LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 181

Ottobre 2015

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

Giovedi 1° Ottobre 2015

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:) ... Gesù: Il Principio È Dio ... e Tutto è Nato dal Suo Amore! Tutto è Vivo! Tutto È Dio! Tutto è Amore ... e quell'Amore porta al "Grido" di Glorificare il Padre Altissimo ... Ora e per l'Eternità! E nel donare l'Amore e la Gloria a Colui che È del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo ... vi Segno … (Benedice) … col Segno dell'Amore ... col Segno dell'EccoMi alla Croce ... col Segno dell'Invito ad essere Figli ... Figli di Dio! ... Figli di un Papà-Bambino ... nell'Umiltà ... nell'Amore ... e nell'essere Vivo e Reale ... così come lo Sono Io ... e così come lo Siete ognuno di voi: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto ... senza fermarvi ... senza cercare di accumulare tesori sulla terra ... ma di cercare il Suo Amore di Padre ... di Figlio ...   e di Spirito Santo … (Benedice) … quella Fonte Zampillante che è una Piccola Creatura: Maria ... Madre Mia, Madre e Sposa di Dio ... Unico Tabernacolo che dona nelle vostre mani la "Chiesa Nuova" ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore ... in questo Giorno ... in quest'Alba ... in questa Luce Donata dal Padre ad ognuno di voi! ... Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Benedetto sia Dio ... Misericordioso ... Infinito ... nell'Allargare le Sue Braccia ... e donare Quiete e Amore ad ognuno di noi e all'umanità intera! Benedetto e Lodato sia il Nome di Dio! Benedetto il Grembo di Dio ... dove ha Partorito e Partorisce l'umanità ... dove Si è Partorito per Amore ... per ognuno di noi e per l'umanità intera! Mistero nel Mistero: Dio è Amore che Si Partorisce e Partorisce l'umanità! ... L'umanità è ancora sorda ... ed è ancora cieca Gesù ... ma Dio è Vivo e Reale in mezzo a noi ... e nel Parto Pieno della Croce Allarga le Braccia ... gioisce e piange ... piange nel vedere l'umanità sorda e cieca! Ma nel Suo Pianto c'è il Progetto Vivo ... quel Progetto che niente e nessuno potrà cancellare ... Gesù! Così come hai Partorito dalla Croce ... Padre ... e mi hai Partorito ... sii ancora Misericordioso sull'umanità! Eccomi ... Gesù ... nel consegnarTi quello che mi hai donato da fare in questo Giorno e quello che verrà ancora con la Festa che ci hai chiesto ... Gesù ... il mio Eccomi Pieno è per l'Eternità! Perdonami se non ho scritto tutto ... ma Tu conosci ogni cosa! Ho scritto solo una piccola, piccolissima parte di ciò che dovevo consegnare ... ma Ti ho chiesto l'Ordine ... e mi hai detto di "" ... e così ho fatto! Quando sarà l'Ora di scrivere il Tutto ... Tu mi darai la Costanza e la Forza ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Guarda.........! Giulia: Eccomi ... Gesù! Vedo delle Colonne Bianche Coperte d'Oro ... ma grondano di Sangue! Vedo "il vuoto" nei cuori di coloro che Ti dovrebbero rappresentare! Gesù: Guarda ancora.......! Giulia: Eccomi ... Gesù! Vedo palazzi alti che cadono a terra … ma non si alza la polvere e nemmeno le grida.......! Si sente il silenzio di morte ... e un uomo che passa schiacciando ciò che rimane! Gesù ... posso fare qualcosa? Gesù: Vedi quel cerbiatto? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Seguilo! Giulia: Eccomi! ... Va bene quello che hai conservato ... Gesù? Gesù: Ora tieni nel "Vuoto" e nel "Rotolo" ciò che vedi ancora! Giulia: Eccomi ... Gesù! Poi posso dirlo ... nel Silenzio ... anche al Calice Vivente-Dio? Gesù: EccoMi......! Giulia: Eccomi ... Gesù! Dopo che Tu rimani ... posso andare a Lavorare? Gesù: Non hai ancora finito? Giulia: Finisco l'uno ... e poi mi porto qualcuno e vado a Lavorare un po' di ciò che ho visto ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù ... Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore la Famiglia, i loro Sussurri, i loro cuori! Metto nel Tuo Cuore i nostri nemici ... coloro che non hanno la forza di avvicinarsi ai Piedi della Croce! E Metto nel Tuo Cuore il "niente" della mia Giornata! E Metto nel Tuo Cuore le Pietruzze ... i Sacerdoti e i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Aspettiamo ancora ... Gesù! E nel mettere nel Tuo Cuore ... sii Misericordioso come lo sei da sempre ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia ... Figlia Mia ... Sposa del Mio Cuore! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci ... Gesù! Eccoci nel Tuo Amore Infinito ... nel Rimanere Straccio Stracciato ai Piedi della Croce! Ed Eccoci al Padre ... nell'essere Misericordioso ... Paziente ... con la Porta aperta attimo dopo attimo ... indegnamente misera peccatrice! Padre ... essendo alla Tua Destra ... busso al Tuo Cuore nel chiederTi: " Misericordia per l'umanità sorda e cieca! Tu che non chiudi mai la Porta ... Tu che sei il Sole ... rimani con noi! Fuori c'è il buio ... e non sappiamo dove andare! Resta con noi ... Padre! Resta con noi ... affinché noi non ci perdiamo nella Via Larga! Amen!" Gesù: Così sia ... Sposa del Mio Cuore! Giulia: Eccomi! Gesù ... ora che Tu rimani ... io posso andare a Lavorare? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Eccomi! (Gesù bacia le mani di don Vincenzo sia sul dorso che sul palmo come si usa fare coi Sacerdoti Novelli perchè  oggi ricorre il 32° Anniversario dell'Ordinazione Sacerdotale di don Vincenzo) Gesù: EccoMi … Padre … Auguri per averMi Partorito! EccoMi … Padre … per averMi portato sulle Tue Spalle … per aver preso il Peso della Croce … e camminando hai lasciato la Tua Orma! E Io ho fatto la stessa cosa: ho camminato portando l’umanità che Mi hai donato … e lasciando il Segno dei Miei Sandali e dei Miei Piedi Scalzi! Don Vincenzo: Ah … i Sandali portavi? Gesù: Un po’ sì e un po’ no …  come fai tu! Un po’ li porti e un po’ non li porti! Auguri … Papà-Dio! … E voi state tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi Papà-Dio … cosa hai incontrato per la Via in questo Giorno? Don Vincenzo: Sulla Via ho trovato tante tante tante persone tristi, deluse, spente! … Non c’era una Gioia, non c’era un Sorriso, non c'era un Volto d’Amore … e tutto si poggiava non certo sulla Croce! E quando una cosa non si poggia sulla Croce … ci si ribella … e si voltano le spalle a Te! Quante occasioni … quanto Amore sprecato! Cosa ho incontrato per la Via? Ecco: la tristezza del mondo! Gesù: L’angoscia dei cuori … il correre senza fermarsi … il morire quando si ha la Vita! Don Vincenzo: Proprio così … si muore quando sei il Vivente … quando potresti fare qualsiasi cosa … Gesù: … In Nome di Dio … Don Vincenzo: … Nel Nome del Padre … Gesù: … Grazia essere qui dentro! … Che Grazia possedere Dio …  sapere che Lui ti Ama e te lo dimostra col Soffio! E quando tu respiri quest’Aria d’Amore … capisci che sei Vivo … ma Vivo in modo vero … non vivacchiando! Che bello essere Figli di Dio! … Che Grazia sapere che quella è la tua Preghiera … che ti mette sempre in una situazione d’Amore! Quando invece si voltano le spalle a Dio … tutto crolla! Gesù: Papà … come fai … lo conosco … ad essere così Paziente nel tenere i Dolori del Parto attimo dopo attimo? Papà … come sei bravo a nasconderTi! … Ci Doniamo … e dopo che Ci Doniamo … parliamo ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ma pregate per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) Gesù: EccoMi! Questo è il Mio Sangue … che Tu Mi hai Donato! … Questo è il Sangue che Mio Padre Mi ha Donato … e ora è diventato Mio … e Io Lo Dono ad ognuno di voi! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo, poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:)  Gesù: Questa è la Carne che Tu hai Partorito per Amore! E questo Sono Io … Partorito dal Tuo Cuore per Abbracciare il Legno della Croce … e DonarMi ancora per Amore … rimanendo nel Tuo Cuore e Tu nel Mio: Dio Uno e Trino! … Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri  e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù Rimane Seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Ci siamo Donati! Gesù: La Pasqua è Piena … è Viva … ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Eccomi! Dio dovunque … per sempre! Gesù: Lo Doniamo ancora? Don Vincenzo: Lo Doniamo ancora!  Gesù: E prendiamo del “Nuovo”? Don Vincenzo : Sì … prendiamo del “Nuovo” … perché Tu Gesù vuoi il “Nuovo”! Gesù: Sì Papà … perché sei Tu che sei “Nuovo” da Sempre e hai promesso il “Nuovo”! Lo prendiamo e Lo Doniamo anche alla Famiglia? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E allora prendiamo del “Nuovo”! Don Vincenzo: Prendiamo il “Nuovo”! Gesù: Ecco il “Nuovo” … Eccolo! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Prendo anch’Io il “Nuovo” del Tuo Cuore … Padre! E voi … volete il “Nuovo” del Padre? Tutti: Eccomi! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) Gesù: State tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio e viene ricambiato)   Tutti: Eccomi!  Gesù: E voi Spose-Ancelle … come state … bene-male? Ancelle: Bene! Gesù: EccoMi! Sono Gioioso! Non spezzate la Gioia … Spose-Ancelle! Che Gioia dinanzi al Banchetto del Padre … che Festa … tutti i Servi Inutili … che Festa ha preparato Giovanni nella Gioia! Nella Gioia e nell’Amore! Poi ci fermiamo a parlare un po’! Ehi … Papà avevi … proprio Fame … avevi tanta, tanta Fame? … Sei stato in giro tutto il giorno! Nessuno Ti ha Donato un bicchiere d’acqua e un pezzo di pane! Dove sono andato Io … non Mi hanno dato né un bicchiere d’acqua e neanche un pezzo di pane! E neanche dove è andato lo Strumento a Lavorare! Don Vincenzo: E dove sei andato … Gesù? Gesù: Dove sei andato Tu: lungo la Via! Don Vincenzo: E’ lunga questa Via? Gesù: La conosci bene! Ma raccontaMi ancora … cosa hai trovato sulla Via? Don Vincenzo: Sulla Via ho trovato dei cosiddetti “sapientoni” … quelli che pensano di essere al di sopra di Dio … quelli che non credono nemmeno in Dio! E questi “sapientoni” non fanno altro che ragionare in termini terreni, umani … mai un discorso d’Amore verso Dio …  mai un discorso d’Amore verso quello che ci aspetta … mai un discorso d’Amore lungimirante … sempre discorsi terreni! Gesù: Ma non sei Tu la Sapienza …  Padre? Quelli che hai incontrato non lo sono sapientoni! Se non parlano d’Amore … non possono essere sapientoni! O Mi sbaglio? Don Vincenzo: No … Tu non Ti sbagli mai! Gesù: Se Tu sei la Luce, la Verità e la Via … come posso sbagliarmi … essendo stato Partorito dal Tuo Amore? Così come Tu non ti sbagli … neanch’Io Mi sbaglio … Padre! … Padre … facciamo parlare Teresina del Bambin Gesù e tutte le altre Spose-Ancelle........? In questo Giorno cosa ha arso e cosa arde ancora nei vostri cuori nell’attesa di questo Giorno? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Io … a differenza delle altre Ancelle … ho saputo poco poco prima ciò che sarebbe successo stasera … ma solo perché lo Strumento non guida e quindi ho dovuto accompagnarla per preparare le varie cose! Gesù: Come mai non è uscita come esce quando va a Lavorare e si infila ….? Teresa: Doveva farsi vedere! Quindi rispetto alle altre Ancelle ero … tra virgolette … preparata! Sapevo da pochissimo … rispetto a loro che non sapevano assolutamente nulla di ciò che sarebbe accaduto stasera! Credo che lo immaginavano nel loro cuore … perché ci era stato detto che ci doveva essere la nostra risposta definitiva … il nostro “Eccomi” … anche se già da tempo ognuna di noi aveva donato il suo “Eccomi” … ma in questo Giorno doveva essere  Eccomi” … pieno … “Eccomi” convinto! … Eccomi! Gesù: Solo questo … eh, eh … Mi dici questa sera? … EccoMi!  Chiara: Pur non sapendo cosa doveva succedere in parte stasera … l’ho vissuta molto tranquillamente l’attesa … perché  sapevo che dovevamo fare la Volontà del Padre! E Lui stasera ci ha donato tutto l’Amore Pieno … e il mio cuore arde per questo! Eccomi! Gesù: EccoMi! Alessandra: Serenità … Amore e tanta Gioia oggi … è bella la Festa oggi … è stato bello applaudire al Padre! Gioia … tanta Gioia per questo! Gesù: EccoMi! Sara: Io ero impaziente nell’aspettare questo Giorno che avremmo dato l’Eccomi tutte! Ho chiesto al Cuore del Padre che fosse “Eccomi” da parte di tutte le Figlie! Ho sentito anche l’Amore dello Strumento e del Padre nell’aspettare questo Giorno! E dico “Eccomi” al Padre da parte di tutti i Figli per aver risposto “Eccomi” a Sposarsi con Maria … Gesù: … col Padre! Sara: Eccomi! Gesù: EccoMi! Roberta: Noi siamo sempre cresciute con il Padre … cioè ci è stato sempre insegnato dalle nostre mamme ad amare il Padre! Gesù: Quale Padre? Roberta: Prima di venire in questo Luogo … il Padre … Pare Dio è … Gesù: … Quale Padre? Ce n’è Uno solo! Roberta: Eccomi! E senza di Lui sappiamo che non si va da nessuna parte! E il mio cuore è gioioso oggi! Eccomi! Gesù: EccoMi! Voi siete state Invitate con un Invito di Nozze dal Dio di Timparelle! Roberta: Eccomi! Gesù: EccoMi! Marina: Eccomi Papà … oggi non potevi farmi un regalo più grande di questo! Gesù: Non è un regalo … è un rispondere alla “Chiamata” del Padre! Marina: Eccomi! Gesù: EccoMi! Tu … anche se non hai ricevuto ancora la tua richiesta, il tuo Invito … cosa arde nel tuo cuore? Antonio: L’Amore del Padre! Gesù: Lo vuoi donare a tutti quelli che incontri … nel Silenzio e nel Nascondimento? Antonio: Eccomi! Gesù: EccoMi! Padre … cosa vuoi donare ancora alle Spose-Ancelle in questo Giorno? Don Vincenzo: Voglio donare sempre l’Amore … perché tutto parte da lì … e tutto arriva lì! … E quindi un discorso che non ha come cardine l’Amore …  è un discorso umano! Quando invece al primo posto c’è l’Amore … tutto diventa bello e divino! Gesù: Allo Strumento gli hai donato da scrivere … ma ha scritto metà della metà della metà! Ha donato l’Invito aspettando l’Eccomi … ha donato l’Anello e il Dono ad ognuno di loro! … Ma cosa vedi sulla Via dell’Amore che hai donato? Don Vincenzo: Vedo che tutto diventa bello quando c’è Dio di mezzo! Tutti noi siamo “Figli”! Gesù: Tu sei Padre … noi siamo Figli! Don Vincenzo: … Ed essendo Figli … ognuno di noi ha un Compito fondamentale … perché sulla scia del Padre diventa Luminosa la Sua Partecipazione … diventa Bella la Sua Azione d’Amore … qualunque essa sia: un fare una cosa … un dire una cosa … un’offesa di una cosa … qualunque situazione negativa o positiva … fa diventare tutto Divino … perché tutto il Padre offre … e tutto diventa bello sapendo che ci sta aspettando un’Eternità! Se riflettessimo su questa parola: ci sta aspettando un’Eternità! Gesù: I Due Banchetti sono uno dinanzi all’altro … sei seduto in questo Banchetto … e sei seduto nell’altro Banchetto dove aspetti le Spose! Don Vincenzo: E noi continuiamo ancora ad aver paura di tante situazioni … e ad aver paura della morte! Gesù: Tu Papà … hai paura della morte? Don Vincenzo: Indegnamente no … non ho paura minimamente! … Gesù: Com’è il canto? … (Gesù lo chiede a Teresa e poi intona il canto: Silenzioso Dio e tutti i presenti si uniscono a cantare con Lui) … Io Ti Adoro o silenzioso Dio … che Ti nascondi dentro un po’ di Pane … come un Bambino dentro la sua mamma … così Tu regni nella Vita Mia! … Pane di Vita sei … Cristo Gesù per noi … e per l’Eternità … la Vita ci darai! Pane di Vita sei … Cristo Gesù per noi … e per l’Eternità … la Vita ci darai!” … Eeeh … perché Ti nascondi? Don Vincenzo: Che bello questo canto! Gesù: L’hai Partorito … come hai Partorito tutte le Cose! Papà … col Tuo Amore bagni i Tuoi Occhi … e se scendono le Tue Lacrime …. Don Vincenzo: Essere Figli di Dio … essere Eredi per sempre … per sempre! Gesù: Gridalo Papà …  così come hai promesso allo Strumento all’Alba: “ Papà … Auguri! Grida il Tuo Amore!” … E Tu gli hai risposto: “EccoMi … Lo Griderò! … Grida il Tuo Amore ai Tuoi Figli e all’umanità intera!” … Venite … Figlie … col “niente”! EccoMi!  Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! Viceparroco … ti raccomando: scarsetto, scarsetto! E’ stato bello il Dono dello Strumento e dei tuoi Figli … Papà? E alla prossima Festa lo indosserai? Don Vincenzo: La casula … la devo indossare? Gesù: Nel silenzio Giovanni ti dirà cosa hai progettato da sempre! Siete i Due Giovanni? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E i Due Giovanni ogni tanto si parlano da soli … visto che il Tuo Progetto d’Amore è anche il Suo … quello che hai fatto da sempre! Siate Vigilanti … Ancelle … avete scritto con la penna rossa … e non è una cosa da niente! Siate Vigilanti! Vi avevo promesso di dirvi qualcosa? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Adesso mangio qualche altra cosa! Ma voi state tutti bene-male? (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ehi … Teresina … vi avevo promesso qualche segreto? Sì … siete sicuri? (Gesù si rivolge a Teresa che ha il Singhiozzo) … Salva! Salva! … EccoMi! Non vuoi il paninello … Papà? Ecco … anche i colombini stanno lodando Dio! Allora cosa hai incontrato ancora per la Via? Don Vincenzo: Per la Via ho incontrato ... io sono un Seminarista … un Sacerdote … libero! Gesù: Dio è libero di Alzare il Dito e di AbbassarLo! Tu lo fai attimo dopo attimo … nel Silenzio … quando Ti nascondi dietro le lacrime … quando, quando ……..!  Quando Mi guardi con questi Occhi … Papà … Mi fermo! E Tu Lavori per l’umanità sorda e cieca! Vuoi parlare ancora o faccio parlare le Spose-Ancelle? Don Vincenzo: Facciamo parlare le Spose-Ancelle! Gesù: Le Ancelle! Ora che ......... Teresina è la tua Festa … cosa hai visto in questo Giorno sulla Via? Teresa: C’erano due sentimenti nel mio cuore in questo Giorno nel vedere la Via! C’era una Grande Gioia nel rispondere all’Amore Pieno del Padre … e l’angoscia per i Figli che non conoscono e non vogliono rispondere all’Amore del Padre! Angoscia per i Figli a cui non è donato Dio … a cui non è donata la Verità Tutta Intera! Ma un attimo c’era quest’angoscia e poi andava via … perché era colmata dall’Amore Grande del Padre … dal vederLo Vivo in mezzo a noi … dal vedere  il “Corpo”! Dio è Amore e si è mostrato con l’Amore … e  l’Amore è associato sempre al cuore … e quindi il “Grande Miracolo” è stato nel mostrarSi come cuore … come “Cuore Grondante di Sangue”! Gesù: A tal punto che lo Strumento … pur essendo alla Sua Destra … nel toccarLo si è emozionata: “Mio Dio … come devo prenderTi adesso nelle mie mani sporche?” … Vai avanti! Teresa: Non lo so spiegare con le parole! Gesù: Lo sai spiegare molto bene con le parole … se te lo dico Io! Cosa hai visto nell’Acqua? Non ci vuole quello che dici tu per spiegare cosa senti e cosa hai visto e sentito nel berLa! Teresa: Dopo aver sistemato la “Carne” … lo Strumento ha preso l’Acqua del Battesimo dell’Amore che era contenuta in una bottiglia plastica … e per poterLa far vedere meglio a tutti … L’ha versata in una bottiglia di vetro … non per cambiare contenitore … ma semplicemente perché si vedeva meglio! Gesù: Poi La rimettiamo di nuovo nella bottiglia di plastica! Teresa: Lo diciamo per evitare qualsiasi equivoco! E’ per far vedere meglio il colore! Gesù: L' acqua è stata conservata nella bottiglia dal Battesimo di Giovanni … e in quella bottiglia rimarrà! E’ stata semplicemente trasportata! Teresa: Anche per evitare che fosse la plastica ad essere di quel colore! Io ero un attimo sopra quando lo Strumento ha fatto vedere l’Acqua … ma l’avevo già vista in precedenza … e poi L’ho vista oggi pomeriggio … ed è ......