LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 165

 

NON VENITE PER CURIOSARE, NON VENITE SOLO PER SENTIRE CIÒ DIO STA DICENDO E POI SI

VA FUORI A GETTARLO PER LE STRADE E A CALPESTARLO! DIO VEDE E LO STRUMENTO VEDE

ANCHE QUANDO SI GETTA E SI CALPESTA... E IL PADRE CANCELLA E METTE UN'ALTRA COSA

(dal messaggio del 08/06/2014)

Messaggi Tramite Giulia

 

           

1. Giov. 05/06/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Il Regno è in mezzo a voi... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...E la Croce è in mezzo a voi! La Verità Tutta Intera è in mezzo a voi, così come lo è il Padre............ e così come lo è la Dimora......... e i Servi Inutili! I Servi Inutili sono i vostri Cari, e i Pargoli sono i Figli del Padre Donati ad ognuno di voi nel Suo Amore, nella Sua Verità e nel Suo Tutto! Dio È e voi Siete! Dio è Amore ma non viene ricambiato, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Ancora non avete imparato i Tempi del Padre! Ancora non li riconoscete! Ancora non vi Amate! Attimo dopo attimo Spezzo il Pane e Mangio con ognuno di voi, ma non Mi vedete! Imparate ad Amarvi..., i Tempi delle Capanne..., lo Strumento che ferma il Figlio per non farlo scendere.........! Siate vigilanti perchè il veleno cammina e i falsi profeti avanzano......... e non lasciatevi travolgere! Lo Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi e "vi Porta", ma vigilate, figli, rimanete vigilanti e non lasciatevi abbagliare dalle cose del mondo! Nessuno vi può liberare, solo il Padre e lo Strumento mandato dal Padre! .........Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Dove hai messo la voce? Giulia: Ho gridato un poco, mi si è abbassata, ma adesso ritorna, quando vuoi Tu! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA...............! Giulia: Eccomi, Gesù! Questo me lo fai tenere poco poco? Gesù: Non puoi portare tutto questo peso! Giulia: Un pochettino in più, solo poco poco! Gesù, se cade tutto in una volta......... non puoi farmeli tenere come gli altri? L'umanità e i figli, pur vedendo cadere tutto, ancora non Ti Cercano e non Ti Amano, Gesù! Perdonaci ancora, ma fammi tenere quello che sto vedendo, così posso andare e dire ai figli di guardarTi, perché Tu Sei l'Amore! Gesù......! Gesù: Dì quello che Vedi.........! Giulia: Me lo lasci tenere poco poco? Anche meno degli altri..., ma poco poco......? Gesù: Eccomi! ............ORA DI' QUELLO CHE VEDI............! Giulia: Eccomi, Gesù! Sai, Gesù, se fosse solo una scena di film, sarebbe così...... da dirlo, ma quando non è una scena, ma cade sulla terra, fa un po' male al mio Filicino dirlo.........! Già tenerlo poco poco, mi solleva il cuore o meglio, il Filicino, ma sapere che dopo cade...... Gesù: Non è il Padre a farli cadere e non sei neanche tu! Giulia: Sono gli uomini assetati di Sangue! C'è il mare che si alza e si abbassa e dal mare escono fuori armi di guerra..., tutti i mari sono circondati..., tutti sono pronti nell'uscire fuori e quando escono dall'acqua gli uomini distruggono ciò che trovano, radendo al suolo ogni cosa che incontrano! Gesù, tutte quelle armi da dove arrivano? Gesù: Immolati come tu sai fare! Giulia: Quando cadranno, potrò andare ad Inzupparmi e a Bermi? Posso portare i figli e far assaporare a loro un po' di quel Dolore? Ma sono deboli...... l'assaporo io! Gesù: Portali a Lavorare, Anima Mia............! Giulia: Eccomi, ma i Calici li berrò io! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, anche se non mi ascoltano, metto nel Tuo Cuore coloro che Ti trafiggono e trafiggendo il Tuo, trafiggono il mio, metto nel Tuo Cuore la Famiglia, i sussurri li ho raccolti ancora una volta, metto nel Tuo Cuore i nemici, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre: tienilo Tu, così è al sicuro e se trovi un'altra stupida più stupida di me consegna a lei tutto, ma il mio Eccomi rimane per sempre per l'Eternità, Gesù! Ho voglia di tornare a Casa, ma "Eccomi ancora per l'Eternità!" Ora capisco Giovanni e capisco il Tuo Amore che non ha né limiti e né misure: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! GUARDA ANCORA.........! Giulia: Questi li posso Bere e Tu lo sai che li vado a bere subito subito! I Sigilli sono Sette più Cento! Sette..., Sette...! Questo mi dona sollievo, mi dona gioia, mi dona la forza di camminare dinanzi alla Schiera e combattere con Maria, con tutti i Servi Inutili e con tutti i Pargoli quando Bevo i Calici Amari, i Sigilli, i Flagelli, come faceva Giovanni, come fai Tu e come fa il Calice Vivente, Gesù! Ecco dove prendeVi la Forza! Ecco dove cresceva il Tuo Amore! Ecco dov'è l'Amore del Padre, dall'essere scartati e nell'essere scartati e Bere e Osservare il Salvatore, Colui che Dona la Vita Eterna! Visto che devo Berli...... non li diciamo.........? Gesù, cos'hai preso in mano? Una pietra? Che stai facendo con la pietra? Cos'hai segnato? Posso dire solo questo? Da una pietra ne hai fatto quattro, facendo quattro Viuzze e dalle quattro Viuzze ci sono quattro piccoli Fiumicelli! Ed in ognuno ci cade un Sole, ma rimane acceso! La Luce avvolge l'umanità e l'umanità rimane accecata! La Luce toglie la vista a tutti...! Basta, Gesù, tanto li devo Bere......... fammi iniziare subito! Perdonami, ma essendo Tua figlia, non farmi dire più nulla......! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Vado subito a bere, così torna anche la voce......! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con i Banchetti in mezzo a voi Preparati dal Padre per tutte le Spose, per tutti i Servi Inutili e per tutti i Pargoli! Ecco il Banchetto Preparato per ognuno di voi! Eccoci in un Unico Amore nel Fare Festa! Eccoci con le Schiere di Maria! Eccoci con le Schiere del Calice Vivente! Eccoci con le Schiere dello Strumento! Eccoci con tutti i vostri Cari! Eccoci con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nell'essere piccoli e poveri e all'ultimo posto, per essere Invitati a Gioire nell'Amore Pieno del Padre, Uniti con tutti i Servi Inutili, con Dio Pane Vivo in mezzo a noi! Eccomi ancora nel consegnarTi tutto quello che mi hai donato da sempre, Gesù! Gesù: Porta l'umanità, tu che Sei la Via! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO.........! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Bene-male? Don Vincenzo: Bene! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: E tu stai bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa Mi racconti visto che state tutti bene-male? <Gesù manda ancora un bacio e viene ricambiato> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Non Mi dici più niente? Don Vincenzo: La Cocciuta... Gesù: Cosa ha fatto la Cocciuta? Don Vincenzo: Non sta tanto bene, un po' la fanno arrabbiare, un po' non tanto ha la forza......! Gesù: Sta Bevendo e adesso si poggia sul Letto della Croce, Beve i Calici, Beve i Flagelli e tutto quello che trova.........! Don Vincenzo: Dalle la Forza, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù soffia> Don Vincenzo: Ci dobbiamo Donare? Gesù: Non hai niente da dire prima di Donarci? Parla un po'! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Ho parlato prima .........! Gesù: Ma non dovevi far parlare lo Strumento, te ne sei dimenticato? Don Vincenzo: Mi trovavo nel discorso e quindi ho proseguito......! Gesù: C'è un Regalo morbido! Cos'è? Mi avete fatto uno scherzo, ehi!? Don Vincenzo: Sì, è per Te, Gesù! Gesù: Per Me? Ehi, poi vediamo, leggi! Don Vincenzo: Rita! "Mio Gesù..."! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: "...Giorno dopo giorno sento il Tuo Amore crescere sempre di più e non ci sono parole per esprimere tutto quello che sento nel cuore! So che conosci ogni mio sussurro e nei momenti di tristezza e di stanchezza come ad una bimba asciughi le mie lacrime dandomi Forza e dicendomi di non preoccuparmi di niente perché ci sei Tu che pensi a tutto da sempre! Io a tutto questo posso semplicemente dire: Eccomi Padre Mio per tutta la Cascata d'Amore che fai scendere in abbondanza dal Tuo Cuore! Rita!" Gesù: Eeeh! Don Vincenzo: Bello! Gesù: Eccomi! Bello! Non è solo bello ma è ricco d'Amore! .........Questi sono Miei! <I cioccolatini insieme alla lettera......!> Allora dimmi qualcosa, tanto di Cascate ne sentirà ancora......... e di Amore anche......... e poi glielo dice la Cocciuta quello che deve fare.........! Parla tu un po', così i cuori si preparano ad accoglierMi! Don Vincenzo: Gesù, non c'è Grazia più Grande di quello che stiamo avendo e vivendo...... Gesù: Se ti sente lo Strumento, adesso sta Bevendo, viene a "gridare" di nuovo! Don Vincenzo: Nella Storia umana mai c'è stata una Visitazione così lunga e così profonda e mai Dio si è Dato così tanto e ci ha Dato così tanto......! Gesù: Imparate ad ascoltare ciò che la Cocciuta ha detto "gridando"! Don Vincenzo: Eh, sì, a questo volevo arrivare, che lo Strumento deve essere messa al primo posto! Gesù: No, lei non vuole essere messa al primo posto ma il Padre deve essere messo al primo posto nell'Ascoltare la Sua Parola e nell'Ubbidire alla Sua Parola! Lei è uno Straccio Stracciato e porta ognuno di voi ad essere Stracci Stracciati ai Piedi della Croce, così le Capanne diventano Capanne e tutto quello che deve Scendere ancora lo Berrà lei così: con l'Amore del Padre! Ma vigilate! Vedete il sole, vedete le stelle, vedete il tempo per il divertimento ma non dimenticate le Capanne, non dimenticate i Tempi, non dimenticate le Schiere che stanno combattendo, non dimenticate il veleno che cammina ancora e non dimenticate i falsi profeti che avanzano, non dimenticate i fuochi di guerra e i Flagelli, Figli! .........Pregate per tutti i Figli Ministri......... pregate per il Legno Affondato...... pregate per l'uomo che porta l'Abito bianco...... ma rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca e Remate, Figli Miei! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Chi lascia l'Arca, chi lascia la Vigna, quando busserà...... Don Vincenzo: .........Non si aprirà! Gesù: ............Non si aprirà! ........................Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i nemici e per coloro che trafiggono il Mio Cuore e il cuore dei Figli della Croce! ........................Cosa c'è? Don Vincenzo: C'è qualcuno che si deve fare il Battesimo! Gesù: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù guarda a lungo nel bicchiere e dice:> Questo è il Mio Sangue: il Miracolo più Grande! Non Mi Sono Venduto, Mi Sono Donato per Amore e Mi Dono ancora! Questo chiedo ad ognuno di voi: non vendetevi per tradirMi, non vendetevi per tradirMi! Dio E'......... e nessun altro può Donarvi la Vita Eterna, Figli Miei! ............Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne Prende la Metà, La ''Innalza'' e Incurvando il Pane dice:> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne: la Culla per ognuno di voi, la Via Stretta, l'Amore senza Misura! Questa è la Mia Carne! <Gesù e Don Vincenzo Mangiano e Bevono.> DoniamoCi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta, prima con il Pollice e l'Indice Uniti in entrambe le Mani e poi fa il gesto di prendere qualcosa e di innalzarlo e di portarlo al Cuore e lo fa per due volte! ........................Ricevono il Battesimo in cinque.> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta ed è in mezzo a voi! Don Vincenzo: Tu sei la Pasqua, Gesù, Tu sei la nostra Resurrezione, Tu sei il nostro Salvatore, Tu sei il nostro Redentore, Tu sei il nostro Liberatore, Tu sei il nostro Re, Tu sei la Verità Tutta Intera e vieni a SpezzettarceLa! Gesù, che Grazia essere qui, Straccio Stracciato ai Tuoi Piedi! Gesù: Dinanzi a Dio che si Spezza e si Dona! Prendiamo parte del Suo Amore? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Prendiamo parte nell'Amore Pieno del Padre! Tieni, Mangia il Padre! ....................................Questo non so se si mangia, penso di no! <Il tovagliolo di carta> Eccomi! La Festa è Piena: Dio Spezzato e Donato per Amore! Ma quando sarà il Tempo di Spezzarvi e di Donarvi per Amore ci sarete tutti? O Mi tradirete tutti? Dopo aver preparato le Capanne, dopo che vedrete, .........ci sarete tutti? Tutti: Eccomi! Gesù: Non dimenticate che Io vedo e sento! Con le labbra si dicono tante cose, ma poi il cuore non risponde e non parla! ...............Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non lasciatevi trascinare dal veleno! Prendiamo parte nel prendere il Padre come Cibo, Figli! <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Ti raccomando, vicepa'! Perché Mi guardi così, non parli un po'? Vedi, Io mangio e parlo......... così l'Amore del Padre si Dona ancora di più......! Don Vincenzo: Gesù, dobbiamo prepararci con Fede nella Costruzione delle Capanne, perché solo così possiamo gustare l'Amore che Dio ci sta offrendo! Gesù: Amandovi gli uni gli altri! Don Vincenzo: Sì, proprio questo! Gesù: Vai! <A Raffaele> Don Vincenzo: Se non ci amiamo gli uni gli altri... Gesù: Come ha detto lo Strumento "non c'è Preghiera!" La Preghiera che il Padre gradisce è vedere la Famiglia Unita, vedere i Figli Piccoli e Poveri, non nell'apparire ma nel nascondersi: ciò che fa la destra non lo deve sapere la sinistra! Ma tra di voi dovete essere un'Unica Voce: quella del Padre! Dinanzi a Dio non c'è alcun male se si ha Fede, perché Dio è Amore e l'Amore ha vinto da sempre ma è quello che gli uomini dimenticano! Il Padre conosce ogni cosa, ma gli uomini lo dimenticano! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> Gesù: Sapete cosa stanno facendo i vostri Pargoli? Sono andati con lo Strumento a fermare un Flagello, uno di quelli Grandi e per spegnerlo si sono portati un Sacco di Farina: l'Arma del Pane! Ma stanno Lavorando, sono cresciuti, hanno incontrato le loro compagne e presto diventerete nonni! Quello che dovete preparare per la Bevanda vi farà diventare nonni in Quel Giorno............! Poi vi sarà detto! Ora vi salutano, ma parleranno quando avranno finito il Tutto delle Capanne, il Tutto del Padre! E non temete: parleranno! <I Bimbi mandano baci> Dategli da mangiare! ...Vicepa', ti raccomando, eh! Tu non dici niente? Io ho parlato! Ecco il "niente"! Ecco il "niente"! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccolo! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non parli? Don Vincenzo: Sì, sì, Gesù, parlo su me stesso perché dobbiamo amarci... Gesù: Sul Calice Vivente? Don Vincenzo: , dobbiamo amarci perchè se noi ci amiamo, capiamo anche che dobbiamo amare gli altri per essere Figli veri e Figli credibili! Guai a non amarci gli uni gli altri! Guai a non amare noi stessi perché, proprio partendo da noi stessi, scopriamo che siamo un Dono! Gesù: E quand'è che si Ama, quando si fa ridere o quando si fa piangere? Non Mi sapete rispondere? Quando si fa ridere............? Io ho pianto nel vedere i Figli che vanno via lasciandoMi Solo! Ma non ho pianto perché rimanevo Solo ma ho pianto perchè si perdevano e si sono persi............ e non sono riusciti più a trovare la Strada per tornare a Casa e tutt'ora ancora non riescono a trovarLa! Per questo si Ama quando si fa piangere, non quando si fa ridere! Quelli che hanno fatto perdere la Via ridevano mentre Io piangevo! ............Parla ancora! Don Vincenzo: Gesù, dobbiamo imparare a non puntare il dito! Gesù: Quanti l'hanno puntato e lo puntano su di Me! Don Vincenzo: Dobbiamo evitare la vittoria dell'io, così restiamo su Dio, così siamo sicuri di fare quello che piace a Lui e non quello che piace a noi! Gesù: Cosa dobbiamo imparare? Don Vincenzo: Ad amarci! Gesù: E l'abbiamo già detto! Don Vincenzo: E così scopriamo la Grazia del Padre che ci ha voluti! Gesù: Devi parlare più forte, se no i Figli non ti sentono! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Mi hanno sentito! Don Vincenzo: Hanno orecchie buone! ............Gesù, mangiamoci un dolcetto! <Si ride un po'> Gesù: Ci mangiamo il paninello e poi parlate con Giovanni, così vi dirà qualche bella parolina! Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Sì, quello che piace a Te piace anche a me! Gesù: Mi mangio il paninello e poi faccio venire Giovanni! Sta Lavorando, ma nel Lavorare sta ascoltando, ma sta anche Soffrendo nel vedere i Figli e nel vedere la Propria Famiglia che ancora cade di qua e di là! Il veleno cammina e i falsi profeti avanzano! È dolce ascoltare la Voce del Padre, ma è difficile rimanere nella Vigna essendo ancora attirati dalle cose del mondo.........! Don Vincenzo: Ma guai a dimenticare che i veri Figli vivono nel mondo ma non sono del mondo! Gesù: , i Figli devono fare le Cose del Padre senza distogliersi......... e ognuno deve unirsi al cuore del fratello e non allontanarlo dal Cuore del Padre, dal cuore dei fratelli e dal cuore dello Strumento! Alcuni dei Figli vogliono addirittura curare e indicare la medicina: "ma questa l'ho scoperta io, va bene pure per te farla!" Stolti! L'Unica Medicina è Dio, non quella che avete inventata! Col Padre non potete scherzare! È Buono, è Amore, ma c'è l'Ultima Domanda per ognuno e lì lo Strumento non potrà fare nulla, dovrà rimanere alla Destra del Padre e guardare senza poter far nulla! Ora Lo implora: "Padre, ci sono ancora i Giorni! Padre, ancora non hanno capito......! Padre, ancora non Ti hanno visto e ancora non Ti hanno conosciuto!" E così strappa Tutto dal Cuore del Padre per donarLo ai Figli, eh!(*) Don Vincenzo: ...Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Il caffè..., prima il caffè poi dopo parlo un poco con Nicola, Maria e la Dottoressa! Ne vuoi un goccettino? ...Hai bevuto? Sei sicuro? Allora posso bere...! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: , hai bevuto...! Chi lo vuole se lo va a prendere! , è Buono..., è bello caldo, è bello zuccherato al punto giusto! .........Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Cos'hai fatto, l'orto funziona? Nicola: Ci pensi Tu! Piccolo Giovanni: Eh, si, ci devo pensare Io! Mi hai sentito, no? <Giovanni schiocca un bacio ricambiando quello di Nicola> Visto che non Mi ha sentito, Mi ha donato un bacio! Mi senti quando vengo a trovarti nell'orto? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! .........Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai fatto ancora? Maria: Avanti e indietro per preparare la Capanna! Piccolo Giovanni: Solo questo? Maria: Ho letto qualcosa sul Crocifisso del Lentini...! Piccolo Giovanni: Solo questo? Maria: E poi, tutti Questi che adesso scrivono libri...: tutti scrivono libri adesso! Piccolo Giovanni: Eh, si...! Maria: Anche qualcosa che hai suggerito Tu in passato... Come va con la dieta? Piccolo Giovanni: Ah... ora vuoi mangiare.........? Maria: Teresa dice che adesso sono troppo magra... Piccolo Giovanni: Teresa sta dicendo di no... Maria: Ah... Teré...! Piccolo Giovanni: Ah... Teré! Teresa: So che lei si lamenta......... Piccolo Giovanni: Che vuoi tu? Che Mi mangio Io? Che Mi mangio? Stasera voglio mantenermi leggero...! Cosa devo mangiare per mantenermi leggero? No, questo si mangia dopo aver mangiato...! Un pezzettino di pizza..., non esagerare, ...si! Tu lo vuoi un pezzo? Don Vincenzo: Sì, ma solo un pezzetto...! Piccolo Giovanni: Un pezzetto... e Io Mi piglio il Mio pezzetto buono buono e Me lo mangio...! No, Io mangio così......! Allora, Maria, non hai combinato più niente? Ma che gli dobbiamo mandare a Maria visto che non ha combinato più niente? No... no, gli diamo un bel pezzo di pizza..., poi quella no..., quell'altra..., un paninello, una mozzarella, dopo facciamo il piatto del dolce...! Va bene così? Adesso vagli a portare questo, dopo gli prepariamo il misto del dolce e della frutta! Dagli un po' di caffè... l'amaro no, e dagli anche il vino... ecco! Io ho mangiato il Mio pezzettino di pizza..., a Maria un goccettino di caffè, un altro pochino... ecco va bene! Poi vieni a fare il piatto misto della frutta e dei dolci......! Diamogli uno di questo e poi uno di questo... e uno di questo e quel bicchieruccio là e poi ci metti un po' di melone e un po' di ciliegie..., mò siamo a posto con Maria! Be'..., dimmi qualcosa...Don Vincenzo: Giovanni, a prescindere da come adesso sta la Cocciuta...... Piccolo Giovanni: Sta bevendo e sta portando le Spose e sta lavorando e sta aspettando che danno la mano e sta facendo un po' di tutto! Don Vincenzo: Ecco, questo volevo chiederTi: ma tu, quando ci sono di mezzo i Sigilli, li prepari anche? Piccolo Giovanni: Eh, si, li preparo per farli vedere... crudi come sono...Don Vincenzo: Cioè, in che senso li prepari? Tu li spieghi anche? Piccolo Giovanni: No! Non glieli spiego, li Preparo per farglieli vedere... crudi come cadono! Don Vincenzo: Ah! Quindi hai anche questa funzione...? Piccolo Giovanni: Sì! Don Vincenzo: Quindi sono visibili i Sigilli preparati da Te? Piccolo Giovanni: È la Cocciuta che Li vede ed è per farLi vedere a Lei che Io Li Preparo......! Don Vincenzo: Ah... è la Cocciuta soltanto... Piccolo Giovanni: E poi chiede al Padre...Don Vincenzo: Fai questo lavoro solo per la Cocciuta? Per far vedere che tipo di Sigilli? Piccolo Giovanni: , voi li vedete quando cadono ma se lei li Beve, non li vedete! Ma quelli che devono cadere, li vedete: "... quello è stato un caso...; quello è stato un temporale...; quello è stato un fulmine...; il vulcano si è acceso...; l'aereo è caduto; il militare ha sbagliato la mira...!" Abbiamo fatto un riassunto! Don Vincenzo: Sì, quindi in questi Sigilli ci stai di mezzo anche Tu? Così... così? Piccolo Giovanni: Glieli devo far vedere crudi così quando cadono lei dice al Padre: "aspettiamo ancora, fammeli tenere un giorno..., due..." ma quelli che devono cadere poi devono cadere...! Quelli che lei Beve, Beve e non cadono più! Don Vincenzo: E si cancellano? Piccolo Giovanni: Si cancellano e si annullano! Ma tanti... tanti... tanti... ne cadono! Don Vincenzo: Eh, si, e mo' sono aumentati pure... c'è Sette per Duecento! Piccolo Giovanni: C'è un'altra bufera che si abbatterà sulla Chiesa e sui Grandi della politica e sull'umanità intera e su tutti voi.........! Don Vincenzo: Si abbatterà pure su di noi? Piccolo Giovanni: Ma se rimanete nella Vigna e nell'Arca e Remate......Don Vincenzo: ...Siamo protetti! Piccolo Giovanni: Sì! Don Vincenzo: E anche se si abbatterà su di noi, non ci nuocerà! Piccolo Giovanni: C'è lo Strumento nella Vigna! Ma visto che lo Strumento viene scartato da tutti e non viene ascoltato da nessuno......... si dovrebbe andare a chiedere allo Strumento: "cosa dobbiamo fare?" Ma nessuno va, nessuno ubbidisce, tutti camminano allo sbaraglio, ma lo Strumento non lascia nessuno! Don Vincenzo: Quindi, dobbiamo chiedere sempre allo Strumento......... perchè è lei il nostro unico punto di riferimento, solo lei! Piccolo Giovanni: Lei è Mandata dal Padre per combattere questa Battaglia Finale con le Schiere di Maria, con la Mia Schiera e con la sua Schiera, con tutti i Pargoli che vanno dietro la Schiera dello Strumento! Don Vincenzo: Giovanni... e la mia Schiera? Piccolo Giovanni: La tua Schiera è composta dai Pargoli a cui hanno tolto ogni dignità e da altri figli! Don Vincenzo: E la Schiera di Maria? Piccolo Giovanni: È con tutte le Spose! Don Vincenzo: E la Schiera della Cocciuta? Piccolo Giovanni: Te l'ho già detto, la Cocciuta non lascia nessuno! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ha alzato il dito...Raffaele: Giovanni, la Nuova Chiesa... Piccolo Giovanni: Siete voi! Raffaele: Ma sta già qui e stava anche in Cielo? Piccolo Giovanni: Il Cielo è in mezzo a voi, non l'avete capito? Raffaele: Ma ce n'è uno solo di Cielo? Piccolo Giovanni: Di cieli? Ce n'è uno solo, come Uno Solo è il Padre! Raffaele: L'ultima domanda? Piccolo Giovanni: L'ultima...Raffaele: Perché a quei tempi scartavano le donne? Piccolo Giovanni: Non solo a quei tempi, anche adesso gli uomini scartano le donne! Raffaele: Ma diciamo che un po' si sono auto convinti... ma all'inizio? Perché hanno preso il sopravvento? Piccolo Giovanni: Anche adesso lo fanno, non è cambiato niente! Raffaele: Quindi, gli uomini sono più cattivi delle donne? Piccolo Giovanni: Non sono più cattivi..., è poco dire: "cattivi......"; è poco dire: "cattivi..." Mi fermo qui! Raffaele: L'ultima domanda... Piccolo Giovanni: L'ultima...Raffaele: Hai visto cosa sta succedendo in India in questi giorni, sì? Piccolo Giovanni: Tu che dici, l'ho visto o non l'ho visto? L'ho visto! Raffaele: Si possono fermare? Piccolo Giovanni: Quelli sono Flagelli che non possono fermarsi...Raffaele: Ha detto Gesù, che ci sarà un vulcano di persone... sono quelle che sono uscite in questi giorni sia dei potenti e sia della Chiesa: è solo l'inizio? Piccolo Giovanni: Le piccole briciole..., sono piccole briciole......! Raffaele: Giovanni, ma la gente non è stanca? Io vedo tanta gente che è stanca, perché le cose vanno sempre peggio... e siamo solo all'inizio... Piccolo Giovanni: Lo Strumento non si ferma di donare il suo... Soffio e di portare il Pane Spezzato: Dio! Anche quelli che non devono nascere lei li prende per mano e li porta, ma alcuni dei figli l'allontanano! Raffaele: L'ultima domanda... Piccolo Giovanni: L'ultima...Raffaele:È più peccatore l'uomo della donna? Sono uguali? Piccolo Giovanni: Siete stati Lavati e comprati a prezzo di Sangue e chiamati "Figli" ! Raffaele: Sono allo stesso livello l'uomo e la donna... Piccolo Giovanni: Bisogna imparare ad Amare e a Perdonare e ad essere Piccoli Giovanni! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Giova', dimmi qualcosa..., così ho stretto la mano alla Cocciuta e a Giuseppe...Don Vincenzo: Giuseppe è andato di là... Piccolo Giovanni: È andato di là..., per non dormire, forse...Don Vincenzo: Il marito della Cocciuta? Piccolo Giovanni: Sì! Don Vincenzo: Mangiamo un fru fru... Piccolo Giovanni: Vuole un fru fru..., eccolo dov'è! Ma dimmi qualche altra cosa...Don Vincenzo: Dove sei andato, Giuseppe? Giuseppe: A prendere una boccata d'aria! Piccolo Giovanni: È andato a prendere una boccata d'aria...Don Vincenzo: Giová..., c'e il Miscuglietto..., Tu sei esperto............! Piccolo Giovanni: Adesso lo stanno preparando, ma prima del Miscuglietto posso mangiare un dolcino? Eh, quello... eccolo! Tu lo vuoi uno? Don Vincenzo: Poco... Piccolo Giovanni: Non lo posso dividere, si rompe... aspetta, prendiamo il piatto...! ...Ehi, ti sei sporcato tutto! ...Io non l'ho sporcata la Cocciuta... allora, ora beviamo il Miscuglietto! Cin-cin! Ecco... vediamo com'è... buono! ...Che devi chiedermi? Teresa: Te lo chiedo quando siamo soli! Piccolo Giovanni: Vabbè, me lo chiedi quando siamo soli! ...Cosa c'è, Giova', ti sei raffreddato? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: E non Mi devi dire più niente? ...Io sono Capriccioso, eh! Nicola, Mari', Tere', e tutti voi, lo sapete che sono Capriccioso e che in questi momenti si fanno i Capricci che fanno parte del Mistero! ...Ehi, Giuda! Giuda: Eccomi! Piccolo Giovanni: Giuda Buono, cosa vedi nei Miei Occhi? Giuda: Vedo qualcosa come un tornado! ...Che fa spavento in effetti! Piccolo Giovanni: E che cosa vedi ancora? Giuda: Tanta stanchezza! Piccolo Giovanni: Io non lo sono! L'umanità è stanca, e la stanchezza viene da chi si allontana da Dio e si unisce al veleno! ...Cosa vedi ancora? Giuda: Vedo qualcosa come se l'umanità fosse rimasta del tutto indifferente......... Vedo una grande indifferenza! Piccolo Giovanni: E guardando i Miei Occhi, tu cosa vorresti fare per far tornare tutti uniti ai Piedi della Croce? Giuda: Implorare tanto Amore se ci riusciamo! Piccolo Giovanni: Il "se" dinanzi, non si deve mai mettere! Hai capito? Giuda: No! Piccolo Giovanni: "Implorare tanto Amore se ci riusciamo...", ma il "se" dinanzi non si deve mettere! Giuda: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non è che solo Nicola o gli altri non ci sentono, ma anche tu non ci senti! Invece ci sentite bene quando parla il Padre, perché parla al cuore, prima! ...E cosa vedi ancora? Giuda: Vedo come un sollievo! ...Un sollievo che si compirà... Piccolo Giovanni: Ora ciò che vedi tienilo nel tuo cuore! Giuda: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi!(*) ...D'ora innanzi dovrai donare anche i tuoi occhi e chiedere ai figli cosa vedono, perché sei il Calice Vivente! ...Figli Miei, Io ora devo andare a preparare le Spose, il Banchetto con tutti i Pargoli e gli altri Sigilli e Flagelli, e dopo devo preparare il Tutto per la Bevanda! Ma voi rimanete un'Unica Famiglia in un Unico Amore, figli! Lo Strumento è sempre di più alla Destra del Padre ma è anche in mezzo a voi e lascia il Filicino... auguri da parte Mia e da parte della Bimba nata! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Allora, dona i tuoi occhi a chi desideri tu!(*) Don Vincenzo: A Nicola! Gesù: Chiedigli cosa vede! Don Vincenzo: Cosa vedi nei miei occhi, Nico'? Nicola: Vedo lo splendore! Gesù: Chiedi ancora cosa vede! Don Vincenzo: Cosa vedi, Nico'? Nicola: Prima vedevo lo splendore ma ora vedo un annebbiamento! Gesù: E dopo la nebbia cosa vedi nei suoi occhi? Nicola: Adesso vedo uno sguardo severo! Gesù: E ora quello che vedrai... ma guarda a lui e non a Me... lo terrai nel tuo cuore! ...Se poi te lo chiederà Teresina del Bambin Gesù, glielo dirai! ...Mari', non fare così! Ecco, ora distogli lo sguardo perché non vedrai più niente! Nicola: Eccomi! Gesù: ...Non sto giocando! Sono il vostro Gesù a portare la Verità Tutta Intera! ...Ora tu saluta con l'Albero Verde mentre Io Vi lascio il Mio Cuore Spalancato! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni!(*) ...Nei Tempi di ciò che si deve dire... le Gocce più grandi e le Gocce più piccole, è la Verità Tutta Intera!(*) ...Quando me lo chiede il Calice Vivente, nel silenzio qualcosa gliela dico, ma non gli sto dicendo tutto tutto, tanto lui conosce!(*) ...Ma visto che il Padre dice di parlare con lui, ogni tanto lo faccio! Con i figli, poco poco, lo faccio in trasparenza, un po' si e un po' no... non mi capiscono ancora, ma Tu diglielo al Padre, diGli di aspettare ancora un po'... e visto che ancora ci sono i Giorni, di non far scendere i Gradini......... e il Figlio che è in mezzo a noi ancora non lo vedono, così come ancora non vedono tutti Voi! Si deve aspettare ancora un po'! ...Giovanni, tienimi la mano, ed eccomi ancora per l'Eternità! ...Ci vediamo...! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, Tu ci hai fatti così come sei Tu, ma nessuno riesce a vedersi e nessuno riesce ad amare così come Ami Tu! Anche se glielo dico col cucchiaino in bocca, non lo capiscono l'Amore che Tu Sei e che noi siamo! Il Padre: Lo sai... è il Tempo, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! ...I Banchetti sono pieni e le Spose sono tutte entrate, e ce ne sono altre... ma vanno i Pargoli con i Bimbi a prenderLe... io ho altri Calici......... e possiamo salutarli?(*) ...Ciao, Servi Inutili dell'Amore di Dio!(*) ...Ciao, Mamma mia!(*) ...Andiamo a Lavorare, perché abbiamo le Schiere...! ...Ci vediamo dopo!

