LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, N. 168

 

NON VE L'ASPETTATE LA PACE DAGLI UOMINI, NON VERRÀ MAI, CHIEDETELA AL PADRE!

NON CONDANNATE, NON SCOMUNICATE, NON MALEDITE, MA BENEDITE COSÌ

COME DA SEMPRE IL PADRE HA BENEDETTO L'UMANITÀ INTERA!

(dal messaggio del 14/09/2014)

Messaggi Tramite Giulia

 

              

1. Giov. 04/09/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Don Vincenzo): Dio è da sempre! (Gesù): Sì! (Don Vincenzo): Il Padre è da sempre e anche la Madonna è da sempre! (Gesù): Sì e anche tutti voi siete da sempre! (Don Vincenzo): Pensati! (Gesù): No, Dio non Pensa, Dio Partorisce! Tutti quanti eravate nel Suo Grembo! (Don Vincenzo): E Tu, Gesù, sei da sempre! (Gesù): Come lo siete voi Lo Sono anch'Io! (Don Vincenzo): C'è qualcuno pure che è da sempre? (Gesù): Tutti i Figli! (Don Vincenzo): Ma c'è stata una fase in cui solo il Padre era da sempre insieme alla Mamma e a Te, Gesù? (Gesù): Tutta l'Umanità è da sempre nel Suo Grembo, tutta l'Umanità! I bimbi che verranno sono nel Seno del Padre, preparati da sempre!

*******************

(Raffaele): Molte volte, Gesù, ci ricordiamo le cose brutte, le cose per cui vendicarsi...... e puntiamo il dito ......! (Gesù): Non ricordarli quelli che dicono le cose brutte...... ma amali e mettili nel Cuore del Padre! Non ricordarli per vendicarti......! Dio non si vendica! E se il Padre si dovesse ricordare tutto per vendicarsi, avrebbe già cancellato l'Umanità Intera!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: Amici, Fratelli, Io Lo Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo e, nel Donare Gloria, Dono Me Stesso, Dono il Pane, Dono il Sangue, Dono la Figliolanza, Dono l'Essere Dio essendo Amici e Fratelli, essendo un'Unica Cosa con la Croce...... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ......Essendo Uniti...... perchè non ci siamo mai divisi...... Incatenati alla Croce col Cuore di Maria! Voi vedete il Cuore di Maria Incoronato di rose, ma non hanno offerto le rose a Maria, hanno offerto le Spine e Lei ha risposto: "Eccomi!" alla Croce per PartorirLa e per Donare il Figlio! E quando si ripete: "Cuore Immacolato di Maria!" Io vi invito a dire: "Cuore Trafitto di Maria!" nell'aver risposto: "Eccomi!": Immacolato, nell'aver risposto al Padre, ma trafitto dall'Umanità Intera! ...Immacolata! Cosa significa per te: "Immacolata", Calice Vivente? Don Vincenzo: Senza macula, senza macchia, senza peccato! Gesù: E il Padre ha Creato i Figli con le macchie? Don Vincenzo: No! Gesù: E, quando Maria è stata Chiamata, Le è stata Donata la Croce e ha Partorito prima la Croce e poi il Crocifisso e il Parto è stato come tutte le donne, ma è rimasta Crocifissa! Vi invito a riflettere su questo, Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ......Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù, ho preso un po' di freddo, un po' di caldo, non lo so, mi sono portata i Figli in giro e li ho fatti un po' acciaccare tutti quanti! Tu non Ti sei raffreddato visto che abbiamo camminato per tanto, tanto, tanto tempo, Gesù? Gesù: Guarda......! Giulia: Eccomi, ma devo vedere......? Gesù, ne stanno cadendo tanti di Flagelli e questa Cascata che vedo non possiamo fermarla: acqua, case, piante e tutto il resto......! Non posso Berli come Bevo tutti quelli dall'Alba fino a questo istante? È caduto e non posso prenderlo ma ancora posso fermarlo......... e, perdonami se insisto, abbiamo così tanta Amicizia, io lo vado a fermare e lo Bevo e anche l'altro! Gesù, ce ne sono tanti, tanti, tanti, ogni tanto fermiamone uno...... un altro è questo...... e l'altro che è il Sigillo ......! Gesù: Vedi, Anima Mia! Giulia: Lo so, Ti stanno offendendo ancora, ma Tu sei Buono e perdoni sempre ed è quello che mi insegni attimo dopo attimo! Offendono il Tuo Cuore, offendono il Cuore del Padre, offendono il Cuore di Maria, offendono i Cuori dei Servi Inutili e dei Pargoli! Ma Voi siete Amore, siete nel Giardino e una piccola parte l'abbiamo pulita! Dobbiamo ancora avere un po' di tempo per finire di pulire e quando tutto è pulito c'è quella Domanda......! Se il Padre ci pensa posso risponderLa e diventerà tutto chiaro, così come il Padre l'aveva preparato da sempre! Ma non è tutto chiaro ancora......! Se mi date ancora un po' di Giorni porto i Figli a Lavorare e anche se cadono li riprendo e mi aiutano un po'! Gesù, lo so dall'inizio ciò che deve avvenire...... ma donatemi ancora Giorni, Tu che sei Buono da sempre! Gesù: I Giorni sono stati messi nelle tue mani e li conosci......! Giulia: Eccomi, Gesù, li conosco e lo chiedo come Figlia, come Strumento, come Anima Mia, così come mi chiami......! Gesù, il Sigillo lo Bevo ma senza dirlo! Gesù: Eccomi, Anima Mia, ma tu li Bevi sempre senza farli preparare......! Giulia: C'è tanto Lavoro da fare, tutti i Servi Inutili, tutti i Cari, tutti i Pargoli, tutte le Spose non si fermano un istante, come faccio a non Berli aspettando che vengono preparati? Le Schiere... e le Bimbe li sto preparando, un passetto alla volta ma ancora non riescono a staccarsi dalle cose del mondo e a diventare Spose dell'Unico Sposo: per questo chiedo un po' di Giorni! Gesù, Maria ha dovuto preparare chi andava a bussare alla sua porta......... bussavano e quando Maria gli diceva: "legatevi al Cuore del Mio Gesù e quando Lui fa Festa fate Festa anche voi, ma distaccatevi dai rumori del mondo......... " ha dovuto Lavorare anche Lei chiedendo al Padre i Giorni: "Donatemeli ancora!" Lo so, ma vi chiedo ancora di più essendo Figlia, essendo nella Vigna, essendo nell'Arca, essendo coi Remi e rispondendo ancora: "Eccomi per l'Eternità e per tutto quello che il Padre vuole da sempre!" Eccomi, Gesù...... ed Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, ed Eccomi nel mettere i Figli che hanno il timore di lasciare le cose del mondo e unirsi all'Unica Via che Sei Tu, ed Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli, ed Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore la Famiglia e quelli che hanno avuto la Forza di venire ancora! Gesù, dall'Alba fino adesso ho raccolto i Sussurri e i Cuori e Te li consegno e Ti consegno tutto quello che mi hai Donato da sempre per poterlo guardare meglio e cercare qualcun'altra se io non sono giusta nel Camminare e nel Fare le Tue Cose! Gesù: Sei Scesa dalla Croce? Giulia: No, Gesù! Gesù: Porta sulle spalle ciò che il Padre ti ha Donato! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! Guardiamo l'Umanità, Anima Mia! Giulia: Il Tuo Sguardo è Lontano e anche il mio! Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi con i Due Banchetti, con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutte le Spose, con tutti i Pargoli, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce...... <Gesù Benedice col Segno della Croce alzando la Mano Destra nel Segno Trinitario e quella Sinistra con Pollice e Indice Uniti> ......E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a TenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù, nel bussare ancora! Eccomi a rimanere Straccio Stracciato e portare i Figli nel rimanere ai Piedi della Croce e non dimenticare che abbiamo un Unico Padre che è Buono e non ci fa mancare nulla! AIUTACI GESU' NEI TEMPI CHE VERRANNO A SAPER REMARE COME LO FAI TU, PORTANDOCI COME Croce, GESU': IL REMO DELLA VITA ETERNA! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: ......Pace al tuo cuore, Giovanni, Gesù-Dio! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! ......Come stai? Don Vincenzo: Benvenuto in mezzo a noi! Gesù: Lo sono da sempre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Voi ogni tanto andate in giro di qua e di là... voi, l'Umanità intera! Ma voi state tutti bene-male? <Gesù manda baci e viene ricambiato> Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Tu stai bene-male? Lo Strumento vi ha portato a passeggio a Lavorare e vi ha fatto prendere un po' di freddo? Don Vincenzo: No! Gesù: Come no, se vi ha portato a Lavorare, voi che ne sapete dove andate? Dove sei andato, medico, eh? <Gesù si rivolge a Teresa> Allora tu come stai? Don Vincenzo: Così e così! Gesù: Che significa: "così e così", mezzo sei uscito fuori e mezzo sei dentro...... che significa: "così e così"? Don Vincenzo: Sto bene, sto bene! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Allora voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Vediamo cos'hai preparato nel tuo corazon e nel tuo Kworo da dirmi? Don Vincenzo: Tutte queste situazioni mondiali di guerra......! Gesù: Non sono preparate dal Padre ma sono preparate dagli uomini! Io conosco la Volontà del Padre e dico ad ognuno di voi di chiedere: "Padre, noi vogliamo la Tua Volontà, ma non abbiamo la forza di distaccarci dalle cose del mondo: dacci una spinta!" Lo Strumento vi porta sulle spalle ma non viene ascoltata, così come non ascoltate il Padre dicendo: "io ho bisogno di quello..., io ho bisogno di quell'altro..." e non vi fermate a dire: "Padre vogliamo quello che hai Scritto da sempre Tu": il Padre non può creare cose negative e non le ha Partorite! Ha Partorito le Cose Buone così come ha Partorito il Giardino Pulito con tutti i Frutti Preziosi, e ogni Figlio è Prezioso dinanzi agli Occhi del Padre! Don Vincenzo: Siamo tutti Preziosi! Gesù: Così come lo siete dinanzi agli occhi e al volto dello Strumento, e lei non ne vuole perdere nessuno e ad ognuno dice una parola da fare...... ma viene cambiata! Eppure conoscete chi è lo Strumento! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: C'è un regalo ......! Gesù: Eh, ehi, è per Me o per Mia Madre? <Raffaele porge a Gesù una Collana portata in dono e poi Maria Elena l'appende alla Statua della Madonna che è nel Padiglione> Allora dimmi qualcosa e poi Ci Doniamo......! Don Vincenzo: Parlavi prima, Gesù, del Papà Buono...... e ogni cosa che Lui fa è buona! Gesù: ! Don Vincenzo: È questo Papà Buono che dobbiamo Gustare! Gesù: Al Papà Buono si deve dire: "fai tutto quello che hai preparato da sempre!" Non dire al Papà Buono: "oggi ci deve essere il sole perché poi non posso uscire, mi sporco e poi mi rovini la giornata!" ma "Eccomi, Padre, donami quello che hai preparato da sempre!" Don Vincenzo: E quello che ha preparato da sempre ...... Gesù: ......È buono...! Don Vincenzo: ...E il Sole nelle mie mani? Gesù: ...... ed è Buono... perché è la Sua Volontà! E lo Strumento quando dice: "visto che siamo nell'Amicizia, mi dai ancora Giorni?"... ma i Giorni lei ce li ha tutti nelle mani perchè il Padre gli ha consegnato Tutto da sempre! E, quando lei chiede questo al Padre, il Padre Gli dice: "quello che mi hai consegnato è già arrivato e se aspetti un altro pochino raccogliamo i Frutti e, raccogliendo i Frutti, non ne facciamo perdere nessuno e le Ceste saranno tutte Piene!" E quando la Cocciuta vi darà le Ceste vedrà anche quello che c'è dentro! Don Vincenzo: Queste Ceste sono piene o no? Gesù: Aspettiamo......! E adesso Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Adesso Ci Doniamo! Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino e Gesù lo osserva a lungo dicendo:> Questo è il Mio Sangue, guardaLo! Questo è il Mio Sangue! <Gesù Beve e Dona il bicchiere a Don Vincenzo che beve> Questo è il Mio Sangue! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù osserva il Pane da ogni angolatura, Lo ''innalza'' dicendo:> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Questo Sono Io: Vivo e Reale in mezzo a voi con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutti i Pargoli, con tutte le Spose......! Vivo e Mangio del "Nuovo" al Banchetto di Dio! È Dolce Gustare il Padre Unito ad ognuno di voi nel "Nuovo": la Nuova Chiesa Viva nel Nome della Croce! <Gesù Benedice col Segno della Croce> Ora DoniamoCi! Don Vincenzo: Eccoci! Gesù: IO MI DONO E TU TI DONI! ECCOCI NELL'ESSERE VIVI NEL VIVENTE CHE È IL PADRE! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!> Dove vai Cocciuta? Non entrare nel Tunnel! Giulia: Sono già entrata, Gesù! <Gesù alza la Mano Destra nel Segno Trinitario e con la Sinistra unisce prima il pollice con il dito mignolo e poi il pollice con il dito indice e poi ''impone'' entrambe le mani e le ''punta'' e poi rimane in Raccoglimento e Offerta......> Gesù: Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La nostra Pasqua è Piena... Don Vincenzo: ...Ed è Risorta! Gesù: ...Ed è Viva...... ed è Reale...! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! È bello quando Ci Doniamo! Don Vincenzo: È bella la Comunione! Gesù: Ma ancora non c'è tutta l'Umanità nella Comunione del Padre...... ma c'è lo Strumento che è rimasto Crocifisso per Amore per l'Umanità Intera e per tutti i Figli Ministri......! Don Vincenzo: Solo che è una Umanità cieca e stolta che non vuole accogliere l'Amore del Padre e non vuole accogliere il Padre che Parla ......! Gesù: Ma una Piccola Formichina va a portare le molliche per donare l'Amore di Dio e, portando l'Amore, porta anche la Luce e porta il Suono dell'Amore per fare udire......! Don Vincenzo: È un Amore così Straripante quello del Padre! È un Amore così Divino che dovremmo solo amare e amarci! Gesù: DoniamoCi sempre e donatevi sempre e non dimenticate che siete fatti a Immagine e Somiglianza dell'Unico Amore! Don Vincenzo: Che bello: un Unico Amore! Gesù: Perché di Padre ce n'è Uno solo e Lui è l'Amore Pieno! .........Adesso vogliamo prendere parte dell'Unico Amore? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dobbiamo fare prima il Battesimo...... c'è un Battesimo da fare...... e come Ardo finchè non lo faccio......! Don Vincenzo: Chi deve fare il Battesimo? <Un giovane di nome Pietro> Gesù: Eccomi! Adesso prendiamo parte dell'Unico Amore...... ci vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! È il Padre che Si Dona! Gesù: , è il Padre che Si Dona! Sì Eccomi, siamo un'Unica Cosa! Eccomi! ...E allora state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Gesù: Hai fame del Padre? Don Vincenzo: Qui c'è il Banchetto del Padre ed è tutto speciale...... ed è tutto squisito......! Gesù: Non è tutto squisito, è tutto il Padre e il Padre è tutto Buono! <Gesù si rivolge a Mario e Maria Elena> Ehi, lo sapete cosa stanno facendo i vostri Pargoli? Stanno spegnendo un fuoco di guerra con tutti gli altri Pargoli e stanno preparando un Giardino dove portare i Pargoli e lo Strumento è andata a dare loro una mano! E dopo si mettono in cammino con la Schiera per andare a preparare un'altra Schiera dove ci sono tanti Figli piccoli e grandi che vengono gettati nelle buche vivi...... e li raccolgono e donano loro il Pane del Padre e li portano allo Strumento per far indossare l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale......! Loro sono dinanzi alle altre Schiere con tutta la Famiglia a Lavorare e vi amano tanto tanto e vi stringono forte forte! Aiutateli anche voi, e li potete aiutare nel dire: "Eccoci, siamo pronti!" E vi baciano così come baciano a tutti voi! <Mandano baci e vengono ricambiati> Sono Forti e hanno un Compito Grande Grande! Siate Gioiosi! Adesso Gustiamo l'Amore! ...Vai! Eccomi! Eh, il medico ti chiama! Teresa: Che cosa ci puoi dire della "Festa del Calice" che verrà? Gesù: Il Calice che vi verrà Donato? Vi verrà Donato un Calice! E cosa posso dirvi? Di essere pronti e preparati, questo solo...... ma non giocate con Dio, lo dico a voi e lo dico all'Umanità Intera! Il Padre quando ha preparato tutto non ha giocato! Dovete Amarvi gli uni gli altri, dovete crescere sempre di più nell'Amore gli uni gli altri senza gelosie, senza né "ma", "se", "però" quando lo Strumento vi dice le Cose del Padre! Lo dico ad ognuno di voi, alla Famiglia e ai Figli Scelti dal Padre! ...Mangia! ...Venite col "niente", vi ho fatto aspettare un poco poco! Eccomi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! ...Vicepa', ti raccomando, eh! Parla tu un po'! Don Vincenzo: Dio è da sempre! Gesù: ! Don Vincenzo: Il Padre è da sempre e anche la Madonna è da sempre! Gesù: Sì e anche tutti voi siete da sempre! Don Vincenzo: Pensati! Gesù: No, Dio non Pensa, Dio Partorisce! Tutti quanti eravate nel Suo Grembo! Don Vincenzo: E Tu, Gesù, sei da sempre! Gesù: Come lo siete voi Lo Sono anch'Io! Don Vincenzo: C'è qualcuno pure che è da sempre? Gesù: Tutti i Figli! Don Vincenzo: Ma c'è stata una fase in cui solo il Padre era da sempre insieme alla Mamma e a Te, Gesù? Gesù: Tutta l'Umanità è da sempre nel Suo Grembo, tutta l'Umanità! I bimbi che verranno sono nel Seno del Padre, preparati da sempre! ...Non Mi date più nulla da mangiare? No, voglio il paninello, poi non lo so cosa vorrà Giovanni! ...Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Ti seguo...... e dove vai Tu vengo anch'Io! Gesù: Mi segue...... ti aspetto! ...E state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Che Mi racconti? Annunziata: Eccomi! Gesù: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Annunziata: "Eccomi sì"! Gesù: Stiamo combattendo? Annunziata: Eccomi, aiutami come sempre! Gesù: ......Non ci vengo......! Annunziata: Eccomi! Gesù: Vengo! Eccomi! ...Giova'... ehi Giova', dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Amarsi è la cosa più bella e anche la cosa più importante che ci sia perché poi tutto da lì parte! Per non parlare poi dell'Amore...... il Padre potrebbe chiamarsi: Amore! Gesù: Non è che potrebbe chiamarsi...... È Amore! Don Vincenzo: Tu sei Amore, Gesù, la Mamma è Amore e vivete per Amore, nell'Amore: è tutta una Sinfonia d'Amore! Solo l'Umanità è cieca ed è sorda e non si rende conto di tutta l'Eredità che i Figli acquisteranno perché, essendo il Padre l'Unico, tutto quello che è nostro è Suo e tutto quello che è Suo è nostro! C'è un Amore Straripante, c'è un Amore Infinito, c'è un Amore Eterno e questo dovrebbe ancora di più farci amare il Padre Buono come lo chiami Tu! Gesù: Come Lo chiamate ognuno di voi quando Gli dovete dire: "Padre Buono non lasciarci!" o meglio "Padre Buono fa che non Ti lasciamo!" Don Vincenzo: Buono, Buono nell'amarci anche quando Gli voltiamo le spalle! Buono, Buono quando ci Ama anche quando non lo meritiamo! Che bello avere un Padre del genere, che bello avere una Mamma del genere, che bello avere Te, Gesù! Gesù: Ora mangiati la mortadella e il paninello che è il Padre, poi Mi dici qualche altra cosina e poi faccio venire Giovanni! Io devo incontrare le Spose, ne sono Entrate tante tante in questo giorno! Quanto ha Lavorato lo Strumento! Adesso è andata ad entrare in un Tunnel e lì deve fermare un altro missile! Pregate: non ce n'è uno solo......... e c'è di nuovo l'acqua e il fuoco......... pregate! Tu non hai niente da dire? Prima che viene Giovanni, Io mangerei un dolcino, che dici tu? Quelli piacciono a Giovanni perché c'è il miele e anche a Me piace il miele! ...Tu lo vuoi? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia! Gesù: ... Ehi, Cocciuta, Mi senti? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma esci dal Tunnel! Giulia: Devo finire, Gesù ......! Gesù: Vedi che i missili stanno per scoppiare......! Giulia: Gesù, mi manca solo una cosa da tirare fuori ......! Gesù: Esci, Figlia! Giulia: Eccomi, ho finito, togli l'acqua e il fuoco, Gesù! Ora posso andare a portare le Spose! Gesù: Come fai, Anima Mia? Giulia: Uso il Tuo Amore, Gesù! Gesù: Io non so come fermarla, tu cosa Mi consigli di fare? Non lascia niente, non lascia i Tunnel, non lascia i missili, non lascia niente, nessun Calice, cosa devo fare? Don Vincenzo: Ma se glielo dice il Padre si fermerà! Gesù: Lei ha un'Amicizia così Grande col Padre da poggiarsi sul Suo Cuore nel dire: "posso fare tutto?" E il Padre gli risponde: "Eccomi!" ........................... Cosa c'è? Raffaele: Gesù, qual'è la Legge di Dio? Gesù: Amore! Raffaele: E Dio non ha detto nient'altro? Gesù: "Amatevi come vi Amo Io!", non come vi ho Amati, "ma come vi Amo Io!" Raffaele: Gesù, è giusto ricordare tutto o bisogna dimenticare tutto? Gesù: Dio non dimentica niente e voi siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio! Raffaele: Molte volte, Gesù, ci ricordiamo le cose brutte, le cose per cui vendicarsi...... e puntiamo il dito ......! Gesù: Non ricordarli quelli che dicono le cose brutte...... ma amali e mettili nel Cuore del Padre! Non ricordarli per vendicarti......! Dio non si vendica! E se il Padre si dovesse ricordare tutto per vendicarsi, avrebbe già cancellato l'Umanità Intera! O Mi sbaglio? Tutti: No! Raffaele: Quindi dovremmo ricordare tutto quello che è Amore e solo quello? Gesù: Eccomi! E allora Mi raccomando: Amatevi gli uni gli altri così come Arde il tuo cuore d'Amore e fallo accendere a tutti i Figli tu che sei il Calice Vivente! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Io vado ad incontrare le Spose...... e a portarle...... e a mangiare con loro prima il Cibo e dopo la Torta! PICCOLO GIOVAANNI: ...Con la Croce e con il Pane! .........State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Giovanni prima Saluta con la Croce e poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> Piccolo Giovanni: Come state? Tu come stai, eh, allora? Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: Benvenuto, bentrovato! Don Vincenzo: Tutto bene? Piccolo Giovanni: , tutto bene! ...Nico', come stai? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu come stai con i cinque minuti? Maria: Ogni tanto mi prendono! Piccolo Giovanni: Te li dò Io i cinque minuti! E la dottoressa come sta con i quattro minuti? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io ti dò il caffè, poi ne parliamo...... ne vuoi ancora? Chi lo vuole se lo va a prendere! Questo è il Mio! , è quello della Cocciuta ed è buono! Oggi non te l'ho dato, dottoressa Teresina, Me lo so bevuto tutto quanto, non Mi ero fermato a bere niente ma c'è rimasto un goccino, c'è rimasto un goccino-goccino... tie', vieni a prenderlo! Penso che ti basterà! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! A Maria niente! ...Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come va l'orto, va tutto bene il raccolto, allora tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Tu come stai? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Nicola: "Eccomi sì"! Piccolo Giovanni: Maria che ha combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresina, non vuoi dire niente? Perché non vuoi dire niente a Zio Mariuccio? Una parolina sola, così poi Mi mangio qualcosina! ...Ehi, ci sono i dolcini! Teresa: Cosa stava facendo la Cocciuta mentre ieri sera mettevamo a posto quelle cose? Piccolo Giovanni: Cosa stava facendo come lavoro? Era stanca...... o no? Teresa: Poco-poco! Piccolo Giovanni: Poco-poco! Stava Bevendo cinque o sei missili, dieci-undici Calici, stava portando un esercito di Spose e stava fermando un Flagello! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che facciamo? ...Eh, si, ma non è che è piccante? Ecco, uno, due e sono già tre, ecco, così, tu ne vuoi? Quante, una? Ne vuole una! Così mangio questo e poi mi mangio anche il dolcino! Figli, ma state guardando fuori o vi mettete a ballare pure voi? Nel Giorno della Festa vi farà ballare Gesù! Don Vincenzo: Quale Festa? Piccolo Giovanni: La Festa che ha preparato il Padre da sempre...... e la conosci anche tu! Don Vincenzo: La Festa di Piuccio? Piccolo Giovanni: Non c'entra Piuccio ma c'entra il Padre! Don Vincenzo: Piuccio come festeggia? Piccolo Giovanni: Piuccio festeggia con voi perchè Piuccio è in mezzo a voi come Domenico, come Carlo, come tutti i Servi Inutili! ............Da sempre è la Festa, lo sai! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Visto che Segreti non ve ne posso dire perchè la Cocciuta ha detto di non dirveli...... se parlate voi un pochettino Mi fate compagnia perchè poi devo andare a Lavorare! Parlate un poco........................... ! Eh, dovrei mangiare quello, è buono, c'è la marmellata, il miele, tu lo vuoi? Don Vincenzo: Ti seguo! Piccolo Giovanni: Lui mi segue! ...Mari'! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo ricordi quando mamma Rosa faceva il torrone sul marmo? Maria: Sì! Piccolo Giovanni: Qui l'hanno messo sul dolce, ma adesso non lo chiamano più come prima, gli hanno messo un altro nome, era un po' pochino il torrone- caramello! Ti è piaciuto? Eh, Eccomi! Sai perché Io e Gesù accettiamo che ci porti da lavare le mani? <Si rivolge a Raffaele> Perché poi dobbiamo "segnarvi" e vi arrivano gli schizzi! Eh, Giova' come Mi duole il Cuore nel vedere l'Umanità! Mi fa male come Mi faceva male quando dovevo tornare a Casa nel vedere l'Umanità ancora allo stesso punto dove l'ho lasciata, nel vedere i Figli ancora nel non aver riconosciuto i Tempi......! Don Vincenzo: C'è questo, ma c'è di mezzo anche la cattiveria, perché essere cattivi significa ancora di più essere ciechi e quindi non vedere affatto un'Umanità così perdente...... così stolta...... che va dietro solo ai "pezzi di carta" e li mette al posto di Dio! Piccolo Giovanni: Giova', io ho fatto la Prima Parte! Don Vincenzo: Devo chiudere il Solco? Piccolo Giovanni: Devi fare l'Ultima Parte e devi essere forte! Io ho combattuto e combatto ancora e anche tu devi combattere e non fermarti! Visto che lo Strumento deve fare la Volontà del Padre ed è in mezzo a voi, voi non dimenticate di essere Figli e di essere stati Chiamati! Ma vi rendete conto? Siete stati Chiamati da Dio, siete stati Invitati dal Padre! E il Padre vi ha costruito una Vigna e il Padre vi ha consegnato un'Arca e dall'Arca rimarrete Salvi e dall'Arca potete Salvare! Volete aprire le orecchie, gli occhi e aprire il Cuore e rimanere Famiglia? Ma vi rendete conto di cosa vi ha consegnato Dio? Raffaele: Non ce ne rendiamo conto! Piccolo Giovanni: No! Incominciate da questo Giorno fino al Giorno della Festa! Non siate curiosi di ascoltare i Segreti, tanto se li andate a dire vengono cancellati......... e ce ne saranno altri...... e lo Strumento li conosce tutti! Eccomi! Raffaele: Non riusciamo a vedere fuori o meglio non Remiamo? Piccolo Giovanni: , che ci riuscite! Raffaele: Ma tu stai Remando? Piccolo Giovanni: Io sono in mezzo a voi! Raffaele: Mi togli una curiosità? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Dove ce ne accorgiamo quando si inserisce Dio? Piccolo Giovanni: Ascoltate lo Strumento e ve ne accorgete! Raffaele: E quando non siamo qui...... e quando siamo fuori, Giovanni? Piccolo Giovanni: Lo sentite quando Dio vi sussurra all'orecchio e nel cuore e...... chiama attimo dopo attimo a tutti i Figli...... ma sì è sordi e si pensa alle cose del mondo! Se si ascolta poco-poco si sente il Suo Sussurro alle Orecchie e al Cuore e Lo manda a tutti i Figli attimo dopo attimo! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! ...Ehi, che fai? Parla, di' quello che devi dire! Raffaele: Quando ci facciamo prendere dalle cose del mondo, è difficile fare il passo verso Dio? Piccolo Giovanni: No... non è difficile, si deve fare solo un passetto indietro e poi si chiede allo Strumento.........! Che c'è? Don Vincenzo: Stai suonando? Piccolo Giovanni: No, veramente con i piedi non ho mai suonato ma con le mani sì! Raffaele: Giova', Tu ballavi? Piccolo Giovanni: No! Una volta la Cocciuta mi ha fatto ballare la musica che gli piace tanto! Non è che mi ha fatto ballare, mi ha detto: "Gesù questa la balla così!" e Io gli ho chiesto: "come?"...... "Ti faccio vedere!" Raffaele: Siamo tutti uguali, sia come intelligenza e sia come tutto? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Quindi ognuno di noi potrebbe fare qualsiasi lavoro? Piccolo Giovanni: Nella Vigna c'è solo un lavoro da fare: il Vignaiolo! Raffaele: Le giornate ce le prepara il Padre? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Chi fa il medico, chi fa il contadino può pensare che è fortunato come chi fa il politico, perché noi guardiamo il livello dei soldi ......! Piccolo Giovanni: Questi non sono i mestieri del Padre, i Mestieri del Padre sono nel far Lavorare tutti i Figli nella Vigna essendo tutti uguali, ma l'uomo si fa alto, più alto, più alto, mentre Dio li fa tutti uguali! Ora devo andare via, voi preparate la bevandina, Io vi saluto, poi viene il Padre e poi vi saluta anche il Padre......! Vi bacio a tutti quanti! ...Nico', mi raccomando! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Mari', mi raccomando! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: ... Dottore', mi raccomando! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mi raccomando ad ognuno di voi: siate vigilanti e guardate bene fuori! Giova', Calice Vivente, l'Ultima parte tocca a te, non te lo dimenticare! Allora, ci vediamo, eh, chiamami ogni tanto, va bene? Don Vincenzo: Ok! Gesù: ...Con la Croce e col Pane! <Gesù Benedice col Segno della Croce> Sono Gesù, non hai niente da dirMi? Ah, adesso glielo devo portare a Giovanni? Ce lo dividiamo! <Il Miscuglietto> Cin-cin, vediamo, uh, il profumo è buonissimo e anche il sapore, e metà gliela devo portare a Giovanni...... è buono! Allora, Carlo, Pio e Domenico sono tristi e offesi! Don Vincenzo: Ah? Gesù: E non vedi nulla in giro? Aiutali un po'! E Io Li aiuto e tu aiutaLi pure! Don Vincenzo: Devo usare di più la Destra? Gesù: Eh, , devi usare di più la Destra e devi chiedere allo Strumento cosa stanno preparando nel silenzio! Loro sono offesi e sono tristi: vedono, ma come Servi Inutili Amano così come il Padre gli ha insegnato ad Amare! Pregate e non dimenticate che Dio È l'Unico Padre! Non rivolgetevi ad altri padri! Dio è Padre Eterno! E adesso faccio finire i Figli di preparare la loro Bevanda e dopo vi Saluto! ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Adesso vi Saluto, così bevete la Bevandina! ...Giova', ricordati che sei il Calice Vivente! Don Vincenzo: Stammi vicino! Gesù: Sono sempre vicino a te! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Allora vi lascio il Mio Cuore Spalancato e tu, Calice Vivente, Saluta con l'Albero Verde! <Gesù manda un altro bacio e viene ricambiato> Vi Amo! Alcuni: Anche noi! Gesù: Ecco il Mio Cuore Spalancato! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni...! Eh, sì sono uscita, non Ti preoccupare, tanto Tu lo vedi che entro sempre e poi esco, faccio tutti i Lavori che il Padre mi dona da fare! Lo so che sono pericolosi, ma il Padre è il Padre! E adesso ce n'è un altro, non è che posso lasciare e non andare, devo entrare anche in quello: in quel Tunnel! Lo stai vedendo? E questo sì, è il più lungo di tutti! E debbo entrare, debbo fare il Lavoro della Vigna, devo prendere quello che hanno chiuso! Molti Figli moriranno! , se daranno la mano e verranno al Banchetto si salveranno, ma ce ne sono tanti che non la daranno la mano............ ma io li porto lì dove poi possono donarla! Devo entrare, Giovanni, e non posso dire di no alla Giornata del Padre, Tu lo sai e se c'è un pericolo vieni Tu e se il Padre vuole quello che vuole: Eccomi, Eccomi ancora per l'Eternità! E adesso entro! Eccomi, Giovanni, tienimi per mano, ma entro! <Giulia manda un bacio e saluta> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Eccomi, Papà, io sono già entrata! Eccomi nel fare la Tua Volontà! Eccomi nel fare la Giornata nella Vigna! Padre, sono alla Tua Destra e in mezzo ai Figli! Salutiamo tutti i Cari, le Spose e i Pargoli! SERAFINA: Eccoci! Rimanete al Banchetto! Giulia: Eccomi, Mamma, preparate i vestiti! <Giulia manda un bacio e saluta>

