LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 179

Agosto 2015

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

Giovedi 06 Agosto 2015

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ...  (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) ...  Gesù: Nel Glorificare il Padre Altissimo ... ora e per l'Eternità ... Cocciuta Divina ... vuoi Servire ancora Dio?Giulia: ECCOMI! ... (Giulia risponde con voce forte e gioiosa) ... Gesù: Non sono sordo! Giulia: Eccomi! Gesù: E nell'avere Glorificato alzo la Destra … (Gesù Benedice) … E vi dò il Mio Saluto ... ora e per l'Eternità! Vi Dono la Mia Amicizia ... vi Dono il Mio Amore ... così come è stata Donata l'Amicizia, l'Amore, la Croce e i Chiodi allo Strumento Mandato dal Padre! E così Invito la Famiglia Scelta da Dio a Lavorare nella Vigna ... ad essere Vignaioli dall'alba al tramonto ... ad essere pronti nell'Arca e con i Remi ... ad essere pronti con le Capanne ... così come Maria nel suo spostarsi con Giuseppe preparava le Capanne! Ma non è che poi si è spostata tanto ... così come hanno scritto! Siamo stati Perseguitati! Maria da subito ... Io da subitissimo: nel Grembo di Maria! ... Ma il Suo Amore ... il Suo EccoMi Pieno a Dio ... La fa rimanere Mamma dell'Amore ... Mamma del Dolore e Mamma per l'Eternità! Quella Mamma che deve far Trionfare il Suo Cuore Immacolato ... la Promessa fatta al Padre nel Suo EccoMi donato al Padre: il Tutto del Suo Cuore! Il Suo Cuore Immacolato Trionferà ... il Sole si aprirà: la Verità Tutta Intera! E quando si aprirà ... l'umanità intera vedrà la Promessa fatta da Maria! E il Sole è nelle mani del Calice Vivente! E' Pieno ... è Aperto ... ma si Aprirà nella Fase del Trionfo ... dove tutte le Genti vedranno Dio e dove tutte le Genti rinnegheranno Dio...! Ma c'è una Piccola Capanna ... Piccola, Povera e all'Ultimo Posto ... e Sboccerà ... e si Accenderà la Luce per tutte le Genti! Tutte le ginocchia si inginocchieranno ... ma non tutte si alzeranno! ... C'è una Piccola Cocciuta Mandata da Dio a raccogliere e a portare nel Cuore del Padre ... con questo "Segno" … (Gesù Benedice) … e questo "Segno" ce l'ha solo chi si è lasciato Inchiodare per Amore! E lo Strumento vive nell'avere i Chiodi che attimo dopo attimo entrano ed escono per Salvare ... nell'Unione col Padre ... e nell'Eccomi Donato ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! ... Gesù ... Benedici tutti i Figli ... Benedici l'umanità intera ... Benedici i Figli che hanno operato per festeggiare il Compleanno di Maria ... unendolo ai giorni che Tu mi hai portato in braccio! Gesù: O ci siamo portati in braccio a vicenda? Giulia: Sei Tu che porti in braccio me ... Gesù! Gesù: E quando porti in braccio le Spose ... a chi porti in braccio? Giulia: Anche a Te ... Gesù ... perché in ognuno dei Figli ci sei Tu! Se il nostro Amore viene ricambiato così come Tu ce Lo doni ... noi Lo doniamo a Te! ... Rinnovo il mio Eccomi per l'Eternità ... così come l'ho rinnovato nell'aprire gli occhi in questa Giornata! Gesù: Ricordi quanto hai sofferto? Giulia: Eccomi ... Gesù ... lo ricordo … lo ricordo nel Grembo Materno ... lo ricordo dinanzi a Teresina del Bambin Gesù ... lo ricordo dinanzi a Te Crocifisso Vivo ... e lo ricordo quando me l'hai chiesto in quel luogo sperduto ... dicendomi: "Vuoi aiutarMi?" ... e io ho risposto subito: "Eccomi!" ... e quell'Eccomi ha acceso il Fuoco del mio cuore! ... Vedevo tutti i Fratelli, tutti i Figli ... vedevo l'umanità intera! E avevo preso un po' la corsa: volevo abbracciare l'umanità e trasmettere ad ognuno di loro ciò che avevo sentito ... ma dovevo fermarmi! Tutt'ora l'umanità intera e i Figli e la Famiglia ... non vedono l'Ardere ... non vedono la mia Gioia ... non vedono quanto Amore ci state donando e quanto Pane Vivo hai lasciato Scendere ... ma: Eccomi ... nel rispondere per tutti i Figli! Eccomi nel portare tutti i nemici! Eccomi Croce nella Croce ... Gesù! Gesù: Anima Mia ... quanto ti è costato quell'Eccomi! Giulia: Gesù ... senza quell'Eccomi ... dove avrei poggiato il mio capo? Donando l'Eccomi ... ho trovato il Letto della Croce ... e i Chiodi del Tuo Amore! Gesù: Guarda ... Anima Mia...! Giulia: Non posso dire ciò che vedo? Gesù: Questo aggiungilo nel "Vuoto"! Giulia: Eccomi! Gesù ... è Bella la Festa che hanno preparato alla Mamma ... ed è bella anche quella preparata dai Tuoi Figli! Ed è bello come ho preparato i cuori ... ma ho anche donato i Chiodi: sono passata uno per uno ... e ho poggiato i Chiodi lì dove Li ho potuti poggiare ... Gesù! ... (Oggi si festeggia il 30° Anniversario  della Prima Visitazione pubblica tramite Giulia ... lunedi 5 Agosto 1985 ... e in quel giorno le fu detto anche che il 5 Agosto è Nata la Madonna) ...  Gesù: Guarda ancora...! Giulia:  Eccomi! ... Metto anche questo nel "Vuoto" ma dopo ... quando Tu rimani a parlare ... io posso andare a Lavorare? Gesù: Non ti è bastato? Giulia: Quello dell'alba fino adesso … è quello dell'alba fino adesso ... e dopo c'è l'altro Lavoro da fare! Allora ... poi vado ... Gesù? Gesù: EccoMi! Ma non hai intenzione di fermarti un poco? Giulia: Mi fermo nel Lavorare ... e se Tu mi fai vedere ciò che fate ... Lavoro e Vedo anche quello che Fate Voi!...Facciamo così ... Gesù? Gesù: EccoMi! Giulia: Gesù ... metto nel Tuo Cuore questo Tempo che mi hai donato ... la Gioia di Abbracciare i Chiodi ... di portare la Croce ... e di portarmi  io come Croce ... nel portare l'umanità ... e di portare tutto quello che il Padre ha desiderato fino a questo istante! Metto sempre il mio "niente"! ... Metto tutti i nemici ... tutti quelli che Ti sputano in faccia! E metto tutte quelle Creature che hanno il desiderio di venire ad incontrarTi e trovano sempre l'ostacolo ... trovano le minacce ... dicendo: "Se andate in quel posto ... vi scomunichiamo!" ... Gesù ... tienili stretti stretti al Tuo Cuore ... e tieni stretti stretti al Tuo Cuore chi fa queste cose! ... Tu che Vedi e Senti ... Tu che conosci da sempre i cuori ... perdona e aspetta ancora! Gesù ... Tu mi chiami: " Nocciolo Scorticato" ... mi chiami: " Anima Mia" ... mi chiami: " Cocciuta" ... e  su questo ci siamo ... perché lo sono sempre stata ... ma è Opera del Padre ... non è opera mia! Fatemi ancora più Cocciuta nell'Amare i Figli ... e nell'Amare la Croce ... e nell'essere Croce nella Croce! E metto ancora nelle Tue Mani il Tutto che mi avete donato ... i cuori che ho punzecchiato con i Chiodi ... la Famiglia! E metto nel Tuo Cuore i Sacerdoti ... le Pietruzze e i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù ... metto nel Tuo Cuore … il Pane! Mi fermo nel dire questo … e Ti consegno ancora tutto quello che mi hai donato: la Vigna, l'Arca, i Remi, le Capanne! Gesù ... aspettiamo ancora! Gesù: EccoMi ... Anima Mia ... nell'Aspettare i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccomi ... Gesù ... nell'Eccomi donato al Tuo Cuore ... e al Cuore del Padre ... e al Cuore di Maria ... quando mi avete chiesto se volevo aiutarvi nel portare e nell'abbracciare i Chiodi ... e tutto quello che gli uomini avrebbero fatto...! ... Come l'hanno fatto a Maria ... l'hanno fatto a Te e al Padre, Gesù ... in questo Mistero d'Amore, in questo essere Vivi e Reali! Non è che non avevo capito! Gesù: Lo so che avevi capito ... è che volevi mettere alla prova Dio nel rispondere l'Eccomi ... e nel vedere Dio a Braccia Aperte! Giulia: Lo sapete che sono Cocciuta e desideravo vedere il Padre ... così nel guardarVi con quegli Occhi ... nel guardare gli Occhi della Mamma e i Tuoi ... e nell'essere subito Inchiodata! Aspettavo...! Gesù: EccoMi ... Anima Mia ... l'umanità ancora non sente ... ma sentirà il Sole che si Apre! Giulia: Eccomi ancora ... Gesù! ... (Giulia schiocca un bacio) ... Eccomi per l'Eternità! ... Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Eccomi! … (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo e come sempre glieLe “Segna”) …  Gesù: EccoMi! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Come state … tutti bene-male? …  (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Pace ai vostri cuori … Figli! Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ma dimmi come stai … bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi e EccoMi! E sì … … bene-male! Ma Mi racconti qualcosa della Cocciuta? E’ Cocciuta? Don Vincenzo: E’ Cocciuta perché è forte … ed essendo forte … qualunque situazione l’affronta col piglio...! Gesù: Vedi … un uomo forte può cadere e si può fare male! Un uomo forte può non amare Dio! La Cocciuta è forte perché si è rinnegata! Gli uomini forti non si rinnegano … ma mostrano la loro forza! La Cocciuta ho sentito che diceva: “Non temo gli uomini … ma temo Dio!” … (Gesù fa riferimento alla Catechesi Iniziale)    Ma l’Umanità Intera non teme Dio … ma teme gli uomini! Don Vincenzo: Che stoltezza! Gesù: Che stoltezza! … Dopo che Ci Doniamo parliamo un po’ con le Ancelle! … Che vogliamo fare? … Ci vogliamo Donare? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e la Cocciuta rimane Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti e per  l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E cosa fa ancora? … E’ già partita … ed è andata a Lavorare! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo)   Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue!  Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Questo è il Figlio di Dio che Sono Io … Vivo e Reale in mezzo a voi! Mi Sono Donato per Amore e Mi Dono ancora per Amore … e Mangio con voi del “Nuovo” del Padre … aspettando il Sole che si Apre … e il Cuore Immacolato di Mia Madre! … Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e tu Ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Inchiodata per Amore! … (Gesù si rivolge alle Ancelle) … Incominciate ad Inchiodarvi per Amore! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta e rimane anche per un po’ con la Mano Sinistra “puntata” e quella Destra Alzata nel Segno Trinitario e poi Abbassata.) ... Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E il Padre è Vivo ed è Reale! Facciamo Festa? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ci Mangiamo ancora? Ci Doniamo ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora facciamo la Pasqua di Maria! E’ questa la Pasqua di Maria quando ha incontrato il Padre … e quando ha incontrato il Figlio … e quando si Aprirà il Sole e il Cuore Immacolato Trionferà! … EccoMi! Don Vincenzo: Com’è … com’è?  Gesù: Cosa com’è? … Ma voi state tutti bene-male? ... (Gesù manda un bacio e viene ricambiato)   Tutti: Eccomi! Gesù: E cosa com’è? Don Vincenzo: E’ Tutto Padre! Gesù: Sì … è Tutto Padre che Si Dona ai Propri Figli! … (Gesù si rivolge a Giuda che sta reggendo momentaneamente il vassoio col pane-pesce) … E’ bello tenerLo …  poi Lo Mangerai anche! Hai tenuto in braccio il Padre! Giuda: Eccomi! Don Vincenzo: Chi L’ha tenuto in braccio il Padre? Gesù: Giuda … lì … buono! Ma non c’è stato neanche quello cattivo … era buono anche lui! … Ma dopo tutti questi Anni che sei vicino allo Strumento … Mi racconti quello che vedi e senti dello Strumento? Visto che stai sempre nella Dimora … Mi racconti … o meglio … gli racconti ai Figli quello che vedi e senti dello Strumento? … Perché Mi guardi così? E’ bella la Torta … è bello tutto quello che avete preparato per la Festa di Mia Madre: per il Suo Compleanno … e per il “Compleanno” della Cocciuta! … Ma tu non vedi nulla quando vedi la Cocciuta? Non vuoi spendere nessuna parolina?  Don Vincenzo: E’ forte e poggia tutto sulla sua forza e sulla sua fede! Gesù: Poggia tutto sull’Amore … e  poggia tutto sulla Croce! Eccola! (Gesù mostra il Crocifisso che indossa la Cocciuta) Don Vincenzo: E’ proprio la Croce Abbracciata! Gesù: Sì! … La Festa che gli hanno preparato all’Altro Banchetto è Bella … così come la Festa della Mamma! … C’è anche la sua visto che è alla Destra del Padre! Bevo un po’ d’acqua! … Cosa vuoi … il vino?  Don Vincenzo: Sì … è Amabile … Gesù: … è Amabile! Don Vincenzo:  … di nome e di fatto! Gesù: … di nome e di fatto! Salute! Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: E di nome e di fatto cosa c’è “Amabile”? Don Vincenzo: Dio! Gesù: E sì …Amabile” di nome e di fatto! Vedi … vi avevo promesso che avrei parlato un po’ dello Strumento … ma vi parlo anche dei Tempi che sono in mezzo a voi …  dei Tempi che sono Scesi … e stanno Scendendo ancora! E la Famiglia che è stata Scelta deve combattere … deve essere alla mano … al servizio così come è Maria al servizio del Padre e di tutti i Figli! Così come è una Mamma …  Mamma come Maria … nel guardare i Figli … e nel rimanere Mamma dell’EccoMi Pieno … e  Mamma della Croce e Mamma dell’Amore … e Mamma del Dolore! Ma quando dico: “Mamma del Dolore” …  non è che Maria abbia qualche Dolore! Maria è Addolorata per i Figli! Quando si Dona l’EccoMi al Padre non si ha più Dolore! Si ha il Dolore nel vedere l’Umanità perdersi … ma si è nella Gioia …  si è nel Giardino Vivo e Reale dove non manca nulla …  dove  c’è l’Abbondanza del Padre … il Tutto di Dio! E lo Strumento vede il Tutto di Dio! … Puoi togliere … potete togliere tutti quanti le scarpe e stare a piedi nudi poggiandovi sui Chiodi … che fanno meno male di questi! (si rivolge alle Ancelle) … Essendo Famiglia … essendo Chiesa Nuova …  essendo nella Vigna non vi manca nulla! C’è solo il piccolo passaggio di lasciare le cose del mondo e di unirvi al Cuore del Padre … al Banchetto del Padre … a prendere parte in Pienezza a tutto ciò che è Dio! E Dio è Vivo e Reale in mezzo a voi … e Si è Donato … e Si Dona ancora … così come Mi Dono Io attimo dopo attimo … e così come si Dona lo Strumento attimo dopo attimo nel Donare un Soffio d’Amore a chi la chiama … a chi si rivolge al suo cuore … non lasciando nessuno...! Ed ecco il “Nascere” dello Strumento! … Ed ecco il “Nascere” delle Ancelle … ed ecco l’accogliere i Primi Dolori del Parto …  i Primi Dolori dei Chiodi … ed Eccomi nell’Accogliere …  ed Eccomi nell’essere le Spose Predilette del Padre …  ed Eccomi nell’essere Scorticate per Amore … nel Vivere e nell’Amare solo Dio per Donare il Suo Amore all’umanità intera! … E Mi fermo qui per adesso … se no ve ne scappate a piedi nudi! … Ed ecco il “Nascere” dello Strumento! … Visto che tu non hai voluto spendere una parolina ……! Ve l’avevo promesso che avrei parlato dello Strumento! … Lo Strumento è stato Pensato da Dio … come il Creato! … E’ stato Pensato … ed è stato Donato al Fiorellino … e il  Fiorellino l’ha consegnato al Padre! Don Vincenzo: Chi sarebbe il Fiorellino? Gesù: La Mamma Serafina! E la Mamma Serafina è stata avvisata di tutto questo … e l’ha riconsegnata al Padre dicendo: “Eccomi … fai quello che desidera il Tuo Cuore! … E’ il Tuo Progetto! … E’quello che da sempre hai Scritto!” … Il Fiorellino è “Nato” … è Sbocciato come un Bocciolo! … I suoi “Petali” non sono mai caduti per terra … e li raccoglieva e li metteva nel Cuore del Padre dove Sbocciavano di continuo! … Volete venire col “niente”?  Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù!  Gesù: EccoMi! EccoMi! Viceparroco? Raffaele: Eccomi!  Gesù: Ti raccomando: scarsetto! … E ogni “Petalo” ritorna di nuovo a Sbocciare! E così …  Sbocciando Sbocciando … si avvicina ai cuori dei Figli …  si avvicina ai cuori dei Grandi! Ed essendo ancora un “Bocciolo Tenero” incomincia ad Operare … così come ho iniziato Io ad Operare nel Grembo Materno! Anche lei ha incominciato ad Operare nel Grembo Materno … facendo riposare mamma Serafina stanca di lavoro dei campi:  lei si addormentava facendo così addormentare mamma Serafina! E così  lei Lavorava e mamma Serafina dormiva! … Quando per la Cocciuta è arrivato il momento di Sbocciare come una Rosa e venire a vedere ciò che era fuori in mezzo agli uomini … anche se lo vedeva ugualmente … ha Acceso una Luce … e, accendendo la Luce, ha Sfornato il Pane Nascendo col Profumo del Pane … (La levatrice aveva appena finito di sfornare il pane quando è nata Giulia) Don Vincenzo: Ah! Gesù: Ed è il “Primo Segno di Dio” che ha Donato all’Umanità: ecco il Pane! … Paninello? Sì, preparalo … così lo mangio! … E Donando all’Umanità il Profumo del Pane è iniziato per lei il Cammino della Croce! … E’ iniziato per lei il Cammino di chi la pizzicava … essendo un Panicello! E a chi la toccava e a chi la prendeva in braccio … lasciava ad ognuno il Pane Fresco! Ma non potevano capire che una piccola Creatura poteva lasciare il Pane Fresco! … Man mano che cresceva … donava sempre di più il Pane Fresco a quelli che erano più grandi di lei … e aveva sempre la risposta pronta da donare! E c’era chi si meravigliava chiamandola anche: “Scostumata … come fai a rispondere in questo modo?” … Ma lei doveva fare le Cose del Padre! … E facendo le Cose del Padre cresceva cresceva … e arrivata all’età di 9 anni … gli ho detto: “Adesso devi incontrare una Fanciulla …!” E questa storiella la sapete già: quando ha incontrato Teresina del Bambin Gesù! E Teresina del Bambin Gesù  gli ha Donato in mano le Rose con le Spine … e la Croce … e anche i Suoi Vestiti! Come ora porta i Vestiti di Maria … per molto tempo ha portato i Vestiti di Teresina del Bambin Gesù! … E cresceva! E Teresina del Bambin Gesù gli ha detto tutto quello che doveva fare: doveva incontrare il Padre … doveva accogliere i Chiodi … doveva soffrire per Amore … e doveva donare il Pane ai Poverelli! E crescendo nell’Abbondanza e nell’Amore di Dio … la Cocciuta Lavorava come una Formichina … soffrendo nel silenzio … e camminando sempre sulla Via Stretta … invitando a chi poteva lanciare il sassolino dicendo: “C’è un Gesù che è uno Sposo Bellissimo e Dona il Pane a tutti quanti!” … Ma ridevano … le sue amichette, ridevano … ma lei non si scoraggiava … e continuava giocando giocando e facendo tutte le cose dei bimbi … ma lei non è stata mai bimba … (Giulia da piccola aiutava tutti in casa)  parlando di Gesù! E quando parlava con i grandi e gli dava le risposte esatte tutti gli chiedevano: “Ma tu quanti anni hai?” … E lei diceva: “ dieci e mezzo … undici e mezzo …!” … Cercava di crescere in fretta! E chi l’ascoltava diceva: “Non puoi dire questo!” …  E lei rispondeva: “Posso … posso farlo!” …  Ma Operava fuori … non Operava dove abitava! Operava quando si allontanava un po’ dal guscio della mamma! … Non ha mai voluto imparare né a leggere e né a scrivere … e questo lo conoscete già … si rifiutava di rispondere le cose esatte dicendo: “Ma le Cose del Padre sono più Buone! Ad imparare questo ci perdo il tempo! Ad imparare a donare agli altri il Pane del Padre il tempo non lo perdo … ma raccolgo e semino ancora!” …  E intanto cresceva, cresceva cresceva … e tutto quello che Teresina gli aveva detto: “Incontrerai e rifiuterai! … Incontrerai e rifiuterai! … Incontrerai e rifiuterai!” E quando è arrivato lo Sposo Mandato dal Padre non l’ha rifiutato … e ha detto: “Eccomi!” … Eccomi  al Padre perché così era Scritto! … E Operava le Cose del Padre ascoltando nel silenzio tutto quello che doveva fare … nel silenzio … con i Dolori del Parto …  con i Dolori della Croce! … Cresceva ancora … ma nel crescere era sempre una fanciulla … e tutt’ora è ancora bambina! L’Eccomi Pieno a ciò che gli aveva detto Teresina: si era Aperto il Sole nel vedere il Progetto del Padre attraverso Teresina del Bambin Gesù! … Ma nel suo Matrimonio gli è venuto un piccolo dubbio e si è fermata a pensare: “Padre … io mi devo sposare con la Creatura che Mi hai fatto vedere … ma poi come faccio … debbo lasciarTi?” … Il Padre gli ha detto: “No … tu ti sposi con la Creatura … ma non Mi lascerai!” … E lei tutta contenta si è avviata verso il Padre sapendo tutto ciò che doveva Abbracciare … e nell’Abbracciare i Chiodi dal primo istante! … Ma la Cocciuta ha Operato tanti Miracoli! Quando si avvicinava ad un ammalato gli diceva: “Sono piccola … ma prego per te!” … Ma era Cocciuta … e rispondeva quando doveva rispondere … come fa adesso! Quando parlava con i Sacerdoti …! La prima cosa che gli ha detto al suo Sacerdote … che aveva capito chi era la Cocciuta … quando gli ha fatto la domanda … (durante la preparazione alla Prima Comunione) : “Cosa gli dirai quando incontrerai Gesù?” Nel silenzio lei gli ha detto: “L’ho già incontrato!” … Ma lui insisteva: “Ma cosa Gli dirai?” … “Ti mangio!” … E da lì il Sacerdote ha capito con chi aveva a che fare! Se l’è cresciuta … la guardava … e voleva vietargli il Matrimonio per farla diventare Suora … ma lei gli ha detto: “Io ho promesso a Gesù che mi sarei sposata con Lui!” … E il Sacerdote … ancora più sbalordito … gli diceva: “Ma per sposarti con Gesù non ti devi sposare col tuo sposo … devi diventare Suora!” … E lei diceva: “Non mi è stato detto così!” … E lui la guardava ancora … e, pur avendola conosciuta, non l’ha mai detto a nessuno! … L’ha chiamato nell’attimo che lui stava per salire in Cielo perché l’ha “sentito” … ma non l’ha detto a nessuno la Cocciuta … ed è andata a chiedere: “Cosa ha fatto quando vi ha lasciato?” …  E gli è stato detto: “Aveva il respiro forte forte forte forte forte … e poi ha fatto un sospiro grande e ha chiuso gli occhi!” … E lei ha guardato questo Sacerdote che la informava di ciò … e ha fatto cenno di no … perché non era stato come  gli era stato detto … ma tiene ancora nel “Vuoto” cosa è successo! … In poche parole: lo Strumento è in mezzo a voi … come lo è il Padre …  come lo è il Figlio … come lo è lo Spirito Santo che è Maria! … Vuoi chiederMi qualcosa tu?   Don Vincenzo: Tutto quello che ci hai raccontato è profondissimo! Gesù: E sì … e c’è ancora più Profondità! Don Vincenzo: E la Cocciuta apparentemente sembra una donna normale!  Gesù: La Cocciuta sa mascherare molto bene!  Don Vincenzo: Ha nascosto tutto in questi 30 anni!  Gesù: E sì! Ora sto parlando Io … perchè lei sta Lavorando! … E cosa vi devo dire ancora della Cocciuta? La vedi là sul quadro di fronte a te … dove c’è Giulia della Croce? … (Gesù indica il quadro che riproduce il Martirio di Santa Giulia a Cartagine nel 436) … Della Cocciuta posso dirvi: “Giulia della Croce!” … Ma la Cocciuta- Giulia della Croce ce l’avete anche in mezzo a voi … e fa le Cose del Padre! Don Vincenzo: Difatti... e non ancora la capiamo! Gesù: E no! Come ancora non hanno visto il Padre … non hanno capito Giovanni che è stato in mezzo a voi … non stanno capendo chi è il Calice Vivente-Dio! … RaccontaMi … Maria … cosa hai visto per la via? … Teresina … raccontaMi cosa hai visto per la via … quando hai visto la prima volta la Cocciuta? E fammi tutte le domande che vuoi fare! … EccoMi! Teresa: Eccomi! La prima volta che ho visto la Cocciuta avevo più o meno 6-7 anni!  Gesù: EccoMi! Teresa: Ricordo … probabilmente forse non ci volevo nemmeno andare! Gesù: Sì, che ci volevi andare! Teresa: Siamo andati perché c’era mio nonno malato e poi c’era zio Mario … e comunque io andavo sempre quando Lui ci invitava! … Volevo sempre andare … e probabilmente avrò detto a mamma che volevo andare e siamo andati ed eravamo dal lato di sopra della quercia … da dove potevo vedere bene!  Gesù: Sì, dove si metteva sempre Giovanni! Teresa: E l’ho vista arrivare! Questo ricordo è affiorato più forte in me in questi giorni … e ricordo tutto: la Cocciuta vestita di bianco, come di solito si vestiva e quel giorno penso avesse il pantalone bianco! Quando poi è caduta a terra … e chi non veniva prima non lo sa che all’inizio … quando aveva l’estasi … cadeva proprio a terra …e io pur essendo una bimba non ho avuto paura … anzi per me è stata una cosa semplice, naturale … così come tutto il resto! E ricordo il canto fatto stasera … (Giulia ha cantato: “O Regina Candida e Pura” … il Canto che le ha insegnato la Madonna) … ricordo la Pace nel mio cuore … l’aver trovato Tutto … non aver bisogno più di niente … cosa che mi ha accompagnato sempre…! Gesù: Sì, facevi l’indifferente quando la vedevi che lei ti guardava … e aspettava! Teresa: Perché non mi volevo far vedere dagli altri! Gesù: Dagli altri … ma lei ti vedeva … il Padre ti vedeva … e  Maria ti vedeva … e Gesù ti aveva già sposata! Se si deve parlare un po’ … si deve parlare! Teresa: Non dovevamo parlare dello Strumento … e basta? Gesù: E sì! E’ bella quella Torta!  Teresa: Uh, uh … è bella grande! Gesù: Sì! Teresa: Giovanni mi ha fatto stare con l’ansia tutta la settimana … perché giovedì scorso ha detto: “E’ bella grande la Torta!” … e, quando Lui dice così, poteva succedere di tutto … e appena l’hanno portata oggi pomeriggio sono corsa a vederla! Eccomi! Gesù: Se era bella grande! … Allora … cosa vedete nello Strumento … voi tutte Ancelle? Falle rispondere! No … devi rispondere anche tu … non vuoi essere più Ancella? Chiara: Sì, sì! Chiara: Parlo per me! Gesù: E sì … devono parlare tutte le Ancelle … non una sola per tutte! Chiara: Vedo una bimba che scappa di quà e di là coi vestitini … e ogni tanto si vede qualche “Segnetto”: “E questo mi si è gonfiato! … E questo mi fa male!”  … però si vede che Lavora sempre! E anche quando parla si capisce che non è lei sempre! Anche quando ci guarda … il semplice sguardo o anche una sola parola … o quando si arrabbia … o quando è felice … si vede che è una bambina, una fanciulla in ogni momento! … Ed è gioiosa di fare le Cose del Padre … e si vede anche quando sgrida …! Quando invece gioisce nell’affrontare  una  determinata situazione … si vede che lo fa con l’Amore e la Gioia verso gli altri …  l’Amore e la Gioia sempre … è Amore Eterno come il Padre!  Gesù:  EccoMi! Tu cosa vedi? Alessandra: Come la chiama il Padre verso la fine della Visitazione: una Formichina! In silenzio, non si fa vedere, si nasconde … e noi neanche ce ne rendiamo conto … e lei invece sta Lavorando! … E quanto Amore poi mostra anche in momenti difficili per lei che solo il Padre potrebbe donarglieli! Eccomi! Gesù: Possiamo dire un particolare? Mamma Caterina devo rimproverarti … hai poca Fede! E tu mi chiedi di correggerti! Dici alla Cocciuta: “Quando sbaglio … mi correggi?” … La Cocciuta dice: “Sì, non ti preoccupare!” … (si rivolge a Chiara che ieri è scivolata pericolosamente per le scale) … Lo sai che la Cocciuta ti ha Resuscitato? Tu non sei sbattuta col sederino … tu sei sbattuta con la testa … e il segno che porti sul sederino era su questo lato qua … (Gesù indica il lato destro del viso) … e qua si sarebbe fatto un bel buchino! Ma la Cocciuta ha cacciato via mamma e ha messo la sua mano … e Teresina del Bambin Gesù ha tolto il sangue! Tu cosa hai visto … Nicola … quando è caduta dalle scale? Nicola: Io stavo entrando nel corridoio e ho visto lei che scendeva … e se non sbaglio è passata prima Alessandra … e ho visto che è inciampata con i sandali che teneva ai piedi … e ho avuto l’impressione che era caduta con la testa …  Gesù:  … è sbattuta con la testa!  Nicola: Sì … adesso ho avuto la conferma! Gesù: La Cocciuta è volata!  Ha fermato un po’ a tutti quanti … e ha fatto correre Teresina … e la Cocciuta ha volato! Crescere nella Fede … far mettere la mano dello Strumento è mettere la Mano di Dio … e solo la Mano di Dio poteva resuscitarla! … (si rivolge a Raffaele) … Tu non sei scappato perché ti ho fermato …! … Cosa avete sentito voi … dello Strumento? … Finiamo le Ancelle … e poi parliamo ancora!  Sara: In questi giorni di preparazione alla Festa … io non c’ero quando la Cocciuta ha avuto sotto la quercia la Prima Visitazione Pubblica! … Ho provato ad immaginare com’era gioioso il suo cuore nel dire “Eccomi!” al Padre … e ad accogliere i Chiodi! E questo vedo: il suo essere un tutt’uno con Te … Gesù … vive tutto … ogni attimo … ogni suo respiro …  ogni suo secondo è un tutt’uno con Te! Questo ho visto! Gesù: EccoMi! E’ quello che desidera lei da tutta la Famiglia: un tutt’uno col Padre! EccoMi! Roberta: Eccomi! La Cocciuta è Amore … quell’Amore che non ha né limiti e né misure … e lo si vede in tutto quello che fa … anche solo uno sguardo … anche nel leggere una frase … o nelle cose più semplici! Oggi ci ha fatto un regalo grande e ci ha fatto emozionare a tutte! Eccomi per questo! Gesù: EccoMi! Roberta: Perché la sua voce era diversa! Gesù: Perché dopo era diversa! Roberta: Eccomi! Gesù: EccoMi! Marina: La Cocciuta è una Mamma … una Mamma che regala ai suoi Figli … come fa Papà … come fai Tu, Gesù … tutto l’Amore possibile … perché comunque lei ci porta e porta tutta l’umanità! E non c’è Amore più Grande e lo fa semplicemente per la nostra Salvezza! Lei è anche Figlia … Figlia  Obbediente … e anche Amica e Sorella! Eccomi! Gesù: EccoMi! Don Vincenzo: Siamo tutti gioiosi per il Dono della Cocciuta!  