 

 

 

           

2. Dom. 08/06/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): ......Guai se ognuno di noi dicesse "ma io voglio bene a Gesù", ............ma come vuoi bene a Gesù se dici bugie e falsità contro il fratello e contro la sorella? (La Madonna): Se non si ama il fratello e non si ama la propria persona, come si può volere bene a Gesù? Se incontro un fratello e non gli do' la mano e non gli rivolgo la parola, posso volere bene a Gesù? (Don Vincenzo): No, certamente no! (La Madonna): Eppure si dice "io Lo amo"! Come si può amare se non si dà la mano e non si rivolge la parola al fratello? Rispondi! (Don Vincenzo): È un Amore falso, non è affatto Amore! (La Madonna): No, non è neanche falso: non esiste! (Don Vincenzo): Certamente! Ed è pericoloso questo, perché si gioca contro la Verità, si gioca con Dio, e con Dio non si scherza! (La Madonna): Si, con Dio non si scherza! (Don Vincenzo): E non solo, ma poi quando si inizia con una bugia, se ne dicono tante, perché la bugia fa comodo apparentemente! (La Madonna): La bugia non fa comodo, la bugia ti fa cadere nella malattia! Si è malati, ma il male non è Dio a donarlo, ma sono gli uomini a donarlo!

*******************

(Don Vincenzo): Qualche giovedì fa, Mammina, si era parlato proprio di questo e cioè che le malattie vengono dagli uomini e non da Dio, perché gli uomini hanno sporcato il Giardino! (La Madonna): Dio non ha creato i Suoi Figli malati! Dio vi ha creati pieni d'Amore così come Lo è Lui, ma gli uomini hanno sporcato e le Schiere stanno combattendo per pulire il male!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! LA MADONNA: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) <La Madonna per un po' Rimane in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Dona la Sua Benedizione col Segno della Croce> LO SPIRITO SANTO CHE SONO IO, UNITO AL PADRE E AL FIGLIO SCENDA COPIOSO SU OGNUNO DI VOI NELL'AMORE PIENO DELLA CROCE, NELL'AMORE PIENO DI TUTTO QUELLO CHE IL PADRE MI HA DONATO! IL FUOCO CHE ARDE NEL MIO CUORE È L'AMORE DI DIO! L'ULTIMA GRAZIA SCENDE IN ABBONDANZA MA NON PENSATE CHE IL FUOCO DELL'AMORE SCENDA SOLO IN UN GIORNO! DIO È DA SEMPRE E IL SUO AMORE PIENO È DA SEMPRE NEL MIO CUORE NEL DONARLO ALL'UMANITA INTERA E AD OGNUNO DI VOI, FIGLI! Vivere nell'Amore di Figli è vivere nella semplicità così come Lo sono Io, Mamma Immacolata e Addolorata chiamata da Dio nel rispondere l'Eccomi! Voi pensate che sia difficile rispondere alla chiamata del Padre e pensate che sia difficile lasciare quello che non è vostro e dire "Eccomi" a Dio che È la Pienezza, "Eccomi" a Dio che È il Pane Intero, "Eccomi" a Dio che Mi ha Creato dal Suo Soffio d'Amore! Io L'aspettavo così come aspettate voi: "arriverà...? Sarà così...? Mi devo fidare......... ma devo pensare alle cose del mondo! Devo costruirmi una casa! Devo preparare un matrimonio!" Il Pane l'avete preparato prima di tutte queste cose? ............Non sono stata ascoltata, non sono stata creduta......... ma ho preparato il Pane e ho creduto, ho ascoltato e ascolto il Padre venendo in mezzo a voi e rimanendo nel Giardino, quello che il Padre ha preparato da sempre per l'umanità sorda e cieca, per ognuno di voi, Figli Miei! Immacolata e Addolorata, ma voi avete capito cosa significa essere Immacolati? Andate ancora dietro alle cose scritte dagli uomini invece di aspettare il Pane di Dio che vi viene Spezzato Intero, ma Spezzato! Dio Mi ha creato come ha creato ognuno di voi per essere la Mamma del Crocifisso! Mamme del Crocifisso lo siete tutti quanti perciò non vi affannate per le cose del mondo ma accogliete con Amore ciò che il Padre vi sta Donando! Vi Ha Invitato a Nozze, perciò non correte di qua e di là! ESSERE INVITATI A NOZZE SIGNIFICA PREPARARE LA CAPANNA: lo Sposo è pronto e aspetta le Spose, perciò non tardate, Figli del Mio Cuore, e non dimenticate di avere un Dio Solo, un Papà Intero che si Spezza e si Dona! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma! Ho iniziato a fare quello che mi state dicendo: ad alzare la voce, così come Gesù l'ha fatto da sempre, come tutti i Servi Inutili, Pio, Domenico e i Due Giovanni! Ma Donatemi la Costanza e la Forza perchè i Tempi sono Pieni e Tutto è sceso! Chiedo ancora..., vi supplico ancora...... di non far scendere al Figlio i Gradini, ma sia fatta la Volontà del Padre, non la mia! .........Si è Sciolto il Laccio, AllacciateLo Voi, se volete: Eccomi ancora per l'Eternità! La Madonna: Anima Mia, devi ubbidire al Padre e non devi temere, perchè tutto quello che vi viene detto è la Parola del Padre......... e non devi temere gli uomini! Giulia: Ho fermato anche il Calice Vivente nel farlo parlare! La Madonna: Non temere, devi fare ciò che il Padre ti dice! Sei alla Destra del Padre in Pienezza e sei in mezzo agli uomini, così come Lo sono tutti i Servi Inutili, come Lo siamo Noi............ ma gli uomini non ci vedono, l'umanità non ci vede......! Giulia: Mamma, è inutile che Ti dico quando è il Tempo, tanto lo conosco! Non posso dirTi neanche di affrettarLo se no scende il Figlio, quello che non deve scendere.........! Ti chiedo ancora la Costanza e la Forza! La Madonna: Hai il Tutto, hai tutta la Forza e tutta la Costanza......... e sei stata mandata per Condurre la tua Schiera dove c'è il Sole.....................! Giulia: Eccomi! La Madonna: ORA GUARDA, ANIMA MIA! Giulia: Questo Flagello deve scendere? Non me Lo fate tenere? So che è sceso...... ma solo per poche Ore, visto che le Ore del Padre non sono come le nostre, non dico Giorni ma Ore......! Lo so che sto chiedendo troppo......... ma in poche Ore posso andare e toccare i cuori, se il Padre vuole! Allora per poche Ore posso tenerLo? Devo dirLo? C'è una pioggia di sassi che scende dal cielo..., quando arrivano sulla terra ardono, anche se cadono nell'acqua......... nel mare ardono ugualmente...... e uniti ai sassi ci sono Tante Maschere Infilate alle Spade e anche loro cadendo ardono ovunque! Ci sono Tanti Castelli fatti di vetro, ma sono tutti appuntiti e si frantumano e anche quelli cadono e i Paesi si riempiono di acqua e di fuoco! Mamma, posso fermarLi questi Flagelli? Le poche Ore che posso tenerLi fatemi andare a fermarLi! Quando? .........Quando Gesù allaccerà il Laccio...... L'aspetto e poi vado.........! Ma metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore i cuori della Famiglia, metto nel Tuo Cuore tutti i nemici, coloro che trafiggono il Cuore di Gesù e il cuore di ognuno di noi che cammina sulla Viuzza Stretta, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre, metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, i Gigli, le Pietruzze e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e "col mio niente" Te lo consegno, Mamma! La Madonna: Mamma dell'Amore, Mamma del Dolore, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce di Gesù! Giulia: Eccomi! La Madonna: Solleva il capo, preparati a guardare..................! Giulia: Sono gioiosa nel guardare, Questi potrò berli: Sette Sigilli con altri Diecimila! Ho tanta sete oggi, così posso dissetarmi! La Madonna: Lo so che non sai contare, ma vedi...............! Giulia: Non ho idea di quanto sia Diecimila..., ma vedo quello che è pronto! Il numero non è che non mi interessa......... ma posso Berlo e se posso berlo non scende! Mamma, me lo fai un Regalo? Mi sa che non lo devo bere, se non lo facciamo sapere cos'è Diecimila......... e gli altri? Diciamo che è un Calice grande grande da Diecimila e più Sette! Ti va bene così, Mammina? Scriveranno Diecimila e Sette..., è un Calice, un Sigillo e un Flagello......... va bene così? Non è nessuna Festa mia, ma la Festa di essere Figlia è tutti i Giorni, attimo dopo attimo...... è un Regalo per me, se il Padre vuole farmeLo anche Oggi............! La Madonna: Eccoti accontentata! Giulia: Eccomi, Mamma, è bello fare tutto nel silenzio! La Madonna: Quanti diecimila hai bevuto? E quanti ne bevi ancora.........! Giulia: Non posso dirTi di no..., vedere l'Umanità, vedere i Miei Figli...... Bevo ancora...! Mammina, visto che Tu devi portare... sì, anch'io devo portare le Schiere... ogni tanto mi posso anche fermare... non potrei Bere anche quello che Bevi Tu? Tu prendi le mie Schiere e le porti? Hai già Bevuto così tanto e anche Gesù e anche il Padre! Io mi fermo un attimino, voi portate tutto...... e bevo ciò che deve Bere il Padre, ciò che deve bere Gesù e ciò che devi Bere Tu......! Visto che sei il Fuoco che Arde e la Mamma della Croce, poi me lo dici, visto che Mi guardi con quegli occhi pieni di lacrime! Adesso non piangere per quello che io Ti ho chiesto, tanto non faccio niente: le Schiere Le portate Voi e io mi sposto un attimino e vado a Bere tutto! Mamma, sono belli i Tuoi Occhi quando si bagnano, ma ora non li fare bagnare! Poi faccio bagnare i miei... quando siamo soli...... va bene? La Madonna: Anima Mia! Giulia: Anima Mia! La Madonna: Pregate, Figli, pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che Indossa l'Abito Bianco, pregate per il Legno Affondato, ma pregate col cuore nel dire "Padre Nostro-Ave Maria!" Non lo fate solo con le labbra! Giulia: Io Ti rispondo "Eccomi" da parte di tutti nel portare l'umanità e tutti i Figli sulle mie spalle, Mamma del Mio Cuore! La Madonna: Eccomi! Eccomi con il Padre pronto ad essere Spezzato e Mangiato! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutte le Schiere, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Mamma! Ultima Grazia e Mamma, Spirito Santo e Fuoco che Arde: Eccoci! La Madonna: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO......! Don Vincenzo: Benvenuta, Mammina! La Madonna: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Come stai? Hai caldo? Il Fuoco dello Spirito Santo del Mio Amore si fa sentire? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Eh! Come state? <La Mamma manda un bacio e viene ricambiata> State tutti bene-male, come dice il Mio Figliolo Gesù e come dice Giovanni? Tutti: Eccomi! La Madonna: Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Dimmi qualcosa, ho parlato un bel po'! Don Vincenzo: Tanto! La Madonna: Cosa ha fatto la Cocciuta? Don Vincenzo: Si è un po' arrabbiata! La Madonna: Non si è arrabbiata, ha iniziato a parlare con le Parole del Padre......... gli hanno detto di farlo, di cominciare, come si suol dire, a "cantare", eh! Don Vincenzo: È una Mamma! La Madonna: E una Mamma se non è Mamma, non corregge i Propri Figli! Essendo Mamma devo fare come facevo con Gesù, che pur essendo Figlio di Dio, quando faceva un po' i capricci, Lo riprendevo......... e così anche quando i Figli fanno i capricci......! Don Vincenzo: Dispiace vederla soffrire e anche vederTi soffrire, perché soffrite insieme! La Madonna: Dio ci ha Scelte! Quando si risponde: "Eccomi" al Padre è Eccomi! Io non ho incontrato Rose senza Spine ma ho incontrato le Rose e le Spine! Le Spine le Ho Seminate ma sono entrate anche nel Mio Cuore, come sono entrate nel Cuore del Mio Figliolo Gesù e anche sul Suo Capo! Per chi Le ha raccolte......... hanno trovato la Via dove Gesù è andato! Per chi non Le ha raccolte......... si sono smarriti! Per questo vi invito sempre a Raccogliere le Spine e a Seminare le Spine, così Trovate la Via e non vi Disperdete! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: Hai parlato prima anche dei Sigilli! La Madonna: L'ho accontentata.........! No quelli non sono i Sigilli, quelli erano solo i Flagelli che devono cadere......... gli altri la Cocciuta ha detto di non dirLi......... e l'ho accontentata! Don Vincenzo: Mammina, scusa, ma i Sigilli e i Flagelli non sono la stessa cosa? La Madonna: Non potete ancora capire: è un misto di cose che non potete capire ancora! "Eh, ma quello è un caso, quello è un altro caso!" Non è un caso! <La Mamma si rivolge a Teresa> Tu hai fermato e anche lo Strumento! Adesso si parla a Libro Aperto! Tutti i Figli che vengono Chiamati a Lavorare escono fuori, non fuori la porta............ e vengono indicati.........! Hai perso la lingua? Don Vincenzo: No! ...Mammina! La Madonna: Eccomi! Quando verrà l'Ora vi verrà detta l'Ave Maria Tutta Intera, questa non Lo è! Adesso camminiamo così......... e Giovedi per Giovedi vi verrà detto! MA NON VENITE PER CURIOSARE, NON VENITE SOLO PER SENTIRE CIÒ DIO STA DICENDO E POI SI VA FUORI A GETTARLO PER LE STRADE E A CALPESTARLO! DIO VEDE E LO STRUMENTO VEDE ANCHE QUANDO SI GETTA E SI CALPESTA.........  E IL PADRE CANCELLA E METTE UN'ALTRA COSA! Mette una cosa che gli altri non sanno, anche se è stata detta, e che conosce solo lo Strumento! Don Vincenzo: È una cosa brutta? La Madonna: Quando viene gettata e calpestata, non viene accolta e il Padre mette un'altra cosa che conosce solo lo Strumento! Voi l'avete sentita, ma gettata e calpestata e, se viene accolta dal veleno, non serve a niente! E quando viene gettata e calpestata viene accolta dal veleno! Ma il Padre non dà il Pane Intero al veleno! Per il Figlio che si è convertito c'è il Pane Intero! Don Vincenzo: Il Figlio dei Gradini? La Madonna: No, ma per Gabriele, l'ex-diavolo che si è convertito, c'è il Pane Intero! ............Invece per il Figlio del Gradino pregate affinché Lui non Scenda! Don Vincenzo: E dobbiamo pregare anche per quello che sta in mezzo a noi? La Madonna: È in mezzo a voi! Don Vincenzo: Ma non lo riconosciamo.........!? La Madonna:No, ancora non l'avete riconosciuto! ...............Cosa vuoi dire dottoressa? Teresa: Eccomi! La Madonna: Solo: "Eccomi", niente altro? Vuoi dirmi solo: "Eccomi"? Si è emozionata, scendono le lacrime......... poi non vedi! Eccomi! La lasciamo così! Parla! ...Eh, ce n'è un altro che vuole parlare! ............Una sola domanda! Raffaele: Quando ci hanno insegnato......... La Madonna: ......Puoi anche alzarti, Figlio, e puoi anche sederti, , te lo dico Io, sono Tua Madre! Raffaele: Eccomi! Ci hanno insegnato o abbiamo visto... La Madonna: ...Dove l'avete visto? Raffaele: Nei film o hanno scritto che, quando è Nato Gesù, un Imperatore ordinò che tutti i primi figli fossero uccisi, ma è così.........? La Madonna: Oggi non lo diciamo, lo diciamo Giovedì! Te la tieni per Giovedi, così non viene scritta! Ma guardate i Miei Occhi, così capite! Fanne un'altra di domanda! Raffaele: Eccomi! ............Una sola! La Madonna: Una sola! Raffaele: Come inizia il Magnificat? La Madonna: Adesso lo fate così com'è scritto, ma non inizia in quel modo! Raffaele: Posso fare un'altra domanda? La Madonna: È sempre una! Don Vincenzo: Mammina, l'inizio del Magnificat è stato scritto come l'inizio dell'Ave Maria? Sono abbinati insieme ed è stata un'unica mano? La Madonna: Eccomi, ma posso dirvi che non è quello l'inizio! Raffaele: L'avevo immaginato! .............L'ultima domanda! Don Vincenzo: Però devi alzare il dito! Raffaele: Io ho chiesto a Gesù: perché non riusciamo a fare le Tue Cose, o meglio............ vorremmo che Tu facessi le nostre cose.........! La Madonna: Eh, si, l'Umanità dice: "eh, non mi hai dato questo, non mi hai dato quell'altro! Hai portato via mio figlio! Non mi dai il lavoro!" Non siamo Noi a fare questo, sono gli uomini! Il Padre dà il cibo a tutti i Figli e quando un Figlio ha una malattia o ha un incidente non è il Padre a mandarli! "Eh, non doveva uscire! ...Eh, quella macchina era rotta! ...Eh, ma Gesù dov'era? ...La Madonna dov'era, visto che è Mamma?" Non siamo Noi! Sono gli uomini che hanno sporcato il Paradiso, il Giardino......... e non siamo Noi ad averLo sporcato! Siamo Scesi con le Schiere per pulirLo! E lo Strumento vi sta dicendo: "Vigilate, Preparate le Capanne, puliamo essendo un'Unica Famiglia!" Noi lo siamo Uniti, ma l'Umanità non lo è! È quello che vi invita a fare attimo dopo attimo lo Strumento: "rimaniamo uniti, togliamo gli affanni, togliamo le invidie, togliamo le gelosie, togliamo le malattie! Dio è Amore e guarisce ogni male se Lo guardiamo negli Occhi e Lo chiamiamo: ''Papà'', ma col cuore e non solo con le labbra!" E non si deve tradire Dio dicendo le bugie, perchè dicendo le bugie Dio viene tradito, ferito e scartato! E il Padre è Padre Buono, ma non è Lui che si distacca, siete voi! Io parlo a voi e parlo all'Umanità Intera! La Famiglia deve rimanere unita in questi Ultimi Tempi! E l'Unica Grazia è Maria- Spirito Santo: Piccola, Povera così come il Padre Mi ha Chiamato e così come Io ho risposto: "Eccomi, Eccomi nel fare quello che Mi hai detto", "Eccomi nel fare quello che ci state dicendo!" Rimanere uniti nell'Unico Amore di Dio e non è lo Strumento a parlare ma sono Io Mandata dal Padre! E il Padre è in mezzo a voi! E il Figlio è in mezzo a voi con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutti i Pargoli! I Servi Inutili, non quelli comprati e venduti! I Servi Inutili all'Ultimo Posto e Invitati al Primo Posto a prendere parte al Banchetto preparato da sempre: Dio Vivo che si fa Cibo, si Spezza e si Dona! ...Eccomi! ...L'ultima che è la prima! ...Eccomi! Raffaele: Qual'è la più grande bugia per Te, Mamma? La Madonna: Qual'è la più grande bugia? Dire: "Gesù, faccio tutto quello che Tu vuoi, Ti dono il mio cuore, Ti dono tutto quello che Tu vuoi!" Ma, girato l'angolo, non è più così! "Eccomi, sto andando in chiesa!" Pronti a puntare il dito verso il fratello! Pronti a condannare il fratello! Pronti a bestemmiare e a sputare in faccia a Dio e al fratello! Quando bussavano alla Mia porta dicevano: "non sono degno di entrare!" Io li invitavo: "venite" - "ma non sono degna, sono una peccatrice!" E Io gli dicevo: "hai bussato e Io ti sto invitando ad entrare!" Così come fa lo Strumento! Quando bussano è vigilante nel vedere il veleno e il veleno non lo fa entrare se non si inchina dinanzi ai Piedi della Croce! Ma quando bussa un Figlio che ha Fame di Dio dice: "vieni, mettiti a tavola, mangia con noi di quello che il Padre ci Dona!" Raffaele: L'ultima domanda! La Madonna: L'ultima che è la prima! Raffaele: Non c'è niente di più Grande dell'Invito al Banchetto? La Madonna: No, è Dio il più Grande! Più Grande di Dio non c'è niente altro e le cose del mondo non sono più grandi di Dio! Raffaele: Assolutamente! E chi Lo rifiuta? La Madonna: Quella Domandina! Raffaele: Rifiuta Dio? La Madonna: Ma c'è la Domandina e lo Strumento che aspetta! Ma l'Ultima Domanda la fa il Padre e lo Strumento non può fare più niente! È rifiutare Dio! Ma Dio aspetta e lo Strumento anche! Ma, quando verrà fatta la Domanda e non viene accolta, lo Strumento non potrà fare più niente! È alla Destra di Dio e deve rimanere all'Ubbidienza! Ma voi potete dire: "e così Dio è cattivo!" No, è Padre Buono: aspetta fino alla fine! Raffaele: Mi togli una curiosità? Chi può rubare a Dio? <Una persona tra i presenti lontana dai microfoni dice qualcosa e la Madonna risponde> La Madonna: ... No, Giuda non ruba, Giuda si è convertito! <La persona dice qualche altra cosa> ..., ma c'è stata un'altra voce che ho sentito! Raffaele: Chi pensa di rubare a Dio? La Madonna: A Dio non Lo può rubare nessuno, ma ci sono i Figli che pensano di derubarLo! ..................A buon intenditore, poche parole! Raffaele: L'ultima domanda! La Madonna: Che è la prima! Raffaele: Ma la Madonna è nera, è bionda............! La Madonna: Io sono così come ora vedete lo Strumento! Maria sarei Io! Lo Strumento è andata a Bere tutto quello che doveva Bere! Io sono bionda e sono un po' più bianca dello Strumento perché c'è più Luce! Anche se dicono che Gesù aveva l'abbronzatura e anche Io c'ho l'abbronzatura e con i capelli neri, hanno dimenticato che il Padre Ci ha Mandati e Ci ha Mandati a Suo Piacimento, non a piacimento dei Tempi o dei Luoghi! Raffaele: Una sola ancora? La Madonna: Eccomi, adesso la domanda si è fatta lunga! Raffaele: Eccomi! Teresa: Mammina! La Madonna: Eccomi! Si è svegliata! Teresa: Quando hai partorito Gesù Ti ha aiutato qualcuno? La Madonna: , per prima Giuseppe e poi c'erano alcune donne! Mi hanno aiutato a superare i Dolori che erano tanto Grandi, come tutte le donne, e ad avvolgere il Bambino in un panno mezzo bianco e mezzo scuro......... non c'era freddo! Non c'era Maddalena e non c'era neanche Elisabetta ma c'erano altre donne, una si chiama Stella, l'altra si chiama Teresa, un'altra si chiama Arianna! E poi c'erano anche degli uomini, ma stavano a distanza! Giuseppe Mi stava vicino! Uno si chiamava Giovanni ma non è Giovanni che pensate, l'altro si chiamava Nicola... ma non è Nicola, l'altro si chiamava Saverio...... ma non è Saverio, e poi c'erano tanti altri a distanza, ancora più lontani! ..................Ma i Magi non sono arrivati! Teresa: Eravate in una casa? La Madonna: No, era quasi all'aperto, una piccola stalla, metà chiusa e metà aperta! Teresa:Ma è dove abitavi con Giuseppe? ...............Sto correndo troppo! La Madonna: Eccomi! Dove abitavo con Giuseppe...! Dovevamo ancora aggiustarla, eravamo appena arrivati e ce l'hanno donata così, era mezza aperta e mezza chiusa e si chiamava stalla perché era una stalla e andava riparata! ...Perché mi guardi così? Don Vincenzo: Ho sentito che eravate appena arrivati! La Madonna: , ci si doveva scrivere... si doveva fare il Censimento! Teresa: Qualcosa è vera, poco poco? La Madonna: Si doveva fare il Censimento! E rimaniamo così: nel vago, nel sì e nel no, senza risposta, un po' alla volta! Teresa: Eccomi! Don Vincenzo: Un po' alla volta! Mammina, prima abbiamo parlato della bugia e abbiamo parlato perchè questa Tua Famiglia dovrebbe essere un modello... La Madonna: Ma lo Strumento vi modella portandovi sulle sue spalle......... Don Vincenzo: E guai quindi se in questa Famiglia spuntano fuori le bugie perchè la falsità è il peccato più grande che ci sia, perchè Dio è Verità! E la Verità va sempre detta al di sopra di ogni cosa! Guai se per un tornaconto personale non si dice la Verità! E non dire la Verità significa pugnalare Gesù! La Madonna: Dio vede e sente ogni cosa, e anche se si giura, Gesù viene trafitto ancora di più, perché Dio vede e sente! ...Sei sveglio, Giuseppe? Giuseppe: Eccomi! La Madonna: ..."Eh, ma intanto adesso la dico, tanto se si addormentano come Giuseppe, Gesù non sente, la dico zitto-zitto!" Dio vede e sente ogni cosa, ogni cuore! Ma vi invito a pregare ancora in questi Tempi per tutti i Sacerdoti e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e per quel Legno Affondato! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: C'è, Mammina, che dobbiamo imparare dalla Cocciuta Umile, Mite e Forte di Cuore...... La Madonna: In quanti hanno seguito Gesù, in quanti sono venuti a bussare alla porta ma poi sono rimasti in pochi! Hanno preso il Pane......... ma poi sono andati via! E la stessa cosa quì a Timparelle: vengono dallo Strumento, prendono il Pane e poi vanno via! Ma lo Strumento non lascia cadere il Pane e porta l'Umanità Intera e ognuno di voi sulle sue spalle! È la Promessa fatta al Padre: l'Eccomi per l'Eternità! Ma lei è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! "Eccomi per l'Eternità!" Don Vincenzo: La Cocciuta contemporaneamente vive nel Padre e vive in mezzo a noi......? La Madonna: "Eccomi per l'Eternità!" Don Vincenzo: Mammina, Gesù, Dio, il Padre ci avete fatto un Regalo Immenso donandoci la Cocciuta e quindi la dobbiamo ubbidire in tutti i sensi......... e invece in parecchi le voltiamo le spalle e non capiamo che così stiamo voltando le spalle al Padre! Nonostante che diciamo: "ma io qua, io là" L'io non porta mai al bene...... ma allontana da Dio! La Madonna: L'io non viene da Dio, ma dal veleno che scorre ancora! Avete la Destra e Combattete l'io e combattete il veleno e combattete i falsi profeti che avanzano! Non dimenticatelo: siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio! Don Vincenzo: Non solo! La Madonna: Non solo! Don Vincenzo: Questa Immagine e Somiglianza deve brillare............ La Madonna: , come quello che stavo per chiedere......... <La Mamma prende la corona del Rosario e dice............> Chi Mi fa una Corona come la suggerisco nel cuore, una Collana di Rosario? Vediamo chi ha letto nel Mio Cuore! Non d'oro, né d'argento: Piccola, Povera, ma fatta così come lo sto dicendo ad ogni cuore! A te non te la chiedo, non la saprai fare! <Al Calice Vivente> ...Continua a parlare, poi i figli devono tornare a casa e portare il Fuoco del Mio Amore ovunque vanno! Don Vincenzo: E non solo, ma dobbiamo portare il Fuoco della Verità......... La Madonna: ...E portando il Fuoco dell'Amore portiamo la Verità perchè l'Amore è Verità! Essendo l'Ultima Grazia ma con la Bimba che dona le Grazie... Don Vincenzo: Questo volevo puntualizzare, Mammina! La Madonna: Con una penna? Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Eh... Eh... Eh... La Madonna: Eh, dato che la Cocciuta ti rimprovera sempre... Don Vincenzo: ...È una penna? La Madonna: Eh, si, è una penna! Don Vincenzo: Ancora, Mammina! La Madonna: Si, ancora! Don Vincenzo: Non c'è cosa più bella della Verità, perché Gesù è venuto a portarci la Verità Tutta Intera, e Tu come Mamma l'hai seguito... La Madonna: ...Eccomi... Don Vincenzo: ...E quindi noi andando dietro a Gesù, che da ventinove anni non fa altro che Catechizzarci qui, andiamo dietro alla Verità, e guai se non prendiamo la Via Stretta della Verità.........! Essa, la Verità, è la gioia più grande che possiamo avere, anche se la Verità è scomoda, anche se la Verità può essere dolorosa, ma proprio allora diventa Amore, perché se costa, quel costo è pagato con la fedeltà a Dio e sicuramente piace al Padre vedere un Figlio che rimane fedele nella prova............! La Madonna: ...Vi ricordate all'inizio cosa vi ha detto lo Strumento? Vi ha detto "a me non costa niente lasciarvi e andarmene sopra! La Verità ce l'ho attimo dopo attimo! Siete voi che dovete cercarla", lo ricordate? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: E noi qui dovremmo essere la Famiglia della Verità... e guai se uno di noi voltasse le spalle alla Verità, perché sta voltando le spalle a Dio! Guai se ognuno di noi dicesse "ma io voglio bene a Gesù", ............ma come vuoi bene a Gesù se dici bugie e falsità contro il fratello e contro la sorella? La Madonna: Se non si ama il fratello e non si ama la propria persona, come si può volere bene a Gesù? Se incontro un fratello e non gli do' la mano e non gli rivolgo la parola, posso volere bene a Gesù? Don Vincenzo: No, certamente no! La Madonna: Eppure si dice "io Lo amo"! Come si può amare se non si dà la mano e non si rivolge la parola al fratello? Rispondi! Don Vincenzo: È un Amore falso, non è affatto Amore! La Madonna: No, non è neanche falso: non esiste! Don Vincenzo: Certamente! Ed è pericoloso questo, perché si gioca contro la Verità, si gioca con Dio, e con Dio non si scherza! La Madonna: Si, con Dio non si scherza! Don Vincenzo: E non solo, ma poi quando si inizia con una bugia, se ne dicono tante, perché la bugia fa comodo apparentemente! La Madonna: La bugia non fa comodo, la bugia ti fa cadere nella malattia! Si è malati, ma il male non è Dio a donarlo, ma sono gli uomini a donarlo! Don Vincenzo: ...Difatti! Qualche giovedì fa, Mammina, si era parlato proprio di questo e cioè che le malattie vengono dagli uomini e non da Dio, perché gli uomini hanno sporcato il Giardino! La Madonna: Dio non ha creato i Suoi Figli malati! Dio vi ha creati pieni d'Amore così come Lo è Lui, ma gli uomini hanno sporcato e le Schiere stanno combattendo per pulire il male! E voi combattete anche con la Schiera dello Strumento e con la tua Schiera! Don Vincenzo: Le Schiere sono addette alla pulizia? La Madonna:Dio non combatte con le armi ma Dio combatte con l'Amore! Don Vincenzo: ...E col Pane? La Madonna: Il Pane Spezzato Intero! Don Vincenzo: Si, il Pane Spezzato Intero! La Madonna: ...Ora i figli devono portare il Fuoco dell'Amore, il Pane Intero, il Fuoco che dona lo Strumento e il Fuoco che doni tu, Calice Vivente, Alzando le mani per Benedire! ..................Ora tu Saluterai con l'Albero Verde ed Io Saluterò con il Magnificat! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen! ...Iniziamo il Magnificat! <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre insieme alla Madonna> L'Anima Mia Magnifica il Signore! Giulia: Mammina, la Tua Anima preparata come Tabernacolo Vivo da Dio, non solo ha donato la Lode al Padre, non solo ha Benedetto il Suo Nome, ma ha donato all'umanità intera il Nome al di sopra di tutti i nomi: Figlio... come Tu hai accolto il Figlio di Dio, come Tu hai accolto il Parto della Croce riempiendoTi di Amore e riempiendoTi di Luce, di quella Luce che solo il Padre può donare! Unica Chiesa! Unico Tabernacolo! Unica Grazia! Unico Spirito Santo in Dio! Impastata dal Suo Amore... Mamma! La Madonna: L'Anima Mia(*)... Giulia: Aspettiamo, Mamma! ...Faccio come Giovanni quando voleva parlare: aspettiamo ancora un po'! ...Gesù ha legato il Filo... La Madonna: Eccomi ancora per l'Eternità nel dire "l'Anima Mia magnifica il Signore"! ...Lascio il Mio Cuore Spalancato e il Fuoco del Mio Amore su ognuno di voi e sull'umanità intera! Giulia: Eccoci, Mamma!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Ecco, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Papà! Rispondo per l'umanità intera e per tutti i figli e per la Famiglia che ho portato ancora nella Vigna, nell'Arca e con i Remi!(*) ...Si, sto remando io! ...Papà, posso chiederTi ancora un po' di Giorni? E posso chiederTi di fermare il Figlio e di non farGli scendere i Gradini e di non farLi aprire? ...Tu me l'hai promesso e mantieni sempre le promesse......... alcune cose devono scendere ma poi mi lasci andare ad inzupparmi e a bermi! ...Quello dei Gradini è un po' più grande, ma visto che quando ho poco Forza mi vado a poggiare sul Legno della Croce, .........fai entrare... togli e metti i Chiodi e fallo più spesso! Il Padre: Non stai un po' esagerando? Giulia: Tu sei un Padre e vedi tutto quello che necessita, non devo dirtelo io, ma ora Te lo chiedo! ...Mi risponderai quando vengo! Devo finire di bere tutto quello che c'è! Padre Buono, Tu Sei Eterno ed hai fatto ognuno di noi a Tua Immagine e Somiglianza lasciandoci liberi, non tenendoci per mano e aspettandoci! Sopportaci ancora e accoglici così come siamo, Papà! Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: ...Siete tutti al Banchetto a fare Festa nell'accogliere le Spose, nell'accogliere i Pargoli... Il Padre: ...Pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccoci, Papà! ...Ora salutiamo tutte le Schiere, tutti i Pargoli, tutte le Spose e tutti i nostri Cari che stanno gioiendo al Banchetto del Tuo Amore! ...Eccoci, Mamma, preparate Altri Vestiti! ...Si, sono in tanti, ma in tanti rimangono fuori! Vengo a portarli e poi ad aspettare se mi donano la mano...!

