LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 157

 

 

VERRANNO I TEMPI CHE LE VOSTRE CASE RIMARRANNO VUOTE E OGNUNO

 ABITERÀ NEL LUOGO SCELTO DAL PADRE DOVE HA PIANTATO L'ALBERO

(dal messaggio del 10/10/2013)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

              

1. Giov. 03/10/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): GUARDA ANCORA.........! (Giulia): Eccomi, Gesù!(*) Ci sono i Sette Sigilli: Sette..., Sette..., Sette...,(*) Sette..., Sette...,(*) Sette..., Sette..., e se Ti chiedo di berli? (Gesù): Non ne hai bevuti dall'alba fino adesso? (Giulia): Alcuni sì, e altri me li hai Donati da tenere! Gesù, questi non li posso bere? (Gesù): Puoi tenerli come gli altri! (Giulia): Eccomi!(*) (Gesù): SONO I "SETTE MALI" FATTI DALLA CUPOLA! SETTE FIGLI CON L'ABITO BIANCO CAMMINANO NELLA VIA DEL VELENO VERSANDO SETTE CALICI DI SANGUE, E NEL VERSARE I SETTE CALICI PRENDONO PER MANO SETTE PARGOLI DONANDO AD OGNUNO DI LORO SETTE SIGILLI DELLA MORTE DOVE SI ACCENDERANNO SETTE GUERRE.........! E ALTRI SETTE SIGILLI USCIRANNO DAI GRANDI DEL MONDO!

*******************

(Gesù): ........., hai sentito i Sigilli? Sette, Sette, Sette! (Don Vincenzo): Sette Calici di Sangue! Sette Sigilli della morte! Sette Guerre! Sono sempre Sigilli negativi... e aumentano nel male... partendo sempre dalla Cupola......! (Gesù): Pregate ancora per quelle Mura Insanguinate, Figli Miei, pregate per i vostri nemici, pregate per coloro che trafiggono i vostri cuori e trafiggono il Mio e il Cuore di Mia Madre, Mamma di ognuno di voi e Mamma dell'Umanità Intera! Tutte le Schiere sono unite a Maria nel combattere l'Ultima Battaglia e il Cuore Immacolato Trionferà nel mondo intero, TRIONFERA' NEL LUOGO BACIATO DAL PADRE, TRIONFERA' NELLE TUE MANI, CALICE VIVENTE, DOVE SI APRIRA' IL SOLE E DOVE OGNUNO DI VOI VEDRA' L'AMORE DEL PADRE! Io Vivo nei vostri cuori, non chiudete la porta, ma spalancatela sempre di più nell'amare, nel perdonare, nel rimanere Piccoli per essere Invitati a diventare Servi Inutili dopo aver Lavorato nella Vigna del Padre......! Ma rimanete nell'Arca, rimanete con i Remi e lo Strumento vi porterà ancora sulle spalle, così come il Padre l'ha Chiamata a rimanere Crocifissa per Amore per l'Umanità Intera!

*******************

(Gesù): ...Presto vi verranno dette altre Cose perché i Tempi sono nel Tempo, Figli Miei, e lo Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! Ma il Filo è aperto, i Rotoli si apriranno, e i Sigilli cresceranno ancora di più! Fino all'ultimo Li berrà e Li terrà, ma voi pregate ancora "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro"! Questa è la Forza che il Padre vi dona attraverso Maria! "È l'Ultima Grazia"! ...Ed ora vi lascio ancora il Mio Cuore Spalancato, Figli! Tuffati sempre nel Mio Cuore! Tuffatevi tutti quanti, Figli Miei, perché non conoscete ancora i Tempi che verranno, ma le Mie Braccia sono sempre spalancate come lo è il Mio Cuore, Figli!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Nell'Amore e nell'Amicizia di Mio Padre Sono Unito alle Schiere di Maria, ai Servi Inutili, ai vostri Cari nel Portare ad ognuno di voi l'Albero Verde... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Il Vivente con i Viventi, la Pace di Mio Padre ad ognuno di voi e all'umanità intera, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Ecco il Padre! Ecco l'Arca! Ecco i Remi! Ecco la Navicella di Maria accolta nel Parto della Croce e donata all'umanità intera! Ed ecco ancora Pio, Carlo e Domenico! Ed ecco ancora i Due Giovanni nel camminare sulla Via Stretta per portare l'umanità sulla Via del Padre, nell'Indicare ad ogni Vivente Dio Vivo e Reale in mezzo a voi! ......Figli Miei, camminate nel Solco e Rimanete alla Destra del Padre nel prendere il Pane e nello Spezzare, così cresce nella Bontà e nella Misericordia di Dio, così come il Padre Mi ha Mandato, così come il Padre Ha Mandato Maria, Piccola e Povera nel Rispondere l'Eccomi del Suo Amore! Il Tempo è nel Tempo e tutto è sceso e un "Altro Gradino" ha sceso il Servo Inutile, e "un Altro" si è aperto! Pregate figli: "Padre Nostro! Ave Maria!" Alzate la Destra del Padre e Combattete i falsi profeti! Pregate per le Mura Insanguinate! Pregate per la Barca affondata imitando il Cuore del Padre, il Cuore di Maria! Il Padre Viene scartato da tutti ma voi accoglieteLo chiamando: "Padre Nostro! - Ave Maria!", Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Il Banchetto del Padre è Pronto! Il Banchetto che il Padre vi Ha Donato è Pronto per ognuno di voi e per i vostri nemici...... venite e prendete posto nel rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto nel Fare Festa Piena col Padre! ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Cos'è tutto quel Luccichio?(*) Gesù, cosa stanno facendo?(*) Ci sono tante Colonne ed ognuno ha un colore diverso e Tu cammini in mezzo a queste Colonne... e poi ci sono tanti "Oggetti Strani" ma non c'è nessuna persona! Cosa sono quelli, Gesù? Cosa sono quelle Colonne e cosa sono quegli Oggetti? Tutti si muovono e anche le Colonne si muovono! Gesù, dietro a quelle Colonne sta arrivando "un Fumo Nero" e un'Onda Grande di Acqua e Tante Montagne...!(*) Gesù, dimmi qualcosa! È un Flagello?(*) Ora nell'Acqua vedo tante persone e le Colonne sono cadute! Gesù, non posso fare nulla? Non posso fermarLo? Non posso Inzupparmi e Bermi?(*) No, non chino il capo...!(*) Posso fare qualcosa? Gesù: Tutto quello che hai visto è Sceso! Giulia: E se mi Inzuppo e mi Bevo?(*) C'è tanta terra rossa fatta di Fuoco che scorre......! Gesù, fammela fermare! Gesù: Una parte! Giulia: Allora alzo le mani e mi Inzuppo e mi Bevo! <Giulia alza la Destra e col Segno Trinitario ferma ogni cosa> E l'altra parte, Gesù? Gesù: Vai...... e prendi i figli! Giulia: Quelli che mi donano la mano...! E che ne sarà degli altri? Gesù: GUARDA.........! Giulia: Visto che non ho fatto nulla durante la Giornata, posso andare a prenderli e a Inzupparmi e a Bermi, Gesù? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, Tu Vedi e Senti perchè Tu hai la Porta sempre Aperta! Ti consegno ancora la Giornata! Ti consegno tutto quello che mi hai donato! Ti consegno tutti i figli e i cuori che ho raccolto di ognuno di loro! Ti consegno tutte le mie Pietruzze, i Sacerdoti, coloro che non hanno avuto la forza di chiamarTi! Ti consegno coloro che mi hanno sputato in faccia perché l'hanno fatto a Te, ma Tu Sei l'Amore Infinito! Ti consegno il Tutto, perché Tutto è Tuo, ma la Croce la tengo ancora stretta e non Te la consegno perché è mia, così come lo Sei anche Tu ma è divisa per tutti nell'Unico Abbraccio del Tuo Amore! Ed Eccomi ancora per l'Eternità! Gesù, Dona la Quiete e l'Amore del Tuo Cuore a tutti i figli e tienici ancora per mano, perché non sappiamo camminare! Lascia ancora aperto il Filicino...! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ......GUARDA ANCORA! Giulia: Vedo ancora Confusione di Popoli, Gesù......! Vedo la Chiesa, non quella di Maria ma quella degli uomini che diventa polvere e viene cancellata dal Padre......!(*) Vedo i Tuoi Occhi bagnati di Sangue...... non posso fare niente? Gesù: Fai le Cose del Padre, Anima Mia! Giulia: Gesù, Fare le Cose del Padre è rispondere: Eccomi! L'Eccomi è nel Rotolo dove Tu hai messo la Verità Tutta Intera! Non posso fare nient'altro, Gesù? Gesù: Fai le Cose del Padre, Anima Mia.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Ci sono i Sette Sigilli: Sette..., Sette..., Sette...,(*) Sette..., Sette...,(*) Sette..., Sette..., e se Ti chiedo di berli? Gesù: Non ne hai bevuti dall'alba fino adesso? Giulia: Alcuni sì, e altri me li hai Donati da tenere! Gesù, questi non li posso bere? Gesù: Puoi tenerli come gli altri! Giulia: Eccomi!(*) Gesù: SONO I "SETTE MALI" FATTI DALLA CUPOLA! SETTE FIGLI CON L'ABITO BIANCO CAMMINANO NELLA VIA DEL VELENO VERSANDO SETTE CALICI DI SANGUE, E NEL VERSARE I SETTE CALICI PRENDONO PER MANO SETTE PARGOLI DONANDO AD OGNUNO DI LORO SETTE SIGILLI DELLA MORTE DOVE SI ACCENDERANNO SETTE GUERRE.........! Giulia: Gesù!! Gesù: E ALTRI SETTE SIGILLI USCIRANNO DAI GRANDI DEL MONDO! Giulia: Non posso Inzupparmi e Bermi? Gesù: Puoi tenerli e Fare la Volontà del Padre, Anima Mia! Giulia: Visto che hai pensato e Me li hai fatti bere, puoi pensare ancora e quando Tu Vuoi mi fai bere anche questi? Io aspetto: Eccomi nel Fare le Cose del Padre! E quando Tu decidi di pensare dimmelo, così io posso berli e tenerli fino alla Data della Tua Nascita, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi ancora con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico! Eccomi con Rossella, Vittorio, Natanaele, le Bimbe e i Pargoli nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei, Raccolgo i vostri cuori, Raccolgo i vostri sussurri e li porto nel Cuore del Padre, così come lo Strumento li raccoglie attimo dopo attimo, Figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Aggiungi al Rotolo Vivo ciò che vedi......... ma non dire nulla! Giulia: Eccomi!(*) Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom,Gesù! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Benvenuto, Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Che Grazia averTi qui in mezzo a noi! Gesù: Tu stai bene Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Quanto Bene di Dio in questo Banchetto! Gesù: Anch'Io sto bene in mezzo a voi al Banchetto che il Padre ha Donato ad ognuno di voi, al Banchetto preparato da tutti i Servi Inutili nell'accogliere le Spose! ........., hai sentito i Sigilli? Sette, Sette, Sette! Don Vincenzo: Sette Calici di Sangue! Sette Sigilli della morte! Sette Guerre! Sono sempre Sigilli negativi... e aumentano nel male... partendo sempre dalla Cupola......! Gesù: Pregate ancora per quelle Mura Insanguinate, Figli Miei, pregate per i vostri nemici, pregate per coloro che trafiggono i vostri cuori e trafiggono il Mio e il Cuore di Mia Madre, Mamma di ognuno di voi e Mamma dell'Umanità Intera! Tutte le Schiere sono unite a Maria nel combattere l'Ultima Battaglia e il Cuore Immacolato Trionferà nel mondo intero, TRIONFERA' NEL LUOGO BACIATO DAL PADRE, TRIONFERA' NELLE TUE MANI, CALICE VIVENTE, DOVE SI APRIRA' IL SOLE E DOVE OGNUNO DI VOI VEDRA' L'AMORE DEL PADRE preparato da sempre per l'Umanità Intera e per ognuno di voi, Figli Miei! Io Vivo nei vostri cuori, non chiudete la porta, ma spalancatela sempre di più nell'amare, nel perdonare, nel rimanere Piccoli per essere Invitati a diventare Servi Inutili dopo aver Lavorato nella Vigna del Padre......! Ma rimanete nell'Arca, rimanete con i Remi e lo Strumento vi porterà ancora sulle spalle, così come il Padre l'ha Chiamata a rimanere Crocifissa per Amore per l'Umanità Intera! Eccomi! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, Tu ci dici sempre che la Cocciuta ci porta tutti sulle spalle! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ma portare sette miliardi di persone sulle spalle, come fa? Ama? Gesù: , con l'Amore così come vi Porto Io, così come vi ho accolti nell'Eccomi di Mia Madre! Quando Maria ha risposto: "Eccomi", ha portato l'Umanità e, portando l'Umanità, Mi ha Donato all'Umanità Intera! Una Creatura Piccola, Fragile, ma Accesa dall'Amore del Padre per donarLo ad ognuno di voi e per farvi diventare: "Figli"! È Mamma della Croce nel Partorire......! Non solo ha Partorito la Croce e il Crocifisso ma ha Partorito il Dolore di una Mamma nel vedere i figli abbandonare la Casa del Padre e camminare sulla via larga...... e il Padre aspetta l'Umanità Intera e il Banchetto è pronto da sempre, ma l'Umanità è sorda ed è cieca! Voi che siete la Famiglia rimanete ancora e combattete con la Destra i falsi profeti che avanzano ancora, Figli Miei! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Tu vuoi Donarti? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora e rimane Crocifissa per tutti i Figli Ministri, nell'accogliere i Chiodi che il Padre ha messo nel Suo Cuore! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Beve e dà il Suo bicchiere a Don Vincenzo che Beve> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane e Gesù ne mangia un Pezzettino e dona il resto del Pane a Don Vincenzo ed entrambi Mangiano e Bevono> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Questo ho fatto e questo vi invito a fare! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Questo il Padre Mi ha Donato e questo Dono ad ognuno di voi, Figli, Fratelli e Amici! Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in raccoglimento e fa i seguenti gesti: unisce il pollice con l'indice di entrambe le mani, poi il pollice con l'anulare, poi il pollice col medio rimanendo così con la sinistra e facendo il Segno Trinitario con la destra e poi ancora il pollice con l'anulare a sinistra, poi ad entrambe le mani di nuovo pollice con indice, poi ''impone'' le mani sui presenti e fa il Segno Trinitario, poi porta, incrociandole, le braccia al petto> Gesù: Eccomi! Il Mare del Mio Amore è entrato nei cuori di ognuno di voi! Tu ti sei Donato e Io Mi Sono Donato! La Pasqua del Padre è Piena, è Risorta nel Risorto! Nei cuori di ognuno di voi il Mare è entrato e lo Strumento è rimasto ancora Crocifisso per Amore per l'Umanità Intera e per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, Figli! Il Banchetto del Padre è pronto per ognuno di voi! Vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Cos'è che Mi porti? Don Vincenzo: C'è un Regalo! Gesù: C'è un Regalo! Tu leggi mentre Io apro il Regalo! Don Vincenzo: Leggo? Gesù: Leggi! Don Vincenzo: "Gesù caro, Ti amo tantissimo, Eccomi col niente, Michela!" Gesù: Eccomi col "niente" del Padre, Eccomi con l'Amore, Eccomi! <Il Regalo è un bicchiere a forma di calice> Il Calice del "niente" lo doniamo al Padre! Eccomi! Oggi è la Giornata dei Regali? Raffaele: Sempre da Michela! Gesù: Sempre da Michela un altro "niente" ......ecco, questo è il "niente" per ognuno di voi e questo è il "niente" per tutti i Servi Inutili, per ognuno di voi e per il Banchetto che il Padre ha preparato ai vostri cuori! <Sono cioccolatini e una bottiglia di liquore> Eccomi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi per il "niente" portato, Figli Miei! Vuoi prendere parte ancora a ciò che Dio vi ha Donato? Eccomi! Non è il Banchetto del mondo, ma il Banchetto di Dio e ciò che si prende dal Banchetto del Padre è per Salvare! E il Servo Inutile passa, guarda il Banchetto e "scende un Altro Gradino" e un Altro si Apre! Pregate, Figli! Ascoltate e seminate la Parola del Padre nell'Amore e nell'Abbondanza e donate ciò che Dio Dona ad ognuno di voi: amate i nemici e perdonate chi trafigge i vostri cuori, Figli! Mangio con ognuno di voi del Nuovo del Padre e Bevo con ognuno di voi il Nuovo del Padre nei Tempi che verranno ancora, Figli Miei! ............Parla tu un po', Calice Vivente! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Questi Tempi che verranno saranno brutti? Gesù: Siate pronti e preparati! Voi vi affannate per le cose del mondo, ma non vi affannate per le Cose del Padre! Tutto ciò che è Scritto nel Libro del Padre è Sceso, com'è Sceso il Cielo! Tutto cammina dinanzi alle Schiere di Maria, dinanzi alla Schiera dello Strumento e il Servo che scende i Gradini si unirà alla Schiera! La Battaglia di Dio, la Battaglia del Cuore Immacolato di Maria è la Battaglia della Vittoria e del Sole che si Apre......! Ma pregate per i figli che camminano sulla via larga, pregate per il veleno che cresce, pregate ancora per i falsi profeti che avanzano! Il Cuore Immacolato di Maria Trionferà nella Luce del Padre, nell'Amore Pieno, ma molti figli rimarranno ancora nel Buio! Pregate: "Padre Nostro-Ave Maria, Padre Nostro-Ave Maria, Padre Nostro-Ave Maria, PadreNostro-Ave Maria, Padre Nostro-Ave Maria, Padre Nostro-Ave Maria......" <I presenti si uniscono alla preghiera di Gesù> ......Questo è il Grido che innalzerà il Figlio che accoglie il Seme e la Pianticella del Grano rimane verde e non getta il chicco ma lo lascia maturare per farlo diventare Pane e DonarLo! ......Vai, Figlio! <Raffaele si è organizzato per donare il bicchiere con l'Avanzo a Michela e Lucia> Prendi il cibo dal Banchetto del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Non temete, Figli, e non scandalizzatevi: Io Sono Vivo e Mangio con ognuno di voi del Nuovo del Padre e, nel Mangiare, invito i vostri cuori ad aprirsi, ma Parlo a voi e Parlo all'Umanità Intera! Vigilate, il veleno cammina e i falsi profeti avanzano, ma voi avete la Destra...... <Gesù Benedice> ......Alzatela e Combattete, Figli Miei! Io Sono Vivo e Mangio Facendo Festa! ...Vai, Figlio, sei delegato, non devi temere, ciò che metto nel tuo cuore, fallo! Raffaele: Eccomi! <Raffaele si è organizzato nel tagliare il pane-pesce e dona la testa e la coda a: Lina, Antonietta, Anna e altri pezzi ad alcuni dei presenti> Gesù: Eccomi! Calice Vivente, di' qualcosa! Mi sa che devi intervenire! <Gesù si rivolge a Raffaele per far sistemare la protesi all'orecchio di Don Vincenzo> Ciò che fa lo Strumento a volte lo dovete fare anche voi! ...Parla un po' tu, raccontaMi cosa hai trovato? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Abbiamo ricordato in questi giorni Santa Teresina! Gesù: La Serva Inutile Teresina...... perchè non esistono i Santi! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sono gli uomini che fanno i Santi con i soldi! Dio i Figli li ha Partoriti dal Suo Cuore, Santi, ma non con i soldi! Sono stati Lavati e siete stati Lavati e Comprati a Prezzo di Sangue! Il Padre Buono è Servo Inutile nel venire a Servire! Non si è fatto chiamare "Santo", ma "Padre" e ognuno ha la Figliolanza, ognuno ha l'Eredità, così come la Serva Inutile Teresina! Dopo aver fatto ciò che il Padre gli ha chiesto, è rimasta Piccola, Povera e Nascosta, così come hai detto tu: nel silenzio ha fatto tutto quello che il Padre gli ha chiesto di fare! E così anche voi rimanete nel silenzio, rimanete Croce così come il Padre vi ha fatto, nel Fare le Cose del Padre nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! E lo Strumento vi porterà ancora sulle spalle: è la Promessa che ha Donato al Padre nel rispondere "Eccomi" ai Chiodi! ...Venite col "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi il "niente"! Ti raccomando, vicepa', scarsetto scarsetto! ...Cosa c'è ancora? Non vi scandalizzate se questo lo mangio così, anche voi fate lo stesso...... <......Il pollo con le mani......> ......Tutto ciò che Fa il Padre lo Faccio anch'Io, tutte le Spose e tutti i Servi Inutili e il Cibo è in abbondanza! ......Viceparroco! Raffaele: Eccomi! Gesù: Mi fai un piatto, mettici una di queste, un po' di questo, uno di questi, , e poi mettici un po' di questo, ora lo vai a portare a Giuseppe, lo sai chi è? Raffaele: È lui! Gesù: , te lo mando Io, mangialo tutto! Anche alla figlia! Raffaele: Uguale? Gesù: Ma metti uno di quelli e uno di quell'altro, quello dove c'è l'uovo, Eccomi e dopo metti due di questi! .........Mangia, figlia, e cresci, in quell'Amore dove sei avvolta...... <......C'è una amica del dottor Giuseppe......> State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi, anch'Io sto bene con ognuno di voi! ......Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ogni Giornata è preparata dal Padre! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E se questo lo capiamo riusciamo a stare attenti a tutte quelle situazioni che incontriamo trasformandole "in Offerte d'Amore"! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E riusciamo anche a riconoscerle e ad offrirle queste situazioni come Dono del Padre e quindi come Grazia per noi, perchè se non ci distraiamo dietro alle cose del mondo e se rimaniamo attenti ogni minuto a tutto quello che ci offre il Padre durante la Giornata, sono mille, diecimila le possibilità di offerta che riceviamo e che possiamo rioffrire! Essere ogni giorno attenti dal mattino fino alla sera a quello che avviene intorno a noi diventa tutta una Grazia del Padre, perché facciamo la Volontà Sua in ogni situazione della Giornata, certi che è il Padre che ce la sta presentando quella situazione, e se noi la riconosciamo e la rioffriamo ameremo anche il nostro prossimo, perché non facciamo più gli errori legati a soddisfare il nostro io, ma facciamo azioni d'Amore verso ogni fratello e ogni sorella che il Padre ci pone davanti... e così tutto diventa Volontà di Dio e Tutto diventa Amore...... di un Servo Inutile! E tutto diventa una Grazia! Sì, Gesù, mi riferisco a Santa Teresina, a questa Serva Inutile che nel proprio piccolo offriva continuamente fiori a Te, Gesù, e faceva sacrifici d'amore in continuazione trasformando tutte le situazioni della giornata in Offerte Amorose...! Specialmente quando poi incontrava i contrattempi e le mortificazioni delle consorelle, gioiva ancora di più offrendo quelle situazioni al Suo Sposo Celeste, rimanendo umile, modesta e nascosta......! "Tutte le cose storte" della giornata lei le offriva al Suo Gesù, che era diventato il Suo Unico Sposo e il Suo Unico Tutto! Tutto faceva per Amore a Gesù, e in ogni situazione della giornata era attenta a non sciupare nessun fioretto per il Suo Sposo! Gesù era il Suo Unico Amore e questo significava che non c'era momento della giornata in cui lei non si offrisse al Suo Gesù, e non c'era situazione che lei non trasformasse in Croce Salvifica e in Sacrifici e Offerte d'Amore! Tutta questa riflessione sulla Serva Inutile Teresina serve a noi, questa sera......, sia a me che sto parlando e sia a voi che mi state ascoltando: la giornata di Teresina deve diventare anche la nostra giornata e così come lei offriva tutte le Briciole d'Amore al Suo Sposo, anche noi, nel nascondimento e nella massima umiltà dobbiamo far regnare Gesù nel nostro cuore in ogni secondo e in ogni minuto, qualunque siano i sacrifici che il Padre ci chiama ad offrire......! Questo vale per tutti i Servi Inutili che sono riusciti a spezzettare la giornata in secondi e in minuti facendola poi fruttare come una Giornata di Dio, una giornata offerta a Dio e non come una giornata in cui dalla mattina alla sera andiamo di corsa a destra e a sinistra senza un minimo Atto d'Amore, senza una minima Grazia da offrire a Gesù Crocifisso, senza neanche un fioretto da offrire al Padre! Questo ha fatto Teresina, si è offerta al Suo Sposo e questo dobbiamo fare ognuno di noi: rendere ogni giornata speciale, fatta di mille, mille, mille fioretti, profumata di Dio e perciò meravigliosa! Gesù: È bello raccontarMi quello che conosco già! Don Vincenzo: Gesù, chi più di Te conosce l'Amore......! Gesù: È bello ascoltarvi, ed è quello che viene detto attimo dopo attimo: rimanere Piccoli e Poveri, all'Ultimo Posto, Lavorare nella Vigna del Padre, così come dice lo Strumento: "Straccio Stracciato ai Piedi della Croce per potermi Inzuppare ancora e, se c'è un altro piccolo spazio per fare un altro buco allo Straccio Stracciato, fallo, così la Giornata diventa Piena e mi posso Inzuppare e mi posso Bere e così porto tutti i Miei Figli e li faccio Stracci Stracciati per Inzupparsi e Bersi e Lavorare nella Vigna e rimanere nell'Arca e prendere i Remi e Remare!" E chiede ancora: "prendi un altro poco di Filicino tanto quello che c'è basta, lasciaLo Aperto e aiuta i Figli a farlo rimanere Aperto, così puoi entrare e, se Tu entri, noi siamo già Salvi!" E' così piccolo......! <Gesù indica un piccolo spazio tra pollice e indice> E chiede di lasciarLo Aperto il "Filicino" per ognuno di voi e per l'Umanità Intera, Figli! ...Cosa c'è? ..., ho fame ancora, l'hai sentito nel tuo cuore? Raffaele: Eccomi, Gesù! <Gesù si rivolge al dottore Giuseppe> Gesù: Tu Mi hai trovato, non Mi avevi mai perso e non Mi Sono mai allontanato dal tuo cuore e tu non ti sei mai staccato dal Mio! Il tuo cuore sarà consolato! Fai la Volontà del Padre, Lavora nella Vigna e i Frutti cresceranno e crescerà anche l'Albero! Tutto quello che il Padre ha preparato è Buono e non devi temere gli uomini, ma il Padre Buono che ha preparato la Vigna da coltivare, Figlio Mio! Eccomi! Allora state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ti sei scandalizzato, dottore Giuseppe? Giuseppe: Eccomi! Gesù: Eccomi! Allora ti sei scandalizzato? Eh, ho visto una Scintilla che si è accesa e la Scintilla che si è accesa ti porterà alla Gioia Piena, quella che il Padre ha preparato! Giuseppe: Eccomi! Gesù: Falla crescere e vedrai: la Scintilla diventerà un Fuoco che Arde per Salvare e Donare l'Amore a coloro che non lo conoscono, Figlio! Don Vincenzo: Gesù, che belle parole che hai detto a Giuseppe! Gesù: Lui ne dice tante di parole belle! Don Vincenzo: Ma quella Scintilla che diventerà Fuoco è ancora più bella! Gesù: , è ancora più bella perché è Parola del Padre e la Parola del Padre è Bella, è Piena e Dona Frutti! ...Siete tutti gelosi? Tutti: No! Gesù: Ognuno di voi porta i propri Frutti e lo Strumento li ha raccolti e ha portato la Cesta per consegnarla al Padre e L'ha messa sul Banchetto per donarLa alle Spose! Lo Strumento è andata a consegnare le Spose al Padre e Io Sono qui a mangiare con ognuno di voi del Nuovo di Dio! .........Cosa c'è, viceparroco? Raffaele: Ma noi siamo capaci di togliere il veleno, Gesù? Gesù: , amando e perdonando i nemici e alzando la Destra che il Padre ha Donato ad ognuno di voi: vi ha Scelti! Mi "Segno" anch'Io, così non vi spaventate! Eccomi! Raffaele: Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele: Ma i Sigilli sono tutti sospesi? Gesù: I Sigilli non sono tutti sospesi! Quelli che la Cocciuta ha Bevuto sono Cancellati mentre quelli che deve Tenere è stato promesso di Ternerli fino alla Mia Nascita, ma lei non si ferma di bussare al Cuore di Maria per andare poi al Cuore del Padre! Raffaele: E quindi dovremo pregare perché non Scendano? Gesù: "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro"! Ma dovete essere anche vigilanti per i Tempi che verranno ancora! Chi rimarrà nell'Arca con i Remi non gli mancherà nulla, ma chi rimarrà fuori.........! Lo Strumento chiede al Padre di poter prendere la Paghetta, di SpezzarLa e di PortarLa, così come ha chiesto di rispondere anche alla Domanda Finale! Lei rimane Straccio Stracciato e Io che Sono il vostro Gesù posso dire nel silenzio tutto quello che lei offre......: non tiene nulla per sé e Dona Tutto al Padre per poi donarLo ai Piccoli, ai Poveri, agli Emarginati, ai Figli Drogati, ai Figli Carcerati, camminando dinanzi alla Schiera nel Combattere con Maria! E ognuno di voi è un Servo Inutile per Combattere e Fare la Volontà del Padre: per questo siete stati Scelti! E Maria è l'Ultima Grazia che il Padre vi Dona, è l'Unica Chiesa, è l'Unico Tabernacolo Vivo e Reale, così come lo sono i vostri Cari, così come lo sono tutti i Servi Inutili! Eccomi! Raffaele: Ma le Grazie non sono Miracoli? Gesù: Maria non è un Miracolo, Maria è la Chiesa Viva, ma non è un Miracolo Fatto da Dio! E' stata Donata da Dio come Ultima Grazia per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! Cos'è per te un Miracolo? Giuseppe: Ottenere quello che tu stai chiedendo come un qualcosa di indispensabile per la tua Vita! Gesù: E' così? Don Vincenzo: No, perché a volte uno può chiedere una cosa anche sbagliata o secondaria! Bisogna chiedere prima di tutto la fede per fare sempre la Volontà di Dio e non dell'io! Gesù: Il Padre vi Dona Tutto, non vi fa mancare nulla e la cosa indispensabile non è un Miracolo! Dio vi ha Creati a Sua Immagine e Somiglianza e Dio non è un Miracolo ma è un Papà Buono e il Papà Buono Dona ai Figli tutte le Cose Buone! Vedi, tu sei un medico e quando lavori, lavori perché il Padre ti Dona il Soffio e in quel Soffio c'è Dio e, quando usi le tue mani, non sei tu, ma è il Padre ad operare! Ti ha Creato a Sua Immagine e Somiglianza e Tutto viene da Lui perciò non gettarlo ma lascialo operare il Padre attraverso di te, Figlio! E il Miracolo è il Soffio che Dio vi lascia attimo dopo attimo e non è far crescere una gamba e non è far camminare uno zoppo... se lo zoppo cammina e non c'ha il Soffio, non c'ha neanche la Vita o Mi sbaglio? Tutti: No! Gesù: Se c'è il Soffio, c'è Dio Vivente e il Dio Vivente è il Miracolo per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! E' così? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Il Vero Miracolo, Gesù, Sei Tu che ci parli e ci stai ammaestrando per salvarci......! Gesù: È il Padre che Mi Dona il Soffio per DonarLo ad ognuno di voi! Don Vincenzo: E' da ventotto anni che ci catechizzi, che ci ammaestri, che ci illumini, Tu Sei Tutto, Gesù, Tu Sei il Vivente! Gesù: Io Sono il Vivente! Don Vincenzo: E fai di noi dei Viventi perché, se non fossimo qui dentro, la nostra Vita sarebbe stata un fallimento......! Invece siamo qui insieme a Te, Gesù, e non c'è Miracolo più Grande! Ecco perché dobbiamo dedicarci a Te e dobbiamo offrirTi tutta la nostra esistenza, perché è Tutto Tuo e dobbiamo restituirTi quello che Tu ci dai, perché il Tuo Soffio attimo per attimo ci permette di fare del Bene ma ci permette anche di fare cose sbagliate! Perciò bisogna vigilare e fare solo e sempre le Cose del Padre! Gesù: Quando voi fate le cose sbagliate lo Strumento diventa ancora "Straccio Stracciato" e raccoglie ogni cosa per portarla al Padre e Ama e Perdona! Don Vincenzo: Ah, Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Che Miracolo Grande è l'Esistenza, sapere che c'è un Papà che ci sta aspettando per una Eternità di Felicità e ha preparato tutta la nostra Vita e ha preparato di secondo in secondo Tutto per noi, per il nostro bene......, per il nostro Bene Vero......! Gesù: Il Padre non è un Miracolo! È il Padre! Don Vincenzo: È Padre, e proprio nell'avere un Padre del genere chi più di noi è ricco? Chi più di noi ha Tutto? Gesù: Ma l'Umanità è sorda ed è cieca e ha dimenticato di avere un Papà e una Mamma! Non dimenticatelo di avere un Papà e una Mamma! Non lasciatevi prendere dalle cose del mondo, sgonfiate e schiacciate il vostro io e non percorrete la via larga ma camminate sulla Viuzza Stretta prendendovi e portandovi, perché siete Croce...... e Amate anche coloro che trafiggono i vostri cuori, Figli!(*) Don Vincenzo: Giovanni...... PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e col Pane! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce> Sono Io, il Capriccioso Giovanni e porto qualche capriccio! Come sta la Mia Capanna? Maria, Nicola e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"! Maria, Nicola e Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Adesso aspettate un po'... perchè Mi hanno portato il caffè...! Tu ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Sei sicuro? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Io Sono capriccioso, eh? <Giovanni scherza con Don Vincenzo avvicinando e allontanando la tazza del caffè> Tieni... il capriccio è passato..., hai bevuto? Ma non hai bevuto niente...! Don Vincenzo: Una goccia... Piccolo Giovanni: Un'altra goccia non la vuoi? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Al Cielo non si dice mai di no! Piccolo Giovanni: Al Cielo non si dice mai di no! E Io Mi bevo il Mio caffè..., sì è buono! È quello che Mi faceva sempre la Cocciuta e Me lo fa ancora! Ma cosa hai combinato ancora, Mari', nipotina Mia? Non ti vuoi ancora fermare? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: E cosa hai combinato? Maria: Ho visto un po' i "gradini" come aveva detto Gesù... Piccolo Giovanni: Cosa hai fatto? Hai costruito i gradini? <Si ride un po'> Maria: No! Ho contato, credo! Piccolo Giovanni: , quello lo so..., cos'hai combinato ancora? Maria: Solo le Sue Cose, le Cose di Dio! Piccolo Giovanni: Sei sicura? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni:Non hai combinato niente altro? Nicò, tu cosa hai combinato? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Allora, hai combinato qualche guaio...? Dottoressa Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu cosa stai combinando? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Allora, hai combinato qualche guaio? Mezzo..., mezzo quarto? <Si ride un po'> Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Mo' vediamo..., ma Io devo venire sempre? Maria, Nicola e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora vengo: Eccomi! Tu che pensi dei Sigilli? Don Vincenzo: Sono brutti! C'è la Cocciuta che... se li mangia..., se li beve... Piccolo Giovanni: No! Si inzuppa e si beve ancora...... e non li ha mangiati... ma li beve...! Ancora non ha chiesto al Padre di mangiarli, ma di Inzupparsi e di Bersi e di tenerli...! Don Vincenzo: I Sigilli partono sempre dalla Cupola, lì dove i falsi profeti si rintanano......! Piccolo Giovanni: Pregate per quelle Mura Insanguinate, ancora non conoscete ciò che il Padre ha Scritto: vi verranno dette altre cose, ma dovete crescere ancora! Tutto vi dirà il Padre e nulla vi terrà nascosto! È la Verità Tutta Intera, è il Pane Intero, quello che Gesù ha Spezzato nel Celebrare, ma tutti l'hanno lasciato, tutti sono andati via lasciando il Pane Spezzato nel Celebrare...... ma ognuno di voi lo può Spezzare il Pane! <Si rivolge nuovamente al dottore Giuseppe e alla sua amica...> Tu lo Spezzi, e anche tu lo Spezzi... e se lo dico Io è così! Il tuo cuore è così aperto e così spalancato, neanche te ne accorgi di quanto è spalancato! Io Sono Giovanni il Capriccioso..., sarei quello...... <Giovanni indica la sua raffigurazione in un quadro appeso alla parete del Cenacolo> ......E loro sono la Mia Famiglia e anche voi fate parte della Mia Famiglia...... e Sono Gioioso e conosco i Cuori Trafitti e come Gesù è stato trafitto e cacciato, anch'Io lo sono stato! ...Gli servivo e dopo averMi usato, poi Mi mettevano da parte e così anche con te: quando ti usano, poi ti mettono da parte, ma quando si viene messi da parte si diventa più forti e si cresce nell'Amore e nell'Abbondanza del Padre! Sei uno Strumento e lo Strumento suona la Musica di Dio! Devi camminare nella Viuzza Stretta, figlio, fratello e amico del Capriccioso! ......Cosa stai aspettando? Non devi dirmi nulla? Raffaele: Nel piattino Ti metto da mangiare... Piccolo Giovanni: Eh, , avrei un po' di fame... se è salato poi vi tatino...! Dammi un pezzettino...... ehi, cosa fai? Solo questo Mi donate? No! No... no... no... no...! Dov'è la figlia che doveva mangiare la mortadella? <Maria Elena questa sera è assente> Parla tu un po'...! Ecco va bene così, tu non mangi più? Dimmi qualcosa tu... Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Il dottore Giuseppe si è scandalizzato? È andato via? Don Vincenzo: No, è uscito! Piccolo Giovanni: Non te lo dò il piatto... è Mio! Parla, di' qualcosa... Don Vincenzo: Sempre in merito a Santa Teresina... Piccolo Giovanni: Non si chiama "Santa", si chiama "Serva Inutile Teresa", così come lo è la Mia Teresina: Serva Inutile! E com'è brava a fare la dottoressa nell'essere Serva Inutile, nel raccogliere tutte le Spine e poi dopo che le ha raccolte le semina e dopo averle seminate raccoglie i Frutti! .........Chiediglielo......! Don Vincenzo: Com'è, Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Dottore Giuseppe cosa hai fatto? Giuseppe: Ho bevuto e altro... Piccolo Giovanni: Hai mangiato tutto quello che ti è stato donato? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Preparagli un altro piatto! <Si ride un po'> E gli dici che glielo manda il Capriccioso Giovanni! Tu non Mi hai conosciuto ma adesso Mi faccio conoscere: chiedi un po' ai figli! Giuseppe: Io il primo l'ho mangiato, ma il secondo no...! Piccolo Giovanni: Prima te l'ha mandato Gesù, adesso te lo manda il Capriccioso! Giuseppe: Mi sa che Sei proprio un capriccioso! Piccolo Giovanni: , se chiedi a mia nipote Maria, alla professoressa, ti dirà quanto sono capriccioso! Lo sai, Io, quando ho incontrato Gesù e poi sono diventato Sacerdote, ho incontrato Maria la Madre di Dio e La chiamavo e La chiamo ancora: "la Mia Fidanzata!" Così innamorato di Lei non Mi è servito niente altro, e quando venivo scartato dagli uomini avevo il Suo Cuore e, avendo il Suo Cuore, avevo Dio e avevo Tutto! Così come Domenico: "Il Mio Tutto è la Croce!" Il Tutto del Padre siete voi, Figli, e vi chiedo di camminare sulla Via Stretta e di Combattere! E quando si Combatte con Maria si vince sempre, non si perde! ...Cosa devi dirMi, Figlio? Aspetto! Raffaele: Sono vicini i Tempi di Dio? Piccolo Giovanni: Tu la sai proprio lunga! ...Il veleno ascolta, voi dovete essere pronti e preparati e rimanere nell'Arca con i Remi! Raffaele: E' saggio ascoltare! Piccolo Giovanni: E far crescere la Pianticella e non perdere il chicco di grano, ma tenerlo pronto per ripiantarlo! ......Tu non parli? Don Vincenzo: Eh, sì! Piccolo Giovanni: Eh, ! Adesso dò un po' d'acqua allo Strumento, sta Lavorando, ha portato altre Spose al Banchetto del Padre! ......Ma state tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Cosa c'è, Giovanni-Calice Vivente? Don Vincenzo: Pensavo al veleno! Piccolo Giovanni: Non devi pensare ma devi combatterlo! Mi è venuto il singhiozzetto! Don Vincenzo: Il veleno sono quei figli che hanno rifiutato la mano! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Quella Mano Salvifica che li avrebbe salvati e invece loro l'hanno rifiutata e mentre Gabriele portava un gruppetto in salvo, loro invece hanno rifiutato la Salvezza......! Piccolo Giovanni: Non era un gruppetto ma un bel gruppo! Don Vincenzo: Un bel gruppo...! Piccolo Giovanni: No, non sono rimasti! Don Vincenzo: Non hanno voluto seguire più Gabriele? Piccolo Giovanni: Non hanno voluto seguire Gabriele! Don Vincenzo: E quindi hanno rifiutato la Salvezza! Piccolo Giovanni: ! Ma Dio ha vinto da sempre! Tutto passa, il veleno passa, Dio rimane! Don Vincenzo: Sì, Dio vince sempre! Piccolo Giovanni: È il Vincente da sempre! Se voi rimanete sulla Viuzza Stretta siete Vincenti, perché il Padre vi ha Scelti! Vedi, Io sono tornato al Padre, ma sono rimasto in mezzo a voi, così come tutti gli altri Servi Inutili! Maria ha promesso da sempre: il Suo Cuore Immacolato Trionferà! E la Parola di Dio non viene meno e non viene cancellata! Gli uomini, o meglio i farisei di ieri e di oggi L'hanno cancellata! Ma pregate ancora per quelle Mura Insanguinate, pregate per quel Legno che si è affondato, pregate per coloro che fanno del male ai pargoli, Figli Miei! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Questi falsi profeti, questi farisei di ieri e di oggi, questo veleno, non fanno altro che combattere il Bene, Dio! Dio invece con tutti i Servi Inutili, con Gesù, la Madonna, con Tutto il Cielo ha già promesso che Vince e che il Cuore Immacolato di Maria Trionferà e quella è Parola di Dio e il Sole si aprirà qui a Timparelle e in tutto il mondo! Piccolo Giovanni: Chi può combattere Dio? Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Com'è questo Sole di Dio che si Aprirà qui? Piccolo Giovanni: Posso dirti che Trionferà e si Aprirà nelle tue mani! E posso dirti che, quando si Aprirà, la Gioia sarà Grande per coloro che camminano sulla Via del Padre! E tutti quanti vedranno la Gioia del Padre! Il Sole si Aprirà e l'Umanità intera lo vedrà e tutte le ginocchia si piegheranno, ma non tutte si alzeranno perchè ci saranno i figli che rimarranno di pietra... ma c'è il Padre Buono che aspetta nell'Ultima Domanda anche i figli che rimarranno di pietra! E quando il Sole si Aprirà vedrete tutte queste cose e, quando vedrete la Luce Piena del Padre, i vostri occhi non finiranno di versare lacrime! Ma ricordate: voi siete la Famiglia Scelta e a voi è stato consegnato il Lavoro più Grande e a voi verranno Donati i Rotoli Aperti, quelli che lo Strumento porta nel cuore e il Padre il Pane Lo Dona Intero ai Propri Figli, non Lo Dona a metà e tutto quello che vi è stato nascosto vi verrà detto! Lucia ha parlato, Carlo anche, Pio anche, ma ancora ci sono tante altre cose da dire: anche i vostri Cari hanno parlato, ma parleranno ancora nel dire la Verità Tutta Intera! Dio fa parlare i Servi Inutili perché hanno Lavorato e hanno fatto le Cose del Padre! ...Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: Tante cose ci sono state dette e altre ancora ne conosceremo...! Piccolo Giovanni: Ce ne sono ancora tante altre da conoscere e dovete crescere ancora nell'Abbondanza del Padre! Quando Crescerete vi saranno dette altre cose, ma dovete prepararvi perchè ci saranno ancora fuochi di guerre, ci saranno ancora terremoti, ci saranno figli a cui sarà tolto tutto, ma il Padre lascerà scendere la Paghetta attraverso lo Strumento, figli! ......Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora, cos'hai fatto? E mo' lo prendo Io...! ......Cos'hai fatto, Maria? Maria: Non ci dovevo andare? Piccolo Giovanni: No! Maria: Neanche domani allora? Piccolo Giovanni: No! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Com'è difficile però...! Don Vincenzo: Come facevi Tu? Piccolo Giovanni: Guardavo gli occhi di Maria, guardali anche tu! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Guardali anche tu, Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E guardali anche tu, dottoressa Teresa! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Prendo l'acqua? Piccolo Giovanni: No, tu devi prendere quello, non questo! <Il bicchiere del Miscuglietto> Don Vincenzo: È gelato! Piccolo Giovanni: Ecco! Don Vincenzo: È un po' troppo gelato! Piccolo Giovanni: È fresco...... non è gelato! Don Vincenzo: No, è gelato il bicchiere! Piccolo Giovanni: Metti la tua mano, così lo riscaldi il bicchiere! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: , Calice Vivente! Vero, dottore Giuseppe, se sul freddo si mette la mano calda, si riscalda? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ho fatto uno studio da medico, Io ho avuto sempre a che fare con i medici! Quando c'era il veleno e tutti gli altri preti avevano paura del veleno, gli dicevano che erano indemoniati e gli altri preti avevano paura, ma Io ci andavo! E per far capire ai medici che non era malattia, Me li portavo dietro! Qualcuno rimaneva, gli altri si spaventavano e se ne andavano! ...Aspettate, ve lo devono riempire il bicchiere così com'è il Mio! Hai capito? ...Che c'è, è buono? Don Vincenzo: È buono! Piccolo Giovanni: , eh... non è gelato ma è fresco! Cosa c'è nel tuo cuore, viceparroco? Sei preoccupato? Raffaele: La tragedia di oggi a Lampedusa poteva essere evitata? Si sarebbe potuta evitare? Piccolo Giovanni: No! Tutto è Scritto nel Libro del Padre! Non è il Padre che fa questo, ma il Padre conosce ogni cosa, è tutto Scritto! Sono gli uomini che non ascoltano ciò che ha Scritto il Padre! Raffaele: Bisognerebbe aiutarli! Piccolo Giovanni: Bisogna aiutare il Padre! ! E il Padre non aiuta i figli? Sono i figli che non donano la mano, non è il Padre che non la dona......! Tutte le cose sono messe al primo posto, mentre Gesù e il Padre non hanno neanche l'ultimo! Pregate: "Ave Maria!-Padre Nostro!", "Ave Maria!-Padre Nostro!", figli! E questo è il Pane che il Padre dona ad ogni Figlio: "Ave Maria!-Padre Nostro!", "Ave Maria!-Padre Nostro!" Così potete salvare! ...Ehi, sveglia, Giuseppe! Perché ti addormenti quando il Padre Parla? Come si possono salvare i figli? Chi è la Grazia che il Padre vi ha donato? Raffaele: È Maria! Piccolo Giovanni: "Ave Maria!-Padre Nostro!" E così il Pane viene Impastato e tutti i Servi Inutili sono al Banchetto nel preparare il Pane per tutte le Spose e per l'umanità intera, ma il Pane Intero, quello del Padre, non quello degli uomini! Don Vincenzo: ...Ci può stare qualcosa che il Padre tiene nascosto e che non ha scritto? Piccolo Giovanni: , nel Rotolo! Don Vincenzo: Ah, perchè i Rotoli contengono i Segreti! Piccolo Giovanni: Si, è quello che ha donato dal primo istante allo Strumento, ed è quello che dona attimo dopo attimo! ...Verranno aperti e verranno donati ad ognuno di voi, alla Famiglia, e dopo che la Famiglia ha ascoltato e ha mangiato e ha bevuto, spezzerà ancora e donerà ancora il Pane di Dio! E lo Strumento rimane in mezzo a voi alla Destra del Padre per Fare la Volontà del Padre: portare l'umanità al Banchetto del Padre e tornare a Casa! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi!(***) <Qui vengono rivelati alcuni Segreti che non possono essere pubblicati......> Siete tutti buoni se ascoltate La Parola del Padre e La fate crescere, figli! Ma vigilate perché i falsi profeti avanzano ed il veleno avanza! ...Vigilate! Tutto quello che viene detto è Parola del Padre! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Non dimenticatelo: la Famiglia è Unita nell'Amore e dovete amarvi gli uni gli altri e rimanere nel Cuore del Padre! Sarete perseguitati ancora a Causa del Nome di Gesù, ma crescete nell'Amore! Usate Carità verso tutti! Perdonate i vostri nemici e donate loro l'Amore Pieno di Dio! ...Io vi lascio il Mio Cuore che è il Filicino dello Strumento! Pregate... è piccolo così... ed è aperto...! Don Vincenzo: ...Gesù... Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Gesù, bentornato! Gesù: Non Sono mai andato via, Sono sempre con voi attimo dopo attimo nell'invitarvi ancora a rimanere Famiglia, a rimanere nell'Arca e a Remare! Presto vi verranno dette altre Cose perché i Tempi sono nel Tempo, Figli Miei, e lo Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! Ma il Filo è aperto, i Rotoli si apriranno, e i Sigilli cresceranno ancora di più! Fino all'ultimo Li berrà e Li terrà, ma voi pregate ancora "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro"! Questa è la Forza che il Padre vi dona attraverso Maria! Don Vincenzo: Maria è l'Ultima Grazia! Gesù: "È l'Ultima Grazia"! ...Ed ora vi lascio ancora il Mio Cuore Spalancato, Figli! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Tuffati sempre nel Mio Cuore! Tuffatevi tutti quanti, Figli Miei, perché non conoscete ancora i Tempi che verranno, ma le Mie Braccia sono sempre spalancate come lo è il Mio Cuore, Figli! ...Tu Saluta con l'Albero Verde ed Io vi Lascio il Mio Cuore Spalancato! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, quei Flagelli li devi proprio preparare?(*) ...E quei fuochi di guerra e quei missili?(*) ...Non si possono cancellare inzuppandomi e bevendomi?(*) ...Ci sono tanti figli che ancora non conoscono Gesù... non li fanno entrare!(*) ...Non conoscono il Suo Volto e non conoscono il Suo Amore!(*) ...E se quelli cadono, potrò prenderli e far loro vedere il Suo l'Amore ed il Suo Volto?(*) ...E se Tu mi aiuti posso bere i Flagelli ed anche i missili!(*) ...Facciamo le Cose del Padre! Dopo lo chiederai a Maria, così Lei andrà dal Padre...!(*) ...Coprili col Tuo Amore i Flagelli, i Fuochi di Guerra ed anche i Missili e aspettami che dopo vengo!(*) Piccolo Giovanni: Cocciuta! Giulia: Eccomi, Giovanni! Chiedi al Padre se mi fa ancora più Cocciuta!(*) ...Lo sono poco, e se lo divento un altro poco posso salvare anime e portarle al Banchetto del Padre se Lui lo vuole! ...Ora vai e coprimi col Tuo Amore!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà Buono, vedi, i nemici hanno tradito Te ed hanno tradito Tuo Figlio... tradiscono anche noi perché Ti amiamo e prendiamo il Pane Intero, ma Tu li ami ed anche noi dobbiamo amarli, e mi serve un po' di Paghetta in più per potergliela donare! La fai scendere?(*) Il Padre: Lascio scendere tutto quello che Mi chiedi! Giulia: Tutto tutto, Papà?(*) ...Allora fai scendere tutto quello che è giusto che stanno chiedendo i figli, la Famiglia!(*) ...Sto chiedendo troppo? Tu mi hai detto che fai scendere tutto!(*) ...Consola i cuori della Famiglia che hai scelto e donami la Paghetta da donare ai figli che Ti hanno tradito e Ti tradiscono ancora!(*) Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! ...E visto che siete tutti quanti al Banchetto, e ci sono i Cari, possiamo salutarli? <Il Padre dà l'assenso e tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Pargoli!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Si, sono stata gioiosa del regalo che mi hai fatto per il mio compleanno!(*) ...Io glieli ho consegnati i miei anni, quelli che il Padre mi ha donato!(*) ...Tu che sei stata usata per farmi nascere, consegna gli anni al Padre!(*) ...Preparate i Vestiti perchè ci sono altre Spose!(*) ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ci vediamo dopo! <Giulia schiocca un bacio> ...Ciao, Mamma...!