Gesù: Ma ricordatevi che lo Strumento non vuole essere messa sul piedistallo! Sto parlando Io perché posso farlo … sono Gesù … ma lei rimane ai Piedi della Croce come  Straccio Stracciato … portando ognuno di voi! … Che c’è viceparroco … non sei convinto di ciò che hai sentito? Raffaele: Eccomi!  Gesù: Allora …  avrei un altro poco di fame … sì … no … voglio un po’ di formaggio! … E  adesso vi  svelo un Mistero di quando lo Strumento va a Lavorare! … Tu vuoi un pò di formaggio? Don Vincenzo: No! Gesù: Me lo mangio Io! … Voi dite: “Ma … quando va a spegnere i Fuochi di Guerra … come può succedere … come può essere … come fa a non farsi male …  come fa a non bruciarsi?” … Quando camminavo in mezzo agli uomini e tutti Mi fermavano: “Mi serve questo … mi serve  quell’altro! … Mia figlia è così! Vieni!” … E la Cocciuta viene chiamata allo stesso modo! … E i furbi ci sono sempre stati e ci sono anche adesso! … Per metterMi alla prova Mi dicevano tante bugie! E quando dicono che Io parlavo in parabole …é perché se no la gente non capiva!  Dio non si faceva capire dai Figli? Ti sembra giusto? Dio parlava ai Figli così: “Ecco il Pane  … mangialo!” … E si vede che è Pane! Ma venivano quelli che si credevano di saperne più di Dio … a fare delle domande, a fare delle richieste che non esistevano … ma Io gli davo la risposta! … Vedete, lo Strumento all’inizio della Visitazione dava alle persone le risposte che Io gli facevo donare e che il Padre gli faceva donare! Cosa ha detto a te … Silvana … quando l’hai chiamata? … “Giulia … ti devo dire una cosa …!” … “Cosa mi devi dire? Che aspetti una bimba?Silvana: Sì! Giulia … sai …  aspetto una bimba!  Gesù: No, la Cocciuta ti ha detto: Cosa mi devi dire? Che aspetti una bimba?” … E lei fa: “Chi te l’ha detto?” … E la Cocciuta si è messa a ridere … ma lei per telefono il sorriso non l’ha visto! Silvana: E dissi: “Sai come la debbo chiamare?” … E la Cocciuta mi rispose …  Gesù: … “Miriam!  Silvana: Lo ricordo benissimo! Gesù: E sì … anch’Io me lo ricordo benissimo! … E lei invece è stata un po’ più cocciutella! La Cocciuta gli diceva: “Metti nella valigia un bimbo! Marisa: Sì! Gesù: E perché non l’hai messo nella valigia? Tu mi dici: “Ma non era possibile!” … Nulla era … nulla è impossibile a Dio! Marisa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Nunziata … cosa ti aveva detto la Cocciuta … che l’avresti avuto il bimbo? Nunziata: Eccomi! Gesù: Chi è stato a portartelo via … il Padre o gli uomini? Nunziata: Gli uomini! Eccomi! Gesù: Ma adesso hai una Famiglia tanto grande e non sei sola!  Nunziata : Eccomi! Gesù: Quanti altri bimbi sono Nati chiedendo allo Strumento? Ma  lo Strumento si rivolgeva al Padre! E adesso sono tutti quanti nel Giardino al Banchetto Nunziale! … Eeeh … avete incominciato a vedere questo “Petalo” che è cresciuto … ma non è mai caduto per terra!   Don Vincenzo: Si rimane estasiati … si rimane esterefatti nel sentire tutto ciò … e qualcuno può dire: “Ma com’è possibile?Gesù: La Cocciuta fa le Cose del Padre nel silenzio! Don Vincenzo: Fa le Cose del Padre!  Gesù: Piuccio pigliava a calci! Quando si avvicinavano a Piuccio perché volevano prenderlo in giro con le Confessioni che non erano Confessioni … alzava il bastone … o dava un ceffone così … o prendeva a calci nel sedere! La Cocciuta ancora non piglia a calci … ma piglia un po’ a sgridate … un po’ di paroline dolci!  Don Vincenzo: La sostanza della Cocciuta è la sua coerenza … è la sua profondità! Quando si parla con lei non si usano mezze misure! Gesù: No … come Giovanni non accetta giustificazioni … lei non accetta le mezze misure! Gli dicono A e poi non gli dicono B … e B la Cocciuta lo conosce tutto intero … per Volere del Padre! …  E invita a pregare tutti voi per tutti i Sacerdoti e per  l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … E cosa posso raccontarvi più della Cocciuta … “Nocciolo Scorticato” … i Chiodi … e quando ha chiesto all’inizio: “Non Li fate vedere …  teneteLi nascosti!” … Per un po’ di tempo l’abbiamo accontentata … e per un altro poco di tempo non l’abbiamo accontentata! E poi dopo un po’ di tempo … adesso la stiamo accontentando di nuovo! Essendo “Scorticata” … non lo possiamo far vedere … e l’accontentiamo! Ma poi la vedrete alla Destra del Padre quando ci sarà il Sole! Adesso la vedete così: un po’ che vi rimprovera … un po’ che vi accarezza … ma facendo sempre le Cose del Padre! … E quale altro Mistero posso dirvi? E sì … che vi viene a trovare in bilocazione … lo sapete già … e fa un po’ di capricci e di dispettucci come Giovanni … lo sapete pure! … Che vuoi … chiedi … cosa hai visto tu? L’hai mai vista pregare? … (Teresa fa cenno di no) … Sei sicura? Teresa: Sono cose segrete … segreto professionale!   Gesù: Tu hai solo il segreto professionale di medico … ma il segreto di quello che vedi della Cocciuta lo puoi dire … come lo sto dicendo Io! Ve l’avevo promesso che avrei detto qualcosina! Vuoi dire qualcosa? Teresa: Vivendo qui tutta la giornata insieme, vedo attimo dopo attimo che lei non tiene niente per se stessa … e si dona completamente a Te, al Padre … a tutti quelli che la circondano! E solo abitando qui adesso capisco quando don Vincenzo diceva: “Qui è una guerra!” … e ci si può rendere conto di quello che succede in questo Luogo …e di ciò che è lo Strumento! Gesù: Ve ne siete accorti che ieri non ha risposto a nessun Augurio … e ha fatto rispondere a voi? Teresa: Eccomi! Gesù: E come mai non ha risposto lei? Alessandra: Perché gli Auguri sono a noi! Gesù: E sì! Teresa: Il suo “Eccomi” l’ha donato per l’umanità intera … per noi … quindi lei non voleva gli Auguri! Gesù: Li ha donati a voi … e al Padre! Don Vincenzo: Quante cose nascoste ancora da rivelare sulla Cocciuta!  Gesù: E sì … quante cose nascoste! Teresa: La vedo operare attimo dopo attimo anche quando usciamo … quando andiamo a fare la spesa … e ci guardiamo e capisco  che in quel momento non stiamo facendo la spesa o altro … e siamo magari andati in quel negozio non perché ci serviva qualcosa … ma il motivo vero era magari in quell’attimo incontrare quella persona e parlarci! E anche quando riceve qualche telefonata fa rispondere qualcuno di noi … perché effettivamente lei non può rispondere sempre  … deve pur fare le cose che si fanno in ogni casa! E’ la Verità! Gesù: EccoMi! E’ la Verità! Teresa: Quando chiama qualcuno subito parte il suo Lavoro! E c’è poca Fede da parte nostra …  che magari se non risponde lei al telefono si richiama per sentire lei … e anche se risponde don Vincenzo non viene creduto … e si deve per forza parlare  con lei e non si capisce che già … Gesù: … lei è già partita! Teresa: … già da prima che arrivasse la telefonata … è già partita! …Basta solo il via da parte nostra … il nostro cuore che si rivolge al Padre, a lei … e il suo Intervento è prima della telefonata … anche se noi non la telefoniamo … e invece c’è questo parlare con lei per forza! E questo è una mancanza di Fede! Con questo non voglio rimproverare! Gesù: Non stai rimproverando … se no ti avrei fermato! … Sì, tutti quanti dicono: “E’ bello sentire la tua voce!” …  Ma sentire la voce e non ascoltare …! Quando lo Strumento  dà un consiglio e poi non viene ascoltato … è stato bello sentire la voce? Si deve ascoltare! Sì, è bello sentire la sua voce … è bello ascoltare e fare ciò che dice perché è Pane … perché è la Parola del Padre! E lei sa! “Eh … ora le sto dicendo cosa deve fare …  ma tanto non lo farà!” … La senti quando dice queste parole? … “Mah … io vado a Lavorare!” …  Quante volte …” … dicevo a tutti quelli che Mi venivano dietro … “ Vai … sei stato guarito?” … “Eh … non mi hai neanche toccato!” … O non mi giravo a rispondere! … “Eh … nemmeno mi ascolta … e dicono che questo è il Figlio di Dio! … Vedete come si veste … vedete come esce … e può parlare con Gesù e con la Madonna?” …  Maria si vestiva come tutte le altre donne! Mia Madre andava ai  Matrimoni e anche Io L’accompagnavo e anche Giuseppe L’accompagnava … come tutti gli altri! … Qui la Festa la fate un giorno solo! … “Ma adesso sono cambiati i Tempi e adesso si fa in un giorno solo e prima si faceva in più giorni!” … E Maria stava lontano da casa … tutti quanti stavamo lontani da casa … perché così si faceva … il Matrimonio si festeggiava! Adesso il Matrimonio non si festeggia … il Matrimonio si vende …  si vende con le cose del mondo … come vendono Me: Mi Vendono e Mi Comprano! E la Cocciuta invece dice: “Il Mio Gesù né si vende e né si compra!” … Il Matrimonio è una cosa tra Gesù e gli Sposi! Si faceva Festa … ma si faceva Festa uniti a Dio! … Eeeh! … Io ora vado ad accogliere le Spose che lo Strumento ha portato … poi torno di nuovo! Ci fermiamo a parlare con Giovanni … e vi faccio venire il Capriccioso! E lo Strumento adesso sta spegnendo Fuochi di guerra … … e sta spegnendo i Vulcani che hanno acceso …! Allora Io vado ad incontrare le Spose … e vi lascio Giovanni! Piccolo Giovanni:  CON LA CROCE E CON IL PANE! … Ehi Giovà … come stai? Don Vincenzo: Bene! Piccolo Giovanni: E voi come state … tutti bene-male? … (Giovanni Benedice,  manda un bacio e viene ricambiato) Eh, prima Mi bevo il caffè … tu ne vuoi? Don Vincenzo: Un goccio! Piccolo Giovanni: E’ buono? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: E orzo o è caffe? Chi l’ha fatto? Ci hai messo l’orzo dentro? Non ci hai messo un po’ d’acqua in più? E’ buono ugualmente! L’hai fatto tu?  Teresa: Me l’ero dimenticato sul gas! Piccolo Giovanni: Ah … per questo è diventato acqua! EccoMi! Poi ti faccio Io uno scherzetto …! Nicò!  Nicola: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Marì?  Maria: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Visto che state tutti bene-male … visto che Gesù ha raccontato tante cose Io vi parlo di Vigilare … di stare Vigilanti! Il Veleno è fuori il cancello e i Falsi Profeti avanzano, i Fuochi di Guerra si avvicinano e i Grandi si stanno riunendo per combinare altri guai … diciamo così! E cosa rimane da dirvi … oggi si è parlato un po’ della Cocciuta e del Compleanno della Mia Fidanzata! Cosa vuoi sapere della Mia Fidanzata? Puoi chiederMi tutto quello che vuoi … e se posso rispondere ti rispondo! Poi dopo voglio mangiare!  Teresa: I Genitori della Madonna sono Anna e Gioacchino? Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Ad Anna è stato detto così come a Maria … che avrebbe aspettato una figlia … conosceva già tutto?  Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Raccontaci … se puoi …  qualcosa di come è Nata Maria?  Piccolo Giovanni: Quello che hanno scritto … che dicono che Anna e Gioacchino erano in età avanzata … e in età avanzata si rimane  che non si può avere un figlio … si va in menopausa … ma non è così … e,  anche se fosse stato così, nulla è impossibile a Dio! Ma sia Gioacchino che Anna erano giovani … non erano in età avanzata! E ognuno si è aggiustato le cose per i propri comodi! E quando doveva Nascere Maria … il Padre ha preparato Anna dicendole che questa Figlia che avrebbe avuto … sarebbe stata Chiamata da Dio … e doveva far Nascere il Figlio di Dio! Nel Nascere  Maria era già Piena di Dio … come dicono: “Piena di Spirito Santo … la Tutta Piena di Dio!” … Maria: Luce di Dio! E’ questo lo Spirito Santo: Maria Piena di Luce di Dio! … E Maria … Creatura appena Nata … anche lei Operava le Cose del Padre! E quando è arrivato il Tempo ha concepito il Figlio di Dio …! E così Maria ha Aperto la porta a Dio … ma non a tutti quelli che chiedevano la mano di Maria! E cosa volevi sapere ancora? Dopo mangi …  non ti preoccupare! Teresa: Anna e Gioacchino sono stati poi  sempre con Maria? Anche quando è Nato Gesù?  Piccolo Giovanni: EccoMi!  Teresa: C’erano anche sotto la Croce?  Piccolo Giovanni:  EccoMi! Sì … perché hanno detto che Gioacchino è morto prima … Anna è morta dopo! Sì … se vai a leggere c’è questa storiella che tutti vecchi erano: Giuseppe era vecchio … Gioacchino  era vecchio … Dio è vecchio … don Vincenzo è vecchio … don Mario era vecchio! … Siete tutti vecchi? Tutti: No!  Piccolo Giovanni: Lo Spirito di Dio è Bimbo! “Mah … si sono fatte le rughe … si sono fatti quelli … sono vecchiarelli!” … Oggi è una giornata particolare … a voi vi sembrano chiacchiere o storielle … ma non lo sono! … Ehi … tu sei all’Altro Banchetto … Ancellino? Come lo debbo chiamare: Ancellino o Sacerdote? … Ancellino-Sacerdote! … “E quello è vecchio … e  quello è vecchio …!” … tutti vecchi … e così i Misteri di Dio nascevano nelle persone anziane … così come hanno scritto! Non è così! Tu professore non andare a scavare … ma se scavi ... troverai che erano tutti giovani! Leonardo: Nel tuo libro … quello che hai scritto in: "Il momento Gesù"! Piccolo Giovanni: L'hai letto? È abbastanza … un poco pepatello! … È fatto per tutti i giorni che passano … e per il giorno che viene! E poi lo leggi un'altra volta … e vedi che …! Leonardo: Lo leggo due o tre volte … però ……! Piccolo Giovanni: E più lo leggi e più vedi che è per oggi … 2010 … 2015… 2016 … 2017… e 2000 … non so quando…!  Leonardo: Una domanda la posso fare? Piccolo Giovanni: Certo che la puoi fare! Leonardo: Qua … giustamente … si sta smantellando tutto … però le spiegazioni che dai del Vangelo … almeno dal mio punto di vista …  cioè … tutto logico … tutto coerente … lo trovo completo … anche se poi qua avviene lo smantellamento … ma là, i passi del Vangelo sono perfetti … sono intonati … sono belli … quindi è completo … o sbaglio? Piccolo Giovanni: Sì, è completo … ma non era il momento di dire tutta la Verità! E se lo leggi bene … lo vedi che si trova con quello che sta dicendo adesso Gesù! Io l'ho scritto un po' prima … ma non ho potuto scrivere quello che vi sto dicendo adesso! Leonardo: Certo! … Ma una cosa vorrei dire … mi preme dirla: "la Nascita della Mamma Celeste è il primo Natale!" … così lo definisci! Piccolo Giovanni: Sì, lo definisco… Leonardo: … è una cosa che mi fa piacere! Piccolo Giovanni: "Il primo Natale" …  perché è la Chiesa Nuova che vi è stata consegnata adesso … e Maria è l'Unica Chiesa … l'Unico Tabernacolo … il Primo Natale! Leonardo: Non l'avevo mai sentita una cosa del genere: "Il primo Natale!" Piccolo Giovanni: Il primo Natale … Chiesa… Nuova Chiesa … Maria Tabernacolo … Unico Tabernacolo! E quante volte la Cocciuta mi ha fermato di dire cose che ancora non posso dirvi! Ripeto: qualcuna l'ho detta … ma nessuno l'ha capita! Qualche parolina durante le prediche del giovedì … le prediche del 24 … perché prima c'era il 24! … (Le Visitazioni della Madonna avvenivano il 24 di ogni mese  e la seconda Domenica) … E anche se lei Mi guardava e Mi fermava con gli Occhi di Dio … ogni tanto facevo una scappatella … anche guardando gli Occhi del Padre! Leonardo: Le cose più belle sono sulla Croce e sono stupende! Piccolo Giovanni: Eh sì … eh sì … lì dove lo Strumento si è poggiata e non La lascia mai! Sì … anche quando se la leggeva lei, rideva … ma non rideva che mi pigliava in giro … rideva perché conosceva già! Infatti lei non aveva mai visto il libro che avevo scritto e mi fa: "C'è scritto tutta la Storia … ma un po' velata!" … E io dicevo: "Come … velata?" … E poi:  "Il libro è di questo colore! ... Ma per caso l'hai comprato a Napoli?" … "No… non ce l'ho…!" … "E allora come fai a saperlo?" … E lei Mi guardava e faceva quel Sorriso di Padre …  poi il Sorriso della Mia Fidanzata … e Io Mi fermavo a guardarla … e lì che gli dicevo: "Tu persevererai fino alla fine!" … E lei Mi guardava negli occhi: "Sei sicuro?" … "Sì …, sono sicuro!" … E quando Mi diceva: "L'hai scritto col velo!" … Io gli dicevo: "Spiegami cosa vuol dire: l'hai scritto col velo!" … E lei Mi diceva: "Non l'hai scritto completo … l'hai scritto col velo … da far leggere quello che gli vuoi far leggere … ma col velo!” …  E se tu lo leggi bene … vedi che se togli il velo … è quello che……! Leonardo: Adesso capisco … era questo il mio dubbio … adesso capisco! Piccolo Giovanni: Eh sì … è scritto col velo! … Un Giorno come oggi: il Compleanno della Mia Fidanzata e il “Compleanno” dello Strumento … chiamiamolo così …  Compleanno” del suo essere stata Crocifissa nel rispondere l'Eccomi al Padre … l'Eccomi della Salvezza dell'umanità intera! E quando ho sentito anch'Io ….! Tutti correvano di qua e di là per i Miracoli … e di Miracoli ce ne sono stati … ma nel silenzio … perché la Cocciuta non diceva mai: "Sì … c'è stato questo Miracolo!" … Si parlava di Croce … di Crocifisso … così come quando nel cuore ho chiamato Giovanni dicendo: "Vedi che là si parla di Croce! Lascia stare gli altri luoghi dove ci sono i Miracoli!”  Perché Gesù ha detto che quando vi diranno: “Qua c'è questo … qua c'è quell'altro…!" … La Cocciuta nel silenzio … lo ricordi Anna … quando nel silenzio gli hai chiesto: "Prega per Sergio!" … E la Cocciuta nel silenzio ha detto: "La Madonna ha chinato il capo … ma io non lo so che significa…!"  … Mentre lei sapeva benissimo quello che significava! E quando gli chiedevano: "Ma quello guarisce? … Quello così…?” …  “ Quello io non lo so … vediamo cosa vuole fare il Padre! … Glielo dico … se  mi risponde ve lo dico … se non mi risponde io non posso rispondervi!" … Ma lei conosceva tutte le risposte … ma nell'Obbedienza lasciava Operare il Padre! … E quando Io di nascosto gli dicevo: "Ma cosa vedi in questa persona? … O cosa vedi quando andiamo a casa?" … Come Padre Spirituale … in Confessione me lo diceva: “C'è questo … c'è questo … c'è questo … c'è questo … c'è questo … c'è questo!” …. Se me lo diceva in Confessione non lo potevo dire … e non lo posso dire … ma quando gli scappava qualche cosa così … subito lo scrivevo e poi mi diceva: "Adesso non ti dico più niente!" … E io dicevo: "Sono un giornalista!  Me l'hai detto come giornalista … e io l'ho scritto!" … Ma la Confessione non si poteva dire … no, quella no! … Quando l'ho incontrata e lei Mi ha detto: "Vestiti da Sacerdote!" … E quando Mi sono girato e l'ho guardata negli occhi dicendo: "Chi ti ha detto che sono Sacerdote?" … lì ho visto gli Occhi del Cielo … per dire che  ho visto tutti quanti! … Ho lasciato tutto … ho lasciato tutto di me … mi ha fatto lasciare anche di andare a vedere le partite! … Ehi … me l'avete donato qualcosa da mangiare? Che mi mangio? Don Vincenzo: Che gradisci? Piccolo Giovanni: Mangio le stesse cose che ha mangiato Gesù … poi parliamo ancora e poi rompiamo la Torta! Allora …  mangio un poco e poi iniziamo a parlare di nuovo! Che hai …  perché sei preoccupato? Taddeo: Certamente influisce qualche preoccupazione! Piccolo Giovanni: E quando sei preoccupato hai dimenticato di bussare alla Porta del Cuore del Padre? Taddeo: Devo bussare più spesso! Piccolo Giovanni: Attimo dopo attimo! E poi mi devi togliere quella ! … (un po’ di pancetta) Taddeo: Ci proverò! Piccolo Giovanni: Lo devi fare … no che ci proverò!  Taddeo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quando si parla con i Servi Inutili non si risponde: "Ci proverò!" … Attimo dopo attimo mettere tutto nel Cuore del Padre e dire: "Eccomi … sono così … sono Tuo Figlio … donami il Pane Quotidiano!" Taddeo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Tutto a posto? Taddeo: Eccomi! Piccolo Giovanni: "Non vi Ardeva forse il cuore quando conversavo con voi? Non vi ardeva forse il cuore quando mangiavo con voi?" Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Quanti Giuda ho incontrato …, no, non tu … (Taddeo) … lungo il Mio Cammino di Sacerdozio! Venivano a bussare alla mia porta: "Don Mario …  mi serve questo!  Don Mario … mi serve quell'altro!" … Tutti come …,ma Giuda non ha fatto niente! I Giuda sono stati i miei cari amici! … "Ehi, Nicò … tuo zio non mi può fare quel servizio?"  E Nicola:  "Zio Mario … sta venendo il tizio!"  … Eh sì … quanti ne ho incontrati! Mi chiamavano da lontano: "Ehi … don Mario … portaci dove ci sei tu!" E dicevo: "C'è la Cocciuta che prega … andatelo a chiederlo a lei … forse vi porterà!" … E la Cocciuta li ha raccolti uno ad uno! Non è andata così … Paolo? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quante risate ci siamo fatti quando siamo andati a fare i Due Cuori: "Venite Omnes"! … (l'insegna dei Cuori di Gesù e Maria con la scritta "Venite Omnes" … posta sulla parete esterna della Stanza di Gesù) … Paolo: Abbiamo girato un bel po'! Piccolo Giovanni: Eh sì … e cosa abbiamo trovato? Paolo: Abbiamo trovato tanta gente che ci voleva speculare sopra! Piccolo Giovanni: Adesso si è rotta e ancora Giuseppe non me la vuole aggiustare!  Paolo: E chi è che può farlo questo? Piccolo Giovanni: Paolo! Paolo: Non lo so … io non ho preso visione del danno … quindi non so se sono in grado di aggiustarlo! Piccolo Giovanni: Sei in gradissimo! La Cocciuta ti fa vedere come devi fare … e in due secondi tu l'hai fatto!  Paolo: Eccomi! Se lo dici Tu … vuol dire che è così! Piccolo Giovanni: Sì … lo dico io … è quello il guaio … perché se lo dico Io ……! Paolo: Ma cosa si è rotto? Piccolo Giovanni: Il vetro! Paolo: Ma non è il vetro quello … Piccolo Giovanni: … chiamiamolo vetro … Paolo: … è plexiglass … se non ricordo male … Piccolo Giovanni: … mezzo mezzo … hanno fatto un miscuglio tra l’uno e l'altro … dove poi siamo andati a farci una passeggiata … e poi ti ho portato a casa mia …! Paolo: Sì, sì … ricordo bene! Piccolo Giovanni: Lo ricordi? Paolo: Sì! Piccolo Giovanni: Eh, sì! Allora rimaniamo così … poi quando abbiamo il tempo …  perché si è fatto a tanti pezzettini e: "Venite Omnes" non deve essere a pezzettini … deve essere intero! Paolo: Io sono qua, Giovanni … Piccolo Giovanni: …sì, anch'Io … Paolo: … disponi pure di me! Piccolo Giovanni: … Io sono pure a casa tua … e dove vai … ci sono… Paolo: … quindi basta un fischio … Piccolo Giovanni: … sì, …ti faccio pure un fischio! Ma quando tu lavori non alzi la testa … Paolo: … e io quando lavoro sono concentrato! Piccolo Giovanni: … e Io per sconcentrarti che devo fare? Paolo: Mi fai lasciare quel lavoro e ne faccio un altro! Se tu aspetti che io non abbia lavoro … non ci sarà mai! Piccolo Giovanni: Lo so che tu non hai lavoro come non ne avevo io … avevo sempre da lavorare … quindi siamo uguali! Siamo tutti e due pieni di lavoro! Paolo: Mi fa piacere che tu abbia fatto questo abbinamento!  Piccolo Giovanni: Eh sì … siamo pieni di lavoro tutti e due … è bello! E fai il falegname come papà Renato! … Papà Renato fa ancora il falegname … aggiusta qualcosa … ma fa anche altro … sì! Tu fai il falegname e Io mi avvicino anche a fare una cosa di tutto: a scrivere … ad andare a preparare i Calici … ad andare a prendere la Cocciuta quando poi non può uscire dai Tunnel … quando rimane chiusa nei missili e nei vulcani … e tutto il resto! Paolo: Ma io … vedi Giovanni … la mattina mi alzo presto … ti alzi anche presto Tu la mattina per aiutarmi? Piccolo Giovanni: Eh sì … ma non ti alzi tu presto … è il Padre che ti alza! Paolo: Eh, lo so … mi tira fuori dal letto alle quattro e mezzo … Piccolo Giovanni: eh no … Io mi alzo un po' prima … Paolo: … ancora prima? Piccolo Giovanni: … eh sì … c'è tanto Lavoro da fare: la Cocciuta rientra … non rientra … e tutti gli altri Servi Inutili escono fuori con le Schiere … e quindi anch'Io devo uscire con le Schiere! Paolo: Col caldo poi… è meglio presto la mattina! Piccolo Giovanni: Eh … Noi non lo sentiamo il caldo! Paolo: Vorrei essere come Voi! Piccolo Giovanni: E ancora non è il Tempo! … Adesso dovete Lavorare nella Vigna! Quando poi è il Tempo … è Tempo di tutti … quando il Sole si Apre! … Ma tu non dici una parola stasera … Giovanni … e sono 30 Anni … diciamo che sono 30 Anni … ma in 11 anni non hai visto niente della Cocciuta? Don Vincenzo: Lei è ancora più di quanto io potessi immaginare … ancora più! Piccolo Giovanni: E tu sei ancora più Cocciuto! … Ancora c'è un poco di parlare … un po' di dire il Compito che hanno i Figli … non l'hanno capito ancora! Lo ricordate quando vi dicevo: “Noi siamo la Chiesa Nuova!” Quante volte ve l'ho detto? Sì … fate così … ma vi fermate … non avete il coraggio di fare il passo! Ancora parlo un poco dello Strumento! 30 anni! … Un Fiorellino appena Sbocciato con un Compito così Grande: poggiata alla Croce … Inchiodata … portare l'umanità sulle spalle … lasciare tutto … e donare tutto al Padre! Tu dici: “La vedo così … sembra normale!” Perché tu sei abituato come ero abituato Io … che poi ho cancellato … ad andare dove stavano senza far niente, ad accogliere e ad incassare soldi! E quando ho visto tutto quello … me ne sono scappato … e mi sono fermato dove ho visto una Creatura come Maria che impastava il pane … impastava la pasta … e faceva tutte le faccende di casa come tutte le donne … e ho detto: "Questa è come Maria: cucina … fa da mangiare per i poverelli …, fa tutto quello che fa Maria! Allora …, mi posso fermare!" … Figli … vi invito a fermarvi e a guardare la Croce! Vi invito ad aspettare l'altra Festa  dove lo Strumento potrà dire ciò che vede … e gli altri Segreti dello Strumento! Festeggiate Maria nel Suo Compleanno col cuore spalancato! Festeggiate gli Anni dello Strumento col cuore rivolto al Padre … pregando per i nemici … e pregando per i Tempi che sono Scesi! … Figli Miei … dello Strumento vi dico ancora che non scenderà dalla Croce e non lascerà cadere nessuno dei suoi Figli … alzandovi … e bussando al Cuore del Padre per ottenere quella "Domandina"! … Vi lascio il Mio Cuore Spalancato … e lasciandovi il Mio Cuore Spalancato … vi lascio lo Strumento … ma è sempre alla Destra del Padre! … (Giovanni Benedice,  manda un bacio e viene ricambiato) … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Figli Miei … vado ad accogliere le Spose … e Gesù viene a salutarvi! (Giovanni Benedice,  manda un bacio e viene ricambiato! Poi ritorna Gesù Benedicendo)  Gesù: CON LA CROCE E CON IL PANE! EccoMi! Ecco la Famiglia! Ecco il Solco ancora Lungo da completare! I Dolori cresceranno e cresceranno anche per le Ancelle e anche per lo Strumento! Il Veleno cammina e i Falsi Profeti anche! E voi dovete uscire con le Schiere! Tu saluta i Figli con l'Albero Verde … Io Allargo le Braccia e Spalanco ancora di più il Mio Cuore! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) … Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi,  sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su su tutti quelli che si sono radunati quì in questa serata d'Amore!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … non ho ancora finito! Sì … lo so che devo venire dopo a far compagnia al Banchetto! Adesso ho un po' di cose da fare … dopo che finisco …  vengo e poi dobbiamo uscire con le Schiere! Giovanni … ho donato ancora il mio "Eccomi per l'Eternità" … non mettetemi sul piedistallo … io sto facendo solo l'Eccomi e l’ho donato da sempre … e nient'altro! Sì … vengo alla Festa che mi avete preparata! Sì … anche i Figli hanno preparato la Festa … ma non per essere messa sul piedistallo! Tu sai che ti rispondevo sempre: "… che poi cade …  si rompe e mi faccio male!" E rimaniamo sempre con queste parole: “Non mettetemi sul piedistallo … se no poi cade … si rompe e mi faccio male … e poi non posso Lavorare!” Allora … vengo al Banchetto dove ci sono le Spose … mangiamo qualcosa e poi andiamo a Lavorare … così facciamo Festa nell'aiutare i Figli nel portarli al Banchetto del Padre … e pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Eccomi … ci vediamo dopo, Giovanni! … (Giulia schiocca un bacio)  … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! (*)  Il Padre:    Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore …  SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Eccoci Papà! Papà … Eccomi ancora per l'Eternità! Eccomi nel Lavorare ancora e nel fare tutte le Tue Cose! Eccomi pronta ad uscire con le Schiere! Eccomi pronta nel fermare i Fuochi di Guerra! Eccomi ancora nel portare il Pane Intero … Spezzarlo e farLo rimanere Intero … Papà! I nostri Cari sono al Banchetto e tutte le Spose! Eccoci Cari! … (tutti salutano i propri Cari) …  Eccomi Mamma … è anche la Tua Festa … preparate tanti vestitini! … Ci vediamo dopo!  