 

 

 

           

3. Giov. 12/06/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): Ecco che significa avere Fede, significa essere Lungimiranti, sapendo che è dolce il Trapasso e non esiste più la Morte perchè è stata vinta da Te, Gesù! (Gesù): Mi dispiace, ma non c'è nessun Trapasso! C'è un addormentarsi e uno svegliarsi......... quando si Dona la mano......... è piccolo-piccolo! (Don Vincenzo): Un piccolo sonno? (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Un piccolo addormentarsi? (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Sapendo che poi ci si sveglia e si arriva di fronte al Padre! (Gesù): Ma nessuno ci crede! "Eh, poverino, è morto, non c'è più, non lo vediamo più, era troppo giovane, eh, Gesù non doveva fare questo!" Siamo sempre alle stesse storielle! (Don Vincenzo): Ma non sono storielle! (Gesù): Quelle degli uomini............ le Mie no! (Don Vincenzo): Certo! (Gesù): E la Verità Tutta Intera: è addormentarsi, è svegliarsi e poi decidere se donare la mano o rimanere fermi! Donare la mano significa entrare nel Giardino e Fare Festa!

*******************

(Don Vincenzo): Gesù, sono esatte le Date che gli uomini di chiesa usano? (Gesù): No, non ce n'è nessuna data esatta, sono state tutte cambiate! (Don Vincenzo): E sono state tutte aggiunte man mano per preparare le bugie e farle diventare parvenze di Verità? (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Perciò il Padre sta smantellando! (Gesù): Sì, è iniziato da un bel po' lo smantellamento, non ve ne siete ancora accorti? Ve l'ho detto che arrivava lo smantellamento dei Grandi e di quegli altri Grandi!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> La Cesta dell'Amore e dell'Amicizia del Padre è Segno Vivo in mezzo a voi per essere Croce come ognuno di voi, Abbracciandovi e Stringendovi Forte al Mio Cuore! Vi invito ancora ad accettare il Mio Sangue Versato per Ognuno di voi e per l'umanità intera, Segnandovi ancora col Segno Tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tremendo nell'Amore, Tremendo nell'Umiltà, Tremendo nella Carità essendo vostro amico, vostro fratello, vostro figlio nel Segno... <Gesù riprende a Benedire col Segno della Croce> ...Del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, nel Segno di Dio Mamma, nel Segno della Famiglia Unita con in mezzo a voi Dio Padre, Dio Mamma, Uniti in un'Unica Casa, in un'Unica Capanna, in un'Unica Arca con i Remi e con i Banchetti preparati per ognuno di voi e per tutte le Spose, Figli Miei! Ecco la Luce nel Cuore della Famiglia! Ecco Dio Bimbo che Cammina in mezzo a voi! Ecco i Servi Inutili nel dire: Fratelli, il Tempo è Pieno e la Gioia che il Padre ci ha Donato è pronta per ognuno di voi e per l'umanità intera, Figli Miei! ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, a cosa servono quei vestiti? Non sono quelli per le Spose e per i Servi Inutili......... ma sono diversi! Non sono neanche i Tuoi, ne sono tre, uno diverso dall'altro...! Chi li deve indossare? Gesù: Non dire più nulla! Giulia: Eccomi, Gesù! Non l'ho sciolto io il Filo, si è sciolto da solo mentre prendevo una Sposa! Non riuscivo a Legarlo......... ed è rimasto così! Gesù, LegaLo Tu, come sempre! Gesù: Mentre prendevi solo una Sposa? Giulia: Lavoravo e nel Bere Prendevo le Spose e Fermavo quel Flagello che stava cadendo! Me l'hai dato un po' da tenere..., poi il Flagello stava cadendo e ho cercato di tenerlo ancora e poi sono andata a prendere le Spose! Il Filicino si è aperto ma invece di donare questo, ho donato quest'altro e si è sciolto..., ma non fa niente, sono sia alla Destra del Padre e sia in Mezzo ai Figli! Gesù: Ma dimmi, figlia... Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Non ti fa male quando si slega? Giulia: Non lo sento, non ho il tempo..., Tu lo sai..., parliamo d'altro! Ora L'hai Legato ed è tutto a posto! Gesù: GUARDA............! Giulia: Eccomi, Gesù! Questo è quel Flagello che deve cadere? Gesù: Non chiederMi di fartelo tenere! Giulia: Eccomi, Gesù! Non Me lo chiedo, Te lo grido forte forte! Ci sono tanti bimbi...... e come faccio a non chiederTi di farmelo tenere poco poco? C'è un fiume con dell'acqua nera......, ci sono degli uomini con degli abiti d'oro......, stanno tagliando a pezzi dei Pargoli, prendendo quello che gli serve! Gettano i corpi senza nessuna pietà di quel poco che rimane! C'è un tunnel fatto a forma di stella, ma non è la Stella del Tuo Cuore, e portano lì quello che hanno preso dai Pargoli! Gesù, si è aperto il Filo...! <Giulia nell'Immolarsi per il forte dolore sviene............!> Gesù: Non temere, l'ho legato......! Giulia: Eccomi! Fammelo tenere, Gesù! Lo so che nasceranno...... ma fa che li possa portare alle proprie mamme i Pargoli Spezzati! Fammi andare a mettere la mano lì dove stanno tanti piccoli cuoricini......... e toccare i figli a cui è stato strappato tutto...! Gesù: Questo puoi tenerlo per un po'! Giulia: Eccomi! Gesù: Non fare sciogliere ancora il Filicino! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre, metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia e i suoi sussurri, metto nel Tuo Cuore i nemici, quelli che trafiggono il Tuo Cuore, metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che mi si sono affidati e metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre: accoglilo, Gesù! Non Ti preoccupare per il Filicino, l'hai legato Tu, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA..................! Giulia: Tanto questi li posso Bere tutti e non cadranno! Sono i Sigilli...: sono Sette e ce ne sono altri Dieci e altri Dieci ancora............... sono Trenta! Devo dirlo? Gesù, tanto li devo Bere...! Gesù: ......... e di' solo che vedi un Solco...... e gli uomini che ardono nel Solco......... e il Solco è grande quanto il mare ed è grande quanto il cielo! Giulia: Li Berrò tutti questi Trenta Sigilli!! Gesù: Ora no! Giulia: Mi riposo un po' e dopo vado! Ora l'hai legato e non si scioglie! Gesù: Ma non puoi Berli tutti in una volta......! Giulia: Lo so, ma ho tanta sete di Salvare! Gesù, quanta sete hai avuto quando Ti hanno lasciato solo? E quanta sete hai ancora quando Ti lasciamo solo? Io ho quella sete ora e ho bisogno di Bere per donare ancora l'Eccomi al Padre, per indicare la Via ai figli, nel rimanere Straccio Stracciato e dire ai figli: lo Straccio è vicino a Dio e lo rimarrà! È per questo che devo Bere subito, Gesù! Gesù: Anima Mia......! Giulia: Eccomi, Gesù! Non temere, il Laccio è ben legato: Eccomi! Gesù: Ora cosa vuoi fare? Giulia: Fermare quello che sto vedendo! Gesù: Puoi Bere quello che hai visto, ma questo Flagello non lo puoi fermare! Giulia: È già la terza volta che si slega..., legalo se vuoi..., può rimanere anche aperto! Gesù, tanto io sono sia alla Destra del Padre e sia in mezzo alla Famiglia..., tutto quello non può scendere......... sono figli......... ma non sono pronti...... ci sono i Giorni che mi hai donato e ho la Tua Mano.........! <Giulia sviene nuovamente> Gesù: Sollevati, il Filo l'abbiamo legato ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ora Fermati! Giulia: Eccomi! Vado a Lavorare piano piano, ma Rimetto tutto nelle Tue Mani, Gesù! Gesù: Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi al Banchetto preparato che è Dio per ognuno di voi e per tutte le Spose! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù, nell'ubbidirTi faccio tutto piano piano, non Ti preoccupare! Gesù: Devi portare i tuoi figli............ fai piano piano! Giulia: Eccomi, Gesù! Vado, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO............! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Pace! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Bene! Gesù: Stai bene o male? Don Vincenzo: Sto bene! Gesù: E voi come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: E allora state tutti bene-male! Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E cosa Mi dici? Don Vincenzo: La Cocciuta poco fa alcune volte è svenuta......! Gesù: ............Si è sciolto per un po' di volte il Filicino! Quando vede quello che sentite e quello che non dice, il Filicino si apre! Lei vuole fare tutto in una volta ma quando il Filicino si apre le mancano un po' le forze e poi le riprende, ma poi le va a spendere di nuovo......... e non si tiene nessuna Paghetta! Don Vincenzo: Cioè? Gesù: Va a Lavorare ancora e tra il Bere......... tra il prendere le Spose...... tra il fermare i Flagelli e i Sigilli............ ma quando ha visto i bimbi, è crollata! Ma tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi come state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: Eh, adesso lei è andata a Lavorare ma, se si sente male, ve la mando e poi la dottoressa la cura, eh, eh! .........E questo cos'è, un Rosario? Per chi è, chi Me lo manda? Michela: Io! L'ha chiesto la Mamma Domenica scorsa! Gesù: Avete sentito cosa ha detto? Don Vincenzo: Sì, Domenica scorsa la Madonna ha chiesto di fare un Rosario e l'aveva chiesto attraverso i cuori! Gesù: E lei ha sentito così! Ognuno lo fa come vuole, sì ma non deve essere né d'oro e né d'argento, ma come l'hanno sentito nel cuore! Glielo porto a Mia Madre! Ora conservatelo, tieni! E il primo Rosario è arrivato! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu non Mi dici niente, tu non gliela fai una Collana per il Rosario? Don Vincenzo: Non tanto la so fare! Gesù: Sì che la sai fare! Don Vincenzo: Non tanto! Gesù: Sì che la sai fare! Don Vincenzo: Se lo dici Tu vuol dire che è vero! Gesù: Se lo dico Io vuol dire che è vero! Non hai niente da dirMi? Eh, Pregate: "Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria; Ave Maria-Padre Nostro" per lo Strumento che si è messo a bere tutto quanto il Flagello! Don Vincenzo: Ma è un Flagello Grandissimo? Gesù: ! Don Vincenzo: E lo sta Bevendo tutto? Gesù: Ma voi pregate! <Don Vincenzo Benedice e insieme a tutti i presenti pregano più volte: ''Padre Nostro- Ave Maria!''> Eh, sta per cadere! Don Vincenzo: Sta per cadere la Cocciuta o il Flagello? Gesù: La Cocciuta! Don Vincenzo: Intervieni, Gesù.........! Gesù: Pregate! <Gesù unisce il pollice e l'indice di entrambe le Mani> Si è ripresa, si è ripresa, ma statele vicino! Vuole Berlo tutto in una volta perché ne ha visti tanti altri preparati da Giovanni e ha visto che un Gradino si è Aperto e lo deve Chiudere! Ora andiamo avanti, chiediMi qualcosa, adesso gli manderò Giovanni! Parla! Don Vincenzo: Mandi Giovanni qui? Gesù: Ad aiutarla! Don Vincenzo: Ah, meno male! Gesù: E tutti quanti sono in mezzo a voi! Adesso Giovanni va ad aiutarla! È Cocciuta, è Roccia e non si ferma dinanzi a niente e a nessuno! Don Vincenzo: Gesù, Giovanni può stare in due parti, simultaneamente? Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E allora mandaLo pure nei nostri cuori dove Tu sai che c'è più bisogno e così fa due servizi! Gesù: Nessuno dei Servi Inutili lascia, ma si deve fare la Volontà del Padre! Don Vincenzo: "Papà, sia fatta la Tua Volontà!" Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E anche per questo Flagello così Grande, la Cocciuta si è Donata nuovamente generosa a dire: "Sì!" Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Papà, intervieni in tutt'e due le cose! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Aaah! Gesù: Aaah! ...Che facciamo, Ci Doniamo? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento Lavora e rimane Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E prega per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e per il Legno che è Affondato! Don Vincenzo: Ci Doniamo, Gesù? Gesù: , Ci Doniamo! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù guarda dentro e dice:> Nel Mio Amore Pieno Ci Doniamo! Nel Mio Amore Pieno del Padre Ci Doniamo! Nell'Eccomi di Maria Ci Doniamo! Eccomi! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo.> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne! Bevi! <Gesù ''Innalza'' il Pane> Questa è la Mia Carne: il Mio Amore! Mentre Mi Donavo per ognuno di voi Mi hanno tolto ogni dignità, ma Io Ho Costruito la Capanna per ognuno di voi e Ho Donato Tutto il Mio Amore e la Capanna si è Spezzata per Amore, ma è Rimasta Intera! <Gesù Ripiega il Pezzo di Pane dandogli la forma di una Casetta e Mangia.........!> Questa è la Mia Carne: Si Spezza ma Rimane sempre Intera! DoniamoCi! Lo Strumento Rimane ancora sul Letto della Croce per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta, prima con pollice e indice uniti ad entrambe le Mani, poi ''punta'' la Sinistra e alza la Destra col Segno Trinitario.> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta come lo siete tutti voi nell'Amore della Croce! E lo Strumento nell'Amore della Croce è rimasta ancora Inchiodata per tutti quelli che hanno tradito e tradiscono ancora e rimarrà ancora Crocifissa! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ma il Padre è Vivo ed è in mezzo a voi: Mangiamo il Padre! Mangiamo il Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Com'è dolce GustarLo il Padre che si Dona a tutti i Figli, il Padre che si Dona all'Umanità Intera! Il Padre: Vero Cibo e Vera Bevanda e si Dona ancora per Amore! Mangi? Don Vincenzo: Ti aspetto! Gesù: Mi aspetti? Eccomi! Eccomi! Gustare il Padre: Dio-Cibo Vivo ed Eterno per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! Dio Amore Pieno! <Momentaneamente Raffaele, per amministare meglio, porge a Giuda una teglia> Ti ha fatto da tavolo, da Banchetto, ti ha Donato un Pezzo di Dio, bello! Sei diventato per un istante il Banchetto del Padre! Giuda: Eccomi! Gesù: ... Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Uuuh! Ehi, deve mangiare per quattro! <Riferito a Maria Elena> Raffaele: Eccomi! Gesù: I tuoi Pargoli, che adesso sono non più Pargoli ma Grandi, hanno lasciato la Schiera e hanno lasciato di Impastare e di fare tutto il Lavoro e sono andati a sostenere il "Filicino"! Stanno preparando un altro "Filicino" da aggiungere perchè hanno visto che la Cocciuta è in pericolo! Non ti preoccupare, parleranno! Dov'è il Militare? <Gesù e Maria Elena comunicano a gesti> La Cocciuta è andata, anche se non l'ha sentita a quell'apparecchio ed è andata a parlargli nell'orecchio e nel cuoricino! Doveva combattere con le cose del mondo! Ma è andata e anche i Pargoli, Pargoloni! Pregate: "Padre Nostro-Ave Maria; Ave Maria-Padre Nostro" per tutto quello che devono fare i Pargoli e per tutto quello che devono fare i Servi Inutili per i Tempi che si stanno avvicinando! Dimmi qualcosa tu! Sei pronta con l'ago? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dimmi qualcosa tu! Avevi Fame del Padre? State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Vuoi parlare un po'? Don Vincenzo: Sì, volevo rifarmi al discorso che ho fatto all'inizio, alla meditazione iniziale quando ho parlato col cuore in mano perché erano talmente grandi i concetti e le parole che pronunciavo che sentivo già dentro di me una Gioia Immensa! Gesù: Dov'è la Gioia Immensa? Don Vincenzo: La Gioia Immensa nell'aver capito finalmente l'Esistenza, l'esistere di ognuno, nell'aver capito finalmente la Misericordia Infinita del Padre, il Progetto Eterno del Padre, l'Amore Infinito del Padre che non ha eguali, non ha limiti e cresce sempre di più se viene compreso! Ecco che significa avere Fede, significa essere Lungimiranti, sapendo che è dolce il Trapasso e non esiste più la Morte perchè è stata vinta da Te, Gesù! Gesù: Mi dispiace, ma non c'è nessun Trapasso! C'è un addormentarsi e uno svegliarsi......... quando si Dona la mano......... è piccolo-piccolo! Don Vincenzo: Un piccolo sonno? Gesù: ! Don Vincenzo: Un piccolo addormentarsi? Gesù: ! Don Vincenzo: Sapendo che poi ci si sveglia e si arriva di fronte al Padre! Gesù: Ma nessuno ci crede! "Eh, poverino, è morto, non c'è più, non lo vediamo più, era troppo giovane, eh, Gesù non doveva fare questo!" Siamo sempre alle stesse storielle! Don Vincenzo: Ma non sono storielle! Gesù: Quelle degli uomini............ le Mie no! Don Vincenzo: Certo! Gesù: E la Verità Tutta Intera: è addormentarsi, è svegliarsi e poi decidere se donare la mano o rimanere fermi! Donare la mano significa entrare nel Giardino e Fare Festa! Venite col "niente"! Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! ...Eh, non l'hai preso il piattino, vicepa'! ...Fare Festa è indossare l'Abito Bianco, l'Anello Nuziale, è mettersi al Banchetto del Padre, è accogliere il Suo Amore, è prendere l'Eredità, è prendere il Lavoro da fare guardando tutto quello che è stato fatto, perché si deve guardare......! Chi rimane ad aspettare, rimane lì! Ma lo Strumento va a guardare e va a donare la mano, aspettando! Può donare la mano, può andare a fermare i Flagelli e può tornare in mezzo a voi............... e può fare tutte le Cose del Padre! Don Vincenzo: Quanta Forza c'ha, quanto Amore! Gesù: Non ha la Forza, ha l'Amore! ............Parla ancora tu! Don Vincenzo: Gesù, qualcosa un po' del Padre! Gesù: Il Padre è Amore, non posso dirti più niente altro! Come lo Strumento, ti ha detto che: "Il Padre è Amore!" Il Padre si Spezza, si Dona, si fa Cibo e Rimane, come tutti i Servi Inutili in mezzo a voi, a Servire, a Donarsi, a Spezzarsi! Essendo un Bimbo che Cammina, un Bimbo che si Spezza e si Dona, un Bimbo che Si Fa Cibo nella Dimora dove ha Piantato l'Albero e nessuno può sradicarLo! Cosa vuoi sapere ancora e dopo parli anche tu......... e dopo parli anche tu.........! <Rivolto a Raffaele e Teresa> Don Vincenzo: Sempre sul Padre! Gesù: Eccomi, cosa vuoi sapere? Don Vincenzo: Da chi è stato Partorito? Può essere stato Partorito? Gesù: , è Nato! Don Vincenzo: Chi l'ha Partorito? Gesù: La Mamma! Don Vincenzo: Ha la Mamma? Gesù: La Mamma! Don Vincenzo: E chi è la Mamma? Gesù: È la Mamma! Don Vincenzo: È ancora presto per dirlo? Gesù: Eh, si, Me l'avete già chiesto Giovedì scorso! Don Vincenzo: E allora aspettiamo qualche altro Giovedi! Gesù: Gli uomini vanno avanti con la "particella", la "particella"! Perché Mi guardi cosi? L'esplosione della "particella" ha creato tutti voi? Ha creato il Giardino? Don Vincenzo: Per un Giardino così Perfetto ci vuole per forza una Mente Perfetta, altro che scoppio, altro che Big-Bang, altro che"particella"! Gesù: Big beng-beng, big beng-beng! Don Vincenzo: È un'Esplosione d'Amore che Crea Amore e che rende felici se si capisce quant'è Grande questo Amore, è Eterno, non finirà mai, perchè Eterno è il Padre, perchè Eterni siamo noi! E allora entrare in questa Eternità significa entrare in quella Felicità, perché si è sempre felici quando c'è un Padre del genere! Gesù: Un Padre del genere? Don Vincenzo: Ha fatto tutto per la Felicità dei Figli, ha pensato a tutto! E queste Braccia Allargate di Gesù sono proprio la Fotografia del Padre! Gesù: No, non siamo fatti in quel modo, ci hanno fatto così, ma la Luce e l'Amore non potete neanche immaginarli! Quando siete pieni di Gioia e venite alla Luce il tuo cuore fa bum-bum e, quando si sente quel battere, è Dio Vivo, Dio che parla e agisce al posto vostro! , un paninello, tu lo vuoi? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tu lo vuoi come me? Gesù: , Io Me lo prendo! Don Vincenzo: Un attimo, Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E dopo tutto questo ragionamento, può essere che la Madonna ha Partotito il Padre? Gesù: Funzionano i tuoi apparecchi? L'ho detto che ancora non lo posso dire chi è la Mamma! Non è che non funzionano i tuoi apparecchi, sei tu che lo vuoi sapere a tutti i costi e non posso dirtelo ancora, aspetta............ ogni cosa al proprio tempo! Prima dovete preparare tutte le altre cose, ma poi una cosa alla volta, saprete tutta la Verità Intera! ...È buono? Eh, si, è Dio-Cibo, è Dio-Amore, è Dio-Carità che si Dona ai Figli che hanno Fame! Don Vincenzo: Gesù, sono esatte le Date che gli uomini di chiesa usano? Gesù: No, non ce n'è nessuna data esatta, sono state tutte cambiate! Don Vincenzo: E sono state tutte aggiunte man mano per preparare le bugie e farle diventare parvenze di Verità? Gesù: ! Don Vincenzo: Perciò il Padre sta smantellando! Gesù: , è iniziato da un bel po' lo smantellamento, non ve ne siete ancora accorti? Ve l'ho detto che arrivava lo smantellamento dei Grandi e di quegli altri Grandi! Don Vincenzo: È vera la data del Censimento? Gesù: Ve l'avevo già detto! Aspetta, è arrivato il dito! Raffaele: Gesù, noi non riusciamo a vedere il veleno? Gesù: , che lo vedete! Don Vincenzo: I farisei di ieri e di oggi? Gesù: Anche! Don Vincenzo: I falsi profeti? Gesù: Anche! E potete combatterli, li vedete attimo dopo attimo!(*) Don Vincenzo: ...Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: Ehi... con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai piedi della Croce! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma... i denti devo venire Io a tirarveli? Adesso bevo il caffè..., poi parliamo tieni! Ah, buono! L'hai bevuto? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ne vuoi ancora? Lo bevo Io? Vediamo se è buono...: l'odore buono..., è ancora caldo..., anche il sapore...! Chi lo vuole se lo prenda..., poi parliamo un po'...! Ah! Eccomi! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Nicola: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Allora... l'hai combinata? Eh... non ti preoccupare di quello che hai chiesto allo Strumento stai tranquillo, ci sono Io...! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! L'orto va bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa devo fare con te Io? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Cos'hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Cos'hai combinato ancora oltre a quello che hai letto? Maria: Niente... Piccolo Giovanni: Niente? Maria: Il solito... Piccolo Giovanni: "Il solito..." il solito niente... abbondante? Cosa devo fare con Maria? La facciamo mangiare? ...E tu cos'hai combinato, dottoressa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: E cos'hai combinato? Teresa: Boh! Piccolo Giovanni: Boh..., allora visto che abbiamo sistemato Nicola, Maria e Teresa, che gli doniamo a Maria? Maria: Tanti auguri al nonno! Piccolo Giovanni: Eh, si... Antonio...Maria: Nonno Francesco! Piccolo Giovanni: Tutti i Servi Inutili stanno festeggiando! ...Allora gli diamo un paninello... e un bicchieruccio di quello..., no, l'altro no, ...l'altro, questo e una di quelle...! , glielo doniamo e poi un altro piatto con gli altri dolcini...! E gli diamo i dolcini? Anche se gli abbiamo dato il bicchieruccio..., gli diamo anche un po' di ciliegine? ! E allora prendi un altro piattino, non cadere... mettici un po' di ciliegine...; gliela diamo l'Anguria? Un pezzettino..., così incomincia a fare: Juhumm! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E poi un po' di dolcini, scegli Tu..., vedi se ci vanno lì dentro... eh, si! Gli facciamo fare festa! Tu che mangi? La vuoi quella? Prendi il piatto, te ne faccio dare un pezzo... eh, , eccola tieni! Hai detto che volevi quella... si, metti... metti... mettine! Don Vincenzo: Mi hai letto il pensiero! Piccolo Giovanni: Questa non gli piace..., dagli quella che c'è la crema... e questa è uguale... e quest'altra..., basta così! Mo' è bella che sistemata e a Me cosa Mi donate da mangiare? Cos'è quello? Raffaele: Sembra baccalà... con le spine! Piccolo Giovanni: Volete essere tatinati? No..., no... no... no... no..., quella! Ah, cosa Mi serve? Qualcosa dove bagnarla..., no a Maria il vino, no, un goccino di caffè..., Tu hai mangiato? , lei e tu, hai mangiato per quattro? <Si rivolge a Maria Elena> State tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora..., di che cosa vuoi parlare, Giovanni? La sto facendo mangiare, Nico'! Di che cosa vuoi parlare? Te ne sei mangiato già tre...! Don Vincenzo: La Cocciuta... Piccolo Giovanni: Che ha fatto? Don Vincenzo: È svenuta per due volte! Piccolo Giovanni: Lo so, l'ho vista...! Don Vincenzo: Perché generosa com'è ha voluto Bere tutti Flagelli e tutti i Sigilli...! Piccolo Giovanni: Sta bevendo ancora..., non ha ancora finito! Don Vincenzo: Dice che glieli avevi preparati Tu quei Flagelli... Piccolo Giovanni: , glieli devo far vedere crudi, te lo ripeto tutti i giovedì! Don Vincenzo: Cioè, ogni giovedì gli prepari i Flagelli e lei Beve? Piccolo Giovanni: Te lo ripeto ogni giovedì che glieli devo far vedere crudi...! Don Vincenzo: Si, si! Hai detto che ogni giovedì ne farai vedere altri che prepari! Piccolo Giovanni: Attimo dopo attimo...! Voi sentite solo quelli del giovedì, ma lei non li Beve solo di giovedì, li Beve attimo dopo attimo e se dovesse bere solo il giovedì......Don Vincenzo: Ma dove trova tutto questo Amore? Piccolo Giovanni: L'Amore! L'Eccomi donato al Padre! Voi rispondete "Eccomi" al Padre, lei l'ha risposto, ma l'Eccomi lo mantiene, non crolla, non si tira indietro, va avanti, cammina, porta l'umanità intera, porta ognuno di voi e porta le Schiere! Don Vincenzo: Mamma mia! Piccolo Giovanni: "Mamma mia"! State tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Ma le ciliege non Me le date? Me le devo prendere da solo? Giuseppe: No, te le do' io... quante ne vuoi? Piccolo Giovanni: Tutto il cestino! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ehi, vieni qua, vieni! ...Qui c'è il numero tre che è il Numero Giusto! ...Voi parlate che Io Mi mangio queste! Prepara, prepara...! Tu non Mi hai chiesto niente! Don Vincenzo: Ci sarebbero state mille domande... Piccolo Giovanni: ...E tu non ne hai una in particolare? Il viceparroco deve fare il Miscuglietto, falla tu una domanda! ...Adesso Io devo andare ad aiutare un po' lo Strumento e poi dobbiamo lavorare...! Vi invito ancora a preparare i Tempi che stanno arrivando, e vi invito ancora ad amarvi per amare! Pregate sempre "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro" e non lasciatevi travolgere dal veleno! A voi sembra un giochino quello che stiamo facendo, ma è la Parola di Dio, e piano piano, scherzando e giocando, vi diciamo una cosa più piccola e una cosa più grande per non farvi crollare...! Vi lascio il Filicino alla Destra del Padre e in mezzo a voi! Don Vincenzo: Eccomi! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! ...È passato un altro Giorno! Don Vincenzo: Un altro Giovedì... Gesù: Un altro Giorno! Ogni volta che parliamo è passato un altro Giorno e vi sono state dette altre cose! Sembra che siano sempre le stesse, ma non sono sempre le stesse! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Giorno dopo Giorno e Giovedì dopo Giovedì vi vengono dette cose per cui vi dovete preparare! Don Vincenzo: Tu hai sempe detto che i Tempi del Padre sono più lenti e che non sono uguali ai tempi nostri...! Gesù: Si, ma è passato un altro Giorno per voi che avete ascoltato le Parole del Padre, e Giovanni vi ha parlato perché glielo ha permesso ancora il Padre, e la Cocciuta sta lavorando e sta bevendo e le sue forze sono così e così......! Vi è bastato quello che avete sentito in questo Giorno? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Che Grazia! Gesù: E vediamo se sono un po' più liberi, faremo parlare anche Carlo, Piuccio e Domenico... ma non ora... e neanche i Pargoli... ma aiutateli e tenetevi pronti per quello che dovete fare per la Bevanda e tutte le altre cose! <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Io ora vi lascio il Mio Cuore e tu saluti con l'Albero Verde! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Il Mio Cuore è Spalancato per ognuno di voi, Figli Miei! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Amen! ...Giovanni, non ho ancora finito, ma le mie forze non ci sono più! Piccolo Giovanni: Come hai fatto a bere anche quello che non avevo preparato? Giulia: Ho visto qualcosa lì... lì nella cesta... e l'ho bevuta! ...E attraverso i Tuoi Occhi ne vedo ancora! Piccolo Giovanni: Fermati, figlia Mia! Giulia: Non posso! ...Stanno preparando tanto male ed io lo devo bere!...Giovanni, tienimi per mano! ...Giovanni, tienimi per mano! ...Dì al Padre di far salutare ai figli i Cari! ...Il Filo si è aperto... guarda Tu negli occhi dei figli! <A questo punto Giulia si accascia semisvenuta e rimane esanime per molto tempo>