 

 

 

 

2. Giov. 10/10/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): Eccomi!(*) Ci Sono i Sigilli... Sono Sette..., Sette..., Sette..., ma questi sono i Sigilli del Tuo Cuore! Sono i Sigilli della Chiesa Eterna: c'è Maria! Ha Allargato le Sue Braccia e ha Spalancato il Suo Cuore e c'è il Figlio Tuo Padre, che ha Costruito una Via e nella Via c'è il Sole e nel Sole c'è il Calice Vivente che Spalanca tutte le Porte e Cancella tutto il male! Com'è bella quella Via e quanta Luce emana il Sole, Gesù! Questo non è da Bere e neanche da Tenere: è da Donare! (Gesù): Questo è il Regalo di Giovanni! <Domenica 11/10/1998, come chiesto da Gesù, Giovanni dopo aver fatto la Processione della Croce da Lauria a Timparelle, inaugura la ''Stanza di Gesù'' e oggi ricorre il quindicesimo anniversario> (Giulia): Quante Anime Salvate! Quanti figli accesi dal Sole! Eccomi ancora per l'Eternità per quest'immenso Amore che ci è stato donato in Questo Giorno! (Gesù): GUARDA ANCORA......! (Giulia): Ce ne sono altri Sette di Sigilli, ma questi vengono dai mali della Cupola..., dall'odio e dal veleno! Vedo un fiume nero..., nel fiume nero ci sono schiere di guerra..., c'è confusione e distruzione di Sacerdoti! Ci sono i Grandi della Politica che cancellano ogni ombra di essere umano! C'è un Fuoco che arde, ma non è il Tuo, è quello del veleno! Gesù, non posso berlo? Non posso tenerlo come gli altri? (Gesù): Giovanni ti ha fatto già un dono!

