LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 164

 

Messaggi Tramite Giulia

              

1. Giov. 01/05/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Io Sono il Vivente e voi Vivete nel Segno Tremendo della Croce! Essendo Vivente in mezzo a voi e donandovi l'Alito attimo dopo attimo, voi Vivete nel Respiro del Padre, Vivete nell'Amore del Padre, Vivete nella Figliolanza che Dio ha Donato al Mio Cuore ed Io L'Ho Aperto e L'Ho Donato ad ognuno di voi e all'umanità intera! .........Viventi col Cielo Vivente Sceso da sempre nel Giardino Vivo di Dio, nella Vigna donata ai Vignaioli, nel camminare su quella Viuzza Stretta che è fatta di Spine.........! .........Seminate dall'Amore di Maria Lei le ha tolte dal Suo Cuore, così come anch'Io, e le abbiamo piantate sulla Viuzza per accogliere l'umanità intera ed ognuno di voi! Quelle Spine hanno baciato il Mio Sangue e il Sangue di Maria! E baciando il Sangue, hanno baciato chi le ha raccolte, chi si è fermato a prenderle portandole ancora per farle crescere e raccogliere altri figli! Viventi con i Viventi, Dio è Vivo da sempre! E Dio ha vinto da sempre, perché è Padre, è Creatore e ha Creato da sempre ogni cosa! E tutto è stato fatto per i Tempi che il Padre vi sta donando attimo dopo attimo, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Gioite ancora nell'Amore che il Padre vi dona! Fate Festa ancora nell'Amore Pieno che scende copioso su ognuno di voi, sull'umanità intera nell'Amarvi così: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto e avendo l'Eredità di Dio, Figli Miei! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Perdonami, ho la voce un po' bassina, ma tanto Tu mi senti ugualmente! Mi fa male un po' qui...; lo so, dove mi fa male lo sai Tu...: Eccomi, Gesù! Gesù: Dove ti fa male? Giulia: Guarda un po'..., se vedi il Nocciolo Scorticato e se c'è da Scorticare, Scortica ancora! Forse qui non si è Scorticato, perciò sento il Dolore..., sì, Scortica meglio, Gesù! Gesù: Dove ti fa male? Giulia: Gesù, mi fa male vedere l'umanità sorda e cieca e il mio Dolore è dove c'è il Tuo e non mi fa male nient'altro! Tanto, Tu conosci il mio Dolore: vedere i figli che non si amano; vedere l'umanità sorda e cieca......... e il Dolore che vedi Tu, il Dolore che vede la Mamma, il Dolore che vede il Padre da sempre è anche il mio.........! Gesù: Ma qual'è il Tuo Dolore? Giulia: Gesù, lo conosci...: è per i figli che non si Amano! Soffia Tu col Tuo Alito, il mio adesso è piccolo! Gesù: Conosci ogni cosa! Giulia: Per Volere del Padre, sì: Eccomi, Gesù! Gesù: ORA GUARDA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Questo deve cadere......, posso solo Inzupparmi e Bermi......... non posso fare altro? Gesù, dove hai piantato quell'albero? Gesù: GUARDA!(*) Dí quello che vedi.........! Giulia: C'è un albero enorme..., non ha né foglie e né frutti...! È nero, ma non nero perché è stato bruciato..., è così! Ha una bocca e dalla bocca vomita terra! Scorre come se fosse un fiume d'acqua e unita alla terra c'è anche il fuoco! Non è un vulcano che sputa fuoco ma è terra! Ha le sembianze di un albero, ma non è neanche un albero! Dietro c'è una piccola casa..., è illuminata......... e ci sono delle persone piccole......... non sono bimbi...... e la casa è dipinta di rosso, di oro e di argento! E anche la casa partorisce terra e fuoco, ma coloro che vi abitano non si fanno alcun male! Quello che viene partorito cammina e arriva...... Gesù: Dillo!(*) Giulia: Eccomi!(*) Ma devo dirlo? Gesù, non farmelo dire, Ti supplico! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Vado ad Inzupparmi e Bermi io! Ma non temere, prendo forza poggiandomi sul Letto della Croce! Eccomi, Gesù! Eccomi per tutto quello che mi doni............! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, anche se lo fanno in modo sbagliato, ma Tu purifichi ogni cosa e doni ai figli ciò che è giusto del Tuo Pane! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, tutte le Pietruzze e i Gigli! Metto nel Tuo Cuore chi non Ti Ama, chi non Ti cerca, chi Ti caccia fuori, chi Ti sputa, perché facendolo al fratello, lo facciamo anche a Te! Metto nel Tuo Cuore il mio niente della Giornata: Eccomi, Gesù! Ho raccolto i bagagli e Te li consegno, tienili Tu, così stanno al sicuro mettendoli nel Tuo Cuore! Gesù, Metto nel Tuo Cuore chi pensa al corpo e non all'Anima, perché lì dove c'è l'Anima, c'è la Vita Eterna, dove si nasce col corpo che ci hai Donato da sempre! Questo l'umanità ancora non l'ha capito: Eccomi, Gesù, Ti ho consegnato tutto! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ............GUARDA ANCORA!(*) Giulia: I Sigilli...! Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., con tanti altri Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette...! Questi posso Berli? Gesù: .........Ma non devi iniziare subito! Giulia: Gesù, come faccio a fermarmi dinanzi a quelli? Devo iniziare a Berli! Me la dai Tu la Forza........., me la dai dalla Croce la Forza..., non Ti devi preoccupare...! Tu non Ti preoccupi mai di niente, adesso perché Ti preoccupi della Cocciuta? Lo sai che io sono Cocciuta da sempre, così mi avete fatta! Quello che vedo, dopo posso iniziare a Berlo......? Gesù: Hai finito tutto quello che hai trovato dinanzi a te! Giulia: Non avevo niente da fare... e visto che c'era tutto quello..., l'ho Bevuto! E c'erano i figli in pericolo per il Legno che è Affondato......... e tutto quello che ho trovato, Gesù.........! Gesù: Hai guardato bene? Giulia: Eccomi, Gesù! L'ho guardato Bene, devo dirlo, Gesù? Se lo bevo? Gesù: Dillo! Giulia: Eccomi! C'è un Campo enorme con dei Missili, tutti in Fila, puntati verso l'Alto! Sembrano piantati come delle pianticelle........., ce ne sono così tanti da non poterli contare e sono tutti bianchi......! Gesù: Vai avanti! Giulia: Su ogni Missile c'è un Pargolo e intorno ci sono delle Montagne che si aprono e ci sono dei Missili ancora più grandi! Quando le Montagne si aprono, si apre un Solco non dritto che cammina come un serpente, lasciando la terra aperta......! Guardando nel Solco si vedono tante persone che tendono le mani, ma non possono uscire......! Dal Solco si alza un vento che gira come un vortice..., diventando sempre più grande...... e copre l'umanità intera......... ma l'umanità non lo vede! Gesù, visto che lo devo Bere, posso fermarmi? Il Filicino si apre..., se Tu vuoi che si Apre......... Gesù: Fermati! Ora lo lego! Giulia: Eccomi, Gesù! Ora posso iniziare a Bere? Gesù: Non ora! Giulia: E quando?(*) Gesù: Quando inizieranno le Spose ad Impastare! Giulia: Eccomi, Gesù! Metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Ed Eccomi per il Filo che è legato! Gesù: Il Filo è legato, ma Tu, Anima Mia, rimani alla Destra del Padre in mezzo ai Tuoi Figli e alla Tua Famiglia! Portala ancora sulle tue spalle, portala nella Vigna, portala nell'Arca con i Remi......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con i Pargoli! Eccoci uniti al Banchetto di Dio! Ecco il Banchetto di ognuno di voi! Ecco i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ... E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei, vi invito ancora a Pregare per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate ancora per il Legno Affondato, Figli del Mio Cuore! Giulia: Eccomi, Gesù, nel Fare le Tue Cose! Eccoci nel Fare la Volontà del Padre! Eccoci nel Seguire i Passi Tuoi! Eccoci pronti nel Lavorare così come il Padre Vuole! Gesù, dove sta andando Maria? Dove va la Mamma? Si è avvolta col Mantello, ha coperto i Suoi Capelli e ha preso un Pane Grande nelle Sue Mani! Sta andando verso la montagna... Gesù: Va' a pulire ciò che stanno sporcando.........! Giulia: Perdonami, ma non può rimanere lì! Ci vado a pulire io? Ci sono tutti i Figli che stanno cercando Lei, può andare in qualsiasi posto se vado a pulire io e se Tu la chiami, tornerà indietro e dopo ci vado io! Gesù: ChiamaLa tu! Giulia: Mammina, voltaTi indietro! Me lo consegni quel Pane per andare a pulire e Tu rimani? LA MADONNA: Cosa vuoi fare ancora, Anima Mia? Giulia: Se Ti dico che non ho fatto niente, sarebbe una bugia e a Te non piacciono le bugie come non piacciono neanche a me! E dopo che ho bevuto piano piano, posso andare a pulire? Tu rimani con le Spose, Ti stanno cercando! Un regalo me lo dovete fare per la Festa della Mamma che si sta avvicinando! Io vi regalo il mio niente e il niente di tutti i figli..., diciamo così.........! La Madonna: Prendi il Pane! Giulia: Adesso lo metto sul mio capo: Eccolo! Dopo vado......! <Giulia schiocca qualche bacio> Eccomi, Gesù..., no, non cade! Eccomi, Mamma! Eccomi, Padre! Tu rimani al Banchetto con le Spose!(*) Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Cosa ha fatto la Cocciuta? Tu come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Stai bene? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Gesù: Tu stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa Mi dici e cos'hai sentito? Don Vincenzo: Sempre i Sigilli! Gesù: , ma adesso lo Strumento piano piano va a Berli......... chi la tiene ferma! Don Vincenzo: Il guaio è che sono tanti, tanti.........! Gesù: Il Padre l'ha fatta Cocciuta ma lei si è fatta più Cocciuta ancora! Don Vincenzo: Ha un Amore proprio Smisurato! Gesù: Rimanendo sempre Straccio Stracciato ai Piedi della Croce e portando ognuno di voi e l'Umanità Intera......... e questo è Smisurato......... ma è la Misura del Padre e, avendo la Misura del Padre, la Bilancia rimane sempre così... <Gesù fa il gesto di stare in equilibrio> ...E misura l'Amore, misura il Pane, misura la Farina da dividire e da portare all'Umanità Intera e alla Famiglia! Don Vincenzo: Tutto questo Ben di Dio......! Gesù: Non è Ben di Dio: È Dio che è Bello e si Dona, è Amore e si Dona, è Padre e si Dona da sempre......... ed è preparato per le Spose, per tutti i Servi Inutili e per ognuno di voi: Servi Inutili, Stracci Stracciati, i Piccoli Giovanni! ...Come stai? Parla! ...Voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eh, raccontaMi qualcosa! Ti sei fatto un buchino? Don Vincenzo: Un bernoccolo! Gesù: Un bernoccolo! Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, abbiamo parlato prima della Capanna! Gesù: , ho ascoltato, ma ho dovuto fermare lo Strumento, stava dicendo una cosa e l'ho fermata......... è meglio così! Come Giovanni voleva dire tutto in una volta, anche lei stava per dire quello che ancora non si deve dire! Lei fermava Giovanni e adesso Giovanni ferma lei......! Don Vincenzo: Che bello stare qui con Te, Gesù! Gesù: Lo siamo attimo dopo attimo: basta fermarsi e guardare! L'Umanità e i Figli corrono! Il Cielo Lavora, ma non si deve correre, ci si deve fermare e si deve fare il Resoconto e dire al Padre: "Eccomi, questa è la Giornata, me l'hai donata Tu, Te la ridono!" Don Vincenzo: Questo è il Resoconto, questa è la Comunione: Io ti dò, tu Mi dai! Che bello entrare in questa melodia, in questa sinfonia, in questa musica divina: il Padre dà, il Figlio prende coscienza di aver ricevuto e contraccambia! Gesù: E lo ridona al Padre! Così come fa lo Strumento: "Ecco, Ti dò tutto quello che mi hai Donato da sempre!" Don Vincenzo: E diventa tutto più bello......... diventa tutto più gustoso! Gesù: Non diventa tutto più bello ma diventa tutto Divino! Don Vincenzo: Sì, si entra in questa Comunione Divina perché scopriamo che è il Padre è la Fonte, ma scopriamo anche che noi siamo Figli, ed essendo Figli di Dio, Figli del Padre, Figli della Mamma Maria, siamo anche Eredi! Oggi è il 1° Maggio! Gesù: Cos'è il 1° Maggio? Don Vincenzo: Di solito si dice che è il Mese della Madonna! Gesù: Se il Padre avesse Creato solo questo Mese per Maria non so come sarebbe andata avanti l'Umanità! Se avesse Creato solo il Mese che entrerà per il Mio Cuore, non so come sarebbe andata avanti l'Umanità......! Don Vincenzo: Sono tutte tradizioni che non hanno alcuna importanza! Gesù: Dio c'è attimo dopo attimo e Maria c'è attimo dopo attimo e Io ci sono attimo dopo attimo come tutti i Servi Inutili: attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Questa è la Vita che va gustata.........? Gesù: Non è questa: la Vita è vivere da Figli attimo dopo attimo e Amare Dio attimo dopo attimo e amare Maria attimo dopo attimo e viverla attimo dopo attimo! Dio che ha Creato ogni cosa, l'ha Creata per essere Amato attimo dopo attimo e il Banchetto Lo fa attimo dopo attimo e le pietanze vengono preparate attimo dopo attimo per tutte le Spose, per tutti i Servi Inutili e per ognuno di voi! ...E adesso cosa facciamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ci Doniamo! Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri, per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora e per il Legno Affondato! Lo Strumento Rimane sul Letto della Croce per Amore, così come Lo Sono Rimasto Io: Crocifisso per Amore! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù invita Don Vincenzo e Raffaele a guardare nel bicchiere> Lo vedi il fondo?(*) Lo vedi il fondo? Don Vincenzo: Sì! Raffaele: Eccomi! Don Vincenzo: C'è una Luce! Gesù: Cosa vedete? Don Vincenzo: Sembra una Luna a metà! Raffaele: Sembrano delle Stelle, Gesù? Gesù: Voi dovete dirMi cosa vedete, Io ve lo giro in tutti i modi così non potete dire: "è un gioco di Luce!" EccoLo, vieni, avvicinati, vieni a riprenderlo da vicino! <Alessandra si avvicina con la telecamera> Questo è il Mio Sangue! Alessandra: Si vede qualcosa, ma non riesco a distinguere! Gesù: Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve> Guardalo ora! Ora Bevilo tu! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo> Questa è la Mia Carne! Bevi un po' e poi fallo vedere di nuovo! <Raffaele guarda ancora nel bicchiere> Questa è la Mia Carne! <Gesù e Don Vincenzo Mangiano> Ora puoi andare! Alessandra: Eccomi! Don Vincenzo: Lo Bevo tutto? Gesù: ! Ora Doniamoci......... lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati, la Pasqua è Piena ed è Risorta... Don Vincenzo: ...Eccomi... Gesù: ...Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E lo Strumento è rimasto Crocifisso per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Ma il Padre si Dona ancora, prendiamo parte ancora al Banchetto che è Dio: vuoi prenderci parte, Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Dio Amore Infinito, Dio Amore senza Misura si Dona all'Umanità Intera e ad ognuno di voi! È Dolce Gustare Dio, è Buono Mangiare Dio-Amore, Cibo per tutte le Genti! ...Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! ...Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Non c'è Grazia più Grande che il Padre poteva farci: di ascoltarTi, Gesù, di Mangiare Dio, di Gustare Dio.........! Gesù: Mangiare Dio, Gustare Dio! Qual'è il Gusto di Dio? <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Sapere che c'è il Padre di Infinita Misericordia e, sapendo questo, si sorride, si gioisce perché abbiamo trovato Tutto......... Gesù: Non l'avete trovato ma è il Padre che ve lo ha Donato da sempre e Dio si Dona e si Dona per Amore......... Don Vincenzo: .........E quando si percepisce questo Amore... Gesù: Cosa si fa quando si percepisce questo Amore? Don Vincenzo: Tutto cambia e si Gioisce e si fa Festa! Gesù: , Tutto cambia, si Gioisce e si fa Festa......... ma l'Umanità non fa Festa, l'Umanità non gioisce, l'Umanità Mi caccia fuori, fa festa ma non è la Festa del Padre! Noi invece qui prendiamo parte al Suo Amore! ...............Ti raccomando, vicepa', deve mangiare per quattro! <Riferito a Maria Elena> State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Stai bene-male? Teresa: Eccomi! Ciccio: Eccomi! Gesù: No! <Gesù ''impone'' la Destra verso Teresa> Eccomi! Teresa: Eccomi! Gesù: Ora mangia il Padre! Eccomi! Teresa: Eccomi! Gesù: ...Parla un po'! Avevi fame? Teresa: Eccomi! Gesù: Ti aspetto! È buono GustarLo Dio, ma voi GustateLo nell'Amore Pieno! Don Vincenzo: Gesù, com'è bello al mattino sperimentare il nuovo Giorno, sperimentare un altro Regalo del Padre, sperimentare una nuova Giornata, sperimentare tutto quello che il Padre ha già preparato e ha già scritto! E, quando si entra in questo Rapporto d'Amore tra Padre e Figlio, tutto è luminoso, tutto è gioioso, perché ci si rende conto di quale Grande Progetto il Padre è Portatore, e Donandoci la Figliolanza ci fa ricevere Tutto perchè Tutto Lui Fa per i Figli, sì, Tutto è per noi! E il mondo? Se il mondo sapesse...! Invece va dietro agli idoli, all'io, dietro ai pezzi di carta! Gesù: Va dietro ai pezzi di carta e dopo cosa fa ancora? Don Vincenzo: Invece di mettere Dio al Primo Posto, il mondo mette l'io davanti a tutto, mette l'egoismo, mette l'arroganza, mette la presunzione, mette che non sa se ci si sveglierà al mattino perché, quando si va a letto la sera, tutto può succedere......! E quindi, invece di essere umili, si diventa presuntuosi! Che trappola! Gesù: ...Devi mangiare per quattro! <Si riferisce a Mria Elena> ...Cosa Mi dici ancora? Ehi, dopo voglio mangiare un paninello con la mortadella! ...No, parla un po' tu, poi parlo Io, ora parla un poco! Eccolo, tu ne vuoi uno? Don Vincenzo: Sì! Gesù: , però ti sto aspettando che parli! ...Non ti mettere a piangere tanto non lo mangi tutto tu, lo mangiano anche gli altri! Don Vincenzo: Gesù, quando si va dietro all'avere, al potere e al piacere, si rifiuta Dio e il mondo rifiuta Dio continuamente e non si rende conto che così perde tutto perchè Dio è Tutto: sì, Dio è la Vera ed Unica Felicità e solo Lui ce l'ha e la Dona! Gesù: Aspetta! ...Venite col "niente"! Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù lancia i piattini a Raffaele> Raffaele: Eccomi! Gesù: E allora continua! Don Vincenzo: Ognuno cerca la Felicità, ognuno cerca la Gioia, ognuno cerca l'Amore e tutto questo si trova solo in Dio......... invece l'Umanità va cercando queste cose lì dove non ci sono, perché solo il Padre è Tutto ed ha Tutto e dà Tutto ai Figli! Solo Dio può riempire i Figli della Gioia, dell'Amore e di una Felicità senza Fine! Gesù: E questo il Padre l'ha detto da sempre e anch'Io l'ho detto da sempre! Don Vincenzo: E proprio questo fa sì che Tu vieni sempre Crocifisso, vieni sempre Scartato, vieni sempre Rifiutato, quando invece Tutto è in Te e Tutto dipende da Te perché Tu vieni a darci la Salvezza, vieni a darci la Liberazione, vieni a darci la Vittoria su ogni schiavitù, su ogni peccato e su ogni morte! Gesù: Io ho vinto la Morte! Don Vincenzo: Sì! Gesù: E vi ho Comprati e vi ho Redenti a Prezzo di Sangue! Don Vincenzo: E lo stiamo sperimentando in questi 28 anni consecutivi in cui Tu sei il Vivente e vieni a darci ogni Giorno la Vita! Sei Figlio e vieni a farci Figli! Sei Tutto e vieni a darci Tutto! Se lo capisse l'Umanità...! Tu sei il Liberatore perché senza di Te siamo prigionieri! Tu sei il Redentore perché senza il Tuo Sangue siamo peccatori! Gesù: Io L'ho Donato il Mio Sangue per ognuno! Don Vincenzo: Sì, e lo sperimentiamo nella Tua Misericordia Infinita! Gesù: Il peccato è stato Lavato! Quando si viene Lavati col Sangue ogni macchia viene cancellata! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi, adesso sì che ci siamo! Il Padre prepara un Giardino per l'Umanità Intera e per tutti i Figli e il Giardino è Pulito! Io, il Figlio di Dio, Dono il Mio Sangue per i Miei Fratelli, per i Miei Figli, per i Miei Amici e Tutti siete stati Lavati senza più alcuna macchia, ma l'Umanità e i Figli Lo dimenticano e sporcano ancora il Giardino, eeeh! Pregate per il Legno Affondato, pregate per tutti i Sacerdoti, pregate per l'Uomo che Indossa l'Abito Bianco! Il Giardino viene pulito dalle Schiere: quelle di Maria, quella del Calice Vivente, quella dello Strumento, ma voi non fermatevi di preparare le Capanne e fate tutto ciò che il Padre vi chiede, Figli! E, dopo aver fatto tutto quello che il Padre vi chiede, Rimanete nell'Amore, nell'Amicizia, Amandovi gli uni gli altri! Questo è quello che dicevo alla folla che Mi seguiva: "Avete un Padre, ma Io non sono venuto per essere Re delle cose del mondo ma Io sono venuto a Servire, a fare il Servo e a dire ad ognuno di voi Tutto quello che il Padre ha preparato! Sarete Ricchi nella Ricchezza del Padre e non vi mancherà nulla di Tutto ciò che il Padre ha preparato! Berrete l'Acqua Zampillante e non avrete più sete!" .........Ma non Mi ascoltavano e cercavano sempre di più le cose del mondo! Guardatevi dai falsi profeti! Vigilate per il Veleno che ancora cammina! Lo Strumento Lo sta Bevendo come Beve i Sigilli, i Flagelli e come Beve le Armi che stanno preparando! ...Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: In merito a queste armi che stanno preparando, prima la Cocciuta parlava di Missili! Gesù: Non parlava, lei vedeva! Quando La sentite parlare non è sempre lei a parlare e può essere Mia Madre, qualcuno dei Servi Inutili e lei va a Bere quello che vede! E quando è in mezzo a voi non è sempre lei...... ve lo dico attimo dopo attimo! <Gesù si rivolge a Maria Elena> I tuoi Pargoli stanno Lavorando e anche loro stanno aiutando lo Strumento a Bere i Missili di guerra e ad Impastare e sono così veloci insieme ai Pargoli dello Strumento! Adesso è Tempo di Lavorare ma non ti hanno abbandonato perchè stanno vicino a papà, e vi baciano! E così tutti gli altri Pargoli hanno questo Compito e anche tutti i vostri Cari! ...Ora vi lascio a Giovanni!(*) PICCOLO GIOVANNI: Ehi...! Don Vincenzo: Giovanni......... Piccolo Giovanni: ...Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Come stai? Don Vincenzo: Bene, Eccomi! Piccolo Giovanni: Come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Nico', come stai? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: ...Mari'!(*)Si è addormentata? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Cos'hai combinato ancora? Maria: Quando parlavi delle cose del Padre, dicevi: "stupendo!" Piccolo Giovanni: "Stupendo!"............... Dottoressa Teresa! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Eccomi sì... ehi... adesso c'è il caffè, poi parliamo! Ne vuoi un goccio?(*) Ne vuoi un altro goccio?(*) Ma hai bevuto un goccio? Sei sicuro? ! Hai sporcato la tazzina..., mo' Mi gusto il caffè...! La Cocciuta si è dimenticata di mettere un altro cucchiaio di zucchero, ma va bene anche così...! Di solito ne mette 13..., oggi ne ha messo 12..., perché parlava con Giovanni e ha saltato un cucchiaio...! Era un po' arrabbiata e parlava con te e ha saltato un cucchiaio..., ma non le diciamo niente... è buono ugualmente questo caffè anche con un cucchiaio in meno...! Allora..., state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ma tu non hai combinato niente altro? Maria: Sì, sono stata un po' male... Piccolo Giovanni: Cos'hai mangiato? Maria: Mi pare che sono andata abbastanza dritta... Piccolo Giovanni: La nutella? Maria: No, Giovanni, non mi azzardo minimamente sapendo che vedi tutto e che poi lo diresTi il giovedì! <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Lo sto dicendo...! Non hai capito che lo sto dicendo...! Che gli diamo? Visto che la nutella l'ha già mangiata...<Si ride un po'> Gli diamo uno di quello...; no, quell'altro...! Questo come dolce..., poi gli diamo un paninello..., questo qua! Penso che basta, dottore' che ne dici? Gli diamo un'altra cosina..., gliela diamo? Di dolce o di salato? Teresa: Lei lo vorrebbe dolce... Piccolo Giovanni: E allora diamogli il dolce! Questo è troppo piccolo per lei... forse si, dategliene tre di questi, così può essere contenta! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Nico', come andiamo? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Tutto bene..., procede tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora, state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Io che mangio? Mangio questa...? No, mangio un po' di questo con un altro po' di paninello... eh, si! Tu lo mangi? Questo va bene... Eccomi! È buono mangiare il Padre..., è bello gustarLo............, adesso Mi gusto un po' il Padre! Ora voglio sentire un po' la tua voce, Calice Vivente......... e poi parlo Io! Aspetto!(*) Sto aspettando! ......Si è messa il mantello la Cocciuta? Ehi cosa si è messa questa? Ehi, che bel vestitino...! Si è vestita bella per lo Sposo! Ma dovrà vestirsi ancora di più per lo Sposo......! Parla tu ora..., dopo parlo Io! Ma non dire i segreti! Don Vincenzo: No! C'è sempre Luce lassù? O ci sono dei momenti in cui uno... può anche dormire? Piccolo Giovanni: Se Dio è Luce, non si può spegnere! Don Vincenzo: Potrebbe starci pure qualche pausa? Piccolo Giovanni: Non c'è pausa, il Cielo è in mezzo a voi e anche se voi vi addormentate, la Luce è sempre accesa perché c'è il Soffio anche quando dormite! Tu dici: "c'è una piccola morte...", , c'è un addormentarsi nella Luce Piena del Padre, perché Dio non si spegne e se Dio non si spegne, la Luce è sempre accesa! E Dio dorme nella Luce! Don Vincenzo: Ho letto nel Messaggio scorso "il primo risveglio mattutino..." quindi comunque non c'è il buio.........! Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: In nessuna parte? Piccolo Giovanni: No! Don Vincenzo: E quelli che non risponderanno alla Domanda Finale? Troveranno anche loro uno spazio di Luce? Piccolo Giovanni: Risponderà... lo Strumento......... e poi c'è quella che dovrà fare solo il Padre............ e le è concesso di rispondere per tutti...... ma poi c'è la Sua... Don Vincenzo: "Domandona Finale", chiamiamola così...! Piccolo Giovanni: Chiamiamola così... Don Vincenzo: E con la quale il Padre farà il Giudice? Piccolo Giovanni: ! Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Dimmi qualche altra cosa............... dopo aver preso prima il caffè e dopo aver mangiato la salsiccia, non ci vorrebbe un dolce? Don Vincenzo: Eh, si! Piccolo Giovanni: Eh... eh... uhm... c'è l'imbarazzo della scelta......! Questo? Don Vincenzo: Quello che prendi Tu! Piccolo Giovanni: Ti basta? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Tieni... Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Facciamo alla buona..., facciamo così..., vedi? <Il dolcino se lo mette in bocca per intero> Raffaele: Non puoi parlare adesso... Piccolo Giovanni: Sì che posso parlare...! Mi sa che era un po' piccolo......! Tu ne vuoi un altro? Don Vincenzo: Se lo prendi Tu... Piccolo Giovanni: Sì che lo prendo...... tieni...! Don Vincenzo: Questo è piccolo...... Piccolo Giovanni: Questo è più grande: facciamo di nuovo lo stesso? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: ... Nico'! Facevo così? Adesso, come si suol dire, si può ragionare meglio, o Mi sbaglio? Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Dimmi qualcosina..., Io vi dico solo che la Cocciuta è andata a togliere i Pargoli dai Missili............ e poi Beve! Don Vincenzo: Perché i Pargoli erano stati messi sopra i Missili? Piccolo Giovanni: Eh, si......, hai sentito bene, ! E poi deve fare altro... Don Vincenzo: Ancora... Piccolo Giovanni: Ancora... Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Prima della Tua dipartita... Piccolo Giovanni: Quale dipartita? Mi tolgo gli occhiali e ti guardo meglio... Don Vincenzo: Quando sei tornato in braccio al Padre...... sempre siamo Sacerdoti sia quaggiù che lassù... Piccolo Giovanni: Il Sacerdozio è Eterno ed è Dio! Don Vincenzo: Tu come Sacerdote... Piccolo Giovanni: Eh... e cosa vuoi sapere? Don Vincenzo: Ho letto anche quei libri che hai scritto... quello che voglio sapere è questo: eri già in questa Pienezza?... Piccolo Giovanni: Ancora? Ma come te lo devo dire? ............Dal Grembo Materno! Don Vincenzo: No..., non era questa la domanda... Piccolo Giovanni: , che era questa... Don Vincenzo: Eri già nella Pienezza quando sei arrivato lassù e sei cresciuto a livello Spirituale o no? Diciamo che lassù si arriva ad una perfezione oppure no? Piccolo Giovanni: Dio ci ha fatti perfetti nel Suo Grembo e poi ci partorisce e quando si rinasce, che perfezione vai cercando dopo aver fatto il Servo Inutile? Le Cose del Padre sono in mezzo a voi... e siamo tutti qui in mezzo a voi! Don Vincenzo: Ma sulla terra si è liberi di sbagliare o di indovinare......... Piccolo Giovanni: ...Quando si cammina sulla Via del Padre, non si sbaglia, ed Io ho camminato sempre sulla Via del Padre, anche quando andavo in giro a visitare... dicevo "vado a farmi il giro del mondo", e tutti pensavano che andavo a divertirmi... Eh... Eh... Eh... ma nessuno pensava che andavo a portare il Pane, essendo Io il Pane Vivo! Don Vincenzo: E poi il giro del mondo l'hai fatto? Piccolo Giovanni: Si, sono andato a portarMi come Pane! Don Vincenzo: Ancora! Piccolo Giovanni: Si, ancora... e non c'è nel Giardino che Dio ha preparato un posto più grande o un posto più piccolo, e non c'è un figlio che deve diventare perfetto quando si nasce e si dona la mano, ma si è tutti allo stesso piano... e il Padre non fa nessuna distinzione con i figli, e non c'è il banchiere e non c'è il professore, ma ci sono i figli! ...Ecco, prepara, così bevo e poi ti lascio a Gesù! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Bevo un altro sorsino d'acqua! ...Ah... non vuoi dire niente? Dato che non hai parlato proprio, dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Si, ma non pensare che col cin-cin poi non parli più!(*) ...Buono!(*) ...Mi pareva strano che non c'era il dito di richiesta del viceparroco! Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: Ma non chiederMi i Tempi, eh! Raffaele: No, no! Volevo sapere di più... come si riesce a pregare quelli che abitano da Te............? Piccolo Giovanni: Vieni che te lo faccio vedere! Raffaele: Non è facile! ...E tutti quanti abbiamo dei doni? Piccolo Giovanni: Si, dovete accenderli! Raffaele: Ma possiamo donarli agli altri? Piccolo Giovanni: No, quello che Dio dona non potete donarlo agli altri! Potete usarli ma non donarli! La Cocciuta non dona, è Dio che dona, ma ognuno di voi li usa per l'umanità intera, come lo Strumento porta l'umanità intera sulle sue spalle, ed ognuno di voi......... adesso è il Tempo che la Vigna cominci a portare più Frutti......... li avete sempre portati, ma adesso dovete portarli e donarli ancora di più.........! Così come il Padre li dona a voi, voi li dovete donare ai fratelli nell'Umiltà, nel Silenzio e nel Nascondimento! Raffaele: E così si possono aiutare i fratelli? Piccolo Giovanni: Eccomi! Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, per essere sempre più Piccoli e Poveri ed essere invitati al Banchetto così come il Padre si dona! Raffaele: Giovanni, l'ultima domanda... Piccolo Giovanni: ...Eccomi! Raffaele: Questo Tempo è un Tempo pensato dal Padre da sempre? Piccolo Giovanni: Il Padre ha pensato tutto da sempre! Raffaele: Ed è mai successo un'altra volta e poi non si è più fatto questo Tempo... tanti anni fa? Piccolo Giovanni: Si è fatto quando Gesù non è stato ascoltato! ...Io vi lascio il Mio Filicino che è bello legato stretto... ho fatto un altro Nodo e un altro Fiocco, perché si stava slegando, mentre lo Strumento guardava e fermava...! Vi amo, Figli Miei! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Siete la Famiglia, e la Famiglia scelta da Dio non la distrugge nessuno! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Vi lascio il Mio Filicino, figli......... Gesù: ...Eccomi con la Croce e col Pane! Vi è stato dato un Pane Intero, ma vigilate: quello che avete sentito non lo portate fuori ma tenetelo nei vostri cuori! Se il veleno vi fa cadere, tutto quello che avete sentito verrà cancellato... ma solo se viene portato fuori da questo luogo! Don Vincenzo: Se viene portato fuori da questo luogo, viene cancellato? Gesù: Si! Don Vincenzo: Speriamo che nessuno tradisca! Gesù: Io lo so ed anche la Cocciuta lo sa! ...Io adesso vi lascio il Mio Cuore Spalancato e tu saluterai con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, stai segnando ancora uno ad uno?(*) ...Come hai fatto sempre?(*) ...Si, l'ho già finito, e visto che ce ne sono altri e ho fatto altri lavori... e sono andata a prendere anche le Spose che mi hanno dato la mano e le ho accompagnate dalle Bimbe(*)... eh, si, le hanno vestite loro perché io dovevo andarne a prendere altre!(*) ...Giova', vai a donare la mano a Francesca!(*) ...Hai chiesto sempre la sua, ora vai a prenderla!(*) ...So che è il Padre che decide, ma Tu chiediglielo, così potrà venire!(*) ...Io rimango alla Destra e rimango insieme ai figli!(*) ...Ora vai a preparare quello che devi preparare che dopo ci vediamo! <Giulia schiocca un bacio> ...Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, tieni fermo il Figlio...!(*) ...Ti chiedo solo questo: tienilo fermo!(*) ...Lo so, tutte le Schiere stanno combattendo! Porto tutti i figli, ma Ti chiedo ancora una volta di tenere fermo il Figlio!(*) ...Eccomi, Papà Dio! ...E visto che sono tutti al Banchetto, possiamo salutarli?(*) ...Spose, Pargoli e Servi Inutili, ora siete al Banchetto e potete rimanere e potete venire a combattere! Venite tutti... avete visto quello che è già pronto!(*) ...Dobbiamo fermarlo!(*) ...Mamma, prepara i vestiti!(*) ...Eccomi!(*) ...Ci vediamo dopo!

