LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 184

GENNAIO 2016

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

GIOVEDI 7 GENNAIO

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! ... (Gesù per un po' è in silenzio, poi dice:) ... Gesù: L'ho Glorificato nella Piccola Stalla ... e Lo Glorifico ancora il Padre Altissimo! Con la Croce … (Benedice) ... e col Bacio di Maria, Mamma Mia ... Mamma di ognuno di voi ... Mamma dell'Umanità intera! E Glorifico anche Giuseppe ... che nessuno mai ha Glorificato: Mio Padre! Il Servo Inutile Giuseppe non ha avuto nessun timore di prenderMi ... è Mio Padre! Non si è vergognato ... ha camminato a testa alta ... e Mi ha insegnato a fare il suo lavoro! E Lui conosceva ... come Mia Madre Maria ... ciò che Dio aveva rivelato ai loro Cuori! Così un po' come il Padre, come la Mamma e come Io, Figlio di Dio ... ho rivelato allo Strumento! Uno Strumento nello Strumento ... per portare avanti il Pane Vivo, il Pane Intero ... Spezzato che rimane ancora Intero per donarSi a tutti! È così ... crescendo crescendo ... già nel Grembo Materno iniziavo a fare le Opere del Padre! State attenti: no i Miracoli ... le Opere del Padre! E Maria, Mamma Mia ... Giuseppe, Papà Mio ... assistevano la Mia Crescita! Mi hanno insegnato a fare i lavori di casa ... mi hanno insegnato ad andare a scuola come tutti i bambini! Ma la Sapienza del Padre scendeva in mezzo agli uomini ... ma sordi e ciechi ... non vedevano! Crescendo crescendo ancora ... ho iniziato a Parlare e ad Operare ancora di più! "Chi è questo? È impazzito? Chi l'ha mandato? E i genitori cosa fanno? Ci siamo noi Sommi Sacerdoti ... dobbiamo subito trovare i mezzi per farlo sparire!" Ed Io li guardavo ... li osservavo! Pur conoscendoli uno ad uno i loro cuori, i loro peccati ... puntavano il dito verso il Figlio di Dio ... verso Dio! Quando sono cresciuto ancora ... ma già da Piccolo insegnavo loro le Cose del Padre ... da Grande ancora di più ... Operando ciò che il Padre Mi aveva Mandato a fare ... ciò che sto facendo, attimo dopo attimo ... nel Piccolo, Povero, Umile! Hanno incominciato a stringere i pugni: "Questo è venuto a rovinarci!" Ma questo non lo diceva il demonio … il Veleno! Questo lo dicevano i Sommi Sacerdoti! E riunendosi ... pur stando in mezzo a loro ... non sapevano come farMi cadere in trappola! Hanno pensato alla Mia Nascita .....! Immaginate quante Cose ho detto ... quante Cose il Padre ha Sfornato dal Suo Cuore ! Ne escono fuori con quattro parole ... no … in quattro ce n'è mezza Mia! E così questa Pietra che dava fastidio hanno cercato di romperLa mettendosi d'accordo tra di loro! Nato, cresciuto ... diventato all'Età che dicono loro ... ma non avevo quell'Età! Visto che tutti venivano dietro per il pane del mondo ... ve l'ho già detto e ve lo dico ancora ... e avevano trovato un Re che li proteggeva dalle malattie … un Re che li proteggeva dal cibo …! Quando Io gli ho detto che non sarei mai stato Re ... ma Mandato dal Padre per Operare le Cose del Padre ... per fare di ognuno un Figlio di Dio dove regnava solo la Pace, l'Amore ... dove le armi non dovevano esistere! E questo non è piaciuto a nessuno ... e piano piano hanno cercato un altro Re che gli donava le cose del mondo! E ottenevano i Miracoli con i maghi: i Magi ... e poi hanno fatto il complotto della Pasqua! E tutta l'altra Storia la conoscete! Ho voluto fermarMi a raccontarvi ancora ciò che hanno fatto e ciò che fanno i Sommi Sacerdoti! Ma Io vi chiedo sempre di pregare per ognuno di loro e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco ... Figli Miei, Amici Miei, Fratelli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi ... Gesù! Ho un po' di mal di gola! Gesù: Solo un po'? Giulia: Eccomi! Gesù: Perché il tuo cuore ... dove c'è il Vuoto dei Rotoli ... Gronda Sangue? Giulia: Vedi ogni cosa ... conosci ogni cosa! Lo so ... lo ricordo il Primo Messaggio ... è Vivo ... Gesù! Gesù: Quanto ti è costato! Quanto ti costa quell'Eccomi! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità! E' un po' così ... ma è Eccomi! Gesù l'Eccomi che si dona ... si deve tenere fino all'ultimo respiro! Posso togliere qualche altra cosa ... ma l'Eccomi no! E dimmi ... Gesù ... Tu perché stai piangendo Lacrime di Sangue? Gesù: Ho camminato da solo senza le Schiere e da lontano ho guardato le Schiere! Giulia: Che è successo ... Gesù? Gesù: Le Schiere hanno fatto il loro Lavoro! Giulia: Tu cosa hai visto? Gesù: Quelli che Mi hanno Venduto e quelli che Mi hanno Comprato! Giulia: Gesù ... io mi sono permessa di bruciare i soldi di quelli che Ti hanno Comprato! Quelli che Ti hanno Venduto sono rimasti senza! Sei rimasto solo Tu! Non ho potuto fare tanto ... ma una piccolissima parte …! Non Ti sei dispiaciuto? Sei contento? Ogni tanto ... quando lo posso fare ... posso continuare! Ma non diciamo come ho fatto! Gesù: Figlia Mia! Sposa Mia! Mamma Mia! Anima Mia!  Giulia: Forse è un po' troppo ... ma Eccomi se lo dici Tu! Gesù ... non ho aperto! Gesù: Lo so già! Giulia: Quando li devo aprire? Quale è? Eccomi! Li aprirò! Gesù: EccoMi! Guarda ... Anima Mia! Giulia: Cosa devo fare? C'è ancora Fuoco! C'è ancora Polvere! C'è ancora Vento! C'è ancora Mare! C'è ancora Sole! Gesù ... ma quello non è né il Tuo Mare, né il Tuo Vento! Non vedo nulla di Tuo … lo stanno costruendo gli uomini! Cosa posso fare ... Gesù? Gesù: Sei ancora fuori! Giulia: E quando finisco posso continuare? Gesù: Non vuoi rientrare? Giulia: E' meglio stare fuori! Chi rimane al posto mio ... fa ciò che Tu desideri! Gesù: Immolati come tu sai fare ... Anima Mia! Giulia: Eccomi ... Gesù ... c'ho un mal di gola ... è normale! I medici dicono di no ... dicono di non prendere freddo! Come faccio a spiegargli dove sono? Gesù: EccoMi Figlia ... prega e fai pregare per le Mura di Roma ... per tutti i Sacerdoti ... per i Grandi del mondo! Guarda e aggiungi nel Rotolo del Vuoto ciò che vedi .......! Giulia: Eccomi ... Gesù! ... (Giulia si mette le mani al viso) ... Mettilo nel Vuoto! Gesù ... quanto vorrei gridare ... quanto vorrei sciogliere quel Rotolo Lungo! Gesù: Rimani all'Ubbidienza! Giulia: Eccomi ... Gesù ... Eccomi per l'Eternità ... anche portandoli dietro nel fare la Tua non la mia Volontà ... Gesù! Gesù: EccoMi! La Volontà del Padre con i Due Banchetti ... con tutti i vostri Cari ... con tutte le Spose ... con tutte le Schiere ... con tutti i vostri Pargoli ... con i Due Giovanni ... Carlo, Pio e Domenico ... nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane ... Invitandovi ancora a Tenerlo Alto e a Viverlo nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci Papà ... così come siamo! Ed ecco nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Ed ecco il niente della mia Giornata! Ecco la Famiglia ... i loro sussurri, i loro cuori e li offro uno ad uno! Metto nel Tuo Cuore tutte le mie Pietruzze ... i Sacerdoti e i Gigli ... e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco ... e tutti quelli che non possono entrare perché non li fanno entrare! Prendili ... Gesù! Io vado a Lavorare ... o meglio ... finisco quello che sto facendo e vado a fare l'altro! Tu rimani come sei rimasto da Sempre ... Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! Don Vincenzo: Shalom!  Pace! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Gesù: Pace! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stiamo? Don Vincenzo: Bene! Gesù: E voi come state … tutti bene-male … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: … o male-bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Parla! Don Vincenzo: Quanta Grazia: Dio! Gesù: Sì … poi Ci Doniamo! Adesso raccontaMi qualcosa! Io ho parlato! La Cocciuta stava parlando … ma tu non la devi interrompere quando parla … Spezza il Pane e i Figli Lo perdono ... ! Adesso non c’è … è andata a Lavorare in questo Tempo … quando mandi gli Operai a Lavorare nella Vigna! Ma voi non dimenticate la Vigna, l’Arca, i Remi e non dimenticate neanche le Capanne! Quando uscite … vi guardate un pochettino intorno? Cosa vedete … le luci che splendono … le vetrine accese? Non guardate oltre? Tu col baffo che vedi? … (si rivolge a Raffaele) … Fra poco vi dò un altro compito … o meglio … il Padre l’ha già scritto! Don Vincenzo: Tutto Dio!  Gesù: Sì! Parla un po’ Tu che Sei Tutto Dio! Don Vincenzo: Dobbiamo imparare sempre più a essere Umili … imparare sempre più a essere dolci … imparare sempre più a essere  e a mettersi al servizio … imparare sempre più a ubbidire … imparare sempre più ad essere l’Arte dell’Amore perché l’Amore è Dio … e quando ci mettiamo sulla Via di Dio … lì siamo sicuri di non sbagliare! Quando invece il Giardino è sporco … parla già da solo! Mettere Dio davanti a tutto quello che ci viene offerto … e quello che è bello proprio da Lui e non ce ne accorgiamo! Tutto parla di Dio! Gesù: E chi E’ Dio? Don Vincenzo: Tutto è Luce … tutto rientra in un Progetto dove ognuno di noi è protagonista … ma noi non lo capiamo! Quando poi il Padre interviene ….! Troppo Bello è il Progetto del Padre … l’Eredità! Gesù: E’ il Tempo dell’altro Sole che Si Apre … e non puoi nasconderTi più! Adesso Ci Doniamo … Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e la Cocciuta … anche se è rimasta a fare il suo Lavoro … rimane  Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco e per l’Umanità stolta e cieca! Ma Vigilate nel tenere la Vigna Coltivata raccogliendo tutti i Frutti e conservarLi! … (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Ecco l’Agnello di Dio che ha tolto e toglie i peccati! Li ha tolti una volta per sempre1 Venendo ad Abitare nei vostri cuori … ricorda ad ognuno di voi i piccoli errori … li raccoglie … li prende nel Suo Cuore … li Ama e li Beve! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Amen! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Sono sempre Io … l’Agnello di Dio che toglie i peccati … l’Agnello Immolato per Amore … ma Vivo e Reale in mezzo a voi … e col Padre e con lo Spirito Santo Mangiamo del Nuovo nella Vigna e con i Nuovi Vignaioli … rimanendo nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) (Gesù Alza la Destra nel Segno Trinitario e Punta la  Sinistra rimanendo poi col pollice e l’indice uniti. Poi Abbassa entrambe le Mani e Le Punta.)   Ci Siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena … è Viva  ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo … (Benedice) … e lo Strumento è rimasta ancora Crocifissa per Amore! Prendiamo parte al Tuo Amore … Papà?  Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Allora prendiamo parte! EccoMi! EccoMi! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo parte alla Tua Amicizia … al Tuo Amore … al Tuo Perdono … alla Tua Misericordia Infinita! Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Prendiamo parte … che bello! Gesù: E’ bello! Ma la Cocciuta quand’è che vi troverà tutti uniti in Pace … nell’Amore, nella Quiete, nel Cuore? Quand’è che vi rivolgete a lei a dirgli? Siete Ancelle … avete donato il vostro Eccomi … ma Mi sfuggite! La Cocciuta doveva parlare alle Ancelle … ma il Padre ha tagliato il Solco! … (si rivolge a don Vincenzo) … E il Discorso si termina, non si taglia … e il Pane Si Spezza e poi ritorna di nuovo Intero! Mangio un altro po’ di pesce … tu lo mangi … Papà? Don Vincenzo: Sì!  Gesù: Teresina del Bambin Gesù … cosa hai da dirMi? EccoMi! Sto ascoltando! Teresa: Dobbiamo sempre essere pronti … attimo dopo attimo! Gesù: Pronti e preparati nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … pronti e preparati! Teresa: Eccomi! Gesù: Parla! Teresa: Quindi dobbiamo essere pronti … uniti come Famiglia!  Gesù: EccoMi! Teresa: E il mio cuore è triste perché non vedo né la Famiglia e né le Ancelle! Gesù: EccoMi! Semina un po’ di Petali e anche un po’ di Spine … Teresina del Bambin Gesù!  Teresa: Eccomi! Gesù: Venite col niente! EccoMi! EccoMi!  Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: Vicepà? Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi … ti raccomando, eh … sempre scarsetto, scarsetto, scarsetto! Il Padre sta accorciando i Tempi ai Suoi Eletti … e voi siete i Nuovi Vignaioli … ed essendo i Nuovi Vignaioli …….! E lo Strumento vi porta nell’Arca, nei Remi … e le Capanne le gestite voi! Vigilate nel gestire le Capanne! La Cocciuta li porta dove li porti Tu i Figli: nel Giardino che hai preparato … nella Vigna che hai consegnato come Chiesa Nuova dove c’è Maria, dove ci sono tutte le Spose, dove ci sono tutti i Servi Inutili! Vuoi parlare ancora? Dopo! Allora mangio un dolcino … quelli piacciono a Giovanni … poi quando viene Lui … se lo prende! Io voglio un pezzettino di questo … ecco una bella stellina … non ti piace … ne vuoi? Don Vincenzo: Eccomi! Quello che dobbiamo fare ogni giorno è questa cernita … essere in una condizione di Amore Perenne … altrimenti riduciamo Dio solo a una piccola Fede … e invece tutta la Giornata Gli appartiene … tutta la Giornata è Sua … tutta la Giornata deve essere d’Amore! E allora ci rendiamo conto di quanti Anni abbiamo sprecato … ma c’è il Tempo anche per recuperare! Gesù: Hai donato in mano alla Cocciuta di rispondere … ma ha deciso di non farlo … chiedendo di aspettare ancora! E c’è una fila lunga lunga di chi non vuole donare la mano! Don Vincenzo: Avere una Fede Vera! Gesù: Lo sai che non la troviamo … Papà … se giriamo in tutto il Creato! Tu hai trovato una Famiglia! Giovanni ha detto allo Strumento: Il Padre li ha consegnati a te … perché nessun altro al mondo li avrebbe accolti, li avrebbe accettati” … E questo perché Io gli ho parlato, gli ho parlato, gli ho parlato … gli ho detto tutto … e alla fine Mi sono trovato che non avevano capito niente! La Cocciuta ha parlato ha parlato ha parlato e ……! Quando parlavo parlavo parlavo a Giovanni e Io Mi inserivo come si inserisce il Padre … alla fine del discorso Mi chiedevano di nuovo la stessa cosa! Se vi sto dicendo che vi dico tutto e voi non capite ……! Con una parola viene detto Tutto … e voi non la comprendete! E quando una cosa viene detta una volta … non si può ripetere continuamente! Il Pane … pur venendo Spezzato in tanti Pezzetti … è sempre Pane e rimane sempre Intero! Dio si è Donato Tutto ad una Famiglia! Vi ha consegnato una Vigna … vi ha chiamato: Chiesa Nuova … siete i Nuovi Vignaioli … avete l’Arca, i Remi, le Capanne … vi viene detto tutto quello che dovete fare ……. eh, eh! Don Vincenzo: Quello che è meraviglioso della Creazione …  che tutto è una Perfezione d’Amore … non c’è nulla fuori posto … e ognuno è sempre più perfetto! Gesù: Li hai fatti così!  Don Vincenzo: Entrare in questa Grazia significa che mi faccio tesoro della mia Perfezione … tutto parla di Dio e non c’è momento della Giornata in cui dovremmo trovarci impreparati … o a rincorrere il mondo! Cosa può dare il mondo? Come può il mondo entrare in un Rapporto d’Amore e poi non saperne uscire? Dio invece è Padre e si lascia trascinare dall’Amore dei Figli … e l’Amore dei Figli …..  Gesù: … non c’è … ma il Padre ama anche se non c’è l’Amore dei Figli! Don Vincenzo: Padre, Gesù, Spirito Santo-Maria … tutta una Comunione d’Amore! Gesù: Chi l’ha fatta? Don Vincenzo: E questa Comunione d’Amore Brilla sempre più e riscalda! Che deve fare un Padre Buono quando un Figlio gli volta le spalle? Gesù: Apre la Porta e aspetta per fare Festa! Don Vincenzo: Aspetta perché Ama! Gesù: Aspetta .....! Lo Strumento sta Lavorando e sta portando altre Spose! Il Lavoro è Lungo … e lei la vedete … ma non sapete chi c’è al posto suo … ma Tu lo sai! Adesso deve Lavorare! E Io adesso devo andare ad incontrare le Spose che ha portato … le ha consegnate alle Bimbe e le Bimbe le accompagnano con le Lodi … e Giovanni viene a salutarvi e a parlare un po’ con voi! Lo volete? Tutti: Eccomi! Gesù: Allora Io vengo dopo … adesso viene Giovanni! PICCOLO GIOVANNI: CON LA CROCE E COL PANE!(Giovanni Benedice) … Tanti auguri! Don Vincenzo: A Te! Piccolo Giovanni: E anche a Te! Don Vincenzo: Eh … il caffè!  Piccolo Giovanni: Il caffè! Don Vincenzo: Auguri per l’Anniversario dell’altro giorno! Piccolo Giovanni: Sì … l’Anniversario della Nascita … e il Mio Compleanno! E auguri a mamma Rosa e a papà Francesco! Ne vuoi un po’? Don Vincenzo: Un pochettino!  Piccolo Giovanni: Vediamo se è buono! Che dici … è buono? Don Vincenzo: Ottimo! Piccolo Giovanni: Ne vuoi ancora? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Sei sicuro? Un altro goccino! Don Vincenzo: E’ per gli altri! Piccolo Giovanni: C’è già per gli altri! Chi lo vuole se lo va a prendere! E’ buono … aaah! State tutti bene-male? … (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Che bello vivere … vivere attimo dopo attimo … ricevere questo Dono … e trasmetterlo! Piccolo Giovanni: L’hai Donato Tu! Don Vincenzo: Vivere nell’Amore … vivere  aiutandosi gli uni gli altri … vivere  benedicendo gli altri! Piccolo Giovanni: Eh … questo c’è poco o niente … ci sono più maledizioni che benedizioni! Tu non le sai quante maledizioni gli mandano allo Strumento … ma ci sei Tu che gli hai donato il Manto! Don Vincenzo: Sono maledizioni che non hanno nessun valore … hanno soltanto la presunzione di bestemmiare, di rubare … ma nulla più! Quando invece Tutto parla di Lui … e questa è Preghiera! Piccolo Giovanni: Ma gli uomini non lo vedono, non lo fanno … in pochi ….! Gli  uccelli e i pesci, le formiche, le farfalle … Loro benedicono il Padre … e anche il vento: quello di Dio! Don Vincenzo: Tutto parla di Lui! Prendere ad esempio l’aria che uno respira … che dà Vita! Piccolo Giovanni: E’ il Soffio del Padre!  Don Vincenzo: Il Cielo azzurro! Piccolo Giovanni: Quello del Padre … quello Tuo … non quello degli uomini! Cosa Mi avete fatto al Mio Compleanno? … (lo scorso 5 Gennaio) … Niente! Dove sono le scintilline? Quando le accendiamo le scintille? Adesso fateMi mangiare … poi vediamo! Tu ne vuoi ancora?  Don Vincenzo: Un paio! Piccolo Giovanni: Un paio … questo paio basta per Me …  un altro paio li dai a lui! Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi!  Don Vincenzo: Stiamo tutti bene-male perché siamo qui dentro! Che bello vivere secondo per secondo, minuto per minuto … che bello saper leggere questo Enorme Libro che è l’Universo … saper leggere quella Croce del Calvario! Che Gioia essere qui dentro … e noi non abbiamo ancora capito quello che avviene! Quando si è nell’Amore tutto cambia … qualunque cosa uno fa … quando lo fa per Amore, quando lo fa col cuore … ha fatto bene! Raffaele: Che gli dò alla Tua Famiglia? Piccolo Giovanni: Che gli dai alla Mia Famiglia? Chiedi cosa vogliono! Nicò, tu che vuoi? Nicola: Quello che mi mandi … mi prendo!  Piccolo Giovanni: Quello che è preparato! Come stai … Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo: Eccomi? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … Marì … come stai? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo: Eccomi? Abbiamo capito! EccoMi! Ehi … capo munnà … come stai? Leonardo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi … non bene! E’ dura la testa?  Leonardo: Parecchio! Piccolo Giovanni: E come devo fare per ammorbidirla? Leonardo: Ci vuole più Fede! Piccolo Giovanni: Ce l’hai la Chiave … apri la Porta … ce l’hai tu la Chiave del cuoricino … aprila … non aspettare ancora … aprila! Leonardo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Raffaele: Lo dò il vino? Piccolo Giovanni: Lo vuoi il vino … Nicola … lo vuoi un bicchieruccio piccolino di vino? Marì … tu lo vuoi? Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Piccolino! Non dimenticate che Dio … ha Scelto la Cocciuta … e sulle spalle … prima di mettere l’Umanità … ha messo i Chiodi! Poi gli ha messo l’Umanità … poi gli ha dato un Esercito … poi gliene ha dati altri … e poi gli ha dato la Vigna … e poi gli ha dato l’Arca e i Remi e le Capanne … da Salvare: Il Sole si deve Aprire e il Solco anche … e se non c’è lo Strumento ……? Sì, è Tutto nelle Tue Mani … la Domanda Finale! Ehi … tarallucci e vino … ne vuoi? Don Vincenzo: Un poco! Raffaele: A Maria i dolci o no? Frutta e dolci? Piccolo Giovanni: Marì … li vuoi la frutta e il dolce? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi … ha detto! Tu Nicò … ne vuoi? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Alza le mani e parla … ma non abbassarle … Alzale! (la Cocciuta Alza le Braccia e Punta le mani e lo fa anche il Calice Vivente! Poi Benedice nel Segno Trinitario!) Cosa vuoi chiederMi? Parla! Raffaele: Giovà … quando si è una Famiglia si cerca di aiutare il fratello più debole … che ha bisogno di aiuto! Piccolo Giovanni: Dio non ha imposto niente a nessuno! Raffaele: Assolutamente! Piccolo Giovanni: Vedi … è a forma di Chiave … (indica una caramella) … e Apre donando ad ognuno le braccia, le gambe e il cuore per poter girare la Chiave e ascoltare quello che il Padre suggerisce ad ogni cuore! E ad ogni Figlio dà la forza per poter sudare il Pane! A buon intenditore poche parole! Vero … Chiaruccia? Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: Aiutare i poveri … chi ha fame … si fa nel silenzio … e ciò che fa la Destra non lo deve sapere la Sinistra! Tutto quello che fate di buono lo dovete mettere nel Cuore del Padre! Vai avanti! Raffaele: Nella Famiglia ci sono tanti aspetti … molte volte legati anche … come dire … alle abitudini, alle usanze, agli ambienti dove si vive … e quindi per potersi adeguare c'è bisogno di tempo, c'è bisogno di consigli, c'è bisogno di indicare la strada e questo …….! Piccolo Giovanni: Non ha capito la Chiave! Chiara … spiegaglielo tu a papà! Chiara: Il Padre ci ha dato i mezzi, la forza e il cuore per poterli fare … quindi nel momento in cui noi andiamo da qualcuno per poterlo aiutare … è come se noi imponiamo il nostro aiuto … noi lo violentiamo … e ognuno ha il cuore e l'amore a propria disposizione da rivolgere al Padre! Le cose non mancano se si rivolge al Padre! Piccolo Giovanni: EccoMi! Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: Fallo parlare ancora! Raffaele: La Cocciuta dice al Padre di aspettare per poterne prendere quanto più è possibile! Piccolo Giovanni: Ma la Cocciuta …! Raffaele:  E come facciamo ad essere Famiglia? Piccolo Giovanni: Dovete Pregare … e questo è il vostro Compito … è questo il vostro Lavoro! La Cocciuta solo li può prendere … ma voi non potete prenderli! È così … Chiara? Chiara: Eccomi! Piccolo Giovanni: E’ così … Teresina? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E’ così … Saruccia? Sara: Eccomi! Piccolo Giovanni: E’ così … Alessandra? Alessandra: Eccomi! Piccolo Giovanni: E’ così … Roberta? Roberta: Eccomi! Piccolo Giovanni: Dov'è l'altra? Non c'è … non c'è tempo per Dio! Mi vengono a mancare le Ancelle per le cose del mondo! Hai visto? La risposta ti è arrivata dall'Ancella che manca! Papà … aspettiamo ancora? Puoi aspettare ancora la Cocciuta? Don Vincenzo: Come no! La dobbiamo aspettare! Piccolo Giovanni: Ma la Cocciuta solo può prendere la mano! Voi dovete solo pregare! Ve lo dico sempre … o Mi sbaglio? Mi mangio un'altra Chiave! Ora vado raccogliere e le altre Spose … (Giovanni schiocca un bacio) … baciandovi e lasciando il Mio Cuore Spalancato … e Gesù viene col Suo Amore, col Suo Perdono, con la Sua Misericordia e con la Croce e col Pane! Gesù: EccoMi!(Benedice)  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Papà … Tu vedi Lontano e Io vedo Lontano … e quel Lontano si unisce! Ma i Tuoi Occhi si stanno riempiendo di lacrime! Don Vincenzo: Perché voltano le spalle a Dio … voltano le spalle a Te! Gesù: Papà … aspettiamo ancora … così dice sempre lo Strumento! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Anche se conosce … lo dice! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Papà … Io adesso vado all'Altro Banchetto … ma rimango sempre qui in mezzo a voi! Tu sei anche di là e sei anche di qua! E come sempre ora Tu saluta con l'Albero Verde … Io vi dono il Mio Cuore: prendetelo tutto! Tuffatevi … Figli miei! Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri familiari, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti … perché siamo tutti un'Unica Famiglia … perché siamo tutti dentro una Capanna … perché siamo tutti Strumenti d'Amore … capaci di Amare! Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … devo finire il tutto … Eccomi! Giovanni … io devo terminare tutto il Lavoro che c'ho da fare … e poi ci pensi tu a finire di Bere l'altro! Allora ci pensi Tu … io finisco quello che devo finire e accompagno le altre Spose … poi vado a fare l'altro Lavoro … in qualche modo ci incontriamo! … (schiocca un bacio) … Ci vediamo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti: Ti Amo, Papà! Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … mi doni ancora Giorni? Mi doni ancora Giorni … Papà?  Don Vincenzo: Eccomi!  Giulia: Papà … mi doni un po' di Respiro? Mi doni un po' di Respiro … Papà? …  (Don Vincenzo Alita tre volte) … Eccomi! Papà … oltre al Respiro mi serve ancora un po' di Paghetta … posso prenderla dal Tuo Cuore ? La posso prendere dal Tuo Cuore? Mi rispondi, Papà? Posso prendere un po' di Paghetta dal tuo cuore per portarla ai poverelli? Don Vincenzo: Eccomi!  Giulia: Eccomi! Allora vado!  Don Vincenzo: Eccomi!  Giulia: Eccomi … Papà … quando finisco il Lavoro vengo al Banchetto! Don Vincenzo: Eccomi! Giulia: Eccomi! I Cari sono tutti all'altro Banchetto … possiamo salutarli? … (Tutti i presenti salutano e mandano baci ai propri Cari) … Preparatevi … dovete uscire per andare a Pulire fuori il Giardino dove hanno sporcato! Eccoci … Servi Inutili! Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi! Giulia: Mamma … Violetta … Renato … cucite i Vestitini che ce ne sono tanti! Molti non hanno donato la mano … ma piano piano la daranno! … (manda un bacio) … Ci vediamo dopo!

