LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 167

 

DOVE C'È LA POVERTÀ IL VELENO VA VIA, DOVE C'È LA RICCHEZZA

IL VELENO COSTRUISCE LA SUA DIMORA E CRESCE SEMPRE DI PIÙ!

(dal messaggio del 10/08/2014)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

1. Giov. 07/08/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): La Bellezza di Dio è la Bellezza di ognuno di voi perché siete Figli! (Don Vincenzo): Siamo Figli! Apparteniamo al Padre Creatore, siamo Sue Creature......! (Gesù): Ma l'Umanità l'ha dimenticato e il Veleno cammina e rende i Figli non Luminosi, ma spenti! Ma voi pregate, pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, pregate per quel Legno Affondato, Figli Miei! E non dimenticate la Via di Maria che è segnata dalle Spine che ha raccolto dalla Mia Corona! Lei Le Semina per Raccogliere i Figli!

*******************

(Gesù): Sapete riconoscere che "c'è la pioggia" e sapete riconoscere che "c'è il sole", ma non avete ancora imparato a riconoscere la Pioggia del Padre e non avete ancora imparato a riconoscere il Sole del Padre! Conoscete i Tempi, li vedete, ma non guardate Dio quando vi Dona la Pioggia del Suo Amore e quando vi Dona il Sole della Sua Amicizia!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: Nell'Infinito Soffio di Dio Glorifico il Padre Altissimo, com'era nel Principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen! E Allargando le Braccia Saluto ognuno di voi... <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> ......Col Segno Tremendo dalla Croce, figli, fratelli e amici del Mio Cuore, col Padre, col Cuore di Maria, col Cuore di tutti i Servi Inutili, col Cuore di tutte le Spose, col Cuore di tutti i Pargoli, col Cuore dei Banchetti Vivi e Reali del Padre, Facciamo Festa Amandoci gli uni gli altri.........! E Puliamo il Vestito di Maria in questi giorni e accarezziamo il Suo Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata nell'Allargare le Braccia, nel Prenderci Croce nella Croce e Camminare sulla Viuzza Stretta Segnata dalle Spine Seminate dal Suo Cuore di Mamma per raccogliere l'umanità intera e tutti i Suoi figli! Ma Pregate per tutti i Sacerdoti, Pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e Pregate per il Legno Affondato, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Nel Segno Tremendo della Croce... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Vi Saluto ancora e vi invito a Camminare sulla Viuzza Stretta! I Tempi che verranno sappiateli riconoscere, così come riconoscete la Voce del Padre che vi chiama: "Figli, venite, facciamo Festa, il Banchetto è pronto e la Vigna è pronta, così com'è pronta l'Arca e i Remi, non tardate, figli Miei!" ...........................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù, il Tuo Abito è macchiato, cos'hai fatto, Gesù? Gesù: GUARDA, ANIMA MIA...............!(*) Giulia: Gesù, io li ho bevuti di nuovo così come li ho trovati tutti quanti, ma Tu ne hai bevuto altri............ e me li hai nascosti! Gesù: Il Calice che ho bevuto Io, Tu lo Bevi attimo dopo attimo.........! Giulia: Gesù, perché me l'hai tolto? Era rimasto solo quello, anche se non era ancora pronto.........! Cosa c'era in quello?(*) Si, io ho visto cosa c'era negli altri, anche se non erano pronti............ ma in quello no!(*) E il Calice che ho Bevuto e i Flagelli e i Sigilli non li diciamo, Gesù, perchè ci sono i Pargoli! Gesù, quello che vedo ora e quello che hai bevuto Tu scenderanno o, visto che l'hai bevuto Tu, non scenderà più? ............Rispondimi, Gesù!(*) Gesù: Vedi, Anima Mia, ciò che Io ho Bevuto non è né un Calice, neanche un Sigillo e neanche un Flagello! Giulia: Gesù, se non è un Calice, se non è un Sigillo e se non è un Flagello sono i Giorni che hai tolto.........? Ma togliendo i Giorni, non aspettiamo gli altri figli......! Ma Tu sei Padre e la pianticella si è ripresa e i frutti stanno crescendo e il Padre mi ha Donato i Giorni.........! Gesù: No, li ho Bevuti tutti! Giulia: E quei figli? Gesù: Aspetteranno la Domanda Finale! Giulia: Gesù, posso rispondere anche io alla Domanda Finale per l'umanità intera e per tutta la Famiglia? Gesù: Non chinare il capo.........! Giulia: Eccomi! Gesù, nel Tuo Amore Pieno e nell'Amicizia di un Papà e di una Figlia, mi poggio sul Tuo Cuore......... e donami ancora i Giorni che hai bevuto, così facciamo come la pianticella, gli doniamo l'acqua ............ e i Giorni cresceranno......! Non hanno incontrato ancora il Tuo Amore e quando lo incontreranno, Ti vedranno, Gesù.........! Gesù: Anima Mia, conosci ogni cosa! Giulia: Per Volere del Padre: Eccomi! Ma se Tu parli col Padre, Lui mi darà ancora i Giorni: fallo, Gesù! Tu puoi farlo............ Ti aspetto, Gesù! E nell'aspettarTi, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che mi hai donato da sempre, tutti i figli che si sono affidati alle mie preghiere, tutta la Famiglia e i sussurri dei loro cuori, tutti i nemici, coloro che non hanno la forza, tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli, l'Uomo che porta l'Abito Bianco e tutto il mio niente, Gesù, portali nel Cuore del Padre! Prendi tutto quello che mi hai donato e insegnaci ad amare e a perdonare e insegnaci a camminare sulla Via Stretta, quella del Tuo Cuore! Non abbiamo dove andare: Tu Sei l'Unica Luce, Gesù! Gesù: Eccomi, Sono in mezzo a voi Vivo e Reale, con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con tutti i vostri Cari, con i Due Banchetti, i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Gesù, mi inchino dinanzi ai Tuoi Piedi, mi inchino dinanzi alla Croce e Ti chiedo ancora i Giorni e Ti chiedo ancora di donarmi la Costanza e la Forza! Gesù, Ti chiedo ancora di Fare Ardere l'Amore perchè tutti sono Figli Tuoi! Gesù: Rimanete nella Vigna e nell'Arca e Remate, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Giulia: Eccoci, Gesù! Eccoci Croce! Eccoci Pane! Eccoci Servi Inutili: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per essere chiamati dal Padre! Donami la Costanza e la Forza nel donare a Maria ciò che chiede il Suo Cuore nel Giorno dell'Incontro, nel Giorno della Festa, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù: ...Pace al tuo cuore, Giovanni, Gesù-Dio! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi state tutti bene-male? <Gesù manda baci e viene ricambiato> Tutti: Eccomi! Gesù:Eccomi! Cosa c'è, Giovanni, non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Sì, ho sempre tanto da dirTi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Questa Tua Presenza parla da sola............! Il Padre ci ha radunati qui ancora una volta...... e lo sta Facendo da ventinove anni consecutivi.........! Gesù: Siamo Vivi e Reali in mezzo a voi con tutte le Schiere.........! Don Vincenzo: E ognuno di noi deve vivere da Figlio per entrare sempre più nel Cuore del Padre, nel Cuore Tuo, Gesù, e nel Cuore della Mamma! Essere Figli è la Grazia più Grande ed è il motivo per cui esistiamo! Che bella questa frase: è il motivo per cui esistiamo! Conoscere ed Entrare nel Regno di Dio è il fine di ogni esistenza umana! È il motivo per cui ognuno di noi vive! È il motivo per cui ognuno di noi deve essere Figlio, comportandosi da Figlio! È il motivo per cui ognuno di noi deve fare "esperienza" del Padre, della Tua Croce, Gesù, e della Mamma! È il motivo per cui ognuno di noi, essendo Figli, non può prendere nessuna scusa, anzi: è il motivo per cui ognuno di noi si tuffa nel Tuo Cuore e nel Cuore di Papà per riempirsi d'Amore......! Gesù: È sempre Spalancato il Mio Cuore............! Don Vincenzo: È il motivo per cui ognuno di noi vive da Figlio l'esperienza della Vita, perché si tratta proprio di questo! Gesù: Ma non c'è nessuno che Mi chiama "Papà", e solo in pochi dicono "Papà, Eccomi!" Don Vincenzo: Ognuno di noi dovrebbe pronunciarLo e dovrebbe gridarLo: "Papà, che bello essere Figlio Tuo!" Gesù: L'Umanità ha dimenticato di avere un Papà, l'Umanità è sorda ed è cieca! Don Vincenzo: Sì, è sorda ed è cieca, quando invece dovremmo vivere felici, festosi e gioiosi perché il Papà è in mezzo a noi! Che bello essere Figli di Dio, che bello assaporare questa Figliolanza che non avrà fine, che bello essere Lungimiranti e che bello essere Eterni! Sì, Eterni, perchè ci aspetta una Felicità Senza Fine! Gesù: La Bellezza di Dio è la Bellezza di ognuno di voi perché siete Figli! Don Vincenzo: Siamo Figli! Apparteniamo al Padre Creatore, siamo Sue Creature......! Gesù: Ma l'Umanità l'ha dimenticato e il Veleno cammina e rende i Figli non Luminosi, ma spenti! Ma voi pregate, pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, pregate per quel Legno Affondato, Figli Miei! E non dimenticate la Via di Maria che è segnata dalle Spine che ha raccolto dalla Mia Corona! Lei Le Semina per Raccogliere i Figli! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Che bello essere Tuo, conoscerTi, amarTi, servirTi! Che Grazia, Gesù! Gesù: È quello che ho detto ad ognuno di voi: "Amatevi come Io vi Amo e Rimanete Famiglia della Croce!" <Gesù manda baci e viene ricambiato> ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa facciamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: Ci Doniamo? ............Ma ci sono prima dei Regali............ eh, leggine uno............! Don Vincenzo: "Eccomi, Mamma, Ti offro il mio niente: Telesfore!" Gesù: Eh, Eccomi! <Raffaele porge a Gesù altre Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al Braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Gesù: È bella Incoronata! Cosa facciamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: Ci Doniamo? ...............E allora Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per il Legno che si è Affondato e per l'Umanità Intera! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il Bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Gesù: Questo è il Mio Sangue! ...Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Don Vincenzo: Questo pure è il Mio Sangue? Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Gesù ''innalza'' il Pane e dice:> Questa è la Mia Carne Viva e Reale in mezzo a voi, Figli! Eccomi nell'essere Vivo in mezzo a voi, nel Mangiare del Nuovo e nel DonarMi nel venire ad abitare nei vostri cuori! ..................DoniamoCi! Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta, poi unisce pollice e indice di entrambe le Mani......... poi ''punta'' le Mani e alza la Destra col Segno Trinitario. .........! Tre dei presenti, Luca, Elena e Giuseppe ricevono il Battesimo dal Calice Vivente.........> Gesù: Ci Siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Mia Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento è rimasta Crocifissa per Amore! Il Banchetto è Vivo......... vogliamo prendere parte al Banchetto che è Dio? Don Vincenzo: Eccomi, Papà! Gesù: Eccomi nell'Amore Pieno, un'Unica Famiglia col Padre! ............Conservalo! <Gesù dice a Raffaele di conservare il tovagliolino che è servito per il Battesimo> Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Preparate i vostri cuori, Figli: voi non Conoscete i Tempi di Dio che Scendono! Dio viene nel Suo Amore ma gli uomini non camminano nel Suo Amore! Gli uomini camminano con i fuochi di guerra! Ma pregate: "Padre Nostro-Ave Maria, Ave Maria-Padre Nostro", Figli Miei! .........Rimanete Uniti, rimanete sulla Viuzza Stretta Spezzando il Pane e Amandovi gli uni gli altri usando Carità! Non dimenticate i Figli Emarginati, i Figli Carcerati, i Figli Drogati! Amatevi così......... come Famiglia di Dio e Prendete Parte al Banchetto, Figli Miei, che è Dio, Cibo Vivo, Cibo Eterno per Tutte le Genti! Vedete i Tempi e riconoscete che "c'è la pioggia e c'è il sole" ma ancora non avete imparato la Pioggia di Dio e non avete imparato il Sole di Dio e temete gli uomini invece di temere il Padre! Io parlo a voi e parlo all'Umanità Intera! Parlo ad ognuno di voi, Famiglia: crescete e siate pronti nei Tempi che Scenderanno ancora dinanzi ai vostri occhi! Figli, lo Strumento ha Bevuto e Berrà ancora e vi Porterà ancora! Ma Vigilate: ci sono i falsi profeti e il Veleno.........! Combattete con la Destra e non dimenticate di essere Figli............! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Sono Vivo e Mangio con voi! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, volevo chiederTi una cosa! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Allora c'è pioggia e pioggia e sole e sole? Gesù: Sapete riconoscere che "c'è la pioggia" e sapete riconoscere che "c'è il sole", ma non avete ancora imparato a riconoscere la Pioggia del Padre e non avete ancora imparato a riconoscere il Sole del Padre! Conoscete i Tempi, li vedete, ma non guardate Dio quando vi Dona la Pioggia del Suo Amore e quando vi Dona il Sole della Sua Amicizia! Don Vincenzo: Bisogna riconoscere la Presenza di Dio............! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> I Pargoli stanno preparando la Festa e stanno preparando anche un'altra Festa e poi parleranno! <Mandano baci> ... Ciao! ...Hai mangiato, vicepa'? Raffaele: Un poco! Prima che Ti faccio una domanda, Ti posso fare un Paninello? Gesù: E poi Mi vuoi fare la domanda? Allora prepara prima il Paninello! Raffaele: Eccomi! Gesù: , voi venite col "niente"! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù scherza con Raffaele nel dargli i piattini> Raffaele: Mi vanno i capelli davanti agli occhi, Gesù! <Si ride un po'> Gesù: Tu li hai visti? Li hai visti! E dove sono? Ha detto che gli vanno i capelli davanti agli occhi! Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Dice sempre così nella speranza che gli ricrescono e che avvenga un miracolo essendo Raffaele calvo.........! <Si ride un po'> Gesù: No, il Padre fa Miracoli ancora più Grandi! Vi ha fatto il Miracolo della Vita Eterna, vi fa Quello del Sole che si Apre e il Cuore Immacolato di Maria che Trionfa! Don Vincenzo: "Trionfa": che bello! Gesù: E tutti vedrete............ e l'Umanità vedrà! Don Vincenzo: E si piangerà di Gioia! Gesù: Ma c'è anche il Pianto della Domandina Finale! Lo Strumento si sta poggiando ancora sul Cuore del Padre nel chiederGli se può farla lei per l'Umanità Intera..................! Ecco, vedete che sono Vivo e Mangio? Tu non lo vuoi il Paninello? Don Vincenzo: Ti seguo! Gesù: Mi segue! Don Vincenzo: Dove vai Tu, vado io! Gesù: Eccomi! ...Vicepa', sistema anche gli altri! Raffaele: Eccomi! Gesù: Ma tu hai mangiato? Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! È bello piccolo piccolo, lo vuoi questo? ...Tie'! Teresa: Eccomi! Gesù: E a Me ne prepari un altro? Raffaele: Eccomi! Gesù: Tieni! Mi Dono sempre e così dovete fare anche voi: donarvi ai vostri nemici e a chi vi tende la mano! Voi donatevi nel Silenzio, nell'Umiltà, nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Eccomi! Raffaele: Gesù, tra i popoli sulla Terra ce n'è uno che ha più Fede degli altri? Gesù: Eccomi! Posso risponderti solo: Eccomi! Raffaele: Ma è ricco o è povero? Gesù: Piccoli e Poveri e all'Ultimo Posto per essere poi invitati al Primo: al Banchetto del Padre! Raffaele: Quando Interviene il Padre non ci sarà posto da nessuna parte per Salvarsi, a parte che nella Vigna............? Gesù: Lo Strumento non si ferma e non lascia nessuno dei Suoi Figli ma bussa al Cuore del Padre e bussa al Cuore di Maria: "sono Figli, aspettiamo ancora!" E così anche voi, Pregando e rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, Pregate: "Padre, mi poggio sul Tuo Cuore, sono Tuo Figlio, Eccomi! Donami il Tuo Bastone e fammi camminare sulla Via Stretta e col Tuo Bastone fammi Combattere il veleno!" Raffaele: Gesù, non Ti sei mai voltato di spalle? Gesù: Sono venuto Mandato da Mio Padre per chiamarvi "Figli" e Riscattarvi col Mio Sangue! Raffaele: Gesù, c'è una sola possibilità o più possibilità per ognuno di noi? Gesù: Il Padre è Vivo ed è in mezzo a voi e, se ce n'era stata una sola di possibilità, vi avrebbe già abbandonati! Siamo Vivi e Reali e siamo in mezzo a voi e lo Strumento chiede: "aspetta ancora, sono Figli!" ...Cosa c'è ancora? Eccomi! Teresa: Mi accorgo che il modo di pensare di Dio e quindi della Cocciuta è completamente diverso dal nostro.........! Gesù: Cosa vedete in questa Piccola Formichina? Cosa vedete nella Cocciuta? Teresa: Un Amore Grande, un Amore che non può esistere sulla Terra: ha sempre una parola per tutti e ha sempre le Braccia Aperte! Gesù: Tutto quello che il Padre ha Donato a lei, lei lo Dona ad ognuno di voi e all'Umanità Intera! Quando gli è stato chiesto: "Vuoi aiutarMi? Vuoi prendere i Chiodi? Ma i Chiodi che prenderai non saranno per te ma saranno per l'Umanità Intera!"... "Eccomi!" <Lo scorso Martedì 5 Agosto 2014 è stato il 29° Anniversario della Prima Visitazione pubblica della Cocciuta avvenuto Lunedì 5 Agosto 1985, Festa della Madonna della Neve> Pregate e perdonate i vostri nemici così come li ho perdonati e li perdono, così come perdono ogni errore di ognuno di voi e dell'Umanità Intera! E lo Strumento usa l'Amore che il Padre gli ha Donato e spalanca la Porta così com'è Spalancata la Porta del Mio Cuore! Chiedi......... perchè poi deve venire Giovanni! Parla, Io Mi scelgo qualcosa da mangiare: si mangia prima il dolce o la frutta? Alcuni: La frutta! Raffaele: Si mangia prima il dolce, caso mai finisce! Gesù: No, voglio prima la frutta e dopo il dolce! Voglio un chicco d'uva, tu ne vuoi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccomi! ...Chi parla ancora? Raffaele: Gesù, si fanno tante battute, tante storie, ma nel Creato qual'è la cosa a cui Dio ha dato più valore? Gesù: I Figli! Raffaele: Ma sono venuti per ultimi o prima gli animali, eccetera eccetera.........? Nello stesso momento? Gesù: Eccomi! Dio ha Creato, ha Partorito, ha Amato, Ama e Perdona e aspetta tutta l'Umanità Intera nel Sole che si Apre e tutte le Genti vedranno il Sole e vedranno l'Amore di Dio e non ci sarà né pianto, né lamento, ma solo Amore! Raffaele: L'ultimissima! Gesù: Eccomi! Raffaele: Quant'è un istante del Padre? Gesù: Non c'è né limite e né misura! Raffaele: È troppo Grande il Creato! Gesù: Ma non c'è né limite e né misura: è il Padre! Raffaele: C'è qualcosa che al Padre non è piaciuto e che magari ha modificato? Gesù: Se l'ha Creata......... Dio non può modificare perchè Dio è Padre e Partorisce ed è Tutto Giusto perché è Dio e non può sbagliare e non può modificare e neanche migliorare......... lascia camminare............ ma aspetta ogni Figlio e l'Umanità Intera! Don Vincenzo: ...Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Come state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi, Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Nicola:Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Eccomi col caffè... aspettate...! Tu ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Prima bevo il caffè e poi vi saluto... sì è quello della Cocciuta...: chi lo vuole se lo va a prendere... è proprio il suo, , giusto giusto...! Allora..., Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai combinato "Eccomi"? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai trovato qualche altro scherzetto? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ti è piaciuto? Nicola: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Eccomi sì! Don Vincenzo: Giovanni...! Piccolo Giovanni: Aspetta..., devo salutare a Maria! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresuccia del Bambin Gesù, cosa Mi devi dire? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu non hai combinato niente? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Eccomi sì..., allora siamo a posto! Allora..., state tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora cosa Mi raccontate? Io vi posso raccontare solo che tutti quanti i Pargoli e tutti quanti i vostri Cari e tutti i vostri Servi Inutili e tutte le Schiere e Maria, si stanno preparando sì, si stanno preparando per la Festa! Dovranno preparare il Banchetto e dovranno prepararsi a parlare e Io devo preparare i Calici, ma non ho il tempo e dobbiamo Impastare, così il Pane viene Spezzato per tutti i figli! Lo Strumento Beve ancora i Calici senza prepararli, così come li trova, ma non dimenticate: lo Strumento è alla Destra del Padre ed è anche in mezzo a voi, non dimenticatelo! Non dimenticate di pregare: pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, pregate per i figli che ancora non vedono l'Amore di Dio, pregate per chi non sa aprire la Porta: donategli la Chiave che è la Croce! .........Cosa c'è? Don Vincenzo: Giovanni, stavo riflettendo... Piccolo Giovanni: Aspetta un poco a riflettere! Cosa gli hai donato a Maria? Raffaele: Uno di questi..., due bastoncini..., due di questi... Piccolo Giovanni: Niente altro? Raffaele: Questi... e poi gli dò il resto..., la frutta e i dolci? Piccolo Giovanni: Tutt'e due... e anche il caffè! Raffaele: E l'amaro? Piccolo Giovanni: E tutto il resto! .........E a Me cosa donate da mangiare? <Giuseppe gli indica il dolce> Prima si mangia il mangiare..., dopo il dolce..., così poi glielo porto anche a Gesù..., ma se lo prende da solo! Vediamo cosa Mi danno da mangiare... eh... la pizza! No? ... ecco! Tu la vuoi la pizza? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia... Piccolo Giovanni: Eccomi! Mi fa compagnia...Raffaele: Giovanni, Ti posso mettere una fetta di mortadella? Piccolo Giovanni: No, voglio solo la pizza... ecco! Ehi... non parla nessuno? Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: La popolazione della terra..., più o meno è di 7 miliardi, e di questi 7 miliardi pochissimi sanno il motivo per cui esistono..., perché se non si capisce l'esistenza sia di Dio che nostra, sia del Creatore che di noi creature, non si capisce neanche la vita e non si capisce neanche la morte e non si capisce neanche la Via Stretta e la via larga... Piccolo Giovanni: Non si muore..., perché parli di morte? Don Vincenzo: Perché è stata vinta! Piccolo Giovanni: Bravo! E se è stata vinta.........si muore quando non si dona la mano, si rimane ad aspettare..., ma quando si dona la mano, c'è un piccolo dormire e un Risveglio dinanzi al Banchetto del Padre! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì? Come va il Cibo di Dio? Maria: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: "Eccomi, bene...!" Siate pronti e preparati, figli, perché non conoscete ciò che è scritto nel Libro del Padre! Il Padre viene a portarvi la Verità Tutta Intera, lo Strumento vede e sente ma è all'ubbidienza del Padre e non parla: accoglie chi la pugnala alle spalle così come Io ho detto e dico: "Padre, perdona loro, non sanno quello che fanno, Padre perdona loro, ora sanno quello che fanno, ma perdonali!" E lo Strumento dice: "ci sono i Giorni, aspettiamo ancora..., innaffiamo le pianticelle...!" Ora parla, che vuoi? Io voglio un dolcino... eccolo! Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia! Piccolo Giovanni: Mi fa compagnia... Don Vincenzo: Questi piccoli, sì......! Piccolo Giovanni: Perché Mi guardate? Voi non l'avete mangiato? Don Vincenzo: Mangiamo... Piccolo Giovanni: Mangiamo e poi parli? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: , ecco! Ma tu lo sai che Io sono Capriccioso? <Si rivolge al fidanzato di Chiara che fa un gesto di assenso> Gliel'hai detto tu? Sono Giovanni Capriccioso......, cosa vuoi dirMi, Teré? Devo fare il capriccio? Due o tre? Teresa: Tre! Piccolo Giovanni: Uno..., due... e..., prendi un piatto: uno..., due..., tre...Raffaele: Non gli piacciono i dolci... Piccolo Giovanni: , lo conosco molto bene... e anche a lei tre: uno... due... e tre! Ha fatto il capriccio... è contenta? E anche quello...! L'avete mangiato..., sicuro? Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che gli diamo? Raffaele: Due dolcetti..., due vassoi o due piatti? Piccolo Giovanni: Forse è meglio due vassoi...! <Si ride un po'> Raffaele: Posso farli uguali? Piccolo Giovanni: Eccomi! Siete contenti? <Si ride un po'> Se rimanete dispiaciuti ve ne faccio fare un altro piatto! <Si ride un po'> Cosa vuoi dire, Teresina del Bambin Gesù? Oppure, cosa vuoi fare? Cosa vuoi dire o cosa vuoi fare? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi...! Teresa: Vino, caffè e amaro... Piccolo Giovanni: Bello..., sì Mi piace! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io sto al Capriccio..., Io ai Capricci ci sto benissimo, vero Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora fallo...! Hai capito? Raffaele: Vino..., caffè e amaro? Piccolo Giovanni: Non a Me...Raffaele: Ce n'è per tutti, Giovanni...! Piccolo Giovanni: A loro...! Parlo un po', Calice Vivente...! Maria stasera è un po' misteriosa: Mi sta nascondendo qualcosa... o Mi sbaglio? Mari', Mi sbaglio? Maria: No, non sto nascondendo niente, Tu sai tutto! A proposito, Ti posso fare una domanda? Piccolo Giovanni: Eccomi! Maria: Il primo messaggio che ha avuto la Cocciuta il 5 agosto dell'85... a Te l'ha rivelato? Piccolo Giovanni: No, no l'ha rivelato a nessuno! Maria: Ma Tu adesso che sei tornato a Casa, lo sai? Piccolo Giovanni: Io sono a Casa e sono qui in mezzo a voi e... che vuoi... che te lo dica? Maria: No! Piccolo Giovanni: Meno male! Maria: Non ci provo nemmeno... Piccolo Giovanni: Tu lo conosci? Giuseppe: Il messaggio... proprio no... Piccolo Giovanni: Eh, si, ognuno ha il proprio compito! Teresa: Oggi pomeriggio mi sono soffermata a leggere una cosa.........! Piccolo Giovanni: Eccomi! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E perché ti metti a piangere? Adesso non parla più... e se non parla più che gli devo mandare da mangiare? Una bella fetta di cocomero..., così impara a bagnare gli occhietti! Teresa: No, ma è un pianto di gioia! Piccolo Giovanni: Sì e così gli dò il cocomero...<Si rivolge nuovamente al fidanzato di Chiara> Com'è? È buono il dolce? Ma ci verrai ancora dopo che ti ho fatto il capriccio di farti mangiare i dolci? Tanto ti piacciono...<Si ride un po'> Io mangiavo quelle coppe grandi di gelati e quei dolci pieni di crema, ma poi sai cos'è successo? Mentre celebravo, ho fatto patapummete! E li mangiavo di nascosto, il diabete era cresciuto......! È buono, no? Mangia, mangia, mangia! Ora parla tu un po'...! Questa è la Famiglia..., hai visto cos'è la Famiglia? Parlare con il Padre così come si parla con un fratello, un amico e un papà, e i papà ascoltano e Dio è un Papà che ascolta sempre! Don Vincenzo: Quando c'è stata la prima apparizione il pomeriggio di lunedì 5 agosto 1985, Festa della Madonna della Neve... Piccolo Giovanni: ... Eccomi...Don Vincenzo: ...Tu subito dopo Ti sei inserito? Piccolo Giovanni: No! Non subito! Don Vincenzo: Ad ottobre, il 4 ottobre... Piccolo Giovanni: Ma sapevo...Don Vincenzo: Dal 5 Agosto ci sono stati due mesi senza messaggi pubblici fino al 4 Ottobre... Piccolo Giovanni: , ma la Cocciuta li aveva! Don Vincenzo: Li aveva anche in quel periodo di due mesi? Piccolo Giovanni: Sì! Don Vincenzo: Però erano messaggi segreti? Piccolo Giovanni: No, non erano messaggi segreti, era così......... ma la Cocciuta non si è fatta più scoprire, l'hanno vista la prima volta e poi dopo c'è stato il silenzio! Ascoltava quello che il Padre gli diceva, quello che Maria gli diceva e ha aspettato in ubbidienza quando gli hanno detto: adesso puoi dirlo a tutti! Don Vincenzo: Era il 4 ottobre 1985 e tutti ascoltavano............! Piccolo Giovanni: Si... ed Io sono arrivato un pochettino dopo! Don Vincenzo: Tu eri già impegnato con altre Apparizioni a Oliveto Citra e a Crosia? Piccolo Giovanni: Si, ma anche dove andavi tu! Don Vincenzo: C'è stato un periodo in cui c'è stata una frase, e correggimi se sbaglio... Piccolo Giovanni: ...Si, "se mi sbaglio mi corrigerete"... Don Vincenzo: ...La Cocciuta avrebbe detto "toglimi gli occhi a me e i miei occhi dalli agli altri così tutti possono vedere quello che vedo io"! Piccolo Giovanni: Eh, si, perché tutti gli altri dicevano "perché la Madonnina ha scelto a te"? E la Cocciuta rispondeva "io non avevo il numero di telefono per telefonarLa, e non gliel'ho chiesto io! ...Se volete, toglietemi gli occhi e donateli agli altri così possono vedere"! Don Vincenzo: E questa è la prima verifica! Poi c'è stato anche un altro episodio, Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Giovanni, la Festa del 5 agosto coincide anche col Compleanno della Madonna! Piccolo Giovanni: Accogliamo le date che ci dona il Padre con la Verità Intera! Ma preghiamo per quel Legno che si è Affondato! ...Ma tu da quanti anni abiti nella dimora? Don Vincenzo: Da quasi dieci anni! Piccolo Giovanni: E sono quasi dieci anni che lo stiamo festeggiando! Ma è sempre stato il 5 agosto il Compleanno della Mia Fidanzata che è Maria! ...Chi è che Mi dà un bicchiere d'acqua? Eh... Eh... Eh...... Si, preparate il Miscuglietto, così vediamo se Teresa Mi deve chiedere qualche altra cosa! ...Ehi... <Giovanni schiocca alcuni baci verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Vuoi un fico? Piccolo Giovanni: No, sto aspettando se Mi deve dire qualcosa Teresa! Teresa: Si! ...Che cosa significa Miscuglietto? Piccolo Giovanni: Una cosa ingarbugliata! Eh... Eh... Eh... Teresa: Eh... Eh... Eh... questa è buona! E un altro significato? Piccolo Giovanni: Una cosa ingarbugliata! Poi ve lo dico! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nient'altro Mi devi chiedere? ...Ne vuoi un altro? Don Vincenzo: Si, me lo prendo! Piccolo Giovanni: Aspetta...! Eccolo! ...Salute! ...Vediamo cos'hanno fatto! ...Allora, cosa devo dirvi ancora? Dilla tu qualcosa! Don Vincenzo: Facci un piccolo resoconto di questa settimana, perché il 10... il 12... il 15... ci sono vari appuntamenti importanti... Piccolo Giovanni: ...Eh... Don Vincenzo: ...Preparaci Tu così evitiamo di essere impreparati! Piccolo Giovanni: Io Mi preparo all'incontro della Festa! Don Vincenzo: Il Cielo festeggia pure quest'incontro così importante? Piccolo Giovanni: Si, e voi dovete essere pronti per la Festa con Maria e con tutti i Servi Inutili! Don Vincenzo: E sarebbe il Matrimonio? Piccolo Giovanni: La Festa con Maria con tutti i Servi Inutili! ...Voi come vi preparate? Qualcuno: Col cuore! Don Vincenzo: Giovanni, come ci dobbiamo regolare? Suggeriscici Tu! Piccolo Giovanni: Essendo un'Unica Famiglia, la Famiglia di Dio in un Unico Amore, in un Unico Grido d'Amore, in pace gli uni gli altri, amandovi così come il Padre vi ama, amandovi così come lo Strumento vi ama nel rimanere crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri, per l'umanità intera e per ognuno di voi! ...Ora Io vi lascio il Mio Cuore! Lo Strumento è alla Destra del Padre ed in mezzo a voi... ed Io vi aspetto nel Giorno della Festa! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Siate pronti e preparati! <Giovanni schiocca un altro bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Giovanni è andato a lavorare, nell'impastare e nel preparare tutto ciò che deve essere pronto nel Giorno dell'Incontro di Maria! Vigilate e non lasciatevi trascinare dal Veleno e non lasciatevi trascinare dai Falsi Profeti che avanzano! Avete la Destra: combatteteli, Figli Miei! Don Vincenzo: Gesù, tutto quello che il Padre Buono ha creato, lo ha creato mettendo i Figli al primo posto, perché è chiaro che in una Famiglia i Figli hanno un ruolo importante! Soprattutto poi in funzione dell'Eredità, perché ai Figli viene data l'Eredità... Gesù: ...Ma l'Eredità del Padre, non quella del mondo! Don Vincenzo: E allora, questa Figliolanza sfocia nell'Eternità, perché è una Figliolanza Eterna, senza fine... Gesù: ...Eccomi... Don Vincenzo: ...Quindi, quando ad una Famiglia come siamo noi adesso, viene offerta questa proposta: "guarda che tu vivrai per sempre eternamente!", "tuo Padre ha preparato per te una Felicità Senza Fine!", "tutto è una gioia e tutto è una Festa...", ma questo Cibo d'Amore Eterno che ci viene donato non viene capito dall'umanità, al punto che l'umanità addirittura nega Dio, al punto che gli uomini arrivano perfino a fare le guerre l'uno contro l'altro per dei pezzi di carta.........! Com'è possibile che siamo così ciechi e sordi di fronte ad un'offerta che non ha paragoni? Nudi siamo entrati in questo mondo e nudi ne usciremo, e senza nessun merito perché tutto ha fatto il Padre e tutto è stato fatto in funzione nostra! Noi abbiamo solo ricevuto, e ricevendo di giorno in giorno, la sera quando andiamo al letto tocchiamo con mano questa situazione di debolezza e di fragilità perchè nessuno sa se la mattina seguente si sveglierà in quanto può succedere qualsiasi cosa come un terremoto o come un malessere............! E questo dà la percezione di come noi abbiamo ricevuto tutto e di come continuiamo a ricevere tutto! Questo ci dovrebbe spingere verso Dio, verso la ricerca del Padre e fare tutto in funzione del Regno, e fare tutto in funzione del Padre che ci ha creati e che ci aiuta col Suo Soffio d'Amore attimo dopo attimo e giorno dopo giorno! È uno spettacolo vivere da Figli di Dio! È uno spettacolo ricevere soltanto, perché noi non possiamo dare nulla a Dio! È uno spettacolo vivere ogni giornata a cantare la Gloria del Padre, perché ogni giornata non ci porta alla morte o al cimitero ma ci prepara la via verso l'aldilà che non ha mai fine! Ecco, questo dovrebbe essere il canto che ogni mattina dovremmo innalzare al Padre! Ecco, questa dovrebbe essere, Gesù, la gioia nostra di vederTi in Croce donando fino all'Ultima Goccia di Sangue per ognuno e per tutti, perché tu non scarti nessuno e dai il Sangue per tutti, e questo ha dell'incredibile perché Tu sei Dio e Ti tuffi su quella Croce, su quel Letto d'Amore proprio cantando al Padre, benedicendo il Padre mentre Sei Crocifisso, con la Madonna sotto la Croce che piange per il dolore... Gesù: ...No, Mia Madre non ha pianto! Conoscendo ogni cosa non poteva piangere Maria............! Don Vincenzo: Eh, si... e quindi questa situazione comunque di presenza... della Madonna Addolorata... questa situazione di presenza comunque della Mamma, è tutto... Gesù: ...La Mamma è Mamma dell'Amore e Mamma del Dolore, Mamma Addolorata nel vedere i figli perdersi, non nel vedere Me mentre facevo la Volontà del Padre! Cosa volevi sapere con tutto questo discorso che hai fatto? Don Vincenzo: Con questo discorso volevo dire come l'umanità è ingrata, è una umanità che volta le spalle a Dio in modo sfacciato e presuntuoso... quando dovremmo essere degli usignoli, degli uccellini che volano a forma di Croce, cantando al Padre e ringraziandoLo ogni momento! Noi dovremmo essere i veri cantori delle meraviglie del Creato e delle meraviglie del Creatore... Gesù: ...Nel momento della prova, prima di andare dal Padre ho detto "ecco i Tuoi Figli, sono stato tradito da tutti..."! Tranne da Maria e dai nomi che vi ho donato e i nomi che vi darà ancora il Padre... Don Vincenzo: ...Come siamo cattivi! Gesù: Nessun figlio è cattivo! È il Veleno che cammina, perchè nessun figlio il Padre ha creato cattivo! Don Vincenzo: No, cattivi ci diventiamo noi! Gesù: È il Veleno! Don Vincenzo: Siamo liberi di essere buoni o cattivi! Gesù: È il Veleno! Don Vincenzo: ...E i Falsi Profeti... Gesù: ...Voi avete la Destra: combatteteli, figli, e siate pronti e preparati nel Giorno della Festa! ...Ora tu, Calice Vivente, Saluta con l'Albero Verde mentre Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Venite tutti, Figli Miei! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni(*)... ho portato anche le Spose... tutte quelle che mi hanno donato la mano, mentre le altre si sono fermate!(*) ...Giovanni, in questi giorni siete impegnati, ma di' al Padre di non far scendere i Gradini e di non farli aprire! ...C'è il Grande Progetto della Mamma e Voi state preparando tutto!(*) ...Io ho messo tutto nello spazio che avete lasciato... tienimi per mano ancora! ...Tutte le Schiere sono pronte! ...Giovanni, la Tua Famiglia, mettila ancora nel Cuore del Padre e prepara ognuno di loro!(*) ...Eccomi, io sono pronta ancora ad essere scorticata se c'è rimasto ancora qualcosa!(*) ...Le Schiere stanno uscendo... aspettatemi che dopo vengo anch'io! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo! ...Eccomi, Giovanni!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, i figli ancora non hanno capito come l'umanità ancora cammina allo sbaraglio! Sono tante pianticelle che vanno innaffiate e vanno coperte perché se prendono freddo poi seccano, e se Tu mi doni ancora un po' di Paghette e un altro po' di Giorni, io li innaffio e poi li copro così non seccheranno e impareranno a camminare sulla Via Stretta, e impareranno a conoscerTi, a fare amicizia e a chiamarti Papà, e così ci sarà una grande Festa e tutti potranno tornare a Casa! Tu che Sei Buono da sempre, Papà, donami la Paghetta e donami ancora un po' di Giorni... e perdona chi trafigge il Tuo Cuore... il mio ce l'hai, fanne quello che vuoi, Papà! Il Padre: Figlia Mia e Anima Mia! Giulia: Eccomi!(*) ...Giorni? ...La Paghetta? ...Che cos'hai dietro le spalle?(**) ...Papà, non mi puoi donare anche quello che hai dietro le spalle così lo bevo?(*) ...Non può cadere quello!(*) ...Se mi doni la Paghetta e i Giorni, non può scendere e non apre i Gradini... donami anche quello!(*) ...Ci sono tanti Pargoli!(*) ...Si, daranno la mano... e quelli che non lo fanno?(*) ...So che aspetterai, ma se lo posso bere prima...! Papà, io Ti chiedo un regalo per la mia Festa: mi doni quello? ...Me l'hai sempre fatto!(*) ...Devi rispondermi! ...Sono Tua figlia, e con la confidenza e l'Amore da sempre, donami quello come regalo! Il Padre: L'hai visto bene? Giulia: Eccomi, Papà!(*) ...Dopo vengo, tienilo lì che vengo a berlo! È il regalo più bello fermare quel vulcano, quel missile e quel terremoto!(*) ...Dopo vengo! <Giulia schiocca un bacio al Padre> Eccomi, Papà! ...E visto che tutti sono al Banchetto Nuziale, possiamo salutare tutti i nostri Cari e tutti i Servi Inutili! ...Eccoci, Servi Inutili!(*) ...Aspetto anche il Tuo regalo!(*) ...Eccomi, Mammina mia!(*) ...Sei così bella, e anche se di vedo attimo dopo attimo, mi manchi un po'! <Giulia schiocca un bacio> ...Vai a lavorare!(*) ...Eccomi, Mamma!

