso! Me lo dai un "riso"... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ecco! E tu mangi sempre questo? ...Bimbe! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Riprendete daccapo, così Io Mi fermo un altro poco! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Sei triste, Marinella? Marina: No, Giovanni! Piccolo Giovanni: Sei pensierosa? Marina: No! Piccolo Giovanni: E allora cosa c'hai? I grilli in testa? Eh... Eh... Eh... Marina: Non so se lo posso dire! Piccolo Giovanni: Si che lo puoi dire! Marina: C'era un moscone che era andato sopra il tavolo! Piccolo Giovanni: E hai paura del moscone? Marina: No! Piccolo Giovanni: Anche lui deve mangiare: è una creatura del creato! Eh... Eh... Eh... Ecco, adesso si è posato sullo zucchero del dolce dello sposo! E ora si è pure appiccicato! Aiutatelo... Non lo uccidere, Giuseppe! Giuseppe: No, no! Piccolo Giovanni: Si era appiccicato sullo zucchero! Don Vincenzo: Ma quei dolci zuccherati Te li faceva Tua madre, Giovanni? Piccolo Giovanni: , Me li ha fatti quando Mi sono sposato con Maria: con la Chiesa! Maria è la Chiesa, è il Primo Tabernacolo, è l'Unico Tabernacolo! ...Vi siete preparati per accogliere Maria e poi accogliere la giornata dell'Angelo che è Gesù, che viene a presentarsi e a parlare delle Cose del Padre? Tutti:Eccomi! Don Vincenzo: Ehi, il moscone è tornato lì! Piccolo Giovanni: Salvatelo! Eh, si, lo zucchero gli piace, ma non si rende conto che rimane con le ali attaccate e poi non può più volare! ...Ecco, lo salviamo... ecco! ...E voi non lo avete preso il caffè? Se lo volete, andatevelo a prendere! ...Allora, visto che Io ho liberato la mosca, tu parla! ...Cosa hai fatto? ...Grazie, viceparroco! Hai visto come pensa a tutto il viceparroco? Ha visto che per salvare il moscone Mi sono impelagato nello zucchero e Mi ha dato da asciugarmi! ...Beh... Ma Me la vuoi chiedere qualcosa? Don Vincenzo: Prendi anche un po' di "toccasana"? Piccolo Giovanni: Ehi, come fai a leggermi il pensiero? ...Viceparroco, a noi niente vino e amaro? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh, siamo rimasti solo noi senza! ...Ecco il vino... e dove l'amaro? Raffaele: Eccolo! Piccolo Giovanni: ...Salute! ...Cin-cin! ...Ah, buono! È buono il vino ed anche questo è buono! ...Ehi, domani con Gesù, forse vengo anch'Io! Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Domani sarà una giornata... Don Vincenzo: ...Importante! Piccolo Giovanni: Tutte le giornate sono importanti! Sarà una giornata con dei Goccioloni Grandi Grandi! Quelle di stasera non erano piccole, eh, ma quelle di domani saranno ancora più grandi... Ma quelli li devi conservare! Poi Mia Madre vi dirà... e Mia Madre è Maria, è la Mia Fidanzata ed è la Mamma di tutti... Maria vi dirà qualche altra cosa, e poi quando verrà Gesù, ci saremo tutti quanti, e lì Mi fermo... E poi ascolterete e vedrete! ...Beh, dimmi qualcosa... Buono l'amaro, Eh... ehi, i coniglietti di cioccolata con tutti i nomi... Don Vincenzo: ...Ne vuoi uno? Piccolo Giovanni: No... C'è quello col nome Giovanni, quello col nome Cocciuta... E come sono graziosi questi sonagli... E questo è per te! ...Non si rompe il coniglietto! Don Vincenzo: E che devo fare? Piccolo Giovanni: Conserva il coniglietto e apri un ovetto... si... ecco... Il coniglietto lo conserviamo per domani! ...Io vorrei tanto sapere perché con Me non parli mai e non Mi chiedi più niente! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Prima Gesù ha detto che questi farisei di ieri e di oggi non credono in Lui, e perciò si comportano in questo modo! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E quindi, questo mi ha un po' confortato perché non mi facevo capace del loro comportamento! Piccolo Giovanni: ...Eh, se te lo dico sempre e se la Cocciuta te lo dice sempre, come mai non ti facevi capace? Don Vincenzo: Eh, se non credono a Gesù, come fanno a dormire la notte? Questo io ancora non lo so! Piccolo Giovanni: Dormono sonni tranquilli, perché sono convinti che Dio non esiste e che tutto è rimasto nelle loro mani e vanno avanti- loro pensano- a "gonfie vele", ma la vela ce l'ha Dio in mano! Vedi, la Cocciuta dice sempre "aspettiamo, aspettiamo! Padre Buono, Tu sei buono, aspettiamo ancora un poco", e il Padre Buono l'accontenta "Aspettiamo ancora un poco"! Don Vincenzo: Ma rischiano grosso? Piccolo Giovanni: Questo ancora non te lo posso dire! ...Adesso che facciamo? Don Vincenzo: Sono trascorse tre ore e mezza... Piccolo Giovanni: ...Sono passate tre ore e mezza......! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perché sei col cuore che sanguina? Raffaele: Perché non c'è nessuno che prega! Piccolo Giovanni: No, figlio, c'è la Famiglia! Vedi, se l'umanità intera avesse il Santo Timore del Padre, costruirebbero delle stalle e darebbero da mangiare ai Piccoli, ai Poveri ed agli Emarginati, invece si costruiscono case lussuose, e i Piccoli e i Poveri arrivano nel Cuore del Padre... Il loro grido arriva nel Suo Cuore! Ma coloro che dicono di fare tutto quello che dice il Padre, i Poveri non li vedono, anzi li maltrattano! E il Padre vedendo come vengono trattati i propri figli, può non abbassare la Mano? ...Ora Io devo andare a preparare i Figli! Tu saluta con l'Albero Verde, mentre Io vi lascio il Mio Cuore... <Giovanni schiocca un bacio ed i presenti lo corrispondono> ...E domani il Padre ti darà altre Gocce da consegnare poi ai figli! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen!(*) Giulia: Giovanni, cosa devo fare?(*) ...Si, tutte le Spose mi hanno donato la mano! Dall'Alba fino ad adesso ne sono 5000...  Li ha contati la Mamma!(*) ...Ora da lontano vedo altre Spose, ma non hanno voluto indossare l'Abito Bianco e sono lì ferme e non sanno cosa fare, e ce ne sono altre 5000!(*) ...Vieni Tu, dobbiamo portarle a Casa! C'è la Mamma, ci sono i Fiorellini e ci sono le Bimbe(*)...  La mia mano ha il Chiodo che esce e che entra e si mette di lato, e la spalla fa la stessa cosa!(*) ...Se vieni Tu, prendo la Tua Mano così possiamo portarle a Casa!(*) ...E cosa devo fare?(*) ...Far entrare loro il Chiodo, poi sentono il dolore, e questo il Padre l'ha donato a me...  posso donarlo a loro? Ancora il Chiodo non possono donarlo a loro(*)...  Toglierlo, no...  Mi presti la Tua Mano? Piccolo Giovanni: Eccomi, Cocciuta! Giulia: Allora Tu mi presti la Mano e li portiamo a Casa!(*) Giovanni, quando dicevo a Te che facevano poco poco male, Tu me li accarezzavi: fallo ancora!(*) ...Eccomi!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, accoglieteLa con Amore, spezzateLa e donateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, vedi come sono lontani?(*) Tu hai sempre le Braccia Spalancate...  e non è che devi chiuderle, ma devi stringerle poco poco, così li prendi e si avvicinano! Io ho già spezzato tutta la Paghetta, e se me ne doni un altro poco, la vado a portare dove Ti stanno trafiggendo! Il Padre: Prendila, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! ...Ora possiamo salutare il Cielo e i Cari? <Il Padre da' l'assenso e ognuno saluta il Cielo e ipropri Cari Beati in Paradiso> ...Ciao, Cielo!(*) ...Ciao, Fiorellini!(*) ...Lo so che dovete lavorare, ma dopo vengo anch'io... <Schiocca un Bacio> ...Ci vediamo fra poco!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Ci vediamo!(*) <Ora Iole, la Mamma di Don Vincenzo, fa gli auguri a Don Vincenzo perché oggi ricorre la Festa di S.Vincenzo Ferrer> IOLE: ...Ciao, Figlio Mio, tanti Auguri! ...Sono la tua Mamma! <Iole prende la mano destra di Don Vincenzo e la bacia sia sul palmo che sul dorso> Don Vincenzo: Mamma! Iole: Temevi che ti avevo dimenticato? Don Vincenzo: No, Mamma! Iole: Sei forte... Don Vincenzo: ...Mamma, dammi la Tua forza! Iole: Il Calice Vivente è tutta la Forza del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Iole: Auguri ancora! Don Vincenzo: Eccomi! <Iole bacia ancora la mano destra di Don Vincenzo> Iole: Calice Vivente di Dio! Don Vincenzo: Eccomi! Iole: Perché sei triste? Don Vincenzo: No! Iole: Grazie Giuseppe per aver accolto il Mio Bimbo! <Parte un forte applauso dei presenti> Don Vincenzo: Mamma, pensa a papà! Iole: È il Padre che ci pensa.........!

 

 

 

 