 

 

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

09 Agosto 2015

 

 

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario, e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione:

Giulia: Se Sei Tu … Glorifica il Padre! Se Sei Tu … Glorifica il Padre! Se Sei Tu … Glorifica il Padre! … (La Madonna un bel po’ rimane in silenzio poi Benedice dicendo:) …  La Madonna: Nel Vivente … Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo! Nella Croce … Glorifico il Pane Spezzato! Nei Chiodi … Glorifico l'Amore del Padre! E nel DonarMi il Figlio … Glorifico l'EccoMi dell'Eternità! Mamma … Sposa … Serva Inutile … Ancella di Dio in mezzo a voi nel Giardino dell'Amore … nel Giardino della Quiete … nel Giardino dove tutto è di tutti … dove non vi sono gelosie … dove il Pane si Inforna, si Sforna, si Spezza e si Dona … dove Dio da sempre ha preparato il Banchetto per le Spose! Ognuno ha un Compito … ognuno ha il Lavoro del Giardino e della Schiera! Quanta Gioia! Quanta Armonia! Quanto vivere insieme … Lavorando e Lodando Dio per tutto l'Amore … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore Immacolato e Addolorato …Il Cuore del Padre … il Cuore del Figlio! … Chinate i vostri capi dinanzi alla Misericordia di Dio che Allarga le Braccia chiamando l'umanità sorda e cieca … chiamando i Figli che hanno perso la Strada! E perdendoLa La fanno perdere: non entrano e non fanno entrare per la Porta e la Viuzza Stretta! … Pregate … Figli Miei … pregate col Mio Cuore fatto di Pietruzze d'Amore! Pregate con i Sassolini … così … pregate anche con le Spine che Io Semino per raccogliere l'umanità intera … Figli! Pregate per tutti i Figli Ministri e pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! … Al primo posto mettete sempre i vostri nemici … e gioite nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne … Figli Miei! … Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Mamma! Mi si abbassa la voce ogni tanto! La Madonna:  Cosa hai Bevuto? Giulia: Visto che non lo posso dire … e Tu conosci dove sono andata a Lavorare … ho fatto le Cose del Padre! Mamma … Mammina … Tu cosa stai Bevendo? Non dovevi lasciarlo a me? Hai Sete? Quando esci ne trovi tanti … adesso Tu rimani e poi io li vado a prendere! … Non toccarle tutte le altre cose! Con la confidenza che c'è … quando ritorno dal Lavoro … mi viene Sete … e poi se non trovo nulla da Bere, trovo tutto! La Madonna: Come Mamma ti dovrei sculacciare un po' … Cocciuta! Giulia: Eccomi … se sbaglio … fallo! Voi mi dovete correggere … oltre al Calice Vivente! La Madonna: No … ti dovrei sculacciare perché non lasci nulla! Giulia: Se si trova qualcosa … come si fa a  lasciarla? Se c'è un bicchieruccio … un Calicino … o altro …! La Madonna:  Guarda … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Mamma … per questo l'hai Bevuto Tu? Conservalo … Mamma e non lo Bere Tu! So che sei Mamma … ma dopo vengo io …e lo Bevo io! … Lo devo mettere sempre nel “Vuoto” ciò che vedo? La Madonna:  Per un po' ancora! Giulia: Eccomi … Mammina! La Madonna: Guarda ancora...! Giulia: Mamma…! Mammina…! Mammina…! La Madonna: Aggiungi anche questo nel “Vuoto”! Giulia: Quando esco non posso fare qualcosa? La Madonna:  Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi … Mamma! Mamma … metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi avete donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore l'umanità intera! Metto nel Tuo Cuore tutti i Figli … la Famiglia … i Sussurri … i Cuori! Metto nel Tuo Cuore i nemici! Metto nel Tuo Cuore il Veleno … affinché si inginocchia dinanzi ai Piedi della Croce! Metto nel Tuo Cuore tutti i Figli che hanno bussato e che busseranno … e quelli che non hanno il coraggio di farlo! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze … i Sacerdoti … i Gigli … e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Ecco il “Tutto” che mi avete donato da sempre! Donatemi ancora la Costanza e la Forza di tenere ciò che avete messo da sempre: i Rotoli e il Primo Messaggio! Metto nel Tuo Cuore questi Anni … ed Eccomi ancora per l'Eternità …  Mammina mia … Mammina del Cielo e della Terra … Regina della Pace e dell'Amore … Regina della Quiete … Regina della Brina che scende sull'umanità intera … Regina-Mamma dei Poverelli …  Piccola Ancella del Cuore del Padre! È così che vuoi essere chiamata … Mamma? La Madonna:  EccoMi … Anima Mia! Tu desideri essere chiamata: "Straccio Stracciato!" Giulia: Eccomi! La Madonna: Anch'Io! EccoMi … Straccio Stracciato nell'Ubbidienza al Padre … e Far Gioire il Padre al Banchetto dell'Amore … nel Giardino preparato da sempre! … Invita i tuoi Figli … Anima Mia … a Rimanere nel Giardino … dove Dio ha Piantato l'Albero e dove Dio ha preparato i Banchetti! Giulia: Eccomi … Mamma … fateci rimanere sempre Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto: i Piccoli Giovanni della Croce … i Piccoli Giovanni Scartati … i Piccoli Giovanni Innamorati di Dio!   La Madonna:  Rimanetelo … Figli Miei … Innamorati di Dio! … (La Madonna unisce il pollice e l’indice di entrambe le mani e dice: ) … Con tutte le Schiere … con tutti i Servi Inutili … con tutti i vostri Cari … con tutti i Pargoli … con i Due Banchetti … con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (La Madonna Benedice) ...e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! … Rimanete Innamorati di Dio! Giulia: Mamma … Arde il Fuoco …  e Arde Dio: … Lo Dono all'umanità e ai Figli? La Madonna: DonaLo … Anima Mia  il Fuoco dell'Amore e della Croce! … (La Madonna Benedice) ...  Giulia: Eccomi! Perdonami se l'ho detto … ma arde il Fuoco di Dio ….! … Cosa fai? Prepari il Vestito da metterTi? … Eccomi! … Eccomi, Mamma! … Eccomi! … Eccomi! … Eccomi! … Eccomi … lo metto nel “Vuoto” adesso … poi faccio quello che mi hai detto! La Madonna:  EccoMi! … PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Pace! La Madonna: Pace! Don Vincenzo: Amen! Eccomi! … (La Madonna prende tra le Sue, le mani di don Vincenzo, che come sempre glieLe “Segna”) … La Madonna: EccoMi! Come stai? … Lo sai che ci sono i Dolori del Parto? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: E voi come state … tutti bene-male? … (La Madonna manda un bacio e viene ricambiata) Tutti: Eccomi! La Madonna: EccoMi! E dimmi … cosa hai visto per la via? RaccontaMi … Giovanni … cosa hai visto per la via? Abbiamo camminato tutta la notte! Cosa hai visto per la via? Don Vincenzo: Abbiamo visto Gesù! La Madonna: Sì … ma cosa hai visto ancora? Parla? RaccontaMi! Don Vincenzo: Sulla via abbiamo visto anche quelli che camminavano con Noi!  La Madonna: E cosa hai fatto … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Cosa ho fatto? Abbiamo Adorato! Ecco quello che abbiamo fatto per la via … c’è stata questa Adorazione … questo accogliere Gesù … questo accogliere il Padre!  La Madonna: E hai imparato ad adorarTi da solo …e a pregarTi da solo? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Hai imparato a lodarTi da solo? Don Vincenzo: No! La Madonna: E tu hai detto che Ti sei adorato da solo!  Don Vincenzo: Ho sbagliato! La Madonna: E meno male che hai sbagliato … così lo sentono! E cosa hai fatto ancora … cosa hai incontrato sul cuscino rosso e a chi hai incontrato?  Don Vincenzo: Sul cuscino rosso a chi ho incontrato? Il cuscino è fatto per dormire!  La Madonna: E tu cosa hai fatto .. hai dormito?  Don Vincenzo: Anche! Soprattutto! La Madonna: Soprattutto hai dormito? … Calice Vivente-Dio ….! Parliamo di una Veglia d’Amore fatta all’Umanità … così come la fai da sempre! Don Vincenzo: La Veglia mi accompagna! La Madonna: Perché … sei solo? Don Vincenzo: Anche!  La Madonna: E sì … solo lo sei … Ci hanno messo neanche all’Ultimo Posto … ma hai la Famiglia …e hai il Giardino! …. Don Vincenzo: C’è Gesù!  La Madonna: Sì … cambia discorso! Don Vincenzo:  Che hai tu o donna …?La Madonna: …Che hai a che fare con Me o donna?” … Ora Me lo stai dicendo? … Non sono la Cocciuta … sono la Mamma … la Cocciuta è andata a Lavorare! … “Che hai a che fare con Me … o Donna? … Perché mi vuoi far parlare?” … Ti voglio far parlare per fare sentire la tua Voce … ma di Giubilo … Forte … se no i Figli non ti sentono! E’ bello sentire la Voce del Padre? Tutti: Eccomi! La Madonna: Hai sentito come gridano? Don Vincenzo: E’ un Grido Potente! La Madonna: Quando Mi hanno chiesto: “RaccontaMi Maria … cosa hai visto per la via?” … Io non ho detto che ho visto Gesù morto! … Hanno scritto: “RaccontaMi Maria … cosa hai visto per la via?” … “Ho visto il Crocifisso ….!Don Vincenzo: Maria … cosa hai visto per la via?  La Madonna: … l’Umanità sorda e cieca! Don Vincenzo: L’Umanità sorda e cieca! La Madonna: E’ quello che ho visto quando Gesù ha Allargato le Braccia per Amore … e vi ha Comprati a Prezzo di Sangue! … Ho visto l’Umanità allontanarsi! … E’ come quando in una famiglia succede una disgrazia e si rimane senza soldi … parliamo così in Famiglia! …  Tutti si allontanano … gli amici non ci sono più … quando prima … si festeggiava … si stava insieme … si andava in giro insieme! Quando rimangono senza soldi … tutti si allontanano perché si vergognano! “Eh …e le cose del mondo sono fatte così! Adesso c’ha la macchina piccola … adesso non c’ha più i vestiti firmati … e adesso non si può permettere neanche di andare in un negozio decente!” … E così … quando hanno visto Gesù … tutti si sono allontanati: “Eh …adesso non ci dà più il Pane da Mangiare! ...  Adesso non ci fa più i  Miracoli! … Aveva promesso che era il Figlio di Dio … e adesso si è fatto mettere sulla Croce!” … Invece Gesù camminava in mezzo a loro … e Io camminavo Unita a Mio Figlio … nel vederli ridere e festeggiare: “Eh … ha perso … è morto! Don Vincenzo:... Sembra...!  La Madonna: E così si dice quando un figlio cade in disgrazia per le cose del mondo … per i giochi e tutto il resto … non sto ad elencare! Nessuno si ferma: “Diamogli una mano!” … Gesù  camminava in mezzo a tutti e nessuno Lo vedeva … accecati dalle cose del mondo … accecati di quella Festa che si doveva fare! … Ma Gesù è rimasto Abbracciato ai Chiodi … a Comprare i Figli … a Donarli al Mio Cuore …e a Donarli al Cuore del Padre: “Padre … perdona loro perché non sanno …!” … Ma sapevano … e oggi lo sanno ancora di più! Don Vincenzo: Eccomi! E noi sì che lo sappiamo ancora di più! … Quando parli Tu ……!  La Madonna: E quando parli Tu …  Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Ci dai sempre la Luce! … Ci dai sempre l’Acqua Viva! … Ci dai sempre la Verità!  La Madonna: La Verità Tutta Intera … e La Doni anche Tu la Verità Tutta Intera: Pane Vivo! Don Vincenzo: Ci dai sempre l’Amore: questa è la Tua Forza …perchè vivi per Amare!  La Madonna: E’ l’EccoMi Donato al Tuo Cuore! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Ma parla ancora … parla ai tuoi Figli … Dona il Tuo Grido d’Amore … dì ai Tuoi Figli: “Venite al Mio Cuore … è sempre Spalancato!” … Grida! Don Vincenzo: Venite al Cuore di Gesù! La Madonna: …Venite al Cuore  del Padre!” … Non ti nascondere! Don Vincenzo: Venite al Cuore di Gesù … al Cuore  del Padre … Venite …. La Madonna: … a dissetarvi … Venite a cibarvi … Venite a prendere il Pane … Don Vincenzo: … Venite a prendere il Pane dell’Amore! La Madonna: Guardali i Figli … guarda con i Tuoi Occhi … fa vedere i Tuoi Occhi … fallo … alza la testa … guarda lontano e dì: “Venite al Mio Cuore!” Don Vincenzo: Certo! La Madonna: Dillo! Don Vincenzo: Venite al Mio Cuore !  Tutti: Eccomi … Papà! La Madonna: Non abbassare gli Occhi … alzali! …  Non abbassare gli Occhi … alzali facendo così! Don Vincenzo: Quando entrano questi Chiodi tutto si trasforma! La Madonna: Papà-Dio … Guarda: “Venite … Figli!” … Dillo!  Don Vincenzo: E’ tutto un gesto d’Amore! La Madonna: Venite … Figli!Don Vincenzo: Venite …! La Madonna: Ma non devi guardare Me … devi guardare loro! Don Vincenzo: Venite … Venite … Venite ….  La Madonna: … a dissetarvi dell’Acqua Zampillante! Don Vincenzo: Gesù ci aspetta … e il Suo Sangue parla … e il Suo Sangue è Acqua Viva … Acqua Vera! (La Madonna invita tutti ad applaudire) La Madonna: Ti nascondi nel Mistero dell’Amore? Don Vincenzo: Quando si ha a che fare con l’Amore …  si vive sempre di Amore … e ci si innamora sempre di più … e non c’è bisogno di rinnovarlo questo Amore … perché è già di per sé Luminoso! La Madonna: I Figli come bimbi vogliono le caramelle e un Papà gliele deve donare le caramelle ai Figli … e deve dire: “Venite, Figli … venite a prendere le caramelle del Mio Amore!” … Don Vincenzo: Venite, Figli … venite a prendere "Amore"! (La Madonna invita di nuovo tutti ad applaudire) Tutti: Eccomi! Giovanna: C’è tanta Tenerezza nel Cuore del Padre! E’ Amore! (ancora un applauso) Don Vincenzo: Brava … Brava! La Madonna: Ecco la Voce dell’Amore … si è fatta sentire … Ti ha riconosciuto! Don Vincenzo: E ha gridato! Che Grazia essere qui dentro … che Immenso Amore ci stai insegnando! … Che hai tu … donna … che andavi sulla via? … Che hai tu … prete? … Che hai tu … persona normale? Poi diventa invece subito innamorata …  innamorata d’Amore! … E’ la Vita della Fede!  E’ la Vita di chi vuole stare dalla parte di Dio e ci sta dalla parte di Dio … perché è "l’unica parte"! L’Umanità è sorda ed è cieca! Povera Umanità … non capisce quello che perde! Invece noi qui dentro … come Famiglia di Dio … ci sentiamo stretti l’un l’altro … e diventiamo Famiglia del Padre! Angela: Abbiamo trovato Papà! (un altro applauso)   La Madonna: I Tuoi Figli hanno trovato la Via … i Tuoi Figli hanno la Viuzza Stretta! Don Vincenzo: La Viuzza Stretta? Stretta Stretta? La Madonna: E sì … vedi com’è Stretta? … (La Madonna intreccia la Sua Mano con quella del Calice Vivente) … Eccola! … Diglielo: “Non lasciatela! Don Vincenzo: Ho trovato!  La Madonna: Non l’hai trovata … l’hanno trovata loro … Tu sei la Via! Don Vincenzo: La Via Stretta è stata trovata dai Figli … e questa Via Stretta è fatta d’Amore … e perciò è Stretta … perché produce Amore! La Madonna: E non deve essere lasciata! Don Vincenzo: E non deve essere lasciata mai … perché tutto da lì dipende … qualunque situazione! La Madonna: Ma dì ai tuoi Figli di pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: … Pregare per far sì che tutto brilli e che tutto si illumini …  La Madonna: Come Brilla il Volto del Padre! Don Vincenzo: Sì … come Brilla il Volto del Padre! La Madonna: Eh … ce l’ho fatta a fare parlare Papà! … (un altro applauso) … Ma vi invito a pregare per i Tempi che verranno … Figli Miei! Parleremo nel Giorno della Festa e vi diremo altre cose dello Strumento … e parleremo per i Giorni che verranno! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Teresina del Bambin Gesù … cosa Mi devi dire? Teresa: Eccomi! La Madonna:EccoMi! Teresa: Mammina …. sappiamo già che l’Annunciazione … come ci hanno sempre detto … non esiste, non c’è stata … La Madonna: EccoMi! Teresa: C’è un legame tra la Visitazione che ha avuto lo Strumento da parte di Teresina che le ha fatto vedere tutto quello che sarebbe successo … pur già sapendo dal Grembo Materno … ma ci sono state tutte queste tappe nella vita dello Strumento perché si doveva pian piano scoprire ai nostri occhi … agli occhi dell’umanità ….....ed è stato così  anche per Te?  La Madonna: EccoMi! Dal Grembo Materno!  Teresa: E quando è giunto il momento che dovevi concepire il Figlio di Dio e poi darLo alla luce … hai ricevuto la Visita di qualche Servo Inutile in particolare?  La Madonna: Quella  di Giovanni … e di tutti quelli che ha portato! Teresa: Eccomi! La Madonna: Cosa vuoi sapere ancora? …. Mistero nel Mistero! … Hai preso "un’onda"? Vai avanti! … Lo sguardo è lontano … Padre? Don Vincenzo: Sì … è lontano ed è vicino! Entrare nel Cuore del Padre … entrare nel Cuore di Gesù … tutto si racchiude in un Inno d’Amore … specialmente poi quando arrivano i Chiodi … La Madonna: … e quando arrivano i Dolori del Parto! Attimo dopo attimo …. il “Nocciolo Scorticato”! Don Vincenzo: Sì … è proprio così … un  Nocciolo Scorticato” … lasciato libero …  La Madonna: … nella Libertà del Padre! Don Vincenzo: … nella Libertà dello Scorticamento che fa male...! La Madonna: Non dice: “Ahi!”… La sentite dire: “Ahi!”? Tutti: No! La Madonna: EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Cosa stavi dicendo Teresina … non l’hai perso! … Poi c’è lui che ha preso "un’onda" …e poi continui? Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Raffaele: Posso? La Madonna: Te l’ho detto già Io che hai preso "un’onda"! Raffaele: Ti volevo fare prima gli Auguri! … (si applaude) … La Madonna: Per qualche Mia Festa? Raffaele: Passata! … ( per il Compleanno della Mamma e per il 30° della Visitazione ... il 5 Agosto scorso.) …  La Madonna: Passata? … Non passa … è attimo dopo attimo la Festa dell’EccoMi! Raffaele: Era per non dimenticare! … Chi alimenta il Veleno?  La Madonna: Chi non Ama! Raffaele: Chi sono i più forti nel Veleno? La Madonna: Dio è più Forte del Veleno! …  Dio è Amore! … Il Veleno è Veleno … e viene alimentato da chi non Ama …da chi odia …da chi è geloso …e non ha Carità! Raffaele: E’ invidia? La Madonna: Anche! Raffaele: La Cocciuta è stata Pensata dal Grembo Materno per combattere il Veleno?  La Madonna: Vedi Figlio … nel Giardino del Padre c’erano tutti i Frutti … e ci sono tutt’ora! E c’erano i Servi Inutili … come ci sono tutt’ora! E un Figlio si è ribellato contro il Padre! … Il Figlio era stato Partorito dal Grembo del Padre come ognuno di voi! … Ora non si ribellano … ora uccidono! … Lui si è solo ribellato … portandosi via altri Figli … e questo ve lo sto dicendo da sempre! Ora è tornato a Casa … si è inginocchiato … e ha la Sua Schiera per combattere … ma con la Croce! … Ma altro Veleno è rimasto … e distrugge! …  Dio è Amore … e Vince! Dovete imparare ad amare … e a combattere con l’Amore … (Benedice) … e con la Spada del Pane Tutto Intero che è il Vangelo Vivo di Dio! … Il Pane Intero e Spezzato rimane ancora Intero  … ciò che Dio viene a portarvi attimo dopo attimo: la Verità Tutta Intera! … (La Madonna indica il Calice Vivente) … EccoLo: è Tutto Intero … ma Si Spezza e Si Dona attimo dopo attimo! … E così anche voi che siete: “Chiesa Nuova” dovete Spezzarvi attimo dopo attimo … e Donarvi … nel Rimanere nella Vigna … nell’Arca … nei Remi … e nelle Capanne! Raffaele: E’ tanto il lavoro da fare? La Madonna: EccoMi! Raffaele: Non diminuisce? La Madonna: No … ma non temete … avete il Tempo! … Sono stati graditi i Dolori del Parto? Raffaele: Non li conoscevo! La Madonna: Li hai sentiti? Raffaele: Eccomi! La Madonna: Te li faccio sentire ancora più forti? Raffaele: Eccomi! La Madonna: E non diventi nervoso? Raffaele: E’ che non riesco a lavorare! La Madonna: Se vai subito dallo Strumento … lavori! Raffaele: Da un lato mi dispiace! La Madonna: E lei E’ lo Strumento! All’umanità Intera è stata data da Dio per prendere tutti i Mali e consegnarli nel Cuore del Padre! … E non dovete nascondergli nulla … non parlo solo a te … lo dico a tutti i Figli! … Ci deve essere Comunione tra di voi e non divisione … un Amore Compatto … Stretto Stretto! … (La Madonna intreccia la Sua Mano con quella del Calice Vivente) … EccoLo quell’Amore Compatto! Don Vincenzo: Stretto Stretto! La Madonna: Stretto Stretto! … E’ così che è stato l’EccoMi Donato al Padre: “Eccomi per l’Eternità!” … “EccoMi nel Partorire la Croce e nel Partorire il Crocifisso! … EccoMi nell’Essere Inchiodata sulla Croce con Mio Figlio!” … E’ questo che dovete imparare … Figli Miei! Don Vincenzo: E’ questo che dobbiamo fare quando ci sdraiamo sul Letto della Croce … perché quello è il Letto Preferito!  La Madonna:  Ma non il cuscino rosso! Don Vincenzo: No, il cuscino rosso no! … Lo togliamo! La Madonna: No … Mi è stato regalato!  Mi è stato regalato da Mio Figlio … ma non per dormirci! Don Vincenzo: Ancora … Mamma delle Mamme! La Madonna: Non parli più? Raffaele: Vorrei che per essere Famiglia … è come se ognuno di noi affidasse il proprio cuore ad un altro e ne avesse cura come se fosse il suo! Sarebbe il massimo … ma non è semplice! La Madonna: Dio lascia liberi! Puoi pregare per i cuori! … E la Cocciuta può toccare il cuore …  e se il Padre lo vuole … lo fa ritornare nella Quiete! Toccate i cuori con la Destra … non i vostri ma quelli dei nemici! Voi li avete sequestrati … la Cocciuta li ha sequestrati e li ha portati al Padre! … Ma non vi preoccupate … ardono dentro di voi! … Non fateli spegnere! Nei momenti di scoraggiamento teneteli sempre Accesi! … Anche la Fiammella sul vostro capo è sempre Accesa … e la Cocciuta non La fa spegnere … anche se vi allontanate! … State tutti bene-male? Tutti: Eccomi!  La Madonna: Con la Forza dell’Amore di Dio riempite la Capanna del Matrimonio e non disperdetevi … Figli! Don Vincenzo: La Capanna dell’Amore! La Madonna: Quella del Matrimonio! Quella dell’Eccomi dinanzi a Dio … non quella che state preparando … ma quella che avete già preparato! Fatela rimanere Viva … Luminosa … e non spegnetela … Figli! … Voi Ancelle … avrete altri Pesi e dovete Lavorare in questo Tempo … e pensare alle Cose del Padre! Ma l’Eccomi sia Eccomi … perché Io lo vedo! Lasciate le cose del mondo e unitevi in Pienezza al Padre! Nei Tempi che verranno vi sarà detto ancora cosa dovete fare! Ancellino ….! Don Vincenzo: Mamma … Totus Tuus … tutto Tuo! La Madonna: Tu sei il Padre e Tu Mi hai Mandato … guardando lontano e vicino i Tuoi Figli e l’Umanità intera!Hai altro da dire? Qualche Ancella vuole parlare? Non temere … hanno ancora un po’ di luce i Figli per tornare a casa e portare la Luce del Padre e la Luce e il Profumo del Pane appena Sfornato! Parla! Alessandra: Eccomi! Mammina … a proposito di Gabriele … il Figlio del Veleno che poi si è convertito … prima che lui si separasse dal Padre …e che gli voltasse le spalle: … il Padre ha Creato tutto Buono … tutto Paradiso … tutto Giardino …. La Madonna: … tutto Giardino! Alessandra: … Quindi dopo la sua ribellione ...La Madonna: Non è tutto come trovate scritto! … Si è ribellato … si è creato una famiglia e combatteva contro il Padre! … Non si può combattere contro Dio! … E quando dicevano: “Questo è colpa del diavolo! .... Questo è colpa del diavolo!” … No … è anche colpa dell’uomo! Se succedeva qualche disgrazia: “E’ stato il diavolo!” … Lui non ne aveva colpa!  Alessandra: E l’Addormentarsi e il Risvegliarsi esiste da sempre  … o da dopo la sua ribellione? La Madonna:  No … da sempre! Il Giardino E’ Giardino! E  quando si dona la mano … si torna nel Giardino! Lui non ha il Potere di fare Addormentare e Svegliare! Dio sì …! E adesso dovete pregare pregare pregare: la Cocciuta è andata un po’ lontanuccia a Salvare … ma dovete pregare! … Tu?  Don Vincenzo: Certo! Chiara: Quando in una Famiglia c’è l’Amore … i ruoli del padre, della madre, dei figli sono stabiliti! Quando invece in una famiglia l’Amore non c’è …  e non viene donato tra marito e moglie, tra genitori e figli … questo Amore viene disperso … e quindi i figli … anche i genitori si dividono … e i ruoli non sono più stabiliti come è stato stabilito dal Padre che ha Donato l’Amore! E per questo che ha importanza la Capanna … perché solo se nella Capanna c’è l’Amore … allora questa Capanna ha importanza ed ha valore! E così deve essere anche questa Famiglia … e solo se c’è Amore …non c’è gelosia … non c’è invidia … … non c’è furbizia … anche nelle parole e solo così potremo aiutare la Cocciuta e potremo dare Gloria al Padre! La Madonna: EccoMi! Ma la Cocciuta vede e sente ogni cosa … non dimenticatelo … e questo è importante! Per Volere del Padre conosce già la furbizia anche nelle parole … ma è all’Ubbidienza e non può … ma, per far capire ai Figli, ci gira intorno … come il Sole quando vedete che gira intorno e batte per ognuno di voi! Vediamo … così dopo facciamo parlare un altro pochino il Padre … e poi mandiamo i Figli a portare i Profumi del Giardino! Teresa: Eccomi! Ognuno di noi … anche chi non è sposato per il mondo … è Capanna … perché  ognuno di noi è Sposato con Gesù! La Madonna: EccoMi! Teresa: Tutta l’umanità è Sposata con Gesù! La Madonna: EccoMi! Teresa: Tutto è partito da Te … La Madonna: EccoMi! Teresa: … Nel momento in cui hai detto il Tuo “EccoMi!” La Madonna: EccoMi! Teresa: Hai Partorito la Croce e ci hai Sposato per prima Tu! La Madonna: EccoMi! Teresa: E ci hai fatto diventare: “Spose”! La Madonna: EccoMi! Come lo sono diventata Io! Teresa: Poi con la Nascita di Gesù … Gesù è stato Inchiodato … ed ha Sposato Tutta l’Umanità! La Madonna: EccoMi! Teresa: Quindi tutta l’Umanità è Capanna!  La Madonna: EccoMi! Teresa: Ma Dio ci ha lasciato liberi! La Madonna: EccoMi! Teresa: Così come noi, ci sono delle famiglie dove la Capanna è Capanna … e alcune dove la Capanna non è Capanna! Così è  per noi nei confronti di Dio e di Gesù! C’è il Matrimonio Matrimonio … che è quello dei Figli che  corrispondono all’Amore di Gesù …  e il Matrimonio non corrisposto……! Ma lo Sposo non lascia nessuno! … Anche quando marito e moglie si lasciano … uno dei due può continuare ad amare l’altro!  La Madonna: Il Matrimonio non si toglie né con i soldi … e né con il dividersi! Teresa: E così il Matrimonio di Gesù!  La Madonna: Vi entra il Veleno … così come dicono … ma non è Adamo ed Eva … non esiste! Ma l’uomo … quando marito e moglie si dividono … dicono che: “E’ stata tentata dal diavolo!” … Ma non è così: è stata tentata dalle cose del mondo … si è stancata del proprio sposo … o della propria sposa … e si è unito ad un’altra sposa! … Ma Dio è Amore e Perdona! E rimane sempre l’Unico Matrimonio dinanzi a Dio! … Non si scioglie mai … anche se gli uomini lo sciolgono con i pezzi di carta! I pezzi di carta non dividono la Croce … la Croce non si Compra e né si Vende! … Gli uomini si comprano e si vendono …ma Dio no! EccoMi! … Vuoi dire qualche altra cosa? Teresa: Eccomi! La Madonna: Ancora un istante! Teresa: Il Veleno è molto abile … e basta un piccolo momento di distrazione da parte nostra … perché siamo noi … tutti quanti della Famiglia … ad essere le prede preferite dal Veleno … perché gli altri ormai li ha già fatti suoi e non gli interessano …ma siamo noi ad interessarlo! E quindi tutti quanti … di più in questo Tempo … dobbiamo imparare a riconoscere i Tempi …  La Madonna: … e ad Alzare e Abbassare la Destra …! Teresa: Eccomi! … E dobbiamo imparare a riconoscere il vento … a riconoscere la pioggia … a riconoscere il Sole … a riconoscere ciò che sono davvero! E ognuno di noi … se si mette in  Comunione con Dio, col Padre … sa riconoscere …e riesce a riconoscere  il vento, la pioggia e ad essere vigilante e a non distrarsi e a  non farsi prendere dalla gelosia e dall’invidia! E’ questo il Veleno … mentre noi pensavamo chissà quale cosa nascosta sia …  mentre invece è semplicemente questo: la divisione! La Madonna: Amatevi gli uni gli altri … così come il Padre, il Figlio e lo  Spirito Santo rimangono sempre Uniti per l’Eternità … e voi siete fatti per l’Eternità … Figli Miei! Teresa:  Eccomi! La Madonna: Calice Vivente-Dio … dì un’altra sola Frase d’Amore ai tuoi Figli … “Grida”!  Don Vincenzo: Ognuno di noi deve dire a se stesso: Totus Tuus Sum Ego! … Tutto Tuo sono Io… sono della  Madonna … sono di Gesù!  Totus Tuus! E’come diventare proprio un’altra persona: essere Totus Tuus …e appartenere al Signore in tutti i momenti della Giornata! E quanti ne abbiamo per  essere credibili e per  essere luminosi! E invece tante volte noi giriamo le spalle all’Amore e scegliamo l’amore del mondo! Guai!  Guai! La Madonna: EccoMi! Avete ascoltato? Tutti : Eccomi! La Madonna: Ora che andate lungo la via del ritorno seminate le Spine … seminate l’Amore della Croce … Figli … e portate ovunque andate i Profumi del Giardino … il Pane Fresco Spezzato e Intero … Figli Miei! Il Mio Cuore … il Cuore del Padre … il Cuore di Gesù … i Cuori di tutti i Servi Inutili … sono Spalancati per ognuno di voi … Figli! Tu Saluta con l’Albero Verde! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Io vi Saluto col Magnificat … inizia tu a cantare! (don Vincenzo Benedice)   Don Vincenzo: E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! la Madonna: Amen! … (Si canta il Magnificat insieme alla Madonna)   l'Anima Mia Magnifica il Signore! (La Madonna parla nella Lingua dell'Amore guardando il Calice Vivente!)   l'Anima Mia Magnifica il Signore … l'Anima Mia Magnifica il Signore! Giulia: Mamma … quando dobbiamo fare quello che hai detto?  La Madonna: Lo scriverai … e lo dirai nel Giorno della Festa! Giulia: Eccomi! Donatemi la Costanza e la Forza di poterlo scrivere! L'Anima Mia Magnifica il Signore … e  Magnificando il Signore … dona ancora il Fuoco del Cuore della Croce ai Figli che mi hai donato … Mamma! … (La Cocciuta impone le mani sui presenti) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre: EccoMi, Pargoli del Mio Cuore!  (Il Padre impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo)   Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … AccoglieteLa con Amore … SpezzateLa … e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … posso prendere tutto e portarlo dove ci sono le pietre? …. (Il Padre risponde nella Lingua dell'Amore e Benedice) … Eccomi … Papà … Eccomi ancora per l'Eternità! … Nel Giardino Fate Festa! Il Padre: Tu rientra  Anima Mia! Giulia: Eccomi! E nel rientrare dovrò Bere ciò che è pronto … e poi uscire con le Schiere! Adesso i Cari sono a fare Festa … Eccoci nel salutarvi! … (Tutti salutano i propri Cari) … Eccomi … Mamma, preparate i vestiti … ci sono tante  Spose che stanno arrivando! Eccomi pronta nel venire a fare Festa … pronta nel venire a Bere … pronta nel venire ad uscire con tutte le Schiere!

 

 

 