…! Gesù: E sì … hai assaporato la Mia Caduta! Lo sai cosa hai fatto con quella Caduta? E vi avevo promesso che avrei detto qualche Segreto … e quindi: Teresina con quella caduta ha donato il Sigillo dell’Agnello Immolato a tutti i Figli Ministri! E tu che hai soccorso cosa hai donato? … Cosa ha donato chi ha soccorso e gridato? (Gesù si rivolge a Chiara) Cosa ha fatto quando tu sei caduta? Teresa: Si è messa a tremare … perché si è spaventata … perché io ho gridato … e mi ha chiesto se mi ero fatta male … ma io subito le ho detto che non si doveva preoccupare … che non mi ero fatta niente e non si doveva spaventare … perchè avevo Gesù nelle mani! … Anzi … io mi preoccupavo …  Gesù: … di romperMi! Anche se Mi rompo … rimango sempre Intero! Teresa: E le ho detto che non mi sono proprio accorta … perché Chiara non si riusciva a spiegare come … cadendo in quel modo … non mi ero fatta niente! Gesù: E cosa hai fatto nel tremare e nel sentire il grido … perché anche tu hai gridato! Tu cosa senti nel tuo cuore di aver fatto? Lei ha donato il Sigillo e tu cosa senti? Te lo dico Io … facciamo prima! Hai donato la tua Vita ai bimbi che sono stati violentati in quell’istante che Teresina si è inginocchiata! E ognuno di voi … in quell’attimo … avete donato al Padre: tu il Sigillo … (Teresa) … tu la Vita … (Chiara) … tu hai raccolto il sangue… (Alessandra) … tu hai raccolto i pezzi dei bimbi … (Sara) … tu li hai portati al Banchetto … (Roberta) … tu hai messo l’Abito … (Marina) … e tu rimani nel segreto! Avete sentito i Piccoli Segreti? Tutti: Eccomi! Gesù: Papà … Mi prendi per mano? Così … se Tu Mi tieni per mano come Mi hai sempre tenuto … anche sul Legno della Croce … Io posso tenere ancora l’umanità intera! E quando lo Strumento finisce di Lavorare ed esce con le Schiere per Pulire e Combattere e Salvare ……. e così lo chiedo ad ognuno di voi … Suorine e Sacerdoti e quando ci sarà l’altra Festa … mi sa che toccherà a voi … Sacerdoti … mettervi in fila per ricevere l’Anello Nuziale! Papà … i Figli si aspettano che Io gli dico cosa verrà domani … cosa verrà nel giorno seguente! Figli … Io vi dico che il Pane non vi verrà a mancare … ma le guerre cresceranno … e i Grandi del mondo vi faranno piangere! Tante mamme piangeranno ancora per i loro figli! E i Grandi del mondo ora ridono … si prendono gioco dei Figli di Dio … ma verrà il Tempo che il Padre gli dirà: “Ora il lavoro per voi è terminato … dovete andare alla giornata per un Pane … e i Figli che avete fatto piangere saranno saziati!” … Quali Segreti devo dirvi ancora? Avete un Papà dinanzi a voi … e avete un Figlio! Avete una Vigna, un’ Arca e avete i Remi e le Capanne! Anche se i Grandi vi toglieranno tutto … il Padre non vi toglierà nulla! Vi Dona la Paghetta Intera … l’Eredità … e nulla vi verrà a mancare! E lo Strumento non lascia nessuno dei suoi Figli … anche quando vi rimprovera … vi rimprovera nell’Amore portandovi sulla Viuzza Stretta … e se vede poco poco che L’avete lasciata … vi riporta … e vi porta anche sulle spalle! I Segreti sono: rimanere Figli del Dio Vivente! E gli altri Segreti saranno le lacrime che verserete … ma il Padre le raccoglie … e raccogliendole vi porta nel Giardino! Vedete … fuori c’è tanto dolore, c’è tanta tristezza, c’è tanta rabbia … non c’è Amore … non c’è più rispetto … non c’è più Dio … c’è il Potere! Ma gli uomini hanno dimenticato chi E’ il Potere........ è nelle Mani del Padre! Nelle mani degli uomini non c’è nulla! Chi si affanna di qua … chi si affanna di là! Nessuno si rivolge al Padre! … “ Eh … ma il Padre non mi sente … è sordo!” … Il Padre non è sordo! Don Vincenzo: I sordi siamo noi! Gesù: No … Tu sei il Padre e non puoi essere sordo … gli uomini sono sordi e ciechi! Tu non lo sei! Adesso lo sai che facciamo Papà? Io vado un po’ a prendere le Spose che lo Strumento ha portato dai luoghi dove è andata a Lavorare … nei Vulcani … nei Tunnel … e dove ha trovato Fuochi di Guerra … e Giovanni viene un po’ a parlare con voi! Allora dopo vengo … adesso viene Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … Come stai  Giovanni … Auguri! C’è questa … (una maxi torta) … guarda com’è grande! E poi ci sono anche quelli e c’è anche il Mio caffè … ne vuoi un goccino? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Non Mi puoi dire di no! Don Vincenzo: Abbiamo fatto un patto! Piccolo Giovanni: Sì, ma è anche Tuo … sei anche Tu Giovanni! Vediamo com’è fatto questo caffè! Buono! Don Vincenzo: E’ il caffè di Giovanni! Piccolo Giovanni: Tu sei pure Giovanni e quindi è Tuo e Mio … è Mio e Tuo! Don Vincenzo: Facciamo la coppia! Piccolo Giovanni: E sì! Chi lo vuole se lo va a prendere! EccoMi! Allora state tutti bene-male? (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicò … che Mi racconti? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi”! Eccomi … Eccomi? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! … Marì?  Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa hai fatto ancora? Maria : Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Marì … ma Mi spieghi una cosa? Sei la Mia Maria? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E la Mia Maria cosa fa? Maria: Le Cose del Padre! Piccolo Giovanni: Le vogliamo fare le Cose del Padre? Maria: Sì … Eccomi! Piccolo Giovanni: Sì … Eccomi! E allora inizia da questo istante! Non è che non stai Lavorando … ma adesso iniziamo da questo istante! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Eh, Giovà … è bella la Torta! Don Vincenzo: E’ bellissima … con quel Calice …  Piccolo Giovanni: … e con quelle Rose!  Don Vincenzo: E con l’Ostia! E giù in fondo … che c’è scritto? Piccolo Giovanni: Non sai leggere sottosopra cosa c’è scritto … Tu che sai leggere anche le labbra e il cuore?…“Tanti Auguri”! Don Vincenzo: “Tanti Auguri”! Bellissimo!  Piccolo Giovanni: Eh Giovà … cosa hai trovato sulla Via? Don Vincenzo: Questo Sacerdozio! E’ bello essere Sacerdoti! Piccolo Giovanni: Il Sacerdozio è Dio! Don Vincenzo: E tutto questo comporta Luce … Gioia … Pace … Amore! Piccolo Giovanni: Luce … Gioia … Pace … Amore! Stai mangiando? A Me non Mi hanno dato niente da mangiare ancora! Parliamo un po’ prima! E allora … questo penso che l’abbia lasciato Gesù … mò lo bevo Io! Tu vuoi dire qualcosa? Don Vincenzo: No … dì Tu … Giovanni! Piccolo Giovanni: Dico Io? Tu sei il festeggiato e hai bisogno di una predica! Don Vincenzo: Perciò io ascolto e Tu parli! Piccolo Giovanni: Ma di solito … non deve predicare il festeggiato? Don Vincenzo: Facciamo un’eccezione! Piccolo Giovanni: Che devo predicare Io? Debbo parlare del Padre? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E allora se devo parlare del Padre … devo dire che il Padre è in mezzo a noi … e Mi ha delegato a fare la predica? Don Vincenzo: Bello! Piccolo Giovanni: Sì … Mi hai delegato Tu.......! Don Vincenzo: Dicci qualcosa … Piccolo Giovanni: EccoMi! Don Vincenzo: Tu che andavi facendo le Omelie … Ti chiamavano tutti quanti? Piccolo Giovanni: Perché …  a te non ti chiamava nessuno? Don Vincenzo: Eh ! Piccolo Giovanni: Silvana … la vuoi fare una predicuccia su Dio? Cosa ti senti nel cuore quando Lo vedi o Lo senti? Così mi lavo le mani anch'io: una predicuccia tu … una predicuccia tu! Silvana: Io ho visto in don Vincenzo … sin dalla prima volta quando l'incontrammo per strada … sentii un'emozione strana … avvertii una presenza in Lui.......! Piccolo Giovanni: Aveva preso tanto freddo … era stato fuori … poi in macchina si è riscaldato un po' e nel riscaldarsi …….Non è che era freddo … Dio è sempre caldo! … Dì cosa hai sentito? Silvana: Ho sentito un'emozione … e questa è andata avanti sempre di più … è aumentata … perché ho sempre creduto che  Giovanni … Piccolo Giovanni: … era tornato! Silvana: Sì … c'era qualcosa di Divino! Piccolo Giovanni: Ma L'ho mandato da lontano!  Silvana: Lo aspettavo! Piccolo Giovanni: Quindi … L'hai riconosciuto subito? Silvana: Subito … sì! Piccolo Giovanni: E ora cosa senti? Silvana: Sento sempre quell'emozione! Piccolo Giovanni: Lo stringi forte forte e vedi che sentirai ancora di più di quello che hai sentito la prima volta! Ogni tanto … quando venite … bussate al suo cuore! Tu la vuoi fare un'altra predica … tu cosa hai sentito? Taddeo: Sì … in effetti abbiamo provato quella sensazione di gioia nel vedere per la prima volta don Vincenzo … anche perché ci dava un'ulteriore sicurezza … perché avendo vissuto per tanti anni con la Presenza Tua! Piccolo Giovanni: 12 Anni! Cinque anni ha dovuto lottare lo Strumento! Taddeo: Infatti … abbiamo vissuti dei periodi molto belli … e mi è rimasto più nel cuore quando Celebrava lei direttamente l'Eucarestia nella Stanza! Piccolo Giovanni: Eh sì … gli avevo lasciato il Compito di celebrare col mio Camice! Per farglielo mettere ho dovuto combattere … perché prima ha pianto un mese intero … e poi per indossarlo ci sono volute un paio d'ore … e quando lo ha indossato … tremava! Taddeo: Don Vincenzo ha colmato al massimo quella sensazione di vuoto che c'era! Piccolo Giovanni: Io non vi sono mai mancato …  c'era il vuoto, ma il vuoto non c'era! Tutti quanti si chiedevano: "Ma quando verrà un altro Sacerdote?" E lo Strumento diceva: "Aspettate … ora ci sono io … poi verrà … e verrà da lontano!” … perché Io gli avevo detto che sarebbe venuto da lontano ed era molto alto : “I miei paramenti non gli andranno!Taddeo: Infatti … qualche volta azzardavamo a dire dei nomi alla Cocciuta … perché vedevamo alcuni Sacerdoti … e lei ci chiedeva: "Come si chiama?" … Dicevamo il nome e lei: "Non è!" Piccolo Giovanni: Eh sì … non poteva dire il nome … ma diceva di aspettare: "Aspettate! Quando il Padre vuole … lo farà arrivare!" Beh … Caterina … mi dai un pezzo di pizza? Medico … che dici … la mangio? Sì … ecco! Vedi come si mangia la pizza a Napoli? È vero? Vuoi assaggiare? È buona? Ne vuoi ancora? Don Vincenzo: No … però è buona! Piccolo Giovanni: Fai un discorso … visto che tutti siete Sacerdoti! Raffaele: Prima di fare un discorso … sei felice oggi? Piccolo Giovanni: Sì! Il Giardino è tutto in Festa … tra la Festa di Giovanni … la Festa di Teresina … la Festa di tutti i Figli … la Festa di tutte le Spose che sono entrate! … E la Festa dello Strumento sapete qual è? Il Mistero Nascosto! … Parla! Raffaele:  Dio parla e promette le cose e col Tempo Suo le fa! Piccolo Giovanni: Attimo dopo attimo …. nel Giusto del Pane Spezzato … non nel giusto dei conti degli uomini! Raffaele: Devi avere pazienza nell'aspettare! Piccolo Giovanni: E voi correte troppo … il Padre c'ha i Suoi Tempi! E’ vero? Quanto avete aspettato Giovanni? Quanto giravate per trovarlo … e poi all'improvviso è stato mandato dal Cielo? Vi ha mai lasciato? Pensate che vi lascerà?  Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Vai avanti! Raffaele: Quando cerchi di trovare Dio … rimani spiazzato dalla semplicità di trovarLo … però ti devi armare di tanta Fede, tanta Pazienza, tanta Umiltà … Piccolo Giovanni: … e tanto Amore! E se non c'è quello … se non c'è l'Amore … non c'è né la Pazienza, né l'Umiltà, né nient'altro! Raffaele: E soprattutto bisogna saper ascoltare! Piccolo Giovanni: Cosa ha detto la Cocciuta all'inizio? L'Ubbidienza! Se non c'è quella! … Io Mi sono fermato a mettere il Sigillo Sacerdotale per l'Umiltà, per l'Ubbidienza e per la Povertà … e aver trovato il Pane e Mi sono fermato! Dinanzi all'Ubbidienza … Dio si ferma … e si inchina pure come Padre! Cosa ha fatto lo Strumento stamattina? Si è inchinato dinanzi ai Tuoi Piedi … chiedendo alle Figlie di inchinarsi davanti a Dio! Non solo: "Tanti Auguri" … ma di inchinarsi! Don Vincenzo: Difatti … mi ha preso alla sprovvista … non mi aspettavo un gesto del genere: subito si è inginocchiata! Piccolo Giovanni: Dinanzi a Dio lo Strumento si inginocchia attimo dopo attimo … prima col cuore … e dopo con le ginocchia! Raffaele: Se si lascia fare a Dio ci accorgeremmo di essere molto più ricchi di quello che pensiamo! Piccolo Giovanni: "Io… Io… Io… Io… Io… Io…" Dove c'è l'Io … non c'è Dio! "Io ho fatto questo! … Io sto facendo questo! … Io devo fare questo …!" … E dov’è Dio? Raffaele: Non c'è! Piccolo Giovanni: Non c'è! Raffaele: E’ come se andassimo a scuola: dovremo imparare a fare le asticine … i cerchi … e con l'Umiltà cercare di imparare a parlare! Piccolo Giovanni: Avete un Padre come Maestro … e non insegna a fare le asticine … ma insegna ad amare i nemici e a perdonarli! Quella è la scuola del mondo! La Scuola del Padre insegna l'Amore … insegna a prendersi come Croce … insegna a sconfiggere il Veleno … insegna ad Alzare la Destra … insegna a dire: “Eccomi Padre … e il mio cuore lo lego a Te … non alle cose del mondo!” … Anche se Io ho insegnato … ma nell'insegnare parlavo sempre col cuore ai miei alunni … facendogli capire che tutto quello che Io gli insegnavo veniva da Dio … nell'essere Piccoli, Poveri … che i poveri facciano i poveri: “Non guardate i ricchi! Che i poveri facciano i poveri!” …  Questo dicevo ai miei alunni! La maggior parte erano tutti poveri! … Qualcuno era figlio di papà come si suol dire … ma io gli insegnavo la Povertà … l'amarsi! E quando c'era il momento di dare i voti … non potevo bocciare nessuno … perché li guardavo tutti poveri … e non potevo bocciare! Don Vincenzo: Perché non potevi bocciare? Piccolo Giovanni: Perché dinanzi a Dio siamo tutti uguali e tu lo sai: non fai alcuna distinzione! E’ la Festa di Teresina! … E’ la Festa degli Sposi! … (Elena e Giuseppe che festeggiano il loro 43° Anniversario di Matrimonio) … E’ la Festa di chi fa il Compleanno o l'Onomastico! E’ la Festa di chi ha il cuore ferito! E’la Festa di chi non ha un pezzo di pane! E’ la Festa di chi non ha la casa! … E quando si ha a Dio nel cuore … si ha il pezzo di Pane … si ha la casa … c'è Tutto … perché Dio è il vostro Tutto … gli uomini no! Gli uomini promettono … promettono … promettono … e poi alla fine ti puntano la bomba dietro le spalle! Non dimenticatevi: i Fuochi di Guerra non sono spenti … si accenderanno ancora di più … Figli! … E quale Segreto devo dirvi? Di rimanere nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! Cosa devo dirvi ancora? Di essere Vigilanti … di aspettare … di combattere il Veleno … e di rimanere “Figli”! E voi … Spose-Ancelle … quando Io ho scritto con la penna rossa … (nel Suo Testamento) … non ho più cancellato! Sappiate accogliere ciò che Dio vi ha chiesto in questo Giorno … ma siete liberi! Dio non impone niente a nessuno! Ha chiesto il vostro Amore! Sta a voi saperlo Donare … Figlie Mie! … Teresina del Bambin Gesù: tanti auguri! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sia fatta la Volontà del Padre … nel vostro camminare … nel vostro vivere alla Giornata! … "Io campo alla giornata!" … Non dite: "Io domani …….!" … ma "Io campo alla giornata!" … Mi addormento mettendomi nel Cuore del Padre … e quando mi sveglio dico: "Padre … io campo di nuovo alla giornata!" … Non dite mai: "Io … Io …!" … E il Padre vi dona Tutto … perché siete Figli! … C'è da Salvare … Lavorate! Ora vado all'altro Banchetto … e di qua viene Gesù … e poi ci mangiamo la bella Torta! Allora … Io vi dico: EccoMi ad aspettare … i Segreti che sono nel Rotolo … nei Rotoli … ad aspettare il Sole del Cuore Immacolato di Maria! Un passetto alla volta … non siete preparati! … Preparati non lo siete da quando Io sono andato a Casa … non volete ancora crescere … volete rimanere bambini … ed è meglio rimanere bambini ed aspettare! … È stata saggia la Cocciuta nel fermarMi! … Così l'ha fatta il Padre e così rimarrà: “Cocciuta delle Cocciute” … e pregate che rimanga sempre Cocciuta nel portarvi sulle spalle e non lasciarvi cadere … perché non lo farà mai! Ora Io vado all'altro Banchetto … Gesù viene … ma Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … e vi Amo! E nel lasciarvi il Mio Cuore Spalancato … vi dico di pregare per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco … e per tutti i Sacerdoti e di Vigilare!Paolo! Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Perché sei triste? Paolo: Mah … non lo so nemmeno io … Giovanni … tempo fa mi sono definito: "miserabile"! Piccolo Giovanni: Perché? Alzati …  vieni vicino al Calice Vivente-Dio … vieni Figlio … poggia la tua mano sulla sua spalla! Ma non siete dei "miserabili"! Vi ho scelti uno ad uno! Paolo: Sì … forse è un termine un po' forte … però resta il fatto che ci manca qualcosa! Piccolo Giovanni: Ci manca solo il distacco dalle cose del mondo! Paolo: E non è facile … Giovanni! Piccolo Giovanni: Sì … è facile! Io Mi sono distaccato! Paolo: Beh … allora vuol dire che seguo due Strade! Piccolo Giovanni: Due Strade no … ne segui una sola: quella Stretta!E non ti chiamare più in quel modo … perché ti chiami: Figlio di Dio! Allora … Io vado … vi lascio il Mio Cuore Spalancato … vi dono il Mio Amore! … (dona un bacio) Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice) … EccoMi … sono Gesù! Allora … Calice Vivente-Dio … oggi è la tua Festa … e adesso … dopo che vi Saluto … e tu Saluti i tuoi Figli con l'Albero Verde … invita i tuoi Figli a camminare sulla Via Stretta! E in questo Giorno Allarga le tue Braccia … come le Allarghi attimo dopo attimo … e Benedici l'umanità … Benedici la Russia … Benedici i Figli che hanno le armi in mano … e fa che quelle armi diventino di polvere … e quella polvere possa scendere sull'umanità per far germogliare tanti fiori … e così tutta l'umanità possa raccogliere il Profumo di Dio! … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato e il Mio Amore … tu Benedici Tuoi Figli con l'Albero Verde! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) …. Don Vincenzo: La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, su tutti i vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … ascolta il grido dei Tuoi Figli … ascolta il grido della Famiglia! Tu vedi e senti … non ci hai mai lasciato! Giovanni … non preoccuparTi di preparare i Calici e non preoccuparTi se faccio tardi a rientrare! … Con l'aiuto Tuo e con  l'aiuto del Padre entro nei cuori della Famiglia e delle Spose che ancora non hanno donato la mano! Giovanni … donami ancora la Forza di camminare! Eccomi … Giovanni … ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!  Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti: TI AMO, PAPÀ!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere  su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore … SpezzateLa … e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … posso prendere i Tuoi Dolori? Posso Spezzare e Donarli ai Figli che non Ti conoscono? Così … scendendo i Tuoi Dolori si girano e Ti vedono … e vedendoTi non si perderanno! Il Padre: Cosa devo fare con te … Anima Mia? Giulia: Niente …  quello che Ti ho chiesto! E poi prendo un po' di Paghetta e un altro po' di Giorni! Solo questo … Papà! E visto che siete al Banchetto dove ci sono tutte le Spose … vi Salutiamo! … (Tutti Salutano) … Mamma … Eccomi per la Festa che mi avete fatto! … Preparate ancora i Vestitini! … (manda un bacio) … Ci vediamo dopo!

