LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 195

DICEMBRE 2016

 

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

GIOVEDI 1° DICEMBRE  2016

 

FESTA DEL CALICE VIVENTE

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: Nell’avervi Riscattati sul Legno della Croce col Mio Sangue … Glorifico il Padre Altissimo (Benedice) … Ora e per l’Eternità … Figli, Fratelli ed Amici del Mio Cuore! Sono Io …  Sono il vostro Gesù … Sono l’Agnello Immolato e questo è il Mio Letto … (indica la Croce) … e Mi Sono Immolato per ognuno di voi per Amore … aspettando in cambio l’Amore di ognuno di voi e dell’Umanità intera! E aspetto ancora … essendo Vivo e Reale in mezzo a voi! Figli Miei … vi Invito col Cuore Grondante di Sangue … ad essere Pacifici … ad amarvi gli uni gli altri! Vi Invito a rimanere nella Vigna, nell’Arca,  nei Remi e nelle Capanne! Figli … nel Mistero di questo Giorno che Dio vi ha Donato … non perdetevi, non lasciate la Viuzza Stretta, non prendete quella Larga! I Falsi Profeti avanzano e il Veleno è fuori del cancello! Avete la Destra! L’avete Alzata nel Consacrare col Calice Vivente Dio! Non dimenticateLa e non prendete per gioco ciò che avete fatto! Siate Vigilanti … così come è Vigilante il Padre vostro su ognuno di voi attimo dopo attimo … Figli Miei, Amici e Fratelli del Mio Cuore! Sono sempre Io: il vostro Gesù … Vivo e Reale in mezzo a voi! Cocciuta Divina …..?  Giulia: Eccomi, Gesù! … Gesù, dimmi cosa devo fare? La Famiglia che mi hai Donato non ascolta! E in questo  Giorno di Festa il Tuo Cuore Gronda … il mio non lo so perché ce l’hai Tu … dimmi: cosa devo fare? Gesù: Hai dimenticato il tuo Primo Messaggio? … “Nessuno crederà in te! Nessuno crederà in Me!” … Lo ricordi? Giulia: Eccomi, Gesù! Donatemi la Costanza e la Forza di andare avanti! Gesù: Grida con la tua Voce di Giubilo … Anima Mia! Giulia: Gesù … anche quando grido se voglio correggere un Figlio … dopo si mettono a piangere o si offendono … e cercano sempre una giustificazione! Cosa devo dire nel momento che cercano la giustificazione? Gesù: Cosa ti ha insegnato Giovanni, il Capriccioso? Giulia: Che non ci sono giustificazioni! Ma glielo dico! Li ha preparati … ma pur avendoli preparati … si perdono, non ascoltano, dimenticano! Gesù: Ma sono Figli e ti sono stati consegnati! Giulia: Eccomi, Gesù! Donatemi sempre la Costanza e la Forza … e il mio: “Eccomi! rimane sempre: “Eccomi per l’Eternità!Gesù: Guarda … Anima Mia!  Giulia: Il Rotolo che si doveva Aprire….! E adesso non si Aprirà! Gesù … non cancellarLo! Gesù: Rimarrà sempre nel Vuoto! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda ancora!  Giulia: Eccomi … Gesù! Ma rimane sempre nel Silenzio! Finisco il Lavoro che sto facendo … e mi porto qualcuno! Ma visto che è Pesante … Gesù, puoi mandarmi qualcuno? Sono Tutti usciti con le Schiere e con Maria? Gesù: Rientreranno per fare Festa al Banchetto Nuziale! Giulia: E mi manderai qualcuno per poter fare l’altro Lavoro? Gesù: EccoMi! Ma tu fai pregare i tuoi Figli e l’Umanità intera: “Padre Nostro-Ave Maria”! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Ma pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Guarda ancora!  Giulia: Eccomi! Gesù: Tieni ciò che vedi nel Vuoto dove ci sono i Rotoli! Giulia: Eccomi … Eccomi, Gesù! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre fino a questo istante! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia … i loro sussurri e ciò che ho raccolto fino adesso!  Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere e quelli che non possono entrare perché vengono fermati! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ti consegno ancora il niente della mia Giornata e tutto quello che mi donate! Gesù … accoglici ancora così come siamo! Gesù: EccoMi, Anima Mia … col Banchetto Nuziale … con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce … (Benedice) e l’Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci …  Gesù! Gesù: Rimanete ancora nella Vigna! Giulia: Eccoci … Gesù! Gesù: Rimanete nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne pregando: “Padre Nostro-Ave Maria”! Giulia: Eccoci, Gesù …  pronti a fare le Cose del Padre! Gesù: Sii Forte … Cocciuta del Cuore della Croce! Diventa ancora più Cocciuta! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE,  CALICE VIVENTE DIO!  Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Pace ai vostri cuori … Figli! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Tanti auguri! Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Cosa Mi racconti in questo Giorno della Tua Festa? … (oggi si festeggia l’11° Anniversario della presenza stabile di don Vincenzo a Timparelle) Don Vincenzo: Questa Umanità è sempre più distratta … e sempre va dietro alle cose mondane!  Gesù: E cosa dobbiamo fare? Don Vincenzo: Dobbiamo pregare! Gesù: E vi ho Invitati a pregare … e Tu, essendo Calice Vivente Dio … inviti i Tuoi Figli a pregare! E’ stato bello Celebrare la Nuova Messa nell’EsserCi Donati … è stato bello! Don Vincenzo: E’ stato bello DonarCi! Gesù: Ma cosa c’è … cosa hai visto camminando sulle Vie? Don Vincenzo: Ho visto e mi sono addolorato perché l’Umanità a tutto pensa tranne che a Dio! Gesù: A tutto pensa tranne che a Dio! Mi pensano solo quando c’è da chiederMi qualcosa! O Mi sbaglio? Don Vincenzo: No, Tu non Ti sbagli mai! Gesù: E tu cosa hai visto ancora? Don Vincenzo: Ho visto ancora tutta una ipocrisia e una falsità … tutto un andare dietro solo alle cose del mondo! Gesù: La sorellina mosca è venuta a salutare la Tua Mano e ti accarezza! Sono passati 11 Anni o ne sono passati di più? Da quanti Anni conosci i Tuoi Figli? Da Sempre! E’ la Tua Festa! Don Vincenzo: E’ la  Mia Festa … è la Festa di tutti! Che bello mettere Dio al Primo Posto!  Gesù: Sì … lo è! Don Vincenzo: Che bello sapere che Dio ha il Primato su tutto e su tutti! Com’è bello!  Gesù: Nel Giardino la Festa è Grande! Ma si deve pregare per ciò che sta Scendendo ancora! Lo Strumento dice di tenerlo nel Segreto del suo cuore e di Lavorare soltanto secondo la Volontà del Padre … ma sappiate che i Grandi stanno preparando un’altra Festa … sia i Grandi della Chiesa affondata e sia i Grandi del mondo! Cosa c’è ancora? Don Vincenzo: La Figura del Padre! Gesù: La Figura del Padre Vivo e Reale!  Don Vincenzo: E che tante volte viene messa da parte!  Gesù: Tante volte? Da sempre viene messa da parte! Facciamo parlare un po’ Teresina del Bambin Gesù? Cosa vuoi dire, Teresina del Bambin Gesù? Parla! Il Padre, Calice Vivente Dio … ti ascolta! Parla! Teresa: Eccomi! E’ stato Grande quello che c’è stato stasera! Gesù: Vai avanti! Teresa: Eccomi! Doveva essere tutto diverso! Gesù: EccoMi! Vai! Teresa: Eccomi! Doveva essere l’Inizio del Camminare da soli della Nuova Chiesa!  Gesù: EccoMi! Teresa: E non siamo ancora pronti! Gesù: La Cocciuta voleva disdire la Festa! Teresa: Ha visto i miei occhi e si è fermata! Gesù: Ha visto gli occhi di Teresina che erano  pieni di lacrime! Teresa: Eccomi! Le ho detto che non saremmo mai stati pronti … e quindi non avremmo potuto mai iniziare! E quindi, se pur in maniera diversa….! Gesù: Un Calice dimezzato di molto, molto, molto! Siamo Uniti....! Parla ancora! Svegliati! … (a Giuseppe) … Non si può dormire dinanzi al Figlio di Dio e a Dio e a tutto il Giardino! Teresa: Eccomi! Abbiamo la Grazia di avere il Padre in mezzo a noi!  Gesù: EccoMi! Teresa: In questo Giorno, 11 Anni fa … ha lasciato tutto e per sempre! Gesù: EccoMi! Teresa: E ancora non comprendiamo a Pieno la Sua Presenza! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Anche Giovanni era Presente … ma non aveva potuto lasciare tutto! Diciamo così! Gesù: Non è stato ascoltato! Teresa: Eccomi! E lo stesso vale per il Calice Vivente! Gesù: EccoMi!  Teresa: L’altro giorno riflettevo su questa Parola: Calice Vivente!  Gesù: Calice Vivente! Teresa: E non penso che l’abbiamo capito cosa significa! Gesù: Basta guardarLo! Teresa: Lo guardano....!  Gesù: E se si guarda e non si riconosce … come si guarda? Vuoi parlare ancora? Teresa: Eccomi!  Gesù: Non vuoi dire più niente? Parli un po’ con Giovanni? Teresa: Eccomi! Gesù: Vuoi dire qualcosa … viceparroco? Raffaele: Gesù … dispiaciuto perché non riusciamo a portarTi un po’ di Gioia?  Gesù: Io non voglio la Gioia … voglio il vostro Amore … i vostri cuori aperti …  l’ascolto … l’Eccomi! Raffaele: Dispiaciuto per chi non crede in Te? Gesù: Tu devi pensare a te stesso! Per gli altri avete solo il Compito di pregare! Raffaele: Eccomi! Gesù: Ognuno deve dare la sua Fetta di Pane: “Ecco, Gesù … ho portato il mio niente!” E’ questo che dovete fare! Ma per gli altri potete solo pregare … non potete portare i loro cuori! Dio non impone niente a nessuno! La Preghiera Costante … così come è Costante quella dello Strumento che vi Invita ad Amarvi gli uni gli altri, all’Ascolto, all’Ubbidienza! Quello è stato chiesto a lei:  l’Ascolto e l’Ubbidienza … e lo dona ad ognuno di voi così come gli è stata donata! Raffaele:  Dispiace vederla soffrire! Gesù: Non devi usare questa parola … non esiste nel  Linguaggio di Dio! Lei ha accettato i Chiodi e l’Eccomi significa: “Eccomi per l’Eternità!” E ognuno di voi quando rispondete: “Eccomi” …  dovete pensare a quell’Eccomi e non: “Mi dispiace!” … Io non ho detto a chi Mi veniva dietro: “Mi dispiace perché non Mi hai riconosciuto … o mi dispiace perché Mi hai fatto Soffrire!” … Ho Amato e li Amo ancora: sono Figli! E la stessa cosa fa lo Strumento … e ognuno di voi: Chiesa Nuova! E’ questo che dovete mettere nel cuore! Nel cuore … non qui dentro! … (Gesù indica la mente) … Dovete togliere e far agire sempre il cuore! Raffaele: Non dovremmo mai essere tristi?  Gesù: Gioiosi con Dio! Dio è Gioioso, è Amore … e voi siete Figli di Dio! Cosa c’è, Calice Vivente Dio? Cosa vuoi aggiungere? Don Vincenzo: Quella … la Figura del Giardino! Gesù: C’è un Piccolo Giardino! … (la Mensa è adornata con fiori) … La Cocciuta l’ha fatto preparare per Te, per la tua Festa! Ogni piccolo fiorellino rappresenta l’Umanità intera e il Giardino! Bianco e rosso! Don Vincenzo: Sì!  