*******************

(Gesù): ......Dio aspetta i Figli nell'Ultima Domanda, ma tutto ciò che sta avvenendo è l'uomo che l'ha fatto e continua a farlo ancora! (Don Vincenzo): Sì, Gesù, come dovremmo riflettere su questa frase del Vangelo: "chi non ama il padre e la madre più di Me, non è degno di Me e chi ama i familiari più di Me, non è degno di Me!" È chiaro che quando si amano i familiari più di Dio, NON SI HA UNA FEDE VERA e neanche la Cocciuta, che è lo Strumento mandatoci dal Padre per aiutarci, viene creduta, e neanche la Cocciuta viene messa al Primo Posto! Quando conviene è brava, quando non conviene no! Ma si può ragionare così? ......Dio ha sempre il Primo Posto e ci aspetta per una Felicità Eterna......! Tutto dipende da Dio, perfino Ogni Piccolo Respiro......!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Il Legno Piantato da Mio Padre è la Buona Novella per ognuno di voi e per l'umanità intera! È il Parto di Dio Donato all'umanità nell'essere Creatura della Croce e nel Donare il Suo Amore Infinito ai figli fatti ad Immagine e Somiglianza del Suo Amore e della Sua Purezza! Dio essendo l'Unica Persona divisa in Tre a Parti Uguali, così ha diviso in Tre a Parti Uguali ognuno dei propri figli nel donare il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è Maria e ognuno di voi, padre, mamma e figli dell'Unico Amore, dell'Unico Albero Vivo ed Eterno, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Non dimenticate Chi vi ha partoriti: non dimenticate Chi vi dona il Soffio, ma Amate e Perdonate così come Dio Ama e Perdona l'umanità intera che Lo trafigge! Crescete nell'abbondanza che il Padre vi dona e pregate ancora per la Barca affondata! Pregate ancora per quelle mura insanguinate amandovi gli uni gli altri e allargando le braccia così come le Allargo Io nel raccogliere e nel portarvi al Padre! Rimanete nell'Arca, prendete i Remi e non posateli, ma Remate, Figli Miei! Crescete ancora nell'Amore e nella Luce del Padre rimanendo Servi Inutili dopo aver fatto quello che si deve fare nella Vigna che Dio ha Donato ad ognuno di voi e all'umanità intera! Rimanete Vignaioli del Padre: vi ha chiamati uno ad uno, non disperdetevi, Figli Miei! ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Ancora Flagelli!(*) Ancora Fuochi di Guerra!(*) Gesù, posso Inzupparmi e Bermi e cancellarli? Gesù: L'umanità è sorda ed è cieca! L'umanità non vuole ascoltare, non vuole accogliere l'Umiltà di Maria e non vuole rimanere piccola e povera! Giulia: Gesù, sono figli... e ci sono ancora i Giorni ma non hanno ancora capito......... e se io mi Inzuppo e mi Bevo il Tuo Cuore Viene Consolato e non Viene Lasciato Solo! Gesù: Vedi cosa stanno facendo Coloro che si fanno chiamare i Grandi della Casa del Padre............! Giulia: Eccomi, non chino il capo! Gesù, aspettiamo ancora un po', Tu mi hai Donato i Giorni, fammi Inzuppare e fammi Bere: doniamogli ancora un po' di tempo! Gesù: Tu lo vuoi, Anima Mia? Giulia: Eccomi, Gesù! Posso Inzupparmi e Bermi e aspettare ancora? Così tutti i figli vedono la Tua Luce! Gesù: Se tu vuoi questo......... ma conosci ogni cosa! Giulia: Eccomi, Gesù! Ma nell'Inzupparmi e nel Bermi posso donarTi! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA...............! Giulia: Eccomi!(*) Ci Sono i Sigilli... Sono Sette..., Sette..., Sette..., ma questi sono i Sigilli del Tuo Cuore! Sono i Sigilli della Chiesa Eterna: c'è Maria! Ha Allargato le Sue Braccia e ha Spalancato il Suo Cuore e c'è il Figlio Tuo Padre, che ha Costruito una Via e nella Via c'è il Sole e nel Sole c'è il Calice Vivente che Spalanca tutte le Porte e Cancella tutto il male! Com'è bella quella Via e quanta Luce emana il Sole, Gesù! Questo non è da Bere e neanche da Tenere: è da Donare! Gesù: Questo è il Regalo di Giovanni! <Domenica 11/10/1998, come chiesto da Gesù, Giovanni dopo aver fatto la Processione della Croce da Lauria a Timparelle, inaugura la ''Stanza di Gesù'' e oggi ricorre il quindicesimo anniversario.> Giulia: Quante Anime Salvate! Quanti figli accesi dal Sole! Eccomi ancora per l'Eternità per quest'immenso Amore che ci è stato donato in Questo Giorno! Gesù: GUARDA ANCORA......! Giulia: Ce ne sono altri Sette di Sigilli, ma questi vengono dai mali della Cupola..., dall'odio e dal veleno! Vedo un fiume nero..., nel fiume nero ci sono schiere di guerra..., c'è confusione e distruzione di Sacerdoti! Ci sono i Grandi della Politica che cancellano ogni ombra di essere umano! C'è un Fuoco che arde, ma non è il Tuo, è quello del veleno! Gesù, non posso berlo? Non posso tenerlo come gli altri? Gesù: Giovanni ti ha fatto già un dono! Giulia: E Tu, Gesù? Se non me lo fai Bere, almeno fammelo tenere fino alla Tua Festa, io Ti aspetto, quando sei pronto me lo dici, facciamo così? Dicci di sì: me lo fai Bere o me lo fai Tenere! Io ti dico solo di farmelo tenere e poi ci pensi, se me lo vuoi fare bere!(*) ...Eccomi, Gesù! Gesù, devo mettere tutto quello che mi hai donato nel Tuo Cuore: Questo Giorno, i Figli, la Famiglia, coloro che non hanno ancora il coraggio di guardarTi, tutte le Pietruzze, tutti i Sacerdoti, tutti i Cuori Trafitti! Ti consegno tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere e Ti chiedo ancora di prenderTi il mio niente, perché ancora non ho imparato ad Amare: insegnami a donare il Tuo Amore, Gesù! Gesù: Rimani così come il Padre ti ha mandata e dono a tutti ciò che il Padre ha donato a te, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi ancora col Banchetto del Padre e tutte le Spose......! Eccomi ancora col Banchetto preparato per ognuno di voi......! Ed Eccomi ancora con tutti i Servi Inutili, con le Schiere di Maria, con i vostri Cari, con i Pargoli, con i Due Giovanni, Pio, Carlo e Domenico! Eccomi ancora con Rossella, Vittorio, Natanaele e le Bimbe! Eccomi nell'Impastare il Pane con tutti i Servi Inutili e nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Eccoci nell'alzare l'Eccomi al Cuore del Padre, al Cuore del Figlio, al Cuore di Maria, al Cuore dei Due Giovanni e lavorare nel Solco per consegnare ad ognuno di voi l'Eredità del Padre! Eccomi, Anima Mia, rimani nell'Ubbidienza di Dio e indica ai Figli la Via della Croce! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Gesù, Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi come state? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù Benedice> Alzo la Mia Mano nel Toccare la Figlia Filomena, il Mio Sorriso raggiunge il suo cuore, così come raggiunge i cuori di ognuno di voi......! Non temere, papà..., <A Leonardo> ......E non temete neanche voi per i vostri mali! Conoscete un Padre che abbandona i Propri Figli? Tutti: No! Gesù: E conoscete i Figli che abbandonano il Padre? Tutti: Sì! Gesù: Prendiamoci per Mano e Leghiamo la Catena così Rimaniamo sempre Uniti nell'Amore e nell'Amicizia, nel Segno Tremendo della Croce! <Tutti i presenti si uniscono per mano> Gli uomini pensano di aggrapparsi ma, se vi guardate intorno, non avete nulla dove aggrapparvi, avete solo il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è Maria! Rimanete Legati a Dio che vi ha Creati e Rimanendo Creatore, non lascia nessuno dei Propri Figli! ......Cosa c'è, cosa pensi di Questi Sigilli, Calice Vivente? Don Vincenzo: La Cocciuta era sorridente e raggiante quando ha visto i Sigilli del Tuo Cuore e della Chiesa Eterna......! Gesù: Nella Prima Vista......, ma nella Seconda non era più sorridente! ......Giovanni doveva donare un Regalo in questo giorno dell'Anniversario... vi Ama a tutti...... anche quando alza la Destra! <Gesù fa il gesto di dare le ''palate''> E cosa pensi degli altri Sigilli? Don Vincenzo: Sono due corsie, quella positiva, la prima parte dei Sigilli, con la Chiesa Eterna, quella di Maria, e nel Regalo che Giovanni ha fatto quante Anime sono state salvate! Poi c'è la seconda corsia, non più positiva e si parte subito dalla "Cupola", "dal veleno"! Gesù: ! Don Vincenzo: "Dal fiume nero!" Gesù: ! Don Vincenzo: E quindi, si passa ai Sigilli del Male......! Gesù: ......... e sono Sette, Sette, Sette, Sette, Sette, Sette, Sette! Don Vincenzo: I Grandi della politica, la distruzione dei Sacerdoti e la Cocciuta che si Offre nuovamente: "Gesù, posso berlo, posso tenerlo come gli altri?" - "Piccola Cocciuta del Cuore della Croce!" Gesù: , "Piccola Cocciuta del Cuore della Croce", non si ferma mai di chiedere al Padre di berli o di tenerli! Ora glieli faccio tenere, ne ha già Bevuti tanti dall'Alba fino a questo istante, ma lei si va a poggiare ancora sul Cuore di Maria per poter Bere anche gli altri! Poggiatevi anche voi sul Cuore Mia Madre: è una Mamma! E siate fiduciosi: Dio guarisce, Dio è Amore, Dio è Pane che si Spezza e si Dona a tutti senza scartare nessuno dei Figli! Ma vigilate... e ci sono i falsi profeti che avanzano e c'è il veleno...! Pregate ancora per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora e amate coloro che trafiggono i vostri cuori così come trafiggono il Mio, Figli...! Tu vuoi Donarti? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono ancora per Amore e per l'Eternità! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Allora Doniamoci, così lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per le Mura Insanguinate, per la Cupola che manda il veleno sull'Umanità Intera! Pregate, Figli Miei... è il Tempo di Maria e del Suo Cuore Immacolato... e il Sole che si Aprirà è in mezzo a voi......! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve un po' e poi dona il Suo bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane che divide a metà e ne dona una parte a Don Vincenzo, poi entrambi Mangiano e Bevono> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Gustate e vedete com'è Buono il Padre che si Dona ad ognuno di voi e all'Umanità Intera! .........Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Così lo Strumento Mi Spezza e Mi Dona ai figli lontani! <Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Questo è il Mio Sangue! Questa è la Mia Carne! Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Lo Strumento non si è fermata nel Donarsi ma è rimasta ancora sul Letto della Croce nell'Amare e nel Perdonare e nel Donarsi per i propri nemici! Figli, il Banchetto del Padre è pronto! E questo è per Me? Tieni, questo leggilo tu, questo lo prendo Io, chi Me lo manda......? Don Vincenzo: Manuel e Miriana! Gesù: Leggi, leggi, e poi dopo vi faccio vedere cosa Mi hanno portato, leggi! Don Vincenzo: "Eccoci, Gesù, ogni volta il desiderio di tornare qui da Te è sempre più forte, Ti sentiamo sempre vicino e ci dai tanta forza per superare tutti i momenti difficili! Ti amiamo, Papà, vogliamo restare con Te per sempre! Manuel e Miriana!" Gesù: Ecco cosa Mi hanno portato, uno è celeste e un altro è rosa, vi piacciono? <Sono due passeggini> Ma Me li avete portati a Me o li volete voi? <Si ride un po'> I Regali si devono ricambiare, li avete fatti a Me o li volete voi? Miriana: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù ''innalza'' i regalini e dice:> Guardali, Padre, e Dona ciò che devi Donare! Eccomi! E' bello avere un dono da bimbi, così com'è Bimbo il Padre! ...Vuoi prendere parte ancora al Banchetto del Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Il Banchetto che è preparato per le Spose per questo Giorno è Grande...... è Grande nella Misura di Tutto l'Amore che hanno Consegnato al Padre...... è Grande, prendine parte nell'avere indossato l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale, così come tutte le Spose sono venute all'Incontro e hanno Abbracciato l'Amore Misericordioso di Dio e hanno chiesto allo Strumento: "Vai, torna indietro, ti daranno la mano!" E lo Strumento ha risposto loro: "Non tutti lo faranno, ma aspetterò la Domanda Finale per riempire il Cuore del Padre e Donare la Gioia ad ogni Figlio!" Di Flagelli ne scenderanno ancora...... e di figli che rifiuteranno la mano ce ne saranno ancora......! I Tempi del Padre Sono Pieni e Sono Scesi così come Sono Scesi tutti i Servi Inutili e le Schiere...... e il Figlio è Sceso altri sette Gradini in questo Giorno e altri sette ne sono Aperti......! Ma voi pregate e rimanete uniti! VERRANNO I TEMPI CHE LE VOSTRE CASE RIMARRANNO VUOTE E OGNUNO ABITERÀ NEL LUOGO SCELTO DAL PADRE DOVE HA PIANTATO L'ALBERO! L'uomo vuole sradicare l'Albero di Dio, ma a Dio nessuno lo sradicherà! Il Vino e l'Acqua del Mio Compleanno sono pronti per questo Giorno, Figli! <Gesù fa riferimento allo scorso 6 Gennaio 2013 quando ha voluto tre ampolle: due con il vino e una con l'acqua> Dal Quindicesimo Anniversario i Gradini e il Solco Iniziato da Giovanni e continuato dal Calice Vivente si uniranno e, dall'Unione di Dio, l'Arca inizia a camminare mossa dalla Destra dello Strumento! Tutto il Padre Gli ha Donato e lei rimane alla Destra del Padre e rimane in mezzo a voi col "Filicino" Piccolo e Aperto! Prendiamo parte al Banchetto! Tu fai quello che devi fare e non temere, Figlio! Raffaele: Eccomi! Gesù: Anche il tuo cuore è stato consolato in questo istante! <Raffaele manda un bacio a Gesù, che ricambia> Ma state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Anch'Io sto bene con ognuno di voi, Figli, e Giovanni è gioioso nel vedervi, anche se ripete: "Questi Figli Dio te li ha Donati perché nessun altro li avrebbe accolti......!" E la Cocciuta è Gioiosa di portarli......! Tu non parli? Eccomi! Non temere, viceparroco, fai tutto quello che è nel tuo cuore, sei delegato.........! <Raffaele si è organizzato per donare il bicchiere con l'Avanzo a Manuel. Poi taglia il pane-pesce e dona la testa e la coda a: Giuseppe, Saverio, Anna, Lucia e e altri pezzi ad alcuni dei presenti. Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Giovanni sta accogliendo tutte le Spose e tutti coloro che hanno risposto l'Eccomi! Tu non Mi dici niente? Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh......! Quando si è nell'Amicizia così come lo siamo noi, dico: "eh...!" ......Vi scandalizzate? Tutti: No! Gesù: No! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ventotto anni di Visitazioni a Timparelle! Gesù: ! Don Vincenzo: Quindici anni della Stanza! Gesù: Eccomi! Ma non dimenticare: lo Strumento è stato Mandato dal Grembo Materno! Tutto il Cielo ha pianto in quei quindici anni...... sono state versate Lacrime di Gioia per l'Eccomi...... ma sono state versate anche Lacrime di Sangue nel vedere l'Umanità sorda e cieca! Ma all'Umanità sorda e cieca, sono stati i farisei di ieri e di oggi che hanno chiuso le Porte al Padre e le chiuderanno ancora...... rifiutando la mano...... rifiutando il Pane...... gettando la Croce...... per innalzarsi sui Troni, ma i Troni del mondo cadono...... mentre il Trono della Croce non cade...... e i Troni del mondo passano mentre il Trono della Croce è Rimasto e Rimarrà! .........Cosa c'è ancora, state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Volevo parlarTi di Giulia da "Calice Vivente"! Gesù: Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Volevo spezzare una lancia a favore di Giulia......! Io sono a fianco a lei da Dieci Anni Consecutivi e quello che non riesco ancora a capire è che tanti dicono di voler bene a Giulia ma non si rendono conto di quello che avviene qui dentro e non la capiscono e la mettono da parte, continuando a fare le loro cose personali, secondo il loro io e non secondo Dio, quando invece Tu, Gesù, non fai altro che dirci che dobbiamo Fare Solo le Cose del Padre e che dobbiamo mettere al Primo Posto sempre il Padre e fare sempre la Volontà del Padre! Purtroppo solo per pochi questo avviene! Vogliamo solo da Giulia i consigli, ma quando questi consigli non ci piacciono, facciamo secondo le nostre idee! Invece, proprio bussando al cuore di Giulia, lo Strumento di Dio, la Voce del Padre, potremmo chiederle di aiutarci a vivere da "Figli" e di aiutarci a vivere secondo la Volontà del Padre! Questo non lo si fa e così si continua ancora a credere di volerle bene, senza sapere che questo bene non è vero, perché se fosse vero la Volontà del Padre verrebbe messa al Primo Posto sempre! Gesù: Ricordi cosa ha detto la Cocciuta: "gli volete bene a Don Mario?" Tutti hanno risposto: "" a parole...... Don Vincenzo: ......Ma era solo in teoria, perché in pratica, all'atto pratico non era sì, ma era no, perché quando si ha a che fare con un Anniversario del genere, quando si ha a che fare con una Visitazione del genere...... Gesù: ...Uno ha l'orto, l'altro ha la vigna e l'altro ha da fare altre cose e così come al Banchetto dello Sposo: tutti sono stati invitati, ma ognuno aveva qualcosa da fare e lo Sposo cosa ha detto? "Non sono degni, uscite ancora e portate tutti quelli che trovate!" E lo Strumento è uscita e ha portato tutti quelli che ha trovati! Don Vincenzo: E così gli ultimi diventano i primi! Gesù: E gli ultimi diventano i primi! Eh......, ma è bella la Torta! <C'è una Maxi-Torta per il 15° Anniversario della Grande Processione da Sant'Elia di Lauria a Timparelle per l'Inaugurazione della Stanza> ...Venite col "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! ...Ti raccomando, eh! Raffaele: Scarsetto, scarsetto! Gesù: Ma il piatto Me l'hai rubato? <Raffaele o Giuseppe, come usano fare sempre, puliscono ogni tanto il piatto dove mangia Gesù o il piatto di Don Vincenzo> Tu parla ancora, è bello sentire la Voce del Calice Vivente! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Quello che Mi preme sottolineare è che ognuno qui dentro dovrebbe ormai aver capito dopo tanti anni che tutto quello che avviene fuori di qui...... Gesù: ......Ma non a caso Giovanni ha detto allo Strumento quelle parole e così la Verità di Giovanni è Piena e si vede! Non è un falso profeta come tutti dicono! E' Dio nel dire la Verità, nel far pascolare il Piccolo Gregge, la Piccola Chiesa! Pascolate, Figli, ma cercate l'Erba del Giardino di Dio! Giovanni parlava delle Cose del Padre, diceva la Verità Tutta Intera, l'ascoltavano ma non lo capivano e così diceva allo Strumento: "solo a te il Padre poteva consegnare questi Figli, perché solo tu puoi portarli sulle spalle senza farli cadere, e nessuno dei Figli si perderà!" L'Eccomi l'ha risposto per tutti e Lo porterà nel Sole! ......Non Mi dai più nulla? Raffaele: Eccomi! Gesù: Ho Fame in questo Giorno, voi avete Fame? Tutti: Eccomi! Gesù: Avete mangiato? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tu hai sempre Fame, Gesù! Gesù: Ho Fame di Anime! Don Vincenzo: E hai sempre Sete dell'Acqua Zampillante! Gesù: E l'Acqua Zampillante Sono Io...... ed è voi che dovete avere Sete dell'Acqua Zampillante......... ed eccoLa, è l'Acqua Zampillante del Mio Compleanno! <Gesù indica le due ampolle con l'Acqua> È l'Acqua Zampillante del Mio Compleanno E La voglio dividere con ognuno di voi, ma dopo che L'avete bevuta sarete pronti per i Tempi che verranno e per il Figlio che sta Scendendo i Gradini e si unirà alla Schiera dello Strumento! Dovrai mettere Due Gocce d'Acqua e Quattro di Vino! .........Fermati, sto solo parlando! <A Giuseppe> Lo dico Io quando si deve fare, non dovete temere! Vedi, la Croce ha Fame, ha Fame di ognuno di voi, Figli! <Il Crocifisso che porta la Cocciuta è entrato nel piatto di Gesù...!> Parla! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Riaggangiandomi a prima: forse qui dentro..., e di fuori non ne voglio neanche parlare..., dovremmo essere allenati a mettere le Cose del Padre al Primo Posto, perché una Grazia del genere non ha eguali: è da ventotto anni che Tu, Gesù, qui a Timparelle ci Catechizzi ogni giorno, che Tu ci fai diventare Famiglia ogni giorno, che Tu ci dai la Verità Tutta Intera ogni giorno, e dovremmo vivere di Te e per Te continuamente, mentre invece facciamo fatica a metterTi al Primo Posto: ci occupiamo e ci preoccupiamo delle cose del mondo ma non di quelle del Padre! Quando è così c'è proprio una cecità di fondo, perchè noi diciamo che fuori sono stolti e ciechi e lo sono, ma quante volte lo diventiamo anche noi qui a Timparelle, perché non riusciamo a gioire di queste Visitazioni che sono il Tesoro dei Tesori, il Tesoro nostro e della Famiglia di Giulia! Giulia con la sua Caparbietà, con la sua Testardaggine, con la sua Cocciutaggine, ci insegna a mettere sempre Dio al Primo Posto e lei si meraviglia e si addolora quando vede che Dio, da quelli che dovrebbero essere più vicini a lei, non viene messo al Primo Posto, ma vengono date priorità alle cose del mondo e ci si preoccupa solo del mondo...! Ma quale preoccupazione può darci il mondo se noi abbiamo Dio, se noi siamo Ricchi del Padre, se noi siamo Figli del Creatore e se noi abbiamo Te, Gesù, abbiamo il Vivente, abbiamo Te, Gesù, la Parola del Padre, abbiamo Te, Gesù, il Salvatore, il Redentore, il Liberatore, abbiamo Te, il nostro Tutto! Gesù: E' questo che Io Sono Venuto a dire da sempre, ma vedi: non Mi hanno ascoltato, camminano su una chiesa fondata dal potere e sul potere! Il Padre Mi ha Mandato a Portare ad ogni Figlio il Pane Intero, quello Seminato dal Suo Cuore, ma tutti L'hanno gettato riempiendo i propri cuori di "potere", lasciando quella Viuzza Stretta e prendendo quella larga, lasciando Maria come Unica Chiesa e come Unico Tabernacolo e riempiendo i propri cuori delle cose del mondo...... e lasciando Dio......! Il Padre ha Mandato uno Strumento riempito dal Suo Amore, dalla Sua Ricchezza che è l'Ultimo Posto dove c'è il Tutto del Padre! Ma gli uomini Lo scartano ancora! Ma ciò che l'uomo scarta, Dio lo Innalza e gli Dona il Potere di rimanere Crocifissa, ed è questa la Potenza del Padre, Salvare ancora l'Umanità rimanendo Crocifissi per Amore! Chi non accoglie la Via Stretta prende la larga e va via......! Chi accoglie la Via Stretta, Rimane e Mangia del Banchetto del Padre! ...............State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Avete mangiato tutti quanti? Tutti: Eccomi! Gesù: Prendete del Banchetto del Padre, Figli! Io mangio questo! ...Hai mangiato, viceparroco? Tu non mangi più nulla? Giovanni sta accogliendo le Spose, non so cosa combinerà quando viene! Voi che dite, cosa combinerà? ...Parla...! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tutti dovremmo dire: "lasciate ai morti seppellire i morti"! Tutti dovremmo dire che bisogna mettere Dio al Primo posto rispetto alla famiglia, rispetto ai figli, rispetto al marito, rispetto alla moglie, rispetto ai nonni, rispetto ai nipoti ......rispetto a ogni familiare......! Mettere Te al Primo Posto, Gesù, significa avere Fede, perché solo avendo Fede si scavalcano i familiari e i parenti e si crea tutta una Luminosità e una Verità che non ha eguali! Quando invece noi non lo facciamo questo, facciamo diventare Dio Uno che ci deve solo aiutare...... Uno che si prega per avere una famiglia dove tutto "va liscio"...... cosicchè praticamente ci si serve di Dio e non ci si mette al servizio di Dio! E quando questo non avviene è chiaro che prima o poi, quando bisogna fare un passo di Fede autentica, non lo facciamo perché i nostri familiari sono prima di Dio, perché i nostri parenti sono prima di Dio, quando invece proprio Dio dovrebbe essere al Primo Posto e non i familiari e i parenti! Forse nelle nostre case non parliamo frequentemente di Dio e, non parlando di Dio o parlandone in modo sbagliato, si creano questi malintesi, cioè che la Cocciuta che dovrebbe essere lo Strumento del Padre e la Voce del Padre per il nostro aiuto, non viene ascoltata! Il Calice Vivente non viene ascoltato! E si rimettono ancora al primo posto i figli, i mariti, i nipoti, i nonni! Uno puo dire: "ma allora non dobbiamo voler bene ai nostri familiari?" Non è che non si deve volere bene ai parenti, ma a uno si vuole bene solo se gli si dà Dio, se gli si parla di Dio, se gli si testimonia Dio...! Se questo non avviene non c'è Fede Vera! La Fede Vera è mettere sempre Dio al Primo Posto ogni momento, dovunque ci si trovi! Perciò credere a Giulia significa imitarla e imparare da lei a mettere sempre Dio al Primo Posto...! E Dio al Primo Posto si vede dai fatti e non perchè veniamo qui da tanti anni......! Ma come facciamo a stabilire che Giulia è per noi lo Strumento di Dio, se poi Giulia non viene capita, se poi Giulia non viene accettata, se poi Giulia non viene messa al Primo Posto, se poi Giulia non viene seguita e imitata? Lei è lo Strumento del Padre, lei è la Voce del Padre! Questa mia riflessione nasce proprio dal fatto che non dando a Dio il Primo Posto significa che neanche Giulia è al Primo Posto e in qusto modo si soffoca la Fede Vera! Gesù: Dio viene messo all'ultimo posto e cancellato! Don Vincenzo: E sì, perché al primo posto ci sono i familiari, i parenti, i soldi......! Gesù: Dove si va o cosa si può fare senza Dio? Dio dona i Frutti dell'Amore ma i Frutti dell'Amore sono del Padre e nulla vi appartiene e nulla è vostro perchè Tutto è di Dio! Tutto ciò che Dio ha Creato, il Paradiso che il Padre ha Creato per ognuno di voi, è stato sporcato! Per questo le Schiere con Maria e tutti i Servi Inutili stanno combattendo: per ripulire quel Paradiso sporcato, per donare la Mano, per indicare la Via del Padre e per ricordare ad ogni Figlio: "non siete voi che vi siete Donati il Soffio, è Dio che ve Lo Dona attimo dopo attimo, e Dio se Lo può riprendere ogni attimo! Sarete pronti a rispondere l'Eccomi nel riprenderLo ancora?" Lo Strumento poggia il capo sul Cuore di Maria nel dire: "Mamma, fa rispondere ancora col Tuo Eccomi, che dura ancora e durerà per l'Eternità!" Don Vincenzo: Eh, si, Maria ha vinto, il Suo Eccomi ha Vinto, è Vincente! Gesù: Il Suo Eccomi ha Vinto e Vincerà! Don Vincenzo: Il Suo Cuore Immacolato Trionferà, per sempre! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ovunque! Gesù: Ma gli uomini ancora non hanno capito, e camminano con l'io e dietro all'io...... e invece di schiacciarlo l'io, lasciano da parte Dio......! Don Vincenzo: "Lasciate i morti seppellire i morti": che Frase Potente e Piena di Fede! "Lasciate i morti seppellire i morti"! Gesù: Piena della Via del Padre! Non potete lasciare Dio e piangere il figlio che si è addormentato per svegliarsi nel Cuore del Padre..., non potete gridare contro Dio......! Voi vedete i Flagelli, Mi bestemmiate e Mi sputate, ma non sapete che i Flagelli li avete fatti voi con le vostre mani...... parlo a voi e parlo all'Umanità Intera! Non è Dio a distruggere! Se il Padre volesse distruggere, basterebbe Alzare e Abbassare la mano! <Gesù fa il gesto> Tutto quello che vedete l'avete fatto voi e tutto quello che verrà ancora non è il Padre... e non è una punizione di Dio! Dio aspetta i Figli nell'Ultima Domanda, ma tutto ciò che sta avvenendo è l'uomo che l'ha fatto e continua a farlo ancora! Don Vincenzo: Sì, Gesù, come dovremmo riflettere su questa frase del Vangelo: "chi non ama il padre e la madre più di Me, non è degno di Me e chi ama i familiari più di Me, non è degno di Me!" È chiaro che quando si amano i familiari più di Dio, NON SI HA UNA FEDE VERA e neanche la Cocciuta, che è lo Strumento mandatoci dal Padre per aiutarci, viene creduta, e neanche la Cocciuta viene messa al Primo Posto! Quando conviene è brava, quando non conviene no! Ma si può ragionare così? ......Dio ha sempre il Primo Posto e ci aspetta per una Felicità Eterna......! Tutto dipende da Dio, perfino Ogni Piccolo Respiro......! Gesù: Purtroppo è così che fanno attimo dopo attimo rivolgendosi al Mio Cuore, al Cuore del Padre, al Cuore di Maria, Madre Mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'Umanità Intera, quella Navicella che ha poggiato l'Ancora e non La toglie fin quando non porta i Figli a Casa! Don Vincenzo: ...Giovanni! Auguri per oggi! PICCOLO GIOVANNI: Ehi... con la Croce e col Pane! Auguri a voi! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: La Tua Processione di 15 anni fa! Piccolo Giovanni: Il Padre l'ha Donata a voi la "Stanza" e non l'ha Donata alla Cocciuta! Ha donato e dona ad ognuno di voi il Mistero! La Cocciuta è venuta dal Mistero di Dio e a voi lo Spezzetta, ma non è per lei, così come non era per Maria quel Figlio Donato, ma per l'umanità intera! ......State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Tutti: Eccomi sì Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Maria: Bene! Piccolo Giovanni: Cosa hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! C'ha una bella faccia... fresca...! Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Nicola: Bene! Eccomi! Piccolo Giovanni: Sta bene la tua testa? Nicola: Eccomi! Sta bene..., sta bene! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Dottore'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa stai combinando? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Allora, posso stare tranquillo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Abbiamo trovato la Navicella? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ne vuoi un po' di caffeuccio? Sennò mo' si raffredda! Don Vincenzo: Un goccio... Piccolo Giovanni: Uccio... uccio..., tié il caffeuccio! Don Vincenzo: Ah! È buono! Piccolo Giovanni: Ah! È buono! Sì è proprio Buono! Quando abbiamo finito di sistemare tutto, ho detto alla Cocciuta: "adesso fammi un bel caffeuccio così Mi devo mantenere leggero... perché domani devo cantare...!" Eccomi! Mi stavo preparando per ingoiare tutto quello che Mi avevano preparato i farisei di ieri e di oggi! Don Vincenzo: L'hai capovolto questo? Piccolo Giovanni: L'ho capovolto...? Don Vincenzo: I farisei di ieri e di oggi Ti stavano tendendo una trappola? Piccolo Giovanni: A Me? Hanno provato a fermarmi, ma Io non Mi sono fermato, non Mi sono mai fermato, è vero Nicò? È vero Mari'? Nicola e Maria: È vero! Piccolo Giovanni: Quante trappole Mi hanno preparato, ma la Mia via e le cose che dovevo fare erano le Cose del Padre e non quelle degli uomini! Be'... è bella la Torta! Anche quella che abbiamo preparato... dove ci sono tutte le Spose... è bella, hanno gli stessi colori... è un po' più Grandicella! ...Non Mi dici niente? Don Vincenzo: Giovanni, facci capire bene perché la Cocciuta va ascoltata...? Piccolo Giovanni: Fammi capire bene perché il Padre non è ascoltato? Don Vincenzo: Difatti! Piccolo Giovanni: Me lo fai capire? Don Vincenzo: Stiamo là... è lo Strumento del Padre...! Piccolo Giovanni: Eh, , stiamo là! Don Vincenzo: O vengono ascoltati tutt'e due o nessuno dei due...! Piccolo Giovanni: Fammi capire: perché il Padre non viene ascoltato e viene messo all'ultimo posto? Di solito due più due fanno quattro o no? Don Vincenzo:Sì! Piccolo Giovanni: Eh... se si sono fatti i conti che due più due fanno quattro, hanno eliminato il Padre, hanno eliminato il Figlio, hanno eliminato lo Spirito Santo che è Maria! Che c'è rimasto? Don Vincenzo: La Cocciuta! Piccolo Giovanni: E ognuno di voi......! Ma gli uomini pensano di avere eliminato Dio...... ma voi lo pensate che Dio si fa eliminare? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Avete mai pensato che la Cocciuta si fermi? Tutti: No! Piccolo Giovanni: L'avete mai vista ferma? Tutti: No! Piccolo Giovanni: E pensate che si fermerà? Tutti: No! Piccolo Giovanni: È bello, , Mi è piaciuto quando ti sei presentato alla Cocciuta con i due Bastoni della Processione...! Don Vincenzo: Non avevo capito bene... Piccolo Giovanni: Avevi capito bene, perché la Cocciuta ti diceva: vai a prendere... "l'attaccapanni", per attaccare il cappotto! E cos'è il cappotto? È il mantello del mondo e così lo attacchiamo e lo portiamo in processione! E quando lei ti ha visto che hai sceso quello che lei ti aveva chiesto, ha sorriso dicendoti: "questi adesso no, vai a prendere l'altro...!" Guarda... li avresti mai trovati? Ti ha guidato a trovarli..., si deve riprendere il Tutto daccapo...! ...Salute! ...Ma a Me non Mi date nulla da mangiare? ...Dottoressa Teresa! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Stai bene? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ......Mari'! Maria:Eccomi! Piccolo Giovanni: Vuoi farmi rompere la dentiera? <Si ride un po'> Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutto è a posto? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: I vostri cuori sono tranquilli? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora, se siete tutti tranquilli non devo più venire, così Mi riposo? Maria e Teresa: No, vieni! Nicola: Vieni sempre! Piccolo Giovanni: Ah..., allora vengo? Maria: Senza di Te non siamo niente! Piccolo Giovanni: Eh, , meno male! Avete capito che senza Dio non si può camminare e si cade? ......State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Eh, , ho sentito......! Qua mò c'è il Mistero del Compleanno di Gesù in Questo Giorno! Hai capito cosa devi fare? Te lo sei già dimenticato? Don Vincenzo: Il Compleanno...? Piccolo Giovanni: , questo è stato preparato nel compleanno di Gesù e adesso va' Donato per preparare ognuno di voi...! Chi ricorda quante gocce si devono mettere? <Rispondono tutti insieme e le voci vengono accavallate> Oh... oh... se parlate tutti insieme non si capisce niente! Raffaele: Due di acqua e quattro di vino! Piccolo Giovanni: Due di acqua e quattro di vino. Ci vuole il contagocce..., tu ci riesci? Raffaele: Ci provo! Piccolo Giovanni: E tu che fai? Allora..., lui mette le gocce e tu Mi doni ai figli, perché sei Tu il Calice Vivente! Raffaele: Li facciamo venire qui? Piccolo Giovanni: ! E Tu donali, si! Io intanto mangio... Don Vincenzo: Che hai detto? Piccolo Giovanni: Voi donate il Mistero di Gesù nel suo compleanno, Io intanto mangio, o no? E nel mangiare vi accompagno...! Raffaele: Va bene così? Don Vincenzo: Faglielo bere... Raffaele: Va bene così? Piccolo Giovanni: ! Io ho già bevuto! Don Vincenzo: Devo dire qualcosa? Piccolo Giovanni: Donalo, donalo ai figli! Don Vincenzo: Sì, devo dire qualcosa mentre lo dono? Piccolo Giovanni: "Questo è il Mistero di Dio!" <Raffaele riempie i bicchieri con due gocce di vino e una di acqua, mentre Don Vincenzo li dona ai presenti dicendo: Questo è il Mistero di Dio! E tutti rispondono: Amen!> Questo è il Mistero di Dio! Vedete come Gesù non dimentica ciò che promette? Ve L'ha Donato nel Giorno del Suo Compleanno per prepararvi al Compleanno che si avvicina e la Sua Nascita è un Mistero e ancora gli uomini non L'hanno capito ma, bevendoLo, voi sarete preparati alla Verità Tutta Intera! <Giuseppe sta versando un po' d'acqua nel bicchiere di Giovanni> Chi crede nel Mistero di Dio, non cadrà nel Buio del veleno! Chi ride del Mistero di Dio non solo cadrà, ma non vedrà il Volto di Dio......! <Si avvicina Teresa per ricevere l'acqua e il vino e Giovanni le dice:> Ti servirà questo Mistero! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! <Giovanni le manda un bacio> Ah, "bella di Zio Mario"! L'ho detto solo a mia nipote, così non vi potete offendere, così Me la tengo buona come dottoressa, perchè ogni tanto Mi deve controllare! <Giovanni si rivolge a Raffaele> Come sei giusto nella misura! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Questo significa misurare il Timore del Padre ed è bello avere il Timore del Padre! Lo Bevo anch'Io con voi essendo Mistero Vivo! Don Vincenzo: Questo è il Mistero di Dio! Piccolo Giovanni: Questo è il Mistero di Dio! L'altro che rimarrà Lo berrete quando vi chiederò di camminare sulla Via del Mistero! È passato un po' di tempo e di solito il vino diventa aceto, ma Gesù ve L'ha Donato il Giorno del Suo Compleanno e non doveva diventare aceto? ......Non lo è! ...Che Mi dai, il piatto vuoto? Non parli, perché non parli? Don Vincenzo: Acqua e vino! Piccolo Giovanni: ..."Acqua e vino"! Don Vincenzo: È il giorno del compleanno... Piccolo Giovanni: Io sono capriccioso, eh! Vero, Nico'? Nicola: Si! Piccolo Giovanni: "Acqua e vino"! <Si ride un po'> Vi siete scandalizzati? Tutti: No! Piccolo Giovanni: No... parla, parla, Io ti ascolto! Don Vincenzo: È sempre Mistero, Mistero del Sangue! Piccolo Giovanni: Si, è Mistero del Sangue... E se Mi passi la mortadella Mi faccio un paninello! ...No, Io voglio il Pane! Eh... Eh... Eh... parla, parla che Io ti ascolto! ...Perché ti fermi? ...Ecco, questo è il paninello! Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Un po' si! Piccolo Giovanni: ...Un po' si, ha detto! Don Vincenzo: Prendo questo! Piccolo Giovanni: Forse lui vuole quello morbido! Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Che se rompe i denti siamo mezzi rovinati! Eh... Eh... Eh... ecco qua! Dottore'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non spieghiamo... nel senso di medico... ma spiegalo come l'hai sentito nel tuo cuore il Mistero di Dio, quello del compleanno che vi è stato donato! Me lo spieghi? ...Perché sei diventata rossa dalla testa ai piedi? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Non sento nulla! Cosa hai sentito nel tuo cuore? Teresa: Il Sangue e l'Acqua si bevono ogni attimo... Piccolo Giovanni: ...Avete sentito qualcosa? Teresa: Che il Sangue e l'Acqua si bevono ogni attimo...! Piccolo Giovanni: E poi, dopo che si bevono ogni attimo? Teresa: Eh... Si donano! Piccolo Giovanni: Si donano! Ma se tu dormi non apprendi niente! *Giuseppe* Teresa: Che Dio è Vivo! Piccolo Giovanni: "Che Dio è Vivo!" Ma non diventa vecchio? Teresa: No! Piccolo Giovanni: È giovane? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E quello che avete bevuto è vecchio? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Brava! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu cosa hai capito? Maria: Ho pensato alla Divina Misericordia! Piccolo Giovanni: E cos'è la Divina Misericordia? Maria: Si parla sempre di Sangue ed Acqua usciti dal Costato di Gesù trafitto dalla Lancia! Piccolo Giovanni: Si "parlava", ma nella Verità Tutta Intera hai sentito qualcosa? Maria: No! Piccolo Giovanni: Sei stata meno brava di Teresa! Non riesci a trovare nient'altro? Maria: Si nasce col Sangue e con l'Acqua! Piccolo Giovanni: Tu che dici, ha indovinato?(*) ...Ci sei? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: E non dici niente?(*) ...Nico', tu che dici? Nicola: È Dio che si dona! Piccolo Giovanni: "È Dio che si dona"! ...Tu cosa dici, viceparroco? Raffaele: Il Passaggio dal Vecchio al Nuovo! Piccolo Giovanni: "Il Passaggio dal Vecchio al Nuovo"? ...Bravo! ...E tu cosa Mi dici? ...Non vuoi più parlare? ...Lasciamo stare quello! ...Parla d'altro! Don Vincenzo: Ho parlato tante volte! Piccolo Giovanni: E adesso non vuoi parlare più? Don Vincenzo: Si, si! Piccolo Giovanni: E non ci sente un'altra volta perché gli è uscito l'apparecchio dall'orecchio! ...E dimmi, bello di Zio Mario, se ti do' un frù-frù parli ancora? Eh... Eh... Eh...! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Si! Eh... Eh... Eh... Piccolo Giovanni: E allora prendine uno così ne prendo uno anch'Io e dopo parli! ...Ecco! ...Dopo aver finito di mangiare, dopo devi parlare! Dopo quindici anni avete ricevuto un Regalo così grande...! Don Vincenzo: E il Regalo così grande è il vino o la Torta? Piccolo Giovanni: Questo! Don Vincenzo: Questo? Piccolo Giovanni: Si! ...RaccontaMi qualcosa! Don Vincenzo: ...Dobbiamo fare sempre i conti con la Giornata che ci viene data dal Padre, perché in quella Giornata che ci viene data, spezzata in tante ore, in tanti minuti e in tanti secondi, c'è tutta la Provvidenza del Padre, c'è tutta la Misericordia del Padre, c'è tutto il Progetto Salvifico del Padre! E allora guai se dal mattino quando ci svegliamo e fino a quando poi non andiamo nuovamente a letto a dormire, guai se non riusciamo a leggere il Dito di Dio in quelle cose giornaliere che ci succedono! Proprio in quelle cose che ci succedono la Giornata del Padre si evidenzia, ed ognuno di noi La può riconoscere se ha fede, ed ognuno di noi La può "leggere" come tanti piccoli doni del Cielo, perché il Padre non fa altro che narrarci una Storia di Salvezza che Lui ha già scritta e che quindi da Lui è già conosciuta, ed allora ognuno di noi deve fare altrettanto per riuscire a leggere quelle situazioni quotidiane, che apparentemente potrebbero sembrare piccole, banali, secondarie, ma che invece hanno una profondità ed una Provvidenza Divina eccezionale, e questo perché sono dettate dal Padre e sono già scritte dal Padre! E allora questo rende la nostra Giornata Divina, perché, praticamente, il Padre ci sta invogliando a dire "vedi, figlio, questo devi fare adesso! Questo atteggiamento mite devi avere adesso! Questa Carità nascosta devi fare adesso! Questa Umiltà devi avere adesso!" E dettata dal Padre diventa ancora più positiva la Giornata e non solo più bella perché è decifrabile, ma più bella nel senso che viene spezzettata in tanti piccoli fioretti e in tanti piccoli gesti di Amore! E allora, quando arriviamo a saper leggere, secondo dopo secondo, minuto dopo minuto, ora dopo ora, quella Giornata diventa meravigliosa e veramente Divina! Quando questo non avviene, facciamo come quelli del mondo che corrono, corrono, corrono arrabbiati, tristi, dietro ai soldi, dietro al potere, dietro all'avere, schiacciati da mille problemi! Piccolo Giovanni: ...Ehi, per portare il Miscuglietto devono fare il girotondo! ...Si, corrono, e dove vanno? Don Vincenzo: Vanno sempre più a gonfiare il loro io invece di schiacciarlo! Piccolo Giovanni: Si, vanno a gonfiarlo al posto di schiacciarlo! ...Tu sei riuscito a schiacciarlo? ...Non il tuo, ma quello del veleno?(*) ...Capito cosa ti ho detto? Qualcuna: No! Piccolo Giovanni: Il tuo Io non l'hai mai tenuto alto, ma quello del nemico l'hai schiacciato? Qualcuna: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ora ci siamo capiti! ...E tu cosa vuoi sapere? Raffaele: E come facciamo a schiacciare l'Io del veleno? Dovremmo essere noi arroganti? Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: Dovremmo essere umili! Piccolo Giovanni: Si, con la semplicità e con l'umiltà! Se vedi un uomo forte e grande, hai paura, e l'Io è uguale: diventa gonfio e grande tanto da farti paura! Se tu diventi piccolo e povero e rimani all'ultimo posto come i Piccoli Giovanni, schiacci quell'uomo grande! ...Hai capito? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Così come si schiaccia il veleno... non si schiaccia con le gridate ma rimanendo piccoli, poveri e all'ultimo posto nel fare le Cose del Padre! Don Vincenzo: E non solo il grande, il potente, l'arrogante, il presuntuoso, si schiaccia diventando piccoli e umili... Piccolo Giovanni: ...Ma lo disarmate e lo cancellate...! Don Vincenzo: ...E solo così l'Io viene schiacciato da Dio! Piccolo Giovanni: Ed anche il veleno! Don Vincenzo: Si, ed anche il veleno! Quindi c'è tutta una guerra... Piccolo Giovanni: Allora Dio ha abbandonato i figli? O non ha più la Forza di combattere? RispondeteMi! Don Vincenzo: È sempre Vincente Dio! Piccolo Giovanni: E se Lui è Vincente... Don Vincenzo: ...Dipende sempre da noi se collaboriamo con Lui! Piccolo Giovanni: Si, anche questo, ma Io sto parlando di schiacciare il veleno, e non ci vogliono anni ma una sola cosa! Don Vincenzo: Essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Piccolo Giovanni: ...Bravo... Don Vincenzo: ...I Piccoli Giovanni, sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Quella è la Ricetta Vincente! Piccolo Giovanni: Se si usa l'Io, non si è Piccoli Giovanni! Se non si riconosce Dio, non si è Piccoli Giovanni! Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: E Dio non dorme ma veglia e opera attimo dopo attimo! ...Ancora c'è un po' di Tempo... ne mangio un altro frù-frù... poi vi saluto, ma poi vengo a mangiare la Torta, eh! ...Dottore'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Devo venire con te domani? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutto intero? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma devo combattere? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi!(*) ...Ho capito perché ti piacciono i frù-frù: perché sono buoni! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Allora, vi raccomando le Tre Bottiglie: conservateLe! Poi vi verrà detto quando usarle di nuovo! ...Svegliati, Giuseppe, ascolta e fai quello che ti viene detto! Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Prendi le Bottiglie e mettiLe da parte! Quando serviranno Le porterete di nuovo!(*) ...Mi sa che a quest'ora, tempo fa, Io ero quasi già nel Mio lettuccio! Ma visto che è Festa, e la Cocciuta viene a vedere gli altri Sigilli e poi Mi porterà le altre Spose, Io vi chiedo di non farMi gridare come Mi avete fatto gridare quando abbiamo fatto la Processione! ...Allora, Io dicevo ai figli "da laggiù a qua, alla Stanza, di camminare in fila indiana", ma loro non riuscivano a capire come si camminava in fila indiana...! Eh... Eh... Eh... e detto questo ti ho detto tutto... <Si ride un po'> ...E per questo poi li ho consegnati nelle mani della Cocciuta, e così anche il Padre li ha consegnati nelle sue mani! Era difficile camminare in fila indiana? Eppure non ci riuscivano per un piccolo trattino di strada da laggiù fino alla Dimora del Padre, e Mi hanno fatto gridare per far capire! ...E poi lo Strumento ha dovuto dire loro "guardate come si fa..." e così poi hanno capito com'era la fila indiana e siamo riusciti a fare la fila indiana! ...Ma vi amo! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: ...Pure Maria dice che Mi ama, ma poi fa le marachelle! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: O no? Maria: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Ma vuoi fermarti di combinare pasticci? Si o no? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E mò vediamo la prossima volta! ...Allora, è bello tutto quello che fate! Anche se sbagliate, la Cocciuta raccoglie gli errori, li mette nella Lavatrice del Cuore del Padre, li lava, li stende, li stira e li porta di nuovo al Padre! E così lavatevi, asciugatevi e stiratevi dinanzi al Cuore di Dio! Parlo all'umanità intera! ...Figli Miei, è bello raccogliere i vostri cuori spezzati, ma voi vi affannate per le cose del mondo! Dovete lasciarle le cose del mondo e curarvi delle Cose del Padre perché non passano e sono vostre! Siete fatti per Dio e non per le cose che passano ma per le cose che durano! "E Campare alla Giornata" è la cosa che Mi piace di più: fatelo, "Campate alla Giornata", e Campando alla Giornata troverete la Giornata Piena preparata dal Padre! ...E come sempre la Cocciuta ha saputo scegliere anche questa volta la Torta del Quindici, ma nessuno per lei ha saputo scegliere una Torta come ringraziamento di mamma! ...Quand'è la Festa della Mamma? Don Vincenzo: A Maggio! Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: Ah, è ogni giorno! Piccolo Giovanni: Si, è ogni giorno! Maria non esiste solo a maggio...! Sono gli uomini che hanno inventato questo, Dio ha inventato... o meglio, ha fatto ogni giorno mamme e ogni giorno papà e ogni giorno figli, senza sceglierne uno, ed Io vi faccio figli attimo dopo attimo, lasciandovi il Mio Filicino e lasciandovi con Elia e la Croce!(*) ...Vi lascio il Filicino del Mio Amore! Eccomi! Don Vincenzo: Auguri...!(*) ...Sei ancora, Giovanni? Gesù: SONO IO, SONO GESU'! Giovanni ha salutato lasciandovi il Filicino! È andato a preparare gli altri Sigilli, ad accogliere le altre Spose e a cantare! Io canto col Mio Cuore dicendo ad ognuno di voi di non dimenticare questo Giorno! ...Vi lascio ancora lo Strumento ma lo tengo alla Mia Destra! Lascio ancora la Porta del Mio Cuore Spalancata! ...Tu Saluta con l'Albero Verde che l'uomo non potrà Sradicare, mentre Io vi lascio ancora il Mio Cuore! Don Vincenzo: Anche noi! Gesù: Eccomi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Cosa stai facendo?(*) ...Si, ce l'ho ancora conservato il cuoricino, quello che faceva la Luce mentre camminavamo!(*) ...Forse non si accende più... Ma si accenderà di sicuro col Tuo Amore!(*) ...Cos'è quello che stai preparando?(*) ...La devi preparare per forza adesso?(*) ...Le Cose del Padre si fanno attimo dopo attimo!(*) ...Capriccioso Giovanni... Don Mario... guidaci come ci hai guidato con la Luce che il Padre Ti ha donato da sempre!(*) ...Non mi stanco, tutto quello che mi è stato consegnato rimarrà sulle mie spalle!(*) ...Dopo ci vediamo... Vai a preparare ciò che devi preparare!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, quello che ci hai donato in questo giorno i figli ancora non l'hanno capito! Cosa devo fare?(*) ...Eccomi!(*) ...Passo per passo Tu mi dirai quello che devo fare nei Giorni che verranno?(*) ...Ancora ci sono Giorni e posso tenere ancora tutto quello che mi hai donato, ma quando decidi Tu posso berli!(*) ...Lo so che molti Flagelli scenderanno ancora...!(*) Il Padre: Pregate ancora per la barca affondata, voi Chiesa Nuova!(*) Giulia: Eccoci, Papà!(*) ...Ora possiamo salutare, anche se state lavorando, i Servi Inutili e i Pargoli? <Il Padre dà l'assenso e tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Schiere che combattete!(*) ...Ciao, Pargoli che impastate!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Preparate i Vestitini!(*) ...Vado a chiedere alla Mamma... ce ne sono tanti!(*) ...Ci vediamo dopo...!

 

 

 

3. Dom. 13/10/2013, ore 16, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): A proposito di questa frase del vangelo: "Lasciate i morti seppellire i loro morti!" Tutti dovremmo dire che bisogna mettere Dio al Primo Posto rispetto alla famiglia, rispetto alla moglie, rispetto al marito, ai nonni, ai nipoti, a ogni familiare! (La Madonna): Eccomi! Vedi, Figlio, Dio essendo Padre, nell'ora che chiama i Propri Figli a Casa e donano la mano, vengono accolti al Banchetto e prendono l'Eredità, mentre voi sulla Terra fate lamenti e pianti nel rimproverare il Padre di aver portato il proprio figlio a Casa e di avergli donato l'Eredità......! Così non si Ama Dio ma si legano i propri cuori alle cose del mondo e si dimentica che Tutto è del Padre, compresi tutti i familiari......! Quando Dio dice: "Lasciate che i morti seppelliscono i propri morti", vuole dire: "LasciateMi i Figli, sono Miei, non sono vostri, ma non li abbandono!" Invitandovi a Lodare il Padre nell'aver portato a Casa il proprio figlio e non a bestemmiarLo! Vi è stato detto da sempre: nulla vi appartiene, neanche un capello del vostro capo, perchè Tutto vi è stato Donato e Tutto viene portato nel Cuore di Dio così com'è stato pensato da sempre! È Dio che vi ha pensati da sempre, è Dio che vi ha Donato il Soffio nel farvi nascere, mentre voi dite: "Tutto è mio e non devi farmi morire e se lo vuoi fallo il più tardi possibile!" Ma non è così che si risponde a Colui che è la Vita Eterna, ma: "Eccomi, ho fatto quello che dovevo fare, ora se devo tornare, torno per la Vita Eterna e non per la morte", perché Dio è Vivo e tutti i vostri Cari sono Vivi in mezzo a voi come Lo Sono Io, come Lo è il Mio Gesù, come Lo è il Padre e tutti i Servi Inutili, se credete nella Verità e nella Resurrezione di Dio: il Vivente in mezzo ai Viventi! Il Soffio, Dio ce lo Dona attimo dopo attimo e, nell'attimo che si ferma, il Padre vi culla e vi porta al Banchetto e lo Strumento vi prende per mano: è il Compito che il Padre ha Donato a lei nell'Attimo dei Chiodi!

*******************

(Don Vincenzo): Ancora, Mammina: "Chi ama il padre e la madre più di Me, non è degno di Me", e questa frase è Luminosissima perchè bisogna dare sempre a Dio il Primato! (La Madonna): Sì, al Primo Posto va messo sempre Dio! (Don Vincenzo): Altrimenti quando ci sono di mezzo dei funerali, quando ci sono di mezzo degli incidenti, quando ci sono di mezzo delle malattie, quando ci si trova in situazioni difficili, ci si arrabbia proprio con Dio e ci si dispera......! (La Madonna): Ma Tutto appartiene al Padre! Nulla è vostro e Tutto troverete quando il Sole si Aprirà e il Sole è nelle Tue Mani, Calice Vivente! I vostri Cari sono in mezzo a voi preparando il Banchetto e combattendo con la Schiera e il Figlio in questo giorno è Sceso altri Sette Gradini e Sette ne sono stati Aperti!

*******************

(Giulia): Eccomi, Mamma!(*) I Sette Sigilli! Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., non posso Berli? (La Madonna): No, Anima Mia! (Giulia): Ma posso tenerli come gli altri? (La Madonna): Eccomi!(*) (Giulia): Sono Sette Cascate di Fuoco...! Sono Sette Cascate di Zolfo! Sono Sette Cascate di Veleno e Tutti i Grandi della Casa del Padre si uniscono alle Cascate!

