LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 166

 

IO VI HO CONOSCIUTI DA SEMPRE E VI HO AMATI DA SEMPRE

E NON MI FERMERÒ MAI DI AMARVI!

(dal messaggio del 31/07/2014)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

1. Giov. 03/07/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

(Gesù): Tutti i Pargoli hanno un Compito! Ma un Pargolo verrà avvolto nell'Asciugamano............ ma deve ancora arrivare.........!

*******************

(Gesù): Dio non è una Grazia, Dio è Dio! Maria è l'Unica Grazia! Dio è Cibo Vivo, è in mezzo a voi, si Dona e Mangia con ognuno di voi......... così come Lo sono tutti i Servi Inutili......... come Lo sono tutti i Pargoli...... come Lo sono tutte le Spose......... come Lo sono tutti i vostri Cari a Mangiare con voi!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Il Manto della Mia Croce avvolga ognuno di voi e l'umanità intera, Figli Miei! L'Abbraccio di Mia Madre accende i cuori spenti dell'umanità intera e di ognuno di voi, figli, fratelli e amici! Un Gradino è stato sceso e aperto per le mancanze dell'umanità e di ognuno di voi! Il Laccio dello Strumento è Aperto: Vigilate, figli! Quel Filicino è diventato Laccio Aperto e Spalancato nell'abbracciare l'umanità, nell'abbracciare ognuno di voi, nel Bere i Calici, nel Bere i Sigilli, nel Bere i missili che cadranno sull'umanità! Pregate "Ave Maria-Padre Nostro" - "Ave MariaPadre Nostro"! L'umanità è sorda ed è cieca, ma voi avete la Luce e non volete vederla, avete la Voce e non volete ascoltarla: Vigilate, figli! Non è il Padre a portare la distruzione ma è l'uomo! Chino il capo e vi invito a rimanere Famiglia dell'ascolto, a rimanere Capanna del Pane! Non disperdetevi, ma Amatevi gli uni gli altri così come Io Amo ognuno di voi e l'umanità intera, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca e Remate! Non dimenticate le Capanne: i Tempi sono già scesi...... non devono scendere, e un altro Gradino è sceso e aperto...... ma lo Strumento ha bevuto il Gradino e il Laccio è rimasto aperto: Pregate! .........Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Cosa stai facendo, Gesù?(*) ...L'ho dovuto Bere! Al posto del Filicino c'è il Laccio......... se non si lega non fa niente e rimane così, non Ti preoccupare, Gesù! Tutto è nel Progetto del Padre e quando viene dal Progetto del Padre......: Eccomi ancora per l'Eternità! Il Laccio è un po' più grande del Filicino e anche se rimane aperto è così......, ma Tu cosa fai? Hai in mano un Velo......... cos'è quel Velo, Gesù?(*) Gesù, rispondimi! Cosa ci devi coprire? E i bimbi?(*) Questo non lo devi far cadere! Questi li dovrò Bere, e non Ti chiedo solo di farmelo tenere un giorno o due ore, ma Ti chiedo di farmeli Bere tutti! Gesù: E gli altri? Giulia: Forse Ti sei girato di lato e non hai visto che li ho Bevuti senza che Giovanni li preparasse, ma Tu anche se Ti sei girato, li vedi ugualmente, ma ciò che mi stai facendo vedere ora non può cadere! Tutti quelli...... e le armi di guerra... e quei fili spezzati..., il fango che avvolge le case......... e le cose! Gesù, il Padre ci ha Donato un Giardino pulito; Maria ha le Sue Schiere; hai donato la mia Schiera, hai donato la Schiera del Calice Vivente e le Schiere sono per pulire, e ciò che sto vedendo deve essere pulito! Uso il tono di una figlia verso il Padre..., Tu mi hai dato la Tua amicizia, io Ti ho spalancato il cuore, anche se ho sbagliato, l'hai cercato Tu e quello che vedo non può cadere............ ci sono i Pargoli! Gesù: Non hai Bevuto già? Giulia: Eccomi, ho Bevuto, ma devo bere ancora, ho sete! Mi hai scelta Cocciuta e mi chiedi di diventare ancora più Cocciuta! Ed Eccomi, Te lo chiedo Cocciuta così come sono, fammi bere, Gesù............! Gesù: I Flagelli li hai Bevuti senza essere preparati......... e il Gradino l'hai Bevuto......! Giulia: Non Ti chiedo di tenerli un'ora o un giorno, ma di Berli! Parla col Padre, io aspetto, ma fatemeli Bere, Gesù! Quando vuoi me lo dirai, io vado a Berlo, ma non gettare quel Velo! Gesù: ANIMA MIA! Giulia: Eccomi, Anima Mia! Chiamarci così..., tutti dovremmo chiamarci così rimanendo Pane nel Pane, così si rimane Anima del Padre, come Lui ci ha fatti, ma è faticoso per gli uomini, è duro ed è stancante per l'umanità......... ma come può essere duro? Come possiamo tenere i nostri cuori legati a ciò che Tu ci hai donato............ e dimenticare che tutto viene da Te......? Come possiamo dimenticare che siamo fatti a Tua Immagine e Somiglianza? Come possiamo, Gesù, dimenticare che l'Impasto il Padre l'ha fatto tutto in una volta e quell'Impasto siamo ognuno di noi e l'umanità intera? Quel Parto d'Amore dove l'abbiamo gettato? È così difficile da non trovarlo? Come si può dimenticare un figlio? Come si può dimenticare un Padre? Come si può dimenticare che Tu ci hai aspettati............ e vieni ancora............ e vieni in mezzo a noi......... e cammini in mezzo a noi? Gesù, io non lo so se devo dirTi: abbi pietà di noi! Non so se devo dirTi ancora: aspetta! Non lo so, Gesù, se devo dirTi: fa scendere tutto......... o donami tutto da Bere.........! È bello il Laccio aperto, aprilo ancora di più, ma il mio Eccomi rimane per l'Eternità! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Tu Mi dici che non sai......... e invece sai cosa fare e sai cosa dire......... ma devi rimanere all'Ubbidienza del Padre: non dimenticare la tua prima Visitazione e il tuo Messaggio che è chiuso nel cuore! Giulia: Come si può dimenticare, Gesù? È una Fiamma che Arde e non c'è nulla che può spegnerla! Cosa devo dirTi di guardare? Gesù: Hai già Bevuto prima di prepararlo il Flagello! Giulia: E così va bene, Gesù, così non devo dirlo......... e non era stato preparato! Gesù: Giovanni sta Lavorando con le Schiere e con i Pargoli! Giulia: La Schiera di Maria sta lavorando tanto..., non glielo puoi dire di fermarsi un po' e vado io? Gesù: Non sei mai contenta? Non ti basta? Giulia: FacciamoLa riposare un po'..., poco poco...... se glielo dici Tu Lei si Ferma di stare in Capo alla Schiera e di Camminare a raccogliere i sussurri dei cuori dei figli...... che a pulire ci vado io portando gli altri Servi Inutili! Gesù, chiediglielo Tu a Maria! E visto che ho già bevuto tutto..., posso bere anche il Lenzuolo di Velo che ho visto e far rimanere Maria a riposarsi............ e andare a pulire io? Così metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: la Famiglia, quelli che non hanno il coraggio di farlo, quello che ho raccolto nella giornata, i sussurri e i cuori che grondano Sangue! E metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze e i Gigli! E Ti chiedo di aspettare ancora, sono tutti figli......! Il Laccio non lo legare, fammi questo regalo, Gesù, teniamolo nascosto, io non so né se è stato legato e né se è sciolto: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con i Banchetti Preparati per ognuno di voi e per l'umanità intera e per tutte le Spose! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Camminare sulla Via Stretta, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E nel portare l'Unica Verità del Pane, invitandovi ancora a tenerli alti e a tenerli stretti nei cuori di ognuno di voi figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Giulia: Eccoci, Gesù, Verità Viva, Pane Spezzato che Rimane Intero in mezzo a noi! Accoglieteci al Vostro Banchetto, Facci Cibo, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi come state? Tutti: Eccomi! Gesù: Tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Si sente piangere il piccolo Luca presente alla preghiera con i genitori Fabio e Silvia> Gesù: Eh, prendilo e Innalzalo per tre volte al Legno Santo della Croce! ......Portalo! Fabio: Eccomi! Gesù: Non gettarlo a terra ma tienilo forte......... non così ma tienilo dalla schiena, ecco, ora Innalzalo per tre volte alla Croce.................. ecco, eh! <Gesù accarezza Luca che Don Vincenzo regge in piedi sul ''Trono'' della Croce e incomincia a parlare con lui e Luca risponde coi gorgheggi rimanendo aggrappato alla Mano di Gesù> Don Vincenzo: Si è inginocchiato! Gesù: Come stai? Eh, si, lui ha capito che si deve inginocchiare! ......Tutto bene? Prendete esempio: si è inginocchiato! Don Vincenzo: Si è inginocchiato! Gesù: , dinanzi alla Croce, dinanzi al Trono del Calice Vivente! .........Eh, ,......... ho capito............ parla come ha parlato Miriam! , ecco! <Si ride un po'> E voi ridete! Lui sta parlando di cose importanti! Dimmi ancora! Ecco......... ancora.................. eh......... parla! Non tirare il Chiodo, non puoi portarLo ancora, .........accarezzaLo, ......mettiLo di nuovo a posto! Don Vincenzo: Gli facciamo il Battesimo dopo? Gesù: Dopo sì, adesso sta accarezzando il Chiodo, vuole tirarLo! <Vincenzo dice qualcosa interrompendo il dialogo> ............ Non si scherza Vincenzo, lui sta Lavorando! Ora lasciaLo buono! .........Vai da papà! .........Ecco, .........voleva togliere il Chiodo ma L'ha solo accarezzato! Abbiamo parlato! Fabio: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non temete! Il Padre ha Donato anche a lui il Compito da fare come l'ha Donato ad ognuno di voi, papà e mamma! Tutti i Pargoli hanno un Compito! Ma un Pargolo verrà avvolto nell'Asciugamano............ ma deve ancora arrivare.........! Svegliatevi............ state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu non hai niente da dirMi? <Raffaele porge a Gesù una Collana data in dono dalla Cocciuta alla Mamma Celeste> Eh, Mi sembra di averla vista......... vediamo cosa c'è, non c'è nessuna lettera............ ah, , questa è quella Collana tutta piena di stelline che la Cocciuta ha preso per Mia Madre......... poi gliela mettete! Com'è? Eccola, l'ho trovata......... "sono scese le stelle"! Ti piace? È bella! Chi gliela mette a Maria? Tieni, mettigliela tu! Maria Elena: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tieni, mettila dove lo senti tu! Maria Elena: Non ci arrivo! Gesù: Mettila alla Manina, poi, quando ci arrivi, la metti al Collo! <Raffaele porge a Gesù altre Collane portate in dono per la Mamma> È Bella? Guarda! E allora? Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Non hai niente da dirmi? Ci Doniamo? Dopo aver donato tutte quelle belle collane a Maria adesso Ci Doniamo Noi, Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane col Laccio Aperto per tutti i Sacerdoti, per tutti i Figli e per l'Umanità Intera! Pregate per l'Uomo che porta l'Abito Bianco e per il Legno che si è Affondato, Figli! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino e Gesù lo osserva a lungo e invita anche Don Vincenzo a guardare in profondità> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: GuardaLo.........! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù osserva il Pane da ogni angolatura dicendo:> Questa è la Mia Carne! Ora Bevi! Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Mi Spezzo e Ritorno Intero! Questa è la Mia Carne! Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora alla Destra del Padre e in mezzo a voi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! La Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E il Banchetto è Vivo e in mezzo a voi! Don Vincenzo: Battezziamo il piccolo Luca insieme ai suoi genitori? Gesù: E perché non lo avete fatto prima? ......Fatelo adesso...... e Io vi aspetto.........! <Ricevono il Battesimo: Fabio, Silvia e il Piccolo Luca> Amen! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Quanto Bene di Dio! Gesù: Vogliamo prendere e mangiare il Padre fin quando rimarrà? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Aspetta, ti aiuto! È Gustoso Mangiare il Padre............... e Rimanere nel Suo Amore......! Don Vincenzo: È proprio Gustoso......... sì, è proprio Gustoso! Gesù: ! Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: È tutta una Grazia quella che ci sta davanti.........! Gesù: No, Dio non è una Grazia, Dio è Dio! Maria è l'Unica Grazia! Dio è Cibo Vivo, è in mezzo a voi, si Dona e Mangia con ognuno di voi......... così come Lo sono tutti i Servi Inutili......... come Lo sono tutti i Pargoli...... come Lo sono tutte le Spose......... come Lo sono tutti i vostri Cari a Mangiare con voi! ...............State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Eccomi! Non dici niente? .........Ha fame Luca! Fabio: Vuole il panino! <Il piccolo Luca piange> Gesù: Ha capito chi è il Padre............! Donateglielo! Ha Fame di Dio, ma voleva mangiare Tutto......! Non parli? Io ho già parlato! Don Vincenzo: Gesù, è Gustoso il Padre! Leggiamo qualcosa di Giovedi scorso! Gesù: Non hai niente altro da dirMi che Mi ripeti quello che è stato già detto? Ecco, ho Sete! <Gesù Dona la Tosse> Vi dò l'Ultima Tosse? <Gesù Dona la Tosse> Vi dò l'Ultima Tosse! Alcuni: Eccomi! Alcuni:No, perché? Gesù: Sapete dire solo: "perché?" Non vi guardate dentro e fuori? Vi permettete di dire anche: "perché'" a Dio? Vi dò l'Ultima Tosse? <Gesù Dona la Tosse> Nessuno Mi risponde? Tutti: Eccomi! Gesù: Perché Mi guardi così? Come potete dire: "perché" a Dio? E tu come fai a non capire? Sei il Calice Vivente! Don Vincenzo: Hai detto che "è l'Ultima Tosse!" Gesù: Li state vedendo i Tempi? Vi state preparando a quello che Dio vi ha chiesto? Avete capito quello che Dio vi ha Donato? .........Imparate a tenere il Pane che Dona per voi perchè siete la Nuova Chiesa ma ancora non lo avete capito! Siete nella Vigna, nell'Arca, avete i Remi, ma ancora non lo avete capito! ......Perché Mi guardi così? Parla! Don Vincenzo: Tuo Padre dice: "Figlio, Ti ho Partorito......... dal Mio Cuore sei Nato...... da una Piccola Creatura ma Grande nell'essere la Grazia che riempie l'Umanità!" E Tu, Gesù, dici: "Papà, Riempila ancora e aspetta la Tua Umanità.........!" Gesù: Non hai niente altro da dire? Don Vincenzo: Prima hai detto che la Pasqua è sempre Piena! Gesù: ! Don Vincenzo: Ma nell'Amore della Croce perché lì sta la Pasqua, con queste Braccia Allargate, e lì sta la Salvezza e lì sta la Liberazione da ogni schiavitù e da ogni morte! Gesù: Non dimenticate che Sono in mezzo a voi e non Sono lì, fatto di gesso...... è bello......... ma Io Sono Vivo e Sono in mezzo a voi con tutti i vostri Cari, con tutte le Spose e con tutti i Pargoli! BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: ...Ciao, mamma! Dov'è papà? Maria Elena: Al lavoro! Bimbi di Mario e Maria Elena: Ciao, mamma! Dov'è papà? L'hai mandato via? Maria Elena: No! Bimbi di Mario e Maria Elena: Stai facendo così! Hai mangiato? Perché è triste il tuo cuore, mamma? ...Perché è triste il tuo cuore, mamma? Non hai niente da dirci? Maria Elena: Di andare ad aiutare papà in questo periodo! Bimbi di Mario e Maria Elena: Sì, Noi ci andiamo, ma ci va di più la Cocciuta! Noi dobbiamo Impastare......... e anche Noi andiamo e portiamo la Farina e anche il Pane Cotto! Mamma, mamma, dobbiamo combattere e tu devi combattere! Il Compito viene messo nelle tue mani! Non devi cadere quando viene messo il Compito nelle tue mani ma devi rimanere forte! Adesso stiamo Impastando la Torta per Giovanni, ma stiamo combattendo con le Schiere per togliere tutte quelle armi! Lo Strumento ci porta, ma ti vogliamo tanto, tanto, tanto bene......... e bacia anche papà! <Mandano baci> Mamma, mamma veniamo a trovarti! Ora dobbiamo andare ad impastare! <Mandano baci a tutti e sono ricambiati> Gesù: Ma tu dimmi qualcosa, .........Io ho parlato! Ehi, c'è un "nuneto", ma vuoi parlare? Venite col: "niente!" Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, vicepa'! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Vuoi parlare? Don Vincenzo: Gesù, si è parlato prima del Padre, di questo Fuoco che Arde! Gesù: Eccomi! Non vuoi parlare? Io rimango in silenzio se non hai niente da dire! ............Io Mangio il Padre, tu non parli? Tu hai qualcosa da dire? Nessuno ha niente da dire? Le Capanne sono tutte pronte? Chi va al mare, chi va alla montagna, chi si prepara per le cose del mondo e le Capanne ancora non sono pronte! Tutti rispondono: "la mia è pronta!" State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Avete la Vigna, l'Arca e i Remi e lo Strumento vi porta ancora sulle spalle, ma vigilate: il veleno cammina e i falsi profeti avanzano! Don Vincenzo: Ci stai avvertendo ancora una volta, ancora una volta ci stai dando una possibilità.........! Gesù: Eccomi! Non dimenticate: "Ave Maria-Padre Nostro; Ave MariaPadre Nostro; Ave Maria-Padre Nostro!" Don Vincenzo: "Ave Maria- Padre Nostro!" Grazie, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: Non si dice "grazie", ma "Eccomi", e l'Eccomi deve rimanere Eccomi! Dov'è Luca, Mi sta mangiando? Fabio: Eccomi, sì! Gesù: Eccomi! Il Frutto del Padre sono venuti a portarlo nella Casa del Padre! Cosa vuoi dirMi? Eccomi! E adesso bagna: materasso, cuscino e lenzuolo! È bello il Frutto che il Padre ti ha Donato? Fabio: Eccomi! Gesù: Ma non devi piangere, non ti ho mai lasciato solo e non ti lascio mai solo! Fabio: Lo so! Gesù: Ti ho donato un Frutto Grande che porterà tanti Frutti! Fabio: Eccomi! Anche se fondamentalmente è mio figlio, prima di tutto è Tuo Figlio e quindi... Gesù: Te l'ha Donato il Padre! Fabio: Lo so! Gesù: È tuo ma è Suo! E i Frutti che ti darà sono i Frutti del Padre perché è stato Mandato! Lo ricordate? Lo Strumento ve l'ha chiesto! E il Padre l'ha Donato! Fabio: Eccomi! Gesù: Lasciatelo crescere! Crescendo crescendo darà i Frutti del Padre! E non vi meravigliate di tutto quello che dirà! Come Miriam ha parlato con lo Strumento......... <La piccola di Giuseppe e Filomena> ...Anche lei ha parlato con lo Strumento e ha parlato anche con la Teresina del Bambino Gesù! Quando vuole vi dirà cosa si sono detti! E quando il Padre lo vuole dirà quello che Miriam ha detto e quello che Luca ha detto! Ora lasciagli Mangiare il Padre! Fabio: Eccomi! <Gesù manda un bacio> Gesù: Tu non hai niente da dire? Don Vincenzo: Tutto è Luce, Gesù, perché stare qui con Te è ricevere tante tante tante cose che Tu hai......... e ci Doni la Salvezza......... e ci Doni la possibilità di parlarTi...... e ci doni la Grazia di dialogare col Padre...... e ci Doni di stare con la Mamma! Sei Buono con noi e noi invece non ancora capiamo tutto quello che ci stai dando: è Infinitamente Grande............ e siamo i più fortunati di tutti specie quando guardiamo l'Umanità che è Cieca, che ha smarrito la Via Stretta e che vive sulla Via Larga e sulle trappole del mondo! Noi invece abbiamo avuto questo Dono di essere stati pescati...... Gesù: Pescati dal Padre per mettervi nella Vigna e per chiamarvi: "Chiesa Nuova", ma ancora non avete capito! ...Io ora devo andare e vi lascio a Giovanni......... ma vengo di nuovo! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! Come stai? <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, Nico'? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Come stai, Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dottoressaaa... come sta Maria... piccolina? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: E cos'hai combinato ancora? Aspetta... che prima Mi bevo il caffè...; vuoi un goccino di caffè? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: "...", non hai bevuto? Chi lo vuole se lo va a prendere...! Vediamo se è quello della Cocciuta..., ci ha messo un cucchiaio in meno... eh, si... perché era arrabbiata..., ha contato un cucchiaio in meno, ma è ugualmente buono! Ecco! Allora..., come andiamo Nico'? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: "Eccomi, bene...", e stai lavorando? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi tutto tranquillo? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non si sente... volare niente? <Si ride un po'> Poi atterra, no? E poi quando atterriamo che succede? ...Mari', come stai? Maria: Bene! Piccolo Giovanni: Mari', stai bene? Maria: Insomma..., non lo so... Piccolo Giovanni: Hai fame? Maria: Sì, Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora dategli tutto! Gli fai un bel piattone di cibo..., un bel piattone di dolci..., un bel piattone di frutta! Sono capriccioso e faccio i capricci...! Allora che Mi racconti, dottoressa Teresa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: E a Me non Mi date nulla da mangiare? Eccomi! No... ehi tre salsicce... non vi permettete a darmi quelle piccanti..., sennò vi faccio fare un giro del palazzo, come dice Giovanni e poi voglio un paninello col tonno! Tu lo vuoi? E la salsiccia la vuoi pure? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: E allora mangiamo! Perché siete tristi? Qualcuno: Perdonaci! Piccolo Giovanni: Non ho sentito... Qualcuno: Perdonaci, Gesù! Piccolo Giovanni: No, Io sono Giovanni! Non parli? , Me la mangio Io..., Tu fa il medico... e Io faccio il Capriccioso! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sto aspettando quando parli... Ehi... Cati... Cati? Caterina: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mi dai un dolcino..., un dolcino di Luca? Caterina: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quello no... vai più avanti... questo! Ecco... il dolce si mette nel piatto, non si mette nel tovagliolo! ............Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Quale vuoi? Don Vincenzo: Questo! Piccolo Giovanni: E adesso devo mangiare quello con la forchetta? Ma Giuseppe l'ha catapultata! È bello stare in silenzio..., visto che tu non parli...Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Quando è venuto il Papa qui... Piccolo Giovanni: No, non ne parliamo di questo..., vi ho detto che non vi verrà detto nessun segreto...! Non hai nient'altro da dire? Io la Croce e il Pane ve li ho portati e la Via Stretta ve la indico attimo dopo attimo! Il Padre vi ha Donato la Vigna, siete la Nuova Chiesa, ora sta a voi decidere se volete rimanere la Nuova Chiesa...! Don Vincenzo: Giustamente...! Il Padre ci ha affidato un tesoro immenso, essendo noi la Nuova Chiesa ed essendo la Famiglia di Giulia dobbiamo portare frutti! Piccolo Giovanni: Eh, si! Don Vincenzo: Dobbiamo Riempire le Ceste e se questo non avviene è colpa nostra, perché ognuno di noi è stato chiamato a portare frutto.........! Piccolo Giovanni: Lo Strumento Lavora e vi porta a Lavorare, ma sulle sue spalle: Eccomi! Don Vincenzo: Essendo stati chiamati ed essendo stati invitati dal Padre Buono, dobbiamo corrispondere con la Comunione tra di noi e ognuno deve battersi il petto se non c'è stata fino ad adesso Fratellanza.........! Piccolo Giovanni: Lo Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi......... ma è alla Destra del Padre! Don Vincenzo: E non è pure in mezzo a noi...... e in tutt'e due? Piccolo Giovanni: È alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi, ma è alla Destra del Padre! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Eccomi, ma voi pregate sempre per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Non fermatevi......... e rimanete nel Solco e nella Viuzza Stretta: Io ve l'ho sempre indicata e ve la indico ancora! Non uscite fuori e non dimenticate che a Dio non si chiede né "ma", "se", "però" e neanche "perché"......! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Com'è possibile che questa Famiglia di Giulia che dovrebbe brillare di opere buone non ne fa? Piccolo Giovanni: E gliel'ho detto alla Cocciuta: "solo a te il Padre poteva donartela!" E la Cocciuta vi sta portando sulle spalle! Don Vincenzo: Dovremmo essere tutti luminosi, splendenti, caricatevoli, umili... Piccolo Giovanni: Lo siete se vi guardate, ma se puntate il dito e SE NON VI AMATE COME POTETE AMARE? Dite tutti quanti: "Io Amo Don Mario, Gli voglio bene; Io Amo Gesù, Gli voglio bene; Io Amo il Padre, Gli voglio bene...!" MA SE NON VI AMATE VOI E SE NON VI RICONOSCETE......... OGNUNO HA IL PROPRIO DONO......... MA NON DOVETE ESSERE GELOSI L'UNO CON L'ALTRO! Dovete far crescere la pianticella e dopo che la pianticella è cresciuta porta i Frutti e si raccolgono e si portano al Padre! MA VI DOVETE AMARE GLI UNI GLI ALTRI, così lo Strumento raccoglie l'Amore......... lo consegna al Padre......... vi porta sulle spalle............ e il suo Eccomi è l'Eccomi per l'Eternità! Don Vincenzo: Aiuta sempre la Cocciuta, Giovanni, perchè ogni tanto si innervosisce e io ripenso a quando ci stavi Tu e Ti chiamo col cuore dicendo: "Arriva, Giovanni... vieni vieni ad aiutare la Cocciuta, perché lei non si tira mai indietro ed è sempre Cocciuta...... ma quante volte non viene capita......... "! Piccolo Giovanni: Il suo Eccomi è per l'Eternità e quando si dona l'Eccomi per l'Eternità...... Don Vincenzo: Non si torna indietro............ Piccolo Giovanni: No! È l'Eccomi di Maria! Maria non si è voltata indietro: la Cocciuta è Cocciuta e quando dice di fare una cosa, la fa ma Vigilate! ......Ora vedete il Padre! ............Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Il Padre è tutto Gustoso, tutto Buono, tutto Gradevole e noi dobbiamo AmarLo, RiamarLo, ContraccambiarLo nell'Amore! Di fronte a tutto questo Ben di Dio...... Piccolo Giovanni: Ehi... siete venuti? Ecco, sono venuti! <Fabio e Silvia con il piccolo Luca stavano nella stanza a fianco e per qualche giorno proprio lì hanno dormito> Piccolo Giovanni: Chiedigli da dove sono venuti...! Don Vincenzo: Da dove siete venuti? Piccolo Giovanni: Non lo sai da dove sono venuti? Don Vincenzo: Sì, da Milano! Piccolo Giovanni: E allora perché glielo chiedi? Don Vincenzo: Perché potevano rispondere... dall'altra stanza! <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Eh, si, da dove sono venuti? Dall'altra parte... Don Vincenzo: E lì, Luca è nato... altro che a Milano! Piccolo Giovanni: ...Eh, si, quì a Timparelle nella Dimora del Padre è stato concepito! Don Vincenzo: Se stavano a Milano ancora stavano in mezzo alla nebbia! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Sta cantando una canzoncina e poi la scriviamo! <Il piccolo Luca piange> Tutti i bimbi cantano le canzoncine al Padre, e tutti i bimbi parlano! Don Vincenzo: Quindi invece di essere un pianto è un canto? Piccolo Giovanni: Si, è anche un parlare e il Padre ascolta! È come scrivere una letterina lunga lunga nel dire "mi hai mandato e adesso sto parlando, ascoltami"... lascialo parlare! ...Lascialo parlare, figlio! Eh... Eh... Eh... puoi prenderlo anche in braccio perché parla ugualmente! ...Cosa avete? Siete tutti tristi? Qualcuno: No! Piccolo Giovanni: State tutte bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ora, visto che non devo dirvi nessun segreto, vi invito ancora a pregare, a rimanere Famiglia e a prepararvi per i Tempi che verranno! <Il piccolo Luca ancora strilla> ...Fallo gridare, non vi preoccupate perché sta parlando e il Padre lo ascolterà perché sta gridando! ...Allora Io vi lascio il Laccio Aperto! ...È aperto... non c'è più il Filo ma c'è il Laccio Aperto! Don Vincenzo: E quindi? Piccolo Giovanni: È aperto... vi lascio il Laccio Aperto e vi do' il Mio Bacio d'Amore! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano! Il piccolo Luca ancora strilla e Vincenzo dicendo qualcosa interrompe il pianto del bambino e Giovanni che parla> ...Grida più forte che il Padre ti ascolta! ...Tu alzalo! ...Tu stai zitto e non parlare perché non è tuo figlio! Vincenzo: Eh, certo! Piccolo Giovanni: Non devi mai interrompere i bimbi che parlano, eh! Non è un giochino quello che stiamo facendo, Vincenzo, e quando si gioca, si gioca fuori, ma adesso non stiamo giocando! ...Eh, si, il Padre ha sentito tutto! ...Ecco! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! ...Allora... non hai niente da dirMi? Dopo devo andare via! Don Vincenzo: Si, Gesù! Tu sei il nostro Pane, sei il Pane, e proprio spezzettandoLo questo Pane resta anche Intero! Quindi tutto è una meraviglia... il fatto che stai qui in mezzo a noi, il fatto che da ventinove anni non Ti stanchi nonostante tutti i nostri sbagli... Gesù: ...Il Padre non si è mai stancato e non si fermerà mai! Si è fermato di darvi i segreti, ma li darà quando ci sarà la Festa di Maria! ...Preparate il Miscuglietto! ...Anche se Io vi saluto, voi preparatelo! ...Hai altro da dirmi? Don Vincenzo: Ti voglio bene, Gesù, nonostante i nostri errori... Gesù: ...Anch'Io vi voglio bene, Figli Miei! ...Vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Tu saluta con l'Albero Verde e voi continuate a preparare ciò che state preparando! <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Vi lascio il Mio Cuore Spalancato e tu Saluta con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo che è Maria, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, l'ho bevuto di nuovo senza che Tu lo preparassi!(*) ...Il bambino sta dicendo quello che deve dire...! Giovanni, dona ai figli la Quiete e fa vedere loro ciò che hanno ricevuto!(*) ...E lasciali lì senza preparare, così quando li bevo non devo dirlo visto che ce ne saranno tanti tanti!(*) ...Il mio cuore... o meglio, quello che ci è stato messo, non ce la fa a dire tutto quello che vede! ...I figli tienili stretti stretti al Tuo... sei nato e hai il Cuore Nuovo!(*) ...Giovanni, fa parlare i nuovi Strumenti! Fa sentire il Grido della Croce, ed eccomi ancora per l'Eternità!(*) ...Lascia i Flagelli e i Sigilli perchè vengo a berli tutti! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo...!(*) ...Non fermatevi, andate avanti perché è la Bevanda del Padre, è il Miscuglietto: eccolo!(*) IL PADRE: ...L'hai assaggiato? ...È buono? Giulia: Papà, lo so che Sei anche al Banchetto dove sono le Spose, ma assaggia anche questo!(*) ...Papà, devo chiederTi alcune cose: visto che hai da parte altri Calici che non sono stati messi insieme a quelli che aveva Giovanni, posso vedere cosa c'è dentro?(*) E se decidi di poterli bere... Il Padre: ...Vedi, Figlia Mia, quello che c'è nei Calici? Guarda ma non dirlo! Giulia: Eccomi, Papà!(*) ...Ne puoi mettere un po' qui dentro?(*) ...Oggi, no? Non è che erano tanti quelli che ho bevuto! ...Facci rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, Stracci Stracciati, e dona la Mano ai Tuoi Pargoli che bussano al Tuo Cuore!(*) ...Papà, visto che c'è il Laccio... lascialo aperto... Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Eccoci, Papà!(*) ...I Giorni non sono finiti e la Paghetta neanche: aspettiamo ancora, Papà, nel fare la Tua Volontà, nel fare le Tue Cose, Papà Buono!(*) ...E visto che siete al Banchetto dove ci sono tutti i Cari, ci sono tutte le Spose, ci sono tutti i Pargoli, devo andare a prendere le altre di Spose perché i Vestiti sono già pronti e anche l'Anello! ...Eccoci, Servi Inutili, preparatevi che dobbiamo uscire: dobbiamo andare a lavorare, a pulire! Una parte, rimanete a vestire le Spose, e l'altra parte, venite dietro la Schiera, ma vi porterò sulle spalle così come porto tutta la Famiglia!(*) ...Mamma, eccomi!(*) ...Ora preparatevi che dobbiamo andare...!

