LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 178

Luglio 2015

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

GIOVEDI 02 LUGLIO 2015

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia:  Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ...  (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedicendo dice:) ... Nel Mistero del Giardino di Dio ... Glorifico il Padre Altissimo ... Ora e per l'Eternità! E nel Mistero Pieno  della Croce … (Gesù Benedice) ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore ... sono Vivo e Reale ... sono sempre con voi attimo dopo attimo ... nel Cammino del Padre Iniziato per ognuno di voi e per l'umanità intera! Vedete ... il Cammino Iniziato da Mio Padre è il Cammino Duraturo ... il Cammino di Dio che È da sempre! E' un Cammino che nessuno potrà cancellare! Le cose del mondo si cancellano ... si distruggono ... gli uomini pensano di poter modellare ... modificare ... copiare ma il Mistero del Padre non si copia ... non si modella ... È ... ed è Solo nelle Sue Mani ... non è nelle mani degli uomini! E' a conoscenza dei Figli che Lui ha Scelto! ... E' stato donato! E'stato tradito! Dio ama ... Dio aspetta ... Dio perdona ... così come attimo dopo attimo lo Strumento Gli dice: "Papà … Gesù … Mamma ... aspettiamo!" E ve lo ripeto ancora una volta: lei conosce ogni cosa ... non le è stato nascosto niente ... e, conoscendo ogni cosa, ha i Dolori del Parto ... ha i Dolori dei Chiodi ... ha i Dolori dell'umanità sorda e cieca ... ha i Dolori di tutti i Figli! Vede, sente ... e non può parlare! Quell'Ubbidienza d'Amore ... quell'Ubbidienza tra Padre e il Figlio ... come Io ho Donato la Vita ... come Io ho Versato e verso il Mio Sangue per Amore e per Ubbidienza! Non lasciatevi confondere ... Figli Miei ... e rimanete saldi nel "sì, sì!", nel "no, no!" Il Veleno è fuori il cancello e i Falsi Profeti avanzano! Avete la Destra! Usatela ... nell'umiltà, nel silenzio, nel nascondimento ... e ciò che fa la destra non deve saperlo la sinistra ... ma dovete rimanere così … (Gesù mette le mani in bilancia) ... non dovete fare così … (Gesù sbilancia le mani) ... fate parte di una Famiglia: la Mia! La Famiglia di Gesù che è Vivo e Reale in mezzo a voi ... non dove Gesù che è morto e lo piangete nella bara! Destatevi dal sonno ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore: il Cuore della Croce ... Figli! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Eccomi ... Gesù! Gesù: Lo faresti tutto quello che hai detto? Giulia: Devo dirTi la Verità e Tu la conosci: Eccomi! Lo sai ... non posso nasconderTi niente ... vedi e senti ... così come vedo e sento io per Volere del Padre! Non mi sono stancata ... vedo il Cuore di Maria trafitto …  vedo il Tuo Cuore ... vedo il Cuore del Padre … vedo tutti i Cuori dei Servi Inutili … i Cuori dei Pargoli! Stiamo combattendo con le Schiere ... ma non vedo la Famiglia! Gesù … non vedo l'ascolto ... ma il mio "Eccomi" l'ho Donato e sarà per l'Eternità ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia ... quanto ti costa l'Eccomi Donato! Giulia: Per le Cose del Padre: Eccomi! Ma nel vedere i Figli che si perdono nelle cose del mondo e ancora non si comprende il Tutto di Dio ... Eccomi! Gesù: Ora guarda ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Devo sempre mettere nel "Vuoto"?  Gesù: EccoMi! Giulia: Gesù ... il Lavoro che mi hai donato l'ho finito poco innanzi prima di scendere ... e adesso di questo che sto vedendo …...? Gesù: Lo devi mettere nel "Vuoto"! Giulia: Eccomi ... Gesù ... ma dopo posso andare nell'ultima parte? Gesù: Ora guarda … e dopo aver guardato e messo tutto nel "Vuoto" ... vai a fare le Cose del Padre! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù …! Gesù: Metti tutto nel "Vuoto" ... Anima Mia! Giulia: Eccomi! Dopo ... quando Tu rimani ... posso fare quell'ultima parte ... e poi Lavorare ancora? Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi … Eccomi ... Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore la Famiglia ... Metto ancora una volta i Sussurri! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli! Metto nel Tuo Cuore i nemici! Metto nel Tuo Cuore il "niente" della mia Giornata: accoglilo e donalo a chi non Ti cerca ... a chi non Ti Ama ... a chi Ti bestemmia ... a chi Ti sputa ... a chi Ti gira le spalle ... e nelle piazze si fanno notare! Gesù ... aspettiamo ancora! Aspettiamo ancora zappando intorno alla Pianticella e mettendoci l'Acqua Zampillante! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Perché sei così angosciata? Giulia: Gesù ... Tu lo chiedi a me e io lo chiedo a Te: perché sei angosciato ... Gesù? Così ce la diamo la risposta nel cuore ... essendo Vivi e Reali! Eccomi! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce … (Gesù Benedice) … l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a TenerLi Alti e a TenerLi Stretti nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Avete la Pienezza dei cuori?  Tutti:  Eccomi! Gesù: Avete la Pienezza dei cuori del Pane che Dio Impasta attimo dopo attimo donandoLo all'umanità intera e ad ognuno di voi? Tutti:  Eccomi! Giulia: Eccomi ... Gesù ... nel risponderTi ancora per l'umanità intera e per tutta la Famiglia! Gesù: Rimanete Vigilanti ... rimanete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi ... e non dimenticate … (Gesù Alza la Destra) … la Destra del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria ... Figli Miei! Giulia: Gesù ... donami sempre la Costanza e la Forza dei Rotoli ... e di tutto quello che devo tenere ! DonatemeLa! Gesù: Sai bene dove prenderLa ... Anima Mia! Giulia: A volte Gesù arrivo dinanzi alla porta …...! Gesù: Lo so ... arrivi dinanzi alla Porta e ti guardi intorno …...! Giulia: Così come fai Tu:  cammini in mezzo a noi e Ti guardi intorno ... ma Ti fermi ... e non esci fuori! Gesù: Io Mi fermo! Ed EccoMi ancora ... EccoMi! ... PACE AL TUO CUORE GIOVANNIGESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom! … (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) … Gesù: Shalom! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! E voi come state … tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato)  Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai qualcosa da dirMi? Don Vincenzo: Tante cose! Gesù: E inizia da una … visto che ne sono tante!  Don Vincenzo: Tutti quei Messaggi … li dobbiamo masticare! Gesù: Sì … tutto il Pane che è stato Impastato adesso lo devono Mangiare i Figli! Don Vincenzo: Voglio gridare a tutta la Famiglia che devono leggere di più i Messaggi che sono delle Perle … e sono Messaggi Divini!  Gesù: Non sono delle Perle … E’ Pane! Sì … li leggono … poi li commentano e li capiscono sottosopra, non li leggono come si devono leggere! … E la Cocciuta è andata a Lavorare e a fare le Cose del Padre … e pregate....! Don Vincenzo: E Cocciuta com’è …! Gesù: Cocciuta com’è … statevi attenti … e Vigilate.....! Don Vincenzo: Dobbiamo sempre trovare spazio per la Preghiera durante la Giornata … altrimenti non facciamo le Cose del Padre … ma facciamo le cose del mondo! Dovremmo essere i primi proprio noi che siamo questa Famiglia  Baciata dalla Grazia … Benedetta dalla Grazia … e invece non ancora ci rendiamo conto di quello che siamo!  Gesù: E ve l’ha detto la Cocciuta … un po’ si è arrabbiata … ma Vigilate! Don Vincenzo: Tutta questa Grazia di Dio....!  Gesù: No … questo E’ Dio … non è una Grazia! L’Ultima Grazia è Maria! Questo è Dio che Si Dona.....! E’ Vivo e Reale … Silenzioso … ma Alza anche la Voce! Allora cos’hai ancora da dirMi? Dopo Ci Doniamo!  Don Vincenzo: Trovare sempre spazio per Spezzare il Pane … perché durante la Giornata possiamo sempre più inserirci in questo Pane d’Amore! Gesù: E quando Si Spezza il Pane non dovete correre … non dovete avere fretta … dovete rimanere nell’Amore! Quando si Ama si rimane a Gustare il Banchetto di Dio senza correre e senza avere fretta … e Donare il Tempo a chi l’ha fatto! Don Vincenzo: E sapere che si sta mangiando Dio .....! Gesù: Che si sta mangiando Dio … ma non in un boccone.......!  … Dio si mangia lentamente … GustandoLo … AmandoLo: è questo che dovete fare!  Don Vincenzo: Eccomi!   Gesù: EccoMi! Allora che facciamo … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E la Cocciuta rimane ancora Crocifissa per tutti  i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E dopo che rimane Crocifissa … anzi … è già andata … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:)   Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questa è la Mia Carne! Gesù: Donata per Amore a tutti i Figli! Così ho detto a Maria, a Mia Madre: “ Madre … ecco i tuoi Figli! Gli uomini hanno cacciato fuori Me … ma Io Te li dono come Figli! Ora sono dispersi! Madre … siamo fuori a raccogliere … a pulire … nel donare Amore ai Figli! Io Mangio ancora del Nuovo! La MADONNA: FALLOFIGLIO MIO! Gesù: Ora possiamo donarCi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e  lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri! E voi pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco nell’attimo che Mi ricevete nei vostri cuori! Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! …  (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci Siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! … Prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora prendiamo parte! EccoMi! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Prendiamo parte! E cosa Mi racconti? (Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo.)   Hai detto che avevi tante cose da dirMi! Don Vincenzo: E tra le cose principali da dire c'è che ognuno di noi deve trovare spazio per leggere  i Messaggi,  perché lì si trova la Luce e lì si trova l’Amore! E ancora di più in questo Banchetto che ci mette insieme come Famiglia di Dio … e quindi bisogna essere  Gioiosi!  Gesù: Grida … hai una Voce di Giubilo!  Don Vincenzo: Va gridata questa mia parola perché è la sintesi di tutto quello che Tu …  Gesù … sei venuto a portarci da 30 anni! Da 30 anni noi ascoltiamo Dio e ascoltare Dio significa metterLo al Primo Posto … e guai se questo non avvenisse! Ecco il Messaggio a cosa serve … ecco il Pane a cosa serve: a venire Spezzettato per essere un Pane d’Amore … un Pane Nutriente ....... un Pane Morbido! Se lo capissimo … Lo metteremmo al Primo Posto ogni giorno! Gesù: Attimo dopo attimo! … Prendi parte! Don Vincenzo: Prendiamo parte! Gesù: Ma state tutti bene-male? Tutti : Eccomi! Gesù: EccoMi! C’è Silenzio nel Gustare Dio! Don Vincenzo: Bisogna Gustare Dio in un Silenzio Amoroso e Amorevole! … Dio che Si offre … Dio che Si concede!  Gesù: Dio che Si offre! … Non hai niente altro più? Eppure hai tante cose da dire … Lo so, dobbiamo aspettare … ma nell’aspettare dobbiamo fare tutto quello che è Scritto! Le Schiere non si fermano di fare tutto quello che è stato donato da fare! Ma vedi … gli uomini parlano … i Grandi parlano, parlano … hanno sempre tante cose da dire … ma non fanno mai le Cose del Padre! Il Veleno è fuori e ascolta! Ma c’è tanto da fare … c’è tanto da pregare … c’è tanto da pulire! Lo vuoi tu? … Il paninello è pronto … Io Me lo mangio … e così mangiando, mangiando chiediamo a Teresina del Bambin Gesù se vuole dire qualcosa? Teresa: Eccomi … Gesù … vorrei che ognuno di noi riflettesse sul ruolo che ha innanzitutto come “Figlio” e poi come parte della Famiglia! Gesù: EccoMi! Teresa: Una Famiglia non è Famiglia se non è composta da tutti i Figli! Gesù: EccoMi! Teresa: Quindi basta che un solo Figlio sia fuori che la Famiglia non è Completa! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Ognuno di noi deve comprendere che non può permettersi il lusso di lasciarsi andare … di chiamarsi fuori dal Compito che Dio ha dato … perché ognuno di noi in un modo diverso … magari chi è in questo momento un poco più evidente e chi è in un modo più silenzioso … ognuno di noi ha il proprio Compito … e ogni Compito è importante! … Non esiste un Compito più Grande o un Compito più Piccolo … ma hanno tutti lo stesso Peso e la stessa Misura … anche se agli occhi nostri sembra che un Compito sia più Grande o un Compito sia più Piccolo! E’ questo che dobbiamo comprendere: che ognuno di noi è “Figlio” … ognuno di noi è … E’! Gesù: E’! Teresa: E proprio per questo quando … tutti quanti abbiamo un momento di debolezza … dobbiamo subito rialzarci e mettere davanti a noi l’obiettivo della Croce! Per qualsiasi cosa … anche semplicemente per andare a fare la spesa o per cucinare … l’obiettivo non è farlo per le cose del mondo … ma è cambiare il punto di vista: vedere e chiedersi ogni attimo perché stiamo facendo quella cosa! E allora tutto cambia … tutto diventa leggero! Ed è questo il Dono che dobbiamo utilizzare per essere Famiglia, per essere “Figli”! … Perché anche nelle cose più semplici: dal lavarci, dal pettinarci, dal fare colazione, dall’uscire … ogni piccolo gesto, se fatto dall’altro punto di vista,  … diventa Preghiera … ed è donare l’Amore che Dio con Gesù ha dato a noi! E solo così ognuno di noi è Famiglia … solo così riusciamo ad alleggerire poco poco poco poco poco poco poco poco poco poco poco poco il Compito dello Strumento … altrimenti o cadiamo da un lato o cadiamo dall’altro …! Chi si butta giù … non so come dire … Gesù: Dillo come ti viene! Teresa: Anche quando diciamo: “Non sono capace … non lo so fare!” … è la cosa più grave che ognuno di noi può fare! Siamo fatti a Immagine e Somiglianza … e solo Dio è Perfetto … ma se facciamo le cose per Lui e donandole a Lui e chiedendoGli la Forza e il Suo Aiuto … non possiamo dire che non siamo capaci di fare quella cosa o quell’altra … ma riusciamo a fare tutto solo se mettiamo Dio al Primo Posto! Ed è questo che non riusciamo ancora a comprendere … ed è qui che facciamo arrabbiare di più lo Strumento: perché non ci riconosciamo come Pane Vivo! In questo modo non solo non ci riconosciamo … ma buttiamo tutto, … buttiamo il Padre … e buttiamo il Suo Amore! … E’ lì che sbagliamo! … E’quella la Chiave principale di ogni attimo! Gesù: EccoMi! Quando lo Strumento dice: “Siete Figli … fate quello che ha detto il Padre!” … “No … eh … io non sono degna … ma io sono sporca!” … Quello lo decide il Padre … non potete deciderlo voi! Teresa: Anche nelle cose più semplici … quando ci viene chiesto di fare qualsiasi cosa: “No, non lo so fare  … non sono capace … no!” … Anche se noi a voce non lo diciamo … poi nel cuore: “Vabbè … lo faccio perché lo devo fare … ma …!” … E’lì è l’errore più grande … è lì il buttare tutto quello che il Padre ci ha Donato! Gesù: E c’è una Piccola Formichina che va a raccogliere il tutto! Teresa: Il mondo lo fa attimo dopo attimo … ma noi … noi che sappiamo tutto … noi che abbiamo avuto tutto e conosciamo la Verità … non dobbiamo fare questo … non possiamo fare tutto questo ma diamo solo spazio … Gesù: … al Veleno! Teresa: …. Basta che solo uno di noi faccia questo! ....... E io chiedo a tutti … da questo momento in poi … di essere Vigilanti! Essere Vigilanti significa essere Vigilanti in ogni nostro pensiero, in ogni nostra azione, in ogni secondo, in ogni attimo … nella parte più piccola che c’è … da quando il Padre ci dona di aprire gli occhi a quando non ce li fa chiudere anche se li teniamo chiusi! Gesù: EccoMi!… L’avete sentita parlare? Tutti: EccoMi! Gesù: E sapete anche che le Ancelle hanno il Compito di Alzare e di Abbassare la mano! E sapete anche che le Ancelle hanno un Compito molto Grande andando avanti! E sapete anche i Tempi che sono fuori! Li vedete! Non è che vedete quelli della scatoletta … (si riferisce alla tv) … vedete quelli con i vostri occhi!  Quelli della scatoletta sono una piccola briciola … c’è molto, molto, molto, molto, molto, molto ….! E voi che siete stati Chiamati e Scelti dal Padre … come potete stare fermi? … Venite col “niente”! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! Ti raccomando eh … scarsetto, scarsetto, scarsetto! .......Toppete! … Il vostro Peso crescerà sempre di più nel Lavorare per Dio! I Tempi sono nel Tempo e Lo sto dicendo da Sempre … ma adesso sono nel Tempo … siamo nel Tempo di Combattere … siamo nella Battaglia Finale del Cuore Immacolato di Maria … siamo nel Parto del Padre, nel Parto Pieno … e attimo dopo attimo cresce sempre di più! Lo Strumento in questo istante sta facendo le Cose del Padre e ciò che sta facendo è Grande … posso dirvi solo questo! Lo fa per Amore … lo fa in Ubbidienza al Padre! Così come ognuno di voi deve rimanere nell’ Ubbidienza del Padre … e non farsi trascinare dalle cose del mondo … e non farsi trascinare dagli uomini e dai rumori....! Questo è il Tempo della Confusione Totale! Siamo nella Confusione dei Popoli! Non devono avvenire: lo siamo! E dobbiamo Combattere! Le Schiere sono pronte! Devono essere pronti i vostri cuori! Sì … c’è uno Strumento che vi porta … ma dovete essere pronti ........ anche per essere presi … Figli Miei! Cosa c’è ancora … Teresina del Bambin Gesù? … (Gesù Alita verso Teresa) … Parla ancora! Non Mangi? EccoMi! Teresa: E’ qui che si misura … allacciandomi a quello che stavi dicendo Tu …  la nostra Fede! Chi ha fatto crescere la propria Fede rimarrà saldo e non si farà travolgere dalla Confusione! Gesù: EccoMi! Teresa:Il problema è che essendo Famiglia … basta che uno si fa travolgere dalla Confusione se ne porta tanti dietro … ed è successo e sta succedendo ancora! Quindi invito ognuno di noi … io per prima …  Gesù: … ma la Cocciuta non lascia nessuno! Questo lo mettiamo come Domandina Finale! Teresa:  … bisogna pensare prima di tutto a se stesso … e non è un fatto di egoismo … ma è far crescere la propria Fede … senza interessarsi di quella dell’altro o di chi gli sta accanto! Gesù: Se non si converte chi ancora non ha visto il Volto … non può convertire l’altro! Non potete andare in giro a predicare  … quando lo Strumento vi dice sempre: “Don Mario dice …” … “ Guai a te … Cocciuta … quando dirai o spiegherai …!” … E voi invece cosa fate? Più la Cocciuta dice questo e più cominciate ad andare a spiegare! E’ lì che si cade! Non si devono gettare le perle ai porci … e non si deve obbligare nessuno! Dio non impone niente a nessuno! A Me non me l’ha imposto di Abbracciare la Croce! Mi ha detto: “Guarda … vedi!” … “EccoMi!Teresa: Non riusciamo a capire che già con il nostro si del cuore possiamo aiutarTi a Pulire e quindi a Salvare tutti! Gesù: E’ quello che chiedo: “Come Io L’ho spalancato … voi spalancatelo!Teresa: E senza farlo con la bocca … senza parlare … o con altri gesti! Se già il nostro cuore si apre …! Gesù: E’ il Padre che lo deve vedere! Non lo deve vedere chi è in mezzo alle piazze … o Mi sbaglio? Se Mi sbaglio Mi corriggerete … ma sono Io … non è Lui! … (Gesù si riferisce al Papa Carlo) … EccoMi! Vai … parla … così Io Mi prendo un dolcino! … Io Mi Gusto uno di questi … eccolo qua … tu lo vuoi? … Ancora c’hai il panino! Teresa: E vediamo quello che c’è fuori … è poco … ma immaginiamo e sappiamo tutti quello che c’è davvero … perché ognuno di noi ha gli occhi! Quasi tutti lavoriamo … quasi tutti siamo a contatto con le altre persone … e quindi vediamo che c’è un modo diverso di pensare … e anche parlando con le altre Ancelle … ci confrontiamo su questo … e ognuna di noi si scontra con un pensiero diverso anche degli altri che hanno la nostra Età! E proprio per questo … quando tra di noi parliamo … ognuna di noi è giunta alla conclusione che è Grande ciò che abbiamo … cosa che gli altri non hanno … e che non possiamo perdere questo Dono! Gesù: EccoMi! Teresa: Ci hai donato anche le  Capanne … e ora dobbiamo continuare ad avere Fede … Gesù: EccoMi! Teresa: … perché nulla succederà! Gesù: No … nulla succederà! Quando dovrete convivere con tutto quello che verrà … cosa farete? Quando tutto è pronto......!  Ma voi dite: “Eh … il Padre sta dicendo che pulisce il Giardino!” Il Padre … come le Ancelle e come ognuno di voi quando lo Strumento vi porta a Lavorare … pulite il Giardino dal Veleno, pulite il Giardino dai Falsi Profeti … ma tutto quello che deve avvenire avverrà …..! Nel Giardino ci sarà di tutto … e quando si è Amici, quando si è Fratelli … si Ama! E per questo non dovete temere: tutto rimarrà … tutto sarà Famiglia nella Fede! Non dico più niente … è così chiaro! Dovete pensare a ciò che è già in mezzo a voi … e a pregare … ad essere forti … a pregare per tutti i Figli Ministri …  a pregare per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e a rimanere nella Vigna, nell’Arca e nei Remi! E’ questo il vostro Compito! E amarvi gli uni gli altri … e crescere! Come crescono i “nuneti”! Come mai non ci giochi più … come mai non ci parli più? Li hai sconosciuti come Fratelli?  Chiara: No! Raffaele: E’ impegnata per la patente! Gesù: Sta per prendere la patente dei “nuneti?” Raffaele: Ne ha schiacciato qualcuno contro il vetro!  Gesù: No! Anche Se sbattono contro il vetro … e Soffia … si svegliano! Non sto scherzando … tutto è Creato dal Creatore … ogni cosa fa parte di Dio … Creata dal Creatore! Cosa vuoi dirMi ancora … Io non ti aiuto a guidare! Adesso spegni il microfono? Chiara: No! Gesù: Meno male! Cosa vuoi dirMi?  Dopo deve venire Giovanni! Chiara: Come si vede la differenza di una cosa Creata dal Padre e di una cosa creata dagli uomini … perché il Padre l’ha Creata per uno scopo … come scopo di creare Amore … di darGli Gloria … di dare Amore … e soprattutto ha Creato nella semplicità … quindi anche una creatura più piccola è una cosa affascinante perché anch’essa è a Immagine e Somiglianza di Dio!  Gesù: Anche il moscerino … anche il “nuneto”! Chiara: E questo perché Dio è Amore … è Creato per Amore dal Padre … così come siamo stati Creati noi … e per questo non dobbiamo pensare che è difficile amare … perché anche gli altri sono stati Creati con Amore e per Amore … e quindi dovrebbe essere semplice perdonare al nostro Fratello … al nostro Amico … e soprattutto al nostro nemico … e dobbiamo amarlo e benedirlo … come dici Tu e la Cocciuta che dobbiamo benedire chi ci maledice! E così dobbiamo fare anche tra di noi: amarci prima di tutto noi con la Grazia di Dio, e solo così possiamo Amare il Prossimo, il Fratello … amare tutto quello che Dio ci ha donato e ha Creato per noi … perché Tutto è Creato per un  Unico Progetto …  per un  Unico Scopo che è quello appunto di Glorificare il Padre! Gesù: EccoMi! Incominciano a ragionare le Ancelle! … Allora facciamo venire Giovanni! EccoMi! Allora Io vengo dopo a salutarvi! Piccolo  Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! Come stai Giovanni … bene-male?  Don Vincenzo: Bene! Piccolo Giovanni  E voi come state?  Tutti : Eccomi!  Piccolo Giovanni: Giovanni …  vuoi un po’ di caffè? … Avvicinati! … Vediamo! Non è quello della Cocciuta! Chi  l’ha fatto … e perché Me l’avete rubato? E’ buono … sì … eh … tiè … buono buono! EccoMi! L’hai fatto tu? … (si rivolge a Teresa) … Ha imparato a fare il caffè come la Cocciuta …  l’hai fatto solo un po’ più forticino e un po’ più dolcino! …  Salute … salute con l’acqua: è Zampillante! Allora … state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni:Eccomi sì o Eccomi no? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Eh … Giovà … che mangio? Chi lo vuole se lo prende! Il caffè, tutti quanti lo vogliono il Mio caffè! Don Vincenzo: Ah! Piccolo Giovanni:  E sì … il caffè di don Mario, del Capriccioso … lo prendono tutti! Tu non ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: E adesso prendono ciò che hanno preparato per Me! Ma prima di mangiare questi dovrei mangiare qualche altra cosina … ecco mangio uno di questi … tu lo vuoi? Si sta Lavorando … Ci stiamo preparando per le Feste, … e stiamo uscendo fuori a Lavorare! I Dolori del Parto sono Forti e il Sole si deve Aprire … ma prima ci sarà molto da Lavorare e il Lavoro crescerà! E’ buono … ti piace.....! Vuoi che il Padre non sia Buono? E’ un po’ gommoso … ma è buono come sempre! E che aspettate che vi dica? Giovanni … i Dolori sono Grandi e lo sappiamo! Quando glielo dicevo alla Cocciuta: “Il Parto … il Parto!” E la Cocciuta Mi diceva: “Se il Parto si deve Compiere … i Dolori si sentono! Ma visto che l’Umanità abortisce … il Parto Cresce … e i Dolori sono sempre più Forti!  … Ora siamo nel Tempo … ed essendo nel Tempo il Parto è più Forte ancora … e i Dolori crescono … ma non dobbiamo fermarci e andare avanti … e completare tutto quello che è di Dio! Dovete Vigilare su tutto e su tutti! … Dovete Vigilare anche quando vi chiederanno un pezzo di pane: ci può essere anche il Veleno a chiedere in questi Tempi! Ma dovete essere Vigilanti col cuore … non con gli occhi! I Falsi Profeti si moltiplicano e il Veleno anche … e dovete Lavorare! Con lo Strumento siamo andati via per via … casa per casa! Nella Festa vi dirò cosa sta facendo lo Strumento … e cosa dovete fare voi! Le Capanne sono nelle Mani del Padre … è Lui che ve le ha chieste! Ne vuoi uno? Giovà … dì qualcosa … “grida” con la tua voce … è l’Ora di “gridare”! Don Vincenzo: E’ l'Ora di “gridare”! Piccolo Giovanni:  Il Padre sta intervenendo con i Dolori del Parto … sperando che intervenendo  tutto si appiani … ma ancora si è sordi e si è ciechi! … Il Pane di Dio! … Vorrei “gridare” … ma “griderò”! … Le Feste si avvicinano e “grideremo” … ma c'è il mormorio: “... E sempre dice che lo dice alle Feste … e sempre che lo dice alle Feste … e poi non dice niente!" Nemmeno ve ne accorgete quando dico qualcosa … così come facevo, come quando lo dicevo nella Casa di Domenico … come lo dicevo quando andavamo in giro … così quando eravamo riuniti nella Dimora! Parlavo … parlavo e non venivo capito! Guardavo lo Strumento e lei guardava Me e Mi diceva: “Non parlare … non Ti ascoltano … non riescono a capire … non riescono a vederTi!" Ma chi si doveva far vedere si è fatto vedere … ma non è stato riconosciuto … come viene messo all'Ultimo Posto Gesù! Don Vincenzo: Uguale: scartato da tutti! Piccolo Giovanni: Chi fa le Cose del Padre viene messo da parte … questo lo posso dire! … "Ma la Chiesa deve fare i suoi studi!" … C'è qualcuno che può studiare Dio? Tutti:  no! Piccolo Giovanni: Vicepà … c'è qualcuno che può studiare Dio? Raffaele: No! Piccolo Giovanni: Eppure si mettono a studiarLo! Raffaele: Tanti! Piccolo Giovanni: Sì!  Raffaele: Tantissimi! Piccolo Giovanni: Tantissimi studiano … Studiano … dicono di essere prudenti! … Si può essere prudenti dinanzi a Dio? Raffaele: Studiano … o sfidano?  Piccolo Giovanni: Uno nell'altro! Possono sfidare Dio? Tutti:  no! Raffaele: Giovanni … anche chi sta con due piedi in una scarpa … sfida Dio? Piccolo Giovanni: EccoMi! Raffaele:  Giovanni … può essere che siamo noi che non riusciamo a capire Dio? Piccolo Giovanni: Questo è un bicchiere … dentro c'è dell'acqua … nel Pane c'è Dio che si Spezza … e quando si Spezza, si Dona … e tu Lo senti … e se Lo senti … non ti Arde il Cuore? E se il Cuore Arde … come non si può capire? Non vi ardeva forse il cuore mentre conversavo con voi lungo la via?” … (sono le Parole con cui Giovanni ha chiuso il Suo Testamento) Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma è la Cocciuta che ha detto quello!” La Cocciuta non dice niente se il Padre non la fa parlare! … Abbiate Fede! Crescete nella Fede … crescete nell'Amore … crescete nell'Amore ai nemici! Quando qualcuno vi fa del male … non usate la parola: "Chiudo la porta!" … ma spalancatela! Gesù non l'ha chiusa quando tutti quanti gli hanno chiuso la porta in faccia! … L'ha spalancata … e la tiene sempre aperta in modo che tutti possano entrare! E Lui …  quando trova la porticina del cuore chiusa … aspetta … e non se ne va! Lo dico a tutti quanti … a voi Famiglia … e all'umanità intera! Quante volte sono rimasto ad aspettarvi? … Nico?  Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: "A quest'ora andiamo in quel posto … vieni? " … “Zio Mario … forse sì … mò vediamo!"  Nicola:  Dicevo sempre di sì e dico sempre di sì! Piccolo Giovanni: Io non mi ricordo … alcune volte! … "Adesso sono impegnato!"  Nicola: Ah … prima sì! Piccolo Giovanni: Hai visto? Mò si è ricordato! …. "Marì … vuoi venire stasera?" … "Eh … ma zio … ma forse devo uscire!"… Non ho sentito la risposta! Maria: Eh! Piccolo Giovanni: "Eh!" … che bella risposta! Andiamo a questo: "Pasquale … Franco … dobbiamo prendere la macchina e partire!" … "Sono impegnato!" … Cosa mi rispondi: “Eh … o ah”? … Non sai niente? E rispondi! Telesfore: E’ vero … sì! Piccolo Giovanni: E’ vero … sì!” Lo ammette! E ora perché non rispondi? È vero, sì … meno male! … Ehi … prima di andare via posso mangiare un dolcino? Questo no … voglio questo … sì … eccolo! … Io vorrei dirvi tutto e tutto subito … ma devo aspettare … e stanno aspettando per copiarci … ma copiano le piccole cose! Adesso Io devo salutarvi … ci sono le Spose pronte … e ci sono le Schiere da uscire … e poi dobbiamo aspettare lo Strumento che è in una fase molto delicata! Così Io vi chiedo di pregare ancora per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate! Vado a prendere le Spose … Ci prepariamo ad uscire con le Schiere! Voi tenetevi pronte …  Ancelle e scegliete chi dovete portare! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: La Cocciuta prende chi deve portare! Io vado e Gesù viene a salutarvi! (Giovanni schiocca un bacio e ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! EccoMi … sono di nuovo Io … Gesù … portando ancora di più i Dolori del Parto per chiudere il Solco e per far aprire il Sole! Ma Vigilate … Figli Miei … molte mamme piangeranno ancora per i loro pargoli! Pregate per i nemici … pregate … Figli Miei! Calice Vivente-Dio … saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore spalancato! … (Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri amici, sui vostri nemici,  su tutti quelli che si sono riuniti qui questa sera, in questa Serata d'Amore!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … devo fare le Cose del Padre … e quando finisco vengo a chiederTi se posso continuare a camminare su quella via … visto che non lo posso dire … e poi andiamo fuori con le Schiere! … Sì … ci vuole un poco per finire … il “poco” del Tempo del Padre! Le Spose stanno arrivando! … Giovanni … Tu ci hai tenuto sempre per mano uno ad uno … ora prendila ancora più forte la mano! Il Calice Vivente - Dio sta tenendo stretta la sua mano sui Dolori del Parto …  anche se l'umanità non capisce cosa significa! Guarda i Tuoi Figli e tienili sulla Viuzza Stretta … io devo Lavorare … Eccomi … (Giulia schiocca un bacio) … ci vediamo dopo! … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà! Il Padre: EccoMi … Figlia! Giulia: Ma vedi cosa stanno facendo? Il Padre: EccoMi … Figlia! Non andare fino all'ultimo pezzettino! Giulia: Se dai un Soffio … ci arrivo subito subito … e poi rientro! Fallo … Papà … dai il Soffio … così rimane tutto pulito! … (Il Padre Soffia col Suo Alito d'Amore) … Ora entro! Papà … ai Due Banchetti e dinanzi ci sono le Spose … tutti i nostri Cari: li Salutiamo? … (tutti Salutano i propri Cari) … E dopo andiamo a Lavorare fuori con le Schiere! Ma aiutaci a crescere nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto … così tutti quanti vedranno il Tuo Volto! Eccoci … Cari … preparatevi tutti … (Giulia schiocca un bacio) … e preparate tanti vestitini e tanti anelli!  Eccomi!