 

 

 

 

 

 

2. Dom. 10/08/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

(La Madonna): Fuori ci sono i rumori e i venti di guerra: tuffatevi nel Cuore del Padre dove non c'è alcuna tempesta e dove non c'è alcuna guerra ma c'è Amore, Pace e Famiglia, Figli Miei!

*******************

(La Madonna): Ancora una volta vi ripeto: Sono Bella perché Amo! Imparate a Farlo, imparate ad Amare, Figli Miei! Non odiate e non puntate il dito verso Dio, puntandolo verso i fratelli, Figli.........!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <La Madonna per un po' Rimane in Silenzio, poi Dice:> LA MADONNA: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen! Nel Saluto Iniziale Saluto lo Sposo, Saluto il Figlio, Saluto la Pienezza di Dio che è Riversata sul Mio Cuore e Saluto ognuno di voi unendo il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo! <La Madonna alza la Destra col Segno Trinitario e Dona la Sua Benedizione col Segno della Croce> Questa Unione d'Amore Dio l'ha preparata da sempre per l'umanità intera, e quando un Padre chiama un Figlio, il Progetto l'ha Scritto da sempre! Così come ha chiamato Me prima di mandare il Figlio e così nel Suo Progetto d'Amore ha creato la Chiesa, quella Chiesa non fatta di mura ma quella Chiesa Viva: Dio, il Mio Cuore e il Cuore del Figlio......... e Ha Piantato un Albero: l'Albero della Croce! .........L'Albero dove ogni Figlio si può poggiare e dove ogni Figlio è Croce......... e si può Portare......... e si può Amare......... e Amandosi può Sbocciare per far crescere i Frutti che il Padre ha piantato da sempre in ognuno dei propri figli! Ed Eccoci uniti da sempre, Vivi e Reali in mezzo a voi, Vivi e Reali nel Giardino di Dio, Vivi e Reali così come Lo è Dio: Fanciullo! Ma voi dite: "gli anni passano......... sono tutti un lamento.........", ma il Padre non passa ed è sempre Amore se si guarda con gli Occhi del Cuore dicendo: "attimo dopo attimo mi doni il Respiro, attimo dopo attimo mi doni il Pane perché Tu Sei Pane e Tu ci hai Creati e siamo Tue Creature! Tu sei Nostro e noi siamo Tuoi, perché Tu Ti sei donato e Ti doni! Ancora non abbiamo capito che dobbiamo donarci a chi ci ha donato la Vita!" Ecco quale Festa dovete festeggiare: la Vita è Nascere nel Cuore del Padre! L'Eccomi dello Strumento! Eccomi nel venire nel Tuo Cuore! Ed Eccomi con il Mio Cuore tutto per Te! Nascere nel Fare la Volontà di Dio distaccandosi dalle cose del mondo! Fuori ci sono i rumori e i venti di guerra: tuffatevi nel Cuore del Padre dove non c'è alcuna tempesta e dove non c'è alcuna guerra ma c'è Amore, Pace e Famiglia, Figli Miei.........! <La Madonna Benedice ancora col Segno della Croce> Ed Eccomi ancora nel donarvi l'Amore Pieno di Dio, Figli! .........Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma! Ed Eccomi ancora nel donare gli anni che il Padre ha Scritto! Eccomi ancora nel rispondere al Padre l'Eccomi per tutta l'Eternità! Eccomi, mi inchino a Dio! Eccomi nel consegnarVi tutto quello che mi avete donato, Mamma! La Madonna: Eccomi, Anima Mia............! GUARDA..................!(*) Giulia: È bella la Festa che Ti hanno preparato! È bello l'Abito che Ti hanno cucito mamma Violetta e mamma Serafina! Sei circondata da tutti i miei Pargoli e dai Pargoli di tutto il mondo! È così grande il Tuo Vestito, ci vogliono tutti i Pargoli per portarlo, ma il Tuo non cambia mai: l'hai messo solo per questo Giorno! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Non lo diciamo......... ma la Festa che io preferisco è stare nel Cuore del Padre: Eccomi! La Madonna: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA............!(*) Giulia: Mamma, diciamo solo che si alza una grande polvere di guerra......... e i Calici......... metà li ho già Bevuti...... l'altra metà li Berrò dai Flagelli e dai Sigilli! Diciamo solo così...! La Madonna: Non puoi Berli tutti tu! Giulia: Fino a quest'istante li ho Bevuti, Mamma, e li Berrò ancora! Nell'ubbidire al Padre qualcuno lo verso su qualche Figlio......... ma gli altri li Bevo io perchè i Figli sono ancora deboli............! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Mamma, ancora non ho scritto ciò che devo consegnare al Calice Vivente, donami la Tua Manina per scrivere............ e consegnarglielo! La Madonna: Eccomi, non temere.........! Giulia: Ho capito bene quello che devo scrivere? La Madonna: Eccomi, Anima Mia, non temere! Giulia: Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore Tutto quello che mi avete donato ancora una volta! Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere e quelli che non hanno la forza di farlo! Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Ecco la Tua Famiglia! Ecco i cuori che ho raccolto: tienili Tu, ma col Soffio del Padre falli Ardere d'Amore, Mamma! La Madonna: Eccomi, Anima Mia, in mezzo a voi, Uniti col Padre, con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con tutti i vostri Cari e se dico il Padre, c'è anche il Figlio...... e non temete, sono la Mamma del Crocifisso e di ognuno di voi, Figli Miei! Ed Eccomi ancora con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <La Madonna continua col Segno della Croce>...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Mamma, la Tua Bellezza accende l'umanità, ma l'umanità è sorda ed è cieca e non vede quanto sei bella.........! La Madonna: Ancora una volta vi ripeto: Sono Bella perché Amo! Imparate a Farlo, imparate ad Amare, Figli Miei! Non odiate e non puntate il dito verso Dio, puntandolo verso i fratelli, Figli.........! Giulia: Eccoci, Mamma, accoglici ancora così come siamo! Accoglici e poggia sulle mie spalle chi trafigge ancora i Vostri Cuori in questo giorno! La Madonna: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Mammina! La Madonna: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuta! La Madonna: Altri Fiori che sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Come stai? Don Vincenzo: Bene! La Madonna: E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <La Mamma manda baci e viene ricambiata> La Madonna: Cosa c'è? State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! La Madonna: State tutti bene-male? Tutti: ECCOMI! La Madonna: Dimmi, Figlio.........! Don Vincenzo: Ora si inizia una settimana importante.........! La Madonna: ... Già è iniziata! Mi hanno fatto un Vestito Grande-Grande la tua mamma Violetta e Serafina, la mamma della Cocciuta, e poi una Festa Grande-Grande con la Torta Grande-Grande! Il Vestito l'hanno cucito tutto a mano, si sono messe tutt'e due a cucire, ma anche i Pargoli hanno Lavorato, un po' Impastavano e un po' venivano ad Impastare nel cucire............ e nell'Impasticciare! Don Vincenzo: Sono Giorni di Festa, ogni Giorno è Festa, però questi Giorni Lo sono in modo particolare! La Madonna: , tutti i Giorni sono fatti dal Padre e, se li guardate con gli occhi del cuore, fate Festa attimo dopo attimo, così come facciamo Festa Noi! I Banchetti sono sempre pronti, le Spose sono sempre pronte, tutti i Servi Inutili sono sempre pronti, tutte le Schiere e tutti i Pargoli e tutti i vostri Cari sono sempre pronti nel Lavorare! Voi Lavorate nella Vigna, Lavorate nell'Arca e con i Remi? Anche lo Strumento Lavora e vi porta......... anche se ogni tanto vi dimenticate e andate dietro alle cose del mondo! Ma Io sono Mamma! E lo Strumento è andata a raccogliere i Figli dove ci sono i fuochi di guerra e dove ci sono le divisioni! Don Vincenzo: Prima ho fatto innervosire la Cocciuta! La Madonna: Eh, si, l'hai fatta innervosire nel Giorno della sua Festa! <Oggi ricorre il 39° Anniversario del Matrimonio tra Giulia e Pasquale> Te l'aveva già detto un paio di volte... diciamo un paio! Ma lei parla e quello che deve dire lo dice: è anche un po' Cocciutella e se dice che si alza, si alza............! Don Vincenzo: Speriamo di no! La Madonna: Ora vediamo, ma te lo dico Io: è Cocciuta, perché il Padre l'ha fatta Cocciuta e l'ha fatta anche Roccia! ............E cosa c'è, è un Regalo per Me? <Raffaele porge alcune Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al Braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Io vi Regalo la Collana che il Padre ha preparato da sempre per ognuno di voi: il Mio Cuore che si fa Catena! Siete contenti? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! ...............Parla! Don Vincenzo: Mammina, quello che vorrei è che il mio cuore gridasse di gioia per questa Vostra Presenza, Presenza del Padre, Presenza di Gesù, Presenza Tua! Siamo stati Creati, ed essendo stati Creati siamo Figli e per il Padre, per la Mamma e per Gesù non c'è una cosa più importante dell'essere Figli, dell'essere riconoscenti al Padre per averci Partorito! E quindi dovremmo essere tutti quanti sempre in Festa e ogni mattina quando ci svegliamo e riceviamo in Dono un'altra giornata, dovremmo cantare di gioia...............! E quando la sera andiamo a letto non dobbiamo temere nulla, nè un terremoto e nè un malessere perché il Padre ci sta aspettando e sta aspettando i Suoi Figli per una Eternità di Felicità! È il massimo che può succedere, è il massimo dei massimi, perché noi non sappiamo fare nulla......... ma riceviamo sempre e tutto dal Padre Buono............... e riceviamo in ogni istante ogni Suo Soffio Vitale...... e ogni cosa che ci circonda è Dono del Padre perchè tutto quello che abbiamo è Dono del Padre, tutto è Dono del Padre! Non possiamo appellarci a nulla, possiamo solo cantare di gioia per tutto quello che stiamo ricevendo! E allora dobbiamo essere grati al Padre perché abbiamo questo obbiettivo finale di una Felicità Eterna! Abbiamo questa Grazia che non finisce mai cioè che saremo Figli per l'Eternità e lo siamo già e lo saremo ancora di più quando abbracceremo il Padre per una Eternità d'Amore! È questo che dovremmo capire: che significa essere Creature Sue! Conoscere ed entrate nel Regno di Dio è il Fine di ogni esistenza umana! Siamo venuti nudi e partiremo nudi ancora e non ci appartiene nulla perchè tutto abbiamo trovato, tutto abbiamo avuto in Dono perchè potessimo corrispondere come Figli all'Amore di un Padre così Buono, così Grande, così Amoroso! Com'è bello essere Figli di Dio! Com'è bello chiamare Dio: "Papà"! Com'è bello ogni istante, ogni momento vivere da Figli sapendo che siamo Suoi, che ognuno di noi è Suo, Gli appartiene perché è stato fatto tutto dalla Bontà del Padre, come un usignolo quando canta l'Amore, come un uccello quando allarga le ali a forma di Croce! Siamo perfetti perché siamo Creature del Padre capaci di amare, capaci di corrispondere all'Amore! Solo che l'Umanità è sorda e cieca e volta le spalle a Dio e non capisce che significa essere Figlio di Dio e non capisce che significa appartenere al Padre e non capisce che significa essere lungimiranti e sapere che il Padre ci sta aspettando perché ha preparato Tutto per ognuno di noi! E allora noi dovremmo essere sempre grati a questo Padre Buono e invece durante la giornata troviamo il tempo per tutto tranne che per il Papà! Siamo capaci di fare tante cose tranne che lodare il Padre e dirGli: "Papà, come sei Bello, come sei Buono, hai fatto me come Figlio Tuo, mi hai arricchito della Tua Figliolanza, sono Figlio di Dio, sono Figlio del Papà più Buono che esiste! Sono Figlio anche di Gesù, che sulla Croce Allargando le Braccia ci fa diventare Figli Suoi col Suo Sangue"! Ecco come il Padre perdona attraverso il Suo Figlio che Allarga le Braccia! Che Amore! Non ci poteva essere un Amore più Grande e non ci poteva essere un Amore più Doloroso! Eppure, Doloroso sì, ma capace di sprigionare Amore su Amore, capace di sprigionare Verità su Verità, capace di sprigionare Bontà in ogni cosa che ci circonda, perché ogni cosa che ci circonda Gli appartiene! Noi non abbiamo dato nulla a Lui, né possiamo far nulla, ma possiamo dirGli: "Grazie Papà!" Questo, solo questo! La Madonna: Non si dice: "grazie" al Padre! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Si dice: "Eccomi!" Don Vincenzo: Sì! Che bello essere Figli di Dio, che Ricchezza, siamo Figli Eterni! La Madonna: Ma non ve ne siete ancora accorti di essere nell'Eternità del Padre preparando le Capanne? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: ! Don Vincenzo: Il Padre ci ha Ordinato di costruire le Capanne e va ubbidito! La Madonna: E non vi siete resi conto di essere già nell'Eternità di Dio nella Vigna, nell'Arca e con i Remi? Don Vincenzo: Siamo nella Vigna, sì! La Madonna: Hai capito, Calice Vivente? Siete nell'Eternità del Padre! Il Padre è in mezzo a voi, tutti siamo in mezzo a voi, ed essendo in mezzo a voi in questo Luogo Scelto da Dio dove ha Piantato l'Albero Verde, siete nell'Eternità! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: No, ancora non l'avete capito! Don Vincenzo: Il Padre vive in mezzo a noi! La Madonna: Non solo il Padre! Don Vincenzo: Tutto il Cielo............ tutto e tutti! La Madonna: E se Dio è in mezzo a voi, dov'è l'Eternità? Ditemi: se Dio è in mezzo a voi, dov'è l'Eternità? Alcuni: Qui, sulla Terra, in mezzo a noi! La Madonna: Adesso parliamo con la Dottoressa: cosa devi chiederMi? Parla un po', vediamo, e quello che c'è nel cuoricino caccialo tutto.........! Teresa: Ci dobbiamo preparare ad essere ognuno di noi Sposa per lo Sposo! La Madonna: Eccomi! Teresa: E innanzitutto dobbiamo preparare la Sposa! La Madonna: Eccomi! Teresa: Aiutaci a metterla al Primo Posto! La Madonna: Eccomi! Solo questo? Teresa: Com'è stato il Matrimonio Tuo e di Giuseppe? La Madonna: Piccolo e Povero: l'Eccomi al Padre! Eccomi! Teresa: Eccomi! La Madonna: Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Mamma, ci sono sette miliardi di persone......... La Madonna: .........Ma nessuno ascolta il Padre, nessuno Lo conosce, nessuno Lo Ama, nessuno Lo vede e nessuno Lo sente............ ma il Padre Ama tutti i Figli e ha preparato il Giardino per tutti i Figli e li aspetta.........! Ma voi dovete pregare per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che porta l'Abito Bianco e per il Legno che si è Affondato, e dovete pregare per i nemici e amarvi gli uni gli altri! L'Umanità rimarrà sempre sorda e cieca, ma uno Strumento: "Nocciolo Scorticato", la porterà sulle spalle e risponderà per ognuno di voi e bussa ancora al Cuore del Padre per aspettare a rispondere anche all'Ultima Domanda! Ecco l'Umanità che gira-gira e non trova Dio! Don Vincenzo: Proprio così! La Madonna: È una umanità dispersa.........! Don Vincenzo: Quando invece dovremmo essere i Veri Figli di Dio, quando invece dovremmo capire perché esistiamo! La Madonna: Te l'ho già detto: è una umanità dispersa che gira-gira ma non trova Dio......... e il Padre è lì ad aspettare dinanzi ad ogni Figlio! Ma i Banchetti sono pronti......... la Vigna......... l'Arca...... e i Remi! Preparatevi ai Tempi che stanno arrivando, ascoltate la Voce di Dio che parla attraverso lo Strumento: "preparate le Capanne, preparate le Capanne, preparate le Capanne!" Don Vincenzo: Quante volte ce l'avete detto con Gesù! La Madonna: Preparate le Capanne, Figli, non dimenticatelo! E non siate tristi quando c'è un male......... ma siate gioiosi! <La Mamma si rivolge ad un'ammalata presente alla preghiera su una sedia a rotelle che scuote la testa al parlare della Madonna> Dio ti vede, ti ama e aspetta l'Eccomi Pieno! La signora: Non posso......... La Madonna: Come non puoi? La signora: No, no, non posso! La Madonna: E se non puoi, significa solo una parola: rinnegare Dio! La signora: No! La Madonna: ! La signora: No! La Madonna: Stai parlando con la Mamma di Dio, non puoi dire di no! L'Eccomi al Padre è: "Padre sia fatta la Tua Santa Volontà! Eccomi! Ti servo anche così come Tu hai deciso!", ma dire: "non posso" è mettere sotto i piedi Dio! La signora: No, non è questo... La Madonna: Eccomi! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Mammina, prima si è parlato del Tuo Compleanno! La Madonna: , era il 5 agosto! Don Vincenzo: È quella la Data? La Madonna: Io sono Nata il 5 agosto! Don Vincenzo: È bella questa Data! La Madonna: ! Don Vincenzo: Perché io sono vissuto in un paesino che festeggia la Madonna proprio il 5 agosto! La Madonna: , anche in questo paesino c'è la Festa il 5 agosto e in tutti i paesini c'è la Festa dove Mi chiamano: la Mamma della Neve! Don Vincenzo: La Madonna della Neve! La Madonna: Ma Io Mi chiamo Maria, o meglio, Miriam! Don Vincenzo: Ti piace di più Miriam? La Madonna: Non è che Mi piace, questo è il Mio Nome! Maria è per ognuno di voi, ma nel Luogo dove sono nata Mi chiamo: Miriam! ...Cosa c'è ancora? Eccomi! Raffaele: Quando Ti hanno annunciato che dovevi diventare la Mamma di Gesù, non Ti sei chiesta: "perché?" La Madonna: No! Raffaele: Hai detto solo: "Eccomi"? La Madonna: , "Eccomi"! Raffaele: E guardandoTi intorno, penso che molti erano invidiosi di Te? La Madonna: Eccomi! Raffaele: E anche in questo frangente non Ti sei fatta la domanda.........? La Madonna: No, ero stata Mandata dal Padre! Raffaele: E quando vedevi la gente che faceva finta di essere tua amica? La Madonna: L'accoglievo, aprivo la porta nel dire: "venite!" Raffaele: Anche sapendo quello che avrebbero fatto? La Madonna: Così come fa la Cocciuta, ma poi quando deve alzare la voce, la alza! È il Padre che gliela fa alzare! Non fa nulla senza l'Ordine del Padre! A voi sembra che parla, fa questo, fa quell'altro, va a fare la spesa, cammina, prepara, ma è tutto in Funzione di Dio! Anch'Io dovevo fare la spesa, andavo a prendere l'acqua, preparavo da mangiare! Mamma, Sposa e Moglie! Raffaele: Chiedevi aiuto al Padre? La Madonna: Non c'era bisogno! Il Padre vede! Come fa lo Strumento che ogni tanto alza gli occhi al Cielo per non far vedere dove sono tutti i Servi Inutili, dov'è il Padre......... e li alzavo anch'Io! Raffaele: Quindi ad ognuno di noi basterebbe chiedere al Padre col cuore? La Madonna: È il Cuore che deve chiedere e non fare tutti quei lamenti e non dire: "non mi hai aiutato, mi hai lasciata sola!" Raffaele: Quando ho chiesto a Gesù: c'è un Nome Famoso che è rimasto vicino a Dio? La Madonna: Cosa ti ha risposto Gesù? Raffaele: Non ha detto nulla! La Madonna: E se non te l'ha detto Lui, non posso dirtelo Io! Aspetta, quando glielo chiederai di nuovo, se te lo dice.........! Raffaele: È solo un Mistero Dio o è tanti Misteri? La Madonna: Hai visto tanti Dii? Raffaele: No! La Madonna: Dio è Uno e uno è il Mistero! Che ti fai, ti fai il vento con i capelli? <A Teresa> Anch'Io lo facevo, i Miei sono molto molto più lunghi! Raffaele: Quando si chiede a Dio di stare bene, la salute, il lavoro............ perché tutti fanno queste richieste...! La Madonna: ...Si deve dire al Padre: "Padre Sia Fatta la Tua Santa Volontà!" Il Padre conosce e vede! Ma nessuno Gli dice: "Padre Sia Fatta la Tua Santa Volontà!" ma Gli si dice "Non mi hai Fatto questo, non mi hai Dato quell'altro!" Lo sputano in faccia, Lo bestemmiano e Lo mettono al Posto dove non c'è l'Ultimo Posto, dove c'è lo zero! Dio ha il Posto zero......... non ha il Primo Posto............ perché non ha ubbidito............ non ha fatto quello che gli è stato chiesto.........! E anche a Me mettono all'Ultimo Posto...... e anche a Mio Figlio......... e a tutti i Servi Inutili quando i Servi Inutili vengono a Bussare al Cuore del Padre.........! Senza l'Ordine del Padre non possono fare nulla.........! "Non mi hai ascoltato, me ne scelgo un altro......!" Raffaele: Pensando di trovarlo? La Madonna: Si, pensando di trovarlo! Ma la Famiglia è tutta Unita e tutti i Servi Inutili fanno le Cose del Padre così come anche lo Strumento fa solo le Cose del Padre e non quelle degli uomini! Raffaele: Un po' di tempo fa le cose stavano peggiorando e Ti ho chiesto: "non Ti cercano di più"? Adesso sono peggiorate ancora di più e continuano ancora a non cercarTi? La Madonna: Continuano a bestemmiare, continuano a scartarCi, continuano a camminare la via larga! Ho cantato, ho pianto, ho suonato, ho parlato e nessuno Mi ha ascoltato! Dio sta SpezzandoSi, Si Spezza come Pane, Si Dona, ma viene gettato e lo Strumento Lo raccoglie e Lo ridona ancora e viene gettato ancora e viene raccolto ancora! Pregate, Figli, con la Preghiera che vi è stata insegnata: "Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria!" e l'altra che vi è stata Donata che dice: "Mamma Maria, Piccola Ancella del Cuore della Croce............! Padre che ci hai Partoriti, dal Tuo Parto siamo stati Innalzati per Camminare le Vie del Tuo Amore".........! E presto ve ne sarà donata un'altra! Ma non giocateci e non fate una cantilena............ e non rubatela......... ma chiedetela......! Raffaele: Com'è il Sole di Dio? Noi non riconosciamo il Sole di Dio e la Pioggia di Dio! La Madonna: Aspettate e vedrete! Ma se guardate col cuore riconoscete la Pioggia e il Sole! Raffaele: Ci si dovrebbe fidare di tutti? La Madonna: Del Padre e se la Famiglia rimane unita nell'Amore! ...Cosa c'è ancora? Raffaele: Come si fa ad aiutare un emarginato? La Madonna: Quando Gesù ha detto: "Ero carcerato e non siete venuti a trovarMi, ero nudo e non Mi avete portato i vestiti...!" Si fa così, si fa nel silenzio, come si fa la Carità, nascosta, in cui la mano destra non deve sapere quello che fa la sinistra......... questa non lo deve sapere............... e questa neanche.........! <Indica la destra e la sinistra> Così si aiuta: nel silenzio e nel nascondimento, come fa lo Strumento: nessuno sa! Raffaele: Abbiamo molto da imparare dalla Cocciuta! La Madonna: Così come nessuno la vede mai pregare! Lo fa nel silenzio e nessuno la vede, e il Padre non si mette in mostra come tanti per farsi vedere! Solo il Padre la deve vedere e non l'Umanità Intera! È Dio il Suo Unico Amore............ dove mette Tutto............ senza farsi vedere da nessuno! Raffaele: Molta gente si finge povera, come si fà a discernere? Si continua a fare Carità? La Madonna: Guardali negli occhi e, se li guardi negli occhi, il tuo cuore vede! Così come vede il cuore dello Strumento! Ma lei vede anche con gli Occhi del Padre e a volte dice: "Calice Vivente, non dare tanto, questo ce ne ha più di noi!" È vero, mi ha sentito? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: "Non dare tanto, questo ce ne ha più di noi! A quello dagliene di più, non ha niente!" Raffaele: Tutte le volte che hai parlato, che Ti hanno visto, hai sempre messo in guardia per quello che doveva succedere! La Madonna: "Pregate per la Pace, pregate per la Pace! Non costruite vendite.........! Non costruite palazzi lussuosi ma pregate per la Pace! Non costruite palazzi lussuosi per il vostro tornaconto nel dire che aiutate i poveri e gli emarginati, perchè lì c'è il tornaconto e non c'è l'aiuto né ai Piccoli, né ai Poveri e neanche agli Emarginati! Ma pregate per la Pace nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto!" Non ho mai chiesto di fare palazzi lussuosi, ma di rimanere Piccoli e Poveri e di pregare e di essere un'Unica Famiglia! Il costruire e l'ingigantire porta al veleno! DOVE C'È LA POVERTÀ IL VELENO VA VIA, DOVE C'È LA RICCHEZZA IL VELENO COSTRUISCE LA SUA DIMORA E CRESCE SEMPRE DI PIÙ! Raffaele: Sembrano innarrestabili, sembra che vincano sempre! La Madonna: No, aspettate............ è Dio che ha Vinto da sempre, perché Dio È, e nessuno può vincere Dio! Solo il Lievito di Dio cresce, il lievito degli uomini no! Quando i Pargoli Impastano, il Lievito Cresce, il Pane viene Infornato, viene Cucinato, Tagliato, Spezzato e Donato perché è Dio! Raffaele: Dio non ha bisogno di nessuno...........................! La Madonna: No, ma si ferma sui Figli che rispondono l'Eccomi Pieno nel rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per essere Invitati al Primo Posto! Così come Giovanni vi ha sempre detto e vi dice ancora: "i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto" nel camminare sulla Viuzza Stretta, prima dove Io semino le Spine per raccogliere i Figli e anche lo Strumento semina le Spine! Raffaele: Chi abita in Canada come fa a trovare Dio? La Madonna: Dio è in questo Luogo e ovunque! Raffaele: Bisogna solo cercarLo! La Madonna: Se non viene cercato, Dio aspetta! Raffaele: Ma la prima mossa la devono fare gli uomini, non deve essere Dio! La Madonna: Dio aspetta............ è Padre e Ama tutti i Figli! Raffaele: L'ultima domanda: ai Tempi Tuoi c'erano le stesse cose che stanno succedendo in questo Tempo, di quello che vediamo? La Madonna: Ce n'erano ancora di più, quello che state vedendo è nulla! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! La Madonna: Che c'è, che vuoi dire? Così poi i Figli torneranno a casa, e quando torneranno a casa, porteranno i Semi dell'Albero che Dio ha piantato e li pianteranno ovunque passeranno, e così cresceranno in ogni luogo e Dio coprirà col suo Mantello ancora una volta la Famiglia e l'Umanità intera! ...Non hai più niente da dirmi? Don Vincenzo: Si, certo, la Tua Presenza qui è già un discorso luminoso...... La Madonna: ...La Vigna, l'Arca e i Remi! Ma non dimenticate le Capanne! Don Vincenzo:Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Quando Tu vivevi sulla terra... La Madonna: ...Lo sono ancora, e adesso sono qui dinanzi ad ognuno di voi e dopo rimarrò in mezzo a voi! ...Cosa volevi chiederMi? Don Vincenzo: Dove vivevi? La Madonna: In casa! E poi uscivo a fare la spesa, a prendere l'acqua, ad andare a portare da mangiare a Giuseppe e a Gesù! Don Vincenzo: Ma dove vivevi? La Madonna: In casa! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Allora, hai altro da dirMi? Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Allora tu Saluterai con l'Albero Verde ed Io vi Saluto col Magnificat! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(*) <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre insieme alla Madonna> L'Anima Mia magnifica il Signore! Giulia: Anche la mia magnifica l'Amore che arde, Mamma! Io sono ferma dinanzi alla Destra del Padre e Rimango in mezzo ai Figli, ed essendo alla Destra del Padre, busso ancora al Suo Cuore per l'Umanità Intera, per i Fuochi che si accendono, per le Spose che rimangono lì ad aspettare e non donano la mano! Mamma, ora dobbiamo uscire con le Schiere e i Pargoli rimarranno ad impastare; mandali a consolare il cuore della mammina e del papà! Anche se non hanno parlato, falli andare a donar loro un pizzicotto... hai capito? ...Un poco poco? ...Hanno tanto lavoro, lo so, ma falli andare un poco poco!(*) ...Lo so che stendi il Tuo Manto e consoli tutti i cuori... io Ti ho consegnato i cuori di ognuno e lo so che come Mamma ad ognuno darai un pizzico d'Amore e quel pizzico d'Amore è l'Eternità! Eccomi ancora, Mamma!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Grazie, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, i Tempi sono tutti scesi, ma Tu mi hai donato ancora i Giorni e mi hai promesso che i Gradini e l'Uomo non scendono! Papà, tutti i figli sono insoddisfatti: non Ti cercano e non capiscono di chiederTi il Pane che sei Tu! Trovo molta difficoltà, parlo la Tua Lingua ma non ascoltano............! Dimmi, come devo parlare.........? Il Padre: Come ti è stato insegnato! Parla col Vuoto del Mio Cuore, quello che porti dentro! Giulia: Questo vuoto? Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Papà, i Calici li sto bevendo sempre in quel modo! <Giulia schiocca un bacio> Cosa devo fare ancora visto che non vedono e non sentono? Devo aspettare così come aspetti Tu?(*) ...Eccomi! Sia fatta la Tua e non la mia Volontà, Papà Buono! ...E visto che tutti quanti stanno facendo Festa, possiamo salutar e i Cari, tutti i Pargoli, tutti i Servi Inutili e tutte le Spose?(*) ...Eccoci, Famiglia di Dio! Eccoci!(*) ...Mamma!(*) ...Mamma!(*) SERAFINA: Figlia Mia, ecco il tuo regalo! Giulia: Eccomi!(*) Mi aiuti attimo dopo attimo e adesso hai preparato anche il regalo!(*) ...Mamma, manda i miei Pargoli a consolare i cuori... ed eccomi per il regalo!(*) Serafina: Figlio mio! <Serafina ora si rivolge a Giuseppe, il marito di Giulia> Giuseppe: Eccomi! Serafina: Sono la tua Mamma Serafina! Giuseppe: Eccomi! Serafina: Non dormi di notte per fare il Mio lavoro: eccomi, figlio Mio! Giuseppe: È sempre poco quello che faccio! Serafina: Non è poco! Io vedo ogni cosa! Sii forte per i Tempi che verranno, figlio, e alza la Destra! <Serafina ora si rivolge a Don Vincenzo> ...Anche tu sei Mio figlio nel custodire lo Strumento! Don Vincenzo: Eccomi! Serafina: Rimani Calice Vivente! ............Rimani alla Destra della Cocciuta! Don Vincenzo: Eccomi! Serafina: Ed anche voi! <Serafina schiocca un bacio verso i presenti che viene ricambiato> Figli Miei, come lo è la Cocciuta nel vostro cuore, lo siete anche voi, figli!(*) Giulia: ...Mamma!(*) ...Eccomi per l'Eternità!

