LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 151

 

 

I TEMPI CHE VERRANNO, VERRANNO PER CANCELLARE LA CROCE E PER CANCELLARE I MIEI

FIGLI, MA NIENTE E NESSUNO VI FARÀ DEL MALE PERCHÈ VOI SIETE SULL'ARCA E AVETE I REMI

(dal messaggio del 04/04/2013)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

              

1. Giov. 04/04/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): I vostri Cari stanno Lavorando e la tua mamma Maria Preziosa ha il compito di raccogliere i fiori dal giardino e consegnarli alle Spose che Entrano quando la Cocciuta Li porta! (Raffaele): Eccomi! (Gesù): E quando il Padre vorrà, parlerà come parleranno tutti i vostri Cari! (Raffaele): Eccomi! (Gesù): E parleranno delle Cose di Lucia di Fatima! Ma vigilate: lo Strumento è in pericolo! Verrà il giorno che il Padre ha deciso e parlerà! Preparate i vostri cuori, ma non dimenticate: "Ave Maria, Padre Nostro, Ave Maria, Padre Nostro"

*******************

(Don Vincenzo): Vincente... Colui che Vince! (Piccolo Giovanni): , Vincente... Colui che Vince col Segno della Croce e col Pane! <Giovanni Benedice col Segno della Croce......> ...E con la Parola Viva, cioè il Pane Spezzato e Donato per Amore! È così che dovete fare: vi dovete Spezzare e Donare per Amore in Questo Tempo! Non dimenticatelo che il Cielo è in mezzo a voi e combatte, ma rimane al Banchetto perché il Padre l'ha preparato da sempre per l'umanità intera e per tutti i figli! Ma l'umanità intera non ha tempo e cammina sulla via larga lasciando il Banchetto e lasciando anche l'Amore! Voi rimanete al Banchetto, prendete l'Amore e Donatelo ancora, Figli Miei......! (Don Vincenzo): Eccomi! (Piccolo Giovanni): La Cocciuta vi è stata donata, rimane in mezzo a voi ma è alla Destra del Padre! I Tempi sono pieni e lei deve combattere e fare le Cose del Padre e aprire i Sigilli dove c'è il Segreto di Fatima! Vigilate, Figli Miei, vigilate! I falsi profeti avanzano... (Don Vincenzo): ...E il veleno si insinua sempre più? (Piccolo Giovanni): Si! ...Io ora devo andare a preparare gli Altri Sigilli!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Non Alzarti, Anima Mia!(*) <Alla Glorificazione, Giulia stava per Alzarsi in piedi come al solito> Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio......  poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Nel Mio Essere Vivo vi Segno col Segno Tremendo della Croce... <Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...E nella Mia Luce e nel Mio Amore Stringo il Mio Cuore al cuore di ognuno di voi, figli, fratelli e amici! Nell'Essere Vivente Da Sempre Allargo ancora le Mie Braccia Invitando ognuno di voi ad Allargarle e a donare a tutta l'umanità intera il Segno del Mio Amore: le Braccia Spalancate! Così camminerete d'ora innanzi, figlioli, con le Braccia Spalancate nell'attesa che il Sole si Aprirà nel raccogliere e per accogliere il Progetto di Dio che farà ognuno di voi figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Ancora una volta... <Benedice ancora col Segno della Croce> ...Spalanco ancora le Porte per raccogliere l'umanità intera col Segno Tremendo della Croce! Venite, non tardate e camminate sulla Viuzza Stretta del Mio Amore e della Mia Croce! ..................Cocciuta Divina! Giulia:Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Mio Diletto! Mio Amato Bene, posso dire ciò che vedo? Gesù: Eccomi!(*) Giulia: Ci sono tanti figli e ognuno di loro porta una pietra...  e ogni pietra ha un colore diverso..., sono così tante! E si vedono solo i colori tra il giallo e il rosso e il verde......  e con altri colori......! Sono così tanti i figli che non possono neanche muoversi a camminare! Ma c'è un fumo che cade...  è nero...  è grigio...  ed è bianco...  e cadendo diventa poi rosso! Gesù, le pietre si consumano e man mano si consumano anche i figli! Rimane un deserto......  non posso fare nulla? Gesù, posso andare ad Inzupparmi come Spugna e Bermi ancora?(*) ...E tutto questo quando avverrà?......Non possiamo cancellarlo o fermarlo? Gesù: Vai, Inzuppati e Beviti ancora! Giulia: Ma Tu Lo fermerai, Gesù? Gesù: "Padre Nostro, Ave Maria!" ......Prega e fai pregare i tuoi figli......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA......! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) ...Il Tuo Cuore...! Il Tuo Cuore Gronda Sangue! ......Gesù...! Gesù: Prendi il Sangue......! Giulia: Lo posso bere, Gesù? Gesù: Lo devi versare......! Giulia: Sull'umanità?(*) Vedi, Gesù, ancora non sono pronti i figli......  e non riescono ancora a vedere il Tuo Amore......  e non riescono ancora a capire: Fammelo bere! Gesù: Aggiungilo al Rotolo Vivo e quando è il Tempo Lo verserai! Giulia: Ora Lo posso tenere? Gesù: Presto dovrai versarlo, Anima Mia! Giulia: Gesù, se aspettiamo ancora un poco... Gesù: Lo sai ciò che avverrà......! Giulia: Tu Sei Buono, Sei l'Amore Infinito e se aspettiamo ancora un poco..., i figli che non vedono potranno vederTi e quelli che non sentono potranno sentirTi! ......Aspettiamo ancora un po', Gesù......! Gesù: Lo sai già......! Il Cielo è Riverso con tutti i Servi Inutili! Tutto è sceso e Maria è dinanzi alla Schiera...... e stanno combattendo.........! Giulia: Eccomi, Gesù, come Straccio Stracciato unito al Cuore di Maria nel combattere, ed ecco la Famiglia unita nel Tuo Nome nell'innalzare i propri cuori e rimanere dinanzi al Banchetto a Fare Festa, quel Banchetto che Tu ci hai Donato......! Gesù: Anima Mia, prega e fai pregare per quelle Mura Insanguinate......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Prega e fai pregare per coloro che vi portano via il Pane da mangiare! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Il Cielo è unito al vostro cuore e Spezza il Pane per Donarlo all'umanità intera e ad ognuno di voi! Giulia: Gesù, perché sei triste così? Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Gesù, Altri Sette Sigilli! Mio Diletto! Mio Amato Bene! Gesù: GUARDALI MA NON CHINARE IL CAPO......! Giulia: Sono Sette Fanciulli..., vengono dalla Cupola..., hanno in mano la morte e il veleno..., ma non sono fanciulli, sono falsi profeti! Gesù, visto che gli altri me li fai tenere, possiamo aggiungere anche questi, fino alla fine di questo mese, come gli altri? Me lo hai promesso, hai detto che non me li facevi bere tutti in una volta, ma un po' alla volta......  e posso tenere anche questi? Guarda i cuori della Tua Famiglia, dell'Arca che ci hai Donato e dei Remi! Posso tenerli senza farli aprire subito, Gesù? Gesù: Il Filicino si era rotto ancora...... e l'abbiamo legato un'altra volta......! Giulia: Quando si scioglierà, se volete legarlo, fatelo, ma fammi tenere i Sigilli di questo giorno! Gesù: Tienili uniti agli altri! Giulia: Eccomi! Mio Amato Bene, Mio Diletto, guarda il cuore dei figli che bussano al mio, per bussare al Tuo......  e dona la Pace per chi porta la guerra......! Dona l'Amore per chi porta l'odio......! Dona la Luce per chi porta il buio......! Dona la gioia per chi porta la tristezza......! Stendi il Tuo Manto per chi viene a confondere......  e dona la Croce per chi cade e non vuole alzarsi! Gesù: Vai, Bagnati come Spugna e Beviti per coloro che vengono per tradirMi ancora! Giulia: Eccomi, Gesù, vado come Spugna, mi Inzuppo e mi Bevo! Gesù: Ed Eccomi ancora, il Cielo è in mezzo a voi con tutti i Servi Inutili, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Mio Amato Bene, Mio Diletto, metto ancora nel Tuo Cuore l'umanità intera e tutti i figli......, così come metto le Pietruzze e tutto quello che mi hai Donato......, e per Fare Gioire il mio cuore lo metto ancora nel Tuo......, Gioiamo, Gesù, nell'Avere una Famiglia che Cammina nella Viuzza Stretta......! Gesù: Tu li porti ancora... tienili sulle tue spalle e portali per mano, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Posso dire ciò che vedo? Gesù: Aggiungilo al Rotolo Vivo! Giulia: Posso dirlo al Calice Vivente dopo averLo messo nel Rotolo? Gesù: Nel silenzio, fallo! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Benvenuto in mezzo a noi, Gesù! Gesù: Questo non ti serve, figlio, ce n'hai un altro, eh! <Gesù si riferisce al microfono> Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto in mezzo a noi, Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Gesù, abbiamo assistito ad un Altro Colloquio Intenso, Intensissimo tra Te e la Cocciuta! Gesù: , un altro Colloquio Intenso, Intensissimo! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Come state, Figli Miei? Come state, "Belle di Gesù"? Tutti: Eccomi! Gesù: Come stai, "Bella di Gesù"? Chiara: Eccomi! Gesù: State tutti bene nell'Amore, nella Pace e nella Quiete? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi, Giovanni-Calice Vivente! Don Vincenzo: Da come ha raccontato la Cocciuta non c'era tanta Pace e tanta Quiete, anzi......! Gesù: No! Don Vincenzo: Si parla sempre più di missili con "testate nucleari"! Gesù: L'Umanità non vuole né il Mio Amore e neanche la Mia Pace e tutti camminano sulla via larga, e nessuno cammina sulla Viuzza del Mio Amore... ma c'è una Piccola Formichina, lo Strumento di Dio, che porta l'Umanità sulla Viuzza Stretta e sulle proprie spalle! Coloro che dovrebbero portare la Pace, portano la guerra, portano la morte, togliendo ai pargoli il pane! Come posso essere gioioso nel vedere i Miei Figli preparare azioni di guerra e di distruzione? Maria sta Combattendo, è dinanzi alle Schiere nel Combattere l'Ultima Battaglia e Dio vince sempre: è il Vincente! Voi pregate: "Ave Maria" e "Padre Nostro", così come vi ho insegnato e vi insegno ancora! Potete combattere il Male alzando la Destra... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E alzando "Ave Maria" e "Padre Nostro", Calice Vivente! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Pensavo che fra due ore finisce il Giovedì 4 Aprile e inizia il giorno del mio onomastico che quest'anno è di Venerdì, il 5 Aprile...  e ora che hai detto la parola: Vincente... Gesù: ! Don Vincenzo: Si, il nome di Vincenzo significa proprio: "il Vincente, Colui che Vince"! Gesù: Colui che Vince! Don Vincenzo: Sulla Croce Tu, Gesù, Hai Vinto da Solo contro Tutti, e questa è la nostra forza che siamo "Figli" in Te Figlio, e sulla Croce ci hai fatto diventare tutti "Figli Vincenti", fatti a Tua Immagine e Somiglianza, con le Braccia Allargate......  e Tu poco fa ci invitavi proprio a questo......! Gesù: Ad Allargare le Braccia e a Camminare con le Braccia Allargate in questo Tempo! Don Vincenzo: Sì, Gesù, le Braccia Allargate sono come un distintivo per farci riconoscere, per dire a noi stessi e a tutti: "io somiglio a Gesù"! Gesù: ! Don Vincenzo: Siamo fatti tutti a Immagine e Somiglianza Tua, Gesù! Gesù: Non dovete nascondervi dinanzi agli uomini, dovete camminare così come Siete: Croce come Lo Sono Io! I TEMPI CHE VERRANNO, VERRANNO PER CANCELLARE LA CROCE E PER CANCELLARE I MIEI FIGLI, MA NIENTE E NESSUNO VI FARÀ DEL MALE PERCHÈ VOI SIETE SULL'ARCA E AVETE I REMI! Remate, Figlioli! I falsi profeti avanzeranno, ma voi avete la Destra per combatterli......! <Gesù Benedice col Segno della Croce> Combatteteli e non temete gli uomini, ma abbiate il Santo Timore del Padre, così come fa il Cielo che è in mezzo a voi nel Combattere e nel Camminare con la Luce del Padre e col Timore del Padre! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Prima hai accennato che saremo Perseguitati! Gesù: ! Don Vincenzo: Come Sei Perseguitato Tu, Gesù, che qui a Timparelle da Ventotto Anni sei rifiutato e sei da tutti deriso nonostante le quasi Centomila Catechesi con cui Tu, Gesù, ci Spezzi il Pane della Tua Verità Tutta Intera e nonostante le Piaghe Visibili e Invisibili con cui il "Nocciolo Scorticato" cioè Giulia, Ti fa Compagnia distesa sulla Croce! Gesù: L'hanno fatto e lo fanno con Me, lo faranno con ognuno di voi, ma avete la Luce e la Forza della Croce che Siete ognuno di voi, e niente e nessuno vi farà del male! Don Vincenzo: Se ci porteremo come Croce, se ci prenderemo come Croce! Gesù: Se vi prenderete, ma c'è lo Strumento che prende ognuno di voi e vi porta, così come vi porta nel Mare, nell'Orto e nella Vigna, dove ci sono tutti i Servi Inutili, dove c'è Natanaele, Vittorio, Rossella e le Bimbe con i Pargoli a impastare il Pane del Giorno per SpezzarLo e per DonarLo! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Noi siamo Figli di Dio e perciò dovremmo essere persone fedeli a Dio, credibili nella nostra conversione, riconoscibili da tutti, e invece siamo stolti perché invece di andare dietro a Dio e alle Sue Promesse di Amore Eterno, andiamo dietro a tutte le cose caduche del mondo, a tutto quello che dovremo lasciare, quando invece il Padre Buono ci offre una Eternità di Gioia e di Felicità! Come è possibile ciò? Gesù: E' quello che non riuscite a capire! Don Vincenzo: Come è possibile che i Figli di Dio siano così stolti? Creati dal Padre per essere Luce, si corre invece dietro alla via larga del mondo, dietro alle cose passeggere e frivole che dovremo tutti lasciare, dietro all'unica certezza che ogni giorno potrebbe essere l'ultimo quaggiù! Non ci porteremo dietro nulla, nudi siamo entrati e nudi usciremo, eppure continuiamo ancora a correre dietro all'idolo del denaro, dietro al potere, all'avere e al piacere! Gesù: Voi siete Venuti all'Invito e rimarrete nell'Arca...... e lo Strumento vi porta...... ma l'Umanità è fuori e non vuole ancora riconoscere Dio e rimane legata alle cose del mondo ma, vedi, c'è questa Piccola Formichina che va ad Inzupparsi e a Bersi per portare tutti i figli a Casa! Don Vincenzo: Gesù, perché non siamo saggi? Perché non siamo lungimiranti? Perché non siamo vincenti? Perché non siamo veri Figli di Dio, ma diventiamo figli del mondo? Il Paradiso ci aspetta, il Padre Buono ce l'ha preparato, come è possibile che rischiamo di non entrarci perchè lo rifiutiamo...? Gesù: Il Paradiso è in mezzo a voi ma gli uomini non lo vogliono vedere! Vedi, Figlio Mio, il perché che tu Mi stai chiedendo? E' il veleno che cammina e porta via dalle Cose che il Padre ha preparato per ognuno di voi...... e i falsi profeti vi portano via dal Pane Vivo! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Giovedì scorso ci hai detto ancora una volta che Gabriele, l'ex demonio, si è convertito pienamente e Lavora per la conversione di tutti "i lontani"! Gesù: ! Don Vincenzo: ...Come un Servo Inutile! Gesù: , Lui è un Servo Inutile con tutti i suoi figli! Don Vincenzo: E quindi il diavolo non esiste più...? Gesù: No! Don Vincenzo: E questa è una Grazia Grande che Tu ci hai fatto, Gesù! Gesù: Ma sono i Grandi della Casa del Padre...... Don Vincenzo: ......Che hanno preso il posto del demonio! Gesù: Nel confondervi e nell'avanzare come falsi profeti! Non ascoltateli, ma pregate per loro: "Ave Maria", "Padre Nostro"! Maria sta Combattendo e Tutto il Cielo Combatte...... e il Cuore Immacolato di Maria Trionferà, e il Sole si Aprirà qui a Timparelle, ma prima che tutto questo avvenga ci saranno altre Azioni di Guerra, altri Flagelli e altri Sigilli che si Apriranno! Vedi, il Padre li ha consegnati alla Cocciuta per tenerli, ma dovranno Aprirsi e, quando si Apriranno, lo Strumento rimarrà sempre alla Destra del Padre, ma con voi, a Combattere la Battaglia, quella della Schiera di Maria che cammina dinanzi ad ognuno di voi...... ma non dovete temere gli uomini e non dovete temere i falsi profeti che si presenteranno come agnelli......ma dietro ci sono i lupi! Pregate ancora: "Ave Maria, Padre Nostro"! Don Vincenzo: Quattro parole! Gesù: "Ave Maria, Padre Nostro": è questo che dovete fare in questo Tempo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ora Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Gesù, facciamo l'Eucarestia? Gesù: Così prendete il Pane...... Don Vincenzo: ......E il Tuo Sangue! Gesù: Quello che il Padre vi dona attraverso il Figlio! ......Doniamoci! Don Vincenzo: Doniamoci! Gesù: E lo Strumento rimane Spugna che si Inzuppa per Amore! Per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! <Raffaele porge a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Beve> Questo è il Mio Sangue! <Gesù Lo dona a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! <Raffaele porge a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende un po'> Gesù: Questa è la Mia Carne! <Gesù La dona a Don Vincenzo che Mangia> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questa è la Mia Carne! Questo è il Mio Sangue! Gesù: Ora donaMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e lo Strumento Rimane Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono! Don Vincenzo: E anch'io mi Dono! Gesù: Donati anche tu! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Nella Quiete, nell'Amore e nella Pace del "Nocciolo Scorticato" per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: DonaMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù Rimane Seduto> Ecco, Ci siamo Donati e il Banchetto è in mezzo a voi col Banchetto dell'Amore: è Pieno e lo Strumento è rimasto ancora a Inzupparsi e a Bersi e Crocifisso per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! ...Ecco, Mi hanno portato una letterina, leggila, eeeh! Don Vincenzo: È lunga! Gesù: ...Leggi, leggi! Don Vincenzo: "Caro Gesù, inizio subito a ringraziarTi a nome di tutta la mia famiglia per il bellissimo regalo che ci hai donato: finalmente la casa tanto desiderata è arrivata! Ora che mi trovo tra le mura della nuova casa, rifletto su tutto ciò che nel periodo scorso è accaduto, e quanti cuori Tu hai dovuto addolcire affinchè venisse consegnata la chiave, e quanta freddezza abbiamo incontrato perchè tutti dicevano che era impossibile che ci donassero la casa...! Ma la Tua Grande Misericordia ha pensato a noi e ai figli che ci hai donato da crescere! Quanta paura e preoccupazione nella vecchia casa......! Solo Tu conosci come battevano i nostri cuori ogni volta che arrivavano le lettere di sfratto e quante lacrime hai dovuto asciugare insieme alla Cocciuta! Ogni volta che la chiamavo mi diceva: ''Figlia mia, non piangere che tutto si risolverà......, io ti sto vicina...!'' Quanta forza mi avete dato, quella mattina persino i vigili ci hanno chiamato perchè hanno capito anche loro che non eravamo da soli e proprio quel giorno hanno iniziato ad ascoltarci! Di sicuro dietro quelle persone c'era qualcuno mandato da Te, perché erano troppo dolci nei nostri confronti! Capisco sempre più che i miei tempi non sono i Tuoi, che per noi doni la Vita attimo per attimo e non Ti fermi mai di amarci e di non farci mancare niente...... ma sono io che non so fare la ''Figlia'' e mi lamento......! Gesù, accoglimi lo stesso e insegnami a crescere e donami sempre il Tuo Amore, il Tuo Perdono, la Tua Forza e fa che nella nuova casa entrino solo le Cose di Mio Padre! Gesù, non sono brava a scrivere e a dirTi tutto quello che sento dentro, ma Tu conosci il battito del mio cuore e non serve scrivere delle frasi, ma Ti dono il mio ''niente'' e umilmente e indegnamente Ti dico: Eccomi, Papà, ti amo! Tua Rita!" <Si applaude> Gesù: Ancora scenderà in Abbondanza l'Amore del Padre sulla Capanna! ...Cosa Mi hanno portato, le farfalle? Tu leggi la Lettera, Io apro la Busta, ehi, ho fatto centro, eccolo sulla Torta! <Nell'aprire il regalino è ''volato'' qualcosa sulla Torta> E qua non solo Mi hanno preso per un coniglio...... ma questo chi è? Un pettirosso tu dici? Don Vincenzo: Non è rosso! Gesù: Eh, al posto di rosso l'hanno fatto giallo! Don Vincenzo: Se è giallo, è un canarino! Gesù: Eh, eh, bello, non c'è più niente! Leggi, leggi, vediamo, tie', chi l'ha fatto? Don Vincenzo: "Gesù, aiutaci ad essere sempre Poveri, Piccoli e all'Ultimo Posto come gli uccellini del Cielo! Anche se siamo lontani, il nostro cuore è sempre qui a Timparelle! Ti vogliamo tanto, tanto, tanto bene, Papà......: Manuel e Miriana!" Gesù: Ehi! <Si applaude>Il nido si sta preparando! <Raffaele attiva il meccanismo dell'uccellino e si sente un cinguettio e si ride> Eh, , il nido si sta preparando! Eccomi, figli! Raffaele: Gesù! Gesù: Eh! Raffaele: Questo è di Don Vincenzo per il suo onomastico! Gesù: Eh, e Me lo doni a Me? <Si ride un po'> Questo è tuo, tu leggi la letterina e Io apro il tuo regalo! Mo' vediamo cosa c'è...... tu leggi che Io poi apro piano piano! Don Vincenzo: "Ti Amo, Papà, per la Luce e l'Amore che ci doni: tienici sempre per mano! Eccomi con Amore e per sempre! ...Antonia!" Gesù: Tie'! Don Vincenzo: Grazie! Gesù: Ce ne sono due! <Due Cuori rossi di peluche> Vedi cosa c'è scritto! Don Vincenzo: "Uniti per sempre io e te"! Gesù: Hai visto? Tieni, e poi c'è anche questo, eccolo, eh, eccolo! Don Vincenzo:Bellissime! <Due tazzine da caffè> Gesù: Bellissime......, ma non farle cadere! ......Ora che i Regali sono stati consegnati, cosa vuoi fare visto che il Banchetto del Padre continua? Don Vincenzo: Di fronte a questo spettacolo, Gesù, dobbiamo mangiare......! Gesù: E nell'Amore che il Padre vi ha Donato, ci siamo Donati, ......ora c'è il Banchetto preparato...... tu cosa vuoi? Don Vincenzo: Mangiamo ......abbiamo solo l'imbarazzo della scelta! Gesù: Allora Io ti consegno il piatto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Col cibo dentro! Ecco! Don Vincenzo: Tu Fai il Servo, Gesù, anche qui! Gesù: Cosa vuoi ancora? Don Vincenzo: Ecco qua! Gesù: Ecco qua, eh, va bene così? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi, tie'! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E alla Cocciuta cosa le doniamo? Don Vincenzo: Tu Lo sai, Gesù! Gesù: Io Lo So, le doniamo una di quella con l'erbetta e vediamo se vede l'erbetta... perchè è gioiosa nell'avere preso gli altri Sette Sigilli da tenere! Ti aiuto, ecco! Vedete, Figli, i Sigilli sono tanti: Sette, Sette, Sette e la Cocciuta, quando può tenerli, è gioiosa, ma sa anche che dovranno poi Aprirsi e Scendere sull'Umanità......! Ma lei bussa sempre e si poggia sempre sul Cuore di Maria nel dire: "vai dal Padre e diGli ancora se posso Berli e Tenerli!" Ma sa che può Prenderne Sette alla volta e Tenerli......, ma poi dovranno Scendere! ...Figlie, sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non hai niente da dire tu? Don Vincenzo: Sì! Gesù: , Eccomi, il Banchetto del Padre è la Misericordia Infinita! Don Vincenzo: C'è il Banchetto del Padre che il Padre ha preparato qui in mezzo a noi! Gesù: ! Don Vincenzo: Ma c'è anche il Banchetto che ha preparato in Cielo per i Servi Inutili? Gesù: , anche voi lo preparate! Don Vincenzo: E questo Banchetto che ha preparato per i Servi Inutili è Sceso? Gesù: ! Don Vincenzo: E anche il Banchetto è Sceso? Gesù: Tutto è in mezzo a voi! Don Vincenzo: Ah, quindi, è qui? Gesù: Il Cielo è in mezzo a voi! <Raffaele porta il bicchiere con l'Avanzo a Luisa> E così il Padre come L'ha preparato a voi, L'ha preparato per tutte le Spose che arrivano attimo dopo attimo! Lo Strumento Le porta e il Padre prepara il Banchetto per Far Festa e per Gioire! Quando le Spose donano la mano allo Strumento viene loro indossato l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale e così la Festa Inizia, i Figli camminano nell'Amore del Padre Lodando e Benedicendo Dio per tutto quello che ha preparato per ognuno di loro! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ma è quindi il Padre che ha preparato e serve o invece sono le Spose che servono? Gesù: Il Padre Serve, perché Dio è Venuto per Servire e non per essere servito e le Spose si uniscono al Servizio del Padre! Don Vincenzo: Quindi il Padre Serve, Tu, Gesù, Servi, la Madonna Serve, la Cocciuta Serve, noi anche dobbiamo Servire! Gesù: Voi siete l'Arca e avete i Remi e, rimanendo nell'Arca e con i Remi, Servite il Padre! Ma vigilate perchè ci sono i falsi profeti...... combatteteli perchè cresceranno e avanzeranno sempre di più! <Gesù Benedice col Segno della Croce> Avete la Destra che il Padre vi ha donato...... e nell'Umiltà combatteteli, Figli Miei! Ora dò da mangiare allo Strumento, ...lei si Inzuppa e si Beve con Amore per donare l'Amore e la Pace e portare a Casa tutti i figli! Ecco! Non scandalizzatevi, Io Sono Vivo come il Cielo è Vivo, Mangio e Bevo con ognuno di voi al Banchetto! ......Cosa c'è, perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Gesù, che Grazia Grande è essere qui ad ascoltare le Tue Parole d'Amore...  perchè questo dobbiamo imparare da Te, Gesù, ad Amare, ad amarci e ad amarTi! Gesù: Amate i nemici e donate tutto l'Amore che il Padre dona ad ognuno di voi! ......Ovunque andavo e ovunque vado vengo cacciato, perseguitato, ma ho donato e dono il Mio Amore anche se sono stato cacciato e perseguitato e così anche voi dovete fare lo stesso: donate l'Amore, donate il Perdono e donate l'Amicizia, quella che il Padre dona ad ognuno di voi attimo dopo attimo! ..................Vicepa', ti raccomando, sei delegato! Raffaele: Eccomi! Gesù: Fai quello che devi fare e ti raccomando...... quando verrà Giovanni! <Raffaele si organizza per preparare alcuni piattini, per tagliare e distribuire il pane-pesce e dona la coda e la testa a Luisa, Angela, Miriana e Manuel>...Sta Lavorando ma verrà a parlare! I vostri Cari stanno Lavorando e la tua mamma Maria Preziosa ha il compito di raccogliere i fiori dal giardino e consegnarli alle Spose che Entrano quando la Cocciuta Li porta! Raffaele: Eccomi! Gesù: E quando il Padre vorrà, parlerà come parleranno tutti i vostri Cari! Raffaele: Eccomi! Gesù: E parleranno delle Cose di Lucia di Fatima! Ma vigilate: lo Strumento è in pericolo! Verrà il giorno che il Padre ha deciso e parlerà! Preparate i vostri cuori, ma non dimenticate: "Ave Maria, Padre Nostro, Ave Maria, Padre Nostro"! <Tutti i presenti insieme a Gesù> "Ave Maria, Padre Nostro"! Tutti i vostri Cari parleranno! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ma il pericolo che corre la Cocciuta è a breve termine o no? Gesù: Solo Dio conosce il Tempo, perchè è nelle Sue Mani! Don Vincenzo: E se noi preghiamo possiamo sconfiggere questa trama velenosa? Gesù: Pregate con "l'Ave Maria" e col "Padre Nostro", e rimanete Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Lei vi porta sulle spalle e non lascia cadere nessuno dei propri figli, ......fate lo stesso anche voi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! I BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: Ciao, mamma, dov'è papà? Maria Elena: Lavora! Bimbi di Mario e Maria Elena: Gli vogliamo bene e anche a te ti vogliamo bene, mammina...! E non devi piangere, ma devi essere gioiosa e donare la Luce a coloro che si poggiano sul tuo cuore e donare l'Amore...... fallo! È quello che Gesù ci dice di fare! <Mandano baci> Anche a papà... ciao, mamma, e mangia una frittatina, meglio due perchè siamo in due! Maria Elena: Eccomi! Gesù: Eccomi! Vedi l'Amore e la Misericordia del Padre? Dona ai Propri Figli la Luce, Dona ai Propri Figli l'Amore e il Soffio, e senza il Soffio non potete camminare ma col Soffio Vivo che è Dio potete Camminare e Combattere la Battaglia e Pregare ancora per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora nel rinnegare la Luce e rimanere nelle tenebre costruite da loro stessi, perché rinnegano Dio! Abitano nelle tenebre e donano ai figli non la Luce che Io ho donato ma le tenebre, rubando le anime! E così lo Strumento Inzuppa e si Beve nel Portare a Casa i propri figli, la Famiglia, l'Umanità Intera! Venite col "niente", Figlie! ...Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Ti raccomando, vicepa'! Raffaele: Eccomi! Gesù: Scarsetto, scarsetto, scarsetto! ...Cosa c'è? Parla tu un po'! La Cocciuta non vede la verdura perchè è gioiosa nel tenere i Sigilli e nel prendere per mano le Spose che hanno risposto: "Eccomi"! Così indossano l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale per prendere parte al Banchetto preparato da Dio, l'Eredità per ogni Figlio! ...Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Questa Pasqua Viva è proprio Vera nella misura in cui è Viva, ecco perché Tu non vuoi la processione del Venerdì Santo! Gesù: Io non sono morto, Io sono Vivo e ciò che fanno non è per ricordare, ma per ucciderMi ancora una volta, e uccidere ognuno di voi donandogli un Gesù morto, mentre Io Mi sono Donato Vivo per Rimanere Vivo in mezzo a voi! Come potevo donarvi l'Amore e la Vita Eterna se fossi morto? E come potevo rimanere in mezzo a voi se vi avessi lasciati da soli? Non vi ho lasciati soli neanche un istante! Don Vincenzo: Tu, Gesù, Sei il Vivente! Gesù: ! Don Vincenzo: Sei il Vincente! Gesù: Ed ognuno di voi è Vivente nel Vivente e Vincente! Don Vincenzo: Abbiamo vinto, hai vinto Tu e ci hai fatti vincere anche a noi! Gesù: ! Don Vincenzo: Contro ogni morte, contro ogni male, contro ogni schiavitù! Gesù: Vi ho resi liberi chiamandovi: "Figli": non siete schiavi, siete liberi! Don Vincenzo: Tu Sei Venuto a Liberarci dalla schiavitù del peccato che è la vera morte......! Gesù: Per questo il Padre Mi ha Mandato: per Battezzare con la Sua Acqua e Donarvi la Vita Eterna e Donandovi l'Eredità di "Figli" per farla crescere nell'Amore e nell'Abbondanza......! Ma rimanete Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per essere Invitati al Banchetto del Padre e per Fare Festa, così come ogni Sposa Fa Festa! ...Hai finito di mangiare? Don Vincenzo: Sì, tutta roba buona quella del Padre...! Gesù: , il Banchetto del Padre è tutto gustoso! ...Lo dicevo al viceparroco! Ci sono le Torte... poi quando viene Giovanni......! Don Vincenzo: Gesù, il viceparroco ha un problema con la sorella ......dagli una mano! Gesù: No, gliele dò tutt'e due come sempre! Ai Miei Figli e ad ognuno di voi e all'Umanità Intera ho dato tutt'e due le Mie Mani e Le ho Spalancate......! Non ne ho data una, ma tutt'e due e così continuo a fare: le Mie Braccia Spalancate per tutti i Miei figli e per l'Umanità Intera...... non ne ho data una di Mano! .........Quella cosa gira! Don Vincenzo: È già passata un'ora e mezza! Gesù: Adesso faccio venire a Giovanni! Don Vincenzo: Un'ora e mezza è volata......! Gesù: Giovanni ha finito di preparare gli Altri Sigilli che sono Sette, Sette, Sette, Sette e ora viene a salutarvi! PICCOLO GIOVANNI: ...Ciao, Giovanni! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce e schiocca baci ai presenti> Don Vincenzo: Ciao, Giovanni! Piccolo Giovanni: Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! .........Ciao, belle di Zio Mario! <Giovanni così dicendo schiocca qualche bacio> Ciao, bella di Zio Mario! Non ti ho battezzata ancora? Chiara: No! Piccolo Giovanni: Allora ti devo battezzare! .........State tutti bene, figli? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi, ciao, Nicò! L'orto come va? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mari'..., Teré..., ne avete combinate ancora di marachelle? Devo venire ancora? Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi, tanti auguri! Auguri ai festeggiati! No, non le tocco le Torte, no, dopo fate qualcosina! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Vediamo un po' di decifrare questi numeri: 19 Miriana; chi è la Torta col numero 19? Miriana: Eccomi! Don Vincenzo: E la Torta col numero 37 di chi è? Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicola e Maria! Don Vincenzo: L'anniversario del loro matrimonio! Piccolo Giovanni: Nicola e Maria si sono "inguaiati", come si suol dire, ma il matrimonio non è un guaio se si vive nell'Amore del Padre! Don Vincenzo: E quest'altra Torta, Giovanni...? Piccolo Giovanni: È la Capanna! Don Vincenzo: "Il tuo cuore... " com'è? Chi l'ha portata quest'altra Torta? Rita: Eccomi! Don Vincenzo: Rita? Come è? Rita: "Papà il Tuo Cuore Trionfa sempre!" Don Vincenzo: Sì, Trionfa sempre! Piccolo Giovanni: Eh, si, è giusto: "il Mio Cuore Trionfa sempre!" Don Vincenzo: Bellissimo! Piccolo Giovanni: Eh, ! Don Vincenzo: Quindi ci sono 3 Torte! Piccolo Giovanni: L'ha portata con la letterina... Don Vincenzo: Ah...  sì quella... Piccolo Giovanni: È quella piccola! Don Vincenzo: È bella la lettera...! È lunga, ma è bella! Piccolo Giovanni: Come stai? Don Vincenzo: Giovanni, Tu sei esperto in cucina... Piccolo Giovanni: No, Io non so cucinare niente! Don Vincenzo: No? Piccolo Giovanni: No! La Cocciuta Mi aveva insegnato a fare il caffè! Don Vincenzo: Eh, perciò ci sono due tazzine di caffè! Piccolo Giovanni: Solo il caffè so fare, ma quelle te l'hanno portate a te ed è per il tuo San Vincenzo! Don Vincenzo: Però Tu puoi mettere il voto! Piccolo Giovanni: Io ci metto il voto? Don Vincenzo: Come professore Tu cosa insegnavi solo religione o pure altre materie? Piccolo Giovanni: Fattelo dire da Maria cosa insegnavo! Don Vincenzo: Maria che materie insegnava? Maria: Italiano, storia e geografia! Don Vincenzo: Ah...  italiano, storia e geografia......  e non religione? Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: C'erano altri preti? Piccolo Giovanni: All'inizio poco poco ho insegnato religione ma poi l'ho lasciato agli altri visto che non ascoltavano e non capivano la Parola di Dio! Ho iniziato ad insegnare altro, ma nell'insegnare, insegnavo ai Miei alunni la Parola di Dio e così potevo farlo meglio! Ma se insegnavo come religione, non Mi ascoltavano e non capivano! Quante volte ho cercato di far capire ai Miei confratelli come parlare di Gesù e di Maria ai propri figli e all'umanità intera, ma ridevano delle Cose di Dio! Quante volte avrei voluto dire ad ognuno di loro così...: "ma cosa state facendo, guardate, avete nelle mani Gesù Vivo e non ve ne accorgete!" Vedere nelle mani Gesù, che veniva deriso, calpestato e non accolto, il Mio Cuore si è spezzato e Grondava Sangue e così gridavo come Domenico nel dire: "Gesù è in ognuno di voi, non trattatelo così e non ridete di Lui, ma AmateLo e FateLo Amare! Guardate i piccoli, guardate ai poveri, guardatevi voi stessi, così lo vedete...: siete Immagine e Somiglianza di Dio! E se vi Prendete come Croce, potete liberarvi dalla schiavitù!" Quante volte ridevano durante le confessioni! Quante anime venivano straziate e non portate dinanzi alla Luce di Dio! Allora..., Mari', cosa hai combinato oggi? Maria: Mi sono ricordata di quel giorno..., hai Celebrato Tu quel matrimonio! Piccolo Giovanni: E la Cocciuta è stata vicina vicina, nel dirmi: "oggi l'hai celebrato, celebra ancora e fagli un regalo!" Dopo vengo! Teré..., dottoressa! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Stai lavorando? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sei triste? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi si" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi si"! Piccolo Giovanni: Che dobbiamo fare? Teresa: Tu conosci i cuori! Piccolo Giovanni: Eh, , Io conosco i cuori! E adesso vado a lavorare, ma tu sii gioiosa, accendi la Luce che ti ho donata da sempre e non temere niente e nessuno! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi!" <Giovanni imita la risposta di Teresa con una vocina, poi l'Eccomi lo grida forte> Eccomi!(*) ...Ciao, belle di Zio Mario! <Giovanni schiocca qualche bacio> ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao belle! ...L'hai sentita la dottoressa? Don Vincenzo: È un po' abbacchiata...! Piccolo Giovanni: "Un po' abbacchiata..."...molto! E sistemo ogni cosa, così come sistemo ogni cosa con tutti i Miei Figli, la Famiglia, l'Arca, i Remi, ma voi rimanete e Remate ancora! L'hai ascoltati i Sigilli? Ne ho dovuti preparare altri durante la giornata e la Cocciuta viene a prendersi gli altri: Sette-Sette-Sette! Don Vincenzo: Si viene a prendere gli Altri? Piccolo Giovanni: , come viene a prendere i Calici, come si Inzuppa e si Beve, come porta anche le Spose quando rispondono: Eccomi! È così come quando porterò i vostri Cari a parlare...! Don Vincenzo: Ce lo stai dicendo in anticipo? Piccolo Giovanni: , ve lo sto dicendo in anticipo! Il Cielo è in mezzo a voi, la Battaglia è Grande da combattere con tutti i Servi Inutili e Maria......! Domenico prende per mano i Pargoli e li porta ad Impastare il Pane per Spezzarlo e per Donarlo! Rossella parlerà quando il Padre l'ha deciso. Così Natanaele, Vittorio e tutte le Bimbe......! La tua mamma Iolanda, Calice Vivente, ha già parlato e il Fiorellino parlerà... <La mamma di Giulia, Serafina> ...Donando forza allo Strumento! Ma vigilate, ci sono i falsi profeti che avanzano: combatteteli! ...Tu non hai niente da dirmi? Non Mi date nulla da mangiare? Don Vincenzo: Scegli..., c'hai solo da scegliere! Piccolo Giovanni: Se no poi devo andare! ...Un ovetto Me lo dai? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: E la frittatina? ...E tu cosa vuoi donarmi? Una di queste? ...Si! E tu uno di questi? ...Eh, si, ma tu non mangi più nulla? Don Vincenzo: Si, Ti faccio compagnia...  un po' di formaggio! Piccolo Giovanni: E voi figlie, avete finito di mangiare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Giovanni! Piccolo Giovanni: E riprendete daccapo! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ehi, ciao, hai mangiato? Maria Elena: Eccomi! Piccolo Giovanni: E come si rompe questo? ...Ehi, l'ho rotto! ...Eccolo qua! ...Che devo prendere ora? La salsiccia? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ecco, l'ho presa! ...Ehi, prendi uno di quelli e la dai ad Elena! E poi... ehi, e che ci fa con una? Dagliele tutte... Eh... Eh... Eh... Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: E poi prendi uno di quello con lo zucchero e lo dai a Maria Elena... Eh... Eh... Eh... quello più grande, eh! ...E poi, viceparroco, tu sei delegato... e fai tu! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: E poi con tutto quello che c'era lì sopra ci fate il Miscuglietto! ...Che c'è? Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh... Io sto ascoltando i cuori e sto bussando al Cuore del Padre per donare ad ognuno ciò che è nel giusto del Vero Vangelo! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh, che c'è? Don Vincenzo: Tu hai avuto, durante la Tua Vita Terrena, la Grazia di vedere Dio più volte? Piccolo Giovanni: , ma tu più volte Me lo stai chiedendo! Don Vincenzo: Ma volevo proprio un chiarimento! Piccolo Giovanni: Ancora? Don Vincenzo: Sempre......  ma vedevi il Padre? Vedevi la Madonna? Vedevi... Piccolo Giovanni: , ma mo' la prossima volta Me lo chiedi di nuovo? Don Vincenzo: Se ciò serve a capire meglio......... Piccolo Giovanni: ...Eh, ma quanto ci vuole per capirlo bene? Don Vincenzo: Tu ripetimelo ancora e così io lo capisco bene! Piccolo Giovanni: ..., avevo degli alunni a cui Io dovevo fare delle ripetizioni... è vero, Mari'? Maria: Si! Piccolo Giovanni: Ed adesso lo devo fare con te! Don Vincenzo: Eh, si, perché io sono Cocciuto! Piccolo Giovanni: Ma tu hai dimenticato che sei il Calice Vivente? Sei un Calice Vivente Cocciuto! Eh... eh... eh... hanno aperto prima lo spumante per il tuo San Vincenzo con la Luce accesa, ma ognuno di voi ha la Luce accesa sul proprio capo! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Ma quella immagine di S. Vincenzo lì, allora è fatta bene? Cioè rispecchia la verità o no? Piccolo Giovanni: Quella è un'immagine ma la Luce che portate è diversa! .....................Com'è? Vediamo com'è questo Miscuglio! ...Ehi, aspetta che lo passo avanti... tie'... cin-cin! Don Vincenzo: È il Miscuglio? Piccolo Giovanni: Si! ...Cin-cin! ..., è venuto buono anche questa volta! ...Bevi bevi, e vedi com'è buono! ...Questo è il Mio Regalo per te, Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: È speciale! Piccolo Giovanni: , come tutte le Cose del Padre! Ogni Cosa che Dio vi dona è Buona per ogni Figlio, se la guardate con l'Amicizia e l'Amore del Padre! Non dovete guardare il Banchetto che Dio vi ha donato come un banchetto del mondo, perché non lo è, ma è il Banchetto di Dio e la Sua Amicizia e il Suo Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Sono quasi passate due ore! Piccolo Giovanni: E allora Me ne devo andare? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: E allora perché Me lo dici? Don Vincenzo: Così ci regoliamo! Piccolo Giovanni: E su che cosa ci dobbiamo regolare? ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Buono, vero? Don Vincenzo: Uh! Piccolo Giovanni: Vuoi il Mio piatto? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Cosa c'è? ...Ho donato un po' d'acqua da bere allo Strumento! ...Non hai più nulla da dirmi? Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: , che puoi! Raffaele: Non è che possiamo molto, ma ognuno di noi qua dentro cosa può fare per aiutare la Cocciuta? Piccolo Giovanni: Pregare con "Ave Maria e Padre Nostro"! Raffaele: Si vedono i Tempi, eh, Giovanni? ...Si iniziano a vedere! Piccolo Giovanni: Si! Raffaele: E sono un crescendo? Piccolo Giovanni: Si! Raffaele: Ed anche in questo caso bisogna pregare? Piccolo Giovanni: Tu che dici? Raffaele: Noi non possiamo molto...  lo sai, è tutto nelle Mani del Padre! Piccolo Giovanni: Si, ma il Padre vi ha donato l'Arca e i Remi ed è tutto nelle vostre mani, così come il Cielo è in mezzo a voi... e il Padre ha scelto questo Luogo...... ma rimanete Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Così rimanete nell'Arca... avete i Remi ed avete i Primi Posti al Banchetto del Padre! Raffaele: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Giova'... Vince', tanti auguri! <Domani, 5 aprile è la festa di S. Vincenzo Ferrer, un Santo Spagnolo vissuto 500 anni fa> Don Vincenzo: Eccomi! ...Vincenzino... Piccolo Giovanni: ...Vincenzino, , come sei stato chiamato! Don Vincenzo: Che bel nome! Piccolo Giovanni: Ti porto la tua Mamma per farti gli auguri domani! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Vincente... Colui che Vince! Piccolo Giovanni: , Vincente... Colui che Vince col Segno della Croce e col Pane! <Giovanni Benedice col Segno della Croce> ...E con la Parola Viva, cioè il Pane Spezzato e Donato per Amore! È così che dovete fare: vi dovete Spezzare e Donare per Amore in Questo Tempo! Non dimenticatelo che il Cielo è in mezzo a voi e combatte, ma rimane al Banchetto perché il Padre l'ha preparato da sempre per l'umanità intera e per tutti i figli! Ma l'umanità intera non ha tempo e cammina sulla via larga lasciando il Banchetto e lasciando anche l'Amore! Voi rimanete al Banchetto, prendete l'Amore e Donatelo ancora, Figli Miei......! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: La Cocciuta vi è stata donata, rimane in mezzo a voi ma è alla Destra del Padre! I Tempi sono pieni e lei deve combattere e fare le Cose del Padre e aprire i Sigilli dove c'è il Segreto di Fatima! Vigilate, Figli Miei, vigilate! I falsi profeti avanzano... Don Vincenzo: ...E il veleno si insinua sempre più? Piccolo Giovanni: Si! ...Io ora devo andare a preparare gli Altri Sigilli! Vi Saluto e vi Mando Gesù! ...Io vi Saluto con la Croce! <Giovanni Benedice col Segno della Croce> Rimanete nel Mio Amore che è quello che Dio ha donato al Mio Cuore ed Io l'ho lasciato dove c'è il Filicino della Cocciuta che si spezza e viene legato ancora! <Giovanni schiocca un bacio> ...Ciao, bella di Zio Mario! Chiara: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao!(*) Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Giao, Gesù! Bentornato! Gesù: Eccomi, sono sempre con voi attimo dopo attimo, nel donare ad ognuno di voi il Pane... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E nel donare ad ognuno di voi la Luce! Brillate, Figli Miei! Ci saranno giorni dove il Sole non si accenderà, ma per voi che siete nell'Arca rimarrà la Luce e dovete donarla ai figli che non vogliono vedere e ascoltare ciò che il Padre ha preparato da sempre! Carlo e Domenico stanno lavorando, e verranno quando verranno i Cari e parleranno dicendo a voi ciò che è stato nascosto da sempre! Voi pregate così come vi è stato insegnato! .........Altri missili stanno preparando!(*) ...Padre, alza la Tua Mano, non Abbassarla! Lo Strumento andrà ad Inzupparsi e a Bersi, ma voi pregate per coloro che trafiggono il Mio Cuore e il Cuore di Mia Madre! ...Figli, Io vi Saluto col Mio Amore! Tu, Calice Vivente, Saluta con l'Albero Verde! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, vai a poggiarti anche Tu sul Cuore di Maria...!(*) Sono troppi i Sigilli, i Flagelli e i Missili!(*) ...Lo so che la Battaglia si sta combattendo, ma io posso solo Inzupparmi e Bermi, e tenerli per un poco! Ma tutto quello che sta scendendo.........! Piccolo Giovanni: ...Avete l'Arca e avete i Remi! Giulia: Eccomi, Giovanni! Ma Tu vai ancora e tienimi per mano! Guarda i Tuoi figli! Guarda il cuore di ognuno di loro! Accarezzali uno per uno e lascia il Sigillo del Tuo Amore! ...Vai, prepara gli Altri Sigilli! ...Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, spezzaci e donaci dove hanno fame!(*) Ma mi inchino dinanzi al Tuo Cuore!(*) ...Donami ancora Giorni per tenere i Sigilli!(*) ...Tu che Tutto Puoi, Tu che Sei Dio...! Il Padre: ...Nocciolo Scorticato...! Giulia: Eccomi! Scortica ancora il Tuo Nocciolo! Trova ancora Spazio ma donami Altri Giorni!(*) ...Non far partire quei Missili! Spegnili perché sono accesi!(*) ...Papà Formicone, il Cielo sta combattendo ed i Cari anche: prendi il Filicino e usalo come vuoi Tu! ...E visto che siete tutti in mezzo a noi, ciao, Cielo...  ciao, Cari...  ciao, Mammina mia...  preparate i vestiti perché ci sono ancora Spose! Vengo a portarle(*)...! Mamma, non temere se ogni tanto il Filicino si spezza, tanto siete pronti a cucirlo!(*) ...E se non avete tempo, non preoccupatevi...!