Giovedi 13 Agosto 2015

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia:  Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre!  ... (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) ...  Gesù:Glorifico il Padre Altissimo ... Ora e per l'Eternità! E nel Glorificare il Padre ... prendo il Pane ... Lo Spezzo in questo Tempo ... Lo Dono per ritornare Intero nel Cuore del Padre ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! È bello vedervi attimo dopo attimo ... è bello vedervi dinanzi all'Albero Verde ... dinanzi al Luogo Scelto e Baciato da Dio! E rimanete saldi ... e, avendo la Destra, Alzatela ... Figli Miei ... rimanendo nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! Il Padre vi Ama ... il Padre vi aspetta per fare Festa e nel rimanere "Figli"! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! E cosa fai con quella pala ... Gesù? Non lo posso dire ...devo aspettare ancora? Eccomi! ... Gesù ... mi è stato detto di scrivere qualcosa ... non posso chiedere di non scrivere? Se lo devo fare lo faccio ... ma se posso vorrei avere l'Ordine di tenerlo ancora chiuso ... visto che Tu conosci tutto …! Decidiamo quando parliamo dinanzi al Trono! Gesù: EccoMi! Ora guarda ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù ... devo metterlo nel "Vuoto"? Eccomi! Poi, quando esco, insieme alle altre cose ... posso fare qualcosa di questo che ho visto? Gesù: EccoMi! Guarda ancora.......! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù ... cosa posso fare? Gesù: Immolati come tu sai fare ... Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: Quante Spose hai portato? Giulia: Non le ho contate ... Gesù ... e anche se volevo contarle ... non sarei arrivata al numero! È bello vederle vestite con l'Abito Nuziale e con l'Anello al Dito! Gesù: Non sei stanca? Giulia: Sono fresca e riposata ... dopo essermi poggiata sul Letto della Croce ... per iniziare il Lavoro! Gesù …! Gesù: EccoMi ... Anima Mia ... ma guarda ancora.......! Giulia: Devo metterlo nel "Vuoto"? Eccomi ... Gesù! Devo mettere nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre ... tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere ... e quelli che non hanno il coraggio di farlo! Devo mettere nel Tuo Cuore tutti i nemici! Devo mettere nel Tuo Cuore tutta la Famiglia, i Cuori e i Sussurri! Devo mettere nel Tuo Cuore l'Eccomi di avermi ascoltato nel fermare la pioggia! Ed Eccomi ancora nel mettere nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti ... le Pietruzze ... i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù ... Eccomi ... il tutto della mia Giornata Te lo consegno! Gesù: Figlio ... perché mi abbassi il fresco e mi mandi il caldo? Giulia: Dove sei stato ... Gesù ... hai caldo? Che gli posso fare ... far crescere i capelli ... o glieli fai crescere Tu? Eccomi ... Gesù ... tutto quello che vi dovevo donare l'ho donato ... e penso che adesso Vi verrà dato anche il fresco! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! EccoMi Unito col Padre ai Due Banchetti ... con tutte le Schiere ... con tutti i Servi Inutili ... con tutti i Pargoli ... con tutte le Spose ... con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... con Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice col Segno della Croce) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci ... Gesù! Vi dono ancora tutto quello che mi hai donato da sempre! E ora che Tu rimani ... io posso andare? … Ed è lì … dove Tu sai ... Gesù! Gesù: Non ti è bastato tutto quello che hai fatto fino a quest'istante? Giulia: Gesù ... posso andare? Gesù: Scendi solo a metà … l'altra metà la farai in un secondo tempo! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Quando ti chiamo ... sali subito! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi nell'Ubbidienza a ciò che hai detto! Gesù: EccoMi! PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! … (Gesù prende tra le Sue, le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Come stai bene-male … o male-bene? Don Vincenzo: Bene-male! Gesù: E voi come state tutti bene-male … o male-bene? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: Ci hai capito qualcosa di quello che hanno risposto? Don Vincenzo: E’ un po’ complicato! Gesù: E’ un po’ complicato! E Tu cosa Mi racconti … quello che senti … non hai sentito niente? Don Vincenzo: Sì … sento!  Gesù: Senti … vedi … fai! Don Vincenzo: E questa è la Mia Ricchezza! Gesù: Sì! Don Vincenzo: E anche la Tua Ricchezza è stata! Gesù: E sì … la Ricchezza Me l’hai donata Tu … e Io l’ho donata come Tu Mi hai detto di fare! … Calice Vivente-Dio … tanti Auguri! … (Ieri, mercoledì 12 agosto, è stato il Compleanno di don Vincenzo) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Ma tu quanti Anni hai? Don Vincenzo: Sessantasei! Gesù: Sei sicuro? Don Vincenzo: Sicuro no! Gesù: Eh … neanche Io sono sicuro se ne hai sessantasei! Con esattezza ti ricordi gli Anni che hai? Don Vincenzo: 77! (si ride) Gesù: Me li sono scordati anch’Io gli Anni che hai!  Don Vincenzo: Contiamo pure quelli dal Grembo Materno … un Annetto? Gesù: EccoMi … e allora hai un Annetto … Dio-Bambino! Ehi … cosa ha fatto il bimbo … il capitombolo? … (Giulietto è caduto) … Tu cosa hai fatto … Dottoressa? Segreto Professionale? Teresa: Ho messo il ghiaccio! Gesù: Ha messo il ghiaccio al capitombolo … uh … uh! … E raccontaMi qualcosa … cosa hai visto oggi per la via … sulla via del tuo riposarti?  Don Vincenzo: Del mio riposarmi? Gesù: Nel passeggiare … uh, uh … eh, eh … cosa hai visto? Eeeh … Lo devi dire Tu ai tuoi Figli! Don Vincenzo: Ho riflettuto sul fatto che ogni persona che incontro è potenzialmente una Ricchezza … una Perla … perché ognuno è a sé stante … e quindi è originale! Gesù: Ma questo l’hai incontrato nel tuo Passeggiare … nel Riposare sul Letto della Croce? Don Vincenzo: Sul Letto della Croce anche … soprattutto lì ognuno viene esaltato … perché quando si entra nel Giardino tutto è bello … e tutto fiorisce! Gesù: No … hai fatto Fiorire tutto da sempre! EccoMi! Sì … c’è tutta la Famiglia … tutta al completo … e c’è l’altro Banchetto con tutta l’altra Famiglia Completa … e ne sono arrivate di Spose e la Cocciuta  ne ha portate tante … e sì! … (Gesù  si rivolge a Marisa la cui mamma Francesca ieri è tornata a Casa)   E quando sarà l’Ora … parlerà! Adesso è stata portata dinanzi al Padre … e poi è stata portata al Forno … e poi è stata invitata a conoscere tutti i Fratelli lì … e poi le è stato donato subito il Compito di andare dietro le Schiere … e il Compito di aiutare a mettere i bottoni ai Vestiti delle Spose … e ce ne sono tanti di Vestitini da cucire! E sì! Ha mai cucito? Marisa: Sì! Gesù: Ecco … hai visto? E adesso uno mette i bottoni e l’altro mette ........... e quando li vedrete saranno Bellissimi! Marisa: Eccomi! Gesù: EccoMi! E ogni Sposa che entra ha il proprio Compito! Il  Giardino è Grande e le Schiere devono anche uscire a Lavorare nel pulire … e in modo particolare in questi Tempi! Don Vincenzo: E sì! Gesù: E sì! Adesso che facciamo? … Ci Doniamo e poi parliamo ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per  tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E’andata anche a Lavorare … ma le ho detto di fare una parte sola e poi di entrare quando la chiamo! EccoMi! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue: quello che tu Mi hai Donato! … Questo è il Mio Sangue! … Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E questo Sono Io: il Figlio di Dio … Nato da Maria! Col Suo “EccoMi” ha Abbracciato la Croce per ognuno di voi e per l’Umanità Intera! Ma Sono Vivo e Reale in mezzo a voi … per rimanere per l’Eternità nel Giardino dell’Amore dove c’è l’Albero Verde … e Mangiare con voi del “Nuovo”! Don Vincenzo: Gesù … tutto questo sei Tu … o sei una parte di questo? Gesù: Ad ogni Piccola Parte Ci Sono sempre Io Intero! Se questo lo facciamo così … (spezza dalla Sua metà fetta un Piccolo Pezzettino di Pane) … è una Parte Intera! Ogni Piccolo Pezzetto è sempre Intero! … Tu hai fatto il Pane Intero … ma Spezzato … e rimane sempre Intero! Anche se Mi Spezzo rimango sempre Intero: è così che hai voluto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Intero! Don Vincenzo: Intero! Gesù: Intero! … Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora nel fare le Cose del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! (Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta … in Crocifissione … e abbassa il  mignolo della mano destra … e poi porta le Braccia al Petto)   Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena … è Viva … ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E il Padre Si Dona ancora ............. prendiamo parte? Don Vincenzo: E’ Tutto un Dono d’Amore! Gesù: E’ Tutto un Dono … è tutto un Mistero … un Mistero Aperto dinanzi agli uomini … ma l’Umanità intera è sorda ed è cieca! Prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi!  Come state tutti quanti bene-male … o male-bene? (Gesù manda un bacio e viene ricambiato! … Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora … raccontaMi qualche altra cosa? Don Vincenzo: E’ tutto un Mistero il Tuo! Gesù: E sì … Tu Sei Mistero … e a Me Mi hai fatto pure Mistero … ma il Mistero si è svelato … anche se gli uomini non vogliono vederLo! EccoMi … sei sveglio?  Giuseppe: Forse!  Gesù: Forse!  Ti sembra una risposta giusta? … EccoMi! Hai fame … Papà? Vedi che ho fame anch’Io! … Perché sei triste … hai fame?  Giuda Taddeo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ma state tutti quanti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Ma avete Fame di Dio? Tutti: Eccomi! Gesù: Lo facciamo cin-cin? Don Vincenzo: Cin-cin! Eccomi! Gesù: Al tuo Compleanno … che non si sa quanti Anni hai … è passato di un giorno? … Mi dici qualche altra cosa … non Mi dici più niente?  Don Vincenzo: Essendo tutto un Mistero ….! Gesù: E’ tutta Luce e tutto Amore!  Don Vincenzo: Gesù … e quand’è che il Sole sarà visto da tutti?  Gesù: Quando lo desideri Tu! … Ehi, salute! Papà Mi ha offerto un bicchieruccio di vino e Io lo sto bevendo! Teresa: Eccomi!  Don Vincenzo: Com’è? Gesù: Ho detto alla Dottoressa che Mi hai offerto un bicchieruccio di vino e che lo stiamo bevendo! Don Vincenzo: Ah … bellissimo e buonissimo! Gesù: Bellissimo! Don Vincenzo:Facciamo un brindisi a tutte le persone che sono qui dentro! Gesù:Vuoi dire qualche altra cosa? Don Vincenzo: Il Mistero … si dilata sempre più! Gesù: Il Mistero è tutto Aperto! La Porta è stata Spalancata da Sempre … e non è stata mai chiusa! Ci sono i Figli che l’hanno chiusa … ma Dio non ha nessuna Porta chiusa! Don Vincenzo: I Figli che l’hanno chiusa? Gesù: Li conosci chi sono! L’hanno chiusa per non far entrare chi voleva entrare! Don Vincenzo: E Gabriele è sempre in attività? Gesù: Gabriele è fuori che sta Lavorando nel Pulire! Don Vincenzo: Ah, si è messo pure lui al servizio? Gesù: Sì … si è inginocchiato dinanzi alla Croce … e, quando ci si inginocchia … ci si mette al servizio! C’è solo il Veleno fuori! Don Vincenzo: Che bello vedere Gabriele  inginocchiato!  Gesù: Sì … l’hai visto inginocchiato … e lo vedi anche quando Lavora! … Il paninello? Tu cosa Mi consigli … il paninello? Ehi … Teresina del Bambin Gesù … Me lo riempi un paninello di quelli grandi con la mortadella? Teresa: Eccomi! Gesù: Eh, eh … non ti piacerebbe con la mortadella o con la nutella … con patate e zafferano? Eh … ci ho indovinato! Tu lo vuoi un paninello di quelli grandi grandi così … con le patane e lo zafferano? Teresa: Zàfarano? Gesù: Quando gliel’ha detto alla Cocciuta … gli ha detto: “Zàfarano” … e la Cocciuta gli ha detto: “Dove lo vado a prendere stò zàfarano … che cos’è?” … Si chiedeva: “Cos’è stò zàfarano … me lo dici? Lo devo andare a comprare o è nell’orto?” … E poi finalmente la Cocciuta ha capito cos’era! … Venite col “niente”! EccoMi! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: Ehi … vicepà … oh, oh … hai visto che non fa fresco? Hai caldo e hai fatto cadere il piatto! … Tu vuoi il paninello?  Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ce lo dividiamo?  Don Vincenzo: Sì! Gesù: Mi dai il coltello … fai tu … ecco … un pezzettino a Papà e un pezzettino a Me! Papà … che ne dici di un altro pezzettino di formaggio? Don Vincenzo: Sì … se vuoi tu! Metà? Gesù: No … lo mangio intero … o a morsi! … Che ne pensi delle piccole gocce d’acqua che hanno visto gli uomini in questo giorno che è passato?  Don Vincenzo: Si sono messi paura tutti quanti! Gesù: Tu dici? Non c’è stato nessuno che Ci ha bestemmiati? Don Vincenzo: Parecchi! Ma hanno avuto anche paura! Gesù: Ma ce ne sono stati tanti che ci hanno bestemmiato! … E visto che Dio è Amore e Perdona …  Perdona come sempre …! O Mi sbaglio?  Don Vincenzo: No … Tu non Ti sbagli mai! Dio Perdona sempre! Gesù: E sì … ma c’è una Domandina?  Don Vincenzo: A volte … c’è anche una Domandina … ma poi c’è anche un mettere Dio avanti a tutto e a tutti! Gesù: … Bisogna mettere Dio al Primo Posto!  Don Vincenzo:  … Sì, al Primo Posto, perché è anche Giudice …  Gesù: … e sì! Don Vincenzo: … E  questo noi ce lo dimentichiamo! Con la scusa che Dio è Buono …  Dio è Buono … Dio Perdona ….! Certo … è Buono e Perdona … ma c’è quella Domandina.......! … E che Nome mettiamo a questa Domandina? Gesù: Tu lo sai! Don Vincenzo: Mettiamo il Nome della Verità … una  Verità Luminosa … una  Verità che dice e fa e realizza la Giustizia! Gesù: Quella che hai messo da sempre! Visto che ho mangiato il paninello … adesso passo direttamente al dolce? No? E poi viene Giovanni! Cosa devo mangiare Dottoressa … un dolce? Si mangia prima la frutta e dopo il dolce? Mi mangio quella .. sì vediamo … chi la sbuccia … tu … mò vediamo come la sbucci … anche quella è buona? Hanno detto che l’ho maledetto il fico … voi ci credete? Tutti: No! Gesù: Non  avevo cibo … avevo fame e ho maledetto il fico! Dio che maledice …! Il Figlio di Dio maledice? Tutti: No! Gesù: Il Pane dona Pane! … EccoMi! … sì … tutto il vassoio no … uno due … mò vediamo! Allora tu parli ancora … o facciamo parlare Teresina del Bambin Gesù? Don Vincenzo: Facciamo parlare gli altri! Gesù: Allora parla un po’ Teresina del Bambin Gesù … raccontami cosa hai visto per la via? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Ho visto tanta acqua … tanto fango! Gesù: E cosa ha fatto la tua macchina … chi l’ha tirata? Teresa: Eh … se ne stava andando nel fiume! Gesù: Chi l’ha tirata? Teresa: Il Padre! Gesù: E cosa ti aveva detto la Cocciuta? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! E hai visto il Padre mentre la tirava? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Chissà che dice la “paperella” adesso … la chiama così la Cocciuta … vero? “Paperella”!  … Si è impaperata? Maria: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Stava zitta … muta! Gesù: E stamattina è stata muta? Teresa: Ieri … quando siamo uscite insieme … e io continuavo anche se c’era l’acqua e lei diceva: “Gira … gira!” … Io: “No … no … no … ancora no … ancora no!” … Poi non ha parlato più! Gesù: E sì! Teresa: Ma arrivati in quel punto … poi ho girato! Gesù: Eh! Teresa: Non parlava più … stava zitta … stava così! Gesù: E sì …  stava così! Teresa: Poi mi diceva: “Ma tu non hai paura … non hai avuto paura?” …  Teresa: E io: “No!” … “Io un poco sì!Gesù: Eh, eh … un poco! Teresa: Ma subito l’ho fatta telefonare a casa! Gesù: E sì! … Raccontami qualche altra cosa … e poi Io vi racconto che di queste acque ne vedrete ancora! Teresa: Abbiamo visto … e penso anche Marina o gli altri che abitano a Rossano …! Gesù: E sì … la Cocciuta gli ha detto: “Non muoverti di casa!” … E lei  gli ha risposto: “Debbo andare ad accompagnare mia zia al pullman!” … La Cocciuta: “Ma dimmi come parte il pullman?” …  Si è messo a volare? Marina: Non è partita! Gesù: Eh … e ci voleva tanto per capire che il pullman non poteva partire perché c’era l’acqua alta e c’erano tutti i disastri! E la Cocciuta non viene mai ascoltata da nessuno! … Parla! Teresa: Abbiamo visto quello che di solito vediamo che succede lontano, in altre parti … e ora è successo proprio qui vicino a noi … e come alla fine qui non sia successo niente di più tragico … e solo perché c’è uno Strumento … c’è il Padre  che ha fermato tutto … altrimenti quell’acqua che c’è stata e che io ho visto ….! E il fatto che qui a Timparelle non ci sia stato niente … solo acqua e  basta! Gesù: Si sono bagnati solo i capelli! Il viceparroco si è bagnato i capelli! Eh … ma Vigilate … il Tempo è nel Tempo … e le Cose del Padre … che poi non sono le Cose del Padre queste … sono le cose degli uomini ….! L’acqua che è scesa … è scesa per tutto quello che l’uomo ha cercato di esplorare! Ma voi pregate … e in modo particolare pregate per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … Queste sono le prime gocce! … Cosa c’è ancora Teresina del Bambin Gesù … niente? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi sì o Eccomi no? Teresa: Eccomi! Gesù: Una sola? Raffaele: Gesù … cosa hai trovato sulla via? Gesù: Cosa ho trovato sulla via … quando? Raffaele: Ieri e oggi! Nessuno ti ha cercato? Gesù: E lamenti: “Ho perso tutto!... Si è rovinata la macchina!” … E qualche piccola voce: “E’ stato un Miracolo!” … Ma molti molti lamenti! E’ vero? Marina: Eccomi! Gesù: Quante persone Mi hanno bestemmiato? Marina: Io non ho sentito bestemmie! Ho sentito uno che ha detto: “Ringraziando a Dio non è morto nessuno!”… E un altro ha detto: “E’ stato un Miracolo! Non si sa quanto ci è andata bene!Gesù: Due, tre e gli altri non li hai sentiti? Marina: No, no! Gesù: E dovevi sentirli! Marina: Mi è stato detto di non uscire ieri e non sono più uscita! Gesù: Sì, la Cocciuta ti ha detto di non uscire! Marina: E non sono uscita! Oggi … con le persone con cui ho parlato … così hanno detto … però forse non avevano avuto danni! C’è stato uno che ha detto: “E’ venuto fuori alla porta … ma se n’è andato!” E lì ho capito chi è che l’aveva mandato via … e lì mi è stato proprio tutto chiaro! Gesù: E’ arrivata una chiarezza! … Gli possiamo fare un applauso! … (si applaude) E che hai sentito più? Indaga … e poi Me lo fai sapere! Marina: Lo posso dire? Gesù: Sì, dillo! Marina: Io forse sono unica: avevo la macchina sporca … e di solito  la metto sempre nel garage … ma l’altra sera l’ho lasciata fuori! Alle undici e mezza sono andata a controllare se avevo lasciato i finestrini chiusi … erano chiusi … me ne sono andata a letto … e ho lasciato la  macchina nel cortile! La mattina l’ho trovata pulita! Gli altri hanno perso anche due o tre macchine … e io ho trovato la macchina pulita!  Gesù: Perché non la lavava e gli è stata lavata! … (si ride) … O mi sbaglio? Marina: E lì … nome e cognome … proprio scritti in lettere …….. ! Incredibile … incredibile! (si ride perché Gesù scherza tappandosi le orecchie)Gesù: Mi sono tappata l’orecchio! Cosa ha detto: “In lettere ….”