2. Dom. 08/04/2012, ore 16, Stanza di Gesù a Timparelle

DOMENICA DI PASQUA

*******************

(La Madonna): ...Gesù è stato Inchiodato e i Segni ci sono stati, ma subito dopo il Padre......... (Don Vincenzo): ......Non poteva lasciare quei Segni! (La Madonna): No! (Don Vincenzo): Gesù era "nuovo di zecca!" (La Madonna): Vedi, quando una Sposa risponde "Eccomi" e le Spose donano tutto l'Amore per Salvare, Gesù dona loro quei Segni del Suo Amore e quello è stato un Atto d'Amore: si è lasciato Inchiodare, si è lasciato Flagellare, ha messo sulle spalle il Pezzo di Legno e l'ha portato per Amore! "Ecco, vi faccio vedere che sono venuto solo per Amore e per Salvare ognuno di voi, ma sono Dio!" Ma gli uomini non hanno capito che Dio è venuto a Nascere e si è lasciato mettere in Croce e ha portato quel Legno, e Suo Figlio è Rimasto come ha detto: "Vado dal Padre, ritorno e rimango sempre con voi", ma gli uomini hanno pensato di mettere Gesù nella "scatoletta" del Tabernacolo, e tenerLo chiuso e donarLo a loro piacimento! Ma se vi fermate a pensare le Cose di Dio, capite subito che Gesù è rimasto Vivo, è sempre con voi e vi dona tutto quello che vi serve, ma non è rimasto chiuso in un Tabernacolo e non può Scendere dove non viene accolto, dove tutto è un mercato, e dove viene cacciato, e dove non viene creduto e dove ridono sia di voi che di Gesù! I falsi profeti hanno scritto i quattro vangeli secondo i loro tornaconti e perciò adesso questi Vangeli Gesù li sta smantellando donandoci Gocce piene della Luce Divina e della Verità Tutta Intera......!  Ma Dio non si è servito solo della Cocciuta, perchè si è servito anche di altri figli, ma tutto questo, i farisei di ieri e di oggi lo hanno trasformato ancora una volta secondo i loro comodi e i loro interessi! Sul Segreto che era stato donato a Lucia, Carlo ha detto solo due, tre parole, ma poi non l'hanno fatto più parlare! Ora non vi dovete scandalizzare di tutto quello che vi sto dicendo perchè ve l'aveva già detto Gesù, che oggi avrei detto qualcosa e domani ve ne saranno dette altre! Dovete gioire perché siete Figli di Dio e Dio vi ha chiamato come Famiglia! Vedi, tu a volte ti arrabbi nel dire: "non vengono e non vogliono sentire!" E' il Padre che non li chiama perché non hanno ascoltato e non vogliono ascoltare ancora! Ma lo Strumento dice: "Gesù, aspettiamo ancora, diamogli ancora un po' di tempo, li raccogliamo, mi Spezzo, vado a portare la Paghetta, così li portiamo tutti a Casa, nel Giardino che  Tu hai preparato!" E il Padre la lascia fare, anche se lei conosce ogni cosa per Volere del Padre! Il Suo Amore è così grande da non far perdere neanche un petalo di fiore per consegnarlo al Padre! Per questo viene Perseguitata, ma lo sa......  e così è stato Perseguitato il Mio Cuore di Mamma e così è stato Perseguitato Mio Figlio! Tutti dicono: "tanto Gesù ha fatto quello che doveva fare, adesso non viene più, adesso ci siamo noi a prendere Potere, a spremere le anime come un limone e a non lasciarvi nulla!" Ci pensate a questo? (Tutti): No! (La Madonna): Gesù non vi ha spremuto come un limone ma ha lasciato Scendere il Suo Sangue per chiamarvi Figli e portarvi nell'Eredità del Padre! (Don Vincenzo): Hanno fatto diventare tutte le Cose Meravigliose di Dio un mercato dove regna solo il dio quattrino e non il Dio Trino! (La Madonna): Sì! Gesù ha raccomandato di non fare della Casa del Padre un mercato, ma loro hanno rincarato la dose e lo faranno ancora......! Ma il Tempo è nel Tempo e Dio ha donato il Suo Tempo e i Servi Inutili sono già in mezzo a voi, anche se voi non li vedete!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) LA MADONNA: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(**). <La Madonna in Silenzio Allarga le Braccia e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> La Luce dell'Amore del Mio Figliolo Gesù è Scesa e Scenderà Ancora! Il Segno... <La Madonna ripete il Segno della Croce> ...Che Dio Ha Sigillato nel Mio Cuore e nel Cuore della Famiglia che Ha Scelto Brillerà e non si spegnerà! Il Padre vi ha chiamato, così come ha mandato il Servo Inutile Gabriele a chiamarMi e a fare accendere il Mio Cuore! Oggi è la Pasqua: Attimo dopo Attimo è la Pasqua che Dio Mi Ha Donato e Dona a Tutte le Genti! Ma in questo giorno il Mio Gesù viene trafitto ancora! Vi dona ancora il Segno... <La Madonna continua con il Segno della Croce> ...Della Luce e il Segno dell'Amore per Camminare sulla Viuzza Stretta Abbracciando tutto l'Amore che Dio Lascia Scendere! Gioiamo e Facciamo Festa in quest'Altra Alba Accesa, la Pasqua Viva della Luce e della Croce di Dio che il Padre Lascia Scendere sulla Sua Famiglia! Gioiamo e Rimaniamo Figli, Fratelli e Amici dell'Unico Padre! ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nell'Accogliere i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce del Mio Figliolo Gesù? Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Cocciuta Divina, Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nel Bere i Calici? Ne hanno portati ancora: Tagliano e Sono Amari e Hanno Tanti Colori! Vuoi Gioire ancora Rimanendo nell'Amore del Tuo Gesù per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, Anima Mia? Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: I Chiodi entrano ed escono e il Legno fa la stessa cosa! Non sei stanca......? Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Hai visto il Calice? Hai visto chi è venuto ancora? Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Io Mi Siedo, siediti anche tu! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: LO VEDI IL CALICE......... ANIMA MIA? Giulia: Eccomi! Da sempre so che Gesù non è stato mai accolto da nessuno! Noi siamo qui per AmarLo e per AccoglierLo e non per tenerceLo tutto per noi, non sarebbe giusto...! Ma Gesù dobbiamo donarLo e farLo conoscere a tutti, così come Lui ci sta donando la Verità Tutta Intera! Mammina, anche in questo giorno Gesù è stato trattato male e cacciato fuori e anche in questo giorno Gli hanno portato dei Calici! Ma vedi, Tu mi insegni sempre, come Mamma e anche Gesù, come Fratello e Padre e Amico, ad accogliere tutto quello che il Padre Vuole e a Fare le Cose che Lui Ha Scritto da Sempre per ognuno di noi! Ha Voluto così, mi ha Voluto mandare in mezzo agli Uomini per Bere i Calici, per diventare Straccio Stracciato con i buchi e raccogliere tutti, anche quei figli  che non Amano Gesù, non Amano il Tuo Cuore e non Amano il Cuore del Padre! La Madonna: Tu Hai Fatto le Cose del Padre! Giulia: Io i figli li ho messi nel Tuo Cuore di Mamma: i Chiodi ci sono ancora e c'è anche il Chiodo che entra ed esce! Ma questo è Fare Quello che il Padre Vuole e io non ho fatto nient'altro, Mammina......! E anche se quel Calice è stato donato a Gesù e al Tuo Cuore, noi viviamo la Pasqua attimo dopo attimo, perché Gesù così ce la dona! La Pasqua che è stata fatta non è quella di Gesù! E Gesù non è mai morto, ma Gli vengono donati ancora tutti quei Calici......! La Madonna: HAI GUARDATO BENE COSA C'È DENTRO.........? Giulia: Eccomi, Mamma! Ho guardato bene quello che c'è dentro e vedo ancora che ne arrivano...! Gesù e il Padre hanno mandato tutti i Servi Inutili e il Tuo Cuore Immacolato Trionferà come Hai Promesso! Ma vedi Mammina, Io non so come..., o meglio, lo so come farglielo capire, che non si deve correre di qua e di là..., Gesù ci aspetta così: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto e non ci aspetta con i palazzi lussuosi e non si vergogna di entrare nel palazzo del nostro cuore quando è sporco! Non sono i "palazzi d'oro" che Dio vuole preparati da noi! Il Palazzo che il Padre Vuole è il nostro cuore, dove c'è un Posto dove Lui può entrare! L'umanità ancora non ha capito questo: Diglielo Tu, Mamma, a quello che si fa chiamare "Santo Padre", perché Gesù non si è fatto chiamare "Santo Padre" quando è Venuto e Ha Detto: "Sono Vostro Figlio, Vostro Fratello, e Vostro Amico!" La Madonna: Tu Sei Scesa dal Cuore del Padre a cacciare i falsi profeti, non dimenticarlo! Giulia: Non l'ho mai dimenticato, Mammina, ma in quei Calici ci metto anche loro, oltre a quello che vedo, ......e sono pronta a berli! La Madonna: Tagliano e Sono Amari e ci sono gli Altri Colori......! Giulia: Eccomi nel Fare le Cose del Padre, così come Lui Vuole! La Madonna: Vuoi berli? Giulia: Eccomi! Tienilo poco poco sollevato e lascia gli Altri Calici entrare in quello che bevo, non temere, Mammina! La Madonna: Bevi, Anima Mia, tu che hai la Spada a Due Tagli! <Come la Spada di Elia contro i falsi profeti. Giulia prende il Calice che le viene offerto e comincia a bere un po' alla volta: è Amarissimo..., con Gemiti e Dolori, riuscendo a trattenere per diverse volte il vomito: ...Sono Tutte Sofferenze Mistiche> Giulia: Mamma, perché lo porti via?(*) La Madonna: L'altra parte lo berrai! Giulia: Non lo versare, Mamma......! La Madonna: Non temere! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: ORA GUARDA.........! Giulia: Mamma, posso dire quello che vedo? La Madonna: Dillo! Giulia: Ora vedo una piccola casa dove c'è un Bimbo...  Coperto d'Amore...! Vedo un Pannetto Bianco..., ci sono i Chiodi vicino a Lui: ce ne sono Tre! E poi c'è una Piccola Corona Fatta di Spine! C'è una Luce Enorme..., la gente e l'umanità intera......  ma è solo!? La Madonna: Vedi, Figlia Mia, non è Solo! Giulia: Mamma, ci Sei Tu e ci sono tutti i Nomi che hai detto! La Madonna: Questa è una delle Gocce! Quando Gesù si è addormentato e pensavano che era morto, è diventato Fanciullo! Questa è la scena che hanno visto coloro che hanno aperto quella Roccia: hanno trovato un Bimbo......, ma hanno nascosto ogni cosa......! ......Ora Conoscete una Piccola Parte! Giulia: Mamma, Gesù ha detto che non è mai morto e quindi è rimasto Vivo anche sulla Croce...  e il Bimbo...  lo posso dire? La Madonna: Questo Tienilo nel Rotolo......! Ma questo è quello che hanno trovato quando hanno aperto la piccola casetta dove hanno poggiato un piccolo masso! ......Tu lo conoscevi da sempre! Giulia: Sì, Eccomi! La Madonna: Ora lo conosceranno anche gli altri! .........GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Mamma! Mamma, questo lo posso dire? La Madonna: Eccomi! Giulia: Vedo i popoli che alzano ancora quei ferri di guerra! Molti figli cadono e vedo anche il buio che scende nei Cuori dei Grandi del mondo! Vedo tanti Abiti Rossi che vengono strappati e tolti......  e i Servi Inutili che il Padre ha lasciato scendere! Mammina, il Padre Mi ha donato il Tempo, e non è finito: non posso alzare la mano e fermare tutto questo? Possiamo Aspettare ancora un po' e Formare un Grande Giardino e Far Sbocciare l'Amore che Dio ci Dona attimo dopo attimo? Così come è la Sua Pasqua, attimo dopo attimo? La Madonna: I Servi Inutili Sono Scesi! Giulia: Facciamo le Cose del Padre, Mamma? La Madonna: Eccomi, Figlia! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Immolati ancora, Anima Mia con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce del Mio Figliolo Gesù! Immolati ancora per l'Umanità tutta! Immolati ancora per i Grandi del mondo! Immolati ancora per i Grandi della Casa del Padre! Consola e Fai Consolare Gesù, Mio Figlio e vostro Figlio! Giulia: Mamma, i Calici che Gli vengono offerti, non lo fanno soffrire? ...E ci siamo anche noi a farLo soffrire? La Madonna: Come può essere se l'hai appena bevuto e perciò hai riparato? Giulia: Tu Sei Buona, Sei la Mamma e col Tuo Manto Copri Tutto! Non mi rimane che Consolare Gesù con il Manto che il Padre Mi Ha Donato Avvolgendo Tutti i Figli e Consegnando a Lui il Raccolto! La Madonna: Amen, Figlia! Giulia: Eccomi, Mamma! Se basta questo per ConsolarLo, Aprilo Tutto il Manto e Raccogli la Famiglia, e così il Suo Cuore Viene Consolato! La Madonna: Pulisco col vostro Amore ciò che gli uomini hanno sporcato, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Mamma! La Madonna: Eccomi nell'Amore del Padre, col Cielo Riverso su di ognuno di voi, con i Servi Inutili, i Due Giovanni, Pio, Carlo e Domenico, e ogni Servo Inutile di ognuno di voi, nel venire a portare l'Unica Verità, la Croce... <La Madonna alza la Destra e Benedice col Segno della Croce> ...E il Pane Vivo dei Cieli, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Mamma, il Tuo Volto è così Raggiante...  anche vedendo i figli lontani......! La Madonna: Il Mio Cuore e il Mio Volto Sono Raggianti nell'Amore di Dio che Lascia Scendere su di voi e sull'umanità intera la Sua Luce! Ma vedi, Figlia Mia? GUARDA...... cosa hanno fatto e cosa fanno al Mio Gesù, al Mio Cuore e al Cuore del Padre......! E cosa ne fanno dei Servi Inutili......! Giulia: Aspettiamo ancora, Mamma! La Madonna: Il Tuo Cuore è Pieno d'Amore e tu conosci Ogni Cosa! Giulia: Conosco il Tuo Amore, Conosco l'Amore del Padre, Quello di Gesù e Quello del Fuoco che Arde Dentro di Te: l'Amore Infinito, cioè lo Spirito Santo! Per questo Ti Chiedo di Aspettare ancora, Mamma! La Madonna: Eccomi, Figlia! Giulia: Mamma, devo mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, coloro che si sono uniti e tutti quelli che hanno portato nei loro cuori! Mamma, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze! Vedi, vanno di qua e di là, ma nessuno è dietro a Gesù: non lasciamoli! La Madonna: Portali ancora sulle tue spalle, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom! <Don Vincenzo, con umiltà, segna le mani dello Strumento col Segno della Croce> La Madonna: Shalom! Don Vincenzo: Mammina! Benvenuta in mezzo a noi! La Madonna: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi i Piedi della Croce! ......Shalom, Figli! Tutti: Shalom! Don Vincenzo: ...Quanta Tenerezza nelle Tue Parole, Mammina, ma anche Quanto Dolore ricevi dall'umanità ingrata......! La Madonna: ...Vedi, Figlio, quando si Accoglie l'Amore del Padre per SpezzarLo e DonarLo si rimane fanciulli e una bimba parla sempre con la tenerezza di una bimba! Proprio questo è quello che Dio vuole da ognuno di voi, rimanere bimbi e parlare con l'Amore e la Tenerezza dei bimbi: "Rimanete Piccoli, Poveri!" Il Mio Gesù ha preso un bimbo e ha detto: "Così dovete essere per arrivare a capire l'Amore del Padre!" Oggi non ci sono neanche i bimbi, appena nascono sono già uomini che prendono in mano le armi! Invito ad ogni mamma a rimanere fanciulla e a donare in mano ai propri bimbi la Croce del Mio Gesù, l'Unica Arma per Combattere, l'Unica Arma Dove Trovate la Pace, l'Unica Arma Dove Trovate la Fratellanza e l'Amore! .........Tu hai qualcosa, Calice Vivente? Don Vincenzo: ...Mammina... La Madonna: ...Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Questi mettiamoli qua...! <Don Vincenzo sposta un po' i capelli della Cocciuta> La Madonna: Non tirare i capelli alla Cocciuta! Don Vincenzo: No, no, non li tocco più! <Si ride un po'> La Madonna: Vedi che lei ti dice: "Vanno bene come li ho aggiustati?" E se tu gli rispondi sì, lei li lascia in quel modo! Lei ti chiede se vanno bene per te, per vedere la sua bocca, così tu puoi ascoltare meglio quando lei parla! Don Vincenzo: Ah, sì! La Madonna: Tu le hai detto di sì! Don Vincenzo: Eh, sì! La Madonna: E lei ha ubbidito! Don Vincenzo: Però Tu stai di lato a volte quando Parli! La Madonna: Eh, , perchè quando Mi devo girare a guardare i figli di solito si girano anche i capelli! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: E il bello è che tu, spostando i Capelli non hai visto il Velo: sì Io Lo Porto..., tu non lo vedi...... e quello che hai spostato non erano i Miei Capelli ma era il Mio Velo! Don Vincenzo: Ah, sì? La Madonna: ! Don Vincenzo: E questo Velo di che colore è? La Madonna: Bianco! Don Vincenzo: E lo porti sempre? La Madonna: ! Don Vincenzo: Come mai non lo vedo? La Madonna: L'hai spostato! Don Vincenzo: Ah-ah! La Madonna: Quando si Aprirà il Sole qui a Timparelle lo vedrai! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Cosa c'è? Ecco, Mi giro, così tu Mi vedi e non Mi devo spostare neanche il Velo! Don Vincenzo: ...Mammina... La Madonna: ...Eccomi... o meglio, lo sposto, così non hai problemi! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Ora c'è il pezzo del vangelo di Pasqua al Mattino.........! La Madonna: E cosa è successo? Don Vincenzo: ......Le donne vanno al sepolcro......! "...Passato il sabato, Maria di Magdala, Maria madre di Giacomo e Salome comprarono oli aromatici per andare a ungere Gesù. Di buon mattino, il primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole. Dicevano tra loro: Chi ci farà rotolare via la pietra dall'ingresso del sepolcro? Alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande..." La Madonna: ...No, non era una pietra molto grande, era una pietra piatta che si poteva togliere benissimamente, ma dentro c'era un Bimbo come ve l'ha detto prima la Cocciuta......... e Gesù non è morto! Don Vincenzo: Gesù È il Vivente! La Madonna: Ma il resto non ve lo può dire ancora, o meglio, il Padre non lo fa dire! Le Gocce devono venire piano piano, perchè se arrivano all'improvviso, viene "come un fiume di vino e vi ubriaca e poi non ricordate nulla", mentre invece, se scendono piano piano e si aprono, non vi ubriacate, ma siete lucidi e capite ogni cosa! Don Vincenzo: ...Eccomi! La Madonna: ...Eccomi, ma quella Goccia era Grande dicendovi che al posto di Gesù c'era un Bimbo! Vedere il Bimbo nella casetta era una Grande Goccia...! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Non era Piccola! Don Vincenzo: Sì! "...Entrate nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito di una veste bianca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il Crocifisso: è Risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l'avevano posto. Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro..." La Madonna: No, non è vero niente, perché te l'ho detto che c'era un Bimbo e tutto questo l'hanno messo a tacere e hanno scritto quest'altro; invece tu me lo leggi ancora! Don Vincenzo: È che volevo sottoporti questo fatto del giovane vestito con la veste bianca......! La Madonna: No, non c'era! Don Vincenzo: Difatti! La Madonna: La Cocciuta ti ha detto chi c'era dentro...! Don Vincenzo: E sicuramente il Padre non ha detto "non abbiate paura"! La Madonna: No! Don Vincenzo: Di cosa dovevano aver paura, eh! La Madonna: Non è così, te lo sto dicendo ancora! Don Vincenzo: Eh, sì, anche perché Gesù non è morto e non è stato sepolto! La Madonna: No! Don Vincenzo: Dio non muore! La Madonna: No! Don Vincenzo: E quindi... La Madonna: Da quando Io ho incontrato il Padre, Lui Mi ha detto che avrei avuto un Bimbo che sarebbe stato Suo Figlio e che non  sarebbe morto mai! Don Vincenzo: ...E' Dio! La Madonna: ...E' DIO! PARLO SEMPLICE, COSÌ COME SONO FANCIULLA PERCHÉ SONO RIMASTA LA FANCIULLA CHE IL PADRE HA CHIAMATO PER DIVENTARE MAMMA E DONARE IL FIGLIO PER VENIRE A SALVARE OGNUNO DI VOI E L'UMANITÀ INTERA! MA QUESTA UMANITÀ NON HA ACCOLTO IL FIGLIO DI DIO, NON HA ACCOLTO LE SUE PAROLE, NON HA ACCOLTO IL PANE SPEZZATO E IL MIO GESÙ ASPETTA ANCORA......! MA ADESSO HA TROVATO UNA FAMIGLIA, IL PADRE HA MANDATO LA COCCIUTA PER SPEZZARVI TUTTO QUELLO CHE NON VI ERA STATO DETTO E TUTTO QUELLO CHE VI È ANCORA NASCOSTO! E DICONO MALE DI LEI, LO DICONO DI GESÙ E DI ME PERCHÈ LA VERITÀ NON VIENE MAI ACCOLTA! VEDI, FIGLIO, CI SONO DEI FIGLI, NON CATTIVI, CHE VOGLIONO FARE CIÒ CHE DIO NON HA SCRITTO NEL LIBRO E HANNO CREATO TANTE COSE CHE DIO NON HA MAI PENSATO! MA I FALSI PROFETI VENGONO TOLTI E VIENE LASCIATO A DIO CIÒ CHE HA SCRITTO! IL PADRE PUÒ ALZARE UN DITO E CANCELLARE OGNI COSA, MA LUI NON VUOLE QUESTO PERCHÈ VUOLE TUTTI I FIGLI A CASA! E LA COCCIUTA DICE SEMPRE: "ASPETTIAMO ANCORA!" VISTO CHE IL PADRE LA SUA MANO L'HA ABBASSATA UN PO', LEI CERCA DI ALZARLA BEVENDO I CALICI E FACENDOSI DARE ALTRI GIORNI, PER RACCOGLIERE ANCORA L'UMANITÀ, PER RACCOGLIERE QUEGLI UOMINI CHE HANNO PRESO IL POTERE E HANNO CACCIATO FUORI GESÙ E, CACCIANDO FUORI GESÙ, CACCIANO ANCHE ME E IL PADRE! , TU DICEVI: "FANNO DELLE PROCESSIONI" DICENDO CHE MIO FIGLIO È MORTO...!! MA GESÙ NON È MORTO! DIO NON MUORE MAI! DIO È VIVO E VIVE SEMPRE! MA COME SI TRAFIGGE IL SUO CUORE...... E COME SI TRAFIGGE IL MIO CHE SONO LA MAMMA NEL VEDERE QUANDO TUTTI SI DIVERTONO ANDANDO DIETRO A GESÙ, FLAGELLANDOLO ANCORA, SPUTANDOLO ANCORA, GRIDANDO: "UCCIDETELO, METTIAMO UN ALTRO AL POSTO SUO!" NESSUNO SI È FERMATO A PENSARE TUTTO QUESTO E NESSUNO SI FERMA ANCORA E COSÌ SI RIPETE OGNI ANNO LA STESSA COSA: SI CROCIFIGGE, SI UCCIDE DI NUOVO DIO PER DIVERTIRSI! MA GESÙ NON HA DETTO: "PORTATEMI IN GIRO COME UN MORTO, FATE FESTA E POI DITE CHE SONO RISORTO!" COLORO CHE HANNO TRAFITTO E MESSO IN CROCE MIO FIGLIO E GLI ALTRI CHE ERANO VICINI A LUI, E SAI BENE IL NUMERO, SONO ANDATI VIA......! LO HANNO MESSO IN CROCE E SE NE SONO ANDATI PERCHÉ DOVEVANO FARE FESTA E NESSUNO C'ERA, NEANCHE I SOLDATI! VEDI, QUANDO SI FA UNA FESTA NEI PAESI DOVE SONO NATA IO E DOV'È NATO GESÙ, NON È UN GIORNO SOLO DI FESTA CHE SI FA, È QUASI UN MESE DI FESTA E NESSUNO SAREBBE VENUTO A VEDERE SE GESÙ O GLI ALTRI ERANO VIVI O MORTI! ORA RIUSCITE A COMPRENDERE POCO POCO? Tutti: ECCOMI! La Madonna: VOI QUANDO FATE UN MATRIMONIO O UN'ALTRA FESTA LA FATE DURARE DUE O UN GIORNO SOLO, MA IN QUEI LUOGHI DURA PER UN MESE LA FESTA E QUELLI CHE DICEVANO DI ESSERE COLORO CHE SEGUIVANO GESÙ ERANO A FESTEGGIARE......, E SONO RIMASTA IO, GIUDA E  TUTTI I NOMI CHE VI SONO STATI DETTI E COSÌ GLI ALTRI CHE SONO STATI PORTATI DA GESÙ IN CIELO, IN QUEL PARADISO CHE È DOVE È DIO! VE L'AVEVA PROMESSO MIO FIGLIO CHE VI AVREI DETTO ALTRE GOCCE E VE LE STO DICENDO IN SEMPLICITÀ, COSÌ COME È AVVENUTO! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Quindi Gesù è sceso dalla Croce ed è tornato a casa e tutti quelli che stavano lì, sotto la Sua Croce, Lo hanno seguito? La Madonna: , I NOMI CHE VI HO DETTO...... SÌ E SIAMO  ANDATI A CASA! E SARETE PERSEGUITATI PER QUESTE PAROLE CHE IL PADRE MI LASCIA DIRE, MA NON DOVETE TEMERE GLI UOMINI...! DOVETE TEMERE L'AMORE DEL PADRE CHE NON MUORE MAI, E DIO, COME HA PROMESSO, VERRÀ, MA GLI UOMINI HANNO DIMENTICATO E CANCELLATO OGNI COSA E HANNO SCRITTO TUTTO QUELLO CHE PER LORO VA BENE SECONDO I LORO INTERESSI! E VEDI, UN CAPO DI STATO SCRIVE LE LEGGI CHE FANNO COMODO A LUI E COSÌ ANCHE GLI ALTRI HANNO SCRITTO QUELLO CHE FA COMODO A LORO E QUELLO CHE HA DETTO GESÙ NON È PIACIUTO A NESSUNO! TUTTI AVEVANO PENSATO CHE GESÙ SAREBBE VENUTO COME UN CAPO DI STATO A DONARE LAVORO E SOLDI A TUTTI QUANTI: , LUI È VENUTO A PORTARE IL LAVORO DELLA CROCE E L'EREDITÀ DELLA CROCE, MA NESSUNO L'ACCETTA E NESSUNO LA VUOLE! VOI POTETE ANCHE RISPONDERE: "MA SI SON FATTE TANTE PROCESSIONI, CI SONO TANTE CHIESE", DOVE  NOI NON ABBIAMO POSTO, COME NON C'ERA POSTO QUANDO DOVEVA NASCERE A BETLEMME! QUELLA È LA CHIESA CHE GESÙ HA DETTO: CI SIAMO RIUNITI IN UNA CASA E LÌ GESÙ HA DETTO DI NUOVO: "IO SONO IL FIGLIO DI DIO, GLI UOMINI NON MI HANNO ACCOLTO E FRA POCO VERRANNO PER METTERMI IN CROCE" E TUTTI QUELLI CHE HANNO ASCOLTATO, COME PIETRO, HANNO DETTO "NON LO CONOSCO", E L'HANNO FATTO ANCHE GLI ALTRI! MA SIAMO RIMASTI IO, LE DONNE E I NOMI DETTI, PERCHÈ GLI ALTRI SONO ANDATI VIA E NON HANNO PRESO PARTE NEANCHE ALLO SPEZZARE IL PANE: "QUESTO SONO IO CHE MI DONO PER AMORE! TRA POCO VERRANNO, MI METTERANNO IN CROCE E IO LASCIO SCENDERE IL MIO SANGUE PER AMORE E OGNI VOLTA CHE VI METTETE AL BANCHETTO DELL'AMORE, PRENDETE IL PANE E PRENDETE IL VINO, E FATE QUESTO COME L'HO FATTO IO, MA IO VI DONO IL MIO SANGUE E LA MIA CARNE, VOI INVECE SPEZZATE IL PANE E BEVETE IL VINO E FACENDO QUESTO IO VENGO IN MEZZO A VOI E VENGO AD ABITARE NEI VOSTRI CUORI!" MA CON SEMPLICITÀ, PERCHÈ GESÙ NON HA DETTO A NESSUNO: "FATE CASE LUSSUOSE, VESTITEVI CON ABITI LUSSUOSI", MA HA DETTO: "DONATE... E AMATE I PICCOLI, I POVERI E GLI EMARGINATI", E QUESTO LO HA DETTO ALLE DONNE E AGLI UOMINI CHE SONO RIMASTI! ECCO LE GOCCE CHE IL PADRE LASCIA SCENDERE IN QUESTO GIORNO! MA RICORDATEVI, FIGLI, LA PASQUA È ATTIMO DOPO ATTIMO E NON POTETE RICORDARE GESÙ DOPO UN ANNO E POI RICORDARLO COME UN MORTO PERCHÈ DIO NON MUORE, DIO È SEMPRE VIVO! E I FALSI PROFETI CI SONO ANCHE NEL FARE QUESTO E COSÌ TUTTE QUESTE COSE LE HANNO STUDIATE A TAVOLINO DOPO TANTI, TANTI, TANTI, TANTI ANNI E HANNO VISTO CHE ERA BUONO PER LORO ACCUMULARE TESORI SULLA TERRA, MA NON ACCOGLIERE IL TESORO CHE DIO DONA AD OGNI FIGLIO: IL SOFFIO DELLA VITA! ............Cosa c'hai tu? Don Vincenzo: "...Abbandonato in fretta il sepolcro, le donne, con timore e gioia grande, corsero a dare l'annuncio ai suoi discepoli." La Madonna: No, non c'erano, c'erano solo i Nomi che ti ho detto, sprechi tempo a leggere......! Non c'erano, erano tutti a festeggiare! Don Vincenzo: Come? La Madonna: Non c'erano, erano tutti a festeggiare! Te l'ho detto che lì le feste durano un mese! Don Vincenzo: Addirittura! La Madonna: ! Don Vincenzo: Ah-ah! La Madonna: Perché Mi guardi così, cosa vuoi chiederMi? ...Dimmi, ti rispondo, sono Tua Madre! Giuda Taddeo: ...Non ho veramente capito ancora questo passaggio: Gesù è sceso dalla Croce ed è tornato a casa! La Madonna: , è tornato a casa! Giuda Taddeo: E il bimbo che si trova nella grotta? La Madonna: Sul bimbo che è nella casetta non vi è stato detto tutto...... no! Una parte vi è stata detta ma l'altra parte vi verrà detta e poi, quando siete più cresciuti vi verrà detto chi è il Bimbo che era lì nella casetta piccola con la pietruzza appoggiata davanti! Eh, ancora ci vuole per capire, ma il Mistero è così semplice..., basta guardare con gli occhi del cuore e capire quello che Dio ha fatto agli uomini... ma gli uomini non Lo hanno accolto! .........Sei triste tu? <Si rivolge ad uno dei presenti> La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: "...Gesù in persona apparve in mezzo a loro nel Cenacolo e disse: Pace a voi! Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le Mie Mani e i Miei Piedi: sono proprio Io! ToccateMi..." La Madonna: Non è così! Don Vincenzo: Difatti! La Madonna: Te lo sto dicendo! Don Vincenzo: Anche l'ultimo pezzo: "...la sera di quello stesso giorno..." inquest'ora "...il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse..." La Madonna: ...Gesù non era un fantasma, Gesù è Vivo e non poteva passare attraverso una porta chiusa, doveva aprirla  per entrare! Don Vincenzo: E poi: "...Pace a voi; detto questo mostrò loro le mani e il costato..."! Non è vero per niente! La Madonna: Neanche una parola è vera! Erano scappati tutti e si erano nascosti tutti per timore di essere arrestati e crocifissi anche loro! Don Vincenzo: Sono tutti pezzi scritti secoli dopo! La Madonna: ...Gesù è stato Inchiodato e i Segni ci sono stati, ma subito dopo il Padre......... Don Vincenzo: ......Non poteva lasciare quei Segni! La Madonna: No! Don Vincenzo: Gesù era "nuovo di zecca!" La Madonna: Vedi, quando una Sposa risponde "Eccomi" e le Spose donano tutto l'Amore per Salvare, Gesù dona loro quei Segni del Suo Amore e quello è stato un Atto d'Amore: si è lasciato Inchiodare, si è lasciato Flagellare, ha messo sulle spalle il Pezzo di Legno e l'ha portato per Amore! "Ecco, vi faccio vedere che sono venuto solo per Amore e per Salvare ognuno di voi, ma sono Dio!" Ma gli uomini non hanno capito che Dio è venuto a Nascere e si è lasciato mettere in Croce e ha portato quel Legno, e Suo Figlio è Rimasto come ha detto: "Vado dal Padre, ritorno e rimango sempre con voi", ma gli uomini hanno pensato di mettere Gesù nella "scatoletta" del Tabernacolo, e tenerLo chiuso e donarLo a loro piacimento! Ma se vi fermate a pensare le Cose di Dio, capite subito che Gesù è rimasto Vivo, è sempre con voi e vi dona tutto quello che vi serve, ma non è rimasto chiuso in un Tabernacolo e non può Scendere dove non viene accolto, dove tutto è un mercato, e dove viene cacciato, e dove non viene creduto e dove ridono sia di voi che di Gesù! I falsi profeti hanno scritto i quattro vangeli secondo i loro tornaconti e perciò adesso questi Vangeli Gesù li sta smantellando donandoci Gocce piene della Luce Divina e della Verità Tutta Intera......! Ma Dio non si è servito solo della Cocciuta, perchè si è servito anche di altri figli, ma tutto questo, i farisei di ieri e di oggi, lo hanno trasformato ancora una volta secondo i loro comodi e i loro interessi! Sul Segreto che era stato donato a Lucia, Carlo ha detto solo due, tre parole, ma poi non l'hanno fatto più parlare! Ora non vi dovete scandalizzare di tutto quello che vi sto dicendo perchè ve l'aveva già detto Gesù, che oggi avrei detto qualcosa e domani ve ne saranno dette altre! Dovete gioire perché siete Figli di Dio e Dio vi ha chiamato come Famiglia! Vedi, tu a volte ti arrabbi nel dire: "non vengono e non vogliono sentire!" E' il Padre che non li chiama perché non hanno ascoltato e non vogliono ascoltare ancora! Ma lo Strumento dice: "Gesù, aspettiamo ancora, diamogli ancora un po' di tempo, li raccogliamo, mi Spezzo, vado a portare la Paghetta, così li portiamo tutti a Casa, nel Giardino che  Tu hai preparato!" E il Padre la lascia fare, anche se lei conosce ogni cosa per Volere del Padre! Il Suo Amore è così grande da non far perdere neanche un petalo di fiore per consegnarlo al Padre! Per questo viene Perseguitata, ma lo sa...... e così è stato Perseguitato il Mio Cuore di Mamma e così è stato Perseguitato Mio Figlio! Tutti dicono: "tanto Gesù ha fatto quello che doveva fare, adesso non viene più, adesso ci siamo noi a prendere Potere, a spremere le anime come un limone e a non lasciarvi nulla!" Ci pensate a questo? Tutti: No! La Madonna: Gesù non vi ha spremuto come un limone ma ha lasciato Scendere il Suo Sangue per chiamarvi Figli e portarvi nell'Eredità del Padre! ......Vi siete scandalizzati? Don Vincenzo: Hanno fatto diventare tutte le Cose Meravigliose di Dio un mercato dove regna solo il dio quattrino e non il Dio Trino! La Madonna: ! Gesù ha raccomandato di non fare della Casa del Padre un mercato, ma loro hanno rincarato la dose e lo faranno ancora......! Ma il Tempo è nel Tempo e Dio ha donato il Suo Tempo e i Servi Inutili sono già in mezzo a voi, anche se voi non li vedete! Passo per passo vi dò le Gocce più Grandi così imparate ad amare e a conoscere il Vostro Figlio! Dio l'ha donato a Me come Figlio, ma Lui vi ha chiamati tutti figli, ed essendo Figli siete anche Mamme di quell'Amore che il Padre ha fatto sbocciare nel Suo Cuore! Gesù non ha avuto Dolore come vi fanno vedere quando ha accolto i Chiodi, ma ha avuto Dolore nel vedere l'Umanità cadere! E il Servo Inutile, il figlio che ha lasciato la Via Stretta per quella larga, si è già convertito, mentre coloro che dicono di fare le Cose del Padre non sono per niente convertiti e non sono mai stati figli che hanno Fatto le Cose del Padre perchè hanno progettato tutto per accumulare tesori sulla Terra! Tu, in quei cinque anni di seminario a Chieti  non vedevi gli occhi del Tuo Dio quando salivi quella scala? Non Li vedevi? Non sentivi la Sua Voce quando ti parlava nel dire: "Io Sono Piccolo, Povero, non sono quello che ti stanno insegnando!" Ogni sera ti fermavi di nascosto e andavi lì a tarda ora per non farti vedere da nessuno! ...Andavi a nasconderti per tuffarti nella Preghiera Profonda... ma Io venivo dietro a spiarti! Don Vincenzo: Eri Tu, Mamma, che proteggevi la mia preghiera in solitudine? La Madonna: ! ...Però c'era chi aveva scoperto che tu andavi ad incontrare Tuo Padre per parlarGli e vedere i Suoi Occhi e cosa ti diceva......! Ma non ti sei lasciato confondere......! , a un certo punto hai preso poco poco la via larga, ma poi subito l'hai lasciata e qui finalmente hai trovato quella giusta e duratura! Don Vincenzo: ...Grazie a Te, Mamma! La Madonna: Non devi dire grazie a Me......! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: ...Eccomi alla Croce che ho incontrato: questa Piccola Cocciuta, sola, con tutta la Schiera del Padre nel Combattere, vi dona le Gocce che Dio dona a lei e ai Propri Figli! Ma vedi, ancora non avete capito, come diceva Giovanni: "non vi ardeva forse il cuore nel petto quando  parlavo con voi?" Quando la Cocciuta inizia a parlare delle Meraviglie del Padre, non vi Arde forse il cuore? Ora sto parlando Io, ma se la lasciate Parlare, Parla con la Voce di Dio e il cuore vi Arde, perché quella Voce è Dio! Quel Pane Spezzato è Dio, ma lei vuole rimanere Straccio Stracciato! Don Vincenzo: Mammina... La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Gli apostoli erano scappati  già dal Getsemani......! La Madonna: No, erano già scappati da quando stavano mangiando! Don Vincenzo: Si sono andati a rintanare nei loro paesini perché avevano paura di essere Crocifissi anche loro! La Madonna: Ognuno se n'è andato nei propri paesini, perché avevano perso i loro guadagni nel fare i miracoli! Quando si diventa superbi, l'Amore Dio non lo toglie ma sono loro che si allontanano dall'Amore di Dio! Dal Padre non gli viene tolto, ma sono loro che diventano superbi nel cercare di accumulare tesori sulla terra: ma il Padre non si allontana mai dai propri figli! Se voi cercate le cose del mondo, siete voi che vi distaccate da Dio e non Dio da voi! Io non vi ho mai lasciato, ma aspetto......! Don Vincenzo: Mamma! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Quante falsità hanno scritto......! Hanno detto che stavano dentro al Cenacolo, quando erano tutti scappati! La Madonna: Devi pensare che questo è stato scritto tanto... tanto... tanto... tanto... tanto tempo dopo! Don Vincenzo: Tanti secoli dopo? La Madonna: Io dico tanto..., tanto..., tanto..., tanto..., perché tu sai bene quando è nato il Mio Gesù! Don Vincenzo: Cinquemila anni fa! La Madonna: Si! Don Vincenzo: A Betlemme! La Madonna: ! Don Vincenzo: E Tu quindi, eri là! La Madonna: Io ero una Piccola Fanciulla e avevo appena 12 anni e lo sono rimasta ancora! Quando si ama si rimane fanciulli, e non si può rimanere senza Amore dinanzi all'Unico Amore che è Dio! E Dio rimane Fanciullo! Voi vi immaginate un Dio vecchio con la barba, ma Dio non può essere vecchio con la barba, invece Dio è un Bimbo come quel Bimbo che abita nei cuori di ognuno di voi! Forse non vi sentite dei bimbi? O forse che non vorreste giocare? "Ma siamo grandi e non possiamo giocare"! Ma come sarebbe bello se ognuno di voi prendesse la mano al Bimbo Dio e facesse un grande girotondo per raccogliere l'umanità intera! Ma uno di questi giorni lo faremo! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Ehm...  come sono stati abili nell'inventare l'Ascensione, la Pentecoste, come se lo Spirito Santo avesse bisogno di scendere su Gesù e su di Te, Mamma! Ma Gesù ne era Pieno perchè è Dio, e Tu ne eri Piena perché Sei Tu lo Spirito Santo che Agisce e che Infiamma d'Amore per l'Eternità! La Madonna: Lo Spirito Santo non finisce, per cui non può riscendere di nuovo! Se Dio è Amore, Amore significa essere Luce e Spirito d'Amore, e Dio si è rivolto a Me dicendomi: "Eccoti, Piena di Spirito Santo"! Don Vincenzo: Mammina, grazie alle Gocce Luminose, ecco come "tutto il quadro" del Progetto Salvifico di Dio comincia ad apparire più chiaro......! La Madonna: ...Ma ancora non vi appare chiaro nulla, perché non si sono ancora aperte tutte le Gocce e ce ne sono altre ancora di più Grandi! Tutto quello che hanno inventato è stato fatto dagli uomini, perché Dio non ha detto "fate questo e fate quest'altro", ma Dio ha detto soltanto "amatevi gli uni gli altri! Crescete e moltiplicatevi nell'Amore che Dio vi dona!" E quando andremo più avanti parleremo anche delle creature che tutti cacciano, quelle che sentono l'amore verso gli uomini e verso le donne! ...Parleremo anche di questo argomento, ma non cacciateli perché il Padre li ha mandati così......! Ma andando più avanti parleremo anche di questo! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: E come sono stati abili i farisei di ieri e di oggi nel sostituituirsi a Dio con il Sacramento della confessione: Gesù non ha detto mai "confessate" e non ha mai dato il potere ai sacerdoti di rimettere i peccati...! La Madonna: Lascia stare.........! Ti ho detto che TUTTO QUESTO l'hanno inventato gli uomini! Don Vincenzo: Si! La Madonna: Gesù non ha mai parlato di confessarsi! Gesù conosce i cuori di tutti i figli! Don Vincenzo: Eh, ha dato il Sangue per pulirci! La Madonna: Si! E avendo versato il Suo Sangue, allora non è venuto a fare nulla? Ha versato il Suo Sangue, vi ha Lavati, vi ha Riscattati, vi ha Comprati a Prezzo di Sangue, vi ha chiamati Figli e se siete Figli non avete più bisogno...... perchè il Padre conosce il cuore di ognuno di voi, mentre gli uomini non possono conoscere il cuore! E quando voi andate lì a parlare, poi dopo vanno a raccontarlo in giro e ridono di voi! Don Vincenzo: E Gesù ci ha detto pure che solo qui a Timparelle si consacra! Difatti, come può Dio scendere sugli altri altari quando tutto è ormai un mercato? Qui invece non c'è la minima ombra di commercio! La Madonna: Si, solo qui, ma questo ve l'ho già detto e non c'è bisogno di ripeterlo! Vedi, quando Dio Parla, lo dice e poi si va avanti! Ora l'ha detto e si va avanti con le altre Gocce! Don Vincenzo: Sono ancora più Grandi le altre Gocce? La Madonna: Si, Molto Grandi! La Cocciuta è fatta così: è una figlia piena d'Amore che deve portare a Casa pure le formiche! Lei dice di aspettare! Può lasciare le formichine? No, non le lascia! Voi lascereste una formichina? Tutti: No! La Madonna: Lei aspetta anche quelle, nell'Amore che il Padre le ha donato nel mandarla sulla terra nel Grembo Materno della Mamma! Vi ha donato tutto questo: tutto il Suo Amore per raccogliere l'umanità e allontanare i falsi profeti, ma non per ucciderli, ma per portarli a Casa dove c'è la Luce e l'Amore di Dio! ...Figlio, vuoi un bicchiere d'acqua? Don Vincenzo: Eh...  Eh...  Eh...! La Madonna: Ancora non siete neanche alla prima parte delle Gocce! Don Vincenzo: Quindi siamo alle Gocce Piccole? La Madonna: Si! Don Vincenzo: E la seconda parte e la terza saranno sempre un crescendo? La Madonna: Si! ...Ora l'avete vista la Pasqua che non è questa: quando portano il Mio Figliolo nella bara morto! La Pasqua che Dio vi ha donato è Attimo dopo Attimo: vi addormentate, vi svegliate ed è Pasqua! Vi addormentate, vi svegliate ed è di nuovo Pasqua! Così... Gesù è rimasto lì un poco e poi ha portato i figli a Casa ed è ritornato in mezzo a voi a casa Vivo e Reale e non chiuso in un Tabernacolo! E quando tu, Calice Vivente, celebri, Lui è Vivo e si dona! Più avanti diremo chi è il Calice Vivente, ma per avvicinarvi, vi dico quello che ha detto Giovanni: "non vi ardeva forse il cuore mentre parlavo con voi quando Mi fermavo?" Quante volte te l'ha detto, Maria? Maria: Tante volte! La Madonna: E quante volte l'ha detto ad ognuno di voi? Tutti: Eccomi! La Madonna: "Non vi arde forse il cuore?" Ma nessuno si è fermato a dire "Mio Signore e Mio Dio!" ...Calice Vivente, "Mio Signore e Mio Dio!" Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Ora dategli un bicchiere d'acqua perché se no non riesce più a parlare! È bello vedere le tue lacrime! È bello vedere l'ascolto di ognuno di voi! È bello vedere tutti i figli riuniti! È bello vedere la Famiglia...! ...Giuseppe, vuoi donarlo anche a Me un bicchiere d'acqua? Ma Io non Mi sono emozionata come lui, ma lo stesso ne bevo un sorso! <La Madonna ne beve un sorso e poi consegna il resto del bicchiere d'acqua alla piccola Elena> Vieni, piccola, te lo dono a te il bicchiere dove ho bevuto, così crescerai nell'Amore come lo fai già! ...Ora puoi andare dalla tua mamma! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Ora che ho visto l'acqua ho ripensato che...... La Madonna: ...Eh, si, non Mi sono dimenticata! ...Prendi l'acqua! Don Vincenzo: L'acqua che ci ha consegnato Gesù Giovedì Scorso nella Brocca? La Madonna: Si! Gesù vi ha detto "Mia Madre poi vi dirà"! Il Padre ha lasciato a Me questo compito! Vedi, sai bene che Gesù non ha lavato i piedi perché conosceva che tutti l'avrebbero lasciato! Non è Giuda che l'ha tradito: lui non lo ha né venduto e né comprato ma lo ha amato! E l'Acqua che ho dinanzi a Me nella brocca, da quando Gesù ve l'ha consegnata, non è diventata vino e non è diventata Sangue: è Gesù l'Acqua Zampillante! Don Vincenzo: È l'Acqua Viva? La Madonna: Si! Per questo vi ha detto "poi Mia Madre vi dirà cosa fare"! Don Vincenzo: È l'Acqua di Dio! È Dio! La Madonna: Si, è Divina! Don Vincenzo: E perciò Tu, Mamma, mi hai fatto mettere la frase "Acqua Viva della Croce", lì alla fontana? La Madonna: Si, "l'Acqua Viva della Croce"! Giovanni, tanti anni fa, l'aveva benedetta come Acqua Miracolosa, ma chi è il Miracolo per voi? Don Vincenzo: È Dio che Agisce! La Madonna: Si, "Dio che Agisce"! Dio che Agisce in una Brocca d'Acqua! Dio che Agisce ogni qual volta ne prendete, e questa la tenete nella Brocca! Don Vincenzo: La teniamo da parte? La Madonna: Si! Il Cielo è sceso e l'Acqua Viva rimane nella Brocca! Non siete gioiosi? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Mammina, l'altra sera, Giovedì Santo, abbiamo Alitato tre volte... La Madonna: ...Si! Don Vincenzo: E ora bisogna alitare ancora? La Madonna: No! Don Vincenzo: Già hai alitato Tu! La Madonna: No, non ho alitato Io, ha alitato Mio Figlio e il Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Ora puoi metterla da parte la Brocca! Il Mio Compito era solo questo, e la Cocciuta ti aveva detto "non c'è bisogno di scendere le altre cose, ma solo la Brocca devi scendere"! <Don Vincenzo, oltre alla Brocca dell'Acqua si era preparato con un asciugamano e con un contenitore per raccogliere l'Acqua della Brocca nel caso venisse usata> E invece tu hai preso tutto! Lei ha sorriso e ti ha lasciato fare! Don Vincenzo: È per non sbagliare, perché io non tanto me ne intendo, e quindi ho portato anche le altre cose! La Madonna: Eh... per non sbagliare perché non tanto te ne intendi? Come fai a dire questo essendo il Calice Vivente? ...Come è Umile questo Calice Vivente! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Ehm...  Eccomi! La Madonna: Eccomi! ...Avete visto com'è Umile? Ma ve ne dà di forza quando parla con ognuno di voi...! ...Solo che tutti vogliono sentire la Voce della Cocciuta, e la Cocciuta dice "ma se servo come calmante vado bene e vi rispondo... e pure per donarvi la Voce di Gesù..." Don Vincenzo: Che bello è averti in mezzo a noi, Mammina! Sei la Voce di Dio! La Madonna: Lo sono attimo dopo attimo, così come lo è il Padre e come lo è Gesù attimo dopo attimo! ...Ora cosa facciamo? Facciamo tornare i figli a casa? Don Vincenzo: Ehm... La Madonna: ...Tu dici no? Don Vincenzo: Un altro poco! La Madonna: Le vie sono un po' cattive, ma c'è la Via che li porta! ...Hai qualcos'altro? Don Vincenzo: Si! La Madonna: Io le Gocce per adesso non è che le ho finite, ma non posso dirle! Don Vincenzo: Mammina...! La Madonna: Devo stare zitta! Don Vincenzo: Ehm...  dopo Giovanni si arrabbia se dico una cosa? La posso dire? La Madonna: E se Lui ti picchia, Io poi non posso difenderti! Don Vincenzo: Eh, ma Tu, Mamma, già sai quello che ora vorrei dire? La Madonna: Si! Don Vincenzo: E quindi posso dirlo? La Madonna: Si! Don Vincenzo: Sperando che non si arrabbi... <Si ride un po'> Com'è quel fatto delle Tavole della Legge che Lui ha già? Come ha fatto ad averle? Ha trovato qualche manoscritto antico? La Madonna: Il Padre Gli aveva detto che le avrebbe trovate "le Tavole", ma poi se l'è portate con Lui! Don Vincenzo: Addirittura? La Madonna: Eh, si, non le ha lasciate a nessuno! Ma la Cocciuta le conosce! Don Vincenzo: Ah! La Madonna: Eh, si! Don Vincenzo: I Dieci Comandamenti? Quelli veri? La Madonna: Si, quelli veri! Don Vincenzo: Quelli di Dio? La Madonna: Si, quelli di Dio! Don Vincenzo: Ah! E quindi ce li dirà dopo Lui? La Madonna: Si, non è che ha preso la roccia e se l'è portata, ma se li è scritti dopo averli trovati! Don Vincenzo: Ecco...  Eh, si... La Madonna: ...E poi li ha lasciati lì dov'erano! ...Perchè ridi tu, Maria? Maria: Li ha lasciati lì di nuovo? La Madonna: Si, li ha lasciati lì dov'erano! E dopo averli visti se li è scritti! Don Vincenzo: Di solito Maria sa tutto, ma questo non glielo ha detto però! La Madonna: Eh... Qualcosa gliel'ha detto! Maria: Eh, qualcosa me lo ha fatto vedere... La Madonna: ...Ma tutto completo, no! Eh, si, qualcosa, si! Don Vincenzo: Ah! La Madonna: Non parlare, Maria! Maria: No, no! ...Per caso è stato quando mi ha detto "Guarda..."? La Madonna: Si, figlia! Maria: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Il Padre glielo aveva detto attraverso lo Strumento, e Lui diceva "ma dove sono? E quando li trovo?" Era un po' più frettoloso di te! Tu sei frettoloso ma Lui lo era ancora di più, e la Cocciuta Gli diceva: "se il Padre Ti ha detto che li troverai, quando Lui vorrà Tu li troverai"! ...Così come quando Io ti dico una cosa o Gesù ti dice una cosa e tu poi vai a chiedere il resto! Ma la Cocciuta non lo può dire: devi aspettare! Don Vincenzo: Ah! La Madonna: Eh... Tanto poi la Cocciuta risponde "io non lo so: aspetta quando te lo dicono"! ...È Roccia e non la smuove nessuno! Don Vincenzo: Eh, difatti! La Madonna: Eh! Il Pane si spezza al momento giusto! Ogni Pane si spezza nell'attimo in cui il Padre ha scritto e non si può spezzare prima! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! ...Ma adesso non è che Mi vai a leggere di nuovo quello che ti ho detto che è inutile leggere? Don Vincenzo: No, no! Quante cose belle, Mammina! Me le mangerei una ad una queste parole! La Madonna: Eh, ma tu li mangi a una ad una, perché non ti fermi solo una volta a mangiare il Pane, ma ti fermi tante volte! Don Vincenzo: È Pane di Dio! La Madonna: Così Giovanni diceva ad ognuno di loro: "non solo una volta dovete mangiare, ma dovete mangiare più volte, così ogni volta che mangiate trovate un Pane diverso dagli altri o una pietanza diversa dall'altra!" Don Vincenzo: Si, Gesù è sempre più Morbido, è sempre più Luminoso! La Madonna: Perché, volevi che Gesù fosse duro? Don Vincenzo: No, nel senso che il Pane è proprio Lui, Gesù, che è sempre più Morbido e Luminoso! Come è Buono Questo Pane che da Ventisette Anni il Padre ci Dona e ci Spezza! La Madonna: È Lui il Pane! È Gesù! Ma pregate per quelle Mura Insanguinate, e pregate per quei figli che stanno facendo la loro volontà e non la Volontà del Padre! Sono Mamma e loro sono i Miei Figli e non voglio perderli! Perdonate sempre! Usate la Carità della Croce, perché voi siete Croce, e portatela! E portandovi, lungo la via quando trovate un figlio che non si porta come Croce, prendetelo e portatelo! Così ha fatto Gesù e così Lui dice ad ognuno di voi: "amatevi gli uni gli altri! Siate pacifici! Io Sono Venuto a Portare la Pace e Sono Venuto a Donare il Mio Sangue per Farvi Diventare Figli!" Non rompete la Figliolanza che il Padre vi ha donato, ma rimanete un'Unica Famiglia, quella della Croce! Don Vincenzo: Miti e umili di cuore? La Madonna: Si, miti e umili di cuore! Don Vincenzo: Veri Figli di Dio! La Madonna: Si, veri Figli di Dio! Don Vincenzo: E perciò Eredi! La Madonna: Si, e perciò Eredi! Don Vincenzo: E che Eredità! Una Eredità Senza Fine! La Madonna: L'Eredità di Dio non ha né Tempo e né Limiti, è senza Tempo e senza Misura: è l'Eredità di Dio! Don Vincenzo: Che Grazia essere stati creati da un Padre così Buono! La Madonna: Il Padre vi ha pensato da sempre, ha pensato ognuno di voi, ha pensato un Giardino per i propri figli dove non manca nulla, ma il Giardino è stato sporcato! Ma il Padre ha mandato i Servi Inutili a pulire il Giardino, e lo Strumento dice ancora "quando trovate un ramo secco, lo prendo io, gli do' un po' di Tempo e così sboccerà di nuovo"! Quale Amore più grande può uscire dal suo cuore, da non gettare un ramo per farlo bruciare......, ma aspetta che sboccia ancora......! Don Vincenzo: È la Giardiniera di Dio! La Madonna: Si, è la Giardiniera che Dio ha mandato sulla terra! ...Ora Io devo salutarvi, così portate a casa Dio! Angela: Rimani con noi, Mamma! La Madonna: Io rimango sempre nei cuori di ognuno di voi che Mi porta a casa! E quando Mi portate nelle vostre case e vi sedete al Banchetto Nuziale, lì siamo ancora nell'Amore più grande, figli! Non vi lascerò mai soli, sono sempre con voi, Figli Miei! ...Ora tu, Calice Vivente, saluti i tuoi figli con l'Albero Verde ed Io vi saluto col Magnificat e sarò sempre con voi, attimo dopo attimo, e non vi lascio! I Servi Inutili sono già in mezzo a voi, non dimenticatelo! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! ...Che cosa volevi dirmi, figlio? Don Vincenzo: Gesù aveva detto prima che era sceso dalla Croce, era tornato a casa ed è vissuto in mezzo a noi... La Madonna: ...È già in mezzo a voi! Non è che "ha vissuto" ma "è in mezzo a voi"! Don Vincenzo: Eh, si, è in mezzo a noi ed ha continuato a fare la vita che faceva prima... La Madonna: ...Fermati! Non dire quello che ti è stato detto nel silenzio! Don Vincenzo: No, no! ...Un'ultima cosa: Gesù resta pure nei cuori di tutti? La Madonna: Si! Don Vincenzo: Perché è Dio, quindi come Dio è sempre presente in ogni cuore? La Madonna: Si, per questo ho detto "Mi portate nelle vostre case"! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Ma tu volevi andare avanti con i segreti: sei un figlio birbantello! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Certe volte mi scappa, Mamma! Eh...  Eh...  Eh...  però dopo gli corriamo dietro e lo blocchiamo...  io alzo le mani! La Madonna: Si, Figlio Mio! ...Vedete, Figli, lui è un Figlio come Giovanni che voleva dire subito le cose, ma la Cocciuta lo fermava, e così ferma anche te e ti devo fermare anch'Io come Mamma! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: ...Ora recitiamo il Magnificat!(*) Don Vincenzo: Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen! <Ora tutti quanti recitano il canto del Magnificat insieme alla Madonna> La Madonna: "L'Anima Mia Magnifica il Signore"!(*) "L'Anima Mia Magnifica il Signore"!(*) "L'Anima Mia Magnifica il Signore"! "L'Anima Mia Magnifica il Signore, il Mio Salvatore"!(*) "L'Anima Mia Magnifica il Signore, il Mio Salvatore"! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi!(*) ...Padre, ho fatto tutto quello che Mi hai detto di fare! L'Anima Mia Magnifica il Signore! Stendi la Tua Mano e Guarda la Tua Famiglia! Prendi i frutti che hanno portato nei loro cuori col Tuo Amore!(**) Giulia: Mamma, cosa devo fare dinanzi alle Meraviglie che vedo? La Madonna: Figlia, Devi Fare le Cose del Padre! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità! La Madonna: Ecco la Pasqua di Dio, Anima Mia!(*) Giulia: Eccoci miseri peccatori dinanzi al Progetto del Padre, Mamma tutta Piena di Spirito d'Amore!(*) La Madonna: Lo lascio scendere su di ognuno di voi, Figli!(*) <La Madonna impone sui presenti le Sue Mani> Giulia: Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! Maria vi ha donato l'Amore del Fuoco Ardente! Quel Roveto che non si spegne Lo siete ognuno di voi: non spegnetevi, Figli! Il veleno, non vi tocca, ma gli uomini, si! La Mia Mano copre ognuno di voi e nessun capello del vostro capo sarà toccato! Giulia: Padre Mio, cosa devo fare? Il Padre: Devi fare ciò che è nel Rotolo, ciò che ti è stato donato da sempre! Giulia: Eccomi come Straccio Stracciato nel Fare le Tue Cose, Padre!(*) ...Ora possiamo salutare il Cielo e i nostri Cari? <Il Padre da' l'assenso e ognuno saluta il Cielo e i propri Cari Beati in Paradiso> ...Ciao, Cielo!(*) <Giulia schiocca un bacio> ...Ciao, Fiorellini!(*) Il Padre: Domani verremo ancora e tu suonerai la Musica del Pane Spezzato, Figlia! Giulia: Si!(*) ...Ci vediamo dopo!  ...Ciao, Cielo!(*) <Giulia schiocca un altro bacio> ...Ciao, Mammina!(*) ...Come siete belli tutti!(*) ...Dopo vengo a prendere le Spose che hanno donato la mano!(*) ...Ciao, Cielo!