 

 

 

 

GIOVEDI 09 LUGLIO 2015

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ...  (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedicendo dice:) ...  Gesù: Nel Creato Senza Limiti Glorifico il Padre Altissimo … (Gesù Benedice) ... con la Croce Tremenda e Accarezzo ognuno di voi e l'umanità intera con quell'Albero Vivo e Reale in mezzo a voi ... con quella Frescura che Dio vi ha Donato e vi dona attimo dopo attimo ... avendoLo Piantato per rimanere nel Tempo del Padre in mezzo a voi! E il Tempo del Padre non ha né Limiti e né Misure ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Ci incontriamo attimo dopo attimo ... ma ci incontriamo ai Due Banchetti ... siamo vicini ... siamo Amici ... siamo Figli e Fratelli ... e questa Gioia non può toglierceLa nessuno! La Mia Gioia è la vostra Gioia! E rimanendo nella Gioia non ci manca nulla! La Gioia di essere Figli, Fratelli e Amici vicini l'uno all'altro ... così come è vicino il Padre ... come Lo Sono Io ... come Lo è lo Spirito Santo che è Maria ... come Lo Sono tutti i Cari: Festa nella Festa ... Gioia nella Gioia! Ma Vigilate: fuori dal cancello c'è il Veleno e ci sono i Falsi Profeti e c'è la via Larga ...... ma voi avete la Destra ... non dimenticateLa.......! E in questi Tempi non lasciatevi trascinare dalle cose del mondo ... ma guardate la Croce! Fuori vedete e sapete riconoscere i tempi! Riconoscete anche i Tempi del Padre! Figli ... non dimenticate di avere una Vigna, un'Arca e dei Remi ... e non dimenticate di avere una Capanna! E non temete: nulla verrà perso ... tutto rimarrà ... nella Fede ... Figli Miei! Vigilate! E vi invito ancora a rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto ... e il Padre non vi farà mancare ciò che vi necessita nel "giusto" del Pane Intero ... Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi! Giulia: Sì ... era la Giornata che avevo scelto … la Giornata di Giovanni ... ma Eccomi ancora nel dire: "Aspettiamo ancora un po'!" Gesù: Aspettiamo ancora un po' ... Anima Mia! I Tempi sono nel Tempo ... e ciò che ha Scritto il Padre rimarrà! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Ora guarda ... Anima Mia ... ma aggiungi sempre nel Rotolo senza dire ciò che vedi! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù … portali Tu nel "Vuoto"! … Non ho finito ancora il Lavoro della Giornata ... perchè era un po' Grande! … E sì ... fra poco devo finire ... e poi devo fare le Tue Cose ... e dopo, se Tu mi mandi, ciò che sto vedendo.....! Gesù: Ma tu non hai nessuna intenzione di fermarti? Giulia: Con tutto quello che vedo … con tutto quello che c'è …! Al posto mio … anche se vedono me ... possono rimanere qualcuno dei Pargoli o qualcun altro ... e io vado a Lavorare ... Gesù: il Tempo è nel Tempo! Gesù: Guarda ancora ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Mettilo nel "Vuoto" e Facciamo le Cose del Padre! Giulia: Eccomi! Gesù ... metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia ... i Sussurri ... i cuori li ho già raccolti e Te li ho consegnati ... ma se trovo altro ... Te lo consegno! Metto nel Tuo Cuore tutti i nemici! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che non Ti Amano e non Ti conoscono! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che vengono fermati per venire ad incontrarTi! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Metto nel Tuo Cuore il "niente" della Giornata ... raccoglilo ... e accoglici così come siamo ... Gesù ora che Tu ci chiami: "Chiesa Nuova", ... ora che siamo nel Pieno della Vigna, dell'Arca e dei Remi ... ora che è il Tempo di rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto ... e gioire nell'EccoMi di Maria! ... Gesù ... è bello ciò che avete preparato per Giovanni! È bello anche quello che ci avete donato nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Gesù: Anima Mia ... l'Amore vince! Giulia: Eccomi ... Gesù! Cerco di donarLo a tutti i Figli con la stessa Misura del Pane Intero ... Spezzato ... ma che rimane sempre Intero! Gesù: EccoMi! Giulia: Tu hai vinto con l'Amore e noi dobbiamo vincere con l'Amore! Ancora questa Viuzza sfugge un po' a tutti i Figli ! Gesù ... non c'è Amore più Grande del Tuo! Io lo ripeto sempre! Mi sa che Teresina del Bambin Gesù deve stappare un po' le orecchie! Penso che mi avrà sentito ... ma Eccomi ... Gesù! Oggi andiamo con tutti i Pargoli e uscendo con le Schiere  andiamo a stappare le orecchie ....! Gesù: Siamo pronti anche per questo ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Ti ho consegnato tutto … ho trovato qualche altro Sussurro ... qualche altro Cuore ... prendiLo! Gesù: EccoMi! Giulia: Gesù ... io devo fare quel Passo e ora che Tu rimani ... sto finendo di farlo ... ma mi rimane l'altro: posso farlo? Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi ... Gesù! Allora ... ci vediamo dopo! Gesù: EccoMi con tutte le Schiere ... con tutti i Servi Inutili ... con tutte le Spose ... con i Due Banchetti ... con il Tutto del Padre! Eccoci Vivi e Reali in mezzo a voi! Eccoci con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Ehi ...  Piccola Cocciuta? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Devi prima rientrare e dopo vai a fare l'altro Passo! Giulia: Eccomi! Vado dinanzi al Banchetto ... prendo qualcosa e poi vado! Un attimino solo ... tanto Tu mi vedi dove sono ... e non mi posso nascondere! E non temere ... prendo Forza poggiandomi sul Legno della Croce per tutti i Figli e per l'umanità intera! Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom! … (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) … Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! … Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi come state … tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ehi … che bella Torta! … ( oggi ricorre il 54° Anniversario dell’Ordinazione di Giovanni!) … Allora state tutti quanti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! EccoMi! Ti piace? Don Vincenzo: E’ bellissima! Gesù: E quelli? A Giovanni gli piace tutto! Gliene hanno fatto una grande grande … e entrano tutte le Spose … tutti i Pargoli … tutti gli Abitanti del Giardino! E no … poi se la rompo Giovanni Mi “battezza”! Allora … dimmi qualcosa tu! E’ bello quel Calice e anche i Fiori! … (sono i decori della maxi Torta che è sul Banchetto) … Ma Mi Spezzo e Mi Dono in tutto! … E tu che Fai? Don Vincenzo: Ci Spezziamo! Gesù: Adesso un altro poco e poi Ci Spezziamo! … Dimmi qualcosa .......! Ti ricordi quando sei stato Chiamato … non al telefono … al “telefono del cuore” … e Giovanni ti diceva: “Preparati … devi andare un po’ lontano!” … Lo ricordi? E sì! Piano piano … zitto zitto … si è preparato le valige! Giovanni piano piano … zitto zitto … “gridando gridando” … si è preparato le valige per entrare nel Giardino che si trova qui dinanzi dove c’è l’altro Banchetto! … Ma voi dite: “Ma cosa sta dicendo questo Gesù?” … Eeeh … il Padre L’ha Creato da sempre … è in mezzo a voi! Questa sera Io parlerò un po’ di meno … lascio lo spazio a Giovanni … non so se vuole dirvi qualcosina … boh! Tu che Mi devi dire prima che Ci Doniamo? Don Vincenzo: Che questa serata … di fronte a quel Calice … e di fronte a quell’Ostia è meravigliosa …! Gesù: Quella è fatta di cioccolata ma c’è il Calice Vivente che non è fatto di cioccolata: c’è il Calice Vivente-Dio che è fatto di Dio! E’ bello … ma è Bello ancora di più il Calice Vivente-Dio! Siete Belli tutti voi … Fatti a Immagine e Somiglianza del Calice Vivente-Dio! … Giovanni non lo so che fa … visto che sta mangiando! … Siamo tutti in mezzo a voi da tanto tanto tanto tempo e staremo sempre così nella Gioia Piena del Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: Giovanni ha avuto questo Onore di poter Banchettare in due Banchetti … così che ancora di più è Bella questa Comunione d’Amore … e ancora di più è Profonda … perché si va a toccare il cuore di tutti: è una serata speciale questa perché difficilmente si può stare ai due Banchetti di seguito.....!  Gesù: Sì … per Giovanni … e per tutti voi lo è anche! Non è  difficile … ma è da sempre che il Padre con le Spose e tutti gli Altri è al Banchetto … e anche voi siete al Banchetto! Don Vincenzo: Sì … ma Giovanni … è stato Ordinato oggi! Gesù: Io sono stato Ordinato nel Grembo Materno … come Giovanni … e come anche tu! … Allora sai che facciamo … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e tu ti Doni … e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore  per tutti  i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … ma Fa anche le Cose del Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora Ci Doniamo! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:)   Gesù: Questa è la Mia Carne! Amen! Don Vincenzo: Amen!  Gesù: Questo E’ … Questo Sono Io … nella Gioia Piena di DonarMi … nella Gioia Piena di trovare tutti i cuori aperti … nella Gioia Piena di gioire con l’umanità intera … nella Gioia Piena di essere mangiato … nella Gioia Piena di raccogliere l’umanità per essere un’Unica Cosa … un’Unica Carne … un Unico Amore … un’Unica Pace … Figli Miei! … Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni! Don Vincenzo: Amen! Gesù: E lo Strumento rimane nel Fare le Cose del Padre, Crocifissa per Amore, per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci siamo Donati!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena … è Viva … ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Eccomi! E lo Strumento sta Facendo le Cose del Padre nel rimanere ancora Crocifissa per Amore! Prendiamo parte?  Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: Prendiamo parte! EccoMi ed EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Prendiamo parte! EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina e Maria Rosaria si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto, mentre Giuseppe prepara il piatto per Cosimo.) La Torta non la possiamo toccare! Don Vincenzo: E quand’è che la possiamo mangiare? Gesù: Quando viene Giovanni … è Sua! Poi ne prenderò anch’Io un pezzettino! Quella che gli hanno preparata l’ho già mangiata … poi assaggio anche questa! … Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! E se state tutti bene-male … prendiamo parte del Banchetto! Vuoi parlare? Vuoi parlare con Me o vuoi parlare con Giovanni? (Gesù si rivolge a Teresa) Teresa: Con tutti e Due! Gesù: Vediamo … visto che Lui si sta mangiando! … Che bel verde: il “verde” di Domenico! … (Gesù fa riferimento al colore del vestito che indossa Teresa) Teresa: Il “verde” di Domenico è il “verde  delCrocifisso di Domenico … è il “verde” dell’Albero … e l’Albero è il Giardino anche … Gesù: … uh … diciamo così!  Teresa: … quindi la Croce fa parte del Giardino … è il Giardino …! Gesù: … diciamo così! Teresa: … Quindi ognuno di noi che è Croce è Giardino … un pezzettino di Giardino! Gesù: Se si coltiva come Giardino … è Giardino! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai finito già? Vai avanti! Teresa: Stamattina dovevamo scegliere l’abito dello Strumento per oggi … Gesù EccoMi! Vai avanti! Teresa: … Il colore nero e bianco … è quello che ho sentito nel mio cuore? Gesù: EccoMi! Ma dillo! Teresa: Il Nero e il Bianco: il Bianco è Dio … cioè con due parole si può dire: il Bene e il Male, ma in realtà è un po’ diverso … il Bianco è il Giardino Pulito … è ciò che è Acceso … la Parte che è già nella Luce … e anche la proporzione del colore Bianco o Nero che c’è nel vestito: il Bianco è ciò che è stato Pulito del Giardino … la parte Nera è ciò che ancora si deve Pulire … ed è ciò che è ancora avvolto dal Veleno! Gesù: EccoMi! Perché lo Strumento ha scelto il Bianco e il Nero? E’ andata subito: “E’ questo!” Tu stavi preparando ciò che ti dovevi mettere! … “Eccolo!” Teresa: Non lo conoscevo questo vestito … non l’avevo mai visto! Perché questo è il momento decisivo nella Pulizia del Giardino! Gesù: E sì! Teresa: E’ quì che anche noi dobbiamo decidere da che parte stare … se continuare … se mai ci siamo stati … a stare nella Via Stretta … o se farci trasportare dalle cose del mondo che ci circondano e che cercano di trascinarci in tutti i modi!  Gesù: EccoMi! Visto che il Tempo è nel Tempo … e fuori c’è il Veleno e ci sono i Falsi Profeti che sono sempre la stessa cosa … Io vi dico sempre di Vigilare! Vi trascineranno … ma dovete Vigilare perchè avete la Destra … (Gesù La Alza) … tutti quanti … e voi Ancelle potete AbbassarLa! Nei Tempi che verranno ancora dovete portare un “Pesino” in più Facendo le Cose del Padre! … Dovrete lasciare le cose del mondo … anche se siete nel mondo! … Il Padre vi chiederà la Giornata Piena! Ma non dovete essere tristi … dovete essere gioiosi nell’aiutare Dio … anche se non ha alcun bisogno … ma si ferma a chiedervi: “Mi donate la mano? Mi aiutate?” … E voi cosa risponderete?  Tutti: Eccomi! Gesù: Quanti sono pochi gli “Eccomi”! … “ Eccomi!”: c’è una Formichina … c’è una Cocciuta che ha finito un Lavoro … ha preso un pezzettino di Torta di Giovanni … non questa, l’altra … ed è andata a fare ciò che ha visto! Ma non può fare tutto … può fare una parte di ciò che ha visto … e porta ognuno di voi: chi vede più stanco! Non porta chi è fresco … ma porta chi è più stanco … nel fargli vedere il Pieno … l’Amore che si tocca … Figli! … Voglio quelli … poi Me ne devo andare perchè deve parlare Giovanni! Le rondelline! EccoMi! Ehi … basta … tu le vuoi le rondelline? … (di pesce) Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sì! Allora … se mangio le rondelline … tu puoi parlare un altro pochino! … (Gesù si rivolge a Maria Elena) … I Pargoli stanno Lavorando … ma adesso non hanno l’Ordine di parlare …  quando c’è la Festa sì! Tutti crescono e si moltiplicano! …  Voi venite col “niente”! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù!  Gesù: Ero impegnato a mangiare le rondelline! Giovanni Mi “battezza” se gli rovino la Torta! … Vi lascio Giovanni visto che è la Sua Festa … ma poi ritorno! Vuoi dirMi qualcosa? Don Vincenzo: E’ bello questo Tuo ritorno … Tu non fai altro che ritornare!  Gesù: Io non faccio altro altro che spostarMi da questa sedia all’altra! Don Vincenzo: Tu non fai altro che Spezzettare il Pane in tanti Piccoli Pezzettini, … tutto quello che fai è per Amore … e allora bisogna mettere al Primo Posto l’Amore …  bisogna mettere al Primo Posto l’Umiltà … bisogna mettere al Primo Posto la Carità … bisogna mettere al Primo Posto la Verità … per fare sì che la Croce acquisti una Preminenza … perchè la Croce, Piantata, non viene più sradicata … Gesù: … da niente e da nessuno!  Don Vincenzo: … Da niente e da nessuno! Che bello non avere più paura della Croce … anzi, anzi metterLa al Primo Posto giorno dopo giorno … ora dopo ora! Gesù: Vuole parlare Teresina del Bambin Gesù … dopo devo far venire Giovanni! Teresa: Gesù … Tu e il Padre chiamate ognuno di noi a questa Visitazione … e ognuno di noi ha la Libertà di poter rispondere il suo “Eccomi!” … Vorrei chiedere a tutti di riflettere un pochino su qual è il motivo per cui ognuno risponde: “Eccomi” alla Tua Chiamata! Ognuno lo può fare nel proprio cuore! Gesù: E’ meglio se si fa con le labbra … i cuori li ha raccolti lo Strumento e Me li ha già consegnati! Chiedi! Fallo! Teresa: Paolo? Paolo: Eccomi! Teresa: Cos’è che ti spinge a rispondere: “Eccomi!”? Paolo: Non c’è un motivo per cui si debba rispondere: “Eccomi” a Dio, Dio E’ Dio … E’ Tutto … e si risponde: “Eccomi” sempre! (Gesù invita ad applaudire) Gesù: E’ bello! Sei rimasta male? Contenta?  Teresa: Lo sapevo che avrebbe risposto così!  Gesù: E sì! A chi vuoi chiederlo ancora … puoi farlo … però a 1-2-3 … poi Giovanni sta per scendere dalla sedia! Si è seduto su una sediolina … ma un po’ più alta … in modo da guardare tutti quanti!  Teresa: Clielia? Clelia: Io vengo, sono qui perché Lui mi chiama e sono sicura che Lui è qui e non potrei farne a meno! Gesù: EccoMi! … (Gesù invita ad applaudire) … Ne vuoi sentire altri? EccoMi! Muoviti … che Giovanni già ha fretta! Teresa: Peppino? Peppino: Eccomi! Gesù: Solo: “Eccomi”? Peppino: Non ho capito la domanda!  Teresa: Cosa c’è nel tuo cuore che ti spinge a rispondere: “ Eccomi!” alla Chiamata di Dio?  Peppino: Sento il desiderio di venire qua perché sento di essere Chiamato da Gesù! Gesù: EccoMi … può bastare! (Gesù invita ad applaudire) … Ancora un altro? Teresa: Maria Elena?  Maria Elena: I miei vestiti erano pronti da stamattina e continuavo a dire: “No… no… non devo incontrare Papà … non ho bisogno di Lui!  