 

 

 

2. Giov. 11/09/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(Gesù): Tutte le cose che non appartengono al Padre verranno cancellate! ......Ciò che appartiene al Padre rimarrà...

*******************

(Don Vincenzo): Bisogna Servire Dio, bisogna Amare Dio, bisogna metterLo al Primo Posto perché tutto parla di Lui............  tutto ci parla di Dio! (Gesù): Voi siete stati Invitati e siete venuti, ma l'Umanità ha altro da fare.........! Ha gli affari! Quali affari? Gli affari di guerra, gli affari di fare del male ai Pargoli, gli affari di sporcare il Giardino col Sangue Innocente! Gli affari di mettere l'io al posto di Dio, gli affari di far diventare "i pezzi di carta" importanti più di Dio............ (Don Vincenzo): Gli affari di imboccare la Via Larga! (Gesù): Lì ci sono già! Non dimenticatevi di prendervi e di portarvi essendo Figli!

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......Nel Vivere nell'Abbraccio della Croce...... <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Benedice col Segno della Croce> ......E nel Salutare ognuno di voi e l'umanità intera, Glorifico il Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli che il Padre ha preparato.........! Tutte le cose che non appartengono al Padre verranno cancellate! ......Ciò che appartiene al Padre rimarrà e il Padre vi ha donato il Giardino, il Padre vi ha donato il cibo da mangiare, il Padre non fa mancare nulla ai propri figli, Glorificando il Padre Altissimo nei secoli dei secoli, nell'Infinito del Suo Amore, del Suo Tutto, il Tutto della Giornata del Padre, il Pane Intero! E non c'è Figlio che non ha il Pane Intero, tutti hanno il Pane Intero: Dio è il Pane per tutte le genti, ma non viene chiamato......! Abbiate fede, non siate titubanti, rimanete saldi nel Suo Amore e rimanete in quella Viuzza Stretta che Giovanni vi ha indicato da sempre e Io ve la indico ancora... <Gesù Benedice nuovamente col Segno della Croce> ...Figli, fratelli e amici del Mio Cuore! ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA, ANIMA MIA............! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Gesù, cos'è...?(*) Ma non lo farai cadere..., perché ci sono degli uomini con le maschere e un missile grande grande fatto di tre colori: bianco, giallo e rosso!(*) E tutti hanno delle Tute Strane..., Gesù, ci sono anche dei bimbi..., dove li portano?(*) Gesù sembrano legati da un cordone ombelicale......  e una parte sono dentro e l'altra parte sono fuori! Non è un fuoco che si alza..., si solleva piano piano! Cos'è, Gesù?(*) Perché partono tutti in fretta...?(*) Non lo fare cadere questo Flagello! Non posso dirTi che non ho Bevuto dall'Alba fino adesso..., io sono pronta a Berlo! So che devo rimanere all'ubbidienza...: uno deve scendere, l'altro lo posso Bere.........  ma aspetta poco poco, non lo fare scendere subito, so che non sei Tu, ma sono gli uomini......! Se mi doni un altro po' di Giorni posso tenerli.........  e se decidi di farmelo Bere, lo Bevo! .........Non è bello da guardare! .........Gesù...! Gesù: Eccomi, Anima Mia...... con tutto quello che il Padre ha consegnato nelle tue mani...... e con tutto quello che conosci!(*) Giulia: Gesù, vedo un enorme deserto con dei numeri e niente altro, ma donami i Giorni, almeno Uno Solo, ma non far scendere ciò che sto vedendo.........! Gesù: ......... Uno Solo! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: GUARDA ANCORA........................! Giulia: Questo lo posso bere? Non lo diciamo ai figli, tanto lo Bevo io: lo conosci Tu, lo conosco io ed è una Gioia grande berlo, Gesù! Gesù: Ma Io Chino il Capo, Anima Mia............! Giulia: No, dinanzi a me no, Gesù, perchè sono uno Straccio Stracciato e non puoi chinare il capo......! Bevo soltanto e la mia gioia è grande grande! È grande anche il Giorno che mi hai donato, posso tenere ancora dei Figli.........  e non farlo cadere subito il Flagello: Eccomi, Gesù! Quello che c'era, l'ho Bevuto, è rimasto questo.........  dopo vado piano piano e lo Bevo! Vedi, in questi ultimi Giorni sto bevendo piano piano! Gesù: Ma quanti ne stai bevendo?! Giulia: Quelli che trovo! Ma Eccomi ancora per l'Eternità, Gesù! Gesù: Vedi, Anima Mia, tu non vuoi dire ai figli quello che dovrai Bere... Giulia: Eccomi, Gesù! Nel silenzio è più dolce Berlo! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Tienili lì, dopo vengo! Gesù, metto nelle Tue Mani tutto quello che mi hai donato da sempre, l'umanità intera, tutti i Sacerdoti, tutte le Pietruzze, l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, la Famiglia, coloro che si affidano alle mie preghiere, i nemici, coloro che non hanno la forza di chiamarTi "Papà" e di riconoscerTi............  li consegno nel Tuo Cuore! Gesù consegno i Sussurri che ho raccolto di tutti i figli e li porto nel Tuo Cuore......... Tu raccogli l'umanità dispersa portandola nel Cuore del Padre e ciò che il Padre mi ha donato da fare, il Lavoro nella Vigna, il Lavoro dell'Arca e dei Remi......... invitando l'umanità a prendere il Pane! Tutti hanno fame, non c'è un figlio che non ha fame, ma tutti Ti gettano, Ti sputano e Ti bestemmiano! Il compito del Padre è raccogliere e donare ancora il Pane Intero a tutti i figli, così come a tutti i Pargoli, come a tutti i Cari, come a tutte le Spose.........  e a tutti i Servi Inutili hai donato il Lavoro da fare nella Vigna, nell'Orto e nell'Arca, così come siete Vivi e Reali, Piccoli e Poveri, Stracci Stracciati, ma pronti nel Fare la Volontà del Padre: Eccoci, lo rispondo per tutti! Eccoci, Gesù, nel rimanere nella Via Stretta per ricevere il Dono del Padre, la Paghetta intera: Dio che si Dona! ............Insegnateci ancora a Spezzarci! Gesù: Eccomi Vivo e Reale, Intero e Spezzato in mezzo a voi, con i Due Banchetti, con i vostri Cari, con i Pargoli, con le Spose, con tutti i Servi Inutili, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ... E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, figli Miei! Vigilate e guardate i Tempi......... sono in mezzo a voi......! Le Schiere camminano e con Maria combattono e tolgono il male, ma il Veleno cammina, ............alzate la Destra... <Gesù Benedice di nuovo col Segno della Croce> ...E combattete, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: ANIMA MIA............! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Sei ancora disposta a fare la Volontà del Padre in tutto quello che ho poggiato sulle tue spalle dal Grembo Materno? Giulia: ECCOMI, Gesù! Gesù: Ti sento, ............non gridare! Giulia: Perdonami, è uscito più alto! Gesù: Conosci ogni cosa e vedi i Tempi............! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi ancora per l'Eternità nel Fare la Volontà del Padre e nel rimanere Straccio Stracciato ai Piedi della Croce: Eccomi, Gesù, lo grido per tutti, per l'umanità intera e per tutti i figli! Gesù: Te lo chiedo ancora una volta: sei disposta a Fare la Volontà del Padre? Giulia: Eccomi, Gesù! Dinanzi a Te, dinanzi al Tuo Amore, non si può temere ciò che gli uomini preparano.........  la Tua Destra, la Potenza del Padre.........  Dio non cancella ciò che ha scritto da sempre! Ed Eccomi ancora nel ConsegnarTi i miei Anni, gli Anni che il Padre ha Partorito: Prendili e usali come desidera il Tuo Cuore, Gesù! Raccolgo gli Anni di tutti i figli Consegnandoli al Tuo Cuore, così rimarranno al sicuro e nessuno li potrà rubare: Eccoci, Gesù! Gesù: Eccomi, Anima Mia! ........................PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E voi tutti state bene-male? <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Cosa Mi racconti? State bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu stai bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E non hai niente da dirMi? <Gesù manda un altro bacio e viene ricambiato> Don Vincenzo: Sì! Gesù: Siamo al Banchetto con tutte le Spose e ne ha portate un po' lo Strumento, ............belle vestite e con l'Anello Nuziale e si sta facendo Festa! ...............Voi fate Festa avendo Me e avendo i Cari e tutti i Pargoli e tutti i Servi Inutili e tutte le Spose? Tutti: Eccomi! Gesù: "Eccomi!" <Gesù imita la flebile risposta dei presenti> Don Vincenzo: Quando ci sei Tu è sempre Festa! Gesù: Io ci Sono sempre! Don Vincenzo: E noi sempre festeggiamo la Tua Presenza! Gesù: Non sempre fate Festa anche se Io Sono sempre con voi! ............Siete affannati e siete distratti dalle cose del mondo! Eppure Io Sono sempre con voi, non vi lascio mai......... ma voi Mi Lasciate! Parlo a voi e parlo all'Umanità Intera che è distratta, assente, con la Porta chiusa......... e Io aspetto dinanzi alla Porta chiusa! L'Umanità è ancora sorda e cieca! Eppure i Tempi li state vedendo, sono in mezzo a voi e non sono lontani! .........Come stai? Don Vincenzo: Tornando ai Tempi, sono "tra virgolette" nuvolosi! Gesù: Io direi di togliere le virgolette e di far rimanere le nuvolette.........! Don Vincenzo: Nuvoloni.........  nuvolini.........! Gesù: Eh, si, ma non nuvoloni di pioggia......... nuvoloni! Tu hai parlato di nuvolette tra virgolette, ma Io ti tolgo le virgolette e ti dico nuvoloni! Tu sai cosa sono le nuvolette? Don Vincenzo: E sappiamo anche cosa sono i nuvoloni.........  fanno paura! Gesù: Ma l'Umanità li guarda? L'Umanità chiama il Suo Papà nel vedere ciò che è in mezzo a voi? .........Non Lo chiama ancora! Don Vincenzo: Ancora volta le spalle! Gesù: Corre di qua e di là, non si ferma a guardare un Padre............ e a chiedere.........! Don Vincenzo: L'Umanità continua ancora ad essere sorda e cieca! Gesù: , L'umanità continua ancora ad essere sorda e cieca! Don Vincenzo: Eppure vede questi Tempi che non fanno presagire nulla di buono......! Gesù: Rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca e non lasciate i Remi! Vigilate: i Falsi Profeti avanzano e il Veleno non è finito! E Pregate per i Figli Ministri, Pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco............ il Legno è Affondato ma voi Pregate, Figli Miei! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi, Calice Vivente! Don Vincenzo: Vogliamo Donarci, Gesù? Gesù: Eccomi! Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Cosa Mi donate? <Raffaele porge a Gesù le Collane portate in dono alla Mamma e poi Maria Elena le appende man mano al braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione. Viene donata anche una tazzina per Giovanni.> Eccomi! Ne abbiamo ancora? Raffaele: No! Gesù: E allora possiamo DonarCi? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per l'Umanità intera e per tutti i nemici! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino.........  Gesù ne Beve e poi da il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo osserva il Pane da ogni angolatura dicendo:> Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne, la Via Stretta che porta l'Umanità nel Cuore del Padre e nel Vivere nel Suo Amore, Figli Miei! La Via Stretta è Mangiare Dio nel Suo Amore! DoniamoCi! Il Mio Amore è per ognuno di voi e per l'Umanità Intera nel Mangiare e nel Bere del "Nuovo" al Banchetto del Padre, Figli Miei! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue, mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta alzando anche la Destra nel Segno Trinitario e ''puntando'' entrambe le mani con Pollice e Indice uniti.> Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Mia Pasqua è Piena ed è Risorta, è Viva in mezzo a voi nell'Amore Pieno del Padre e la Pasqua si Dona ancora: Dio Cibo per tutte le Genti! Mangiamo ancora il Padre, facciamo Festa? Raffaele: C'è un Battesimo! Don Vincenzo: C'è un Battesimo! Gesù: Vai! ..................Allora prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! Prendiamo parte alla Pasqua Viva: a Dio da sempre Vivo in mezzo a voi nel Giardino del Suo Amore, prendiamo parte alla Sua Verità, prendiamo parte al Suo Amore che si Dona senza Misura, prendiamo parte del Suo Tutto! Eccomi! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! È Buono Gustare Dio nel Suo Infinito Amore! Vai! ............Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: È buono GustarLo il Padre! Don Vincenzo: Tutto è Padre! Gesù: Tutto è Padre! Cosa ha da dirMi la dottoressa? Sentiamo, parla, ti ho chiesto: cos'hai da dirMi? Teresa: La terra è davvero rotonda come ci hanno sempre insegnato? Gesù: Tu quando cammini la vedi rotonda? Eh... Eh... Eh... Teresa: No! Gesù: Eh... Eh... Eh... se camminavate su qualcosa di rotondo non cadevate per terra? Teresa: Dicono che c'è la forza di gravità.........  dicono! Gesù: Tu l'hai vista? Teresa: No! Gesù: Io neanche! Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! ...Ci Sono, non Me ne Sono andato! Teresa: Quindi non è nemmeno vera tutta la storia del Sole e della Luna? Gesù: Ma lo sapete quanti Soli avete, riuscite a contarli? Non ne avete uno solo! Studiate, studiate, leggete, leggete, ma vi siete mai chiesti chi ha scritto questi libri? Teresa:Me lo sono chiesto, ma non so chi è! Gesù: E Io neanche! Voi leggete e dite: "questo l'ha scritto questo... questo l'ha scritto quest'altro... " Teresa: Io gli ho dato sempre poca importanza pur studiando quello che dovevo studiare! Gesù: Giovanni diceva allo Strumento: "ma Gesù ci è andato a scuola?" Essendo insegnante, cosa insegnava Giovanni? Teresa: Italiano! Gesù: E cosa insegnava Domenico Lentini? Maria se lo ricorda? Maria: Domenico insegnava un po' di tutto ai suoi alunni! Gesù: Lasciando gli errori? Maria: Sì! Gesù: Ma non insegnava ai suoi figli ciò che trovava sui libri, insegnava ciò che era nel Suo Cuore e tutto quello che era nel Suo Cuore era quello che Gli Donava il Padre: "fate i buoni se potete! Siate poverelli in mezzo ai poverelli!" Cosa vuoi sapere ancora? Teresa: Dio ha creato le stagioni? Gesù: Tu che dici? Teresa: No! Gesù: Tu cosa dici? Don Vincenzo: Certamente che ha creato le stagioni! Gesù: Perché? Don Vincenzo: Perché doveva dare la possibilità di cibo a tutti, doveva dare alternanza al Giorno e alla Notte e quindi per curare questo Giardino che è l'Umanità aveva bisogno di un Tempo variabile, a volte Caldo, a volte Freddo, la Notte, il Giorno, erano tutte situazioni che Dio che è Padre Buono donava ai Suoi Figli! Gesù: Ma tu sei entrato nel Giardino di Dio? Eppure ci sei entrato! ............Ma questo lo diciamo quando riprenderanno i Segreti! Teresa: Eccomi! Gesù: Chiedi ancora! Teresa: Quello che vediamo e che ci dicono che è la Luna, e a me fa paura da sempre: che cos'è? Gesù: Ve lo dico più avanti! Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi! Non sono sbagliate le domande che fai, sono giuste, ma dobbiamo aspettare ancora un po'! Mangia, poi parli dopo! Tu non hai niente da dirMi? <Gesù si schiarisce la voce> Don Vincenzo: È un treno? Gesù: , ho fatto il trenino dei Pargoli! Ecco il "niente"! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù si rivolge a Maria Elena> Eh, non hanno un treno, hanno una Schiera! E ancora non verranno a parlare......... hanno la Schiera per combattere il Veleno............ devono fermare i fuochi accesi......... e poi si devono preparare per la Festa, l'altra Festa, e anche voi vi dovete preparare per la Festa e lo Strumento vi dirà poi quand'è il Tempo! La Famiglia è cresciuta ancora! Aiutateci a combattere e aiutateci anche a preparare la Festa: ci sono i Calici da preparare! Ora li stanno spegnendo e poi aiuteranno lo Strumento e staranno vicini-vicini a mamma e papà e vi baciano! <Mandano baci> Un altro Fiore lo Strumento ha portato al Banchetto del Padre: ha portato Antonio! E il suo Compito è stato bello: ha donato la mano subito-subito, è stato portato dinanzi al Padre con l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale, è stato portato al Forno e poi si è preso per mano tutti i Pargoli e gli ha fatto fare il giro dei Banchetti! E il Compito che gli è stato Donato è quello di pulire i cuori macchiati! ............Parlerà quando il Padre vuole! Assunta: Eccomi, Gesù, gli mando un bacio! Don Vincenzo: Antonio è uno spagnolo? Gesù: Sombrero, spagnolitos! <Si ride un po'> Don Vincenzo: Ah, sei Antonio? Gesù: No, lui parlerà quando il Padre vuole.................. ! Ora Sono Io, Sono Gesù.........! Don Vincenzo: Scusa, Gesù, ma quando hai detto quelle parole in spagnolo, che hai detto? Gesù: Non lo so! Don Vincenzo: Spagnolito! Gesù: Se no poi tu Mi fai parlare in spagnolo! Dov'è il muchachos amico tuo? Don Vincenzo: Ah, il mio paesano, stava a Cuba in Missione ma poi è tornato..................  il muchachos ora dove sta? Forse sta a Pescara dai suoi familiari! ............Ma sta con te il muchachos? Gesù: Non l'ho visto! ............L'hai dimenticato dov'è? Don Vincenzo: Ad Assisi! Gesù: Eh, .........dove aveva paura delle Piaghe! Don Vincenzo: Delle Stimmate! La sua non è stata una risposta felice specialmente data da un Consacrato! Gesù: Eh, ! .........E dimmi qualcos'altro! Don Vincenzo: Sì! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, c'è quest'aria pesante, nuvolosa dicevamo prima, quand'è che veramente la dovremo affrontare? Gesù: I Tempi li conosce il Padre e per Volere del Padre lo Strumento! Voi siate pronti e preparati con le Capanne............ e nel Combattere con la Destra! <Gesù Alza la Destra nel Segno della Croce> I Tempi? Tutti quanti i Figli provano a chiedere allo Strumento: "ma posso fare questo? ...Posso fare quell'altro? ...Là ci posso andare? ...Là non ci posso andare? ...Eh, dovrei andare a fare una vacanza!" ...La Cocciuta dice: "Andate, andate............... e le Capanne le dimenticate!" ...............Ma dovete pensare a Dio e a tutto quello che vi Dona...............! Don Vincenzo: Gesù, all'inizio volevo fare una riflessione: c'è questa Presenza Divina "Sfacciatamente" Reale - perché dovunque uno si gira Lo trova il Padre, Lo trova il Creatore, Lo trova il Salvatore - e allora com'è possibile che una Umanità così numerosa, composta da sette-otto miliardi di persone, non riesce ancora a mettere al primo posto Dio quando tutto parla di Lui? ..................Com'è possibile? Gesù: Eh......... e com'è possibile? Don Vincenzo: Che Ti hanno messo in Croce! Gesù: E com'è possibile che ancora non Mi riconoscete? Com'è possibile che ancora non Mi riconoscete in mezzo a voi? Don Vincenzo: Abbiamo il Pane ed è morbido........., pronto ad essere masticato.........! Gesù: , è Fragrante! Don Vincenzo: È Gustoso! Gesù: Dio è Gustoso! Don Vincenzo: E lì, attraverso questo Pane, da ventinove Anni Ti stiamo conoscendo! Gesù: Io non sto dicendo a voi, sto dicendo all'Umanità Intera, ma parlo anche a voi! L'Umanità Intera Mi sente prima di voi! E lo sai perché Mi sente prima di voi? Perchè ci sono le antenne che vanno fuori, eh, eh! Don Vincenzo: Ancora! ......In tutto e in tutti bisogna trovare Dio............! Gesù: Non L'avete ancora trovato? Don Vincenzo: Bisogna Servire Dio, bisogna Amare Dio, bisogna metterLo al Primo Posto perché tutto parla di Lui............  tutto ci parla di Dio! Gesù: Voi siete stati Invitati e siete venuti, ma l'Umanità ha altro da fare.........! Ha gli affari! Quali affari? Gli affari di guerra, gli affari di fare del male ai Pargoli, gli affari di sporcare il Giardino col Sangue Innocente! Gli affari di mettere l'io al posto di Dio, gli affari di far diventare "i pezzi di carta" importanti più di Dio............ Don Vincenzo: Gli affari di imboccare la Via Larga! Gesù: Lì ci sono già! Non dimenticatevi di prendervi e di portarvi essendo Figli! Don Vincenzo: Dobbiamo Amarci! Gesù: Gli uni gli altri! Così quando fate la Carità non deve essere detta............ Don Vincenzo: Non deve essere sbanderiata, ma deve rimanere nascosta! Gesù: Silenziosa! Don Vincenzo: Silenziosa, senza parlarne mai! Gesù: Senza gonfiarla! Se donate un tovagliolo non dite che è una tovaglia! Don Vincenzo: Sì, perchè la superbia di fare pubblicità alla carità è forte! Gesù: ...Hai fatto tutto, viceparroco? Raffaele: Eccomi! Gesù: , la superbia è forte, ma la Destra lo è ancora di più.................. perciò non dimenticate di Alzarla! <Gesù Alza la Destra nel Segno della Croce> Don Vincenzo: Sì, la Destra Lavora ancora di più, perciò dobbiamo usarLa per sconfiggere questo "io" tremendo, questo Veleno tremendo, questi Falsi Profeti tremendi! Gesù: Eccomi! Combatteteli! Don Vincenzo: Quali sono le armi che se usate fanno più male? <Gesù Alza la Destra nel Segno della Croce> Ah, il Segno di Croce! Gesù: Con la Croce, con l'Umiltà e con l'Amore potete sconfiggere ogni nemico! Don Vincenzo: Ecco, Gesù, com'è bello stare alla Tua Scuola......  