LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 175

Aprile 2015

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

GIOVEDI 02 APRILE 2015

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedice col Segno della Croce) ...  Gesù: Nella Vigna Infinita del Padre Glorifico il Padre Altissimo ... ora e per l'Eternità! E nell'essere stato abbandonato ... chiamo l'umanità a prendere il Primo Posto ... a sedersi ... e a mangiare del "Nuovo" così come il Padre ha scritto da sempre: Pane Vivo per tutte le Genti! Pane Vivo per l'umanità intera ... l'umanità sorda e cieca ...l'umanità Comprata a Prezzo di Sangue: il Mio! Quello che Mi ha donato Mio Padre mandandoMi attraverso una Piccola Creatura creata dal Suo Amore nel rispondere: "EccoMi alla Croce e ai Chiodi!" Crocifissa da tutti ... scartata da tutti ... calunniata da tutti ... ma è rimasta la Vigna, la Mamma e la Sposa di Dio nel donare all'umanità il Figlio di Dio ... il Salvatore ... la Pasqua Viva che rimane Viva in mezzo a voi! E la Pasqua è Dio che si Spezza e si Dona ... aspettando le porte chiuse affinché si aprono, ma per Amore! Dio non va a condannare ... Dio va a chiamare i propri Figli dicendo: "Venite tutti ... il Banchetto è pronto ... non tardate ... Figli Miei! EccoMi ... sono venuto a Servire … (Gesù Benedice col Segno della Croce) … con la Croce ... Figli!" ............. Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi ... Gesù ...si è abbassata un pochettino la voce … tanto Tu mi senti! Gesù: Dove sei andata? Giulia: Sono andata "a pescare" un Vulcano: stava per accendersi ed uscire fuori … io l'ho "pescato" e l'ho chiuso ... e poi sono entrata nel Tunnel! Sì ... qualcuno aveva messo qualcosa dentro ... stava per saltare ... e mi sono bagnata un po' ....... tanto poi questa passa! E sì ....... ce ne sono altri! Se non passa parlo così ....... tanto Tu mi senti e anche gli altri mi sentono! Se grido ....... poi se ne va del tutto ..... faccio un grido e poi rimango senza......! E Tu dove sei andato? Durante la Giornata sono andata di qua e di là e non ho seguito dove sei andato Tu! ... Non è che non ho seguito i Tuoi Passi ... quelli li ho seguiti perché ho fatto la Tua Volontà ... ma dove sei stato? Gesù: Guarda.......! Giulia: Chi ha fatto questo? Gesù … non posso fare niente? Gesù: Puoi andare a "bagnarti" ancora! Giulia: Eccomi! Quel Flagello non dobbiamo farlo cadere ... Gesù ... ci sono troppi bimbi! Hanno bisogno di giocare, di crescere nel Tuo Amore ... sono solo dei bimbi ... ma giocano con le armi ....... Gesù! Gesù: Soffia solo col tuo Alito e Immolati come tu sai fare! Tutto ciò deve avvenire ... ma non per Volere del Padre ... per volere degli uomini! Giulia: Gesù ... il Padre ci ha Partoriti dal Suo Cuore e Tu ci hai donato il Tuo Sangue! Gesù: Siete di Mia Proprietà ... l'umanità è di Mia Proprietà:l'hai dimenticato? Giulia: No, Gesù ... non l'ho dimenticato ... non si può dimenticare ciò che viene detto e ciò che si vede! Gesù: Vedi quella Cascata? Vedi: il Solco si è spezzato ... non  il Solco dei Due Giovanni ... ma il solco dell'umanità! Vedi quanti Figli cadono? Giulia: Gesù ... come fanno a non vederTi? Vedono la Cascata che si è aperta ma camminano e non si fermano … e cadendo sono gioiosi.....! Gesù! Gesù: Soffia con il tuo Alito ed Immolati come tu sai fare!  Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi! Giulia: Gesù ... ho raccolto tutto quello che ho trovato: i sussurri, i lamenti, i cuori tristi! A volte i Figli perdono la fiducia ... ho raccolto anche quella! In questo Giorno consegno tutto nel Tuo Cuore ... tutto quello che mi hai donato da sempre e mi doni attimo dopo attimo ....... tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere ...... i Figli ...... la Famiglia ... la Vigna, l'Arca e i Remi! Metto nel Tuo Cuore il Sussurro più Bello: "Vuoi aiutarMi?" ... (Sono le parole dette da Gesù a Giulia nella sua prima Visitazione e lei rispose:) ... "Eccomi per l'Eternità ... Gesù!" ... Metto nel Tuo Cuore i nemici ... coloro che trafiggono il Tuo Cuore e, trafiggendo il Tuo, trafiggono il cuore di ognuno di noi! ... Metto nel Tuo Cuore le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù: Pregate ... Figli! Giulia: Eccoci ... Gesù! Ti consegno il "niente" della mia Giornata ... prendilo e se lo trovi giusto usalo a Tuo Piacimento ... Gesù! Gesù: EccoMi! Ora guarda ciò che dovrai fare domani.......! Giulia: Eccomi! ... Eccomi! .... Eccomi! .... Eccomi! Gesù: Tienili sigillati nel "Vuoto" ..., domani lo aprirai!  Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Mi farete compagnia in tre ... ma poi farai quello che ti è stato detto.....! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi ... Eccomi! Gesù: EccoMi in mezzo a voi con i Due Banchetti ... con tutte le Schiere ... con tutti i Servi Inutili ... con tutte le Spose ... con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo ... Pio ... e Domenico ... nel Portare … (Gesù Benedice col Segno della Croce) … l'Unica Verità della Croce ...... e l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a TenerLa Alta e a ViverLa nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci ... Gesù ... nel Fare le Tue Cose! Eccomi nell'essere all'Ultimo Posto come Lo Sei Tu! Eccomi ad essere scartata come Lo Sei Tu! Eccomi nell'essere sputata e ...... bestemmiata come Lo Sei Tu ......... Gesù! Ma Eccoci al Primo Posto come Lo Sei Tu: Primizia di Dio! Gesù: Rimanete nella Vigna, nell'Arca e con i Remi ... Primizia del Cuore Immacolato di Maria! Giulia: Eccoci ... Gesù ... Eccoci! ... Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, ...... GESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Com’è … come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Bene-male o bene-bene? Don Vincenzo: Bene-male! Gesù: E voi come state … tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Chi porta l’Amore può star male? Don Vincenzo:  No … specialmente quando Ti fai a Pezzettini! Gesù: E sì ......... il Portatore d’Amore sta male quando vede i Figli fuori......! Don Vincenzo: E’ triste! Gesù: E’ triste ...… ma cosa dobbiamo fare ancora? Don Vincenzo: Dobbiamo pregare il Padre che Faccia quello che Lui Fa sempre! Gesù: Il Padre sta Facendo quello che Fa sempre! Don Vincenzo: Cerca di recuperare i Figli traviati … i Figli perduti! Gesù: Sì! Don Vincenzo: Questi Giorni sono Speciali? Gesù: Tutti i Giorni che il Padre  vi ha Donato sono Speciali ....… perchè sono stati Partoriti dal Suo Amore! Don Vincenzo:  Difatti … e dovremmo tuffarci sempre nel Cuore del Padre! Gesù: Sì … ma non vogliono venire … eppure la Cocciuta li porta...... ! Don Vincenzo: Scelgono il mondo senza sapere che il mondo non dà nulla perché non ha nulla! Bisogna mettere sempre al Primo Posto il Padre! Gesù: Ma voi state tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato)   Tutti: Eccomi! Gesù: Ehi, vicepà … prendi questa …(la Brocca preparata per la Lavanda dei Piedi) … e riempila con l’acqua fresca ......…e poi la porti! Questa non serve … (l’asciugamano) … ma la conserviamo …..... ecco! La Cocciuta ha scelto questa con i fiori … l’ha scelta perchè l’aveva portata mamma Francesca a Giovanni per asciugarsi i Sudori, ma non si asciugavano … e gli ha detto alla Cocciuta: “conservala … poi servirà!” … E infatti servirà ...… eccolaservirà per il Giorno del Servo Inutile! Don Vincenzo: Lunedì Prossimo! Gesù: EccoMi! … Ce l’hai un foglio bianco? Tommaso: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Ce l’hai la penna rossa? Tommaso: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Sì, servirà il Giorno del Servo Inutile … quando la Cocciuta vi dirà quello che ci dovete fare! … (Si rivolge a Raffaele riguardo alla Brocca con l’acqua) …! Prima parlo … dopo La togli perché non serve adesso: ho già Lavato … e non ho da Lavare niente altro! Ho da raccogliere i Cesti … non quelli della Cocciuta perché ancora non li ha donati …...... ma devo raccogliere i Cesti di coloro che Mi porteranno domani morto! … Ora scrivo ciò che dovete fare con quella (Gesù scrive) e poi glielo fate vedere allo Strumento … Eh! E allora stiamo tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ora puoi conservarla! … State attenti … non fatela cadere … sta trasudando! Non Mi dici nulla prima di DonarCi? … Don Vincenzo: Ci puoi dare un anticipo di quello che hai scritto? Gesù: No! Don Vincenzo: E’ segreto? Gesù: Altrimenti non scrivevo indecifrabile...........! Allora non Mi dici niente? Don Vincenzo: tutto quello che sta avvenendo è miracoloso veramente! Stare qui con Te da trenta anni e riunirci come Amici gli uni gli altri ha dell’incredibile! Gesù: Ma l’Umanità non vuole esserMi Amica! Don Vincenzo: Non sa cosa si perde.....! Gesù: E sì … ma c’è una Piccola Formichina che va a raccogliere e a  portare il Pane … e le Briciole … e si Spezza e si Dona per Amore! Don Vincenzo: La Cocciuta è proprio questa Formichina che sembra piccola ma ha una Forza Enorme al punto da mettersi sulle spalle tutta l’Umanità! Gesù: Ce l’ho messa IoMi ha risposto: “Eccomi”  così come ho messo la Croce e i Chiodi!Mettendomi la Croce e i Chiodi Mi sono messa l’Umanità sulle spalle … e lei, quando Mi ha risposto: “Eccomi” … gliel’ho Donata! Ma pregate … pregate per tutti i Figli Ministri …e pregate per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Abbiamo visto oggi al telegiornale Karol, il Papa Polacco! Gesù: La Festa gliela stanno facendo .....… hanno preparato la Torta: è la Sua Nascita! Voi non gliel’avete preparata la Torta:vi siete dimenticati?  La preparerete un altro giorno! … A Francesco che camminava col bastone … (il Servo Inutile Francesco di Paola).... al Banchetto del Padre gliel’hanno preparata anche a Lui la Festa! E Auguri a tutti i Franceschi e alle Francesche! Che facciamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo? Gesù: Ci Doniamo e poi parliamo ancora? Don Vincenzo:  Certo! Gesù: E allora Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore Versando il Suo Sangue … ma va a Lavorare ancora in un altro Tunnel! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino : Gesù Lo osserva … l' Innalza … ne Beve … e poi dona da Bere a don Vincenzo)  …. Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo:  Amen! Gesù : Questo è il Mio Sangue Versato per ognuno di voi per chiamarvi: “Figli” e rimanere Uniti nel Giardino dove niente e nessuno potrà cancellarLo! Questo è il Mio Sangue! … (Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo ne fa Tanti Pezzetti e poi li riunisce e dice:) … Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! … “ Fate così come sto facendo Io … non indossando abiti d’oro … ma rimanendo al Banchetto di ogni Piccola Chiesa!” … E in ogni Pezzetto Ci Sono Intero, …e Mi Spezzo, … e Mi Spezzo, ...... e Mi Spezzo ma Ci Sono Sempre Intero per ognuno di voi e per l’Amore del Padre che Mi ha Donato......! Vedete come sono Unito? Sono Sbocciato per Amore per avervi Versato il Mio Sangue e Vi ho Comprati a Prezzo di Sangue … ma di Mia Volontà! Mi Appartenete tutti! Queste piccole cose … semplici … povere.... senza abiti di lusso … senza fare troppe parole: Bere il Mio Sangue e Mangiare il Pane del Mio Amore! EccoLo! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Gesù: Bevi! … Ora Ci dobbiamo Donare …! Io Mi Dono e tu ti Doni e lo Strumento rimane ancora nel Fare le Cose del Padre! DoniamoCi … nella Quiete … nella Pace … e nell’Amore … essendo ai Due Banchetti! … (Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta Puntando a lungo le Mani con la Destra nel Segno Trinitario e Imponendole!)  … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo … e lo Strumento è rimasta ancora Crocifissa per Amore ed è andata a Salvare ancora......! Don Vincenzo: Si Trova nel Tunnel? Gesù: Sì! … Prendiamo parte all’Amore Infinito del Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo parte alla Pasqua? … EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo.)   Papà … quanto sei Bello! Dio: Cibo per Amore! … Allora cosa vuoi dirMi? Don Vincenzo: Che il Padre è Gustoso quando viene Mangiato ...… ed è tutta una Grazia quella che si riceve .....… è tutto Padre! … Quando si vive nel Progetto del Padre tutto acquista Luminosità … tutto acquista Bellezza! E’ che noi non riusciamo ad entrare in questa linea … e se poco poco la percorressimo … sarebbe proprio la nostra gioia più profonda! I Figli danno onore al Padre … e Lo ringraziano continuamente per tutto quello che ha fatto e che Fa e … per tutto il Creato …....e per ogni persona .......perchè qualunque cosa parla di Lui e ci rimanda a Lui...!  