Gesù: No … no … no!” … La Cocciuta diceva: “Sì … sì …sì! … Muoviti!” Non la sentivi che veniva a “tatinare”? E non la sentivi che veniva a “tatinare” anche lo Sposo? …  Tà … tà … tà … tà … tà!” … Eeeh … vi mando tutta la Schiera dei Pargoli! Maria Elena: Non ci entriamo tutti! Gesù: Ci entrate, ci entrate … quando lo fa il Padre c’entrano … entrano qua … possono entrarci! Io vi mando tutta la Schiera …  da quanto è cresciuta … a “tatinarvi” … nel lasciare la Via Larga e prendere la Via Stretta … anche se non ho mai imposto niente … ma ho lasciato liberi e lascio liberi i Miei Figli … ma quella Via non Mi piace … e porto i Figli a Casa … e vi mando tutta la Schiera intera a “tatinare”! Cosa vuoi dirMi … capricciosella? Parla! Sei diventata una lucertolina … eh, eh! Parla! Maria Elena: Ti voglio tanto bene!  Gesù: Anch’Io … da sempre! Maria Elena: Gli occhi … quegli occhi! Gesù: Quegli Occhi? Sono sempre gli stessi … non sono mai cambiati e non cambieranno mai … e hanno sempre quell’Amore Pieno che non può cambiare perchè è Dio … e Dio non cambia!  Hai ancora qualcosa da chiederMi? Ehi … Giovà … Io vado al posto di Giovanni … e Giovanni viene a parlare …! E' in giro … e sta mangiando … e sta raccogliendo i regali … e tutto il resto....! Allora dopo Io ritorno … e adesso faccio venire Giovanni … Mi raccomando … eh! Piccolo  Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … Ehi Giovà … come stai? … E non Mi dite niente? Tutti: Auguri! (i presenti fanno un caloroso e lungo applauso) Piccolo Giovanni: Gesù ve l’ha raccomandato! Avvicinati … non ti posso dare  il caffè! … Com’è … è buono … è quello della Cocciuta? Don Vincenzo: Forse! Piccolo Giovanni: Sicuro? Mò vediamo! Chi lo vuole se lo va a prendere! Un tantino un poco amaro … ma è come quello della Cocciuta … è buono … è uguale a quello della Cocciuta … ma non lo so chi l’ha fatto … la Cocciuta non l’ha fatto … chi l’ha fatto?  Teresa: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Ah … Teresina … l’ha fatto Teresina! Hai imparato a fare il caffè come lo fa la Cocciuta! … Ehi … l’ho vista la Torta … eh … è bella! EccoMi! Anche questi … e tutto il resto: E’ Dio! Giovà … vi voglio bene a tutti! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: Mi ricordo quel Giorno! … Mi ricordo mamma Rosa e papà Francesco! … Quando sono partito piangeva dicendo: “Il figlio più bello se ne va di casa!” … Quando poi Mi vedeva con la “sottana” era gioiosa! … Quando Mi ha visto allungato per terra lo era ancora di più! … E quando si avvicinava a prendere Gesù somigliava alla Mia Fidanzata! … Non posso parlare … ma parlo di voi: di Teresina, di Maria, di Nicola, di Antonella … ma Mi sta sfuggendo un po’ di mano! … E’ Bello questo Giorno … è Bello per voi: guardarvi Sacerdozi Vivi ed Eterni … guardarvi Suorine ed Ancelle che è la stessa cosa: il Sacerdozio Vivo ed Eterno … fatti a Immagine e Somiglianza di Dio! … Ciao … perché sei scomparsa? … (Giovanni si rivolge a Maria Elena) … Lo so Io il perché! Aspetta che vi faccio vedere cosa vi combino a tutti e due … aspettate! Il Capriccioso è sempre Capriccioso! … Mi fate commuovere sempre! Tu ti commuovi quando ti fanno la Torta dell’Anniversario dell’Ordinazione? Don Vincenzo: Sì!  Piccolo Giovanni: Anch’Io! Don Vincenzo: Questo fatto che ci unisce! Piccolo Giovanni: E sì … i Due Giovanni! Dobbiamo compiere ciò che è stato Scritto da Sempre … e fare il Lavoro nel terminare il Solco! Eeeh … con i Tempi che vediamo! Il Cuore Immacolato di Maria Trionfa … come il Suo “EccoMi”: ha Trionfato e Trionfa ancora! Ma ci sono tutte le cose che vedete … non attraverso la scatoletta … (la tv) … le vedete nel vostro camminare … nel vostro respirare … nel vostro vivere la Giornata! … E Noi dobbiamo Lavorare così come Lavora lo Strumento! Quando l’ho incontrata la prima volta … lei ha fissato i Miei Occhi e Io ho fissato i suoi! Lei sapeva bene quello che gli era stato detto dal Padre! Io andavo ancora un po’ di qua e un po’ di là … per guardare ancora meglio ciò che Faceva … e Faceva in Pieno e Fa in Pieno le Cose del Padre! E guardavo gli altri … e non vedevo che Facevano le Cose del Padre! Ognuno cercava il proprio tornaconto! Lei cercava i cuori e la Croce … (Giovanni Benedice) … in ogni Figlio: “Eh … lì è caduta … La devo poggiare! … Lì c’è un cuore che sta così e così … e lo devo mettere dritto! E lì c’è bisogno di un Miracolo!” … E bussava al Cuore del Padre! Ma,  quando avevano ottenuto il Miracolo … gli dicevano: “Arrivederci e grazie!” … E tutt’ora succede ancora … ma lei non si ferma! Sai perché non si ferma? … Io gli ho chiesto: “Devo mettere la firma sulla tua cartella!” … (Giovanni fa riferimento al fascicolo personale di ogni veggente di cui si interessava per fare discernimento e che Lui aggiornava di passo in passo.) … Lei non l’ha aperta la sua cartella! Non sa se c’è o non c’è la Firma! … Ma quando gli ho detto: “Tu … fra tutti gli altri … persevererai!” … E poi gli ho chiesto: “Devi fare il Miracolo di far scomparire la Mafia!” … E prima gliene ho chiesto un altro più piccolo! … E la Mia Fidanzata gli ha detto: “Ne farò un altro più Grande!” … Quando gli ho detto: “Ti metterò la firma quando avrai fatto scomparire la Mafia!” e  lei Mi ha guardato fisso negli occhi così come Io sto guardando adesso a te … e Mi ha fatto così … come per dire: “Che dici?” … Io Mangio qualcosina … pesce? Sì, pesce! … Sono Capriccioso … ma Io voglio le rondelline … basta così … EccoMi! Giovà … tu ne vuoi? Don Vincenzo: Ti faccio compagnia! Piccolo Giovanni: Tanto non vi liberate facilmente del Capriccioso … ora che il combattimento diventa più Pesante! … Ehi … Nicò … stai mangiando? Nicola: Eccomi! Tanti auguri … cin-cin! Piccolo Giovanni: Cin-cin! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu cosa hai combinato invece quel giorno … ti ricordi cosa hai combinato quando sono stato Ordinato? Maria: C’era tanta folla … i canti … la chiesa gremita! Ricordo il pranzo a casa con tutti i Sacerdoti! Ricordo questa atmosfera di Festa! Piccolo Giovanni: E c’hai il ricordo dei Miei Occhi: … come quando ti ho detto: “Che hai a che fare con Me … o donna!” … Allora Giovanni … armiamoCi e partiamo … o siamo già partiti? … Siamo già partiti … sì, da un bel po’ di tempo … stiamo combattendo … stiamo pulendo il Giardino! Quello è il dolce dello Sposo! Sì … Io Mi Sposavo con Maria … e quindi si è preparato il dolcino dello Sposo! Uno intero … no … un pezzettino! Mi mangerei tutto il vassoio! Lo vuoi metà … ce lo dividiamo? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Poi ci dividiamo anche mezza Torta … mezza tu e mezza Io? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E ai Figli … niente? Don Vincenzo: Giustamente sì! … (si ride ) … Piccolo Giovanni: EccoMi! Ehi … Elenuccia … ancora ci sono le lacrime! Adesso non ne devi versare più lacrime … devi donare sorrisi! Elena: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io voglio solo sorrisi da tutti … e Amore da tutti! … Sapete perché voglio sorrisi e Amore? … Per combattere il Male! … Vuoi questo? Vuoi parlare? … Vuole parlare! E parla! Chiara: Così come ai Tempi di Gesù le persone andavano da Maria per chiedere il pezzo del Pane o per chiedere l'aiuto … le persone andavano anche da Giuseppe a chiedere aiuto?  Gesù: Sì … quando gli si rompeva qualcosa … e andavo anch'Io ad aggiustare! … C'erano quelli che non potevano pagare e dicevano: "Ti porto una colomba! … Ti porto una stoffa!" E Giuseppe guardava Me e Io lo guardavo … e ciò che era rovinato si aggiustava da solo! … EccoMi! Sei rimasta meravigliata? Certo … come andavano da Maria … andavano da Giuseppe e Io li aiutavo! Ancora non avevano capito del Bimbo ……! C'erano quelli che Mi vedevano … e, come adesso … c'erano quelli che non Mi vedevano e non potevo aiutarli perchè Mi consideravano  ... “Un Profeta ….!” … così come hanno scritto! …  Ma Io sono venuto come Figlio di Dio … e non come Profeta … “… che non viene accolto … e che non viene accettato da i Suoi … e dalla Sua famiglia viene cacciato … e viene scartato! Ma il Padre Mi ha Donato un'altra Famiglia … e trovo Gioia … e anche se Mi fate gridare e ripetere sempre le stesse cose … trovo Gioia! Quella si rompe alla fine … (la Torta) … quando poi Io vi Saluto e rimango in mezzo a voi! Cosa devi chiederMi ancora … tu non Mi chiedi più niente? Non parla nessuno? Raffaele:  Si stanno iniziando ad alzare i muri tra i Popoli! Piccolo Giovanni: E davanti a Dio ci sono i muri? Raffaele: Significa non aiutare il prossimo …  e significa respingerlo! Piccolo Giovanni: Che cosa vi aspettavate … che i Grandi vi aiutavano? È Dio che vi Dona il Pane, … non gli uomini ….! È da sempre che vi diciamo … sia Io che Gesù, che la Mamma: la Mia Fidanzata … di non poggiarvi sui Grandi … né su i Grandi di qua … né sui Grandi di là! Se vi poggiate sulla Croce … e se vi prendete e vi portate come Croce … rimaniamo Uniti .. come vi ho insegnato sempre! La Battaglia la vince Dio … gli uomini non possono vincere la Battaglia! … E si deve combattere … ma in  modo particolare si deve Amare! La Preghiera più Grande che il Padre dona all'umanità è: "Padre Nostro-Ave Maria!" … e in: "Padre Nostro-Ave Maria!" c'è l'Amore Pieno … e Amando e Perdonando la Battaglia si vince! Maria vince col Suo Cuore Immacolato che Trionfa … e nel Trionfare … Ama! Non fa nè parate … nè processioni … non fa né vendite e né compere! Maria Ama con l'EccoMi: "EccoMi!" Raffaele:  Che regalo vorresti in questo giorno? Piccolo Giovanni: I vostri cuori innamorati … i vostri cuori con l'Eccomi Pieno … i vostri cuori in un Unico Cuore: questo è il regalo che desidero da sempre dai Miei Figli! ...........La Viuzza Stretta e l'Amore fanno la Famiglia! Le gelosie non fanno la Famiglia … ma la rompono! Chi cade di qua … chi cade di là … e lo Strumento deve andare a rialzare! Non lascerà nessuno dei Figli … così come quando va a Fare le Cose del Padre … e porta tutti al Padre! Non possiamo dire cosa sta Facendo … ma dovete pregare per lei! EccoMi! Devi dire qualcos'altro? Raffaele:  C'è un uomo a cui vorresti parlare tra i Potenti? Piccolo Giovanni: No! … Io ho parlato e quanto ho parlato … e quanto ho scritto! Come mi arrivava una lettera ……! Ma parlavo agli altri … e non parlavo a quelli del mondo! Su quei libri che ho scritto c'è un po' di quello … e un po' di quell'altro … ma di più mi basavo su coloro per cui vi chiedo di pregare: per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Tutti quanti avete letto … e se leggi troverai le cose di oggi! Ce l'hai il mio libro? Come non ce l'hai? Certo che ce l'hai! Lo so che non hai molto tempo … ma se leggi solo una pagina … poi capisci tutto! …  Ho detto che oggi è la Mia Festa e faccio il Capriccioso! Paolo … non ti scandalizzare se faccio il Capriccioso … tanto Mi conosci! Paolo: E’ normale! Raffaele:  Siccome si fa tanta fatica a capire …! Piccolo Giovanni: Non c'è fatica per capire …....... si deve solo decidere quale Via si vuol prendere … la Via stretta o la via larga! … Voi dite che è faticoso il lavoro … c'è quello Stretto e c'è quello Largo … e c'è questa bella Torta e ci sono questi bei biscotti e tutte le altre cose …  ma questi sono Stretti perché è Dio … e quelli di fuori sono larghi perché è il mondo: quale volete? Tutti: La Stretta! Piccolo Giovanni: E quando si esce fuori il cancello? Raffaele:  C'è la nebbia!  Piccolo Giovanni: C'è la nebbia! E voi cosa avete per combattere la nebbia? Tutti: La Destra! Piccolo Giovanni: E come mai non L'alzate? Dovete ancora un pochino crescere nella Fede … e se vi guardate intorno … non vi manca nulla! Figli … sono Gioioso … sono Contento in questo giorno … ma vi chiedo ancora un altro pizzichino di Fede … almeno quanto questa Torta … uno per uno uguale alla Torta … un pizzichino! E ti raccomando Nicola … e anche tu Maria! Maria: Peter ha mandato i saluti! Piccolo Giovanni: EccoMi … Peter! Tanto Lo vado a trovare dopo! … Prima devo finire il Lavoro che c'è da Fare … e devo aiutare anche lo Strumento! Allora … EccoMi per tutto quello che avete preparato! EccoMi per essere venuti! EccoMi nel prepararvi e rimanere pronti per combattere! EccoMi nell'ascoltare i vostri Cari quando parleranno! Ed EccoMi questi Belli Anni da Sacerdozio: li regalo ad ognuno di voi! Tutti:  Eccomi! (Tutti applaudono) Piccolo Giovanni: Noi li riprendiamo dal Cuore del Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … E poi vi lascio venire Gesù! … Ma dovete essere Vigilanti … e crescere un pochettino nella Fede … e, quando vi sentite stanchi e affannati … sappiate che la Cocciuta vi porta a Lavorare! Io sto guardando Maria Elena, sai dov’è la Chiave della Porta e puoi entrare ogni momento … e tu capisci cosa sto dicendo......! Allora … dopo aver festeggiato al Banchetto delle Spose, dei Pargoli e di tutti i Cari … Mamma Violetta e Mamma Serafina Mi hanno regalato un Vestito cucito con le rose dorate! Hanno guardato quello che la Cocciuta Mi ha regalato … e l'hanno fatto tutto in quel modo: a forma di rose! Adesso ce l'ho! E poi tutti i Pargoli sono andati a raccogliere tanti fiori e hanno adornato tutto il Banchetto! EccoMi per i fiori! EccoMi a tutti! EccoMi per i fiori sospirati dei vostri cuori …! Rimanete Sacerdoti Vivi ed Eterni … Figli Miei! Adesso vado a dare l’ascolto agli altri ospiti! Vi lascio il Mio Cuore … Figli Miei … e la Mia Benedizione … (Giovanni schiocca un bacio a tutti) … di Sacerdozio Vivo Ed Eterno! … (ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! EccoMi ancora … sono Io: Gesù! Lo so … dopo taglieremo la Torta … Giovanni ci sarà perchè  la deve mangiare! Ma vi invito … Invita tu i tuoi Figli ad essere pronti e preparati ai Tempi che verranno … gridalo: “Figli … siate pronti e preparati!Don Vincenzo: Siate pronti e preparati ai Tempi che verranno … Gesù: … Figli! Don Vincenzo: … perché saranno Tempi duri … Gesù: … Figli! Don Vincenzo: … Figli! Tutti:  Eccomi! Gesù: Imparate a riconoscere vostro Padre ed ad ascoltarLo … ad amarLo … e a farLo Amare! E ora vi stringo uno ad uno al Mio Cuore … e, quando ci sono le Croci … sappiate che siete sulla Strada Giusta, non su quella sbagliata … perché la Croce siete voi … e se vi gettate non siete più Croce! Lo Strumento raccoglie … raccoglie … raccoglie e non lascia nessuno … Figli Miei! Anch'Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato e vi dico: “Vigilate e combattete con la Destra!” … Tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! … (Gesù Saluta schioccando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi … sui vostri cuori … sulle vostre famiglie … sui vostri parenti … sui vostri nemici … su tutti noi che siamo qui dentro … perché ognuno di noi prenda coscienza che Dio ci ha Scelti per farci sempre più “Figli … Figli!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … stamattina gli Auguri Te li ho fatti … adesso Te li faccio ancora! Giovanni … dobbiamo andare a Lavorare … e devi lasciare un po' i tuoi ospiti … perchè c'è tanto da fare! Lo so … prendi un po' di cibo con le Spose appena arrivate … e dopo andiamo a Lavorare! Tu hai visto quello che mi ha fatto vedere Gesù … e avrei bisogno un po' di aiuto! Sì … mi porto qualcuno … ma ho bisogno della Tua mano … gli altri usciranno con le Schiere! Tanti Auguri … Capriccioso! …(Giulia schiocca un bacio) … ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre:   Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti: TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici! Figli Miei … voi ne avete in abbondanza … Io la lascio scendere … voi spezzateLa e donateLa ai nemici … per raccogliere la Famiglia in un'Unica Carne: la Carne della Croce … Figli Miei! Giulia: Papà … tutto quello che ho visto ancora non me lo fai dire … e dobbiamo andare a fare le Tue Cose con Giovanni e mi porto qualcuno … così possiamo chiudere … dico così … "Quel buco che si è aperto"? Tanto non è questo … e con Te posso parlare così! E prendo ancora dei Giorni … e prendo ancora un po' di Paghetta: posso farlo … Papà? Il Padre: EccoMi … Anima Mia … e nel farlo Io vi dono la Tosse! … (Il Padre dona Sei colpi di Tosse … poi altri Otto più fievoli ed un altro ancora … e ad ognuno  Don Vincenzo risponde: Amen) Giulia: Perché questo è diverso? Il Padre: Guardalo! Giulia: Allora prendo ancora questa Tosse … e in silenzio La dono … Papà! E andiamo a Lavorare nella Gioia di questo Giorno! Papà … tutti i Cari sono al Banchetto …e stanno facendo Festa … e li Salutiamo!  … (tutti Salutano i propri Cari) … Eccoci … Cari! Mamma … (Serafina, la mamma di Giulia) … Mamma Violetta … (la mamma di Don Vincenzo) … preparate i Vestiti e gli Anelli! … (Giulia schiocca un bacio) … ci vediamo dopo! Lo farò …  te l'ho promesso! Eccomi … facci trovare la Strada! … So che La conosco … ma aiutaci! Ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio)

 

 

 

MESSAGGIO DELLA SECONDA DOMENICA DEL MESE

12 LUGLIO 2015

 