 

 

 

 

3. Giov. 14/08/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione dicendo:> GESÙ: ......Glorifico il Padre, Glorifico il Figlio che Sono Io, Glorifico Maria Madre Piena d'Amore e Dio che ha scelto e Benedetto questa Vigna Consegnata ad ognuno di voi, ai Vignaioli del Banchetto Divino, ai Vignaioli del Banchetto del Cuore di Dio, unito al Padre, unito al Cuore di Maria pieno d'Amore e Piena di Spirito Santo! E Lei è tutta Piena del Padre, una Piccola Creatura Scelta per sostenere nel Suo Cuore la Chiesa e il Tabernacolo! Dio Vivo, Dio Pieno d'Amore che Si dona attraverso una Piccola Creatura Umile nell'aspettare nel silenzio la Chiamata del Padre! Quanti figli vengono chiamati dal Padre......... è l'umanità intera che il Padre chiama! È l'umanità intera che Dio aspetta! È all'umanità intera che Dio dona il Cuore Immacolato di Maria, l'Ultima Grazia! Il Sole si aprirà, il Sole Trionferà, ma tanti, tanti altri fuochi di guerra si accenderanno perchè l'umanità non si ferma, l'umanità ancora non vuole amare il Padre! Ed Io Vengo ancora, Io Abito in mezzo a voi, vengo attimo dopo attimo e Mi fermo......... e busso alla porta dei vostri cuori......... alla porta dei Cuori dell'umanità intera! Sussurro "Sono Vivo, Sono vicino ad ognuno di voi, Sono qui a prendere la vostra mano........." - e Io parlo a voi e parlo all'umanità intera - ma nessuno Mi ascolta......... ! Pregate, figli Miei, Pregate e combattete il veleno con la Destra e con la Croce, così come il Padre ha fatto ognuno di voi, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA! Giulia: Eccomi, Gesù! Quelli che ho bevuto......... non sono caduti! Li ho bevuti ancora così, come erano, senza prepararLi, visto che tutti i Servi Inutili stanno lavorando! Gesù, questo Flagello che vedo Lo farai cadere? Non l'ho preparato io, lo so: l'hanno preparato gli uomini, ma se Tu me Lo fai bere......... Tutti Quei Missili! .........Gesù, c'è tanto Sangue! .........Ci sono tanti Pargoli! .........Lo sai che tante mamme piangeranno......... non lo posso Bere? Il vuoto c'è e posso Bere anche questo.........! Gesù: Quanti ne dovrai bere in tutta questa nottata e nell'altra che verrà.........! Giulia: Tutti quelli che sono pronti, tutto quello che c'è dà pulire e tutti i figli che devono tornare a casa......... e il Flagello l'ho bevuto......... ma questo Sangue......... e questi Missili......... fammeli Bere pure! ...............Gesù...! Gesù: Sono già caduti! Giulia: Se mi mandi subito, posso prenderli! Gesù: Puoi andare ad Inzupparti e a Bere e a prendere la mano! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Hai bevuto pure i Sigilli.........! Giulia: Eccomi! Li ho bevuti come li ho trovati! Giovanni non li aveva preparati e tutto quello che ho trovato Intero, l'ho Bevuto pure! Gesù: Figlia..., Anima Mia, l'umanità è sulle tue spalle! Giulia: Eccomi, Gesù! "Eccomi ancora per l'Eternità!" E donatemi la Costanza e la Forza nel Fare la Volontà del Padre in questo giorno e nell'alba che verrà......... e tutto quello che avete messo nel Vuoto............!(*) Eccomi, Gesù! Gesù: Pregate ancora per il Legno Affondato e Vigilate, figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che mi hai donato da sempre, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore la Famiglia e i Sussurri dei loro cuori, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù, sono figli, non possiamo lasciarli, innaffiali ancora con il Tuo Amore, con l'Amore di un Padre che non sappiamo Amare e che non sappiamo riconoscere! Aiutaci, Gesù.........! Aiutaci ad Amare......! Aiutaci ad Amarci, così possiamo Amare! Aiutaci a distaccarci dalle cose del mondo e ad essere sempre Piccoli e all'Ultimo Posto! Aiutaci ad alzare la Destra: La dimentichiamo! E preparate ancora il Vuoto dell'alba che si accenderà! Gesù: ANIMA MIA, GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Sì, l'ho trovato il Vestito..., l'avete visto? E ho fatto tutto quello che avete detto! Cosa manca, Gesù? Sì, lo vedo...! Eccomi! Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia, con i Due Banchetti e con tutte le Schiere! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca e Remate, figli, ma Vigilate e Pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l'uomo che indossa l'abito bianco! Giulia: Eccoci, Gesù, nel Fare la Tua Volontà! Ed Eccomi nel rispondere per tutti i figli e per l'umanità intera! Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO.........! Don Vincenzo: Gesù! Eccomi! Gesù: Eccomi! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi e Eccomi! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E cosa Mi vuoi dire? Non Mi dici nulla in questo Giorno? Don Vincenzo: È la Vigilia di un Giorno molto importante per la Chiesa e per la Madonna, e la Vigilia comporta sempre un anticipo della Festa! Gesù: Quale? Don Vincenzo: Quella di festeggiarla già, ma certamente la Festa vera è domani! Gesù: Ma quale Festa vera è domani? Don Vincenzo: Quella dell'Assunta! Gesù: E come viene festeggiata? Don Vincenzo: La Chiesa ha scelto questa Data per la Salita in Cielo di Maria in anima e corpo! Gesù: , la Chiesa ha scelto questa Data, ma come viene festeggiata Maria? Don Vincenzo: Sicuramente non come meriterebbe............ Gesù: Ma voi riuscite un pochettino ad avvicinarvi? Quando Maria è tornata a Casa quale Festa il Padre ha fatto? Don Vincenzo: Ha dato a Maria questo Regalo! Gesù: Quale? Don Vincenzo: Di essere Assunta in Anima e Corpo! Gesù: Ma visto che i segreti vengono detti domani, il Padre vi dirà la Festa che gli uomini vi hanno insegnato e quella che il Padre ha preparato e dona attimo dopo attimo ad ognuno di voi e all'Umanità Intera! Don Vincenzo: Ci vogliamo Donare? Gesù: Visto che non posso dirvi i segreti......... Don Vincenzo: ............Li dirai domani! Gesù: Io Mi Dono e tu di Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per la Chiesa Tutta e per tutti i Figli Ministri! Don Vincenzo: Ah......... ci stanno i Regali! <Raffaele porge a Gesù altre Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al Braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Gesù: Eccomi! Eccomi! E adesso possiamo Donarci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per ognuno di voi e per l'Umanità tutta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Intanto c'è la piccola Miriam che sta piangendo ininterrottamente da alcuni minuti e Gesù dice:> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! .........Adesso si fermerà, non vi preoccupate, non Mi dà fastidio............! Miriam! <Gesù chiama dolcemente la piccola per più volte e lei si calma> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! ............Perché piangi? Filomena la mamma di Miriam: Non riesco a capire perché piange! Gesù: Adesso ha smesso! Filomena: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ora Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: <Gesù chiama ancora dolcemente la piccola per più volte e lei risponde con un dolce gorgheggio> Eccomi! Ecco... papà! Ecco... mamma! Filomena e Giuseppe: Eccomi! Gesù: Miriam! ............Ha Fame di Pane............! Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Miriam riprende a piangere e Gesù Alza la Destracol Segno Trinitario e Miriam non piange più............! Poi Gesù rimane in Raccoglimento e Offerta> Don Vincenzo: C'è un Battesimo da fare... Gesù: E fallo! Ci siamo Donati! La Mia Pasqua è Piena ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo......... è Viva...... ed è in mezzo a voi! Ora puoi fare il Battesimo! <Lo ricevono in tre> Ci siamo Donati ancora...............! Faglielo prendere.........! <Il nipotino di Saverio vuole prendere un dolcetto dal Banchetto> Preparate i figli quando li portate dinanzi alla Mensa del Padre! Il Banchetto del Padre è Vivo ed è in mezzo a voi! Vogliamo prenderci parte? Non si deve forzare nessuno a ricevere un Battesimo che non si vuole......... ma viene scritto nel Libro del Padre! Dio è Vivo, e prendere parte al Banchetto del Padre è prendere parte nel prendere Dio che si Spezza, Dio che si Dona per Amore e il Suo Amore è Duraturo! Dio non si getta come fanno gli uomini ma rimane Vivo e si Dona e si Dona per Amore e il Suo Donarsi è Pane Eterno e Cibo per tutte le Anime! Eccomi! Eccomi! , Cibo per tutte le Anime! Cibo per l'Umanità Intera......... quell'Umanità che ha dimenticato di avere un Papà e una Mamma! Prendiamo parte al Banchetto? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Tu non hai niente da dire? Don Vincenzo: Gustiamoci questo Banchetto! Gesù: Perché chiacchierate? Lo sapete che non si chiacchiera al Banchetto del Padre ma si ascolta? Se si chiacchiera si è fuori il Banchetto o Mi sbaglio? Don Vincenzo: No! Tu non Ti sbagli mai......... Gesù: Non distraetevi con le cose del mondo...... e non fatevi distrarre......... e non commentate ciò che dico: andate fuori strada! Il Pane va mangiato Tutto Intero! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> Stanno Lavorando tutti Uniti! Domani parleranno! Devono completare il Tutto: il Banchetto, la Schiera e l'Alba che si Accenderà e poi parleranno! Ora baciano tutti e continuano a Lavorare e sono a capo della Schiera! Eccomi! ...Tu non Mi dici niente? In questo giorno c'è una preparazione all'Incontro dell'Alba che viene, è un riflettere: "Cosa Dio vuole da me? In cosa ho mancato? Dov'è che mi sono perso? Dov'è che non ho visto Dio? Mi sto preparando? Ho guardato nel Cuore della Capanna? Ho guardato nella Vigna e nell'Arca e nei Remi?" Eppure il Padre parla, eppure dice ad ogni Figlio: "Preparate la Capanna! Siete la Nuova Chiesa, siete i Vignaioli! Maria è l'Ultima Grazia e Tutti siamo in mezzo a voi: Vivi e Reali!" Quanti "ma", quanti "se", quanti "però" che ascolto e che ascolta lo Strumento nel vedere e nel sentire tutto ciò che il Padre gli ha Donato da sempre! ...Franco! Franco: Eccomi! Gesù: Come hai preparato il tuo cuore per il Giorno di Domani? Quand'è il tuo compleanno? Franco: Domani! Gesù: Come l'hai preparato il tuo cuore? Franco: Ho cercato di predispormi, di accettare le cose che mi vengono da Dio e ove è possibile amare il prossimo sempre più.........! Gesù: Lo sai come l'ha preparato il Padre con tutti i Servi Inutili per te? Franco: Come l'ha preparato il Padre? No! Io conosco il Padre come Fonte d'Amore e non mi immagino altro che mi ami come Ama tutti i Figli! Gesù: L'ha preparato donandoti una Cascata di Grazie e una Cascata di Amore, ma l'ha preparato anche donandoti come Croce per l'Umanità Intera e per tutta la Famiglia, prendendoti e portandoti come Croce: questo è il Regalo di tuo Padre! Franco: Eccomi! <Gesù invita tutti ad applaudire> Grazie! Gesù: E voi quale Dono gli avete preparato al fratello? Teresa: Il nostro Amore! Gesù: Eccomi......... è la risposta che aspettavo! Amatevi gli uni gli altri così come il Padre vi Ama, Figli! ............Parla un po'! Don Vincenzo: È bello questo colloquio a tu per tu col dottore Franco e con Teresa! <Miriam riprende a piangere> Gesù: Non temete, ha solo fame! Eccomi! Non ti preoccupare, tranquilla, lasciala cantare le Lodi, non sempre piange, canta anche le Lodi! Parla! Aspetta, Mi devono Donare il "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Vi ho detto che vi dirò quello che Miriam ha detto alla Cocciuta e quando "parla", mentre voi dite che Miriam piange, sta invece parlando! Dovete saperla ascoltare e dovete ascoltare anche lo Strumento quando vi parla! ...Cosa vuoi dire tu? Eccomi! Cosa vuole dire Teresina del Bambin Gesù? , ho capito...... ma ora fai parlare Teresina del Bambin Gesù e dopo parli tu Miriam! ............Eccomi! <Miriam riprende a piangere> Non ti vuole far parlare! , fra poco! Teresa: Eccomi! È meglio se parla Miriam! Gesù: No, parla tu adesso, Miriam ha detto che parla dopo! Teresa: Eccomi per Oggi! Gesù: Eccomi! Cosa c'è ancora? Raffaele: Posso fare il panino, Gesù? Gesù: , tu lo vuoi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Vi raccomando: preparate i vostri cuori! Eccomi......... di' qualcosa! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Lo vuoi il paninello? Don Vincenzo: Tu vai avanti, Gesù............ io Ti seguo sempre......! Gesù: A loro gliel'hai dato? E se lo sono mangiato? <Mario e Maria Elena> Don Vincenzo: Gesù, quello che vorrei dire è che su sette-otto miliardi di persone, se le intervistassimo, nessuna o in pochissime darebbero una risposta piena di fede perchè si vive nel mondo pensando solo ai soldi, solo al successo, mettendo sempre l'io davanti............ e nessuno sa perché vive! Gesù: Senti, Figlio, adesso te la dico Io una cosa: il Padre ha Piantato in questo Luogo l'Albero Verde, ha Scelto uno per uno i Figli e gli ha Donato la Vigna, gli ha Donato l'Arca, gli ha Donato i Remi e gli ha Donato lo Strumento e lo Strumento ha il Compito di portare l'Umanità sulle sue spalle, ognuno di voi, il veleno, i nemici, i Flagelli, i Missili, quelli che sono stati poggiati, poi ci sono quelli che Beve, ma non si ferma a fare le interviste e chiedere: "vi siete chiesti che c'è un Dio?" Ad ognuno di voi viene donato il Compito di Pregare perché siete la Nuova Chiesa e Maria è in mezzo a voi come Chiesa Viva, come Tabernacolo e come Ultima Grazia! E l'Umanità non dovete andarla a intervistare, ma accoglierla nel Pregare: "Ave Maria-Padre Nostro; Padre Nostro-Ave Maria": è questo il compito dei Vignaioli, è questo il compito della Nuova Chiesa! Le Schiere stanno pulendo tutto lo sporco e stanno Lavorando compresa la Tua Schiera, la Schiera di Maria, la Schiera dei Pargoli, la Schiera dello Strumento nel Camminare e nell'Aspettare il Sole che si Apre! Voi siete i Vignaioli della Vigna e tu sei il Calice Vivente in mezzo all'Umanità Intera! Io non Mi sono fermato a chiedere: "Mi amate?" Io Mi sono fermato a dire: "avete Fame di Dio?" Dicevano di sì ma si riferivano alle cose del mondo, così come si ha fame ancora delle cose del mondo! Io sono al posto zero mentre le cose del mondo sono al primo posto! Ma ho trovato una Famiglia che Mi fa compagnia: è la Famiglia del Padre! E, quando cadete, lo Strumento vi Alza e vi Porta sulle spalle, Figli! Ma non vi fermate ad intervistare, fermatevi nel dire: "Ave Maria-Padre Nostro": è la Preghiera che vi è stata Donata! Io non Mi fermo a chiedere, Io Mi fermo dinanzi ai cuori ad aspettare! .....................Ora puoi mangiare! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Il Fine di ogni persona dovrebbe essere quello di conoscere Dio, AmarLo e ServirLo! Gesù: L'hanno mai fatto? Don Vincenzo: Uh! Gesù: Fatelo voi! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Il Padre vi ha scelto per questo! Giovanni diceva e dice: "solo a te poteva consegnare questi Figli!" E lo Strumento rispondeva: "Eccomi, se ha scelto me per donare......... li porterò sulle spalle!" È l'Eccomi Pieno! Anche quando i Figli le voltano le spalle lei li alza e li mette ancora sulle sue spalle! ...Cosa c'è, visto che la Cocciuta Mi ha chiesto di parlare solo un pochettino? Don Vincenzo: Perché dovrai parlare pure domattina, domani pomeriggio? Gesù: L'orologio non l'ho comprato ancora......... e dall'alba fin quando ha deciso il Padre parleranno tutti i Servi Inutili, parleranno tutti i Cari, tutti i Pargoli, parlerà il Padre, parlerà Maria e parlerò anch'Io con la Croce! ............Una sola domanda da parte del Viceparroco? Raffaele: Gesù, manca qualcosa per la Festa di domani? Gesù: Tu che dici? Raffaele: Bisogna capire la Cocciuta e ubbidire a lei! Gesù: , quello sì............ ma tu pensi che manca qualcosa nel Banchetto? Raffaele: No, oltre al Banchetto cosa manca? Gesù: No, non lo so, tu lo sai cosa manca? Paolo, visto che sorridi sotto i baffi che hai tagliato, cosa manca? Paolo: Noi tutti dovremmo un po' schiudere il cuore! Gesù: L'avete sentito? Eeeh! Raffaele: Gesù, la giornata è fatta da Dio tutti gli istanti, i minuti da quando uno nasce e poi cresce......... Gesù: Eccomi! Dov'è Miriam? Raffaele: Forse dorme! Gesù: Ha mangiato il Pane? Giuseppe: Eccomi! Raffaele: Poi va a scuola......... ma è giusta la scuola? Gesù: È giusta la scuola! Raffaele: E poi il lavoro lo trova Dio? Gesù: Eccomi! Raffaele: Quindi chi non ha il lavoro e cerca aiuto a Dio col cuore, trova il lavoro che cerca lui o viene da Dio? Gesù: Quando alla Cocciuta dite: "non abbiamo un pane, non abbiamo il lavoro" lei risponde: "chiedetelo al Padre, ma chiedetelo col cuore! C'è un posto per tutti nella Vigna, ma si deve aspettare ciò che il Padre Dona e non ciò che si vuole perchè l'io non viene dal Padre ma dalle cose del mondo!" Eh, tu cosa vuoi dire? Don Vincenzo: Voglio dire che la cosa più bella è la Preghiera! Avendo conosciuto questo Padre Buono, avendo capito che siamo i Suoi Figli Prediletti, sapere che questo Padre Buono ci ha Partoriti, ci ha dato sulla Croce, Te, Gesù, e il Tuo Sangue, sapere che tutto è per noi Figli......... ci deve riempire di Gioia! Il Padre ha fatto tutto per la Figliolanza, e questo ci dovrebbe colmare di Amore per tutta la giornata facendoci vivere proprio da Figli per il bene degli altri! Questo dovrebbe essere il motivo per cui ognuno esiste: amare Dio, servire Dio e metterLo sempre al primo posto schiacciando sempre l'io! Gesù: Ma Io Sono al posto zero per l'Umanità Intera! Don Vincenzo: Al posto zero perché gli uomini vogliono primeggiare, mentre invece il Padre ci invita a seguirLo sulla Sua Via Stretta per fare sempre la Sua Santa Volontà che è fatta di un Amore Pieno, senza Fine, Eterno! Ma tutto questo non avviene perchè l'Umanità è allo sbaraglio seguendo non Dio ma solo l'io! Gesù: Te l'ho detto prima: Pregate! Don Vincenzo: Ma c'è questa Famiglia guidata dalla Cocciuta che ha questi punti fermi, che ha questa Fede Piena, che ha questa Generosità Profonda e quindi la Cocciuta, se seguita e se ubbidita, ci porta a un livello superiore, ci porta a un livello d'Amore perché lei vive già su questo livello di Verità, di Umiltà, di Spirito di Sacrificio ed è arrivata ad essere continuamente "Donatrice d'Amore"! Gesù: Ma come Me non viene ascoltata! Tutti si aspettano i Miracoli, ma i Miracoli ci sono, ma nel silenzio! Il Padre li dona attimo dopo attimo e Maria fa scendere le Sue Grazie e anche attraverso la Piccola Francesca! Sai cosa gli rispondono allo Strumento dopo che hanno ricevuto un miracolo? "Adesso non ho più il tempo di venire!" Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Non si ha più il tempo di venire? Gesù: ! "Ho preso quello che dovevo prendere, ora non ho più il tempo di venire! Eh, c'è il lavoro..., c'è la scuola..., ci sono tante cose da fare...! Ho sognato questo..., ho visto quell'altro...!" Non sanno che la Cocciuta sa quali sono i sogni e quali non sono i sogni! "Ti vediamo qua..., ti vediamo là...!" La Cocciuta sa dove la porto, dove la faccio andare! Non scherzate con il Padre: è Buono, ma è Giudice con la Domanda Finale! La Cocciuta dice: "il Mio Gesù né si compra e né si vende!" E QUANDO SI APRIRA' IL SOLE VEDRETE TUTTO QUELLO CHE AVETE DETTO E CHE AVETE FATTO, TUTTO! E la Cocciuta sa quando vengono dette le bugie e quando viene detta la Verità, ma deve stare all'Ubbidienza! Adesso Io vado ad incontrare le Spose che la Cocciuta Mi ha portato, poi vengo di nuovo.................. ora viene Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: ...Eccomi, con la Croce e con il Pane! <Giovanni Saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Domani vi sistemo...! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Eccomi, bene! Sei sicuro? ...Maria come sta, bene-male? Maria: Eccomi, sì! Piccolo Giovanni: E Teresina come sta, bene-male? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Lo vuoi un po' di caffè? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ne vuoi ancora? Don Vincenzo: Grazie! Piccolo Giovanni: Sei sicuro? Non hai bevuto per niente! Ecco, questo adesso lo bevo Io! Prima bevo il caffè..., chi lo vuole se lo va a prendere e dopo parlo un po'! È quello della Cocciuta? Ha messo mezza puntina di zucchero in meno! Don Vincenzo: È il caffè della Cocciuta! Piccolo Giovanni: , però ha messo mezza puntina di cucchiaino in meno! Don Vincenzo: Strano, perché di solito è tanto gustoso il caffè della Cocciuta.........! Piccolo Giovanni: Era arrabbiata ed essendo arrabbiata non ha contato bene, ma è buono ugualmente! ...Allora, Nico', cosa Mi racconti? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: L'orto va bene? Nicola: Eccomi! È successo... <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Ma non sono stato Io! Nicola: Lo so......... Piccolo Giovanni: Ha messo la mano per fermare, ma non ti preoccupare...! Nicola: No, non mi preoccupo! Piccolo Giovanni: Maria che hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa gli dai a Maria? Cosa gli dai da mangiare? Raffaele: Gli ho dato un tramezzino, uno di questi e uno di quelli... la frutta e i dolci! Piccolo Giovanni: Va bene! ...Ed Io cosa mangio? Tu non hai niente da chiederMi? ...Così dopo mangio qualcosina e poi Me ne vado, e così domani il Banchetto è Pieno e vi invito a pregare! ............Ma non Mi fate lo scherzetto del piccante! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Prendi... ecco! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ma non avevi scelto quella? Parla un po'! ...Hai mangiato il pane? Qualcuna: Eccomi! Piccolo Giovanni: Avevi fame? Qualcuna: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ha mangiato gli spaghetti...! .........E Miriam è grande ed ha il suo compito! ...Dimmi qualcos'altro che Io dovrò parlare un po' domani e dire tante Cose... ed anche Carlo, Pio e Domenico! E lo Strumento rimarrà alla Destra del Padre e rimarrà anche in mezzo a voi, e ha molti Flagelli e Sigilli da fermare e da bere...! Ci sono altri fuochi di guerra che si stanno accendendo... e che facciamo, niente? .........Tu non hai niente da dirMi? Dopo devo andare via! Don Vincenzo: Dirti............ che dobbiamo imparare a pregare! Dobbiamo entrare nella preghiera dando spazio a Dio, perché altrimenti la giornata scivola via e non abbiamo combinato nulla a livello di Fede! Piccolo Giovanni: ...Dovete imparare a Lavorare nella Vigna: siete i Nuovi Vignaioli, siete la Chiesa Nuova, dovete Rimanere nell'Arca e Remare e dovete preparare le Capanne! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Qualcuno dice sempre... forse per giustificarsi... che quello delle Capanne riguarda il cuore cioè un fatto soggettivo e non un fatto oggettivo! Piccolo Giovanni: No, il Padre vi sta dicendo di preparare le Capanne! Don Vincenzo: E perciò dillo anche Tu! Piccolo Giovanni: Lo sto dicendo da sempre... Don Vincenzo: ...Eh, ma trovano questa scappatoia... Piccolo Giovanni: La Capanna del cuore la dovete preparare nella Vigna, la Capanna la dovete preparare col pane, con l'acqua e con tutto quello che vi è stato detto! E quando si bussa alla porta............... e la Capanna non è pronta, cosa si risponderà? ....................................Cosa vuoi dirMi ancora? Raffaele: Ora prepariamo il Miscuglietto? Piccolo Giovanni: Si, preparate il Miscuglietto ed Io mangio una patana! Eccola! ...Tu la vuoi una patana? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Ma non è che Io ti do' la patana e poi tu mangi la mortadella? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Ecco! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Com'è difficile parlare e non potervi dire tutto! Domani qualcosa ve la diciamo, ma è difficile... ed anche per lo Strumento in questi Ultimi Tempi è difficile parlare con ognuno di voi, guardarvi e non potervi dire tutto! Ed anche per te è difficile... vedere, sentire e non poter parlare, Teresina del Bambin Gesù! ...Ed anche per te, Chiaruccia! ...Cin-cin!(*) ...Tu dici a Me di stare zitto? "E quello, tanto, poi spiffera tutto"! ...E lo diceva anche la Cocciuta "ma guarda un po', se io gli dico una cosa poi la va a dire a tutti quanti", e adesso lo fa Teresina! ...Salute!(*) ...Buono! Anche questa volta è venuto buono! ...Perchè ti sei messa a piangere? Ti fa male il faccino?(*) ...Dimmi qualcos'altro, dopo il Miscuglietto Me ne vado perchè abbiamo ancora tante Cose da preparare.........! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Ma tutte le Cose che hai da preparare, Giovanni, sono Flagelli, sono Sigilli, sono Calici e sono Croci............ e la Cocciua li beve tutti? Piccolo Giovanni: Quelle che dobbiamo preparare per domani, sono tutte le Cose che dobbiamo dire! Don Vincenzo: E quindi Ti devi impegnare perché alcune volte non sono state preparate? ...Cioè che la Cocciuta se li beve senza aspettare che Tu li prepari? Piccolo Giovanni: Si, facendo i Sigilli, si, e se li beve così come li trova! Don Vincenzo: Peggiorando ancora di più quelle Cose, perché non essendo state preparate da Te diventano ancora più amare? O no? Piccolo Giovanni: No, li beve... sono più pesanti per lei... ma lei li beve e li neutralizza! Don Vincenzo: Ma quella situazione resta amara? Piccolo Giovanni: No, ti stai sbagliando! La Cocciuta li beve e li cancella......... eroicamente! Don Vincenzo: Ma non essendo stati preparati sono ancora più amari? Piccolo Giovanni: No, ti stai sbagliando! Sono più pesanti per lei ma non diventano amari perchè lei li cancella! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Tra tutte queste situazioni altalenanti, il problema dei vulcani ci sta o no? Piccolo Giovanni: Certo che ci sta...... e domani ne parliamo! Don Vincenzo: Quindi domani toccherete anche il tasto dei segreti? Piccolo Giovanni: Ve lo stiamo dicendo che saranno detti nel Giorno della Festa......! ...Ora parla tu, visto che questo giovedì è un po' così e non possiamo dire altro fino a domani! Tu che dici, Tomma'? Tommaso: Aspettiamo domani! Piccolo Giovanni: Si, e allora aspettiamo domani! Aspettiamo domani e così poi gli faccio anch'Io un regalo di compleanno a Francesco o a Franco... ma aspettati anche qualche capriccetto perché i Miei regali sono a capriccetto e sono belli! Verrò a trovarti! ...Allora ora Io vi Saluto e vi lascio il Mio Cuore! Quello dello Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi, ma il Mio Cuore è Spalancato! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Fate compagnia a Maria e pulite tutto quello che viene sporcato nel Giorno che dicono che è dedicato a Lei, figli! Gesù: ...Eccomi con la Croce e con il Pane! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Eccomi ancora! Don Vincenzo: Sei tornato, Gesù, sei rimasto in mezzo a noi, non Te ne vai mai e sei sempre qui! Gesù: Ho accolto le Spose, sono andato a prenderle... e ce ne sono tante e tante altre... si deve lavorare nel cucire, nel preparare l'Anello Nuziale e nel portarle dinanzi al Banchetto del Padre: aiutate lo Strumento quando vi porta sulle sue spalle e vi poggia per un solo istante per farvi lavorare e poi vi porta di nuovo sulle sue spalle, Figli Miei! ...Anch'Io vi Lascio il Mio Cuore Spalancato! Tu Saluta con l'Albero Verde! Spalancate i vostri cuori nell'alba che arriva, Figli Miei! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, l'alba che si deve accendere non la vedo accesa...!(*) ...Dovete dire tutto tutto!(*) ...Giovanni, poggiaTi un po' sul Cuore del Padre... ma sia fatta la Volontà del Padre! Eccomi ancora per l'Eternità! ...Rimango in mezzo alla Famiglia, ma devo andare a lavorare e a preparare tutto ciò che il Padre mi ha chiesto: vieni anche Tu!(*) ...Ci vediamo dopo! <Giulia schiocca un bacio a Giovanni> Eccomi, Giovanni!(*) ...Si, i Pargoli stanno camminando: Eccomi!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, l'alba sta per arrivare: donami ancora la Costanza e la Forza! Riempi ancora il vuoto!(*) ...Papà, quello che vedo non farlo cadere!(*) ...Mettilo da parte perché non è preparato da Te ma dagli uomini! Non lasciarlo in mano agli uomini ma mettimeLo da parte! Il Padre: Anima Mia! Giulia: Eccomi!(*) ...Non puoi farmi un altro piccolo regalo?(*) ...Dopo, Papà? Il Padre: Figlio, lo Strumento non c'è e questa è la Mia Mano... ti pesa? Giulia: Con chi stai parlando, Papà, col Calice Vivente?(*) ...Papà, tieni quello che sto vedendo, che dopo poi quando ho finito vengo! ...Ora che i Banchetti sono tutti pronti e le Spose sono tutte pronte Le salutiamo! ...Stanno preparando, stanno lavorando e stanno pregando nel dire "Ave Maria" e "Padre Nostro"... e lo faccio anch'io per tutti quanti! ......E salutiamo i Pargoli, le Spose e tutti i Cari!(*) ...Mamma, avete tanto lavoro da fare, mandate tutti i Pargoli a vestire le Spose che hanno donato la mano... ma tante sono ferme! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo! ...Ora finite di preparare così anche noi finiamo di preparare! ...Eccoci!

 

 

 

 