Che Ricchezza essere Figli di Dio in modo pieno e consapevole e che Gioia e che Amore … andare verso un Fine e verso una Eredità Eterna! Cosa poteva dare di più il Padre ai Figli? Beati noi! Gesù: State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: State Mangiando il Padre? Tutti: Eccomi! Gesù: Cosa c’è Teresina? Parla! Teresa: Il Padre è in mezzo a noi e Lo vediamo......! Gesù: EccoMi! … Tutti siamo a Immagine e Somiglianza del Padre! Teresa: E’ un Padre Buono che si mette sempre all’Ultimo Posto! Gesù: EccoMi! … Si nasconde! Teresa: Che si nasconde … che  non punta mai il dito … che cerca sempre di trovare una giustificazione ad ogni azione dei Suoi Figli.....! Gesù: EccoMi! Teresa: E’ un Padre che sa solo Amare....! Gesù: EccoMi! Teresa: Invece ci hanno fatto sempre vedere … un Dio lontano! Gesù: Seduto su un Trono d’oro! Teresa: Un Dio che punisce  e che manda all'Inferno…... quando invece questo Dio L’abbiamo in mezzo a noi! Gesù: EccoMi! In questo istante … fuori … dove stanno preparando il Mio funerale … c’è un po’ di confusione! Pregate! Ma pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! I vostri Cari parleranno! … (Gesù si rivolge a Maria Elena) … La tua famiglia sta Lavorando per Carlo e per Francesco! Parleranno! (mandano baci) Vuoi parlare ancora? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Siamo di Tua Proprietà … ci hai Comprati a Prezzo di Sangue … e noi dobbiamo solo aprire il nostro cuore … e affidarci completamente al Padre! Non siamo noi a decidere della nostra Giornata, della nostra Vita, del nostro Lavoro .......… ma dobbiamo dire solo: “ Papà … Eccomi … sono pronto a fare le Tue Cose!Gesù: EccoMi! Teresa: Dobbiamo mettere da parte l’io che si affaccia sempre.....! Gesù: EccoMi! Teresa: L’io ragiona tutto all’opposto del cuore! E’solo questo che dobbiamo imparare a fare: usare solo il nostro cuore e non la nostra mente … perché l’io è la nostra mente … e la nostra mente è l’io! Gesù: EccoMi! Teresa: Amando con il cuore … vedendo con il cuore … solo così comprendiamo la Verità Tutta Intera! Gesù: Eccomi! Gesù: Tu non parli? Chiara: Noi uomini diciamo sempre: “eh, speriamo che va bene … speriamo quà … speriamo là ...!” … ma che cos’è la Speranza? Gesù: La Speranza: non credere a ciò che Dio vi ha già Donato! Sperare significa gettare il Figlio … quel Figlio che Io ho chiamato: “venite … Figli!” … La Speranza la dicono gli uomini … credere, amare, diventare Piccoli Gesù così come lo siete! Io non ho detto: “Sperate di VederMi! … EccoMi, sono in mezzo a voi tutti i Giorni … attimo dopo attimo!” … Speranza è una parola detta dagli uomini: “speriamo che va bene questo … speriamo che va bene quell’altro … speriamo che trovo il lavoro … speriamo che trovo lo sposo!” … Il Padre ha fatto tutto da sempre! Non ha detto: “sperate che vi faccio una Casa e un Giardino!” … o Mi sbaglio? Tutti: No! Chiara: La stessa cosa è la paura? Gesù: Di che cosa avete paura se Dio è con voi? Temere il Padre … sì! Spaventarsi … no! Non dovete spaventarvi degli uomini … ma bisogna avere il Timore del Padre! Se Dio è con voi … chi è contro di voi? Si ha paura quando si esce fuori del Solco … non se si è sicuri di camminare sulla Via di Dio! Qualcuno dice: “ho paura del buio!… Ma se nel cuore c’è la Luce … non si può aver paura … o Mi sbaglio? Tutti: No! Don Vincenzo: Gesù … quindi Fede, Speranza e Carità? Gesù: Io ho parlato di Fede, Speranza e Carità? Tutti: No! Gesù: La Carità è silenziosa e, se è silenziosa, non parla! … Venite col “niente!” … Io non ho parlato: “sperate di vederMi!” … Tutte queste cose Io non le ho dette! … Parla ancora! Don Vincenzo: Quello che Mi ha fatto sempre riflettere è questo Primato che noi dobbiamo dare al Padre e non lo facciamo … e tutto rotola via e non mettiamo avanti le cose importanti che meritano il primo posto … e andiamo dietro alle cose del mondo … e tutto acquista tristezza, paura e si è timorosi in ogni momento … quando invece il Padre è sempre lì a dirci: “ci sto Io … Fa la Mia Volontà!” … Se imparassimo questo … tutto, ogni minimo particolare sfocerebbe nella Gioia, nella Pace … “c’è Papà … lo offro a Lui! … C’è la Mamma … lo offro a Lei!  … e tutto acquista valore perché tutto rientra nella Volontà del Padre! Gesù: Ma l’Umanità non vuole né il Papà e né la Mamma! Don Vincenzo: E perciò è stolta e cieca e si ritrova senza mettere al Primo Posto Dio! Gesù: Ma Dio che è Vivo e Reale chiama i Figli e dice: “ c’è un Giardino … c’è una Vigna … c’è un’Arca e ci sono i Remi! … Sono qui per voi… vi ho Scelti … e così come state prendendo parte al Banchetto che è il Padre .....… l’Orto, il Giardino, la Vigna, l’Arca e i Remi sono vostri! Don Vincenzo: E sì … siamo noi i Vignaioli … siamo noi i Figli …  e i Figli ereditano quello che ha il Padre! Gesù: E sì …. Sono loro i Vignaioli ed ereditano ciò che il Padre ha fatto da sempre! Don Vincenzo: E continua a farlo! Gesù: No, il Padre l’ha fatto da sempre … non fa rinnovamenti come gli uomini … L'ha fatto da sempre perché Lui E’ da Sempre … e sì … ma rimane Bambino! Don Vincenzo: E sì! Gesù: E ogni tanto fa i capricci … e i bambini fanno i capricci! … Io mangio un dolce? Poi viene Giovanni! Mangio questo? … Cosa dovete ricordare sempre: siamo Figli … abbiamo un Papà … abbiamo l’Eredità … e non dobbiamo temere gli uomini! Ma temere il Padre significa fare le Cose del Padre … e non temere il Padre perché vi punisce e getta i Figli nel Fuoco......! Sarebbe un Padre del mondo che uccide! Il Padre-Dio non uccide i Figli e li getta nel Fuoco … ma aspetta solo una Domandina Finale … e aspetta che si entra nel Suo Cuore per gioire come gioiscono le Spose! Raffaele: Gesù … in questi giorni si gira per i Sepolcri! Gesù: Io sono Vivo … perché Mi cercano nei morti … quando i morti sono al Banchetto del Padre … e hanno donato la mano e stanno facendo Festa? Raffaele: Gesù … c’è una cosa che Ti rattrista di più in questa serata? Gesù: Tutte! … Solo voi Mi date Gioia … ma c’è chi Mi tradisce andando poi dietro alla bara: “Eh, devo farmi vedere! Se poi cade quello … io c’ho l’altro!” …Questo significa tradire … o Mi sbaglio? Don Vincenzo: No … Tu non Ti puoi sbagliare … dobbiamo fare tesoro di ogni Tua Parola! Gesù: Cosa vuoi dirMi ancora? … Teresa: Tutto quello che sta succedendo si deve compiere? Gesù: Eeeh … lì c’è il Veleno … e chi vince? … Il Veleno o l’Amore del Padre? Teresa: Certamente non il Veleno ma l'Amore del Padre! Gesù: Cosa c’è … poi devo far venire Giovanni! Io vado ad accogliere le Spose che sono state portate dallo Strumento e le Bimbe le stanno accompagnando! Raffaele: C’è tanta confusione di popoli! Gesù: Sono gli uomini … non è il Padre! Raffaele: Cosa pensano di fare? Gesù: Le cose degli uomini non le Cose del Padre … ma tutti verranno chiamati … e se daranno la mano si è nel Giardino … e rimanendo nel Giardino … si gioisce! … Ora Io vado e Giovanni viene! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE!  … (Giovanni Benedice e poi manda un bacio e viene ricambiato) … Ehi! Don Vincenzo: Giovà! Piccolo Giovanni: Come stai?  … State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Prima prendiamo il caffè … chi lo vuole se lo prende! Vediamo se è quello della Cocciuta … mi sa di sì … è quello della Cocciuta … è buono! Don Vincenzo: Lo riconosci? Piccolo Giovanni:  Sì … aaah … è buono … lo fa sempre allo stesso modo! Giovà … com’è … tutto si sta preparando! Don Vincenzo: Bello o brutto? Piccolo Giovanni: Quello che prepara il Padre è sempre Bello … quello che preparano gli uomini non è bello …ma è brutto! … Il Padre ha preparato Tutto da sempre … e ora c’è la Festa del Giorno del Servo Inutile!  Don Vincenzo: E ci dobbiamo preparare! Piccolo Giovanni:  Sì … dobbiamo preparare i cuori! Dimmi qualcosa … così mangio qualcosa anch’Io! Don Vincenzo: Quello che volevo dirTi è che dobbiamo mettere la Verità sempre al Primo Posto e farla brillare … perché tante volte noi La soffochiamo e La spegniamo! Quando invece questa Verità brilla tutto è splendido, tutto è radioso! … Bisogna entrare nella Giornata che il Padre ci dona al risveglio … e farla diventare una Giornata del Padre  … e così diventa una Giornata bella, buona … perché noi vogliamo proprio questo … ma ci dimentichiamo tante volte di farlo! Piccolo Giovanni: Nicò … tu cosa vuoi … la Giornata del Padre o la giornata del mondo? Nicola: La Giornata del Padre! Piccolo Giovanni: Marì tu che vuoi … la Giornata del Padre o la giornata del mondo? Maria: La Giornata del Padre! Piccolo Giovanni: Ci fermiamo! Vedi quanta semplicità … e quanto chiasso nel preparare il Giovedì Santo e il Venerdì del funerale? Don Vincenzo: Certo che quello del venerdì è proprio assurdo! Tu che vinci la Morte …vieni portato in giro morto … Tu che sei il Vincitore, Tu che sei il Vivente!! Piccolo Giovanni: Che mangio Io … che Mi date da mangiare? Don Vincenzo: Devi solo scegliere! Piccolo Giovanni: Devo solo scegliere? Sì, pure!........ Le hai assaggiate le patatine con la mozzarella? Tu ne vuoi? Queste sono mie! Dalle anche a Lui! … Guardo l’umanità … e, nel guardare l’umanità, vedo Gesù che prende il Bastone e cammina verso il mare! Non lascia i Figli … ma cammina verso il mare… così come faceva da Fanciullo quando si nascondeva per parlare col Padre! Don Vincenzo: Per fare i Colloqui di Preghiera? Piccolo Giovanni: I Colloqui di ciò che doveva accogliere ancora da parte degli uomini! … Ora si è messo in cammino andando verso il mare … girando le spalle agli uomini in ciò che hanno preparato e stanno preparando … ma non lasciando nessuno … essendo Amore Pieno! … E Io come Giovanni prendo anch’Io il Bastone e vado verso il mare … lì dove c’è lo Strumento. Nel Giorno del Servo Inutile ad ognuno sarà Spezzato il Pane … non gettateLo! … Voi dite: “ma i Tempi erano già Pieni e Pronti: quanto dobbiamo aspettare ancora?” … Il Padre ha accorciato i Tempi ai Propri Figli …..... e lo state vedendo! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E accorciando i Tempi vi dona il Lavoro più Grande da fare! … Amatevi gli uni gli altri! Non inventate castelli … non costruite castelli sulla sabbia … Dio conosce ogni cosa … e si lascia prendere in giro … così come Lo fa anche lo Strumento … ma aspetta! Non punisce … non mette in carcere i Figli … non li getta nel Fuoco … ma lei aspetta con quella Domandina Finale… eeeh! … Io devo mangiare un dolcino … il giallo o il bianco … il bianco!  Tu ne vuoi … quello o quello? Don Vincenzo: Quello! Piccolo Giovanni: A quest’ora Gesù era già stato portato via! … Era nell’Orto da solo … tutti gli altri se n’erano già andati … avevano finito di mangiare … avevano finito di bere … avevano visto ciò che Gesù gli aveva detto di fare ognuno nelle proprie case! Mentre Gesù veniva portato via se ne sono andatihanno pensato già a cosa indossare e a cosa fare e poi tanto, tanto tempo dopo hanno scritto tutto al contrario! E Gesù piangeva nel vedere tutto questo … sapeva già che avrebbero fatto cose ancora più grandi … più grandi nel senso di tradirLo ancora! E Io quando gli chiedevo attraverso lo Strumento: “se verrai ancora … Ti uccideranno ancora?” … “ Mi uccideranno ancora perché hanno sempre ucciso chi parla con la Mia Parola!” … E Io gli dicevo: “quello che devi fare perché non lo fai subito?” …  E giustamente Mi rispondeva: “conosci i Tempi!” Li ha affrettati … ma ancora ci sono tante altre cose da vedere e da sentire! … Carlo sta festeggiando nel Giardino … ma non è gioioso della Festa del mondo! Don Vincenzo: Non può essere gioioso … perché il mondo non può dare gioia! Piccolo Giovanni: Il mondo vende e compra … il Giardino dona per Amore! … Allora vi invito a pregare e ad aspettare il Giorno del Servo InutileFigli! Vi lascio il Mio Cuore e, lasciandovi il Mio Cuore, non ho altro da darvi: l'Amore del Padre! … (Giovanni schiocca un bacio e ritorna Gesù Benedicendo col Segno della Croce)Gesù: Con la Croce e con il Pane … EccoMi!  Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: Sono Gesù … Sono il tuo Gesù … i Due Giovanni devono finire il Solco! Don Vincenzo: Dobbiamo finirLo! … Ci vuole Tempo? Gesù: Lo conosci il Tempo! … Ora vi lascio il Mio Cuore Spalancato … tu Saluta con l'Albero Verde! … (Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) … Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera in questo Giorno! E vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni …  dopo esco come sempre … Tu che fai? No … non li raccogliere Tu i Calici … vengo io dopo! So che hai tanto da preparare! … Giovanni … il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano … ma vai a sederti al Banchetto … fra poco finisco e vengo io … raccolgo tutto quello che hanno sporcato e sporcheranno ancora …! Adesso fermati un poco … siediti … ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!  Il Padre:    Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO … PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! …  (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore … spezzateLa e donateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … gli uomini hanno sporcato ancora … ora usciamo … finisco di prendere i Figli … usciamo e andiamo a pulire … ma Tu aspetta ancora: sono Figli e non possiamo perderli! Il Padre: Conosci ogni cosa … ma vuoi aspettare! Giulia: Eccomi … così come fai Tu …  così come conosci Tu … come mi hai donato da conoscere … aspettiamo! … Papà … visto che le Spose sono al Banchetto … e Carlo sta festeggiando il Tuo Amore … salutiamo i Cari! …(Tutti salutano i propri Cari) … Com'è bello vedervi così gioiosi … e com'è triste guardare il mondo fuori! Dopo andiamo a pulire … Eccoci! So che avete tanto da Lavorare … (Giulia schiocca un bacio) … Ci vediamo…!