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ... (La Madonna per un po' rimane in Silenzio poi dice:) ... La Madonna:Nell'Essere la Chiesa Viva … (La Madonna Benedice)... Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo ... l'Amore Pieno della Croce ... l'Amore Pieno del Padre! Ed EccoMi ancora Mamma in mezzo a voi ... Mamma dell'Umanità Intera ... Via Stretta per tutti i Figli del Parto della Croce! Partorendo Mio Figlio ... Unito al Padre ... ho Partorito ognuno di voi ... nella Gioia Piena di essere Mamma ... Piccola, Povera e all'Ultimo Posto ...   ma portata sulle Ali dal Padre ... nell'Allargare le Braccia e nell'accogliere l'Umanità Intera ... poggiandola sul Mio Cuore ... sul Cuore del Mio Figliolo Gesù ... sul Cuore del Padre ... e tenervi stretti sulle Spine ... quelle Spine tolte una ad una dal Capo del Mio Figliolo ... e sparse per raccogliere l'Umanità sorda e cieca, l'Umanità chiusa al "Grido" di Dio! Figli ... essere Mamma significa Abbracciare il Dolore ... e il Dolore diventa Amore! E l'Amore Trionfa ... così come il Mio Cuore Immacolato Trionferà nella Promessa di Dio ... in ciò che Mi ha Donato ... facendoMi diventare Mamma e Sposa ... un Unico Tabernacolo ... Chiesta Vivente! Figli Miei ... ognuno di voi è  Chiesa Vivente! Nelle vostre Capanne ognuno di voi è Croce Viva ... così come Lui è il Crocifisso! Vigilate ... Vigilate ... Figli ... voi non vedete ciò che vede il Mio Cuore! E come Mamma vi invito a guardare il Mio Cuore ... a guardare il Cuore del Mio Gesù ... a guardare il Cuore del Padre ... così vedete i Tempi e così conoscete ciò che vi circonda ... Figli Miei! Ma pregate ... pregate per tutti i Figli Ministri ... pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco ... pregate ... Figli! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Mamma! La Madonna: EccoMi ... Figlia! Giulia: Mammina ... oggi non ho fatto niente di buono: prendilo ... purificalo e donalo al Padre! La Madonna:  E quello che è nel Banchetto ... chi l'ha portato? Giulia: Eccomi! La Madonna:  Guarda ... Anima Mia ... quanto ti costa l'Eccomi! Giulia: Eccomi ... Mamma! Eccomi ancora per l'Eternità! La Madonna: Ora guarda......! Giulia: Non posso ancora dirlo ... perchè devo rimanere all'Ubbidienza! Eccomi ... Mamma ... mettilo Tu nel "Rotolo" ... Mammina! La Madonna: EccoMi ... Figlia ... Lo metto nel "Rotolo" ... sii Vigilante come sempre! Giulia: Datemi la Costanza e la Forza! Eccomi!  La Madonna: Guarda ancora........! Giulia: Metti anche questo nel "Vuoto"! ... Non posso dirlo! … Posso andare a fare le Cose del Padre? La Madonna:  Fino a quest'istante  cosa stai facendo? Giulia: Le Cose del Padre ... Mamma ... ma dopo  Tu  rimani a parlare ... e io poi finisco ... e poi vado di nuovo.....! La Madonna:  Da sola ... no! Giulia: Sì ... mi porto sempre qualcuno e poi li metto sulle spalle! Non è che posso nascondertelo … vedete! E' bello che mi lasciate Lavorare … ma poi mi mandate sempre qualche Servo Inutile ... e qualche Pargolo! La Madonna: Anima Mia ... il Tempo è nel Tempo ... e tutti sono pronti nella Vigna, nell'Arca, nei Remi ... e in tutte le Schiere! Giulia: Mamma ... il mio "niente" Te Lo dono attimo dopo attimo ... così come Lo dono a Gesù ... e come Lo dono al Padre! Io parlo con i Figli ... ma la Storia si ripete: come Gesù non è stato ascoltato ... e come Tu non sei stata ascoltata ... e come il Padre non è stato ascoltato e non viene ascoltato ... non vengo ascoltata neanche io ... ma non sono triste per questo ... so che … so che .....! Chiedo ancora la Costanza e la Forza! Tante Ceste di Frutti sono state portate con la Gioia che Dio mi ha Donato in tutti questi Anni! Vuote non le ho consegnate ... ma le ho consegnate tutte Piene ... e il Padre sa dove c'è il Chicco guasto e dove c'è il Chicco buono ... anche quando decide della Domanda Finale......! Mamma ... l'Umanità è ormai persa! Il Pane ... al posto di donarLo ... viene tolto ... non viene Spezzato ... non viene dato Tutto Intero ... e i Fuochi si accendono! La Madonna:  Anima Mia ... conosci ogni cosa! Giulia: Eccomi! È ciò che ha voluto il Padre da sempre donandomi l'Ubbidienza di non potervi dire tutto! Ed Eccomi con la Santa Ubbidienza al Padre e non agli uomini ... nel camminare e portare l'umanità e tutti i Figli sulle spalle ... poggiandomi sul Letto della Croce! La Madonna: EccoMi ... sono anch'Io poggiata sul Letto della Croce ... Pronta nel fare Brillare il Mio Cuore Immacolato e Addolorato ... ma Immacolato con la Croce ... (La Madonna Benedice) e non come Lo spiegano gli uomini ... Figlia! Giulia: Eccomi ... Mamma ... metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi avete donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia e i Sussurri! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere ... e metto nel Tuo Cuore quelli che dimenticano che li ho affidati ... e in quest'istante mi chiedono di affidarli ancora ... e Te li rimetto di nuovo: accettaci così … accettateci così! E metto nel Tuo Cuore coloro che non hanno la Forza di vedere l'Amore e la Luce del Padre! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti ... le Pietruzze ....... i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco ... attimo dopo attimo ... Mamma! Ed Eccomi ancora con il  mio "niente" della Giornata ... Mammina! La Madonna:  EccoMi ... prendo il tuo "niente" e copro l'Umanità Intera ... Anima Mia! Ed EccoMi ancora con i Due Banchetti ... con tutti i Servi Inutili ... con tutte le Schiere ... con tutti i Pargoli ... con tutte le Spose ... con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (La Madonna Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... rimanendo sulla Via Stretta ... Figli Miei ... e combattendo con la Destra (La Madonna Benedice) ... il Veleno e i Falsi Profeti! Vigilate ... Figlioli ... Vigilate! Giulia: Eccomi ... Mammina ... rispondo ancora per l'Eternità e per tutti i Figli! Ora parli Tu ... e io vado a fare le Cose del Padre portandomi un po' di Figli! La Madonna: EccoMi! ... PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Mamma … Pace a Te! … (la Madonna prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che … come sempre … glieLe “Segna”)   La Madonna: Pace a te … Pace a voi! Tutti: Eccomi! La Madonna: Come stai … bene-male? Don Vincenzo: Bene! La Madonna: E voi tutti quanti, come state … bene-male? … (La Madonna manda un bacio e viene ricambiata)   Tutti: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Allora … raccontaMi qualcosa!  Cosa c’è? … Io ho parlato un bel po’ … e lo Strumento ha parlato con Me … e adesso è andata a fare le Cose del Padre! … Non Mi dici niente? Don Vincenzo: Sì! Quello che vorrei dire a tutta la Famiglia è che dobbiamo proiettare il nostro cuore in quello Tuo … Mammina … in quello di Gesù e in quello del Padre! … Voglio che ognuno di noi prenda coscienza che siamo “Figli” di Dio … ed essendo “Figli” di Dio …  il vero motivo della nostra Vita è quello di  fare i “Figli” … e di essere “Strumenti del Padre”! E allora … se ognuno di noi prendesse coscienza di questo … vivremmo ogni momento a fare i “Figli”e a comportarci da Figli con l'essere “Strumenti d’Amore” in qualsiasi situazione ci troviamo … sia in una situazione grande … o piccola, sia in una situazione corretta e sia in una situazione sbagliata ma che agli Occhi del Padre non lo è! E se impariamo a proiettare questo “Sguardo d’Amore” nei nostri cuori …  nei cuori di tutta la Famiglia … il vero e unico programma della Vita è questo: “Io voglio fare il Figlio di Dio … e  voglio per l’Eternità essere Figlio di Dio … in ogni momento!Quello che è bello è proprio questa Figliolanza: “Io faccio il Figlio di Dio! La Madonna: Non: “faccio” … Sono Figlio! Non si fa … si E’ … perchè si è Partoriti da Dio … e Dio è Vivo e Reale … così come lo Siamo tutti quanti! E ripeto sempre le stesse cose … e anche se le ripeto … le copiano … e lo Strumento è triste nel sentire ciò che diciamo e ciò che viene poi detto dagli altri! Troppo comodo prendere il Pane senza averLo Impastato! Il Padre Lo Impasta … lo Strumento Lo Impasta … Lo Cucina … Lo Sforna … e Lo Dona! Gli altri Lo prendono senza ImpastarLo … e non è bello prenderLo senza che si Impasti! Ma pregate … pregate … Figli Miei!.... E parleranno Giovanni, i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico quando ci sarà la Festa … e ascolterete Me! Ma preparatevi con i cuori spalancati … Figli! Don Vincenzo: Figli! La Madonna: Figli! Così come il Capriccioso è il Padre … e loro sono i Figli! Ma vi invito a pregare per la Pace di Dio … e non per la Pace degli uomini! Vedete tavoli di qua e tavoli di là …  accordi di qua e accordi di là … ma nessuno si fa il Segno della Croce … e nessuno chiama il Padre in soccorso! E’ tutto già precipitato! Rimanete nella Vigna, nell’Arca e nei Remi! Don Vincenzo: E nella Capanna pure! La Madonna: EccoMi! Avete Tutto! Don Vincenzo: Abbiamo tutto! La Madonna:Affrettatevi ad essere Gioiosi! Anche se il cuore dello Strumento: il “Vuoto” … è triste in questo giorno … è triste per gli uomini … è triste per ciò che vede … e non è stanca di Lavorare per le Cose del Padre! Vedere ciò che voi non vedete non dà Gioia … dà Dolore … così come il Mio Cuore Immacolato è Addolorato … è Gioioso e allo stesso momento è Addolorato! Non ciò che hanno detto gli uomini: il Mio Cuore si è Addolorato quando Mio Figlio è stato Crocifisso! Conoscevo ogni cosa … conoscevo ciò che il Padre ha detto al Figlio: “ Devi fare la Mia Volontà!” … Così come lo dice allo Strumento … e lo Strumento ha Allargato le Braccia come le ha Allargate Gesù nel fare la Volontà di Dio … e nell’accogliere tutti i Figli … e nel portarli sulla Via Stretta! Ma l’Umanità ancora un po’ rimarrà sulla Via Larga! I Tempi sono nel Tempo! Ognuno va di qua e di là: “Mi devo divertire … poi la sera vado in chiesa e mi faccio vedere che sono abbronzata! … Ho preso il solee poi vado ancora qua e ancora là ….” …. a dare un’altra pugnalata a Gesù … un’altra pugnalata al Cuore di Maria … un’altra pugnalata al Cuore del Padre! Don Vincenzo: E sì … perché non viviamo ancora come “Figli”! Dovremmo stare in continua concentrazione per essere veramente dei “Figli” … e, poichè questo non avviene,  è chiaro che tutto si intristisce e si vanifica! La Madonna: L’Umanità è sorda ed è cieca! L’Umanità non ascolta il “Grido di Giubilo” di Dio! Ognuno pensa a divertirsi: “Questo lo posso fare?” … Voi siete nel mondo … ma non appartenete al mondo … appartenete  a Dio! Dio vi lascia liberi … ma siete Figli … siete di Sua Proprietà … siete stati Comprati a Prezzo di Sangue Mandando il Figlio … e Donando ad ognuno di voi il Pane Intero! … Non vi Dona il Pane a piccoli pezzettini … ma ve Lo Dona Intero! Viene Spezzato … ma rimane sempre Intero! … Cosa vuoi dire … Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Teresa: Dio è in mezzo a noi … La Madonna: … con i Dolori del Parto! Teresa: Eccomi! Tutto questo ha un Tempo … La Madonna: EccoMi! Teresa: E' già Tutto in mezzo a noi … La Madonna: EccoMi! Teresa: … ma nel momento in cui tutto si Compirà … Dio si farà vedere! La Madonna: EccoMi! … Tu hai qualcosa da dirMi? Una sola? Raffaele: Tu proteggi tutti? La Madonna: Sono Mamma … ma sono Mamma dell’Amore e del Dolore … Mamma del Cielo e della Terra! Oggi le mamme uccidono … e piangono … ma non si guarda il Cuore di una Fanciulla che ha risposto: “EccoMi!” nel far Nascere il Figlio di Dio! …. Non abortite il Frutto del Padre … mamme … ma siate mamme come lo è il Mio Cuore … Figli Miei! EccoMi! Raffaele: Ci consigli di Vigilare … e ci proteggi anche! La Madonna:Il Padre ha scelto una Famiglia per consegnare la Vigna … e per essere Chiesa Nuova … e per Lavorare nell’Arca e nei Remi … e per Vigilare! Ai Vignaioli è stata tolta … ed è stata consegnata ad altri Vignaioli! Raffaele:Ma non dobbiamo temere nessuno? La Madonna: Solo Dio … gli uomini no! Lo Strumento non teme gli uomini! … Diciamo ..... come dite voi: “Sono 30 Anni!” … Non sono 30 Anni!  E’ dal Seno del Padre che è stata Mandata per fare le Cose del Padre … ed è già dal Seno Materno a Lavorare! Parla ancora! Raffaele: Siamo entrati nell’Ultimo Buio?  La Madonna: No! Lo siamo nel Buio …ma il Buio Buio ancora deve arrivare! … Voi siete nella Vigna …  siete nell’Arca e avete i Remi … e avete le Capanne … e non si perderanno … non temete! Raffaele: Sono aumentate le richieste di Grazie e di Miracoli o no? … (La Madonna fa cenno di no ….) … Nonostante i Tempi? … Sembra che tanta gente corre di qua … corre di là: è solo per soldi? …(La Madonna fa cenno di si ….) … Questo è mortificante! La Madonna: Preghiamo … preghiamo col cuore spalancato … Figli … così come è Spalancato da sempre quello del Padre … quello del Figlio e quello dello Spirito Santo … Don Vincenzo: … che è Maria. La Madonna: … che è il Mio! Io sono Maria … sono la Mamma … sono l’Umile Ancella Chiamata dal Padre nel rispondere: “EccoMi!” … Potevo non rispondere … ma quando Dio chiama … il Suo Amore Arde così Forte … da farti vedere le cose del mondo senza dargli importanza! Quando il Padre chiede … ciò che chiede è Suo … non è vostro … ma appartiene a Lui! Prepara ai Figli la Dimora! Prepara all’Umanità Intera la Dimora dell’Albero Verde …  Piantata da Sempre … ma gli uomini non hanno tempo … gli uomini camminano sulla Via Larga: “Poi tanto il Padre è Amore ..... e mi perdona …!” … Il Padre è Amore e perdona … ma il Padre è anche Giudice … e c’è quella Domandina Finale … dove la Cocciuta adesso non può intervenire …. ma bussa bussa … e non si ferma mai di bussare! … Così come non può dire ciò che vede … non può dire: “Papà ….!” … Ma nel silenzio bussa chiedendo di fermare la “Scala” … chiedendo di poter rispondere ancora! L’Eccomi Lo risponde per tutti … ma per la Domandina deve aspettare il Padre … Figli! Raffaele: L’ultima domanda! Come inizia il Magnificat? La Madonna: Ve n’era stato dato un pezzettino ma non è quello! … Poi ve lo dico  come inizia il Magnificat … e come inizia l’Ave Maria! … Non è “Ave” … ma adesso non ve lo dico! Raffaele: E chi deruba ai poveri e allontana da Dio …? La Madonna: Dio vede … ma non ha i Tempi che avete voi … ha i Suoi Tempi! Nulla sfugge agli Occhi del Padre! … Non hai niente? EccoMi! Teresa:Posso ripetere quello che ho detto giovedì … dato che ci siamo tutti oggi? … (La Madonna annuisce) …  Molti non possono venire il Giovedì … non perché non vogliono venire, ma non hanno la possibilità di venire … e oggi ne approfittiamo: Giovedì ho chiesto quale era il motivo profondo che ognuno sentiva nel cuore per rispondere: “Eccomi” alla Chiamata del Padre! Qualcuno vuole rispondere … vuole dire ciò che sente nel suo cuore e che lo spinge a venire o solo la 2a Domenica o anche il Giovedì … e dire quello che magari solo leggendo non riesce a comprendere? Eccomi! … (nessuno dei presenti interviene) …  La Madonna: Non l’hanno compreso! Teresa: Li aiutiamo? La Madonna: Sì! L’hai detto così chiaro! Teresa: Chiara  … inizia tu! La Madonna:Così ti sentono! Chiara: Ciò che mi spinge realmente a venire qui … sia il Giovedì che la 2a Domenica … è l’aver trovato l’Amore Pieno del Padre! … E il Padre nella Sua Pienezza Completa … attraverso lo Strumento cerca di farci capire quanto è importante il Compito di ognuno di noi … e il Lavoro che Lui ci ha Donato … perché noi siamo stati Scelti uno ad uno! … E quindi … il semplice venire … è anche un avere accettato … in un certo senso … il Compito che Lui ci ha Donato da Sempre … perché Tutto è Scritto nel Progetto del Padre … e quindi è importante l’Eccomi donato al Padre! Eccomi! La Madonna: EccoMi! (nessun altro dei presenti interviene) … Ed EccoMi ancora lo Strumento portato sulle spalle! Lo vedete come il Pane Intero e Spezzato rimane Intero? … Ancora non viene capito? Ed EccoMi come ancora Dio Bussa alla porta e vedi se ti donano un pezzo di pane quando tornano andando di qua e di là … o ti sbatteranno la porta in faccia! Prova! … Provate! … Io vedo e sento cosa si fa quando si va in giro di qua e di là! … Io vedo e sento come viene trafitto il Mio Cuore e il Cuore di Gesù! … Io vedo e sento come vengo Venduta e Comprata! … Io vedo e sento l’essere tradita nel ridere dei Figli che vanno a portare i loro risparmi: “Per il Progetto di Maria! … Per il Progetto  di Gesù!” … Dio non chiede questo ai Figli! … Dio chiede la Pace! … Dio chiede di essere una Unica Famiglia! … Dio non chiede di costruire …  Dio chiede di costruire i vostri cuori … e non gli alberghi … e non le vendite! … Dio chiede l’Unione! … Dio chiede di raccogliere le pecorelle smarrite … e non di tosarle! … Pregate … Figli Miei! La Fede cresce guardando i Piccoli, i Poveri e gli Emarginati! … La Fede cresce nel guardare la Croce … e non nel guardare i Segni nel Sole, nella Luna e nelle Stelle! Il “Segno Vivente” è Dio … e il Cuore Immacolato che Trionfa! … Il “Segno Vivente” che Dio vi darà Lo vedrà l’Umanità Intera … non uno o un altro! Per questo Gesù dice: “Non andate di qua e di là! … Dove vi dicono che ci sono Miracoli … lì Io non ci sono … non andateci!” … Ma l’umanità è sorda ed è cieca! … “Dove c’è rumore … non ci andate … lì Io non ci sono!” … Un Piccolo Luogo … nascosto agli uomini … ma Acceso da Dio … dove Gesù non viene né Venduto e né Comprato … ma Si Dona per Amore! Pregate … Figli Miei … pregate! Pregate per tutti i Figli Ministri … per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … Ma pregate col cuore e non pregate solo con le labbra! E’ il Cuore lo “Specchio” dove Dio Riflette  … e dove potete vedervi a Sua Immagine e Somiglianza … Figli Miei!Vi mando nelle vostre case … nelle vostre vie …  ovunque andate … col “Riflesso dell’Immagine di Dio” … col Cuore Spalancato a tutti … Figli! Siate “Riflesso di Dio” ovunque andate … ora che i Tempi sono nei Tempi! E altre guerre e altri terremoti si abbatteranno! Voi pregate! Siete nella Vigna … siete nell’Arca … siete nei Remi … e nelle Capanne! Rimanete: Vivi … Accesi … e Ardenti … Figli Miei! Tu Saluta con l’Albero Verde! … Io Unita al tuo cuore … Salutiamo col Magnificat! Ma prima Saluta con l’Albero Verde! … (Don Vincenzo Dona la Benedizione) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi … sui vostri cuori … sulle vostre famiglie … sui vostri parenti … sui vostri nemici … e su tutta l'Umanità! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! La Madonna: Amen! Ora Innalza il Magnificat … questo che avete ......… quando è l’Ora Innalzeremo quello Vero! ... (Ora tutti recitano il Canto del Magnificat insieme alla Madonna) ... l'Anima Mia Magnifica il Signore! ... (La Madonna ora parla nella Lingua dell'Amore.) ...    Giulia: Mammina ... l'hai detto!  La Madonna:  EccoMi ... Anima Mia ... ma nessuno lo capisce!  Giulia: Mammina .... il Tuo Volto è così Raggiante …  ma si è intristito nel vedere il mio! Tu conosci tutto ..........! … Chiedo solo un Tuo Dito ... so che posso prendere tutto … io Te lo chiedo come Mamma dell'Amore ... come Mamma del Dolore ... come Mamma del Cielo e della Terra ... come Regina dei cuori e dei poverelli! La Madonna:  EccoMi ... Anima Mia! ... (La Madonna parla nuovamente nella Lingua dell'Amore) ... Giulia: Eccomi! La Madonna:  Vi Lascio il Mio Cuore ... portate ciò che vi ho Donato ... Figli Miei! Vi Benedico col Cuore Squarciato!  Giulia: Eccomi ... Mamma! .... Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io, e aspetto il vostro Amore! Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre: EccoMi ... Pargoli del Mio Cuore! ... (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) ... Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste ... la Paghetta della Divina Misericordia ...accoglieteLa con Amore ... SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici ... Figli Miei!  Giulia: Eccoci ... Mamma ... nel farci Pane per tutte le Genti ... ed Eccoci dinanzi al Banchetto del Padre ... dinanzi al Giardino ... dove tutti siete nella Gioia e nel Dolore ... nel Dolore nel vedere i Figli sulla Via Larga ...  ed Eccoci dove ci sono tutti i vostri Cari e dove noi alziamo la mano per salutarli: Eccoci Cari! ... (Tutti Salutano i propri Cari) ... siamo pronti ... siamo pronti con le Schiere ... nel venire a Lavorare ... e pronti per salutarvi! Mamma … (Serafina, la mamma di Giulia) ... Mamma Violetta … (La mamma di Don Vincenzo) ... Papà … (Renato, il papà di Don Vincenzo) ... preparate i Vestitini e gli Anelli ... Lavorate ... preparate ciò che dovete preparare! Eccoci! ... (La Madonna parla nella Lingua dell'Amore)

 

 

 

 