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) LA MADONNA: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) <La Madonna è in Silenzio......, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> IL MISTERO DEL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA' NEL SEGNO VIVO CHE DIO HA LASCIATO NEL MANDARE IL SUO FIGLIOLO GESU' NEL GREMBO DI UNA PICCOLA E FRAGILE CREATURA, NELL'ALLARGARE LE BRACCIA E NEL DONARE L'ECCOMI, NEL COMPIERE LA VOLONTA' DI DIO E APRIRE ALL'UMANITA' INTERA IL PROGETTO VIVO DEL SUO AMORE! FIGLI MIEI, SONO IO, L'UMILE ANCELLA, L'ECCOMI APERTO AL PADRE, LA GRAZIA CHE DIO HA LASCIATO AD OGNUNO DI VOI E ALL'UMANITA' INTERA NEL DONARVI ANCORA LA CROCE DEL PARTO VIVO...... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ......LA CROCE DEL MIO FIGLIOLO GESU'! AMATEVI E FATELO AMARE NELL'ESSERE PICCOLI, POVERI E ALL'ULTIMO POSTO COSI' COME LO SONO RIMASTA IO, COSI' COME È RIMASTO IL PADRE NEL SERVIRE L'UMANITA' INTERA ATTRAVERSO IL MIO CUORE E ATTRAVERSO IL CUORE DEL MIO FIGLIOLO GESU', FIGLIO, FRATELLO E AMICO DI OGNUNO DI VOI E DELL'UMANITA' INTERA NEL DIVIDERSI E NELLO SPEZZARE IL PANE PER MANGIARE CON OGNUNO DI VOI DEL NUOVO, FIGLIO IN OGNI FIGLIO NEL CAMMINARE E NELL'INDICARE LA VIA STRETTA CHE PORTA AL CUORE DEL PADRE NELLA VIGNA E NELL'ARCA CON I REMI, NEL RIMANERE E NELL'ASPETTARE IL SOLE CHE SI APRIRA' NELLE MANI DEL CALICE VIVENTE! FIGLI MIEI, IL MIO CUORE DI MAMMA È GIOIOSO MA GRONDA ANCHE SANGUE: È GIOIOSO NEL VEDERE LA SCHIERA CHE CAMMINA E COMBATTE E NEL COMBATTERE RACCOGLIE ALTRI FIGLI E LA FAMIGLIA CRESCERA' NELL'ABBONDANZA E NELL'AMORE DEL PADRE E NULLA MANCHERA' AI FIGLI CHE RIMARRANNO NELL'ARCA E CAMMINERANNO E PRENDERANNO I REMI NEL REMARE......! MA GRONDA ANCHE SANGUE, FIGLIOLI MIEI, PERCHÈ IL VELENO CAMMINA ANCORA...... E I FALSI PROFETI NON SI FERMANO......! VIGILATE......! E PREGATE INNALZANDO LA LODE AL PADRE NEL DIRE: "PADRE NOSTRO-AVE MARIA!" Giulia: Papà, guidaci col Tuo Amore! Mamma, prendici per mano e portaci come hai portato Gesù per mano e non l'hai mai lasciato! La Madonna: DIO NON HA MAI LASCIATO NESSUNO DEI PROPRI FIGLI E IO COME MAMMA HO ABBRACCIATO L'UMANITA' STRINGENDOLA AL MIO CUORE......! OGNUNO DI VOI IN QUESTI TEMPI DEVE STRINGERE AI PROPRI CUORI I NEMICI, COLORO CHE TRAFIGGONO I VOSTRI CUORI E PREGARE PER LA BARCA CHE SI È AFFONDATA......! PREGATE PER I FIGLI CHE HANNO TRADITO E TRADISCONO ANCORA! FIGLI MIEI, COME MAMMA DELLA CROCE NON VENGO A SPAVENTARE E NON VENGO A TORMENTARE I VOSTRI CUORI: SONO UNA MAMMA CHE GRIDA DAL PROFONDO DEL CUORE DICENDO AI PROPRI FIGLI: I TEMPI DEL PADRE SONO PIENI, VIGILATE E UNITEVI ALLE SCHIERE NEL COMBATTERE! E NON TEMETE PER I TEMPI CHE VERRANNO, PERCHÈ DIO È CON VOI, DIO ABITA NEI CUORI DI OGNUNO DI VOI E SIETE FIGLI, QUELLI LAVATI DAL SANGUE DEL CROCIFISSO DEL FIGLIO DI DIO! SIATE PRONTI E PREPARATI E NON CORRETE DI QUA E DI LA', E NON AFFANNATEVI PER LE COSE DEL MONDO MA CERCATE IL CUORE DEL PADRE E AMATELO ED INVITATELO A MANGIARE CON OGNUNO DI VOI AL BANCHETTO CHE DIO VI DONA ATTIMO DOPO ATTIMO! FATE FESTA NEL RICORDARE CHE IL PANE SPEZZATO E INNALZATO AL SUO CUORE È DIO CHE VE LO DONA! E GRIDATE ANCORA NEL DIRE: "PADRE NOSTRO-AVE MARIA!" PER TUTTI I FIGLI CHE BESTEMMIANO E SPUTANO IN FACCIA AL MIO FIGLIOLO GESU'! CHINO IL CAPO DINANZI ALL'AMORE MISERICORDIOSO DI DIO, FIGLI MIEI......, VOI CHINATE I VOSTRI CAPI SOLO DINANZI ALLA CROCE E NON DAVANTI AGLI UOMINI! .........Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma! Sei Bella come sempre, ma il Tuo Abito è Bagnato di Sangue! Perché è bagnato di Sangue, Mammina? La Madonna: Il Veleno, figlia......! Giulia: ......E Altri Flagelli! La Madonna: Sono andata a raccogliere i figli e il Mio Abito si è bagnato di Sangue! Giulia: Quelli che hai raccolto sono dei Pargoli?(*) E tutto è venuto di nuovo dalla Cupola?(*) Mamma, posso lavarlo ancora il Tuo Abito? La Madonna: No! Il Sangue dei Pargoli rimane sul Mio Abito! Giulia: Come fai a stare con l'Abito sporco? So che il Sangue è dei Pargoli, e i Pargoli ora stanno lavorando! La Madonna: Vedi, figlia, il Sangue sul Mio Abito lo lascio scendere... Giulia: E se scende...... non perdoni i figli che hanno fatto questo? La Madonna: , li perdono e lascio scendere il Sangue! Giulia: Mamma, non capisco... La Madonna: Vedi Anima Mia, è Sangue Innocente......! Giulia: Sì, è Sangue Innocente, ma ai Pargoli gli è stato fatto del male e il Padre Buono e Tu, Mamma, e Gesù avete perdonato! Se scende il Sangue... La Madonna: ...Scenderà un Piccolo Flagello! Giulia: E anche se hanno fatto del male, non posso Inzupparmi e Bermi? E prendere quel Sangue e aspettare che i figli che hanno fatto del male si ravvedano? La Madonna: Vuoi Berlo tu? Giulia: Eccomi, Mamma! Aspettiamo ancora un po', sono Figli e ancora non hanno capito l'Amore Misericordioso e non hanno capito che il Padre Spalanca le Braccia e Perdona! Io mi Inzuppo e mi Bevo, pulisco il Tuo Abito e consegno al Padre i figli che ancora non vedono e non sentono l'Amore! ......Posso farlo? La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Mamma! Mammina, Ti Consegno tutto quello che il Padre mi ha donato! Ti Consegno i Figli che si sono affidati alle mie preghiere! Ti Consegno la Famiglia e Ti Consegno i loro affanni, perché ancora non abbiamo capito che la Giornata ce l'ha preparata il Padre ed è leggera, non è pesante... ma siamo noi che la rendiamo pesante! Mamma, insegnami ad Amare, così io posso insegnare ad Amare all'umanità intera e alla Famiglia che mi hai donato! Ti Consegno ancora le Pietruzze: i Sacerdoti, tienili stretti al Tuo Cuore! La Madonna: Il Padre li ha consegnati sulle tue spalle, ma una grande confusione scenderà dalla Cupola e scenderà su tutti i Figli Ministri! Giulia: Non posso fare niente? La Madonna: Non si riconosceranno, perderanno la Croce e faranno cadere ancora Sangue Innocente! Nei Tempi che verranno un Unico Grido dovete innalzare al Padre dall'Arca e dai Remi: "Padre Nostro-Ave Maria!" Giulia: Mamma, so che Sei Tu l'Unica Grazia e l'Unica Chiesa e Tu hai raccolto i figli che il Padre Ti ha Donato, non puoi dire a Papà di aspettare ancora? La Madonna: Il Cielo è Sceso e le Schiere stanno combattendo! Giulia: Eccomi nel Fare le Cose del Padre! La Madonna: Ora guarda ancora, Anima Mia.........! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) I Sette Sigilli! Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., non posso Berli? La Madonna: No, Anima Mia! Giulia: Ma posso tenerli come gli altri? La Madonna: Eccomi!(*) Giulia: Sono Sette Cascate di Fuoco...! Sono Sette Cascate di Zolfo! Sono Sette Cascate di Veleno e Tutti i Grandi della Casa del Padre si uniscono alle Cascate! Mamma...! La Madonna: Una Grande Confusione inizierà nel Giorno... Giulia: ...Mamma, prima che dici il Giorno, di' al Padre di aspettare ancora......!(*) Perdonami! La Madonna: ...Nel Giorno in cui inizieranno a partire le "Lettere" di colui che dice di donare all'umanità intera l'Amore! Giulia: Mamma, Tu hai detto che me li fai tenere come tutti gli Altri, implora Misericordia al Padre affinché posso berli e cancellarli e prendere per mano i figli che non hanno visto ancora il Volto di Dio! Io aspetto nell'Ubbidienza al Padre! La Madonna: Rimani nell'Arca e porta i tuoi figli e Rema, Anima Mia......! Giulia: Eccomi, Mamma! Dillo ancora al Padre di aspettare! La Madonna: Eccomi ancora col Banchetto del Padre in mezzo a voi, con tutti i Servi Inutili, con i vostri Cari, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico! Ecco i Pargoli pronti ad Impastare il Pane! Ecco Vittorio, Natanaele, Rossella e le Bimbe unite alle Schiere nel Portare l'Unica Verità della Croce, l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei, non affannatevi per le cose del mondo, il Padre ha preparato per ognuno di voi l'Eredità! Non dimenticatelo, figlioli, e Pregate ancora: "Padre Nostro!-Ave Maria!"; "Padre Nostro!-Ave Maria!" Giulia: Mamma, dona alla Piccola Teresina un pezzo del Filicino in questo Giorno......! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Lei lascerà scendere il Rotolo Intero affinché tu possa legare l'umanità e tutti i Figli Ministri così come ha fatto lei nel Pregare nel silenzio, come tu sai fare! Giulia: Non so fare niente e il Filicino che è rimasto Te lo consegno......! La Madonna: Vai avanti e Cuci con il Rotolo che Teresa ti lascia scendere......! Giulia: Eccomi, così come il Padre vuole! Mammina, Ti dono ancora il mio niente e il niente di tutti i figli, accoglici così come siamo, Mamma! La Madonna: ...Pace al tuo cuore, Giovanni, Gesù-Dio! Don Vincenzo: Shalom, Mammina! Che bello questo Incontro così Intenso e così Profondo! La Madonna: Shalom...! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Dio è Amore e l'Amore fa diventare Belli e tutto ciò che Dio Dona ad ognuno di voi è Bello, è Candido perché è Lavato dal Suo Amore e dal Suo Sangue! ......Vi Amo, Figli Miei! Tutti: Anche noi, Mamma Ti amiamo! <La Madonna manda baci e viene ricambiata> La Madonna: State tutti bene? Tutti: Eccomi! La Madonna: QUANDO AVETE UN AFFANNO, QUANDO AVETE UNA PICCOLA CROCE, RENDETELA LUMINOSA, COSI' IL PADRE LA GUARDA E VEDENDOLA LUMINOSA VE NE DONA UN'ALTRA PERCHÈ HA VISTO CHE AVETE FATTO LA GIORNATA, E QUELLA CROCE DIVENTA LA PAGHETTA DELL'EREDITA' DI OGNUNO DI VOI: VOI CHE SIETE LA FAMIGLIA! IL PADRE MI HA DONATO AD OGNUNO DI VOI COME L'ULTIMA GRAZIA: LA CHIESA VIVA ED ETERNA! DIO È SCESO NELLA SUA UMILTA' IN MEZZO AGLI UOMINI PER DONARE LA MANO, PER PORTARE OGNI FIGLIO SULLA VIA DELLA PACE, MENTRE GLI UOMINI NON HANNO ACCOLTO NÈ IL PADRE, NON HANNO ACCOLTO NÈ LA MAMMA DEL CROCIFISSO E NEANCHE IL CROCIFISSO, MA HANNO ACCOLTO LE ARMI E HANNO INIZIATO A FARE LA GUERRA CON IL FIGLIO DI DIO! HANNO PERSEGUITATO ME, MA PRIMA HANNO PERSEGUITATO DIO E POI HANNO PERSEGUITATO IL FIGLIO DI DIO MENTRE SPEZZAVA IL PANE, MENTRE DONAVA LA PAROLA DEL PADRE ALL'UMANITA' INTERA DICENDO: "ECCO LA VOSTRA SALVEZZA! ECCO IL REGNO DI DIO PREPARATO PER OGNUNO DI VOI! SONO VOSTRO FRATELLO, SONO VOSTRO AMICO E VOSTRO FIGLIO, COSI' COME LO SIETE ANCHE VOI ''FIGLI DI DIO''! IL PADRE MI HA MANDATO PER FAR CONOSCERE IL VOLTO SUO AD OGNUNO DI VOI E AD ASCOLTARE LA SUA PAROLA, A PRENDERE IL PANE ED AVERE LA VITA ETERNA! E NON DOVETE USARE LE ARMI E NON DOVETE LAVORARE PER LE COSE DEL MONDO, MA DOVETE LAVORARE PER LE COSE DEL PADRE! ECCO LA CHIESA CHE IL PADRE VI HA DONATO: MARIA, IL TABERNACOLO DOVE IL PADRE MI HA LASCIATO SCENDERE, E QUEL TABERNACOLO RIMARRA' IN MEZZO A VOI VIVO, COSI' COME LO RIMARRO' IO VIVO!" ......MA GLI UOMINI NON HANNO ASCOLTATO E I GRANDI DI QUEL TEMPO NON HANNO CREDUTO ALLA PAROLA DI DIO! MA LA CROCE È RIMASTA E IL CROCIFISSO È RIMASTO E IL TABERNACOLO È RIMASTO APERTO COSI' COME IL PADRE HA PIANTATO L'ALBERO CHE NON SARA' SRADICATO DA NIENTE E DA NESSUNO! MA I TEMPI CHE VERRANNO NON È IL PADRE CHE LI HA SEGNATI, MA LI HANNO SEGNATI COLORO CHE NON HANNO CREDUTO E NON CREDONO ANCORA! E LO STRUMENTO MI CHIEDE DI DIRE AL PADRE DI ASPETTARE, COSA DEVO RISPONDERE? Don Vincenzo: ......Di aspettare......! <LA MADONNA CHINA IL CAPO E BACIA LE MANI DI DON VINCENZO SIA SUL DORSO CHE NEL PALMO> La Madonna: MI INCHINO DINANZI AL SACERDOZIO VIVO ED ETERNO NELL'ASCOLTARE E NEL DIRE AL PADRE CIO' CHE IL TUO CUORE HA RISPOSTO! ...CALICE VIVENTE, COS'HAI SENTITO NEI SIGILLI DI QUESTO GIORNO? Don Vincenzo: SEMPRE QUESTE NEGATIVITA' CHE PARTONO DALLA CUPOLA, SETTE CASCATE DI FUOCO, SETTE CASCATE DI ZOLFO, SETTE CASCATE DI VELENO, E VIA VIA MALE SU MALE......! La Madonna: TUTTO QUESTO MALE OFFRONO AL CUORE DEL MIO FIGLIOLO GESU', MA IL PADRE VI HA DONATO UNO STRUMENTO CHE CHIEDE DI INZUPPARSI E CHE CHIEDE DI PERDONARE COLORO CHE TRAFIGGONO IL CUORE DEL PADRE......! Don Vincenzo: DOVE TROVA TUTTO QUESTO AMORE LA COCCIUTA? La Madonna: NEL CUORE DEL CROCIFISSO E LO DONA ALL'UMANITA' INTERA E AD OGNUNO DI VOI! <C'è una mosca sul viso di Don Vincenzo> È una Sorellina che vuole accarezzarti! Don Vincenzo: Sì, me ne sono accorto! La Madonna: ECCO DOVE LA COCCIUTA TROVA L'AMORE, NELLA CROCE, E LO DONA QUESTO AMORE, MA COSI' COME GESU' NON VIENE ACCOLTO, NEANCHE LEI VIENE ACCOLTA, PERCHÈ L'UMANITA' È SORDA ED È CIECA, E SI OSTINA A NON VOLER VEDERE E A NON VOLER ASCOLTARE L'UNICA VERITA' CHE È DIO, E VA DIETRO AI FALSI PROFETI CHE AVANZANO E SI LASCIA INGANNARE DAL VELENO SEMPRE PIU' MORTALE......! PREGATE PER OGNUNO DI LORO, MA NON SCORDATE CIO' CHE È NEI VOSTRI CUORI E NON LASCIATE IL PADRE PER ASCOLTARE I FALSI PROFETI E TENETE LONTANO IL VELENO...! ASCOLTATE DIO: "ASPETTATEMI, IO VERRO', E QUANDO VERRO' BERRO' E MANGERO' DEL NUOVO E DIRO' A VOI LA VERITA' TUTTA INTERA!" È QUESTO CHE DIO STA FACENDO NELL'USARE QUESTA PICCOLA CREATURA! ORA GIULIA È ANDATA A RACCOGLIERE LE SPOSE PER IL FLAGELLO CHE È APPENA SCESO E LE CONSEGNA AL PADRE CON L'ABITO BIANCO E L'ANELLO NUZIALE! SI È ACCESO UN ALTRO FUOCO DI GUERRA E LEI È ANDATA AD INZUPPARSI E A BERSI PER FARLO SPEGNERE, MA VOI PREGATE: "PADRE NOSTRO-AVE MARIA!" MOLTE MAMME PIANGERANNO ANCORA PER I FUOCHI DI GUERRA CHE SI ACCENDERANNO! SPALANCATE I VOSTRI CUORI A DIO! RIMANETE IN PACE GLI UNI GLI ALTRI! BENEDITE E LODATE DIO CHE VI HA SCELTI COME VIGNAIOLI E LA VIGNA È CONSEGNATA AD OGNUNO DI VOI...... MA RIMANETE NELLA PACE, RIMANETE NELLA QUIETE, RIMANETE NELL'AMORE, AMANDO E PERDONANDO I NEMICI E COLORO CHE TRAFIGGONO IL CUORE DEL MIO GESU', FIGLI MIEI! ......Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: A proposito di questa frase del vangelo: "Lasciate i morti seppellire i loro morti!" Tutti dovremmo dire che bisogna mettere Dio al Primo Posto rispetto alla famiglia, rispetto alla moglie, rispetto al marito, ai nonni, ai nipoti, a ogni familiare! La Madonna: Eccomi! Vedi, Figlio, Dio essendo Padre, nell'ora che chiama i Propri Figli a Casa e donano la mano, vengono accolti al Banchetto e prendono l'Eredità, mentre voi sulla Terra fate lamenti e pianti nel rimproverare il Padre di aver portato il proprio figlio a Casa e di avergli donato l'Eredità......! Così non si Ama Dio ma si legano i propri cuori alle cose del mondo e si dimentica che Tutto è del Padre, compresi tutti i familiari......! Quando Dio dice: "Lasciate che i morti seppelliscono i propri morti", vuole dire: "LasciateMi i Figli, sono Miei, non sono vostri, ma non li abbandono!" Invitandovi a Lodare il Padre nell'aver portato a Casa il proprio figlio e non a bestemmiarLo! Vi è stato detto da sempre: nulla vi appartiene, neanche un capello del vostro capo, perchè Tutto vi è stato Donato e Tutto viene portato nel Cuore di Dio così com'è stato pensato da sempre! È Dio che vi ha pensati da sempre, è Dio che vi ha Donato il Soffio nel farvi nascere, mentre voi dite: "Tutto è mio e non devi farmi morire e se lo vuoi fallo il più tardi possibile!" Ma non è così che si risponde a Colui che è la Vita Eterna, ma: "Eccomi, ho fatto quello che dovevo fare, ora se devo tornare, torno per la Vita Eterna e non per la morte", perché Dio è Vivo e tutti i vostri Cari sono Vivi in mezzo a voi come Lo Sono Io, come Lo è il Mio Gesù, come Lo è il Padre e tutti i Servi Inutili, se credete nella Verità e nella Resurrezione di Dio: il Vivente in mezzo ai Viventi! Il Soffio, Dio ce lo Dona attimo dopo attimo e, nell'attimo che si ferma, il Padre vi culla e vi porta al Banchetto e lo Strumento vi prende per mano: è il Compito che il Padre ha Donato a lei nell'Attimo dei Chiodi! <Nel giorno della Prima Visitazione: Lunedi 5 Agosto 1985!> Voi non Li vedete e non Li sentite, Lei Li vede, Li sente, Li ama e Li stringe al "Filicino" e rimane Piccola Piccola, ma la Serva Inutile Teresina... <Santa Teresa del Bambin Gesù> ...Ha fatto Scendere un Rotolo per cucire l'Umanità e portarla ancora al Padre! Gliel'ha chiesto mentre passava, col cuore grondante di Sangue! Don Vincenzo: La processione di oggi? <Oggi davanti all'abitazione di Giulia è passata la Processione di Santa Teresa del Bambin Gesù, Patrona della Parrocchia di Thurio> La Madonna: Eccomi! Ricordi che Giulia ha detto una cifra da donarLe? Don Vincenzo: Sì, Trenta! La Madonna: Cos'è quel numero per te? Don Vincenzo: ...Trenta! La Madonna: Chiedi a Maria cos'è il Trenta per Domenico! Don Vincenzo: Maria, cos'è il Trenta per Domenico? Maria: Erano le Trenta persone che Lui aveva scelto per la Congregazione dell'Addolorata, perché Ogni Giorno, uno alla volta, pregavano l'Addolorata, così tutti i Giorni del mese c'era uno che pregava! La Madonna: Hai capito perché la Cocciuta ha detto: "Trenta"? Don Vincenzo: Ah! E, difatti, ha insistito pure! La Madonna: Non volevate ubbidire! Don Vincenzo: Lì per lì abbiamo pensato soltanto al trenta numerico, invece adesso è chiaro! La Madonna: Non era solo "un Trenta Numerico", ma il "Trenta" significava di Consolare il Mio Cuore! Quando un Servo Inutile viene bestemmiato o venduto o comprato, il Mio Cuore diventa Triste e lei ha Donato il Trenta per ConsolarLo come Preghiera! <Il 12 ottobre ricorre la Beatificazione di Domenico Lentini avvenuta nel 1997> Ascoltatela quando parla: è la Voce del Padre! E quando dice ai figli: "non temete per i dolori, alzati, cammina!" Se si ascolta, si ascolta Dio e il male passa se si ha Fede, Figli! ......Parla ancora tu, Calice Vivente! Don Vincenzo: Ancora, Mammina: "Chi ama il padre e la madre più di Me, non è degno di Me", e questa frase è Luminosissima perchè bisogna dare sempre a Dio il Primato! La Madonna: , al Primo Posto va messo sempre Dio! Don Vincenzo: Altrimenti quando ci sono di mezzo dei funerali, quando ci sono di mezzo degli incidenti, quando ci sono di mezzo delle malattie, quando ci si trova in situazioni difficili, ci si arrabbia proprio con Dio e ci si dispera......! La Madonna: Ma Tutto appartiene al Padre! Nulla è vostro e Tutto troverete quando il Sole si Aprirà, e il Sole è nelle Tue Mani, Calice Vivente! I vostri Cari sono in mezzo a voi preparando il Banchetto e combattendo con la Schiera e il Figlio in questo giorno è Sceso altri Sette Gradini e Sette ne sono stati Aperti! Don Vincenzo: Eh, sì! La Madonna: Sette Scesi e Sette Aperti per Donare tutto quello che gli è stato Donato, e così anche voi dovete donare al Padre tutto quello che vi è stato Donato, Figli! ......State tutti bene? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Mammina, proprio rifacendomi a Queste Tue Parole, noi abbiamo poca Fede perchè poche volte parliamo di Dio nei nostri discorsi e nelle nostre famiglie e questo crea solo mancanza di Fiducia in Dio, specialmente quando c'è di mezzo un funerale...! Altro che quella persona è morta......! È Viva più che mai! La Madonna: Hai dimenticato che la Cocciuta è stata Mandata per prendere le Anime, anche quelle che non conoscono e non amano il Mio Gesù? Lei Tende la mano e nel donare la mano gli fa vedere il Volto di Dio! Non tutti vogliono accoglierla, ma lei non si ferma e li lascia un istante per accompagnare coloro che donano la mano, ma ritorna nel Donare ancora il Volto di Dio! Non dimenticate: nelle sue mani e nei suoi piedi ci sono i Chiodi del Mio Figliolo Gesù, è il "Nocciolo Scorticato", è l'Albero Vivo e l'Albero Vivo è Dio! Don Vincenzo: Questi Chiodi sono il Volto di Dio? La Madonna: Nell'AbbracciarLi il Mio Figliolo Gesù ha Donato all'Umanità l'Immagine e la Somiglianza di Dio, e ha lasciato Scendere il Suo Sangue chiamandovi: "Figli", Fatti a Immagine e Somiglianza di Dio, e il Sangue è Sceso dai Chiodi Inchiodati! Don Vincenzo: Il Sangue è Sceso dai Chiodi? La Madonna: Dai Chiodi Inchiodati, dove c'è l'Immagine e la Somiglianza di Dio! Don Vincenzo: Mammina, scusa...... ma praticamente questa è l'Immagine e la Somiglianza di Dio! <Don Vincenzo indica il Grande Crocifisso del Padiglione> La Madonna: Ognuno di voi Lavati dal Sangue! Don Vincenzo: Il Sangue della Croce? Ci fa a Immagine e Somiglianza di Dio? La Madonna: E nelle mani e nei piedi dello Strumento ci sono i Chiodi del Mio Figliolo Gesù, attimo dopo attimo, dal suo: "Eccomi" Donato......, Figlio e Figli! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: "Chi ama i familiari più di Me, non è degno di Me!" La Madonna: Te l'ho già detto! Dovete amarvi gli uni gli altri con l'Amore che il Padre ha Donato: è l'Eredità, ma non dovete dimenticare che nulla è vostro ma Tutto appartiene al Padre! Don Vincenzo: Il Primato di Dio! La Madonna: Il Primato di Dio! Don Vincenzo: In tutte le cose! La Madonna: In tutte le cose! Nel camminare, nel parlare, nel lavorare e nel ritornare nel Cuore del Padre per prendere l'Eredità Eterna e rimanere nel Giardino che il Padre ha preparato per ogni Figlio! Don Vincenzo: Che Ricchezza essere "Figli di Dio"! La Madonna: Ma rimproverate coloro che dicono: "poverino, è morto!" Don Vincenzo: Con Dio non si muore! La Madonna: , con Dio non si muore, con Dio si è viventi perché Lui è il Vivente! Chi dice "è morto" non crede al Vivente che è il Padre, e nelle mura insanguinate lo dicono attimo dopo attimo! ...Ma pregate "Padre Nostro" e "Ave Maria", "Padre Nostro" e "Ave Maria"! ...Hai altro da dirMi? I figli devono portare a casa il "Padre Nostro" e l'"Ave Maria" per spezzarLi e donarLi ai nemici e portare i Petali di Teresina per raccogliere le Anime e Pregare nel Silenzio! Ma ricordate ancora: non ascoltate i falsi profeti ma ascoltate la Verità di Dio che viene donata ad ognuno di voi Tutta Intera, e preparatevi per i Tempi che verranno ancora! Le Schiere combattono e lo Strumento vi porta a combattere, ma è lei che porta i figli con l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale al Banchetto di Dio! Non dimenticatelo, Figli Miei! ...Ora aggiungo ai Petali di Teresa le Gocce di Sangue che scendono dal Mio Cuore, bagnando i capi di ognuno di voi per prepararvi ai Tempi che verranno! ...Chinate il capo!(**) <La Madonna ''Impone'' le Mani sui presenti> ...È sceso su di voi il Cuore di una Mamma che guarda l'umanità e guarda la Sua Famiglia, la Vigna, l'Arca e i Remi! Non temete gli uomini ma abbiate il Santo Timore del Padre! Figli, solo Dio può donarvi la Vita Eterna, e il Paradiso è il Giardino preparato per ognuno di voi! Gli uomini passano, mentre Dio rimane come Roccia e la Roccia non viene smossa dall'uomo: non dimenticateLo, Figli Miei!(*) ...Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Tu saluta i tuoi figli con l'Albero Verde, mentre Io saluto col Magnificat lasciando il Mio Cuore Spalancato ad ognuno di voi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(*) Don Vincenzo: Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen!(*) <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat > La Madonna: L'Anima Mia magnifica il Signore!(*) Giulia: Mamma, Tu ci hai chiamati, ci hai radunati a pregare nel Nome del Padre, ma noi ancora siamo tiepidi e non ci siamo riscaldati con tutto l'Amore che il Padre ci sta donando, eppure il Fuoco che arde è così grande! Mamma, insegnami a prendere quel Fuoco e a potermi riscaldare, così posso riscaldare!(*) La Madonna: Rimani Cocciuta col Tutto del Padre che ti è stato donato! Giulia: Eccomi! Voi siete così buoni, ma io ancora non so fare nulla(*)... ma ecco il mio "niente" nel consolare il Tuo Cuore, il Cuore del Padre e il Cuore di Gesù! La Madonna: L'Anima Mia Magnifica il Signore! Giulia: Anche la mia, se il Padre l'accoglie, e il grido lo offro per tutti i figli e per l'umanità intera, Mamma!(*) La Madonna: Vai a lavorare, figlia: un altro Flagello sta scendendo! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) ...Mi inzuppo e mi bevo! La Madonna: Vai! Giulia: Eccomi!(**) La Madonna: Ora fermati! Giulia: Ma non li ho presi tutti! La Madonna: Fermati! Giulia: Eccomi!(*) ...Metà è caduto, Mamma! La Madonna: Non temere, lascio scendere il Mio Manto! Giulia: Eccomi! Il Tuo Manto è per l'altra metà del Flagello? La Madonna: Eccomi, figlia!(*) Giulia: Eccomi!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, Tu che Vedi e Senti ogni cosa, Fai quello che devi fare sulla Tua Famiglia!(*) ...Consola i loro cuori e donami un Pane Intero da portare a coloro che non Ti amano e non Ti conoscono! Il Padre: Eccomi, figlia, prendi il Pane!(*) Giulia: Eccomi!(*) ...E visto che siete in mezzo a noi Vivi, ed anche i nostri Cari, tutti i Servi Inutili e anche i Pargoli che stanno impastando ciò che deve scendere ancora... Possiamo salutarli? <Il Padre dà l'assenso e tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Cielo in mezzo a noi!(*) ...Ciao, Dio Papà!(*) ...Ciao, Mamma Piccola e Semplice!(*) ...Ciao, Gesù, Figlio, Fratello ed Amico!(*) ...Ciao, Mammina del mio cuore!(*) ...Auguri ancora per il Tuo Onomastico! SERAFINA: Eccomi, Figlia Mia, per le Rose Rosse!(*) Giulia: ...A Te piacevano quelle rosse e me le hai fatte trovare, ma Ti avevo promesso il Cuore come dolce: hai visto che non ho avuto il tempo?(*) ...Se Te lo faccio un altro giorno non Ti dispiace? Serafina: Figlia Mia e Anima Mia, il dolce preferito sei tu! Giulia: Sono amara, non sono dolce!(*) Serafina: ...Ma famMi anche il Cuore! Giulia: Quello sarà più dolce! Auguri ancora!(*) ...Tu mi hai affidato Cosimo... ma aiutami, e aiutami anche con lo sposo Tuo...... eccomi nel fare tutto quello che Gesù chiede al mio Cuore!(*) ...Ciao, Mamma! <Giulia schiocca un bacio alla sua mamma> Serafina: Ti benedico, figlia, con l'Ordine del Padre, e benedico ognuno di voi! <Serafina Benedice col Segno della Croce> Giulia: Eccomi a tutto quello che Dio Ti dona, Mamma!(*) ...Eccomi, Padre, nel Lavorare nella Vigna come Straccio Stracciato! Il Padre: Porta tutti i figli Stracci Stracciati ai Piedi della Croce, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! <Giulia schiocca un bacio al Padre> ...Ci vediamo dopo!(*) ...Cosa devo fare con le mie lacrime?(*) ...Posso farlo nel silenzio?(*) Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà...!

 

 

 

 

4. Giov. 17/10/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): Eccomi, Gesù!(*) Vedo Altri Flagelli Scendere......, sono misti tra fuoco, acqua e missili! Gesù, non posso fare niente per fermarli? Non posso Inzupparmi e Bermi ancora?(*)

*******************

(Giulia): Eccomi!(*) Altri Sigilli ma finalmente Sono Positivi!(*) Sette..., Sette..., Sette..., Sette...: ci sono Sette Cuori di Maria e dentro i Sette Cuori c'è l'Arca che Cammina e i Remi si Sono Inchinati dinanzi ai Cuori e la Porta si è spalancata! Il Figlio ha sceso quaranta gradini e quaranta si sono aperti!

*******************

(Giulia): Com'è contenta la Cocciuta di questi Sigilli Positivi, lei che è sempre piena d'Amore, piena di Forza e piena di Generosità! (Gesù): Prende l'Amore dalla Fontana Zampillante e La Dona ad ognuno di voi e all'Umanità intera! E' quello che dovete fare ognuno di voi essendo Figli, nel camminare sulla Viuzza Stretta, quella che vi ho donato da sempre e quella che sempre Giovanni ha donato ad ognuno di voi nel fare il Suo Solco e tu nel riempirLo e chiuderLo! Ma ditemi: state tutti bene? (Tutti): Eccomi! (Gesù): Eccomi! E Io sto bene con ognuno di voi perché Abito nei cuori di ognuno di voi e, quando trovo una porticina chiusa non Mi allontano ma rimango lì ad aspettare! Ma c'è una Cocciuta che non lascia le porte chiuse ma le apre tutte quante e così Io posso entrare, Amarvi e RiposarMi! L'Umanità Mi caccia fuori, l'Umanità Mi sputa in faccia, l'Umanità Mi bestemmia ma una Cocciuta spalanca le porte dei cuori e Mi fa entrare, Mi fa conoscere e Mi fa amare e così, come Amico, Fratello e Figlio, Io vi Amo ardentemente, così come il Padre Mi ha Mandato nel Portare il Suo Amore dove c'è l'odio, nel portare la Pace dove c'è la guerra, nel portare il Perdono e nel donare il Tutto dell'Eredità ai Propri Figli!

*******************

(Don Vincenzo): Dovremmo mettere Te sempre al Primo Posto nelle "nostre giornate", mettere il Padre al Primo Posto nella "Giornata" che ha preparato e invece tante volte non lo facciamo e ci scordiamo di tutto e passiamo ore e ore dietro alle cose del mondo senza un minimo di Fede, senza Benedire il Padre senza Benedire Te, Gesù... noi che dovremmo vivere sempre dicendo: "grazie" perché Tu ci hai fatto Figli di Dio! (Gesù): No, non si dice: "grazie", ma si dice: "Eccomi" al Padre, perchè l'Eccomi di Maria ha Spalancato tutto e Mi ha Donato ad ognuno di voi! Vedi, la Cocciuta non è gioiosa quando le viene detto: "grazie", ma è gioiosa quando lei risponde: "Eccomi!" Maria è Gioiosa quando sente l'Eccomi perché è l'Eccomi che ha Donato nel diventare Mamma e nel far diventare Mamme ognuno di voi, perché Dio è Papà ed è anche Mamma e la stessa cosa lo siete anche voi: Papà e Mamma nel Fare le Cose del Padre!