 

 

 

  GIOVEDÌ 09 APRILE 2015

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedice col Segno della Croce)  Gesù: Nell'Abbraccio Eterno della Croce Glorifico il Padre Altissimo...ora e per l'Eternità! E nel cullare il Dio-Bambino cullo l'umanità intera! Guardando Dio-Bambino guardo i Figli lontani, i Figli dispersi, i Figli che cercano il Volto del Padre...ma Gli viene tolto! Vengono allontanati...gli viene spenta la Luce togliendogli il Volto del Padre e donando ai Figli il volto del mondo...Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Il Veleno cammina: è fuori...ovunque andate e i Falsi Profeti li trovate anche nelle vostre famiglie...nella vostra Capanna: ogni vostra casa è una Piccola Chiesa! Vigilate, Figli! È il Tempo di guardare in faccia...di vedere il Volto di Dio e non il volto dell'umanità! Tutto vi è stato donato e tutto è di vostra proprietà: la Vigna, l'Arca, i Remi, il Giardino! Non guardateli con gli occhi del mondo...guardateli con gli occhi del cuore...e se è chiuso...Io Sono fuori ad aspettare...e se aprite poco poco...Mi vedrete, Figli Miei! Io Parlo a voi e Parlo all'umanità intera...Parlo a voi Famiglia... invitandovi ancora ad essere vigilanti in tutto ciò che non appartiene al Padre...Figli Miei, Fratelli e Amici del Mio Cuore!..........Cocciuta Divina! Giulia:Eccomi...Gesù! Gesù:Dove sei andata? Giulia:Lo sai...conosci tutto! Gesù:Dove sei andata? Giulia:Sono rimasta per un po' alla Destra del Padre a sussurrare al Suo Cuore...e poi sono andata nel Vulcano dove avevano messi tanti Missili! Sono andata a toglierli e dopo averli tolti ho preso anche i Figli e poi sono andata a raccogliere i Bimbi...e i Pargoli insieme alla Schiera li hanno portati al Trono del Padre...al Forno .....a Lavorare! C'è da pulire ...vanno da soli e vanno anche quando esce Maria e quando esce la Schiera del Calice Vivente e anche la mia! Questo sono andata a fare! Gesù:Guarda...Anima Mia! Giulia: Eccomi...Gesù...non posso fare nulla...Gesù…per ciò che vedo. non posso fare niente? Gesù:Non puoi Scorticare il tuo "Nocciolo Scorticato"! Giulia:Se il Padre vuole questo…se aspetta un po'...ci sono ancora Giorni! Ora devo scendere nell'Ultimo Tunnel che è il più Lungo e che è rimasto.........posso andare? Ma Eccomi...Eccomi...Gesù...Eccomi ancora per l'Eternità...perché  l'Eccomi rimane Eccomi! Ed  Eccomi nel rimanere alla Destra del Padre e in mezzo ai Figli! Gesù:Guarda ancora...Anima Mia! Giulia:Eccomi...Gesù! Altri Pargoli! Altre mamme che piangono! Altri Fuochi di guerra! Posso fare qualcosa? Gesù:Immolati come tu sai fare! Giulia:Posso andare a prendere dopo a chi mi dona la mano? Gesù:EccoMi...Anima Mia! Giulia: Eccomi ...Gesù! Metto nel tuo cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere...la Famiglia, i loro cuori e i loro sussurri...ciò che è giusto.....Te li consegno! Metto nel Tuo Cuore il Tutto che il Padre mi ha donato da sempre: è il mio "niente" e tutti i miei errori! Gesù...metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco!Aspettiamo ancora! Gesù: Pregate...Pregate...Pregate...Figli Miei! Giulia:Eccomi...Gesù... Eccomi ancora per l'Eternità...Gesù! Gesù:EccoMi Vivo e Reale in mezzo a voi con i Due Banchetti, con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutte le Spose, con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni, Carlo, Pio e Domenico nel portare l'Unica Verità della Croce…(Gesù Benedice)...e l'Unica Verità del Pane...invitandovi ancora a tenerli Alti e a viverli nella Pienezza dei vostri cuori...Figli Miei! Rimanete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi...non dimenticate la Capanna...siate vigilanti: il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano…(Gesù Benedice nuovamente)...alzate la Destra...Figli Miei...non dimenticateLa! Giulia:Eccoci...Gesù...rispondo per tutti: Eccoci! Gesù:Guarda e metti nel "Vuoto" ciò che vedi! Giulia:Eccomi...Gesù...Eccomi! Gesù: Quanto ti costa quell'Eccomi...Anima Mia! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità...Gesù! Quando dovrò aprire ciò che ho messo nel "Vuoto" me lo dirai Tu! Eccomi! Gesù:PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO!  Don Vincenzo:Shalom! Gesù:Pace ai vostri cuori…(Gesù manda un bacio e viene ricambiato)…state tutti bene-male? Tutti:Eccomi! Gesù: EccoMi! E cosa Mi racconti? Don Vincenzo:Tutto parla del Padre…tutto mette al Primo Posto il Padre! Gesù:E’ da sempre che mette al Primo Posto ogni cosa! Don Vincenzo:E’ tutto al Primo Posto perchè è lì che il Padre ci aspetta…e aspettandoci ci mette nella posizione di Figli…e ci mette nella posizione di Eredi…e ci mette nella posizione dell’Eternità che non finisce mai! .....Essere Strumenti d’Amore!.....Tutto parte da questo “Grido d’Amore” e il tutto diventa Amore! Ecco perché dobbiamo essere umili, miti, servizievoli…Servi Inutili! Gesù:Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Il Padre serve! Don Vincenzo:Gesù serve! Gesù:Sì…ma Io Sono Vivo e Reale in mezzo a voi…come lo sono tutti i vostri Cari al Banchetto! Don Vincenzo:E Tu quando Ti metti al servizio basta che Allarghi le Braccia! Gesù: Le ho già Allargate! Don Vincenzo:Sì, Le hai già Allargate…anzi Le Allarghi continuamente…Le Allarghi  sempre…e dobbiamo anche noi imitare la Tua Capacità d’Amore! Che bello sentirTi dire: “Padre, perdona loro perchè non sanno quello che fanno!Gesù: Padre, perdona loro perché ora sanno quello che fanno!”…Ma lo sapevano anche prima e lo fanno ancora! Don Vincenzo:Lo sapevano e lo sanno…ma sono ciechi e stolti e non vogliono capire…pensando che le cose del mondo li possono soddisfare…e senza sapere che le cose del mondo sono una  trappola da cui non si esce!…Gesù? Gesù:Eh!…(Don Vincenzo manda un bacio a Gesù che ricambia)..... Don Vincenzo:Papà! Tutto parla di Lui…tutto e tutti…che bello! Gesù:Non tutti parlano bene! Don Vincenzo: Non parlano tutti bene perchè sono ciechi e stolti ma c'è il Padre…! Gesù:Il Padre è Buono! Don Vincenzo: Il Padre Illumina tutto e tutti! Gesù:Ma se sono ciechi…non vedono e non sentono! Don Vincenzo:Non vogliono vedere e non vogliono sentire! E la Cocciuta che dice sempre:“Padre…aspettiamo ancora! Padre…ancora un po’… può darsi che cambiano!Gesù:Pur sapendo ogni cosa!…Che facciamo…Ci Doniamo? Don Vincenzo:Eccomi! Gesù:Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane alla Destra del Padre…! Don Vincenzo: E’ dentro al Tunnel? Gesù:Sì! Don Vincenzo:E’il più lungo? Gesù:Adesso non è andata in quello…......ma ci andrà! Don Vincenzo:La Forza dell’Amore! Gesù:E sì!…( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino…Gesù Lo Innalza…ne Beve…e poi Beve don Vincenzo)…Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo:Amen! Gesù:Questo è il Mio Sangue! Amen! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen!…(Raffaele dona a Gesù un Pezzo di Pane…Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:)…Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo:Amen! Gesù:Amen! Questa è la Via Stretta…e la Via Stretta Sono Io… e se siete stanchi e affaticati venite a riposarvi…vi aspetto…Figli Miei!…Ora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù:Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore e a Lavorare per tutti i Figli Ministri, per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco..............!…(Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta)…Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù:La Pasqua è Piena…è Viva ed è Risorta…e il Padre è Vivo per ognuno di voi! Don Vincenzo: Che spettacolo d'Amore.........…e come il Padre è Gustoso…e come il Padre  nutre i Suoi Figli con l’Amore! Gesù:Prendiamo parte? Don Vincenzo:Eccomi! Gesù:EccoMi! Prendiamo parte…Mi ha Mandato per Servire!…(Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo).... Don Vincenzo:Eccomi! Gesù:EccoMi! EccoMi! E’ Gustoso! Cosa Mi dici mentre gusti…non Mi dici niente? Don Vincenzo:E’ tutta un’Armonia…una Sinfonia…tutto gratis…tutto a Gloria del Padre…tutto a Gloria del Creato e tutto per l'Eternità.......! Gesù:Voi state tutti bene-male? Tutti:Eccomi! Gesù:Meno male! Don Vincenzo:Tutto parla del Creatore…tutto…perché ogni Creatura dà Gloria al Creatore…e allora anche noi dobbiamo metterci al servizio del Creatore! Gesù:Sei sicuro che tutti Glorificano? Don Vincenzo: Dovrebbero Glorificare…ma l’umanità che è sorda e cieca non dà nulla al Padre......! E non c’è dispiacere più grande per il  Padre vedere i Suoi Figli non corrispondere al Suo Amore … vedere i Suoi Figli lontani dal Suo Amore … vedere i Suoi Figli che Gli voltano le spalle! Gesù:Il Padre cosa farà nell’Ultima Domandina? Dirà: “Chi siete…non vi conosco…andate via!”…Cosa farà? Don Vincenzo:Potrebbe pure farlo perché il Padre è anche Giudice…solo che…! Gesù:Solo che lo Strumento bussa! Don Vincenzo:Solo che la Formichina bussa! Gesù:Ma ancora non le è stato detto…è a pochi passi…e ci vuole un po’ per arrivare!…Il Veleno cattura ancora i Figli e i Falsi Profeti anche…e rubano ancora Figli!…Dimmi qualche altra cosa!…Che Mi Doni? Raffaele:Un paninello? Gesù:Un paninello? Cosa Mi vuoi Donare? Raffaele:Il prosciutto! Gesù:Sì…tu lo vuoi pure? Don Vincenzo:Sì! Gesù:Ecco…basta così! EccoMi!…State tutti bene-male? Tutti:Eccomi! Gesù:State Mangiando il Pane? Tutti:Eccomi! Gesù:EccoMi! Ehi…la dottoressa non Mi dice niente stasera?…Allora…ehi…tanti auguri! Giuseppe:Eccomi!… (Oggi è il 65° Compleanno di Pasquale-Giuseppe)..... Gesù:EccoMi! Don Vincenzo:Facciamo un altro applauso a Pasqualino! Gesù:Pasqualino? Non è San Pasquale…è il suo Compleanno! Cosa vuoi dirMi? Teresa:Eccomi! Gesù:Solo questo? E’ un bel discorso lungo:“Eccomi”…ma quello lo sapevo già e l’hai donato! Nessun altro vuole parlare?…Hai finito e non hai più niente da dire? E tu?…Chi parla…parli tu…viceparroco? E così intanto mangio altre due patatine…ne vuoi ancora? Don Vincenzo:Tutto è gustoso…tutto è speciale! Raffaele:Gesù hai mai implorato il Padre? Gesù:Io e Mio Padre siamo un’Unica Cosa…ciò che è Suo è Mio…e parliamo così: tra Padre e Figlio di tutto quello che ho fatto! E tutto quello che ho fatto  è Giusto!  I Figli…ognuno di voi bussa al Cuore del Padre…ma Io Sono alla Sua Destra…e Sono in mezzo a voi…come lo è anche Lui!…Venite col “niente”!…EccoMi! EccoMi…scarsetto, scarsetto, scarsetto! Vuoi parlare?…Io ho parlato dall’inizio fino adesso…e sto parlando tutt’ora!…EccoMi! Teresa:Gesù, dobbiamo imparare ad ubbidire …ad ubbidire a Te…al Padre…a non temere gli uomini…a prendere esempio dallo Strumento che non teme gli uomini…ed è sempre scartata da tutti! Gesù:E lo sono anch’Io e lo è anche il Padre…e se lo è il Padre e lo sono anch’Io…è scartata anche lei…e siete scartati anche voi!…..... Parla! Teresa:E’ questo che ci deve far capire quando siamo sulla Via Stretta! E non ci deve far essere tristi l’essere scartati! Gesù:Gioiosi!… Lo Sono Io! Teresa:Perché non è che gli uomini non contano niente…sono fatti a Immagine e Somiglianza di Dio…è che dobbiamo comprendere che quell’essere scartato in quel momento è essere davanti a Dio! Gesù:Dio scartato dagli uomini…come Io vengo scartato dagli uomini…ma non sono gli uomini a decidere ciò che il Padre ha Scritto…sono Figli…e i Figli devono venire a bussare alla Porta del Padre quando si presenteranno nella Domanda Finale…e non è il Padre che va a bussare alla Porta del Figlio! Teresa:Il Padre aspetta! Gesù:Il Padre aspetta! Il Padre è Buono! E per quello la Cocciuta bussa: “Posso avere anche l’altra Domandina scritta e timbrata col Tuo Amore? Teresa:Sì…conoscendo quanto è Buono il Padre! Gesù:Sì…conoscendo quanto è Buono il Padre… ma è anche Giudice: è Buono…ma è anche Giudice! Non Giudice come quelli del mondo…ma Giudice d’Amore:aspetta… aspetta i Suoi Figli…aspetta il Giardino tutto Pulito…tutto Fiorito…con tutti i Frutti portati dai Figli! Teresa:E tutto quello che  avviene…e tutto quello che accade nella Giornata se lo rioffriamo al Padre…anche le cose che ci sembrano stonate…o ci sembrano sbagliate…rioffrendole al Padre  riprendono la via giusta…che magari in quel momento a noi non sembrava........! Gesù:Il Padre purifica e diventano Fiori…e il Giardino sboccia! La Cocciuta mette tutto nel Cuore del Padre: gli sputi.....…tutto! Teresa:Eccomi! Gesù:EccoMi! Raffaele:Gesù…la mano si deve tendere sempre? Gesù:Come lo Strumento: aspetta che le Spose danno la mano per mettergli l’Abito Bianco e l’Anello Nuziale! Raffaele:Gesù…a volte non so cosa rispondere! Gesù:Se prima bussi al Cuore del Padre e chiedi: “Padre…cosa devo dire?” Alzi la Destra quando non hai parole…o “Padre Nostro e Ave Maria”o bussi al Cuore del  Padre e il Padre ti fa parlare con le parole giuste.........! Non dovete dimenticarlo! Raffaele: Gesù…spesso mi capita di sentirmi molto più vicino.......…e altri giorni lontano…distratto dalle cose del mondo…preso dal lavoro…preso dalle  difficoltà della giornata! Gesù:Quando apri gli occhi devi dire: “Padre…io sto andando a Lavorare nella Tua Vigna…tienimi per mano!” Non devi tuffarti nella Vigna del mondo…ma tuffarti nella Vigna del Padre prendendo la Sua Mano! Ognuno di voi ha un Lavoro…ma deve legare il cuore…deve legare il cuore  al Padre e dire: “Padre…devo andare a lavorare…ma nella Tua Vigna e attaccato alla Tua Mano!” E la Giornata è Sua…non è del mondo: l’hai messa nel Suo Cuore e ti sei attaccato alla Sua Mano! E così ognuno di voi deve dire: “Non è mia la Giornata… è del Padre perché mi ha fatto svegliare…e avendomi fatto svegliare ora vado a Lavorare nella Vigna!”…Chiaro? Raffaele:Eccomi! Gesù:EccoMi! Raffaele:Gesù…qual è il gesto più bello di una Giornata? Gesù:Svegliarti col Padre e addormentarti col Padre!…E’ giusto? Don Vincenzo:Il gesto più bello è Pregare così al mattino! E’ questo che dobbiamo imparare! Gesù: Eh! Posso mangiare?…Ma state tutti bene-male? Tutti:Eccomi! Gesù:Hai finito? Raffaele:Sono finite le Feste? Gesù:No! Ogni volta che aprite gli occhi è Festa! La Festa non è quando Mi portano in giro nella bara…non è quando dicono che sono Nato…la Festa è quando aprite gli occhi: è Pasqua…la Pasqua Piena: il Padre che Si Dona in abbondanza! Voi vi siete fermati alle cose del mondo: “Eh, sono finite le Feste…adesso dobbiamo aspettare Ferragosto o la Festa della mamma!”…Non sono finite le Feste!…Dio E’ Festa! Raffaele: Gesù…è più cattivo chi non dona il cibo o chi lo ruba? Gesù:Tu che pensi? Don Vincenzo: Non si devono fare questi gesti perché poi rischiamo di sbagliare ancora di più noi! Dobbiamo essere sempre buoni…imparare la Bontà a prescindere dalla reazione dell’altro….......e fare a Gloria del Padre! Raffaele:Non si può rifiutare il Cibo di Dio? Gesù:No! Raffaele:E chi lo rifiuta? Gesù:Rifiuta Dio! E ci sono anche quelli che vanno fuori a gettarLo!…La Domandina!…Giovanni dice: “Poi non venite in Paradiso a dirMi che non ve l’avevo detto che in questo Luogo c’è il Timbro…il Mio Sigillo!” E la Cocciuta lì non può fare niente…guarda…dalla Destra del Padre!…Vi è stato detto…non avete ascoltato!…Uscite fuori e Mi gettate… Mi schiacciate sotto i piedi…Mi sputate in faccia!…...............Li mangio tutti, se no poi viene Giovanni..........! Raffaele:Gesù…il cibo è un Dono di Dio…le piante…i fiori…gli animali… Gesù:Tutto è di Dio…Tutto ha Creato Dio! Raffaele:…Però ci sono alcuni animali di cui io ho  paura o fastidio…è sbagliato? Gesù:Sì…sono stati Creati dal Padre e non si deve avere paura…e basta guardarli così come il Padre li ha Creati…perché è tutto Creato dal Padre e ogni cosa è al suo posto! Raffaele:Per amarli dobbiamo rispettarli? Gesù:Loro vi rispettano e voi li rispettate!…Se non vengono rispettati diventano cattivi! Se vengono rispettati non sono cattivi e  camminano per la loro strada! Raffaele:Anche i ragni? Gesù:Sì…tessono…si creano il velo dove poi devono cercare il cibo per mangiare! Voi Lavorate nella Giornata della Vigna e il Padre vi Dona la Paghetta: il Cibo! I pezzi di carta vanno usati bene e non legare il cuore…servono!…Loro tessono…fanno una bella rete e voi la rovinate…mentre loro devono prendere il cibo per sopravvivere! Raffaele:Quindi, Gesù, tutti cercano il cibo e tutti lavorano per Dio? Gesù:Sì, nella Vigna Creata dal Padre! Le formiche portano il cibo e non fanno nulla di male…lo mettono nella tana e aspettano…poi lavorano!…EccoMi…che c’è ancora? Raffaele:E’ bello ascoltarTi! Gesù:Allora ascoltiamo Giovanni…Io vado a prendere le Spose…Giovanni viene in mezzo a voi e poi vengo a salutarvi! Piccolo Giovanni:CON LA CROCE CON IL PANE! Don Vincenzo:Giovanni! Piccolo Giovanni:Ehi, Giovà…Come stai…bene male? E voi…(Giovanni schiocca un bacio)…state tutti bene male? Tutti:Eccomi! Piccolo Giovanni:Ehi, tanti auguri Pasquale! Pasquale: Eccomi! Piccolo Giovanni:Siamo arrivati a 65…eh! Andiamo bene…sono 65? Pasquale:Sì! Piccolo Giovanni:E allora…sono 65!...Mò beviamo il caffè…vediamo come è…vuoi un po' di caffè? Don Vincenzo:Eccomi! Piccolo Giovanni:EccoMi! Tutto a posto? È buono! È quello della Cocciuta?…Chi lo vuole se lo va a prendere! Sì…è quello della Cocciuta…è buono! Dopo aver preso il caffè…Nico? Nicola:Eccomi! Piccolo Giovanni:Come stiamo…bene male?  Nicola:Eccomi! Piccolo Giovanni:Marì? Maria:Eccomi! Piccolo Giovanni:Come stai…bene-male? Maria:Eccomi! Piccolo Giovanni:EccoMi…Giovà…cosa Mi racconti…tutto bene? Don Vincenzo:Sì! Piccolo Giovanni:E Io cosa vi posso raccontare? Il Banchetto Nuziale è tutto Gioioso…è tutto Festoso…c'è solo il Giardino che ancora si deve finire di pulire! Le Schiere sono tutte partite!…La Cocciuta ha mandato le Schiere e lei è andata a Lavorare…e il Giardino ha bisogno di altre Schiere e adesso lo Strumento ne deve preparare altre! Ma al Banchetto c'è Gioia Piena per tutte le Spose che sono entrate…per tutte le Spose che hanno donato la mano…e hanno indossato l'Abito Bianco, l'Anello Nuziale…e hanno Infornato il Primo Pane per Gioire e incominciare a SpezzarLo e a DonarLo! Spezzare il Pane e donarLo come fa lo Strumento: "posso prendere un'altra Paghetta e Spezzarla e Donarla? Posso portarLa lì dove non ce l'hanno e dove non Ti conoscono?" Il Padre risponde:"EccoMi… tutto quello che è Mio è Tuo!"…Cosa Mi donate da mangiare? Ehi, è piccante…Io la salsiccia piccante non la voglio…non Mi fate scherzetti!...Giovà, raccontami qualcosa! A voi sembra un giochino che Dio viene in mezzo a voi a chiedervi: "Volete rimanere con Me nella Vigna, nell'Arca e con i Remi?"…Sta venendo a giocare Dio in mezzo a voi? Tutti:No! Piccolo Giovanni: Dio viene a donarSi e a chiedere: "Volete rimanere …volete aiutarMi a pulire tutto quello che è stato sporcato?” Parliamo ancora…chiedimi qualcosa…......... vuoi la cioccolata? Don Vincenzo:Un pezzettino!...Giovà…abbiamo fatto tanti passaggi e siamo arrivati alla Croce: lì è la Chiave! Piccolo Giovanni:Eh sì…è lì la Chiave: Tutto è la Croce! Domenico dice: “Il Mio Tutto è la Croce!” E il Tutto di ognuno di noi è la Croce perché lo siamo!Se non lo siamo…ci gettiamo e camminiamo sulla Via Larga! Ma Io vi ho indicato sempre la Viuzza Stretta e non si può lasciare…o La volete lasciare? Don Vincenzo:No! Piccolo Giovanni:Dovete vigilare: il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano!...Io vi Amo e sono Gioioso che il Padre Mi lascia parlare…Mi lascia stare in mezzo a voi…e c’è la Cocciuta che diventa sempre più Cocciuta nel fare le Cose del Padre…nel rimanere nell'Eccomi Pieno…scartata com'è scartato Gesù… come sono stato scartato Io dai Miei Confratelli, dai paesani: "Ehi…don Mario…ci serve quello…! Ehi…don Mario…ci serve quell'altro! Ehi…don Mario…adesso non Ti vogliamo più…hai sbagliato strada…correggiti!"…Alla fine si raccolgono i Frutti!...Quante Ceste ci saranno? Quante Ceste vi consegnerà lo Strumento? Aspettiamo…così come dice al Padre:"Sono Figli…ci sono i Giorni…ci hai Donato tutto…aspettiamo ancora!" E nell'aspettare non dimenticate di Pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! E non dimenticate di dire: “Eccomi Padre…mi hai donato un altro Giorno…Te lo consegno! Se io non so lavorare…lavora Tu al posto mio!” E’ quello che dice lo Strumento: “Ti offro il mio “niente” della Giornata perché non ho saputo fare nulla e non ho fatto nulla…ma Te lo offro!”...E il Padre conosce il Lavoro della sua Giornata…come conosce il Lavoro di ognuno di voi…Figli!...Ora vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Don Vincenzo:Arriva Gesù? (Giovanni schiocca un bacio e ritorna Gesù Benedicendo col Segno della Croce) Gesù:CON LA CROCE E CON IL PANE! EccoMi! Vi Amo…rimanete nel Mio Amore e non disperdetevi! Ora Saluta col Mio Cuore Spalancato…vi lascio la Porta Aperta…voi che avete Fame e Sete!...(Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:La Bontà del Padre…la Misericordia del Figlio…l'Amore dello Spirito Santo scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre menti, sulle vostre Anime!  E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo!Tutti:Amen! Gesù: Amen! Giulia:Giovanni…cosa stai facendo? Lasciami i Calici…lasciami tutto quello che c'è da Bere e vatti a poggiare sul Cuore di Maria! Piccolo Giovanni:Tu non esci dal Tunnel? Giulia:Non ho ancora finito! Piccolo Giovanni:Non sei stanca? Giulia:Giovanni…a volte mi viene in mente la Tua stanchezza che non era stanchezza…e così mi tuffo ancora di più…e ora mi tuffo ancora per fare le Cose del Padre! Lasciami i Calici preparati...........…lascia ancora i Sigilli e i Flagelli!  Piccolo Giovanni:Non ti basta niente! Giulia:Devo completare la Giornata, Tu poggiati sul Cuore di Maria! (Giulia schiocca un bacio) Ci vediamo dopo!...Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre:Vi Amo anch'Io…e aspetto il vostro Amore! Tutti:TI AMO…PAPÀ! Il Padre:EccoMi…Pargoli del Mio Cuore!...(Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo)…Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia….accoglieteLa con Amore, spezzateLa e donateLa ai vostri nemici…Figli Miei! Giulia:Papà…prendo ancora Paghette per spezzarLe e per donarLe all'umanità sorda e cieca! Papà…le Spose sono tutte entrate…io rimango ancora un po'! Il Padre:Esci…Figlia Mia! Giulia:Un altro pochino ed esco!...I Cari sono al Banchetto…li salutiamo!... (Tutti salutano i propri Cari)…Eccoci…Servi Inutili…Spose del Padre…ci vediamo dopo!