 

 

Giovedi 8 Ottobre 2015

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:) ... Gesù: Glorifico il Padre Altissimo! Padre Mio ... Padre ... che hai Concepito l'umanità intera! Padre ... che Sei da Sempre! Padre che Vivi in ogni Figlio! Padre che Sei il Pane per tutte le Genti! Padre ... che Alzando il Tuo Dito ... Tutto fai! Padre ... e che Abbassando la Tua Mano ...... Tutto fai! Padre che Tutto da Sempre hai fatto ... (Benedice) ... ciò che hai Donato nel Grembo di Maria per farMi Nascere donaLo all'umanità ... così come Maria Mi ha Donato! Padre Nostro che sei Vivo e Reale in mezzo a noi e nell'umanità intera … (Gesù Benedice) ... col Segno Tremendo del Tuo Amore senza Limiti e senza Misure! E così Ci siamo presentati! E così ... facendo ognuno di voi come "Figlio di Dio" per camminare ... per Lavorare nella Vigna, nell'Arca, nei Remi, nella Capanna ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore ... Amici … (Gesù Benedice) ... del Cuore della Croce ... così come Lo sono Io ... e come Lo siete voi per Volere del Padre! E così ... nel Volere del Padre ... rimaniamo un'Unica Cosa col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo ... con l'umanità intera ... e con la Famiglia ... nella Pace, nell'Amore, nell'essere un'Unica Cosa ... un Unico Cuore che Arde Vivo ... così come l'avete visto ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! ...  Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Eccomi per l'Eternità! Eccomi nel fare la Volontà del Padre! Eccomi nell'Ubbidienza a Dio ... al Figlio di Dio ... e al Cuore Immacolato di Maria che è lo Spirito Santo: la Chiesa Viva di Dio da Sempre! Il mio "Eccomi" lo rinnovo  attimo dopo attimo ... e lo rinnovo in quest'istante nel preparare il "Vuoto" e i "Rotoli" che mi avete consegnato da sempre dal Grembo del Padre ... dal Grembo della Mamma scelta da Dio nell'Umiltà, nell'Amore e nella Semplicità! Eccomi ancora per tutto quello che il Padre vuole donarmi ancora! Eccomi pronta a rimanere alla Destra del Padre e a rimanere in mezzo alla Famiglia nel Lavorare dove Dio ha bisogno della mia umile presenza! Ecco nel rinnovare la "Stanza" Viva! Eccomi nel rinnovare il mio Eccomi ai Due Giovanni! Eccomi ... Gesù ... in questo Giorno nell'essere "Nocciolo Scorticato" per Amore! Eccomi pronta a ricevere,attimo dopo attimo i Chiodi che Escono ed Entrano! "Eccomi" per tutti i Figli lo rispondo io e aspetto la Richiesta che viene "bombardata" al Tuo Cuore nell'Amore e nell'Ubbidienza ..... Gesù! Gesù: EccoMi nell'Amore e nell'Ubbidienza a donarti la Croce per donarLa ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Ora Guarda.........!  Giulia: Eccomi! ... Io posso andare a Lavorare attimo dopo attimo? Gesù: Non ti fermi un attimo! Eccomi che lo puoi! Giulia: Gesù ... tutte quelle case ammucchiate … tutti quei Figli in ginocchio … c'è una marea di bimbi....…! Cosa stanno facendo chiusi in quella stanza? ... Gesù … Misericordia! Misericordia! Misericordia! Tu che sei rimasto solo ...  Tu che hai scelto uno ad uno i Figli che hanno accolto il Tuo Tutto con Maria ... Tu che Vivi in mezzo a noi e all'umanità ... Tu che hai tanta pazienza ... Tu che perdoni ... perdona ancora e aspetta ancora....! Gesù ... Ti hanno cacciato e Ti cacciano ancora ... Ti hanno perseguitato ... e perseguiteranno i Figli a cui hai Donato la Vigna in mano! Gesù ... Tu sei con noi ... sei Tu in mezzo a noi ... sei Vivo ... e quando sarà l'Ora che Ti manifesterai … mi "impincio" ... e tutti Ti vedranno! Gesù: Dove ti sei "inpinta"? Giulia: Mi sono "impingiuta" con la lingua nel parlare ... e il dente fa male.....! E così ... Gesù ... il Sole si Aprirà e tutti Ti vedranno e tutti comprenderanno! Gesù: Lo so che il tuo cuore desidera questo ... Anima Mia ... ma conosci ogni Verità! Giulia: Eccomi! Fino all'ultimo respiro busserò al Tuo Cuore e al Cuore del Padre! Mi avete cercata Cocciuta ... mi avete fatta Cocciuta e mi fate sempre più Cocciuta ... e io non mi fermerò di fare la Cocciuta! Gesù: Non fermarti mai ... guarda ancora ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Cos'è? Dove si trova quella Colonna ... Gesù? Gesù: Fermati ... non dire più nulla ... aggiungilo nel "Vuoto del Rotolo"! Giulia: Posso dire come la vedo ... ma non dico dov' è! ... È una Colonna tutta bianca … alta alta … e nel bianco c'è la Luce: io dico quello che riesco a vedere e che riesco a capire … e che passa attraverso la Colonna ... e passando attraverso la Colonna ... la Colonna a volte è intera ... a volte sembra sbriciolata … ma è sempre intera ... perché è la Luce fatta di piccoli sassolini ... non so se sia Luce o sia Oro … ma Tu non vuoi l'oro! E' così bella da non saperla descrivere ... come non so descrivere i Tuoi Occhi! Non c'è Bellezza più Grande ... e questa Colonna somiglia ai Tuoi Occhi ... Gesù! Gesù: Ora fermati ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Non dire dov'è! Giulia: Eccomi ... Gesù ... è già nel "Vuoto del Rotolo"! Gesù ... dopo questa Vista ... Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia ... i Sussurri ... i cuori che ho raccolto! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore l'umanità intera! Metto nel Tuo Cuore coloro che non hanno la forza di chiamarTi: "Papà"! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti ... le Pietruzze, i Gigli ... e l'Uomo che porta l'Abito Bianco! Metto nel Tuo Cuore la "stanza chiusa" ... Gesù! Ed ecco ancora il mio "niente" della Giornata! Accoglilo! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Ed EccoMi ancora nei vostri cuori! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! EccoMi! Giulia: Ehi … ciao Giovanni! ... (E' il papà di Caterina, Maria Rosaria e Antonella che qualche giorno fa è Nato nel Cuore del Padre) ... Cosa stai facendo?  ... Chiedi perdono a tutti?  ...  Ma il Padre ti ha portato … Giovanni: ... Tu mi hai portato! Giulia: ... E' il Padre che ti ha portato al Banchetto! Qual è il tuo Compito? Giovanni: Il Banchetto … e il Forno! Giulia: Per cosa ancora? ... Dillo! Che Compito ti è stato Donato? Di gettare via il giornale! E poi? Di scendere e rimanere ad aiutare i tuoi cari! Ma poi devi ritornare a Lavorare al Forno! E mi sa che ti hanno messo anche ad Impastare insieme a Vittorio! Eccomi ... sei gioioso? Io lo sono ... buon Lavoro! Aiutami a prendere la mano a chi non l'ha ancora presa! Ogni tanto lasci di Impastare ... di Infornare ... di Scendere … così Mi vieni ad aiutare! Va bene? Giovanni: Con l'Ordine del Padre: Eccomi ... Cocciuta! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI-GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Pace! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! … Come stai? Don Vincenzo: Bene!  Gesù: Anch’Io … quando siamo così: mano nella mano … ma lo siamo sempre … stiamo bene … Inchiodati col Parto Vivo e con la Croce sulle spalle … così stiamo bene! … E voi state tutti bene-male?  (Gesù manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Cosa hai trovato sulla Via? Don Vincenzo: Sulla Via ho trovato tante persone che a tutto pensavano tranne che a Dio … minimamente si ponevano il problema della Fede e pensavano ai soldi … pensavano a imporsi … pensavano al Potere! Tutta questa gente che vive proprio per le cose del mondo … e non si pone minimamente il problema che ogni volta che va a dormire … potrebbe non svegliarsi! Gesù: Se danno la mano si Svegliano … mentre se non la danno rimangono Addormentati ad aspettare! …  Cosa hai incontrato sulla Via?  Don Vincenzo: Ho incontrato delusione … tristezza … molti che erano pronti e capaci solo per le cose del mondo … e non c’era nessuno che parlasse di Dio … e che mettesse Dio al Primo Posto! Gesù: Uno solo l’hai incontrato … quando hai fatto quelle scale … e ti aspetta sempre con la porta spalancata! Ma non hai visto niente oltre a questo? L’Amaro non l’hai assaporato? L’hai incontrato? Io lo incontro sempre … e dove sei Tu ci sono anch’Io … e se L’ho incontrato Io …  L’hai incontrato anche Tu!  Don Vincenzo: Certo!  Gesù: E dopo l’Amaro … non hai incontrato anche gli sputi … e le bestemmie?  Don Vincenzo: Ho incontrato tutto quello che è brutto … sì continuamente … il parlare di tutto tranne che di Dio! Gesù: Papà … lo sai che Ci hanno messo da parte da un bel po’ di Secoli? … E sì Papà … e Tu non Ti sei mai fermato e Io non Mi sono mai fermato di Amare e di Combattere con le Schiere … e di far Lavorare le Ancelle … e di far Lavorare le Suorine e i Sacerdoti! L’hai sentito … all’inizio … la Cocciuta cosa ha detto? … Papà … sai cosa facciamo … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore e per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e dopo parliamo ancora!  Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) Gesù: EccoMi! Papà … Questo è il Sangue che Tu Mi hai Donato … e per Ubbidienza Io L’ho Donato all’Umanità intera … e Lo Dono ancora! Questo è il Mio Sangue! Papà … Tu Mi hai Donato anche la Carne! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Carne che Tu Mi hai Donato … EccoLa! … E Questa è la Carne che Mio Padre Mi ha Donato … e Io L’ho Donata e La Dono ad ognuno di voi attimo dopo attimo! Ti Adoro Padre … nel Tuo Infinito Amore! Ti Adoro Maria … dal Tuo Grembo sono Nato! Ti Adoro per avere abbracciato la Croce … Mamma Mia, Mamma dell’Umanità! Ti Adoriamo Gesù … che Vivi per farci Vivere! Sposo Diletto dell’Anima Mia! … Ora possiamo DonarCi … Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per l’Umanità intera … e per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! (Gesù Invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta … Impone e Abbassa le Mani … poi fa il gesto di togliere qualcosa e poi di rimetterlo) EccoMi … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Ci siamo Donati!  Gesù: La Pasqua è Viva ed è Risorta … è Reale in mezzo ai Tuoi Figli e all’Umanità intera … a quell’ Umanità sorda e cieca! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ho tolto e ho messo un po’ i Chiodi allo Strumento … doveva passare in un posto dove non passavano … e Li ho tolti un po’ e Li ho rimessi di nuovo! …  Ho chiuso e ho aperto il Costato … e anche la Corona di Spine … il resto passava! Che facciamo? Don Vincenzo: Dio è qui! Tu Sei Dio! Gesù: Ci Mangiamo e Ci Doniamo da mangiare ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora prendiamo parte della Parte del Tuo e del Mio Amore … Papà! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! EccoMi! Hai Fame? Io ho Fame dell’Umanità … ma l’Umanità non ha Fame! Io ho Sete dell’Umanità … ma l’Umanità non ha Sete! … State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Mangi prima e poi parliamo? EccoMi! … (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … Stiamo un po’ in Silenzio … a meditare le Meraviglie di Dio … e a gustarLe quando vengono accolte come Cibo-Dio … non come cibo dell’uomo! Meditando Dio-Cibo … Dio-Silenzio … Dio-Respiro … Dio che Cammina … Dio che Arde d’Amore aspettando Amore! … Ti Adoro … Padre! Ti Adoro nel Silenzio! Ti Adoro gridando forte! Ti Adoro nel pianto! Ti Adoro nel sorriso! Ti Adoro nell’Abbracciare la Croce: il Segno Pieno del Tuo Amore! Ti Adoro quando Ti nascondi in un Pezzetto di Pane e in Bicchiere di Vino! Ti Adoro quando sei Visibile … ma Nascosto! Ti Adoro … Silenzioso Dio!  Don Vincenzo: Ti Adoro … Silenzioso Dio! Gesù: Te lo dici da solo? … Avevo tante cose da dirci nel Giorno della Festa! Cosa hai incontrato ancora? Don Vincenzo: Ho incontrato Dio nelle Sue Creature! Gesù: Questo Mi piace … ma dove L’hai incontrato … dove Ti sei incontrato? Don Vincenzo: L’ho incontrato nelle più piccole Creature e nelle più grandi … e tutto parlava di Dio … piccoli e grandi … e tutte le Creature mettevano Dio al Primo Posto! E invece non è successa la stessa cosa lungo la Via … dove di tutt’altro si parlava … e tutto parlava di Dio … dalle stelle … agli uccelli … al mare … alla pioggia … al sole … e tutte queste Creature benedicevano il Creatore! Gesù: Quale mare Papà? Tu? … Quale sole Papà? Tu? … Quali Stelle? Sono Soli! Tu? Don Vincenzo: Quale Sole? Tu che Brilli! Quali Stelle? Tu che Brilli! Tutto parla di Dio! Gesù: Tu hai detto: “State attenti al sole! … State attenti al mare! … State attenti alla pioggia !… E state attenti al vento!” …  Il Sole Sei Tu … il Mare Sei Tu! … Tolgo un attimo i Chiodi allo Strumento! Don Vincenzo: Ti possiamo aiutare? Gesù: Non potete farlo! Tu non lo puoi fare! Deve passare in un luogo dove i Chiodi non passano … non Bagnano e non Segnano! … Venite col “niente”! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! EccoMi! Vicepà … ti raccomando eh … scarsetto, scarsetto, scarsetto! EccoMi! Aspetta … così ti dò il Sangue che era appiccicato ai Chiodi! … Teresina del Bambin Gesù … voglio sentire la tua voce! Anche quella conosco! (la voce di Giulietto che fa i capricci) Don Vincenzo: Tutto conosci! Gesù: Sì! Papà … è bello quando sorridi! Papà … dona un Sorriso ai Tuoi Figli … guardali e dona loro un Sorriso … guardali con i Tuoi Occhi di Padre … e dona loro un Sorriso d’Amore! Si devono preparare … c’è la Festa … fallo! Don Vincenzo: E’ bella quest’atmosfera che si è creata … e la Famiglia è riunita dov’è Gesù! Gesù: Grida” un po’ con la Tua Voce di Giubilo … “Grida” … e Dona i Tuoi Occhi e Dona il Tuo Sorriso … Papà! Don Vincenzo: Di fronte a tutte queste persone … di fronte ai nostri familiari perché siano la Famiglia di Dio … ecco che Gesù ci invita a sorridere! Gesù: Alza un pò gli Occhi … Papà … guardiamoCi … e questa Gioia doniamoLa guardandoli e sorridendo! Fallo! Don Vincenzo: Tutto parla di Dio! Gesù: Tu sei Dio! Dona i Tuoi Occhi … dona il Tuo Sorriso … e uno Sguardo a tutti! Don Vincenzo: Siamo una Famiglia! Gesù: Sono i Tuoi Figli: l’Unica Famiglia! … (don Vincenzo guarda amorevolmente tutti i presenti)Don Vincenzo: L’Unica! Gesù: L’hai Scelta! Don Vincenzo: Certo! Gesù: Il Tuo Sguardo è Vicino … ma è anche Lontano, dove sono i Figli che camminano sulla Via Larga! Dona lo Sguardo Lontano anche ai Figli dispersi! … Vuoi parlare un po’ Teresina del Bambin Gesù? Cosa hai visto sulla Via? Don Vincenzo: Facciamo un giro qua dentro?  Gesù: Dopo Papà … ti fai un giro e poggi la Mano su tutti i Figli! Teresa: Ho visto i Figli avvolti dal Veleno … i Tuoi Figli … i Figli di Dio che si fanno accecare dalle cose del mondo, dal denaro … e non vedono più il Tuo Volto! Ho visto i Figli della Luce combattere il Veleno … combattere il Veleno con l’Umiltà … con la Carità … col mettersi all’Ultimo Posto … con il Perdonare … e con l’Amare anche il Figlio che ci trafigge di più il Cuore … così come fa il Padre che Ama tutti i Figli … anche i Figli che Gli hanno voltato le spalle … soprattutto i Figli che Gli hanno voltato le spalle … perchè vuole tutti Salvi! E' così che ognuno di noi deve fare … soprattutto noi della Famiglia! L’Unica Arma che abbiamo per  combattere il Veleno è questa: Amare! …  Amare chi ci dice male! … Amare chi ci volta le spalle … anche se questo ci fa soffrire! Anche il Padre Soffre … anche Tu Soffri … anche lo Strumento Soffre nell’Amare … ma è un Soffrire che si trasforma subito in Gioia … perché quell’Amare Salva il Figlio che ha voltato le spalle … anche se i nostri occhi non lo vedono! Gesù: EccoMi! Vuoi andare Papà a posare la Tua Mano sul capo di ognuno dei Figli per prepararli alla Festa? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Vai Papà … il Peso è Enorme … scaricalo un po’ sulla Famiglia! Vuoi essere accompagnato dal viceparroco? E vai … Io rimango qui! Nell’attesa vi guardo uno ad uno! … Deve fare da solo ciò che deve fare! E’ Dolce questo momento … è Dolce l’essere “toccati”… nel Silenzio! Contemplo Dio nel Suo Silenzio! Contemplo Mio Padre nell’essere toccato … nell’essere pronto e preparato all’Incontro! Padre … Padre Mio … cancella ogni ombra! Cancella … Padre … ogni ombra! Padre Mio … Misericordia Ti chiedo! Padre Mio … Pietà Ti chiedo! Padre Mio … Amore Infinito Ti chiedo! Padre Mio … Padre Mio … Padre Mio! Solo nell’Orto … solo … vieni a VisitarMi! Padre Mio … solo sulla Croce Mi hanno lasciato …  vieni a VisitarMi! Padre Mio … la Tua Mano aspetto! Ora siediti … Padre! Tutto è Compiuto! Don Vincenzo: Tutto è Compiuto! Gesù: Nel preparare i Tuoi Figli per la Festa … Tutto è Compiuto!  Don Vincenzo: La Famiglia è tutta riunita in un Cuore solo e in un’Anima sola! Tutto è Compiuto! Gesù: Amen! Chi vuole parlare … tu viceparroco? Raffaele: Gesù … non dovrebbe esistere la Domenica … perché è una cosa inventata dagli uomini … quindi tutti i giorni si lavora … dappertutto … anche nel Giardino … o sbaglio?  Gesù: Sì … ma tutti i giorni si è al Banchetto del Padre! Raffaele: Una cosa che fa riflettere è che bisogna stare attenti ad ogni Tua parola … ad ogni Tuo gesto … ad ogni Tuo sguardo! Gesù: Di Dio tutto è importante … anche il più piccolo gesto! Raffaele: Quindi … se si riesce ad essere Piccoli … si arriva prima a notarli … ma presi dalle cose del mondo … parlo per me … spesso si fa fatica ad essere Piccoli …  perché pensi che ti è permesso di fare tutto … e invece devi aspettare il Padre … cosa che io ancora non imparo! Gesù: No … non è che non impari … ma nel cuore c’è quello che Dio ha messo nei cuori di ognuno di voi! Vuoi parlare adesso o facciamo venire a Giovanni? Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: Io vado a prendere le Spose che la Cocciuta ha portato mentre ha tolto i Chiodi perché era troppo stretto dove doveva passare … tolti un attimo … e dopo l’attimo Gli sono stati rimessi di nuovo! E ha portato tante, tante, tante, tante Spose … e le Bimbe Li stanno accompagnando con le Lodi … e poi vado a riceverLi anch’Io! ........ Giovanni Li ha già viste! Poi ritorno di nuovo! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE!(Giovanni Benedice) … Giovà … come andiamo? E’ Pesante’ e  il  Solco è diventato ancora più Lungo … e sì … e sai perché? Perché questa Cocciuta … che è diventata sempre più Cocciuta … ha chiesto ancora Tempo! … Eh … il Mio caffè! E voi state tutti bene-male? (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E mò beviamo il caffè! Tu sì invece … un goccino di caffè … è buono? … Non puoi dire di no … Papà! Mò lo bevo Io! Chi vuole … se lo va a prendere! Cosa vuoi … Papà? Don Vincenzo: Il cocomero!  Piccolo Giovanni: Vuole il cocomero! Buono … buono! … Eh, Nicò … che è successo in questi giorni? Nicola: Eccomi!  Piccolo Giovanni: E Marì … tu ne combini sempre una o due o tre? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Che Mi date da mangiare? E salutatemi Peter! Cos’è quello … Caterina?  Caterina: Questo? Un fungo! Piccolo Giovanni: Un fungo? E’ velenoso? Caterina: E’ un tortino ripieno! Piccolo Giovanni: Non è un fungo velenoso? Posso fidarmi? Se è il Padre …..! Caterina: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Eh … ma voi ci siete cascati in pieno col fungo velenoso! Tu lo vuoi il fungo velenoso? … Eh, eh … non è un fungo … perché Io i funghi non li mangiavo … ma adesso nel Giardino li mangio! Dov’è il ripieno … non lo trovo! E’ ripieno o non è ripieno? Questo è il ripieno? Ogni cosa si mangia com’è preparata! Come va col Vino? Antonella: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! … Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Eeeh! Non è un silenzio che non so cosa dire  … è un Silenzio di parlare: vi stavo contemplando uno ad uno! Ehi … sì … tu ne vuoi? Una sola? EccoMi! E Io ne prendo tre … è il numero giusto il tre! … (le chiacchiere) E’ gustoso mangiare il Padre … ed è anche gustoso ascoltare la Sua Parola … e farne tesoro … non tesoro da spendere … Tesoro da accrescere nell’Amore e nell’Umiltà! E sono Gioioso di ciò che state preparando! Ci sarà Festa al Banchetto del Padre … ci sarà Festa al Banchetto di Maria … e di ciò che il Padre ha preparato in quel Giorno! Ma non dimenticate di pregare per tutti i Sacerdoti …  e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … non dimenticate di pregare per quella “porta chiusa”! Dovrebbe essere tutto alla luce del sole … così com’è Dio: Luce … non nascondimento! E’ bello parlare e fare le Cose del Padre dove tutti vedono … dove tutti sentono … dove tutti possono guardare e dire: “Papà … come Sei Bello! Papà … come Sei Luce! Papà … come Sei Parola di Vita Eterna!” … Siamo d’accordo su questo? … Dove vai Papà … Ti alzi un po’? Don Vincenzo: Non solo siamo d'accordo … ma è l'Unica Strada … l'Unica Via … l'Unica Verità … e allora guai a non essere d'accordo … sono le basi su cui si regge tutto: la Via, la Verità, la Vita! Attraverso la Via si arriva alla Verità … attraverso la Verità si Vive … ma si Vive di un Amore Vero, Luminoso! Questo deve essere il nostro punto cardine … il nostro obiettivo: essere la Via, la Verità e la Vita! E quando avviene questo … ecco che tutto, tutto si illumina … perché la Via Stretta viene presa … perché la Verità viene Benedetta e tutto questo sfocia nella Vita! Essere Strumenti d'Amore … essere un mettere al Primo Posto Dio ogni momento … altrimenti arrivano le frecciate, i tradimenti! Quando invece Dio è al Primo Posto … non si ha paura di nulla … tutto acquista luminosità …, non solo … ma tutto sfocia nell'Eternità! È questa la chiave di lettura: “Sono Figlio di Dio per Sempre!” … E uno che è il Figlio di Dio per Sempre è ricco … non ha bisogno di nulla … è felice in tutte le situazioni! Per Sempre e in Eterno! Per Sempre e in Eterno! Piccolo Giovanni: Parla Papà …  è bello sentire la Tua Voce! Don Vincenzo: Per Sempre: solo queste due parole dicono tutto … non c'è da aggiungere nulla! … “Vivo per Sempre! Vivo per l'Eternità!” … E tutto questo da cosa scaturisce? Dall'Amore! Un Amore Eterno! E che ci manca … e che ci manca? Piccolo Giovanni: Cosa gli manca ai Tuoi Figli … Papà? Don Vincenzo: Siamo tutti Benedetti … Dio che Benedice i Suoi Figli … Dio che Partorisce i Suoi Figli! Piccolo Giovanni: L'hai appena fatto: li hai Benedetti uno per uno! EccoMi! Alessandra: Giovanni … qualche tempo fa noi stavamo facendo un po' le sciocche … non mi ricordo per quale motivo … e scherzando sul defibrillatore .... la Cocciuta disse di non parlarne perché si ricordava di Te quando sei stato male … Piccolo Giovanni: … EccoMi! Alessandra: … quindi Ti abbiamo immaginato a terra … che Ti stavano rianimando! Piccolo Giovanni: Non ero a terra … ero sul letto in ospedale! Alessandra: Eccomi! Quando siamo arrivati l'altro giorno che il nonno si è sentito male … era a terra e lo stavano rianimando! Sia Chiara, che è stata la prima ad aprire la porta … che io quando sono entrata … la prima impressione che abbiamo avuto era di vedere Te! Poi ci siamo confrontate dopo … il giorno dopo, se non sbaglio … e tutte e due avevamo visto la stessa cosa! Piccolo Giovanni: C'era lo Strumento! Conosceva già e conosce ciò che è successo! Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: Conosceva già dal giorno prima tutto! Alessandra: E ci ha detto: “Sia fatta la Volontà del Padre! Piccolo Giovanni: Sia fatta la Volontà del Padre!” … Conosce ogni cosa … è stata lì attimo dopo attimo … lo è ancora! Ha guardato … e ha fatto solo ciò che il Padre gli ha detto di fare! Non mettetevi a pensare col cervello … ma col cuore! Alessandra: Ha fatto i capricci prima di donare la mano? Piccolo Giovanni: No … non ha fatto i capricci … l'ha presa prima … non ha avuto il tempo di fare i capricci! … Mi fermo qui! Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Ehi Giovanni … e sì … quante cose abbiamo da fare ancora … e quante cose abbiamo da dire ancora ai Figli! Io ne ho dette di cose! Mi devi dire quelle che dovevi dire a Gesù? EccoMi! Teresa: Ricollegandomi a quello che dicevamo con Gesù:e solo con l'Amore si toglie ogni barriera! Stando accanto allo Strumento … io vedo e sento attimo per attimo questo Amore che lei dona a chi la ferisce di più … a chi la tradisce di più! Apparentemente sembra tutto il contrario … invece ciò che fa è donare Amore Profondo proprio a chi le fa più male …  perché facendo male a lei … si fa male a questo Luogo … si fa male a Dio … perché in questo Luogo ci sono solo le Cose di Dio … nulla appartiene a noi … cioè ci appartiene per riflesso … perché essendo Figli di Dio … è Tutto nostro! È questo che non tutti riescono a capire! E ho visto lo Strumento donare parole di Amore a quel Figlio che si è perso e che si è allontanato da Dio perché accecato dal Veleno! E noi eravamo andate lì per fare quello che dovevamo fare … ma anche se tutte e due ci eravamo dette: "Facciamo quello che dobbiamo fare e andiamo via!" … ma poi sia io che lei non abbiamo saputo fermarci davanti al fatto di sapere che era un Figlio … e quindi siamo rimaste a donargli comunque parole di amore e di conforto … anche se in quella situazione agli occhi del mondo non erano proprio appropriate! È questo che ognuno di noi dovrebbe fare … Sembra che ripeto sempre la stessa cosa! Piccolo Giovanni: No, non hai detto sempre la stessa cosa! … Vai avanti! Teresa: Anche io … anche se nel mio cuore sentivo ciò che lo Strumento ha detto … inizialmente … quando lei ha iniziato a parlare … anch'io sono rimasta un po' così … Piccolo Giovanni: … e dopo? Teresa: … dopo ho subito capito … e anch'io ho fatto la stessa cosa! Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! E quando con la Mia Voce ti ha fatto sentire: "Dovevo farlo!" Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: L'hai riconosciuta la Mia Voce? Teresa: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Parlo della Serva Inutile Giulia … non della Cocciuta! Più veniva flagellata … maltrattata … e più diventava bella e più lodava il Padre! E lo Strumento … quando si guarda nella sua Serva Inutile … sembra di vedersi in uno specchio nel dire:"Quanto Amore hai sprigionato dal tuo cuore per il tuo Dio, per il tuo Gesù!" … E non può dire dinanzi a Lei: "Non so fare nulla!" … e dice semplicemente … Allargando le Braccia! Fa questo gesto … e la Serva Inutile lo fa anche … e così si capiscono … e così donano Amore ancora di più nel Silenzio e nel Nascondimento … così come ha fatto sempre la Cocciuta! Ed Io … per prenderla in giro … gli dicevo: "Ma tu dici di vedere Gesù e Maria?" E lei rispondeva: "Eccomi!" … "A guardarti bene … non si vede!" … E quando gli dicevo queste parole … lei sorrideva … perché sapeva nascondersi bene agli occhi del mondo … ma dal Grembo Materno è rimasta nel Cuore e nel Grembo del Padre a Lavorare! E quando cammina … quando fa la spesa … quando va in giro … tutti la vedono nel mondo … ma tutti la vedono con l'Abito di Maria …  ma nessuno ha il coraggio di parlare! È il Primo Abito che indossa! … Voi vedete questo … ma il Primo Abito che indossa è quello di Maria … e l'Abito di Maria sono i Chiodi e la Croce! È bello nell'immagine farla vedere tutta Luminosa … perché la Croce è Luminosa … i Chiodi sono Luminosi: vi hanno donato la Vita Eterna! … Calice Vivente-Dio … lo ripeto ancora una volta: Io Mi sono fermato perché ho visto i Segni dei Chiodi e il Segno della Croce … l'Umiltà e l'Ubbidienza … ma “gridare” con la Voce di Giubilo quando è nel Giusto del Pane Intero! … Ma “grida” sempre quando è nel Giusto del Pane Intero … “grida” come Piuccio! … Tu non hai niente da dirmi oltre che Allargare le Braccia? Don Vincenzo: C'è Tutto qua! Piccolo Giovanni: Ci sta Tutto! … Ma ci prepariamo per Domenica? Sei già pronto? …  Vi accorcerò i tempi da scrivere … non preoccupatevi e vi farò scorrere un po'… (si rivolge agli addetti a trascrivere il Messaggio) … Ma voglio dirvi che tutto quello che vedrete e che sentirete è preparato da Sempre … e Papà parlerà … e anche lo Strumento parlerà … e … lasciamo che arriva il Giorno! Vedete Figli … non dovete dimenticarvi delle Capanne che avete preparato … e non dovete dimenticare che avete una Vigna, l’Arca e i Remi … e dovete combattere ancora tutti quanti con la Spada del Vangelo e uscire con le Schiere! Lo Strumento vi porta … ma i Tempi che scenderanno ancora non sono belli … ma dovete Lavorare voi che siete la “Chiesa Nuova”! Non sono un solito ritornello … è che sono le Parole da ricordarvi attimo dopo attimo! … Ma dovete Vigilare sui bimbi … non metteteli in mostra … ma teneteli custoditi nei vostri cuori e nelle vostre Capanne! Sono i bimbi quelli che soffriranno in questo Tempo … e sono le mamme che piangeranno! … Ora vi Saluto … vi lascio il Mio Cuore … e ci incontreremo ancora nei vostri cuori! E quando ci sarà la Festa … se vedete qualcosa di diverso … non scandalizzatevi: il Tempo è nel Tempo! … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) … Giovanni … noi dobbiamo ancora Lavorare! Io vado a prendere le altre Spose che lo Strumento ha portato! Adesso i Chiodi sono passati! Giovanni … quando sentivo i Dolori come li senti tu … quando nessuno Mi vedeva, ma lo Strumento mi vedeva e mi sentiva … diceva: "Poggiati su di me … così Ti riposi!” … Parla con lo Strumento! Io non gli nascondevo nessun Dolore! E lei piangeva con Me al telefono quando gli dicevo: "E’ Grande il Dolore del Parto … aiutami!" … Diglielo anche tu! … Ora viene Gesù e vi Saluta! (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato)  Io vi Saluto ancora e vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Gesù: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice) … Sono Io: Gesù … E’ Tempo di Lavorare … E’ Tempo di raccogliere tutti i Frutti! La Vigna e il Giardino sono Puliti … è fuori che si deve andare a Lavorare! E ora … dopo che vi Saluto … partiamo con le Schiere! Ma devi aspettare ancora … Papà … lo Strumento mi chiede altri Giorni e Tu gliel'hai promessi … e Li prenderà! … (Gesù Alita sui presenti) … Aspettate il Giorno della Festa … siate col cuore aperto … Figli! Tu Saluta con l'Albero Verde … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … venite tutti! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri amici, su tutti, sul mondo intero … e su questa Famiglia Chiamata ad essere la Luce del mondo! … E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … ho ancora tanto Lavoro da fare … e quando non riesco a passare con i Chiodi … non posso farLi togliere da chi mi sono portata dietro … ma da lontano vedi se puoi farlo Tu! … C'è tanto ancora e rientrerò un po' più tardi … e poi Ti raggiungo nel Lavoro che si deve fare con le Schiere! Tu guida i Pargoli … anche se sono cresciuti e stanno moltiplicandosi: guidali! Quando arrivo pure io …. li guido io! Giovanni … le Ancelle le metto nelle Tue Mani e anche le Suorine e anche i Sacerdoti! No … non li sto scaricando e tu lo sai … devo rimanere un po' alla Destra del Padre … e anche se i Figli mi vedono nel mondo … io rimango alla Destra del Padre! Giovanni ... avendo ancora Giorni … devo Impastare! … Ci vediamo dopo! … (Giulia schiocca un bacio)  … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!  Ti Amo, Papà!  Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti: TI AMO, PAPÀ!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei … rimanendo Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto … così sarete tutti: Piccoli Giovanni! Giulia: Eccoci … Papà! Visto che tutti i Cari sono al Banchetto … ma si stanno preparando per uscire a Lavorare … possiamo Salutare tutti quanti? … (Tutti Salutano i propri Cari) … Mamma … Mamma Violetta … avete tanto Lavoro da fare … ma donatemi un filo per cucire! … Ci vediamo dopo!... (manda un bacio) … Padre … donami la Costanza e la Forza! Eccomi!