*******************

(Gesù): No, dovete fermarvi a prendervi e a guardarvi come Croce! La Mia La Porto Io e Mi Guardo e Guardo ognuno di voi e l'Umanità Intera! La vostra Croce, quando siete stanchi, La prende lo Strumento e non La fa mai cadere a terra perchè è il Compito che il Padre le ha Donato: Fare sempre le Cose del Padre! Amare e Perdonare e Donare a tutti il Sorriso e la Gioia del Padre nel dire: "Siamo Figli Tuoi e dobbiamo Fare le Cose Tue, Papà! Se ci sputano in faccia...... anche al Padre hanno sputato in faccia in questo istante! Se ci bestemmiano...... anche al Padre hanno bestemmiato, ma Lui ci ha insegnato ad Amare e a Perdonare ed è questo che dobbiamo fare!" E così la Cocciuta Allarga le Braccia ancora di più nel Donare il Tutto del Padre ai Figli!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Nella Gioia e nella Mitezza di Mio Padre, Porto ad ognuno di voi il Saluto del Mio Amore nell'Amarvi Abbracciando il Santo Legno della Croce e nel Donare ad ognuno di voi il Tutto di Mio Padre, nell'Allargare le Braccia e nel Portare al Banchetto Nuziale tutto quello che Mi è stato donato dai figli che Mi hanno sputato in faccia, dai figli che Mi hanno tirato le pietre, dai figli che hanno messo i Chiodi, da coloro che Mi hanno cacciato! È lì che ho preparato il Banchetto Nuziale! È lì che ho detto al Padre nell'incontro dei pochi attimi: "Questo è il Banchetto che Mi è stato consegnato dopo che Tu Mi Hai Mandato! Ed ecco il più bello e il più gradito al Tuo Cuore, perché Mi hai mandato a raccogliere ''le Pecorelle Smarrite'' e Io le ho prese e le ho portate al Tuo Cuore! Ed il Banchetto è Pronto, è Vivo, è Reale, perché Ho Fatto le Cose che Tu Mi Hai Detto di Fare, Padre Mio! Ed ecco ancora in questi giorni vengo sputato, vengo bestemmiato, vengo deriso, ma il Banchetto è ancora pronto e preparato dal Tuo Amore, dalla Tua Amicizia e dal Tuo Perdono!" Ed Eccomi ancora pronto ad Allargare le Braccia nell'Amare e nel Perdonare! Tutto ho Donato per Amore e Ho Versato il Mio Sangue e Lo Verso ancora, ma Sono Vivo e Reale in mezzo a voi e non ho detto a Mio Padre: "scappo e lascio soli i Miei Figli!", ma "Eccomi nel Fare la Tua Volontà, Mi hai mandato per questo!" <Nel frattempo si sente un forte ululato dei cani e Gesù in Silenzio Alza la Destra col Segno Trinitario e poi Porta le Braccia in avanti come se impone e ferma ogni cosa> "Padre Mio, Mi Hai Mandato a Compiere la Tua Volontà, il Tuo Tutto preparato da sempre ed essendo Tuo Figlio hai lasciato compiere le Tue Cose, venendo scartato da tutti, ma Amato dal Tuo Cuore, Amato dalla Famiglia preparata da sempre e ad uno ad uno i figli entrano a Lavorare nella Vigna rimanendo nell'Arca e a Remare! Ed Eccomi ancora Padre nel Fare la Tua Volontà!" ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Si è abbassata un po' la mia voce ma tanto Tu mi senti ugualmente! Metto nel Tuo Cuore "la Giornata" di questo giorno, quello che il Padre ha detto di fare: di fermare i Flagelli, di bere i Sigilli e di portare a Casa le Spose che mi hanno donato la mano! In tanti ancora non hanno deciso e stanno aspettando e dopo vado a prendere la loro mano! Ma devo mettere nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato, tutti i figli che si sono affidati alle mie preghiere e tutti quelli che non hanno avuto la forza di farlo! Gesù, Ti raccomando i Sacerdoti e le Pietruzze, tienili stretti al Tuo Cuore in Questo Tempo! Le mie forze e il Filicino Tu lo conosci, donami ancora la Costanza di rispondere: "Eccomi!" e l'Eccomi Pieno! Donami ancora la Costanza e la Forza di Portare tutti i figli sulle spalle e di non farli cadere! È questo che Ti offro in Questo Giorno e il niente che ho fatto: accoglilo, Gesù! Gesù: Accolgo quelli che Mi hai Donato, ma non vedo il niente! Vedo la Vigna Coltivata e i Frutti pronti da raccogliere! E vedo l'Arca Piena e i Remi! Giulia: Tu Sei Buono, ma Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù! Eccomi ancora come Straccio Stracciato per rimanere "ai Piedi della Croce" per raccogliere tutti i figli e non farne perdere nessuno! È quello che Tu vuoi da sempre! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Guarda.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Vedo Altri Flagelli Scendere......, sono misti tra fuoco, acqua e missili! Gesù, non posso fare niente per fermarli? Non posso Inzupparmi e Bermi ancora?(*) Gesù: Sono già caduti! Giulia: Posso andare a prenderli e fermarli? Gesù: Inzuppati e Beviti nel Fare le Cose del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, quando mi dai l'Ordine di rispondere a quelle Domandine?(*) Devo aspettare ancora molto?(*) I Tuoi Tempi non sono i nostri! Gesù: Nel "Presto" del Padre! Giulia: Lo so che il "Presto" del Padre non è il nostro ma non puoi dire una parolina al Padre o poggiarmi sul Cuore di Maria? Gesù: Nei Tempi del Padre! Giulia: Eccomi, insisto ancora un poco: i Tempi falli accorciare! Ecco, visto che c'è l'Amicizia tra di noi, visto che non Ti arrabbi, insisto ancora un poco, vieni presto e fammi dire ciò che devo dire! Gesù, io ho già raccolto il cuore di tutti i figli e se ho dimenticato qualcosa, raccoglilo Tu e dona loro la Forza e il Tuo Amore e dona a tutti la Croce che siamo! Gesù: Non vuoi niente altro? Giulia: Ci sono tante altre cose da chiederTi, ma dona a tutti la Quiete del Tuo Cuore e Spezzaci il Pane, attimo dopo attimo, come Tu Fai sempre! È questo che desideriamo! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Ma guarda ancora......! Giulia: Eccomi!(*) Altri Sigilli ma finalmente Sono Positivi!(*) Sette..., Sette..., Sette..., Sette...: ci sono Sette Cuori di Maria e dentro i Sette Cuori c'è l'Arca che Cammina e i Remi si Sono Inchinati dinanzi ai Cuori e la Porta si è spalancata! Il Figlio ha sceso quaranta gradini e quaranta si sono aperti! Gesù: Guarda ancora......! Giulia: Eccomi!(*) Le Schiere!(*) Si sono fermate di combattere!(*) Gesù: La Schiera che conduci Tu è quella che Combatterà ancora nell'aspettare il Figlio......! Giulia: Eccomi! Ma Tu donami sempre la Costanza e la Forza! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Un Altro Regalo del Padre che Scende sull'Umanità e sulla Famiglia? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Il Banchetto è pronto per tutti i Servi Inutili, per tutti i vostri Cari, per i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, per i Pargoli, per Rossella, Natanaele, Vittorio e le Bimbe! Ed Eccoci ancora nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ......E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù, nel Gioire, nell'essere Croce e nel camminare sulla Viuzza Stretta che Tu ci hai donato da sempre! Aiutami ancora a rimanere Straccio Stracciato nel Raccogliere le Gocce di Sangue e nel Portare sulle mie spalle il Dono dell'Amore del Padre! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Gesù, Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Anch'Io sto bene con ognuno di voi e col Banchetto che il Padre ha preparato per le Spose e per ognuno di voi! Cosa pensi dei Sigilli? Don Vincenzo: Finalmente ci Sono Sigilli Positivi! Ci Sono Sette Cuori di Maria e dentro i Sette Cuori c'è l'Arca che cammina e i Remi si sono inchinati dinanzi ai Cuori e la porta si è spalancata! Il Figlio ha sceso quaranta gradini e quaranta si sono aperti! Com'è contenta la Cocciuta di questi Sigilli Positivi, lei che è sempre piena d'Amore, piena di Forza e piena di Generosità! Gesù: Prende l'Amore dalla Fontana Zampillante e La Dona ad ognuno di voi e all'Umanità intera! E' quello che dovete fare ognuno di voi essendo Figli, nel camminare sulla Viuzza Stretta, quella che vi ho donato da sempre e quella che sempre Giovanni ha donato ad ognuno di voi nel fare il Suo Solco e tu nel riempirLo e chiuderLo! ...Ma ditemi: state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E Io sto bene con ognuno di voi perché Abito nei cuori di ognuno di voi e, quando trovo una porticina chiusa non Mi allontano ma rimango lì ad aspettare! Ma c'è una Cocciuta che non lascia le porte chiuse ma le apre tutte quante e così Io posso entrare, Amarvi e RiposarMi! L'Umanità Mi caccia fuori, l'Umanità Mi sputa in faccia, l'Umanità Mi bestemmia ma una Cocciuta spalanca le porte dei cuori e Mi fa entrare, Mi fa conoscere e Mi fa amare e così, come Amico, Fratello e Figlio, Io vi Amo ardentemente, così come il Padre Mi ha Mandato nel Portare il Suo Amore dove c'è l'odio, nel portare la Pace dove c'è la guerra, nel portare il Perdono e nel donare il Tutto dell'Eredità ai Propri Figli! ............Parla tu un po'! Don Vincenzo: Sì, Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Dovremmo mettere Te sempre al Primo Posto nelle "nostre giornate", mettere il Padre al Primo Posto nella "Giornata" che ha preparato e invece tante volte non lo facciamo e ci scordiamo di tutto e passiamo ore e ore dietro alle cose del mondo senza un minimo di Fede, senza Benedire il Padre, senza Benedire Te, Gesù... noi che dovremmo vivere sempre dicendo: "grazie" perché Tu ci hai fatto Figli di Dio! Gesù: No, non si dice: "grazie", ma si dice: "Eccomi" al Padre, perchè l'Eccomi di Maria ha Spalancato tutto e Mi ha Donato ad ognuno di voi! Vedi, la Cocciuta non è gioiosa quando le viene detto: "grazie", ma è gioiosa quando lei risponde: "Eccomi!" Maria è Gioiosa quando sente l'Eccomi perché è l'Eccomi che ha Donato nel diventare Mamma e nel far diventare Mamme ognuno di voi, perché Dio è Papà ed è anche Mamma e la stessa cosa lo siete anche voi: Papà e Mamma nel Fare le Cose del Padre! Don Vincenzo: Mammina, ehm..., Gesù! Gesù: , puoi chiamarMi anche: Mammina! Don Vincenzo: Quello che dovremmo fare è renderci conto della Grazia che siamo, renderci conto che siamo Figli del Padre Eterno! Fino a quando non prendiamo coscienza di questo, le nostre giornate scivolano via! Se invece ci fermassimo a riflettere specialmente sulla Tua Croce, Gesù, come tutto cambierebbe... Gesù: No, dovete fermarvi a prendervi e a guardarvi come Croce! La Mia La Porto Io e Mi Guardo e Guardo ognuno di voi e l'Umanità Intera! La vostra Croce, quando siete stanchi, La prende lo Strumento e non La fa mai cadere a terra perchè è il Compito che il Padre le ha Donato: Fare sempre le Cose del Padre! Amare e Perdonare e Donare a tutti il Sorriso e la Gioia del Padre nel dire: "Siamo Figli Tuoi e dobbiamo Fare le Cose Tue, Papà! Se ci sputano in faccia...... anche al Padre hanno sputato in faccia in questo istante! Se ci bestemmiano...... anche al Padre hanno bestemmiato, ma Lui ci ha insegnato ad Amare e a Perdonare ed è questo che dobbiamo fare!" E così la Cocciuta Allarga le Braccia ancora di più nel Donare il Tutto del Padre ai Figli! .........Ma state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Non ci sento, Mi sono raffreddato un po'! E' bello sentirvi ed è bello gioire quando vi poggiate! Poggiatevi, Figli! Io non sono caduto e non sono neanche scappato quando tutti Mi hanno tradito! Non cadete e non scappate neanche voi, Figli! ...Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Se imparassimo a prendere coscienza di quello che siamo, Gesù..., siamo "Figli di Dio"......! Gesù: Non dovete impararlo ma dovete farlo......! Don Vincenzo: Siamo "Figli di Dio", siamo Figli del Creatore, siamo Figli del Padre Eterno......! Gesù: Imparare è una cosa...... ma poi si dimentica! Farla è come aver fatto un Solco e quel Solco rimane e non si perde e non cresce l'erba cattiva ma cresce l'erba buona e il Padre Raccoglie i Frutti! Non dovete imparare ma dovete fare ciò che il Padre ha Donato ad ognuno di voi: il Compito della Vigna! Don Vincenzo: Tante volte non riusciamo a cogliere la Gioia di essere Figli, di essere Fratelli e quindi di essere Eredi! Gesù: Per questo il Padre vi ha Donato una Cocciuta! È Cocciuta ed è Poggiata sulla Roccia e non si Sposta nel dire ai propri figli e alla Famiglia: "Facciamo le Cose del Padre e Aspettiamo, Facciamo prima Mettere il Suo Piedino e poi mettiamo il nostro, così non cadiamo e facciamo ciò che Lui ha Scritto da sempre!" Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Se leggessimo la storia di ognuno di noi, Pensato dal Padre per una Eterna Felicità! Gesù: Non potete leggerla, è il Padre che l'ha fatta! Ma quando si Aprirà il Sole la vedrete! Ora dovete dire: "Sono un Servo Inutile, Eccomi, hai preparato il Lavoro nella Vigna, Eccomi, sono pronto a fare ciò che hai preparato!" Ancora non potete leggere e non potete neanche imparare! Le Schiere si sono fermate perché il Tempo è nel Tempo e Tutto è pronto! È rimasta a Combattere solo la Schiera che a capo ha la Cocciuta, aspettando il Figlio che deve unirsi! Ma voi pregate per le Mura Insanguinate, pregate per il Legno che si è affondato, pregate per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, pregate nel dire: "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro!" E non dimenticate di Amare e di Perdonare coloro che trafiggono i vostri cuori! Trafiggendo i vostri, trafiggono il Mio, quello di Mio Padre e quello di Mia Madre, Maria, l'Unica Ancella nel rispondere: "Eccomi alla Volontà del Padre!" ......Tu vuoi Donarti, Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Voglio DonarMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora ci Doniamo e, nel Donarci, Facciamo le Cose del Padre, così lo Strumento Rimane ancora Crocifisso per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve un po' e poi dona il Suo bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! <Raffaele Dona a Gesù un Pezzettino di Pane che divide a metà e ne dona una parte a Don Vincenzo, poi entrambi Mangiano e Bevono> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Doniamoci, il Banchetto è pronto ed è preparato per tutti i Figli! Gesù non scarta nessuno ma si Dona nell'Amore Pieno e così anche voi donatevi ai vostri nemici, Figli Miei! <Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta, con la Destra alzata nel Segno Trinitario!> Tu ti sei Donato? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E Io Mi Sono Donato: Eccomi al Padre! La Pasqua è Piena, è Risorta: è la Pasqua del Padre, quella della Verità Tutta Intera! E lo Strumento è rimasto ancora Crocifisso per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Ma pregate in questo istante: altro Sangue Innocente sta bagnando quelle Mura, pregate, Figli! Calice Vivente, il Padre ti ha detto di Battezzare e lo Strumento ti dirà quando dovrai Battezzare l'Umanità Intera e i tuoi figli! Giovanni ha Battezzato, ma c'è un altro Battesimo che dovete ricevere! Sii pronto e preparato, Calice Vivente! Il Banchetto del Padre è pronto per ognuno di voi! ...Mi hanno portato un Regalo? Raffaele: Per Te e anche per la Cocciuta! Gesù: È un regalo per Me e anche per la Cocciuta? C'è un bigliettino per Gesù e sarei Io..., tu leggi e poi prendiamo parte al Banchetto del Padre! Don Vincenzo: "Eccomi, Gesù, prendi il mio cuore e sostieni il Filicino della Cocciuta! Ti amo......! Tua Figlia Doriana!" Gesù: Eh, , Teresina gli ha Donato un Rotolo! ......Ehi questa farfalla cambia i colori......, è bella! <È una farfalla> E come la chiami tu: Farfallina e Farfallona? <Gesù si rivolge ad Antonia> È Farfallona, cioè è una farfalla grande e voluminosa...... Ecco! Doriana: Eccomi! Gesù: Allora prendiamo parte al Banchetto del Padre! Vicepa', tu sei delegato! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi e, nell'essere Delegato, fai le Cose del Padre! Raffaele: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Eccomi, Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi e Eccomi! Eh, eh, e sì alla Cocciuta gli doniamo l'erbetta... è così gioiosa quando la prenderà e la porterà lì dove ancora non hanno visto la Luce! Eccomi, Eccomi, Eccomi e basta così, poi prendo dell'altro, Mi portate via il piatto e che ci faccio, rimane questo? ...Eh, Me l'hanno portato via! <Raffaele e Giuseppe tagliano le Pietanze che sono nel piatto di Gesù e di Don Vincenzo> Voi avete Fame del Banchetto del Padre? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Anch'Io ho Fame di tutto quello che Mi donate e non è poco quello che Mi donate perchè Mi donate il Tutto, ma crescete nell'Amore e nell'Abbondanza del Padre, Figli! Prendiamo del Banchetto del Padre così, nel prendere del Banchetto del Padre, lo Strumento va a consegnare le Spose che hanno donato la mano! <Raffaele si è organizzato per donare il bicchiere con l'Avanzo a Mario e Maria Elena; poi taglia il pane-pesce e dona la testa e la coda a: Mario e Maria Elena, Anna, Luisa, Lucia e altri pezzi ad alcuni dei presenti. Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino.> Eccomi! Mi devi fare solo una cosa: prendi un piatto, metti tre di quelli e poi metti un po' di verdura e un po' di erbetta! Questo portalo a Giuseppe o al dottore Giuseppe! Eh, non scappare, devi andare al bagno? Devi mangiare, mangia l'erbetta che ti ho mandato e non temere, sono il Tuo Gesù! Vuoi andare via, hai sonno, hai paura che non ce la fai poi a svegliarti domani mattina? Lo sai che sono Io a svegliarti? Ora siediti, mangia un po' e poi chiediMi quello che vuoi e Io ti rispondo e poi ti faccio andare a casa ma prima mangia e dopo Me lo chiedi quello che vuoi, ma una cosa sola! Non vuoi niente? "Tu sai": è questo che Mi dici! E Io ti rispondo che lo so e ti dò poi tutto quello che desidera il tuo cuore! Non Mi credi? Giuseppe: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu sai che la Parola del Padre è Verità e Vita? Ed essendo Verità e Vita, si Compie sempre: Dio Verità, Dio Vita Eterna e la Sua Parola non viene cancellata dagli uomini ma rimane... e si Compie! Mangia, così poi parliamo! Calice Vivente, tu stai mangiando? E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora sto bene anch'Io con ognuno di voi! Ma pregate: "Ave Maria-Padre Nostro" per lo Strumento, ha le Spose e non vogliono donare la mano ma voi pregate......, e deve Bere un Flagello Grande e un Sigillo...... aiutatela rimanendo al Banchetto del Padre e poi pregando: "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro"! È buono il Banchetto del Padre, tutto è Buono ed è preparato per ognuno di voi com'è preparato per le Spose e per tutti i Servi Inutili! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa c'è? Vediamo, quando ha finito di mangiare, cosa Mi chiede Giuseppe! Giuseppe: I nostri "perché?" sono sempre provenienti dal Male? Gesù: Ma tu hai dimenticato che ho Lavato ogni macchia e siete Candidi! Giuseppe: Ma c'è quasi di continuo nell'uomo la domanda: "perché?" Ed è quella domanda che facciamo quando siamo sulla Croce, in continuazione, ed è come se non riuscissimo ad accettarLa, perchè fa parte del nostro essere così piccoli...... Gesù: Quando non riuscite voi, c'è lo Strumento che La prende! Giuseppe: C'è del male nella domanda? Gesù: Cosa rispondi tu? Don Vincenzo: Rifai la domanda! Gesù: , finisci di mangiare, tanto Io non Me ne vado! Giuseppe: La domanda è: quando siamo nella difficoltà, nella Croce, nel quotidiano, nel nostro momento di tenebre, la domanda continua è: "perché?", come forse in alcuni momenti era quella famosa frase: "labbà, Padre!", non Abbà, ma labbà, nel senso: "perché?"! Gesù: Io non l'ho detta...... ma l'hanno scritta......! E quello che ti rispondo è: rimanerci sulla Croce e non scendere, perché Io non sono Sceso e per questo sono sempre in mezzo a voi e non vi ho mai lasciati soli e non vi lascerò soli! Quando senti che le forze non ci sono, lì ci sono ancora di più, perché quando si è deboli si è forti! Giuseppe: È un sentire comune, per tutti, credo che sia universale? Gesù: ! Giuseppe: Per l'indiano come per il cinese! Gesù: Tutti siete "Figli" a Immagine e Somiglianza di Dio! Giuseppe: Questo dolore del "vivere"! Gesù: Il Dolore lo sento anch'Io, ma quel Dolore è diventato un Amore così Grande da non lasciarvi e rimane sempre con voi! Attimo dopo attimo vengo tradito, attimo dopo attimo vengo sputato in faccia, attimo dopo attimo vengo bestemmiato, attimo dopo attimo vengo cacciato fuori, ma ho trovato una Famiglia e anche tu sei la Mia Famiglia dove non Mi cacciate fuori e Mi Amate e Mi ascoltate e Mi lasciate parlare! Coloro che dovrebbero farMi parlare, Mi fanno tacere e dicono tutto al contrario di ciò che il Padre dice! Gioisci, Figlio Mio, e Fai le Cose di Tuo Padre, quelle che ti ha Donato da sempre! E così, ognuno di voi, Lavorate nella Vigna: è il Paradiso che il Padre ha Donato ad ognuno di voi! Coloro che hanno tradito e tradiscono L'hanno sporcata la Vigna ma a voi è stato donato il compito di pulirLa! Fatelo, Figli, Fratelli e Amici! Io ti Amo perché sei Mio Figlio e ti ho Donato il Mio Sangue...... e tu Mi Ami? Giuseppe: Eccomi! Gesù: Eccomi! Sono nel tuo cuore, la porta è sempre aperta, non l'hai mai chiusa e Io posso entrare ed uscire perché è sempre spalancata! E Sono Io, il Gesù della Croce, così come Abito nei cuori di ognuno di voi, Figli! ......E' buono il cibo, ne vuoi ancora? Eccomi! Giuseppe: Eccomi! Gesù: Hai Mangiato e hai Bevuto del Banchetto del Padre, portaLo ovunque vai, ma non dimenticare che la tua Dimora è qui dove ci Sono Io, ricordalo, Figlio......! Calice Vivente, è Buono il Pane che ha Sfornato Giuseppe? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Hai sentito? Don Vincenzo: Sì! Gesù: È Buono il Pane che ha Sfornato Giuseppe? Don Vincenzo: Sì, perché lui c'ha il cuore buono! Gesù: È un Pane Grande e Sostanzioso, da SpezzarLo e da DonarLo all'Umanità Intera! ......, ha il cuore buono! Don Vincenzo: E vuole trovare la Verità! ......Ti vuoi lavare la testa? Giuseppe: Il problema potrebbe essere la testa, non sempre il cuore, no? Gesù: Quello che agisce è il cuore e tu non parli con la testa ma col cuore! E se poi tu pensi che il tuo problema sia la testa, c'è la Cocciuta e Gesù anche, perchè vengo attimo dopo attimo a poggiare la Mia Mano e il Mio Cuore sulla tua testa! Non lascio nessuno dei figli, non dimenticarlo, .........vai avanti e non fermarti! <A Maria Rosaria che sta servendo> Il Banchetto non si ferma, cammina! Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Basta, basta, ha già mangiato del Banchetto, gli dò Io l'ordine, il Gesù Vivo della Croce! Al Banchetto si prende quello che desidera il cuore perché è il Banchetto del Padre e non dovete prenderLo come un Banchetto del mondo, ma come il Banchetto del Padre! ......Cosa c'è, è gioioso il tuo cuore? Giuseppe: Eccomi! Gesù: Eccomi! In questo attimo è gioioso, tieni la Gioia che il Padre ti ha Donato, falla crescere, Ama e Perdona chi trafigge il tuo cuore, così come faccio Io attimo dopo attimo, Figlio Mio! Eccomi, ho fatto un discorsetto a Giuseppe, ma voi non siate gelosi e così l'ho fatto anche ad ognuno di voi, Figli! E visto che volevi parlare, ho alzato Io il dito per te! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Raffaele: Com'è la Giornata Tua, Gesù? Così impariamo noi a farla, se ci riusciamo! Gesù: Fare le Cose del Padre! Raffaele: E quindi? Gesù: E quindi, fare le Cose del Padre, è Amare, Perdonare, usare Carità verso tutti, rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Cosa pensate che sia la Giornata del Padre? Amare, Perdonare, usare Carità verso tutti e la Cocciuta dice di rimanere: "Stracci Stracciati ai Piedi della Croce"! Cosa pensate che è la Giornata del Padre? Raffaele: C'è tanto, da quando ci si sveglia fino alla sera: il lavoro, i figli, la famiglia, gli amici, i nemici! Gesù: È il Padre che prepara il tutto! Raffaele: E bisogna sempre andare avanti? Gesù: Io non Mi sono mai fermato...... e voi avete intenzione di fermarvi? Tutti: No! Gesù: Non Mi sono tirato indietro quando Mi hanno dato gli sputi! Eppure tutta la folla era lì dietro di Me nel cercare il Re che avrebbe risolto tutti i problemi! Il Padre Mi ha Mandato a risolverli, ma gli uomini hanno capito che ero venuto come Re per donare i soldi a tutti! .........Il Pane e l'Eredità del Padre, con il Padre Buono che non fa mancare nulla ai Propri Figli......! Voi pensate che con le vostre mani fate tutto! Se non c'è il Soffio del Padre non potete fare nulla! E tutto il Padre ha preparato da sempre! Tu ti svegli come tutti gli altri si svegliano nel Soffio che Lui Dona ad ognuno! E la Giornata e i figli sono preparati dal Padre e non siete voi a crescerli, ma è il Padre...... e il Padre Buono ai Propri Figli Dona l'Eredità della Croce! Voi invece donate le cose del mondo! Dovete imparare a donare ai propri figli l'Eredità della Croce......... e così fate la Volontà del Padre! Raffaele: Posso? Gesù: Eccomi! Raffaele: Nella Schiera della Cocciuta ci stiamo noi? Gesù: Eccomi! Manca solo il Figlio che deve Scendere e Aprire gli Altri Gradini! La Cocciuta non lascia l'Umanità...... può lasciare la sua Famiglia? Quella che Giovanni ha detto: "solo a te il Padre poteva donarli, perché nessun altro al mondo li avrebbe mai accolti!" E lei ha Allargato le Braccia dicendo: "Eccomi!" E vi porta attimo dopo attimo senza far perdere nessuno dei figli! Quelli che vedete che cadono: "e la Cocciuta non ha detto giusto, sono caduti!" Nessuno dei figli ha lasciato lo Strumento ma tutti saranno lì presenti nella Domanda Finale e lei ha chiesto al Padre: "posso risponderLa io al posto loro, così mi poggio ancora di più sulla Croce?" Raffaele: Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele: La Cocciuta l'ha scritta Dio in tutto e per tutto, come tutte le cose! Gesù: Non lo so, non Me l'ha detto il Padre questo, non posso risponderti! Pregate: "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro!" Raffaele: E non sbaglia......! Gesù: Il Padre non sbaglia mai! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi!(*) Bimbi di Mario e Maria Elena: ...Ciao, papà... ciao, papà... ciao, mamma... ciao, mamma... perché sei triste? Maria Elena: Non sono triste...! Bimbi di Mario e Maria Elena: Stai dicendo una bugia, mammina, perché sei triste? Le bugie non si dicono, se dici le bugie ti faccio mangiare tutt'e due i barattoli che ci hai portato! <Due barattoli di nutella con i nomi dei Bimbi scritti sull'etichetta> Noi stiamo Impastando, c'è un Pane Grande che si deve Impastare! Le Schiere si sono fermate ed è rimasta solo la Schiera della Cocciuta nel Combattere! ......Papà, dove vai adesso? Mario: A casa! Bimbi di Mario e Maria Elena: E dopo che vai a casa, dove vai, andiamo a giocare? E allora, se andiamo a giocare, rimaniamo nel giardino e noi veniamo a giocare e tu, mamma, giochi pure? <Maria Elena annuisce> E allora facciamo le Cose del Padre! Noi Impastiamo il Pane e voi ImpastateLo pure! <Mandano baci> ...Ciao, nonni pallone e pallina! ...Cosa c'è, mamma... cosa c'è, mamma... cosa c'è, papà... cosa c'è, papà... volete lasciarci? Mario: No! Bimbi di Mario e Maria Elena: Tu ci vuoi lasciare, mamma? Maria Elena: No! Bimbi di Mario e Maria Elena: E allora prendi i due barattoli di nutella e ne dai un cucchiaio a tutti quanti! Chiedi i rinforzi! <Mandano baci> Ora dobbiamo andare ad Impastare il Pane! Ciao! Tutti i Pargoli che sono Nati in Cielo vi mandano un bacio! Aaaah! Voi non glielo ricambiate? <Mandano baci a tutti e sono ricambiati, poi accarezzano Don Vincenzo> Aaaah! ...Ciao, prete bello! Ciao, mamma e papà, ci vediamo, veniamo a trovarvi, se sentite qualcosa siamo noi, e tutti voi, se sentite qualcosa siamo noi! Gesù: Eccomi, cosa c'è, Calice Vivente? Eh, , poi dopo mangi, eh! <Mario e Maria Elena donano a tutti i presenti un cucchiaino di nutella>E anche per voi ce n'è uno ciascuno! <Gesù si rivolge al dottore Giuseppe che sta andando via> Eccomi, ti Benedico, Figlio, Io Sono nel tuo cuore, non dimenticarlo! ...Cosa c'è ancora? Ecco il "niente", ecco il "niente", vi ho fatto aspettare un po', dovevo fare un discorsetto! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Ti raccomando: scarsetto, scarsetto, scarsetto! Tu non hai più fame, no, non vuoi parlare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Come state, tutti quanti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Che pensavate di fare con la nutella, eh? Calice Vivente, non dici nulla? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Non Mi date nulla da mangiare, ehi, , eh, ecco, eh, aspetta, eh, tu ne vuoi una? Don Vincenzo: Sì...? Gesù: È morbida! Don Vincenzo: Sì, Eccomi! Gesù: Eh, prendi questo, ma parla, non sento niente! Vicepa', hai sistemato tutto? Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Hai mangiato? Raffaele: Un po'! Gesù: E mangia! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Giuseppe, il dottore, adesso deve tornare a casa? Gesù: , poi domani deve usare il coltello nelle operazioni ospedaliere e deve fare il suo lavoro e deve riposarsi! <Raffaele prontamente dona a Gesù un tovagliolino pulito> Raffaele: Sia in pace, Gesù! Gesù: Sia in pace! ......Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Quando si trova Dio, si trova Tutto! La ragione della nostra Vita è proprio questa: incontrare Dio e noi qui dentro Lo incontriamo da ventotto anni consecutivi con la Cocciuta che è la Voce di Dio! Gesù: ! Don Vincenzo: Qui Tutto è in Funzione del Padre! Gesù: Ma ancora dovete imparare a camminare da soli perchè è lo Strumento che vi sta portando sulle spalle! Tu sei il Calice Vivente e cammini, ma i figli devono imparare ancora a camminare! Non è che non Mi hanno incontrato, ma ancora è lo Strumento che vi porta sulle spalle e non vi lascia neanche un istante! Ha il compito di fermare i Flagelli, ha il compito di Bere i Sigilli, ha il compito di portare le Spose, ha il compito di portare l'Umanità Intera e ognuno di voi e ha il compito di rimanere Arca e Remare e portare i Figli nel Grembo Materno, così come Maria, l'Unica ed Eterna Chiesa, l'Unico ed Eterno Tabernacolo dove ha portato il Figlio di Dio e l'Umanità Intera! ...Vuoi rubarMi ancora il piatto? Cosa vuoi donarMi ancora? No, no, voglio un paninello piccolo piccolo... ecco...... e dov'è il pane? Raffaele: Adesso arriva, Gesù! Gesù: Eh, eccolo, eh, eccolo, ehi, si somigliano, no, basta così! Eccomi, tu lo vuoi un paninello? Ecco, è arrivato anche il tuo paninello! Don Vincenzo: Grazie, Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù scherza con la mortadella penzolante dalla bocca e si ride> Io sto parlando un bel po', adesso parla tu! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dovete mangiare anche la cucchiaia vostra di nutella! Raffaele: È andata a prenderla! ...Brava, giusto così! Gesù: Eh, , bisogna darla anche al Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! Maria Elena: E a Gesù? Gesù: Io, Eccomi...... adesso ne vuoi ancora? Don Vincenzo: Tu? Gesù: Io ce l'ho! Don Vincenzo: Allora? Gesù: Tu ne vuoi ancora? Don Vincenzo: No! Gesù: È buona? Allora Me la mangio! Raffaele: Se no non scende, Gesù! Gesù: Perché è poco? <Si ride un po'> Visto che è sceso? Ecco! Mi porta via sempre tutto! ......Ora ti ascolto! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Se ci rendessimo pienamente conto di quello che avviene qui dentro, cambierebbe tutta la nostra giornata, cambierebbe tutto il nostro modo di vivere! Gesù: Dovete solo imparare ad Amare e a Perdonare i nemici e a Fare le Cose del Padre: così fate la Giornata del Padre! Don Vincenzo: Facciamola la Giornata del Padre...! Gesù: Ho fatto un singhiozzetto...... non solo la Cocciuta lo fa ma lo Faccio anch'Io! Vi siete scandalizzati? Tutti: No! Gesù: Ma lei ne fa tanti, Io ne ho fatto uno solo! Cosa c'è? Don Vincenzo: Che la Giornata che il Padre ci regala, ci offre, è fatta da Lui, quindi è Divina, è Perfetta! Gesù: E se voi Amate e Perdonate i nemici, è Divina e Perfetta! Io ho Perdonato, ho Donato il Mio Sangue, vi ho Comprati a Prezzo di Sangue e vi ho consegnati al Padre e ho fatto quello che dovevo fare! E così anche voi dovete Amare e Perdonare i nemici e consegnarli al Padre! Eccolo, c'è un altro ditino alzato! Raffaele: Una domanda, Gesù: quando si vedono gli altri soffrire, dovremmo essere indifferenti? Gesù: "Padre Nostro-Ave Maria", non potete fare niente altro, "Padre Nostro-Ave Maria"! Ciò che fa la destra non lo deve sapere la sinistra! "Padre Nostro-Ave Maria" lo potete dire ma non ad alta voce, ma nel cuore perchè ciò che fa la destra e ciò che fa la sinistra, non lo deve sapere né l'una e né l'altra! Sono stato chiaro? Raffaele: Chiarissimo! Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Volevi sapere questo e ti ho risposto! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! A buon intenditore, poche parole! Raffaele: Ma tanti, tanti, tanti, tanti anni fa, tanti, il Luogo Scelto da Te, Gesù, qual'era? Qui......? Gesù: Non lo so, eh, eh, non ci provare! <Si ride un po'> Raffaele: Eccomi! Gesù: E allora state tutti bene? Tutti: Eccomi! <Gesù manda baci a tutti e viene ricambiato> Don Vincenzo: Giovanni...... PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e col Pane! Come state? <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano e poi Benedice col Segno della Croce> Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Tutti: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Avete imparato a rispondere? <Si ride un po'> Come sta la Mia Capanna? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come sta Maria che combina sempre guai? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Nicola? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Il Filicino è a posto? È a posto il Filicino? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh... Teré? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: La corda com'è? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Che fai Mi tagli il caffè col coltello? Ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Una Goccia... Piccolo Giovanni: Un goccio o una goccia? Don Vincenzo: Tutt'e due! Piccolo Giovanni: E allora bevili tutt'e due! Mo' hai preso il goccio e ora prendi la goccia...: eccola! Mo' Me lo bevo Io! Allora, che facciamo, Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi...: siamo pronti? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! La barca va a gonfie vele? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi..." <Giovanni imita la vocina di Teresa> La devo soffiare Io? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa Mi hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Quando Mari' si mette una cosa in testa la fa... ma poi quando esagera un poco... Mi fa arrabbiare! Tanto lei lo sa che quando faceva qualcosa di più..., la tatinavo, è vero? Maria e Nicola: Sì! Piccolo Giovanni: ...Nicò, tu che hai combinato? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Allora hai combinato un guaio... Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che hai tagliato una zucca? <Si ride un po'> Che hai combinato come guaio? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Tu cosa hai combinato? ...Ehi, state tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Vorrei crederci visto che vedo e sento...! Eccomi! Ma, sentite, Io non mangio niente? Don Vincenzo: Scegli! Piccolo Giovanni: Ehi, qua ci sono queste qua... chi le ha fatte le frittelline? Sto chiedendo alla Cocciuta di farmele, ma ancora non le ha fatte! Eh, , c'ha tanto lavoro da fare... ecco! Allora, intanto che mangio, come si chiama, Mari'? Maria: La focazzedda! Piccolo Giovanni: Mi piacevano tanto e Mi piacciono ancora, ma Mi piacevano belle calde, calde..., con lo zucchero di sopra! Non è male come gusto, no? Non Mi risponde nessuno? Belle calde calde con lo zucchero sopra..., che ne dite? Tutti: Buone! Piccolo Giovanni: Allora a buon intenditore... Don Vincenzo: La frittella... Piccolo Giovanni: La vuoi? Mangia il formaggio che è meglio...! Vuoi anche quello? Ma dopo parli un po'? Hai visto che bel regalo: i Sigilli di Maria! Non vi sono piaciuti? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Quando i Sigilli sono positivi sono Meravigliosi! Piccolo Giovanni: Ma ci sono anche quelli che fanno diventare triste il cuore dello Strumento! Oggi è rimasto gioioso, ma adesso deve andare a vedere gli altri che ho preparato... e non tutti sono come quelli che ha visto... e ne ha bevuti tanti e ne tiene tanti fermi...! Che c'è? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ma tu non dovevi venire con la divisa? Mario: Si! Piccolo Giovanni: E quando lo programmi? Mario: Prossimamente! Piccolo Giovanni: Così con quella divisa prossimamente vi dico...... non ve lo dico! Prossimamente...... Vuoi parlare un po'? Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Perché ti nascondi? ...Cucù! <Allude a Chiara> Eccomi! Don Vincenzo: Più Gesù ci dona la Verità Tutta Intera e più noi cresciamo, perché scopriamo sempre più l'Amore del Padre! E quando si mette al Primo Posto il Padre è tutta una Festa, perché siamo Figli, Figli del Padre Eterno! Questa Parola è fondamentale... siamo Figli nel Figlio e come Figli, il Padre ci fa Eredi e allora tutto acquista un'altra dimensione, tutto diventa meraviglioso, tutto diventa Divino, anche quando ci invita il Padre alla Croce, perché siamo Croce ed essendo Croce se la abbracciamo e se non la gettiamo, diventa leggera, piccola, lieve, e non è pesante! E allora bisogna scoprire sempre più questa Realtà Divina..., sapere cioè che qualunque situazione, qualunque cosa succede fosse anche la morte, è un passaggio verso la Vita Eterna, verso il Padre che ha preparato per ognuno di noi un Posto Lassù, col proprio nome! Tutto diventa gioioso, perché tutto diventa Divino ed Eterno! Piccolo Giovanni: Ehi, non scordare quello che stai dicendo, ......c'è un nuneto! <C'è un moscerino sul braccio di Giovanni> Don Vincenzo: Lo togliamo? Piccolo Giovanni: Mi sta accarezzando! Non lo uccidere, tanto quello vola! Don Vincenzo: Mamma mia come scappa! Che rapidità, com'è stato rapido sto nuneto, non pensavo che fosse così veloce! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Torniamo a noi! Piccolo Giovanni: Si è difeso, stavi per schiacciarlo ed è volato via! Don Vincenzo: Con quanta rapidità! Piccolo Giovanni: ! Torniamo a noi! Don Vincenzo: Torniamo al Creatore! Piccolo Giovanni: Torniamo al Creatore di tutte le Creature! Don Vincenzo: Che spettacolo, tra le Creature Divine ci siamo anche noi! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E il Creatore non si stanca di Creare e di crearci! Piccolo Giovanni: Ha fatto tutto da sempre! Don Vincenzo: E ora ci sta preparando una Casa Lassù! Piccolo Giovanni: No, è gia stata preparata da sempre, il Lassù...non lo so dov'è! Don Vincenzo: Dovunque sia è Padre e per i suoi Figli...... Piccolo Giovanni: ......Ha preparato tutto da sempre! Don Vincenzo: Quello che ancora fa riflettere, Gesù, è che il Padre, talmente Buono, ha preparato Te da sempre: ImmolandoTi! Piccolo Giovanni: Anche a te, Calice Vivente! Io sono Giovanni! Don Vincenzo: Ed essendo Giovanni... Piccolo Giovanni: ...Tu sei pure Giovanni! Don Vincenzo: Che accoppiata! Piccolo Giovanni: Eh, che bella accoppiata! Don Vincenzo: Sempre in funzione del Solco? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E sempre in funzione del Sole che si aprirà? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E sempre in funzione della Schiera dei Servi Inutili che combatte? Piccolo Giovanni: ! E dove ci sono i Due Giovanni c'è il Calice Vivente! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Dove ci sono i Due Giovanni c'è il Calice Vivente, eh! Sono stato in mezzo a voi e non Mi avete riconosciuto, ora ci sei tu e ancora non ti hanno riconosciuto! Raffaele: Giovanni, possiamo togliere le scarpe alla Cocciuta? Ha i piedi gonfi! Quanto dolore......! Piccolo Giovanni: ! Potete toglierle le scarpe alla Cocciuta, poi quando verrà non le trova e dice: "chi mi ha tolto le scarpe?" Eh, Eccomi! Raffaele: I Flagelli che stanno cadendo, sono quelli che facciamo noi o ci sono anche quelli di Dio? Piccolo Giovanni: No, voi siete la Famiglia e l'Umanità Sorda e Cieca sono quelli della Cupola...... e Dio farà la Domandina Finale! Raffaele: Ma Dio usa i Flagelli? Piccolo Giovanni: Non ci provare! Vedi anche i colombini ti rispondono e dicono: "non ci provare! Noi lo sappiamo ma non lo diciamo"! Raffaele: Ma è difficile preparare i Sigilli? Piccolo Giovanni: ! Preparare e farglieli vedere allo Strumento, Io che non volevo mai vederla piangere è un po' difficile e le dicevo sempre: "non voglio vedere i tuoi occhi bagnati", e quando sorrideva li vedevo bagnati di gioia, ma quando invece piangeva le dicevo: "non farmi vedere i tuoi occhi bagnati"! Adesso quando vede i Sigilli gli occhi si bagnano ma poi dopo si bagnano di gioia perchè è sicura di toccare il Cuore del Padre attraverso il chiedere al Padre di farglieli bere o di tenerli, ma è difficile anche per Me vederli e prepararli! Raffaele: Ha chiesto al Padre di fermarli? Piccolo Giovanni: I Servi Inutili devono fare la Volontà del Padre e Bussare al Suo Cuore...... e il Compito di Fermarli e di Berli c'è l'ha lo Strumento! A lei è stato Donato la gioia di rimanere in mezzo a voi e di portare le Spose al Banchetto, di farle camminare e di far vedere loro la Famiglia che non Mi ha tradito ed è rimasta e Mi ama e amando Me amate il Padre che Mi ha mandato, e chi vede il Padre, vede anche il Figlio......! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: È triste il tuo cuore? Piccolo Giovanni: È Gioioso, con Dio abbiamo già vinto e non si deve stare tristi ma Gioiosi nell'Unica Verità della Croce e nell'Unica Verità del Padre, Figli! Eccomi! ...Ora parla tu... quella cosa gira, ma Io vi aiuto sempre o Mi sbaglio? Qualcuno: No! Piccolo Giovanni: Perché sei triste e senza voce? Tommaso: Non sono triste, Ti sto ascoltando! Piccolo Giovanni: Siete stanchi? Tutti: No! Piccolo Giovanni: , così bevo un altro poco di quest'acqua! Parla, Calice Vivente! Maria vorrebbe dire tante altre cose ma è meglio che non la facciamo parlare, è vero, dottoressa Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu stai bene? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: La pancia come sta? Filomena:Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! E allora stiamo tutti bene! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu come stai? Don Vincenzo: Bene! Piccolo Giovanni: E allora parla un po'! Don Vincenzo: Mo che arriva la Cocciuta e vede i piedi gonfi... Piccolo Giovanni: E vede i suoi piedini e dice: "mamma mia come sono gonfi"! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: È l'effetto dei chiodi? Piccolo Giovanni: No, non sono i chiodi, ma è il Camminare nel Prendere le Spose e nel Bere i Sigilli e i Flagelli! I Chiodi lei li Ama e se li tiene stretti stretti anche quando cammina per andare a prendere le Spose nel Bere e nel Fermare! Don Vincenzo: Sono tante tante le Spose che riesce a prendere? Piccolo Giovanni: ! Tante tante! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Sono più le Spose che prende o quelle che rifiutano la mano? Piccolo Giovanni: Tante tante prendono la mano ma tante tante non vogliono, ma la Cocciuta non si ferma! Don Vincenzo: Nei chiodi c'è l'Immagine di Gesù! E c'è pure questa seconda pesca, diciamo, fruttuosa? Piccolo Giovanni: Non una seconda...... perchè non ne lascia una! ..................È il Miscuglietto... salute! Don Vincenzo: A Te! Piccolo Giovanni: Vediamo cos'hanno fatto...: Buono! Ah! Proprio buono, eh, ... state diventando bravi! Ci dobbiamo mettere anche un goccino di questo? E anche tu..., vediamo, è venuto con quest'altro...! Don Vincenzo: Che ci hai messo, Giovanni? Piccolo Giovanni: Io ho visto una bottiglia con qualcosa di rosso..., chiedi cosa c'è? Don Vincenzo: Stanno in movimento...! Piccolo Giovanni: , e allora tu parla! E buono? Ecco, è proprio Buono, , preparato così com'è stato messo nel cuore! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: Ah! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Allora? Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Che sta facendo adesso la Cocciuta? Piccolo Giovanni: La Cocciuta in questo istante sta bevendo un Flagello Grande, e dopo che ha finito di berlo, ha altre Spose da portare! Questa è la Giornata dello Strumento dall'alba al tramonto: lavorare nella Vigna in continuazione nel pregare e nel portare i figli a Casa, e nel bere e nel fermare i Flagelli...! Don Vincenzo: ...Ma ha uno spazio per dormire la Cocciuta o rinuncia pure al sonno? Piccolo Giovanni: Molte volte rinuncia! Anche se la vedete dormire, lei va a lavorare, e al posto suo, o rimango Io o rimane Gesù o lascia qualche Servo Inutile... o lascia Maria! E voi, quando le date qualche risposta cattiva, non sapete a chi la donate, o quando la fate arrabbiare non sapete a chi fate arrabbiare, e questo è un errore molto grande, e lei, quando torna, si inchioda per Amore per Consolare chi viene offeso! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Voi del Cielo conoscete tutto quello che avviene, oppure... Piccolo Giovanni: ...Nulla è nascosto, ed il Cielo è in mezzo a voi come tutti i Servi Inutili, come pure tutti i vostri Cari!(*) ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Vuoi un frù-frù, Giovanni? Piccolo Giovanni: Si, ne voglio due... o meglio, tre, che è il Numero Giusto! ...Ecco! Questo è in Mio Numero Giusto: TRE!(*) <Fuori, nei dintorni di Timparelle, si sente un lontano abbaiare> Don Vincenzo: Che c'è?(*) ...Stanno presentendo i cani? Piccolo Giovanni: No, stanno sentendo che faccio rumore quando mangio i frù-frù! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Avete visto lo Strumento che ha alzato la mano? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Come no? Ha alzato la mano, invece! Don Vincenzo: Ha chiesto aiuto... di solito una persona che alza la mano chiede aiuto! Piccolo Giovanni: No, non ha chiesto aiuto......... ma ha fatto il Segno di fermare............! Raffaele: Ti posso fare una domanda? Piccolo Giovanni: Uh! Raffaele: Ma a parte i frù-frù... siete uguali voi Due Giovanni? Piccolo Giovanni: Io e i frù-frù, si! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Raffaele: Ma in tutto? Piccolo Giovanni: Io fumavo, mentre lui no! Io avevo il diabete mentre lui no... e gliel'ho lasciato alla Cocciuta! Don Vincenzo: Il diabete? Piccolo Giovanni: Si, ed anche il Filicino Aperto! Raffaele: ...E il Cuore...? Piccolo Giovanni: ...Siamo uguali in tutto! ...Che cos'è il Filicino Aperto? È un Cuore! Don Vincenzo: È il Tuo Cuore? Piccolo Giovanni: Il suo l'ha donato al Padre ed il Mio l'ho lasciato a lei! ...Cosa vuoi sapere ancora, viceparroco? Raffaele: E i Cuori sono uguali? Piccolo Giovanni: Si! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ah... sbattevo le labbra così, Mari'? <Cioè sbattere le labbra dopo aver sorseggiato qualcosa di gustoso> Maria: Si! Piccolo Giovanni: E meno male! ...Ora vi lascio ancora il Mio Filicino... ma lascio la Cocciuta alla Destra del Padre...! ............State tutti bene? Tutti: Eccomi!(*) <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Sei Carlo? Gesù: No, figlio, sono Gesù! Giovanni è andato a preparare gli altri Sigilli, così la Cocciuta verrà a poggiarsi sul Mio Cuore e dire "me li fai bere o me li fai tenere?", e voi non potete immaginare in che modo lo chiede! E non potete vedere la Luce che emana il suo volto quando si poggia sul Cuore del Padre o sul Cuore di Maria! Molti di voi dicono di vederla cambiata o illuminata, ma non potete vedere la Luce del volto quando si poggia e quando ottiene di bere o di tenere i Flagelli o i Sigilli, così come non vedete ancora il Volto di Dio in mezzo a voi! Ma non fermatevi, perché siete nella Schiera Combattente e il Figlio deve scendere ed unirsi, e quando avrà sceso l'ultimo gradino, il Sole si aprirà, ma nei Tempi del Padre, non nei tempi vostri, Figli Miei! ...Ora vi lascio ancora il Mio Cuore Spalancato... Voi pregate ancora nel dire "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro"! Don Vincenzo: Gesù, posso farTi una domanda? Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ma i Tempi del Padre... Gesù: ...Sono i Tempi del Padre! Don Vincenzo: Ma ci sono già? Gesù: Si, il Tempo è nel Tempo! Ma il Tempo del Padre è quando si aprirà il Sole! I Tempi del Padre sono in mezzo a voi così come tutti Noi siamo in mezzo a voi! Una Schiera sola è rimasta a combattere... e gli altri non sono fermi... non combattono ma non sono fermi! ...Ora vi lascio il Mio Cuore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Tu saluta i tuoi Figli e la tua Famiglia con l'Albero Verde...! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni...!(*) ...Quello l'hai preparato adesso?(*) ...Ma lo vedi brutto?(*) ...Non lo possiamo cancellare subito?(*) ...So che prima devi finirli di preparare tutti!(*) ...Giovanni, ho preso tutti i cuori... e al posto dei cuori, per un istante, ho messo un Pezzettino di Filo, quello di Teresa... o meglio, di Teresina!(*) ...È la mia ma è di tutti quanti! Non ti sei arrabbiato?(*) ...Li ho messi tutti sulle mie spalle, ho tolto loro un po' il cuore ed ho messo il Filicino per consolare Gesù!(*) ...Anche quello di Giuseppe... aiutalo, prendi le sue mani!(*) ...Posso lasciarlo ogni tanto un pezzettino nei cuori dei figli?(*) ...No, non lo faccio per farlo finire, Teresina lo fa ricrescere! Lo lascio per farli crescere un po'!(*) ...Tu tienici per mano e non lasciare la Tua Piccola Capanna... hanno solo Te, ma hanno la Famiglia del Padre!(*) ...Ora vai e porta anche i Pargoli perché hanno finito di impastare!(*) ...Ci vediamo dopo!(*) ...Lo so che state preparando la Festa per uno dei miei Pargoli che ha costruito la Capanna!(*) ...No, questi sono di gioia, non di dolore! ...Ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Eccomi! Eccoci, Papà, nel Fare le Tue Cose e nel Dividere i Pani che Tu ci doni attimo dopo attimo!(*) ...Papà, posso andare ad aprire i cuori dei figli che ancora camminano col veleno?(*) Il Padre: No!(*) Giulia: Se mi poggio sul Tuo Cuore... Il Padre: ...Ubbidisci alla Mia Parola! Giulia: Eccomi, Papà!(*) ...Ma quando vuoi Tu Te lo chiedo ancora!(*) ...Pensaci un po'!(*) ...Aspetto, tanto ci vediamo dopo!(*) ...Rimanete ancora al Banchetto insieme alle Spose e insieme a noi?(*) ...Quando vuoi me lo dici! ...Ora salutiamo i Servi Inutili, tutti i Pargoli e i Cari! <Il Padre dà l'assenso e tutti salutano il Cielo e i propri Cari> ...Eccoci, Pargoli!(*) ...Eccoci, Servi Inutili!(*) ...Eccoci, Cari!(*) ...Eccoci, Papà, Gesù e Mamma!(*) ......Ciao, Mammina mia!(*) ...Eccomi!(*) ...Lo so che stai preparando la Festa per il Matrimonio di Dio!(*) ...Verrò anch'io dopo che ho finito di bere i Flagelli e i Sigilli e di portare le Spose!(*) <Giulia schiocca un bacio> ...Ciao, Mamma!