12 Aprile 2015

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

 

*******************

 

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario, e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia:Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre!Se Sei Tu, Glorifica il Padre!(*)  La Madonna:Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel Principio, Ora e Sempre, nei Secoli dei Secoli. Amen!...(la Madonna per un po' rimane in Silenzio poi Benedice col Segno della Croce e dice:)...Il Volto della Croce illumini i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera, Figli Miei! E il Volto della Croce sia il vostro Volto ora e per l'Eternità ...così come è il Padre: Volto per l'Eternità nel guardare e nel custodire ognuno dei Figli! Ma Vigilate: un Gradino si è Aperto...lo Strumento li aveva chiusi tutti...ma uno  se n'è Aperto! Ora lascia trascorrere ciò che il Padre ha Scritto da sempre....non busserà....non chiederà...farà ciò che il Padre ha Scritto da sempre...non per punizione...ma per Ubbidire a Dio e non agli uomini! Così come Io: Mamma dell'Amore e Mamma del Dolore...Ubbidisco in Pienezza al Padre! Dio l'ha mandata ....... e così come Dio è stato messo all'Ultimo Posto.......così come Mio Figlio è stato messo all'Ultimo Posto.......così come il Mio Cuore Immacolato e Addolorato è stato messo all'Ultimo Posto.........anche il cuore dello Strumento è stato messo fuori...e così ora si adempirà ciò che il Padre ha Scritto da sempre! Vigilate, Figli, la Via Stretta vi è stata donata...ma non l'avete vista e non la vedete........ascoltate e non vedete! E Io: la Mamma del Dio Vivente...la Mamma del Crocifisso vi invito a convertire i vostri cuori nel Segno della Croce Tremenda ... (la Madonna Benedice) ... nel Segno dell'Unico Dio Vivo e Reale in mezzo a voi .... non ve ne sono altri: è il Dio della Croce ... è il Dio dei Chiodi! Non cercate  Dio dove ci sono i rumori ... non cercate Dio dove ci sono i Falsi Profeti ... ma Vigilate! Un Albero è stato Piantato e quell'Albero è la Croce...ed è stato Piantato in questo Luogo dove sboccerà il Sole, dove il Mio Cuore Immacolato e Addolorato Trionferà...Figli, Fratelli e Amici del Cuore dell'UnicaCroce! ... CocciutaDivina! Giulia: Eccomi ... Mamma .... Eccomi ancora per l'Eternità e solo per le Cose del Padre! Non vengo meno alla Promessa ... e d'ora innanzi farò solo ciò che ho visto nella Prima Visitazione e niente altro...farò il Lavoro nel silenzio! Eccomi! La  Madonna:EccoMi...Anima Mia...tutto questo era già Scritto da sempre...e Giovanni te l'aveva già detto e ora è giunto il momento! Giulia:Eccomi! La Madonna:Guarda............! Giulia:Eccomi...ma terrò tutto nel "Vuoto"! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) La Madonna:Guarda ancora............! Giulia:Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi...Mamma nel Lavorare così come mi è stato chiesto...e, così come mi è stato chiesto, metto nel  Cuore del Padre tutto quello che mi è stato donato da sempre....la Famiglia che mi è stata consegnata dal Padre e da Giovanni! Metto nel Cuore del Padre i Sussurri che sono riuscita a prendere! Metto nel Cuore del Padre coloro che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Cuore del Padre  i nemici! Metto nel Cuore del Padre tutte le Pietruzze:i Sacerdoti e i Gigli ... e consegno ancora tutto quello che mi è stato donato ... e ancora il mio "niente" della Giornata ... Mamma! La Madonna:EccoMi a raccoglierlo! Ma guarda ancora e metti nel "Vuoto"! Giulia:Eccomi ... Mamma ... Eccomi! La Madonna: EccoMi Viva e Reale in mezzo a voi con tutte le Schiere, con tutti i vostri Cari, con tutte le Spose, con tutti i Servi Inutili, con i Banchetti Vivi del Padre! EccoMi con i Due Giovanni...Carlo, Pio e Domenico nel Portare l'Unica Verità della Croce … (La Madonna Benedice) … e l''Unica Verità del Pane...Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori...Figli Miei! Giulia:Eccomi... Mamma...nel fare il Lavoro del Padre nella Vigna, nell'Arca e con i Remi...e nel portare l'umanità così come il Padre me l'ha consegnata da sempre! Eccomi nel camminare nella Viuzza Stretta...nel seminare le Spine...e nel rimanere Piccola, Povera e all'Ultimo Posto...lì dov'è Gesù...lì dov'è il Cuore del Padre...lì dov'è il Tuo Cuore...Mamma dell'Amore e Mamma del Dolore! La Madonna:EccoMi ...Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Eccomi...Mamma...Eccomi! La Madonna:PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI-GESU’DIO! Don Vincenzo:Shalom, Mammina! La Madonna:Shalom! Don Vincenzo:Pace a Te! La Madonna:Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce!...Come stai? Don Vincenzo:Bene perché ci sei Tu.......ma un po’ triste per quello che succede! La Madonna:E immagina il Cuore del Mio Figliolo e il Mio Cuore! ... E voi come state … tutti bene-male? Tutti: Eccomi! La Madonna:Parla … il Mio Cuore Addolorato ti ascolta! … Sì, si è Aperto un Gradino!… Adesso lo Strumento ha detto che farà ciò che E’ Scritto nel Libro! ... Lei non lascia mai il Lavoro! Don Vincenzo:E’ troppo importante........! La Madonna:Voi ancora non avete capito niente…non è troppo importante…è l’Unica Via che avete e non ce ne sono altre …avete Dio Vivo e Reale…e il Padre è Misericordioso…ma Giudice! Ora la Cocciuta non avrà più la possibilità di chiedere la Domandina Finale…e ha detto che farà solo ciò che è Scritto nel Libro…e lascerà scorrere ciò che è Scritto!...Parla! Don Vincenzo:Mammina … già tanto ha sofferto la Cocciuta.......! La Madonna:La Cocciuta col suo: “Eccomi” non soffre…ma soffre quando sente i Figli che non ascoltano…così come ho sofferto Io, come ha sofferto Gesù nel vedere i Figli che camminavano dietro Gesù…ma Lo tradivano passo dopo passo!...“Chi Mi Ama prenda la propria Croce…si prenda…e Mi segua in Salita! Chi non Mi Ama rimane sulla Via Larga fingendo di AmarMi!” Gesù conosce tutti uno ad uno e allo Strumento gli è stato donato da sempre Tutto dal Padre: la Conoscenza di ogni cosa…ma ha l’Ubbidienza a non puntare il dito…ma a “gridare”! Potrebbe dire:“Tu mi stai tradendo in questo istante…tu mi stai bestemmiando in questo istante…tu stai ridendo di me in questo istante …tu stai facendo del male in questo istante!” Potrebbe dire tutto: ogni errore, ogni peccato, ogni bugia…ma è all’Ubbidienza e rimane all’Ubbidienza del Padre!...Parla!...Da una Piccola Briciola si è Aperto un Gradino…Gradini che si erano Chiusi e non si sarebbero mai più Aperti!…Ha valore la più Piccola delle Briciole! .....Dopo aver costruito la Roccia e il Castello sulla Roccia si è Aperto il Gradino........ e si Apriranno ancora…e lo Strumento non potrà fare più nulla…solo:“ Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro- Ave Maria!” E questo vi invita e vi invito a fare! Vi sembro una Mamma dura, una Mamma cattiva........… ma sono la Mamma dell’Amore, la Mamma del Dolore e vengo a raccogliere tutti i Figli per portarli sulla Via Stretta senza lasciarli  sulla Via Larga! E lo Strumento adesso Lavorerà in silenzio senza dirvi dove si trova…ma vi invita a pregare…Figli! Parla un po’! Don Vincenzo:Questo invito a pregare è la cosa più necessaria! La Madonna:I Tempi sono Pieni…avete una Vigna…avete l’Arca…avete i Remi…ma non volete né vedere e nè sentire! Lo Strumento parla…Io parlo…Gesù parla…il Padre parla…Carlo parla…ma nessuno vuole ascoltare, nessuno vuole fare le Cose del Padre ma le cose del mondo!...Parla ancora......! Don Vincenzo:Questo Gradino che si è Aperto…? La Madonna:Non si chiuderà più! Non è una punizione…siete stati voi a farLo Aprire, non è stato lo Strumento…li aveva chiusi tutti…lo ricordate? Tutti:Eccomi! La Madonna:Io come Mamma vi spalanco il cuore e tutto quello che c’era da donarvi ve l’abbiamo donato! Ora rimanete Vigilanti:il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano! Lo Strumento è alla Destra del Padre! Scenderà…ma quando scenderà non saprete mai chi è … e anche nelle piccole cose non viene mai ascoltata.....! Vigilate perchè non avete ancora capito la Grandezza di Dio in mezzo a voi! Non è come gli altri luoghi…qui c’è Dio…c’è la Sua Dimora…c’è l’Albero Verde Piantato per voi! Siete i Vignaioli, siete la Nuova Chiesa…ma non volete ancora né vedere e né sentire…Figli!...Vuoi parlare Teresina del Bambin Gesù? Teresa:Eccomi! La Madonna:Parla! Teresa: In questi giorni mi sono venute in mente le parole di Giovanni che mi ha scritto quando ero piccola…mi ha regalato una Tua Immagine il Giorno della Mia Prima Comunione…con la dedica:“Guarda a Lei…è Lei che ti porta a Gesù!”!...E’ questo che dobbiamo fare! E’ questo che io ho provato a fare!  La Madonna:Guarda a Lei!”: come ti ha detto Giovanni…così troverai Gesù!”…L’hai trovato? Teresa:Eccomi! La Madonna:E quando L’hai incontrato cosa ti ha detto Gesù?...Dillo! Teresa:Vorrei che anche gli altri sentissero quello che sento io! La Madonna: Anche lo Strumento lo diceva: “Vorrei che gli altri vedessero coi miei occhi! Posso togliere i miei occhi e donarli per vedere tutti quanti?” Questo Mi chiedeva alle sue Prime Visitazioni:“Mammina, posso togliere i miei occhi e li dono a chi non vede…così vedono tutti e se li passano un po’ per uno?”…L’Innocenza di una bimba:togliersi gli occhi per donarli e far vedere tutti quanti!...Ve li ha donati…e non hanno visto! Ha parlato…e non hanno udito! E così come ha parlato Giovanni… così come parla il Calice Vivente.......... e si risponde un:“Eccomi” nè tiepido e né caldo…ma gelido! E quando si esce fuori si dimentica ogni cosa!....Pregate:“Padre Nostro-Ave Maria”… rimanendo nella Vigna, nell’ Arca e nei Remi! Tu non devi dire nulla…non hai niente da dire Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo:Dobbiamo tuffarci nel Tuo Cuore…Mamma e in quello del Padre! La Madonna: Gli uomini non Lo vedono e non Lo sentono e Lo mettono all’Ultimo Posto dove non c’è Posto…ma Dio non lascia l’Umanità!Adesso non gli lascerà più alla Cocciuta di rispondere alla Domandina Finale e lei ha chiesto al Padre di fare tutto quello che gli era stato consegnato da sempre......! Farà tutti i Lavori nel silenzio…così come li ha fatti da sempre…così come ha consegnato i Messaggi Segreti a Giovanni! Quando gli sarà dato un Messaggio Grande lo scriverà e sarà Sigillato…come sono stati Sigillati quelli che sono stati consegnati a Giovanni…e Giovanni Li ha consegnati all’altro Giovanni! Tutte le Schiere sono al Lavoro, sono uscite a Lavorare e fare il Lavoro della Vigna, il Lavoro dell’Arca e il Lavoro dei Remi e il Lavoro del Giardino! Fatelo anche voi!...Tu non Mi devi dire niente? Raffaele:Dobbiamo Lavorare di più? La Madonna:Lo Strumento non lascerà nessuno…ma non potrà fare più la Domandina Finale! Potrà rispondere… ma non potrà fare più quella Finale! Aspetta così come aspetta il Padre.......! Non è un Padre cattivo…è un Padre che corregge i Figli…così come quando venivano a bussare alla Mia porta chiedendoMi:“Dì una parola buona a Tuo Figlio…Tu che sei la Mamma!”...E Io rispondevo:“Sono una Creatura come lo siete voi…andate da Lui…parlate…aprite i vostri cuori! I vostri peccati Gesù li cancellerà…ma camminate sulla Viuzza Stretta e non dite falsità!”...Io parlo a voi e parlo all’Umanità intera: non pensate che Dio non vi veda e non vi senta! Dio vede e sente ogni cosa!…E’ Padre e aspetta! Ma la Cocciuta c’era arrivata alla Domandina Finale…era ad un piccolo passa così!…(indica un piccolo spazio tra pollice e indice)…Lo Strumento aveva Chiusi tutti i Gradini…......era riuscita a toccare il Cuore del Padre! Adesso il Gradino si è Aperto…e se ne possono Aprire tanti, tanti, tanti e dovrà Lavorare…ma nel silenzio…e non sapete dov’è e non sapete con chi parlate quando vedete lo Strumento! Si stavano Aprendo i Rotoli…ma adesso rimarranno fino all’Ultimo Giorno del Sole…Figli! Ma pregate, pregate: “Padre Nostro-Ave Maria”…(e tutti insieme alla Mamma pregano:)…“Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria; Padre Nostro-Ave Maria!”…E così nel vostro Lavorare…nel vostro amarvi gli uni gli altri…nel vostro essere la Famiglia di Dio…così vi ha chiamati… così vi ha chiamati Gesù … Figli non perdete la Figliolanza… non perdete la Famiglia di Dio! I Tempi che verranno vi confonderanno sempre di più! Dio vi ho donato la Vigna, l’Arca e i Remi e la Capanna: non perdeteLi! Rimanete saldi! Potete Combattere…(Alza la Destra nel Segno Trinitario)…ma quando Combattete rimanete Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto!...Vuoi dire qualche altra cosa? Dopo vi Saluto e portate a casa la Via Stretta….il Dolore di una Mamma Immacolata e Addolorata…“Segnando” ovunque andate! Non è triste la Giornata, è Segnata dalla Croce e dal Sangue di Gesù: è Vittoriosa Figli! Vuoi dire qualche altra cosa…vuoi parlare tu? Don Vincenzo:Il fatto del Gradino ha cambiato tutto e quindi anche il fatto della Domanda Finale? La Madonna:Ma la Cocciuta non lascerà nessuno e porterà l’Umanità Intera così come ha promesso al Padre da sempre! E quando un Figlio cadrà lo alza e se lo mette sulle spalle! Non lascerà nessuno dei Figli…ma dovete Vigilare quando parlate perchè non sapete chi c’è al posto suo! Andrà a Lavorare e non lo saprete! Andrà a Bere i Calici e non lo saprete! E non saprete mai chi c’è al suo posto! Vedrete il suo corpo … ma non saprete chi c’è! ........ Ha scelto così! Don Vincenzo: Eeeh! Gesù! La Madonna: No … Io sono la Mamma! ... Giovedì verrà Gesù … se Lo volete! Tutti: Eccomi! La Madonna: Se L’Ascoltate! … E’ questo che non avete capito: con chi parlate! ... Vi dispiace se gioco?  Tutti: No! La Madonna: Con tutti i Pargoli quando usciamo … all’inizio ci mettiamo in fila a giocare e poi a Lavorare con tutte le Spose, con tutti i Servi Inutili! Una Mamma gioca con i Figli … ma gioca sulla Via Stretta non su quella Larga! Cosa c’è ancora … dopo devo Salutarvi e farvi andare a portare a casa ciò che vi ho Donato! Don Vincenzo: Quante Grazie oggi abbiamo ricevuto! E se fossimo stati più umili ne avremmo ricevuto ancora, ancora, ancora di più! La Madonna: Il Padre il Pane Lo Spezza attimo dopo attimo … non si ferma di Spezzare il Pane … e l’Ultima Grazia Sono Io! Don Vincenzo:Mamma, Tu durante tutta la Giornata ci stai vicino! La Madonna:Sarò con voi tutti i Giorni......! Don Vincenzo:Anche quando non Ti riconosciamo? La Madonna:Dio non ha lasciato mai nessuno…e se avesse lasciato tutto sarebbe crollato…e nulla sarebbe rimasto…né il Giardino e né il mare…nulla! Don Vincenzo:Eccomi! La Madonna: EccoMi! Ora tu Saluterai i Figli con l’Albero Verde … Io vi Saluto col Magnificat! ... (don Vincenzo Benedice) ... Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti quelli che si sono uniti a questa Santa Preghiera e sull'umanità intera! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! (*) La Madonna: Il Magnificat! … (Tutti recitano il Magnificat insieme allaMamma) ... Giulia: L'Anima Mia Magnifica il Signore ... Mamma! La Promessa fatta al Padre rimane Piena! Tutto quello che mi avete consegnato rimane Pieno ... nel "Vuoto"! Ed Eccomi ancora per l'Eternità! Dona l'Abbraccio ai Tuoi Figli ... dona il Calore ai Tuoi Figli! La Madonna: Portali sempre sulle tue spalle! Giulia: Eccomi ... Mamma! La Madonna: EccoMi...Figlia...il Bacio del Mio Cuore Immacolato e Addolorato di Maria e del Crocifisso! Giulia:Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre:Vi Amo anch'Io...e aspetto il vostro Amore! Tutti:TI AMO, PAPÀ! Il Padre:EccoMi  nell'amarvi! EccoMi nel rimanere Dio Uno e Trino in mezzo a voi...Figli! Ricordatevi che siete stati Partoriti dal Mio Cuore...e Comprati a Prezzo di Sangue da Mio Figlio che ha Allargato le Braccia sul Legno della Croce per ognuno di voi e per l'umanità intera...Figli Miei! Giulia:Papà...vado a fare ciò che è Scritto da sempre!  Il Padre:EccoMi...Anima Mia! Giulia:Visto che i Cari sono tutti Uniti ...mentre Voi fate Festa…possiamo Salutarli? (Tutti Salutano i propri Cari) Eccoci...Cari! Eccoci...Servi Inutili! Eccoci...Schiere dei Pargoli!  Eccoci...tutti! Ed Eccomi Mamma, Papà, Servi Inutili…Eccoci!...(Giulia schiocca qualche bacio)...facciamo ciò che dobbiamo fare!