 

 

           

4. Giov. 19/06/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): Quando si dicono tante parole il cuore vola via nel pensare! E tante preghiere non salgono se non vengono portate come Pane così come si Dona il Padre! "Ave Maria!" Ma, quando Maria vi dirà l'Ave Maria poi capirete il Tutto della Preghiera! "Padre Nostro" lo capite già: "Padre Nostro che sei Vivo e sei in mezzo a noi" e il resto vi verrà Donato! ABBIAMO INIZIATO COL BATTESIMO DELL'ACQUA, C'È STATO POI IL BATTESIMO DEL VINO, ORA CI SARÀ LA BEVANDA E IL CIBO CHE VI HO DETTO E POI CI SARÀ IL MATRIMONIO E DOPO CI SARANNO ALTRE COSE.........!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> "Il Pane Spezzato" sul Legno della Croce Allarga le Braccia ancora per l'umanità intera e per ognuno di voi, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Quel Pane Vivo in mezzo a voi è vostro Figlio, è vostro Fratello, è vostro Amico! Pane..., Pane Intero, Pane Vivo, Spezzato ancora per Amore e Spezzandosi ancora per Amore Rimane sempre Intero.........! Così nell'Amicizia e nella Famiglia di Dio che è Mio Padre ed è Nonno di ognuno di voi, nell'Amore Pieno, nella Verità Tutta Intera, nel Mistero Nascosto, ma vivo in mezzo a voi, è la Capanna dei Cuori di ognuno di voi nell'Essere Famiglia unita, nell'Essere Famiglia in pace, nell'essere "Kworo", <''Kworo'' significa ''Cuore'' in aramaico> dico "Kworo" nel Formare il Cuore che Dio Fa Battere attimo dopo attimo col Suo Soffiare, col Suo Soffio, col Suo Alito d'Amore! Se riuscite a capire la parola "Kworo", imparate a camminare i passi, così come li ha camminati Maria, così come ogni Strumento che si lascia usare in Pienezza! "Kworo", la usavo sempre quando parlavo, ma non è stata ascoltata questa parola, non è stata scritta, come tutte le altre cose è stata messa da parte, così com'è stata messa da parte... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...La Croce e il Crocifisso! Quando hanno incominciato a capire che potevano venderMi e comprarMi, poco a poco hanno parlato della Croce, ma iniziavano a parlare come un ladro, come uno che è entrato e ha preso possesso nel parlare di fronte a chi conosceva la Legge di Dio, le Parole del Padre, ma hanno visto che potevano fare altro! Figli, fratelli e amici del Mio Cuore, il "Kworo" del Pane è in mezzo a voi: Vigilate e Combattete con la Destra! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Non l'ho sciolto io..., si è sciolto di nuovo..., pizzica un po', ma non fa niente! Sì ho bevuto ancora tanti tanti tanti Calici non preparati, Giovanni li ha lasciati lì......... ed io sono andata ancora a Berli! Si è slegato, sì, mentre si pregava il Rosario e quando hai del tempo legalo, .........non Ti preoccupare pizzica solo un po'............ lo avevo anche iniziato prima..., da stamattina..., dall'alba..., poi ho lasciato un po' e poi ho ripreso di nuovo, non Ti arrabbiare......! Non piangere, tanto non si rompe! Anzi..., è sciolto, non è rotto! Gesù, legalo se vuoi, ...............ci sono le altre cose che devo fare ancora.........! Gesù: Cosa devo fare con te, Anima Mia? Giulia: Quello che desideri Tu, Gesù! Il Lavoro che mi hai donato non so se lo sto facendo bene, .........ma ho trovato ancora quello che Giovanni aveva lasciato... e visto che adesso tutti quanti sono impegnati per questo Giorno, per la Bevanda e per tutte le altre cose, io li ho Bevuti, non posso lasciarli lì......... e ora si è sciolto, ma non Ti devi preoccupare, .........io cosa devo fare non lo so......... ma è quello che Tu hai deciso da sempre! Fra Padre e Figlio, quando si ragiona e si cammina sullo stesso filo, si trova subito l'accordo! Gesù: Cosa devo fare con te? Giulia: Eccomi! Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA.........!! Giulia: Eccomi!(*) Questo deve cadere?(*) Non posso tenerlo?(*) Neanche uno? Un'oretta... o qualche Giorno? Gesù: Ma tu Mi chiedi sempre le stesse cose? Giulia: Sì, Gesù, attimo dopo attimo e Te lo chiedo nel vedere tutto quello che scende, tutto quello che viene! Posso tenerlo fino a Giovedì? Gesù, me lo dici dopo? Ma guardandoTi negli Occhi......, ai Tuoi Occhi non si può nascondere niente, come neanche ai nostri, se ci amiamo veramente così come ci Ami Tu! Quindi posso tenerlo... è quello che vedo nei Tuoi Occhi..., poi da Giovedì in poi decidi Tu come fare, come sempre.........! Gesù: Hai guardato bene? Giulia: Sì, Eccomi! Per questo ho chiesto se me lo fai tenere fino a Giovedì! Non lo diciamo? Gesù: Questo lo devi dire! Giulia: Eccomi! Gesù..., se si scioglie di nuovo poi lo leghi?(*) Gesù, non ce la faccio! Gesù: Dì solo che vedi tanti Vulcani spuntare come funghi! Giulia: Eccomi! Vedo Vulcani che spuntano come funghi, Gesù! Ma non mi far dire altro......... fammelo tenere......... hai già promesso che poi ci pensi ancora! Ora metto tutto nel Tuo Cuore: la Famiglia qui presente, coloro che si sono affidati alle mie preghiere, quelli che non hanno avuto la forza di farlo, visto che mi hai donato il dono di vedere i cuori! Metto nel Tuo Cuore i battiti di ognuno! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che Porta l'Abito Bianco! E metto nel Tuo Cuore e nelle Tue Mani tutto quello che mi hai donato da sempre......... portalo Tu! Il Tuo Nocciolo Scorticato è Scorticato, ma se c'è qualcos'altro che devi scorticare, fallo! Gesù, perché mi guardi così?(*) Eccomi nel Fare tutto quello che Tu Hai Scritto da sempre! Ecco la Tua Famiglia, io la Consegno nelle Tue Mani! Gesù...!(*) Gesù: Sei alla Destra del Padre......... e sei in mezzo ad ognuno di loro.........! Giulia: Eccomi! Gesù: ORA GUARDA.........!(*) Giulia: I SIGILLI.........!(*) Dove sono? Li ho Bevuti tutti......... e Giovanni non ne ha preparato nemmeno uno? Gesù: Quelli che stava preparando Giovanni li hai bevuti tu.........! Giulia: E adesso cosa bevo io? Ho sete! Ne sono Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., adesso sono vuoti..., dove li hai messi, Gesù? Li avevo visti, ......li hai portati via, Gesù? Gesù: Li hai Bevuti tutti! Giulia: Quello che è dietro di Te lasciamelo Bere, Gesù! Sono sempre Sette..., Sette e con altri ......! Gesù: Lo so che sei Cocciuta............ e adesso lo stai assaporando! Giulia: Lo so, li ho Bevuti tutti..., Giovanni non ha avuto più il tempo di prepararli............... fai scendere una Goccina così la Bevo! Gesù: Adesso lo faccio scendere dal tuo Filicino Aperto! Giulia: Ma quello non è un Sigillo, quello è il Tuo Amore! Gesù: E quello berrai.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Lo so, li ho Bevuti tutti e Giovanni ora sta Impastando e sta preparando il Banchetto! ............Ma dopo aver bevuto sono rimasta all'asciutto! Gesù: Tu sei frettolosa! Giulia: No, Gesù, non sono frettolosa......... è che quando si vede quello che può scendere e che può cadere, io cerco di berlo......... e non mi sono resa conto di averlo bevuto senza essere pronta......... e adesso rimango così all'asciutto! Gesù: Col Filicino Aperto......... e con tutto quello che hai bevuto rimani all'asciutto? Giulia: Eccomi ancora, Gesù! Metto ancora tutto quello che hai donato nelle mie mani nel Tuo Cuore, tienici per mano, facci diventare la Tua Famiglia! Tu ci Hai Scelti, il Padre ci Ha Scelti e ci Ha Chiamati e ci Ha Partoriti dal Suo Cuore: Teneteci per mano! Gesù, in questi Tempi hai Scelto una Famiglia che non sa fare niente per un compito così grande......... tieni la mia mano così Io posso tenere la mano di tutti quanti! .........Gesù... Eccomi! Gesù: Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutti i Cari! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel fare le Cose del Padre, rimanendo nella Vigna, rimanendo nell'Orto, rimanendo nell'Arca e con i Remi.........! Eccomi Straccio Stracciato nel compito che mi avete donato! Eccomi pronta ad andare a Lavorare! Gesù, quando si scioglie il Filicino fate quello che dovete fare............! Gesù: Lavora, Anima Mia! ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: Tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E anche...... <Gesù tocca il naso di Don Vincenzo> Sta bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi state bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: "Eccomi!" <Gesù imita la flebile risposta dei presenti> Gesù: Dove siete tutti? Tutti: Eccomi! Gesù: Ah, ci siete! ...Allora, cosa Mi racconti? State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu cosa Mi dici? Don Vincenzo: La Cocciuta ha detto che Giovedì prossimo ci sarà la Bevanda! Gesù: Eh, si, doveva aspettare che Io glielo dicevo e poi vi dirà altre cose e poi ce ne saranno altre ancora, ma dovete crescere ancora nell'Amore, Amarvi gli uni gli altri, essere in Pace gli uni gli altri! Non pensate che Io non veda e non senta! Che Mi dici tu? Don Vincenzo: Eccomi, Gesù, la Cocciuta è un po' giù............ dobbiamo aiutarla! Gesù: A fare cosa, a Bere i Calici Amari? Don Vincenzo: È sempre così generosa! Gesù: Non ci provate neanche! ..................Cos'è che Mi hai portato, chi Me lo manda, leggi, leggi! Don Vincenzo: "Per la nostra Cara Mamma Celeste, con amore, i Tuoi Figli: Achille e Antonella!" Gesù: E cosa c'è, vediamo, ehi, è bella, ma Mia Madre ha chiesto una Collana, vi ha fatto segno così col Rosario, ma vuole una Collana! È accolta con Amore, c'è il Cuore e c'è anche la Croce, ma non avete capito bene: è una Collana che vuole! Questa gliela conservo! La sapete fare una Collana? Qualcuno: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eh, ce n'è un'altra, aspetta, tu leggi questa, prima leggi e dopo apro! Don Vincenzo: "Tua Figlia Maria! Eccomi, Papà, Ti offro il mio niente! Perdonami, Papà, di tutti gli errori fatti, l'ho capito in ritardo! Quando Ti parlo in silenzio Ti amo ancora di più! Papà Ti chiedo: aumenta il mio Amore e raddoppia la mia Fede! Eccomi!" Gesù: Chi è Maria? Don Vincenzo: "Tua Figlia Maria!", chi è? Maria: Eccomi! Gesù: Eh, si, hanno capito tutti quanti il Rosario! .........Mi sa che dovete rifarla di nuovo la Collana! Eccomi! È bella fatta con i fiori veri! L'hai fatta anche tu? Alessandra: Ma non ha il Crocifisso Grande! Gesù: Eh, no, non ci vuole, è una Collana! Alessandra: Eccomi! Gesù: Mia Madre vi ha chiesto una Collana: eccola! Poi le mettiamo tutte in un cesto! Ce n'è un'altra ancora? E qui non c'è il bigliettino! Chi lo manda? Tatina: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non scrivi più? Eh, si, tutti quanti la stessa cos'hanno fatto! Brave! E adesso la rifate di nuovo la Collana! È bella, sono tutte belle, ma Maria vuole una Collana! , Mia Madre ha fatto il gesto così......<Fa vedere il Rosario che ha in mano> Ma ha detto: "voglio una Collana!" Avrebbe detto: "voglio un Rosario!" Raffaele: Indovina che c'è, Gesù? Gesù: Un altro Rosario! Eccolo! Raffaele: Bello.........! Gesù: Eh! E così imparate ad ascoltare o Mi sbaglio? La Collana e il Rosario sono due cose diverse! E Maria ha detto: "Collana"! Se avesse detto: "Rosario", avrebbe detto Rosario! Ma Maria ha detto: "Io voglio una Collana, chi Me la fa?" E tutti si sono presentati col Rosario! Mia Madre, quando andavamo alle Feste, indossava le Collane e si usava portarne tante! Ne è arrivata solo una di Collana! Adesso non rimanete male, rifate le Collane: piccole, povere, né d'oro e né d'argento, piccole e povere! ...Cosa c'è, cosa vuoi dirmi ancora, tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi tutti state bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: Cosa facciamo, parli o Ci Doniamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: E allora Ci Doniamo! Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento è andata a cercare qualcosa da Bere dopo che ha Bevuto tutto, neanche un Sigillo ha fatto rimanere! Non ne ha trovati perchè se li era già Bevuti......... e poi li cercava.........! Pensava che Giovanni lasciava ancora i Sigilli senza prepararli......... ma Giovanni non ha avuto il tempo......! E ora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino e Gesù lo osserva a lungo dicendo:> Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e Questo è il Mio Sangue! Il Mio Sangue: l'Amore Donato ad ognuno di voi, ma sono Vivo e Reale in mezzo a voi! Com'è Dolce essere Vivo in mezzo a voi, Mangiare con voi e Bere con voi e DonarMi ancora, Famiglia Scelta dal Cuore del Padre! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Gesù dona il bicchiere col Vino a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù osserva il Pane da ogni angolatura dicendo:> Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne: il Figlio di Dio che si Dona per Amore! Quanta Amicizia! "Quanto è Cibo Dolce" Donarsi per Amore! DoniamoCi! Lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, per l'Umanità Intera e per ognuno di voi, Figli Miei! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Ci siamo Donati! Gesù: La Pasqua è Piena, è Risorta nel Risorto in mezzo a voi e lo Strumento è rimasto ancora Crocifisso per Amore per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, per l'Umanità Intera e per ognuno di voi! La Cocciuta ancora sta cercando i Calici da Bere......... in questo Giorno Li ha finiti tutti! Don Vincenzo: Mamma mia! Gesù: Ancora Li cerca, ma Giovanni è con i Pargoli e con tutti i Servi Inutili e con tutte le Spose ad Impastare! Che facciamo, prendiamo ancora parte al Banchetto che è il Padre? Don Vincenzo: Eccomi! È Gustoso Mangiare il Padre! Gesù: Finisci, finisci, Mangia Me e dopo Mangiamo ancora! Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Questo è per Me! Mangio il Padre! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Cosa c'è ancora? Non ti preoccupare, Calice Vivente-viceparroco, ma ognuno di voi lo è Calice Vivente e tu sei delegato! Raffaele: Eccomi! Gesù: Mi devi chiedere qualche altra cosa? Facciamo parlare il Calice Vivente poi, quando ti riprendi dallo scossone del terremoto, parlerai di nuovo! Teresa: Eccomi! Gesù: E allora perché Mi guardi così, non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Sì, la Cocciuta prima si è arrabbiata! Gesù: Eh, si, si è arrabbiata, te l'aveva già detto di non farla più la domanda! "Insegnaci a pregare!" Io vi sto insegnando a pregare: "Ave Maria-Padre Nostro; Ave Maria-Padre Nostro", ma lasciandovi liberi............! Venite col "niente".........! ............Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù gioca con Raffaele dandogli i piattini> Eccomi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Quando si dicono tante parole il cuore vola via nel pensare! E tante preghiere non salgono se non vengono portate come Pane così come si Dona il Padre! "Ave Maria!" Ma, quando Maria vi dirà l'Ave Maria poi capirete il Tutto della Preghiera! "Padre Nostro" lo capite già: "Padre Nostro che sei Vivo e sei in mezzo a noi" e il resto vi verrà Donato! ABBIAMO INIZIATO COL BATTESIMO DELL'ACQUA, C'È STATO POI IL BATTESIMO DEL VINO, ORA CI SARÀ LA BEVANDA E IL CIBO CHE VI HO DETTO E POI CI SARÀ IL MATRIMONIO E DOPO CI SARANNO ALTRE COSE.........! <Gesù parla riferito a Silvana> È bello aver sentito un "mea culpa": "ho dato un esempio non bello!" È bello dirlo! Amatevi gli uni gli altri, rimanete in Pace in questo Tempo, ma sia Vera la Pace! Non pensate che Io non veda e non senta, Figli! Se non ci sarà la Pace tra di voi quando berrete la Bevanda, cosa ne sarà della Vigna che vi è stata Donata? Lo Strumento è alla Destra del Padre, ma è anche in mezzo a voi! Vigilate, non lasciatevi trascinare dai falsi profeti e non lasciatevi trascinare dal veleno! Avete la Destra, non dimenticatelo! <Gesù Benedice> Ora parla tu un po'! <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> I Pargoli stanno Impastando! Ti hanno aiutato un pochino, ma sono dovuti scappare subito! Dopo la Bevanda Li faremo parlare! Tutti quanti sono ad Impastare, tutti i Pargoli, e Giovanni tutti i Pargoli se li è portati al Forno: Impastano, Infornano e Sfornano lasciando tutto quello che è pronto per il Giorno della Bevanda e per gli altri Giorni che verranno! Ora dovete accontentarvi solo di questo! <Mandano baci> Ma aiutateli anche voi dicendo: "Ave Maria-Padre Nostro!", così Impasteranno ancora di più! Eccomi! .....................Eh, si, lo voglio, tu lo vuoi? Don Vincenzo: Anche! Gesù: Anche! Bevo un po' d'acqua! A loro li hai sistemati? <A Mario e a Maria Elena> Raffaele: Sì! Gesù: È un po' poco! Raffaele: Provvediamo subito! Gesù: Eccomi! Allora, Giovanni, non Mi dici nulla, Giovanni-Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Gustiamo il Padre! Gesù: , gusta il Padre, ma parla anche! La stai già facendo la Torta? <A Maria> Quella, quando gli viene chiesta una cosa, la fa............! Non mangi? Ma nè mangi, né parli, fai segno solo così? Don Vincenzo: Ascoltavo Te che Sei la Parola del Padre............! Gesù: No, devi parlare anche tu! ..............................Non è un po' grande? Raffaele: Sono a dieta, Gesù! Gesù: Non si è mai a dieta di Dio! Raffaele: Eccomi! Gesù: Stavo aspettando il dito! Pregate: "Ave Maria-Padre Nostro; Ave Maria-Padre Nostro!" Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Raffaele: Posso, Gesù? Gesù: Eccomi! Raffaele: Tanti anni fa non c'è stato il Getsemani? Gesù:Eccomi! Raffaele: Ti hanno tradito e Ti hanno fatto un processo? No? Non c'era nessun Barabba? Gesù: No! Raffaele: Era già stato tutto scritto, non hanno ascoltato nessuno e niente! Gesù: Mi venivano dietro per il pane del mondo, Mi avevano scambiato per un Re del mondo e i farisei di ieri e di oggi non Mi hanno voluto! Don Vincenzo: E continuano a non volerTi! Gesù: Ma Mi vendono e Mi comprano! Don Vincenzo: Si, continuano a scartarTi e a voltarTi le spalle! Gesù: Ma Io ho una Famiglia a cui ho Consegnato la Vigna! Non Mi Scartate, Rimanete al Mio Fianco, Rimanete nel Combattere con le Schiere! Il Padre vi ha Donato uno Strumento: è alla Sua Destra ed è anche in mezzo a voi! Cosa Mi Donate ancora? Ehi! Don Vincenzo: C'è solo l'imbarazzo della scelta! Raffaele: Vuoi una fresella, Gesù? Gesù: No, voglio due di queste! E Giovanni se la mangia per i fatti suoi la fresella! Io prendo un pezzettino di quella, tu lo vuoi un pezzettino di questa? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Di questa? Don Vincenzo: Che ci stà? Gesù: Quello che tu non mangi! Chi vuole parlare ancora.........? Tu non hai detto una parola! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Non l'ho sentita! L'avete sentita la parola voi? Tutti: No! Gesù: , puoi andare a bere! <Si rivolge a Ciccio e poi a Teresa> Ne vuoi? Teresa: Eccomi! Gesù: Donagli la pizza! Anche lui la vuole la pizza, ma vuole quell'altra! Ma visto che ti è stata donata la pizza, Me la dici una parola? Mettila nel piatto, così non cade per terra! Siete rimasti male quando vi ho chiesto cosa ci doveva essere sul Banchetto? Tutti: No! Don Vincenzo: Cosa ci deve essere sul Banchetto? Gesù: Perché, tu non l'hai ascoltato? Don Vincenzo: : agnello, mucca, pane ed erba amara! Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, com'è possibile che non Ti credono? Gesù: Ditemelo voi! Don Vincenzo: Stai venendo qui da ventinove anni e ci stai arricchendo della Verità Tutta Intera Settimana su Settimana! Gesù: , ma sto dicendo anche di essere: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Quello che ho sempre detto! Don Vincenzo: E proprio perché l'hai sempre detto dovrebbero ubbidirTi! Gesù: No, non Mi hanno accolto! Mi avevano scambiato per un Re e volevano la Ricchezza tutti quanti e la Ricchezza a tutti quanti la stò donando, ma Quella del Padre: il Pane, la Verità Tutta Intera! E Mi dicevano che bestemmiavo quando dicevo queste cose e tutt'ora lo dicono! Don Vincenzo: Perciò Ti voltano le spalle! Gesù: Perciò Mi vogliono sparare? Don Vincenzo: No, Ti voltano le spalle! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: Eppure usano il Tuo Nome! Gesù: Nel venderMi e nel comprarMi! ..................L'avete mangiata la pizza? Mario e Maria Elena: No! Gesù: Non hanno la pizza? Raffaele: Mi sono dimenticato! Don Vincenzo: Gesù, possono scartarTi quanto vogliono, possono CrocifiggerTi quanto vogliono, ma Tu alla fine vinci! Gesù: No, Io ho già vinto! Don Vincenzo: Neanche alla fine, certo, ............sulla Croce hai vinto! Gesù: Pensano di averMi ucciso e pensano di camminare, ma non camminano! Pensano di avere tutto in mano, ma non hanno niente! Io Mi Dono per Amore e voi Mi appartenete! Vi ho chiamati: "Figli" donandovi il Mio Sangue! Ho chiesto solo di essere amato e di chiamare: "Papà" il Nonno! Raffaele: Eccomi, Gesù: quando si riempiono le Ceste? Gesù: Prima facciamo tutte le altre cose e dopo si riempiono le Ceste! Non devi essere triste, devi essere gioioso: Dio ti ha Donato la Vigna come L'ha Donata ad ognuno di voi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ma vigilate: il veleno cammina e i falsi profeti anche! Raffaele: L'ultima! Gesù: Come sempre! Raffaele: Tu conoscevi chi Ti ha messo i Chiodi? Gesù: Eccomi! Raffaele: Piangevano o erano felici di eliminarTi? Gesù: Non piangevano! Raffaele: Sono cattivelli gli uomini, eh? Gesù: Vi ho Comprati a Prezzo di Sangue: tutti, senza scartarne uno! Se ne avessi scartato uno, non sarei stato il Figlio di Dio! Don Vincenzo: Ah, sì, perché hai Salvato tutti! ...Qualcuno vuole fare qualche domanda, no? Gesù: No, devi parlare tu, perché dopo deve venire Giovanni e non stai parlando per niente! E c'è la Teresina del Bambino Gesù a cui è venuta in mente un'altra cosa! Teresa: Questa Data di Giovedì 26 Giugno è una Data Nuova? Gesù: Eccomi! Teresa: Eccomi! Gesù: , tu ti aspettavi la Data di Giovanni! La Data di Giovanni è la Data di Giovanni! Queste sono Date Nuove dove c'è la Bevanda............ che vi dirà quello che il Padre ha preparato da sempre......... e anche nelle Date Nuove vi verrà detto altro! In questi Tempi ci saranno tutte Date Nuove perché Tutto verrà del "Nuovo"! Teresa: Eccomi! Gesù: Tutto verrà nel combattere con le Schiere e le Schiere stanno combattendo per togliere il veleno! Non stanno facendo la guerra, ma stanno togliendo il veleno e le armi, anche se gli uomini ne stanno costruendo tante di armi! ............A Dio basta fare così.........! <Alzare il Dito> Cosa c'è ancora? Allora, aspettiamo a Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Sono Io Giovanni! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: È arrivato il caffè...! State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ora fatemi bere il caffè, poi ve lo chiedo di nuovo...! Ne vuoi un po'? Tieni..., un altro goccino............ non l'hai bevuto...Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: Ah? Si può fare "ah" se non si è bevuto? Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: Ah! Ah! È buono! , è sempre quello della Cocciuta...! Chi lo vuole se lo va a prendere... ah! Tutti che corrono......... Eccomi, vicepa...! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Nicola: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Maria che fa, si è addormentata? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Stai dormendo? Maria: No! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato ancora? Maria: Mi sa che Tu sei rimasto più dispiaciuto di me...! Piccolo Giovanni: Nico', come stai tu? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresina del Bambin Gesù, piccolina mia..., come stai? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Che gli doniamo a Maria? Ha fame? Gli doniamo un pezzo di pizza... un paninello e dopo il paninello gli diamo una fresella! E così Me la mangio anch'Io la fresella e poi gli doniamo un altro piattino con la frutta e i dolci: scegli... e un po' di caffè! Il vino e l'amaro ancora no! Nico'..., tu mangiati tutto quello che vuoi, tanto è il Padre che mangi! E a Maria la pizzichiamo un pochettino: niente vino e niente amaro! E a Me che Mi donate da mangiare? Mi dai la fresella? Eccomi... di solito Io..., sì Mi dai una di questa, anche due, forse sono meglio tre! Tu la vuoi? La fresella che Mi preparavo Io era con l'olio, bagnata con l'acqua! Nicola: E con lo zucchero! Piccolo Giovanni: Anche quello..., ma se avevo l'olio, preferivo l'olio! Lo zucchero non tanto, perché avevo il diabete! Adesso non ce l'ho più il diabete! Don Vincenzo: Giovanni, scompaiono tutte le malattie in Cielo? Piccolo Giovanni: Il Cielo è in mezzo a voi...Don Vincenzo: Qualunque malattia della terra viene vinta lassù? Piccolo Giovanni: Il cielo è in mezzo a voi e le malattie se le mettete nel Cuore del Padre......... Guariscono............! Don Vincenzo: Il Tuo diabete è scomparso! Piccolo Giovanni: L'ho messo nel Cuore del Padre! Don Vincenzo: Quindi, non ci sono malattie! Piccolo Giovanni: C'è il piccante... chi l'ha fatto quella? Mi avete imbrogliato? L'hai fatto tu? Maria: Non lo sapevo che era piccante... Piccolo Giovanni: Mo' ti sistemo Io...! Don Vincenzo: Lo sapeva..., lo sapeva..., io ho le prove...: madre e figlia sapevano............ <Si ride un po'> Pure di lei ho la prove! È piccante..., è piccante, si sono messe d'accordo! Piccolo Giovanni: La fresella......... la salsiccia non è piccante! Don Vincenzo: La fresella è piccante? Non ho mai sentito dire... che la fresella è piccante! Piccolo Giovanni: Quello che ci hanno messo dentro..., no, non è un veleno...Don Vincenzo: No, perché il veleno sta passando......... Piccolo Giovanni: Da Me non ci passa! Don Vincenzo: E per forza, le malattie in Cielo non entrano! Piccolo Giovanni: Ce l'hai messo tu il piccante? Teresa: Li ho visti lì sopra, ma non sapevo che erano per il Banchetto! Don Vincenzo: Hai visto? È un complotto..., è un complotto! <Si ride un po'> Piccolo Giovanni:....... Elia, Mi hanno messo il piccante sulla fresella...! ... Mi vuoi dare il pane piccante? Basta così...! Visto che Mi hanno preparato le freselle piccanti..., adesso Mi danno anche il pane piccante! Allora..., Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che Mi racconti ancora? Don Vincenzo: Ha guidato la macchina... Piccolo Giovanni: La Papera? Don Vincenzo: Chi guidava Nicola o Maria? Teresa: Nicola! Piccolo Giovanni: La Papera non guidava la macchina? Nicola: No, perché siamo partiti presto e dovevamo fare tante cose! Siamo partiti alle quattro e siamo andati a tante parti e dopo siamo partiti dall'autostrada alle sei! Don Vincenzo: Dalle quattro alle sei? Nicola: Dalle quattro alle sei sono stato dentro Lauria, poi siamo partiti alle sei e siamo arrivati qui! Piccolo Giovanni: Si sarebbe persa...Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Questo gesto del perdono che ha fatto Silvana dovrebbe stimolarci tutti ad amarci gli uni gli altri un po' di più! Questa sera dovrebbe essere la serata......, visto che Tu hai raccontato tanti episodi! Questa sera è come Se Tu invitassi a ripetere ognuno questo gesto! Piccolo Giovanni: Il suo cuore è sempre stato grande, ma c'era questo pizzichino che non si voleva schioccare...! Adesso si è schioccato..., ha fatto così...<Schiocca con le dita> Don Vincenzo: Perché questa è la Famiglia di Dio e quindi la Famiglia della Cocciuta dev'essere di esempio a tutti e se ci sono litigi, si punta il dito, se non si perdona, se non si ama... Piccolo Giovanni: Non ci devono essere litigi e non si deve puntare il dito, ma si deve Amare e Perdonare! Quando lo Strumento rimprovera, è il Padre che Ama, è la Mamma che Ama e corregge i propri figli! Lo Strumento parla dalla Destra del Padre! È in mezzo a voi, ma a parlare è sempre il Padre! , lo Strumento è alla Destra del Padre, è in mezzo a voi, ma a parlare è il Padre! Don Vincenzo: Attraverso lo Strumento...! Piccolo Giovanni: Attimo dopo attimo! E come vorrebbe puntare il dito, ma non lo fa quando le vengono dette le bugie..., quando si lascia prendere in giro..., quando fa finta di non vedere..., quando fa finta di non sentire! Si lascia usare solo dal Padre e non dagli uomini! Fa finta di non vedere e di non sentire, ma Ama! Il Suo Amore è così grande da donare la sua vita e l'ha donata nel suo Eccomi, che non è più sua, ma che lei ha consegnato al Padre! Don Vincenzo: Quanto Ama! Piccolo Giovanni: ...Lo sai già quello che voglio Io? Mario: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Non c'è bisogno che te lo dico, tanto lo sai, parlo direttamente al cuore...! Tu non lo stai ascoltando più..., fermati un istante e ascoltalo così come parlo ai cuori di ognuno di voi se vi fermate, .........ma voi correte..., fermatevi un poco e ascoltate il Padre, ascoltate Gesù e ascoltate Maria e ascoltate anche Me e tutti i Servi Inutili che parlano! Prima dovete fermarvi e non dovete pensare ad accumulare! L'accumulare sulla terra non vi fa ascoltare la Voce di Dio! Parlo a voi e parlo all'umanità intera! Oggi non Vi diremo niente altro e se volete parlare voi vi rispondiamo! Quando ci sarà la Bevanda, parleremo! ...........................Tu cosa devi dire? Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Grida, se no i figli non ti sentono...! Dov'è la tua voce? Te la sei mangiata? Eh... sto aspettando...Don Vincenzo: Ci avviciniamo al 26 Giugno, a Giovedì prossimo...! In questi ultimi mesi la Bevanda è diventata quasi una cosa grossa... Piccolo Giovanni: Lo è! Non è che lo è diventata! Don Vincenzo: Prima l'attesa ............... e poi c'è anche un'altra data, quella dell'Assunta... Piccolo Giovanni: Eh, si, lo sappiamo già, ne abbiamo parlato prima! Don Vincenzo: E poi c'è un'altra Festa ancora............ Piccolo Giovanni: Anche questo l'abbiamo detto prima! Don Vincenzo: Quindi sono tutte tappe importanti, perché veniamo coinvolti tutti quanti...! Piccolo Giovanni:La Famiglia viene coinvolta nelle Cose del Padre e ci sono i Tempi Nuovi e la Chiesa Nuova deve iniziare a camminare! Don Vincenzo: È questa la Grazia che stiamo ricevendo entrando qui dentro: la Grazia di appartenere a questa Famiglia Nuova, la Grazia di questo Padre che ci ha donato questa Vigna, la Grazia di questo Padre che ci dice anche di abbassare la mano per difenderci e combattere.........! Piccolo Giovanni: Vi dirà anche altro da fare, non solo di abbassare la mano! E nei Tempi che verranno, verranno dette tante altre cose! Tutta la Verità Intera verrà detta e aumenterà sempre più lo Smantellamento e parleranno tutti quanti i Cari e parleranno Carlo, Pio e Domenico! Dopo la Bevanda si incomincerà a scrivere solo un foglio e tutto il resto sarà silenzio! Il veleno vuole rubare, ma se c'è qualche figlio che porterà fuori solo una parola, verrà cancellato tutto quello che è stato detto! E quando sarà cancellato, il figlio che ha parlato...Don Vincenzo: Si scoprirà...... Piccolo Giovanni: , si scoprirà chi è il traditore! Lo Strumento ha bevuto tutti i Calici che non avevo ancora preparato! Ha visto i Sigilli..., voleva Berli..., ma aveva dimenticato che già li aveva Bevuti ed erano vuoti! Non ho avuto il tempo di preparare gli altri e adesso non li sto preparando... e lei va in cerca.........! Don Vincenzo: Quindi, il Padre sta abbassando la Mano? Piccolo Giovanni: , ma lei non la fa abbassare e gliela solleva! Raffaele: Altrimenti? Piccolo Giovanni: Non lo so cosa potrebbe succedere! Raffaele: Giovanni, a chi tradisce, si chiude la porta? Chi tradisce trova la porta chiusa? Piccolo Giovanni: Anche qui lo Strumento si va a poggiare sul Cuore del Padre: sono figli, ma rimane sempre l'Ultima Domanda del Padre! Lei bussa, lei si poggia, lei Beve i Calici, Beve i Sigilli, Beve i Flagelli chiedendo: "sono figli, anche se hanno trafitto il Tuo Cuore e hanno trafitto il mio! Sono figli!" Così come facevo Io: cantavo, ma quando dovevo chiudere la porta, la chiudevo! È così, Nicola? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo ricordi, Maria? Maria: Sì! Piccolo Giovanni: Anche se poi i Miei Occhi si bagnavano di lacrime, ma dovevo farlo per Salvare..., ma voi dite: una Porta chiusa come può Salvare? Una porta chiusa può Salvare! Così come fa lo Strumento: chiude la Porta per Salvare! Ma se rimprovera i figli che offendono non ascoltando Dio e li porta sulle spalle non è la Cocciuta a chiuderla! ............Ora Io devo lasciarvi e vi lascio il Filicino! Pregate ancora "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro".................. e vi aspetto Giovedì! Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Non Me ne sono mai andato! Voi non andatevene, e quando uscite fuori non perdetevi, Figli, per le cose del mondo! Rimanete legati al Cuore del Padre e aspettate i Tempi, Figli! ...Cosa dovevi dirmi, Calice Vivente? Don Vincenzo: "Dall'aria che tira" i Tempi sono oramai Pieni! Gesù: C'è qualche finestra aperta? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Don Vincenzo: I Tempi sono oramai maturi... Gesù: ...Aspettiamo! Aspettiamo attimo dopo attimo ciò che il Padre deve donarvi ancora preparato da sempre.........! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu Saluterai con l'Albero Verde ed Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, sono tutti vuoti i Calici......... Erano lì, e li ho bevuti! E adesso? ...Si, sono andata in giro a portare qualcosa, ma non ho trovato niente da bere! Ho pulito le strade, ho tolto qualche arma, ho trovato qualche missile ma non ne ho trovato nessuno da bere! ...Eh, si, quelli li ho bevuti pure!(*) ...Devono mettere la spiga di grano e la palma... lo sanno già, gliel'ho detto ma poi glielo ricordo di nuovo!(*) ...Giovanni, prepara qualche altro Calice... so che tutto quello che dovete impastare è tanto... vengo ad aiutarvi...... lo fanno i Pargoli? Ed Io vado a chiedere a Maria se ha qualche Calice da parte e lo bevo! Aiutami a preparare i Figli e tieni fermo l'uomo dei gradini!(*) ...Ci vediamo dopo, Giovanni! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, Tu Sei Buono, Sei Amore Infinito, e col Tuo Amore Infinito spalanca i cuori chiusi, fa entrare la Tua Luce e aspetta ancora i figli che non vedono il Tuo Amore!(*) ...Papà, io sono pronta e il Giardino è Pieno dei Tuoi Frutti! Raccoglili quando vuoi! Tutti sono al lavoro, le Schiere stanno combattendo e nello stesso Tempo stanno impastando! Veniamo a lavorare e a combattere con voi, Servi Inutili!(*) ............Mamma, ho bevuto tutto quello che ho trovato, ed avendo bevuto tutti i Flagelli i vestiti serviranno per le altre Spose che mi daranno la mano......!(*) ...Ci vediamo dopo! <Giulia schiocca un bacio> Eccoci nel Fare le Cose del Padre!