 

 

 

 

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

10 GENNAIO 2016

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario, e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (La Madonna per un po' rimane in silenzio poi Benedicendo dice:) … La Madonna: Nell'Essere Mamma … Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è il Mio Cuore riempito dell'Amore di Dio … e con la Croce … (Benedice) Benedico ognuno di voi e l'Umanità intera donando Lode a Dio di averMi donato il Dono di abbracciarLa e di donarLa ad ognuno di voi con Gesù, con i Chiodi, con le Spine, con tutto l'Amore di un Figlio, di un Fratello, di un Amico … che può donare ai Propri Figli … e con l'Amore di una Mamma che ha Partorito la Croce e il Crocifisso: l'Unico Albero della Salvezza … l'Unico Albero che porta Frutti di Vita Eterna! E tutti potete Mangiare e tutti potete Bere! E di questo Albero nulla vi mancherà … ma tutto scenderà in abbondanza su di voi, sull'Umanità intera … perché l'Albero è per tutti … e il Crocifisso è uguale! E Io che sono l'Ultima Grazia che ha Partorito la Croce e il Crocifisso … lascio scendere in abbondanza Grazie su di ognuno di voi! La Mamma … Graziata da Dio … donando il Suo Figlio! E la Mamma divide in parti uguali le Grazie per tutti i Figli, per l'Umanità intera … senza fare alcuna distinzione! Una Mamma non fa distinzione! Un Papà non fa distinzione! Un Gesù che ha Allargato le Braccia a tutti … non fa distinzione! Guardatevi bene: ciò che fate di non uguale … lo troverete! Tutto troverete … Figli! E quando la Cocciuta dice: “Vi Amo tutti …  senza alcuna distinzione!” E l'Amore del Parto della Croce è Uguale … perché è il Mio … è quello del Padre … è quello di Gesù! Non lasciatevi trascinare dalle gelosie! Non lasciatevi dividere dal Veleno! Chi è fuori è già con il Veleno … chi è nella Vigna, nell'Arca, nei Remi, nelle Capanne fa parte dell'Amore che Dio vi dona attraverso lo Strumento! Ma Gesù non è stato ascoltato … il Padre non è stato ascoltato … Io non sono stata ascoltata … e lo Strumento non viene ascoltata! È così il Primo Messaggio: “Nessuno crederà in Me …, nessuno crederà in te!” E lo conoscete tutti quanti! Ma non cadete sempre nella rete del Veleno … Figli Miei! Sono la Mamma della Croce … sono la Mamma dell'Amore e del Dolore … sono la Mamma del Cielo e della Terra … sono la Mamma Addolorata nel vedere l'Umanità spenta, sorda e cieca … nel vedere i giovani che vanno dietro le luci del mondo lasciando l'Unica Luce: la Croce e il Crocifisso! Non lasciatevi attirare dalle luci del mondo! Non lasciatevi attirare ad essere ai primi posti nel mondo … dove non avete il Primo Posto di Dio … ma  avete il Primo Posto del Fumo del Veleno … Figli, Fratelli e Amici! Vi Segno … (Benedice) ancora con l'Amicizia del Mio Cuore … del Cuore del Padre … del Cuore del Figlio che il Padre Mi ha Donato! Vigilate per i Tempi che Scenderanno ancora! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Mamma! E oggi la vocina è ancora più piccola … ma Tu non hai problemi di udito …  mi senti! La Madonna: EccoMi! Guarda … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Mamma … potresti far fermare un po' questo vento … se puoi? La Madonna: Guarda…! Giulia: Quello è più forte ancora … lascia questo e fermiamo quello … questo è piccolino: un soffietto! La Madonna: Guarda ancora! Giulia: Mamma … fermiamo quel vento forte? Posso andare io? La Madonna:  Non sei ancora rientrata! Giulia: Lascio un po'… vado a fermarlo! Non lascerà niente se non me lo lasci fermare! I Grandi devono vedere e poi dicono …….! Non è meglio fermarlo prima e nessuno sa niente? L'ho detto capo sotto! Posso andare? Chiamo qualcuno … ed io vado a fermare quello che sto vedendo adesso: quel vento che fa così forte forte forte forte … che cancella ogni cosa! La Madonna: Ora finisci! Giulia: Poi lo trovo … o va avanti? La Madonna: Non temere! Guarda ancora! Giulia: Cosa ci hanno messo lì dentro? E cosa succederà quando si avvicineranno e baceranno? Mammina … ascolta il Sussurro del mio Vuoto! Mamma … cosa posso fare? La Madonna: Immolarti … come hai fatto sempre!  Giulia: Eccomi … Mamma! Eccomi! Lo tengo nel Vuoto vicino ai Rotoli? Eccomi! Eccomi! Tu sei raggiante … e io sono raggiante nel sentire tutto quello che mi stai dicendo! Eccomi … Mamma! La Madonna:  Guarda ancora! Giulia: Eccomi! Mammina … attimo dopo attimo è la Tua Festa … e oggi sento fortemente che è la Festa della Mamma … perché lo è! La Madonna: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Mamma mia! Mammina … metto nel Tuo Cuore, nel Cuore del Padre, nel Cuore di Gesù, nel Cuore di Giuseppe … il cuore di tutti i Figli … il niente della mia Giornata … ciò che ho fatto di sbagliato … perché non ho fatto niente di buono! Metto tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere nei Vostri Cuori! Metto i sussurri di ognuno ai quali hanno chiuso la Porta … e non sono potuti uscire per venirTi a trovare … ma si sono uniti!  Mamma … metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze: i Sacerdoti e i Gigli … portali lì dove Tu desideri … perché sei l'Ultima Grazia! La Madonna: EccoMi come Ultima Grazia … con i Banchetti …  con tutti i Servi Inutili … con tutte le Schiere … con tutte le Spose … con tutti i Pargoli … col Giardino di Dio in mezzo a voi … con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (La Madonna Benedice) ... l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Mamma … è bello … ma aiutaci in questi Giorni … tienici per mano … aiutami ad avere la Costanza e la Forza! Le prendo dal Letto della Croce .. e  Tu come Mamma … dammene ancora! La Madonna:  EccoMi … Figlia Mia! Nel Mistero Nascosto di Dio … pregate per le Mura di Roma … pregate per tutti i Figli Ministri … pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccoci … Mamma! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi ancora per l'Eternità! La Madonna: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani della Madonna) Don Vincenzo: Shalom! La Madonna: Altri Fiori Che Sbocciano ai Piedi della Croce del Tuo Figliolo Gesù! Come stai? Don Vincenzo: Bene! La Madonna: E’ bello! E voi come state … tutti bene-male? (La Madonna manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Don Vincenzo: C’è questo ventaccio! La Madonna: Quello che ha visto la Cocciuta è un po’ più grandicello … questo è solo un soffio! Soffia e vedi che se ne va! Papà … soffia! Hai detto che c’è un ventaccio … soffia! Digli al vento: Vattene … taci! (Don Vincenzo Soffia)   Don Vincenzo: Taci … vento! La Madonna: Diglielo più forte! Don Vincenzo: Taci … vento! La Madonna: Cosa c’è … che hai incontrato? Don Vincenzo: Sempre queste situazioni pagane: non c’è mai un discorso di Dio …  un discorso che mette Dio al Primo Posto! Questo Paganesimo! Ho incontrato una serie di persone e nessuno ha fatto un discorso su Dio, sulla Fede! Eppure potevano farlo … ma è proprio un modo di non mettere Dio al Primo Posto! E poi c’è il Giardino che va Pulito!  La Madonna: Papà … va pulito fuori! Il Giardino … dove siamo Noi … è Pulito … ci sono i Due Banchetti! Fuori … dove i Figli guardano solo i luccichii del mondo … lì va pulito! E dimmi cosa hai trovato ancora! Io trovo sempre le stesse cose: il Vendere e il Comprare … e cresce sempre di più! E trovo tanti Figli che non vogliono donare la mano …  e la Cocciuta fa avanti e indietro … e andando avanti e indietro … qualcuna gli dà la mano e gli altri si fermano ad aspettare! E’ un Dolore di una Mamma nel vedere i Propri Figli … che pur vedendo tutto l’Amore, tutta la Luce, l’Abito Nuziale, il Banchetto pronto, il loro Posto pronto … rimangono lì ferme … senza rispondere … e senza donare mano! Vedono i Flagelli … vedono  tutto quello che succede ancora … ma rimangono fermi! E’ Addolorato il Mio Cuore … ma c’è lo Strumento Chiamato da Dio …. come ognuno di voi è Chiamato da Dio per Lavorare … per essere Pane da Spezzarsi per l’Umanità intera … e per ognuno di voi nell’amarvi gli uni gli altri … nell’essere l’Unica Famiglia … la Famiglia dell’Amore … la Famiglia della Croce … la Famiglia del Padre … la Vigna e i Vignaioli … la Chiesa Nuova … l’Arca e i Remi, le Capanne! Tutto questo è una Grazia! Ma voi ancora dubitate … e lo Strumento deve portarvi ancora sulle spalle! Dubitare di Dio ….! Come si può? Vedete i Tempi … sentite un piccolo vento e una piccola pioggia e un piccolo terremoto … e vi spaventate! E quando i Cieli si Apriranno … cosa farete? Quando il Sole … che è rimasto Brillerà e tutte le Genti Lo vedranno … cosa farete? Tu lo sai già … loro no … e lo Strumento per Volere del Padre lo conosce! In piccole frasi a volte … no a volte … quasi sempre … vi dice tutto! Ma voi non capite … e girate intorno! In questo Giorno vi invito a prepararvi nella Preghiera Costante … Venderanno e Compreranno i Servi Inutili … Venderanno e Compreranno Gesù … Venderanno e Compreranno Me, Mamma di Dio! Ma vi invito ancora a pregare … perchè avrete altre sorprese! Non fatevi travolgere dal Veleno che si presenta come agnellino! Siate tutti Vigilanti … Figli! Come Mamma non vengo a spaventarvi … ma dovete essere pronti e preparati ad Alzare la Destra con la Croce …  (La Madonna alza la Destra nel Segno Trinitario e Benedice) … nel Silenzio e nel Nascondimento! E voi Ancelle … volete fare la Volontà del Padre? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Non rispondete: Eccomi! Poi lo risponderete allo Strumento nel Silenzio … nel Nascondimento … perché lo state rispondendo  più volte! Non dovete temere … Io ho risposto: EccoMi! E aspetto da ognuno di voi il Mio EccoMi! Raccontami ancora … cosa vedi vicino e lontano? Don Vincenzo: Lontano vedo ilProgetto del Padre che sfocia nell’Eternità … e vicino questo Progetto del Padre che ci accarezza e ci tratta da Figli! La Madonna:  Che ci accarezzi e tratti da Figli! … E ancora cosa vedi? Don Vincenzo: E poi vedo la Vigna … la Capanna … la Vigna che produce Frutti come la Capanna! Tutto in funzione del Padre! La Madonna: Nell’Intenzione del Padre c’è tutta bella e pronta perché Tu La doni a chi non ce l’ha … ma nel progetto dei Figli fa così e così … fa un po’ d’acqua! E cosa vuoi dire ai Tuoi Figli?  Don Vincenzo: Voglio dire di pregare di più e di fare delle Preghiere Profonde perché altrimenti le preghiere scivolano … La Madonna: Padre Nostro-Ave Maria! Don Vincenzo: … sono profonde ....! Tutto acquista Verità … ci si accorge che quella Preghiera è stata fatta per Amore … ci si accorge che quell’Amore aspetta il nostro Amore! Tutto parte dall’Amore, tutto … perché Dio è Amore … e guai quando non si mette Dio al Primo Posto … anche se a parole diciamo diciamo … ma quando Dio non viene messo al Primo Posto … tutto svanisce! La Madonna: Papà … l’Umanità pensa che sei andato in pensione … pensa che Papà-Dio è andato in pensione perché è vecchio vecchio! Ancora non ha capito che Papà è Bambino e rimarrà sempre Bambino! Don Vincenzo: Che bello! La Madonna: Che bello! I Figli non hanno capito che se il Papà rimane Bambino … anche loro rimangono Bambini! … Mamma: Fanciulla! … Papà: Bambino! … Gesù: Bambino! …. Figli: Bambini! … (don Vincenzo indica la foto del Papa Carlo che è nel Padiglione) … Cosa vuoi da Carlo?  Don Vincenzo: Papà Carlo … che bello!  La Madonna: Che bello! Vendere e Comprare non è bello! Dio Si Dona per Amore … e tutti i Servi Inutili Si Donano per Amore!  Don Vincenzo: Certo che non è bello Vendere e Comprare … perché trattano Dio da oggetto! La Madonna: C’è un mercato attimo dopo attimo! Gesù l’ha gettato in aria il mercato! Don Vincenzo: Certo!  La Madonna: Ma gli uomini no … gli uomini no e ne costruiscono sempre di più! E Gesù Venduto e Comprato! Don Vincenzo: Ma quello che conta è Gesù … e Gesù ha buttato tutto fuori dal Tempio! La Madonna:  Ma il Padre può anche farlo! Anche Piuccio ha gettato tutto! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Cosa vuoi dire viceparroco? Raffaele: Si potrebbe chiedere di togliere il sorriso a chi ride di Dio?  La Madonna: Dio lascia tutti liberi! Dio non punisce così: di togliere il sorriso! Dio aspetta di raccogliere i Frutti dell’Amore lasciando ridere … donandogli ancora la mano nel dire: “Figlio … vieni … il Banchetto pronto … ti aspetto per fare Festa!” Vedi … tu ragioni con la mente! Se ragioni col cuore … troverai Dio che ti dice attimo dopo attimo: “Figlio … dobbiamo portare tutti i Figli a Casa … anche quelli che ridono di Me! Padre perdona loro … perché non  sanno quello che fanno! … Padre perdona loro … perché ora sanno quello che fanno!”: questo E’ Dio! Ma c’è anche il Momento della Domanda Finaledove rimane sempre Padre … e nel rimanere Padre … chiederà ai Propri Figli la Domandina Finale! E’ Giudice … è Giudice d’ Amore … non è Giudice di Terra … e nel togliere a chi ride di Lui … dovrebbe distruggere ogni cosa! E il Padre non distrugge ogni cosa … Benedice … dona Amore … dona Luce … dona Gioia … e aspetta! Raffaele: Tutti quanti dovremo portare delle Ceste con quello che abbiamo fatto durante  la Vita?  La Madonna: E sì … ma ancora la Cocciuta non ha visto niente nelle Ceste! Ma  non si è dimenticata delle Ceste! Hai finito? Raffaele: Mi fermo! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! La Madonna: Cosa c’è nelle Ceste? Dì quello che vuoi dire! Teresa: Eccomi! Nelle Ceste c’è la Corrispondenza dell’Amore al Padre: questo è il Frutto che dobbiamo portare! La Madonna: EccoMi! E poi? Teresa: Ci siamo noi … siamo noi il Frutto quando ci riconosciamo come Croce … fatti a Immagine e Somiglianza di Tuo Figlio! La Madonna: Vai avanti! Teresa: Ci puoi raccontare qualcosa dei primi giorni dopo la Nascita di Gesù? La Madonna: EccoMi! Il Padre Mi aveva detto Tutto … ma nonostante Mi era stato detto Tutto … ero e sono una Creatura come ognuno di voi … una Bimba di dodici anni, un pochettino di meno … diciamo dodici anni! Una Fanciulla come tutte le altre fanciulle … che conosceva già che doveva essere la Mamma del Figlio di Dio! E così non c’era posto per Noi … camminando! Io non ero stata accolta … volevano lapidarMi! E Gesù … già dal Grembo Materno non è stato accolto da nessuno! E appena Nato Gesù … Giuseppe … con alcune donne … Mi hanno aiutato! Non ero al freddo … anche se tutto era all’aperto! In quel Tempo non faceva poi tanto freddo … come raccontano! Avevo poche cose per vestire Gesù … e si usava metterLo nelle fasce! Io avevo pochi pannetti! Qualche fanciulla come Me aveva da parte qualcosa … ed è venuta in soccorso! E Gesù è Nato nel Dolore come il Parto normale … e tu che sei medico lo conosci com’è il parto … e tutte le mamme! Era nel Dolore e nella Gioia nel sapere che quel Bambino sarebbe stato poi la Salvezza … e sapendo già che non  Lo avrebbero mai ascoltato … o meglio ascoltato per i propri comodi! Io, come Mamma … accudivo il Mio Figliolo Gesù: Gli donavo latte … Lo cambiavo e Lo pulivo! Ed ero Piena di Dio nel vedere quel Bambino che … appena Nato … Parlava e Operava Miracoli! Siamo dovuti poi andare un po’ di qua e di là … e Gesù ci indicava dove andare! L’Angelo di Dio …! E cosa vuoi sapere di preciso? Chiedi! Gli davo il latte … Lo cambiavo come tutti i bambini … e Mi sentivo Mamma …  e Mi sento Mamma dell’Umanità intera avendo Gesù nelle Braccia … nel portarLo! Dì … cosa vuoi sapere ancora … va bene così? Teresa: Eccomi!  La Madonna: No … chiedi! Non vuoi più sapere nulla? Teresa: Eccomi! La Madonna: Eccomi sì o Eccomi no? Teresa: Eccomi sì! La Madonna: E parla! Teresa: Eccomi e basta … c’è il Veleno che copia! La Madonna: E sì … ma Io non ti ho detto tutto, eh, eh! Teresa: Basta così! La Madonna: EccoMi! Vuoi alzarti un poco? Vuoi sederti sulle Mie Gambe …  sì … vieni da Mamma … siediti! Eccolo qua il Mio Bimbo! … (Don Vincenzo si siede sulle Gambe della Madonna e Lei gli canta la ninna-nanna) Ninna oh, ninna oh … questo bimbo a chi lo dò? Se lo dò all’Umanità … Me Lo vende e Me Lo comprerà! Ma è Dio e si Dona con Amore all’Umanità!” Eccoti … bello di Mamma!  Don Vincenzo: Ha fatto pure rima! La Madonna: Se ti ho fatto la canzoncina … giustamente che fa rima! Sei stato comodo? Don Vincenzo: Non me l’aspettavo … ho detto: “mò faccio una cascata per terra!La Madonna: Lo faccio ancora? Don Vincenzo: No, no! La Madonna: Non cadi … non ti faccio cadere! La Madonna: Una Mamma non fa cadere il Proprio Figlio! Il guaio è che ce ne sono tante che li uccidono … ma la Misericordia non cancella chi li uccide! Don Vincenzo: Tu puoi fare tutto! La Madonna: Sì … me l’hai concesso Tu! Don Vincenzo: Quando si ha Gesù … si ha Tutto! La Madonna: Quando si ha il Padre … si ha Tutto!  Avete visto … vi è piaciuto? Tutti: Eccomi! La Madonna: Vuoi venire di nuovo … vieni … siediti! Una Mamma tiene in braccio i Propri Figli e il proprio Papà! Don Vincenzo: Sì! Piano, piano! La Madonna: Non ti preoccupare … non cadi … siediti! Don Vincenzo: Un Figlio che ha 70 Anni ….!  La Madonna: Tu non hai 70 Anni? Dio non ha Età … come anche Io … ho l’Età …..! Sei così leggero che sembri una piumicina! Vedi … facciamo avanti e indietro! Non temere … non ti faccio cadere! Don Vincenzo: Lo so che non mi fai cadere … ormai l’abbiamo capito che Tu puoi fare tutto! Aiutami ad alzarmi in piedi!  La Madonna: Ecco qua! Don Vincenzo: Ecco qua! Che bello! La Madonna: Lo sai quanti al posto tuo vorrebbero sedersi sulle Mie Gambe … sulle Gambe della Mamma? Tutti: Eccomi! La Madonna: Eh! … (la Madonna manda un bacio a tutti) Meglio che vi porta la Cocciuta sulle spalle! Ora siediti sulla tua sedia! Ecco! Era più comodo stare seduto sulle Mie Gambe … vero? Don Vincenzo: Sì … è tutto comodo! La Madonna: Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dire ancora? Vuoi parlare tu? Parlate un po’ per uno! Poi devo mandarvi a Casa a portare il Pane Fresco … la Parola che avete ascoltato … e il Pane Fresco diventa ognuno di voi che vi Spezzate e vi Donate! EccoMi! Raffaele: Chi ti veniva a cercare in quel Tempo era per Amore o solo per invidia? La Madonna: Nessuno di chi veniva era invidiosa … venivano a chiedere aiuto e a chiedere se dicevo a Mio Figlio una parolina per loro … come vengono dalla Cocciuta a dire: “Eh … preghi? Ma tu preghi? Ma glielo dici a Tuo Figlio?” E Io rispondevo: “Se hai bussato alla Mia Porta … è perché il Padre ti ha fatto bussare a questa porta!” … E la Cocciuta risponde le stesse cose: “Se avete chiamato … il mio Compito è pregare!” … Chi era invidiosa … c’erano le ragazze che aspettavano! Ma Dio ha Scelto Me … come ha Scelto ognuno di voi … e come ha Scelto la Cocciuta per voi … per portarvi sulla Viuzza Stretta … sulla Viuzza del Pane Intero che E’ la Parola Viva di Dio e di Gesù e della Mamma! Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna: Vuoi tenuto in braccio ancora una volta? Stai buono, buono, eh! E adesso mandiamo i Figli a Casa! Ma voi state tutti bene-male? (la Madonna manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi!  La Madonna: C’è una pancia? Marta: Sì!  La Madonna: Vieni! C’è una pancia … c’è una pancia che devi Benedire! Metti la Tua Mano sulla pancia! … (Don Vincenzo Benedice) Perché piangi … Figlia? Marta: Sono contenta!  La Madonna: EccoMi! Metti la Tua Mano sulla pancia! Ma non stringere troppo! Ecco!  Don Vincenzo: Diamo la Benedizione … come ti chiami? Marta: Marta! La Madonna: E che Nome avrà? Marta: Pensavamo: Benedetta! La Madonna: Benedetta! (don Vincenzo Benedice) E se ti dico: Miriam … lo sposo che dice: Benedetta o Miriam? Angelo: Il Nome non ha importanza!  La Madonna: Non ha importanza?  E’ il Mio Nome! Don Vincenzo: Tiragli le orecchie! … (Marta sorride) … La Madonna: Sì vieni … che te le tiro Io l’orecchio … vieni! Ma non ti preoccupare … non ti tiro l’orecchio … ti dò un bacio … e anche a te! Don Vincenzo: Ciao … come ti chiami? Angelo: Angelo! Don Vincenzo: Angelo! Angelo e … La Madonna: ... Marta! Don Vincenzo: Angelo e Marta … bella accoppiata! La Madonna: Auguri … Figli! Don Vincenzo: Auguri! Non piangere più …  sorridi!  La Madonna:  Piange di Gioia! Costruite una bella Capanna! Don Vincenzo: Angelo … sorridi! La Madonna:  E il Padre vi lascia liberi: se hai deciso Benedetta … sia Benedetta! Se decidi Miriam … sia Miriam! Amen! Marta: Amen!  La Madonna:  Così sia! Teresina … come Ancella più grande di tutte le Ancelle … acchiappale una ad una … ragionate … e poi parlate con lo Strumento! Teresa: Eccomi!  La Madonna: Vi acchiappa … non scappate! Teresa : Posso parlare come parlo io?  La Madonna: Sei medico e sei Ancella! Eccomi! Hai finito? Teresa: Eccomi! La Madonna: E allora se hai finito … Io mando i Figli a Casa nel portare il Pane Spezzato da Dio … e il Pane che siete voi … vi Spezzate con Amore e vi Donate all’Umanità amandovi gli uni gli altri … essendo caritatevoli gli uni gli altri nel Silenzio … e pregando per le Mura di Roma … per tutti i Figli Ministri e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E Io lascio scendere su di voi il Pane Spezzato … (impone le mani sui presenti) … portateLo ovunque andate nel Silenzio … Lo Spezzate e Lo Donate nel Silenzio … con la Destra! …  (La Madonna alza la Destra nel Segno Trinitario e Benedice) … Ricordate che Abitate nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … non legate i vostri cuori ai luccichii del mondo … e combattete il Veleno usando la Destra … e combattete i Falsi Profeti usando la Destra … Figli Miei!  La Madonna: Ora tu saluta i Figli con l'Albero Verde ed Io saluto col Magnificat! … (Don Vincenzo Benedice) Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti noi qui presenti, sulle nostre famiglie, sui nostri parenti, sui nostri amici, sui nostri nemici! Che sia questa la Serata più bella della nostra Vita! La Madonna: Benedici … Figlio … alza la Croce!  Don Vincenzo: E  ora la Benedizione! Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti:  Amen! … (Tutti recitano il Canto del Magnificat e poi quello del Gloria al Padre con Don Vincenzo) … La Madonna: L'Anima Mia Magnifica il Signore! Tu Fanciullo …  Tu Nato dal Grembo di Dio … Tu che sei venuto a formare la Chiesa Nuova dell'Anima Mia per farMi conoscere tutte le Genti! Oh, Fanciullo … oh, Dio Bambino che Accendi nell'Umanità il Sole del Tuo Amore … aspetta ancora … aspetta ancora il Parto del Tuo Sole! L'Anima Mia Magnifica ciò che hai fatto da Sempre … e nel Tuo fare da Sempre c'è quel Sole … quel Cuore Immacolato che deve Trionfare nel pulire e nel togliere ogni macchia del Male … nel far regnare nell'Umanità intera la Tua Pace … e il Tuo Amore … la Tua Promessa da Sempre! E l'Anima Mia Magnifica il Signore! Giulia: Mamma … Mammina del Mio Cuore … Donaci la Costanza e la Forza di accogliere i Tempi che stanno scendendo … nell'Amore, nell'Umiltà, nell'Amarci gli uni gli altri … così come Tu hai amato coloro che hanno deriso e deridono Gesù! Aiutaci a fare questo … Mamma! La Madonna:  EccoMi … Figli! Giulia: Ti Amo, Papà!  Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore: Tutti: TI AMO, PAPÀ! Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! (Il Padre impone sui presenti le Sue Mani e Don Vincenzo fa lo stesso) … Lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei … ma pregate … pregate rimanendo nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne … Figli! Giulia: Padre … Eccomi … Eccomi! Don Vincenzo: Eccomi!  