 

 

 

 

2. Giov. 10/07/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> La Vigna è stata donata! <Gesù Benedice col Segno della Croce> L'Amore del Padre vi è stato donato! <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> Il Tutto di Dio è in mezzo a voi nel Segno Tremendo della Croce, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Dio ha Allargato le Braccia per Raccogliere e Farvi Vignaioli della Sua Vigna! Ad ognuno viene donata la Paghetta Intera, anche se si arriva all'ultimo istante, ma non dimenticate: la Vigna è stata donata ad ognuno di voi, Chiesa Nuova, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ........................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Eccomi, non ho la forza! Eccomi ancora per l'Eternità! E di ciò che hai messo nel Filo, nel Laccio, nella Corda, fanne quello che vuoi, ma Eccomi! Gesù:Tu sei stata mandata! Tu porterai ancora l'umanità intera e tutti i tuoi figli! Hai dimenticato il tuo primo Pane Spezzato del Padre? <Messaggio di Lunedì 5 Agosto 1985 Festa della Madonna della Neve> Giulia: Non si può dimenticare......... è vivo, ed è aperto, Gesù!(*) Eccomi! Cammina Tu..., parla Tu..., io non ho più voce, non ho più occhi, non ho più nulla! Così come ho consegnato il Cuore, consegno me stessa nel fare la Volontà del Padre! Fai crescere le Capanne, fai crescere i Pargoli, dona ancora il Pane Intero Spezzato a tutti i Figli, Gesù, e il mio Eccomi è per l'Eternità! Anche Tu, di Tua Volontà hai Amato e Ami ancora e anch'io Amo! Sei rimasto sempre in mezzo agli uomini, ma non Ti hanno più riconosciuto......... Gesù: Eccomi, Anima Mia! L'umanità ancora non vede e non sente e non ascolta il Mio Grido......... I FLAGELLI AUMENTANO, LE GUERRE AVANZANO, I TERREMOTI SCENDONO, MA NON È IL PADRE A MANDARLI MA GLI UOMINI! Oggi non Berrai, hai già Bevuto! Giulia: Eccomi! Gesù: Non toccare i Sigilli, cadranno! Giulia: Gesù...! Gesù: Devi rimanere all'ubbidienza! Giulia: Eccomi! Gesù: L'umanità è sorda! Giulia: Sono figli......... ma non vogliono sentire la Voce del Padre, pensano che sia la mia, Gesù! Gesù: Devi rimanere all'Ubbidienza del Padre, tu che sei Roccia Viva e Cocciuta, la Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Dopo posso Bere? Gesù: Prenderai la mano............ e li porterai dinanzi al Banchetto del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Ma Ti supplico, non fare scendere il Gradino......... e non farlo Aprire! Ci sono i Giorni............ e me l'hai promesso! Gesù: Eccomi, non lo farò Scendere e non lo farò Aprire! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che sono venuti a rispondere alla chiamata, metto nel Tuo Cuore tutti i nemici, metto nel Tuo Cuore l'umanità intera, metto nel Tuo Cuore chi si vergogna di guardarTi e di ascoltarTi, metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, metto nel Tuo Cuore "il mio niente"......... e Ti consegno i sussurri......... accoglili, io li ho già puliti ma puliscili anche Tu! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Guarda......... ma di ciò che vedi non dire nulla! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Non devo dire proprio nulla nulla? Lo devo mettere nel Rotolo o lo posso tenere così? Gesù: No, non metterlo nel Rotolo, lo vedranno tutti! Giulia: Ci sono i Giorni, Gesù..., ci sono i Pargoli, non puoi aspettare poco poco? I Giorni il Padre me li ha donati e posso usarli! Non devo dire quello che mi stai facendo vedere..., se i figli lo vedranno......, non farglielo vedere, Gesù, ancora non sono pronti.........! Non mi hai fatto Bere perché avevo Bevuto ciò che sto bevendo e non è più amaro di quello... Gesù: Visto che l'umanità è sorda ed è cieca...... Giulia: .........Sono figli, Gesù, aspetta ancora.........! Io posso Bere tutto quello che Giovanni non ha preparato! Lui è impegnato perchè Festeggia l'Anniversario della Sua Ordinazione Sacerdotale! <53° Anniversario> Gesù, Eccomi nel Fare tutto quello che Tu dici! Gesù: Eccomi con Dio in mezzo a voi, con i Banchetti, con le Spose, con i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con tutti i vostri Cari, con le Schiere......... nel combattere.........! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Gesù, Tu Sei la Verità, Tu Sei il nostro Tutto: aspetta ancora! E quando il Tuo Cuore desidera, nell'Ubbidienza del Tuo Amore, fammi andare a Bere tutto, sì, nell'Ubbidienza del Tuo Amore! Gesù: Cocciuta dell'Anima Mia! Giulia: Eccomi! Quando Tu vuoi... Gesù: E ricorda ai tuoi figli che siete nella Vigna, siete Vignaioli, siete Chiesa Nuova......... e Combattete il Veleno Alzando la Destra......... <Gesù Benedice col Segno della Croce> .........E Combattete i Falsi Profeti Alzando la Destra, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ...Come stai? Don Vincenzo: È una serata particolare questa............ Gesù: ............E la Voce del Padre si fa sentire! .........State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: La Cocciuta che fa? Gesù: Lo vedrete! Lo vedrete! Cosa Mi dici? Il Padre ha deciso di non farla Bere perchè ha Bevuto abbastanza, e ha deciso di far Scendere sull'Umanità i Flagelli.................. e lei può solo andare a donare la mano, ma si poggia chiedendo se può andare a Bere ancora! ...............È la Festa di Giovanni! <Ieri è stato il 53° Anniversario dell'Ordinazione di Giovanni e stasera la Famiglia lo Festeggia e sul Banchetto c'è una Maxi-Torta> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: È la Festa di Giuseppe! <Gesù guarda Imma il cui marito, Giuseppe, nei giorni scorsi è Nato...... e Imma ha portato dalla Florida in Italia la salma per la sepoltura.........!> È la Festa di tutti i Pargoli............ eh...... è la Festa di tutti i Pargoli! Tu non hai niente da dire? Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E raccontaMi qualcosa! Ora sto parlando Io, la Cocciuta non ce l'ha la Forza! Don Vincenzo: E dagliela Tu! Gesù: Ora parla un po' e poi ci Doniamo! Don Vincenzo: Sì, c'è stato un momento prima in cui si è nominato Giovanni, visto che ieri è stata la Festa della Sua Ordinazione Sacerdotale! Gesù: E ancora sta facendo Festa! Tu lo senti quando lei parla col Padre? Don Vincenzo: No! Quando lei parla col Padre, è differente? È che siamo abituati alla sua Forza, alla sua Costanza, alla sua Mitezza, alla sua Umiltà! .........Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Per noi è Tutto! Gesù: Non hai niente altro da dirMi? State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Raffaele porge a Gesù una serie di Collane portate in dono per la Madonna e Gesù le porge man mano a Maria Elena che le appende alla mano della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Adesso Ci Doniamo, se no si fa l'alba: Io Mi Dono e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane alla Destra del Padre, Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e per Umanità Intera e per la Vigna che il Padre vi ha Donato! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù osserva il Pane da ogni angolatura, Lo bacia per tre volte e poi Lo mangia> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! ............Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane alla Destra del Padre............ Don Vincenzo: ............E in mezzo a noi......... Gesù: .........Nel Donarsi! ......Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta con pollice e indici uniti ad entrambe le Mani, poi le ''punta'' e alza la Destra col Segno Trinitario> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: È Viva! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: È in mezzo a voi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Vai! <Ricevono il Battesimo in quattro> Come stai? State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora, se state tutti bene-male, il Padre si Dona ancora: volete prendere parte? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ..................Conservalo! <Gesù si rivolge a Raffaele che conserva il tovagliolino usato per il Battesimo> Vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: , questa è la tua parte che è il Padre............! Prendere parte al Banchetto è Mangiare il Padre............ ma dovete essere vigilanti nel Mangiare il Padre, Figli, Eccomi! ..................Non hai niente da dire? Prima il Banchetto, prima il Padre, Eccomi! È bello Gustare Dio! Eccomi! È bella la Torta di Giovanni, quella che Gli hanno preparato al Banchetto dove ci sono le Spose, dove c'è Maria, dove ci sono tutti i Cari............ è tutta Celeste e intorno ci sono tanti fiori e poi tante spighe! Ma è Grande per tutti i Servi Inutili che sono in mezzo a voi! E intorno alle spighe ci sono dei fiocchi: cosa gli piaceva a Giovanni? Dei fiocchi di riso! L'ha voluta così............! Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non Mi dici niente, Giovanni? Non Mi dici niente altro? Io vi invito all'Amore e alla Carità, a rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Il Padre vi ha Consegnato la Vigna, l'Arca e i Remi, ma vi chiede sempre di rimanere Piccoli e Poveri, i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto facendo crescere l'Amore, l'Umiltà e la Carità e rimanendo al Servizio del Padre, a rispondere: "Eccomi" al Padre! Il Padre vede e sente ogni cosa! PIÙ CRESCE L'AMORE PIÙ VI AMATE E PIÙ POTETE AMARE DIO E I FRATELLI, MA SE DENTRO DI VOI NON CRESCE L'AMORE NON POTETE NEANCHE DONARLO E NON POTETE FARVI CIBO PER DONARVI AI NEMICI! Don Vincenzo: Se non ci amiamo, non possiamo amare! Gesù: Vedete i Tempi? Non li riconoscete? Non avete ancora imparato ciò che il Padre vi sta dicendo: "preparate le Capanne!" I Tempi che verranno non saranno belli! Ci sarà confusione! Ma non posso dirvi i Segreti...... e il Padre accoglie ciò che lo Strumento Gli chiede! Un Padre Buono ai Propri Figli non fa mancare nulla, così come a voi il Padre non fa mancare nulla! Quando tutto sembra crollare il Padre fa scendere la Sua Abbondanza, fa scendere il Suo Amore e si Dona Intero e si Spezza e rimane ancora Intero.........! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Ora parla tu un po'! Don Vincenzo: "Anima Mia!", Tu chiami così la Cocciuta! Gesù: Anima Mia! Don Vincenzo: E dovremmo chiamarci tutti quanti così: "Anima Mia", quando ci rivolgiamo a Te! Tu ci vieni a dare la Verità Tutta Intera e ce La Spezzetti! "Anima mia!" Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: È bello questo Incontro con Te, è proprio il Massimo! Avere queste serate con Te da ventinove anni consecutivi è la Grazia più grande che ci sia! Mai Dio durante tutta la storia dell'Umanità ci ha donato tanto e si è donato tanto! Da anni e anni ci sta mandando Te ogni giorno e attraverso la Cocciuta ci sta donando la Verità Tutta Intera! Gesù: Non manda solo Me: manda Maria con le Schiere e tutti i vostri Cari e tutti i Pargoli! Don Vincenzo: Vedere poi la Cocciuta che ha tutta questa confidenza con Te, Gesù, è proprio straordinario............! Gesù: Il Padre ve l'ha Donata da sempre, dal Grembo Materno! Don Vincenzo: La Cocciuta poi ha anche una grande confidenza col Padre, al punto che il Padre l'accontenta sempre! Che Grazia è averla in mezzo a noi............... per non parlare dell'intimità che c'è tra lei e la Madonna...............! Gesù: Maria......... è la Piena di Grazia e la Bimba Francesca dona le Grazie che Maria le lascia donare! Don Vincenzo: Quanto Bene di Dio.........! Gesù: Dio! Don Vincenzo: È tutto del Padre! Gesù: No, non è tutto del Padre! Don Vincenzo: È Dio! Gesù: È il Padre che si fa Cibo per Amore! Ma lo Strumento ha Alzato il dito nel dire al Padre: "togliamoLo, non hanno capito!" Don Vincenzo: Togliere il Banchetto? Gesù: Gliel'ha chiesto e il Padre ancora non ha risposto e lo Strumento sta aspettando la risposta! Don Vincenzo: Tu che dici, Gesù? Gesù: Aspetto ciò che dice il Padre! Anch'Io Sono all'Ubbidienza! Lo Strumento è all'Ubbidienza! Il Pane viene Impastato! BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: ...Ciao, mammina! ...Ciao, mammina! Maria Elena: Ciao! Bimbi di Mario e Maria Elena: Come sta papino? Come stai mamma? Noi abbiamo un Lavoro Grande-Grande da fare, tu ci aiuti? Maria Elena: Eccomi! Bimbi di Mario e Maria Elena: E allora tieniti pronta, non ti portiamo via... e neanche a papà! Glielo dai un bacio al cuoricino? ...Glielo dai un bacio al cuoricino quando viene? Noi andiamo ad aiutarlo, ma tu dagli un bacio al cuoricino! E preparati per il Lavoro che devi fare! Il Padre si è poggiato su di te! ...Ciao mammina... ciao mammina... e ciao papino... ciao papino, ciao a tutti voi! ............Abbiamo una Festa Grande! <Mandano baci a tutti e accarezzano Don Vincenzo e gli toccano la punta del naso> Ciao, ciao, ciao! Siamo in due e più e più! Gesù: Cosa c'è ancora? C'è la mortadella, eh, vicepa', ti raccomando, eh! Venite col "niente!" Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! ...No, sulla Torta no! Don Vincenzo: Gesù, si sentono... Gesù: ...Si sentono i cuori che battono! Don Vincenzo: Si sentono, c'è aria di guerra! Gesù: Ve l'ho sempre detto, ve l'ho detto Io e ve l'ha detto Giovanni, ve lo stiamo dicendo attimo dopo attimo, ma voi non vi fermate! Parlo a voi e parlo all'Umanità Intera! Don Vincenzo: C'è anche aria di terremoti, con questo vento caldo! Gesù:Eh, ! Siete avvisati da sempre: vigilate, i Tempi che verranno non sono belli! Don Vincenzo: I Tempi quindi sono Scesi? Gesù: Tutto è Sceso, ma voi ancora non ascoltate! ...E tu lo vuoi il paninello? Don Vincenzo: Sì, ti faccio compagnia! Gesù: , Io ti aspetto! Come mai non vedete i Tempi? Eppure riconoscete il vento, riconoscete la pioggia, sentite il caldo, ma non riconoscete i Tempi del Padre! Eccomi! Ehi! Raffaele: L'altro giorno, Gesù, facevo una riflessione sulla paura che ognuno ha della morte! C'è molta gente che dice: "ah, muore, adesso ha risolto i suoi problemi!" Io non credo che sia così! Se sbaglio, correggimi! Gesù: No, non stai sbagliando! "Vado al Padre, torno e rimarrò sempre con voi!" Ma non in un pezzetto di pane! Vivo e Reale! Come si possono risolvere i problemi lasciati dinanzi al Padre? Dio vi ha Donato una Vigna e nella Vigna c'è il Lavoro, ma non può rimanere sospeso! Tutti i Pargoli Lavorano, sono tutti ad Impastare e a preparare! Ognuno di voi ha un Compito nella Vigna! Chi è Nato nel Cuore del Padre è in mezzo a voi e ha un Lavoro da fare e quello che è stato lasciato deve essere terminato! Raffaele: Eccomi! ...Posso? Gesù: Non avevi detto che facevi una sola domanda? Raffaele: Si può chiedere alla Madonna di pregare per noi? Gesù: Maria è l'Ultima Grazia! Raffaele: Ma dobbiamo chiedere noi? Don Vincenzo: Certo! Gesù: La Mamma copre tutti i Figli! Così come si bussa al Cuore del Padre, si bussa al Cuore di Maria che è l'Ultima Grazia! Bussate! Il Suo Cuore è sempre Spalancato, è Mamma! ...Perché Mi guardi così? Raffaele: Chi siamo per poter chiedere di pregare per noi alla Madonna? Gesù: Figli! Eredi! I Figli a cui il Padre ha consegnato la Vigna! Ma voi ancora non l'avete capito, ha tolto la Vigna ai Vignaioli e L'ha Donata ad ognuno di voi: la Chiesa Nuova! Ma rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, amandovi gli uni gli altri, usando Carità verso tutti! È questo che ancora non avete imparato! La Cocciuta non l'ho fatta Bere perchè ha Bevuto tutto il giorno! La Cocciuta perdona sempre, ama sempre! Cosa viene fatto? Dio non vede? ...Giuda Taddeo, Dio vede tutto? Giuda Taddeo:Certo! Gesù: Vede il tuo cuore? Giuda Taddeo: Certo! Gesù: Ascolta i tuoi battiti? Ti Dona il Pane Intero? Giuda Taddeo: Eccomi! Gesù: E come si può dire: "no!", dopo averLo ricevuto? Tommaso, Dio Ti Dona il Pane? Tommaso: Ogni momento! Gesù: Attimo dopo attimo! Non essere triste, non essere affannato, scenderà l'Abbondanza del Padre e tutto ciò che ti necessita! Tommaso: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Cosa vuoi dire ancora, o meglio, parlaMi un po'! Tutti tramano dietro lo Strumento......... Dio non vede, Dio non sente? La Cocciuta fa finta di non vedere, fa finta di non sentire ma quando grida, "Grida" con l'Ordine del Padre! Il Laccio, la Corda li ha usati per ognuno di voi e per l'Umanità Intera, Figli! E in questo giorno hai visto quando ha avvolto la corda............! Teresa: Eccomi! Gesù: Ti ha chiamata: "vieni, vieni, vieni!" E hai sentito! Ma nessuno ascolta quando lo Strumento chiama: "vieni, ti dò la mano, hai bisogno di Forza! Vieni, ti dò la mano, hai bisogno di Forza!" Tutti gli chiudono la porta, tutti pensano: "io c'ho la Destra!" La Destra del Padre ve La Dona lo Strumento quando dovete Alzarla! <Don Vincenzo abbassa la Destra> Questo lo puoi fare solo tu, Calice Vivente, e lo Strumento......... ma gli altri no! Questo lo puoi fare solo tu e lo Strumento! Allora, tu hai qualche altra cosa da dire? Io vi invito ad amarvi, a crescere nell'Amore, a non dimenticare: Dio vi ha Scelto per consegnarvi la Vigna, non fateveLa portare via, Figli! Dio vi ha Donato di preparare le Capanne, non fatele perdere! I Tempi che verranno non li conoscete! Ma pregate per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e per il Legno Affondato, rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! <Gesù con l'indice della mano destra alzata dice:> Non girovagate cercando l'aiuto del veleno! Non girovagate cercando l'aiuto dei falsi profeti! Ascoltate il Padre e accogliete la Sua Verità: il Pane Intero, Figli! PICCOLO GIOVANNI: ... Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Piccolo Giovanni: ...Con la Croce e con il Pane! Tanti Auguri! Don Vincenzo: ...È Tua la Festa di ieri... <È il cinquantatreesimo Anniversario di Sacerdozio di Don Mario> Piccolo Giovanni: C'è anche la tua..., sei anche Tu Giovanni! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tutti: Auguri, Giovanni! <Un caloroso applauso all'unanimità> Piccolo Giovanni: Auguri anche a voi, Piccoli Giovanni, se lo volete ancora rimanere...Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete sicuri di aver risposto Eccomi? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E come mai non vi Amate? Eccomi! ...È arrivato il caffè..., ne vuoi un po'? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: È buono? Ora vediamo..., sì è buono! Don Vincenzo: L'ha fatto la Cocciuta...! Piccolo Giovanni: , ha messo lo zucchero giusto..., anche se in quell'attimo non c'era...! Ehi, fatemi bere il caffè, poi vi saluto! ...Ciao, Nicó'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ciao, Mari'..., ciao Teré! Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi... Immacolatina del Mio Cuore, come stai? Immacolata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Chi lo vuole se lo va a prendere il caffè..., questo è Mio! Allora..., Nicó'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Tutto bene? I lavori vanno tranquilli? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Mi hai visto? Lo scherzetto ti è piaciuto? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Teré, come stai? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dottoressa...Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Eccomi, Mari'...Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato ancora? Maria: Non mi far parlare stasera, dico solo Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh, si... Eccomi, "Padre Nostro!-Ave Maria!", ma devi ubbidire..., non hai ubbidito! Maria: Credo di sì! Piccolo Giovanni: Hai ubbidito in formula piena? Maria: Penso..., ho detto tutto quello che dovevo dire... il cuore è a pezzettini! Piccolo Giovanni: E allora non hai ubbidito..., se il tuo cuore è a pezzettini...Maria:Giovanni... Piccolo Giovanni: Quando si obbedisce alla Parola del Padre il cuore deve essere tutto intero! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Adesso non ti faccio parlare più, ti faccio mangiare..., Dottore'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma devi imparare a ubbidire...Teresa: È fuori controllo... Piccolo Giovanni: È fuori controllo? Teresa: Lo sapeva......... Piccolo Giovanni: La teniamo sotto controllo...! Che gli devo dare da mangiare stasera visto che è arrabbiata? La pizza? Che gli diamo? Che gli diamo Teresa... dottoressa? Teresa: Scegli Tu... Piccolo Giovanni: Scelgo Io? Teresa: Se no poi se la prende con me... Piccolo Giovanni: Se no poi se la prende con te? Gli diamo un pezzo di pizza..., gli diamo un po' di questa..., no, questa sì, un bel paninello con la mortadella e poi un pallone di quello e poi un altro bel piatto di frutta..., ecco qua! Per il resto te la vedi tu...! E a Me cosa Mi donate da mangiare? E questo sarebbe il paninello? Uno più grandicello..., no, che c'è Dottore'? Non hai niente da dire? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: E allora... parla...Teresa: Eccomi... Piccolo Giovanni: Non l'ho visto...Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Poi vado... se lo vedo...........................! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Non Mi avete donato niente da mangiare, visto che è la Mia Festa? Tu cosa Mi doni da mangiare? Che fai? Ti è arrivata la tremarella? Eh... la Torta è bella..., anche le Rose sono belle...! E se l'hai scelta tu, cosa non posso dire a un medico? Di no? Devo dire di sì al medico! Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Poco poco...! Piccolo Giovanni: Lo vuoi il pallone? Don Vincenzo: Facciamo metà ciascuno... Piccolo Giovanni: No! Quello è Mio..., vuoi quello? Non dovrei rimproverarti dottoressa? Lo sai che i funghi non Mi piacciono? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tanto nel Giardino non Mi fanno più paura, ma prima non li mangiavo! Raffaele: Giovanni... Piccolo Giovanni: Se lo dice il medico..., Mi devo stare zitto! Giovanni..., la polpetta? Eh, no, la mangio intera..., così visto che devo mangiare il riso di polpette e la coppetta di riso... e quella vuota, te la puoi prendere...! Giova'... fammi un discorsetto..., Maria non vuole parlare, per Nicola è tutto a posto... fammi un bel discorsetto tu...! Don Vincenzo: Dobbiamo sempre mettere al primo posto la Verità Tutta Intera, quando c'è di mezzo la verità... Piccolo Giovanni: Scusami un attimo..., vorrei capire un po'...: quando arriva Gesù spegnete l'aria fresca? Raffaele: Prima faceva freddo e ho pensato che Ti raffreddassi... Piccolo Giovanni: Gesù? Raffaele: No, la Cocciuta! Piccolo Giovanni: La Cocciuta quando arriva Gesù non c'è... se ne va Gesù a raccogliere le spose e arrivo Io e ci fate sudare sette camice! Raffaele: Posso metterti al fresco? Piccolo Giovanni: ! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Da un po' di tempo eravamo qui..., se ne va la Cocciuta e a noi ci fanno fare la doccia calda..., vi sembra giusto? No! Ora vuoi farmi un discorsetto? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Che hai freddo? <Giuseppe era con la giacca> Ho chiesto a Giuseppe se aveva freddo... Don Vincenzo: Bisogna mettere al primo posto sempre la Verità! Quando c'è la Verità, tutto diventa facile, tutto diventa leggero! Quando invece non c'è la Verità si cominciano a percorrere strade diverse..., quando invece è proprio quella della Verità l'Unica Via ed è la migliore! Piccolo Giovanni: No, è l'unica, non la migliore! Don Vincenzo: È l'unica, giusto! Ed essendo l'Unica, quando Gesù ci dice che Lui è venuto a portarci la Verità Tutta Intera ci riempie di gioia, perché ci smantella tutto quello che non era verità, tutto quello che era falsità e ce lo fa diventare vera al 100%! Quindi, dobbiamo essere saggi nel dire la Verità, perché se uno non ama la Verità, non ama Gesù, e se uno non ama la Verità non ama la Cocciuta; se uno non ama la Verità non ama Te, Giovanni, perché Tu vieni dal Cielo..., il Cielo è in mezzo a noi, Tu vieni a metterTi in mezzo a noi proprio per indicarci la Verità, per accendere la Lampada della Verità, e quando questo avviene e io invece poi la Verità non la dico, come posso di fronte a Dio essere onesto? Sono falso e sono maligno! Piccolo Giovanni: No, qui si è ciechi e sordi! Don Vincenzo: Si è ciechi e sordi, ma forse si è ancora di più in mala fede, perché essere ciechi, essere sordi può essere pure un difetto............! Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: No! Ma la malafede la vuoi tu oggi, ora, perché non accetti la Verità, non la dici, non la sbraiti, non la urli, quando la Verità invece va proprio sbraitata, va proprio strillata, perché la Verità è Dio, ed essendo Dio, ci fa liberi! Quando tu non dici la Verità che fai? Dove ti attacchi, dove ti appigli? C'è chi dice:: "ma la Verità è scomoda..."! No, non è affatto scomoda, ma è bella se uno è onesto! Piccolo Giovanni: Dio è Verità e non è scomoda! Don Vincenzo: Anzi è Dio, ed essendo Verità è buono, è gustoso, è come una cosa che si mangia ed è ottima e gradevole! Certo, tanta gente si nasconde dietro la bugia, dietro la falsità, preferendo alla Verità la falsità e quella stessa persona dice di voler bene...... ma a chi vuole bene? A nessuno! Vuole bene soltanto al veleno, perché solo il veleno è bugiardo ed è falso! Piccolo Giovanni: Ecco! Don Vincenzo: Quando invece tu la bugia non la dici, perché la Verità è bella, ecco che allora stai percorrendo la Via giusta, la Via onesta, la Via di Dio, e sei disonesto e malvagio se non dici la Verità! Piccolo Giovanni: La Via Stretta è preparata dal Padre per ognuno di voi! ...............Non hai sbagliato niente, ecco! ...............Tesoro dell'Anima Mia, come stai? Immacolata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Giuseppe è al Banchetto del Padre, ma poi lo Strumento ti dirà nel silenzio...! I segreti sono stati tolti, ma nel silenzio ti dirà...! Tesoro dell'Anima Mia, rimani sempre così come sei, come ti ho incontrato la prima volta! Non sei cambiata, rimanilo ancora e ascolta tutto quello che ti dice lo Strumento! <Giovanni schiocca qualche bacio> È venuta da lontano, ma è sempre vicino al Mio Cuore da sempre a bussare: bum... bum... bum..., non si stanca mai e Io le spalanco sempre la porta! Ecco cosa dovete fare: bussare e la porta è sempre spalancata, sempre all'ascolto! , la Cocciuta l'ha messa sul piedistallo e ha detto: "Giovanni avrebbe detto ancora di più"! Quando è il tempo dirò di più! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Maria sei caduta dalla sedia? Maria: No! Piccolo Giovanni: Da dove sei caduta? Maria: Sto gustando il Padre! Piccolo Giovanni: È buono? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E gustalo, gustalo, è Dio che stai gustando! Parla tu un po', non hai niente da dire tu? È meglio che non parli... o vuoi parlare? Don Vincenzo: Chi deve parlare? Piccolo Giovanni: È la Mia Festa! Ancora una Famiglia non ha dimenticato di essere figli e di avere una Vigna e di ascoltare le Parole del Padre! Non dimenticate quella Viuzza che vi ho indicato da sempre! Ehi, che fa Miriam? La sto cullando...! Chi parla: tu, lui o lei? Raffaele: Prima le donne! Piccolo Giovanni: Di' quella più piccola... non sparare lontano, spara vicino! Il guaio che gli spari sono tutti lontani! I segreti non te li dico..., non possiamo parlare con gli occhi...Teresa: Non me ne vengono piccole..., non me ne vengono cose piccole..., solo cose grandi! Piccolo Giovanni: E allora, Fermati! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: Una..., una sola...! Raffaele: Tanti anni fa, era un giorno di felicità? Piccolo Giovanni: Anche adesso lo è! Raffaele: Non sei triste oggi? Piccolo Giovanni: Nel vedere l'umanità......! La vedevo anche prima, sono stato in mezzo a voi e come sono stato in mezzo a voi sono stato in mezzo all'umanità! Lo ero allora, lo sono anche adesso, ma ho una Famiglia! Il Padre Me l'ha Donato e ha una Piccola Capanna...! Mi è rimasta solo una Piccola Capanna, in quella Bella Lauria..., così la chiamavo...! Adesso non la posso chiamare più bella..., c'è solo una Capanna! Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: La Vigna è infinita o è piccola? Piccolo Giovanni: È infinita! Raffaele: Non ha limiti? Piccolo Giovanni: Non ha limiti, è tutta per voi e c'è tanto lavoro da fare! Raffaele: E c'è la potatura? Piccolo Giovanni: C'è la domanda finale! La Cocciuta dice al Padre di rispondere lei, ma c'è quella finale a cui risponderà solo il Padre! All'altra risponderà lei per tutti, perciò chiede sempre al Padre: ci sono i Giorni..., aspettiamo ancora...! Così non fa fare la potatura! Raffaele: Giovanni, un buon Vignaiolo... Piccolo Giovanni: Si deve amare per Amare, rimanendo Piccolo, Povero e all'Ultimo Posto! Io ti ho detto la Mia, adesso dicci la tua...Raffaele: Quant'acqua devi innaffiare? <Si ride un po'> Quant'acqua serve? Perché ci sono anche le piante che seccano se hanno troppa acqua! Nella Vigna di Dio non secca niente? Piccolo Giovanni: No! E Dio vi ha Donato la Vigna dove non secca nulla! Raffaele: E dobbiamo continuare ad innaffiare... Piccolo Giovanni: Amandovi gli uni gli altri! Don Vincenzo: Coltivando......... Piccolo Giovanni: ......L'Amore! Don Vincenzo: Coltivando le spighe buone e togliendo la zizzania, perché tante volte... Piccolo Giovanni: Le spighe sono fatte di grano mentre la zizzania è un'erba cattiva che punge! Raffaele: Non devo dire nient'altro? Piccolo Giovanni: Non posso dire i segreti, vi dico: vi voglio bene! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Quando si vuole bene si ascolta la Voce di Dio, e quando si Ama si fanno le Cose del Padre, e quando si vuole bene si è in pace gli uni con gli altri, e quando si vuole bene non si tradiscono i fratelli, e quando si vuole bene non si punta il dito al fratello, e quando si vuole bene così come voi dite: "Don Mario, Ti vogliamo bene!", non dice le bugie! Don Vincenzo: Quando si vuole bene, si ubbidisce alla Cocciuta, perché è lo Strumento del Padre! Piccolo Giovanni: Quando si vuole bene si ubbidisce a quel Filo che avevo lasciato dentro di lei! "Don Mario, Ti vogliamo bene...!" Come? Come Mi volete bene? Bisticciandovi? Non ascoltando? "Tanto non gli dico niente alla Cocciuta..., non lo vede, non lo sente..., tanto lei lo sa e gioca all'indovinello...!" Pur sapendo che leggevo dentro i cuori, lei ha provato a nascondere una cosa, aspettando quello che Io facessi e l'ho messa alla prova anch'Io! "Non ci provare a mettermi alla prova anche se lo puoi fare!" Così dico ad ognuno di voi: non provate a mettere alla prova Dio, figli del Mio cuore! Vigilate, il veleno è fuori, fuori dal cancello, lontano! I falsi profeti avanzano, voi pregate! ...Non Mi devi dire nulla? Raffaele: Andiamo sui segreti, Giovanni? Piccolo Giovanni: No, si rimane all'ubbidienza! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! E tutta per voi la Vigna, siete i Vignaioli, siete la Nuova Chiesa, ancora non volete ascoltare e camminate a ruota libera! Raffaele: ...Non siamo buoni... Piccolo Giovanni: Siete i Sacerdozi Vivi ed Eterni, siete Suorine, non scelti dallo Strumento ma scelti dal Padre attraverso lo Strumento! Avete l'Eredità, ma non la vedete! Eccomi non dimenticatelo: Dio è Padre, non lo dimenticate, tutto appartiene al Padre, nulla appartiene a voi! Voi non vi appartenete, ma il Padre vi ha Donato il tutto! Pregate: "Ave Maria!-Padre Nostro!" - "Ave Maria!-Padre Nostro!" E se spalancate i vostri cuori potete fermare tutti i Flagelli, ma Dovete essere uniti nell'Amore! Pregate e raccoglieteli e portateli nella Vigna, nell'Arca e dove ci sono i Remi, figli Miei! ...Hai altro da dirmi? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: L'ultima! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Quanto è grande l'Amore di Dio? Piccolo Giovanni: Non ha né limiti e né misure! Raffaele: E nessuno verserebbe il sangue per gli altri? Piccolo Giovanni: Solo gli Strumenti chiamati dal Padre! Ma voi siete la Famiglia... non posso dire i segreti... voi siete la Famiglia! Non alzate il dito verso il fratello ora che lo Strumento ha gridato! Non alzatelo, figli! ...Cosa c'è ancora? Dopo Mi mangio una bella fetta di Torta perché è la Mia Festa... e come regalo Mi avete portato delle Spade nel Cuore ed Io le porto nel Cuore del Padre! ...Non hai niente altro da dirmi? Don Vincenzo: Come dovrebbe essere diverso il nostro atteggiamento, noi che siamo la Chiesa Nuova! Noi che siamo la Famiglia di Giulia dovremmo mettere tutti in condizioni di amare, dovremmo tutti amare, ed invece la prima che non viene amata è proprio la Cocciuta... lei che dà la vita, lei che è lo Strumento scelto dal Padre! Piccolo Giovanni: ...Anch'Io non venivo amato! "Ehi, Don Mario, Ti vogliamo bene"... eh, si, "Don Mario, Ti vogliamo bene..."! Ecco come Mi volete bene! Don Vincenzo: Lo vuoi il Miscuglietto? Piccolo Giovanni: Si, adesso lo beviamo! Dopo vi lascio il Mio di Cuore, visto che Io sono nato e ho il Cuore Nuovo! ...Cin-cin, Sacerdozio Vivo ed Eterno!(*) ...Buono! L'hanno preparato buono anche in questo giorno! ...È buono! ...E tu non hai nient'altro da dirmi? Don Vincenzo: La Festa di ieri... Piccolo Giovanni: ...Ma Me la state facendo oggi, e poi c'è ancora! Don Vincenzo: E poi tra sette giorni hai detto la prima messa da solo come sacerdote! Piccolo Giovanni: No, c'erano tutti quanti! Non ero da solo! Don Vincenzo: Ti facevano compagnia altri confratelli? Piccolo Giovanni: Si, ma c'era tutta la gente! Don Vincenzo: Ah, si? Io pensavo che c'erano altri preti attorno a te, invece la messa l'hai celebrata da solo? Piccolo Giovanni: No, c'erano anche gli altri preti, ma l'ho celebrata Io! Don Vincenzo: E quando hai deciso di tornare a Casa hai trovato difficoltà nella Tua scelta, oppure eri convinto di essere nel giusto? ...Perchè non era facile farlo! Piccolo Giovanni: È un segreto! ...Ma ora vi lascio il Mio Cuore perché sono nato! Eccomi per la Torta e i Fiori! "Eccomi", imparate a dirlo ed essere innamorati gli uni degli altri, così potete amare il Padre! Don Vincenzo: Eccomi! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Piccolo Giovanni: Eccomi! Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! Eccomi! Don Vincenzo: Tagliamo la Torta? La tagli Tu? Gesù: Quando andremo via, chi rimane, la taglia! ...Come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu non hai niente da dirmi? Io vi ho detto tutto quello che dovevo dirvi: AMATEVI GLI UNI GLI ALTRI, FIGLI MIEI, FAMIGLIA DELLA VIGNA E DELL'ARCA! Don Vincenzo: Tutto parte sempre dall'Amore! Gesù: Dio è Amore! Don Vincenzo: E solo se ci amiamo possiamo amare! Sembra facile, però non è poi così facile amarsi! Gesù: Io Mi sono amato per amare ognuno di voi......... Don Vincenzo: Ti sei amato per amare ognuno di noi? Gesù: ......E l'umanità intera: è portare l'Amore Pieno al Padre! Don Vincenzo: Il Padre Ti ha partorito... Gesù: ...Eccomi... Don Vincenzo: ...E non ha avuto bisogno di niente? Gesù: Non fare sempre le stesse domande! Don Vincenzo: È che non è facile capire! Gesù: È facile! Don Vincenzo: È facile? Gesù: Si! Don Vincenzo: Non ancora apro la porta! Gesù: Sei il Calice Vivente, e il Calice Vivente è Dio e la Porta di Dio è sempre aperta! ...Io ora devo andare perché devo accogliere le Spose! Don Vincenzo: Salutami a Papà! Gesù: Lo saluterai adesso che viene......... Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo che è Maria, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(**) Giulia: Padre, io voglio ubbidirTi... ed è quello che ho fatto da sempre, Eccomi, ma accorcia i Tempi!(*) ...Aiutatemi, Pargoli! ...Aiutami, Giovanni!(*) ...Prepara ancora i Calici da bere, perché saranno molti! ...Ci vediamo dopo! ...Giovanni, dona la Mano a tutti i figli! ...Eccomi all'Ubbidienza, Padre, ancora per l'Eternità! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, fammi andare a bere che ho sete! Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: I Banchetti sono pieni, le Spose sono tutte pronte, i Pargoli stanno lavorando e i Cari impastano il Pane della Quiete! ...Ora salutiamo i nostri Cari! ...Vado dinanzi alla Schiera! ...Ciao, Mamma!(*) ...Eccomi, ci vediamo dopo!