Tu Sei l'Unico Nostro Maestro! Gesù: Com'è bello stare dinanzi al Calice Vivente- Maestro! Don Vincenzo: Gesù, che bello volerTi bene! Gesù: È bello bello volerti bene! Don Vincenzo: Metterti sempre al Primo Posto! Gesù: È bello voler bene? ...Tu come stai? Annunziata: Eccomi! Gesù: Eccomi! Vinciamo o perdiamo? Annunziata: Con il Tuo aiuto vinceremo sicuramente, perchè Tu vinci sempre insieme al Padre...............! Gesù: Il Padre! Annunziata: Aiutami per tutto, Gesù! Gesù: Eccomi! <Gesù Alza la Destra nel Segno della Croce> Ti ho mai lasciata da sola? Annunziata: Mai! Gesù: Allora combattiamo ancora la battaglia! Annunziata: Eccomi! Gesù: Calice Vivente, cosa vuole dire ancora la dottoressa? Hai in mente ancora un'altra domanda? Teresa: Il Veleno viene solo dai figli che seguivano Gabriele, l'ex diavolo ora convertito, o c'è ancora un'altra origine? Gesù: C'è un'altra.........! Teresa: Eccomi! Raffaele: Ci sarà un Tempo, come era 2000 anni fa, in cui vedevano tutti? Gesù: Che gli devo rispondere se poco fa ho detto che sono in mezzo a voi e non Mi vedete? Ti è venuta in mente un'altra cosa? Teresa: Diciamo, 2000 anni fa era così come adesso che solo qualcuno Ti vede? Gesù: A chi gli servivo, ma se poi non gli servivo più non Mi vedevano! Teresa: Era uguale-uguale ad adesso! Raffaele: Gesù, ma quando portavi la tunica eri riconoscibile? Gesù: Tutti portavano la tunica, non solo Io............ era il vestito che portavano tutti, adesso c'è qualcuno che lo porta e altri no! Raffaele: Non Mi vuoi rispondere? Gesù: Cosa vuoi sapere, se Mi toglievo la tunica e la lavavo? Raffaele: Gesù, chi Ti ha seguito nei paesi piccoli sicuramente Ti ha visto perché sei Nato, sei stato Partorito, sei Cresciuto, hai fatto il Falegname, poi magari altri potevano essere titubanti e no, ma...  chi Ti ha visto, Ti ha visto? Gesù: Tutti Mi hanno visto! Raffaele: E arriverà di nuovo quel Tempo? Gesù: Sono in mezzo a voi e te lo ripeto ancora una volta! Raffaele: Quelli che Ti seguivano, i discepoli, Ti annunciavano in tutti i paesi? Gesù: Se sono scappati come potevano andare in tutti i paesi? Raffaele: La domanda è questa: ci sono stati altri figli che sono andati in India, Cina, America o si sono fermati vicino Roma? Perché ci sono tanti popoli dove non riconoscono la Madonna e Gesù............  e dove credono ad altro! Gesù: E rispondiMi tu, se c'erano stati! Raffaele: Avrebbero saputo la Storia! Gesù: Ecco, bravo, ci sei arrivato solo-solo! Raffaele: E così come succede per molti, c'è che si è fatto una Religione per conto suo e così hanno messo sul piedistallo Maometto...  cip e ciop...! Gesù: Chi sono cip e ciop? <Si ride un po'> Raffaele: Quindi pensavano che una volta che erano arrivati, si erano fatti una Religione per conto loro......! Gesù: Tu lo sai che c'è solo un Padre............ gli altri chi sono? Raffaele: Cip e ciop! Gesù: Io li voglio conoscere.................. tu li conosci? Don Vincenzo: Cip e ciop? Gesù: Eh, e dove sono? Don Vincenzo: Sono i pezzi di carta: fanno cip e fanno ciop! Gesù: Non ci vedo chiaro! Don Vincenzo: Ci vedi, ci vedi, e Ti facciamo piangere anche per questo! Gesù: I pezzi di carta servono, ma non si deve legare il cuore........................ e cip e ciop a cosa servono? Don Vincenzo: Gesù, il Papà Nostro ha fatto tutto Perfetto, solo che questa Libertà che ha sempre dato all'Umanità è una Libertà a volte controproducente! Gesù: Eh, no, se il Padre vi avesse legato non avreste rotto le catene? Don Vincenzo: Noi le avremmo spezzate le catene o no? Le avremmo spezzate comunque! Gesù: Il Padre Buono vi ha donato Tutto, vi ha donato la Vigna, ha messo i Vignaioli nella Vigna dove non manca nulla.........! Don Vincenzo: L'errore principale è quello di non sapere amare, perché se imparassimo ad amare tutto diventerebbe "una discesa"! Gesù: Il Padre vi ha Donato l'Amore, ma gli uomini hanno scelto la Via Larga e hanno lasciato l'Amore! E adesso tutte le Schiere con Maria e tutti i Servi Inutili, e tutti i vostri Cari, tutti i Pargoli e le Schiere dello Strumento e la tua Schiera, Calice Vivente, stanno Lavorando nel Portare l'Amore e nel Portare i Figli a Casa e pulire il Giardino che si è sporcato! .........Ma verranno altri Tempi! Don Vincenzo: Gesù, il Papà Buono nella Domandina Finale sarà Giudice? Gesù: , ancora lo Strumento sta bussando ma non ha avuto ancora risposta se darà a lei anche quella......... la sta facendo aspettare! Tutte le Domandine le sta facendo lei ed è rimasta Quella che ancora il Padre non le ha detto che glieLa darà anche a lei da poter rispondere! Don Vincenzo: Che Forza che c'ha lo Strumento, la Forza dell'Amore! Gesù: Eh, si, quella sì, ma non ha nessuna Forza, è un Nocciolo Scorticato! Quando si è un Nocciolo Scorticato si rimane solo con la Forza dell'Amore, ed essendo Scorticato è Croce e si porta come Croce facendo le Cose del Padre e non degli uomini! E così dice ad ognuno di voi: "Figli, lasciate le cose del mondo e fate le Cose del Padre e non legate i cuori ai pezzi di carta che servono per andare avanti............"! <Gesù fa il segno dei soldi> Don Vincenzo: Noi siamo la Famiglia di Giulia... Gesù: Il Padre le ha consegnato questi Figli............... e anche Giovanni le ha consegnato i Figli..................! Don Vincenzo: Questa sera ognuno faccia un giuramento......... Gesù: No, Dio non chiede giuramenti! Don Vincenzo: Un proponimento, un proposito! Gesù: No, Dio chiede solo di essere chiamato: "Papà" e di essere Amato! Don Vincenzo: Ma poi tante volte c'è l'abitudine di dire: "lo giuro"! Gesù: No, non bestemmiate, Figli! Amate così come il Padre Ama ognuno di voi! In quanti fanno: "adesso prometto a Gesù di non fumare più..." adesso prometto, quello è un giuramento! "Adesso dico a Gesù di fare il bravo... adesso dico a Gesù, che questa cosa non la faccio più!" Il Padre Buono ascolta e dice: "Figlio, ti aspetto quando farai il prossimo passo, ma sono sempre lì nel tuo cuore e non ti lascio perché quella promessa non la manterrai!" ...Adesso devo andare a raccogliere le Spose che ha portato lo Strumento e vi lascio a Giovanni, poi vengo di nuovo! Don Vincenzo: Eccomi! PICCOLO GIOVANNI: ............Con la Croce e con il Pane! Stai bene? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! <Giovanni prima saluta con la Croce, poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi... Mari', Nico', Teré, prima bevo il caffè, poi parlo con voi! Nicola, Maria e Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Ehi, Giova', aspetta, bevi un pochino del Mio caffè...! Sono Capriccioso..., ne vuoi ancora? Non l'hai bevuto per niente...; ecco... adesso sì...! Don Vincenzo: Questo caffè l'ha fatto la Cocciuta? Piccolo Giovanni:Mo' vediamo...! Don Vincenzo: Ho visto che lo stava facendo...! Piccolo Giovanni: Allora, se l'hai visto tu, l'ha fatto la Cocciuta..., usciva il fumo! Don Vincenzo: Usciva il fumo..., e faceva pure rumore...! Piccolo Giovanni: Il fumo faceva rumore? Don Vincenzo: No... <Si ride un po'> ...Mentre faceva il caffè, bolliva: bom...  bom...  bom! Piccolo Giovanni: Ma l'ha fatto col treno il caffè? Don Vincenzo: Il treno pure fa bom bom......  bom......  ma il treno ha una sua stazione.........! Piccolo Giovanni: Ma chi l'ha fatto il caffè? La Cocciuta o il treno nella stazione? Don Vincenzo: La Cocciuta ha fatto il caffè! Piccolo Giovanni: Salute! Don Vincenzo: E siccome Tu sei un intenditore, riconosci se questo caffè è della Cocciuta! Piccolo Giovanni: Eh, si, è della Cocciuta! Don Vincenzo: Perciò... Piccolo Giovanni: Chi lo vuole se lo va a a prendere! Ecco..., Nico'! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Nicola: Eccomi, bene! Piccolo Giovanni: "Eccomi, bene!" E tutto l'Orto..., va tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni:Eccomi! C'è l'Abbondanza del Padre? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu stai bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mi senti quando vengo? Nicola: Quando intervieni! Piccolo Giovanni: Eh, quando intervengo! ...Mari', cos'hai combinato ancora? Maria: Ho fatto due passi... Piccolo Giovanni: Teresina del Bambin Gesù..., dimmi qualcosuccia..., tu devi mangiare..., dimmi qualcosa tu, poi Mi dirà qualcosa Giovanni...! E così non Mi date da mangiare prima che Mi metto a parlare? Ehi, Tu lo vuoi? No, questo è Mio! Don Vincenzo: Ah...  questo è il Tuo? Ti faccio compagnia... Piccolo Giovanni: Vuole il paninello..., ma questo è Mio! Non ho mangiato tutto il giorno......, ho avuto tanto da lavorare tra i Pargoli, tra le Spose, tra i Calici, tra i Flagelli, ma dimmi un po' Teresina del Bambin Gesù, perché ti vuoi nascondere? Quando Io dico che sei Teresina del Bambin Gesù, tu ti vuoi nascondere...... Mi hai visto, Mari'? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Chi vuole parlare? Cos'hai dato a Maria? Raffaele: Primo, secondo e terzo abbondante! Piccolo Giovanni: E il Quarto niente? Il Quarto..., guardala! Guardala! L'hai vista? Tu hai mangiato? Ma voi state tutti bene-male come sempre? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: All'ora... è come sempre...! Giovanni, dimmi qualcosa tu Don Vincenzo: Volevo chiamarti oggi..., c'era una situazione non bella......! Piccolo Giovanni: Hai perso il numero? Don Vincenzo: Mi è scivolato...! Riflettevo prima su quello che hai detto...  in merito a Domenico Lentini: il Suo Cuore era pieno d'Amore ed era pieno di Dio, perciò poteva fare in pieno la Volontà di Dio... Piccolo Giovanni: Vedi, lo Strumento non può fare quello che vuole ma deve fare la Volontà del Padre e anche Domenico e tutti gli Altri Servi Inutili devono fare la Volontà del Padre mentre quelli che camminano nel Veleno possono fare quello che vogliono............! Chi va a Lavorare la Vigna fa la Volontà del Padre ed è all'ubbidienza! Se lo Strumento volesse fare ciò che vuole..., non si fermerebbe a bussare e a dire: "Padre, aspetta ancora......... ci sono i Giorni......... sono figli.........!" La Cocciuta ha tutto nelle sue mani, così come gli sono stati Donati i Chiodi, ma è all'Ubbidienza del Padre, così come Io Lo sono, così come Carlo, come Domenico: Dio È! E si rimane all'ubbidienza del Padre! Don Vincenzo: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Puoi anche non rispondermi... Piccolo Giovanni: Non temere...Don Vincenzo: Poi lo valuti Tu...... Ma Tu li avevi i Chiodi? Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Perché altre volte il Padre aveva i Chiodi...Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: La Madonna aveva i Chiodi...Piccolo Giovanni: Eccomi! Chi risponde "Eccomi" alla Volontà del Padre ha il Suo Amore! Don Vincenzo: E chiaramente Gesù aveva i Chiodi...! ............E la Cocciuta pure...! Piccolo Giovanni: Nocciolo Scorticato, zitta zitta..., zitta zitta...; la Cocciuta fa passi da gigante...! Don Vincenzo: È la Formichina Operaia... Piccolo Giovanni: Fa la Volontà del Padre la Formichina, la Cocciuta della Croce..., la Piccola Cocciuta..., vi ricordate come si chiama? "La Piccola Cocciuta del Cuore della Croce", nel dire: "Eccomi, sono pronta...! Eccomi!" siate pronti e preparati per i Tempi che verranno, figli"Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresina del Bambin Gesù..., Chiara...; Chiara, lo sai qual'è il tuo compito? L'hai dimenticato? Non dimenticarlo...! Eh, si, bevi..., ma parla...! Ce n'è un'altra che devi dire..., Tu cercala così Io intanto scelgo un dolcino! ...No, no, quelli piacciono alla Cocciuta, ma la Cocciuta adesso non c'è! ......No..., , tu quale vuoi? Salute! Lo vuoi un dolcino? E quale vuoi, bello di Zio Mario? Giuseppe: Quello di Zio Mario! Piccolo Giovanni: Quello di Zio Mario vuoi? Dagli quello di Zio Mario! Allora, ti sei ricordato quello che dovevi dire? Mari', come stai, ammaccata? Devo ammaccarti un po', se non ti ammacco non ti voglio bene! Buono! Perché ti scandalizzi, non lo sai che Zio Mario mangia così, è vero Nico'? Mamma Rosa e papà Francesco Mi avevano insegnato a lasciare il piatto pulito, perché c'erano i sacrifici della Giornata e il piatto doveva rimanere pulito, è vero? Ecco, dovete ascoltare il Cuore e quando ascoltate il Cuore, lì c'è il Padre a Parlare e voi siete fatti ad Immagine e Somiglianza del Padre! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perché sei triste, viceparroco? Raffaele: Ci sono troppe cose che sono nascoste..., posso farTi una domanda? Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Non Ti irrita niente? Piccolo Giovanni: Quando si è dinanzi al Padre si vede solo l'Amore! Raffaele: Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Cosa è "la sostanza"delle persone per te? Piccolo Giovanni: Di sicuro non sono le cose del mondo e di sicuro non è il cibo ma è la Croce.........! Don Vincenzo: Proprio la Croce e soltanto la Croce! Piccolo Giovanni: Per te cos'è? Raffaele: La sostanza è fare le cose che senti nel cuore! Piccolo Giovanni: Cosa c'è nel tuo cuore? Raffaele: Cercare di fare del bene e di aiutare il prossimo...! Piccolo Giovanni: E se non hai " questo"come fai del bene e come puoi aiutare? Raffaele: Nel Cuore c'è solo Dio e quindi c'è già la Croce! Piccolo Giovanni: E Dio com'è... se la porta è chiusa? Raffaele: Non viene dal Cuore ma viene dalla mente! Piccolo Giovanni: Prima Mettiti avanti come Croce e Portati, così come fai...... e poi fai le Cose del Padre che è la Sostanza fatta di Croce! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: L'ultima... Piccolo Giovanni: L'ultima...Don Vincenzo: Un po' di anni fa ci furono due ragazzini di Gravina che morirono in un palazzo abbandonato e mi colpì molto per l'assurdità della fine che fecero......! Ma sono caduti involontariamente o li hanno uccisi? Mi sembra assurdo che in una città nessuno abbia sentito le grida..., le urla...! Piccolo Giovanni: Tu che dici, non le hanno sentitE le grida? Come si fa, Teresina del Bambin Gesù? Come si fa a non sentire le grida del sangue innocente? Don Vincenzo: Non si vuol sentire! Piccolo Giovanni: Non si vuol sentire! Quando Mi chiamavano, Io andavo...! Gli altri fratelli dicevano di no, è vero Mari'? Maria: Sì, è vero! Tu andavi sempre..., e poi ritornavi tardissimo... Piccolo Giovanni: E poi tornavo stanchissimo, dopo aver tolto il Veleno! Cosa vuoi dire? Quando ti nascondi le labbra devi parlare: Parla! Teresa: Eccomi Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Quel compagno mio che si uccise..., non si è ucciso? No? L'hanno ucciso......! Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi, è nato! Perché piangi se è nato? Giova', dimmi qualcosa tu..., non Mi dire che si è fatto tardi però! Dimmi qualche altra cosetta, così poi Io Me ne vado, viene Gesù, vi saluta e poi rimaniamo a dormire nel Suo Cuoricino! E poi se Lui decide di farci svegliare, ci svegliamo, ma Io Mi sveglio di sicuro, voi non so...Don Vincenzo: Giova'...  dobbiamo amarci! Piccolo Giovanni: Il Padre ci Ama, Io vi Amo e vi indico sempre la Viuzza Stretta! Don Vincenzo: Più ci amiamo vicendevolmente e più troveremo il sorriso, la gioia, la pace, l'umiltà e la verità! Tutto da lì dipende, tutto da questo Amore, perché Dio è Amore e quindi tutto parte dal Sole, da questo Sole che è Dio! Piccolo Giovanni: Il Giardino si è sporcato, perché è venuto a mancare l'Amore: Maria ha le Sue Schiere e stanno ripulendo il Giardino con l'Amore! Don Vincenzo: Si..., e lo puliranno e lo puliremo! Piccolo Giovanni: Lo Strumento vi porta a pulirlo! Don Vincenzo: Eccomi! Giovanni... Piccolo Giovanni: Eccomi! Non Me ne vado...! Chiara..., lavora, sai che la tua mano e la mano di Teresina del Bambin Gesù fermano i fuochi di guerra? Tu lo sai che fermi il Sangue Innocente?(*) Lavora! Sacerdote di Dio, sai qual'è il tuo compito? Tutti voi cercateLo nei vostri cuori, figli! ............Giova', la nostra Battaglia è grande! Don Vincenzo: Vincerai..., vinceremo! Piccolo Giovanni: Dio non ha mai perso! Don Vincenzo: Tu ci guidi......! Vedi come è? <Il Miscuglietto> Piccolo Giovanni: Assaggialo e vedi com'è! Don Vincenzo: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Cin-cin! Don Vincenzo: È un po' gelato... Piccolo Giovanni: Buono...! Che c'è? Ne vuoi metà? Bevi il tuo, il mio lo bevo io! Il Padre Ama tutti i figli, ma tutti i figli a volte prendono la via larga e così pensano che Dio non vede e non sente, ma Dio vede e Dio sente e aspetta e quando il figlio ritorna a Casa fa Festa! Giova'..., dobbiamo finire il Solco, non dimenticarlo...! Ora lo sapete bene che quando devo cantare, canto, e dopo aver cantato faccio un bel sorriso: ah ah ah e con un bel sorriso vi invito ad entrare e a rimanere del Mio Cuore! <Giovanni schiocca qualche bacio> Non vi ho lasciato..., non ti ho lasciato, parlo con te, non ti ho lasciato! , sono attimo dopo attimo dinanzi ai tuoi passi Mario: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Metti il piedino sul mio piedino, così cammino Io al posto tuo! Mario: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Parla Lui, ma dopo parlo a te nel privato! <Giovanni schiocca qualche bacio> Vi lascio il Mio Cuore spalancato, figli Miei: venite tutti, lo Strumento ha il vuoto, tuffatevi anche lì!(*) Gesù: ... Con la Croce e con il Pane, Sono Gesù......! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Sono Gesù......... Giovanni è andato a prendere le Spose...Don Vincenzo: E la Cocciuta? Gesù: La Cocciuta sta Bevendo! Don Vincenzo: Figurati che amaro sta ingoiando......! Gesù: , i Calici, i Flagelli e i Missili, per ognuno di voi e per l'umanità intera............ Figlio cosa devi dirmi ancora? Don Vincenzo: Ti vogliamo bene, Giovanni! Gesù: Io Sono Gesù, Giovanni vi ha salutato! Don Vincenzo: Ti vogliamo bene, Gesù, tanto tanto! Gesù: " Tanto tanto..."Don Vincenzo: A differenza del mondo che perde tempo sulle strade false, sulle strade larghe, sulle strade che portano verso il burrone, .........che stoltezza! Gesù: E se Mi volete bene tanto tanto, perché non vi amate gli uni gli altri? Don Vincenzo: Si, si, hai ragione, dovremmo amarci gli uni gli altri in modo pieno! Gesù: Cosa vuoi Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Siamo l'Unica Famiglia della Cocciuta: ognuno di noi ha il suo carattere..., però una volta entrati qui dentro, si deve avere la forza di continuare...!. Qualcuno può pensare, visto che ci sto un po' di più, che io comando, ma non è così...! Gesù: La Cocciuta ti battezza, battezza tutti i figli, perché battezzandoli li fa crescere! Teresa: Eccomi! Gesù: E vi porta sulla Mia Via, quella Stretta e non sulla via del mondo! Teresa: Le Sue Parole sono del Padre! Gesù: E la Cocciuta parla con le Parole del Padre! Don Vincenzo: Le Sue Parole guariscono... Gesù: Mentre quelle del mondo fanno male!(*) Parla! ...Io non posso importelo, ma volendo potrei farlo, ma vi lascio liberi come sempre! Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi!(*) Teresa: A sentire quelle parole sono rimasta un po' malino... Gesù: Ma il suo cuore è tenero! Teresa: Lo so che il suo Cuore è tenero..., lo so ed è per questo che mi fa ancora più male sentire quelle parole! Gesù: Amiamoci, figli, amiamoci! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo amandoci e rimanendo nella Quiete si forma una Famiglia! Amiamoci......... non si getta ai cani ciò che Dio ha Donato! ............Il tuo compito è grande, non lo devi gettare! Hai anche tu la Schiera da portare, stringiti forte al Cuore della Croce e stringetevi tutti, così come io vi lascio il Mio Cuore spalancato e Tu Saluta con l'Albero Verde! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Amen!(*) Giulia: Giovanni, non ho ancora finito, devo Bere i Calici e tutto quello che non hai preparato! Poi devo preparare le Spose!(*) Sì, Giovanni, l'ho visto, metti la Tua Mano! Giovanni, la Tua Capanna...!(*) Glielo dirò! Senti, Giovanni, ho visto che distante, dove c'è la Tua Schiera, c'è da pulire e Tu hai tante altre cose da fare......  posso portare tutti quanti i figli, li pianto come alberelli e li faccio pulire, e poi, se vedo che cadono un poco li vado a riprendere! Li posso piantare come alberelli? Eccomi, allora li pianto, se vedi che cadono aiutami anche Tu! Giovanni, trova ancora da Scorticare e Scortica! Piccolo Giovanni: Grida con la Mia Voce! Giulia: Eccomi, Giovanni!(*) <Giulia schiocca un bacio> Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) ...Siediti, Calice Vivente! Giulia: Papà, tanti fuochi sono accesi e tanti se ne accenderanno ancora..., dimmi cosa devo fare per spegnerli tutti? Ogni Figlio ha un compito da fare, ma nessuno viene a bussare! ............Padre Buono! Il Padre: Prendi con te i pilastri...! Giulia: Non possiamo aspettare? Sono figli, se tu ordini ai pilastri di essere innaffiati, sbocceranno! Aspettiamo ancora e donami la Tua Acqua per innaffiare, Padre Buono! Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Padre!(*) Ora Salutiamo i Cari che sono al Banchetto, le Spose e i Pargoli...  andiamo a Lavorare! Eccoci, Cari! Eccomi, Mamma, preparate tanti Vestitini e tanti Anelli... SERAFINA: Non temete il vuoto, è quello di Dio!(*)