 

 

 

 

GIOVEDI 14 GENNAIO 2016

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi  dice:) … Gesù: Nel Padre Nostro e nell'Ave Maria … Glorifico il Padre Altissimo … ora e per l'Eternità … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! E nel Segnarvi … (Benedice) … con l'Amicizia Piena di Dio … Innalzo ancora la Croce … (Innalza il Crocifisso che porta al petto la Cocciuta e quello della coroncina del Santo Rosario) … per indicare la Via di Maria Segnata dalle Spine … (il Rosario) … e la Via Stretta … (la Croce) … che portano tutti e due nel Giardino del Padre … nel Giardino dell'Amore … nel Giardino Pulito … Pulito da tutti i Servi Inutili … Pulito da tutte le Schiere … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! In questo Giorno del Pane Vecchio … lo Strumento ha dovuto ubbidire nel far consumare il Pane Vecchio e nel tenere ancora nel Rotolo del Vuoto ciò che le Ancelle devono compiere nella Missione di Spose di Dio! La Missione di Dio è Trasfigurarsi e … quando dinanzi a Dio tutto questo e dinanzi agli uomini, all'umanità avverrà …  perché tutti vedranno … ma ora lo Strumento dovrà tenerlo nel Rotolo del Vuoto! Ma avete mangiato il Pane Vecchio … Figli … e mangiando il Pane Vecchio non dubitate! Anche se L'avete conservato male … L'avete conservato! L'avete preso! Dio Si dona a tutti e in questo Luogo! Lo Strumento … come sapete già … farà le Cose del Padre! Non dovete dubitare e pensare: “Ma mio figlio non l'ha mangiato !… Ma il mio vicino … il mio parente … l'Umanità ..…!” Volete che Dio lasci senza il Suo Amore l'Umanità? Volete che lo Strumento lasci senza Amore i Figli che porta sulle spalle? Non fate pensieri lunghi! Non fate pensieri che Dio non abbia già fatto … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Ciò che dovevo fare l'ho fatto … ma non in pienezza, Gesù! Nell'Ubbidienza del Tuo Cuore … aspetto! Gesù: EccoMi … Anima Mia! La prima cosa che si deve donare al Padre è l'Ubbidienza … ma al Padre … non agli uomini! Giulia: Eccomi! Gesù … quanto Pane Vecchio state mangiando! Gesù: Come l'avete mangiato voi … Lo mangiamo Noi! Giulia: Eccomi … Gesù! È così bello … è così gioioso sentirTi dentro e vedere ......! Ma chino il capo … Gesù … nell'aspettare la Famiglia … nell'aspettare il Piccolo Gregge che è nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! Tu mi hai donato tutto il Tempo! Lo so che lo stai accorciando … non si potrebbe accorciare un altro poco? Gesù: Guarda! Giulia: Gesù … i Figli ancora non hanno compreso che siamo nei Fuochi di Guerra! C'è un detto che voglio dirTi … penso che Tu lo conosci: “Quando si vede la serpa … si chiama San Paolo! L'hai inventato Tu? Penso proprio di no! Tu non inventi … Tu insegni … e questo non l'hai detto Tu! Ma si va ancora di qua e di là … e si ascoltano ancora i rumori che Tu conosci … e si corre ancora dove ci sono le Mura Insanguinate di Sangue Innocente! Gesù: Guarda … non c'è più nulla che non conosci! Giulia: Gesù … donami sempre la Costanza e la Forza di poter Lavorare e fare le Tue Cose, le Cose del Padre … e tenere la Famiglia riunita nella Pace … nella Tua Pace, nella Pace del Padre … perché la pace del mondo non esiste! Il mondo fa la Guerra: uccide i pargoli, uccide i figli, uccide i papà, uccide le mamme! Gesù … Tu con la Tua Mano puoi fermare ......! Gesù: E tu col tuo Lavoro puoi cancellarli … Anima Mia! Giulia: Gesù … ora in quest'istante … non posso lasciare quello che sto facendo e andare dove sto vedendo Fuochi Accesi? Gesù … non posso dire tutti i Segreti … perché poi li copiano … e Tu  lo sai bene! Gesù: Li tieni  tutti nei Rotoli del Vuoto! Giulia: E quando li aprirò? Gesù: Conosci l'Ora e il Giorno! Giulia: Ma posso dire ancora ciò che Tu mi stai facendo vedere? Gesù: Immolati come tu sai fare! Prega e fai pregare i Tuoi Figli! Giulia: Questa sera abbiamo fatto quello Piccolo che è Grande: il Rosario dell'Amore … il Rosario della Pace … ai Due Cuori: Padre nostro-Ave Maria! Gesù … quando finirò il Lavoro che sto facendo … andrò a fare l'altro portando alcune delle Ancelle, qualche Sacerdote e qualche Suorina: quelli che mi indicherai Tu! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Gesù …  metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore la Famiglia! Metto nel Tuo Cuore il niente della mia Giornata! Metto nel Tuo Cuore i Grandi del mondo! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze … i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! E metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai Donato e mi doni da Sempre: accoglilo … Gesù! E accogli il Pane Vecchio che ci hai donato … accogli tutti i nostri errori … accogli tutti i nostri sussurri! Domenico ha raccolto! Gesù … nel seminare il Tuo Amore … si diventa Veri, Vera Pianta, Vero Frutto, l'Unico Legno che non si piega! E così ogni Figlio! Quando un Legno si piega … mi ci metto vicino per non farlo cadere … e se cade lo prendo sulle spalle! Gesù: EccoMi … Anima Mia! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con il Giardino Intero in mezzo a voi! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice col Segno della Croce) e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci … Gesù! Pronta a rispondere l' Eccomi per tutti! Accoglilo! Gesù: EccoMi …  Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI … GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Shalom!  Gesù: Shalom!  Don Vincenzo: Pace a Te … Gesù! Gesù: Pace a Te … Papà! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Hai mangiato il Pane Vecchio? … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Don Vincenzo: C’è stata un po’ di confusione! Gesù: Non c’è stata un po’ di confusione … c’è stata un po’ di Pioggia! E sì … si è dovuto bagnare il Pane Vecchio! E la Cocciuta l’ha dovuto fare dinanzi a tutti … non di nascosto! Le Cose di     Dio si fanno alla Luce del Sole … e il Sole era qui … (indica il Calice Vivente) e il Pane si è bagnato alla Luce del Sole! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Don Vincenzo: Quello che è bello sono state quelle molliche!  Gesù: Sì … la Cocciuta te le ha prese … ne avevi lasciate un po’!  Don Vincenzo: Una dopo l’altra! Gesù: Una dopo l’altra! Le ha sbriciolate una dopo l’altra! Don Vincenzo: A dimostrare come … Gesù: … come Dio Si Spezza e Si Dona mollica dopo mollica! Don Vincenzo: Dacci oggi il nostro Gesù: … Pane Quotidiano! Don Vincenzo: Che bello! … (Gesù indica la Reliquia del Beato Domenico Lentini) … Gesù: Ecco … eh … se guardi bene … in scritto d’oro c’è il Nome dell’altro Capriccioso: Giovanni! Guarda bene … c’è scritto: don Mario! E sì … Giovanni ce Lo chiamo Io! Che c’è Teresina del Bambin Gesù … che avete? Ancelle: Eccomi! Gesù: State tutti bene-male? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: E’ bello! Gesù: E’ bello! Ma tutti i Figli sono coscienti di quello che attimo dopo attimo stanno ricevendo? Alle vostre spalle … non queste … fuori … avete guardato cosa sta succedendo? Siate pronti e preparati … siate Vigilanti! Ai Tuoi Figli devi dire di pregare … di non dubitare delle Capanne … e di non gettare .........! Tutto verrà a mancare ai Fratelli! Dovete dividere anche una mollica e … se quella mollica è nera come quella … dovete anche mangiarla: Sono sempre Io e Sei sempre Tu! Ma come state … bene-male? … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: E Tu Papà che fai … sempre l’Alba fai? E la Cocciuta Lavora … e quando poi rientra a riposarsi … deve riposare! Don Vincenzo: Gesù? Gesù: EccoMi Papà … che facciamo … Ci Doniamo … così poi prendiamo del Tuo e Lo mangiamo? (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Padre … Tu Mi hai donato Tutto per donarLo a tutti! Questo è il Nostro Sangue! Questo è il Sangue che Mi ha Donato Mio Padre! Questo è il Sangue che Tu Mi hai Donato e Io Lo Dono ancora a Te! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Salva ancora e Sii Paziente ancora … Padre! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Nostra Carne: la Tua e la Mia! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Sono Io: l’Agnello Immolato … che rimane Immolato per Amore! Passa la Pioggia … passa il Vento … passa la Tempesta … e Io rimango per Amore! Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! DoniamoCi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci Siamo Donati?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena … è Viva  ed è Risorta nel Tuo Nome … nel Nome della Croce? Prendiamo parte? Don Vincenzo: Eccomi … sì che prendiamo parte!  Gesù: E allora prendiamo parte al Tuo Tutto … EccoMi … prendiamo parte! EccoMi! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Prendiamo parte! … (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) Don Vincenzo: Tutto è Vivo …  Gesù: … sì, perché Sei Vivo! Don Vincenzo: Tutto è Divino! Gesù: Oggi sei uscito … cosa hai incontrato sulla Via? Io, quando sono uscito … ho trovato tanti Fuochi di Guerra … tanti Terremoti … fatti dagli uomini … e tanti ne stanno preparando ancora! Ho trovato anche la Pioggia di Sanguee  sempre preparati dagli uomini! E ce ne sono ancora! Don Vincenzo: Gesù … ma c’è qualche possibilità di Azione? Gesù: Azioni di Guerra? No, da parte Nostra … sono Azioni di Pace! E lo Strumento sta Lavorando e Tu … e tutti i Servi Inutili! E tutti voi che aspettate? Pregate e Lavorate … Ancelle! RaccontaMi qualche altra cosa! Io vi racconto che non sono contento dell’Umanità … non sono contento dei Figli che Mi Vendono e Mi Comprano … non sono contento di come si stanno comportando! Ma voi ….! Voglio il vostro Amore … voglio la vostra Forza! Voglio non si dice … ma Io lo posso dire! Voglio la vostra Costanza! E’ l’Esercito dell’Amore … la Vigna … i Vignaioli … Don Vincenzo: … le Schiere …  Gesù: … e la Chiesa Nuova: pronti a Combattere col Pane Intero e Spezzato! Ho Fame! Ho Fame! Ho Fame di Amore! Ho Fame …  Don Vincenzo: … di Anime! Gesù: … ho Fame del Padre! Ho Fame di Anime! … Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Non dovete essere tristi … dovete essere gioiosi: Dio E’ in mezzo a voi! Dovete pregare per la Pace! Gli uomini giocano!  Don Vincenzo: Tu?  Gesù: Io Amo … e Tu? Don Vincenzo: Amo! Com’è bello amare! Gesù: E Tu Sei l’Amore! Insegni  l’Amore ai Tuoi Figli e all’Umanità! Vedi … tante cose non posso rivelarle … ci sono quelli che copiano:  quelli dei Tre Giorni … sono a copiare e a fare loro ciò che non è loro! Ma pregate ancora per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Oggi una parolina per una la dovete dire tutte quante: una, due, tre, quattro, cinque! (Gesù si rivolge alle Ancelle) Venite col niente! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: Vicepà … Raffaele: Eccomi! Gesù: … ti raccomando: scarsetto, scarsetto, scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Iniziamo di là? E iniziamo! Roberta: Il Pane Vecchio è diventato … per Grazia di Dio … Pane Nuovo? Gesù: Non ti posso rispondere … non è completata la Missione! Roberta: Eccomi! Gesù: EccoMi! Sara: Ti ho visto sulla Croce … Gesù! Gesù: Perché non Mi fate Compagnia nei momenti di solitudine? Ancelle: Eccomi! Gesù: Padre Nostro-Ave Maria! Non dovete Addormentarvi … dovete solo farMi Compagnia! Gesù: EccoMi! Alessandra: Vorrei guardare ai Dolori del Padre per riflettere su tutto il Suo Amore che ci Dona attimo dopo attimo … e di quanto Gli costa la nostra Libertà … ma nonostante tutto ci Ama! Gesù: Non è costato niente … Gli costa Amore … perché è Amore! E così  anche voi: non vi deve costare nulla … perché è l’Amore che Lui vi ha Donato che donate! Alessandra: Eccomi! Gesù: EccoMi! Chiara: Oggi pomeriggio, di sopra … la Cocciuta aveva dinanzi a sé un piccolo specchio … si è guardata e dopo un poco ha fatto: “Ah … che occhi!Gesù: Ah … che occhi!” E tu cosa hai pensato? Dillo cosa hai pensato quando la Cocciuta ha detto: “Ah … che occhi!” Si riferiva al trucco che le ha fatto Teresina … o a cosa si riferiva? Chiara: Al Nocciolo Scorticato! Gesù: Anche! Ma si riferiva agli occhi dei Figli che stavano cadendo nei Fuochi di Guerra! “Ah … che occhi da guardare … eeeh … da non poter prendere subito!” Che hai Teresina? Lo so cosa hai visto adesso! Dillo! Teresa: Pensavo a quegli occhi che ho visto stanotte! Gesù: Eh … EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: La Cocciuta non ti ha mollato … è stata sveglia tutta la notte! Ma non era solo questo che volevi dire! Cosa vuoi dire? EccoMi! Teresa: Eccomi! Quando ho saputo che dovevamo baciare la Reliquia di Domenico … come al solito io non chiedo mai niente subito e aspetto che sia lo Strumento a dirmi quello che dobbiamo fare! Gesù: Come ha scritto? Teresa: Questo l’ho ricopiato io … ma quello che è scritto ho capito subito che era Domenico … perché ad un certo punto mi ha chiesto …….! Gesù: Sì … come si scrive 2016? Teresa: L’aveva già scritto! Gesù: Eh, eh … prima scrive e dopo viene! Teresa: Quando mi ha chiesto: “Come si scrive Reliquia?” … Ho capito che era Domenico! Poi sono stata a pensare sul  motivo per cui dovevamo baciare Domenico! Oggi pomeriggio … quando siamo state un attimo da sole … le ho detto quello che avevo sentito nel cuore e poi lei mi ha aggiunto il resto … lo posso dire? Gesù: E dillo! EccoMi! Teresa: Eccomi! E’ stato scelto Domenico innanzi tutto perché rappresenta anche Lui Giovanni e quindi anche Lui: Dio! E dentro Domenico c’è il Piccolo Giovanni e c’è la Sua Ombra che è don Vincenzo! E’ stato scelto Domenico perché Domenico diceva sempre: “Il Mio Tutto è la Croce!” … Ma soprattutto è  stato scelto perché Domenico univa … faceva delle grandi Processioni … e anche per Lauria Superiore e Lauria Inferiore … perché a quei Tempi … e anche oggi … c’era una grande divisione e Lui cercava di unire le persone e di unire le anime! Quindi il motivo è stato questo: baciare la Sua Reliquia per vedere il nostro errore … che poi è quello di non vedere il Fratello … è quello di non essere uniti … è quello di non riconoscere il Padre … è quello di non ubbidire allo Strumento! E ritorniamo sempre al solito punto! E solo questo dobbiamo imparare a fare: innanzitutto ubbidire! Gesù: E Giovanni diceva e dice: “Io Mi sono fermato perché ho trovato l’Ubbidienza … e ho messo il Mio Sigillo di Sacerdozio Vivo ed Eterno! … E quando lo prendevano in giro rispondeva ancora così: “Alla fine … vedrete! Ballate … fate tutto quello che volete … Io ho messo il Mio Sigillo di Sacerdozio Vivo ed Eterno … e, quando metto il Sigillo, non Mi sbaglio mai!” Non si è mai sbagliato! E dicendo e salutando ognuno di voi: “Io faccio tutto a Gennaio!” … Ehi, non dimenticate di farGli gli auguri, eh … fra poco è il Suo Onomastico! Allora Papà … cosa dobbiamo fare con queste teste calde? Sì, i Fuochi di Guerra ci devono essere prima del Sole che Si Apre … ma ne stanno preparando un po’ di più! Cosa hai deciso da Sempre?  