? Si è fermata: “In lettere ….!” … E allora fermiamola … se no se va avanti ….! Ecco … Marinella! … Eeeh … dovete pregare! Essendo Famiglia vi faccio sorridere su questo! … Marinella la fermiamo … e l’altra non la facciamo parlare … ma dovete essere pronti e preparati! Qualcuno: Eccomi! Gesù: EccoMi! Figli … rimanete nella Vigna … nell’Arca … nei Remi … e nelle Capanne! Vuoi dire qualche altra cosa? Raffaele: L’ultima! Gesù: Due soltanto! Raffaele: Cosa incontrerai sulla via ancora? Gesù: Io ho già incontrato Tutto … non ho altro da incontrare! Siete voi che incontrerete! Dal Grembo del Padre ho incontrato Tutto! Ciò che è del Padre è Mio … e ciò che dovevo incontrare … l’ho incontrato! Ora camminiamo Uniti … Io dinanzi a voi e voi dinanzi alla Croce che Siete! Raffaele: Eccomi … ma non ci lasciare! Gesù: Non ho mai lasciato nessuno! Non ho mai lasciato nessuno fino adesso … gli uomini Mi lasciano … ma una Formichina va a raccogliere! Ora è andata a raccogliere … aiutatela! Adesso Mi mangio un piccolo dolcino … la frutta l’ho mangiata … e poi viene Giovanni! Come sta la pancia? Non la tua! Leonardo: C’è stato un ricovero stasera che aveva dei sintomi brutti … ma poi è stata rimandata a casa perché … Gesù: … non c’erano più i sintomi? Mò vediamo! Leonardo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vediamo il Frutto di Dio! Leonardo: Emanuele! Gesù: Il Frutto di Dio! Emanuele!Che c’è Teresina del Bambin Gesù … a cosa stai pensando? Dov’è il Mio dolce? C’è solo quello? E dammi quello! Parla, parla! Teresa: E’ una pancia con la testa dura! Gesù: Sì … è un po’ duretta la pancia! Teresa: Me l’ha detto dopo quasi un giorno quello che era successo! Anche perché Io e lo Strumento eravamo più o meno vicine all’ospedale … e se avesse chiamato saremmo potute anche andare! Gesù: EccoMi! E sì! … Ha fatto un po’ la testolina dura? Leonardo: Io non c’ero! Gesù: Tu non c’eri … ma lei c’era! E’ buono! Che devi dire ancora … hai finito? Poi vi Saluto … vado a prendere le Spose che la Cocciuta sta portando … e dopo viene Giovanni … va bene? Si è preso tutto il vassoio! Raffaele: Gesù … ma tutto quel traffico oggi quando ho alzato gli occhi … ce n’erano troppi … era normale? Gesù: Tu che dici che era normale? Cos’erano quelli? Zanzare che andavano a passeggio? Vero … Chiara? Chiara: Eccomi! Gesù: Ha visto un po’ di elicotteri che andavano in giro per le cose del mondo … eeeh! Poi vi devo Salutare! … (Gesù continua a mangiare caramelle e si ride scherzosamente) … Non hai visto niente … vero?  Don Vincenzo: Hai visto che Ti è venuta la tosse? Il Padre corregge!  Gesù: Perché … tu che ti sei messo là vicino? … (Gesù dona la Tosse) … Mò non Mi è venuta la tosse per quello!  Don Vincenzo: Tutti i colpi di Tosse sono Grazie! Gesù: E La Dono a voi … alla Famiglia … all’Umanità intera! Allora … Io devo andare a prendere le Spose che sta portando lo Strumento! Lei ancora non è salita … ma le Spose sono arrivate … e stanno indossando l’Abito Bianco e mettendo l’Anello Nuziale! Dopo vengo di nuovo a Salutarvi … adesso viene Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Giovanni Benedice) … EccoMi! Come stai … bene-male?  Don Vincenzo: Bene-male … più bene che male! Piccolo Giovanni: E allora va bene! Ehi … il Mio caffè! E voi come state … tutti bene-male? … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato)   Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ne vuoi un sorsetto? E’ buono? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: Ottimo! Mò vediamo! Ci hai messo il peperoncino dentro? E’ buono! Don Vincenzo: Detto da Te poi ….! Piccolo Giovanni: Ci vuole un po’ di zucchero! Io il diabete non ce l’ho più … ma va bene così … ah … va bene! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Per la Cocciuta non va bene … ma per Me va bene! Chi lo vuole se lo va a prendere! … Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Maria come sta … tra ieri e oggi come stai? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai rubato il Mio caffè? Giuseppe: Me l’hanno dato! Piccolo Giovanni: Non te l’hanno dato … l’hai rubato! Giovà …  dobbiamo Lavorare … il Solco è nelle nostre mani … così come lo è il Sole! Cosa devo dirvi … Figli? … Non dubitate! Amatevi gli uni gli altri! Siate caritatevoli gli uni gli altri! Cosa devo dire ancora? Distruggete il Veleno e la gelosia Alzando la Destra! Camminate nell’Orma del Padre! Guidate le pecorelle smarrite … a voi è stata consegnata la Vigna, l’Arca, i Remi e le Capanne! Non siate gelosi! Avete il Primo Posto al Banchetto del Padre … e nessuno ve lo toglierà! I Tempi sono nel Tempo! … E’ il Tempo di uscire a Lavorare di più con le Schiere! E nel Giorno della Festa vi diremo di più! Ma lo Strumento ha chiesto a Gesù di non scrivere! Vediamo se riesco a farla scrivere! Mi ha sempre ubbidito … non Mi ha mai detto di no quando le dicevo di fare una cosa! Ma vede i cuori … vede l’umanità sorda e cieca! Tu non la vedi? Don Vincenzo: Non sono sordi … non sono ciechi … ma supersordi e superciechi … oserei dire anche … stupidi …  Piccolo Giovanni: … ma non si dice! Don Vincenzo: … se me lo consenti! Piccolo Giovanni: … sì, Io te lo consento! Don Vincenzo: E’ stupida questa umanità … è stupida … e non è degna proprio di avere un Padre … un Padre Eterno! Piccolo Giovanni: Non è degna proprio di avere un Padre Eterno! Figli Miei … quanto Amore scende! AccoglieteLo … Ancelle … e non disperdetevi … e non fatevi portare via dalle cose del mondo … e rimanete nel Cuore del Padre … così come vi ha Scelte: tutte per Lui … senza alcun ostacolo! … Ancelle di Dio … dovete  Lavorare … sentirete i Pesi … ma lo Strumento vi tiene per mano … così come vi tiene per mano il Padre! … Non Mi dai nulla da mangiare? Cosa Mi mangio? Don Vincenzo: C’hai solo l’imbarazzo della scelta! Piccolo Giovanni: Sì! No … il dolce lo mangio dopo … prima mangio la pizza … c’ha pummarola 'ncoppa? E quello non è troppo grande? … No! … E sì … dammi questo … e poi c’ho già pronto il dolcino … Me l’ha donato Giovanni! No … la pizza con la mortadella? No … quella bianca con la mortadella … anche se non ci starebbe male! Dimmi qualcosa … poi parlo Io! Ehi … vicepà … Me lo dai un pezzettino di formaggio? EccoMi! No, il formaggio non si taglia … si mangia così … vero? Se lo tagli perde il sapore! Perché ridete? Ne vuoi un po’? Don Vincenzo: Sì … un po’!  Piccolo Giovanni: Non lo taglio … lo spezzo … va bene così? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Parla un po’!  Don Vincenzo: Quello che mi meraviglia tanto tanto è che ogni giorno dovrebbe essere una conquista d’Amore …  dovrebbe essere una conquista di Carità … dovrebbe essere una conquista di Umiltà! Ognuno di noi dovrebbe vivere proprio da Figlio di Dio … proiettato verso l’Eternità … verso un Regno che non avrà mai fine! … E quindi dovrebbe essere tutta una Festa … tutta una Ricchezza … a prescindere dai pezzi di carta cioè dai soldi! Tutto dovrebbe diventare Gioia … Quiete … Umiltà … perché solo allora scopriremo Dio … e Lo scopriremo in mezzo a noi! Piccolo Giovanni: Tu non ti sei scoperto? Dio è in mezzo a voi … in mezzo a loro … è seduto dinanzi! E Io sono Venuto per Volere del Padre e … se Mi volete ancora … rimango! Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: E devo rimanere per chiudere il Solco con Giovanni … e Aprire il Sole … e togliere il Male! E lo Strumento deve Lavorare ancora … e deve uscire ancora con le Schiere … e deve Salvare ancora i Figli … e deve fare tutte le Cose del Padre! Ci sono ancora tante Spose che aspettano per donare la mano … e lei va avanti e indietro! Ma ci sono tutte le Cose che non può dire che sta facendo … ed è questo che non vuole scrivere! E’ Cocciuta … ma Mi ha sempre Ubbidito! A volte Mi diceva: “Non lo dire!” … “Ma Io sono un giornalista … devo scrivere!” … Vediamo se riesco a convincerla, eh! Dovrà scrivere anche quello che ancora non avete visto! E poi ci sono quelli che copiano! Ma noi preghiamo … e preghiamo per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E’ parlare in Famiglia e dire le cose così … semplici … senza nessuna complicanza … senza nessuna formula ingigantita … ma con semplicità … come dire ad un Figlio: “Oggi non uscire … vedi .. c’è cattivo tempo … in quel posto non ci andare … o se ci vai … sii Vigilante!” … E’ questa la Famiglia … è questo il rapporto d’Amore con Dio … un Dio che guarda i Figli … così nel dire: “Mi avete vicino … sono con voi … e non voglio perdervi … ma degnatevi di guardarMi … degnatevi di ascoltarMi! … Non voglio niente altro che il vostro Amore … il vostro Eccomi … la vostra Amicizia … il vostro stare Uniti e Gioire nel Giardino Pulito!” … E’ questo che vuole il Padre! Don Vincenzo: Giardino Pulito! Piccolo Giovanni: Il Giardino pulito … Giardino di Festa e di Amore … Giardino dove tutto è vostro … nella Quiete, nell'Amore, nella Pace … e Uniti a tutti i vostri Cari! Don Vincenzo: Che bello! Piccolo Giovanni: Eh sì … tutto bello hai fatto! Raccontami qualcosa … è bello sentire la tua voce Giovanni! Raccontami … cosa vedi per la via? Raccontami cosa hai visto ancora per la via … quella via che fai attimo dopo attimo … così come Io l'ho fatta e la faccio ancora! Don Vincenzo: La via diventa importante perché permette ad  ogni battito di cuore di farti sentire vivo … ad ogni battito di cuore di farti sentire umile … di farti sentire in pace … perchè tutto … tutto attorno a noi ruota nell'Amore! È che noi non lo sappiamo leggere! E’che noi pensiamo alle cose di questo mondo! E’che non ci rendiamo conto di quello che sta avvenendo! Questa Creazione così meravigliosa! … Questo sentirsi padrone … perché “Figlio”! Che bello! Per sempre … senza mai fine! Piccolo Giovanni: L'Eredità di Dio non finisce mai! Don Vincenzo: E noi invece stiamo ancora dietro alle stupidaggini! Giovanni … come siamo ciechi … come siamo superbi … come siamo stolti! Piccolo Giovanni: Parla ancora … è bello sentire la tua voce! Don Vincenzo: E’ bello perché parte dal cuore! Piccolo Giovanni: Eh sì … Dio è nel cuore! Don Vincenzo: Eh sì! E quando una voce parte dal cuore … è una Voce d'Amore … perché il cuore batte sempre per Amore! E bisogna cercare sempre di amare anche nelle cose minime … e anche nei giochi! Piccolo Giovanni: Stiamo giocando … vedi? Don Vincenzo: Tutto è Luce! Tutto è Pace! Piccolo Giovanni: Dio è gioco! Dio è un Bimbo! Don Vincenzo: Tutto è Amore! Piccolo Giovanni: Gli uomini hanno fatto un'Immagine di Dio lontana … un'Immagine di Dio non toccabile … un'immagine di Dio fatta di Spirito, di fumo, di una nuvola! Don Vincenzo: Un'immagine di Dio Invisibile … quando qui abbiamo la prova! Piccolo Giovanni: Eccola: bello … visibile … grande e grosso! Mangia … beve … non è vecchio … parla … non è muto! … È stato scritto che: “Dio non l'ha mai visto nessuno … solo il Figlio!” … È stato anche detto: "Chi ha visto Me … ha visto anche Mio Padre!" Don Vincenzo: Certo!  Piccolo Giovanni: Certo! Don Vincenzo: Siete Uguali! Piccolo Giovanni: E come si può dire che Dio non l'ha mai visto nessuno … se chi ha visto Me ha visto Lui! … Facciamo parlare un po' la Dottoressa? … Parla lei? Tu cosa mi devi dire … Chiara? Chiara: Niente! Piccolo Giovanni: Nessuno ha da dirmi niente? … C’è qualcuno che mi vuole parlare? Alessandra: Giovanni? Piccolo Giovanni: EccoMi! Alessandra: Il Figlio che stava male … e poi il giorno dopo si è ripreso …… Piccolo Giovanni: … "che vuoi sapere da me … o donna?"  Alessandra: … è perché la sorella si è affidata? Piccolo Giovanni: Tu che dici … se stava male male e poi si è ripreso? Quante Vie ci sono … una o due? Ce ne sono due:  una è Stretta … l'altra è Larga … e per stare bene quale è stata presa? Alessandra: La Stretta! Piccolo Giovanni: EccoMi! Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perché mi guardi così … Teresina del Bambin Gesù? Cosa mi combinano questi due: paperella e paperotto? Mi devi dire qualcos'altro? Non c'è nessuno che deve parlare! … Tu ce l'hai una cosa da dirmi? Dilla … dilla! … Hai sonno? Sei stanco? Hai lavorato? Sì! Adesso ascolta il Padre … prendi il profumo del Pane … e poi fai un bel sonno! Ho detto all'Ancellino! Anche tu hai sonno … lo so! … E parla! Teresa: Stamattina abbiamo visto un'immagine della Madonna Fanciulla … Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! E lo Strumento si è soffermata molto sull'abito … e ci ha detto un paio di volte: "Guardate l'abito! Guardate l'abito!" … È così che La vede? Piccolo Giovanni: E voi cosa avete capito? È così che La vede … o così che vi ha mostrato il vestito? Teresa: Siamo andate tutte e quattro … Piccolo Giovanni: … "siamo andate tutt'e quattro …" C'ero pure Io! Teresa: C'eri tu? Piccolo Giovanni: Eh sì! Teresa: Non abbiamo trovato…! Piccolo Giovanni: Lo troverete…! Se mi fai mangiare un altro di questo?  Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E’ medico! Teresa: Non se lo ricorda mai nessuno! Piccolo Giovanni: Non se lo ricorda mai nessuno che è un medico! Vigilate … perchè ve lo dovete ricordare nei Tempi che verranno! Teresa: Eccomi! Raffaele:  Giovanni … se un Figlio della Famiglia è in pericolo … il Padre ferma? Come  durante le piogge forti …  il Padre ferma? Piccolo Giovanni: Quando Io sono voluto tornare a Casa … c'è stato un temporale così forte … e la Cocciuta aveva programmato la Messa … ma nessuno dei Figli si è voltato indietro! Ve lo ricordate? Così ha piovuto così tanto che la chiesetta si era allagata … e la Cocciuta ha preparato la pastina per tutti quanti! … Ma nessuno si è voltato indietro! E il Sacerdote ha detto: "Come siete venuti?" E tutti quanti hanno risposto: "Con le macchine!" Tu lo ricordi? Chi lo ricorda? Neanche tu lo ricordi? Giuseppe: E dove siamo andati? Piccolo Giovanni: In chiesa! Tu te lo ricordi? … Eh, Giovanna se lo ricorda pure? Non te lo ricordi neanche tu del temporale … della mia Messa? Tu te lo ricordi …  Elenuccia? No … ma lui se lo ricorda! Hai mangiato la pastina … era buona? Non era buona … perché ci voleva un piatto di pastasciutta! Angelo: Era poca! Piccolo Giovanni: Era poca? Poca … ma buona! La Cocciuta ne ha cucinata così tanta … non poteva essere poca! Eh sì … perché ne vorrebbe un piattino adesso! E ti ho risposto! Raffaele:  Quindi … anche in una situazione di pericolo …, il Padre protegge i Figli … e quindi evita che la pioggia aumenti! … Basta avere Fede! Piccolo Giovanni: No … la pioggia c'era! … La pioggia era forte e se n'è andata anche la corrente … non c'era neanche quella … non funzionava niente … neanche il telefono … talmente che era forte … ma i Figli sono venuti! Raffaele:  Hanno avuto Fede! Piccolo Giovanni: Hanno avuto Fede! La pioggia si è fermata e sono tornati a casa nella quiete! … E voi nella quiete dovete avere Fede in questi Tempi che verranno … dovete rimanere uniti … ma dovete Lavorare tanto! Avete la Destra e potete combattere il Veleno e i Falsi Profeti … ma dovete combattere anche i Tempi che gli uomini faranno scendere! Dio è in mezzo a voi … e il Giardino è in mezzo a voi … ma gli uomini faranno scendere i Tempi dei Fuochi di guerra! Ma voi pregate per tutti i Sacerdoti e per l'Uomo che indossa l 'Abito Bianco … Figli! Pregate! Il Male si combatte col Bene … e il Bene è la Preghiera: "Padre Nostro-Ave Maria" ; "Ave Maria-Padre Nostro"! … Vi è piaciuto il canto di Maria? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Maria e lo Strumento !… Sentivate le due voci? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … (Giovanni si rivolge alle Ancelle ed Alitando su di loro dice:)  … Imparatelo! EccoMi! … Chiara ha alzato il dito!  EccoMi! Chiara: Ieri mattina quando Teresa è uscita con Maria … la Cocciuta era agitata, era preoccupata… Piccolo Giovanni: EccoMi! Chiara: … e insisteva dicendo: "dobbiamo chiamare … dobbiamo chiamare!" … ma la chiamata si chiudeva! Piccolo Giovanni: EccoMi! Chiara: Doveva succedere qualcosa di più grande di quello che è stato realmente poi? Piccolo Giovanni: EccoMi! Chiara: Lei l'ha fermato? Piccolo Giovanni: EccoMi! Può prendere tutto quello che vuole dal Padre … e fermare: può Alzare … o Abbassare … ma può fare anche di più! … EccoMi! Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perché mi guardi così … Teresina del Bambin Gesù? Parla … parla … parla … parla … parla … se  no ti faccio bere tutto il thermos del caffè! Teresa: Parlo … parlo … parlo! Il mio volere uscire per forza so che non è stato un capriccio … ma che sono stata Mandata in quel momento … e in quel momento! … Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa:  Non lo dovevo dire? Piccolo Giovanni: Perché non lo dovevi dire? Teresa: Tanto solo Maria mi ha visto! Piccolo Giovanni: Ha visto Maria? Facciamo rispondere a Maria … poi ti faccio parlare! Maria … l'hai visto? Maria: Eccomi … perciò non ho avuto paura … sapevo di essere con Teresina … non con Teresa mia figlia! Piccolo Giovanni: E poi cosa hai visto? Maria: Ho visto la mano Alzata … la mano Abbassata … con l'acqua che era … penso a cinque centimetri da noi … e il fiume che trascinava tutto … e la ruota della macchina che all'ultimo momento si è girata e ci siamo trovati nell' altra corsia! … Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Io vengo ovunque mi chiamate! Giovanni … dobbiamo Lavorare ancora di più! Ancora ce n'è di Solco! E tutto quello che dico … è Parola di Dio! Anche se gli uomini ridono … lasciamoli ridere … hanno riso di Gesù … hanno riso del Padre e lo fanno ancora! Hanno riso di Me: "Eh … Don Mario che vuole fare?" … Ma bussavano quando gli servivo! … "E adesso don Mario si è messo a camminare quella Croce!" … Adesso La cercano … vanno trovando la Croce … ma la Croce  se n'è andata … e non solo la Croce se n'è andata … anche Domenico se ne è andato! Hai voglia che fanno processioni! Hai voglia che fanno spettacoli! "Lo spettacolo per Domenico … le mangiatelle per Domenico…!" Quando Lui si Flagellava con porte e finestre chiuse ….! Le mangiatelle……! Quando Lui si Dona … ma solo come Pane dei Poverelli! … Adesso Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Lasciate che tutti ridono di voi … così come ridono di Gesù …  ma il Padre non ride … il Padre vi manda a Lavorare come “Chiesa Nuova”! … (Giovanni manda un bacio) … Vi lascio il Mio Cuore Spalancato … e vi lascio Gesù … Io vado a prendere le altre Spose … e poi lo Strumento deve rientrare! … (ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: CON LA CROCE E CON IL PANE! EccoMi … sono tornato … devo Salutare i Figli … e poi Saluto te … e poi facciamo Festa ancora! Lo Strumento ha portato anche le Spose … ma ancora ha altri due Gradini … e poi deve rientrare! Voi pregate e pregate per coloro che ridono di voi …  perché ridono di Me! Pregate per i nemici! … Al primo posto mettete loro … e dopo mettete Me … perché se mettete al primo posto  i nemici … ci sono Io … perché Io sono stato cacciato da tutti … e vengo cacciato  attimo dopo attimo! Sono un nemico …  non dono ai Figli ciò che chiedono … ma Dio Dona il Pane e l'Eredità Tutta Intera! Pregate ancora per i Tempi che verranno … Figli! Tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore spalancato!   (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi … sui vostri cuori … sulle Anime!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … cosa stai facendo? Sì … rimangono altri due Gradini … appena finiti i due Gradini rientro …  e vengo al Banchetto a mangiare qualcosa! Sì … mi avete donato qualcosa! Giovanni … Eccomi nell'ubbidire a ciò che volete! Eccomi … mi è rimasto un altro Gradino solo! Eccomi nell'Ubbidienza per l'Eternità … ci vediamo dopo!  … (Giulia schiocca un bacio)  … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore … SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Figlia … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Papà!  Il Padre: Ora devi rientrare!  Giulia: Eccomi … Papà … ho fatto ciò che dovevo fare! EccoMi dinanzi al Tuo Banchetto … prendo qualcosa … poi devo uscire ancora! Papà … chiudi il “rubinetto” della pioggia per un po'! … Lo so che non sei Tu … ma chiudilo … puoi farlo! Il Padre: Anche tu puoi farlo! Giulia: Eccomi! Papà … state facendo Festa e tutti i Cari sono al Banchetto … possiamo Salutarli tutti? … Mandala presto a parlare! … (La mamma di Marisa) … Lo so … il Tuo “presto” è quando Tu decidi! Mamma … avete un'altra che cuce i bottoni … c'è tanto da Lavorare! Eccoci … Cari! … (tutti Salutano i propri Cari)  … Preparatevi … dobbiamo uscire con le Schiere a pulire il Giardino! … (Giulia manda un bacio) … Eccomi … io sono pronta!  