 

 

 

 

3. Dom. 13/07/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

(Raffaele): Qual'è il più Grande Regalo, se esiste, che hai ricevuto dagli uomini, non da Dio? (La Madonna): Essere chiamata: "Mamma", ma col cuore! (Raffaele): Non ce ne sono molti che Ti chiamano veramente col Cuore? (La Madonna): No! Come non viene accolto il Mio Gesù, come non viene accolto il Padre, non vengo accolta neanche Io! Mi hanno sputato in faccia come hanno sputato in faccia a Gesù e come lo fanno col Padre quando non si ottiene la giornata che è stata programmata! Il Regalo più Grande è quando Mi chiamate: "Mamma" col cuore e rispondete: "Eccomi", e anche le Collane sono belle, ma voglio i Cuori fatti di Collane! Se vi unite e vi amate gli uni gli altri fate una Collana di Cuori e La poggiate ai Piedi della Croce: è il Regalo più Bello che desidero da ognuno di voi, Famiglia di Dio!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <La Madonna per un po' Rimane in Silenzio, poi dice:> LA MADONNA: Nell'Essere il Frutto di Dio e la Grazia che Raccoglie l'umanità intera ed ognuno di voi, dò Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, Frutto dell'Amore di Dio nel Segnare ognuno di voi... <La Madonna Alza la Destra col Segno Trinitario e Dona la Sua Benedizione col Segno della Croce> ...Col Suo Amore Infinito di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e Donare ad ognuno di voi la Croce! Dio ha stretto al Mio Cuore, Piccola e Umile Ancella, Umile nel Suo Amore, Umile nel farMi nascere e nel far nascere alla Vita Eterna ognuno di voi e l'umanità intera nel raccogliersi e mettersi dinanzi a Dio nell'Umiltà e rispondere Eccomi alla Sua Chiamata! Ecco cosa dovete fare! Non c'è pianto, non c'è lutto, non c'è lamento, c'è l'Amore Pieno del Padre dove Io ho risposto: "Eccomi, sono la Tua Ancella, fai di Me quello che hai detto, quello che è scritto da sempre nel Tuo Cuore, quello che hai Partorito, perché Tu Sei Padre, Tu Mi hai donato il Soffio e Tu lo puoi prendere, ma nel prenderlo lo accendi di una Luce che non si spegne e di un Amore che non ha nè limiti e neanche misure perché Tu Sei Dio!" Tutto passa: le ricchezze del mondo, stare sul piedistallo, alzare l'io......... il Padre ci ha Donato l'Eredità, ma è Piccolo, è un Bimbo e non alza l'io ma viene a servire così, come Padre, il Padre che Ama i propri figli e versa il Suo Sangue attraverso la Croce e attraverso il Crocifisso con un "Eccomi" di una Serva Inutile che dopo aver fatto la Volontà del Padre è rimasta ancora Serva Inutile! Il Padre Mi ha chiamata ancora per rimanere Tabernacolo Vivo, Chiesa e Ultima Grazia per portare avanti le Schiere e per combattere e pulire il Giardino che è stato sporcato! ............Vigilate, figli, avete la Destra... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ...E combattete il veleno e i falsi profeti che avanzano......... e non dimenticatelo! Ad ognuno di voi è stata donata la Vigna, l'Arca e i Remi...... Vigilate nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E Mi Inchino dinanzi alla Croce così, come Serva Inutile, Figli Miei! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) Come sei bella! Cos'hai indossato?(*) ...Dove lo trovo? Se mi indichi dove posso trovarlo......! Come mai oggi hai messo questo Vestito e questa Collana? Devi andare a un Matrimonio? Dinanzi alla Schiera...? Sì, quello che porti sempre lo vedo, ma vedo anche questo che oggi hai indossato.........! Ma dimmi, dove posso andarlo a trovare?(*) La Madonna: Lo troverai! Giulia: Eccomi! Le Tue Parole sono Verità! Mammina, il Vestito che porti sempre è il Sole del Padre, è l'Amore Pieno! E questo che hai messo adesso è perchè devi andare dinanzi alle Schiere per il Matrimonio......... La Madonna: .........Non dire quale Matrimonio! Giulia: Eccomi, Mamma! ............È una Luce Enorme! La Madonna: È la Luce di ognuno dei Figli che risponde l'Eccomi al Padre! Giulia: Eccomi per tutti i Figli e per l'Umanità Intera! La Madonna: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA............! Giulia: Eccomi! Lo so, sono tutti vuoti i Calici............ e perdonatemi se ho bevuto anche quelli che dovevano scendere.........! Non avevo niente da fare e ho bevuto anche quelli che non dovevo bere......... e quelli che Giovanni non aveva preparato in questi giorni perchè è stato impegnato per la Sua Festa......... e per tutte le Spose che hanno donato la mano......... e come li ho trovati li ho bevuti tutti quanti i Flagelli che dovevano scendere e i Sigilli che dovevo Bere.........! Sono belli e vuoti, così non cadono, ma c'è "una piaga" aperta, Mamma: mandiamo solo Gabriele? Non possiamo mandare anche tutti gli altri Bimbi? Così vanno dietro ai miei Pargoli con la Schiera che hanno preparato loro! Col Soffio del loro Amore possono spegnere......... La Madonna: Come fai, Anima Mia, a Bere? Giulia: Ho Sete! Come hai Sete anche Tu, la Sete che hai avuto da sempre.........! Eccomi, Mamma! Dovevo Berli adesso ma li ho Bevuti prima......... adesso Giovanni lascia solo un attimino e li va a preparare ancora! Mammina, Tu vai al Matrimonio con le Schiere, ma rimani anche in mezzo a noi a parlare, così come io sono alla Destra del Padre e sono in mezzo ai Figli...... dopo, quando vai via Tu, vado a cercare qualche altra cosa! In questo giorno non ci sono né Sigilli e né Flagelli e quello che ormai ho Bevuto non lo diciamo......... diciamo che l'ho Bevuto! La Madonna: Cosa deve fare il Padre? Giulia: Preparare gli altri Calici e guidare ognuno di noi perché non sappiamo camminare............ Lui ci Ha Consegnato la Vigna, ci Ha Donato l'Arca e i Remi, ma ancora non sappiamo camminare: tienici per mano! La Madonna: Tu che prendi la Mano chiedi di prenderti per mano.........? Giulia: Si, avendo la Tua posso prendere tutti gli altri! La Madonna: È questo che il Padre ti ha Donato? Giulia: Mamma, Io sono solo uno Straccio Stracciato dinanzi ai Piedi della Croce e mi Inchino dinanzi alla Sua Volontà! E tutto ciò che il Padre mi ha Donato non mi appartiene......... appartiene ai figli e al Padre! Mi è stato donato di lavorare ed è stata donata la Paghetta più grande: Amicizia col Padre, Amicizia col Tuo Cuore, Amicizia con Gesù e con tutti i Servi Inutili! La Madonna: Mi è stato donato di Lavorare e di rimanere Straccio Stracciato e così tendo le mani verso i figli nel chiedere ad ognuno di loro: Rimanete Stracci Stracciati per Incontrare l'Amicizia più Grande, quella del Padre e quella di tutti i Servi Inutili! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Mamma, ascolta i Sussurri dei Figli, ascolta il Sussurro della Famiglia! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, Tu che conosci ogni cosa, così come il Padre ha donato al Tuo Cuore la Conoscenza e l'Amore! Lo vedo che Arde il Cuore............ tenetelo voi, fatelo Grondare, Squarciatelo, ma tenetelo Voi! Metto ancora nel Tuo Cuore il Tuo Infinito Amore, Mamma, e tutti i nemici, e metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco e raccolgo ancora i Sussurri e li Consegno al Tuo Cuore, Mammina! La Madonna: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi!(*) I Segreti non li posso dire, è una promessa che il Padre mi ha Donato! ...Ma posso alzare la Destra? Posso tenerLa lì dove c'è quello che c'è......? La Madonna: Alzala e Tienila! <Giulia alza la Destra.........!> Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i vostri Servi Inutili! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Banchetti dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce e............... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ...L'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei, siate pronti e preparati......... non lasciate le Capanne......... non fate lutti e non fate lamenti......... ma alzate i vostri cuori al Padre.........! Non fermatevi a guardare i rumori del mondo ma ascoltate il Sussurro della Croce e aspettate il Sole che si Apre! FIGLI, CIÒ CHE TOGLIE L'UOMO, DIO LO RIEMPIE NELLA MISURA DEL SUO AMORE INFINITO! Ma vigilate perchè il Veleno cammina e i Falsi Profeti avanzano, Figli Miei.........! Giulia: Eccoci, Mamma! Rispondo ancora con i Tempi e i Giorni che il Padre mi ha Donato: Eccomi ancora per l'Eternità! La Madonna: ECCOMI, FIGLIA E ANIMA DI DIO......! .....................PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO............! Don Vincenzo: Shalom! La Madonna: Shalom! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Altri Fiori che sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ...............Come stai, Giovanni? Don Vincenzo: Benvenuta in mezzo a noi, Mammina! La Madonna: Altri Fiori che sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Come stai, Giovanni? Don Vincenzo: Bene! La Madonna: Stai bene? Accarezzo la Barba di Mio Figlio! <La Mamma accarezza la Barba di Don Vincenzo e manda baci a tutti> Accarezzo ognuno di voi............! Come state? Tutti: Eccomi! La Madonna: Dico come dice Mio Figlio e come dice Giovanni: state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Non Mi dici niente, Giovanni, Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Solo Eccomi Mi dici? .........Io Ho Parlato un bel po'! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: O Mi sbaglio? Don Vincenzo: No, Tu non Ti sbagli mai! <Alla Mamma vengono donate alcune Collane che Maria Elena appende alla Statua della Madonna che è nel Padiglione> La Madonna: Ditemi qualcosa! Io vi dico che vi Amo e vi voglio tanto, tanto, tanto bene, Figli Miei! Tutti: Anche noi, Mamma! La Madonna: Eccomi! Cosa c'è, Figlio Mio? Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Quello che voglio chiederTi è proprio questa Grazia Costante che dobbiamo avere nei confronti del Padre, nei confronti di Gesù, nei confronti Tuoi, Mamma, perché tutto il Progetto Salvifico del Padre, quello della Verità Tutta Intera, poggia proprio su Te e su Gesù! La Madonna: Il Padre si è poggiato su di ognuno di voi donandovi la Vigna, l'Arca e i Remi e facendovi Chiesa Nuova! È il Suo Progetto nello Scegliere ognuno di voi, e Aspetta l'Eccomi Pieno di ognuno di voi! La Cocciuta risponde attimo dopo attimo per ognuno di voi......... e quando cadete...... e quando avete dei dubbi......... e quando vi allontanate......lei vi raccoglie, vi porta sulle spalle e vi porta a Lavorare dietro la Schiera! E anche Tu, Calice Vivente, raccogli i Figli portandoli a Lavorare dietro la Schiera! I Tempi sono Scesi! Dovete Pregare solo per l'Uomo che non deve Scendere e non deve Aprire i Gradini......... se la Cocciuta Berrà un altro Gradino............ allargo solo le Braccia......! Pregate, Figli, e siate Vigilanti: l'Uomo non deve Scendere e i Gradini non si devono Aprire! Pregate: "Padre Nostro" e "Mamma Maria, Piccola Ancella del Cuore della Croce!" Don Vincenzo: Possiamo dire questo? Diciamo così? La Madonna: "Padre che ci hai Partoriti, dal Tuo Parto Siamo Stati Innalzati per Camminare le Vie del Tuo Amore": questo dovete dire! Don Vincenzo: È la Nuova Ave Maria? La Madonna: Questa è la Preghiera del Padre! Quella che vi ho detto è la Nuova e per adesso......... ma ancora non siete pronti per sentirLa Tutta Intera! Don Vincenzo: Quando dici che bisogna non Scendere nessun Gradino? La Madonna: Dovete vigilare e pregare! Don Vincenzo: Ci dici anche che la Cocciuta Beve i Flagelli...... e i Calici.........! La Madonna: Ha Bevuto tutto quello che ha trovato......... e non c'era più né quello che non doveva Bere e nè i Sigilli! <La Mamma si rivolge ad Annunziata> Il Sole si è Acceso, non si è spento.........! Annunziata: Eccomi! La Madonna: Aspetta.........! Annunziata: Eccomi! La Madonna: Diciamo solo questo, da Mamma a mamma! Annunziata: Eccomi! La Madonna: Eccomi! I Pargoli sono super impegnati, visto che sono già più grandi devono preparare una Torta Enorme per la Festa del Primo Matrimonio dei nipoti! Che hai da dire tu? Raffaele: È diversa la Giornata di Dio? Noi diciamo: "è una bella Giornata......... e mi sono riuscite tante cose.........!" La Madonna: Quella di Dio non è la vostra! Voi dite: "è una bella Giornata, sono andate a posto tutte le cose del mondo!" Quella del Padre è un'altra...... ma non potete ancora capire.........! Raffaele: Qual'è il più Grande Regalo, se esiste, che hai ricevuto dagli uomini, non da Dio? La Madonna: Essere chiamata: "Mamma", ma col cuore! Raffaele: Non ce ne sono molti che Ti chiamano veramente col Cuore? La Madonna: No! Come non viene accolto il Mio Gesù, come non viene accolto il Padre, non vengo accolta neanche Io! Mi hanno sputato in faccia come hanno sputato in faccia a Gesù e come lo fanno col Padre quando non si ottiene la giornata che è stata programmata! Il Regalo più Grande è quando Mi chiamate: "Mamma" col cuore e rispondete: "Eccomi", e anche le Collane sono belle, ma voglio i Cuori fatti di Collane! Se vi unite e vi amate gli uni gli altri fate una Collana di Cuori e La poggiate ai Piedi della Croce: è il Regalo più Bello che desidero da ognuno di voi, Famiglia di Dio! Per questo lo Strumento dice: "Padre, aspetta ancora, mi hai donato i Giorni, aspettiamo ancora", per l'Umanità intera e per ognuno di voi! <Ora parla Giuseppe, il marito di Immacolata salito al Padre circa due Mesi fà> GIUSEPPE: Quanto male ti ho fatto...... sono il tuo sposo......... mi devo inchinare ai tuoi piedi......... e bagnarli con le mie lacrime.........! , verrò e mi inchinerò dinanzi ai tuoi piedi e li laverò con le mie lacrime! Per Amore dello Strumento ho indossato l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale! Ti chiedo perdono............! Immacolata: Ti ho perdonato! Giuseppe: Devo chiedertelo............! Immacolata: No! Giuseppe: , lasciami Parlare: sono all'Ubbidienza del Padre, non puoi dire: "no" al Padre, perché io devo dire tutto quello che il Padre mi ha dato da donarti e devo chiederti perdono! Perdonami! Ed Eccomi per avermi parlato, così ho visto la Luce e, vedendo la Luce, ho donato subito la mano allo Strumento e sono tornato a Casa! Ora ho il mio Compito: è di pulire i cuori......... lì dove hanno strappato il mio! TI AMO, IMMACOLATA! LAVORA PER LA VIGNA, LAVORA PER LE CAPANNE, LAVORA PER IL PROGETTO DI DIO, TU CHE BUSSAVI E BUSSI AL CUORE DI GIOVANNI! QUANTI ERRORI HO FATTO! VERRO' AI TUOI PIEDI E LI BAGNERO' CON LE MIE LACRIME, QUELLE CHE IL PADRE MI HA DONATO! Abbraccia i figli, ma stringi forte forte il mio bambino che non ho saputo amare......... e anche gli altri............! <Giuseppe manda baci> Vi amo tutti! Camminate sulla Via di Giovanni: quella segnata dal Vangelo! Facevo finta di non ascoltarlo, ma Lo ascoltavo! Ma mi è stato strappato il cuore e gli occhi e non vedevo e non sentivo, ma ora ho visto e vi dico a tutti: Rimanete nella Vigna, Rimanete nell'Arca, fratelli miei! <Giuseppe manda baci a tutti e accarezza Don Vincenzo> Ora Ti ho visto: sei Giovanni, Calice Vivente! Don Vincenzo: Giuseppe! Giuseppe: Quante volte mi dicevi: "getta queste, gettale, ti porteranno alla morte!" E io ridevo! <Fa il gesto di fumare> Adesso mi hanno fatto Nascere! Ma vi dico di gettarle e ascoltare Giovanni! Eccomi per tutte le Benedizioni e per tutte le Preghiere! Eccomi per la Benedizione che hai fatto oggi: ho Salvato donando a chi aspettava per prendere la mano! Eccomi, Giovanni: Calice di Dio! <Giuseppe manda baci a tutti> La Madonna: Cosa c'è, Figlioli Miei? Don Vincenzo: È venuto Giuseppe, il marito di Immacolata! La Madonna: È stato Mandato dal Padre così come Io sono in mezzo a voi a guardarvi e a stare dinanzi all'Ubbidienza del Padre e a Lavorare al Forno! Impastate anche voi il Pane dell'Amicizia, il Pane dell'Amore, il Pane di Essere Collana di Cuori! Dimmi qualcosa, Figlio, ti sei emozionato......? Don Vincenzo: Si, perché mi dà gioia vedere questa moglie piccolina piccolina ma così piena di Dio, piena di Fede, piena di Pazienza! ...A detta proprio del marito Giuseppe, l'ha fatta soffrire molto molto...... ma lei adesso è radiosa............ e allora volevo chiedere una cosa visto che posso approfittare... se è gradita questa mia proposta... di dire a lei di tornarsene dall'America e di rimanere qui in Italia e stare in mezzo a noi! La Madonna: È il suo cuore che deve decidere questo! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Qui troverà la Cocciuta......... La Madonna: ...È il suo Cuore che deve decidere......... il Padre lascia liberi i Suoi Figli! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: C'è che essere oggi qui, Mammina, in questo Santo Pomeriggio, insieme a Te è la Grazia più grande per noi! La Madonna: La Grazia che il Padre vi ha lasciato Sono Io............ e le Grazie che vi darà la Bimba Francesca donate dal Mio Cuore! Don Vincenzo: Proprio quello volevo chiedere, Tu che Sei la Grazia, la Piena di Grazia... La Madonna: ...Sono l'Ultima Grazia, la Chiesa e il Tabernacolo, e voi siete i Vignaioli della Vigna e della Chiesa Nuova! ...E il Sole è nelle tue mani, Calice Vivente............ e si Aprirà............ ma dovete Vigilare Alzando la Destra e Combattendo il Veleno e i Falsi Profeti che avanzano! <La Madonna Benedice> Don Vincenzo: E posso abbassare sempre la mano? La Madonna: Solo Tu, Calice Vivente, e lo Strumento potete abbassare la mano, mentre i figli possono alzare solo la Destra! ........................Se l'abbasseranno faranno scendere i Flagelli! ............Solo tu e lo Strumento potete abbassare la Mano! .........Ora, ci sono Io! ...............Come stai? Come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Giovanni, Benvenuto! La Madonna: No, Io non sono Giovanni! <Si ride un po'> Sono ancora la Mamma............ e non è Giovedì oggi! Don Vincenzo: Infatti! La Madonna: Ho preso in prestito quello che dicono Loro, non l'ho rubato! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Siccome Lui è Capriccioso... La Madonna: Sta Lavorando il Capriccioso e va a preparare i Sigilli! Ma se la Cocciuta trova che non sono pronti li Beve come sono! Ora Giovanni si è liberato un po'......... ed è andato a prepararLi! Ricordate: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto quando si Lavora.........! Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto e all'Ubbidienza del Padre.........! Non dimenticate di rimanere all'Ubbidienza del Padre nel dire: "Eccomi"............... e non nel puntare il dito! .........Devo mandare i figli a casa per portare tutte le Gocce e i loro doni, così quando scenderanno viuzze per viuzze e case per case, accenderanno una Luce Grande: la Luce di Dio! Don Vincenzo: Che bello! La Madonna: I figli porteranno questo dono! Don Vincenzo: Nelle loro case e nei loro cuori? La Madonna: Si, e viuzza per viuzza! ...Io ora vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Tu, Calice Vivente, Saluterai i tuoi figli ed Io li Saluterò col Magnificat! <La Madonna schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano e poi Don Vincenzo Benedice> Don Vincenzo: Vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo che è Maria! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(*) <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre insieme alla Madonna> Giulia: L'Anima Mia magnifica il Tuo Cuore, Mamma! L'Anima Mia grida al Tuo Cuore nel raccogliere l'umanità intera, nello stendere il Tuo Manto Materno sull'umanità e sui Tuoi Figli! Mamma Piccola, Mamma Fanciulla, Mamma dell'Eccomi, dove hai Versato il Tuo Sangue per portarci sulla Croce del Tuo Figliolo Gesù e per farci diventare come Lui! Ma aiutaci ancora, Mamma!(*) ...Andrò a trovare il Vestito: Eccomi!(*) ...Mamma, ora che dobbiamo Combattere, ora che le Schiere devono Camminare, Donatemi ancora di più da bere e Scorticatemi ancora di più e tenete il mio Cuore facendolo grondare! La Madonna: Anima Mia! Giulia: Eccomi!(*) ...Parliamo quando siamo sole!(*) <La Madonna schiocca un bacio> La Madonna: Eccomi, Figli! Giulia: Eccoci, Mamma!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Papà! ...Ti chiedo un piccolo regalo! Tutti i Giorni è la Festa della Nascita che Tu ci hai donato: mi regali ancora un po' di Giorni? Il Padre: Non hai altro da chiederMi? Giulia: Ce ne sarebbero tanti tanti di regali da chiederTi ma voglio solo un po' di Giorni se puoi donarmeli! ...Poi dopo Ti chiedo quello che mi servirebbe ancora, ma adesso chiedo solo un po' di Giorni e chiedo anche di non Far Scendere il Figlio e di non Far Aprire i Gradini! Me li doni un po' di Giorni lunghi quanto... un po' di mesi... per adesso?(*) ...Non Cinque Giorni ma Cinque Anni! <Si ride un po'> ...Non sono tanti dinanzi a Te! Il Padre: E cosa devo fare? Giulia: Se puoi, quello che Ti ho detto e niente altro!(*) ...Ehm... le Capanne sono le Capanne... me li doni............? Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! <Giulia contenta schiocca un bacio al Padre> Quando vengo Ti do' tanti tanti tanti tanti tanti baci e porto anche le Spose e gioiranno nel Tuo Cuore! E visto che sono tutti lì a Fare Festa, a Lavorare e a Combattere, li salutiamo! ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Pargoli!(*) ...Ciao, Spose!(*) ...Ciao, Mamma!(*) ...Non temere, tanto lo puoi accarezzare e farlo gocciolare anche Tu! <Giulia schiocca un bacio> Eccomi...!