 

 

 

3. Dom. 14/09/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

(La Madonna): Non ve l'aspettate la Pace dagli uomini, non verrà mai, chiedeteLa al Padre! Non condannate, non scomunicate, non maledite, ma benedite così come da sempre il Padre ha Benedetto l'Umanità Intera!

*******************

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <La Madonna per un po' rimane in silenzio, poi Alza la Destra col Segno Trinitario e Dona la Sua Benedizione col Segno della Croce> LA MADONNA: Nel Mio essere Mamma, Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen! Vi Dono il Mio Amore... <Così dicendo la Madonna tiene tra le Mani il Crocifisso che la Cocciuta tiene al petto> ...AmateLo, Innamoratevi, sia per voi lo Sposo, la Capanna e la Culla dove poggiare il vostro capo nei Tempi che verranno, Figli Miei! Giulia: Mamma...!(*) Mamma...!(*) Mamma...!(*) La Madonna: Il Mio Gesù è stato strappato al Mio Grembo, è stato strappato al Mio Cuore, ma è rimasto Vivo e Reale, essendo stato Crocifisso per Amore e nei Tempi che verranno quante mamme grideranno e sputeranno al Mio Figliolo dicendo "perché mi hai fatto questo...?" Non dite queste parole al Mio Gesù! Unitevi alle Schiere e Combattete! Non è Dio a portarvi via il Figlio, sono gli uomini......... Pregate e Alzate la Destra... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ...Dio ve L'ha donata da sempre! Non bestemmiate, non puntate il dito né verso Dio, né verso il Mio Gesù e neanche al Mio Cuore, perché sono Mamma e conosco il dolore di tutti i Figli e dell'Umanità intera! Dio vi sta donando il Pane, Dio ve lo sta Spezzettando, ma non riuscite ancora a staccarvi dalle cose del mondo, Figli Miei! "...Oggi mi prendo questa giornata...... Domani se c'è da piangere........."! No, Figli, non siate stolti, liberatevi dalle cose del mondo voi che Siete nel mondo, ma non appartenete al mondo ma a Dio! Il Padre vi ha Donato una Vigna, vi ha Donato l'Arca e i Remi: Amatevi gli uni gli altri, mangiate tutti l'Unico Pane che è Dio! Ma quando uscite fuori non sputateLo criticando, puntando il dito e contestando le Parole del Padre! Ricordatevi che Dio vi vede e vi sente e non potete nascondervi perchè non c'è Luogo in cui Dio non vede e non sente, Figli Miei! ............E nel Suo Amore, vi Segna ancora...! <La Madonna Benedice nuovamente col Segno della Croce> ..................Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Mamma!(*) Cosa indossi? Mamma, cos'hai messo sopra il Tuo Abito?(*) E cos'hai messo sotto i Tuoi Piedi?(*) Mammina, li posso prendere io quei Lenzuoli pieni di Sangue che porti come Mantello sotto i Tuoi Piedi...? La Madonna: Devono cadere, Figlia! Vedi..., non li ho preparati Io ma li hanno preparati gli uomini! Giulia: Mamma, anche se li hanno preparati gli uomini, sono sempre Figli......... hanno perso il senno...... non riconoscono più il Padre......... ma aspettiamo ancora......... Tu che hai saputo aspettare.........! La Madonna: Devono cadere, Anima Mia! Giulia: Per un Giorno me li avete fatti tenere, me li fai tenere anche questi per un Giorno?(*) Se non per un Giorno, almeno per un'Ora! Ho visto anche quello che c'è dietro............ un'Ora soltanto? La Madonna: Un'Ora Sola, dopo cadranno......... e potrai andare a prendere la mano.........! Giulia: Eccomi! Mi basta un'Ora, Mamma! La Madonna: GUARDA ANCORA, ANIMA MIA...............! Giulia: Sono vuoti..., proprio vuoti tutti quanti..., <Giulia sorride con soddisfazione> ...So che faccio ridere tutti i Servi Inutili......... tutti i Pargoli...... Giovanni............ quando tornano li trovano vuoti... ma li posso bere anche vuoti! Giovanni non ha fatto in tempo, neanche a metterli senza sistemarli e di questo sono gioiosa e lo sei anche Tu, Mammina, così non cadono...... e così il Padre è Gioioso perchè io ho fatto quello che dovevo fare! , dobbiamo preparare i Calici..., dirTi non lo so, Ti direi una bugia...! Non sono pronti, prepariamoli come tutte le altre cose! Io rispondo Eccomi per l'Umanità intera, per tutti i Figli e per la Famiglia! E mi inchino dinanzi alla Volontà del Padre nell'aspettare l'Ultima Risposta! ...............Mamma...! La Madonna: Eccomi! Giulia: Mamma...! La Madonna: Cocciuta..., Piccola della Croce di Gesù! Giulia: Eccomi! La Madonna: Stai attenta e guarda bene ciò che vedi.........! Giulia: Devo parlare? La Madonna: GUARDA SOLTANTO............!(*) <Durante la Visione la Mamma le sussurra qualcosa e Giulia annuisce.........!> Giulia: Eccomi! Lo devo tenere nel Vuoto o lo posso scrivere tenendolo nascosto? La Madonna: Scrivilo, ma tienilo nascosto! Giulia: Eccomi! Aiutami a fare il tutto! La Madonna: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Mammina, metto nel Tuo Cuore Tutto quello che mi avete donato... l'Umanità Intera......, metto nel Tuo Cuore la Famiglia......, i Cuori...... i Sussurri...... metto nel Tuo Cuore tutti gli errori di ognuno di noi, metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere per consegnarli al Tuo Cuore! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Tu sei la Mamma della Croce: aspettiamo ancora......! Tu che hai saputo attendere...... insegna ad ognuno di noi ad attendere...... e ad ascoltare solo il Padre...... e non i rumori del mondo! La Madonna: Eccomi, Anima Mia, con i Due Banchetti, con tutte le Spose, con tutti i Servi Inutili, con tutte le Schiere, con tutti i Pargoli, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce...... <La Madonna Benedice col Segno della Croce> ......E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Mamma, accogli ancora il Sussurro del Vuoto e portalo nel Cuore del Padre, Tu che sei l'Ultima Grazia! Eccomi...!(*) Eccomi...!(*) Eccomi...!(*) La Madonna: ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom! La Madonna: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuta! Eccomi, Mammina! La Madonna: Eccomi! Come stai? Don Vincenzo: Bene! La Madonna: E voi state tutti bene-male come vi dice il Mio Gesù e Giovanni? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! ...Cosa Mi dici? Don Vincenzo: Alcune cose ho da dirTi! La Madonna: Le hai misurate, sono tante? Eh, eh, hai detto: "alcune cose!" ...State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Pensavo al Sole che deve scendere tra le mie mani! La Madonna: E cosa vuoi sapere? Don Vincenzo: Tu lo sai! La Madonna: , Io lo so, ma non posso parlare! Lo sai che non posso dirtelo se c'è una scadenza prossima! Don Vincenzo: Bisogna puntare tutto sulle Cose di Dio e non dobbiamo distrarci e perdere tempo sulle cose frivole e passeggere del mondo! E sulle Cose di Dio c'è tanto da imparare, come anche dalla Festa di Oggi: l'Esaltazione della Santa Croce! La Madonna: Non è Solo Oggi! Gesù è rimasto, ma non di gesso: Vivo......... e sono rimasti Vivi come sono Vivi nelle mani del Nocciolo Scorticato! <La Mamma indica prima il Grande Crocifisso che è nel Padiglione e poi le mani dello Strumento> E se l'Umanità Intera dovesse aspettare solo un Giorno, ce ne vorrebbe di Tempo per imparare a conoscere il Mio Figliolo e il Padre! Ancora non avete imparato a conoscerci, ma Io parlo a voi e parlo all'Umanità Intera! Parlo a voi perché Mi ascoltate e all'Umanità Intera che vede e sente ma è sorda ed è cieca e non lascia le cose del mondo! Don Vincenzo: Tempo fa ci dicesti che avremmo visto tutti quanti Dio? La Madonna: , questo lo sapete già, ma non posso dirvi né l'Ora e neanche il Giorno! Voi siate pronti e preparati con le Capanne, rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca, rimanete con i Remi e fate tutto quello che il Padre vi dice! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Ma queste Capanne sono dei Cuori, praticamente.........! La Madonna: No! Don Vincenzo: Sono Capanne reali, però a forma di cuore? La Madonna: Preparate le Capanne! Non vi è stato detto che sono a Forma di Cuore ma che hanno la Forma della Capanna! Dovete preparare i vostri Cuori, ma la Capanna si deve preparare e non c'è da dirlo volta per volta! Vi dico: "preparate le Capanne!", e vi è stato detto quello che si deve fare! Don Vincenzo: Mettere sempre Dio al Primo Posto: questo dobbiamo fare, Mammina! La Madonna: Così vi mettete al Primo Posto anche voi nella Vigna a Lavorare mettendo Dio al Primo Posto! Il Padre vi ha Invitati, vi Invita al Suo Banchetto al Primo Posto e al Primo Posto vi Invita a Lavorare nella Vigna! Non è come i Capi di Stato...... Dio è in mezzo a voi ed è Vivo ed è Reale! Quelli sono lontani, non sono come il Mio Gesù, che cammina e vi porta la Croce e la Pace! Non ve l'aspettate la Pace dagli uomini, non verrà mai, chiedeteLa al Padre! Non condannate, non scomunicate, non maledite, ma benedite così come da sempre il Padre ha Benedetto l'Umanità Intera! Non l'ha maledetta! Se l'avesse maledetta sarebbe scomparsa e nessuno di voi ci sarebbe! Dio È......... e voi Siete con la Croce, Figli! <La Madonna benedice col Segno della Croce> Parla, Io ho parlato un bel po'! Don Vincenzo: Sì, essere Figli è l'Onore più Grande, è la Grazia più Grande che ci possa essere perché ogni Figlio è Erede e bisogna entrare in questo Amore che non ha fine, in questo Amore Eterno, sapendo che ogni Giorno questo Amore lo possiamo ingrandire e sapendo che ogni Giorno questo Amore lo possiamo abbellire amandoci sempre più e amando sempre, tutto e tutti! Tutto parla di Dio, Tutto è Dio! Questa è la Grandezza della Figliolanza: avere un compito fondamentale! Ecco perché non dobbiamo pensare alle cose del mondo, perché se cadiamo dentro queste trappole non ne usciremo più dando importanza alle cose caduche, alle cose passeggere, alle cose inutili! Abbiamo un Papà e "avendo Papà" avremo Tutto, e avendo Tutto basta guardare la Croce e basta guardare il Crocifisso e l'Amore Trionfa senza Fine! La Madonna: Basta guardarvi voi perché siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio che è Croce, e se Lui è Croce lo siete anche voi......... ma fate fatica a capire tutto questo! Don Vincenzo: Facciamo fatica perché ci distraiamo con le cose del mondo e diamo importanza alle cose che non sono importanti, mentre invece abbiamo Dio, abbiamo il Padre, abbiamo Gesù, abbiamo la Mamma su cui tuffarci abbracciandoLi! E allora tutto cambierebbe perché daremmo alla Giornata dei momenti di Preghiera sostanziosi che non sono più attimi ma attimi durevoli perché poi la Preghiera diventa Amore, ed essendo Amore diventa Comunione col Padre e cominciamo quindi a creare questa Intimità: "Papà!"... "Figlio!" Allora si capisce tutta l'importanza della Figliolanza......... e tutto questo durerà per l'Eternità! Ecco quello che ci aspetta, ecco quello che Dio ci prepara Giorno dopo Giorno e Ora dopo Ora! La Madonna: Ancora non riuscite a vederLo ciò che vi aspetta perché è in mezzo a voi e non riuscite ancora a vederLo! Don Vincenzo: Siamo distratti, ciechi, ci distraiamo con le cose del mondo e non capiamo che le cose del mondo sono futili e passeggere! La Madonna: Confondete i piaceri del mondo col Giardino di Dio! Don Vincenzo: Che stoltezza! La Madonna: Eppure è in mezzo a voi e non Lo vedete! Don Vincenzo: Che Padre Buono! Lo vorrei vedere solo per dirGli: "Quanto sei Buono, Papà!" La Madonna: "Quanto sei Buono..." ! <La Mamma ripete le parole di Don Vincenzo guardandolo e dandogli dei colpetti sul braccio e lo fa più volte> Don Vincenzo: "Quanto sei Santo...!" La Madonna: "Quanto sei Santo...!" Don Vincenzo: "Quanto sei Benedetto...!" La Madonna: "Quanto sei Benedetto...!" Don Vincenzo: "Papà...!" La Madonna: "Papà...!" Don Vincenzo: "Papà Buono...!" La Madonna: "Papà Buono...!" Don Vincenzo: "Papà Mio...!" La Madonna: "Papà Mio...!" Don Vincenzo: E ognuno può dirlo! La Madonna: Si, ognuno può dirlo! Don Vincenzo: Perché è il Papà di tutti! La Madonna: Perché è il Papà di tutti! Don Vincenzo: Che Gioia! La Madonna: Che Gioia! Don Vincenzo: Che Grazia! La Madonna: Che Grazia! ............Ma vedi un po'! Don Vincenzo: Ma vedi un po'! .........Come siamo vicini e come facciamo fatica ad amarci vicendevolmente... La Madonna: Come siamo vicini e come facciamo fatica! Don Vincenzo: A fare Comunione! La Madonna: A fare Comunione! Don Vincenzo: La Giornata la dovremmo passare sempre attaccati a questo Papà Buono, dentro quel Cuore del Papà Buono e allora la Giornata diventa piena di Continui Atti d'Amore! La Madonna: Ma guarda un po'! Ma guardate un po', eeeh! Don Vincenzo: Tutto è facile quando c'è l'Amore! La Madonna: Si, tutto è facile! Eccomi! Tutto è facile! ......Ma tutti voi state bene-male? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eccomi! ......È per Me? Tu leggi! <Raffaele porge alla Mamma una Collana portata in dono e poi Maria Elena l'appende alla mano della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Ecco, tieni, Incorona la Mia Mano! Eccomi! ...Allora cosa c'è ancora? Don Vincenzo: C'è, Mamma, che starei fino a mezzanotte a dire le Lodi al Padre perché quando entriamo in questa Comunione ci accorgiamo che bisogna gustare solo Dio e pensare secondo Dio e non più secondo gli uomini! La Madonna: Mi spieghi perché fino a mezzanotte? Don Vincenzo: Giorno dopo Giorno, Ora dopo Ora, Attimo dopo Attimo ci dovrebbe essere questo Colloquio d'Amore del Figlio verso il Padre! Avendo avuto Tutto in Eredità, il Figlio dona al Padre tutto l'Amore possibile perché il Padre l'ha creato, l'ha voluto, e perciò l'ha amato e, quando un Figlio si sente amato dal Padre è pieno d'Amore! La Madonna: E perché staresti fino a mezzanotte? Don Vincenzo: Per mettere un segno alla fine della Giornata! La Madonna: Chi l'ha detto che finisce a mezzanotte la giornata? Don Vincenzo: No, non l'ha detto nessuno, l'ho detto così per dire che tutte le Giornate finiscono di notte......... La Madonna: Far finire la giornata a mezzanotte, Me lo spiegate e Me lo spieghi tu come si finisce a mezzanotte? <Si rivolge a Raffaele e a Mario.........> Don Vincenzo: .....................Mamma, com'è bella e meravigliosa la Tua Presenza qui con noi! La Madonna: Come si finisce la giornata a mezzanotte? Come si finisce? Mario: Ce lo dici Tu quando finisce la giornata! La Madonna: Eccomi, Figlio! Non ve lo dice l'orologio, la Giornata nella Vigna non finisce a mezzanotte ma quando lo dice il Padre e lo può dire anche attraverso di Me e lo può dire anche attraverso un Servo Inutile e non attraverso l'orologio che gira! ............Cosa c'è ancora? Don Vincenzo: C'è, Mammina, che dobbiamo imparare a pensare secondo Dio! La Madonna: Non dovete imparare a pensare......... ma dovete fare le Cose del Padre e non pensare.........! Il Padre fa e non pensa e chiede ad ognuno di voi di Lavorare nella Vigna perché è stata Consegnata a voi che siete i Vignaioli e siete la Nuova Chiesa! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: , ma quando uscite fuori siete ancora la Nuova Chiesa? Don Vincenzo: Chissà! La Madonna: Ma una Piccola Formichina vi porta ancora sulle sue spalle! Don Vincenzo: E ci insegna a scegliere le Cose di Dio perché lei vive per le Cose di Dio, mentre noi invece non riusciamo a capire questo e perciò non apprezziamo neanche in Pienezza la Cocciuta, quando invece questa Piccola Operaia non fa altro che Amare Dio e amarci come Figli, perciò la chiamiamo "Mamma!"! La Madonna: Per quello ha donato il suo cuore al Padre e il Padre ha messo il "Vuoto" e Giovanni il "Filicino" che lei ha consegnato......... e adesso c'è il "Vuoto"! Don Vincenzo: Questo "Vuoto" cosa sarebbe? La Madonna: È il "Vuoto"! Don Vincenzo: Ci dobbiamo amare gli uni gli altri: lì è la Chiave di Tutto e ci dobbiamo aiutare a vicenda, perdonare a vicenda e mettere sempre Dio al Primo Posto non l'io.........! Questo "io" è sempre in agguato per farci essere presuntuosi, superbi, maliziosi, mentre invece noi dobbiamo essere piccoli, umili, semplici, bambini! La Madonna: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! I Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto e Fare la Volontà del Padre e non quella degli uomini! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: I Figli che il Padre vi ha Donati non vi appartengono, appartengono al Padre! Non dimenticatelo: è Dio che li ha Partoriti, non li avete partoriti voi! Senza il Suo Amore non sarebbero venuti! Don Vincenzo: Nudi siamo entrati e nudi usciremo ma Pieni di Dio! La Madonna: Avete l'Eredità del Padre, non dimenticatelo! Don Vincenzo: Ancora più da amare! La Madonna: Ancora più da amare! Don Vincenzo: Eh, sì, perché è un'Eredità che non avrà fine! La Madonna: Non dimenticate: le guerre si accenderanno e voi dovete combatterle Alzando la Destra, Figli e non alzando le armi! Don Vincenzo: Alzando il Segno della Croce! <La Madonna benedice col Segno della Croce> La Madonna: Dio può fare così......... <Fa il Segno di benedire> .........E può fare così! <Fa il segno di abbassare la Mano> Don Vincenzo: E quando Alziamo il Segno della Croce nulla ci fa paura perché diventiamo vincenti! La Madonna: Chiedi ai Figli se facendo il Segno di Croce diventano vincenti o dubitano ancora di avere un Padre e un Figlio e un Fratello e un Amico? Don Vincenzo: Eeeh! ...Mammina! La Madonna: Eccomi! Don Vincenzo: Che Grazia essere qui! La Madonna: ...Quello vuole parlare quando fa così! ...Eccomi, figlio! Raffaele: Cosa non appartiene a Dio sulla Terra? La Madonna: A Dio appartiene Tutto! .........E ciò che non piace a Dio... Raffaele: ...Cos'è? La Madonna: Dimmelo tu: cos'è che non piace al Padre? Raffaele: È più giusto che ce lo spieghi Tu! La Madonna: No, ve lo sto dicendo tante volte! Raffaele: Bisogna amare Dio! Bisogna amare i fratelli.........! E non bisogna cercare i soldi! La Madonna: E non bisogna legare i cuori ai pezzi di carta! Anche se il Padre dona l'abbondanza non si devono legare i cuori! Ma cos'è che non piace al Padre? Raffaele: È l'io che non piace al Padre! La Madonna: Anche! Raffaele: Disubbidire! La Madonna: Anche! Piacciono al Padre i rumori del mondo? Raffaele: No! La Madonna: Gli uomini corrono dove ci sono i rumori lasciando Dio? Corrono o non corrono? Raffaele: Eccomi! La Madonna: Eccomi! E lì si lascia Dio e si va dietro ai rumori del mondo! Don Vincenzo: Quello che piace al Padre è che ognuno deve fare il Figlio ubbidiente e servizievole, e ognuno, oltre a fare il Figlio, deve "vivere da Figlio", e questo dobbiamo imparare! Allora diventa bella la Giornata perché abbiamo già un Compito attimo per attimo, secondo per secondo: "sono Figlio di Dio, sono Figlio del Creatore di Tutto e di Tutti e quindi mi devo comportare da Figlio di Dio e quindi devo vivere da Figlio di Dio!" Se facciamo questo non andremo più dietro alle cose del mondo perché abbiamo un Papà da servire e da amare continuamente! La Madonna: Ma Dio non vuole essere servito! È Lui che viene a Servire voi! Vuole essere amato, chiamato: "Papà!" Io sono venuta a Servirvi il Pane Impastato dai Pargoli, Impastato dai vostri Cari, Impastato dai Servi Inutili, Impastato da tutte le Schiere col Dito del Padre! È Dio che viene a Servire voi, non voi che servite Dio! Vi chiama a Lavorare ma è sempre Lui che Serve donando il Pane Intero! Avete mai servito Dio? È Dio che Serve voi donandovi il Soffio! Raffaele: Eccomi! La Madonna: Eccomi! Raffaele: Dio punisce? La Madonna: No, Dio è Amore! Raffaele: Non ha mai punito? La Madonna: E se avesse dovuto punire, avrebbe punito chi ha messo i Chiodi a Suo Figlio! Mio Figlio ha detto: "Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno!" E tutt'ora dice: "Padre perdona loro anche se sanno quello che fanno!" Come lo Strumento dice: "aspettiamo ancora un po', sono Figli, non Ti hanno conosciuto!" Don Vincenzo: E quando si dice che Dio è Giudice? La Madonna: Lì è l'Ultima Domanda............ quando poi il Sole si Aprirà......... e allora si vedrà tutto quello che è stato detto e tutto quello che è stato fatto! Ma l'Ora e il Giorno li conosce il Padre e, per Volere del Padre, li conosce anche lo Strumento, ma Lei rimane all'Ubbidienza aspettando......... e come sa aspettare i Tempi del Padre, anche se a volte dice: "Padre, quello che devi fare, fallo subito!" Anche Giovanni diceva questo, Lei l'ha imparato da Giovanni: "dai, quello che devi fare, fallo subito!"...... e "hai preparato un Figlio che deve tornare a Casa, fallo subito, ma sia fatta la Tua Volontà e non la mia!" E quando dice alla pioggia: "fermati!", la pioggia l'ascolta e si ferma! Quando ci sono i Flagelli che devono cadere e lei non li può Bere e li può tenere per un Giorno o per un'Ora soltanto, si poggia sul Cuore del Padre, e quell'Ora la fa diventare un Giorno! Don Vincenzo: Che bello stare qui! La Madonna: L'Ultima Grazia Sono Io, Mandata da Dio in mezzo a voi così come Lo sono tutti i vostri Cari, come Lo sono tutti i Pargoli che hanno "tanto-tanto" Lavoro da fare: devono preparare un'altra Festa e ci vuole "tanto-tanto" Lavoro! È fatta di Calici e la Cocciuta deve Lavorare unita ai Pargoli, a tutti i Servi Inutili e a tutte le Schiere portando ognuno di voi............ per prepararvi alla Festa del Calice! Don Vincenzo: La Festa del Calice è una Festa Grande se il Cielo già si sta preparando in anticipo? La Madonna: Si, è Grande! .....................Cosa c'è ancora? BIMBI DI MARIO E MARIA ELENA: ……Stiamo Lavorando, ciao...! Papà, te lo posso tirare un cazzotto sull'altro ginocchio, tre, quattro, cinque, dieci! Eh... Eh... Eh... <Mandano baci> Raffaele: Quali sono tre vizi che gli uomini dovrebbero evitare? La Madonna: Me lo dici tu quali sono tre vizi che gli uomini non dovrebbero avere? Ma sei sicuro che sono tre? Tommaso: Iniziamo da tre: il primo è quello di non odiare il fratello altrimenti non c'è Amore verso Dio! Il secondo è quello di vivere la Giornata sempre alla Presenza del Padre altrimenti la Giornata è zero! Il terzo è quello di Glorificare il Padre facendo la Sua Volontà ogni momento! La Madonna: Sono giusti? Don Vincenzo: Bisogna aggiungerci altre cose! La Madonna: E aggiungi.........! Don Vincenzo: Come: essere veritieri, non dire mai bugie, non dire mai falsità, non dire mai: "io...... io... io"! La Madonna: Usare la Carità nel silenzio! Don Vincenzo: Nel Nascondimento, non puntare mai il dito perché altrimenti ci facciamo giudici e invece l'Unico Giudice è il Padre! La Madonna: Vedete: quando una Capanna si unisce e Dio la Benedice donandole i Frutti dell'Amore, la Capanna deve Crescere nell'Amore amandosi e rimanendo un'unica cosa, e l'unica cosa deve crescere e camminare nella Gioia del Padre! Quando la Capanna si divide non è più la Capanna di Dio ma è la Capanna del mondo! Don Vincenzo: Quando diventa la Capanna del mondo? La Madonna: Quando si divide! Don Vincenzo: Quando si litiga? La Madonna: Quando si divide e si divide quando si litiga! Quando si cresce e si fa la Volontà del Padre la Capanna rimane unita e cresce nell'Abbondanza e il Pane si Spezza nell'Abbondanza del Padre! ...Cosa vuoi sapere ancora? I Figli dopo devono portare l'Abbondanza della Capanna al Padre e donandoLa al Padre La donano a tutta la Famiglia! Raffaele: L'ultima, un mese fa le cose erano peggiorate? La Madonna: Perché adesso sono migliorate? Raffaele: Siccome non sono migliorate e sono peggiorate, ci sono più persone che cercano Dio? La Madonna: No e più i Tempi si stringono- e vi stiamo invitando a preparare le Capanne- e più Dio viene bestemmiato, scartato e allontanato, nessuno si aggrappa chiedendo: "Misericordia!" La Cocciuta lo fa per l'Umanità Intera: è il Compito che il Padre le ha Donato da sempre, ma viene scartata anche lei............ ma lei non teme gli uomini ma il Padre e fa la Volontà del Padre! È quello che anche voi dovete fare: la Volontà del Padre e non quella degli uomini e amarvi gli uni gli altri facendo la Volontà del Padre............! Raffaele: Chi porta fuori le notizie è contro Dio? La Madonna: Eccomi! Raffaele: E non se ne rende conto? La Madonna: Eccomi! È consapevole! Don Vincenzo: Le cosiddette: "antenne"! La Madonna: Figli, siate coscienti: i Tempi sono già in mezzo a voi! Non vengo come Mamma a spaventare i Miei Figli, ma dico ad ognuno di voi: rimanete vigilanti e preparate in pieno le Capanne! E quando venite in questo Luogo non rimanete con la bocca chiusa senza dire: "Ave Maria", ma dite: "Ave Maria-Padre Nostro"! Non fatevi distrarre! Se vi distraete con le cose del mondo il Pane Lo gettate! Non gettateLo, Figli, portateLo Intero così come Dio ve Lo Dona! Il Pane il Padre non Lo fa mancare a nessuno di voi, voi che abitate nella Vigna e abitate nell'Arca e portate i Remi e lo Strumento vi porta sulle spalle: "Nocciolo Scorticato di Dio", scartato com'è scartato Dio ma fa la Volontà del Padre! Portate il Pane Intero, portate l'Amore, portate la Pace Alzando la Destra del Padre ovunque vedete la guerra, Figli Miei! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri Cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo... E voglio aggiungere un'altra intenzione: non lasciatevi distrarre dalle cose del mondo... perché le cose del mondo non valgono nulla e sono futili e passeggere.........! Purtroppo è il veleno che ci distrae, i falsi profeti ci distraggono e torniamo la sera a casa stanchi, tristi, spenti, arrabbiati, delusi, senza aver Pregato, quando invece dovremmo essere la Luce del mondo, il Sale della terra! ...E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen!(*) <Ora tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre insieme alla Madonna> Giulia: Mamma, Tu mi hai donato da scrivere per poi conservarlo, mi hai donato un'Ora, ma da quell'Ora è passato un Giorno! Avete gioito quando avete visto i Calici vuoti, e adesso preparatene altri!(*) ...Mammina, ci sono tanti fuochi, ci sono tanti missili... ma sono i figli a sporcare il Giardino! La Madonna: Hai le Schiere pronte, hai tutti Pargoli e hai tutti i Servi Inutili! Giulia: Eccomi, Mamma! ...Ma alcuni delle Schiere camminano da soli e gli altri li devo portare ancora... e poi ci sono quelli del Veleno che sono ancora dispersi e fanno del male! La Madonna: Scenderà Carlo! Giulia: Ma non è in mezzo a noi? La Madonna: Vedi dov'è salito? Giulia: E cos'è andato a fare sull'Albero? La Madonna: È andato a fermare un altro fuoco di guerra! Giulia: Eccomi! Cammineremo tutti uniti! La Madonna: Sii vigilante perché si accenderà un altro fuoco di Guerra! Giulia: Eccomi! ...Con l'aiuto del Padre e col Suo Soffio lo spegneremo!(*) ...Mamma, l'Anima mia magnifica il Signore nell'attesa dell'Alba! Mamma...! La Madonna: ...Devi ancora attendere! Giulia: Eccomi!(*) Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Papà, non potresti fare di un Giorno, due?(*) ...Solo due!(*) ...Facciamo così: di solito ai bimbi una caramella sola non basta, mentre con due stanno più buoni... e se mi dai Due Giorni, forse starò più buona... sono Figlia! Facciamo così? ...E poi se vengo a bussare ancora devo chiederTi altre cose! Il Padre: Ora non prenderti tutto il Braccio! Giulia: Magari se mi puoi dare la Spalla, mi ci poggio meglio! ...E visto che siete Tutti al Banchetto non parlo più, ma vengo a bussare... e salutiamo tutti i Cari, tutti i Pargoli, tutti i Servi Inutili, tutte le Spose... ce ne sono tante tante tante tante da non saperTi dire il numero e so che i Vestitini e gli Anelli sono pronti... preparaTi perché dovrai accoglierli tutti! ...Dopo vengo a portarTeli! ...Ma gli altri stanno aspettando perché ancora non mi hanno donato la mano... si sono girati... e vado a prenderli... Eccoci, Servi Inutili!(*) ...Eccoci, Spose!(*) ...Eccomi, Mamma... Ti sei punta un po' il dito cucendo?(*) ...Allora dopo Ti vengo a mettere un po' di medicina... <Giulia schiocca un bacio> ...Quella del Padre, Mamma!(*) ...Eccomi!