 

 

Seconda Domenica del Mese

 

11 Ottobre 2015

 

17° Anniversario Inaugurazione della Stanza di Gesù

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario, e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione:

Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (La Madonna per un po' rimane in Silenzio poi dice:) … La Madonna: Come Mamma del Giardino … della Vigna … dell'Arca … dei Remi … e della Capanna …  Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo … nell'indicare ad ognuno di voi la Via della Salvezza … la Via del vostro Tutto … la Via che porta nel Giardino dell'Amore … nella Terra Baciata dal Padre … nella Terra Bagnata dal Sangue di Mio Figlio! Non solo L'ha Versato per riscattarvi ma L'ha Versato anche sulla terra … per donare ad ognuno di voi i Frutti di Dio … il Cibo in abbondanza … mentre gli uomini versano il Veleno … contaminando ogni cosa che Dio ha Seminato da sempre … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … del Cuore del Padre … del Cuore del Figlio … del Cuore dello Spirito Santo che sono Io: la Mamma del Crocifisso … la Mamma che Spalanca le Braccia per i propri Figli … per l'umanità intera …  per i Figli Ministri … e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Vi invito a Pregare, Figli Miei e vi invito all'ascolto della Parola! Vi invito all'ascolto del Pane Intero e Spezzato per diventare ancora Intero e saziare l'umanità sorda e cieca! Figli Miei … come Mamma … in questo Giorno … vi chiedo i vostri cuori: li avete preparati? Figli …  siete pronti per lasciare tutte le cose del mondo? Siete pronti per essere le Spose del Mio Gesù? Siete pronti per essere le Spose di Dio? Giovanni ha fatto un cammino di Dolore … di Lacrime … e si è Donato Tutto … così come Gesù! … Non si è tenuto nulla per sé … ma ha Donato tutto ai Propri Figli e ha Amato e Perdonato coloro che hanno trafitto il Suo Cuore … ma li aspetta nel Giardino dinanzi a Dio … dinanzi alla "Domanda Finale"! … Vorrei mostrarvi il cuore dello Strumento che è nelle mani del Padre … ma vi invito a guardare un "Nocciolo Scorticato"! Se vi fermate sotto la pianta d'ulivo lo trovate … osservatelo bene: quando è pulito … dopo essere stato mangiato dagli uccelli del cielo … rimane un pezzettino di legno che si prende e si getta nella spazzatura! … E così lei chiede: "Straccio Stracciato" ai Piedi della Croce … gettato come spazzatura! Così come fanno con Me! Così come fanno con Gesù! Così come fanno col Padre! Ma il Padre continua ad Amare! … (Benedice) … Con la Croce Tremenda invita ad ognuno di voi e all'umanità intera a prendere Coscienza … Conoscenza … Amore … Carità … Perdono … per le “Mura di Roma”! … Figli … ricordate sempre che sono diventata Mamma per Amore … essendo una Piccola Creatura nel donare l'EccoMi al Padre per donarvi la Vita Eterna … rimanendo Unita al Padre e al Figlio … rimanendo Serva Inutile dinanzi al Servo Giuseppe … così chiamato dal Padre! Ma Vigilate … Figli: le guerre sono alle porte! Non conoscete ciò che stanno preparando! … Tutti i Servi Inutili stanno Lavorando! Tutte le Schiere stanno Lavorando! Tutti i Pargoli stanno Lavorando! Tutte le Spose stanno Lavorando! I Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … stanno Lavorando Tenendo Alta la Croce … (Benedice) … e Tenendo Alto il Pane … nell'Invitarvi a TenerLi Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! I Banchetti sono pronti per ognuno di voi e per l'umanità intera! Ma l'umanità è sorda ed è cieca … l'umanità non è “Mamma” … l'umanità ha dimenticato di essere “Mamma” …  e di avere una Mamma e un Papà! L'umanità si batte il petto dinanzi ai Servi Inutili per ottenere le cose del mondo … ma Dio non ha preparato per voi le cose del mondo … Dio ha preparato per voi l'Eredità Eterna! Dio ha preparato per voi i Banchetti! Dio ha preparato per voi il Giardino dove non manca nulla … e dove c'è Latte e Miele che scorre per ognuno di voi e per l'umanità intera … e aspetta … aspetta! … Cosa volete ancora da Dio? Cosa volete ancora dallo Strumento? Alcuni: Eccomi … Mamma! La Madonna: Così in pochi rispondete? Questo è il vostro Amore verso Dio? Questa è la Festa in cui vi è stato detto di prepararvi? Don Vincenzo: E noi vogliamo prepararci mangiando il Pane … il Pane dell'Amore … il Pane della Verità … il Pane della Vita! Vogliamo essere Strumenti d'Amore …  e mettere Te al Primo Posto! La Madonna: Non sono Io al Primo Posto … è Dio al di sopra di Me! È Dio che Mi ha fatto “Mamma” … e quel Dio sei Tu! In questo Giorno … Giovanni ha pianto per tutta la Chiesa … per le “Mura” di Roma! (Oggi è il 17° Anniversario dell’Inaugurazione della Stanza con la Grande Processione della Croce da Sant’Elia di Lauria a Timparelle.) … Aspetto che parliate voi! Tutti: Eccomi! La Madonna: Aspetto la Tua risposta … Padre! Mi Inchino dinanzi al Tuo Silenzio! Don Vincenzo: Bisogna mettere sempre Dio al Primo Posto … ed essere  Luce del mondo! La Madonna: Tu sei Dio … Tutto puoi! Tu mi hai reso “Madre”! …  EccoMi! Teresa: Padre … è Tutto nelle Tue mani … sei Tu il Padre … noi siamo le Tue Spose … la Tua Famiglia! … (Tutte le Ancelle si inginocchiano con tutti i presenti) … Le Ancelle: Eccomi … Padre! Don Vincenzo: Sono Io il vostro Dio! Tutti: Eccomi! La Madonna: RivelaTi ancora … Allargando le Braccia e Benedicendo ognuno di loro … l'umanità intera … e Consacrando la Russia al Mio Cuore Immacolato e Addolorato! Don Vincenzo: Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo … Consacro la Russia al Cuore Immacolato e Addolorato della Mamma! La Madonna: Tutto dipende da Te … Tu sei il Padre in mezzo agli uomini! Tu hai insegnato agli uomini a dire: “sì sì-no no”! Il Tempo del Nascondimento è passato … e ora c’è il Tempo dello “smantellare” … Padre! … E Tu … unito alle Ancelle … alle Spose … alle Suorine … ai Sacerdozi … a tutti i Figli … dovete “smantellare”! … Il Mio Compito è andare avanti con le Schiere! … Il Mio Compito di Mamma è Partorire ancora! Don Vincenzo: “Smantellare” tutto e tutti! La Madonna: E’ questo che dovete fare! Lo Strumento rimane alla Destra! L’Eccomi al Tuo Cuore … rimarrà per l’Eternità! In questo Giorno Ti è stato chiesto: la Grande Processione dalla Stanza al Calvario … alla Natività … e alla Resurrezione! … (Nel giardino, ai piedi della statua di Gesù, sono state posizionate le Tre Croci del Calvario e la Capanna con la Madonna, Gesù Bambino e San Giuseppe) Conosco il Tuo Dolore … conosco i Tuoi Affanni … ma non lasciare l’Umanità solo nelle Mie Mani! Mi hai donato un Figlio da donare all’Umanità intera … Mi hai consegnato l’Umanità … e tu aspetti l’Umanità, aspetti tutte le Spose: … non chiudere la Porta! Aspetta ancora! Lo Strumento è andata fuori … è andata a Lavorare … e con lo Strumento è andato a Lavorare: Carlo, Pio, Domenico, Giovanni! … Non hai torto … nel vedere tutti i Flagelli … nel vedere tutti i “Grandi”! Padre … Tutto dipende da Te … Tutto è nelle Tue Mani … Tu Sei il Sole … Tu fai Brillare il Mio Cuore Immacolato … perchè Tu L’hai reso Immacolato! … Mi hai lasciato come Ultima Grazia … ma  Tutto è nelle Tue Mani! Hai lasciato nelle mani dello Strumento e hai  poggiato l’Umanità … ma il Tuo Dito conta! (molti dei presenti manifestano parole di Amore verso il Calice Vivente-Dio) Abbi Pietà dell’Umanità! Tu sei Dio! Tu sei Dio! Ancelle … ora dò a voi il Compito di parlare! Io aspetto … e con lo Strumento Puliamo il Giardino! Ancelle: Papà … Eccoci! Sara: Papà … Tu sei Dio … noi abbiamo bisogno di Te … senza di Te siamo persi! Teresa: Padre … ascoltaci … sei Tu il nostro Tutto! Chiara: Padre …….!  (Don Vincenzo si alza e Allarga le Braccia! Tutti applaudono. Don Vincenzo Benedice) Tutti: Eccomi, Papà! Don Vincenzo: Io Sono la Croce! Io Sono il Padre! Tutti: Eccomi! La Madonna: Aggiungi: “Ora e per l’Eternità! Don Vincenzo: Ora e per l’Eternità! Tutti: Eccoci … Papà! … (si applaude)  La Madonna: Il Veleno sta avvolgendo ...... e Tu lo sai! Tutto hai fatto e Tutto puoi cancellare … ma non cancellare che Sei Dio … non cancellarlo … tieni il Tuo Cuore Spalancato … e non lasciare l’Umanità! Don Vincenzo: Eccomi! Eccomi per sempre! La Madonna: Tutto hanno già preparato … Tu solo … col Tuo Dito … puoi fermare! I Tuoi Figli Ti seguiranno nella Vigna … nel Giardino … nell’Arca … nei Remi … e nella  Capanna! Conosci i Tempi che stanno per Scendere! Tu Sei Dio … Luce e Sale del mondo! Senza Dio Tutto crolla! Non fare crollare, … Padre … che Mi hai chiamato per Donare il Tuo Figlio all’Umanità intera! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Giovanni sta Lavorando con tutti i Servi Inutili! … Ora Ti Doni Tu … Allargando le Braccia e Soffiando col Tuo Alito d’Amore sui Tuoi Figli e sull’Umanità intera … donandoTi! Don Vincenzo: Eccomi … Mi faccio Pane … Pane di Vita … Sono il Pane come lo Sei Tu! … (don Vincenzo Alita sui presenti) … La Madonna: Io sono l’Umile Ancella ai Piedi della Croce … Figli Miei! Don Vincenzo: E questa Umile Ancella è la nostra Ricchezza … ed è la nostra Luce! La Madonna: La Luce sei Tu! Dio è la Luce … e Dio rende Luce ogni Creatura! Tutto hai Creato … e Tutto Creerai … all’Infinito! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Questo è il Pane di questo Giorno! Lo Strumento non parlerà … parlerò Io come Mamma … invitandovi ancora a camminare sulla Via Stretta … e invitandovi ancora a pregare per tutte le Creature che vengono uccise … per tutte le Creature che vengono immolate … per tutte le Creature che vengono violentate! Pregate per tutti i Figli Ministri! Non tutti hanno la stessa coscienza sporca sui bimbi! Pregate per ognuno di loro! … “Chi è senza peccato … scagli la prima pietra”! … Così come volevano fare con Me … dopo aver saputo che aspettavo il Figlio di Dio! … Ma Tu … Padre … Mi hai protetta … perché era  Tuo Figlio che doveva Nascere! Ora le mamme non sono più mamme: uccidono i propri figli! Molte mamme piangeranno perché i figli saranno strappati dalle guerre … e da coloro che hanno legato i cuori al dio denaro … e non al Tuo! … Famiglia Scelta dal Padre … pregate per tutto questo … pregate per ciò che sta per Scendere sull’Umanità … ma non è il Padre a farlo Scendere! Don Vincenzo: Sono gli uomini! La Madonna: La Porta ora devi spalancarLa e tenerLa sempre Aperta … così come il Mio Cuore è Spalancato … e così come il Cuore di Giovanni è Spalancato … e di tutti i Servi Inutili che sono: “Servi Inutili” … senza essere stati Comprati e Venduti! Pio Domenico … Carlo … sono andati via … perché sono stati Comprati e Venduti! Non tutti i Servi Inutili che vedete sono “Servi Inutili” … Figli Miei! Coloro che nel Silenzio hanno donato la propria Vita sono “Servi Inutili”! … E Tu sei Dio! Don Vincenzo: Mamma! La Madonna: Puoi chiamarMi: “ Mamma” … Tu Mi hai resa Mamma … donandoMi la Croce da Partorire e il Crocifisso da Partorire! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Ancelle? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Pregate … e ricordate la vostra Promessa: “Non legati al mondo … ma legati a Dio! … Non legati agli uomini … ma legati al Padre in Pienezza!” … Ancelle … soffrirete … ma il Dolore sarà Gioia per ognuno di voi … in questo Giorno dove Giovanni ha Versato il Suo Sangue! Ancelle: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Vi invito ancora ad Amare i nemici! Vi invito ancora a pregare per i nemici! Lo Strumento dall’Alba ha messo nel Mio Cuore … e nel Cuore del Padre tutto quello che ha ottenuto da Dio da sempre … dal Suo Grembo Materno … dal grembo del Fiorellino … (la mamma di Giulia: Serafina) … dal Grembo di Dio! … Ve la lascerò ancora! Tutti: Eccomi! La Madonna: Ma Vigilate … Figli … non è sempre lei in mezzo a voi! … Lei è alla Destra del Padre … e deve preparare il Giardino … e deve custodire i “Rotoli”! … E’ in grave pericolo … Figli! … Pregate e non temete gli uomini! … (la Madonna si rivolge allo Strumento)  Dove sei andata? … Lo so che non puoi parlare … fai ciò che devi fare! … Non dovete temere gli uomini ma dovete temere Dio! Non dovete ascoltare ciò che dicono gli uomini … ma ciò che dice Dio … Figli! Nel Tempo che sta Scendendo incontrerete molto Veleno … e vi farà dubitare! Voi siete a conoscenza di questo!  Ancelle: Eccomi! La Madonna: E quando sentirete tutte queste cose … chiamate il Padre e dite: “Padre … sono Tuo Figlio … il Veleno mi perseguita!” … E il Padre interverrà allontanando il Veleno! Camminate sempre con la Croce … perché lo siete! E se rideranno di voi … alzate gli occhi guardando il Giardino … e il Giardino è la Croce … e guardando il Giardino … chiedete al Padre: “Misericordia” … per i Figli che rideranno di voi! Don Vincenzo: Misericordia! La Madonna: Quando sentirete ancora parlare di Flagelli … se vedete un Piccolo Focherello nella scatoletta … (la tv)   sappiate che è moltiplicato per un numero grande … non per quello che vi hanno detto! Quando vi diranno: “Va tutto bene!” … E’ tutto sottosopra! … Quando vi prometteranno i Grandi della Casa del Padre …........! Di ciò che sta avvenendo … non credeteci … ma pregate! E Mi fermo nel dire ad ognuno di voi: “Figli Miei … Vigilate!” … I Tempi sono nel Tempo! Chi rimane nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nella Capanna … non gli sarà tolto nulla! Ma lo Strumento non lascerà nessuno dei suoi Figli … neanche coloro che hanno trafitto il suo cuore! Ma pregate Figli … pregate! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Ancelle? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Parlate di ciò che sentite nei vostri cuori! Aspetto ognuno di voi! Alessandra: Eccomi nel fare la Volontà del Padre … e di essere Sua Sposa per sempre! La Madonna: EccoMi! Chiara: Eccomi per lasciarci ancora la Cocciuta! Eccomi … Papà! La Madonna: EccoMi! Sara: Eccomi al   Padre … Lui è la nostra Vita … il nostro Sole … anche se noi ci dimentichiamo di Lui e ci allontaniamo dal Suo Cuore … senza di Lui siamo persi …! Noi siamo un tutt’uno con Lui! Padre … aspetta ancora … come Ti chiede la Cocciuta … aspetta che apriamo gli occhi e ci avviciniamo al Tuo Cuore! La Madonna: EccoMi! Roberta: Eccomi per tutto quello che il Padre mi chiede! Eccomi perché senza la Cocciuta non sappiamo camminare! Eccomi … Padre … per essere in mezzo a noi! La Madonna: EccoMi! Marina: Eccomi … Papà … nel fare le Tue Cose … anche quando cado … mi dai la forza di rialzarmi! La Madonna: EccoMi! Vedete i Miei Occhi socchiusi … ma Io vi vedo … e come Mamma vi amo! E come Mamma … cammino seminando ancora le Spine e aspettando che i Figli si fermano a raccoglierLe! EccoMi per tutto quello che avete preparato! … EccoMi per i vostri cuori! … Paolo? Paolo: Eccomi! La Madonna: EccoMi di averMi donato una “Casa” … ed EccoMi per aver donato Tre Croci: il Calvario con i Tre Gesù! Ogni Figlio è fatto ad Immagine e Somiglianza di Dio ...... e da sempre vi siete chiesti: “Tre Gesù?” … Ogni Figlio è fatto a Somiglianza di Dio! Ogni Figlio viene Crocifisso … come è Crocifisso Gesù … dai Grandi! Ma: “I Grandi andranno alla Giornata per un Pane … e i Piccoli … e i Poveri saranno saziati!” … E vedranno il Volto di Dio così com’è … come si mostra nel Nascondimento … nel Piangere … nel Soffrire i Dolori del Parto … e nel Gioire! Paolo: Gesù ci ha accumunati tutti sul Calvario! La Madonna: Sei stato gioioso nel Lavorare? Paolo: Eccomi! La Madonna: Figlio Mio … il Padre farà scendere su di te il Fuoco dell’Amore! E lo Strumento ti darà la Pace per farti camminare nella Via Stretta … non L’hai mai lasciata! Paolo: Eccomi! La Madonna: EccoMi … Figlio! A tutti voi che avete Lavorato al "Calvario" … vi sarà donata la Paghetta per PrenderLa, SpezzarLa e DonarLa ai vostri nemici … ma rimarrà Intera per ognuno di voi! … Figli Miei …  Sacerdozi … Suorine … Ancelle … e Spose … Lodate Dio che rimane in mezzo a voi per l’Eternità! Tutti: Eccomi! La Madonna: Così come rimarrò: Mamma del Cielo … Mamma della Terra … Mamma dell’Amore … e Mamma del Dolore nel vedere l’Umanità sorda e cieca … Figli Miei! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Padre … parlaMi del Tuo Amore! Parla ai Tuoi Figli dell’Amore che Doni attimo dopo attimo! Don Vincenzo:Il Mio Amore è una Cascata d’Amore! La Madonna: Dio del Cielo e della Terra … Dio di tutte le Genti … Dio che attimo dopo attimo squarci il Tuo Cuore … e non vuoi lasciare nessuno dei Tuoi Figli ....... parli … e Ti poggi sul Cuore dello Strumento: “Sono Grandi i Miei Dolori!” … Ho aspettato il Giorno di Giovanni … il Giorno del Suo Amore …  della Sua Gioia … e del Suo Dolore per donarTi ai Tuoi Figli … per donarTi all’Umanità … e per Donare lo Strumento all’Umanità … così come si è Donata la Serva Inutile Giulia! Ve la consegno … Figli … e vi consegno il Mistero che porta nel suo “Vuoto” … e vi consegno una sola parola del suo Primo Messaggio … della Piccola Teresina del Bambin Gesù! … Quando l’ha incontrata all’età di 9 anni … gli ha fatto vedere una Piccola Croce e gliel’ha  attaccata alle sue spalle … e due rose nelle sue mani … e una sui suoi piedi! Ma lei ha capito che quella Piccola Croce sarebbe stata la Grande.......! E poi gli ha detto: “Tutti i bimbi che Dio ti manderà … li prenderà per fare un Esercito d’Amore!” … E la Cocciuta ha risposto: “Eccomi”! … “E  incontrerai tanto Dolore … e lo trasformerai in Amore e Gioia!” … E poi gli ha detto altre cose da tenere nel “Rotolo” … e ancora sono chiuse! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Ora Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Le Ancelle Mi Innalzeranno la Lode … glieLa metto nel cuore … e ognuno di loro Innalzerà la Lode! Dopo Saluterai i Tuoi Figli con l’Albero Verde! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Ma ora aspetta … ognuno di loro farà un Unico Lodare!... (La Mamma Alita sulle Ancelle e ognuna di loro intona una Lode)Teresa: Eccomi … Padre … nell’essere Tua Sposa … Partorita come Croce! Eccomi! Chiara: Eccomi … Padre di Luce! Eccomi … Cuore Grande! Eccomi … Padre Mio … Eccomi come Tua Sposa! Alessandra: Lode a Te … Mamma mia! Lode a Te … Padre Mio! Donaci sempre il Tuo Amore! Eccoci a Te … come Tue Spose! Sara: Eccomi … Padre … Dio Bambino …  col Cuore Squarciato … Ama! Eccoci … Figli ... nel ricambiare l’Amore che Doni! Roberta: La mia Anima dà Lode al Padre! Eccomi a Te come Tua Sposa … ora e per l’Eternità! Ti amo … Mamma … e Ti amo … Papà! Marina: Eccomi a Te … Ancella della Croce! Eccomi a Te … Papà di Amore Infinito! Eccomi per tutto l’Amore.....! Eccomi come Ancella della Croce! La Madonna: EccoMi! Ora Saluta con l'Albero Verde e poi col Magnificat! …  (Ora Don Vincenzo Benedice)Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo, scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti, sul mondo intero che il Padre accarezza ogni giorno! E vi Benedica Dio Onnipotente ... Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti: Amen! La Madonna: Amen! Il Magnificat! … (Ora tutti recitano il Canto del Magnificat insieme alla Mamma)   La Madonna: L'Anima Mia Magnifica il Signore! Mi hai Visitata … e nel VisitarMi … hai tolto ogni Male! Mi hai portato il Pane per farLo custodire in un Tempo … e in un secondo Tempo … donarLo! Mi hai Donato la Croce … dove potevo ripararMi dagli uomini! Mi hai Donato Giuseppe … per essere scartato e nascosto dagli uomini … così come sei stato scartato Tu: Dio Uno e Trino! … Nel Tuo Infinito Amore … Ardi per tutti i Tuoi Figli … e così hai fatto Ardere anche il Mio Cuore … e il cuore della Tua Famiglia! Resta con i Tuoi Figli … perché si fa Buio … e Tu hai solo parole di Vita Eterna! Tu sei la Casa … il Tempio Vivo per tutte le Genti! Mi hai fatta: “Chiesa Nuova” per Accogliere l'umanità intera! Ma voi: Giovanni, Carlo, Pio e Domenico … voi tutti  Servi Inutili” che Abitate nella Dimora … prendete per mano ogni Sposa in questo Tempo! E tutti i Figli Ti Amano … Padre! Tutti:  TI AMO … PAPÀ!  Don Vincenzo: Anch'Io vi Amo! La Madonna:  Ed essendo ai Banchetti … salutiamo i nostri Cari! …  Parlo Io per lo Strumento … oggi lei non parla! Salutiamo i Cari! … (Tutti Salutano i propri Cari)   La Madonna:  Mamma Serafina … lo Strumento ti fa gli auguri per domani!  SERAFINA: Eccomi … lascio scendere sul suo cuore … il mio cuore di mamma! La Madonna: Glielo dirò! … (manda un bacio) 