 

 

 

 

2. Giov. 11/04/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): Mammina..., non sono così stanca...! (Gesù): Vedi, Anima Mia, non c'è nessun altro che ti aiuta...! (Giulia): Posso andare ancora ad Inzupparmi? Ora l'hai fatto Tu...... ma adesso vado io! Lo so che non devo dirVi cosa dovete fare, ma ad Inzupparmi mi inzuppo io...! Questo posso dirlo e mi Bevo, ho un po' di Sete......! (Gesù): Guarda la Sete che ha il Padre nel guardare l'umanità e nel guardare ognuno di voi! (Giulia): La Sua Sete è l'Amore! Insegnaci ad Amare, Gesù, così possiamo Far Bere il Padre......! Insegnaci il Tuo Amore......!

*******************

(Giulia): Sono belle queste Parole: la Croce, la Verità del Tuo Amore, il Pane, la Parola che Sazia, la Verità che ci Rende Liberi e Tu che Scendi con l'altra piccola parte...! (Gesù): Rimane solo un Servo Inutile! (Giulia): Gesù..., il Primo Agnello sull'Altare chi è? (Gesù): Guardatevi dai falsi profeti e rimanete uniti all'Agnello! (Giulia): Eccoci, Gesù! Metto ancora nel tuo cuore l'umanità intera e tutti i figli, tutti coloro che chiedono il Tuo Amore, la Tua Verità, il Tuo Perdono! Metto la Cupola, guardala col Tuo Amore! Tutti sono Tuoi figli e per ognuno di noi hai versato il Tuo Sangue! Aspetta..., ci hai Donato i Remi, ci hai Donato l'Arca, hai chiamato tutti i figli... ma non hanno risposto! Ancora c'è un po' di Tempo e la Porta Rimarrà Aperta come sempre, Gesù!

*******************

(Gesù): Giovanni adesso sta preparando gli altri Sigilli, ma sta preparando anche un Altro Altare! , l'hai sentito, c'è un Altare con un Agnello, gli altri invece non hanno un Altare! Adesso sta preparando un Altro Altare! Ma Pregate: "Padre Nostro", "Ave Maria", " Padre Nostro", "Ave Maria"!

*******************

(Gesù): Voi non Lo vedete con i vostri occhi il Banchetto preparato perché il Cielo è in mezzo a voi... SOLO UNO È RIMASTO DA SCENDERE... e il Banchetto è pronto e tutti i Servi Inutili stanno mangiando, così come è pronto il vostro e ognuno di voi Mangia alla Mensa del Padre!

*******************

(Gesù): ...Non potrà fermarlo tutto, ma una parte sola, e per questo l'ho spezzato! Se tu lo avessi portato nella tua stanza, sarebbe sceso tutto!(*) ...È giusto fare le domande, e il tuo cuore è stato grande nel dire "lo porto", ma non lo potevi fermare! ......Chiedi! (Don Vincenzo): Questo Pane Spezzato che Tu hai fatto, ha ripercussioni con la bomba atomica?(*) <Gesù guarda negli occhi Don Vincenzo ed annuisce con la testa> E quindi sarebbe sceso? <Nuovamente Gesù annuisce>