 

GIOVEDÌ 16 APRILE 2015

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! (*) (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedice col Segno della Croce)  Gesù: Nel Segno della Croce Tremenda Glorifico il Padre Altissimo ... Ora e per l'Eternità! Mi Sono Donato ... Ho Abbracciato e Ho Accarezzato i Chiodi Allargando le Braccia e Li Accarezzo ancora attimo dopo attimo! E accarezzando quei Chiodi ... così come fa lo Strumento ... Accarezzo l'umanità per ognuno di voi! Quando nelle Mani ci sono i Buchi ... entra il "Vuoto" ed esce ... così come entrano ed escono i Chiodi ... quei Chiodi che vi hanno donato la Vita Eterna! ... Quei Chiodi che vi chiamano: "Figli" ... col Cuore Squarciato e non a parole ... ma con i Segni Vivi del Mio Amore e di Mia Volontà.........! Nessuno Mi ha obbligato........! Il Padre Mi ha Mandato! Gli uomini hanno detto e dicono che Mi hanno arrestato ... mi hanno catturato come un ladro: il peggiore ... ma di Mia Volontà ho preparato il Banchetto ... ho preparato il Pane Spezzato ... Ho invitato i Miei amici ... quelli che dicevano: "non Ti lasceremo mai" ... e hanno mangiato ... hanno bevuto ... hanno preso quello che dovevano prendere ... e Mi hanno lasciato Solo! Mi sono incamminato ... sono andato a due passi dove c'erano tante piante di ulivi! ... L'Orto degli ulivi ...! Vedete … (Gesù sorride) ... Mi viene da ridere ... e Mi prude un po' un Flagello! … (indica la spalla sinistra) ... Dove c'è l'orto dove ci sono le piante d'ulivo ... non è che poi ce n'erano così tante ... c'era una piccola roccia e qualche pianta ... e Mi sono fermato a guardare gli Occhi del Padre e a dire a tutti i Figli che Mi hanno seguito fino ad ora e non sono andati via e sono rimasti ... un po' hanno mangiato, hanno bevuto ... hanno preso Quelle Parole che ho detto per poi trasformarle e poi farle a loro piacimento ... Mi sono fermato nel dire: "Dimmi, Padre, cosa devo fare? Tornare e lasciare tutti quanti ... o farMi Inchiodare ... e poi tornare ancora ... visto che i Grandi ... i Sommi Sacerdoti e tutti gli altri ... stanno aspettando ancora il Figlio di Dio? Sentono, vedono le Tue Opere ... ma Mi trattano come un malfattore: Mi sono appropriato di dire che sono il Figlio di Dio" e il Padre: "Figlio ... Abbraccia questi Chiodi ........... diamogli un'altra possibilità!" E così ... di Mia Volontà ... con tutto l'Amore ... ho Abbracciato i Chiodi ... e, dopo aver Abbracciato i Chiodi, sono rimasto in mezzo a voi ... così come Lo Sono ora Parlando col Padre! La Festa era grande e dovevano tutti quanti andare a festeggiare ai banchetti dove ci sono tutte le cose del mondo come ci sono adesso! Non pensate che sia cambiato tanto: si banchettava e si banchetta ancora ... dimenticando sempre i Chiodi che ho Abbracciato per donarvi la Vita Eterna ... e dimenticando il Padre che vi dona la Vigna, l'Arca e i Remi e il Pane Spezzato! E abbiamo fatto un discorso ... ho parlato così … un po' con voi nel dirvi ancora di rimanere Piccoli, Poveri, di prendervi come Croce, di portarvi e di amarvi  ... ancora così come vi Amo Io ... e vi "segno" ancora con la Croce Tremenda ...Figli Miei! ... Cocciuta Divina! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Hai ascoltato? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Ora Guarda ........ ma tieni tutto nel Rotolo ......! Giulia: Eccomi ... Gesù ... cosa posso fare? Gesù: Immolarti come tu sai fare da sempre! Giulia: Eccomi ... Gesù ... (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi, Gesù! (*) Eccomi ... Gesù ... visto che rimane tutto nel Rotolo non diciamo ciò che vedo e, quando è l'Ora si Apriranno tutti i Rotoli! Gesù: Figlia ... quando è l'Ora inizierai a dire ciò che vedi e dove sei! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Anima Mia ... pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccomi ... Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! ... Metto nel Tuo Cuore tutti i cuori che ho raccolto ... la Famiglia! ... Metto nel Tuo Cuore i nemici ... coloro che trafiggono il Tuo Cuore! ...Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! ... Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù ... i Giorni ci sono ancora e i Figli sono Figli! Ed Eccomi con tutto quello che mi hai donato da sempre e il "niente" della Giornata! Gesù: Porta ancora sulle tue spalle ciò che il Padre ti ha donato da sempre ... e tieni "accesa" la tua Prima Visitazione! Giulia: E come posso spegnerla? Eccomi ... Gesù! Gesù: Vedi ... Anima Mia ....! Giulia: Eccomi! Eccomi! Gesù: EccoMi ancora con i Due Banchetti! EccoMi ancora con tutte le Schiere! EccoMi ancora con tutti i Servi Inutili! EccoMi ancora con tutte le Spose! EccoMi ancora con tutti i vostri Cari! EccoMi ancora con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel portare l'Unica Verità della Croce … (Gesù Benedice) … e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei!  Giulia: Eccoci ai Due Banchetti nel gioire ... nel fare Festa con le ultime Spose e con tutti i Pargoli portati dalle Bimbe! Gesù ... Eccomi nel Silenzio! Gesù: Eccomi nel Silenzio ... Anima Mia! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO!  Don Vincenzo: Shalom!  Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! … Come stai? Don Vincenzo: Bene!  Gesù: E voi come state … bene-male?  Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Cosa Mi racconti? Don Vincenzo: Che facciamo? Gesù: E ora è Festa … e siamo sempre in Festa quando siamo uniti! Ma siamo uniti? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Abbiamo quì questa Visitazione che dura da 30 anni! Mai nella Storia è avvenuto un fatto del genere: Gesù che Si Spezza …  Gesù che Si Fa Pane … Gesù che Si Dona! Gesù: Ma lo Strumento dice: “Il Mio Gesù né si Vende e né si Compra … Si Spezza e Si Dona per Amore!” … E Si Dona! Don Vincenzo: E come si dona altrimenti non verrebbe più … e invece viene, viene, viene! Gesù: Sì … Io Vengo perché sono sempre con voi! Don Vincenzo: Quello che è bello è questa Tua Presenza Profonda, questa Tua Presenza Luminosa … che ci arricchisce! E questo ci riempie di Gioia perché quando mettiamo al Primo Posto Dio … quando mettiamo al Primo Posto Te, … Gesù … tutto cambia! Gesù: Io non c’ho neanche l’Ultimo Posto … non c’è spazio per Me! Don Vincenzo: Ma qui dentro dovrebbe esserci spazio perché siamo la Tua Famiglia … e perciò dobbiamo volerci bene gli uni gli altri … e perciò dobbiamo essere Strumenti d’Amore! Guai a non capire questo … perché già fuori abbiamo nemici! Gesù: E fuori c’è il Veleno e ci sono i Falsi Profeti … e l’Umanità è gioiosa di prendere il Veleno e di ascoltare i Falsi Profeti … corre … è sulla Via Larga … e getta la Croce .......... non si porta più perchè “E’  pesante!” ........... E quando si toglie la Croce … cosa rimane? Togliendo la Croce si toglie anche il Crocifisso! E cosa si prega … e cosa si mangia? Il cibo del mondo! E sì … non ho il Posto neanche all’Ultimo Posto! Don Vincenzo: Che stoltezza e che cecità! Gesù: Io Sono Vivo e Reale! Don Vincenzo: Avere Dio in mezzo a noi per 30 anni di seguito, che Grazia …! Gesù: Sono Vivo e Reale e aspetto ancora … rimanendo sulla Croce … ma rimanendo Vivo, come ho promesso, in mezzo a voi … e come ho detto: “AspettateMi … verrò a Mangiare del “Nuovo”! … Il Padre che Si Dona a Mangiare e a Bere del “Nuovo”: la Nuova Chiesa! … Cosa ne facciamo del “Nuovo” … Ci Doniamo?  Don Vincenzo: E come no … ! Gesù: O parli un altro pochettino tu? Don Vincenzo: Sì, volentieri … perché è talmente Bella la Catechesi e la Visitazione che Fai! Gesù: No … Io Parlo in Famiglia … così! Don Vincenzo: E infatti noi ci sentiamo in Famiglia … perché quando ci sei Tu in mezzo a noi tutto è bello e si Spezza il Pane! Gesù: Si Spezza il Pane? Ma c’è chi Mi bestemmia … c’è chi Mi va a gettare fuori … c’è chi maltratta il vicino … c’è … c’è … c’è …!  ...................... E adesso Ci possiamo Donare? E allora Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento fa le Cose del Padre! Don Vincenzo: Già sta nel Tunnel? Gesù: No … non si può più dire........! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Beve don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo:  Amen! Gesù: Questo è il Mio Sangue! Amen! Questo è il Mio Sangue! … (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane Benedicendo e dice:) … Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo:  Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne! Questo Sono sempre Io, quello che vengo messo neanche all’Ultimo Posto … ma sono Vivo e Reale in mezzo a voi … cammino in mezzo a voi … mangio con voi … e Mi Spezzo e Mi Dono ad ognuno di voi … Figli Miei! Ora possiamo DonarCi … Io Mi Dono e Tu Ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento fa le Cose del Padre! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta) … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta  nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!  Don Vincenzo: Che è Maria! Gesù: Che è Maria! Don Vincenzo: Amen! … Com’è appetitoso e gustoso il Padre! (Gesù indica il Banchetto) Gesù: Tutto è Vivo! Com’è gustoso il Padre! … E come è Gioioso lo Strumento nel Fare le Cose del Padre: pregare per tutti i Figli Ministri ......... per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco .......... e nel fare i Lavori! … Prendiamo parte? Don Vincenzo: Prendiamo parte! Gesù: Prendiamo parte! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo parte all’Amore Pieno del Padre! EccoMi! Cosa vuoi raccontarMi ancora? Hai preso subito parte? … (Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo.)   Don Vincenzo:  E’ tutto Buono ........… è il Padre! Gesù: E sì … Si Dona! E cosa Mi vuoi dire e cosa vuoi dire ai Figli? Don Vincenzo: E’ sempre Buono il Padre … in qualsiasi situazione … anche quando ci invita alla Croce … anzi, soprattutto allora ci dà la capacità di capire se abbiamo veramente Fede o se invece ci arrabbiamo e ci lamentiamo! Quando si ha veramente Fede tutto diventa luminoso, tutto diventa positivo perché stiamo facendo proprio la parte dei Figli e quella Figliolanza diventa una Figliolanza che non ha più fine e che dura fino all’Eternità! Gesù: Vi ho chiamati: “Figli ” e la Figliolanza  il Padre L’ha donata da sempre! Don Vincenzo: Siamo Figli nel Figlio! Gesù: Ma non tutti i Figli tornano al Banchetto Nuziale! Sono stati chiamati: “Figli ”, ma al Banchetto Nuziale tanti non vengono a mangiare e rimangono fuori sulla Via Larga! Don Vincenzo: Rimangono fuori perché la loro cecità è enorme … altrimenti quando si diventa Figli  "si vede" …!  Gesù: Figli lo siete diventati quando vi ho chiamati: “Figli ” e vi ho consegnati a Mia Madre … Partoriti dal Cuore del Padre … e il Padre è Vivo … ed è in mezzo a voi! … Avevo fame e ho fame ancora! Don Vincenzo: Tu hai Fame d’Amore … Gesù! Gesù: E sì … il Padre è Amore … per quello Lo mangio!  