 

 

 

4. Giov. 18/09/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*) <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......Nel Canto delle Schiere, nel Canto dei Pargoli, nel Canto dei Servi Inutili, nel Canto di tutte le Spose e nel Canto del Padre e di Maria, Glorifico il Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen!(*) Figli la Via Stretta è nelle mani dello Strumento e il suo cuore mi grida di chiuderla e di fermarsi: alzate il vostro grido, implorate il Padre! .........Anima Mia, vuoi camminare ancora? Giulia: Gesù, Ti ho fatto la promessa..., ma adesso vorrei fermarmi, metti qualcun altro al posto mio.........! Gesù: Anima Mia, sei la Vigna e sei l'Arca.........! Giulia: Gesù, vorrei fermarmi! Gesù: Anima Mia, sei la Vigna e sei l'Arca e hai i Remi e hai le Capanne! Giulia: Gesù, vedi, nessuno ascolta, è meglio che trovi qualcun altro..., "il vuoto" me l'hai Donato e il mio cuore è nelle Tue Mani! Gesù: Facciamo altri due passi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Eccomi! Solo altri due passi! Quello che dovevo Bere, l'ho Bevuto e quello che dovevo fermare l'ho fermato dall'alba! Consegno nelle Tue Mani tutto quello che mi hai donato da sempre, la Famiglia, quelli che si sono affidati alle mie Preghiere, l'Umanità Intera, tutte le Pietruzze, tutti i Sacerdoti: è questo che ho da dirTi in questo Giorno, nient'altro! Donami solo la Costanza e la Forza di Camminare questi altri passi e di portarTi tutti i figli, Gesù! Gesù: Eccomi! Ti Segno con la Croce e vi invito a Pregare, Figli Miei! Siamo in mezzo a voi con i Due Banchetti, con tutte le Spose, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Gesù, perdonami, ma desidero fermarmi, cammino altri due passi con Te..., non sono quelli della terra, ma li cammino portando tutti i Figli! Gesù: Eccomi, Anima Mia, Giovanni ti tiene la mano! ...Ora doniamoCi, Io Mi Dono e tu ti Doni! Questo è il Pane che in questo Giorno vi viene Donato............ e il Padre rispetta la Volontà dello Strumento, Figli! ............State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Stai bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora DoniamoCi! È questa la Volontà dello Strumento! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! <Raffaele Dona a Gesù un Pezzo di Pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo>Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! <Gesù Innalza il Pane e dice:> Gesù: Questa è la Mia Carne! DoniamoCi! Lo Strumento rimarrà Crocifissa per Amore altri Due Passi! <Don Vincenzo scende nel Padiglione per Donare il Pane e il Vino, come di consueto, insieme a Giuseppe, mentre Gesù rimane in Raccoglimento e Offerta, unendo il pollice e l'indice di entrambe le Mani, pollice e medio a sinistra e prima pollice e anulare a destra e poi col Segno Trinitario......... e poi Impone le Mani, ''le punta'' e poi ancora il pollice con l'indice di entrambe le Mani> La Pasqua è Piena ed è Risorta! I Banchetti del Padre sono pronti per prendere parte al Suo Amore Vivo e Reale in mezzo a voi! Prendete parte, Figli Miei, e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Eccomi! Prendete parte al Banchetto di Dio! <Gesù invita coloro che sono presenti in cucina> Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Raffaele: Maluccio, Gesù! Gesù: Perché stai maluccio? Io sto bene, è lo Strumento che non sta bene! Raffaele: Posso, Gesù? Gesù: ............Prendiamo parte.........! <Gesù manda baci e viene ricambiato> Tu prendi parte al Banchetto del Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io prendo parte............ e voi prendete parte? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! È Bello vedere il Banchetto di Dio ma devo accontentare anche lo Strumento! Finirà i Passetti! L'Eccomi Donato al Padre Lo finirà e poi tornerà a Casa! ...Eccomi! ...Eccomi! Non vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Il "niente" donalo ai Figli e sistema un po' tutti..................! Raffaele: Eccomi, Gesù! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa!> Gesù: Servitevi al Banchetto del Padre! Alessandra, Teresa e altri: Eccomi! Gesù: Eccomi! Eccomi! È Gustoso Mangiare il Padre, così imparate a conoscere il Padre! Ancora non L'avete conosciuto! Accontenta lo Strumento in qualsiasi cosa Gli dice.........e in questo Giorno Gusterete solo il Pane e Lo Gusto anch'Io e, dopo averLo Gustato, vi Salutiamo! Giovanni Lavora, tutti i Servi Inutili Lavorano, le Schiere stanno Lavorando, ma voi non volete ascoltare e lo Strumento vuole chiudere il Solco! Voi Pregate con la Preghiera che vi è stata insegnata: "Ave Maria- Padre Nostro; Ave Maria- Padre Nostro!" ...............E non dimenticate di guardare i Tempi............! Distaccatevi dalle cose del mondo! Avete le Capanne, avete la Vigna e avete l'Arca e i Remi, non dimenticatelo, Figli Miei! ............Prendete dal Banchetto.........! Teresa: Eccomi! Gesù: Ora avete tutto il Pane di Dio, avete il Suo Amore, avete la Sua Ultima Grazia: Maria, non dimenticatelo! E Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! E non dimenticatelo: siete la Nuova Chiesa, Figli! ...Non ti farò alcuna domanda, lo Strumento ha deciso così......... e a nessuno di voi! Don Vincenzo e i presenti in cucina: Eccomi! Gesù: Vi invito ad andare avanti, Figli Miei! Non dimenticate che in mezzo a voi avete Dio Vivo! Siate vigilanti, Figli, siate vigilanti! Giovanni vi Saluta e vi Dona il Suo Cuore... <Giovanni manda un bacio> ...E Lo lascia spalancato! Io vi Dono il Mio Amore! In questo Giorno avete sempre il Pane Intero, Spezzato ma Intero! Lo Strumento è andata a tuffarsi in un Calice e in un Tunnel! Eccomi! I Figli prenderanno del Padre e Lo mangeranno! Io e Giovanni vi Salutiamo con la Croce e con il Pane... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...Invitandovi ancora a tenerLi Alti! Tu Saluterai i Tuoi Figli con l'Albero Verde e il Padre vi Saluta! Giulia: Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei!(*) Giulia: Eccomi, Papà, porterò l'umanità sulle mie spalle, porterò tutti i figli e dopo aver finito il lavoro, desidero ritornare a Casa, ma sia fatta la Tua e non la mia volontà! Il Solco lo finirò come promesso e il Calice Vivente farà il suo lavoro! Visto che tutti i Cari stanno prendendo il Banchetto del Padre e il Banchetto che hai preparato, salutiamo i nostri Cari... <Tutti salutano i propri Cari> ...Verranno a Lavorare, ma io ho da fare il Lavoro che è nel Tunnel! Eccoci Cari! Eccoci Servi Inutili! Eccoci Pargoli! <Giulia schiocca un bacio> Eccomi, Mamma! È bello il regalo, ma tienilo li! Il Padre: Tu, Calice Vivente, vai a Salutare con l'Albero Verde e invita i Figli a prendere parte al Banchetto Nuziale! Giulia: Eccomi, Papà!(*)