GIOVEDI 16 LUGLIO 2015

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedicendo dice:) ...  Gesù: Glorifico il Padre Altissimo ... Ora e per l'Eternità! Lo Glorifico nel Suo Amore senza Limiti! Lo Glorifico per averMi Donato il Parto della Croce! Lo Glorifico per averMi Donato ad ognuno di voi e all'Umanità Intera ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ...  Glorificare Dio è Donare tutto l'Amore che è stato Donato! ...  Glorificare Dio è vivere la Giornata Piena del Suo Cuore! ... Glorificare Dio è guardarsi ... e prendersi ... per portarsi nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! ... Ed ecco Dio Vivo e Reale all'ascolto di ciò che viene Donato al Suo Cuore! Dio è sempre all'ascolto ... Dio è da sempre in mezzo agli uomini ... perché Dio È ... ed Essendo ... Siete! ... Se Dio avesse pensato: "Ciò che ho Creato non mi piace più" ... non gli bastava tanto … bastava di alzare e di abbassare un Dito! Ma Dio È! Gli uomini vogliono sfidare Dio: "Non credo nel Suo Intervento!" ... Non si fermano a ricordare di avere un Papà e una Mamma! ... Ed ecco ancora le guerre! Ed ecco ancora "le sedute" nel parlare senza farsi il Segno della Croce ... (Gesù Benedice) ... "Tanto noi risolviamo ogni cosa!" ... Dove andate senza Dio? Cosa fate senza Dio? Ritornate ai Tempi Antichi ... perché Dio è Antico ... Figli! È un Bambino Vivo e Reale in mezzo a voi! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Cosa stai facendo? Giulia: Le Cose del Padre ... Gesù! Gesù: Da quanto tempo sei rimasta fuori? Giulia: L'ho dimenticato! Tu Te lo ricordi ... Gesù! Tu ricordi ogni cosa mentre io ogni tanto mi scordo! Lo so … tre o quattro giorni … più o meno …  Tu lo sai con esattezza! Ma Eccomi pronta a fare ancora le Cose del Padre ... ce n'è ancora un poco ... e poi vado a fare l'altro! Perché mi guardi così? Lo so che non si dice: "Perché?" ... ma non so come dirTelo ... visto che parliamo così: in Famiglia ... e "perché?" lo dico ... e poi non lo so.....! Che c'è ... cosa mi devi dire ... Gesù ... o cosa mi devi far vedere? Mi fissi e non mi parli ... Gesù … cosa mi devi dire? Ho sbagliato ancora? Gesù: Non sarei venuto.....! Giulia: Lo so! … Cosa mi devi far vedere ... Gesù? Sono pronta a tutto ... e Tu lo sai! Gesù: Guarda.........! Giulia: Devo metterlo sempre nel "Vuoto"? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Adesso che finisco …  poi esco … e non posso fare nulla? Gesù: No ... Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: Guarda ancora......!  Giulia: Eccomi ... Gesù! Mettilo Tu nel "Vuoto" e donami la Forza e la Costanza di tenerli custoditi stretti stretti!  Gesù: Non temere ... li hai tenuti fino adesso ... e li terrai ancora con la Forza della Croce! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: E invita tutti i Figli a rimanere nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! Giulia: Eccomi ... Gesù ... glielo ripeto ancora …  non hanno capito in Pieno! Gesù ... fammi fare qualcosa di ciò che ho visto! Eccomi nel fare la Tua Volontà! Ed Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre: la Famiglia ... i loro Cuori ... i Sussurri! Ed Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Ed  Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che non hanno la forza di farlo! Ed Eccomi ancora nel consegnarTi il "niente" di tutta la Giornata! Ed Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti ... le Pietruzze ... i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù ... Tutto è Tuo e nulla è nostro ... perché Tu Sei e noi Siamo........! Ed Eccomi ancora per l'Eternità! Conosci cosa vuol dire questo Respiro ...  Gesù? Gesù: EccoMi ...  Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti ... con tutte le Schiere ... con tutti i Servi Inutili ... con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ...e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci ... Gesù ... nel portare l'Umanità ... e nel portare tutta la Famiglia! Ed Eccomi nel tenere i Figli: "Stracci Stracciati" ai Piedi della Croce ... Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Gesù: Quanto Lavoro fai nel portare un Figlio preso dalle cose del mondo! Giulia: Tu sai che io non so contare ... e chi fa i "conti" è il Padre ...  essendo Giudice! E visto che Ti ho consegnato tutto ... fai i "conti"! Non ridere se mi vedi contare quattro soldi e poi non mi ricordo se sono quattro o cinque! Così non so contare! Faccio le Cose del Padre! Ed è questo che desidera il mio cuore da sempre: camminare nel Pane Intero ... Spezzato per farLo rimanere Intero ... ma donarLo a tutti! Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Sposa del Mio Cuore! Giulia: Eccomi ... Sposo! Cosa sta facendo Giovanni? Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom! (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”)  Gesù: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai … bene-male? Don Vincenzo: Bene-male! Gesù: E voi come state tutti … bene-male? (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Non hanno detto: “bene-male” … hanno detto: “Eccomi!”! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E allora? … (Don Vincenzo indica il Banchetto) … C’è il Padre! Don Vincenzo: Tutto Padre! Gesù: Sì! ..... E raccontaMi qualcosa.....! Ma Chi gliel’ha donata quella predica alla Cocciuta? … L’hai sentita tu? (Nella Catechesi iniziale si è parlato del Matrimonio)  Don Vincenzo: E come no!  Gesù: E cosa ha detto, eh, eh? Don Vincenzo: Ha detto tante cose! E oggi c’è anche la Festa di don Mario! Gesù: E sì … l’hanno preparata di nuovo la Festa …! Gli hanno preparato un’altra Torta e ci sono tutti quanti che vanno … ma Lui sta facendo una cosa curiosa … Io non ve la dico … se poi ve la dice Lui quando viene......! Don Vincenzo: Giovedì scorso è stato l’Anniversario dell’Ordinazione …  oggi è quello della Prima Messa … il Giorno della Madonna del Carmine!  Gesù: Sì … veramente l’ha scelta Lui! Marì è così? Maria: Eccomi! Gesù: Nicò? Nicola: Eccomi! Gesù: L’ha scelto Lui il Giorno! Si è scelto la Fidanzata del Carmelo per Celebrare ! E’ stato sempre Innamorato di Mia Madre e diceva: “Io vado a trovare la Mia Fidanzata!” … E la Cocciuta diceva: “Ma Tu sei Sposato come Sacerdote … dove vai?” … Io vado a trovare la Mia Fidanzata … ma tu la conosci?” … E la Cocciuta Gli rispondeva: “Così e così!” … E Lui diceva: “Come così e così?” … “Non me l’hai presentata!” … E Lui diceva: “Ma che ti pensi? La Mia Fidanzata è Maria!” … Eh! Don Vincenzo: E’ la Fidanzata di tutti noi!  Gesù: Sì … è la Fidanzata! E anch’Io sono il Fidanzato di tutti voi! Tutti: Eccomi! Gesù: Io vi Amo … e vi ho Sposati sulla Croce … e vi Sposo attimo dopo attimo! … Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ora Ci Doniamo … Don Vincenzo: … Eccomi! Gesù: … e poi prendiamo il Padre! …  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento è fuori a Lavorare … ma è rimasta anche Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! …  ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo)   Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! … (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questa è la Mia Carne! Gesù: Questa è la Mia Carne! … Questo Sono Io quando sono stato abbandonato da tutti … ma nella Gioia Piena ho fatto le Cose del Padre … rimanendo Vivo e Reale … per SpezzarMi … per DonarMi … e per venire a Mangiare del “Nuovo” nella Nuova Chiesa … Figli! … Ora Ci Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore … Figli! … ( Mentre don Vincenzo e Giuseppe si apprestano per donare il Pane e il Vino … Gesù grida e tende le mani:) Gesù: Cocciuta … esci fuori! Cocciuta … vieni! Giulia: Eccomi Gesù … vado al Banchetto del Padre a prendere qualcosa … e poi esco di nuovo! Gesù: Ora tu ti vai a sedere al Banchetto … prendi il Cibo … e ti fermi! Giulia: Eccomi … Gesù! Posso uscire dopo aver mangiato? Gesù: Fermati un po’ … e poi esci! Giulia: Eccomi! (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) Gesù: EccoMi! La Pasqua è Piena … è Viva … ed è Risorta …  Don Vincenzo: la Pasqua è Piena … è Viva … ed è Risorta …  Gesù: … Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: … Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Gesù: E lo Strumento  è rimasta Crocifissa per Amore … e l’ho presa in tempo in tempo! Don Vincenzo: Infatti sentivo che stava uscendo dal Tunnel! Gesù: Sì … e stava per non uscire più … e gli ho detto: “Esci subito!” …. E adesso l’ho mandata al Banchetto a mangiare … poi va a Lavorare! Il Padre gli ha detto di  riposarsi un po’! … E allora cosa vogliamo fare … vogliamo prendere parte al Banchetto che E’ il Padre? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! EccoMi!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Adesso andiamo meglio! EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto.) … Vogliamo prendere parte o vuoi mangiare un po’?  Don Vincenzo: Un po’ sì! Gesù: Allora Mi dici qualcosa? … Tu che hai raddrizzato tante vie … tu che hai unito tante famiglie … Mi dici se ciò che la Cocciuta ha detto è giusto? Don Vincenzo: Certamente! Tutto quello che la Cocciuta dice è giusto … perché lei è la “Portavoce” di Dio! Gesù: EccoMi! Ma tu quando camminavi coi tuoi Figli … ti hanno mai riconosciuto come “Padre”? Don Vincenzo: A volte sì … a volte no! Gesù: E quando non ti riconoscevano … cosa dicevi a loro? Don Vincenzo: Ci rimanevo male … perché avevo perso l’occasione per essere Padre! Gesù: Tu lo sei “Padre”! No … loro hanno perso l’occasione di essere “Figli”! Don Vincenzo: Certo … è vicendevole la cosa! Gesù: Ma non dicevi a loro: “Questo è giusto … e questo non è giusto”? Don Vincenzo: Certo! “Questo è buono … questo non è buono!Gesù: E in quanti ti hanno ascoltato? Don Vincenzo: Mi hanno ascoltato certamente non tutti quanti … ma la gran parte mi ha seguito! Gesù: E alla fine cosa hanno fatto? Don Vincenzo: Non lo so come hanno reagito!  Gesù: Ti hanno tradito? Don Vincenzo: Sì … perché io dopo sono andato via e quindi ….!  Gesù: Non sei andato via … ti ho liberato dalla Schiavitù! Don Vincenzo: Tu mi hai liberato dalla Schiavitù?  Gesù: Ti ho Mandato dove il Padre ha Piantato l’Albero.....! Hai guidato un Gregge … volevi riportarlo a “Casa” … ma il Gregge non voleva la “Casa”! Sei venuto … dove c’è Piantato l’Albero …  quello Verde: l’Albero della Croce! Don Vincenzo: L’Albero della Croce …  l’Albero che non si secca mai … Gesù: … no! Don Vincenzo: … l’Albero che è sempre Verde! Gesù: Devi mangiare il Padre adesso … poi non dimenticare … devi parlare ancora … e puoi parlare anche mangiando come ho fatto Io! Alla Cocciuta ancora non abbiamo dato niente da mangiare … poi le diamo qualche pesciolino o un po’ di mortadella! RaccontaMi qualche altra cosa in tutto quello che hai fatto … in tutto quello che hai visto! Don Vincenzo: Ho tante cose da raccontare! Quello che mi è stato caro … Gesù: … Cosa ti è rimasto caro? Don Vincenzo: Mi è rimasto: la Forza di venire qui … perché non era facile!  Gesù: No … quella L’avevi da sempre … come Giovanni … i Due Giovanni hanno camminato sempre insieme! Don Vincenzo: Ah … perciò ci accoppiate! Gesù: No … vi siete accoppiati! Lui ha fatto un Pezzo di Solco … tu un altro Pezzo …. ma adesso dovete concluderLo!  Don Vincenzo: Lo possiamo concludere? Gesù: No … ancora no! Tutti e Due … sì … con tutte le Schiere … con tutti i Pargoli … con Maria e con il Suo Cuore che Trionfa! … Venite col “niente”! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù!  Gesù: EccoMi! EccoMi! Eh … vicepà … cosa stai facendo … sei in ritardo?  Raffaele: Eccomi! Gesù: E ancora raccontami … Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: “RaccontaMi” significa … Gesù: … parlare alla Famiglia … parlare alla Chiesa Nuova … parlare nella Vigna … parlare nell’Arca … parlare nei Remi … e nelle Capanne! Don Vincenzo: Sì … proprio questo è il Cuore del Messaggio … perché proprio attraverso queste Vie Strette, anzi addirittura Strettissime … attraverso questo possiamo sfociare nella Verità Piena!  Gesù: E il Padre le ha fatte così da sempre le Vie … e per arrivare a gioire devono essere Strette! Don Vincenzo: Non solo … quella Croce che è  un Letto dove ci si stende! Gesù: Sì … quel Letto preparato dal Padre prima per Sé  e poi preparato anche per Me  … e per tutte le Spose che hanno donato l’Eccomi! Come ha Chiamato Maria … ha Chiamato altre Spose! … Alcune sono rimaste, … altre non sono rimaste, …  altre hanno preso la Via Larga dove c’è il “Comprare” e il “Vendere”! …  Giovanni sta facendo una cosa curiosa … Io non lo so … poi … quando viene Lui fra poco … ve lo dirà! Tu quale vuoi? Don Vincenzo: Quelli senza spine! Gesù: Quelli senza spine! Anch’Io voglio quelli senza spine! Ma tu hai paura delle spine? Don Vincenzo: No! Gesù: No! EccoMi!  Don Vincenzo: Allora mangiamo?  Gesù: Sì! … Parla un altro poco … poi vediamo a chi facciamo parlare! Don Vincenzo: Ci sono due punti fondamentali …  uno è quello della Croce … perché tutto da lì parte … ed essendo lì il Cuore del Messaggio tutto viene Illuminato … nel Giardino che era sporco … e che è sporco!  Gesù:  Il Giardino il Padre l’ha fatto Pulito … ma sono gli uomini che L’hanno sporcato! … E i Due Giovanni camminano Uniti! Don Vincenzo: E anche Gesù è Unito!  Gesù: Tutti siamo nello stesso Giardino!  Don Vincenzo: Difatti!  Gesù: Ma ci sono alcuni Figli che hanno lasciato il Giardino … e hanno preso la Via Larga!  Don Vincenzo: In tanti prendono la Via Larga stoltamente, ciecamente … quando invece siamo Invitati dal Padre sulla Via Stretta che è Vincente! Gesù: Attimo dopo attimo lascia il Cuore Spalancato … ma i Figli dimenticano di avere un Papà e una Mamma! … Vuoi parlare ancora o vuoi mangiare?  Don Vincenzo: “Non ci ardeva forse il cuore … mentre camminava ….!” Camminiamo sulla stessa Strada Stretta per mettere Dio al Primo Posto sempre … e per Abbracciare la Croce ogni momento! Gesù: Ci Ardeva il cuore … eravamo Uniti e lo siamo ancora … ma l’Umanità ha dimenticato tutto! Don Vincenzo: E’ cieca …  Gesù: … ed è sorda! Don Vincenzo: E non solo è cieca e stolta … ma non riesce a capire quello che si sta sviluppando qui a Timparelle! Avere Gesù ….! Gesù: Avere il Padre! … Avere la Vigna! … Avere i  Vignaioli Scelti uno ad uno! … Voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Voglio un pezzettino di quello di Giovanni … (il Dolce dello Sposo)   intero no, un pezzettino …! EccoMi! … Giovanni poi viene! Mò sta facendo una cosa curiosa! Ha festeggiato anche in questo Giorno …  e si festeggia quando si ha un po’ di tempo perché c’è tanto Lavoro da fare! Don Vincenzo: Gesù … essere il Salvatore … essere il Redentore … essere Colui che ha messo Tutto … e che ha Donato Tutta la Vita per Salvarci … fa sì che non ci sia momento in cui Tu non sei presente … continuamente lo sei … e fai anche il Difensore perché vieni a ImmergerTi nel Sangue … e nelle situazioni più difficili! E’ inarrivabile il Livello del Cielo! E quando sei lì … su quella Croce … non Ti lamenti e ci continui ancora a Salvare!  Gesù: Il Padre si lamenta per l’Umanità sorda e cieca … e per i Dolori del Parto …!  Anche lo Strumento in Silenzio viene a “gridare” dinanzi al Trono … non per i Dolori … ma per i Figli sordi e ciechi! … Ora mangia un po’! Chi vuole parlare? Raffaele: Gesù … Tu non dimentichi niente?  Gesù: No! Raffaele : Come si fa a perdonare senza dimenticare qualcosa che ti ferisce … e che ti fa male? Gesù: Io non dimentico niente ma perdono … e così dovete fare anche voi gli uni gli altri: amarvi e perdonarvi! Vedo e sento ogni cosa: come faccio a dimenticare? … E poi c’è anche il Padre che E’ Giudice! … Aspetta quella Domandina! … Anche se allo Strumento è stato detto che non la può fare più … ma lei …  Cocciuta com’è … bussa ancora! … Con l’Amicizia e la Confidenza che ha col Padre … bussa e aspetta per poter rispondere per tutti! ....... Ma l’Umanità non risponderà! … Ci sono i  Figli che sono lì fermi e non donano la mano … e … se non donano la mano … non risponderanno neanche alla Domandina … pur vedendo il Giardino Pieno di tutti i Servi Inutili … di tutti i Pargoli … di tutte le Spose … e pur vedendo questo non donano la mano … e in quell'attimo non risponderanno! E la Cocciuta bussa …  bussa … bussa!  E’ così Cocciuta d’Amore verso di ognuno di voi e l’Umanità intera! Chi la vede pensa: “Ma chi è questa? … Ma come fanno a dire che prega! … Ma come fanno a dire che c’ha i Messaggi di Dio?” … Usa la “Frusticella” quando deve rispondere! Quando deve stare zitta … sta zitta! Ma quando deve rispondere … risponde! Anche se vuole stare zitta è il Padre che la fa parlare … e lì non si può fermare: deve parlare! E quando guarda fisso negli occhi … non vi dico quello che succede! Poi copiano … e continuano a copiare … e continuano a copiare! Raffaele: Non c’è la possibilità che ci mette una pietra sopra … per perdonare?  Gesù: Vedi Figlio … Dio ha Creato ogni cosa e l’uomo la sta distruggendo! Dio è Amore Infinito … ma non è Dio … sono i Figli che non vogliono Dio … sono i Figli che vogliono la guerra … non è Dio … Dio è Pace e  Amore! C’è un Giardino dove non manca niente! Gli uomini lo stanno frazionando! … O Mi sbaglio?  Don Vincenzo: No … Tu non Ti sbagli mai! Gesù: Dio non fa mancare nulla ai Figli che rimangono nella Vigna … nell’Arca … nei Remi … e nelle Capanne! Lo Strumento sta Lavorando! E quando va a Lavorare va a prendere i Figli!  Quando va a Lavorare va a portare il cibo … ma lo porta … non come quelli che dicono che lo portano e poi non lo portano!… Lo Strumento il Pane Lo porta Intero! E chiede al Padre se può prendere un po’ di Paghette o altro! E il Padre le ha Donato le Chiavi per prendere la Paghetta … i Giorni … e per andare a prendere le Spose … e per fare tutte le Cose del Padre! Tu ragioni come gli uomini: “Mettere una pietra sopra!” …  Dio non ragiona così … Dio è Amore e aspetta! I Figli non vogliono Dio …  vogliono il mondo! E’ Amore e Perdono … ma non vogliono neanche il Perdono! Come può mettere la pietra quando Lui è Roccia e viene Scartato … e non ha neanche l’Ultimo Posto? E neanch’Io! Voi vedete le Processioni … vedete questo … vedete quell’altro! … Si Compra e si Vende … ma non si rimane sulla Roccia! Ma non essere angosciato ... vicepà! Raffaele: Eccomi! Gesù: Viceparroco sei … e lo siete tutti quanti! Ciò che passa per la mente lo devi passare poi nel cuore … e così lo vedi più limpido......! Se lo lasci qui dentro … gira, gira … e poi …? Chi vuole parlare? Poi deve venire Giovanni! EccoMi! Raffaele: Quando si lavora nel mondo … tutti quanti lo fanno per il denaro! Gesù: Il denaro serve … ma non si deve legare il cuore … perchè il cuore si deve legare al Padre! I soldi servono per andare avanti … ma usati nel “giusto”! … Nel “giusto” significa aiutare i Fratelli … Spezzare il Pane con i Fratelli … con i Piccoli … con i Poveri … con gli Emarginati! Così come Giovanni ha scritto: “Piccoli, Poveri …!” … ma ha aggiunto anche … “Piccoli, Poveri ... e i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! … “Eh … ma la Cocciuta è scomunicata! … Ma la Cocciuta così! … Ma la Cocciuta colà …!” …  Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … per essere Chiamati al Primo: al Banchetto del Padre … dove siete! … “Eh … ma la Cocciuta non si vede mai per televisione! … Ma la Cocciuta non viene ascoltata da nessuno!” …  La Cocciuta viene copiata da tutti!  Raffaele: Gesù … nella Vigna non si Lavora per i soldi … e tutti quanti Lavorano per Dio … senza misura, senza altezze … e chi meglio sa fare … fa! Gesù: No … tutti Lavorano per il Padre … e tutti hanno la stessa Paghetta … e tutti fanno le Cose del Padre … tutti … anche i Pargoli appena “Nati” … poi crescono e si moltiplicano e lavorano! Raffaele: E quando sarà tutta Vigna?  Gesù: Quando sarà tutta Vigna La vedrà l’Umanità intera … quando il Sole … tutti Lo vedranno! Raffaele: E si Lavorerà tutti per Dio?  Gesù: Non tutte le ginocchia si alzeranno … e non tutti risponderanno alla Domandina Finale … ma lo  Strumento sta bussando ancora … e busserà e non si fermerà! EccoMi! Vuoi uno di quelli? Questi li tengo Io! … Questi portali a loro … eh, eh … tu ne vuoi .. cosa vuoi? Una stellina! Adesso sì che si può ragionare! Hai finito? Sicuro? … Allora facciamo venire Giovanni? Preparatevi! … Io vengo dopo … adesso viene Giovanni … poi Giovanni va di nuovo a Festeggiare … e a fare quello che sta facendo … e poi ritorno Io! Va bene? Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … EccoMi! … (si applaude calorosamente) … EccoMi! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: State tutti bene-male? … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Tu stai bene-male? Don Vincenzo: Bene-male! Piccolo Giovanni: Prendiamo il caffè … e vediamo se l’ha fatto la Cocciuta … assaggialo tu prima … così se non è buono … com’è … com’è? Don Vincenzo: E’ buono!  Piccolo Giovanni: E’ buono? Com’è … com’è? Ne vuoi ancora? E’ buono … chi l’ha fatto? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresina del Bambin Gesù ha rubato il caffè alla Cocciuta! Chi lo vuole se lo prende … eh! Buono! Beh … Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi … Auguri!  Piccolo Giovanni: EccoMi! … Cos’è questo? Un regalo per Me? … Cosa c’è dentro? … Ehi … Tatina! I cioccolatini! Tu ne vuoi uno? Io ne prendo uno … ma prima voglio mangiare altro! Raffaele: Giovanni … cosa vuoi mangiare? Piccolo Giovanni: Cosa voglio mangiare? Voglio mangiare il pesce senza spine! … (si rivolge a Maria Elena) … Tu l’hai già mangiata la mortadella … è buona? Sì che è buona! … Hai mangiato anche il pesce? … No … non ti piace? … Hai mangiato troppo? … Allora, visto che Gesù ha detto che stavo combinando qualcosa di particolare.... … ho finito un pochettino di fare il Lavoro nella Vigna … siamo rientrati con le Schiere … e Mi sono fermato un po’ a parlare con mamma Rosina … la conosci? … (si rivolge a Teresa) … E le ho ricordato quando li mettevo sulla carrozzina e li facevo scivolare per le vie … per la viuzza stretta! E poi le ho proposto se voleva salire sul carrettino … e visto che è la Mia Festa …  dopo aver fatto tutto il Lavoro del Padre … le ho detto: “Siediti sul carrozzino!” … Lei si è seduta … poi l’ho spinta e l’ho fatta andare in un laghetto! … Ci è andata … ma mi è corsa dietro! Questo stavo combinando! E’ la Mia Festa … ma dopo aver fatto il Lavoro che si doveva fare! … Visto che Mi hanno preparato di nuovo la Festa … e quando c’è una Festa si può anche giocare un pochettino …  no? E poi non Mi sono fermato solo a mamma Rosa … l’ho combinata pure a papà Francesco … e lì l’intoppo è stato un po’ più grosso: ha superato il laghetto ed è andato a finire nel fiumicello! … E vi ho detto quello che vi ha anticipato Gesù: “Stà combinando qualcosa di curioso!” … Che hai … va tutto bene? Sì … un pezzettino di anguria! Ma voi state bene-male? Tutti: Eccomi! ( Giovanni si rivolge a Maria Elena ) Stanno Lavorando … sono cresciuti tanto tanto … e sono entrati dentro tutti! … Ma qualche volta vanno a pizzicarvi tutte quelle vetrinette … tutte … hanno intenzione di fare un po' di confusione … mi sa di sì … tanto non glielo puoi vietare! Se trovi qualche "sottosopra" … non metterti a gridare con papà o con mamma …  prendono l'Ordine dal Padre … dal Padre-Padre! … Allora … come li vedi tutti questi Anni di Sacerdozio Vivo ed Eterno … Giovanni …  come li vedi? Don Vincenzo: Giovanni … li vedo Meravigliosi! Se fossi entrato prima in Seminario ……! Piccolo Giovanni: No … prima dovevi Seminare nel Campo … è  il Padre che prepara! Don Vincenzo: E’ stato un crescendo! Piccolo Giovanni: Allora … tu vuoi parlare un po'? Parli tu … o parla lei … o parla lui? Don Vincenzo: Facciamo parlare di là! Piccolo Giovanni: E tu non parli più … ti sei stancato? Hai parlato con Gesù … con Me non  vuoi parlare? Don Vincenzo: Come no?  Piccolo Giovanni: Come no! … Chi parla? Giovanni … raccontami qualche altra cosa come l'hai raccontato a Gesù … e dopo parla lui! Don Vincenzo: Quando si ha questa Intimità ……! Piccolo Giovanni: Eh … siamo Famiglia … ed essendo Famiglia……! Quando si ha questa Intimità … visto che siamo in Famiglia … siamo nel Giardino … parla! Don Vincenzo: Sono 11 Anni che sto qui e non c'è giorno più bello! Piccolo Giovanni: Io ci sono stato 12 Anni! Don Vincenzo: Sì! Non c'è momento più bello di questo … perché ogni giorno c'è una Crescita … Piccolo Giovanni: … ora ci sono ancora … e non è facile cacciarMi! Don Vincenzo: … E questa Crescita porta sempre Frutto! Vivere questa esperienza giorno dopo giorno … ora dopo ora … e tutto in funzione del Padre … e tutto in funzione di Gesù … considerando che qui a Timparelle da 30 Anni Gesù agisce con continue Catechesi! Mai nella Storia Umana il Cielo era Sceso così in mezzo a noi … e soprattutto Gesù … sempre! Piccolo Giovanni: Il Padre E’ sempre … e Gesù E’ dove E’ il Padre! …  Sono gli uomini che non Lo vogliono sentire! Don Vincenzo: Difatti! Piccolo Giovanni: Il Padre ha trovato una Famiglia … gli ha consegnato la Vigna … e la Cocciuta li porta sulle spalle … e quando cadono lei spinge,  li alza e li porta ancora … e non si stanca! Don Vincenzo: E non si stanca … per il Bene nostro! Piccolo Giovanni: Per il bene che il Padre le ha Donato … e per l'Eccomi che lei ha Donato! … Io devo dirvi una cosa: vi voglio bene … Tutti: … Anche noi! Piccolo Giovanni: … E non vi lascerò mai! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Com'è fiacco! Vuole parlare Teresina del Bambin Gesù … vediamo! Teresa: Lo Strumento aveva deciso di togliere il Banchetto in questo giorno!  Piccolo Giovanni: Sì … aveva deciso di togliere il Banchetto … aveva deciso … ma visto che era la Mia Festa ha detto: “aspetta ancora un po'! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sì … si è messa a piangere questa mattina! … L'hai vista piangere? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Aveva deciso di toglierLo il Banchetto … e poi è salita dove c'è il Trono … e abbiamo ragionato un po' e abbiamo detto: "aspettiamo!" Hai visto le sue lacrime … ma erano anche le Mie … perché c'ero Io al posto suo! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Non Mi hai riconosciuto? Tu li vedi i miei capricci? Don Vincenzo: Ogni tanto! Piccolo Giovanni: Io vedo i capricci tuoi! Don Vincenzo: Certamente! Piccolo Giovanni: Certamente! Chi vuole parlare? Raffaele:  Giovanni … la tremarella nel Giorno della Tua Prima Messa … era emozione o paura? Piccolo Giovanni: Di Celebrare? C'era tanta gente là … la “sottana” si è messa a tremare! Raffaele:  Ma era per il “Compito”? Piccolo Giovanni: No … l'EccoMi L'ho donato quando sono stato “Chiamato”! … Era un po' di tutto: nel vedere le lacrime di mamma Rosa … di papà Francesco … tutti i miei amici! Nel vedere tutti quelli che mi avrebbero tradito! … Ma la tremarella era un piccolo brivido di emozione … ma poi dovevo fare le Cose del Padre! Raffaele:  Perché hai scelto il Giorno della Madonna del Carmine? Piccolo Giovanni: Perché guardavo Lontano … e mi sono tuffato in questo Monte Alto! Ma la Mia Fidanzata è sempre la Mia Fidanzata … ed è una sola! Ho scelto questo tuffarMi nel Monte Alto! Ed era Scritto così! Raffaele: E’ forse tra le Feste più importanti? Piccolo Giovanni: No … dinanzi a Dio la Festa è la Famiglia … la Festa è la Pace, l'Amore … l'essere Figli, Fratelli e Amici … e  rimanere nel Giardino Pulito! Gli uomini hanno creato queste Feste! Al Banchetto del Padre c'è sempre Festa! Gli uomini hanno inventato le processioni e tutto il resto! Raffaele: Quale era la cosa più difficile quando hai iniziato a Celebrare … come obiettivi … cosa avresti voluto cambiare o trasformare? Piccolo Giovanni: Gesù non è venuto a cambiare nulla … è venuto a dire: "Il Padre vi Ama e vi aspetta!" … Io non potevo cambiare niente … toccavo i cuori … guardavo come guarda lo Strumento … e pulivo le strade quando venivano sporcate … così come lo faceva Domenico! Ma adesso non ci siamo più in quel paese … ce ne siamo andati! Adesso siamo nell'Orto, nel Giardino, nella Vigna, nell'Arca, nei Remi … e andiamo a Lavorare con le Schiere nel Combattere per la Pace! … Pregate per la Pace … Figli … pregate … e fai pregare … Calice Vivente-Dio! Abbiamo un Solco da terminare! … È tardi? Per le ore piccole che hai sempre fatto … quest'ora è tardi per te? Don Vincenzo: No! Avevamo fatto una regola che bisognava pregare dalle ventidue all'una! Piccolo Giovanni: E poi fino all'alba chi ci stava … io? Don Vincenzo: E gli altri andavano al mare … a spasso … noi invece andavamo sopra la terrazza … e vedevamo queste stelle che cadevano … due tre ore di Cielo! Piccolo Giovanni: Due … tre ore? Don Vincenzo: Tre … quattro ore! Piccolo Giovanni: E l'alba chi la faceva? Don Vincenzo: All'alba ci si arrivava ogni tanto! Piccolo Giovanni: Ogni tanto … tutti i giorni! Don Vincenzo: Anche! Piccolo Giovanni: Avete sentito? Ogni tanto … tutti i giorni si arrivava all'alba e adesso cosa fai? … Paolo? Lo faresti l'alba tutte le notti? Paolo: Non sempre tutte le notti! Piccolo Giovanni: E lui l'ha sempre fatta per l'umanità intera e per ognuno di voi! Eh … quando mi veniva detto qualcosa … lo dicevo a tutti … tranne la Confessione! Sì … adesso è l'Ora che ti metti a Chiamare tutti i Figli: “Venite … c'è Posto nel Giardino!” … Poi dopo vi Saluto! Un po' di cose ve l'ho dette! … Ciao … adesso devo andare a mangiare ancora … Mi aspettano gli altri invitati … e la Cocciuta ne ha portato un po'! Allora … Io prendo altri due di questi e poi vi Saluto! Mangiando il cuore … (una caramella) … vi dò il Cuore! … Vi aspetto tutti! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma non vi affannate per le cose del mondo e non legate i vostri cuori ai pezzi di carta … così come li chiama lui … servono, ma non legate i cuori! … Io vi Dono il Mio Cuore Pieno di Dio …  Pieno di Pace … e Pieno d'Amore! E voi donateLi al Padre amandovi gli uni gli altri … e preparandovi a ciò che vi presenterà su un vassoio … Figli! … (Giovanni schiocca un bacio) … Eccomi Giovanni … adesso viene Gesù! … (Giovanni dona ancora un bacio) … Io vi Saluto tutti … vi lascio il Mio Cuore Spalancato … vi lascio la predica dello Strumento … che l'ho fatta Io! … E vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo! … (Giovanni Saluta ancora con un bacio) Don Vincenzo: Amen! Amen! (ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: CON LA CROCE E COL PANE!  Don Vincenzo: Gesù! Gesù: EccoMi! Don Vincenzo: Che Gioia averTi a fianco! Gesù: Lo siamo attimo dopo attimo! Vi invito ancora ad essere coscienti di tutto quello che il Padre vi dona attimo dopo attimo … Figli Miei … coscienti! Non lasciate la Via Stretta … non prendete quella Larga in questi Tempi … Figli! Parla come ti ha detto lo Strumento … ti darò la Mia Voce! … EccoMi! Che c'è? Lo so quello che devi fare! Tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio; Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre Anime! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … gli Auguri te li ho fatti! Lo so … la prossima volta li prendiamo rossi! Posso finire quello che sto facendo … o devo venire subito per uscire con le Schiere? Allora mandami uno dei Pargoli … così lo lascio nel tenere la mano … e io vengo subito … perchè dobbiamo uscire con le Schiere! Sì … l'ho visto! … Tu puoi lasciare le Spose … c'è un bel po' di Lavoro … so che Ti aspetterà … allora vengo … usciamo con tutte le Schiere … Eccomi! Porto anche le Ancelle e porto qualcuno della Famiglia … Eccomi! … (Giulia schiocca un bacio) … Ci vediamo! … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!  Il Padre:    Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … fa tenere stretta la mano al Pargolo che viene … Giovanni ha detto che dobbiamo uscire subito subito con le Schiere per quello che Tu hai visto già prima di noi! Cosa dobbiamo fare? Eccomi … Papà! E dopo posso prendere un po' di tutto e portarlo? Eccomi! Visto che tutti sono al Banchetto Nuziale … Salutiamo i nostri Cari! … (tutti Salutano i propri Cari) … Eccoci Cari … dobbiamo andare a Lavorare: … preparate i Vestitini! Eccomi … Mamma! … Eccomi … Papà! Eccomi … Mamma Viola! Eccomi … Papà Renato! (la mamma e il papà di Don Vincenzo) Preparate i Vestiti … vengo subito! … (Giulia schiocca un bacio) … Pargoli … preparate le Schiere! Eccomi! 