 

 

 

5. Giov. 24/10/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): Eccomi! I Flagelli...! Un Altro Fiume di Acqua!(*) Un Altro Fiume di Fuoco!(*) Un Altro Fiume di Missili!(*) Le Forze Mie Sono Piccole..., posso andare ad Inzupparmi e a Bermi?

*******************

(Gesù): ...............Sei pronta nel vedere i Sigilli? (Giulia): Eccomi!(*) No, non chino il capo..., io sono pronta nel Guardarli e nel Berli, Gesù, ma i figli no... puoi farmeli tenere o Berli senza dirlo ai figli in questo giorno?(*) Gesù, fammeli bere! Prenditi il Soffio che mi hai donato, ma non farmeli dire! (Gesù): Dì solo che "una Grande Pietra" è uscita dalla Cupola!

*******************

(Gesù): ............Eh, eh! Cosa ne pensi di quello che la Cocciuta non vi ha voluto dire? Ha pregato così tanto da nascondervi i Sigilli! Vi ha detto solo una cosa, che ne pensi? (Don Vincenzo): Quella Grande Pietra uscita dalla Cupola? (Gesù): Eh, sì, ma l'altro non ve l'ha voluto far sentire...! Ha detto se glielo facciamo Bere...... o, per il momento, se glielo facciamo tenere!

*******************

(Don Vincenzo): ......Ah, quindi quell'altro Sigillo ce l'ha nascosto! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Figurarsi come era grande! (Gesù): Non lo so, se lei Mi ha chiesto di non dirlo, Io non lo dico, ma lei l'ha visto.........!

*******************

(Piccolo Giovanni): ...Vado a preparare il lavoro della Vigna, vado a preparare l'alba che nasce e vado a preparare i Sigilli! (Don Vincenzo): Ma mo' li fai vedere alla Cocciuta? (Piccolo Giovanni): No, te l'ho detto che oggi il Padre le ha donato solo il compito di entrare nei cuori di ognuno di voi! ...Dopo vediamo come sta il suo Filicino! (Don Vincenzo): ...E quel Sigillo della Pietra Grande? (Piccolo Giovanni): E quello poi lo leggi! ...Eh, quello che ti è stato donato, ti è stato donato! Quello che non ti è stato donato è rimasto nascosto nel cuore dello Strumento chiedendo al Padre se lo può bere o tenere, e le è stato detto che lo può tenere, ma lei andrà a poggiarsi e a chiedere di berlo!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> Nell'Amicizia Piena e nell'Amore Pieno e Vivo e Reale di Mio Padre, tutto il Cielo, tutti i Servi Inutili, tutti i Pargoli e tutti i vostri Cari si sono seduti al Banchetto nell'accogliere le Spose, nell'accogliere ognuno di voi, nell'accogliere il Banchetto che il Padre ha Donato ad ognuno di voi per offrirLo al Suo Cuore! E impastando il Pane Lievitato dal Suo Amore lo Dona all'umanità intera e ad ognuno di voi! Figli Miei, il Pane di questo giorno è il Pane Pieno del Padre, "è l'Inizio e la Fine" dell'Amore di Dio che Scende sull'umanità e su di ognuno di voi! Rimanete nell'Arca e Remate, ma Amate e Perdonate i Vostri nemici così come Io Perdono attimo dopo attimo ognuno di voi e l'umanità intera, Figli Miei, Fratelli e Amici del Banchetto del Padre! Dio ha perso i Suoi Figli... nessuno cerca il Padre! Dio vi Ha Donato la Cocciuta, e lo Strumento Ha Accolto i figli: lei è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi nel Compiere l'Eccomi del Padre! Figli, ancora non comprendete, come non comprende l'umanità intera la Voce di Dio...... il Pane Spezzato...... l'Amore...... e il Sangue che scende in Abbondanza su di voi...... e sull'umanità intera! Io Vengo, Io Sono e voi Siete, non dimenticatelo, Figli Miei, e nel Mare del Padre "pesco" ognuno di voi: non lasciate la Rete e non lasciate l'Arca e siate vigilanti perchè il veleno cammina...! Lasciatelo passare e fermatevi ed inchinatevi alla Croce: il Tempo del Padre è Pieno...! Non girate di qua e di là, avete l'Albero Piantato e nessuno lo potrà sradicare, ma Amatevi gli uni gli altri così come Io vi ho Amati e vi Amo nel Donarvi tutto, figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, perdonami se ho poche forze in questo giorno, ma il Mio Eccomi Te lo dono ancora per l'Eternità! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato: la famiglia, i figli che si sono affidati in questo giorno, coloro che non hanno avuto la forza di farlo, quelli che si sono nascosti dietro l'Albero, ma Tu li hai visti ugualmente......! Ma metto ancora nel tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti! Metto il mio niente, il Filicino che ho donato al Padre, se pende prendilo e fallo cucire, ma "Eccomi ancora per l'Eternità"! Gesù, non so dirTi altro in questo giorno! Ho preso i cuori e Te li consegno! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia:Eccomi! I Flagelli...! Un Altro Fiume di Acqua!(*) Un Altro Fiume di Fuoco!(*) Un Altro Fiume di Missili!(*) Le Forze Mie Sono Piccole..., posso andare ad Inzupparmi e a Bermi? Gesù, tanto ci Sei Tu, e appoggiandomi alla Croce posso Inzupparmi e Bermi! Gesù: Fallo! Giulia: E tutto quello si fermerà, visto che ho poche forze? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Gesù, in questo giorno non Ti ho donato niente, perdonami per questo! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA......! Giulia: Eccomi!(*) L'Arca è cresciuta! Gesù, posso lasciarLa nelle Mani del Calice Vivente e anche i Remi? I figli li porto ancora sulle spalle e visto che Lui deve chiudere il Solco... Gesù: Porta ancora i tuoi figli nell'Arca e tieni i Remi! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi ancora fino all'ultimo respiro, per l'Eternità! Cosa fai, Gesù?(*) Dove stai andando?(*) No, non prenderli Tu i Flagelli! E non prendere neanche i Sigilli!(*) Non farli cadere, c'è ancora in me un po' di forza!(*) Giovanni, diglielo Tu di non portarli via!(*) Gesù: I Flagelli sono caduti! Giulia: E allora vado ad Inzupparmi e vado a Bermi, così li porto su..., ci sono troppi Pargoli! C'è ancora tanta guerra, Gesù! Donami un po' del Tuo Soffio!(*) <Giulia inspira profondamente il Soffio che le viene donato> Eccomi, Gesù! Gesù: Sei pronta nel vedere i Sigilli? Giulia: Eccomi!(*) No, non chino il capo..., io sono pronta nel Guardarli e nel Berli, Gesù, ma i figli no... puoi farmeli tenere o Berli senza dirlo ai figli in questo giorno?(*) Gesù, fammeli bere! Prenditi il Soffio che mi hai donato, ma non farmeli dire! Gesù: Dì solo che "una Grande Pietra" è uscita dalla Cupola! Giulia: Posso berla senza dirlo ai figli? Gesù: No, Anima Mia, tienili uniti agli altri! Giulia: E visto che sono alla Destra del Padre, non posso Berli tutti quanti? Gesù: Rimani all'Ubbidienza! Giulia: Eccomi fino all'ultimo respiro! Eccomi ancora, Gesù, le Schiere sono tutte ferme! Gesù: Ma la tua cammina! E il Figlio ha sceso altri 20 gradini e 20 se ne sono aperti! Giulia: Gesù, vedi se trovi altro spazio...... e come Straccio Stracciato e come Nocciolo Scorticato usami come vuoi! Dona il Soffio alla Famiglia che mi hai donato e indica loro la Via su cui devono camminare! Gesù: Sei alla Destra del Padre e sei nell'Arca con la Famiglia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ora tutto quello che Vedi aggiungilo al Rotolo Vivo! Giulia: Eccomi, Gesù!(**) Eccomi Crocifissa così come mi hai mandato da sempre, Gesù! Gesù: Eccomi con la Schiera! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con i Pargoli! Eccomi con i vostri Cari! Eccomi con i Due Giovanni... e con Carlo, Pio e Domenico! Eccomi nel Portarvi l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Ed ecco il Banchetto Vivo del Padre preparato per le Spose! Giulia: Eccoci, Gesù, ma non ne siamo degni! Sei Tu che lo vuoi e il nostro Eccomi Tu accoglilo, perché ancora non c'è......! Gesù: Rimani Cocciuta così come il Padre ti ha mandata, Anima Mia! Giulia: Se lo dici Tu: Eccomi, perché la Tua Parola è Verità e Vita, Gesù!(*) Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: La Cocciuta non tanto! Gesù: Lei non tanto...... Don Vincenzo: Tienila ancora in mezzo a noi! Gesù: E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Non ce la togliere, Gesù......! Gesù: È alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi...... ma è il Padre che decide questo......! Don Vincenzo: Papà, non togliercela la Cocciuta......! Gesù: Eh, eh! Cosa ne pensi di quello che la Cocciuta non vi ha voluto dire? Ha pregato così tanto da nascondervi i Sigilli! Vi ha detto solo una cosa, che ne pensi? Don Vincenzo: Quella Grande Pietra uscita dalla Cupola? Gesù: Eh, , ma l'altro non ve l'ha voluto far sentire...! Ha detto se glielo facciamo Bere...... o, per il momento, se glielo facciamo tenere! Don Vincenzo: Ha detto: "posso Berlo senza dirlo ai figli?" Gesù: Eh, , se l'è tenuto tutto lei senza farvi sentire nulla e vi ha detto solo di questa Grande Pietra! Don Vincenzo: Ah, quindi quell'altro Sigillo ce l'ha nascosto! Gesù: ! Don Vincenzo: Figurarsi come era grande! Gesù: Non lo so, se lei Mi ha chiesto di non dirlo, Io non lo dico, ma lei l'ha visto.........! ......E voi state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi, Eccomi, Eccomi, Eccomi! Il Cuoricino della Cocciuta, il "Filicino", come fa dottore'? Batte...? Teresa: Eccomi! Gesù: Come fa: "Eccomi"? Fa: "Eccomi sono pronta, Eccomi sono pronta!" E voi cosa fate? Don Vincenzo: Quello che piace al Padre! Gesù: Quello che piace al Padre! Anche lo Strumento fa quello che piace al Padre! Don Vincenzo: Notte e giorno! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Senza fermarsi un attimo! Gesù: Senza fermarsi un attimo, eh! La botta che ha preso è stata un po' pesantuccia...... e il Cuoricino si è un po' frantumato! Don Vincenzo: Il fatto è che la fanno arrabbiare sia quando parla al telefono, sia quando parla a voce... c'è sempre qualcuno che la fa innervosire... eeeh! Gesù: Lei porta tutto nel Cuore del Padre! Teresina le ha dato un Rotolo, ma lei il Rotolo L'ha consumato nel metterLo nei cuori di ognuno di voi e nel legare l'Umanità Intera! Eh, parlate un poco... parla un poco tu...... dopo ci Doniamo, ma prima parla! Don Vincenzo: Sì, Gesù! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Ce la siamo vista brutta oggi quando la Cocciuta è stata male......! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Il Padre se la poteva pure riprendere? Gesù: Chiedilo alla dottoressa e vedi cosa ti risponde! Don Vincenzo: Com'è andata, dottoressa Teresa? Teresa: Per quello che mi ha raccontato la Cocciuta, ci sono stati momenti di grande gravità, sì! Don Vincenzo: E come facciamo senza la Cocciuta, Gesù? Gesù: Non ho sentito! Don Vincenzo: Eh, non l'hai voluto sentire...... Tu Senti Tutto! Gesù: Eh, non ho sentito, Mi sono nascosto dietro l'Albero! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Facciamo il Banchetto? Gesù: Facciamo il Banchetto? Poi dopo parli? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E Io Parlo pure! Allora, Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! In questo giorno viene anche Lei nei cuori di ognuno di voi come Vengo Io! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù ne Beve un po' e poi dona il Suo Bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane che divide a metà con Don Vincenzo e ne dona una parte a Don Vincenzo...... e poi entrambi Mangiano e Bevono> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Lo Strumento non la faccio andare a Lavorare, la faccio venire nei vostri cuori così come Vengo Io! <Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe risponde: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in raccoglimento.> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Tu ti sei Donato? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Anch'Io Mi Sono Donato ed anche lo Strumento si è Donato: è rimasta Crocifissa per Amore ma si è Donata! Il Banchetto del Padre è Pieno, eh? Don Vincenzo: Quanto Bene di Dio! Gesù: Il Banchetto del Padre è Pieno ed è Abbondante per ognuno di voi, tu ci vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Eh, eh, ehi, eh, ti basta questo? Eh, tieni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi e... Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eh! Io prendo parte al Banchetto del Padre e dò l'erbetta allo Strumento nel fargli prendere parte alla Gioia......! Non ha detto ai figli ciò che vedeva ma se lo tiene...... e bussa ancora nel chiedere se lo può Bere! .........Ehi, prima Me lo danno il piattino e poi Me lo portano via! ......Voi state tutti bene? <Raffaele e Giuseppe, come usano fare sempre, tagliano le Pietanze che sono nel piatto dove mangia Gesù e nel piatto di Don Vincenzo> Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Anch'Io sono Gioioso di stare con ognuno di voi se Mi accogliete ancora! Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Com'è tiepido! Eppure il Mio è caldo! Il vostro è tiepido! Don Vincenzo: Lo dobbiamo fare più forte, Gesù...... facciamolo! Tutti: Eccomi! Gesù: Non è che si deve fare più forte, ma deve essere caldo nel cuore...... alzare la voce non significa che l'Eccomi è caldo......! Don Vincenzo: Allora lo facciamo diventare caldo, Gesù...... uno, due e tre.........! Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Non lo vedo ancora il caldo! Lo riscalderà lo Strumento col suo Amore e col suo: "Eccomi per l'Eternità"! ......State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Ehi, i Pargoli stanno Impastando, ma dov'è la mamma? BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: Nonna, nonna pallina, nonna bambolina, eh, vogliamo un "Eccomi" da mamma e papà e poi noi gli portiamo un altro "Eccomi", eh! <Accarezzano la guancia di Don Vincenzo, mandano baci a tutti e vengono ricambiati> Bacini, bacini, bacini, bacini a tutti quanti e anche a mamma e papà! ...Ciao! Tutti: Ciao! Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao, ciao! Gesù: Vanno ad Impastare, c'è un Pane che si deve preparare e il Pane che si deve preparare è il Pane che lo Strumento sta chiedendo al Padre per il Giorno del Mio Compleanno...... lo sta chiedendo! Ancora non vi ho invitati, aspetto ancora un po'! Ma il Pane, tutti i Servi Inutili: Vittorio, Natanaele, Rossella, le Bimbe e i Pargoli, Lo stanno preparando, anche i Due Giovanni e Carlo, Pio e Domenico! È il Pane del Grande Banchetto di Dio! È rimasta una Schiera Sola, quella dello Strumento e il Pane è il Pane che lo Strumento darà all'Umanità Intera e ad ognuno di voi nel suo "Eccomi" Pieno: la Promessa che ha Donato al Padre, così come gliel'ho Donata Io nel Compiere la Sua Volontà! Ma i Flagelli li state vedendo e i Rumori del mondo li state vedendo anche e anche il veleno...... e cresceranno ancora! E vi saranno ancora Fuochi di Guerra e ci saranno ancora divisioni di popoli e ci saranno ancora mamme che piangeranno, piangeranno ma non guarderanno ancora il Volto di Dio! Pianti e lamenti ci saranno, ma non guarderanno ancora né la Croce e neanche il Volto del Padre! ...Parla tu un po'! Lo Strumento si sta Donando ancora! ...Perché Mi guardi così? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Mi guardi ma non parli! Don Vincenzo: Ci stavi dicendo tante cose belle! Gesù: Anche tu, Calice Vivente, Mi dici tante cose belle! .....................Vai Raffaele, sei tu il delegato...... fai quello che ti ho messo nel cuore...... e non ti preoccupare! <Raffaele si è organizzato per donare i bicchieri con l'avanzo a Luigi e Giuseppe, poi taglia il pane-pesce e dona la testa e la coda a: Antonia, Luisa, Antonietta, Anna, Lucia e altri pezzi ad alcuni dei presenti> È Bello ed è Abbondante il Banchetto che il Padre vi ha Donato! ............Dimmi...... Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tu Sei la Via, la Verità e la Vita...! Sei la Via...... Gesù: E tu, Calice Vivente, devi finire il Solco! Don Vincenzo: Sei la Verità Tutta Intera e da ventotto anni ce La stai Donando, giorno per giorno...... e Sei la Vita, la Vita Eterna! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, solo con Te ha senso la Vita perché Solo Tu, Gesù, dai senso a tutte le cose, ma noi tante volte ci dimentichiamo di questo e passiamo le giornate andando solo dietro alle cose del mondo, quando invece dovremmo piacere solo al Padre che con il Soffio Abita dentro ognuno di noi! Gesù: Come può un figlio dimenticare la Maternità? Potete dimenticare la Maternità? Potete dimenticare di esistere, di essere a Immagine e Somiglianza di Dio? Don Vincenzo: No! Gesù: E come si può dimenticare il giorno che vi è stato preparato dal Padre? Potete dimenticare di essere Croce? Soltanto essendo Croce siete Figli di Dio! I falsi profeti avanzano e vengono a togliere le Croci e togliendo le Croci tolgono la Figliolanza e tolgono anche la Maternità! Vigilate... e non fatevi portare via la Maternità e la Figliolanza e l'essere Croce! IL PADRE È FATTO A IMMAGINE E SOMIGLIANZA DELLA CROCE, COSÌ COME HA FATTO ME, COME HA FATTO OGNUNO DI VOI, MA I FALSI PROFETI L'HANNO CANCELLATA, E IO VENGO A PORTARVELA TUTTA INTERA! ......Ehi, chi Me l'ha portato questo? <Una maxi caramella a forma di cuore e confetti> Maria: Io, Eccomi! Gesù: E questi chi Me li ha portati? Maria: Eccomi, sempre io! Gesù: Sono belli, sono rossi come il Sangue che vi ho Donato e ve Lo Dono ancora per Amore! Don Vincenzo: Gesù, riguardo alla Maternità... Gesù: ......Eh! Don Vincenzo: Com'è? Gesù: È la Maternità del Padre e non dovete dimenticarLa! Don Vincenzo: Perché? Gesù: Perché Dio è Mamma ed è Papà e anche voi lo siete! Don Vincenzo: Ognuno è Mamma e Padre! Gesù: Eccomi, ognuno è Mamma e Padre! Don Vincenzo: E ognuno è Croce! Gesù: , fatto a Immagine e Somiglianza di Dio-Croce da sempre! ......Mi dai uno di questo, e sì, e poi voglio uno di quello, eh, eh, il miele lo mangio sempre Io, , uno, tu ne vuoi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: C'è per caso un topolino? <Si ride un po'> ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Avete mangiato? Tutti: Eccomi! Gesù: È Buono il Banchetto del Padre? Tutti: Eccomi! Gesù: E se il Banchetto del Padre è Buono e voi Lo mangiate, perché non perdonate i nemici? Perché non amate coloro che trafiggono i vostri cuori? Parlo a voi e parlo al mondo intero! Il Banchetto non viene Donato solo a voi ma viene Donato all'Umanità Intera! Vedi, lo Strumento per prima Mi ha detto: "Ti consegno la Famiglia, la metto nel tuo cuore!" E, consegnando la Famiglia, consegna per prima i nemici e coloro che trafiggono il Mio e il suo cuore e quello di Mia Madre! Li state guardando i Tempi? Avete contato i Gradini? Avete sentito l'Odore del Padre? Fa scendere il Pane, quello della Verità Tutta Intera! E sentite i Rumori di Guerra? Li sentite i Flagelli? Ricordate ancora nel dire: "Ave Maria, Padre Nostro"? Un Papà viene a dire ai Propri Figli: "guardatevi intorno, vedete i Tempi, avete un'Arca, avete i Remi, avete uno Strumento, è alla Destra del Padre, è in mezzo a voi ma è alla Destra del Padre, non dimenticatelo, e non dimenticate la Viuzza Stretta e l'Arca e i Remi......!" Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Il veleno avanza! Gesù: , e anche i falsi profeti! Don Vincenzo: I falsi profeti avanzano! Gesù: Ma voi siete l'Albero Vivo e avete la Destra del Padre! Don Vincenzo: Ah, certo! Gesù: Dio ha vinto già la Battaglia ma voi vi affannate per le cose del mondo dicendo: "abbiamo perso tutto... non ci rimane più niente... Dio ci ha abbandonati...... !" Eppure Lo sentite parlare, eppure sono in mezzo a voi Vivo e Reale e parlo attimo dopo attimo attraverso lo Strumento, ma voi Lo ridete in faccia e non Lo ascoltate! , tutto questo l'hanno fatto a Me e l'Umanità Intera lo fa ancora, eeeh! Don Vincenzo: Il guaio è che quando alla Cocciuta la fanno arrabbiare, essendo lei tanto sensibile, finisce per sentirsi male e questo avviene quasi ogni giorno......! Gesù: La Cocciuta vi Ama così tanto da togliere tutto il "Filicino" e donarLo per Amore così come L'ho tolto Io! Per Amore vi ho Donato il Mio Sangue e vi ho Comprati a Prezzo di Sangue...... e anche lei vi Compra a Prezzo di Sangue...... e fa le Cose del Padre......... e porta sulle spalle coloro che hanno tradito e tradiscono ancora......, e porta sulle spalle l'Umanità Intera...... e Ama col Mio Amore......! Cosa c'è? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu sei sveglio? Giuseppe: Così e così! Gesù: Ha detto: "così"! Tu che pensi: è sveglio o sta dormendo? Don Vincenzo: Né l'uno e né l'altro! Gesù: E allora cosa fa? Don Vincenzo: Dormiveglia! <Si ride un po'> Gesù: Dormiveglia! Ehi, carabiniè? Giuseppe: Eccomi! Gesù: Fallo stare sveglio! Giuseppe: Eccomi! Gesù: Eh, eh, come sta la pancia? Filomena: Eccomi! Gesù: Eccomi! Filomena: Eccomi bene! Gesù: Eccomi! Voi che dite, nella pancia c'è una Miriam o c'è un Emanuele? Io non lo so, eh, eh! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Lo sai, lo sai! Gesù: Ho Sete! Parla ancora, tu che vuoi dire? Don Vincenzo: Miriam o Emanuele? Com'è? Gesù: Io non ho detto niente! Don Vincenzo: Ce lo puoi anticipare? <Si ride un po'> Gesù: No, Io l'ho chiesto a voi, non so nulla! Ehi, chi Me la dà una di quelle? Ho Fame! Don Vincenzo: Tu hai Fame di tutta l'Umanità! Gesù: , ho Fame e Sete! Ma parla, raccontaMi qualche altra cosa! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Dopo viene Giovanni, ora sta preparando gli altri Sigilli e qualcuno lo sta Bevendo anche Lui! Don Vincenzo: E glieli fa vedere pure alla Cocciuta? Gesù: No, non l'abbiamo fatta uscire......, lei si Dona nei vostri cuori! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Il "Filicino" non è solo Aperto, si ferma e così, quando si ferma, viene a visitare i vostri cuori! Cosa ti ha detto: "se me ne vado, vengo a salutarvi!" Non sto dicendo questo per farvi spaventare ma lo Strumento è Mandato dal Padre e il Padre la usa a Suo piacimento, non al vostro! Ehi, ma state tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Parla tu un po'! Don Vincenzo: Eh, stavamo tutti ascoltando quando abbiamo visto lo Strumento ondeggiare e accasciarsi......! Gesù: Eh, , ha ondeggiato! Don Vincenzo: Barcollava e questo ci ha fatti intimorire! Gesù: ......Buona questa panna! <La panna cotta fatta da Maria e Sara> Eh, ho sporcato il vestito dello Strumento! Don Vincenzo: Non hai sporcato niente! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tu pulisci e non sporchi......! Giovanni......... PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e col Pane! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce ed infine saluta tutti schioccando qualche bacio> State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Anch'Io sto Bene..., sto come quando sono andato a Casa...! Come sta la Mia Capanna? Nicola, Maria e Teresa: Eccomi? Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola, Maria e Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Ehi... il caffeuccio...! Aspettate prima..., ne vuoi un goccino? Don Vincenzo: Un goccino! Piccolo Giovanni: Uno solo? Don Vincenzo: Uno solo! Piccolo Giovanni: Facciamo due? Don Vincenzo: Due! Piccolo Giovanni: Facciamo tre? Don Vincenzo: Due e mezzo! Piccolo Giovanni: No, Tre è il Numero Giusto: uno... due... e tre! Ecco, questo è il Numero Giusto! È il Numero che a Me piace tanto! ...Ehi, dottoré...! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma tu perché tremi quando visiti? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Come stai? Che devo fare? Stiamo tranquilli? Teresa: Insomma... Piccolo Giovanni: Insomma...? Che risposta è questa? Teresa: È la verità! Piccolo Giovanni: Cosa ha detto? Don Vincenzo: Tu lo sai! Piccolo Giovanni: Io lo so... non ha detto: Io lo so... Don Vincenzo: È come se l'avesse detto... Piccolo Giovanni: Se lo dici tu... che sei il Calice Vivente...! Mari! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma è possibile che Mi vai a combinare..., a scavare tutte le tombicelle? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mi risponde anche "Eccomi"! Cosa devo fare, Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Anche tu Mi rispondi "Eccomi"? Ma Me lo dici cosa devo fare con Maria? Nicola: Quello che fai sempre... Piccolo Giovanni: Quello che faccio sempre...! Nicò! Nicola:Eccomi! Piccolo Giovanni: L'orto va bene? Nicola: Eccomi! Va bene! Piccolo Giovanni: "Eccomi, va bene!" State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Tu stai bene? Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perfettamente bene? Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora, aiuta anche Teresa! Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: C'ha un po' di tosse... Ciccio: ...Posso bere un po' d'acqua? Piccolo Giovanni: Sì che puoi bere l'acqua, figlio: vai, prendi tutta l'Acqua Zampillante che trovi! Parla tu un po'..., Io devo stare vicino allo Strumento, non è uscito: Entra ed esce dai vostri cuori, il Padre in questo giorno le fa fare solo questo! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Ma a Me non Mi date nulla da mangiare? Mo', quando viene il viceparroco......! Tu parla... parla... chiedimi quello che stavi per chiedermi... Don Vincenzo: Ti volevo chiedere proprio questo... Piccolo Giovanni: Eh, ... cosa Mi volevi chiedere? Don Vincenzo: Questo fatto della divisione: "sono venuto a portare la divisione...: due contro tre; tre contro due dentro la stessa famiglia..." Piccolo Giovanni: Ma se ricordo bene Mio Padre ha mandato Gesù a prendere tutti i figli e non a dividerli o Mi sbaglio, Giuda buono? Giuda Taddeo: Certo! Don Vincenzo: Sicuramente è così! E mi sembrava strana questa frase... Piccolo Giovanni: E allora doveva venire a dividere? Gesù è venuto per unire e chiamare tutti i figli, come poteva venire a dividere il padre contro il figlio e la madre contro la figlia? Allora il Sangue che ha versato quando ci ha chiamati Figli e ha donato la Figliolanza del Padre che significato ha se poi ha detto che è venuto a dividere? Chi Me lo sa dire? Un Dio che divide non è un Dio che chiama figli l'umanità intera e non è un Dio che fa ad Immagine e Somiglianza se poi viene per dividere! CHI DIVIDE SONO I FARISEI DI IERI E DI OGGI, ESSI NON ENTRANO E NON FANNO ENTRARE, E LÌ C'È LA DIVISIONE! Ma Gesù non è venuto per dividere e il Fuoco che Lui aspettava era il Fuoco dell'Amore e della Croce nel far diventare ognuno ad Immagine e Somiglianza e nel donare l'Eredità! Vedi, Io non dico i nomi e voi anche se li scrivete......C'è una creatura nel grembo della mamma...; il Padre ha donato l'Eredità al papà e alla mamma e, nel donare l'Eredità al papà e alla mamma, gli ha Donato la Figliolanza facendolo diventare Albero Vivo nel far crescere il Frutto di Dio! E quando cresce il Frutto di Dio appartiene al papà e alla mamma, ma il papà e la mamma è il Padre che ha fatto scendere il Frutto e lo fa crescere nel Suo Amore! E allora vedete che Gesù non è venuto a dividere ma a unire: "Crescete e moltiplicatevi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria!" Questo non è divisione, questo è crescere nell'Abbondanza e nell'Amore del Padre! Gli uomini si dividono per le cose del mondo, ma Gesù non è venuto a dividere, è venuto a Donare tutto il Suo Amore! Don Vincenzo: È venuto a fare Comunione, non divisione! Piccolo Giovanni: , Comunione e non divisione! A chiamare tutte: "Maddalene!" A buon intenditore, poche parole! O meglio, aggiungo altro, tutti dicevano a Gesù: "come fa a non capire che donna è?" E Gesù, che scriveva per terra: "ecco chi siete voi!" E così fa lo Strumento quando dice ai figli e all'Umanità intera: "prima di puntare il dito, vi siete guardati allo specchio......? Prima di ascoltare, avete guardato in faccia chi parla......? Prima di rispondere, avete capito quello che Dio vi sta dicendo......?" Vi siete mai fermati......? Quante volte Mi ha fermato? Benedetto quel "fermare"! Volevo dire tutto... ho detto... ma nessuno ha capito...! La Cocciuta dice...... ma nessuno capisce...... eppure la Verità Tutta Intera ve La Spezza attimo dopo attimo, in ogni istante! ......Cosa c'è, parla tu un pochettino! Don Vincenzo: Com'è stato bello questo approfondimento! Piccolo Giovanni: Dio è sempre Profondo perché è Dio e il Pane Lo Dona Tutto Intero, e per questo il Pane è Profondo, perché è Intero! ...Parla tu un po'! Ehi, quelli Me li ha fatti Filomena? E' vero? <I dolcetti col miele> Filomena: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora ne voglio uno! Filomena: Sì! Piccolo Giovanni: Hai visto che sono venuto? Filomena: Sì! Piccolo Giovanni: No, lo voglio Io, dove lo porti? <Si ride un po'> Sei sveglio? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Li ha fatti a Me, tu lo portavi a lei! Portagliene uno! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Anch'Io con voi! Parla! Non lo sapevo che parlavi con le olive! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Anche... Piccolo Giovanni: Io ti ho detto di parlare, tu invece parli con loro...... questa è proprio bella, no? Don Vincenzo: Giova'! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Quello che dobbiamo imparare è questo: è questo metterci di fronte alla Croce e carpirne tutti i segreti! Piccolo Giovanni: La Croce è Spalancata e non ha alcun segreto! È Aperta e Dona Luce a tutte le genti perché ognuno di noi è Luce e, se ci apriamo com'è Aperto il Cuore del Padre, vediamo il Volto di Dio in ognuno di noi! La Croce non è mai stata chiusa perché il Crocifisso si è Aperto Lui, e non poteva tenere la Croce chiusa! È Profonda questa! Don Vincenzo: Profondissima! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Tutto da lì dipende, tutta lì sta la Verità Tutta Intera! <Giovanni invita Don Vincenzo a guardare nel suo bicchiere, che contiene acqua> Piccolo Giovanni: Vedi quest'acqua, non ha buchi, è limpida e dona i riflessi della luce! Don Vincenzo: Quindi? Piccolo Giovanni: È l'Acqua Zampillante, è Gesù, è la Croce che non nasconde nulla...... Don Vincenzo: ......Per la Vita Eterna! Piccolo Giovanni: Voi guardate il Legno, ma chi vi ha Donato la Croce e chiamati "Figli" è Gesù: è Lui la Croce, come Lo siamo ognuno di noi! Un passo alla volta nel Pane Intero! ...Cosa c'è ancora? Lo Strumento sta entrando e uscendo! Sta entrando e uscendo dai cuori di ognuno di voi! Il suo Filicino si ferma e cammina e lei lo vuole far passare in ognuno di voi per salutarvi e per donarvi tutto l'Amore! ...È bello l'aiuto... correte, un cuore piange: sollevatelo... sono venuti! ...Amatevi gli uni gli altri! È bello donare Amore ed è bello riceverlo, ed è questo che aspetta il Padre da ognuno di voi: rimanere nella Sua Pace, rimanere nel Suo Amore, rimanere Famiglia! Non dovete litigare con Gesù o col Padre quando vi sentite pesanti, perché siete voi Croce, e quando vi sentite pesanti Gli dite "questa Croce è grande", ma siete voi la Croce grande, e il Padre non vi dona il peso grande perché vi porta sulle spalle, e lo Strumento anche, ma voi vi lamentate ancora dicendo "è pesante", quando voi i piedi per terra non li poggiate perché è il Padre a portare i figli sulle spalle Unito allo Strumento! ...Vi sto facendo addormentare? Tutti: No! Don Vincenzo: No, tutt'altro! Piccolo Giovanni: Come stai, Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, Nico'? Nicoletto: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai Tere'? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E come state tutti voi? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Eh, si... parla ancora un po'! Dopo che fanno il Miscuglietto, poi vi lascio a Gesù... ma prima devono fare il Miscuglietto e poi Io Me ne vado a preparare il lavoro! ...Ehi, eccomi!(*) ...Buono!(*) ...Vado a preparare il lavoro della Vigna, vado a preparare l'alba che nasce e vado a preparare i Sigilli! Don Vincenzo: Ma mo' li fai vedere alla Cocciuta? Piccolo Giovanni: No, te l'ho detto che oggi il Padre le ha donato solo il compito di entrare nei cuori di ognuno di voi! ...Dopo vediamo come sta il suo Filicino! Don Vincenzo: ...E quel Sigillo della Pietra Grande? Piccolo Giovanni: E quello poi lo leggi! ...Eh, quello che ti è stato donato, ti è stato donato! Quello che non ti è stato donato è rimasto nascosto nel cuore dello Strumento chiedendo al Padre se lo può bere o tenere, e le è stato detto che lo può tenere, ma lei andrà a poggiarsi e a chiedere di berlo! ...Ecco! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Salute! ...Il Profumo è buono e il Sapore com'è? È buono? ...Ah, anche il Sapore è buono! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: ...Sei diventato triste? Tommaso: No, no, Giovanni! Piccolo Giovanni: E tu? Anna: No... eccomi, Giovanni! Piccolo Giovanni: Ma state tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Tu stai bene? Nunziatina: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nunziatina: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Eh, "Eccomi sì"! ...Io vengo sempre, eh? Nunziatina: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tanto conosco la prima e la seconda entrata! Nunziatina: Eccomi! Piccolo Giovanni: E poi posso entrare anche senza prendere la prima e neanche la seconda entrata! Nunziatina: Ti voglio bene, Giovanni! Piccolo Giovanni: Ed anch'Io, da sempre! Nunziatina: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non ti lascio, non temere, così come non lascio nessuno! Alla Cocciuta gliel'ho promesso che non avrei mai lasciato né lei e neanche la Famiglia! Il Sole si deve aprire, e quando si aprirà...... la prima parte del Solco l'ho fatta Io e la seconda parte la finirà il Calice Vivente! E lo Strumento ha chiesto se poteva mettere tutto nelle tue mani...! ...Perchè hai alzato le antenne, viceparroco? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Eh, quando tu alzi le antenne... Raffaele: ...Dio ci serve, la Madonna ci serve, Gesù ci serve, Tu ci Servi, la Cocciuta ci serve, Domenico ci serve... Piccolo Giovanni: ...Oh, ma quanti Servi volete voi? <Si ride un po'> Raffaele: Ci servono tutti? Piccolo Giovanni: E voi non rimanete Servi Inutili? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ne ho sentito uno solo di "Eccomi"! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Chi ti serve ancora? Raffaele: ...Tutto il Cielo!? Piccolo Giovanni: È in mezzo a voi unito al vostro Banchetto e al Banchetto di tutti i Servi Inutili e di tutte le Spose! ...Tu che dici? Non dici niente? ...Quello lo hai già bevuto, ne vuoi un altro? Vuoi un altro frù-frù? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Prendilo! Ed anch'Io ne devo mangiare uno? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: ...Uhmm, sono buoni! ...............Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Tere'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mi raccomando... l'unica Capanna che Mi è rimasta, lì dove il Padre Mi ha fatto nascere, siete voi, e non ce ne sono altre! Io non vi lascio e verrò sempre come sono sempre venuto, nei momenti di gioia e nei momenti di dolore! Verrò a visitare ognuno di voi nei momenti di gioia e nei momenti di dolore, ma verranno Tempi che solo l'Arca sarà la vostra casa, e solo i Remi... e per ora vi dico solo questo! Pregate sempre per quel "Legno Affondato" e pregate per quelle mura insanguinate, e non dimenticate "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro"! Nulla vi accadrà, e il Pane non vi verrà a mancare se rimanete nell'Arca e Remate! Lo Strumento Remerà, ma rimane alla Destra del Padre! ...Io ora vi lascio il Mio Cuore che è il Filicino dello Strumento... un po' si ferma e un po' cammina, così come lo è stato da sempre! Don Vincenzo: Eccomi! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Do' la benedizione, Giovanni? Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: Ah, sei Gesù? Gesù: Con la Croce e col Pane...... Sono Io, il tuo Gesù! Don Vincenzo: Certo... Eccomi! <Gesù si segna col Segno della Croce> Gesù: ...Ecco, così sei sicuro che Sono Io! Don Vincenzo: ...Gesù, si può prendere uno di questi cuori rossi? Gesù: Vuoi questo o vuoi quello? Don Vincenzo: Ma chi li ha portati questi? Maria: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E quale vuoi, questo o quello? Don Vincenzo: Questo! Gesù: E questo no? Don Vincenzo: No! Gesù: È grande? Don Vincenzo:Si, è grande! Gesù: È un cuore grande... eh... Don Vincenzo: ...Bello! <Si ride un po'> Gesù: Tie'... questo lo lasciamo! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Anch'Io sto bene con voi! Preparatevi a rimanere nell'Arca e a Remare, figli! ...Non vuoi chiederMi nulla? Don Vincenzo: "Preparatevi a Rimanere nell'Arca"? ...E cioè? Gesù: Le Schiere sono ferme ed una sola cammina e combatte, e il Figlio ha sceso altri Gradini, e quando finirà di scendere si unirà alla Schiera dello Strumento, e voi dovete essere pronti! Siete uniti alla Schiera ma chi combatte, per ognuno di voi, è lo Strumento! Crescete ancora! ...Crescendo crescendo avrete ancora il Pane Spezzettato! ...Ho tante altre Cose da dirvi ma dovete crescere, Figli Miei! ...Ora Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato come sempre! Tu saluta con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Non mi fai vedere ciò che stai preparando?(*) ...Dopo me lo farai vedere?(*) ...Giovanni, perché mi guardi con gli Occhi socchiusi?(*) ...Così mi ci guardavi quando sei voluto tornare a Casa!(*) ...Cosa mi nascondi?(*) ...Sono entrata e sono uscita nei cuori di tutti quanti! Non posso andare ad inzupparmi e a bermi?(*) ...Non posso vedere quello che hai preparato?(*) ...Dopo?(*) ...E "dopo" quando?(*) ...Dopo ci vediamo? O Tu devi fare qualcosa che io non devo vedere?(*) ...Devo aspettare?(*) ...Eccomi!(*) ...Poi me lo dite Voi?(*) ...Allora quando...! Ora Ti saluto... poi quando decidete, ci vediamo!(*) <Giulia schiocca un bacio a Giovanni> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Padre Buono, Giovanni non mi ha fatto vedere quello che stava preparando! Tu me lo farai vedere e poi mi mandi ad inzupparmi e a bermi?(*) ...Ce n'erano tanti di Flagelli e di Sigilli, e Giovanni non me li ha fatti vedere più! Me li togli? Come faranno i figli? Il Padre: Non ti sono stati tolti! Giulia: Allora dopo li vedo? E posso anche andare ad inzupparmi e a bermi? E posso anche cancellarli? E posso anche berli?(*) Il Padre: Guarda la Roccia! Giulia: Eccomi, Papà!(*) ...Ti voglio tanto tanto bene!(*) ...Prendi quei cuori dove sono passata io...!(*) ...Ed eccomi ancora fino all'ultimo respiro!(*) ...Salutiamo tutti quelli che sono al Tuo Banchetto: i Servi Inutili, i Pargoli e le Spose!(*) ...Ciao, Figli dell'Eccomi!(*) ...Ciao, Mammina dell'Eccomi!(***) <Qui Giulia si accascia esanime sulla poltrona per molti minuti> Il Padre: ...Riprendete la Preghiera perché lo Strumento si è fermato per un istante...! <I presenti completano il Rosario e Giulia rimane esanime sulla poltrona per molto tempo fino alla conclusione della Preghiera>