 

 

Giovedi 20 Agosto 2015

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ...  (Gesù per un po' è in Silenzio, poi  dice:) ...  Gesù: Nel Giorno di Festa ... Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giorno che Mi hanno sputato in faccia ... Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giorno che vengo Flagellato ... Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giorno che vengo deriso ... Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giorno che vengo cacciato fuori ... Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giorno che vengo preso a pietre ... Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giorno che vengo preso in giro ... Glorifico il Padre Altissimo! Ora Glorifico il Padre Altissimo ... ora e per l'Eternità! E nel GlorificarLo … (Benedice) … vi Saluto con la Croce ... con la Croce che siete ognuno di voi ... quella Croce dove siete stati chiamati a ricevere l'Eredità Tutta Intera ... e ad essere Figli ... nel prendervi così come siete ... così come il Padre vi ha Partoriti: a Sua Immagine e Somiglianza ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Guarda......! Giulia: Eccomi ... Gesù! ... Gesù … non possiamo fermarlo quello che vedo? È un treno lungo lungo e porta via tante persone! … È un treno di guerra ... ma non ne ho mai visti così grandi! Gesù ... hanno messo dinanzi la Croce sottosopra! Posso fermarlo? Possiamo uscire dopo? Gesù: Guarda ancora Anima Mia.......! Giulia: Eccomi ... Gesù! Ancora acqua ... fuoco ... vento ... "polvere"! Gesù …! Gesù: Ma non puoi bere tutta l'acqua ... come hai fatto prima! Giulia: Avevo un po' di Sete! Eccomi! Gesù ... l'umanità è sorda ed è cieca ... e non vuole ancora RiconoscerTi! I Grandi non vogliono ancora fermarsi ed inginocchiarsi! Cosa devo fare? Devo andare a parlare o devo scrivere? Gesù: Parlare....! Giulia: Con quale voce ... Gesù? Gesù: Con quella che ti è stata donata! Giulia: E le parole me le detti come sempre? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Ma guarda ancora......! Questo mettilo nel "Vuoto"! Giulia: Eccomi ... Eccomi ... Gesù! ...  Ora dove vai ... Gesù? Poi rimani Tu ed io vado a terminare il Lavoro da fare ... qualcosa di quello che ho visto! Eccomi! Gesù ... Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto la Famiglia ... i Sussurri e i Cuori! Metto i nemici! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore tutti coloro che non hanno la forza di farlo! Metto nel Tuo Cuore il "niente" della mia Giornata! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze ... i Sacerdoti e i Gigli ... e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! E Metto ancora il Tutto della Giornata della Famiglia e del Tuo Strumento ... e se trovi qualcosa di buono ... prendilo! Ed Eccoci così come siamo......! La Tua Viuzza è Stretta! Gesù: A volte viene presa la Larga ... ma Tu, Cocciuta, come una Piccola Formichina raccogli ognuno dei Figli e li porti ancora sulle Spalle ... sulla Via Stretta! Giulia: Eccomi ... Gesù! Ecco il mio "niente" donato al Tuo Cuore! Gesù: Ed ecco il Mio di "niente" donato ad ognuno di voi e all'umanità intera! Ecco tutte le Schiere! Ecco tutti i Servi Inutili! Ecco tutti i Banchetti! Ecco tutte le Spose! Ecco tutti i Servi! Ed Ecco i Due  Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci ... Papà! Eccoci ... Gesù! Eccoci ... Mamma ... nel rimanere nella Vostra Gioia ... nel rimanere nella Vigna, nell'Arca e nei Remi ... nel fare Festa con lo Sposo! Siamo fatti ad Immagine e Somiglianza ... e Tu sei il nostro Sposo ... la nostra Gioia ... la nostra Pienezza ... il nostro Tutto che è nel mondo …! L'Eccomi donato al Tuo Cuore brilla come una pietra preziosa ... una pietra rara ... e chi la trova se la stringe forte forte e la chiude nella cassaforte del cuore ... dove nessuno la può rubare! E in questo Giorno rubiamo il Tuo Amore ... e lo chiudiamo forte forte nei cuori di ognuno di noi! Gesù ... lasciaTi rapire! Ma Tu Ti doni e io Ti rapisco per portarTi dove non Ti conoscono e non Ti Amano! Posso rapirTi? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Tu rimani e io vado a Lavorare! Ma forse Ti ho rapito dal Grembo Materno......! Gesù: Togliamo il forse! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi ... ancora per l'Eternità! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue, le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Bene-benino! Gesù: E voi come state … bene-benino o bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Bene! Gesù: EccoMi! Ne abbiamo inventato un’altra: bene-benino! Tutti: Bene-benino! Gesù: Ma come state … bene-male o bene-benino? Tutti: Bene-benino! Gesù: Benino! E allora … raccontaMi qualcosa … cosa hai trovato sulla Via? Don Vincenzo: Tante persone … tanti Figli di Dio! Gesù: Hai Donato loro il Pane? Don Vincenzo: Tanto Pane! Gesù: Ma Ti hanno riconosciuto i Figli di Dio? L’hanno accolto il Pane? Hanno fatto Festa? Don Vincenzo: Non tutti! Gesù: Non tutti! Don Vincenzo: Pochi … come hanno fatto con Te!  Gesù: E sì, pochi! … Ma quei pochi Lavorano nella Vigna, nel Giardino, nell’Arca, nei Remi … e ricevono la Paghetta … e l’Eredità Tutta Intera! … Ho trovato tanti Cuori Grondanti di Sangue … e anche la Cocciuta ne ha trovati tanti! … Li ha accarezzati col suo Amore … spezzando la Paghetta … e donandoLa ad ognuno! Don Vincenzo: C’è pure questo fatto dei migranti! … Come bisogna risolverlo? Sono migliaia e migliaia?  Gesù: Il Padre ha già deciso cosa fare! Sono in tanti e ne verranno ancora! Don Vincenzo: C’è una soluzione? Gesù: Ce l’hai Tu la soluzione: Alzi la Destra e poi L’Abbassi … e anche le Ancelle! Allora che facciamo … parliamo o Ci Doniamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: E quando Ci Doniamo ci sono dei Figli che hanno bisogno del Battesimo: glieLo Doni? Don Vincenzo: E sì! Gesù: Poi te lo dice il viceparroco! … Allora Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane Crocifisso per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! EccoMi! … (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! E questo sono sempre Io … Unito ad ognuno di voi … come sono Unito alla Croce … e come sono Venuto a  Mangiare del “Nuovo” così come il Padre ha Scritto da sempre! Non quello che hanno scritto gli uomini … ma quello che ha Scritto il Padre nel Suo Cuore! … E sono Vivo … sono Reale … sono in mezzo a voi nel Gioire e nel fare Festa con tutte le Spose … e con ognuno di voi: Spose del Mio Cuore! … Siete di Mia Proprietà … Mi appartenete perché siete venute … e non siete rimaste nel girovagare del mondo! …  EccoMi! Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifisso per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta … con la Destra alzata nel Segno Trinitario e poi “puntando” a lungo  entrambe le Mani.) Raffaele: Chi deve fare il Battesimo? Debora: Eccomi! (Gesù dice la formula e don Vincenzo “Segna” Debora) Debora: Eccomi Papà … fa di me quello che vuoi … ora e per sempre! Gesù: EccoMi! … Ci siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora la Pasqua è Piena ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! … Ma facciamo Festa ancora … Ci Doniamo ancora? Don Vincenzo: E’ tutta una Festa … è tutto un Dono! Gesù: Il Padre è tutta una Festa nel Giardino dove accoglie le Spose! Don Vincenzo: La Bontà del Padre …  Gesù: … non ha né Limiti e né Misure e fa Festa quando le Spose incontrano lo Sposo! E facciamo Festa! EccoMi! Prendiamo parte alla Festa di questo Giorno! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto.) Siamo Festa nella Festa? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sempre Uniti … Don Vincenzo: … Festa nella Festa … che bello! Gesù: … Uniti nel Lavorare … Uniti nel Pulire il Giardino … Uniti nell’Essere un’Unica Pagnottella che Si Spezza e Si Dona all’Umanità Intera … e rimane Intera DonandoSi! EccoMi! Don Vincenzo: Pagnotella Intera! Gesù: Tutti avete Fame? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E tutti state bene-male?  Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! E allora possiamo prendere parte in Pieno! Ehi … fate spazio alla pancia! Che dici … sta per nascere o ancora no? Don Vincenzo: Sta per nascere! Filomena: Eccomi! Gesù: EccoMi! Calice Vivente-Dio … cosa hai visto ancora per la Via? Don Vincenzo: Ho visto sempre persone che …  invece di benederTi … addirittura Ti voltano le spalle! Non c’era che qualcuno che Ti amasse … solo pochi .....! Eh … dopo tanto Lavoro! Gesù: Io invece per la Via ho visto tante mamme che piangevano! E per la Via ho visto anche tanti tanti mezzi di guerra! Don Vincenzo: Perché tante mamme piangevano.......? Gesù: E tanti tanti mezzi di guerra.....? E per la Via ho visto ancora tanta tanta “polvere bianca” … e tanti genitori che invitano i Figli a prenderla … ad uscire … a giocare …  pur di togliergli Gesù …  pur di togliere il Padre …  pur di togliere la Preghiera! Invitano i propri figli ad allontanarsi da casa per gioire con la “polvere” … e non cercare Gesù … e non amarLo … e non cercare il Padre … e non entrare nella Vigna, nell’Orto, nell’Arca e nei Remi! E poi ho visto ancora prendere il Pane … che viene Spezzato e Donato … e gettato! E poi ho visto ancora il non essere nella Pienezza di ciò che il Padre ha Donato ai Propri Figli! E quando il Padre Dona … Lo Dona per l’Eternità il Suo Amore … e non Lo toglie se non viene scartato! Don Vincenzo: Ciechi e sordi! Gesù: Ho visto il Giardino dove è Pulito … dove c’è Festa … c’è Gioia … c’è Amore … e c’è Pace! Ho visto il Giardino del mondo dove non c’è Amore … non c’è Gioia … e non c’è Pace! … Ma voi state tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! O benino.....? Papà … EccoMi! … ( entrambi bevono un po’ di vino) … Papà … questo è il Calice del Mio Amore … o il Boccone Amaro che dovrò Bere ancora? Questo è il Calice dell’Amore o il Boccone Amaro che devo Bere ancora? Don Vincenzo: L’uno e l’altro!  Gesù: L’uno e l’altro! L’hai preparato da sempre … o l’hai preparato in questo istante? Don Vincenzo: In questo istante! Gesù: E cosa hai da dirmi del Calice dell’Amore e del Boccone Amaro? Don Vincenzo: Che ci sono Creature cieche e sorde … che non capiscono … nonostante la Tua Presenza, nonostante il Tuo Amore … e si ostinano a InchiodarTi! Che dispiacere.....! Gesù: E’ triste il Tuo Cuore … Papà? Don Vincenzo: Tantissimo! Gesù: Ma il Tuo Amore non ha né Limiti e né Misure! Don Vincenzo: Sì … non ha né Limiti e né Misure … ma quello che è peggio è che non c’è un minimo di riconoscenza!  Gesù: Ma Ami ugualmente … così come hai insegnato ad amare … così come insegni ad amare all’Umanità …  così come lo Strumento insegna ad amare i nemici … amando l’Umanità intera e tutta la Famiglia! … Ma lo Strumento in questo Tempo deve Soffrire molto … ma nel Soffrire … Gioisce! Pregate! La Cocciuta ora è andata a Lavorare e dice ad ogni Sposa: “Il vostro Unico Sposo è Gesù … e Gesù non vi tradisce mai … e Gesù non vi fa piangere mai … e Gesù è Amore Infinito! E l’Eccomi donato è solo al Suo Amore! E quando le Spine pungono … gioite … perché l’Amore è Grande! E’ l’Amore del Padre che sentite nelle Spine … Spose!” Voi Ancelle … Ancelle: Eccomi! Gesù: … Avete riflettuto?  Ancelle: Eccomi! Gesù: Non lo sento Pieno! Avete riflettuto?   Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Riflettete ancora … e poi Mi Donate l’Eccomi Pieno d’Amore! Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ehi … ho fame ancora! Chi vuole parlare delle Ancelle … dopo parla ancora il Calice Vivente-Dio! … E Io che vi devo dire? Vi sto insegnando a camminare sulla Via Stretta! … Vi sto dicendo che i Tempi sono nel Tempo del Padre! … Vi sto dicendo di venire con il “niente” … eh, eh! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! Ti raccomando … eh … scarsetto, scarsetto, scarsetto, scarsetto! E vi sto insegnando che siete già nei Fuochi di Guerra! Vi sto insegnando che ho tante cose da dirvi … ma aspetto il momento in cui i vostri orecchi e i vostri cuori siano un pochettino più attenti … e che ci sia Amore e Pace tra di voi … e che ci sia la Quiete nell’amarvi gli uni gli altri! Chi toglie le scarpe allo Strumento? … (lo fa Chiara)  … Sono diventati due palloncini e i Chiodi non riescono a passare! E non vi preoccupate che adesso rimane scalza … poi dopo glieli andate a prendere quelli … se gli entrano! Ehi … il paninello è già pronto! Vedi come passa … il Chiodo non può passare … hai visto? Chiara: Eccomi! Gesù: Adesso può passare bene! … Deve entrare e deve uscire … e non poteva farlo! Don Vincenzo: Sì … la mortadella...............! Gesù: Eccola! Io invece ce l’ho già il paninello con la mortadella! … C’è il mormorio del mondo: “ Eh … con tutti i guai che ci sono … Gesù si mette a sedere e mangia la mortadella, mangia il dolce … e parla con parole strane!” … EccoMi! Raffaele: Un altro goccetto? Gesù: No … EccoMi! … Non hanno ancora capito che Io vengo non per dire due parole: “ Pregate … fate i buoni … e ci vediamo dopo!” … Qui c’è l’Albero della Croce … dove la Famiglia è Tutta Intera … e dove il Sole Si Aprirà e l’Umanità Intera Lo vedrà … e dove tutte le Genti vedranno il Volto di Dio! Ma l’Umanità ride di tutto questo: “Eh … Gesù viene, mangia e beve … e non vede quello che sta succedendo?” … Io lo vedo … è l’Umanità che non vede … è l’Umanità che è sorda ed è cieca! Io ci sento e ci vedo! … E’ l’Umanità che non vuole ascoltare né il Padre, né il Figlio, né lo Spirito Santo che è Maria … e neanche lo Strumento! … E’ l’Umanità che non vede la Chiesa Nuova! … E’ l’Umanità che non vede l’Arca e i Remi! … E’ l’Umanità che non vuole accogliere il Pane Intero … Spezzato .... e rimane sempre Intero! … E’ l’Umanità che non vuole ascoltare il “Grido” del Mio Cuore: “Vigilate … c’è il Veleno! … Vigilate … ci sono i Falsi Profeti! … Vigilate … c’è tutto quello che vi sto dicendo! Mangiate il Pane che viene Sfornato!” … Non sono chiacchiere, non sono piccole frasi … è un parlare in Famiglia.......!  Don Vincenzo: Non sono piccole chiacchiere … perché Tu fai i fatti!  Gesù: I fatti li hai fatti Tu … da Sempre … Padre! Don Vincenzo: E facendo Tu i fatti … rendi credibili le Tue Parole! Gesù: Rendo credibile la Tua Parola … Padre! Don Vincenzo:Ti voltano le spalle! Gesù: Ce le voltano attimo dopo attimo le spalle! Mi sputano e Ti sputano attimo dopo attimo! Tutto questo l’accolgo da sempre … come l’hai accolto da sempre Tu … e il Dolore è vedere l’Umanità e i Figli sordi e ciechi! Ma pregate … pregate! Allora … preghiamo … preghiamo tutti Uniti … e aiutate lo Strumento a Lavorare quando vi chiama e quando vi sentite stanchi … ma lei vi chiama col cuore: dite: “Eccoci … siamo pronti!” … Ma Vigilate: c’è il Veleno … e ci sono le cose del mondo … e ci sono i Falsi Profeti! Non fermatevi! C’è il vento … c’è il sole … c’è il mare … c’è la “polvere”! Vigilate … Figli Miei! Teresina del Bambin Gesù … hai mangiato? Vuoi parlare? Guarda cosa c’è ....... lo vuoi? … (dolci a cannoli) E mi sa che è giusto giusto per le Ancelle ....… quante siete? Ecco … glieli poggio nel Mio piatto! E voi non lo troverete … ma troverete altro! Ecco! Sono giusti? Ce n’è uno diverso! Ecco … quello lo devo mangiare Io! Tu lo vuoi? Don Vincenzo: No! Gesù: Sì! Allora ti mangi il dolcino e poi parli … Mi dici qualche altra cosa? E Io vi dico ancora di rimanere nella Vigna, nell’Arca e nei Remi … e vi devo preparare ai Tempi che sono già in mezzo a voi! EccoMi! Ascoltiamo Teresina! Teresa: Eccomi! Quante cose ci stai dicendo e quante ce ne hai dette … ma non siamo in grado di portarne il Peso e di comprenderle! Già ci è stato detto Tutto o quasi … e anche Giovanni ci dice sempre che la  Verità Tutta Intera è sotto ai nostri occhi … ma noi siamo troppo presi dalle cose del mondo da non riuscire a vederLa! Non riusciamo a vedere … almeno noi che siamo Famiglia … che è Tutto Sceso … ed è tutto in mezzo a noi … e siamo già nel Giardino! E anche quando usciamo fuori …  Gesù: … mormorate: “Ma che ha detto oggi di diverso Gesù? … Perché si è preparata questa Festa? … Sono state dette sempre le stesse cose!” … O Mi sbaglio? Se il Pane non viene masticato …… ! Teresa: Non si comprende! Gesù: Non si comprende! EccoMi! Teresa: Ma nonostante questo … il Padre e Tu Gesù … non vi stancate … anche se ci avete donato Tutto da sempre … dal Grembo Materno! Gesù: EccoMi! Teresa: E potreste tranquillamente fare a meno di noi … e non avere bisogno di noi per Salvare l’Umanità! Ma continuate a poggiarvi su questa Famiglia … Gesù: EccoMi! Teresa: ... anche se nessuno della Famiglia ha capito il ruolo … sembra che ripeto sempre la stessa cosa, ma questa è la cosa più importante in questo Tempo … in questo momento … perché è l’unico modo che abbiamo per poter rispondere al Tuo Amore … e per poter aiutare … alleggerire … se si può dire così … il Compito dello Strumento! Sì, il Compito dello Strumento è suo! Solo lei può farlo … e fa ciò che deve fare! Ognuno di noi può … facendo le Cose del Padre … del Padre … diminuire un pezzettino di Giardino da pulire! Eccomi! Gesù: EccoMi … perché lo Strumento vi porta … se aprite i cuori … e rispondete: “Eccomi!” … e tutti siete degni … perché tutti siete Figli! Parla ancora.....! Teresa: Parlo in generale … mi arrabbio … Gesù: … E come ti arrabbi tu … Mi arrabbio anch’Io! Teresa: … Mi allaccio a quello che stavi dicendo Tu … quando qualcuno della Famiglia dice: “Non sono degna! … Remo contro Gesù! … Non faccio ciò che Gesù mi dice!” … E’ dicendo queste parole che Ti rinneghiamo … e che rinneghiamo il Padre perché rinneghiamo il Suo Amore!  Gesù: Io non vi rinnego mai! Teresa: Tutti siamo stati Scelti e Chiamati da Te! Gesù: Uno ad uno! Teresa: E quindi non è giusto … è una pugnalata grande dire queste parole! Gesù: E’ grande sì! Se il Padre vi ha Scelti … ha visto bene … non ha visto male … e il Padre ci vede bene! … Teresa: Eccomi! Gesù: Il Padre vede bene la “pancia” … ti sta scalciando un po’! Filomena: Eccomi! Gesù: Che c’è ancora … poi viene Giovanni! Ma tutte queste parole … sembrano una barzelletta, sembrano uno scherzetto … ma la Famiglia non riesce a comprendere! … In Famiglia parlo così … non a parabole … parlo in Famiglia … senza paroloni grossi … con paroloni capibili, chiari, limpidi, trasparenti: Ecco il Padre … ve Lo presento!” … E il Padre ha i Dolori Forti del Parto … e non passano … perché il Parto è sempre Continuo! Ehi … Tommaso … come stai? Tommaso: Eccomi! Gesù: Mi hai sentito quando sono venuto? Tommaso: Eccomi … sì! Gesù: E ti ho fatto perdere tre o quattro pietroline … cinque o sei … sette otto … nove dieci? … Non lo so … non li ho contati? Tutto è a posto? Tommaso: Tutto è a posto! Gesù: Uh … così e così! Tommaso: Ce n’è ancora qualcun’altra!  Gesù: Eh! … Vediamo se le pietroline vanno via! E adesso ti mando il caffè di Giovanni! Tommaso: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora … Vicepà … tu non Mi devi dire niente? Raffaele: Gesù … per varie cause … oggi ci si muore molto prima … Gesù: … quando si da la mano non si muore … ci si Addormenta e ci si Sveglia! Raffaele: … anche per l’inquinamento …  Gesù: … ma l’inquinamento non l’ha fatto né il Padre e né Io! Questo l’hanno fatto e lo fanno ancora attimo dopo attimo gli uomini! Raffaele: … E prima di questi Tempi era più lunga la Vita degli uomini?  Gesù: EccoMi! Se il Giardino viene Pulito e non viene più sporcato non ci sarà più nessuna Data … ma l’Eternità del Padre! E questo dovete fare: uscire con le Schiere e pulire il Giardino! Parla ancora … il Padre ascolta!  Raffaele: Gesù … stamattina stavano litigando un po’ di immigrati … anche perché  non c’è il lavoro … ma si potrebbero aiutare queste persone!  Gesù: Il lavoro c’è per tutti … per l’Umanità intera … per i tutti i Figli! Sono i Grandi che non Spezzano il Pane con i Figli e i Fratelli … ma il lavoro c’è per tutti … la Vigna è Grande! Combattiamo … ancora non è arrivata l’Ora! E adesso devo mangiare il dolcino! Sapete perché lo sto mangiando? Per portarlo a chi non ha da mangiare … a chi è rimasto ancora sugli scogli! Quelli che sono ritornati al Banchetto Nuziale lo stanno già mangiando … e ne sono tornati così tanti che non potete neanche immaginare il numero! Non ve li fanno vedere tutti quanti quelli che tornano! Allora … facciamo così … Io vado ad accogliere le Spose … sta arrivando Giovanni a parlare un po’ con voi … poi Io ritorno di nuovo! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … Come stai … Giovanni? Ehi … è arrivato il caffè! Se ti abbassi … te ne dò un poco! Adesso gli mando il Mio a Tommaso! Com’è … è buono? Don Vincenzo: Buono! Piccolo Giovanni: E’ un po’ amaro ma è buono! Questo portalo a Tommaso … glielo mando Io! Tommaso: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora come state … tutti bene-male? Tutti : Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … Ehi … Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Ehi … Giovà! Il caffè chi lo vuole … se lo prende! Non è che al Banchetto del Padre si deve ripetere la stessa cosa! Prendono il Banchetto tutto pronto ….! Ma Io Mi sono mangiato prima il dolce e dopo il salato? Giovà … ragioniamo un po’! Allora … solo che Io non ho mangiato niente … ho mangiato solo un ovettino di quelli! (una caramella gommosa) … Vicepà … cos’è quello? Raffaele: Capocollo! Piccolo Giovanni: No … voglio un pezzettino di formaggio! Tu lo vuoi un poco? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Si può dire di no al Padre? Ti puoi rinnegare da solo? Che volete sentire che vi dica? Che volete sentire che vi dica? Dite che volete sapere tante cose … tante cose … che volete sentire? Chiara: Chi hai incontrato per la Via? Piccolo Giovanni: Chi ho incontrato per la Via? Ho incontrato tanto Veleno e tanti Falsi Profeti! … Ho incontrato tanti e li ho portati al Banchetto Nuziale e stanno facendo Festa! Ma per la Via ho incontrato ancora tante macchine da guerra che fanno piangere tante mamme! Ma le macchine da guerra sono anche gli uomini … non sono solo le macchine! Se tutti gli uomini si rifiutassero di prendere le armi in mano .......….! E i Grandi ….! Loro si siedono ai tavoli d'oro … e danno quattro soldi ai Figli per andare a fare la guerra … dicendo che così arriva la Pace! Ma non è così che arriva la Pace! … La Pace arriverà quando tutte le armi diventeranno Crocifissi … e quando tutte le armi si scioglieranno … e quando tutti i Figli che si siedono ai tavoli d'oro andranno alla Giornata per un pane! E questo ho incontrato per la Via! Ho incontrato anche Maria che usciva con le Schiere! Ho incontrato lo Strumento che si è tuffato in un altro Vulcano! E queste sono le piccole cose che ho visto! Poi ce ne sono tante tante altre !… EccoMi! Chiara: Cosa ti ha dispiaciuto di più incontrare? Piccolo Giovanni: Le macchine e gli uomini di guerra … che non hanno visto che la Pace viene solo prendendosi come Croce … e pregando! Così viene la Pace … non combattendo con le armi … o Mi sbaglio? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Giovanni … Noi dobbiamo combattere .........… il Solco cresce sempre di più e dobbiamo combattere! … Ma dimmi qualcosa pure tu … abbiamo incontrato le stesse cose! Don Vincenzo: Certo … oramai ……! Piccolo Giovanni: Oramai si parla a carte scoperte … oramai vedete e sentite! Ma non vi fidate di quello che sentite dalla "scatoletta"!… C'è molto molto molto di più! Ma se siamo la Famiglia e il Padre vi ha Scelti …............! Sì … se ascoltate lo Strumento … e se ascoltate il Calice Vivente … e tutto quello che il Padre dice … ce la facciamo … perché è Dio che vince … non le armi! EccoMi! Un goccio di vino? Un goccio di vino … un pezzo di formaggio … un goccio di vino e due patate … siamo a posto …  tu dici? No! Allora … ce la facciamo con la Croce se rimaniamo Uniti e preghiamo facendo le Cose del Padre! Non parli più tu? Dimmi … dimmi qualcosa Teresina del Bambin Gesù … sì …  parla! Lo vuoi un goccio di vino? L'hai bevuto già? Allora che ti posso donare? Il caffè l'hai bevuto pure e dov'è il caffè? Mettilo nel bicchiere … poi portamelo qua … (Giovanni beve un sorso e alita tre volte sul bicchiere di caffè) … ora glielo puoi dare … Io bevo il vino! Raffaele:  Posso darti due biscotti?  Piccolo Giovanni: No … c'ho le patate! Cosa volete sapere ancora? Tu non vuoi sapere niente? Sai tutto … sappiamo tutto! Il Solco purtroppo si allunga … perché i Figli ancora hanno gli orecchi tappati e gli occhi tappati! Cosa vuoi sapere … visto che sai tutto? Buona la pizza? Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: Che vuoi sapere ancora che già sai? Don Vincenzo: Vorrei sapere ancora che l'umanità va dietro soltanto ai pezzi di carta! Piccolo Giovanni: Lasciamoli stare i pezzi di carta! … Ci potete anche andare dietro ai pezzi di carta … ma non dovete legarci i cuori! Servono per comprare questo … per comprare questo … ma non dovete legare … non potete legare … non dovete legare i cuori! Li dovete legare alla Croce! Dovete legarvi gli uni gli altri Uniti al Cuore del Padre! Queste non sono parole da niente che vi sto dicendo … non sono sempre le stesse cose … "Grazie per aver fatto i bravi … ci vediamo alla prossima volta …!" Don Vincenzo: Siamo Crocifissi! Piccolo Giovanni: Sì … siamo Crocifissi … fatti ad Immagine e Somiglianza del Padre! Facciamo parlare Teresina … vediamo che mi chiede … non c'è proprio niente niente che vuoi sapere? Teresa: Eccomi! Quando Gesù è stato Crocifisso … di fianco c'erano i due ladroni … anche loro sono stati flagellati allo stesso modo? Piccolo Giovanni: Sì! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ancelle … appartenete al Padre e dovete Lavorare! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: E anche voi … Suorine … dovete Lavorare! Le Suorine:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi e nelle Capanne … Figli! E pregate per i Grandi … per i nemici … e per tutti i Figli Ministri e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! EccoMi! Vi dico solo di pregare e di metterli nel Cuore del Padre … perché Dio è Amore! Ma c'è l'Ultima Domanda … perché il Padre è Giudice e non lascia i Figli che “gridano”, no  non li lascia! Pregate per i Tempi che verranno … ma sono già in mezzo a voi! L'Amore combatte il Male … e voi dovete amare … e amarvi gli uni gli altri … e togliere le gelosie: questo dovete fare tutti quanti …  Figli! E ora devo andare a raccogliere le Spose … viene Gesù e vi Saluta! Dobbiamo andare avanti con il Solco … Giovanni … e sentirai ancora i Dolori del Parto! Ma ogni piccolo Dolore lo devi dire allo Strumento! … Io gli dicevo ogni piccolo mio Dolore … e anche tu devi farlo! Ora io vi lascio … (manda un bacio) … il Mio Cuore Spalancato … e vado a prendere le Spose … e poi usciamo con le Schiere! Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice) … EccoMi … così adesso parliamo un altro poco … e dopo tu Saluti con l'Albero Verde e Io lascio il Mio Cuore Spalancato! Cosa vuoi sapere ancora? Hai sempre tante cose da chiedere … adesso per i tuoi Figli non chiedi nulla? Don Vincenzo: Ci sono tante domande! Gesù: E fanne una! Io mi mangio un confettino … è morbido! Don Vincenzo: Quando tu dicevi: “Sono venuto a smantellare!”…! Gesù: Mi hai Mandato a smantellare e ancora c’è tanto da smantellare … c’è tanto tanto da smantellare! E lo Strumento va a Lavorare … e Lavorando Lavorando … i Tempi e il Solco diventano più lunghi! Hai qualcosa da dire? Sei sicuro? Allora … Tu Saluti con l'Albero Verde … e non Mi dite che ho detto poco … e Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! …  (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre amicizie, sui vostri parenti, su tutti, su tutta l'umanità … perché siamo tutti Fratelli e Sorelle!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … il Lavoro è Pesante da fare … ma con l'Aiuto del Padre, delle Ancelle e delle Suorine che posso portarmi … visto che il Solco si è allungato … e i Tempi del Veleno sono diventati più Grandi … e anche i Falsi Profeti! E da sempre il Padre mi ha Donato la Luce del Suo Sole … del Cuore Immacolato di Maria che Trionfa! E gli uomini possono combattere … gli uomini possono camminare con le armi … ma niente può fermare il Padre! Ed è il Padre che rimane … mentre tutto passa … tutto viene cancellato! Non viene cancellato il Giardino che è preparato da sempre!Viene cancellato il Male! E il Veleno si inchinerà dinanzi ai Piedi della Croce! Prepara le Schiere … quando finisco vengo a Lavorare! E lasciamo che il mondo rida di noi! … Essendo le Braccia del Padre … non dobbiamo temere gli uomini … ma il Padre che è Eterno! Ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) …  Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!  Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà …! Il Padre: Rimani altri due gradini … e dopo esci! Giulia: Eccomi … Papà! Il Padre: Immolati come tu sai fare! Giulia: Posso andare? Il Padre: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Visto che tutte le Spose e i nostri Cari sono al Banchetto Nuziale … Li salutiamo! … (tutti salutano i propri Cari) … Dopo vengo! Ora dobbiamo uscire … e preparate i Vestitini e l'Anello! … (Giulia termina parlando nella Lingua dell 'Amore)