 

 

 

Giovedi 15 Ottobre 2015

 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:

Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in Silenzio, poi dice:) … Gesù: Nel Pane della Croce … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! E nel Pane Vivo … Innalzo i cuori di ognuno di voi al Cuore del Padre … mettendo i vostri cuori come Lucerne Vive nell’Infinito dell’Amore di Dio! … E nell’Infinito del Suo Cuore … nell’Infinito di ciò che Dio ha preparato da Sempre … Maria … come Umile Ancella … Semina … Semina … Semina attimo dopo attimo … le Spine dell’Amore! Quelle Spine dove l’umanità si dovrebbe inchinare e raccoglierLe … e dopo averLe raccolte … guardare il volto del fratello … guardare il volto di chi ha trafitto il cuore! Io non Mi sono girato … ho guardato con Amore chi Mi ha lasciato solo … chi Mi ha tradito … chi ha pensato: “Uccidiamo l’Erede … così possiamo dividerci  l’Eredità!” … E così pensano tutt’ora attimo dopo attimo …  dimenticando di avere un Padre … di avere un Figlio … e di avere una Mamma! E Tutte e Tre le Persone hanno Donato l’Eredità Intera ai Propri Figli e all’Umanità! … Questa Eredità dove ogni Figlio non ne fa Tesoro … ma: “Non La vedo! …  Chissà se esiste questo Dio! …  Tanto Gesù è stato ucciso! … Tanto è un’invenzione!” … Sì … molte cose sono invenzione! Molte cose sono state pensate  per accumulare tesori sulla terra!  Ma Dio E’ da Sempre! … E’ il Padre che ha Creato Tutto … non è l’uomo … e non discendete dalla scimmia … come tanti dicono! Dio non è una scimmia! Dio è Padre … è Uomo fatto di carne e di ossa …  Vivo … Reale … così come Lo sono anch’Io: Bevo e Mangio del “Nuovo”! …  E questa è Parola Mia …  lo posso confermare con la Croce … (Benedice)   la Croce è un Sigillo! … Ma potranno anche dire: “In quel Tempo chi era un ladro o diceva: sono il Figlio di Dio … veniva Crocifisso!  Chi ce lo dice a noi se questo Gesù è stato Crocifisso?” …  Ve lo dice la Croce … (Benedice)  la Croce che Parla … la Croce che non si divide … rimane Intera … ma la Croce che ha Partorito Maria …  non quella che portano gli uomini! Voi portate la Croce che ha Partorito Maria … perché siete fatti ad Immagine e Somiglianza della Croce … di quel Crocifisso che ha Allargato le Braccia … e Le tiene Allargate per Amore! Figli … Fratelli … e Amici … vi invito a Vigilare … e a rimanere nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … e a rimanere Croce nel prendervi e nel portarvi! “Chi Mi Ama … si prenda come Croce e Mi segua” … sulla Via Stretta dove c’è il Pane Intero … Spezzato … e ritorna di nuovo Intero … Figli Miei! Gesù: Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi! Gesù: EccoMi … Cocciuta! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Guarda! Giulia: Eccomi! … Gesù … cosa stanno facendo? Gesù: Dì che vedi solo del Fuoco che arde! Giulia: Non posso andare ad aprire quella porta … Gesù? Gesù: Guarda ancora! Giulia: Gesù … vedo il sole che cade … ma non è il Sole che si deve Aprire … e mentre cade non rimane nulla! Vedo acqua e vento … e non rimane nulla! Gesù … posso andare a Lavorare? Gesù: Dopo! Ora guarda ancora … e ciò che vedi mettilo nel “Vuoto” dove ci sono i “Rotoli”! Giulia: Eccomi … Gesù! Eccomi … Gesù … Eccomi ancora per l’Eternità! Gesù:  EccoMi … Anima Mia! Giulia: Gesù … Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! … Metto nel Tuo Cuore la Famiglia … i sussurri … i loro cuori! … Metto nel Tuo Cuore tutti i nemici! … Metto nel Tuo Cuore l’umanità intera! … Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere! … Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che Ti sputano in faccia! … Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze … i Sacerdoti … e i Gigli … e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … Metto ancora nel Tuo Cuore il “niente” della mia Giornata … e accoglici così come siamo … Gesù! Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi … col Cuore Spalancato nell’accogliere i sussurri! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo … Pio … e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce … l’Unica Verità del Pane … (Benedice) Invitandovi ancora a TenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: E’ una Gioia Grande sentire: “Figli Miei!” … ma noi ancora non abbiamo capito … l’Umanità ancora non ha capito! Gesù … donami ancora Giorni!  Gesù: La Porta è Aperta … e la Chiave ce L’hai in mano … nella Vigna … nell’Arca … nei Remi … nelle Capanne! … Ma siate pronti e preparati … Figli! Giulia: “Eccoci … Gesù!” … Rispondo per ognuno dei Figli e per l’Umanità intera! E aspetto per poter rispondere ancora per la Domanda Finale! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Io sono “Cocciuta” … e busso! Così mi avete cercata e così sono! Gesù: Rimani … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE … GIOVANNI-GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! … Come stai?  Don Vincenzo: Bene! Gesù: Si sta preparando una Grande Festa per ognuno di voi e per l’umanità intera! … Papà … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore ... e per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Questo è il Mio Sangue! … Questa è la Mia Carne! … Ora possiamo DonarCi … Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per l’Umanità intera … e per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! (I presenti si  avvicinano per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) EccoMi … Ci siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Viva ed è Risorta … è Reale in mezzo ai Tuoi Figli e all’Umanità intera! … Che facciamo? …  Prendiamo parte del Banchetto? Don Vincenzo: Eccomi! … (Tutti prendono parte del Banchetto)  Gesù: Giovanni è impegnato con l’Esercito … e Io sono venuto solo a Salutarvi e a Spezzare il Pane e a Mangiare e Bere con voi … Dio! Vi abbraccio col Cuore Aperto! … Tu Calice Vivente-Dio … Benedici con l’Albero Verde! Don Vincenzo: La Bontà del Padre …  la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi … sulle vostre famiglie … sul mondo intero! … E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti: Amen!

 

 

 

Giovedi 22 Ottobre 2015

 