 

 

 

GIOVEDI 23 LUGLIO 2015

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedicendo dice:) Gesù: Il Pane Vivo che si unisce ad ognuno di voi sia il Segno più Grande nei vostri cuori nel donarvi il Padre e il Segno Tremendo della Croce … (Gesù Benedice ancora) … e Unito al Pane Intero che si Spezza ... sia la Via, la Verità e la Vita di ognuno di voi nel camminare dinanzi a Dio ... prendendo la Viuzza Stretta ... e nel rimanere Figli ... così come vi ho consegnati al Padre: Figli nel Figlio ... Crocifissi nel Crocifisso! ...  Figli Miei, Fratelli e Amici del Mio Cuore ... Uniti all'Albero Verde ... Uniti all'Albero della Croce ... distendiamo le Braccia ... e Allargandole abbracciamo la Croce … (Gesù Allarga le Braccia) … che è Viva ed è Reale in mezzo a noi ... dinanzi al Banchetto ... dinanzi a Dio-Calice Vivente ... dinanzi ad ognuno di voi che si prende e si porta come Croce ... così come il Padre ha fatto ad Immagine e Somiglianza di ognuno di noi e Io ad Immagine e Somiglianza del Padre e i Figli ad Immagine e Somiglianza di Dio! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Cosa hai ... Gesù ... cosa hanno fatto al Tuo Abito? ... Gesù ... so che non posso dirlo ... ma dove sei andato ... Gesù? Gesù: Non eri con Me? Giulia: Un attimo Ti ho lasciato ... ho dovuto fare le Cose del Padre ... e facendole non Ti ho visto per un solo istante! Cos'hanno fatto al Tuo Vestito? ... Posso pulirlo? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Ora guarda........! Giulia: Eccomi ... Gesù ...ma devo mettere sempre nel "Vuoto" ... e non posso dirlo ciò che vedo? Gesù: Ancora mettilo nel "Vuoto"! Giulia: Eccomi ... Gesù! ... Gesù, quando finisco di fare le Cose del Padre ... posso fare qualcosa su ciò che sto vedendo? Gesù: Questo deve rimanere nel "Vuoto"! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Guarda ancora ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Metti nel "Vuoto" e Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi! ....... Gesù, se l'Umanità Intera si Immolasse come Vittima d'Amore ... i Figli starebbero tutti col Pane, tutti nella Gioia, tutti nella Pace! E invece ci sono tanti Fuochi di Guerra! Eccomi pronta  ad Immolarmi ancora! Eccomi pronta per l'Eternità ... Gesù! Ed Eccomi ancora nel consegnarTi tutta la Famiglia ... tutto quello che mi hai donato da sempre! Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti i nemici ... coloro che non hanno la forza di avvicinarsi ad Abbracciarsi e a Prendersi come Croce! Eccomi, Gesù ... e metto nel Tuo Cuore ancora tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Ed Eccomi ... Gesù ... nel pregare per tutti i Sacerdoti ... le Pietruzze e i Gigli ... e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Eccomi ... Gesù ... nel portarTi i Cuori e i Sussurri dei Figli! Ed Eccomi ancora nel donarTi il "niente" della mia Giornata! Accoglici così come siamo ... Gesù! Eccoci pronti a Lavorare nella Vigna, nell'Arca e nei Remi! Gesù ... ascolta il "Vuoto" ... ed Eccomi ancora per l'Eternità! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! EccoMi Vivo e Reale in mezzo a voi ... con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo ... Pio e ... Domenico nel portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Tu ci hai donato la Pienezza del Cuore Amandoci nel donare il Tuo Tutto e non tenendo nulla per Te! E insegna ad ognuno di noi a donare il nostro Tutto per Gioire col Padre nella Verità Intera ... nel Pane Vivo ... nell' Albero della Croce! Gesù…! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Gesù ... ora Tu rimani ed io finisco ciò che sto già facendo ... e dopo aver finito c'è un altro Lavoro da fare e Tu lo conosci...........! Posso? Gesù: Cocciuta come sei ... non posso dirti di no ... ma appena hai finito rientra subito!  Giulia: Eccomi ... Gesù! Mi porto qualcuna delle Ancelle e qualche altro Figlio! Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Gesù! … (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) … Gesù: EccoMi! …  Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi come state … tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Eh … state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora … se state tutti bene-male … ne parliamo un po’! Allora … cosa hai da dirmi oggi … Calice Vivente-Dio? Come mai ti sei fermato di scrivere i canti? Don Vincenzo: E poi … forse  … ricomincio! Gesù: Adesso ricominci? Sì! EccoMi! Ma dimmi qualche altra cosa!  Don Vincenzo: Sì … questo mettere al Primo Posto la Preghiera … e non stancarci mai … perché tutto da lì dipende!  Gesù: Mettere al Primo Posto la Preghiera … mettere al Primo Posto la Croce come siete … portarvi con Gioia e con Amore … senza aver timore degli uomini … ma del Padre! Don Vincenzo: Difatti! Gesù: E’ bello! Don Vincenzo: Trovare spazio per la Preghiera! Gesù: Non si deve trovare spazio … dev’essere il Primo Pensiero … e il Primo Sospiro! Quando si è innamorati il primo pensiero va allo Sposo … al Padre! Sì … ognuno di voi avete donato l’Eccomi al Padre dinanzi al Sacerdozio Vivo ed Eterno … ma il Padre non ha detto: “Quando avete tempo vi incontrate! … Quando avete tempo vi ricordate di bussare …!” … Il Primo Sospiro è l’Alito che il Padre vi Dona e l’Eccomi si deve donare al Padre: “Eccomi … mi hai fatto svegliare … mi hai donato un altro Giorno … ed Eccomi pronto a Lavorare nella Vigna, nell’Arca e nei Remi! Ed Eccomi che mi fai camminare! …  Ed Eccomi che mi fai arrivare al termine della Giornata … e mi doni la Paghetta anche se sono stato un po’smarrito ma sono arrivato all’Ultima ora … e mi Doni la Paghetta Intera!” … Dimmi qualcos’altro!  Don Vincenzo: La nostra Vita ha senso solo se rapportata al Padre … perché solo facendo i Figli … e avendo un rapporto continuo col Padre … si dà senso alla nostra Giornata … altrimenti la Giornata scivola e così la Figliolanza! Questo vorrei raccomandare ad ognuno … prima a me stesso … e vorrei “Gridare” …… Gesù: Calice Vivente … usa la tua voce … quella di Giubilo … così i Figli ti sentono!  Don Vincenzo: … Gridare ai Figli l’Amore del Padre … e tutto quello che Gesù ha fatto e fa! Gesù: Io ho fatto le Cose del Padre e faccio le Cose del Padre!  Don Vincenzo: Fai le Cose del Padre raggiungendo l’apice lassù: su quella Croce d’Amore!  Gesù: Su quella Croce d’Amore Ci sono Nato … e Partorito da Maria! Don Vincenzo: Bisogna avere sempre l’obiettivo di piacere a Dio …  e di fare le Cose che piacciono al Padre … dando così senso alle ore della Giornata!  Gesù: Sai bene che il Padre … Calice Vivente-Dio … ha accorciato i Tempi ai Suoi Figli! A voi la Giornata sembra piccola … non basta più … ma se vi fermate a guardare ciò che il Padre vi Sussurra nei cuori … la Giornata non è corta! … Potete fare tutte le Cose del Padre e, facendo le Cose del Padre, fate anche la Giornata: il Lavoro come il Pane Quotidiano! … Se il Lavoro si guarda come Pane Quotidiano non si legano i cuori alle cose del mondo! E’questo che dovete fare: Lavoro = Pane Quotidiano: il Giusto del Vangelo … il Pane Intero Spezzato … ma sempre Intero! Cosa c’è ancora … poi Ci Doniamo! Dimmi qualche altra cosa! Don Vincenzo: Dobbiamo capire  che ognuno di noi è “Figlio” e questa Figliolanza diventa  un Tesoro! Gesù: Non è un Tesoro! … Essere Figli è Essere Figli! … E il Tesoro è l’Eredità del Padre … Pronta, Viva e Reale in mezzo a voi … e sta a voi prenderLa! Tu ce L’hai già … L’hai divisa a tutti quanti! Allora Io Mi Dono e Tu Ti Doni?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora Ci Doniamo! … ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! …  Don Vincenzo: Amen! … (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questo Sono sempre Io nel venire a Mangiare del “Nuovo” … nel venire a Gioire con la Mia Famiglia …  nell’Essere Vivo e Reale in mezzo a voi … e fare Festa … ed essere pronti e preparati a ciò che il Padre lascia Scendere! … Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora a Lavorare nel rimanere Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Viva … è Piena … ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! E il Padre vuole essere ancora Mangiato: prendiamo parte? Don Vincenzo: Prendiamo parte! Gesù: Facciamo Festa al Banchetto! EccoMi! Prendiamo parte al Banchetto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina,Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto.) E mentre si prende parte … non hai qualche altra cosa da dirMi? … Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Chi vuole parlare … Teresina del Bambin Gesù? Cosa vuoi sapere? EccoMi! Teresa: Eccomi! … “Io verrò con la calura!” … Ci hai detto tempo fa.....! Gesù: Boh … non Mi ricordo! EccoMi! L’ho detto! Teresa: In questi giorni … sta facendo caldo … il mondo dice che fa caldo … che è un caldo diverso dagli altri anni … ma che le  temperature si abbasseranno e che arriverà la pioggia! Noi che siamo “Famiglia” sappiamo riconoscere i Tempi …  dovremmo saper riconoscere i Tempi … e riconoscere che è un caldo diverso il caldo di questo anno e il caldo di questi giorni!  Gesù: Sì … è una calura diversa! Ma quando … intanto, intanto … vi trovate a parlare con lo Strumento … si dice: “Non ce la faccio più … fa caldo!” … E la Cocciuta … zitta, zitta … dice: “ Questo ancora non è niente!” … Siamo in un caldo …! “Io verrò nel caldo …!” Nel Sole … il Cuore Immacolato di Maria Trionferà … e non di certo quando piove … ma in un caldo più caldo .........… e questo è un caldo! … Ma i Figli pensano che sia il caldo per andare al mare! … Vai avanti!  Teresa: Eccomi! E’ un caldo che ci deve spingere ancora di più a riflettere su ciò che dobbiamo fare … e sulla Via che dobbiamo prendere!  Gesù: EccoMi! Vai avanti! Non ti preoccupare … tanto se non ti posso rispondere … non ti rispondo! Teresa: E’ un caldo del Tempo della Fede …  Gesù: … EccoMi! Teresa: … Un caldo della Decisione Definitiva! Gesù: … EccoMi! Teresa: Non parlo della Famiglia … parlo dell’Umanità in generale! E’ un caldo che ci deve spingere alla riflessione profonda … rimando saldi nella Fede … e solo se avremo una grande Fede …  e non penseremo che è il caldo per andare al mare, per uscire a divertirci, per andare a fare le vacanze … allora si  che capiremo che è un caldo non di Dio … ma un caldo degli uomini … un caldo fatto per uccidere il Progetto di Dio … e per distruggere ogni forma di Vita che c’è! … E solo comprendendo questo noi Famiglia possiamo attutire poco poco questo caldo … rimanendo uniti … e avendo la consapevolezza di che caldo è questo! … Anche se io per prima mi lamento perché fa caldo … e nello stesso tempo capisco … e rifletto su che caldo è! Ci fermiamo?  Gesù: EccoMi! Tu che ne pensi di questo caldo? Non dire che non c’è o non dire: “Basta non pensarci!” Conosco queste tue parole … ma adesso Mi devi rispondere: che ne pensi di questo caldo?  Don Vincenzo: E’ un caldo che sta mettendo alla prova un po’ a tutti … sia ai giovani sia agli anziani … e non c’è persona che non venga accerchiata da questo caldo! Però anche questo … come diceva la dottoressa prima … ci deve far riflettere … perché siamo deboli … e questa debolezza diventa un Messaggio d’Amore per farci capire la nostra pochezza: basta un po’ di caldo e non facciamo altro che lamentarci … e non facciamo altro che essere arrabbiati! Gesù: Stai cambiando il discorso? Parla! Ma questo caldo l’hai sentito … l’hai visto … lo conosci bene e, conoscendolo bene, sai di cosa si tratta, una continua lamentela ….! Venite col “niente”! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! Vicepà … ti raccomando eh … scarsetto, scarsetto! EccoMi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Andiamo avanti col caldo … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Dio comanda! Gesù: E sì! E cosa ha deciso di fare? E allora … visto che si è iniziato col discorso del caldo … in molti bestemmiano il Padre: “Eh … se c’è troppo caldo … e poi non c’è l’acqua … non abbiamo più niente!” … Ma nessuno si rivolge al Padre per pregare! Quando c’era troppo caldo e non c’era l’acqua … Domenico prendeva tutti i suoi 40 o più persone che aveva per Consolare il Cuore Addolorato di Maria … e diceva: “Andiamo da Elia! E così … pregando pregando … percorrevano la strada“ E nel ritornare tutti bagnati …  l’orto cresceva e si moltiplicava! Invece adesso … quando non vedono la pioggia tutto si secca! … Mi sputano in faccia, Mi bestemmiano, Me ne dicono di tutti i colori … ma nessuno si ferma a dire: “Gesù … Tu sei l’Acqua Zampillante … DonaceLa!” … Il caldo fa parte del Mistero … ma nessuno Mi chiede … rivolgendosi a guardare la Croce ........! Ogni tanto si mettono a fare le Processioni … per raccogliere soldi … ma la pioggia non si compra con i soldi! La pioggia si compra con l’Amore rivolto al Padre nel bussare al Cuore e dire: “Padre … Tu non ci fai mancare nulla … ci doni il sole per riscaldarci … ci doni la pioggia per sentire la frescura … ma la pioggia serve anche per far crescere il cibo che Tu ci Doni: il Pane Quotidiano … rimanendo sempre Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … ma Tu non ci fai mancare nulla!” … Cosa vuoi dirMi ancora? …  Cosa Mi mangio … così poi lascio venire Giovanni? Vediamo! No … voglio il dolce … se no poi Giovanni non lo so cosa prende! Tu lo vuoi? … I pesci non li hai mangiati? Chi vuole parlare? Cosa vuoi dire … Chiara? Chiara: Eccomi! E’ importante convincerci tutti quanti del fatto che tutto ciò che è sul Banchetto è Padre … e non bisogna chiedere quando viene servito: “Questo cos’è?” … perché tutto è Padre! E più noi chiediamo questo e più sbagliamo … perché è come se chiedessimo ad ognuno di noi chi siamo … visto che tutti siamo Padre! E quindi non riconosciamo noi stessi! E quindi non riconoscendo il Padre sbagliamo ancora di più … e non capiamo che nulla ci può fare male … perché è Lui!  Gesù: Il Padre non fa il male ai Propri Figli! Quando si dubita … si dubita! Ma se il Padre si Invita nel DonarSi … è Padre … Tutto! Chiara: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Tu non parli stasera? Dopo vado via … e viene Giovanni! Raffaele: Gesù … chi fa la Giornata del Padre e poi dona l’aiuto e qualcuno rifiuta …  rifiuta anche il Padre? E chi si serve del lavoro degli altri in maniera furba … offende il Padre? Spesso mi capita di trovare gente a cui Dio ha permesso di lavorare e fare tanti soldi … ma pensano di avere molti meriti e molte volte calpestano gli altri perché pensano di avere più soldi … e in molti guardano dall’alto verso il basso! Gesù: Anche il Padre guarderà dall’alto verso il basso … e la Domandina Finale …..? Ma l’hanno dimenticato! Raffaele: Sono convinti di poter fare tutto … Gesù! Gesù: Con i soldi non si può comprare né la Vigna, né l’Arca e né i Remi … e solo con l’Eccomi si può Entrare … ma donando la mano … e nel rimanere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Raffaele: Gesù … nel lavoro della Giornata … tutto quello che fai lo fai perché sai che c’è Dio … ed è anche pesante perché si è anche nel mondo!  Gesù: No … si deve lavorare per Dio ma … non è difficile se si guarda la Croce! … Sei Croce!  E gli altri non si vedono come Croce … è Pesante … ma per te non è Pesante!  Raffaele: Gesù … il Padre può fermare tutto …  può fermare il caldo, il freddo, la pioggia …! Ma chi genera tanta Sofferenza lo fa per dimostrare Potere o per cancellare Dio? Gesù: Nessuno può cancellare Dio! Raffaele: Allora per dimostrare il loro Potere? Gesù: Quale? Il Potere di fare aumentare il caldo con tutti gli esperimenti? Si può spegnere un focherello … ma non si può spegnere il caldo! … Questo ve lo dico: questo è un piccolo focherello! Il caldo arriverà … ma quello veramente caldo! E dopo quello … dopo quello … dopo quello … e dopo quello … e dopo quello … che non posso dire … ci sarà il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria! … Ma ci sarà quello …  ci sarà quello … ci sarà quell’altro! Ed è tutta colpa degli uomini ..........… non è il Padre! Né il Padre accende i Fuochi di Guerra … e neanche il Padre accende il caldo che sentite … e né il Padre accende i terremoti … ma gli uomini! E voi che siete la Famiglia dovete pregare! … E vi ripeto ancora: “Non guardate il mare … non bagnatevi in questi Tempi con l’acqua del mare … Figli!” Giovanni dice: “Uomo avvisato … mezzo salvato!” … Io dico: “Uomo avvisato … salvato tutto … se viene ascoltato!” … “Ma sento caldo … mi devo bagnare!” …  C’è l’Acqua Zampillante! … C’è la piscina!  Raffaele: Gesù … sono arrivati a Plutone … sono andati a vedere una pietra … ci hanno messo 9 Anni e 55.000 Km! Ci sono arrivati? Gesù: E cosa gli ha detto la pietra? Raffaele: Gli ha detto: “come stai?”! Hanno speso tutti quei soldi veramente … Gesù? Gesù: Non posso fare il gesto … non lo so … non li ho visti … ero impegnato a fare un altro lavoro … eeeh! Raffaele: Se lo dicevano a me … gliele tiravo io le pietre! Gesù: La Cocciuta sul caminetto ne ha 5 o 6 … 7 o 8 … le ha raccolte … e guardando quelle pietre … quando erano pronte per lapidare Mia Madre Maria … e le tiene lì!  … Ma il Calice Vivente ha lasciato le piccole e ha gettato le grandi!  Raffaele: E ha fatto bene!  Gesù: No! La Cocciuta le aveva raccolte per guardarle e per farle guardare! Una pietra ….! E sì! … Invece di guardare e cercare la Roccia … si va a cercare e a visitare la pietra! … Tu vuoi andarci? Raffaele: Ce le ho in tasca!  Gesù: Io vado a trovare la “Pietra” di Giovanni e gli dico di venire … e così Io vado a raccogliere le Spose che ha portato lo Strumento! Io torno di nuovo … adesso viene Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … Ehi, Giovà … stai bene?  Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: E voi state … tutti bene-male? … (Giovanni Benedice, manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Adesso prendo il caffè … e poi vi saluto di nuovo! Vuoi un po’ di caffè? Un goccio! E’ buono? Mò vediamo! La Cocciuta non l’ha fatto … chi l’ha fatto? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni:  E’ un po’ pesantuccio di zucchero e  un po’ pesantuccio di caffè … ma è buono! Teresa: Ero un po’ arrabbiata quando l’ho fatto e l’ho fatto un po’ pesantuccio! Piccolo Giovanni: Perché … tu quando ti arrabbi … il caffè lo fai pesante? Cosa ti aveva fatto il caffè? EccoMi! Di solito per farlo diventare più leggero … bevo un po’ d’acqua! Adesso incominciamo a ragionare! … Nicò? Nicola: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Marì?  Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa mangio Io? … Allora … come stai Giovanni … non hai mangiato il pesce? Tu che mangi? Vuoi le patatine … queste ti bastano?  Don Vincenzo: Troppe!  Piccolo Giovanni: Prendi! EccoMi! Giovanni … ti faccio una domanda: cosa vorresti Aprire … prima il Sole o far vedere ai Grandi il Volto del Calice Vivente? Don Vincenzo: Aprire il Sole ... il Cuore Immacolato di Maria! Piccolo Giovanni: E l’altro?  Cosa vorresti fare? Vorresti Abbassare la Mano e cancellare ogni cosa?  Don Vincenzo: E no … questo no … c’è di mezzo tutta una Creazione e quindi il Padre difficilmente la distruggerebbe...…..! Piccolo Giovanni: Ma gli uomini facilmente hanno sporcato e sporcano ancora il Giardino …  Don Vincenzo: … Difatti! Piccolo Giovanni: … E le Schiere sono tutte pronte a Combattere! Don Vincenzo: Facilmente hanno sporcato … e difficilmente puliranno! Piccolo Giovanni: Ma il Padre ha Scelto una Famiglia! E lo Strumento porta a Salvare con i Pargoli! … (si rivolge a Maria Elena) … Aumenteranno ancora … e porteranno altri Amici e parleranno! Tommà? … Mi senti attimo dopo attimo? Tommaso: Ti sento! Piccolo Giovanni: E d’ora in poi Mi sentirai di più! Tommaso: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutti quanti Mi sentirete d’ora in poi di più! I Tempi sono nel Tempo … ed è Tempo che Io Mi faccia sentire … e lo Strumento fa le Cose del Padre e si fa sentire nelle “Piccole e Grandi Prediche!” … (La Cocciuta ha iniziato da mesi a parlare nella Catechesi Iniziale) … Quando la sentite sembra un giochino … e non l’ascoltate! Vigilate sui giochini di quando parla … e non distraetevi! E ascoltate anche Me quando vengo a parlare al cuore di tutti … perché il Tempo è nel Tempo … e non fate i sordi! Beh … i pesciolini me li avete donati … ora che Mi mangio? Quello che hai tu? Teresa: Metà! Piccolo Giovanni: Metà! Non è quello … quello che ha lei Si può dare a Dio una cosa a metà … mezzo “Padre Nostro”? Si dà Intero il “Padre Nostro”! Dov’è la nutella?  Teresa: Un po’ poca effettivamente! Piccolo Giovanni: Giovà … tu non ti scordare quello che devi dire! Io devo dire ad ognuno di voi anzi ricordarlo che la Cocciuta è sempre più alla Destra del Padre! Ed essendo sempre di più alla Destra del Padre … chi rimane in mezzo a voi? Di ciò che fate e di ciò che dite … dovete poi rispondere nella Domandina Finale! Hai deciso di parlare? Teresa: Eccomi! Volevo invitare chi ha la possibilità di avere Internet … e di rileggere i primi Messaggi che sono pubblicati … perché è un “Eccomi” che si rinnova attimo dopo attimo … e non è solo da 30 Anni che si rinnova questo “Eccomi” … ma è da quando lo Strumento è stato Scelto e Creato nel Cuore del Padre … e quindi è da Sempre … è dall'Eternità e sarà per l'Eternità! Il suo “Eccomi” per tutti! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Il nostro cuore deve essere pronto a vedere finalmente ciò che sta succedendo in questo Luogo … ciò che ci è stato Donato: la possibilità di vedere e di sentire! E non dobbiamo tentare di far piacere a Giulia … e di fare questo o quello perché fa piacere a Giulia … no! Ciò che dobbiamo fare innanzitutto è aprire il nostro cuore al Padre … e aprire i nostri occhi: devono finalmente vedere.....! Piccolo Giovanni: A Giulia fa piacere farvi incontrare la Croce e il Padre! E quello che fa piacere … quello che fa gioire … quello che fa ardere il “Vuoto” dello Strumento … è fare incontrare tutta l'umanità con la Croce e col Padre … nel Giardino Pulito … dove c'è Pace, c'è Gioia, c'è Amore! E questo è quando Io gli chiedevo: "Ma vedi come ti trattano? Vedi quante cose cattive dicono verso di te?" … E lei Mi guardava con gli occhi fissi … così come ci siamo incontrati la prima volta … e lei rispondeva: "Ma non le stanno dicendo a me … le stanno dicendo a Gesù … le stanno dicendo al Padre …  e io faccio un po' da ombra per non far sentire al Padre! … Non c'è ombra che il Padre non possa sentire … copro un po' … e quello che Gli dicono Gli arriva un pochettino con ritardo …  e L'abbraccio forte forte!" … E tutt'ora … quando Mi dicono qualcosa di cattivo … e Io gli parlo quando ci incontriamo nei Lavori … lei dice sempre la stessa cosa: "Faccio da ombra!" … E’ Grande il Progetto del Padre … e, se aprite i cuori così come hai detto, vi diremo altre cose: le Cose del Padre che ha Scritto da Sempre e ha Preparato da Sempre! I Tempi sono nel Tempo! Il Giardino va pulito! Tu cosa ne pensi … Lo puliamo? Don Vincenzo: Come no! Va pulito! Piccolo Giovanni: Abbassando o Alzando …? Don Vincenzo: Abbassando …! Piccolo Giovanni: Abbassando e Alzando! I Chiodi entrano ed escono dalle mani dello Strumento e dai piedi! … Scorticata! Ogni tanto Teresina guarda le Piaghe che si vedono in lontananza … diciamo così … del “Nocciolo Scorticato!” …  Ora la Cocciuta si trova in un posto dove sta Lavorando … e dove chiedo di pregare! Tutti i Pargoli stanno preparando … tutte le Spose … tutti i Servi Inutili … tutte le Schiere … tutti i Cari … Io vi invito ad essere pronti … vi invito a ricordarvi che siete i Sacerdozi Vivi ed Eterni … vi invito a ricordarvi che siete Suorine e Ancelle … ma dovete rimanere uniti nel Lavorare … uniti nel combattere … uniti nel pregare … uniti nell'essere Piccoli, Poveri … Don Vincenzo: … E all'Ultimo Posto! Piccolo Giovanni: … E all'Ultimo Posto! E ora … con quest'Ultimo Posto … vi dico che vi amo tanto tanto tanto tanto! Tutti:  Anche noi! Piccolo Giovanni: Il mio “Tanto” è tanto quanto l'Amore del Padre! … Così adesso ti Saluto … e Saluto ognuno di voi! … (Giovanni Saluta ancora con il suo bacio)  Vi lascio il Mio Cuore Spalancato!  (ritorna Gesù Benedicendo)Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! … Sono di nuovo Io … Gesù! Vi invito a rimanere Figli Miei … Carne della Mia Carne … Sangue del Mio Sangue! ... EccoMi … Io vi spalanco il Mio Cuore … tu Saluta con l'Albero Verde! Ma siate Vigilanti: combattete il Veleno e combattete i Falsi Profeti! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … non ho ancora finito … sì lo so che devo uscire appena finisco … ma ancora c'è un po' di Lavoro! Puoi mandarmi qualcuno? … Sì … quelli che ho portato … ma me ne servono altri! E dopo c'è da fare l'altro Lavoro … e poi c'è da uscire! Giovanni … non posso parlare … sono all'Ubbidienza … facciamo le Cose del Padre … e, quando Lui deciderà di farlo sentire a tutti quanti ….! Eccomi Giovanni … ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … devo prendere un po' di Paghetta … tutto quello che serve … per portare agli Emarginati! Ci sono i Figli che vogliono donare la mano … ma Tu sai che c'è chi non la fa donare! … Posso fare la “Spada del Pane”? Il Padre: Eccola …  prendila! Giulia: Allora, quando ho finito … vado con la Spada e prendo la mano dei Figli … quella del Pane! Il Padre: Tutto quello che vuoi! Giulia: Eccoci … Papà … i nostri Cari sono tutti al Banchetto con tutte le Schiere, tutti i Pargoli … Li salutiamo? … (tutti Salutano i propri Cari) ...... Eccoci … siamo pronti per uscire …, un attimino solo che finisco e poi usciamo! … (Giulia schiocca un altro bacio) … Eccomi Mamma! … … ci vogliono tanti Vestitini … preparateli! Eccomi … Mamma Viola! Eccomi … Papà Renato! Sì … tanti tanti tanti tanti Vestitini e tanti tanti Anelli … portateli! Ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un altro bacio)