 

 

 

 

3. Giov. 12/04/2012, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): Gesù Ti faccio una richiesta per la Cocciuta: quando lei si arrabbia, poi le sale la pressione......  mettici riparo! Quando lei Ti parla, Gesù, e quando Beve quei Calici...... (Gesù): ...Eh, sì... (Don Vincenzo): ...Perché non intervieni certe volte? Chissà quanti Calici lei beve ogni giorno......! (Gesù): ...E SE NON LI BEVE LEI, VENGONO VERSATI SULL'UMANITA'! COSA VOLETE IL PARADISO DISTRUTTO O LEI CHE SI IMMOLA COME VITTIMA D'AMORE PER SALVARVI? ......Cosa volete? (Tutti): ...Lei che si Immola! (Gesù): La Formichina dice: "non sono Amari i Calici, basta guardare i Tuoi Occhi Gesù!"......  E Beve in continuazione! (Don Vincenzo): La Formichina dice...  "non sono Amari, basta guardare i Tuoi Occhi!" ...Eh! Ma dove trova tutta questa Forza per Immolarsi continuamente? (Gesù): Quando si Ama si ha la Forza! (Don Vincenzo): Ma in questo caso qui, è proprio sovrumana la sua Immolazione! (Gesù): No, è l'Amore del Padre! Quando si arriva a conoscerLo l'Amore del Padre è così, e solo col Suo Amore si può Amare e quando si Ama, lei Ama anche i Figli e il Padre le dona l'Amore! Lei si Ama e Ama, eh! Ecco dove trova la Forza dell'Amore: sulla Croce! (Don Vincenzo): Ma come si può andare dietro a lei? È inarrivabile! (Gesù): ...Amando, Portandosi come Croce, Perdonando, Usando Carità! Rimprovera i propri figli, ma per Amore! Non vuole perdere nessuno dei suoi figli, nessuno, neanche coloro che la trafiggono! (Don Vincenzo): Ora l'hai toccato Tu il tasto, Gesù! Questa ama i suoi nemici e si immola per loro mentre loro da Ventisette Anni non fanno altro che calunniarla, rigettarla e rifiutarla! (Gesù): ...Questa Ama veramente i suoi nemici...!    (Don Vincenzo): ...E Beve in continuazione i Calici per perdonarli......! (Gesù): Questo... (Don Vincenzo): ......È Soprannaturale? (Gesù): Questo significa Fare le Cose del Padre! Eccomi! (Don Vincenzo): Immolarsi per i nemici non è "quasi normale"! (Gesù): Perché, Io non sono normale? Non Mi sono Immolato per ognuno di voi? (Don Vincenzo): Sei irraggiungibile Tu! (Gesù): Quando si Ama si diventa non irraggiungibili, ma raggiungibili e si raggiunge Dio! Gli uomini dicono che Dio è così lontano, così nascosto e nessuno mai Lo ha veduto! Non vi vedete voi? Non siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio? (Tutti): Eccomi! (Gesù): Non siete forse Croce?