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre, se Sei Tu, Glorifica il Padre, se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) Gesù, mi devo alzare o devo stare seduta? <Alla Glorificazione, Giulia è solita alzarsi in piedi> GESÙ: Rimani seduta! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio...... poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce.> Il Mio Gioire con ognuno di voi è Rimanere con le Braccia Spalancate e Donare ad ognuno di voi l'Amore Pieno, la Pace e la Gioia! Ve li ho donati da sempre attraverso il Mio Abbraccio Fatto con la Croce, il Mio Sigillo, Donato ad ognuno di voi e all'umanità intera! Pace a voi, Figlioli Miei! Pace a voi, Fratelli! Pace a voi, Amici del Mio Cuore! <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> Ed Eccomi ancora con la Pace Piena, con il Tutto di Mio Padre! L'Ho Preso dal Suo Cuore per Donarlo ad ognuno di voi, alla Famiglia che il Padre Ha Scelto Uno ad Uno per Lavorare nella Vigna e Far Crescere i Frutti della Sua Abbondanza, i Frutti del Suo Amore! Rimanete nell'Arca, Remate e Portatevi così come il Padre vi Ha Donato il Soffio nell'essere Croce! ............GUARDA, ANIMA MIA! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Dove stai andando, Gesù?(*) C'è tanta gente che si sposta di qua e di là e Tu, Gesù, con tutti i Servi Inutili e col Cielo che è Riverso dove stai andando? O meglio, dove state andando?(*) ...Ne ho preso altri di Sigilli sulle Spalle durante il Giorno, li trovo e li prendo... Sette-Sette-Sette...... ma dove porti tutti quei figli?(*) Perché vanno via dalle loro case?(*) E le lasciano vuote? Gesù, hai trovato un'altra casa per ognuno di loro? Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: I Servi Inutili che ancora non sono nati nel Cuore del Padre sono già nella Vigna per lavorare? Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! ......Ci sono ancora i Missili! C'è tanto fumo e... tanto silenzio!(*) Non si sente più nulla, non c'è vita! Cosa posso fare? Vedo Due Montagne Nere ed una Bianca, ma quella Bianca si sposta mentre le Due Nere rimangono ferme! Gesù, quella che si sposta...... Gesù: ...Fermati, non parlare! Giulia: Mi posso Inzuppare e Bermi ancora? Gesù: Fallo, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Mio Amato Bene! Mio Diletto! Visto che non posso dire nulla......, il Tuo Amore è grande grande......! E Tu ci hai Donato una Vigna, ci hai Donato l'Arca e ci hai Donato i Remi! I figli ancora non sono pronti... io sono pronta come Spugna ad Inzupparmi e a Bermi! Il Padre mi ha Donato ancora Giorni per Poter Portare e Tenere i Sigilli, Gesù! Gesù: Anima Mia, puoi Inzupparti e Berti, puoi portare sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l'umanità, ma vedi, li dovrai consegnare al Padre...... e il Padre aprirà ogni Sigillo...... e dovrai consegnare tutto quello che porti......! Giulia: Ma ancora c'è Tempo... e Portandoli Vedranno il Tuo Volto, Vedranno la Viuzza e Riconosceranno il Tuo Amore! Non amano, ma potranno riconoscere l'Amore Infinito......! Non abbiamo nulla, abbiamo solo il Tuo Amore e so che il Padre mi darà ancora un po' di Tempo per Poter Portare tutta la Famiglia nel Suo Cuore! Mio Amato Bene, Mio Diletto, il nostro niente è quello che possiamo offrirTi per Consolare il Tuo Cuore e per Consolare il Cuore di Maria! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) ...Ci Sono Altri Sette Sigilli, Sono Sette Agnelli e il Primo è sull'Altare! Ha la Spada Conficcata nel Cuore e gli Occhi che gli Grondano Sangue...... gli altri trascinano l'umanità allo sbaraglio......! Gesù, posso tenere anche questi di Sigilli, appoggiandomi sul Primo che è Dio? Gesù: Anche questi puoi tenere, come hai preso gli altri, ma dovrai poi consegnarli......! Giulia: Eccomi! Quando il Padre Vorrà glieli consegnerò, ma ora posso tenerli insieme agli altri? Gesù: Tienili, figlia, Inzuppati e Beviti! Prega e fa pregare i tuoi figli, ma il vostro pregare Sia col Cuore Immolato......! Giulia: Eccoci, Gesù! Se i figli non riescono a farlo, li prendo uno ad uno e li innalzo io! Accoglieteci così come siamo! Vedi, Gesù, il veleno sta confondendo i figli! Gesù: È il tempo del veleno, è il tempo dei falsi profeti, e dovete vigilare, figli Miei, prendervi come Croce e camminare sulla Viuzza Stretta! Giulia: Gesù, fa che possa farlo ancora io, nel portarli tutti sulle mie spalle! Li consegno ancora nel Tuo Cuore, e li consegno nel Tuo Cuore rimanendo Crocifissa per Amore! Ma guarda l'umanità e i figli: non sono ancora pronti! Lo so che il Cielo è Riverso ed è rimasta solo una piccola parte mentre tutti i Servi Inutili e Maria, che sta combattendo, Siete tutti in mezzo a noi: Natanaele, Vittorio, Rossella, le Bimbe, i Pargoli, tutti a Lavorare al Forno e il Pane Viene Spezzato ed Impastato! Vuoi il mio Pane fino a questo istante? È pronto, prendilo, Gesù! Gesù: Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: GUARDA ANCORA......! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Maria ha lasciato la Schiera! ...Dove è andata? ...Anche Lei è andata ad Inzupparsi, ma posso farlo io... la Schiera adesso cammina da sola e combatte! Mammina..., non sono così stanca...! Gesù: Vedi, Anima Mia, non c'è nessun altro che ti aiuta...! Giulia: Posso andare ancora ad Inzupparmi? Ora l'hai fatto Tu...... ma adesso vado io! Lo so che non devo dirVi cosa dovete fare, ma ad Inzupparmi mi inzuppo io...! Questo posso dirlo e mi Bevo, ho un po' di Sete......! Gesù: Guarda la Sete che ha il Padre nel guardare l'umanità e nel guardare ognuno di voi! Giulia: La Sua Sete è l'Amore! Insegnaci ad Amare, Gesù, così possiamo Far Bere il Padre......! Insegnaci il Tuo Amore......! Gesù: Eccomi! Il Cielo è in mezzo a voi nel Donare l'Abbondanza del Padre, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Donare il Segno della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E nel Donare il Pane che Dio ha Impastato e diventa cibo per ognuno di voi e per l'umanità intera...... e si Dona...... figli! Giulia: Sono belle queste Parole: la Croce, la Verità del Tuo Amore, il Pane, la Parola che Sazia, la Verità che ci Rende Liberi e Tu che Scendi con l'altra piccola parte...! Gesù: Rimane solo un Servo Inutile! Giulia: Gesù..., il Primo Agnello sull'Altare chi è? Gesù: Guardatevi dai falsi profeti e rimanete uniti all'Agnello! Giulia: Eccoci, Gesù! Metto ancora nel Tuo Cuore l'umanità intera e tutti i figli, tutti coloro che chiedono il Tuo Amore, la Tua Verità, il Tuo Perdono! Metto la Cupola, guardala col Tuo Amore! Tutti sono Tuoi figli e per ognuno di noi hai versato il Tuo Sangue! Aspetta..., ci hai Donato i Remi, ci hai Donato l'Arca, hai chiamato tutti i figli... ma non hanno risposto! Ancora c'è un po' di Tempo e la Porta Rimarrà Aperta come sempre, Gesù! Gesù: Cosa vuoi fare, Anima Mia? Giulia: Allargarmi ancora...! Gesù, trova ancora spazio, Scortica ancora il Tuo Nocciolo! Perdona ancora coloro che Ti trafiggono, così come hai fatto da sempre, Gesù! Gesù: ...Nocciolo Scorticato...! Giulia: Eccomi! Gesù: Porta ancora l'umanità sulle tue spalle! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Gesù, Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Ciao, "belle di Gesù", ciao, "bella di Gesù"! <A Chiara> Tutti: Ciao! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: È Sempre Intenso questo Colloquio Iniziale con la Cocciuta! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: È sempre Profondo! Gesù: Sempre Intenso e sempre Profondo! Il "Filicino" si era spezzato ancora e l'abbiamo legato, ma dona tanto, tanto Amore al Padre......! A volte Mi fermo a guardarla e rimango senza parole, eh, e lei Mi dice: "ma Tu Sei la Parola!" Vedi, dall'alba al tramonto lei Lavora nella Vigna e va a prendere i Sigilli per non farli cadere, per non farli aprire, portando ognuno di voi nel Farvi Lavorare...... nel Farvi Conoscere tutto ciò che il Padre ha Preparato da Sempre! La Vigna è coltivata e sta portando Frutti in abbondanza...... ma pregate ancora per quelle Mura Bagnate di Sangue Innocente...... pregate per i falsi profeti che avanzano......! La Cocciuta va come Spugna a Inzupparsi e a Bersi, iniziate a farlo anche voi: Inzuppatevi e Bevetevi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Il Calice è pronto per ognuno di voi, così come il Padre L'ha preparato per lo Strumento...... ma non dovete temere gli uomini, dovete avere il Santo Timore del Padre! Giovanni con tutti i Servi Inutili sta preparando gli Altri Sigilli...... e lo Strumento in questo giorno ha fermato altre Gocce e altri Flagelli che stavano scendendo......! Ciao, "belli di Gesù", ciao, "bella di Gesù"! Tutti: Ciao! Gesù: I vostri cuori devono essere più gioiosi, non dovete essere tristi ma gioiosi, accesi di quell'Amore che il Padre ha donato ad ognuno di voi: l'Arca, i Remi, la Vigna e tutta l'Eredità! Il Cielo, tutti i Servi Inutili sono oramai Scesi, è rimasto uno solo da Scendere... tutti sono in mezzo a voi come Lo Sono Io: il Vivente da Sempre...... e voi Vivete nell'Unico Amore della Croce...... così come il Padre vi ha fatto da Sempre......! Cosa c'è? Il Banchetto è pronto ed è preparato da tutti i Servi Inutili e da ognuno di voi! Don Vincenzo: FACCIAMO L'EUCARESTIA? Gesù: Ci Doniamo, Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Nell'Abbondanza del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento va a Inzupparsi e a Bersi e a Rimanere ancora Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ma vigilate, i falsi profeti stanno crescendo! Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Beve> Questo è il Mio Sangue! <Gesù dà il Suo bicchiere a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane, Gesù Mangia e ne dà un Pezzettino a Don Vincenzo che Mangia> Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne! Amen! Io Mi sono Donato e tu ti Sei Donato! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ora donaMi ai Figli...... e il Banchetto nell'Abbondanza del Padre si Dona! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto e dice:> La Festa è Iniziata per tutte le Spose! Ecco......! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: In tutto l'Amore del Padre, ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E la Pasqua è Risorta perché da Sempre è Risorta! Il Padre vi ha Donato la Pasqua Risorta: quella del Suo Amore, gli uomini no! Mi portano ancora in giro morto......... e chiudendoMi in una scatola......... ma lì non ci sono, Io Sono il Vivente e Sono in mezzo agli uomini, perché da Sempre Sono Stato così: il Padre Mi ha Mandato a Donare il Mio Amore e la Mia Amicizia, ma gli uomini non L'hanno accolto! Il Padre ha cercato una Famiglia, la Famiglia Mi ha accolto e Io ho accolto ognuno di voi e vi ho Donato l'Eredità del Mio Amore e così il Padre vi ha Donato la Cocciuta per Rimanere alla Destra del Padre ed Inzupparsi e Bersi e Rimanere ancora Crocifissa per Amore, per quelle Mura Insanguinate e per l'Umanità Intera! ...Cosa facciamo? Il Banchetto il Padre ve L'ha donato! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Vuoi mangiare? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi, tie', ecco, cosa gli doniamo allo Strumento, l'erbetta? Sarà gioiosa e non la vedrà perchè potrà tenere ancora tutti i Sigilli fino alla fine di questo mese di Aprile e non penserà minimamente all'erbetta, eh! Don Vincenzo: Sono tanti i Sigilli, Gesù? Gesù: : Sette-Sette-Sette e ce ne sono ancora tanti tanti! Don Vincenzo: E partono sempre dalla Cupola? Gesù: , tutti quanti partono dalla Cupola! ............Cosa gli doniamo ancora alla Cocciuta, eh, erbetta su erbetta? Eh, , erbetta su erbetta e anche questa sì...... ma vediamo se vedrà tutta l'erbetta perchè è troppo gioiosa nel tenere i Sigilli......, eh va bene così per adesso! Ehi, ciao "belle di Gesù", ciao "bella di Gesù"! Tutti: Ciao! Gesù: Figlie, sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: E se lo sapete fatevi avanti! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il Piatto per Cosimino. Raffaele dona i Bicchieri a Mario e Maria Elena.> Gesù: Giovanni adesso sta preparando gli altri Sigilli, ma sta preparando anche un Altro Altare! , l'hai sentito, c'è un Altare con un Agnello, gli altri invece non hanno un Altare! Adesso sta preparando un Altro Altare! Ma Pregate: "Padre Nostro", "Ave Maria", "Padre Nostro", "Ave Maria"! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: "Padre Nostro", "Ave Maria"! Gesù: Nei momenti di pericolo: "Padre Nostro", "Ave Maria"! Quando vedete i falsi profeti avanzare: "Padre Nostro", "Ave Maria"! ............Buon Appetito! Don Vincenzo: Anche a Te! Gesù: Eh, anche a Me! Io dò l'erbetta alla Cocciuta e poi mangio la "patana" <Si ride un po'> Non l'ha vista! ......Vicepa'! Raffaele: Eccomi! Gesù: Ti raccomando, eh, , taglia taglia...... <Raffaele taglia il pane-pesce e dona la testa e la coda a: Luisa, Angela, Mario e Maria Elenae il resto ad alcuni dei presenti e fa altri piattini.> Poi lo sai, tu sei delegato: vedi cosa devi fare! Raffaele: Eccomi! Gesù: Poi ti raccomando a quei due! <Mario e Maria Elena> Quando viene Giovanni non so cosa combinerà! ............Perché siete tutti tristi? Tutti: No! Gesù: Allora se non siete tristi, state dormendo? Tutti: No! Gesù: Non vi sento! Tutti: No! Gesù: Adesso poco poco vi ho sentito, tu li hai sentiti? Don Vincenzo: Ora sì! Gesù: Allora ho bisogno dell'apparecchio acustico! Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: No! Gesù: La Cocciuta non ha visto la verdurina...... è gioiosa nell'Inzupparsi e nel Bersi per i Sigilli che può tenere, ma non si ferma ancora: va a poggiarsi ancora sul Cuore di Maria nel chiedere: "non possiamo cancellarli e non farli Scendere?" Questo lo fa dall'alba al tramonto insieme a tutte le altre cose......, , dall'alba al tramonto insieme a tutte le altre cose! E anche i vostri Cari fanno lo stesso nel Combattere, perché le Schiere stanno a Combattere tutte quante e tutti i Servi Inutili stanno Impastando il Pane, anche i due Pargoli! BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: Ciao, mamma e papà...! <Baci> Papà, hai sonno? Dopo quando torniamo a casa, ti cantiamo la ninna-nanna, ed anche a te mamma, così poi cantando la ninna-nanna, Impastiamo il Pane, Lo Cuciniamo e poi Lo Portiamo dove ci sono i Missili! La Cocciuta questo fa! Ciao, mammina, ciao, papà... ciao mammina, ciao papà! <Baci> Ciao a tutti voi! Tutti: Ciao! Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao, cari! Gesù:Eh, gli ho donato i Bimbi così come dono i Cari ad ognuno di voi per vigilare e donare ad ognuno di voi il Pane per poter Combattere i falsi profeti! Ma ora parla tu un poco! Vicepa', ti raccomando, prepara una cosina e dona qualcosina alla bimba! <Ad Alessandra> Eh, , ha un carico pesante da portare, ma adesso Lo Prendo Io e Lo Porto! Ehi, come si mangia questo? <Raffaele aiuta Gesù a tagliare il cibo nel piatto> Raffaele: Scusa, Gesù! Gesù: Si mangia col coltello, eh? Raffaele: Va bene così? Gesù: Tanto lo devo donare alla Cocciuta! Io mangio questa, e a lei le dò l'erbetta! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! ...Ciao, "belle di Gesù", ciao, "bella di Gesù"! Tutti: Ciao! Gesù: Che c'è? Don Vincenzo: Prima ho invitato tutti a leggere i Messaggi! Gesù: Il Pane! Don Vincenzo: Perché è il Tuo Pane! Gesù: ! Don Vincenzo: A leggerli con amore e con attenzione! Gesù: ! Don Vincenzo:A leggerli e a rileggerli! Gesù: ! Don Vincenzo: Perché le Tue Divine Parole sprigionano Luce, Grazia, Amore......! Gesù: Solo nel Pane potete rifugiarvi e trovare la Via ma, quando voi non vi rifugiate, lo Strumento vi porta e vi dona ancora i Remi in mano! ......Venite col "niente"! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! ...Eccomi! Ti raccomando......! Raffaele: Eccomi, Gesù! Gesù: Scarsetto scarsetto, viceparroco! ......Hai finito di mangiare? Don Vincenzo: Quasi! Gesù: Quasi! Il Banchetto continua! E il Banchetto del Padre è Fare Festa nell'Amore Pieno e nell'Abbondanza! Vedi, l'Umanità ancora è sorda e cieca e rimane fuori dal Banchetto! Ma lo Strumento si fa Banchetto e si Dona per i nemici, per coloro che Trafiggono il Mio Cuore e il Cuore di Mia Madre! Neanche potete immaginare quanto è grande il suo Amore e quanto è grande il suo Perdono! ...Ho fatto un singhiozzetto, ho Fame, donateMi da Mangiare, ma ho Fame del vostro Amore, Figli Miei, così come avete Fame voi della Giustizia! E il Padre lascia i Propri Figli? Non li lascia! Darà ad ognuno di voi la Giustizia e il Suo Amore Pieno! Voi non Lo vedete con i vostri occhi il Banchetto preparato perché il Cielo è in mezzo a voi... SOLO UNO È RIMASTO DA SCENDERE... e il Banchetto è pronto e tutti i Servi Inutili stanno mangiando, così come è pronto il vostro e ognuno di voi Mangia alla Mensa del Padre! Non Mi date più nulla da mangiare? Ho Fame del Banchetto! ! Raffaele: Posso, Gesù? Gesù: Sì che puoi, voglio anche una di quelle, questa, , due, eh, eh! <Si ride un po'> Ciao, "belle di Gesù", ciao "bella di Gesù", ciao "belle di Gesù"! <Baci> Tutti: Ciao! Gesù: Chi Mi ha rubato la forchetta? Don Vincenzo: Ah, ah! <Si ride un po'> Gesù: , anche quella Voglio, ma Voglio anche la Mia Forchetta! Ecco, Me le ha fatte preparare Natanaele! Raffaele: Gesù! Gesù: Eh! Raffaele: Vuoi mangiare... Gesù: Tu non vuoi mangiare più nulla? Don Vincenzo: Due o tre frù-frù! Gesù: Io dò da bere un po' d'acqua alla Cocciuta e poi ne bevo anch'Io un pochino! Sei già passato al dolce? <Si ride un po'> Non vuoi il riso? Ma tu stasera non parli? Quando parli? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Mi chiami ma poi mangi! Don Vincenzo: Che avevi detto, Gesù? Gesù: Mi hai chiamato: "Gesù!" E Io ho risposto: "Eccomi!", ma poi ti sei messo a mangiare di nuovo e non hai parlato! Don Vincenzo: E poi hai detto un'altra cosa? Gesù:No! Don Vincenzo: No? Gesù: Non ho detto più nulla! ...Ma devi portare qualcosa alla bimba! <Alessandra> Ti sei dimenticato? Beh, vuoi parlare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Vuoi dire qualcosa? Don Vincenzo: Come no! Gesù: Io aspetto! Don Vincenzo: Stare qui con Te, Gesù, è la Grazia più Grande che potessimo ricevere ed accogliere! Quando poi ci Spezzi il Pane è il Massimo della Tua Donazione......! Gesù: Io Mi Sono Donato e tu ti sei Donato! Don Vincenzo: Sì, questo significa proprio Spezzarci e Spezzare questo Pane Vivo, questo Banchetto con cui il Padre viene a Visitarci e quello che il Padre ci Dona Sei Tu, Gesù, perchè Sei Tu il Pane Vivo e averTi nei nostri cuori, sentirTi Parlare, averTi a fianco a noi, averTi insieme a noi è il massimo......! Gesù: ...eeeh! Don Vincenzo: È Meraviglioso, è Proprio Divino! Solo il Padre poteva Amarci così tanto da Donarci Te come Pane, Te come Luce, Te come Verità, Te come Amore, Te come Acqua Viva......: Tutto Quello che Sei Tu È il Padre e Tutto Quello che È il Padre Sei Tu! Gesù: ! Don Vincenzo: E noi che siamo qui accogliamo questa Grazia e ci riempiamo di questa Grazia e questa Grazia ha un Nome, è una Persona: è il Figlio di Dio! Gesù: , Sono Io! Don Vincenzo: Ecco perché Tu Dici di ChiamarTi il Vivente! Gesù: Il Vivente! Don Vincenzo: Ecco perché Tu, Gesù, Sei il Nostro Tutto, Sei il Nostro Liberatore, Sei il Nostro Salvatore, Sei il Nostro Redentore...! Gesù: Me lo porti via? <Raffaele prende il piatto di Gesù per pulirlo> Don Vincenzo:......Perché attraverso di Te il Padre ci riempie del Suo Amore e quello che è ancora più grande, ci riempie della Sua Eredità, facendoci "Figli nel Figlio" e quindi, Eredi, Eredi di un' Eternità d'Amore e di Felicità! Gesù: E l'Eternità L'avete già nelle vostre mani, essendo nell'Arca e avendo i Remi per Remare! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: ! Don Vincenzo: Quello che è bello è quando ripenso alla Cocciuta che va in giro cercando chi Salvare, cercando chi si fa Salvare da lei! Gesù: , aspetta! Don Vincenzo: E com'è Salvifica questa sua mano che lei tende sperando che, dall'altra parte, anche l'altra persona faccia altrettanto! Gesù: Il suo "Filicino" Gronda Sangue quando la mano non viene donata, ma aspetta ancora... l'Ultima Domanda......... ed è gioiosa ancora! Ma se viene donata la mano è ancora di più gioiosa nel tenerla stretta e nel portare le Spose lì dove ci sono le Bimbe a fare indossare l'Abito Nuziale e l'Anello al Dito e PortarLe a Fare Festa al Banchetto dove c'è Tutto l'Amore del Padre! Ma vede anche il veleno che cammina e vede anche i falsi profeti che crescono e i Tempi, quelli del Padre, Pieni, e va ancora ad Inzupparsi e a Bersi! Don Vincenzo: Quanta Potenza d'Amore ha questa Cocciuta! Gesù: Così la Cocciuta insegna anche ai propri figli a dire: "mettiamo tutto nel Cuore del Padre, Lui conosce ogni cosa e non vi lascerà! Ma lasciatevi guidare, ascoltate ciò che il Padre dice e non fermiamoci dinanzi ai rumori del mondo: siamo fatti di Croce e dobbiamo prenderci e quando cadete a terra vi prendo io e vi porto ancora...... non vi lascio mai!" Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: AverTi qui significa che...... Gesù: Il Padre ha Piantato l'Albero Vivo...... Don Vincenzo: ......Qui, in questo luogo, a Timparelle! Gesù: Io Abito in mezzo a voi! Cammino nel cercare gli altri figli... ma non Mi vogliono! Mi fermo dove c'è l'Arca e aspetto e, nell'aspettare, Combatto perché la Battaglia è Iniziata e Tutti i Servi Inutili aspettano e Combattono con ognuno di voi! Don Vincenzo: Tutti i Servi Inutili aspettano? Gesù: E Combattono con ognuno di voi! Questa Piccola Cocciuta vi porta sulle spalle, e lei, che è a Capo della Schiera, Combatte e fa Combattere: è la Battaglia Vincente della Croce! <Gesù Benedice> Ma dovete essere vigilanti perchè il veleno cammina e anche i falsi profeti camminano! Don Vincenzo: Ma Dio Vince! Gesù: , Dio Vince, Dio è il Vincente, Dio ha Vinto da Sempre! Ma tutte queste cose devono avvenire prima che si Apre il Sole, ma il Sole è nelle tue mani e Tu Sei il Calice Vivente! Non dovete spaventarvi, siete nell'Arca e avete i Remi! Don Vincenzo: E il veleno nell'Arca non può entrare! Gesù: No, il veleno nell'Arca non può entrare, ma dovete Combattere e Aspettare! Vedi, Carlo, Pio, Domenico, con tutti i Servi Inutili stanno preparando Altre Schiere! .........Presto altro Sangue Innocente bagnerà quelle Mura......! Pregate per i farisei di ieri e di oggi, hanno tradito e tradiscono ancora nella falsa luce che donano ai figli! ..................Quella cosa gira! <Don Vincenzo fischia meravigliato> Ora faccio venire Giovanni perchè ha finito di preparare! Io Vengo Dopo! Don Vincenzo: Eccomi! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e col Pane! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: Ciao, Giovanni! Piccolo Giovanni: Ciao! Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! <Così dicendo schiocca qualche bacio> Tutti:Ciao! Piccolo Giovanni: Che c'è? No, non c'è nient'altro per fare il Miscuglietto? Prendete questo che c'è, con qualche altra cosuccia che c'è! ............Ho preparato......Sette-Sette-Sette......! Don Vincenzo: Ancora? Piccolo Giovanni: Ancora! Ne avrete per tanto, tanto tempo......Sette-Sette-Sette......! Don Vincenzo: I Sigilli partono sempre dalla Cupola? Piccolo Giovanni: ..., tutti partono dalla Cupola......! Don Vincenzo: Nella preparazione Tu vedi tutti i Sigilli......? Piccolo Giovanni: Io li devo preparare per farglieli vedere alla Cocciuta! Non sono Io a farli......! Don Vincenzo: Tu, Giovanni, li devi solo preparare......? Piccolo Giovanni: Si, per farglieli vedere alla Cocciuta......! Don Vincenzo: Ma tutti i Sigilli partono da quelli della Cupola? Piccolo Giovanni: , tutto parte da loro! ........................Ciao, Nicò! E ciao, Mari'! E ciao, Teresa! Sennò questi pensano che Mi sono dimenticato e non li ho visti! Eh... Eh... Eh... Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa avete combinato? <Giovanni schiocca qualche bacio> La dottoressa cosa ha combinato? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: E Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Che hanno combinato questi tre? Devo intervenire? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Sono tutti e tre col volto serio......... qui c'è un bel po' di lavoro da fare...! Tu sei sveglio o stai dormendo? <Si rivolge a Giuseppe> E voi come siete? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Svegli......! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! <Giovanni schiocca qualche bacio> Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: Cosa devo fare? Don Vincenzo: Tu lo sai...! Piccolo Giovanni: Io Lo So! Tu stai mangiando? Teresa ha mangiato? E Maria? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Chi l'ha bastonata a Maria? Maria: Hai visto che è successo in questo giorno...? Piccolo Giovanni: Ti sei ammaccata? Maria: Un po'...! Piccolo Giovanni: Eh, ! Maria: Un po' ho iniziato a parlare..., però forse non era il caso...! Piccolo Giovanni: Poi ti faccio parlare, non ti preoccupare, viene Zio Mario...! Nicò, con te parliamo tutti i giorni e anche con gli altri figli, non vi ho mai lasciati e non vi lascio, non vi preoccupate! Don Vincenzo: Giovanni...! Piccolo Giovanni: Eh? Alzo la Mia Destra e alzando la Destra è pericoloso, ma non per voi! ......Che c'è? Don Vincenzo: Giovanni che fine hanno fatto le Gocce? Piccolo Giovanni: Le Gocce? Don Vincenzo: Non ne parliamo più... Piccolo Giovanni: Perché che cosa sono i Sigilli? Don Vincenzo: Ah...! Sono uguali? Piccolo Giovanni: Eh, , sono uguali! Don Vincenzo: Sono la stessa cosa? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Pensavo che i Sigilli fossero più negativi delle Gocce! Piccolo Giovanni: No! Quando si apriranno quelle belle, si apriranno anche quelle brutte. E la Cocciuta chiede al Padre...... si poggia sul Cuore di Maria per berle tutte e donarvi solo la gioia............! Io non mangio niente? Non Mi date nulla da mangiare? Cosa Mi date da mangiare? ......Non c'è un po' di frittatina? Cos'è quella? Eh, , una di quella con un po' di frittatina...! Tu non mangi più niente? , la frittatina! Ehi... Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Buon appetito! ...Figlie, riprendete daccapo! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Giovanni! Piccolo Giovanni: E tu non vuoi la frittatina? Don Vincenzo: Ho sempre il problema dei denti...! Piccolo Giovanni: La frittatina non è dura..., questa è dura...! Don Vincenzo: Ah... questa... Piccolo Giovanni: Vuoi questa? Ehi... a quei due non dai niente? <Maria Elena e Mario> Allora... prendi un bel paninello grande grande e daglielo e poi... cosa gli dai? Pure un dolcino... quello che c'è quella sopra...! Io mangio la frittatina...: è buona! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ma tu questa non la puoi mangiare..., la mangio Io......! Ehi... buon appetito! ...Ciao, bella di Zio Mario! Lo hai capito cosa significa: "bella di Zio Mario"? Poi ve lo dico! Poi vediamo se sorridete quando vi dico: "ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario!" È buona la frittatina, si! Be', parla un po' tu...! Don Vincenzo: Continuano ancora a parlare di bomba atomica e di testate nucleari...! Piccolo Giovanni: Adesso vi faccio ridere...; che c'è? Perché Mi guardi? Perchè ho detto che adesso vi faccio ridere...? Ecco la Bomba Atomica: avete il Cielo in mezzo a voi e Dio che vi Parla......! E gli uomini preparano azioni di guerra? Possono cancellare Dio i Figli? Dinanzi a Dio la bomba atomica vince? Don Vincenzo: No, per niente! Piccolo Giovanni: Chi vince? Di fronte a Dio, la bomba atomica è perdente! Quando tu la guardi, cosa vedi? La vittoria del Padre o la vittoria di quel pezzo di ferro? Qualcuno: La Vittoria del Padre! Piccolo Giovanni: È così dovete fare anche voi! La Cocciuta non può parlare in pieno, ma ogni tanto le faccio dire una Parolina...! Perché Mi guardi così? Gliel'hai dati a Marinella quelli? Non gliel'hai dati..., Mi ha portato via il piatto... beh, ditemi qualche altra cosa...! Quando poi siete pronti, fate il Miscuglietto..., o lo fate alla fine... come volete voi! Tanto Io lo bevo ugualmente! ......Che c'è? Don Vincenzo: E la Ricetta del Miscuglietto? Piccolo Giovanni: La Ricetta del Miscuglietto gliel'ho già donata! Don Vincenzo: Ah, già gli hai dato i suggerimenti? Piccolo Giovanni: Si! Tu quale Ricetta Mi doni? Io sono venuto a portare quella della Croce e quella del Pane! Tu quale Mi doni? Don Vincenzo: Questa Verità Tutta Intera che ci riempie sempre più di Luce e di Amore! Queste Parole del Padre che Scendono, Scendono, Scendono in continuazione! Piccolo Giovanni: Il Cielo è sempre in mezzo a voi, e negli Ultimi Tempi porterà i Sigilli così come glieli faccio vedere e così come li preparo allo Strumento! Don Vincenzo: Quindi già siamo negli Ultimi Tempi? Piccolo Giovanni: , siamo negli Ultimi Tempi, e per questo vi stiamo portando i Sigilli! Ma Carlo, Pio e Domenico, stanno preparando il Filicino per poi far aprire i Rotoli E NEI ROTOLI CI SONO TUTTI I SEGRETI E C'È ANCHE QUELLO DI FATIMA! SI APRIRA' ANCHE QUELLO! VERRANNO I VOSTRI CARI E NE PARLERANNO, ma ora devono combattere e devono anche Impastare il Pane! Don Vincenzo: Verremo a conoscere Cose mai dette prima? Piccolo Giovanni: , la Verità Tutta Intera, le Gocce, i Sigilli e i Rotoli che si apriranno! Don Vincenzo: Finalmente sapremo la Verità Tutta Intera? Piccolo Giovanni: Il Padre l'ha detta da sempre ma gli uomini l'hanno nascosta......, e il Padre non lascia i propri figli senza la Verità Tutta Intera! Vedi, Calice Vivente, quante volte l'ho detta, anche se la Cocciuta Mi fermava, ma nessuno l'ha capita!(*) Quante volte ho cercato di dirlo ai Miei confratelli, ma non hanno ascoltato!(*) Quante volte sono passato in mezzo agli uomini, ma gli uomini non Mi hanno riconosciuto!(*) ...Ed ora assaggiamo cos'è venuto fuori! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Cin-cin! Vediamo cos'è venuto fuori... ah, si, è proprio buono! È gustoso e saporito! Don Vincenzo: Squisito! Piccolo Giovanni: Si, squisito! ...Ma questo si beve o si mangia?(*) ...Questo che è rimasto dentro al bicchiere si può bere e si può mangiare?(*) ...Io Me lo mangio, visto che è gustoso e saporito!(*) ...Tie', ecco! ...Cosa c'è? ...Ciao, belli di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: Ciao, bella di Zio Mario... dottoressa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Teresa: Bene... eccomi! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Dimmi! Don Vincenzo: Poco fa hai detto che passavi in mezzo agli uomini ma non Ti hanno riconosciuto! Piccolo Giovanni: Eh, si, non Mi hanno riconosciuto! Don Vincenzo: E come mai non Ti hanno riconosciuto? Piccolo Giovanni: Perché i loro occhi sono luccicanti per le cose del mondo e non hanno la vista per vedere le Cose di Dio! Don Vincenzo: Ma Tu Ti riferisci a questi ultimi anni oppure quando stavi in mezzo a loro? Piccolo Giovanni: Prima e dopo! Don Vincenzo: Ah, sia prima che dopo? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E prima pure Ti potevano riconoscere? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Per il fatto stesso che Tu parlavi con Dio? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E non Ti hanno riconosciuto? Piccolo Giovanni: No, solo in pochi! Don Vincenzo: Ma Tu a qualcuno hai detto che avevi la visione di Dio? Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: Però nonostante questo Ti potevano riconoscere? Piccolo Giovanni: Si! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, belli di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao! ...Ehm... Me ne devo andare? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Vicepa', ma tu hai mangiato? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: E che dici, sul Miscuglietto ci sta bene un po' di quello? Non è completamente salsiccia ma comunque... è salsiccia... eh, Me ne prendo un'altra... meglio altre tre! E "Tre" è il Numero Giusto! ...Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E se la vuoi, prenditela! Eh... Eh... Eh...! <Si ride un po'> ...Lo vuoi un pezzettino di questo? ...Eh, no, tu non lo puoi mangiare e Me lo mangio Io! Eh... Eh... Eh... dopo Me ne vado! ...Grazie! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi, non hai più niente da chiedermi? ...È buono? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Lo hai assaggiato, Nico'? Nicoletto: Eccomi! Don Vincenzo: Giovanni, ne approfitto ancora che stai qua in mezzo a noi! Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Prima pure hai detto che Dio vince, e quindi non dobbiamo avere paura della bomba atomica! Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: Questo ci tranquillizza, allora! Piccolo Giovanni: Chi guarda a Dio e sta nel Suo Amore, non può avere paura delle cose degli uomini! Don Vincenzo: Certamente no! Piccolo Giovanni: Se si ama Dio e si cammina sulla Sua Viuzza, e se vi prendete come Croce, non potete temere gli uomini e le cose degli uomini! Don Vincenzo: Certamente no! Piccolo Giovanni: Se temete gli uomini, non temete Dio! Don Vincenzo: No, non è che temiamo gli uomini, è che già ci sono stati i precedenti come in Giappone, settanta anni fa e quindi, diciamo, che l'umanità è stolta, è cieca, e può fare anche cose sbagliate! Piccolo Giovanni: L'umanità è stolta ed è cieca! Don Vincenzo: Ha sempre fatto le guerre......! Piccolo Giovanni: Ma tutte queste cose ci devono essere, ma i Figli di Dio non vengono toccati! Neanche un capello verrà toccato per chi si prende come Croce e fa' le Cose del Padre, Figli! ...............................Ora, Io devo andare, ma viene di nuovo Gesù! <Giovanni schiocca baci ai presenti che ricambiano> ...Ciao, belli di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao, bella di Zio Mario! Chiara: Ciao! Piccolo Giovanni: Poi vi battezzo a tutti quanti! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ciao!(*) Gesù: ...Ciao! ...Con la Croce e col Pane! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù, Bentornato! Gesù: Non Me ne Sono Mai Andato! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh, che c'è? Don Vincenzo: Prima ho parlato con Giovanni di questi missili e delle testate nucleari...! Gesù: ...E se hai parlato con Giovanni, non è che vuoi ripeterlo anche a Me? ...Mi dai quel panicello? Raffaele: Eccomi! Gesù: Vedi, il panicello annienta la bomba atomica! ...Vedi, ha ancora le Braccia Spalancate! Don Vincenzo: E non la fa scoppiare? Gesù: Le Braccia sono Spalancate e il Calice è Aperto! Don Vincenzo: E quindi? Gesù: Se il Calice viene Chiuso...... se rimane aperto si versa......, ma la Cocciuta è pronta ad inzupparsi e a bersi, e Dio non chiude la Porta ma la tiene sempre Aperta...e con la Porta Aperta e le Braccia Spalancate, il Calice si versa e scende sull'umanità perché tutto questo deve avvenire! Ma nessun capello del vostro capo sarà toccato! ...Tienilo tu! ...Portalo nella tua stanza! ...Poi lo dividi e lo doni all'umanità intera! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Perché Mi guardi così? Quando lo darai all'umanità intera...? Don Vincenzo: ...E quando lo devo dare? Stanotte? O domani? Gesù: Quando lo darai all'umanità intera, un Flagello scenderà! Don Vincenzo: Grande? Gesù: Sarà nella misura in cui l'uomo ha peccato! Don Vincenzo: E la Cocciuta non interviene di fronte a questo Flagello? Gesù: No, su questo no, non potrà farlo! Don Vincenzo: Ma perché non le dà il permesso il Padre? Gesù: No! Don Vincenzo: Altrimenti lei si tufferebbe per fermare il Flagello? Gesù: , li può fermare tutti, ma questo no! Don Vincenzo: Deve scendere questo Sigillo? Gesù: , questo deve scendere! Don Vincenzo: È brutto? Gesù: Deve scendere...! ...Cosa vuoi fare? Don Vincenzo: Guidami Tu! Gesù: Come Calice Vivente, cosa vuoi fare? Spezzarlo e Donarlo all'umanità intera o Spezzarlo e Donarlo ai tuoi figli? Chi di voi si Vuole Prendere come Croce e Portarsi?(*) Nessuno dei figli risponde? Tutti: Eccomi! Gesù: Vuoi farlo cadere? Don Vincenzo: No! Gesù: O vuoi donarlo ai tuoi figli? Don Vincenzo: Doniamolo ai figli! Gesù: Fermati! Il Flagello lo divido Io!(*) ...Così ora lo Strumento può prenderlo!(*) Tu Vuoi Spezzarlo... Don Vincenzo: ...Per i figli? Gesù: , per i figli!(*) ...Cadrà e lo Strumento lo Prenderà, ma se rimaneva intero, non poteva Prenderlo! Don Vincenzo: Ed è per questo che lo hai spezzato? Gesù: Si! Don Vincenzo: ...Mi faccio aiutare? <Il Panicello sulla Mensa Viene Spezzettato per poi essere distribuito ai presenti> Gesù: , lo fai col delegato, col viceparroco, così, anche se in quest'alba cadrà, la rovina non sarà grande, ma andrà lo Strumento come Spugna che si inzupperà e si berrà ancora per Amore! Figli Miei, non siano tristi i vostri cuori ma gioiosi! È questo il lavoro che dovete fare nella Vigna: quando i vostri cuori vengono trafitti, dovete spezzarvi e donarvi per Amore, perché il Padre Vostro questo fa con ognuno di voi: si Spezza e si Dona per Amore! ...Si, lo Prendo anch'Io un Pezzo! Don Vincenzo: Eccomi! Devo dire qualcosa? Gesù: Donalo... c'è il delegato, fallo donare! Don Vincenzo: Ma chiedevo se devo dire qualcosa? Gesù: No, non devi dire nulla!(*) ...Ci Siamo Donati: Questo è il Pane Spezzato!(*) ...Lo Porto allo Strumento così va ad inzupparsi e a bersi ancora!(*) ...Non potrà fermarlo tutto, ma una parte sola, e per questo l'ho spezzato! Se tu lo avessi portato nella tua stanza, sarebbe sceso tutto!(*) ...È giusto fare le domande, e il tuo cuore è stato grande nel dire "lo porto", ma non lo potevi fermare! ......Chiedi! Don Vincenzo: Questo Pane Spezzato che Tu hai fatto, ha ripercussioni con la bomba atomica?(*) <Gesù guarda negli occhi Don Vincenzo ed annuisce con la testa> E quindi sarebbe sceso? <Nuovamente Gesù annuisce> Gesù: Tutte queste cose devono avvenire prima che il Sole si Apra! Ma nessun capello del vostro capo sarà toccato! Dovete avere fede, crescere nell'Amore e vigilare sui falsi profeti che avanzeranno ancora! Ma pregate per quelle Mura Insanguinate perché sono ancora bagnate di Sangue Innocente! ...Ora devo lasciarvi! La Porta del Mio Cuore è spalancata: venite, Figli Miei! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Lavoriamo nell'Arca e con i Remi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Venite nel Mio Cuore così come Io Sono nel vostro per Rimanerci e per Chiamarvi "Figli" ancora! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: "Figli del Vivente", perché Io Lo Sono e voi Lo Siete! ...Vi lascio il Mio Cuore, tu invece saluta con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, ne hai preparato altri di Sigilli?(*) ...Il Pane Spezzato!(*) ...Quello!(*) ...Non posso prenderlo tutto?(*) ...Chiedilo a Maria, così andrà dal Padre!(*) ...Una parte sola?(*) ...Fammi un piccolo regalo: corri da Maria e dille se posso tenerlo tutto!(*) ...Il Filicino l'ha aggiustato ancora!(*) ...Se si spezzerà un'altra volta(*)... fino alla fine di questo mese di Aprile......!(*) ...Se cade ora(*)... Giovanni(*)... cosa Ti ha risposto?(*) ...Posso ottenere anche questo?(*) ...Del Panicello Spezzato?(*) ...Eccomi per l'Eternità! Piccolo Giovanni: Come fai, Anima Mia? Giulia: Così(*)... ora vai, ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, li posso tenere tutti?(*) ...Non puoi allungarli? La fine del mese di Aprile sta per arrivare!(*) ...Tu che Sei così Buono!(*) ...Lo so che Ti sto chiedendo troppo(*)... poi me lo dici dopo?(*) ...E così poi io posso dirlo al Calice Vivente, se vengono allungati!(*) ...Facciamo così: anche se non mi rispondi adesso, me lo dirai dopo quando ci incontriamo ancora... devo portare le Spose che stanno donando la mano(*)... Allora ci vediamo dopo! E visto che siete tutti in mezzo a noi... ciao, Cari! <Giulia schiocca un bacio> ...Ciao, Spose Benedette dal Padre!(*) ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Non fermatevi così anche noi non ci fermiamo!(*) ...Ciao, Mammina!(*) ...Dovete Impastare!(*) ...Ciao, ci vediamo dopo!

 

 

 

 

3. Dom. 14/04/2013, ore 16, Stanza di Gesù a Timparelle

SECONDA DOMENICA DEL MESE

MESSAGGIO DEL 14 APRILE 2013 ORE 16,00

*******************

(La Madonna): Lei Ubbidisce alla Parola del Padre e non a quella degli uomini! Gesù ha Ubbidito a ciò che il Padre Gli ha Donato da Fare, non agli uomini! Perché si meravigliano quando Dio ubbidisce alle Sue Cose e non alle cose degli uomini? Vi Dona Tutto, non vi fa mancare nulla, ma fa ciò che è Giusto e non quello che non è giusto! E lo Strumento fa ciò che è Giusto nel Giusto del Padre, nel Vangelo del Padre e non nel vangelo fatto dagli uomini, ma nel Pane Spezzato e Donato Intero per tutti......! (Don Vincenzo): E nonostante questo non viene capita la Cocciuta e da Ventotto Anni viene derisa e rifiutata! (La Madonna): Ma dal Padre è capita...... ed è il Padre che la deve capire, non gli uomini! Il Padre le ha Donato una Famiglia che la Cocciuta porta sulle spalle perché ancora la Famiglia non l'ha capita! (Don Vincenzo): Purtroppo non c'è fede vera e profonda......! (La Madonna): Sì, ma tutto questo deve avvenire! Giovanni "Gridava" e "Grida" ancora: "chi si mette contro di me o gli succede qualcosa di brutto o muore!" E "Gridava" ancora: "chi non trova il Vangelo, può andare nelle proprie case e nelle proprie Chiese!" Ma la barca è affondata......! Le vedete in piedi, ma sono tutte affondate...! Hanno gettato la Rete ma non hanno preso né la Croce e neanche il Crocifisso, perché l'hanno gettata senza cercare Dio! Voi siete nell'Arca e avete i Remi e, quando gettate le Reti, le gettate con la Croce e vi prendete come Croce! Rimanete ancora così: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, Figli Miei! Chi vuole arrivare al Primo Posto rimanga all'Ultimo, così viene chiamato dal Padre per prendere parte al Banchetto al Primo Posto! E il Banchetto ve Lo prepara attimo dopo attimo, Ricco di tutte le Abbondanze del Suo Amore! E non temete come dovete prepararLo...... sarà il Padre a farveLo preparare, perché tutto viene da Lui: ciò che offrite al Padre è Lui che lo offre a voi, Figli, perché tutto viene fatto dalla Sua Mano e non dalla vostra! Nulla vi appartiene, tutto appartiene a Dio, anche voi, perché siete di Sua Proprietà, vi ha Comprati a Prezzo di Sangue e voi non potete comprare nulla se non comprate a Prezzo di Sangue nell'accogliere le persecuzioni! (Don Vincenzo): Sei stata Perseguitata pure Tu, Mamma, insieme a Gesù! (La Madonna): Sì! Lo Sono Stata anch'Io quando Mi è stato detto che avrei avuto il Figlio di Dio! Neanche potete immaginare quante cose Mi hanno detto e Mi hanno fatto, ma sono rimasta Salda nell'Amore del Padre e nella Sua Parola! E anche voi dovete rimanere saldi! (Don Vincenzo): Eccomi! (La Madonna): Per camminare, per portarvi come Croce e per donarvi per i vostri nemici, Figli Miei!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre, se Sei Tu, Glorifica il Padre, se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) Non mi devo alzare? Da sempre rimango seduta...... LA MADONNA: Sei buona nell'Ubbidire! <Alla Glorificazione, Giulia voleva alzarsi in piedi come al solito> Giulia: Eccomi! La Madonna: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(**). <La Madonna Allarga le Braccia e c'è una Sequenza di Segni in Silenzio: la Madonna unisce tutt'e due i Pollici con gli Indici (cioè Padre e Figlio), prima in avanti e poi in alto, poi con la Destra Fa il Segno Trinitario e con la Sinistra unisce il Pollice con l'Indice e con l'Anulare (ossia: Padre e Figlio e Padre e Spirito Santo) e nuovamente Pollice e Indice! Poi tutt'e due i Pollici ancora con gli Indici e tutt'e due i Pollici con i Mignoli (cioè Padre e Figlio e Padre e Bimbo); tutt'e due i Pollici con gli Anulari (ossia: Padre e Spirito Santo); ancora, con la Destra Indice e Medio alzati (come se indicasse il numero 2: Padre e Figlio), mentre con la sinistra, in contemporanea, Pollice e Indice e quattro dita alzate (come se indicasse il numero 4: Padre, Figlio, Spirito Santo, Cuore Immacolato di Maria e Bimbo), Pollice e Anulare (Padre e Spirito Santo); con la Destra Pollice e Anulare Uniti (Padre e Spirito Santo), mentre con la Sinistra le quattro dita alzate (come se indicasse il numero 4: Padre, Figlio, Spirito Santo, Cuore Immacolato di Maria e Bimbo); e con tutt'e due i Pollici uniti ai Mignoli (Bimbo). Infine Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> L'Amore del Mio Figliolo Gesù unisca i cuori dell'umanità intera dispersa e la Gioia di Dio riempia l'umanità della Luce Divina del Padre che è in mezzo a voi nella Pienezza della Croce del Mio Figliolo Gesù......! <LA Madonna Benedice col Segno della Croce> ...Non vi è Altra Luce all'Infuori della Luce Piena di Dio che è Scesa sull'umanità intera e nei cuori di ognuno di voi, Figli Miei! Io Sono Mamma dell'Amore e Mamma del Dolore e non Soffro nel Portare e nel Portarvi come Croce, ma Soffro nel Vedere i Figli Dispersi...... e non cercare Dio...... e non guardare il Suo Volto...... e non raccogliere il Suo Amore Materno di Padre, di Figlio e di Spirito Santo che si dona in abbondanza......: cercateLo, bussate e troverete la Porta Aperta! Bussate ancora e la Porta è Spalancata, sempre aperta per l'umanità intera e per ognuno di voi, Figlioli del Mio Cuore! ............Anima Mia! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: GUARDA.........! Giulia: C'è una Porta Spalancata......, c'è una Grande Luce... e un Corridoio che non finisce mai, ma la Luce è sempre la stessa, è Grande, ma nonostante sia così Luminosa, si vede bene tutto quello che c'è..., si vede il Cuore del Padre che Batte Forte Forte, ma Gronda anche Sangue! Non va per terra il Sangue e ci sono i Servi Inutili che lo raccolgono in un Lenzuolo Bianco! ......Quel Lenzuolo dove lo portano?(*) Viene portato dai Servi Inutili per essere gettato sull'umanità! Mammina, il Padre ha Abbassato la Mano...... forse non mi fa tenere più i Sigilli?(*) Non posso prenderlo io il Lenzuolo e tenerlo come tengo i Sigilli fino alla fine del Mese di Aprile, o qualche altro giorno in più, come il Padre mi ha promesso......? La Madonna: Vedi, Anima Mia..., questo non è solo un Lenzuolo! Giulia: Quanti ne sono...!(*) Non sono i Sigilli! La Madonna: Queste sono le Gocce, quelle Grandi...... e di Lenzuola ce ne sono Quaranta...... e il Padre per non aprirle ancora le Gocce, le ha versate sui Lenzuoli! Giulia: Mammina, ancora i figli non sono pronti per niente! Posso tenere anche i Lenzuoli con le Gocce Grandi per un altro poco? Mamma, la Tua Festa è attimo per attimo e posso tenerli fino alla Festa della Mamma? Tu Ami attimo dopo attimo, ma c'è una Festa segnata...... come tante altre cose.........! La Madonna: Puoi tenerli! Giulia: Tutti quanti? La Madonna: , Anima Mia! Giulia: Aah! Eccomi, Mamma! La Madonna: Il Peso è Grande! Giulia: È leggero, non è grande, Mammina, quando si Ama, e questo mi viene insegnato da Te! Non è grande il Peso, Tu ne hai portati e ne porti ancora di più grandi perché ci Ami! E ci dici, come Mamma, a tutti quanti, all'umanità intera, di guardare il Tuo Amore, di Amare e di Perdonare, così come hai fatto Tu! Dio Ha Voluto DonarTi un Figlio, ma Ti Ha Detto anche che Non Sarebbe Stato Tuo! E quando hai visto che L'hanno portato via, ma poi doveva rimanere, perché il Padre Ti ha raccontato tutto quello che doveva accadere, non era facile, ma Tu hai capito da subito quello che il Padre Voleva Fare e Hai Donato il Tuo "Eccomi"! E così è diventato tutto facile e niente è pesante, ma noi ancora non riusciamo a capire e non riusciamo ad imparare...... ma ascoltando le Tue Parole e facendo quello che fai Tu, tutto diventa chiaro e non è pesante! Ma vedi, Mammina, è più facile portare Quaranta Lenzuoli che far comprendere ai figli il Progetto di Dio! Così come è facile portare tutti i Sigilli e non farli aprire! Anche Tu hai dovuto lottare, ma hai Portato e Porti ancora con Amore tutto quello che il Padre Vuole e come Straccio Stracciato fallo fare anche a me... e se vedi che cado, alzami! La Madonna: Non l'hai mai fatto fino ad ora e non cadrai perché Sei Poggiata sulla Croce e Porti tutta l'umanità senza farla cadere, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Ma c'è la Mano del Padre che mi sostiene e Lui è sempre pronto a tenermi in Braccio con tutti i figli! Ma i figli non si lasciano prendere e il Cielo è tutto Sceso, solo un Servo, che è una parte, è rimasto...... tutti sono scesi e tutti state combattendo! Mamma, io li porto i figli, ma quando sono stanchi, combatto io al posto loro! Ancora sono rimasti nel guscio del mondo e non riescono ad uscire: aspettiamoli ancora! Intanto io li porto e mi porto come Croce: accoglieteci così! La Madonna: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA......! Giulia: Eccomi!(*) ...I Sigilli! ...Ce ne sono Altri Sette!(*) Vengono ancora dalla Cupola!(*) Sono Sette Missili... Sono Accesi..., ma sono di Polvere! Mamma, li possiamo spegnere?(*) Li posso tenere?(*) La Madonna: Anche questi vuoi tenere fino alla Mia Festa? Giulia: Se c'hai qualche Giorno in più...! La Madonna: Non ti accontenti mai......? Giulia: Vedi, il Tempo Corre, i Giorni Passano Presto Presto e i figli non si preparano, ma pensano che tutto è lontano! Se mi date Qualche Altro Giorno ...mi fate tenere anche questi come gli altri? La Madonna: Non hai più forze, sei un Nocciolo Scorticato, dove li poggi? Giulia: Se guardi bene un altro Spazietto c'è......! La Madonna: Dimmi dov'è? Giulia: Sulla Scorticatura c'è posto ancora: fatemeli tenere! Vedi, Mammina, quando un Nocciolo è Scorticato, più lo Scortichi e più diventa luccicante...... e poi ci si può poggiare dell'altro! E così, di solito, se viene Scorticata ancora, si pulisce e ci si può mettere qualche altra cosa! E adesso, se Tu Scortichi ancora, possiamo mettere quello che ho visto: fatelo! Fatelo, perché Tu lo fai attimo dopo attimo! Mammina, io sono solo uno Straccio Stracciato, mi Inzuppo e mi Bevo come Spugna e così quando mi sono Inzuppata e poi mi Bevo, il Nocciolo rimane pulito e ci si può mettere dell'altro! Se non mi vuoi rispondere adesso, mi rispondi quando ci incontriamo più tardi! Me li fai tenere, Mamma? Non sono belli, di quelli da far vedere e da farli scendere ma posso tenerli? Da Figlia a Mamma e da Mamma a Figlia, se non vuoi rispondermi adesso, mi rispondi dopo, visto che c'è un po' di Confidenza...! La Madonna: Tieni anche questi! Giulia: Eccomi, Mammina! La Madonna: Ma pregate per quella barca affondata e pregate per quelle mura insanguinate: 1)"Padre Nostro, Ave o Maria!" - 2)"Padre Nostro, Ave o Maria!" - 3)"Padre Nostro, Ave o Maria" - 4)"Padre Nostro, Ave o Maria" - 5)"Padre Nostro, Ave o Maria!" - 6)"Padre Nostro, Ave o Maria!" - 7)"Padre Nostro, Ave o Maria!" - 8)"Padre Nostro, Ave o Maria!" - 9)"Padre Nostro, Ave o Maria!". <La Madonna lo ripete per Nove Volte e viene accompagnata da tutta l'Assemblea> Ricordatevi il Numero del "Padre Nostro, Ave o Maria", Figli! Giulia: Cosa devo fare con Questo Numero? La Madonna: Inzuppati e Beviti, Anima Mia! Il Cielo è in mezzo a voi, con tutti i Servi Inutili, con i Cari di ognuno di voi, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori per Spezzarli e Donarli ai propri nemici! Ma Vigilate, Figlioli Miei...... i falsi profeti cresceranno ancora di più... <La Madonna Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Ma voi avete la Destra, combatteteli con l'Amore che il Padre dona ad ognuno di voi, nel rimanere figli, fratelli, amici di quell'Amicizia che il Padre vi ha donato da sempre! Il Mio Figliolo Gesù Ha Allargato le Sue Braccia e vi Ha Comprati a Prezzo di Sangue per Chiamarvi Figli, Fratelli e Amici, ma rimanetelo tra di voi, e non dividetevi in Questi Tempi e non correte di qua e di là! OGNUNO RIMANGA NEL PROPRIO PAESE, NEL PROPRIO VILLAGGIO, NELLA PROPRIA CITTÀ! TEMPI VERRANNO IN CUI VERRÀ A MANCARE IL CIBO, IL PANE, L'ACQUA E IL FUOCO! Voi siete nell'Arca e non vi mancherà nulla, ma chi rimarrà sulla via larga gli sarà tolta ogni cosa, perché non è il Padre a volere questo, "ma è l'uomo" che si ribella dinanzi alla Misericordia e alla Grazia che vi viene donata! Giulia: Mamma, l'Unica Grazia che abbiamo Sei Tu e il Padre Ti fa venire ancora...... e Tu lasci di combattere dinanzi alla Schiera......, e ci vieni a Parlare e a Spezzare il Pane che Dio Ti ha Donato in Questo Giorno da Spezzare ai Tuoi figli...! Lo so che tutto questo deve avvenire prima che il Sole si Apre, ma posso prendere qualche Pezzettino di Pane e portarlo ai figli che si sono allontanati sulla via larga......? Perché l'umanità è tutta sulla via larga......! Mettiamo anche questo, Mamma! La Madonna: Il Filicino si spezza e viene cucito, ma tu rimani ancora alla Destra del Padre! Giulia: Eccomi! Quando potrò dire i Segreti...? E quando i figli cresceranno ancora un poco possiamo aprire tutti i Rotoli? La Madonna: Quando i figli apriranno gli occhi e vedranno il Volto di Dio! Giulia: Mamma, li portiamo tutti i figli e rispondo ancora per tutti? La Madonna: Ti è stato promesso, Anima Mia! Giulia: Eccomi! La Madonna: ......Pace al tuo cuore! Don Vincenzo: Shalom, Mammina! La Madonna: Calice Vivente, Shalom! Don Vincenzo: Benvenuta in mezzo a noi! La Madonna: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Che Colloquio Meraviglioso, Mammina! La Madonna: Come stai, Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi, sto bene, Mammina! La Madonna: E voi come state? Tutti: Eccomi! La Madonna: Figli Miei, state tutti bene? Tutti: Eccomi! La Madonna: Vi Portate ancora come Croce? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi: è bello sentire questa Parola, ma è bello quando vedo lo Strumento che vi Porta come Croce......! Rimanete ancora sulla Viuzza Stretta, Figli Miei! .........Sacerdozio Eterno di Dio.........! <La Madonna Bacia il Palmo delle Mani di Don Vincenzo> Sono State Bagnate dal Sangue del Mio Figliolo Gesù e Io Mi Inchino dinanzi al Sangue e le bacio! Il Mio Cuore è sempre Inchinato dinanzi all'Amore del Figlio di Dio che Mi ha Donato! E così ognuno di voi si deve inchinare col proprio cuore dinanzi all'Amore che Gesù vi ha Donato attraverso il Padre! Fatelo in questo Tempo! ......Hai ascoltato? Don Vincenzo: Sì, Mammina, cose brutte e cose belle, prima cose brutte! La Madonna: Tutto deve avvenire per arrivare a gioire nell'Eredità che il Padre ha preparato per ognuno di voi! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Quando non ci sarà più il pane, l'acqua, il fuoco...... ci saranno situazioni tremende......! La Madonna: La Cocciuta ha chiesto di portare le Briciole! Don Vincenzo: Sì, difatti... almeno le Briciole! La Madonna: Non si ferma...... come una Formichina Operaia! Don Vincenzo: Quando il Sole di Dio si aprirà nelle Mie Mani di Calice Vivente, si Vedrà il Volto del Padre......? La Madonna: ! Don Vincenzo: Mammina, che Grazia Immensa ci sarà allora......! La Madonna: Ma prima deve avvenire tutto quello che è Scritto! Pregate ancora per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, pregate ancora per quelle Mura Insanguinate...... in questo istante si stanno Bagnando e il "Grido" dei Figli arriva al Mio Cuore e al Cuore di Dio! Ma la Cocciuta ha voluto tenere i Lenzuoli, così come vuole tenere i Sigilli... e non vuole lasciarli! È "Scorticata" e vuole essere Scorticata ancora per coloro che trafiggono il suo cuore e, trafiggendo il suo, trafiggono il Cuore di Dio! Don Vincenzo: Sa che non c'è più Spazio nel suo corpo per Altre Piaghe ma dice sempre: "trovate ancora Spazio!" La Madonna: Dice quello che dice Gesù nel suo Amore Infinito, e dice a Gesù e a Giovanni: "vai da Maria, poggiatevi sul Suo Cuore, Lei andrà dal Padre perché così ha fatto da Sempre...... è Mamma e lo farà ancora" anche se lei lo può fare attimo dopo attimo perchè è alla Destra del Padre! Nell'Umiltà Passa la Grazia che avete...... l'Ultima Grazia Sono Io e Passa per Me nel chiedere a Dio: "sono figli, non vedono, non hanno capito!" Eppure sa che coloro che hanno tradito e tradiscono ancora conoscono la Via di Gesù...... ma L'hanno scartata! Hanno preparato Azioni di Guerra e vogliono cancellare ciò che Dio ha Creato, ma non si cancella il Creatore, mentre si cancellano da soli e cancellano i Figli Innocenti e Versano ancora Sangue Innocente per Bagnare quelle Mura! Rimanete nell'Arca, Remate ancora, avete i Remi, Figli Miei, Remate! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, parla tu un po'! Don Vincenzo: Ma non ci può essere qualcuno che si ribelli a tutto questo? La Madonna: Vedi, Figlio Mio, non devi poggiarti sulle cose della terra! Don Vincenzo: .........Intervenite voi dal Cielo......! La Madonna: Il Cielo è Aperto da Sempre, ma i falsi profeti hanno messo la porta, non entrano e non fanno entrare, e il Gregge è disperso...... e non trova più la Porta! Dio interviene attimo dopo attimo ma è l'uomo che non risponde all'Intervento di Dio, non è il Padre che non interviene, Figli Miei! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Ci hai detto...... La Madonna: ...Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Voi del Cielo ci avete detto Giovedì Scorso che si aprirà il Rotolo e che ci saranno dette cose che non abbiamo mai ascoltato! La Madonna: ! Don Vincenzo: Sui Segreti di Fatima e su altro! La Madonna: ! Dovete crescere ancora un pochino e poi i Cari e anche Gesù e anch'Io Parleremo...... e Tutto è nel Rotolo dello Strumento! Vi verrà detta la Verità Tutta Intera su ciò che è stato detto a Lucia ma che non è stato rivelato! Don Vincenzo: È stato tenuto nascosto? La Madonna: ...... ma Tutto vi verrà detto! Don Vincenzo: E il Cielo dirà altre cose oltre a quelle di Lucia? La Madonna: , quello che il Padre Dona........., sono Servi Inutili e Rimangono all'Ubbidienza, così come fa lo Strumento nel rimanere all'Ubbidienza di Dio, ma non all'Ubbidienza degli uomini che hanno tradito e tradiscono ancora! ......Dicono di lei che è non ubbidiente! Don Vincenzo: Pure......! La Madonna: Lei Ubbidisce alla Parola del Padre e non a quella degli uomini! Gesù ha Ubbidito a ciò che il Padre Gli ha Donato da Fare, non agli uomini! Perché si meravigliano quando Dio ubbidisce alle Sue Cose e non alle cose degli uomini? Vi Dona Tutto, non vi fa mancare nulla, ma fa ciò che è Giusto e non quello che non è giusto! E lo Strumento fa ciò che è Giusto nel Giusto del Padre, nel Vangelo del Padre e non nel vangelo fatto dagli uomini, ma nel Pane Spezzato e Donato Intero per tutti......! Don Vincenzo: E nonostante questo non viene capita la Cocciuta e da Ventotto Anni viene derisa e rifiutata! La Madonna: Ma dal Padre è capita...... ed è il Padre che la deve capire, non gli uomini! Il Padre le ha Donato una Famiglia che la Cocciuta porta sulle spalle perché ancora la Famiglia non l'ha capita! Don Vincenzo: Purtroppo non c'è fede vera e profonda......! La Madonna: , ma tutto questo deve avvenire! Giovanni "Gridava" e "Grida" ancora: "chi si mette contro di me o gli succede qualcosa di brutto o muore!" E "Gridava" ancora: "chi non trova il Vangelo, può andare nelle proprie case e nelle proprie Chiese!" Ma la barca è affondata......! Le vedete in piedi, ma sono tutte affondate...! Hanno gettato la Rete ma non hanno preso né la Croce e neanche il Crocifisso, perché l'hanno gettata senza cercare Dio! Voi siete nell'Arca e avete i Remi e, quando gettate le Reti, le gettate con la Croce e vi prendete come Croce! Rimanete ancora così: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, Figli Miei! Chi vuole arrivare al Primo Posto rimanga all'Ultimo, così viene chiamato dal Padre per prendere parte al Banchetto al Primo Posto! E il Banchetto ve Lo prepara attimo dopo attimo, Ricco di tutte le Abbondanze del Suo Amore! E non temete come dovete prepararLo...... sarà il Padre a farveLo preparare, perché tutto viene da Lui: ciò che offrite al Padre è Lui che lo offre a voi, Figli, perché tutto viene fatto dalla Sua Mano e non dalla vostra! Nulla vi appartiene, tutto appartiene a Dio, anche voi, perché siete di Sua Proprietà, vi ha Comprati a Prezzo di Sangue e voi non potete comprare nulla se non comprate a Prezzo di Sangue nell'accogliere le persecuzioni! Don Vincenzo: Sei stata Perseguitata pure Tu, Mamma, insieme a Gesù! La Madonna: ! Lo Sono Stata anch'Io quando Mi è stato detto che avrei avuto il Figlio di Dio! Neanche potete immaginare quante cose Mi hanno detto e Mi hanno fatto, ma Sono Rimasta Salda nell'Amore del Padre e nella Sua Parola! E anche voi dovete rimanere saldi! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Per camminare, per portarvi come Croce e per donarvi per i vostri nemici, Figli Miei! ......Dimmi qualche altra cosa, parla! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Poco fa hai detto che sei stata attaccata da tutti e quante cattiverie Ti hanno detto e Ti hanno fatto......! Praticamente avevi solo l'appoggio di Giuseppe, di Tua mamma e di Tuo padre! La Madonna: ! Don Vincenzo: Gioacchino e Anna? La Madonna: ...... e avevo qualche amica! Don Vincenzo: Qualche amica che Ti incoraggiava? La Madonna: No, non Mi incoraggiava perchè non avevo bisogno di essere incoraggiata, l'Amore Ardeva dentro di Me: e il Mio Eccomi è stato "l'Eccomi per l'Eternità"! Così come ha risposto lo Strumento: "Eccomi per l'Eternità! Se il Padre Mi ha Mandato: Eccomi per l'Eternità!" E così il Padre ha Mandato anche Me e ho risposto: "Eccomi per l'Eternità!" Era bello avere Mia Madre e Mio Padre nell'Ascolto della Parola di Dio e le Mie amiche, ma la Luce più Grande che Ardeva e Arde era la Parola di Dio che è Venuta a Nascere dentro di Me! Gioite quando La Sentite, FateLa Crescere, Partorite e non Abortite Dio lungo le strade e nelle vostre case! Quando non trovate la Pace, chiedete a Dio: "Fammi Partorire la Tua Parola, così Partoriamo la Pace e l'Amore" e la Famiglia Cresce e non vi mancherà nulla, perchè Dio ha Partorito il Suo Tutto per ognuno di voi, Figli Miei! È questo che dovete fare attimo dopo attimo: il Parto di Dio ovunque siate! E quando venite perseguitati o derisi, non dovete temere, l'hanno fatto a Me, l'hanno fatto al Mio Gesù, lo fanno al Padre! Siate Gioiosi e Partorite Dio! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Mammina in tanti e tanti Messaggi Gesù ha sempre detto che i cosiddetti quattro vangeli non sono affatto attendibili perchè sono stati scritti secoli e secoli dopo, e Lui è Venuto proprio a Smantellarli dandoci la Sua Parola, cioè la Sua Verità Tutta Intera! Ecco, questo Ti volevo chiedere, Mammina: essendo stati scritti questi vangeli secoli e secoli dopo i Fatti, tutte le date e tutti i nomi dei vari personaggi che si trovano menzionati non sono affatto attendibili e sono quindi falsi! La Madonna: ! Don Vincenzo: Proprio questo Ti volevo chiedere Mamma: se Gesù è Venuto a Smantellare i quattro vangeli è chiaro che sono falsi tutti i personaggi, tutte le date e tutti i posti che si trovano scritti! La Madonna: ! Don Vincenzo: E quindi tutte le Nazioni, tutte le Regioni e tutte le Città...! La Madonna: Ma non devi temere questo, quando si Apriranno i Rotoli e quando si Aprirà il Sole verrà detto ogni cosa! Don Vincenzo: Che Grazia Ricevere da Dio la Verità Tutta Intera! La Madonna: Ora è Tempo dei Sigilli, ma questa Formichina vuole tenerli tutti quanti e ne avrete ancora tanti di Sigilli! Quando finiranno i Sigilli e quando la Cocciuta dovrà consegnarli al Padre, inizieranno poi tutte le altre cose! Per questo dovete vigilare ed essere pronti e rimanere nell'Arca e Remare! Non vi sarà tolto nessun capello del capo! E non correte di qua e di là senza l'Arca, Figli Miei! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: L'Arca sarebbe la Cocciuta? La Madonna: Rimanete nell'Arca e Remate! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Ti è stato già detto, la conosci chi è l'Arca! Quando lo troverai, lo ricorderai! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Cosa vuoi dirMi ancora? Don Vincenzo: Mammina... ancora una domanda un po' curiosetta! <Si ride un po'> La Madonna: Gliela facciamo fare? Tutti: Eccomi! La Madonna: Hanno detto di sì i tuoi figli! Don Vincenzo: Nel Messaggio di Giovedì Scorso, ogni tanto si incontra: "solo un Servo Inutile è rimasto da Scendere......!" La Madonna: ! Don Vincenzo: Quindi tutto il Cielo è Sceso! La Madonna: ! Don Vincenzo: Uno solo non è Sceso! La Madonna: ! Don Vincenzo: Un Servo Inutile! La Madonna: Uno solo! Don Vincenzo: Mammina, chi è? La Madonna: Non te lo dico! <Si ride un po'> Se non te l'ha detto il Mio Gesù, non posso dirlo neanch'Io! È rimasto solo uno, tutti siamo in mezzo a voi, tutti siamo uniti nella stessa Famiglia, tutti siamo uniti nello stesso Banchetto......... e uno solo è rimasto da Scendere! Don Vincenzo: Ancora, Mammina! La Madonna: Ancora! Don Vincenzo: Visto che sono un po' curioso! La Madonna: Tu lo sei sempre! ...È un Figlio curioso e ripetitivo! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Meno male che risponde: ! Don Vincenzo: Lo riconosco, perché mi piace sentire ripetere la Verità! È Meravigliosa la Verità Tutta Intera, specialmente quando è ripetuta: allora è ancora più bella......! La Madonna: Lo riconosci...! <La Madonna stringe scherzosamente la mano di Don Vincenzo e si ride> Don Vincenzo: Mi piace sentirmeLa ripetere la Verità! La Madonna: La Verità Tutta Intera vi viene detta e il Padre ve L'ha sta Donando con i Sigilli e con le Gocce.........! Quella Verità Promessa da sempre...! <Don Vincenzo sfoglia le pagine del Messaggio di Giovedì Scorso> Devo aspettare altri fogli? ......Li hai persi......come sempre! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Proprio adesso che mi servivano......! <Si ride un po'> La Madonna: Ti aspetto, non Me ne vado! Don Vincenzo: Eh! La Madonna: Mi sa che L'hai Mangiato tante volte, così te Lo sei mangiato e non Lo trovi più! Don Vincenzo: Giovedì Scorso...... La Madonna: ...Eccomi! Don Vincenzo: ...Si è parlato anche della bomba atomica che la Corea del Nord potrebbe lanciare contro la Corea del Sud e abbiamo parlato anche del Panicello che Gesù ha Spezzato davanti a tutti noi! La Madonna: ! Don Vincenzo: E questo Panicello Spezzato... La Madonna: ...Il Padre te l'ha fatto Spezzare perché se Lo tenevi...... Don Vincenzo: ......Questo volevo sapere, Mammina: è stata bella la mia azione perché non L'ho portato in camera il Panicello perché, se L'avessi portato in camera, sarebbe scoppiata la bomba atomica in Corea? La Madonna: , nell'Ubbidienza tu hai detto che Lo portavi! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Nell'Ubbidienza hai detto: ", Lo porto nella mia stanza!" Don Vincenzo: E dove sta il merito? La Madonna: Nel tuo cuore c'era qualche dubbio! Don Vincenzo: Ah...? Don Vincenzo: E il Padre ha guardato quel tuo cuore e il Pane te L'ha fatto Spezzare... e non l'ha fatta scoppiare la bomba! Don Vincenzo: Aaah! La Madonna: Era già pronta...... per scoppiare! Don Vincenzo: Sì, era già pronta......! <Don Vincenzo indica l'Est (verso i presenti)> La Madonna: Non di là, ma dall'altra parte! <La Madonna indica l'Ovest (dietro le sue spalle)> Don Vincenzo: Quindi è intervenuta la Cocciuta...! La Madonna: Come sempre! Come "Nocciolo Scorticato"! Dall'Alba al Tramonto gira, gira, e va cercando tutto quello che sta per cadere e si Inzuppa e si Beve! Ma queso lo possiamo dire noi, invece lei dice: "non ho fatto nulla, sono solo uno Straccio Stracciato, una Spugna che si Inzuppa e si Beve!" Dopo che ha Bevuto ha ancora Sete e va e si Inzuppa ancora per Amore! Teme il Padre, non gli uomini e fa tutte le Cose del Padre e così anche voi: temete il Padre e non gli uomini e Fate le Cose del Padre, Figli Miei, eeeh! Parla tu! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Che Grazia Grande essere qua! La Madonna: Il Padre Mi ha Donato ad ognuno di voi come Ultima Grazia! Il Padre vi ha Donato questo Luogo Piccolo, Povero, Nascosto agli uomini ma non a Dio, dove tutto cammina nel Suo Amore e nella Sua Verità! Don Vincenzo: Mammina, scusami se mi escono delle curiosità! <Si ride un po'> La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Questo Luogo, quindi è stato, è, e sarà......? La Madonna: Si! Don Vincenzo: , è stato da sempre! E mai Dio, in nessuna Visitazione che la Storia ricordi, ci ha Dato Tanto e Si È Dato Tanto! La Madonna: Si! Don Vincenzo: Fiuuuu...! ALTRO CHE GERUSALEMME O ISRAELE! ...ehhh...! Qui a Timparelle c'è tutto perchè questo posto è Stato Scelto, è Scelto e sarà Scelto per sempre! ...Shhhhh... <Si ride un po'> La Madonna: Perché dici a Me di stare zitta quando Io non sto parlando? Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Eh... Eh... Eh... no, mi sto bloccando le labbra perché se no poi... parlando dico troppo...! La Madonna: ...Il Padre ha Piantato l'Albero Vivo in Questo Luogo, e voi siete nell'Arca! Il Padre ha scelto questo Luogo Piccolo, Povero e nascosto agli uomini ma baciato dal Padre! ..."Timparelle Timparelle"! Don Vincenzo: Altro che "Betlemme Betlemme"! La Madonna: "Timparelle Timparelle"! Don Vincenzo: "Timparelle Timparelle" è il Luogo Scelto e Baciato dal Padre! La Madonna: Luogo dove il Padre ha Spalancato le Braccia per l'umanità intera e per ognuno di voi, e Le Spalanca ancora attimo dopo attimo! Ma voi pregate sempre per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Siete Figli di Dio, e Dio vi ha chiamati per Lavorare nella Vigna: fatelo, e non dimenticate che siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio, e la Fiammella del Padre Arde su ognuno di voi nell'Amore Pieno! Ma non lasciate la Viuzza Stretta, rimaneteci, e non lasciate l'Arca e non lasciate i Remi! Dio vi ha donato il Soffio e Dio lo prende per ridonarvelo ancora! Non toglietevelo voi, figli! Don Vincenzo: Ancora, Mammina! La Madonna: "Ancora"? Ma hai guardato quella cosa che gira? Io devo mandare i figli a casa! Don Vincenzo: Volevo fare solo l'ultima domanda! La Madonna: Eh, ma anche prima hai detto che era l'ultima! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Sì, ma questa è l'ultimissima! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Quella che... Gesù viene chiuso in una scatoletta! La Madonna: Gesù è il Vivente da sempre e non si può chiudere in una scatola! Don Vincenzo: Ah, altro che Scatoletta... La Madonna: Una Persona che è Viva e che è il Vivente si dona per Amore, e si dona tutto, ma non si dona dalla Scatola! Don Vincenzo: E poi anche quello che succede il Venerdì Santo quando si porta Gesù morto in processione...! La Madonna: ...Ma questo l'abbiamo già detto! Don Vincenzo: Che scandalo! Gesù deve proprio smantellare tante Cose! La Madonna: Ma quella l'ha già smantellata, e quando è smantellata, è smantellata! Ora si va avanti nel dire le Altre Verità che sono state nascoste da sempre: "ho tante altre cose da dirvi..." ed ora verranno dette, ma dovete Rimanere nell'Arca e Remare, Figli Miei! Don Vincenzo: Mammina, Ti devo chiedere solo l'ultimissima... la stra-ultimissima! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Solo qui a Timparelle si Consacra? La Madonna: Ti è stato già detto! Don Vincenzo: Sì ma voglio che me lo ripeti Tu e voglio risentirlo da Te, Mammina! La Madonna: SOLO IN QUESTO LUOGO GESÙ SCENDE E SI DONA IN PIENEZZA A TUTTI! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Ma avete una Formichina, avete una Cocciuta che chiede al Padre di prendere, di spezzare e di portare ai figli il Pane da mangiare! Don Vincenzo: Il Pane Vero? La Madonna: , Dio è il Pane Vero per ognuno di voi! Don Vincenzo: È il Pane Vivo! La Madonna: Dio è il Pane Vivo per ognuno di voi e per l'umanità intera, e Dio non si vende, ma Dio si dona per Amore! Don Vincenzo: Il Pane della Verità Tutta Intera! La Madonna: , il Pane della Verità Tutta Intera! Don Vincenzo: E quanto è buona questa Verità! La Madonna: , è buona da mangiare ed è buona da gustare! È buona da essere chiamata Pane di Vita per tutte le genti...... perché è Dio questo Pane! Don Vincenzo: E quanta Luce Sprigiona! La Madonna: E Dio aspetta l'umanità dispersa da coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Pregate ancora per la barca affondata e pregate ancora per le mura insanguinate, Figli! E Beati voi quando sarete perseguitati ancora a Causa del Nome del Mio Figliolo Gesù, perché siete nel giusto, rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto perché il Padre vi ha donato il Primo Posto al Suo Banchetto! ...Ora tu saluterai con l'Albero Verde! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Ed Io vi Saluterò col Magnificat! ...Lo Strumento rimane seduto ed anche Io! Don Vincenzo: Mammina, posso? La Madonna: Si, Saluta con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(*) <Don Vincenzo tiene ancora in mano il Crocifisso, l'Albero Verde> Figlio, puoi poggiare sul Tavolo l'Albero Verde perché è Piantanto e non va via! Don Vincenzo: Come, Mammina? La Madonna: L'Albero Verde è Stato Piantanto qui dal Padre e non va via......! Don Vincenzo: Eccomi! <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat > La Madonna: L'Anima Mia Magnifica il Signore! L'Anima Mia Magnifica Dio nella Sua Misericordia Infinita nel guardare e chinare il capo dinanzi ad ogni creatura, perché guardando Me, ha guardato l'umanità intera! E l'Anima Mia Magnifica il Signore! E così ognuno di voi, come Mamma, deve Magnificare Dio per avervi fatto Mamme del Suo Parto d'Amore! Figli, l'Anima Mia Magnifica il Signore!(*) Giulia: Mammina, vai ancora a bussare al Cuore del Padre!(*) ...Io metto tutti i figli, tutti colori che si sono affidati alle mie preghiere nel Tuo Cuore, e metto l'umanità intera ed anche le mie Pietruzze, perché Tu Sola Sei la Grazia di Dio e puoi donarci le Grazie del Suo Cuore!(*) Te lo chiedo come Figlia e come Straccio Stracciato!(*) ...Ecco la Giornata di Oggi: Te la consegno, ed ecco l'umanità intera con tutti i figli! Presentali Tu al Cuore di Dio! <La Madonna impone le Sue Mani sui presenti> La Madonna: Ed ecco le Mie Grazie che Scendono su di ognuno di voi nell'Amore Infinito del Padre! Giulia: Eccoci, miseri peccatori, nell'accogliere la Pioggia Divina del Vostro Amore!(*) Mamma, dona ad ogni figlio il Pane della Giornata, così possono impastarLo ancora e farLo crescere! La Madonna: È sceso nei vostri cuori: fateLo lievitare! Giulia: Eccoci, Mamma!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, posso tenere tutto quello che ho visto?(*) ...I Giorni stanno finendo: puoi aggiungerne altri così come ho chiesto alla Mamma?(*) ...Qualcun'altro in più?(*) ...Me lo dirai stasera quando parleremo ancora un poco?(*) ...Eccomi, Ti aspetto! Ora il Cielo è in mezzo a noi ed anche i Cari! Papà, Ti dò un grosso bacione da parte di tutti i figli... e da parte dell'umanità intera... vado a raccoglierlo! ...Ti voglio tanto tanto bene! Il Padre: Anch'Io ad ognuno di voi e aspetto i vostri cuori spalancati! Giulia: Vado ad aprirli tutti!(*) ...Ciao, Cielo in mezzo a noi! ...Ciao, Cari!(*) ...Ciao, Mammina!(*) ...Si, preparate i Vestitini perché tante Spose hanno donato la mano e le vengo a portare dopo!(*) ...Le ho prese lì dove i Flagelli sono caduti, ma ora vengono al Banchetto e il Padre Farà Festa... ed anche loro! <Giulia schiocca un bacio> ...Ciao, Mammina mia, ci vediamo dopo!(*) ...Voi portate i Vestiti!(*) ...Ciao, Papà Formicone!

 

 

 

 

4. Giov. 18/04/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): Come Sei Profondo, Gesù, quando ci dici: "nulla vi appartiene, tutto appartiene al Padre!" (Gesù): Sì, nulla vi appartiene! (Don Vincenzo): Ognuno è Proprietà del Padre e Lui ci ha comprati a Prezzo di Sangue per camminare...... e per portarci come Croce... e per donarci ai nostri nemici......! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Perché anche un capello è Suo, e anche un secondo ce lo regala Lui! Tutto viene dal Suo Amore e ciò che si offre al Padre in realtà è Lui che lo offre ai figli, perchè tutto viene fatto dalla Sua Mano e non dalla nostra! (Gesù): Ogni cosa ha fatto il Padre! (Don Vincenzo): Siamo noi che sbagliamo di grosso usando sempre l'aggettivo possessivo: "mio-mio-mio" oppure "io-io-io" e ci dimentichiamo che siamo tutte creature e che Solo Lui è il nostro Creatore e tutto è Suo e tutto Gli appartiene! (Gesù): Dovreste essere gioiosi nel dire: "sono di Proprietà di Dio e, se rimango Proprietà di Dio, rimango nel Giusto e niente di male mi può accadere perché sono la Sua Proprietà, il Suo Tesoro", e Dio, avendo Creato il Tesoro, Lo tiene nel Suo Giardino, nella Sua Vigna, nel Suo Mare, preparato per i Propri Figli dove scorre Latte e Miele e dove non c'è il veleno! Dove scorre il Latte e il Miele c'è tutto l'Amore, c'è tutta l'Abbondanza del Padre e Tutto è per i figli, ben custodito e preparato dal Padre, mentre gli uomini hanno dimenticato tutto questo! I farisei di ieri e di oggi hanno strappato i cuori facendoli diventare duri e hanno chiuso gli occhi per non vedere e per non far vedere il Latte e il Miele che scorre nel Giardino preparato per tutti i figli! (Don Vincenzo): È che siamo Proprietà del Padre, siamo Figli di Dio e perciò Eredi di un Padre Buono che vuole riempirci di un Amore Eterno...... ma siamo noi che gli voltiamo le spalle andando dietro alle cose caduche, frivole e passeggere del mondo! Mentre Lui per dimostraci il Suo Immenso Amore, ci ha comprati a Prezzo di Sangue! (Gesù): Sì, vi ho Comprato Io a Prezzo di Sangue, rispondendo al Padre: "L'Eccomi", Unito a Maria! (Don Vincenzo): Il guaio è che tutta l'umanità corre dietro alle cose mondane e dietro all'idolo del denaro e non si rende conto che è il Padre l'Unica ed Eterna Felicità preparata per noi Figli e non il potere......, l'avere......, o il piacere......!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) Non posso alzarmi? <Alla Glorificazione Giulia è solita alzarsi in piedi> GESÙ: Rimani seduta! Giulia: Eccomi! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio...... poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> La Mia Amicizia La Porto Donando ad ognuno di voi il Segno dell'Amore! <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> Siete figli, siete fratelli ed amici nell'Unica Amicizia di Mio Padre! E l'Abbondanza, Mio Padre La Dona ad ognuno di voi e all'umanità intera! L'umanità non l'accoglie...... voi accogliete tutto quello che il Padre vi dona, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Giulia: Gesù, Tu mi fai rimanere seduta e non mi fai alzare dinanzi al Tuo Amore e dinanzi alla Croce! Gesù: GUARDATI......! Giulia: Eccomi, mi sono guardata! Gesù: Il Trono è il Banchetto! Giulia: Gesù, sul Trono della Croce si rimane! Gesù: E tu lo sei! Giulia: "Eccomi ancora per l'Eternità!" Gesù: Al Banchetto si rimane seduti e tu lo sai! Giulia: "Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù!" Gesù: Perché ti lamenti? Giulia: "Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù!" Quando me lo dirai Tu allora mi alzerò! Gesù:Nell'Amore dovete innalzare i Cuori e nell'Amore dovete innalzare le Lodi al Cuore del Padre per i Tempi che verranno ancora, figlioli Miei! Giulia: Mi hai detto che posso tenere fino alla Festa della Mamma, cioè Domenica 12 Maggio, tutto quello che mi avete donato fino adesso! Qualcosa è sceso e qualcosa sta scendendo ancora! Gesù: Non ti è bastata la Giornata? Giulia: Sono andata a prendere le Spose che hanno donato la mano, hanno indossato già l'Abito e l'Anello e Faranno Festa al Banchetto anche loro! Ma se puoi allunga ancora i Giorni! Gesù: Nell'Amicizia e nell'Abbondanza del Padre, Anima Mia, il Cielo è tutto Riverso e sta combattendo e quando verrà l'ultima parte, non solo combatterà, ......ma porterà...... Giulia: ...Non dirlo ancora, Gesù! Perdonami se Ti chiedo questo, lo metto nel Rotolo...... e lo dirai più avanti......! Come facevo con Giovanni che lo fermavo, mi sono permessa anche di farlo con Te con tutta la confidenza e l'amicizia, ......ma non sono ancora pronti......! Gesù: Volevo vedere se prendevi altri pesi! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù! Gesù: Vuoi portarlo sulle spalle o metterlo nel Rotolo? Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Mmmm... il Filicino ha retto ancora, Gesù! Gesù: VEDI, ANIMA MIA.........! Giulia: Ho aperto il cuore di tutti i figli in questi Giorni, Gesù, e sono andata a Visitare ognuno di loro dopo aver portato il Pane Spezzato...... e dopo aver accolto quello che ho trovato......! Gesù, dona ancora un po' di forza nel farli crescere...... e nel farli camminare......! Vedi, io li porto sulle spalle, li porto ancora nel Mare, nell'Orto e nella Vigna a Lavorare, ma sono un po' preoccupati...... per tutto quello che deve avvenire! Ho preso i loro cuori per un solo istante e li ho messi nel Calice e poi li ho rimessi ancora dentro di loro! Lo so che Tu vedi e senti ogni cosa......! Gesù: Non ti fermi mai? Giulia: Avevo un po' di Tempo nel fare il "Padre Nostro" e l'"Ave Maria" e ho fatto anche questo, ho bagnato i loro cuori per prepararli a tutto quello che sta per avvenire! La Famiglia deve crescere nel Tuo Amore e nella Tua Abbondanza! Tu ci Hai Donato l'Arca e i Remi e dobbiamo Remare con la Tua Forza e con il Tuo Amore! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA...... GUARDA......! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Siete tutti a combattere!(*) E avete preparato anche il Banchetto!(*) ...Dov'è Gabriele? <=l'ex-diavolo> È andato a togliere un po' del veleno......! Gesù, posso aiutarlo nell'Inzupparmi e nel Bermi......? Gesù: Hai altro Lavoro da fare! Giulia: Ma tutti state combattendo!(*) Gesù, la Battaglia è diventata più forte: cosa devo fare? Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Maria sta andando avanti e la Schiera che Porta Lei è diventata più grande! Le Altre Schiere sono rimaste più indietro! Gesù: Pregate ancora nel dire "Ave Maria-Padre Nostro" e non dimenticateLo in questi Ultimi Tempi! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: ORA GUARDA ANCORA.........! Giulia: C'è una Montagna Bianca, ma si sta sciogliendo!(*) ...Non è acqua e neanche polvere!(*) ...Non è neanche fumo!(*) Gesù: Non dire cos'è! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, tutti i Servi Inutili sono a combattere e tutti siete scesi e tutto è sceso: Natanaele, Vittorio, Rossella, le Bimbe, sono tutti dinanzi a loro, ma c'è poco Pane......! Gesù, non si fa più il Pane? Gesù: L'hai impastato dall'alba fino adesso, l'hai dimenticato? Giulia: No! ......Basta quello? Gesù: GUARDA...... il Banchetto è pronto, non temere, Anima Mia! Giulia: Visto che la Battaglia è tanto grande, mi posso Spezzare, Gesù? Gesù: Cosa vuoi fare ancora? Giulia: Le Cose del Padre, nel vedere tutti a combattere......! Gesù: Sono le Ultime Grazie che Maria dona ad ognuno di voi e all'umanità intera, Figlia Mia! ...ANIMA MIA, GUARDA ANCORA......! Giulia: Ci sono Altri Sette Flagelli! Sono Sette Bimbi e hanno Sette Catini e sono pronti per versarli! Tutti sono Vestiti di Rosso e nei Catini c'è Sangue! Gesù, escono dalla Cupola... non si deve versare...... non si devono versare quei Catini......!(*) Posso tenere anche questi?(*) Gesù, guardaLi...... i Sette Bambini con i Sette Catini..., Gesù! Gesù: PrendiLi per mano Tutti e Sette! Giulia: PrendendoLi, Li posso tenere come tutti gli altri? Gesù: Questi portali ai Piedi della Croce! Giulia: Eccomi!(*) ...Li ho portati! Ora cosa faccio? Gesù: Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi! Gesù: Prendi i Catini... Giulia: Eccomi! Gesù: ...Raccogli gli Stracci Stracciati...... e bagnali! Giulia: Eccomi! Gesù: Ora consegna al Mio Cuore gli Stracci Stracciati! Giulia: Eccomi, Gesù! I Catini sono vuoti...... e gli Abiti che erano Rossi dei Sette Bimbi sono diventati Bianchi! Gesù: Ora Prendi ancora per mano i Bimbi e PortaLi dinanzi al Sole! Giulia: Eccomi, Gesù! ......Quello che si deve aprire?(*) Eccomi! Gesù: Lasciali! Giulia: Si perderanno?(*) Dovranno restare lì?(*) Potrò rispondere per loro come per tutti gli altri? Gesù, visto che quei Sette Bimbi sono entrati così...... non cadranno...... non si perderanno......? Gesù: Aspetteranno quando il Sole si aprirà......! Giulia: Eccomi......, Gesù, Facciamo le Cose del Padre! Ma con tutti gli altri che incontrerò, potrò fare così...... come abbiamo fatto adesso? Gesù: Inzuppati e Beviti......, e ti sarà detto attimo dopo attimo ciò che dovrai fare! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi ancora per l'Eternità! I Tempi sono diventati corti corti, ma Tu, Gesù, tienici sempre per mano! Gesù: Porta l'umanità per mano, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù, devo mettere nel Tuo Cuore l'umanità intera, come me l'hai consegnata e tutti i figli, tutti quelli che si sono affidati al mio cuore e tutte le Pietruzze: aspettiamoli ancora un poco! Vedi, Gesù, sono presi dalle cose del mondo, ma Tu li doni a me e io li metto ancora nelle Tue Mani e nel Tuo Cuore...... così come metto il Filicino...... e TieniLo Stretto! Gesù: Rimanete nell'Arca e Remate, Figlioli del Mio Cuore! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Il Banchetto l'abbiamo preparato anche per voi per Volere del Padre! Tutto è sceso, tutto è in mezzo a voi...... tutti i Servi Inutili, i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico...... nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! .........Figli, Pregate e Vigilate ancora e combattete i falsi profeti...... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ......Che avanzeranno ancora e cresceranno...... nel gettare il seme con la Croce! Sradicate il seme......e Piantate il Cuore del Padre nel cuore dell'umanità intera...... Amando, Perdonando e Usando Carità...... ma la Carità che Dona il Padre nel Silenzio e nel Nascondimento, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Bevete e mangiate il Pane Intero che il Padre vi dona, attimo dopo attimo! La battaglia si sta combattendo...... ed è grande...... e ci sono tutti i Servi Inutili! Giulia: Gesù! Gesù: Pregate per la "Barca" affondata! Pregate per coloro che si chiamano "Grandi"! Hanno tolto il Pane...... hanno tolto l'Acqua...... hanno tolto il Fuoco...... ma pregate ancora per quel Figlio che può donare l'Acqua, il Pane e il Fuoco! Giulia: Gesù, posso andare a portarli? Gesù: Immolati come tu sai fare! Giulia: Mi Inzuppo e mi Bevo! Gesù: Pregate ancora per quelle mura Insanguinate! Giulia: Eccoci, Gesù! Eccoci nel Fare le Cose del Padre, tutti Uniti nel Tuo Nome e portandoci come Croce così come Tu ci hai insegnato da sempre! Gesù: Fallo, anima mia! .........MA GUARDA ANCORA.........! Giulia: Posso dire ciò che vedo? Gesù: Questo Aggiungilo al Rotolo Vivo! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ......ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Vuoi ancora andare avanti? Lo ricordi il Tuo Primo Messaggio? Giulia: Eccomi, Gesù! "Eccomi ancora per l'Eternità!" Non ho dimenticato nulla, non si può dimenticare quello che il Padre ha lasciato nel mio cuore! E il Cuore Immacolato di Maria Trionferà...... e il Sole si Aprirà! Gesù: E tu rimarrai alla Destra del Padre nel portare per mano tutti i tuoi figli! Giulia: Eccomi ancora nel Fare le Cose del Padre! Gesù: Quanto ti costa il tuo "Eccomi", Anima Mia! Giulia: "Eccomi ancora per l'Eternità", Gesù! Gesù: ......Pace al tuo cuore, Giovanni! Don Vincenzo: Shalom Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Che bello questo Colloquio! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: E come è stato Intenso questo Colloquio! Gesù: , ...Intensissimo! ......Tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ......E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: "Ciao, belle di Gesù"! "Ciao, bella di Gesù!" Chiara: Ciao! Gesù: Giovanni non ha detto niente che gliel'ho rubato questo saluto...! ......Eh, , il Colloquio è Bello ed è Intenso...... ma tu cos'hai capito......? Don Vincenzo: Che Questo Sole si sta avvicinando......! Gesù: Eeeh...... Questo Sole non solo si sta avvicinando...... ma è in mezzo a voi! ......Siete turbati? Tutti: No! Don Vincenzo: Tutt'altro, siamo contenti! Gesù: Siete contenti? Don Vincenzo: Dio È in mezzo a noi! Gesù: , è in mezzo a voi, ma dovete pregare: "Ave Maria e Padre Nostro" ......e dovete pregare ancora per quelle Mura Insanguinate......! E dovete pregare perchè la Cocciuta non vuole lasciare le sue Pietruzze e vuole aspettare ancora: conosce ogni cosa ma è Cocciuta, è Roccia e non si vuole fermare......! Il suo "Eccomi" donato al Padre Lo tiene Acceso e la Fiammella La fa Ardere ancora di più! Vedi, Calice Vivente, Lei ha Impastato il Pane dall'Alba fino adesso, L'ha Spezzato e L'ha Donato e, avendo visto l'Altro Pane pronto era preoccupata nel dire che era poco! I Servi Inutili stanno Lavorando, il Pane del Padre non vi verrà mai a mancare, ma quello della terra verrà a mancare...... e lei vuole Impastare ancora Pane per non farLo mancare a nessuno......! I "Grandi del mondo" faranno mancare tutto...... ma Dio manderà la Grazia di Maria sull'Umanità Intera per chi Aprirà la Porta! Voi pregate: "Ave Maria-Padre Nostro"! Non vengo a dirvi tutto questo per farvi spaventare ma per Accendere e Far Ardere i vostri cuori, Figli Miei: è la Verità Tutta Intera che il Padre viene a portarvi......! Coloro che hanno tradito e tradiscono ancora vi faranno mancare il Tutto, ma voi siete nell'Arca e avete i Remi, Remate e non Fermatevi, Figli! ......Tu sei pronto? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Sono Pronto! Tu ti Spezzi? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Sono Spezzato da Sempre! Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Così lo Strumento si va a Inzuppare e si Beve ancora nel Rimanere ancora Crocifisso per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Beve> Questo è il Mio Sangue! <Gesù dà il Suo bicchiere a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane> Questa è la Mia Carne! <Gesù Mangia e ne dà un Pezzettino a Don Vincenzo che Mangia> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Questa è la Mia Carne! Gesù: Ora DonaMi e Donati ai Figli! Don Vincenzo: Gesù, la Madonna, Domenica Pomeriggio 14 Aprile, ci ha detto che quando si celebra la Messa, in nessuna parte del mondo si Consacra, tranne che qui Timparelle! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E questo è...... Gesù: ......DonaMi e Donati, Doniamoci...... nell'Abbondanza del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! ......Gesù Rimane Seduto> Eccomi, ci siamo Donati e lo Strumento è rimasto Crocifisso per Amore nel Donarsi! ......Cosa Mi avete portato? Don Vincenzo: Gesù, bisogna aprirla questa busta! Gesù: È aperta...... leggi...... e Io guardo cosa c'è dentro......! Ehi, c'è una "chiave" e vediamo cosa ci si deve aprire, eh! Don Vincenzo: "Eccomi, Papà, Fratello e Amico, per quelle volte che sto per prendere la via larga e Tu subito mi guidi su quella Stretta e mi fai capire i miei errori! Papà, voglio donarTi questa chiave con il cuore......" <Gesù mostra ai presenti la chiave......> "......Per aprire il mio cuore quando io non ci riesco! Tuo figlio Achille......Eccomi!" Gesù: Eeeh, cosa gli devo rispondere? Don Vincenzo: Tu lo sai! Gesù: Io Lo So: Mi ha consegnato la Chiave! Se l'Umanità Intera Mi consegnasse il proprio cuore così come Mi è stata consegnata questa "Piccola Chiave"! Il suo è sempre aperto... e riesce ad aprirlo attimo dopo attimo! Se anche i farisei di ieri e di oggi facessero questo, tutto quello che sta per Scendere, non Scenderebbe! Ma voi pregate: "Ave Maria e Padre Nostro" e usate Maria come Chiave per aprire i cuori chiusi! ......Io La Tengo e La Uso! <Gesù poggia il regalino sul Suo Cuore> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Visto che lo Strumento è rimasto ancora come Spugna ad Inzupparsi e a Bersi...... e Crocifisso per Amore dinanzi al Banchetto del Padre per portare ancora tutti i figli...... siamo dinanzi al Banchetto del Padre che ha preparato per ognuno di voi! Don Vincenzo: E allora possiamo mangiare? Gesù: Continuiamo col Banchetto di Dio! "Ciao, belle di Gesù! ...Ciao, bella di Gesù!" <Gesù manda baci e viene ricambiato> Tu vuoi mangiare? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E dopo parli un po'? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Cosa vuoi mangiare, il pesce, eh, ecco... Don Vincenzo: Tre grissini al prosciutto! Gesù: ...Tre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ecco, buon Banchetto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Calice Vivente! Cosa gli doniamo alla Cocciuta? Eh, , ma lo vedrà...... con la Gioia che ha avuto? Avete capito cosa è successo, avete ascoltato bene? Non gli diamo più niente? A lei gli dò un po' di questo e Io mangio quello e gliene dò un Pezzettino e anche questo? E anche questo! Eh, eh, bravi, Servi Inutili nel Servire Dio che è in mezzo a voi! ...Figlie, lo sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccoci, Gesù! Gesù: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Bravi, Servi Inutili, nell'avere Risposto all'Invito e a venire a Prendere il Pane di Dio e a Rimanere all'Ascolto della Parola e a Rimanere al Banchetto del Padre e Mangiare col Cielo la Verità Tutta Intera di Dio! ......Buon appetito! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Voi che avete Fame e Sete della Verità! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Verità Tutta Intera! Eccomi! La Cocciuta si sta Inzuppando e si sta Bevendo, è Gioiosa, ma allo stesso tempo si poggia sul Cuore di Maria per chiedere ancora la Sua Grazia e FarLa Scendere sulle Pietruzze e sull'Umanità Intera! "Ciao, belle di Gesù!" Tutti: Ciao! Gesù: "Ciao, bella di Gesù!" Chiara: Ciao! I BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: ...Ciao, mamma, ciao papà, ......mamma, glielo dici tu "ciao" a papà? Maria Elena: Eccomi! I Bimbi di Mario e Maria Elena: Mamma, ce lo compri un ciuccetto rosa e un altro celeste? Maria Elena: Eccomi! I Bimbi di Mario e Maria Elena: E poi lo metti nelle Carrozzine? Maria Elena: Eccomi! I Bimbi di Mario e Maria Elena: E poi Fai la Volontà del Padre Amando e Perdonando...... e glielo dici anche a papà? Mamma, vogliamo due cosicine di quelle, li mangi per noi? Maria Elena: Queste? I Bimbi di Mario e Maria Elena: , e poi altre due per papà, eh! ...Fai tu? <A Raffaele> Eh, abbiamo fame......, stiamo Lavorando! ...Ciao, mamma... ciao, papà! Maria Elena: Ciao! <Baci> I Bimbi di Mario e Maria Elena: Dobbiamo andare ad Impastare e a Combattere...... c'è tanto Lavoro da fare, Impastate anche voi e Combattete anche voi! <Baci> ...Ciao! Maria Elena: Ciao! <I Bimbi accarezzano il volto di Don Vincenzo> I Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Quando verrà Giovanni vi dirà altre cose, ora sta preparando gli Altri Sigilli! Eh, Io mangio questa, è buona! ......Voi avete fame? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Mangiate il Tutto di Dio: è stato preparato per ognuno di voi! Vedi, Calice Vivente, i Tempi del Padre sono Pieni, sono Scesi, ognuno di voi, che è Servo Inutile, deve prenderli e Dovete Prendervi anche come Croce nel Lavorare e nel Combattere! Ora parla tu un po'! ......Ti raccomando, viceparroco, Sei Delegato! Raffaele: Eccomi! <Raffaele dona il bicchiere con l'Avanzo a Lucia, poi taglia il pane-pesce e dona la testa e la coda a Lucia, Luisa, Franco e Angela e gli altri pezzi ad alcuni dei presenti> Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, Ti vorrei fare una domanda ma la posso fare pure a Giovanni perché riguarda anche Lui! Gesù: Posso risponderti Io! Don Vincenzo: Quando Giovanni Gridava e Grida: "chi si mette contro di me o gli succede qualcosa di brutto o muore......" com'è questo fatto? Gesù: "Chi si mette contro la Parola di Dio e contro di Me......" Don Vincenzo: "......O gli succede qualcosa di brutto o muore!" Gesù: Giovanni Parla come Calice Vivente e il Calice Vivente è Dio, e quando Lui parlava e non veniva ascoltato gridava e grida ancora......! Vedi, Figlio, i farisei di ieri e di oggi si sono sempre messi contro Dio! Tutto il Male che viene, viene perché il Padre non è stato ascoltato! Don Vincenzo: Quindi Lui si riferiva soprattutto ai suoi confratelli? Gesù: Non sono Entrati e non hanno fatto Entrare! Non puoi capire in Pienezza, te lo dirà lo Strumento...... e neanche i figli possono capire ancora in Pienezza ciò che Giovanni...... Don Vincenzo: ..."Gridava"... Gesù: ...E diceva ad Alta Voce e con la Mano Alzata! <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario> ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Come Sei Profondo, Gesù, quando ci dici: "nulla vi appartiene, tutto appartiene al Padre!" Gesù: , nulla vi appartiene! Don Vincenzo: Ognuno è Proprietà del Padre e Lui ci ha comprati a Prezzo di Sangue per camminare...... e per portarci come Croce... e per donarci ai nostri nemici......! Gesù: ! Don Vincenzo: Perché anche un capello è Suo, e anche un secondo ce lo regala Lui! Tutto viene dal Suo Amore e ciò che si offre al Padre in realtà è Lui che lo offre ai figli, perchè tutto viene fatto dalla Sua Mano e non dalla nostra! Gesù: Ogni cosa ha fatto il Padre! Don Vincenzo: Siamo noi che sbagliamo di grosso usando sempre l'aggettivo possessivo: "mio-mio-mio" oppure "io-io-io" e ci dimentichiamo che siamo tutte creature e che Solo Lui è il nostro Creatore e tutto è Suo e tutto Gli appartiene! Gesù: Dovreste essere gioiosi nel dire: "sono di Proprietà di Dio e, se rimango Proprietà di Dio, rimango nel Giusto e niente di male mi può accadere perché sono la Sua Proprietà, il Suo Tesoro", e Dio, avendo Creato il Tesoro, Lo tiene nel Suo Giardino, nella Sua Vigna, nel Suo Mare, preparato per i Propri Figli dove scorre Latte e Miele e dove non c'è il veleno! ...Venite, Figlie, Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Gesù: Venite col "niente"! Vicepa', ti raccomando: scarsetto scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù: Dove scorre il Latte e il Miele c'è tutto l'Amore, c'è tutta l'Abbondanza del Padre e Tutto è per i figli, ben custodito e preparato dal Padre, mentre gli uomini hanno dimenticato tutto questo! I farisei di ieri e di oggi hanno strappato i cuori facendoli diventare duri e hanno chiuso gli occhi per non vedere e per non far vedere il Latte e il Miele che scorre nel Giardino preparato per tutti i figli! Don Vincenzo: È che siamo Proprietà del Padre, siamo Figli di Dio e perciò Eredi di un Padre Buono che vuole riempirci di un Amore Eterno...... ma siamo noi che gli voltiamo le spalle andando dietro alle cose caduche, frivole e passeggere del mondo! Mentre Lui per dimostraci il Suo Immenso Amore, ci ha comprati a Prezzo di Sangue! Gesù: , vi ho Comprato Io a Prezzo di Sangue, rispondendo al Padre: "L'Eccomi", Unito a Maria! Don Vincenzo: Il guaio è che tutta l'umanità corre dietro alle cose mondane e dietro all'idolo del denaro e non si rende conto che è il Padre l'Unica ed Eterna Felicità preparata per noi Figli e non il potere......, l'avere......, o il piacere......! ...Gesù, guarda sopra il mio occhio, c'è qualcosa che mi dà fastidio! <Gesù soffia sull'occhio di Don Vincenzo e soffia anche Don Vincenzo> Gesù: Io Lo Dono a te e tu lo Doni a Me il Soffio! Ma come Calice Vivente Lo puoi anche donare! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ..."Ciao, belle di Gesù!" Tutti: Ciao! Gesù: "Ciao, bella di Gesù!" Ciao a tutti quanti! Tutti: Ciao! Gesù: Ancora non Me ne vado! ...Cosa c'è ancora? Ti sei svegliata? Don Vincenzo: Questo...... Gesù: Marinella......? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Chiedi a Marinella se si è svegliata! Marina: Eccomi! Don Vincenzo: Ti sei svegliata o no? Marina: Eccomi! Gesù: Eccomi! Chiedigli se ha capito! Marina: Eccomi, no! Gesù: Eccomi no, ha detto! Marina: Non ho capito! Don Vincenzo: Non ha capito? Gesù: Ha detto: "Eccomi no!" Ma Marinella per capire ci vuole un po' di tempo, poi quando capisce si mette a ridere! Don Vincenzo: Ah! Gesù: Aspettiamo! Tu hai capito? Annunziata: Eccomi! Gesù: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Annunziata: "Eccomi sì"! Gesù: Eccomi sì! Hai capito! ...Cosa c'è? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Tu hai Ubbidito sempre al Padre? Gesù: ! Don Vincenzo: E sei Sceso proprio per Fare la Volontà del Padre attimo per attimo! Gesù: No, Io non sono Sceso, Io sono Nato con "l'Eccomi" di Maria! Da dove dovevo scendere, dalla scala? No! Io Sono Nato dall'Eccomi di Maria? Don Vincenzo: Certo! Gesù: E Maria per farMi Nascere non è scesa da una scala ma ha Ubbidito alle Cose di Dio e "la Parola di Dio è Nata dentro di Lei!" Don Vincenzo: Come anche Tu, Gesù, hai fatto sempre le Cose di Dio e la stessa cosa fa la Cocciuta! Gesù: ! Don Vincenzo: E tante volte non viene capita, ma non perché non viene capita lei, perché lei ha interesse soltanto a piacere al Padre, ma sono gli altri che non fanno le Cose del Padre! Gesù: ! A lei interessa di piacere Solo al Padre! Don Vincenzo: E gli altri invece vogliono piacere solo al loro io! E anche qui dentro spesse volte la Cocciuta non viene capita e non ci si rende conto che la Verità è in lei, è dalla sua parte, non dalla nostra, perchè è il Padre che l'ha riempita di Luce e di Amore! E lei, come Te, Gesù, è Piena di Verità e fa sempre la Volontà del Padre! Gesù: Il Padre quando manda lo Strumento lo usa a Suo Piacimento! Ma vedi, Figlio, la Croce si deve prendere e si deve portare, e se voi riuscite a Prendervi e a Portarvi come Croce, riuscite anche ad ascoltare lo Strumento che Suona la Musica del Padre e Dona ai propri figli le Cose del Padre e per prima Dona la Croce ad ogni figlio da PrenderLa e da PortarLa, ma ci sono le cose del mondo che distolgono i figli e così non viene ascoltata neanche la Cocciuta! Lei vi Prende e vi Porta sulle Spalle ricordandosi la Promessa fatta al Padre: "Eccomi ancora per l'Eternità nel Lavorare nella Vigna e nel Rimanere Straccio Stracciato ai Piedi della Croce"! .....................Hai mangiato, viceparroco? ......Perché piange il tuo cuore? Raffaele: Gesù, ci siamo fermati? Gesù: No, Io non Mi Sono mai fermato e non Mi fermerò! Raffaele: Eccomi! Gesù: Voi volete fermarvi? Tutti: No! Gesù: Allora andiamo avanti! Tutti i Servi Inutili stanno Combattendo, voi Siete nell'Arca e Avete i Remi, Combattiamo e Remiamo, Figli! ...............Hai già mangiato? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Non mangi più nulla? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sto donando questa alla Cocciuta ma è un po' lenta a mangiare, ......è troppo gioiosa dopo quello che è riuscita a fare! Perché sei triste? <A Maria Elena> Non hai sentito i tuoi Bimbi? Maria Elena: Sì! Gesù: E allora devi essere Gioiosa! Hai provveduto, viceparroco? <Per il piattino ad Elena> Non devi far piangere il tuo cuore, devi essere gioiosa perchè se lo fai piangere ancora la Cocciuta si Inzuppa e si Beve! Maria Elena: Eccomi! Gesù: Eccomi! È buono, Mi inviti a mangiare? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Un pezzetto? Ehi, e questo non è un pezzetto, questo è mezzo chilo, eh, eh! <Si ride un po'> Non hai più niente da dire? Don Vincenzo: Di fronte a tutta questa Grazia di Dio e poi di fronte a Te, Dio Vivo in Mezzo a Noi......! Gesù: Di fronte a tutta questa Grazia del Padre......, avete il Cibo in Abbondanza perciò Fate Festa nel Donare anche ai propri nemici il Mio Amore, perchè il Banchetto è Fatto dell'Amore del Padre e Io Mi Sono Donato e Tu ti Sei Donato e nell'Abbondanza del Padre ci Doniamo ancora: il "Continuo" del Banchetto, l'Amore Pieno di Dio che si Dona attimo dopo attimo nella Verità Tutta Intera, in quella Verità che vi sarà Donata! Ora avete le Piccole Gocce, i Piccoli Sigilli, ma quando parleranno i Cari, quando il Padre userà i Servi Inutili, Tutto sarà Aperto e Tutto sarà "Verità Intera di Dio" e nulla sarà più nascosto! Ma vigilate, c'è ancora il veleno e ci sono ancora i falsi profeti che avanzano e verranno ancora a confondervi, ma voi potete combatterli e donare a loro il Pane che Dio vi Spezza attimo dopo attimo! Don Vincenzo: La Nostra Forza, Gesù, Sei Tu, la Nostra Forza è il Padre, la Mamma, la Cocciuta, la Nostra Forza è la Tua Verità Tutta Intera! Gesù: ...Mi rubi il piatto? <A Raffaele> Ecco, , la Verità Tutta Intera Sono Io, ma lo siete anche voi quando vi Prendete come Croce e non vi fermate dinanzi alle cose del mondo! La Verità Tutta Intera siete anche voi quando Amate e Perdonate, quando usate Carità verso tutti! La Verità Tutta Intera siete voi quando vi chiamate "Figli" perché Io "Figli" vi ho chiamati Donandovi il Mio Sangue e Cancellando ogni errore, cancellando la "Lontananza", perché vi ho portati dinanzi al Padre uno ad uno e siamo rimasti nella Famiglia così come ho detto: "vado un attimo dal Padre e rimango sempre con voi e non sarete più soli ma saremo un'Unica Famiglia e il Giardino che Dio ha Preparato è l'Albero della Croce ed è Vivo, non è morto, perché Dio non può morire e rimango sempre con voi!" Mangio questo! ......Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Che bello essere qui a Timparelle dove tutto il Progetto Salvifico di Dio si sta Compiendo e Realizzando! Gesù: Dio ha Piantato qui a Timparelle l'Albero della Vita...... in un Luogo Piccolo, Povero, ma Ricco del Suo Amore! Dio non è venuto per i grandi palazzi, ma Dio è venuto a far crescere i cuori nella Sua Abbondanza! Vedi, il Creatore di tutte le Creature non ha bisogno dei tesori della terra, è Lui il Tesoro di Tutto il Creato! ...Perchè Mi guardi così? Don Vincenzo: Perchè così diventiamo Tesori anche noi! Gesù: Lo siete già! Don Vincenzo: Siamo i Suoi Tesori, siamo i Tesori Eterni del Padre! Gesù: Rimanete Piccoli e Poveri così come Lui vi ha Partoriti dal Suo Cuore preparando per ognuno di voi l'Eredità...... ma voi non guardate l'Eredità! ......Io Parlo a voi e parlo al mondo intero, voi non guardate l'Eredità del Padre, ma voi guardate l'eredità delle cose del mondo! Chi è più Ricco di Dio? ...E allora perché vi affannate se siete nel Suo Cuore e avete l'Eredità? Il mondo si affanna perché non Vede Dio, non Lo Cerca e non Lo Ama e tutto cade, nulla rimane in piedi e crescerà ancora la confusione dei popoli, dei Grandi del mondo e di coloro che dicono che sono i Grandi della Casa del Padre...... e altra polvere si alzerà, altri figli perderanno la Strada e crescerà ancora di più la confusione tra di loro perché Mi rinnegano ancora! Ma voi avete sempre l'Arca e avete sempre i Remi e Rimanete a Lavorare! ......Tu, Calice Vivente, hai il Sole nelle tue mani! Don Vincenzo: Sì, il Sole di Dio è nelle mie mani! Gesù: Perciò non devi fermarti e devi andare avanti perchè Sei il Calice Vivente! ...............Me n'è caduto un goccino, ma non fa niente, crescerà e si moltiplicherà! Me lo porti via, anche questo? Posso bere? <Gesù chiede scherzando al viceparroco che sta riordinando la Tavola> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi, così dò un po' di acqua alla Cocciuta e un po' la bevo Io! .........Quella cosa gira! Don Vincenzo: Due ore sono già volate! Gesù: E Io ti lascio Giovanni...... e vado a preparare un altro Banchetto......, e ci vediamo dopo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: , stanno arrivando altre Spose...! PICCOLO GIOVANNI: Con la Croce e col Pane... ciao! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano e poi Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: Ciao, Giovanni! Piccolo Giovanni: Giovanni, come stai? <Giovanni schiocca qualche bacio> Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belli di Zio Mario! <Così dicendo schiocca qualche altro bacio> Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: Cosa Mi hanno portato? "Per Zio Mario", chi Me lo manda? Leggi! E Io apro il pacchettino... ehi... come si apre questo? Mi sa che si apre di qua..., è un po' complicata questa situazione...! Taglia..., taglia... ecco qua......! Lo leggi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: "Zio Mario...", "Zio Mario e Calice Vivente"... <Sono i due nomi scritti sulle tazzine> Aspetta che c'è qualche altra cosa di qua, ci sono questi... e poi c'è anche questo......! Che aspetti a leggere? Don Vincenzo: "Il mio 'Eccomi' e il ''sì-sì, no-no'', non sono Pieni come un vero Servo Inutile..." Piccolo Giovanni: E... aiuto...! Don Vincenzo: "...Ma nonostante ciò mi donate ogni cosa..." Piccolo Giovanni: Facciamo così... Io ero più sbrigativo...: lo rompevo! Tieni! ......E poi? Don Vincenzo: "...Com'è buono il Padre! Come posso ricambiare se non so amare e nemmeno perdonare? Insegnatemi ad amare e a perdonare e a rispondere ''sì-si, no-no'', affinché anch'io possa diventare un vero Servo Inutile! Come misero peccatore vi chiedo perdono per le marachelle che dinanzi ai vostri occhi non posso nascondere e aiutatemi a superare quelle cose che voi conoscete: Eccomi, Gimmi!" Piccolo Giovanni: Eh, , le marachelle le vedo tutte! Che facciamo? Bevo... un goccino di caffè? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: , Me lo bevo, così......! Chi lo vuole se lo viene a prendere, così laviamo le marachelle...: tu lo vuoi? Don Vincenzo: Come? Piccolo Giovanni: Lava le marachelle di Gimmi! Gimmi: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Così le lavo pure Io: ne vuoi ancora? ...Ora le abbiamo cancellate, sii vigilante! Gimmi: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ne vuoi ancora? Tieni... l'hai bevuto? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Don Vincenzo: "Eccomi, sì"! Piccolo Giovanni: Che hai fatto? Ti sei sporcato? Don Vincenzo: No..., no...! Piccolo Giovanni: Ah! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! <Giovanni schiocca qualche bacio> Sei sveglio, Giuseppe? Voi siete tutti svegli? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Nicola: Bene! Piccolo Giovanni: ...Bene! ......E tu, Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Maria: Un po' triste per quel fatto......! Piccolo Giovanni: Ma qua ci sono sempre fatti? <Si ride un po'> Lo vuoi raccontare il fatto? Maria: Come vuoi Tu! Piccolo Giovanni: Come vuoi tu! Maria: Un'insegnante che Tu conosci, a scuola è stato accusato dagli alunni di aver molestato dei ragazzi e lunedì si è suicidato! Piccolo Giovanni: Non posso risponderti niente perchè poi viene scritto! La Cocciuta l'ha preso in braccio e lo ha portato dal Padre! Vi dico solo questo e in privato poi dico qualche altra cosa! Ma voi come state? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E la dottoressa come sta? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Cos'hai combinato, dottoressa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni:"Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì"! Teresa: Che cosa gli devo rispondere a quella signora? Piccolo Giovanni: Cosa gli vuole rispondere? Tu lo sai cosa gli avrei risposto? Lo sai? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Poi ne parliamo... Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Che c'è? Allora... Mari' è sollevata? Dov'è andata, Maria? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ti sei sollevata? Maria: Sì! Piccolo Giovanni: Allora, tu che Mi dici? Don Vincenzo: Quando si ha la grazia di essere portati dalla Cocciuta in Cielo, si fa solo Festa! Piccolo Giovanni: , è Festa e si indossa l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale: lei è Cocciuta e dall'alba al tramonto non fa altro che Fare le Cose del Padre: andare a Lavorare, Inzupparsi e Bersi e donare la mano ad ogni figlio che si incontra per Portarlo dinanzi alla Luce, attimo dopo attimo! .........Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! <Giovanni schiocca qualche bacio> Dovete essere vigilanti, piano piano vi dirò anche cosa significa chiamarvi così...............! Raccontami qualcosa..., il Cielo è al Lavoro ed è in mezzo a voi! Il Cielo sono i vostri Cari e tutti i Servi Inutili! Don Vincenzo: Giovanni, Ti volevo chiedere una cosa... Piccolo Giovanni: ...A Me non Mi date nulla da mangiare? Cosa Mi volevi chiedere? Chiedi...! Vediamo cosa Mi danno da mangiare... Don Vincenzo: Un dolcetto! Piccolo Giovanni: Tu mangi sempre questi frù-frù? No, questo non lo voglio..., quelli si mangiano dopo aver mangiato...! Non è che i carciofi Mi piacevano tanto..., ma li mangio ugualmente! Un po' di questi..., i piselli le piacciono alla Cocciuta, Io mangio uno di questi... non Mi piacciono tanto... ma lo mangio, si, uno solo e poi che mangio? Un po' di quello arrostito..., , questo... e poi che mangio ancora? ...E Io un po' di salsiccia......! Eh... che fai? Mi ruba sempre il piatto... <Raffaele è sempre pronto a togliere a Giovanni il piatto e il tovagliolo sporco e a donargli quello pulito> Tu non mangi più niente? Eh... figlie, riprendete daccapo! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Così... ecco... faccio Io... che devo prendere? Un po' di questi? E una di queste..., ecco, grazie! Tanti auguri a chi fa il compleanno e a chi l'ha fatto... <Annunziata e Lucrezia> A buon intenditore poche parole...... <Giovanni si rivolge a Maria Elena> I Tuoi Bimbi stanno combattendo in quest'istante e anche i vostri Cari e tutti i Pargoli! La Battaglia è grande! E i Sigilli li hai sentiti? Li ho dovuti preparare per farglieli vedere allo Strumento...... e ho già preparato gli altri......! Ma ci sono anche quelli della Giornata da preparare e da farglieli vedere e lei li prende tutti quanti, ma ci sono quelli che cadono durante il Giorno e ce ne sono poi altri di Sigilli..., molti cadono! Gli altri vengono aggiunti a quelli che può tenere, ma la Cocciuta chiede ancora a Maria di poter Allungare i Giorni! È stato bello oggi quando ti ha fatto vedere la Data di Domenica 12 Maggio, Festa della Mamma! Ma vediamo se l'allunga ancora un poco......! È gioiosa nel dire tutto questo, ma il suo cuore gronda Sangue quando vede i figli che non ascoltano il Padre e i figli che non vogliono vedere la Luce di Dio! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Il Cielo è vuoto? Sono Scesi Tutti? Piccolo Giovanni: ...Vedi, Calice Vivente, ad ognuno di noi è stato insegnato che Dio abitava oltre le nuvole, ma nessuno sa dov'e il Cielo! Il Cielo non è vuoto! Don Vincenzo: Certo! ...Ti volevo chiedere questo: sentendo parlare dei farisei di ieri e di oggi..., dei falsi profeti... Piccolo Giovanni: ...Si... Don Vincenzo: ...Di situazioni proprio negative... Piccolo Giovanni: ...Si... Don Vincenzo: Ecco la domanda: "c'è una specie di Parcheggio Lassù", prima di entrare nella Beatitudine Eterna del Padre, visti i tanti che si ribellano al Suo Progetto Salvifico? Piccolo Giovanni: ...C'è quella dell'Ultima Domanda! Don Vincenzo: Solo quella dell'Ultima Domanda? E da quell'Ultima Domanda deriva tutto? Piccolo Giovanni: Si! E tu Mi fai sempre la stessa domanda! Don Vincenzo: Sì, per capire meglio! Piccolo Giovanni: ...Ho lavorato tutta la giornata a preparare Sigilli su Sigilli e adesso ho preso il raffreddore! Don Vincenzo: ...Anche questi falsi profeti che stanno nella Cupola sanno di essere fuori strada? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Eppure continuano a tradire! Piccolo Giovanni: Continuano a camminare fuoristrada e continuano a tradire nella lucidità! Don Vincenzo: Sapendo tutto? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: E qual'è la loro meta? Dove vogliono arrivare? Ci credono in Dio? ...Perché costruiscono tutti questi Sigilli...? Quindi non hanno paura di Dio...? Pensano quindi che non ci sia? Piccolo Giovanni: Se accumulano tesori sulla terra, possono credere nel Tesoro di Dio? Don Vincenzo: Ah, ecco perché! Piccolo Giovanni: Chi accumula tesori sulla terra, non cerca il Tesoro di Dio! Don Vincenzo: E quindi non ci credono neanche a Dio? Piccolo Giovanni: No, non ci credono! Don Vincenzo: E quindi credono al "dio-tesoro", al "dio-mammona"? Piccolo Giovanni: Si! Ma voi pregate! Don Vincenzo: Ci sarà poi la Domandina Finale Decisiva! Piccolo Giovanni: Si, ci sarà la Domandina Finale, e la Cocciuta chiede al Padre se può farla anche lei per tutti! ........................Vicepa', non fai più niente? Neanche un Miscuglietto? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Prepara qualcosa... mettici tutto quello che c'è! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: E aggiungi anche un goccio d'acqua! Raffaele: Eccomi! <Intanto Raffaele stappa una bottiglia che fa il botto e Giovanni e tutti quanti applaudono> Piccolo Giovanni: L'applauso va a ciò che sta nascendo nel Giardino del Padre! E nel Giardino del Padre sta nascendo un Fiore Prezioso! Don Vincenzo: E cioè? Piccolo Giovanni: Cioè sta nascendo l'Amore di Gabriele... <L'ex diavolo oramai convertito> ......Nell'avere portato lontano un po' di veleno! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: , è andato a prenderlo per portarlo via! Don Vincenzo: Lui prima ci lavorava col veleno... Piccolo Giovanni: ...Si... Don Vincenzo: ...E adesso ha rimediato andandoci nuovamente a lavorare ma dalla parte buona! Piccolo Giovanni: Si, ed è nato un Fiore Prezioso! Dal veleno ha fatto nascere un Fiore per portarlo dinanzi al Cuore del Padre! E tutto questo è gioioso da vedere...... ma pregate ancora perché altro veleno c'è rimasto, ed i falsi profeti cresceranno ancora! ...Nico', come va l'orto? Nicola: Bene... e in questi giorni sei venuto molte volte! Piccolo Giovanni: Si, sono venuto e vengo ancora! Ma adesso Mi devo dedicare alla dottoressa perchè ha bisogno del Mio aiuto! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni:Eccomi! ...Vediamo com'è venuto... salute! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: , è proprio buono! ...Ah... Don Vincenzo: È gradevole! Piccolo Giovanni: , è gradevole! ...Ah... si, come tutti gli altri Miscuglietti... e se non ci stiamo attenti ce li rubano...! Eh... Eh... Eh... così come ci rubano tutte le altre Cose! Don Vincenzo: ...Buono! Piccolo Giovanni: , è buono! ...Che Mi devi chiedere ancora? Finisco di mangiare questo e poi devo andare a lavorare! Don Vincenzo: Devi preparare ancora Sigilli? Piccolo Giovanni: Si! ...Io parlo e mangio, e alla Cocciuta la facevo ridere quando parlavo con la bocca piena così come sto facendo adesso con te! È vero, Nicola? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ho mangiato delle Cose del Padre, e mangiando delle Cose del Padre, si rimane uniti! Vorrei svelarvi tutto, ma Mi fermo come Mi fermava lo Strumento! Sono gioioso perché siete ancora uniti, ma dovete crescere ancora e amarvi gli uni gli altri! Più vi amate gli uni gli altri e più amate Dio e più crescete nel Suo Cuore, e potete sconfiggere il veleno, figli! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: La Mamma, Domenica scorsa, ci ha dato proprio due ore di Paradiso come quelle di stasera! E quello che è bello, è che ha detto a noi di partorire Dio con le parole... Piccolo Giovanni: ...Si...! Don Vincenzo: ...Perché Lei ha partorito la Parola di Dio che è Gesù... Piccolo Giovanni: ...Si... Don Vincenzo: ...E quindi ci ha invitato anche a gioire perché possiamo essere Mamme e possiamo partorire...... Piccolo Giovanni: ...Ma siamo tutti Mamme e possiamo partorire tutti Dio che è la Parola! Don Vincenzo: E quindi chiedere aiuto affinché questo Parto avvenga! Quando per esempio siamo arrabbiati, chiedere la Pace! Quando non siamo capaci di amare, chiedere l'Amore, così partoriamo Pace e partoriamo Amore! Piccolo Giovanni: Chiedete di Campare alla Giornata! Campando alla Giornata si fanno le Cose del Padre e si partorisce Dio! "Io Campo alla Giornata con Dio e nel Partorire Dio"! È questo che dovete chiedere: "io Campo alla Giornata perché il Padre me l'ha donata pronta e non ci manca nulla! Devo Prenderla e Partorirla"! I vostri Cari, per nascere, l'hanno presa e l'hanno partorita prendendo la Mano dello Strumento! Voi prendetela perché è Viva ed è in mezzo a voi e il Padre ve l'ha donata! Prendete la sua mano e ascoltate la sua Parola che è la Parola del Padre! Amatevi gli uni gli altri, Perdonate, Usate Carità, Rimanete nell'Arca e Remate! ..................Io ora devo andare e vi saluto! <Giovanni manda un bacio ai presenti che ricambiano> ...Ciao, belle di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao, bella di Zio Mario! <Giovanni manda ancora un bacio ai presenti che ricambiano> ...Ciao, ci vediamo! ...Ciao, Mari'! ...Ciao, Tere'! ...Ciao, Nico'! Maria, Nicoletto e Teresa: Ciao! Piccolo Giovanni: Non fatemi lavorare troppo, eh!(*) Gesù: ...Ciao... con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: ...E con lo Spirito della Verità e dell'Amore! Gesù: Eccomi! Giovanni è andato a lavorare! Voi avete ricevuto l'Abbondanza del Padre: ci siamo spezzati e ci siamo donati, ed il Banchetto è Pieno in mezzo a voi nell'Abbondanza del Padre! Fate crescere l'Abbondanza di Dio nei vostri cuori: spezzatevi e donate tutto quello che il Padre ha donato ad ognuno di voi in questi Tempi, Figli Miei! Avete l'Arca, avete i Remi ed avete il Tutto del Padre! L'Albero Piantato non viene ad essere sradicato da niente e da nessuno, ma c'è ancora il veleno e ci sono ancora i falsi profeti! Il Sole si aprirà e la Cocciuta beve le Gocce Amare lasciando ai figli quelle dolci per aprirle quando crescerete ancora un po'! Beve le Gocce Amare che sono quelle grandi, come beve anche i Sigilli per far scendere la Luce su coloro che non vogliono vedere! ...Ora tu saluterai con l'Albero Verde, ed Io vi lascio ancora la Porta Spalancata! ...Aggiungo la Lanternina per farvi entrare, ma parlo a voi e parlo all'umanità intera, figli! ...Ciao, Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! ...Padre, Figlio e Spirito Santo, Amen! Gesù: Amen! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni(*)... si, li ho visti gli altri Sigilli!(*) ...Se la Mamma può allungare ancora i Giorni(*)... poi me lo dirai?(*) ...Eh, si, adesso aspettiamo fino alla Sua Festa, anche se lo è attimo dopo attimo!(*) ...Si, sono andata a prenderli tutti quanti... e ce ne sono altri che stanno aspettando ed hanno allungato la mano!(*) ...I Vestiti sono pronti ed anche l'Anello!(*) ...Dopo li vado a vestire! Ma ce ne sono altri che non vogliono dare la mano...! Mi inzuppo e mi bevo e dopo vado a vedere se me la danno la mano, così il Banchetto diventa ancora più bello e più grande! ...È tutto pronto da mangiare!(*) Giovanni, so che ci sono tanti altri Sigilli e devi prepararli ancora per farmeli vedere(*)... ma quando si finiranno i Sigilli i figli non saranno ancora pronti! E Tu non puoi dirlo alla Mamma se va a bussare al Cuore del Padre...?(*) ..., il Cielo è in mezzo a noi da tanto Tempo e manca solo una parte che è uno solo!(*) ...Giovanni, fai qualcosa!(*) ...Ora vai! Ci vediamo dopo!(*) Piccolo Giovanni: Poggiati sul Suo Cuore come hai sempre fatto! Giulia: Eccomi...! Eccomi, Giovanni!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! <Giulia ad un tratto alza le mani e grida perché vede un Flagello scendere> Giulia: ...STA SCENDENDO...! Fermalo, Papà!(*) Il Padre: Una parte è scesa, figlia! L'altra, prendila tu!(*) Giulia: La parte che è scesa... Il Padre: ...Vai e prendi coloro che ti donano la mano! Giulia: Eccomi!(*) ...Papà, visto che Siete Tutti in mezzo a noi, rimanete al nostro Banchetto, quello che Tu ci hai donato!(*) ...Ciao, Cielo!(*) ...Ciao, Cari!(*) <Tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Aiutatemi a prendere le Spose!(*) ...Mamma Fiorellino, preparate i Vestiti... vado ad inzupparmi e a bermi e poi vado a prendere le Spose!(*) ...Ci vediamo!(*) ...Ciao, Cielo in mezzo a noi! <Giulia schiocca un bacio. Poi, alla conclusione della preghiera, durante la recita dell'ultima parte del Rosario, Giulia chiede a Don Vincenzo di alzare il Crocifisso perché un grosso Flagello si è abbattuto sull'umanità! Dopo la conclusione del Rosario, Giulia ha invitato ancora Don Vincenzo a mantenere alto il Crocifisso ed ai presenti di pregare con ''Padre Nostro e Ave Maria''! Alla fine Giulia dirà che la Bontà del Padre ha fermato la caduta di altri Flagelli Grandi>

 

 

 

 

 

5. Giov. 25/04/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): La Cocciuta vuole tutti i figli a Casa! I Sigilli li porta ancora poggiandosi sul Cuore di Maria e tenendoli fermi e il Padre l'accontenta ancora......, ma ce ne sono tanti...... e dovrà poi consegnarli......, e nell'Amicizia e nell'Amore bussa al Cuore di Maria per arrivare al Cuore del Padre attimo dopo attimo! Ma voi pregate per "i grandi della chiesa", pregate per la barca affondata e pregate per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora......: i loro occhi vedono ma non vogliono vedere e le loro orecchie sentono ma non vogliono sentire! Voi che siete la Famiglia, pregate e siate sempre la Voce del Padre ovunque andate, rimanendo nell'Arca e Remando! (Don Vincenzo): La Cocciuta si Inzuppa sempre e si Beve sempre...... come una Spugna! (Gesù): Sì, si Inzuppa e si Beve nel Rimanere Straccio Stracciato ai Piedi della Croce! .........Ora Parla anche tu e dimmi qualcosa ......la Cocciuta ha parlato poco! (Don Vincenzo): Sì! (Gesù): ......Mi porti via il piatto? <Raffaele è sempre pronto a togliere il piatto sporco e il tovagliolo sporco e a donare a Gesù quello pulito> Ecco! Cosa c'è? Bevo un po' d'acqua e la dò anche alla Cocciuta...... ma con la Gioia di tenere ancora i Sigilli Lei non vede né l'acqua e neanche il cibo ma lo Spezza e lo Dona! Cosa c'è ancora? (Don Vincenzo): Tenendo i Sigilli tiene ancora tutti e tutto sotto di sé...... (Gesù): ......Ma l'umanità intera, i cosiddetti "grandi della chiesa", "i falsi profeti", "i farisei di ieri e di oggi", non accolgono l'Amore e l'Amicizia del Padre......... e lei risponde ancora per tutti............! (Don Vincenzo): Quello che mi dà gioia, Gesù, è quando lei si tuffa per fermare i Flagelli...... perchè lì, in quelle situazioni difficilissime dimostra tutto il suo Amore Immenso e tutta la sua Generosità Infinita, perché Inzupparsi in mezzo ai Flagelli che giorno e notte scendono a seminare dolore e morte è Segno di un Amore proprio Smisurato e lei questo Inzupparsi come Spugna lo fa durante tutta la giornata! (Gesù): Attimo dopo attimo! (Don Vincenzo): Attimo dopo attimo Lei si Immola! (Gesù): E si Immola Invitando ognuno, attimo dopo attimo, ad Amare, attimo dopo attimo a Perdonare, per Crescere e Rimanere Figli di Dio gridando: "Così Gesù ci vuole, così Gesù ci ha chiamati, nel rimanere Fratelli......... e così abbiamo l'Eredità, abbiamo un Papà che ha preparato Tutto per noi......... e non dobbiamo affannarci per le cose del mondo ma dobbiamo rimanere nell'Amicizia del Padre...... e dobbiamo camminare su quella Viuzza Piccola preparata per ognuno di noi, così non cadiamo ma rimaniamo Croce come il Padre ci ha fatti!" Lo Strumento Parla, ma come non vengo ascoltato Io, non viene ascoltato neanche lo Strumento... e lei si Inzuppa e si Beve......!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Alla Glorificazione, Giulia è solita alzarsi in piedi> GESÙ: Non alzarti, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio...... poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Il Sigillo del Mio Amore e della Mia Amicizia Lascio Scendere su di voi e sull'umanità intera, ora, in quest'istante e per l'Eternità...! <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Nel Nome dell'Amore della Croce che Ho Abbracciato per ognuno di voi Allargo ancora le Braccia, figli, fratelli e amici del Mio Cuore, e Chino il Capo dinanzi al Tutto di Mio Padre per Donare ad ognuno di voi e all'umanità intera l'Eredità Promessa! Figli Miei, vi offro i Chiodi in Questo Tempo e vi offro anche le Spine per poterle raccogliere e seminarle ancora su quella Via Stretta Segnata da Mia Madre per ognuno di voi e per l'umanità intera! Il Cielo è in mezzo a voi e il Banchetto è Vivo, così come Sono Vivo Io da sempre! Vigilate nell'Amore e nella Luce, quella che vi è stata donata dal Grembo del Padre! ............Guarda, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Mio Amato Bene, Mio Diletto..., perché Cammini in quella Via? È Piena di Sangue e Tu Cammini a Piedi Nudi!(*) Dove porta quella Via, Gesù...?(*) Cosa ci Vuoi Indicare? ...Porta al mare, ma non è quel Mare che Dio ha preparato per ognuno di noi! Cos'è tutto quel Sangue......?(*) Rispondimi, Gesù! Gesù: Io Cammino a Piedi Nudi e la via che Cammino è la via preparata da coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! E il mare non è quello del Padre, ma quello degli uomini! ......Anima Mia, coloro che hanno tradito e tradiscono ancora fanno scorrere il Sangue popolo contro popolo e nazione contro nazione......! Giulia: Gesù, non posso Inzupparmi ancora come Spugna e Bermi? Sono sempre Tuoi Figli! Gesù: Non Mi Vogliono e Mi hanno Cacciato Fuori! Giulia: Gesù, noi Ti accogliamo e non sappiamo dove andare se non ci Sei Tu, e se Ti accontenti di quello che siamo Ti Facciamo Compagnia ancora......! O Mio Amato Bene, Mio Diletto, fammi raccogliere tutto quel Sangue e perdona ancora chi Ti ha cacciato fuori! ......Posso andare ad Inzupparmi e a Bere? Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA......! Giulia:Eccomi, Gesù! ......Gesù, ma le Montagne gridano e scendono, coprendo ogni cosa......! Cosa posso fare? Gesù: Avete l'Arca e i Remi! Giulia: Gesù, i figli che sono fuori, quelli che non vedono l'Arca e i Remi..., posso portarli sulle spalle? Gesù: Ti donano la mano? Giulia: No, Gesù! Ma posso ancora Inzupparmi e Bermi per portarli a Casa! ......Mio Amato Bene e Mio Diletto, ......Scortica ancora il Nocciolo, Poggia ancora sulle mie spalle tutto quello che hai nelle Tue Mani e aspetta ancora un poco, visto che l'Umanità non Vuole GuardarTi in Faccia! Gesù: L'umanità corre di qua e di là preoccupandosi per le cose del mondo, ma non riconoscendosi come Figli......! Giulia: Gesù, tutti corrono di qua e di là e nessuno guarda il Tuo Cuore e nessuno guarda la Vera Fonte dove c'è la Vita Eterna e dove c'è tutto quello che hai preparato per ognuno di noi......! Posso rispondere ancora io per tutti? E posso donare i miei occhi per GuardarTi e per VederTi a Chi non Ti Vede e non Ti Guarda e non Ti Cerca? Gesù: Vedi, Anima Mia, cosa stanno preparando? ............Fermati e non dire nulla! Giulia: Gesù, se lo diciamo non cambieranno i figli? Gesù: Tutti ascoltano...... tutti guardano in alto...... ma nessuno guarda l'Altezza della Croce, figlia Mia! Giulia: Gesù, ci sono ancora i Giorni che mi avete promesso...... i Sigilli posso tenerli ancora un poco? Porta Altri Chiodi, Gesù! Gesù: Dove li metto, Anima Mia? Giulia: Cerca, Gesù, e troverai ancora spazio! Tu che cerchi e ci hai detto: "cercate, bussate...", ora cerca Tu e trova un po' di spazio e metti un po' di Chiodi e Scortica ancora, così i figli vedranno il Tuo Amore......! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA......! Giulia: Altri Sette Sigilli..., sono Sette Palle di Fuoco..., camminano nell'aria..., si alzano e poi si abbassano......! Gesù: Scenderanno......! Giulia: Dove, Gesù?(*) Gesù: In ogni luogo! Giulia: Gesù...... ma i figli non sono pronti... non posso tenere pure questi fino a quando c'è la Festa della Mamma?(*) Non possono scendere questi Sette Sigilli......!(*) Vengono sempre dalla Cupola......! Posso andare a Bagnarmi e a Bermi, li dove escono i Sigilli, Gesù? Gesù: Cosa vuoi fare, Anima Mia? Giulia: Le Cose del Padre, nel portare tutti i figli a Casa......! Visto che il Cielo è Tutto Sceso e C'È RIMASTO SOLO UN SERVO...... per poi fare accendere il Sole ed aprirsi......... Gesù, è bello Gioire con la Famiglia tutta intera! Gesù: Non Sono Io ma Sono i figli che non vogliono Gioire con tutti i Servi Inutili, col Mio Cuore, col Cuore di Mio Padre e col Cuore di Maria! Pregate per la barca che è affondata e pregate per le mura che sono ancora bagnate di Sangue Innocente! Giulia: Gesù, i Giorni che mi avete donato li possiamo allungare ancora un poco? E posso tenerli ancora tutti gli altri Sigilli che si apriranno? Perché ce ne sono ancora sette..., sette..., sette..., sette..., sette..., sette..., sette... e dopo questi ce ne saranno ancora......! Gesù: Potrai tenerli un po' alla volta! Giulia: Gesù, i Chiodi me li hai Donati, donami ancora Giorni...... e donami il Tuo Respiro......! <Per diverse volte Giulia inspira...> Gesù: ......GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Il Tuo Respiro è arrivato, Gesù, e se mi hai donato il Tuo Respiro mi darai anche i Giorni e così rimarremo nell'Arca e Remeremo e tutto sarà del Padre, così come Tutto ci ha donato! Gesù: Pregate ancora: "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro!" Giulia: Eccoci, Gesù, pronti nel farlo ogni qualvolta il Tuo Cuore Gronda Sangue, ma Dona la Luce ai figli, alla Famiglia che Tu hai chiamato, Dona la Mitezza e la Dolcezza del cuore, Dona ad ognuno di loro la Semplicità e l'Amore, Dona l'Amicizia, l'Essere Piccoli e Poveri dinanzi ai "rumori del mondo", Dona il Pane Spezzato così possono Spezzarlo e comprendere i Tuoi Tempi che sono aperti a tutti...... ma nessuno guarda per vederli...: poggiaTi ancora su di me, Gesù! Gesù: Eccomi nel PoggiarMi... Tutto è Sceso, Tutti i Servi Inutili...... ne rimane Uno Solo! Il Banchetto è pronto, preparato per ognuno di voi nella Gioia e nell'Amore del Padre con tutti i Servi Inutili, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico......tutti servi nel Lavorare, nel donare ad ognuno di voi l'Amore e l'Amicizia del Padre con i vostri Cari......nell'accendere il Forno e nell'impastare il Pane! ......Vedi, ci sono tutti! Giulia: Natanaele, Vittorio, Rossella, le Bimbe, i Pargoli: quanto lavoro! Gesù: La Vigna Deve Crescere nell'Abbondanza del Padre, Anima Mia e Cresce con la Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E Cresce col Pane, così Crescete anche voi nel Rimanere Croce, nello Spezzarvi e nel Donarvi Interi ai propri nemici, figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Il Banchetto è Pronto...... Preparato dal Padre e da tutti i Servi Inutili! E il Banchetto il Padre Lo ha Donato ad ognuno di voi per SpezzarveLo e per DividerLo con i propri nemici! Giulia: Eccoci nel Fare la Volontà del Padre! E perdonami se rispondo per l'umanità intera che è sorda ed è cieca, Gesù! Ascolta il Filicino e Prendilo se Ti Serve! Consegno ancora nelle Tue Mani tutto quello che mi hai donato......, i figli che si sono affidati...... e le Pietruzze che sono cadute Te li offro ancora, perché Tu puoi tenerli ......e non farli cadere più, Gesù! Gesù: Rimani Roccia, Anima Mia! La Roccia Copre le Piccole Pietre, così Tutto Rimane nell'Ombra del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi! Gesù: ......Pace al tuo cuore, Giovanni, Gesù-Dio! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Tu, Calice Vivente, stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: "Ciao, belli di Gesù!" Tutti: Ciao! Gesù: "Ciao, bella di Gesù!" <A Chiara> Gesù: "Ciao, belli di Gesù!" <A Maria Elena e a Mario> Tutti: Ciao! Gesù: L'ho rubata a Giovanni questa frase! Don Vincenzo: Gesù, che Bel Colloquio c'è stato tra Te e la Cocciuta...! Gesù: Eh, , questa Figlia ne ha Parole da dire, ......e parla con la Parola del Padre! ......Mi Bacio! <Gesù Bacia il Crocifisso della Corona del Rosario e Lo pone sul Tavolo> Così vi faccio vedere l'Amore che dò ad ognuno di voi...... perchè siete fatti a Mia Immagine e Somiglianza! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E cosa vuoi? <Raffaele Porge a Gesù un Vassoio di Confetti Azzurri con sopra un Bimbo in ceramica e un bigliettino> Ehi, Sono Nato? ...Vedi se Sono Nato! Don Vincenzo: "Oggi, Giovedì 25 Aprile, Eccomi, Papà per avermi pensato da sempre! Sono il Frutto del Tuo Amore e mi chiamo Antonio: Eccomi per l'Eternità! .........Eccoci, Papà, per averci resi mamma e papà del Frutto del Tuo Amore, Eccoci, Tiziana e Pietro!" Gesù: Ehi... e allora Sono Nato! <Gesù invita tutti ad applaudire> Eh, Mi hanno fatto Nascere ancora...... è bello, ! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tanti Auguri......! <Gesù dona la mano a Don Vincenzo per gli Auguri e invita a fare così anche ai presenti> Tanti Auguri, Sono Nato! Non Mi dice nessuno: "Auguri", Sono Nato! Tutti: Eccomi, Auguri! <E si applaude> Gesù: Voi Siete Nati......! Siete Nati? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Quando si Nasce si Diventa Pane, e Diventando Pane si è Croce e, quando si è Croce, dovete Prendervi e Portarvi e Arrivare al Forno...... e quando si arriva al Forno si trova l'Arca e i Remi...... e così si Fanno le Cose del Padre nell'Amore e nell'Amicizia...... e si Rimane nella Famiglia e si Cresce! L'Umanità non cerca tutto questo ma rimane fuori sulla via larga...... e non accende il Fuoco...... e non prepara la Farina da Impastare...... ma la getta...... e rimane sulla via larga senza Impastare...! Pregate ancora: "Ave Maria e Padre Nostro"! Rimanete ancora nell'Arca e chiedete al Padre così come fa la Cocciuta: "donaci ancora Giorni!" Figli, Vigilate......... i falsi profeti stanno avanzando e stanno crescendo ancora......... ma voi vi siete presi come Croce e siamo dinanzi al Banchetto Preparato dal Padre: alzate la Destra...... <Gesù Benedice> ......E combattete i falsi profeti col Banchetto che il Padre vi ha Donato ancora una volta, Figli! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi, Calice Vivente, Spezzati ancora attimo dopo attimo, così come tu fai, e Donati, ! Don Vincenzo: Eccomi! ......FACCIAMO ORA L'EUCARESTIA? Gesù: Si ora ci Spezziamo! Don Vincenzo: Ci Spezziamo! Gesù: Spezziamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Così lo Strumento va ancora ad Inzupparsi e a Bersi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E a rimanere Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il Bicchiere col Vino e Gesù Beve> Questo è il Mio Sangue! <Gesù da il Suo Bicchiere a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane> Gesù: Questa è la Mia Carne! <Gesù Mangia e ne dà un Pezzettino a Don Vincenzo che Mangia> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Gesù: Io Mi Sono Donato e tu ti sei Donato...... e ci siamo Spezzati per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Doniamoci ai Figli! Il Cibo che il Padre Dona è pronto per ognuno di voi: Facciamo Festa! <Gesù invita tutti i presenti ad avvicinarsi per Ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto> Nell'Abbondanza e nell'Amore del Padre ci Siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Gioia del Padre è Piena e così la Gioia di ogni Figlio deve essere Piena nell'Incontro! Noi ci Siamo Spezzati e ci Siamo Donati e i Figli ci sono venuti incontro! Io Sono Vivo e Tu Sei Vivo e così i Figli Sono Vivi nell'Amore e nell'Amicizia del Padre: questa è la Mia Pasqua, la Pasqua Piena, quella della Croce...... <Gesù Benedice> ...E il Banchetto è Pieno: quello della Vita Eterna, perché Io Sono Rimasto sempre in mezzo a voi e voi lo siete anche, Vivi col Vivente, e il Banchetto è Vivo ancora! <Gesù Indica la Tavola con le Pietanze> Cosa vuoi fare? Rimanere nel Banchetto e Donarci ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Rimaniamo nel Banchetto e Doniamoci così come il Padre ci Dona il Suo Banchetto attimo dopo attimo! Cosa prendi del Banchetto, Calice Vivente? Don Vincenzo: Tutto è buono qui! Gesù: È Tutto Dio che si Dona! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Attimo dopo attimo: è Dio che Guardate, è Dio che Cercate, è Dio che vi Sazia attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Dio è Vivo e il Vivente Mangia, , Mangia e Dona da mangiare! Eccomi pronto, e così anche lo Strumento è pronto nel Fare le Cose del Padre! Eccomi... e Io Cosa Mangio? Tutte le Cose del Padre! Eh, Eccomi! Eh, aspetta, ti aiuto! Raffaele: Eccomi, Gesù! Gesù: Eh, Eccomi, e buon appettito al Banchetto! Don Vincenzo: Anche a Te! Gesù: ......Figlie! Caterina e Maria Rosaria: Eccoci, Gesù! Gesù: Lo sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Porzioni di Cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Eccomi! Tutto è Buono del Banchetto del Padre! Tu mangi soltanto? Non ti Spezzi con la Parola? Parla! ......Ciao, belle di Gesù! ...Ciao, bella di Gesù! Tutti: Ciao! Gesù: Ciao! È bello Donare questo: "belli di Gesù", è un Pane Spezzato con tutte le Briciole e Donato per essere poi Donato a coloro che trafiggono il Mio Cuore e a coloro che trafiggono il cuore di ognuno di voi! E' bella l'Amicizia del Padre quando si Dona ai nemici! Eccomi, prendo del Cibo che il Padre ha lasciato Scendere ancora! ...Hai ascoltato i Sigilli? Don Vincenzo: Non tanto! Gesù: Come mai, hai avuto un po' di difficoltà? Don Vincenzo: Sì, questo apparecchio fa i capricci! <Quello acustico> Gesù: Hai intenzione di partire? ......Hai preso l'apparecchio? <Si ride un po'> Eccomi! <Raffaele dona il Bicchiere con l'Avanzo a Mario e Maria Elena, poi taglia il Pane-Pesce e dona la Testa e la Coda a Emma, Mirella, Lucia e Luisa e gli Altri Pezzi ad alcuni dei presenti!> I BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: Papà, mamma...! <Mandano baci> Sono belli quei "ciuccetti" che avete comprato......adesso dovete comprare le scarpette rosa e celeste! <Mario e Maria Elena annuiscono> È bello camminare a piedi nudi ma, se mettiamo le scarpette, corriamo ancora di più e così, se corriamo, possiamo Salvare! Mamma, papà, ci aiutate a Salvare? Mario e Maria Elena: Eccomi! I Bimbi di Mario e Maria Elena: E allora vogliamo le scarpette, eh, eh, eh! Io voglio un panino, quello grande...... eh, uno per uno, eh, , ecco...... e così ce lo mangiamo! <I Bimbi di Mario e di Maria Elena mandano baci> Ciao, mamma... ciao papà! <I Bimbi mandano ancora baci e vengono ricambiati dai loro genitori> Ciao, mamma... ciao, papà, vi raccomando le scarpette, così possiamo Salvare i bimbi che vengono uccisi... noi andiamo a prenderli con le scarpette e li facciamo Nascere nel Cuore del Padre e poi Impastiamo ancora per portare tanta Luce e tanta Pace, così come fai tu, papà, e come fai anche tu, mamma! <I Bimbi di Mario e di Maria Elena mandano ancora baci e vengono ricambiati dai loro genitori...... e poi salutano i presenti> Ciao...! Tutti: Ciao! <E fanno anche una Carezza a Don Vincenzo> Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao! Don Vincenzo: Ciao! Gesù: ...Cosa c'è, hai trovato qualcosa da darMi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: In Questo Tempo ce ne sono tante di cose da dire e da fare! I Sigilli si Aprono, e ce ne sono tanti, ma anche i falsi profeti avanzano e voi potete combatterli con la Destra...... e rimanendo nell'Arca...... e nel Remare......! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Prima hai detto riguardo ai Sigilli: "sette, sette, sette, sette, sette, sette, sette...!" Gesù: , ne avrete ancora! Don Vincenzo: ......È quasi all'infinito? Gesù: La Cocciuta vuole tutti i figli a Casa! I Sigilli li porta ancora poggiandosi sul Cuore di Maria e tenendoli fermi e il Padre l'accontenta ancora......, ma ce ne sono tanti...... e dovrà poi consegnarli......, e nell'Amicizia e nell'Amore bussa al Cuore di Maria per arrivare al Cuore del Padre attimo dopo attimo! Ma voi pregate per "i grandi della chiesa", pregate per la barca affondata e pregate per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora......: i loro occhi vedono ma non vogliono vedere e le loro orecchie sentono ma non vogliono sentire! Voi che siete la Famiglia pregate e siate sempre la Voce del Padre ovunque andate, rimanendo nell'Arca e Remando! Don Vincenzo: La Cocciuta si Inzuppa sempre e si Beve sempre ......come una Spugna! Gesù: , si Inzuppa e si Beve nel Rimanere Straccio Stracciato ai Piedi della Croce! .........Ora Parla anche tu e dimmi qualcosa......la Cocciuta ha parlato poco! Don Vincenzo: Sì! Gesù: ......Mi porti via il piatto? <Raffaele è sempre pronto a togliere il piatto sporco e il tovagliolo sporco e a donare a Gesù quello pulito> Ecco! Cosa c'è? Bevo un po' d'acqua e la dò anche alla Cocciuta...... ma con la Gioia di tenere ancora i Sigilli Lei non vede né l'acqua e neanche il cibo ma lo Spezza e lo Dona! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Tenendo i Sigilli tiene ancora tutti e tutto sotto di sé...... Gesù: ......Ma l'umanità intera, i cosiddetti "grandi della chiesa", "i falsi profeti", "i farisei di ieri e di oggi", non accolgono l'Amore e l'Amicizia del Padre......... e lei risponde ancora per tutti............! Don Vincenzo: Quello che mi dà gioia, Gesù, è quando lei si tuffa per fermare i Flagelli...... perchè lì, in quelle situazioni difficilissime dimostra tutto il suo Amore Immenso e tutta la sua Generosità Infinita, perché Inzupparsi in mezzo ai Flagelli che giorno e notte scendono a seminare dolore e morte è Segno di un Amore proprio Smisurato e lei questo Inzupparsi come Spugna lo fa durante tutta la giornata! Gesù: Attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Attimo dopo attimo Lei si Immola! Gesù: E si Immola Invitando ognuno attimo dopo attimo, ad Amare, attimo dopo attimo a Perdonare, per Crescere e Rimanere Figli di Dio gridando: "Così Gesù ci vuole, così Gesù ci ha chiamati, nel rimanere Fratelli......... e così abbiamo l'Eredità, abbiamo un Papà che ha preparato Tutto per noi......... e non dobbiamo affannarci per le cose del mondo ma dobbiamo rimanere nell'Amicizia del Padre...... e dobbiamo camminare su quella Viuzza Piccola preparata per ognuno di noi, così non cadiamo ma rimaniamo Croce come il Padre ci ha fatti!" Lo Strumento Parla, ma come non vengo ascoltato Io, non viene ascoltato neanche lo Strumento... e lei si Inzuppa e si Beve......! Portatemi il "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Ti raccomando, vicepa', scarsetto scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù: E poi non dimenticare, Sei Delegato, divertiti......e ti raccomando a quei due... <Gesù indica Mario e Maria Elena e poi anche Elena> E ti raccomando tutti gli altri! Tu hai finito di mangiare? Il Banchetto del Padre è Gustoso! Don Vincenzo: Sì, è sempre Speciale! Gesù: È Speciale perché è Preparato da Lui e non è preparato da voi! ......Cosa c'è? Don Vincenzo: C'è il solito...... dormiente! Gesù: ...Buona sera, Giuseppe! Se dormivi ti facevo pizzicare, ma visto che sei sveglio! ......Che c'è? Don Vincenzo: Volevo farTi vedere, Gesù... Gesù: ...Volevi farMi vedere cosa? Don Vincenzo: Una scalinata in cui si sale sempre di più, sempre di più, ......cioè quando Tu, Gesù, Giovedì scorso 18 Aprile hai detto ai Servi Inutili: prima di tutto bravi a voi Servi Inutili, nell'aver risposto all'Invito venendo qui a Timparelle! Gesù: , siete venuti Mossi dalla Mano del Padre nel Servire Dio che è in mezzo a voi! Don Vincenzo: Secondo: bravi a voi perchè siete venuti a Cibarvi del Pane di Dio cioè la Sua Parola e il Suo Sangue e vi siete Spezzati! Gesù: Si, perchè ci siamo Spezzati e ci siamo Donati! Don Vincenzo: Terzo: bravi a voi che siete rimasti all'Ascolto della Parola! Gesù: Quarto: bravi a voi che siete rimasti al Banchetto del Padre! Don Vincenzo: Quinto: bravi a voi che siete venuti a Mangiare col Cielo la Verità Tutta Intera di Dio avendo Fame e Sete Solo della Sua Verità! Gesù: , il Cielo Mangia e nello stesso tempo Spezza! Voi mangiate e nello stesso tempo dovete Spezzarvi per Amore rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, così come i Piccoli Giovanni! Il Padre è pronto a sfamare e a dissetare i Propri Figli nel Donarsi attimo dopo attimo, ma l'Umanità ancora è stolta: getta il Pane del Padre...... e la Cocciuta Lo va a raccogliere...... e Lo Impasta ancora...... e Lo Dona ancora...... chiedendo ancora Giorni......! Don Vincenzo: Sì! Gesù: ......Ma quella cosa gira...... l'hai guardata? Don Vincenzo: Ehi, già un'ora e mezza è passata! Gesù: Eh, eh, eh, eh! <Gesù prende due Confettini Azzurri e li Dona a Mario e a Maria Elena> Eh, eh, eh! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: La Grazia di Maria adesso è l'Unica! Gesù: , la Grazia di Maria è l'Unica Grazia che avete! Don Vincenzo: Maria è la Chiave che apre tutti i cuori chiusi! Gesù: ! Don Vincenzo: Quindi dobbiamo UsarLa proprio come l'Unica Chiave che Apre i Cuori! Gesù: "Ave Maria, Padre Nostro- Ave Maria, Padre Nostro": è l'Unica Chiave che il Padre vi ha Donato da Sempre, così Lei ha Aperto la Porta...... e aprendo la Porta ha detto "Eccomi" al Padre per Far Nascere il Figlio! E anche voi dovete Aprire la Porta per Far Nascere i Frutti del Padre nel Camminare e nel Crescere! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, c'è proprio da essere stolti nel non afferrare la Preziosità della Tua Venuta Quotidiana in mezzo a noi da 28 anni consecutivi......: è la Grazia più Grande che ognuno possa ricevere, e non solo per noi qui a Timparelle, ma per tutti quelli che ci seguono attraverso i messaggi pubblicati in internet sul Sito www.stanzadigesu.it e che possono Arricchirsi di Questa Tua Luce Divina e di Questa Tua Verità Tutta Intera! Gesù: Tutti ascoltano, tutti vedono, ma tutti Mi cacciano fuori, così come hanno fatto da Sempre! Vedi, Figlio... vedi, Calice Vivente, l'Arca è stata Donata a voi e i Remi anche! Col vostro Rimanere nell'Arca e col vostro Remare il Progetto del Padre si adempie! Siete stati Chiamati, siete stati Scelti per Lavorare e Donare i Frutti e il Padre Passa con la Cesta e Raccoglie i Frutti! Ma vigilate: anche i falsi profeti passano con la cesta e raccolgono i frutti...... ma dall'albero non piantato dal Padre! Don Vincenzo: L'albero del mondo! Gesù: L'albero del mondo! Don Vincenzo: Che non è l'Albero di Dio! Gesù: No, l'albero del mondo non è l'Albero di Dio! E perciò tutti i Servi Inutili Grondano Sangue nel vedere tutto questo! Don Vincenzo: Eh, sì, Grondano Sangue perché vedono solo stoltezza e cecità, quando invece il Padre ha preparato per noi Tutto! Gesù: Il Padre ha preparato il Paradiso ma è stato sporcato e perciò i Servi Inutili sono Scesi e stanno Combattendo con le Schiere per pulire! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Che Grazia pensare all'Eredità Eterna che il Padre ha Preparato per i Suoi Figli......! Gesù: Solo chi Ama e chi si prende come Croce vede e prende l'Eredità del Padre, mentre chi non si Ama e non si prende come Croce, non vede l'Eredità del Padre...... e in pochi si prendono e si portano come Croce! Ma c'è un "Nocciolo Scorticato" che si Inzuppa e che si Beve come una Spugna! Don Vincenzo: Gesù, quello che è ancora più bello è che "Campiamo alla Giornata di Dio", cioè che gustiamo le ore quotidiane sapendo che ogni volta potrebbe essere l'ultimo giorno quaggiù e che quando andiamo a letto non sappiamo se ci sveglieremo al mattino...! Che Creazione Perfetta il Padre Buono ha Realizzato per ognuno di noi! Tutto Parla del Padre, ogni Creatura è Divina e c'è questa Eredità Piena di Felicità che ci aspetta...! Essere Figli del Padre Eterno.........!!!!!!!!!!! Che Grazia Infinita!!!! Gesù: ...Tutti dicono: "io posso fare quello che voglio...... io posso fermare...... io posso costruire!" Chi può costruire se non si chiama il Padre che ha la Farina per Impastare e il Lievito per far Crescere? Eeeh......! Ma ora Giovanni ha finito di preparare gli altri Sigilli e te Lo lascio un po'! Don Vincenzo: Eccomi!(*) .........Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: Ciao! Don Vincenzo: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Con la Croce e col Pane! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano e poi Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: Benvenuti anche a voi, figli Miei! <Giovanni schiocca qualche bacio> Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao! <Così dicendo Giovanni schiocca qualche altro bacio> Voi mangiate sempre? Mario e Maria Elena: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora riempiteli ancora i piatti! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: ...Con la mortadella... ehi... a lei quell'uovo grande... <Ad Elena> L'ha cucinato e mo' se lo mangia...! Che c'è? Don Vincenzo: Gesù ha detto che Ti ha copiato quella frase che pronunci ogni volta! <Giovanni schiocca qualche bacio ancora> Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario! ...E Lui può prendermi tutto, perché è il Mio Signore! Don Vincenzo: È Tutto Suo! È Dio! E Tutto Gli Appartiene! Piccolo Giovanni: ! ..................Ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Come state tutti, Figli? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Nicò, come stai? Nicola: Eccomi! Bene! Piccolo Giovanni: E Teresa non c'è...? Come sta la dottoressa Teresa? Nicola: Tutto bene! Piccolo Giovanni: Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma che hai combinato ancora? Maria: Il solito! Le Tue Cose, sempre! Piccolo Giovanni: Le Mie Cose? Ha combinato le Mie Cose? Maria: Com'è bello leggere quelle Cose! Piccolo Giovanni: Sono belle, saporite e gustose..., perché vengono dal Padre! <Giovanni schiocca qualche bacio> Allora... Nicò, come va? Tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: L'orto cresce? Nicola: Eccomi! ...Cresce! Piccolo Giovanni: Allora se cresce c'è l'Abbondanza per tutti: fallo crescere! ...Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa hai combinato ancora? Devo venire ancora? Nicola: Sì, sempre! Piccolo Giovanni: Allora, vengo sempre! Poi parliamo... come si suol dire... a quattr'occhi! <Giovanni schiocca qualche bacio> ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mangia... mangia... mangio... mangiate! <Poi si rivolge a Caterina e a Maria Rosaria> Avete mangiato? Caterina e a Maria Rosaria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Riprendete daccapo! ...Io cosa mangio? Tu cosa dici? Ne vuoi un goccio? E allora Me lo lasci bere? Ora puoi prenderla..., è vuota! Ma questa la dai a loro... <Si ride un po'> Che C'è? Non hai niente da dirmi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ehi... Vicepa'... prendine tre...... e dalle a Nunziatina, così capisce quello che deve dire allo Strumento...! <Giovanni schiocca un bacio> ...Ti sono stati Donati da Zio Mario: mangiali! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Aiutami a fare una riflessione... Piccolo Giovanni: Se vuoi salire su una scalinata..., non ti aiuto... Don Vincenzo: No, mi riferivo a Gabriele, l'ex-diavolo, per capirci meglio......! Come ha capovolto la sua vita, dalla massima negatività alla massima positività! E mi fa riflettere sempre più questa positività: nel Giardino del Padre sta nascendo un Fiore Prezioso, cioè sta nascendo l'Amore di Gabriele sempre più nell'avere portato lontano un po' di veleno: lui ci lavorava prima con il veleno ma ora, proprio dal veleno ha fatto nascere un Fiore e lo ha portato dinanzi al Cuore del Padre offrendoglieLo...... e come ci riempie di gioia tutto questo capovolgimento......! Piccolo Giovanni: Che bella l'Offerta del Fiore al Padre! Don Vincenzo: È meravigliosa! Piccolo Giovanni: , è meravigliosa! Don Vincenzo: Come pure è meravigliosa l'Accoglienza del Padre..., accoglie sempre e accoglie tutti! Piccolo Giovanni: Il Padre accoglie! Don Vincenzo: La Porta è sempre Aperta! Piccolo Giovanni: , e le Sue Braccia sono sempre Spalancate! Don Vincenzo: Specialmente con un nemico che era il più pericoloso di tutti! Piccolo Giovanni: Vedi, dinanzi agli Occhi del Padre siamo tutti figli! Dio non ha alcun nemico, perché il Suo Amore è così grande...... e dinanzi al Padre non c'è un nemico, ma c'è Solo l'Amore! Don Vincenzo: I veri nemici del Padre sono i cosiddetti grandi della Chiesa! Piccolo Giovanni: Coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Don Vincenzo: Coloro che non credono neanche che il Padre Esiste! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Se questo pentimento di Gabriele fosse copiato anche da altri falsi profeti, quanto veleno si potrebbe togliere...! Questa di Gabriele è una lezione per tutti...! Cioè per tutti quelli che vivono ancora voltando le spalle al Padre! Quanti farisei di ieri e di oggi tradiscono ancora! Piccolo Giovanni: Vedi, il Servo che si era un po' allontanato portandosi dietro anche tanti altri servi...... ora sono tutti tornati a Casa e donano al Padre la loro amicizia..., mentre coloro che hanno tradito e tradiscono ancora non hanno ancora l'Amicizia del Padre......... ma non tornano a casa per Fare Festa......... e non fanno tornare i figli per Fare Festa.........! Don Vincenzo: Loro non entrano e non fanno neanche entrare! Piccolo Giovanni: , non entrano e non fanno neanche entrare! Camminano sulla via larga e fanno camminare sulla via larga......! Don Vincenzo: Ingannando e promettendo solo delle falsità...! Piccolo Giovanni: ! Ma voi avete l'Arma più grande che il Padre vi ha Donato: l'Arca e i Remi! "Ave Maria" e "Padre Nostro!" E potete combattere con la Semplicità che Dio vi dona nel Rimanere ancora Piccoli e Poveri, nella Ricchezza dell'Eredità del Padre! Don Vincenzo: Che Felicità Eterna ci aspetta! Che Amore Eterno il Padre ha Preparato per Ogni Suo Figlio! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Che Gioia Eterna! Piccolo Giovanni: E tu hai mangiato, viceparroco? Raffaele: Così... e così...! Piccolo Giovanni: Così... e così...? Raccontami qualcosa...... Vicepa': perché ti sei andato a sedere? Non dovevi mangiare? Tieni! ...E cosa Mi doni? Tu hai finito di parlare? Mi senti? Don Vincenzo: Quasi! Piccolo Giovanni: Quasi...! Ora che senti? Di solito vedo che la Cocciuta fa così al tuo orecchio......! <Si ride un po'> Eh...! Don Vincenzo: C'è la salsiccia? Piccolo Giovanni: , la salsiccia... c'è! Tu che vuoi ancora? ......Beh e raccontami qualche altra cosa, Io ho parlato un poco e Gesù e la Cocciuta hanno fatto un bel discorsetto! Ogni qualvolta che viene fa sempre dei bei discorsetti col Padre e con tutti i Servi Inutili, ma quando deve fare il discorsetto di prendere la mano alle Spose è ancora più tenera! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! Ehi... che ti ha fatto la Cocciuta? Giuseppe: I capelli! Piccolo Giovanni: Anche a Me li ha tagliati..., ! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eh... che è? Don Vincenzo: Quello che mi ha fatto riflettere Giovedì Scorso 18 Aprile... è questo: "partorire Dio!" Ogni momento possiamo diventare Mamme della Parola! Piccolo Giovanni: , la Madonna è diventata Mamma! Don Vincenzo: Perché la Madonna col Suo Eccomi ha fatto nascere la Parola! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: È questo che dobbiamo fare anche noi, questo essere Mamme anche noi e partorire la Parola! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Sì, possiamo partorire la Parola anche noi, in qualsiasi situazione ci troviamo, come per esempio di fronte ad un'arrabbiatura chiedere la pace, di fronte a una azione brutta fare un gesto bello e via via...... partorendo sempre Dio...... cioè Amore, Verità, Carità, Dolcezza! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Di fronte a una Croce che non si capisce e che viene all'improvviso, offrirla e farla diventare Salvifica......! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Tutto un partorire Dio in ogni situazione che il Padre ci dona! Ecco come si fa Pasqua, come si passa dalla morte alla Vita, dal buio alla Luce, dalla disgrazia alla Grazia senza rimanere più prigionieri di quella situazione che ci stava imprigionando e che ci stava accecando! Ma diventando invece positivi! E allora questo volevo chiedere, che ognuno può essere Mamma di Dio, Mamma della Parola di Dio! Mamma della Positività, Mamma della Luce, della Grazia e della Gioia! Mamme che accolgono attimo dopo attimo tutti i momenti della Giornata che Dio ha preparato per ognuno di noi: allora si capisce che significa: "Io Campo alla Giornata di Dio!" Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Preparata, attimo per attimo per noi e quindi una Giornata che ci deve trovare sempre luminosi e positivi! Piccolo Giovanni: Vedi, Dio è una Mamma che raccoglie i propri figli, è una Mamma che non abortisce i propri figli, è una Mamma che non tradisce i propri figli, è una Mamma che prende la mano e ti porta passo passo, è una Mamma che non dona dolore ai propri figli, è una Mamma che non dona lacrime ai propri figli, è una Mamma che dona Amore, è una Mamma che deve accogliere e dev'essere gioiosa della propria creatura! Dio vi dona il dono di diventare Mamme, invece voi... ma parlo a voi e al mondo intero... abortite i propri figli, li scartate per raccogliere "i rumori del mondo" e così disperdete il Frutto di Dio che vi è stato donato! Campare alla Giornata di Dio..., campare alla Giornata con il Frutto che il Padre vi ha Donato, ecco: "io Campo alla Giornata col Frutto che il Padre mi ha Donato!" Non dovete disperdere...... ma Amare...... e Raccogliere il Frutto di Dio che vi è stato donato! .........Cosa vuoi sapere ancora? Don Vincenzo: Che si corre il rischio, molte volte, di vivere alla Giornata, che non è quella di Dio, ma è la giornata del mondo, facendo le cose del mondo sulla via larga! Questo è il rischio: che a volte ci si confonde tra la Giornata di Dio e quella del mondo, quando invece quella di Dio è già tutta preparata! Piccolo Giovanni: Conoscete bene la Giornata del Padre nel Rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto... e non puntare il dito e non Giudicare, ma Amare e Perdonare! Questa è la Giornata del Padre: Rimanere Piccoli e Poveri e Saziarvi del Suo Pane! Ce lo dona in abbondanza e non fa mancare mai nulla ai figli che dicono: "Padre sto Lavorando nella Tua Vigna e Tu, anche se sono arrivato per ultimo, mi darai la paga della Giornata Intera, perché è così che Tu hai fatto da sempre!" Don Vincenzo: Che bello! Piccolo Giovanni: Che bello rimanere Mamme e non abortire! Rimanere Mamme ed accogliere il Frutto di Dio e non disperderlo! Don Vincenzo: Che Bello! Piccolo Giovanni: Vicepa'..., tutto quello che c'è... e prendi qualche altra cosa di tuo piacimento...... Cos'è questa, una patana? Nicò, le patate sono nate? Nicola: Le sto ancora preparando... Piccolo Giovanni: Ancora devono nascere? Nicola: Sì, ancora devono nascere e poi ci pensi Tu! Piccolo Giovanni: ..., così poi Me le mangio...... Eh... ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Che c'è? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non siete mezzi addormentati? Tutti: No! Piccolo Giovanni: No...! Don Vincenzo: C'è il Miscuglietto... Piccolo Giovanni: ..., nel frattempo raccontami qualche altra cosa... Don Vincenzo: Sì! <Allude a Mario e Maria Elena> Piccolo Giovanni: L'avete mangiata la mortadella? Prendetene ancora, visto che era di vostro gradimento! Io Mi mangio Antonio... <Allude ai confettini che hanno portato Giacomo1 e la moglie Maria per la nascita del loro nipotino Antonio> Ecco..., Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Prima abbiamo detto che la Madonna è l'Ultima Grazia nostra... Ecco questo volevo capire, Giovanni: tutti Voi Servi Inutili... Piccolo Giovanni: ...Anche voi siete Servi Inutili! Don Vincenzo: Tutti noi siamo Servi Inutili... quindi dobbiamo usare l'Arca, e i Remi per essere anche noi l'Ultima Grazia, oppure è solo la Madonna che ha questa Potenza d'Amore? Piccolo Giovanni: Maria ha tutto questo, ma se Rimanete Mamme, anche voi Potete Unirvi alla Grazia di Maria! Don Vincenzo: Quindi possiamo diventare anche noi Rematori e quindi, possiamo anche noi rimanere sull'Arca, perché lì, solo lì non entra il veleno e quindi solo sull'Arca siamo Operai della Vigna! Piccolo Giovanni: Ma chi rimane fuori l'Arca non ha neanche i Remi e viene attaccato dal veleno......! Don Vincenzo: Quindi solo noi Servi Inutili abbiamo questa possibilità di Unirci alla Grazia di Maria? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Alla Grazia o alle Grazie di Maria? È tutta una Grazia! Piccolo Giovanni: Maria è tutta una Grazia! Don Vincenzo: Maria è la Piena di Grazia! Piccolo Giovanni: ! Perché il Padre l'ha fatta così! Don Vincenzo: L'ultima domanda, Giovanni... Piccolo Giovanni: ...E perché poi Mi mandi via? <Si ride un po'> Vincenzo: No! ...Tutte le Schiere sono guidate da Maria oppure la Madonna c'ha una Schiera Sua, Giulia c'ha un'altra Schiera sua... Piccolo Giovanni: ..., ognuno c'ha una Schiera, ma Maria è dinanzi...! Don Vincenzo: È dinanzi alla Sua Schiera o a tutte le Schiere? Piccolo Giovanni: A tutte le Schiere! ...Il profumo del Miscuglietto è buono... ah... Don Vincenzo: ...Ah, squisito! Piccolo Giovanni: Ed anche il sapore è buono come tutte le Cose del Banchetto che il Padre ha preparato! Lo sapete che vi voglio bene, figli? Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Com'è debole questo "anche noi"! Tutti: ANCHE NOI! Piccolo Giovanni: Eh, si, dopo avervelo suggerito... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Mi sembrate la pecora guida... la pecora guida fa "beee" un po' più forte, e tutte le altre alzano la voce! Eh... Eh... Eh... Appena Io ho detto "com'è debole"... voi, "BEEEEEE..." ... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ma prima non l'avete fatto, come mai? Don Vincenzo: Lo si dà per scontato! Piccolo Giovanni: Lo si dà per scontato? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo diamo per scontato? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Di solito Io davo le cantate per scontate: è vero, Nico'? Nicoletto: Eccomi! Piccolo Giovanni: È vero, Mari'? Maria: È vero! Piccolo Giovanni: Meno male! Non ho mai accettato nessuna giustificazione, ma se lo dici tu che sei il Calice Vivente... ti ascolto! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Ti piace questa Squadra che distribuisce il Miscuglietto? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: ...Si sono organizzati bene! Piccolo Giovanni: Eh, si, sanno giocare bene a pallone! A ogni figlio, a ogni Servo Inutile si deve donare la mano, e se si dona la mano non si cade perché si è nell'Amicizia del Padre! ......Ma quando si lascia la mano, si cade! Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: ...Per rimanere nell'Amicizia si deve donare la mano e così la squadra rimane unita, non essendoci gelosie, ma essendoci solo Amore, perché siete tutti quanti nell'Arca, e tutti quanti avete i Remi, e tutti quanti avete lo stesso Lavoro da fare! E così se si rimane uniti alla mano dello Strumento non si cade! Don Vincenzo: Si resta in Comunione con lo Strumento e fra di noi! Piccolo Giovanni: Si, e non si cade... ma se si lascia la mano dello Strumento si cade! ...Salute! Don Vincenzo: C'è la "batteria", qua, Giovanni! Piccolo Giovanni: No, c'è la squadra! ...Ecco! ...Buono! ...Eh, si, è proprio buono! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non hai niente altro da dirmi? Tutti i vostri Cari stanno lavorando perché ora è Tempo di Impastare, poi di Infornare, perché il Forno è già acceso, e dopo, di toglierLo, di spezzarLo e di donarLo! ...E lo Strumento deve inzupparsi e bersi per tutto quello che ha visto e per i Sigilli che le sono stati consegnati! Li potrà tenere ancora, ma visto che i Giorni stanno per finire, va a poggiarsi ancora sul Cuore di Maria portando prima le pietruzze e poi tutto quello che ha sulle spalle! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: E gliel'hai fatti vedere Tu i Sigilli che hai preparato? Piccolo Giovanni: Si, gliel'ho fatti vedere Io! Don Vincenzo: E di fronte a questi Sigilli, lei fa qualche gesto per indicare che magari un Sigillo è troppo grande o troppo brutto...... oppure cosa? Piccolo Giovanni: , sono grandi e chiede a Gesù, al Padre e a Maria, di poterli tenere! Don Vincenzo: Praticamente, Giovanni, è come se fossero arrivate le Gocce Grandi oppure non ancora? Piccolo Giovanni: Le Gocce Grandi le ha raccolte nel Lenzuolo, lo hai già dimenticato? Don Vincenzo: Ah, quei Quaranta Lenzuoli? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E quindi ha raccolto tutte le Gocce Grandi? Piccolo Giovanni: , e le porta tutte sulle spalle! Don Vincenzo: E quindi adesso rimangono solo le Gocce Piccole? Piccolo Giovanni: ...Rimangono i Sigilli, e sono tanti e sono grandi! Don Vincenzo: Ah! Però l'altra volta abbiamo detto che i Sigilli e le Gocce sono uguali! Piccolo Giovanni: Ci sono le Gocce belle e ci sono i Sigilli cattivi! Don Vincenzo: Allora è guerra su tutti i fronti! Piccolo Giovanni: , è guerra, e le Schiere stanno combattendo con tutti i Servi Inutili, e la Cocciuta li porta sulle spalle a combattere! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Quindi c'è la massima lucidità in quelli che combattono, cioè non solo dalla parte positiva delle Schiere, ma ci stanno proprio i cattivi! Piccolo Giovanni: , e combattono con tutta la lucidità per rinnegare Dio e rimanere sulla via larga! Ma voi avete la Destra... <Giovanni fa un Segno di Croce> ...E avete "Ave Maria e Padre Nostro"! Rimanete Figli e Mamme nel partorire, non nell'abortire! Date Luce perché siete la Luce di Dio essendo Croce e portandovi, Figli Miei! <Giovanni schiocca un bacio e viene ricambiato> ...Vado a preparare gli altri Sigilli per poi donarli durante la giornata allo Strumento che si inzuppa e si beve! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ciao! Don Vincenzo: ...Ciao, alla prossima! ...Tanto stiamo sempre insieme!(*) Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Sono Io! ...Dove vai? Don Vincenzo: Ah... Gesù! Gesù: Il Pane è pronto, è stato sfornato, ed ora viene spezzato e donato e lo Strumento raccoglie anche le briciole così va a portarle dove la porta non viene aperta! Si dona e dona le briciole, donando in Pienezza il Parto di Maria: fatelo anche voi rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, per essere chiamati ancora "Figli di Dio"! ...Calice Vivente, il Sole si aprirà e si aprirà solo nelle tue mani! Raccogli il gregge, Figlio Mio, dona a loro il Pane e non fermarti! Tutti sarete perseguitati, ma il Pane rimane Pane, così come l'Albero Piantato non viene sradicato da niente e da nessuno! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ci sarà un "periodo nero" in cui mancherà tutto...! Gesù: ...Chi rimane nell'Arca non avrà nessun periodo nero, mentre chi rimane fuori l'Arca avrà un periodo nero! L'Acqua, il Pane e il Fuoco verranno a mancare a chi esce fuori l'Arca, ma a chi rimane nell'Arca non gli mancherà il Mio Amore e la Mia Amicizia! ...Ora tu saluterai con l'Albero Verde, mentre Io vi lascio ancora il Mio Cuore ed il Filicino dello Strumento! <Gesù schiocca un bacio e viene ricambiato da tutti> ...Ciao, belle di Gesù! Tutti: Ciao! Gesù: ...Ciao, bella di Gesù! Chiara: Ciao!(*) <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, stai preparando gli altri Sigilli?(*) ...Fai crescere i Giorni ancora!(*) ...La Festa della Mamma si sta avvicinando e i Giorni sono piccoli: Tu falli crescere!(*) ...Li ho visti gli Altri Sigilli!(*) ...Giovanni, l'umanità sta andando a rotoli, ma quei Rotoli non si potranno aprire!(*) ...Donami la Tua Mano!(*) Piccolo Giovanni: Vedi, Anima Mia? La Mia Mano è attaccata all'Albero così com'è attaccata la tua!(*) Giulia: Giovanni, dammi tanti Chiodi così posso legare tutte le mani!(*) ...Rimanendo tutti attaccati si fanno le Cose del Padre!(*) Piccolo Giovanni: Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Eccomi!(*) ...Allora di' pure questo a Maria, così lo va a dire al Padre e fa scendere tanti Chiodi e inchiodo tutte le mani! Piccolo Giovanni: Come fai a dire tutto questo? Giulia: Non lo so, ma è bello inchiodare tutti i figli, così si rimane tutti nella Luce del Padre, e così i Sigilli il Padre non li fa scendere!(*) ...Giovanni, campiamo alla Giornata di Dio...! Piccolo Giovanni: ..."Padre Nostro e Ave Maria", Figlia Mia! Giulia: Eccomi, Giovanni! ...Ora vai a lavorare... ci vediamo dopo, ma poggiati ancora sul Cuore di Maria!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Papà! Tu li conosci tutti i Sigilli...!(*) ...Papà, fammi inzuppare e bere ancora facendo le Tue Cose! Il Padre: Porta i tuoi figli ancora sulla Viuzza Stretta, Anima Mia! Spezzati e Donati! Giulia: Eccomi, Papà!(*) ...Tutti state lavorando e tutti state combattendo...!(*) ...Io vengo e porto tutti i figli!(*) ...Papà, guarda i figli che ancora non sono pronti!(*) ...Siete tutti in mezzo a noi, Cari e Servi Inutili, aiutateci a fare quello che fate Voi nell'Amicizia di Dio!(*) ...Ciao, Cari!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Preparate tanti Vestitini perché vado a prendere le Spose per il Flagello che è sceso!(*) ...Ciao, Cielo in mezzo a noi per sempre! <Giulia schiocca un bacio>