Mosè guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (La Cocciuta ha il Crocifisso "puntato", Gesù per un po' è in Silenzio ... poi Dona 16 colpi di Tosse e dice:) Gesù: Nel Calore della Tosse … (Benedice) ... e nel Calore della Stalla … (Benedice) ... vi Segno col Mio Amore ... col Crocifisso Vivo e Reale in mezzo a voi ... Figli ... Fratelli ... e Amici del Mio Cuore! Ho voluto Salutarvi donandovi la Tosse Piccola ... non quella Grande Grande ... per avvicinare ognuno di voi a riconoscervi: Figli di Dio ... Figli del Padre ... e a preparare i vostri cuori a tutto quello che il Padre ha preparato da Sempre! Lo Strumento doveva leggervi alcune cose dette dal Padre … e dette da Giovanni … ma è stata fermata dal Padre ... ed è stata fermata da Giovanni ... e non verrà gettato ... ma lo faremo scrivere! E nel farla scrivere ... c'è da fermarsi e ascoltare ... Figli, Fratelli e Amici del Cuore della Croce ... l'Invito del Mio Cuore ... Unito al Cuore del Padre ... è rimanere nella Vigna, nell'Arca, nei Remi ... e Vigilare sulle Capanne! Vigilate ... Figli Miei! ... Dio non prende in giro i Figli come fanno gli uomini! Dio è Padre e lo è da Sempre! Pregate per tutti i Sacerdoti e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Non fermatevi ... Figli Miei! Avete la Destra del Padre, per combattere il Veleno che è fuori il cancello e i Falsi Profeti che avanzano nel rubare l'Anima dei Figli nel vendere e comprare! Siate Vigilanti ... Figli Miei ... siate Vigilanti! La Vigna ... l'Arca ... i Remi ... e le Capanne ... non abbandonatele! Siano puliti ... com'è Pulito il Cuore di Maria! Siano pronte ... com'è Pronto il Cuore di Maria! Siano adornate ... com'è Adornato l'Abito che indossa Maria ... nella Semplicità del Suo Amore di Mamma ... Figli! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Guarda ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù! Cos'è quella Cascata di acqua verde ... Gesù? Dove scende distrugge ogni cosa! Cosa hanno messo in quell'acqua che da candida è diventata verde? Cosa posso fare ... Gesù? Gesù: Immolati come tu sai fare dal tuo "Eccomi" Materno! Giulia: Perché Ti stringi il petto ... Gesù? Perché stringi il Tuo Cuore ... Gesù? Me lo dici? Gesù ... perché fai prima così … e dopo così … Gesù? ... (Con le mani si stringe il petto e il cuore) ... Gesù: Guarda ancora ... Anima Mia! Giulia: Cosa fanno a tutti quei bimbi ... Gesù? Non solo gli tolgono ogni dignità ... Gesù mio ... ma li lasciano senza una goccia di sangue! Fammi andare a donare il Sangue a tutti i Pargoli ... ma sia fatta la Tua ... e non la mia Volontà ... Gesù! Gesù: Vedi cosa fanno coloro che si chiamano "Potenti"? Giulia: Tu che doni il Perdono a tutti ... Tu che ci hai Riscattati col Sangue Abbracciando i Chiodi ... sii Misericordioso ancora ... e se vuoi ... fa che io vada a finire le Cose del Padre! Gesù: Immolati come tu sai fare ... e passa su di loro col Soffio della Tosse! Giulia: Eccomi! ... (Sei colpi di Tosse! Poi beve i Calici) ... Eccomi ... Gesù ... sono passata col Soffio della Tosse e ho Bevuto donando il Tuo Sangue! Teresina sta donando il suo e tutte le Ancelle le porto a Lavorare! Gesù: Guarda ancora ... Anima Mia ... ma ciò che vedi mettilo nel "Vuoto" ... e nei "Rotoli"! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Non temere ... Papà ... la Cocciuta ha visto quello che è preparato da Sempre ... ed è al Lavoro! Giulia: Gesù ... donatemi la Costanza e la Forza di tenere i "Rotoli nel Vuoto"! Costanza e Forza chiedo! Gesù: Il tuo "Eccomi" è Eccomi per l'Eternità ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità ... Gesù! E avendo donato l'Eccomi ... metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia ... i Figli ... i Sussurri ... i loro cuori! Metto nel Tuo Cuore tutti i nemici! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che non hanno la forza di avvicinarsi alla Tua Luce e cadono nelle tenebre ... Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze ... i Sacerdoti e i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! E metto ancora il mio "niente" della Giornata nel Tuo Cuore! Eccomi ancora per l'Eternità ... Gesù! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice col Segno della Croce) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccomi ... Gesù ... ma Tu Ti tieni ancora stretto il Cuore! Gesù ... posso uscire e portarmi tutte le Ancelle? Gesù ... Tu rimani a parlare ... col Cuore tenendolo nelle Mani! Gesù: EccoMi ... Anima Mia! E così Mi tengo il Cuore nelle Mani ... e vi dò la Tosse quando serve! Giulia: Gesù ... Tu non hai bisogno del medico ... ma Tu lo sai che c'è Teresina ... se vuoi ... donale il Tuo Cuore nelle mani ... così sarebbe contenta di guardarLo! … Lo fa attimo dopo attimo ... ma se Lo vuoi donare adesso ......!Gesù: Anima Mia! Anima Mia! Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi! Gesù: Eccomi! ... PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Shalom … Gesù! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! … Come stai?  Don Vincenzo: Così e così! Gesù: E sì … anche Tu ti tieni il cuore come Me lo tengo Io … Papà! E voi come state … tutti bene-male? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! E allora … parliamo un po’? Don Vincenzo: Certo! Gesù: Cosa hai trovato sulla Via? Don Vincenzo: Ho trovato un’Umanità cieca e sorda … che a tutto ha pensato … tranne che a dare Gloria al Padre … e quando si arriva a questo ....... che tragedia! Gesù: Con la Cocciuta siete partite … anche se si vedono seduti! … (Gesù si riferisce alle Ancelle) … La Cocciuta si acchiappa un po’ a tutti e parte a Lavorare! Lo sai dove va la Cocciuta … Papà? Don Vincenzo: Va nei Tunnel! Gesù: Eh … si è portata un po’ tutti quanti! Don Vincenzo: Ah! Va nei posti più difficoltosi! Ma lei è talmente forte che ne esce sempre vincitrice!  Gesù: Ma se non le pigli la mano ogni tanto … poi non esce! E cosa hai incontrato ancora? (Gesù dona altra Tosse e Alito) … L’ho detto che ogni tanto mandavo un po’ di Tosse e un po’ di Alituccio! … Cosa hai trovato? Don Vincenzo: Ho incontrato sempre una situazione non di Fede … un’Umanità che a tutto pensa … tranne che a Dio! Gesù: Lo incontri attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Difatti! Gesù: Non c'abbiamo neanche l’ultimo posto … Papà! E’ stato occupato da qualcun altro … e siamo fuori dell’ultimo posto! Don Vincenzo: E quello che è peggio … è che non si preoccupano di questo! Gesù: No … Papà … per niente per niente! Don Vincenzo: E’ un’Umanità cieca e sorda! Gesù: Ma Papà …Tu sai che dobbiamo portarli nella Vigna e nel Giardino che hai  preparato da Sempre e non possiamo lasciarli! Alla Cocciuta gli  hai donato il Lavoro da fare … da sempre … e lo fa attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Difatti! Gesù: E voi Suorine e Sacerdoti … fatelo anche voi il Lavoro attimo dopo attimo … ma non andando a puntare il dito di qua e di là! E’ Tempo di rimanere nella Vigna … nell’Arca … e nei Remi … e amarvi gli uni gli altri senza puntare il dito! … E se lo puntate allo Strumento … lo puntate a Me … lo puntate al Padre … e anche a Maria! Imparate l’Ascolto! … Imparate ad Amare! … Imparate ad essere Misericordiosi come è Misericordioso  il Padre! E’ questo che vi chiedo: Amatevi gli uni gli altri almeno voi … che siete stati “Chiamati” dal Padre per Compiere la Salvezza dell’Umanità Intera! Papà … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Certo che Ci Doniamo! Gesù: Io Mi Dono e Tu ti Doni … e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: … e per l’Umanità intera! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Adora … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) Gesù: EccoMi! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! … Adorato Mio Bene … Gioia per tutte le Genti … DoniamoCi ancora! Tu Sangue che parli …  Tu Sangue che piangi … Tu Sangue che sorridi … nell’avere Riscattato l’Umanità Intera! … Questo è il Nostro Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Nostra Carne … Padre! Questa è quella che  Tu Mi hai Donato per venire a MangiarLa “Nuova” con la Capanna … con i Figli … con l’Umanità sorda e cieca! … Vivo e Reale! … EccoMi nel DonarMi e nel Mangiare con ognuno di voi … Figli Miei! Ci  Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora nel suo Lavoro … Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri … e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e per l’Umanità sorda e cieca! DoniamoCi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!)                                    Ci siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena ed è Risorta nel Tuo Amore … e nell’Amore che Mi hai Donato nell’Essere Vivo e Reale in mezzo alle Genti e nella Tua Famiglia? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Padre Buono … prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Nel prendere parte … sii Clemente con l’Umanità sorda e cieca … Papà! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Raffaele: Eccomi Gesù! Gesù: EccoMi! Ma voi state tutti bene-male … o male-bene? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Papà racconta cosa hai trovato ancora sulla Via …: non hai trovato niente camminando? Don Vincenzo: Ho trovato che ognuno parlava del proprio io: “Io … io … io …!” … e si sono dimenticati che invece c’è solo Dio: “Dio … Dio … Dio …! ” E quando si commettono questi errori … non si ha più l’Umiltà … non si ha più la Carità … e si vive solo per il Potere … per l’Avere … per il Piacere! Tutto parte dal Padre … e proprio per questo l’Errore è più grave … perché hanno capovolto le logiche umili e hanno messo al primo posto l’io! E tutto questo avviene continuamente … e perciò dobbiamo essere prudenti qua dentro … perché dentro questa Famiglia ci siamo tutti quelli “Chiamati” singolarmente dal Padre Buono … e questo ci deve far  diventare forti nell’Amore … forti nell’Umiltà … forti! Gesù: Padre … Tu che conosci a uno a uno i Figli che hai “Chiamato” … Io li conosco perché li conosci Tu … e lo Strumento li conosce per Tuo Volere … qual è il “Grido” del Tuo Cuore per la Tua Famiglia … per la Vigna che hai consegnato … per il Giardino dove hai preparato i Due Banchetti … qual'è? Don Vincenzo: Amare continuamente Dio! Gesù: Amare continuamente Dio … Vivo e Reale! (Gesù indica il Calice Vivente) Don Vincenzo: Ed è possibile … perché proprio questo Amore crea altro Amore! Gesù: Tu Partorisci Amore … e i Figli devono Partorire l’Amore! Don Vincenzo: Sì … proprio così! Gesù: Com’è … vi sentite protette ... dietro lo Strumento? Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ma state tutti quanti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Eh! Don Vincenzo: Quando si mette al Primo Posto Gesù in ogni momento della Giornata!  Gesù: Se non si mette il Padre al Primo Posto … possono mettere Me … Papà … al Primo Posto? … O ciò che dice lo Strumento? Gli darò l’Ordine di scrivere! Lei ha parlato un poco all’inizio! Adesso si è portata le Ancelle … e anche loro non possono parlare … perché non sapete chi c’è al loro posto! … Io non lo so! … E da dove siete … vi sentite di parlare … sì o no? Ancelle: Eccomi! Gesù: E allora ce la fate a parlare? Uh … uh! Strumento … Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi! Gesù: Riporta le Ancelle al loro posto! Giulia: Eccomi! Gesù: Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dire? Parla! Teresa: Eccomi! Un po’ di tempo fa … la Mamma … ci ha detto di portare la Croce … Gesù … e di non temere gli uomini! Questo significa che ognuno di noi … sia le Suorine … che i Sacerdoti … che noi Ancelle … diciamo … possiamo ….? Gesù: Aspetta a ciò che deve scrivere lo Strumento! Teresa: Eccomi! Gesù: Gli abbiamo fatto scrivere una parte e poi le abbiamo detto di fermarsi! Un po’ è diventata triste … ma visto che lei rimane all’Ubbidienza … ha aspettato fino all’ultimo istante … e non gli è stato dato l’Ordine di terminare! E quando ti diceva: “Vedi che io scrivo.......!” … e quando tu sei andata via … ha scritto! … E poi aspettava ancora … e non le è stato dato altro Tempo per scrivere … e adesso glielo doniamo … e poi avrete anche la risposta a ciò che hai detto! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Cosa c’è ancora? Don Vincenzo: Quello che dobbiamo imparare ogni giorno di più … ogni ora di più … ogni minuto di più … è capire tutto questo Progetto del Padre! Gesù: Sì … capire il Tuo Progetto! E il Tuo Progetto è il “niente” delle bimbe! … (Caterina e Maria Rosaria) … Adesso sistemiamo questo Progetto … e poi sistemiamo l’altro! Ecco! Vicepà … lo vuoi sistemare … scarsetto  scarsetto? Raffaele: Eccomi! Gesù: Qual'è il Progetto da sistemare? Don Vincenzo: Il Progetto da sistemare è: vivere per Dio! Quando non si vive per Dio … si possono fare tutti i progetti …..! Gesù: Questo lo ripeti sempre Papà … ma l’Umanità lo sai che è sorda ed è cieca! Don Vincenzo: E’ questa la trappola in cui si cade! Gesù: E questa è la trappola! Ma neanche la Famiglia ….! Don Vincenzo: Manca questo Rapporto Familiare Pieno!  Gesù: Ancora non riuscite a fare Amicizia Piena … Amore Pieno! Eppure Giovanni l’ha sempre gridato e lo grida ancora! Papà … nel Giardino si Lavora … e si accolgono le Spose che donano la mano e vengono portate al Banchetto! … E dopo il Lavoro e dopo il Banchetto … c’è anche un piccolo spazio per riposarsi … ma non è poi tanto lungo! Tu non Ti riposi mai … rimani sempre sveglio! Io poco poco dormo! Papà … vuoi il panino o vuoi ancora il pesce … cosa vuoi? Don Vincenzo: Il panino con la mortadella! Gesù: Il panino con la mortadella? E anch’Io faccio la stessa cosa! Tu cosa vuoi dire? Sara: Pensavo … anche se non si dice ….! Gesù: Eh! “E’ nato nel cuore qualcosa da dire! Sara: Eccomi! E’ nato nel cuore qualcosa da dire su quanto è importante parlare con il Padre e con lo Strumento! Gesù: Eh! Sara: Tante volte … io per prima … abbiamo timore di essere rimproverati … che magari lo Strumento ci dice dove abbiamo sbagliato … dove non abbiamo ascoltato.....!  Gesù: E non è giusto sentirlo? Sara: Eccomi! E’ giusto! E’ questo che volevo dire: dovremmo ripeterci sempre nel cuore che lei ci ama di più quando ci rimprovera! Mi sale sempre nel cuore … quando lei rimprovera qualcuno o alza la voce … di quando ci avete raccontato che Giovanni l’aveva rimproverata … e che lei con le lacrime agli occhi e non le faceva scendere … aveva detto di rifarlo ancora … perché così cresceva! E questa è la cosa che dovremmo ripeterci sempre nel cuore … perché per noi è importante crescere! Ma cresciamo solo se ci confrontiamo con lei … e ci lasciamo guidare da lei! Eccomi! Gesù: EccoMi! Chiedi a chi c’era … quando Giovanni ha rimproverato lo Strumento! Sara: Chi c’era? … (nessuno dei presenti parla) … Gesù: Tutti hanno dimenticato! Chiedi alla “paperella”! Sara: Maria? Maria: Quando la Cocciuta ha festeggiato il 25" Anniversario del suo Matrimonio! Gesù: EccoMi! Maria: E’ stata rimproverata da Giovanni … che poi le ha fatto bruciare l’abito da sposa che aveva indossato … e lei senza battere ciglio … ha preso l’abito e l’ha guardato mentre si bruciava! Sembrava … non lo so … io ancora ce l’ho viva quell’immagine: non si muoveva un muscolo del suo viso! … Era all’Ubbidienza e basta! … Sembrava quasi … oserei dire … contenta di essere stata sgridata! Gesù: E così si cresce! Nicola l’ha guardata negli occhi … aspettava che scendeva una lacrima … ma lei non l’ha fatta scendere! Ubbidienza fino all’ultimo respiro! Quando diceva Giovanni: “Devi fare questo!” … “Eccomi” … Ma chi era cocciuto come sempre … è quello che dorme … (Giuseppe) … e Giovanni lo rimproverava … e lo rimproverava lo Strumento! E lo  Strumento rispondeva: “Eccomi!” … Dio vi ha Scelti per il Suo Progetto … e Giovanni vi ha fatto camminare sulla Via Stretta … e il Secondo Giovanni vi sta indicando la Via Stretta dei Dolori del Parto … dove c’è l’Albero Verde Piantato! Ascoltatelo! Siate Vigilanti nel sentire ciò che dice il Padre … e ciò che dice lo Strumento! Il Padre ha donato questo Compito: di far Aprire il Cuore Immacolato di Maria! I Flagelli, le Guerre … non è il Padre … ma sono gli uomini! Ma dobbiamo pregare! Io prego con voi e voi pregate con Me! Io prego col Padre e il Padre prega con l’Umanità Intera nel donarSi … nell’Allargare le Sue Braccia … nel donare Misericordia … nel donare ancora Giorni allo Strumento! … Cosa c’è viceparroco? Raffaele: Gesù …  verrebbe da chiedere a Te … al Padre … alla Madonna: perché non strappate i bambini dai Potenti? Gesù: Perché” non si chiede al Padre … lo sai! Raffaele: Lo so … ma voi che potete .......! Gesù: Non siamo noi … sono gli uomini! Ancora non hai capito che tutto quello che sta Scendendo non è Opera del Padre! Il Padre per fare questo dovrebbe distruggere tutto … ma il Padre non distrugge … perchè il Padre è Vita! Tu sei Vivo … non sei morto … sei Vivo come lo sono Io! … (si rivolge al Calice Vivente)  Gli uomini se la prendono con Dio: “Eh ... ma non ha visto che i bambini vengono uccisi? Eh … non ha visto che tutti questi Figli non sanno dove andare?” …  Vi è stato detto da sempre: “Sarete circondati! … E tante mamme piangeranno!” … Ma dovete pregare! Don Vincenzo: La Giornata la dobbiamo vivere per Amare! E quando noi arriveremo a questo … saremo felici! Vivere la Giornata non è lavorare … portare a casa lo stipendio … vivere la Giornata è Vivere l’Amore … è Vivere ogni momento l’Amore … è Vivere ogni momento la Carità … è Vivere ogni momento l’Umiltà … è Vivere ogni momento il Servizio! Se non facciamo questo … non riusciremo mai ad essere felici! Quand’è che si è felici? Quando ci si risveglia al mattino … felici che il Padre ci ha dato un’altra Giornata … altre 24 ore per Amare! E quando questo avviene … siamo ricchi … perchè non è più una questione: “Ho guadagnato cento euro in più ….!” … ma è  una questione di Gioia … e di Amore!  Gesù: Lavorare … ma non legare il cuore … Don Vincenzo: Sì, non legare il cuore ai soldi!  