 

 

           

5. Giov. 26/06/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): Ancora non avete visto nulla del Progetto, anche se si sono iniziati i Primi Passetti, ma ANCORA NON CONOSCETE TUTTO QUELLO CHE IL PADRE VI CHIEDERÀ E, QUANDO CI SARÀ IL MATRIMONIO DI MARIA, NON SAPETE COSA AVVERRÀ.........! (Don Vincenzo): Ci saranno delle sorprese? (Gesù): Dio non è una sorpresa, Dio fa quello che vi ha Donato, non è una sorpresa!

*******************

(Raffaele): Dio è solo Felicità? (Piccolo Giovanni): Dio è Amore! L'Amore è Amore! La Felicità sulla terra è quando dicono: "... adesso faccio festa, adesso sono gioioso..." ma lì non si è sulla Viuzza Stretta perché non si cerca l'Amore del Padre ma si cerca l'amore del mondo: "mi faccio una bella giornata...!" Ma non fa quella Giornata come il Padre l'ha preparata e non saprà neanche se darà la mano!

*******************

(Raffaele): Tutti, quando si nasce aspettano l'Eredità, sia i buoni che i cattivi, ma come mai l'Eredità non è uguale per tutti? (Piccolo Giovanni): Il Padre fa le cose uguali per tutti i figli ma sono i figli che non vogliono l'Eredità del Padre! Escono fuori, non prendono la Via Stretta..., non si prendono come Croce, mentre quelli che prendono la Via Stretta e si prendono come Croce hanno conosciuto l'Eredità del Padre, gli altri non la vogliono e si creano un accumulare, ma quell'accumulare non è nato dal Padre!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> L'Amore del Padre, l'Amore del Figlio che Sono Io, l'Amore dello Spirito Santo che è Maria, Mamma del Cuore Pieno di Grazia......... Mamma del Cuore che si è impigliato, come si è impigliata la Catena del Santo Rosario nell'Abito della Sposa......... chi viene a prenderLo...? Eccomi!(*) <.........Un'ancella interviene a sistemare il tutto......!> Mi fermo a parlare di Maria Mamma, Unica Grazia, Mamma che ha spalancato la Porta e non l'ha più chiusa né all'umanità e né ad ognuno di voi! Avete ascoltato la Parola del Padre, avete preparato l'Abito Nuziale, la Bevanda e tutto il Cibo che Dio vi ha chiesto nel preparare i vostri cuori ad essere uniti al Cuore del Padre, per cambiare sia nell'intimo che nel vostro essere la parte umana, la parte della terra! Ma voi non siete parte della terra, voi siete Parte di Dio, voi siete stati mandati dal Padre, scelti per la Nuova Chiesa, scelti per la Vigna, scelti per l'Arca e i Remi, scelti per la Capanna che Dio ha messo in mezzo a voi per farla crescere, per farla diventare la Sua Mensa, il Suo Corpo, il Suo Sangue, la Conoscenza dell'Amore del Padre in ognuno di voi! La Bevanda è farvi diventare un Unico Cuore, un Unico Amore, un Unico Grido: "Credo nel Tuo Corpo e nel Tuo Sangue! Credo in tutto ciò che Tu ci doni attimo dopo attimo! Credo che Tu Sei in mezzo a noi Vivo e Reale! Credo, Padre di avermi chiamato, di avermi invitato, di avermi donato ancora di essere Tuo Figlio!" Ed Eccomi nel parlare ed Eccomi nell'essere Vivo in mezzo a voi con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutti i Pargoli, con Dio Vivo e Reale in mezzo a voi, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Eccomi, Gesù!(*) Eccomi, Gesù!(*) Cosa fai, Gesù?(*) Eccoci in tutto quello che Tu ci hai chiesto! Eccoci nell'aver versato il sudore del Tuo Amore! Nella Vigna si è lavorato............ ma io non ho fatto nulla! Gesù: Non ho sentito! Giulia: Eccomi: non ho fatto nulla! Ho fatto il lavoro che si doveva fare nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! No, non l'avete sciolto questa volta il Filicino, è rimasto legato............ e ho Bevuto ancora tutto quello che Giovanni non aveva preparato............ e l'ho donato da Bere anche ai figli, anche se hanno lavorato tanto tanto! Gesù, nel vedere il tutto che c'è da fare, li sto usando in pieno! Gesù: È tempo che ognuno incominci a Lavorare nella Vigna e nell'Arca! Giulia: E per questo ho Donato un po' di Calice a tutti quanti...... a chi è riuscito a Berlo! Ma ora cosa stai facendo, Gesù? C'eri anche Tu intorno e porti anche Tu la Candela accesa! Quella Candela che Tu porti, Gesù...... Gesù: Deve cadere.........! Giulia: E se me la fate tenere un po' come tutte le altre..., anche un giorno..., perché un po' di ore sono poche! "Quella" non è quella che ci hai fatto accendere, Quella è un Flagello... è un Sigillo... è una Catastrofe! Un Giorno solo, Gesù, perché non è una Candela ma è un Missile enorme! Fammelo tenere un Giorno! Gesù, riesco a tenerlo un Giorno e busso al Cuore del Padre...... Gesù: Ora bussi al Cuore del Padre? Giulia: Tu lasciamelo tenere, poi vado dal Padre e chiedo cosa fare! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù, nel mettere nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Nel mettere nel Tuo Cuore tutta la Famiglia, tutti i cuori, tutti i sussurri! Nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Nel mettere nel Tuo Cuore il Figlio che stiamo crescendo col nostro sospiro, quello che Tu ci doni attimo dopo attimo! Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, i Gigli, le Pietruzze, coloro che non hanno il coraggio di chiedere la Tua Mano e il Tuo Amore Infinito! Ed ecco "il mio niente" della Giornata, Gesù! Gesù: Eccomi nel portare nel Mio Cuore il tuo sussurro! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ORA GUARDA, ANIMA MIA...............! Giulia: Questo non deve cadere...... questo lo posso Bere! ......Questo l'avete nascosto, non l'ho trovato.........! Gesù: Lo puoi Bere, ma un sorso al Giorno.........! Giulia: Per quanto tempo? Gesù: Un sorso al Giorno fin quando finirà.........! Giulia: Eccomi nell'Ubbidire nel Bere un sorso al Giorno! Gesù, devo dire ciò che vedo, visto che ne bevo un sorso al Giorno......? Gesù: Dillo! Giulia: Tutto tutto? Gesù: Di' che vedi un Vulcano acceso che arde dentro il mare! Giulia: E poi devo andare avanti? Gesù: Vai avanti..................! Giulia: Ah...! Eccomi!(*) In profondità il Fuoco è così grande..., arde e ha tante braccia..., si allungano e vanno sempre più avanti ad avvolgere tutti i Frutti del mare! Una Colonna si alza..., arriva a coprire l'umanità intera! Ma lo devo bere, Gesù! Nel mare ci sono tante navi: piccole e grandi! Camminano intorno a questo fuoco che esce......... e come si avvicinano, vengono attirati da questa fiamma enorme e scompaiono! Ma la Colonna ha le radici che si aprono sotto e crescono sempre di più! Gesù, lo so che ne ho bevuti tanti senza essere preparati...: Eccomi nell'Ubbidire a ciò che hai detto: un po' alla volta... tanto lo devo bere e non scenderà ma si spegnerà! Gesù, la tua promessa non viene mai meno ela Bevanda che ci hai Donato ci preparerà e ci cambierà nel cuore e nell'esteriore, per chi Crede, per chi ha il "Credo" nel Tuo Cuore! Gesù: Eccomi, Anima Mia! QUANDO AVRETE IL MATRIMONIO DI MARIA E NEI GIORNI CHE PASSERANNO DA GIOVEDI' A GIOVEDI' ASCOLTERETE I VOSTRI CUORI, GUARDERETE I VOSTRI VOLTI E CRESCERETE NELL'AMORE E NELLA PACE! I Tempi del Padre sono Pieni e sono in mezzo a voi! I Tempi degli uomini sono stati falciati, perché il Tempo della mietitura è arrivato! Giulia: Gesù, aspettiamo ancora un poco! Ferma un po' i Pargoli! Ferma un po' le Schiere, non tagliare tutto............ ci sono ancora i Giorni!(*) Eccomi..., lavorerò nei Giorni che il Padre mi ha Donato e li renderò fecondi nel Tuo Amore e porterò i figli nel Tuo Cuore, Gesù! Gesù: Eccomi, Cocciuta Divina! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Banchetti che il Padre ha preparato per ognuno di voi e per le Spose! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel Fare le Cose del Padre! Eccoci ancora per l'Eternità, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia!(*) ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: Eccomi! State tutti bene-male dopo aver bevuto la Bevanda? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu sei sveglio o dormi o sei andato a Lavorare? Non Mi rispondi stasera? Don Vincenzo: Chi è che è andato a Lavorare? Gesù: Tu! .........Sei sveglio......... o dormi......... o sei andato a Lavorare? Don Vincenzo: Un po' tutti e tre! Gesù: Ecco il Cuore Squarciato! <Sulla tavola c'è la maxi-Torta a forma di Cuore Squarciato adornato di Rose che Gesù aveva chiesto a Maria per il Giorno della Bevanda> Bello è anche tutto quello che avete preparato, anche il Vestito! Anche tutti voi siete belli, ma dinanzi al Padre dovete amarvi ancora di più e dovete crescere nell'Amore e crescendo costruite la Casa, costruite la Capanna e fate Nascere il Giardino! Ma vigilate: il veleno cammina e i falsi profeti avanzano! Tu non hai niente da dirMi prima di Donarci? .........Non vi preoccupate, non guardate l'ora! Il Padre, quando ve la dona in abbondanza, non la guarda mai! Non vuoi parlare? Don Vincenzo: , mi sono soffermato prima sulla parola: "Cuore, Kworo" in aramaico......! Il Cuore è il Centro di ogni persona, di tutte le cose positive e di tutte le cose negative che uno compie e avevo insistito proprio su questa parola che "misura" ognuno! Gesù: Ma Io avevo detto che nessuno l'aveva ancora capita! Tu l'hai capita? L'hai capita leggendo ciò che è scritto? Lo vuoi dire come l'hai capita tu? Non com'è scritta......... ma come viene dal tuo cuore: "Kworo"? Don Vincenzo: Kworo, Kworo, questa parola aramaica, italiana, greca......... è profondissima! Gesù: È la Parola detta nella Lingua dell'Amore! Don Vincenzo: E ancora di più parlare d'amore sarà importante, perché proprio questa è la Chiave di questa parola che è importantissima! Gesù: Kworo! Don Vincenzo: Kworo! Gesù: Kworo, Cuore, Kworo, Cuore, Cuore! Don Vincenzo: Cuore! Gesù: Cos'è per te: "Kworo"? L'hai mai sentita nei posti dove sei stato? Mario: Nel mio cuore! Gesù: Lo gridavano! E quando gridavano cosa sentivi? Mario: Dovevo fare qualcosa per loro perché sentivo la richiesta che facevano loro! Gesù: Non hai fatto niente? Mario: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi non state facendo nulla? Tu non fai nulla? Don Vincenzo: Sì, utiliziamo questo nostro cuore a dare Gloria al Padre e a salvare noi stessi, perché la parola: "cuore" è fondamentale, come pure è fondamentale la parola: "Crocifisso" come pure è fondamentale la parola: "Croce", ma queste ultime due parole non vengono mai usate, così come non viene mai usata la parola: "Kworo" e dobbiamo invece ridargli importanza perché tutto dipende da questi battiti............ e quando questi battiti si fermano, tutto crolla.........! Gesù: Adesso hai sbagliato strada: quando i battiti si fermano non crolla nulla! Don Vincenzo: Non crolla nulla? Gesù: Si Rinasce! Don Vincenzo: Si Rinasce, sì! Gesù: Un breve sonno e poi si Rinasce dal Padre! Non devi dimenticarlo! Hai letto qualcosa ai Figli, ma hanno capito? Anche lo Strumento ha letto qualcosa, ma i Figli hanno capito? Tu che dici? Don Vincenzo: "Hanno capito" col punto interrogativo? Gesù: Eh, ! E cosa farai ancora? Mario: Quello che Mi dici di fare Tu! Gesù: Te lo dico adesso o te lo dico nel cuore? Mario: Nel Kworo! Gesù: Nel Kworo! E cos'è per voi questo? <Gesù osserva il Vestito della Cocciuta> Un "Kworo"! La parola che ho detto! Don Vincenzo: Il Cuore è il centro della persona, tutto da lì dipende, da questo cuore, da questo Kworo e difatti: "Beati i puri di cuore perché vedranno Dio!" Gesù: Voi dovete fermarvi su tutto quello che il Padre viene a donarvi di "Nuovo"! Don Vincenzo: Sì! Gesù: È quello che ho detto......... ma nessuno si è mai fermato......... e nessuno l'ha voluto mai capire! Don Vincenzo: È vero, Gesù, però quando tocchiamo questo tasto si sente che è molto, molto importante questa parola "Kworo"! Gesù: Si sente "la Voce" dopo aver Bevuto? La sentite la Quiete del Padre? Sentite l'Amore del Padre dopo aver Bevuto e Mangiato il Pane Preparato? Don Vincenzo: Tu Sei il Pane, Gesù! Gesù: Mi Sono Lasciato Preparare.........! <Sulla Tavola ci sono un Cuscino, un Lenzuolo e un Materasso fatti di Pane e Adornati, come aveva chiesto Gesù, con la Palma e il Grano> Don Vincenzo: Tu Sei il Pane Vivo, il Pane Vero, il Pane che Si Spezza! Gesù: Io Mi Sono Spezzato! Don Vincenzo: Ma Resta Tutto Intero! Gesù: : Spezzato e Mangiato Rimane Tutto Intero! Ho chiesto un cuscino, un lenzuolo e un materasso: quello che non ho trovato quando il Padre Mi ha Mandato! Don Vincenzo: Hai trovato una stalla! Gesù: Non c'era! Don Vincenzo: Neanche una stalla? Gesù: No, era così......! Don Vincenzo: Una baracca!? Gesù: Ma c'era il Kworo! ...............Ora ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore per coloro che Mi hanno tradito e tradiscono ancora e rimane Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti e per l'Uomo che porta l'Abito Bianco.........! Non dimenticate di pregare: "Ave Maria-Padre Nostro!" Don Vincenzo: Ce lo chiedi sempre per ricordarci l'importanza di questa preghiera! Gesù: "Ave Maria-Padre Nostro!" <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù lo osserva a lungo dicendo:> Questo è il Mio Sangue! Questo è l'Amore Vivo ed Eterno, la Cascata che non si ferma mai, la Sorgente del Padre per l'Umanità Intera e per ognuno di voi! Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve e Dona il bicchiere col vino a Don Vincenzo> Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù osserva il Pane da ogni angolatura dicendo............:> Gesù: ............Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne! Mangio con voi del "Nuovo"! Mangio con voi il Cibo di Dio che ho Spezzato e Spezzo per l'Umanità Intera! Padre, tutto è "Nuovo" perché Tu Sei Nuovo nel Tuo Amore Senza Limiti! IL PADRE: Figlio, Ti ho Partorito, .........dal Mio Cuore sei Nato, ......da una Piccola Creatura ma Grande nell'Essere la Grazia che Riempie l'Umanità! <Gesù Allarga le Braccia e dice:> Gesù: Riempila ancora............... e aspetta la Tua Umanità, Padre! ............Ora Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E lo Strumento rimane alla Destra del Padre e in mezzo a voi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne! Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è sempre Piena! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: È sempre Viva! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: È sempre Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Nell'Amore della Croce Viva in mezzo a voi! ...............Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Il Padre si è fatto Banchetto, si è fatto Amore! Prendiamo ancora Parte del Suo Amore Infinito? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dove lo porti il Kworo, te lo mangi tu? <Gesù si rivolge scherzosamente a Raffaele che sta sistemando la Torta> Allora prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Nel prendere parte prenderete parte tutti quanti: questa è l'Amicizia, questo è l'Amore Infinito! ............Eccomi! Don Vincenzo: L'Agnello sei Tu, Gesù! Gesù: Lo siete ognuno di voi in mezzo ai lupi, ma non vi ho lasciati soli, sono con voi attimo dopo attimo nel fare Festa, nel prendervi per mano, nel camminare con ognuno di voi! Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cos'hai provato nel cucinare la Bevanda, non hai sentito il Mio Amore che Ardeva? Silvana: Eccomi! Gesù: E quando Mi versavi non Lo sentivi? Silvana: Eccomi, Gesù, ! Gesù: Eccomi! Avete bevuto la Bevanda, avete mangiato le erbe amare, ma non avete sentito nessun amaro perchè era Tutto Dolce così come il Padre è Dolce nel Donarsi, così come il Padre è Dolce nel cambiare i cuori: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto nel gioire, nel fare Festa, nell'essere un Unico Amore! È cambiata la Giornata! Eccomi! Com'era il Cielo in questo giorno? Don Vincenzo: Un po' nuvoloso! Gesù: Come mai era nuvoloso il Cielo? E come mai eravate in Festa nel preparare? Quando si è in Festa c'è il Sole! Don Vincenzo: C'era un po' di sole! Gesù: Tu parli di ciò che vedi............ ma devi parlare di ciò che senti! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ma di ciò che senti non tiri fuori una parola! Non prendete parte? <Raffaele organizza con altri la distribuzione dell'Agnello, della Mucca, del Pane e della Rucola.> Gesù: Prima prendo questo e dopo prendo l'Amaro............! Non dici niente? Don Vincenzo: Sì! Hai detto che siamo la Chiesa Nuova quindi quello che è successo oggi ha un valore immenso! Gesù: Il Padre vi sta preparando a tutto quello che dovete vedere e sentire ancora! I Pargoli hanno finito di Impastare il Pane Grande, ora sono un po' liberi! Non avete niente da chiedere? Maria Elena: Di starci vicini in questi Tempi che verranno! BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: , mamma..., papà! ..., mamma..., papà! Non possiamo più gridare come prima, adesso siamo cresciuti e abbiamo messo su Famiglia! E dobbiamo Impastare un altro Pane Grande: sta arrivando la Festa di Uno dei Giovanni! <L'Ordinazione Sacerdotale del Piccolo Giovanni avvenuta il nove Luglio> E in quel giorno ci saranno altre cose e noi dobbiamo Lavorare, babbino e mammina, e anche voi dovete Lavorare tutti quanti! ...............Ti sta bene, papà... <La tuta mimetica> ...Ma usala come Chiesa Nuova! Mamma, quella rete usala per pescare l'Amore dell'Umanità! Anche Noi lo facciamo! <Lo scialle che indossa la mamma> E vi vogliamo bene! Non ci devi dire nulla, papà? Mario: Vi voglio bene! Bimbi di Mario e Maria Elena: Anche Noi! Ma non devi piangere! Non sarà avvolto questa sera il bimbo nell'asciugamano, sarà conservato! Molti Pargoli nasceranno dopo i Flagelli......... e li porteremo Noi! Adesso andiamo a preparare il Pane per Giovanni il Capriccioso! ............Parleremo ancora! <Mandano baci> Gesù: Hai già finito di Mangiare il Padre nel Silenzio dell'Amore? ..................Non hai niente da dirMi? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non parla, ha detto: "Eccomi"! Teresa: C'è Chiara che mi controlla! Gesù: Non vuoi parlare? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Teresa: Perché hai chiesto a Maria di fare il Cuore Squarciato? Gesù: Ho Chiesto di FarMi il Cuore Squarciato perché il suo lo è: è squarciato per Amore per tutti quanti, e poi gliel'ho chiesto anche per farlo vedere "sbocciato" con le Rose, così guardate il Cuore del Padre ed il cuore di ognuno di voi squarciato, perché ognuno di voi ha il cuore squarciato quando Ama, quando si è nella Vigna, quando si è nell'Arca......... e così scendono le Gocce e Le raccogliete! C'era la Festa delle Gocce e il cuore doveva essere squarciato! .........Il Padre ti risponde............ ! Vuoi dirMi qualche altra cosa? Teresa: Quando siamo soli! Eccomi! Gesù: Tu non vuoi dirMi niente? Don Vincenzo: Sì, è bello, Gesù, questa puntualizzazione che hai fatto poco fa quando Ti riferivi al "sentire" col cuore, perché quando andiamo in profondità, quando gustiamo le Cose di Dio sentiamo l'Amore, sentiamo il Bene, sentiamo di Mangiare il Padre che si dona e che si fa Gustare, sentiamo la Tua Presenza, Gesù, che è una Presenza di Padre perché tante volte ci chiami: "Figli"! La Tua è una Presenza di Padre perchè ci hai ridato la Vita col Tuo Sangue e ci hai rimesso sulla Strada della Salvezza! Dove saremmo senza la Tua Immolazione, senza la Tua Redenzione, senza la Tua Liberazione? Ti sei Offerto Vittima Immacolata e Ti ha Mandato il Padre e Tu hai Ubbidito al Padre in Pienezza! Gesù: È quello che il Padre chiede all'Umanità Intera e ad ognuno di voi: siete Figli, dovete fare le Cose del Padre! Il Cibo che Mangiate è quello che ho Mangiato nell'Ultima Cena! Così dicono, ma non è stata l'Ultima Cena! Don Vincenzo: Con Te c'è sempre il Primo! Gesù: La Primizia! Ehi, la Cocciuta ha indossato l'Abito che gli ho detto di indossare............ non voleva indossarLo, ma è alla Destra del Padre e in mezzo a voi ed è venuta ad indossarLo! Don Vincenzo: Non voleva indossarLo la Cocciuta? Gesù: No! Don Vincenzo: Era troppo di lusso? Gesù: No, è Piccolo, Povero e Semplice! Perché non voleva indossarLo? Quella si mette a piangere e Io Bevo! Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dì qualcos'altro! In questo giorno vi ho Donato la Bevanda, non vi dico niente di particolare, avete già ricevuto Tanto da non potere neanche immaginarlo! Tu non hai niente da dirMi.........? Poi viene Giovanni! E queste righe che ti ho Donate Io, ora le leggi tu a Me? Don Vincenzo: No! Gesù: Voi non capite, ma Io vi sto preparando nel Parlare, nel donarvi la Bevanda, nel donarvi il Cuore Aperto perchè i Tempi si stanno avvicinando e le Schiere combattono, ma ho dovuto dire allo Strumento di Bere un po' alla volta! Don Vincenzo: Questa Bevanda è stata attesa! Gesù: , è stata attesa ed è stata gustata............... non da tutti, ma è stata gustata! Don Vincenzo: Ora dobbiamo aspettare il Quindici Agosto, la Festa dell'Assunta! Gesù: Ma prima di quella Festa ci saranno altre cose che vi verranno dette......... Don Vincenzo: Ci sarà la Festa di Giovanni il 9 luglio, Giorno della Sua Ordinazione Sacerdotale! Gesù: Per prepararvi ancora ai Tempi, per prepararvi al "Tutto" del Padre: alla Vigna, all'Arca, ai Remi! E dovete pregare per tutti i Sacerdoti e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! A chi non ha bevuto la Bevanda va lo Strumento a portarLa, non vi dovete preoccupare! Don Vincenzo: È importante! Gesù: Ogni cosa che chiede il Padre è importante perché è Dio a chiederLo! Mi date un pezzettino di Pane? Avevo detto di conservarlo: è arrivato il Tempo! Tu L'hai Mangiato il Pane? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu lo vuoi? E se lo vuoi tu lo voglio anch'Io! Eccomi! Eccomi! Don Vincenzo: Questo è il Tuo Sangue! Gesù: Eccomi! È dolce Gustare la vostra compagnia e la vostra amicizia! È dolce vedervi Lavorare e Camminare! Don Vincenzo: Avevo capito: volare! Gesù: No, non c'è bisogno, siamo in mezzo a voi e non dovete prendere l'aereo...... e quando vi Addormentate, dopo un po' c'è il Risveglio! Don Vincenzo: Gesù, vorrei dirTi: Grazie! Gesù: Non si dice "grazie" ma si dice: eccomi! Don Vincenzo: A Te e al Padre per questo Progetto Salvifico che avete realizzato! Gesù: Ancora non avete visto nulla del Progetto, anche se si sono iniziati i Primi Passetti, ma ANCORA NON CONOSCETE TUTTO QUELLO CHE IL PADRE VI CHIEDERÀ E, QUANDO CI SARÀ IL MATRIMONIO DI MARIA, NON SAPETE COSA AVVERRÀ.........! Don Vincenzo: Ci saranno delle sorprese? Gesù: Dio non è una sorpresa, Dio fa quello che vi ha Donato, non è una sorpresa! ......Che c'è, non vuole parlare, parla solo con gli occhi, parliamo quando siamo soli! Allora Io vi lascio Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! .....................Come stai? <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Aspetta...Don Vincenzo: Eccomi! <Giovanni schiocca qualche altro bacio> Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Se ti vede il vecchietto...... <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Vuoi un po' di caffè? Lascialo stare......... ecco ne vuoi ancora? Don Vincenzo: È troppo... Piccolo Giovanni: Non ne vuoi? Lo bevo Io...! Ehi, Nico'! Nicola: Eccomi! <Si rivolge a Teresa e poi a tutte le altre Spose> Piccolo Giovanni: Che fai con quel cappello? Che fate incappellati? Ehi... che bella corona..., ma quella che ti ha preparato il Padre è quella che ti ha preparato il Padre! Silvana: Eccomi! Piccolo Giovanni: , è la stessa..., ma non ti preoccupare, non ti porta via, la corona te l'ha Donata, ti ha incoronata...Silvana: Sono contenta quando la Cocciuta mi ha scelta......... Piccolo Giovanni: , ha fatto prendere la misura della testa della Teresina del Bambin Gesù......... e ci ha messo tutto il suo amore! Silvana: È risultata un pochino grande, comunque è bellissima! Piccolo Giovanni: Avete sentito cosa ha detto? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Non c'è il microfono? Teresa: Io gliel'ho detto alla Cocciuta che l'ha misurata che ho la testa grande! <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: , la Cocciuta ha detto: "misurala tu...!" - "No, io c'ho la testa grande...!" Non è grande..., è giusta! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Se avesse preso quella della Cocciuta, non si sarebbe saputo che misura era, perché non si sa quale testa c'era in quel momento!(***) ...La battaglia che vince è quella di Dio mentre quella che perde è quella di coloro che non fanno la Volontà del Padre! Voi la volete fare la Volontà del Padre? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora fatela! ...Nico', come va? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Eccomi bene! E Teresuccia? <Giovanni schiocca qualche bacio> Dottoressa Teresa come va? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi...! Parla un po', cos'hai riempito..., cos'hai messo nel tuo cuore in questo Giorno? Don Vincenzo: Tanta gioia, nel sapere che Gesù ci ha fatto compagnia questa sera......... e quale onore avere il "Pane Vivo" in mezzo a noi! Piccolo Giovanni: Lo Sono attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Avere il Pane Spezzato quì... Piccolo Giovanni: Lo Sono attimo dopo attimo, ma in questo giorno cos'hai sentito? Don Vincenzo: Avere Gesù nel Cuore e Sentire la Sua Presenza Viva è il massimo... Piccolo Giovanni: E quello l'hai dimenticato? Quello che hai letto...? Don Vincenzo: Questo? Piccolo Giovanni: Questo! Don Vincenzo: No, non l'ho dimenticato! Piccolo Giovanni: Non l'ha dimenticato............! Ma cosa vi aspettate voi dal Padre? Don Vincenzo: Cosa ci aspettiamo noi dal Padre? Ci ha dato già tutto...... e in prospettiva, se si è un po' lungimiranti, si incomincia a parlare di un piccolo sonno e subito dopo c'è un'Eternità di Amore e di Felicità! Quindi, quando si riceve questa Grazia, perché è una Grazia immensa... Piccolo Giovanni: No! Maria è l'Ultima Grazia con la Bimba che ha le Grazie da donare! Don Vincenzo: Ma è il Padre che ha architettato tutto... Piccolo Giovanni: Il Padre non ha fatto l'architetto..................... ma ha partorito! Ha fatto il Padre e ha fatto anche da Mamma! Don Vincenzo: Abbiamo un conto in sospeso, Gesù... Piccolo Giovanni: Io Sono Giovanni............... e se hai un conto in sospeso con Gesù, Io non ho niente da avere in sospeso... Eh... Eh... Eh...Don Vincenzo: Va bene... lasciamolo...... in sospeso! Piccolo Giovanni: Io Sono Giovanni... se vuoi dirlo, dillo.................. ma dovevi dirlo a Lui! Don Vincenzo: E adesso? Piccolo Giovanni: Adesso no! Don Vincenzo: Comunque ci stiamo preparando già da adesso alla Festa Tua, quella del nove Luglio! <Cinquantatreesimo anniversario di Sacerdozio di Don Mario> Piccolo Giovanni: Eh, si! Don Vincenzo: La Festa della Tua Ordinazione... Piccolo Giovanni: Sì! Don Vincenzo: E poi, la settimana successiva, il sedici luglio hai detto la prima Messa! Piccolo Giovanni: ! Il nove luglio l'Ordinazione ed il sedici Luglio la Prima Messa! Ma Io l'avevo già avuta la Chiamata nel Grembo Materno! Mi avevano già ordinato di venire! Don Vincenzo: Già lo sapevi? No..., eri piccolo... Piccolo Giovanni: Mi hanno ordinato nel Grembo Materno! E anche tu sei stato ordinato dal Grembo Materno Don Vincenzo: Sono stato Battezzato il tredici agosto... il dodici sono nato e il tredici agosto del 1949... sono stato Battezzato! Piccolo Giovanni: Eh, si, il Primo Battesimo nel Grembo Materno.........! Quando Mi hanno Battezzato l'hanno fatto quando lo potevano fare! Quando potevano farlo..., eravamo in tanti...Don Vincenzo: Famiglia numerosa? Piccolo Giovanni: , è vero, Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: È vero, Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi...! Ma lasciamo stare, il Battesimo è stato fatto nel Grembo Materno: sono stato mandato! Cosa fai? Leggi quello che è stato già detto? E non avete nient'altro da dirmi? Io non posso dire niente, avete avuto il Cuore Squarciato, avete avuto le Gocce, avete avuto l'Agnello e la Mucca! Raccogliete tutto quello che vi è stato seminato in questa Giornata......! Tu non alzi la mano? Raffaele: Giovanni, dopo che ha finito di leggere la Cocciuta, io non riesco a non essere triste, è sbagliato? Piccolo Giovanni: Io non lo so cosa ha letto, ero impegnato a fare qualcos'altro......<Si ride un po'> Raffaele: Cosa ti aspetti dal Padre? Piccolo Giovanni: Io niente! Sono lì col Padre che Mi ha donato tutto nel primo Battesimo, tutto nel secondo Battesimo e tutto al Banchetto! Raffaele: È sbagliato essere tristi? Piccolo Giovanni: Perché sei triste? Raffaele: Perché noi non vorremmo vedere certe persone... Piccolo Giovanni: Perché non le vedi? Ci vogliono gli occhiali? Raffaele: Anche! .........Cambiamo discorso... Dopo la Bevanda, c'entra qualcosa col Kworo? Piccolo Giovanni: Eh, si! Raffaele: Ce lo spieghi? Piccolo Giovanni: Adesso no, il Prossimo Giovedì o quando vuole il Padre! Raffaele: Giovanni siamo tutti egoisti, perchè pensiamo tutti agli interessi nostri... Piccolo Giovanni: E poi? Don Vincenzo: E poi, tutti quanti pensiamo di essere più importanti degli altri... Piccolo Giovanni: No! Il Padre questo non lo fa con i figli e se non lo fa il Padre non possono farlo i figli! Pio è Servo, non viene per essere importante ma viene a servire e ha detto ai figli: servite come Servo Io! E lo dice ancora: siate Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Tutti i Servi Inutili hanno fatto le Cose del Padre e anche voi dovete farLe perchè siete la Nuova Chiesa e la Nuova Chiesa fa le Cose del Padre nell'Amore! Se un fratello rimane a piedi mettetelo sulle vostre spalle così come fa lo Strumento e se un figlio non ha pane spezzatelo con lui! Al Banchetto del Padre si è tutti uniti, senza essere uno più grande dell'altro! Raffaele: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Dio è solo Felicità? Piccolo Giovanni: Dio è Amore! L'Amore è Amore! La Felicità sulla terra è quando dicono: "...adesso faccio festa, adesso sono gioioso..." ma lì non si è sulla Viuzza Stretta perché non si cerca l'Amore del Padre ma si cerca l'amore del mondo: "mi faccio una bella giornata...!" Ma non fa quella Giornata come il Padre l'ha preparata e non saprà neanche se darà la mano! Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Gesù ci ha detto che questa era l'Ultima Cena... Piccolo Giovanni: Sì! Raffaele: Chi c'era con Lui? Piccolo Giovanni: Tutte donne! Raffaele: E gli uomini? Scappati tutti? Piccolo Giovanni: Poi ne parleremo............lo Smantellamento dei Grandi sta avvenendo............ ma il Padre vi sta dicendo anche le cose che vi sono state nascoste! C'erano tutte donne... tutte donne! Raffaele: Giuseppe non c'era? Piccolo Giovanni: , ma la maggior parte erano donne, ecco perché ha chiamato la Cocciuta dicendo: "Sacerdotessa vai, cammina e non fermarti! Sarai perseguitata, non sarai ascoltata, non sarai creduta, ma non ti fermare!" Perché guardi l'ora? Si è fatto tardi? No, non è tardi..., vi aiuto sempre... Eccomi! Raffaele: L'ultima domanda? Piccolo Giovanni: L'ultima! Raffaele: Tutti, quando si nasce aspettano l'Eredità, sia i buoni che i cattivi, ma come mai l'Eredità non è uguale per tutti? Piccolo Giovanni: Il Padre fa le cose uguali per tutti i figli ma sono i figli che non vogliono l'Eredità del Padre! Escono fuori, non prendono la Via Stretta..., non si prendono come Croce, mentre quelli che prendono la Via Stretta e si prendono come Croce hanno conosciuto l'Eredità del Padre, gli altri non la vogliono e si creano un accumulare, ma quell'accumulare non è nato dal Padre! Raffaele: L'ultima? Piccolo Giovanni: L'ultima... Eh... Eh... Eh...Raffaele: Ritornando agli egoisti, c'è uno che rinfaccia al Padre quello che non gli ha dato? Lo fanno tutti? Piccolo Giovanni: "...Oggi non mi ha dato questo...! Oggi non mi ha dato quell'altro...!" Attimo dopo attimo! Raffaele: E perché a qualcuno sì e a qualcuno no, lascia scendere le Grazie? Non c'è un motivo? Piccolo Giovanni: Il Padre dona a tutti le Grazie ma sono i figli che non vedono la Grazia e vedono la disgrazia e quando gli viene tolta ogni cosa lo sputano in faccia...: "dov'è? Non ci sei..., non hai visto? Non hai fatto niente...!" La Cocciuta dice: "muoviti, fai qualcosa se la devi fare...! Tu sai..., l'hai fatto tu..., adesso se ti devi muovere, muoviti, fai quello che devi fare, fallo subito Prenditi il tempo che vuoi, ma fallo!" Gli uomini invece no...: "Ti avevo chiesto quello... Ti avevo chiesto quell'altro..., non mi hai fatto niente...!" E dicono quello che hai detto tu prima: "quello che ha trattato male gli hai dato una vita; e io ti ho pregato tutto il giorno e non mi hai dato niente...!" Non è così..., il Padre lascia scendere il Pane Intero per tutti i figli, perché è Padre ed è Pane per tutti! ...Tu non parli? Don Vincenzo: Sta parlando Raffaele... Piccolo Giovanni: Adesso parla tu e poi Me ne vado, così apriamo ancora di più il cuore...! Don Vincenzo: Il Chiodo che ha fatto Paolo è poggiato su quella sedia grande nella "Stanza di Gesù"... Piccolo Giovanni: Non è poggiato sulla sedia ma è poggiato sulla Croce il Chiodo...! Gli è stato detto di fare un Chiodo grande quanto è lungo lui... le sue braccia, e lui si è misurato e l'ha fatto! .........Ora Me ne fai uno piccolo quanto è lungo il tuo dito? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Paolo: Quale dito? Piccolo Giovanni: Il più lungo! Don Vincenzo: Il medio? Piccolo Giovanni: Sceglilo tu il dito! Io non posso aggiungere nient'altro a tutto quello che vi è stato donato! Voi ancora non riuscite a comprendere..., ma quello che vi è stato donato in questo giorno è grande, è la preparazione a tutto quello che deve venire! Il Padre sta incominciando..., ha iniziato ad aprire, ma con la Bevanda ha iniziato ancora di più! Tu non devi dirmi niente? Maria si è messo il cappello.........! Mari', ti sei addormentata col cappello? Maria: No, è bello! Piccolo Giovanni: Si, e devi incominciare a metterti dalla parte del Padre e non dalla parte degli uomini! E devi incominciare a fare quello che volevo fare Io, lo sai bene...! Maria: Dammi la forza Tu! Piccolo Giovanni: Io sono sempre lì in quella Capanna, seduto su quel divano...: "...che ho a che fare con te o donna?", lo ricordi? E ora si mette a piangere e si rovina il cappello e il trucco! <Si ride un po'> Nico', andiamo avanti..., ne abbiamo ancora di cose da fare, Tutte le Cose del Padre! La Famiglia deve essere unita in un Unico Amore, in un Unico Grido: Eccomi! Eccomi al fratello, Eccomi al nemico, Eccomi al Padre! Don Vincenzo: Eccomi al nemico? Piccolo Giovanni: Tra di voi ci deve essere solo Amore! Non dimenticate questa Giornata... Voi che vi siete preparati... voi che avete lavorato, lo Strumento è alla Destra del Padre ma è in mezzo a voi e Lavora con ognuno di voi attimo dopo attimo! Non criticate le Gocce che avete bevuto! Non criticate, non giudicate, non puntate il dito ma siate vigilanti! Tutto quello che cambierà dentro e fuori di voi è solo con l'Amore Pieno e Rimanendo Uniti! ...............Non hai niente da dirmi? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Lo sapete che vi voglio bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Anche se Mi fate arrabbiare, vi voglio bene! Vi voglio tutti figli, vi voglio tutti Famiglia nel Cuore del Padre! Nessun figlio si perderà, lo Strumento vi raccoglie e anch'Io, ma pregate per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, per quel Legno che si è affondato: pregate, rimanendo Famiglia con i Tempi che verranno ancora, figli Miei! ...Io ora devo andare, vi lascio Gesù, Mi stanno preparando la Festa, ma Io devo andare a preparare quello che deve Bere lo Strumento, se no quella lo va a Bere senza che Io lo prepari! Don Vincenzo: E l'altra volta così è successo! Piccolo Giovanni: Si! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Vi lascio il Filicino che è legato! Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! Sono Io, il Cuore Squarciato, Sono il vostro Gesù! Carlo, Pio e Domenico vi chiedono di pregare perché li stanno vendendo e comprando! Anche se Loro sono andati via, voi pregate perché hanno un lavoro da fare e presto lo vedrete! ...Ora tu saluta con l'Albero Verde, mentre Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, gli altri che c'erano li ho bevuti, e quelli che hanno donato... ha detto di berli un po'... un po' alla volta, un pochettino al giorno!(*) ...Non vi dovete preoccupare, perché ce la faccio!(*) ...E i figli sono i miei figli! Sono in mezzo a loro e sono alla Destra del Padre!(*) ...Giovanni, vedi che un Flagello sta per cadere... lo tieni Tu? ...Prendilo!(*) ...Se lo tieni Tu lo bevo tutto in una volta! ...Gesù mi ha detto di bere gli altri piano piano, ma quello lo bevo tutto in una volta!(*) ...Ho visto che stanno preparando la Festa e quindi la facciamo anche noi, piccola e semplice così come la desideri Tu: fatta col Cuore, fatta da Figli, fatta dalla Tua Famiglia!(*) ...Giovanni, vai a preparare che io ho sete! ...Ci vediamo...! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, la mia Paghetta la spezzo sempre ma ritorna di nuovo intera, e spezzandola ancora, ritorna ancora di nuovo intera, e se la rispezzo cresce ancora di più! Ma io la Giornata non la faccio mai......! Perché ridi? Il Padre: Donandola, è sempre intera! Giulia: E allora se la spezzo ancora, falla diventare più grande, così tutti quanti hanno la Paghetta, anche quelli che non Ti amano, anche quelli che non Ti cercano, anche quelli che Ti bestemmiano e Ti sputano in faccia, perché Tu mi hai donato i Giorni per poterli portare a casa e gioire nel Tuo Amore! Donamene un'altra di Paghetta così la spezzo e la porto lì dove i cuori sono chiusi! Insegnaci ad aprirli, Padre Buono, e rimanere un Unico Coro, quello che Tu verrai a portare e a far vedere all'umanità intera, perché ancora non lo vedono!(*) ...Tutti i Pargoli, tutti i Cari e tutte le Spose stanno combattendo con le Schiere, ma stanno impastando perché è Tempo di combattere, è Tempo di impastare ed è Tempo di portare le Spose! Ora salutiamo... Eccoci, Servi Inutili!(*) ...Eccomi, Mamma!(*) ...Aiutateci a combattere...!