Gesù: Poi c’è un altro Giardino: quello! … (sulla Mensa c’è una torta grande) … E poi c’è il Giardino preparato da sempre! Sii Gioioso! Guarda i Tuoi Figli! Guardali tutti! Sono da questa parte … eccole? Don Vincenzo: Le Ancelle!  Gesù: Le Ancelle! Vi cercava dall’altra parte! Sono da questa parte! Tutte Invitate a Lavorare e a Pregare col Cuore Aperto e Spalancato a tutto ciò che vuole il Calice Vivente Dio da ognuno di loro! Diglielo: Lavorate! Don Vincenzo: Lavorate! Lavorate! Gesù: Giuseppe sta dormendo … e come fa a Lavorare? Svegliati … destati dal sonno! … Sei venuto e hai risposto all’Eccomi! Giulio: Eccomi! Gesù: EccoMi! Lo sai: l’Eccomi che hai Donato cosa ha fermato? Giulio: No! Gesù: Hanno preparato un Grande Missile a forma di una Spada Grande, Grande che ha tagliato il mare … e dal mare sono uscite tante cose brutte … e lì hanno messo un altro Missile per fare arrivare altri Terremoti … ma tanti, tanti, tanti! E tu hai tolto col tuo Eccomi il Veleno che sta venendo fuori dal mare! Questo hai fatto nel rispondere: “Eccomi!” … Sacerdozio Vivo di Dio! Giulio: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Andando avanti nel tuo Camminare troverai altri ostacoli … ma li combatterai con la Tua Destra! Giulio: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ti sarà Donato il Dono di Vedere e di Sentire e di Parlare! Giulio: Eccomi! Gesù: Ma dì alla tua sposa di non spaventarsi! E tu non devi temere gli uomini … ma solo il Padre! Giulio: Eccomi! Gesù: EccoMi! Andando avanti ti saranno dette altre cose! EccoMi! Giulio: Eccomi! Gesù: Chiesa Nuova … siate Forti in questi Tempi! Siete Voi i Figli Scelti uno ad uno per rimanere nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Non dimenticatelo! Ognuno di voi ha il Cuore del Padre nel proprio cuore! Non metteteLo fuori … Figli … ma Vigilate: i Falsi Profeti avanzano e il Veleno è fuori il cancello! Siate Vigilanti! Avete la Destra! Ma usateLa nel Silenzio, nel Nascondimento, nell’essere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … per essere Invitati al Primo Posto! Cosa c’è ancora? E’ la Tua Festa … è la Festa di Domenico, della Tua Ombra! E adesso Io vado e Giovanni viene, Calice Vivente Dio! Vado a prendere le Spose e Giovanni viene a parlare con voi! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Giovanni Benedice) … Pace,  Giovanni … tanti auguri! Don Vincenzo: Grazie! Che bello!  Piccolo Giovanni: Che bello! Pace ad ognuno di voi! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Che Mi racconti? Sono belli i fiori ! Quel Calice è Tuo o è Mio? Don Vincenzo: Tutto è bello! Piccolo Giovanni: Tutto è preparato per Te … è la Tua Festa … tutti Gioiosi …  ma tutti un po’ distratti! O Mi sbaglio? Ehi, Giovanni Calice Vivente Dio  … sarebbe stato Bello l’Inizio del Rotolo! Vigilate! Preparatevi! La Cocciuta ogni volta vi dice: “Preparate i cuori … c’è una Festa … siate pronti!” … Non lo vede! Dimmi qualcosa … cosa hai trovato? Don Vincenzo: Ho trovato un Cuore Nuovo! Ho trovato di mettere Dio al Primo Posto sempre! Ho trovato che la Croce non fa male … ma fa bene! Piccolo Giovanni: E gridalo ai Tuoi Figli: “La Croce non è una malattia … ma una Salvezza, una Vittoria! Don Vincenzo: Posso dirlo a voce alta davanti a tutti?Piccolo Giovanni: Cosa? Don Vincenzo: Che Teresa ha un cuore d’oro! Anche se adesso è in una situazione difficile … lei è al primo posto sempre … come pure tanti qua dentro! Fratelli e Sorelle … quello che vi dico col cuore lo sento profondamente: impariamo a vivere per la Gloria di Dio! Questa è la Verità che il 1° Ottobre Io ho gridato quando il Vescovo di Pescara Mi ha Ordinato! Gridiamo tutti insieme all’Amore! Gridiamo tutti insieme alla Croce! Gridiamo tutti insieme al Crocifisso! Gridiamo tutti insieme al Cuore d’Oro del Padre, del Figlio, dello Spirito d’Amore, di tutti i Servi Inutili … perché nel cuore c’è il Segreto di Dio! Un Cuore che quando Palpita fa sentire la Sua Presenza! Ecco perché dobbiamo pregare … e non c’è altra Strada, non c’è altra Via! E’ la Preghiera … è la Croce che vengono a farci compagnia giorno dopo giorno, notte dopo notte! Piccolo Giovanni: E’ bello! Ma cosa hai trovato in questo Luogo? Io, come Giovanni e come Sacerdote … ho messo il Mio Sigillo! Don Vincenzo: In questo Luogo ho trovato la Verità, l’Amore! Piccolo Giovanni: Anch’Io l’ho trovata … e per questo Mi sono fermato per 12 Anni come Padre Spirituale … e ho messo il Timbro: “Questa Creatura persevererà fino alla fine!” Ho messo il Mio Sigillo di Sacerdozio Vivo ed Eterno! E Tu cosa hai trovato? La Croce! Don Vincenzo: La Croce! Piccolo Giovanni: Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! Don Vincenzo: La Croce che diventa Grazia e non disgrazia! E questa Trasfigurazione permette ai cuori di battere più forte … di battere nell’Amore … di battere fino in fondo! Che bello Amare! Piccolo Giovanni: Che bella questa Festa nella Festa del Cuore del Padre! E’ la Festa del Cuore della Croce … nell’Invitarvi ad essere un tutt’Uno con la Croce! … “Il Mio Tutto sia la Croce!” E’ questo che grida Domenico da sempre! “Il Mio Tutto è la Croce! Venite dietro! Don Vincenzo: Ombra della Mia Ombra!  Piccolo Giovanni: Ombra della Mia Ombra! Don Vincenzo: Che bello! Piccolo Giovanni: Che bello! L’Ombra della Tua Ombra! Non si è mai fermato! Ha preso la Croce e La portava sempre in Alto: “VeniteMi dietro! ... Teresina del Bambin Gesù, cosa vuoi dire? EccoMi! Teresa: Eccomi per averci Donato il Tuo Vangelo! Piccolo Giovanni: EccoMi! Pane! Don Vincenzo: Dacci una Benedizione speciale! Piccolo Giovanni: Aspetta, aspetta che dopo la doniamo tutti e due insieme! Dopo ci dobbiamo mangiare la pizza che è stata comprata come regalo e la torta, il vino, il caffè e tutto il resto!  Don Vincenzo: Tutto parla d’Amore! Piccolo Giovanni: E tutto parla d’Amore! Cosa c’è scritto sopra? Leggi! Teresa: Buon Anniversario, Calice Vivente Dio! Piccolo Giovanni: Buon Anniversario, Calice Vivente Dio! E il Calice Vivente Dio deve guardare tutti i Figli e indicargli la Viuzza Stretta … e Invitarli a guardare cosa sta succedendo fuori … e a guardare le Polveri che stanno scendendo dal Cielo … e ad essere Vigilanti … e a lasciare le cose del mondo e a legarsi alla Croce di Gesù! GuardateLa la Croce … portateLa la Croce … non lasciateLa la Croce! Devi dire ai Tuoi Figli di guardare la Croce, di portarLa, di non gettarLa! Grida … parla, parla ai Tuoi Figli … è Bella la Tua Voce! Don Vincenzo: Siete stati Scelti … siamo stati Scelti a far Regnare Dio, a far Regnare la Croce, a far Regnare la Vittoria dell’Amore su tutto! Dobbiamo vivere per questo … solo per questo! Siamo Ricchi! Ognuno che è entrato qui dentro è Ricco … e guai se non si legge e guai se non si fa un discernimento d’Amore … perché Dio questo Linguaggio d’Amore vuole dai Figli …  questo Linguaggio d’Amore vuole essere Testimoniato! Quando questo avviene … quel cuore sorride … quel cuore  batte più forte! Questo nostro cuore deve vivere in funzione della Testimonianza … non in funzione del mondo, non in funzione delle Tradizioni, non in funzione delle cose mondane! Dio è il nostro Tesoro! Dio è la nostra Unica Ricchezza! Guai guai se non Lo mettiamo al Primo Posto ogni momento! Quando questo avviene … siamo dalla parte di Dio, dalla parte della Figliolanza Divina! Quando questo non avviene … la nostra Vita è arida! Ecco il Ringraziamento che facciamo a Domenico! Ecco quello che ognuno di noi questa sera deve portare a casa! Essere Ricchi più che mai! Ma questo avviene se ogni giorno dal risveglio mettiamo Dio al Primo Posto in qualsiasi situazione ci troviamo! Noi continuiamo ancora a giocare la schedina! Attenti! Noi continuiamo a mettere al primo posto il mondo! Noi che ascoltiamo queste Parole … facciamole diventare un Fuoco d’Amore! E se questo avviene … il cuore batte! E se questo avviene … tutto si trasfigura! E se questo avviene … il Giardino fiorisce subito! Quando questo non avviene … c’è la zizzania, c’è l’aridità! Piccolo Giovanni: E adesso devo farti un bello applauso! E’ dolce far sentire la Tua Voce alla Famiglia! E Io faccio sentire la Mia! Dobbiamo chiudere il Solco: siamo i Due Giovanni! Ma ci sono altre Pecorelle sparse che non conoscono la Voce del Padre … e dobbiamo raccoglierle e metterle nel Solco del Padre! Per questo lo Strumento dice: “Padre, aspettiamo ancora … sono Tuoi Figli!” E in questo Giorno … dove hai Donato la Vita a tanti Figli …  raccogliamone ancora altri per portarli nel Giardino! E se desideri … Alza la Tua Destra per Fermare ciò che sta Scendendo! … (I Due Giovanni Alzano entrambi la Destra Benedicendo nel Segno Trinitario) … Sacerdozio della Croce …  (a Giulio)  … hai una Battaglia da Combattere! Quando prenderai in mano la Spada di Elia … guardaLa bene! Nella prossima Festa la guarderai … e Combatterai unito alla Famiglia … perché ognuno di voi ha un Compito da fare! EccoMi! Non ti emozionare! … Adesso Io e il Calice Vivente Dio … Salutiamo! Lui Saluterà con l’Albero Verde e Io vi Spalanco il Mio Cuore! Saluta i Tuoi Figli con l’Albero Verde! Io Mi Abbraccio all’Albero Verde e vi Spalanco il Mio Cuore! … (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Don Vincenzo: E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita attimo per attimo, minuto per minuto! Glorificate Dio dal più profondo del cuore … perché solo allora entriamo nella Figliolanza … quella Vera! Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen! Giulia: Giovanni, donami la Costanza e la Forza! Vieni ad aiutarmi Tu a finire il Lavoro? Visto che al Banchetto Nuziale c’è anche la Festa del mio papà  … e ci sono tutti i nostri Cari … mamma … papà, tanti auguri per il Tuo Compleanno … anche se è domani e te li rifarò di nuovo … ma adesso che state festeggiando....! … (manda un bacio) … Papà … Fiorellino Spezzato … papà Renato … mamma Violetta … tutti quanti Voi che siete appena Entrati e vi è stato donato il Compito da fare … Vi Salutiamo! … (tutti salutano i Cari) … Rimaniamo tutti Uniti all’Unico Banchetto di Dio … e così la Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta … con Dio Vivo e Reale in mezzo a noi! Piccolo Giovanni: Giovanni vi Spezza la Paghetta del Cuore Immacolato di Maria … che è l’Ultima Grazia!