4. Giov. 21/08/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): ...SIATE PRONTI, I TEMPI LI STATE VEDENDO, MA ANCORA NON AVETE VISTO NULLA DI CIÒ CHE DEVE AVVENIRE.........! Ma Pregate per il Legno che è affondato, Pregate per tutti i Figli Ministri e Pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, Figli! (Don Vincenzo): Ancora non abbiamo visto nulla? (Gesù): No......... quello che avete visto sono solo le briciole di tutto quello che deve avvenire! Ma non è stato preparato dal Padre, sono gli uomini......! Il Padre ha preparato un Giardino d'Amore dove non manca nulla! Gli uomini Lo stanno sporcando, Lo hanno sporcato e Lo sporcheranno ancora! Ma ci sono le Schiere, ci sono i Pargoli, ci sono i Servi Inutili, ci sono i vostri Cari a pulire e a preparare i Banchetti Vivi e Reali in mezzo a voi, così come in mezzo a voi ci siamo tutti da sempre!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......La Mia Gioia Piena e la Mia Pasqua Viva in mezzo a voi e nell'umanità intera vi Abbracci con l'Unico Abbraccio della Croce! Il Mio Donarmi, il Mio essere Figlio, Fratello e Amico per ognuno di voi e per l'umanità intera sia la Goccia che scende su di voi e sull'umanità, la Goccia che si apre per bagnare l'umanità intera nel comprendere Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo che è Amore Unito ad una Piccola Creatura: Maria, Piena di Spirito Santo! Quella Goccia che scende sull'umanità, quella Goccia che bagna e irriga l'umanità col Suo Amore è donata all'umanità intera e ad ognuno di voi! Il Mistero è nascosto, quel Mistero che Dio vi ha donato da sempre, quel Mistero di essere Piccola, Povera e all'Ultimo Posto, quel Mistero di essere l'Unica Chiesa, l'Unico Tabernacolo, l'Ultima Grazia, l'Ultima Grazia rimasta per l'umanità intera ed in mezzo a voi, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! E nell'essere figli, fratelli e amici del Mio Cuore, vi abbraccio ancora con... <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...L'Abbraccio della Croce, Invitandovi ad essere pronti e preparati, figli! ...............................Cocciuta Divina! Giulia: Non ho la voce, se ne è andata un pochettino, Gesù! ............Eccomi! Gesù: Dove l'hai mandata la tua voce? Giulia: Sarà andata in qualche posticino..., poi ritorna! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi!(*) Gesù, questo dovrebbe cadere? Adesso la Festa è passata, ma tutti i Giorni è la Festa di Maria e li posso Bere come li Bevevo prima......... finora Li ho Bevuti ancora senza essere preparati, ma questi ora li farai cadere? Gesù, non possiamo fare come prima..., senza che li dico..., mi fai bere ancora? Gesù: Ma hai guardato bene? Giulia: Eccomi!(*) Gesù, so che le guerre si accenderanno sempre di più..., se Tu mi fai Bere senza dire quello che vedo...... Gesù: .........Non puoi Bere tutto.........! Giulia: Ho sete e la voce se n'è andata..., se Bevo qualcosina, la voce ritorna..., è rimasta in qualche luogo dove sono andata a Bere e a prender le Spose e a fermare i Flagelli......! Sì, vedo la finestra aperta e dalla finestra aperta vedo tanti bimbi che vengono uccisi e anche le mamme...... e tanti corpi straziati e poi la finestra si chiude......! E quando la finestra è chiusa si sentono tante grida, ma nessuno la va ad aprire e ci sono tanti Missili pronti! Gesù, fammi Bere anche questo.........! Gesù: Puoi andare solo a prendere la mano delle Spose.........! Giulia: Eccomi! I Sigilli li posso Bere? Non li diciamo, Gesù, diciamo che Bevo un Calice come tutti gli altri, quello non preparato! Giovanni ancora ha tanto lavoro da fare, un po' li ha preparati, gli altri no! Questo lo bevo senza dirlo, è mio! Gesù: Non lo diciamo, figlia! Eccomi, Anima Mia, bevilo! <È troppo amaro e Giulia Beve un sorso alla volta> Taglia......... ed è Amaro.........! Giulia: Eccomi, Gesù! È così come deve essere! Io l'ho Bevuto così non cade, e sono gioiosa così come lo sei Tu! No, Gesù, non nascondermeli, tanto li vado a trovare! Anche Giovanni non li va a nascondere, io devo lavorare......! Gesù: Non ti basta tutto il Lavoro? Giulia: Gesù, c'è tanto lavoro da fare e io non sono a spasso, senza fare niente..., vado a lavorare, donami la mano dove ce n'è bisogno e porto anche i Figli.........! Ogni tanto li lascio così............ per vedere cosa fanno...... poi vado a riprenderli e li metto sulle spalle............ e un pochino li faccio lavorare: Eccomi, Gesù! E ora metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore l'umanità intera, tutto quello che mi hai donato da sempre, tutti i nemici, tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Gesù, in tanti bussano al mio cuore, Tu che sei l'Amore Infinito e Maria che è l'Ultima Grazia, consolateli e donate il Pane Intero! Io lo spezzo, dono la Paghetta che mi donate e prendo anche del Pane quando vengo a portare le Spose e quando vengo dinanzi al Banchetto............ e lo dono a chi ha fame e a chi desidera di conoscerTi e di amarTi! Gesù: Eccomi, Anima Mia, tu che sei alla Destra del Padre, tu che sei in mezzo agli uomini così come Lo siamo Noi tutti, come Lo siamo col Padre, come Lo siamo col Figlio che sono Io e come Lo siamo con Maria Piena di Spirito Santo, Chiesa, Tabernacolo, e come Lo sono tutte le Schiere e come Lo sono tutte le Spose e tutti i Servi Inutili e tutti i Pargoli e i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel vivere nella Tua Pienezza, nel vivere nel Tuo Amore, nel vivere essendo Albero Vivo, essendo nella Vigna, essendo nell'Arca, essendo nei Remi! Gesù, guarda ancora l'umanità, aspetta ancora con i Giorni che mi avete donato, aspetta ancora i Figli Ciechi e Sordi! Gesù, mio Diletto, mio Tutto, aspetta ancora............! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù: ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO............! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Sei sicuro di stare bene? Don Vincenzo: Così e così! Gesù: Così e così? E voi state "così e così" o bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: "Eccomi"! <Gesù imita la flebile voce dei presenti> Stanno "così e così", viceparroco, perché non hanno detto nè bene e né male! E allora? Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: E aspetta......... non Mi racconti niente? La Cocciuta è andata a riprendere la voce dove l'ha lasciata, eh! Tu non hai parlato per niente, hai fatto predicare lo Strumento cercando di acchiappare qualche "Segretuccio" ......... ma la Cocciuta dolce-dolce vi ha detto qualcosina così......! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Ecco, è arrivata la corrente al microfono.........! <Si ride un po'> Tu come stai? Pasquale: Magnificamente bene... quasi bene! Gesù: Questa Mi è piaciuta: "magnificamente bene" e "quasi bene"! Don Vincenzo: Ha la febbre......... e se non aveva la febbre, che diceva? Gesù: Che stava male, eh, eh, eh! Raccontami qualcosa, vediamo che Mi dici, Calice Vivente! Don Vincenzo: Ci dobbiamo preparare perché ormai i Tempi sono Scesi! Gesù: Noi siamo tutti Scesi da un bel po' di Tempo, siamo tutti in mezzo a voi con i vostri Cari, con i Pargoli, con tutte le Schiere e con tutti i Servi Inutili, con tutte le Schiere tue, con quelle dello Strumento, con quelle dei Pargoli! Tutti pronti nel preparare le Capanne! Non dimenticatelo! Siate vigilanti, i Tempi li vedete e i falsi profeti avanzano e il veleno avanza, ma lo Strumento Beve e Combatte! Don Vincenzo: E vince! Gesù: Dio vince sempre, non ha mai perso! Don Vincenzo: Certo, Gesù e poi c'è la Cocciuta che si Immola Piena d'Amore......... Gesù: È Cocciuta! Don Vincenzo: È forte! Gesù: È Cocciuta! Don Vincenzo: È Forte nell'Amore! Gesù: Ama tutti ma è Cocciuta ed è Roccia e, quando grida, grida, ma nel gridare Ama e dice ai Figli: "sto gridando perché vi amo, non sto gridando perché sono sul Trono! Straccio Stracciato dinanzi ai Piedi della Croce e così vorrei ognuno di voi Straccio Stracciato dinanzi ai Piedi della Croce!" SIATE PRONTI, I TEMPI LI STATE VEDENDO, MA ANCORA NON AVETE VISTO NULLA DI CIÒ CHE DEVE AVVENIRE.........! Ma Pregate per il Legno che è affondato, Pregate per tutti i Figli Ministri e Pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, Figli! Don Vincenzo: Ancora non abbiamo visto nulla? Gesù: No......... quello che avete visto sono solo le briciole di tutto quello che deve avvenire! Ma non è stato preparato dal Padre, sono gli uomini......! Il Padre ha preparato un Giardino d'Amore dove non manca nulla! Gli uomini Lo stanno sporcando, Lo hanno sporcato e Lo sporcheranno ancora! Ma ci sono le Schiere, ci sono i Pargoli, ci sono i Servi Inutili, ci sono i vostri Cari a pulire e a preparare i Banchetti Vivi e Reali in mezzo a voi, così come in mezzo a voi ci siamo tutti da sempre! Don Vincenzo: Da sempre? Gesù: Dio È, non è Nato oggi ma è Nato da sempre e voi siete nati da sempre nel Suo Cuore! ........................Doniamoci, Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per la Chiesa Tutta e per tutti i Figli Ministri! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Questo è il Mio Sangue! <Gesù guarda a lungo nel bicchiere, poi Beve e dona il Vino a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Gesù ''Innalza'' il Pane dicendo:> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne: l'Amicizia d'Amore col Padre! Verrò e Mangerò del Nuovo con la Famiglia e Rimarrò fin quando il Sole si Aprirà e tutti i vostri Cari, tutte le Spose, tutte le Schiere, tutti i Pargoli daranno la mano nel preparare il Banchetto, nell'Impastare e Donare il Pane Vivo, nel Donare Dio a tutti i Popoli! E il Sole si Aprirà e Maria Ultima Grazia, Unica Chiesa, Unico Tabernacolo, farà Brillare l'Umanità sorda e cieca, Figli! ..................Ora Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per l'Umanità Intera e per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! RaccoglieteLi così come Io Raccolgo ognuno di voi, Figli del Mio Cuore! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! .........Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Ci siamo donati, sì! Gesù: La Pasqua è Piena! Don Vincenzo: È Piena, è Viva ed è Risorta! Gesù: La Pasqua è Piena, è Viva, ed è Risorta ed è in mezzo a voi così come Lo è il Padre: Vivo in mezzo a voi! Don Vincenzo: Come Lo sei Tu, Gesù! Gesù: Vogliamo prendere parte al Banchetto che è Dio? Don Vincenzo: Prendiamoci parte! Gesù: Prendiamo parte al Banchetto che è Dio che si Dona con Amore e si Dona ad ognuno di voi e all'Umanità Intera! Così lo Strumento Mi Dona: lì dove non Mi conoscono, lì dove non Mi amano, lì dove non entrano e non fanno entrare, Figli! .........Ma voi DonateMi, DonateMi...............! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E non fermatevi! Fuori verranno i Tempi in cui non Mi Doneranno più, ma voi DonateMi! Posso dire solo poche cose, lo Strumento ha chiesto al Padre di non dire "i Segreti!" Quando vedrà l'Amore che Sboccia, quando vedrà i Fiori che cresceranno, vi parlerà! È alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! .........Tu mangi sottosopra?.........Anche sottosopra si mangia il Padre............! Ma parla un po', voglio sentire la tua voce, Calice Vivente! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Che c'è, dimmi! Don Vincenzo: Tutto si basa sull'Amore e il Padre è Amore e per questo Crea e Crea sempre più Figli, sempre più Figli nella speranza che i Figli corrispondano al Suo Amore di Padre! Gesù: Vedi, il Padre non ha la Speranza, il Padre conosce ogni cosa perché a Partorire i Figli è il Padre e Partorendoli conosce ogni cosa! E non è come gli uomini che hanno la Speranza! Mettendo al primo posto la Speranza hanno dimenticato la Figliolanza: si è Figli, ed essendo Figli, si è Eredi di Tutto! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ma voi dite: "io spero che forse Dio mi guarda!" È giusto? Alcuni: No! Gesù: Dio vede, Dio guarda, Dio ama, Dio ha perdonato Mandando il Proprio Figlio a Lavare, a Riscattare, a Comprarvi a Prezzo di Sangue! Ma non Mi piace dire "Comprare": ad Amarvi e ad UnirMi ad ognuno di voi! Eccomi! Dio che ha Creato un Giardino d'Amore non compra, Ama e Dona tutto il Suo Amore e tutta la Sua Tosse! <Gesù Dona undici colpi di Tosse> Prendete anche quest'altra.........! Don Vincenzo: È una Grazia ricevere la Tosse da Te! Gesù: È Quella di Maria! Don Vincenzo: Bisogna amarsi, bisogna amarci per amare! <Gesù Dona altri sei colpi di Tosse> Gesù: Dopo di Questa riceverete un'altra Tosse e dopo...avete ricevuto il Battesimo di tutto il Mio Amore, avete ricevuto la Bevanda del Mio Amore, avete ricevuto il Matrimonio del Mio Amore...adesso riceverete... mò ve lo dico... lo devo dire? <Gesù chiede a Teresa> Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Poi preparerete l'Altra Festa, e lo Strumento vi dirà quando dovrete prepararla: di Battesimi ne avete avuti due, di Bevanda ne avete avuta una, di Matrimonio ne avete ricevuto uno: quello di Maria, ma dovete ricevere un Calice! Per adesso vi dico solo questo e lo Strumento vi spiegherà come dovete ricevere il Calice, cosa dovete fare e come prepararvi, Figli! Don Vincenzo: Ma è imminente questo? Gesù: Così com'è imminente la Tosse che sto per darvi ancora! <Gesù dona altri sette colpi di Tosse e cinque di Alito> ! ...Venite col "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Eccomi! , dovete iniziare a prepararvi a Bere il Calice che vi verrà Donato! ...Perché Mi guardi così? Il Calive vi verrà Donato! Tutti quanti dovrete Bere il Calice, tutta la Famiglia! Don Vincenzo: E questo Calice viene donato a tutta la Famiglia? Gesù: , ai Figli che rispondono "Eccomi", alla Famiglia che Giovanni ha Consegnato nelle mani dello Strumento e nelle tue mani! Ma non dovete spaventarvi, non dovete essere tristi! Chi Berrà il Calice prenderà parte all'Amore Pieno del Padre! ...Perché siete tutti tristi? <Gesù si rivolge a Maria Elena> Stanno Lavorando e si stanno preparando per la Festa del Calice! Tutti i Pargoli, tutti i vostri Cari, tutti! È un Calice che dovrete Bere e verrà Preparato dallo Strumento, ma i Pargoli e i vostri Cari hanno già iniziato a Lavorare! Aiutateli anche voi! Vi vogliono bene e vi baciano! ...Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: Dio è Amore! Gesù: E lo sappiamo e anche voi siete Amore se vi amate gli uni gli altri: siete fatti a Immagine e Somiglianza del Padre, ed essendo Immagine e Somiglianza di Dio che è Amore, i Figli sono Amore! Ma dovete Amarvi, dovete perdonare i vostri nemici e prendere parte alla Gioia che Dio vi Dona attimo dopo attimo nel lasciarvi il Giardino, nel lasciarvi la Vigna, nel lasciarvi l'Arca! ...Eh, il paninello! Parla ancora! Teresina del Bambin Gesù, vuoi parlare? Non vuoi parlare, uuh, lo so che tu vai sul grosso, ma parla, vediamo! Eccomi! Vediamo cosa dice Teresina! Teresa: Quando in una Capanna tra uno sposo ed una sposa ci sono delle difficoltà, come ci dobbiamo comportare? Gesù: Donare Amore! E l'Amore non si è spento, è sempre acceso e, quando l'Amore è acceso, Dio Interviene, così come Lavorate voi e lo Strumento! Tu come ti vuoi comportare? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non hai più niente da dire? Dove l'hai messo il paninello con la mortadella? Non Mi fai compagnia? Ti è rimasto un pezzo del Padre, eccolo, tieni! ............E parla! Teresa: Mi è venuta la malattia del Calice Vivente: il silenzio! Gesù: No, parla! Vuoi parlare tu un po', ............una sola.........? Raffaele: Gesù, quando veniamo a prendere il Corpo e il Sangue, cosa dovrebbe essere per noi? Gesù: Il Corpo e il Sangue! Raffaele: E oltre a questo? Gesù: Il Corpo e il Sangue! Raffaele: Ma è anche un Dono? Gesù: Dio non è un Dono, Dio è la Pienezza e si Dona ad ognuno di voi aspettando la stessa cosa! Raffaele: Stamattina parlavo con una persona e mi ha detto: "io, prima di dare amore lo devo ricevere!" Gesù: E cosa significa: "prima di dare amore lo devo ricevere!"? Cosa significa, non lo capisco! Tu l'hai capito, tu lo capisci? Prima il Padre mi deve pagare per poi donare l'Amore? È così? Alcuni: No! Don Vincenzo: Non è così! Gesù: Prima riceverlo? Mi sembra un po' fuori strada, fuori binario! A voi come sembra? Antonietta: È sbagliato! Gesù: L'Amore! ...L'Umanità ancora non ha capito nulla! Raffaele: Gesù, sono di più i Servi Inutili che stanno in Cielo o noi che stiamo sulla Terra? Gesù: In mezzo a voi! Quelli che sono stati accompagnati dallo Strumento sono un pochettino di più! Raffaele: È un bel lavoro! Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu non Mi dici più niente, sei stanco? Don Vincenzo: Anche! Gesù: Anche! Di parlare con Dio? Don Vincenzo: No, siamo stati otto ore di seguito fino a stasera a parlare con Dio! Gesù: Otto ore... quando? Don Vincenzo: Dalle tre alle nove! Gesù: Adesso? Don Vincenzo: Non adesso... ma nel pomeriggio! Gesù: Oggi? Don Vincenzo: Oggi pomeriggio abbiamo iniziato dalle tre e non ancora finiamo! Gesù: Non abbiamo iniziato oggi dalle tre, abbiamo iniziato stasera alle otto! Don Vincenzo: Sì stasera, ma c'erano stati anche i precedenti! Gesù: E adesso vuoi che Me ne vado via? Don Vincenzo: No! Gesù: Deve venire Giovanni, dopo Giovanni vengo di nuovo Io! Don Vincenzo: La cosa più bella è che stai in mezzo a noi, Gesù! Gesù: Eh, si, Calice Vivente! Don Vincenzo: E quando ci insegni l'Amore, l'Amore è il Segno di Riconoscimento! Gesù: Vedi, gli uomini non hanno l'Amore, non conoscono il Padre e usano le armi! Pensano di incontrare Dio nel Potere e invece i bimbi e tutti i figli vengono uccisi! Per che cosa vengono uccisi? Per i soldi! E dopo che hanno ucciso e distrutto il Giardino come lo costruiscono? Con i soldi, ma non è più il Giardino del Padre! Don Vincenzo: Difatti! Gesù: È innaffiato dal Sangue Innocente e non posso andare oltre! E adesso ci sono tutte le Spose che lo Strumento è andata a prendere, vado a salutarle e vi lascio Giovanni!(*) PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! Don Vincenzo: ...Giovanni! Piccolo Giovanni: ...Eh, Calice Vivente, come stai? Don Vincenzo: Bene! Piccolo Giovanni: E voi state tutte bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Il mio caffè è pronto? ...Nico', come andiamo? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Mari', cos'hai combinato? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tu, Tere'? ...Aspettate che Mi bevo il caffè e poi ragioniamo! ...Tu come stai? Giuseppe: Come al solito... ho un po' di sonno! <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Ma questa non è una novità! <Si ride un po'> Bevine un goccettino che ti fa bene il caffè! Don Vincenzo: È buono il caffè? È quello della Cocciuta? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Tu lo riconosci? Piccolo Giovanni: Quello della Cocciuta, si! Don Vincenzo: Ma riconosci pure quelli che non sono della Cocciuta? Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Chi lo vuole se lo va a prendere! ...Allora! Don Vincenzo: Dicci qualcosa! Piccolo Giovanni: Devo parlare un po' con Nicola! ...Nico', come va l'Orto? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: ...Mari', cos'hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Ho gironzolato ancora sul sito... che meraviglie! Piccolo Giovanni: Eccomi! E non hai fatto niente altro? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Maria: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: E allora hai combinato qualche altra cosa? Maria: Sono stata ritirata tutt'oggi! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Ah, sei stata ritirata tutt'oggi? Meno male! Eh... Eh... Eh......Dottoressa Teresina! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato, tu? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: E che cos'hai combinato? ...Niente? Non hai fatto niente? ...Non ha fatto niente...! ...Vicepa', scegli quello che vuoi donare a Maria......... che ti lascio carta bianca! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Che c'è? Tu sei triste? ...Ma state tutte bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Allora, parliamo un poco... ma Mi date qualcosa da mangiare? Don Vincenzo: Scegli! Piccolo Giovanni: E cosa scelgo? ...Si, un pezzo di pizza! ...Cosa c'è, dottore'? ...Tu la vuoi la pizza? Don Vincenzo: Un poco! Piccolo Giovanni: E questo pezzo a chi lo doniamo? Alla Cocciuta? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Ehi, ma la Cocciuta è scesa in un vulcano! È andata a spegnerlo perché stava per esplodere un altro missile! Don Vincenzo: Dentro questo vulcano ci stanno pure i missili? Piccolo Giovanni: È andata a spegnerlo... ma adesso pregate... e se poi non riesce ad uscire? Don Vincenzo: Aiutala! Piccolo Giovanni: Si, ma tu Prega...! ...Ora parla! Don Vincenzo: Quindi ci sono pure i missili dentro i vulcani? Piccolo Giovanni: ...Si! Don Vincenzo: Ma ci arrivano? Piccolo Giovanni: No, ce li mettono gli uomini! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Poco fa abbiamo parlato della guerra... ecco, può sembrare che qualcuno che fa la guerra abbia ragione e qualcun altro abbia torto, ma in realtà vince solo la morte in entrambi gli schieramenti.........! Piccolo Giovanni: ...Quando si fa la guerra si ha ragione o si ha torto? Don Vincenzo: Non si ha né ragione e né torto... Piccolo Giovanni: ......Si ha torto tutt'e due! Don Vincenzo: Perché non bisogna mai fare la guerra! Piccolo Giovanni: No, non si deve fare! Dio è Amore, non è guerra! Dio vi ha donato tutto, vi ha Donato il Paradiso, il Giardino Pulito dove non vi sono armi e non c'è morte! Gli uomini usano le armi per avere potere............... ma Dio vi dona tutto quello che vi necessita! Perché gli uomini non si amano invece di uccidersi? Per questo si è ciechi e sordi! Don Vincenzo: Con la guerra non si esce vincitori ma perdono tutti perché si rovina ogni cosa facendo finta di innalzare la bandiera della giustizia e della libertà, ma in realtà dietro ogni bandiera c'è il tornaconto......... e ci sono i soldi...... Piccolo Giovanni: ...Il Giardino l'ha creato il Padre! Don Vincenzo: La Cocciuta è stata mandata dentro un vulcano? Piccolo Giovanni: Eh, si, sono andato a portargliela lì la compressa! ......Come si può prendere quello che Dio ha donato ad ogni figlio usando le armi? Non si possono fare le guerre in Nome di Dio! Don Vincenzo: E non si possono fare le guerre neanche per dire "io faccio giustizia perché ho ragione"! Piccolo Giovanni: Come si ha ragione? Dio vi ha donato il pane, vi ha donato l'acqua, vi ha donato tutti i frutti del mare, tutti i frutti degli alberi, tutti i frutti della terra, e sono di tutti i figli e non di un popolo solo! Quando le armi verranno posate, i figli si abbracceranno e divideranno il cibo per mangiarlo in un'unica Famiglia! Questo Tempo verrà, ma dovete pregare "Ave Maria-Padre Nostro", "Ave Maria-Padre Nostro"! ...Tu non vuoi dire più niente? Teresa: Eccomi! Quando lo rompiamo quel muro? Piccolo Giovanni: Mo' vediamo! ...Facciamo i conti e poi... vediamo! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora stiamo bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ti è piaciuto quello che ti hanno portato? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Hai finito di parlare? ...Perché sei triste, Chiaruccia? Chiara: ...Così... Piccolo Giovanni: Non devi essere triste ma fare la Volontà del Padre! Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Stai mangiando, Calice Vivente? Stai mangiando il Padre ed Io mangio... mangio un altro di questo! ...Ehi, dottore'... salute! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Qualche piccola cosa ve l'ho detta, ma "altri Segreti" più grandi non ve li posso dire............ Chiara: ...Giovanni, la persona che Ti ho fatto sentire l'altro giorno... non mi ha chiamato...... Piccolo Giovanni: ...Tu che dici? Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Chi vuole parlare ora? <Giovanni schiocca alcuni baci verso i presenti che ricambiano> ...State tutte bene-male? Tutti: Eccomi! Raffaele: ...Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Quali sono le ricchezze degli uomini? ...I soldi? ...Le case? Quando si poseranno le armi? Piccolo Giovanni: I soldi ci possono anche essere, ma non dovete legare i vostri cuori......... perchè i vostri cuori devono essere legati soltanto al Padre! Se si possiede una casa grande o se si posseggono tanti soldi, si deve pensare al prossimo e non legare il cuore a ciò che si ha, ma dividerlo con i fratelli! Legare il cuore ad una grande casa o ai soldi, è mettere Dio al posto zero! E quando si rimane senza Dio non si vive! Raffaele: C'è qualcuno che non segue i soldi? Tutti: No! Piccolo Giovanni: ...Vedi, hanno detto di no! Raffaele: Quindi... non è un grande risultato! ...Ma questo significa che spariranno le ricchezze, o no? Piccolo Giovanni: Non lo so! Eh... Eh... Eh......... Giovanni, quando lo fai un altro canto? Don Vincenzo: Eh, "il Calice Vivente, Giovanni"! ...E pure Tu! Piccolo Giovanni: Eh, si, ma Io i canti non li scrivevo! ...Dov'è andata quella che canta? Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh, Me la canti una canzoncina? Chiara: Adesso? Piccolo Giovanni: Si, subito subito! Il nuovo canto dovrebbe fare così... <Giovanni inizia a canticchiare un motivo e poi tutti applaudono>

 Calice Vivente Giovanni!