 

 

2. Giov. 08/05/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Io Sono da sempre! Ho Allargato le Braccia e Vengo ad Allargarle ancora nell'invitare ognuno di voi e l'umanità intera! Il Buon Pastore guida il Gregge senza lasciare alcuna pecora! Non scappo, non lascio al lupo nè le Mie Pecorelle e neanche il Gregge della Vigna, ma i vecchi Vignaioli l'hanno lasciato, hanno riempito le bisacce e hanno portato via anche l'anima lasciando i corpi nudi senza il Pane e senza la Croce...... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ......Ma accumulando tesori su tesori, gettando via le Pecorelle e gettando via il Pastore! Dio È oggi, domani e per l'Eternità! Chi accumula non sa se il suo accumulare lo troverà al risveglio! Vigilate, figli e non dimenticate di preparare le Capanne nell'Amore, nell'Umiltà, nella Carità, nell'essere Piccoli e Poveri: vigilate, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! .........Cocciuta Divina.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Perché Ti sei messo con le mani così... e mi guardi in questo modo? "Eccomi per l'Eternità!" Cosa stai guardando, Gesù? Gesù: ............GUARDA.........! Giulia: C'è una Casa lunga lunga, ma la Porta si trova all'inizio e poi la Casa continua! Di solito è nel mezzo la Porta...... ma questo sembra un Tunnel e dopo ha una "coda lunga lunga" che sembra quasi la bocca di una balena, ma è una Porta...... e non ha i denti! Cos'è, Gesù?(*) Questo non è un Flagello che deve cadere.........! Gesù: GUARDA BENE............! Giulia: Vedo sempre questa Porta, non così..., ma rotonda e poi è così... <Gesù indica una misura con le mani parallele a tagli poi le allunga verso destra......> ......E poi si ingrandisce per lungo......, e il colore è bianco di fuori e dentro vedo solo luce e non ci sono stanze ma c'è solo un corridoio...... e così com'è fatta la Porta sembra rotonda......... Gesù: .........Vai più avanti...... Giulia: Ci sono delle persone......... non lo dico chi sono..., ma poi lo vedranno tutti! Dovrò fare il disegno io? Gesù: Se lo fai tu.........? Giulia: E io ci provo, Gesù! Gesù: ......Non dire più nulla......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ......GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi! Questo deve cadere.........: e io posso andare come sempre ad Inzupparmi e a Bermi? Non Ti posso chiedere di bere anche questo? Gesù: Non stai lavorando già? Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù: Di' quello che Vedi......! Giulia: Eccomi!......Vedo una Cascata di uomini..., passano attraverso i Rotoli di Ferro dove vengono macinati: è una Macchina da Guerra che ha un liquido denso e scuro che scende su tutta l'umanità! Da "una grata enorme" tendono le mani tante persone che sono prigioniere, e si vedono solo le mani, e chiedono aiuto, ma non c'è nessuna Porta che si apre! Gesù, cos'è tutto questo? ......Dov'è.........? Gesù: ......GUARDA.........! Giulia: Ma non posso fare nient'altro? Gesù: Invita i tuoi figli a pregare "Ave Maria-Padre Nostro!" Giulia: Eccomi, Gesù! Non posso andare ad Inzupparmi e a Bermi? Gesù: Eccomi! Giulia: Eccomi, Gesù! Metto nelle Tue Mani come sempre tutto quello che mi hai donato, metto nelle Tue Mani la Famiglia e i loro cuori, metto nelle Tue Mani coloro che si sono affidati alle mie preghiere e quelli che non lo fanno perché tengono alto l'Io, ho portato nelle Tue Mani la Sposa Francesca e metto nelle Tue Mani ancora tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli! Gesù, Figlio di Dio e Figlio Mio, Guarda ancora con i Tuoi Occhi Misericordiosi l'umanità e stendi ancora il Tuo Manto.........! Gesù: Te l'ho donato, prendilo tu! Giulia: Eccomi, Gesù! ............Metto tutto nelle Tue mani! Gesù: Hai Tutto sulle Tue Spalle: Lavora, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: ......ORA GUARDA ANCORA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! ...I SIGILLI! Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., con altri Dieci Sette! .........Questi li bevo tutti in una volta e non mi puoi dire di no! Gesù: Li berrai un po' alla volta! Giulia: Vedi quante cose ci sono da fare? Perciò li bevo tutti in una volta, perchè devo sistemare pure le altre cose da fare e poi non basta il tempo.: così adesso io li bevo tutti in una volta!(*) ...Devo dirlo? Visto che lo devo Bere, Gesù... Gesù: Dì solo che c'è un Fuoco che arde...... e prima esce il fumo nero...... e dopo il fumo bianco......! Giulia: Ecco, questo mi sta bene..., nel bere i Calici, i Sigilli e tutto il resto.........: Gesù, posso andare a bere subito subito? Io non l'ho slegato.........! Eccomi, Gesù! Allora, io vado a bere, vado a lavorare e Tu rimani nel Parlare! Ma metto ancora tutto nelle Tue Mani, ed Eccomi ancora nel Fare la Volontà del Padre! Ti Consegno ancora l'Uomo che porta l'Abito Bianco, tutte le Pietruzze, tutti i Sacerdoti e coloro che trafiggono il Tuo e il nostro Cuore: aspetta ancora, Gesù, perchè ci sono ancora i Giorni......! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Anima Mia! Gesù: Eccomi col Cielo in mezzo a voi, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con tutti i Vostri Cari e con tutte le Spose, pronti al Banchetto nel Fare Festa! Ecco il Banchetto preparato per ognuno di voi: Dio Spezzato per Amore! Ed ecco i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce...... <Gesù Benedice col Segno della Croce......> ......E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! .........Le Schiere sono pronte e tutti stanno Combattendo e ognuno di voi lo Strumento porta sulle spalle con tutti i vostri Cari, e Maria cammina nel Combattere la Battaglia dell'Amore e il Sole e il Suo Cuore Immacolato Trionferanno nell'Amore del Padre, figli Miei! .........PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto ancora! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù manda un bacio a tutti> Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu come stai, bene-male? Don Vincenzo: Benino! Gesù: Benino? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Bene-male no? Don Vincenzo: Così e così! Gesù: Voglio capire un poco cos'è: "così e così, bene o male, benino o così e così"? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Eccomi............ e allora stiamo tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cos'hai da dirMi? Francesca lo sai cosa sta facendo? Don Vincenzo: Che cosa? Sta Festeggiando? Gesù: Per prima sì, visto che la Cocciuta gli ha detto, anche se lei non sentiva e non parlava, gli ha detto: "Mamma France', vogliamo andare da Gesù?" E il secondo giorno l'ha portata e, come l'ha portata, è stata Vestita con l'Abito Nuziale e l'Anello al Dito e al Banchetto ha preso parte alla Torta che era stata preparata per lei, e poi l'Incontro col Padre e con tutte le Spose, e il primo incontro al Forno e dopo il suo Lavoro! Qual'è, qual'è il suo Lavoro? Maria gli fa dispensare le Grazie all'Umanità intera! Don Vincenzo: Ah, che bello! Gesù: Chiamatela: "Mamma Francesca, abbiamo bisogno!"...... e una Pioggia di Grazie Scende......! Don Vincenzo: È una Seminatrice di Grazie? Gesù: , ma l'Unica Grazia è Maria e Maria gli ha Donato le Grazie da Dispensare, così Scenderanno! ...Ma voi state tutti bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: RaccontaMi qualcosa! Vigilate: i falsi profeti avanzano e il veleno cammina e non dimenticate che avete la Destra! <Gesù alza la Destra e Benedice> Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Sì, questo Banchetto... Gesù: È il Padre......... Don Vincenzo: ......Che è in Comunione col Banchetto del Cielo......... Gesù: Il Cielo è in mezzo a voi! Questo è il vostro Banchetto e più in là c'è il Banchetto dove ci sono tutti i Servi Inutili, tutti i Pargoli, tutte le Spose... tutti! <Gesù indica un poco più avanti della Tavola.........> Don Vincenzo: È bella questa Comunione che c'è! Gesù: Non vi spostate, tanto ci entrano ugualmente! Don Vincenzo: Ancora, Gesù, in questi Banchetti il Padre partecipa un po' a uno, un po' a un altro, com'è? Gesù: Questo è il vostro, più in là c'è quello che è il Padre e le Spose, e il Padre è un po' più in là, e voi siete qua, ma il Padre è là ed è qua! Don Vincenzo: Come pure Tu? Gesù: Come anch'Io e come ognuno di voi quando diventate Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: siete qua e siete là! Don Vincenzo: Ah, sì? Gesù: Quando si è Piccoli, Poveri: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Don Vincenzo: Si ha questo Dono, si ha questa Grazia: partecipare a più Banchetti di seguito, essere presenti a più Banchetti? Gesù: No: essere presenti dove c'è il Lavoro da fare! Il Banchetto siete voi nell'essere Figli, nell'essere Croce, nello Spezzarvi come si Spezza il Padre e si Dona! Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: , ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccoci! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora......... e nell'Amore Pieno si Dona! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino: Gesù guarda nel bicchiere e invita Don Vincenzo e Raffaele a guardare> Ecco! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Come Giovedì Scorso! Gesù: È iniziato con un Otto e adesso l'Otto è diventato un occhio grande grande e guarda ognuno di voi e l'Umanità Intera! L'Otto è la Pienezza e Dio è Trasparente: non che sia un fantasma ma è Trasparente nell'Amore e nel Donare Luce all'Umanità Intera e ad ognuno di voi! Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve e poi guarda ancora> Adesso si è formato il Cuore! Questo è il Mio Sangue! <Gesù dona il Vino a Don Vincenzo. Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo.> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Quanto Amore hai avuto, Padre, nel FarTi Carne per tutte le Genti, ma non togliere l'Amore, accendi ancora i cuori e sii Misericordioso ancora! Sei l'Albero Piantato e il Cibo di tutte le Anime! Questa è la Carne che Mi hai Donato, è il Banchetto in cui Tu Ti Doni! .........Ora Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Ci siamo Donati! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria in mezzo a voi con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutte le Spose............ e lo Strumento è rimasto ancora alla Destra del Padre Crocifissa per Amore! Vogliamo prendere parte del Banchetto del Padre? Don Vincenzo: Eccoci! Gesù: Tieni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Anch'Io! Prendo del Padre e gusto il Suo Amore, Eccomi! .........L'uovo si mangia intero, non si mangia a metà o Mi sbaglio? Don Vincenzo: Tu non Ti sbagli mai! Gesù: Io non Mi sbaglio mai, eppure ci sono i Figli che dicono: "Gesù Fa le cose sbagliate! Eh, non ci dà quello che Gli chiediamo e Fa le cose sbagliate!" ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Voi vi affannate, fate pianti, fate lamenti e non vi ricordate di avere un Papà che dona da mangiare agli uccelli e veste i gigli dei campi! Si può Dio dimenticare dei Propri Figli? Tutti: No! Gesù: NON FATE PIÙ PIANTI, NON FATE PIÙ LAMENTI, MA CHIEDETE: "PADRE, SONO TUO FIGLIO, TU CONOSCI CIÒ CHE MI SERVE E IO HO SOLO TE COME PADRE!" ...............Non dimenticatelo, Figli! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Hai fame e tu ne mangi uno solo? Don Vincenzo: Sì, facciamo metà ciascuno? Gesù: Facciamo metà ciascuno! ...Vicepa', ti raccomando, eh! Raffaele: Eccomi! <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Dove vai? Raffaele: Dove dici Tu! Gesù: Vai tu! ............Eh, non parli, non Mi dici nulla............... è Buono il Padre? Don Vincenzo: Sì, voglio Gustare prima il Padre! Gesù: Allora non parli? Io Lo Gusto ma Parlo! ............Non dovrebbe mangiare per dieci anni? <Gesù si riferisce a Maria Elena in quanto oggi ricorre il suo Decimo Anniversario di Matrimonio e le prepara una Torta di Dolcetti> Vuoi vedere che ti preparo la Torta? Mi dai uno di quelli in un piattino? Ecco, uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove e dieci! Eccomi ecco, eh, questa te la mandano i Pargoli! Maria Elena: Eccomi! Gesù: Eccomi! Stanno facendo un Canale d'acqua dove poi, quando le Capanne saranno pronte, scorrerà l'Acqua e il Latte e, in mezzo, Impasteranno! Ma ti fanno tanti, tanti Auguri, vieni......... ti danno solo un abbraccio, vieni, anche a papi......!(*) Eh, no, le lacrime non le vogliono... mangiati la Torta, e voi fategli un applauso! ...Ti è piaciuta la Torta? Allora, visto che hai gustato il Padre, vuoi parlare un po'? La Gioia del Padre di vedere i Figli è Grande! Don Vincenzo: E la Gioia nostra, Gesù, è voler bene sempre più al Padre e amare sempre più il Padre! Gesù: Se vi amate e vi volete bene, amate e volete bene anche al Padre! E quello che dovete imparare è amare i nemici! Don Vincenzo: Dobbiamo imparare ad amarci noi stessi, perché così si possono amare i fratelli! Gesù: , se vi amate, vi alzate e camminate e fate tutte le Cose del Padre! Don Vincenzo: Quando invece questo non avviene, vuol dire che non ci amiamo! Gesù: Lo Strumento deve Lavorare ancora di più! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Te l'hanno dato qualcosa di morbido? Quasi, ehi, portategli qualcosa di morbido, t'hanno mezza rovinata tutta? Elena: Eccomi! Gesù: E cosa devo fare? Mò vediamo! Le patate non te le posso dare, la frutta ti fa male, un ovetto morbido, in quattro parti, uno te Lo mando Io, uno te Lo manda Giovanni, un altro te Lo manda il Padre e uno te Lo mandano i Pargoli! A nonno-pallone gli mandiamo... cosa gli mandiamo? Maria Elena: Mangia tutto! Gesù: Lo so che mangia tutto! Gli mandiamo tre fette di questo! E allora Mi vuoi parlare un po', visto che tutti stanno Lavorando e tutti stanno Combattendo.........? Don Vincenzo: Anche questo mangiare è Combattere? Gesù: No, questo è il Padre, ma il Padre si Dona come Cibo per Amore! ...Ecco, venite col "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Eccomi! Questo va meglio! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Sto aspettando quando parli! Don Vincenzo: , ecco, volevo mettere a fuoco... questo amarci, perché solo così mettiamo Dio al primo posto, altrimenti mettiamo l'io al primo posto, invece la Giornata ci è Donata dal Padre per ServirLo, perché Lui ci Serve, sì, Lui Serve noi e vuole il contracambio...............! Gesù: No, non vuole essere ringraziato, vuole solo essere amato e chiamato: "Papà"! Non chiede nessun ringraziamento, vuole solo essere amato ed essere chiamato: "Papà, Eccomi, ho bisogno del Tuo Aiuto, ho bisogno di Sentire il Tuo Calore e, avendo il Tuo Calore, ho tutto!" Don Vincenzo: Quando questo non avviene è chiaro che si hanno dei problemi perché si è insoddisfatti con noi stessi, perché sappiamo già che non ci stiamo comportando come figli ed è insoddisfatto anche il Padre perché... Gesù: ...Non si sente chiamare "Papà!" e non può Donare il Calore quando non si chiede! Don Vincenzo: Perciò non dobbiamo commettere l'errore di non amarci! Ed è solo con l'Amore che appianiamo tutto e siamo in Comunione con Dio e con i fratelli e le sorelle! Gesù: Eh, si, la Comunione è con tutti, così come Dio si è fatto Cibo e rimane in Comunione! ...... Don Vincenzo: Sì! Gesù: Essere in Comunione.........! I Pargoli di Mario e Maria Elena: ...È buona la Torta? Mangiala! Eh, adesso facciamo la Torta al palloncino, la pallina non la può mangiare, ci voleva un po' più grande, adesso la apriamo, ecco, gli piacerà questa Torta, portagliela, l'abbiamo fatta tutt'e due, eh, eh, hai visto com'era bella? <I Pargoli ridono perché si tratta di un'oliva sopra un ovetto> Gesù: ... Adesso ti faccio mangiare, dopo devi parlare, così poi parlo Io! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Al medico gli dobbiamo dare la medicina? Teresa: Eccomi! Gesù: Un bicchiere d'acqua? Teresa: Eccomi! Gesù: Il medico non ha bisogno di medicine! ........................Facciamo uno scherzetto, che gli diamo? Niente! Teresa: Eccomi! Gesù: Tanto poi viene Giovanni e ti sistema! Teresa: Eccomi! Gesù: Vuoi parlare? Me lo porti via? Eccomi, tieni! Don Vincenzo: Gesù, se imparassimo a riconoscere la Giornata come Dono del Padre! Gesù: Dovete prima imparare ad amarvi e quando avrete imparato ad amarvi imparate il Tutto del Padre, ma se non fate questo non potete imparare niente! Tutti i Servi Inutili si sono imparati ad amare: si sono amati e hanno imparato a riconoscere il Padre e, conoscendo il Padre, hanno riconosciuto i fratelli e i nemici! Non è difficile: è tuffarsi nell'Amore che è dentro di voi e vedere il Padre che Abita nei vostri cuori da sempre e la Sua Porta è sempre Spalancata e così anche la vostra deve essere spalancata! Don Vincenzo: Difatti nel Vangelo di Giovanni Tu dici: "Io Sono la Porta e le pecore entrano attraverso la Porta!" Gesù: Io Sono la Porta e ognuno di voi è la Porta per i nemici, per coloro che trafiggono il Mio e il vostro cuore, per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora, eeeh! Don Vincenzo: E la Cocciuta si Immola e la Cocciuta si Offre...... Gesù: .........Portando l'Umanità Intera sulle spalle e ognuno di voi e tutti i Figli Ministri! ...............Portate gli auguri agli altri sposi, la Torta non gliela possiamo mandare ma poi gliela facciamo.........! <Gesù manda gli auguri a Piera e Vito per il loro Anniversario di Matrimonio> Parla! Don Vincenzo: Com'è bello, Gesù, perchè se riconosciamo la Giornata come Dono del Padre la possiamo Spezzettare! Ma se non ci amiamo......... Gesù: .........Non potete riconoscere niente! Don Vincenzo: Quindi dobbiamo partire proprio da questo amarci! Gesù: Prima si deve partire dall'Amore e dopo incominciate a riconoscere ogni cosa! .........Ti stai amando adesso? Teresa: Eccomi! Gesù: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi sì"! Gesù: Dottoressa,Ti vuoi fare una passeggiata di là? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi, ah, a buon intenditore poche parole, eh, eh, è inutile che state con le antenne alzate, Io parlo al suo cuore e lei parla al Mio Cuore e così potete farlo tutti quanti se vi amate, eh! ..................Bevo un altro poco! Hai finito? Maria Elena: Quasi! Gesù: Quasi! Don Vincenzo: Quindi, Gesù, amandoci riconosceremo il Padre, riconosceremo i Fratelli e le Sorelle, ma se non ci amiamo non riconosceremo nessuno! Gesù: No! E se Mi rifiutate? Il Pane Impastato è Dio e non potete Impastare e non potete cucinarLo e non potete amarvi! Accogliendo il Pane che Dio ha Impastato, siete ognuno di voi: vi amate, vi cucinate e Lo Spezzate e vi mangiate così come Dio si lascia Mangiare......... e Dio Mangia del Nuovo nel Banchetto dell'Amore! Io posso parlare e posso mangiare, cosa Mi doni ancora? No, no, uh, uh, uh, , perché ridi? Don Vincenzo: Sembravi un aereo che stava per decollare e poi atterrare! Gesù: Eh, si, sono atterrato lì sopra, Eccomi, tu lo vuoi? Don Vincenzo:Sì, Ti faccio compagnia! Gesù: Vediamo se Mi sono atterrato bene! Tu ti sei atterato sul Remo! ......... ...Di cosa volete che Io parli? Don Vincenzo: Di sapere Abbracciare la Croce: questo ci devi insegnare......! Gesù: Ve lo sto dicendo: vi dovete amare! ...........................Di Cosa volete che Io parli? Ora Io vi lascio a Giovanni e Giovanni vi parlerà ancora......! PICCOLO GIOVANNI: ...Eccomi con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Come stai? Come state, tutti bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Nicola: Bene! Piccolo Giovanni: Bene! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Maria: Bene! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato ancora? ......Dottoressa Teresuccia! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stai? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Aspettate..., prima prendo il caffè...! Ne vuoi un goccino? L'hai bevuto il goccino? Sei sicuro? Si, l'hai bevuto.........! Chi lo vuole se lo va a a prendere...! Adesso Io Mi bevo il Mio..., è quello della Cocciuta, l'ha fatto lei! Era un po' arrabbiata mentre lo faceva..., l'ha fatto un po' ad acquccia e un po' così e così..., perché era arrabbiata! Ma è buono, ecco! Di solito quando parlavo toglievo sempre gli occhiali......! Stiamo diventando forti o deboli? Don Vincenzo: Fortini...! Piccolo Giovanni: "Fortini..."! ...Ehi, a Teresa che gli diamo? Lei vuole un paninello, un dolcino e un bicchieruccio di frutta... e così va bene? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu non mangi? Un dolcino e... no, si, va bene così, si deve accontentare...! Raffaele: A Maria? Piccolo Giovanni: , quello è tuo, ne volevi un altro? Don Vincenzo: Ma quelle che sono cioccolate? Piccolo Giovanni: Ne vuoi uno? Tieni! Don Vincenzo: Sono cioccolate? Piccolo Giovanni: ! Sono buone? Ne vuoi altre? Don Vincenzo: Sembravano olive! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Allora, come stiamo? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Beh, a Me non date nulla da mangiare? Don Vincenzo: Come no? C'è l'imbarazzo della scelta! Piccolo Giovanni: ... e poi cosa Mi mangio dopo? Si, uno di questo, poi vediamo... tu non mangi più niente? Don Vincenzo: Io Ti faccio compagnia! Piccolo Giovanni: Mi fai compagnia pure al Mio cin-cin! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Raffaele: Scusa, posso prendere...? Piccolo Giovanni: No, Me lo mangio con le mani! Te lo portano...Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi"! Tu hai finito di mangiare? <Rivolto a Maria Elena che oggi festeggia il decimo anniversario di matrimonio> Mi fa da mangiare per 10 anni? Ed Io devo darle pur qualcosa... Raffaele: I dolci? Piccolo Giovanni: , perché lei quello non lo mangia! Aspetta..., dentro mettici..., cosa ci mettiamo dentro? , ecco, questa è la Mia Torta alla frutta e al dolce...! Allora, dimmi qualcosa tu, dopo parlo Io...Don Vincenzo: Parlaci Tu un po', Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora tu vuoi dire qualche parolina? E poi attacco Io...! Dai, di' qualcosa...Don Vincenzo: Sì! Hai parlato con Carlo quando Ti sei arrabbiato Domenica Scorsa... Piccolo Giovanni: Carlo se n'è andato..., nemmeno ve lo potete immaginare cosa stanno facendo...Don Vincenzo: Di bello o di brutto? Di brutto............ che ci vogliamo aspettare! Piccolo Giovanni: Cosa volete aspettarvi di bello da un Legno che è affondato? Si cerca di mettere un tappo qua e un tappo là per cercare di venire a galla! Ma per venire a galla si deve essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, ma sul serio e non a parole! Non fanno altro che venderLo e comprarLo e c'è chi incassa di più e c'è quello che dice di essere poverello.........! Il malloppo grande va là... quelli che vendono e comprano e non è che è piccolo il malloppo ma ce l'hanno pure grande e Carlo che deve fare? È andato via già da un pezzo! Una parte si deve coprire nel suo paese e la parte più grande rimane lì dove c'è quello che dice di camminare a piedi e di non indossare questo e di non indossare quell'altro! Pregate perchè sta per esplodere un vulcano ma non un vulcano di fuoco ma un vulcano di uomini dove faranno del male ancora di più ai vostri figli, a tutte le creature e ad ognuno di voi! Ne stanno preparando un'altra più grande dell'Uomo che porta l'Abito Bianco............... e tu puoi Abbassare e puoi Alzare la Destra e anche lo Strumento! Ma voi potete combattere e non vi dovete fermare, così le Schiere sono tutte a combattere e Io come Sacerdozio Vivo ed Eterno, che è Dio, ve l'ho sempre detto e ve lo ripeto ancora: noi siamo fuori da quel Legno, ma siamo nella Chiesa Nuova, quella di Dio, quella che ha fatto da sempre! Il Padre sta preparando tutte le Schiere che stanno combattendo per smantellare, ma non dovete scandalizzarvi di tutto questo perchè vedrete i frutti dell'Amore attimo dopo attimo! ......Nunziata, cosa vedi nei Miei Occhi? Guarda i Miei Occhi, cosa vedi? Dategli il microfono da far sentire a tutti! ...Non temere, guarda i Miei Occhi, cosa vedi? Devi guardare i Miei Occhi e non temere! Nunziata: Vedo il Padre! Piccolo Giovanni: Eccomi! Nunziata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa vedi ancora? Non temere...Nunziata: Tutto l'Amore del Padre per noi! Piccolo Giovanni: Ancora... dillo ciò che vedi! Nunziata: Maria! Piccolo Giovanni: Ora, dopo aver visto Maria, cosa vedi? Nunziata: Gesù! Piccolo Giovanni: Ora ti lascio tranquilla! Nunziata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! E lascio nel tuo Cuore il Fuoco che Arde per combattere: alzati e cammina perchè il Fuoco arderà......... e non temere gli uomini, ma il Padre! Di' quello che è nel tuo cuore! Nunziata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! L'avete ascoltata? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Ha visto il Padre, ha visto Maria, e ha visto Gesù...! Piccolo Giovanni: Dovete combattere con la Destra, dovete essere Piccoli e Poveri, i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, amare e perdonare i nemici e rimanere Famiglia del Padre sempre unita in un Unico Amore! ...Dimmi qualcosa tu, così intanto preparano il Miscuglietto e poi vi lascio a Gesù ed Io vado a lavorare perché c'è tanto lavoro da fare e lo Strumento sta bevendo tutto quello che ha trovato! ...La prossima volta guarderai i Miei Occhi! <Si rivolge a Maria Elena> ...Stai attenta che ti faccio mangiare ancora per dieci anni! Eh... Eh... Eh... <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Quindi, Giovanni... ah... Piccolo Giovanni: ...Ah... è buono, si! Don Vincenzo: Quindi, Giovanni, ora la Cocciuta si sta bevendo tutti i Sigilli e tutti i Flagelli perché è l'unico modo per sconfiggerli e per spegnerli? Piccolo Giovanni: Eh... deve poi combattere con le Schiere, deve preparare i cuori di ognuno di voi e deve portare tutti i Pargoli e tutte le Spose che hanno donato la mano! Ogni giovedì vi verrà detto qualcosa di nuovo! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Ora Io vi lascio ancora il Filo e vi dico di imparare ad amarvi, così nell'Amore Pieno potete combattere! ...Cosa vuole il tuo cuore? Alessandra: Fare le Cose del Padre! Piccolo Giovanni: L'avete sentita? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora ascoltate e fate anche voi le Cose del Padre! <Giovanni schiocca un altro bacio verso i presenti che ricambiano> Fate le Cose del Padre sentendo il Calore che lo Strumento vi dona attimo dopo attimo, figli...!(*) Gesù: ...Eccomi, Sono Gesù con la Croce e con il Pane! ......E non devi guardare l'ora! Don Vincenzo: È già passata la mezzanotte e sono trascorse già oltre tre ore...... Gesù: Non ti devi preoccupare... Don Vincenzo: Sì, il Padre ci aiuta......... e ci ha sempre aiutato! Gesù: Devi parlare a voce più alta, figlio, altrimenti i figli non sentono! Don Vincenzo: Eh, si, devo alzare un po' il volume della mia voce! Gesù: Eccomi! ...Preparatevi in questi giorni, figli, perché ciò che Dio vi sta donando neanche potete immaginarlo! Giovanni lo aveva iniziato, ma ora il Solco si sta allungando...! Amatevi gli uni gli altri, Figli Miei! Amatevi così come il Padre vi ama, così come lo Strumento vi ama e così come tutti i Servi Inutili vi amano! Innalzate al Padre il vostro Amore! ...Ora Io vi spalanco il Mio Cuore! Quando siete in difficoltà, venite perché è sempre aperto! Lo Strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi, figli! ...Tu, Calice Vivente, Saluterai con l'Albero Verde, ed il Mio Cuore è aperto per ognuno di voi! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, tutto quello è pronto per Domenica?(*) ...Prima fammi finire di bere tutto quello che c'è e poi vengo ad aiutarvi!(*) ...Il Giardino è ancora un po' sporco e da solo non ce la faccio... eh, se mi volete mandare qualcuno...!(*) ...Quello si dovrà fare tutto Domenica!(*) ...No, no, non dico niente!(*) ...È tutto chiuso quello che mi avete donato fino adesso!(*) ...Il Calice Vivente sa e gli dirò anche questo che sto vedendo!(*) ...Quello non va bene?(*) ...Eccomi!(*) ...Domani cerchiamo di farlo, ma Aiutateci anche Voi!(*) ...Ora andiamo a lavorare ancora... eh, si, stanno aspettando le Spose(*)... e si sono messe in fila e si sono prese per mano l'una all'altra, e quando fanno così vogliono entrare!(*) ...Ma mandi le Bimbe o dopo le porto io?(*) ...Ti raccomando la Famiglia: è Tua!(*) ...Ci vediamo! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, togli i Gradini e togli il Figlio...!(*) Se togli i Gradini, non potrà scendere!(*) ...E se gli ordini di andarsene ......... Il Padre: ...Pregate "Ave Maria" e "Padre Nostro"! Giulia: Ma Tu fallo allontanare un po'!(*) Il Padre: Cosa vuoi ancora? Giulia: AmarTi e FarTi amare... e FarTi conoscere, Papà!(*) ...E visto che siete tutti quanti al Banchetto e state facendo Festa, Salutiamo i Cari!(*) ...Ne avete lavoro da fare, Mamma, Mamma Viola e tutte le Spose... ci sono tanti Vestitini da cucire!(*) ...Mamma, è bello gioire quando ci sono delle Spose che stanno per entrare!(*) ...Ciao, Cielo!(*) ...Ciao, Pargoli!(*) ...Ci vediamo dopo! <Giulia schiocca un bacio>