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù in Silenzio Allarga le Braccia> Pace a voi, Figli della Pasqua! Pace a voi, Figli che Mi Lasciate Entrare nella Pasqua Viva dei vostri cuori! Gioiamo e Facciamo Festa nella Pasqua che il Padre Ha Donato al Mio Cuore per riempire i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera! Pace a voi, che Vivete col Soffio di Dio! Vigilate, Figli, Vigilate nel DonarLo il Soffio che il Padre vi Dona! Il Tempo è nel Tempo e il Padre Ha Donato il Tempo! Il Cielo è Sceso! Gioiamo ancora e Facciamo Festa ancora, figli, fratelli e amici del Cuore della Pasqua! ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora? Vuoi Accogliere ancora i Santi Dolori del Parto Vivo della Mia Croce, Anima Mia? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Cocciuta Divina, Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nel Bere i Miei Calici Misti, quelli Verdi e quelli Rossi con l'Aggiunta dell'Altro Colore, per coloro che hanno tradito e tradiranno ancora? Tagliano e Sono Amari! Guardali chi li offre in questo istante, Figlia.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Tagliano e Sono Amari! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Io Mi Siedo, Siediti anche tu! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Vedi chi versa......? Vedi cosa c'è nel Calice......? Giulia: Eccomi, Gesù! ...Gesù, Tu ci hai insegnato che Sei la Pasqua, Attimo dopo Attimo, e ci inviti sempre a camminare su quella Viuzza Stretta! Dovremmo Gioire e Fare Festa! Nel leggere i nostri cuori che siamo Figli Tuoi, ci hai chiamati figli della Tua Pasqua d'Amore e riusciamo a leggerlo! Gesù, quel Calice è Amaro e Taglia, non posso dirTi di no, ma non possiamo versarLo sull'umanità, visto che il Padre ha voluto mandarmi come Straccio Stracciato! Il Calice lo bevo io, come tutti gli altri! Gesù: Vedi, Anima Mia, Tu conosci tutto da sempre e ora potrai bere ancora i Calici perchè i Servi Inutili Sono Scesi e il Tempo del Padre è Pieno! Giulia: Gesù, ci sono ancora i Giorni, quelli che il Padre mi ha donato e possiamo aspettare ancora......, e tutto quello che è nel Calice, lo bevo ancora io! Gesù: E quando dovrai dire ai figli che i Calici si devono versare? Giulia: C'è ancora del Tempo, Gesù, so che i Servi Inutili sono in mezzo a noi per la Battaglia Finale, ma ancora li posso bere e portare tutti a Casa! Così hai fatto Tu nel dire: "Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno!" Oggi lo sanno, ma nessun Figlio e neanche una Formichina devono rimanere fuori dal Tuo Amore! Per l'amicizia che c'è...  dobbiamo portarli a Casa tutti! E quel Paradiso che Tu hai preparato, non può rimanere vuoto! I Nomi sono già scritti......! Sì, so che il Padre può cancellarli, ma io te lo strappo ancora dal Cuore: aspettiamo ancora un poco! Gesù: HAI GUARDATO BENE......? Stanno versando ancora! Giulia: Gesù, ho guardato bene ed Eccomi, sono pronta a bere tutto quello che c'è! Gesù: Vuoi berlo? Giulia: Lo voglio! Lo desidero ardentemente! Gesù: Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Sollevami poco poco il Calice! Gesù: Vuoi proprio berlo? Giulia: Lo voglio: Eccomi! Gesù: Bevilo ancora, fino a quando il Padre...... Giulia: ......Fino a sempre, Gesù! ...Come il Padre Vuole: Eccomi nel Fare le Sue Cose......! Ora Bevo! Gesù: Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(**) <Giulia beve il Calice che le viene offerto: è Amarissimo..., con Gemiti e Dolori riuscendo a trattenere diverse volte il vomito......! Sono Tutte Sofferenze Mistiche> Gesù: Vuoi bere ancora? Giulia: Fino all'Ultima Goccia, Gesù! Gesù: Ora l'Ultima Goccia devo versarla! Giulia: No, aspetta! Donami ancora il Calice...  uh uh...! Gesù, Donami quella Goccia, non la versare, ci sono ancora i Giorni! Gesù: Questa devo versarla: Ubbidisci! Giulia: Eccomi!(*) Non posso fare nulla......? Gesù: Hai bevuto! E Amaro ed è Tagliente e lo hai bevuto! Giulia: Eccomi nel Fare le Cose del Padre, Gesù! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi!(*) Se qualcuno vuole uccidere il corpo, l'Anima non la può uccidere! Gesù: Guarda ancora e aggiungi al Rotolo Vivo ciò che vedi! Giulia: Eccomi, Gesù, ma non posso dire nulla nulla? Gesù: No, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: Immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Mia Croce! Immolati ancora per l'umanità tutta! Immolati ancora per i Grandi del mondo! Immolati ancora per i Grandi della Casa del Padre! Consola e Fai Consolare Maria, la Mamma del Cielo, la Mamma della Terra, la Mamma di ognuno di voi, Figli Miei! Giulia: Gesù, la Mamma è dall'alba che ha preso uno Straccio e sta pulendo! È voluta andare Lei dinanzi, ma a me ha lasciato i Calici! Ancora sta pulendo......: come possiamo ConsolarLa se non sappiamo prendere neanche lo Straccio ognuno di noi? Il Mio è Pieno di buchi e si mantiene solo con un filo.........! Ma se rompo quel filo Consolo il Cuore della Mamma, così posso asciugare insieme al Cielo che è rimasto a Consolare il Suo Cuore! Ho cercato nei cuori dei figli quello che ho raccolto così lo dono a Maria e si Consola, ma non ho nient'altro, Gesù! Gesù: Non hai nient'altro? Giulia: Eccomi! Gesù: GUARDA......! Giulia: La Mamma si è Consolata e tutto quello che vedo è lo Straccio che ha versato Lei nel pulire dall'alba fino adesso! Gesù: E tu non hai fatto nulla? Giulia: Ho Fatto le Cose del Padre e nient'altro! Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Un Fumo Nero gira...  e corre forte forte...  e tutti i figli corrono di qua e di là! Gesù, è un Altro Flagello! Posso fermarlo?(*) Alzo la mano?(*) Gesù: Alzala! <Giulia Alza la Mano e col Segno Trinitario e con la Forza e l'Amore del Padre Ferma Ogni Flagello> Non dimenticare che il Tempo del Padre è Pieno, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Per un poco ora il Flagello rimane fermo! Il Padre che è così Buono, lo cancellerà, o almeno una parte si fermerà! Gesù: Allargo le Braccia, Anima Mia! Giulia: Gesù, Tu Sei Solo nel Mare, nell'Orto e nella Vigna! Posso venire e portare ancora tutti i figli e l'umanità intera? Siamo venuti ad incontrarTi! Gesù: Vieni, guarda quello che c'è nel Mare...: vedi quella Canna? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Prendila! Giulia: Eccomi! Gesù: Ora stai attenta......: passa senza bagnare e toccare nulla! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Eccomi, Sono Passata! Ora siamo nell'Orto e nessuno dei figli è caduto e nessuno si è bagnato! Gesù: Non voltarti indietro a guardare dove va la Canna! Giulia: Eccomi, Gesù! Hai donato la Prima Paghetta ai Figli......, la mia mettila già da parte! E ora che siamo nell'Orto? Gesù: Vedi Quella Pietra? Giulia: Eccomi, Gesù Gesù: Aprila! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Non dire ciò che vedi! Giulia: Hai donato ancora la Seconda Paghetta ai figli e l'Altra Mia mettila di nuovo da parte! ......Che facciamo? Gesù: Entriamo nella Vigna dove ci sono tutti i Servi Inutili! Giulia: E il Padre sta Spezzando il Pane e c'è Rossella, Natanaele, Vittorio e le Bimbe e tutti gli altri e il Banchetto è Pieno! Quanto Amore! Gesù: Vedi quel Pane? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Prendilo, spezzalo e prendi quello che c'è dentro! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Poggialo sulle tue spalle! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ora fai sedere i tuoi figli e Iniziamo a Lavorare nello Spezzare il Pane! Giulia: Eccoci, Gesù, nella Grande Festa! Gesù: Il Tempo del Padre è Pieno, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Come fai a rispondere sempre "Eccomi"? Giulia: Eccomi! Gesù: "Eccomi!" ......GUARDA......! Giulia: Gesù, Facciamo le Cose del Padre! Gesù: Eccomi, Anima Mia, col Cielo Riverso su di ognuno di voi, con i Due Giovanni, i Servi Inutili, Carlo, Pio, Domenico, tutti i vostri Cari e ognuno di voi, nella Gioia che il Padre vi Dona con la Croce... <Benedice col Segno della Croce> ...E col Pane Vivo, nel portare la Verità Tutta Intera per Gioire e per Fare Festa, Figli Miei! Giulia: Voi ci donate tanta Gioia, ma io vedo i cuori spenti! Gesù, posso prendere una Fiammella dal Forno e accendere la Luce? Gesù: Fallo, Anima Mia! Giulia: Gesù, posso mettere ancora nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, i figli che si uniscono, tutti quelli che portano nei loro cuori e tutte le Pietruzze? Abbiamo ancora dei Giorni...! Gesù: Portali Ancora sulle Tue Spalle, Figlia Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! <Don Vincenzo, con umiltà, segna le mani dello Strumento col Segno della Croce> Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi i Piedi della Croce! Don Vincenzo: Gesù, che Meraviglioso Colloquio d'Amore c'è stato tra Te e Giulia! Gesù: ...È pronto il Banchetto? <Le Spose incominciano a portare le Pietanze!> Eh, ! Don Vincenzo: Arrivano, arrivano! Gesù: Io metto questo...... <Gesù appende la Corona del Rosario al bracciolo della poltrona> Ehi, chi Me l'ha portato quello? <C'è un Uovo di Pasqua> Antonietta: Io! <Gesù fa il gesto di assaggiarlo> Ehi, ehi-ehi, stanno arrivando tante altre Pietanze ed è arrivato anche il pesce grande! <Quello fatto di pane e farcito> Don Vincenzo: Un Pesce Gigante! Gesù: Un Pesce Gigante! <Gesù fa il gesto di assaggiare le Pietanze> Don Vincenzo: Quante Pietanze Succulente, Gesù! Gesù: ! Don Vincenzo: Tutta Provvidenza del Padre! Gesù: , tutta Provvidenza del Padre, eh! Don Vincenzo: È Tutto un Ben di Dio! Gesù: , è Tutto un Bene di Dio! Ehi- ehi- ehi, ......"Eccomi, Papà!" <Così è scritto su una Torta> Eccomi, Figlio! <Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> Incomincio ad assaggiare tutta la Provvidenza del Padre! ...Ehi- ehi- ehi... cosa c'è? Don Vincenzo: C'è pure il torrone! Gesù:, c'è anche il torrone! <Gesù fa di nuovo il gesto di assaporare le Pietanze> Il Banchetto è bello e pronto...: tu che hai? Don Vincenzo: C'è il Pezzo di oggi, Gesù! Gesù: Ancora...! Don Vincenzo: "...In quel tempo..." Gesù: "...In quel tempo..." Don Vincenzo: ...Come se non bastasse...... Gesù: ...Come se non bastasse! Don Vincenzo: ...Ogni volta inizia così: Gesù: "...In quel tempo..." Don Vincenzo: "...I due discepoli di Emmaus riferirono nel Cenacolo ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto Gesù nello Spezzare il Pane. Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: Pace a voi! Stupiti e spaventati, credevano di vedere un fantasma. Ma Egli disse: Perché siete turbati e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le Mie mani e i Miei piedi: sono proprio Io! ToccateMi e guardate: un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che Io ho! Dicendo questo mostrò loro le mani e i piedi...!" Gesù: ...Perché avevo solo le Mani e i Piedi? Se ero Tutto Intero, perchè dovevano guardare solo le Mie Mani e i Piedi? Don Vincenzo: Perché volevano vedere le Piaghe! Gesù: No, Io non avevo nessuna Piaga! Vedi un poco se Dio poteva stare con le Mani Bucate, i Piedi Bucati e tutto il resto......! E poi Io non ci Sono andato dove dicono loro, Ero dove c'è il Padre! Don Vincenzo: ...Eeeh, sempre bugie su bugie scrivono, si sono inventati anche questo pezzo del cenacolo! Gesù: , si sono inventati tutto! Don Vincenzo:Se loro erano scappati e si erano rifugiati nei loro paesini per timore di essere arrestati e crocifissi come potevano essere radunati nel cenacolo? ......Forse che andavi a premiarli? Ti avevano tradito tutti quanti......  eccetto Giuda, la Madonna e gli altri Nomi che ci hai Dato! Gesù: ...... andavo come un fantasma per farli spaventare? Don Vincenzo: ...Eh! Altro che riunione nel cenacolo la sera di Pasqua! Quante falsità......! Quante invenzioni......! Gesù: ...Io non sono un fantasma che vado in giro e poi non esistono i fantasmi, esistono i Servi Inutili e quando il Padre li fa presentare dinanzi ai propri Cari, lì li vedete! Ma hanno la carne e le ossa e hanno la ciccia...... così......! <Gesù tocca il braccio di Don Vincenzo> Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh? Don Vincenzo: Certo che quello che ha scritto secoli dopo tutte queste bugie è proprio diabolico al cento per cento......! Gesù: Eeeh! Don Vincenzo: ...Inventarsi tutto di sana pianta! Gesù: Inventarsi tutto di "malata pianta"! Don Vincenzo: Sì, di "malata pianta"! Gesù: Perché la Pianta Sana dice le Cose Buone! Don Vincenzo: Le bugie non le dice mai! Gesù: E la Sana Pianta dona i Frutti di Dio e i Frutti del Padre sono la Verità Tutta Intera! ......È vero, viceparroco? Raffaele: ...Eccomi! Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Che malvagità nell'inventarsi tutto e mettere per iscritto questi quattro vangeli tanti secoli dopo! Gesù: ...Eeeh, non è malvagità, è prendere il Posto di Dio nello scrivere tutto al contrario di quello che il Padre Mi ha Mandato a Fare! E Mio Padre Mi ha Mandato per Radunare il Gregge, gli Eletti, i Figli, i Figli che il Padre Stesso Ha Mandato sul Paradiso che Lui Ha Fatto! Ma quei figli hanno rinnegato l'Amore del Padre e hanno fatto del Paradiso un Giardino dove non c'è la Croce e continuano a fare tutt'ora di quel Giardino il loro vivere senza la Giornata di Dio! I Grandi fanno i Grandi! I figli che dovrebbero fare le Cose del Padre hanno cambiato la Strada e fanno le cose del mondo! ......E Dio guarda ancora...! <Gesù alza la Destra, la tiene ''puntata'' a lungo e Benedice col Segno Trinitario> ...È Padre d'Amore! ...Ho dovuto fermare qualcosa! ...Ed essendo Padre d'Amore, aspetta, aspetta, ma Spezza il Pane, ecco......! <Gesù prende una pagnotella e la apre a metà> Fa così, vedi, vedi il Frutto di Dio: Dio Lo Spezza e Lo Dona e Lo Lascia Scendere! Ma coloro che hanno preso la via larga nel camminare frettolosi si mettono al posto del Padre dicendo: "quell'albero non è buono e non dovete prenderlo Quel Pane...... mentre il pane che io ho impastato per voi è buono, lo dovete prendere!" Vedi cosa ne stanno facendo della Casa del Padre? Ma ora i Servi Inutili sono tutti sulla Terra e il Pane viene Impastato! Voi ancora non Li vedete, ma il Cielo è in mezzo a voi e dove c'è il Cielo in mezzo a voi, c'è anche Dio! ...Ne vuoi un po'? <Gesù dona a Don Vincenzo un Pezzetto della Pagnottella> Ne prendo un po' anch'Io, Eccomi, tu ne vuoi un poco? <A Giuseppe> Eccomi! Vedi, si richiude di nuovo! <Gesù riunisce le due metà della Pagnottella> ...Eh, grazie, viceparroco! Tu hai qualche altra cosa da dire? Don Vincenzo: Tutta queste pagine hanno una sembianza e una parvenza di una storia vera che in realtà invece è stata tutta inventata! Gesù: ...È una sembianza, è una parvenza...... ma non è questa la Storia Vera! La Storia Vera vi viene e vi sta venendo Donata nelle Gocce! Don Vincenzo: È quella che hai raccontato e racconti Tu! Gesù: Ma siamo solo all'Inizio delle Gocce! Hai visto quando si incomincia a mettere la farina, il sale, l'acqua...... alla fine quello che riempie è il lievito e l'impastatura giusta e poi, quando il lievito è cresciuto, il Pane viene Tutto Intero e quel Pane il Padre ve Lo sta Donando, ma è all'Inizio! A volte la Cocciuta, nei Colloqui Intimi, Mi dice: "Gesù, Tu Sei la Verità e Vieni a DonarceLa Tutta Intera, so che porterò i figli sulle spalle e non ne lascio cadere uno, ma Tu conosci anche le nostre debolezze e pure quelle io le devo portare sulle spalle!" Così non è solo l'Umanità Intera che lei porta...... ma ci sono anche le debolezze! E, nell'Intimo dell'Amore la Cocciuta Mi dice anche: "Gesù, visto che Tu Sei così Buono e il Padre sta aspettando da tanto tempo, non si potrebbe passare la spugna e cancellare tutto quello che l'uomo ha fatto di male nel non ascoltarTi?" Vedi cosa Mi dice? Adesso, quando lo sente, non lo so cosa farà, o meglio, lo so! Arrivare a chiedere a Dio di prendere la spugna e di cancellare ogni errore, ce ne vuole d'Amore per arrivare a dire questo...... o non ce ne vuole? Don Vincenzo: Tantissimo Amore ci vuole......! Gesù: Tantissimo Amore......! Lei vede i Cuori di ogni figlio, vede i Cuori dell'Umanità Intera, vede anche quando ogni figlio si presenta e lei dice: "prendi la spugna, cancella tutto, con l'Amore puliamo il Giardino", perché lei sa che il Padre con l'Amore pulisce ogni cosa e conosce anche il Tempo e i Giorni che il Padre le ha donato! Lavora, Lavora questa Formichina e non si ferma mai...... si ferma dinanzi alla porta dei cuori dei propri figli e bussa...! Non viene aperta, non viene ascoltata, ma lei bussa ancora e aspetta un piccolo sussurro......... per poterli consegnare ancora nel Cuore del Padre! Lo sapete, attimo dopo attimo, vi mette nel Rifugio del Cuore di Maria, lei che conosce l'Amore Vivo del Padre, e "grida" per farLo conoscere ad ognuno di voi: "Dove andate, cosa fate senza la Luce e la Via Stretta di Dio?" ...Eeeeh, questa è la Formichina...... <Gesù indica il foglio che Don Vincenzo ha in mano con scritto il vangelo del giorno> ......E quelli sono i figli che hanno Capovolto la Verità di Dio! Io Sono Venuto, Mandato da Mio Padre nella Semplicità e nell'Amore Pieno, perché Dio è Amore Pieno, a Dire Tutte le Cose del Padre! Mi fermavo a Parlare e a dire ad ognuno Cosa Mi Aveva Mandato a Fare Mio Padre e come si era Servito di Maria e di Giuseppe...... e tutto quello che si doveva fare: Camminare nell'Umiltà, nella Povertà, Fare le Cose del Padre nel Vivere nel Grande Giardino che il Padre ha Preparato, così, Piccoli, Semplici, Prendere il Pane e SpezzarLo! La Salvezza è Scesa sull'Umanità quando il Servo Inutile ha detto a Maria: "Avrai un Figlio, Mio Figlio!" La Salvezza Piena è Scesa in quell'Attimo! Ma Maria non è stata creduta, Maria è stata presa in giro e Le hanno detto tante cose contro! , non sono state scritte! Chi poteva scrivere le avrebbe scritte subito, ma non l'hanno fatto! Maria, Giuda e Maddalena invece le hanno scritte subito...... tutto il cammino che il Padre Mi Ha Fatto Fare dal Primo Istante che il Servo Inutile ha detto a Maria: "Avrai un Figlio, Sarà il Figlio di Dio!" Coloro che dicono che Mi hanno seguito le folle......, Giovanni le aveva preparate, ma neanche Giovanni è stato ascoltato! Ma vedi, camminavamo sulla stessa Via nel Parlare con le Parole del Padre! Nessuno ha Ascoltato Giovanni e nessuno ha Ascoltato Me! Giovanni Parlava a tante folle indicandoMi come "Agnello" ma, quando Giovanni è stato arrestato, nessuno più diceva le Cose di Giovanni: si andavano ad avvolgere nel fango per togliere il battesimo che avevano ricevuto e si univano ancora ai farisei di ieri e di oggi! Come potevano venire dietro di Me? Solo quei Nomi che vi ho detto e qualche altro ancora Mi hanno seguito, una Famiglia, così come siete adesso! Maria non cadeva, gli altri avevano un po' di paura, ma sono rimasti e non sono andati via......le grandi folle......eeeh! VediI FARISEI DI IERI IMPONEVANO AI FIGLI DI FARE CIÒ CHE DICEVANO E I FARISEI DI OGGI STRAPPANO AI FIGLI ANCHE L'ANIMA NEL FARE CIÒ CHE DICONO! E lo Strumento Mi chiede ancora: "Aspettiamo......, col Tuo Amore Ti vedranno e con la Tua Luce apriranno gli occhi...... aspettiamo ancora!" Cosa Mi dici tu? Don Vincenzo: Che Amore c'è nella Cocciuta......! Smisurato! Gesù: E cosa dite voi, li aspettiamo ancora? Tutti: ...Eccomi! Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Questo Amore ai nemici di cui parla la Cocciuta e che lei eroicamente poi mette in pratica, è proprio sovrumano! Gesù: È l'Amore che Io ho Abbracciato Allargando le Braccia ed è l'Amore che Mio Padre Mi Ha Donato per ognuno di voi, per Comprarvi a Prezzo di Sangue... e per Comprare ogni figlio e l'Umanità Intera a Prezzo di Sangue ci vuole solo il Mistero del Padre! E il Mistero del Padre è Vivo dentro lo Strumento perché è Lui che la usa! Io, quando ascoltavo e vedevo il cuore dei figli, a volte gli dicevo: "cosa mormorate?" La Cocciuta ascolta e vede e non vi dice: "cosa mormorate" ma vi dice: "nessuno può prendere in giro Dio, potete prendere in giro me, mi lascio prendere in giro, potrei anche dire ogni cosa...", ma dice solo: "non prendete in giro il Padre, prendete in giro me e io metto tutto nel Cuore del Padre!" E insegna ad Amare e a Perdonare! "Non temete gli uomini, temete Dio! Il Padre metterà tutto a posto e, se soffrite, mettete la sofferenza nel Suo Cuore; Lui ha già fatto quello che doveva fare, dobbiamo solo aspettare!" ...Ora parla tu, Io ho detto le Gocce che dovevo dire! <Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> ...E quella cosa gira...! Che c'è, sei rimasto senza parole? Don Vincenzo: Sì, Gesù, perché all'inizio della serata, la Cocciuta...... Gesù: ...Che ha fatto la Cocciuta? Don Vincenzo: ...Ha fatto un chiarimento! Gesù: Ha gridato un poco? Don Vincenzo: Eh, sì, e dopo suppergiù ha ripetuto quello che hai detto proprio adesso Tu: "Dio non si lascia prendere in giro!" Gesù: No! Don Vincenzo: Non Lo dobbiamo prendere in giro! Gesù: No! Don Vincenzo: Minimamente! Gesù: È Dio, È il Papà di Tutti ed è Buono e se si chiede con amore e con umiltà, Dona! Don Vincenzo: E quello che è ancora più bello è che Lui fa i nostri interessi perché ci vuole Figli Veri! Gesù: ! Don Vincenzo: E invece noi tante volte diamo soddisfazione solo al nostro io! Gesù: Il Padre fa sempre ciò che è Giusto per ogni Figlio, Lo ha fatto da sempre e non cambia, perché Dio E' e Dio non cambia di moda e rimane sempre il Papà che Ama i Propri Figli e Ha Preparato il Grande Giardino! Don Vincenzo:Quello che non riusciamo ancora a capire, Gesù, è proprio questo, cioè ci intestardiamo a fare sempre la nostra volontà e a gonfiare sempre il nostro io...! Invece dobbiamo Fare la Volontà del Padre, perché lì troviamo la Chiave di Ogni Problema e ci comportiamo veramente da Figli...  e perciò da Eredi! Gesù: ! Don Vincenzo: Figli della Luce! Figli dell'Amore! Gesù: Nella Figliolanza Vera si trova il Tutto di Dio! Se il Padre dona da mangiare agli uccelli e veste i gigli dei campi, cosa non fa per i Suoi Figli? Ma molti gridano: "In questo giorno mi hai messo in Croce, in questo giorno mi hai lasciato, dove Sei, dove Sei andato, perché non mi fai questo, perché non mi fai quell'altro?" Se vi fermate un attimino, senza correre di qua e di là, vedete che il Padre ha già preparato il Tutto della Giornata, senza far mancare nulla! Don Vincenzo: Perché è Lui l'Architetto, secondo per secondo! Gesù: , Ha Fatto un'Architettata Tutta Intera! Don Vincenzo: Attimo per Attimo! Gesù: Attimo per Attimo! Don Vincenzo: La Giornata è Sua, gli appartiene! Gesù: L'ha fatta! Don Vincenzo: L'ha Architettata Lui, e invece noi vogliamo farla diventare nostra e fare di testa nostra! Gesù: E ve la dona attimo per attimo......! Nulla è vostro, Tutto Appartiene al Padre e per prima il Respiro! ......Eeeh! ......Gnammete! <Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> Don Vincenzo: È passata quasi un'ora e mezza, Gesù: il tempo vola! Gesù: Perché lo fate volare? <Gesù manda baci a tutti e viene ricambiato> Perché fate volare il tempo? Don Vincenzo: Eeeh...  corre! <Gesù Soffia......> Solo il Padre lo può rallentare e se facciamo le Cose del Padre, addirittura, lo possiamo pure fermare! Gesù: ! Don Vincenzo: Dicendo: "Papà Eccomi!" Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: ..."Voglio stare in intimità con Te!" Gesù: ! Don Vincenzo: "Mi voglio fermare con Te, tuffandomi nel Tuo Cuore!" Gesù: ! Don Vincenzo: ..."Ti voglio amare sempre più!" Gesù: ! Don Vincenzo: "Voglio fare solo le Cose che Piacciono a Te!" Gesù: ! Don Vincenzo: ...E quegli attimi diventano Divini! Gesù: Ma nessuno lo fa e nessuno Fa le Cose del Padre! La Cocciuta vi ha portato nel Mare, nell'Orto e nella Vigna... e avete sentito come vi ha portato? Quelle sono delle Gocce un po' Grandicelle! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Non hai più niente? Don Vincenzo: VOGLIAMO FARE L'EUCARESTIA e Spezzarci e Donarci? Gesù: ! Così la Cocciuta rimane sulla Croce con i Chiodi, per tutti i figli e per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! ......Allora, Io Sono Pronto! Don Vincenzo: ...Eccomi! Gesù: La Cocciuta è pronta da sempre! Eccomi! Allora, salgo sulla sedia e scendo per passare, eh, Eccomi, eh! Raffaele: Uno solo di bicchiere? Gesù: , uno solo! <Raffaele versa il vino in un unico bicchiere e lo dona a Gesù!> Eccomi! Avvicinati! <Gesù dona a Don Vincenzo il Vino> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Gesù dona a Don Vincenzo un Pezzettino di Pane> Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! <Poi Gesù Prende un Pezzettino di Pane per Sé> Gesù: Questo è il Mio Sangue e Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Tuffati! <Entrambi intingono il Pane nell'Unico Bicchiere di Vino e lo fanno sgocciolaresul Tovagliolino!> Ecco, eh, perché Mi hai rubato la Goccia? <Ne è caduta Una sul Pane che ha Don Vincenzo, e non sul Tovagliolino> ...Mi hai rubato la Goccia! Don Vincenzo: ...Ecco, Te La restituisco! <Gesù intinge di nuovo e fa Sgocciolare il vino dal Pane e dice: Questo È la Mia Carne> Gesù: ...Ecco! <Gesù dona il Tovagliolino a Raffaele> Bevi! <Don Vincenzo Beve e poi dona il bicchiere a Gesù> Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve> Ora puoi chiamare i tuoi figli! <I presenti in ordine si fanno avanti per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Gesù dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Alla fine quando tutti hanno ricevuto il Sangue e la Carne Gesù li dona a Raffaele, mentre Don Vincenzo Li dona a papà Damiano> Eccomi, Eccomi! <Raffaele porta via la Cesta del Pane. Gesù riempie i due bicchieri di legno con l'Avanzo> Ecco... ecco... ed Eccomi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ora questi li portiamo qui al Centro! <Gesù porta al Centro della Tavola i due bicchieri di legno con l'Avanzo e Raffaele porta via la bottiglia vuota del vino> Aspetta che salgo e poi scendo, ecco qua, eh, eh, ci siamo donati! ...............................Cosa vuoi fare? Vuoi mangiare? Don Vincenzo: Eh, sì, di fronte a questa Grazia di Dio, mangiamo! <Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> Gesù: Dove lo porti il pesce? Raffaele: Lo metto qui, Gesù! Gesù: Cosa vuoi mangiare? ...No, questo è tuo! <Il piatto> Cosa vuoi mangiare? Un po' di formaggio e un po' di grissini col prosciutto...! Ma non era meglio se ti prendevi tutto il piatto? <Si ride un po'> Cosa fai? I pesci si prendono come si pescano! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Basta! Gesù: Basta così! ......Eh, , Io devo pescare pure! Don Vincenzo: ...Te li metto io? <Si ride un po'> No prendili Tu! <Si ride un po'> Gesù: Devo pescare? Ecco, vedi come si pesca, eh? Peschiamo anche uno di questi? ......Ora cosa vuoi fare? Don Vincenzo: Mettiamone ancora, ......scegli! Gesù: Scegli tu! Ecco, eh, ecco, eh, ecco! ......Figlie! Caterina e Maria Rosaria: ...Eccomi, Gesù! Gesù: ...Sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: ...Eccomi! Gesù: E l'ovetto è Mio eh......! Allora, buon appetito anche a te! ......Ma non hai niente da dire? Don Vincenzo: Facciamo iniziare pure gli altri a mangiare! Gesù: Dobbiamo parlare e mangiare e i figli adesso inizieranno piano piano! Prendi il piatto, mangia e parla! Cosa vuoi fare? <A Raffaele> Visto che c'è Rocco, la coda gliela dai? Rocco: ...Eccomi! Gesù: ...Eccomi! Ehi......! <Gesù gioca con una fettina di prosciutto facendola dondolare dalla bocca> Io Sono Bambino e i bambini giocano! Viceparroco, ci pensi tu ai due bicchieri? Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Raffaele: Posso? Gesù: , che puoi! <Raffaele dona i due bicchieri con l'Avanzo a Rocco e a Mirella> Ecco, bravo! Eh, , questi sono belli pesanti! <Raffaele dona a ''Punto'' e ''Virgola'' una cosa piccolissima da mangiare> È bello quel piatto, è proprio bello! <Si ride un po'> Non è pesante? Annamaria ed Elena: Eccomi! Gesù: Che fai? No, non l'ho detto a te, l'ho detto al Calice Vivente! Raffaele: Devo dividere il pesce, Gesù? Gesù: , tu puoi dividere il pesce! ......Allora, non dici niente? Don Vincenzo: Prendi qualche altra cosa, Gesù? Gesù: Di solito si finisce una e poi se ne prende un'altra, o Mi sbaglio? Don Vincenzo: Tu non Ti sbagli mai! Gesù: Non hai niente da dire? Don Vincenzo: Sì! <Gesù gioca ancora con la fetta di prosciutto nella bocca> Forse Mi è vietato di giocare? Don Vincenzo: No! Tutti: No! Don Vincenzo: Anzi, giochiamo insieme! Gesù: Giochiamo con le Cose del Padre! Non è che il Padre Mi ha Mandato a fare il dittatore ma il Padre Mi ha Mandato anche per giocare con i bimbi, per stare in mezzo a loro, per far guardare a loro i Miei giochi e anche i Miei Occhi! Ma vedi, a volte le mamme dei bimbi li portavano via dicendo: "è uno sconosciuto, non vi fermate con Lui!" E lì Io vedevo come veniva lasciato solo "il Pane", come veniva scartato "è uno sconosciuto, non vi fermate con Lui" e così fanno anche con voi: "sono sconosciuti, non ci fermiamo a parlare con loro o a giocare!" ......Bevo un po' d'acqua! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Un chiarimento definitivo: Tu Sei Nato Cinquemila anni fa a Betlemme! Gesù: Forse sì! Don Vincenzo: Ma con la Madonna vivevate a Nazareth o no? Gesù: ! Don Vincenzo: Allora se Tu Sei Nato a Betlemme cinquemila anni fa...... Gesù: ...! Don Vincenzo: ...L'Esodo di Mosè è avvenuto mille anni prima della Tua Nascita? Nel senso che, prima c'è stata la liberazione dalla schiavitù d'Egitto e poi il Padre ha guidato attraverso Mosè il Popolo di Israele verso la Terra Santa? Questo quando è avvenuto? Mille anni prima della Tua Nascita? Gesù: Più di mille anni prima della Mia Nascita! Don Vincenzo: Quindi l'Esodo è avvenuto oltre seimila anni fa? Gesù: Più di seimila anni fa! Don Vincenzo: Anche più di seimila anni? Gesù: Te lo sto dicendo, di più......! Figli, è cascato il formaggio! Ma per te la parola "definitiva" cosa significa? Che ogni volta Me lo chiedi? Don Vincenzo: No, ma è per avere un chiarimento! Gesù: E quante volte te lo devo dare il chiarimento? Don Vincenzo: Quindi intorno a settemila anni fa c'è stato l'Esodo di Mosè! Gesù: Io ho detto di più! Don Vincenzo: Ancora di più? Gesù: Più di questo non posso dirti! Don Vincenzo: E già questo è stato un bellissimo chiarimento! Gesù: Meno male! Sei sicuro? ..................Venite, Figlie, ecco, ecco il vostro "niente" ed ecco il Mio "niente", scarsetto scarsetto! Raffaele: ...Eccomi, Gesù! Gesù: E perché siete tristi? Tutti: No! Gesù: Non lo siete? Tutti: No! Gesù: Sicuro? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Vuoi qualcosa, Gesù? Gesù: , un po' di frittatina! Don Vincenzo: Un po' di...? Gesù: Di frittatina......! Ecco, ecco un'altra, ecco, basta così, no, ......questa non è Mia! <La forchetta> Tu cosa prendi? Don Vincenzo: C'e il budino...... Gesù: ...Cosa? Don Vincenzo: Quei contenitori che sembrano d'argento! <Dei budini in contenitori di alluminio> Gesù: Quelli d'argento vuole! Don Vincenzo: Sì, ecco qua, li ha fatti Luisa e sono buoni! Gesù: Ehi......, sei arrivato già al dolce? Don Vincenzo: Lo prendi pure Tu? Alla crema o alla cioccolata? Gesù: Sei arrivato già al dolce? ...Hai finito di mangiare? Don Vincenzo: Primo, secondo e terzo! Gesù: Il dolce di solito si mangia alla fine o Mi sbaglio? Don Vincenzo: ...Tu non Ti sbagli mai! Il dolce si mangia alla fine, però si può pure mangiare prima della fine! <Si ride un po'> Bisogna vedere com'è, dall'apparenza sembra ottimo! Gesù: E poi, dopo, te ne mangi un altro? Don Vincenzo: Uuuh? Gesù: Dopo ne mangi ancora? Tra formaggio e dolce, tu diventi un bombolone! <Si ride un po'> Ehi......! <Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> Non hai niente da dire? Don Vincenzo: ...Ancora! Gesù: ......Ancora! Ehi, hai mangiato? <A Giuseppe> Giuseppe: ...Ho mangiato! Gesù: Tutto a posto? Giuseppe: A posto! Gesù: Sei sveglio? Giuseppe: Mezzo e mezzo! Gesù: Mezzo e mezzo! Ehi...... Don Vincenzo: ...Eccomi! Gesù: ...Dice che è sveglio mezzo e mezzo! Don Vincenzo: ...