 

 

 

 

 

6. Giov. 31/10/2013, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Giulia): Ci Sono i Sette Sigilli: Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., non li posso bere?(*) Eccomi! Ci sono Sette Canali......, dentro non c'è né acqua, né fumo e né polvere, ma sono Sette Canali Aperti! Ci sono Sette Nomi... (Gesù): ...Ma non dire i Nomi! (Giulia): Eccomi, Gesù! Ci sono Sette Sfere di Fuoco e tutto viene dalla Cupola! C'è Confusione di Popoli ancora! I Grandi del Mondo alzano le Spade, c'è Sangue che scorre e un Grande Missile che scende dal cielo, ma non siete Voi a mandarlo! Che faccio, Gesù, posso berlo? O tenerlo insieme agli altri? Posso Inzupparmi e Bermi? Non è bello ciò che vedo..., perché vai avanti e indietro?(*) No, non lo dico...... non cancellarlo......! Così se Tu ci pensi un po' e me lo fai bere... (Gesù): Per ora tienili!

*******************

(Piccolo Giovanni): ...E dopo avervi detto questo, vi dico che altri Sigilli ed altri Flagelli sono pesanti, e lo Strumento chiederà sempre di più di berli o di poterli tenere! Sostenetela con la preghiera perché è Cocciuta e non si ferma, anche se Teresina le ha donato un altro Rotolo e lei l'ha già finito di metterlo nel cuore di ognuno di voi... ed è il secondo Rotolo... ma Teresina gliene darà altri e lei li consumerà per ognuno di voi e per l'umanità intera! Non conoscete i Tempi, ma lei li conosce! Pregate "Ave Maria-Padre Nostro", figli!