Don Vincenzo: E anche il Padre ha Fame d’Amore! Gesù: E sta mangiando! Raffaele: Che ti preparo, Gesù? Gesù: Il paninello … l’hai dimenticato? … Il paninello è arrivato! Tu cosa Mi dici? Teresa: Eccomi! … “ E se per Te io vivrò … allora mi realizzerò!” … (sono le parole del canto: Pregare … scritto da don Vincenzo) … Qui c'è tutto … perchè tutto quello che facciamo non è nostro! Gesù: No! Teresa: E quindi è solo ridonandolo e rioffrendolo al Padre che possiamo sentirci veramente realizzati … perché è Lui che fa i Progetti … e i Progetti non sono  nostri! Quindi "hai voglia che diciamo": “ devo studiare … devo andare a lavorare … devo andare là …!” … Non saremo mai felici e mai contenti se seguiremo il mondo! Il Progetto è tutto del Padre e solo ridonando al Padre tutto ciò che ci ha donato …  dando il nostro: “Eccomi” Pieno … possiamo sentirci realizzati! … Nel momento in cui si guarda negli Occhi il Padre è lì che ci si rende conto che si ha Tutto … e nulla più manca! Gesù: Cosa si può cercare di più quando si è trovato il Padre? Teresa: Niente! … Eccomi! Gesù: EccoMi! Vuoi parlare tu? Raffaele: Gesù … e i Potenti? Gesù: C’è qualcuno che ha la Potenza del Padre? Raffaele: No! Gesù: I ricchi andranno alla giornata per un pane e i poveri saranno saziati!” … Dovete aspettare i Tempi del Padre! Non ci sono i Potenti … c’è Dio … e solo Dio ha la Potenza di Alzare e di Abbassare! … (Gesù Alza e Abbassa la Destra) … Pregate … Vigilate … Preparate le Capanne … non fate i sordi … tutte queste cose vi sono state dette da tanto tanto tempo … ma l’Umanità ha ascoltato? No … l’Umanità non ascolta il Padre! La Cocciuta adesso può pregare e Fare le Cose del Padre! Un solo Gradino è Aperto … e ora tocca a voi non farne Aprire più! … Amatevi … rimanete uniti … non dividetevi … non puntate il dito! … Ma non dimenticate di avere uno Strumento: Lavora e Fa le Cose del Padre! Ora non sapete più dov’è! Lo Strumento è rimasta all’Ubbidienza del Calice Vivente … e quando il Calice Vivente dirà: “ dove sei?” … lei risponderà! Ancora non l’ha detto! … EccoMi! Venite col “niente” … EccoMi! Caterina e Maria: Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi! …  Ehi, Io mangio un dolcino … poi viene Giovanni! Tu lo vuoi un dolcino? Quale vuoi, questo o questo? Don Vincenzo: Quello bianco … dove sta "la neve"! Gesù: Questo …! Parla ancora un poco … poi dopo viene Giovanni … e dì qualche altra cosa ai tuoi Figli! Don Vincenzo: Quello che mi fa riflettere ogni mattina che ci si sveglia è che passa un'altra Giornata e la Fede cresce sempre più perché guardandoci intorno troviamo tantissimi Messaggi Nuovi che il Signore ci dona: ora sta per arrivare la primavera … ora il sole … ora la pioggia … ora c’è un uccellino che cinguetta ecc. ecc. ecc! Tutto parte dal Padre ed entrare in questa Logica Divina significa pregare ogni momento!  Gesù: Sì … tu preghi ogni momento … e l’umanità? Don Vincenzo: L’umanità è cieca e sorda! Gesù: E cosa facciamo? Don Vincenzo: Offriamo tutto a Te nel nostro piccolo nella nostra piccola briciola che Tu poi allarghi a tutto il mondo e allarghi ad ogni creatura! Se noi riuscissimo a leggere queste cose non faremmo altro che pregare ogni momento … ma non mettendoci in ginocchio o chissà che … ma il nostro stesso vivere diventa Preghiera e si entra in un’atmosfera nuova che ci fa stare sempre in Comunione col Padre nel dirGli: “Ciao, Papà … Eccomi, Papà!” Tutto parla di Dio e, se noi ci mettiamo ad ascoltare la Sua Voce Meravigliosa che è la Voce dell’Amore, che è la Voce delle Creature per ognuno di noi ogni situazione è buona per pregare,  in qualsiasi posto stiamo … e senza che nessuno se ne accorga! Guai se diventa una cosa ostentata … ma tutto deve avvenire nell’Umiltà e nel Nascondimento! E vivendo così non abbiamo bisogno di niente … perché basta riconoscere il Padre e fare diventare questo riconoscimento un Atto d’Amore … e così la Giornata acquista Luminosità … e non c’è momento in cui non si prega perché è il Padre che ti mette sempre in condizione di pregare! E quanto più diventa una Preghiera Profonda … tanto più assaporiamo la parola: Eredità … “Io sono Erede del Padre Eterno … Io sono  Figlio del Padre Eterno … e ho la Figliolanza!” Ma il mondo è cieco … il mondo è  stolto … il mondo sta andando a rovinarsi perché non fa neanche un minimo passo di Preghiera nascosta, piccola, umile, mite! … “Io ho lavorato!” … Ma non era quello il tuo compito ma il tuo Compito è quello di fare il Figlio di Dio … e il Figlio di Dio non ha bisogno solo di lavorare … ma ha bisogno di mettere a disposizione del Padre tutto quello che ha … cioè un cuore pieno d'Amore! Quando tu metti a disposizione del Padre il cuore …  diventi ricco … e te ne accorgi che sei ricco perché cominci a sentire una brezza leggera, un volto sorridente … e cominci a sentire durante tutto il Giorno che non hai più bisogno di correre a destra e a sinistra … ma hai il compito importante di riconoscerti come Figlio … e, se uno riesce a riconoscersi come Figlio ogni momento, tutto si capovolge … e non è più una questione di soldi o una questione di lavoro … ma con occhi nuovi riconosciamo Dio ovunque, in ogni persona, in ogni situazione … e tutto acquista Serenità … Gioia e soprattutto Carità! E non fai altro che fare il Figlio …e non fai altro che metterti a  disposizione di Papà e dirGli: “ Eccomi … Papà … usami … io voglio fare quello che piace a Te … e mettermi in Umiltà e nella Mitezza per dirTi dal mio cuore che Ti Amo Papà … perché Tu stai qui … non mi stai lontano … Tu mi sei dentro … Tu mi sei vicino … e io non voglio fare altro che aumentare  questa vicinanza fino a renderLa una Comunione d'Amore! E tutto a questo punto diventa Preghiera perché tutto parte, Padre, dal Tuo Cuore d’Amore e lo metti a disposizione del mondo!” … E allora cominci a guardarti intorno: il mare, le stelle, gli uccelli, le persone, tutto diventa un Linguaggio d’Amore così Profondo che la Preghiera acquista tutta una Sinfonia d’Amore, tutta una Luminosità, … tutta una Musica d’Amore …  senza che nessuno se ne accorge, in qualsiasi situazione uno si trova … bella o brutta …  ! Gesù … ho rubato un minuto ma mi sentivo di dire queste cose perché è troppo Bello Dio Padre e tutto ha fatto per noi e Tu, Gesù, tutto hai fatto a Gloria del Padre! Gesù: Io ho fatto le Cose di Mio Padre e le Faccio ancora! Don Vincenzo: E hai dato fino all'ultima goccia di Sangue! Gesù: Il Padre Me L’ha Donato e Io L’ho Versato! E il Padre Me Lo Dona ancora e Io Lo Verso ancora! Don Vincenzo: E questa è la Tua Grandezza, questa Tua Immolazione!  Gesù: Se Dio è Bimbo … Io posso essere Grande? Don Vincenzo: Sì ........ e che spettacolo!  Che Grazia per ognuno di noi! Gesù: L’Ultima Grazia è Maria! Don Vincenzo: Sì … è la Sua! Gesù: Sì … è la Sua! Don Vincenzo: Quant’è bello vivere … quant’è bello leggere il Creato con gli Occhi della Fede … quant’è bello muoversi e guardare il mondo, guardare l'umanità,  guardare gli altri e sapere che quello è un Fratello o una Sorella..........! Gesù: E ora devo andare ad accogliere le Spose che sono al Banchetto … e così Io vado e mando Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … Come stai? Don Vincenzo: Bene! Piccolo Giovanni: E voi come state … tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoCi! … Ora prendo il caffè … poi dopo parliamo! Lo vuoi un goccino di caffè? Don Vincenzo: Sì … un pò! Piccolo Giovanni: E avvicinati … ecco! E chi lo vuole se lo va a prendere! Vediamo se è quello della Cocciuta! Sì, l’ha fatto lei! Don Vincenzo: Tu lo riconosci?  Piccolo Giovanni: Io lo riconosco! … Nicò, come andiamo?  Nicola: Eccomi … bene! Piccolo Giovanni: Marì … come andiamo? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … Ehi … ciao! Tutti: Ciao! Piccolo Giovanni: Allora … raccontami qualcosa! … E Io cosa mangio … così mangiando, mangiando parlo! Don Vincenzo:  Quello che desideri … c’è l’imbarazzo della scelta! Piccolo Giovanni: C’è il Padre! … No … no … sì … ora prendo questi e poi prendo un pezzettino di quello … tu ne vuoi? Don Vincenzo: Se lo vuoi Tu … lo prendo anch’io! Piccolo Giovanni: Certo! … Io Mi sono tuffato nel Cuore del Padre per mangiarLo! … Mangiando Dio … gustando il Suo Amore ci arricchiamo! Le mamme dicono: “Prendete le vitamine!” Ma non hanno mai insegnato ai propri figli a prendere la Vitamina del Padre! … “Eh, ancora sono piccoli … non si può parlare del Crocifisso ad un bambino … non si può parlare della Croce ad un bambino … poi si spaventa!” … Se non imparano i primi passi verso la via della Croce come possono trovare la Via Stretta? … Al posto di donare la Croce e di imparare la Via Stretta ora ci sono le cose del mondo che vengono donate ai pargoli … e ora ci sono i pargoli che prendono in mano il comando … non c’è più il Padre! E le mamme poi piangono … dopo aver donato tutto … tutte le cose del mondo … tranne far conoscere Gesù … e far conoscere il Padre! Don Vincenzo: E’ proprio così! Piccolo Giovanni: Sono importanti le cose del mondo … poi, quando cresce, gli facciamo vedere Gesù con i Chiodi … e gli diciamo che forse c’è Dio! Ma adesso gli dobbiamo donare tutte le cose possibili!Don Vincenzo: Che stoltezza … e perciò vanno sempre di corsa … non c’è uno che va piano … con qualsiasi mezzo e con qualsiasi tempo … sempre di corsa! Può avere Dio chi vive così? Piccolo Giovanni: Sì, tutti corrono … non c’è tempo per fermarsi per Dio! Sì, si deve lavorare … ma ci deve essere un tempo di fermarsi e di chiamare Papà … di guardarLo … e dirGli: “Sono stato fuori … ma adesso mi fermo per entrare nella Vigna a fare la Giornata … a prendere la Tua Paghetta! Quella del mondo l’ho presa … ma se mi fermo in quella perdo la Tua! Ora mi fermo e faccio la Giornata per prendere la Paghetta Eterna …  la Paghetta di Figlio … l’Eredità preparata da sempre! … Questa è la mia Giornata! Don Vincenzo: Perciò si è ricchi … più di tutti! Perciò il Padre è Ricco più di tutti … perché c’è Saggezza in Lui, e Luce Piena …! Sentirsi dire: “Sei Erede per sempre” … che deve fare di più Dio per noi? Piccolo Giovanni: E quell’Eredità non finisce mai! … Mi dai un po’ di questi? Ne vuoi … Calice Vivente-Dio? … L’Eredità del Padre: Padre Pieno! … Vedete come il Padre prepara giovedì per giovedì il Pane che deve Spezzettare? … Ma prima Gesù ha fatto un bel discorsetto e lo Strumento fa le Cose del Padre … e Io come Giovanni cosa posso dirvi ancora? E questo fa parte anche di quello che il Padre aveva preparato nella Giornata nel dirvi: "Bimbi … rimanete Bimbi e camminate su questa Viuzza che vi ho indicato da sempre!… Figli … dico ad ognuno di voi di fare le Cose del Padre unendovi nel Suo Amore! Vi è stata donata la Vigna … vi è stata donata un'Arca … vi sono stati donati i Remi … e vi invito a prepararvi ai Tempi che arriveranno! Io non vi lascio … il Padre non vi lascia … lo Strumento non vi lascia … e tutte le Schiere sono pronte nel fare il Lavoro del Padre! Siate Vigilanti e non dimenticate: il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano … e vedrete con i vostri occhi tutto quello che si sta abbattendo sull'umanità intera! Pregate:  "Ave Maria-Padre Nostro;Ave Maria-Padre Nostro" … Figli!  Maria ha steso ancora il Suo Manto aspettando l'umanità! Calice Vivente … il Solco Lo dobbiamo finire e, finendo il Solco, incontreremo tanta zizzania … ma non possiamo toglierla! Don Vincenzo: Come mai? Piccolo Giovanni: Se togliamo la zizzania … togliamo anche le Pianticelle del Solco! Dobbiamo aspettare la Mietitura … prendere il Frutto del Solco … e lasciare ciò che è del mondo … e rimaniamo così dove Dio Aprirà il Sole! Rimanete Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! … Cosa devo dirvi? Il Mio Cuore è Gioioso nel vedere le Cose del Padre … ma è triste nel vederLe gettate, calpestate, sputate! Aiutate lo Strumento nel Fare il Lavoro del Padre! Ora vi verrà detto così! … E ora vado a raccogliere tutti i Pargoli … tutto il Lavoro dello Strumento … e vi lascio il Mio Cuore e vi voglio bene! … (Giovanni schiocca un bacio e viene ricambiato da tutti) Tutti: Anche noi Ti vogliamo bene! … (ritorna Gesù Benedicendo)  Gesù: CON LA CROCE E CON IL PANE! … EccoMi … sono Gesù e vi invito ancora a Lavorare nella Vigna: siate Vignaioli … siate la Chiesa Nuova … l'Arca e i Remi … e pregate per quel Gradino che si è Aperto … Figli Miei! Siate un Unico Battito col Battito del Cuore del Padre! Siate un' Unica Porta! Siate un Unico Amore Vivo e Reale in mezzo a voi … Figli! Io lascio il Mio Cuore Spalancato! Il tuo è Squarciato da sempre nel Parto Vivo del Tuo Amore! Tu Saluta e Io spalanco ancora di più il Mio Cuore! … (Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre menti, sulle vostre Anime!  E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … il Lavoro della Giornata non è ancora terminato … Tu hai preparato tutto … Eccomi … sono tutte pronte le Schiere … ma il Lavoro della Giornata non è terminato! Eccomi … io faccio le Cose del Padre … poi ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, spezzateLa con Amore e con Amore donateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Anima Mia … fai il Lavoro che ti è stato consegnato! Giulia: Eccomi … Papà … Eccomi per l'Eternità! Visto che siete ai Due Banchetti e visto che ci sono tutti i Cari … li Salutiamo! … (Tutti Salutano i propri Cari) … Eccoci … Cari! … Ci vediamo dopo … preparate i Vestiti …  il Lavoro è fatto … preparateli!