 

 

 

 

4. Giov. 17/07/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> GESÙ: Nel Vivere in mezzo a voi Glorifico il Padre, il Figlio che Sono Io e lo Spirito Santo, nella Pienezza, così come Maria L'ha Glorificato nel Suo IncontrarLo e nel dire: "Tu Sei il Padre Altissimo, tutto viene dal Tuo Cuore!" E così nasce la Croce nel Vivere in mezzo a voi per InnalzarLa e per IndicarLa ad ognuno di voi Croce nella Croce, nel dire: "il Vivente Vive in mezzo a voi, così si Fa Cibo, così si Dona, così è il Banchetto d'Amore, unito ai vostri Cari, unito ai Pargoli, alle Spose, a tutti i Servi Inutili che guardano Dio e la Croce! - Non distraetevi, figli- Il vostro sguardo sia rivolto alla Croce e al Padre! Io Vengo, Io Sono in mezzo a voi, Io Vivo dentro di voi e il Mio Sguardo è rivolto al Legno della Croce e al Cuore del Padre, nell'indicarLa ancora e nel dirvi ancora: Siete Fatti a Immagine e Somiglianza di Dio! Non violentatevi gli uni gli altri, ma guardate la Croce e il Padre e i vostri occhi si accenderanno non delle cose del mondo ma delle Cose del Padre, Figli Miei!" Il Cielo in mezzo a voi è in Festa e i Banchetti sono preparati per le Spose che sono entrate, ma sono in Festa nell'aspettare la Festa, ciò che Dio sta preparando e tutti stanno lavorando e tutte le Schiere stanno combattendo! La Schiera dello Strumento ha il compito più grande: dall'alba fino a quest'istante hanno combattuto, hanno pulito, ma il Giardino ancora una volta è stato infangato e lo Strumento ha chiesto al Padre di far Grondare il Filo e il Laccio! Pregate, Figlioli, pregate con la Preghiera che vi è stata donata! ............Cocciuta Divina! Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA............! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Cos'hai fatto? Giulia: Niente, Gesù! Il niente di tutti i giorni, il niente di attimo dopo attimo!(*) Ho Bevuto quello che ho trovato! È meglio che i figli non sentono ciò che Bevo! Ho trovato un Calice qua, un Calice là, un Flagello qua e un altro là e li ho Bevuti! Visto che posso chiederTi tutto, Gesù, posso chiederTi di non dire quello che è sceso e quello che sta per scendere e quello che posso Bere......... e non dire nulla? I Tempi li vedono e se vogliono capire capiscono anche quello che Bevo io, e se è possibile, Gesù, fallo Bere solo a me e non farlo sentire a nessuno, tanto è un Calice......... Gesù: Tu dici che è solo un Calice? Giulia:Sì, un Calice più piccolo, un Calice più grande e se Tu me li fai Bere li Bevo ed è più bello tenerli nascosti, tanto hanno occhi e non vedono, hanno orecchie e non sentono: Gesù, fammi Bere senza dirlo............! Gesù: Hai già Bevuto? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, quando Tu Bevevi e tutti Ti venivano dietro pensando di farti Re e di aver trovato, diciamo così, "una miniera d'oro", quanti Calici hai Bevuto e non ha mai detto niente.........! La "miniera d'oro" Tu ce la doni con il Pane Spezzato! La "miniera d'oro" è il Padre che si dona, così come si dona alle Spose che donano la mano, ma nessuno ancora vede e nessuno ancora sente! Mi sono un po' scoraggiata, ma non di Te, Gesù! So che Tu non Ti sei scoraggiato degli uomini, anche se dal primo istante conoscevi ogni cosa e anche dal primo istante mi hai fatto vedere ciò che il Padre ha preparato! Un po' di angoscia l'hai avuta e anch'io ce l'ho, Gesù, ma Tu hai detto "Eccomi" al Padre! Ed Eccomi ancora per l'Eternità! E visto che ho Bevuto e Tu mi fai dire quello che ho Bevuto, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, la Famiglia, i Sussurri e i Cuori che ho lavato! Devo lavarli ogni volta, Gesù, per poterteli donare! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Metto nel Tuo Cuore i nemici e metto nel Tuo Cuore quello che mi hai donato da sempre, tienilo stretto, Gesù............! Gesù: Eccomi, Anima Mia! La tua angoscia è la Mia angoscia nel vedere l'umanità sorda e cieca! Giulia: Gesù, sono Figli e l'angoscia rimane lì dove c'è il vuoto......... ma l'Amore cresce sempre di più come il Lievito del Tuo Cuore: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con i Due Banchetti! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce e............ <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...L'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel Fare la Tua Volontà! Eccomi nel rispondere per l'umanità intera e per tutta la Famiglia, la porto ancora nella Vigna, nell'Arca e con i Remi, Gesù, nell'Eccomi per l'Eternità al Padre! Gesù: ECCOMI, ANIMA MIA, GUARDA.........! Giulia: Ma non dico ciò che vedo.........! Gesù: Eccomi! Giulia: Rimane nei Rotoli? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Gesù, non li possiamo aprire? Gesù: Hai fretta? Giulia: No, non ho fretta! Gesù: Tu conosci i Tempi.........! Giulia: Eccomi! Una parte sì..., l'altra parte non l'ho trovata ancora...: Eccomi!(*) Eccomi! Gesù: Ora non andare a Bere.........! Giulia: Ho Sete!(*) Eccomi, vado vicino alle Spose...... e poi se le porto Bevo un po'...: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E allora, se state tutti bene-male, che facciamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Non hai niente da dire prima di Donarci? Don Vincenzo: Ieri abbiamo festeggiato Giovanni per la Sua Prima Messa! Gesù: Eh, si, ancora la Sua Festa continua e poi ne stanno preparando un'altra......! Non hai niente altro da dirMi? Don Vincenzo: Sì, Gesù! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Abbiamo un Compito che riguarda la Cocciuta e il Calice Vivente.........! Gesù: .........E quello le è stato donato da sempre! Non hai sentito ciò che ha fatto la Cocciuta? Ha Bevuto e non vuole che si dice quello che ha Bevuto! Vi ha tolto un'altra cosa! ............Vigilate! Don Vincenzo: Ci ha tolto un'altra cosa? Gesù: Eh, si! Don Vincenzo: Come mai? Gesù: E perché Me l'ha chiesto! Quando parla che Mi chiede qualcosa, non la sentite? Non l'hai sentito cosa ha chiesto? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Avete sentito cosa ha chiesto? Tutti: Eccomi! Gesù: Cosa ha detto? Teresa: Ha chiesto di Bere e di non dirci cosa Beve perché siamo sordi e non sentiamo, siamo ciechi e non vediamo! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ora è andata a prendere le Spose e poi ha detto: "se trovo qualche altra cosa da Bere, la Bevo perchè ho Sete!" Un po'alla volta ve li sta togliendo, Me lo chiede e Io glielo concedo! Non hai niente da dire? Don Vincenzo: Siamo sordi e siamo ciechi............... sì, dobbiamo proprio correggerci! Gesù: Lei corregge, ma voi non l'ascoltate, così come non venivo ascoltato Io, così come non veniva ascoltato Giovanni e non viene ascoltato ancora! Perché Mi guardi così, non hai niente da dire? Non sono un Gesù cattivo! Don Vincenzo: No! Gesù: Sono un Gesù, che viene a prendere per mano i Propri Figli e portarli sempre sulla Viuzza Stretta: quella che Giovanni vi ha sempre indicato e vi indica ancora! ............Parla, di' qualcosa e dopo ci Doniamo! Don Vincenzo: Questa Viuzza Stretta è la Viuzza di Dio! Gesù: È la Viuzza dove Maria ha seminato le Spine e Le semina ancora! Don Vincenzo: È la Viuzza della Verità Tutta Intera! Gesù: È la Viuzza della Verità Tutta Intera e il Padre ve La sta Donando Tutta Intera, ma ancora fate fatica......... l'uno chiede all'altro: "io non ho capito niente, tu hai capito qualcosa?" .........Forse non parlo con la Voce distinta da far capire? Don Vincenzo: Certamente............ come no! Gesù: E perché mormorate tra di voi? Non vedete le Opere, non vedete i Tempi? E cosa mormorate tra di voi? Non siete nella Vigna, non siete nell'Arca, non siete con i Remi in mano? Perché mormorate ancora? Parla, di' qualcosa, Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: È che non ancora si capisce bene quello che ci stai Donando e, quindi, arriva la cecità e arriva la sordità... ma a causa della nostra durezza di cuore! Gesù: Siete nella Vigna, siete nell'Arca, avete preparato le Capanne......... e ancora non capite bene? Don Vincenzo: E può darsi che è proprio questa la vera cecità: non rendersi conto di questa Visitazione che dura oramai da ventinove anni e che non ha eguale nella Storia, perchè mai Dio si è dato tanto e ci ha dato tanto! Gesù: Ma quando guardate fuori i Tempi li capite? Don Vincenzo: Certo, sono Scesi tra noi! Tutto questo dovrebbe facilitare la nostra Comunione con la Cocciuta poggiandoci sempre su di lei che è lo Strumento scelto da Dio per guidarci.........! Gesù: La Cocciuta è alla Destra del Padre ed è anche in mezzo a voi! Don Vincenzo: Che Grazia! Ed è proprio questa Grazia della Cocciuta che dobbiamo apprezzare ma questo invece non avviene.........! Gesù: Non avviene perché ancora non vi amate! Non avviene perché lo Strumento non viene ascoltato! Ci sono i Figli che mettono un piede dove c'è il veleno e un piede dove c'è lo Strumento, un piede dove ci sono i falsi profeti e un piede dove c'è lo Strumento! Si può? Don Vincenzo: Stare in due staffe? No! Gesù: Eeeh! Don Vincenzo: Eppure è la Verità Tutta Intera quella che ci porta lo Strumento e dovremmo proprio ascoltarla attentamente......! Gesù: La Verità Tutta Intera ve La Dona il Padre attraverso di lei! Don Vincenzo: E questa dovrebbe essere la nostra Ricchezza e invece forse non si è capito quanto vale lo Strumento! Gesù: E se non si è capita, cosa deve fare lo Strumento? Togliervi dalla Vigna, togliervi dall'Arca, togliervi dai Remi? No! Dice: "Padre, aspettiamo ancora, sono Figli!" Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Ora Ci Doniamo! Io Mi Dono e tu ti Doni! Ehi! <Raffaele porge a Gesù le Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Eccomi! Ora possiamo Donarci! .........Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per l'Umanità Intera, per tutti i Sacerdoti e per l'Uomo che porta l'Abito Bianco! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù osserva il Pane da ogni angolatura dicendo:> Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne e La Mangio con ognuno di voi Donandovi il Respiro! <Gesù Dona Tre Forti Colpi di Tosse e Benedice col Pane InnalzandoLo! .........Poi Mangia!> Donandovi ancora il Soffio! <Gesù Dona Altri Tre Forti Colpi di Tosse> Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta, stando per un po' con la Destra Alzata nel Segno Trinitario e per un po' con la Destra Abbassata.> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Lo Strumento si è Donato, ha Bevuto ancora ed è rimasta ancora Crocifissa per Amore! Il Padre è pronto per ognuno di voi: Cibo per i Propri Figli! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Vogliamo prenderci parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Prendiamoci parte! Ho cantato, ho ballato, ho camminato in mezzo a voi, ho giocato, ma non Mi avete visto e non Mi avete sentito! Ora rimango così come rimane tutto il Cielo! Non canto, non gioco e non ballo, ma rimango! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dio: Cibo per ognuno di voi, ma ancora non vedete e non sentite! Eccomi! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Cosa c'è? <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Gesù, guarisci la nostra cecità e la nostra sordità! Gesù: Siete stati Guariti col Mio Sangue e avete il Pane! Il Padre cosa deve Donarvi ancora? Avete una Vigna, avete un'Arca, avete i Remi! Cosa deve dare ancora il Padre all'Umanità Intera e ad ognuno di voi? Avete l'Acqua Zampillante! ..............................Non dici nulla? Don Vincenzo: È proprio Gustoso il Padre! Gesù: Il Padre è Gustoso, ma voi Lo Gustate? Non hai niente da dire? I Segreti non posso dirveli! ...Parla, Io aspetto! Don Vincenzo: Gesù prima hai detto che c'è chi mette un piede nel veleno e chi mette un piede dove c'è lo Strumento......... c'è chi mette un piede dove ci sono i falsi profeti e chi mette un piede dove c'è lo Strumento......... e questo avviene perchè non ci si ama......... Gesù: ...Vicepa', ti raccomando! <Gesù fa riferimento a Mario e Maria Elena> Chi è che fischia, sei tu a fischiare? Tommaso: È il microfono di Don Vincenzo che fa interferenza con quello Tuo! Gesù: Siamo sullo stesso binario? Tommaso: Eh, si! Gesù: Meno male! T'hanno portato via il piatto? Parla! Don Vincenzo: Gesù, quando riflettiamo sul veleno, sui falsi profeti, sui farisei di ieri e di oggi ci rendiamo conto di come il veleno e di come questi nemici sono sempre all'attacco e tante volte noi non riusciamo a respingerli perchè non riusciamo a capire la pericolosità, la furbizia e la malignità che essi hanno e questo ci dovrebbe far riflettere e farci essere più Vigilanti......! Gesù: Non vi viene detto di Vigilare e di Alzare la Destra? <Gesù Benedice> Come puoi dirMi che cadete? Don Vincenzo: Dobbiamo usare più spesso la Destra! Gesù: Eccomi! ...Dimmi, dottoressa! Teresa: Il Parto è Vivo ed Eterno? Gesù: Eccomi! Teresa: Anche la Pancia è Viva ed Eterna? Gesù: Eccomi! Teresa: Eccomi! Gesù: Se il Parto è Vivo ed Eterno, la Pancia ci deve essere per forza! Teresa: Eccomi! Gesù: Se no come si fa a Partorire? Eh... Eh... Eh... Ancora! Non hai niente? Teresa: Cosa possiamo fare per vigilare ancora di più? Gesù: Vigilate! Siete dietro le Schiere! Lo Strumento vi porta a Combattere! Vigilate! E non dimenticate di pregare la Preghiera che vi è stata Donata! ...Non Mi date più nulla da mangiare? Cosa c'è, cosa vuoi dire ancora? Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù si rivolge a Mario e a Maria Elena> Gesù: I Pargoli in questo giorno non parleranno! <Mandano baci> Vi salutano! Stanno combattendo, hanno un Lavoro Grande Grande da fare! Sono tutti a Lavorare per Pulire, ma hanno un altro Compito, quello che la Cocciuta non ha voluto dire! Voi pregate! Vi parleranno, non vi preoccupate, ma in questo giorno hanno tanto tanto da fare: Impastare e Preparare il Matrimonio e altro......... ma vi baciano tutti quanti, anche quelli che sono appena arrivati! Eccomi! ...Venite col "niente!" Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Eccomi! Tu non hai niente da dire? Don Vincenzo: Stare qui dentro, Gesù, è la Grazia più Grande che ci sia, perché conosciamo sempre più il Disegno del Padre, conosciamo sempre più la Sua Verità Tutta Intera e cominciamo a renderci conto di quale Progetto siamo partecipi e siamo depositari! Un Papà Eterno non può che fare Figli Eterni! È un Papà che ci Ama al punto da Mandare Te, Suo Figlio, a dare la Vita per noi e a dare il Sangue per ognuno, fino all'Ultima Goccia! Un Papà che ci sta insegnando, Gesù, con quelle Tue Braccia Allargate, cos'è l'Amore, perché Lui è Amore e ha fatto Tutto per Amore e, Mandando Te, non ha fatto altro che Amarci ancora di più Abbracciandoci tutti! È un Papà che con Te, Gesù, ha vinto la Morte e che quindi ci invita ad essere lungimiranti, positivi, perchè tutto è finalizzato alla Sua Eredità Eterna: da Lui siamo venuti e a Lui torniamo se ci comportiamo da veri Figli! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Non dovete rimanere tristi se i Pargoli non parlano, stanno Lavorando per ognuno di voi e quant'è Grande il Lavoro! AiutateLi, pregate! Come tutti i vostri Cari, tutte le Spose hanno tanto tanto da Lavorare per pulire il Giardino! Eccomi! Don Vincenzo: Ci hai dato il Soffio! Gesù: , la Tosse, il Soffio! Don Vincenzo: E grazie a questo Soffio possiamo vivere nel Padre! E grazie al Suo Soffio Eterno siamo Eterni! Gesù:Ma lo dimenticate: "Poverino, è morto!"..................... Può morire un Figlio se il Padre è Vivo da sempre? Don Vincenzo: No, certamente no, perchè Vivente è il Padre e Viventi sono anche i Figli! Gesù: Dio che ha preparato da sempre il Giardino, perché l'ha preparato? Per i Propri Figli! E se Lui è Vivo e Abita nel Giardino, i Figli li lascia fuori? Don Vincenzo: Che bello! Gesù:Vigilate! Non solo è bello ma è da far scendere le lacrime e non smettere di piangere di Gioia......... ma quando poi vedrete il Sole, i vostri occhi non si fermeranno per la letizia e per il giubilo! Ma c'è quella Domandina dove lo Strumento non può rispondere! Tutto il Padre le ha donato, eccetto quella Domandina.........! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: La nostra Forza, Gesù, sei Tu e il Padre insieme alla Mamma! Gesù: Il Padre vi ha Donato la Croce e Siete Fatti a Sua Immagine e Somiglianza!(*) Don Vincenzo: ...Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: Ehi... con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu come stai? Aspettate che prima bevo il Mio caffè e poi parlo...! Ne vuoi un goccettino? Hai bevuto? Sei sicuro? Ne vuoi un altro poco? Chi lo vuole se lo va a prendere...! , è il caffè fatto dalla Cocciuta! Don Vincenzo: Come fai a riconoscerlo? Piccolo Giovanni: Mi sa che ci ha messo un mezzo cucchiaio in meno, ma è suo! Un mezzo cucchiaio di caffè e un mezzo cucchiaio in meno di zucchero...: l'ho bevuto ugualmente sì, era un po' arrabbiata...! Allora..., Nico', come stai? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Nicola: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: L'orto si è rovinato? Nicola: No! Piccolo Giovanni: Cresce bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non hai trovato nessun capriccio incapricciato? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ehi... Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Maria: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì"! ...Come stai Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Vuoi parlare un po'? Vuoi mangiare? Che gli diamo a Maria? Lasciamo così..., quando vuole parlare, parla...! Che gli diamo? Eh, si, un po' di vino..., un paninello..., un po' di pizzetta e poi gli fai un altro piattino con i dolci e la frutta...! Cosa c'è? Volete dire qualcosa? Parla tu..., ehi... che Mi date da mangiare? Don Vincenzo: Scegli, Giovanni... Piccolo Giovanni: Quello è un pezzo di pizza! Raffaele: Ci metto un po' di mortadella? Piccolo Giovanni: No! E quell'altra...Raffaele: Questa? Piccolo Giovanni: È piccante? Raffaele: No! Piccolo Giovanni: E poi, un altro paninello come l'hai fatto a Gesù, con la mortadella...! Eh... Lui Mi rubava la salsiccia e Io Gli rubo la mortadella...! State tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ehi, Teresina, è buono il panino? Don Vincenzo: Piccolo Giovanni: Tu non vuoi niente? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia? Piccolo Giovanni: Eh, si...! Don Vincenzo: Ci facciamo compagnia... Piccolo Giovanni: Vuoi mangiare il paninello con la mortadella? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ma intanto di' qualcosa: Io vi invito a camminare sulla Viuzza Stretta, ad Amarvi gli uni gli altri, ad essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, non dimenticatelo mai! Don Vincenzo: Dobbiamo imparare a mettere Dio al primo posto, in tutte le situazioni che incontriamo nel nostro cammino... Piccolo Giovanni: Tu l'hai dimenticato che sei il Calice Vivente-Dio? E perché non dici ai tuoi Figli che siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio e dovete Amarvi? Bisogna mettere sempre al primo Posto Dio, bisogna Amare i nemici, bisogna Amarvi tra di voi e solo così mettete Dio al primo posto! Be', parla un po'..., tu non parli? Don Vincenzo: Quello che volevo dirti, Giovanni, è che il Padre... Piccolo Giovanni: ..."Se sbaglio... Mi corriggerete...", dice Carlo...... Don Vincenzo: ......Il Padre progetta ogni giornata... Piccolo Giovanni: ...No, il Padre ha fatto da sempre le Giornate e non le progetta giorno dopo giorno ma le ha già progettate da sempre! Don Vincenzo: Ha progettato da sempre per i figli la giornata e fa in modo che ogni Figlio incontri quella giornata, in quel posto, in quella situazione, e così può incontrare proprio lì quella Croce preparata per ognuno.........! Piccolo Giovanni: La Croce non la puoi incontrare..., la Croce siete voi! Don Vincenzo: Sì, ognuno di noi è Croce e bisogna viverla questa Croce e il Padre crea le situazioni, pur lasciandoci liberi, adatte a far sì che ognuno sperimenti la propria Fede abbracciando quelle Croci quotidiane! Occorre una Fede matura e non una Fede piccola che fugge al primo ostacolo e alla prima salita! Sono tante le situazioni giornaliere che il Padre crea per il bene dei Suoi figli, per farci essere Cristiani veri, per farci essere Cristiani credibili, per far sperimentare ad ognuno di noi la bellezza del Vangelo, dove la Croce non è più una disgrazia, dove la Croce non è più una punizione ma dove la Croce è l'unico modo per vivere da Figli, perché siamo Tutti Croce! Allora il Papà Buono misura, come un maestro fa con i propri alunni, che questa Croce diventi bella in modo da chiamare questa Croce non più sfortuna ma la Chiave per entrare nel Cuore del Padre e per dirGli: "Papà, non ho più paura della Croce..., eccomi, l'Abbraccio con gioia"! Piccolo Giovanni: Come si può avere paura di se stessi? Tu hai paura di te stesso? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: E allora? Don Vincenzo: Quando si ragiona con gli occhi del mondo si ha paura di tante cose brutte.........! Piccolo Giovanni: ......Ma voi come fate a ragionare andando ancora dietro alle cose del mondo? Don Vincenzo: È che tante volte si usa il metro umano......... e usando il metro del mondo si sceglie la strada larga e non la Strada Stretta......... e non ci si rende conto che quella è la strada della perdizione e dell'io...... e non quella Santa di Dio......... ma nell'umanità tantissime persone scelgono proprio il metro del mondo e così spengono la loro piccola fede......! Piccolo Giovanni: Ma ancora non avete capito che non siete più dell'umanità? Se Siamo in mezzo a voi non potete più essere dell'umanità: siete nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! Voi che abitate nella Vigna, voi siete sulle spalle dello Strumento...... e quando cadete Lei vi alza! Come si può dire: "ancora non si è capito...!" Vi destate dal sonno o non vi destate? Tu ti vuoi destare nel dire: "Sono il Calice Vivente Dio"? Io lo gridavo: comincia a gridarlo anche tu! ...Ehi, Giova', stai dormendo? Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Non ancora! Piccolo Giovanni: Ah... ah... piacere! Ti metti a dormire anche tu quando parla il Padre? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: ...Eh che devo dirvi? Vi voglio bene! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Eh... Eh... Eh... vi voglio bene! <Si ride un po'> ...Parla tu un po'! ...Fate il Miscuglietto che dopo che ho bevuto il Miscuglietto Me ne vado e poi ti lascio Gesù! Cin-cin! Don Vincenzo: Tu che sei un intenditore, com'è? Piccolo Giovanni: Il Miscuglietto è Buono! ...Si, è buono! ...Come stai, hai sonno, Giova'? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: ...Dimmi qualcosa, così i figli bevono il Miscuglietto ed Io ti saluto e ti lascio Gesù! Don Vincenzo: Ha fatto un temporale oggi, fortissimo! Piccolo Giovanni: E non lo so, Io non c'ero e non l'ho visto che ero impegnato a lavorare... Eh... Eh... Eh... e tu quando la Cocciuta ha chiuso il balcone, non hai visto cosa ha fatto? ...Io non l'ho vista e non so niente! Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Quando lei ha chiuso il balcone il temporale è aumentato ancora di più! Piccolo Giovanni: Non lo so... non l'ho visto... non Mi dici più nulla? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Mi dici "si è fatto tardi, andiamo a letto"? Don Vincenzo: No, ma forse un po' tardi si è fatto... Eh... Eh... Eh... Piccolo Giovanni: ... forse un po' tardi si è fatto! Don Vincenzo: Ma tanto Tu ci hai sempre aiutato e lo farai anche domani! Piccolo Giovanni: Si, vi ho sempre aiutato e vi aiuterò sempre! ...E allora, visto che Mi hai detto che si è fatto tardi, Io Me ne vado! ...Che cosa vi devo lasciare? Io vi lascio il Mio Cuore Nato! ...Eh, sono nato e vi lascio il Mio Cuore e vi bacio a tutti! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Sono Io, Gesù! Don Vincenzo: La Cocciuta sta su con Te? Gesù: Si, sta lavorando! Don Vincenzo: E sta' pure qui? Gesù: No, qui ci sono Io, c'è tutto il Cielo in mezzo a voi, i Servi Inutili, le Spose e i Pargoli che stanno lavorando! Lei è andata a bere ed è andata a prendere le Spose perché le deve portare al Banchetto, e poi ha tanti altri Calici da bere! ...Allora, Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato e tu saluti con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, lo so che Tu fai sempre le Cose del Padre e lo so che la Verità ci rende liberi e figli del Padre!(*) Piccolo Giovanni: Vado a preparare i Calici! Giulia:Vai, così io vengo a berli e faccio scendere ogni tanto una Goccia così bagna la Tua bella Lauria! Piccolo Giovanni: La Mia Casa è Timparelle! Giulia: Eccomi!(*) Eccomi!(*) ...Vengo a bere ciò che prepari! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà...!(*) Il Padre: ...Devi scendere! Giulia: Si, quando avrò finito il lavoro! Adesso c'è ancora da finire i Calici... rimango alla Tua Destra e poi scendo, ma poi devo venire ancora a portare le altre Spose che stanno aspettando! Hanno iniziato a dare un dito, ma poi daranno tutta la mano!(*) ...Papà, eccomi ancora per l'Eternità! Eccomi nel portare l'umanità, tutti i figli e la Famiglia! Eccomi nell'essere pronta come Capanna per chi non è pronto! Il Padre: Cosa vuoi fare ancora? Giulia: Le Tue Cose, Padre! Il Tuo Eccomi per l'Eternità!(*) ...E visto che siete ai Banchetti e tutti i Pargoli sono a lavorare... è grande Gabriele come Emanuele e Emanuela e tutti gli altri... a loro hai donato un compito ancora più grande(*)... sono grandi......... Posso andare ad aiutarli? Il Padre: Hanno la loro Schiera! Giulia: Eccomi! ...Lavorate e spegnete tutto quello che non è buono!(*) ...Ciao, Pargoli!(*) ...Ciao, Spose!(*) ...Ciao, Servi Inutili!(*) ...Ciao, Cari!(*) ...Ciao, Cielo!(*) <Giulia schiocca un bacio> ...Ciao, Mamma!(*) ...Eccomi!(*) <Giulia schiocca un altro bacio> ...Eccomi!

 

 

 

 

5. Giov. 24/07/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

 

(Gesù): Quando si ama il Padre, si ama il Figlio e si ama anche lo Spirito Santo che è Maria! (Don Vincenzo): Gesù, certe volte si nomina lo Spirito Santo, certe volte no: è sempre Maria? (Gesù): Sì, lo Spirito Santo è sempre Maria! (Don Vincenzo): Perciò possiamo dire: Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo che è Maria! (Gesù): Eccomi!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi Dice:> GESÙ: Nell'Infinito del Giardino di Mio Padre, Glorifico il Padre Altissimo, ora e per tutta l'Eternità! <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> E la Gloria che il Padre Ha Donato a Me, Io l'Ho Donata ad ognuno di voi e all'umanità intera figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Nel Giardino ci sono tutti i Beni del Padre e i Beni del Padre appartengono ai Figli nell'amore, nell'amicizia, nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per prendere parte al Banchetto Nuziale, quello preparato per le Spose, quello preparato per ognuno di voi che avete avuto in Consegna la Vigna! Ma Vigilate......... e non fatevi portare via la Vigna perchè il Veleno cammina e i falsi profeti avanzano......! Vigilate, Figli Miei, Rimanendo Croce nella Croce, in quell'Abbraccio dove c'è Dio che si Dona Allargando le Braccia! .........Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA.........! Giulia: Eccomi!(*) Sono di nuovo tutti vuoti i Calici.........! Gesù: E Me lo dici così? Giulia: Come devo dirTelo, Gesù? Li ho svuotati............ e me li sono bevuti! Avevo sete, faceva caldo.........! Gesù: Com'è bella questa amicizia! Com'è bello questo Amore! Giulia: È quello che mi hai insegnato Tu! .........Nel prendere la Tua Mano e seguire passo per passo le Tue Orme si diventa così innamorati da non vederci più, o meglio, vedere Solo Te! E io ho visto Te...... e li ho Bevuti i Flagelli! Lo so che Giovanni è arrabbiato, ma quando poi Lui guarda ride sotto i baffi! No, se li è tagliati, li ha voluti tagliati, ma ride sempre così! Un po' preoccupato quando non trova più niente di quello che doveva preparare.........! Gesù, visto che hanno tanto da fare, meglio Berli i Sigilli così senza farli preparare..., li conosco da sempre, da quando me li avete fatti vedere da bimba! Sì, Teresina me li ha fatti vedere tutti......... e poi anche Tu attimo dopo attimo! Gesù, quel Fuoco acceso lo spegniamo o deve ardere ancora? E visto che ho bevuto tutto, il Padre mi ha concesso di Bere anche quei Flagelli che dovevano scendere! Non c'è altro? No, non parlo, non temere! Pur sapendo tutto quello che trovo..., non lo posso fermare? Non dico più niente..., i Flagelli..., i Sigilli..., i Calici tutti quelli che ho trovato li ho Bevuti! Ehi, ho aiutato anche ad impastare e visto che c'è tanto da fare, ho fatto anche quello! Gesù, Tu hai preparato un altro Albero nella Vigna..., quello che si era seccato, l'hai tolto......... me lo lasci innaffiare un altro pochino?(*) Poco poco?(*) Lo posso fare? Gesù: Non ti basta mai nulla? Giulia: Non ci vuole niente ad innaffiare una pianticella.........! Gesù: ...............Con tutto quello che Bevi.........! Giulia: È il mio compito di Figlia, di Serva Inutile, di Straccio Stracciato......... la Giornata si deve Lavorare e poi si riceve la Paghetta per poi Spezzarla e Donarla! È questo il compito di ognuno di noi: Fare la Giornata del Tuo Cuore! E visto che c'è rimasta quella pianticella, posso innaffiarla per prima? Se poi non si accende, aspettiamo un altro poco! Gesù, lo posso fare? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Anima Mia! È bello essere così innamorati da fare un'Anima sola, fatti a Immagine e Somiglianza del Tuo Amore, Gesù! E visto che ho Bevuto tutto, non c'è bisogno di dirlo! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia, metto nel Tuo Cuore tutti i nemici, metto nel Tuo Cuore l'umanità intera e tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore quelli che non hanno il coraggio di farlo, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, e metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai Donato da sempre! Gesù: Prendilo......... Porta Tutto sulle Tue Spalle......... Lavora la Giornata...... e Falla Lavorare, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Giulia: Cosa c'è, Gesù?(*) Devo alzare la mano?(*) <Giulia Alza la Destra> Ma non vedo nulla......... cosa mi nascondi? Gesù: Tieni la mano aperta.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Perché non mi fai vedere cosa sta succedendo? Gesù: Tieni la mano aperta.........! Giulia: Eccomi!(*) Gesù, cosa sta facendo Maria? Si è chinata a terra? Vedo solo Te e Lei......... e non mi fai vedere altro.........? Gesù, cosa mi stai nascondendo? Sono belli i capelli della Mamma e anche i Tuoi... vedo solo questo e divento gioiosa, ma se Tu desideri che guardo solo Voi e non mi fate vedere altro: Eccomi! Gesù: Alzala e Abbassala! Giulia: Eccomi! Sia Fatta la Tua Volontà e non la mia! .........Ora vedo! .........Gesù...! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con i Due Banchetti! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel Fare la Tua Volontà! Gesù: Eccomi, Anima Mia!(*) .........PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto, Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Stai bene? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccomi! E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: Eccomi! Non Mi dici niente? Don Vincenzo: Abbiamo all'inizio fatto quella domanda alla Cocciuta: quegli occhi......... Gesù: .........Eh, quegli occhi! Don Vincenzo: Che vedono il Padre e vedono Te, Gesù............! Gesù: , all'inizio la Cocciuta diceva: "Gesù, toglimi gli occhi e fa vedere agli altri quello che vedo io!" Sembrava proprio una bimba! "Togli i miei e donali agli altri......... e fa vedere quello che vedo io!" Ognuno di voi ha gli Occhi del Cuore e gli Occhi sono lo Specchio dove potete guardarvi e dove potete vedere......... ma non avete il tempo! La Cocciuta guarda i Miei Occhi e guarda i suoi.........! .........State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Quanto Bene di Dio! Gesù: No: è Dio! Don Vincenzo: Dio? Gesù: ! Don Vincenzo: Il Padre! Gesù: Il Padre! Il Banchetto è preparato per le Spose e tutti i Servi Inutili, tutti i Pargoli, tutte le Schiere, tutte le Spose che sono entrate stanno dinanzi al Banchetto, stanno Lavorando e stanno Combattendo per pulire......! I Pargoli stanno spegnendo i fuochi accesi......... ma ce ne sono altri che si accenderanno.........! Voi Pregate e Alzate la Destra! <Gesù Benedice e Don Vincenzo Abbassa la Destra> Solo Tu e lo Strumento potete Abbassare la Destra, gli altri no.........! Ehi, ci sono dei regali.........! <Raffaele porge a Gesù le Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Eccomi! La Madonna è tutta incoronata! Cosa Mi dici............ non Mi dici niente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Eh, , ci Doniamo! Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che porta l'Abito Bianco............... e rimane Crocifissa per Amore per l'Umanità Intera! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù Lo Osserva a lungo e Lo fa ossevare anche a Don Vincenzo, poi ''Innalza'' il Vino e Beve......... e poi Lo dona a Don Vincenzo> Eccomi! Mi hai visto? Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù Lo ''Innalza'' ............e poi Mangia............!> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo Sono Io in mezzo a voi: Vivo e Reale, così come Lo sono tutti i Servi Inutili! .........Mi Mangio e Mi Dono! ............DoniamoCi ancora! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E la Pasqua è Piena ed è Risorta nella Pienezza della Croce! Il Padre si Dona ancora nella Sua Pienezza! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ci Prendiamo parte? Don Vincenzo: , Prendiamo parte al Banchetto del Padre! Gesù: Eccomi! Prendiamo parte al Banchetto del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Dimmi qualcosa! ..................È bello prendere parte al Banchetto del Padre.........! Don Vincenzo: È bello Gustare il Padre! Gesù: GustarLo, AmarLo e FarLo Conoscere! L'Umanità ha dimenticato di avere un Papà che si Dona e si fa Cibo per Amore! Eccomi! Eccomi! ...Voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora se state tutti bene-male, avete Fame? Tutti: Eccomi! Gesù: Mangiate il Padre! Mangiando, mangiando, parlaMi tu che sei il Calice Vivente e dimmi qualcosa! Don Vincenzo: All'inizio, Gesù, ho detto che quando guardiamo gli occhi della Cocciuta si prova una sensazione particolare perchè sono gli occhi che vedono continuamente Dio! E la stessa cosa vale per Te, Gesù, quando abbiamo la Grazia come in questo momento di guardarTi negli Occhi! Gesù: GuardarMi negli occhi? Don Vincenzo: Guardare negli Occhi Dio! Gesù: Che succede quando si guarda Dio? Don Vincenzo: Succede che ci si riempie di Gioia, di Meraviglia, di Stupore.........! Gesù: Solo? Don Vincenzo: Vedere quegli Occhi Tuoi, Gesù............! Che Grazia per la Cocciuta.........! Che Grazia per tutti i Servi Inutili che Ti stanno accanto, Gesù, per tutti i Pargoli, per tutti i Cari! Tutti hanno questa possibilità di guardarTi negli Occhi, di guardare negli Occhi il Padre, di guardare negli Occhi in profondità la Mamma, di guardare negli Occhi i Servi Inutili! Che Regalo ci hai fatto, Gesù, con questa Visitazione che dura oramai da ventinove anni.........! Gesù: Il Padre vi ha Donato Tutto, ma i Figli e l'Umanità Intera non hanno occhi per guardare il Padre! Don Vincenzo: Hanno occhi e non vedono, hanno orecchi e non sentono! ............Gesù, che Grazia è per noi quì ascoltare le Tue Parole che sono Spirito e Vita, che sono Parole di Vita Eterna............... che meraviglia.........! Gesù: Dio non è una meraviglia: Dio è il vostro Tutto! Dio è il Cibo Eterno che non verrà mai a mancare! Il cibo degli uomini verrà a mancare, ma il Cibo-Dio no! L'Umanità non vede Dio che si Dona! L'Umanità guarda i rumori e guardando i rumori non gusta e non vede Dio: Cibo per Amore! Don Vincenzo: Com'è bello, Gesù, quello hai detto poco fa: "Che Dio si Fa Cibo per Amore e Cibo Eterno!" Gesù: Cibo per Amore e Cibo Eterno perché Dio E'......... e si Dona...... e non ha fine e non ha limiti e non ha neanche misure! Avete visto? Lo Strumento vi ama così tanto da Bere tutto quello che non è preparato, così non ve lo dice! Il suo Amore è così Grande.........! Vi dona solo le Gioie! I Flagelli, i Sigilli, i Calici, li Beve, ma senza farveli sentire............! <Gesù guarda Mario e Maria Elena> I Pargoli non parlano neanche oggi, stanno Lavorando tutti quanti perchè devono spegnere i fuochi e devono Impastare! Hanno tanto, tanto Lavoro da fare, aiutateli anche voi, aiutateli, hanno un Lavoro Grande da fare come tutti i Servi Inutili, come tutte le Spose, come tutti i vostri Cari! Lavorate anche voi, Figli, e preparatevi per i Tempi............! Don Vincenzo: Gesù, certe volte ci ritroviamo stanchi! Gesù: ! Perché lo Strumento vi porta a Lavorare e un po' di stanchezza ve la fa sentire ma tutta l'altra se la prende lei! Siete dietro la Schiera e vi porta sulle spalle! Metà la sentite e l'altra metà se la prende lei e così vi sentite stanchi............! Don Vincenzo: È perché partecipiamo anche noi ai Combattimenti? Gesù: ! ........................Venite col "niente", poi Mi prepari il paninello! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Che hai combinato, non hai niente da dirmi stasera? <Teresa indica che ha mal di testa e Gesù le manda un dolce e poi manda un dolce anche a Chiara> Ti raccomando, vicepa', non dimenticare quei due! <Mario e Maria Elena> Ecco il Mio paninello, lo vuoi il paninello? Don Vincenzo:Ti faccio compagnia! Gesù: Ti aspetto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ......State bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: È buono Mangiare il Padre, ma è buono ascoltare anche te, Calice Vivente! Mi vuoi parlare un po? So che è Buono il Padre ma è buona anche la tua parola perchè viene dal Padre! Don Vincenzo: Che Gioia, Gesù, avere questa opportunità! Gesù: È bello parlare in Famiglia, riuniti dinanzi a Dio che si Dona! Don Vincenzo: Proprio imparando da Dio che si Dona ci dobbiamo donare anche noi, perché solo così si crea la Comunione e solo così si è Famiglia Intera e si è Uniti! Gesù: , solo così si è Famiglia! Don Vincenzo: E perciò dobbiamo amarci, perché solo nell'Amore si realizza questa Comunione! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Mettendo proprio l'Amore alla base delle nostre azioni, delle nostre parole, delle nostre preghiere! Più amiamo, più ci amiamo, più scopriamo quello che siamo: siamo Figli dell'Amore! Gesù: E nessun figlio e nessuna figlia rimarrà senza sposo se il Padre è Amore! Tutti avrete uno Sposo e una Sposa preparati dal Padre! La Famiglia deve crescere, scelta da Dio uno ad uno, crescere nell'Amore, crescere nell'amarvi gli uni gli altri! Don Vincenzo: Sì! Gesù: ! Don Vincenzo: Questa è la Chiave per aprire le porte dei cuori, per riscaldare i cuori, perché proprio lì nel cuore arde l'Amore! Gesù: La Mia Porta è sempre Aperta e voi siete nella Vigna, nell'Arca e con i Remi e lo Strumento vi porta! Don Vincenzo: E, proprio guardando con questi occhi cioè con gli occhi dell'Amore, scopriamo che il Progetto del Padre, quello della Verità Tutta Intera, è un Progetto d'Amore, è un Progetto Vincente perché l'Amore di Dio è Vincente, se noi usiamo l'Arma dell'Amore! Tante volte invece diamo retta al nostro io e così tutto crolla, perché non c'è più l'Amore come Arma, ma c'è il proprio interesse, il proprio io, il proprio egoismo! Quando invece l'Amore è Umile, è Mite, è Paziente e non punta il dito, tutto diventa positivo, tutto diventa bello e costruttivo! Gesù: Com'è bello ragionare così: in Famiglia! Don Vincenzo: Gesù, non si sa se volere bene di più a Te o a Papà......... e poi si finisce a volere bene ad entrambi ...............per non parlare poi del bene che si vuole alla Mamma............! Gesù: Quando si ama il Padre, si ama il Figlio e si ama anche lo Spirito Santo che è Maria! Don Vincenzo: Gesù, certe volte si nomina lo Spirito Santo, certe volte no: è sempre Maria? Gesù: , lo Spirito Santo è sempre Maria! Don Vincenzo: Perciò possiamo dire: Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo che è Maria! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Lo Spirito è Pieno! Gesù: Non è mai stato vuoto, eh, eh! ...............L'ultima domanda.........! Raffaele: Sembra banale, Gesù, ma da sempre Tu Ti Fai vedere, come pure la Madonna, eppure il Padre poteva mostrarsi in tutta la Sua Potenza......... invece è sempre nel nascondimento! Gesù: No, non è nel nascondimento, è in mezzo a voi! Raffaele: Ma se tutti Lo vedessero, Gesù............! Gesù: Tutti Lo vedono! ................................................Ti stai addormentando? Don Vincenzo: No, tutt'altro! Gesù: Bello di Papà, Calice Vivente! Don Vincenzo: ...Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: Ehi... con la Croce e con il Pane! Come stai? <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Come stai, Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, dottoressa Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Lo vuoi un po' di caffè? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Chi lo vuole se lo va a prendere...! Questo Me lo bevo Io..., buono! Si, è zuccherato bene! Don Vincenzo: Quindi è sicuro che lo ha fatto la Cocciuta? Piccolo Giovanni: Si, l'ho vista! Don Vincenzo: Ci metto il Sigillo... Piccolo Giovanni: , ecco! Nico', Mi hai visto nell'orto? Nicola: Sì! Piccolo Giovanni: Ti è piaciuto? Digli cos'ho combinato...! Nicola: Mi hai fatto trovare uno zucchino molto grande......... Piccolo Giovanni: L'ho gonfiato! <Si ride un po'> Così uno ci si può sedere sopra! Uno zucchino ingigantito...Don Vincenzo: Ma che differenza c'è tra lo zucchino e la zucchina? Piccolo Giovanni: Quello è piccolino e invece quella l'ho gonfiata...Nicola: Diciamo che è come un'anguria! Don Vincenzo: Ma ti ci sei seduto sopra o lo hai mangiato? Piccolo Giovanni: No..., perchè ci si può sedere sopra visto che è grande...! E a Me non Mi date nulla da mangiare? Mo' vediamo cosa Mi dona il viceparroco...! No..., si, ecco! No, preferisco mangiarla alla napoletana la pizza...! Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Sì, Ti faccio compagnia...! Piccolo Giovanni: Quando camminavo sulle viuzze, la mangiavo sempre...! Nico', ma solo la zucca hai trovato? Non hai trovato nient'altro? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora parla un po'...! Maria è impegnata a mangiare...! Ora parla Tu! Quale vuoi questo o quello? Don Vincenzo: Il più piccolo! Piccolo Giovanni: Vuole il più piccolo! Lo devo prendere pure Io il più piccolo! Don Vincenzo: Tu mangi quell'altro... Piccolo Giovanni: No, non è troppo grande, tanto il diabete ce l'ha la Cocciuta, non ce l'ho Io, gliel'ho lasciato! ............Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Te lo sei mangiato un dolce? Maria: No! Piccolo Giovanni: Non glielo avete dato? Eccolo...! Raffaele: Quale gli diamo? Piccolo Giovanni: Il grande! Quello non è un dolce... quello sì e anche quello! Ti salirà... poi scenderà...! Giovanni, raccontami tu qualcosa! Don Vincenzo: Poco fa hai detto che Tu sei di Timparelle? Piccolo Giovanni: Sì! Don Vincenzo: E la Tua Bella Lauria? Stai in tutt'e due? Piccolo Giovanni: Io ci vado solo a trovare la Mia Capannella! Don Vincenzo: Quindi sei a tutti gli effetti a Timparelle? Piccolo Giovanni: Si, sono a tutti gli effetti a Timparelle! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eh... che c'è? Don Vincenzo: A tutti gli effetti..., a tutti gli effetti? Piccolo Giovanni: A tutti gli effetti! Ehi...! Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Vengo con te? Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ciao, bella di Zio Mario! Rimango pure vicino a voi tre...<Giovanni schiocca qualche bacio> Che c'è? È bello rimanere in Famiglia! È bello crescere in Amore! È bello aspettare i Tempi del Padre, ma dovete Vigilare perchè il Veleno cammina e i falsi profeti avanzano! Don Vincenzo: Avanzano... e come avanzano! Piccolo Giovanni: ...E come avanzano! E come Arde il Mio Cuore nell'aspettare il Giorno del Padre! "Tu persevererai e guardandomi negli occhi così come io guardo..., Tu persevererai fino alla fine............ sarai perseguitata, ma non ti fermerai, e rimarrai alla Destra del Padre!" Ha sempre ubbidito al Padre! "Ricordati: la mia prima ubbidienza è al Padre!" Queste sono le sue parole! "...E dopo se devo ubbidire, ubbidisco anche a Te, ma Prima di Tutto è a Lui che devo ubbidienza perchè mi ha chiamata, mi ha mandata e mi ha donato il lavoro da fare e questo è il mio lavoro: portare i figli a Casa!" Tu li hai riconosciuti gli occhi e anch'Io li ho riconosciuti e lei ha riconosciuto i Miei, come ha riconosciuto i tuoi, come conosce gli occhi e il cuore di tutti i figli e dell'umanità intera, ma non può puntare il dito! Dona l'Amore del Padre e dona ciò che il Padre ha donato a lei! ...............Parla tu un po', tu non parli più? Raffaele: Si va sempre sui segreti... Piccolo Giovanni: I segreti... non ci provate! Raffaele: Gesù ha ripetuto altre volte che quando sarà il Tempo del Padre, Dio non cancella il Paradiso... Piccolo Giovanni: Non ci sarà nessuna distruzione: gli uomini distruggono, ma il Padre no! Raffaele: Tu stai vedendo tutto quello che Ti aveva detto Dio? Piccolo Giovanni: Io lo vedevo e adesso ci sono dentro e in mezzo a voi! Raffaele: Hai la conferma di tutto quello che Ti aveva detto il Padre? Piccolo Giovanni: Così come anche lo Strumento! Raffaele: Non Ti stupisce niente? Piccolo Giovanni: No! Raffaele: È preciso il Padre? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: E non sbaglia? Piccolo Giovanni: No, è Dio! Raffaele: Ma ha un ripensamento il Padre nel giudicare i figli......? Non che si sbagli, perchè Lui ci ha "impastato", ci mancherebbe, ma ha un ripensamento? Piccolo Giovanni: Avrebbe già abbassato la mano! Raffaele: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Se dobbiamo donare la mano, dobbiamo cercare di aiutare gli altri...... e anche il Padre fa questo, quindi fino alla fine cerca sempre di Salvare! Piccolo Giovanni: Per questo ce lo dona alla fine! Raffaele: Quindi è impossibile che abbia un ripensamento.........! Piccolo Giovanni: Non lo so! Raffaele: Giovanni, noi non solo siamo troppo deboli di fronte a Dio ma siamo debolissimi, non deboli! Piccolo Giovanni: Non dimenticate che siete fatti ad Immagine e Somiglianza di Dio e siete Croce: vi prendete e vi portate! Raffaele: Abbiamo fatto la vita, se siamo stati cinquant'anni a lavorare, coltivare le ambizioni, i programmi, tutte le storie, seguendo poco Dio, parlo per me..., poi di colpo ti ritrovi di fronte alla Grandezza di Dio! Io penso ogni tanto di fermarmi, di non essere proprio spedito nel camminare......... e quindi sbando! Piccolo Giovanni: Tu sbandi, ma lo Strumento no! Raffaele: Per quello dico..., io penso che poi ogni tanto sbaglio nei confronti di Dio, perché mi fermo e penso anche agli altri, non penso solo a me! Piccolo Giovanni: Quando ti sei fermato? Raffaele: Credo, Giovanni, che molte volte cerchiamo di capire con la mente e non col cuore e quindi si fanno tante storie, tanti passaggi mentali ma parlo per me......! Piccolo Giovanni: Quando vedrete il Sole, vedrete se vi siete fermati! Ognuno vedrà il suo Lavoro, lo Strumento vi porta dietro la Schiera a Lavorare: vedrete anche quello, ma la vedrete alla Destra del Padre e in mezzo a voi! Raffaele: L'ultima..., in questo periodo molta gente presa dallo sconforto, perché non riesce più a trovare la soluzione ai suoi problemi, chi dà la colpa ai politici, chi dà la colpa... a tutti! Piccolo Giovanni: Ma nessuno si rivolge al Padre! Raffaele: Nessuno! Ma proprio..., facevo una riflessione ieri sera ritornando dal Lavoro, tutti non sanno che pesci prendere, ma nessuno dice: speriamo nel Signore! Piccolo Giovanni: Nessuno chiama Dio: Papà! Raffaele: Giovanni, ma se si torna indietro......... e se a Dio lo vedevano... Piccolo Giovanni: Dio non lo vedeva? Ma cosa dici? Dio vede tutto! Raffaele: No, se loro vedevano Dio, ritornando al discorso di prima... Piccolo Giovanni: Tutti vedono Dio, ma non Lo chiamano, non Lo cercano e non Lo Amano! Non è fatto né di nuvola e né di polvere, è Vivo per sempre ed è in mezzo all'umanità intera! Raffaele: Non dirò più a nessuno: "lascia fare a Dio!", perché si offendono! Io pensavo di aiutarli... Piccolo Giovanni: Vi è stato detto di pregare e di cercare di convertirvi voi, non dovete convertire nessuno ma pregate soltanto......... non lo dimenticate! Raffaele: Nel silenzio... Piccolo Giovanni: ...E alzando la Destra! ...Giovanni, dimmi qualcosa, così beviamo la Bevanda e poi Io Me ne vado, se no "Quella" va a Bere l'altro che non ho preparato! E poi devo impastare un'altra Torta Grande insieme ai Pargoli e poi a tutti gli altri! Don Vincenzo: Si sta sempre a Lavorare? Piccolo Giovanni: Si Lavora con Amore e non ci si stanca! Don Vincenzo: Non ci si stanca? Piccolo Giovanni: No, si fa Festa quando arrivano le Spose, si fa Festa e si deve preparare la Torta per la Mamma..., per la Mamma di chi? Chi è Anna? Don Vincenzo: La Mamma della Madonna! Piccolo Giovanni: Ecco il Miscuglietto... e si deve preparare la Torta! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Cin-cin! E poi la dobbiamo preparare anche per la Cocciuta la Torta! ...Buono? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: Ottimo! Tutto Cammina nel Progetto del Padre! Don Vincenzo: Quindi, c'è la Verità Tutta Intera? Piccolo Giovanni: , c'è la Verità Tutta Intera! Don Vincenzo: C'è il Progetto del Padre che Tutto Vede e Sicuramente Lo Porta a Compimento! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ciò che dice Dio, tutto è Pane Cucinato! Don Vincenzo: Completo, Pane Vero e Vivo! Piccolo Giovanni: Il Pane Vero e Vivo Lo Sono anch'Io......... e ora devo andare ad Impastare anch'Io! Don Vincenzo: Quindi vai con lo Strumento che Ti sta aspettando? Piccolo Giovanni: , e La fermo, se no Lei Beve senza preparare.........! Io vi lascio il Mio Cuore di Sacerdozio Vivo ed Eterno! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: E lo Strumento rimane alla Destra del Padre e in mezzo a voi! Eccomi! <Giovanni schiocca qualche bacio, poi ritorna Gesù e dopo aver salutato Don Vincenzo, Gesù Benedice col Segno della Croce> Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Bentornato, sei sempre qui... Gesù: , ma sono andato a Lavorare, c'erano le Spose, le ho accolte e vi ho donato il Lavoro da fare! E ora dò il Lavoro da fare ad ognuno di voi: Rimanete Vigilanti e Combattete il Veleno e i falsi profeti con la Destra! Ma vi dò un altro Lavoro, la Cocciuta ha visto un Albero Secco nella Vigna: aiutatela, pregate! Don Vincenzo: Brutto segno? Gesù: Sta andando ad innaffiarlo, voi aiutatela con la Preghiera............... Lei non vuole perdere nessuno dei suoi figli! ..................È stata donata la Preghiera! Don Vincenzo: "Padre Nostro-Ave Maria" che già conosciamo......... Gesù: .........Ma anche l'altra, Dettata dalla Madonna la seconda Domenica del Mese, il Pomeriggio del tredici Luglio e non dimenticateLa: "Mamma Maria, Piccola Ancella del Cuore della Croce!" "Padre che ci hai Partoriti, dal Tuo Parto siamo stati Innalzati per Camminare le Vie del Tuo Amore"! Questo dovete dire, questa è la Preghiera del Padre............ e per adesso non siete pronti a sentirLa tutta intera............... ma Pregate! Don Vincenzo: Due settimane fa: era un rigo solo? Gesù: Non è un rigo solo! Se la scrivi bene, non è un rigo solo! Don Vincenzo: Devo andare a rivederLa allora.........! Gesù: Rimanete uniti, figli, i Tempi sono scesi tutti, lo Strumento prega e chiede di non far scendere quel Tempo del Figlio e del Gradino! Voi pregate, figli Miei, ma pregate che non scenda il Tempo! Don Vincenzo: Preghiamo che il Figlio del Gradino non scenda e che rimanga fermo! Gesù: Voi pregate! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Cosa c'è nel tuo cuore? Cosa c'è nel tuo Cuore che è triste? Io lo vedo... che c'è? Lo vedo in ognuno perchè conosco tutti i cuori! ............Non sono cresciuti ancora i capelli? <Gesù scherza con Raffaele> Sono vostro figlio, fratello e amico e quando si è in Famiglia si scherza anche, Mi hanno messo sul piedistallo gli uomini! Io cammino in mezzo a voi ma non fatevi mettere sul piedistallo, lo Strumento dice: "poi cado e mi rompo...!" Cammino in mezzo a voi e mangio con voi, sorrido con voi e piango con voi, ma vi dò tutto l'Amore e aspetto il vostro...! L'amore pieno e non le pugnalate......... ! L'umanità Mi dà le pugnalate, Mi sputa in faccia e Mi bestemmia...... ma Voi donateMi l'Amore che Io vi dono, figli! Ora, tu saluta con l'Albero Verde, <Gesù schiocca qualche bacio> e Io vi Lascio il Mio Cuore Spalancato, figli!(*) <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Con chi parlavi? Col Calice Vivente? Giovanni, che ha fatto il Calice Vivente? Sì... Giovanni, lasciali in quel modo, visto che devi andare ad Impastare e vengo anch'io, lasciali così come sono...!(*) Piccolo Giovanni: Non puoi Berli sempre così...! Giulia: Posso berli! C'è tanto altro lavoro da fare..., prepararli......... poi dirlo ai figli...! Così non li prepari e io non dico come sono fatti...! Poi devo rimanere all'obbedienza e dire come sono fatti ma noi prepariamo la Capanna secondo la Volontà del Padre......... Tu non puoi lasciarli così come sono quelli che io devo Bere...! Per un po' di tempo... Piccolo Giovanni: Figlia Mia, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Giovanni! Non devi preoccuparti, lasciali in quel modo, so che devi chiedere sempre al Padre e Ti dirà di sì, così possiamo fare altre cose! Le Schiere sono tutte pronte, porterò ancora tutti i figli, quando si stancano poi li poggio un po' sulle spalle; un po' li faccio camminare dietro le Schiere! E non temere se il Nocciolo è sempre più Scorticato, raccogliamo tutti i figli, così come hai sempre fatto anche se non Ti hanno ascoltato..., anche se non ascoltano ancora...! Eccomi, Giovanni, ci vediamo dopo...! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà... in questo tempo avrei bisogno di tante Paghette, quelle che mi donate le ho spese, le ho spezzate, le ho donate da mangiare, e le ho portate lì dove non Ti conoscono! Me ne servono ancora e Ti chiedo ancora di non fare aprire il Gradino e di non far venire quel Tempo! Lo so che è Scritto, se Tu mi doni ancora Paghette e con i Giorni che ci sono ancora...; Tu sei il Padre di ognuno di noi e dell'umanità intera!(*) Il Padre: Ti ho Donato tutto! Giulia: Eccomi! Non potresti donarmi anche... La domandina finale..., poggiandomi sul Tuo Cuore? C'è tempo per pensarci... anche se Tu hai pensato da sempre, Papà! Guarda la Tua Famiglia, guarda la Chiesa Nuova e sia fatta la Tua Volontà di Padre Vivo ed Eterno: aspetto! Il Padre: Tutte le Spose Gioiscono! Gioiamo anche Noi nel salutarvi al Banchetto Nuziale! Giulia: Eccoci, Servi Inutili! Eccomi, Padre, mi servono tanti Vestiti, preparateli, ci vediamo dopo...(*)

 

 

 

 

6. Giov. 31/07/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Raffaele): Gesù, quanto è importante il silenzio? (Gesù): Il silenzio è importante quando non si deve gettare il Pane ma, quando si può Donare, si Dona e si parla.........! In questo Tempo si Dona il Pane Intero a chi ascolta e a chi non ascolta si Dona il silenzio come Pane Intero! Chi non conosce il Padre non può capire le Cose del Padre perchè i propri cuori sono legati alle cose del mondo non conoscendo il Padre! Lo Strumento Spezza la Paghetta e va a portarLa, ma ci sono i figli che La gettano e lei La raccoglie ancora!

*******************

(Gesù): Io vi ho conosciuti da sempre e vi ho Amati da sempre e non Mi fermerò mai di Amarvi! (Don Vincenzo): Questo è il Tesoro! (Gesù): Ma, quando vedrete il Sole, si fermeranno i vostri occhi nel far scendere le lacrime?

*******************

(Don Vincenzo): Tu, Gesù, con la Tua Presenza qui Sei la nostra Festa, Sei la nostra Gioia! (Gesù): Anche voi siete la Mia Festa se rimanete Croce nella Croce nel Camminare sulla Viuzza Stretta e nell'Amare e perdonare i nemici!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' rimane in Silenzio poi Dice:> GESÙ: Nell'Amarvi nella Misura Infinita, così come il Padre ha Partorito il Suo Amore, Innalzo il Mio Cuore nel Dire: Sia Gloria al Padre Altissimo che è in Eterno! Tutti i Figli donate Gloria al Padre Altissimo che Dona ad ognuno di voi il Soffio della Vita Eterna, Uniti ai Banchetti del Suo Amore, Uniti alla Verità Eterna, Uniti alla Vigna, Uniti all'Arca e ai Remi, essendo pronti alle Albe che si accenderanno e alle Albe che si spegneranno, Figli, Fratelli e Amici! <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Ecco l'Unione col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! Ecco il Segno della Famiglia, rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto nel Vivere Uniti al Padre, nel Vivere Uniti ai Banchetti, nel Vivere Uniti ai vostri Cari, alle Schiere, ai Pargoli, a tutte le Spose, Figli, Fratelli e Amici............! Ed Eccoci ancora Uniti al Padre, Schiera Eterna per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! Pregate per i Tempi che Scenderanno ancora, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore e non dimenticate l'Amicizia del Padre! <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> .........Cocciuta Divina.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Cosa stai facendo, Gesù? Gesù, cos'hai preso in mano? Vedo le Schiere che stanno Lavorando, ma Tu cos'hai preso in mano? ......Non posso vederlo bene? Gesù: Hai bevuto ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Non hai aspettato!? Giulia: Eccomi, Gesù! Non erano pronti e li ho Bevuti ancora, così com'erano..., li ho trovati...! Non Ti sei arrabbiato? Gesù: No, Anima Mia! Ma non puoi berli sempre così! Giulia: Gesù, voglio vedere quello che hai in Mano ma me lo nascondi e quando Bevo, Bevo quello che trovo.........! Giovanni e tutte le altre Schiere hanno tanto da fare e non hanno Tempo di preparare......... e così aiuto un po'......... e io tutto quello che trovo lo Bevo! E ogni tanto qualche Goccia cade e quando cade qualche piccola Goccia sono Flagelli Enormi! Ma se Tu vuoi farmeli Bere così come sono, senza che i figli vedono...... e senza che i figli sentono... un Papà copre col Mantello e anche la Mamma copre col Mantello nel donare il Pane Intero ai propri figli! E se li Bevo così è per donare il Pane Intero così come ce lo Dona il Padre! Gesù: Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Donami quello che hai in Mano..., lo so che è un Flagello! Gesù: Vedi...! Giulia: Gesù, facciamo come la pianticella? Visto? L'ho innaffiata e si è ripresa adesso......... e con quello che hai in mano possiamo fare una buca e metterla dentro, così se la innaffio anche questa la facciamo diventare una pianticella che cresce! Gesù: Dio è Amore da sempre, ma tu dove lo prendi tutto questo Amore? Giulia: Dal Legno della Croce, Gesù! È il Letto che Tu mi hai donato, è l'Amicizia Grande, perché Tu non sei lontano e non sei nascosto agli uomini ma sei Vivo e sei in mezzo a noi! E il Tuo Amore e la Tua Amicizia mi donano la forza e mi donano tutto l'Amore per poterlo donare! Ma ancora l'umanità è sorda ed è cieca, Gesù! Gesù: Quelli non li puoi fermare............! Giulia: Sono partiti.........! Gesù: Puoi andare solo a prendere chi ti dona la mano! Giulia: Gesù, è da sempre che Tu parli di guerra, di fuochi di guerra, di terremoti ed è da sempre che chiedi ai Tuoi Figli Ministri di Ascoltare la Tua Parola, ed è da sempre che hai portato la Pace e ci doni la Tua Pace, ma gli uomini non stanno camminando con le Schiere nel fermare questi Flagelli e altri se ne accenderanno prima che il Sole si Apra............! Gesù: Pregate: è questo il Compito! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccomi, Gesù! Ho già bevuto tutto e... non diciamolo ai figli.........! Ma metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore i nemici, metto nel Tuo Cuore la Famiglia, metto nel Tuo Cuore quelli che non hanno la forza di amarTi, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre, Gesù! Ora vedo i cuori......... e Ti offro i sussurri......... accoglili, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con i Due Banchetti! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel rimanere ancora Stracci Stracciati ai Piedi della Croce! Ed Eccoci Croce! Ed Eccoci a camminare e a Combattere la Battaglia del Tuo Cuore, la Battaglia del Cuore di Maria: il Sole che si Apre! Ed Eccoci a Lavorare nella Vigna! Ed eccoci nell'Arca e con i Remi......... per l'Eternità! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi!(*) Gesù: ...Pace al tuo cuore, Giovanni, Gesù-Dio! Don Vincenzo: Shalom ... Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Come state... tutti bene-male? <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi... e cosa Mi dici, non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: RaccontaMi qualcosa! Don Vincenzo: Abbiamo parlato prima della Festa della Madonna della Neve! <Si Festeggia il prossimo 5 Agosto> Gesù: È anche il Compleanno di Mia Madre! Don Vincenzo: Perciò c'è questo abbinamento: è la Festa della Madonna della Neve, ma è anche la Festa del Compleanno della Mamma! Gesù: Eccomi! Qual'è il Regalo che avete preparato per Lei? Don Vincenzo: Non lo abbiamo ancora preparato perché il 5 Agosto viene di martedì e aspettiamo giovedì prossimo così staremo tutti Uniti attorno alla Mamma! Gesù: Eh, ci sono i regali............! Eccomi! <Raffaele porge a Gesù le Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Allora... visto che è bella adornata... Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Parli dopo? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E allora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e per l'Umanità Intera! Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù Lo guarda............ Beve............ e poi Dona il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù Osserva il Pane da ogni angolatura dicendo:> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne: il Cibo per la Vita Eterna Donata ad ognuno di voi per Amore, Figli Miei! Mi Gusto l'Amore del Padre per Gustare il vostro Amore! ...............Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta e ''Punta'' a lungo le mani con il pollice e l'indice uniti.........!> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Sì! Abbiamo Gustato il Tuo Sangue, Gesù, fino all'Ultima Goccia! Gesù: E Io ho Gustato l'Amore di ognuno di voi e l'Amore dello Strumento che è rimasta Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ma il Padre si Dona ancora............! Don Vincenzo: Il Padre si Dona, prendiamo parte.........! Gesù: , Prendiamo parte al Banchetto...... Don Vincenzo: A questo Dono del Padre, a questa Grazia Immensa! Gesù: Dio: Cibo per Amore, Dio che si Dona! Don Vincenzo: Tutto è Dio! Eccomi! Gesù: Prendiamo parte al Banchetto che è Dio! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi nel Gustare il Padre nella Pienezza! ............Eccomi! .........Gustare Dio........................! Don Vincenzo: Gustare il Padre! Gesù: Prendere parte del Suo Amore! Don Vincenzo: E Gustare anche Te, Gesù! Tu Sei il Cibo Vivo! Tu Sei il Pane Vivo......! Gesù: Dove c'è il Padre ci sono anch'Io! Dove c'è Mia Madre ci sono anch'Io, non ci siamo mai divisi! Don Vincenzo: Tu Sei il Pane Eterno! Gesù: È Dio che Mi ha fatto Pane! Tutto viene dal Padre, Tutto viene dal Suo Cuore Spalancato per l'Umanità Intera, per i Suoi Figli ancora sordi e ciechi! ...Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: ECCOMI! Gesù: Eccomi! E allora, se state tutti bene-male, Gustate Dio che si è Donato e si Dona ancora per Amore! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Tu non parli? Don Vincenzo: Sì, Gesù, di fronte al Padre, di fronte a Te bisogna Gustare! È bello Gustare Dio, Gesù! Chi l'avrebbe mai pensato che il Padre si Donasse fino a questo punto...............! Gesù: Dio è un Lievito Crescente e si Dona sempre, ma si Dona in Abbondanza per tutti i Figli! Eccomi! E non è arrivato a un punto......... perché Dio non ha un punto: non ha né limiti e nè misure il Suo Amore............! È Buono il Padre! <Gesù si rivolge a Mario e a Maria Elena> I vostri Pargoli stanno Lavorando, stanno Combattendo e stanno Impastando............ e stanno preparando la Torta per la Mamma, ma non vengono a parlare! <Mandano baci e vengono ricambiati> Aiutateli a Combattere, aiutateli a Combattere! Mario e Maria Elena: Eccomi! Gesù: Eccomi! Leggete gli Occhi di Dio e non temete! Eccomi! ..., i Pargoli stanno Camminando con la Schiera e il loro Compito è Spegnere i fuochi, Impastare e portare tutti i Pargoli che la Cocciuta ha preso per mano dinanzi al Padre! ...Che c'è, Teresuccia del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ehi, ti sei messa il Mantello come lo metto Io, : su un lato solo! Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Qualcuno vuole parlare? Parli tu? Venite col "niente"! Eccomi! Raffaele: Gesù, quanto è importante il silenzio? Gesù: Il silenzio è importante quando non si deve gettare il Pane ma, quando si può Donare, si Dona e si parla.........! In questo Tempo si Dona il Pane Intero a chi ascolta e a chi non ascolta si Dona il silenzio come Pane Intero! Chi non conosce il Padre non può capire le Cose del Padre perchè i propri cuori sono legati alle cose del mondo non conoscendo il Padre! Lo Strumento Spezza la Paghetta e va a portarLa, ma ci sono i figli che La gettano e lei La raccoglie ancora! Don Vincenzo: Gesù, Tu hai detto che sei venuto a smantellare ... Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E lo stai già facendo ... Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Questo smantellamento sta aumentando o bisogna aspettare ancora? Gesù: Di smantellamenti ne avete visti e ancora dovete vederne altri e il Tempo non posso dirlo! Giorno dopo giorno tutti i Servi Inutili e tutte le Schiere combattono e combattendo si smantella! Raffaele: Gesù, qual'è la Festa più grande? Gesù: Incontrare il Padre e prendere parte al Suo Banchetto: eccoLa......... e amare i nemici............! Raffaele: E non ce ne rendiamo conto! Gesù: Ascoltare il Padre! Fare Festa nell'Accogliere il Pane Intero! Fare Festa nell'Ascoltare lo Strumento! Le viene detto: "No, questo non mi piace! ...Questo lo faccio come dico io! ...Eh, mi sono stancata!" Eeeh, ma il Padre non si stanca e neanche lo Strumento: aspetta, ma poi "grida" con la "Voce di Giubilo"! Fattelo dire da lui cos'è la "Voce di Giubilo"! Diglielo! Don Vincenzo: Giubilare: gioire... fare festa... vincere... vincere sull'io... vincere nel perdonare... vincere nel fare sempre le Cose del Padre... vincere nel non puntare mai il dito... vincere nell'Amore! Più si ama più si vince, meno si ama meno si vince... e si finisce col perdere! Gesù: Ma dove hai messo la tua "Voce di Giubilo"? Don Vincenzo: La mia "Voce di Giubilo", Gesù, fa parte proprio della Verità perché Tu sei venuto a portarci la Verità Tutta Intera e questa Verità Tutta Intera ci fa ricchi, ci fa luminosi, ci fa sapienti, ci fa lungimiranti! E questa Verità Tutta Intera significa gridarLa questa Verità senza avere paura, mentre invece noi tante volte La vogliamo nascondere! Gesù: Un piede dentro e un altro fuori: "questo mi fa comodo e lo dico; l'altro forse non mi fa comodo ancora e lo tengo nascosto e poi, quando ci sarà il Sole, parlerò!" Don Vincenzo: Quante falsità, quante cattiverie, quanti tradimenti tacendo la Verità .........! Si ha paura di dire la Verità! Come si può avere paura di dire la Cosa più bella del mondo che è la Verità? Dio è Verità! Tu, Gesù, Sei la Verità! E per la Verità il Padre ha Creato Tutto! E per la Verità Tu, Gesù, Ti sei Offerto ImmolandoTi sulla Croce! È per la Verità che ognuno di noi si sente libero quando la pronuncia questa Verità! Invece tante volte ci sentiamo falsi e sporchi perché nascondiamo la Verità......... ma quando la Verità è nascosta e non viene detta... che malignità! E poi continuano a dire: "io voglio bene alla Cocciuta!" Vuoi bene alla Cocciuta senza Verità? ...Tu non vuoi bene a nessuno, neanche a te stesso, anzi ti ammali sempre più perchè solo dicendo la Verità stai bene! Senza la Verità si è morti, si è malati, si è ciechi, si è cattivi! Gesù, quant'è bello conoscerTi, quant'è bello essere qui dentro insieme a Te............! Gesù: IO VI HO CONOSCIUTI DA SEMPRE E VI HO AMATI DA SEMPRE E NON MI FERMERÒ MAI DI AMARVI! Don Vincenzo: Questo è il Tesoro! Gesù: Ma, quando vedrete il Sole, si fermeranno i vostri occhi nel far scendere le lacrime? Don Vincenzo: Gesù, nel Vangelo di oggi... chiamiamolo ancora Vangelo... si parla di un tesoro nascosto, di una perla preziosa, di una rete che raccoglie i pesci......... senza sapere che Tu riempi i cuori col Sangue del Tuo Amore......... Gesù: No, li ho già riempiti! Don Vincenzo: E non è quindi una questione di soldi......... Tu Sazi, Tu Disseti, Tu dai veramente il Primo Posto al Regno di Dio e, se noi seguiamo Te, anche noi cammineremo le Vie del Tuo Amore Preparate dal Padre per la nostra Salvezza...............! Gesù: Lo Strumento vi Porta sulle Spalle e il Padre vi ha chiamati nella Vigna e ve L'ha consegnata! Don Vincenzo: Siamo i Vignaioli! Gesù: La Nuova Chiesa! Don Vincenzo: Siamo la Nuova Chiesa... Gesù: ! Don Vincenzo: Nella misura in cui mettiamo Te al Primo Posto! Gesù: No, il Padre vi ha Donato la Vigna, l'Arca e i Remi e lo Strumento vi porta ancora e non vi ha mai lasciati ma è alla Destra del Padre ed è anche in mezzo a voi! Ora è andata con i Pargoli a spegnere i fuochi, a prendere chi dona la mano e a prendere ancora i Calici non preparati! , c'è tanto Lavoro da fare e Giovanni non riesce a prepararLi! Don Vincenzo: Così la Cocciuta Li Beve prima? Gesù: Così come Li trova! Don Vincenzo: Così come Li trova! Gesù: Tutte le Schiere e tutte le Spose stanno Combattendo, stanno Impastando, e stanno preparando con Giovanni la "Festa delle Capanne"! Don Vincenzo: Che bello! Gesù: Pregate così come vi è stato insegnato: "Padre Nostro e Ave Maria; Ave MariaPadre Nostro!" Don Vincenzo: E questo è il primo insegnamento, ma c'è una seconda Preghiera che ci è stata insegnata! Gesù: , c'è una seconda Preghiera, ma non è ancora completa! Don Vincenzo: È indirizzata alla Mamma: "Mamma Maria, Piccola Ancella del Cuore della Croce!" Ed è indirizzata al Padre: "Padre che ci hai Partoriti, dal Tuo Parto siamo stati Innalzati per Camminare le Vie del Tuo Amore!" Gesù: Ancora deve crescere: è piccola! Don Vincenzo: Che bello questo: "Innalzare"! Gesù: Non l'avevi ancora capito? Don Vincenzo: È come se uno immaginasse proprio la scena: La Madonna Innalza il Bambino al Cuore di Gesù in Croce diventando così la "Piccola Ancella del Cuore della Croce!" E poi ci si rivolge al Padre! È bello questo abbinamento: "Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria" e poi Mamma-Padre, Mamma-Padre! Gesù: Calice Vivente, Calice Vivente! Don Vincenzo: Che bello essere qui! Gesù: , è bello! Don Vincenzo: È il Massimo! Gesù: Essere dinanzi al Banchetto del Padre! Dovete riconoscerLo: è in mezzo a voi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tu, Gesù, con la Tua Presenza qui Sei la nostra Festa, Sei la nostra Gioia! Gesù: Anche voi siete la Mia Festa se rimanete Croce nella Croce nel Camminare sulla Viuzza Stretta e nell'Amare e perdonare i nemici! PICCOLO GIOVANNI: ...... Ehi, come stai? Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Con la Croce e con il Pane! State tutti bene-male? <Giovanni Saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu come stai, Giovanni? Don Vincenzo: Sento ancora il profumo del caffè che ha fatto la Cocciuta per Te! Piccolo Giovanni: Eccolo dov'è il termos! Ora vediamo se il caffè è buono..., assaggialo tu prima! Don Vincenzo: Sì che è buono, è super buono...... quello che fa la Cocciuta! Piccolo Giovanni: Vediamo se ha messo lo zucchero giusto..., chi vuole se lo va a prendere! , ha messo lo zucchero giusto! Don Vincenzo: Lei sempre mette lo zucchero giusto! Piccolo Giovanni: Ogni tanto quando la fai parlare, ne fa scappare qualcuno............ adesso è buono! Eccomi! ...Allora, Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai, tutto bene? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: E non hai trovato un altro scherzetto? No? Non l'hai trovato? Nicola: Non me ne sono accorto! Piccolo Giovanni: E guarda bene...............! .........Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Teré, che c'è? Come stai? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: A Maria che gli diamo? Raffaele: Un panino col pomodoro e col tonno.........! Piccolo Giovanni: E poi fai il piattino con la frutta e i dolcetti! Raffaele: Lo dobbiamo riempire il piattino? Piccolo Giovanni: ! Hai sistemato tutti gli Altri? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Allora, Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Spalanca gli occhi come li spalancavi quando guardavi i Miei: guardali ancora e non ti staccare......... perché è tempo di guardare......... e non dimenticatevi che ho solo voi oltre alla Famiglia............ e vi voglio bene! <Giovanni schiocca qualche bacio> Tutti: Anche noi Ti vogliamo bene! Piccolo Giovanni: "Anche noi"...! Avete sentito qualcosa? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu hai sentito? Hanno detto che Mi vogliono bene...Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sentono e non vogliono sentire, vedono e non vogliono vedere, eppure sono Vivo, com'è Vivo il Padre in mezzo a voi, com'è vivo il Cielo che è sceso e i Vostri Cari, i Pargoli.........Don Vincenzo: Quando stavi a Napoli mangiavi sempre le pizze..., vuoi una pizza? Piccolo Giovanni: Anche le scatolette mangiavo...Don Vincenzo: Anche le scatolette? Le scatolette di che cosa? Di simmenthal? Piccolo Giovanni: ! ...Cosa Mi vuoi donare? Don Vincenzo: L'anguria e il dolce!... Piccolo Giovanni: Ma Io voglio un paninello con la mortadella...Don Vincenzo: E io Ti seguo... Piccolo Giovanni: Mi segui? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma Tu, perché sei arrabbiata? Maria: Io? Piccolo Giovanni: Io sono Don Mario il Capriccioso e Giovanni! Lo conosci, Paolo, a Don Mario il Capriccioso e Giovanni? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: E quando ti vengo a fare qualche capriccio te ne accorgi? Sì o no? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: E perché ti arrabbi? Paolo: Perché sono fatto così...! Piccolo Giovanni: Quando ti faccio il capriccio devi ridere e non ti devi arrabbiare...! Paolo: Si, ma quando io mi arrabbio solo esteriormente sono arrabbiato... Piccolo Giovanni: Quando ti arrabbi diventi cattivo? Paolo: No! Sembro arrabbiato per chi mi guarda... ma dentro di me non sono arrabbiato! Piccolo Giovanni: Si, hai ragione, perché Io vedo il di fuori e il di dentro, ma quando vedo il di fuori arrabbiato, Io... Paolo: ...Tutti pensano che io sia arrabbiato... Piccolo Giovanni: ... E Io rido! Paolo: Tu si, perché vedi dentro......... ma gli altri no......!. Piccolo Giovanni: Gli altri scappano! <Si ride un po'> Paolo: Ma io sono sempre stato così... Piccolo Giovanni: Come sta Francesco? Paolo: Francesco sta bene...! Piccolo Giovanni: E glielo dici che gli voglio bene? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...È buono! ...Che c'è, Nico'! È buono il pane? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: È buono il Padre? Ma non dimenticare che è anche Giudice..., a buon intenditore, poche parole...! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Giovanni, dimmi qualcosa...Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: La cosa più bella che ci sia e la cosa più meravigliosa che ci sia è quando si scopre, poco poco alla volta, ma in modo continuo, che siamo figli di Dio! Noi non ce ne rendiamo conto, ma è la cosa più bella, perché le Cose del Padre sono dei Figli e quindi, essendo Figli di Dio, siamo ricchi perchè eredi, ed eredi eterni! Abbiamo tutto, perché questo Padre così Buono, non fa che amarci ed è talmente grande il Suo Amore che diventa un perdono continuo, un perdono completo e Tu, Gesù, sulla Croce, con il Tuo Sangue, hai Perdonato Tutti! Piccolo Giovanni: Io Sono Giovanni...Don Vincenzo: E Gesù è il Perdono del Padre! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Quindi tutta la nostra esistenza dovrebbe essere una continua ricerca del Padre, una continua ricerca della Verità, una continua ricerca di Gesù, una continua ricerca dei Servi Inutili che sono stati saggi e lungimiranti nel capire la Croce e quindi......... essere felici per sempre............ Piccolo Giovanni: ............Nell'essere Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! ............Anche quello..., sì anche quello e anche questo... e anche quello..., la frutta gliel'hai preparata? Gli hai messo tutto? Si, metti quelli e un po' di quella... ecco! Parla! Visto che Io non posso dire i segreti, dico che vi amo! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Vi voglio bene! Tutti: Anche noi! Raffaele: Ti abbiamo stupito adesso? <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Non vi lascio mai! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Tutte le Schiere, tutte le Spose e tutti i Pargoli impastano e infornano e sfornano e spengono i fuochi di guerra! Il vostro Amore deve essere ardente, come arde l'Amore di Dio per ognuno di voi e per l'umanità intera! Don Vincenzo: Mangiamo l'anguria? Piccolo Giovanni: , Eccomi! Teresa: Qual'è il regalo che possiamo donare a Maria per il Suo Compleanno del Cinque Agosto? Piccolo Giovanni: Tu che dici? Teresa: Il nostro cuore pulito, la Famiglia Unita...... ma non penso sarà pronto per quel giorno... Don Vincenzo: Ho da dire una cosa importante! Piccolo Giovanni: E dilla! Don Vincenzo: Ho 65 anni e il Dodici Agosto è il mio Sessantacinquesimo Compleanno! Piccolo Giovanni: Mancano un po' di giorni...Don Vincenzo: Sì,12 giorni! Scopro sempre di più la Gioia della Fede, questo Progetto del Padre che ha come protagonisti noi figli peccatori! Piccolo Giovanni: Ma Gesù vi ha lavato e ha tolto ogni macchia...Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Non dovete offendere il Padre dicendo: "siamo peccatori..."! Gesù ha lavato, ha versato il Suo Sangue e ha riscattato tutti, se dite così, fate come tutti gli altri che non credono nell'intervento di Dio, quelli che ancora aspettano, quelli che l'hanno tradito...! L'Amore Infinito di Gesù è nel fare la Volontà del Padre e versare il Suo Sangue per togliere ogni macchia e avendo tolto ogni macchia vi ha fatto Figli! Il Giardino è stato sporcato, ma voi siete rimasti Figli! Dio lo ha lavato, il Suo Amore non è fallito e rimane ed è duraturo! ...Cosa devi dire ancora? Don Vincenzo: Questa presa di coscienza che abbiamo chi più chi meno sfocia nella Figliolanza, sfocia nell'Eredità, una Eredità Eterna nel sapere che questa nostra vita grazie al Soffio del Padre non avrà mai fine......... Piccolo Giovanni:Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: questi sono i Miei Piccoli Giovanni! I Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per poi essere chiamati al primo! Tra di voi non ci devono essere distanze ma ci deve essere l'Amore! Don Vincenzo: Per questo il Padre Buono ci invita a vivere proprio da Figli mentre l'umanità non vive affatto da Figli ma vive dietro alle cose del mondo, dietro ai soldi, dietro al successo, dietro a tutto quello che stordisce, dietro ai rumori mentre noi quì a Timparelle da 29 anni stiamo costruendo una Famiglia, la Famiglia di Dio.........! Piccolo Giovanni: No, la Famiglia l'ha costruita il Padre con lo Strumento! Don Vincenzo: E noi facciamo parte di questa Famiglia! Piccolo Giovanni: ... Che hai Chiaruccia? Chiara: Sto ascoltando... Piccolo Giovanni: Solo? Stai ascoltando solo? Hai bevuto un bicchiere di vino? Lo vuoi bere? , bello pieno... salute! <Si ride un po'> E dagli uno di quello, se no col vino..., bagnatelo dentro perché Io lo bagnavo dentro... allora, dimmi qualcos'altro... Maria hai finito di mangiare? Maria: Sono a metà! Piccolo Giovanni: Mangia, mangia, figlia mia, così cresci! Tu dimmi qualche altra cosa...! Vorrei gridarvi tutti i segreti, ma devo aspettare... ! Raccontami qualche altra cosa! Don Vincenzo: Si! ...Questa bellezza della fede, questo prendere coscienza che abbiamo tutto senza aver dato nulla, perché abbiamo solo ricevuto attimo dopo attimo, a cominciare dal Grembo Materno fino ad Oggi che abbiamo avuto la Grazia di svegliarci...............! Piccolo Giovanni: Ecco... adesso beviamo questo! ...Cin-cin! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Vediamo se è buono! ...Si, è buono! Don Vincenzo: Si, è buono! Piccolo Giovanni: È buono il Miscuglietto! ...Ehi, Giova', non lo guardare l'orologio! Don Vincenzo: No, no! Piccolo Giovanni: Dimmi qualcosa... che poi vi parlerò quando ci sarà la Festa, e anche tutti gli altri vi parleranno! Ma lei vi porta sulle sue spalle e vi porta anche a combattere con le Schiere! Don Vincenzo: Eh, si! Piccolo Giovanni: Sembra un ritornello di parole, ma dovete aspettare la Festa... e dopo... lo Strumento vi dirà i Segreti! Don Vincenzo: Dopo la Festa ci saranno dunque i Segreti? Piccolo Giovanni: Non alla Festa... ma dopo se ve li vuole donare ancora, ve li darà! Lei è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! Don Vincenzo: E poi c'è anche l'Anniversario del Matrimonio......... il 10 Agosto............ il Giorno in cui Giulia si è sposata! Piccolo Giovanni: Il Matrimonio che ci sarà è un'altra cosa, quello invece era il suo! ...Poi ne parliamo quando c'è la Festa di quel Matrimonio! Don Vincenzo: Quindi è un doppio Matrimonio, quello fatto il 10 e quello fatto il 15? Piccolo Giovanni: Non hai ancora capito! Giova', non ti scordare quello che devi fare! ...Dimmi qualche altra cosa e lascia stare i Matrimoni! Don Vincenzo: Si, ancora! ...Dove sta seduto il Padre? Piccolo Giovanni: Eh, Io sono in giro e non lo so dov'è! Eh... Eh... Eh... sono in giro con i Pargoli... sono in giro nell'Impastare... sono in giro e non ho il Tempo di preparare i Flagelli e i Sigilli e lo Strumento li beve così come li trova... per cui non l'ho visto il Padre e non so dov'è! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Dì qualche altra cosa che dopo Io Me ne devo andare... e così poi viene Gesù! Don Vincenzo: Sto prendendo coscienza ogni giorno di più di questa vita meravigliosa! Prendo coscienza soprattutto al mattino quando tocco con mano che mi è stata regalata un'altra giornata, altre dodici ore di giorno, e tocco con mano la sera quando vado a letto in cui tutto può succedere... infatti stamattina alla televisione hanno dato notizia che nella Provincia di Cosenza c'è stata una scossa di terremoto......... Piccolo Giovanni: ...E quando la Cocciuta si è sentita male voi non gliel'avete chiesto perché si è sentita male? Don Vincenzo: Era per il terremoto? ...Anche il terremoto si è messo sulle spalle la Cocciuta? Piccolo Giovanni: Glielo dovete chiedere a lei! Don Vincenzo: Ha fatto quindi quello che fa ogni giorno mettendosi le cose più brutte sulle Spalle e cioè addossandosi anche questi Flagelli Tremendi? ...Trova sempre la Forza per Immolarsi! Piccolo Giovanni: ...Che vuoi, Teresina? È buono? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu l'hai bevuto? Dov'è il bicchiere, l'hai gettato? ...È buono... ed anche voi siete buoni perché siete venuti, ed Io vi voglio bene! ...Vi lascio il Mio di Cuore, perché quello dello Strumento non so dov'è... ma vi dico che è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Vi lascio il Mio Cuore! <Giovanni schiocca un altro bacio verso i presenti che ricambiano> ...Ah...!(*) Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Cosa c'è? Don Vincenzo: Sei il Padre? Gesù: Cosa c'è? Don Vincenzo: Volevo sapere qualcosa! Gesù: E cosa vuoi sapere?...Io sono Gesù! Giovanni è andato via! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ma dov'è Seduto adesso il Padre? Gesù: Ehm... Io Sono Seduto vicino a te e non lo so dov'è Seduto il Padre! Eh... Eh... Eh... Don Vincenzo: Lo sai, lo sai... Gesù: No! Don Vincenzo: Si! Eh... Eh... Eh... Gesù: Eh... Eh... Eh... ed anche tu lo sai dov'è Seduto! Don Vincenzo: No! Gesù: Si invece! Guardati intorno e vedi che lo trovi! Se fai tutto il giro intorno intorno vedi che poi Lo trovi! Don Vincenzo: Lo trovo? Gesù: Si! Don Vincenzo: ...Ma siamo in cento, qui! Gesù: Eh, ed anche in duecento e in duemila Lo troverai di sicuro! ...L'hai trovato? Don Vincenzo: Mi chiedi se l'ho trovato? Gesù: L'hai trovato? Don Vincenzo: Fino adesso, no, però... fuoco fuoco... fuocherello! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ma non che "mettiamo fuoco" .........ma fuoco fuoco fuoco............ come per dire che ci sto vicino... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Gesù: Eh... Eh... Eh... alzo le mani! Don Vincenzo: Fuocherello fuocherello? Gesù: Io Alzo sempre le Mani, cosìAbbraccio tutti! Don Vincenzo: Che bello stare con Te, Gesù! Gesù: Giova'...! Don Vincenzo: Sei di nuovo Giovanni? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Gesù: Eh... Eh... Eh... tu sei Giovanni! Don Vincenzo: Ah, si... io sono Giovanni, si... ma io non sono Giovanni... <Si ride un po'> ...Giovanni sta in Cielo! Gesù: E tu sei anche Giovanni! Giovanni non sta in Cielo ma Giovanni sta lavorando...Don Vincenzo: ...Ma trovami un altro nome, per esempio "Vincenzino", così non ci confondiamo! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Gesù: Eh... Eh... Eh... No, il tuo nome è sempre Giovanni! Don Vincenzo: Ma ce ne siamo Due... Gesù: ... Si, Due Giovanni... e non vi confondete! I Due Giovanni sono sempre i Due Giovanni!E adesso lascio l'Albero Verde nelle mani di Giovanni ed Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato: venite! Don Vincenzo: Eccomi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo che è Maria, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, che fai con quel Remo?(*) ...Chi l'ha perduto?(*) ...Non fa parte dell'Arca quel Remo?(*) ...E non è stato perso?(*) ...È stato gettato?(*) ...Giovanni, chi è quel Remo? Piccolo Giovanni: È l'inizio di un altro fuoco! Giulia: Ed io non posso fare niente? ...Ci sono tanti figli... non lo posso prendere io quel Remo così lo pulisco e lo metto vicino all'Arca?(*) ...Giovanni, mettimeLo da parte, così dopo che ho finito di bere e di fare tutte le altre cose, vengo a pulirLo e così non si accende!(*)... Lo so che tanti altri Fuochi si devono accendere, ma quello non mi piace!So anche che devono accendersi affinché il Sole si apra, ma se li spegniamo il Sole si apre ugualmente! Tu quando accendevi una sigaretta, poi la spegnevi tutta quanta, non la lasciavi accesa, e adesso se io vengo a pulirLo si spegnerà! ...Me lo metti da parte?(*) ...Giovanni, la Tua Capanna...!(*) ...E allora? Lo troverò da parte? Piccolo Giovanni: Eccomi, Figlia Mia! Giulia: Eccomi, Giovanni! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, quante volte hai trovato la mano girata quando Donavi la Tua? Il Padre: Perché Mi chiedi questo? Giulia: Perché la vedo sempre girata quando Tu La Doni attraverso la mia, ed io non so fare il conto di quante volte vieni rifiutato... ma Ti do' la mia, così donandoTi la mia, Ti dono la mano di tutta l'umanità intera! Accoglila così e donami ancora Giorni, Tu che sei Buono, Eterno e Vivo in mezzo a noi! Padre Buono, aspettaci ancora! Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! ...Le Spose sono tutte pronte e i Banchetti sono pronti... così come lo sono i nostri Cari e tutti Pargoli! Padre Buono, aspettiamo la Festa e aspettiamo il Tuo Amore! ...Ma ora possiamo salutare... Eccoci, Pargoli! ...Eccoci, Servi Inutili! ...Eccoci, Spose! ...Eccoci, Figli, Fratelli e Amici del Cuore del Padre!(*) Eccomi, Mamma! ...Preparate tanti Vestitini!(*) ...Ci vediamo dopo... eccoci!