*******************

(Don Vincenzo): Gesù, ci sono brani dell'Apocalisse in cui si parla dei Sigilli, dei Centoquarantaquattromila, dell'Abito Bianco, di Miriadi e Miriadi di Santi e poi "una moltitudine immensa di ogni Nazione, Tribù, Popolo e Lingua! Chi sono quelli Vestiti di Bianco e da dove vengono?" E Tu rispondi: "Sono quelli che vengono dalla Grande Tribolazione perché hanno Lavato le Loro Vesti Rendendole Candide nel Sangue dell'Agnello!" (Gesù): Tu che pensi? Che pensi di questo che hai letto? (Don Vincenzo): Questo mi ha fatto riflettere su quello che sarà il Paradiso: miriadi e miriadi di persone, di figli, di Figli di Dio! (Gesù): Ma hai dimenticato che tutto quello che è scritto non è tutto vero? (Don Vincenzo): Sì, guai a dimenticare che la Verità Tutta Intera È Quella che ci Stai Donando Tu da Ventotto Anni Consecutivi! Tu Sei Venuto a Smantellare tutti e quattro i vangeli e tutto "il cosiddetto Nuovo Testamento"! .........Che Grazia per noi conoscere la Tua Verità Piena, la Tua Verità Tutta Intera con oltre Centomila Catechesi Divine...... e non quella falsa di pochissime pagine scritta dagli uomini! .........E che Grazia Grande è mangiare al Banchetto del Padre...... mangiamo il Padre......!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione col Segno della Croce> La Mia Venuta in mezzo a voi è stata donata da Mio Padre ad una Creatura Piccola, ma Grande nell'Avere Donato la Sua Amicizia al Padre! E Sono Venuto attraverso di Lei Abbracciando la Croce! L'Abbiamo Abbracciata allo stesso istante: Lei l'ha abbracciata nell'Eccomi, Io l'ho abbracciata nell'Eccomi! E rispondere Eccomi al Padre è dire: "Padre vieni, Opera ciò che ho Operato da sempre!" Non si dice al Padre: "Eccomi" e poi si ritorna indietro! Maria non l'ha fatto, Io neanche e nessuno dei Servi Inutili è tornato indietro! Io non Sono Tornato Indietro quando Sono Stato Perseguitato e Maria neanche e Mio Padre prima di Me non Ha Lasciato il Paradiso che Ha Costruito col Suo Amore! Nessuno dei Servi Inutili è tornato indietro, ognuno ha camminato e cammina la Viuzza Stretta! Quella Viuzza è Indicata da Dio! Quella Viuzza che è Maria! Quella Viuzza che Sono Io! Quella Viuzza che Siete ognuno di voi fatti a Immagine e Somiglianza del Padre, Fatti ad Immagine e Somiglianza della Croce, Fatti ad Immagine e Somiglianza del Crocifisso! Ed Eccomi figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Come può Dio dimenticare ciò che ha creato......? Come può Dio abbandonare ciò che ha creato......? Eppure in quest'istante vengo sputato, vengo bestemmiato e vengo ancora cacciato fuori! Eh, , al posto della Festa dei Servi Inutili c'è la festa del mondo, dove offendono ancora Dio! Quando l'Ultimo Figlio avrà finito di scendere tutti i Gradini, troverò la fede? No vi dico, troverò un'Arca e troverò un Eccomi da uno Straccio Stracciato, così come lei vuole essere chiamata e troverò la Famiglia che lei tiene sotto il suo manto donatole dal Padre, da Maria e da Me! Pregate, Figli, pregate ancora per quelle Mura Insanguinate, pregate per il "Legno" che è affondato, dicendo: "Ave Maria-Padre Nostro!" E non dimenticate di avere un Papà e una Mamma e non dimenticate il Saluto della Croce! <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi!(*) Ma non tanto vedo bene, prestami i Tuoi Occhi così vedo meglio! Eh, sì, la Luce è così Grande! Gesù, cos'è?(*) Vedo qualcosa di verde, ma non riesco a distinguere cos'è! Non è né terra e né erba! L'acqua non può essere, perché è troppo densa! Cos'è quel verde che scende come una cascata? Gesù, Tu non ci passi sopra, Ti Sei messo da parte?(*) È un Flagello! È già sceso, Gesù?(*) Farà del male a tante persone?(*) Chi l'ha fatto verde? È così densa l'acqua..., non posso andare e fermarlo...... o avvicinare i cuori di chi ha preparato tutto questo? Mi fai andare ad Inzupparmi e Bermi? Gesù......!(*) Gesù:Alza solo la tua mano! Giulia: Eccomi! <Giulia alza la Destra e col Segno Trinitario ferma ogni cosa> Ma poco poco, posso andare ad Inzupparmi e Bermi? Non l'hai fatto scendere ora che ho alzato la mano? Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi! Per un po' lo teniamo, il Tuo poco non è il poco nostro: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma tu sai dire solo "Eccomi"? Giulia: Eccomi! È questo che si risponde! Gesù: "Eccomi, è questo che si risponde!" Giulia: Gesù, visto che in questi giorni il cuoricino un po' si fermava, un po' camminava, non ho fatto niente......! Tu mi potresti donare una mano? Non me l'hai mai lasciata, ma se mi dai una mano... Gesù: Cosa fai che non l'hai già fatto? Giulia: Vedi, Gesù, ci sono un po' di buchi da tappare di qua e di là... Gesù: E tu li hai lasciati aperti...... ma non hai fatto nulla? Giulia: Ho lasciato un po' per ascoltare i battiti! Gesù: E non hai Lavorato?(*) Non Chinare il Capo! Giulia: Eccomi! Sì, ma un po' non mi avete fatto uscire... Gesù: ......E non hai Lavorato? Giulia: Ho lavorato, Gesù, si sono stancati al posto mio i Servi Inutili quando non mi hai fatto uscire un po', e adesso se posso andare a fare il Lavoro che hanno fatto loro......! Mi posso andare ad Inzuppare e a Bermi per tutti quelli che Ti stanno offendendo in quest'istante? Così i Servi Inutili preparano il Banchetto per tutte le Spose che dovranno entrare fra poco! Gesù: Eccomi, fallo! Giulia: È questo il Lavoro che Ti chiedevo di fare...! Gesù: Tu la sai lunga, Anima Mia! Giulia: Non è bello saperla lunga e così fare le Cose del Padre o non è giusto? Io penso che se tutti quanti la sapessero lunga e farebbero le Cose del Padre, il Padre sarebbe contento, ma l'umanità lo dimentica! E così come il Filicino: se posso farla lunga, la faccio lunga...! Perché sorridi? Io sono così come Tu mi hai cercata e come il Padre ha voluto farmi! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Gesù, devo mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere e tutti quelli che non hanno avuto la forza di farlo! E devo mettere nel Tuo Cuore la famiglia nel farla crescere, tutti i Sacerdoti e tutte le Pietruzze e tutti i nemici e tutti quelli che fanno soffrire il Tuo Cuore! Prendici così come siamo, visto che ci volete così e ci avete donato l'Arca e i Remi: sta crescendo e anche i Remi stanno crescendo! Consegno tutto quello che mi hai donato, Gesù, nelle Tue Mani......! Gesù: E tu porta tutto quello che il Padre ti ha consegnato da sempre! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Ci Sono i Sette Sigilli: Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., non li posso bere?(*) Eccomi! Ci sono Sette Canali......, dentro non c'è né acqua, né fumo e né polvere, ma sono Sette Canali Aperti! Ci sono Sette Nomi... Gesù: Ma non dire i Nomi! Giulia: Eccomi, Gesù! Ci sono Sette Sfere di Fuoco e tutto viene dalla Cupola! C'è Confusione di Popoli ancora! I Grandi del Mondo alzano le Spade, c'è Sangue che scorre e un Grande Missile che scende dal cielo, ma non siete Voi a mandarlo! Che faccio, Gesù, posso berlo? O tenerlo insieme agli altri? Posso Inzupparmi e Bermi? Non è bello ciò che vedo..., perché vai avanti e indietro?(*) No, non lo dico...... non cancellarlo......! Così se Tu ci pensi un po' e me lo fai bere... Gesù: Per ora tienili! Giulia: Ma posso andare poco poco ad Inzupparmi e a Bermi? Il Filo l'ha Allungato la Serva Inutile Teresina! ...Teresina, non devi temere......, non c'è bisogno di dire a Te di non temere...... ma è come amica e figlia che Ti dico di non temere......! Gesù: GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, chi l'ha preparato quell'Esercito? Gesù: Il veleno! Giulia: Come posso fermarlo? Gesù: Prega e fai pregare i tuoi figli! Prega come tu sai fare nel Silenzio della Croce! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi col Banchetto del Padre per le Spose! Col Banchetto Donato ad ognuno di voi! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Ecco le Schiere! Ecco l'Unica Schiera che cammina e combatte! ......Ed ecco il Figlio che ha Sceso altri Cento Gradini! ......Ed ecco il Figlio che può Salvare......! Ecco i Due Giovanni, Pio, Carlo e Domenico! Ecco i Servi Inutili Vittorio, Natanaele, Rossella, le Bimbe e i Pargoli! Ecco Dio in mezzo a voi nel Portare la Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E la Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerlo Alto e a Viverlo nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nell'Accoglierci come Stracci Stracciati e Rimanere ai Piedi della Croce! Gesù: Porta l'Umanità Rimanendo nell'Arca e Remando ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! ...Eccomi! ...Eccomi! ...Eccomi! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Altri Fiori che sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ......State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Anch'Io sto bene con ognuno di voi, ma dimmi, tu come stai? Don Vincenzo: Sono tornati i Sigilli! Gesù: Non sono mai andati via e neanche i Flagelli, cosa ne pensi? Don Vincenzo: Sempre Sigilli Negativi......! Gesù: , ma voi con i vostri cuori spalancati potete farli diventare Positivi, così come fa lo Strumento che chiede di Berli o di Tenerli! E se vi Amate gli uni gli altri e Fate le Cose del Padre, è Positivo! Don Vincenzo: Possiamo pure Berli? Gesù: No, è lo Strumento che può Berli! Lei vi porta sulle spalle nel farvi Lavorare, ma di Bere ancora non potete farlo, dovete crescere! Tu conosci l'Amaro del Dolore, conosci l'Amaro del Fiele, ma non conosci l'Amaro né dei Sigilli e neanche dei Flagelli! Il Calice Amaro che ho Bevuto era nel vedere quanti Flagelli e Sigilli sarebbero caduti avendoMi Cacciato fuori e non avendoMi accolto: è quello l'Amaro che attimo dopo attimo l'Umanità Mi dona ancora e lo Strumento Beve o Tiene! Hai capito? Non Mi senti? Eh, vicepa', fa quello che fa lo Strumento! <Sistemare la protesi acustica di Don Vincenzo> Ma voi Mi avete sentito? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! .........Mi sa che dovete cambiare microfono......! E adesso Mi senti? Don Vincenzo: Sì, appena! Gesù: Appena, appena? E Se grido forte? Don Vincenzo: Sì, adesso sì! <Gesù ha alzato la voce scherzando e si ride> Gesù: Allora Mi Tocca Gridare tutta la serata? ......Eh... dal negativo potete ricavare il positivo prima amandovi gli uni gli altri e rimanendo Famiglia e poi facendo le Cose del Padre! È bello rimanere nel Giardino del Padre e al Banchetto che ha preparato per le Spose e per ognuno di voi, ed è bello chiamarsi: Figli, Fratelli e Amici e donarsi la mano e così si è nel Giardino del Padre, così come i Servi Inutili si Amano gli uni gli altri! È Rimasta Solo la Schiera dello Strumento a Combattere, deve Scendere il Figlio......, ma tutti i Servi Inutili con l'Amore Combattono il Male...... e voi con l'Amore dovete Combattere il Male e Vincere e Rimanere Figli, Fratelli e Amici! QUANDO I VOSTRI CUORI VENGONO TRAFITTI NON DOVETE CADERE PER TERRA, IO NON SONO CADUTO PER TERRA MA SONO RIMASTO IN PIEDI SUL LEGNO! Voi quando venite Inchiodati non dovete cadere per terra ma rimanere in piedi! Quando vi affannate per le cose del mondo dovete guardare la Viuzza Stretta dove ci sono le Cose del Padre preparate per ognuno di voi! E se il Padre ha preparato un Paradiso dove non manca nulla, perché vi affannate per le cose del mondo? Non avete fiducia in Dio? Non credete nel Suo Amore? Non vedete che non vi fa mancare nulla? Eppure ancora dubitate dell'Amicizia del Padre, del Tutto che vi Dona, dei Servi Inutili e del Cielo che è in mezzo a voi......! Rimane solo un Servo e i Gradini ne sono ancora tanti! Ma pregate, Figli, pregate per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, pregate ancora per quelle Mura Insanguinate di Sangue Innocente, con "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro"! ......Hai fame? Don Vincenzo: Anche! Gesù: Anche! E allora...... Don Vincenzo: ......Mangiamo...... il Banchetto! Gesù: Io Mi Dono, tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E allora Doniamoci, così lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora e rimane così come il Padre l'ha Mandata: Straccio Stracciato, per portare ognuno di voi ad Inzupparsi e a Tenersi "Stracci Stracciati"! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù ne Beve un po' e poi dona il Suo bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzettino di Pane che divide a metà e ne dona una parte a Don Vincenzo...... e poi entrambi Mangiano e Bevono.> Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Con voi Mangio del Nuovo: il Cibo del Padre preparato! "Verrò e Mangerò del Nuovo e Rimarrò con voi fino a quando si Aprirà il Sole!" Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in raccoglimento>Questo è il Mio Sangue! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è l'Amicizia e l'Amore! Questo è il Tutto del Padre! Questo è vivere nella Famiglia di Dio! E questo è il Luogo dove il Padre ha Piantato l'Albero Verde... e questo è il Luogo dove Io Mi Dono nell'Amicizia Piena col Banchetto...! E lo Strumento rimane ancora Croce per Amore...... per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Ed ecco il Banchetto preparato per ognuno di voi......! Vuoi prenderci parte ancora......? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! I Servi Inutili hanno già preso parte con le Spose che sono entrate con l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale! Eccomi! Prendiamo parte perché Io Mangio e Bevo con voi del Nuovo del Padre così come aveva promesso da sempre e così come fa fino a quando non si Aprirà il Sole, fino a quando l'Arca e i Remi porteranno i Figli sulla Via Stretta del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Lo Strumento è Gioiosa di tutto quello che il Padre gli ha Donato, di tutto quello che gli ha fatto fermare nell'Alzare la Destra! Non c'era una parte di quello che prendo Io, ma ciò che mangia lo divide ai Piccoli, ai Poveri, agli Emarginati, ai Figli Drogati, ai Figli Carcerati! Vedete, Figli, tutti i Servi Inutili stanno Lavorando, stanno facendo Festa, ma stanno versando lacrime per i figli che camminano sulla via larga offendendo il Padre! Pregate: "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria- Padre Nostro" e Impastate l'Amore, fate crescere il Lievito e il Sale del Padre per DonarLo ai nemici! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Allora possiamo prendere parte al Banchetto! Vai, fai quello che è nel tuo cuore, viceparroco, e non fermarti...... e poi divertiti con quei due! Raffaele: Eccomi! <Raffaele si è organizzato per donare il bicchiere con l'Avanzo a Luisa e altre pietanze a Mario e Maria Elena. Poi taglia il pane-pesce e dona la testa e la coda a: Mario, Maria Elena, Anna, Luisa, Claudia.> Gesù: I Pargoli stanno Lavorando e non solo stanno Impastando ma sono andati a pulire in questo giorno con gli altri Pargoli ciò che stanno sporcando! Dopo verranno! <Come al solito Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle porzioni di cibo che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Che c'è, tu non parli? Le "pance" si sono fatte avanti? Filomena: Eccomi! Gesù: Eccomi! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu stai bene? Don Vincenzo: Sì, Eccomi! Gesù: Ma tu quando mangi non parli, vero? Don Vincenzo: No! Gesù: No! Eh, , sei Invitato a Mangiare, ma sei Invitato anche a Parlare......! Portamelo, di chi è quel Regalo? ...È Mio? Chi Me lo manda? Chiara: È di Piera e Vito! Gesù: Mi sa che questo lo devi leggere tu, tieni...... e Io apro il pacchettino! Don Vincenzo: "Vito e Piera e il piccolo Emanuele e il Piccolo Giovanni, dalla Tua Piccola Capanna! Ti doniamo il nostro cuore sperando di fare le Cose del Padre!" Gesù: Eh, lo poggio qua! Don Vincenzo: "Eccomi, Gesù... " Gesù: Ehi, c'è un cuore, guardatelo, è bello, eh......! I cuori sono belli e Io li voglio Vivi, Accesi e Aperti e la Cocciuta Me li ha portati tutti quanti! Eccomi per il Regalo ed Eccomi pronto a prendervi per mano e a portarvi sempre sulla Viuzza Stretta: lo volete? Vito e Piera: Eccomi! Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Si ride perché Gesù imita il flebile ''Eccomi'' dei presenti> Che c'è, hai un Altro Regalo? Parla un po'! ...Ehi, avete fame? <Gesù si rivolge a Mario e a Maria Elena> Chi è che ha fatto "un Pargolo"? <Un Pane a forma di Bimbo> Tatina: Eccomi, Gesù! Gesù: Avete visto il Pargolo? ...Vicepa'! Raffaele: Eccomi! Gesù: L'hai visto il Pargolo? Raffaele: Sì, Eccomi! Gesù: Vi piace? Guarda il Pargolo......, chi è questo Pargolo? Tatina: Eccomi! Gesù: Eccomi! Sei tu? Sei tu questo Pargolo? Tatina: Sì, io l'ho fatto! Gesù: Aspetta che ve lo faccio vedere un po' a tutti, eccolo, ehi, sono bravo a tenerlo con una mano sola? E mò reggi, mettilo a nanna! Vediamo cosa ha scritto la Tatina "tatinata"! Don Vincenzo: "Gesù, Tu sei il Soffio della Vita dell'Umanità...... Ti vedo... e so che Tu Sei Infinito! Eccomi, Papà, Trinità Santa, Tabernacolo Vivente dell'Umanità! Tatina!" Gesù: Tatina "tatinata"! Eccomi! Tatina: Eccomi! Gesù: È bello! Tatina: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dopo parli un po'? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...... Tu sei sveglio perché mangi? Giuseppe: Quando mangio non dormo, forse! Gesù: Forse! Eh, Io Ho Fame ancora............! Eccomi.........! Io Vedo se i Pargoli sono liberi......! BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: ...Ciao papino ...ciao mammina! ...Ciao papino ...Ciao mammina, come state? Mario e Maria Elena: Eccomi! Bimbi di Mario e Maria Elena: Eccomi! State bene? Tu hai tanto lavoro da fare, ma Noi ne abbiamo più di te! Hai fatto la brava? Un pochino di capriccetti, ma poi ti abbiamo "incapricciato" Noi e, quindi, abbiamo Lavorato! ...Papino, come sta il tuo cuoricino? Mario: Bene! Bimbi di Mario e Maria Elena: Sei sicuro? Papino, come sta il tuo cuoricino? Mario: Bene! Bimbi di Mario e Maria Elena: Papino, Noi veniamo con te e poi uno rimane, io femminuccia rimango a dormire con te e il maschietto lo faccio andare a dormire con mamma e un pochettino ci dividiamo i turni e poi, dopo che abbiamo finito di Lavorare, facciamo i capriccetti! Nonno pallone e nonna pallina, ciao, e ciao a tutti voi! Tutti: Ciao! <Mandano baci> Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao! Cosa Mi dici, mamma? ...Cosa Mi dici, mamma? Maria Elena: Eccomi! Bimbi di Mario e Maria Elena: Eccomi! E tu, papà, ce lo dai l'Eccomi? ...Tu, papà, ce lo dai l'Eccomi? Mario: Eccomi! Bimbi di Mario e Maria Elena: E allora con l'Eccomi raccolto andiamo a preparare un Impasto! Ciao, viceparroco, e che ci dobbiamo fare con quello, siamo Pargoletti? Raffaele: Volete due polpette? Bimbi di Mario e Maria Elena: A Noi le polpette? Sì, se li metti nel piatto di Gesù, poi Lui ce li dona! E allora, mamma e papà... mamma e papà, vi vogliamo tanto tanto bene, mangiate tanto tanto così l'Eccomi cresce! E allora, ci siamo capiti? Io rimango con papà e l'Eccomi con te! Rimaniamo con tutti quanti, ciao! Tutti: Ciao! <Mandano baci e vengono ricambiati> Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao! Don Vincenzo: Ciao! Bimbi di Mario e Maria Elena: Poi ci facciamo sentire, ciao, ciao! Gesù:Sono andati a Lavorare di nuovo! Ma Io ho fame e con questi che ci faccio? Ah, questi li devo portare ai Pargoli! <Le polpette> Venite col "niente"! Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Ti raccomando, eh! Raffaele: Eccomi! Gesù: Vedi cosa devi fare! Questi li vado a portare ai Pargoli così poi Impastano! ......Parla! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Domani è la Festa di Tutti i Santi, ma in realtà è la Festa dei Servi Inutili e c'è proprio una grande differenza tra questi due nomi perché Tutti i Santi significa sì che hanno messo Dio al Primo Posto, ma la parola "Servo Inutile" è più bella, è più umile e riguarda i poveri, gli oppressi, quelli che sono all'ultimo posto, quelli che si sono sentiti inutili, quelli che si sono messi al servizio......! Gesù: Quelli che fanno le Cose del Padre e, dopo aver fatto le Cose del Padre, si mettono ai Piedi della Croce e rimangono Stracci Stracciati! Quelli che chiamano "Santi" invece, sono stati venduti e comprati! Il Servo Inutile rimane Servo Inutile dopo aver Lavorato: "ho fatto questo, ho fatto ciò che Mi hai detto di fare, adesso Mi metto di nuovo dinanzi ai Piedi della Croce aspettando il Lavoro da Fare!" Don Vincenzo: Col sì-sì, no-no! Gesù: Eccomi! Col sì-sì, no-no! Servo Inutile! Don Vincenzo: È bello! Gesù: Non è solo bello ma è gioioso, è Fare Festa e Donare il Cuore al Padre nel dire: "Tu Me l'hai Donato e io te Lo ridò di nuovo nell'operare le Tue Cose, Padre!" Quando si cammina senza chiamare il Padre è camminare allo sbaraglio! Quando si cammina e si chiama il Padre, si è sulla Via Giusta e non si perde la Via della Dimora del Padre e si Lavora nella Vigna e i Frutti crescono in abbondanza! .........Cosa c'è ancora, parla tu un po'! Io ho Fame in Questo Giorno, ho Fame di Anime e lo Strumento Me li porta attimo dopo attimo e aspetta quando non donano la mano, ma non si ferma di far gioire il Mio Cuore e il Cuore del Padre! ......Voi state tutti bene......? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu perché sei triste? <Chiara> E voi perché siete tristi? Non sentite il Mio Amore che Arde dentro di voi? Tutti: Eccomi! Gesù: "Non vi Ardeva forse il cuore mentre conversavo con voi per la strada?" Tutti: Eccomi! Gesù: Non vi Arde forse il cuore mentre Parlo con voi Vivo e Reale......? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E allora perché rimanete spenti? Ah, dovete consumare meno corrente? <Si ride un po'> La Mia Luce non si paga ma si Dona per Amore e potete tenerla sempre accesa e non spegnerla mai, Figli! ...............Che Mi doni ancora da mangiare, viceparroco... questi? Ehi, puffete...! Tu non hai più fame? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Cosa vuoi mangiare? Eccoti! Mi dai quelli, , eh, ecco, adesso così vado meglio! L'Umanità sta sporcando le vie e lo Strumento vuole uscire a pulirle...... voi che dite? Tutti: Eccomi! <Gesù imita il flebile ''Eccomi'' dei presenti> Non avete più voce? Tutti: Eccomi! Gesù: Eh, adesso va un po' meglio, anch'Io sto diventando un po' sordo, ma non sono sordo, siete voi che non dite: "Eccomi" e non vi sento! Allora, la Cocciuta la facciamo andare a pulire dove stanno sporcando........., dove scorre ancora Sangue Innocente........., dove offendono ancora il Padre...... e dove straziano il Cuore di Maria essendo Mamma e vede i Figli che si perdono ancora.........! .........Vicepa'! Raffaele: Eccomi! Gesù: Stai sistemando un po' a tutti quanti? Raffaele: Eccomi! Gesù: Che c'è, non parli? State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu come stai? Alessandra: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù imita la vocina di Alessandra> Mi sa che quando viene Giovanni ti fa qualche capriccetto! Alessandra: Eccomi! Gesù: Visto che la dottoressa non è venuta...... è venuta la dottoressa? Alessandra: No, non c'è! Gesù: Non è venuta! ............Puoi parlare un po'? Don Vincenzo: Gesù, ci sono brani dell'Apocalisse in cui si parla dei Sigilli, dei Centoquarantaquattromila, dell'Abito Bianco, di Miriadi e Miriadi di Santi e poi "una moltitudine immensa di ogni Nazione, Tribù, Popolo e Lingua! Chi sono quelli Vestiti di Bianco e da dove vengono?" E Tu rispondi: "Sono quelli che vengono dalla Grande Tribolazione perché hanno Lavato le Loro Vesti Rendendole Candide nel Sangue dell'Agnello!" Gesù: Tu che pensi? Che pensi di questo che hai letto? Don Vincenzo: Questo mi ha fatto riflettere su quello che sarà il Paradiso: miriadi e miriadi di persone, di figli, di Figli di Dio! Gesù: Ma hai dimenticato che tutto quello che è scritto non è tutto vero? Don Vincenzo: Sì, guai a dimenticare che la Verità Tutta Intera È Quella che ci Stai Donando Tu da Ventotto Anni Consecutivi! Tu Sei Venuto a Smantellare tutt'e quattro i vangeli e tutto "il cosiddetto Nuovo Testamento"! .........Che Grazia per noi conoscere la Tua Verità Piena, la Tua Verità Tutta Intera con oltre Centomila Catechesi Divine...... e non quella falsa di pochissime pagine scritta dagli uomini! .........E che Grazia Grande è mangiare al Banchetto del Padre...... mangiamo il Padre......! Gesù: ! Don Vincenzo: E non c'è un Regalo più Grande che partecipare al Banchetto del Padre! Gesù: Quale Regalo più Grande vi aspettate? Don Vincenzo: Non c'è! Gesù: C'è un Regalo più Grande di Dio? Tutti: No! Gesù: C'è un Regalo più Grande che il Padre non vi abbia Donato? Tutti: No! Gesù: Vi ha Donato i vostri Cari a parlare, vi sta Donando il Pane Tutto Intero: la Verità, vi Dona i Servi Inutili! Vi dona la Cocciuta attimo dopo attimo! .........Hai mangiato? Raffaele: Eccomi, Gesù, sì! Gesù, prima del Crocifisso chi c'era? Gesù: Il Padre Crocifisso! Raffaele: E non L'avevano visto? Gesù: No! Raffaele: Eppure è Grande Dio! Gesù: , lo è! Dio ha parlato a qualche Servo Inutile e i Servi Inutili L'hanno visto, ma gli altri no! Il Padre, essendo Croce, ha Mandato il Figlio e il Figlio Sono Io! Il Padre Ha Parlato e Ha Parlato di Croce, ma nessuno o in pochi hanno ascoltato la Parola del Padre e così in pochi hanno ascoltato la Parola di Maria e in pochi hanno ascoltato la Mia Parola! Vedete, Figli, da Fratelli e Amici Io vi dico le cose così...... siamo in Famiglia, siete la Famiglia Scelta dal Padre: coloro che hanno tradito e tradiscono ancora hanno visto e sentito, ma di ciò che hanno visto e sentito si sono seduti a tavolino e fatti i conti: "su questo possiamo raccogliere un denaro, su questo un altro denaro, su questo un altro denaro ancora!" E delle Cose del Padre hanno fatto le cose del mondo: hanno venduto e comprato il Padre, hanno venduto e comprato Maria, hanno venduto e comprato il Figlio, così hanno venduto e comprato i Servi Inutili che hanno Portato e Spezzato il Pane Intero, quello che il Padre gli ha Donato! Ma si sono venduti l'Anima per le cose del mondo e non hanno accolto la Parola nel Fare le Cose del Padre! Quelli che hanno Fatto le Cose del Padre sono stati uccisi e, dopo la loro uccisione, gli hanno preparato il Trono per comprarli e venderli attimo dopo attimo! ............Eccomi! Raffaele: Ma Dio Cancella? Gesù: Dio E' Amore, ma aspetta quella Domandina che vuole rispondere per tutti lo Strumento......! La conosci com'è fatta la Cocciuta, e il Padre gli ha insegnato ad Amare e il Padre è Giudice e farà il Giudice, ma non dimenticate che rimane sempre Amore e anche lo Strumento! Raffaele: Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele:Quando gli uomini gridano: "vendetta!", vendendo i bambini, vendendo le donne, vedendo quello che noi chiamiamo "cattiveria" sulla terra! Gesù: Il Padre ascolta e raccoglie il Grido e le Lacrime, ma ha i Suoi Tempi! Perché i tuoi occhi sono pieni di lacrime? Raffaele: Perché molte volte vorresti vedere...... Gesù: ......All'istante! Voi avete i Tempi, il Padre ha i Suoi Tempi e voi dovete imparare i Tempi del Padre essendo nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! Vedete lo Strumento: aspetta i Tempi del Padre! Anche lei come Giovanni diceva: "quello che devi fare, fallo subito, ma aspetto che sia fatta la Tua Volontà e non la mia!" E la Volontà del Padre è aspettare tutti i Figli e portarli a Casa! Potrebbe fare così......, o meglio, il Padre fa così o così o così......! <Gesù fa schioccare il pollice col medio, poi alza l'indice, poi abbassa l'indice, poi ''punta'' la Mano Destra e poi l'abbassa> Ma lo Strumento invita tutti i Pargoli e tutte le Spose e Maria a Tenere Ferma la Sua Mano! E, quando la Cocciuta si poggia sul Cuore del Padre è un'Immagine che dovreste vedere...... ma dovete guardarLa col cuore e La vedrete! Una Piccola Formichina Operaia che si poggia sul Cuore del Padre dicendo: "aspetta, ancora non Ti hanno visto, non Ti conoscono, se gli dai ancora un po' di tempo...!" Eppure lei conosce ogni cosa e non c'è una cosa che il Padre non le abbia fatto vedere! Lei è come una Formichina Insistente: anche se la briciola è più grande cerca di portarla a casa, e così fa anche la Cocciuta.........! Raffaele:Gesù! Gesù: Eccomi! Raffaele: Quell'Uno che sta Scendendo è un Servo Inutile? Gesù: È Uno che sta Scendendo! .........Non ci provare! <Si ride un po'> Raffaele: Se scende cento Gradini piuttosto che quaranta, cosa cambia? E perché sono peggiorati i Tempi o perché è un Tempo? Gesù: È un Tempo! Raffaele: Ma non è tutto? Gesù: No, l'altro Me lo sono mangiato......! <Si ride un po'> State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Se no... vai avanti tu! Tu non dici più niente? Hai finito le cartucce? Don Vincenzo: Ho finito le batterie! Gesù: Tù-tù-tù-tù! <Gesù imita il segnale che emette la protesi acustica quando sta per scaricarsi> Don Vincenzo: Non ancora lo fa! Gesù: E allora non sono finite le batterie! Raffaele: Qualche altra cosa da mangiare, Gesù? Don Vincenzo: Giovanni...... PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e col Pane! <Giovanni prima saluta Don Vincenzo porgendogli la mano, poi Benedice col Segno della Croce ed infine saluta tutti schioccando qualche bacio> State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Come sta la Capanna? Nicola, Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola, Maria: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Ehm... aspettate... devo bere il caffè......! Mari', stai bene? Hai combinato altri pasticci? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi, brava! ...Nicò, tu ne hai combinati altri? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E la dottoressa pure? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Eccomi! Dopo vi parlo... <Giovanni schiocca qualche bacio> Tie', lo vuoi un po' di caffeuccio? Don Vincenzo: Un goccino... Piccolo Giovanni: Un goccino... eh, no! O due, o tre, o niente...! Don Vincenzo: Tre! Piccolo Giovanni: Uno... due... e tre! Questo è il Numero Giusto! Prima bevo il caffè... dopo parlo! <Nel frattempo si verifica un disturbo di amplificazione audio> È arrivato il treno? Se arriva cercate di prenderlo al volo, se no poi passa e chissà se e quando ripasserà.........! ............È buono il caffè? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: , ottimo... è quello che Mi preparava sempre la Cocciuta! <Il disturbo di amplificazione audio è ancora più forte> Lei Me lo preparava buono e gustoso, ma lo doveva fare senza zucchero... perchè non potevo prenderlo lo zucchero! Ora lo posso prendere con lo zucchero...... ed è ancora più saporito e gustoso...! ......Allora, Mari', cos'hai combinato? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi cosa? Poi vengo a tatinarti... Maria: Vieni..., vieni che ne ho bisogno! Piccolo Giovanni: E poi vado a tatinare la dottoressa... e poi vengo a fare i capriccetti a te... con i Pargoli! <A Maria Elena> Aspettati una bella sorpresa...! Eh, eh, questi sono i Miei... buoni! Chi me l'ha fatti? <Le chiacchiere> Nunziatina: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi, brava! Tanto lo sai che Mi piacciono...! Marina si è infarinata? Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Li ho già presi...! Piccolo Giovanni: Li hai già mangiati? Ehi, come state tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora, da Giovanni a Giovanni: che Mi dici? ... che stai mangiando lo so..., ma cosa Mi dici di ciò che hai sentito dei Sigilli e dei Flagelli? Non Mi dici niente? Don Vincenzo: Gesù ha detto che anche se negativi possono diventare positivi... Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: In che senso? Piccolo Giovanni: Se voi pregate..., se voi vi Amate gli uni gli altri, se voi fate le Cose del Padre...... Dove vai? Perché ti sei voltato indietro? <Alessandra si è alzata per sostituire Rosetta alla telecamera>......, e non dovete preoccuparvi perchè siete nella Dimora del Padre! Lo vuoi un cuoricino? Maria Elena: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dagli un cuoricino... Io ho questo...! Dopo ci pensi un po'... poi dopo parlo Io! Don Vincenzo: Prima... Piccolo Giovanni: ......Che è successo? Don Vincenzo: Non so se questa sera o giovedì scorso, Tu preparavi i Sigilli per poi farli vedere alla Cocciuta... Piccolo Giovanni: No, non glieli ho fatti vedere, perché il suo cuoricino si era fermato! Don Vincenzo: Partecipi anche Tu a Bere i Sigilli come li beve la Cocciuta? Piccolo Giovanni: , anche! Don Vincenzo: E questo mi ha fatto riflettere tanto! Oltre a partecipare alla Costruzione dei Sigilli, poi Te li Bevi pure, quindi aiuti anche la Cocciuta! Piccolo Giovanni: Quando lo Strumento va aiutata..., ehi se adesso l'aiutate...... Le togliete le scarpe...! <L'aiuta Chiara> Don Vincenzo: È stato detto pure che questi Sigilli sono Amari e sono "brutti" sotto tutti i punti di vista! Piccolo Giovanni: Eh, , sono Amari! Eh, sì ecco! Ecco... sta tanto camminando, deve andare a pulire quello che stanno sporcando...... ecco, eh, adesso cammina perfino in punta di piedi! Lei, quando cammina scalza, cammina sempre in punta di piedi, ! Don Vincenzo: Perché? Piccolo Giovanni: Perché tutti i Servi Inutili camminano in punta di piedi! Non ci provate che se no, se poi cascate, ve la prendete con Me o con la Cocciuta! Non è che non siete Servi Inutili, ma dovete prima imparare a camminare! L'avete vista la Cocciuta quando cammina in punta di piedi? Tu non ci provare, sei un po' pesantuccio! <Si ride un po'> Allora, parla! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Tu hai un Ruolo Speciale nel Cielo perché, essendo stato il Padre Spirituale della Cocciuta, tutte le situazioni di questa Visitazione le hai vissute dal di dentro e nessun altro potrebbe conoscerle come le sai Tu! Tutto per Te è chiaro e puoi quindi parlare, rimproverare, correggere, aiutare, ciò che nessun altro può fare......! Piccolo Giovanni: Dove vuoi arrivare? Don Vincenzo: Che hai un rapporto di privilegio Lassù! Piccolo Giovanni: No, non c'è nessun privilegio perchè ognuno Fa le Cose del Padre e Io Ho Fatto Solo le Cose del Padre e devo Fare le Cose del Padre! Vedi, sulla terra voi vi create i posti uno più alto, un altro più basso, ma il Padre crea il Lavoro del Servo Inutile con la stessa Paghetta! Sulla terra invece ci sono i posti più alti e quelli che non esistono per niente! Quelle sono le cose degli uomini, mentre le Cose di Dio non sono come quelle degli uomini! Dio non mette un Servo Inutile più in alto di un altro, ma si è tutti uniti allo stesso Banchetto e il Padre Serve......! Don Vincenzo: Che bello! Piccolo Giovanni: Vi hanno insegnato che Dio è sul Trono e nessuno si può avvicinare! Dio serve, accoglie le Spose e dona l'Abito Bianco! Don Vincenzo: Che bella questa uguaglianza! Piccolo Giovanni: È quella che il Padre vi sta donando: "amatevi gli uni gli altri, tenetevi per mano e non uscite fuori della Dimora! Rimanete nella Dimora e Remate!" Don Vincenzo: La Paghetta è uguale per tutti? Piccolo Giovanni: , la Giornata inizia con la Paghetta fino all'ultimo istante! Don Vincenzo: Anche se uno non Lavora fino all'ultimo istante riceve la stessa Paghetta dell'altro che ha Lavorato dal mattino? Piccolo Giovanni: ! Quando la Cocciuta porta una Sposa che ha donato la mano, la Sposa riceve l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale e la Paghetta come tutti gli altri! Don Vincenzo: Bello! Piccolo Giovanni: Non è solo bello...... ma è l'Amore Infinito del Padre, e quando l'Amore è Pieno com'è Pieno quello del Padre, non è solo bello! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: ! ...Perché guardi l'ora? Don Vincenzo: Sono passate già tre ore! Piccolo Giovanni: Me ne devo andare? Tutti: No! Piccolo Giovanni: E allora perché hai detto che... sono passate tre ore? Sono venuto e Mi avete dato solo le chiacchiere...... e ora non Mi date più niente da mangiare? Ma è Carnevale? Eh... eh! Sono buone le chiacchiere ma voglio anche qualcosa da mangiare! Ehi, c'è un paninello con la mortadella? ...E allora fagli un paninello come il Mio, bello cicciottello cicciottello, ma a tutt'e due! <A Mario e Maria Elena> Tu lo vuoi pure? Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: Chi ne vuole? Ehi, che ne dici, lo facciamo con la mortadella o con la cioccolata? Raffaele: La mortadella è finita! Piccolo Giovanni: La mortadella è finita? Aspetta, te la dò Io un po'! <Giovanni ne prende un po' dal suo paninello> Te l'ho promessa, tieni! Alessandra: Eccomi, Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi, Io ce l'ho, questa si moltiplica! Eh, non è che Mi fai lo scherzetto che è piccante? Raffaele: No! Piccolo Giovanni: Ecco, va bene così! ......Ti ricordi di che cosa stavamo parlando? Raffaele: Che il Padre è preciso, il Padre è Buono......... e devi andare avanti...! Piccolo Giovanni: E vai avanti, così poi parlo Io e poi Me ne vado se no tu Mi prendi a botte! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Eh, eh! Piccolo Giovanni: Almeno lo faccio ridere un po'! Mi dai un altro sorso d'acqua? Don Vincenzo: Basta, basta, ci sta, ci sta! Piccolo Giovanni: Non ci vede perchè non porta gli occhiali! <Rivolto a Giuseppe il marito di Giulia> Allora......! .........! <Raffaele e gli altri si organizzano per preparare il Miscuglietto> Vedi se puoi arrangiare qualcosa! Con Maria... l'ho messa all'Ubbidienza, vediamo adesso che fa! ......Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu controlla, eh! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io vengo a controllare! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non vi preoccupate per la Dottoressa Teresa, è tutta bella, tranquilla, serena e in pace! Hai capito, Mari'? Maria: Eccomi Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Beh... eh, si, grazie... grazie, viceparroco! ...Grazie, basta così! ...Ma perché guardi sempre l'ora? Tanto ci sono sempre Io ad aiutarli! Don Vincenzo: Cin-cin... è buono! Piccolo Giovanni: È bello, gustoso e saporito! ...Si, aspettati la sorpresa... ed anche tu... ed anche tu... aspettatevela tutti quanti, che vi farò una bella sorpresa! ...............E poi lo faccio Io l'Invito: gliela fate la Compagnia al Padre e a tutti i Servi Inutili quando finirà il mese di Dicembre? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh, si, è ottimo il Miscuglio! ...Eccomi! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora, figli, visto che unito al Padre e alla Sua Ubbidienza, vi ho cresciuti per 12 anni... e poi non è che vi ho lasciati, ma visto che in 12 anni ve ne ho dette di cose e ve ne ho fatte di cantate... eccome...! <Si ride un po'> ...E quante cantate la Cocciuta vi ha fatto nei cinque anni in cui lei è rimasta da sola...! Anche se Io ero sempre con lei ed il Padre non l'ha mai lasciata... ma ve ne ha fatte di cantate...! <Si ride un po'> ..."Eccomi" dovete dire, e adesso ne sta facendo ancora di cantate... ed Io ora cosa devo dirvi? Ancora una volta le stesse cose: "Il Padre poteva donarle solo a te questi figli, sennò nessun altro al mondo li avrebbe mai accolti"! ...E visto che ripetiamo sempre le stesse cose... voi che dite? Sarà così fino a quando si aprirà il Sole o avete intenzione di cambiare un po'? O non avete intenzione di cambiare? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Tu che dici, cambieranno? Don Vincenzo: Miglioreranno... speriamo! Piccolo Giovanni: Eh, ed anch'Io dico "speriamo"! Ma visto che essendo nel Cuore del Padre vedo e sento ogni cosa, così come lo Vedevo prima, per il momento vi dico le stesse cose... "'sti figli solo alla Cocciuta potevano donarli, perché nessun altro al mondo li avrebbe mai accolti"! Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: ...Eccomi! Raffaele: Ma non sarebbe più facile se Tu dicessi "dovete fare questo... e questo... e questo?" Piccolo Giovanni: Sai quante volte gliel'ho detto a questi figli? Raffaele: Ma forse non l'hanno sentito! Piccolo Giovanni: Il Calice Vivente grida quando si arrabbia e grida pesante, ma Io gridavo più di lui... ma sempre... mentre lui grida ogni tanto! Quando lui grida è pesantuccio... ma ogni tanto! Io invece gridavo sempre, ve lo ricordate.........? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quante volte vi ho rimproverato? Qualcuno: Sempre! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh! ...Le orecchie si sono stappate e dopo si sono tappate di nuovo! Mosè: Avevi una bella Voce, Giovanni! Piccolo Giovanni: E perché, adesso è brutta? <Si ride un po'> Mosè: No, no! Piccolo Giovanni: Hai detto "avevi..." perché pensi che sono morto per caso? Mosè: No, assolutamente! Piccolo Giovanni: Eh, sono Vivo! Ma Io devo parlare con la Voce che il Padre dona allo Strumento! <Giovanni batte ripetutamente l'anello sulla spalliera della poltrona> "Il Mio Tutto è la Croce" diceva e dice Domenico! Sapete perché diceva "il Mio Tutto è la Croce"? Don Vincenzo: No, perché? Piccolo Giovanni: Perché si guardava e si vedeva Croce! ...Voi ancora non avete imparato a guardarvi! Vi guardate allo specchio ma vi guardate con gli occhi del mondo e non vi guardate con gli Occhi del Padre! ..."Il Mio Tutto è la Croce", e per voi il vostro tutto deve essere la Croce che è il Padre... la Croce che siete voi, e dovete lasciare le cose del mondo e guardarvi come Croce! Dovete vivere, ma non dovete legare i cuori alle cose del mondo... parlo a te, Giuseppe, e non dico chi sei... <Nel senso di non dire qual'è l'occupazione di Giuseppe> Dov'è andato Giuseppe?(*) ...Dove sei andato, Giuseppe? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non dico cosa fai e dove sei, ma parlo a te!(*) ...Il tuo lavoro è Croce, e tu vivi nel guardarti come Croce attimo dopo attimo! Quando venivano a chiederMi aiuto, Io non aiutavo nessuno... ma non è che non aiutavo nessuno con i soldini o con altre cose, non aiutavo nelle...... dillo tu, Mari'! Maria: ......Nelle raccomandazioni! Piccolo Giovanni: Ecco, brava! Ma ne ho aiutati, ed aiuterò anche te, ma la raccomandazione viene dal Padre e farai le Cose del Padre! ......Giuseppe, quello che vuoi tu è fare le Cose del Padre o le cose degli uomini? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...E non ti spaventare, sono Zio Mario, ti ho conosciuto da sempre e ti starò sempre vicino! I Tempi che verranno saranno un po' pesantucci... puoi spostarti un po' Antonio? Non è che non lo vedo, ma devo sapere Io con chi parlo, non voi! Giacomo1: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Per voi saranno un po' duri i Tempi che verranno: l'hai mezzo capito o intero? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh... e tu l'hai capito pure? ...Ma visto che c'è una Schiera che combatte, il Figlio che deve scendere ed unirsi alla Schiera, vi aiuterà! Non dovete scoraggiarvi... e neanche voi! Ma Mi fermo a parlare su di Giuseppe e su di... e a te ti chiamo con un altro nome... su "Tonino"... e così starò vicino a tutti! Starò vicino a Giovanni e starò vicino a tutti i Servi Inutili, ma dovete essere vigilanti perché molte cose le nascondono i Grandi della Casa del Padre e molte cose le nascondono i Grandi del Mondo! Io potrei dirvi tutto così come dicevo allo Strumento "adesso dico tutto", ma posso dirvi passo per passo di essere pronti e preparati, figli! E dopo avervi detto questo, vi dico che altri Sigilli ed altri Flagelli sono pesanti, e lo Strumento chiederà sempre di più di berli o di poterli tenere! Sostenetela con la preghiera perché è Cocciuta e non si ferma, anche se Teresina le ha donato un altro Rotolo e lei l'ha già finito di metterlo nel cuore di ognuno di voi... ed è il secondo Rotolo...ma Teresina gliene darà altri e lei li consumerà per ognuno di voi e per l'umanità intera! Non conoscete i Tempi, ma lei li conosce! Pregate "Ave Maria-Padre Nostro", figli!(*) <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Vi lascio il Mio Cuore attraverso il Filicino dello Strumento! Entrate ed uscite quando volete, tanto lei lo tiene sempre spalancato! Non solo prende il Filicino... ma lo dona!(*) Gesù: ...Sono Gesù e Vengo con la Croce e col Pane! ...Dove vai, figlio, Sono Io, Gesù: siediti! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Gesù, pensavo di dover dare la Benedizione! Gesù: No, e a Me Mi lasci fuori? Giovanni se n'è andato... Don Vincenzo: ...Pensavo che Giovanni salutasse... Gesù: Giovanni ha salutato così... <Baciando> ...Io invece vi saluto così! <Col Segno della Croce> ...E visto che hai fretta... che vi devo dire ancora? Fatevi Pane e Donatevi! Amate e Perdonate! Aspettate il Figlio che sta scendendo! ...Mari'! Maria: Eccomi! Gesù: Sono Gesù e ti chiamo come Zio Mario! Maria: Si! Gesù: Tieni il Conto di tutti i Gradini Scesi! Maria: Si! Gesù: Mettiti a lavorare e poi glieli porti tutti quanti! Maria: Eccomi! Gesù: Così quando vi siete fatti i conti, vi ricorderete di quanto ce ne sono ancora, ma i Numeri di Dio non sono come sono i vostri! ...Allora, adesso vi lascio il Mio Cuore Spalancato, come sempre! Vi dico ancora una volta di Rimanere nella Vigna a Lavorare e di Rimanere nell'Arca e di Remare: Rema lo Strumento, ma Remate anche voi, figli Miei! Il Mio Cuore è spalancato: venite tutti! <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Ora, Calice Vivente, puoi Salutare con l'Albero Verde!(*) <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Che stai facendo, Giovanni?(*) ...Si, che sapevi cucire lo so! Cucivi un po' i bottoni... un po' di qua e di là... qualche cosina... e adesso cosa stai cucendo?(*) ...E a cosa serve quel Lenzuolo Grande Grande?(*) ...Lo possono fare i Fiorellini?(*) ...Lo devi cucire Tu?(*) ...Ma cosa ci devi coprire?(*) ...Giovanni, perché si deve coprire con quel Lenzuolo Grande Grande......?(*) ...Si deve coprire ma non lo posso dire! ...Allora se vuoi, dopo, vengo ad aiutarTi, visto che tutti i Servi Inutili stanno preparando altri Lenzuoli e Banchetti e stanno accogliendo le Spose?(*) ...Si, porto anche la Famiglia! Questo lo sapranno fare un pochino!(*) ...Ti servono... e se servono per quello che non mi fai dire, vengono dopo! Vado a sistemare gli altri Sigilli e gli altri Flagelli... se me lo fanno fare, e poi vengo!(*) ...Giovanni, Facciamo le Cose del Padre! Dimmelo Tu quando devo avvisare i figli!(*) ...Lo so, "Conosco l'Ora", ma dammi la Costanza e la Forza di non dirlo "prima dell'Ora del Padre"! <Giulia schiocca un bacio a Giovanni> ...Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! ...Non temete di rimanere senza la Paghetta, la vostra Paghetta è intera perché la Giornata l'avete Lavorata intera!(*) Giulia: Eccoci, Papà!(*) La Giornata l'abbiamo fatta Intera così come Tu dici, perché Tu Sei la Verità Tutta Intera, e Tu ci hai invitati e ci hai preparato il Banchetto, ed è tutto Intero! Ma donami ancora un po' di Tempo! I Giorni ci sono ma i figli non sono pronti!(*) ...Donami un altro poco di Paghetta, così posso spezzarLa e donarLa a chi non Ti vede, a chi non Ti ama e a chi non Ti sente perché chiudono la porta, e Tu puoi aprirle tutte, ma ci lasci liberi!(*) ...Non sei un Papà che violenta ma aspetti fino all'ultimo istante quella Domanda a cui non tutti risponderanno.....................! ......Donami la Costanza e la Forza di poter rispondere io ancora! Il Padre: Lascia un po' del Filo che Teresa ti ho donato! Giulia: Padre Buono, vedi quanto Filo serve?(*) ...Lo so che sono due Rotoli che ho consumato, ma non li ho consumati nel gettarli ma li ho donati ai figli che ne avevano bisogno!(*) ...E Teresa ne ha fatto scendere già un altro e ne berrò un po' di più! Eccomi!(*) ...Ma se vuoi donarlo Tu un pochettino, fallo, così io posso donarne un altro poco ai figli(*)... Eccomi!(*) ...Papà Buono, il Filo serve, e se rimane aperto... è poco il mio... non vi preoccupate!(*) ...Non è che Tu devi vedere, Tu vedi da sempre, ma io vedo quello che mi fai vedere e di Filo ce ne vuole tanto!(*) ...Ma eccomi ancora per l'Eternità! ...E visto che siete tutti quanti al Banchetto e le Spose stanno per arrivare(*) ...sono andati i Fiorellini a prenderle... mentre io sono andata a bere uno dei "Sigilli brutti"............ e tanto Tu mi hai visto! ...Ora salutiamo i Cari...... Il Padre: ...Ora non cambiare discorso! Giulia: No, non l'ho cambiato! Salutiamo i Cari perchè poi Loro devono andare a Lavorare! ...Ciao, Pargoli!(*) ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Papà Formicone!(*) ...Noi veniamo a prendere al Banchetto delle Spose e Voi venite a prendere qua... tanto Tu eri girato dall'altro lato e non mi hai visto che bevevo il Sigillo!(*) ...Ce ne sono ancora, posso andare ancora a bere i Sigilli?(*) ...Papà, posso andare a berli? Ho sete come hai Sete Tu!(*) ...Ora salutiamo i Cari e poi io vado!(*) ...Tu Fai Festa che le Spose sono arrivate, mentre Io vado a bere i Sigilli!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Cielo!(*) ...Mammina, tra poco, mercoledì 6 Novembre, è la Tua Festa!(*) ...Lo so che Ti stanno preparando una Torta Bella, ed anche l'Abito!(*) ...Ma mi manchi anche se Ti vedo attimo dopo attimo e se Ti stringo attimo dopo attimo!(*) ...Ciao a Tutti ed eccoci pronti nel Lavorare!