Don Vincenzo: Perché hai detto che i Fuochi di Guerra comunque ci devono essere? Gesù: E sì … ci devono essere prima che Si Apre l’altra Metà del Sole: il Cuore Immacolato! Ma adesso ne hanno preparato un tantino di più le teste calde e cosa vuoi fare? Far raffreddare le teste … o cosa? Don Vincenzo: Bisogna allargare il Raggio d’azione dell’Amore! Dobbiamo fare una         Preghiera Universale che inglobi tutti! Gesù: E il Padre la dona sempre la Preghiera Universale: Padre Nostro! Don Vincenzo: E’ questo che manca! Gesù: Eh … viene fatto solo con le labbra! Lo Strumento in questo Giorno ha fatto fare: Padre Nostro-Ave Maria! Don Vincenzo: Se ci fossero anche solo poche migliaia di persone convertite … che vivono nell’Amore! Gesù: Papà … ma lo sai che non ce ne sono! Don Vincenzo: … significa … Gesù:   significa che le Guerre non ci sarebbero e le Armi diventerebbero Fiori! Ma Papà … lo sai che cresceranno! Don Vincenzo: Sempre per questa stoltezza! Ecco Gesù! Ecco Timparelle! Gesù: Ecco Tuo Figlio … ecco Timparelle dove c’è l’Albero Piantato che non seccherà e nessuno Lo potrà sradicare! Don Vincenzo: E anche questa Gerarchia Ecclesiastica … che alla fine invece di essere alleati … fanno il contrario … e impongono sempre il Potere! Gesù: Quale Potere? Il Potere di ognuno di loro è la Povertà, la Carità, l’Amore e l’Umiltà: Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Don Vincenzo: E’ questo che manca! Gesù: E sì … manca Tutto! Nella Vigna donata ai Nuovi Vignaioli … lo Strumento lo ripete di continuo: “Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Preparate le Capanne … rimanete nella Vigna, rimanete nell’Arca, rimanete nei Remi, non lasciate le Capanne! Don Vincenzo: Se un cuore pulsa in modo forte … è capace di strappare tante Grazie!  Gesù: E’ capace di fermare tante Guerre … e per questo vi chiedo di pregare per tutti i Sacerdoti e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Hai visto cosa sanno fare gli uomini? Pensano di stroncare la Mia Voce … pensano: “Così il Pane non viene Sfornato!” Il Pane viene Sfornato, Infornato, Cucinato … Sfornato e Pronto da Mangiare! Don Vincenzo: Se facessimo un’Alleanza Universale con l’avere al Primo Posto Dio, al Primo Posto il Padre ….! Gesù: Ma non l’hai capito che non Ti vogliono … Papà? Ci hanno messo neanche all’Ultimo posto! “Ci siamo noi! Don Vincenzo: Ci siamo noi!” … ma non c’è la Radice … e non si può crescere! Gesù: Ci sono loro senza Radice! Se non c’è l’Albero della Croce … Se non c’è l’Albero del Padre … come fanno a crescere? L’albero di questi qua? … (indica i soldi) … Sì … hanno tolto l’Albero e hanno messo … eh … le foglie secche! Tu lo vuoi? Buono … tiè! Ne vuoi un altro? Io ne voglio un altro! EccoMi! E cosa vuoi dire ancora’ Dopo poi Io vado ad accogliere le Spose e viene Giovanni a parlare! Ma se vuoi parlare ancora un po’!  Don Vincenzo: No! Gesù: A Giovanni lo fai parlare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E allora vado! Don Vincenzo: Lì dove stanno Banchettando … lì dove l’Amore si concretizza … e lì dove ognuno Ama l’altro … e anche noi:  i Piccoli, i Poveri, gli Ultimi … ma nell’Amore … e posso sorridere e non ho paura! Gesù: E non Mi vergogno … perché chi si vergogna di essere Figlio di Dio … Dio si vergogna dei Figli! Papà … allora Io vado ad accogliere le Spose e Giovanni viene a salutarvi … vi bacio … poi vengo dinuovo! PICCOLO GIOVANNI: CON LA CROCE E COL PANE! …  (Giovanni Benedice e  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Ehi … come stai? E voi come state … tutti bene-male? Giovà … com’è? Il caffè! Bevi! Ne vuoi ancora un altro sorso? Chi lo vuole se lo va a prendere! Vediamo questo caffè! Buono! E sì! Giovà?  Don Vincenzo: Giovà? Piccolo Giovanni: Eh … Giovà? Don Vincenzo: Giovà che bello! Se il mondo capisse quanto perde … è tutta una perdita perché non capisce Gesù … ha perso!  Piccolo Giovanni: E se uno non capisce il Padre … ha perso ancora di più! Eh Giovà … io lo ripeto ancora … ad ognuno dei Figli li ho salutati e gli ho detto: “A presto … a vederci e a sentirci … e fra poco ci rivediamo dinuovo!” … “Eh … è morto … è finito tutto!” …  Mi Sono Addormentato e Sono  Rinato! … “Aveva promesso che faceva quello … faceva quell’altro … e faceva quell’altro ancora! E’ morto e mò che deve fare? … Eh … non si è fermato nulla … si è cresciuti … anche nella Chiesa Nuova … anche se deve fare tutto lo Strumento! Che Mi dai da mangiare? … No, la mortadella no … i pesci sì! Sì … vanno bene così … per Me sì … e anche un bicchieruccio di vino! Tu ne vuoi ancora? No! Don Vincenzo: Anche se sono buoni! Piccolo Giovanni: Allora mangiali! Don Vincenzo: Tu sei un intenditore!   Piccolo Giovanni: Tu non sei da meno … perché tieni il Vino Buono per tutti! Don Vincenzo: Un pesce senza spine è ancora più buono!  Piccolo Giovanni: Ti danno fastidio le Spine? Le semini e puoi raccogliere i Figli! Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dirMi a zio Mario? E Nicò …?  Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Maria come va col tutto? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tu Teresina … cosa Mi racconti? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … (Giovanni parla col Beato Domenico Lentini nella Reliquia e dice:) Ehi ciao … abbiamo tanto Lavoro da fare! … Visto che il pesce l’ho mangiato … ehi, vicepà …  me lo dai un pezzettino di formaggio? Col biscotto è buono! Teresa: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Tiè … ecco … no, era per lei … Io mangio questi! Allora … parli? Don Vincenzo: E’ arrivato il vento! Piccolo Giovanni: E’ arrivato il vento? Non è arrivato il vento … il vento l'ha fermato la Cocciuta … ma è arrivato quello così! … (Soffia piano piano) … e neanche il Terremoto è arrivato … e gli aerei sono passati diritti, non si sono fermati! Vigilate … convertitevi … e credete al Pane Intero! Don Vincenzo: Il Pane Intero che si Spezza! Piccolo Giovanni: Che si Spezza e rimane sempre Intero! Don Vincenzo: E rimane sempre Intero! Piccolo Giovanni: E si dona a tutti! Don Vincenzo: E si dona a tutti! Che bello questo Pane Spezzato!  Piccolo Giovanni: Come avete preso il Pane Vecchio … come avete preso il Pane Nuovo Impastato: Impastare per crescere e donarsi! Don Vincenzo: Eccoci! Piccolo Giovanni: EccoCi! Dio ha fatto  tutto con l'Amore … e quando si dice: “Ma è difficile amare … è difficile perdonare …, è difficile essere sinceri!” … Non è difficile! Io sono gioioso di Paolo quando dice dinanzi a tutti: “Ho sbagliato … non ho sbagliato… questo non è giusto … questo è giusto!” … Sono gioioso … perché così si fa! E’ vero … Paolo? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Perché è triste il tuo cuore … Paolo? Mi vuoi bene ancora come Don Mario? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Paolo: Ci sono dei momenti di riflessione …  perché se è vero, com'è vero che è semplice amare e volerci bene …  ci sono anche tante situazioni legate al mondo in cui viviamo che ci portano ad allontanarci! Fortunatamente sono solo dei momenti … e poi tornando ad una riflessione più analitica, più profonda … ci si rende conto che il mondo in cui viviamo e a cui  purtroppo apparteniamo… non vale proprio a niente! E io sono un tipo riflessivo …, tu lo sai Giovanni … e qua dentro viene sempre detto che non bisogna ragionare… Piccolo Giovanni: … con la mente, no! Col cuore … sì! Paolo: A volte io penso che se sono venuto in questo Luogo … è proprio perché ho fatto funzionare la ragione …  perché vedevo un mondo in cui io non mi ritrovavo! Tu sai benissimo che io non sono andato mai in nessun luogo … non sono andato dove vedevano Bambinelli, Apparizioni, Gesù, eccetera …  perché non c'ho mai creduto! Piccolo Giovanni: Lo so! Da quando hai incontrato la Cocciuta … e quando ha incontrato Me … si è accesa la lampadina del cuore! Paolo: E infatti … perché ho visto qualcosa di positivo inizialmente … e poi, piano piano il discorso si è approfondito … perché ho potuto toccare con mano quello a cui io ho in realtà ho sempre creduto … cioè a una falsa Chiesa … prima di venire qua! Piccolo Giovanni: Eh … sì! Paolo: Io non ho mai dentro di me creduto a questa Gerarchia! Piccolo Giovanni: Ma Io ve lo dicevo: “Ci sono dentro … ma non posso parlare … se non mi fanno fare la fine di Giovanni Battista! Paolo: E qui … ho visto in realtà che quello che io pensavo coincideva con ciò che Tu dicevi! Piccolo Giovanni: Eh sì … ve l'ho sempre detto apertamente: “Noi siamo la Nuova Chiesa!” Continua Paolo … continua … è bello! Paolo: Quello che mi è successo stasera è una cosa un po' particolare … Piccolo Giovanni: Hai visto che hai mangiato il Pane? Paolo: Mentre venivo qua … la mia macchina… Piccolo Giovanni: … la Cocciuta ti chiamava! La macchina che ha combinato … i capricci? Paolo: Mi ha fatto propri i capricci … e che capricci! Piccolo Giovanni: C'è stato pure qualche altro che ha avuto i capricci! Paolo: Quello che mi ha colpito è che i capricci li ha fatti davanti all'officina … Piccolo Giovanni: … così poi il medico l'ha curata… Paolo: … l'ha curata in quattro e quattr'otto … Piccolo Giovanni: … hai visto? Paolo: … il portafoglio me l'ha svuotato … comunque… Piccolo Giovanni: … e Io te lo faccio riempire … non ti preoccupare! Paolo: Non ci sono dubbi su questo! Piccolo Giovanni: Sì! Paolo: Sono rimasto molto contento di aver risolto subito il problema! Piccolo Giovanni: E sei arrivato! Paolo: E sono arrivato … perché pensavo di non riuscire più ad arrivare! Piccolo Giovanni: No … la Cocciuta ti aveva chiamato e nessuno poteva fermarti … nemmeno la macchina che faceva i capricci! E la Tua che capricci ha fatto? Giacomo uno: Ha fatto lo stesso capriccio! Piccolo Giovanni: E poi ha svuotato il portafogli? Giacomo uno: Al meccanico in pratica ho detto se potevo mettere una marcia e venire qua! Ha detto: “No … se no rimani per strada! Portala a casa e lasciala!” Piccolo Giovanni: E poi sei venuto a piedi? Giacomo uno: Eh no … ho avuto un passaggio! Piccolo Giovanni: Così ha detto la Cocciuta: “Tanto non rimarrà a piedi!” …  È bello Paolo … è bello seguire le Orme del Padre? Paolo: E’ bellissimo … soprattutto quando ho un periodo molto negativo come quelli a cui accennavo poco fa … ci si rende conto subito dopo che in realtà l'Unica Strada è questa … anche nel sentire il televisore … tutte le cose che succedono … ma non solo il televisore … Giovanni…… Piccolo Giovanni: … voi vedete così … non solo attraverso la scatoletta! Paolo: … ma anche tante altre cose legate……! Piccolo Giovanni: Tu lo sai che le cose legate vanno messe sempre nel Cuore del Padre … e lo Strumento bussa … bussa … bussa … non lascia mai nessuno! Non poteva chiamarti … ma bussava al tuo cuore … tanto che ti sei stancato e sei venuto!  Paolo: Sì! Piccolo Giovanni: Vi invito ancora a pregare … vi invito ancora ad amarvi gli uni gli altri … perché solo così potete combattere il Veleno che sono i Grandi del mondo che pensano di cancellare ciò che il Padre ha fatto da Sempre! Il Padre è Amore! Ma voi pregate per i vostri Fratelli che vogliono distruggervi! E amatevi … siate pacifici … siate caritatevoli … e siate un'Unica Carne … così come E’  un'Unica Carne il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo … Figli Miei! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato e vi bacio …  (Giovanni schiocca un bacio) … e vi lascio Gesù che viene a salutare e a dire ad ognuno di voi la Via da fare in questo Tempo! GESÙ: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice)  Papà … Tu che sei la Via … e Mi hai donato la Via da donare all'Umanità intera … riversa ancora nei cuori della Tua Famiglia … così la Famiglia unita allo Strumento … possono prendere la mano dell'Umanità sorda e cieca! Io ho indicato l'Albero e Tu L’hai Piantato … e Lo indico ancora! Papà … sii Paziente ancora … e stendi la Mano sulle Mura Insanguinate! Figli … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … (manda un bacio)   Padre, saluta con l'Albero Verde i Tuoi Figli! Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri familiari, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutta l'Umanità! Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … il Pane Vecchio l'abbiamo mangiato … il Padre l'ha Donato per donarLo a tutti! Giovanni … il Compito che Tu mi hai donato l'ho dovuto mettere nel Rotolo! Adesso c'è l'altro Compito da fare! Me lo dirai Tu quando lo dovrò fare? Non ho ancora finito di Lavorare … ma dopo mi fermo un po' e vengo al Banchetto dove ci sono le Spose appena arrivate! Eccomi Giovanni … Eccomi ancora per l'Eternità … e tieni in mano la corda! Io porto i figli nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne … Tu tieni la corda e non lasciarla! … (schiocca un bacio) Ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io … e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà! Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore … lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … Alza la Mano e Abbassala dove ci sono i Fuochi di Guerra per spegnerli! Puoi farlo … Papà? Fallo!  Il Padre: EccoMi …  Anima Mia!  Giulia: Posso prendere un po' di Spose? Eccomi … così le porto … le faccio uscire con le Schiere … me ne porto una sola con me! Papà … visto che siete al Banchetto e ci sono tutte le Spose … ci vediamo dopo! Ciao Fiorellino! Ciao mammina! Ciao Spose tutte! Ci vediamo dopo!

 

 

 

 

GIOVEDI 21 GENNAIO 2016  

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi  dice:) … Gesù: Nell'Amore e nella Quiete Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! E con la Croce … (Benedice) … vi Amo per l'Eternità … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Ho camminato sul mare e, camminando sul mare, ho preso dei Figli aiutando un po' lo Strumento! Mi sono spostato sulle vie e ho trovato tanti Figli lontani dal Cuore del Padre … li ho guardati … ma hanno distolto lo sguardo dai Miei Occhi … e sono andati avanti nel fare le cose del mondo! Sono salito sulla montagna e ho guardato ancora dei Figli … ma anche loro hanno rifiutato i Miei Occhi facendo le cose del mondo! Mi sono fermato a guardare ciò che fanno i Figli Ministri ….... non Mi hanno neanche visto! Figli, Fratelli, Amici del Mio Cuore … non è difficile venire dietro di Me: “Chi Mi Ama … si prenda come Croce e Mi segua!” Ci sono tanti rumori del mondo … ma nessuno ascolta i Rumori della Croce che Grida: “Venite … vi aspetto per fare Festa …  nell'Umiltà, nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! … Il Sigillo è messo da Dio e gli uomini non possono cancellarLo! L'Agnello Immolato è Immolato e rimane Immolato! Non dimenticate queste parole … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù … dove sei? Gesù: Sono sceso nel pozzo! Giulia: A fare cosa … Gesù? Gesù: A prendere l'acqua! Giulia: E sei sceso nel pozzo per prendere l'acqua? Gesù: E’ l'ultima rimasta! Giulia: Ma non sei Tu l'Acqua Zampillante … Gesù? Gesù: EccoMi … Io Sono l'Acqua Zampillante per chi Mi cerca! Chi Mi caccia fuori … non ha Sete di Me! Giulia: Questo è anche giusto … anzi … è giusto! Gesù … quel pozzo lo lasci asciugare? Non lo fai riempire anche se non Ti cercano? Tu non fai sorgere l'acqua dalle pietre? Sali sopra e riempi il pozzo! Qualcuno che passa avrà Sete e si Berrà ....! Gesù: Cosa devo fare con te … Cocciuta? Giulia: Decidi Tu quello che hai deciso da Sempre! Gesù … il pozzo si è riempito! Gesù: EccoMi! Ma ora guarda! Giulia: E’ diventato Sangue! Gesù … non è il Tuo! Gesù: Pregate per le Mura Insanguinate! Giulia: Gesù! Gesù! Non puoi fermare un po' i Terremoti e i Fuochi di Guerra? Io li sto fermando un pochino! Gesù: Un pochino? Giulia: Un pochino … non li conto! Lo so che tutto questo lo ripetiamo sempre: “Devono avvenire!” Tu vedi ogni cosa e conosci ogni cosa … per Volere del Padre anch'io … ma l'umanità è ancora indietro … tanto … tanto … tanto indietro … Gesù … e si stanno distruggendo da soli andando dietro alle cose del mondo … non vedendoTi e non cercandoTi! Gesù … la Guerra no! Perdonami … non posso dirti di no! Eccomi! Dove sono … dove sono nascosti? Come sono fatti quegli aerei? Non si vedono? E me li fai vedere dove vanno e cosa fanno? Gesù: Li stai già vedendo! Giulia: Eccomi … ma dove andranno e cosa c'è dentro? Gesù: Guarda! Giulia: Me li fai bere … Gesù? Non posso farli Bere ancora alle Ancelle … li posso Bere io! Loro mi aiuteranno a poggiarmi sul Letto della Croce poi … quando sono stanca....! Lo fanno quasi sempre quando sono stanca: mi sostengono e mi aiutano … quando mi vedono! E poi … quando non mi vedono … mi aiuti Tu, Gesù! Gesù: Guarda ancora! Giulia: Quello doveva cadere? Gesù: Non puoi fermare tutto! Giulia: Se Tu mi fai andare…! Gesù: Non hai ancora finito! Giulia: Gesù … ma cosa vogliono fare gli uomini? Non hanno capito: il Vincitore sei Tu e tutte le cose del mondo passeranno: i Politici… e ……! Rimarrà l'Uomo che Salva! E i Grandi che hanno preso il Tuo Posto passeranno … e dovranno passare dinanzi a Te e dinanzi al Padre e dinanzi a tutti i Servi Inutili che hanno Venduto e che hanno Comprato! Lo so che Tu non Ti fermi! Gesù … Accendiamo un'altra Fetta di Sole? Gesù: Non è giunta ancora l'Ora … Anima Mia! Giulia: E cosa posso fare di tutto quello che sto vedendo? Immolandomi come sempre! Eccomi! Ma cosa posso fare ancora? Posso uscire? Gesù: Se stai già Lavorando…! Giulia: Finisco una cosa e vado a fare l'altra! E vado da sola! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Gesù … nel mettere nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre … la Famiglia … i Figli … i loro sussurri! I loro cuori li ho raccolti uno ad uno … li ho passati al setaccio e adesso te li consegno! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Ma a volte non mi chiedono le preghiere … quasi mai … e mi dicono solo: “Sto male!” … ma senza chiedere preghiere! Tu lo sai che li consegno nel Tuo Cuore! Non hanno il coraggio di farlo … e io li metto nel Tuo Cuore! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze … i Sacerdoti … e i Gigli … e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Aspettiamo ancora … Gesù … aspettiamo ancora! Il Tempo me l'avete donato e anche il Lavoro da fare! Ecco il niente della mia Giornata! Prendilo e purificalo il niente … Gesù! Gesù: EccoMi! Con il niente della tua Giornata copro l'Umanità intera! Giulia: Eccomi … Gesù!  Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico …  nel Portare l'Unica Verità della Croce e ... (Gesù Benedice) ... l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci … Gesù! Tu rimani … io prendo tutte le Schiere … tutti i Servi Inutili che sono arrivati da poco e li porto a Lavorare! E  donando già il Compito da fare … li hai portati al Forno … e hanno preso l'Anello e l'Abito! E ho bisogno di tutti quanti! La Mamma sta Lavorando già! Adesso La faccio rientrare … così si siede un po' e rimane con le altre Spose che devono indossare l'Abito e l'Anello ed essere portati al Forno! Facciamo così … Gesù? Ora Tu rimani Pane Vivo … Ti doni Fresco! Ed Eccomi ancora per l'Eternità … Gesù!  Gesù: EccoMi … Anima Mia! PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Shalom!  Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai bene-male o male-bene? Don Vincenzo: Bene-male! Gesù: Com’è, com’è … com’è andata? La Cocciuta ha battezzato un po’? … Ma quando battezza la Cocciuta che fa? Ama! … Papà … la faccio Io una Gridata? Don Vincenzo: Come no! … (Gesù intona la seguente melodia) … Gesù: Padre Pane! Padre Vita! Padre Amore! Padre Quiete! Padre Abbondanza per l’Umanità! Padre DonaTi! Padre Riempi i cuori vuoti! Padre Dona il Tuo Grido d’Amore ed il Perdono! ... Ora Grida Tu … grida e parla ai tuoi Figli … perchè sono gli Ultimi Tempi e  adesso si deve parlare nell’Alzare la Voce! Sei pronto per Donarti? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane a Lavorare! Don Vincenzo: EccoCi! Gesù: DoniamoCi! Questo è il Sangue che Tu Mi hai Donato a Me … ho Gridato e Grido perché Tu hai lasciato il Tuo Grido ... Padre! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) Gesù: Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Questo Sono Io che rimango in mezzo a voi da Sempre … nel Gridare l’Amore del Padre … ma il Padre vuole tacere il Suo Dolore dell’Umanità! Padre … Alza la Tua Voce verso i Tuoi Figli nel rimanere nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Papà … vuoi Salvare l’Umanità? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Padre … ora Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Padre … Tu conosci il Conflitto del Veleno tra Dio e gli uomini … Don Vincenzo: … sì! Gesù: … e solo la Tua Voce può cancellare! Ogni cosa conosci Padre! Ora DoniamoCi e Dona anche la Tua Voce!  DoniamoCi! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci Siamo Donati?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena, è Viva  ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Vogliamo prendere parte al Tuo Grido d’Amore e al Tuo Cibo Eterno? Don Vincenzo: Allora prendiamo parte in Pienezza! Gesù: EccoMi! Adesso prendiamo parte del Tuo Cibo e mangiando raccontaMi qualcosa! Adesso MangiaTi del Nuovo!  (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … Padre … sei venuto a fare i Vignaioli Nuovi e la Chiesa Nuova … Don Vincenzo: … sì! Gesù: … ed è Tutto Nuovo! Don Vincenzo: Tutto Nuovo! Gesù: Teresina del Bambin Gesù parla un po’! Parla! Teresa: Eccomi! Nei giorni scorsi ho dovuto fare una cosa importante e la Cocciuta mi ha accompagnata … ed ero tranquilla … anche perché, come faccio sempre prima di uscire, ho chiesto la Benedizione a don Vincenzo! Ritornate a casa, la Cocciuta mi ha giustamente fatto notare che non mi ero fatta Donare Gesù prima di uscire! Tranquilla nel sapere che il Cielo era con me … non avevo dato importanza a chiedere Gesù  sotto le Specie del Pane e del Vino! E la Cocciuta mi ha detto: “Gesù per prima Si è Donato e Si è mangiato!Gesù: EccoMi … e cosa ha riempito il tuo cuore del piccolo rimprovero dello Strumento? Teresa: Ho visto un altro Pezzettino della Verità Tutta Intera! Gesù: EccoMi! Teresa: Ci fermiamo! Gesù: Ci fermiamo qua! EccoMi! Papà … sei Buono da mangiare! Don Vincenzo: E’ Tutto Buono … è Tutto Dio! Gesù: E sì … Sei Tutto Tu! EccoMi sul Legno della Croce ad aspettare e lo Strumento rimane lì dove sta Lavorando! Don Vincenzo: Sì … è impegnata … rimane lì … e noi rimaniamo qui a fare Comunione … a sentirci un Cuore solo e un’Anima sola e a sentirci un Tutt’Uno! Gesù: Venite col niente! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! EccoMi! Vicepà … scarsetto, scarsetto, scarsetto! E adesso possiamo mangiare ancora … vuoi ancora i pesci? Don Vincenzo: I pesci! Gesù: Vuoi che ti faccia mangiare? Lo facciamo sempre!  Così vedete come il Figlio di Dio Dona da mangiare al Padre … e così l’Umanità deve essere al Servizio! Lo faccio sempre quando siamo al Banchetto con le Spose: così come faccio mangiare il Padre … Dono da mangiare anche alle Spose per far vedere come si rimane Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … donando Dio a Dio! Donate a Dio ciò che E’ di Dio! E tutto ciò che dite: “E’ mio!” … E’ Dio ed E’ di Dio! Ecco! E questo significa Comunione tra il Figlio di Dio … Dio … e l’Umanità! Mi tuffo nel Tuo Cuore e Mi tuffo nel Cibo-Dio! Don Vincenzo: Gesù … Tu Sei la Via, la Verità, la Vita e tutto questo serve ad ognuno di noi a farci essere Crocifissi nell’Amore! Quanto più amiamo tanto più la Croce è Leggera! E c’è questa Famiglia … ognuno di noi Scelti dal Padre Buono per Amore … per fare Comunione! Che bello! Qualunque cosa ci circonda …  qualunque cosa abbiamo … è Segno dell’Amore … tutto parte dal Padre e arriva al Padre e guai se questa Strada non la percorriamo! Gesù: Padre … Tu hai fatto ogni cosa e conosci bene il Conflitto che deve Scendere … ma lo Strumento bussa al Mio Cuore e bussa al Tuo Cuore, al Cuore di Giovanni, al Cuore della Mamma, al Cuore di Carlo, di Pio e di Domenico! Bussa di Bere il Conflitto … ma sa che non può Berlo! Tutti i Calici, tutti i Flagelli, tutti i Missili, tutti i Figli che donano la mano, tutti quelli che si fermano nel dire: “Noi!” … la Cocciuta va nel Silenzio e nel Grido di Giubilo a prendere la mano ad ognuno di loro … ma conosce che non può Bere questo Calice Misto del Conflitto! Lo raccontiamo così! Ma Mi supplica:   GridaGrida Forte perché conosce!  Don Vincenzo: Questo Grido d’Amore è un Grido che vuole infiammare tutti i cuori … è un Grido che si mette al Servizio di tutti i cuori … è un Grido che mette al Primo Posto Dio in qualsiasi situazione si trova! Per non parlare poi di Gesù: quelle Gocce di Sangue … quei Chiodi … Dio si è lasciato … Gesù: … Inchiodare per Amore!  Don Vincenzo: Che Grandiosità!  Ecco la Preghiera: mettersi di fronte al Crocifisso, ai Chiodi, alla Lancia, all’Amore! Ecco la Vigna, le Capanne … Gesù: … Ecco l’Arca! Ecco i Remi …  Ecco i Vignaioli che hai Scelto uno a uno … Ecco la Chiesa Nuova! Don Vincenzo: E Lavorano proprio per dimostrare a tutti gli Operai quanto è facile Amare! Gesù: Molti Vignaioli non sono presenti … hanno perso la Giornata e hanno perso la Paghetta! Don Vincenzo: Ed era una Giornata Importantissima! Gesù: Ed era una Giornata Importantissima! Ora Papà … Io vado ad accogliere le Spose … ma poi ritorno! Io vado e viene Giovanni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io vado e Giovanni viene a salutarvi! PICCOLO GIOVANNI: CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Giovanni Benedice e manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Ehi Giovà!  Don Vincenzo: Ciao! Ci vieni a salutare con Grido di Giubilo! Piccolo Giovanni: E sì … ma Giovà … la Voce dove l’hai messa? Bevi il caffè … vediamo se è buono … ne vuoi ancora un po’? Lo bevo Io! Che Mi dai da mangiare?  Sì … no quelli … un assaggino … ho mangiato oggi andando in giro a prendere delle Spose e a portarle al Banchetto! Ne sono arrivati tanti! Sì … chi lo vuole se lo prende! Lo berranno tutti … non ti preoccupare! Intanto parliamo un po’ … parliamo! Li vuoi?  Don Vincenzo: Cioccolato? Piccolo Giovanni: Sì … cioccolato! Vogliamo parlare del Mistero Nascosto? Quale è il Mistero Nascosto del Tuo Cuore … Papà? Don Vincenzo: Amare sempre! Piccolo Giovanni: Sì …. questo lo sappiamo … questo lo conoscono tutti … ma non lo fa nessuno! Quale è il Mistero Nascosto? Quale è il Mistero Nascosto da coloro che rappresentano … Don Vincenzo: … la cosiddetta Chiesa! Quale è il Mistero Nascosto? La Croce … la Croce come Compendio di tutto e di tutti! Come è bello Amare … amarsi e mettere Dio al Primo Posto! Piccolo Giovanni: Ho capito … non lo devo dire il Mistero Nascosto! Come la Cocciuta Mi diceva: “Scìì … non parlare … perché  ancora non possono capire!” … Tu Mi giri intorno per non farMi dire il Mistero Nascosto! Tu Lo conosci da Sempre! Nicò … com’è? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E … Marì … che fai?  Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eh … Teresina del Bambin Gesù … Lavoriamo Pesante o Leggero? Pesante …  Lavoriamo Pesante! Ma voi state bene tutti e due?  Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Il Mistero … il Mistero …  Don Vincenzo: … il Mistero di Salvare tutti …  Piccolo Giovanni: … di salvare tutti! Ci giriamo intorno! Don Vincenzo: Tutto rientra nel Progetto dell’Amore! Piccolo Giovanni: Tutto rientra nel Progetto dell’Amore! Don Vincenzo: Tutto rientra nel Sangue di Gesù! Piccolo Giovanni: Tutto rientra  nel Sangue di Gesù! Don Vincenzo: Tutto rientra  nel Cuore di Gesù! Piccolo Giovanni: Tutto rientra nel Cuore di Gesù! Don Vincenzo: E quando questo Cuore si mette in funzione ecco che riversa su tutta l’Umanità … tutto l’Amore! Piccolo Giovanni: Nel Mistero Nascosto pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Ma Papà … usa la tua Voce … falla sentire … il Progetto che Mi hai Donato: è questo che devi fare! Don Vincenzo: Fuori c'è cecità! Piccolo Giovanni: Eh sì … essendo ciechi fanno i Grandi! Uccidono i Piccoli … i Poveri! Don Vincenzo: Uccidono i Piccoli, i Poveri e non si rendono conto del danno che fanno! Piccolo Giovanni: Sì che si rendono conto … lo programmano a tavolino! “Padre … perdona loro perché non sanno quello che fanno! Padre … perdona loro perché sanno quello che fanno!Don Vincenzo: Ora sanno! Piccolo Giovanni: Ora sanno! Hanno preparato un tavolo quadrato  dove tutta l'Umanità è messa a disposizione di ognuno di loro per Vendervi e Comprarvi! Hanno preparato già cosa devono fare di ognuno di voi e dell'Umanità intera! Don Vincenzo: Che stoltezza! Piccolo Giovanni: Papà … Tu che conosci … Tu che hai fatto Tutto … Tu che hai in mano il Sole che si deve Aprire col Cuore di Maria …….! Don Vincenzo: Facciamo Aprire? Piccolo Giovanni: E i Figli non sono a Casa! Lo Strumento sta Lavorando per portarli a Casa … ma non sono a Casa … e Tu non vuoi che si perda nessuno dei Figli! Don Vincenzo: Nessuno! Piccolo Giovanni: Ecco il Padre che è nel Mistero Nascosto! Ancelle? Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Rimanete salde … rimanete salde! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Vedo e guardo Lontano! Vedo e guardo i Figli che mi pugnalano ancora le spalle pugnalando lo Strumento … pugnalando ognuno di di voi … e lì vedo ancora di più il Mistero Nascosto! Io vi Amo e non voglio perdervi! Paolo, fai parte del Mistero Nascosto …  ma non lasciarti trascinare dal Veleno! Paolo: Non è facile che gli altri mi trascinino … anche se sono spesso a contatto col Veleno … non mi attacca più di tanto! Qualche volta forse rode … però dopo si prendono le distanze! E per capirlo bene il Veleno bisogna pur … a mio avviso … entrarci a contatto … senza farsi coinvolgere! Piccolo Giovanni: Ma è meglio tenerlo a distanza e combatterlo in silenzio! La Cocciuta non lascia nessuno dei Figli ... il Padre non lascia … ma aspetta! Se il Figlio si mette contro Dio……..! Dio non impone niente a nessuno … lascia liberi! Lo Strumento non si ferma mai di pregare! Non ha mai lasciato nessuno e non lascerà mai nessuno! Ma vedi … il Veleno lo lascia fuori il cancello … e in questo Tempo il Veleno sta dando un po' di fastidio … ma la Cocciuta combatte! Non si è mai fermata di combattere! La conosci bene che è Cocciuta! Paolo: Quando si conosce bene il nemico è più facile combatterlo! Questo penso io … o mi sbaglio, Giovanni? Piccolo Giovanni: Con l'Amore si combatte … non si può combattere con le parole! Con l'Amore … con la Preghiera:"Padre Nostro-Ave Maria; Ave Maria-Padre Nostro"! Quando il cuore è riempito di Veleno … non si svuota facilmente! Papà … Tu conosci bene: chi pulisce con un tovagliolo diventa lucido … ma non brilla! Se un Figlio non vuole Pulirsi col Sangue della Croce … non diventa lucido … non brilla! Immergersi nel Veleno … parlo in generale … più ci si allontana dalla Croce e dall'Amore! … Lo so … il Mistero lo diciamo un'altra volta … mangio questa e poi me ne vado! Io vi saluto tenendovi col Filo sospeso … come quello del Mistero Nascosto! Io vi saluto e vi lascio il Mio Cuore Spalancato … (Giovanni schiocca un bacio) … e lascio venire Gesù!  GESÙ: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice)   EccoMi … Papà!  Io vi dico che vi Amo … e sono sempre in mezzo a voi … come lo sei Tu Padre! Ma devo avvisarvi: siate pronti e preparati voi che siete nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! Don Vincenzo: Sì … Gesù! Gesù: E  il Padre non lascia nessuno dei Propri Figli! Io Dio … vi lascio col Filo del Mistero! Tu saluta con l'Albero Verde … Io Spalanco il Mio Cuore per ognuno di voi e per l'Umanità intera! … (manda un bacio) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cuori, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutta l'Umanità! Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … è a un passo il Mistero Nascosto … ma ci sono tanti Figli da portare a Casa … ci sono tanti Figli che si sono persi dietro il Veleno … e devo fare un passo alla volta … come il Padre ha deciso! Giovanni … sì, vado in quel pozzo … io vado … Tu fammi trovare tutti i Calici! Le altre Spose che stanno arrivando portatele subito a mettere l'Abito Bianco e l'Anello Nuziale … per  portarle dinanzi al Padre e dinanzi al Forno … e prepararle per le Schiere! Giovanni …  la Battaglia dobbiamo terminarla e anche il Solco! … (schiocca un bacio) … Dopo ci vediamo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà! Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore … lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … tienila sul Filo la Domanda Finale … accoglila … mettila sul Filo come hai messo quella del Mistero Nascosto … e se vuoi …  fammela rispondere! Padre … molti Figli non hanno donato la mano e non solo: si sono girati e hanno sputato … e Tu lo sai cosa significa quando sputano! Ma io vado di nuovo! Donami Respiro…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà.! Salutate vostri Cari … salutate vostri Cari … sono al Banchetto! … (Tutti salutano i propri Cari) … Mamma … Fiorellini … dopo ci vediamo…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Papà…! Continuate la Preghiera! … (Don Vincenzo continua a donare allo Strumento che è entrato nel pozzo e non riesce più ad uscire … il Suo Soffio di Padre)

 

 

 

 

 

 

GIOVEDI 28 GENNAIO 2016   

 

*******************

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi  dice:) … Gesù: Nella Vigna dell'Amore … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! E nella Vigna della Croce … (Benedice) … dove l'Albero Verde cresce nella Misura del Padre … vi Segno … (Benedice) … e vi Dono la Misura Piena di Dio … vi Dono l'Amore … vi Dono il Cuore della Croce … vi Dono la Mia Amicizia … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … Cuore della Croce …. Cuore del Figlio di Dio … Cuore di ognuno di voi! Figli Miei … così vi ha accolti Mio Padre … così vi accolgo Io da Sempre attimo dopo attimo … senza dimenticarvi! Dio non dimentica i Figli … Dio non dimentica le Promesse … Dio non si allontana dai cuori … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Dio rimane nella Vigna … Dio rimane nell'Arca … Dio rimane nei Remi … Dio rimane Vivo e Reale in mezzo a voi da Sempre! Aspetta Abbassando anche la Destra … ma tenendo Alto il Suo Amore per ognuno di voi e per l'Umanità intera! Rimanete anche voi nella Vigna, nell'Arca, nei Remi, nelle Capanne! Non dimenticate le Promesse di Dio! Ciò che ha detto non viene cancellato … ma il Padre ha i Suoi Tempi! Voi avete preparato i vostri: quelli del mondo, quelli che corrono di qua e di là! Vigilate … i Falsi Profeti avanzano e il Veleno è fuori il cancello e … quando tenta di entrare … lo Strumento lo scopre! Figli Miei … ogni Conoscenza gli ha donato il Padre … ogni Conoscenza gli ha Donato Giovanni! Dinanzi a voi è il Figlio di Dio … è Dio a parlare … lo Strumento è fuori a Lavorare … ma quando la chiamo … risponde! Pregate per le Mura di Roma! Pregate per tutti i Figli Ministri! Pregate per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate per coloro che dicono di portarvi Pace! Pregate … Figli … Pregate, Pregate con la Croce … (Benedice) … e non lasciateLa … perché se La lasciate … lasciate voi stessi! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Cosa volevi fare? … (Giulia fa segno di non parlare) Giulia: Eccomi Gesù … il Lavoro che mi hai donato! Gesù: Visto che ti concedo ogni cosa … accetto anche il tuo scì! … (il verso del silenzio) Giulia: Gesù … cosa stai facendo? Gesù: Sei brava …! Giulia: E  Tu dici ogni cosa ….! Ogni cosa si dice poi al proprio Tempo …! Gesù: Guarda … Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Mi sa che sto diventando ancora più Cocciuta … va bene? Gesù: Diventalo ancora di più! Giulia: Con molto piacere! Gesù: Ora guarda ......! Giulia: Eccomi … Gesù! Dov’è … Gesù? C'è  buio intorno … non lo vedo bene! Gesù: Guarda! Giulia: Cosa c'è nascosto dentro quel treno … circondato di buio? Gesù … dove li portano quei Figli? E dietro cosa c'è? Gesù: Guarda! Giulia: Armi di Guerra! E dietro ancora ci sono bimbi vestiti per combattere … ma anche bimbe … altri Terremoti e altre false promesse! Gesù … posso andare dinanzi al Treno con lo scudo del Pane Intero e la Spada della Croce? Gesù …! Gesù: Non hai altro Lavoro da fare? Non puoi fermarti un istante? Giulia: Gesù … Tu Ti sei mai fermato un istante? Sei Gesù! Ma se mi hai Chiamato a Lavorare … devo Lavorare … e non c'è Tempo! Le Forze le prendo dalla Croce … mi poggio sul Letto, sul Letto della Croce! Vado sola … posso andare?  Gesù: EccoMi!  Giulia: Anche se poi rimango senza Forze e mi portano in braccio … ma Tu mi fai camminare e mi fai fare tutto quello che devo fare! E così è la Prima Promessa: terminare il Lavoro in Pienezza! E’ l'Eccomi Pieno … e gli sputi in faccia … come li donano a Te, come li donano al Padre, come li donano a Maria e a tutti i Servi Inutili: quelli non Comprati e Venduti … quelli che hanno lasciato i propri Paesi e sono venuti ad Abitare nella Vigna! Gesù … aspettiamo ancora i Figli … aspettiamo ancora l'Umanità! Sanno quello che fanno … ma aspettiamoli! E dona ancora Giorni a me e al Figlio che deve Salvare .......! Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù … con un Tuo Soffio non potresti allontanare i Fuochi di Guerra? Gesù: Non mi stai chiedendo troppo? Non sono Io … sono gli uomini! Lasciamoli fare! Giulia: Eccomi … Eccomi Gesù! Gesù … come sempre … metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi avete donato da sempre … quello che mi avete donato attimo dopo attimo! E io metto nel Tuo Cuore i Figli, la Famiglia, i Sussurri … tutto quello che loro e quello che ho preso io … lo metto nel Tuo Cuore! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutti quelli che sono stati fermati di venire a trovarTi! E metto nel Tuo Cuore quelli che lo fanno ancora! Metto nel Tuo Cuore l'Umanità sorda e cieca! Metto nel Tuo Cuore tutti i bimbi che vengono uccisi! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze … i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco … e il niente della mia Giornata: accoglilo! E accoglici così come siamo! Gesù: Porta i tuoi Figli sulle tue spalle in questo Tempo …  Anima Mia! Giulia: Eccomi … Gesù! Eccomi … anche se tutti i Figli sono sordi e ciechi … Eccomi nel portarli sulle mie spalle! Gesù: EccoMi con tutte le Schiere! Ed EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico …  nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice col Segno della Croce) ... e l'Unica Verità del Pane, Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Gesù … Tu non ci hai tolto mai la Figliolanza! Noi Ti abbiamo tolto … non lasciandoTi neanche all'Ultimo Posto! Gesù: Perché dici: “Noi”? Non vedo … non sento! Giulia: Gesù … donatemi ancora la Costanza e la Forza! Gesù: Sai dove prenderLa! Giulia: Eccomi! Ma in questi Ultimi Tempi cosa devo fare … Gesù … cosa ancora? Non è un lamento … non è un essere stanca! Cosa devo fare? Gesù: Lo conosci: prepara le Schiere! Giulia: Sono già pronte … sono fuori a Lavorare! Gesù: Prepara le Schiere! Giulia: Qui dentro? Gesù: EccoMi! Giulia: Nulla è impossibile di ciò che Tu dici … ma Eccomi Gesù! Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi … Eccomi per l'Eternità! Gesù: EccoMi per l'Eternità … Anima Mia, Figlia Mia, Sposa Mia, Mamma Mia! Giulia: Eccomi … Gesù! Ciò che esce dalla Tua Bocca è Verità! Ed Eccomi ad accogliere le Tue Parole … Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Shalom! Pace! Gesù: Shalom! Tra noi c’è sempre Pace! Come stai … bene-male o bene? Don Vincenzo: Bene-male! Gesù: E voi come state … tutti bene-male o male-bene? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Tutto a posto? Gesù: Abbiamo Lavorato … abbiamo camminato … hai sistemato un po’ di cose … è tutto a posto e sei Pronto! Prima di Donarci … vuoi dire qualcosina? Cosa hai sentito … cosa hai visto? Don Vincenzo: Ho sentito e ho visto sempre un’Umanità stolta e cieca! E poi lì abbiamo i Messaggi …  Gesù: … il Pane! L’Umanità è lontana … è allo sbaraglio … Don Vincenzo: … sì, purtroppo!  Gesù: … si è tuffata nel Mare dove non vedono la Croce … o meglio … i Grandi non glieLa fanno vedere dal lato dei Chiodi … ma  glieLa fanno vedere dal lato del divertimento, del commercio … e per questo lo Strumento Mi chiede sempre: “Dammi Tempo … sono Figli! Don Vincenzo: Proprio questo è il dilemma: Essere Figli nel Figlio …  Gesù: … Figli nel Figlio! Don Vincenzo: … con la Via … la Verità Tutta Intera che è quella della Croce! Gesù: E’ quello che stiamo venendo a portare! Don Vincenzo: Quella della Fedeltà a Dio … ma questo tasto scotta!  Gesù: E sì … questo tasto scotta! Don Vincenzo: Quanta Grazia! Gesù: E Sei Tutto Tu! Don Vincenzo: Gesù … donaCi la Luce per capire! Gesù: Donala Tu la Luce: Sei la Luce Eterna … e così hai fatto anche Me! E così hai fatto anche i Tuoi Figli … ma non si guardano! Si guardano per le cose del mondo … ma non si guardano per Dio! Lo Strumento quando si veste … si veste  per il Padre …  si veste  per il Figlio … si veste  per lo Spirito Santo che è Maria! Si guarda e dice al Padre: “Eccomi … sono pronta per Te! Don Vincenzo: Che bello …  stare qui insieme a Te con la Tua Famiglia che poi è quella di tutto il mondo! Gesù: Con la Tua Famiglia! Don Vincenzo: E tutti ama Dio e non lascia nessuno! (Gesù si rivolge a Teresa che ha Singhiozzato)  Gesù: E’ stato bello quel canto mentre parlava ......! E fagli fermare il canto … Alza la Tua Destra! Mi Segno anch’Io! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen e così E’! Don Vincenzo: Possiamo prepararCi? Gesù: Sì … ci possiamo preparare per DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ma pregate per lei: ha un Compito Grande da fare! Non si tira indietro e va da sola! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Questa è la Mia Carne! Quanto Amore hai Donato e Doni Padre … MandandoMi in mezzo agli uomini! Non Mi hanno accolto … non Mi accolgono ancora … ma Sono Gioioso di rimanere all’Ultimo Posto, di poterMi Spezzare e di poterMi Donare a tutti! C’è uno Strumento che Mi Spezza e Mi porta dove chi dovrebbe DonarMi non Mi Dona! Lei sì … Mi Dona nel Silenzio … Mi Dona con un sorriso … Mi Dona con le lacrime … Mi Dona con l’Amore Pieno … Mi Dona attimo dopo attimo … perché Si Dona per Amore! Ora possiamo DonarCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) Ci Siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E la Pasqua è Piena, è Viva  ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E prendiamo parte ancora dell’Amore Divino? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo parte! E Ci Siamo Donati! Don Vincenzo: E Ci Doneremo …  Gesù: … e Ci Doneremo! Don Vincenzo: Posso fare una raccomandazione? I Messaggi sono fondamentali … Gesù: … il Pane! Tu li Partorisci … e avendoli Partoriti … li consegni al Mio Cuore e lasci parlare il Mio Cuore col Parto del Tuo Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ma come Mi hai insegnato di: non gettare le perle ai porci … così come Mi hai insegnato a non imporre niente a nessuno e a lasciare liberi! Ora possiamo prendere parte! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … EccoMi! EccoMi! Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vuoi dire qualcosa? Don Vincenzo: Imparare a vivere la Giornata perché nelle 24 ore il Padre … sempre nella Sua Bontà … fa scorrere tante Grazie, tanti Doni! E’ che noi purtroppo siamo ciechi e non abbiamo neanche il tempo di visionarli, di accarezzarli, di offrirli al Padre, di offrire al prossimo che è fratello nostro! Tutto dovrebbe rientrare in una Comunione d’Amore e invece questo non avviene! Gesù : Come mai? Don Vincenzo: Ecco perché stanno al cancello oramai!  Gesù: No … il Veleno non entra … è fuori, è lontano! I Falsi Profeti si avvicinano … ma non entrano! Don Vincenzo: E quindi … se impariamo a leggere la Giornata con la Logica del Padre …..…! Noi siamo Figli … Figli di Dio e non possiamo non leggere le cose che avvengono durante la Giornata se non ci mettiamo il Vestito di Dio, la Tunica di Dio, l’Amore di Dio! Gesù: Diglielo di indossarLa la Tua Tunica! Don Vincenzo: Essere di fronte a qualche Crocifisso … in casa tutti ce L’abbiamo … ma Lo dobbiamo guardare! Gesù: Tutti in casa hanno un Crocifisso perché tutti sono Crocifissi! Li hai fatti così: a Immagine e Somiglianza! Ma si guardano … ma non si guardano per Dio …  si guardano per il mondo … si ha tempo solo per il mondo!   Don Vincenzo: E difatti diamo un’importanza enorme alle cose del mondo …  noi che dovremmo essere i Testimoni ! Gesù: Noi? L’Umanità! Don Vincenzo: L’Umanità! Se imparassimo a leggere tutto quello che avviene nella Giornata! Gesù: Se imparassero … se l’Umanità imparasse! Sì … altri due … non ho avuto tempo di mangiare! Ho Fame … ho Sete del Padre! E’ bello avere Fame e Sete di Papà … di quel Papà che è Vivo … di quel Papà che è Mite e Umile di Cuore … e Dona del Suo Cuore a tutti i Figli la Sua Mitezza! Ma i Figli hanno lasciato la Casa del Padre … sono usciti fuori … e sono andati a spendere l’Eredità dietro alle cose del mondo! Don Vincenzo: Questa è la trappola! Gesù: Questa è la trappola! Don Vincenzo: Il mondo ti offre tante cose ma tutte inutili! L’unica cosa che dovrebbe offrire è quella della Figliolanza: essere Figli di Dio! Gesù: Hanno venduto anche quella! Don Vincenzo: Gustare Dio … gustare la Famiglia di Dio … sentirsi in Comunione l’un l’altro! Quant’è bella la Giornata se la leggessimo con gli Occhi del Padre e dei Fratelli … e invece il Fratello viene ignorato … la Giornata non viene considerata come il Padre vorrebbe! Gesù: Ma l’Umanità dimentica! Don Vincenzo: Ed ecco perché si è tristi, nervosi, si va dietro solo ai pezzi di carta! Gesù: Quelli ci devono anche essere … ma non si deve legare il cuore! Il cuore si lega sulla Roccia di Dio … se si lega sulla Roccia del Padre! Don Vincenzo: Com’è bella la Giornata letta con gli Occhi di Dio, letta con gli Occhi del Perdono, della Fratellanza, dell’Umiltà, della Consolazione! Gesù: Com’è bella la Giornata nel dividere il cibo uguale per tutti! Cibo-Dio! Non pensare che Dio Si Dona a una parte di più e a una parte di meno! Dio Si Dona Intero per tutti … a parti uguali! Don Vincenzo: E difatti! Gesù: E difatti! Don Vincenzo: Proprio questa parte uguale dovrebbe invogliarci … Gesù: … dovrebbe!  Don Vincenzo: … Essere Eredi per sempre … col Soffio per sempre!  Gesù: Sì, Dio Si Dona in parti uguali a tutti i Figli … senza fare alcuna distinzione! Don Vincenzo: Nessuna … perché non c’è il migliore o il peggiore … si è tutti uguali! Gesù: Perché si è tutti Figli … si è tutti Fratelli … si è tutti Amici …  Don Vincenzo: … e si è tutti Benedetti! Gesù: … E si è tutti Benedetti! Cos’è … un albero? Mariangela: Eccomi! Gesù: EccoMi! E cosa c’è attaccato all’albero? … (caramelle gommose) … Sta cadendo … aspetta … ehi, cos’è, uno spaghetto … ehi, una tagliatella … è un po’ zuccherata! Venite col niente! Metti l’albero lì! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! EccoMi! Che vuoi? Ti raccomando: scarsetto, scarsetto, scarsetto! Tu la vuoi la tagliatella? E’ rossa … assaggiala … Io ne prendo un’altra … c’è l’albero di là! Lo volete? Ancelle: Eccomi! Gesù: Aspettate …  portalo alle bimbe! Tu ne vuoi? Allora parla ancora! Don Vincenzo: Svegliarsi è il Primo Vero Dono di Dio perché Ci Dona altre 24 ore … e allora ognuno di noi deve vivere questo Risveglio con la massima Umiltà … sapendo che questo Soffio d’Amore che ci dà altre 24 ore di Vita … il Padre ha già preparato per noi!  Gesù: Sì! Don Vincenzo: Ancora non capiamo l’importanza! Gesù: Non abbiamo capito Noi … Tu? Don Vincenzo: Essere Strumenti d’Amore … vivere per dare Gloria al Padre: questo dovrebbe essere l’obiettivo qualunque cosa faccio, qualunque cosa incontro  … e così si scopre lentamente il Progetto del Padre … Progetto di Comunione! Gesù: Questo è anche Comunione: Sei Tu! Ne vuoi ancora? Don Vincenzo: Iniziare la Giornata come un altro Dono di Dio … proprio dal Risveglio … Essere Figli nel Figlio … Essere Figli di Gesù … Essere Figli del Padre … Essere Figli della Croce sapendo che durante la Giornata chissà quante sorprese il Padre ha preparato! E invece si pensa sempre alle cose umane … e non si accoglie mai il Soffio del Padre … quel Soffio che è la Vita … la Vita Eterna! Gesù: Il Soffio del Padre … la Vita Eterna!  Don Vincenzo: Beati noi che ci troviamo qui dentro … stretti in Comunione … a dare Gloria al Padre Buono … a dare Gloria all’Umiltà …  spazzando via l’invidia, la superbia, le trappole del mondo! Che bello! Gesù: Papà … Tu da Sempre … dal Creato che è Acceso da Sempre … hai Donato il Tuo Tutto! Quando il Figlio si è ribellato ed è uscito fuori dal Banchetto, dal Giardino … non l’hai fermato … l’hai lasciato andare aspettando … e aspetti ancora! E’ tornato … ha portato tanti Frutti! E’ fuori con le Schiere! E la Cocciuta ha avuto l’Ordine di formare delle Schiere … ma il suo cuore conosce! E dovrà piano piano fare la Volontà Tua! E conoscendo le Cose che hai Fatto … si ferma e si poggia dinanzi al Letto della Croce guardando uno ad uno i suoi Figli … l’Umanità … ciò che sta Scendendo … i Grandi così come si fanno chiamare … vedendo il Sangue Innocente che Scende ancora e non si ferma … e tutto viene fatto in Nome della Croce e in Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E il suo cuore … o meglio … il Vuoto dove ci sono i Rotoli … dove c’è Tutta la Verità Intera … dove ci sono i Segreti di Lucia, della Piccola Lucia! Molti se li è portati lei! In tanti sono nel Vuoto dello Strumento e verranno Aperti … eh … verranno Aperti! Ma ci sarete tutti quando verranno Aperti? Tutti: Eccomi! Gesù: E’ facile rispondere … con le labbra si dicono tante cose … ma quando verrete Chiamati uno ad uno risponderete ancora: Eccomi? E’ meglio non rispondere subito! Tutti hanno detto che Mi venivano dietro … tutti hanno detto che non Mi avrebbero mai lasciato … tutti: Eccomi … tutti! Quando vedrete e quando sentirete i Tempi che Scenderanno ancora …….! Li vedete … ma non li volete vedere! Io parlo a voi e all’Umanità intera: “Non andate di qua e di là! Non andate  dove vi dicono che ci sono Miracoli! Lì Io non ci sono! Ve l’ho detto e ve lo dico ancora: Io Opero nel Silenzio, nella Povertà, nell’Umiltà … dove c’è il Pane che Si Dona! E’ questo che Mi hai insegnato!  E’ questo che Sei: Ti Doni nel Silenzio! Doni la Paghetta dall’Alba al Tramonto uguale per tutti! Gesù: Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dire? Teresa: EccoMi! Vivere la Giornata secondo la Volontà del Padre … e il Padre è Vivo …  Gesù: EccoMi! Teresa: … e Si nasconde … Gesù: EccoMi! Teresa: … e quindi a volte è un po’ difficile … Gesù: … trovarLo? Teresa: … No, interpretare correttamente la Sua Volontà … diciamo così! Dobbiamo essere pieni di Fede per poter riconoscere in ogni attimo … in ogni sguardo o  parola che ci dice … a chi di più o a chi di meno solo perché chi ci passa più tempo o chi ci passa meno tempo … ma Si Dona a tutti in maniera uguale … anche spiritualmente … anche nel silenzio … anche a chi non c’è fisicamente come magari ci sono io o c’è qualcun altro! Gesù: EccoMi! Teresa: E dobbiamo essere lungimiranti nel cogliere ogni minimo segno … Gesù: … anche uno sguardo … anche se è fatto di traverso! Teresa: Ed è in questo anche che dobbiamo essere uniti, compatti nel credere profondamente alla Presenza di Dio! Gesù: Se si ha dubbi non si va avanti di un passo! Teresa: E su questo insisto sempre ogni volta … ma è questa la cosa fondamentale in questo momento: dovremmo essere tutti quanti uniti! Ma se per prima ognuno di noi non è nella Fede Piena … non è nella Decisione Definitiva nel dover seguire una sola Strada … che è fatta di Ubbidienza nei confronti dello Strumento! Gesù: Adesso è un po’ in pericolo! Pregate! Tutti: Eccomi! Teresa: E ancora l’Ubbidienza nei confronti del Calice Vivente! E invece il più delle volte si ascoltano tante voci … e non una sola! E in questo modo non si comprende che si fa del male prima di tutti a se stessi … perchè non si raggiunge la Verità … non si raggiunge niente! Gesù: Si cammina allo sbaraglio! Terminato il discorso … sei sicura? E allora facciamo parlare il viceparroco! EccoMi! Raffaele: Eccomi! “Ognuno sia il Mio Signore!....Gesù: Ognuno sia il Mio Signore!....” .. perché siete fatti a Immagine e Somiglianza! Tu come la vedi? Raffaele: Bisogna avere rispetto degli altri in ogni piccola cosa!  Gesù: Se si vuole essere rispettati … si deve rispettare!  Il Padre vi rispetta … vi  lascia liberi! E così anche voi dovete fare lo stesso verso i vostri Fratelli: non imporre niente a nessuno! Come fa lo Strumento … non impone … bussa: “ Tic, tic … c’è permesso?” Se viene detto: “Avanti!” … lei entra … se no aspetta dinanzi alla porta … come faccio Io! Busso … e se vengo aperto entro … se non vengo aperto aspetto! Non bisogna mai fare violenza … e: “ognuno sia il Mio Signore” … rispettare! Raffaele: Senza farsi Grandi … ma servire!  Gesù: Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Ho servito! Servo! Dio Si Serve … Si Dona … Si fa Servo …  Servo di tutti! Ma aspetta come Giudice e con la Domanda Finale … ma non fa come i Giudici della Terra … il Suo Giudizio è Giudizio d’Amore … Giudizio di Padre … Padre Buono che aspetta tutti i Figli … tutti tutti … senza scartarne nessuno! Il Padre non lascia! Se il Padre voleva lasciare i Figli … avrebbe già Abbassato la Mano e tutto sarebbe Cancellato! Fra poco Giovanni viene! Mi mangio un’altra cosina e poi vi lascio venire a Giovanni! Cosa posso mangiare …  questo? Tu lo vuoi il formaggio? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora … visto che Io devo andare a prendere le Spose … vi lascio … ma poi ritorno! E ci sono 500 Spose pronte con l’Abito Nuziale e le altre stanno arrivando ancora! Io vado e Giovanni viene a parlare un po’ con voi … e Io vado a portare le Spose dinanzi al Padre, dinanzi al Forno e poi a Donargli il Compito e a fare Festa! E la Cocciuta è Gioiosa quando porta tutte queste Spose! E’ pronta per prenderne altre … e andare a Lavorare ancora! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) PICCOLO GIOVANNI: CON LA CROCE E COL PANE! …  (Benedice) EccoMi! Giovà …  ehi … fra poco dobbiamo festeggiare il 5! Ma quanti sono? 10? Bevi un sorsettino … ne vuoi ancora … com’è? E’ buono … non è una ciofeca?  Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Sei sicuro? Il profumo è buono … il sapore anche … ottimo! Chi lo vuole se lo prende! Ehi (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato)  state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Vi vedo tutti belli a prendere il caffè! Eh Giovà … Io sono venuto con la Croce e col Pane! Ehi … Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora posso andare avanti! Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lo sapete che siete la Mia Capanna? Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E volete rimanerlo ancora? Nicola e Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: EccoMi sì! Ve le ricordate le mie tiratine di orecchie … un po’ a tutti quanti? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Giovà parliamo un po’ di questa Umanità sorda e cieca … parliamo un po’ di questi Tempi che stanno Scendendo … parliamo un po’ di questi Grandi che stanno rovinando e sporcando? Perché Mi guardi senza parlare? Che Mi mangio Io? Don Vincenzo: Tutta stà Grazia! Piccolo Giovanni: Mi dai una fettina piccola piccola di pane con una fettina piccola piccola di mortadella?  Raffaele: Posso … Giovà?  Piccolo Giovanni: Sì … va bene così! Ho dovuto mangiare con tutte le Spose che sono arrivate! Gesù è rimasto a parlare e Io sono rimasto a fare compagnia alle Spose e adesso Io sono venuto a parlare da un Banchetto all’altro … e Gesù sta accogliendo le altre Spose e mangia con loro! Io ho mangiato con le altre e adesso mangio un po’ al Banchetto! E Tu sei il Pane di Vita Eterna! Questo è quello che hai fatto nel Giardino e ai Banchetti! Ancelle …? Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete disposte a rimanere ancora Ancelle? Ve la faccio Io la domanda al posto della Cocciuta! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete libere in ogni attimo! … Preparatevi  a ciò che vi chiederà il Padre! Ma voi state tutti bene male? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Papà … Tu ricopri ancora i Tuoi Figli col Tuo Manto’ Solo chi è nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne … o anche l'Umanità sorda e cieca? Rispondi … li copri tutti col Tuo Manto? E’ Grande!  Uno l'hai donato alla Cocciuta e l'altro ce l'hai Tu! E la Cocciuta copre i Figli … ma Tu li copri ancora … o lasci scendere la Rugiada del Buio? Don Vincenzo: Li copro con Manto! Piccolo Giovanni: Gli uomini stanno facendo scendere la Rugiada della Guerra! Cosa facciamo? Alziamo  e Abbassiamo? … (la Destra) … Lo so cosa stai sentendo adesso: sei in mezzo ai Tuoi Figli … ma sei anche fuori! Sei al Banchetto dove sono le Spose … ma sei anche dietro le Schiere! Stai assaporando i Calici Amari e i Dolori del Parto e non Ti fermi … Papà! Devo mangiare? EccoMi … mangio … ma nel mangiare invito i Figli all'Incontro … invito i Figli a ricordare ogni piccola Parola di ciò che vi ho detto, di ciò che vi ho insegnato, ciò che vi tiene uniti nell'essere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Il Primo Posto per ognuno di voi è preparato dal Padre! Il Parto è Forte … ma Tu lo sostieni! Figli … adesso si presenteranno altri Falsi Profeti nel dire: “Se i Miracoli li pagate … vi verranno fatti subito subito!” I Falsi Profeti che si presenteranno adesso diranno così! Tutti i Tempi progettati dagli uomini adesso si metteranno in fila … e per questo la Cocciuta deve preparare le Schiere e con le Schiere combatterli! Ogni cosa  si sta preparando per questi Ultimi Tempi! Rimani seduto … è meglio! Don Vincenzo: Sì … se lo dici Tu! Piccolo Giovanni: Giovanni …  anch'Io sentivo i Dolori del Parto e rimanevo seduto! Ogni tanto mi alzavo … ogni tanto camminavo per pulire le vie che venivano sporcate! Ma ora le vie le dovete pulire voi … verranno sporcate! Il Giardino è l'Unico Posto e la Vigna, l'Arca, i Remi, le Capanne che resteranno Puliti … ma gli altri luoghi saranno tutti sporchi ed è Tempo di pulirli! Le Mura si sporcheranno sempre di più! Il Giardino è Tuo e non lo sporcherà nessuno! Di' ai tuoi Figli di essere pronti e preparati! Don Vincenzo: Ci potrebbe essere pure una Guerra? Piccolo Giovanni: C'è già! Se ne accenderanno altre … non ce n'è una sola! Don Vincenzo: Siamo quindi circondati già … senza che ce ne accorgiamo! Piccolo Giovanni: Dio non viene circondato da nessuno e neanche i Suoi Figli! Preghiamo affinché il Cuore Immacolato di Maria Trionfi e si Apra …  perché è Aperto … è una Piccola Parte che si deve Aprire! Don Vincenzo: E il Sole? Piccolo Giovanni: E’ nelle Tue Mani da Sempre! L'Umiltà di Dio nel nascondersi come un Bimbo! Don Vincenzo: E’ mezzanotte! Piccolo Giovanni: E’ l'Ora della Preghiera … l'Ora nell'essere soli nell'orto degli ulivi! Tutte le notti sono tutte uguali sono tutte uguali nel tradire, nel correre, nel lasciare solo Dio e il Figlio di Dio! Maria e poche donne … ma in quelle poche donne ci sono anche i pochi Sacerdoti! Ma Vigilate … Vigilate Figli … tutto è Mistero … e voi siete nel Mistero di Dio … presi da un pizzico di Pasta Impastata e uniti … uniti per fare un Unico Pane … Don Vincenzo: … mollica dopo mollica … Piccolo Giovanni: … mollica dopo mollica … Don Vincenzo: … Impastati … Piccolo Giovanni: … Impastati da un Piccolo Impasto di Pane che diventa Grande e poi si Spezza … e Spezzandosi Si unisce ancora … e Si dona a tutti! Così siete voi: presi da quel Pizzico di Mollica di Pane! Don Vincenzo: Giovanni… Piccolo Giovanni: EccoMi … il Parto è Grande e il Dolore anche! EccoMi ad ogni Piaga! EccoMi ad ogni Parto! EccoMi ad ogni Dolore! EccoMi ad ogni tradimento! EccoMi a tutto! Ed ecco a  tutto di ciò che vi verrà chiesto! Ma non rispondete prima di non conoscere di ciò che vi viene chiesto … Figli! È Tempo che vi verrà chiesto! Ora Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … (Giovanni schiocca un bacio) … Figli Miei … vado ad accogliere le Spose e Gesù viene a salutarvi ancora! … (Giovanni schiocca un bacio) GESÙ: CON LA CROCE E COL PANE! (Benedice)   Papà dona non solo il Mantello … ma anche una delle Tue Tuniche ai Tuoi Figli per ripararli da quello che sta Scendendo da parte degli uomini! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Tu saluta i Tuoi Figli con l'Albero Verde! … (manda un bacio) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre case, sulle vostre famiglie, su i vostri parenti, su i vostri amici, su i vostri nemici, su tutti! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … non ho ancora terminato il Lavoro …  devo finire ancora quello e poi entro nell'altro! Sì … le Spose sono già pronte! O vieni Tu o manda le Bimbe! Ne sono ancora tante tante! Giovanni … aiutami a preparare le Schiere … aiutami a dire ad ognuno di loro ciò che mi è stato lasciato nel Vuoto! Se riesco a farlo il Disegno lo faccio … basta che mi aiutate! Non è facile fargli capire … o farmi capire! E’ che se parlo con la Voce del Padre o la Voce Tua o la Voce di Carlo, di Pio, di Domenico, di tutti i Servi che sono venuti ad abitare in questo Giardino … non sempre mi comprendono … e come non ascoltavano Te … non ascoltano neanche me! A volte mi rispondono anche male e io metto tutto nel Cuore del Padre! Vieni ad aiutarmi … Giovanni! Eccomi … ci vediamo dopo! … (schiocca un bacio)  Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!Ti Amo, Papà! IL PADRE: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti: Ti Amo, Papà! Il Padre:  EccoMi … Pargoli del Mio Cuore … lascio scendere ancora su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei!  Giulia: Papà … il Manto l'hai già gettato e anche la Tua Tunica! Prendo ancora del Tuo per Spezzarlo e Donarlo all'Umanità sorda e cieca … e dona ad ognuno la Parola che mi doni  attimo dopo attimo! E visto che siete al Banchetto e le altre sono a Lavorare … salutiamo i Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) … Eccoci a tutti! Uniamoci con le Schiere! Fiorellini … preparate tanti Vestiti Quando finisco di Lavorare vengo a fare Festa! … (manda un Bacio)