 

GIOVEDI 23 APRILE 2015

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedice col Segno della Croce) ...  Gesù: Nel pianto Glorifico il Padre Altissimo ... ora e per l'Eternità! Nel pianto "grido" al Padre e Spalanco le Braccia nel far Grondare il Mio Cuore! Nel pianto dico: "Padre ... chiama i Tuoi Figli ... falli tornare a Casa ... hanno perso la Via! Sono stati portati fuori dalla Vigna! Falli Tornare!" E nel pianto parlo ad ognuno di voi: "Non uscite dalla Vigna ... non disperdetevi nei Tempi che avete ... nei Tempi che verranno ...Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ... (Gesù Benedice col Segno della Croce) ... Nel Tempo della Croce e del Crocifisso vi Inchiodo al Mio Cuore ... Figli Miei! Non gettatevi come Croce ... non disperdetevi ... ma rimanete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi ... Figli Miei! Cocciuta Divina … Anima Mia.....! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Tu piangi e io non posso dire quello che vedo! Gesù ... lo so ... devo Fare le Cose del Padre nel silenzio, nel nascondimento ... e quando il Padre desidera e quando il Tuo Cuore lo desidera! Ma fuori c'è il Veleno e copiano ogni Parola facendola loro! Gesù ... nel "Vuoto" c'è dello spazio…! Gesù: Metti tutto ciò che vedi nello spazio del "Vuoto"! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Guarda ......! Giulia: Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi! (*) Eccomi ... Gesù! (*) Eccomi! (*) Devo fare le Cose del Padre ... il Lavoro della Vigna, il Lavoro dell'Arca, il Lavoro dei Remi e portare l'umanità sulle spalle! Eccomi ancora …Eccomi ancora per l'Eternità ... Gesù! Gesù: Mi hai portato le Spose…! Giulia: Eccomi ... tutte pronte a donare la mano ....... ora fanno Festa al Banchetto Nuziale, Gesù! Gesù ... metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore la Croce che ci hai donato in dono: ognuno di noi! Metto nel Tuo Cuore i nemici ... quelli che ancora non Ti hanno conosciuto e sono rimasti lì nella gelosia della Croce ... e nella gelosia del Crocifisso! Dico così ... perché quando uno non si ama ... si odia e si è gelosi ... e noi dobbiamo imparare ad amare e non  ad odiare! Se facciamo questo ... siamo come Tu ci vuoi ... ma Tu ci hai cercati così e ci hai indicato la Via Stretta e la Croce che siamo! E metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere ... li consegno nel Tuo Cuore! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù ... Eccomi ancora per l'Eternità! Ed Eccomi ancora il mio "niente" della mia Giornata! Ed ecco tutto quello che hai messo da sempre nel "Vuoto" ... ed ecco chi si è fidato di uno Straccio Stracciato! Gesù: Anima Mia ... portami gli Stracci Stracciati! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi! (*) Io Ti rispondo: Eccomi ... perché è l'Eccomi che devo donarTi ... e Tu sai quanto è difficile far distaccare i Figli dalle cose del mondo … quanto è difficile mettere al primo posto le Tue Parole: quello che ci vieni a dire attimo dopo attimo: il Pane che Spezzi! È così difficile ... com'è stato difficile nel parlare quando tutti Ti venivano dietro ... quando tutti erano contenti e tutti aspettavano che donavi a loro Pane e Miracoli ... ma non gli è bastato ...Ti hanno abbandonato ... non eri più il Maestro! Ma Eccomi nel raccogliere gli Stracci Stracciati … e non so se vedi il mio…! Gesù: Lo vedo ai Piedi della Croce: Piccoli Brandelli ... ma uniti! Unisci ciò che è diviso ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice col Segno della Croce) ... e l'Unica Verità del Pane ... invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Gesù ... mio Unico Bene! Mio Diletto! Mia Pienezza! Mio Pianto! Mia Gioia! Mio Dolore! Mio Rifugio! Mio Eccomi! Gesù: Mia Piccola Cocciuta del Cuore della Piccola Croce! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Vigila! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: E fai Vigilare i tuoi Figli: il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano ... e non dimenticate la Destra: Combattete! ... (Gesù Alza la Destra e Benedice) ... Giulia: Eccoci ... Gesù ...rispondo per tutti ... questo posso farlo! Gesù: EccoMi! ... PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Pace a Te! Gesù: Pace a Te e agli altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E allora… voi come state … bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Come state? Tutti: Bene! Gesù: Male no? Tutti: No! Raffaele: Un poco … Gesù! (si ride) Gesù: Eh …meno male! … Allora, raccontaMi qualcosa: che hai visto per la via uscendo fuori? … RaccontaMi! Don Vincenzo: Come no! … Ho visto il mondo che non ha ancora la Luce … che non ha ancora messo al Primo Posto Dio … e quando incontri quei volti tristi e sfiduciati, quando incontri quelle situazioni ti accorgi … da un semplice sguardo … che non hanno Dio al Primo Posto minimamente! Quando invece dovremmo essere noi i Figli … noi gli Strumenti.......! Gesù: Gli Strumenti  che suonano una sola Musica! Don Vincenzo: E sì … quella del Padre … l’Unica Musica … l’Unica Sinfonia … e invece …! Gesù: E invece si fa finta di non capire che la Musica è una sola … e la Viuzza è una sola … e la Croce è una sola: Unita e Divisa … ma rimane sempre Unita! Divisa perché ognuno di voi è Croce … ma se non si rimane nella Vigna, nell’ Arca e nei Remi e se non si cammina sulla Viuzza Stretta, si va fuori nelle cose del mondo …! E quando ci sono le bugie lo Strumento le conosce … le vede già prima che si fanno, prima che si dicono, prima che si partoriscono! Partorire la bugia è abortire il Padre, è abortire il Figlio, è abortire lo Spirito Santo! Don Vincenzo: Gesù … se tutti noi qui dentro che formiamo la Famiglia riuscissimo ad essere uniti......! Gesù: Bisogna far sbocciare l’Amore e rimanere Uniti: che bel Giardino … che bei Fiori! Eppure lo siete .............. ma non vi guardate …! Siete stati Scelti uno ad uno … un Fiore più Bello dell’altro … per costruire la Chiesa Nuova! Ma rimane ancora la gelosia: “Io vado ma a quella non la voglio vicina … a quella non la voglio guardare … a quella non la voglio salutare … e quella non mi piace … e quella mi è antipatica!” Eppure siete i Fiori più Belli del Giardino … vi ho Scelti uno ad uno! Rimanetelo … ma rimanete Uniti e Amatevi! Cosa Mi dici ancora … cosa hai visto fuori ancora? Don Vincenzo: Ho visto i volti delle persone che vanno sempre di fretta e sempre preoccupati e affannati per le cose del mondo! Gesù: Non c’è tempo per Dio! E sì! Quando la Cocciuta dice: “Non abbiamo fatto in tempo a fare nulla!” … Prima Fa le Cose del Padre e dopo fa le cose del mondo … fa la mamma, fa la moglie, fa la sposa … la mamma  di ognuno di voi e dell’umanità intera! Don Vincenzo: E questo è bello: questo sguardo lontano! Gesù: No, Dio non è lontano … l’ha detto prima lo Strumento … ha preso un po’ quel canto: “ Lontano … lontano … lontano il Regno di Dio è da quello umano …!” … (Gesù si riferisce al canto scritto da don Vincenzo:Gesù, il povero Beato … e del quale Giulia ha parlato nella Catechesi Iniziale) Don Vincenzo: C'è questo sguardo lontano  nel senso che siamo Figli … ed essendo Figli siamo Eredi! Gesù: L’Eredità il Padre ve L’ha Donata da sempre … da quando vi ha Pensati nel Suo Grembo Materno! … Vi ha Pensati … vi ha Partoriti … e vi ha Donato l’Eredità … ma lasciandovi liberi! Ma quella Libertà è Croce! Potete anche getterLa … ma c’è una Formichina.....! Don Vincenzo: Una Formichina che La raccoglie! Gesù: La raccoglie e vi dice: “Guarda … sei tu! E se ti getti … io ti raccolgo ancora … e ti raccolgo ancora … e ti raccolgo ancora: questo è il Lavoro che Mi ha Donato il Padre!” … (il 5 agosto 1985 durante la Prima Visitazione pubblica) … Vuoi aiutarMi? Vuoi prendere i Chiodi?” … “Eccomi!” … L’EccoMi di Maria è l’Eccomi di ognuno di voi … ma deve essere: Eccomi! … “Eeeh, mò vediamo … prima sistemo la casa … poi sistemo le altre cose … e poi sistemo questo … e poi sistemo quell’altro...........!” E quando vai dinanzi allo Sposo? Quando vai a dire: “Eccomi: sono quella Croce che Tu mi hai donato e sono Tua! Don Vincenzo: Questo è avere Fede! Gesù: E sono nella Vigna … nell’Eredità … e sono nella Chiesa Nuova …e sono nell’Arca e con i Remi … Mi hai chiamato … Eccomi!” … Allora che facciamo: … Ci Doniamo? … Don Vincenzo: Con tutto il cuore! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento Fa il Lavoro del Padre rimanendo Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Beve don Vincenzo)    Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questo è il Mio Sangue! Amen! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane benedicendo e dice:)  Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Mia Carne e Questo Sono sempre Io … Vivo e Reale … a Mangiare del “Nuovo” con ognuno di voi! EccoMi … Padre … di averMi Mandato dal Tuo Grembo al Grembo di Maria per DonarMi a tutti i Figli! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ora possiamo DonarCi … Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora nel fare le Cose del Padre! EccoMi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta … e Impone a lungo le Mani con la Destra nel Segno Trinitario, poi in entrambe le Mani unisce il pollice con l’indice, poi per 5 volte fa il gesto di raccogliere con le Mani e Le porta nel cuore) … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E lo Strumento è rimasta Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco nel Lavorare nelle Cose del Padre! Prendiamo Parte al Banchetto? Don Vincenzo: Che onore mangiare il Padre! Gesù: Sì … mangiamo Dio! EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo.)   Cosa hai visto ancora fuori? Don Vincenzo: Ho visto come l’Umanità è stolta e cieca … mentre ha a disposizione tutto: ha a disposizione il Padre … ha a disposizione la Mamma Celeste … ha a disposizione Tutto e tutti… e non riesce a capire....... e si perde dietro le cose frivole, inutili, passeggere che non servono a nulla … e il Padre che aspetta e la Mamma che aspetta e Tu Gesù che aspetti: “Forse si convertiranno!” E invece peggiorano ancora e continuano a peggiorare per dei "pezzi di carta"! Gesù: Lasciamoli stare … quelli servono, ma non si deve legare il cuore! Don Vincenzo: Quando si mette al Primo Posto Dio tutto cambia e la Giornata acquista senso in ogni attimo … perché ogni momento appartiene al Padre … e se noi restiamo in Comunione con Dio … ecco che la famiglia diventa la Famiglia di Dio e non la famiglia del mondo dove anche se apparentemente la facciata sembra buona … in realtà si sta costruendo sulla sabbia e non sulla Roccia … e tutto crolla! Gesù: E la sabbia vola via .....… ma la Roccia rimane! Nessuno cerca la Roccia: “E’ dura!” E tutti cercano la sabbia perchè è"morbida a camminare!” … E così si lascia Solo Dio … e così Io vengo lasciato di nuovo Solo! Ma almeno voi non lasciateMi Solo! Don Vincenzo: No, Gesù … Tu sei il nostro Tesoro … l’Unico nostro motivo di Vita! Gesù: Io ci sono sempre …...ma  è l’Umanità che Mi lascia e Mi caccia fuori! Don Vincenzo: E’ bello vederti sorridere … Gesù … è bello … e dipende da noi Figli! Gesù: Ma nel sorriso c’è pure il pianto … ci sono le Lacrime di Sangue nel vedere l’Umanità che si perde …! Don Vincenzo: Va "fuori strada"! Gesù: Sì, fuori strada … così come dici tu! … Ehi … bello … è mio … tu lo vuoi pure? Don Vincenzo: Io vado dove vai Tu!Gesù: E così sono belli i discorsi della Famiglia … avere un Fratello … avere un Amico … avere un Gesù che parla così … come ha sempre parlato! … Venite col “niente”! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi! Don Vincenzo: Gesù … che Ricchezza per noi stare qui … siamo i più fortunati di tutti … averTi a fianco … poter scherzare con Te … poter gioire con Te! Gesù: Questa è la Famigia … e se il Padre è venuto a smantellare il Male … poi scherza anche con le cose di tutti i giorni! Don Vincenzo: Per smantellare il Male bisogna agire positivamente! Gesù: E si sta agendo positivamente … così come stanno agendo tutte le Schiere: sono uscite … hanno accolto le Spose … e ne sono arrivate tante, tante, tante! E adesso la Cocciuta Fa il Lavoro del Padre … ma non lo posso dire dov’è! … Quando il Padre decide di dirlo, lo dico … ma lo deve decidere il Padre! Don Vincenzo: Ma poi alla fine sta sempre dentro a un Tunnel? Gesù: Io non lo posso dire! Don Vincenzo: Perché lei fa sempre le Cose del Padre! Gesù: Sì, Fa le Cose del Padre … lei va dove c’è da Lavorare! Don Vincenzo: E va nei Tunnel lunghi? Gesù: Non li ho misurati! Don Vincenzo: Tu non hai bisogno di misurare … hai solo bisogno di noi! Gesù: Ho bisogno del vostro aiuto! Vengo a chiedere aiuto alla Famiglia … alla Chiesa Nuova! Don Vincenzo: Ma il Solco Lo dobbiamo finire! Gesù:  Sì, il Solco Lo dovete finire con Giovanni! Giovanni adesso sta portando tante Spose … e si stanno organizzando per un’altra Festa! Don Vincenzo: Il 1° maggio? Gesù: No, eh, eh … voi lo festeggiate il 1° maggio … ma la Festa che sta preparando Giovanni è un’altra! Don Vincenzo: E’ la Festa della Mamma? Gesù: Sì, anche quella … ma è un’altra Festa ancora! La Festa della Mamma è attimo dopo attimo … ma non c’è un Giorno che la Mamma non è Mamma … la Mamma è Mamma sempre, attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Che bello! Gesù: Che bello … e sì! … Tu ne vuoi? Don Vincenzo: No! Gesù: Io Me li mangio! Don Vincenzo: E mangiali … così li mangi pure per me … io ho mangiato troppo in fretta! Gesù: Come sempre vai piano e di fretta … mangi una patata in due ore … e un panino in mezzo secondo … e ora ci vuole "il caffè di Giovanni"! Don Vincenzo: Forse sì! Gesù: Mò lo faccio venire … mangio le due patate, le “patane” come le chiama Lui … così parlate un po’ con Giovanni! Don Vincenzo: Gesù … quant’è bello AmarTi! Gesù: Il Padre Mi ha Donato l’Amore e Io L’ho portato … ma l’Umanità Ci ha cacciati fuori! Adesso abbiamo una Famiglia e ancora non Ci hanno cacciati fuori! Don Vincenzo: E la Famiglia deve essere in Comunione … siamo stati Scelti …  Invitati … Chiamati …  e dobbiamo stare attenti a non commettere nessun errore … il mondo può anche sbagliare ma  noi che abbiamo Te … noi che abbiamo il Padre … no! Gesù: E sì! Allora vi mando Giovanni! Adesso non posso dire altro … posso dire solo che vi Saluto … (Gesù manda un bacio) … e poi ritorno di nuovo a Salutarvi … e vado ad accogliere tutte le Spose che stanno arrivando .....… me le stanno portando le Bimbe … e vi lascio Giovanni! Piccolo Giovanni: Con la Croce e con il Pane! (Giovanni Saluta Benedicendo e schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano) Ehi, Giovà, ci ritroviamo ancora … come ci ritroviamo attimo dopo attimo! Don Vincenzo:Giovà, dobbiamo finire il Solco! Piccolo Giovanni: Ancora ce n’è da Lavorare! Don Vincenzo:Ah! Piccolo Giovanni: Eh!... Lo vuoi assaggiare il caffè? Avvicinati! E’ buono? Chi lo vuole se lo va a prendere! Insomma …  oggi la Cocciuta il caffè l’ha fatto un po’ così … diciamo che è buono! Don Vincenzo: Eh, ha avuto problemi con la macchinetta e lei l’ha detto che questo caffè di oggi sarebbe stato un po’ così! Piccolo Giovanni: Un po’ capriccioso! Don Vincenzo: E sì, proprio così ha detto! Piccolo Giovanni: Ma l’abbiamo bevuto ugualmente! … Come state, tutti bene-male? … (Giovanni manda un bacio) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutti bene-male! … E raccontami cosa hai visto fuori..............! Don Vincenzo: Proseguiamo! Piccolo Giovanni: Sì, proseguiamo, ma Io ho fame … non ho avuto il tempo di mangiare …  allora mi mangio un prosciuttino, un pezzettino di formaggio e un ovetto! Tu cosa vuoi … mi fai compagnia? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Tutti possono dire: “eh, ma Dio viene a scherzare?” … Sì, Dio viene a scherzare … scherzando, scherzando dice ai Figli cosa devono fare … visto che siamo in Famiglia e nella Famiglia si parla con serietà … Dio anche se scherza è serio … si parla scherzando e si è sempre seri … si parla col tono di voce alto e si è ancora seri … ! …Beh, Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Com’è? Nicola: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! … Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni:Allora andiamo avanti così? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … Giovanni, Giovanni … raccontami cosa hai visto fuori..............! Io fuori ho visto il terrore della guerra … il terrore dei vulcani … e il terrore della Povertà che sta arrivando! Don Vincenzo:Tutte e tre? Piccolo Giovanni: Questa è solo una briciolina piccola, piccola! … Ancora cosa hai visto? Io ho visto queste cose ................e tante altre ancora! … E sto vedendo la Festa che si sta preparando! Don Vincenzo: Quindi, Giovà … ci sarà un peggioramento? Piccolo Giovanni: Io vi ho detto quello che ho visto … e se lo Strumento il Padre l’ha messa all’Ubbidienza di non dire quello che vede … Io ho detto quello che ho visto e non posso dire altro! Posso dire di rimanere nella Vigna e nell’Arca e nei Remi! … Bella la pensata tua di far predicare lo Strumento e tu rimanere ad ascoltare! Don Vincenzo: Abbiamo parlato parecchio! Piccolo Giovanni: Sì, ma prima parla la Cocciuta … e adesso sto parlando Io … e prima ha parlato Gesù … e poi …? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Poi dopo mi scelgo un dolcino! … Teresì, intanto tu pensa a quello che devi dire! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo vuoi? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Tieni … l'abbiamo diviso! Teresa: Riflettiamo ancora su quello che significa: Alzare la Destra! Piccolo Giovanni: Vai … parla … e se non va bene ti correggo! Teresa: Eccomi! Alzare la Destra significa innanzitutto amare! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: E significa anche pulire il Giardino! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: E Lo possiamo pulire solo amando! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: E se nel nostro cuore non c’è solo il Padre … ma ci sono le cose del mondo … non riusciamo ad Alzare la Destra in Pienezza e quindi non puliamo il Giardino! Piccolo Giovanni: No! Teresa: Se non Alziamo la Destra in Pienezza non siamo Famiglia! Piccolo Giovanni: No! … Ma il Padre Dona Amore! Raffaele: Ti dò un dolcino,Giovanni..........! Piccolo Giovanni: Aspetta, cambiamo … se no sempre lo stesso … dammi questo … sì! … Vuoi parlare … allora raccontami cosa hai visto ancora fuori.......! Don Vincenzo: Giovanni … siamo sette, otto miliardi di persone … diciamo così … e dovremmo festeggiare con  Dio ogni momento e invece non è così! … Io ho 65 anni … e mi ci metto in mezzo pure io … e vedo questa umanità spenta che non riesce ancora  a seguire la Via della Verità e la Via della Luce … e ognuno vive la sua esperienza di Fede in modo sempre più tiepido, sempre più scarso, sempre più arido, sempre più spento! Piccolo Giovanni: Ma Io vi invito a Lavorare in Pienezza nella Vigna! … Lo Strumento che conosce ogni cosa per Volere del Padre rimane all'Ubbidienza e dice quello che il Padre gli Fa dire … e adesso è all'Ubbidienza di non dire ciò che vede … Fa il Lavoro del Padre, Fa il Lavoro della Vigna! Ma Io vi invito a lavorare in Pienezza nella Vigna … ad essere i Fiori così come ha detto Gesù: i più Belli … la Chiesa Nuova nel Suo Progetto preparato da sempre … il Progetto di Dio che non viene cancellato dagli uomini e non viene cancellato da niente e da nessuno! E la prima cosa che ha detto è: rimanete Croce … rimanete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi! Ma fuori c'è il Veleno e ci sono i Falsi Profeti! Vigilate: il Veleno sta crescendo e i Falsi Profeti anche … ma ci sono le Schiere a Lavorare …   Figli ...… e vi voglio bene! Tutti:  Anche noi! Piccolo Giovanni: "Eh … Ma don Mario non mi ha fatto questo … non mi ha fatto quell'altro… L'ho chiamato e non mi ha risposto…" … Don Mario ha promesso che sarebbe rimasto in mezzo a voi e per Volere del Padre vengo a parlare e a darvi un pizzico di sale … e un pizzico di sale … e un pizzico di sale! … Ma non scoraggiatevi! … Dovete essere pronti e preparati per i Tempi che verranno! Raffaele: E’ da molto che non piangeva Gesù........! Piccolo Giovanni: Gesù come Figlio, Fratello e Amico …! Tu quando vedi un amico che fai? Piangi! E Gesù ne vede attimo dopo attimo … conosce da sempre … ma il fratello è amico, è Figlio … e Gesù piange attimo dopo attimo … così come piange Maria: il Suo Cuore di Mamma Gronda Sangue per i Suoi Figli dispersi! Conosce da sempre … ma piange! Anche il Mio Cuore piange! … Gridate anche voi l'Eccomi del Cuore Grondante di Dio … ma non dovete dirlo solo con le labbra … ma dovete far gridare il cuore … così come l'ho fatto gridare e lo faccio gridare Io … come lo fa gridare lo Strumento: più parlano male di lei, più lei Benedice e mette tutto nel Cuore del Padre! Imparate da una Formichina … gli costate un Prezzo di Sangue per il suo Eccomi Donato al Padre … ma non lascia nessuno dei suoi Figli … e neanche quelli che la pugnalano attimo dopo attimo! Hai finito? EccoMi! E tu non hai visto più niente? … Giovà … il Solco Lo dobbiamo finire … ma prima di finire il Solco si accenderanno ancora Vulcani …, uno più grande dell'altro … e le guerre … ma non vengono fatte dal Padre! … Stasera abbiamo anche scherzato in Famiglia … e il Padre ha acceso i cuori dei Figli … i cuori spenti … ma guai se la prendete come un gioco la Parola del Padre ……! Vigilate! Chi gioca con le Parole del Padre … rimane giocato … vi dico solo questo! Vigilate … Dio può fare ciò che desidera … non deve chiedere l’ordine a nessuno! Io ora vi lascio il Mio Cuore Spalancato e vi invito ancora ad amarvi e così potete fermare le guerre, i terremoti e tutto quello che l'uomo ha preparato! Io vi abbraccio e vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Figli! … (Giovanni schiocca un bacio e viene ricambiato da tutti)   Vado a preparare la Festa … e Gesù viene a Salutarvi! Ecco il Mio Cuore Spalancato … venite! … (ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: CON LA CROCE E CON IL PANE … EccoMi … Sono Gesù e vengo a dirvi: amatevi gli uni gli altri! … Ora tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Figli Miei! … (Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre menti, sulle vostre Anime!  E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … stai preparando la Festa? Lo so che non devo dire nulla di ciò che vedo … e dopo che hai finito di preparare la Festa andiamo a Lavorare … ho bisogno del Tuo Aiuto nel fare le Cose del Padre: puoi venire solo un istante? Allora ti aspetto! Giovanni … accarezza i cuori dei Tuoi Figli … io lo faccio attimo dopo attimo così come il Padre mi ha insegnato … ma accarezzali anche Tu … ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: Eccomi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, spezzateLa e donateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … visto che non posso dire nulla … lo so che Tu non Ti dimentichi … tutti sono Figli Tuoi … aspettiamo ancora … e posso prendere ogni cosa che è Tua e portarla … ma prendo la Croce e La porto e La poggio sull'umanità dispersa! Il Padre: Fallo … Anima Mia! Giulia: Papà … i Banchetti sono uniti … e Tu sei al nostro e dove sono le Spose che hanno donato la mano …! C'è Festa … eppure il Tuo Cuore ancora è triste … ma io Faccio il Lavoro che devo fare …! Salutiamo i Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) ... Prepariamoci tutti … dobbiamo uscire per andare a pulire e dopo torniamo a gioire nell'Amore Pieno! Eccoci … Cari! … (Giulia schiocca un bacio) … Eccoci … Servi Inutili … è Ora di Combattere … è Ora di preparare la Festa! … Ci vediamo dopo! …  (Giulia schiocca ancora un  bacio)

 

 

 

GIOVEDI 30 APRILE 2015

 