È sveglio mezzo mezzo, ah, allora buon segno, perché di solito lui è sveglio pure con gli occhi aperti! Gesù: ...Eh, dorme pure con gli occhi aperti! Don Vincenzo: Gesù, se devi fare qualche Miracolo a Giuseppe, devi stare attento agli occhi, perché quello ti apre gli occhi ma poi dice che dorme.........! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Gesù Ti faccio una richiesta per la Cocciuta: quando lei si arrabbia, poi le sale la pressione......  mettici riparo! Quando lei Ti parla, Gesù, e quando Beve quei Calici...... Gesù: ...Eh, ... Don Vincenzo: ...Perché non intervieni certe volte? Chissà quanti Calici lei beve ogni giorno......! Gesù: ...E SE NON LI BEVE LEI, VENGONO VERSATI SULL'UMANITA'! COSA VOLETE IL PARADISO DISTRUTTO O LEI CHE SI IMMOLA COME VITTIMA D'AMORE PER SALVARVI? ......Cosa volete? Tutti: ...Lei che si Immola! Gesù: La Formichina dice: "non sono Amari i Calici, basta guardare i Tuoi Occhi Gesù!"...... E Beve in continuazione! Don Vincenzo: La Formichina dice...  "non sono Amari, basta guardare i Tuoi Occhi!" ...Eh! Ma dove trova tutta questa Forza per Immolarsi continuamente? Gesù: Quando si Ama si ha la Forza! Don Vincenzo: Ma in questo caso qui, è proprio sovrumana la sua Immolazione! Gesù: No, è l'Amore del Padre! Quando si arriva a conoscerLo l'Amore del Padre è così, e solo col Suo Amore si può Amare e quando si Ama, lei Ama anche i Figli e il Padre le dona l'Amore! Lei si Ama e Ama, eh! Ecco dove trova la Forza dell'Amore: sulla Croce! Don Vincenzo: Ma come si può andare dietro a lei? È inarrivabile! Gesù: ...Amando, Portandosi come Croce, Perdonando, Usando Carità! Rimprovera i propri figli, ma per Amore! Non vuole perdere nessuno dei suoi figli, nessuno, neanche coloro che la trafiggono! Don Vincenzo: Ora l'hai toccato Tu il tasto, Gesù! Questa ama i suoi nemici e si immola per loro mentre loro da Ventisette Anni non fanno altro che calunniarla, rigettarla e rifiutarla! Gesù: ...Questa Ama veramente i suoi nemici...!         Don Vincenzo: ...E Beve in continuazione i Calici per perdonarli......! Gesù: Questo... Don Vincenzo: ......È Soprannaturale? Gesù: Questo significa Fare le Cose del Padre! Eccomi! Don Vincenzo: Immolarsi per i nemici non è "quasi normale"! Gesù: Perché, Io non sono normale? Non Mi sono Immolato per ognuno di voi? Don Vincenzo: Sei irraggiungibile Tu! Gesù: Quando si Ama si diventa non irraggiungibili, ma raggiungibili e si raggiunge Dio! Gli uomini dicono che Dio è così lontano, così nascosto e nessuno mai Lo ha veduto! Non vi vedete voi? Non siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio? Tutti: Eccomi! Gesù: Non siete forse Croce? Tutti: Eccomi! Gesù: Come mai hanno detto che Dio nessuno mai lo ha visto? Se a Dio non lo ha mai visto nessuno, non hanno visto nemmeno Me? E non Mi vedono, perché non vedono il fratello e non vedono il nemico! Don Vincenzo: Chi Vede Te Vede il Padre! Gesù: , e il fratello e il nemico, è figlio! Chi è che ha detto: "Non abbiamo mai visto il Padre!" O quell'altra barzelletta "non hai ancora 50 anni e dici di aver visto!"...... Eeeeh! Don Vincenzo: Sono in tanti ad aver visto il Padre? Gesù: ...L'Umanità Intera, ognuno di voi! Chi vede uno dei Miei Piccoli, vede Mio Padre! Hai visto cosa hanno fatto? Non Mi hanno donato! Don Vincenzo: Il giornale di oggi! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: L'articolo su quel bambino di nove anni! Gesù: Non Mi hanno Donato! Don Vincenzo: Non volevano fargli la Comunione perché era un ragazzino disabile! Gesù: Non Mi hanno Donato! Non hanno visto in quel Volto, il Volto di Mio Padre coloro che dicono di avere il discernimento dello Spirito Santo? Com'è, gli occhi si sono chiusi e non hanno visto Mio Padre e hanno negato il Suo Pane! Don Vincenzo: Questo episodio è avvenuto nella Chiesa di Comacchio in provincia di Ferrara! C'era questo prete che dice di aver applicato le Regole Canoniche, appoggiato dal suo vescovo! Gesù: Quali sono le Regole? "Amatevi gli uni gli altri!" Don Vincenzo: La regola secondo lui, era quella che il bambino doveva discernere tra la Comunione di solo pane e la Comunione con l'Ostia Consacrata! Gesù: E Io non sono venuto ad Abbracciare la Croce per tutti, e non Mi sono Spezzato per tutti? ...E Mi Spezzo ancora! Don Vincenzo: ...Certo, Gesù, e difatti dopo, un altro bambino della stessa classe ha scritto invece al prete dicendogli: "Noi stiamo sempre insieme a scuola, perché il giorno della Prima Comunione non possiamo stare insieme pure quel giorno? Perché se non stiamo insieme quel giorno non siamo in Comunione!" Gesù: ......Non possiamo essere in Comunione! Don Vincenzo: Quel bambino gli ha dato proprio una pennellata a quel prete! Gesù: ! Don Vincenzo: Facciamo la Comunione e non siamo in Comunione? Se così è, la Chiesa dovrebbe sopprimere il Battesimo che, come è noto, viene somministrato ai bambini quando non sono in grado di intendere e di volere, cioè dopo alcuni mesi dalla nascita! Gesù: Io Mi sono Donato e Mi Dono a Tutti i Figli senza scartarne uno! Invece loro Mi scartano, non vedono Dio in quegli Occhi? Sei scandalizzato? Raffaele: Sono triste e dispiaciuto per questo episodio! Gesù: , anch'Io sono triste nel vedere che coloro che dovrebbero donare la Luce donano le tenebre! Raffaele: Eh, sì! Gesù: Eh, ! Dio che si Dona a tutti, Dio che si fa Pane Spezzato, non viene Donato! Don Vincenzo: Che assurdità! Gesù: ! ...Figlie, avete finito di mangiare? Quando finite riprendete daccapo! ...Allora, cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Aspettiamo per finire questo? Gesù: Ora che lo hai preso, finisci! Don Vincenzo: Lo vuoi Tu, Gesù? Gesù: No, mangialo tu, tu l'hai preso, Io non sono arrivato ancora al dolce! Don Vincenzo: ...Ci sta la crema! Gesù: Lo so che ci sta la crema, ma ancora devo mangiare......, non si può mangiare..., tu mangia, l'hai preso! Don Vincenzo: Mangiamolo insieme! Gesù: No, Io ancora non ho finito di mangiare! Don Vincenzo: Ancora! Gesù: Ancora! Mi dai uno di questi? Giuseppe: Questo? Gesù: No, quello è dolce......, questo, prendilo con le mani, ecco, così, eh, mettilo nel piatto! Giuseppe: Va messa un po' più avanti la sedia se no non ci arriva dopo... <La poltrona su cui è seduto Gesù> Gesù: ...Io, no! Per caso Mi vuoi portare pure tu come un morto? Io cammino e Mi sposto! ......Vicepa'? Raffaele: ...Eccomi, Gesù! Gesù: Non ti mangi niente tu, mangi solo quello? Raffaele: No! Gesù: Ti tieni leggero leggero! Cosa c'è? Te l'ho detto che tra formaggio e cocciovato diventi anche tu un formaggio e un cocciovato! Non parli più? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Quella cosa gira! Don Vincenzo: Due ore sono volate! Gesù: Due ore! Don Vincenzo: Gesù, abbiamo fatto una canzone nuova! Gesù: E adesso Me lo dici? Perché non c'ero quando la facevi? Don Vincenzo: Sì, certamente e mi hai aiutato! Gesù: Meno male! , c'ero! ..................Ho fame, Mi dai uno di questi? Ehi, tu la vuoi una? Don Vincenzo: Sì! È piccante? Gesù: ...No, non è piccante! Ma Giovanni non vuole il piccante! Sto giocando con la pallina! <Gesù muove la testa facendo dondolare la pallina che è sulla catenina porta-occhiali della Cocciuta e si ride> Don Vincenzo: ...Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: Come stai? Don Vincenzo: Bene, bene! Piccolo Giovanni: Io sto con la Croce e col Pane! <Giovanni benedice col Segno della Croce> E voi come state? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! E la capanna è incapannata? Maria, Nicoletto e Teresa: Eccomi! Don Vincenzo: Glielo dobbiamo chiedere? Piccolo Giovanni: Come sta la capanna? Maria, Nicoletto e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi si" o "Eccomi no"? Maria, Nicoletto e Teresa: "Eccomi si"! Piccolo Giovanni: Con le marachelle? Maria, Nicoletto e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E ce ne sono parecchie di marachelle, Eh? Teresa: Eh! Piccolo Giovanni: "Eh"! Eh... Eh... Eh... e tu cosa hai combinato, Maria? Maria: Eccomi per l'aiuto! Piccolo Giovanni: "Eccomi per l'aiuto"! Lo sai che Mi sono stancato un po'? Maria: Eh! Piccolo Giovanni: Mi sono dovuto fare un bel lavoretto, no? Maria: Eh, infatti! Piccolo Giovanni: Però non Mi stanco mai! E tu come stai, Nicola? Nicoletto: Quando sto qui sto sempre bene! Piccolo Giovanni: Eh, quando sei qui, stai bene! E allora trasferisciti! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Nicoletto: Già sono qua! Piccolo Giovanni: E gli altri? Eh... Eh... Eh... Tu non vuoi un po' di caffè? Don Vincenzo: Sì, un sorso! <Giovanni fa a Don Vincenzo lo scherzo di avvicinare la tazzina e poi la ritrae, e si ride un po'> Piccolo Giovanni: Ehi... Eh... Eh... Eh... tie'... il Capriccioso fa sempre il capriccioso! E chi lo vuole se lo va a prendere! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Buono! E lo sai cosa devi fare? Visto che Mi hanno fatto lavorare, faglielo bello scarsetto scarsetto il piattino! ...E allora, non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Avrei da dirTi... Piccolo Giovanni: E cosa aspetti? Don Vincenzo: Però...  quel fatto delle Tavole, come sono andate a finire? Piccolo Giovanni: Sai come sono andate a finire? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Quando il Padre Me le fa donare, te le tiro sulla testa e così le vedi come sono andate a finire! <Si ride un po'> Perché te lo sto dicendo che ancora non posso dirtelo! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: Eh, poi vedi come sono andate a finire! ...Ti sei offeso? Don Vincenzo: Prego? Piccolo Giovanni: Ti sei offeso? Don Vincenzo: No, no! Piccolo Giovanni: Vedi, quando Me l'ha chiesto, ti ho detto che ancora non si può dire, poi lo hai chiesto alla Cocciuta e la Cocciuta ti ha risposto ancora "non si può dire"! ...Devi aspettare il Tempo del Padre, quando il Padre dice "adesso si", poi te lo dico! ...Ora ti sei arrabbiato? Don Vincenzo: No, per niente! Piccolo Giovanni: Ma per niente per niente? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: E allora chiediMi qualche altra cosa!(*) ...Ma è possibile che quando vengo Io, tu non parli mai? Don Vincenzo: E come no? Piccolo Giovanni: "E come no?" Tanto Piuccio e Carlo oggi non vengono! Don Vincenzo: Ah-ah! Piccolo Giovanni: Sono venuto solo Io! ...Loro stanno lavorando! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh... Eh, si! Ma aspetta che prima devo chiamare a Maria! Mi date un piatto e una palettina? Eh... Eh... Eh... Maria! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Vieni, vieni!(*) ...Eh... Eh... Eh... ROSSELLA: Mamma, Me lo dai un abbraccio? Poi dopo ti dò una bella fetta di torta! Eh...  Eh...  Eh...  Eccomi! ...Ecco! Adesso ti dò una bella fetta di torta, così la dividi con papà e con Giuliana! ...Ehi, si è rotta...  Eh...  Eh...  Eh...  si è spaventata anche la paletta che si è rotta! La torta invece non si è spaventata! ...Eccola! ...Adesso, viceparroco, dalle gli altri piatti, le forchette e i tovaglioli, così se la divide con gli altri! ...Tie'! ...Questa ve la manda a tutti quanti Rossella! ...Viceparroco! Raffaele: Eccomi! Rossella: La paletta si è rotta! ...Ciao, prete bello! Don Vincenzo: Ciao, Rossella! Rossella: Ciao a tutti! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: E allora... Don Vincenzo: ...Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ma la dottoressa sta bene? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi"! Ma sei sicura che stai bene? Teresa: Sì! ............. Ci hai mandato Tu, lì ieri? Piccolo Giovanni: ! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...E ti è piaciuto? Teresa: Eh...  Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Eh... Eccomi! ...Chi l'ha cucinato il baccalà? Sei stata tu? AnnaMaria: No! Piccolo Giovanni: "No"! ...E allora non ci sono le spine! Ehi... tu non vuoi il baccalà? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ma se ci sono le spine, vi corro dietro! ...Fino adesso non le ho viste le spine! ...Mo' vediamo... ancora qualcuna piccolina c'è, ma le grandi grandi, come ce le mette lei, non ci sono! ...Dovete imparare a cucinarlo come fa la Cocciuta il baccalà... con una cipolla... con tanta cipolla! ...Beh, vuoi parlare? Don Vincenzo: Si! Come sono iniziate queste Tue Consacrazioni? Come è possibile se avevi già i preti contro? Vabbè che Tu non andavi solo nelle chiese ma andavi anche nelle case, ma come...  ma Te l'ha detto Gesù o lo hai pensato Tu? O lo ha pensato la Cocciuta? Piccolo Giovanni: Visto che sei ripetitivo, la Cocciuta non pensa se non è il Padre a parlare, e il Padre ha detto attraverso la Cocciuta di andare a dire la Parola e a benedire! Mi sa che te lo avevo già detto! Don Vincenzo: Eh, no! Piccolo Giovanni: Eh, si! Io Mi ricordo! Don Vincenzo: Ma ci stava l'Apparizione? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Si inseriva l'Apparizione? Piccolo Giovanni: Io non inserivo niente, era il Padre che scendeva e parlava! Don Vincenzo: E parlava a voce alta o no? Piccolo Giovanni: Così come parla adesso! Ha sempre parlato così! Don Vincenzo: E quindi...  come andavate? Andavate ogni mese o ogni quindici giorni? O come? Piccolo Giovanni: Quando c'era di andare andavamo! Don Vincenzo: Ma venivate invitati? Venivate chiamati da qualche prete? Piccolo Giovanni: Dai preti proprio no! Venivamo invitati dai figli! ...Da qualche prete, si, qualche fratello! Don Vincenzo: Ah, quindi nella maggioranza dei casi andavate nelle case? Piccolo Giovanni: Eh, si! Don Vincenzo: E quel prete del paese dove andavate, veniva avvisato? Doveva dare il permesso oppure no? O facevate una preghiera così? Piccolo Giovanni: Io entravo così come entra Gesù, nel portare la Parola e nel benedire! Don Vincenzo: E non hai avuto problemi con qualche prete che si è ingelosito? O che dovevi chiedere permesso a lui? Piccolo Giovanni: Quando il fratello si era ingelosito, poi gli passava la gelosia... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Tu hai paura? Don Vincenzo: No, ma di solito si cerca una mediazione col prete del luogo! ...E quanto è durata questa situazione? Un paio di anni? Tre anni? ...O un anno? Piccolo Giovanni: È durata finché non abbiamo finito di benedire tutte le chiese, tutte le case e tutte le vie, e poi di Consacrare e di fare il Battesimo dell'Amore all'umanità intera! ...Ehhh! Don Vincenzo: E quindi è stata proprio una missione? Piccolo Giovanni: Eh, si! Quando il Padre chiama, i figli li manda in missione, ma nella Missione della Croce e la Missione del Pane... <Giovanni benedice col Segno della Croce> ...Non la missione dei quattrini! Non hai più niente da chiederMi? ...Visto che Carlo e Piuccio non vengono! ...............Ma non hai un po' di amaro? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete tristi questa sera? Qualcuno: No! Piccolo Giovanni: Eh, sono un po' impegnati! Nel Cielo c'è un po' di lavoro da fare! ...E tu lo vuoi un goccio? Don Vincenzo: Un po'! Piccolo Giovanni: Ti do' un goccio nel bicchiere... un goccio del Mio non te lo dò! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Ehi... <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti> ...Come siete belli! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Cin-cin! ...Ma che avete stasera? ...È buono? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: A dire la verità, Io non mangio quello che mangia Carlo! <Giovanni emette alcuni colpi di Tosse> Don Vincenzo: È buona questa Tosse! Piccolo Giovanni: Si! È l'Alito della Tosse... non preoccupatevi non Mi sono affogato con la spina del baccalà, figli! ...Beh... Don Vincenzo: Ancora! Piccolo Giovanni: , ancora! ...Eh, no, questo non si mette nel piatto! ...Tie', viceparroco! Raffaele: Eccomi! Don Vincenzo: Quando Tu dicevi e dici "non ci ardeva forse il Cuore", era praticamente la frase del Gesù-Dio che pronunciava quelle parole... Piccolo Giovanni: "Non vi ardeva forse il Cuore... quando parlavo delle Cose del Padre Mio?" Don Vincenzo: Ah-ah! E quindi questo... Piccolo Giovanni: ...Salute, Nico'! Nicoletto: Grazie! Eccomi! Don Vincenzo: ...Ehm...  Questo Riconoscimento... Piccolo Giovanni: ...Nessuno ha mai capito quello che dicevo! ...Eh, si! ...Tu lo avevi capito? ...E tu lo avevi capito? Qualcuno: Dici a me? Piccolo Giovanni: Eh! Qualcuno: Insomma... Piccolo Giovanni: E tu lo avevi capito? ...Uhm... nessuno lo aveva capito! Don Vincenzo: E questa presenza di Gesù di allora... Piccolo Giovanni: ...Perché deve essere cambiato quello di allora e quello di ora? Don Vincenzo: No, nel senso che c'è anche ora... Piccolo Giovanni: ...Eh, si, c'è anche ora! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...C'è anche ora! Don Vincenzo: Ancora! Piccolo Giovanni: , ancora! Don Vincenzo: Quando è stato detto che i Servi Inutili sono scesi... Piccolo Giovanni: ...Si... Don Vincenzo: ...Quindi c'è questa Battaglia Finale? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E questi Servi Inutili sono visibili? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E come possono essere riconosciuti? Piccolo Giovanni: Con l'Amore, come si vede Dio! Se si ama, si vede! Se non si ama, non si vede! Tutto il Mistero è l'Amore, e quando si ama si vede tutto! ...Tu Mi vedi? Don Vincenzo: Dio, quindi, si vede con l'Amore? Piccolo Giovanni: Si! Se non c'è l'Amore, non si vede Dio! Don Vincenzo: E come si fa, Giovanni, a sapere che Lui è Dio? Che quella persona è Dio? ...È una persona? Piccolo Giovanni: Si che è una persona! Don Vincenzo: E come? C'è qualche possibilità di essere riconosciuto? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E sarebbe l'Amore, come dici Tu? Piccolo Giovanni: Si! Vedi, l'umanità è malata, ha la malattia dell'odio e non vuole togliersela, ma lo fa crescere sempre di più! E dove c'è l'odio non c'è l'Amore, e non essendoci l'Amore non si vede Dio, ma si vede l'io e si vede l'odio... e si vede la vendetta! Non si vede né il Perdono, né l'Amore e né la Carità, e Dio è all'Ultimo Posto......! Non si vede ma c'è! "Io Sono sempre in mezzo a voi", ma se non c'è l'Amore, Dio non si vede, ma è in mezzo a noi! Don Vincenzo: Giovanni, ora che hai detto "odio"... Piccolo Giovanni: Eh... Don Vincenzo: ...E poi hai detto dell'io... Piccolo Giovanni: ...Si, l'io... Don Vincenzo: ...Non a caso, proprio la parola "odio" si compone di "O-Dio", oppure "Od-io"! Piccolo Giovanni: Quando si odia un figlio, si odia Dio! ..."Odio Dio"! ..."Io ti odio"! Don Vincenzo: Oppure uno può dire "O Dio"... Piccolo Giovanni: ...Eh, no, c'è l'odio, non si può togliere! ..."Io ti odio", ..."Odio Dio", perché "odio il fratello", e nel fratello c'è Dio! E se odio il fratello, odio Dio! Se uccido il fratello, uccido Dio! Se amo il fratello, amo Dio!(*) ...Facciamo la prima elementare? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Eh, mi sa tanto...  bisogna ricominciare dall'a, b e c! Piccolo Giovanni: Forse non siete neanche alla prima elementare, siete a zero! ...Zero elementare! ...Si deve imparare a scrivere le paroline "Amore", "Amare", "Perdonare" ed essere Miti, Caritatevoli e Umili verso tutti! Don Vincenzo: Eh, si! Piccolo Giovanni: ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa insegnavo? Maria: Proprio questo! Piccolo Giovanni: , proprio questo! ...Mi sa che visto che il Cielo e i Servi Inutili sono scesi, si deve prendere carta e penna e ritornare alla "zero elementare", e così scrivere "Amare"! Tutto l'Amore che Dio ha versato, è Sceso... Don Vincenzo: ...In Gesù? Piccolo Giovanni: No, è sceso con i Servi Inutili! Gesù è sceso e Ha Abbracciato la Croce, ora è la Battaglia Finale, e quando si aprirà il Sole di Timparelle, poi si vedrà! Il Progetto di Dio... Don Vincenzo: ...Poi si rivelerà! Piccolo Giovanni: Eh, si! Ma si vedranno i figli che hanno detto di seguire Gesù e invece l'hanno tradito e si vedrà... Don Vincenzo:...Il figlio che aveva detto di tradire e che invece si è convertito! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Lui è sempre fermo, Giovanni? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Ma questa è una sua pausa... Piccolo Giovanni: No! Non è una sua pausa, è il tempo che il Padre gli aveva donato: "bene, vuoi uscire? Questo è il tuo tempo...!" - "...E ora devi aspettare...!" Ma dovete pregare per quelle Mura Insanguinate! Dovete pregare per coloro che non fanno le Cose del Padre! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: ... Eccomi! Don Vincenzo: Ora che hai detto delle mura..., lì dentro ci stanno dei soldati...! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: È una facciata o è una realtà? Stanno proprio lì dentro per fare qualcosa...! Piccolo Giovanni: I soldati quando fanno la guerra non fanno le facciate! Don Vincenzo: E se ci sono loro, vuol dire che qualcosa...  di guerra ci sta?! O quanto meno...  ci potrebbe essere...! Piccolo Giovanni: Non lo so......! E rispondo su quello che posso rispondere..., su quello che il Padre Mi dice di darti la risposta! Ogni Goccia ha il proprio tempo! Avete mangiato tutti? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Figlie, riprendete daccapo, così parliamo un altro poco...! Non Mi uccidete? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Meno male! Cosa ho mangiato Io? Ho mangiato solo una cosina... e adesso che Mi mangio? ...Che Mi mangio? No, come dolci... no, quello non è un dolce, è la ricotta! Assaggiala! Raffaele: È buono..., è con la ricotta! Piccolo Giovanni:E allora dammela! <Si ride un po'> Te l'ho detto che era la ricotta... ecco! Tu la vuoi la ricotta? Don Vincenzo: La prendo! Piccolo Giovanni: Perché, quella che ti dò Io non la vuoi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E allora, perché l'hai presa da solo? Don Vincenzo: È bella la ricotta! Piccolo Giovanni: Perché non hai preso quella che ti ho dato Io? Ecco! Don Vincenzo: Mo' la prendiamo..., è la ricotta? Piccolo Giovanni: Si, è la ricotta! Dubiti? Don Vincenzo: No! Non me ne intendo ... Piccolo Giovanni: E allora, perché non Mi hai creduto quando ho detto che era la ricotta? ...Sei sveglia, Marinella? Hai mangiato? Vicepa..., lei ha detto che è sveglia, ma Io la vedo nelle nuvole... Raffaele: Gli dò un po' di caffè? Piccolo Giovanni: Bravo! Ecco! Perchè Mi guardi così, sei triste? Tommaso: No! Piccolo Giovanni: Cosa vuoi dirmi? Tommaso: Tante cose! Piccolo Giovanni: Dimmene una sola! <Si ride un po'> Tommaso: Ti vogliamo bene! Piccolo Giovanni: Anch'Io voglio bene a voi e a tutti quanti Eh... vi porto sempre in giro al Banchetto del Padre! Eccomi! <Giovanni schiocca un bacio> Don Vincenzo: Il Padre ha mandato la Cocciuta! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: A Spezzare tutto quello che c'era stato nascosto..., che non c'era stato detto e che c'era stato detto falsamente! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Ecco..., questo proprio: queste Gocce che sta dando la Cocciuta... Piccolo Giovanni: Eh, no, è il Padre che ve le sta donando! Il Padre si serve della Cocciuta! Don Vincenzo: La Madonna ha detto che fino adesso sono Gocce Piccole! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Che poi cresceranno..., ci sarà un crescendo! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E quindi...  avremo a che fare con delle sorprese..., quanto meno, con tanta Luce in più! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Perché se ci saranno le Gocce più grandi... Piccolo Giovanni: Ci sono le Gocce più Grandi...! Don Vincenzo: Significa una Luce più Grande! Piccolo Giovanni: Dovete crescere e ci sarà tanta Luce, per questo la Cocciuta ancora vi porta sulle spalle: non siete ancora cresciuti! Pensate che sia un giochino..., ma Io qui c'ho messo il Sigillo di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come il Terzo Testamento di Dio! "Terzo Testamento di Dio!" Don Vincenzo: E il primo testamento, quale sarebbe? Il vecchio...? Il secondo, il nuovo? Come sono divisi questi tre testamenti? Piccolo Giovanni: Padre, Figlio e Spirito Santo! Questa è un'altra Goccia che mi hai tirato...: il Terzo Testamento di Dio è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo! Don Vincenzo: E Maria che È lo Spirito Santo! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Quindi questa è la traduzione? Piccolo Giovanni: Questa è la traduzione! Don Vincenzo: Mi sembrava strano che fosse il vecchio testamento...  perché il vecchio testamento è sorpassato! Piccolo Giovanni: Eh, le Gocce poi verranno! Una cosa alla volta...! Cosa c'è? Don Vincenzo: Prendi qualcosa? Piccolo Giovanni: No, parla! Voglio un altro goccettino di caffè! Don Vincenzo: Chi lo vuole? Piccolo Giovanni: Io! Don Vincenzo: Tu... Piccolo Giovanni: Tu ne vuoi ancora? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ecco! Giovanni...! Chi è Giovanni? Ne vuoi ancora? Sei sicuro? Don Vincenzo: È buono! Piccolo Giovanni: Ne vuoi ancora? Ecco! Ne vuoi un altro poco? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Allora lo bevo io! Ecco qua... be', parla, parla! Sei stanco? Vicepa..., cosa c'è? Raffaele: Vogliono fermare la Cocciuta! Piccolo Giovanni: Come? L'hai sentito... nel Cuore? E Dio si ferma? Raffaele: No! Piccolo Giovanni: E allora non si ferma neanche la Cocciuta! ...Sei preoccupato? Dio non si ferma e chi ha pensato di fermarla ha fatto i conti sotto sopra! <Giovanni continua a degustare il caffè> Aspetta, il Mio Dito non te lo lascio...! E allora... andiamo avanti? Hai qualche altra cosa da dire? Don Vincenzo: ......Non tanto...! Piccolo Giovanni: Non tanto? Ehi... non tanto? Don Vincenzo: Giovanni, sono tutti scappati i cosiddetti Apostoli, tranne Giuda e ognuno se n'è tornato al proprio paesino rimanendovi nascosti! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E non si sono più fatti vedere, perché avevano paura di essere arrestati anche loro e crocifissi! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Ma in realtà avevano perso anche la fede nei miracoli, perché loro guadagnavano i soldi soprattutto con i miracoli che faceva Gesù! Ma loro anche li facevano? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E quindi, fino a quando erano stati con Gesù c'era un introito enorme per ognuno di loro! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Perché ognuno, facendo qualche miracolo riceveva subito tante offerte! Piccolo Giovanni: Eh, , avevano scambiato Gesù come una miniera! Don Vincenzo: Eh, sì! Piccolo Giovanni: Quella miniera era per loro il Re, ma non era il re della terra! Don Vincenzo: Pietro si arrabbiò perchè Gesù parlava sempre di Croce ma Gesù lo rimproverò aspramente dicendogli: "lungi da me, satana, tu non pensi secondo Dio ma secondo gli uomini!" Pietro non voleva affatto che Gesù parlasse sempre di Croce...  perchè non aveva capito che il Progetto Salvifico del Padre si realizzava e si completava proprio nella Croce del Figlio dove ognuno si doveva e si deve identificare! Piccolo Giovanni: Eh, ! Don Vincenzo: Evidentemente Gesù parlava sempre di Croce e non poteva non essere così! Piccolo Giovanni: Eh, ! Si poteva costruire secondo gli uomini? Dio costruisce secondo Dio e non secondo gli uomini! Gli uomini devono avere il Santo Timore di Dio e non il timore degli uomini! Don Vincenzo: Eh, sì! Piccolo Giovanni: Eh, ! Vigilate, i falsi profeti stanno crescendo! Don Vincenzo: Aumentano di numero? Piccolo Giovanni: Si aumentano di numero di qua e di là e avanzano e vogliono distruggere "la Parola di Dio Tutta Intera", portando avanti le cose del mondo: vigilate! Io Sono Sempre con voi e vigilo con voi! "Non vi Arde forse il Cuore?" Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Questa sera siete tutti... giù... giù..., siete a terra, come mai? Perché non c'è Piuccio? Perché non c'è Carletto? E a Me, non Mi volete più bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: C'è stato quel lavorio della Cocciuta all'inizio... Piccolo Giovanni: La Cocciuta, quando ama i figli dà le "palate"! Palate... e palate...! Le palate sono Palate d'Amore! Allora, che facciamo? Visto che tutti siete tristi, Me ne vado? Tutti: No! Piccolo Giovanni: E allora... bevo l'acqua! Cosa c'è? Raffaele: I Servi Inutili stanno ribaltando tutto..., a uno a uno li stanno "rovesciando" tutti... Piccolo Giovanni: Tu che dici? Raffaele: Sembra di sì! Piccolo Giovanni: Anche a me! Poi cosa vuoi sapere ancora? Raffaele: Siamo vicini? Piccolo Giovanni: L'ora è il giorno li conosce solo il Padre! Figli, i Servi Inutili sono tutti scesi..., i flagelli ne scenderanno ancora e anche i fuochi di guerra! Don Vincenzo: I Servi Inutili sono gli abitanti del Cielo? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E sono tanti..., tanti..., tanti? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Un esercito? Piccolo Giovanni: L'esercito del Cuore Immacolato di Maria! Non hanno armi in mano ma hanno l'Arma dell'Amore e la Spada a Doppio Taglio: l'Arma dell'Amore! Don Vincenzo: Che è la Croce? Piccolo Giovanni: È l'Arma dell'Amore! La Croce siete ognuno di voi e anche i Servi Inutili si sono presi e hanno fatto le Cose del Padre e sono diventati Servi Inutili! Voi prendetevi come Croce......ma è la Cocciuta che vi porta ancora e non fa cadere nessuno dei Suoi figli! Don Vincenzo: Perciò si arrabbia quando vede qualcuno che imbocca la via larga......! Piccolo Giovanni: Lei vuole che i suoi figli crescano nell'amore e nell'umiltà, e la Cocciuta grida quando vede i figli in pericolo perchè non vuole perderne nessuno! Se non vuole lasciare una formica, può lasciare uno dei figli cadere nel burrone? No! Allora pregate ancora per le Mura Insanguinate! Pregate per i falsi profeti, avete la Destra e la Spada a Due Tagli, tenetela alta, Figli Miei! Ciao Capanna! Maria, Teresa, Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ci vediamo con le altre Marachellate...! Allora, figli, Io vi lascio..., vi lascio il Mio Cuore e nel momento della battaglia mi vedrete! Ora, Tu saluta con l'Albero Verde... <Giovanni schiocca un bacio ed i presenti lo corrispondono> ...Io vi lascio il Mio Cuore, figli!(*) <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen!(*) Giulia: Giovanni, perché sei triste?(*) ...  Prendi tutto quello, versalo in un Calice, dopo vengo e lo bevo! Tu puoi fare ogni cosa, il Padre te Lo lascia fare!(*) Vedi Giovanni, i Chiodi, il Padre me li lascia! Ma vanne a prendere un altro, due Chiodi ci stanno in una mano, così quei figli possiamo salvarli! Tanto se ce n'è uno che entra ed esce, ce ne può stare un altro! Diglielo Tu a Papà Buono! Non sono cresciuti ancora, li devo portare sulle spalle!(*) Ora riprendi il giro e dopo vengo e quando il Padre vi fa portare il Chiodo, vieni a metterlo Tu!(*) Non devi bagnare i Tuoi occhi, dicevi sempre a me che non vuoi rivedere le Mie Lacrime! Adesso io non voglio vedere le Tue: asciugale!(*) Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, lasciala tutta su di loro, prendi quella che avevi dato a me, spezzala Tu, così io la vado a portare lì dove Ti stanno flagellando, bestemmiando e spuntando! Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi Dio Bambino! Il Cielo rimane? ...Ora possiamo salutarli? <Il Padre da' l'assenso e ognuno saluta il Cielo e i propri Cari Beati in Paradiso> ...Ciao, Cielo!(*) ...Ciao, Fiorellini!(*) Venite a mangiare e portateci del vostro! Io vengo dopo ad accompagnare le Spose!... <Giulia schiocca un Bacio> ...Ciao, Mamma!(*) ...  Eccomi ancora nel Fare le Cose Tue, Dio Bambino!(*)