Gesù: … ai soldi! Don Vincenzo: Non solo … ma tutto dovrebbe rientrare in questa Felicità: “Siamo felici perché esistiamo! … Siamo felici perché il Padre ha preparato per noi un’Eternità!Gesù: Il Padre ha Fatto … ed esiste perché L’hai fatta … non L’avevi fatta! … Non L’hai distrutta e non La distruggerai! Don Vincenzo: Certamente no! Gesù: Ma sono gli uomini a distruggerLa! Don Vincenzo: Ma anche distruggendoLa … non …  Gesù: … il Giardino rimane Pieno … Don Vincenzo: … Pieno … Fruttuoso … Gesù: … per le Spose che stanno portando le Ancelle … e che sta portando la Cocciuta! Un pochino li prende e un pochino li lascia! Don Vincenzo: Trovare l’Amore è la Chiave della Vita! Noi invece abbiamo creato dei criteri che … Gesù: … “Eh … perché Dio non sta facendo questo? … Perché Dio non ha fatto quell’altra cosa! … Perché Dio non guarda! Perché Dio non vede! … Perché Dio non sente!” … A  volte te lo dice anche lo Strumento: “Adesso sei diventato sordo?” … o … “Ti sei girato?” … Ma te lo chiede per altre cose … non per le cose che preparano gli uomini! Don Vincenzo: Essere Figli dell’Amore! … Essere Figli di Dio-Amore: questa è la Chiave! Gesù: E’ questo che chiede attimo dopo attimo lo Strumento! Viene e bussa e si mette … ton … ton … ton: “Papà … vedi? L’hai già vista … ma io vengo a dirtelo ancora! … Papà … sì … ci sono i bimbi …!” … Quando si poggia sul Tuo Cuore fa: bum … bum … bum … Bussa! … Anche se è Aperto … lei bussa ugualmente e Ti dice: “Papà … potresti … ?” Anche se nulla è impossibile! … Quando gli dici che i  Flagelli li può fermare … lei li va a fermare! Quando gli dici di fare le Cose del Padre … fa le Cose del Padre! …  Quando gli dici di Immolarsi come lei sa fare … si Immola come lei sa fare … come gli hai insegnato! E quando gli dici che non può fermare nulla … lei bussa ancora … ma rimane all’Ubbidienza! … (Gesù si rivolge al viceparroco) … Lo so che sei arrabbiato! E tu vuoi che il Padre non lo sia? Ma tutto questo deve avvenire! Don Vincenzo: Tutto questo deve avvenire! … Ma durante la Giornata non ci deve essere un momento in cui io non entro nella Grazia del Padre! … (Gesù dona altra Tosse) … Dobbiamo fare e dare consistenza a tutte le ore … minuti … secondi … e non permettere alla mente di distrarsi! Quando si mette Dio al Primo Posto … tutto cambia.....! Non c’è momento in cui non sei di Dio … se ti metti a disposizione di Dio! Non c’è momento in cui puoi dire: “E’ buono … è bello … è brutto!”… perchè tutto deve rientrare nella Logica dell’Amore! … Anche se io oggi sposto un piatto … lo sto facendo per Amore! … Anche se bevo due dita di vino … lo sto facendo per Amore! … Qualunque cosa faccio … la faccio per Amore! E allora diventa Gustosa la Giornata! … Ma dici: “Io …..!” … Hai fatto qualcosa di particolare? … Niente … non ho fatto niente! Quella è la Grazia! Cioè: che qualsiasi cosa faccio ……! Gesù: Un Servo Inutile felice di aver fatto le Cose del Padre … rimanendo sempre un Servo Inutile! Don Vincenzo: Rimanendo sempre un Servo Inutile … Strainutile … perché il Tutto della  Giornata è preparato dal Padre! Non c’è istante … non c’è parola … sia quando la ricevi … sia quando la dai … perché tu puoi anche parlare e parlare bene … ma bisogna centellinare le ore … e le puoi centellinare solo se le frazioni e se le rimpicciolisci! … Allora la Giornata acquista Bellezza … perché acquista Amore! Sempre torniamo all’Amore … sempre lì: Vivere per Amore … in qualsiasi situazione … in qualsiasi posto … in qualsiasi momento! Io ogni momento divento “Portatore d’Amore”! Posso non riuscirci? Ci riprovo subito … perché il mio Compito è Amare! Posso anche sbagliare … ma non dò spazio … capisco che cosa devo fare in qualsiasi situazione mi trovo … e tutto diventa Utile … tutto diventa Benefico … tutto diventa Amore … Amore … Amore! Quando questo avviene … ridi! … “Ma che fai tu … sorridi?” … “Certo che sorrido … sono felice!” … “Sei felice?” … “C’ho Dio!” … “C’hai Dio?” … “Eh … ma è un fanatico questo qua!” … Non sono un fanatico! E’ che Dio mi riempie … e  mi riempie di una situazione che dura da quando ho la Grazia di svegliarmi per Grazia del Padre … a quando ho la Grazia di andare a letto! Allora tutto acquista Luminosità! Quando questo avviene … sapere che io sto andando di corsa verso l’Eternità … ma non spreco neanche un secondo … sto andando di corsa verso l’Eternità … verso l’Amore Eterno … che mi fa “Figlio di Dio” in Pienezza … e io che sono “Figlio di Dio” in Pienezza … io che sono in Pienezza Luminoso e Gradito al Padre … perché sicuramente il Padre gioisce di questo! Gesù: Un po’ toglie il Velo … un po’ se lo mette! Eh … Papà … sei Grande! Don Vincenzo: No, no … non sono grande … sono uno e ottanta! … (si ride) … Gesù: Vi ha detto anche l’altezza! (Gesù si rivolge a Raffaele) Tu sei rimasto triste di ciò che … non devi … devi solo pregare: “Padre … sia fatta la Tua Santa Volontà!” … Quei Figli “Nascono” … sono nel Giardino … e Lavorano per l’Umanità intera! Non è il Padre … sono gli uomini! E dovrebbe  Abbassare la Mano sull’Umanità intera … ma è Misericordioso … e non L’Abbassa! Deve Aprirsi il Sole! E quando si Aprirà il Sole … vedrai tutti quei Pargoli! Raffaele: L’altro giorno ho visto piangere quella mamma e Ti sei fatto vedere anche Tu? Gesù: Eh! Raffaele: Cosa Ti ha chiesto: “Gesù … perché?”! Gesù: Eeeeh! Ha chiesto il “perché?” … ma dopo ha capito! Sono andato a visitarla e lo Strumento anche: “Non sono Io! il Perché … lo deve chiedere agli uomini! Raffaele: Ho provato a farglielo capire! Gesù: No … lo Strumento ti dice sempre di non parlare … ma di  pregare! Non puoi risolvere con le parole! E’quello che sbagliate!  Quando Strumento vi dice: “Non parlate … ma pregate! Solo con la Preghiera si può aiutare!” … Lo so che i tuoi occhi piangono! Immagina gli occhi dello Strumento … quando li deve prendere in braccio e portarli al Padre … al Banchetto Nuziale! E’ sicura che “Nascono” … e Lavorano … e Pregano! E così per tutti i Cari! … Al posto di andare a piangere nel luogo dove si dice che è: la “Casa Eterna”! Quando la “Casa Eterna” è nel Giardino … si mettessero ad ascoltare e non prendersela col Padre … e neanche col Figlio che sono Io … e neanche con Mia Madre: … l’Umanità incontrerebbe gli Occhi di Dio … e il Suo Amore … e la Sua Misericordia! Non è Dio a seminare Morte … ma sono gli uomini! Non è Dio a mandare il tumore … ma gli uomini! Non è Dio a far fare incidenti … ma gli uomini! Non è Dio ad accendere Fuochi di guerra … come dicono:“Guerra Santa” … ma gli uomini! E per questo si deve pregare che tutte le armi diventino un fiore per accarezzare e dare Profumo di Vita … e non profumo di Morte! E voi Famiglia … siete stati “Chiamati” per Pregare e Combattere! … Ora Mi mangio il paninello … e dopo viene Giovanni! Chi ci sente parlare così … dice: “Ma che stanno dicendo? Vedi se Dio può pensare a tutto questo!” …. Dio pensa anche ad una briciola che cade per terra! Don Vincenzo: Sì … ogni briciola … ogni formica! Gesù: Le formiche lavorano perché Tu gli hai dato il lavoro da fare! Le briciole vengono mangiate dagli uccelli del cielo … perché Tu gli doni da mangiare … e vesti i gigli del campo! Don Vincenzo: Ecco perché Sei Pane … Sei Pane di Vita! Gesù: Sei Pane perché Tu Mi hai fatto Pane! Don Vincenzo: Sei Pane perché Ti Spezzetti … e da  Primo diventi Ultimo … ma con la Gioia di essere Ultimo! Gesù: Papà … siamo fuori dall’Ultimo Posto! Don Vincenzo: Siamo fuori apparentemente! Gesù: Gli uomini pensano così: di averci cacciato fuori … i “Grandi”! Sono loro che sono fuori! Don Vincenzo: Ma è il Padre che ci giudicherà! Quindi noi dobbiamo entrare nella Logica del Padre! Che uno mi dice male … sorrido! Che uno mi fa un torto … sorrido … perché non è lì la Gioia … anzi mi dà un’opportunità di perdonare!  Gesù: EccoMi! Teresa: Quanto dobbiamo imparare da questo Padre che si nasconde … che anche nella vita di tutti i giorni … si nasconde anche alla nostra vista … per non far vedere cosa sta facendo! Scappa via … e si va a trovare l’angolo più nascosto della casa per non farsi vedere … per essere sempre all’Ultimo Posto … per non mettersi mai in mostra! Dobbiamo imparare la Pazienza del Padre … la Dolcezza del Padre … il non arrabbiarsi mai … il non  puntare mai il dito … il non giudicare mai … ma avere sempre una parola di Conforto e di Amore per tutti! … Anche nelle situazioni più difficili … anche nelle situazioni che sembrano irrisolvibili … si nasconde … e nello stesso tempo ci dà la risposta! E’ qui che dobbiamo imparare: dal Silenzio del Padre! Gesù: Il Silenzio è Parlare e Dire Tutto ai Figli! Teresa: Eccomi! Eravamo abituati ad un Padre … un po’ di tempo fa che ci parlava un po’ di più … parlo per tutti! Gesù: EccoMi! Teresa: Adesso è il Tempo del Silenzio del Padre! Gesù: EccoMi! Teresa: Adesso è il Tempo dell’aspettare del Padre! Gesù: EccoMi! Teresa: E questo non significa che il Padre non Ami i Suoi Figli e non stia Lavorando … ma …  Gesù: … Il Padre sta Lavorando! Teresa: E ci osserva … Gesù: … nel Silenzio! Teresa: … nel Silenzio! Si è messo a guardare la Famiglia … a guardarla nel Silenzio … e a non lasciarla! Ma è come se ci stesse dando la possibilità di camminare un pochino da soli … e chi cade a destra … chi cade a sinistra......! Gesù: E lo Strumento deve Lavorare di più … ma si porta anche ognuno di voi … Ancelle … Ancelle: Eccomi! Gesù: … e qualche Suorina che è meno impegnata … se ascoltano quando vengono “chiamate”! … (si rivolge a Raffaele) … Stai piangendo ancora? Non si piange per chi “Nasce!” … E l’ho detto e lo ripeto ancora: “Tante mamme piangeranno!” … Non è Dio! Tutti se la prendono con Gesù … tutti se la prendono col Padre: “Eh … sono andata a quel  pellegrinaggio! Sono andata là … sono andata là … e adesso l’hai fatto morire!” … “Quando sentite parlare di Miracoli … lì non ci andate … perché non ci sono né Io … nè Mia Madre … e né Mio  Padre!” … Giovanni ve l’ha detto! Io ve lo sto dicendo! Lo Strumento … quando glielo chiedete … ve lo dice anche … ma non viene ascoltata! Nel Silenzio Dio Agisce … senza far rumore … senza mettersi in piazza per farsi vedere da tutti … nel Silenzio Opera! Ora il Mio Tempo è scaduto … e Giovanni deve venire a Salutarvi … e Io andare ad accogliere le Spose dello Strumento! … Perché sei triste? Non devi prendertela con Dio! … (a Raffaele) Fai scendere pure le tue lacrime … ma rispondiMi: perché sei triste? Dubiti di Dio? Raffaele: No … assolutamente no! .....Gesù … non c’è Gioia più grande dei figli! Gesù: Ma non sono vostri: è questo che dimenticate! Raffaele: Quindi anche agli Occhi del Padre sono una Gioia! E’ questo passaggio che  non riesco a capire! Gesù: E il “Passaggio” si deve fare! Tutti quanti lo dovete fare … Raffaele: … assolutamente sì … e proprio per questo … Gesù: … per rimanere nella Famiglia … e nell’Orto che Dio ha preparato da Sempre! E il Passaggio è “Addormentarsi e Svegliarsi” nel Cuore del Padre … nel Giardino dove ora si è al Banchetto e si fa Festa … dove stanno Entrando tutte le Spose … per Gioire col Padre e con tutti i Cari! … Riesci a prenderlo questo Messaggio col cuore … e non con la mente? Raffaele: Eccomi! Gesù: Sii gioioso … e il cuore della mamma sarà consolato! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi!  Ora Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … ma poi vengo a Salutarvi! E Giovanni viene! PICCOLO GIOVANNI: CON LA CROCE E COL PANE!(Giovanni prima Saluta con la Croce, poi schiocca un bacio verso i presenti che ricambiano) … Come stai Giovanni … siediti … parliamo un po’ … poi ci salutiamo … stiamo bene? Don Vincenzo: Quasi! Piccolo Giovanni: Quasi? E sì … nel vedere il Tutto nel camminare! Ehi … è arrivato il caffè! Bevi! Don Vincenzo: Ho fatto il proposito di non berlo!  Piccolo Giovanni: No … Tu hai fatto la proposta: “E’ il caffè alla Giovanni!” …  e adesso Tu sei Giovanni e bevi il caffè! E chi vuole … se lo beve! O Mi sbaglio? Lo vuoi un po’ di caffè? … (a Maria Elena) … Aspetta che te lo lascio! … Buono! … Eh, non ti bere pure la tazza … poi me la porti indietro! Allora … state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicò … come stiamo? E cosa hai intenzione di fare? Nicola: Fare le Cose del Padre! Piccolo Giovanni: EccoMi! Fare le Cose del Padre! E allora facciamo le Cose del Padre! Marì … tu cosa hai combinato ancora? Maria: Eccomi! Ti voglio bene! Piccolo Giovanni: Io ve ne voglio all’Infinito … o no … che dici Teresina? … Che Mi donate da mangiare? Sì … il pesce lo mangia Gesù e anch’Io! EccoMi … vanno bene questi! EccoMi! Giovanni … vuoi parlare un altro poco? La fai un’altra Catechesi d’Amore? Vedi … c'è Papà … che siamo i due Giovanni … ed essendo i due Giovanni … vi dico che sono Entrate tante Spose … e il Giardino è Sbocciato ancora di più! E le Spose devono Lavorare tanto … ma voi dovete Lavorare anche! Abbiamo il Compito di finire il Solco … ma visto che Tu gli doni tutto allo Strumento … lei lo fa Crescere sempre di più … per portare tutti i Figli a Casa … l'umanità intera! Vi dico quello che incontro nel camminare in mezzo a voi! Sono Gioioso che siete rimasti … ma vi chiedo un sorriso in più …, un po' d'Amore in più , un po' di cuore aperto in più! … E’ troppo? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Questo desidero da ognuno di voi: di essere Famiglia … compatta così come lo è il Padre: Intero … si Spezza … e rimane sempre Intero! Così come lo è il Padre che ha Donato l'Eredità ad ognuno dei Figli … ma rimane Intera nel Suo Cuore … Intera nel cuore dei Figli! Parla! Don Vincenzo: Com'è bello respirare … e questo Respiro … attimo dopo attimo … non è che dura un'ora … due ore … tre ore … e tutto questo …! Piccolo Giovanni: Papà … Tu l'hai fatto … Don Vincenzo: … sì! E tutto questo il Padre l'ha Partorito … come ha Partorito la Croce! Piccolo Giovanni: Sì, diciamo così: tutto questo il Padre l'ha Partorito … come ha Partorito la Croce … ma ormai tutti quanti sanno chi è il Padre … Sei allo scoperto! Parla! Don Vincenzo: Parlo … tutto c'è da parlare! Il Padre ha dato ad ognuno di noi la notte …, ad ognuno di noi il giorno … piccolo piccolo: 12 ore  di notte … 12 ore di giorno! Ha dato questi Sprazzi d'Amore … questi sprazzi di Luce! Ogni momento è Benedetto! Noi invece stiamo a pensare a tante altre cose … quando invece ogni momento è da gustare … perché è un momento che il Padre ci Dona … e questi momenti, questi secondi, questi minuti … sono Suoi … Gli appartengono … e tutto diventa bello … tutto diventa Serenità … Carità … Umiltà! Dovunque c'è un Alito di Vita … lì c'è il Padre ! E’ che noi ancora abbiamo paura della Morte …  ancora diciamo: "Quello muore!" … Ma che muore … ma che muore! È l'Eredità … lo sta aspettando! E tu mi dici: "E’morto … poveretto!" Piccolo Giovanni: Poveretto quando non prende la mano dello Strumento … ma se prende la mano dello Strumento … non è più poveretto! Don Vincenzo: Tutto acquista Gioia! Piccolo Giovanni: Papà si è fermato dinanzi ai biscotti … ha terminato il discorso! Don Vincenzo: Eh sì … di fronte a un frù frù! Piccolo Giovanni: Ti fai corrompere dai frù-frù … Papà? Li hai assaggiati nel vino come sono buoni? Don Vincenzo: Nel vino? Sei pure un intenditore di vino … oltre ad un intenditore di caffè! Piccolo Giovanni: Io … in qualsiasi bevanda Mi offrivano … mettevo il pane, i biscotti, il dolce … doveva avere sempre il Sapore del Sangue! Don Vincenzo: Che bella frase! "Doveva avere sempre il Sapore del Sangue Salvifico!" Piccolo Giovanni: Salvifico…! Don Vincenzo: Mamma mia: "Valore del Sangue Salvifico che agisce in tutto il mondo … partendo dalla Croce!" Piccolo Giovanni: "Partendo…" Bello sentire la Voce del Padre? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo stiamo facendo parlare! Vuoi parlare ancora ai Tuoi Figli? Non è che non abbia nulla da dire? Vi è piaciuta questa serata? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Volete che il Padre parli sempre come ha parlato in questo giorno? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Amatelo … con l'Amore … con l'Ubbidienza … con la Carità … e il Padre parla ai propri Figli … Donando tutto quello che necessita! … Tutto quello che vedete non è Opera del Padre … ma degli uomini! Ma dobbiamo pregare: sono Figli e Fratelli … e portarli a Casa! Ma con la Preghiera fatta col cuore! E il Padre parla ad ognuno di loro … ma viene cacciato fuori: "Eh … ma se Dio esisteva ….!   Eh … ma se Gesù ……!... Ma quello è morto … l’hanno messo in Croce! … Ma sono andato a trovare quel Santo … quell'altro Santo … non ci ha fatto il Miracolo …! … No … non esiste più nulla …! … Perché non hai fatto questo? … Perché non hai guardato?" … Dio è Faro di tutte le Genti … e tutte le Genti non guardano il Faro! Lo guardano solo nell'attimo che gli viene tolto ciò che non è suo … e ciò che Dio non ha fatto … ma l'hanno fatto gli uomini! Siate coscienti di questo … Figli: tutti i mali … tutti i dolori … tutti i pianti … non vengono da Dio … ma dagli uomini! E Dio è Misericordioso verso tutti … com’è Misericordioso Gesù che è stato tradito e abbandonato da tutti! Anche voi siete traditi e abbandonati … ma non da Dio! … Ora Io devo ritornare ad accogliere le Spose … che ne stanno arrivando tante … e Gesù viene a Salutarvi! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … (schiocca un Bacio) … e il Bacio del Mio Amore … Figli! GESÙ: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice) Papà … sono venuto a Salutarvi … tanto noi ci vediamo attimo dopo attimo … e se volete … ci vediamo con tutti! Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Basta lasciare la porticina del Cuore aperta! Papà … eh sì … li conosco i Dolori! Non ti posso dire "Sii forte!" … perché Tu Sei la Forza … l'Amore … la Vita … e la Porta Aperta! Papà … dona il Tuo Alito d'Amore! (Gesù Alita ed emette tre colpi di Tosse)Don Vincenzo: Sei Pane di Vita! Gesù: Tu mi hai reso Pane! Don Vincenzo: E Ti fai Mollica … non solo … Ti fai Pane Di Vita … per cui dai da mangiare a tutti … sia quello spirituale che quello materiale! Ma ciò che è ancora più bello sono quelle Tre Croci … sono proprio un piccolo Calvario … che bello! Gesù: Dalla Stalla alla Croce! E dalla Stalla alla Croce … vi spalanco il Mio Cuore … e Tu spalanchi il Tuo nel Salutare con l'Albero Verde! Papà … EccoMi! … (Gesù Saluta Donando qualche bacio, Don Vincenzo Benedice) … Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … cosa stai facendo? Cosa state preparando? Sì … ancora non ho finito il Lavoro … fra poco esco! … Sì … ho portato le Spose … le porto e le prendo … un po' le faccio riposare … un po' le porto di nuovo! Giovanni … Tu sai quale Lavoro devo fare ancora … e le Spose … le Ancelle … le devo tenere … visto che sei tanto impegnato! Mi serve solo il Tuo Dito … se puoi donarmelo … e poi rientro e vengo a fare il Lavoro che state facendo Voi! Le Spose sono tutte tornate … ne manca ancora un po'! Giovanni … fino a quando Tu fai così … mi serve un po' di aiuto! Piccolo Giovanni: Vieni! Giulia: Eccomi! … (Giulia schiocca un bacio) … Ci vediamo dopo … Giovanni! … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!  Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti: TI AMO, PAPÀ!  Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore … SpezzateLa … e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … prendo ancora Giorni … e il Solco si allungherà ancora un po'! Visto che siete al Banchetto … e state Festeggiando … e ci sono tutti i Cari … possiamo salutare … e aspettare quando Tu li farai parlare? Il Padre: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Adesso li Salutiamo: Eccoci … Cari! … (Tutti i presenti Salutano i propri Cari) … Eccomi … Mamma … sii gioiosa … siamo pronti per Lavorare tutti quanti …, pronti per combattere! Ciao Mamma! Ciao Fiorellino … (Bacio) … Ci vediamo dopo!

 

 

 

Giovedi 29 Ottobre 2015

 

*******************

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in Silenzio, poi  dice:) ... Gesù: Nel Giardino dell'Amore Glorifico il Padre Altissimo! Nel Giardino ... dove tutti siamo un'Unica Cosa ... un Unico Amore ... un'Unica Croce … (Benedice) ... Lo Glorifico ancora ... e chiedo ai vostri cuori di Glorificare Dio nel Suo Infinito Amore ... Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Nel Giardino ... dove i Due Banchetti regnano nell'Amore e nella Pace del Padre ... facciamo Festa ... innalziamo i nostri cuori al Padre ... così come l'Innalza lo Strumento: la "Piccola Cocciuta del Cuore della Croce"! È Gioioso il Padre ... è Gioioso tutto il Cielo ... e tutti i Servi Inutili che abitano nel Giardino ... nel vedere una "Piccola Formichina" che si dona per Amore ... invitando ad ognuno di voi e all'umanità intera a donarsi a Dio ... a donarsi al suo Gesù ... e dice: "Il mio Gesù né si vende e né si compra! Ma è Bello ... perché Si dona per Amore!" Così anche voi ... non vendetevi ... e non compratevi ... ma donatevi per Amore ... quell'Amore Candido ... come è Candido l'Abito di Mia Madre! Figli Miei ... vi invito ancora ad essere coscienti di guardare fuori ... e di vedere i Tempi! Sapete riconoscere bene: "Oggi  la giornata è un po' nuvolosa ... ci sarà la pioggia …!" Ogni cosa sapete riconoscere ma guardate anche e riconoscete i Tempi del Padre! Guardate ... e riconoscete ciò che è Sceso ... Figli! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Guarda! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù … quel palazzo di vetro ……! Cosa stanno versando in quel missile? Il palazzo è tutto di vetro ... è alto alto ... e c'è un missile ... dove dentro stanno versando qualcosa ... ma non vedo bene! Cosa posso fare ... Gesù? Gesù: Immolarti sempre, come tu sai fare, come ti stai Immolando attimo dopo attimo in questi giorni! Giulia: Sto facendo solo le Cose del Padre! Eccomi! Gesù ... se rompo solo un vetro ... posso prendere quel missile? Gesù: Ubbidisci ... e fai le Cose del Padre ... Immolandoti come tu sai fare! Giulia: Eccomi ... Gesù! Gesù: Guarda ancora Anima Mia ..........! Giulia: Eccomi ... Gesù! C'è il mare … ed è tutto nero … e non ha più il suo colore ... e in mezzo al mare c'è una nave enorme ... sembra che sia la misura del mare ... ed esce un fumo che è polvere … è grigio … è giallo … ed è nero! Si alza sempre di più ... e sembra un fuoco acceso ... ma non ha il colore del fuoco! E intorno alla nave ci sono tante persone che parlano …....! Gesù: Fermati ... non dire più ciò che vedi! Giulia: Eccomi ... Gesù! Non posso fare niente? Posso andare dopo che Tu ti fermi a parlare ... Gesù? Gesù: Devi ancora uscire dal Lavoro che stai facendo .......! Giulia: Come esco ... mi fai andare poco poco? Gesù: Hai guardato bene? Giulia: Eccomi ... Gesù! Il Padre mi ha Donato tutti i Lavori da fare: alcuni me li evita ... ma poi ... se posso ... me li dona! Posso andare ... Gesù? Gesù: Solo un istante ... del Tempo del Padre! Giulia: Eccomi ... Gesù! E ciò che sto vedendo ancora ... lo aggiungo al "Rotolo del Vuoto"? Gesù: EccoMi! Giulia: Gesù ... metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre ... tutti i nemici ... tutti quelli che si affidano alle mie preghiere ... tutta la Famiglia ... e tutti i sussurri! Metto nel Tuo Cuore l'umanità intera ... l'umanità sorda e cieca! Metto nel Tuo Cuore il "niente" della mia Giornata! E nel Tuo Cuore metto le Pietruzze ... i Sacerdoti ... i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Gesù ... prendo ancora Giorni dal Cuore del Padre per allungare il Solco? Gesù: EccoMi ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Anima Mia! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni ... Carlo ... Pio ... e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce … (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti ... e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccomi ... Gesù ... nel consegnarTi ancora tutto quello che mi avete Donato da Sempre! Gesù: Eccomi ... Anima Mia ... "Piccola Cocciuta del Cuore della Croce!" Rimani sempre Cocciuta! Giulia: Di questo non puoi preoccuparti ... sono stata mandata così da Sempre .....! E se divento ancora più Cocciuta … divento più Cocciuta! Eccomi! Gesù: EccoMi! ... PACE AL TUO CUORE GIOVANNI-GESU’-DIO! (Gesù prende tra le Sue le mani di don Vincenzo che come sempre glieLe “Segna”) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Come stai?  Don Vincenzo: Bene! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! … E voi come state … tutti bene-male? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! E allora … se state tutti bene-male … dimmi qualcosa! Don Vincenzo: Dobbiamo sempre riallacciarci a Gesù … perché tutto parte da questa Comunione d’Amore … da questa Immolazione d’Amore … tutto parte da lì! Gesù: Padre …  la Comunione d’Amore non l’abbiamo mai divisa … né Io … né Tu … e neanche Mia Madre! E’ l’Umanità intera che L’ha divisa … e per questo lo Strumento chiede ancora Giorni, … il Tempo per allungare il Solco … e per fare tornare tutti i Figli nel Giardino … dove ci sono i Banchetti pronti … dove ci sono tutti i vostri Cari … dove c’è l’Eredità della Famiglia! … E’ bello parlare … è dolce stare con voi! … In altri posti sono Venduto e Comprato e poi vengo cacciato fuori! Voi almeno  siete venuti … e siete venuti per sentire il Profumo del Pane … e siete venuti per mangiarMi … e siete venuti ad ascoltare il Gesù che è Vivo e  Reale in mezzo a voi … e il Padre che porta con Amore i Dolori del Parto Pieno dell’Umanità sorda e cieca! Papà … sii Paziente ancora con tutti i Tuoi Figli! Guardo l’Umanità … guardo il Giardino … guardo la Gioia delle Spose … e di coloro che hanno donato la mano … e poi guardo fuori … dove ci sono i Figli che camminano sulla Via Larga, dove ci sono i Flagelli, … e nonostante ci sono i Flagelli degli uomini … i Figli non Mi chiamano … anzi Mi bestemmiano … Mi sputano in faccia … sputando in faccia anche a Mia Madre! Ma voi Vigilate! Pregate e Combattete con la Destra! … (Gesù alza la Destra nel Segno Trinitario e Benedice) … Il Veleno e i Falsi Profeti avanzano portandovi via il Mistero di Dio … l’Eredità che il Padre ha fatto da Sempre per ognuno dei Figli! Non possono rubare l’Eredità di Dio … ma possono rubare i vostri cuori! Don Vincenzo: E’ importante proteggere il cuore … perché significa proteggere tutta la persona … e significa amare! Gesù: E sei Tu che devi proteggere i cuori! Lo Strumento li protegge … ma i Falsi Profeti non proteggono i cuori … i Falsi Profeti li rubano! Don Vincenzo: Quando si guarda al cuore … quando si protegge il cuore …. ! Gesù: Se il cuore si dona al Cuore del Padre è protetto … ma se il cuore si dona ai Falsi Profeti … non è protetto … e viene già venduto e comprato come tutti gli altri! Don Vincenzo: Perciò dobbiamo Vigilare! Gesù: Tu Vigili da sempre … è l’Umanità e la Tua Famiglia che devono Vigilare! Lo Strumento Vigila … ma voi dovete Vigilare! Don Vincenzo: Tutto parte dalla Vigilanza perché … se si è attenti … si riesce anche a capire molto di più .....! Quando invece non c’è la Vigilanza … quando invece si va dietro la Via Larga … tutto diventa falso … e difatti si arriva all’errore …  si arriva a sbagliare … nonostante che il Giardino è Pulito! Essere attaccati al Giardino è la cosa più bella! Quando tutto parte dal Giardino … diventa tutto bello! Gesù: Nessuno vuole entrare nel Giardino! Papà … quando l’Umanità si inginocchierà davanti al Sole … cosa hai deciso di fare? Don Vincenzo: Bisogna illuminare sempre più il proprio cuore perché … più cresce la Luce … più cresce l’Amore! Gesù: Più cresce la Luce … più cresce l’Amore! Ma visto che i Dolori del Parto sono così Grandi … cosa hai deciso di fare … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E allora Io Mi Dono e Tu Ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e rimane a Lavorare! … (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo Dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! Questa è la Mia Carne! Gesù: Quella che Tu Mi hai Donato … Papà … per venire in mezzo alle Genti … per raccoglierle come Mamma … Allargando le Braccia sul Legno della Croce … e Donare la Vita Eterna ad ognuno dei Figli! Ed ora Sono dinanzi a voi … Vivo e Reale … per DonarMi ancora … Figli Miei! DoniamoCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane ancora a Salvare! DoniamoCi! Papà … sono Forti i Dolori … come sono Forti i Dolori dei Chiodi … ma Lui ha i Dolori del Parto Vivo … (indica il Calice Vivente) … ed è bello rimanere nel Giardino ai Due Banchetti … Figli! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi … Ci siamo  Donati! Gesù: La Pasqua è Viva … è Piena ed è Risorta? Don Vincenzo: Certo … è Viva … ed è Risorta! Gesù: E prendiamo parte del Tuo Amore Infinito … Papà? Don Vincenzo: Perciò ho preso il Sangue … perché col Sangue tutto viene ricoperto dall’Amore! Gesù: Mi hai fatto ricoprire tutto … e ricopri ancora tutto … ma i Tuoi Dolori sono Grandi … non lasci l’Umanità … così come non la lascio Io … così come non la lascia lo Strumento … anche se i Dolori sono Grandi! Adesso prendiamo parte! Don Vincenzo: Eccomi! Prendiamo parte al Banchetto! Gesù: EccoMi! Ecco … Papà … EccoTi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Mangiamo del “Nuovo” … come avevi promesso da Sempre! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono sul Banchetto) … State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Avete tutti quanti Fame? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi … e allora Mangiamo il “Nuovo”: ciò che era stato Promesso da Sempre! Papà … adesso sei più Gioioso? Ti stai mangiando .......! E lo so … il Tempo del Lavoro è più Grande! Avevi tanta Fame … Papà? E sì … Tu hai sempre Fame dell’Umanità sorda e cieca! Don Vincenzo: Tu hai chiesto: “Hai tanta Fame?” … E Io ti rispondo: Sì … ho Fame d’Amore …  ho Fame di Verità … ho Fame di Altruismo! Tutto diventa Fame d’Amore! “Dacci oggi il nostro Pane ….” … e Tu puntuale arrivi!  Gesù: Arrivo puntuale a prenderLo, puntuale dal Tuo Cuore e donarLo … così Ci Doniamo!  Don Vincenzo: Ci Doniamo! Quello che è bello … è che già Ci siano Donati!  Gesù: E Ci Doniamo ancora! Don Vincenzo: Già si sta Spezzando questo Pane d’Amore! Ecco dove nasce l’Amore: su quella Croce! Gesù: Eh! Lo Strumento è andata a Lavorare … ha incontrato un altro Flagello preparato dagli uomini … e Mi ha chiesto se gli davo l’Ordine di fermarlo! Ha visto una cascata di terra che si abbatteva sulla Terra … una colonna enorme! Non si ferma dinanzi a niente! Cosa devo fare? Lo Strumento vuole andare da sola a fermare il Flagello! Sta guardando se trova qualche Ancella … ma in questo istante le Ancelle sono un po’ deboli e non ne può prendere nessuna! Adesso si prende un po’ di Suorine e un po’ di Sacerdoti … e ciò che può fermare … ferma! … Me ne dai altri due?  Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Perché siete tutti tristi? Alcuni: No! Gesù: Ma state tutti male-bene … o tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Si Partorisce attimo dopo attimo! Dottoressa …? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai Fame … eh, eh? Hai Sete? Ci sono quelli che ti piacciono! Il Padre è tutto Buono! Papà … parla un po’ … è bello ascoltarTi! Don Vincenzo: E’ bello mettere sempre Dio davanti … Gesù: EccoLo! … (Gesù indica il Banchetto) Don Vincenzo: … Perché lì si trova l’Amore … e lì si mette al Primo Posto il Signore! Quando questo avviene … tutto diventa un Parto d’Amore … perché si sprigiona Amore ogni momento … e dall’Amore si passa all’Amore … e così inizia la Catena d’Amore! Ecco il Giardino cos’è! Gesù: Ecco i Banchetti! Ecco perché le Schiere Puliscono dove c’è sporco! ....... Dove c’è il Banchetto del Padre con tutte le Spose  dove sei seduto qui innanzi … è tutto Pulito! Ma il Giardino della Via Larga è sporco e va pulito! Don Vincenzo: E’ sporco e va pulito! Gesù: E per questo tutte le Schiere stanno dinanzi al Cuore del Padre per dire: “Andiamo!” … E va lo Strumento tutte le volte! … Ma hanno i capelli i pesci? Li hai fatti di tutte le Specie … li hai Creati in tanti modi … buoni da mangiare … Cibo per tutti i Figli … per l’Umanità intera! … Venite col “niente!” EccoMi! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! Vicepà … perché sei triste? Raffaele: Ci sono tante nuvole … Gesù! Gesù: Sta piovendo! Ma sono nel tuo cuore … o fuori?  Raffaele: Nel mio cuore! Gesù: E poi quando esce il Sole … se ne vanno! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! State tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresina del Bambin Gesù … cosa hai visto nel Lavoro che hai fatto? Vuoi parlarne? Quello che si può dire! Eh … lo so … c’è il Peso del Mare … c’è il Peso del Vento … c’è il Peso della Pioggia poggiato sul tuo capo! Teresa: Eccomi! Gesù: Dì quello che ti senti di dire! Teresa: Eccomi! Gesù: Solo questo ti senti di dire: “Eccomi”! Mi basta! E voi Ancelle … Ancelle: Eccomi! Gesù: … Cosa vedete fuori? Chiara: Tanto Veleno ......... e i Figli che si lasciano trasportare! Gesù: E cosa fate con la vostra Destra? Chiara: La Alziamo e L’Abbassiamo! Gesù: Dovete essere un po’ più Forti! Quando passa qualche nuvoletta … come ha detto il viceparroco … la dovete combattere Alzando sempre la Destra! … (Gesù alza la Destra nel Segno Trinitario)  Papà … sei raffreddato? Non lo prendi il raffreddore quando vai a Lavorare nella Vigna, nell’Arca, nei Remi … o quando vai fuori con le Schiere a passeggiare … per non dire altro! Don Vincenzo: Tutto parte dal Padre! Gesù: E il Padre dov’è? Don Vincenzo: E’ qui … dovunque … Gesù: … e sì … è qui … e può essere dovunque! Don Vincenzo: E’ Padre! Gesù: Sei Padre! Don Vincenzo: E’ il Creatore! Gesù: Sei il Creatore! Don Vincenzo: Se facciamo primeggiare Dio di quella stessa misura … le cose acquistano Luminosità! … Quando invece primeggiano le cose del mondo … ecco che tutto diventa Buio … tutto diventa Tenebra! Ecco perché dobbiamo essere Umili … Candidi … perché possiamo essere Strumenti d’Amore se i nostri cuori sono aperti! Se i nostri cuori restano chiusi ……! E quanti cuori restano chiusi … quanti cuori sprecano le occasioni più belle della loro Vita! Quando si ha Dio per Padre … ma Dio per Padre in modo Pieno … tutto si abbellisce! Gesù: Eh! Papà … dì alla pioggia di fermarsi! … (fuori si sente una pioggia battente) Don Vincenzo: Pioggia … fermati! … Pioggia … fermati … (Don Vincenzo e Gesù Alzano a lungo la Destra) … in Nome di Dio! … Pioggia fermati … è un Ordine del Padre! Gesù: E un Ordine del Figlio! Un Ordine del Padre e un Ordine del Figlio! Don Vincenzo: E’ un Ordine dell’Amore dello Spirito Santo … dello Spirito d’Amore! Pioggia … fermati! Gesù: Dagli il Tempo di finire di scendere quella che è rimasta! (la pioggia si attutisce un pò) Come stai …  Leonardo? Leonardo: Eccomi! Gesù: EccoMi … ci sono un po’ di ombrette nel tuo cuore? Leonardo: Parecchie! Gesù: E perché le hai fatte entrare? Leonardo: Eeeh … evidentemente non sono vigilante! Gesù: Tu sei sempre stato vigilante e sei sempre vigilante! Leonardo: Ma non soddisfatto della mia Vita Spirituale! Gesù: Questo lo deve decidere il Padre … non lo puoi decidere tu! E se il Padre è soddisfatto ed è gioioso di vederti al Banchetto … lo devi essere anche tu! Ma il Giudizio non potete darvelo da soli … è il Padre che Dona il Giudizio … è Giudice … ed essendo Giudice ….....! Non è come il giudice del mondo! Leonardo: Quelli che si pagano! Gesù: Lui non si paga … e non ha mai chiesto soldi a nessuno e non ne chiede! … Ha Donato … ha preparato l’Eredità … e ve L’ha già Donata! Ma l’Eredità del Padre si spende Amando … Perdonando … e Rimanendo Piccoli, Poveri e … Leonardo: … e all’Ultimo Posto! Gesù: … E all’Ultimo Posto! … Stracci Stracciati ai Piedi della Croce! … E così si fa la Volontà del Padre … e si è Gioiosi! E tu dove sei? Leonardo: Mi mancano quei momenti di gioia … di trasporto … ricordo le prime volte che venivo qui dentro con tanto entusiasmo! Molte volte mi accorgo così   … anziché di essere “chiamato” … “scelto” …  portato” … forse significa anche quel “portato-trascinato” … non vorrei che fosse questo il termine … o sbaglio?  Gesù: Dio non porta e non trascina! Dio porta con Amore e con Gioia i Propri Figli … e non ha mai trascinato nessuno! Vedi Figlio … la Gioia è sempre Accesa … ma devi togliere solo le ombre: è il Velenuccio che si prende quando si cammina lungo il mare! Lo Strumento porta i Figli tutti sulle spalle … così come anche il Padre … tutti … come l’Umanità intera … e ognuno di voi … e non vi caccia dalla Barca … non vi caccia dalla Vigna … non vi caccia dai Remi … ma aspetta .....! E non dimenticate le Capanne … Figli! Ancora la pioggia non si è fermata! Il Padre gli ha ordinato e anch’Io … ma ne è rimasta ancora … e quella che è rimasta … sta scendendo! Guardatevi dalla pioggia! … Guardatevi dal sole! … Guardatevi dal vento! … Guardatevi dal mare! Vigilate … Figli! E sapete riconoscere quando è il Vento del Padre … e quando è il vento del Veleno! Riconoscete anche il Padre … che Partorisce attimo dopo attimo … Amore su Amore … e i Dolori del Parto non sono i dolori di una donna che partorisce nell’Amore … ma sono i Dolori del Parto di Dio nel vedere l’Umanità morta … e Partorisce ancora per farla Risorgere! Ti alzi un altro poco …  Papà? E sì! Vedete i Dolori? Papà … vuoi dire qualche altra cosa? Don Vincenzo: Quello che mi preme di dire è un’altra cosa … diversa da quella del mondo … diversa da quella delle Creature … è un’altra cosa … Gesù: … dilla … Papà! Don Vincenzo: … Perché quell’altra Cosa è l’Onnipotente … è Colui che E’ … che Era … e che Sarà … e quando tutto questo avverrà … perché avverrà … Gesù: … sì, l’hai promesso! Don Vincenzo: … ecco che tutto cambia … Gesù: … sì … Don Vincenzo: … e cambia nell’Amore, cambia nell’ Umiltà … Gesù: … sì … è quello che hai promesso da Sempre! Don Vincenzo: … E cambia nella Povertà! Ecco la Capanna … che ci viene a ricordare la Povertà … che ci viene a dire: “Ecco la casa tua!Gesù: Ma nella Povertà non fai mancare mai nulla … Padre … perché tutto hai preparato da Sempre! Tutti vedono i Tuoi Dolori … vedono il Parto del Sole! Padre … Padre Mio … Padre di tutte le Genti … Don Vincenzo: … Padre di ogni Creatura … Gesù: … Padre di ogni Creatura Don Vincenzo: … qualunque essa sia … Gesù: … qualunque essa sia … Don Vincenzo: … tutto … Gesù: … tutto hai fatto! Don Vincenzo: … tutto è un Discorso d’Amore … perchè tutto sfocia nell’Amore … e tutto ci fa intravedere l’Eredità! “Io sarò per sempre felice! Perché? Perché c’è un Papà Buono che mi ama nonostante i miei difetti … nonostante i miei errori … non guarda ai miei errori!” … Che bello! Gesù: Lo cancelli l’errore … l’hai sempre cancellato … ma sei anche Giudice … e alla Fine … quando il Sole si Aprirà … c’è quella Domanda che lo Strumento aspetta di poterLa rispondere! E’ così tanto Cocciuta … Testarda d’Amore! E’ anche Forte questo! I Dolori sono Pesanti! Papà … poi Io vado a prendere le Spose che ha portato lo Strumento … e viene Giovanni! Sono arrivate tante, tante Spose! Papà … le hai accolte le Spose … sono tutte belle Vestite con l’Anello Nuziale! E lo so … il Dolore è Forte! E adesso Io vado ad accogliere le Spose … e Giovanni viene a Salutarvi … e poi vengo Io di nuovo a Salutarvi! PICCOLO GIOVANNI: CON LA CROCE E COL PANE! … (Giovanni Benedice) … Ehi Giova’ … come stai? Stai bene con i Dolori! E voi come state … tutti bene-male? (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Ehi … c’è il caffè! Don Vincenzo: “Il caffè alla Giovanni!Piccolo Giovanni: “Il caffè alla Giovanni” … e allora bevilo … perché ti chiami Giovanni! Vediamo com’è questo! Buono! Chi lo vuole … se lo prende “Il caffè alla Giovanni”! Aaah! Allora … state tutti bene-male? … (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Giovà … com’è? E sì … si sentono … si sentono i Dolori … è l’Umanità …..! Don Vincenzo: Bisogna  Abbracciarli! Piccolo Giovanni: E sì … devi Abbracciarli … con gli sputi … con le bestemmie … e col cacciarti fuori! E Tu Li porti … nel Silenzio! Quando sono Forti Forti … non è che gridi … ma si vedono! E sono Dolori che non può curare neanche il medico! Sono i Dolori del Parto … eeeh! Don Vincenzo: La pioggia si è fermata! Piccolo Giovanni: E adesso è finita quella che era stata versata! Cosa Mi date da mangiare … Mi lasciate digiuno? Sono tornato dal portare e accogliere le Spose e non ho avuto il tempo di mangiare perché erano così tante! Voglio un paninello con la mortadella! Ehi Ancelle … siate pronte e preparate! Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Essendo pronte e preparate … sentirete anche voi i Dolori del Parto! Eh … avete risposto l’Eccomi … avete indossato l’Anello Nuziale … e dovete distaccarvi dalle cose del mondo! L’hai mangiato il paninello? E ora lo mangio Io! … Nicò … come va? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Va bene … ma ti raccomando, non esagerare col lavoro! Nicola: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! … Marì … cosa stai facendo?  Maria: Eccomi! Le Cose del Padre!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Io aspetto! Lo sai … no? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Tu non hai mangiato niente? … (si rivolge a Teresa ) … Hai mangiato il Padre? E allora hai mangiato Tutto! Giovà … ma tu Ti stai adattando nel presentarTi Pane Intero ai Tuoi Figli e all’Umanità? Don Vincenzo: Spezzettato per accontentare tutti … Piccolo Giovanni: … ma anche Intero! Don Vincenzo: … per dare spazio a tutti … per essere in Comunione con tutti! Ecco che significa Spezzettare: sempre nell’ordine dell’Amore … sempre nell’ordine dell’Ultimo che diventa il Primo … dell’Ultimo che fa sì che ogni cuore batta sempre più! Che Grazia … non c’è una Grazia più Grande di Papà!  Piccolo Giovanni: Che ha potuto fare il Tuo Amore Infinito .....! Vedete Figli … pur avendo ogni cosa: tutta l’Eredità, tutti i Banchetti, tutto il Giardino, la Vigna, l’Arca, i Remi … ancora sentite il bisogno delle cose del mondo … facendo entrare le nuvole … il Veleno! Ma quando siete riuniti Ci siamo Tutti quanti! Ancora non vedete … ma Siamo Tutti in mezzo a voi … e Tutti a Mangiare … a Mangiare Dio … a fare Comunione col Padre! … E il Padre non vi fa mancare nulla! Ma vi lamentate .......! E’ bello dire: “Sono un misero peccatore!” Ma il Padre cancella i peccati! Li ha cancellati facendo Versare il Sangue del Figlio! Ed essendo Versato il Sangue del Figlio … dovete nell’Umiltà ... dire: “Padre … Tu mi doni tutto l’Amore … non mi fai mancare nulla … e mi hai detto di essere Tuo Figlio … e se nell’Umiltà mi avvicino al Tuo Cuore … Tu non mi cacci fuori come fanno i papà del mondo … non mi uccidi come uccidono i papà del mondo … ma mi fai Nascere … mi Partorisci attimo dopo attimo … e questo significa che Sei Vivo … e mi vedi e mi senti! … E quando vedi e senti … senti anche che Ti viene detto: Ma dove sei? … Sei sordo? … Non hai visto? … Perché non Ti muovi? … Non hai fatto niente!” … Non è il Padre che dice al Figlio: “Corri … così poi fai un incidente e muori!” E’ l’uomo! … O Mi sbaglio? Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Non è il Padre che dice: “Andate in quel luogo che ci sono Io … e vi faccio il Miracolo!” Il Padre Partorisce i Miracoli … ma nel Silenzio! E i Miracoli non si Comprano e neanche si Vendono! Il Padre li Partorisce nell’Amore! … Quanta Pazienza ha il Padre! Quanta Pazienza ha Gesù! Quanta ne ha Maria! Quanta ne hanno i “Servi Inutili” … ma i “Servi Inutili” … non i Servi Inutili Venduti e Comprati per essere Servi Inutili … ma non “Servi Inutili”! Penso che avete capito! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: A buon intenditore … poche parole! Vero … professò? Giovà … sì lo so … lo so … conosco … conosco … Li ho passati anch'io! Passeggiavo … lasciando il Parto lungo la via … e un pò lungo la scaletta! Facevo quella con i gradini più alti … così il Parto scendeva per coprire e toccare i cuori! Ma preghiamo insieme ai Figli per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Preghiamo … e nel pregare … Pregate per i Dolori Vivi del Padre per l'umanità che è ancora sorda e cieca! … Il taralluccio io me lo mangio … lo vuoi tu? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Ecco … e dopo aver mangiato il taralluccio … vi invito ancora a rimanere Figli … a rimanere Croce … a rimanere Famiglia, ma Famiglia compatta: la Famiglia del Pane Intero e Spezzato … la Famiglia che vede il Padre nel Partorire e nel mostrare i Suoi Dolori! Quante volte avete visto anche i Miei! …Li nascondevo … ma non Li potevo nascondere allo Strumento! Ora è Tempo che tutto è allo scoperto … e tutti i veli vengono aperti … e il Padre smantella ....! … Ma dovete essere vigilanti nel capire lo “smantellare” del Padre: Figli … dovete essere vigilanti! … (Giovanni indica il Banchetto) … Tutto il Tuo Amore! … Che vuoi … quello … ne vuoi un pezzo? Vicepà … dagli un pezzo … ciò che dona il Padre è Pane! Unitevi alle Infinità di Dio! … Di solito … dopo aver consumato del Banchetto si lavano le mani … ma non come fanno i Grandi! Ciò che raccogliete dalle Mie Mani … dalle Mani del Padre … dalle Mani di Gesù … sono Grazie … e Dio quelle Grazie le dispensa per l'umanità intera! Nel Cammino che state facendo … e nell'Attesa di ciò che i vostri occhi vedranno … non lasciatevi trascinare dal Veleno! I Due Giovanni … “Chiamati” da Dio per essere Dio sulla Terra … nel terminare il Solco … e nel donare Luce … Pace … e Quiete all'umanità intera! Ci guardiamo negli occhi e ci teniamo per mano! Il Cammino lo dobbiamo fare … ed è in salita … Don Vincenzo: … come sempre! Piccolo Giovanni: … come sempre! E con questa salita … Io Spalanco il Mio Cuore … e il Tuo lo è anche … e vi bacio … (schiocca un bacio) … lasciandovi venire Gesù! Vi Amo … Figli Miei! Tutti:  Anche noi! Piccolo Giovanni: Non dimenticate il “Vuoto” e il “Rotoli” ....... che custodisce lo Strumento … del Piccolo Giovanni! … (dona ancora un bacio)   GESÙ: CON LA CROCE E COL PANE! … (Benedice) EccoMi … Papà … ho accolto le Spose … ho mangiato con loro … gli ho Donato il Padre … e sono tornato! Sono tornato per dirvi ancora di rimanere sulla Viuzza Stretta … e di Amare … e di Perdonare … e di rimanere Famiglia Unita, non divisa … di rimanere un'Unica Carne Uniti al Padre … e di Amare … Amare … Amare … Amare … senza misure! È quello che Tu mi hai insegnato! Non c'era una Misura sulla Croce! Non c'era da misurare l'Amore! C'era da donarLo senza misure! … E ora Io lascio il Cuore Aperto senza misure … e Tu Benedici con l'Albero Verde tutti i Tuoi Figli … la Famiglia che ti è stata donata e l'umanità intera! … (manda un bacio) … Vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Figli! Puoi Benedire … Papà!  Don Vincenzo: La Bontà del Padre … la Misericordia del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi e sul mondo intero! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … Tu hai visto … non possiamo fare niente? Dopo devo venire all'altro Banchetto! … Hai visto le Spose ..... le ho consegnate! Hai visto il resto, Giovanni? Lo so che sei impegnato … ma Tu puoi vedere attimo dopo attimo! … Cosa facciamo … Giovanni? Piccolo Giovanni: Le Cose del Padre … Cocciuta! Giulia: Eccomi! Ehi … Giovanni … vai a parlare tu nel cuore delle Ancelle … perché ancora non hanno capito! … Vai Tu … perché se parlo io non mi capiscono nelle Parole del Padre! Ancora non hanno capito! Giovanni … per un istante la pioggia si è fermata … ma adesso è ritornata di nuovo! Proteggi i Figli quando escono! … Lo so … quando cadrà in altri luoghi …..! E non si lasciano proteggere …….! Posso andare a bagnarmi io per tutti? Piccolo Giovanni: Non stai chiedendo troppo? Giulia: Il Lavoro della Giornata! Giovanni … poi parliamo quando vengo al Banchetto! … (la Cocciuta Gli manda un bacio) … Ci vediamo dopo! … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore!  Tutti:  TI AMO, PAPÀ! Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … (Il Padre Impone sui presenti le Sue Mani insieme a quelle di Don Vincenzo) … Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore … SpezzateLa … e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei … e vigilate rimanendo nella Vigna, nell'Arca, nei Remi, nelle Capanne … vigilate … Figli Miei! Giulia: Papà … ho preso ancora Giorni nell'aspettare i Figli! Ora che rientro …vengo un po' al Banchetto … e poi esco di nuovo! Vieni anche Tu con la Schiera! Eccomi! Prendo ancora Giorni … e il Solco si allungherà ancora un po'! … Visto che siete al Banchetto e state facendo Festa con tutte le Spose … e ci sono tutti i nostri Cari … Li Salutiamo … (Tutti i presenti Salutano i propri Cari) … Lavoriamo … teniamoci pronti per uscire! Mamma … Fiorellino … abbiamo da cucire tanto … ma abbiamo anche da scucire ciò che è stato cucito male! Mamma … e Fiorellino … (Bacio)