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù rimane a lungo in Silenzio, poi Benedice) ...  Gesù: Nel Pane Vivo ... nel Pane Intero Glorifico il Padre Altissimo, Ora e per l'Eternità! E nella Luce Piena della Croce … (Gesù Benedice) ... Apro, Dono, Spezzo il Mio Cuore per ognuno di voi e per l'umanità intera … (Gesù Benedice) … col Segno Tremendo della Mia Croce ... da Me Crocifisso ... dal Figlio Donato da una Piccola Creatura: Maria! Unico Tabernacolo ... Unica Chiesa Viva e Reale .... in mezzo a voi .... Donata nelle vostre mani ... Donata e Sigillata nei vostri cuori ... Figli, Fratelli e Amici ... Amici della Vigna ... Amici dell'Arca ... Amici dei Remi ... Amici delle Capanne! Ed EccoCi Uniti ad ognuno di voi! EccoCi Famiglia nella Famiglia di Dio! EccoCi Fatti ad Immagine e Somiglianza di Dio! EccoCi nel "Gemellamento" del Padre! Quanti Gemelli! Dio ha Partorito e Partorisce ancora ... e niente e nessuno può cancellare ciò che il Padre ha fatto da sempre: il Parto Vivo del Suo Amore ... l'Amore Pieno per ognuno dei Figli! Ma non dimenticate: è Giudice … (Gesù Benedice) ... e Giudica con la Croce! Non gettateLa e non gettatevi ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! .................. Cocciuta Divina..........................! Giulia: Perché Ti metti con le mani giunte ... Gesù? Eccomi alla Chiamata! Cocciuta ... così come mi chiami! Gesù: Mi metto con le mani giunte per inchinarMi dinanzi allo Strumento di Dio! Giulia: Gesù ... le Porte si sono spalancate! … Eccomi ... ma non stare con le mani giunte! Eccomi nel fare le Cose del Padre ... ma Eccomi a ciò che Tu desideri fare ... Gesù! Gesù: Guarda ... ma tieni nel "Vuoto" ciò che vedi ancora per un po' ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi! Gesù…! Gesù: Immolati sempre come tu sai fare! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Immolati nel fare le Cose del Padre! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi .... Eccomi .... Eccomi ... Eccomi ... Eccomi, Gesù ... è tutto nel "Vuoto" dove sono i Rotoli! Gesù ... nel Lavorare con le Cose del Padre ... Ti offro ancora i cuori dei Figli ... consolali col Tuo Amore! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto i nemici! Metto l'umanità intera! Metto tutti i Figli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli! E metto ancora il "niente" della mia Giornata! Gesù ... ascolta i sussurri dei Tuoi figli! Ascolta il Grido del "Vuoto"! Ed Eccomi ancora per l'Eternità ... Gesù! Gesù: Ho guardato anche le tue lacrime! Giulia: Eccomi ...se servono usale ... Gesù! Gesù: Vedi ... Anima Mia ... cosa faceva Mia Madre ........ e vedi cosa faceva Maddalena con le Sue Lacrime ... e cosa fai tu con le tue lacrime.......! Giulia: Tu sei l'Eterno Buono ... come lo è il Padre! Gesù ... ascolta il sussurro del "Vuoto" ... Tu sai cos'era scritto da sempre! Gesù: EccoMi ... Uniti ad ognuno di voi con i Due Banchetti ... con tutte le Schiere ... con tutti i Servi Inutili ... con tutti i vostri Cari ... con tutte Le Spose ... con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico, nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Io Sono … (Benedice) … il Gesù della Croce e del Crocifisso ... non cercate altri dei! Siamo Vivi e Reali in mezzo a voi col Segno Tremendo della Croce! ... (Benedice) ... Vigilate ... fuori c'è il Veleno e ci sono i Falsi Profeti! Alzate la Destra ... tenetela Alta e combattete ... (Benedice) ... Figli Miei! Anima Mia ... Strumento che suona la Musica del Pane Vivo ed Intero! Giulia: Eccomi! Gesù: Non fermarti! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità ... Gesù ... Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE … GIOVANNI, GESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi state … bene-male? … (Gesù manda un bacio) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Non stai bene-male … non stai sul piede di guerra? Don Vincenzo: A combattere contro il nemico: l’io! Ne abbiamo tanti di nemici … ma abbiamo anche Te, Vincitore di ogni morte! Gesù: Io ci sono semprema conosci anche i Tempi! E quando verranno i Tempi? Non vi viene detto di Alzare la Destra e di combattere? Tutti: Eccomi! Gesù: Dov’è l’EccoMi infiammato d’Amore di Maria? … Devo strapparvi l’Eccomi? Non siamo Figli da sempre … non siamo Fratelli da sempre … non siamo Amici da sempre … e non sapete risponderMi un Eccomi di cuore? Tutti: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Ma raccontaMi qualcosa … dopo Ci Doniamo! Don Vincenzo: Sì … tutto parte dalla Croce e più questa Croce L’abbracciamo … più diventa Leggera, Piccola mentre se non L’abbracciamo diventa Pesante! Gesù: La Croce si porta così come sei Tu … come lo è lui … come lo è lei e lei … come lo siete tutti quanti! Il Padre … conoscendo ogni cosa … non Dona ai Figli frutti cattivi, non Dona i mali … ma Dona il Bene e Io ho detto: “Tu ti porti così come sei … ognuno si porta com’è: Croce!” Ma voi dite: “E’ il male! … Il male non lo manda il Padre! … Il male lo porta il Veleno … e gli uomini! … Ma voi siete Croce e Tutto viene dalla Croce … Tutto viene dal Padre che è Vivo e Reale in mezzo a voi … come Lo sono tutte le Schiere, tutti i Servi Inutili, tutte le Spose, tutti i vostri Cari che hanno donato la mano e sono al Banchetto dinanzi ..............… e voi siete a questo Banchetto! Don Vincenzo: Che spettacolo Gustare il Padre! Gesù: Dio Si Dona … Dio è Amore … Dio è Pane Intero … ma spettacoli non li ha mai fatti e non li farà mai! E’ Dio! … (Gesù Si Segna) … Hai visto cosa ho fatto? E’ Dio! …  (Gesù Si Segna di nuovo) … Con la Linea Dritta che è la Croce e la Croce non fa spettacoli … ma è Verità, è Pienezza, è Luce, è Amore! … Cosa hai da dire su questo? Don Vincenzo: Che in ogni momento della Giornata incontriamo proprio questa Croce che è Amore … e in ogni momento siamo  chiamati a corrispondere a questo Amore! Gesù: La Croce non si incontra … la Croce è Immagine di Dio … e lo siete tutti quanti! Non è una novità! … Ma Per chi non L’accoglie, per chi L’ha gettata lo Strumento … che è una piccola Formichina … va a raccoglierLa! … Ma la Croce … siete fatti così come lo è Dio e non Lo si incontra … lo E’ … lo siete la Croce! Don Vincenzo: Siamo Croce! Gesù: Cosa vuoi dire ancora … dopo Ci Doniamo! … Perché Mi guardi così? Don Vincenzo: Perché guardare Te è una Grazia! Per 30 anni stai venendo in mezzo a noi! …  Gesù: No, ti sbagli … da sempre! Don Vincenzo: E non Ti stanchi mai! Gesù: Tu ti sei stancato? Don Vincenzo: No! Gesù: Eh! Voi vi siete stancati? Tutti: No! Gesù: Che facciamo … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento … facendo le Cose del Padre ...... rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi … DoniamoCi! Gesù: E allora Ci Doniamo! EccoMi! ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Beve don Vincenzo) Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane benedicendo  e dice:) Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questa è la Carne che Mi ha Donato il Padre per venire in mezzo a voi … per venire a Versare il Mio Sangue … e per Mangiare del “Nuovo” con ognuno di voi! … Volete che si divide? Alcuni: No! Gesù: Volete che Dio rimanga Intero? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Ora possiamo DonarCi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane nel Fare le Cose del Padre! … DoniamoCi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta “Puntando” a lungo le mani!) … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Il Banchetto è Vivo! Il Padre Si Dona ancora! Don Vincenzo: Com’è Gustoso … com’è Buono Papà! Gesù: Prendiamo parte al Banchetto? Don Vincenzo: Che Grazia … Eccomi! Gesù: L’Ultima Grazia è Maria! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! EccoMi! Come è Gustoso il Padre......! Ma come state … bene-male? Tutti: Eccomi! (Gesù manda un bacio) Gesù: EccoMi! …  (Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo.) Stiamo in silenzio? Meditando l’Amore del Padre … Gustando Dio nel Suo Partorire Gemello! Io starei tutto il Tempo in Silenzio …  parla un po’! Don Vincenzo: Sì … Gesù Ti Spezzi come Pane … Ti Doni come Sangue! Gesù: EccoMi! … Ne vuoi un po’? Don Vincenzo: Sì … facciamo a metà! Gesù: No … quello è Mio … il tuo è là! … Tutti sono in mezzo a voi … tutte le Schiere sono pronte! Avete sentito all’inizio lo Strumento parlare? … (durante la Catechesi iniziale) … Non teme l’uomo … teme il Padre … fa le Cose del Padre e voi non dovete temere gli uomini … non dovete nascondervi dietro uno stecchino … ma spalancare il cuore! … Venite col “niente” … EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Vuoi parlare? Don Vincenzo: Sì … voglio testimoniare sempre la Misericordia del Padre … voglio sempre darGli Gloria! … Amare è Amarsi … e più Ci amiamo più cresce l’Amore! Gesù: L’Umanità ama le cose del mondo … l’Umanità ama i Miracoli! … Quando Io ho detto : “Non ascoltateli … non ci andate … Io non ci sono dove vi dicono: venite … ci sono i Miracoli … guarite!” I Miracoli avvengono nel silenzio! Il Miracolo è il Pane Intero ma Spezzato … quello che ha detto Giovanni … e quello che hai detto tu! Don Vincenzo: Tu Ti Spezzi! Gesù: L’abbiamo appena fatto e Lo stiamo facendo tutt’ora attimo dopo attimo con le Spose, con le Schiere, con i Cari, col Banchetto che è dinanzi …! Stai aspettando quale devo scegliere? Raffaele: Eccomi! Gesù: Avvicinami il vassoietto … questo … tu quale vuoi? Don Vincenzo: Quello che prendi Tu! Gesù: Quello che prendo Io! … Non hai niente altro da dire? Parla un po’! Don Vincenzo: Dobbiamo mettere sempre Dio al Primo Posto … solo così entreremo nella Viuzza Stretta … Dio è Dio e deve essere sempre messo al Primo Posto … e allora cominciamo anche a vivere le Giornate con questo obiettivo e con questi sentimenti … Dio al Primo Posto sempre e comunque … senza stancarci mai … anzi diventando sempre più Luminosi! Che bello! Gesù: Quando ci sono i Terremoti, i Fuochi di Guerra ecc. ecc. tutti quanti se la prendono con Dio … ma è l’uomo! … L’Umanità è sorda ed è cieca! Visto che lo Strumento ha fatto il Lavoro che doveva fare e sono arrivate tante Spose … Io le vado ad accogliere e faccio venire Giovanni! … Allora vi lascio Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Giovanni benedice) … Ehi, Giovà! Don Vincenzo: Ciao! Piccolo Giovanni: Stiamo bene? Don Vincenzo: Benvenuto! Piccolo Giovanni: E anche a te! E voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) … Piccolo Giovanni: Eh … è arrivato il mio caffè … vediamo com’è! Vuoi assaggiarlo tu per primo? … Com’è … com’è … è buono? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: E allora se è ottimo … chi lo vuole se lo va a prendere! Sì … è quello dello Strumento! Com’è Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh! E tu Marì? Maria: Eccomi! Don Vincenzo: Sono arrivate tante Spose … tante, tante, tante, tante? Piccolo Giovanni: Sì … tante, tante, tante, tante! Don Vincenzo: E hanno donato la mano tutte quante?  Piccolo Giovanni: E se non donavano la mano … non entravano! Hanno donato la mano e sono entrate! … Io che Mi mangio? Un ovetto, un prosciutto e un formaggio come l’altra volta! … Io mangio un po’ e chi parla? Io devo dire ai Miei Figli di non perdersi! Devo dire ai Miei Figli  che avete l’Ultima Grazia! Devo dire ai Miei Figli di non scherzare con Dio! Devo dire ai Miei Figli di Vigilare! Devo dire ai Miei Figli di essere pronti e preparati! Devo dire ai Miei Figli tutto quello che vi ho detto da sempre … ma non l'avete ascoltato! Devo dire ai Miei Figli: perché non Mi avete riconosciuto? Eppure mangiavo con voi … piangevo con voi … ridevo con voi … soffrivo con ognuno di voi … ma non Mi avete riconosciuto! Quando lo Strumento diceva: “Sta parlando … ascoltateLo … non chiacchierate … non interrompeteLo!” … Vi sollevava anche lo Strumento: nel silenzio quante guarigioni … ma tutte nel Silenzio … come avvengono ancora! … Io non voglio minimamente essere comprato e venduto! .........Il Veleno non ha bisogno di soldi! … Il Veleno cammina soltanto per distruggere.......! Gli uomini camminano per innalzarsi e prendere Potere.......! Ma il Potere più Grande è rimanere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto per poter combattere! Don Vincenzo: Questo è il Vero Potere! Piccolo Giovanni: E sì … questo è il Vero Potere! Don Vincenzo: Il nostro Potere! Piccolo Giovanni: Il nostro Potere! … Cosa devo dirvi ancora che Io non vi ho detto? Raffaele: C'è una domanda che Ti hanno fatto tanti anni fa a cui non potevi rispondere ...... ma in questo tempo potresti! Piccolo Giovanni: Domande me ne hanno fatte … ma Io prima di farmi fare la domanda gliela spiegavo già! Dopo aver finito di spiegare … Mi venivano a fare di nuovo la domanda! Raffaele: E una che non potevi rispondere? Piccolo Giovanni: Ho risposto a tutte … ma non hanno capito! Gli ho detto pure chi ero … ma non hanno capito neanche questo! Ho provato a dirlo mentre il Padre usava lo Strumento: "Ecco … lo Strumento Parla … anch'Io Parlo!" Lo ricordi … Marì … dove l'ho detto? Maria: Nella casetta di Domenico Lentini! Piccolo Giovanni: Ho risposto a tutte le domande! … Sì, volevo parlare … ma lo Strumento ha fatto bene … Mi guardava negli occhi e Io Mi fermavo! … Ma ho parlato! … Ancora ci sono le gelosie … ancora non c'è il Pane Intero … ancora non si è capito.........! … Figli … non facciamo errori! Siete invitati … siamo un'Unica Famiglia con tutti i Cari! E lo Strumento sta facendo di tutto per prendere la mano di tutti quanti! Ma non facciamo l'errore di dire le bugie … non facciamo l'errore di nasconderci dietro al muro! Per Dio non ci sono posti dove ci si può nascondere e che Dio non vede! Siamo questa Famiglia … il Padre l'ha consegnata nelle Mie Mani e Io l'ho lasciata nelle mani dello Strumento … ma non lasciandola sola e: "Verrà un Sacerdote alto e da lontano!" Il Solco si chiuderà! I Terremoti ci saranno …  i Fuochi di Guerra ci saranno … e le Schiere sono tutte pronte nel combattere per pulire, per fermare … ma Vigilate: il Veleno è fuori e  i Falsi Profeti avanzano! Vigilate sui Pargoli! Vigilate sui Pargoli! Vigilate sui Pargoli … Figli Miei ........... e amatevi gli uni gli altri! Quante volte vi ho rimproverati … Mi avete anche odiato per un po' … vi siete allontanati per un po'…  ma poi sentivate nel cuore … che il rimprovero era per mettervi sulla Linea Dritta! I Tempi che verranno … Figli … non hanno alcuna via! … L'Unica Via siete voi fatti ad Immagine e Somiglianza di Dio! E l'Unica Grazia è Maria! Non disperdetevi …  Figli Miei! Giovanni - Calice Vivente … il Padre Ci ha Mandati … dobbiamo terminare il Solco! E l'Unico Seme del Solco è amarci …  e amarvi gli uni gli altri così come il Padre Ama … da sempre! … E ora vi lascio il Mio Cuore Spalancato e vi invito ancora ad essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Vado ad accogliere anch'Io le Spose e lascio venire Gesù: aspettateLo! Vi Saluto con la Croce … (Giovanni manda un bacio e Benedice) … con un bacio e con il Mio Cuore Spalancato! … (ritorna Gesù Benedicendo e poi schioccando qualche bacio) Gesù: CON LA CROCE E CON IL PANE! Sono Io … Sono Gesù! Sono venuto ancora dopo aver accolto le Spose … dopo aver visto la loro Gioia e il loro Amore che Arde dopo aver donato la mano … dopo aver incontrato le Bimbe e indossato l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale … e dopo aver visto il Volto di Dio! … Sono al Forno dopo aver mangiato … e ora vanno dietro alle Schiere di Maria a Lavorare … a pulire il Giardino che viene sporcato dal Veleno che cammina e dai Falsi Profeti! Figli … quel Gradino che si è Aperto fatelo chiudere rimanendo uniti! Tutti: Eccomi! Gesù: Eccomi! Il Mio EccoMi è l'EccoMi della Croce: quella Croce Partorita dal Padre … Partorita da Maria e Donata all'umanità intera! Pregate ancora per tutti i Figli Ministri, per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Chiesa Nuova …  rimanete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi … Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto … Figli Miei! Saluta con l'Albero Verde … Io vi spalanco sempre di più il Mio Cuore! … (Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre menti, sulle vostre Anime!  E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni …  il Lavoro che sto facendo non me lo fanno dire … una parte è giusta così … ma quello che decide Dio è giusto sempre … ma i Figli non sanno … io non so come farglielo capire … non so come dire ad ognuno di loro di staccarsi dalle cose del mondo e di rimanere Piccoli e Poveri … ma Piccoli e Poveri nel senso di non legarsi a quel poco che si ha, neanche ad una briciola … ma legarsi al Pane Intero e al Pane Spezzato che Dio ci dona attimo dopo attimo! Giovanni … Tu sai qual è il mio grande desiderio … ma la Promessa è Promessa! Nel Solco ci sono anch'io! … Giovanni … tienimi sempre per mano come hai sempre fatto! … Ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti:  TI AMO … PAPÀ!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia, accoglieteLa con Amore, spezzateLa e donateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … Papà … Papà … Eccomi nel fare la Tua Volontà! Eccomi nel fare il Lavoro che Tu hai deciso da sempre! Ed Eccoci uniti con i Cari, con le Spose, con le Schiere al Banchetto Nuziale! Papà … rimani … rimani Papà! … Eccomi! Ora possiamo Salutare! … (Tutti Salutano i propri Cari) … Eccoci! Ed Eccoci a tutti voi che siete nella Gioia Piena del Padre! … (Giulia schiocca un bacio) … Ci vediamo dopo!