Evviva! Evviva! Evviva!

Echeggino i monti e i giardini,

evviva il Venerabile Domenico Lentini!

Evviva l'ombra del Lentini!

Evviva il Calice Vivente!

Evviva la famiglia!

Evviva l'Amore del Padre!

Evviva la famiglia che cammina sulla Via,

la Via di Domenico che porta al Cuore di Dio!

Evviva! Evviva! Evviva il Calice dell'Amore che il Padre gli dona!

Evviva! Evviva! Evviva! Echeggino i monti e i giardini!

Evviva! Evviva! Evviva l'Amor che Sboccia in voi!

 

...E adesso canta tu, figlia! ...Inizia! <Chiara canta qualche strofa del canto ''Tra luna e sole'', poi Giovanni riprende a canticchiare il motivo del nuovo canto e parte un altro applauso>

 Ci incontreremo in quel Giardino

dove c'è l'Amore di Dio

e la luna è nel Sole dove nasce Maria

quella tenera Creatura di Dio!

Tra luna e Sole si accende il Calice

aprendo la porta degli uomini

e posando le armi!

Tra luna e sole si pulisce il Giardino

le schiere camminano

per far nascere il Figlio di Dio!

 

...Hai sentito il canto nuovo? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: ...Ecco, ora se tu dici qualche altra parolina, i figli preparano il Miscuglietto e poi Io... Raffaele: ...Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Tu hai studiato tanto... ma c'era qualcosa al di fuori di Dio o della Chiesa che si avvicinava a quello che diceva Gesù? Cioè, in tutta la Storia c'è stata molta gente che parlava di Dio, parlava di Gesù, tante persone che sognavano o che scrivevano... ecco, chi era che Ti affascinava di più? <Giovanni indica il Padre> Solo il Padre? Ma c'era qualcuno tra i grandi scrittori che si avvicinava? O c'era soltanto per sentito dire... solo chiacchiere? Era solo per fare soldi, Giovanni? Piccolo Giovanni: Ehm... il Padre vi sta portando il Pane Intero! Questo può bastarti! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ehi, Giova', poi ascolta bene il motivo e prepara il canto! Don Vincenzo: Lo devo preparare io? Piccolo Giovanni: Si, ne hai preparati tanti... e ora prepari questo che ho canticchiato Io! Don Vincenzo: Eccomi! ...Si, Tu stavi parlando ... Piccolo Giovanni: ...No, Io non stavo parlando... Io stavo cantando! ...Mari', cantavo bene? Maria: Eccomi! ...Ma dimmi... sembrava come quel canto della Mamma con la Lingua dell'Amore: era quello il ritmo? Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Giova', dobbiamo combattere con la Destra: i Tempi......... Guardateli più attentamente......... e combattete con la Destra! Rimanete Vigilanti perché i falsi profeti avanzano ancora e il veleno avanza ancora! ...Cin-cin! ...È buono! Don Vincenzo: Tu sei un intenditore! Piccolo Giovanni: Anche tu sei un intenditore! ...Eh, se Io sono Giovanni e tu sei Giovanni, come intendo Io, intendi tu! ...Rimanete sempre nella Viuzza! Non dimenticate la Vigna, non dimenticate l'Arca, non dimenticate i Remi e Vigilate sulle Capanne, figli! ...Giova', non Mi dici più niente? Don Vincenzo: Quella canzone l'hai inventata Tu adesso? Piccolo Giovanni: Dio non inventa! Dio Fa......... non inventa! <Giovanni canticchia un altro pezzo del motivo.........>

Pargoli Del Giardin,

Pargoli Del Giardin,

raccogliete i frutti e portateli

nella cesta del Padre!

Pargoli del Giardin,

Pargoli del Giardin,

raccogliete i Frutti e portateli

nella cesta del Padre!

Non dimenticate le ceste di ognuno di voi,

non dimenticate le ceste che ognuno

deve consegnare al Padre,

avete le ceste da riempire,

avete le ceste,

le ceste da consegnare al Padre!

Pargoli del Giardin,

portate le ceste ai piedi della Croce!

Pargoli del Giardin,

Pargoli del Giardin......

 

Don Vincenzo: ...Ma io sono stonato, però! Piccolo Giovanni: No che non sei stonato! Ti ho visto cantare tante volte e non sei stonato! ...Io adesso vi lascio il Mio Cuore! Vi amo tutti quanti e ricordate che lo Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Io vi Saluto......... Don Vincenzo: .........Gesù...... Gesù: .........Con la Croce e con il Pane! Non dimenticate di avere in mezzo a voi tutti i vostri Cari, tutti i vostri Pargoli, tutte le Schiere, tutti i Servi Inutili, il Padre, Maria e il Mio Cuore Spalancato per ognuno di voi! Pregate, figli, perché i Tempi sono tutti scesi! Pregate per l'Uomo che deve scendere i Gradini affinché non scenda! Pregate e Vigilate, ma Pregate per il Legno che è affondato e Pregate per tutti i Figli Ministri! Pregate per l'uomo che indossa l'Abito Bianco, figli! ...Tu Saluta con l'Albero Verde, mentre Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Ora Saluta i tuoi figli! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, hanno donato un'altra Tosse: che significato ha?(*) ...Giovanni, tutti i Calici li ho trovati non preparati e li ho bevuti! ...E la Tosse? ...E la preparazione dei Calici da bere?(*) ...Conosco la data! Mi è stato detto come prepararli! Tu ci sarai? Gli terrai la mano come sempre?(*) ...Ce la faranno i figli a bere quei Calici?(*) ...Hai cantato!(*) ...Giovanni, vieni Tu a preparare quei Calici! ...Ora vai che ci sono le Spose! ...Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Eccoci, Papà! Tu che sei l'Amore, Tu che ci hai donato tutto e non ci porti via nulla, ma siamo noi a gettare il Frutto del tuo Amore! Padre Buono, accogli ancora il "niente" di ognuno di noi! Il Padre: Eccomi, figlia! Siamo uniti nei Banchetti dell'Amore! Giulia: Eccoci! Ed essendo uniti possiamo salutare i nostri Cari!(*) ...Mamma, consola i cuori di tutta la Famiglia e aspettate che vengo a portare le altre Spose! <Giulia schiocca un bacio> ...Eccoci...!

 

 

 

 

 

5. Giov. 28/08/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): ...Io sono nel Padre e il Padre è in Me e anche Maria! ...Sono i Figli che devono Entrare per la Porta! ...Io sono la Porta e sono il Padre... così come il Padre è in Me... per DonarMi Tutto... e Donarvi Tutto... e vi ho Donato tutto quello che il Padre ha Donato a Me!

*******************

(Raffaele): Gesù... quindi, quando hanno messo i Chiodi al Padre... hanno messo i Chiodi anche alla Mamma? (Gesù): Ti rispondo solo così: il Padre ha invitato Maria a diventare Mamma e, prima di Partorire il Figlio, ha Partorito la Croce! ...È chiaro? (Raffaele): Eccomi! (Gesù): Eccomi! (Raffaele): Gesù, il Creato è stato fatto tutto per gli uomini o solo la Terra? (Gesù): Tutto per i Figli! (Raffaele): Noi dovremmo stare solo sulla Terra perchè tutto è nostro... siamo Eredi... (Gesù): Sì... anche Noi lo siamo sulla Terra... non lo siete solo voi... il Padre ha Creato un Giardino per tutti i Figli!

*******************

(Piccolo Giovanni): Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate per coloro che dicono di portare la Pace! La Pace viene da Dio, ma Dio è stato messo al posto zero, ma pur essendo messo al posto zero, non chiude mai la porta, non lascia i figli e aspetta......!