 

 

 

 

5. Giov. 25/09/2014, ore 21, Stanza di Gesù a Timparelle

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre; se Sei Tu, Glorifica il Padre! <Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:> GESÙ: ......Il Mio DonarMi è di Glorificare il Padre Altissimo, ora e per tutta l'Eternità......... di Dio che è da sempre............ figli, fratelli e amici del Mio Cuore! E Mi Dono ancora nell'Allargare le Braccia...... <Gesù Alza la Destra col Segno Trinitario e Benedice col Segno della Croce> ......E Donarvi il Segno della Vita Eterna, il Segno dell'Amore che Dio ha Donato e Dona all'umanità intera e ad ognuno di voi, Figli Miei! Un'altra Alba, un altro Pane, un altro Calice nel Lavoro della Vigna avete ricevuto, con la Paghetta Intera, anche arrivati all'ultimo istante......... e in cambio avete chiamato Dio: Papà! Avete Camminato i Passi della Via Stretta, figli, fratelli e amici del Mio Cuore! Dio vi ha donato un Giardino dove non c'è né pianto e né lamento! Voi, l'umanità, avete fatto di questo Giardino un pianto e un lamento! Amatevi gli uni gli altri, così com'è Vivo l'Amore nel Giardino del Padre Donato ad ognuno di voi in Eredità, ma distaccatevi dalle cose del mondo e siate un'Unica Famiglia! Ma quando dico "siate un'Unica Famiglia", guardate la Croce: non si è mai divisa e non si dividerà! Così anche voi non dividetevi, Amate la Vigna, Amate il Giardino, Amate l'Arca e Amate i Remi: non perdeteli, figli Miei, non perdeteli in questi Ultimi Tempi! ...............Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Eccomi! Il Vuoto è vuoto: "Eccomi ancora per l'Eternità!" Gesù: Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù!(*) Non temere, parla, Gesù, fammi vedere ciò che devo vedere! .........Ci sono "le forze" sul Letto della Croce e le trovo sempre! Gesù: Parlo e tu Mi Ascolti... Giulia: Eccomi, Gesù, anche se l'umanità intera e tutti i figli non Ti ascoltano, anche se l'udito è piccolo, ma ascolta il Vuoto e sente! E come Straccio Stracciato Eccomi nel fare le Tue Cose! Gesù: Hai la forza di guardare? Giulia: Tenendo la Tua Mano stretta: Eccomi! Tenendo quella di Giovanni: Eccomi! E tenendomi alla Croce: Eccomi! Gesù: Li hai visti già i Calici da Bere? Giulia: Eccomi, Gesù! Io li ho visti........., come devo donarli da bere alla Famiglia nel Giorno in cui dirai di farli Bere? Il Fascio di Luce...(*) Gesù, da sempre mi avete donato l'ubbidienza e da sempre sto portando nei Rotoli e nel Vuoto, ciò che avete messo. Non potrei Berlo io per tutti il Calice? Lo so che questo devo donarlo, Gesù......... ma ancora non sono riusciti a comprendere che sarebbero cambiati dentro e fuori, eppure si vedono..., eppure sentono! Tu che Sei Amore Infinito..., Tu che Ti Doni attimo dopo attimo, Tu che Sei Vivo e Reale in mezzo a noi, con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutti i Pargoli, con tutte le Spose e anche quelli più duri che hanno donato la mano, hanno assaporato e assaporano ciò che la Famiglia fa attimo dopo attimo: gioiscono, fanno festa, combattono, non si nascondono, non si vergognano del loro Dio.........! L'umanità e la Famiglia ancora si vergognano e si nascondono, ma dove, Gesù? Dove? Dentro un albero? Dietro un muro? Dov'è il luogo? Non hanno ancora capito che non c'è luogo dove ci si può nascondere dalla Tua Vista! Quante bugie mi vengono dette: li tuffo nel Tuo Cuore! Quante falsità mi vengono presentate: li tuffo nel Tuo Cuore! Gesù, sei Amore e ognuno di noi è Amore, fatti a Immagine e Somiglianza dell'Amore, Fatti per rispondere per tutta la Famiglia e per l'umanità intera: l'Eccomi e la Domanda Finale.........! E perdonami, Gesù, se sto parlando un po' troppo! Gesù: È dolce sentire il Pane Spezzato, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù, il Pane Spezzato Sei Tu, Gesù...! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Ho parlato col Tuo Pane, ma di quello che ho visto, cosa ne facciamo? Gesù: La Volontà del Padre! Giulia: Il Padre è Buono e pure Tu, Gesù, Lo Sei........., non posso berlo senza dirlo così non lo copiano? Gesù: Vedi, Anima Mia.........! Giulia: Vedi... ancora... Gesù: Copiati, ma scartati! Giulia: Ma Tu Sei ancora all'ultimo posto! .........Bevo e basta, così non prendono e non portano! Gesù: Questo non lo puoi Bere! Giulia: Non lo posso tenere poco poco?(*) Un dito..., due dita..., tre dita o quattro dita? Gesù: Non ti sei allargata un po' troppo? Giulia: Facciamo un dito, uno e mezzo? Gesù: Puoi tenerlo solo un Giorno... Giulia: E così è un dito......! Il Tuo Dito è il Tuo Dito..., ora me l'hai detto! Gesù: Eccomi, Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Ti posso chiamare, Gesù, Cocciuto? Gesù: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eh, si, perché se sono Cocciuta io che sono fatta a Immagine e Somiglianza del Tuo Amore, Lo sei anche Tu! Gesù: Nell'Amare e nell'essere l'Unica Fonte Viva e Zampillante! Giulia: Così significa essere Cocciuti..., quando si Ama..., no, Gesù? Gesù: Eccomi! Giulia: Come si fa a parlare con Te? Come parlo con Te e Tu Parli con me, come parlo con gli altri..., Tu non vieni ascoltato e io non vengo ascoltata! Ma quando trovo il Solco..., quello che prendi... la Viuzza Stretta...... parlo..., parlo..., parlo: Eccomi! Gesù: Parla! Giulia: E Tu ascolta, Gesù, Sono tutti figli Tuoi......... quello che Giovanni non aveva preparato......... l'ho preparato e l'ho già bevuto! Le forze erano piccole, ma l'ho già Bevuto! E Adesso, Gesù, metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia, l'umanità intera, tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, tutti quelli che non hanno il coraggio di farlo, tutti i Sacerdoti, l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, le Pietruzze, i Gigli.........! Ti consegno tutte le Spose che hanno donato la mano, portale Tu dinanzi al Trono, sono già vestite! Gesù: Eccomi, Anima Mia! Eccomi con i Due Banchetti! Eccomi con tutte le Spose! Eccomi con tutti i vostri Cari! Eccomi con tutti i Pargoli! Eccomi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce... <Gesù Benedice col Segno della Croce> ...E l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù, riempi ancora i Calici, i Sigilli li ho Bevuti tutti, ma se non li riempi, cadono, così quando Tu rimani a parlare io vado e li Bevo! Gesù: Hai poche Forze, Anima Mia! Giulia: Mi poggio sul Letto della Croce, è lì che prendo le Forze! Fammi andare, Tu che sei Buono..., sono figli... e sono tutti Tuoi! Mi porto dietro le Schiere dei Servi Inutili, porto tutta la Schiera, i Pargoli e tutte le Spose fanno l'altro Lavoro che devono fare! Gesù: Ma chi Beve, sei Tu! Giulia: Mi daranno la forza e se cado mi prenderanno in braccio come hai fatto in questi giorni, Gesù! Gesù: Cosa devo fare con te, o Madre? Giulia: La Tua Volontà, Gesù! La Tua Volontà! Gesù: Vai! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccomi!(*) ......PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI, GESÙ-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Benvenuto! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Stai bene? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Anch'Io sto bene quando sono in mezzo a voi... e voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: Eccomi! Cosa Mi racconti? Don Vincenzo: Ci sono state queste Giornate con Giulia che non stava tanto bene, adesso pare che si sta riprendendo! Gesù: Tu dici? Don Vincenzo: Io non lo so, ma Tu lo sai! Gesù: E prima non hai ascoltato? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E cosa ho detto? Don Vincenzo: Le Cose Dette da Te sono sempre belle.........! Gesù: E tu non Me le dici le cose belle? Don Vincenzo: Certamente! Gesù: Eccomi......... e allora Ascolto! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! <Gesù manda un bacio e viene ricambiato> Gesù: Se parli un po', poi Ci Doniamo! Don Vincenzo: Ci Doniamo, sì! Quello che è bello, Gesù, è che questa Tua Presenza è una Presenza di un Amico Fidato! Gesù: Sono un Figlio, un Fratello e un Amico in mezzo a voi da sempre! Don Vincenzo: E questa vicinanza ci rende ancora più ricchi, ricchi del Tuo Amore, ricchi della Tua Grazia, ricchi della Tua Umiltà, ricchi della Tua Verità, ricchi della Tua Bontà.........! Gesù: , ma Io sento dei rumori, dei lamenti, delle bestemmie, degli sputi e degli scartamenti, sento di tutto............! Don Vincenzo: Purtroppo sì! Gesù: E come fa lo Strumento, poi tuffo tutto nel Cuore del Padre! Don Vincenzo: Senti tutto quello che il mondo Ti offre............ e fa inorridire! Gesù: E sento anche quello che la Famiglia Mi offre! Don Vincenzo: Non sappiamo ancora donarTi il nostro cuore! Gesù: Io Parlo all'Umanità Intera e Parlo anche a voi! Avete una Vigna, avete un'Arca, avete i Remi, avete le Capanne, ma Io Vedo e Sento i rumori e come dicono i: "cip-cip-cip", eh, eh.........! Ti è piaciuta questa? Don Vincenzo: Che è? Gesù: "Cip-cip-cip!" Don Vincenzo: L'uccellino? Gesù: No, non sono gli uccellini, gli uccellini parlano tra di loro e cantano le Lodi al Padre! I "cip-cip" sono i mormorii, piglia qua, porta là, porta qua, metti là e scendi giù, sali sopra... e tutto il resto! Avete capito, no? Alcuni: Eccomi! Don Vincenzo: È roba del mondo! Gesù: È roba di lamentela, di protesta e di ira verso Dio, ...eeeh! Don Vincenzo: Speriamo che non sia la Famiglia a fare questi "cip-cip"! Gesù: Io non lo so! Don Vincenzo: Sarebbe grave, noi che dovremmo Pregare e Testimoniare......! Gesù: Mi copro il capo e anche il viso! <Gesù lo fa col Foulard della Cocciuta> Non hai più niente da dirMi? Come stai? Ehi, Sacerdozio Novello, eh, eh, Seminarista, come stai, eh, come stai? <Gesù stringe la mano di Don Vincenzo che il prossimo Mercoledì 1° ottobre festeggia il 31° Anniversario della Sua Ordinazione Sacerdotale> Don Vincenzo: Bene! Gesù: E allora, eh, è arrivato un Regalo, vediamo, e aspetta che ce n'è un altro e poi ce n'è un altro, tieni, tie' leggi! Eh, ehi, leggi, leggi! <Raffaele porge a Gesù alcune Collane portate in dono alla Mamma e poi Chiara le appende man mano al Braccio della Statua della Madonna che è nel Padiglione> Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore per l'Umanità Intera, per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! <Raffaele dona a Gesù il bicchiere col vino, Gesù ne Beve e poi dà il bicchiere a Don Vincenzo> Gesù: Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! <Raffaele dona a Gesù un pezzo di pane, Gesù ne prende la metà e dona il resto a Don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo osserva il Pane da ogni angolatura dicendo:> Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Amen! Don Vincenzo: Eccomi! Amen! Gesù: Questo Sono Io, Venuto in mezzo a voi per Amore del Padre, per SpezzarMi e DonarMi e per Rimanere con le Braccia Spalancate sulla Croce e per Mangiare con ognuno di voi del "Nuovo"! Eccomi! È bello Mangiare del "Nuovo" con la Mia Famiglia! DoniamoCi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Dio: Cibo per l'Umanità Intera! <Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue; mentre Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta e AD UN CERTO PUNTO LA COCCIUTA SI SOLLEVA UN ATTIMO DALLA POLTRONCINA SU CUI È SEDUTA DICENDO:> Giulia: NO! <LA COCCIUTA ''PUNTA'' LE MANI E SI TIENE FORTE AI BRACCIOLI DELLA POLTRONCINA!> NON FARMI SOLLEVARE, GESÙ! LO SO CHE PUOI FAR SOLLEVARE ANCHE LA SEDIA! PIANTO ANCHE I CHIODI DEI PIEDI PER TERRA! ECCOMI! Gesù: Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Amen! Gesù: E LO STRUMENTO LO STAVO FACENDO SOLLEVARE......... MA HA INCHIODATO I CHIODI SUL PAVIMENTO E SULLA SEDIA ED È RIMASTA SEMPRE CROCIFISSA PER AMORE............! Don Vincenzo: È RIMASTA INCHIODATA! Gesù: , PER NON SOLLEVARSI! ............L'AVETE VISTA? Tutti: Eccomi! Gesù: Il Padre Lo vedete tutti quanti? <Gesù indica il Banchetto> Tutti: Eccomi! Gesù: Prendiamo parte del "Nuovo"? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora prendiamo parte! LEI NON VUOLE FARSI VEDERE ALTAALTAALTA! SI È FERMATA SUBITO INCHIODANDOSI PER TERRA! ...........................Eccomi! Eccomi! ...È buono Gustare il Padre? Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! E quando Lo Gustate, Lo Amate? Tutti: Eccomi! Gesù: E se Mi rispondete: "Eccomi" che L'amate, perché poi Lo bestemmiate e Lo sputate in faccia o Lo deridete offendendo il fratello? Ora non dite più: "Eccomi"? ...Eeeh! Faccio delle domande un po' difficili? Tutti: No! Gesù: Vai! <Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sulla Mensa, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimino> Teresina del Bambin Gesù, parli stasera? Perché non parli? Hai mal di testa? Teresa: Eccomi! Gesù: E se parli il mal di testa ti passa......... lo devi cacciare fuori! Teresa: Eccomi! Riflettevo sul fatto che tutti quanti diciamo: "io sono fatto così" quando ci viene detto qualcosa o dalla Cocciuta o da altri.........! Gesù: È una bella scusa! Teresa: Eh! Gesù: Intanto ti viene il mal di capo perché non hai mangiato niente......... donale qualcosa da mangiare e adesso il mal di testa se ne va con un bel paninello con la mortadella! Tu non hai niente da dirmi sulla Giornata fatta nella Vigna, L'hai fatta? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E raccontaMela! Don Vincenzo: E speriamo sia stata una Giornata Fruttuosa! Gesù: Eccomi! Io ho chiesto della tua Giornata! Ognuno deve presentare la propria! Tu raccontaMi la tua! Quella della Famiglia l'ha raccolta la Cocciuta............ tu sei il Calice Vivente! La ricordi la Giornata del Calice Vivente............? RaccontaMi la Giornata del Calice Vivente! Don Vincenzo: È stata come sempre Impegnativa perché bisogna sempre coniugare i lati esteriori con i lati interiori e bisogna sempre fare tutto in funzione di Dio e quindi non distrarsi minimamente! Gesù: Ti sei distratto? Don Vincenzo: Quando si hanno queste responsabilità come quella del Calice Vivente ci si può anche distrarre, ma è facile anche rimanere concentrati sapendo che tutta la Giornata attimo per attimo è provvidenzialmente Guidata dal Padre! Oggi per esempio mi ero accorto che ho usato poco la Destra e allora, usando poco la Destra, la Giornata mi è sembrata "fiacca"......... Gesù: Non L'hai usata poco, L'hai usata in continuo! Don Vincenzo: Però è sempre poco ... Gesù: La Misura ce l'ha in consegna il Calice Vivente e, se è già misurata, non è poca! Don Vincenzo: Ancora! Gesù: Ancora! Parla un poco, dopo mangiamo il paninello! Don Vincenzo: La Giornata ha sempre la Cocciuta al centro perché tutto gravita intorno a lei e quindi tutto viene misurato sulla sua Misura e questo allora ci rende sempre attenti a far sì che la Cocciuta ci guidi sempre sulla via della Fede e di Dio e non sulla via larga del mondo e sull'io! Gesù: LA COCCIUTA NON VUOLE ESSERE MESSA AL CENTRO E SUL PIEDISTALLO PERCHÈ LEI SI CONSIDERA UNO STRACCIO STRACCIATO DINANZI AI PIEDI DELLA CROCE! Don Vincenzo: EH, SI, LEI NON VUOLE ASSOLUTAMENTE STARE SUL PIEDISTALLO! Gesù: NO, CHIEDE DI ASCOLTARE LA PAROLA DEL PADRE, IL PANE SPEZZATO, QUELLO VI CHIEDE SEMPRE: "ASCOLTATE IL PADRE! Prendete il Pane Spezzato, non gettateLo facendo finta di non sentire e di non vedere!"............ Mangio il paninello.................. e voi donateMi il "niente" ............e tu vieni a prenderlo............! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: Eccolo! Raffaele: Eccomi! Gesù: Eccomi! Mangiamo il paninello? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Non c'è "quella" della mortadella? I Pargoli sono impegnati, ma sono anche un po' tristi! Hanno tanto Lavoro da fare......... aiutateli......... e vi salutano.........! <I Bimbi di Mario e Maria Elena mandano baci e vengono ricambiati> È Gustoso Mangiare il Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! Don Vincenzo: È super-gustoso! Gesù: Ehi, è venuto un "nuneto" a baciarMi e se n'è andato! Don Vincenzo: Dov'è? Gesù: È andato via, Mi ha baciato su un braccio e se n'è andato! ...Che c'è, perché sei triste? Raffaele: Posso, Gesù? Gesù: Eccomi! Raffaele: Gesù, quando ci sono i temporali, i fulmini, le grandi piogge come ci si affida o come ci si difende? Gesù: "Padre sia fatta la Tua Santa Volontà!" <Gesù Alza la Destra nel Segno della Croce> Raffaele: Gesù, l'ultima domanda............ tanti anni fa non Ti ha seguito nessuno? Gesù: No! Raffaele: Solo le pie donne? Gesù: E i Nomi che vi sono stati detti! ............Chi è che scrive? ............ Mari'! Maria: Eccomi! Gesù: Prendi una bella Pergamena e scrivi tutti i Nomi di quelli che Mi seguivano! Maria: Eccomi! Raffaele: Gesù, anche quì, a Timparelle in tanti sono stati miracolati e qualcuno è tornato a ringraziarTi? .........Nessuno? <Gesù guarda tra i presenti> Gesù: Quelli che sono stati miracolati non ci sono più, non li vedo! ..................Mangia un cioccolato, tu lo vuoi? Giuseppe: Dobbiamo chiedere alla dottoressa! Gesù: La dottoressa non c'è, mò viene, Mi sa che devo andarla a trovare Io la dottoressa! Calice Vivente, la vai a trovare la dottoressa? <Don Vincenzo va da Teresa che non si sente bene> ... Come state, tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Meno male! E tu come stai? Annunziata: Eccomi! Gesù: "Eccomi sì" o "Eccomi no"? Annunziata: "Eccomi sì"! Gesù: Mamme, mamme, papà, papà, ascoltate la Voce del Padre: i figli che il Padre vi ha Donato non sono vostri, appartengono al Padre, segnatelo nei vostri cuori e non dimenticatelo! ...Cosa c'è Chiara, come l'hai fatta la Giornata, tirando a pugni? Chiara: Spero come la voleva il Padre! Gesù: Eccomi! Devo andare Io? Mi sa che devo andare Io da Teresa, ............voi parlate e fate una canzone e prendete il cibo............ e non vi scandalizzate se cammino! Don Vincenzo: Preparate il canto! <Intanto Gesù rientra con Teresa e si intrattiene a camminare e a parlare con i presenti> Gesù: Faccio una passeggiata in mezzo a voi! ............Mi sono fatto una bella camminata, eh! Dove vado, vado fuori o rimango dentro? Rimango dentro? Tutti: Eccomi! Gesù: Adesso Mi vado a sedere! Quante critiche sto avendo: "uno l'ha toccato e all'altro no, perché non ha toccato a tutti quanti?" Non siete gioiosi che sono passato in mezzo a voi? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora, chi stava parlando? E continua............! Non asciugo le mani perché ho toccato voi, le asciugo perché deve uscire l'altra Fonte............! <Gesù impone le Mani sui presenti> ... Parla, Chiara! Chiara: Ho sbagliato a rispondere così male? Gesù: Era poco, dovevi gridare ancora più forte! Chiara: Mi ha fatto arrabbiare! Gesù: E quando è giusto, è giusto! Quando nel cuore si sente il Giusto del Padre si caccia fuori! Il Padre mette la Farina Impastata, viene Lievitata e deve essere Sfornata! Chiara: Eccomi! Raffaele: Gesù, siccome siamo in tanti, perché non inizi a dirci quali sono i Compiti? Gesù: Perché i Compiti li scoprirete, e Lo diremo quando c'è la Festa! La Cocciuta ha chiesto di Bere lei i Calici e i Calici Li dovete Bere piano, piano! Raffaele: Gesù, c'è qualcosa che chiedi in questo periodo? Gesù: Amatevi! Non dimenticate le Capanne! Usare Carità e ascoltate la Voce del Padre! Una Famiglia quando non si ama si rompe! Non rompetevi ma amatevi gli uni gli altri e nessuno cerchi il Primo Posto perchè tutti avete il Primo Posto: siete Invitati al Banchetto! C'è quello per voi e quello per le Spose, ma voi ancora non Lo vedete! Ci sono tutti i vostri Cari e non Li vedete! Ci sono i Pargoli, ci sono i Servi Inutili! Non dimenticate il Gradino! Pregate affinchè non si Apre e non si Scende! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco, Figli Miei! Raffaele: Posso? Gesù: Eccomi e poi deve venire Giovanni, eh! Raffaele: Gesù, Tu sai saldare? Gesù: Io ho fatto il falegname! Raffaele: Quando una Famiglia si sta per dividere... Gesù: ...Non si può saldare, si deve amare! Raffaele: E Tu come falegname non ci puoi mettere "due legnetti" così rimangono attaccati? Gesù: NO, IL PADRE VI HA SEMPRE LASCIATI LIBERI! "I LEGNETTI" LI DOVETE METTERE VOI! LA COCCIUTA È ENTRATA TENENDO PER MANO LE DUE SPOSE MA NON ERA LA COCCIUTA, ERO IO... EH... EH...! EH, SI, DEVO DIRE CHE "ERA LA COCCIUTA" PERCHÉ VOI VEDETE LA COCCIUTA CHE CAMMINA COL VESTITO! Non indossa e non vedete l'altro Mio e non vedete neanche quello che porta: quello che Maria gli ha Donato! Deve portare l'Abito, il Mantello e l'altro Mantello ancora e l'altro Mantello ancora! E VOI INVECE LA VEDETE COSÌ COME CHIEDE AL PADRE DI VESTIRSI: "VA BENE QUESTO? ECCOMI!" Raffaele: Ma Tu puoi mettere una buona parola... sì Gesù! Eccomi! PICCOLO GIOVANNI: ... Ehi... Don Vincenzo: Giova'! Piccolo Giovanni: Con la Croce... Don Vincenzo: ...E col Pane... Piccolo Giovanni: ... E con il Pane! <Giovanni prima saluta con la Croce, poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano> ... State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Eh, il caffè... aspettate, prima parlo col caffè e dopo parlo un poco! Ne vuoi un goccino piccolo-piccolo? È buono, è quello della Cocciuta! ...Mò vediamo! Chi lo vuole se lo va a prendere! , è quello della Cocciuta! Aaah, proprio buono! Eh, dottoressa come stai? Mi sa che devi dare qualcosa alla Cocciuta perché poi devo mangiare Io! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora, Giova', come andiamo? Don Vincenzo: Tu? Piccolo Giovanni: Io sto bene e tu come stai? Don Vincenzo: Così e così! Piccolo Giovanni: Così e così? Don Vincenzo: Più sì che no! Piccolo Giovanni: Questa la dò alla Cocciuta! Cocciuta? Don Vincenzo: Dove sta la Cocciuta? Piccolo Giovanni: La Cocciuta sta di nuovo in un Tunnel e sta fermando di nuovo un missile! Ma prima ha Bevuto i Calici e i Flagelli e ha portato le Spose al Banchetto del Padre! Adesso è entrata di nuovo in un Tunnel che è tanto lungo-lungo! Ci sono tanti Fuochi accesi e li deve spegnere! ...Nico', come stai, tutto bene? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mari', cos'hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresina? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ora parla tu, come stai? Ehi, Io non ho mangiato! Parla un po'! ...Me lo dai un paninello con la mortadella? Dottoressa Teresina del Bambin Gesù, lo posso mangiare? Lo posso mangiare! Don Vincenzo: Perché, potresti anche non mangiarlo? Piccolo Giovanni: Visto che è medico me lo vieta, no? Don Vincenzo: Ah! <Si ride un po'> Piccolo Giovanni: Eh, eh! Tu cosa vuoi mangiare, i cetrioli? Raccontami cos'hai fatto! ...Buono, , è proprio buono! ...Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Giovanni, Tu che conosci tutto e tutti, questi fuochi di guerra tenderanno a crescere o diminuiranno? Dipende dal Padre? Piccolo Giovanni: No, il Padre non ha mai fatto guerre, sono gli uomini che fanno le guerre! Don Vincenzo: Sì, questo sì! Piccolo Giovanni: Sono gli uomini che fanno scorrere Sangue Innocente addestrando i Figli alla guerra! Don Vincenzo: Addirittura! Piccolo Giovanni: Addirittura! Ma loro stanno seduti sui Troni e salgono sempre più in alto! Pensano! Ma non sanno che il Trono più Alto è il Trono della Croce e non cadrà mai e ha già vinto tutte le Battaglie! Tutte le Schiere hanno vinto e il Padre aspetta solo il Sole che si Apre nelle tue Mani, Calice Vivente! Chi vuole parlare? Don Vincenzo: Aspetto ancora una risposta! Piccolo Giovanni: Quale? Don Vincenzo: Ci sarà un crescendo di fuochi di guerra? Piccolo Giovanni: Ma non gli ho risposto che sono gli uomini? Don Vincenzo: È a metà! Piccolo Giovanni: Non è a metà, è intera, non si fermano............ e crescerà ancora! Don Vincenzo: Crescerà! Piccolo Giovanni: Crescerà! Eccomi! Raffaele: Giovanni, il Padre sta in mezzo a noi! Piccolo Giovanni: Il Padre con tutti i Servi Inutili, tutti i Pargoli, tutte le Spose e tutte le Schiere! Rimane quello che non deve Scendere! Ma voi Pregate affinchè non Scenda e affinchè non si Apra il Gradino! Eccomi! Raffaele: Ma tutti quanti state pure dove si stanno facendo le guerre? Piccolo Giovanni: Dio è in ogni luogo e lo Strumento va a prendere i Figli per portarli al Banchetto del Padre! Tu ti chiedi: "come mai Dio non interviene?" Don Vincenzo: Interverrà al momento opportuno! Piccolo Giovanni: Eccomi! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: E non dovete piangere, le Spose sono Nate! E lo Strumento va a prenderLe e il suo "vuoto" diventa sempre più vuoto! Non ha timore di essere scartata dagli uomini, ha la Forza del Padre! E non fermatevi a guardare le cose del mondo! Chi ha il proprio sposo gli rimanga fedele! Solo un piccolo gesto può staccarvi dal Legno della Croce! Siate vigilanti, Figli! Avete compreso ciò che ho detto? Alcuni: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Don Vincenzo: Hai invitato anche a far sì che i Matrimoni siano inscindibili? Basta un pezzettino per spezzarli! È inscindibile il Matrimonio e hai raccomandato alle coppie di essere unite più che mai in questo periodo di crisi! Piccolo Giovanni: Il veleno cammina e i falsi profeti avanzano! <Giovanni Alza la Destra nel Segno della Croce> Non dimenticateLa, la Destra è di Dio e ve L'ha Donata! UsateLa voi che siete nella Vigna, nell'Arca e avete i Remi! Don Vincenzo: Bisogna usare la Destra specialmente in questa fase! Piccolo Giovanni: Bisogna usare la Destra e ascoltare la Parola di Dio: è quello che dovete fare! Don Vincenzo: E ascoltarLa sempre! Piccolo Giovanni: Senza scartarLa, senza né "ma", "perché" e né "però"! "Giovanni non accetta giustificazioni" e lo sapete bene tutti quanti da sempre! Te lo ricordi? <Si rivolge a Giuda Taddeo> ...Croce Viva, risplendi! Antonella: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Giova', cosa c'è ancora, non Mi dici più niente? ...I Due Giovanni...! Inizia il Solco... Don Vincenzo: E Lo dobbiamo finire! Piccolo Giovanni: Lo dobbiamo finire, dobbiamo combattere! Don Vincenzo: Aspettando che il Sole si Apre.........! Piccolo Giovanni: Aspettando tutto quello che gli uomini hanno preparato! Dio ha preparato un Giardino d'Amore, e gli uomini un giardino di odio e di vendetta con i fuochi di guerra! E questo non è tutto! Il Peso lo porta lo Strumento e i Figli che stanno vedendo! E se aprite gli occhi e se vi amate gli uni gli altri e se usate Carità e se vi Unite come Famiglia tutti quanti, vedrete il vostro Lavoro! Io sto aspettando e il Padre anche! ............Eccomi, bevo e poi vi lascio a Gesù............! <Raffaele organizza la distribuzione del Miscuglietto> Non Mi dici più niente? Ecco, salute, il profumo è buono, anche il sapore! ...Buono... ottimo! Raffaele: Giova', ma Tu ci aiuti a tutti? Piccolo Giovanni: Il Padre Mi ha Mandato per questo, come ha Mandato lo Strumento! Raffaele: Solo che non ce ne accorgiamo! Piccolo Giovanni: Eh! ...Ora Io Vi lascio il Mio Cuore! <Giovanni schiocca qualche bacio> Gesù: ... Con la Croce e con il Pane, Sono Io: Gesù, il Pastore delle pecore! Il Gregge di Dio si è fermato nella Vigna, nella Vigna del Padre per Lavorare, per Combattere e per Raccogliere i Frutti e Riempire le Ceste e Consegnarle al Padre! <Gesù benedice col Segno della Croce> Don Vincenzo: Sull'Altare della Croce! Gesù: Questo è il Banchetto e questo è Dio Immolato per ognuno di voi! E quello è il Banchetto delle Spose che hanno preso parte! <Gesù indica un po' più in avanti della tavola> Vigilate! Siamo tutti Vivi e Reali e siamo in mezzo a voi a combattere con voi, Figli! ...Tu, Calice Vivente, Saluta con l'Albero Verde! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato, Figli! <Ora Don Vincenzo Sigilla e Benedice> Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in tutte le parti del mondo e sull'umanità intera! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen!(*) Giulia: Giovanni, sì, sono andata a prendere le Spose e ce ne sono ancora tante! Sono andata a raccogliere il Sangue Innocente, L'ho messo nel Calice e il Padre ha detto di non Berlo ancora, devi passare Tu e dopo lo posso Bere! Giovanni, non lasciare nessuno, tieni stretti tutti i Tuoi Figli, tieni poggiata la Tua Mano sulla Capanna, conosci i cuori! Piccolo Giovanni: Sai che dovrai soffrire ancora? Giulia: Eccomi, Giovanni! Eccomi per l'Eternità! Siediti, Giovanni, perché Ti alzi? Giovanni posso andare con i Pargoli a spegnere quello che si è acceso? Piccolo Giovanni: Lo vedi che non hai più forza? Giulia: Quando Tu dicevi che Ti sentivi stanco e nonostante eri stanco Ti alzavi, dove prendevi la Forza? Dall'Unica Fonte! E così faccio anch'Io! Porto tutti i Pargoli, dopo lascio i Pargoli e porto tutti i Figli e la Famiglia a Lavorare! <Giulia schiocca un bacio e saluta> Ci vediamo dopo Giovanni! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi, Pargoli del Mio Cuore! <Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo> Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste! La Paghetta della Divina Misericordia, AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Padre Buono, Tu sei l'Amore ed Inviti ognuno di noi ad essere Amore! C'è il veleno fuori e ci sono i falsi profeti! Tu ci hai Donato la Tua Destra per poter Combattere! Ci Doni Maria come Ultima Grazia per aprire i cuori di tutti i Figli! Dona ancora la Luce affinchè Ti vedono! Accendi ancora il Fuoco per poterTi amare e aspetta ancora i Tuoi Figli che sono dispersi, Padre Buono! Il Padre: Eccomi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Papà! Tutti sono al Banchetto, tutti stanno facendo Festa e tutti sono pronti per Lavorare! ...Eccoci, Servi Inutili! ...Eccoci, Cari! ...Eccoci, Spose! ...Eccoci, Pargoli! ...Eccomi, Mamma, Tu lo sai il regalo che desidero... il mio cuore... il "vuoto"! ...Mamma!

 

 

 

 

TESTIMONIANZA

della Suorina Elena Filomena Intrieri

e del marito Franco Nigro

******************* 

Io, Elena, Suorina di Gesù, oggi sono quì per rendere testimonianza di ciò che mi è accaduto nella mattina di sabato 13 settembre 2014, alle ore 8:55!

 

Mi trovavo in cucina a sistemare della biancheria e fuori c'era un forte temporale con numerosi fulmini e tuoni da far tremare tutta la casa! Ad un tratto dai vetri del balcone della mia cucina intravedo un fascio di luce che attraversa parte della stanza e si dirige verso di me sfiorando mio marito Franco! A questo punto non mi sono resa conto di ciò che stava succedendo perchè in realtà quel fuoco si è abbattuto su di me esplodendo sul crocifisso che indossavo e che scendeva sul mio petto! Ho avvertito solo un botto ed ho visto una grande luce e poi il forte boato del tuono fuori. Presa dal pensiero di ciò che stava accadendo fuori con quel forte temporale ho preso il Crocifisso in mano al fine di fare una preghiera per quel brutto tempo. In quel mentre mi sono accorta che il mio Crocifisso era molto caldo! Subito ho realizzato che quella luce con quella esplosione avvenuta sul mio petto e con il tuono avvertito successivamente, non era che un lampo entrato in cucina che aveva colpito proprio me e che Gesù mi aveva fatto da parafulmine salvandomi la vita!

 

Voglio ringraziare quindi il Padre che ha protetto sia me che mio marito Franco dandoci la possibilità di fare questa Testimonianza.

 

Firmato: Elena Filomena Intrieri e Franco Nigro