 

 

 

 

GIOVEDI 8 DICEMBRE 2016  

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: (Benedice) … Il Mio Tutto E’ Dio … e Dio Mi ha Donato la Croce! … (Benedice) … Il Mio Tutto E’ Mio Padre … e Mi ha Donato l’Umanità intera come Figli … sul Legno della Croce! (Benedice) … E il Mio Tutto è Allargare le Braccia e Amare i Figli che il Padre Mi ha Donato per mezzo di Maria … Sposa, Mamma e Figlia di ognuno di voi e dell’Umanità intera Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore .. Cuore Addolorato come lo è il Cuore di Maria … come lo è il Cuore del Padre nel vedere l’Umanità sorda e cieca all’Invito della Croce, all’Invito del Pane Intero Spezzato e di nuovo Intero per ognuno di voi e per l’Umanità intera, Figli Miei! Il Mio Grido per ognuno di voi: “Amatevi gli uni gli altri! Pregate: Padre Nostro; Ave Maria!” … Ma Pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Pregate, Figli … pregate! Non dimenticate di pregare per coloro che si fanno chiamare: “Grandi del mondo!” … Uno solo è il Figlio …  Chiamato da Dio … che vi può Donare il Pane Pulito! Pregate e Vigilate sui Falsi Profeti che avanzano! Pregate per il Veleno … affinchè lo Strumento possa portarli ai Piedi della Croce … così come sta Lavorando in questi Giorni! Io posso parlare! … Rimanete ancora nella Vigna, rimanete ancora nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Vigilate … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina del Cuore della Croce ….? Piccola Cocciuta! Una Piccola Croce! Mamma e Sposa! Giulia: Eccomi … come Tu dici, Gesù! Gesù: Parto Vivo in mezzo agli uomini! Giulia: Eccomi … come Tu dici, Gesù! Gesù: Guarda …  Anima Mia! Giulia: Eccomi … come Tu dici, Gesù! Gesù: Va e Pulisci! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda ancora...! Giulia: Eccomi, Gesù! Cosa devo fare? Mi porto qualcuno? Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Dopo che ho finito di fare ciò che Mi hai detto fino adesso … Mi mandi qualcun altro per prendere le Spose e portarle? Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Tutto rimane nel Silenzio! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Allora Ti consegno tutto quello che mi hai donato da sempre … la Famiglia, i loro Sussurri e i Cuori che ho raccolto … e tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere … e tutti quelli che vorrebbero entrare e non possono entrare perché non li fanno entrare chiudendo la Porta per non farTi conoscere e per non farTi Amare! Eccomi, Gesù … pronta a portarTi e a farTi conoscere! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ed ecco ancora il niente della mia Giornata: prendilo! Ti consegno la Famiglia, Gesù! Gesù: Portala sulle tue spalle perché ancora non hanno capito che li porti … e ancora non hanno compreso che Sono Vivo e Reale e Mi Spezzo e Mi Dono …  e ancora non hanno capito che questo Luogo E’ la Dimora del Padre: è in mezzo a voi così come lo è il Padre Vivo e Reale! Giulia: Accoglieteci ancora così come siamo! E aspettiamo ancora, Gesù … l’Umanità intera e i Figli! E ognuno di noi E’ ... perché Tu Sei …..... e il Padre E’ ….... e rimarrà in Eterno! Gesù: EccoMi, Anima Mia … Corona Immacolata del Cuore del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù …  Eccomi! Gesù: EccoMi con tutte le Schiere … col Banchetto Divino di Dio! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce … (Benedice) ... e l’Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerLo Alto e a viverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù … Figli Tuoi perché ci hai Riscattati col Tuo Sangue … lasciandoci Immacolati come lo è Maria … perchè il Tuo Sangue è Sceso per Amore! E togliendo ogni Macchia col Tuo Sangue … si rimane Puri e Immacolati! E dobbiamo camminare sulla Via Stretta per non perderLa! Il Padre ci ha fatto a Sua Immagine e Somiglianza … e bisogna solo Amarci e rispettare ciò che Dio ci ha Donato … ed essere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … senza VenderTi e senza ComprarTi … perché Tu Ti Doni … e noi ci dobbiamo Donare per essere un tutt’uno … Gesù! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO Cuore Immacolato! Pace ad ognuno di voi, Figli! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Cosa hai visto nella Giornata, cosa hai incontrato? Don Vincenzo: Tanti  che andavano dietro alle cose del mondo e non erano minimamente interessati alle Cose del Padre! Tutto ruotava intorno al mondo! Gesù: Il Padre L’hanno Venduto e L’hanno Comprato in questo Giorno … e anche Maria! E cosa hai visto ancora? Don Vincenzo: Ho visto il Giardino! Gesù: Sono usciti con le Schiere per andare a Pulire ciò che hanno fatto in questo Giorno! Don Vincenzo: Ma quello che mi ha rattristato è stata proprio la  mancanza di Fede perchè non c’era minimamente la Fede! Gesù: Nel Giardino c’è la Fede … fuori del Giardino non c’è la Fede! Nel Giardino c’è il Banchetto di Dio … del Calice Vivente … e di tutti i Servi Inutili!  E i Servi Inutili nè si Vendono e né si Comprano! E nel Giardino ci sono solo i Servi Inutili  che non sono stati nè Venduti e né Comprati! Quelli che sono stati Venduti e Comprati non ci sono … se ne sono usciti! I Servi Inutili siete tutti quanti voi! Dio vi ha lasciati liberi … diciamo così ... mentre quando si fanno le Cause per fare un Santo ……   ma un Santo è un  Servo Inutile ... si prendono questi! … (i soldi) … E allora non è un Servo Inutile … ma è Comprato ed è Venduto attimo dopo attimo! Una Casa sola ha il Padre … ed è  per tutti i Figli, per l’Umanità intera! Cosa hai visto ancora? Don Vincenzo: Ho visto tanti con la Croce … più o meno Pesante! Gesù: Tu lo sai che la Croce è sempre con la Stessa Misura e con lo stesso Peso! L’hai fatta Tu! Don Vincenzo: E difronte alla Croce non ce n’era uno che L’abbracciava! Gesù: Perché La gettavano chiedendo il Miracolo! … Lo sai che la Cocciuta può mettere le mani? Lo senti il Calore? Sono i Chiodi che gli sono stati Donati … e lei ha risposto: “Eccomi!” … Il tutto che ho avuto Io è tutto addosso a lei! E’ quel Nocciolino Scorticato … e chiede sempre di essere più Scorticato per l’Umanità intera e per tutti i Figli! Te lo ricordi il Nocciolino Scorticato? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E cosa c’è ancora nella Giornata di oggi … cosa hai fatto dall’Alba fino a questo istante … e cos’è che non hai fatto? Don Vincenzo: Ho pregato! Ho cercato la Luce! Gesù: Se la Luce Sei Tu … dove La vai cercando? Dove non vogliono vederLa, dove non vogliono accoglierLa, dove non vogliono sentirLa? Don Vincenzo: Proprio così!  Gesù: E GridaLa con la Tua Voce di Giubilo … Calice Vivente Dio! Ci Doniamo?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora Ci Doniamo! Padre, BenediciMi affinchè posso DonarTi e DonarMi! … (Gesù si inchina ai Piedi del Calice Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! Adesso Ci Doniamo! … (il viceparroco porge a Gesù il Bicchiere col Vino e Gesù prende un Pezzetto di Pane, Lo Intinge e lo dona al Calice Vivente dicendo:) … Questo è il Sangue del Tuo Amore! Don Vincenzo: Sangue di Dio! Sangue di Cristo! Gesù: Il Sangue di Dio … Donato al Figlio che Sono Io: Gesù! … (Gesù Spezza un altro Pezzettino di Pane, Lo intinge e Mangia) Mangerò del Nuovo in mezzo ai Miei Figli!” … (Gesù Beve e dona da Bere al Calice Vivente! Poi Beve ancora e asciuga il Bicchiere-Calice col tovagliolino) EccoMi! EccoMi! Raffaele: Eccomi! Gesù: Custodiscilo! Giuseppe: Eccomi! Gesù: EccoMi! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Ci Siamo Donati nel Tuo Infinito Amore ancora una volta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: BenediciMi, Padre! (Gesù si inchina ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Il Banchetto di Dio è Vivo e Reale … perché la Pasqua è Piena, Padre! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ancora una volta Ci Siamo Donati nella Gioia Piena della Croce … e com’è Bello Abitare nei cuori dei Figli … se non Mi abortiscono e se non Ci abortiscono! Padre,  cosa c’è nella Tua Giornata ancora? Don Vincenzo: La voglia di Benedire tutto il mondo, tutta l’Umanità e ammantarla con la Veste dell’Amore! Gesù: Padre,  Alza le Mani … e Ferma ciò che sta accadendo in questo istante! (Gesù e il Calice Vivente Alzano e Puntano le Mani) Tieni le Mani Alzate e Ferma … se lo vuoi, Padre!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Cosa c’è ancora nella Giornata? Don Vincenzo: Dovremmo frazionare le ore della Giornata! Gesù: Tu le hai fatte tutte intere … non si possono separare! Questo separa … (l’orologio) … ma il cuore non si separa … e neanche la Croce … e rimane sempre così! … (Gesù Allarga le Braccia) … Non si è mai separata e non si separerà mai … rimane sempre Unita! E nel Giardino non c’è questo … non si conta … è tutto Intero per restare con i Figli al Banchetto Nuziale … per restare con le Spose che arrivano … e ne stanno arrivando tante! Cosa c’è ancora nella Giornata? Don Vincenzo: E’ sempre il Padre la chiave di volta  a cui bisogna fare riferimento! Gesù: Ma il Padre ascolta anche i Figli così come ascolta Me … e prendo tutto quello che è del Padre e lo Dono ai Figli … così come il Padre La Dona all’Umanità intera l’Eredità Piena!  Don Vincenzo: Sì! Gesù: Cosa c’è ancora? Don Vincenzo: Questa Paternità che sembra nascosta … ma invece è straripante!Gesù: Straripante … non ha Limiti e Misure! Ma gli uomini non La vedono … La scartano … La mettono da parte e neanche all’Ultimo Posto … è fuori! Eeeh! …Teresina del Bambin, Gesù hai qualcosa da dirMi? Teresa: Eccomi! Gesù: Parla! Teresa: Eccomi! Maria è l’Immacolata! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Vai avanti! Se ti devo fermare … ti fermo Io! Teresa: E non è quello che ci hanno insegnato!  Gesù: EccoMi no!   Teresa: E non è neanche questo Giorno!  Gesù: EccoMi no!  Teresa: E la Tua Concezione, il Tuo Concepimento: “Jesus Imaculato  Concepto!” … non perché Maria è Immacolata nel senso della Verginità … come ci hanno fatto sempre credere! Gesù: EccoMi! Teresa: E’ perché tra le Sue Figlie … Dio ha Scelto la Figlia Candida,  la Figlia che non aveva sporcato il suo cuore e quindi la sua Anima … e l’aveva lasciata Candida per accogliere Te! Gesù: EccoMi! Teresa: Ed è questo il significato dell’Immacolata Concezione! Gesù: EccoMi! Non vuoi dire niente altro? Teresa: Eccomi! Quand’ero piccola pensavo: “Ma come può essere l’8 Dicembre l’Immacolata Concezione e il 25 Nasce Gesù? Non è possibile!Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Si sono fatti i conti male? Li hanno sbagliati del tutto? Mi hanno Venduto e Mi hanno Comprato … come sempre? EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Non hanno calcolato i Mesi! Quanti Mesi ci vogliono a una donna per partorire? Don Vincenzo: 9 Mesi! Gesù: E dall’8 al 25 quanti sono? Don Vincenzo: Sono 17 Giorni! Teresa: Perché festeggiano l’Annunciazione che sarebbe il Giorno! Ma poi che c’entra festeggiare l’Immacolata Concezione un altro Giorno? Gesù: Che stai fantasticando in quella capo senza capelli?  Raffaele: Non ci ho mai creduto! Gesù: Hai finito? Teresa: Eccomi! Aspettiamo!  