 

 

 

 

 GIOVEDI 27 Agosto 2015

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu... Glorifica il Padre! Se Sei Tu... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! (*) (Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:) Gesù: Glorificare il Padre è il Messaggio più Grande che Dio ha Donato allo Strumento nella Sua Prima Visitazione!E quando lei Mi chiede:"Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre!"... è la Chiave che Dio le ha Donato in mano ed Io ubbidisco! Dio le ha detto di fare così e nella sua Ubbidienza vi Dono anche la Mia: "EccoMi nel Glorificare il Padre Altissimo ... Ora e per l'Eternità!" E nel Glorificare il Padre Altissimo ... vi Saluto … (Benedice) … con la Croce Tremenda ... Tremenda d'Amore ... Tremenda di Fuoco che Arde per accendere l'umanità del Suo Amore, del Suo EccoMi Eterno ... e del Suo Vivere Eterno! ....... Dio È e voi Siete......! Dove andate senza Dio? Potete dire al sole:"Scompari!"? O potete dire alla pioggia: "Scendi!"? O potete dire ai Fuochi di Guerra: "Fermatevi!"? O potete dire: "Io mi creo da solo!"? .... Se non c'è l'EccoMi del Padre non potete dire nulla! Potete bussare ... ma non è come è scritto! Bussate ... bussate con Umiltà, con Carità ... chiedendo il Giusto del Pane, quello Intero ... non quello coperto dalle nubi scure! Il Pane del Padre è Impastato con la Farina Bianca ... ed è Impastato con l'Amore ... ed è Impastato con la Carità ... ed è Impastato senza gelosie ... amando! E voi dovete amarvi gli uni gli altri in questi Tempi ... Figli Miei, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Dove sei ... Gesù? Cosa fai su quelle rocce? Cammini sulle pietre ... Gesù? Gesù: Vedi ... Anima Mia ... non sto camminando sulle pietre ... sto cacciando  ......: hanno raccolto tanto Sangue Innocente ... e ora li precipito! Giulia: Dove ... Gesù? Sull'umanità ... no! Posso pulirli uno ad uno e lasciarli lì dove sono? Gesù: Tu sai che non li getto sull'umanità ... ma sui Falsi Profeti! Giulia: No ... Gesù ... aspetta ancora! Tu donami il tempo di pulirli uno ad uno ... e perdona i Figli che hanno fatto questo ... sono Figli! Gesù: Non ti è bastato il Lavoro per tutto quello che devi fare? Giulia: Mi porto qualcuno e puliamo le pietre una ad una e le mettiamo al proprio posto! Un po' di tempo di qua ... un po' di tempo di là … aspettiamo ancora e non li precipitare: Gesù Tu sei Buono da sempre! Gesù: Hanno infangato e infangano il Mio Nome e il Nome di Mia Madre! Giulia: Gesù ... l'hanno fatto già prima che Tu Nascessi e hai Donato la Tua Vita a Prezzo di Sangue! Posso andare a pulirli? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Dopo che ho finito il Lavoro da fare ... mi porto qualcuno dei Figli ... e andiamo! Gesù: Guarda ancora ... Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù ... cosa fanno tutte quelle Armi di Guerra? Cosa fanno quei bambini con le armi in mano? Cosa fa tutto quel sangue? Anche le bambine vengono addestrate ad uccidere e a fare la guerra! … C'è un macello ... Gesù! Gesù ... so che non devo dirti queste cose ... ma non puoi far spegnere quelle Macchine di Guerra? Prima c'erano le spade ... adesso ci sono i carri armati, le bombe e via dicendo …! Ma i pargoli non devono essere scandalizzati! Usano già tanta violenza ... e adesso vengono addestrati anche alla Guerra !… Posso fare qualcosa? Gesù: Immolati come tu sai fare ... Anima Mia! L'umanità è sorda ed è cieca ... e non vuole vedere e non vuole ascoltare! Giulia: Gesù ... è l'Ora della Tromba! Gesù ... dovevo dirlo ... ma non l'ho detto … Tu lo conosci già: nel Battesimo del Sangue ci hai Donato il Miracolo più Grande! Tu sei Vivo e Reale in mezzo a noi ... come è Vivo e Reale il Padre ... e come tutti quanti gli Altri! Ma ci hai lasciato un Dono Grande: il Tuo Sangue che è diventato Carne … "Sangue e Carne"! E come eri Gustoso quando abbiamo bevuto ciò che era rimasto giù! … (nel fondo del contenitore) ... È Dolce il Tuo Sangue Versato per ognuno di noi! È Grande il Miracolo! Gesù: E' Grande ... Sono Io: Carne e Sangue!  Giulia: Gesù ... mi sono permessa di toglierTi e metterTi in una piccola coppicina ... così come le cose che Tu vuoi ... ma se vuoi che devo prendere qualche altra cosa ... dimmelo! Gesù: Questo tienilo nel cuore! Giulia: Eccomi! Eccomi! Lo faccio subito subito ... adesso? Gesù: Quando torni ... Anima Mia! Giulia: Lo faccio domani? Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù ... allora metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere ... tutti i cuori dei Tuoi Figli ... tutta la Famiglia! E metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! E metto nel Tuo Cuore i Figli che non hanno il coraggio di chiedere una preghiera al Tuo Cuore! E metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze ... i Sacerdoti e i Gigli ... e l'Uomo che porta l'Abito Bianco e il "niente" della mia Giornata ... , tutto quello che Tu mi doni attimo dopo attimo! Gesù ...  metto lo Straccio Stracciato della Famiglia ai Piedi della Croce! ... E tutto quello che ho dimenticato ... raccoglilo Tu! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Anima Mia! Gesù: EccoMi in mezzo a voi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue, le mani di don Vincenzo e come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Bene-male? Don Vincenzo: Bene-male! Gesù: Bene-male! E voi come state … tutti quanti bene-male o male-bene? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Tutto questo Ben di Dio! Gesù: No, questo E’ Dio … non è il  Ben di Dio … E’ Dio! Il Bene del Padre è Partorire attimo dopo attimo e Accogliere attimo dopo attimo i Figli che donano la mano! E il Padre aspetta l’Umanità Intera nella Gioia, nella Pace e nella Quiete! … (Benedice) … Dona Pace e Quiete! …. Ma usa la Voce di Giubilo … altrimenti non Ti sentono … Papà! Don Vincenzo: Uso la Voce di Giubilo? Gesù: E sì! Parla … raccontaMi qualcosa … cosa hai trovato oggi su quella Via? Don Vincenzo: Ho trovato tanto tanto Dolore perché vedendo questi barconi … che dalla Libia arrivano in Italia …….! E molti muoiono … perché quando uno non sa nuotare … in mezzo al mare non sa districarsi … e alla fine annega! E nel sapere questo … diventa tutto triste e doloroso! Gesù: Papà … Tu sai chi ce li mette in quelle barche … lo sai benissimo! Don Vincenzo: Sì, ci sta anche chi ne approfitta …! Il guaio è che i lupi sbranano e non perdonano!  Gesù: Hanno dimenticato di avere un Padre! Don Vincenzo: Hanno dimenticato di avere un Padre! E quello che è ancora peggio è che … anche  quelli che dovrebbero aiutarli … hanno dimenticato anch’essi  di avere un Padre … e trovano sempre la scusa per aggirare l’ostacolo! … E’ sempre una questione di soldi!  Gesù: Cosa hai trovato oggi sulla Via … Papà? Don Vincenzo: Ho trovato tanti che non si curano affatto di Gesù … e Gli voltano le spalle! Gesù: Ehi … aspetta … aiutate lo Strumento che sta andando a fare qualcosa che gli avevo detto di non fare! Aiutatela … pregate! … Non è che non ha ubbidito … ubbidisce! Ma le avevo detto di  aspettare un pochino … è corsa! Vai avanti nel parlare … ma pregate per lei!  Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Parla … cosa hai trovato ancora sulla Via? Dopo Ci Doniamo!  Don Vincenzo: Ho trovato che sulla Via bisogna pregare perché … se non preghiamo …  diventiamo aridi, diventiamo spenti! Se imbocchiamo la Via Stretta … allora sì! Gesù: Sei Tu la Via Stretta! Don Vincenzo: E sì! Gesù: E’ sì! E’ l’Umanità che non prega! … E’ l’Umanità … Don Vincenzo: … sorda e cieca …  Gesù: … sorda e cieca … Don Vincenzo:  … stolta! Gesù: … ma voi siete stati Scelti! Dico a loro: “Vi è stata consegnata una Vigna … vi è stata consegnata un’Arca … vi sono stati consegnati i Remi e le Capanne!” Ancora fanno fatica a saperli distinguere: la Vigna, l’Arca, i Remi e le Capanne! “Ma … se … però …!” … non esiste nella Vigna, nell’Arca e neanche nei Remi e neanche nelle Capanne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora che facciamo … Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento è già andata …! E vi chiedo ancora di pregare! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Ma lei … nonostante è andata a Lavorare … rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) Gesù: Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questo è il Mio Sangue! Amen! Questo è il Mio Sangue …. quello che Tu hai Donato a Me! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … E Questa è la Mia Carne: Quella che Tu hai Donato a Me! E Questo Sono Io …. rimasto Vivo e Reale in mezzo a voi … e come ho promesso … sono venuto a mangiare del “Nuovo” nella Nuova Chiesa … nel Cuore di Maria … Madre Mia … Madre dell’Umanità Intera! … Cibo Eterno per tutte le Genti! Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Io rimango con le Braccia Spalancate! … (Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo … che è Maria? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E il Padre è Vivo e Reale e ha Desiderio di essere Mangiato! Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: Mangiamo Uniti all’Umanità Intera e alla Famiglia?  Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: Ci Doniamo ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! State tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù : EccoMi! E allora se state tutti bene-male … adesso mangiamo del “Nuovo” … così come vi ho detto! … (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … EccoMi! E’ Gustoso Mangiare del “Nuovo” attimo dopo attimo! Il Lievito che Cresce: Dio che Sforna il Suo Cuore e Lo Dona da mangiare! E il Figlio fa le stesse Cose del Padre!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E voi … Figli … dovete fare anche le stesse Cose: Spezzarvi e Donarvi ai nemici! E Spezzandovi e Donandovi ai nemici … fate Festa … fate gioire tutti i vostri Cari … fate gioire Maria! E nel far gioire il Giardino preparato per ognuno di voi … non è poco! Vero … Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Che hai preparato … cosa hai Sfornato oggi al Forno della Via che hai camminato? Teresa: Eccomi! Che abitare qui … abitare in questo Luogo … è completamente diverso dal vivere fuori! … Cambia completamente la logica di tutto quello che si fa … di tutto quello che si dice! Gesù: Vai avanti! Teresa: Solo abitando qui … e per abitare intendo: entrando in sintonia con il Cuore di Dio … e noi possiamo farlo attraverso il Calice Vivente e attraverso lo Strumento e non sappiamo mai chi c’è al posto suo ........ e lei c’è ben poco … solo entrando in sintonia con quello che fa e dice lo Strumento ……..! Il 100% delle volte … se guardato con gli occhi del mondo ci sembra sbagliato, ci sembra stonato, ci sembra storto … e solo facendo un piccolo passettino e vedendo che quella cosa non è stonata … ma anzi è la Pienezza di Dio … è lì che troviamo Tutto! Gesù: EccoMi! E poi cosa hai Sfornato ancora? Teresa: Stamattina parlavamo noi tre: io, don Vincenzo e lo Strumento … diciamo così … e prima dovevamo uscire e stavamo parlando di quello che si doveva fare, di una cosa in particolare … e lo Strumento ha detto questa frase: “La  Carità si fa anche spiritualmente!”… e poi ovviamente ha chiesto come conferma sempre a don Vincenzo … che ha detto: “”! Ecco … volevo che tutti sapessero .. perché io c’ero e ne ho fatto insegnamento e tesoro! E’ una cosa molto importante da sottolineare … perché ogni volta che ci viene detto di essere Piccoli, Poveri, all’Ultimo Posto e usare Carità … noi pensiamo solo alla Carità in senso materiale … mentre invece può essere molto più importante e molto più utile la Carità Spirituale … perché può arrivare a molte persone! Gesù: Sai cosa significa fare Carità Spirituale? Donare Tutto quello che il Padre ha! E il Padre non fa mancare mai nulla quando si bussa col cuore aperto! … Quando invece si bussa nel pensare di prendere in giro il Padre ….! Teresa: E volevo arrivare al fatto che ogni volta che siamo dinanzi al Banchetto … oltre al giovedì … ogni volta che ognuno di noi nelle proprie case è davanti al Banchetto e quindi a colazione, pranzo e cena … anche se vive da solo … è sempre Capanna … perché è Capanna con Gesù, è Capanna con Dio! … E’ in quel momento che donando quello che si ha … che sia una cosa piccola o grande … qualsiasi cosa … anche un goccio d’acqua … se fatto con la Fede ridonandolo a Dio … in questo modo si fa la Carità a tutti … e si dona a quelli che non hanno! Gesù: A quelli che non hanno! Teresa: E’ questo che cercate di farci capire anche durante le Feste in cui mangiamo! Si può dire: “Eh … tutto questo tempo seduti … tutto questo tempo a mangiare ….!” Invece fa tutto parte del Mistero … è tutto un Donarsi e uno Spezzarsi per gli altri …  Gesù: … e Salvare! EccoMi! Teresa: Eccomi!  Gesù: E cosa hai Sfornato ancora camminando in questo Giorno … Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Ho visto dei Figli riconoscere il Padre “Vivo”! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Dei Figli riconoscere il Padre “Vivo” e abbracciarseLo e darGli una sedia da sedersi … mentre viene cacciato fuori quando dovrebbe essere messo al Primo Posto! E il Padre lascia scendere l’Abbondanza e l’Amore Pieno! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai Sfornato qualche altra cosa? Aspettiamo Giovanni o vuoi parlare ancora? EccoMi! EccoMi! Così Io intanto mangio un altro poco! Puoi nuotare anche al largo in quello che hai trovato.....! La lasciamo nuotare al largo? … (Gesù si rivolge a don Vincenzo che annuisce) … Vai! Teresa: Eccomi! Così lo spieghiamo a tutti perché magari non si è capito bene! Quando è stato fatto il Battesimo del Sangue … un po’ di Vino è stato conservato in un contenitore di acciaio e tenuto qui nel Padiglione … perchè così, quando qualcun altro che non era stato presente quel Giorno, veniva sia il Giovedì o la 2a Domenica del mese o a farci visita e chiedeva il Battesimo … il Padre, quindi don Vincenzo poteva donarLo! E il contenitore è stato sempre qui e nessuno l’ha toccato, è stato sempre conservato in questo luogo! Una parte è stata conservata qui … e il resto è stato conservato sopra, nella Chiesetta … e poi sarà utilizzato quando servirà! Gesù: EccoMi! Teresa: E tutti quanti lo abbiamo visto che spesso è stato fatto il Battesimo dopo l’11 Maggio del 2014! Gesù: EccoMi! Teresa: E Raffaele che è il più vicino e lo stesso don Vincenzo … e  tutti sappiamo che era Vino! Gesù: EccoMi! Teresa: Giovedì scorso una Figlia ha ricevuto il Battesimo e penso che Raffaele può testimoniare che c’era il Vino allo stato normale! Gesù: E’ così? Raffaele: Eccomi! Teresa: Domenica … ma io in quel momento non c’ero … ero in casa   e qualcuno è venuto di qua … (nel Padiglione) … perché una persona è venuta a farci visita e ha chiesto a don Vincenzo e allo Strumento di ricevere il Battesimo! Gesù: EccoMi! Teresa: E in quel momento … quando è stato aperto il piccolo contenitore … hanno visto che non c’era più il liquido … diciamo così … ma che la maggior parte si era solidificato, era diventato come … diciamo così: come Carne! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Mi è stato raccontato quando sono venuti di là … ma io non mi sono mossa, non sono venuta a vedere e non ho fatto niente … non volevo che il fatto di venire a vedere fosse da parte mia curiosità …. e quindi volevo aspettare! Non è che non ci ho creduto subito … ho creduto subito … però sia come medico che come Ancella volevo aspettare per vedere che succedeva!  Gesù: EccoMi! E cosa è successo quando l’hai visto? Teresa: Parlo prima scientificamente … Gesù: … come medico! Teresa: Oggi pomeriggio ho chiesto allo Strumento se potevo scendere e come lo dovevamo conservare … perché era importante quello che era successo …  e in seguito farlo vedere a tutti! Oggi sono voluta scendere per vederlo e lei ha detto: “Scendi!” Quindi sono scesa nel Padiglione … ed ero da sola … ho aperto il contenitore e ho visto che era Carne! Io ho visto tanta volte la carne:  il cuore … diciamo quello che ho visto! Il cuore aperto … l’interno del cuore! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Con il sangue intorno … e non c’era nessun odore … né profumo! Parlo come … Gesù: … come medico! Teresa: … perché ovviamente io con la Fede ho creduto subito … però nello stesso tempo verificavo le varie cose per poter poi testimoniarlo anche dal punto di vista scientifico … diciamo così! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Quindi mi sono chiesta se il vino si poteva trasformare così spontaneamente … o se era stato il contenitore … e tutte le conclusioni per arrivare al fatto che quello che è successo non si può spiegare scientificamente … perché perlomeno nel momento in cui si apriva sia Domenica che oggi … se era fermentazione si sarebbe sentito il gas … e si sarebbe sentito l’odore di classico … pure se era diventato mosto … ma non è … e si sarebbe sentito il profumo … che ognuno di noi ha visto o sentito nella Vita … e invece tutto questo non è successo! Comunque ho richiuso tutto e sono salita sopra! Gesù: E poi cosa è successo? Racconta ancora! Teresa: Eccomi! Vabbè … c’era il movimento solito del giovedi per iniziare ad organizzarci e io stavo preparando il caffè per Giovanni … poi è  salito Pasquale e gli abbiamo chiesto se poteva scendere a prenderlo … perché eravamo inizialmente indecisi se lasciarlo per farlo vedere a tutti …o se andava travasato in un contenitore di vetro … non per cambiare materiale … ma perché è trasparente e tutti quanti potevano vederlo! Allora Pasquale l’ha portato sopra in casa e quindi l’abbiamo aperto … perchè io visto l’avevo visto … don Vincenzo e lo Strumento l’avevano visto … Pasquale credo che non l’aveva visto … e tutti quanti abbiamo guardato … e io ho insistito sul  fatto dell’odorare … per essere sicuri che si trattasse di sangue e di carne … e non di vino, di aceto, di guasto, di fermento, di vermi o di altre cose … che assolutamente non sono! E dopodichè lo Strumento l’ha travasato e l’ha conservato … e nemmeno io ho visto dove perché nel frattempo stava uscendo il caffè! E’rimasta nel fondo del contenitore la patina … diciamo così … e lo Strumento mi ha detto: “Che dobbiamo fare?Gesù: Voleva sentire cosa volevate fare! Teresa: E io le ho detto che non potevamo gettarlo … non potevamo lavarlo!  