 

 

 

 

GIOVEDI 30 LUGLIO 2015

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! Se Sei Tu ... Glorifica il Padre! ...  (Gesù per un po' è in Silenzio, poi Benedicendo dice:) ...  Gesù: Nel Giglio Candido del Cuore di Maria ... Glorifico il Padre Altissimo ... ora e per l'Eternità! E nel Segno del Giglio che è ai Piedi della Croce ... dono il Dono del Padre nelle Mani di Maria: il Dono di ognuno di voi ... il Dono dell'umanità intera ... quell'umanità che ho Comprato a Prezzo di Sangue! .......... Amandovi a Prezzo di Sangue, allargo ancora le Braccia nel chiamarvi: Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Sono rimasto Inchiodato e lo rimarrò ... ma sono Vivo e Reale in mezzo a voi ... dove c'è l'Albero Verde Piantato ... dove c'è il Progetto di Dio per l'umanità intera ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Vi Amo con la Croce ... (Gesù Benedice) ... e vi aspetto nel venire con la Croce! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Eccomi ... Gesù! ... Dove stai andando ... Gesù? Gesù: Tu dove sei? Giulia: Sono seduta su una sedia verde! Gesù: Ma dove sei … dove sei? Giulia: Sono tornata e poi vado di nuovo dove ero prima ... lo sai.......! Perché cammini e non Ti fermi ... Gesù? Gesù: E tu perché cammini e non ti fermi? Giulia: Devo fare le Cose del Padre! Gesù: Anch'Io! Giulia: Ma devo venirTi dietro? Gesù: Vieni e Guarda.......! Giulia: Eccomi! Devo mettere ancora nel "Vuoto" senza dire nulla? Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Dopo posso fare qualcosa dopo aver finito il Lavoro? Mi porto qualche Ancella? Gesù: Guarda ancora ... Anima Mia! Metti nel "Vuoto" e Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi .... Gesù! Ma dopo posso andare? Mi porto qualche Ancella ...  sempre nel fare le Cose del Padre ... di quello che Lui decide di farmi fare ... e di ciò che decidi Tu Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Gesù …! Gesù: Facciamo le Cose del Padre! Giulia: Eccomi ... Gesù! Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Tutti i figli che non hanno la forza di farlo! Eccomi Gesù ... nel consegnarTi nel Tuo Cuore tutti i nemici! Eccomi nel raccogliere i Sussurri di tutta la Famiglia! Eccomi nel mettere nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti ... le Pietruzze e i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Ed Eccomi ancora nel consegnarTi il "niente" della Giornata ... e il "niente" dei Figli che porto a Lavorare: accoglieteci ancora così come siamo ... ad Immagine e Somiglianza del Tuo Amore ... anche se non ci vediamo! Eccoci ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Tieni i Figli nella Vigna, nell'Arca e nei Remi in questi Tempi e non dimenticate la Capanna! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Vigilate e Alzate la Destra! Il Veleno è fuori il Cancello ... e i Falsi Profeti avanzano: non dimenticate la Destra! Giulia: Nel Silenzio lo faccio nel cuore e lo offro al Tuo, Gesù! Gesù: Ed EccoMi con i Due Banchetti ... con tutte le Schiere ... con tutti i Servi Inutili ... con tutti i vostri Cari ... con tutte le Spose ... con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Gesù … Tu hai detto … e quando Tu parli .... E la Tua Parola è Pane Intero che si Spezza e diventa di nuovo Intero! … L'hai detto? Quello che Ti ho chiesto nel cuore ... è Parola Tua … posso dirla? ... " Che il Cielo e la Terra passeranno ... ma la Tua Parola no!" ... Ma gli uomini pensano che il Cielo e la Terra vengono distrutti ... ma non è così! Se passa il Cielo e la Terra ... passa anche il Giardino! Visto che in tanti dicono: "Tanto ... dopo che siamo morti ... non c'è più niente!" ... vuoi far capire ai Figli che si sono messi questo discorsetto in testa e nel cuore … ma vedo più la testa che il cuore ... che il Giardino non può passare ... perché nel Giardino ci sei Tu ... e ci sono tutti i Servi Inutili ... e c'è il Padre ... e ci sono tutte le Spose ... e ci sono tutti i Pargoli ... e tutti quelli che donano la mano ........ Gesù: Vedi ... Anima Mia ... come sai ... non tutto quello che è Scritto è Parola di Dio! Giulia: Sì ... ho voluto toccare questo tasto perché quando dicono: "Tanto quando muoio non c'è più niente … e quindi non c'è neanche Dio... e se no avrebbe fatto qualche altra cosa!" ... Ogni tanto … spesso e volentieri sento questi discorsetti … ma io mi sto zitta! … Quando posso parlare ... parlo! Tu lo sai che se mi metto a parlare non finisco mai ... ma quando devo stare zitta ... sto zitta! Visto che copiano e scopiano … glielo facciamo sentire che non è Parola Tua questo: "Tanto quando si è morti non c'è più niente! … Quando arriva la fine del mondo non c'è più niente!" ... Arriverà la fine del Male o la fine del mondo ... Gesù? Gesù: Mi stai facendo l'interrogatorio? Giulia: No, Gesù ... Ti sto facendo dire a quelli che dicono: "Arriva la fine del mondo.........." Cosa viene ... Gesù? Gesù: La fine del Veleno! ... E l'Amore e il Cuore Immacolato di Maria Trionferanno col Sole ... ma non il Sole che guardate......! Giulia: Gesù ... ma quello che abbiamo visto l'altra sera ... eri Tu che bussavi … e che giravi? … Lì dove sei Grande Grande ... non era il Sole ... eri Tu il Sole! Gesù: Dove vuoi arrivare? Giulia: In nessun posto ...  sono già arrivata da un po' di tempo! Allora ... quando Ti abbiamo visto per due volte ... cosa volevi dirci? Gesù: Avete sbagliato a non uscire fuori! Giulia: Perché non me l'hai detto nell'orecchio del cuore ... Gesù? Gesù: Quando Lo vedrete ancora ... uscite! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi ... Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Pace! Eccomi! Gesù: Come stai … bene-male? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi come state … tutti bene-male?  Gesù: EccoMi! … Hai caldo?  Don Vincenzo: Sì … ma qui dentro si sta bene! Gesù: E fuori? Don Vincenzo: Meno! Gesù: Ci vorrebbe un bel Soffio di fresco all’Umanità! Ma visto che  l’Umanità è sorda e cieca … c’è un po’ di caldo! Tu che ne pensi? Che il Tempo è nel Tempo e il caldo dipende dagli uomini … e non da Dio? Don Vincenzo: Questo sì! Quello che dobbiamo mettere al Primo Posto è proprio questa Presenza di Dio … anche quando sembra … per esempio … come adesso che tutti danno la colpa al Sole … e invece no ….!  Gesù: Non è il Sole ma sono gli uomini! Ma i Tempi sono nel Tempo! … Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: E’ evidente che il caldo di questi giorni di luglio è un periodo eccezionale … mai si è verificata una cosa del genere e non smetterà!  Gesù: E questa è una cosa eccezionale? Ancora non avete visto nessun caldo … questo è semplicemente un po’ di vento caldo! Vigilate! Rimanete nella Vigna … rimanete nell’Arca … rimanete nei Remi … e non dimenticate le Capanne! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Eccezionale! Ancora l’Umanità non ha visto niente … né del mare … e né del Sole! Aspettiamo … non dico quello che aspettate … aspettiamo......! Paolo … hai la tosse? Paolo: No … un po’ di raucedine! Gesù: Ha la gola che brucia … che gli diamo un po’ d’acqua? Paolo: Sono già andato a bere! Gesù: E se te la mando Io? Paolo: La bevo volentieri! Gesù: E poi tutte quelle sudate …! Paolo: Ma la mattina alle cinque non si suda! Gesù: Alle cinque fa freddo? Paolo: Alle cinque si sta bene! Gesù: Alle cinque … ma dopo le cinque …! Dammi l’acqua … (Gesù soffia tre volte sull’acqua nel bicchiere preparato dal viceparroco) … e gliela puoi portare! Paolo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai calore? Don Vincenzo: Ho la gola secca! Gesù: Vuoi l’acqua? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ecco … tieni … l’Acqua Zampillante ma l’Acqua Zampillante non si secca mai! Don Vincenzo: Difatti!  Gesù: Allora … Ci Doniamo! … Io Mi Dono e tu ti Doni … e dopo parliamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento  rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che porta l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! …  ( Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Questa è la Mia Carne! E questo Sono sempre Io … sempre Unito alla Croce … sempre Vivo e Reale in mezzo a voi nel SpezzarMi e nel rimanere Intero … e nel Mangiare con ognuno di voi del “Nuovo”! Questa E’ Parola Mia! … Ora Ci Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni! … Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: … e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta e poi anche con la Destra Alzata nel Segno Trinitario e con la Sinistra Abbassata.) ... Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena … è Risorta … è Viva ed è Reale! … Prendiamo parte della Pasqua Viva e Risorta? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora prendiamo parte! EccoMi! Cosa vuoi? Vuole quella.....! EccoMi! EccoMi! E Io devo prendere quello che prende lui … poi prendo dopo! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto.) Gesù: E allora state tutti bene? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato)   Tutti: Eccomi! Gesù: EccoCi! E cosa Mi racconti? Don Vincenzo: E’ sempre più affascinante l’Azione di Dio! E’ sempre più Meravigliosa … e qualunque cosa richiama a Lui … al Padre! Gesù: EccoMi! Don Vincenzo: Qualunque cosa è un’accoglienza d’Amore … a Immagine e Somiglianza del Padre! Gesù: EccoMi! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ehi … Calice Vivente-Dio … “Non ci ardeva forse il cuore mentre conversavamo lungo la via?” … E non dovresti invitare i tuoi Figli ad ardere d’Amore? Beh …  raccontaMi qualche altra cosa? Don Vincenzo: Gesù … il 5 Agosto …..! Gesù: Il 5 Agosto è la Visitazione della Cocciuta … l’Eccomi Donato nel Grembo Materno …  l’Eccomi Donato all’età di 9 anni … l’Eccomi Donato il 5 Agosto! Parla! Don Vincenzo: Vorrei dare totalmente il mio cuore a Dio … ma mi accorgo che non combacia e  non collima!  Gesù: Tutti i Veli si sono Aperti! La Verità Tutta Intera è quasi Intera! … Sei il Calice Vivente-Dio! E’ bello donarSi! E così ognuno di voi si Dona a se stesso che è Croce … e, tuffandosi nella Croce, si Dona al Padre! … O Mi sbaglio? Don Vincenzo: No! Gesù: Ehi! … (cadono i pesciolini dal piatto) … allora cos’è … oh, oh … sono saltati i pesci … sono vivi? EccoMi! Don Vincenzo: Sono vivi?  Gesù: Sono saltati! Dinanzi al Padre … dinanzi al Figlio … ogni cosa è Viva! Don Vincenzo: Che bello … Tutto è Vita! Gesù: Sì! Ma cosa volevi dirmi ancora? Don Vincenzo: Questo ImmergerMi nel Cuore del Padre … questo ImmergerMi nel Cuore della Madonna … questo ImmergerMi nel Cuore nel Tuo Cuore, Gesù … è un’Acqua Zampillante! E’ tutta un’Acqua Zampillante la Tua … Zampillante di Sangue … Zampillante di Acqua di Amore! E allora tutto diventa meraviglioso … e non ci sono più regole … ma tutto viene rimandato al Padre! Gesù: L’Acqua Zampillante è il Padre … e non è del pozzo come hanno scritto … ma il pozzo c’è! E chi ha Sete sarà dissetato … ma non con l’acqua … ma con la Verità Tutta Intera … con la Parola! Don Vincenzo: E il Verbo si fece Carne! Gesù: EccoMi col “niente”! EccoMi!  Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù!  Gesù: Vicepà? EccoMi … scarsetto, scarsetto, scarsetto! Parla … parla è bello sentirti! Don Vincenzo: “… Ardeva il cuore …!” … Queste sono le Preghiere Belle e Profonde … che conquistano il cuore e perciò Arde il cuore Infiammato d’Amore … ed essendo Infiammato d’Amore Brilla senza timore … senza barriere … libero di amare! Gesù: Il Padre Mi ha Mandato a Liberare dalla Schiavitù … e a Riscattare i Figli a Prezzo di Sangue … ma l’Umanità vuole rimanere Prigioniera delle cose del mondo … e non delle Cose del Padre … dell’Eredità … della Vigna … dell’Arca … dei Remi … e delle Capanne! Don Vincenzo: Stolta e cieca! … Gesù … come sono grandi questi dolci! Gesù: Ne vuoi un pezzettino? Don Vincenzo: Metà ciascuno! E ci sono anche gli amaretti! Due e due! Gesù: Due e due! Anch’Io ne devo mangiare lo stesso numero? Don Vincenzo: Se vuoi!  Gesù: Se vuoi tu … lo voglio anch’Io! Questi sono quelli che faceva la nonna? Don Vincenzo: No … mi viene in mente quando ci fu un funerale al paese mio, Montesilvano, … e io ero chierichetto e andai col prete a questo funerale … e poi ci fu perfino un ricevimento! Gesù: E c’erano gli amaretti! Don Vincenzo: E me li mangiai! E dissi ad alta voce: “Come mai tutti piangono se Gesù è Risorto e ha Vinto la Morte?” … E tutti mi guardarono sbalorditi! Gesù: Ma il morto l’hai portato a Casa … nel Giardino? Don Vincenzo: Eh! Che bello … Gesù … non avere più paura della Morte … e vivere proiettati verso l’Eternità!  Gesù: Ma la Morte è cancellata! Cosa vuoi dire ancora … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Che insieme a Giovanni … Gesù: … cosa state combinando?  Don Vincenzo: … Stiamo cercando di finire il Solco! Giovanni ha Lavorato di più! Gesù: Siamo là! No … quando viene Giovanni la ruba … mò vediamo cosa Mi mangio Io! Cosa vuoi? Vuole il cocomero … eccolo là! E Io che Mi mangio? Ehi … quella è del Giardino di Telesfore … voglio assaggiarla! … (l’anguria) Che c’è dottoressa … vuoi parlare un po’? Parla! Teresa: Eccomi! Sin da quando ero una bimba piccola vedevo quello che mi circondava e non lo riuscivo a capire … e non mi piaceva! Vedevo che le persone lavoravano per guadagnare soldi … ma a me non mi tornava la situazione! Vedevo che si sposavano … che un uomo e una donna si legavano con un amore che a me non piaceva … e non lo riuscivo a  comprendere … e c’era qualcosa di stonato per me … e questo anche quando ero una bimba! E andando avanti … crescendo crescendo …  questa cosa aumentava … da non riuscire nemmeno a parlare con gli altri! Sì … avevo degli amici … ma non c’era mai quel comprendersi in pieno … quell’essere in sintonia totale … e c’era sempre qualcosa che mancava!  Gesù: L’hai scoperto cos’è? Teresa: Ci sto arrivando piano piano a spiegarlo! Solo un pochino il mio cuore si calmava quando ascoltavo zio Mario .... anche se non riuscivo a comprenderlo in pieno! … A zio Mario ..... che però temevo … ma temevo con un timore che non era timore degli uomini … perché sin da quando ero piccola non ho mai avuto paura di niente! Quando ero piccola non riuscivo a reagire come adesso … e magari mi mettevo a piangere … o scappavo … o mi nascondevo … ma non ho mai avuto  paura … neanche della Morte … ma non ho mai avuto  paura dei Grandi … ma non ho mai avuto paura dell’uomo come uomo! Man mano crescendo … indipendentemente dalla Visitazione … e magari molti non lo sanno e pensano che io sono venuta da sempre … ma quando ero piccola io venivo perché venivano i miei genitori! Sapevo di questa cosa perché comunque Giulia e Pasquale frequentavano casa nostra … venivano a Lauria … ma io stavo tranquilla! Gesù: E sentivi tutta la tranquillità......! Teresa: Continuavo a fare quello che dovevo fare: andavo a scuola e poi sono andata all’Università …! Ad un certo punto è arrivato don Vincenzo … e io sono venuta qui una sera … e dalla prima parola ho sentito quell’ardere nel cuore … Gesù: “Non ci ardeva forse il cuore mentre si conversava?Teresa: … che ha Aperto Tutto … e non si è più spento! Ed è quello che deve spingere tutti! … Ed è quello che vorrei che tutti provassero per evitare le gelosie e le invidie! … E soprattutto vorrei che lo facesse tutta l’umanità … e per prima noi Famiglia … e che questo fosse messo al primo posto quando c’è una difficoltà,  di qualsiasi problema … e di qualsiasi incomprensione! … Il non essere sullo stesso filo fa perdere di vista questo ardere del cuore! … Non si è più in sintonia … e si può fare qualsiasi cosa … ma non ha il Senso di Dio! … Non so se si è capito quello che volevo dire! Gesù: Io sì … e penso che anche gli altri hanno capito che … questo è di un colore rosa violetto! Hai finito? Non hai finito! Quando si è in Famiglia si dice tutto … si parla! Quello che senti che puoi dire … lo dici! Teresa: Eccomi! Questo ardere profondo nel cuore … quando si parla con gli altri … in particolare anche con gli altri della  Famiglia … anche se qualche volta agli occhi della persona con cui stai parlando quello che dici può sembrare … così come succede sempre con lo Strumento … può sembrare una “gridata” … e a volte anche io alzo la voce … Gesù: … ehi … state attenti a “gridare” con lo Strumento! … Fino a un certo punto lo Strumento vi fa “gridare” … ma dopo “grida”! Teresa: … Sì, ma non parlavo dell’alzare la voce nei confronti dello Strumento … ma tra di noi! Se c’è quell’ardere nel petto … si comprende anche quel litigare che non è un litigare … ma è un far uscire fuori tutto quell’Amore che si ha dentro! Gesù: La Cocciuta lo dice: “Cacciate tutto fuori … non tenetelo dentro … se no poi fa bumm!” … “ E ora questo alla Cocciuta non glielo dico … tanto lei lo sa!  E ora questo alla Cocciuta non glielo faccio vedere … tanto lei lo sa!” … E il tutto rimane dentro di voi! La Cocciuta è all’Ubbidienza! Vede … sente … ma deve stare zitta! Lei è Piena di Dio … è Piena del Fuoco che Arde … è Piena dei Chiodi … è un “Nocciolo Scorticato” … ma ha chiesto al Padre: “Dammi tanti tanti Chiodi … così posso aiutare! … Fammi fare tutti i Lavori! … Fammi rispondere per tutti! … Fammi rispondere anche alla Domandina Finale!” … C’è stata una piccola “ondata” … e da quella piccola “ondata” adesso la Cocciuta attimo dopo attimo bussa! … Ma porta le Spose! … Aspetta le Spose fino all’ultimo istante … e non lascia nessuno! Porta anche voi Ancelle a Lavorare … e anche le Suorine e Sacerdoti! Quando siete stanchi poi vi porta di nuovo sulle spalle! Vi sta facendo Lavorare un po’ … ma non dovete distrarvi per le cose del mondo! Se vi distraete semplicemente un istante … la Cocciuta poi deve scaricarvi … ma non scaricarvi per sempre … in quell’attimo che vi siete distratti! Vigilate! EccoMi! Cosa c’è ancora … una sola? Raffaele: Eccomi per l’altra sera!  Gesù: EccoMi!  Raffaele: Ardere il cuore è vedere come pulsa il Sole?  Gesù: Quello che hai visto? Quello ero Io che bussavo! Il cuore deve ardere d’Amore … non l’Amore  tra marito e moglie … ma l’Amore Universale del Padre! Un ardere di Sposa è tiepido … l’Ardere di Dio è Pieno! Ricordi le parole che ha detto lo Strumento quando Io vi Salutavo? … Avete ascoltato la sua voce com’era? Raffaele: Imponente!  Gesù: Da Figlia al Padre! … Vedi, Figlio … l’Amore: quello Vero … è Aprire le mani e dire: “ Eccomi” ai Chiodi! … Amare fino a questo punto! … Ma voi dite: “ Ma io ho tanti dolori … tante preoccupazioni … tanti problemi!” … Inchiodati alla Croce! … Quando si Inchioda tutto alla Croce … il Padre ha già Donato l’Eredità ai Propri Figli! A volte viene spesa male … ma lo Strumento porta l’altra Paghetta! Se si Dona tutto ai Chiodi viene spesa bene! … E non si deve dubitare! I Chiodi entrano ed escono … ma si rimane sempre Crocifissi! Io sono sempre Legato … Inchiodato alla Croce … ma sono Vivo e Reale in mezzo a voi! Mi avete visto camminare … Mi vedete mangiare  … Mi vedete bere … Mi vedete scherzare! … “ Eh … mò Gesù con tutto quello che succede ….! E poi è  morto! … Mò si mette a mangiare e a scherzare?” … Io sono Vivo e Reale … e ve l’ho detto: “Verrò a Mangiare del Nuovo!” … ed è da un po’ di tempo che stiamo mangiando del “Nuovo”! E’ questo che deve far Ardere i vostri cuori d’Amore! Anche lo Strumento da piccola pensava le stesse cose di Teresina … e pur avendo visto tutte le cose che gli ha fatto vedere Teresina … si ribellava contro il Padre: “Tu non puoi far nascere un bimbo e poi lo devi far morire! … Devi trovare un sistema … non deve morire!” … “E’ tutto finito!” … Tirate di capelli … pianti! … E alla Cocciuta quel passaggio non gli tornava bene: un Papà Buono che poi fa diventare i Figli polvere! … “ Devi sistemare questo … se no non sei Dio!” … E’ questo che Gli diceva: “O lo sistemi … o io non ti voglio!” … Quando gli è stato spiegato com’era la situazione: “Ora sì … adesso ti voglio … siamo sulla stessa onda!” … Quando vedeva una sposa gli diceva: “Boh … con chi si sono sposati?...  Bella la festa … bello il tutto … ma a chi l’hanno donato l’Eccomi?” … Se non si dona al Padre non ci può essere un Matrimonio! L’Eccomi va Donato a Dio … e il Matrimonio è Pieno di Dio! … L’Eccomi per l’Eternità! Non quello che poi si scioglie dove gira la “ruota”! … “L’uomo non separi ciò che Dio unisce!” … E se Dio ha unito una bottiglia e un confettino … una paparella e un anatrocollo … una rosellina … come fa l’uomo a dividerLo? Con i soldi si può dividire ciò che Dio ha unito? Tutti: No! Gesù: Ho chiesto soldi quando hanno pensato di metterMi i Chiodi? L’ho fatto per Amore … e quello è l’Amore! Li ho uniti … così non si dividono più! … (mangia le caramelline usate nel fare l’esempio del Matrimonio) … L’hai mangiata la mortadella? … ( si rivolge a Maria Elena ) … E’ buona? E’ unita? … Così non si divide! … Ehi … hai un’altra cosa da dirmi … poi viene Giovanni!  Raffaele: Anche in questa Visitazione è come se il Padre, la Mamma, Tu Gesù … è come se dovreste chiedere il  permesso agli uomini per parlare!  Gesù: Dio non ha mai chiesto niente a nessuno! Sì … lascia liberi … ma quando vuole parlare non chiede l’ordine a nessuno! Ti invita come ha invitato lo Strumento: “Vuoi aiutarMi?” … E lo Strumento ha risposto di sì! L’umanità intera risponde di no: “Ho altro da fare!” … dimenticando che Dio ha in mano la Vigna, l’Arca, i Remi e le Capanne! … “ Quello l’ho costruito io … quello è mio … quello è mio … quello è mio!” … L’io non viene da Dio! Nulla è vostro … tutto è del Padre … tutto appartiene a Dio … anche il vostro respiro: quello che vi dona attimo dopo attimo! … Quando andate a dormire … e quando vi svegliate vi dona il respiro! … “Ma io durante la notte respiro … mi sveglio!” … C’è un Mistero in quel svegliarsi …  in quell’alzarsi … e nel dormire ancora! Raffaele: C’è  tanta tristezza in giro … anche se non sembra!  Gesù: E sì … gli uomini non sono mai contenti di niente! … Hanno dimenticato dove si trova la Gioia … e per questo sono tristi!  E lo Strumento va … non posso dire dov’è adesso … ma va! Bussa: “Gesù … Papà … posso andare a fare questo …  posso andare a fare quell’altro?” … Voi non vedete gli occhi dello Strumento quando si rivolge al Padre … e quando si rivolge a Maria nel dire: “Chiediglielo Tu … e io glielo chiedo pure … se posso andare a fare questo … o a fare quell’altro!” … E di Paghette ne prende tante … e di Pane ne Spezza! … L’altra ...........… poi deve venire Giovanni! Raffaele: C’è una situazione dove la Cocciuta non può salvare … dove si deve fermare? Gesù: Il Padre gli ha concesso ogni cosa! Ancora non gli ha risposto … solo quella! Era arrivata ad un passo … poi c’è stata l’onda … ma lei piano, piano bussa … e vuole tutti i Figli a Casa … così come li vuole il Padre! Io adesso vado a mangiare e a bere con le Spose che sono arrivate! Giovanni viene a Salutare e a parlare un pochettino … poi ritorno di nuovo Io! Piccolo Giovanni:  CON LA CROCE E CON IL PANE! … Ehi Giovà … come stai? … E voi come state … tutti bene-male? … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Giovà … il caffè … assaggialo tu … vediamo com’è stò caffè? Io non lo so chi l’ha fatto! … Com’è … è buono? E’ Buono! Ma non l’ha fatto la Cocciuta! Chi lo vuole se lo va a prendere! Chi l’ha fatto … Teresina? Eccola! E’ buono, buono! … Eh, Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come stiamo? Nicola: Eccomi … bene! Piccolo Giovanni: Marì … che hai fatto ancora?  Maria: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Maria: Eccomi sì!  Piccolo Giovanni: Che Mi mangio Io … poi parlo! Ma voi state tutti bene-male? … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato)   Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Io cosa Mi mangio … il dolce dopo … il pesce no … e voglio un po’ di paninello con la mortadella! … Il pesce l’ha mangiato Gesù … Io l’ho mangiato con le Spose quando sono entrate! L’abbiamo preso fresco dove c’è il fiumicello dell’Orto, del Giardino! Non hai da dirMi niente … Giovanni?  Don Vincenzo: Tutto questo Bene di Dio! Piccolo Giovanni: No, non è tutto Ben di Dio … E’ tutto Dio!  Don Vincenzo: Questo cocomero invita a farsi mangiare! Piccolo Giovanni: Che hai … Mi devi dire qualcosa? Non mi devi dire niente! Sei sicura? Ma non si deve cucire … si deve scucire! Ma Io ti sento … perché non vuoi parlare … Teresina del Bambin Gesù? … Sei diventata triste … dimmi perché? Teresa: E’ sempre lo stesso il motivo: non voglio parlare perché non vedo la Famiglia!  Piccolo Giovanni: Chiedo a voi Ancelle … una per una: vogliamo Impastarla la Famiglia?   Ancelle: Eccomi!  Piccolo Giovanni: L’Eccomi deve essere come il “Grido di Giubilo! Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non Mi piace! Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Neanche questo! … Rispondi: vogliamo Impastarla la Famiglia? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non avete più voce?  Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Rispondete tutti in un Impasto! Ancelle: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Uh … si può cominciare a macinare il grano … e, dopo averlo macinato, poi Impastiamo! Parla ancora! … Lo so che il cuore è trafitto! Ma voi pensate al Cuore del Padre …  al Cuore di Gesù … al Cuore di Maria … al Cuore dello  Strumento … come sono Trafitti! E Lo sono per ognuno di voi! Non fermatevi! Io non Mi sono mai fermato dinanzi ai piccoli ostacoli! Avete mai visto la Cocciuta che si è fermata dinanzi ad un ostacolo? Ancelle: No! Piccolo Giovanni: Vi ricordate quanti Anni sono? Andiamo avanti! Don Vincenzo: Dobbiamo andare avanti!Piccolo Giovanni: E sì,  dobbiamo andare avanti … il Solco ancora è un po’ lunghetto! … E sì, dobbiamo portare tutti i Figli a Casa! … Dobbiamo spegnere i Fuochi di Guerra! … Dobbiamo passare! … (Raffaele serve l’uva) … Perché non avete portato pure la pianta ...... perchè Io la dovevo rubare dalla pianta! Raffaele: Se n’è accorto il padrone! Piccolo Giovanni: Ma Io non lo facevo accorgere: andavo nella Vigna e dicevo che era Mia! Non ti preoccupare … ne prendo solo quattro: la Croce! … E così non possiamo fermarci! … Dobbiamo andare in tutti i luoghi dove entra lo Strumento! … Dobbiamo fare le Cose del Padre! … Dobbiamo uscire con le Schiere … e pulire il Giardino! … Tu che ne pensi? Calice Vivente-Dio è un discorso … un parlare in Famiglia … non è: “Come state? … Avete fatto i bravi? … Pregate!” … Quello ve lo raccomando sempre: Pregate per tutti i Figli Ministri! Pregate per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E voi portatevi come siete fatti: a Immagine e Somiglianza della Croce … a Immagine e Somiglianza di Dio! E non violentatevi … non  sporcatevi con le cose del mondo … ma rimanete Candidi come è Candida la Croce … Amata e Bagnata dal Sangue! … E mò non parli più? … Dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Tutto è Bagnato dal Sangue … tutto è Prezioso … Preziosissimo! Piccolo Giovanni: Tutto è prezioso … ma l'uomo sporca … e la Cocciuta e Maria, la Mia Fidanzata … devono uscire con le Schiere, con i Pargoli a pulire ciò che viene sporcato dagli uomini! Vuoi dirmi qualcosa? EccoMi! Leonardo: C'è una differenza tra Miracolo e Mistero? Piccolo Giovanni: Mistero? Quale Mistero … quello che fanno vedere nella "scatoletta"? Leonardo: Tante volte nelle Visitazioni si parla sempre di Mistero: "Questo è un mistero!” … e poi tante volte si parla di Miracoli … e ciò mi confonde! … Il Miracolo può essere un Mistero … e viceversa? Piccolo Giovanni: Aspetta un poco … quando ti presenti … scusa Teresina medico … quando ti presenti dinanzi a un medico ti dicono: "E’un Mistero!" … Quando ti presenti dinanzi al Sacerdote: "Fermatevi… dobbiamo studiarlo!" … Quando senti dentro di te il Fuoco che Arde: "… non vi Ardeva forse il Cuore …?" … quello è Dio che ti ha Donato di nuovo il Soffio … e gli uomini lo chiamano: Miracolo! … Mi sono spiegato bene? … Medico? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu hai capito? Leonardo: Così e così! Piccolo Giovanni: Non hai capito! Siamo fritti! Leonardo: L'Amore di Dio … Piccolo Giovanni:  EccoMi! Leonardo: … l'Amore che nutre nei nostri riguardi è un Mistero o un Miracolo? È un Mistero … cioè … quell'Amore che supera ogni limite! Piccolo Giovanni: Non è un Mistero … è un Amore senza Misure! E Dio non è un Mistero … è Vivo e Reale! Leonardo: Certo! … Ma c'è la "pazzia della Croce …" … tante volte si usa anche la: "pazzia della Croce!" Piccolo Giovanni: Sì … i Servi Inutili … quelli Veri … i Servi Inutili sono Innamorati! Quando usano la parola "pazzia" … dicono che un Servo Inutile è impazzito … ma dopo che è impazzito e lo uccidono … poi dicono: "Adesso lo facciamo Santo … così facciamo i soldi! … Eh si è impazzito d'Amore … e cammina nudo, si flagella … si fa quello e si fa quell'altro … e poi: ed è impazzito per la Croce!” … E dopo che è impazzito … vedono che i frutti incominciano a crescere! … Così come dicevano per Domenico: "E’ impazzito per la Croce …  perché gira tutto il paese!" E sì … dopo aver finita la Messa … camminava per tutto il paese per portarsi tutti dietro! … "Don Domenico è impazzito! … Mò va con la Croce … e poi vedi se dopo piove!" … E quando poi vedevano che pioveva: "Eh, Don Domé … grazie per averci fatto crescere l'orto!" … E dopo che avevano fatto il raccolto  si scordavano un poco di Don Domenico! O Mi sbaglio … Nicò? E quando vedevano che non c'era di nuovo l'acqua: "Andiamo dal pazzo … per  fa piovere di nuovo! E poi … dopo … Lo lasciamo stare!” Dopo che Io ho Lavorato con la Cocciuta … L'hanno fatto Beato! La Cocciuta ha Lavorato e anche Io ho Lavorato … e il Miracolo è avvenuto attraverso lo Strumento bussando al Cuore  di Maria! E Io gli ho detto: "Prega a Domenico …, al Lentini!" … "Ma chi è questo Lentini? Io prego a Dio e prego a Maria … e se poi vuoi … ci metto in mezzo pure questo Lentini … se me Lo fai conoscere …"  … "E Io come faccio a farteLo conoscere? Ti posso far vedere solo la foto … ma Lui è in Cielo! Chiedi al Padre se te Lo fa vedere!" … Quando invece la Cocciuta Lo teneva alla sua destra in ginocchio durante le Visitazioni! …. Poi si è girata … L'ha guardato: "Tu sei il Lentini … quello che dice Giovanni di Lauria?"  … "Sì … sono Io!" … Hai capito adesso … Mi sono spiegato? Così e così! Mi copro con un velo … Mi scopro … e con un altro velo Mi copro! Non hai più niente … ti sei spaventato … non vuoi chiedermi più niente? Leonardo: Hai voglia quante cose tengo! Piccolo Giovanni: "Hai voglia!" … Poi un giorno vieni … ci mettiamo a tavolino e ragioniamo …  con un litro di vino … un po' di pane … qualcosa da mangiare … e parliamo! Tu che dici? Avete finito? Deve parlare Teresina … EccoMi … parla! Teresa: 30 Anni! Piccolo Giovanni: Com'è stato bello quell'Eccomi dei Chiodi … e come Ardeva in quell'attimo il cuore dello Strumento! Però l’ha Consegnato e c'è il “Vuoto” … ma anche il “Vuoto” Arde attimo dopo attimo! … "Tu persevererai fino alla fine!" Queste sono state le mie parole: "Ne ho tanti di veggenti … ma tutti cadranno e tu persevererai fino alla fine!" … E lei ha aggiunto: "E’ un Amore … è un Amore …" Teresa: "… che non ha limiti e né misure!" Piccolo Giovanni: "… che non ha limiti e né misure!" … E come è il canto? … (il canto: Vittima d’Amore, composto da don Vincenzo)Teresa: "… Se un Amore non esagera … è soltanto un po' di affetto! " Piccolo Giovanni: "Se un Amore non esagera … è soltanto un po' di affetto …!" … L'Amore deve esagerare per essere Matrimonio … se no è soltanto un po' d'affetto! Ora me ne vado … c'è la Torta che mi aspetta … sono arrivate le Spose tutte belle vestite e con l'Anello Nuziale! Allora … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato e  vi bacio! …  (Giovanni schiocca un bacio) Gesù viene a Salutarvi … vado ad accogliere e a tuffarmi nella Torta delle Spose! (ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: CON LA CROCE E COL PANE INTERO SPEZZATO E SEMPRE INTERO! Sono  Gesù … Calice Vivente-Dio!  Don Vincenzo: Gesù … grazie per tutto quello che hai fatto! Gesù: Dio è Amore senza limiti e senza misure! Adesso pregate per lo Strumento … è lontana lontana! Don Vincenzo: Qualche altro tunnel? Gesù: Posso dire solo che è lontana lontana! Voi pregate … lei  deve fare le Cose del Padre! Figli … vi amo tutti quanti! Voi Ancelle … preparatevi … quando lo Strumento esce fuori e vi porta con le Schiere … ma qualcuno è fuori con lei lontano lontano! E voi Suorine … preparatevi pure … Tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! … (Gesù Saluta donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutta l'umanità … che col Sangue di Cristo è stata Salvata!  E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … che stai facendo? Ce ne sono ancora … adesso arriveranno! … Eccomi … Giovanni! No, non sono stanca … quando finisco … sì, mi fermo un po'… prendo la Torta delle Spose e poi usciamo con le Schiere! Maria è fuori e i Pargoli e tutti gli altri sono fuori e io devo rientrare per far uscire la mia Schiera! Giovanni … Eccomi e lascia lì tutto quello che hai preparato … come vengo Bevo tutto e poi … come sempre faccio le cose del Padre! … (Giulia schiocca un bacio)  … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … AccoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … quanto Amore … quanto Amore Doni … quanto “Papà” Sei! Non c'è un Papà come Te! I papà della terra rovinano i figli … anche i nonni rovinano i figli … mentre Tu Doni Amore … facendoci rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto … donandoci il Tuo Tesoro … il Tuo Giardino … il Tuo Tutto! Papà … busso ancora e prendo ancora tutto quello che mi serve! Eccomi … Papà! Visto che sono tutti al Banchetto … possiamo Salutare i nostri Cari? Sì … dopo devo uscire … ancora sono un po' lontana! Ora Salutiamo tutti i nostri Cari! Eccoci! … (tutti Salutano i propri Cari) … Eccomi Mamma … ci vediamo dopo! Eccomi … Eccomi ancora per l'Eternità!