*******************

(Piccolo Giovanni): Vi è stato detto dagli uomini che "ci sarà la fine del mondo", ma il Padre è Vivo da sempre...! Se ci sarà la fine del mondo, non ci sarà più neanche il Padre, né tutte le Spose, né tutti i Servi Inutili, né tutti i Pargoli, né tutte le Schiere!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......Il Mio Canto, il Mio Amore, la Mia Lode Glorifica il Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen! Il Mio Abbraccio d'Amore...... <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Benedice col Segno della Croce> ......Scenda su ognuno di voi e sull'umanità intera, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Cammino per le vie, Cammino dinanzi alle Schiere e il Mio Sguardo si Ferma nel Giardino d'Amore............! Guardo i figli ma non vedo il Lavoro e ancora non vedo le Ceste, ma vedo il Lavoro di ognuno di voi, la Schiera dei Pargoli, la Schiera dello Strumento, le Schiere del Calice Vivente, quelle di Maria............ e Mi Fermo nel Guardare! Lo Strumento non vi ha donato ancora le Ceste, quelle da riempire, quelle da portare nelle proprie Capanne e non vede ancora la Pienezza, non vede ancora l'Amicizia, non vede ancora la Pace, ma come aspetto Io, aspetta anche lei dinanzi alla "Porta dei Cuori" e Cammino ancora......... e nel Camminare Semino ancora le Spine così come Lo fa Mia Madre............ ma l'umanità non si ferma a raccoglierLe! Raccoglietele e Seminatele ancora, figli e non temete gli uomini ma temete il Padre! E non dimenticate che siete fatti ad Immagine e Somiglianza di Dio e ad Immagine e Somiglianza della Croce, perché siete Croce, Figli Miei! ...............................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Sono ancora un po' raffreddata, ma tanto mi senti ugualmente; ho un po' di mal di gola e un po' di tosse, non lo so... ho quello che il Padre ha deciso......! Ma Tu che stai facendo, Gesù? Dove stai Camminando?(*) Ti sei sporcato quel Vestito! Gesù: Sto Camminando per le vie.........! Giulia: Gesù, se hai trovato i Calici vuoti, li ho bevuti tutti quanti, senza essere ancora preparati............ non Ti arrabbiare! Gesù: No, Anima Mia, non Mi arrabbio! Giulia: Li ho trovati tutti e li ho bevuti, so che stanno Lavorando... e Giovanni non ha tempo e neanche i Servi Inutili! Si sta preparando quello che il Padre chiede ad ognuno di noi e tutti quanti sono a Lavoro: i Servi Inutili, le Schiere, i Cari, i Pargoli.........! Ma dimmi, Gesù, non puoi sporcarTi l'Abito......... lo so che c'è tanto Lavoro da fare e Cammini dinanzi alle Schiere............! Gesù: VEDI, ANIMA MIA........................! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Vedo ancora il Tunnel e ci sono ancora i Missili e ci sono ancora tanti Figli! Ci sono tanti Pargoli, tutti vestiti allo stesso modo e tutti in fila! Lo so che uno deve cadere e l'altro no, ma fammelo Bere, non lo fare cadere! Lo so che vorranno nascere, sono piccoli! Gesù, tutto parte dall'uomo, non sei Tu! E visto che Mi usi a Tuo Piacimento, fammi Bere anche quello, non lo fare scendere......... e poggialo sul Cuore di Maria! .........Mamma, fermati un po' di Camminare con le Schiere! Quel Tunnel..., qui e lì......... e quelle armi di guerra...... e i Pargoli tutti in ginocchio.........! Gesù: Anima Mia, Uno deve cadere e l'altro Lo devi bere! Puoi andare ad Inzupparti e a Berti e a prendere la mano di chi te la dona......! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi! Gesù: GUARDA ANCORA............!(*) Giulia: Cos'è? Non è un Sigillo, non sono più Sette... Sette... hanno un'Infinità di Numeri, ma questo Lo posso Bere?(*) Cosa sono quelle Piramidi? Perché le hanno costruite in fretta? Gesù... nelle piramidi ci abitano......, ci sono nascoste delle persone......... e ci sono tante botti miste di ferro e di legno...!(*) Hanno spezzato la Tua Croce di sopra...! Gesù, questo lo posso Bere tutto tutto?(*) E in quelle botti cosa c'è, Gesù?(*) Allora non lo diciamo......... fammeLo Bere! Sì, Lo berrò un po' alla volta, piano piano, non temere, Gesù! Eccomi, ora vengo e vengo a bere piano piano quello che ho visto! Gesù: MA HAI GUARDATO BENE............? Giulia: Eccomi, Gesù! Con gli occhi del Tuo Amore e con gli occhi della Croce rimanendo Straccio Stracciato ai Piedi della Croce Ti porto tutti i figli, tutto quello che mi hai donato da sempre, i cuori, i sussurri, i nemici, coloro che trafiggono il Tuo Cuore e trafiggono anche il nostro, l'umanità intera, i figli che non hanno ancora la Tua Conoscenza, tutte le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Gesù, aspetta ancora, sono tutti figli e non possiamo lasciarli! Abbiamo bisogno della "Tua Pioggia", abbiamo bisogno di essere "Bagnati dal Tuo Amore"! Tu ci hai Donato la Vigna, l'Arca e i Remi! Gesù... ecco le mie mani, pronta nel Mio Eccomi da sempre! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Pronta nel Mio Eccomi da sempre! Gesù: Eccomi, Anima Mia, con i Due Banchetti, Eccomi con tutti i Servi Inutili, Eccomi con tutti i vostri Cari, Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi, figli Miei, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce e l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a TenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori, figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, accoglici così come siamo......... non siamo né caldi e né freddi, ma siamo figli......... non riusciamo a prenderci come Croce e a portarci, ma rispondo per tutti i figli e l'umanità intera! Eccoci nel Lavorare nella Vigna! Eccoci nel Rimanere nell'Arca! Eccoci a prendere i Remi per camminare dinanzi alle Schiere e per combattere i falsi profeti e il veleno, alzando la Destra... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E abbassandoLa: ..................Eccoci, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia, e metti dove c'è il vuoto ciò che vedi! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO............! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: Eccomi! ...Cosa Mi dici? Don Vincenzo: Tu come stai? Gesù: Io sto bene... essendo Vivo e Reale in mezzo a voi... con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli e con tutte le Spose! ...Non Mi dici nulla? Don Vincenzo: Gesù... tutto ruota intorno a Te... Tu sei la nostra Luce... la nostra Verità... la nostra Gioia! Gesù: Tu non dimenticare che sei il Calice Vivente dove si Aprirà il Sole! ...Cosa stai pensando ora? Don Vincenzo: Che quando si Aprirà il Sole Tu dirai tutto quello che abbiamo fatto......! Gesù: No, Io non lo dirò, ma lo dirà lo Strumento che è alla Destra del Padre............ e rimarrà alla Destra del Padre e in mezzo a voi............ e tutti vedrete.........! Don Vincenzo: Tutti vedremo? Gesù: , ma i vostri occhi non si fermeranno di piangere di gioia e di dolore! Don Vincenzo: Di dolore perché... Gesù? Gesù: Nel vedere i Figli che non rispondono all'Ultima Domandina...! La Cocciuta sta bussando... bussa! Ha Bevuto tutto quello che ha trovato, ma non ha potuto Bere ciò che ha visto all'inizio e che è Sceso! Don Vincenzo: Alla Domandina risponderanno o no? Gesù: La Cocciuta sta bussando al Cuore del Padre! ...Alle altre risponderà lei... ma quella Finale è del Padre.........! Adesso aspettiamo... ma lei bussa sempre e non si ferma mai! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Ehi, c'è un Regalo per la Mamma? Questo leggilo tu! Don Vincenzo: "Lode a Maria dallo Spirito Santo: O Fiore di Rara Bellezza, o Luce inesauribile, o dolce Maria, desta l'anima mia dal sonno, desta i fratelli miei dal sonno, desta il mondo che dorme dinanzi al Tuo Candore di Unico e Raro Fiore, Maria! Non vi è Perla che possa superare la Tua Rarità e non vi è Fiore che possa adornare il Tuo Candore, o Unico Fiore di Maggio! Soave Ancella del Creato il Tuo "sì" è il nostro vivere, il Tuo Candido Cuore è la nostra Capanna, Maria! Dolce Culla del Candido Giglio, o Dolce Dispensatrice di tutte le Grazie concedi ai cuori addormentati il Risveglio al Tuo Dolce Richiamo! Svegliaci, Maria, perché vogliamo Lodare il Tuo Candido Giglio e inondare di Profumi Spirituali il Tuo Grande ed Immenso Cuore di Mamma! O Maria, Tu sei la Sempre Vergine, Gesù Ti ha Coronata e fatta Mamma, pietà per chi non ama: pietà, Mamma del Cielo e della Terra! Tu hai vissuto su questo mondo come Donna e Mamma, Tu che hai saputo tacere per Amore, fa che noi Tuoi miseri figli viviamo nel Tuo Seno Verginale......... portaci come il Tuo Gesù affinchè sappiamo comprendere il Dono della Croce! O Amatissima Ancella......... Piena di Grazia Tu sei...... il Paradiso risplende al Tuo Dolce Candore. O Amatissima Sposa dello Spirito Santo, quanta Dolcezza emana il Tuo Dolce Viso tanto da rapire il Cuore al Tuo Amato Dio! Vergine Mamma Maria, della Tua Grazia è Piena la Terra, il Tuo Nome è impresso nei cuori di chi Ti Ama e il Tuo Dolce Sorriso è sulle labbra di chi soffre! Madre Mia, Ti voglio amare, insegnami i primi passi perché da Te io voglio venire, sì, mia Amata Mamma Maria! ...............Leonardo" Gesù: E adesso la metti tu la Collana... <Giuseppe appende la Collana alla mano della Statua della Madonna che è nel Padiglione> ...Chiedi dove ha preso quello che ha scritto.........! Don Vincenzo: Dove hai preso quello che hai scritto? Leonardo: L'ho preso dalle Visitazioni precedenti............ e questa Pagina è una Preghiera fatta dallo Spirito Santo ogni Primo Maggio......! Don Vincenzo: Hai fatto una specie di riassunto delle Preghiere? Leonardo: L'ho presa di sana pianta dalle Visitazioni precedenti, perché ce ne stanno tantissime! Gesù: , tante-tante, che Maria donava allo Strumento... ogni primo Maggio...così come quando gli ha chiesto a Giovanni: "Mi costruisci una Stanza al terzo piano di questa casa?"... E mettendole tutte unite è una Lode Grande alla Mamma Maria! Ma Maria la donava ad ognuno di voi essendo Lei "la Piena di Spirito Santo"! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ti è piaciuto quello che hai letto? Don Vincenzo: È bellissimo! Gesù: Bellissimo! Eh, ... come siete belli tutti voi dinanzi agli Occhi del Padre e dinanzi agli Occhi di Maria! .....................Cosa facciamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Ci Doniamo? ...Io Mi Dono e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per il Legno che è Affondato, per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e per ognuno di voi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo.> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne! <Gesù ''Innalza'' il Pane.................. e dice:> Mi Sono Donato e Mi Dono ancora rimanendo Vivo e Reale in mezzo a voi......... così come lo siete voi: Vivi nel Vivente, Figli Miei! .........Ora Ci Doniamo... Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni... Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: ...Lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta a lungo......... con le Braccia ''puntate''......... e la Destra alzata col Segno Trinitario> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ci siamo Donati! Gesù: E la Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Facciamo il Battesimo? Gesù: Eccomi! Raffaele: Chi deve fare il Battesimo? <Lo ricevono in tre e dopo, Gesù guardando intensamente Don Vincenzo dice:> Gesù: Io, Calice Vivente...... nella Pasqua Piena e Risorta............ nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo...... Prendiamo parte al Banchetto che è Dio... Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! <Raffaele e Giuseppe, come usano fare sempre, tagliuzzano il cibo che è nel piatto di Gesù e di Don Vincenzo> Eccomi! Eccomi! Dio si Dona per Amore nel Banchetto del Padre dove ci sono in mezzo a voi le Spose... con tutti i Servi Inutili... i Pargoli... e lo Strumento è andata a prendere gli altri... nel Donare l'Abito Bianco e togliere quello che hanno messo... nel mettere l'Anello al Dito e nel portarli dinanzi al Trono di Dio: al Banchetto Nuziale! ...Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Mangiamo il Padre... gustiamoci il Padre! Gesù: Eccomi! ...Parla un po'... di' qualcosa! ...Vai! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Gustiamoci il Padre! Gesù: E nel Gustare il Padre... il Padre Gusta ognuno di voi nell'Amore, nella Quiete, nell'essere Piccolo e Povero in mezzo a voi... nel dirvi ancora: "rimanete Piccoli Giovanni, rimanete Figli... così come da sempre vi ho Donato il Mio Amore e la Mia Amicizia!" ...Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Ho riflettuto, Gesù, sulla parola: amarci... perché mi è sembrata importantissima... entrare in noi stessi... partire da lì, dal nostro cuore, per poi arrivare agli altri! Se non amiamo noi stessi... se non amiamo il nostro Papà Buono non avremo poi la Forza e l'Umiltà di amare gli altri...... ma se invece ci amiamo diventa tutto più facile e più bello! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E ancora la dottoressa non ha mangiato niente? Ehi, Teresina del Bambin Gesù e Chiaruccia... cosa avete da dirmi? ...Eccomi! Teresa: Il Tuo Amore è smisurato e anche quello della Cocciuta... invece io... noi... non riusciamo a fare la stessa cosa! Gesù: Eh, ... nel vederMi non ascoltato dai Figli...... piangevo... e tutti pensavano che piangevo per il dolore e le frustate... ma Io piangevo e piango per i Figli che ancora non ascoltano e non vedono......... per i Figli che Mi vendono e Mi comprano... e così lei piano-piano entra nel Lavorare di più: vede e sente il Dolore! ...Venite col "niente" ......Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Allora... Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Volevo chiederTi: "ci sono le Schiere, ci sono i Pargoli, ci sono i Servi Inutili, ci sono i Cari a pulire e a preparare i Banchetti Vivi e Reali in mezzo a voi, così come in mezzo a voi ci siamo tutti da sempre! ...Dio E'......... ed è Nato da sempre e noi siamo Nati da sempre nel Suo Cuore!" Gesù: Non lo sapevi questo? Don Vincenzo: "Dio E'!" Gesù: Dio E'... da sempre... e da sempre siete Nati nel Suo Cuore e dal Suo Cuore siete stati Partoriti! Don Vincenzo: Quindi è Nato da sempre? Gesù: Se era Nato oggi, voi non c'eravate... c'eravate, ma dovevate nascere... <Gesù Alza la Destra nel ''fermare'' qualcosa e Benedice col Segno Trinitario> Eeeh... cosa c'è? Don Vincenzo: Gesù... questa Eternità del Padre...... è da sempre! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Come mai siete tutti tristi in questo giorno? Chi parla? Raffaele: Gesù, chi sta alla Sinistra del Padre? Gesù: Alla Destra c'è lo Strumento... ci sono i Figli e lei li sta aspettando per poterli portare al Banchetto, per Fare Festa e Mangiare del "Nuovo" con ognuno.........! ...Io sono nel Padre e il Padre è in Me e anche Maria! ...Sono i Figli che devono Entrare per la Porta! ...Io sono la Porta e sono il Padre... così come il Padre è in Me... per DonarMi Tutto... e Donarvi Tutto... e vi ho Donato tutto quello che il Padre ha Donato a Me! Don Vincenzo: Lo diciamo? ...OGGI È "USCITA" UNA PIAGA GRANDE SULLA MANO............! COME SE NON BASTASSE...... DOPO CENTINAIA DI PIAGHE SEMBRAVA CI FOSSE UN PO' DI TREGUA......... ED INVECE IL SANGUE FUORIESCE ANCORA E QUANTO DOLORE SI PORTA DIETRO.........! Gesù: Eccola! <Gesù mostra la Mano Destra> La Cocciuta... si è messa a gridare e ha detto di toglierLa immediatamente... gliene ho tolto metà e l'altra gliel'ho lasciata... l'ha messa sotto l'acqua corrente... perché lei Mi insisteva di toglierLa subito... ma Io non gliel'ho tolta... ne ho tolto una metà... l'altra metà era già aperta... ma Io ne ho tolta la metà... e le ho lasciato solo l'ombra! Don Vincenzo: Gesù, i Tempi sono Scesi... Gesù: ..., tutto è sceso! Don Vincenzo: E non preannunciano niente di buono! Gesù: ......Tu lo vuoi uno? Don Vincenzo:Sì, se lo mangi Tu! Gesù: Ti faccio compagnia! ...Voi pregate con la Preghiera del Padre: "Padre Nostro - Ave Maria; Ave Maria - Padre Nostro!" ...non dimenticatelo: è questo il vostro Compito... e lo Strumento vi porterà a Lavorare... e le Schiere sono pronte! Raffaele: Gesù... quindi, quando hanno messo i Chiodi al Padre... hanno messo i Chiodi anche alla Mamma? Gesù: Ti rispondo solo così: il Padre ha invitato Maria a diventare Mamma e, prima di Partorire il Figlio, ha Partorito la Croce! ...