Gesù: Lei ha detto: “Che faccio … lo getto? Teresa: E io ho detto: “No!Gesù: E lei l’avrebbe gettato? Teresa: No … era per vedere io che facevo e che dicevo! Inizialmente ne abbiamo preso un po’ con il dito … e poi il Calice Vivente ha detto che potevamo berlo … e quindi abbiamo deciso che l’unico modo era di scioglierlo con l’acqua … perché altrimenti non saremmo riusciti a prenderlo tutto se rimaneva così! E quindi abbiamo messo dell’acqua … e la Cocciuta l’ha versato in un bicchiere e l’abbiamo bevuto tutti e tre! Gesù: Cosa hai sentito? E se devi testimoniare scientificamente e non scientificamente … devi dire  tutto … così la Testimonianza viene fatta dritta dritta! Teresa: Scientificamente ho sentito che non era assolutamente vino! Non aveva sapore … e scientificamente so che il sangue … non preso subito … non ha sapore e non ha  odore! Gesù: Questo scientificamente! E dopo? E non da medico cosa hai sentito? Teresa: Ho sentito l’Amaro inizialmente … il Dolore … e poi il Dolce della Calma e della Quiete! Gesù: EccoMi! … (Gesù invita ad applaudire) … Tu Ti sei sentito quando Ti sei bevuto? Don Vincenzo: Ho Bevuto il Sangue! Gesù: Ti sei sentito con te stesso! Don Vincenzo: Certamente!  Gesù: EccoMi! Si è sentito! Alla Cocciuta poi glielo chiedete quando torna … adesso non c’è! Voi venite col “niente” … vi ho fatto aspettare un po’ … Caterina e Maria Rosaria: … Eccomi … Gesù! Gesù: … ma mi sa che era importante da sentire! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi! Gesù: EccoMi! Scarsetto, scarsetto, scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Tu così Mi dici? Ne vuoi un po’? Ecco! Non hai niente da raccontarMi? Ma allo Strumento gli è stato detto qualcosa da fare e lo farà … e lo farà dinanzi a tutti … così potete vedere che è Carne ed è Sangue! Ma non permettete ai Grandi di toccarLo! Don Vincenzo: Quello che mi ha fatto battere il cuore è quando ho bevuto il Sangue … e subito dopo ho mangiato dei Pezzettini di Cuore, di Carne … che poi erano Cuore … e quindi lì … tant’è che non l’ho detto … proprio per gustarmeLo da solo!  Gesù: Si è gustato da solo e non l’ha detto! E la Cocciuta non lo sapeva?  Don Vincenzo: Perché uno poteva pure non crederci … e invece era Carne e Sangue!  Gesù: Papà … di chi era quel Cuore?  Don Vincenzo: Era Tuo! Gesù: Sei sicuro che non fosse Tuo? Don Vincenzo: Mio no … perché tutta la situazione era in funzione Tua! Gesù: No … il Battesimo l’hai fatto Tu! Don Vincenzo: E ho Bevuto il Sangue e si sentiva che era Sangue! Gesù: E il Cuore del Padre … e il Cuore del Figlio e il Cuore dello Spirito Santo … non si sono mai divisi … eh …. eh! … State tutti bene-male? (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti : Eccomi!  Gesù: Cosa devo dirvi? Io quale mangio? Poi parliamo un altro poco … e dopo viene Giovanni! “Cioccovato” bianco … e voi quale volete … tu ne vuoi? Vedete quante Grazie vi Dona Maria bussando al Cuore del Padre! Giovanni vi ha Battezzato con l’Acqua dell’Amore … e la Cocciuta La tiene conservata quell’Acqua dell’Amore! E quando vi farà vedere la Carne e il Sangue … vi farà vedere anche l’Acqua dell’Amore! E lì dovrai dare un’altra spiegazione da medico! E in quel Giorno  che sentirai? L’avete vista … la ricordi? “L’Acqua a lungo andare … Teresa: … sì, eravamo sopra nella Stanza di Gesù!  Gesù: … come diventa? Teresa: …. cambia colore, cambia aspetto! Mi ricordo che stavamo pulendo la Chiesetta … e io e lo Strumento parlavamo proprio di questo! Siccome lì sono conservate tutte le Acque … l’Acqua dell’Amore … l’Acqua del Battesimo … l’Acqua di alcuni Giovedi .... Gesù: … il Giovedì Santo? Teresa: E noi stavamo pulendo lì vicino e parlavamo di questa cosa … e io le ho detto: “Anch’io devo crederci per forza … perché altrimenti l’acqua non si sarebbe conservata così! Mi sembra che è nella plastica … se non mi sbaglio!  Gesù: EccoMi! Ma di solito l’acqua a lungo andare si asciuga! Teresa: Sì, sì! Gesù: Si è asciugata? Teresa: No, no! Gesù: E’  diventata di colore: di Luce! Ma non avete ancora assaggiato il sapore? Teresa: Eccomi! Gesù:Vi sembra poco quello che vi sto dicendo … o sono chiacchiere? Tutti : No! Gesù: Eppure sento i rumori:“Quante storie!”E sì … li sento! Quando passavo e mormoravano … gli chiedevo: “Perché mormorate tra di voi?” … E adesso lo devo dire anche: “Perché mormorate tra di voi?”… EccoMi! E allora … prima che viene Giovanni … Mi mangio una di queste! Papà … è giusto quello che ho detto?  Don Vincenzo: Tu dici sempre Cose Giuste! Gesù: Me le hai insegnate Tu! Don Vincenzo: Non c’è bisogno di aggiungere altro … e non sbagli mai! … E questa è la nostra Forza … Tu sei la nostra Forza! Gesù: La Forza è l’Amore, la Semplicità e la Carità! Don Vincenzo: Ma sei anche la Via, la Verità e la Vita!  Gesù: E la  Viuzza è sempre Stretta e non si cambia con quella Larga! Io adesso vado ad accogliere altre Spose … e vi faccio venire Giovanni! Sono impegnati … stanno preparando una Festa! Le Feste si preparano prima … e poi si fanno! Vengo dopo! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … Come stai … Giovanni? … (Giovanni prima Saluta con la Croce, poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano)Don Vincenzo: Benino! Piccolo Giovanni: Il Parto è Parto … e stai bene … non benino! Il Mio caffè … ne vuoi un goccio? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Lo bevo Io! L’odore è buono … mò vediamo il sapore! E poi chi lo vuole se lo va a prendere! Il sapore è un po’ amaro … ma è buono! Don Vincenzo: E’ un po’ amaro … però è gustoso! Piccolo Giovanni: Sul dolce il caffè amaro va bene! E allora … state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi … Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni:EccoMi! Allora avete sentito ciò che vi ha regalato il Padre attraverso il Cuore di Maria? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E sapete quante volte lo Strumento nel riceverMi e nel ricevere il Padre … nella sua boccuccia diventa Carne quella piccola Ostia? E quando succedeva Mi chiamava: “Don Mario … è successo un’altra volta!” … E Io gli dicevo: “Ma  qualcuno ti ha visto?” … “No … ma il fazzoletto si è sporcato … e io mi sono mangiato anche il fazzoletto!” … Si mangiava anche il fazzoletto! Per non farsi vedere portava il fazzolettino di carta in Chiesa! E quando vedeva e sentiva che era Carne … aveva paura che poi si vedeva e si puliva! E vedendo il Sangue si mangiava anche il fazzoletto dove c’era rimasto Carne e Sangue! E Io gli dicevo: “ Ma cosa combini … mangi anche la carta?” … “No … ho mangiato Gesù … era rimasto sulla carta!” … Cosa c’è … Teresina del Bambin Gesù … vuoi un po’ di vino? Viceparroco … glielo dai un bicchieruccio di vino … no, quello piccolo! E Io devo mangiare prima di quello … non ho mangiato nulla … ho dovuto Lavorare e non Mi sono fermato!! Allora … Giovanni  … cosa Mi racconti? Hai visto qualche altra cosa sulla Via? Don Vincenzo: Ho visto tanta distrazione … tanta cattiveria … tanto rifiuto … e un non venire accolto apertamente!  Piccolo Giovanni: Cattiverie ne vedrete ancora tante tante … e l’accoglienza verrà a mancare sempre di più! Ma il Padre ha una Famiglia e vi ha donato una Vigna, vi ha donato un’Arca e vi ha donato i Remi e la Capanna! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Lo Strumento sta così tanto Lavorando! Che Mi donate da mangiare?  Don Vincenzo: Quello che scegli! C’hai l’imbarazzo della scelta  Piccolo Giovanni: C’ho l’imbarazzo della scelta del Padre! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Un paninello con la mortadella? Va bene … medico? Il medico ha detto che va bene! E queste dopo vanno tutte bene? … (caramelle gommose) … Tu lo vuoi un paninello con la mortadella? Lui lo vuole pure! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Così incominciamo a mangiare … e mangiando il Padre incominciamo a sentire il Suo Amore … la Sua Carità … la Sua Mitezza … il Suo Essere Padre Eterno! Avete un Padre Eterno in mezzo a voi! Avete un Servo Inutile che non vi ha lasciato un istante! Un goccino lo bevo! Ehi … Pasquale sei sveglio?Piano, piano … gustando il Padre … venite cullati come dei bimbi che hanno bisogno delle carezze … e il Padre non ve le fa mancare! Vi Dona le Carezze mangiando e dice: “Figli … mangiateMi ma non abortiteMi … fateMi crescere!” Vieni … ora siediti un po’ e ragioniamo! RaccontaMi qualcosa! Io vi racconto tutto l’Amore che sento attimo dopo attimo rimanendo nel Giardino del Padre! Vi racconto attimo dopo attimo il Lavoro nel portare i Figli a Casa … nel Pulire uscendo con le Schiere … la Gioia che si Vive attimo dopo attimo … il Dolore nel vedere l’Umanità lontana sempre di più sulla Via Larga e pochissimi su quella Stretta! Figli … il Veleno è fuori … non guardatelo … e non lasciatevi confondere! E anche i Falsi Profeti sono fuori! Avete la Destra! E quando dubitate di don Mario, di Gesù e di Maria e dello Strumento … dite al Veleno: “Siamo Figli del Pane e noi Lo Spezziamo … lo Mangiamo … e Viviamo Pieni di Dio!” E Alzate la Destra combattendo il Veleno e combattendo i Falsi Profeti! Ma Vigilate: devono avvenire i Flagelli … ma Dio non vi lascia … è in mezzo a voi … è nei vostri cuori … e vi guida passo passo! Non chiudete la porta! Non violenta … ma rimane ad aspettare fuori la porta! E quando l’aprite … bussa prima di entrare … aspettando l’Eccomi! …  Parla … dimmi qualcosa Giovanni!  Don Vincenzo: Giovanni … a chi somiglia il Padre? Piccolo Giovanni: A Te! Don Vincenzo: Adesso qui dentro … dove sta? Piccolo Giovanni: Eccolo! Me l'hai chiesto! … Ne vuoi? Io devo finire il vino! Hai freddo? Vuoi un po' di vino? Giacomo uno: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dagli un po' di vino!Ma quello che hai avuto non è stato un brivido di freddo … è stato un brivido di… "Padre"! Siete in Armonia col Padre? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi … e allora se siete in Armonia col Padre … devo dirvi che dovete lavorare un altro pochino in più! Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Stanno arrivando un po' di venti … un po' di pioggia … e un po' di sole … e dovete Lavorare e dovete aiutare lo Strumento! Ora dovete pregare … perché è andata a fare una Cosa Grande! E’ Cocciuta! Il Padre la vuole sempre più Cocciuta … e lei diventa ancora di più Cocciuta! Hai sentito cosa si è messa in testa … si è messa in testa di fare una cosa!  Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tanto se gli dici di no … non la fermi … è Cocciuta! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Pasquà … scusa le spalle … EccoMi! Pasquale: E’ casa tua! Piccolo Giovanni: E lo è casa mia: è il Giardino del Padre! Giovà … il Solco si è allungato ancora un altro pochettino! … E sì … perché lo Strumento chiede Giorni … c'ha i Figli da far tornare a Casa! Tu non li vuoi i Figli a Casa? Don Vincenzo: Certo! Piccolo Giovanni: E il Solco si allunga: “Aspettiamo un altro giorno … aspettiamo un altro giorno e aspettiamo un altro giorno…!” … Che mi devi dire … vicepà? Raffaele:  Nel mondo siamo abituati a dare fiducia … a dare possibilità … Piccolo Giovanni: … è quello che fa la Cocciuta … dice al Padre: “Aspettiamo un altro poco … così vediamo se torna!” … Anche se lei conosce ogni cosa! Raffaele:  Molti di noi pensano che le cose vadano sistemate velocemente … cioè che ci si arrivi subito! Piccolo Giovanni: Quello che vi chiede il Padre, sí … li dovete sistemare velocemente … ma quello che chiedono gli uomini, no! È il Padre e dovete ascoltare e dare fiducia al Padre! Se date fiducia al Padre … riconoscete se i Figli sono nel Padre! Raffaele:  Molte volte o sbagli le persone che hai di fronte … oppure ti fai prendere la mano, perché magari gli dai il massimo della fiducia! Piccolo Giovanni: Dovete far mettere prima il piedino a Gesù e dopo il vostro! E quando il Padre vi chiede una cosa … va fatta non pensando con la mente … ma pensando col cuore e dire: "Eccomi … sono pronto!" È così che si deve rispondere al Padre … e rispondendo al Padre … il Padre vi dona la Luce di vedere se i Figli hanno bisogno o non hanno bisogno … o se i Figli prendono in giro … perché Dio è Luce e la Luce si vede! Ma la Luce del Padre si guarda sempre col cuore! Voi siete abituati a far lavorare la testa … ma Dio è qui dentro …, non è qui dentro! … (Con l'indice prima indica il cuore e poi la testa) … O Mi sbaglio? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Sono Giovanni … possono dire pure che ormai sono diventato vecchio e sono rimbambito … tu che dici … sono rimbambito? Raffaele: Io Ti conosco da poco … quindi non mi permetto! Piccolo Giovanni: Come fai a dire che mi conosci da poco … Raffaele: … cinque o sei anni! Piccolo Giovanni: … se Mi conosci da sempre? Raffaele: Da sempre? Piccolo Giovanni: EccoMi! Ti ricordi quando conversavamo sulla via? Eri così! … E non ti Ardeva il cuore quando eri così …? Raffaele:  Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Che c'è … perché … non Ti sentiva quando gli sussurravi all'orecchio: “Sei  Figlio … Figlio Mio!  Parla … io cerco di mangiare qualche altra cosa! Raffaele:  Giovanni … quindi Tu hai sempre avuto tanta pazienza? Piccolo Giovanni: Chiedilo a Nicola … o anche a Teresina … o a Maria! Rispondi … ne avevo pazienza?  Nicola: Avevi pazienza … però quando parlavi, quello era … non è che si poteva cambiare! Piccolo Giovanni: "Questo è un tavolo e tavolo rimane …!" Quando dicevo alla Cocciuta: "Devi dire a Pasquale che dobbiamo fare questo … questo … questo … questo …!" … e la Cocciuta diceva: "Eccomi!" … (poi si rivolge verso Pasquale) … C'è da battere il ferro! E tutte le palate se le pigliava la Cocciuta … e tutt'ora lo fa ancora! Teresina … non dovevi dire qualcos'altro? Sei sicura? Mi sa che lo devi dire! … No, mangio un dolcino … Gesù ha mangiato …, Io ce l'ho il permesso del medico di mangiarne uno? Quale devo mangiare … medico? Quello? Mangio questo … buono … c'è la ricotta dentro! Piccolo Giovanni: Tu perché mi piangi sempre? Com'è? Non hai pianto Natanaele e adesso piangi tua madre? Se sono vivi …! Quando uno è vivo … si può piangere? E allora che mi fai stò pianto? Marisa: Ogni tanto! Piccolo Giovanni: Non lo devi fare nemmeno ogni 100 anni! Marisa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora non credi che è Nata e sta Lavorando? E non credi che Natanaele sta Lavorando per l'umanità intera insieme alle Schiere? Marisa:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Come ha sempre fatto! Ti sta preparando …, non è che ti porta via, stai tranquilla … un Giardino … e al compare … e a tutti voi! Mi dici qualcosa? Tu non dici più niente? E mò cosa vuoi leggere? Teresa: Eccomi! (Teresa legge una strofa del canto scritto da don Vincenzo: Chi sono io!)   "Cristo è l'unico Signore di ogni storia e di ogni cuore! Il Padre vuole sempre più che io rassomigli a Gesù! Il Suo Progetto lo ignoro…, ma Lui guida e io L’adoro!" Piccolo Giovanni: E adesso cosa vuoi sapere? Spiega ai tuoi Figli, ai tuoi Fratelli e ai tuoi Amici cosa vuoi dire con quello che hai letto … spiegalo tu … non Io … sì che puoi! Teresa: Si capisce …  penso che l'hanno capito tutti! Piccolo Giovanni: Avete capito? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Quanti pochi: “ Eccomi!” L'avete capito? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Ancora sono pochissimi! Dove è il Fuoco che Arde dentro di voi? Dove è il Fuoco che Arde dentro di voi? Tutti: ECCOMI! Piccolo Giovanni: Mi posso accontentare … ma migliorate! Dopo la cantate! Quando Io vi Saluto e il Padre vi Saluta … cantate prima questa e dopo: "Il mio Crocifisso"! Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! E tutto quello che avete ascoltato non sono state chiacchiere! Vigilate: non toccate l'acqua del mare … guardate solo la luce e non il sole … proteggetevi dal vento e dalla pioggia … Figli Miei! Prendetevi come Croce … camminate rimanendo sulla Viuzza Stretta e Battezzate i bimbi che nascono in questo Tempo … Figli Miei! … (Giovanni manda un Bacio)  … Vi lascio il Mio Cuore Spalancato … venite sempre! Ora vado ad accogliere le Spose … e Gesù viene a Salutarvi … ma prima di andarmene mangio una di queste … vuoi? È buona? … Vi lascio il Mio Cuore Spalancato e vi lascio venire Gesù! Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice) … EccoMi! Devo assaggiare quello che ha mangiato Giovanni! Nel Mangiare il Padre … vi annuncio che nel Giorno della Tua Ordinazione lo Strumento vi porterà la Carne e il Sangue … e l'Acqua di Giovanni … (l'Acqua dell'Amore) … e poi vi dirà cosa dovete fare! … Festa Grande nel Giardino … Festa Grande nella Dimora del Giardino! Le Ancelle: dovete essere tutte pronte coll'Eccomi, quello definitivo … e le Suorine … Suorine! Papà … dona ancora Giorni allo Strumento: deve raccogliere i Frutti del Tuo Amore! Ora tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi … con questa Data con cui Don Mario ci ha annunciato che la Mia Ordinazione è avvenuta il primo Ottobre 1983!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … donami la costanza e la forza di fare tutto quello che è stato detto … donami la costanza e la forza di tenere i Rotoli! Giovanni … non so se riesco a venire … è ancora lungo! Se  ritardo … non vi preoccupate! Sono le Cose del Padre! … E più tardi ci vediamo … e più tardi non lo so! … Se puoi rimanere, rimani Tu … o fai venire qualcun altro! Più tardi ci vediamo! … (Giulia schiocca un bacio)  … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! (*)  Il Padre:    Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) Lascio scendere  su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Anima Mia … Giulia: Eccomi!  Il Padre: … vuoi fare tutto quel Lavoro? Giulia: Eccomi … Papà! L'ho fatto … Papà … e Tu lo sai! Dove sono mi vedi da tutte le parti … non Ti devi preoccupare … ho pure le Spose che arrivano! Papà … ce ne sono tante altre … io faccio solo quello che devo fare nel rimanere Straccio Stracciato! Il Padre: Rimani Cocciuta così come ti ho Partorito … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Papà! Ti chiedo ardentemente di far diventare tutta l'Umanità Cocciuta … e tutta la Famiglia che Tu hai scelto uno ad uno! Il Padre: Il tuo essere Cocciuta per Amore! Giulia: E al Banchetto ci sono tutte le Spose … che essendo state Cocciute … hanno donato la mano e stanno facendo Festa! Ora li Salutiamo! … (tutti Salutano i propri Cari) … Eccoci Spose … preparatevi … quando finisco vengo ad aiutarvi con le Schiere! Mamma! Fiorellini tutti … ci vediamo dopo … dopo che finisco … ma voi mi vedete dove sono: Eccomi! Tenetemi stretta in quello che devo fare nel Giorno del Calice Vivente-Dio!