 

 

3. Dom. 11/05/2014, ore 16, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) LA MADONNA: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen!(*) <La Madonna Allarga le Braccia e per un po' rimane in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Dona la Sua Benedizione col Segno della Croce> Porto ad ognuno di voi la Nascita del Mio Figliolo Gesù, l'Albero Vivente, il Dio Vivo che è in mezzo a voi nella Pienezza del Suo Amore, nell'Indicarvi a Camminare e a Portare il Segno del Suo Amore, figli! Giulia: Mamma, in Questo Giorno non solo ci hai chiamati ad essere "Mamme" e ci hai Donato per mezzo di Dio il Battesimo......... il dono più grande che da sempre il Padre aveva preparato......... e questo Battesimo ora si è compiuto......... e dovrà crescere ancora......! Aiuta i figli a capire la Volontà di Dio......... e aiuta le mie mani a poter toccare ancora.........! La Madonna: Figlia Mia, Anima Mia, Hai il Tutto del Padre......... perciò non temere! Giulia: Io non Ti faccio gli Auguri Mamma, io Ti rispondo ancora: Eccomi! E raccolgo l'Eccomi di tutti i figli, perché la Tua Festa è attimo dopo attimo e così anche la nostra deve essere attimo dopo attimo, come figli, ma figli veri, figli che Camminano, figli che usano la Carità, figli che usano il Perdono, figli Semplici, Piccoli e Poveri come Tu ci hai scelti da sempre......... senza mai puntare il dito......! La Madonna: Tu lo puoi puntare, ma Io aspetto che sia il Padre a dirlo......! Grida come hai gridato sempre e rimani Cocciuta, come il Padre che ti ha mandata Cocciuta, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Mamma! Hanno coronato il Tuo Gesù...... hanno coronato Te di Veli...... Ti hanno riempita di Rose...... hanno donato tutto il loro cuore! Benedici tutta l'umanità intera! Benedici la Famiglia! Benedici chi ha lavorato notte e giorno per FarTi il Regalo nella Festa della Mamma! La Madonna: Mamma del Mio Cuore, Amatevi gli uni gli altri, Perdonate, usate Carità, siate Piccoli e Poveri... i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! E non abortite il Mio Gesù, questo è quello che vi chiedo e che chiede il Mio Cuore di Mamma! Rimanete Famiglia e non disperdetevi perchè le Capanne sono l'Unica Salvezza ed Io sono l'Ultima Grazia, ma il Padre vi ha Donato un'altra dispensatrice di Grazie: la Piccola Francesca che lo Strumento ha portato al Banchetto del Padre! Giulia: Eccoci, Mamma, nel Rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! La Madonna: Il Mio Cuore Immacolato Trionferà......... ed è questo che vi ho promesso da sempre...... ma le Battaglie si stanno combattendo e le Schiere sono tutte pronte: siate Mamme del Mio Figliolo Gesù, così come Lo Sono Io nel tenerLo nel Mio Cuore: aprite i Vostri e FateLo Entrare, Figli Miei! Giulia: Mammina, ho raccolto tutti quelli che hanno preso in giro Gesù dall'alba fino a quest'istante......... e ciò che hanno venduto e comprato......... anche loro sono figli......... e li porto sulle mie spalle! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! ...............GUARDA...............! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) Mamma, questo deve scendere?(*) Anche in questo giorno?(*) Mammina, io ho regalato il mio niente e ho raccolto tutto quello che ho trovato! Dal niente non puoi prendere qualcosa e lo regali anche a me? Mi regali quello che sto vedendo e non lo farai scendere......? Tutti i giorni è Festa, tutti i giorni Ti chiedo sempre qualcosa e visto che tutti quanti festeggiano in questo giorno, puoi farmi anche Tu un regalino piccolo piccolo? La Madonna: E quello che stai vedendo lo chiami "un regalino piccolo piccolo"? Giulia: Facciamolo diventare piccolo perchè se lo Bevo non c'è più......... e così diventa piccolo......! La Madonna: Hai guardato bene? Di' ai tuoi Figli ciò che vedi! Giulia: C'è una Nave Nera..., è aperta da più parti: dalla "Prima Bocca" ci sono dei carri armati, dalla seconda ci sono dei "Missili" e dall'altra esce un fumo che fa morire! ............Mammina, fammelo questo Regalo! La Madonna: Niente altro? Giulia: L'altro lo devo Bere......... fammelo questo piccolo regalino .........! La Madonna: Non te lo faccio Bere ma te lo faccio tenere per un po' di tempo! Giulia: È già un regalo tenerlo e non farlo cadere in Questo Giorno: Eccomi! ............Mamma, rimetto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato! Rimetto nel Tuo Cuore l'umanità intera e tutti i figli! Rimetto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! La Madonna: Portali sulle tue spalle! Giulia: Li Consegno a Te che sei la Mamma: Facci Camminare Tenendo la Tua Mano, Mamma! La Madonna: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA.........! Giulia: Eccomi! CI SONO I SIGILLI...: sono Sette, ma uniti ai Sette, ce ne sono altri Venti......... questi posso berli subito subito perchè ho tanta sete? La Madonna: Li hai guardati? Giulia: Eccomi! Quando devo Bere, di solito guardo tutto e vedo ogni cosa! Adesso questi Sigilli li ho guardati bene............ ma devo dirli? La Madonna: Anche se li dovrai Bere, li Berrai un po' alla volta! .........Di' quello che Vedi! Giulia: Vedo un Esercito..., dei Sacerdoti, camminano portando la Croce sottosopra! Trascinandola..., camminano di notte nel buio senza portare alcuna luce! Poi entrano in un Tunnel dove c'è tutto, oro, pietre ma non pietre di strada ma pietre preziose, e lì non trascinano la Croce......! Mamma, non farmi parlare più, devo Berli......... e ci sono i bimbi......! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Ora posso iniziare a Berli? Eccomi, per non avermi fatto dire tutto quello che vedevo! La Madonna: Eccomi, figlia! Eccomi, Anima Mia! .........GUARDA ANCORA............ ma non dire ciò che Vedi............! Giulia: Lo metto nel Rotolo dove stanno tutti gli altri: Eccomi! La Madonna: Fra poco dovete preparare la Bevanda! Giulia: Eccomi! Mammina, prepara i figli......... io sto parlando, ma ancora non hanno capito.........! La Madonna: Tu fai tutto quello che il Padre ti dice! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Quando sarà pronta la Bevanda comincerete a contare i Tempi delle Capanne......... e di' ciò che il Padre lascerà scendere sull'umanità intera......! Giulia: Mammina, ancora ci sono i Giorni e per i figli che non hanno risposto... mi hai promesso che posso andare......... e quando non risponderanno ancora li devo lasciare nelle Mani del Padre! Ancora ci sono i Giorni e posso lavorare ancora: Eccomi, Ti dono ancora tutto! La Madonna: Eccomi, Anima Mia, con Dio Banchetto per le Spose, con Dio Banchetto per ognuno di voi, con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con i Pargoli, con tutte le Spose, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei, allargo le Braccia e vi Dono il Mio Gesù Crocifisso per Amore! Giulia: Eccoci, Mamma, nell'accoglierLo così come Lo abbiamo accolto nel Battesimo e così come Lo dobbiamo Portare, come Lo dobbiamo Amare, come Lo dobbiamo Donare nell'essere la Famiglia Piena, Cuore di Dio che è Vivo e Reale in mezzo a noi, con tutti i Servi Inutili, con tutte le Spose, con tutti i Pargoli! .........Ma ancora i figli fanno fatica a comprendere, Mamma.........! Donatemi sempre la Costanza e la Forza.........! La Madonna: Ecco le tue mani pronte per toccare ogni Figlio e l'umanità intera! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Come stai? Don Vincenzo: Bene! La Madonna: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Cosa avete fatto? Don Vincenzo: Abbiamo fatto la Processione come ci avevi consigliato Tu! La Madonna: È il Battesimo! Don Vincenzo: Il Battesimo com'è andato? Abbiamo fatto qualche errore grave oppure no? La Madonna: Dimmelo tu! Don Vincenzo: Sembrava che filasse tutto liscio.........! La Madonna: Quando c'è qualche errore la Cocciuta è pronta a correggerli nella semplicità............! Ma voi state tutti bene-male.........? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! .........Dopo aver ricevuto il Battesimo state tutti bene-male? Don Vincenzo: No, stiamo tutti bene! La Madonna: Eh, tutti bene-male! Don Vincenzo: Abbiamo Banchettato col Cielo e abbiamo fatto Comunione! Anzi, addirittura volevo parlare con Giovanni che già si era trovato in questa situazione... La Madonna: Anche quello che ha fatto Giovanni era un Battesimo ma quello che hai fatto Oggi tu è un altro......... ed è il continuo di quello fatto da Giovanni! Don Vincenzo: Tutti hanno partecipato con fede, con amore e con la massima attenzione e anche questo è importante! La Madonna: Ma dimmi qualcosa! Stai bene? Don Vincenzo: Sì! Quello che mi ha impressionato, Mammina...... La Madonna: ...Tremavi? Don Vincenzo: No, ma mi ha emozionato il Nome che il Cielo ha dato a Francesca, la mamma di Rosetta! La Madonna: Il Padre non le ha dato un Nome ma le ha dato un Compito! Ognuno, quando torna a Casa, Nasce, e ha un Compito da fare! Don Vincenzo: E il suo Compito è: Dispensatrice delle Grazie! La Madonna: Sono Io l'Ultima Grazia e ho donato a lei un po' di Grazie da dispensare! Ha Servito sempre, da Serva Inutile! E ogni Sposa ha un compito da fare e non c'è distinzione: uno porta i Pargoli, l'altro porta le Grazie, l'altra porta le Lodi, ognuno fa il Lavoro della Propria Vigna, nella Vigna che il Padre ha Donato ad ognuno di voi! Vi ha Donato l'Arca con i Remi, ma dovete Vigilare e non dovete uscire fuori dall'Arca, dai Remi e dalla Vigna! .........E non si può costruire una Vigna per proprio conto perchè l'Unica Vigna è quella del Padre e non ce ne sono altre! Il Padre L'ha Donata a voi, voi che siete la Nuova Chiesa! ..................Parla tu un po'! Don Vincenzo: Mammina, perché non si può dare a uno soltanto la Vigna? La Madonna: Il Padre l'ha Donata ad ognuno di voi, ai Vignaioli, ma i Vignaioli a cui era stata Donata L'hanno abbandonata, e il Padre L'ha tolta a loro e L'ha Donata ad ognuno di voi! Don Vincenzo: L'ha Donata quindi alla Famiglia di Timparelle! La Madonna: Vi ha Scelti uno ad uno, ma molti Figli hanno perso la Via! Lo Strumento non lascia nessuno, ma quando si rimane fuori............! La Cocciuta fa le Cose del Padre............ e poi deve consegnarli al Padre......... finchè viene donata la mano......... ma quando non viene donata la mano non può fare più niente: deve consegnarli al Padre! Don Vincenzo: Com'è, Mammina? La Madonna: Quando non donano la mano......... quando la Cocciuta non viene più ascoltata......... quando escono fuori dal Solco.........! Don Vincenzo: Bisogna rimanere sempre nel Solco ed evitare di fare secondo il proprio io e bisogna essere sempre in Comunione con la Cocciuta, lei che è la PortaVoce di Dio, perché attraverso la Comunione con Giulia c'è anche la protezione del Cielo e si è sicuri di camminare sulla Via Stretta ............! La Madonna: Il Vangelo ve Lo stiamo Donando sia il Padre che Io Tutto Intero! .........Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Mamma, il Vero Vangelo è quello di Gesù, la Verità Tutta Intera, quel Pane Intero che Lui ci sta spezzettando da ventinove anni qui a Timparelle e non quelle quattro storielle e quelle quattro scenette che in quindici o venti pagine da secoli ci hanno lasciato dicendoci che era Parola di Dio......... e che invece il Padre sta smantellando in continuazione.........! "Il Pane di Timparelle" sono decine di migliaia di pagine che da ventinove anni Gesù ci spezzetta ogni settimana donandoci il Suo Pane sempre più fresco, sempre più fragrante, sempre più buono.........! Mamma, Giovedi scorso il Cielo insisteva sull'amarsi, perché se uno non si ama, non può amare né il Padre e né Te! La Madonna: No! Don Vincenzo: E quindi amarsi è la Chiave per vivere da Figli e per vivere in pienezza la Figliolanza! La Madonna: Quando c'è l'Amore c'è il Padre in Pieno in ognuno di voi, ma quando non c'è l'Amore non c'è neanche il Padre e c'è il veleno che cammina.........! E la Vigna è Amore, e non deve essere né odio e né il puntare il dito ma deve essere Amore! L'Amore Pieno del Padre è Donare sempre all'Umanità Intera e a tutti i Figli! Non vi sembra Amore il Padre? Tutti: Eccomi! La Madonna: Non vi sta chiamando: "Mamme" nel partorirLo e non abortirLo? Tutti: Eccomi! La Madonna: E voi cosa fate? Vi amate gli uni gli altri? State crescendo nell'Amore? State portando le Ceste Piene? O ognuno cammina sulle proprie vie......? Lo Strumento porta chi rimane nella Vigna ma a chi esce fuori la mano viene rifiutata......... ma lei aspetta! Oggi che avete festeggiato la Festa della Mamma, L'avete abortito a Gesù? Fuori cosa avete trovato? Non avete sentito i rumori del mondo? Se si dorme si va dietro ai rumori perciò bisogna stare svegli nel sentire la Voce del Padre e ciò che Lui dice ad ognuno di voi! Eccomi per essere venuti, ma non fermatevi ai rumori! Se vi fermate ai rumori abortite Gesù! Le mamme devono far nascere Gesù......... e non abortirLo, Figli Miei! Don Vincenzo: Mammina, la Cocciuta non viene compresa neanche qui dentro perchè ognuno vuole fare di testa sua ed è chiaro che quand'è così il Padre non vive nei nostri cuori ma viene emarginato perché si punta il dito, perché si è superbi, perché si vuole imporre addirittura a Dio quello che bisogna fare, perchè si mette l'io al primo posto e non Dio, perchè si guarda alle apparenze, perchè si va dietro al potere, all'avere, al piacere............ mentre Dio attraverso la Cocciuta ogni giorno ci guida sulle Sue Vie Divine e non su quelle del mondo! La Madonna: Dio ha già preparato tutto da sempre per ognuno di voi e per l'Umanità intera! Don Vincenzo: È così bello amare la Cocciuta......... farsi carico dei problemi che ha... perché ne ha tanti......... ma lei non dice mai di no al Padre e vive sempre per creare Comunione tra Padre e Figli, .........e vive sempre mettendosi Ogni Giorno sulle spalle l'Umanità! La Madonna: Lo Strumento è la Comunione col Padre e si Spezza per ognuno di voi e per l'Umanità intera, è l'Amore Pieno per tutti i Figli senza scartare nessuno......... ma sono i Figli che si scartano! Si scartano da soli, non è lei che li scarta! Quando si allontanano, si scartano uscendo fuori dal Solco, uscendo fuori dalla Vigna, dall'Arca e dai Remi! Don Vincenzo: Però così si creano solo tensioni e si punta il dito e quindi non c'è Comunione! La Madonna: Il Dito lo può puntare solo il Padre e nessun altro! Voi pregate: "Padre Nostro-Ave Maria, Padre Nostro-Ave Maria!" Vedete, non tutti hanno ascoltato, la Cocciuta ha detto: "non indossate i pantaloni ma indossate il vestitino perchè dovete ricevere il Battesimo e non dovete spendere tanti soldini ma dovete trovare qualcosa di piccolo, di povero, ma non indossate i pantaloni per ricevere il Battesimo!" L'ha detto forte, l'ha detto chiaro, ma in molti non l'hanno ascoltata e si sono lamentati dicendo: "ma io non posso trovare il vestito!" ............ Si trovano, se lo dice il Padre! .........Le Spose l'hanno trovato un vestito: piccolo, povero e umile! <La Mamma indica Alessandra, Chiara e Teresa> Il più piccolo e umile è quello dello Strumento, ma è Candido, è Pieno d'Amore per lo Sposo! È così che lo Sposo chiede alle Proprie Spose: "Venite con l'Abito Nuziale e Facciamo Festa!" Don Vincenzo: È questo che dovremmo fare............ fare felice la Cocciuta ubbidendole sempre! La Madonna: Bisogna fare Festa con l'Abito Nuziale e tutti i Figli sono chiamati uno ad uno ad essere la Nuova Chiesa, la Chiesa che Giovanni ha sempre gridato: "noi facciamo parte della Nuova Chiesa, la vecchia non ci appartiene!" E il Battesimo che Lui ha fatto era il Battesimo dell'Acqua mentre il Battesimo che tu hai fatto è la continuazione di ciò che Giovanni aveva fretta di finire! Diceva allo Strumento: "ce la farò, ce ne sono tanti altri?" E lo Strumento lo guardava: "lo sai già ciò che si deve compiere: il Solco lo stai aprendo!" Tu Lo dovrai chiudere ma, quando si chiuderà il Solco, si Aprirà il Sole, ma prima che tutto questo avviene ci saranno tanti Flagelli e tanti Sigilli: la Cocciuta uno lo potrà bere e un altro lo dovrà lasciare! Oggi l'ho dovuta accontentare per tenerlo un poco, ma poi dovrà Scendere pure quello......... l'altro no, lo potrà Bere! Ha così Sete che ha già finito tutto e durante la giornata non si è fermata di Berli, ha Bevuto tutto quello che ha trovato e ha fatto tutte le Cose del Padre! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: A maggior ragione dobbiamo amarla la Cocciuta! La Madonna: Se non imparate ad amarvi voi, non potete amare nessuno! Dovete prima imparare ad amarvi voi, diventare Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, così, quando avete imparato ad amarvi, potete amare! Se non imparate ad amarvi voi, non potete amare nessuno! Io Mi sono Amata e il Padre Mi ha Mandato! Lo Strumento si è Amata e il Padre l'ha Mandata! Ma voi dite: "noi siamo venuti!" Ancora dovete crescere nell'Amore! Crescete! Don Vincenzo: I Servi Inutili si sono Amati? La Madonna: ! Don Vincenzo: Perciò sono Servi Inutili e perciò sono bravi perché si sono amati e dobbiamo imparare anche noi a maggior ragione ad amare e a servire.........! ...Mammina! La Madonna: Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Aiuta la Cocciuta perché non fa altro che lavorare, lavorare di continuo! La Madonna: La Cocciuta Lavora in mezzo a voi e Lavora alla Destra del Padre! Don Vincenzo: È quello che fa giorno e notte......... e aiutarla significa proprio aiutare Dio in quel Servizio, in quella Umiltà, in quella Carità, ma quante volte invece rimane delusa perchè non viene capita! Mammina, quello che abbiamo fatto oggi è il Battesimo del Sangue? La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Ma si può chiamare anche il Battesimo dell'Amore? La Madonna: No, quello è stato fatto......... ma questo è il Battesimo del Sangue ed è la Preparazione a tutto quello che deve avvenire! E quando si presenteranno altri Figli puoi DonarLo ancora il Battesimo del Sangue! Don Vincenzo: Ah, sì, a chi Lo vuole? La Madonna: Non ho imposto niente a nessuno! Don Vincenzo: Difatti, la Cocciuta l'ha detto! La Madonna: È quello che il Padre gli ha insegnato da sempre: di non imporre niente a nessuno, ma aspettare i Figli che hanno Fame e Sete del Pane di Dio, di Dio che si Dona, di Dio che si Spezza, di Dio che si Fa Amore per Far Nascere Amore! Don Vincenzo: Mammina, proprio questo dovremmo fare: amare, amare! La Madonna: Imparate ad amarvi gli uni gli altri! Don Vincenzo: Mammina, scusa, ma bisogna prima partire dall'amare se stessi oppure dall'amare prima gli altri? La Madonna: Prima imparare ad amarvi voi! .........Se non imparate ad amarvi voi.........! Don Vincenzo: Non possiamo imparare ad amare gli altri! La Madonna: E neanche il Padre! Don Vincenzo: Mammina, per imparare ad Amare bisogna parlare col Padre che è dentro di noi, bisogna essere in Comunione con Lui, bisogna AmarLo ogni momento, CercarLo ogni momento......... La Madonna: Non è lontano! Don Vincenzo: Sapendo che Lui è vicino, anzi che non aspetta altro che un Figlio Gli dica: "Papà! Papà!" È la Sua Gioia! E quindi su questo dobbiamo iniziare ad amarci, perché sono Figlio di Dio, e se io mi amo è perché amo il Padre! Questa è la Preghiera: è entrare in Comunione col Padre che è in noi e amarci, perché siamo Figli Suoi, perché siamo Creati da Lui, perché ogni mattina ci sveglia per farci essere sempre più Figli! E invece noi tante volte la nostra giornata non la viviamo da Figli! Quando invece Lui ha preparato tutto e ci fa ricchi perché siamo Eredi di tutto, e il Padre ha fatto per noi tutto! E quindi si deve entrare in questa dimensione universale di Comunione d'Amore! Questa dovrebbe essere la Preghiera Vera: entrare in questa Comunione col Padre, sentire il Suo Soffio, il Suo Alito e sapere che Lui tutti tiene in vita! La Madonna: "Padre Nostro- Ave Maria"! Il Soffio ce L'avete, Dio ve Lo Dona! Dio se Lo prende per un solo istante per farvi Addormentare e poi Svegliarvi nel Suo Cuore quando si Rinasce, ma ora ce L'hai, e nel dormire ce L'hai anche! Don Vincenzo: Eh, certo! La Madonna: Se non c'era...! Don Vincenzo: ...Eh, non ci si svegliava! La Madonna: Non ti svegliavi......... Don Vincenzo: Ma ti svegliavi nelle Sue Braccia......... La Madonna: .........Al Banchetto! Così com'è stata portata Francesca al Banchetto e come sono stati portati gli altri Figli! Don Vincenzo: Mammina, se imparassimo durante la giornata ad amarci, ad amare questi momenti......! La Madonna: Non dovete imparare, dovete fare! Don Vincenzo: Amarci, essere Veri Figli, e questo richiede tempo, attenzione, invece noi corriamo dietro alle cose del mondo! E questo Solco va fatto come Giovanni voleva che si facesse: nell'Umiltà, nella Carità e nel non puntare il dito e nel capire che il Padre la Giornata ce l'ha già preparata, ce l'ha già disegnata! E quindi accogliere Questa Giornata del Padre come Dono per poter corrispondere da Figlio in modo che ci sia Comunione tra Padre e Figlio! Quando invece tra Padre e Figlio non c'è Comunione la casa diventa un albergo e non si vive nell'amore .........! La Madonna: OGNI CAPANNA È UNA CHIESA DOVE C'È DIO CHE SI SPEZZA, DOVE OGNUNO DI VOI SI SPEZZA IN COMUNIONE COL PADRE E SI DONA per i Piccoli, i Poveri, gli Emarginati, i Figli Drogati, i Figli Carcerati, per chi ha Fame e Sete di Dio e non Gli viene Donato! Ma voi pregate per il Legno Affondato, pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, Figli Miei! Don Vincenzo: Quante volte ce lo stai raccomandando, Mammina......... vuol dire che è importante! La Madonna: E anche le Capanne vi raccomando, non dimenticatelo! Avete le Capanne, preparatele per i Tempi che il Padre ha preparato per la Famiglia, per i Figli che hanno in consegna la Vigna, l'Arca e i Remi, per la Nuova Chiesa, per quella che Giovanni e il Padre vi hanno Donato da sempre! ...Parla ancora, è bello sentire la tua voce! Don Vincenzo: Mammina! La Madonna: Ti sei battezzato il dito e la mano, vedi, c'è rimasto il Segno! Don Vincenzo: Sì è il Sangue di Gesù! La Madonna: Ma lo Strumento non ne faceva cadere una Goccia, comunque era pronta ad asciugare ogni Goccia! Don Vincenzo: Mamma qui dentro è la Famiglia di Dio, è la Famiglia Tua e dobbiamo corrispondere all'Amore del Padre perché da ventinove anni Gesù non fa altro che Spezzettarci questo Pane d'Amore, questa Verità Tutta Intera, ma noi da ventinove anni questo Pane facciamo fatica a masticarLo quando invece è Soffice, è Buono, è Morbido, è Fresco, non ha nessun difetto, anzi è Luce, Verità e Amore Pieno! La Madonna: Dio non ha alcun difetto: è Perfetto, e anche voi lo siete se vi amate, se vi guardate e vi portate come Croce! Don Vincenzo: Mammina, quando stavo in Seminario facevo fatica a trovare questa Comunione con Dio, ............cercavo la maniera e tante volte la trovavo pure, ma non era una maniera continua, profonda, unica, invece adesso da quando sono qui con la Cocciuta sto imparando proprio a far sì che la Giornata diventi una Giornata di Comunione col Padre e con questo Respiro che il Padre mi dà è come se mi dicesse: "ci stò, ci stò, stacci pure tu, stiamo insieme!" E allora questa Comunione d'Amore e questa Preghiera diventano prioritarie e non è qualcosa da dire di fretta ma è masticare il Pane e avere in continuazione questi Messaggi che sono la Ricchezza più Grande! E allora la Giornata diventa vera se prego il Padre, se entro in Comunione col Padre ma quando questo non avviene la Giornata mi stanca, mi sfiacca, mi innervosisce, mi fa arrabbiare e alla fine non si combina nulla con la fretta, anzi si combinano tanti peccati e tante volte si punta il dito! E allora dobbiamo imparare proprio questo: dobbiamo amarci, ma amarci stabilendo un Colloquio d'Amore Costante col Padre che non è lontano, ma è vicinissimo a noi, perchè è dentro di noi! E allora dobbiamo dare alla Giornata degli spazi; visto che l'orologio ci da gli spazi, un'ora alla volta, un minuto alla volta, un secondo alla volta e la stessa cosa la dovremmo fare noi: "adesso mi devo fermare e devo stare col Padre, adesso devo dire una cosa a Gesù e mi voglio stare con Lui anche.........!" E allora gli spazi me li creo e comincio a capire che tutto da lì dipende, altrimenti facciamo vincere l'io invece di Dio, e quando vince l'io vince la rabbia, vince l'egoismo, vince la superbia, vince la fretta, vince il denaro, vincono i pezzi di carta! Quando invece vince Dio, ecco che si creano dei minuti, delle ore per far diventare la Giornata una Giornata da Figlio che cerca il Padre e Lo trova perché era vicino......... e si rimane nell'Amore Vicendevole! <La Madonna indica il cuore> E quindi è come se fossimo venuti a scuola: è da ventinove anni che Gesù è il Maestro e Tu, Mamma, sei la Maestra......... e quanta Pazienza hai con noi! La Cocciuta è in guerra......... e continuamente combatte proprio contro l'io, l'io suo, l'io della sua famiglia e l'io dell'umanità intera che Lei porta sulle sue spalle! La Madonna: Ha la Schiera e combatte, ma non è una guerra che si combatte! Gli uomini, i Grandi combattono la guerra, Dio viene a combattere il Male, Dio viene a combattere il veleno: è rimasto quello! Ma tu parlavi che da Seminarista non riuscivi a trovare Dio e gli spazi, ma come potevi non trovarli se il Padre ti aveva Chiamato? Quanti ne hai trascinati di Figli nel fare incontrare Dio, da Seminarista e da Sacerdozio Vivo ed Eterno! In quanti li hai tolti dalla strada e li hai portati dinanzi al Banchetto del Padre! In quanti li hai tolti dalle malattie e li hai guariti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Oggi è la Festa della Mamma e la Mamma può raccontare! In quanti li hai portati a diventare Sacerdoti e Suore! In quanti li hai tolti dal rubare! In quanti li hai tolti dalla droga e li hai portati sulla retta via! In quanti hai donato ad ognuno di loro un compito da fare! In quanti hai fatto Innalzare le Lodi al Padre! Ma come il Mio Figliolo Gesù, ti hanno tradito, hanno perso il Solco! Ma lo Strumento non ha lasciato nessuno: Spezza Dio e Lo Dona a tutti! Sei stato Chiamato dal grembo materno e la tua mamma fa Festa come ognuno di voi fa Festa! Dove c'è il Banchetto del Padre, dove ci sono le Spose si fa Festa attimo dopo attimo! Voi quando vi fermate dinanzi al Banchetto non dovete correre ma dovete fare Festa attimo dopo attimo: lì è la Festa della Mamma, lì è la Comunione del Padre, Dio che si Dona, Dio che Fa Festa, Dio che raccoglie tutti i Figli! E così tu hai raccolto tutte le pecorelle e le hai portate dinanzi al Padre! Non avevi tempo per trovarMi, non avevi tempo per trovare il Padre, non avevi il tempo per trovare......... Don Vincenzo: La Mamma! La Madonna: La Mamma e Gesù, Calice Vivente? Nell'Umiltà dice che non ha avuto tempo! Don Vincenzo: Mammina, in Seminario mi ricordo... La Madonna: ...Quegli Occhi del Padre! Don Vincenzo: Erano del Padre? Perché a Chieti il Seminario Abruzzese di Teologia è intitolato a San Pio X! La Madonna: Ma forse non l'ho conosciuto! Don Vincenzo: Certo che no! E allora pensavo che fossero gli occhi e che fosse la Faccia di Pio X e invece no! La Madonna: No! Don Vincenzo: Era la Faccia del Padre? La Madonna: ! Don Vincenzo: E ogni sera io andavo perché sentivo proprio questa Presenza che mi chiamava! La Madonna: E non ha avuto il tempo di trovarMi...! E così gli andavano dietro a spiarlo! Don Vincenzo: Il Rettore sì, mi controllava perché sapeva bene che io mi nascondevo, e pensava "ma questo alle undici di sera dove va?" La Madonna: A giocare a pallone? Don Vincenzo: "Questo alle undici di sera dove va, dove si nasconde e perché si nasconde?" La Madonna: Che vuoi? <Giuseppe Le fa una foto> Don Vincenzo: Che bella macchina ha addobbato Giuseppe, un bel lavoro, la macchina sembrava proprio una Suora Laica! La Madonna: È una Suora Laica: ha dovuto trasportare il Sangue per il Battesimo! ...Ti sei emozionato? Il piccolo Antonio: Eccomi! La Madonna: Non Ti è caduto, hai visto? Eri preoccupato, lo Strumento ti ha detto di non preoccuparti...! ...Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: Mammina, dai Forza alla Cocciuta, anche se ce L'ha... La Madonna: Ecco! <La Mamma mostra le mani riferendosi ai Chiodi> Don Vincenzo: Ma la fanno arrabbiare e la tradiscono! La Madonna: L'hanno fatto e lo fanno con Gesù e Gli dice: "i Giorni ci sono ancora e, se li puoi far crescere, falli crescere, così posso raccogliere tutti e non lasciare nessuno fuori!" ...Ehi, quello ha alzato il dito! Raffaele: Le Anime sono sempre Pure? La Madonna: Vedi, Figlio, quando donano la mano allo Strumento vengono vestite con l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale... se donano la mano! Finchè non donano la mano...! ...Dove vuoi arrivare? Raffaele: Se la mente comanda il corpo e il cuore muove l'Anima, dovrebbe essere sempre Pura oppure la mente riesce a muovere anche l'Anima? La Madonna: Non devi ragionare così, i Figli devono ragionare e parlare col cuore perchè la mente pensa alle cose del mondo! Raffaele: Cos'è il Giardino Pulito? Qual'è la differenza tra questo, cosa non vediamo o vediamo rispetto al Giardino Pulito? La Madonna: Il Giardino Pulito è Ricco d'Amore, dove ci sono tutte le Spose unite al Padre! Quello sporco è quello dove ancora le Spose non riescono ad incontrare lo Sposo, non riescono ad amarsi e non amano! Quando tutto diventerà Amore, il Giardino sarà Pulito e il veleno non ci sarà più! Per questo le Schiere stanno combattendo per pulire e far amare tutti i Figli! Le guerre non vengono da Dio, le guerre vengono dagli uomini e sporcheranno ancora di più! Dio le toglie le armi, gli uomini no, e le armi sporcano ancora di più il Giardino! Non si deve combattere con la armi ma si deve combattere con l'Amore! Raffaele: In tutte le Apparizioni... La Madonna: ...Questa non è un'Apparizione, questa è una Visitazione! Raffaele: Io parlo delle altre, di solito c'è un personaggio, ma tutti gli altri che stavano insieme e che Ti hanno vista, poi che hanno fatto, si sono allontanati, si sono persi o non sono stati resi famosi, sono scomparsi, come nel caso di Fatima? La Madonna: Quando prendono possesso coloro che hanno preso il Posto del Mio Gesù si vende e si compra! Raffaele: E in questo momento dove appari oltre a qui? La Madonna: Io? In mezzo a voi e al Banchetto del Padre nell'Accogliere le Spose! Raffaele: Ognuno di noi Lavora sia di qua che di là? La Madonna: Quando lo Strumento vi porta! Raffaele: E noi non ce ne accorgiamo! La Madonna: No! Raffaele: Ma ci sentiamo stanchi? La Madonna: Lo Strumento vi fa Lavorare! Raffaele: Quando uno fa tanti soldi e invece di donarli pensa soltanto a farli crescere, perché pensa di sistemare i figli, come si suol dire: "le sette generazioni", poi c'è sempre qualcosa che non va bene, cioè in quella famiglia pare che succeda sempre qualcosa di negativo, ma è perché lo ferma Dio o è perché si fermano da soli? Ci sono delle famiglie importanti, e Tu sai di cosa sto parlando, uno è morto di tumore, un altro ha fatto un incidente, un altro si è buttato da un ponte, li ha fermati Dio o ancora li deve fermare? <La Madonna annuisce> Ah! La Madonna: Quando bussavano alla Mia porta, e non solo Maddalena ma tutti quanti bussavano, Io facevo entrare tutti per fare Comunione, e ciò che avevo lo dividevo! Quando si ha e si accumula pensando di sistemarsi, si perdono! Quando si ha si deve dividere coi Piccoli, coi Paveri, con gli Emarginati, con i Figli Drogati, non accumulare! "Adesso ho tutto a disposizione, posso vivere in pace!" - "Stolto, questa notte stessa ti sarà tolta la Vita" e quello che avevi accumulato non sarà più tuo! Raffaele: Ai Tempi di Gesù, hai sempre Donato la mano a tutti? La Madonna: Eccomi! Raffaele: Anche a chi Ti tradiva? La Madonna: Eccomi, in modo particolare! Raffaele: E adesso? La Madonna: Conoscevo! Lo Strumento dona la mano a tutti e anch'Io, ma ci sono quelli che la rifiutano, pensano di essere nel giusto e di camminare sulla via giusta! Aspetto, così come aspetta lo Strumento, ma la Mia Mano è sempre Pronta nel prendere l'altra, così com'è pronto il Padre, così come sono pronti tutti i Servi Inutili! Raffaele: Gabriele operava sempre sulla Terra? La Madonna: Eccomi! Raffaele: E quando ha deciso si è fermato completamente? La Madonna: , ma sono rimasti alcuni, è rimasto il veleno, quelli che non L'hanno voluto seguire! Raffaele: Perché comunque è una forma di Potere, pensano di avere il Potere? La Madonna: , di vincere Dio, ma a Dio non Lo vince nessuno perché è Dio! Raffaele: Un giorno parlavo... e si diceva che era Potente quanto Dio e soltanto i preti lo potevano scacciare, e se Dio ha Creato tutto non poteva Creare uno che fosse altrettanto Potente o ancora di più, se la Perfezione è Dio? La Madonna: È solo un Figlio che si era ribellato, ma non aveva la Potenza! Il Padre l'ha lasciato fare: "esci, vai, creati un Regno!" Se l'è creato, ma non ha vinto e neanche gli altri che sono rimasti vinceranno! Dio ha vinto da sempre! Raffaele: È durato tanti anni, tanti, perché Dio gliel'ha concesso? La Madonna: Il giovedi che posso parlare e dire le cose che non dovete scrivere, vi dirò, oggi non lo posso fare! Raffaele: Eccomi! È giusto fare festa sempre? La Madonna: Al Banchetto c'è sempre Festa! Raffaele: Sì, non alludevo solo a questo, noi in qualsiasi occasione facciamo festa per ogni piccola cosa: il primo anniversario, i figli, questo e quest'altro e si seguono le mode! La Madonna: Nella semplicità, come questa! <La Madonna indica il Padiglione addobbato con tulle e cuoricini e fiori> Nelle cose grandi sono le feste del mondo, fatte Piccole nella Famiglia e nell'Umiltà sono del Banchetto del Padre! Quelle che vengono fatte giganti non fanno parte di Dio! Raffaele: L'ultima! La Madonna: È sempre l'ultima! Raffaele: Il Progetto di Dio si poggia sulle Capanne? La Madonna: Eccomi! È già poggiato sulle Capanne da sempre! Ha trovato i Vignaioli e ha consegnato la Vigna, la Nuova Chiesa! Giovanni lo diceva sempre: "ora noi non siamo più quella Chiesa, ma facciamo parte della Nuova Chiesa!" E Dio si era già Annunciato: ha Piantato l'Albero! Raffaele: Ce ne sono altre nel mondo, più avanti? La Madonna: No! Raffaele: Eccomi! La Madonna: Eccomi! ...Non parli più? Ora parla tu, parla, la Mamma ti risponde! Don Vincenzo: Quanto Pane ci Sfornate, e in questi 29 ventinove anni questo Pane cresce sempre di più, la Verità Intera diventa sempre più Intera, sempre più Piena, sempre più Chiara ed è chiaro che tutto avviene in questo Luogo perché qui Dio si è Attendato! La Madonna: Ha Piantato l'Albero! Don Vincenzo: Sì, quì ha Piantato l'Albero! La Madonna: Qui ha Piantato la Capanna! Don Vincenzo: E quindi tutto avviene qui...... ed è avvenuto qui! La Madonna: Dio vi sta preparando alle Capanne! Dio vi sta dicendo: "fate presto, preparate le Capanne!" E non sapete se è domani o dovete aspettare ancora, ma vi invita a preparare le Capanne! ...Cosa c'è ancora? Lo sai che i segreti non vanno detti, parla senza dire i segreti! Don Vincenzo: Sì! Sei Dispensatrice delle Grazie, sei Piena di Grazia, tutta Ripiena, ogni tanto però mi piacerebbe sentire parlare di Giuseppe, ma non riesco a trovare il canale giusto, perché è una Figura Meravigliosa, Umile, proprio come si addice a Te! La Madonna: Ve ne ho parlato di Giuseppe! Don Vincenzo: Il falegname! Gesù Lo chiamava: "papà"? La Madonna: ! Don Vincenzo: E Tu come Lo chiamavi? La Madonna: Sposo! Io e Giuseppe eravamo marito e moglie, ci siamo sposati! Don Vincenzo: Sì, ma di solito uno chiama sempre con un Nome! La Madonna: Giuseppe o Sposo! Il Suo Nome è Giuseppe, come volevi che Lo chiamavo? Don Vincenzo: Telesfore! La Madonna: No, Telesfore no, Giuseppe o Sposo! Quando non poteva tornare a casa, andavo Io a portargli da mangiare! Gesù Lo aiutava, preparavo la cesta col pane e col cibo che c'era! Moglie, Sposa e Mamma! Don Vincenzo: Era uno loquace Giuseppe oppure era taciturno? La Madonna: Non era taciturno come Giuseppe qua! Don Vincenzo: Devo parlare ma ho paura di dire i Segreti! La Madonna: Se sono Segreti non ti rispondo, faccio così! Don Vincenzo: Segreti di Amore, Segreti di Verità, Segreti di Pienezza, com'è Bella la Verità! La Madonna: È un Segreto? Parla! Don Vincenzo: Ora mi sono fissato in testa questo Segreto, ma non lo dico! La Madonna: Lo tieni nel cuore o nella testa? Don Vincenzo: Nel cuore! La Madonna: Perché se lo avevi in testa, lo avevi già detto! Don Vincenzo: Penso a quando dicevi prima con Raffaele che uno accumula, accumula, non si rende conto che quando si sveglierà una mattina potrebbe non avere più nulla, una malattia, un terremoto, quindi quell'accumulare non ha nessun valore! La nostra Vita non ci appartiene affatto ed è nelle Mani del Padre! La Madonna: La vostra Vita non vi appartiene, vi è stata Donata non per accumulare tesori sulla Terra, ma per accumulare tesori lì dove ci sono le Capanne e la Vita Eterna! Don Vincenzo: ...Non sento bene! La Madonna: Eh, si, perché l'apparecchio è uscito fuori! Don Vincenzo: Un'altra volta? La Madonna: ! ...Ora parla! Don Vincenzo: Com'è bello conoscere Dio più in profondità! Quando vedo la Cocciuta che parla con Dio a tutte le ore, quando vedo la Cocciuta che c'ha questo Colloquio con Dio, Continuo, mi si allarga il cuore: "mamma mia, questa vede Dio!" La Madonna: Ognuno di voi ha Dio, bisogna ascoltarLo! Don Vincenzo: E sapere che lei Lo vede veramente, mi riempie di Gioia perché penso: "questa vede e parla col Padre, vede e parla con Gesù!" Quando ho visto il Messaggio dell'altro ieri, di Nunziata che ha visto Gesù, ha visto la Madonna, ha visto il Padre, mi sono detto: "non è che si è sbagliata?" E invece sicuramente non si è sbagliata! La Madonna: Quando Giovanni vi chiede di guardare nei Suoi Occhi, non si può sbagliare! Don Vincenzo: Sì, difatti, scherzavo......... ho fatto una battuta perché erano talmente tante le cose che lei vedeva e si capiva che stava vedendo in serie, che Giovanni gli stava dando questo Regalo: 1-2-3-4-5 Visioni e quindi è una privilegiata lei in una maniera straordinaria! La Madonna: Tutti i Figli hanno lo stesso Dono di Vedere, basta aprire il cuore! Don Vincenzo: Mammina, durante la giornata dobbiamo stabilire questo Colloquio d'Amore col Padre proprio in modo naturale, perché Lo sentiamo questo Spirito, questo Respiro, questo Alito, ed è come se il Padre ci parlasse attraverso la Sua Lingua, attraverso la Lingua dello Spirito e non della Carne! La Madonna: Dio è Vivo, non parla da Spirito, ma da Dio Vivo! Dio Abita qui......... <Indica il cuore> ...Ed è Vivo, ed è in mezzo a voi come tutti i Servi Inutili, come tutte le Spose, come tutti i Pargoli! ...Dov'è il piccolo Domenico, è andato via? ...Vieni, Domenico, non temere, vieni! Vieni da questa parte..., dategli il microfono! Cosa vuoi chiedere al Padre? Non temere, sei stato scelto e mandato da Lui! Domenico: Per domani..., ho la gita scolastica...! La Madonna: Solo per domani..., ma Giulia ti ha detto di stare tranquillo e di non preoccuparti! Non vuoi dire niente al Padre? Sei sicuro? Nel Tuo cuoricino ci sono tante cose da dire al Padre: dimmene una piccola! Don Vincenzo: Fai qualche domanda! La Madonna: Dillo, bello di Mamma! Don Vincenzo: Stai parlando con una Mamma, è la Madonna, dille qualcosa! La Madonna: Non temere niente e nessuno, devi temere solo il Padre! Chiedi una cosina al Padre! Domenico: Ma ora non mi viene niente...... La Madonna: Sì che ti viene...! Don Vincenzo: Fattelo venire! La Madonna: Non ti sgriderà nessuno: né papà e neanche mamma! Domenico: Lo so! La Madonna: Cosa vuoi per i tuoi amici e per l'umanità intera? Domenico: Che si vogliono tutti bene..., che ci vogliamo tutti bene... La Madonna: E cos'altro? Domenico: Che non ci siano più gelosie... La Madonna: Bravo! E cosa vuoi ancora dal Padre? Aspetto! Domenico: Che non si devono scherzare con le persone! La Madonna: Si, che non si devono prendere in giro le persone... che non si deve puntare il dito... che non si deve augurare la morte di nessuno... non si deve bestemmiare ma si deve amare e si deve dire sempre... Domenico: ...La Verità... La Madonna: ...Si, la Verità, perché il Padre conosce la Verità e conosce anche le bugie, e la Verità è la Voce di Dio mentre le bugie sono la voce del veleno! E così insegnerai ai tuoi amichetti e a tutti quelli che incontrerai a dire la Verità, perché la Verità è Dio... sei stato mandato da Lui e devi fare le Cose del Padre! E non temere niente e nessuno! <La Madonna schiocca un bacio a Domenico> Ora puoi andare... ciao! Don Vincenzo: È rimasto contento? La Madonna: Eccomi! Aveva tante cose da dire nel suo cuore ed aveva paura di essere rimproverato! Tanto parlerà, e il Padre l'ascolta! ...Vuoi dire qualche altra cosa? Don Vincenzo: Si, che i bambini vengono sempre ascoltati da Dio! La Madonna: Anche tutti voi venite ascoltati se parlate nel giusto nel Vangelo, del Pane Intero che il Padre vi sta spezzando, Figli! Raffaele: ...Un'altra...! La Madonna: Ecco un'altra domanda... l'ultima... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Raffaele: L'ho chiesto a Gesù e lo chiedo anche a Te: c'è una raccomandazione che ci potresTi fare? La Madonna: Amatevi gli uni gli altri! Raffaele: Poi? La Madonna: Usare Carità! Raffaele: Poi? La Madonna: Perdonate! Raffaele: E ancora? La Madonna: Rimanete nella Famiglia in questi Tempi e non uscite fuori dal Solco! Don Vincenzo: E rimaniamo... La Madonna: ...Preparando le Capanne! Raffaele: ...L'ultima...! Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> La Madonna: ...Si, l'ultima! Raffaele: Tu rimproveravi Gesù? La Madonna: Si, quando sbagliava! Raffaele: Siccome noi sbagliamo e siamo Tuoi Figli... La Madonna: ...La Cocciuta vi rimprovera...... ma vi offendete quando rimprovera i figli! Dicono che la Cocciuta è bugiarda, che non è vero... che quella cosa non l'hanno detta o quella cosa non l'hanno fatta, e si allontanano dalle Capanne, dal Progetto che il Padre ha preparato! Raffaele: E si perdono? La Madonna: Lo Strumento chiede sempre al Padre "dammi altri Giorni! Aspetta ancora un poco perché sono figli!", e il Padre Buono le dona i Giorni e aspetta! Ma lei può rispondere solo ad una parte, l'altra parte viene risposta da Dio! ...Ancora un'ultima? Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> Raffaele: Si, l'ultima... Tu doni le Grazie perché Te le permette il Padre? La Madonna: Sono l'Ultima Grazia e ho donato un po' di Grazie per dispensarle! Raffaele: A Francesca? La Madonna: Si! Raffaele: E chi c'è oltre a Francesca che dispensa le Grazie? La Madonna: Per adesso ci sono Io che sono l'unica Grazia e Francesca che dispensa un po' di Grazie! Raffaele: Ma quando noi ci rivolgevamo a Padre Pio o ad altri... La Madonna: ...Ancora di più deve bussare al Cuore del Padre! Raffaele: Non a Te? La Madonna: Passa per il Padre, e tutte le Grazie, poi, il Padre le fa passare attraverso il Mio Cuore, ma si deve andare a bussare al Cuore del Padre perché Io sono all'Ubbidienza del Padre e non faccio nulla senza chiedere al Padre! Raffaele: Questa è una domanda che ho nel cuore... la posso fare? La Madonna: Eccomi! Raffaele: Quando uno riceve una Grazia, per esempio acquista la vista o recupera una gamba, è un dono che va ricambiato......... come? La Madonna: ...Si prendono il dono e la Grazia e dicono "arrivederci"! Quanti ne hanno avute di Grazie e non si sono più ricordati di Gesù! Raffaele: Ci sono quelli che dicono "perché a quello si e a me no?" La Madonna: ...Ad ognuno gli viene donato ciò che gli serve! Se il Padre non gli dona la gamba è perché gli serve qualcos'altro......... e se gli dona la gamba può perderle tutt'e due.........! Raffaele: Eccomi! Quindi, quando me lo chiedono devo rispondere così? La Madonna: No... "Padre Nostro" e "Ave Maria", perché ti risponderebbero "stai bestemmiando"! Raffaele: Da tanto tempo volevo chiederlo! La Madonna: Eccomi! Raffaele: Eccomi! La Madonna: ...Tu non hai più niente da dirMi? Don Vincenzo: Si, Mammina! Con Te a fianco... La Madonna: ...Abbiamo parlato ed è stato bello il Battesimo che avete ricevuto! Don Vincenzo: Bellissimo... col Sangue di mezzo! La Madonna: Ed ora parla ancora un po'! Poi tu saluterai con l'Albero Verde ed Io vi saluterò col Magnificat! ...Poi dopo ci fermiamo e tutti quanti rimarranno in mezzo a voi! Don Vincenzo: Quando si parla del Sangue subito si va a Gesù con le Braccia Allargate, ai Chiodi, alle Spine... "ti battezzo, ti immergo nel Mio Sangue"! Sotto la Croce, Mammina, Ti ha bagnato anche il Sangue di Gesù? La Madonna: Mi ha bagnato già il Padre perché l'ho partorita prima Io la Croce e ve l'ho donata ad ognuno di voi! Don Vincenzo: Per la salvezza di ognuno! Col Sangue di Gesù e col Sangue Tuo è venuta all'umanità la salvezza, solo che l'umanità è in tutt'altre faccende affaccendata perché non fa le Cose del Padre ma fa le cose del mondo e si perde! La Madonna: Si, si perde! Don Vincenzo: È stoltezza! La Cocciuta, invece, continua imperterrita a bussare e a chiedere al Padre il Perdono, specialmente per i nemici! La Madonna: E dice "aspetta ancora che sono figli!" Il Battesimo Lo avete ricevuto... tu saluta con l'Albero Verde ed Io vi saluto col Magnificat! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(**) <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre insieme alla Madonna> L'Anima Mia Magnifica il Signore!(*) L'Anima Mia Magnifica il Signore, Figlio!(*) Giulia: Mamma di tutte le Grazie, Mamma che cammini dinanzi alla Schiera dell'Amore, oggi ci avete donato l'anticipo dell'Eredità! Fa' che ogni figlio non sperperi ciò che gli è stato donato! Venga custodito nello scrigno dei propri cuori per metterlo ancora nel Cuore del Padre! ...E donatemi altri Giorni! La Madonna: Sei in mezzo ai tuoi figli e alla Destra del Padre, non dimenticarlo! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, molte volte i nemici non vogliono neanche accogliere la Paghetta! Io gliela porto ma la gettano via dicendo che non è buona! Io la raccolgo e la conservo per quando capiranno che l'unica Paghetta sei Tu! Ma Tu donami ancora Giorni e fammi bere tutto quello che hanno sporcato in questo giorno, Papà Buono! Il Padre: Ecco, Anima Mia! Giulia: Visto che tutti sono al Banchetto e stanno facendo Festa e le altre Spose sono andate a prenderle le Bimbe, possiamo salutarli?(*) ...Ciao, Cari, state facendo Festa, ma la Festa vostra è attimo dopo attimo!(*) ...Ma li facciamo anche a Voi gli auguri: auguri a tutti Voi! Donateci la Forza(*)... avete tanto lavoro da fare e avete i Vestitini da cucire!(*) ...Mamma, auguri! SERAFINA: Tanti auguri anche a te, figlia Mia!(*) Giulia: ...Ci vediamo dopo! Continuate a fare Festa e a lavorare così come io farò Festa e verrò a lavorare! ...Non vi chiedo altro, quello che il Padre ci ha donato non ha né limiti e né misure!(*) ...Ciao!

 

 

4. Giov. 15/05/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

(Gesù): ...IL GIARDINO SI È SPORCATO E IL PADRE VIENE A PULIRLO NELLO SMANTELLARE CIÒ CHE NON APPARTIENE AL SUO CUORE, CIÒ CHE NON È IL SUO PANE E AI FIGLI IL PADRE DONA IL PANE INTERO! .........È bello vedere il fratello che Dona la mano al fratello, è bello non veder puntare il dito al fratello, è bello vedere di non giudicare il fratello ma donargli la mano così come la Dona il Padre!

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen! <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Eccomi Figlio di Dio Vivo e Reale e in mezzo a voi...... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> .........Nell'Alzare la Mano e nell'Abbracciare ognuno di voi e l'umanità intera col Sigillo Tremendo della Croce, nell'indicare ad ognuno di voi ad essere Croce Viva dell'Amore Infinito del Padre, nel dire ad ognuno di voi: "Siete Pane, Spezzatevi e Donatevi, così come Mi Spezzo Io e Mi Dono attimo dopo attimo, essendo Banchetto Vivo del Padre, essendo l'Amore Vivo che Arde e Dona l'Alito attimo dopo attimo ad ognuno di voi e all'umanità intera, figli, fratelli e amici del Mio Cuore!" Sono Io, il vostro Gesù, l'Agnello che si è Immolato e si Immola attimo dopo attimo! Il Vivente in mezzo ai Viventi! Vivete, perché Dio è Vivo e il Soffio viene donato dal Padre e non vi viene donato dagli uomini ma da Dio Padre! Ed è Padre da sempre e da sempre ha preparato per ognuno di voi la Capanna dell'Amore, la Vigna, l'Arca, i Remi e la Viuzza Stretta, la Via della Croce, la Via della Verità Tutta Intera, Figli Miei.........! Ed Eccomi ancora in mezzo a voi! Ed Eccomi ancora Pane! Ed Eccomi ancora Verità Tutta Intera nell'Allargare le Braccia e nel Donare il Mio Amore, Figli......! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Cosa stai facendo, Gesù? Perché tiri quella corda? È così lunga..., non c'è nessuno che Ti aiuta? Gesù, cosa ci hai legato? Cos'è? Deve scendere, Gesù, quella corda? Io posso solo Inzupparmi e Bermi......... ma non me ne fate più regali? Gesù: Non Me l'hai chiesto già? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù......... Gesù: .........Di' quello che Vedi!(*) Giulia: Una corda enorme che non finisce mai! Vedo tanti bimbi e tante mamme che piangono! Alla fine di quella corda lunga ce ne sono tanti attaccati, ma non sei Tu, Gesù, che li hai legati lì! Sono legati come scudi umani e tra bimbi e mamme c'è un misto di tutte le età di uomini, donne e bambini! Quando è finita la corda ci sono tante armi da guerra, dalle più piccole alle più grandi e c'è un tremare di terra e un vortice di vento! Gesù, Te lo chiedo ancora una volta: me lo fai un altro regalo? Me li fai tenere un po' questi Flagelli senza farli cadere subito subito? Gesù: Solo un po'! Giulia: Ora vado ad Inzupparmi e a Bermi: Eccomi, Gesù! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore coloro che non hanno il coraggio di farlo, metto nel Tuo Cuore la Famiglia, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre, metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco, metto nel Tuo Cuore il mio "niente"............! Gesù: Perché chini il capo? Giulia: Eccomi, Gesù! Metto nel Tuo Cuore "il niente" della Giornata! Ed Eccomi nel Fare le Tue Cose per l'Eternità! Gesù: Lavora nella Vigna e porta l'umanità intera e tutti i tuoi figli......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA! Giulia: I SIGILLI! Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., Sette... e oltre ai Sette ce n'è un'infinità! Gesù, i Sigilli posso Berli? Lo devo dire per forza quello che vedo? Visto che Li devo Bere, li bevo un po' alla volta, piano piano! .........Ma Tu sai che vado a Berli subito.........! Gesù, devo dirlo? Visto che li devo bere, non farmeli dire! Gesùq: Dì solo che vedi i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre insanguinati! Giulia: Gesù, non farmi dire più nulla, vado a Bere piano piano......! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Gesù, ci sono ancora i Giorni e se Tu lo desideri vado a prendere gli altri figli, quelli che stanno aspettando senza aver donato la mano, e se unisco la mia alla Tua, possiamo prenderli e portarli a Casa.........! Gesù: Vedi, Anima Mia, nell'aspettare cos'hanno creato? Giulia: C'è un fiume, ma lo posso passare......... e posso allungare la mano e portarli a Casa dinanzi al Banchetto del Padre! Gesù: Non ti fermi dinanzi a niente? Giulia: Solo dinanzi alla Tua Volontà, perché Tu Sei! E Tu mi hai insegnato a non temere gli uomini, ma solo il Padre! Gesù: Porta i tuoi figli nella Vigna, nell'Arca e con i Remi e imparate ad Amarvi gli uni gli altri, ad usare Carità, quella Silenziosa, perchè quella che fa rumore non viene dal Padre ma dagli uomini! Preparate le Capanne e siate vigilanti, figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù, metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Accogli i Sussurri d'Amore! Accogli ciò che è il Pane Intero dei Sussurri dei Figli, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nella Pienezza della Croce! Eccoci nella Pienezza del Pane Intero, pronti a farci Pane, pronti ad essere Croce nel Tuo Amore, nel Tuo Nome, nella Tua Verità, nel Tuo Essere Dio Vivo e Reale in mezzo a noi, nel Banchetto delle Spose, nel Banchetto Donato ad ognuno di noi! Gesù: Eccomi, rimani Cocciuta, rimani nell'Arca e Rema, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! .........Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi come state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa devi dirMi in questo Giorno, Giovanni? Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Abbiamo prima parlato con la Cocciuta! Gesù: Ho sentito! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E cosa ha detto la Cocciuta? Don Vincenzo: Abbiamo fatto al Padre la domanda riguardo al Cielo! Gesù: Sono in mezzo a voi: tutti Vivi e Reali! Don Vincenzo: Sono al Banchetto...... Gesù: .........Al Banchetto dove le Spose fanno Festa con lo Sposo! Don Vincenzo: La Cocciuta ha un ruolo importante sia quando tende la mano e sia anche quando viene rifiutata, ma quello che mi interessava era più la Figura del Padre.........! Gesù: Siete Fatti a Immagine e Somiglianza del Padre! La Figura del Padre è Amore così come ve l'ha detto lei: "sono belli i dipinti e le statue, tutto quello che hanno fatto, ma l'Amore non si può dipingere e non si può creare neanche come statua! L'Amore è la Luce più Grande e l'Amore Arde nei cuori dove il Padre Abita e, quando si Ama, il Suo Amore non è come l'Amore di un marito e di una moglie ma è un Amore che supera ogni Limite: si Accende e non si spegne mai e si Dona senza Misure per chi apre la Porta dei propri cuori!" Dio è Fanciullo, come siete Fanciulli ognuno di voi quando amate con l'Amore del Padre! Quando vedete la Cocciuta che gioca come una bambina lì c'è l'Amore Pieno del Padre! Dio che Dona tutto il Suo Amore, Dio che Dona la Grazia che è Maria nel Suo Amore Pieno! Una Tenera Fanciulla, nel rispondere: "Eccomi", riempita del Suo Amore, riempita dell'Amore di Dio! Ha riempito il Giardino! ORA IL GIARDINO SI È SPORCATO E IL PADRE VIENE A PULIRLO NELLO SMANTELLARE CIÒ CHE NON APPARTIENE AL SUO CUORE, CIÒ CHE NON È IL SUO PANE E AI FIGLI IL PADRE DONA IL PANE INTERO! E così anche voi dovete donare il Pane Intero ai vostri nemici, a coloro che trafiggono il Mio Cuore e i vostri cuori, ai farisei di ieri e di oggi! Ma pregate per il Legno Affondato, pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e aspettate i Tempi del Padre, Figli Miei! Il Padre ha preparato tutto da sempre: l'Eredità per ognuno dei Figli! .........E allora... Don Vincenzo: ............Partecipiamo al Banchetto! Gesù: Ci Doniamo, Io Mi Dono e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccoci! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per il Legno Affondato e per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora........., lo Strumento rimane Crocifissa per Amore! .........Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Gesù: Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo ed entrambi Mangiano e Bevono.> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questo è il Cibo della Vita Eterna, il Cibo del Mio Amore, il Cibo per l'Umanità Intera che è sorda ed è cieca! Ecco, la Mia Promessa è Piena: "Verrò e Mangerò del Nuovo" e il Padre Si Dona: Banchetto Vivo per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! Ora Doniamoci.........! Lo Strumento rimane Crocifissa per Amore e va a Lavorare nel Bere i Calici, i Flagelli, i Sigilli e nel Portare al Banchetto del Padre le Spose! , .........Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne! Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta e ad un certo punto Alza a Lungo la Destra col Segno Trinitario> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ci siamo Donati, la Mia Pasqua è Piena ed è Risorta e la Cocciuta è rimasta ancora Crocifissa per Amore! La Pasqua che il Padre ha preparato per l'Umanità Intera e per ognuno di voi sta Camminando con le Schiere di Maria, con la tua Schiera Calice Vivente, con la Schiera dello Strumento.........e Tutto è pronto! E il Banchetto del Padre è Vivo ed è in mezzo a voi............! Prendiamo parte al Banchetto Vivo che è Dio? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Prendiamo parte al Banchetto Vivo e Reale dove le Spose hanno incontrato il Padre e Fanno Festa e così anche voi Fate Festa nell'avere incontrato e accolto Dio nei vostri cuori! .........Calice Vivente? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Siate Piccoli e Poveri, Servi...... così come il Padre viene a Servire ognuno di voi nell'Umiltà, nel Silenzio, nell'Amore Pieno......... e siate Misericordiosi come lo è il Padre......... e donate e perdonate: i Piccoli Giovanni, Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto nel Donare l'Amore di Dio, nel Donare il Cibo che è Dio! Non scartate nessuno ma Vigilate: i falsi profeti avanzano e anche il Veleno! Avete la Destra: Combattete, Figli......! <Gesù Alza la Destra col Segno della Croce> Tu, Calice Vivente, insieme allo Strumento potete abbassare anche la mano! <Gesù abbassa la mano> Tutti voi potete Alzare la Destra ma senza abbassare la mano...... e Combattete! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non scandalizzatevi, Figli Miei......... vedete Gesù Vivo che mangia attraverso lo Strumento......... lei è andata a Lavorare...... e Io Parlo......... e Rimango in mezzo a voi nella Gioia Piena! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dio Vivo e Reale, Dio che si fa Cibo e si Dona ai Propri Figli! .........Viceparroco, ti raccomando! <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Eccomi nel Gioire col Padre! ...Dottoressa vuoi dirmi qualcosa? Perché i tuoi occhi sono bagnati? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Teresa: Perché sento tutto il Tuo Amore! Gesù: Quando verrà Giovanni te Lo farà sentire ancora di più...... Teresa: Eccomi! Gesù: Così come Lo farà sentire ad ognuno di voi e all'Umanità Intera......... non temere! Teresa: Eccomi! Gesù: Gustate il Padre che si Dona! Gustate il Suo Amore che si Accende nei cuori di ognuno di voi e dell'Umanità Intera! Prego, Figlio! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Non dubitate: è Dio che parla! .........Vai! Raffaele: Non mi vuoi indicare Tu stasera? Gesù: Vai, fai quello che senti nel cuore, ci sono Io! .........Tu, Calice Vivente, non parli? Don Vincenzo: Mi voglio Gustare Dio! Gesù: Lo puoi Gustare anche parlando! ..................Se qualcuno dei Figli ha fretta...... Io sono un po' lungo nel parlare se si viene per curiosare! Non vengo a fare uno spettacolo, non chiedo il biglietto da pagare, Mi Dono gratis ad ognuno dei Figli, Mi Spezzo per Amore, ma l'Amore del Padre e non l'Amore degli uomini! .........Ora parla tu un po'! <Gesù Alita verso Teresa tre volte> Don Vincenzo: La dottoressa? Gesù: Deve fare il medico, c'è tanto Lavoro da fare, così donandogli il Soffio, gli dò la Forza per il Lavoro che deve fare! Eccomi! ............Parla un po', è bello ascoltare la Voce del Calice Vivente! Don Vincenzo: Attraverso la Cocciuta abbiamo scoperto che il Padre partecipa a più Banchetti! Gesù: Sono due i Banchetti: quello preparato per le Spose e quello preparato per ognuno di voi: Dio che si Dona! Voi Lo vedete come Cibo, ma il Cibo è Dio e il Banchetto è il Suo Amore! Don Vincenzo: Cioè? Gesù: Questo e quello...... per le Spose che donano la mano e per tutti i Servi Inutili! Don Vincenzo: Quindi questo è per la Famiglia di Giulia? Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: E il Padre è Presente......... Gesù: Sto Parlando in mezzo a voi, sono Vivo e Reale nel Parlare in mezzo a voi! Don Vincenzo: Gesù, se l'Umanità capisse che ognuno di noi è un Figlio di Dio perchè siamo stati Creati dal Padre e perciò dobbiamo accogliere questo Amore e ricambiarLo, amarci come Lui ci Ama, amarci l'un l'altro, sapere che nel Suo Progetto Divino c'è Tutto, ed è già Scritto quello che ognuno di noi dovrà fare e tutto deve ruotare intorno all'Amore......... se capiamo questo e ci amiamo l'un l'altro vivremo nell'Amore.........! Gesù: ... Venite col "niente"! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, ti raccomando, vicepa'! Raffaele: Eccomi! Don Vincenzo: Amandoci noi stessi sprigioniamo Amore......... Gesù: Dovete imparare prima voi......... Don Vincenzo: ...E sprigionando l'Amore viviamo l'Amore e viviamo nell'Amore: questa è la Chiave per capire che siamo Figli del Padre che è Amore e non possiamo non somigliarGli amandoci e amandoLo! Gesù: Tu hai chiesto allo Strumento di dirti com'è il Padre e lo stai dicendo: Dio è Amore, e Dio-Padre ha fatto tutti i Figli a Sua Immagine e a Sua Somiglianza! Don Vincenzo: Gesù, Immagine e Somiglianza cosa significa? Gesù: Che siamo Immagine e Somiglianza di Dio! Don Vincenzo: Che tra Te e il Padre non c'è differenza, che tra Te, il Padre e noi non c'è differenza? Gesù: Avete ricevuto il Mio Sangue, vi ho Riscattati, vi ho chiamati: "Figli"! Don Vincenzo: Ancora una domanda, Gesù: Tu e il Padre avete la stessa altezza? Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Il Padre e noi alla stessa altezza? Gesù: Eccomi, la Misura di Dio è fatta d'Amore! Don Vincenzo: Quindi l'Immagine e la Somiglianza sono Piene? Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Siamo figli e i figli somigliamo ai genitori, chi più chi meno.........! Gesù: Voi non dovete pensare o guardare con gli occhi del mondo ma dovete guardare......... Don Vincenzo: .........Col cuore! Gesù: Si, col cuore! Voi guardate l'aspetto, guardate l'altezza ma Dio Misura con l'Amore.........! Voi misurate col metro......... ma il Metro di Dio è l'Amore! Don Vincenzo: Che bello! Gesù: Che bello! Il bello è vedere la Misura dell'Amore amandovi gli uni gli altri.........! È bello vedere il fratello che Dona la mano al fratello, è bello non veder puntare il dito al fratello, è bello vedere di non giudicare il fratello ma donargli la mano così come la Dona il Padre: "Venite, è tutto pronto per ognuno di voi, Figli Miei"! ............Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Vicepa', deve mangiare per quattro! <Gesù si riferisce a Maria Elena indicando con le dita il numero quattro> Raffaele: Questo è l'antipasto, Gesù! Gesù: Eccomi! Io avrei ancora fame, tu no? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia! Gesù: Mi fai compagnia! Raffaele: Faccio i panini, Gesù? Gesù: , Eccomi! Eh, ma tu Parla ancora, Parla ancora! Don Vincenzo: Gesù, quando si Aprirà il Sole nelle mie mani che significato avrà? Vedremo anche il Padre? Gesù: Il significato è che vedrete tutto quello che il Padre ha preparato da sempre per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! Don Vincenzo: Che cosa ha preparato da sempre? Gesù: Tutto quello che ha preparato da sempre, tutto quello che vi è stato nascosto! .................................Ma alla dottoressa non gli avete donato niente? Vicepa', cosa gli doniamo? Raffaele: A quella per quattro o a quella per due? Gesù: La dottoressa è in uno, è in tre col Padre, il Figlio e lo Spirito Santo......... e il quattro è lei Unita alla Croce! Raffaele: Posso darle un po' di frutta? Gesù: La vuoi la frutta? Teresa: Eccomi! Raffaele: Un dolce? Gesù: Uno di questi? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Parla ancora! Don Vincenzo: Gesù, spesse volte sentiamo dire di Combattere, che ci sono le Schiere, ma questo Combattimento è il Combattimento dell'Amore? Gesù: Bisogna Pulire il Giardino che è stato sporcato! Don Vincenzo: È il Combattimento della Verità Tutta Intera, è il Combattimento per far vincere tutto quello che il Padre ha preparato! Ecco perché il Padre ha bisogno di Figli Veri, di Figli che vivono la Figliolanza, di Figli che sono Eredi proprio per questo: perché la Figliolanza deve Brillare......... e il Padre ha preparato già Tutto da sempre! Gesù: È che l'Umanità è sorda ed è cieca e vede solo le cose del mondo e non guarda con gli occhi del cuore nel vedere il Figlio Emarginato: "Cacciatelo fuori: è sporco, non può entrare! Cacciatelo fuori: è drogato! Cacciatelo fuori: è stato in carcere! Cacciatelo fuori: è nero!" Ma il Padre non vi ha cacciati fuori, Mi ha Mandato a Donarvi il Battesimo, a Riscattarvi col Mio Sangue e a chiamare tutti: "Figli"! E, quando sono stato tradito, non ho cacciato nessuno e non ho maledetto nessuno! Gli uomini maledicono, gli uomini cacciano, gli uomini abortiscono Dio e Mi uccidono attimo dopo attimo! Non abortite, non uccidete, ma crescete ancora nell'Amore! Io parlo a voi e all'Umanità intera, Figli! Eccomi! Raffaele: Posso, Gesù? Gesù: Eccomi! Raffaele: Si è aperta la porta............ siamo di meno! <Stasera alla Visitazione erano presenti per la prima volta quattro persone che poi sono andate via> Gesù: Si è aperta la porta............... stavano stretti? Raffaele: Sì, mancava il fiato! Gesù: Mancava il fiato e mancherà di più ancora: si è rifiutato il Pane! Parla......! Raffaele: Sono un po' preoccupato, Gesù, io ho puntato spesso il dito! Gesù: Facendo così? <Gesù indica come fa Raffaele quando chiede di fare domande> Questo non è puntare il dito ma questo è chiedere! Raffaele: Scherzavo! Gesù, quando Tu ci consigli, ci suggerisci di amarci, di non puntare il dito, chiaramente è riferito a tutti, perché siamo tutti uguali? Gesù: Parlo a voi e parlo all'Umanità Intera! Raffaele: Gesù, fare un passo indietro non è una Vittoria per chi ha sbagliato? Gesù: Io non l'ho fatto il passo indietro! Raffaele: Ma per chi ha sbagliato, Tu eri nel giusto e quindi non dovevi fare un passo indietro, ma per chi sa di aver fatto una cosa non giusta? Gesù: E facendo un passo indietro che fai? Raffaele: È un atto di Umiltà, no? Gesù: Si deve fare un passo avanti e dire: "Eccomi, Padre, sono Tuo Figlio, conosci ogni cosa, Eccomi, sono tornato a Casa!" Se si fa il passo indietro non si torna a Casa, ma facendo un passo avanti e dicendo: "Eccomi Padre, sono tornato a Casa, Tu conosci ogni mio errore...", ecco che si viene Lavati dal Mio Sangue e il peccato viene tolto............... ma continuano a dirvi: "avete peccato, dovete confessarvi".........! Raffaele: Gesù, mi togli una curiosità? Nel mondo ci sono ultimamente un sacco di crocifissioni, ma anche di tante persone che dall'Islam passano al Cristianesimo e vengono impiccate, lapidate ed è quello che sappiamo noi, ma figuriamoci quello che non sappiamo.........: Gesù, queste persone penso che la Cocciuta le va a prendere tutte? Gesù: Eccomi! Raffaele: Quando si ritroveranno con tutti quelli che hanno creduto di essere nel giusto, Dio li mette uno di fronte all'altro? Gesù: Dinanzi a Dio c'è solo Amore! Vedranno ma, avendo donato la mano, si diventa un Unico Amore, un'Unica Famiglia e un Unico Banchetto! Non dovete dimenticare che Dio è Amore, basta chiamarlo: "Papà", basta dire: "Padre, ho perso la Via, ora L'ho trovata, Eccomi", e il Padre fa Festa, Gioisce e Abbraccia il Proprio Figlio! Raffaele: Gesù, chi non dona la mano e aspetta, vede solo la Porta di chi Entra o vede dove stanno gli altri? Gesù: Vede......... ma aspetta! Raffaele: Gesù, ma chi non dona la mano, di solito sono i ricchi, i potenti, i Capi di Stato, gli scienziati? Gesù: Anche quelli che non fanno queste cose, anche i Figli Ministri: quelli che dicono di amarMi e di fare le Mie Cose! ...Intanto bevo un goccino d'acqua! <Gesù si rivolge a Maria Elena> Aspetta, i tuoi Pargoli stanno facendo un Lavoro Grande-Grande: hanno costruito una Capanna e dentro la Capanna hanno portato i Pargoli che sono stati uccisi in questo giorno e poi gli hanno fatti indossare l'Abito Bianco, li hanno fatti Impastare e li hanno portati dinanzi al Padre! E dopo ne hanno costruita un'altra ancora di Capanna per portare tutti quelli che hanno fatto del male ai bimbi! Adesso ti mandano un bacio, ne devono costruire un'altra ancora e poi verranno! Bacioni a tutti! E vanno a trovare anche la Capanna che tu sai! .........Ciao! Maria Elena: Ciao! Gesù: Eccomi! Raffaele: Gesù, chi non dona la mano, può cambiare idea e fare un passo avanti? Gesù: La Cocciuta va di nuovo, non si ferma, aspetta e, se poi non la danno, li mette nel Cuore del Padre! Raffaele: Ma ce n'è qualcuno che cambia idea, Gesù? Gesù: Pochi! Raffaele: Quando Dio ha Creato e ha Creato tante famiglie, c'era qualcuno che gestiva le famiglie a livello organizzativo? <Gesù fa cenno di no> Ognuno viaggiava per conto suo! E si amavano tutti? Gesù: Eccomi! Raffaele: Si scambiavano il cibo, si scambiavano tutto? Gesù: Eccomi! Raffaele: E così sarà? Gesù: Non correre! Si Abiterà nel Cuore del Padre, solo questo ti rispondo! Raffaele: Abramo...... e tutti gli altri, sono giusti? Gesù: No! Raffaele: Neanche uno? Gesù: Non sono giusti! Se te ne dico uno, ho detto tutto, non sono giusti! Raffaele: Gesù, l'ultima! Gesù: Sempre l'ultima! Raffaele: Chi è stato l'uomo più diabolico? Gesù: Non lo so! È bella la risposta? ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu hai sentito? <Gesù si rivolge a Don Vincenzo e poi a Maria Elena> E allora hai capito cosa fanno? E aiutali nel dire: "Ave Maria-Padre Nostro", così gli dai una mano a costruire le Capanne, hanno tanto tanto Lavoro da fare, ma non si stancano, non ti preoccupare! "Ave MariaPadre Nostro; Ave MariaPadre Nostro"! Don Vincenzo: "Ave Maria-Padre Nostro"!(*) ...Giovanni...... PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Un Eccomi un po' bello arrotondato...! Ehi... il Mio caffè..., poi vi chiamo, mò bevo il caffè: vuoi un goccino? Ne vuoi un altro goccino? Don Vincenzo: No, grazie! Piccolo Giovanni: Bevo Io? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Chi lo vuole Se lo può prendere...! Buono......... è quello della Cocciuta, ! Allora...... di solito Mi sporcavo sempre il naso..., vero Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh, Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teré......... Dottore' come stiamo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa, Maria e Nicola: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Eh... ta... ta... ta... Teré, Come si va col lavoro? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Come si va col lavoro, bene? È arrivato? E tu che dici ne facciamo arrivare ancora...? Teresa: Come vuoi......! Piccolo Giovanni: Mo' vediamo...Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato ancora? Maria: Ho parlato troppo? Piccolo Giovanni: Tu che dici? Maria: Mi sa di sì... con una persona, sì...... ma con l'altra faccio un po' fatica... Piccolo Giovanni: Eh, no, non devi far fatica, devi parlare! Hai parlato poco...! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Maria: Questo ho fatto! Piccolo Giovanni: Niente altro? Non hai mangiato di nascosto? Maria: No! <Si ride un po'> Comunque sono stata male lo stesso! Piccolo Giovanni: Allora, hai mangiato...Maria: No! Piccolo Giovanni: ..., devo dirti quello che hai mangiato? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Forse è meglio di no...Maria: Forse quelle cose che mi hanno regalato non le potevo proprio cucinare? Piccolo Giovanni: Ecco che ci siamo arrivati... dolce, dolce...! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perché ti sei allontanato? Nicola: Ci vado spesso, perché è vicino! Non ci devo andare più? Piccolo Giovanni: No! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Troverai un altro posticino..., te lo faccio trovare subito subito! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora..., dottoressa Teresuccia del Bambino Gesù! <Giovanni schiocca qualche bacio> Allora..., state tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Raccontami qualcosa..., poi devo mangiare qualcosa Io! , vai...! Ma a Maria che gli diamo? Visto che ha mangiato quello che non doveva mangiare... adesso che facciamo? No..., gli diamo uno di questo... uno di questo e... glielo diamo un paninello? Un paninello... e che gli diamo più? Un paninello, un dolcino e uno di questo...! Dici che si accontenterà? È un po' scarsino? Che gli diamo? Tutti i dolcini? Gradisci un po' di pizza? E dalle un pezzettino di pizza, sceglila! Così penso che sarà contenta e farà: iuuhuu! Niente vino, niente caffè, niente liquore, un bel bicchiere d'acqua..., va bene così? Vi voglio tanto tanto tanto bene! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Ecco! Che Mi donate da mangiare? Non è che Mi fate lo scherzetto che è piccante? Non è piccante... Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Due......... Ti seguo... Piccolo Giovanni: Un pezzettino di pane Me lo doni? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi, ne ho presi due! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Allora, facciamo il paninello...; mò lo mangio il paninello e poi parliamo un poco...! Com'è difficile ascoltare la Parola del Padre..., per chi viene a curiosare! Ma quando vengono a curiosare chiedete se vogliono rimanere......... o vengono e rimangono......... o non entrano...! La Cocciuta ve l'aveva già detto... a quelli che sono venuti ieri gli ha detto: "prego secondo la Volontà del Padre, ma non ricevo persone in casa!" Anche quelli erano stati mandati...! Quando dice: "fermatevi, esco io e parlo io", ascoltatela! Chiedete sempre a lei prima di parlare voi e non date nessuna spiegazione e non date nessun orario e nessun giorno, chiamate lei! Voi non vedete, ma la Cocciuta vede... avete capito? Don Vincenzo: Non ho sentito bene......! Piccolo Giovanni: Non hai sentito? Quando viene qualcuno dei figli e dice: "voglio parlare con la Cocciuta", non parlate voi, ma chiamate lei perchè lei vede chi c'è sotto: voi non lo vedete ma lei lo vede......... e non date spiegazioni, nè i giorni e nè le date di preghiera! Don Vincenzo: Ah... non lo dobbiamo dire? Piccolo Giovanni: Dovete chiamare lo Strumento: lei vede chi c'è sotto agli abiti che voi vedete..., ma non vedete...! Datemi qualcosa..., ho ancora fame, non ho avuto il tempo di mangiare nulla con tutto il lavoro da fare! E... quello è dolce..., Io voglio mangiare! Non ho avuto il tempo ancora tra il portare le Spose..., tra il preparare i Flagelli e i Sigilli, tra il Combattere...! Eh, si, tu ne vuoi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Non Mi sono potuto fermare......... ho accompagnato......... ma non Mi sono potuto fermare a mangiare.........! <Si ride un po'> Ecco, è buono? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Non hai niente da chiedermi? Puoi anche finire di mangiare, così finisco anch'Io... Cosa devi dirmi ancora? Maria sta friggendo... che Mi vuole dire Maria? Maria: Pensavo che il Giorno 13 facevi un poco di chiasso... Piccolo Giovanni: Tu che ne sai se l'ho fatto? <Si ride un po'> Il chiasso Io lo faccio silenzioso! Non lo faccio rumoroso, ma nel silenzio..., Mi piace pizzicare di nascosto, vero Nico'? Nicola: Sì, Eccomi! Piccolo Giovanni: , lo facevo anche apertamente, ma adesso è più bello di nascosto..., tanto poi lo saprete...! Che c'è ancora? Teresa si è fermata come medico a visitare! <Si ride un po'> ............Ma se ti commuovi mettendoti a piangere non parlare più......! Teresa: No, no! Piccolo Giovanni: Ah... c'è una cosa che devo dirvi: hanno detto che qui a Timparelle voi indossate il cappuccio nero......... da anni e anni Io non l'ho mai visto......... Me lo fate vedere questo cappuccio? Raffaele: Pasquale ha piantato il cappuccio di verdura... <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: L'avete mai indossato? Raffaele: No, l'abbiamo mangiato ed era buono............! Piccolo Giovanni: Allora, a chi l'ha detto poi glielo facciamo sapere! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Ma Tu, Giovanni, insieme a Carlo e a Padre Pio, non potete fare qualcosa? Piccolo Giovanni: Noi siamo all'obbedienza del Padre, ogni passo viene donato dal Padre, non possiamo fare Noi il passo, così come non lo può fare lo Strumento se il Padre non gli dice: "Eccomi, figlia, vai..." ...No, adesso voglio mangiare un dolcino...; Tu non lo vuoi? Don Vincenzo: Un pochettino lo prendo! Raffaele: Come fai ad Amare? Piccolo Giovanni: Sono un Servo Inutile, Sacerdozio Vivo ed Eterno che è Dio ed è Amore e Amore rimarrà per l'Eternità! Ho aspettato, così come aspetterà lo Strumento! Tutti la trafiggono e lei Ama con lo stesso Amore del Padre, è il suo compito! Voi siete pronti e preparati, avete la Vigna, avete l'Arca, avete i Remi e lo Strumento che vi porta sulle sue spalle è perseguitata da tutti come Lo è stato Gesù, come Lo sono stato Io, ma non Mi sono mai fermato! Raffaele: L'ultima, Giovanni... Piccolo Giovanni: Sempre l'ultima domanda.........! Raffaele: Ma ultimamente che cosa stiamo sbagliando in famiglia? Però non lo devi dire alla Cocciuta...! Che cosa stiamo sbagliando ultimamente nei suoi confronti? Piccolo Giovanni: Non lo devo dire alla Cocciuta? Raffaele: No! Piccolo Giovanni: L'essere sordi e ciechi, nel non vedere, nel non sentire...: ", ; Eccomi, Eccomi...;" come faccio a non dirlo alla Cocciuta che è al Mio Fianco? Raffaele: Pensavo stesse lavorando...... Piccolo Giovanni: Ovunque va a lavorare, sente e vede! Raffaele: Non volevo farla arrabbiare... Piccolo Giovanni: No, non si arrabbia, dice: "Padre sono figli, ci sono ancora i Giorni, aspettiamo"! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu devi dirmi qualche altra cosa? Tutto quello che ho detto, non lo scrivete! Sei rimasto scandalizzato? Tommaso: No! Piccolo Giovanni: Sì o no? Tommaso: No, Giovanni! Piccolo Giovanni: No! Eccomi! Ehi, Mi è venuta la voce..., sì preparate... <Il Miscuglietto> ...Vediamo com'è venuto questo Miscuglietto! Il Profumo è buono e il Sapore anche! È gustoso! ...Salute! ...Perché Mi guardi, Teresuccia del Bambin Gesù? Teresa: Eh... Piccolo Giovanni: Ecco! Ti sei talmente emozionata da farti cadere il bicchiere! Eh... Eh... Eh... <Poi si rivolge a Maria Elena fissandola negli occhi> Cosa vedi nei Miei Occhi? ...Dillo! Maria Elena: Una Luce! ...Brillano!(*) Piccolo Giovanni: ...Parla! ...Dillo!(*) Maria Elena: ...Mamma!(*) Piccolo Giovanni: ...Dillo, ma non svenire!(**) Maria Elena: ...Papà!(*) ...Aiutami!(*) Piccolo Giovanni: ...Ecco, va bene così! Maria Elena: Eccomi!(*) Piccolo Giovanni: Va bene così! ...Tu hai altro da dirmi? Non devi dirmi nulla? Don Vincenzo: È mezzanotte... Piccolo Giovanni: ...Non Me ne vado! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai intenzione di combinare ancora? Maria: Eh... guidami Tu... se vuoi che faccio qualcosa! Piccolo Giovanni: Eh, si, andiamo così proprio come andavamo con la macchina? Eh... Eh... Eh... Maria: Eh... Eh... Eh... Piccolo Giovanni: Ma tu guidi? Maria: Così e così... ho paura degli autotreni che sono pericolosi! Piccolo Giovanni: No, non sono pericolosi ma sei tu che sei fifona! Eh... Eh... Eh... e se ti dico che ci sono Io, ci sono Io, o no? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicola lo sa che ci sono sempre Io nell'Orto, nella Vigna e ovunque va, e Teresa lo sa pure! Tu che fai? Maria: Eccomi! Va bene! Piccolo Giovanni: ...Ho parlato un bel poco, ti ho detto un po' di cosicine e adesso... La Cocciuta parla attimo dopo attimo ma ora non può parlare... vede, lavora, combatte e porta... e interviene quando c'è qualche pericolo, ma rimane in mezzo a voi e alla Destra del Padre! Io vi lascio sempre il Filicino che è ben legato e vi bacio tutti! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi!(*) <Giovanni schiocca un altro bacio verso i presenti che ricambiano> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Gesù, faccio la benedizione finale? Gesù: Aspetta... Eh... Eh... Eh... <Si ride un po'> ...Ancora devo arrivare! Hai sonno? Don Vincenzo: Quasi! Eh... Eh... Eh... Gesù: Eh, quasi... e un po' di cose vi sono state dette! Preparatevi... La Cocciuta fra poco vi dirà quando preparare la Bevanda!(*) ...Sarà presa come avete ricevuto il Battesimo, ma verrà bevuta! Per questo dovete indossare l'Abito Nuziale, piccolo, povero e all'ultimo posto...! Il Padre ha scelto il Giorno e vi sarà detto! ...Ora tu Saluta con l'Albero Verde... <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ...Ed Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, questi Tempi sono dolci ma sono anche amari! Tu che non ci hai mai lasciati, donami la Costanza e la Forza! Le Schiere stanno combattendo... tutte le Schiere stanno combattendo!(*) ...Non parlo, ma tienici ancora per mano!(*) ...Lo so, si stanno preparando le Feste... Tu prepara ciò che devo bere!(*) ...Ci vediamo dopo!(*) ...Eccomi, Giovanni!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, l'ora della Bevanda sta per arrivare, i Giorni ci sono ancora e i Gradini non si scendono!(*) ...Noi dobbiamo solo pregare, ed io devo Combattere con le Schiere... e il Tuo Amore non ci abbandona!(*) ...Papà, i Pargoli...!(*) Il Padre: Sentirai e vedrai ancora il Sangue! Giulia: Eccomi nel Fare le Tue Cose, Padre!(**) ...Tutti i Calici tagliano, ma questo è il più tagliente!(**) ...Servi Inutili, Spose tutte, lasciate per un istante il Banchetto e combattiamo per raccogliere i Pargoli!(*) ...Eccomi, Padre, nel Fare la Tua Volontà! ...E visto che tutte le Spose sono al Banchetto e tutti i Cari...: Eccoci, Servi Inutili... eccoci, Spose tutte... eccoci, Pargoli! ...Eccomi, Mamma, preparate i Vestiti!(*) <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo! ...Ciao, Mamma Francesca! Strappa più Grazie......... quando il Padre Ti farà parlare.........!(*)

 

 

 

5. Giov. 22/05/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

(Gesù): ......Prendi parte! Eccomi! (Don Vincenzo): Prendo parte...............! (Gesù): ...Dell'Amore di Dio: Dio Vivo, Dio che Fa Festa, Dio Cibo per Amore per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! È il Banchetto preparato da sempre: il Padre: "Verrò in mezzo a voi e Mangerò con voi!" E mangiando con voi, Mi Dono! Ciò che Dio ha Promesso viene mantenuto! LA PROMESSA DEL PADRE NON PASSA COME LE COSE DEL MONDO, PERCHÈ DIO È DA SEMPRE CIBO E BEVANDA ETERNA! Ci prendiamo parte? (Don Vincenzo): Eccomi! (Gesù): Poi parli un po'? (Don Vincenzo): Eccomi! (Gesù): Eccomi! IL CIBO VERO, IL CIBO VIVO! ECCOMI! IL CIBO ETERNO: QUELLO CHE NON FINISCE MAI PERCHÈ È CRESCENTE E SI DONA SENZA MISURA! Si Dona nella Misura Eterna di Padre! Gli uomini misurano il cibo, Dio no, perché la Misura di Dio non ha Misura! E così dovete fare anche voi: non Misurare, ma Donarsi! E il Lievito è Crescente, ed essendo Crescente non ha Misura!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Nel Vivere da sempre Uniti ad ognuno di voi nel Giardino di Mio Padre, nel Portare il Sorriso, l'Amore e la Gioia alla Famiglia Creata nel Grembo di Mio Padre, vi Dono ancora il Mio Amore, vi Dono il Tutto<Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ......E il Saluto che Abbraccia e Riempie i Cuori! Il Saluto che Dona la Vita Eterna! Il Saluto che Fa Diventare Figli! Il Saluto che Fa Diventare Mamma nell'AccoglierMi, nel DonarMi e nel PartorirMi! E questo Tutto, avviene nel Giardino che il Padre Ha Preparato da sempre! Siamo Vivi da sempre, ma siamo stati scartati da sempre! Rimaniamo, perché la Vigna è del Padre e ciò che ha preparato da sempre appartiene al Padre! E Tutto tornerà nel Cuore del Padre e non rimarrà nulla di ciò che è stato costruito pensando: "questo è fatto per te", ma rimarrà la Vigna, rimarrà il Giardino, rimarrà l'Arca, rimarranno i Remi e ciò che Dio Ha Creato Pulito da sempre! È per questo che il Padre viene, ed è per questo che Io vengo a pulire e a smantellare... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...col Segno Tremendo dell'Amore Infinito di Dio, figli, fratelli e amici! ......Amici dell'Eredità del Padre, Amici nel prendere il Pane Intero, Amici nell'essere Figli, Amici nell'essere Fratelli di un'Unica Carne, di un Unico Sangue Versato per Amore! Ogni mamma e ogni creatura mette tutto in ordine nelle proprie Capanne, e così anche il Padre mette in ordine ciò che è stato sporcato, con i Suoi Figli, con le Schiere, con ognuno di voi, attraverso lo Strumento in mezzo a voi che rimane alla Destra del Padre! Quando incontrate il Padre si fa Festa e quando si fa Festa si Indossa l'Abito Nuziale! Rimanete Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, ma Spose dinanzi allo Sposo che è Vivo e Reale ed è in mezzo a voi, così come Lo Sono Tutti! ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! La gola pizzica un po'..., si è abbassata la voce, tanto Tu mi senti e ora verrà di nuovo, se Tu lo vuoi! Che stai facendo, Gesù? Come mai sopra l'Abito Bianco hai messo il Grembiule?(*) Ti sei messo a cucinare?(*) A pulire?(*) E non c'è nessun altro che lo può fare? Sei curioso col Grembiule lungo lungo, uguale all'Abito che porti! Cosa stai preparando?(*) Gesù, tutti i Servi Inutili mettono il Grembiule quando preparano il Banchetto e quando Infornano e Impastano il Pane, ma Tu l'hai messo per pulire! Gesù: Non l'hai messo anche Tu dall'alba fino a quest'istante? Giulia: Eccomi, Gesù! Tanto il regalo me l'avete fatto e non so se me ne farete altri! Questo Flagello deve cadere..., me l'avete fatto tenere per un po'...! Non si potrebbe fare la stessa cosa? La Serva Inutile Rita ha fatto tanto nella sua umiltà, nel suo essere piccola, e la Serva Inutile Giulia Ti ha regalato tutto il Suo Amore......... ma io non Ti so dare nulla! Ti chiedo solo un altro regalo...: quello che sto vedendo............! Fammelo tenere un po' e quando lo decidi Tu lo fai scendere! Che ne pensi, Gesù? Gesù: Di' quello che vedi............! Il regalo che ti faccio è tenerlo un po'.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, Te lo togli il Grembiule? Visto che me lo fai tenere, non devi più sporcare né il Grembiule e neanche il Tuo Abito! C'è un Ferro che è un po' illuminato e un po' buio.........! Ci sono dei Pargoli..., c'è un Chiodo Enorme di Ferro..., i Pargoli sono infilati e gridano chiamando le proprie mamme! Ma non vengono ascoltati......... e nessuno si gira! Vicino al Pozzo c'è un lungo Canale dove si vedono dei Pargoli in fila ché camminano..., il veleno li avvolge..., si addormentano e quando si svegliano gli è stata tolta ogni dignità! C'è un tuono che parla..., ma non mi fare dire ciò che dice il tuono..., Scortica il Tuo Nocciolo! Gesù, fa che quei Giorni crescano per tenere ciò che io sto vedendo.........! Ci sono ancora.........! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, metto nelle Tue mani tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore la Famiglia! Metto nel Tuo Cuore i Sussurri! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, i nemici, coloro che trafiggono il Tuo e il nostro cuore! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che ha l'Abito Bianco! Gesù, abbi pietà di noi miseri peccatori! Metto nel Tuo Cuore il mio niente! Ma nessuno è ancora inchinato dinanzi ai Tuoi Piedi e dinanzi ai Piedi della Croce a Fare la Tua Volontà! Eccomi per l'Eternità! Gesù, Eccomi nell'Allargare le Braccia e nel Donare all'umanità il Fuoco del Tuo Amore così come l'hai Donato da sempre al Tuo Strumento! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma devi guardare ancora............! Giulia: Questo Flagello posso berlo? Tutto tutto? Gesù: Un sorso alla volta! .....................ORA GUARDA! Giulia: Eccomi! SONO I SIGILLI: sono Sette..., altri Sette... e ce ne sono Altri Venti e Altri non sono Venti ma sono Duecento! Non so vedere bene i numeri..., posso Berli tutti in una volta? Perché la gola mi fa male......... e se Bevo poi mi passa! Un po' alla volta, come dici Tu: Eccomi! Ma devo dirli? Visto che li devo Bere io nel silenzio, piano piano e non tutti in una volta, non lo diciamo, se no poi si preoccupano i Figli......! Fammi dire solo qualcosa di piccolo piccolo! Ecco, dopo che l'ho Bevuto, non cadrà più! Dai, Gesù! Gesù: Cosa devo fare con te? Giulia: Eccomi... quello che desideri............ quello che è Scritto da sempre! Gesù: Di' solo che vedi il Cielo con "un Buco Nero"! Giulia: Vedo il Cielo con un Buco Nero e nient'altro! .........Eccomi, posso iniziare a bere, Gesù? Gesù: Eccomi......... un sorso alla volta! Giulia: Un bel sorso, perché ho sete e quello deve sparire subito! ......Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi in mezzo a voi con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutte le Schiere, con tutti i Pargoli, con tutti i Banchetti preparati per ognuno di voi e per le Spose! Eccomi nel Portare il Pane Intero, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei, Vigilate nel preparare le Capanne! Vigilate nel combattere alzando la Destra! Vigilate nel combattere il veleno e i falsi profeti che avanzano! Ma pregate per i vostri nemici, pregate per il Legno che è affondato e pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, figli! Giulia: Eccoci, Gesù, nel mettere ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Gesù: ECCOMI, ANIMA MIA! ............PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Benvenuto, Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi come state? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi!E anch'Io sto bene Abbracciato alla Croce per ognuno di voi e l'Umanità Intera! .........Tu come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Che avete? Don Vincenzo: Stiamo bene, stiamo bene, quando ci stai Tu si sta sempre bene! Gesù: E Io ci sono sempre e voi lo dimenticate, ma Io ci sono attimo dopo attimo, sono vicino-vicino-vicino, sono nei vostri cuori! E adesso sono anche più vicino, ma lo sono sempre, anche se voi lo dimenticate facilmente! Non Mi dici niente? Ehi, state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: La Cocciuta prima ha detto che ci sono alcune persone che devono Battezzarsi! Gesù: , quando poi ci Doniamo lo farai, non ti preoccupare! Ma grida un po' più forte......... non ce l'hai la voce di quando la Cocciuta si arrabbia e grida? Don Vincenzo: Sì, sì, ce l'ho! Gesù: Dov'è? Don Vincenzo: La devo allenare! Gesù: Per giocare a pallone? Don Vincenzo: No, così parlo ancora più forte! Gesù: Eccomi, se no i tuoi Figli non ti sentono! Don Vincenzo: Sì, mi farò sentire! Gesù: Il Calice Vivente si deve far sentire così come Giovanni il Capriccioso! .........Allora? Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: E parla un poco prima di Donarci, poi Ci Doniamo! Hai Fame? ...Eh, chi è che non ha Fame di Dio? Vogliamo Donarci e poi parli? Don Vincenzo: Sì! Gesù: ! E allora Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora e rimane Crocifissa per Amore per tutti quelli che trafiggono il Mio Cuore e il Cuore di Mia Madre e rimane Crocifissa per Amore per ognuno di voi e per l'Umanità Intera, Portandovi ancora sulle Spalle! ...Ecco! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino e Gesù guarda dentro e dice:> Questo è il Mio Sangue! È la Gioia di avervi Amato nel DonarveLo, nel Far Crescere la Famiglia di Dio! È stato bello dire al Padre: "Eccomi, Sono Pronto! Tu, Padre, Mi Fai Nascere attraverso una Piccola Creatura per poi Versare il Sangue e farLo Crescere nel Suo Amore! Eccomi, nel rimanere Uniti per Donare all'Umanità tutto quello che Hai Preparato da sempre attraverso l'Eccomi e il Mio Sangue!" Questo è il Mio Sangue! <Gesù ne Beve e poi dona il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo, poi ''innalza'' il Pane e dice:> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: È il Letto per ognuno di voi dove poggiarvi quando siete stanchi: la Culla dell'Amore! Io che Mi Dono e il Calice Vivente che si Dona! Quale Amore più Grande potevi Creare, Padre: l'Abbraccio Infinito del Tuo Tutto! ...Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Lo Strumento rimane ancora nell'Abbraccio della Croce per ognuno di voi e per l'Umanità Intera, Figli! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta............... e in sei ricevono il Battesimo> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi, che bello Donarsi! Gesù:E lo Strumento è rimasta Crocifissa per Amore, in quell'Amore Pieno del Padre, in quell'Amore Pieno che lascio Scendere attimo dopo attimo per ognuno di voi e per l'Umanità Intera: e la Pasqua è Viva ed è Risorta, la Pasqua di Dio-Padre, Vivo in mezzo a voi! Ed essendo Vivo, vogliamo prendere parte? ............Conservalo, Figlio! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Nell'Amore Pieno, prendiamo parte del Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Prendi parte! Eccomi! Don Vincenzo: Prendo parte...............! Gesù: ...Dell'Amore di Dio: Dio Vivo, Dio che Fa Festa, Dio Cibo per Amore per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! È il Banchetto preparato da sempre: il Padre: "Verrò in mezzo a voi e Mangerò con voi!" E mangiando con voi, Mi Dono! Ciò che Dio ha Promesso viene mantenuto! LA PROMESSA DEL PADRE NON PASSA COME LE COSE DEL MONDO PERCHÈ DIO È DA SEMPRE CIBO E BEVANDA ETERNA! Ci prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Poi parli un po'? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> IL CIBO VERO, IL CIBO VIVO! ECCOMI! IL CIBO ETERNO: QUELLO CHE NON FINISCE MAI PERCHÈ È CRESCENTE E SI DONA SENZA MISURA! Si Dona nella Misura Eterna di Padre! Gli uomini misurano il cibo, Dio no, perché la Misura di Dio non ha Misura! E così dovete fare anche voi: non Misurare, ma Donarsi! E il Lievito è Crescente, ed essendo Crescente non ha Misura! ..................Vai! ...............Perché Mi guardi così? Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù guarda a lungo Teresa> Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dopo parli un po'? Dopo averMi mangiato rimani sveglio? <Gesù si rivolge scherzosamente a Giuseppe> Vicepa', ti raccomando! Sto aspettando che finisci di mangiarMi e poi parli! ...Parla, Calice Vivente, è bello ascoltare la tua voce! Don Vincenzo: Di solito quando uno mangia è perché ha fame e perché vuole nutrire il suo corpo! Gesù: Questo Cibo non è per il corpo! Voi pensate che sia per il corpo? Don Vincenzo: È un Cibo Divino questo e Tu, Gesù, ci stai educando proprio a questa Trasfigurazione: il cibo corporale che diventa Cibo Spirituale e non solo......... ma diventa Dio......... Gesù: È Dio! Don Vincenzo: .........E possiamo incontrarLo quindi attraverso tutti i cibi, attraverso tutte le pietanze! Gesù:Quando ho Spezzato il Pane e preso il Vino non c'era solo pane e vino ma quello che c'era è diventato... Don Vincenzo: ...Dio... Gesù: ...Dio! Don Vincenzo: Nutrimento del corpo, dello Spirito, dell'Anima, Nutrimento di Dio, Dio che si Trasforma, che si Trasfigura, che si Dona nel Cibo del Banchetto.........! Gesù: E anche voi quando vi Amate vi Trasfigurate e vi Donate, ma dovete imparare ad Amarvi così come Dio vi Ama, a Perdonare così come Dio vi perdona e a rimanere un tutt'Uno con Dio! Don Vincenzo: Ecco il Vero Pane: il Pane del Padre, dove tutto è Buono, dove tutto è Nutriente, dove tutto è Divino, dove tutto è Dio! Gesù: Dove tutto è Amore, dove tutto è: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! ...Venite col "niente"! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù scherza con Raffaele nel dargli i piattini> Eh, eh, eh, Eccomi! Dio che gioca nel Giardino del Suo Amore con i Propri Figli! Don Vincenzo: Quindi, Gesù, tutto il mondo è Giardino, tutto il mondo è Presenza di Dio, tutto il mondo è Dio Creatore che Ha Creato ogni creatura.........! Gesù: Ma i Figli hanno scartato l'Albero che è Dio e hanno piantato gli alberi del mondo dove i frutti sono fatti di veleno e non del Suo Amore, e Dio viene a pulirLo con le Sue Schiere, con i Servi Inutili e con i Pargoli! <Gesù si rivolge a Maria Elena> I Pargoli stanno pulendo tutto quello che viene sporcato! E I PARGOLI STANNO PREPARANDO IL PANE PER IL GIORNO DELLA BEVANDA e non solo il Pane: stanno preparando tutto quello che verrà detto! Tutti stanno Lavorando! LO STRUMENTO È IN MEZZO A VOI, MA È ANCHE ALLA DESTRA DEL PADRE A LAVORARE circondata dai Pargoli, da tutte le Spose, da tutti i Servi Inutili, NEL PREPARARE IL GIORNO! <I Pargoli mandano baci> Vi baciano......... ora sono impegnati, Inzuppati di farina dalla testa ai piedi, Inzuppati di Cibo, Inzuppati di Sangue............ nel pulire.........! <I Pargoli mandano baci> Parleranno! ...Parla ancora, è bello sentire la tua voce, Calice Vivente.........! Don Vincenzo: È ancora più bello sentire le Tue Parole, Gesù, perché ci stai Donando la Verità Tutta Intera! Gesù: ANCHE QUANDO PARLI TU, CALICE VIVENTE, DONI LA VERITA' TUTTA INTERA! L'Arca è in mezzo a voi con i Remi e lo Strumento vi porta nell'Arca e nella Vigna a Lavorare nel Far Crescere l'Amore! Don Vincenzo: Quello che è bello, Gesù... Gesù: ... Cos'è che è bello? Don Vincenzo: Quando si scopre che la Cocciuta tiene tutti sulle Spalle, quando si scopre che la Cocciuta ci guida sulla Via Stretta, quando si scopre che la Cocciuta è la nostra Forza perché è la Portavoce del Padre, è la Tua Portavoce, Gesù, quando si scopre quel "Grido" della Cocciuta quando dice: "Mi Offro per tutta l'Eternità"............ sono tre Parole che dicono tutto e come sono Divine! Quanto Amore in queste Tre Paroline, quanta Gioia, quanta Grazia...... e come Sono Piene di Dio.........! Gesù: È quello che ha risposto la Cocciuta nella sua Prima Visitazione, il Pomeriggio di Lunedì Cinque Agosto 1985 Festa della Madonna della Neve, vedendo i Chiodi uscire dalle Mie Mani ed entrare nelle sue: "Eccomi per l'Eternità!" È il "Grido" di ogni Figlio! Don Vincenzo: Ancora, Gesù......... Gesù: Ancora, ho fame ancora! Don Vincenzo: Il Padre...! Sembra la Figura meno visibile perché tutti quanti abbiamo Te come punto di riferimento, abbiamo il Crocifisso.........! Gesù: "Chi vede Me, vede Mio Padre" e voi Mi vedete! Eccomi! Don Vincenzo: E il Padre sembra mettersi quasi da parte perchè noi siamo abituati a dire sempre: "Gesù, Gesù, Gesù" e invece qui proprio Tu, Gesù, ci stai insegnando a gridare: "Padre, Padre, Padre" e ci stai facendo fare questo salto di qualità sempre più confidenziale, da Padre a Figlio, facendoci dire: "Papà, Papà, Papà"! Gesù: Il Padre Mi ha Mandato a portare il Suo Amore e nel portare il Suo Amore è Dio che si Dona, è Dio che Serve, è Dio che si fa Mangiare! Don Vincenzo: Dio che si fa Piccolo e si fà Bambino! Gesù: Dio che si fa Fanciullo, Dio che Parla attraverso una Piccola Cocciuta dell'Eccomi della Croce! ...............Tu non lo vuoi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo:Eccomi! Gesù: Eccomi! Per quattro! <Gesù si riferisce a Maria Elena> Raffaele: Cinque minuti! Gesù: Cinque minuti per quattro? Stanno tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Raffaele: Gesù, gli posso fare un panino a Giuseppe? Gesù: Ce l'avete il pane? Raffaele: Va bene così? Gesù: Per mangiarlo tu? Raffaele: Giuseppe! Gesù: Te l'ha chiesto nel silenzio! Raffaele: Così rimane sveglio! Gesù: Se no gli facciamo una doccia! Eh... Eh... Eh... Tu dici che donandogli quel panino rimane sveglio? Mi sa che si addormenta! Lo vuoi? Giuseppe: Mi addormento se mangio! Gesù: E allora bevi, così stai sveglio! Eccomi! Raffaele: Gesù, perché ci dimentichiamo facilmente di Te? Gesù: Ditemelo voi! Raffaele: Tu sei tutto! Gesù: Visto che Me l'hai chiesto...! Raffaele: Noi troviamo sempre scuse, Gesù......... siamo una scusa vivente? Gesù: Ma è bello perchè siete venuti............ e non avete trovato una scusa............ ma avete risposto.........! Ora la risposta dovete riempirla d'Amore nell'Amarvi gli uni gli altri, nell'essere una Sola Carne e un Solo Sangue così come lo è il Padre! Siamo una Cosa Sola, e vedere l'Amore che vi porto è vedere il Suo Amore, è vedere il Suo Volto ed è vedere quanto vi Ama............! Raffaele: Possiamo anche non scriverlo......... ma questo Battesimo è il primo e l'ultimo? Gesù: È il "continuo" di quello che ha fatto Giovanni! Giovanni L'ha fatto con l'Acqua, ma questo è il Battesimo preparato da Dio........................! Raffaele: Come ci dobbiamo comportare adesso? Gesù: Da Battezzati nell'Amore del Padre! Raffaele: Dovremmo migliorare? Parecchio? Gesù: Dovete aspettare i Tempi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Mi è venuta fame! Non è che la salsiccia Me la dai piccante? Raffaele: Eccomi! Gesù: Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: È buono il paninello, bello di papà, Io lo mangio con la salsiccia, tu ne vuoi? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia! Gesù: Mi fa compagnia! No, non si divide il tre! Eccomi! Raffaele: Gesù, posso, o la faccio dopo la domanda? Gesù: No parla, Io posso rispondere anche mentre mangio! Don Vincenzo:C'è mai stata l'Ultima Cena e se no, perché l'hanno resa importante? Gesù: Se sono Vivo la Cena è Continua, non è l'Ultima Cena! Gli ho detto cosa dovevano fare, ma sono andati via! Quando ho preso il Sangue e il Cibo non ho detto che era l'Ultima perché gli ho detto che rimanevo sempre con loro! Quando ogni volta che si rimaneva al Banchetto c'ero sempre con loro............... ma loro sono andati via......... e dopo hanno studiato cosa fare.........! Io non ho indossato gli abiti che indossano loro, avevo la Tunica, il Vestito che porto ancora! Non ho detto di preparare case d'oro e non ho detto di cacciare fuori nessuno! Il Banchetto è pronto per tutti e non ho scartato nessuno! Raffaele: Gesù, quindi, il quadro serviva per dare risalto agli apostoli che erano vicini a Te e avevano il Potere............ aveva questo significato? Gesù: Solo il Padre ha l'Amore......... non ha il Potere ma ha l'Amore! E quando si Ama si è Innamorati e vengono i Doni di Dio! Non li chiamo Miracoli: i Doni di Dio! E il Pane che si Spezza diventa Amore Pieno e fa Ardere i cuori e, quando i cuori Ardono, il Padre Opera e chi non Vede si Accende nel Suo Amore! Il Miracolo Vivo in mezzo a voi è Dio che si Dona e fa di ognuno di voi un Miracolo Vivo! Raffaele: Oggi mi sentivo un po' circondato, Gesù! Gesù: L'hai dimenticata la Destra? Usala! Raffaele: Eccomi! Posso? Dobbiamo accelerare per le Capanne? Gesù: È da sempre che vi stiamo dicendo di preparare le Capanne...... ma Io non conosco i Tempi..................! Raffaele: Sei all'oscuro di tutto? Ma Tu Sei la Luce...... e Sai Tutto perchè sei Dio! Gesù: Quanti Dio avete? Don Vincenzo: Uno solo! Gesù: E se ne avete Uno Solo, gli altri chi sono? Chi sono? Teresa: Inventati! Raffaele: Gesù, se ti ho stancato, smetto! Gesù: Non Mi hai stancato! Raffaele: Perché sono così accaniti contro la Croce? Sono troppo accaniti contro la Croce, sono esageratamente contrari alla Croce! Gesù: La Croce è l'Amore Infinito del Padre, è l'Eccomi di Maria! Mi hanno scartato! La Croce ancora è un Segno di chi ha fatto del male! Ma la Croce che ho Abbracciato Io Ha Svettato, Ha Vinto la Morte e vi Ha Donato la Vita Eterna! Per coloro che dicono che è male, è rimasto il Segno di chi è un assassino, di chi ha tradito, di chi ha promesso di liberare e non ha liberato! Io vi ho fatti: "Figli", ma i Figli non hanno riconosciuto il Padre e non Lo riconoscono ancora e non riconoscono i Tempi in cui il Padre parla! Dicono: "Come possiamo inginocchiarci dinanzi ad una creatura che ci dice di essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto? E tutto quello che abbiamo?" A buon intenditore, poche parole! Raffaele: Ma sono tutti Figli di Dio? Gesù: Eccomi! Raffaele: In mezzo a questi, i Capi erano quelli che seguivano Gabriele, l'ex diavolo convertito? Gesù: No, camminavano per le loro vie! Se avessero seguito Gabriele sarebbero tornati a Casa! ..................Ma il veleno è rimasto! Raffaele: Eccomi, sta tutto lì? <Raffaele mima una Cupola> Gesù: Eccomi! Ma Io sono venuto per smantellare e ciò che è lì viene smantellato! Ma voi pregate per il Legno Affondato e pregate per tutti i Figli Ministri! Raffaele: L'ultima domanda, Gesù! Gesù: L'ultima! Raffaele: Come si fa ad essere così bravi da far parlare Te invece di noi? Noi dovremmo essere bravi a poter usare le Tue Parole per non usare la nostra mente e quindi il cuore............ ma come si può migliorare? Gesù: "Padre Nostro-Ave Maria!" Raffaele: Ma potremmo? Gesù: Eccomi! Vi è stato detto dal Padre e ciò che dice il Padre è Verità Tutta Intera! Raffaele: E per avere il riscontro, ci devono tirare le pietre? Cioè, se è giusto quello che diciamo............ e quelli che affrontiamo non sono d'accordo con noi? Gesù: Voi dovete solo pregare, non dovete affrontare nessuno! Nel silenzio! Quando dovete parlare vi fa parlare il Padre e con la Destra vi fa combattere e lo Strumento vi porta con la Sua Schiera a combattere! Noi siamo Vivi, siamo in mezzo a voi, non siamo morti! Dio è Eterno e non muore e, se tutti i Figli che donano la mano sono in mezzo a voi, non sono morti, ma Vivi al Banchetto! Raffaele: Gesù, c'è il riposo, si riposa, si dorme? Gesù: Eccomi! Adesso mangiamo al Banchetto del Padre, poi si fa un piccolo cammino e dopo si va a dormire! Riposate, vi alzate e lavorate e anche Noi riposiamo e lavoriamo! ...........................Nel sonno lavorate, ma riposate! Raffaele: Come facciamo, Gesù? Gesù: Come fa il Padre! .....................Ma ancora è un po' presto! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Giovanni ha fretta...... Don Vincenzo: .........Giovanni............ PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Sei sveglio? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Sei addormentato? Dov'è andato Giuseppe? <Si ride un po'> Raffaele: Ha visto l'acqua............ e si è allontanato per evitare di essere bagnato come Giovedì scorso......! Piccolo Giovanni: Poi vediamo........., mò beviamo il caffè...! Ne vuoi un altro goccino visto che non ne hai preso proprio? Don Vincenzo: Basta così ... Piccolo Giovanni: Prendi, prendi, te lo offro Io, Giovanni...! Mo' bevo il caffè, poi dopo... parliamo! Buono! ... ah! Ecco! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: Eccomi, bene? Cos'hai combinato? La vigna..., tutto l'orto, .........va tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Nicola: Sempre col Tuo Aiuto! Piccolo Giovanni: Eh, si... vengo...! Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato? Maria: Le fughe... Piccolo Giovanni: Le fughe............ e niente altro? Maria: Ho portato quelle cose a quella persona, su consiglio di Teresa! Abbiamo fatto bene? Piccolo Giovanni: Teré, tu che dici? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Dottoressa Teresuccia del Bambin Gesù...! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Cosa mi donate da mangiare? Voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? Cosa Mi donate da mangiare? No, no, non lo vuole il formaggio......... ma nel mangiare oggi la frittata che ha fatto la Cocciuta..., la frittata come era buona...! E no... eh, si uno di questo... così ci metto un po' di mortadella dentro! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! ...... Piccolo Giovanni: ... Eccomi! Tu la mortadella non la vuoi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Tu non parli un pochettino.................. e dopo parlo Io? Raffaele: Che gli dò a Maria? Piccolo Giovanni: Che gli diamo a Maria? Dottoressa che gli diamo a Maria? Teresa: L'abbracciamo! Piccolo Giovanni: L'abbracciamo? Allora se la dobbiamo abbracciare gli diamo un bel paninello..., poi una bella fetta di frittatina..., la carne no, perché la mangia sempre..., ma questa è diversa! Gli diamo una bella fettina..., non la mortadella... quella carne là... e poi gli prepari un altro piattino con una di questa e uno di quello... e quello grande con la ciliegia sopra e poi gli dai anche un goccino di caffè e un bicchiere d'acqua! Chiuso, l'abbiamo abbracciata! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Beh..., dimmi qualcosa tu... che Io bevo un goccio d'acqua! Bravo, adesso vuoi mangiare..., finisci di mangiare, figlio, così Io bevo un po' d'acqua e poi ti dico cosa voglio! Tu parla, dopo parlo Io! Prima voglio mangiare... si, questo! Tu lo vuoi uno di questi? Don Vincenzo: Che ci sta? Piccolo Giovanni: Assaggia e poi vedi! Questa non la mangio......... questi si! Raffaele:Pan di Spagna e frutti di bosco! Piccolo Giovanni: Eh, si! Raffaele: O preferisci il prosciutto? Don Vincenzo:Questi... e un po' di mortadella... Raffaele: Ora prepariamo il piatto! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: La vuoi questa? È buona! Don Vincenzo: Mo' lo prendiamo! Basta..., basta! Dopo la mangio! Piccolo Giovanni: Avevi fame? Non hai mangiato nulla? Mangia, mangia il Padre! Tu hai mangiato..., avete mangiato? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mangia..., mangia! ............Com'è gustoso mangiare il Padre...............! , mangiare il Padre è veramente gustoso! <Ora il Piccolo Giovanni si rivolge a Maria Elena che cerca di tenere sveglio Giuseppe> Tu non gli devi fare la ninna nanna ma tu gli devi fare: bommete! Prendi la bottiglia... ecco...! Eccomi! Don Vincenzo: Dicci Tu qualcosa, Giovanni... Piccolo Giovanni: Tu non parli? Devo parlare solo Io? Vuoi farmi una domandina tu? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Falla! Poi dopo parlo Io......... ho visto che la dottoressa stava lì che aspettava... Raffaele: Una sola domanda............ Piccolo Giovanni: Sì! Raffaele: Possiamo riconoscere i Servi Inutili? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Da cosa? Piccolo Giovanni: Da quando si rimane piccoli e poveri, da quando si rimane nella Famiglia, da quando si rimane fratelli, da quando si rimane nell'Amore, da quando si rimane tutti uniti riconoscete i Servi Inutili...... Raffaele: Ce ne sono tanti, Giovanni? Piccolo Giovanni: Eccomi, in mezzo a voi e non potete contarli.........! Raffaele: E di quelli che incontriamo tutti i giorni, ce ne sono? Piccolo Giovanni: Anche ce ne sono! Raffaele: Ma loro non lo sanno? O lo sanno? Piccolo Giovanni: Quando si lavora nella Vigna, si è a conoscenza di dove si lavora, ma dovete aspettare i Tempi! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai da dirmi? Raffaele: Dobbiamo preparare il Miscuglietto? Piccolo Giovanni: Eccomi! Così parli Tu un poco! Io quello che vi dovevo dire ve l'ho detto e quello che ho detto non si deve scrivere! Ora parla tu un pochettino! E dopo aver bevuto il Miscuglietto vi lascio a Gesù e Io vi Saluto e poi vi Saluta anche Gesù! Don Vincenzo: Ma poi di settimana in settimana ci dirai altre Cose? Piccolo Giovanni: Eccomi! Ve l'ho detto che giovedì dopo giovedì vi sarà detto tutto, non dovete temere! ...Ma tu devi parlare... che c'è, Nico', tutto a posto? Nicoletto: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che c'è, Mari', tutto a posto? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tere', sei più tranquilla? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ora parla! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non dovete essere tristi di tutto ciò che vi stiamo dicendo! Vi avevamo detto che nei Tempi vi sarebbe stata detta tutta la Verità Intera! Don Vincenzo: Giova'! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Di giovedì in giovedì Tu ci guiderai fino al Giorno della Festa della Madonna a Ferragosto......... quindi questa Bevanda ha una funzione importante? Piccolo Giovanni: Eccomi! Dovete ricordarvi il giovedì da scegliere e ciò che si deve fare quando ci sarà la Festa della Mamma! Poi lo leggerai! ...Vi siete già dimenticati? Tutti: No! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Cin-cin!(*) ...Ah... buono!(*) Io sono Capriccioso, eh... che vuoi? Raffaele: Quello che stiamo continuando a fare, lo possiamo fare? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: È giusto? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Devo convincere la Cocciuta? Piccolo Giovanni: Dovete ascoltarla! Ascoltatela! Parlate con lei e poi ascoltate quello che lei vi dice! È il Padre che risponde! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi!(*) ...Che hai, Giova'? Don Vincenzo: Devo digerire! Piccolo Giovanni: Eh, hai bevuto il Miscuglietto... e adesso digerisci! Si! ...Cin-cin!(*) Dimmi qualcosa, Giova'! Don Vincenzo: All'inizio Gesù ci ha parlato del Padre... Piccolo Giovanni: ...Si, ma quello che dice Lui, poi non lo posso ripetere Io! Quando parla Gesù Io non posso né togliere e né aggiungere! ...Vi dico ancora una volta: vigilate perché il veleno avanza ed anche i falsi profeti avanzano, e voi potete combatterli facendo il Segno di Croce nel silenzio! Tu, li puoi combattere facendo così oppure abbassando la mano, ed anche lo Strumento, ma i Tempi che verranno saranno pesanti, e non solo per la Cupola, ma anche per i Grandi del mondo! Pregate ancora! Non dimenticate "Ave Maria" e "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Padre Nostro"! E più avanti Maria vi insegnerà le parole che ha detto quando il Padre l'ha chiamata nel dire "sarai Mamma"! ...Vi lascio ancora il Filicino in mezzo a voi e alla Destra del Padre! Vi indico ancora la Via Fatta di Spine da Maria, dove c'è il Pane Tutto Intero, dove potete prenderLo, mangiarLo, SpezzarLo e donarLo! Rimanete sempre Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, così tutti siete invitati al Banchetto del Padre...... così come sono invitate le Spose... e lo Strumento ne sta portando tante, ma in molti rimangono ad aspettare e a non donare la mano! Pregate, figli! <Ora si rivolge al piccolo Antonio> ...Cosa vedi nei Miei Occhi?(*) Cosa vedi nei Miei Occhi?(*) <Antonio dall'emozione non riesce neanche a parlare e fissa intensamente gli Occhi di Giovanni> Parla, figlio, non temere!(*) ...Non stai sbagliando, di' quello che stai vedendo!(*) ...Parla, figlio!(*) ...Ho scelto te per far dire ciò che vedi!(*) ...Di' solo una parola!(*) Antonio: Amore! Piccolo Giovanni: , il resto ti è difficile dirlo! Mi basta questo! Antonio: Eccomi!(*) Piccolo Giovanni: ...Ora fermati sennò Mi cadi per terra! ...Fatelo sedere e dategli da bere! Quello che ha visto lo dirà a suo tempo! ...Ora vi lascio il Filo e dono ad ognuno di voi la Forza di Combattere!(*) Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Ehi, aspettate che asciugo gli Occhi a Giovanni!(*) ...Ecco! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora, cosa vi ha raccontato Giovanni? Don Vincenzo: Ci ha raccontato che ogni giovedì ci parlerà, ci guiderà, e il giorno di Ferragosto, nella Festa della Madonna ci dirà ancora di più............! Gesù: ...Anche Io vi parlerò e vi guiderò! Adesso tu saluta con l'Albero Verde, ed Io vi Spalanco il Mio Cuore! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici e su tutti quelli che si sono uniti questa sera con noi nella Preghiera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni, sei emozionato? ...Li stai preparando come tutti gli altri figli!(*) ...Dona a ciascuno di noi i Tuoi Occhi...!(*) ...Giovanni, Gesù mi ha donato un po' di Giorni per mantenere quel Flagello Enorme(*)... Tu non puoi fare niente?(*) ...Posso tenerlo solo un po' di Giorni e dopo devo consegnarlo! ...Se parli un po' Tu...!(*) ...So che tutto deve avvenire perché i Tempi sono tutti scesi, ma i Gradini li abbiamo fermati per un po'... per un po' che Tu sai! ...Altre Feste si stanno preparando! ...Voi, dove ci sono tutte le Spose... noi, Servi Inutili, Piccoli Giovanni sempre più Piccoli e Stracci Stracciati all'Ultimo Posto nel Fare la Volontà del Padre! ...Giovanni, aiutami a portare i Figli ancora sulle spalle! ...Eccomi, Giovanni! Eccomi ancora per l'Eternità! ...Ci vediamo dopo! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, mi servono ancora Giorni perché il lavoro da fare è grande!(*) ...Donameli ancora... Ti chiedo solo questo e niente altro, ma sia fatta la Tua e non la mia Volontà!(*) Il Padre:Ciò che chiedi e fai, non è la tua Volontà, ma la Mia, perché Io Vivo in Te e tu vivi dentro di Me da sempre, Figlia Mia! Giulia: Eccomi, Papà!(*) ...Eccomi!(*) ...E visto che siere Tutti al Banchetto ed anche noi siamo al Banchetto che ci hai donato, salutiamo i Cari, i Pargoli e tutti i Servi Inutili!(*) ...Mamma, eccomi per il Regalo! ...Eccomi per gli Auguri! Eccomi per la Festa che avete preparato!(*) ...Ma ora c'è da Lavorare perché ci sono un po' di Spose, e dopo dobbiamo uscire a prenderne altre e a combattere! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo, Servi Inutili...!

 

 

 

 

 

6. Giov. 29/05/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! GESÙ: Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel Principio ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen!(*) <Gesù è in Silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Fa Scendere la Sua Benedizione> Il Silenzio della Croce Porto nei Cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...E il Silenzio della Croce Lascio Scendere dove c'è il buio, dove non c'è l'Amore, dove vengo cacciato fuori, dove vengo scartato, dove vengo deriso, dove vengo sputato! E ancora lì Porto il Silenzio della Croce per Abbracciare ancora, per Amare ancora e per Unire ancora il Gregge Smarrito, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Figli del Banchetto che è Dio! Figli del Pane che si Spezza, attimo dopo attimo, per Amore! Non Mi vendo, Mi Dono e non Mi lascio comprare e ancora per Amore Mi Dono, Figli Miei! .........Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Cos'hai fatto al Filo? Giulia: Niente, non l'ho slegato! Il Fiocco l'hai fatto Tu e si è slegato da solo, e visto che c'era un po' di bisogno...............! Tu lo sai, io non riesco a legarlo, devi farlo Tu! Gesù, i Rotoli sono rimasti lì, non si sono aperti ma mi sono arrabbiata un po' e si è aperto: c'era da lavorare di più! Gesù, se Tu vuoi, legalo......... si è aperto da solo......! Gesù: Lo so che non l'hai slegato... Giulia: Tu lo sai, non posso dirTi una bugia! Vedi, c'è stato un po' di lavoro in più e... Gesù, puoi legarlo se lo vuoi! Gesù: Lo Voglio! Giulia: Eccomi, Legalo! "Eccomi ancora per l'Eternità!" Quando si slega è perché vede il Lavoro più grande...! Gesù: Tu ne chiedi sempre di più...! Giulia: Le Capanne si devono Preparare e il Lavoro cresce! Ed Eccomi pronta a preparare ogni cosa: le Cose del Padre! L'umanità ancora è sorda e cieca: Gesù, donatemi la costanza e la forza! Io rimango poggiata sul Legno della Croce, Tu, Gesù, lascia entrare ed uscire i Chiodi, così io posso prendere forza ancora di più! Il Nocciolo Scorticato usalo come vuoi! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Anima Mia! Gesù: ORA GUARDA.........! Giulia: Eccomi, Gesù! Quel Flagello che mi hai lasciato tenere è caduto, me l'hai lasciato per un po'...! Qualcuno ha donato la mano, altri si sono fermati! Quello che vedo deve cadere, lo so, e non posso più chiedere regali, Gesù! Gesù: DI' QUELLO CHE VEDI.........! Giulia: Eccomi! Vedo una Pioggia di Fuoco..., scende come latte..., tutta unita, ma non è latte, è Fuoco che distrugge! A guardare il Fuoco che scende ci sono degli uomini vestiti con l'abito rosso e il bastone in mano, ma non è fatto di Croce! Non portano il Tuo Amore! Vedo delle armi di guerra, camminano da sole e i figli sono tutti morti! Qualsiasi cosa trovano dinanzi viene schiacciata! Dietro alle armi, c'è un Fumo sul rosa, sul bianco e sul grigio che avvolge tutto! Tutto parte sempre dallo stesso luogo! Gesù, Maria è l'ultima Grazia e ha Donato le Grazie alla Bimba..., <L'ultima nata nel Cuore del Padre è Francesca......> .........Non posso tenerlo un po' anche questo? Poco poco? Anche meno degli altri, così è se mi fai andare a preparare qualcuno dei Figli... Gesù: Le Grazie scenderanno, ma ciò che stai vedendo, deve scendere! Giulia: Eccomi, Gesù! Vado ad Inzupparmi e a Bermi, questo posso farlo......... e anche a prendere la mano a chi la offre ancora! Eccomi, Gesù! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia, metto nel Tuo Cuore coloro che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore i nemici, metto nel Tuo Cuore coloro che pensano di farci del male ma dinanzi al Tuo Amore il male diventa polvere e vola via! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai Donato, metto nel Tuo Cuore il mio niente, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli, metto nel Tuo Cuore l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, metto nel tuo Cuore i Sussurri e LavaLi col Tuo Amore! Te li consegno e accoglieteci ancora così come siamo, Gesù! Gesù: Non stai versando il tuo Sangue? Giulia: Eccomi, Serva Inutile nel Fare le Cose del Padre! Straccio Stracciato per l'Eternità, Gesù! Gesù: ORA GUARDA ANCORA.........! Giulia: I Sigilli! .........Questi posso Berli tutti quanti! Com'è grande la mia gioia e com'è grande la mia Sete! Gesù: Ti accendi della Luce del Padre quando vedi ciò che puoi Bere.........! Giulia: Sono Sette..., Sette..., Sette..., Sette..., con altri Cinquanta Sette...... ma posso berli tutti......? Gesù: Hai Guardato Bene? Giulia: Eccomi, Gesù, ho guardato! Berrò un sorsetto alla volta... ma come sempre lo Bevo tutto in una volta! .........Lo devo dire ancora? Gesù: Dillo! Giulia: Poco poco o tutto quanto? Gesù..., non lo diciamo! Gesù: Di' che c'è un albero che non viene da Dio, ma le radici hanno avvolto l'umanità intera! Giulia: Tanto lo posso bere perchè le radici che hanno avvolto l'umanità intera vengono sradicate nel Berlo... e il resto non lo diciamo! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù, posso andare subito subito a Bere ciò che sto vedendo? <Si sente un rombo di aerei......... Gesù alza la Destra e Benedice.........> Gesù: Vai, Anima Mia! Giulia: Allora, metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre, la Famiglia! Gesù: Tienila nella Vigna, tienila nell'Arca e tienila nei Remi! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi in mezzo a voi con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutte le Schiere, con tutti i Pargoli, con i Due Banchetti preparati dal Padre per le Spose e per Ognuno di Voi! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Gesù, al Padre ho chiesto ancora Giorni perchè c'è da Lavorare ancora...! DiglieLo anche Tu, me ne ha donati pochi di Giorni e se può donarmene ancora altri..., Parlate Voi Due......... poi quando vengo parliamo tutti quanti: Servi Inutili, Schiere, Pargoli, Tutti i Figli che stanno Lavorando, Tutte le Spose che sono Entrate! Che Amore Grande......... e la Tua Formichina Allarga ancora le Braccia: "Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù!" Gesù: Ed Eccomi ancora nel Donarti tutto quello che chiedi al Padre......... Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESU'-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Tu stai bene, e Io sto bene! Eccomi! E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E allora stiamo bene-male! Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: ! Eccomi! Don Vincenzo: C'è stato chiesto il Battesimo per Due Figli.........! Gesù: Alla fine Lo Facciamo! .........Ora Doniamoci: "tu ti Doni e Io Mi Dono, Io Mi Dono e tu ti Doni"! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Non hai niente da dirMi? ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Parla, Calice Vivente, perchè la tua voce è bella......... e Io e la Cocciuta abbiamo parlato un bel po'! Don Vincenzo: All'inizio c'è stata la mia meditazione e abbiamo toccato anche i tasti...... Gesù: ...Non si sono rotti? Don Vincenzo: No, abbiamo toccato tasti belli e abbiamo anche rimproverato un po' e abbiamo toccato anche tasti amari! Gesù: Tasti belli, tasti amari......... e non si sono rotti né quelli belli e né quelli amari? Don Vincenzo: No, è che non ancora ci rendiamo conto della Grazia che stiamo ricevendo, non solo, ma non ancora capiamo che tutto appartiene al Padre e che noi siamo solo Creature che Lui guida secondo la Sua Volontà Divina e allora dobbiamo vivere le Giornate con maggiore attenzione perché sono Giornate in cui Agisce il Padre continuamente.........! Gesù: , ma ha Donato anche a voi il compito di agire nel Preparare le Capanne! Don Vincenzo: E quindi questo Preparare le Capanne comporta proprio uno sforzo......... nel dire a tutti: ecco.........! Ma quello che Ti volevo chiedere, Gesù: queste Capanne poi come funzioneranno? Gesù: Come vuole il Padre............voi siate pronti e preparati! Don Vincenzo: C'è l'Intervento quindi di Dio? Gesù: C'è l'Intervento del Padre, c'è l'Intervento dello Strumento che è alla Destra del Padre............ è in mezzo a voi ma è alla Destra del Padre! Don Vincenzo: Ancora! Gesù: Ancora! Don Vincenzo: Vivere la Giornata come Dono del Padre è fondamentale, Gesù! Bisogna Vivere la Giornata attimo dopo attimo perchè è il Padre a GuidarLa......! Se durante la Giornata non troviamo gli spazi per la Preghiera, sono Giornate perse, perché sono Giornate come le vive il mondo! Invece noi non siamo del mondo e perciò dovremmo vivere la giornata trovando continuamente ed in qualsiasi situazione degli spazi di Preghiera e di Offerta.........! Gesù: , voi non siete del mondo ma siete nel Mondo dove ci sono tutte le Schiere del Padre, dove ci sono tutti i Servi Inutili, dove ci sono tutti i Pargoli, dove c'è il Giardino che è stato Pulito! L'altro giardino, quello del mondo, non si fa pulire! Lì lo Strumento aspetta come aspetta le Spose che danno la mano! Don Vincenzo: Gesù, insegnaci a "spezzettare" la Giornata in tante piccole parti, in tanti piccoli minuti e in tanti piccoli secondi......! Gesù: Per adesso vi sta portando lo Strumento perchè ancora voi non sapete "Spezzare"! Fate dei piccoli passi ma poi vi tuffate di nuovo nelle cose del mondo! Io parlo a voi e parlo all'Umanità Intera, ma ora sto parlando alla Famiglia: dovete amare il Padre, dovete imparare ad amarvi! Ancora non l'avete imparato! Don Vincenzo: Dobbiamo imparare a cercare il Padre e a trovarLo, perché sta qui, nel nostro cuore ed è vicino a noi perchè è dentro di noi con il Suo Soffio Divino! Gesù: Ma non avete imparato ad amarvi, non avete imparato ad usare Carità, non avete ancora capito che siete nella Vigna, che siete nell'Arca e il Padre vi sta chiedendo di Preparare le Capanne! Come ha detto lo Strumento: "io posso andare ad aiutare ma non ho la Chiave per aprire!" La Chiave c'è l'ha, ma deve avere l'Ordine del Padre e lei è all'Ubbidienza! Lei Tocca il Cuore del Padre, ma l'Ultima Parola è quella del Padre! Tutti vanno di qua e di là, adesso finisce il Mese di Maria venduta e comprata e inizieranno col Mio Mese, venduto e comprato e gettato via come gettano via la Croce! , la Croce viene consegnata per portarLa......... ma voi non potete neanche immaginare dove viene gettata, calpestata e sputata! .........Pregate ancora: "Ave Maria-Padre Nostro, Ave Maria-Padre Nostro" per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e pregate per il Legno che è Affondato, Figli Miei! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E allora se state tutti bene-male, ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora? Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù lo guarda a lungo e dice:> Ecco! Ecco la Vita Eterna! Ecco l'Amore Pieno! Ecco il Mio Sangue Versato per ognuno di voi per chiamarvi: "Figli", per Portarvi al Banchetto Nuziale del Padre, per Consegnare ad ognuno di voi la Nuova Chiesa! Ecco l'Amore Vivo in mezzo a voi! <Gesù Beve un po' e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane e Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo e poi ''innalza'' il Pane e dice:> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne! Vivo per Vivere in ognuno di voi, Figli Miei! ...Ora Doniamoci! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne! Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto con le Braccia Alzate in Crocifissione e poi in Offerta con pollice e indice della mano sinistra uniti e con la Destra alzata nel Segno Trinitario. Nel cielo si sente da un bel po' il rombo di molti aerei! Stasera in due ricevono il Battesimo dal Calice Vivente e Gesù, rimanendo seduto, ''impone le Mani''!> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Sì è Risorta e Tu Sei la Pasqua, Gesù! Gesù: Quella che vivete attimo dopo attimo quando vi amate e rimanete un'Unica Famiglia! Don Vincenzo: Questo dobbiamo fare, Gesù: amarci l'un l'altro! Gesù: Così com'è da sempre l'Amore del Padre! Don Vincenzo: Questa deve essere la Giornata di un Cristiano: Amare, amare il Padre, amare Te, amarci fra di noi! Gesù: Amarvi per amare! Don Vincenzo: Dobbiamo imparare proprio questo! È Gesù: È il "Grido" di Giovanni da sempre, è il "Grido" dello Strumento da sempre, è il "Grido" del Calice Vivente da sempre! .........Tienilo, servirà! <Raffaele conserva il tovagliolino con cui il Calice Vivente ha asciugato le dita dopo aver Donato il Battesimo del Sangue> Ecco il Banchetto del Padre: il Padre è pronto, prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Prendiamo parte del Suo Amore e al Suo Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Prendiamo parte del Banchetto del Padre così com'è il Padre che è pronto a Donarsi per ognuno dei Figli! Cibo e Bevanda per ognuno di voi! Ma lo Strumento ha già finito di Bere e va a donare la mano, porta il Cibo e la Bevanda per far Festa, per far conoscere ed amare il Suo Gesù, che non si vende e non si compra, ma si dona per Amore! Ecco Dio pronto per ognuno di voi, lo Sposo pronto per amare le Proprie Spose, pronto per gioire con le Proprie Spose e crescere nell'Amore! <Come al solito Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Ecco la sintesi: Amarci sempre di più, Amarsi sempre di più e Amare il Padre rimanendo nel Suo Amore! Gesù: Rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca e Preparate le Capanne nell'Amore, uniti nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto, Figli! Eccomi! Mangiamo del Nuovo uniti a tutti i Servi Inutili, a tutte le Spose, a tutte le Schiere, a tutti i Pargoli, Vivi e Reali in mezzo a voi! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: State male-bene? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, forse non stiamo più bene che male ma forse stiamo più male che bene perchè non c'è l'Amore per il Padre che è fondamentale e basilare.........! Ognuno di noi dovrebbe riempirsi di questo Amore per il Padre che Tu ci proponi e allora sicuramente staremmo più bene che male se questo Amore del Padre ci ricoprisse, ci arrichisse, ci riempisse e desse senso ad ogni secondo della nostra Vita.........! Questo è il Banchetto dell'Amore! E se le nostre Giornate saranno piene di questo Banchetto d'Amore, allora sì che sorrideremmo pieni di gioia! Gesù: Lo Strumento Mi sta bussando al cuore chiedendo: "togliamo il Banchetto perchè viene calpestato! Togliamo il Banchetto perchè non viene amato! Togliamo il Banchetto perchè viene preso come le cose del mondo!" Dio è Padre Buono, Dio si fa Cibo e si Dona nella Misura Giusta! ...............Ma poi guarda i Figli e dice ancora: "Padre, non hanno capito, donami ancora Giorni.........!" E il Padre risponde: "Eccomi!" ............Vai, non temere! <A Raffaele> ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Non hai nessuno da visitare, Dottoressa? Teresa: Eccomi! Gesù: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: "Eccomi sì"! Gesù: E vai! ...Sei stato tu a mandare il rumore nelle nuvole? Mario: No! Gesù: I tuoi Pargoli, i vostri Pargoli, sapete cosa stanno facendo? Si deve preparare una Torta grande-grande e ci sono di tutte le età e hanno preso i più piccolini, quelli che la Cocciuta ha preso, e li hanno messi dentro così............ ed essendo piccoli Impastano nella pasta e così stanno facendo la Torta grande-grande per il Giorno della Bevanda! Ma sono un po' tristi, non per voi, sono tristi: quando sarà bevuta la Bevanda poi inizieranno gli Altri Tempi e vedono tanti pargoli che vengono e viene fatto del male e loro non possono raccogliere il sangue, ma vedono lo Strumento alla Destra del Padre e in mezzo a voi che va a raccogliere il sangue! E quando lei va a raccogliere il sangue dei pargoli piange un po' e le lacrime diventano di sangue e si unisce con il sangue loro, ma non lo fa cadere sulla terra, lo raccoglie! E loro vanno ad accarezzarla e, accarezzando le mandano carezze su di voi e sull'Umanità Intera! Più avanti parleranno! Ora hanno tuffato un'altra piccolina dentro e Impastano tutti quanti! <Mandano baci> E non gli hai dato niente? Raffaele: Gli ho dato un antipastino! Gesù: E ciao! ...Parla tu un po'! L'hai visitato l'ammalato, sta bene? Teresa: Insomma! Gesù: Eccomi! ..."Il niente"... Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: "Il niente!" Eh, eh! Parla un po', Calice Vivente, dopo parlo Io! Don Vincenzo: Gesù, la Giornata di ogni Vero Figlio di Dio acquista valore e acquista splendore se l'arricchiamo continuamente di Atti d'Amore! Il Padre abita nel nostro cuore e ogni volta che Lui ci Dona il Risveglio sentiamo la Sua Presenza attraverso il Suo Soffio Divino e questo deve rallegrarci perchè riceviamo in dono un'altra Giornata per Amare sempre più Tutto e Tutti! Gesù: Il Padre Vive nei nostri cuori ma vive anche in mezzo a voi essendo nel Giardino Pulito, con tutti i Servi Inutili, con tutte le Spose, con tutti i Pargoli, con tutte le Schiere pronte! Le Schiere stanno combattendo e il Combattimento è per la Capanna! Il veleno lo sta Bevendo lo Strumento! Dio vive in mezzo a voi per Donare tutto il Suo Amore e per farvi diventare Amore, Amore Crescente com'è Crescente il Lievito di Dio che non finisce............ ma è sempre più Crescente! Raffaele: Gesù, qual'è l'errore che non bisogna commettere: bisogna stare in silenzio? Gesù: Quando c'è da parlare ve lo faccio sentire Io! Quando c'è da stare zitti ve lo faccio sentire Io, non preoccuparti! Lo Strumento quando deve parlare parla, quando non può parlare dice: "il Padre non mi ha detto di dirlo!" Ma voi lo sentite nel cuore, lei lo conosce!(*) PICCOLO GIOVANNI: Eccomi... Don Vincenzo: Giovanni...... Piccolo Giovanni: ...Con la Croce e con il Pane! <Giovanni saluta con la Croce e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Ehi... siete vivi? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete vivi o morti? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: State bene o male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo vuoi un po' di caffeuccio? Don Vincenzo: Eccomi, un goccio! Piccolo Giovanni: Eccomi...! Poi Arrivo a voi, Capanna Mia...! Ne vuoi ancora un goccio? Bevo Io? Il profumo è buono... mò vediamo il sapore..., è buono anche il sapore! Dopo ci salutiamo... mo' Mi gusto il caffè: chi lo vuole e se lo va a prendere! Il Mio non lo do' più a nessuno! Ecco... ehi, state tutti bene e male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Teré! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dottore'..., come stiamo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Teresa: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: ...Mari'!     Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che hai combinato? Maria: Hai guidato Tu? Si è visto chiaramente...... non ho fatto neanche un sorpasso! Piccolo Giovanni: No, non parlavo della guida, è andata bene......! Maria: Nicoletto ha detto che si deve prendere la compressa per l'ulcera... <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: ...Maria! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato? Maria: Ho ascoltato qualcosa di registrato..., c'era anche la Tua Voce... Piccolo Giovanni: ... domani piove...! Cos'hai combinato? Maria: Ho avuto anche una bella lavata di capo...! Piccolo Giovanni: Ti hanno fatto lo shampoo? Maria: Eh! Piccolo Giovanni: Chi te l'ha fatto? Maria: La Cocciuta! Piccolo Giovanni: Quello è andato bene..., cos'hai combinato ancora? <Si rivolge a Nicola> Quando Me lo portavo dietro lo facevo anche benedire..., perciò ha alzato la mano adesso! "Benedici tu, tanto non lo sa nessuno se sei un prete o un monaco...!" Me lo portavo dietro! Mo' cos'hai combinato? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no" ? Nicola: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Che hai combinato allora? E Maria, cos'ha combinato? Tu lo vuoi sapere? Chiedilo a loro cos'hanno combinato...! ...Mari! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cos'hai combinato? Maria: Giovanni, io non me lo ricordo proprio... Piccolo Giovanni: Eh, si! Dottoressa, cosa abbiamo combinato in questi giorni? Di tutto di più? E ancora ce n'è da fare..., e va bene...Don Vincenzo: Passiamoci sopra...! Piccolo Giovanni: Io sì, la Cocciuta no! E nemmeno Io ci passo sopra! Poi vado a trovarli a quei due! A lei l'ho già trovata..., ci siamo visti...! <Si ride un po'> Che Mi donate da mangiare? Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Più male che bene? No..., un pezzo di pizza..., cosa c'è lì sopra? Eccomi! E ne vuoi, sì o no? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quello non lo vuole un pezzo di pizza, quello vuole tutto il vassoio! Don Vincenzo: No, solo un pezzo! Piccolo Giovanni: Allora..., Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: L'orto cresce bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma... Mi hai sentito quando sono venuto? Nicola: Stamattina mi hai aiutato Tu? Ti sentivo proprio vicino! Piccolo Giovanni: Per aiutarti dovevo essere lì vicino, se Mi mettevo un po' più lontano non ti aiutavo......Nicola: Io Ti sento sempre, però ci sono dei momenti che sei proprio vicinissimo! Piccolo Giovanni: E non Mi vedi? Io ti vedo! Nicola: Anch'io Ti vedo! Raffaele: A Maria che gli diamo? Piccolo Giovanni: A Maria? Ha una fame......! Ma il barattolino dove l'hai messo? Maria: L'ho visto, ma non l'ho toccato, l'ho conservato e ho pensato a Te...... perchè avevo dei pensieri cattivi! Piccolo Giovanni: Tu ci credi? <Si ride un po'> Neanche Io! Allora, vediamo... no troppo piccolo, uno di questi..., prima prepariamo il dolce, uno di quelli, poi quello..., bravo! Poi... no, quello... ecco! E questo è il dolce! Mo' facciamo... trova un bel paninello grande grande..., si! Dopo ci mettiamo tre pezzetti di formaggio..., Mi sa che devi prendere un piatto grande e un pezzo di pizza! Va bene così? ...E poi un goccettino di caffè..., il vino no! ...E dopo, un bel bicchiere d'acqua va bene? Teresa: Sono d'accordo con Te! Piccolo Giovanni: Adesso salta fino al tetto! Parla un po' tu...Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E poi inizio Io! Tu hai finito di mangiare? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E adesso parla! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io voglio prima il dolce..., ho preso il caffè e il dolce niente? No, questi no, mo' vediamo, voglio questi... tu ne vuoi? Io voglio questo..., tu vuoi questo? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che ci devo fare con questo? Tieni..., è Mio! Ora puoi parlare! Così ragioniamo meglio...! ...Mari! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai finito di mangiare? Maria: Vado al rallentatore, perché non sono più abituata...! Piccolo Giovanni: È buona? Maria: Sì, molto! Eccomi! Piccolo Giovanni: Ne vuoi ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Bella faccia tosta...Maria: Eccomi... e quello che vuoi Tu, io Ti dico! <Si ride un po'> Raffaele: È stata diplomatica..., delicata! Piccolo Giovanni: Che gli mandiamo? La facciamo mangiare? E allora gli mandiamo un po' di frutta..., gli mandiamo un po' di ciliegie, ma lei sta dicendo: "mandatemi un altro dolce...!" No, questo come il Mio... eh, no, quello con la fragola no..., va bene così! Ma voi avete mangiato? Mario e Maria Elena: Sì! Piccolo Giovanni: Siete sicuri? Tu ti stai mangiando il dito, non ti hanno dato niente.? <Rivolto a Chiara> Ehi, vai da tutte le Bimbe e portagli i cuoricini! Raffaele: Sono tutte anoressiche, Giovanni... Eh... Eh... Eh... Piccolo Giovanni: Eh, si, devono combattere! ...E ci mettiamo anche lei come bimba! ...E poi passa da tutte le altre bimbe! ...Allora, chiedimi qualcosa tu! Don Vincenzo: Quanto bene di Dio! Piccolo Giovanni: Si, questo lo sappiamo già! Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Che bella la giornata quando la si vive in comunione col Padre! Dobbiamo sempre più fare comunione con Lui! Piccolo Giovanni: Si, ma adesso puoi chiedermi qualche altra cosa... già lo siamo in comunione perché abbiamo mangiato! Mangeremo ancora ricordandoci che mangiamo il Padre! ...Dimmi qualche altra parolina! Don Vincenzo: Mangiando il Padre manifestiamo sempre più che Lui è il Creatore e noi siamo le Sue Creature, e quindi in ogni Creatura c'è Dio, c'è la Sua Paternità! Piccolo Giovanni: ...Cin-cin! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Il profumo è buono e mò vediamo anche il sapore! ...Ah, buono! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sei sazia? Maria: Si! Piccolo Giovanni: E non vorresti più niente? Maria: Eccomi! Ma ancora devo finire, però! Piccolo Giovanni: Si, quando finisci poi fatti un giro! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Che dici, la facciamo mangiare un poco? Teresa: Eccomi! <Poi Giovanni si rivolge a Elena> Piccolo Giovanni: Cosa vedi nei Miei Occhi tu?(*) ...Cosa vedi nei Miei Occhi? ...Parla!(*) ...Uno alla volta, non vi preoccupate!(*) ...Muoviti che poi Me ne devo andare!(*) Elena: Ehm...!(*) Piccolo Giovanni: Cosa vedi nei Miei Occhi?(*) ...Parla, perché stai vedendo!(*) ...E non fate così: se vi dono i Miei Occhi lo faccio perché parliate, non per stringere il nodo alla gola!(*) <Elena nonostante i solleciti non riesce a parlare> Cosa vedi nei Miei Occhi?(*) ...Dai, dillo!(*) ...Pur se sta vedendo non vuole parlare! ...E tu cosa vedi nei Miei Occhi? Don Vincenzo: Due Fari! ...Una foglia... una pianta... due piante, una bianca e una verde di colore bianco! Poi ancora a sinistra, un'altra pianta... e anche dei fiori... che bello, Giovanni, hai gli Occhi pieni di Fiori... quattro perle tutte ramificate! Piccolo Giovanni: E sai cosa vedo Io nei tuoi occhi? Don Vincenzo: Dimmelo! Piccolo Giovanni: Essendo Calice Vivente vedo il Calice Traboccante! Vedo Maria con la Schiera attraversare i tuoi occhi, perché Maria passa attraverso i Calici essendo l'Ultima Grazia e l'Unica Chiesa... e dopo vedo il Solco! Don Vincenzo: Dobbiamo completarLo il Solco! Piccolo Giovanni: Ne manca una piccola parte! Tu vedi gli alberi e le perle, Io invece vedo il Calice Traboccante e le Schiere! Don Vincenzo: Che bello! Piccolo Giovanni: Vedo anche le lacrime che scenderanno nel Giorno che si aprirà il Sole! Don Vincenzo: Nel Giorno che si aprirà il Sole, scenderanno le lacrime? Le lacrime di tanti che piangeranno di gioia? Piccolo Giovanni: Si, ma anche lacrime di dolore nel vedere i figli... Don Vincenzo: ...Pietrificati perché non hanno creduto...? Piccolo Giovanni: ...Ora però ti lascio a Gesù! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Vi lascio il Filicino in mezzo a voi e alla Destra del Padre! <Giovanni schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Gesù... Benvenuto...... Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! ...Come state? Tutti: Eccomi! Gesù: Ma "Eccomi sì" o "Eccomi no"! Tutti: "Eccomi sì"! Gesù: State tutti bene? Tutti: Eccomi! Gesù: ...Allora.........! Don Vincenzo: Che bella sintesi quando Tu, Gesù, Saluti e vieni dicendo "con la Croce e con il Pane" perché in Queste Due Parole ci sta Tutto! Gesù: Si, "con la Croce e con il Pane"! <Gesù schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: "Croce e Pane", "Pane e Croce": che Sintesi Divina! Gesù: , in Queste Due Parole c'è proprio tutto! ...Tu ora Saluta con l'Albero Verde mentre Io vi Spalanco ancora il Mio Cuore! Don Vincenzo: Eccomi!(*) <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in questa notte, e sul mondo intero! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e lo Spirito Santo che è Maria! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: ...Giovanni...! ...Si, ci stiamo preparando alla Bevanda, ma come Tu sai i figli sono quelli che Tu mi hai lasciato! Tu sei voluto tornare a Casa ma sei sempre in mezzo a noi... e li sto guidando così come Tu mi dici di farlo e come mi dice Gesù, attimo dopo attimo! ...So che ci sarete tutti nel Giorno della Bevanda, ma aiutami! ...I Sigilli Li ho bevuti tutti quanti, tutti quelli che ho trovato... anche quelli che avevi preparato! ...Ed ora, visto che sei al Banchetto con le Spose arrivate, dopo vanne a preparare altri di Sigilli! ...Giovanni, quelle armi fammele bere! ...Ora accogliete le Spose che io vengo...! <Giulia schiocca un bacio> ...Ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Padre, perdona coloro che trafiggono il Tuo Cuore in questo istante!(*) ...Padre, mi poggio sul Tuo Cuore ma Ti chiedo ancora Giorni! Il Padre: Pregate per tutti i Figli Ministri e pregate per l'uomo che indossa l'Abito bianco, Figli del Mio Cuore! Giulia: Eccoci, Padre Buono! ...E visto che il Banchetto è pronto e ci sono tutte le Spose e i nostri Cari, li salutiamo aspettando il Giorno del Tuo Amore Pieno! ...Ciao, Spose! ...Ciao, Servi Inutili! ...Ciao, Pargoli! ...Ciao, Mamma! <Giulia schiocca un bacio>