Gesù: Aspettiamo! Hai qualcosa da dire, viceparroco? No? Raffaele: Meglio di no! Eccomi! Gesù: Hai paura che ti faccio una "bastonata"? Raffaele: Eccomi! Chi ha fatto tante Case … ha fatto solo le Case … e sono stati cattivi con tutti! Tante Case per raccogliere soldi! Gesù: E niente Croce! Aspettiamo! Avete una Vigna, avete l’Arca, avete i Remi, avete le Capanne e siete la Chiesa Nuova! Non dimenticatelo tutti quanti! E pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! … Dio E’! … E non dovete temere gli uomini … solo Dio che E’ Vivo e Reale in mezzo a voi nella Sua Dimora … che è per tutta l’Umanità intera! Pregate Figli … pregate! Un’altra sola domanda? Raffaele: Ascolta il mio cuore! Gesù: No, se non parli .. non l’ascolto! Sei un po’ duro di capoccia! Raffaele: E mi sforzo! Gesù: Padre … sia fatta la Tua Santa Volontà! Raffaele: E poi? Perché sbaglio? Gesù: Padre … sia fatta la Tua Santa Volontà!” … Questa è la Strada! Vedi com’è Piccola? Se si va più avanti si fa più Larga … se si rimane in questa Piccolina …… “Padre … sia fatta la Tua Santa Volontà!” … Dio cammina e fa questo Passino! Se si fa questo più grande … non è più di Dio! Ognuno di voi deve camminare dietro al Passino di Dio e non superarlo  … perché è Lui che vi porta … così come vi porta lo Strumento … ma voi non ve ne accorgete! Eeeh! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Cosa c’è ancora sulla Tua Via? Don Vincenzo: Dio … non avendo Tempo … è sempre Eterno … e può Vincere e vince in tutti i settori! Gesù: Perché ha già Vinto! E non si ferma a guardare l’orologio! La Logica di Dio è non guardare l’orologio! Il Tempo è nelle Mani del Padre … non nelle mani della scatoletta! O Mi sbaglio? Tutti: No! Gesù: Se si contano le Ore di Dio … quando si Serve Dio l’orologio non serve … si deve Servire Dio! Don Vincenzo: Sì! Gesù: E sì! Ma adesso invita i Tuoi Figli a pregare per ciò che stanno facendo i Grandi del mondo e i Grandi delle Case … che hanno costruito i Farisei di ieri e di oggi per rubare alle Creature che hanno smarrito  e non trovano più la Casa del Padre! Pregate, Figli … pregate! Ma Io non ho parlato di ore! Ho detto di pregare senza metterci l’ora … perché Dio non ha l’ora … ma ha tutta l’Eternità … senza ore! Ricordatelo che Dio ha tutta l’Eternità … e non ha le ore contate! Se Dio avesse le ore contate…..! Dio E’! Don Vincenzo: Dio E’! Gesù: Dio E’! Eh! E adesso Io vado ad accogliere tutte le Spose che sono arrivate e Le porto al Banchetto Nuziale … e poi fanno Festa … e poi gli viene Donato il Compito! E Giovanni viene a Salutarvi … così lo Strumento poi porterà ancora altre Spose … e porterà anche il Veleno che ha donato la mano e si è inginocchiato dinanzi alla Croce e si presenterà al Banchetto Nuziale! Festa Grande nel Giardino di Dio! Io vado e Giovanni viene! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON Il PANE! … (Benedice) … Ehi, Giovà!  Don Vincenzo: Ciao! Piccolo Giovanni: Ciao! Pace ai vostri cuori! (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato)  Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Giovà, com’è stò fatto del Veleno? Piccolo Giovanni: Il fatto del Veleno sono i Figli che hanno abbandonato il Padre e hanno preso la Strada Larga … e la Cocciuta adesso gli ha donato la mano e loro gliel’hanno donata … e lei li ha portati dinanzi alla Croce  e si sono inginocchiati! Don Vincenzo: E quindi hanno fatto Pace! Piccolo Giovanni: Sì, col Padre e con la  Croce … e adesso sono entrati e stanno facendo Festa! Don Vincenzo: Che bello!  Piccolo Giovanni: E sì! Ma tu che fai con la Cocciuta? Io ho dato il Timbro: “Qui c’è il Testamento di Dio! E tu persevererai….! Don Vincenzo: Eccomi! Giovanni? Piccolo Giovanni: Eh, cosa c’è? Don Vincenzo: Dio c’è! Piccolo Giovanni: Dio c’è! E anche tutti i Figli ci sono! E l’Umanità è in pericolo! L’ho sempre detto: “Uomo avvisato è mezzo salvato! Dio non arriva contando né i giorni e neanche le ore! Dio arriva nel Tempo che non c’è freddo … ma c’è il Sole!  Don Vincenzo: C’è il Sole? Piccolo Giovanni: E sì … il Cuore Immacolato di Maria Trionferà … e non può esserci il freddo … ma c’è il Sole, quel Sole che è già Aperto … ma gli uomini non Lo vedono! E si farà vedere dall’Umanità intera … l’Umanità sorda e cieca! Ma l’Umanità intera vedrà! E partirà dalle Mani del Calice Vivente Dio e tutti Lo vedranno ... ma se siamo Uniti i Due Giovanni … e se siamo Uniti allo Strumento e a tutti i Figli! Don Vincenzo: Se siamo Uniti i Due Giovanni? Piccolo Giovanni: Tu e Io! Tu sei Giovanni e Io sono Giovanni!  Io sono Giovanni e Tu sei Giovanni! E poi c’è lo Strumento che sta Lavorando! E’ lontano lontano … e va a prendere la mano e a fare altro! Teresina, che c’è … non c’è niente? Parla! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi solo? Teresa: No! Qualche giorno fa mi avevi chiesto cosa volevo fare in una Data … e non ti avevo risposto! Piccolo Giovanni: EccoMi! E adesso? Teresa: E’ vicino vicino! Piccolo Giovanni: E’ vicino vicino? E se è vicino vicino….! Non hai il Tempo? Teresa: Sì! Ah, sì, sì … ok! Piccolo Giovanni: Questo è parlare nella Famiglia e non: … “Cari Figli … state bene? … Fate i buoni, se potete! … Sono venuto a salutarvi!” …  Sto raccogliendo un po’ di qua e un po’ di là! Vigilate … vigilate! Ciò che stanno preparando i Grandi …  chiamiamoli così come si fanno chiamare … sia i Grandi: i Farisei e sia i Grandi! … Un Figlio solo può mettere la parola: Pace … in mezzo a tanti Fuochi di Guerra! Voi pregate! Dimmi qualcosa! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Dilla!  Teresa: Ci è stato sempre insegnato che i bambini sono Candidi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Invece anche nei bambini si può nascondere il Veleno! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Quindi dobbiamo essere Vigilanti nei confronti di tutti! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Avete la Destra! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai fame? Don Vincenzo: Hai fame? Piccolo Giovanni: Io ho fame … ho mangiato poco … sono andato in giro … ho Lavorato … ho accompagnato qualche Sposa e non ho avuto il tempo di mangiare ancora! Ma come il Padre e come Gesù … ho Fame e Sete di Anime che sono lontane … perché sono state smarrite! I Pastori hanno abbandonato le pecorelle e le hanno  smarrite nel farle andare a Vendere e a Comprare Maria, Gesù,  il Padre e tutti i Servi Inutili! E Vendendo Vendendo e Comprando Comprando … si sono persi! Quando si entra su questa Via … non si riconosce più la Via della Croce … e non si trova perché si è abbagliati! … Vuoi dire qualcosa? Don Vincenzo: Giovanni … si parla dei due ladroni!  Piccolo Giovanni: Non c’è nessuno dei ladroni! Ce n’erano tanti tanti di uomini crocifissi … e Tu lo sai benissimo! Nel mondo intero … quanti buoni ladroni ci sono? Ti fai il sorrisino … Calice Vivente Dio? … Non dimenticate che siete tutti Sacerdoti! E Ancelle, volete rimanere ancora: Ancelle? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sicuramente sì? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete sicure? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mò vediamo! … E voi tutti lo sapete che siete tutti Sacerdoti e Sacerdotesse e Suorine? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma siete sicuri di saperlo? Siete sicuri  che avete Concelebrato? Alcuni: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete sicuri sicuri? Mò vediamo … quando verrà un’altra Festa! EccoMi! Raffaele: Se puoi….! Giovà, la Cocciuta ….!  Piccolo Giovanni: La Cocciuta è Cocciuta! Raffaele: Il Veleno è tutto uguale o ce n’è di molto più Forte? Piccolo Giovanni: Come spiegarti! Il Veleno sono dei Figli che hanno detto al Padre: “Io esco da questo Giardino e mi creo un Giardino mio!” Ma secondo te … chi è che Vince? Dio! E allora non c’è una Misura di Veleno! Se la Misura più Grande è Dio …. il Veleno non lo è ……! I Falsi Profeti sono tanti ... così come è tanto ancora il Veleno … ma Dio ha la Misura che non ha nessun altro! Riesci a comprenderMi? Raffaele: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Non c’è un chilo di pane, un chilo di farina, due tre chili di farina … non si misura così il Veleno ... come stai pensando tu! Raffaele: Eccomi! Giovà, se puoi….! Piccolo Giovanni: Certamente di sì … non ci sono problemi … e come ti posso dare una "bastonata" o come ti posso dare la risposta! Tranquillo! Sono Io … vero? Alcuni: Eccomi! Raffaele: Dove lo sta raccogliendo in questo momento? Piccolo Giovanni: In giro! Non te lo dirò mai dove si trova! Lei cammina! Dove il Padre la manda … và! L’Eccomi è Eccomi!  Raffaele: Ed è silenzioso! Piccolo Giovanni: Può essere anche dietro l’angolo … può essere lontano … ma Io non lo so dov’è … se non lo dice il Padre! Il Padre non Mi ha dato l’Ordine di dirlo! Lei con Gesù si sono messi d’accordo di stare in Silenzio e Lavorare! E’ questo che dovete fare ognuno di voi: nel Silenzio del vostro cuore fare le Cose del Padre … e poi consegnarle al Padre! Ma la Cocciuta le conosce! Il Padre le ha dato Tutto! Vede e sente … ma rimane nell’Ubbidienza! Dimmi quello che dovevi dire … poi devo lasciarvi! Raffaele: Giovà, essendo tutti Figli … anche chi era nel Veleno Pieno ... ritorna a essere Figlio? Piccolo Giovanni: Sì … e ve lo sto ripetendo in continuo … ma tu hai la capoccia un po’ tostina! Raffaele: Sì, dura! Piccolo Giovanni: Ci facciamo un buco? E poi che facciamo … ci mettiamo un’antenna? Te l’ho già detto! Raffaele: Sì, non avevo finito! Piccolo Giovanni: Non l’hai imparato? Tu devi leggere quello che è stato detto … e così trovi! Mi fai sempre la stessa domanda! Raffaele: E lo so! Piccolo Giovanni: E se lo sai …  come la mettiamo? Raffaele: Devo studiare di più! Piccolo Giovanni: Devi studiare di più? Le Cose di Dio si tengono qui dentro … (indica il cuore) … e così arrivano dirette quando si apre! Quando si inchina dinanzi alla Croce e si porta al Banchetto Nuziale … si torna: Figli! Se non si inchina dinanzi alla Croce … e la Cocciuta non prende la mano per portarli dinanzi alla Croce e per portarli al Banchetto … non possano prendere parte! Così come fa con tutte le Spose: gli dà la mano … indossano l’Abito Nuziale e l’Anello … e con la Bimba e con le Lodi entrano … e prendono parte  alla  Festa del Banchetto di Dio!   Raffaele: E di questi qui, Giovà … c’è chi non ha colpe perchè è il Veleno che li ha oscurati? E quindi forse non hanno colpe o ce l’hanno comunque? Piccolo Giovanni: Se Io sono sulla Via Stretta e vado su quella Larga … lascio Dio e prende l’io … e prendendo l’io si dimentica di essere Figli di Dio! Raffaele: Comunque! Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma quante volte te l’ho detto questo? Devi prendere un libricino e scriverti tutte le domande che Mi hai fatto e quante volte me le hai fatte! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ehi,  Giovà … Io adesso debbo andare ad aiutare la Cocciuta! Pregate per lei! E’ Cocciuta … ma ha bisogno delle preghiere di ognuno di voi … così come lei vi porta sulle spalle! Gesù sta facendo Festa! Tu Saluta con l’Albero Verde e Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Non Vendete e non Comprate né il Padre, né il Figlio e né lo Spirito Santo e né tutti i Servi Inutili! Ma così come vi Donate voi … Donate tutti i Servi Inutili, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo a tutti i vostri Fratelli! … (manda un bacio) … E Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l’Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti noi! E ci Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen! Giulia: Giovanni … Gesù ha accolto col Padre le Spose che sono appena arrivate … e ancora vieni Tu? Giovanni … ho visto quello che sta succedendo! Piccolo Giovanni: Fai le Cose del Padre …  Anima Mia! Giulia: Eccomi, Giovanni! Il Padre … nel Suo Infinito Amore … ha Donato ad ognuno di Loro il proprio Compito! Devo fare tutto questo? Eccomi … Eccomi, Giovanni! Padre … rimani con noi … fuori c’è Buio! Visto che siete tutti al Banchetto Nuziale e le Altre sono andate fuori a Lavorare … Salutiamo tutti i Cari …  e prendiamo parte al Banchetto del Tuo Amore … Padre! Giovanni … ci vediamo dopo! Ciao, Fiorellino Spezzato! Preparate altri Vestiti! Ci vediamo1 Mamma … papà … papà Renato … mamma Violetta … Eccomi! … (manda un bacio) … Eccomi! Eccomi!

 

 

 

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

11 DICEMBRE 2016

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! La Madonna: (Benedice)EccoMi ancora nel  venire a Glorificare il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che E’ il Mio Cuore Immacolato di Mamma e di Fanciulla! EccoMi ancora a rispondere al Padre nell’averMi Donata la Gioia di venire ad Abbracciare ognuno di voi e l’Umanità intera! EccoMi ancora come Umile Ancella dinanzi al Cuore del Padre ad Implorare Misericordia per tutti gli uomini e per l’Umanità intera … ad Implorare Misericordia per tutto ciò che l’uomo sta distruggendo … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore e del Cuore di Gesù … Amici del Cuore di Dio che Allarga le Braccia per Abbracciare l’Umanità intera e tutti i Figli …  i Figli che ha Riscattato col Suo Sangue! Fate Atti d’Amore verso tutti … Figli Miei! Benedite chi vi maledice! Perdonate chi vi bestemmia! Amate coloro che vi trafiggono! Vivete alla Giornata del Padre … e tutto vi sarà Donato in Abbondanza! Versate i vostri Calici Amari nel Calice del Padre … facendo un tutt’Uno col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo che E’ il Mio Cuore Immacolato di Mamma … Figli, Fratelli e Amici del Tutto di Dio! Camminate passo passo la Via del vostro cuore! Guardatevi e Presentatevi al Cuore del Padre … Figli Miei! Cocciuta Divina…? Giulia: Eccomi, Mamma! Com’è Bello il Tuo Sorriso e come sono Belli i Tuoi Occhi … e c’è solo l’Abito macchiato … macchiato di Sangue Innocente! La Madonna: Poi te Lo dò dopo da Pulire! Giulia: EccoMi, Mamma! Ho un altro pochino di Lavoro da fare! Oggi non vorrei portarmi nessuno! Posso farLo da sola? La Madonna: Guarda! Giulia: Eccomi! La Madonna: Lo vuoi fare ancora da sola il Lavoro? Giulia: Se è possibile … Eccomi! La Madonna: Diventi sempre più Cocciuta!  Giulia: Il Padre vuole così … e penso che anche Tu vuoi così! Mi avete fatto così Cocciuta! Fin quando posso crescere nell’essere Cocciuta-Testarda come una pietra, quelle che non si spaccano ... lo diventerò … se Dio vuole …  se il Padre vuole … se Tu vuoi, Mammina … e se Gesù vuole!  La Madonna: Lo vogliamo! Giulia: Eccomi ancora per l’Eternità! La Madonna: Guarda ancora! Giulia: Eccomi! Quando finisce il Tuo Incontro d’Amore … dovrò scrivere tutto quello che ho visto … e poi leggerlo nel Giorno della Festa della Luce? La Madonna: EccoMi! Giulia: Mammina … fa che possa farlo tutto il Lavoro di questo Giorno e senza fare venire nessuno ad aiutarmi … visto che c’è tanto da fare e tutte le Schiere sono fuori! Eccomi, Mamma!  La Madonna: Figlia … pregate per coloro che stanno preparando i Disastri più Grandi per l’Umanità intera! Giulia: Eccoci, Mamma! So che Tu come Mamma non abbandoni nessuno e non abbandonerai neanche questi Figli che sono Figli Tuoi … e me li hai donati da portare sulle spalle! Se il Padre vuole … desidero ardentemente di portarli a Casa nel Giardino … nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … ma sia fatta la Volontà di Dio … non la mia, Mammina! La Madonna: Pregate ancora, Figli … per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccoci, Mamma! Pronta nell’Eccomi per l’Eternità! La Madonna: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Mammina, prendi il Tutto che ho raccolto: i Figli, la Famiglia, i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco e te lo consegno in questo Giorno! Ho raccolto tutti i Sussurri e tutti i Cuori e li consegno a Te … così li Purifichi e li Offri al Padre … essendo l’Ultima Grazia Viva e Reale in mezzo a noi Unita al Padre e al Figlio! Non vi siete mai separati … e non ci lascerete mai! Mamma, Mammina … fa che non ci distacchiamo dal Tuo Insegnamento di Mamma! Apri questi nostri orecchi … apri questo nostro cuore … affinchè diventiamo una Famiglia che Mangia il Pane della Chiesa Nuova e Lo Spezza e Lo Divide con tutti i Figli … senza guardare il colore della pelle, senza guardare se si è sporchi o puliti … ma essere un tutt’Uno! E facci stare uniti con gli animali … con tutti gli  amici che ci mandate ancora! Facci rimanere Piccoli così … Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto per essere Invitati al Primo! Fa che possiamo dividere tutto ciò che abbiamo con i nostri Fratelli … perché ancora non abbiamo capito niente del Tesoro che ci aspetta Vivo e Reale in mezzo a noi! E’ questo il Tuo Messaggio! E’ questo il Tuo Pane! E’ questo il Tuo Parlare nella Famiglia … ma io non lo so dire! Dimmi se è così … Mamma! La Madonna: Dì … è dentro di te,  Anima Mia … e parla, parla, parla! Giulia: E stappaci questi, Mamma … e apri questo! La Madonna: Non dimenticare il tuo Primo Messaggio! Giulia: Eccomi! Il Tempo di Dio non è nostro! Eccoci, Mamma … Eccoci! La Madonna: Pace al tuo cuore, CALICE vIVENTE dIO GIOVANNI!  Don Vincenzo: Pace! La Madonna: Pace ad ognuno di voi, Figli! … (La Madonna manda un bacio ai presenti che ricambiano! Intanto Don Vincenzo cerca di prendere qualcosa dalla tasca del pantalone) … Mi vuoi pagare? Don Vincenzo: No, volevo prendere la coroncina! La Madonna: Pensavo che Mi volevi pagare il biglietto dell’andata e del ritorno come si fa in tutti gli altri posti! Eh, al Mio Nome pagano il biglietto dell’andata e del ritorno! E’ stato bello vedere che quasi alla fine del Rosario hai tirato fuori il Rosario! Ma tu non sei un Rosario Intero?  Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: E cosa vedi in questo Giorno? Don Vincenzo: Dobbiamo essere Discepoli di Gesù! La Madonna: E cosa si deve fare ancora dopo essere Discepoli di Gesù? Don Vincenzo: Mettere Dio al Primo Posto in ogni situazione … dare Testimonianza   e lì si riconosce il Cristiano! La Madonna: E niente altro? Don Vincenzo: E poi diventa una Catena … una Catena d’Amore! La Madonna: Sarebbe bello vedere l’Umanità intera legata con una Catena d’Amore! Tutti vengono ad offrirMi Rosari, tutti vengono ad offrirMi altri Doni … ma nessuno Mi viene ad offrire la Catena del proprio cuore!  Tutti mi vengono a lasciare l’abito da sposa … ma poi si lasciano tra di loro! Non è bello distruggere il Matrimonio dopo averMi consegnato l’abito da sposa … o dopo averMi consegnato la corona da sposa! O dopo averMi consegnato il Santo Rosario … invece di sgranare i grani del Rosario! Io lo sgrano col Mio! E’ bello vedere le Capanne Unite! E’ bello quando si dice: “Eccomi!” dinanzi al Padre per l’Eternità … e non è bello vederlo già il secondo giorno …  Spezzato per niente! Non fate questi passi! Non spezzate per niente l’Eccomi donato davanti al Padre … ma rimanete nell’Eccomi nella buona e nella cattiva sorte, nel pianto e nel dolore! Se create una Capanna … non spezzatela! Non si può nella Casa del Padre cancellare ciò che è stato detto dinanzi al Padre! Non possono i Figli Ministri cancellare quel Sigillo d’Amore! Calice Vivente Dio Giovanni … prega per le Mura delle Case … che hanno costruito per il Mio Cuore, per il Cuore del Padre,  per il Cuore di Gesù, per il Cuore di tutti i Servi Inutili  e che sono crollate! Pregate! Prega forte forte … e fai pregare i Figli forte forte! E rimanete Chiesa Nuova! Lasciateli parlare, lasciateli ridere … e siate certi di avere la Croce … (Benedice) … come Letto dove poggiarvi e prendere la Forza per andare avanti dietro i Passi di Dio che E’ Vivo e Reale in mezzo a voi! Questo desidera il Mio Cuore! Questo è il Vestito che desidero! Chi Me lo cuce? L’Umanità intera cucita al Cuore di Dio! … RaccontaMi qualche altra cosa! E’ bello sentire la Tua Voce! Don Vincenzo: Mamma! La Madonna: EccoMi! Don Vincenzo: Essere Strumenti del Padre! La Madonna: Tu Sei! I Figli devono Essere … perché Tu Sei! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Parla ancora! Don Vincenzo: Essere Strumenti di Dio! E com’è bello vivere per darGli Gloria! E com’è bello testimoniarlo per dare senso ai nostri giorni! La Madonna: I Giorni dei Figli di Dio non hanno un Giorno … hanno l’Infinito di Dio! L’Umanità intera corre … e se si fermasse poco poco e guardasse l’Infinità del Padre … come sarebbe bello! Ma c’è una Cocciuta! Tu la conosci? Non vuole essere aiutata e fa tutto il Lavoro che ha visto! Le costa di più scrivere quello che ha visto … ma non gli costa Lavorare: “Posso fare da sola il Lavoro che ho visto?” … Le rispondo: “EccoMi!” … E  fa riposare le sue Creature … per poi prenderle come Grani del Rosario uno ad uno e farli Lavorare per la Gloria del Padre! Don Vincenzo: E’ lo scopo della nostra Vita, di ogni Figlio: dare Gloria a Dio! La Madonna: Dare Gloria a Dio! Don Vincenzo: Per tutto quello che ci ha dato e per tutto quello che ci ha fatto gustare! Che bello essere Figli di Dio! La Madonna: Che bello avere una Vigna, un’Arca, i Remi e le Capanne ed essere Chiesa Nuova! “Verrò e Mangerò del Nuovo con tutti voi … Chiesa Nuova!” … E così sta facendo attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Sì … così sta facendo attimo dopo attimo! La Madonna: Attimo dopo attimo! Avete avuto l’Invito di farCi Compagnia e siate Vigilanti! Ad ogni Festa vi viene detto: “Preparate i vostri cuori! Fatevi belli per Gesù!” … E preparatevi per l’Altra Alba … nel rimanere Compatti … nel rimanere Amici, Figli e Fratelli del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Teresina del Bambin Gesù … cosa Mi vuoi raccontare? Perchè è diventato triste il tuo cuore? Nulla è impossibile al Padre! Dimmi qualcosa! Non vuoi dire niente? Teresa: Eccomi, Mamma … Eccomi! Fa che ognuno di noi … e in particolare noi Ancelle … prendiamo esempio da Te che Sei la Prima Ancella! La Madonna: EccoMi! Ma volete rimanere ancora Ancelle? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Siete sicure sicure? Ancelle: Eccomi! La Madonna: E Vigilate … perché Io conosco i cuori! E non dovete sforzarvi … potete rimanere anche Suorine e Lavorare! Ma non si può nascondere nessuna cosa al Padre! EccoMi! E se volete fidanzarvi e sposare potete farlo come Suorine … e come  Ancelle dovete aspettare l’Ordine del Padre! Ancelle: Eccomi! La Madonna: Non si fa marcia indietro nascondendosi … perché non c’è nessun posto intorno a questo libro che  nessuno lo veda! Parlo così … nella semplicità! EccoMi! Parla … lo so che devi andare a Lavorare … ma ancora è presto!  Teresa: E’ presto … c’è tempo! La Madonna: Troverai tante Creature che avranno bisogno di te nell’uno e nell’altro modo: da Medico e da Ancella! Teresa: Eccomi! La Madonna: Perché non vuoi parlare? Non devi scoraggiarti! Dio E’! Dì qualche parolina! …  Padre … Alza il Tuo Sguardo e guardali i Tuoi Figli così come hai guardato Me in questo istante! L’avete guardato il Suo Sguardo?  Tutti: Eccomi! La Madonna: Parla un po’! Teresa: Eccomi! In questo Mese abbiamo avuto tante Feste, le nostre Feste … e ognuna è legata ad una Data Nuova … che rappresenta una Fase del Passato e del Presente e del Futuro della Chiesa Nuova! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! Ed è qui che dobbiamo Vigilare nel comprendere che ogni piccola cosa ha la sua importanza in quel Giorno! Non è che gli altri Giorni: i Giovedi e le Seconde Domeniche non abbiano importanza! La Madonna: EccoMi! Teresa: E’ che le Date scelte e più particolari … diciamo così … hanno un significato che noi non possiamo comprendere! La Madonna: EccoMi! Teresa: Ed è per questo che molte volte vediamo lo Strumento triste in quei Giorni … perché non vede l’Unione … non vede la Comunione … non vede ciò che tutti Voi ci state dicendo da sempre! La Madonna: EccoMi! Teresa: E invece di andare avanti … si torna indietro! La Madonna: Si va indietro … e date spazio al Veleno e ai Falsi Profeti! Non dovete! Dovete combatterlo … (Alza la Destra e Benedice) nel rimanere Uniti e nel comprendere la Festa del Banchetto Nuziale! Teresa: Eccomi! E anche quando tutti i Giorni nelle nostre case prepariamo il Banchetto per la colazione, per il pranzo e per la cena … dobbiamo allargare la dimensione … e non dobbiamo solo pensare a noi! E dobbiamo ricordare che tutto ciò ci viene dato e ci viene donato! E grazie a Dio a nessuno di noi manca nulla! E se rimaniamo saldi nella Fede non ci mancherà nulla! La Madonna: Il Padre ve l’ha sempre detto: “Non vi verrà a mancare mai nulla!Teresa: Eccomi! E più avremo Fede nel credere che non ci mancherà nulla … più ci sarà l’Abbondanza! La Madonna:L’Abbondanza! Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Vi siete mai chiesti come mai lo Strumento fa colazione in piedi? Ve lo siete chiesto! E che risposta avete avuto? Teresa: Va a portare la colazione a chi non può fare colazione … e per questo sta in piedi! La Madonna: EccoMi! Rimanendo Crocifissa per Amore! EccoMi! Vuoi dire altro? Viceparroco, vuoi dire qualche altra cosina? Raffaele: Eccomi! Eccomi per il Tuo EccoMi! La Madonna: L’EccoMi L’ho Donato Io! Raffaele: Eccomi! Stappaci le orecchie e aprici il cuore! Difficile? Niente è difficile per Te! La Madonna: Per Me non è difficile … ma i difficili siete voi, l’Umanità intera! Nulla è impossibile a Dio! Nulla è impossibile a Chi è l’Ultima Grazia e sono Io! Ma i Difficili siete voi! Si parla, si parla … e non si ascolta! Se uscite fuori e sentite dire una parola: “Ehi, Mamma Giulia … abbiamo sentito dire questo ….!” … E quello che vi viene detto a voi? Non lo sentite? Non lo fate Nascere dentro di voi? E’ facile far entrare il Veleno e i Falsi Profeti … e dimenticate di combatterli! … “Abbiamo visto questa trasmissione … tu che ne pensi?” … Conoscete già: lo  Strumento è all’Ubbidienza! Vi risponde con una parola sola: “Non li conosco!” … E quando ha detto questo … ha detto tutto! … O vi può rispondere: “Non ho trovato il Pane … non L’ho incontrato!” … E voi che siete Famiglia dovete capire ciò che dice con una sola parola … così come: “Dio E’! … Se Dio vuole! … Ciò che il Padre ha deciso!” … Non si può andare oltre a ciò che il Padre ha deciso … perchè Dio E’ e Tutto può! E nel Suo Progetto c’è tutta la Famiglia da portare nel Giardino! Non Mi fare gli occhi da pesce! In una Famiglia si parla così: 2 più 2 fanno 4 … 5 o 6! Se voi fate il conto che 2 più 2 fanno 4 … il Padre può dire: “2 più 2 fanno 8!” … Invece l’uomo dice: “2 più 2 fanno 4!” … E’ così? … (Don Vincenzo annuisce) La Madonna: Ha detto di sì! A buon intenditore … poche parole! Non vuoi dirMi più niente? Don Vincenzo: Tutto è bello! Dovremmo vergognarci tutte le volte che siamo tristi … perchè Dio ha fatto tutto per l’Amore, per la Bellezza, per la Croce! Tutto il Padre Buono ha Creato e tutto si  aspetta dai Figli … ma si aspetta una cosa semplice: Amore! Amore! Amore! Tutto in funzione dell’Amore tra noi e Dio … e tra noi stessi … perché tante volte mettiamo una …..  La Madonna: … una Spada! Don Vincenzo: … una Spada per impedire questo Amore e che questo Amore passi all’altro Amore! E’ questa che dovrebbe essere la Giornata di un Cristiano: la Giornata della Gioia! Essere Figli di Dio! Chi più di noi è così? Chi più di noi può gustare questo Amore? E specialmente noi che siamo entrati qui dentro e ci veniamo da tanti Anni … dovremmo Gioire ogni momento e dovremmo Amare più di tutti! Che bello Amare nel Nome di Dio: “Io Ti Amo … Figlio, Fratello, Amico, Sorella! Io ti Amo!” … E la Giornata acquista senso … perché questo è il senso della Giornata: farci amare gli uni gli altri … farci amare vicendevolmente! Aaaah!  La Madonna: Dio che si fa Frutto! Dio che si fa Frutto per l’Umanità intera … e il Frutto è il Pane dallo Sbocciare della Spiga di Grano! Rimanete Grano … Figli … affinchè il Padre possa raccogliervi! E rimanete sempre Verdi come lo è l’Albero della Croce … Piantato e rimane Verde in Eterno … Figli Miei! Devi dirMi qualche altra cosa? Raffaele: Dovrei imparare a capire che Dio mi ama! La Madonna: Perché … dubiti? Raffaele: Lo devo fare più mio! Devo imparare! La Madonna: Lo devi fare di meno o imparare? Ti sei chiesto  se i tuoi Figli hanno capito ciò che hai detto? Voi che dite? Non hai capito tu? … (Chiara) … E allora non hanno capito neanche gli altri! Cosa vuoi dire di preciso? Raffaele: Devo rendermi conto di quanto mi Ama mio Padre e devo farlo sempre più mio per convincermi di questo … sempre … ogni istante della Giornata! La Madonna: Attimo dopo attimo! Raffaele: Molte volte corro … troppo! La Madonna: Hai capito? Avete capito tutti? Tutti: Eccomi! La Madonna: Dici qualche altra cosa? Dopo che hai parlato ancora e fai sentire il Tuo Amore … vi Saluto dicendo ai Figli di portare passo passo il Pane Intero ovunque andate … Festeggiando Dio Vivo e Reale in mezzo a voi … Dio Bambino che è Nato e Nasce … se voi Lo volete nei vostri cuori! Tutti: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Parla ancora! Don Vincenzo: In televisione ho visto che uno Scienziato ha raccolto una spiga di grano … e tra i vari studi ha scoperto che vive da milioni e milioni di Anni! Una spiga che è così preziosa da farla essere poi un Pane … un Pane d’Amore! La Madonna: Papà … il Pane Vivo da sempre lo Sei Tu … non la spiga! Nel parlare, Gesù … per far capire così come non capite … ha preso in mano una spiga e lo Scienziato mi sa che ha copiato da ciò che il Padre sta dicendo ad ognuno di voi! Ha copiato come tutti gli altri copiano ogni cosa che viene detta nella Dimora del Padre! Non sanno più dove prendere le Parole e Le prendono direttamente da Dio che Le dice ad ognuno di voi nella Verità Tutta Intera! Giovanni, don Mario, Capriccioso … diceva: “Ci devono pagare i diritti d’autore perché stanno rubando il Pane di Dio!” … Ve lo ricordate? Tutti: Eccomi! La Madonna: E adesso con la Parola Piena che Dio ha Donato ad ognuno di voi attraverso la Sua Ancella … Io vi Guardo a uno ad uno e vi Invito nell’essere Piccoli Poveri e all’Ultimo Posto! Quando guardate il Banchetto e dite: “In questo Giorno non c’è nulla da mangiare!” … Invocate il Nome di Dio e il Banchetto si riempirà … perchè c’è sempre un’Anima che riempie la mano per ognuno dei Figli! … Questo è Mio? Raffaele: Per Gesù! La Madonna: E’ per il Calice Vivente Dio? Ti hanno portato un cuore! Don Vincenzo: Grazie a chi l’ha portato! La Madonna: Benedicilo … così nel desiderio del cuore  … farai scendere ciò che hanno chiesto! (Il Calice Vivente Benedice il cuoricino di stoffa) Tutti: Amen! La Madonna: Il cuore bianco candido…! Vi Guardo ancora e vi lascio i Miei Occhi … ma non cambiateli con gli occhiali … Figli! Vi sembra un Regalo Bello? Tutti: Eccomi! La Madonna: Ora Benedici con l’Albero Verde! Io vi Saluto col Magnificat! Don Vincenzo: Dò prima la Benedizione: vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Il Magnificat! Don Vincenzo: Sì! (i presenti insieme alla Madonna recitano il Magnificat) La Madonna: L’Anima Mia Magnifica il Signore! Tu che Mi hai Creato … Tu che Mi hai Chiamata ad essere Madre del Tuo Figlio e Mamma dell’Umanità intera … Tu che Mi hai fatto Tabernacolo del Tuo Figliolo Gesù … Tu che Mi hai reso Grazia per l’Umanità dispersa dai Farisei di ieri e di oggi … Tu che Mi hai indicato la Via per Nascere e per far Nascere il Tuo Figliolo … Tu, Padre … Alza le Tue Mani e Ferma ciò che gli uomini stanno facendo in questo istante! … (La Madonna e il Calice Vivente Alzano la Braccia e Impongono le Mani) … Padre … Padre … Padre … Padre … Io Busso ancora al Tuo Cuore essendo la Tua Mamma, la Sposa, Figlia e Ancella! Il Tempo E’ Compiuto … ma aspettiamo ancora i Figli nel Tuo Amore Infinito! IL PADRE: EccoMi! Giulia: Mammina … anche se tutte le Schiere sono uscite e sono rimaste le ultime Spose arrivate … salutiamo i nostri Cari … e nel salutare i nostri Cari … ti consegno ancora i cuori di tutta la Famiglia e il mio: “Eccomi per l’Eternità!” … Eccoci, Cari! Eccomi, Mamma … ti farò quello che mi hai chiesto! Eccomi! … (manda un bacio) … Ci vediamo dopo!

 

 

 

 

GIOVEDI 15 DICEMBRE 2016

FESTA DELLA LUCE

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: (Benedice) … Nella Luce del Volto della Croce … Glorifico il Padre Altissimo Ora e per l’Eternità … Figli, Fratelli e Amici del Cuore della Croce! Mi Inchino dinanzi al Cuore di Dio nel chiedere ancora il Suo Infinito Perdono per l’Umanità sorda e cieca! Vi Invito a pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Pregate, pregate, pregate … Figli Miei! Il Volto della Croce Rifletta in ognuno di voi … nel Camminare la Via indicata da Dio … Allargando le Braccia per Accogliere i Chiodi della vostra Salvezza, della Salvezza dell’Umanità intera … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Ancora una volta siamo Uniti nel Pane Intero Spezzato per ritornare ancora Intero per ognuno di voi … Figli Miei! Cocciuta Divina……? Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: Hai finito il Lavoro?  Giulia: Ancora no, Gesù … c’è tanto da fare! Non mi sono portata nessuna dietro! Gesù: Mi Ami?  Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Mi Ami? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Mi Ami? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Allarga le Braccia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Vuoi fermare ciò che stai vedendo? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Nessuno fa niente, Gesù … per ciò che sto vedendo? Nel Silenzio … così come siamo rimasti … posso andare?  Gesù: Anima Mia ….! Giulia: Posso andare a Svegliarli … Gesù? Gesù: Finisci prima il Lavoro che stai facendo! Giulia: E posso andare dopo … senza portarmi nessuno … con la Forza che Tu Mi dai nelle mani … e con l’Umanità intera che porto sulle spalle? Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Gesù … è Grande questa Festa della Luce! Gesù: E’ Grande! E nella Festa della Luce … guarda ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Cosa stanno facendo? Gesù: Invita  i tuoi Figli a pregare …  nel rimanere nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … voi che siete Chiesa Nuova! Giulia: Eccomi, Gesù! Mi conservi ciò che sto vedendo? E quando ho finito vengo a fare l’altro Lavoro … Gesù! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia … i Cuori e  i Sussurri che ho raccolto! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che Mi avete donato fino a questo istante! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere e i Figli che non possono entrare perché gli viene vietato di entrare! Metto nel Tuo Cuore  tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E metto nel Tuo Cuore il niente della mia Giornata: accoglilo, Gesù! Gesù: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLo Alto e a ViverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù … nel Tuo Invito al Banchetto Nuziale! Eccoci nell’aver preparato ciò che Giovanni  ci ha chiesto nella Semplicità e nell’Umiltà: la Festa della Luce! Gesù … facci rimanere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … così ci Inviterai a venire al Primo Posto a fare Festa col Tuo Cuore di Misericordia Infinita! Eccomi, Gesù! Tutti quelli che stanno preparando a fare del Male ai Figli della Luce … aspettiamoli ancora … sono Figli e possono tornare a Casa!  Gesù: Vigilate: i Falsi Profeti avanzano e il Veleno è fuori il cancello! Avete la Destra! … (Alza la Destra e Benedice) … Combattete, Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Ma tutti sono Figli … e Tu Sei l’Amore Infinito senza Limiti e senza Misure! Amiamo ancora Gesù!  Gesù: EccoMi, Anima Mia! PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI  CALICE VIVENTE  DIO! Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace! Pace ai vostri cuori, Figli Miei! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Cosa c’è nella Giornata del Tuo Cuore? Cosa hai incontrato lungo la Via? Don Vincenzo: Ho incontrato tante persone! Gesù: E cosa hai trovato? Don Vincenzo: Ho trovato la Fede in alcuni e la mancanza di Fede in altri! Gesù: E cosa hai fatto dove mancava la Fede? Don Vincenzo: Ho pregato per quelli senza Fede! Gesù: E hai visto i Frutti dopo aver pregato? Li hai raccolti? E cosa facciamo? Don Vincenzo: Il Tuo Cuore ascolta i Sussurri di tutti i Figli! Don Vincenzo: Eccomi! E ho pregato per i Figli! Gesù: E parla ancora … i Tuoi Figli vogliono sentire la Tua Voce, Padre! Don Vincenzo: Quello che voglio raccomandare ai Miei Figli, ai Miei Fratelli e alle Mie Sorelle … è di non trascurare neanche un’ora! Tante volte noi dedichiamo le ore alla Preghiera … ma la facciamo in modo superficiale … e non capiamo che quelle ore, quei minuti sono fondamentali … ci fanno mettere in Comunione col Padre … ci danno la possibilità di mettere tutto nel Cuore di Gesù … ci danno la Forza di mettere la Madonna nel nostro cuore e di farlo accendere … perché quando la  Madonna va … porta il Fuoco dell’Amore! E quando Accende un cuore … quel cuore Palpita d’Amore …  quel cuore è Pieno d’Amore! Ecco allora che dobbiamo riflettere! Non possiamo che essere Benedetti dal Padre perché ci ha Scelti e facciamo parte di quel Giardino dove entrano solo quelli che sono Accesi di Amore … e noi abbiamo la Grazia di fare questo! E avendo questa Grazia … non possiamo non pregare continuamente! Ecco, questa è la parola chiave: continuamente! Non ci devono essere spazi … non ci devono essere situazioni fredde … noi dobbiamo vivere in Preghiera! Questa è la Grazia che stiamo ricevendo! Questo è l’Amore che parte dal Padre e ci mette in Comunione con la Fiamma del Cielo! Tutto in funzione di mettere Dio al Primo Posto … perché solo così … accendendo questi cuori … troviamo i cuori sempre più caldi, sempre più belli! Ecco quello che vi raccomando: continuamente la Preghiera deve essere fatta … perché solo allora la Grazia scende come un ruscello e invade e accende i cuori! Dobbiamo capire l’importanza di come ci stiamo comportando: “Ci stiamo comportando come Cristiani Veri o no? La nostra Preghiera è continua o no?” … Siamo Benedetti! Essere qui dentro significa essere Protagonista dell’Amore … significa essere Innamorati di Gesù! Se questo non avviene … non possiamo chiamarci: Fratelli, Sorelle … perché tra Fratelli e tra Sorelle c’è una Continua Comunione! Gesù: Mi hai Donato la Luce essendo Padre … e tenendo Acceso il Cuore della Croce per far Scendere il Sangue che Tu Mi hai Donato per Riscattare tutti i Figli e l’Umanità intera! Calice Vivente Dio … ora Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: BenediciMi, Padre … affinchè possiamo DonarCi! … (Gesù si inchina ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! Ora Ci Doniamo! (Gesù Spezza un Pezzettino di Pane, lo Intinge nel Vino e Lo dona al Calice Vivente) Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato! Questa E’ la Carne che Tu Mi hai Donato! … (Gesù Spezza un altro Pezzettino di Pane, lo Intinge nel Vino e Mangia! Poi dona da Bere al Calice Vivente. Poi Beve e asciuga il Bicchiere-Calice col tovagliolino) … EccoMi! Custodiscilo! Giuseppe: Eccomi! Gesù: Ora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E ognuno risponde: Amen!) Gesù: Padre, Ci Siamo Donati! … (Gesù si inchina ai Piedi del Calice  Vivente) … La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! La Festa della Luce è Piena nel Tuo Nome di Calice Vivente Dio! EccoMi, Padre! … Padre … Ci siamo Donati nella Pienezza! E la Pasqua è Viva ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: RaccontaMi! Cosa hai visto ancora attraverso il Tuo Cuore? Don Vincenzo: Bisogna capire che Dio è nei nostri cuori per accenderli in continuazione e non ci deve essere pausa nella Giornata … ma tutto deve essere in funzione della Croce … perché durante la Giornata dovremo sicuramente incontrare la Croce … e tutto questo ci deve far preparare alla Croce …  ci deve far essere Strumenti di Dio per la Croce Abbracciata … perché Tutto dobbiamo trasformare in Fede Viva … e non ci deve essere momento di freddezza, non ci deve essere momento di lavarsi le mani, non ci deve essere momento di voltare le spalle alla Croce … ma tutto deve parlare di Croce … tutto! Gesù: Perché tutti siamo fatti a Immagine e Somiglianza della Croce! Don Vincenzo: E non ce ne rendiamo conto: è questo l’errore che si fa! Gesù: Perché l’Umanità è sorda ed è cieca! Don Vincenzo: Proprio così … ed è anche non curante delle Cose di Dio! Gesù: La Cocciuta ha letto quello che il Padre gli ha fatto vedere! Vi è rimasta una Parola? Pochi: Eccomi! Gesù: Hanno detto. “Eccomi” in pochi! E’ così chiaro e limpido quello che ha scritto … ma ancora non si capisce che siete la Chiesa Nuova … siete i Nuovi Vignaioli … avete l’Arca, avete i Remi e avete le Capanne … e dovete essere Vigilanti Alzando la Tua Mano di Calice Vivente Dio e dicendo ai Tuoi Figli: “Aspetto il vostro Amore! Dì ai Tuoi Figli: “Aspetto il vostro Amore! Don Vincenzo: Aspetto il vostro Amore! Tutti: Eccomi, Papà! Gesù: Hanno risposto: “Eccomi, Papà! Teresina del Bambin Gesù, cosa vuoi dirMi? Dì qualcosa! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi!  Teresa: Eccomi per la Luce .... che è la Verità Tutta Intera ... che ci avete Donata in questo Giorno: Festa della Luce! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi … è Grande ciò che ci è stato Donato in questo Giorno: ciò che ha  letto lo Strumento! Gesù: EccoMi!  Lo Strumento sta Lavorando … ma non si è portato nessuno dietro! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Non voleva scrivere! Gesù: No, trovava tutte le viuzze ma tutte le viuzze portavano alla Croce … e doveva scrivere! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi per la Luce che ci avete Donato con il Vangelo di Maria! Gesù: EccoMi! Teresa: C’è la Verità Piena! Gesù: EccoMi! Teresa: Ed è questa che ci deve far comprendere ancora una volta che siamo nella Luce Piena, che siamo i Figli della Luce, che siamo la Chiesa Nuova! Gesù: EccoMi! Dovete essere solo convinti dentro i vostri cuori! Teresa: Eccomi! E’ nel nostro cuore che deve  Nascere la Luce! Dio, Tu e la Mamma ce La mettete attimo dopo attimo … se trovate anche un piccolo spiraglio aperto! Gesù: EccoMi! Teresa: Lo Strumento raccoglie i cuori attimo dopo attimo! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Parla! Teresa: Ci è stato detto Tutto in questo Giorno! Cos’altro ci dovete dire? Gesù: Ci sono ancora Rotoli … ma lo Strumento non Li vuole Aprire! Un po’ alla volta! Teresa: Eccomi! Già oggi pomeriggio … appena ha finito  di scrivere … me l’ha consegnato nelle mani e mi ha detto: “Leggi!Gesù: EccoMi! “Leggi!” E hai letto? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Non parli più? Teresa: Eccomi! A questo: “Eccomi!Gesù: E poi?  Teresa: E poi lei era rimasta senza Forze dopo aver scritto ciò che è così Grande! E che forse noi nemmeno possiamo comprendere la Grandezza e la Profondità di ciò che ci ha letto … la Profondità … il Tutto che in quelle poche righe è Scritto! E’ Scritto ciò che Era … ciò che E’ … e ciò che Sarà! Gesù: EccoMi! Non hai niente altro da dire? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Il vostro “Eccomi” di Ancelle … rimane sempre: “Eccomi”? Ancelle: Eccomi! Gesù: Siete sicure?  Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora è un altro Giorno di “Eccomi”! Aspettiamo l’altro che viene ancora! EccoMi! … Vuoi dire qualcosa, viceparroco? Raffaele: Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi! Raffaele: Gesù … la Luce La dobbiamo vedere solo noi? Gesù: Cosa ho detto prima? Raffaele: Ci sarà per tutti!  Gesù: L’Umanità intera è sulle spalle dello Strumento e lo Strumento ha chiesto al Padre di non lasciare i Figli! E tu adesso Mi chiedi se la Luce La vedrete solo voi? Raffaele: C’è tanto Buio in giro … Gesù! Gesù: Accendete la Luce! E’ la Festa della Luce! Per questo vi ho chiesto in questo Giorno di fare la Festa della Luce! Raffaele: Eccomi, Gesù! Gesù: E AccendeteLa! Siete voi la Chiesa Nuova! AccendeteLa! Raffaele: Dobbiamo perseverare? Gesù: E ripetiamo sempre le stesse cose! Siate Luce per tutte le Genti …  Figli! Ha detto che: “Dobbiamo perseverare”! … Tu cosa rispondi? Don Vincenzo: La Perseveranza è una Virtù formidabile! Gesù: EccoMi! Ora Io vado a prendere le Spose che ha portato lo Strumento e  Giovanni viene a Salutarvi! Lo volete? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu lo vuoi a Giovanni? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: ECCOMI! CON LA CROCE E CON Il PANE! … (Benedice) … Pace al Tuo cuore, Giovanni! Don Vincenzo: Pace!  Piccolo Giovanni: Pace ad ognuno di voi, Figli! (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Sono Io, il Capriccioso … e siamo i Due Giovanni e portiamo la Luce! La Pace è scesa nei vostri cuori? Tutti: Eccomi! PiccoloGiovanni:EccoMi! Francesco? Francesco: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mi hai mai conosciuto? Sono quello! Vedi … Mi hanno fatto con la camicia e il maglioncino celeste-blù! Sono Giovanni, il Capriccioso … e sono venuto a donarvi la Luce! E tutto quello che desidera il tuo cuore … l’avrai molto molto presto! Francesco: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tutti voi avrete nei vostri cuori tutto quello che il Padre ha Scritto da sempre! … Giovà, dobbiamo Combattere con la Croce! E gli uomini stanno preparando ancora Terremoti e Fuochi di Guerra! E Noi cosa facciamo? Li spegniamo? Don Vincenzo: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi!  Allora dobbiamo far Lavorare lo Strumento … o Alziamo o Abbassiamo la Mano? Cosa desideri fare Tu? AlzarLa o AbbassarLa? Ti ricordi quando Tagliavi … (col Segno di Croce) e quando Abbassavi? Lo stai facendo ancora? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E raccontaMi ancora qualcosa! Io vi racconto: i Grandi del mondo vi stanno preparando una Festa … non della Luce … così come i Grandi: i Farisei di ieri e di oggi! Cosa facciamo? Alziamo o Abbassiamo la Mano? Don Vincenzo: L’Alziamo! Piccolo Giovanni: L’Alziamo aspettando ancora … così come dice lo Strumento? Cosa vuoi fare? AlzarLa! Giovanni,  dimmi qualche altra cosa … dì qualche altra cosa ai Tuoi Figli! Don Vincenzo: Vorrei proprio parlare col cuore! Piccolo Giovanni: E Tu parli sempre col Cuore! Don Vincenzo: E vorrei farvi una raccomandazione profonda! Siamo qui dentro da Anni ed è segno della Perseveranza, segno della Pazienza, segno dell’Amore … ma questo deve sfociare nella Carità! Amare tutti: questa è la Carità! Amare tutti perché siamo Figli di Dio tutti quanti … perché siamo Figli del Padre tutti quanti! Dobbiamo prendere coscienza di questa realtà … per cui non facciamo più differenza tra il Bianco e il Nero, quello e quell’altro! … “Tutti sono Figli di Dio …. e tutti  sono come me! E allora … se sono come me …  io li devo trattare come l’altro tratta me!” … E deve essere un trattamento di rilievo: di Amore … di Servizio! Qualunque persona incontro, qualunque persona saluto, qualunque persona conosco o non conosco … entro nella Verità … e la Verità  è un Cuore di Amore …  è un Cuore Spalancato … è un Cuore che dice: “Ti voglio bene!” … “Ma non ti conosco!” … “Ti voglio bene!” … E cade la barriera della simpatia o dell’antipatia! E cade la barriera di chi vuole invece soddisfare il proprio io! E’ questa soddisfazione che rovina tutto … e perciò dobbiamo combatterla con tutte le forze! E guai a fare un discorso di convenienza … guai a fare un discorso di Amore che non è Amore … perché l’io vince … ma non può vincere su Dio! E vuol dire che lo facciamo vincere! Il Veleno dell’io uccide tutto … avvelena tutti e tutto! Allora la Mia Presenza qui è un Grido d’Amore, un Grido di Carità, un Grido che non deve mai cessare: “Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Tutti: Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Papà! Piccolo Giovanni: E’ bello far sentire la Tua Voce! Siamo un’Unica Voce: i Due Giovanni!  I Due Giovanni che hanno il Solco da concludere … e il Sole: il Cuore Immacolato di Maria da far Trionfare! E’ bello tutto quello che hai detto ai Tuoi Figli: “ Papà! … Papà è qui in mezzo a voi! Papà è Vivo e Reale! Papà  vi aspetta con le Braccia Spalancate per Donarvi il Pane Intero, Spezzato per ritornare di nuovo Intero … rimanendo nella Vigna, rimanendo nell’Arca, nei Remi e nella Capanna! Papà! Papà! Papà! Papà! … Teresina del Bambin Gesù, cosa hai da dirMi? EccoMi! Teresa: Eccomi!  Quante volte Tu ci hai detto Tutto ciò che ci state dicendo adesso! Piccolo Giovanni: E nessuno l’ha mai capito! Tu che dici … che hanno capito quello che ha letto la Cocciuta con la voce tremante? … (Teresa fa cenno di no) … Eh! Dovete essere pronti e preparati … Figli!  Pronti e preparati … e a Combattere i Falsi Profeti e il Veleno che avanza! Sei pronto e preparato, Francesco? Hai la Spada in Mano! Francesco: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Combatti! Francesco: Eccomi! Allora io vi ringrazio del Giorno della Luce e invito tutti ad alzare le mani per ringraziare il Signore! Piccolo Giovanni: Eccoci! Francesco: Vi dico Grazie a tutti e Pace a tutti! E vi invito a dare un Segno di Pace per il Santo Natale a tutti voi! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Sono state belle le sue parole? Francesco: Se poi volete … possiamo cantare l’Ave Maria! Piccolo Giovanni: Alla fine … quando Io dò la Benedizione … canti l’Ave Maria! Francesco: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Hai sentito quanto Amore? Don Vincenzo: Francesco ha il cuore d’oro! Francesco: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu cosa vuoi dire ancora? E tu, viceparroco? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi? Vuoi dire qualche altra cosa, Giovanni Calice Vivente Dio? Poi si va avanti con la Preghiera e con qualche altra cosa! Don Vincenzo: L’Umanità di oggi, l’Umanità di sempre … corre corre … dietro agli idoli … dietro all’io … dietro a tante situazioni mondane! Corre corre … e non ce la fa neanche a correre … e si ritrova sfiatata alla fine della corsa! E quando vanno a riflettere  … lì potrebbe recuperare ancora … ma oramai l'Umanità è stanca, è depressa! E allora ognuno di noi … da questa sera in poi … deve essere un Soldato di Cristo … ma un Soldato Battagliero … un Soldato che da quando la  mattina si alza dice subito: “Eccomi! Eccomi! Eccomi! Papà!  Papà! Papà, dammi la Forza! Mi hai dato la Grazia di svegliarmi un altro Giorno … dammi la Forza di essere uno Strumento di Amore! Papà!  Papà! Papà, dammi la Forza di essere un Figlio Vero! Papà!  Papà! Papà, non permettere che il mondo mi travolga!” … Perché il mondo  questo fa: travolge le pecorelle smarrite! E noi siamo pecorelle smarrite se non mettiamo Dio al Primo Posto … se non mettiamo Gesù Crocifisso per Amore! Dobbiamo essere Strumenti di Amore tutti quanti! Avere la Grazia di stare qui dentro questa sera per sentire queste Parole … ma non perché sono parole belle dette da me … ma perché sono Vangelo, Vangelo di Amore! E questo Vangelo di Amore avrà senso solo se si mette a Servizio degli altri … Amando gli altri … Perdonando gli altri! Quanto è bello Amare!  Quanto è bello avere il cuore acceso! Quanto è bello guardare il prossimo e il mondo con gli Occhi di Gesù, di Maria e del Padre! Che Papà Buono abbiamo! E non ci basta il Regalo che ci ha fatto dandoci gli Anni da vivere … tutt’altro! Il Padre Buono di cui parlo io … ci ha dato l’Eredità Eterna! Siamo Figli dell’Eternità! Siamo Figli che non moriremo mai! Siamo Figli che siamo Ricchi, Ricchi di Amore! Siamo Figli di Amore che hanno come punto di riferimento il Padre Buono! Ecco dove siamo Ricchi e questa Bontà del Padre dura un’Eternità! E come si fa a non gioire …  e come si fa a non cantare … e come si fa a non benedire … quando il Padre Buono ci ha detto: “Sarai per sempre con Me!Piccolo Giovanni: Finalmente! Hai parlato al posto Mio … Giovanni! Ce n’è voluto per farti parlare! Ora i Due Giovanni Salutano: Tu con l’Albero Verde e Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato ad ognuno di voi! … (Giovanni manda un bacio ai presenti)   Don Vincenzo: Dò la Benedizione! Vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Amen! Amen! Amen! Questo deve essere il Grido dei Figli di Dio! Amen! Sempre! Senza mai Fine! Questa Vita durerà e non finirà mai! Che bello! Amen! Amen! Amen! Giulia: Amen, Giovanni! Ho tanto Lavoro da fare, Giovanni … ma dovrò andare da sola! Voi preparate la Festa! E visto che le Spose sono tutte arrivate … e i nostri Cari stanno servendo e accogliendo le Spose … Li Salutiamo! I CARI: Eccoci! Giulia: Mamma,  Fiorellino Spezzato … ti voglio tanto bene! Avete tanto Lavoro da fare! Appena finito il Lavoro vengo nel portare l’Abito che hanno gettato e sporcato! Eccoci! Piccolo Giovanni: Adesso puoi iniziare con l’Ave Maria, Francesco … e  insegnala a tutti! … (Francesco canta e invita anche gli altri a farlo)Francesco: Nessuno sa l’Ave Maria? Piccolo Giovanni: Sì, ma non sanno quella che sai tu! E ci basta questa! Poi la insegnerai a tutti gli altri! Francesco: Allora ne facciamo un’altra che conoscete! Piccolo Giovanni: Sì, facciamo: “Il Mio Crocifisso”! Allora lo Strumento ritorna in mezzo a voi! Giulia: Padre … lascia Scendere il Fuoco di Maria che E’ l’Ultima Grazia su tutti i Tuoi  Figli! Io finisco il Lavoro!

 

 

 

 

GIOVEDI  22  DICEMBRE  2016  

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: Il Sorriso della Croce Abbraccia i vostri cuori … (Benedice) … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … che E’ il cuore di ognuno di voi Uniti nella Croce! … (Benedice col Crocifisso) … Ed essendo Uniti nella Croce e nei Chiodi … camminiamo sulla Viuzza Stretta unendoci nel Giardino del Padre … dove c’è il Banchetto Nuziale … dove ci sono tutte le Spose … dove c’è il Pane che viene Impastato, dove c’è il Pane che viene Sfornato, Spezzato e Pronto da Mangiare … e si fa Festa … e si è un Unico Cuore che Batte e Arde d’Amore … Figli, Fratelli e Amici! Ancora una volta vi Invito a rimanere nella Vigna, a rimanere nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … ad essere Chiesa Nuova(Benedice) … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria … Madre Mia e Madre di ognuno di voi nel rimanere sempre Umile, Piccola e al Servizio del Padre ... nell’Allargare il Suo Manto e Accogliere tutti i Suoi Figli … e Gioire e Fare Festa! Questo E’ il Cuore della Croce … questo E’ il Pane Intero Spezzato, rimanendo sempre Intero … quando si Ama … Figli Miei! Cocciuta Divina…? Giulia: Eccomi, Gesù … ho un po’ di raffreddore! Gesù: Cosa hai fatto? Giulia: Il Lavoro della Giornata! Gesù: C’è anche un po’ di tosse!  Giulia: E’ sempre il Lavoro della Giornata! Gesù … Tu ti sei raffreddato? Gesù: Se lo sei tu … lo sono anch’Io! Giulia: Ma cosa stai facendo … Gesù? Vedo che hai in mano un bastone! Non è un bastone … Gesù? Gesù: Guarda bene! Giulia: Cosa ne fai? Non lo lasci cadere? Posso venirlo a prendere dopo … Gesù? Gesù: Guarda ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Vedi cosa stanno preparando? Giulia: Nel Silenzio … posso andare? Finisco quello che sto facendo … e Tu mi tieni fermo tutto quello che sto vedendo? Gesù: Guarda  ancora! Giulia: Eccomi … lo so che devo scrivere! Eccomi … scriverò! Mi mandi qualcuno per il Lavoro? Le Spose adesso si prendono per mano ed entrano da sole e c’è la Bimba che Le aspetta con le Lodi! Mandi qualche Servo Inutile? No, non mi porto nessuno … mandalo Tu, Gesù! Gesù: Pregate  per la Chiesa scombinata! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Pregate per coloro che stanno distruggendo i Figli di Dio! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia, i loro Cuori e i loro Sussurri! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che ho raccolto andando in giro Lavorando per la Croce! Metto nel Tuo Cuore, Gesù … tutto quello che mi hai donato fino a questo istante … il niente della mia Giornata … tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere … anche quelli che hanno fatto finta! Sono Figli Tuoi … consolali e fa vedere loro la Via Retta! Gesù … metto nel Tuo Cuore chi Ti trafigge ancora in questi Giorni e chi Trafigge il Cuore di Maria! Metto nel Tuo Cuore  tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e tutti i Figli che i Farisei di ieri e di oggi non fanno entrare perché non vogliono inchinare il capo dinanzi a Te … e i Figli non possono entrare per prendere il Pane e crescere nella Tua Parola che E’ Parola di Vita Eterna! Ecco, Gesù … Ti consegno Tutto! Gesù: EccoMi, Anima Mia … ti consegno ancora una volta lo Scettro Regale! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Tu Sei Eterno … e perché Tu lo Sei … lo siamo anche noi! Aiutaci … aiutaci, Gesù! Gesù: Non ti ho donato lo Scettro Regale? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Rimanete Vigilanti! Combattete i Falsi Profeti! Combattete il Veleno! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO! … Pace ad ognuno di voi! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Cosa hai incontrato … cosa hai visto in questo Giorno? Don Vincenzo: In questo Giorno, come sempre … ho visto la stragrande maggioranza degli uomini che vuole il mondo con le sue conseguenze!  Gesù: Con i suoi luccichii! Don Vincenzo: Con i suoi luccichii disastrosi! Gesù: Disastrosi! Don Vincenzo: E non si cerca il  Padre! E il Padre E’ Buono! Gesù: E il Padre E’ Buono … e non è il Padre che si Vende e si Compra nelle Case che Mi hanno costruito! Il Padre non vende e non compra … Dona per Amore!  Don Vincenzo: E’ sempre pronto alla Bontà, alla Misericordia, alla Carità! Questo è Dio: una serie di Bontà! Gesù: EccoMi! Per tutti i Figli … anche per coloro che Lo Vendono e Lo Comprano! Don Vincenzo: Questo è Dio! Gesù: Questo è Dio! Don Vincenzo: Questo è il Padre Buono! Gesù: Questo è il Padre Buono! Don Vincenzo: Se imparassimo a metterLo sempre al Primo Posto! Gesù: E se l’Umanità intera Lo vede! Eppure sei andato in giro di qua e di là … ma non Ti hanno visto … non Ti hanno riconosciuto! Ti hanno riconosciuto come uno che pagava a tutti il biglietto … e questo l’hanno visto! E invece poi ti hanno dato una bella pugnalata alle spalle! Eeeeh! E Tu sei sempre pronto a Perdonare! Ma  ogni tanto dici: “Non ti conosco … non so chi sei!” … Eeeeh! Ma in fondo al Cuore c’è la Famiglia! E cosa hai incontrato ancora? Don Vincenzo: Ognuno di noi è Ricco di Amore … Ricco del Padre! Attenti: mettere Dio al Primo Posto non è soltanto un Atto di Fede … ma è soprattutto un Essere Figlio che si mette in Comunione col Padre! E già lì è la Preghiera più Bella e già lì quella è la Preghiera più Efficace … perché lì tocchiamo con mano le nostre Radici: “Chi sono io?Figlio di Dio!E allora perché da Figlio di Dio  non metto sempre Dio al Primo Posto? Se sono Figlio … e se il Padre mio è così Buono da mettermi a disposizione tutto e tutti … perché non vivo da Figlio? Invece noi viviamo da Abitanti del mondo … pur sapendo che questo finirà a breve tempo e può finire anche con un incidente … in un attimo … e non c’è più quella persona!  Gesù: Ma c’è il Giardino per chi dà la mano! Don Vincenzo: Sì, il Giardino è un punto di arrivo … ma quello che invece noi dobbiamo imparare è gioire di Dio! Questa deve essere la nostra preghiera: mettersi in ginocchio a  dire al Padre Buono: “Papà! Papà! Papà! Se imparassimo ad amare veramente  … la nostra Giornata sarebbe tutta una Preghiera! Attenti … che quello che sto dicendo è fondamentale, è prioritario … perchè noi non abbiamo mai pregato in modo vero! E invece adesso tutto deve diventare Preghiera, Grazia di Dio, Amore senza Fine! Che bello pregare dando al Padre il Primato! Che bello pregare dando a Dio quello che Gli spetta: Tutto … tutto! Ma non come uno che vuole strafare … no! Il Padre Buono è Umile, è Caritatevole … non vuole strafare … vuole che il  Figlio impari ad Amare! E allora tutto cambia e tutto diventa bello … e non c’è più motivo di arrabbiarsi, non c’è più motivo di sentirsi soli,  non c’è più motivo  di mettere il mondo davanti a noi … perché il mondo svanisce in un attimo! Le cose del mondo svaniscono in un attimo e rimane la Roccia: Dio, il Padre Buono! Quanto siamo Amati … e perciò dobbiamo riamare! E quel riamare diventa bellissimo! E quel riamare diventa una Ricchezza straordinaria! E quella priorità … a cui mi riferivo all’inizio …  diventa Giardino … Giardino d’Amore … Giardino dei Figli! Gesù: Il Tuo Giardino, Padre! … Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora Ci Doniamo? Tu rimani seduto! Io Mi sposto! Padre … BenediciMi! … (Gesù si inchina ai Piedi del Calice Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! Ora Ci Doniamo! … (Gesù Spezzetta un po’ di Pane,  Lo intinge nel Vino e Lo dona al Calice Vivente che poi Beve.) Questo E’ il Sangue e la Carne che Tu Mi hai Donato! Questo E’ il Sangue! Me ne lasci un goccino? EccoMi! … (Gesù Spezzetta un altro po’ di Pane,  Lo intinge nel Vino e Mangia e Beve.) … Questo Sono Io Intero ... e Tu in Me! … (Gesù asciuga il Bicchiere-Calice e dona il tovagliolino a Giuseppe dicendogli) … EccoMi! Conservalo bene! Ora Ci doniamo! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Padre, Ci Siamo Donati! La Pasqua E’ Piena E’ Viva ed  E’ Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria! La Festa E’ Grande in mezzo a voi e al Banchetto del Padre! EccoMi! Allora, visto che Ci siamo Donati … parla ancora! E’ bello essere entrato nei cuori di tutti i Figli? Don Vincenzo: Quello che è meraviglioso è che noi siamo Gesù! Gesù: Ognuno è Gesù … fatto a Immagine e Somiglianza di Dio! Don Vincenzo: Pure noi! Che Grazia! Gesù: Tu sei il Padre!  Don Vincenzo: Non ci sento! Gesù: Eh, eh … Tu sei il Padre … i Figli sono Gesù … fatti a Immagine e Somiglianza del Padre!  Don Vincenzo: Papà … quanto sei Buono! Gesù: E sì! Don Vincenzo: Quanto sei Caro, Papà! Quanto sei Grande, Papà! Tutto hai fatto per Amore … per noi Figli … immeritevoli … che a tutto pensano tranne che a ringraziarTi! Quanta Pazienza hai avuto! Quanta Pazienza stai avendo per ognuno dei Figli … perché tutti i Figli per Te sono uguali … perché sei il Padre di tutto e di tutti! Che Benedetti che siamo per avere un Papà così Buono! Come facciamo a non pregare? Come facciamo a lasciarci travolgere dalle cose del mondo! Come possiamo non mettere Te al Primo Posto: “Papà! Papà! Papà!” Questo dobbiamo gridare … tutto deve essere sempre in funzione dell’Amore al Padre: “Papà! Papà! Papà!” … perché   tutto il Padre fa in funzione nostra! E allora noi dobbiamo essere Strumenti di un Amore che corrisponde a quello del Padre … un Amore magari Piccolo … ma che sia un Amore Costante! Gesù: Il Piccolo Tu lo fai diventare Grande Grande … Papà! Don Vincenzo: Questa è la Ricchezza: questa Preghiera Profonda! Quando abbiamo questa Ricchezza  … non abbiamo più bisogno di nulla! Gesù: “Padre Nostro; Ave Maria!Don Vincenzo: Che bello essere Figli di Dio con una prospettiva di Eternità! Ma ci pensate? Ma ci pensate cosa ci aspetta? Per sempre Amati … Eternamente Amati! Che Grazia essere Figli! Che Benedizione! Noi che non meritiamo nulla … noi che non  facciamo altro che dimenticarci di Dio andando dietro alle stupidaggini del mondo! Grazie, Papà … mi fai piangere d’Amore … perché questa è la Vita: amarTi ogni momento … perché ogni momento che Ti amiamo ci sentiamo profondamente Veri … profondamente Figli … perché Tu questo vuoi, Papà: vuoi che sentiamo la Figliolanza … perché nella Figliolanza si trova la Verità, l’Amore … l’Amore che non finisce mai! Perdonatemi se vi ho fatto perdere tempo … ma era così bello parlare del Padre … è così bello … sarà così bello! Grazie! Gesù: Quando si ascolta Dio Papà … non si perde mai tempo! Quando l’ascolto parte dal cuore … non si perde … ma si guadagna! E’ tempo perduto a non avere ascoltato! E com’ è bello sentire la Tua Voce che dona Alito ai Propri Figli  e all’Umanità intera! E’ così,  Papà? Don Vincenzo: Io voglio trasmettere questo Amore perché è la base dell’Esistenza! Noi … se non facciamo riferimento a questo Amore … usciamo fuori dalla Strada Vera!  Gesù: E sì … se i Figli non ascoltano la Parola del Padre e se non mangiano il Pane … si è fuori binario! Che dici … prima che Io vado a prendere le Spose … beviamo un bicchieruccio di vino … e così poi quando viene Giovanni se ne beve un altro?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Beh, vuoi dire qualcosa Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Gesù: Eccomi … solo Eccomi? Ci fermiamo o vuoi andare  avanti? EccoMi! Vicepà, tu vuoi dire qualcosa … così poi viene Giovanni e vi racconta un po’ di cosine da fare … e poi vi Salutiamo! Raffaele: Gesù, durante la Giornata incontro tanti ostacoli … e dovrei imparare ad Amare … ma mi faccio prendere tanta volte dagli scatti di ira!  Gesù: Perché non Mi chiami? Non ce l’hai il Mio numero di telefono? Raffaele: Eccomi! Gesù: E Mi chiami: Papà … Gesù … metti il Piedino Tuo davanti al mio … e così faccio le Tue Cose!” E’ così facile … non è difficile! E’ così, Papà?  Quando si deve Amare … se si chiama il Padre o si chiama  Gesù o si chiama  Maria … non intervengono a fare Amare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: EccoMi … ha detto di sì! E’ questo che devi fare! Don Vincenzo: Questa è la Medicina: l’Amore! Gesù: Questa è la Medicina! Don Vincenzo: E ogni cosa va vista nell’Amore … e allora quelle cose diventano fruttuose, diventano utili, diventano belle, diventano sante! Gesù: Servi Inutili! Hai capito? Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! C’è qualcos’altro? Raffaele: Devo essere più umile! Gesù: EccoMi! … EccoMi, allora … Io vado a prendere le Spose e Giovanni viene a Salutarvi! Noi siamo Uniti! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON Il PANE! … (Benedice) … Pace al Tuo Cuore, Giovanni! Don Vincenzo: Giovà! Piccolo Giovanni: Ciao! Don Vincenzo: Ciao! Benvenuto! Piccolo Giovanni: EccoMi! Pace ad ognuno di voi … Figli! … (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … (Giovanni si rivolge ad Immacolata per il suo 43° Anniversario di Matrimonio)   C’è un discorsetto da fare con Natanaele! Ma tanti auguri! Immacolata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Anche da parte sua che sta Festeggiando! Immacolata: Eccomi! Piccolo Giovanni:  EccoMi! (Giovanni si rivolge a Marina, la cui mamma è Nata il 16 Dicembre scorso)   Anche la tua mamma sta Festeggiando! Marina: Eccomi! Piccolo Giovanni: E sai cosa sta facendo come Lavoro? Sta mettendo a posto tutte le borsette … come sempre … per ogni Sposa!  E sta mettendo un filo d’oro ad ogni Vestito! Ma prima è andata ad  incontrare il Padre, poi il Forno e poi tutti gli Altri … e poi ha preso il suo Lavoro! Adesso è tutto a posto … siate tranquille! Marina: Eccomi! (Giovanni le manda un bacio) Piccolo Giovanni: Quando poi decide il Padre … parlerà! Marina: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Compà, Giovanni … abbiamo un Solco … un Unico Solco … e con i Tempi che ci sono …….! Don Vincenzo: Lo dobbiamo fare! Piccolo Giovanni: Eh, sì … Lo dobbiamo fare … ma con tutto quello che ha visto la Cocciuta …..! E Tu lo sai come si fa: poi deve uscire il Sole e tutta l’Umanità intera deve vedere … e Maria deve fare quello che il Padre le ha detto di fare! Parla ancora! Io desidererei un bicchieruccio di vino! Tu lo vuoi un  bicchieruccio di vino … ce lo beviamo insieme? Don Vincenzo: Un dito!  Piccolo Giovanni: Un dito? Per così o per così? Come lo vuoi? Sono due e due e formano la Croce: sono sempre quattro! Beh, Giovà … il Padre ha dato una bella cosina da scrivere allo Strumento! Quando la scriverà poi ve la farà leggere … e Tu poi deciderai se … quando ci sarà la prossima Festa … di dirlo e lo dirà a tutti i Figli! Ma nel Tuo Cuore cosa c’è che Arde e che vorresti Gridare? Don Vincenzo: Vorrei Gridare a tutta questa Famiglia che il Vero Segreto di questa Serata è mettere Dio al Primo Posto! Piccolo Giovanni: EccoMi! Don Vincenzo: Questo e solo questo ci deve interessare! Piccolo Giovanni: E quello che hai Scritto fa parte di questa cosa! Don Vincenzo: E se noi siamo capaci di interessarci di questo Papà Buono … ecco che ogni Giorno è più bello del precedente! Piccolo Giovanni: Sai cosa dico Io? … “Io campo alla Giornata … perché domani non so ……!” Io Mi sveglio … come il Padre e tutti i Servi Inutili! Don Vincenzo: Non solo: “Io campo alla Giornata!” … Io campo alle ore! Piccolo Giovanni: No … alla Giornata! “Io campo alla Giornata!” E questo qua … (indica l’orologio) … non dà sicurezza! La Giornata è stata Creata dal Padre e Campare alla Giornata dà sicurezza … un’ora non dà sicurezza! Don Vincenzo: Sì, “Io campo alla Giornata!” Piccolo Giovanni: Io campo alla Giornata!” E così … se ognuno di voi Campa alla Giornata … alla sera si fa il resoconto e si mette nel Cuore del Padre … come fa lo  Strumento quando dice: “Papà,  Ti dò il niente della mia  Giornata!” Dopo un’ora … ne passa un’altra ora … e sì,  attimo dopo attimo le ore le dovete mettere nel Cuore del  Padre … ma il resoconto si fa la sera quando si va a letto: “Ora posso consegnarTi tutto! Ho fatto i conti … ma se li ho fatti sbagliati … Te li consegno e Tu fai il Conto Giusto!” … E’ bello così: consegnare la Giornata nel Cuore del Padre! “E’ questo che ho saputo fare oggi … e lo metto nelle Tue Mani … e Tu lo Purifichi attraverso il Cuore di Maria che è l’Ultima Grazia … e ce lo metti da parte! E quella Giornata La troveremo quando verremo ad Abitare nel Giardino! O meglio: quando il Cuore Immacolato Trionferà!Don Vincenzo: Vivere alla Giornata è tutta una Felicità che sprigionerà! E’ tutta una Felicità quella di rendere Gloria al Padre sapendo che il Padre Buono ci ricompenserà … e ci ricompenserà insegnandoci sempre più ad Amare! Piccolo Giovanni: Perché è Amore! Don Vincenzo: Quindi è un ricavato che porta i Segni dell’Amore: i Chiodi! Piccolo Giovanni: I Chiodi! Don Vincenzo: Non ci sono momenti più belli che rendere Gloria ai Chiodi! Piccolo Giovanni: Lo sai che attraverso le mani dello Strumento Entrano ed Escono … e anche attraverso i suoi piedi e il  costato? Ce Li hai lì dietro di te … guardaLi! (Giovanni indica le foto delle Piaghe dello Strumento)  E’ un Nocciolino Scorticato che dice sempre: “Padre … Scortica ancora!” … Ma cosa deve Scorticare? C’è rimasto solo un osso! … Ma lei insiste: “Scava, scava … troverai qualche altro posticino! Don Vincenzo: I Chiodi! Piccolo Giovanni: I Chiodi!  EccoMi ai Chiodi!Don Vincenzo: Le Spine! Piccolo Giovanni: Eccomi alle Spine! Eccomi al Costato! Eccomi alla Spalla! Eccomi al Tutto di Dio! Don Vincenzo: La Lancia che ha penetrato il Cuore! Piccolo Giovanni: L’hai vista la Lancia! Don Vincenzo: Tutto parla d’Amore! Piccolo Giovanni: Tutto parla d’Amore! Don Vincenzo: Ecco a cosa dobbiamo interessarci: a questo Libro! Questo è il Libro che quando lo si Apre … sprigiona Amore e  non ha eguali e nessuno può dire: “Non è vero … è un Chiodino!Piccolo Giovanni: Paolo lo conosce il Chiodino! L’ha fatto lui! E’ Grande Grande! … (Giovanni si riferisce al Chiodo di legno fatto da Paolo e custodito nella Dimora) Don Vincenzo: Tutti si devono inginocchiare e nessuno può dire: “Non è vero! Questo è falso! Questo è piccolo!Piccolo Giovanni: E’ Grande il Chiodo … e lo Strumento L’accarezza con Amore …. donandoLo a tutti i Figli … a tutti quelli che incontra … senza lasciare nessuno dei suoi Figli che gli sono stati consegnati: l’Umanità intera sulle sue  spalle! E la Famiglia gli è stata consegnata dalle Mie Mani: Io Giovanni Capriccioso don Mario! Servo Inutile … dopo aver fatto il Mio Lavoro sulla Terra … Mi sono Addormentato e sono Nato nel Giardino e Parlo ad ognuno di voi per Volere del Padre! Siete i Miei Figli! Siete la Mia Famiglia! Vi Amo! Imparate ad Amare … così come Io ho imparato ad Amare ognuno di voi … senza lasciarvi  neanche un istante! Don Vincenzo: E’ dalla Croce che si impara ad Amare … quello è l’Unico Libro! Piccolo Giovanni: Il Mio Tutto E’ la Croce! Don Vincenzo: Qui tutto confluisce … qui tutto sprigiona … qui tutto è Amore! Piccolo Giovanni: L’ho portata ovunque … Benedicendo e AlzandoLa! Don Vincenzo: Perciò dobbiamo andare sempre ai Piedi della Croce! Lì ci viene insegnato l’Amore Vero, Profondo!  Piccolo Giovanni: E voi avete il Crocifisso di Domenico Lentini: l’Albero Verde Piantato dal Padre! E con l’Albero Verde Tu Saluti i Tuoi Figli … e Io Allargo le Mie Braccia lasciando il Mio Cuore Spalancato per ognuno di voi … Figli Miei! … (Giovanni manda un bacio ai presenti) Don Vincenzo: Allora diamo la Benedizione Finale: Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen! Giulia: Giovanni, per ciò che ho visto prima … vieni ad aiutarmi Tu! Io porto le Spose … ma entrano da sole! Adesso dopo aver preso la mano fanno così … ma c’è la Bimba! EccoMi, Giovanni! Il Lavoro è Lungo!   Piccolo Giovanni: Il Cuore Immacolato di Maria Trionferà  perché ha Perseverato! Giulia: E’ Mamma … Giovanni! Visto che al Banchetto ci sono le Spose Nuove … Le Salutiamo! Gli Altri sono usciti! … (Tutti salutano le Spose) … Le Spose Nuove: EccoCi! Giulia: Mamma, Fiorellino Spezzato … Eccomi! Preparate ancora Vestiti! Eccomi! Eccomi, Mamma! Ci vediamo più tardi!

 

 

 

 

 

GIOVEDI 29 DICEMBRE 2016  

 

 

Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: (Benedice) … La Gloria del Padre E’ in mezzo a voi … e con voi  Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità …. Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! E con la Croce … Glorifico il Sole nelle Mani del Calice Vivente … che Cresce come un Pane Vivo e Fresco per AprirSi … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! E nell’Avere Innalzato questa Lode al Padre … chiedo ad ognuno di voi di Innalzare la propria Lode a Dio Vivo e Reale! Lo Strumento ha raccolto i vostri Sussurri, i vostri Cuori e li ha Donati al Mio … ma voi: Figli Miei, Chiesa Nuova … donate l’EccoMi del Cuore di Maria … pregando per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Pregate ancora per le Mura Insanguinate! Non dimenticatelo! Sono sempre più Insanguinate … Figli Miei! E Spalancate la Porta dei vostri cuori a Dio … camminando passo passo! Quando siete stanchi … poggiate i vostri piedi sui Piedini che ha lasciato il Padre portando in braccio ognuno di voi … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina…? Giulia: Eccomi, Gesù! Tu subito sei arrivato! Diciamo che sei arrivato! Diciamola tutta intera: eri già entrato prima che entravamo noi! Ci aspettavi! Gesù: EccoMi! Giulia: Gesù, cos’hai sulle spalle? Gesù: Dovrai   indossarla! Giulia: Eccomi … lo so! Il Padre ci gira sempre intorno! Quando la indosso … poi la vedranno tutti! Eccomi! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia!  Giulia: Non so dove trovarlo … me lo indichi Tu? Gesù: EccoMi! Guarda ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Questo è quello che ho finito! Sono tutti quanti tornati! Gesù … finisco un altro pezzettino e Tu mi conservi questo? Conservami anche ciò che è nel Calice: quello che hanno preparato per il Padre, per Te e per la Mamma in questi Giorni! Gesù: Guarda ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Vado da sola, Gesù? … (lo Strumento alza le Braccia puntando le mani per fermare quello che sta vedendo) … Adesso che Tu ti fermi … vado a fare il Lavoro che devo fare … Gesù! Gesù: Non dimenticarti di  scrivere!  Giulia: Eccomi, Gesù … anche all’ultimo istante … ma Eccomi! Gesù: Imponi le Tue Mani … Alzale … tienile Alte!   (Il Calice Vivente alza le Braccia e Impone le mani insieme a Gesù per fermare quello che sta avvenendo) … Non uscite fuori! Fate entrare chi è fuori! Giulia: Gesù … metto nelle Tue Mani tutto quello che mi hai dato fino a questo istante! Gesù … metto nelle Tue Mani tutti i Tuoi Figli e ciò che ho raccolto! Metto nelle Tue Mani l’Umanità sorda e cieca! Metto nelle Tue Mani ciò che sto vedendo in questo istante! Gesù … metto nelle Tue Mani tutti i Figli che si affidano alle mie Preghiere! Metto nelle Tue Mani tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Accogli tutti i Figli, Gesù … accogli e con la Tua Mano cancella il nostro essere sordi e ciechi! Eccomi nel donarti ancora il niente della mia Giornata! Accoglici tutti così come siamo! Gesù: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! … EccoMi! EccoMi! EccoMi! … EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Essendo nella Pienezza dei Vostri Cuori … fate che non perdiamo la Luce e la Gioia che i Vostri Cuori donano alla Famiglia e all’Umanità intera in questo Giorno che sta per Nascere! E’ un Bimbo che Nasce … piano piano Cresce! Noi diciamo che passa, finisce … ma non finisce! Ciò che Dio ha Creato … rimane! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Rimanete ancora nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne e siate Chiesa Nuova! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Pregate per coloro che hanno trafitto il Cuore di Maria in questo Giorno! Giulia: Eccoci, Gesù! Ora io vado a Lavorare … ma quando vuoi …  chiamami! Gesù: ECCOMI! PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI Calice Vivente Dio! Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace! Pace ad ognuno di voi … Figli! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Fai passare la tosse a tutti quanti! … (Il Calice Vivente Benedice) Tutti: Amen! Gesù: L’ho fatto fare al Calice Vivente Dio! Con la Cocciuta abbiamo fatto un’altra cosa che faceva così! … (fa il gesto del tremare)  Don Vincenzo: Gesù … che bello sentire la Tua Voce! Gesù: E anche la Tua! Parliamo un po’ di questi Giorni! Cosa stai sentendo? Don Vincenzo: Il Cuore deve Bruciare! Gesù: Mi sa che questo l’ha detto la Cocciuta … o l’ho detto Io? Che c’è … che c’è … cosa vuoi dire adesso? Tra Me e la Cocciuta che c’è? Cosa vuoi dire … Calice Vivente Dio Papà? Don Vincenzo: Che c’è una Catena d’Amore! Tu l’hai Scelta! Gesù: E sì … e Tu l’hai trovata … come prima l’ha trovata Giovanni!  Don Vincenzo: Che bello, Gesù … averTi qui dentro in mezzo a noi! Gesù: Io ci sono sempre in mezzo a voi …  come il Padre in mezzo ai Figli! E se il Padre si alza da tavola … i Figli rimangono soli! Il Padre deve rimanere al Banchetto Nuziale! Eh, Papà … dimmi come hai incontrato la Giornata? Il Padre si è raffreddato per coprire i Figli e si è tolto tutti i Mantelli! Allora, parliamo un po’ della Giornata! E’ importante sapere la Giornata del Padre … la Giornata Tua di oggi quando hai camminato per le Viuzze! E come l’hai trovata la Tua Giornata?  Don Vincenzo: Come sempre … la maggior parte del tempo l’ha rubato l’io, il mondo, le stupidaggini … e questo tempo poteva essere impiegato per cose ben più importanti! Gesù: E quali sarebbero per Te le stupidaggini? Don Vincenzo: Tutto quello che ci circonda! Non c’è una cosa che vale … e il mondo le fa diventare talmente grandi che sembrano importanti … e invece non lo sono affatto! Gesù: Eh! Adesso Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E la Cocciuta rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Papà … Mi Benedici affinchè Ci possiamo Donare? (Gesù si inchina ai Piedi del Calice Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! EccoMi! … (Gesù Spezzetta un po’ di Pane, Lo Intinge nel Vino e dona da Mangiare e da Bere al Calice Vivente)  Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato e Questa è la Carne che Tu Mi hai Donato! EccoMi! Lasciamene un Goccio … un Goccio solo! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù Beve, poi Spezzetta un po’ di Pane, Intinge e Mangia. E dopo aver Bevuto ancora, asciuga con un tovagliolino il Bicchiere-Calice.) Il Mistero Vivo e Nascosto! EccoMi! Conservalo! Ora Ci doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … EccoMi … Ci Siamo Donati! La Pasqua è Piena … è Viva ed  è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! BenediciMi ancora! Amen! Allora, visto che Ci siamo Donati … siamo Entrati nei cuori di tutti i Figli e dell’Umanità intera! E per chi non ha il cuore aperto … aspettiamo dinanzi alla Porticina del cuore! Non vuoi più parlare, non sei più Gioioso di essere vicino a Me? Don Vincenzo: E’ il Massimo della Gloria! Gesù: E’ il Massimo della Gloria! Don Vincenzo: E’ il Massimo che uno neanche immagina di pensare … e poi invece si ritrova ad avere Dio affianco! Gesù: E sì, Dio affianco … visto che Padre, Figlio e Spirito Santo che è Maria non si sono mai divisi … siamo tutti Uniti … o no? Don Vincenzo: O sì!  Gesù: O sì! E’ bello questo sì! RaccontaMi cosa hai incontrato ancora! Don Vincenzo: Ho incontrato la negazione di chi arriva a negare tutto quello che Tu, Gesù avevi fatto e detto! Gesù: E Tu cosa hai fatto quando hai visto questo? Don Vincenzo: Mi sono sentito piccolo piccolo piccolo! Gesù: Come un bambino dentro la sua mamma? Don Vincenzo: Proprio così! Solo che poi questo bambino … che deve fare le cose di adulto … fa le cose che non deve fare! Che bello mettere Te, Gesù e il Padre al Primo Posto … e così la Tua Presenza ci dà Luce e Gioia … e dandoci la Luce e la Gioia ci dà ancora la conferma che tutto quello che hai detto e hai fatto … ora qui dentro si riassume! Gesù: Viene Tutta Intera … la Verità Tutta Intera di quello che ho detto e fatto secondo la Volontà del Padre … e faccio!  Don Vincenzo: Difatti … il Padre così Buono porta sempre la Bontà, porta sempre la Luce … e la stessa cosa fai Tu, Gesù … che sei la Luce e sei l’Amore!  Gesù: Quello che è di Papà  l’ho preso Io … e quello che è Tuo è Mio … e quello che è Mio è Tuo … perché è sempre Tuo! Teresina del Bambin Gesù  … cosa Mi devi dire in questo Giorno? Teresa: Eccomi, Gesù! Tutti i Giorni … e in particolare in questo periodo in cui per il mondo finisce un Anno … per noi ogni Giorno è un’Alba Nuova! E’ una convenzione degli uomini l’Anno che finisce e l’Anno Nuovo che inizia … ma noi che siamo Chiesa Nuova sappiamo bene che ogni Giornata … dall’Alba al Tramonto … è una Giornata donata dal Padre! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Quindi il nostro finire questo Anno … è un Consolare il Cuore del Padre, il Cuore della Mamma, il Tuo Cuore, il Cuore di tutti i Servi Inutili … per ciò che gli uomini fanno sfruttando anche la Fine e l’Inizio di un Anno!  Gesù: Vai avanti! Teresa: Quindi noi non dobbiamo mai dimenticare che ogni Giornata ha il Valore ….!  Gesù: Di un Anno! Teresa: Di un Anno! Eccomi! Gesù: Vai avanti! Teresa: Eccomi! E siccome ogni Giornata ha il Valore di un Anno … in una Giornata ci possiamo giocare Tutto! Da come apriamo gli occhi a quando li chiudiamo … se il Padre ce li fa  riaprire … è come se tutto ciò che ci è stato prima si azzerasse e ricominciamo daccapo! E così abbiamo una nuova Possibilità, un nuovo Inizio per poterci riconoscere … per poter riconoscere l’Amore del Padre … per poter essere a Immagine e Somiglianza di Dio! E non è che quello che abbiamo fatto in precedenza non conta … è che il Padre è così Grande e così Misericordioso e ci Ama così tanto da donarci ogni volta una Nuova Vita, un Nuovo Risveglio, un Nuovo Alito! Gesù: EccoMi! Teresa: E sta a noi … con la nostra Libertà …  non sprecare questa Possibilità che ci viene donata attimo dopo attimo, Giorno dopo Giorno! Sta a noi cogliere il Dono Enorme che ci viene donato … e condividerlo con gli altri … nel Silenzio con chi si deve fare nel Silenzio … e con la Parola con chi si può fare con la Parola! Tra di noi abbiamo la possibilità di poter parlare apertamente … se i nostri cuori sono aperti … di cose che magari agli altri sembrano assurde … e possiamo e dobbiamo dircele per diventare un Unico Cuore … per essere più Forti e così Brillare come un’Unica Luce! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! E quando nel nostro camminare incontriamo qualcuno che non gradisce ciò che noi stiamo dicendo, il Luogo dove viviamo o veniamo a pregare … non dobbiamo diventare tristi … anzi dobbiamo rispettare giustamente! Gesù: Gettare una Pietruzza … come fa lo Strumento! Teresa: Eccomi! Gesù: Una ogni tanto! E  poi quella Pietruzza è diventata Roccia! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Viceparroco, vuoi dire qualcosina? Una piccola piccola … poi è grande? Raffaele: Gesù … fa che Arda il mio cuore! Gesù: Perché … lo vedi spento? Raffaele: E’ come se non dessi abbastanza! Gesù: Ma non lo devi contare tu … lo deve contare il Padre! Non devi fare i conti al Padre di quello che tu fai Ardere dentro di te! Ma la Cocciuta li ha già raccolti e portati nel Mio Cuore! E queste cose che dici tu … ciò che fa la Destra non lo deve sapere la Sinistra! Io lo vedo il cuore … come lo vede anche lo Strumento … ma lei fa finta di non vederlo … e Io posso parlare! Il cuore è Acceso … è la mente che è spenta … e deve stare spenta e non pensare! Ma se tu pensi con quella … e te lo sto dicendo dall’inizio che sei venuto al Banchetto Nuziale … esci fuori dal cuore! Se Io ti dico che il Tuo cuore Arde … non è una bugia … perchè Io non posso dire bugie! Posso dire bugie? Tutti: No! Gesù: E allora se te lo dico Io …! Raffaele: Durante le Giornate è come se commettessi degli errori e per questo mi preoccupo! Gesù: Durante la Giornata si deve fare  un Esame di Coscienza e dire: “Padre, ti offro anche gli errori che ho fatto! Li metto nel Tuo Cuore, Tu li purifichi e li porti al Padre, alla Mamma, a Gesù … sul Banchetto Nuziale per fare Festa con Tutti quanti!Raffaele: Eccomi! Gesù: Tu i conti li sai fare … e come fai i conti … fai il Resoconto dell’Alba e del Tramonto! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! E Tu cosa vuoi dire ancora … vuoi dire qualche altra cosina … e poi facciamo venire Giovanni? Non vuoi dire più niente? Facciamo venire Giovanni? E allora Io vado a prendere il posto di Giovanni che sta Lavorando e preparando il Tutto per la Nuova Alba … e Giovanni viene a Salutarvi! Piccolo Giovanni: (Benedice) CON LA CROCE E CON Il PANE! Ehi, Giovà … che c’è? (Giovanni manda un bacio ai presenti) … Pace a Te e Pace a tutti voi! Don Vincenzo:  Pace a tutti! Piccolo Giovanni: Pace a tutti! Ehi, qui c’è un treno in corsa! … (Giovanni si riferisce alla protesi acustica di don Vincenzo che fischia) … E’ bello parlare così con la Famiglia! “C’è il treno in corsa!” Eh, Io parlavo sempre di treno in corsa: “Lo Spirito Santo è un treno che cammina e si prende! Se non si prende … passa!Don Vincenzo: Proprio così! Piccolo Giovanni: E poi deve passare ancora per riprenderlo! Don Vincenzo: Ecco perchè  dobbiamo fare attenzione! Piccolo Giovanni: Alle fermate del treno! Don Vincenzo: Alla fermata del treno! Perchè lì bisogna salire! Piccolo Giovanni: Lì bisogna salire! Don Vincenzo: E bisogna salire con Saggezza per non sbagliare vagone! Piccolo Giovanni: Eh, in tanti lo sbagliano e prendono quello della  Via Larga! Quello della Via Stretta sono in pochi a prenderlo! E in questo Tempo di Alba Nuova … Consolate il Padre … Consolate il Figlio … Consolate lo Spirito Santo che è Maria! Tutto si prepara … ma senza Dio! Don Vincenzo: Sì, Giovanni … dobbiamo Consolare Tutti! Piccolo Giovanni: Il vento soffia forte! Perché non lo fermi come hai fermato la neve a palline oggi? Vuoi aumentarlo il vento? Don Vincenzo: No … l’Abbassiamo! Piccolo Giovanni: Cosa hai preparato per l’Alba Nuova quando farete Compagnia a Tutti quanti? Cosa hai preparato nel Tuo Cuore? Don Vincenzo: Nel mio cuore ho preparato una cosa che Tu conosci già … ci sono situazioni che non si possono dire … ma Tu le sai … Tu le conosci! Piccolo Giovanni: E poi ne parliamo insieme? Don Vincenzo: Ne parliamo insieme? Sì! Piccolo Giovanni: EccoMi! Qui la mano … ne parliamo quando siamo soli! E  ci beviamo pure un bicchieruccio di vino sopra? Don Vincenzo: Ok! Piccolo Giovanni: Ok! Me l’hai promesso davanti a tutti i Tuoi Figli, eh! Don Vincenzo: Che ho promesso? Piccolo Giovanni: Eh, eh, eh … hai promesso quello che hai preparato nel tuo cuore! Ehi, non tirarti indietro, eh … non fare il Capriccioso come Me! Don Vincenzo: No, perché mi conviene! Tacere è un controsenso per me … però non ho la forza di dirlo! Piccolo Giovanni: Poi lo dici alla Cocciuta quando torna! Don Vincenzo: Eh, eh! Piccolo Giovanni: Eh, eh! Don Vincenzo: Cin, cin! Piccolo Giovanni: Cin, cin per l’Alba che si deve Accendere … o per quello che devi dire alla Cocciuta? L’ha promesso! .... Sta passando un treno! State attenti! .... Allora,  avete sentito all’inizio ciò che lo Strumento vedeva … ma non vi dice! E avete visto pure le mani alzate! E dovrà  Lavorare ancora! Quando ci sarà il Giorno dell’Alba dovrà scrivere e dovrà leggere! E viene a Gridare dinanzi al Trono perché non lo vuole fare! Ma poi Io le dico: “Vai giù e  scrivi!” … E anche se Tu non la vedi … Maria, anche se Tu non la vedi … Nicola, anche se Tu non la vedi …  viene sempre dinanzi al Trono! Don Vincenzo: Giovà? Piccolo Giovanni: Eh, l’hai fermato il vento? Io vi posso annunciare soltanto che il Giorno di far Compagnia al Padre e a tutti i Servi Inutili … vi dirò qualcosa! E lo Strumento vi dirà quello che il Padre gli ha donato da dire! Ma da questo istante Io vi Invito a Pregare …  a Pregare  costantemente per tutto quello che stanno facendo … per il Sangue Innocente che viene versato! Pregate! … Teresina del Bambin Gesù … hai una Promessa … devi farla! Una Grande e un’altra Piccola! Teresa: Questa è la Piccola! Ho capito! Poi mi dirai come fare quella Grande? Piccolo Giovanni: EccoMi! Vuoi dire qualcosina? … (si rivolge al viceparroco) … No! Giovanni Calice Vivente Dio … cosa vuoi dire ai Tuoi Figli? Don Vincenzo: Volevo dire a quelli che stanno qui dentro e che sono su questo treno: abbiamo il Privilegio di essere Luce  … e allora mettete ogni giorno al Primo Posto la Preghiera! Non ci sia Giorno senza Preghiera! Ed essere con la Preghiera significa essere Saggi … perché la Preghiera ci fa entrare in Comunione con Dio! Non ci sia una situazione che non sia Preghiera … che non parli di Preghiera! Senza la Preghiera nessuna Giornata è positiva … ci illudiamo … ma bisogna affrontare il discorso della Preghiera e solo allora si fanno Progressi! Entrare in questa Comunione d’Amore significa accogliere questo Banchetto d’Amore! Ci siamo messi in Comunione d’Amore … ma questa Comunione funziona solo se viene alimentata! Volete fare un Regalo a una persona che amate? Ditele: “Prega … ma prega seriamente! Quando ti sei alzato stamattina … hai pregato per la Grazia del Risveglio? Nelle migliaia e migliaia di Giornate che venivano Benedette dal Padre perché ti svegliava … hai pregato? Ecco … ora puoi recuperare il tempo perduto! Bussa al tuo cuore e ringrazia per il Risveglio che serve ad aumentare la Presenza di Dio in te! Ti devi mettere in relazione con Dio! Non deve essere una routine …. ma ogni Giorno deve essere la Giornata più Bella della tua Vita … e solo tu puoi farla diventare Bella!” ... Siate Saggi, siate Furbi, siate Lungimiranti! Dio vi sta aspettando! Vuoi essere Salvato? Lo devi Mangiare il Pane Quotidiano! Attenzione! Piccolo Giovanni: Mi sono riposato un po’ … visto che hai Sfornato tanto tanto Pane! E il Pane che Sforno Io per ognuno di voi è il Mio Cuore Spalancato!  E il Pane che Sforno Io: Il Mio Tutto E’ la Croce!  E il Pane che Sforno ancora è l’Amore per ognuno di voi! Padre, resta con noi … fuori è Buio! E nei nostri cuori noi non vogliamo abortirTi! Sei Nato, sei Venuto! … Ma il Veleno è fuori e i Falsi Profeti avanzano! Dio è Vivo e Reale in mezzo a voi e dentro di voi! Dopo avervi detto tutto questo a questo Banchetto d’Amore … cosa Mi rimane di dire ad ognuno di voi? Mi rimane di dire: Pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E la Mia Presenza sarà sempre con ognuno di voi e con l’Umanità intera! Così il Padre vuole e così lo voglio anch’Io! Vi voglio bene … Figli Miei! Vigilate in questi Giorni … Vigilate! E Pregate per lo Strumento! Tu Saluta con l’Albero Verde … Io lascio il Mio Cuore Spalancato per ognuno di voi! … (Giovanni manda un bacio ai presenti) Don Vincenzo: Diamo la Benedizione!  Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Andate in Pace! Tutti: Rendiamo Grazie a Dio! Giulia: Giovanni … il Padre Buono ci sta Donando il Vangelo Intero … ma ancora all’Umanità intera non possiamo farLo conoscere! E tutti i Vangeli che ci avete donato fino a questo istante … E’ Dio … E’ il Suo Amore Infinito … E’ Lui che Si Dona nel Suo Amore e nel Pane Intero e Spezzato e poi ritorna dinuovo Intero! Cosa abbiamo fatto per meritare tanto? E’ il Vangelo che ha raccolto Chi è stato poggiato sul Cuore di Gesù … e lo è tutt’ora! … Rimani a preparare! Il Lavoro che ho da fare … lo faccio da sola, Giovanni … perché non faccio nulla! E visto che siete al Banchetto Nuziale con tutte le Spose Nuove … e Maria è fuori con tutte le Schiere … Salutiamo i nostri Cari! … (tutti salutano i Cari) … Siete nella Gioia Piena di Dio … e sarete Tutti quanti con noi nell’aspettare l’Alba! Mamma … Lavorate un po’ in più … servono altri Vestiti! Papà Renato, mamma Violetta e tutti i Cari che sono arrivati …  Lavorate! I Cari: EccoCi! Giulia: Prepariamo i nostri cuori per rimanere in Comunione col Padre nel Giorno dell’Alba! … (manda un bacio)