È chiaro? Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Raffaele: Gesù, il Creato è stato fatto tutto per gli uomini o solo la Terra? Gesù: Tutto per i Figli! Raffaele: Noi dovremmo stare solo sulla Terra perchè tutto è nostro... siamo Eredi Gesù: ... anche Noi lo siamo sulla Terra... non lo siete solo voi... il Padre ha Creato un Giardino per tutti i Figli! ...Allora vi lascio a Giovanni... vi dirà qualcosa in più... poi torno di nuovo Io! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! Come stai? Don Vincenzo: ...Giovanni! Piccolo Giovanni: Come state.........? <Giovanni prima Saluta con la Croce, poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, Nico'? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Come stai, Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, dottoressa Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Aspettate, prima prendo il caffè..., ma chi lo vuole se lo può prendere! Bevi... bevi che ti svegli, ecco! Ne vuoi ancora? Don Vincenzo: No..., è buonissimo! Piccolo Giovanni: Vediamo se è quello della Cocciuta? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Mi sa proprio di sì! Ne ho lasciato un goccino... piccolo piccolo..., hai visto quant'era piccolo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lei..., glielo mandiamo nella Mia tazza... poi..., non può fare troppo cammino... Allora, Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come andiamo, tutto bene? L'orto procede bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Perché hai abbassato la testa? ...Come stai, Mari'? Maria: Meglio, adesso... Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato per stare male? Maria: Sono stata un po' giù... Piccolo Giovanni: Sei cascata dalle scale? Maria: Meno male che ci sei sempre Tu...! Piccolo Giovanni: Meno male! Ma dimmi, cos'hai combinato? Maria: Quasi niente... Piccolo Giovanni: Tu dici? Maria: Corde vocali a riposo...! Piccolo Giovanni: Ha detto che ha combinato quasi niente..., tu ci credi? Neanche Io, perché l'ho vista! Mari'... quando ti dicevo di non parlare..., non parlare! Poi quando ti dico di parlare, parla! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Che gli diamo a Maria? ...Tutto, anche il caffè! Dottoressa Teresina del Bambin Gesù..., cosa Mi racconti? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo Eccomi? Quella Mi dice Eccomi; questo Mi dice Eccomi; tu cosa Mi dici? Don Vincenzo: Ho il raffreddore! Piccolo Giovanni: Tu hai il raffreddore? Don Vincenzo: Forte! Piccolo Giovanni: Forte? Non è il raffreddore.................. Allora, Mi date qualcosa da mangiare, così poi vi racconto qualcosa? Don Vincenzo: Hai l'imbarazzo della scelta... Piccolo Giovanni: Ehi... sono buoni questi..., ma non sono quelli della pianta..., ne vuoi un altro? Don Vincenzo: Sono buoni... Piccolo Giovanni: Quale vuoi il rosso o il nero? Don Vincenzo: Nero! Piccolo Giovanni: Io voglio..., inizio col dolce stasera..., voglio un pezzettino di... frittella..., eccola, tu la vuoi? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Me l'ha dato il viceparroco... Piccolo Giovanni: , mangialo..., iniziamo con la rotondina..., ma la Cocciuta ancora non Me l'ha fatta... vedi, è fatta a forma di sole e come luce ha lo zucchero sopra...! Don Vincenzo: Giovanni, c'ho sto raffreddore... Piccolo Giovanni: Eh, si, non ce l'hai il raffreddore..., ma hai la febbre......... anche a 35...Meno di 35! ..........................................Io qualcosina ve l'ho detta..., adesso dimmela tu qualche altra cosa...! Che gli hai donato a Maria? Di tutto? Raffaele: Si! Piccolo Giovanni: Sarà contenta? Ma mangiando di tutto, poi che va a fare altre guerre? Tu che dici? Parla! Lo sai..., lo sapete che Io sono capriccioso, no? Se tu ridi, Io rido pure... cosa c'è? Dimmi, perché ridi? Cos'hai combinato? Lo dice lei cos'ha combinato? Tu non hai niente da dire? Raffaele: Se puoi dirlo... Piccolo Giovanni: Non Ti preoccupare...Raffaele: E i Tre Giorni di Buio? Piccolo Giovanni: , ci siete andati già da un bel po' nei Tre Giorni di Buio! Don Vincenzo: Quant'è un giorno? Piccolo Giovanni: Eh... non lo so..., il Padre non Me lo fa dire... ma ci siete andati già da un bel pezzo..., state camminando, ma voi siete nella Vigna e nell'Arca...Raffaele: Facciamo... appena appena una fiammella in tanto buio? Piccolo Giovanni: La Cocciuta è più di una fiammella ed è lei che vi porta sulle spalle, come porta sulle spalle l'umanità intera! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate per coloro che dicono di portare la Pace! La Pace viene da Dio, ma Dio è stato messo al posto zero, ma pur essendo messo al posto zero, non chiude mai la porta, non lascia i figli e aspetta......! Così come lo Strumento gli chiede: "aspettiamo ancora..., sono figli!" E di segreti non posso dirne tanti...! La Cocciuta ha chiesto al Padre di non dirne tanti, ma dirne pochini... pochini... Raffaele: L'ultima... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Chi è stato il primo uomo sulla terra? Piccolo Giovanni: Il Padre ha partorito tanti figli, non ce n'è stato un primo! È chiaro così? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non ti posso dire chi è nato prima è chi è nato dopo..., nel Suo Cuore è nata l'umanità intera, partorita dal Suo Cuore e non ce né un primo e né un ultimo! Raffaele: Quindi, Partorirà sempre il Padre? Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: E quindi la terra non può finire perché il Padre Partorirà sempre? Piccolo Giovanni: Vi è stato detto dagli uomini che "ci sarà la fine del mondo", ma il Padre è Vivo da sempre...! Se ci sarà la fine del mondo, non ci sarà più neanche il Padre, né tutte le Spose, né tutti i Servi Inutili, né tutti i Pargoli, né tutte le Schiere! Raffaele: Ma nell'apocalisse c'è una cosa...... Piccolo Giovanni: No lo so, non Me lo ricordo! Eh... Eh... Eh... Raffaele: Non Ti sfugge niente? Piccolo Giovanni: No! Come non gli sfugge niente a Maria, come non gli sfugge niente a Teresina! Mari', ti è mai sfuggita qualcosa? Maria: Posso chiederTi una cosa? Piccolo Giovanni: Eccomi! Mi deve chiedere una cosa, così lo sentono tutti i figli! Maria: Quando c'è stata la Pasquetta di 40 a Santa Elia di Lauria, il 13 aprile 1998... e lì, durante la messa hai letto alcuni segreti, altri no! Piccolo Giovanni: No, solo uno, gli altri li ho letti tutti! Maria: E ci hai detto di non parlarne mai... Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: ...A nessuno, anzi cercare di non ricordare niente! Ma si stanno avverando già? Piccolo Giovanni: Sono già aperti tutti quanti tranne quello che non ho letto! Maria: Quindi di tutti quelli che Tu hai avuto, solo uno ne è rimasto? Piccolo Giovanni: , solo quello che non vi ho letto! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma solo un goccino di ognuno! Ci sono tante gocce di quello che avete sentito! ...Cosa devi dire ancora, Mari'? Maria: Gli ultimi tre anni: 98, 99, 2000..., sono stati così intensi...... Piccolo Giovanni: Dovevo sistemare ogni cosa! Maria: Guardare e leggere tutto è commovente............ siccome non abbiamo capito niente......... Piccolo Giovanni: ......Eppure Io ve li imboccavo col cucchiaino! Maria: Alla luce di quello che sappiamo oggi, con tutte le voci che abbiamo avuto, diventa tutto chiaro! Piccolo Giovanni: Dio è sempre chiaro, non è buio! Maria: Se Tu sapevi tutto e pur sapendo tutto............... Piccolo Giovanni: ............Pur sapendo tutto, la Cocciuta non Mi ha fatto parlare ma è stata molto saggia! Maria: Giocavi, scherzavi con noi! Piccolo Giovanni: Anche la Cocciuta scherza con voi, e anch'Io scherzo con voi! ...E state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non la vedete scherzare con voi? Non gioca come una bambina, così come Dio Bambino? Eppure conosce ogni cosa...... l'aspetta! Aspetta con Amore i Tempi del Padre, perché i Tempi si devono aspettare con Amore! Lavorare e rimanere nella Vigna e con l'Arca e con i Remi, ma pregare: "Padre Nostro - Ave Maria!" - "Padre Nostro - Ave Maria!", non dimenticatelo! Devo mangiare qualche altra cosa, così poi Me ne vado...... Visto che ho iniziato col dolce, che Mi mangio? Un altro dolce! Perché se sopra i dolci ci metto il prosciutto, Mi sa che non va bene! Mi mangio quello? Don Vincenzo: No... Piccolo Giovanni: Mi mangio questo? Se poi le mandorle sono amare, che ti devo fare? Tu ne vuoi uno? Don Vincenzo: Preferisco... Piccolo Giovanni: No, quello è Mio! Don Vincenzo: Mangio quest'altro grissino...... Piccolo Giovanni: ...Eccomi! Io mangio questo... ho mangiato il sole che splende e adesso... sono buone le mandorle! ...E tanti auguri a Marinella! Domani ti faccio trovare un regalo! Marinella: Eccomi! Piccolo Giovanni: E a te, Nunziatina, te ne manderò uno grande grande! Nunziatina: Eccomi! Piccolo Giovanni: E a tutti voi vi mando il Mio Soffio d'Amore: vi basta? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ma rimanete vigilanti perché i falsi profeti avanzano ed il veleno anche! Ma voi siete fatti a Immagine e Somiglianza del Padre e abitate nella Vigna, e non dovete rimanere legati alle cose del mondo, e non dovete affannarvi perché il Padre non vi lascerà senza pane e senza acqua, per voi che siete nella Vigna e avete preparato la Capanna! ...Dimmi una parolina, Calice Vivente! Don Vincenzo: Dio È ed È sempre stato......... Piccolo Giovanni: ...Cin-cin! ...Salute! ...Vediamo cos'hanno fatto! ...Buono! ...Quando lui non Mi risponde o quando dice sempre le stesse cose, è andato a lavorare e non vuole parlare! Don Vincenzo: E dove sono andato a lavorare, nella Vigna? Piccolo Giovanni: Eh! Don Vincenzo: Dobbiamo finire il Solco? Piccolo Giovanni: Ancora non si finisce il Solco......... Don Vincenzo: ...Bisogna riempire le Ceste? Piccolo Giovanni: Eh, si, si devono riempire le Ceste... e le Ceste ve le ha consegnate lo Strumento! ...E ne ha ancora di vuote ma ve le consegnerà! ...TUTTI SIAMO SCESI, MA PREGATE PER QUEI GRADINI E PREGATE PER QUEL FIGLIO CHE NON DEVE SCENDERLI! .........Be', dimmela una parolina! Don Vincenzo: Giovanni, ma queste Capanne sono la prova che abbiamo ubbidito a Dio? Piccolo Giovanni: Avete ubbidito a Dio? Don Vincenzo: ...Solo che dobbiamo ubbidire ancora di più e concludere bene tutti questi preparativi perché mi sembra che i Tempi siano imminenti! Piccolo Giovanni: Non lo so! Don Vincenzo: Tu non puoi parlare... Piccolo Giovanni: ...No... Don Vincenzo: ...Ma mi sembra che siamo proprio agli sgoccioli! Qualcosa di grosso succederà, e si sente nell'aria......! Piccolo Giovanni: Io non lo so! Il Padre vi sta invitando da un bel po' di tempo! Don Vincenzo: Anche questo caldo insolito che sta facendo............ è proprio un caldo tagliente! ...Ma tu non puoi parlare? Piccolo Giovanni: No! ...Vi era stato donato il Tempo dei Segreti! Non li avete saputi accogliere e vi sono stati tolti dallo Strumento, e lei può farlo perché è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! ...Qualcuno piccolo vi viene donato, ma per gli altri dovete aspettare! Don Vincenzo: Giovanni, Ti voglio bene! Piccolo Giovanni: Ed anch'Io, Giova', ti voglio bene! È bello... Giovanni con Giovanni! Don Vincenzo: Certo che quella Cappella è molto bella! Più si ci va e più è bella! Hai fatto veramente un capolavoro! Piccolo Giovanni: No, l'ha fatto il Padre! Non l'ho fatta Io ma è stato Lui che l'ha chiesta! Don Vincenzo: Ed ora Paolo deve fare qualcosa? Piccolo Giovanni: Eh, si, Paolo deve fare delle rifiniture.........! Don Vincenzo: ......Com'è il Miscuglietto? ......È speciale? Piccolo Giovanni: Si, è speciale! ...Allora... ognuno di voi è speciale dinanzi al Cuore del Padre, ma vigilate perché i Tempi che verranno dovete amarli per combattere, dovete accoglierli per vincere così come li ha accolti Gesù! ...Tu vuoi parlare? ...Non vuoi parlare, Teresina del Bambin Gesù? ...Non vuole parlare, e allora... vi ho Donato un po' di Goccine e adesso Io vi lascio a Gesù! Vi lascio il Mio Cuore Spalancato a tutti quanti e vi amo! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Io vi amo! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Vi amo! Tutti: ANCHE NOI! Piccolo Giovanni: Vi amo! Tutti: ANCHE NOI! <Giovanni schiocca un altro bacio verso i presenti che ricambiano> Piccolo Giovanni: ...Vi lascio il Mio Cuore e vi invito ancora a camminare nel Solco... e tu dovrai chiuderlo, Calice Vivente...! Gesù: ...Eccomi con la Croce e col Pane......... Calice Vivente-Dio.........! Don Vincenzo: Eh! Gesù: ...Io ora devo congedarmi... Io non l'ho fatto il militare ma devo congedarmi per controllare i cuori di ognuno di voi, uno ad uno! ...Ed ora vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Tu Saluta con l'Albero Verde mentre Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato: venite, figli! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, cosa stai raccogliendo?(*) ...Si, stavo celebrando un matrimonio tra Pargoli e Gesù mi ha donato un confettino bianco! E quello che stai raccogliendo Tu, cos'è?(*) ...Li ho bevuti tutti quanti!(*) ...Eh, si, ho dovuto fermare pure i terremoti che stavano per arrivare! Tu tienimi sempre per mano quando arrivano, così con la Tua Forza e la Forza del Padre, se Lui vuole, li posso fermare! ...Giovanni, nel vuoto... dove Tu sai... c'è una cosa che Ti sto chiedendo! L'hai vista?(*) ...Sei contento?(*) ...Anch'io, tanto tanto! Di' ancora al Padre di non fare aprire i Gradini e di non far scendere quel Figlio...... e visto che c'è tanto lavoro, fermati e non andare a prepararli che li bevo così come sono!(*) ...Non fare niente, li bevo crudi, così come sono, così Tu puoi fare qualche altra cosa: aiutarmi a portare le Spose... a prendere per mano i Pargoli e utilizzarli come Schiere...! So che ci sono tanti altri lavori, ma lasciali stare senza prepararli perchè i Calici e i Sigilli li bevo come sono! Lo so che dobbiamo preparare l'altra Festa, ma aiutami perché è un po' più pesante! Aiutami con la Tua Forza, Giovanni! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Eccoci, Papà!(*) ...Come riempire i cuori del Tuo Amore? Lo faccio attimo dopo attimo spezzando la Paghetta e portando l'umanità sulle spalle! Eccomi ancora per l'Eternità! ...Rimanere nella Vigna, nell'Arca e con i Remi...!(*) ...Lo so che tutti i Cari stanno Lavorando, tutti Pargoli, tutte le Spose e tutti i Servi Inutili, ma il compito che mi hai donato è per l'altra Festa...!(*) ...Eccomi, sono Tua figlia, ed eccomi a fare la Tua Volontà, Padre!(*) ...Le Spose sono entrate e fanno Festa al Banchetto... rimaniamo nella Vostra Festa e vi salutiamo! Eccoci nel fare uniti la Volontà del Padre!(*) ...Eccomi, Mamma, preparate ancora Vestiti e Anelli perché ci sono tante Spose!