 

 

 

 

4. Giov. 19/04/2012, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): Tu, Gesù, avresti detto a Tommaso: "...Metti qua il tuo dito e guarda le Mie Mani; stendi la tua mano e mettila nel Mio Fianco..." (Gesù): Ma vedi che barzelletta! Dio che rimane con i Buchi! Se dicono che sono Risorto, quando uno Risorge non  porta nessun Segno! (Don Vincenzo): Certamente, "è nuovo di zecca!" (Gesù): Io avevo detto loro: "Vado da Mio Padre, porto i Figli a Casa e ritorno in mezzo a voi!" Invece non ho trovato nessuno, sono scappati tutti quanti, sono scappati già prima! Io non avevo nessun Buco! L'Amore che dò alle Spose che rispondono "Eccomi" è per portare i figli a Casa: I Segni del Mio Amore, i Segni del Mio Eccomi! Io ho detto "Eccomi" a Mio Padre e Mi sono lasciato mettere i Chiodi per Comprarvi a Prezzo di Sangue e poi sono in mezzo a voi, lo sono sempre stato, ma senza nessun Segno! Vedi, il Figlio Pio portava i Segni, ma gli hanno detto che: "se li è fatti con l'acido, se li è fatti in quest'altro modo, se li è fatti così, pensava sempre alla Croce e perciò sono usciti!" Ma, quando è tornato nel Giardino dove il Padre ha preparato, quei Segni non c'erano più! Se sono andati via i Suoi, perché dovevano rimanere i Miei? Me lo dite? (Don Vincenzo): Difatti! (Gesù): Difatti! (Don Vincenzo): Ma a qualche Servo Inutile, a qualche donna, invece, hai dato, come a Padre Pio questi Segni? (Gesù): Perché, quelli della Cocciuta non Li avete visti? (Don Vincenzo): Per non parlare di lei......! (Gesù): ...Sì, a qualcun altra, a qualche altro Figlio, ma non tutti hanno portato i Segni! (Don Vincenzo): Certo quelli della Cocciuta sono ineguagliabili tra Centinaia di Piaghe Visibili e Centinaia di Piaghe Invisibili! (Gesù): ...Quelli della Cocciuta......! Ce ne sono tantissimi ancora e c'è il Chiodo che si muove in continuazione......! A volte lei ci mette la fascia per non farLo uscire troppo ma il dolore è continuo! (Don Vincenzo): Stasera le faceva male assai assai! (Gesù): Sì, ma non l'ha messa la fascia! (Don Vincenzo): No, non l'ha messa! (Gesù): No, lo fa giocare il Chiodo! (Don Vincenzo): Ma che Dolore lei prova! (Gesù): Eh, sì, posso dirlo! (Don Vincenzo): Quel Chiodo si muove! (Gesù): Sì, si muove qui nella mano e poi si muove anche nella spalla il Legno! Ma queste cose le dico Io...  lei rimane Straccio, Stracciato!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù in silenzio Allarga le Braccia per un po' e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce.> Mio PadreMi Ha Mandato a Donarvi il Vero Segno della Pace!(*) L'Unica Unione Sarà il Cuore di Ognuno di voi e il Suo! <Gesù Continua col Segno della Croce> E Mi Ha Mandato ancora a Portare la Gioia e l'Amicizia, quella che Scende dal Suo Cuore, quella che ci Dona il Respiro, quella che ci Ha Riempito di Spirito Santo, la Luce che si è Accesa nel Cuore di Tutti i Figli nell'Allargare le Braccia e Diventare Croce, l'Eccomi di Mia Madre, la Tutta Piena di Dio, la Tutta Piena del Suo Amore, ed ecco lo Spirito Santo! E col Suo Amore e con la Sua Verità Gioiamo ancora e Facciamo Festa ancora! Io Sono Vivo in mezzo a voi e voi vivete per l'Amore di Maria, Figli! Facciamo Festa e Gioiamo ancora del Tutto del Padre! ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nell'Accogliere i Santi Dolori del Parto Vivo della Mia Croce? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Cocciuta Divina, Vuoi Gioire ancora? Vuoi Fare Festa ancora nel Bere i Miei Calici Misti, quelli Verdi e quelli Rossi, con l'Aggiunta degli Altri Colori, per coloro che hanno tradito e tradiranno ancora? Tagliano e Sono Amari, Anima Mia e guarda chi li porta.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Non sai rispondere altro? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: VEDI......? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Io Mi Siedo, Siediti anche tu, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ORA VEDI CIO' CHE È VERSATO NEL CALICE......? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: VEDI CHI SONO.........? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, per Volere del Padre, Vedo e Sento ogni cosa, come Voi da sempre conoscete ogni cosa! E come la Mamma, nel conoscere la Luce di Dio, non ha pensato ad altro nel rispondere "Eccomi" all'Amore Grande che Dio aveva preparato, per noi il Padre ha preparato un Amore così grande! Ma vedi, Tu, Gesù, non Sei stato capito allora e non vieni capito neanche adesso! Ma l'Amore il Padre non lo misura, lo dona in abbondanza e l'Abbondanza di Dio è per tutti i figli! Sì, io vedo e sento tutto quello che il Padre ha scritto da sempre! Vedo i Calici, Vedo Chi Li Versa, Vedo cosa c'è dentro e Vedo l'Amore che arde dentro di me ed è quello di Dio, L'Unico Amore Pulito, L'Unico Amore Vero e non ve ne sono altri! Tu ci inviti ad Amarci gli uni gli altri e io Vedo l'Amore che esce, per Volere del Padre, dal Mio Cuore: è quel Soffio che è lo Spirito Santo, e ancora non posso dirTi in Pienezza di Raccogliere l'Amore di Tutta la Famiglia ma la Porto io Sulle Spalle Come Porto l'Umanità Intera, Così Come il Padre Vuole! Quello che è stato versato nel Calice, Gesù, dobbiamo farlo diventare Amore e Spirito Santo, ma solo se Tu mi dai i Calici da bere posso portare ancora coloro che hanno versato e metterli su quella Viuzza dove c'è solo il Vento dello Spirito Santo che Porta diritti nel Cuore del Padre! Gesù: È questo che desideri? Giulia: È questo che desidera il Mio Cuore: Aspettare ancora, Perdonare ancora, Amare ancora e Spezzare il Pane ancora, Gesù, e bere ancora quel Calice.........! Gesù: E il Tagliente? E l'Amaro? E i Colori? Giulia: Gesù, il Tuo "Nocciolo Scorticato", vuole bere l'Amaro e il Tagliente e i Colori, così si Scortica un altro po'! Ed è bello essere Scorticati nel donare la Luce dov'è spenta! Eccomi, Io non faccio niente, Gesù, è il Calice che viene dentro di me! Gesù: Eh, , tu non fai niente, il Calice viene dentro di te.........! Questa ancora non l'avevo sentita! Giulia: E ora l'ho detta...! Ma per non dire altre cose sbagliate, forse è meglio che mi doni il Calice così lo bevo! Gesù: Anche cose sbagliate, dici? Giulia: Sei Tu che Sei Giusto e Sai se quello che dico è giusto o sbagliato, io non lo so! Gesù: Tu sei sempre più Cocciuta! Giulia: Questo lo so, ma è meglio se mi fai diventare ancora un pochettino più Cocciuta! Gesù: Più Cocciuta di come sei, non posso farlo, siamo arrivati al limite! Giulia: Allora sono una pietra...? Non è che anche il mio cuore è diventato di pietra? Gesù: No, ce l'ho Io! Giulia: Mi ero dimenticata che il mio cuore ce l'hai Tu ed io ho quello di Giovanni e quello di Giovanni non è di pietra...! Bè, Gesù, prima che combino qualche altro guaio, me lo doni il Calice? Gesù: Perché, tu combini guai? Giulia: Mi ero dimenticata che il mio cuore ce l'hai Tu! Gesù: E questo è un guaio? Giulia: No..., non credo! PrendiTi tutto, ma adesso donami il Calice, lo bevo io......! Gesù: Taglia ed è Amaro! Giulia: Io Ti Amo e voglio berlo e Amo tutti i nemici! Donami il Calice, Gesù! Gesù: Bevi, Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Sostienimelo poco poco!(**) <Giulia beve il Calice che le viene offerto: è Amarissimo..., con Gemiti e Dolori riuscendo a trattenere diverse volte il vomito! ......Sono Tutte Sofferenze Mistiche> Gesù: Vedi cosa ti costa Amare i nemici e nel rispondere ancora "Eccomi"? Giulia: Eccomi! Gesù, ce n'è ancora......  e ci sono altri figli da portare a Casa! <Giulia beve fino all'Ultima Goccia> Gesù: Vedi, il Calice è pulito......: ora sei Gioiosa? Giulia: Sono Innamorata di Te e di tutti i figli...! Ho sbagliato? Gesù: Si può sbagliare quando si è innamorati? O forse ho sbagliato Io Amandovi? Giulia: No! Se Tu Ti fossi girato senza Guardarci e senza Amarci, cosa ne sarebbe stato di ciò che Tuo Padre Aveva Scritto da sempre? Io l'ho visto e il Tuo Amore non finirà mai, Gesù! Gesù: E neanche il tuo! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Hai visto ancora? Giulia: Conservali, dopo vengo e Bevo anche gli altri Calici! Gesù: Immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Mia Croce! Immolati ancora per l'Umanità tutta! Immolati ancora per i Grandi del mondo! Immolati ancora per i Grandi della Casa del Padre! Consola e Fai Consolare Maria, la Mamma, la Mamma dell'Eccomi, Anima Mia! Giulia: Gesù, la Mamma dell'Eccomi si può Consolare alzando il nostro Eccomi pulito al Padre, e distaccandoci da tutto quello che non appartiene al Tuo Cuore e al Cuore del Padre! E Maria, come Mamma, ci ha donato e ci dona l'esempio di Semplicità, di Amore Vero, di quell'Amore che Arde e Fa Gioire e Riempie i Cuori, Senza Cercare Altro! Cercare quel Mistero che è Dio, così come Lei lo ha visto e si è innamorata e quando si presenta nel dire: "Sono la Madre di Dio e vengo a portare ad ognuno di voi quel Mistero d'Amore che Dio Mi Ha Donato...", come dovrebbe Gridare l'umanità intera! Come dovrebbe Ascoltare l'umanità intera quel Grido d'Amore, quell'Essere Piena di Spirito Santo, quella Luce che Penetra Dentro! ......No, l'umanità non vede tutto questo, ma Maria si dona e quando Lei viene e quando vieni Tu, Gesù, e quando viene il Padre e quando vengono i Servi Inutili, voi portate solo questo Amore! Ma nessuno vede e nessuno sente! Come possiamo ConsolarTi, Mammina? Insegnaci a Vivere nel Tuo Amore e nel Tuo Eccomi! LA MADONNA: Ecco il Mio Amore ed ecco il Mio Eccomi! <La Madonna Alita col Soffio dello Spirito Santo Sui Presenti. Poi la Madonna Fa Ripetere la Stessa Cosa a Giulia> Raccogliete il Mio Soffio, ma dona anche il tuo......! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: L'Arca dell'Alleanza! ...Cosa devo fare? Gesù: Togli quel Colore!(*) Giulia: Come faccio a toglierlo? Gesù: Solleva la tua mano!(*) <Giulia alza la mano e col Segno Trinitario e con la Forza e l'Amore del Padre allontana anche il Colore> Giulia: Si è tolto......! Non tornerà più, Gesù? Gesù: Vedi Anima Mia, la battaglia è iniziata! Giulia: Eccomi! Gesù: Quello che viene tolto non tornerà! .........MA GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Gesù, siamo pronti per combattere! Gesù: Lo sei nel portarli sulle spalle! Giulia: Eccomi, Gesù! Ma Tu Sei ancora nel Mare, nell'Orto e nella Vigna! Nella Vigna non Sei solo, Gesù, ma nel Mare e nell'Orto...  noi siamo qui...  e se Tu vuoi veniamo ancora! Gesù: Vieni e porta tutti! Giulia: Cosa devo fare, Gesù? Gesù: Vedi tutto quello che è nel Mare? Giulia: Eccomi! Gesù: Sali sulla barca e porta tutti i figli! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Non hai paura? Giulia: Eccomi, Gesù! .........È la Paghetta quella che è scesa! Gesù: Ora prendi i tuoi figli, prendi la barca e vieni nell'Orto! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Siamo nell'Orto, possiamo scendere? Gesù: Scendi, lascia i tuoi figli nell'Orto, riporta la barca e cammina sul Mare! Giulia: Eccomi! ......Ora cosa facciamo? Gesù: Il Padre ci sta aspettando, andiamo nella Vigna! Giulia: Il Banchetto è già pronto e ci sono tutti: Vittorio, Natanaele, le Bimbe......! Gesù: Anche quelli che hai portato dall'alba fino adesso! Giulia: E c'è il Pane da spezzare e c'è l'Abito Fatto di Pane...... e questa è l'Altra Paghetta! Gesù: Ora fai sedere i tuoi figli! ...Iniziamo a Lavorare nel Tagliare e nello Spezzare! Giulia: Eccoci, Papà-Dio! Gesù: Eccomi, col Cielo Riverso su di ognuno di voi, con i Due Giovanni, con tutti i Servi Inutili, Carlo, Pio, Domenico, nel venire a portare l'Unica Verità: la Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E il Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei, Amici Miei, Fratelli Miei! Giulia: ECCOMI, GESÙ, PER CONSEGNARE NEL TUO CUORE TUTTI QUELLI CHE SI SONO AFFIDATI ALLE MIE PREGHIERE, COLORO CHE SI UNISCONO E TUTTI QUELLI CHE PORTANO NEI PROPRI CUORI! LE PIETRUZZE NON TI SEGUONO E NON TI ASCOLTANO, MA NON LASCIAMOLI ANCORA! GESÙ, PRENDILI IN BRACCIO COME HAI ABBRACCIATO LA CROCE! Gesù: Fallo......, è il tuo compito, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! <Don Vincenzo, con umiltà, segna le mani dello Strumento col Segno della Croce> Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi i Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Che Meraviglioso Colloquio d'Amore tra Te e la Cocciuta c'è stato......e alla fine lei sempre Beve...! Gesù: ..., Beve, Beve i Calici così porta sulle spalle tutta l'umanità! ..., tutta l'Umanità! ......Dov'è il Banchetto? Don Vincenzo: Il Banchetto è in arrivo! Gesù: Arriva...? <Le Spose incominciano a portare le Pietanze> ...Ehi, l'Albero Verde col Pane, eh, eh, "Auguri"! ...Un Albero che Porta i Frutti del Pane! <È la Forma della Torta per l'Onomastico di Espedito> Don Vincenzo: ...Sì! Gesù: ... ci sono i pesci! Don Vincenzo: Bello! Gesù: ! Don Vincenzo: Com'è bella questa Croce che fa da tronco! Gesù: , l'Albero è Fatto di Croce e di Pane! ......Ehi-ehi-ehi! <Si avvicina anche Piera insieme al piccolo Emanuele che non lascia la bottiglia del liquore e si ride...! Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> Don Vincenzo: Quanto Bene di Dio! Gesù: Quanto Bene di Dio! Don Vincenzo: Quanta Provvidenza! Gesù: Quanta Provvidenza! Don Vincenzo: Quanta Grazia del Padre! Gesù: Quanta Grazia del Padre! Don Vincenzo: C'è anche un Uovo di Pasqua! Gesù: La Cocciuta di solito dice: un "coccodè"... un cocco...... e di solito i "coccodè" sono le uova! Don Vincenzo: Ah sì! Gesù: ... ehi- ehi- ehi! Don Vincenzo: Il Tavolo già si è riempito di Pietanze tutte Succulente! Gesù: , si è riempito il Banchetto! ...Tu hai qualcosa per riempirlo? Don Vincenzo: Eh, sì! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Abbiamo Nicodemo! Gesù: Nicodemo? È chi è...Nicodemo? Don Vincenzo: È "un pezzo grosso" dei Giudei, un Capo dei farisei! Gesù: "Un pezzo grosso"... allora...... non ci entra! Don Vincenzo: Ah, sì, è scritto che è uno dei Capi! Gesù: Perché c'è un Capo? ...Non c'è solo Mio Padre? Don Vincenzo: Eh, sì! Gesù: Ma non è "un pezzo grosso" Mio Padre! Don Vincenzo: ...E come no! Gesù: No, è un Padre! ...E non si è mai fatto chiamare: "pezzo grosso"! ...È una parola brutta questa! Don Vincenzo: Eh, sì! Gesù: Non è una parola bella! Allora, se Mio Padre è un "pezzo grosso", ha Mandato Me come: "Figlio, pezzo grosso"...! No, non Mi piace! Don Vincenzo: Eh, sì! Gesù: E vediamo chi è questo "......pezzo"! Don Vincenzo: "...C'era tra i farisei un uomo chiamato Nicodemo, un capo dei Giudei. Egli andò da Gesù, di notte..." Gesù: Perché è venuto di notte? Don Vincenzo: Forse per non farsi vedere! Gesù: E...  chi viene di notte per non farsi vedere...? Don Vincenzo: Bisogna vedere se questo: "...di notte..." è vero o no! "...C'era tra i farisei un uomo chiamato Nicodemo, un capo dei Giudei. Egli andò da Gesù di notte e Gli disse: Rabbì, sappiamo che sei un maestro venuto da Dio, nessuno infatti può fare i Segni che Tu fai, se Dio non è con lui! Gli rispose Gesù: In verità, in verità ti dico, se uno non rinasce dall'Alto, non può vedere il Regno di Dio! Gli disse Nicodèmo: Come può un uomo nascere..." Gesù: ...Eh, eh, eh, quello ride già! <Raffaele> Don Vincenzo: "...Come può un uomo nascere quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere? Gli rispose Gesù: In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da Acqua e da Spirito, non può entrare nel Regno di Dio. Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito. Non ti meravigliare se ti ho detto: dovete rinascere dall'Alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene né dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito! Replicò Nicodèmo: Come può accadere questo? Gli rispose Gesù: Tu sei maestro in Israele e non sai queste cose? In verità, in verità ti dico: noi parliamo di quel che sappiamo e testimoniamo quello che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra Testimonianza. Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di Cose del Cielo? Eppure nessuno è mai salito al Cielo, fuorchè il Figlio dell'uomo che è disceso dal Cielo! E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia Innalzato il Figlio dell'uomo, perché chiunque crede in Lui abbia la Vita Eterna!..." Gesù: ...Eeeh, in due parole, cosa vuoi sapere? Non ti dò solo due parole, cosa vuoi sapere di tutto quello che hai letto? Don Vincenzo: Eeeh! Gesù: Eeeh! <Si ride un po'> Io ti rispondo e non ti dico in due parole ma dimmi quello che vuoi sapere... inizia! Don Vincenzo: Intanto se è vero che... Gesù: ......Nicodemo non c'è! Don Vincenzo: È andato di notte? Gesù: No, non c'è, non è venuto né di notte e nè di giorno! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Non è mai esistito neanche lui come tanti altri personaggi.........! Eh, sì, hanno messo questi nomi, che hanno inventato dopo tanti secoli! Gesù: Eh, , dopo tanti secoli! ...È uscito Nicodemo che è venuto di notte, ...ma se nessuno ha mai creduto in quello che il Padre Mi ha Mandato a fare... da dov'è uscito sto' Nicodemo! Don Vincenzo: Difatti! Gesù: Sono scappati quelli e sono scappati quegli altri e ci sono rimasti solo i Nomi che vi ho detto sotto la Croce... e il nome di Nicodemo Io non ve l'ho detto ancora, perchè non c'era......! ...Cosa c'è? ...Vuoi a Nicodemo, eh, eh? <Il piccolo Emanuele si fa sentire e si ride> Sei rimasto impagliato? Don Vincenzo: No! "...Se uno non rinasce dall'Alto, non può vedere il Regno di Dio!..." Gesù: ...Ma allora Io non ho fatto niente......? E ritorniamo sempre alla stessa barzelletta: Mio Padre Mi ha Mandato per Abbracciare la Croce e per Donare il Mio Sangue e Comprarvi a Prezzo di Sangue: siete già Rinati col Battesimo del Sangue e potete Salire e Scendere perché Siete Servi Inutili e quando si Sale... adesso ci siamo e diciamo un'altra Goccia... eeh...... ma la Cocciuta Mi dice di no! <Si ride un po'> E se vi ho Donato il Mio Sangue e siete stati Battezzati col Sangue, come Servi Inutili Salite e Scendete da quel Paradiso che ancora è in mezzo a voi dove c'è Dio e dove ci Sono Io! ...Ma non Mi fa dire l'altra cosa la Cocciuta......! <Si ride un po'> E' un po' Grandicella la Goccia e le sue spalle sono belle cariche cariche! Perché hanno scritto che non potete Salire? Tutti i Servi Inutili che donano la mano, adesso il Padre Li ha fatti Scendere perché la Battaglia è Piena, e perché hanno scritto che non potete Salire? Io non ho detto quelle cose! Don Vincenzo: ...  Per niente, per niente! Gesù: ...Per niente per niente! Sei rimasto dispiaciuto? Don Vincenzo: ...No, tanto ci siamo abituati oramai! Gesù: Eh, , ormai vi siete abituati alla Verità Tutta Intera e la Verità Tutta Intera è un Gocciolone Grande, ma posso dirvi qualcosina di Piccolo: quello che...Salite e Scendete ogni qualvolta...... la Cocciuta vuole fermarMi... <Si ride un po'> ...Ogni qualvolta... e diciamo ogni qualvolta che Amate... e non Me lo fa dire, eeeeh! E, vedi che Mamma è, e come protegge la sua covata? Non ne vuole perdere nessuno dei figli, neanche una formica! Cosa c'è, ti sei fermato? Don Vincenzo: ...Questo pezzo riguardo a Mosè! Gesù: ...Vediamo! Don Vincenzo: "...E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia Innalzato il Figlio dell'uomo, perché chiunque crede in Lui abbia la Vita Eterna..." Gesù: Ma perché si doveva innalzare il serpente quando il figlio che ha lasciato la Via Stretta e ha preso quella larga è un uomo?...Che c'entra il serpente? Don Vincenzo: Difatti! Gesù: E poi quella scenetta che chi guardava il serpente non moriva! Vi sembra giusta questa storiella? Tutti: No! Gesù: Chi guarda la Croce rimane in Vita e chi Abbraccia la Croce rimane in Vita! , hanno scritto del serpente, ma non si può paragonare il Figlio di Dio in un serpente...... a chi Dona la Vita e ha Donato il Sangue e vi ha Comprato a Prezzo di Sangue, eh! Don Vincenzo: La Croce è la Croce! Gesù: La Croce è la Croce! Don Vincenzo: Ma il serpente...... Gesù: Non può essere Croce un serpente! E poi, se si fosse costruito un serpente di rame o di altro oggetto sarebbe stato un simbolo non di Dio, ma degli uomini! ...Hanno costruito tanti idoli, tanti segni e tante cose strane! Ma l'Unica Cosa che ho costruito Io è... ho Allargato le Braccia e ho detto: "Eccomi nel Fare le Tue Cose, Padre, Quelle che Tu Mi Hai Detto! ...Lasciare Entrare e Far Scendere l'Amore che Tu Mi hai Donato per Chiamare Tutti: Figli!" Don Vincenzo: C'è anche questo Pezzo riguardo alla Luce... Gesù: Vediamo! Don Vincenzo: "...E il giudizio è questo: la Luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla Luce..." Gesù: , questo sì! Don Vincenzo: "...Perché le loro opere erano malvagie!..." Gesù: Eh, ! E sono malvagie ancora...! Non... "erano malvagie"  ma sono malvagie quelle opere dei figli che non hanno creduto e non credono! Vai avanti! Don Vincenzo: "...Chiunque infatti fa il male, odia la Luce e non viene alla Luce perché non siano svelate le sue opere. Ma Chi Opera la Verità Viene alla Luce..." Gesù: ! Don Vincenzo: "...Perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio!..." Gesù: , voi camminate nel Buio? Tutti: No! Gesù: Camminate in mezzo a tutti i figli e siete Luce! ...Non temete gli uomini ma temete Dio! GLI UOMINI CHE DICONO DI AVERE IL POTERE CAMMINANO, MA NON HANNO DIO, NON HANNO L'UMILTÀ, NON HANNO L'AMORE E NON HANNO LA CARITÀ E DICONO DI ESSERE NELLA LUCE! ...Ma la Luce è fatta di Amore, di Carità e di Umiltà! ...Ehi, è arrivata "l'Acqua di Elia", <Fuori si sente una pioggia battente> ....."l'Acqua di Elia"! Don Vincenzo: "...Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio Unigenito..." Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: "...Perché chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la Vita Eterna!..." Gesù: ! Don Vincenzo: "...Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo..." Gesù: No! Don Vincenzo: "...Ma perché il mondo si salvi per mezzo di Lui!..." Gesù: ! Don Vincenzo: "...Chi crede in Lui non è condannato, ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel Nome dell'Unigenito Figlio di Dio!..." Gesù: Vedi, la parola "condanna"  non è bella! ...Il Padre ha lasciato quella Domandina Finale! <Gesù col Suo Dito disegna in aria un punto interrogativo> La domandina finale non è... Don Vincenzo: ...Per condannare, ma per Salvare! Gesù: ..., non è per condannare, ma per Salvare! Se il Padre avesse Creato un Paradiso e poi avesse Mandato il Figlio nel prendere tutti i figli col Proprio Sangue e poi... condannarli, avrebbe giocato anche col Figlio! E Mio Padre non ha giocato né Lui e né ha fatto giocare Me, ma ha Amato e Ama! E vedete questa Cocciuta? Ama anche lei! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: ...L'ultimo pezzo su Nicodemo! Gesù: ...Poi è finito? Don Vincenzo: ...Su Nicodemo sì! "...Colui che viene dall'Alto, è al di sopra di tutti, ma chi viene dalla Terra, appartiene alla Terra e parla della Terra. Chi viene dal Cielo è al di sopra di tutti. Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la Sua Testimonianza. Chi però ne accetta la Testimonianza, certifica che Dio è Veritiero. Infatti Colui che Dio ha Mandato proferisce le Parole di Dio e dà lo Spirito senza misura! Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa!..." Gesù: Ma questo chi l'ha detto, Nicodemo o Io? Don Vincenzo: È stato messo in bocca a Te! Gesù: ...Nicodemo... prima cosa... non c'era! ...Poi, come fa ad ascoltarMi se non c'era? Don Vincenzo: È tutta una invenzione questo pezzo su Nicodemo! Gesù: ...Vedi, quante cose hanno scritto dicendo che Io avrei parlato con questo Nicodemo... ma se non c'era? Don Vincenzo: ...Tranne poche parole sono "tutte storielle" quelle che hanno scritto......! Gesù: ......, ma senza Nicodemo! Don Vincenzo: La stragrande maggioranza di questi quattro Vangeli è fatta tutta "di scenette" che sono state scritte tanto, tanto, tanto, tanto, tanto tempo dopo! Gesù: Eeeeh, e invece Io ho detto tutte altre cose! Don Vincenzo: Anche questa frase, l'ultima... Gesù: Vediamo! Don Vincenzo: "...Chi crede nel Figlio ha la Vita Eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la Vita, ma l'Ira di Dio incombe su di lui!..."...... No, non è il Tuo Stile! Gesù: Non è lo stile di Mio Padre e non è il Mio stile! Il Padre Mi sta Mandando e Manda i Servi Inutili e la Cocciuta e coloro che Allargano le Braccia per portare i figli a Casa! ..."L'Ira del Padre!" ...Il Padre Piange nel vedere i figli lontani, i figli che non ascoltano, o meglio, coloro che dicono: "ci siamo noi, adesso facciamo tutto noi!" Piange e Piango anch'Io e Piange anche Mia Madre nel vedere tutto questo! Queste sono parole del mondo, come l'eredità da dividere: "io uccido mio figlio o uccido il fratello se non prendo l'eredità tutta intera!" Mio Padre non parla così e neanch'Io! L'Eredità è per tutti i figli, invece gli uomini si uccidono per un'eredità che non porteranno nel Paradiso che il Padre ha costruito! Il Padre ha preparato già l'Eredità per ogni figlio e non è l'eredità che vi costruite sulla Terra che serve, ora che il Cielo è Sceso! Non serviranno i pezzi di carta, non servirà nulla di ciò che accumulano i Grandi, coloro che dicono di fare le Cose del Padre! Ve l'ho già detto: coloro che dicono di essere i Grandi del mondo stanno accumulando di qua e di là ma, ciò che viene accumulato, viene portato via col Soffio dell'Amore del Padre! E quando il Padre gli chiederà il Bagaglio non potranno portare il bagaglio che hanno accumulato, ma dovranno portare il Bagaglio del cuore e non c'è! Vi promettono di donarvi questo in un anno o in due anni e dove hanno messo Dio che promettono di donare questo e quell'altro? Non è forse il Padre l'Albero che dona i Frutti ai figli? Come possono donare loro i frutti di un anno o di due anni se non guardano il Cuore della Croce? Si sono mai inginocchiati dinanzi alla Croce? Si sono mai rivolti: "Padre, siamo in grave pericolo, donaci la Tua Mano?" Si fanno vedere nelle piazze nel dire: "io vado in chiesa a pregare!" La conoscono la Mia Chiesa che è fatta di Povertà, di un Banchetto dove si Spezza il Pane, senza abiti lussuosi? Si sono mai avvicinati ai Poverelli? No! E allora non Mi conoscono e allora non possono Salvare! Il Salvatore è Colui che Spezza il Pane e Lo dona a tutti! Pregate per quelle Mura Insanguinate, pregate per quelle Mura Bagnate di Sangue Innocente di bimbi che "gridano"! E il Padre ascolta il "grido" dei bimbi e dona ad ognuno di loro l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale! Ma a coloro che hanno bagnato le Mura non dona l'Abito e l'Anello Nuziale! Ma c'è una Cocciuta che va, ruba la Paghetta, La Spezza e prende l'Abito anche per loro e l'Anello! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: C'è...... <Gesù fa il gesto di assaporare le Pietanze> ...C'è anche questo pezzo, Gesù, che è sulla falsa riga del pezzo di Nicodemo! "...Gesù si manifesta di nuovo sul mare di Tiberiade e si manifestò così..." Gesù: Come Mi sono manifestato, su un cartellone? Don Vincenzo: "...Si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaele di Cana di Galilea..." Gesù: No, Natanaele, è venuto dopo, eh, eh! <Si riferisce a ''Natanaele di oggi'' e si ride> Don Vincenzo: "...I figli di Zebedèo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: vado a pescare! ......Ma quella notte non presero nulla!..." Gesù: No! Don Vincenzo: "...Quando già era l'alba, Gesù si presentò sulla riva..." Gesù: Eh! Don Vincenzo: "...Ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù..." Gesù: Come mai? Don Vincenzo: La loro fede si era spenta del tutto! Anche questo pezzo è stato tutto inventato perchè non erano affatto a pescare......! Ognuno si era rintanato nel proprio paesino......  altro che pesca miracolosa.........  e ognuno aveva timore di essere arrestato e crocifisso......! Gesù: , ...Messi in croce... e solo il pensiero di avere i chiodi li ha fatti andare lontano! Don Vincenzo: È scritto ancora: "...Questa era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli..." Gesù: ...Ma se Io non Me ne sono mai andato e ci sono tutt'ora, com'è la terza volta che Mi Manifestavo? Don Vincenzo:Anche il Vangelo di Domenica scorsa, il cosiddetto Vangelo di otto giorni dopo la Pasqua! Gesù: ...Il cosiddetto "racconto"! Don Vincenzo: ..."Racconto"! Gesù: ...È meglio dire "racconto"! E il Pane Lo Spezzo Io e Lo Spezza Mio Padre e ve Lo Dona, mentre questo è un "racconto"  che hanno scritto tanto, tanto, tanto tempo dopo! Vedi se Io potevo venire per fare solo queste cose! Mio Padre quando Mi ha Mandato, Mi ha Mandato per una Causa Giusta: comprare a Prezzo di Sangue i Miei Fratelli, Figli e Amici! Don Vincenzo: Sulla Croce! Gesù: Sulla Croce! Don Vincenzo: La Verità è che loro sono scappati! Gesù: , loro sono scappati! MA DI TUTTE LE COSE CHE HANNO SCRITTO IN QUESTI ''QUATTRO RACCONTI'' CE N'È SOLO UNA GOCCINA...  MA TUTTO IL RESTO NON VIENE PER NIENTE PER NIENTE DA DIO, MA DAGLI UOMINI! E gli uomini sono bravi a scrivere tanti libri di storielle e di cose di Servi Inutili che non ci sono per niente! E per ingigantire e fare attirare l'attenzione, ne scrivono di cose! ......Ma il Padre li smantella! Don Vincenzo: Ci sono racconti di Miracoli mai avvenuti fatti fare dai cosiddetti servi inutili? Gesù: ! Don Vincenzo: E così hanno fatto con i Santi? Gesù: ! Don Vincenzo: I farisei di ieri e di oggi hanno fatto diventare Santi tanti facendosi pagare per questo......! Gesù: Non si paga per diventare Santi! Dio è Santo e col Battesimo ricevuto dal Mio Sangue, siete Figli! Don Vincenzo: È il Tuo Sangue che ci Battezza! Gesù: ! Don Vincenzo: Non l'acqua! Gesù: No! Don Vincenzo: E col Tuo Sangue diventiamo Figli! Gesù: ! Don Vincenzo: Non con l'acqua! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Perché il Tuo Sangue purifica da ogni peccato! Gesù: Giovanni Battista ha parlato di un'acqua e hanno detto che anch'Io sono andato nell'acqua a farMi Battezzare! ...Ci sono andato? Tutti: No! Don Vincenzo: ...Tu non avevi bisogno di essere Battezzato! Gesù: No! E poi hanno fatto vedere quel grande fiume, ma là è così piccolo! L'hai visto, te lo ricordi? Don Vincenzo: Sì! ......Ancora! Gesù: Ancora! Don Vincenzo: Hanno inventato anche il racconto della Domenica di Pasqua in cui Tommaso era assente e il racconto sulla Domenica successiva in cui Tommaso era presente! Gesù: ...Perché, dove sei andato tu? Tommaso: Sono venuto solo qua! Gesù: Hanno detto che non c'eri! Don Vincenzo: Ma otto giorno dopo c'era! Gesù: E che sei venuto a fare otto giorni dopo? <Si rivolge a ''Tommaso di oggi'' e si ride> Don Vincenzo: Tu, Gesù, avresti detto a Tommaso: "...Metti qua il tuo dito e guarda le Mie Mani; stendi la tua mano e mettila nel Mio Fianco..." Gesù: Ma vedi che barzelletta! Dio che rimane con i Buchi! Se dicono che sono Risorto, quando uno Risorge non porta nessun Segno! Don Vincenzo: Certamente, "è nuovo di zecca!" Gesù: Io avevo detto loro: "Vado da Mio Padre, porto i Figli a Casa e ritorno in mezzo a voi!" Invece non ho trovato nessuno, sono scappati tutti quanti, sono scappati già prima! Io non avevo nessun Buco! L'Amore che dò alle Spose che rispondono "Eccomi"  è per portare i figli a Casa: I Segni del Mio Amore, i Segni del Mio Eccomi! Io ho detto "Eccomi" a Mio Padre e Mi sono lasciato mettere i Chiodi per Comprarvi a Prezzo di Sangue e poi sono in mezzo a voi, lo sono sempre stato, ma senza nessun Segno! Vedi, il Figlio Pio portava i Segni, ma gli hanno detto che: "se li è fatti con l'acido, se li è fatti in quest'altro modo, se li è fatti così, pensava sempre alla Croce e perciò sono usciti!" Ma, quando è tornato nel Giardino dove il Padre ha preparato, quei Segni non c'erano più! Se sono andati via i Suoi, perché dovevano rimanere i Miei? Me lo dite? Don Vincenzo: Difatti! Gesù: Difatti! Don Vincenzo: Ma a qualche Servo Inutile, a qualche donna, invece, hai dato, come a Padre Pio questi Segni? Gesù: Perché, quelli della Cocciuta non Li avete visti? Don Vincenzo: Per non parlare di lei......! Gesù: ..., a qualcun altra, a qualche altro Figlio, ma non tutti hanno portato i Segni! Don Vincenzo: Certo quelli della Cocciuta sono ineguagliabili tra Centinaia di Piaghe Visibili e Centinaia di Piaghe Invisibili! Gesù: ...Quelli della Cocciuta......! Ce ne sono tantissimi ancora e c'è il Chiodo che si muove in continuazione......! A volte lei ci mette la fascia per non farLo uscire troppo ma il dolore è continuo! Don Vincenzo: Stasera le faceva male assai assai! Gesù: , ma non l'ha messa la fascia! Don Vincenzo: No, non l'ha messa! Gesù: No, lo fa giocare il Chiodo! Don Vincenzo: Ma che Dolore lei prova! Gesù: Eh, , posso dirlo! Don Vincenzo: Quel Chiodo si muove! Gesù: , si muove qui nella mano e poi si muove anche nella spalla il Legno! Ma queste cose le dico Io... lei rimane Straccio, Stracciato! ...Cosa c'è ancora? Quella cosa gira? Don Vincenzo: Un'ora e mezza è volata! Gesù: Dov'è andata? Don Vincenzo: Il tempo corre, corre sempre! Gesù: E perché lo fate correre? ......Ehi, la Pioggia di Elia! <Ricomincia a piovere> Serve, questa ci vuole! Don Vincenzo: Gesù... Gesù: Eh! Don Vincenzo: ...Dunque, tornando al lago di Tiberiade questo Pezzo della pesca di 153 pesci, come il fuoco di brace e tutto il resto del pesce e del pane, è tutta inventata di sana pianta anzi, come dici Tu, di cattiva pianta! Gesù: Non "sana pianta", la sana pianta sono Io e il Padre, mentre la cattiva pianta è quello che hanno scritto gli uomini! Quando stavano con Me lo cucinavo il pesce, ma la storiella che non riuscivano a prendere pesci...... Don Vincenzo: ...Non regge! Gesù: Dove potevano andare al largo se non era poi tanto grande il lago? I pesci venivano sempre sulla riva, come vengono quando li chiama la Cocciuta e quindi si potevano prendere così con le mani e non c'era bisogno di andare a prenderli con le barche perchè i pesci erano più sulla riva che al largo! Don Vincenzo: E poi c'era di mezzo il Tuo Miracolo che cioè i pesci non scappavano ma si avvicinavano a Te! Gesù: Non è che li facevo avvicinare, ma è che quando Mi vedevano, venivano tutti da Me! Don Vincenzo: I pesci? Gesù: ! Don Vincenzo: Che bello! La stessa cosa succede alla Cocciuta! Gesù: , quando i pesci la vedono poi lei deve dire: "andate via, se no poi vi prendono e vi uccidono!" E poi li chiama: "venite un poco, adesso che non c'è nessuno, poi andatevene!" Don Vincenzo: Si spesso ci sono i pescatori che si accorgono che quando c'è la Cocciuta qualcosa non quadra...... Gesù: ...Qualcosa non quadra! Cercano di andare prima della Cocciuta, ma la Cocciuta glielo può dire anche da lontano: "Pesci, andate via, perché ci sono i pescatori!" <Si ride un po'> Don Vincenzo: E anche questo succede? Gesù: ! Don Vincenzo: E i pesci si allontanano! Gesù: E i pesci si allontanano! Don Vincenzo: E quelli se ne accorgono? Gesù: Quando arriva lei i pesci gli fanno la danza! <I pesci girano intorno alla Cocciuta> Don Vincenzo: ......Ancora! Gesù: ...Ancora! Ma, certo che ne combina sta' Cocciuta, eh, è Cocciuta! Don Vincenzo: Anche questo pezzo in cui è scritto: "...Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria Maddalena, dalla quale aveva scacciato sette demoni..." anche questo è inventato, ......i sette demoni! Gesù: ... eh, ! Don Vincenzo: "...Questa andò ad annunciarlo ai suoi seguaci che erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non vollero crederlo!..." Eeeeh! Gesù: Se non c'erano, come facevano ad ascoltarla e a crederla? Giustamente hanno dovuto scrivere così e scriviamo questa: "è venuta Maddalena, quella che aveva i sette diavoli e ci ha detto di averlo visto"! Eeeeh! Don Vincenzo: Tutto studiato a tavolino! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Ogni frase, ogni pezzo! Gesù: Ogni frase, ogni cosa è stata tutta studiata e poi scritta da una sola persona! Ma chi è questa persona? Eh, no, la Cocciuta non Me la fa dire ancora! Lì si entra nelle Gocce Grandi Grandi e ancora dovete crescere! Vedi, sta' Formichina vi porta tutti sulle spalle, ma poi il Peso diventa ancora più Grande! ...Eeeeh, dovete ancora crescere un pochino! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Vogliamo Fare l'Eucarestia? Gesù: ...Io sono pronto! Don Vincenzo: ...Eccomi! Gesù: La Cocciuta è pronta nel rimanere Crocifissa per Amore per tutti quelli che Mi hanno messo all'Ultimo Posto, eh! Ma voi pregate ancora per quelle Mura Insanguinate da Sangue Innocente: "Grida, Grida!" E voi che avete il Pane Spezzato, potete Pregare e Salvare! Eccomi! Raffaele: ...Eccomi! <Raffaele versa il vino in un unico bicchiere e lo dà a Gesù! Gesù dona a Don Vincenzo il Vino e un Pezzettino di Pane> Gesù: Questo è il Mio Sangue e Questa è la Mia Carne! <Poi Gesù Prende un Pezzettino di Pane per Sé> Questo è il Mio Sangue e Questa è la Mia Carne! <Entrambi Intingono il Pane nell'Unico Bicchiere di Vino e lo fanno sgocciolare sul Tovagliolino> Che fai, il girotondo? Don Vincenzo: ...Sì! Gesù: No, dove scende la Goccia La devi far scendere e non devi fare il girotondo! Don Vincenzo: ...Eccomi! Gesù: Bravo! <Mangiano! Di nuovo Gesù intinge, sgocciola il Pane e poi Mangia! Gesù lo fa ancora una volta e poi dona il Tovagliolino a Raffaele. Don Vincenzo Beve> Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Gesù: Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve> Ora puoi chiamare i tuoi figli! <I presenti in ordine si fanno avanti per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Gesù dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Quando si accostano Piera e Vito col piccolo Emanuele, Gesù dice:> Vuoi mangiarMi? Eccomi! Ehi, ciao! Don Vincenzo: Gli piaci! Gesù: , gli piaccio! <Alla fine quando tutti hanno ricevuto il Sangue e la Carne Gesù li dona a Raffaele, mentre Don Vincenzo Li dona a papà Damiano! Raffaele porta via la Cesta del Pane, poi Gesù riempie i due bicchieri di legno con l'Avanzo> Eccomi! <Raffaele porta via la bottiglia vuota del vino, mentre Gesù sposta i due bicchieri con l'Avanzo verso il centro della Tavola> Questi li mettiamo qua, così Io salgo e scendo, ehi, eh, tu ti sei seduto? Io Mi Siedo pure! Perché ti sei alzato? Cosa facciamo, parliamo o mangiamo? Don Vincenzo: Mangiamo! Gesù: Cosa vuoi mangiare? Don Vincenzo: Quello che vuoi, ...formaggio? Gesù: Un po' di formaggio! Don Vincenzo: ...E un po' di grissini col prosciutto! Gesù: ...E un po' di grissini, ma tu mangi sempre le stesse cose? <Si ride un po'> Ma tu mangi il formaggio, il prosciutto e il dolce! Don Vincenzo: ...E anche un po' di pesce! Gesù: ...E un po' di pesce? Dove lo mettiamo, sul dolce o sul formaggio? Sei sicuro di non farlo cadere? <Don Vincenzo prende i pesci dal vassoio e li mette nel piatto, facendo cadere un po' di sughetto> Ah tu peschi solo, peschi senz'acqua? Don Vincenzo: Senz'acqua? Gesù: Eh, , perché la getti a terra! Don Vincenzo: Ah! Gesù: Senz'acqua! , i pesci venivano fuori! Tu vuoi questi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E così vanno bene? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Basta? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E quest'altro non lo vuoi? Ecco, e dov'è la forchetta e il tovagliolo, tie'! Ecco e Io cosa mangio? Devo mangiare quello che mangia lui! Raffaele:Non lo so! Gesù: Posso scegliere? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E prendo un po' di pesce! Quando inviti un ospite, quello che prende il padrone, prende anche l'ospite, o Mi sbaglio? Tutti: ...Eccomi! Gesù: ...Eccomi! Se tu Mi hai aspettato e anche voi Mi avete aspettato, mangiate quello che mangio Io! Il Calice Vivente mangia il formaggio, il pesce e il prosciutto, lo mangio anch'Io! ...Figlie! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: ...Eccomi! Gesù: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Buon appetito! Dammi due grissini, così mangio anch'Io quello che mangi tu, ecco, tu ne hai presi tre, Io ne prendo due, ma il tre è il numero giusto, e prendo anche il formaggio, ma non ci metto il dolce, il dolce si mangia alla fine, ecco basta così! Eh, sei sveglio? Giuseppe: Sempre! Gesù: Sempre sempre o sempre! <Raffaele dona l'Avanzo ad Emma e a sua figlia Francesca> Ma c'è il pesce e non c'è Rocco e chi la mangia la coda? La moglie, eh, eh! Dov'è Rocco, dov'è andato Rocco? Mirella: ...È ammalato! Franca: Ha la febbre! Gesù: Se non ce l'ha gliela faccio prendere Io, eh, eh? O gliela tolgo, che faccio? Ma tu non vuoi sapere niente altro? Don Vincenzo: Sì! Gesù: A ruota libera? Poi vediamo chi è il più disponibile a venire perchè c'è un bel po' di lavoro da fare! Don Vincenzo: ...Gesù! Gesù: Uh! Carlo sta Lavorando nel togliere un po' di veleno! Don Vincenzo: ...Gesù! Gesù: ...Pio sta allontanando un po' di falsi profeti! Giovanni, oltre a fare il giro, sta preparando le Tavole! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Vediamo chi è disponibile poi a scendere, a scendere a parlare, perché è già Sceso! Don Vincenzo: ...Ti volevo fare una domanda! Gesù: ...Mi vuoi fare una domanda, ma è scritta e bollata? Don Vincenzo: ...Sui gruppi ecclesiali! Gesù: ...Ma veramente hai detto che questa domanda la facevi a Giovanni! Don Vincenzo: La facciamo a Giovanni? Gesù: ...! Da due giorni stai preparando le domande per Giovanni e adesso le vuoi fare a Me? Poi a Giovanni che gli dici? Stai muto come un pesce? Don Vincenzo: La facciamo a Giovanni! Gesù: Se questa l'hai preparata per Giovanni, a Me chiediMi qualche altra cosa! Don Vincenzo: Sì! Gesù: ...Vicepa'! Raffaele: ...Eccomi! Gesù: ...C'è il pesce! <Quello di pane farcito> Tu hai mangiato qualcosa, figlio? Raffaele: ...Ancora no! Gesù: ...E quando mangi? Raffaele: ...Adesso! Gesù: ...Ehi, eh, eh, che fai? Hai finito di mangiare? Don Vincenzo: ...No! Ne vuoi un po'? Gesù:..., ne voglio un poco! Perché parli piano piano......, perché parli piano piano? <Si ride perché anche Gesù parla a bassa voce come ha fatto con Lui Don Vincenzo> Don Vincenzo: Oggi c'è stata una lucertolina, e la Cocciuta si è impaurita un poco! Gesù: No, la Cocciuta non è che si è impaurita, la Cocciuta voleva farla scendere dalla sedia, gli ha aperto il balcone, ma quella ritornava sempre nella sedia! Don Vincenzo: E così l'abbiamo uccisa questa lucertolina! Gesù: L'hai uccisa tu? Don Vincenzo: L'ho uccisa io! La Cocciuta poi subito dopo ha detto: ..."È già in paradiso!" Gesù: Si, si è addormentata e si è svegliata! Don Vincenzo: È andata in Paradiso! Gesù: E adesso sta camminando, sta facendo quello che fanno le lucertole: sta prendendo un po' di sole e sta mangiando! La Cocciuta ha fatto di tutto per farla uscire dalla stanza, ma la lucertolina non è voluta uscire... ma poi è tornata, "libera"! ......Avete mangiato, siete tutti a posto? Tutti: ...Eccomi! <Gesù manda baci ai presenti> Gesù: Vedi, quando parlavo alle folle, nei paesini, ai figli che abitavano lì quando sentivano che donavo loro da mangiare e il Padre Mi donava il Soffio per donare a loro da sentire, da vedere, da camminare, Mi mandavano i baci! Quando hanno sentito che dovevo salire sulla Croce per donare a loro l'Amore più Grande, i baci non Me li davano più! Ma questo non l'hanno scritto, guarda caso, "... in quel tempo...", questo non ce l'hanno messo, eh, non ci stava bene! Vedete, quando uno scrittore scrive un libro scrive sempre bene di sé, non scrive mai male! E' giusto? Tutti: Eccomi! Gesù: ...E le cose cattive che ha dentro non le scrive mai, scrive sempre le cose buone! E così hanno fatto: quello che hanno fatto non l'hanno scritto e quello che Mi hanno detto non lo hanno scritto neanche! Hanno scritto solo che i Dodici Mi stavano sempre vicino, che la barca stava per affondare, ma come si affondava nel Lago se si poteva camminare sopra l'acqua e non si andava giù? Si poteva affondare? Se si poteva camminare anche sull'acqua e non andare giù, poteva andare giù la barca? Tutti: No! Gesù: ...Se non va giù un uomo, non va giù nemmeno la barca! E' la Fede che andava giù ma non la barca! Don Vincenzo: ...Gesù una cosa volevo chiederti... Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Chi ha scritto secoli e secoli dopo queste storie, questi racconti...... Gesù: ...La Parola di Mio Padre è basata sulla Croce, è basata sul Pane Pieno e non sulle storielle della barca e dei pesci! Poteva Dio Mandare Suo Figlio per parlare di una cesta di pesci e una barca che veniva soffiata dal vento? Poteva Dio mandare Suo Figlio per questo? E questo significa Vangelo? Tutti: ...No! Gesù: Ma dove siete stati in tutti questi anni? Don Vincenzo: Hanno sempre detto: "E' Parola di Dio, E' Parola di Dio", che alla fine è entrata proprio nella nostra mente questa frase, come se fosse dato per scontato che era veramente Parola di Dio mentre invece era tutto il contrario! Gesù: ...E quando vi dovrà dire le Gocce Grandi la Cocciuta, cosa farete? I farisei di ieri e di oggi si sono corazzati molto bene, ma la corazza ce l'ha il Padre e non si fa scassinare dai ladri! Don Vincenzo: ...E grazie a Dio, grazie a Dio, che Dio c'è! Gesù: Grazie a Dio! ...Dio c'è sempre stato e sempre ci sarà! Don Vincenzo: E solo Lui può smantellare la falsità! Perché oramai sembravano veri questi quattro racconti! ...............Ancora, Gesù! Gesù: Ancora... Don Vincenzo: ...Ti volevo chiedere proprio questo... Gesù: ...Cosa? Don Vincenzo: ...Sembrano veri...  ma quello che ha scritto questi quattro vangeli ha trovato qualche spunto? Perché sono cose un po', diciamo, che uno ci casca nel crederci! Vuol dire che quello che ha scritto è stato talmente diabolico che forse ha avuto qualche aiuto? Ha trovato qualche foglio antico? Qualcosa di trecento, seicento o mille anni prima? <Gesù fa cenno di no con la testa> Gesù: Come vi ho detto, si sono messi a tavolino, hanno visto che qui c'è da fare un po' di questi... <Indica i soldi> ...E uno solo ha scritto! Non hanno preso nessun foglio, niente! Don Vincenzo: Quindi tutto inventato di sana pianta! Gesù: Ancora con sta' "sana pianta"! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Di "mala pianta", di malissima pianta! Gesù: Di malissima pianta! Don Vincenzo: Di diabolica pianta! ...Sono curioso di sapere il nome di quello che ha scritto per dargli...  quattro palate! Gesù: ...No, Dio non dà quattro palate, Dio fa una Domandina e l'ha scritta già da Sempre! Don Vincenzo: È uguale per tutti questa Domandina o è personale? Gesù: No, per coloro che donano la mano non c'è la Domandina! Per coloro che dicono di essere i Maestri della Parola di Dio, ! Di Maestro ce n'è uno solo, non ce ne possono essere altri! Lo Strumento parla perché il Maestro Parla attraverso di lei! Ma lei non dice di essere il Maestro! E invece gli altri dicono di essere maestri e si fanno chiamare "Maestro"! ...Ehi, ciao, vicepa'! Raffaele: ...Eccomi! Gesù: Hai mangiato? Hai provveduto? Raffaele: Sì! Gesù: Non ti è sfuggito nulla, hai donato tutto? Raffaele: Sì! Gesù: Che c'è, a chi lo doni, a lui? Don Vincenzo: Prego? <Gesù scherzosamente mette le mani giunte in segno di preghiera> Gesù: Vuoi un'erbetta? Don Vincenzo: ...Te la prendo? Gesù: La vuoi tu? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E la prendo anch'Io! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ti si è rotto il dente? <Si ride un po'> Ti si è rotto il dente? L'hai messo lì sopra! Ogni qualvolta che gli dico che si è rotto il dente gli si ghiaccia il sangue! <Si ride un po'> Stai guardando se c'è il dente? Cosa c'è? Controlla se ci sono i denti, controlla se ci sono i denti! Ci sono tutti? Don Vincenzo: Ci stanno! Gesù: Ci stanno! Hai finito? C'è qualche altra cosa da dirMi? ? ......Allora...... Don Vincenzo: ...Allora! GIOVANNI PAOLO II: ...Ehi... Don Vincenzo: ...Carlo! Benvenuto! Giovanni Paolo II: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Giovanni Paolo II: Io sto con la Croce e col Pane! <Giovanni Paolo II Benedice col Segno della Croce, poi poggia la Sua Mano sul capo di Don Vincenzo e poi su quella di Giuseppe> ...E voi come state? Tutti: Eccomi! Giovanni Paolo II: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù aveva detto che eri indaffarato! Giovanni Paolo II: , mi sono liberato poco poco! C'è il lavoro da fare! ...Cosa c'è? Un pesce? Don Vincenzo: Lo prendo, Carlo? Giovanni Paolo II: Cosa Mi prendi? Don Vincenzo: Quello che Ti piace! Giovanni Paolo II: E cos'è che Mi piace? ...Eh, si, prima Mi prendo il caffè... questo si mette nel piatto! ...Il caffeuccio lo prendo prima! Don Vincenzo: Ah, già! Giovanni Paolo II: E tu lo vuoi un po' di caffè? Don Vincenzo: Sì! Giovanni Paolo II: Ecco! ...Grazie, viceparroco! Raffaele: Eccomi! Giovanni Paolo II: Tie'... ah, ne vuoi ancora? Non vuoi più? ..."Chi lo vuole se lo va a prendere", così dice Giovanni! ...E allora, com'è stato? Visto che l'altra volta non sono venuto, che cosa è successo? Don Vincenzo: Eh...  Eh...  Eh...  c'è tanta roba che devi scegliere! Giovanni Paolo II: E adesso per prima prendo il caffè e dopo mangio qualcosina! Poi vediamo chi è disponibile a venire... perché c'è tanto lavoro da fare e dovete prepararvi anche voi al lavoro! Don Vincenzo: Si può sapere in che cosa consiste questo lavoro? Giovanni Paolo II: Te l'ha detto già Gesù quello che sto facendo Io ed anche gli altri! Don Vincenzo: Ognuno c'ha un incarico? Giovanni Paolo II: Eh, si! E anche voi dovete tenervi pronti al lavoro da fare! Don Vincenzo: Ah... Giovanni Paolo II: ...Eh, si! Ne verranno tanti! Don Vincenzo: Ma questo riguarda la Battaglia del Cuore Immacolato? Giovanni Paolo II: Eh, si! E di falsi profeti ne verranno tanti a dire: "Adesso vi hanno preso in giro, e questo Gesù, che vi hanno detto che si è messo in Croce, non è esistito per niente"... Don Vincenzo: Addirittura? Giovanni Paolo II: Eh, si! I falsi profeti verranno a dire tante di queste cose! E questa è una Piccola Piccola Goccina, le altre non possiamo ancora dirle! ...Ehi, mangio questa! ...È buona con la salsina che a Me piace tanto tanto! ...Eh, si! ...Ehi, c'è una tossicina e come facciamo a farla passare? <A Luigi è venuto un improvviso colpo di tosse> ...Sai come facciamo a farla passare? Don Vincenzo: Come? Giovanni Paolo II: Viceparroco, dagli un po' di vino e un po' di amaro, e poi ci metti dentro un pochino di caffè! ...Ecco! ...Hai mangiato già? ? ...Un altro pochino e poi un pochino di caffè! ...Ecco! Ehi, quello dalla paura non tossisce più! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ..., glielo mando Io, Carlo! ...Tu vuoi un po' di cioccolato? Don Vincenzo: Si! Giovanni Paolo II: ...Ecco! <Ora si rivolge ad Alessandra> ...Perché è triste il tuo cuore? Alessandra: Non so...  Eccomi! Giovanni Paolo II: Eccomi! ...E tu non mangi più nulla? ...E tu diventi triste per così poco? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Non devi diventare triste per così poco! ...Salute! Qualcuno: Eccomi! Alessandra: Eccomi! Don Vincenzo: Carlo! Giovanni Paolo II: Eccomi! Don Vincenzo: Alcune sere fa, alla televisione nel telegiornale hanno fatto vedere che hanno inaugurato una scuola di esorcisti dalle parti di Rimini... Giovanni Paolo II: ...Si, perché, si va anche a scuola di esorcisti? Don Vincenzo: E c'era un prete...  ma forse era un vescovo, che aveva tutta la faccia truccata tanto che sembrava una donna invece che un uomo! Sembrava appena uscito da uno salone di estetista! Giovanni Paolo II: Eh, a scuola ci si deve mettere il trucco! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Ah, perciò... Piccolo Giovanni: ...Eh, si! Uno che insegna come mandare via il figlio che ha lasciato la Via Stretta per prendere quella larga, si deve vestire elegante... Eh... Eh... Eh... o Mi sbaglio? Don Vincenzo: Ma mi sembra che hanno nominato anche Te! Giovanni Paolo II: E perché? Io Mi sono mai truccato? Don Vincenzo: No, nel senso che forse chiedevano... Giovanni Paolo II: ...L'Aiuto Mio? Don Vincenzo: Sì, che Tu facevi gli esorcismi forse...  non so! Giovanni Paolo II: Ma Io non Mi sono mai truccato! Don Vincenzo: E poi ancora... Giovanni Paolo II: ...Ve l'ho fatto vedere come facevo quando dovevo far andare via il figlio che aveva lasciato la Via Stretta! Ma adesso il figlio si è convertito e c'è rimasto solo il veleno! Ma loro, leggendo quello che il Padre dice, si arrabbiano un poco e pensano "Ehi, qua si perdono soldi! Se lui si è convertito non potremo più fare questo e noi perderemmo un bel po' di denaro", o Mi sbaglio? Don Vincenzo: No! Giovanni Paolo II: E quindi adesso hanno inventato la scuola per cacciare il nemico! Ma diteMi: si può andare a scuola e poi cacciare il nemico? Don Vincenzo: Eh, no, il nemico si è già arreso! Giovanni Paolo II: Vedi, figlio Mio, se non arrivate a capire questo, non capirete mai ciò che il Padre sta venendo a dirvi! Vedete, Io dico "Pesce"  e loro prendono subito la palla al volo; "Il nemico si è convertito" e loro aprono la scuola per insegnare a cacciare il nemico! E tutti quanti corrono, prendono il pezzo di carta<Il diploma> E poi insegnano ad altri che così prendono altri pezzi di carta! Vedete come Dio smantella? Don Vincenzo: E quindi, praticamente, Dio li fa sbagliare? Giovanni Paolo II: Si! Dio è Padre, e quando Parla, Parla ai figli! E poi hanno detto giusto: "È vivo" <=il figlio che era uscito dalla Via Stretta per prendere quella larga> , eh, si, è vivo, si è convertito e sta aspettando! Ma non si va a scuola per imparare...? Forse che Gesù ha aperto una scuola nel dire "Fate così per cacciarlo?" Tutti: No! Giovanni Paolo II: Amate, Perdonate, siate Piccoli e Poveri, e nell'Umiltà fate il Segno dell'Albero Vivo... <Carlo Esorcizza col Segno della Croce, e poi Indica la Sua Fotografia Appesa nel Padiglione> ...E così... Mi hanno immortalato con la Mano alzata nell'intento di benedire col Segno della Croce! Don Vincenzo: È bella! Giovanni Paolo II: Eh, si! ...La Cocciuta ha voluto quella fotografia! ...Maria! Maria: Eccomi! Giovanni Paolo II: Te ne sei andata di nuovo? Maria: No! Giovanni Paolo II: E ci sei? Maria: Si! Giovanni Paolo II: