LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 150

 

 

NON ASCOLTATE I FALSI PROFETI, NON GUARDATE I LORO OCCHI E NON RIEMPITEVI DELLE LORO PAROLE, MA RIEMPITE I VOSTRI CUORI CON LA CROCE E ASCOLTATE LA VOCE DEL PADRE CHE È VIVA ED È IN MEZZO A VOI! QUANDO SENTITE PAROLE DOLCI, NON PENSATE CHE VENGONO DAL PADRE! GLI AGNELLI AVANZANO, MA DIETRO C'È IL LUPO PRONTO A SBRANARE!

(dal messaggio del 28/03/2013)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

              

1. Giov. 07/03/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): .........Mio Diletto, Figlio mio, Dio mio, questi Sette......? (Gesù): Sono Sette Sigilli Fatti con Sette Calici e Tutti e Sette sono pieni dei Veleni della Cupola......... che scenderanno sulle Sette Chiese...... e scenderanno casa per casa...... e avvolgeranno tutti i figli......! (Giulia): Figlio mio! Dio mio! Non ne posso tenere per un po' tutti e Sette?(*) Così come Mi hai fatto tenere la Spada per un giorno?(*) Solo per un giorno... prima che scendono? Visto che non posso bere e non posso inzupparmi...... ma con questo non posso farlo? Sono Sette Calici Pieni del Veleno! Figlio mio, Dio mio, Tu mi doni una giornata per lavorare...... donami anche un giorno per tenerli! (Gesù): Li hai guardati tutti e Sette i Calici? (Giulia): Eccomi, Mio Diletto! (Gesù): Hai guardato che sei un Nocciolo Scorticato e porti l'umanità? (Giulia): Eccomi! (Gesù): Dove prenderai la Forza per tenerli un giorno? (Giulia): Tu Lo sai dove trovo la Forza, nella Croce! ......Me li fai tenere un giorno? (Gesù): Amen, Figlia!

*******************

(Giulia): ...Giovanni, Li hai visti? Per un giorno Li tengo fermi!(*) ...Si, Li ho visti quelli che sono scesi... ed anche quelli che state preparando!(*) ...Rimanimi vicino quando devi lasciarli scendere!(*) ...Giovanni, non è che io non posso dirglielo, ma se Tu glielo dici a Maria e Maria va dal Padre(*)... se può farmeli tenere un altro giorno!(*) ...Due giorni: vaglielo a dire!(*) ...Se li tengo due giorni è meglio! Maria glielo dirà con tutto il Suo Amore!(*) ...Tu sai come dirglielo!(*) ...Lo posso tenere un altro Giorno? Oh, che gioia... allora sono due!(*) ...Eccomi! Posso tenere i Calici due giorni!(*) ...Eccomi, Giovanni!(*)

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Fermati!(*) <Alla Glorificazione, Giulia stava per alzarsi in piedi come al solito> Giulia: Eccomi! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio...... poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> La Luce del Volto di Mio Padre Brilli sui vostri cuori, figli, fratelli e amici, nel Donarvi il Saluto... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Del Mio Amore e dell'Amore del Padre che Ha Donato ad ognuno di voi il Soffio della Vita! Allargo ancora le Braccia, Figli, e le Apro nel Gesto dell'Amore Materno per ognuno di voi e per l'umanità intera, nell'Indicarvi ancora l'Amore Infinito che Lascio Scendere dall'Albero Vivo e nel Ricordarvi di non fare lamenti di lutto ma di Gioire, perché Io Ho Gioito nel Donare il Mio Sangue e nell'Abbracciarvi mentre Abbracciavo l'Albero Vivo! Io Sono Vivo e voi vivete attraverso la Luce Piena... <Gesù Ripete la Sua Benedizione col Segno della Croce> ...Del Padre, del Figlio che Sono Io e dello Spirito Santo che è l'Amore Pieno del Padre! Gioite, Figlioli e Fate Festa! Ci siamo Amati ancora, ci siamo incontrati ancora una volta, perché il Cielo è Vivo ed è in mezzo a voi con tutti i Servi Inutili e con tutti i vostri Cari nel combattere la Battaglia dell'Amore, la Battaglia di Maria, Madre Mia e Madre di ognuno di voi, Figli! ............GUARDA, ANIMA MIA! Giulia: Mio Amato Diletto!(*) Figlio mio, Dio mio......! Vedo tanta Gioia nei Tuoi Occhi, ma vedo anche tanto Dolore! Figlio mio, Dio mio, dimmi cosa devo fare in quest'Altra Alba che mi hai donato? Gesù: GUARDA.........! Giulia: Mio Amato Bene, perché Ti hanno lasciato solo? Perché hanno chiuso le porte? Se ci accogli la porta dei nostri cuori è aperta così non rimani solo, ma siamo così come ci vedi......! Ultimamente i figli sono un po' stanchi e hanno perso un po' le forze........., sì li porto sulle mie spalle! Mio Amato Bene, ci sono tanti rumori del mondo e vengono distratti e hanno un po' dimenticato il Tuo che Soffia "il Rumore dell'Amore!" Fallo sentire, ma PoggiaTi su di me, così io Lo dono anche a loro! Mio Amato Bene, ma vedo i Tuoi Occhi tristi......, i miei sono tristi nel vedere i figli lontani, ma sono gioiosa nel vedere Te Disteso sull'Albero dell'Amore! In questo tempo ci stai rimanendo Tu! Eccomi, Mio Amato Bene, dimmi cosa devo fare in tutto quello che sto vedendo? Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi!(*) Posso parlare?(*) Vedo ancora la Cupola!(*) Vedo del Sangue!(*) C'è un'Altra Cupola messa sottosopra......, è piena di Sangue ed è sempre Sangue Innocente...... e sento grida di bimbi ......e vedo il Padre, e il grido è Innalzato! Gesù, Mio Amato Bene, ci sono Due Cupole: una è sottosopra ma l'altra rimane! Cosa devo fare......? Gesù: Fermati, non toccare! Giulia: Non potrei andare come spugna a togliere tutto quel Sangue? Gesù: Non ti basta dall'Alba all'Altra Alba? Prega come tu sai fare e immolati come tu sai fare, Nocciolo Scorticato! Giulia: Eccomi, Gesù! Se puoi scorticarmi un altro po'......... così trovi un altro poco di Spazio e posso portarTi ancora! Perché mi guardi così? Sei diventato triste? Ti ho fatto arrabbiare, Gesù! Gesù: No, Anima Mia! Ma non c'è più nessun lato dove guardarti.........! Dove guardo guardo, sei sempre Scorticata! Giulia: Cerca ancora..., quando si guarda un pezzettino di legno, a volte rimane un po' di corteccia! Se c'è rimasta qualche altra cosa..., scorticala ancora, così io posso girarmi e inzupparmi ancora! Beh, se Tu vuoi, puoi farlo senza tante parole! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA! Giulia: Mio Amato Bene, non posso......? Gesù: Puoi solo Inzupparti e Berti!(*) Giulia: ......Altre Guerre.........!(*) Gesù: Il Cielo è Sceso, Anima Mia, non dimenticarlo! Giulia: Non l'ho dimenticato e non posso far altro che andare ad Inzupparmi e a Bere: Eccomi, Gesù! ......Gesù, metto tutta la Giornata nel Tuo Cuore, tutto il lavoro, anche se ho fatto poco, così come metto nel Tuo Cuore tutti i figli, quelli che si sono affidati e anche quelli che non l'hanno fatto: non hanno avuto il tempo...... e l'hanno dimenticato! Io li ho raccolti e li porto nel Tuo Cuore e Tu portali nel Cuore del Padre! Ma devo Inzupparmi, mi Bevo e Ti consegno ciò che bevo...... così rimaniamo nel Tuo Amore nel prenderci come Croce e portarci ancora, perché non sappiamo dove andare in questi tempi...... e il Tuo Tempo è fatto di Croce e noi Vogliamo essere Croce! Gesù: E Io Lo Sono col Cielo ormai in mezzo a voi, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Cari Uniti all'Unico Banchetto di Dio per Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! ......Figli Miei, Vigilate nell'Amore, Vigilate nell'Essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, così Prendete il Posto che il Padre ha donato ad ognuno di voi: Servi Inutili dopo aver lavorato e rimanere così come Stracci Stracciati...... come Lo Strumento vi porta! Giulia: Gesù, Eccomi ancora come Straccio Stracciato ai Piedi della Croce per portare tutti i figli! Gesù: Rimanilo, Anima Mia...... e porta ancora ciò che il Padre ha poggiato sulle tue spalle! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: MA ORA GUARDA ANCORA! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Altri Sette..., Altri Sette Sigilli! <Giulia porta le mani in alto e poi fa il Segno Trinitario> Mio Diletto, Figlio mio, Dio mio, questi Sette......? Gesù: Sono Sette Sigilli Fatti con Sette Calici e Tutti e Sette sono pieni dei Veleni della Cupola......... che scenderanno sulle Sette Chiese...... e scenderanno casa per casa...... e avvolgeranno tutti i figli......! Giulia: Figlio mio! Dio mio! Non ne posso tenere per un po' tutti e Sette?(*) Così come Mi hai fatto tenere la Spada per un giorno?(*) Solo per un giorno... prima che scendono? Visto che non posso bere e non posso inzupparmi...... ma con questo non posso farlo? Sono Sette Calici Pieni del Veleno! Figlio mio, Dio mio, Tu mi doni una giornata per lavorare...... donami anche un giorno per tenerli! Gesù: Li hai guardati tutti e Sette i Calici? Giulia: Eccomi, Mio Diletto! Gesù: Hai guardato che sei un Nocciolo Scorticato e porti l'umanità? Giulia: Eccomi! Gesù: Dove prenderai la Forza per tenerli un giorno? Giulia: Tu Lo sai dove trovo la Forza, nella Croce! ......Me li fai tenere un giorno? Gesù: Amen, Figlia! Giulia: Amen, Mio Diletto, Figlio mio, Dio mio! Gesù: E quando dovrai lasciarli, dove troverai la Forza? Giulia: Nella Croce...... dove la trovo sempre! ...Così non scendono subito! Gesù: Ma guarda ancora......! Giulia: Eccomi! Gesù: Dovete abituarvi: Sette..., Sette..., Sette! Giulia: Donaci la Forza e la Costanza, così come la doni al Tuo Straccio Stracciato, Gesù! Gesù: Rimanete ancora nell'Arca e portate ancora i Remi! Siete l'Unica Via e avete l'Unica Grazia che è Maria! Giulia: Eccoci, Gesù, pronti a Lavorare nella Vigna che ci hai donato! Gesù: GUARDA ANCORA! Questo Aggiungilo al Rotolo Vivo! Vai, Bagnati e Beviti, Rimanendo la Spugna del Cuore della Croce e del Tuo Crocifisso! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Io Allargo ancora le Braccia nell'Abbracciarvi... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...Col Segno del Mio Amore, Figli Miei! Giulia: Gesù, Ti consegno ancora tutto nelle Tue Mani! Dona la Forza alla Tua Famiglia di Coltivare Bene la Vigna e di Rimanere nell'Arca e di Remare in Questo Tempo che il Padre Ha Scelto per Far Crescere "l'Erba Nuova!" Gesù: Amen, figlia, Amen, Amen! ............Pace al Tuo Cuore, GIOVANNI-GESU'-DIO! Don Vincenzo: Benvenuto Gesù, in mezzo a noi! <Don Vincenzo, con umiltà, segna le mani dello Strumento col Segno della Croce> Gesù: Eccomi! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ......Stai bene? Don Vincenzo: Sì! Gesù: ! Ehi, Mi hanno portato un cuore, vuoi leggerlo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Apri il cuore! Don Vincenzo: "Per Gesù" ...eh! Gesù: E' per Me? E, aspetta, questa la mettiamo qui sopra, eh! <La Corona del Rosario> Questo cuore è tutto per Me! Don Vincenzo: "Eccomi, Papà, sono tua figlia: il mio cuore è piccolo, ma nella mia piccolezza voglio essere un Tuo Lumicino! Proteggimi ora che so che Tu Sei l'Unica Salvezza dell'umanità......! La Tua Serva Inutile Tatina! ......Eccomi, ti dono questo piccolo regalo!" Gesù: E Io "la tatino" col Mio Cuore, eh! ,"ti tatino" col Mio Cuore......! Quando ti tatino col Mio Cuore, te lo faccio sentire! Questo Tuo Regalo Me Lo Porto a Casa: chi Me lo conserva? Tu, eh! ......E quello chi Me lo manda? È Mio? Don Vincenzo: "Grazie di avermi fatto il dono di stare alla Tua Presenza, Gesù, ......Tua Vitulia!" Gesù: Ehi e ti tatino pure a te e poi ti faccio sentire...... questo Me lo porto pure a Casa! ......Vicepa', cos'è? Cos'è, ehi-ehi-ehi, tieni, conservaMi, così poi tatino a tutti! Lo devo aprire Io, eh, eh? AiutateMi, eh, eh, ehi, che bello! <È una Barca a Vela donata da Gimmi ed ha sulle Vele i Due Cuori di Gesù e di Maria!> Piano, non Me la rompete, eh, eh, ehi, ehi, ah, aspetta, togliete la carta, ehi, è bella, , è proprio bella, leggi, leggi il bigliettino della Mia Barchetta! Don Vincenzo: "Eccomi, nella Tua Barca la mia Capanna è al sicuro"! Gesù: , questo puoi dirlo bello e forte anche da sopra i tetti! Don Vincenzo: "Tienici sempre nella Tua Barca perché è l'Unica che non fa acqua da nessuna parte"! Gesù: Eh, , la Mia no! Don Vincenzo: "Insegnaci a Remare secondo la Volontà del Padre, Eccomi! Gimmi e Famiglia!" Gesù: Eccomi, è bella! <Gesù invita tutti ad applaudire> Quella che il Padre ha donato ad ognuno di voi ha una Bellezza che sulla Terra non esiste: è l'Arca che vi ha donato il Padre e anche i Remi......! Non fa acqua ma dona Amore e Siete voi la Chiesa, l'Unica Chiesa che Cammina col Segno della Croce! Vi Amo, Figli Miei! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Tutti: Eccomi! Gesù: E Remate in questo Tempo...... c'è tanto Lavoro da fare, ......la Battaglia è iniziata, state Combattendo e lo Strumento vi porta a Lavorare! Ma Vigilate in questo Tempo: altri falsi profeti avanzeranno! Voi dovete pregare come fa lo Strumento: "Ave Maria-Padre Nostro", senza temere gli uomini...... e ascoltare e sentire solo il Timore del Padre! ...Cosa c'è? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu cosa c'hai? Non hai niente da dirMi? Hai sentito? La Cocciuta ha voluto tenerli i Sette Sigilli Fatti con Sette Calici pieni dei Veleni provenienti dalla Cupola...... e il Padre l'ha accontentata! Per un giorno......, e i Sette Sigilli, i Calici, dopo un giorno verranno versati e scenderanno e, quando scenderanno.........! Dovete pregare! Ora lei è riuscita a strapparli al Cuore del Padre e a tenerli ancora per un giorno ma voi non conoscete com'è fatto il "Nocciolo Scorticato"! Hai detto bene: sa mascherare! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sa mascherare, ma il "Nocciolo" è "Scorticato"! Quando si Ama, si Illumina e, quando lei Ama e Ama sempre, è sempre Illuminata così dona tutto l'Amore del Padre ai propri figli, anche quando "canta"! Tu non hai niente da dirMi in questo giorno? Io vi ho donato tutto il Mio Amore e, quando verrà Giovanni, anche Lui porterà Altri Sigilli......! C'è tanto Lavoro, ma Lui lascerà un pochino e verrà! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tra due ore arriva mezzanotte ed è la Festa della Donna l'Otto Marzo! Gesù: Me ne devo andare? Don Vincenzo: Certamente no! Gesù: Dovete fare la Festa? Don Vincenzo: In questo giorno in tutto il mondo si festeggiano le donne! Gesù: , ma la Festa...lo sapete bene qual'è "il Ricordo" di questa Festa e l'unica cosa che dovete fare è pregare col "Padre Nostro" e con l'"Ave Maria", e metterlo nel Cuore del Padre! E dovete imparare ad essere "Mamme", ma come Maria, nel rispondere l'Eccomi in tutto quello che il Padre vi chiede! E ora il Padre vi chiede di essere pronti e preparati perchè il Cielo è in mezzo a voi...... e anche il Banchetto......... e ora siamo pronti col Banchetto che il Padre vi ha donato! Tu sei pronto? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora? Don Vincenzo: FACCIAMO L'EUCARESTIA! Gesù: Doniamoci e dopo ci doniamo ancora! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Io Mi Sono già donato! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E tu DonaMi e Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Io Rimango nel DonarMi e nel Far Scendere Tutto il Mio Amore in questo Tempo, per rendervi forti nell'Amore e nel Rimanere ancora Croce e Crocifissi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: DonaMi e Donati! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù, che rimane seduto, il bicchiere col vino> Gesù: Ecco: Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve e poi Lo dona a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane e Gesù poi lo dona a Don Vincenzo che Beve e Mangia> Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Gesù: Questa è la Mia Carne! Ora Mangia e Mangiati così come Faccio Io e DonaMi a tutti i figli senza scartarne uno: è Tempo che vi Cibate per accogliere ciò che il Padre ha preparato per ognuno di voi! Venite al Banchetto Preparato, Figli Miei! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!> Ecco, Mi Hai Donato e ti Sei Donato! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Abbiamo Fatto le Cose del Padre e lo Strumento è rimasto sempre ad Inzupparsi e a Bersi nel Fare le Cose del Padre, nel Rimanere Crocifissa per Amore per tutta la Sua Famiglia, per l'Umanità intera e per tutti i figli che Mi ha consegnato! E ora siamo ancora al Banchetto, il Banchetto del Padre! <Gesù indica il Sangue e la Carne> È il Banchetto del Padre! <Gesù indica le Pietanze> Tu cosa vuoi fare, vuoi parlare o vuoi mangiare? Don Vincenzo: Mangiamo! Gesù: Mangiamo! Don Vincenzo: Di fronte a questo spettacolo che è sul Tavolo! Gesù: Di fronte a Tutto quello che il Padre vi ha Donato...... e il Cielo che è Sceso è in mezzo a voi e fa la stessa cosa! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Mi Sono Donato e ti Sei Donato anche per loro e ora anche loro prendono! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Tu cosa vuoi mangiare visto che hai fame? Vuoi mangiare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Che vuoi? Ecco......! Cosa vuoi ancora, vuoi un po' di questo? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccolo......... e poi un po' di questi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ecco! Don Vincenzo: Ecco qua! Gesù: Ecco qua! Va bene così? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ecco...... e Buon Appetito! Don Vincenzo: Anche a Te! Gesù: Mo' vediamo cosa posso far mangiare un pochino alla Cocciuta......! Che gli diamo, la verdurina? Così vediamo cosa fa quando gli diamo la verdurina! Eh, ti aiuto, eh, eh, ecco, se no quella ce la semina sulla testa, eh, eh, e diamogli uno di questi, eh, metà, l'altra metà Me la mangio Io, e la verdurina gliela faccio mangiare tutta a lei, Io ne prendo solo un filetto, eh! , tu vai avanti! <Raffaele dona l'Avanzo al dottore Franco, a Lucia, a Luisa a Maria Elena> Figlie, lo sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Eccomi! Allora, grazie, buon appetito! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E anche a Me! Ma tu intanto se devi farMi qualche domandina, falla pure, così Io ti rispondo, eh! Io un bel po' di cose ve l'ho dette, mo' dimmele tu un altro pochettino! Vediamo cosa fa la Cocciuta, è andata ad Inzupparsi......e adesso gli porto la verdurina, vediamo che dice, di solito fa: "uuuh!" Sta dall'alba all'altra alba ad Inzupparsi e a Bersi e poi quando vede la verdurina fa: "uuuh!" Ma mo' è gioiosa: per un giorno tiene i Sette Calici ed è gioiosa, neanche la vede la verdurina! Don Vincenzo: Tiene pure i Sette Sigilli o sono i Sette Calici? Gesù: I Sigilli sono i Sette Calici! Don Vincenzo: E poi questi Sette Calici, Gesù, Scenderanno? Gesù: , si Apriranno e Scenderanno e lì dovrà trovare la Forza! Ora che li tiene è gioiosa ma quando dovrà lasciarli diventerà triste e allora dovete aiutarla con l'"Ave Maria" e il "Padre Nostro"! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Scenderanno...! Gesù: ! Don Vincenzo: In che senso? Gesù: Come ti ho detto prima Scenderanno! Vai, non temere! <Raffaele dona la testa e la coda del pane-pesce a Luisa, Lucia, Gimmi, Ilda> Don Vincenzo: Ma quando Scenderanno faranno male? Gesù: ! Dovete abituarvi al Cielo in mezzo a voi e a Maria con le Schiere......... e anche voi che Combattete, dovete abituarvi alle Cose del Padre! La Chiesa Nuova, l'Unico Tabernacolo è Maria......, ma voi state Lavorando con Maria nel Combattere...... e ciò che rimarrà sarà solo la Chiesa che il Padre ha Scelto da Sempre.........! Ma altri falsi profeti stanno avanzando! Voi avete la Luce che il Padre vi Dona attimo dopo attimo nel camminare e nel combattere...... ma dovete essere vigilanti! Don Vincenzo: Come si sconfiggono questi falsi profeti, Gesù? Gesù: Nel rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto......... nel non cercare i primi posti...... e dovete amare con l'Amore che Dio vi dona attimo dopo attimo, Figli Miei! ...Cosa c'è? Don Vincenzo: Dobbiamo Alzare quindi la Destra? Gesù: ! Giuseppe: E Amare! Gesù: , Alzare la Destra nell'Umiltà, rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto nel Banchetto che il Padre vi ha Donato! Mi Sono Donato e ti Sei Donato e il Banchetto è Vivo, Abita nei vostri cuori e potete donarLo e prenderne ancora! ...Viceparroco, dopo divertiti un poco, eh, come sempre! Raffaele: Eccomi! Gesù: Non dimenticarti a quella...... e neanche a questi......! <Gesù indica Elena, Maria Elena e il piccolo Domenico Lentini> Poi, quando viene Giovanni non lo so che farà! BIMBI DI MARIA ELENA E MARIO: ...Ciao, mamma, ciao cuginetto, dai un bacio a papino quando viene, mammina! Tutt'e due veniamo e ti facciamo un po' di "palatine" e poi ti facciamo anche un regalo! <I bimbi mandano baci> Ciao Cari! Tutti: Ciao! Gesù: Il Cielo è in mezzo a voi, non dimenticatelo e può intervenire ogni qualvolta il Padre glielo permette! Hai mangiato già? Io ne mangio metà e l'altra metà la dò alla Cocciuta! ...Cosa c'è? Vi ci posso chiamare anch'Io: "ciao, belle di Gesù!"? <Si ride un po'> Tutti: Eccomi! Gesù: Visto che Giovanni si diverte nel dire: "ciao, belle di Zio Mario e ciao, bella di Zio Mario!", Anche a Me piace dirlo: "ciao, belle di Gesù!" Ciao! Tutti: Ciao! Gesù: Non siete rimasti contenti? Tutti: Eccomi! Gesù: Ciao, Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa c'è? Ne devo dare un altro pezzettino alla Cocciuta e poi l'altro lo mangio Io! ...Non parli più? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Stare qui insieme a Te è la cosa più bella che possa esserci......, ascoltarTi, sapere che Tu giochi con noi, conversi con noi...! Gesù: , è questo che il Padre ha fatto da Sempre: un Giardino d'Amore per stare unito ai figli! Don Vincenzo: Ti abbassi al nostro livello, Tu il Figlio di Dio! Gesù: Siete Miei Fratelli, Miei Figli e non siete diversi da Me se vi guardate! E' quello che il Padre ha fatto da Sempre: il Giardino per tutti i figli, uguale per tutti, senza scartare nessuno! ......Sono i Figli che hanno scartato il Padre...... e anche il Giardino...... e anche i fratelli......! Vi siete scartati tutti abbandonando ciò che il Padre ha fatto da Sempre e così il Padre ha cercato una Cocciuta...... e l'ha Mandata per radunare ancora i figli...... e tenerli nel Giardino che il Padre ha preparato......! E farvi crescere e farvi amare e farvi rimanere Stracci Stracciati, Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per poter rimanere uniti al Banchetto del Padre, con tutti i vostri Cari che sono sempre presenti: Natanaele, Vittorio, Rossella, le Bimbe e tutti gli altri! ......Ora stanno Combattendo......, guardano la Cocciuta che va ad Inzupparsi e a Bersi......, vedono tutto l'Amore e donano Amore attimo dopo attimo! E così voi Lavorate, mentre la Cocciuta vi porta sulle spalle! Venite, portateMi il "niente"! Caterina: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Ti raccomando, eh, scarsetto scarsetto, poi ti raccomando: divertiti, viceparroco......e combina qualche piattino curioso, eh! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi, tu hai finito di mangiare? Don Vincenzo:Sì! Praticamente, Gesù, questo combattimento si svolge come quando c'è una guerra! Gesù: , si sta Combattendo! Don Vincenzo: Ma si svolge nell'Amore? Chi Ama di più vince! Gesù: Secondo te chi ama di più? Don Vincenzo: Siamo noi, Sei Tu che stai guidando le Schiere! Gesù: Non è forse il Padre l'Amore? Don Vincenzo: E quindi stando col Padre-Amore, stando con Te, Gesù-Amore, stando con la Mamma-Amore siamo sicuri di vincere, attaccati alla Croce! Gesù: , ma la Battaglia c'è perchè c'è il veleno che si deve combattere! Il Figlio Gabriele si è convertito ed è tornato a Casa con tutti quelli che l'avevano seguito e sta ora Combattendo insieme ai Servi Inutili......, ma c'è il veleno! La Cocciuta va, si Inzuppa e si Beve e tutti i Servi Inutili con le Schiere e con Maria vengono a Combattere il veleno! Vuoi il Mio piatto? Eccoti! È una Battaglia che è iniziata! Da sempre vi è stato detto...che il Cielo sarebbe Sceso a Combattere e ora è Sceso: ne è rimasta una piccolissima parte e Combatte! Don Vincenzo: Questa piccolissima parte, Gesù! Gesù: È una piccolissima parte, che anche dal Paradiso, che voi non sapete dov'è, Combatte! Don Vincenzo: Così tutto il Cielo, proprio al completo combatte! Gesù: , tutto il Cielo è al completo con tutti i Servi Inutili nell'aiutarvi! E il Progetto del Padre non viene cancellato dagli uomini, ma gli uomini possono essere cancellati, ma non è il Padre a cancellarli, si cancellano da soli, non accogliendo ciò che il Padre ha preparato da Sempre.........! E SE VOLETE FESTEGGIARE E FARE GLI AUGURI A MARIA CHE È LA MAMMA, LA MAMMA DELL'ECCOMI, DOVETE FARLA GIOIRE! <RAFFAELE DONA UN RAMETTO DI MIMOSA ALLA MADONNA CHE LO BACIA E LO ACCAREZZA! Poi Raffaele dona un Rametto di Mimosa a tutte le donne presenti......> LA MADONNA: Eccomi, figlio! Così come accarezzo questo Ramoscello, accarezzo i cuori di ognuno di voi, Figli Miei, Invitandovi ad essere Uniti e Umili di cuore nell'attesa del Giorno che Dio ha preparato! Così come quando Mi ha chiamato a diventare Mamma, IO VI INVITO A RISPONDERE L'ECCOMI QUANDO TUTTO IL VELENO SARA' RACCOLTO...... E IL SOLE SI APRIRA'...... E L'UNICA CHIESA RIMARRA' NEL GIARDINO CHE DIO HA PREPARATO DA SEMPRE......! E Tu sei il Calice Vivente, Figlio, e nelle tue mani si Aprirà! Don Vincenzo: Il Sole di Dio! La Madonna: ! Eccomi, Figlio Mio! Don Vincenzo: Eccomi, Mamma! La Madonna: Dovete pregare nell'accendere i vostri cuori con la Luce che Dio vi dona attimo dopo attimo! Eccomi, il Cielo è in mezzo a voi! Ora vi lascio al Mio Gesù! <La Madonna Manda un bacio e viene ricambiata> Don Vincenzo: Tanti Auguri per la Festa della Donna di domani Venerdì Otto Marzo! La Madonna: Auguri anche a voi nel dire: "Padre Nostro" e "Ave Maria" e nel Combattere così come fa lo Strumento nell'essere Piccola, Povera e all'Ultimo Posto! Gesù: Hai ascoltato Mia Madre? Don Vincenzo: Eccomi, Gesù! Gesù: Avete ascoltato la Mamma? Tutti: Eccomi! Gesù: Imparate dal Suo Cuore ad Amare! Don Vincenzo: Lei Sprigiona sempre Tenerezza! Gesù: È Mamma! Don Vincenzo: Lei Sprigiona sempre Amore! Gesù: È Mamma! Don Vincenzo: Lei Sprigiona sempre Dolcezza! Gesù: Una Mamma deve Donare tutto questo ai figli! E nella Gioia della Croce vi Dona tutto quello che la Croce Dona al Suo Cuore! Così dovete fare anche voi! Don Vincenzo: Uno Scambio d'Amore! Gesù: Non dovete rimanere in lutto ma nella Gioia perchè siete Vivi! Dio Lo è da Sempre e voi lo siete e Io Lo Sono! ......Cosa c'è ancora? .........Ciao, belle di Gesù! Tutti: Ciao! Gesù: E' bello...... lo dice Giovanni e lo dico anch'Io! Ciao, ciao! Tutti: Ciao! Gesù: Ciao! <C'è uno scambio di baci> Eh, , visto che Giovanni lo fa sempre, adesso Lo Faccio anch'Io, ma quando viene Giovanni, anche se sta Lavorando, vi porterà ancora Sigilli, eeh! ......Aspetta, dò un po' d'acqua alla Cocciuta che oggi si è Inzuppata, si è Inzuppata...... e si è Bevuta, si è Bevuta...... ma adesso la faccio Bere Io! ...Ecco, cosa c'è? Don Vincenzo: Sempre in merito a questi Sigilli, Gesù... Gesù: ...... Don Vincenzo: ...È assodato che partono sempre dalla Cupola? Gesù: ! Don Vincenzo: E che c'è questa "guerra" tra i pochi Sigilli Buoni e quelli numerosi non buoni? Gesù: Vedi, Figlio Mio, i Sigilli che stanno venendo sono quelli del veleno! Il Padre vi ha dato Tutto di Buono, ma i Sigilli non sono buoni! Quello che vi ha Donato il Padre è Buono: è il Sigillo della Croce e voi dovete portarvi, ma ciò che si stanno Aprendo sono i Sigilli del veleno e della Cupola! ...Ora hai capito? Don Vincenzo: Il Sigillo della Croce è quello Vincente! Gesù: ! Don Vincenzo: Quindi con la Croce dobbiamo combattere i falsi profeti! Gesù: ! Don Vincenzo: E tutti i Sigilli che partono dalla Cupola! Gesù: Sì e nel dire: "Ave Maria" e "Padre Nostro" e convertire i vostri cuori perché non potete più convertire nessuno e il Tempo è Sceso e avete solo la Grazia di Maria! Don Vincenzo: E perciò dobbiamo convertire noi stessi! Gesù: ! Don Vincenzo: E fare la Volontà del Padre! Gesù: ! Don Vincenzo: Essere "Figli"! Gesù: ! Don Vincenzo: Eredi! Gesù: ! Don Vincenzo: Se portiamo la Croce! Gesù: , se vi portate perché siete voi la Croce! Don Vincenzo: Sì, quindi dobbiamo essere attenti ad Amare e a Perdonare e a essere Umili e a fare carità perché queste sono le armi vincenti! Gesù:! Don Vincenzo: Questo è il Frutto della Croce! Gesù: ! Don Vincenzo: L'Amore senza condizioni! Gesù: Siete l'Unica Famiglia, ed essendo la Famiglia che il Padre ha Scelto di mettere nell'Arca, dovete Amare e il vostro Amore deve crescere così come è quello dello Strumento nel portare sulle spalle i propri nemici, l'Umanità intera, coloro che trafiggono il Mio Cuore e trafiggendo il Mio trafiggono anche il suo! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: La Cocciuta è inarrivabile! Gesù: Devi guardare l'Amore! Se guardi l'Amore, è raggiungibile! E lei L'ha guardata e La guarda sempre! Don Vincenzo: E diventa raggiungibile? Gesù: , se si guarda..., perché L'ha guardata e La guarda......! Eh, eh, ti sta aggiustando quello......! <Raffaele aggiusta il microfono> Don Vincenzo: Sì! Gesù: Perché non si sente e devi alzare un pochettino la voce! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Se no i figli non ti sentono! Don Vincenzo: È arrivato Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: ...Ciao! Con la Croce e col Pane! <Giovanni Benedice col Segno della Croce e poi manda baci ai presenti> Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario... ciao, bella di Zio Mario... ciao! ...Mi ha copiato Gesù! <Si ride un po'> Gli è piaciuto e Mi ha copiato! Ciao, belle di Zio Mario! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io sto bene con la Croce e col Pane! Ciao, Capanna, come stai? Nicó, tutto bene? La serra..., l'orto..., la vigna... e tutto insieme, va tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E la dottoressa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Teresa: Eccomi, sì! Piccolo Giovanni: "Eccomi, ...", <Giovanni imita la risposta di Teresa con una vocina> Maria..., quell'imbranata..., si è ripresa? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa devo fare con te? Cosa devo fare con Maria, Nico'? Nicola: Quello che fai sempre! Piccolo Giovanni: Quello che faccio sempre? Allora, vengo ancora? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dottoressaaa... Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi!" Come stai? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Non lo posso donare questo... neanche un goccio...! <Allude al caffè che la Cocciuta non può bere> Dopo facciamo qualcosina... Così ce ne mettiamo un goccio..., mezzo lo dò a lei e mezzo lo bevo Io! ...Ciao, Bella di Zio Mario! Ciao, belle di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: Ciao, dottoressa! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Che c'è? Don Vincenzo: C'è ancora il motociclista... <Allude al Coniglietto di Cioccolato che è sul Banchetto uguale allo scorso giovedì> Piccolo Giovanni: ... non ha finito la corsa... ed è ritornato! <Si ride un po'> Ci sono anche i ciuccetti..., ne vuoi uno? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Vicepa'... ne vuole uno! Prima di darvi i Sigilli che Mi hanno consegnato, gli diamo un po' di erbetta alla Cocciuta? Così si sta Inzuppando, si sta Bevendo! È talmente contenta che non vuole neanche l'erba...! , diamogli questa! Ma a Me non piace per niente... mo' gliela faccio mangiare tutta a lei! La verdurina quando Me la preparava la Cocciuta, gliela lasciavo nel piatto...! Ma non ero abituato a lasciare... la giravo..., la voltavo... e poi dicevo: "Mangiala Tu!" Così non la facevo perdere, no? No, essendo abituata a non lasciare niente nel piatto Io non la facevo perdere ma la facevo mangiare alla Cocciuta! Ehi... Vedi tu..., dagliene un poco... divertiti! E a lei le dò la verdurina...! E Io non mangio niente? Un ovetto? Voi avete mangiato? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora riprendete daccapo! Si avete mangiato... così... l'ovetto Me lo mangio tutto Io...; no, gliene dò un pezzettino, sennò non è giusto farle mangiare solo la verdurina...! Tu mangi questo? Non mangi più niente? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Cosa mangi? Don Vincenzo: Prendo qualcosa... Piccolo Giovanni: Prendi qualcosa? Che mangio..., con due forchette..., con quale devo mangiare? L'ovetto lo mangio con questo e la verdura la mangio con quella? Eh, , si può mangiare con due forchette? ! E tu cosa vuoi? <Si rivolge al piccolo Antonio e al piccolo Domenico> Prendete quello che volete..., vi alzate e ve lo prendete! Non Mi vede per niente..., no! Stasera le possiamo dare tutta l'erbetta possibile, perché è impegnata ed è Gioiosa nel tenere i Flagelli Fermi che non vede niente altro...! Peccato, perchè se avevate preparato tutta l'erbetta possibile, gliela potevamo donare in questo giorno! Don Vincenzo: Giovanni... i Flagelli sono Grandi? Piccolo Giovanni: Si! Per quello la Cocciuta è contenta! Don Vincenzo: È contenta di essere utile al Padre? Piccolo Giovanni: Eh, ! Di tenerli almeno per un altro giorno! Ma quando Scenderanno, la Cocciuta diventerà un po' triste e... dovete sostenerla con la preghiera! ...Cosa c'è? Dopo che finisco di farla mangiare, vi dò gli altri Flagelli......! Come sono belli i due bimbi...! <Allude ai bambini Antonio e Domenico> Sembravano due pance che si riempivano il piatto! Ecco... le pance dei Servi Inutili...! Non dice niente..., la Cocciuta non dice nulla! Don Vincenzo: Ma è contenta di essere a lavoro! Piccolo Giovanni: Si! Mo' vediamo se dice qualcosa..., mo' che gli dò l'ovetto...! Che vuoi l'acqua? Ecco! Gli hai dato qualcosa alla Capanna? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quelli stanno aspettando..., hanno fame! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Cosa c'è? Don Vincenzo: L'altra volta i Sigilli facevano scendere anche del Sangue..., si aprivano...... e il Sangue andava giù! Questa volta... questi Sette... Piccolo Giovanni: Li hai sentiti come sono... e per un giorno li deve tenere la Cocciuta..., lei lo ha chiesto al Padre! Hai sentito che sono Sette Calici che si verseranno e quando si verseranno non è bello vederli! Don Vincenzo: Semineranno morte? Piccolo Giovanni: Non lo so......! Quando dico "non lo so..." significa che il Padre ha Parlato e quando Parla Lui, Io se non ho l'ordine non posso aggiungere nient'altro! Ora hai capito? Don Vincenzo: Sì! Non puoi aggiungere nient'altro! Piccolo Giovanni: Quando Mi fa parlare, ; quando non Mi fa parlare..., perché già li ha detti Gesù e non posso dire nient'altro Io! Ma visto che ce ne sono tanti che si preparano..., vi chiedo di pregare! Crescerete nell'Eccomi Pieno! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Dò un po' d'acqua alla Cocciuta, e un altro poco la bevo Io...! Eccomi! Don Vincenzo: Il Padre Combatte, Gesù Combatte, la Madonna Combatte... Piccolo Giovanni: , tutto il Cielo... Don Vincenzo: Tutto il Cielo e tutti i Servi Inutili combattono..., i Cari combattono...! Piccolo Giovanni: ..., siamo tutti in mezzo a voi! Don Vincenzo: E queste Schiere sono guidate anche dalla Cocciuta? Piccolo Giovanni: ...! Don Vincenzo: Quindi la Cocciuta Combatte? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: È una guerra globale, decisiva? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Se il Padre Combatte, se Gesù Combatte, se la Madonna Combatte è sicura la Vittoria, perché Dio non può perdere! Piccolo Giovanni: No, Dio non può perdere! Don Vincenzo: E quindi questo ci rassicura, ci rasserena! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E perciò è bello anche collaborare... Piccolo Giovanni: , è bello, ma tu ancora non vedi quello che vedono gli occhi dello Strumento! Voi ancora non vedete nulla... perchè dovete combattere i falsi profeti e il veleno! Io ho altri Sette Sigilli... Don Vincenzo: Li aprirai? Piccolo Giovanni: ! Questi Sette non sono fatti di Calice come quelli che ora tiene la Cocciuta per un giorno! I Sette Sigilli Scenderanno l'uno dietro l'altro con pianti e dolori di mamme nel vedere i propri figli strappati dal veleno delle guerre! E tutto parte sempre... Don Vincenzo: ...Dalla Cupola? Piccolo Giovanni: ...Dalla cupola! Questi, la Cocciuta non può tenerli! Don Vincenzo: Devi intervenire Tu? Piccolo Giovanni: No..., non è Dio a volere questo, ma sono i cosiddetti Grandi della Chiesa e del Mondo così come si fanno chiamare...! Non vogliono ancora ascoltare la Voce del Padre e sono Sigilli di Guerra! La Cocciuta si Inzupperà e si Berrà ancora e Altri Sigilli verranno preparati! Ora è diventata triste: Sette li tiene fermi per un solo giorno, ma Sette li vede scendere senza poterli fermare! Si Inzuppa e si Beve! Don Vincenzo: Quindi diventa triste per questi Sigilli...? Piccolo Giovanni: , ma lo diventerà ancora di più quando questi Sigilli dovranno scendere, perché ora li tiene lei fermi! Don Vincenzo: Ah..., quando farà scendere i Sigilli che lei tiene fermi sarà ancora più triste? Piccolo Giovanni: Il Padre l'ha accontentata per un solo giorno, ma poi lei li dovrà far scendere! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Ma il giorno del cielo, non è come quello nostro? È più lungo quello del Cielo? Piccolo Giovanni: Il Cielo è in mezzo a voi e i Sigilli che vi sono stati consegnati sono per un giorno! Don Vincenzo: Tutti e Sette? Piccolo Giovanni: , tutti e Sette! ...Ciao, Bella di Zio Mario! <Schiocca qualche Bacio tra una parola e l'altra> Ciao, belle di Zio Mario! Ciao! Non vi sto dicendo tutto questo per angosciare i vostri cuori, ma per Rinforzarli a Crescere, ad Amare, a rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto e a Guardare Dio e a farLo guardare e a farLo Amare attraverso i vostri cuori, perché non potete più convertire nessuno, ma potete crescere voi e convertirvi e Donare all'umanità intera tutto quello che il Padre sta donando ad ognuno di voi, Figli! Io vi ho donato gli altri Sette Sigilli, voi pregate così come fa lo Strumento: Padre Nostro..., Ave Maria...! Ma non diventate tristi, Dio vi ha donato la Vigna e voi siete i Vignaioli e la Vigna di Dio non secca, ma porta i Frutti: i Frutti dell'Amore della Croce! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Padre Nostro..., Ave Maria... col Segno della Croce..., con la Destra? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: È come se racchiudesse tutto questa Preghiera! Piccolo Giovanni: No, la Croce apre e non chiude, perché la Porta di Dio è sempre aperta e non è mai chiusa! Don Vincenzo: La Vittoria è Sicura perché la Croce vince! Piccolo Giovanni: ! Ha già vinto... e tu grida un poco, se no i figli non ti sentono..., sennò il viceparroco deve fare sempre così...... Eh, viceparroco, dove stai andando? Lo facciamo il Miscuglio? La Ricetta? L'aperitivo? Don Vincenzo: No..., l'aperitivo no, ma il digestivo! Piccolo Giovanni: Aperitivo..., digestivo...! Io ho mangiato solo un mezzo ovetto! Don Vincenzo: E allora per Te ci vuole sì l'aperitivo! Cosa scegli, Giovanni? Piccolo Giovanni: Ehm... scelgo questo e tutti quelli che sono lì sopra... e abbiamo fatto! ...Ma un goccino, non tutto, eh, sennò vi viene solo un bicchierone! ...E voi, venite, venite! ...Allora, mentre loro preparano, che potrei mangiare Io da non dare alla Cocciuta? ...Tu dici un altro poco di verdurine? ...Eh, no, Io voglio mangiare una patana! Io voglio mangiare una patana... eccola, quella bella grande, si! ...E tu la vuoi una di questa? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: È fatta col riso... Don Vincenzo: ...Doppiamente buona...! Piccolo Giovanni: ...Ma non è una patana, ma è una patana di riso! Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: E ne mangiamo una patana di riso ed una patana di patane! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Vi è piaciuto questo giro di parole? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tu la vuoi un'altra patana? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Eh... hai sistemato un poco a tutti, vicepa'? Raffaele: Eh, si! Piccolo Giovanni: E quello lo beviamo prima o dopo? Raffaele: Prima! Piccolo Giovanni: Eh, ma tu hai già mangiato! ...Eh, si, lui ha mangiato, ed Io devo prendere prima l'aperitivo e dopo il digestivo...! Eh... Eh... Eh... Tu continui a mangiare, Calice Vivente? Don Vincenzo: Uhm... Piccolo Giovanni: ..."Uhm..."! ...Ecco! così vediamo cosa è uscito fuori! Il profumo è buono, e mo' vediamo il sapore! ...Tu, Antonio, che dici che è buono? Antonio: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...E tu dici che è buono? Don Vincenzo: Sicuramente! Piccolo Giovanni: ...Salute! ...Ah... Si... è proprio buono... si, si... come sempre! Al Banchetto del Padre... Don Vincenzo: ...È tutto buono, come sempre! Piccolo Giovanni: Si, come sempre! Don Vincenzo: Com'è questa Ricetta? Piccolo Giovanni: È buona... eh, si! Don Vincenzo: E quali sono gli ingredienti? Piccolo Giovanni: Non lo so, così non ci copiano... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ho detto "ci vuole quello, quello e quello" e loro hanno mischiato "quello, quello e quello", e così non ci copia nessuno, visto che tutti aspettano per copiarci! Ma vedi? Non si sono resi conto che copiando, si scoprono! ...O Mi sbaglio, Nico'? Non è così? Nicoletto: Non Ti sbagli! Piccolo Giovanni: Hai capito quello che ho detto? Ho detto che copiandoci, loro si scoprono, ma ancora non l'hanno capito! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Adesso gliela devo dare un pochettino alla Cocciuta? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao! ...Ehi, come sta il dottore Franco? Sento il suo cuoricino che fa boom, boom, boom! Franco: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Il Padre ti vuole bene ed ascolta quel cuoricino che fa boom, boom, boom! Tu ascolta anche il Suo! Franco: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! E voi ascoltate anche i Battiti dell'Amore, quelli che Maria vi ha dato poco innanzi, ed è stato bello il Gesto! Ed anche ognuno di voi l'avete accolto! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Fate crescere quel Ramoscello di Mimosa, perché Maria lo farà crescere e diventerà un Albero grande grande dove tutti quanti possono ripararsi! E così anche voi fate lo stesso! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ma ora fatemi mangiare quel riso che Mi piace tanto! Alla Cocciuta non gliene do' più perché glie ne ho dato un pochino! Raffaele: ...Posso, Giovanni? Piccolo Giovanni: ...Si che puoi! Don Vincenzo: ... È speciale, Giovanni! Piccolo Giovanni: È speciale cosa? Don Vincenzo: Il risotto! Piccolo Giovanni: Si, ma sto aspettando la domanda del viceparroco! Raffaele: Eccomi! Dopo questo Tempo... Piccolo Giovanni: ...Eh... Raffaele: ...Che Tempo ci aspetta? Piccolo Giovanni: Il Tempo che verrà... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Bella questa risposta, vero? Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Puoi ripetere la risposta? Piccolo Giovanni: "Il Tempo che verrà..."! Ha chiesto "dopo questo Tempo, che Tempo ci aspetta" ed Io ho risposto "il Tempo che verrà..."! Questa non è la risposta esatta? Eh... Eh... Eh... Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Eh, si! Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Eh... ciao, vicepa'! Raffaele: Ma c'è un altro Tempo? Piccolo Giovanni: Si, quello che verrà! Eh... Eh... Eh... Io sono Capriccioso, eh! Raffaele: Eccomi! ...E cosa significa "mantenere la Vigna pulita"? Piccolo Giovanni: Significa togliere tutte le erbette non buone che La soffocano, significa darle l'acqua e tenerla pulita! Vedi, voi siete stati abituati a sentire "quello è peccato... quello è peccato... quello è peccato...", ma quando il Padre ha fatto la Vigna per tutti i Figli, ha messo tutto quello che era giusto e non ha messo niente di sbagliato e ha detto: "dovete fare tutto questo", ma a quelli a cui è stato detto ciò, non lo hanno fatto quello che gli è stato detto ma hanno detto hai figli "questo è peccato... questo è peccato... questo è peccato...", non dicendo che l'unico peccato è "mettersi contro Dio"! Quello è il peccato "mettersi contro Dio" e "non fare le Cose del Padre"! ...Hai capito? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: E per noi, per restare nella Vigna fruttuosamente cosa dobbiamo fare? Piccolo Giovanni: Amarvi! Raffaele: E poi? Piccolo Giovanni: "Padre Nostro, Ave Maria" e ascoltare le Cose del Padre! Raffaele: Ci vorrebbe l'Umiltà e la Carità! Piccolo Giovanni: Eh, facendo le Cose del Padre si deve rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto... nell'umiltà! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ho risposto bene, Calice Vivente? Don Vincenzo: Tu rispondi sempre bene! Piccolo Giovanni: Sei sicuro? Don Vincenzo: Si, al 100%! Piccolo Giovanni: Eh, al 100%! Io al 100%, adesso ho mangiato... bevo un po' d'acqua e l'altra la do' alla Cocciuta, e poi Me ne devo andare che devo andare a lavorare! Don Vincenzo: Eh, si! Hai un super-lavoro! Piccolo Giovanni: Si, a preparare gli Altri Sigilli e nel preparare il cuore di ognuno di voi per incontrare il Padre quando il Sole si aprirà......! Ma dopo che si è vinta la Battaglia e si è finiti di combattere! ...Ora vi saluto! <Giovanni schiocca un bacio, e Don Vincenzo si alza per la Benedizione!> ...No, dove vai? Siediti! Io vi saluto che Me ne devo andare, ma dopo di Me torna Gesù! Don Vincenzo: Ah, ecco! <Giovanni schiocca un altro bacio> Piccolo Giovanni: ...Ciao! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: ...Ciao, belle di Zio Mario... ciao, bella di Zio Mario... <Poi si rivolge a Maria Elena> ...Quando ci incontriamo, poi ti saluto! Maria Elena: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ciao, Nicola... ciao, Teresa... ciao, Maria... Maria, Nicoletto e Teresa: Ciao! Piccolo Giovanni: Non Mi fate lavorare troppo che sono super-impegnato, eh! ...Ciao! <Giovanni schiocca un altro bacio ai presenti che ricambiano> Tutti: Ciao! Don Vincenzo: Ciao! Gesù: ...Ciao, con la Croce e con il Pane! <Gesù benedice ancora col Segno della Croce> ...Cosa c'è? ...Sono Io, Non Mi Riconosci? Don Vincenzo: Sei già tornato? ......Si, a Te Ti riconosco sempre ...Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: "Con la Croce e col Pane..." Gesù: ...Si, sempre con la Croce e con il Pane! ...E dimmi, Maria Elena: non ti ha combinato niente Giovanni? Maria Elena: No! Gesù: Dopo verrà di nascosto! Quando ti combinerà qualche scherzetto, ricordati che è Lui! Maria Elena: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: La Croce Salvifica... Gesù: ...Si... Don Vincenzo: Il Pane Salvifico... Gesù: ...Si... Don Vincenzo: Avere queste Due Realtà... queste Due Verità... Gesù: ...Ehm... viceparroco, no, grazie... ho preso un po' di cibo da Giovanni e un po' dalla Cocciuta e per adesso va bene! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eh, si, il viceparroco Mi invitava a prendere qualche altra cosa! Don Vincenzo: Si... e quindi avere questi Due Sigilli, quello del Pane e quello della Croce è il massimo! Gesù: Si! ...Ma quella cosa l'hai guardata che sta girando? Don Vincenzo: Fiuuuù... due ore e mezza! Mamma mia! Gesù: Eh, si, e avere il massimo di due ore e mezzo penso che vi basta! Don Vincenzo: Corre, corre! Gesù: Eh, si, corre! Io vi invito a rimanere fermi e a guardare tutto quello che il Padre vi sta donando! Vi invito a Rimanere nell'Arca e a non Lasciare i Remi! Vi invito a Remare e a Rimanere Vigilanti! I Sigilli Li avete avuti e la Cocciuta rimarrà gioiosa nel Tenerli ancora per un giorno... e altri ne verranno! Don Vincenzo: ...Scusa, Gesù, puoi ripetere? Gesù: Li tiene ancora per un giorno e per questo è gioiosa! Dovete rimanere pronti perché altri ne verranno: Sette-Sette-Sette, e per un po' di tempo sarà così! Ma voi avete l'Amore del Padre e Dio non vi lascia, ma vi tiene per mano e lo Strumento vi porta sulle spalle, ma va sempre ad inzupparsi e a bersi! Ha promesso così per tutta l'Eternità, perché il suo "Eccomi" donato è per tutta l'Eternità, così come ha fatto Maria! Ed Io rimarrò con voi per tutta l'Eternità, ma ora devo salutarvi! ...Tu saluterai i tuoi figli con l'Albero Verde... <Gesù schiocca un bacio ai presenti che ricambiano> ...Ed Io vi saluto con tutta l'Eternità che il Padre Mi ha donato! Don Vincenzo: Che bella questa "Conclusione Eterna!" Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, Li hai visti? Per un giorno Li tengo fermi!(*) ...Si, Li ho visti quelli che sono scesi... ed anche quelli che state preparando!(*) ...Rimanimi vicino quando devi lasciarli scendere!(*) ...Giovanni, non è che io non posso dirglielo, ma se Tu glielo dici a Maria e Maria va dal Padre(*)... se può farmeli tenere un altro giorno!(*) ...Due giorni: vaglielo a dire!(*) ...Se li tengo due giorni è meglio! Maria glielo dirà con tutto il Suo Amore!(*) ...Tu sai come dirglielo!(*) ...Lo posso tenere un altro Giorno? Oh, che gioia... allora sono due!(*) ...Eccomi! Posso tenere i Calici due giorni!(*) ...Eccomi, Giovanni!(*) ...Ora puoi andare a lavorare e preparare l'altro lavoro!(*) ...Ci vediamo dopo! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, eccomi per l'altro Giorno che posso tenerli!(*) ...Due Giorni, servono!(*) ...Lo so, ma Eccomi ancora per l'Eternità! Il Nocciolo rimane ancora per LodarTi, AmarTi e per FarTi conoscere, così tutti quanti vedranno la Luce e vedranno il Sole che si apre! La Tua Famiglia rimarrà e crescerà nel Tuo Amore, e le Schiere cammineranno per cercare solo Te!(*) ...Aspettiamo ancora gli altri Figli tenendo due Giorni i Calici! Ti voglio tanto bene, Papà Formicone! Tienici sempre per Mano!(*) ...Il Cielo è con noi e tutti i Servi Inutili!(*) Mamma... Ciao, Cielo che siete in mezzo a noi!(*) ...Mamma, Ti voglio bene perché vuoi bene a Gesù e a tutti i nemici!(*) ...Quando dovrà far scendere i Calici, venite ad aiutarmi...!

 

 

 

 

2. Dom. 10/03/2013, ore 16, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): .........Ma Tu Sei Mamma e mi hai insegnato a portare tutto sulle spalle! Pulsa ancora il Tuo Soffio Materno, Soffia ancora sull'umanità mandando il Tuo Amore, quello vero, nei cuori che hanno dimenticato di Fare le Cose di Dio! (La Madonna): Guarda in quest'istante!(*) (Giulia): Altri Sette Sigilli! (La Madonna): Il Sangue Scendem figlia, dalla Cupola......! (Giulia): Dimmi cosa devo fare?(*) Hanno il Volto del Veleno..., sono Sette Volti Pieni di Veleno...! I Sette Sigilli dei Volti e dei falsi profeti escono da Sette Chiese ed entrano in Dodici Chiese, portando veleno e versandolo sul Legno della Croce...! Mamma, vedo la Croce che viene messa a terra ...e viene bagnata dal veleno: chi entrerà in quelle chiese...... si perderà per sempre? Mamma, sono brutti questi Sette Sigilli, non è che gli altri siano belli, ma non posso fare niente? (La Madonna): I Sigilli si devono Aprire! (Giulia): Non potrei tenere anche questi Sette Sigilli dei Volti per un Giorno? (La Madonna): Cosa vuoi fare, Anima Mia? (Giulia): Il lavoro che si deve fare nella Vigna, il lavoro che ogni figlio deve fare nella giornata, niente altro! Mamma, l'Unica Grazia che abbiamo Sei Tu, Fammi tenere anche questi Sette Sigilli! Mi stendo sul Legno della Croce: Eccomi! (La Madonna): Diventi Raggiante quando ti rispondo di lavorare! (Giulia): Eccomi, Mamma! Anche Tu lo Sei, da sempre, Raggiante nel Fare le Cose del Padre! Stendi il Tuo Manto Materno, quello della Pasqua Viva, su tutta la Famiglia che il Padre ha chiamato! Dona nei Cuori di ognuno dei figli la Pasqua...... sono deboli e hanno bisogno della Tua Forza: fallo, Mamma, Te lo chiedo così, ...come figlia! (La Madonna): Amen, così sia! (Giulia): Eccomi, Mammina, e perdonami se Te lo chiedo così con la confidenza di una figlia ad una Mamma! (La Madonna): Questo è Chiedere "nel Giusto" della Croce, Figlia mia!

*******************

(Giulia): Perdonami ancora! Busserai ancora al Cuore del Padre per farmi tenere ancora tutto quello che ho visto?(*) ...Non posso far scendere tutti quei Flagelli! Non posso aprire tutti quei Sigilli! Bussa Tu al Cuore del Padre!(*) ...In confidenza, facciamo passare questo Tempo che è rimasto, e dopo la Pasqua, ma quella Viva e Risorta, ne parliamo! (La Madonna): Non stai chiedendo troppo? (Giulia): Una figlia ad una Mamma non chiede mai troppo! Chiedo quello che vedo nel Tuo Cuore!(*) ...Chiediglielo!(*) ...Chiedigli questo, Mamma: di far passare questi Altri Giorni che sono rimasti... e poi ne parliamo dopo la Pasqua Viva cioè quando si accende l'Altra Alba!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) LA MADONNA: Non Alzarti! <Alla Glorificazione, Giulia stava per alzarsi in piedi come al solito> Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(**). <La Madonna è in Silenzio...... poi Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Il Saluto del Mio Cuore Scenda sui Cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera, Figli Miei! Giulia: Mamma, hai visto quello che sta succedendo? Glielo dici a Gesù di fermarlo? ......O mandatemi subito! ......Dovevo aspettarTi ...e non potevo muovermi......! Fate qualcosa ...o mandatemi come spugna! C'è un Flagello Grande...e sta scendendo dappertutto!(*) Sì, Lui, il Calice Vivente, ha Benedetto e ha Alzato la Sua Destra...... <Durante la Recita del Santo Rosario Giulia vede un Flagello Grande che stava scendendo e lo dice a Don Vincenzo il quale alza la Destra e Benedice> ...Gliel'ho detto...! E Voi non fate niente?... Don Vincenzo: Facciamo il Segno di Croce e Alziamo la Destra? La Madonna: L'hai già alzata, Figlio! Don Vincenzo: Lo facciamo tutti quanti? La Madonna: Sei tu il Calice Vivente! ......Ora mando lo Strumento e così accontento il suo cuore, o meglio, il suo Filicino! Giulia: Con chi stai parlando, Mammina? La Madonna: Non temere, col Calice Vivente! Giulia: Posso fare qualcosa......? O può fare qualcosa Lui...? Forse è meglio se vado io..., Lui potrebbe stancarsi... e deve rimanere forte con i Tempi che verranno! La Madonna: Tu non ti stanchi? Giulia: Vado come spugna e mi Inzuppo e mi Bevo! Ancora per un poco..., ci sono i Sigilli di Giovedì da tenere...... e poi prendo questi... così facciamo uno scambio! Allora, posso fermare quello che ho visto?(*) ...Per un Giorno?(*) ...Solo una Parte è Scesa e posso andarla a prendere!(*) ...Eccomi, vado come spugna, mi Inzuppo e mi Bevo...: è un Giorno! La Madonna: Eccomi ancora nell'Amore del Padre... e porto il Saluto Pieno ad ognuno di voi e alla Famiglia che Abita nell'Arca e ha i Remi in mano per Remare! Remate, Figlioli, e Vivete in Questo Tempo la Pasqua Viva del Mio Figliolo Gesù e Vivete l'Amore che Lui è Venuto a Portare ad ognuno di voi nel Farvi Eredi e nel Farvi Nascere, così come Gesù È Nato attraverso il Legno Santo della Croce! Non fate segni di lutto e né lamenti in questa Pasqua...... un'Altra Alba del Padre si Accenderà nei vostri cuori... <La Madonna ripete nuovamente il Segno della Croce> ...E nel lavoro che dovete fare nella Vigna, la Vigna che il Padre ha preparato da sempre! ......Quella Vigna è Sbocciata nella Pasqua Viva, nella Pasqua Eterna, la Pasqua che Dio ha preparato da sempre......... non quella che hanno preparato e preparano gli uomini, una Pasqua morta, di lutto, di lamento e di tristezza e non di Gioia e neanche di Resurrezione......! Vivete con Gesù, che è Vivo in mezzo ai Vivi! L'Amore è in mezzo all'Amore e Sboccia così come è Sbocciato il Cuore del Padre mandando il Suo Giglio Candido per Donare il Suo Profumo e il Suo Amore! Nascere e far Nascere: è questa la Pasqua che dovete preparare nei vostri cuori e non una Pasqua di lutto da portare dinanzi al Vivente che è Dio, Figli Miei! .........Guarda, figlia!(*) Giulia: Mamma, Tu Sei Venuta così..., mentre il Flagello stava per Scendere... e Mi hai donato la Gioia più grande di Fermarlo! Sì, solo per un Giorno, ma è una Gioia per me, ed è immensa! Quello che è Sceso posso anche andarlo a raccogliere come spugna, Mammina! La Madonna: Una Mamma Interviene sempre così come tu hai sussurrato all'orecchio del Calice Vivente: "Sta succedendo qualcosa di brutto...!" Giulia: Il Padre me l'ha fatto vedere e io non potevo stare ferma così come neanche Tu lo sei rimasta! Eccomi, Mamma, per essere Venuta subito: donamelo un Giorno! Vedi, Mammina, devo mettere nel Tuo Cuore tutto quello che sta scorrendo, tutto quello che il Padre mi fa vedere nei Cuori dei figli, attimo dopo attimo! Siamo deboli e Tu ci devi tenere ancora per mano! Noi Rimaniamo Croce, così come lo Siamo, così come il Padre ci ha fatti, così come ci ha voluti, ma la Tua Mano tienila sempre stretta alla nostra! I Giorni che stanno venendo, quelli fatti dagli uomini, non sono belli! Mamma, Tu lo sai, aiutaci a camminare sempre su quella Viuzza, quella che Tu ci hai indicata da sempre......! La Madonna: Quella Stretta, quella che hai voluto tu! Giulia: Se si può fare ancora più piccola, Mammina... La Madonna: Già hai il Filicino, non ti basta quello? Giulia: Eccomi, Mamma, Eccomi nel Fare le Cose del Padre! La Madonna: Eccomi col Cielo Riverso, con i Due Giovanni, Carlo, Pio, Domenico e Tutti i Servi Inutili, i vostri Cari, e SIAMO QUI IN MEZZO A VOI NEL PORTARE ANCORA LA CROCE... <La Madonna Benedice con il Segno della Croce> ...E NEL PORTARE ANCORA IL PANE, L'UNICA VERITA'......, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Mammina, il Cielo è Riverso e tutti i Servi Inutili stanno Lavorando per combattere la Battaglia contro i cosiddetti Grandi, e le Schiere sono dinanzi a Te e Tu Cammini dinanzi all'umanità intera per accompagnarci e combattere... così come una Mamma fa per i propri figli! Tu non ci hai mai lasciati, come non ci ha mai lasciato Gesù...... e il Padre! Noi siamo tornati indietro nel guardare le cose che non ci appartengono... dobbiamo portarli... ma non dobbiamo legarci i nostri cuori! Noi abbiamo lasciato la Croce e abbiamo legato i nostri cuori alle cose del mondo, quando il Padre per noi ha preparato una Gioia Eterna, il Giardino dove Non Manca Nulla! Aiutami ancora a insegnarlo ai figli e alla Famiglia che Mi Hai Donato. Dio ha preparato la Casa per ognuno di noi...... e in quella Casa non manca niente...... e i nostri cuori dobbiamo legarli lì dove c'è il Tesoro del Padre e non dove c'è il tesoro che passa! Mamma, metto ancora tutto quello che è stato consegnato nelle mie mani nelle Tue......, così lo porti tutto nel Cuore del Padre! La Madonna: Eccomi, Anima Mia, Dio ti ha donato ogni cosa e tutto rimane nelle tue mani e sulle tue spalle! Hai l'Arca e i Remi, hai la Famiglia che Dio ti ha donato... <La Madonna Benedice nuovamente con il Segno della Croce> ...Hai il Segno Tremendo della Croce......, portali ancora! Giulia: Eccomi, con una Croce e come Croce nel Fare la Volontà del Padre, Mammina! La Madonna: GUARDA ANCORA......! Giulia: Eccomi!(*) Cos'è?(*) ...La montagna si è svuotata...(*) ma rimane ancora in piedi...(*) si è staccata...!(*) Che significato ha? Si è staccata ed è rimasta sollevata come una nuvola! Mamma e se cade?(*) Sale sempre più in alto...(*) Si è sollevata da dove era e sotto è rimasto il vuoto, dove c'è un fumo nero, bianco e grigio......... e la montagna va sempre più in alto...... Senti, Mammina, non la puoi far scendere piano piano e poggiarla di nuovo da dove si è staccata? Non è bello quello che sto vedendo..., se si apre, o meglio, se si scioglie cade sull'umanità intera! Ci sarà tanta polvere da coprire tutto! Non posso andare di nuovo come spugna a Inzupparmi e Bermi? Il Padre farà scendere tutto quello?(*) Me lo fai tenere per un Giorno anche questo? Mamma, Tu che Sei la Mamma di tutte le Mamme, Tu che Sei la Mamma di Dio...! La Madonna: Lo sai che i Flagelli devono scendere! Giulia: Oramai è tutto Sceso! Mammina, stiamo combattendo la Battaglia e ancora tutti i figli non sono tornati... ma sono di qua e di là! Solo un Giorno? ............Teniamo fermo pure questo Flagello solo un Giorno.........? La Madonna: Come fai a tenere tutto? Giulia: Come fa la Croce a tenere ognuno di noi..., così...!(*) Allora posso tenerlo?(*) ...Eccomi, vado ad Inzupparmi e a Bermi! La Madonna: Sarà pesante, figlia, quando dovrai lasciarlo! Giulia: Mi caricherò di Croce e lì prenderò la Forza, così come la prendo, attimo dopo attimo, nell'Amare e nel Perdonare coloro che trafiggono il Cuore di Gesù e arrivano anche al mio Filicino! È quello che il Padre Mi ha insegnato da sempre! È quello che il Padre ha insegnato ad ognuno di noi! Abbiamo dimenticato che non siamo nostri, apparteniamo a Dio e tutto è Suo... e abbiamo dimenticato l'insegnamento del nostro Padre vero che è Dio......! Mamma, accendi nei nostri cuori la Verità di Dio, e non quella falsa che ci hanno insegnato da sempre! Tu puoi farlo in questo tempo, ......è il Tempo in cui il Tuo Cuore viene trafitto sempre di più, nel vedere il Tuo Figliolo preso in giro, calpestato, sputato, bestemmiato, rifiutato...... e mentre dicono di fare tutto in Nome di Dio fanno tutto in nome loro! Ma Tu Sei Mamma e Mi hai insegnato a portare tutto sulle spalle! Pulsa ancora il Tuo Soffio Materno, Soffia ancora sull'umanità mandando il Tuo Amore, quello vero, nei cuori che hanno dimenticato di Fare le Cose di Dio! La Madonna: Guarda in quest'istante!(*) Giulia: Altri Sette Sigilli! La Madonna: Il Sangue Scende figlia, dalla Cupola......! Giulia: Dimmi cosa devo fare?(*) Hanno il Volto del Veleno..., sono Sette Volti Pieni di Veleno...! I Sette Sigilli dei Volti e dei falsi profeti escono da Sette Chiese......... ed entrano in Dodici Chiese portando veleno e versandolo sul Legno della Croce.........! Mamma, vedo la Croce che viene messa a terra ...e viene bagnata dal veleno: chi entrerà in quelle chiese...... si perderà per sempre......? Mamma, sono brutti questi Sette Sigilli...... non è che gli altri siano belli...... ma non posso fare niente? La Madonna: I Sigilli si devono Aprire! Giulia: Non potrei tenere anche questi Sette Sigilli dei Volti per un Giorno? La Madonna: Cosa vuoi fare, Anima Mia? Giulia: Il lavoro che si deve fare nella Vigna, il lavoro che ogni figlio deve fare nella Giornata, niente altro! Mamma, l'Unica Grazia che abbiamo Sei Tu, Fammi tenere anche questi Sette Sigilli! Mi stendo sul Legno della Croce: Eccomi! La Madonna: Diventi Raggiante quando ti rispondo di lavorare! Giulia: Eccomi, Mamma! Anche Tu lo Sei, da sempre, Raggiante nel Fare le Cose del Padre! Stendi il Tuo Manto Materno, quello della Pasqua Viva, su tutta la Famiglia che il Padre ha chiamato! Dona nei Cuori di ognuno dei figli la Pasqua...... sono deboli e hanno bisogno della Tua Forza: fallo, Mamma, Te lo chiedo così, ...come figlia! La Madonna: Amen, così sia! Giulia: Eccomi, Mammina, e perdonami se Te lo chiedo così con la confidenza di una figlia ad una Mamma! La Madonna: Questo è Chiedere "nel Giusto" della Croce, Figlia mia! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Mammina! La Madonna: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuta in mezzo a noi! La Madonna: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Come stai? Don Vincenzo: Bene! <La Madonna manda baci e viene ricambiata> La Madonna: Come state, figli? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Anch'Io sto bene quando vengo accolta nei cuori di ognuno di voi, figli! ...Cosa c'è stato, Figlio Mio? Don Vincenzo: C'è stato quel momento all'Inizio della Visitazione in cui la Cocciuta...... La Madonna: ......Stava vedendo scendere un Flagello Grande sull'Umanità! Don Vincenzo: Sicuramente era qualcosa di grosso e di grave......! La Madonna: ! Poteva anche rimanere nel silenzio, ma non l'ha fatto, ha chiesto la Tua Destra e Io sono venuta subito a tranquillizzare il suo cuore e il cuore di ognuno di voi, figli! Don Vincenzo: E' stato bloccato questo Flagello? La Madonna: Ora lo tiene fermo, il Padre l'accontenta sempre quando chiede se può tenerlo almeno un Giorno! Ancora tiene stretti quelli che gli sono stati consegnati nella Sera del Giovedì, non li ha lasciati ancora...... li tiene! Tocca il Cuore del Padre e, quando tocca il Cuore del Padre, il Padre l'accontenta! Cosa deve fare quando una Figlia chiede al proprio Papà: "lasciameli tenere ancora un poco perchè i figli non sono ancora rientrati!" Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, figlio! Don Vincenzo: Quello che è bello è che la Cocciuta si appoggia sempre a Te! La Madonna: ! Don Vincenzo: Quando ha chiesto al Padre più Giorni! La Madonna: ! Don Vincenzo: Ha detto a Giovanni: "Giovanni, chiedi alla Madonna, perché poi Lei sa chiedere al Padre!" La Madonna: ! Don Vincenzo: E difatti poi ha ottenuto la Grazia che aveva chiesto! La Madonna: Si appoggia sempre a Me......! Don Vincenzo: La stessa cosa è successa oggi! La Madonna: Si appoggia sempre al Mio Cuore, così come Io Mi poggio sul Cuore del Mio Figliolo Gesù, per poi andare nel Cuore del Padre! E lei, vedendo tutto questo fa lo stesso! Così è stato detto: tutte le Grazie passeranno per il Cuore di Maria! E lei conosce che l'Unica Grazia che avete passa per il Mio Cuore, l'Unica Grazia che è rimasta nell'Umanità Intera si poggia su di Me, ma rimane sempre poggiata sul Letto della Croce e sa che il Padre non le dice di no quando lei chiede! Mira all'Amore del Padre per ottenere un Giorno in più e raccogliere ancora l'Umanità dispersa! E' questa la Spugna che si Inzuppa e si Beve per portare tutti i figli a Casa, in quella Casa che il Padre ha preparato da Sempre! Così come dice: "non manca nulla, il Padre ha preparato Tutto!" Ma gli uomini ancora non vedono ciò che Dio ha preparato per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! NON CAMMINATE ALLO SBARAGLIO, CAMMINATE GUARDANDOVI E VEDENDOVI CHE SIETE CROCE...... e la Croce è arricchita di tutto quello che il Padre ha e non vi manca nulla...... siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio e a Dio non Gli manca nulla, ha Tutto! Dio E' e voi Siete perché Dio E' da Sempre! E voi Siete da Sempre Pensati, Amati e Donati a voi stessi, ma appartenete a Dio...... siete di Sua Proprietà così come Lo Sono anch'Io che sono Nata dal Suo Cuore, Amata dal Suo Amore e anche voi Lo siete... ma non vedete l'Eredità che siete......! Vi lasciate trascinare dalle cose del mondo, dalle cose preparate dagli uomini... quelle non sono eterne... mentre quello che ha preparato Dio è Eterno ed è vostro: è l'Eredità che un Padre ha Donato ai Propri Figli......! Per questo i vostri occhi si devono aprire e guardare solo le Cose di Dio, non quelle che hanno preparato gli uomini...... e dovete essere vigilanti: molti altri falsi profeti inizieranno a parlare e a presentarsi dinanzi a voi dicendo: "questo l'ha detto Gesù!" Ma non è così, Gesù è Sceso, è Vivo, è in mezzo a voi, così come il Padre L'ha fatto Scendere da Sempre e ora vi Dona la Verità, quella Verità che vi è stata nascosta da sempre! Ma i falsi profeti porteranno ancora la verità fatta da loro e non da Dio! Ma pregate: "Padre Nostro", "Ave Maria", pregate ancora per quella Cupola dove ancora scenderà Sangue Innocente! Pregate, Figli Miei: è il vostro compito! Voi siete nell'Arca e avete i Remi e le Schiere stanno Combattendo e Io sono dinanzi alla Prima Schiera con tutti i Servi Inutili! ............Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Mamma ci sono più Schiere? La Madonna: ! Don Vincenzo: E Tu guidi la Prima Schiera? La Madonna: ......... un'altra la porta la Cocciuta! Don Vincenzo: La Cocciuta guida la Seconda Schiera? La Madonna: ! Don Vincenzo: E sono numerose queste Schiere, Mammina? La Madonna: , sono tante! Don Vincenzo: E in questa Battaglia state avendo sicuramente successo? La Madonna: ! Dio non può perdere! E' il Vincente! Don Vincenzo: L'Eterno Vincente! La Madonna: Da Sempre e per sempre! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! ...Ma dovete essere vigilanti... Don Vincenzo: ...Sì... La Madonna: ...C'è il veleno...... non vince, ma c'è! Non dovete girare le spalle, il veleno cammina e va dappertutto, ma nell'Arca non c'entra! Dovete Rimanere Vigilanti! Vedete, Dio Mi ha Donato l'Amore di Combattere da Sempre e così anche alla Cocciuta le ha Donato l'Amore per Combattere! Rimanete nell'Arca e Combattete! Don Vincenzo: E sì, nell'Arca siamo protetti, perché il veleno non ci può entrare! La Madonna: No! Don Vincenzo: Mamma, prima hai fatto accenno a Giovedì Sera, ai Sette Sigilli! La Madonna: ! Don Vincenzo: I Sette Calici! La Madonna: Ancora li tiene stretti e ha chiesto anche gli altri da tenere un Giorno e un Giorno, ma poi bussa ancora al Mio Cuore nel dire: "Bussa al Cuore del Padre, fa che quei Giorni diventino due!" Poi bussa ancora: "Bussa al Cuore del Padre, fa che quei Giorni diventino tre!" Questa è la Formichina che bussa per i propri figli! Don Vincenzo: E riesce a strapparle le Grazie al Padre col Tuo Aiuto? La Madonna: , riesce a strapparle...! E voi la vedete camminare, la vedete sorridere, la vedete gioire, ma lei è solo un "Nocciolo Scorticato", una Spugna che si Inzuppa e si Beve! Io posso dirlo......, ma lei dice: "sto bene", quando glielo chiedete! Don Vincenzo: Maschera? La Madonna: No, fa tutto alla Luce del Sole......... le maschere non vengono da Dio! "Sto bene, mi Bagno e mi Bevo!" Don Vincenzo: Che Forza d'Amore! La Madonna: ! Don Vincenzo: Che Potenza d'Amore! La Madonna: Quando si Ama si dice: "sto bene!" Così quando sentivo parlare male del Mio Figliolo Gesù anch'Io M'Inzuppavo e Mi Bevevo e sulle Mie Labbra c'era sempre il sorriso...... come c'è attimo dopo attimo...... pur nel vedere l'Umanità ancora lontana! ......Cosa c'è ancora, Figlio? Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Questi falsi profeti...! La Madonna: Dovete essere vigilanti, verranno a voi con la dolcezza, ma non porteranno dolcezza perchè porteranno il veleno per allontanarvi sempre di più dal Legno della Croce e portarvi sul legno fatto da loro! Voi avete un Legno Solo: il Crocifisso! Gesù non è mai Sceso dalla Croce e non Scenderà...! E non vi ha mai lasciati soli e non vi lascerà...! Abita in ognuno di voi e Combatte così con voi la Battaglia del Mio Cuore Immacolato...! La Promessa fatta da Sempre, l'Unica Chiesa che il Padre ha Chiamato da Sempre! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Giovedì scorso 7 Marzo, Gesù ha parlato di: "...Sette Sigilli fatti con Sette Calici, tutti e Sette sono pieni del veleno della Cupola che scenderanno sulle Sette Chiese e scenderanno casa per casa e avvolgeranno tutti i figli!......" La Madonna: Adesso li tiene fermi ancora la Cocciuta! Don Vincenzo: E questo fatto che "......le mamme piangeranno i loro figli...!" La Madonna: Ancora li tiene fermi la Cocciuta! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: ! Don Vincenzo: Questa guerra quindi sarà a tutti i livelli? La Madonna: La Cocciuta fin da giovedì li tiene fermi, poi viene quando sta per scadere il tempo e bussa di nuovo al Cuore del Padre......! Don Vincenzo: E si serve sempre di Te, chiede aiuto a Te e a Giovanni? La Madonna: ! E il Padre Allarga le Braccia dicendo: "vediamo cosa fa ancora lo Strumento?" Don Vincenzo: Giulia è sempre "delicata" nel chiedere! La Madonna: , tu la vedi che quando cammina scalza, cammina in punta di piedi? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: In quel modo si avvicina dinanzi al Cuore del Padre: in punta di piedi! Don Vincenzo: Aaah! La Madonna: ! Don Vincenzo: Perciò fa così...! Io certe volte guardandola mi dicevo: "...sembra una ballerina..." <Si ride un po'> La Madonna: ...Cammina con le ditine! Don Vincenzo: Ma proprio in quei momenti...... La Madonna: ......Lei si avvicina a chiedere......! Don Vincenzo: Sì, proprio allora sta bussando al Padre? La Madonna: , e ti dice: "non posso camminare scalza, aspetta che mi metto in punta di piedi!" E quando si mette in quel modo ha chiesto... ma adesso non glielo dite se no poi si arrabbia......! <Si ride un po'> , quando cammina in quel modo si alza per arrivare ancora più vicino al Suo Cuore nel sussurrare: "sta per scadere il tempo!" Don Vincenzo: Ah, questo dice? La Madonna: ! Don Vincenzo: Tre Parole! La Madonna: "Posso tenerlo ancora un pochino?" Ma quel pochino è un Altro Giorno! E vi ho detto un'altra cosa che lei fa alla Luce del Sole e quando la vedi in punta di piedi sta facendo proprio questo! Don Vincenzo: Sta pregando il Padre! La Madonna: ! E lei dice:"non posso camminare col piede poggiato scalzo, mi devo mettere sulle punte!" ...La sa lunga la Cocciuta sull'Amore, la sa lunga...... eeeeh! A volte una mamma svela i segreti dei propri figli.........e Io adesso ho svelato quello della Cocciuta! Don Vincenzo: Sono Segreti d'Amore! La Madonna: ! Don Vincenzo: E' bello venirne a conoscenza! La Madonna: Ma lei i Suoi Segreti d'Amore è brava a tenerLi nel Rotolo Vivo, il suo "Filicino", tutto quello che il Padre le ha Donato...... e Lo Aprirà solo quando il Padre glielo dirà! ............Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Ancora, Mammina, quando Tu dici che sono le Ultime Grazie...! La Madonna: L'Ultima Grazia che avete Sono Io! Don Vincenzo: Praticamente l'Ultima Grazia Sei Tu? La Madonna: , la Chiesa che il Padre ha Scelto da Sempre! Don Vincenzo: Perché Tu Sei Piena di Grazia e quindi Sei Piena di Grazie! La Madonna: ! Il Cielo è in mezzo a voi con tutti i Servi Inutili e anche con i vostri Cari! I vostri Cari quando sono Nati nel Cuore del Padre sono diventati Servi Inutili e Lavorano! Questo significa "Santo": Servo Inutile! Voi li chiamate "Santi"! Don Vincenzo: Ah, sì! La Madonna: Ma sono Servi Inutili! Don Vincenzo: Nel fare Solo le Cose del Padre, nel si-si, no-no! La Madonna: Nel Lavorare nel Giardino che il Padre ha preparato da Sempre per ogni figlio e nel Fare Solo le Cose del Padre! Don Vincenzo: Sì! Che bello essere "Servi Inutili"... Il nome di "Santo" dava adito a speculazioni per meglio prendere in giro i fedeli...! La Madonna: ! Don Vincenzo: Ci entravano di mezzo i soldi specialmente quando si dovevano arrivare "ai miracoli" e tutto diventava un mercato...! Mentre invece il Servo Inutile nel: sì-sì, no-no Fa Solo le Cose del Padre! La Madonna: Sì torna a Lavorare nella Vigna che il Padre ha preparato per ognuno di voi, è l'Eredità e ogni figlio prende la sua Eredità e così ha tutto quello che gli necessita e può Lavorare, può Impastare e può Infornare il Pane, SpezzarLo e DonarLo da Mangiare a tutti quanti, così si ha il Tutto di Dio! Mentre gli uomini Lo portano via, il Padre Lo Dona a Larghe Misure senza far mancare il Cibo a nessuno dei Propri Figli e donando a tutti i Figli l'Eredità Intera, non a pezzetti, ma Intera! Don Vincenzo: Quanto è meraviglioso, Mammina, venire a contatto con questa Verità Tutta Intera, con questa Pienezza di Luce Divina! La Madonna: Il Padre ve L'ha Donata sempre Tutta Intera e non ha tenuto nulla per Sé! Don Vincenzo: Ma i Grandi della Chiesa hanno capovolto tutto dicendo quello che Gesù non aveva mai detto e facendo quello che Gesù non aveva mai fatto! La Madonna: Dobbiamo pregare, altro Sangue Innocente scenderà ancora su quelle Mura! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Anche su quel Sangue Innocente la Cocciuta si è inserita dicendo che voleva essere Spugna, che voleva andare a pulire il Sangue! Dovunque vede il danno, dovunque vede il male, lì lei si tuffa... La Madonna: ! Don Vincenzo: E non indietreggia? La Madonna: No! Don Vincenzo: E dove trova tutta questa Forza? La Madonna: Si poggia sul Letto della Croce, così come gli è stato chiesto dal primo istante: "vuoi aiutarMi?" Quando Gesù e il Padre le hanno chiesto: "vedi i Chiodi, vuoi aiutarCi?" lei ha risposto "Eccomi!" Il suo Eccomi è da Sempre, e quando vede Gesù triste nel vedere i figli lontani, lei si avvicina in punta di piedi con il sorriso dicendo a Gesù: "posso andarci io, te l'ho promesso! Tu mi hai chiesto: vuoi aiutarMi? Ora non ho niente da fare, posso aiutarTi!" ...Quando ha Tutto sulle sue spalle! ......E lei dolcemente dice: "...non ho niente da fare, non ho fatto nulla in questo giorno!" Come può un Padre non essere Tenero quando lei Gli chiede: "mi dai un altro Giorno?" ......E Glielo concede! Don Vincenzo: Certo! La Madonna: Ma sa che lo Strumento conosce ogni cosa e lei è pronta a Lavorare aspettando che si compie la Volontà del Padre! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Già dal Grembo Materno, da quando è stata Pensata, il Padre ha "Creato" uno Strumento! La Madonna: ! Don Vincenzo: Praticamente il Padre ha fatto della Cocciuta una Vera Figlia di Maria, diciamo così? La Madonna: ...Diciamo così! Don Vincenzo: Diciamo che la Madonna è Insuperabile! La Madonna: Il Mistero è Nascosto! Don Vincenzo: Ma lei Imita Te, Mammina, in Tutto mettendo i suoi piedi sempre sulle Tue Orme nel Sacrificarsi per Amore! La Madonna: ! Don Vincenzo: E nel Donarsi tutto e per sempre, per l'Eternità: "Eccomi, per l'Eternità"! La Madonna: "Eccomi!" È quella la Risposta che lei ha donato a Gesù! Don Vincenzo: ......Mamma mia! La Madonna: Quando le ha detto: "vedi i Chiodi? Vuoi aiutarMi?", lei ha risposto "Eccomi, per l'Eternità!" Don Vincenzo: Per sempre! La Madonna: E le è stato chiesto ancora: "Hai guardato bene?" - "Eccomi, per l'Eternità!" Il Padre se l'è "Creata" Cocciuta, , il Padre se l'è creata Cocciuta! E lei invece Gli ha detto: "ma hai guardato bene, in mezzo a tutti quanti hai scelto una che è stupida, non ce n'era un'altra migliore?" Il Padre le ha detto: "Ho Scelto te, rimani così stupida come tu dici di essere, perché così ti voglio" - "Eccomi per l'Eternità!" Don Vincenzo: E' una risposta proprio... La Madonna: ...Di Cielo! Don Vincenzo: Perfetta, sì, da Cielo, Divina, perché nessuno avrebbe detto così! La Madonna: E' una risposta di una "Figlia" Chiamata dal Padre, ...così come il Padre Chiama tutti i figli... ma non tutti rispondono... non tutti guardano i Chiodi e tutti dicono: "ora ho da fare, ho la mia famiglia, ho la mia casa, ho il mio lavoro!" Non guardando l'Unico Lavoro e l'Unica Casa che è la Vigna del Padre, dove c'è il Lavoro che non finisce mai, perché è l'Eredità che Dio ha preparato! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Come possiamo aiutare di più il Padre? La Madonna: Con le due semplici frasi: "Padre Nostro" e "Ave Maria"! In questo Tempo quello che dovete fare è questo... e gioire nel vedere Gesù e il Cielo Vivo in mezzo voi, così come Gesù vi ha detto da sempre "non vi lascerò mai da soli, sono sempre con voi attimo dopo attimo, ma non ''chiuso'' in mezzo a voi, come Mi hanno chiuso nel Tabernacolo, ma nel fare le stesse Cose che fate nel giusto, perché Sono Uno di voi, ma voi non Mi vedete perché siete presi dalle cose del mondo"! .........Gesù è andato solo un istante dal Padre, è ritornato, è rimasto e lo è in mezzo a voi, così come lo Sono Io con Tutto l'Amore Pieno che il Padre Mi Ha Donato, e Sono l'Ultima Grazia che avete! Non Mi hanno messo da parte, il Padre Mi ha scelto come Chiesa e Lo Rimarrò! Don Vincenzo: L'Unico Tabernacolo! La Madonna: , l'Unico Tabernacolo Aperto all'umanità intera e a tutti i figli! Don Vincenzo: L'Unica Chiesa Viva! La Madonna: Sono la Chiave della Porta Aperta, non chiusa, figli! ...Ora i figli devono portare a casa la Chiave della Porta Aperta, la Gioia e non il pianto, la Festa e non il funerale! Non dovete preparare un funerale per il Mio Gesù, perché il Mio Gesù è Vivo e Nasce attimo dopo attimo nei vostri cuori! Dovete essere gioiosi, né fare pianti e né lamenti e né vestirvi di lutto, perché Gesù è Vivo da sempre! Non andate dietro a una bara perché Gesù non c'è in quella bara! Gesù è Vivo e cammina! Beve e mangia con ognuno di voi e la Pasqua è Viva! Don Vincenzo: ...Attimo dopo attimo, non finisce mai, è una Pasqua Eterna! La Madonna: Si, quando vi amate gli uni gli altri, quando perdonate i vostri nemici, quando vivete nell'Amore nel dire "eccomi, Papà, nel lavorare nella Tua Vigna e nel Remare e nel Rimanere nella Barca che Tu hai costruito da sempre per ognuno di noi! E noi non vogliamo le cose del mondo ma la Tua Eredità, Padre"! Ed è così che ho risposto "Eccomi! Quello che Tu Mi stai dicendo e Mi stai donando è la Tua Eredità, ed Io sono Tua Figlia e Mi appartiene l'Eredità, e rispondendo Eccomi, diventa Mia"! E così anche voi, se rispondete "Eccomi", l'Eredità diventa vostra e nessuno ve la porterà via, Figli Miei! ...Ora portate a Casa l'Eredità che il Padre vi ha lasciato scendere in questo Giorno e camminate con Gesù Vivo, Figli Miei! Ma vigilate perché c'è il veleno, e voi avete la Destra del Padre per combatterlo, Figli! <La Madonna Fa un Segno di Croce> ...Si, Mi Segno anch'Io, così vedete che il Mio Eccomi viene dalla Croce e non dai rumori del mondo! ...Tu saluterei i tuoi figli con l'Albero Verde, ed Io col Magnificat, Rimanendo Seduta sul Legno della Croce! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(*) ...Ecco, ora recitiamo il Magnificat!(*) Don Vincenzo: Facciamo un bel Segno di Croce: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen! <Tutti quanti recitano il canto del Magnificat > Giulia: Mamma, stanno scendendo Tre Gocce di Sangue dal Tuo Cuore! Chi Ti ha fatto soffrire?(*) ...Li hai lasciati scendere Tu?(*) ...Per bagnarci?(*) ...Non Ti ha fatto soffrire nessuno...? Ti abbiamo fatto male? La Madonna: No, Anima Mia! Vi Ho Donato Tre Gocce del Mio Amore!(*) Giulia: E cosa abbiamo fatto per meritare questo? La Madonna: Sarete bagnati perché i Tempi che stanno scendendo vi faranno del male......... ma con le Tre Gocce il male non scenderà su di voi.........!(*) Prendi le Tre Gocce!(*) Giulia: E cosa devo fare?(*) La Madonna: Bevile!(*) <Giulia Beve le Tre Gocce> Giulia: ...Ed ora(*)......... no, non ne è rimasto!(*) ...Come faccio a donarLe e a bagnare la Famiglia, quella che mi hai donato?(*) ...E sull'umanità intera ne farai scendere ancora?(**) ...Mamma... La Madonna: ...Ora hai bevuto le Tre Gocce e Le darai ai tuoi figli!(*) <Giulia Allarga le mani e dà le Gocce ai presenti> ...Sono scese su ognuno di loro! Giulia: Perdonami, Mammina!(*) ...E sull'umanità? La Madonna: Ti saranno donate a suo tempo!(*) Giulia: Perdonami ancora! Busserai ancora al Cuore del Padre per farmi tenere ancora tutto quello che ho visto?(*) ...Non posso far scendere tutti quei Flagelli! Non posso aprire tutti quei Sigilli! Bussa Tu al Cuore del Padre!(*) ...In confidenza, facciamo passare questo Tempo che è rimasto, e dopo la Pasqua, ma quella Viva e Risorta, ne parliamo! La Madonna: Non stai chiedendo troppo? Giulia: Una figlia ad una Mamma non chiede mai troppo! Chiedo quello che vedo nel Tuo Cuore!(*) ...Chiediglielo!(*) ...Chiedigli questo, Mamma: di far passare questi Altri Giorni che sono rimasti... e poi ne parliamo dopo la Pasqua Viva cioè quando si accende l'Altra Alba! La Madonna: Eccomi, figlia! Giulia: Allora posso tenerli fino alle fine di questo mese?(*) ...Tutto quello che ho visto, anche quelli di Giovedì? La Madonna: Eccomi, figlia!(*) <Giulia con la Sua semplicità ancora insiste nelle sue richieste alla Madonna> Giulia: Senti, Mammina, e se poi ne verranno altri Sette potrò chiederTi ancora e potrò bussare ancora al Tuo Cuore?(*) ...Ora vado ad inzupparmi e a bermi, perché ho Sete e sono gioiosa!(*) ...Ho tutti Questi Giorni per tenere tutto quello che ho visto! ...Io ho sete(*)... si, e farò sempre "Padre Nostro" e "Ave Maria", perché questa è la Preghiera che il Padre adesso vuole, ed anche i figli la Faranno!(*) ...Eccomi ancora per l'Eternità!(*) ...Mammina, ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici! Giulia: Eccoci, Papà! Eccomi ancora per l'Eternità per tutto quello che mi hai donato in questo giorno, e per tutto quello che hai fatto scendere sui figli, Papà! Il Padre: Amen e così sia, Anima Mia! Giulia: Amen e così sia, Dio mio, Figlio mio!(*) ...Ci vediamo dopo! E visto che il Cielo è con noi, è sceso: ciao, Cielo, attimo dopo attimo!(*) ...Ciao, Cari!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Ciao Piccoli Servi Inutili: impastate perché c'è da lavorare e da combattere!(*) ...Ci vediamo dopo!(*) ...Ciao, Cielo! <Giulia schiocca un bacio>

 

 

 

 

3. Giov. 14/03/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): ......Io Vengo nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...e l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! ...Figli Miei, Vigilate ancora... i falsi profeti aumenteranno... e porteranno "un pane" che non viene dal Cuore del Padre: non spezzatelo e non mangiatelo! Io Mi Spezzo attimo dopo attimo e Mi Dono nella Verità Tutta Intera! (Giulia): Eccoci, Gesù, il Tuo Pane è la Verità Tutta Intera......  il Pane Sei Tu che Vieni qui a Timparelle da 28 anni......  tienici ancora per mano in Questo Tempo! (Gesù): Avete l'Arca, avete i Remi......  e non temete gli uomini, Figli Miei! L'Ora è Giunta, dovete avere il Santo Timore del Padre che Allarga le Braccia e Lascia Scendere il Suo Amore! È Maria l'Unica Grazia Piena in mezzo a voi!

*******************

(Gesù): ......La Cocciuta non ha visto la verdurina ma sta guardando tutti i Sigilli... e li sta guardando uno ad uno... e se li tiene stretti......! (Don Vincenzo): Ma si possono vedere i Sigilli? (Gesù): Sì, la Cocciuta ve l'ha detto poco innanzi quello che ha visto.........  e può vedere anche gli altri! Ora sta guardando quelli che può tenere.........  ma sta guardando anche gli altri! Ora... (Don Vincenzo): Ora? (Gesù): ...Sta guardando anche gli altri! Il Padre non gli nasconde niente, vede e sente ogni cosa e, nel vedere e nel sentire, sente anche i "rumori" del mondo......!

*******************

(Gesù): La Schiera sta Combattendo...  nella Battaglia... (Don Vincenzo): Sta Combattendo anche contro i Sigilli o invece no? (Gesù): Fammi portare il "niente" poi ti rispondo! ...Eccomi, vicepa', ti raccomando! Vedi, Figlio, chi Combatte contro i Sigilli è lo Strumento nel chiedere al Padre se li può tenere! I Sigilli non vengono mandati dal Padre! (Don Vincenzo): Partono dalla Cupola? (Gesù): Sì!

*******************

(Raffaele): I Sigilli sono tutto il male da sempre? (Gesù): Si, e per questo ce ne sono tanti tanti! (Raffaele): Sono tutte le offese, tutte le ingiurie, tutte le violenze, tutte le sofferenze, tutti i peccati?

*******************

(Piccolo Giovanni): È un Nocciolo Scorticato, è una Spugna che si inzuppa e si beve e chiede attimo dopo attimo tutti i Sigilli! Dall'alba al tramonto chiede a Maria "donameli tutti in una volta"! Cosa devo fare con una Cocciuta così? ...Guarda i suoi figli, guarda l'umanità intera, guarda i farisei di ieri e di oggi, guarda i falsi profeti e implora al Cuore di Maria "donami tutti i Sigilli! Poggiali sul Filicino", e quel Filicino gliel'ho donato Io!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Fermati, non alzarti!(*) <Alla Glorificazione, Giulia stava per alzarsi in piedi come al solito> Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio......  poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Nella Pace di Mio Padre Abbraccio i vostri cuori Uniti alla Croce e al Crocifisso, così Siamo la Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, nella Verità Tutta Intera che Dio Ha Donato da sempre ai Propri Figli, nell'Amore, nella Pace e nella Luce della Croce che Porto... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...In mezzo a voi nel Ricordare ciò che Dio vi Ha Donato......ed è rimasto e non viene cancellato da niente e da nessuno! ......L'Albero è stato piantato e non c'è né pioggia, né vento e nessun'altra cosa per cancellarLo, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Eccomi ancora! Eccomi ancora nel Venire col Cielo... oramai è Riverso... e gli abitanti nella Vigna sono tutti in mezzo a voi...... e i Servi Inutili non hanno finito di lavorare! Il Lavoro della Vigna inizia nel Grembo Materno del Padre e si Conclude quando il Padre Ha Scritto! Il Tempo di Dio non finisce così come finisce il tempo degli uomini! La Vigna È, perché i Vignaioli Sono, come Dio È da sempre e nella Verità dell'Amore Pieno Io Sono Ancora! ......GUARDA, ANIMA MIA......! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) È grande quel Missile! Gesù..., cosa devo fare?(*) Sta salendo in alto...(*) ma è bruciato! Gesù, cosa vuoi dirmi nel farmelo vedere così?(*) Sale, ma è bruciato..., cosa devo fare? Dove va?(*) C'è né un altro..., è acceso......  e sta bruciando pure questo, ma si mette "in posizione di Croce" per unirsi all'altro, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA......! Giulia: Non salgono più ma si stanno abbassando..., dove andranno a cadere? Gesù: GUARDA.........! Giulia: Gesù, ci sono troppi bimbi......, dove andranno a cadere? Mi posso Inzuppare e Bere di nuovo? Ma non mi puoi far tenere anche questo come gli altri o fermarli? Mi Inzuppo e mi Bevo! Mio Diletto, Mio Amato Bene, rispondimi: li fermiamo? Gesù: Vedi...... sono già bruciati! Giulia: Gesù, a Te nulla è impossibile...  col Filicino alzato verso il Tuo, se vuoi farlo, me li fai tenere come gli altri......! Dove entrano ci sono troppi bimbi, posso tenerli? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma tu non Ti stanchi mai? Giulia: Gesù, Tu Sei Stanco? Gesù: No, Anima Mia! Giulia: Tu Hai Lavorato......  ma io non ho fatto niente, come posso essere stanca? Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Ci sono Altri Sette Sigilli, Gesù! Gesù: Guarda bene, Anima Mia.........!(*) Giulia: Gesù!(*) ...Partono dalla Cupola! Gesù: Sono i Sette Sigilli di Giovanni! Giulia: Mio Amato Bene, Mio Diletto!(*) ...Sono fatti di acqua, ...di fuoco......  e di polvere bianca!(*) E Giovanni li ha lasciati...  e stanno scendendo, perché si sono aperti! E questi scenderanno su coloro che non hanno ascoltato e hanno bestemmiato lo Spirito Santo! Oh, Gesù, non posso fare niente? Gesù: Su questo no! Giulia: Non posso tenerli come gli altri?(*) Gesù: Sette..., Sette..., Sette! ......E ce ne saranno altri! Giulia: Gesù, lo so che ce ne saranno altri, ma questi non posso tenerli poco poco? Gesù: Devi Ubbidire in Questo Giorno! Giulia: "Eccomi, nel Fare le Cose del Padre per l'Eternità"! Eccomi, Gesù! Metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato: la Famiglia......  e coloro che hai messo sulle mie spalle, l'umanità intera, mettendo tutto nelle Tue Mani e Facendo le Cose del Padre! Tutti i cuori li porto nel Tuo Cuore......  tienici ancora per mano come Lo hai fatto da sempre! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù: No, non toccare!(*) Giulia: Gesù, scende Sangue...  e bagna ancora quelle Mura......! Ed è Fuoco che Arde! Gesù: "Prega e Fai pregare i tuoi figli secondo le Intenzioni della Croce e del Cuore Immacolato di Maria!" <Gesù Ripete la Sua Benedizione col Segno della Croce> ......Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Perché sei triste, Gesù? Perché il Tuo Cuore Gronda Sangue? Gesù: Vedi come viene trafitto il Cuore di Mia Madre... e come viene trafitto il Mio Cuore? Giulia: Cosa posso fare? Cosa possiamo fare? Gesù: Pregate ancora nel dire: "Ave Maria...!Padre Nostro...!" Giulia: Ma tutti quelli Ti stanno trafiggendo..., Ti hanno voltato le spalle! Si avvicinano al Tuo Cuore......  e al Cuore di Maria......  e poi si voltano e Ti girano le spalle......! Gesù: Prega, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Ma dove vanno?(*) LasciandoTi, quale via stanno prendendo? Vado ad Inzupparmi e a Bermi, Gesù! Gesù: Il Lavoro è grande e la Battaglia è iniziata! Vai, Sposa Mia, ad Inzupparti ancora e Beviti ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Gioiamo nell'Amore della Croce, Gesù, perché Tu Sei Sempre Lì......  e noi veniamo dietro di Te portandoTi tutti i figli! Gesù: Amen, così sia, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi ancora... il Cielo è in mezzo a voi, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, con tutti i Servi Inutili e i Cari e Io Vengo nel Portare l'Unica Verità della Croce...  <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! ...Figli Miei, Vigilate ancora... i falsi profeti aumenteranno... e porteranno "un pane" che non viene dal Cuore del Padre: non spezzatelo e non mangiatelo! Io Mi Spezzo attimo dopo attimo e Mi Dono nella Verità Tutta Intera! Giulia: Eccoci, Gesù, il Tuo Pane è la Verità Tutta Intera......  il Pane Sei Tu che Vieni qui a Timparelle da 28 anni......  tienici ancora per mano in Questo Tempo! Gesù: Avete l'Arca, avete i Remi...... e non temete gli uomini, Figli Miei! L'Ora è Giunta, dovete avere il Santo Timore del Padre che Allarga le Braccia e Lascia Scendere il Suo Amore! È Maria l'Unica Grazia Piena in mezzo a voi! Giulia: Eccoci, Gesù! Eccomi, l'Ora è Giunta e l'umanità è sulle mie spalle! Donami ancora la Costanza e la Forza per camminare sulla Viuzza Stretta! Gesù: Hai l'umanità e tutti i tuoi figli, portali ancora così come hai risposto il Tuo "Eccomi" Giulia: "Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù!" Gesù: GUARDA ANCORA......! Aggiungi al Rotolo Vivo ciò che stai vedendo......! Giulia: Eccomi! Eccomi, Gesù! Vado ancora come Spugna ad Inzupparmi e Mi Bevo: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI-GESU'DIO! Don Vincenzo: Shalom! <Don Vincenzo, con umiltà, segna le mani dello Strumento col Segno della Croce> Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto, Gesù, in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ...Stai bene, Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! <Gesù Manda Baci e viene ricambiato> Gesù: Eccomi! ...Ciao, belli di Gesù! Eccomi! <Raffaele porge a Gesù un vasetto con fiori e cioccolatini> Ehi, c'è un bigliettino...... lo leggi tu? Don Vincenzo: Sì e lo apriamo! È il regalo fatto da Arianna! Gesù: È per Me, eh! Don Vincenzo: "Gesù, queste Tre Rose le dono una a Te, una al nostro Papà Formicone e l'ultima è per la nostra Mammina Celeste! Eccomi, Papà, nel Fare Solo le Tue Cose......! La Tua Arianna!" Gesù: Ehi, le Rose le tengo... e quelli che sono nei boccioli li mangio, ah! <Gesù manda un bacio> Eccomi! ...Ciao, bella di Gesù...... ciao, belle di Gesù! Tutti: Ciao! Gesù: Ho copiato da Giovanni! ...C'è un secondo Regalo! ...Questo chi Me lo conserva? Poi Me lo porto a Casa...... aspetta, mettiamo questo......! <Gesù Posa la Corona del Rosario> È Mio quest'altro Regalo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E aspetta, questo è un po' più grandicello...... e anche la letterina... tieni...... leggila tu: ......questo è il secondo regalo! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Io vedo cosa c'è dentro...... come se... eh, ecco, ecco! <Cioccolatini> Ehi, gnam, gnam, gnam, ......tie'...... leggi! Don Vincenzo: Lo scrive Saverio: "Al Papà più dolce del mondo! Papà, grazie a Te, amarTi è stato facile facile! La Tua Dolcezza è Frutto di Croce, di Sangue e di Acqua..., è tutto Frutto d'Amore...oggi qui a Timparelle e domani nel Tuo Cuore... per l'Eternità: bacioni, Eccomi, Saverio!" Gesù: Eccomi, eh! Don Vincenzo: Bello! Gesù: ! Ciao a tutti! Don Vincenzo: Ancora! <Raffaele porge un Terzo Regalo: un Agnello di cioccolato con ovetti> Gesù: Ehi, oggi non è il Mio compleanno..., eh tie', leggi, ......eeehi, avete mai visto che un Agnello fa gli ovetti, eh, eh? <Si ride un po'> , tutto è possibile al Padre, eh, eh, questo poi Me lo porto a Casa, tie'! Don Vincenzo: "Eccomi, Gesù, con il mio niente, aiutami a Lavorare come Figlia nella Tua Vigna e ad essere come Pecorella Umile, Povera e all'Ultimo Posto......la Tua Lucrezia!" Gesù: Eh, bello! <Gesù invita ad applaudire> C'è la pinzettina, si può prenderne un nasino, ma non ci va! Beh, che Mi dici? ...Quando verrà Giovanni... sta Lavorando, sta preparando gli altri Flagelli e gli altri Sigilli! Don Vincenzo: Sta preparando altri Flagelli e altri Sigilli? Gesù: , tutti i Servi Inutili stanno Combattendo con le Schiere e con Maria......, e la Cocciuta adesso sta andando ad Inzupparsi e a Bersi per tutto quello che ha visto...... e Giovanni sta preparando gli altri Sette-Sette! Don Vincenzo: Altri Sette Sigilli! Gesù: , in Questo Tempo ci saranno i Sigilli, ma la Cocciuta è riuscita a dire al Padre di tenerli ancora per un po'...... non era contenta di tenerli fino alla fine di questo mese di Marzo, Gli ha chiesto se li può tenere ancora...... e il Padre gli ha detto di ""! ......Voi ancora non vi rendete conto di cosa sono i Sigilli che si Aprono! Dovete fermarvi e ascoltarli con il cuore e guardarli con gli occhi del cuore, figli! ......Cosa c'è, stai bene? Don Vincenzo: Sì! <Gesù dona una stretta di mano a Don Vincenzo e baci per tutti> Gesù: E Giovanni Mi ha chiesto: "Ma Tu Mi hai rubato: ciao, bella di Zio Mario?" <Si ride un po'> Io gli ho risposto che l'ho preso in prestito! <Si ride un po'> Perché Dio non ruba! ...Dona e poi prende di nuovo..., così come gliel'ho donato a Lui nel dire: "ciao, belle di zio Mario", e ora Me lo sono preso in prestito per un poco! Don Vincenzo: E l'hai trasformato dicendo: "ciao, belle di Gesù"! Gesù: ! Don Vincenzo: Eh! Gesù: Eh, si Combatte...... e la Battaglia è iniziata...... ma c'è anche il Gioire nel dire: "ciao, belle di Gesù", "ciao, belle di Zio Mario", quando viene Zio Mario! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Tu non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Hai sentito i Sigilli? Sono di acqua, di fuoco e polvere bianca! Alcuni: Acqua, fuoco e polvere bianca! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Gesù! <Si sente il carillon della carrozzina di Giovanni, il figlio piccolo piccolo di Piera e Vito> Gesù: Chi suona? Ho sentito suonare: qualcuno suona, ma i Sigilli non suonano! Don Vincenzo: Ah! Gesù: Perché Mi guardi così? Non ti dicono niente? Don Vincenzo: Perché non solo i Sigilli non suonano, ma fanno piangere! Gesù: ! Don Vincenzo: Ancora per parecchio tempo ci saranno questi Sigilli? Gesù: , devono Aprirsi tutti quanti e ce ne sono ancora, ma la Cocciuta va a toccare il Cuore del Padre nel chiederGli di poterli tenere ancora! Don Vincenzo: È positivo che la Cocciuta ferma questi Sigilli? Gesù: ! Adesso è riuscita a dirgli al Padre di Tenerli prima fino alla fine di questo mese di Marzo e poi per un altro poco di giorni di Aprile, ed è Gioiosa nell'Inzupparsi come Spugna e nel Bersi e nel rimanere "Nocciolo Scorticato"! Don Vincenzo: E' felice di essere utile al Padre! Gesù: Vedi, nella Vigna vi porta sempre e, portandovi nella Vigna, vi ha portati nel Mare e nell'Orto! E tutti i Servi Inutili Lavorano e il Pane si deve Spezzare! Il Cielo è tutto in mezzo a voi, ma il Lavoro che si deve fare nella Vigna si fa: il Pane viene Impastato, viene messo nel Forno e poi viene pulito, e lei è Gioiosa nel fare tutte le Cose del Padre così come sono Gioiosi i Servi Inutili! Si ha la Gioia di essere "Figli" e di avere avuto l'Eredità e di avere fatto le Cose del Padre......ma se si guardano i fratelli che sono rimasti fuori, non hanno preso il Pane, non hanno preso la Viuzza Stretta e non hanno risposto "Eccomi" al Padre...! E così la Famiglia, che ha avuto l'Eredità, guarda...... ed è triste e la Cocciuta si Inzuppa ancora e dice al Padre: "aspettiamo ancora, donami un po' di tempo, i Sigilli si devono Aprire perché il Cielo è sulla Terra e le Schiere combattono, ma i figli non sono pronti e se Tu mi fai tenere ancora un po' fermi i Sigilli, i figli che hanno girato le spalle e non Ti guardano, possono ritornare!" E' questo che la Cocciuta chiede al Cuore di Maria essendo la Madonna l'Unica Grazia Rimasta! E non sono pochi i Sigilli che avete sentito, sono Grandi Grandi... e non sono piccoli... e non sono pochi! Don Vincenzo: Chi li comanda questi Sigilli? Gesù: Ancora vengono dalla Cupola! Don Vincenzo: Sempre da lì parte il male......! Gesù: , ma voi dovete pregare e rimanere saldi nell'Amore della Croce, dell'Unico Crocifisso e dell'Unico Padre che avete......! Dovete vigilare...... perchè i falsi profeti cresceranno ancora! Don Vincenzo: Cresceranno ancora e aumenteranno di numero? Gesù: ! Don Vincenzo: E diventeranno ancora più pericolosi? Gesù: , ma non dovete temere gli uomini, dovete avere il Santo Timore del Padre e Camminare e Rimanere nell'Arca e con i Remi a Remare! Don Vincenzo: Perché nell'Arca non ci sta il veleno! Gesù: No! Don Vincenzo: Quindi siamo al sicuro? Gesù: ! Ma la Cocciuta vi porta rimanendo Spugna ad Inzupparsi e "Nocciolo Scorticato" e tutti i Servi Inutili Impastano e tutti sono intorno al Forno e tutti sono a Combattere con Maria e con le Schiere! BIMBI DI MARIA ELENA E MARIO: Ciao, mammina, stiamo Impastando e stiamo Impastando il Pane, quello che dobbiamo portarvi quando ci sarà la Festa! Siamo noi che Lo prepariamo e Lo Spezziamo nella Festa che il Padre vi farà fare......  vi ha invitati! Eh, un bacino - bacino a papino, un bacino-bacino a te, un bacino-bacino ai cuginetti, alle zie e ai due nonni, eh, eh! <Mandano baci> Ciao! Gesù: Li faccio parlare quando devono parlare, ma stanno Lavorando, stanno Impastando il Pane così come tutti gli altri Servi Inutili, coloro che hanno il Compito di rimanere dinanzi al Forno e ce l'hanno tutti quanti! Rossella, Natanaele, Vittorio e le Bimbe, eeeh, stanno tutti a Lavorare nella Vigna del Padre e stanno tutti a Combattere Uniti al Cuore di Maria! ......Cosa c'è, ehi, guarda, è arrivato Giovanni! <Gesù indica la Torta del Piccolo Giovanni di Vito e Piera che oggi compie un mese. E c'è anche la Torta per i 10 anni di Maria, la figlia di Rita e Gimmi> Don Vincenzo: "Sono il Frutto del Padre, mi chiamo Giovanni, Eccomi!" Gesù: Eccomi! Fattelo portare il Piccolo Giovanni! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Fattelo portare e poi "alzalo" sulla Croce! <Piera si avvicina col bimbo> Prendilo Calice Vivente! ...Ecco Giovanni! Don Vincenzo: Ecco! <Don Vincenzo prende il bimbo> Gesù: E "alzalo" così...! Don Vincenzo: Eccolo! Gesù: In Alto! Ma aspetta...... <Gesù ''Segna'' il bimbo sulla fronte> ......Ma non lo gettare a terra......! <Si ride un po'> Don Vincenzo: No! Gesù: Alzalo ancora, tienigli la testolina, ehi-ehi-ehi! Don Vincenzo: Ecco! <Don Vincenzo lo ''Innalza'' alla Croce Grande che è nel Padiglione!> Gesù: .........Giovanni sei in pericolo......! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Ciao, Giovanni! Gesù: Eccolo, eh, , l'hai "sollevato" sulla Croce......, ma nelle mani del Calice Vivente non si può essere in pericolo! <Gesù accarezza il bimbo......  e si applaude> Cosa c'è? Un altro figlio è arrivato...... e adesso ne arriveranno altri! Tu non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: FACCIAMO L'EUCARESTIA? Gesù: ! Don Vincenzo: Di fronte a "questo spettacolo" sulla Tavola......! Gesù: Il Banchetto è pronto e l'Eucarestia è pronta perché Io Sono Pronto a DonarMi ancora! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! La Cocciuta rimarrà ad Inzupparsi e a Bersi e tu ed Io ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Mi Doni e ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù:E il Padre lascia scendere ancora l'Amore! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino......  e Gesù Beve e poi Lo dona a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane......  Gesù ne Spezza un Pezzettino, lo Mangia e poi Lo Dona a Don Vincenzo> Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questa è la Mia Carne! Gesù: Uniti nell'Unico Amore del Padre! Ora DonaMi ai figli! <Gesù ''punta'' a lungo la Destra col Segno Trinitario e Benedice. Poi Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!> Gesù: Ecco, ci siamo Donati e ti sei Donato! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E Io Mi Sono Donato e lo Strumento si è Donato ancora Inzuppandosi e Bevendosi e Rimanendo Crocifissa ancora per coloro che trafiggono il Cuore di Mia Madre e il Mio Cuore e si è Donata ancora per tutti i nemici! Ma il Banchetto è ancora pronto...... tu vuoi prendere ancora parte al Banchetto? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Vuoi mangiare e bere o vuoi parlare? Don Vincenzo: L'uno e l'altro! Gesù: L'uno e l'altro! Cosa vuoi da mangiare? Don Vincenzo: Anche quelli... Gesù: Anche quelli, vedi...... e anche questi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Il Banchetto è preparato dal Padre...... e così come avete preso la Mia Carne e il Mio Sangue ora prendete del Banchetto del Padre preparato per ognuno di voi! Eh, vediamo, eh, , alla Cocciuta devo dare un po' di questa? <Raffaele serve la verdurina> Anche se va ad Inzupparsi e a Bersi, meglio non dargliene più, se no poi, le diamo uno di questi, eh, , eccolo, eh, tieni, taglialo tu, ecco! Cosa c'è? .........Figlie! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Lo sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Gesù: Eccomi! Così poi, quando viene Giovanni, vi dirà qualcos'altro...... e anche se c'è tanto Lavoro da fare, vi dirà le Cose del Padre! Ma non dovete essere tristi, ma gioiosi nell'accogliere tutto quello che il Padre vi sta donando e anche i Sigilli! Vedi, quando i Sigilli si Aprono e Scendono, la Cocciuta va a toccare il Cuore del Padre, ma sa che il Tempo è Pieno e i figli non sono tutti nel Cuore del Padre e non ascoltano il Padre...... e sa anche che quando i Sigilli sono Grandi Grandi, la Battaglia è anche Grande da Combattere! ......Vai! <Raffaele dona l'Avanzo a Lucia, a Luisa e Maria Elena> Don Vincenzo: Gesù, tanti potrebbero non salvarsi? Gesù: , perché anche se lei si Inzuppa, si Beve...... Don Vincenzo:Vuole salvarli a tutti i costi? Gesù: Non vuole perdere nessuno dei suoi figli! Don Vincenzo: Il guaio, Gesù, è che questi cosiddetti "Grandi della Chiesa" si rovinano con le loro stesse mani mettendo il loro io al primo posto invece di Dio......! Gesù: Pregate: "Padre Nostro", "Ave Maria", pregate! Adesso le dò da mangiare alla Cocciuta ed è Gioiosa perchè i Sigilli li può tenere per tutto questo mese di Marzo e per gli altri giorni di Aprile, e non guarda la verdura ma guarda la Spugna e si Inzuppa e si Beve! ......Ma voi dovete essere vigilanti e pronti nel Combattere! ......Cosa c'è? Don Vincenzo: Questo voler lasciare la Strada Stretta da parte dei cosiddetti "Grandi", da parte dei falsi profeti significa intestardirsi a percorrere strade sbagliate, dietro alle cose del mondo e non a quelle di Dio......! Gesù: Vedi...? Don Vincenzo: Tu, Gesù, non fai altro che Illuminare tutti, dare a tutti ancora tempo, creando le condizioni per salvarsi, ma loro... Gesù: ......Coloro che Mi hanno tradito non ritornano indietro! Don Vincenzo: Addirittura? Non si battono il petto? Gesù: No! Hanno preparato ogni cosa per tradirMi, per cacciarMi fuori......, erano a conoscenza del Figlio di Dio! Di propria volontà hanno cercato di togliere l'Erede...... e, quando si fa questo, non si torna indietro...E TUTT'ORA LO FANNO......! Ma hanno dimenticato che Dio è l'Erede di Tutto e di Tutti! ...Siete rimasti scandalizzati? Tutti: No! Gesù: ......Cosa c'è ancora? Viceparroco, ti stai divertendo? Raffaele: Eccomi, ancora no, sto distribuendo il pesce! <Raffaele dona la testa e la coda del pane-pesce a Luisa, Lucia, Marisa e Maria Elena> Gesù: Prepara le cosicine che sai preparare tu, , poi dopo incomincia un poco a divertirti......sei Delegato! Ehi, cosa le prepari a quella? <A Maria Elena> Da parte dei due Pargoli uno scarsetto, scarsetto, scarsetto! Stanno Impastando il Pane Grande! Cosa c'è? La Cocciuta non ha visto la verdurina ma sta guardando tutti i Sigilli... e li sta guardando uno ad uno... e se li tiene stretti......! Don Vincenzo: Ma si possono vedere i Sigilli? Gesù: , la Cocciuta ve l'ha detto poco innanzi quello che ha visto......... e può vedere anche gli altri! Ora sta guardando quelli che può tenere......... ma sta guardando anche gli altri! Ora... Don Vincenzo: Ora? Gesù: ...Sta guardando anche gli altri! Il Padre non le nasconde niente, vede e sente ogni cosa e, nel vedere e nel sentire, sente anche i "rumori" del mondo, quello che stanno preparando.........! Cosa c'è, non hai niente da dirMi? ...Le dò un po' d'acqua e un pochettino la bevo anch'Io! Non vuoi chiederMi nulla? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Poi, quella cosa gira... e poi deve venire Giovanni! Don Vincenzo: Gesù, è passata già un'ora e mezza! Gesù: Dov'è andata? Don Vincenzo: Chissà! Gesù: Chissà! Allora, tu non Mi devi chiedere niente? Don Vincenzo: Sì! Gesù: ! Don Vincenzo: Quindi, i Sigilli si possono vedere e la Cocciuta li sta guardando! Gesù: ! Don Vincenzo: E si sceglie anche quel Sigillo, oppure la gestione del Sigillo ce l'ha il Padre? Gesù: Quando il Padre glieli fa vedere come li ha visti poco innanzi, Gli chiede di tenerli e di non farli Scendere... non è che se li sceglie......! Don Vincenzo: Cerca di non farli Scendere? Gesù: ! Don Vincenzo: E quindi non è solo questione di un giorno o due giorni.........! Gesù: Lei dice: "un giorno..., due giorni", ma poi va a bussare al Cuore della Mamma! Don Vincenzo: Quindi può anche evitare che il Sigillo si apre e cade! Gesù: , nel Tempo che il Padre glielo fa tenere! Don Vincenzo: Perciò è contenta quando il Padre ferma un Sigillo? Gesù: ! Don Vincenzo: Con la sua "furbizia", la Cocciuta riesce a tener fermo il Sigillo? Gesù: Col Suo Amore! Don Vincenzo: Col Suo Amore, riesce a fermarlo quel Sigillo? Gesù: ! Don Vincenzo: E quindi a far si che non scenda più? Gesù: Fin quando il Padre glielo fa tenere! I Sigilli si devono Aprire tutti! Don Vincenzo: Ahi! Gesù: E poi c'è il Sole di Dio che si aprirà qui a Timparelle! Don Vincenzo: Sì, e si Aprirà nelle Mie Mani di Calice Vivente! Gesù: Lei chiede al Padre solo se li può fermare, bussa al Cuore per tenerli un po' di tempo, ma i Sigilli si Apriranno tutti! Don Vincenzo: Gesù, chiariscimi una cosa! Gesù: ! Don Vincenzo: I Sigilli si Apriranno tutti! Gesù: ! Don Vincenzo: E tutti quei Sigilli negativi che portano dentro le cose brutte si dovranno comunque Aprire? Gesù: La Schiera sta Combattendo... nella Battaglia... Don Vincenzo: Sta Combattendo anche contro i Sigilli o invece no? Gesù: Fammi portare il "niente" poi ti rispondo! Eccomi, vicepa', ti raccomando! Vedi, Figlio, chi Combatte contro i Sigilli è lo Strumento nel chiedere al Padre se li può tenere! I Sigilli non vengono mandati dal Padre! Don Vincenzo: Partono dalla Cupola? Gesù: ! Don Vincenzo: Ah, quindi, partendo dalla Cupola andranno sicuramente a cadere... Gesù: E la Cocciuta... Don Vincenzo: Cerca di tenerli fermi! Gesù: ...Bussa al Cuore di Maria per tenerli qualche giorno in più! Ma voi Pregate e Rimanete nella Viuzza Stretta, Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, così Rimanete sempre al Banchetto del Padre che è Pronto per ognuno di voi, Figli Miei! PICCOLO GIOVANNI: ...Ciao! <Giovanni Benedice col Segno della Croce e poi manda baci ai presenti> Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi con la Croce e col Pane, e col Cielo in mezzo a voi e sono venuto ancora! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ehi... Ciao, bella di Zio Mario! Ciao, belle di Zio Mario! Cos'è questo? A chi l'hanno portato? <Teresa Gli ha portato un grande pallone a forma di Ciuccetto> A chi lo dò quel Ciuccetto Grande? Chi Me l'ha portato? Don Vincenzo: Chi l'ha portato? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: La dottoressa! Ehi... è maschio? <Si ride un po'> È Celeste..., è maschio! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, Bella di Zio Mario! ...Ciao, Nicola! ...Ciao, Teresa! ...Ciao, Maria! Che? La sedia si è rotta quando hai sentito che è maschio? Maria: Mi rivolgo a Te! Piccolo Giovanni: Eh... a chi lo dò questo? Tie'! Non è a te che te lo dò... a lei! <Il Ciuccetto non a Giuseppe bensì a Maria Elena Schioccandole poi un bacio> Lo posso dare, Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tieni! Non romperlo, eh? Tienilo intero! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete sicuri? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mari', Tu che hai combinato ancora? Maria: Lo posso dire? Piccolo Giovanni: Sì che Lo puoi dire... bello! Maria: Ho girato un po' tra le Tue carte per vedere se avevi mandato "uno dei Fazzoletti" della Pasqua al Papa che è stato eletto ieri, ma non l'avevo segnato il nome, però continuerò a cercarlo! Piccolo Giovanni: Eh, , l'ho mandato a tutti quanti, non ho lasciato nessuno: a tutti quanti...! Mi sa che l'ho mandato...! Teré, che dobbiamo fare? Andiamo avanti o ci fermiamo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi!" Che significa questa risposta? Teresa: Andiamo avanti! Piccolo Giovanni: Nicó, Tu che dici? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Stai bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! E allora stiamo bene tutti quanti! ...Ciao, belli di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! <Giovanni si rivolge a Chiara intenta a prendere appunti come al solito> Che Mi stai scrivendo una Lettera?(*) ! E quando arriva? Chiara: Poi vediamo! Piccolo Giovanni: "Poi vediamo!" E... Io l'aspetto! Che bel piattino! Eh, e senti...... ci sono ancora Sigilli? Don Vincenzo: Tu lo sai...! Piccolo Giovanni: ! Ti sto dicendo che ci sono ancora dei Sigilli! Don Vincenzo: Pure Tu li vedi i Sigilli? Piccolo Giovanni: Vedi, devo donarli o li metto direttamente nel Cuore dello Strumento! Don Vincenzo: Senza che li fai cadere? Li fai cadere dentro al Suo Cuore? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Sperando che non siano grandi! Piccolo Giovanni: I Sigilli sono tutti Grandi! Avete sentito quello che ha visto prima la Cocciuta...... e sono tutti Grandi, non sono piccoli! Don Vincenzo: E li ha visti la Cocciuta? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Ha detto di volerli prendere? Piccolo Giovanni: , li vuole prendere nel suo cuore, ma sono Altri Sette Sigilli! Don Vincenzo: E Tu non glieli vuoi dare per non farla stancare e soffrire troppo? Dipende da Te darglieli o meno? Piccolo Giovanni: Se li faccio andare direttamente nel suo cuore, lei sarà più gioiosa! Don Vincenzo: E fai così, allora...! Piccolo Giovanni: Sono Sette Sigilli, ed entreranno nella barca che è affondata! Don Vincenzo:Così affonderà ancora di più? Piccolo Giovanni: , Tutti e Sette sono fatti con i volti dei figli che hanno messo i Chiodi e hanno detto al Figlio di Dio "non Ti vogliamo"! E il dolore più grande della Cocciuta è vedere che tutti e Sette entrano in quella barca!(*) Dimmi cosa devo fare, se farli scendere nel suo cuore o farglieli vedere che scendono? Don Vincenzo: Tu lo sai, Giovanni! Decidi Tu! Piccolo Giovanni: È un Nocciolo Scorticato, è una Spugna che si inzuppa e si beve e chiede attimo dopo attimo tutti i Sigilli! Dall'alba al tramonto chiede a Maria "donameli tutti in una volta"! Cosa devo fare con una Cocciuta così? ...Guarda i suoi figli, guarda l'umanità intera, guarda i farisei di ieri e di oggi, guarda i falsi profeti e implora al Cuore di Maria "donami tutti i Sigilli! Poggiali sul Filicino", e quel Filicino gliel'ho donato Io! I Nodi vengono fatti ancora, ma devo farla gioire e li faccio scendere nel suo Filicino! Don Vincenzo: Tu sai qual'è la cosa migliore! Giulia: Eccomi!(*) ...Ci sono tutti gli altri!(*) Piccolo Giovanni: Dovrai vederli, e così come il Padre decide, accoglili! Giulia: Visto che adesso Tu mi hai ascoltato, chiedi ancora!(*) ...Poi, dopo?(*) ...Eccomi!(*) Piccolo Giovanni: Ha accolto nel suo cuore, nel Filicino, i Sigilli, ma vuole gli altri! Don Vincenzo: Ma gli altri sarebbero tutti? ...Ne ha presi già Sette! Piccolo Giovanni: Li vuole tutti! Don Vincenzo: Sette, Quattordici, Ventuno...  com'è? Piccolo Giovanni: E non finiranno con Sette, Quattordici, Ventuno... ne avrete ancora per un po' di tempo di Sigilli! La Battaglia non si finisce con Sette, Quattordici, Ventuno, c'è ancora da combattere! Don Vincenzo: E quindi sono ancora di più di più di più i Sigilli? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Giovanni, ma...... Piccolo Giovanni: ...Ehi, ehi, ehi... ma cosa Mi mangio? Don Vincenzo: ...Ma questi falsi profeti pieni di veleno sono pericolosi... Piccolo Giovanni: ...Dovete pregare ed essere vigilanti nel combatterli con la Destra! <Giovanni fa un Segno di Croce> Cosa gli vuoi fare, fermarli?(*) Non si fermeranno...... ma con la Destra li puoi fermare! Don Vincenzo: Ah! E di pentire...  non si pentiranno? Piccolo Giovanni: No, ed è per questo che la Cocciuta vuole i Sigilli nel dire al Padre: "aspettiamo ancora, diamo loro ancora tempo", pur conoscendo ogni cosa! ...Ehi, ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! <Giovanni schiocca un bacio ai presenti che ricambiano> ...Ciao!(*) ...Ora che c'è? Sei diventato triste? Don Vincenzo: Eh, si...  la Cocciuta si è presa tutti i Sigilli......! Piccolo Giovanni: ...Ma lei è gioiosa nel Fare le Cose del Padre, così come ognuno di voi dovete Fare le Cose del Padre e rimanere nell'Unico Pane Spezzato perché verrà il pane dai falsi profeti, e dovete essere vigilanti, Figli Miei! Don Vincenzo: Lo riconosceremo questo pane falso? Piccolo Giovanni: , lo riconoscerete! Siete nell'Arca e avete i Remi, ma dovete combattere ed essere vigilanti, Figli Miei! ...Cosa c'è? Don Vincenzo: È gioiosa la Cocciuta quando fa le Cose del Padre? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Ma il dolore lo sente? Piccolo Giovanni: , ma quando si ama si mette da parte il dolore e non si sente, perché c'è l'Amore che lo supera, e l'Amore è più grande del dolore! ...La vedi in questi giorni? Come la vedi? Don Vincenzo: Un po' acciaccatella! Piccolo Giovanni: Un po' acciaccatella? Poco poco? Don Vincenzo: Poco poco, però soffre! Piccolo Giovanni: Lei soffre nell'Amare e nel Donare tutto al Padre...... nel portare la sua Famiglia...... nel portarvi tutti nell'Arca...... e nel Remare per farvi combattere......! E la Battaglia del Cuore Immacolato di Maria è vincente, per questo il suo Filicino è gioioso nel prendere tutti i Sigilli! Lei non desidera che si parli, ma il Padre Parla nel vedere il Suo Amore così grande verso i nemici! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Tutti questi Sigilli che numero hanno? Quanti ne sono? Piccolo Giovanni: Non hanno numero! Don Vincenzo: Addirittura? Sono tantissimi? Piccolo Giovanni: , sono tantissimi! Ma quando avete sentito che erano i Sigilli di Giovanni, non erano i Miei, erano quelli del Battista! ...Eh, si! Don Vincenzo: E come sono questi Sigilli del Battista? Piccolo Giovanni: Sono quelli che ha preso la Cocciuta! Don Vincenzo: E sono più dolorosi ancora? Piccolo Giovanni: Eh, si! Io li preparo per farglieli vedere... devo prepararli per non fare spezzare il Filicino! Quando li vede non sono piccoli! ......Ora che c'è? Don Vincenzo: Sono trascorse due ore, Giovanni! Piccolo Giovanni: Si, Me ne devo andare...... ma viene di nuovo Gesù e rimarrà ancora con voi! Vi chiedo ancora di Rimanere sulla Viuzza e di Portarvi ancora come Croce! L'Albero Piantato non verrà sradicato da niente e da nessuno! Ma ci sono tutti i Sigilli che devono scendere...  Don Vincenzo: ...E aprirsi! Piccolo Giovanni: Per un tempo la Cocciuta potrà tenerli ed è gioiosa, ma dopo deve fare la Volontà del Padre! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao! ...Ciao! ...Ciao, bella di Zio Mario...... ciao!(*) Don Vincenzo: Gesù, Bentornato! Gesù: Non Me ne ero andato! Giovanni è andato a lavorare! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ma questi falsi profeti scaricano anche loro i Sigilli? Gesù: Si! Don Vincenzo: E questi Sigilli sono anche pericolosi perché sono più grandi? Sono più velenosi? Gesù: Ciò che viene dal male è male, e ciò che viene dal veleno è veleno! I Sigilli non sono quelli preparati dal Padre, e quando si apriranno si aprirà il Sole! Quelli che stanno scendendo sono Sigilli di morte e lo Strumento li tiene fermi! Il veleno non porta la vita, ma porta la morte per coloro che non vogliono guardare il Padre e rispondere "Eccomi"! Lì c'è la morte, e la Cocciuta non vuole vedere i figli che rimangono fuori dove c'è la morte! Ora hai capito? ...Giovanni dopo mangerà qualcosa perché non ha avuto il tempo di mangiare nulla... e dicendo di preparargli qualcosa preparate un Miscuglietto! ...Ecco, mettete... uno... due... tre... e quattro... no, l'altro... si, questo, così è contento! ...Che belle Torte! ...Chiedimi qualche altra cosa! ...Siete tutti pronti? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Questi farisei di ieri e di oggi, questi falsi profeti che parleranno...  c'hai detto che diranno cose diverse dalle Tue, e che in realtà non sono cose certamente Tue... Gesù: ...No, e adesso porteranno anche un Pane che non è il Mio, e dovete essere ancora vigilanti, rimanere uniti nella Famiglia e amarvi gli uni gli altri! ...Ed ora vediamo cosa ha fatto Giovanni! ...Salute! ...Il profumo è buono, e mo' vediamo anche il sapore! ...È buono anche il sapore, si! ...Com'è? Don Vincenzo: Nel Banchetto è tutto buono! Gesù: , nel Banchetto è tutto buono! ...Ti sei divertito, ? Raffaele: Eccomi! ...Una domanda, Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele: I Sigilli sono tutto il male da sempre? Gesù: Si, e per questo ce ne sono tanti tanti! Raffaele: Sono tutte le offese, tutte le ingiurie, tutte le violenze, tutte le sofferenze, tutti i peccati? Gesù: Si! Raffaele: E quanta Pazienza ha Dio? Gesù: Ne Ha all'Infinito: Senza Misure! Così come l'Amore: Senza Misure, Smisurato! Raffaele: Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele: È triste Carlo? Gesù: Tu che dici? Don Vincenzo: Eh...  penso che sia molto molto triste! Gesù: ...Eh, si! Ma voi dovete essere gioiosi...... vedete la Famiglia che il Padre ha scelto...... ed il Cielo che è sceso in mezzo a voi! ...È triste vedere i fratelli lontani, ma dovete andare avanti col "Padre Nostro" e "l'Ave Maria", e rideranno di voi perché lo hanno fatto anche con Me e lo fanno ancora! Ma Io Non Mi Sono Fermato e neanche voi dovete fermarvi ma dovete andare avanti nel Fare le Cose del Padre così come Io le Faccio attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Non voglio toccare questo tasto di ieri e di oggi... Gesù: ...E neanche Io! Chiudiamo! Don Vincenzo: Sì, chiudiamolo subito! Gesù: Non apriamolo per niente ma preghiamo soltanto col "Padre Nostro" e con "l'Ave Maria"! ...Cosa c'è ancora? ...Siete rimasti tutti tristi? Tutti: No! Raffaele: Gesù, ci dici sempre di non essere tristi, ma noi ancora non abbiamo visto nulla, e ci preoccupa perché non vediamo nulla! ...Immaginiamo... Gesù: ...Quando vedrete, non so... o meglio, lo so... se diventerete tristi o gioirete, perché vedrete il lavoro che state facendo! E quando si vede il lavoro che si fa, si diventa gioiosi, perché vedrete il Volto del Padre, e quando si vede il Volto del Padre, ciò che si vede nei Sigilli poi dona gioia, perché è Dio in mezzo a voi nel combattere con ognuno di voi la Battaglia del Cuore Immacolato! Raffaele: Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele: Noi riusciamo a vedere il lavoro delle Schiere? Gesù: Si! Raffaele: E cosa? ...Dacci un appiglio......! Gesù: È il combattere il male, è il togliere il veleno, questo è l'appiglio che posso donarti, perché Maria con le Schiere combatte il male e toglie il veleno! Raffaele: Non per andare nello specifico...  quindi tutti quelli che fino adesso hanno potuto fare di tutto e di più......  ad uno ad uno, gli mancherà il terreno sotto i piedi? Gesù: Si! Raffaele: Eccomi! Gesù: Non posso dire altro! Raffaele: Eccomi, Gesù! Gesù: Quando verranno gli altri Sigilli...! E la Cocciuta è ancora dinanzi al Cuore di Maria a bussare nel dire "donameli tutti! Donameli tutti in una volta! Così come una mamma prepara il proprio regalo, io chiedo a Te questo regalo"! Don Vincenzo: Com'è, Gesù, il fatto del regalo? Gesù: Per la Festa di una figlia, lei chiede a Maria come regalo di avere tutti i Sigilli in una volta! Don Vincenzo: Addirittura? Gesù: Si! Don Vincenzo: ...E ci vuole il Padre? Gesù: Si! Don Vincenzo: Che Forza d'Amore! Gesù: Voi non potete neanche immaginare quando si ferma dinanzi al Cuore di Maria nel guardare tutti i Sigilli e chiedere "Mamma, Tu che sei Mamma, Tu che hai bussato e bussi, bussa ancora! E visto che viene la Festa, il regalo me lo devi fare: questo è quello che desidero"! Ed è lì ferma nell'inzupparsi, nel bersi e nel combattere! Don Vincenzo: Mamma mia che Potenza d'Amore! Gesù: Bravo... che Amore......, ed insegna ai propri figli ad amare e perdonare, a rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per poter prendere parte al Banchetto e rimanere Spose con l'Abito Bianco e con la Croce! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! ...Altri Sette-Sette... aspettateli, verranno, ma pregate! Don Vincenzo: Stai parlando dei falsi profeti? Gesù: I Sigilli: Altri Sette-Sette verranno! Quando ci incontreremo ne verranno altri Sette-Sette! Don Vincenzo: Quindi 2 Sette? Gesù: Si! Don Vincenzo: Quindi 3 Sette...  2 Sette...  stanno diminuendo? Gesù: No! Sette li porterò Io e Sette li porterà Giovanni, quindi Sette-Sette! Non stanno diminuendo! Quando ci incontreremo... Don Vincenzo: ...Quindi giovedì prossimo 21 Marzo? Gesù: Si! ...Ma lei rimane sempre dinanzi al Cuore di Maria, e voi pregate, Figli Miei! ...Ora, tu saluterai con l'Albero Verde, ed Io vi lascio ancora il Mio Cuore: venite e tuffatevi tutti......! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, sei andato dalla Mamma a chiederle se mi dona tutti i Sigilli?(*) ...Così bussi ancora! Piccolo Giovanni: Anima Mia, accontentati di quelli che puoi tenere! Giulia: Ma Tu vacci, poi più tardi vieni a dirmi la risposta!(*) ...Lo so che Tu li devi preparare per farmeli vedere, e c'è tanto lavoro da fare anche nel combattere, ma quando hai un po' di tempo, vai a bussare ancora!(*) ...Sì, ora tengo quelli che mi ha donato!(*) ...Ma Tu vedi cosa stanno preparando?(*) ...Eccomi! Ora vai a lavorare! ...Ci vediamo dopo, così poi me lo dici se posso prenderli tutti in una volta!(*) ...Ciao, Giovanni!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, quei Sigilli, me li lasci per tutto il tempo?(*) ...Il mese sta finendo e...  hai aggiunto altri Giorni(*)...! ...Non puoi aggiungere tutti i Sigilli? Verrà Maria poi a chiederteli!(*) ...Gliel'ho detto poco innanzi a Giovanni! Lui sta bussando anche!(*) ...Lo so che tutto deve avvenire, ma non possiamo aspettare un pochino?(*) ...Tu che sei l'Amore Infinito(*)... Il Padre: Ora tieni quelli che hai preso!(*) Giulia: E poi gli altri me li doni?(*) ...Mi stai dicendo di sì?(*) ...Quando vuoi, falli scendere tutti in una volta! Il Padre: E quando dovranno aprirsi, cosa farai? Giulia: Quello che desidera il Tuo Cuore!(*) ...Allora aspetto, perché aspettare Te è bello ed è l'Amore Pieno, Papà Formicone! Il Padre: Porta ancora l'umanità e prega per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Giulia: Eccomi, Papà Formicone! ...Salutiamo i Cari e il Cielo! <Il Padre da' l'assenso e tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Ciao, Giuseppe, lavora anche Tu! Buon Compleanno!(*) ...Ciao, Mammina!(*) ...Voi che siete lì vicino come lo siamo noi, perché il Cielo è in mezzo a noi, prendete il Velo di Maria e stendetelo ancora, così l'umanità si accende e vede e riconosce Dio come Padre!(*) ...Ciao!

 

 

 

 

4. Giov. 21/03/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): Eh, di fronte a quello che sta scendendo... (Don Vincenzo): Ai Sigilli? (Gesù): Eh, si! (Don Vincenzo): E possono esserci anche Sigilli non Sigilli? Cioè che sono come i Sigilli ma non si chiamano Sigilli? Per esempio si chiamano "guerre"? (Gesù): Si chiamano Sigilli... eh, si, e i Sigilli sono i Sigilli... si aprono, ma lo Strumento si poggia sempre a chiedere di fermarli, di tenerli per un giorno, poi per un po' di giorni e poi per un mese... e il Padre la guarda e lei risponde "Eccomi"! Ed ora sta aspettando... (Don Vincenzo): ...Che il Padre le dia la risposta? (Gesù): Si! (Don Vincenzo): Sta combattendo praticamente una guerra personale? (Gesù): Si! (Don Vincenzo): Appoggiandosi anche ai Servi Inutili? (Gesù): Si! (Don Vincenzo): E appoggiandosi soprattutto alla Madonna? (Gesù): Tutto quello che dovevo dire ve l'ho detto, ma ci saranno giorni in cui voi avrete sempre il Pane, ma l'umanità intera, no! Voi avrete sempre l'Acqua, ma l'umanità intera, no! Voi rimarrete nell'Arca con i Remi, ma l'umanità intera, no! E dinanzi a questo, lo Strumento Gronda Sangue chiedendo al Padre "fa passare questo Flagello... fa passare questo Sigillo...", ma tutto si deve aprire...... ma voi pregate "Ave Maria" e "Padre Nostro"! ...Non vengo a dirvi questo per spaventarvi, vengo a dirvi la Verità Tutta Intera perché siete la Famiglia Scelta! Anche se ridono di voi, non temete gli uomini ma abbiate il Santo Timore del Padre! Voi siete nell'Arca e avete i Remi che vi sono stati donati dal Padre, così come vi è stata donata la Cocciuta! Sono stato scartato Io, lei è stata scartata dagli uomini ma non dal Padre! ...Ed anch'Io sono stato scartato dagli uomini ma non dal Padre, ma rimango in mezzo agli uomini nel donarMi ancora e nel donare tutto il Mio Amore! Questo il Padre vuole, ed è per questo che il Padre Mi ha mandato, ed è per questo che il Padre ha mandato lo Strumento: per essere scartata come Lo Sono Io! Ma Io ho vinto ed anche lei ha vinto nel Fare le Cose del Padre! Questo è servire! Questo significa fare i Servi Inutili: fare la Volontà del Padre rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, e poi essere scartati perché vincenti! ...Abbiamo vinto perché Dio non ha mai perso! Tutto appartiene a Lui: ogni cosa è Sua! ...Hai detto bene prima nella tua catechesi iniziale: "non siete vostri ma appartenete al Padre, e tutto quello che vi dona è Suo! Non illudetevi nel dire ''questo l'ho fatto io'', ''questo è mio'', ma nulla è vostro, neanche il Soffio perché il Soffio è Suo e può donarlo e può prenderlo quando Lui decide"! Vigilate, figli, e rimanete nella Quiete del Padre!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu Glorifica il Padre, se Sei Tu Glorifica il Padre, se Sei Tu Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Fermati, non alzarti!(*) <Alla Glorificazione Giulia stava per alzarsi in piedi come al solito> Giulia: Eccomi! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio...... poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Porto ancora il Saluto della Croce e Divido ancora... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Il Mio Pane con ognuno di voi e Lo Dono a tutti nell'Allargare le Braccia, nell'essere ancora Figli, Fratelli e Amici, nel Camminare sulla Viuzza Stretta per Indicare ad ognuno di voi la Mia Via, quella che il Padre Mi ha Donato per Donarla ad ognuno di voi! Rimanete Uniti per Gioire e per Fare Festa, e la Festa è Viva perché Io Lo Sono e voi Lo Siete, Uniti al Padre, al Figlio e Uniti allo Spirito Santo, Cuore di Mamma che si Spalanca e si Dona dinanzi all'Amore del Padre! Ed Eccoci ancora col Cielo in mezzo a voi, ed Eccoci ancora a Lavorare nel Fare le Cose del Padre, quello che il Padre Buono ha Donato ad ognuno dei propri figli: il Lavoro da Fare e l'Amore da Far Crescere......! La Sua Bontà e l'Abbondanza del Padre non hanno né Limiti e né Misure e crescono come cresce ognuno di voi nel chiamare Dio Padre e nel dire Padre Buono! ............GUARDA, ANIMA MIA! Giulia: Eccomi, Gesù! Dove vanno quei figli? Perché corrono? Hanno delle armi e corrono sui cavalli! Hanno gli Abiti che porti Tu! Gesù, c'è Aria di Guerra! Cosa posso fare? Inzupparmi e Bermi ancora... e quei figli li fermerai Tu?(*) Spegnila quell'Aria di Guerra, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) La' c'è solo deserto... e non c'è più nessuno! Dove sono andati tutti? Non li vedo più, Gesù!(*) Ma quell'Aria di Guerra non si è calmata..., dimmi cosa posso fare? Gesù: Immolati come tu sai fare! Inzuppati e Beviti! Giulia: E non posso fare niente altro, Gesù?(*) Gesù: Ti sei bevuta......! Vedi, Anima Mia, il Cielo è in mezzo a voi! Giulia: Tutto è sceso e quando scenderà l'altra parte, Gesù, che ne sarà di coloro che sono lontani e non riescono ad arrivare? Gesù: Tu li stai portando e non ne hai lasciato nessuno dei tuoi figli! Giulia: Eccomi, Gesù! ......Ma non ascoltano...... e non Ti vedono e non Ti cercano, anche se sono sulle mie spalle! Gesù: Continua a portarli......! Giulia: Eccomi, Gesù! Ma Tu donami sempre la Costanza e la Forza! Gesù: Eccomi, figlia! Giulia: Oh, Mio Amato Bene, quando sarà l'Ora di fare l'Ultima Domanda, posso rispondere per chi non risponde? Lo so che sto chiedendo troppo..., ma se ancora non hanno visto e i loro occhi non si sono aperti, posso rispondere io a quest'ultima domanda?(*) Anche se non mi rispondi adesso e mi guardi così......, poi me lo puoi dire anche dopo, alla fine... e io ti aspetto quando vorrai dirmelo...! Gesù: Cosa devo fare con te? Giulia: Me lo dici quando ci incontriamo: questo devi fare, nient'altro! Gesù, il Tuo Cuore viene trafitto attimo dopo attimo, questo lo vedo, e anche perché sento la spada... e nonostante questo Tu ci Ami e quando sarà l'Ora e i figli dovranno rispondere e non sapranno cosa rispondere......, posso farlo io se Tu lo desideri e se il Padre lo desidera? È bella la Famiglia Tutta Unita e Tu la Vuoi Tutta Intera! Io aspetto, visto che mi guardi così con gli Occhi Dolci......, non è che non siano sempre dolci, i Tuoi Lo Sono sempre, ma ora Lo Sono ancora di più......! Gesù: Eccomi! Giulia: Allora aspetto, visto che non mi hai detto né sì e né no! Eh, no..., adesso non guardarmi sempre così... o meglio: Eccomi, Gesù! Forse è meglio che Parli Tu..., io combino sempre disastri quando dico qualcosa! .........Parla, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ......GUARDA......! Giulia: Gesù...! Gesù: Quello che vedi, aggiungilo al Rotolo Vivo! Giulia: Eccomi! Non posso dire niente niente? Gesù: Aggiungilo al Rotolo Vivo! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi nel Fare ancora le Cose del Padre! Gesù: Vedi, Anima Mia, siete nell'Arca e avete i Remi e il veleno non entrerà nell'Arca e potete Remare! Giulia: Gesù, siamo nell'Arca e abbiamo i Remi, siamo nel Mare, nell'Orto e nella Vigna e il Pane è sempre Fresco e in Abbondanza! Tutti i Servi Inutili stanno Lavorando! Ci sono tutti quanti: Natanaele, Rossella, Vittorio, le Bimbe e tutti i Servi Inutili pronti ad impastare! E il Pane cresce sempre di più! In questi Ultimi Tempi c'è tanto Pane che viene Spezzato e Donato da tutti i Servi Inutili! Tu lo stai Moltiplicando per Questi Tempi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Altri falsi profeti stanno impastando, ma non è il Mio Pane! Io Lo Moltiplico per DonarLo e così tutti i Servi Inutili Spezzeranno il Pane e Lo Mangerete per PoterLo Donare a tutti i figli! Giulia: Il Cielo è Tutto in mezzo a noi e anche i Cari......, manca solo quella Piccola Parte...... e quando si aprirà il Sole la Piccola Parte sarà già scesa! Gesù, io metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai Donato e tutti i figli! Gesù: Pregate con l'Ave Maria e col Padre Nostro! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Pregate per coloro che trafiggono il Cuore di Mio Padre e calpestano la Croce! Pregate per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Eccomi! Il Cielo è in mezzo a voi e l'Unica Verità è la Croce...... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E il Pane Vivo Spezzato e Donato ad ognuno di voi! Vi Invito ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! , l'Unica Verità è la Croce e l'Unica Verità è il Pane, quello di Dio, che Viene Spezzato e Donato Tutto Intero ad ognuno di voi! Ma vigilate perchè i falsi profeti stanno crescendo ancora! Giulia: Eccoci, Gesù, pronti a Combattere la Battaglia con Maria! Le Schiere sono tutte Lì e pronte per combattere attimo dopo attimo con il Pane e con la Croce! E nel camminare dinanzi alle Schiere ci sono i Servi Inutili, quelli Ultimi Arrivati! I Piccoli Pargoli lasciano di impastare e vanno a Combattere e allo stesso tempo impastano! Gesù: GUARDA......!(*) Giulia: Altri Sette Sigilli: sette..., sette..., sette! Gesù, ci sono Altri Sette Sigilli! Lo so, devono arrivare tutti quanti...: questi non li possiamo mettere più in là?(*) Gesù......, non li possiamo spostare?(*) Gesù: Guardali!(*) Giulia: Ne deve fare di Lavoro Giovanni per farmeli vedere così......! Posso Inzupparmi e Bermi? Gesù: Fallo! Ma questi sono i Sigilli di questo giorno! Giulia: Eccomi!(*) Gesù: Sono i Sigilli che scenderanno sui Pargoli e bagneranno la terra! E dopo aver bagnato la terra si innalzeranno ancora e bagneranno il cuore delle mamme, dove il pianto si innalzerà.........ma non vedranno ancora il Padre! I frutti che Dio ha Donato alle mamme verranno tolti e tutto parte ancora dalla Cupola: Sette Sigilli! Giulia: Mio Amato Bene! Mio Diletto!......(*) Eccomi, vado ad Inzupparmi e mi Bevo, ma lo posso tenere anche questo come gli altri? Gesù: Questo tienilo...... ma per un giorno solo! Giulia: Mammina, vai da Gesù, vai dal Padre, sussurra al Loro Cuore......l'hai visto come è brutto quel Sigillo......? LA MADONNA: E li hai guardati gli altri Sigilli? Giulia: Eccomi! La Madonna: Immolati come tu sai fare: Inzuppati e Beviti ancora! Giulia: Tu non fermarTi di chiedere al Padre......! La Madonna: No, Anima Mia! Giulia: Visto che gli altri li posso tenere, Mamma, bussa Tu al Padre, e dopo se hai ottenuto la Grazia, fammelo sapere......! Gesù: GUARDA ANCORA......! Giulia: Eccomi!(*) Cosa esce dalla Cupola? Ancora Sangue Innocente!(*) Posso andare a prenderLo, Gesù? Gesù: Tu non ti stanchi mai? Giulia: Tu Ti fermeresti? Non l'hai mai fatto! E così neanche io sono stanca dopo aver visto il Sangue che scende, quello che è nei Sigilli! ......Sì, tutto deve avvenire, lo so, ma se aspettiamo ancora un pochino......! Gesù: Vedi, figlia..., vedi, Anima Mia, come Mi aspetta l'umanità? Eppure sanno che il Cielo è Riverso, che Tutti i Servi Inutili sono a Lavorare, che Tutte le Schiere sono a combattere e tutti sanno l'Ora, ma nessuno si volta a guardare......! Giulia: Noi siamo qui, li guardiamo! I figli guardano con la Croce nel Cuore, si, perché li porto ancora sulle spalle! Siamo in piedi, siamo la Famiglia che Tu Hai Creato, accogli il nostro sguardo e se Ti puoi Consolare, Parla! Moltiplichiamo lo sguardo, così aspetterai ancora! Prendi tutto quello che abbiamo, è Tuo, perché ce l'hai Donato, ma aspettiamo ancora coloro che non odono e non vedono, Gesù! Gesù: Il Cielo è in mezzo a voi... <Benedice col Segno della Croce> ...Con la Croce e col Pane! Impastate anche voi che siete venuti a sentire e pregate: Ave Maria..., Padre Nostro...! Siamo nei Tempi, figlia, e tu conosci ciò che il Padre ha preparato da sempre! Giulia: Eccomi, Gesù! Facciamo ancora le Cose del Padre! Gesù:...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Benvenuto, Gesù, in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele consegna a Gesù due pacchettini regalo> Ehi, un regalo, ...subito subito, ...aspetta, questo lo leggi tu! <Il bigliettino> E questo, tieni, conservalo! <Gesù dà la Corona del Rosario a Giuseppe> Ehi, Mi hanno scambiato per un coniglio, anzi due! <Si ride un po'> È bello questo, come lo apro? ...Eh, guarda, c'è un cuore e poi ci sono tanti altri cuoricini e dentro c'è...gnam, gnam! <Si ride un po'> Tieni......, tu leggi! Don Vincenzo: "Ciao, Gesù"... Gesù: ...Ciao! Don Vincenzo: "Eccomi"... Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: "Sono la tua figlioletta Marina"...... <La figlia di Maria Rosaria...> ......"So che questo mio pensiero non è nulla in confronto a tutto ciò che Tu mi doni ogni giorno, però accettalo come dono della nostra meravigliosa amicizia"! Gesù: ! Don Vincenzo: "Fa che il mio cuoricino rimanga sempre stretto al Tuo, così saprò per certo che rimarrà sempre caldo per il Tuo Amore! Ti Amo, Marina!" Gesù: E anch'Io, ciao! <Gesù manda un bacio e invita ad applaudire> Eh, ehi, ehi, ehi, questo è grande, cos'è? ...Una casetta..., si fa così, eccolo, ...ehi, qua Mi hanno scambiato veramente per un coniglio, ......eh, vedete, eh, eh, grazie, ehi, un cavalluccio, eh, eh, eh, eh, ti ci vuoi sedere? Mi sa che lo rompi......! Chi Me lo manda? Antonia: Eccomi! Don Vincenzo: Antonia! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eh, sì... Gesù: ! Don Vincenzo: "Eccomi, tutte le volte che nelle mie cadute, Ti perdevo di vista"... Gesù: GPerciò cadi, vai a cavallo! <Si ride un po'> Don Vincenzo: ..."Tu, Gesù, eri sempre pronto a rialzarmi con la Tua Luce e con il Tuo Amore......! Eccomi, Antonia!" Gesù: Ehi! <Gesù manda un bacio e invita ad applaudire> Eh, ehi, è bello, eh, eh! Raffaele: Posso? Gesù: Sì che puoi! Allora tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Hai sentito i Sigilli? Eh, la Cocciuta bussa attimo dopo attimo e vuole fermarli tutti......, tu che dici, tu non li vuoi fermare? Lei sa che li può tenere, ma poi deve lasciarli perché tutto quello che il Padre ha Scritto si deve compiere...... ma è difficile per lei lasciarli! Don Vincenzo: Perché se li lascia si aprono e cadono? Gesù: , ma si deve compiere quello che il Padre ha Scritto per Aprirsi poi il Sole! Col Suo Amore la Cocciuta si poggia sull'Amore di Maria nel dire: "Facciamo Aprire il Sole senza Aprire i Sigilli!" È arrivata anche a dire questo! Don Vincenzo: Sarebbe bello questo! Gesù: Eh, , sarebbe bello, ma ci sono i Sigilli e tutto quello che è nel Libro si deve compiere! Don Vincenzo: L'ha Scritto il Padre? Gesù:, l'ha Scritto il Padre! Ma una Formichina si poggia sul Cuore di Maria per poi poggiarsi sul Mio Cuore e sul Cuore del Padre nel dire: "Aspetta, sono tutti Figli Tuoi, togliamo qualcosa!"...... E il Padre la guarda! Don Vincenzo: Sapendo che la Cocciuta è l'unica che strappa le Grazie Grandi al Padre, potrebbe pure riuscirci lei... Gesù: Non si ferma un attimo! Don Vincenzo: E può darsi pure che il Padre accetti...! Gesù: Voi pregate, con l'"Ave Maria" e col "Padre Nostro" e rimanete nell'Arca e Remate! Don Vincenzo: Ci lasci la Speranza, Gesù? Gesù: , in questo giorno...... così quando lo Strumento lo sentirà, rimarrà Gioiosa! È il "Nocciolo Scorticato", come ti ha detto in questo giorno: "Scorticato e Grondante, così posso Lavare!" Visto che il Banchetto è pronto e il Padre ve L'ha Donato ancora, vogliamo donarci? Don Vincenzo: FACCIAMO L'EUCARESTIA? Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Io Sono sul Legno Verde già Spezzato e Donato, fallo anche tu! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Beve> Questo è il Mio Sangue! <Gesù poi Lo dona a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane, Gesù ne Spezza un Pezzettino e Mangia> Gesù: Questa è la Mia Carne! <Gesù poi Lo dona a Don Vincenzo che Mangia> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questa è la Mia Carne! Gesù: Ci siamo Spezzati e ci siamo Donati, ora Doniamoci ai figli, pronti a prendere parte al Banchetto del Padre ma nel Camminare e nell'Incontrare lo Sposo che si Dona con Amore! ......Ecco! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù osserva rimanendo seduto> Gesù: Ecco, ci siamo Donati...... e tutti avete Mangiato! Don Vincenzo: Eccomi! ...Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, Ti volevo fare una domanda! Gesù: , la Cocciuta la lasciamo ancora ad Inzupparsi e a Bersi! Don Vincenzo: PRIMA HAI DETTO CHE LA COCCIUTA POTREBBE ANCHE RIUSCIRE A STRAPPARE AL PADRE LA GRAZIA DI NON APRIRLI E DI NON FARLI SCENDERE I SIGILLI! Gesù: LEI NON SI FERMA UN ISTANTE DI BUSSARE NEL POGGIARSI SUL CUORE DI MARIA! Don Vincenzo: E QUINDI QUESTO POTREBBE FARCI ARRIVARE AL SOLE CHE SI APRE NELLE MIE MANI...... CIOÈ IN QUELLE DEL CALICE VIVENTE......, E SAREBBE UNA SCORCIATOIA MERAVIGLIOSA QUELLA DELLA COCCIUTA: "FACCIAMO APRIRE IL SOLE DI DIO SENZA APRIRE I SIGILLI"! Gesù: MA DOBBIAMO ASPETTARE CIÒ CHE RISPONDE IL PADRE......! Don Vincenzo: SÌ, ECCO QUESTO PROPRIO VOLEVO CHIEDERE: IL SOLE CHE SI APRIRÀ È IL SOLE DI DIO, IL SOLE DEL PADRE? Gesù: ! Don Vincenzo: E TUTTI LO VEDREMO IL PADRE? Gesù: , MA LO VUOI SENTIRE OGNI VOLTA? Don Vincenzo: E' BELLO RISENTIRLO OGNI VOLTA, ANCHE PERCHÉ OGNI VOLTA È ANCORA PIÙ BELLA QUESTA MERAVIGLIOSA AZIONE DEL PADRE CHE SI FARÀ VEDERE DA TUTTI! Gesù: IL PADRE HA PREPARATO TUTTO PER I PROPRI FIGLI DA SEMPRE, MA L'UMANITÀ NON SI È PREPARATA PER AMARE E PER DONARSI! DIO LO HA PREPARATO DA SEMPRE IL SUO AMORE E IL SUO PERDONO, MA I FIGLI NO! E COSÌ LO STRUMENTO LI PORTA ANCORA E VA A POGGIARSI SUL CUORE DI MARIA E A BUSSARE PERCHÉ È L'ULTIMA GRAZIA, E MARIA È L'UNICA CHIESA! E VOI PREGATE PER QUELLE MURA! Il Banchetto è ancora pronto......, tu cosa vuoi fare? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Vuoi mangiare del Banchetto che continua? Don Vincenzo: È troppo bello! Gesù: È troppo bello! Vediamo, cosa vuoi mangiare? Don Vincenzo: Questi grissini avvolti di prosciutto...! Gesù: Ecco, vuoi mangiare questi, eh, eh, e poi cosa vuoi mangiare ancora? Don Vincenzo: Sì, questi gamberetti! Gesù: , ecco, eh, vanno bene così? Don Vincenzo: Sì! Gesù: , Eccomi, tieni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E alla Cocciuta non so se con la Gioia di aspettare vedrà che le diamo la verdurina, vediamo se la vede, ah......: adesso è in attesa, che dici? Gliela mettiamo tutta se non la vede? No, è meglio di no......, e va bene così, che se poi la vede non so, e poi cosa le diamo ancora......? Eh, no, questi no, le diamo uno di quelli eh, , uno solo, poi vediamo dopo e buon appetito! Don Vincenzo: Anche a Te! Gesù: Anche a Me! Io la verdurina la dò tutta alla Cocciuta! ...Figlie?! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Lo sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Eccomi! Buon appetito! Stai già mangiando? Senti, ma li hai capiti i Sigilli, tutti e Sette come sono fatti? <Don Vincenzo fa segno di no> E poi lo capirai quando lo leggi! Voi lo avete capito? Così e così......! Non ha sentito nessuno come sono fatti i Sigilli? Eccomi! ...............Questo non l'ha visto! Don Vincenzo: Chi? Gesù: La Cocciuta ancora non ha visto la verdurina! ...Ciao, state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: "Ciao, belle di Gesù"! Tutti: Ciao! Gesù: Che fai? "Ciao, belle di Gesù", "Ciao, belli di Gesù"! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Così faccio come Giovanni anch'Io! <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> "Ciao, belli di Gesù!" Ehi, esci davanti! <A Giuseppe> "Ciao, belli di Gesù!" BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: Ciao, papà! Ciao, mammina! Ciao papà, ti è piaciuto il regaluccio? <Mario fa cenno di sì e gli mandano un bacio> Mammina, dopo ti faccio mangiare un pane intero, eh, eh, glielo dai un pane intero? Lo sai qual'è un pane intero? Raffaele: Questo? Bimbi di Mario e Maria Elena: Sì, ecco! <Mandano un bacio> Ciao! Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao! Poi ci sentiamo! Ciao anche a tutti voi! Tutti: Ciao! Bimbi di Mario e di Maria Elena: Poi vi facciamo un regalo di "bimbi", vi doniamo i nostri cuori a tutti quanti, ah! <Mandano un bacio> Così come ci ha Insegnato ad Impastare il Pane! Ciao! Gesù: Hai visto come il Cielo Lavora e come il Cielo si Dona nell'Impastare e nel diventare Pane? Così anche voi dovete Impastarvi e diventare Pane e Donarvi nella Misura che il Padre ha Donato ad ognuno di voi, Figli! Ma adesso dò un altro poco di questa allo Strumento! Possiamo donargli tutta l'erbetta ma è così piena di gioia nell'aspettare che non la vede, e intanto gliela dò, la sta mangiando senza più guardarla e fare: "uuuh!" Ora è impegnata nell'Inzupparsi e nel Bersi e nell'aspettare ciò che Maria riesce a strappare al Cuore del Padre! ...Tu non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Quando la Cocciuta vede la verdura... Gesù: Adesso è troppo impegnata, è Gioiosa, aspetta la risposta e non vede quello che le sto donando! ......Ti raccomando, vicepa'... ehi, divertiti, sei delegato! <Raffaele dona la coda e la testa del pane-pesce a Luisa, Lucia, Doriana, Luigi ......e ad altri prepara i piattini> Giovanni sta preparando gli altri Sigilli! ...Hai finito di mangiare? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh, cosa c'è? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tutto il Male parte dalla Cupola? Gesù: ! Don Vincenzo: E siccome si sta Combattendo, la Battaglia comunque presuppone un vincitore? Gesù: ! Don Vincenzo: E se... come è sicuro, noi vinceremo, poi la Cupola si ridimensionerà e si "sgonfierà"? Gesù: Aspettiamo prima la Vincita...... perchè il veleno ascolta! Cosa c'è ancora? ......Il veleno cammina, non si è fermato......! Don Vincenzo: Non solo, ma si incunea in tutte le parti! Gesù: ! Don Vincenzo: E scorre veloce...... Gesù: Ma non può entrare nell'Arca! Don Vincenzo: Nell'Arca no, e questa è la nostra forza! Gesù: Ma lo Strumento come Spugna va a Inzupparsi e si Beve ancora e guarda tutto quello che il Padre ha preparato da Sempre! E guarda tutti i figli che il Padre le ha Donato e l'Umanità intera e vede che i figli sono lontani! ...Ora le dò da bere un po' d'acqua e un poco la bevo anch'Io! ......Cosa c'è ancora, parla tu un po'! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Calice Vivente! Don Vincenzo: Questo scontro, questa guerra tra i farisei di ieri e di oggi...... Gesù: ! Don Vincenzo: ...Tra i falsi profeti...... Gesù: ! Don Vincenzo: ...E i Servi Inutili...... Gesù: ! Don Vincenzo: Questo scontro chiaramente è a vantaggio dei Servi Inutili? Gesù: ! Don Vincenzo: Ma questi falsi profeti...... Gesù: Cresceranno sempre di più! Don Vincenzo: Ecco, proprio questa parola mi serviva: ma come fanno a crescere sempre di più se sono sconfitti dai Servi Inutili? Gesù: In questo Tempo cresceranno! Don Vincenzo: Ed entreranno anche nelle Famiglie? Gesù: ! Don Vincenzo: Facendo piangere le Mamme che vedono i figli perdersi? Gesù: ! Don Vincenzo: E' questo che la Cocciuta vuole evitare, perché lei si Inzuppa proprio per Salvare! Gesù: , si Inzuppa per Salvare! Don Vincenzo:Ma nonostante il suo tentativo, i cosiddetti "Grandi della Chiesa" continuano ancora a voltarTi le spalle e a tradirTi! Gesù: ! Don Vincenzo: E continuano ancora a non pentirsi! Gesù: E la Cocciuta va a poggiarsi sul Cuore di Maria......! ..................Venite col "niente"! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: ...Eccomi il "niente"! ...Ti raccomando, eh! Raffaele: Scarsetto! Gesù: Scarsetto Scarsetto, e poi non dimenticarti quelli da portare a quella...! <Gesù indica Elena> Alla Mia bimba! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Ci sono ancora "Venti di Guerra?" Gesù: , è appena iniziata la Battaglia! Don Vincenzo: Ma ci sono ancora Venti di Guerra anche a livello mondiale...? Gesù: ! Don Vincenzo: Cioè tra i cosiddetti "Grandi del mondo"? Gesù: , i cosiddetti "Grandi del mondo" neanche potete immaginare cosa stanno preparando! Don Vincenzo: Eh, sì, i telegiornali nominano sempre più: "......la bomba atomica della Corea del Nord, dell'Iran, della Russia, degli Stati Uniti, della Cina, di Israele......!" Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: C'è tutta una situazione incandescente! Gesù: C'è tutto un fumo che si innalza! Don Vincenzo: Il guaio è che poi, quando si parla di guerra, poi alla fine la fanno veramente la guerra! Gesù: Tutto quello che è Scritto nel Libro del Padre si deve adempiere e così poi il Sole si Aprirà! E la Cocciuta rimane Spugna ad Inzupparsi e a Bersi e a chiedere al Padre: "guarda i Tuoi figli, ci hai donato l'Arca e ci hai donato i Remi, donami la Forza!" Ma il Padre l'ha Mandata e le ha donato tutta la Forza da farla camminare, da farla combattere, da farla diventare sempre più Cocciuta, così Ama sempre di più e raccoglie tutte le Pietruzze per portarle dinanzi al Cuore del Padre...... e per farle Brillare! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Eravamo abituati alle Piaghe in ogni Quaresima, ma la Cocciuta come "Nocciolo Scorticato", ora ha le Piaghe Invisibili! Gesù: Se tu vedessi solo per un istante le Piaghe del "Nocciolo Scorticato", ti metteresti con la faccia a terra e dirMi: "Coprilo questo Nocciolo Scorticato!" Don Vincenzo: Non c'è più spazio nel suo corpo? E sono Dolorose le Piaghe Invisibili più di quelle Visibili? Gesù: ! Don Vincenzo: Specialmente in queste ultime settimane! Gesù: L'hai vista ieri sera? Don Vincenzo: Ah, sì! Gesù: Ah, , ma non hai visto il "Nocciolo Scorticato......"! Don Vincenzo: Ma poi dopo mi sono immaginato quello che stava succedendo......! Gesù: In quell'istante era andata a fermare un altro missile......! Don Vincenzo: Aaah, perciò era addolorata e preoccupata...! Gesù: , ma lo ha fermato! Lo ha spento e quando poi il missile è caduto, ha fatto solo pochi danni, perchè lei lo ha spento! Era acceso e chissà quali e quanti danni avrebbe fatto........., ma lei lo ha spento!(*) PICCOLO GIOVANNI: ...Ciao! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Con la Croce e col Pane! <Giovanni Benedice col Segno della Croce e poi manda baci ai presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Benvenuto, Giovanni! Piccolo Giovanni: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sono venuto, perché dopo devo andare via..., devo andare a preparare Altri Sigilli...... Sette..., Sette..., Sette... e dopo ci fate qualcosina! ...Ciao, belle di Zio Mario... <Schioccano alcuni baci> Tutti: Ciao, ciao! Piccolo Giovanni: Ciao, bella di Zio Mario! Un testamento...? Lo devo accettare? Di solito... tu... Io lo prendo e tu lo leggi...... Tieni, leggi il testamento...! Ciao, belle di Zio Mario! <Giovanni continua a schioccare baci e tutti ricambiano. Poi viene letta la lettera di Chiara> Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! ......Quando ti prendo......! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Leggo? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: "Ciao, Zio Mario!" Piccolo Giovanni: ..."Ciao, Zio Mario!" Don Vincenzo: "Ciao zio Mario! In realtà non so il significato di: ''bella di Zio Mario'' e spero di non dovermi preoccupare! Io sono sicura che Tu mi aiuti sempre...; studieresti al posto mio?" <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Io ho insegnato per tanto tempo e adesso Mi vuoi far studiare ancora? Don Vincenzo: "Scherzi a parte... " Piccolo Giovanni: Pure...? Don Vincenzo: "Ti voglio tanto bene, anche se non Ti ho mai conosciuto! Ti prego, tienimi sempre per mano e data la possibilità che ho di scriverTi, volevo chiederTi di stare vicino e di aiutare la Cocciuta! Come devo chiamarTi? Don Mario, Zio Mario, o Giovanni? Ti voglio bene, bella di Zio Mario!" Piccolo Giovanni: ...Ciao, bella di Zio Mario! Così Mi devi chiamare! Don Vincenzo: Ah... ecco! Piccolo Giovanni: Ciao, belle di Zio Mario! <Giovanni schiocca qualche altro bacio> Ciao, bella di Zio Mario! Adesso devo andare anche a studiare...... Questa vuole sapere perché la chiamo: "bella di Zio Mario!" E Io ancora non glielo dico, perché la chiamo "bella di Zio Mario!" ...Ciao, belle di Zio Mario... e che significato ha...! ...Come stai, Nicò? È andato tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Maria che ha combinato? Un pasticcio, no? Come sempre...! E la dottoressa si è impasticciata pure..., come state? <Giovanni schiocca qualche bacio> Maria, Nicola e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutto bene? Quante marachelle avete combinato ancora? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi!" E Io devo venire ancora? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Che ha combinato Maria? Mari', che hai combinato? Maria: Ho continuato a girare nelle Tue carte... Piccolo Giovanni: Hai continuato a girare...? Maria: Si, nelle Tue carte! Piccolo Giovanni: Teré? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che dobbiamo fare? Teresa: Niente! Piccolo Giovanni: Ecco..., visto che c'è un po' di co... co... c'è un po' di coca-cola... <Si ride un po'> Visto che c'è un po' di coca-cola, devo andare... si! Tanto lei ha capito...! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Che faccio? Don Vincenzo: Devi fare un Miscuglietto? Piccolo Giovanni: Si, mo' lo faccio il Miscuglietto..., ma prima di fare il Miscuglietto..., ho Altri Sette Sigilli! Don Vincenzo: Ma questa Tua Preparazione ai Sigilli è per farli vedere alla Cocciuta? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E il tuo compito è quello? Piccolo Giovanni: Si, ma non li ho fatti Io i Sigilli! Io li devo solo preparare per farli vedere, non sono Io che ho fatto quei Sigilli! Don Vincenzo: I Sigilli li fanno quelli della Cupola? Piccolo Giovanni: Eh, ! Don Vincenzo: E non si stancano di farli? Piccolo Giovanni: No! Sono i Sigilli da sempre! Don Vincenzo: Praticamente, Giovanni, tutto il male entra dentro questi Sigilli? Tutti i peccati, tutte le situazioni cattive..., vengono da loro? Piccolo Giovanni: Questi sono quelli che si stanno aprendo, ma la Cocciuta... Raffaele: ...Cerca di tenerli... e di fermarli...! Piccolo Giovanni: Chiede al Padre di fermarli...... e ce ne sono tanti altri... Don Vincenzo: Lei non vuole che altri Sigilli cadano, perché altrimenti combinano guai su guai? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Allora, cerca di supplicare il Padre attraverso la Madonna e attraverso Gesù... Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Per tenerli fermi......! Piccolo Giovanni: Eh, , lei, essendo una Piccola Formichina, vuole portare tutta la Famiglia Intera a Casa! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Adesso, ha ottenuto dal Padre tutto...! Piccolo Giovanni: ......, e sta chiedendo ancora non solo un po' di giorni di aprile, ma tutto il mese! Don Vincenzo: Ah... tutto il mese? Piccolo Giovanni: , sta dicendo questo a Maria, alla Mia Fidanzata! Non è contenta di tenerli tutto questo mese di Marzo..., sta chiedendo......... all'inizio ha detto un po' dei primi giorni di Aprile e adesso sta chiedendo anche "la fine di Aprile...!" Mo' vediamo se il Padre glielo concede! Don Vincenzo: E il Tuo compito, Giovanni, riguardo ai Sigilli...... Piccolo Giovanni: È di preparaglieli meno crudi quando li vede......! Don Vincenzo: Ah, sì! Piccolo Giovanni: Ora hai capito? E ALLORA SE HAI CAPITO DEVO DARVI GLI ALTRI SETTE SIGILLI! SONO FATTI DI PIETRA, TUTTI E SETTE! E QUESTA PIETRA DIVENTERA' POLVERE E SE CADE COPRIRA' TUTTO CIO' CHE È SULLA TERRA! Don Vincenzo: Addirittura?! Piccolo Giovanni: ! E lei ha già bussato al Padre......! Don Vincenzo: Sarà una polvere bianca? Piccolo Giovanni: Sono fatti di pietra, diventeranno polvere e cadrà sulla terra, ma lo Strumento ha già bussato chiedendo al Padre di fermarli! E ora dovrò prepararne altri e glieli faccio vedere, così per la Cocciuta sono non troppo crudi... ma già "mezzi cucinati!" Don Vincenzo: Quei Sigilli che avete preparato l'altra volta: l'acqua, il fuoco e polvere pure... e polvere bianca... quindi... ci saranno sempre, ce ne saranno sempre... Piccolo Giovanni: Sette..., Sette..., Sette...... ancora per un po' di tempo e quando il Padre sarà Consolato, il Sole si aprirà! Ma si apriranno anche i Sigilli! Don Vincenzo: E scenderanno? Piccolo Giovanni: , e lì la Battaglia sarà ancora più forte e i falsi profeti ancora di più: ci sarà la Battaglia Finale che si aprirà ma la Cocciuta si poggerà ancora sul Cuore di Maria! Pregate come vi e stato insegnato: "Padre Nostro"...; "Ave Maria"...! Rimanete saldi e non crollate con la fede e rimanete sulla Viuzza: ve l'ho indicata sempre alzando la Mano e dicendo: "la Verità Rimane sempre nella Croce e nel Pane Vivo, quello che il Padre vi viene a portare da sempre"! ......Ciao, bella di Zio Mario! <Giovanni schiocca qualche bacio> Ciao, belle di Zio Mario! Non vi farò mancare nulla! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tutto il Padre dona ai figli, quando i figli bussano! ...Stanno Impastando e c'è da Lavorare! Impastate anche voi nell'Amore! Bello quel piattino? Sì proprio bello! ...Che c'è, viceparroco? Si, datemi qualcosa da mangiare, se no poi Me ne devo andare e... no Io questi non li mangio..., Io mangio questi... Don Vincenzo: Ne vuoi uno? <Wafer> No, neanche questo... aspetta... Mi devo mangiare la frutta? Mangio due Pesciolini e un Ovetto... ecco! ...Quelli, , e un Ovetto! La verdura Io non la voglio, vero Nicò? Nicola: Eccomi! Giuseppe: I pesci... Piccolo Giovanni: No, questi non sono pesci...; che Mi porti, i carciofi? Eh... dove sono i pesci? Ci sono i pesci..., no, quelli non sono pesci! Non vedo i pesci......! Don Vincenzo: Giova'... quelli là... quelli sono pesci? Piccolo Giovanni: , visto che l'hai visto il pesce? Ecco, no quelli te li mangi tu...; questo Me lo mangio Io! C'è anche il pane: buon appetito! Don Vincenzo: Anche a Te! Piccolo Giovanni: A Me Mi sono detto: buon appetito! Don Vincenzo: Piano con la Bruschetta...! Piccolo Giovanni: Perché devo fare piano? Io preferisco mangiare il pane bello abbrustolito e il pesce! Tu che mangi? Ehi... vieni... non cadere... l'altra volta non ho fatto in tempo......! Poi ho mangiato dopo, ma è meglio mangiare prima... eh... bravo! Hai imparato! ...Ciao, bella di Zio Mario col ciuccetto blu! <Raffaele aveva distribuito un po' di ciuccetti............ quello blu è capitato a Chiara> Ciao, belle di Zio Mario! Tutti: Ciao, Giovanni! Don Vincenzo: Sono passate già due ore, Giovanni! Piccolo Giovanni: Adesso devo finire di mangiare... Don Vincenzo: Con calma... Piccolo Giovanni: Ne vuoi? Questo è Mio! Don Vincenzo: No, stavo guardando a quel pesce..., che è un po' tonno e un po' non lo è...... che è? Piccolo Giovanni: Te lo faccio assaggiare! Vuoi il tonno, lo vuoi? E meglio che tu mangi o se no gli si deve donare solo il tonno senza il pesce..., lo vuoi? No, non lo vuole... Me lo mangio Io! Don Vincenzo: E la bruschetta? Piccolo Giovanni: , è buona, così si sta meglio...; ehi... il pesce ha una spina: eccola! DI SPINE CE NE SONO TANTE SEMINATE DA MARIA PER RACCOGLIERE L'UMANITÀ INTERA, MA L'UMANITÀ SCARTA LE SPINE E RIMANE ANCORA NEL DESERTO NON TROVANDO LA VIUZZA PER TORNARE A CASA! Ma Maria ha seminato e semina le Spine per far trovare ai figli la Via, ma i figli scartano le Spine, ......ma lei non si ferma e semina ancora! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni:Eh! Don Vincenzo: C'è quel pezzo che riguardava proprio la pecorella smarrita...... davanti alle Spine c'è chi si ferma e chi non si ferma! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: "Se gli riesce di trovarla..." se riesce a trovarla..., quindi c'è anche di mezzo la libertà umana? Piccolo Giovanni: No! La scartano la Spina... la trovano ma viene scartata......... e così si va incontro ai lupi......! Non viene accolta, non viene accettata e quindi viene scartata e gettata! .........Marí, stai bene? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi, no"? Maria: "Eccomi, si"! Anche se il lavoro che mi hai fatto fare è stato un po' triste! Piccolo Giovanni: Ma se l'hai fatto, significa che si doveva fare o no? Maria: Sì! Piccolo Giovanni: E allora perché sei rimasta triste? Maria: Triste perché non hai lasciato un luogo dove hai mandato il Sangue di Gesù e in pochissimi l'hanno accolto! Piccolo Giovanni: E mo' che dobbiamo fare?(*) Che dobbiamo fare? Maria: Aspettare che se lo ricordano, non credo che lo abbiano buttato! Piccolo Giovanni: Aspettiamo..., , aspettiamo, Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Nicò, l'orto va tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teré...? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che facciamo? Teresa: Eccomi! <Giovanni imita la risposta di Teresa con una vocina> Piccolo Giovanni: "Eccomi!" ...Ciao, bella di Zio Mario! ...Ciao, belle di Zio Mario! Che devo fare? Ha detto così... <Maria Elena Gli risponde con un gesto> E mo' vediamo...! Io devo andare, perché devo andare a preparare gli Altri Sette..., Sette..., Sette! Voi mettete tutto quello che c'è! ...Ciao, ci vediamo dopo! Don Vincenzo: Ciao, Giovanni! ...Ciao! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Bentornato, Gesù! Gesù: , bentornato, ma Io non Me ne ero andato! Ora Giovanni... neanche Lui se n'è andato, è andato solo a preparare...... ma è in mezzo a voi... il Cielo è in mezzo a voi, e quello che vi viene detto, viene preparato dove siete voi per poi farglieli vedere allo Strumento! Ma voi pregate e non fermatevi e andate avanti con i Remi! ..., lo bevo Io... e poi gli dico a Giovanni com'è... Don Vincenzo: ...Eccomi... grazie! Gesù: ..., è gustoso! Glielo dico Io a Giovanni che è gustoso! ...È Buono questo Miscuglietto...! Vicepa', ti sta chiamando il Frutto dell'Amore, la bella di Gesù...... e le belle di Gesù! Don Vincenzo: Ma è un po' tiepido...? Gesù: Forse fa un po' caldo adesso... non è più freddo come quando faceva più freddo... ed essendo un po' più caldo, la bibita è venuta calda: il Miscuglietto! Don Vincenzo: È gradevole! Gesù: Uhm... eccolo... Eh... Eh... Eh... e sono sempre come Giovanni, capriccioso, anche dinanzi a tutto quello che sta per scendere! ...Aveva tutta la manina piena di pane e cioccolato... gnam... gnam... e ne ho preso anch'Io un pochino ma alla Cocciuta non gliene ho donato! ...Ecco, grazie! Raffaele: Eccomi, Gesù! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh, cosa c'è? Parla tu! Don Vincenzo: Hai detto prima... appena trenta secondi fa... "di fronte a quello che sta scendendo"... Gesù: ...Si... Don Vincenzo: ...E a che cosa Ti riferivi? Gesù: Eh, di fronte a quello che sta scendendo... Don Vincenzo: Ai Sigilli? Gesù: Eh, si! Don Vincenzo: E possono esserci anche Sigilli non Sigilli? Cioè che sono come i Sigilli ma non si chiamano Sigilli? Per esempio si chiamano "guerre"? Gesù: Si chiamano Sigilli... eh, si, e i Sigilli sono i Sigilli... si aprono, ma lo Strumento si poggia sempre a chiedere di fermarli, di tenerli per un giorno, poi per un po' di giorni e poi per un mese... e il Padre la guarda e lei risponde "Eccomi"! Ed ora sta aspettando... Don Vincenzo: ...Che il Padre le dia la risposta? Gesù: Si! Don Vincenzo: Sta combattendo praticamente una guerra personale? Gesù: Si! Don Vincenzo: Appoggiandosi anche ai Servi Inutili? Gesù: Si! Don Vincenzo: E appoggiandosi soprattutto alla Madonna? Gesù:Si! ...Ma ora non hai niente altro da chiederMi? Tutto quello che dovevo dire ve l'ho detto, ma CI SARANNO GIORNI IN CUI VOI AVRETE SEMPRE IL PANE, MA L'UMANITÀ INTERA, NO! VOI AVRETE SEMPRE L'ACQUA, MA L'UMANITÀ INTERA, NO! VOI RIMARRETE NELL'ARCA CON I REMI, MA L'UMANITÀ INTERA, NO! E dinanzi a questo, lo Strumento Gronda Sangue chiedendo al Padre "fa passare questo Flagello... fa passare questo Sigillo...", ma tutto si deve aprire...... ma voi pregate "Ave Maria" e "Padre Nostro"! ...Non vengo a dirvi questo per spaventarvi, vengo a dirvi la Verità Tutta Intera perché siete la Famiglia Scelta! Anche se ridono di voi, non temete gli uomini ma abbiate il Santo Timore del Padre! Voi siete nell'Arca e avete i Remi che vi sono stati donati dal Padre, così come vi è stata donata la Cocciuta! Sono stato scartato Io, lei è stata scartata dagli uomini ma non dal Padre! ...Ed anch'Io sono stato scartato dagli uomini ma non dal Padre, ma rimango in mezzo agli uomini nel donarMi ancora e nel donare tutto il Mio Amore! Questo il Padre vuole, ed è per questo che il Padre Mi ha mandato, ed è per questo che il Padre ha mandato lo Strumento: per essere scartata come Lo Sono Io! Ma Io ho vinto ed anche lei ha vinto nel Fare le Cose del Padre! Questo è servire! Questo significa fare i Servi Inutili: fare la Volontà del Padre rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, e poi essere scartati perché vincenti! ...Abbiamo vinto perché Dio non ha mai perso! Tutto appartiene a Lui: ogni cosa è Sua! ...Hai detto bene prima nella tua catechesi iniziale: "non siete vostri ma appartenete al Padre, e tutto quello che vi dona è Suo! Non illudetevi nel dire ''questo l'ho fatto io'', ''questo è mio'', ma nulla è vostro, neanche il Soffio perché il Soffio è Suo e può donarlo e può prenderlo quando Lui decide"! Vigilate, figli, e rimanete nella Quiete del Padre! ...Ora tu saluterai con l'Albero Verde ed Io vi dono tutto il Mio Amore! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: A nome di tutti Ti voglio dire "grazie" del Tuo Amore! Gesù: "Eccomi" si dice, non si dice "grazie"! Calice Vivente, si dice "Eccomi"! Don Vincenzo: Si, "Eccomi" per il Tuo Amore, per la Tua Misericordia, per la Tua Tenerezza, per la Tua Pazienza... Gesù: ...Eccomi... Don Vincenzo: ...E per essere noi Croce come Te, per essere noi Crocifissi come Te! Gesù: Rimanetelo anche voi, perché anche voi lo siete, figli!(*) <Gesù invia un bacio ai presenti che ricambiano, poi Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, sei andato a chiedere?(*) ...Maria è andata?(*) ...Cosa ha risposto?(*) ...Posso tenerli?(*) ...Posso davvero tenerli?(*) ...Allora facciamo Festa!(*) ...Sì, lo so, ce ne sono tanti altri, ma per ora è Festa!(*) ...Eccomi per l'Eternità! Piccolo Giovanni: Come fai, Nocciolo Scorticato? Giulia: Mi inzuppo e mi bevo! Scorticata così come sono, posso solo inzupparmi, bermi e donarmi nel Fare le Cose del Padre!(*) ...Tu ora vai a preparare?(*) ...Appoggiati ancora anche Tu sul Cuore di Maria per poter tenere anche gli altri! Piccolo Giovanni: ...Non ti stanchi mai?(*) Giulia: ...Tu lo fai? Eh, vieni ancora e vai a Consolare il cuore di tutti i figli! ...Ora stanno bussando: consolali tutti! ...Ci vediamo dopo!(*) <Giulia schiocca un bacio a Giovanni> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici! Giulia: Eccoci, Papà Formicone! Eccomi per tutto quello che mi hai donato!(*) ...Papà, lo so che i figli fanno quello che fanno, ma non sanno ancora camminare! Il Padre: Prendili per mano, Anima Mia!(*) Giulia: ...Io... Tu... Eccomi! ...Ma io prendo la Tua di Mano, così sono sicura di non sbagliare!(*) ...Questa è la Tua, non la mia: l'hai fatta Tu!(*) ...Posso tenere tutto per un po' di mesi?(*) ...Facciamo così: facciamo passare anche l'altro di mese e poi l'altro ancora?(*) ...Lo so che saranno Sette-Sette-Sette, ma se li poggi tutti quanti sulle spalle c'è ancora spazio! ...Ed io mi poggio sul Letto della Croce, e lì prenderò la Forza!(*) ...Papà!(*) ...Ti voglio tanto bene, Papà Formicone! Consola i cuori della Famiglia e dona la Forza! Per tutto quello che vedo, dona la Forza a tutti i figli! Io do' le Gocce che mi donate!(*) ...Ora possiamo salutare? <Il Padre da' l'assenso e tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Ciao, Cielo!(*) ...Ciao, Cari!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Ciao, Mammina mia!(*) ...Ciao, Fiorellino Preferito del Padre...!

 

 

 

 

5. Giov. 28/03/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

GIOVEDI' SANTO 28 MARZO

*******************

(Gesù): Allora, prendi il Catino e poggialo lì! <Raffaele prende la Brocca preparata con l'acqua> Vedi, l'acqua non la versiamo, è il Sangue che Verso, è il Mio Amore che verso sui figli e sull'Umanità...... ho detto: "rimanete Piccoli, rimanete all'Ultimo Posto, fate tutto quello che ho fatto Io e faccio attimo dopo attimo nel venire a Servire.........!" Ma nessuno Mi ha ascoltato! Il gesto che ho fatto dinanzi ai figli che sono scappati era il gesto di ciò che il Padre diceva ad ognuno di loro: "Io e Mio Figlio siamo venuti per Servire, ad insegnare ad ognuno di voi l'Amore e l'Umiltà e non a prendere i primi posti, e non a riempire le vostre bisacce e a lasciare da parte il Mio Pane...... ma sono venuto a Spezzarlo per tutti, a donare il Perdono e l'Amore......: donatevi voi stessi, così farete le Cose del Padre!" Di solito si camminava scalzi e, quando si entrava, veniva offerta l'acqua! Ma il gesto di lavare significava e significa ancora: "Io sono qui come un Servo nel portare ad ognuno di voi il Servizio dell'Amore del Padre e non la Lavanda dei piedi!" ...............Soffia sull'acqua, Calice Vivente, soffia per quattro volte.........! <Don Vincenzo soffia quattro volte sull'acqua che è nella Brocca> Questo diventerà Sangue nel giorno che la Battaglia finirà e, quando finirà la Battaglia, si Aprirà il Sole! Conservatelo perché non serve per lavare, ma serve per far Nascere! Ecco quello che dicevo......... ma nessuno ha capito! Continuano a fare ciò che Io non ho fatto e a mettere da parte la Verità! E la Spugna si Inzuppa e si Beve ancora! Voi vedete le Mura in piedi di quella Cupola, ma nelle Mura c'è solo il Sangue Innocente che "Grida" al Padre...... e niente altro! Non siano gioiosi i vostri cuori di ciò che udite: il Pane che è stato Spezzato non è il Mio...... e vigilate sui falsi profeti che avanzano, Figli!

*******************

(Don Vincenzo): Quindi nel Progetto Salvifico del Padre, la Cocciuta è fondamentale...... perciò il Padre nella Sua Infinita Bontà ce l'ha regalata! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Ce l'ha Donata...... e ce l'ha messa proprio come Strumento Prediletto! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Per farci camminare sulla Via Stretta! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Per darci la Verità Tutta Intera! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Per metterci tutti sulle sue spalle! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Così non ci perdiamo...... e dobbiamo essere grati alla Cocciuta ogni momento per questa sua Immolazione......!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Non alzarti!(*) <Alla Glorificazione, Giulia stava per alzarsi in piedi come al solito> Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen(*). <Gesù è in Silenzio...... poi Alza la Destra e col Segno Trinitario Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Nell'Amore del Segno Tremendo della Croce Visito i vostri cuori e col Catino del Mio Amore Raccolgo, e col Catino dell'Amore del Padre Semino Portando ad ognuno di voi il Seme del Padre nell'Allargare le Braccia e nello stringervi sul Legno della Croce! Ed Eccomi ancora così, e come Maria ha risposto "Eccomi", Io L'Ho Donato a Mio Padre per Donarlo ad ognuno di voi e FarLo Scendere come Ho Lasciato Scendere il Mio Sangue, il Mio Amore Pieno, per Creare la Famiglia, quella che il Padre ha chiamato da sempre, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Usate i Catini dei vostri cuori nel Raccogliere l'Amore, il Perdono e la Carità! Divideteveli tra di voi e usate il Catino nel Rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! UsateLo ancora e Portate la Verità Tutta Intera, quella che il Padre vi ha Donato da sempre nel Rimanere la Famiglia, quella che Dio Ha Fatto Nascere nei vostri cuori Allargando le Braccia e Accogliendo tutti i figli senza scartarne uno! GUARDA, ANIMA MIA............! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Chi è che ha bagnato i Tuoi Abiti?(*) Sei tutto bagnato, Gesù!(*) Gesù...! Gesù: Eccomi! Vedi? Sono i pianti, sono i lamenti, sono gli affanni, sono gli sputi e sono le bestemmie di quelli che Mi prendono in giro che hanno bagnato i Miei Abiti e il Mio Viso......! Giulia: Gesù, perdoniamoli ancora! Il mio è piccolo di vestito, non Ti va..., e poi come faccio a toglierlo...? Non Ti andrebbe bene...... se arriva un venticello fresco si asciuga il Tuo vestito bagnato......! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........!(*) Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Cosa facciamo? Hanno preparato un'altra festa, quella che a Te non piace! Gesù, posso Inzupparmi ancora come spugna e Bermi così il Tuo Cuore Viene Consolato e anche il Cuore di Maria? Gesù: Fallo, Anima Mia! ......MA GUARDA ANCORA......! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Dove vanno tutte quelle persone?(*) Hanno i piedi scalzi e solo un Velo!(*) Gesù, dove stanno andando? Non c'è più Via, è stata cancellata, tolta... non posso fermarli?(*) Gesù, semina un po' di Spine così si fermeranno!(*) Gesù, perché non c'è più la Via? ......Cadranno! Gesù: Questo è quello che Mi hanno preparato i falsi profeti e coloro che si presentano come agnelli ma sono lupi...... hanno tolto la Via a coloro che vogliono entrare! Giulia: Posso fare da Ponticello col mio corpo? Così la Via la trovano, così come faccio con la spugna: mi Inzuppo e mi Bevo! Gesù: Non ti basta di essere un Nocciolo Scorticato e di grondare Sangue? Giulia: Non c'è la Via...... Gesù, fammi fare da Ponticello, così troveranno la Viuzza e verranno a VisitarTi! Posso farlo? Gesù: Eccomi! Giulia: Gesù, visto che il Cielo è oramai in mezzo a noi, ...manca quella piccola parte......, il Tempo non lo potresti dire in questo giorno? Gesù: Così come il Cielo, tutti i Servi Inutili e tutti i vostri Cari sono scesi, e anche il Tempo è sceso e cammina con le Azioni Buone che crescono nei vostri cuori! Ma tu, Giulia, sei un Nocciolo Scorticato e hai il Tempo, perché a te è stato donato! E ogni qualvolta ti Inzuppi e ti Bevi doni il Tempo ai tuoi figli e all'umanità intera! Giulia: Gesù, perdonami se vado ad Inzupparmi, attimo dopo attimo, ......è che Tu non hai più Tempo......, ma i Figli e la Famiglia che Tu mi hai donato hanno bisogno ancora di Tempo, così possono AmarTi e ConoscerTi di più e Tornare a Casa e Consolare Maria e Spalancare i propri cuori al Padre! Gesù, metto nel Tuo Cuore in questo giorno tutti i figli che si sono affidati alla mia preghiera...... metto tutti i figli che porto sulle mie spalle e sulle Tue Braccia Spalancate...... e le Pietruzze raccolte di qua e di là Te le riconsegno ancora! Non posso dirTi di togliere lo sguardo su ciò che stanno facendo, ma Amali col Tuo Amore Misericordioso! Gesù: Li Consegno a Te, Nocciolo Scorticato... Giulia: Gesù trova ancora Spazio... e Scorticalo! C'è ancora Lavoro da fare e devo essere ancora Scorticata per poter terminare il Lavoro, Gesù! Perché mi guardi così? Gesù: Anima Mia, non so più dove Scorticare! Giulia: Cerca, Gesù, lo troverai...! Tu Trovi sempre tutto...... e troverai ancora Spazio! Gesù: Il Cielo è in mezzo a voi, tutto è sceso, i Due Giovanni, Pio, Carlo, Domenico e i vostri Cari e noi siamo venuti ancora nel Portare l'Unica Verità: la Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E il Pane, chiedendovi ancora di tenerli alti e di viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Ma Rimanete nell'Arca, Prendete i Remi e Remate ora in quest'istante e nel camminare nei giorni del Padre che sono dinanzi a voi, Figli! .........ORA GUARDA, ANIMA MIA...............! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) ...I Sette Sigilli!(*) Altri Sette, Gesù! Cosa devo fare? Gesù: Quelli che hai già sulle spalle li puoi tenere! Giulia: Fino alla fine dell'Altro Mese? E questi? Vengono sempre dalla Cupola?(*) Gesù, sono sette sacerdoti e in mano hanno Sette Candele e le Sette Candele sono spente! Sono state arse a metà e quando si accenderanno ancora faranno bruciare Sette Nazioni e lacrime di sangue scenderanno dove le candele bruceranno! I sette sacerdoti non bruceranno, ma prenderanno in mano altre candele per continuare con altri Sette Flagelli! Non posso fare nulla? Gesù: Questi sono i Sigilli di questo giorno! Giulia: Non posso Inzupparmi come spugna e Bermi? Non posso tenerli fermi? Gesù: Vedi come i sette sacerdoti camminano con passo veloce......? Giulia: Io mi poggio ancora sul Cuore di Maria, così Lei andrà dal Padre...... visto che Lei è la Grazia che Arde nei nostri cuori! Posso tenere anche questi per un po' di giorni, o Mio Diletto e Mio Amato Bene? Gesù: Vedi quanti figli ridono? Giulia: Perdonali ancora, perché Tu Sei il Perdono! Aspettiamoli ancora, perché Tu non hai Tempo......: Tu Sei! Ma fammeli tenere! Gesù: Sono quelli del Giorno! Giulia: Gesù, Solo Due Giorni, poi Te li consegno!(*) Due Giorni Soli?(*) Gesù: VEDI, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Vedo del Sangue che scende, ma questo è il Tuo ed è il Perdono......! Lascia che vada ad Inzupparmi ancora e a Bermi! Gesù: Io Allargo le Braccia e vi dò ancora il Mio Amore! <Gesù Benedice col Segno della Croce> Giulia: Eccoci, Gesù, pronti ad accoglierLo con tutti i Servi Inutili, i Pargoli...... Gesù: Lavorate e impastate il Pane! Giulia: ......Vittorio, Natanaele, Rossella, le Bimbe, le Spose! Accendete il Forno...... il Pane si deve Spezzare! Gesù: Vedi, Anima Mia, il Pane di questo giorno? Giulia: Lo vedo! Gesù, quando verrà a mancare, posso prenderLo e donarLo a coloro che avranno fame? ......Perché verrà a mancare......! Gesù: Il Cielo è in mezzo a voi, tutto è sceso e quando il Pane verrà a mancare potrai prenderLo, ma i figli che camminano sulla via larga Lo getteranno! Giulia: E io Lo raccolgo per donarLo ancora, per indicare ad ognuno di loro il Tuo Amore, Gesù! Gesù: Amen, Figlia Mia! Amen! Amen! ...Pace al tuo cuore, GIOVANNI, GESU-DIO............! Don Vincenzo: Benvenuto, Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! <Gesù manda baci e viene ricambiato> State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Il Banchetto è pronto! Don Vincenzo: Che Spettacolo, Gesù, questa Mensa e quante Pietanze Succulente......! Gesù: E' il Banchetto del Padre! <Raffaele porge una Lettera con sopra disegnato un cuore> Eh..., vuoi leggerla tu? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ehi, c'è un cuore! Don Vincenzo: Beatrice! Gesù: Questa la mettiamo qui! <Gesù posa la Corona del Rosario> Ma Io non accetto i lutti e i lamenti! Quando una Sposa Nasce in Cielo non ci sono né lamenti e nè lutti! Il Mio Cuore diventa triste perchè avete poca Fede e non ascoltate quando Parlo nel dire: "oggi sei con Me, sei Nata nel Mio Cuore!" .........Leggi! <Don Vincenzo legge la lettera della piccola Beatrice> Avete capito cosa ho detto prima? Che non accetto i lutti e i lamenti quando una Sposa Nasce in Cielo! Don Vincenzo: E ritornando alla lettera di Beatrice... sta qui ora? Angela: No ma è rimasta a casa! Don Vincenzo: E allora non dobbiamo accogliere le cose degli assenti come le lettere, come le torte......! Non dovete prestarvi a questo! Se uno è presente allora sì, altrimenti no! Gesù: La Cocciuta porta sulle spalle l'Umanità intera, ma quando Dio Parla nessuno dei figli ascolta la Voce del Padre e nessuno accoglie la Spugna Inzuppata che si Beve e ci sono pianti e lamenti e lutti! ......Ma voi siete nell'Arca, avete i Remi e ancora non riuscite a comprendere tutto quello che Dio vi Dona! Il Cielo è in mezzo a voi, Maria è dinanzi alla Prima Schiera nel Combattere la Battaglia dell'Amore e la Battaglia è Vincente e i lutti, i pianti, i lamenti non devono esserci ma ci deve essere la Gioia perchè Dio È, e il Padre non vi fa mancare nulla......! Ma se nel cuore non c'è questa Gioia, come può il Padre donarvela? Don Vincenzo: L'ha spiegato così bene la Cocciuta! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! <Raffaele porge a Gesù un pacchetto con animaletti di cioccolato> Gesù: Cos'è...? ...Qui non Mi fanno solo coniglio, qui Mi fanno pulcino, gallo, gallina e pecorella! <Si ride un po'> Eh, eh, vedi, vedi cosa c'è scritto, eh, eh, eh, vedete: Mi hanno fatto un gallo! <Si ride un po'> Leggi! Don Vincenzo: "Per Gesù! Padre e Signore del Creato, fa che questa nuova Alba illumini i cuori di questa Umanità"... Gesù: Eh, Io vengo ad accenderla attimo dopo attimo... ma è l'Umanità che non La vede! Don Vincenzo: "......E dona Pace e Libertà a chi non ce l'ha! Gesù, voglio essere una tua pecorella: Ti amo, Gesù, e voglio fare le Tue Cose! " ............Chi l'ha scritta? Tatina: Eccomi! Don Vincenzo: Perchè non la firmi? Gesù: La "tatino" se non si Tatina! Il regalo poi Me lo porto a casa! Don Vincenzo: Ah, ah! <Gesù manda un bacio> La devi "tatinare", Gesù! Gesù: Eh, , dopo la "tatino"! ..................Senti, Calice Vivente, cosa vuoi fare ora? Il Banchetto del Mio e del tuo Sangue o il Banchetto del Catino? Don Vincenzo: Scegli Tu, Gesù! Gesù: Scelgo Io? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Allora, prendi il Catino e poggialo lì! <Raffaele prende la Brocca preparata con l'acqua> Vedi, l'acqua non la versiamo, è il Sangue che Verso, è il Mio Amore che verso sui figli e sull'Umanità...... ho detto: "rimanete Piccoli, rimanete all'Ultimo Posto, fate tutto quello che ho fatto Io e faccio attimo dopo attimo nel venire a Servire.........!" Ma nessuno Mi ha ascoltato! Il gesto che ho fatto dinanzi ai figli che sono scappati era il gesto di ciò che il Padre diceva ad ognuno di loro: "Io e Mio Figlio siamo venuti per Servire, ad insegnare ad ognuno di voi l'Amore e l'Umiltà e non a prendere i primi posti, e non a riempire le vostre bisacce e a lasciare da parte il Mio Pane...... ma sono venuto a Spezzarlo per tutti, a donare il Perdono e l'Amore......: donatevi voi stessi, così farete le Cose del Padre!" Di solito si camminava scalzi e, quando si entrava, veniva offerta l'acqua! Ma il gesto di lavare significava e significa ancora: "Io sono qui come un Servo nel portare ad ognuno di voi il Servizio dell'Amore del Padre e non la Lavanda dei piedi!" ...............Soffia sull'acqua, Calice Vivente, soffia per quattro volte.........! <Don Vincenzo soffia quattro volte sull'acqua che è nella Brocca> Questo diventerà Sangue nel giorno che la Battaglia finirà e, quando finirà la Battaglia, si Aprirà il Sole! Conservatelo perché non serve per lavare, ma serve per far Nascere! Ecco quello che dicevo......... ma nessuno ha capito! Continuano a fare ciò che Io non ho fatto e a mettere da parte la Verità! E la Spugna si Inzuppa e si Beve ancora! Voi vedete le Mura in piedi di quella Cupola, ma nelle Mura c'è solo il Sangue Innocente che "Grida" al Padre...... e niente altro! Non siano gioiosi i vostri cuori di ciò che udite: il Pane che è stato Spezzato non è il Mio...... e vigilate sui falsi profeti che avanzano, Figli Miei! ......Ora sei pronto? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ti Spezzi e Io Mi Spezzo...... e il Banchetto è pronto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: GESU', FACCIAMO L'EUCARESTIA? Gesù: Eccomi! Tu ti Spezzi e Io Mi Spezzo......! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Nel Rimanere in mezzo a voi: Spezzato ma Intero nel DonarMi! ......Spezzati......! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E Rimani Intero......... e Io Mi Spezzo e Rimango Intero nell'Abbondanza del Padre! ......DonaLo a tutti i figli.........! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Beve> Questo è il Mio Sangue! <Gesù dà il Suo bicchiere a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane......!> Gesù: Questa è la Mia Carne! <Gesù ne dà un Pezzettino a Don Vincenzo che Mangia> Questa è la Mia Carne! E' Spezzata ma rimane Intera per riempire i cuori di ognuno di voi, così camminate nell'Abbondanza del Padre! Donatevi, figli, così come il Padre Dona ad ognuno di voi l'Amore Pieno! ......Doniamoci ai figli! Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto e, ad un certo punto, alza gli occhi e Fa il Segno Trinitario con la Destra> Gesù: Eccomi, ti Sei Donato? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Sono Donato, la Pasqua è Piena, la Mia, e Scende in Abbondanza su di ognuno di voi, e lo Strumento rimane ancora Spugna ad Inzupparsi e a Bersi e rimane Crocifissa per Amore per l'Umanità Intera! Figli, il Banchetto è Vivo ed è in mezzo a voi! Cosa vuoi fare, vuoi parlare o vuoi mangiare del Banchetto del Padre? Don Vincenzo: Mangiamo del Banchetto del Padre! Gesù: Mangiamo del Banchetto del Padre! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Cosa gli doniamo allo Strumento, l'erbetta? Ecco, eh, forse basta così, non so se la vedrà... e poi gli diamo uno di questi......, ecco, è gioiosa nel vedere i Sigilli che li può tenere per due giorni, ma questi li terrà solo per due giorni, gli altri gli sono stati concessi ma questi no, lo sa già che può tenerli solo due giorni! .........Figlie! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Gesù: Lo sapete cosa dovete fare? Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Eccomi! ...Ciao, "bella di Gesù"! Chiara: Ciao! Gesù: "Ciao, belli di Gesù"! Alcuni: Ciao! Gesù: In questo giorno e nell'altro che arriva, Consolate il Cuore di Mia Madre, "belli di Gesù"! Stanno preparando ancora di tradirMi, ma Io Sono pronto ancora a Donare Tutto il Mio Amore! Tu non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Io dò da mangiare, "ciao, belle di Gesù!" <Gesù manda baci e viene ricambiato> Tutti:Ciao! Gesù: Ehi, vicepa', ti raccomando, non fate né pianti, né lamenti e né lutti in questo giorno! Sei Delegato, fai quello di sempre! <Raffaele dona il bicchiere con l'Avanzo ad Antonietta> Fuori ne stanno facendo di pianti, di lamenti e di lutti, ma voi siete nell'Arca, avete i Remi e Io Sono Vivo, così come il Cielo è Vivo ed è in mezzo a voi nella Gioia...... e Combatte la Battaglia! I BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: Ciao, papà... <I Bimbi mandano baci> ......Dove sono i nostri Regali? Ciao, mamma, li hai lasciati a casa? Poi Me li porti? <I Bimbi mandano baci> Adesso vi sistema il viceparroco! Vi voglio tanto bene, mamma, papà, grazie per i Regali che ci avete comprato e noi ve ne diamo altri! <I Bimbi mandano baci ai loro genitori e a tutti i presenti che ricambiano> Gesù: Non sei gioioso? Don Vincenzo: Sì, tanto tanto! Gesù: Anch'Io sono gioioso di vedervi! E adesso vediamo se la Cocciuta vede l'erbetta...... tu che dici, la vede? Don Vincenzo: Se è contenta, no! Gesù: Eh, , è contenta, ha due giorni per tenere i Sigilli! Don Vincenzo: E allora non la vede per niente l'erbetta se è contenta! Gesù: Mò vediamo! Non l'ha veduta, non ha fatto alcun segno...... perchè è gioiosa! .........Vai, vai, viceparroco, vai! <Raffaele dona la testa e la coda del pane-pesce ad Emma, Mirella e ai coniugi Elena e Giuseppe> Tu non dici niente? Poi Mi dice solo: "sono passate due ore!" .........SENTI, CALICE VIVENTE, DOMANI, VENERDI', POSSO FERMARMI...... PERCHÈ HO ALCUNE COSE DA DIRTI: MI OSPITI? Don Vincenzo: Con tutto il cuore, Gesù! Che Grazia Grande è per me......! Gesù: Perché tu quando ospiti, ospiti senza il cuore? Don Vincenzo: È Pieno di Te! Gesù: Ho alcune cose da dirti, li metto nel tuo cuore e nelle tue mani...... poi deciderai tu se vuoi donarli ai tuoi figli! Don Vincenzo: A che ora vieni? <Si ride un po'> Gesù: Tu a che ora sei libero? Don Vincenzo: IO SONO SEMPRE LIBERO PER TE: TU SEI IL MIO TUTTO! Gesù: Allora posso scegliere l'ora? Don Vincenzo: QUALSIASI ORA, DI NOTTE E DI GIORNO, PERCHÈ TU SEI LA MIA VITA! Gesù: Eh, di solito di notte dormi! Io vengo all'Ora che il Padre ha Scritto, così la Cocciuta farà la Volontà del Padre nel lasciarsi Scorticare ancora...... nel portare l'Umanità al Padre...... e nel tenere i Sigilli da non far cadere e da non fare aprire......! Ma vigilate perchè altri falsi profeti stanno avanzando, vigilate, Figli! Coloro che dicono di AmarMi Mi porteranno morto per le strade della terra, ma voi portateMi Vivo e ospitateMi nei vostri cuori e nelle vostre case! Il Padre ha preparato una Capanna per ognuno di voi! Quando finiranno le Battaglie i vostri occhi vedranno la Capanna e vi abiterete! Non lasciatevi trascinare dai rumori del mondo...... non lasciatevi abbattere per i giorni che vi create pesanti con gli affanni del mondo... siete Figli di Dio e il Padre ha preparato per ognuno di voi la Giornata...... e non vi farà mancare nulla...... e non vi sarà tolto un capello dal vostro capo...... e quando vedete il Peso, non lamentatevi ma gioite perchè il Padre non vi lascerà soli......... prenderà il Peso e lo porterà sulle Sue Spalle...... e a voi darà la Gioia Piena se rimanete nel Suo Amore, Figli Miei......! E' la Pasqua Viva che si Abbraccia non quella morta! AbbracciateLa! ......Ora parla tu un po', Calice Vivente! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Hai parlato di Pasqua Viva e questo dobbiamo capire per mettere sempre il Tuo Amore davanti ad ogni altra cosa! Gesù: ! Don Vincenzo: E farlo Trionfare nella Verità Tutta Intera con quelle Gocce che hai promesso di darci! Gesù: ! Don Vincenzo: .........Presto le Gocce arriveranno! Gesù: QUANDO CI INCONTREREMO NEL GIORNO DEI SERVI INUTILI...... ne Apriremo un poco, ma ci saranno anche i Sigilli! <Il Lunedì dopo Pasqua è chiamato Lunedì dell'Angelo per il fatto che nel vangelo di Giovanni, all'ultimo capitolo, è scritto che due angeli in bianche vesti apparvero alla Maddalena seduti l'uno dalla parte del capo e l'altro dei piedi dove era stato posto il corpo di Gesù......! Ma in realtà Gesù ci ha rivelato che il Cielo è abitato non da angeli ma da Servi Inutili e perciò il Lunedì dell'angelo è il Giorno dei Servi Inutili> Don Vincenzo: Gesù, questo abbinamento Gocce e Sigilli non stona un po'? Gesù: No! Don Vincenzo: No? Gesù: Le Gocce e i Sigilli sono le stesse cose! Don Vincenzo: Ma le Gocce forse sono più positive dei Sigilli? Gesù: Sono uguali! Don Vincenzo: Sono uguali! Però prima, Gesù, qualche mese fa, prima che Tu introducessi questi Sigilli c'erano solo le Gocce......! Gesù: La Cocciuta vi ha donato solo quelle Piccoline...... e non c'era quello che il Padre vi sta donando adesso! Don Vincenzo: No, non c'erano le Gocce Grandi! Gesù: Ma vi era stato già annunciato che erano solo le Gocce Piccole......! Don Vincenzo: Sì! Gesù: E che quando si Aprivano quelle Grandi, dovevate essere più forti......! E un po' lo siete perché la Cocciuta vi porta sempre sulle spalle, ma ora ci sono i Sigilli e le Gocce Grandi......... e devono ancora arrivare quelle più Grandi...... perciò dovete prepararvi ed essere pronti! Le Battaglie si stanno Combattendo e le Schiere sono tutte dietro a Maria......! Mi rubi il piatto? Ti dò questo? Don Vincenzo: Sembrava che le Gocce fossero più a livello positivo, mentre i Sigilli sembravano solo negativi...! Gesù: No! Don Vincenzo: Sono uguali? Gesù: ! Don Vincenzo: Gesù, Tu prima dicevi che quando arriveranno le Gocce Grandi o i Sigilli Grandi... Gesù: ...Si poteva perdere anche la Fede! Don Vincenzo: Uh, quindi Ti riferivi... Gesù: ! Don Vincenzo: A questo momento? Gesù: ! Don Vincenzo: Anche se devono arrivare le Gocce più Grandi! Gesù: ! Don Vincenzo: Devono quindi arrivare anche i Sigilli più Grandi? Gesù: ! Don Vincenzo: Mamma mia! Gesù: E Giovanni li sta preparando! Ora ha finito di preparare gli Altri Sigilli e sta facendo Festa con le due Spose che la Cocciuta ha portato......! Per questo non si devono fare né pianti, né lutti e né lamenti...... e le due Spose stanno festeggiando, ......ma quando il Padre gli darà l'Ordine, parleranno! <Gesù si riferisce alle mamme di Angela e di Raffaele ''Nate nel Cuore del Padre'' in questi giorni scorsi> Ora devono incontrare tutti gli altri Servi Inutili e Fare Festa, ma sono Gioiose! ...Venite col "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Vicepa', ti raccomando! Raffaele: Eccomi! Gesù: Scarsetto, scarsetto e poi, ti raccomando, sistemami a quei due! <Mario e Maria Elena> Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Antonietta... Gesù: ...Mo' la sistemo! Don Vincenzo: E' conciata male! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Ha tutto il ginocchio gonfio! Gesù: Mo' la sistemiamo! Adesso Mi aiuta perchè Mi sono poggiato un po' con la Croce su di lei! Antonietta: Eccomi, Gesù! Gesù: E poi camminiamo tutt'e due dritti! Don Vincenzo: Gesù, è arrivata pure Nunziata! Gesù: Anche lei cammina dritta, Mi sono poggiato, ma adesso cammina dritta! Don Vincenzo: Ha fatto la scalinata da sola! Gesù: Eh, no, c'ero Io dinanzi, da sola non l'avrebbe mai fatto, eh, , eh! Don Vincenzo: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Che bello gustare con Te, Gesù, questa Pasqua Viva, questa Tua Pasqua, Gesù! Gesù: La Mia Pasqua è sempre Viva...... ma sono i figli, coloro che hanno tradito e tradiscono ancora che la rendono morta! Mio Padre Mi ha Mandato per una Pasqua Viva e non per una Pasqua morta, perché Io Sono Vivo così come Lo è Mio Padre, tutti i Servi Inutili e ognuno di voi: VIVI NEL VIVENTE! E non dovete fare lamenti su di voi perché il Padre non ne ha fatti, ma dovete essere Gioiosi quando la Croce diventa un po' più pesante e dire: "Eccomi, Tu, Gesù, Sei dinanzi a me con la Croce, io mi prendo e Ti seguo, così unendoci, camminiamo su quella Viuzza dove c'è l'Amore al Primo Posto, quello che hai preparato Tu al Banchetto e non quello che ha preparato il mondo!" E voi siete al Banchetto preparato dal Padre nella Gioia Piena e così dovete gioire attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! ...Quella cosa gira! Don Vincenzo: Quasi due ore! Gesù: Quasi! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: E' un po' abbacchiata la Cocciuta, con tutti questi Sigilli? Gesù: No, la Cocciuta non è mai abbacchiata, la Cocciuta, aspetta, la faccio bere e bevo anch'Io! Voi non vedete niente di "Scorticato"! Se vedeste lo "Scorticato" non so se reggereste! Lei Lo vede e, pur vedendoLo, è gioiosa e non è abbacchiata...ma il suo essere triste è nel vedere i figli che pur avendo la Luce si lamentano e lei diventa triste! Oggi ti ha detto: "mi mancano un po' le forze ma ce la faccio! Si sono un po' diminuite!" Questo è stato il suo lamento: "mi mancano un po' le forze!" Ma nonostante questo non si è fermata un istante di Inzupparsi e di Bersi e di Donare ai figli tutto quello che il Padre Dona a lei che vi porta sulle spalle! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Hai detto che arriveranno Gocce più Grandi? Gesù: ! Don Vincenzo: E Sigilli più Grandi? Gesù: ! Don Vincenzo: Ce la farà la Cocciuta? Gesù: Il Padre la chiama Cocciuta e le Cocciute di solito non si fermano mai quando si dona l'Eccomi al Padre per l'Eternità! , ce la farà, ma dovete vigilare! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Quindi nel Progetto Salvifico del Padre, la Cocciuta è fondamentale...... perciò il Padre nella Sua Infinita Bontà ce l'ha regalata! Gesù: ! Don Vincenzo: Ce l'ha Donata...... e ce l'ha messa proprio come Strumento Prediletto! Gesù: ! Don Vincenzo: Per farci camminare sulla Via Stretta! Gesù: ! Don Vincenzo: Per darci la Verità Tutta Intera! Gesù: ! Don Vincenzo: Per metterci tutti sulle sue spalle! Gesù: ! Don Vincenzo: Così non ci perdiamo...... e dobbiamo essere grati alla Cocciuta ogni momento per questa sua Immolazione......! Gesù: La Cocciuta Fa le Cose del Padre così come Io Faccio le Cose del Padre e non siamo venuti per prendere gli inchini e i baciamano ma siamo venuti per Servire e per Rimanere all'Ultimo Posto dopo aver fatto quello che si deve fare! La Cocciuta non è stata Mandata per accogliere i ringraziamenti, ma per Fare le Cose del Padre! Don Vincenzo: Sì! Gesù: La Cocciuta è stata mandata non per raccogliere i ringraziamenti! Non si dice grazie al Padre, ma si dice: Eccomi! E quando un figlio risponde: "Eccomi", lo risponde al Padre nel Fare le Sue Cose! Don Vincenzo: E lo fa per l'Eternità! Gesù: : "Eccomi per l'Eternità!" <Gesù manda baci e viene ricambiato> ...Ciao, "belle di Zio Mario"! ...Ciao, "bella di Zio Mario"! ...Ciao! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Come la Cocciuta, ce ne sono altre di Spose che il Padre ha voluto così eroiche? A Prescindere dalla Madonna, la Madre di Dio, tra tutte le spose, la Cocciuta è la Tua Sposa Preferita, Gesù? Gesù: , ti rispondo solo così! Don Vincenzo: Hai detto tutto!(*) PICCOLO GIOVANNI: ...Ciao! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce e schiocca baci ai presenti> Don Vincenzo: Ciao, Giovanni! Piccolo Giovanni: Con la Croce e col Pane! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! Buon appetito! <A Maria Elena e Mario> Finite questo che poi ve ne dò un altro...: dagliene tre! Come stanno... la Capanna? Nicola, Maria e la dottoressa Teresa? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola, Maria e Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Cosa avete combinato ancora? Devo venire sempre ad... intervenire? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Avete intenzione di andare avanti con le marachellate? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora andiamo avanti...! Cos'ha combinato quella? Che fa? <Giovanni imita la tossetta stizzosa di Maria> Cos'hai combinato, Mari'? Maria: Eh... ogni tanto la canto qualche canzoncina... Piccolo Giovanni: Ma la chitarra ce l'hai? Maria: No, me la dai Tu! Piccolo Giovanni: Eh, , in testa...! <Si ride un po'> Vuoi darmi un goccino di caffè, viceparroco? Tu ne vuoi un poco, Calice Vivente? Don Vincenzo: Sì, Ti faccio compagnia...! Piccolo Giovanni: Mi fa compagnia......! ...Ciao, belle di Zio Mario! ...Ciao, bella di Zio Mario! <Così dicendo Giovanni Schiocca qualche bacio e poi si rivolge a Mario> Senti..., quando senti quel venticello un po' più freddicino, sono Io quando fai le scalate! Non ti preoccupare...! Mi faccio sentire in quel modo...! Poi, quando lo sentì più freddo, quella è la Cocciuta che va dinanzi e ferma tutto! Gliel'ho detto, così quando lo sente lo sa che ci siamo noi a combattere! Tie'... non lo vuoi dalla tazza mia? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Il tuo poi te lo bevi! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni:È buono? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: Ottimo! E chi lo vuole se lo va a prendere! Il Mio lo dono solo al Calice Vivente! Me lo bevo tutto Io..., alla Cocciuta non ne dò! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora... avete ascoltato i Sigilli? Ce ne sono Altri Sette pronti ma li darò non in questo giorno, ma nel Giorno del Servo Inutile, cioè il Lunedì di Pasqua, quando saremo tutti riuniti! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: Allora porterò gli Altri Sigilli che ho preparato... e parleranno anche i Cari! Don Vincenzo: Giovanni, Ti volevo chiedere un aiuto: domani Gesù vuole incontrarmi... Piccolo Giovanni:Che hai paura? Don Vincenzo: No..., volevo sapere che orario puoi consigliarmi? Piccolo Giovanni: Questo lo devi sapere tu...... quando sei più disponibile! Don Vincenzo: La mattina o il pomeriggio? Piccolo Giovanni: Domani mattina Lui Verrà, si fermerà e mangerà e parlerà e verrò anch'Io! Don Vincenzo: Ah...? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Ma chi è che si fermerà e mangerà, Gesù? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E quindi pure Tu? Piccolo Giovanni: , se ci ospitate! Don Vincenzo: E come no?! Piccolo Giovanni: E allora, la Cocciuta sarà ancora più Scorticata...... il Venerdì Santo! Don Vincenzo: Mangiamo verso le 12? Piccolo Giovanni: Non lo so...... Questo lo decide Gesù! ...Cosa c'è? Non hai più niente da dire? Vedi, fuori stanno preparando i lutti e i lamenti, ma dietro ai lutti e ai lamenti ci sono i bimbi che Gridano e il Sangue Innocente che scorre...! Voi pregate per tutto questo, e pregate per quella Barca che è affondata! L'unica Barca che avete è Maria e rimarrà! NON ASCOLTATE I FALSI PROFETI, NON GUARDATE I LORO OCCHI E NON RIEMPITEVI DELLE LORO PAROLE, MA RIEMPITE I VOSTRI CUORI CON LA CROCE E ASCOLTATE LA VOCE DEL PADRE CHE È VIVA ED È IN MEZZO A VOI! QUANDO SENTITE PAROLE DOLCI, NON PENSATE CHE VENGONO DAL PADRE! GLI AGNELLI AVANZANO, MA DIETRO C'È IL LUPO PRONTO A SBRANARE! Vigilate, figli miei, vigilate! Don Vincenzo: Quindi dobbiamo stare attenti pure alle parole dolci e suadenti? Piccolo Giovanni: I lupi si presentano come Agnelli...... ma voi avete la Destra: combatteteli figli! ...Parla tu un poco, Calice Vivente! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Vicepa', non gli hai dato più niente a questi? <A Maria Elena e Mario> Che c'è? E Io non mangio nulla? Se no poi devo andare via visto che tu lo cominci già a dire......! No, non la voglio Io questa... e no... no... tu cosa vuoi? Don Vincenzo: Un supply... Piccolo Giovanni: No, io... quella, ecco! Si, tu cosa vuoi? Don Vincenzo: Quello che vuoi Tu! Piccolo Giovanni: Io mangio questo... Don Vincenzo: Eh, ma forse per me no... e per non rompermi i denti! Prendiamo un supply? Piccolo Giovanni: Vuole un supply! Don Vincenzo: E cosa ci sta dentro? Piccolo Giovanni: Ehi... che ci sta dentro? Ci stanno i cavolfiori... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Stavolta ti è andata bene! ...Tu lo stai mangiando e chiedi a Me quello che c'è? Senti il sapore! ...Ma dimmi, non hai niente da chiederMi? Don Vincenzo: Si... Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Tu sei addetto a preparare i Sigilli? Piccolo Giovanni: Si! Don Vincenzo: Non so come avviene questa Tua preparazione, ma comunque ogni Sigillo, diciamo che Tu lo prepari...! Piccolo Giovanni: ...Sono Sette i Sigilli: Sette-Sette-Sette! Don Vincenzo: Quindi ogni Sette-Sette-Sette per tanto tempo... perché sono tantissimi questi Sigilli... Piccolo Giovanni: ...Si... Don Vincenzo: ...Sono numerosissimi! ...Questo volevo chiederTi: questa durata è pari alla durata del male? Cioè tanto dura il male e tanto durano i Sigilli? Perché vedo che dentro questi Sigilli che sono quelli che la Cupola organizza...... dentro questi Sigilli c'è il male nelle sue forme più svariate! Piccolo Giovanni: Il male viene partorito attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Quindi sono i peccati del mondo? Piccolo Giovanni: Ognuno di voi è stato lavato e comprato a Prezzo di Sangue... Don Vincenzo: ...Da Gesù sulla Croce! Piccolo Giovanni: Si! I FIGLI CHE NON ASCOLTANO LA PAROLA DI DIO PARTORISCONO IL MALE! I FIGLI CHE CAMMINANO SULLA VIUZZA STRETTA NON PARTORISCONO IL MALE, MA PARTORISCONO LA CROCE E SI PORTANO COME CROCE! COLORO CHE HANNO TRADITO E TRADISCONO ANCORA PARTORISCONO IL MALE! Don Vincenzo: ED AVANZANO SEMPRE PIÙ? Piccolo Giovanni: IL MALE VIENE PARTORITO ATTIMO DOPO ATTIMO, E COSÌ IL VELENO CRESCE! GABRIELE... <Cioè l'ex demonio, oramai convertitosi> ......PARTORISCE IL BENE E L'AMORE, MENTRE COLORO CHE NON AMANO GESÙ, PARTORISCONO IL MALE E IL VELENO! PER QUESTO I FALSI PROFETI AVANZANO: ORA HAI CAPITO? Don Vincenzo: ECCOMI! Piccolo Giovanni: ORA AVETE CAPITO? Tutti: ECCOMI! Piccolo Giovanni: PER QUESTO DOMANI ED IN QUESTO ISTANTE NON DOVETE FARE UN GIORNO DI LUTTO PERCHÉ GESÙ È VIVO, NON È MORTO! Don Vincenzo: ED È IL VINCITORE! Piccolo Giovanni: , ED È IL VINCITORE! Don Vincenzo: DA SOLO CONTRO TUTTI HA VINTO! Piccolo Giovanni: SI, COSÌ COME OGNUNO DI VOI DA SOLO DINANZI AL MALE, SIETE VINCENTI, PERCHÉ VI SIETE PRESI COME CROCE E VI PORTATE COME CROCE......, E PERCIÒ SIETE VINCENTI! Don Vincenzo: PERCHÉ FACCIAMO LA VOLONTÀ DEL PADRE? Piccolo Giovanni: SI, PERCHÉ FATE LA VOLONTÀ DEL PADRE! Don Vincenzo: PERCHÉ FACCIAMO SOLO LE COSE CHE PIACCIONO A LUI! Piccolo Giovanni: , E COSÌ COME LO STRUMENTO FA LE COSE DEL PADRE PER PIACERE SOLO AL PADRE, NON AGLI UOMINI! E VOI DOVETE PIACERE SOLO AL PADRE E NON AGLI UOMINI! E NON DOVETE TEMERE GLI UOMINI, MA IL PADRE CHE È SCESO CON TUTTI I SERVI INUTILI ED È IN MEZZO A VOI E COMBATTE! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Dobbiamo dire grazie alla Cocciuta! Piccolo Giovanni: No, la Cocciuta deve Fare le Cose del Padre e non essere ringraziata! Don Vincenzo: Lei si immola continuamente al posto nostro! Piccolo Giovanni: , portandovi sulle spalle! È la promessa che ha fatto al Padre quando ha risposto "Eccomi"! E lei rimane Straccio Stracciato ai Piedi della Croce, ma non per essere ringraziata, ma per servire! ...E fa rimanere i suoi figli Servi, e dopo aver lavorato, dice ancora "Eccomi" al Padre, ma non si aspetta "grazie!" Lei risponde "ho fatto quello che dovevo fare! Dite ''grazie'' al Padre, non a me, perché è Lui che lavora e vi dona tutto, io non ho fatto nulla!" È questo che la fa gioire, spugna che si inzuppa e si beve e non fa cadere una goccia, e così porta tutti i figli e tiene anche i Sigilli e i Flagelli ed è gioiosa di poterli tenere ancora e bussa al Cuore di Maria... ma diventerà Triste perchè quelli che ha aperto in questo giorno potrà tenerli solo due giorni... e la vedrete Triste e Scorticata, perché poi i Sigilli e i Flagelli scenderanno! ...Ciao, bella di Zio Mario! <Giovanni schiocca un bacio sui presenti che ricambiano> ...Ciao, belli di Zio Mario! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: Io devo andare a preparare gli altri Sigilli! <Giovanni schiocca un altro bacio sui presenti che ricambiano> ...Vi saluto! Don Vincenzo: E quanto ne prepari, Sette? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Buon lavoro! Piccolo Giovanni: Anche a voi!(*) Gesù: ...Eccomi ancora con la Croce e col Pane! <Gesù Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: ...Gesù! Gesù: Cosa c'è nel tuo cuore in questo istante? Nel Mio c'è l'umanità lontana, e nel tuo cosa c'è? Don Vincenzo: C'è dolore e dispiacere perché l'umanità va dietro alle cose del mondo che deve lasciare e non va dietro alle Cose di Dio che sono Eterne! Quindi c'è stoltezza! ...Oggi ho letto una parola che mi ha proprio colpito... Gesù: ...E ti ha fatto male? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Eh... Eh... Eh... no, ho letto la parola "saggio" e "lungimirante", e allora davanti a quella parola mi dicevo "ma vedi com'è bella questa saggezza e questa lungimiranza", che è tutto il contrario della stoltezza, che è tutto il contrario delle cose frivole, passeggere, caduche ed effimere... e quindi questa Saggezza rimanda alla Roccia, alla Fedeltà, mentre la stoltezza rimanda a ciò che è evanescente, a ciò che è fumoso, a ciò che non è consistente, a ciò che non dura......! Gesù: ...E chi è lo stolto? ...E chi è il saggio? Don Vincenzo: Il saggio è chi fa le Cose del Padre, perché il Padre ci Invita all'Eternità, ed invece le cose del mondo si devono lasciare, quindi è stoltezza andarci dietro! Che cosa ci dobbiamo fare con le cose del mondo che sono caduche e che non ci porteremo dietro? Gesù: Perché vi affannate quando la Croce si poggia un pochettino? Perché pensate "Dio questo non me lo doveva fare"! "Gesù mi ha abbandonato nella malattia"! "Gesù mi ha abbandonato e mi sta facendo morire"! "Gesù mi ha tolto tutto quello che avevo"! ......Ma questa è saggezza o stoltezza? Don Vincenzo: Questa è stoltezza cieca! Gesù: Dio non lascia mai i suoi figli morire! E Dio non toglie mai nulla ai propri figli, ma dona in abbondanza, e dona la Vita Eterna! Don Vincenzo: Questo significa essere lungimiranti! Gesù: ...Si... Don Vincenzo: ...Il lungimirante è proprio colui che non teme più nulla, perché conoscendo questo Padre Buono si fida e si affida solo a Lui! Gesù: E voi non dovete temere nulla, ma dovete raccogliere i frutti che il Padre vi dona! Don Vincenzo: Gesù, Tu ci stai portando la Verità Tutta Intera da ventotto anni consecutivi! Ogni giorno ed ogni momento Tu Ti doni, ed oggi chissà quante volte abbiamo parlato io, Te e la Cocciuta! Gesù: Eh, si, Mi hai chiamato ogni momento! Don Vincenzo: Ogni momento c'è questa Comunione d'Amore fra Giulia, me e Te! Gesù: Eh, si, e dovete sapere, figli, che il Calice Vivente Mi chiede sempre le stesse cose... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: Eh... Eh... Eh... eh, si, perché a risentirle è meraviglioso: risentire per esempio che il Padre è in mezzo a noi è il massimo...! Si, Gesù, Tu mi dici "ma me lo hai detto già", si, te l'ho detto, ma risentire che il Padre è in mezzo a noi è ancora più bello, perché quando si aprirà il Sole di Dio lo vedremo...... lo vedremo! Che gioia sarà in quel momento vedere Dio, vedere il Padre Eterno!!!!!! Gesù: E quando si aprirà, il Sole è nelle tue mani, Calice Vivente...... non lo dimenticare! Don Vincenzo: Che Grazia! Gesù: , che Grazia rimanere sulla Croce, rimanere Croce e prendersi come Croce e camminare su quella Viuzza Stretta! E la Cocciuta chiede ancora di farla più piccola, così è sicura di non cadere e di portare tutti i figli! Mentre coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, la vogliono larga, e pensano di camminare e non cadere............ quando invece sono già caduti! Pregate ancora, Figli Miei, pregate col "Padre Nostro" e con l'"Ave Maria" in questo giorno e nell'altro che verrà! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io andrò a raccogliere i Flagelli che stanno preparando i farisei di ieri e di oggi! <Gesù schiocca dei baci verso i presenti che ricambiano> ...Ciao, belli di Gesù! Tutti: Ciao! Gesù: ...Ciao, bella di Gesù! ...Io vi lascio ancora il Mio Amore, tu dona il tuo... Don Vincenzo: ...Eccomi... Gesù:...Quello dell'Albero Verde......... e rimaniamo nell'Orto del Cuore del Padre! Don Vincenzo: Eccomi!(*) <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni!(*) ...Me li fa tenere solo per tre giorni e dopo si apriranno?(*) ...Lo so che questi non li posso tenere come gli altri, ...si, ho visto quelli che stai preparando!(*) ...E vedo le Mura Insanguinate!(*) ...Posso andare come spugna? Piccolo Giovanni: Non puoi bere quel Sangue!(*) Giulia: Lo raccolgo?(*) ...Se non lo posso bere lo metto sulle mie spalle!(**) ...Posso rimanere sempre ad inzupparmi ed a bermi?(*) ...Da questo istante fino a quando il Padre vuole?(*) ...Visto che fuori c'è rumore e al Padre non piace!(**) ...Adesso mi inzuppo fino a quando verrà di nuovo Gesù... quando verrai Tu, poi ne parliamo ancora! Ora vai! ...Ci vediamo dopo!(*) ...Aiutami quando devono scendere i Sigilli! Piccolo Giovanni: Non vuoi più nessun altro aiuto? Dove sono le tue forze? Giulia: Nel Cuore del Padre, e le prenderò quando mi poggio sulla Croce! <Giulia schiocca un bacio a Giovanni> ...Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli! Giulia: Papà, Tu vedi quanto rumore(*)... posso andare a fermare un po' tutto questo?(*) ...Stanno trafiggendo ancora Gesù e stanno facendo del male ai Pargoli!(*) ...Scortica ancora il Tuo Nocciolo!(*) ...Papà!(*) Il Padre: Prendi il Pane e ScorticaLo...!(*) Giulia: ...Eccomi!(*) ...E poi lo dono da mangiare a chi non Ti ama e a chi non Ti conosce!(*) Il Padre: Fallo, Anima Mia! Giulia: Eccomi!(**) Il Padre: Quanto ti costa l'"Eccomi" Donato! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità!(*) ...Papà Formicone, ci vediamo!(*) ...E visto che il Cielo è in mezzo a noi: ciao, Cielo... ciao, Pargoli... ciao, Mamma... ciao, Pargoletti del mio cuore, impastate tanto Pane! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo!