LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 170

 

Messaggi Tramite Giulia

 

 

1. Giov. 06/11/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......Nel Calice del Mio Cuore Immergo ognuno di voi e l'umanità intera! E nellaMisericordia Infinita del Padre vi Benedico, figli...<Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Benedice col Segno della Croce> ... Con l'Amore Infinito del Mio Cuore di Figlio, di Fratello e di Amico! Oggi, in quest'istante, il Fuoco del Battesimo di Dio avvolge ognuno di voi e l'umanità sorda e cieca! Figli Miei, nell'Abbraccio Infinito della Croce siamo venuti in mezzo a voi uniti ai Due Banchetti, uniti al Cuore Spalancato di Dio ancora una volta, un altro Giorno nel vivere col Padre, col Figlio che Sono Io e con lo Spirito Santo che è Maria, Mamma del Cielo, Mamma della Terra, Mamma dell'Amore e Mamma del Dolore, Figli, Fratelli e Amici! ............Cocciuta Divina! Giulia:Eccomi, Gesù! .........Eccomi, Gesù, in tutto quello che prepari.........! Gesù: Eccomi! Giulia: Cosa stai facendo, Gesù?(*) Gesù, i Calici li ho bevuti tutti come sempre! Ce ne sono altri due da bere......! No, non li devi preparare, li Berrò così come sono! Ma Tu, Gesù, cosa stai facendo?(*) Cammini... E ogni passo che fai lasci le orme del Sangue! Gesù: Perché tu non le lasci? Giulia: È quello che il Padre mi ha chiesto di fare, ma ora Tu le stai lasciando sulla Via sconosciuta.........! Gesù: Guarda bene, Anima Mia.........!(*) Giulia: Qual'è la Via, Gesù?(*) Non posso raccoglierLo io il Sangue della Via sconosciuta? Gesù, posso fare anche questo se Tu mi dici di sì......... e se mi doni l'Eccomi e il Tuo Sangue......! Ma viene calpestato e non viene accolto e viene spazzato via! Gesù: Lascia che sia così, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Raccoglilo tu il Sangue! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Porta i figli sulle tue spalle, nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! Giulia:Eccomi, Gesù! .........Eccomi nell'aver Bevuto tutto! È giusto fare così..., è giusto invitare i figli a pregare......... e ai Flagelli ci penso io nel silenzio, attimo dopo attimo.........! È giusto non fare ascoltare il Veleno! È giusto non far ascoltare i Falsi Profeti! Bevo i Calici gioiosa di poter rimanere ai Piedi della Croce, Gesù! E avendoLi Bevuti, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato e mi doni attimo dopo attimo e metto nel Tuo Cuore tutti i Figli e tutti i Sussurri dei cuori che ho raccolto: Te li consegno anche se Tu già li conosci! Gesù: ......E per Volere del Padre li conosci anche tu......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che porta l 'Abito Bianco, metto il mio niente della Giornata: Gesù, la mia mamma Serafina ci abita da sempre..., è bella la Festa..., ma Eccomi per tutto quello che farà ancora.........! Gesù: Eccomi, Anima Mia! .........GUARDA ANCORA......... ma aggiungi ciò che vedi nel Vuoto dei Rotoli.........! Giulia: Eccomi, Gesù...! Gesù: Guarda bene ciò che è scritto.........!(*) Giulia: Eccomi! Gesù: Eccomi con i Due Banchetti! .........Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Due Giovanni, Eccomi con Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ... E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, come Stracci Stracciati nel Fare la Tua Volontà, nel Lavorare nella Vigna e nel Rimanere nell'Arca con i Remi! Eccoci! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Tu come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Stai bene? ...E voi state tutti... bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato>E allora state tutti bene-male! ...Tu cosa Mi dici? Don Vincenzo: Tante cose! Gesù: Tante cose? ...Sentiamo! Don Vincenzo: Soprattutto quando Tu, Gesù, Glorifichi il Padre... quando Ti sottometti al Padre... e diventi proprio una Comunione Perfetta col Padre......! Gesù: La Cocciuta dice: "Eccomi perché posso rimanere Straccio Stracciato ai Piedi della Croce!" Don Vincenzo: Eh, sì... ha questa Grazia Profondissima e Umilissima! Gesù: Eh, ... è Bella e Profonda... Bella e Sollevata da farla Brillare! ...Come l'Eccomi quando viene detto Pieno: Brilla e si Innalza! Don Vincenzo: E diventa Luminoso! Gesù: , se Brilla è Luminoso! ...Ma non dimenticate di pregare: "Ave Maria; Padre Nostro" ... e non dimenticate le Capanne... e non dimenticate di Rimanere nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! Don Vincenzo: Gesù ... "Ave Maria e Padre Nostro"... Gesù: "Padre Nostro; Ave Maria- Ave Maria; Padre Nostro"... Don Vincenzo: È la stessa cosa... sia che viene prima l'uno e poi l'altro! Gesù: Io e Mia Madre siamo sempre Uniti e non ci siamo mai separati... e così neanche voi dovete separarvi... e dovete rimanere Uniti! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Non Mi dici più niente? ...Dopo Ci Doniamo? Don Vincenzo: E come no......... sì che ci Doniamo! Gesù: Non hai un'altra parolina da dirMi? ...Hai detto che avevi tante tante cose da dire! Don Vincenzo: Tante tante... e soprattuto.........! Gesù: Tante... e poi le dici dopo... e soprattutto cosa? Don Vincenzo: Sempre su questo Amore che diventa sempre più Raggiante, sempre più Vero, sempre più Profondo... e quindi ognuno di noi...... Gesù: Da parte del Padre e da parte di tutti Noi è sempre Raggiante l'Amore...... Don Vincenzo: ......Così si può usufruire di questa Luce, di questa Gioia, di questo Amore, di questa Verità, di questo Splendore senza Fine! Gesù: E come mai l'Umanità corre e non si ferma? Don Vincenzo: Corre dietro alle cose inutili... corre dietro alle vie larghe...... corre dietro alle cose caduche.........! Gesù:Corriamo dietro al DonarCi... e Io Mi Dono...... e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che porta l'Abito Bianco? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi e allora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Ehi... state tutti bene-male...? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E allora possiamo DonarCi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù Lo osserva, ne Beve e poi dona il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! ...Questo è il Mio Sangue! ...Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane e Gesù ne spezza la metà e dona l'altra metà a Don Vincenzo e poi, prima di mangiarLo, accarezza il Pane dicendo:> ...Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! ...Questa è la Mia Carne! ...Questo è l'Amore del Padre! ...Questa è l'Amicizia del Padre per l'Umanità Intera Mandando il Figlio... che si è Spezzato per Amore... e ha Versato e Versa il Sangue per Amore! <Gesù Lo ''Innalza'' dicendo:> ...Eccomi: Sono Io il Gesù Vivo e Reale in mezzo a voi! ...Rimarrò con voi per sempre... e per sempre Mangerò del "Nuovo" con ognuno di voi, Figli! ...............Ora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora sul Letto della Croce per ognuno di voi e per l'Umanità Intera, Figli Miei! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta... e poi alza la Destra nel Segno Trinitario e alla fine rimane a lungo con le Braccia Allargate in Crocifissione> ...Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...La Pasqua è Viva... Don Vincenzo: ......È il Padre...... Gesù: ...E si Dona...... Don Vincenzo: ...Il Padre Buono......! Gesù: Prendiamo parte al "Buono" di Dio? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Al Suo DonarSi e ad essere Vivo e Reale! ...Vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi... allora prendiamo parte! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io prendo parte anche all'Amore Pieno di Mio Padre! ...Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, Tu non solo ci prendi parte ma Sei la Pasqua e Tutto da Te dipende............ sì, dipende da Te e da Papà Buono...! Gesù: , dal Padre Buono, dal Padre Buono che si Dona per Amore! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù:Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> ...Mangiamo il Cibo che è il Padre? ...Ma parli un poco? Don Vincenzo: Dopo parlo! Gesù: Parli e mangi come faccio Io.........! Don Vincenzo: È bello, Gesù, Vivere questa Pasqua, questa Serata, questo Banchetto facendo partecipare tutta la Famiglia......... e quando la Famiglia partecipa alla Comunione si è Uniti, si è un'Anima Sola e tutto acquista Splendore perchè si è in Comunione gli uni con gli altri... stringendoci gli uni agli altri... amandoci e amandosi gli uni gli altri... che Grazia! Gesù: Vai! ...La Famiglia... gli Eredi dell'Amore di Dio... i Vignaioli della Vigna... i Figli dell'Arca e dei Remi... i Sacerdozi... e l'Esercito... e la Schiera di Maria... e la Schiera del Calice Vivente... dei Pargoli... dello Strumento......! ...Siete coscienti di tutto questo? ......Tu, Calice Vivente, rispondi: ......... Don Vincenzo: Gesù, quando ci siamo Donati...... e alla fine quando avevi le Braccia Allargate......... era evidente che stavi pregando: se è possibile saperlo, cosa stavi dicendo e cosa stavi offrendo al Padre quando eri lì a Forma di Croce? Gesù: Tenevo le Braccia Allargate per abbracciare ognuno di voi! ...Io Sono Venuto ad abitare dentro di voi: Ci siamo Donati... e quelle Braccia Le ho Spalancate per raccogliere ognuno di voi! ...Col Padre siamo un tutt'Uno... e lo Strumento è andata a Lavorare ma, nel Lavorare Gli consegnava ancora i Sussurri perchè lo Strumento fa le Cose del Padre! ...È il Suo Lavoro... ed è il Lavoro di ognuno di voi quando lo Strumento vi Porta! <Gesù si rivolge a Mario e a Maria Elena> ...Sono super impegnati... stanno preparando la Festa... ma stanno parlando ai vostri cuoricini... e dopo lo sentirete! Ora vi mandano solo i bacini! <I Bimbi di Mario e di Maria Elena mandano baci e vengono ricambiati> ...E la Festa è Grande e devono Lavorare perchè la Famiglia è cresciuta! ...Cosa vuole dire la dottoressa? Teresa: Eccomi! Gesù: Parli quando viene Giovanni? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E allora falla tu! Don Vincenzo: Vivere questa esperienza, Gesù, ha proprio dell'incredibile e dello stupefacente! ... Gesù: Eh! ...Io faccio il paninello... voi venite col "niente"! ...Eccomi! Eccomi! ...Io mangio il panino...! Tu lo vuoi pure? , anche... eccolo, sta arrivando... ehi, che bel panino! ...Vuoi parlare? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Teresa:Gesù, ancora non abbiamo capito bene qual'è il nostro ruolo, il nostro compito di appartenere alla Famiglia......... cadiamo di qua e di là... e invece di Alzare la Destra ... Gesù: ...L'abbassate......... Teresa: ...E ci facciamo ingannare dal Veleno! Gesù: ...Eh! Teresa: ...Che dobbiamo fare? Gesù: E diteMelo voi! ...La Cocciuta dice sempre di non parlare e raccomanda di essere vigilanti... e poi quando la Cocciuta vi ferma: "non parlate!"... voi dite: "no, lasciaci parlare!"... lei dice: "poi me lo dite!"... Ma quando la Cocciuta prende i pesi per salvare l'Umanità intera non può parlare! ...Si deve avere la Bontà di aspettare! Teresa: Invece c'è chi si offende se non risponde lei al telefono e dice: "quando posso richiamare?" quando gli viene detto da chiunque risponde : "non è il momento... dici a me!"... Gesù: ...Ma chiedendo questo... Teresa: .........Evidentemente dall'altra parte c'è chi pensa che sia un capriccio e che non sia vero che non si può rispondere! Gesù: In tutta la Storia di quelli che dicono di avere il filo diretto con Dio è solo lo Strumento che risponde al telefono... gli altri hanno i segretari! La Cocciuta vi parla... ma quando non può lascia i Figli: lascia le Suorine, lascia le Ancelle! ...E se non si è un'Unica Famiglia... ancora non si arriva a comprendere che lo Strumento Lavora attimo dopo attimo per ognuno di voi e per l'Umanità intera... e non rimane seduta sul Trono... ma Lavora! ...Ma come state... tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Ha alzato il dito il viceparroco! Raffaele: Gesù, non si sono mai sposati i preti o prima lo facevano? Gesù: Lo erano tutti... o Mi sbaglio? ..."Se Mi sbaglio, Mi corriggerete!" ...Eeeh, che c'è ancora? ... Perché sudi quando parli? Raffaele: Un po' di emozione... caso mai prendo le "palate"! ...Gesù, quando gli uomini fanno i progetti: "io devo fare questo... io voglio fare questo!"... Gesù: ...L'io non viene da Dio! Raffaele: Ma Dio li aiuta? Gesù: Se il Progetto non viene da Dio... no! ...Ma se il Progetto era già Scritto nel Libro di Dio... Eccomi! Raffaele: Sei sempre stato d'accordo con il Padre? Gesù: Col Padre? ...Lo siamo anche in questo istante... da sempre! Raffaele: Non c'è mai stato un turbamento? Gesù: Io e il Padre? ...Assolutamente No! Vedete lo Strumento? È sicura... è Piena di Dio anche nei momenti più duri! ..."Eccomi... sia fatta la Tua Volontà, non la mia... anche se siamo Amici stretti stretti!"... La Fede, è quella che deve crescere in ognuno di voi e nell'Umanità intera, e non si deve dubitare! Dubitando si dà un piccolo spazio al Veleno... ma lo Strumento è sempre pronta a combatterlo e lei lo può combattere così e così...... <Alzando e Abbassando la Destra> ...Ehi, stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora... se state tutti bene-male... Io vi invito ancora ad Amarvi e a Rimanere Uniti! Li vedete i Tempi? ...Vi accorgete che il Padre vi sta dicendo di guardare fuori e di preparare le Capanne e di guardare i Tempi che stanno scendendo? ............Eh, ancora non gli hai dato la mortadella? Raffaele: Mi sono distratto! ... <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> Gesù: ...Si è distratto ma adesso arriva! ...Guardando fuori lo riuscite a comprendere? Don Vincenzo: Guardando fuori, Gesù, prendiamo ancora più confidenza con Te perché capiamo ancora di più l'importanza della Fede... l'importanza della Comunione..., l'importanza dello Spirito di Servizio, ...... l'importanza di mettere Dio sempre al Primo Posto! ...Essendo tutti Figli di Dio la Figliolanza poi sfocia nell'Eternità perché i Figli sono gli Eredi... e senza questa Figliolanza ci si acceca e perciò il mondo corre dietro ai pezzi di carta... corre dietro al successo... corre dietro al mettersi in mostra...... corre dietro alle apparenze... corre dietro alle vanità e non si rende conto che sono tutte cose della Via Larga... sono tutte cose inutili che lasciano tristezza nei cuori! E infatti si vede da come si comporta l'umanità avendo atteggiamenti proprio sciocchi, inutili, futili... di fronte a cose a cui si dà un'importanza enorme... quando invece non ne hanno affatto! E allora bisogna toccare con mano questa presa di coscienza che dovremmo avere specialmente noi della Famiglia di Giulia, così tutto acquista Valore... tutto acquista Luce... tutto acquista Verità, perché è nella Verità che scopriamo Dio... perchè Lui è Vero in ogni situazione.........! Gesù: Non è solo Vero... È Vivo e Reale ed è in mezzo a voi con i Due Banchetti, con tutte le Spose, con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con i Pargoli e con le Schiere! ...Tutto è in mezzo a voi! Tutto è Vivo! Don Vincenzo: Difatti! Gesù: Tutto è Acqua Zampillante! Don Vincenzo: Acqua Zampillante! Gesù: Eh, ... Tutto è Acqua Zampillante! Don Vincenzo: Gesù, Tu Sei l'Acqua Zampillante... solo Tu disseti... solo Tu rassereni i cuori... solo Tu metti Pace perché sei il Dio della Pace... il Dio dell'Amore... sei il Dio Vivo e Vero che si mette al servizio nostro! ...Che livello di Umiltà! ...Che bellezza! Gesù: Per questo Mio Padre Mi ha Mandato... e per questo Mio Padre è in mezzo a voi! ...E gli uomini... l'Umanità intera ancora non Lo vede... e non Lo sente! Don Vincenzo: Ancora non Lo vede! ...Eppure è così facile vederLo! È così bello vederLo! È così gratificante... perche è dovunque... dovunque... perché siamo tutti Creati da Lui... siamo tutte Creature Sue... e proprio perché siamo Creature Sue Gli apparteniamo avendo la Grazia di Vivere questa Creaturalità! ...Essere Figli del Padre Eterno... sapere che staremo per un'Eternità lassù col Padre felici per sempre! ...E che deve fare di più Dio? ...E che deve fare di più il Padre? ... E che devi fare di più Tu, Gesù? ...Quanto sei Bello! <Gesù osserva intensamente il Calice Vivente riferendo a Lui ogni frase e stringendoGli la mano> Gesù: Quanto sei Bello! Don Vincenzo: Quanto Ti è costato! Gesù: Quanto Ti è costato! Don Vincenzo: Immagine e Somiglianza! Gesù: Immagine e Somiglianza! ...Vivo e Reale! Don Vincenzo: Che Ricchezza che abbiamo! ...Cerchiamo i soldi, i pezzi di carta mentre siamo ricchi di tutto... abbiamo Tutto... abbiamo Te, Gesù, ...abbiamo il Padre e non ci manca nulla! ...Eppure siamo tristi, siamo scontenti, siamo delusi......... come siamo ciechi e sciocchi! Gesù: Amatevi, Figli, gli uni gli altri! ...Spalancate i vostri cuori all'Amore che Dio vi sta Donando: alla Vigna... all'Arca... e ai Remi! ...Sembra che ripeto le stesse cose... ma Dio è Vigna e i Vignaioli siete voi! ...Dio è l'Arca e voi siete nell'Arca e con i Remi... e dovete Amarvi... dovete crescere... dovete Moltiplicarvi nell'Amore del Padre! Don Vincenzo: ...Moltiplicarvi? Gesù:...Nell'Amore del Padre? Don Vincenzo: ...Gesù, spiegaci questa frase! Gesù: È Chiara... è Limpida... è Acqua Zampillante! ...Quando ci si moltiplica nell'Amore del Padre si è un tutt'Uno con Dio... si è la Famiglia... e la Famiglia... Don Vincenzo: ...Siamo noi...... Gesù: ...Siete voi! ...Ma pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco... e pregate per tutto quello che avverrà, Figli Miei! ...Ora Io devo andare a prendere le Spose che lo Strumento ha portato e ne sono tante, tante, tante! ...Vi lascio a Giovanni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E poi vi saluto ancora! PICCOLO GIOVANNI: ...Con la Croce e con il Pane! Ehi... come stai? <Giovanni prima saluta con la Croce, poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Don Vincenzo: Giovanni! Piccolo Giovanni: E voi come state, tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Prima prendo il caffè e poi ti saluto... ne vuoi un goccino? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Bevilo... Ecco! Chi lo vuole se lo prende...! L'hai bevuto il goccino? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: Ne vuoi ancora? Lo bevo Io... Allora salute! È quello della Cocciuta? Si, è quello della Cocciuta! Hai qualche appuntamento? Don Vincenzo: Col caffè! Piccolo Giovanni: Allora ne vuoi ancora? Hai detto che avevi l'appuntamento col caffè... Don Vincenzo: Un goccino... Piccolo Giovanni: Se lo volete ve lo prendete... ma stasera non ve ne dò, lo bevo tutto Io... ecco! Allora... state tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu come stai? Bene male? Don Vincenzo: Sì, Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Nico! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni.: ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora... Ehi, Io non ho mangiato ancora niente... che devo mangiare? Eh, si, questi piacciono tanto al Fiorellino...: Tre... ecco! Tu non ne vuoi? E allora li mangio Io... Eccomi! Li hanno preparati anche al Banchetto delle Spose per il Fiorellino e la Torta è grande grande! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Tutta questa paura che stanno mettendo per il maltempo, per le bombe d'acqua..., risponde a verità o sono esagerazioni? Piccolo Giovanni: Non lo vedi? La Cocciuta Beve i Calici, ma qualcuno cade! Se lei non Bevesse, ne scenderebbero altri! Quelli che scendono sono le piccole gocce che cadono da un Calice all'altro! Don Vincenzo: Quindi, in un certo senso corrisponde a verità tutta questa situazione negativa? Piccolo Giovanni: I figli non invocano mai il Padre...! Anche se lei va a Bere tutto quello che non è preparato, ogni tanto una goccia cade! Don Vincenzo: Quindi, praticamente, il compito della Cocciuta è quello di uno scudo! Quando qualche goccia arriva a terra procura un danno enorme...... dolore su dolore! Piccolo Giovanni: Purtroppo i figli hanno le orecchie tappate e gli occhi tappati! L'umanità sorda e cieca non vuole Dio... e non Lo vuole neanche all'ultimo posto! Vedete, figli, quando si mette Dio al primo posto si è nella Gioia Piena, nella Ricchezza Piena, nel Tutto del Padre per la Festa delle Spose e ognuno di voi è una Sposa! Ognuno di voi è un Sacerdozio Vivo ed Eterno! Ognuna di voi è una Suorina! Ognuno di voi è un'Ancella-Suorina della Croce: Voi! E quando si arriva a tutto questo, a tutta questa Gioia e a tutto questo Amore, cosa sono le cose del mondo.........!!! Non legate i cuori ai pezzi di carta e non vendetevi per i pezzi di carta, Figli! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: C'è stato qualcuno, a prescindere dai Santi, qualcuno dei Servi Inutili..., che ha seguito il Padre, e che ha dato Lode al Padre? Piccolo Giovanni: , quelli che non si sono fatti vendere e né comprare hanno fatto la Volontà del Padre! Don Vincenzo: Bravi! Piccolo Giovanni: Non si dice "bravi" ma si dice Servi Inutili e dopo aver lavorato sono rimasti Stracci Stracciati ai piedi della Croce! Non c'è bravura, c'è l'Amore che arde per Dio e per i nemici, per coloro che trafiggono come hanno trafitto Gesù: il Pane, Dio che si fa Pane, Dio che si Spezza, Dio che si fa Servo per Servire e non per essere servito! I Grandi si fanno servire, ma chi sono i Grandi se non hanno la conoscenza dell'essere piccoli, all'ultimo posto per essere poi chiamati al primo dal Padre? L'inchino..., Il baciare la mano, tutti i piaceri del mondo......... e i piccoli e i poveri e gli emarginati e i Figli drogati, sono Dio che si inchina dinanzi a loro, essendo Croce! I grandi li scartano, i grandi li usano dicendo di trovargli un tetto, di dargli il cibo, di donargli le medicine......... Quanti ne ho visti, ma non potevo parlare, scrivevo! Don Vincenzo: Prima della tua dipartita o dopo scrivevi? Piccolo Giovanni: Io sono giornalista ed essendo giornalista scrivevo! Il libro "pepato", l'hai letto? Don Vincenzo: Si! Piccolo Giovanni: Un dolcino lo prendiamo? Tu quale vuoi? Don Vincenzo: Quello piccolo... Grazie! Piccolo Giovanni: È festa, mangiate! È la festa del Fiorellino... <Oggi, Giovedì 6 novembre, è l'anniversario della nascita nel Cuore del Padre di Serafina, la mamma di Giulia> Mangia, mangia, ce ne sono ancora! Anch'Io li mangerei tutti! Raffaele: Posso, Giovanni? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: L'altro giorno ho trovato uno che andava con un giornalino in mano: era un "Testimone", doveva andare ad un matrimonio e mi ha detto: "noi siamo il futuro!" E io l'ho guardato negli occhi e gli ho risposto: "il futuro l'hai già avuto, hai aperto gli occhi!" Mi ha guardato un po' stupito, come per dire: "ma che stai dicendo?" E io gli ho detto: "come fai a dare il futuro tu, se non te lo dà Dio prima a te?" Piccolo Giovanni: Che ti ha risposto? Raffaele: Mi ha salutato e se n'è andato! Piccolo Giovanni: Sai perché ti ha salutato? Perché non aveva la risposta da darti, non gliel'avevano ancora insegnata! Raffaele: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: C'è un libro o una scrittura, oltre ai messaggi, che parla seriamente di Dio? O che si avvicini di più? C'è chi dice: "la Divina Misericordia"; c'è chi dice: questo..., quell'altro...; Io non li ho letti, quindi..., Siccome Tu leggevi e studiavi, c'era qualcosa che era molto vicino a Dio? Piccolo Giovanni: Ora ti rispondo......: Io ho messo il Mio Sigillo di Sacerdozio Vivo ed Eterno al Testamento di Dio che sono questi Messaggi con cui Dio da ventinove anni "vi sfama"! Raffaele: Ma prima di questo, Giovanni, c'era qualcosa? Piccolo Giovanni: Questo e solo questo è il Terzo Testamento che Dio vi sta donando! Raffaele: Ricollegandomi al "Testimone": il futuro è Dio? Piccolo Giovanni: Tu che dici? Taddeo: Penso proprio di sì! Raffaele: Ognuno di noi cerca di guadagnare per i propri figli..., Facciamo questo...; Facciamo quest'altro... Era questa la domanda: se il futuro è Dio, ci dovremmo fermare allora? Piccolo Giovanni: Il Padre ha preparato tutto per i propri Figli, non ci ha dato un'Eredità? Io l'ho trovata! Raffaele: Se Dio ha fatto tutto, ha pensato a tutto e il futuro è nostro, perché ci preoccupiamo? Piccolo Giovanni: Ditemelo voi! Io no, campavo alla giornata..., Vivevo alla giornata..., Adesso no, c'ho la giornata nel Giardino come anche voi che avete la giornata nel Giardino! C'è chi si affanna, chi si dispera...... perchè non confida nell'Amore e nella Misericordia del Padre: "Papà, ho bisogno di un altro Pane, me lo doni?" Quando arrivano i Flagelli..., i piccoli Flagelli quotidiani in ogni famiglia, ognuno è disperato, ma non dice, come fa lo Strumento quando Giuseppe è triste e lei risponde: "non ti preoccupare..., c'è il Padre che ci pensa...!" E la Provvidenza del Padre scende! Questa piccola formichina che si va a rigirare in tutti i tunnel..., in tutti i missili, in tutti i luoghi dopo può salvare..., ha sempre avuto la sicurezza che Dio è Padre, e quando si bussa al Suo Cuore si deve bussare con l'Amore Pieno e con l'Eccomi Pieno! "Eccomi, Tu Sei Mio Padre, conosci ogni cosa, ho bisogno di Pane!" E il Padre interviene nel giusto della Fede Piena e dell'Eccomi Pieno! ...Ehi, Giovanni, dobbiamo finire il Solco, non dimenticarlo! Don Vincenzo: Sì! Raffaele: L'ultima domanda: i Figli devono ascoltare i genitori o devono essere lasciati liberi? Mi spiego... Piccolo Giovanni: Si..., ho capito abbastanza bene...! Gesù ascolta attimo dopo attimo, e il padre e i figli devono ascoltare attimo dopo attimo! Raffaele: L'ultimissima... Piccolo Giovanni: L'ultimissima... Don Vincenzo: Quando ero più piccolo dicevo a mio padre: "quanto sei antico...!" Parlano adesso e dicono: "quanto sei antico!" E quindi si viene superati, si viene messi da parte...! Piccolo Giovanni: Così com'è messo da parte il Padre e com'è messo da parte Gesù! Figli, non lo fate, poi i vostri figli lo faranno anche a voi! Se Imparate ad ascoltare Dio che è Padre capite che un papà vi ha fatto nascere e vi ha partoriti col Parto di Dio e col Parto della Croce! E tutti fate parte di un unico parto e Gesù, tutti i Servi Inutili e tutti i Pargoli stanno nell'Eccomi del Padre e voi, Figli, rimanete nell'Eccomi dei vostri genitori che rappresentano Dio e anche voi rappresentate Dio nell'Ubbidienza Piena! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Non hai niente da dirmi? No? Eccomi! <Nel frattempo si è preparato il Miscuglietto> Eccomi... Cin-cin..., Questo minuscolo profumo è buono..., bevi piano piano; anche il sapore è buono come sempre...! Ma state tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: In Famiglia possiamo parlare ed è bello parlare così semplice semplice con Dio e semplice semplice con Gesù e Io che sono Capriccioso ne faccio qualcuno in più di Capriccio... O no? Vuoi dirmi qualche altra cosa? Raffaele: La pioggia che sta scendendo, non è la pioggia di Dio? Piccolo Giovanni: Questa di oggi? Raffaele: Questa di oggi..., Quella che è caduta a Roma...! Piccolo Giovanni: No, quella che è caduta adesso è quella del Padre..., Raffaele: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Ci sono dei posti che stanno soffrendo la siccità e altri che l'acqua li sta allagando... Piccolo Giovanni: "Dai tempi capirete quand'è la Mia venuta..." Hai capito? Ma gli uomini sono ancora sordi e ciechi e nessuno si inginocchia! Chi si inginocchia lo fa solo per farsi vedere come fanno nelle piazze con tutte quelle scene... Don Vincenzo: Sei Giovanni...! Piccolo Giovanni: , Io sono Giovanni, Io sono in mezzo a voi come tutti gli altri...! Adesso sono qui e ti sto tenendo la mano! Voi siete nella Vigna e lo Strumento vi porta nella Vigna nell'Arca e con i Remi e sulle spalle! Vi invito a rimanere nel "Dio È" da sempre e voi "Siete", perché Dio Èè da sempre, non dimenticatelo, figli! Rimanete uniti, rimanete Famiglia, rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca e rimanete nei Remi e lo strumento è alla Destra del Padre ed è in mezzo a voi e sta lavorando! Io vi saluto...! <Giovanni schiocca qualche bacio> Gesù: ... Con la Croce e con il Pane: Eccomi! <Gesù saluta con un bacio, e Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: Gesù, Bentornato! Gesù: Non sono mai andato via! Sono dinanzi a voi, al Banchetto con le Spose e al Banchetto che Mio Padre È Papà, È il Nonno, È il Tutto di ognuno di voi! Figli Miei, non è un giochino parlare in Famiglia: Dio con i figli, i figli con Dio e i vostri Cari presenti al Banchetto a lavorare e a combattere con le Schiere, a raccogliere le Spose che arrivano, a raccogliere le gioie dei figli che nascono, come la gioia del Fiorellino che è andato a fare Festa e prega e cuce i vestitini con la tua mamma e mette l'anello al dito accompagnata da tutti i Pargoli: È! Ora prendi l'Albero Verde, tu sei "È" e saluta, Io spalanco il Mio Cuore! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni..., ormai abbiamo fatto così: li bevo... si sono ancora a lavorare..., sì, l'ho vista la Festa: è bella! Giovanni, ho visto anche l'altra Festa... cosa fai ora? State preparando..., non Ti preoccupare, io finisco e poi vengo! ...I Due Giovanni chiuderanno il Solco e apriranno il Sole, io rimango alla Destra del Padre e in mezzo ai figli: Eccomi, ci vediamo dopo!(*) <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà..., aspetta ancora un po'..., lo so che Ti vendono e comprano, ma aspetta poco poco come una briciolina, la briciolina per Te è un Pane Intero, così come sei Tu quando Ti Spezzi: da un piccolo Pezzettino Sei un Pane Intero! Dammi quel poco poco per raccogliere ancora i figli dispersi! Il Padre: Pur conoscendo ogni verità mi chiedi ancora di aspettare e di donarti il tempo? Dove arriva il tuo cuore, Anima Mia! Giulia: Dentro il Tuo, Papà, perché non c'é altro Solco che dentro il Tuo Cuore, solo dentro al Tuo Amore posso Inchiodarmi al Letto della Croce e Amare, Amare col Tuo Amore, Papà! Togli e metti i Chiodi dove vuoi e Scortica ancora il Tuo Nocciolo Scorticato, Tu che Sei L'Amore Infinito, Papà! Il Padre: Non dimenticare la Festa! Giulia: Non l'ho dimenticata, Papà! Siete tutti a fare Festa e come sono belli i Pargoli tutti vestiti in Festa: possiamo salutarli? ...Mamma..., Ti vedo attimo dopo attimo stando alla Destra del Padre, ma ora sei Bella nel festeggiare il Tuo compleanno! ...Eccoci, Cari! ...Eccoci tutti, fate Festa! <Tutti salutano il Cielo e i propri Cari in Paradiso>

 

 

 

 

2. Dom. 09/11/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <La Madonna per un po' rimane in silenzio, Giulia annuisce a qualcosa che le viene detto e fatto vedere, poi la Madonna alza la Destra col Segno Trinitario e Dona la Sua Benedizione col Segno della Croce> LA MADONNA: Nel Mistero nascosto del Dio Vivente vi saluto, Servi Inutili! E nel Mistero... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ... Del Mio Cuore Immacolato e Addolorato vi offro la Croce del Mio Figliolo Gesù, spezzandovi a piccoli pezzettini il Corpo e il Sangue per i tempi che verranno e per ciò che dovete ancora accogliere da Dio! Figli Miei, non vengo a dirvi: "bravi che siete venuti; bravi che avete risposto...!", Vengo a dirvi: "accogliete Gesù, rimanete piccoli e poveri, prendete il Pane, prendete la giornata che Dio vi dona dall'alba al tramonto!" E questo è il Tesoro e questo è il Tutto di Dio! Una Mamma allarga le braccia nell'abbracciare l'umanità intera e tutti i figli, tutta la famiglia, tutti i Servi Inutili, così come lo siete voi, e iniziate dall'alba la vostra giornata, non volete che Dio non vi dona la Paghetta anche all'ultima ora? Ma Io non vi dico "grazie" per aver risposto e neanche "grazie" per essere venuti, perché non siete venuti voi e non avete neanche risposto voi, ma è Dio che vi chiama! E quando si risponde "grazie", è il mondo che chiama! I rumori... è il mettersi in mostra, vendere e comprare il Mio Figliolo, vendere e comprare il Mio Cuore! Io l'ho Donato con l'Eccomi, donatelo anche voi con l'Eccomi i vostri cuori, Figli Miei! Fanciulli dinanzi ai piedi della Croce del Crocifisso, amatevi, Dio vi Ama e chiede solo questo: di Amarvi e di Amare, così potete Amare il Padre e camminare nel Giardino di Dio, quel Giardino che stiamo pulendo con le Schiere del Calice Vivente, con la Mia Schiera, con la Schiera dei Pargoli, con la Schiera dello Strumento che porta ognuno di voi! Ma vi invito ancora ad imparare ad Amare, a Perdonare e ad usare Carità! Togliete l'Io dei vostri cuori, Figli! E nell'abbraccio della Croce guardate il Cuore Grondante di Sangue del Padre nell'aspettare il vostro "Eccomi", Figli Miei! ...Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Hai capito ciò che ti ho fatto vedere all'inizio? Giulia: Eccomi, Mamma! Mammina, in questo ultimo tempo mi sto poggiando tanto tanto sul Tuo Cuore e sul Cuore del Padre e sul Cuore di Gesù e sul Cuore di Giovanni, chiedendoVi sempre di guardare i figli! Tutti sanno quello che fanno, ma di guardare ancora un po'...! Voi non vi fermate mai di guardarli, ma io Vi chiedo di guardarli nell'aspettare! Lo so che i tempi......, Voi siete scesi tutti quanti e prego ancora di non far aprire i Gradini e di non far scendere il "Figlio"...! Sì, un po' se ne sono aperti, ma ce ne sono tanti e non deve......; Chiedo a Voi di non farlo, mi poggio sul Tuo Cuore, mi poggio sul Cuore del Padre, sul Cuore di Gesù, e sul Cuore di Giovanni! Mamma, ora in quest'istante, è la stessa cosa e l'ultima domanda che unita ai Gradini e all'uomo che non deve scendere...: Io aspetto! Sono sicura che il Padre mi farà questo regalo! Mammina, anche se ho visto bene, anche se ho sorriso, anche se gli occhi sono tristi: Eccomi in tutto quello che il Padre decide! Non si può diventare tristi dinanzi ai Tuoi Occhi, dinanzi al Giardino, dinanzi a tutto l'Amore che Dio ci dona! Ma anche i Tuoi Occhi piangono e piangono Lacrime di Sangue nel vedere l'umanità sorda e cieca! La Madonna: E quando piangono i tuoi le lacrime di Sangue? Giulia: Io non li ho visti! Ma..., non puoi tenere un piccolo segreto?(*) Eccomi! Li ho visti, non posso dirTi che non li ho visti! Si conserva..., poi serve! Non possiamo cambiare discorso, Mammina, visto che Giovanni ha sempre poco tempo, io ho già bevuto tutto e ho portato tutte le Spose che mi hanno donato la mano, ho fatto quello che dovevo fare, il lavoro della giornata, ma ancora c'è tanto tanto da fare, c'è tanto lavoro! Eh, si, è anche...  un po' presticino..., mi sono infilata in un altro "tunnel" e poi sono uscita; c'è voluto un poco, ma sono uscita e mi hanno donato tutti la mano! Sono belle adesso vederle vestite con l'anello al dito e accogliere tutti l'Amore del Padre e aver preso parte al forno e ai loro compiti! Mamma, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore l'umanità! Metto nel testo maiuscolo tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! E Ti consegno il niente della mia giornata: Eccomi, Mamma! Eccomi ancora per l'eternità! Rispondo l'Eccomi per l'eternità per tutta la famiglia, portandola sulle spalle! La Madonna: Anima Mia, quanto ti è costato quell'Eccomi! Giulia: A Te Ti è costato, Mammina? La Madonna: No, figlia! Giulia: È stato molto più pesante! Ionon sto facendo nulla, quindi non conta niente! Mi state donando tanto di quell'Amore com'è bello stringere forte forte i Chiodi e far sentire l'Amore, quell'Amore che solo il Padre può donare! La Madonna: Apri le mani! Giulia: Eccomi! La Madonna: Non ti basta tutto quello che bevi? Devi anche stringerli, devi farli uscire ed entrare? Giulia: Così faccio qualcosa..., se no non faccio niente! La Madonna: Tu diventi sempre Tappeto, Straccio Stracciato ai piedi della Croce! Giulia: Mamma, diventandolo io, lo diventano anche i Figli e l'umanità intera! E il piedistallo se cade, si rompe! È bello essere Straccio Stracciato! La Madonna: Vedi, Figlia Mia, lo Straccio non c'è più, ci sono rimasti solo dei piccoli frammentini! Giulia: È bello! La Madonna: Lo so che è bello! Giulia: Così anche i Figli quando li porto li faccio diventare piccoli frammentini, anche se cadono di qua e di là..., poi devo raccogliere tutti frammentini, metterli tutti uniti, ma è dolce anche questo...! La Madonna: È un altro Calice Amaro da bere...! Giulia: Mamma, quanti ne hai Bevuti e quanti ne Berrai ancora nel vedere i Tuoi Figli che Ti sputano in faccia! La Madonna: Quanti spunti stai ricevendo per Amare il tuo Gesù? Giulia: Non li ho contati, li metto nel Cuore del Padre e Amo, così come mi hai insegnato! Amiamo, Mammina? La Madonna: Amiamo, Anima Mia! Eccomi col Banchetto di Dio e con il Banchetto vostro! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel portare l'Unica Verità della Croce e... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ...l'Unica Verità del Pane, invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Mammina! Ma bussa ancora Tu al Cuore del Padre nel chiedere della domandina e del resto! La Madonna: Dove prendi...? Giulia: Lo sai dove si prende l'Amore: dal Tuo Cuore, dal Cuore del Padre, dal Cuore di Gesù e dal Cuore della Croce, quando mi poggio! E visto che sono poggiata l'ho preso e lo dono a tutti i figli e all'umanità intera e quando lo gettano la terra, lo raccolgo! Eccomi, Mamma! La Madonna: Eccomi, Figlia Mia, Anima Mia! Giulia: Eccomi!(*) La Madonna: ......Pace al tuo cuore, Giovanni, Gesù-Dio!| Don Vincenzo: Shalom, Mammina! La Madonna: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! E voi come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <La Madonna schiocca qualche bacio> La Madonna: Eccomi! ...Quella di Gesù è un po' più lunga... ma Mi dici qualcosa? ...E questi qua sono più lunghi dei Miei! Don Vincenzo: Ti riferisci ai capelli di Gesù? La Madonna: Sul pancione tuo... Don Vincenzo: ...Sono lunghi... La Madonna: ... Sono belli! ...Che Mi dici? Io ho parlato un po'... adesso Mi parlate voi un pochettino? <La Madonna schiocca ancora qualche bacio> ... Dopo parlo di nuovo! Don Vincenzo: Questo pomeriggio è l'incontro del Tuo Amore! La Madonna: Dio è Amore non posso parlarvi di non amarvi, di odiarvi, ma di amarvi e di crescere sempre di più nell'Amore, e di essere vigilanti al veleno e ai falsi profeti! Don Vincenzo: Dobbiamo crescere nell'Amore... La Madonna: E sei un po' cresciutello, sei Giovanni, sei il Calice Vivente! <Accarezza il volto> ... Lo sistemavo facendogli i riccioli aperti quando usciva e anche la barba! Don Vincenzo: Era lunga quella di Gesù? La Madonna: All'inizio era così poi l'ha fatta crescere un pochettino di più e chiede allo Strumento poi di aggiustargliela! Don Vincenzo: Ah, ma Gesù se la faceva da solo la barba? La Madonna: In certi momenti l'aiutavo anch'Io! Il lavoro di Giuseppe... non sempre era grande, quando era più grande li faceva dai maestri, quando era più piccolo glieli aggiustavo Io! Vi scandalizzate? Tutti: No! La Madonna: Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Faccio fatica oggi a un orecchio a sentire bene! La Madonna: Devo alzare la voce? Don Vincenzo: Tu alzi il Cuore! La Madonna: È sempre alzato per ognuno di voi e per l'Umanità Intera! Don Vincenzo: E non c'è bisogno di alzare la voce, il Tuo Cuore parla! La Madonna: E dov'è l'orecchio? Don Vincenzo: E un po' tutt'e due! La Madonna: Non è uno solo, hai sentito la campanella suonare? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Perché non lo dici? Don Vincenzo: Stavamo già qua altrimenti avrei provveduto! La Madonna: L'hai sentita prima tre volte anche quando stavano scendendo! Don Vincenzo: Mamma, quando arrivi Tu entra in tutti noi una Dolcezza Speciale Unica! La Madonna: Io ci sono sempre attimo dopo attimo, come lo è il Padre, come lo è Gesù, come lo sono tutti i Servi Inutili, come lo sono tutte le Spose! Don Vincenzo: Vieni a portarci l'Amore e questo dovrebbe essere il segno di riconoscimento, di una preghiera efficace, oggi una preghiera non efficace, perché a volte preghiamo con le labbra soltanto, invece dovremmo sprigionare Amore su Amore! E allora quell'Amore diventa Fruttuoso! La Madonna: È da sempre che viene chiesto: AMATE, AMATEVI E COSÌ POTETE AMARE L'UMANITÀ INTERA, I VOSTRI NEMICI, E AMARE IL PADRE, MA SI È SORDI E CIECHI!Don Vincenzo: Quello che mi meraviglia, Mammina, è come può questa Umanità così intelligente e così capace anche di gesti buoni, come può invece questa umanità giocarsi tutto senza mettere Dio al Primo Posto? È una Stoltezza enorme, io so che Ti faccio male a dirtTi queste cose, perché sono ferite che aprono il cuore, e Tu hai sempre queste ferite perché sei sempre stata dalla parte di Gesù, ma anche da parte degli amici di Gesù, che Ti hanno a volte anche calunniato! La Madonna: Non a volte, attimo dopo attimo così come lo fanno col Padre, e così come lo fanno con Gesù, e così come lo fanno con i Servi Inutili! Don Vincenzo: È umiliante, è stolto quel cuore che non riesce a mettere Dio al primo posto! La Madonna: Lo Strumento Mi dice: "aspettiamo ancora, forse non hanno ancora visto Gesù o non hanno capito bene!" Con questa Dolcezza quando Me lo dice così nei Colloqui privati: "aspetta, Mammina, quel Figlio oggi era impegnato in un'altra cosa, non ha visto che Gesù gli donava la mano e aspetta, poi se si gira e lo vede... perché conosce Tutta la Verità!" Ancora dice: "era girato di spalle e non ha visto che Gesù stava donandogli la mano e gli stava donando il Pane, aspettiamo"! Don Vincenzo: Aspettiamo... La Madonna: E tante altre cose lei non vuole che Io le dica, ma posso dirlo come Mamma, ma poi si mette a piangere dicendo: "lasciami Straccio Stracciato con i piccoli frammenti che neanche si vedono"! E così vuole fare si ognuno di voi: piccoli straccettini dinanzi ai Piedi della Croce per pulire il Giardino e farLo ritornare Giardino di Pace, Giardino d'Amore di un'Unica Famiglia di Dio! Eccomi, Figlio! Don Vincenzo: Come sarebbe bello se... La Madonna: ...Come sarebbe bello se l'Umanità si prendesse per mano così nel formare la Catena della Croce e cancellare il veleno! ...Ci prendiamo per mano come l'ha presa Giovanni? Tutti: Eccomi! La Madonna: Cosa vedi, Teresina del Bambin Gesù? Cosa vedi? La Catena dell'Amore, l'Umanità Intera unita alla Croce di Gesù per Amare, per essere un Unico Giardino unito a tutte le Spose, a tutti i Servi Inutili, a Carlo, a Pio, ai Due Giovanni, a Domenico e tutti i vostri Cari dove gioiscono e fanno Festa! Teresina..., Teresina..., Teresina, di' quello che hai visto! Teresa: Una Grande Luce, tutto è fiorito..., è troppo bello per descriverlo! La Madonna: Lo so che è troppo bello! Cocciuta dice: "non trovo le parole perché è troppo bello"! Teresa: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Quello era il Giardino e voi siete dentro il Giardino, ma vigilate, non uscite, fuori c'è il veleno e pregate per i Figli che calpestano questo Luogo, calpestano il Cuore del Padre! Pregate e Amateli, con l'Amore si sconfigge il veleno e Alzando la Destra, Figli Miei! ...Cosa vedi ancora, Teresina? Teresa: Vedo quelli che calpestano! Eccomi! La Madonna: Eccomi! Alzate la Destra e pregate per loro "Padre Nostro- Ave Maria; Padre Nostro- Ave Maria; Padre Nostro- Ave Maria; Padre Nostro- Ave Maria; Padre Nostro- Ave Maria; Padre Nostro- Ave Maria"! ...Eccomi! ...Perché Mi guardi così? Non hai niente da chiedere? Raffaele: Una... La Madonna: Una sola? Raffaele: Ci sono tante figure per vedere la Madonna, Gesù...  La Madonna: ...Sono tutte belle, ma non ce n'è una che Mi somiglia! Raffaele: Quando lo possiamo vedere? La Madonna: Quando si Aprirà il Sole! Raffaele: Il Volto di Dio che non si riesce a vedere..., com'è? La Madonna: È Vivo in mezzo a voi! Raffaele: Ma non c'è nessuna raffigurazione? La Madonna: No, queste no! Sono belle ma non Gli somigliano! Raffaele: Ma non ce ne dovrebbero essere di più di Dio? La Madonna: Dio è uno solo! Raffaele: No, volevo dire...  come rappresentazione... La Madonna: No, ne avete messe un po' troppe... Raffaele: Sì! Don Vincenzo: Non ho sentito... La Madonna: Ne hai messe un po' troppe di immagini! Don Vincenzo: Ne ho messe un po' troppe? <Si ride un po'> La Madonna: Se vengo un giorno e la Cocciuta va a Lavorare, ti posso indicare quali devi togliere? Don Vincenzo: Certo! La Madonna: Grazie, eh, eh! Don Vincenzo: Tu basta che lo dici... La Madonna: , ma la Cocciuta va a lavorare, rimango Io al posto suo, Lei le toglierebbe tutte! Don Vincenzo: Addirittura? La Madonna: Te ne lascio una sì e una no..., Vediamo... Don Vincenzo: Possiamo pure toglierle tutte... La Madonna: Io glielo dico quale tolgo e quale lascio quando lei deve fare un Lavoro Grande in questi giorni! Don Vincenzo: Come vuoi Tu! La Madonna: Non si dice "come vuoi tu"... Si dice: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: ! Raffaele: Quindi a casa non bisogna averne tanti...? La Madonna: La Croce! Poco... avendo la Croce avete Tutto, e ci sono anch'Io sulla Croce! Eccomi! Mi vedi? Per prima L'ho partorita! Don Vincenzo: Hai partorita per prima la Croce? La Madonna: E dopo il Crocifisso Gesù, ma gli uomini non possono capire come si è Partorita la Croce! Se i vostri cuori diventano più caldi ve lo dico; e se la Cocciuta li vede caldi ve lo dice anche lei! ...Dimmi qualche altra cosina! Don Vincenzo: Quant'è bello, Mammina, questa Intimità della Famiglia di Dio quì! La Madonna: Quando si è Famiglia si deve essere uniti, non ci deve essere nessun nascondimento! Di quello che Gesù ha trovato ai Piedi della Croce, non nascondeva niente, eravamo un'unica cosa col Padre e tra di noi, e quando venivano a bussare alla Mia Porta: "Entrate, sedetevi, prendete quello che c'è"! Don Vincenzo: Quello che è bello, è questo rapporto privilegiato che abbiamo con Te, Mamma, perché quando parliamo con Te, preghiamo a Te, subito arriva una ventata di Dolcezza, di Amore! La Madonna: La ventata è Dio, Io sono un'Umile Ancella che ho risposto Eccomi al Padre e tutto quello che ascoltate viene dal Padre! Don Vincenzo: Sei l'Unica Ancella che però sprigiona Amore! La Madonna: E l'Amore è Dio! Don Vincenzo: Questa è la preghiera, a mettersi in atteggiamento di Amore! La Madonna: Di Umiltà... Don Vincenzo: Di Umiltà... La Madonna: Di Carità... Don Vincenzo: Di Carità... La Madonna: Il marito usa carità verso la moglie; la moglie usa carità verso il marito; la Famiglia, la Capanna, le Capanne, le Capanne dell'Amore che non dovete dimenticare di farle crescere nell'Amore, nella Misericordia e nel Pane Pieno della Croce! <La Madonna Benedice col Segno della Croce poi si Segna anche Lei> ...Lo faccio anch'Io! Amen! Don Vincenzo: Amen! Che bello questo pomeriggio! La Madonna: Se vi Amate e rimanete Famiglia, tutti gli attimi sono belli! Se vi angosciate e cadete nelle trappole del veleno e dell'io diventano bui! Accendete il Sole di essere Famiglia di Dio in un Unico Amore, Figli Miei! ...Vuoi dire qualche altra cosa? Raffaele: Molti dicono che la cosa giusta che ha fatto Dio è la Morte, il resto non è giusto ma quello che ha fatto giusto è la morte... La Madonna: Chi lo dice? Tu lo dici? Tommaso ed altri: No! La Madonna: E diteMi il perché questo è giusto e donandovi la Vita non è giusto? Rispondete! Raffaele: Se l'ha fatto Dio è tutto giusto! La Madonna: Se è giusta solo la morte, non c'era bisogno di farvi nascere, eravate tutti Nati nel Suo Cuore e quelli che verranno sono ancora nati nel Suo Cuore, che nulla è vostro, Tutto è di Dio! E poi non c'è Morte, si Nasce e si cammina sulla Via Stretta! Il Padre vi ha Donato un Giardino, e quando viene sporcato non è Dio a sporcarlo, e le cose ingiuste le fate voi! Ma Dio ha fatto tutto giusto dall'Inizio alla Fine del Sole che si Aprirà! Raffaele: Quando si dice: uno ha sofferto di più, uno ha sofferto di meno..., non sono tutte uguali le sofferenze? La Madonna: Non potete misurarle, la Misura ce l'ha il Padre! Gli uomini vi dicono: "quello che ho avuto io non l'ha avuto nessuno", ma voi non conoscete il Peso dell'altro, lo puoi misurare il peso? Solo Dio lo può misurare, ma voi no! Vi lamentate: "ma io non ho fatto niente!" È l'uomo che ha sporcato! Tutti i Mali non vengono dal Padre ma dagli uomini! Dio è Gioia, è Amore, è Padre! Vi è stato detto che Gesù e Dio punisce, ma se ha Creato un Giardino con tutte le Meraviglie e tutto l'Amore, può punire i Figli? ...Ma rimane la Domandina! Eccomi! Raffaele: Chi esce dal Giardino esce volontariamente o viene mandato via e perché? La Madonna: Il Padre non caccia nessuno dal Giardino! Raffaele: Quindi va via da solo e in che cosa sbaglia? La Madonna: L'io, "io sono", Dio solo È! Vigilate sull'io, vigilate sul veleno, vigilate sui falsi profeti che stanno crescendo, ma non dimenticate ciò che Dio vi ha Donato, Sacerdozi, Suorine e Ancelle della Croce e Calice Vivente! ...Sei Pieno fino all'orlo! Don Vincenzo: Si, quando penso all'Amore di Dio, mi sento un altro! La Madonna: Che bello! Don Vincenzo: Mi sento già...! La Madonna: ...Lo sei, Io sono seduta al Tuo Fianco e tutti i Servi Inutili e tutti i vostri Cari, tutti quanti sono seduti vicino a voi, ma voi ancora non li vedete! Don Vincenzo: Non li vediamo però c'è sempre uno Profumo che aleggia: è l'Aria del Cielo, è l'Aria del Paradiso! La Madonna: Il Giardino dov'è Piantato l'Albero e dove siamo tutti noi e dove siete tutti voi! Don Vincenzo: Che bello! La Madonna: Che bello! Don Vincenzo: Questa Comunione che diventa Profumo d'Amore! La Madonna: Comunione, Profumo d'Amore! Ma voi pregate per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa Abito Bianco, per coloro che sputano in faccia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è il Mio Cuore! Pregate per i Figli, così come dice la Cocciuta: "ancora non Ti hanno incontrato, ancora non Ti hanno visto, aspettiamoli, sono Figli"! Don Vincenzo: C'è una doppia corsia, c'è questa strada che porta al Cielo piena di realtà divine, e c'è invece questa viuzza larga... La Madonna: Non è una viuzza larga è una via larga, la Viuzza è quella Stretta! Don Vincenzo: Che non porta al Cielo ma porta alle cose del mondo, alle cose futuli, alle cose inutili, alle cose passeggere, alle cose caduche che... La Madonna: L'Umanità Intera è sulla Via Larga, ma c'è una Piccola Fomichina che Lavora! Don Vincenzo: Meno male che c'è questa Formichina! La Madonna: Adesso è andata di nuovo ad infilarsi in un missile, pregate perché deve salvare quelli che stanno facendo del male! Don Vincenzo: Quanti errori... La Madonna: Quanti errori vengono fatti nel Giardino e si sporca, e tutte Schiere sono pronte a pulire e a combattere! Eccomi! Raffaele: Cos'è l'onestà? La Madonna: Avere la coscienza pulita dinanzi ai fratelli e dinanzi a Dio! Raffaele: È fondamentale per entrare? La Madonna: La mano, quando viene donata, viene cancellato ogni errore, poi c'è la Domandina Finale! Raffaele: Chi dona la mano ha lo sguardo abbassato? La Madonna: No, chi non la dona ha lo sguardo abbassato; chi la dona ha lo sguardo nella Luce! ...Perché sei diventata triste? Cosa Mi nascondi? Cosa Mi nascondi? Non metterti a piangere, sto dicendo a Chiara: non Mi nascondi niente...? ...Cucù...! Non hai una cosicina nel cuore da dirMi? Hai sete? Non è niente di grave, è una cosa gioiosa! Cos'hai visto o sentito o operato con la tua mano? Niente? Non lo ricordi? Ha operato, papà lo ricorda, dillo tu, papà! Se non lo vuoi dire non temere, non ti picchio! È una cosa grande e bella che hai operato con la tua mano! <La Madonna schiocca qualche bacio> Sei stanco? Don Vincenzo: No, con Te a fianco! La Madonna: Cosa vuoi dire? Raffaele: Oltre a noi c'è qualcun altro che Ti cerca veramente? La Madonna: Mi cercano nei posti dove non ci sono! Voi dite: "Dio è ovunque", ma ci sono luoghi dove Dio c'è ma non parla, perché non c'è luogo che Dio non vede e non conosce e non sente, ma non parla! È chiaro? Raffaele: Tanta gente prendono in giro! La Madonna: Devono rendere conto al Padre e con Dio non si scherza, è Amore, è Misericordia ma è Giudice della Domandina Finale! Raffaele: Quando Ti attaccano, parlo in generale, se lasci fare a Dio non hai sempre la risposta per tutti... La Madonna: La Cocciuta lascia fare sempre al Padre, quando parla ha la risposta per tutti, "eh, ma, chissà, l'avrà detto lei, per accontentarMi, ma tu preghi veramente? Ma la fai la preghiera che ti ho chiesto?" Raffaele: Se uno dice la Verità non si deve preoccupare, sono gli altri che si devono preoccupare..., si possono fare le ragioni ma di fronte alla Verità... La Madonna: Giovanni non ha mai accettato giustificazioni e neanche lo Strumento, "eh, ma, non hai capito bene!" La Cocciuta risponde: "non accetto nessuna giustificazione perché Dio parla chiaro, è luminoso com'è luminosa la Croce e la Sua Luce non si spegne mai", così come lo Strumento anche nei momenti più pesanti è sempre accesa! Vuoi la Mia Mano? Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Hai finito? Raffaele: L'ultima! La Madonna: L'ultima, vuoi alzarti un po'? Don Vincenzo: No! La Madonna: E stai seduto perché tutti quanti siamo seduti, voi e tutti i Servi Inutili, e tutti i Cari, tutti i Pargoli, tutte le Schiere aspettano, lo Strumento che viene fuori dove si è andata ad infilare ed è bello parlare così... semplice! Raffaele: Prima diceva la Cocciuta che la famiglia c'era prima di lei... <Catechesi all'inizio della preghiera> La Madonna: , il Padre ha scelto prima la Famiglia nel Suo Grembo e dopo ha Scelto Lei! Raffaele: Poteva essere il contrario? La Madonna: No, prima la Famiglia, lei era già stata scelta, ma ha mandato dopo lei, per prima ha scelto i figli! Vedi, il Gregge cresce, e quando un Pastore disperde le pecorelle il Padre ne manda un'altro e ha Mandato lo Strumento, così come la Vigna è stata tolta ai Vignaioli ed è stata donata ad altri Vignaioli! Stai tremando? Raffaele: Questi sono errori o è l'io? La Madonna: L'io, sono tutti consapevoli di quello che fanno, non sono errori, sono coscienti di accumulare, di far scendere ancora Sangue Innocente e di mettere all'Ultimo Posto Dio e al Primo Posto l'io! ...Ora devo andare, così i figli porteranno a casa Dio, lasciando l'Io e ovunque andate portate Dio e togliete l'Io Alzando la Destra! Questo è il compito che vi dono in questo giorno: portate Dio e cancellate l'Io e il veleno, Figli Miei! ...Tu saluta con l'Albero Verde, Io saluto col Magnificat!(*) Ecco l'Albero Verde...! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti insieme alla Madonna: Amen!(*) <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre> La Madonna: L'Anima Mia Magnifica il Tuo Cuore! L'Anima Mia cresce nel guardare le Tue opere! L'Anima Mia si distende nella Vigna e nel Giardino, nell'Arca e nei Remi! L'Anima Mia ha sete di ogni creatura! L'Anima Mia Dona il Pane ai miseri, ai poveri! L'Anima Mia si inchina dinanzi al Tuo Amore! L'Anima Mia ha piantato e ha fatto crescere le radici: sono cresciute e nessuno può potarle, nessuno può sradicarle! E l'Anima Mia Magnifica il Tuo Cuore, Calice Vivente-Dio! Mi inchino e aspetto, Due Giovanni, che formate un Unico Solco e aprite un unico Sole! ...E l'Anima Mia Magnifica! Giulia: Mamma, dove sei andata? Sì, fra poco esco, non temere, ma non Ti vedevo..., parlavi col Calice Vivente? Mammina, metto ancora nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato! La Madonna: Esci dal missile..., si sta chiudendo da tutt'e due i lati! Giulia: Eccomi, Mamma, esco subito..., prendo l'ultima mano...! Eccomi, sono uscita..., ce n'erano rimasti ancora... La Madonna: Puoi andare a prendere la mano! Giulia: Eccomi! Mammina, accoglici così come siamo, Tu che sei l'ultima Grazia! La Madonna: Vi lascio la Croce, portatevi e portateLa, Figli Miei! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, ho visto già i Calici e i Flagelli, quelli che ancora non sono pronti e dovrei andare a Berli...! Quando scendono le Gocce sono Flagelli enormi..., non possiamo mettere un telo e non farli cadere così poi io li Bevo? Il Padre: Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà..., lo mettiamo? Il Padre: Le Gocce che cadono devono cadere...; non sono Io, sono gli uomini...! Giulia: Papà, lo so che da sempre l'uomo violenta la montagna..., violenta il mare..., fanno violenza con le armi: Eccomi nel fare la Tua Volontà! ...E i Cari sono tutti in mezzo a noi, li salutiamo!(*) <Tutti salutano i propri Cari> Eccoci a prendere parte alla Vostra Gioia...  ed Eccomi pronta a portarTi le Spose e rimanere alla Tua Destra e rimanere in mezzo ai figli: Eccoci!(*)

 

 

 

 

 

1. Giov. 13/11/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......Nel Giardino dell'Abbondanza di Dio Glorifico il Mio e il Vostro Padre Altissimo ora e per l'Eternità...... nel Giardino dove tutto è Vivo, dove c'è l'Amore, dove c'è Maria con le Sue Schiere nel pulire e nel preparare la Festa Eterna, così come il Padre L'ha preparata da sempre! Figli Miei, vi invito ad essere coscienti a prendervi e a portarvi essendo Croce nella Mia Croce, nella Croce del Padre, e il Giardino è Vivo, Dio è Vivo, tutti i Servi Inutili sono Vivi...... e preparano...... impastano.........preparano la Festa, preparano le Piante, preparano le Capanne, e siate ancora coscienti di ciò che il Padre vi sta donando......... e non si fermerà di donarvi il Tutto del Suo Amore, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! ............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Ho un po' la gola chiusa... ma tanto Tu mi senti ugualmente! Gesù dove sei andato? Hai i Piedi Nudi e sporchi di terra! Gesù: GUARDA............! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Ho Bevuto tutto e questo è arrivato adesso...! Cosa vuoi fare, Gesù? Vuoi farlo scendere? E tutto quello che ho bevuto non scenderà più, neanche le gocce, ma questo... adesso cosa facciamo? È un vortice grande grande e dentro non è solo un vortice......! Lo so che non viene da Te ma viene da chi disturba il mare......... da chi violenta.........! Non li possiamo fermare? Non posso bere anche questo? Ci sono i Pargoli...... lo so che nessuno Ti cerca, ma Tu sei Buono...! Bevo anche questo... sì, Gesù, non posso dirTi che non ho Bevuto, ho Bevuto tanto tanto e Tu Lo sai e non posso nasconderTeLo... uno in più... uno in meno... se non me Lo fai Bere, me Lo fai fermare?(*) Almeno per Tre Giorni...? Facciamo così, Gesù, se Tu desideri che sia così, Lo tengo Tre Giorni e poi decidiamo se me Lo fai Bere o se deve scendere...... così io posso andare dai Figli e toccare i loro cuori! Lo so che non Ti cercheranno, ma fammi provare ancora, Gesù! Gesù: Anima Mia..., il tuo compito non l'hai lasciato neanche un istante.........! Giulia: Gesù, quando c'è da Lavorare...... e quando si risponde "Eccomi"..., ma ora Lo tengo tre Giorni e poi decidi Tu...! Sei sempre Tu a decidere, io busso... e quando io busso è sempre aperto se si vuole fare la Volontà del Padre...... ma quando non si bussa, è sputare in Faccia al Padre, e l'umanità intera lo fa attimo dopo attimo... e vengo a pulire anche gli sputi, Gesù! Gesù: Guarda ancora............... e quello che vedi mettilo nel Vuoto del Rotolo! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Eccomi!(*) Donatemi sempre la costanza e la forza! Fino adesso con la vostra costanza non ho mai aperto, ma adesso stringetemi ancora di più in quest'Ultimi Tempi, Gesù! E visto che ho fatto tutto il Lavoro che dovevo fare, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, l'umanità intera, tutti i Figli, tutti i nemici e tutti coloro che trafiggono il Tuo Cuore e il nostro! Hanno scartato e scartano Te e scartano anche noi, ma Eccoci nel Fare la Tua Volontà! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che Porta l'Abito Bianco! Metto nel Tuo Cuore i Sussurri, purificali... li ho raccolti, li ho puliti e Te li ho donati, ma purificali ancora! "Ed ecco il mio niente della Giornata", accoglilo, Gesù! Accoglici così come siamo nel camminare all'indietro, non venendo verso di Te......! Gesù: Non siete nella Vigna e nell'Arca? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma tu vedi e senti! Giulia: Sì, io per Volontà del Padre Vedo e Sento! Gesù, eccoci nel Fare la Tua Volontà! Gesù: Eccomi con i Due Banchetti! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con tutti i Servi Inutili! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, Stracci Stracciati ai Piedi della Croce: Eccoci!(*) Gesù: ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom, Gesù! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi come state... tutti bene-male? <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Quando arrivi Tu tutto diventa Luminoso! ...Quando arrivi Tu arriva la Pace... arriva la Verità......... e di fronte a Te tutto brilla! ...Com'è bello, Gesù, stringerTi la mano in segno di amicizia e di affetto! Gesù: Io la stringo a tutti i Figli... però molti non Me la danno, molti non Me la stringono...: l'Umanità Intera! Don Vincenzo: Ti pugnalano continuamente......... Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ti rinnegano! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Ti tradiscono! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Perché non sanno! Gesù: No, lo sanno...... ma non Mi vogliono! Don Vincenzo: Più si conosce Te e più si impongono delle scelte... invece il mondo ha capovolto i criteri e non ha messo più Dio al Primo Posto, anzi L'ha messo all'Ultimo! Dobbiamo imparare a pregare...... e più creiamo degli spazi di preghiera e più la Tua Presenza, Gesù, diventa Viva e Vera! Quando non creiamo degli spazi di preghiera la Giornata la sprechiamo dietro alle cose del mondo, inutili, superficiali, caduche,... quando invece noi dovremmo essere la Luce nel mondo, la Gioia del mondo, la Verità del mondo......! Gesù: Vi ho Donato la Vigna e l'Arca e i Remi per fare questo Lavoro...... Don Vincenzo: .........Ma stoltamente questo Lavoro non viene fatto...! Gesù: Ma c'è sempre una Piccola Formichina che raccoglie e porta tutto a Casa! Don Vincenzo: Meno male che c'è questa Formichina! ...Gesù... insegnaci a pregare! Abbiamo qui la Famiglia di Giulia, simbolo di tutte le Famiglie... ma non riusciamo ancora ad entrare pienamente in sintonia con Te, con la Mamma e con il Padre... e una Giornata senza preghiera è una Giornata spenta... è una Giornata del mondo che non ha tempo di pregare perché ha mille cose futili e passeggere da fare! Per questo ci si dovrebbe mettere continuamente in una preghiera profonda, convinta, duratura......... ma questo non avviene! Gesù: E deve fare tutta la Formichina per voi: portare sulle spalle l'Umanità......... portare ognuno di voi......... e pregare.........! Don Vincenzo: Ma proprio questo manca alla nostra Giornata... che non mettiamo al primo posto la Preghiera...... che è la cosa principale......! Gesù: Ma tu sei il Calice Vivente! Don Vincenzo: E come Calice Vivente ho sete di pregare, ho voglia di pregare... e non vedo l'ora di pregare... ma poi vengo distratto dagli altri che hanno altre cose a cui pensare... e hanno altre cose da fare! Gesù: Gli altri chi? Don Vincenzo: Gli altri che corrono... e si vede chi corre a destra...... chi a sinistra... chi si preoccupa... chi dà pugnalate... chi tradisce... chi non perdona... chi si affanna......... e sono tante le situazioni del mondo...... e purtroppo in queste situazioni nessuno trova spazio per la preghiera... quando invece dovrebbe essere prioritaria, basilare e fondamentale la preghiera durante l'arco di tutta la Giornata! Ecco, Gesù, perché Ti ho chiesto di insegnarci a pregare......... è la cosa più preziosa che ci sia.........! Gesù: "Ave Maria- Padre Nostro!" - "Padre Nostro- Ave Maria"! Don Vincenzo: Eh, sì......... ma dobbiamo metterci a pregare con serietà sapendo che stiamo facendo la cosa più importante! E se non facciamo questo dal mattino, la Giornata passa e scivola...... e arriva subito la sera......... e non siamo stati dei buoni Cristiani......... ma traditori di Cristo! Gesù: E adesso ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccoci... sì che Ci Doniamo! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi... e allora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Che bello stare con Te, Gesù! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Gesù: Eccomi! ...Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: E L'hai Donato per ognuno di noi! Gesù: E Lo Dono ancora! Don Vincenzo: E Lo Doni ancora! Gesù: Questo è il Mio Sangue! ...Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù:Amen! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne spezza la metà e dona l'altra metà a Don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:> Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne! ...Questo Sono Io nel Grembo del Padre, nel Grembo di Maria e sul Letto della Croce e Sono in mezzo a voi Vivo e Reale per DonarMi ancora! Eccomi! ...Io Mi Dono e tu ti Doni! .........Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! ...Doniamoci! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta... è Viva in mezzo a voi... e lo Strumento è andata a Lavorare nel Rimanere Crocifissa! Don Vincenzo: Speriamo che non entra in qualche Tunnel......! Gesù: Già c'è entrata! Don Vincenzo: Già c'è entrata? È pericoloso... ma grazie a Dio ci stai Tu! Gesù: Quando si Ama non si è in pericolo! Don Vincenzo: Certamente no! Gesù: Se voi amate e avete Fede non c'è alcun pericolo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo parte alla Pasqua Viva? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Allora Mangiamo il Padre! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! , Mangiamo il Padre! Eccomi! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: È un po' più forticello? Don Vincenzo: Uh! Gesù: Uh! ...E state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: L'hai sentito? Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Non vuoi Mangiare il Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Non vuoi parlare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E allora Mangia e poi dopo parli! ...Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Avete Fame e Sete? Tutti: Eccomi! Gesù: Sono pronti i vostri cuori......? Tutti: Eccomi! Gesù: Non ho finito di dire............ a che cosa? Don Vincenzo: Non hai finito? Gesù: Ho detto: "sono pronti i vostri cuori" ?... Ma non hanno aspettato il resto che dovevo dire: sono pronti i vostri cuori all'Invito della Seconda Festa? Tutti: Eccomi! Gesù: La Seconda Festa quand'è? Alcuni: Giovedì 20, cioè il prossimo Giovedì e poi c'è quella dell'ultimo dell'anno! Gesù: Adesso ci siamo! ...Dov'è la dottoressa? ...Eccola! <Gesù indica Alessandra> Teresina sta lavorando... lavora per il Padre! ...Viceparroco, stai bene? Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Giovanni, Mi dici qualcosa? Don Vincenzo: Come no! <Gesù si rivolge a Maria Elena> Gesù: Ehi, stanno Lavorando... sono andati con la Schiera della Cocciuta a pulire il Giardino e, quando rientrano, devono preparare per la Festa! ...Non t'hanno lasciata sola, non devi piangere! Quando ti fanno arrabbiare tu alza gli occhi al Cielo e chiama tutta la tua Famiglia... vengono tutti quanti! ...Ora devono lavorare e devono pulire! È uscita solo la Schiera dello Strumento... e uno è a capo e l'altro è alla fine... e così tutti in mezzo guardano gli altri, gli altri Pargoli che Lavorano! <Mandano baci> Allora, Giova'... dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Gesù... da quando sono entrato in Seminario nel 1978... tantissimi anni fa... il 28 ottobre... è stato il giorno più bello della mia vita perché non pensavo minimamente che sarei rimasto lì dentro... e invece mi sono sentito subito come a casa mia... come a Casa di Dio... come uno che ha trovato un Tesoro... e dai primissimi Giorni mi sono reso conto che non c'è Giornata bella senza la preghiera, perché la preghiera rende la Giornata luminosa, splendente... e tutta questa situazione meravigliosa me la sono portata fino ad oggi! Gesù: Perché... la volevi lasciare? Don Vincenzo: Perché a volte uno, alla fine della Giornata, si accorge di non aver pregato e dice "oggi non ho pregato neanche una volta!" Gesù: Tu dici che se ne accorgono? Don Vincenzo: Chissà... speriamo di sì! E allora ogni Giornata vale nella misura in cui si prega! Se in una Giornata uno non prega non può fare nessun miglioramento... non può fare nessun progresso spirituale... perché pregare significa mettersi in Comunione col Padre... e quando ci si mette in Comunione con Dio si vince... si vince sui propri difetti... si vince su tutte le situazioni difficili perché si può gestirle meglio... può valutarle meglio... può rifletterle meglio... quindi è in tutta la Giornata che deve avere il primo posto la preghiera... e se questo non avviene viviamo come quelli del mondo... ma noi non siamo come quelli del mondo... noi siamo la Famiglia di Giulia... noi siamo i Cristiani Veri, noi siamo i Piccoli Cristo! Gesù: Siete la Famiglia della Vigna, dell'Arca e dei Remi! Don Vincenzo: Senza preghiera la Giornata non è Giornata da Cristiani! Con la preghiera invece si acquista profondità e si diventa ancora di più Cristiani... perché la Luce della Preghiera è la Vera Luce di Dio! ...Dio ti illumina se ti metti in condizione di pregare... ma se riduciamo la preghiera a poche parole e se riduciamo la preghiera ad un incontro breve e frettoloso con Dio, ci siamo illusi di aver pregato... ma in realtà non abbiamo pregato affatto! Quando invece avviene il contrario e si scava in profondità allora avviene l'Incontro Vero con Dio... e lì c'è la preghiera.........! Gesù: Venite col "niente!" Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Eccomi! Don Vincenzo: È bello pregare... guai se non lo facciamo! Gesù: Mangiamo il paninello? ...Allora...: pregare! ..."Eh... è l'ora di fare questa preghiera... è l'ora di fare quell'altra... è l'ora di fare quell'altra ancora... mi sono dimenticato di farne una!" ...Qual'è la Preghiera che Dio vi chiede? Don Vincenzo: "Padre Nostro - Ave Maria!" detta con Amore... e ripetuta più volte diventa la Preghiera che Tu ci hai invitato a fare, che il Padre ci ha invitato a fare e che la Madonna ci ha invitato a fare! Gesù: Ma il Padre vi chiede ancora un'altra Preghiera: di essere chiamato "Papà"! Don Vincenzo: Papà! ...Com'è bella questa parola: dice tutto! Gesù: Come dice tutto: "Padre Nostro!" Don Vincenzo: Certo! Gesù: Adesso diciamo: "Ave Maria"... così rimaniamo nel non far sentire! Il Veleno cammina e i Falsi profeti camminano anche! Don Vincenzo: Avanzano e perciò dobbiamo fronteggiarli con la Preghiera! Gesù: ... ma Io dicevo... ancora non vi diciamo le altre Preghiere... andiamo avanti con questa perché il Veleno cammina e i Falsi Profeti camminano ancora! Don Vincenzo: Andiamo avanti con queste... ma nella profondità la preghiera acquista luminosità... e senti il cuore che batte più forte! Gesù: ... ma dovete essere semplici nel pregare... troppe parole vi fanno addormentare! ..."Eh... in questo giorno ho fatto tanti Rosari... in questo giorno ne ho fatti tanti altri... in questo giorno ne ho fatti tanti altri!" ... E così viene contato tutto quello che viene donato al Padre! ...Ma ciò che fa la destra non lo deve sapere la sinistra! Don Vincenzo: Certamente non si deve contare la preghiera......! Gesù: Eh, ... ma viene contato da chi si mette in mezzo alle piazze! Don Vincenzo: Quello è un apparire... è il contrario della preghiera! Gesù: Eh, ! Don Vincenzo: La preghiera è segreta! Gesù: È nel nascondimento! Don Vincenzo: Nel nascondimento! Gesù: C'è un filo diretto col Padre, col Cielo, con tutti i Servi Inutili che sono tutti uniti con voi... al Banchetto di Dio dove si presentano le Spose e al Banchetto vostro dove ci Sono Io e c'è Giovanni e c'è il Padre! ...Voglio un dolcino... eh, ... questo... uno, non tutto il vassoio... tu lo vuoi uno? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Anche lei ne vuole uno! <Gesù indica Alessandra> Non lo mangi? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccomi! ...Mia Madre non Mi faceva solo il paninello...! Mi faceva anche i dolci e poi, quando infilavo il dito nel miele, a volte c'erano anche le sculacciate! ...Eccomi! ...Come tutti i bimbi quando vedono il miele o la cioccolata! Don Vincenzo: Gesù, pensavo a tutto quello che è la Preghiera... cioè siamo un centinaio qui dentro... chissà se oggi qualcuno ha pregato veramente! Gesù: Io non lo so! Don Vincenzo: Chissà se oggi qualcuno si è messo in atteggiamento di Adorazione, di Profondità, di Amore e di Verità! Gesù: RaccontaMi un'altra cosa: abbiamo già parlato... "Padre Nostro e Ave Maria e abbiamo chiamato Dio: Papà!"... ma l'Umanità è sorda ed è cieca! ...Vedi, Giovanni- Calice Vivente, c'è un grande rumore nel mondo... corrono di qua, corrono di là! In questo Luogo il Padre ha Piantato l'Albero... quello Verde, quello Vivo... ma non viene accolto...... e viene scartato......! Ma l'Umanità va avanti e indietro dove ci sono i rumori! E Io ho detto e lo dico ancora: "Dove sentite dire che Gesù opera Miracoli, non ci andate perché lì non ci sono Io! ...Dove c'è silenzio, lì ci sono Io e allora vedete il Sole che si Apre...!"... Hanno scritto male: Io non vengo come un fulmine o come un lampo... lo ripeto ancora: "Io sono in mezzo a voi da sempre!"... Ma non Mi hanno voluto ascoltare! "Vado, preparo col Padre il Tutto da preparare e ritorno e rimango sempre in mezzo a voi... ma Vivo in mezzo a voi!"... Ma non vogliono ancora sentire e non vogliono ancora vedere! E cosa fa il Padre?... Trova una Cocciuta... più Cocciuta della Cocciuta non ne trova... e le dice: "Mi aiuti a non VenderMi e a non farMi comprare? ...Mi aiuti a portare i Chiodi? ...Mi aiuti a rimanere alla Mia Destra?"...- "Eccomi, Eccomi!" ... "E così Mi aiuti a portare i Figli che si sono smarriti?"... "Eccomi!"... Nella Semplicità, nella Povertà, nell'essere Piccoli e Poveri, all'Ultimo Posto dove hanno messo Me... ma Io sono al Primo perché sono Dio! ...E se Mi hanno messo all'Ultimo Posto anche a voi hanno messo all'Ultimo Posto! Se Io vi tengo nella Vigna, dove siete? Al Primo Posto tutti quanti... senza fare alcuna distinzione! Ma la Cocciuta Mi chiede: "ma posso portare anche quelli che non Ti vogliono conoscere...? E posso aspettare quelli che non donano la mano e poi vado di nuovo?" Don Vincenzo: Gesù, quando uno arriva e dà la mano vengono cancellati tutti i peccati? Gesù: Ti ho già risposto di sì! Chi non dà la mano rimane fermo! Se non gli dà la mano, la Cocciuta non lo può portare al Banchetto e non può essere messo l'Abito Bianco e l'Anello al Dito e le Bimbe non possono cantare le Lodi e accompagnarli......... ma la Cocciuta aspetta......! Don Vincenzo: Quindi se uno dà la mano tutto è pulito, tutto è luminoso? Gesù: Si indossa l'Abito Nuziale! Don Vincenzo: L'Abito Nuziale è Bianco? Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Tutto acquista Candore e Luminosità! ...Che Festa! Gesù: Che Festa rimanere nella Vigna, nel Padre, nell'Arca e con i Remi! ...Che Festa! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E allora Io devo accogliere le Spose che la Cocciuta ha mandato a prendere con le Bimbe! Lei ancora si è tuffata e sta Lavorando! ...E vado ad accoglierle e Dono loro l'Amore del Padre e ti mando Giovanni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...E allora Io vengo dopo a salutarvi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi!(*) PICCOLO GIOVANNI: ... Con la Croce e con il Pane! Ehi... come stai, Giovanni? Don Vincenzo: Sto bene perché ho parlato della Preghiera con Gesù! Piccolo Giovanni: Eh, ! Don Vincenzo: E quando si parla della Preghiera si accende la Luce del Cuore......! Piccolo Giovanni: ! ...Ehi... il Mio caffè... aspettate che poi vi saluto! ...Bevine un goccio! ...Ne vuoi ancora? ...Un altro poco! ...E questo Me lo bevo Io... è bello caldo, caldo, caldo! ...Eh, ... chi lo vuole se lo prende! ...Nico! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come andiamo? Nicola: Eccomi... bene! Piccolo Giovanni: Tutto a posto? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh... Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come andiamo... cos'hai combinato ancora? Eccomi! ...Chi parla, chi vuole parlare? ...Tu? ...Tu? <Giovanni invita a parlare ad Alessandra, Sara e Chiara e poi si rivolge alla piccola Miriam> Non Mi vuoi dire niente? ...Ehi, ciao Miriam... facciamo parlare a Miriam... ma A lei l'ascolto col cuore... ciao Miriam... eh, , ho sentito tutto! ...E adesso vuoi parlare tu... parli tu? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: E poi parla Giovanni! Raffaele: Giovanni, tutto parla di Dio! Piccolo Giovanni: Tutto il Giardino che Dio ha Creato parla... ma gli uomini no! ...Le piante, i fiori, gli uccelli, i pesci... tutti parlano di Dio... i frutti! Raffaele: Ma noi non sappiamo ascoltare? Piccolo Giovanni: Non sapete ascoltare... ma Io parlo a voi e parlo all'Umanità intera... e quando dico: "voi" è l'Umanità Intera! ...Voi siete nella Vigna e nell'Arca e nei Remi... e avete il Banchetto che è Dio! Raffaele: Chi calpesta il Giardino se ne rende conto? Piccolo Giovanni: Eccomi! ..."Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno!"... "Padre perdona loro perché ora sanno quello che fanno!" Raffaele: Gli uomini hanno conquistato una cometa... cosa volevano dimostrare... che sono più forti di Dio... o che non esiste proprio Dio? Piccolo Giovanni: Per quelli che l'hanno conquistata... no! Raffaele: No? Piccolo Giovanni: Ecco perché vengono i Flagelli... sono gli uomini a farli venire... non è il Padre! ...Eh, ma poi puntano il dito: "Padre perché ci hai fatto questo?"... E Lo sputano in faccia! ...E Lo bestemmiano! ...Dovrebbero prendersela con gli uomini che disturbano! ...Hanno sporcato tutto e continuano a sporcare! ...E continuano a venire i Flagelli, le Catastrofi, le Guerre e i Mali! ..."Cosa ha fatto un bambino perché è morto di tumore?"... Cos'hai fatto tu per sporcare il Giardino?... "Ma Gesù non vede? ...Ma i Santi cosa fanno? ...Andiamo in quel Luogo... così ci fanno il Miracolo!"... Non andate dove dicono: "venite... ci sono i Miracoli!"... NON CI SONO! ...E questa è Parola di Dio... questo l'ha detto Gesù: "non ci andate quando vi dicono che qui ci sono i Miracoli!"... Correte, Prendete e Portatevi come Croce! ...Rimanete Piccoli e Poveri! ...Non vendeteMi e non comprateMi! <Giovanni indica il Padiglione> Ecco... quanto oro... vedete quanto oro avete messo? ...Dei piccoli veli... dei piccoli decori... eh... sono preziosi... Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Raffaele: L'ultima domanda......... quello che Salva sta Lavorando? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Ma pulisce il Giardino? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: I Servi Inutili fermano anche chi sporca... nel senso letterale? Piccolo Giovanni: , con la Destra e con la semplicità... e non mettendosi sul piedistallo! Raffaele: Ma gli succede qualcosa a questi o cambiano idea su quello che hanno fatto? ...Cioè, per poterli vedere noi o non ce ne accorgiamo? ...Se c'è un Capo di Stato, un Dittatore e un Servo Inutile ha pulito lì... è perché sparisce, è perché non parla più, è perché non riesce più a operare, è perché non viene più seguito... o non è così? Piccolo Giovanni: Quando si risponde: "Eccomi" al Padre si rimane sempre un Servo Inutile e si Lavora nella Vigna! ...Ma non viene chiamato "Grande, o quello che Salva! ..." Raffaele: I Servi Inutili possono aiutare a Salvarsi quelli che sporcano? ...Quelli che sporcano possono essere salvati dai Servi Inutili? Piccolo Giovanni: No! Raffaele: Non ce la farebbero? Piccolo Giovanni: Ma c'è il Padre che Interviene e le Schiere del Calice Vivente, la Schiera di Maria, la Schiera dei Pargoli, la Schiera dello Strumento! ...Mi date qualcosa da mangiare? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...No, voglio due pesciolini e un ovetto... tu non vuoi più niente? ...Dimmi qualcosa tu... non hai parlato...! L'avete sistemati a Nicola e a Maria? E a te ti hanno sistemato con la mortadella? <Riferito a Maria Elena> Ehi... è bello rimanere nella Vigna e nell'Orto, così come è bello rimanere dinanzi al Banchetto del Padre e ascoltare parola per parola il Calice Vivente! I Servi Inutili ai Piedi della Croce, Domenico, Carlo, Piuccio hanno ascoltato e sono stati perseguitati! Dove cammina tutto diritto... non ci sono i Servi Inutili! Ascoltate Dio perché Io sono all'Ubbidienza del Padre e vi ho indicato sempre la Viuzza Stretta! In tutti i modi vi dicevo chi ero, ma non Mi avete capito...! Calice Vivente, non hanno ascoltato Gesù... e la Storia si ripete! Adesso Dio è in mezzo a voi: Vivo! Tutti sono in mezzo a voi: Vivi! ...Ma voi vigilate! "Ma non li vediamo, cosa ci stanno dicendo?" I "ma", i "se", i "però", fanno parte del Veleno! Vigilate, avete la Destra... non dimenticatela! Ora ci sarà la Festa e poi ci sarà l'altra... preparate i vostri cuori... non fatevi trovare ancora con i cuori lontani...e non state solo a curiosare quando vengono detti i segreti! Il Pane è Tutto Intero... ma si devono aprire i cuori e non dovete distrarvi! "Quella è al primo posto... a me non mi fanno fare niente! ..." Tutti lavorate nella Vigna, nell'Arca e con i Remi! "Eh... ma le Capanne... non è successo niente...!" Aspettate, aspettate, Figli! ...Ho mangiato due pesci... e un mezzo uovo... no... tu lo vuoi un dolcetto? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Quale vuoi tu? Don Vincenzo: Un frù-frù... Piccolo Giovanni: È un po' grandicella... ecco! Dopo parli un po'? ...Eccomi! ...Fai metà tu e metà Mario! <Giovanni si rivolge a Maria Elena... poi manda baci> Hai visto? Non te ne faccio mangiare due! ...Dimmi qualcosa...Io vi posso dire poco fino all'altro Giovedì, , fino a Giovedì prossimo! ... Don Vincenzo: Quello che tante volte fa riflettere... e ci siamo passati sia Tu che io... ci siamo passati insieme entrambi... è che si fa fatica a mettere Dio davanti all'io! ...Si fa fatica a mettere Dio al Primo Posto! Sembra facile... ma poi alla fine ci sono i familiari...... ci sono i parenti... ci sono gli amici... ci sono tutte quelle situazioni che condizionano... e se uno non ha la forza vera per scavalcarle tutte e mettere Dio al Primo Posto in modo concreto e reale,... non ce la faranno e staranno sempre con un piede in due scarpe: ora da una parte e ora dall'altra... e tutto diventa confuso, mentre sarebbe facile mettere Dio davanti a tutto e tutti e basta... e invece si complica ogni cosa quando Dio non ha il primo posto assoluto! Piccolo Giovanni: Mettere Dio al Primo Posto è rimanere uniti e pregare! Vedi, Giovanni, quando Maria ha detto: "aspetto il Figlio di Dio... dentro di Me sta crescendo..."... tutti sono andati via e i parenti L'hanno allontanata! ...La mamma e il papà hanno creduto... e anche Lei è Nata nell'età avanzata... e hanno creduto alla Parola del Padre! Ma quando Maria ha annunziato che aspettava il Figlio di Dio... L'hanno trattata male tutti quanti e Maria ha ascoltato le Parole del Padre: "Sarai perseguitata! ...Sarà perseguitato anche Mio Figlio che è nel Tuo Grembo! ..." Ma Maria ha ascoltato e ha fatto Nascere il Figlio di Dio! L'Umanità Lo abortisce giorno dopo giorno, attimo dopo attimo... non ascoltandoLo in Pienezza! Maria non ha allontanato nessuno... chiunque bussava l'accoglieva... ma Lei è stata scartata...! Don Vincenzo: Bisogna mettere Dio al Primo Posto, costi quel che costi! Piccolo Giovanni: Maria L'ha messo al Primo Posto Dio... e ognuno di voi deve mettere Dio davanti a tutto e a tutti... così come ha fatto Maria: ha Donato tutto al Padre! Don Vincenzo: Il fatto è che poi... alla fine... si finisce per scendere al compromesso e cercare gli equilibri...! Ma o si è con Dio o si è con l'io perchè non si può stare con entrambi.........! Piccolo Giovanni: Non si possono servire due padroni: o si serve Dio o si serve l'io! Don Vincenzo: Eh, si! Piccolo Giovanni: Ma Dio non vuole essere servito... vuole essere Amato! Il Padre vuole essere chiamato: Papà! ...È questo che dovete fare: rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto e pregare per la Chiesa, pregare per i Sacerdoti, pregare per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! E pregate per coloro che ridono di voi... anche i vostri cari! Don Vincenzo: Questa è la Verità! Piccolo Giovanni: Pregare per coloro che ridono come hanno riso di Me... come hanno riso di tutti i Servi Inutili...... quei Servi Inutili Scelti dal Padre e non dagli uomini! ...Voi amate, perdonate, usate carità verso tutti: è questo che Dio vi chiede... e rimanendo nell'Arca e con i Remi, Figli Miei! ...Ora vi lascio il Mio Cuore... <Giovanni schiocca qualche bacio> ...Siate pronti e preparati per la Prima Festa, quella di Giovedì prossimo e pronti e preparati per la Seconda Festa, quella della fine dell'anno, Figli Miei! Io vi ho lasciato il Mio Cuore spalancato, ma sono sempre in mezzo a voi! <Giovanni continua con qualche bacio> Don Vincenzo: Meno male che sei in mezzo a noi, Giovanni, perché così ci guidi e ci correggi! Piccolo Giovanni: Lo sono sempre in mezzo a Voi... attimo dopo attimo! Voi vedete lo Strumento... ma poi ci sono Io... o c'è Gesù... o c'è il Padre... o ci sono gli altri Servi Inutili... Piuccio quando grida di più... e Domenico quando grida anche alzando la Croce! ...E Carlo cosa fa? ...Anche Lui alza la Mano e parla! ...Ancora lo Strumento è immersa, ma fra poco esce... gliene sono rimaste solo tre da prendere! <Giovanni schiocca qualche bacio salutando> Don Vincenzo: ...Gesù! Gesù: ...Con la Croce e con il Pane! <Gesù Saluta con un bacio e Benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: Sembra facile metterTi al Primo Posto, Gesù ... Gesù: Perché Mi ripeti sempre: "sembra facile..."? Don Vincenzo: Perchè poi non è così! Gesù: È talmente difficile dire: "Papà, Ti Amo"? ...Tutto questo vuole il Padre! ...È grande? ...Troppo pesante per ognuno di voi? Tutti: No! Gesù: E come mai non lo fate se non è pesante? Calice Vivente... Calice Vivente... il Sole si Aprirà nelle Tue Mani: ci sarete tutti? Lo Strumento vi porta sulle spalle e quando cadete vi rialza... ma non dimenticatevi: è alla Destra del Padre e in mezzo a voi! ...Pregate "Ave Maria- Padre Nostro" e alzate la Destra e liberate i vostri cuori, Figli! ...Ora tu Saluti con l'Albero Verde... Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato, Figli Miei! <Gesù saluta schioccando qualche bacio, poi Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni... sì, sono uscita dal Tunnel... non vi preoccupate...! Ora vanno a consegnare tutte le Spose...! Le Spose hanno donato la mano, le Spose le ho prese dopo quando ho mandato qualcuno ad aiutarmi e sono tutte belle Vestite...! Giovanni, vorrei nascondermi per il prossimo giovedì... ma vedranno sempre me...! ...Non devo nascondermi?(*) Eccomi! ...E Tu parlerai? ...Lo so, dipende dai cuori! ...Anch'io guarderò i cuori! ...Ma quello che Gesù mi ha detto che me lo farà tenere Tre Giorni... che ne dici se vai Tu a poggiarti sul Cuore di Maria e anche sul Cuore del Padre? Ci vado anch'io, ma vacci pure Tu...! Giovanni, non lasciarci, rimani sempre con noi! Piccolo Giovanni:Lo sono da sempre! Giulia: In questi giorni che verranno ci sarà tanto da fare... vieni anche Tu in mezzo a noi! Tu e il Calice Vivente dovete chiudere il Solco e Aprire il Sole! Una piccola parte è aperta, si deve aprire l'altra! Giovanni, prendici per mano a tutti quanti e donami ancora la Costanza e la Forza di tenere tutto nei Rotoli e nel "Vuoto"! ...Ci vediamo dopo!(*) <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Papà, Ti Amo! ...Ti Amo per chi non Ti sa Amare! ...Ti Amo per chi Ti sputa! ...Ti Amo per chi Ti bestemmia! ...Ti Amo per chi non Ti riconosce! ...Ti Amo per chi non Ti cerca! ...Ti Amo ardentemente perché sei il Mio Papà e il Papà dell'Umanità sorda e cieca! ...Ti Amo! ...Ti Amo! ...Ti Amo! Il Padre: Anch'Io, Anima Mia, ti Amo! Giulia: Giovanni Ti verrà a dire dei Giorni e io Te lo chiedo ancora... ma sei Tu a decidere, Papà! E visto che al Banchetto siete tutti uniti nel fare Festa con le Spose appena arrivate, ora le manderai al Forno e poi a fare i Lavori... Eccoci, Papà,... salutiamo i Cari: Eccoci! <Giulia schiocca qualche bacio e tutti salutano il Cielo e i propri Cari in Paradiso> Eccoci, Mamma, nel fare tutto quello che vuole il Padre!(*)

 

 

 

 

 

4. Giov. 20/11/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi alza la Destra e Benedice col Segno della Croce dicendo:> GESÙ: ......Dal Letto della Croce Vi Benedico e dal Letto della Croce Glorifico il Padre Altissimo, Ora e per l'Eternità! E nel Glorificare il Padre alzo le mani e stendo il Manto sull'umanità e su ognuno di voi, così come il Calice Vivente ha innalzato la Croce nel Benedire e nel Consacrare, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Sono sempre Io con tutta la Famiglia, il vostro Gesù e tutti i Servi Inutili, tutti i Pargoli, tutte le Schiere, tutti i vostri Cari, Maria e il Padre......... questa Figura di Padre Buono, di Padre Misericordioso, questo Giglio Candido che lascia scendere il Suo Profumo, il Profumo del Pane, il Profumo del Suo Amore, il Profumo di Padre, di Padre Buono che Impasta e Impasta......... si Spezza, si Dona, ma non viene mangiato.........! E invita ognuno di voi ad impastarsi e a donarsi, ma nella Luce del Padre e non nel buio del nemico! Figli, non nascondetevi dagli uomini, ma non vergognatevi del vostro Gesù perchè Dio vi vede, Dio vi sente e chi si vergogna di Me, anch'Io Mi vergognerò dinanzi al Padre quando ci sarà la Domanda Finale! Camminate a testa alta: "sono figlio di Gesù e non mi ha messo le catene......... una sì, quella dell'Amore, quella di essere Famiglia della Croce Viva e del Crocifisso Vivo", Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Qual'è il Dolore più grande di questo giorno? Giulia: No, non c'è nessun dolore grande, Gesù, ho solo un po' di mal di testa e nient'altro......... e Tu lo conosci! Non posso dirTi bugie: ho un poco di mal di testa ma adesso andrà via, non Ti preoccupare, Gesù! Gesù: Una mamma copre i propri Figli...! Giulia: Non lo so se li so coprire e non so neanche cosa fare, Gesù! Tu Ti ritiravi sui monti per parlare e piangere......... ma dove sono i monti... io non ho i monti e non posso neanche ritirarmi a piangere perché gli occhi si sono asciugati! Gesù, il Lavoro della Giornata l'ho fatto tutto ma non so se l'ho fatto bene: ho Bevuto tutto quello che ho trovato, come sempre, e visto che Giovanni è impegnato, Gesù, io ho solo Te......... e sono alla Destra del Padre e in mezzo ai figli, e questa Festa è per il Tuo Servo Inutile e per insegnare ad ognuno di noi a far essere solo la Croce il nostro Tutto e nient'altro! Tu non Ti sei mai lamentato così come non si è mai lamentato Domenico che gridava e alzava la Sua voce! Un po' quando avevano bisogno lo ascoltavano... e anch'io ogni tanto......... ma non vengo ascoltata da nessuno! La senti Tu la mia voce alta? Io Te la consegno, come Ti ho consegnato e Ti consegno ogni cosa che mi hai donato da sempre! Gesù, visto che ho fatto la Giornata, la mia Paghetta SpezzaLa Tu, DonaLa Tu all'umanità intera...... io ho fatto quello che dovevo fare e nient'altro! Oggi è così la mia voce: accoglila, Gesù! E metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, l'umanità intera, la Famiglia e i loro cuori! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, tutte le Pietruzze e tutti i Gigli! E ancora consegno nelle Tue Mani tutto quello che mi hai donato e mi doni ancora, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ............GUARDA............! Giulia: Tutta la Festa che avete preparato è bella ed è piena d'Amore, ma cosa c'è dietro quel Mantello, Gesù? Cosa mi nascondi? Gesù, cos'è quella Polvere? Cos'è quella Tromba alta alta? E dalla Tromba esce Polvere e Fuoco.........! Posso andare, Gesù? Gesù: In questo giorno non ti faccio uscire.........! Giulia: Gesù, in questo giorno ho solo un po' di mal di testa, nient'altro... Fammi andare! Gesù, non vado fino in fondo... Gesù: ...Rimani all'Ubbidienza! Giulia: Eccomi, Gesù! Ma Tu me lo tieni fermo? Anche solo per un po' di ore, anche se Tu non conti le ore: tienilo fermo, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con i Due Banchetti! Eccomi con tutte le Schiere! Eccomi con Tutti i vostri Cari! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Eccomi, Giovanni! Eccomi, Domenico! Eccomi, Carlo! Eccomi, Piuccio! Cosa state facendo? Cosa fate con quelle Piante in mano? E dove si devono Piantare?(*) Eccomi...! Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! ...Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: E cosa Mi dici? Don Vincenzo: Abbiamo fatto prima ... Gesù: ......Quello che gli è stato detto alla Cocciuta di fare! Don Vincenzo: ...Abbiamo Consacrato pure la Russia! Gesù: Eh, si...... così è stato detto alla Cocciuta di scrivere.........! Don Vincenzo: Fa paura la Russia? Gesù: Non lo so! ...Tu stai bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E oltre a far paura... non hai niente da dirMi? ...Poi dopo Ci Doniamo! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ..., ecco il Banchetto......... come c'è il Banchetto delle Spose, di Maria, di tutti i Servi Inutili e di tutti i vostri Cari! ...Ma se vuoi dire qualcosina poi dopo Ci Doniamo! Don Vincenzo: È il Compleanno di Domenico Lentini! Gesù: , questo lo so già, abbiamo preparato la Festa e anche voi avete preparato la Festa! ...È la tua Ombra o tu sei la Sua Ombra? Don Vincenzo: Ah, ah, Siamo le Ombre Reciproche! Gesù: Ombre Reciproche! Don Vincenzo: Io sono la Sua e Lui è la mia...... Gesù: E vi nascondete Una sull'Altra Ombra! Don Vincenzo: Beh, nascondere non tanto.........! Gesù: Eh, si, se tu vai sulla Sua Ombra... Lui viene sulla tua Ombra... e così vi nascondete.........! Don Vincenzo: Sì! Gesù: E così quando tu parli sei la Sua Ombra: parla Lui... e quando parla... non lo so! Don Vincenzo: Ah, ah! Gesù: Eh, eh! ...Come Ti vedono...... vedono la Sua...... o la Tua? <Gesù si rivolge alle Ancelle> Cosa vedete? ............E adesso Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccoci! Gesù: Eccoci! ...E allora Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane semplicemente Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri......... e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! ...Ma voi Pregate! ...La Cocciuta non la faccio uscire in Questo Giorno e non l'ho fatta entrare lì dove voleva entrare......! Don Vincenzo: Era un tunnel? Gesù: No! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Questo è il Mio Sangue! ...Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane, Gesù ne spezza la metà e dona l'altra metà a Don Vincenzo> Gesù: Questa è la Mia Carne! ...Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Questa è la Mia Carne! <Gesù prima di mangiare il Pane Lo Innalza.........> Amen! ...Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...DoniamoCi ai Figli! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta Rimanendo a lungo con le Braccia Allargate e poi fa i seguenti gesti: unisce pollice e mignolo ad entrambe le mani e poi pollice e anulare... poi pollice e medio della mano destra e pollice e anulare a sinistra... poi pollice e indice a sinistra e pollice e anulare a destra... pollice e indice ad entrambe le mani chiudendole a pugno... poi a destra fa il Segno Trinitario e la sinistra rimane chiusa a pugno con pollice e indice uniti... poi china dolcemente il capo e lo poggia sulla mano destra... poi unisce le mani una sull'altra e Offre> ...Ci siamo Donati... la Pasqua è Piena... è Risorta... è Viva! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento è rimasto ancora Crocifisso per Amore... per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! ...E il Banchetto è Vivo e Reale! Don Vincenzo: Eccomi! ...È il Padre! Gesù: Prendiamo e Mangiamo il Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora prendiamo e Mangiamo il Padre e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore sul Letto della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Raffaele: Possiamo fare il Battesimo a Pier Luigi e a Dino? Gesù: Eccomi! ...Battezza i tuoi Figli! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ehi, aspettate.........! <Ricevono il Battesimo anche Miriana ed Emanuele> Ora puoi prendere il Padre e MangiarLo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi... tieni... Eccomi... e Io Lo Mangio anche... Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Non Mi dici niente? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E parla! Don Vincenzo: Ho tante cose da dire... e anche questa Giornata di oggi è stata originale! Gesù: Dio è Vivo... ed essendo Vivi... lo siete anche voi Figli Originali... quando non pensate alle cose del mondo... o Mi sbaglio? Don Vincenzo: Il Compleanno del Lentini ci ha fatto proprio riflettere sull'Ombra e sulla Povertà ... Gesù: C'è da riflettere sull'Ombra e c'è da riflettere sull'Umiltà e sulla Povertà del Lentini! .........Tie', buon appetito! Don Vincenzo: Anche a Te! Gesù: ! ...Allora, Giovanni... Domenico sta facendo Festa! Gli hanno preparato la Festa... ma Lui sta facendo un'altra Festa! Don Vincenzo: Quale? Gesù: Quella del Pane! Don Vincenzo: Quella del Pane da darLo ai Poveri? Gesù: ... si sta andando a Donare ai Poveri come Pane! ...Vai! ............È vero che non gli piacevano le bugie... Maria? Maria: Sì, Eccomi! Gesù: E sta andando anche a pulire le bugie! ...Neanche allo Strumento piacciono le bugie... ma oggi non la faccio uscire... poi la farò uscire e andrà a pulirle anche lei le bugie! ...Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Vedo che Te Lo stai proprio gustando! Gesù: Perché... tu no? Don Vincenzo: Solo che Tu vai piano piano! Gesù: Tu corri! ...Ma dimmi qualche altra cosa... Calice Vivente.........: me la dici? Don Vincenzo: Sì... non c'è momento, situazione o cosa che non richiami Dio... e, se imparassimo questo, avremmo un Colloquio con Dio Interiore continuo e costante! ...Mentre invece, se non impariamo questo, le Giornate scivolano via, le ore corrono e non riusciamo a concretizzare nulla di buono! ...Quando invece c'è questo Incontro con Dio tutto diventa Utile e veramente Cristiano! Gesù: Vedi che l'Incontro non c'è solo il Giovedì...! Noi siamo sempre in mezzo a voi nel Lavoro, al Banchetto e a Combattere con le Schiere! È da un bel po' di tempo che siamo venuti! ...E dimmi qualche altra cosa... poi vi devo lasciare a Giovanni... e poi Giovanni vi lascerà a Domenico... e poi alla fine vengo di nuovo Io! Don Vincenzo: La Preghiera è l'Arma principale per combattere l'io: più preghiamo e più l'io viene messo da parte! Quando invece non preghiamo l'io domina! E allora dobbiamo prepararci a queste Giornate Speciali, a queste ore, a questi minuti, a questi secondi... perchè ogni momento è buono per pregare ed è utile ed è doveroso! Gesù: Tu hai dimenticato che sei il Calice Vivente e che siete nella Vigna e siete anche nell'Arca e con i Remi! Tu Mi dici: "ogni attimo è buono per pregare"..., ogni attimo è buono per pregare... ma quando si Lavora, quando si è dietro alle Schiere di Maria, dello Strumento e della Tua e dei Pargoli... il Lavoro si deve fare... e Lavorando togliete il Male, togliete il Veleno, pulite il Giardino che è stato sporcato... e una Preghiera più Grande di questa non c'è: "Ave Maria- Padre Nostro"......... e pulire l'Orto e pulire la Vigna.........! Don Vincenzo: È un Combattimento? Gesù: Non è Combattimento... Don Vincenzo: ......Perché il Veleno attacca sempre! Gesù: ...Ma voi avete la Destra! <Gesù Alza la Destra nel Segno della Croce> Teresina del Bambin Gesù, cosa vuoi dirMi? Niente, niente? ...Non Mi vuole dire niente! Don Vincenzo: E poi dirà, dirà! ...Gesù, com'è bello stare con Te qui! Gesù: Ancora! ...Com'è bello stare col Calice Vivente attimo dopo attimo! ...Ah, non vuoi dire niente perché devi mangiare! Eh, ! ...Tutti i vostri Cari, Tutti i vostri Pargoli sono tutti impegnati alla Festa di Domenico e a Lavorare......... e vi baciano! <Tutti mandano baci> Don Vincenzo: Domenica prossima, 23 novembre, è la Festa di Cristo Re! Gesù: Perché... c'è un Giorno solo di Festa? ...E gli altri Giorni? Io non sono un Re... Io non sono venuto per fare il Re... Io sono venuto a servire... e il Mio Trono non è fatto d'oro... è un trono...... è una sedia come per tutti gli altri Figli che sono seduti al Banchetto! ...Venite col "niente"! ...Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria: Eccomi, Gesù! Gesù: Allora, visto che Teresina non vuole parlare... state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Giova', tu come stai: bene-male o male-bene? Don Vincenzo: Vorrei stare meglio! Gesù: Perché... stai male? Don Vincenzo: Vorrei crescere di più nella Fede! Gesù: ...Perché Mi dici che devi migliorare essendo Calice Vivente? ...Perché giochi a nascondino? ...Lo sai chi è il Calice Vivente? <Don Vincenzo annuisce> ...E allora perché giochi a nascondino? Don Vincenzo: Il mio Calice è Pieno Pieno? Gesù: E Trabocca! Don Vincenzo: Trabocca pure? Gesù: , ma non cade per terra neanche una Goccia! Don Vincenzo: Gesù, che bello stare qui con Te! ...A Te sembra normale! Gesù: Perché a te cosa ti sembra essere Calice Vivente... non normale? Don Vincenzo: Come Calice Vivente, ... ma anche il Calice Vivente per me è una sorpresa... era una sorpresa! ...Che bello essere Figli di Dio! Gesù: ...Già lo siete... l'Umanità lo è! Don Vincenzo: Quando ti senti Figlio ti senti ricco, ti senti pieno e non hai più bisogno di nulla perché sei anche Erede di Tutto e di Tutti...! Gesù: Ma voi lo conoscete già: siete nella Vigna, avete l'Arca, avete i Remi e lo Strumento è alla Destra del Padre ed è con voi... e sapete bene che dovete Combattere! ...La Tua Schiera combatte... la Schiera di Maria combatte... e quella dei Pargoli combatte... e quella dello Strumento combatte! Don Vincenzo: È numerosa la mia Schiera? Gesù: ... e tu ne Sei a Capo! Quando esci non la vedi? Quando porti i tuoi Figli a Lavorare! ... <Gesù prende Don Vincenzo per mano> ...Eeeh, come sei bravo a girare intorno...... come sei bravo a giocare a nascondino... ehi, l'hai fatto da sempre e adesso continui a farlo, Calice Vivente... ma sei un po' allo scoperto! Don Vincenzo: No! Gesù: , perché tutti quanti sanno chi è il Calice Vivente... Calice Vivente-Dio! ...C'è Giovanni che sta bussando... Io devo andare a prendere parte al Banchetto delle Spose e al Banchetto di Domenico! .........Allora vi lascio a Giovanni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dopo vengo di nuovo! PICCOLO GIOVANNI: Con la Croce e con il Pane! <Giovanni Saluta benedicendo> ...Ehi, Giova', com'è? Don Vincenzo: Giovanni, già sei arrivato! Piccolo Giovanni: E che ci vuole... sono qui in mezzo a voi... non è che devo prendere l'ascensore! ...State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male o tutti non bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh, il Mio Caffè... e poi vi parlo... tie', un goccino, avvicinati non so che cosa gli hanno messo allo Strumento, Io non Mi posso muovere! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni: Un altro goccino? Don Vincenzo: Tu, Giovanni, riconosci chi fa il caffè... e se è della Cocciuta! Piccolo Giovanni: Adesso Lo devo assaggiare se Lo ha fatto la Cocciuta... mò vediamo! Il Profumo sì, mò vediamo il sapore! Don Vincenzo: Tu sei un intenditore! Piccolo Giovanni: , è il caffè della Cocciuta.........! Don Vincenzo: È buono? Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: Si riconosce! Piccolo Giovanni: ! ...Eh, si, bravo, chi lo vuole se lo viene a prendere! ...Ne vuoi un goccio? Giuseppe: A me? Piccolo Giovanni: ! Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: L'hai bevuto? Giuseppe: Tutto? Piccolo Giovanni: Eh, ! ...Eccomi! ...Allora, come stiamo, Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Mari'... come stiamo? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Eccomi sì! ...E va tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ehi, dottoressa Teresina del Bambin Gesù... come stiamo? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Teresa: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: E non hai niente da dirmi... non vuoi parlare? ...No? ...Perché non vuoi parlare... vuoi parlare pesante? Teresa: Vorrei... ma non posso! Piccolo Giovanni: Eeeh, Me la dai la mano? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh! <Giovanni e Teresa si stringono la mano guardandosi intensamente e poi ''battono il cinque'' e Giovanni lo fa da lontano verso le Ancelle e verso tutti i presenti mandando anche un bacio> Ehi! ...Tà-tà-tà-tà-tà... Giovanni? Don Vincenzo: Tà-tà-tà! Piccolo Giovanni: , tà-tà-tà a tutte le Ancelle e tà-tà-tà a tutti voi! ...Eh, allora cosa Mi vuoi dire? ...E cosa Mi donate da mangiare? Don Vincenzo: Hai solo l'imbarazzo della scelta! Piccolo Giovanni: Io ho preparato, ma non ho mangiato niente ancora visto che dovevo portare le Spose per farle mangiare...... e non Mi sono fermato a mangiare! ...No, no... e quelli poi li mangia Domenico! <Gli spinaci che Domenico gradiva molto> ! ...Allora state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora posso mangiare... e tu mangi? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Il Mio paninello con la mortadella! ...Mangialo! ...Chiamalo paninello questo! ...Mi è caduta una fetta! ...Hai sistemato un po' a tutti, Viceparroco? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dopo lo facciamo un discorsetto? ...Voi siete digiune? Non avete donato da mangiare alle Ancelle? ...Ma adesso lo facciamo un discorsetto di "cose nuove"? Don Vincenzo: Le "cose nuove" sono cose a volte un po' difficilotte! Piccolo Giovanni: Sono difficili da trovarle? Don Vincenzo: Sì, anche... sono difficili da capire... però tutto dopo si scioglie e tutto si ridimensiona: è il Padre... tutto è Padre! Quando c'è di mezzo il Padre e quando c'è di mezzo la Madre tutto... tutto è facile! Piccolo Giovanni: Mia Madre è in quel Luogo dove c'è il Banchetto... il Padre sta di là... e tutti gli Altri stanno intorno... <Giovanni indica alcuni punti del Padiglione...> ...E tutte le Spose stanno entrando! Don Vincenzo: Quelle "fresche"... quelle della Cocciuta... quelle che hanno preso la mano? Piccolo Giovanni: Eh, si, dall'alba fino a questo istante! Don Vincenzo: Ma la Cocciuta lavora sempre? Piccolo Giovanni: Attimo dopo attimo... come anche voi: vi porta sulle spalle! ...Giova', oggi è un Compleanno, è il Compleanno di Domenico Lentini... il Compleanno da quando il Padre L'ha Partorito e gliel'ha Donato alla mamma... e la mamma L'ha messo sull'altare e gliel'ha consegnato di nuovo al Padre! <Domenico Lentini fu Battezzato lo stesso giorno della Nascita e sua mamma Rosalia Lo presentò all'Altare della chiesetta dell'Assunta in Lauria con questa preghiera:> "Eccolo, prenditelo, fai quello che vuoi fare Tu!" ...E il bambino è cresciuto e dopo che è cresciuto... già nel Grembo Materno Lavorava per il Padre... e ha continuato a Lavorare per il Padre! ...E la stessa cos'hai fatto tu: il Padre ti ha Partorito... ti ha Donato a tua madre Violetta e tua madre ti ha Battezzato nello stesso giorno com'è stato Battezzato Domenico... e ti ha Donato di nuovo al Padre... e come Lavoravi nel Grembo del Padre...... e hai iniziato a Lavorare per l'Umanità intera e per i tuoi Figli! ...E così, anche Giovanni che sono Io, ha Lavorato pure...... nel Grembo della mamma......... e mia mamma Mi ha Donato al Padre... e Lavoro come Lavorano tutti i Servi Inutili... e come Lavori Tu! ...E Domenico... cosa fa Domenico? È la tua Ombra... Ombra nell'Ombra... nel Silenzio! ...Lui si flagellava di nascosto... e tu ti flagelli di nascosto... ma Io lo dico, Io sono giornalista e parlo all'aperto! ...Cosa fate tu e Domenico? Don Vincenzo: Giova'... Tua mamma si chiama Rosa? Piccolo Giovanni: , sono al Forno a Lavorare e a servire al Banchetto e alla Festa di Domenico e alla Festa di tutte le Spose! Don Vincenzo: Com'è, Giovanni, questo fatto della Cometa che si chiama Rosetta? Piccolo Giovanni: Io non lo so... Io sto parlando con voi delle Cose del Padre! Voi ancora cercate le cose degli uomini! Non vi fermate sulle cose degli uomini... fermatevi sulle Cose di Dio! ..."Sta volando un asino... vedi!" ...E voi subito guardate in cielo! ...Tu e Domenico siete l'Ombra dell'Ombra! La Croce te La tieni stretta e Domenico se La teneva stretta... ma girava! ...Io Me La tenevo stretta e giravo con la Cocciuta e con Pasquale... nel Benedire, nel PiantarLa, nel farLa conoscere, nel farLa Amare! E cosa devo dirvi ancora di Domenico.........! Don Vincenzo: Domenico Lentini! Piccolo Giovanni: Che sei l'Ombra dell'Ombra Lo sai già... e faceva quello che fai tu! ...Tu li sai contare i soldi...... Lui no...... e neanche lo Strumento li sa contare! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eh? Tu non parli stasera? Facciamo parlare prima a lui e visto che loro si sono commossi di quello che hanno fatto, non vogliono parlare! Don Vincenzo: Il viceparroco parlerà parlerà! Piccolo Giovanni: , ma adesso parla tu perchè Io non posso dirvi i Segreti in questo Giorno......... la Cocciuta non ha trovato i cuori spalancati! Parla un po'... Don Vincenzo: Tutto è Grazia! Piccolo Giovanni: No, l'unica Grazia che vi è rimasta è Maria! Don Vincenzo: È l'Ultima Grazia! Piccolo Giovanni: Ma dove l'hai messa la parlantina che avevi? Vuoi parlare tu, Viceparroco? Raffaele: Eccomi! È una festa triste? Piccolo Giovanni: Domenico non è contento del suo popolo e Io neanche! Voi siete venuti preparati? Raffaele: Ammaccati! Piccolo Giovanni: Perché siete ammaccati? Raffaele: Perché siamo legati alle cose del mondo, sicuramente! Piccolo Giovanni: E non avete imparato a non legare i vostri cuori alle cose del mondo? E non sapete fare così...(*) e vi slegate? Raffaele: Non ci impegniamo! Piccolo Giovanni: Voi dite che siete legati alle cose del mondo? Raffaele: Se non è così ce lo spieghi? Piccolo Giovanni: Se siete venuti, poco poco vi siete staccati! Ma ce ne sono altri che sono legati di più di voi e non dovrebbero esserlo! Raffaele: Ognuno guarda il suo, Giovanni... Piccolo Giovanni: No, voi siete stati chiamati nella Vigna per guardare l'umanità intera: siete i nuovi Vignaioli e vi è stata consegnata la Vigna e vi è stata consegnata l'Arca e i Remi! E se il Padre vi ha donato questo, ha Donato anche una Cocciuta che vi porta sulle spalle e vi porta a Lavorare! Raffaele: Posso? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: In questi ultimi due tre giorni molti medici, tra cui uno molto famoso ... Piccolo Giovanni: Perché è famoso? Raffaele: Perché sa tutto sui tumori ... Piccolo Giovanni: Chi l'ha detto? Don Vincenzo: Lui! Piccolo Giovanni: Ah... non l'ho sentito...! Raffaele: ...Hanno detto che quando i bambini hanno i tumori e loro li curano e li guariscono, è la chiara evidenza che Dio non esiste! Piccolo Giovanni: Me lo ripeti di nuovo? Raffaele: Quando loro curano tanti bambini affetti da tumore e li guariscono è la dimostrazione che Dio non esiste! Piccolo Giovanni: Perché, il tumore l'ha mandato Dio? Raffaele: No! Non lo sanno, però...! Piccolo Giovanni: No, lo sanno invece! Raffaele: Lo sanno? Piccolo Giovanni: Sì che lo sanno! E quello lo fa venire l'uomo, non con il Veleno, ma con il Veleno loro...! Tu hai dubbi che Dio esista? Raffaele: No, non ho dubbi! Piccolo Giovanni: Cosa deve fare il Padre quando si Aprirà il Sole e la Cocciuta bussa alla porticina dicendo: "posso rispondere a quella Domandina...?" Raffaele: Giovanni, cos'è volgare per Dio? Piccolo Giovanni: Cos'è volgare per Dio? Tu non lo sai? Violentarlo, violentare i pargoli e ascoltare queste parole...! Non è Dio che ha mandato i tumori sulla terra ma Dio ha fatto un Giardino d'Amore senza nessuna malattia! Il Giardino dei fiori candidi, i Frutti degli alberi candidi, tutto candido, ma l'uomo l'ha sporcato ed ecco i tumori ed ecco le pianticelle che Dio non ha piantato e portano la morte......... ma non è stato Dio a piantarle, sono gli uomini......... eppure Dio viene perseguitato...! Raffaele: L'unico che li può fermare è proprio Dio... Piccolo Giovanni: Come Padre Buono Aspetta ancora... Raffaele: Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Tutta la nostra società è fondata dai ricchi, dagli amici dei ricchi, da quelli che non lavorano, perché sono amici dei ricchi e dei sindacalisti che non lavorano..., perché sono amici..., così fino alla fine...! Se tutto il sistema è così, è chiaro che ognuno li chiama "diritti acquisiti" e non molla mai la sua poltrona, con gli uomini che possono anche morire di fame! .........L'ultima ... Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Se puoi rispondere... Piccolo Giovanni: Non ti preoccupare... Don Vincenzo: Ma Gesù è stato mai sepolto? Piccolo Giovanni: Dagli uomini, ! Raffaele: Quando è sceso dalla Croce! Piccolo Giovanni: Anche! Gesù non è mai morto, Gesù è in questo luogo, è seduto un po' più avanti e sta mangiando con le Spose! Non so dove vuoi arrivare tu, ma la Cocciuta Mi mette un ditino qua... <Sulle labbra per non farlo parlare> ...E dice: "...aspetta ancora..., guarda i cuori...!" Raffaele: Giovanni, è da molto che non ci dai un consiglio... Piccolo Giovanni: "Amatevi gli uni gli altri!" Ve l'ho sempre ripetuto! Raffaele: E poi? Piccolo Giovanni: E poi Mi fermo qui con la Cocciuta che fa così... <Schiocca un bacio......> Raffaele: Giovanni, in quest'ultimi tempi, siccome non c'è molta fiducia, non c'è neanche molta speranza...... e non c'è neanche molta umiltà...... Piccolo Giovanni: ......No, non c'è nè Umiltà, né Carità, e non ci si Ama gli uni gli altri ma c'è solo tanta tanta gelosia e tanta tanta curiosità di sapere, di pettegolare e di andare a raccontare...! Raffaele: Come se Dio non lo sapesse! Piccolo Giovanni: Eh, si! "Tanto non vede e non sente...!" Così dicono... Raffaele: Giovanni, ha fatto 10 giorni di pioggia e ha distrutto tutto o quasi, adesso in America ha fatto due giorni di freddo... e ha portato tutti sotto due metri di neve e tutti si chiedono: "ma che sta succedendo?" Piccolo Giovanni: Perché non lo chiedono al Padre? Nessuno si rivolge a Dio dicendo: "Papà siamo Figli Tuoi, Ti abbiamo scartato..., Ci vuoi ancora come figli?" Ma nessuno Lo chiama! Dicono che non doveva farlo e che non c'è Dio... Raffaele: Aumenteranno? Piccolo Giovanni: Alla Cocciuta in questi Giorni il Padre non la farà uscire...! Rimane Crocifissa...! Ha bevuto i Calici, ma non esce e non può prendere quello che è pronto......... e ha chiesto di aspettare...! Ma quello che state vedendo sono le Gocce più piccole...! Non dimenticate le Capanne, Figli, non Le dimenticate...! Ehi, compa' Giova'... Oggi è anche la Tua Festa, è "Ombra dell'Ombra...!" Ce lo mangiamo un dolcino? Così poi vediamo cosa vi dice Domenico......! No, quel dolce no, tu quale vuoi? Prima lo prendo Io? E tu prendi quello che piace a te! Beh, Io prendo quello che piace a Me...! Che vuoi tu? Dottoressa Teresina del Bambin Gesù..., girati dall'altra parte...! Ne vuoi uno anche tu? Quale vuoi, quello? Quale vuoi? L'ha trovato...! Vedi come i figli vengono ingannati da coloro che dovrebbero guidarli sulla Via della Croce e al punto di dire che Dio non fa niente: "ci siamo noi, abbiamo tutto nelle nostre mani e solo noi possiamo salvare...!" Come? Gesù ha versato il Suo Sangue, si è spogliato di tutto per salvare l'umanità intera e coloro che dovevano fare la stessa cosa... distogliendoli dalla Via Stretta e portandoli sulla via larga...: "Abbiamo tutto in mano noi, possiamo salvarvi"......... Precipitandovi.........! ...Il Mio Tutto è la Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: , il Mio Tutto è la Croce e la Croce è povera, ma è ricca d'Amore! "Allontanatevi..., allontanatevi..., è un guaio..." e la Croce viene allontanata dagli uomini, dai figli, dicendo che è un guaio.........! Ma Io Mi sono Donato nel Silenzio e nel Nascondimento! Chi rimane nel Silenzio e nel Nascondimento? Don Vincenzo: Nessuno! Tutti chiacchierano, tutti litigano, tutti si lamentano.........! Piccolo Giovanni: ......Ma una Formichina rimane nel Silenzio e nel Nascondimento! Don Vincenzo: E chi è che rimane? Piccolo Giovanni: Una Formichina! Don Vincenzo: Una Formichina..., L'Unica! Piccolo Giovanni: E solo Lei dice le Cose del Padre! Hai visto? Gli aghi pungono? Pungono gli aghi? E se pungono fanno male...! E quando viene detta la Verità punge, fa male: allontanata, scartata, gettata... E così è la Croce, e così è il Crocifisso e così è il Padre! Ma Gesù non è venuto a comandare ma è venuto a portare l'Amore e a donarsi! Famiglia di Giulia, non lasciate la Via Stretta perchè non conoscete i Tempi... e già i Tempi stanno passando, ma verranno gli altri più pesanti ancora...! Siete nel buio, ma voi che Camminate sulla Via Stretta non lo vedete, perché vedete la Luce! Ma pregate, pregate per tutti i Figli Ministri, pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, Figli Miei! E ora vi devo lasciare a Domenico..., Vi lascio il Mio Cuore spalancato(*)... <Giovanni nel salutare schiocca qualche bacio> DOMENICO: Il Mio Tutto è la Croce! Il Mio Tutto è il Pane, Figli, Ombra della Mia Ombra: avete ricordato il Mio Compleanno? Vi siete vestiti di Croce? L'avete portata? Il piccolo camminare sulla Viuzza: dalla Croce a Maria e a Giovanni, e da Maria alla Croce! L'incontro da chi ha accolto la Parola, l'incontro da chi ha partorito la Croce, il Mio Tutto, il Tutto di ognuno di voi essendo figlio, essendo erede, eredi della Croce, eredi del Giardino di Dio e l'eredità non ve la ruba nessuno se rimanete uniti! Ai Piedi della Croce c'era una piccola Famiglia; nella Vigna il Padre ha messo una piccola Famiglia, ma il Mio Grido, il Mio Tutto è la Croce, non dimenticatelo! Vi è stata donata una piccola grande preghiera da Maria e Gesù: "Padre Nostro-Ave Maria" - "Ave Maria-Padre Nostro" e questo significa: il Mio Tutto è la Croce! Il Mio Vivere è per Te, Padre, rimanendo Piccoli, Poveri come i Piccoli Giovanni: poveri, piccoli, ma ricchi del Mio Tutto della Croce! Ombra della Mia Ombra: Legatevi......... <Tutti ci si prende per mano formando la Catena della Croce e dell'Amore> ......Legatevi al Mio Tutto della Croce e non staccatevi! ...Cosa vuoi dirmi? Il Tuo Cuore grida, ma le tue labbra stanno ferme... e i tuoi occhi si bagnano! Vi lascio gridare col cuore... Ombra della Mia Ombra... Giovanni e il Padre vi stanno preparando e anche Io devo prepararvi! Crescete nella fede, Amatevi gli uni gli altri, allontanate il veleno della gelosia e non vendete Gesù com'è stato venduto e viene venduto ancora, Figli Miei! ...Non Mi stai dicendo una parola, Ombra della Mia Ombra, dimmene almeno una...! Don Vincenzo: Ombra, che fa da Ombra..., Proprio perché fa da ombra ricopre, protegge, specialmente quando c'è un sole forte arriva un'ombra docile, bella, e tutto si ristora e tutto si rasserena e così l'Ombra dell'Ombra e così si fa da Ombra vicendevolmente! Che bello essere all'ombra, al fresco, protetti! "Ombra della Mia Ombra!" Domenico: Ombra della Mia Ombra nel Tutto della Croce! Don Vincenzo: Nel Tutto della Croce! Domenico: Vigilate, Figli, vigilate, come hanno venduto Gesù, venderanno anche la Croce e venderanno anche i Figli della Croce! Dio ha piantato l'Albero Verde, Dio vi ha Donato la Vigna e voi siete la Nuova Chiesa e sarete perseguitati, ma Dio è con voi, Dio è in mezzo a voi! Ci sono i venditori e i compratori, e quando il seme è buono viene cancellato mentre il seme cattivo viene lasciato crescere! Ma Dio è con voi, Nuova Chiesa: pregate, amate e perdonate! Don Vincenzo: Eccomi! Domenico: Io abito in questo luogo dove abita Giovanni, dove abita Carlo, dove abita Pio, dove tutti i Servi Inutili abitano in mezzo a voi, ma avete l'umanità e avete lo Strumento che bussa e chiede al Cuore del Padre: "dammi ancora Giorni..., aspetta ancora, sono Tuoi Figli!" Ombra della Mia Ombra, tieni alta la Croce! Cammino con la Croce e vi Benedico, Figli Miei!(*) <Ritorna Gesù, che saluta con un bacio e Benedice col Segno della Croce> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Sono Io, Sono Gesù, sono venuto un altro poco! Tu prepara il Miscuglietto... sono venuto a salutarvi e a donarvi ancora il Mio Amore e a tenervi ancora per mano! Ecco la Festa, ecco i misteri del Padre! ...Ma a Domenico non l'avete invitato a mangiare? Lui non chiede e neanche i Servi Inutili chiedono...; Giovanni è Giovanni...! Giovanni, cosa ti aspettavi in questo giorno? Ma vi siete resi conto di quello che avete fatto, vi siete resi conto? Rispondi! Teresa: Eccomi! Gesù: E voi vi siete resi conto? Tutti: Eccomi! Gesù: E cosa avete fatto? Cosa avete fatto, Giovanni? Don Vincenzo: Ci siamo riuniti per la Processione... e siamo andati ai Piedi della Madonna! Ci siamo sentiti Figli più che mai! Gesù: Quando uscite fuori vi ricordate della Figliolanza oppure uscite fuori e vi mettete a ridere o a piangere o a fare altri discorsi...? Don Vincenzo: La nostra ricchezza è proprio la Figliolanza! Gesù: Io parlo ad ognuno di voi: Dio la Vigna l'ha Donata ad ognuno di voi; l'Arca l'ha Donata ad ognuno di voi e quando non ascoltate, siete voi ad uscire fuori e non Dio che vi caccia! Ma parlo a voi e parlo all'umanità intera, Figli Miei! Ora capite questa Seconda Festa? Cosa vi ha Donato il Padre? Calice Vivente, il Solco si deve chiudere e il Sole si deve terminare di aprire...... ma una piccola parte è già aperta, ma c'è l'altra parte... Don Vincenzo: Dacci una mano Tu! Gesù: Dio ha già accorciato i Tempi...! Ma pregate affinché i Gradini non si aprono e il Figlio non scende! E pregate e ricordatevi che lo Strumento è di più alla Destra del Padre e di meno in mezzo a voi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dimmi qualche altra cosa..., visto che nessuno ha voluto parlare, parla tu! Don Vincenzo: Sì...! Entrare nella fede, significa accendere la Luce, la Luce di Dio, la Luce del Padre! E quando si accende la Luce, non si ha più paura di nulla, perché un Padre così Buono nessuno mai se l'aspettava di avere, anzi è sempre più Buono, è ancora più Buono e tutto parte attraverso di Lui, e tutto torna a Lui e noi, come figli, usufriamo di questa Grazia, di questo Ben di Dio e noi come figli siamo già ricchi, perché non ci manca nulla! Il Padre non ci fa mancare nulla, anzi ci dà tutto in abbondanza! Che Grazia essere Figli di Dio! Che Benedizione: ricchi, ricchi senza avere bisogno di soldi, perché non è con i soldi che ci si arricchisce, ma ci si arricchisce con le opere buone e quando uno fa del bene e quando uno Ama e quando uno si Ama, è già ricco, super-ricco! E ancora di più "per sempre", queste due paroline mi fanno gioire: "per sempre...", figli per sempre, figli di un Papà Buono per sempre; figli che ereditano tutto per sempre! Che cosa doveva darci di più? Non poteva... ci ha dato Tutto! Gesù: "Non esiste..., Non fa niente..., Fa le guerre..." Don Vincenzo: La stoltezza dove arriva... arriva alla cecità.........! Gesù: Dio che è Amore viene cacciato, viene cancellato, e l'uomo prende il posto di Dio! Ma i Tempi hanno già avvolto l'umanità sorda e cieca! ...Giovanni, tu saluta con l'Albero Verde... Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! <Gesù saluta schioccando qualche bacio> Don Vincenzo: Vi dò la Benedizione finale: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni... il Padre non mi fa uscire! Piccolo Giovanni: Non sei inchiodata sul Letto della Croce? Giulia: Eccomi! Lo so... sono caduti tanti Flagelli, non sono potuta andare a prenderli, non sono potuta entrare nei missili... Tu non puoi mandare nessuno? So che c'è la Festa di Domenico e di tutte le Spose, ma non puoi mandare qualcuno? Devono rimanere tutti lì, alla Festa? E quando escono le Schiere... neanche posso uscire? Piccolo Giovanni: Il Padre ti ha detto no, in questo giorno! Giulia: Eccomi, rimarrò Inchiodata! Giovanni, bussa, bussa, bussa al Cuore del Padre; bussa al Cuore di Maria, affinché io possa ottenere la Domanda Finale! Rimango Crocifissa e vengo dopo al Banchetto: Eccoci, Giovanni!(*) <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Padre Buono, Tu conosci quello che ci necessita... io Ti chiedo solo di farmi rispondere! Prendi tutto quello che mi hai donato... prendi anche le briciole dello Straccio Stracciato! Tu vuoi farmi rispondere alla Domanda Finale per i Figli, per i fratelli, per l'umanità intera, Padre Buono, e far rimanere tutti i Figli ai Piedi della Croce, Papà Buono! ...E visto che siete tutti alla Festa di Domenico, salutiamo i Cari..., <Giulia schiocca qualche bacio e tutti salutano il Cielo e i propri Cari in Paradiso> ...Tutti i Pargoli, tutte le Spose, tutti i Servi Inutili, e un bacio al Tuo Cuore Immenso! Un abbraccio a Te, Mamma, Mammina mia, Fiorellino Candido! ...Fate ciò che dovete fare!(*) <Giulia schiocca ancora qualche bacio>

 

 

 

 

 

5. Giov. 27/11/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio poi dice:> GESÙ: ......Nel Padre Nostro Glorifico il Padre Altissimo Ora e per l'Eternità! Il Padre Nostro Dona ad ognuno di voi...... <Gesù alza la Destra e Benedice col Segno della Croce dicendo:> ...Il Pane Vivo e la Croce Viva l'Amicizia di Dio all'umanità intera e ad ognuno di voi! E ancora il Padre Nostro Dona la Vita Eterna! E nel Padre Nostro Dono il Tutto, ciò che il Padre Mi ha Donato, Io nel Suo Seno e Lui nel Mio Seno, l'umanità intera nel Seno del Padre nel Parto Finale nell'Abbraccio Eterno nel Giardino preparato per ognuno di voi, figli, fratelli e amici, e per l'umanità intera! ......Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Perché hai giunto le mani per me? Gesù: Cocciuta Divina......! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA.........! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Io rimango all'ubbidienza se Tu dici che lo è, e Te lo chiedo sempre quando vado a Bere e Tu mi chini il Capo! E quando chini il Capo significa che posso farlo! Tutti i Servi Inutili, tutti i Pargoli e tutti quanti stanno lavorando! L'Altro Giovedì non mi hai fatto uscire ma poi quando sono uscita ho Bevuto tutto quello che ho trovato! Gesù: Non è pesante? Giulia: Gesù, è leggerissima! Non è stato pesante per Te Bere......... ma è stato pesante quando sei stato tradito e lasciato solo e tutt'ora lo è ancora nel Bere i Calici Amari! Quando Tu alzi la Mano guarisci......... e quando Tu alzi la Mano fermi i Flagelli! <Giulia Benedice col Segno della Croce> E questo compito il Padre l'ha Donato anche a me, e se bevo i Calici e se trovo i Flagelli non pronti: Eccomi! Basta guardare i Tuoi Occhi e i Tuoi Occhi fanno così...... e significa che posso farlo: Li ho Bevuti tutti! Sì i Sigilli i Flagelli e quelle Gocce che cadono non posso raccoglierli ma posso prendere solo la mano, e li ho presi quasi tutti quanti e ne sono rimasti un pochino e dopo vado a vedere se la donano, Gesù! Gesù, ho camminato un po' nel Giardino del mondo e c'è tanto da Lavorare: tanti Figli non hanno pane, tanti Figli non hanno un tetto, tanti Figli non hanno un Lavoro......! Tu hai Donato Lavoro a tutti quanti, anche a quelli venuti all'ultima ora......! Vedi, Gesù, Tu vedi da sempre e Tu l'hai detto da sempre: il Giardino va pulito, Gesù! E come diceva Giovanni, "quello che devi fare fallo in fretta" anche conoscendo i Tempi......... e anche se Lui conosceva i Tempi, lo diceva! Ora Te lo dico al Posto Suo: "quello che devi fare fallo in fretta"! Con la parola di Giovanni Te lo chiedo, con la parola dei Due Giovanni grido forte, Tu che sei il Pane e non Ti neghi a nessuno! Gesù, i ricchi e i grandi... ancora non stanno andando a Lavorare alla Giornata per un Pane ma Lo rubano......... perciò fai presto quello che devi fare e semina.........! Gesù: Ho donato a voi il Seme della Vigna......... che aspettate a seminare, Figli? Giulia: Gesù, non hanno ascoltato Te e non ascoltano neanche me......! Gesù: Ricordi il Tuo Primo Messaggio? Giulia: Eccomi, Gesù! I Tempi sono scesi e tutti siete in mezzo a noi, cosa devo fare ancora? Cosa devi fare ancora? Cosa deve fare ancora il Padre? E Maria che è l'Ultima Grazia? Gesù, tutti sono al Lavoro: i Pargoli, le Spose, i Servi Inutili, tutte le Schiere, tutti i nostri Cari ed eccomi pronta a Lavorare con la Famiglia che hai Donato a Giovanni, e Giovanni mi ha donato al Calice Vivente e io li porto sulle mie spalle! Eccomi pronta nel Bere ed Eccomi pronta ad entrare nel Tunnel! Ma metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato, tutti i Figli che si sono affidati alle mie preghiere, tutti i cuori della Famiglia, tutti i nemici, tutti Figli che non Ti conoscono ancora, tutti i sacerdoti, tutte le Pietruzze, tutti i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco...... e il niente della Mia Giornata! Prendili e tienili nel Tuo Cuore ed io li porto ancora sulle mie spalle con l'Eccomi per l'Eternità, Gesù! Gesù: Eccomi! Eccomi ancora con i Due Banchetti, con tutte le Schiere, con tutte le Spose, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con tutti i vostri Cari, Uniti nell'Unico Amore della Croce, Figli Miei! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Io vado a Lavorare, non temere, Gesù! Gesù: Anima Mia......! Giulia: Eccomi nel fare le Cose del Padre!(*) Gesù: ...PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ- DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ...Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Bene? .........E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Hai qualcosa da raccontarMi? Don Vincenzo: Tante cose......! Gesù: Sentiamole...... e poi Ci Doniamo! Don Vincenzo: Sopratutto quello di mettere Dio al Primo Posto sempre! Gesù: VEDI... METTERE DIO AL PRIMO POSTO È PRENDERSI ED È PORTARSI! Il Padre vi ha messi al Primo Posto! Io ho Versato il Mio Sangue e vi ho Chiamati "Figli"! Il Padre vi ha Donato il Primo Posto nel Giardino! Tutti siete al Primo Posto: Siete Figli... Lavati e Comprati a Prezzo di Sangue! Ma l'Umanità è sorda ed è cieca... ed ha dimenticato tutto questo! Non dimenticatelo pure voi: SIETE FATTI A IMMAGINE E SOMIGLIANZA DI DIO... CROCE NELLA CROCE... E PARTORITI DAL PADRE... E PARTORITI DA MARIA... CHE HA PARTORITO LA CROCE E IL CROCIFISSO! "PADRE NOSTRO-AVE MARIA!"... QUANTE PREGHIERE SI FANNO, MA LA CROCE VIENE GETTATA... E LA CROCE VIENE SCARTATA......! MA GETTANDO LA CROCE SI GETTA DIO CHE CI HA PARTORITO......! .........NON GETTATEVI, FIGLI, MA PRENDETEVI E PORTATEVI......! E quando siete stanchi poggiatevi sul Letto della Croce... così prendete Forza...... e non sentirete più nessun dolore ma solo un Ardere d'Amore, Figli! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E tu stai bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora Ci Doniamo? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento è andata già a Lavorare e rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che porta l'Abito Bianco e per l'Umanità Intera! ...Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù Lo Innalza e lo Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane...... e Gesù ne spezza la metà e dona l'altra metà a Don Vincenzo> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue? Gesù: Questo è il Tuo Sangue e Questa è la Tua Carne! <Gesù Innalza il Pane e prima di mangiarLo dice:> Quanto ho desiderato di venire a Mangiare del "Nuovo" con la Mia Famiglia! ...Io Mi Dono e tu ti Doni... Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: ...E lo Strumento rimane Crocifissa nel Lavorare! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: DoniamoCi! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto con le Braccia Allargate '' in Crocifissione'' poi a lungo ''Impone'' le Mani, poi le abbassa e poi le ''Punta'' nel Segno Trinitario> Ci Siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena, è Risorta ed è Viva in mezzo a voi... è Viva... <Gesù indica il Banchetto> ...Prendiamo parte alla Pasqua Viva! ...Lo Strumento è nel Tunnel... ma è rimasta anche Crocifissa! ............Pregate! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Prendiamo parte! ...Ehi... chi Me lo manda questo regalo di Auguri Natalizi? Raffaele: Michela! Gesù: Eh... tu leggi! ...Io apro... lo sai cos'è questa? ...La ruota è piccola! Don Vincenzo: È un carretto! Gesù: Leggi............! Don Vincenzo: ........."Buon Natale"! Gesù: Eh, ... eccolo... c'è un Piccolo Testamento! Don Vincenzo: "Gesù, Amore Intenso della vita mia, Eccomi per questi due mesi che mi hai donato nel farmi restare qui a Timparelle in questa Visitazione! Gesù, Ti vorrei dire tante cose ma non ci riesco... indegnamente Ti dico: Eccomi la tua Michelina! Ti voglio tanto bene! Eccomi! Eccomi! Eccomi!" Gesù: Anch'Io ti voglio bene! Serviva una carriola nel Giardino... eh, , per un Piccolo Pargolo che è appena entrato...... e adesso gliela doniamo......! <Gesù manda un bacio a Michela> State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora prendiamo parte al Banchetto del Padre! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non hai niente da dire? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Solo Eccomi hai da dirMi? Don Vincenzo: No! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! ...E Io Mangio il Padre! ...............Ma non avevi tante cose da dirMi? Don Vincenzo: ... vorrei gustarmi prima il Padre! Gesù: Tutti i Servi Inutili stanno preparando la Festa... ma tutti i Servi Inutili stanno Lavorando e Pregando con Maria... dinanzi al Forno! <Gesù si rivolge a Maria Elena> I Pargoli con tutta la Famiglia stanno al servizio di Maria... e chiedono a mamma e a papà e ad ognuno di voi di pregare per tutti i Pargoli che vengono violentati! ...Hanno un grande Lavoro perché sono a Capo della Schiera dinanzi al Cuore di Maria e dinanzi al Forno! ...Aiutateli! <Mandano baci> Nell'attesa che parleranno... Pregate: "Ave Maria-Padre Nostro"! ...Neanche potete immaginare il Lavoro che stanno facendo......! Don Vincenzo: Che cosa? Gesù: ...Sono a Capo della Schiera, ...al Forno... nel prendere i Pargoli... nel pulire il Giardino... e sono Gioiosi ma anche tristi nel vedere l'umanità sorda e cieca! ...Cosa vuoi dirMi... avevi Fame di Dio? Don Vincenzo: Si, Gesù, si deve avere sempre Fame di Dio perché nel momento in cui non hai più Fame di Dio è segno poi che Dio si allontana! Gesù: ...No! Don Vincenzo: ...O meglio... Gesù: ...Dio non si allontana mai! Don Vincenzo: ...Sì non si allontana mai......... Gesù: .........Sono gli uomini che si allontanano da Dio cercando le cose del mondo......... Don Vincenzo: .........E così ci allontaniamo dal Padre! E quando l'umanità si allontana dal Padre è perduta...... perchè non ha più "il punto di riferimento" che è il Padre, che è il Tuo, Gesù, e che è quello della Mamma Celeste......! Gesù: Vedi, Calice Vivente, i Pargoli, tutte le Schiere, tutte le Spose e tutti i Servi Inutili hanno la Gioia e l'Amore di Dio e La Donano all'umanità e ad ognuno di voi... ed hanno il Compito dell'Eccomi Donato al Padre! Ma Io vi preparo sia per la Festa e sia per i Tempi che verranno! ...... preparatevi per l'Alba! Don Vincenzo: Per l'Alba... domani? Gesù: No, quella che si dovrà accendere! Domani ci penserà il Padre se voi vi mettete nel Suo Cuore... ma lo Strumento vi ci ha portato già... non uscite fuori.........! Cosa vuoi dirMi? ...Dopo deve venire Giovanni...! Don Vincenzo: Vogliamo prendere prima un grissino? Gesù: Ne vuoi un altro? Prendilo... ma aspetto che lei parla......! <Gesù si riferisce a Teresa e a Maria Elena> Stai mangiando? ...Devi mangiare per tutta la Famiglia Intera...! ...Parla, Teresina del Bambin Gesù! ...Eeeh, lo so che anche il silenzio è parlarMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Ma se viene Giovanni e ti mette all'Ubbidienza che fai? ...Io voglio il paninello con la mortadella...... e tu lo vuoi? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Non correre, non ho fretta...... Io aspetto! Non Mi dici più niente? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Io incomincio a mangiare o ti aspetto? Don Vincenzo: Io Ti seguo ad ogni passo.........! Gesù: Tu Mi segui? ...Facciamo così...... Eccomi! Sei sveglio? Giuseppe: Quasi! Gesù: Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Venite col "niente"! ...Eccomi! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Dopo parli un po'... poi viene Giovanni! Intanto Mi mangio il paninello con la mortadella! Te l'hanno donato un paninello con la mortadella? Giuseppe: Veramente me lo sono preso! Gesù: Hai preso il Padre! ...Ha preso il Padre! ...La Cocciuta è nel Tunnel! ...Pregate...... perchè è stretto il Tunnel... e ci sono tanti Figli...: Pregate! ...Vuoi dirMi qualcosa? Don Vincenzo: Sì volentieri... Eccomi! Viviamo ogni giorno in mezzo a sette - otto miliardi di persone...! Viviamo ogni giorno sapendo che ognuna di queste persone è importante per Dio perché ognuna di queste persone ha un Padre che più Buono non c'è......! Un Padre Perfetto, un Padre Meraviglioso che si preoccupa di ogni Creatura e che si preoccupa di ognuno di noi in modo speciale, particolare e personale.........! Gesù: ...Eccomi! Don Vincenzo: ...Tu, Gesù, col Tuo Sangue, hai dato la Vita per tutti... perché tutti siamo importanti agli Occhi Tuoi... perché tutti siamo Figli nel Figlio... perché tutti abbiamo questo Papà Buono... perché tutti abbiamo questa Mamma Buona! Tutto in questo Giardino d'Amore è Bello ed è Divino, perché ogni cosa ha il Timbro del Padre ed è Creata dal Padre e si vede l'Armonia e la Gioia del Padre riflessa in ogni Creatura... Lui: il Creatore! E allora Pregare significa proprio questo: contemplare tutta la meraviglia che giorno per giorno il Creato sprigiona, tutta la novità di ogni giorno e non c'è un minuto che si ripete perchè non c'è mai una giornata uguale alle altre... ma sono tutte diverse, sono tutte belle e sono tutte meravigliose! Gesù: Se si rimane nella Via Stretta sono tutte belle e meravigliose! Don Vincenzo: Se non si rimane sulla Via Stretta è perché non si è compresa ancora la scelta da fare... perché è nella scelta di ogni attimo che ognuno "gioca" la sua Libertà... siamo tutti liberi... e questa Libertà sfocia nell'Amore se è una Libertà Veritiera e Brillante! Se invece non è una Libertà d'Amore è chiaro che è una Libertà fallimentare... dove si va dietro alle cose frivole, passeggere e caduche del mondo! Tutto è bellissimo grazie a questo Papà Buono, Buono, Buono che ci sta pure aspettando come Figli ed Eredi di una Eternità d'Amore! Gesù: Papà è in mezzo a voi! Don Vincenzo: Sì, è in mezzo a noi ............ Gesù: ...Come tutti i Servi Inutili... come i Due Banchetti... come i Pargoli... come le Spose...... Don Vincenzo: ...Come i nostri Cari! Gesù: ...Come i vostri Cari! E lo Strumento è andata a prenderne altri... ma è stretto il Tunnel... e ha preso la mano ad uno e gli sta facendo fare la Catena per portarli fuori... sperando che non si spezzi! ...Uno l'ha data... e l'altra pure... e l'altra pure... ma visto che il Tunnel è lungo-lungo li porterà via tutti quanti? Don Vincenzo: Il Disegno del Padre è questo! Addirittura il Disegno della Cocciuta è questo: una Formichina Operaia che vuole salvare tutti... e vuole mettersi tutti sulle spalle! Gesù: No, ce li ha già sulle spalle... ma deve prendere quelli che sono fuori... e quelli che sono fuori sono dispersi e girano e girano e non trovano il Punto della Croce... eeeh! ...Ma voi Pregate e siate pronti e preparati... e non dimenticate le Capanne, non dimenticate la Vigna, non dimenticate l'Arca e i Remi, Figlioli Miei! ...Ora sapete Tutto e tutti sapete cosa sono le Capanne...non fermatevi Figli! ...Io devo andare a raccogliere i primi che la Cocciuta ha portato fuori dal Tunnel... li ha consegnati alle Bimbe e le Bimbe li stanno accompagnando con le Lodi! ...Ora vi lascio Giovanni............... ma poi vengo di nuovo! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! PICCOLO GIOVANNI: ...Eccomi! <Giovanni Benedice e manda un bacio> Con la Croce e con il Pane! Ehi... come stai, Giovanni? ...E voi come state... tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Prima Mi prendo il caffè e poi ragioniamo! ...Ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ecco! Ne vuoi un altro goccio... no... sicuro? ...Eh, c'è ancora quello dello Strumento, quello della Cocciuta, e com'è buono...... e chi lo vuole se lo prende! .........Com'è buono! ...Eccomi! ...Come stai, Nico'? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Mari'... cos'hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Non Mi dici niente? ...Eh, vi state preparando? Don Vincenzo: Manca un mese a Natale! Piccolo Giovanni: I Servi Inutili stanno Lavorando... che significa: "manca un mese"? ...Il Lavoro va fatto e va fatto attimo dopo attimo... e si deve Lavorare attimo dopo attimo! ...Ecco... la Cocciuta è rientrata nel Tunnel stretto a prendere gli altri Figli! Don Vincenzo: È pericolosissimo il Tunnel! Piccolo Giovanni: È stretto stretto! .........Ma voi Pregate! .........Ehi non Mi date nulla da mangiare? Don Vincenzo: Scegli... così è sicuro che Ti piace! Piccolo Giovanni: No... no... il dolce viene dopo... no... no... no... no... non c'è più piccolo? Raffaele: Facciamo a metà? ...Te lo lascio tutto, Giovanni! Piccolo Giovanni: Eccomi... quello andava pure a tagliarlo! ...Com'è... perché Mi guardi? <A Teresa> ...Giova', allora Mi dici qualcosa? Don Vincenzo: Sì... dicci qualcosa sul Paradiso! Piccolo Giovanni: È in mezzo a voi! ...È un Giardino che è stato sporcato! Don Vincenzo: Però adesso verrà pulito e ritornerà Bello! Piccolo Giovanni: ! Don Vincenzo: E com'è fatto? ...È Grande- Grande- Grande? Piccolo Giovanni: È Grande- Grande- Grande! Don Vincenzo: Per contenere milioni di persone? Piccolo Giovanni: Quelli che donano la mano! Don Vincenzo: Sembra quasi che siano più le donne a tendere la mano! Piccolo Giovanni: Le Spose sono sia uomini che donne! ...E com'è fatto non Lo vedete voi che siete nella Via Stretta? Don Vincenzo: Dunque noi che stiamo nella Via Stretta abbiamo vicino a noi il Paradiso! Piccolo Giovanni: È in mezzo a voi! Don Vincenzo: È in mezzo a noi......... e facceLo vedere, Giovanni......! Piccolo Giovanni: Guardate e vedete... come fate a dire che non Lo vedete? ...Teresina del Bambin Gesù, qui c'è una bella chiacchierata............ così non l'avevo mai vista! ... <Un vassoio grande di chiacchiere> ...Allora prima ha mangiato il paninello... <Giovanni si riferisce a Pasquale> ...E adesso sta mangiando la pizzettella! Teresa: Domani...! Piccolo Giovanni: Lo "battezzi"! ...E allora se lo "battezzi"... Io comincio a fare Festa! ...Ma dimmi una parolina... poi ti dò tutti questi! Teresa: Eccomi! ...La Festa dell'altro Giovedi è stato il completamento della Festa di Inaugurazione della Stanza? Piccolo Giovanni: No! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non te lo dò! ...Tie'! Teresa: Me li mangio tutti... non uno soltanto! Don Vincenzo: Giovanni c'è una differenza tra tutti quelli che stanno in Paradiso? Mi spiego...: Dio che è il Padre Creatore ha la Luce più degli altri o no? O sono tutti uguali? O c'è una Luce Altalenante? ...Com'è? Piccolo Giovanni: Quando si è entrati si è un'Unica Luce......... quando si è entrati e si è al Banchetto si è un'Unica Luce! Don Vincenzo: Ah... c'è un'Unica Luce! Piccolo Giovanni: Non ci sono i troni del mondo al Banchetto... Don Vincenzo: Ci sono le sedie... semplici......! Giovanni, c'è libertà di azione in Paradiso? Piccolo Giovanni: Ci sono i Lavori da fare... Don Vincenzo: Lassù ci sono i Lavori da fare...... si è quindi in una continua costruzione di Capanne? Si costruiscono le Capanne per tutte quelle persone che devono entrare o che sono entrate? Piccolo Giovanni: Dio le Capanne le ha preparate da sempre...! Ora lo sta chiedendo a voi! Don Vincenzo: Quì da noi stanno proseguendo i lavori speditamente o lentamente? Piccolo Giovanni: Tra di voi c'è chi l'ha già completata e chi non l'ha completata, c'è chi fa finta di non capire e chi è ancora lontano...! Ma Dio il Banchetto ce l'ha sempre pronto per tutte le Spose......... e non deve preparare una Capanna... perchè L'ha preparata da sempre! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: C'è differenza tra il Padre e il Figlio? Piccolo Giovanni: No! Te l'ho già detto prima... Don Vincenzo: Si somigliano? Sì... in tutto? Piccolo Giovanni: Giova'... tu ti Somigli allo specchio? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E allora... Se ti Somigli siamo sulla strada giusta... Don Vincenzo: E come è? Piccolo Giovanni: Quando ti guardi allo specchio ti Somigli? Ti vedi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E guardare Dio e la Sua Luce è guardarsi allo specchio: questi sono lo specchio... <Giovanni indica gli occhi> Don Vincenzo: Lo specchio dell'anima... Piccolo Giovanni: Se non si usano con la malizia...! E se voi vi guardate senza malizia siete nel Giardino! Che significa? Quando alla Cocciuta gli hanno chiesto una cosa ha fatto così e così......! Cosa vuol dire? Don Vincenzo: Non è semplice...! Piccolo Giovanni: ... Si è fatto tardi? Me ne devo andare? State tutti bene male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu stai bene- male? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Medico come stai? Teresa: Bene - male! Raffaele: Un'altra "chiacchiera"? Piccolo Giovanni: Sì dagliela! Raffaele: Così sta bene male! Piccolo Giovanni: ALLORA, FIGLI, PREPARATEVI PER LA FESTA ED ESSERE UN'UNICA VIA! SIATE FRUTTO DEL PADRE E LO STRUMENTO VI DIRÀ ALTRE COSE DA PREPARARE! GIOVANNI, TUTTO SI APRIRÀ E QUANDO DIO PARLA NON VIENE MENO.........IL SOLE SI APRIRÀ QUÌ A TIMPARELLE NELLE MANI DEL CALICE VIVENTE E TUTTI VEDRANNO IL PADRE...... Ma prima ci saranno altri Fuochi di Guerra... Altro soffrire da parte dei Grandi...... ma il FIGLIO CHE VINCE È IN MEZZO A VOI, FIGLI MIEI! Don Vincenzo: Gradisci? <Il Miscuglietto> Piccolo Giovanni: Dobbiamo berlo...... è tutto Dio ciò che è sul Banchetto...! No, lo devi bere... e non lo devi posare...... ecco fa piano piano! ...È buono come sempre! ....................................Vi voglio bene! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Io un pochettino di più! Siate uniti, siate umili, siate caritatevoli! Ricordatevi che non siete vostri ma siete del Padre e nulla vi appartiene! Dire: "questo è mio perché l'ho fatto io" è falso, perchè nulla avete fatto e nulla farete senza la Mano del Padre! Rimanete piccoli, rimanete poveri, rimanete all'ultimo posto: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Eccomi! ...Buono! Giova', rimaniamo nel Solco che dobbiamo completare...... e non temete gli uomini che camminano... girano... girano... ma abbiate timore solo del Padre che è Vivo ed è Reale in mezzo a voi! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Mi sono stancato di Lavorare......... Piccolo Giovanni: Eh, si... vi siete stancati perché lo Strumento vi porta di continuo a Lavorare...! Adesso Io vi lascio il Mio Cuore e vi stringo forte forte... <Giovanni schiocca qualche bacio> E vigilate perchè il Veleno cammina e i Falsi Profeti avanzano!(*) <Ritorna Gesù, che Saluta con un bacio......... e Benedice col Segno della Croce> Gesù: ...Con la Croce e col Pane! Eccomi......... cosa c'è, Giovanni? Don Vincenzo: Sei Gesù? Gesù: Eccomi, Sono Gesù e Sono Venuto a Donarmi e tu ti sei Donato pure e ho mangiato ancora del Nuovo con voi e abbiamo parlato anche se a voi sembrano parole inutili! Don Vincenzo: Parlare col Cielo che Grazia Grande è...! Gesù: Il Pane è Vivo e Reale ed è Nutriente! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Figli Miei, il Pane è Vivo ed è Nutriente, e il Lievito di Dio è sempre Crescente! Ora tu Saluta i tuoi Figli con l'Albero Verde e Io Spalanco il Mio Cuore! <Gesù Saluta schioccando qualche bacio> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Venite tutti, Figli Miei! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo, e sull'umanità intera! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Amen!(*) Giulia: Giovanni... Un altro poco ed esco dal Tunnel...! Sì, è molto molto stretto ma l'Amore fa arrivare nei luoghi più stretti di questo e tu lo sai! Non temere......... esco.........! Ho l'umanità intera, ho la Famiglia, la Vigna, l'Arca e i Remi! Giovanni, cosa devo fare? Piccolo Giovanni: Scrivi e al momento lo dirai! Giulia: Eccomi, Giovanni! Giovanni, ho Bevuto tutto... e visto che ce n'è ancora, dopo che finisco vado a Bere l'altro! Giovanni, non lasciare la Tua Capanna, prendimi per mano, hai le Ancelle, io le porto e Tu puoi prenderle in ogni momento e farle Lavorare, e tutta la Famiglia Lavora portandoLa sulle mie spalle.........! Il Veleno è fuori, ma donami sempre la Costanza e la Forza e aiutami a preparare la Festa! Piccolo Giovanni: Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate per i grandi del mondo! Giulia: Eccoci, Giovanni! Bussa al Cuore di Maria, bussa al Cuore del Padre ed Eccomi ancora per l'Eternità, Giovanni! <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo Papà! Ti Amo Papà! Ti Amo Papà! Ti Amo Papà! Ti Amo Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Il Centro della Croce è Amare ed è Perdonare i vostri nemici chiamandoli Figli! Giulia: Papà... mi doni ancora Giorni? ...E quando il Tuo Cuore desidera mi dirai se potrò rispondere......... lo sai sono un piccolo martellino che va sempre sullo stesso chiodo: una Cocciuta! Eccomi, Papà, ed Eccoci...! Salutiamo tutta la Famiglia, i Pargoli, le Spose, i Servi Inutili e i Cari: Eccoci! <Giulia schiocca qualche bacio e tutti Salutano il Cielo e i propri Cari in Paradiso> Mamma......(*) Eccomi!(*) <Giulia schiocca ancora qualche bacio>