LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 190

LUGLIO 2016

 

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

GIOVEDI 7 LUGLIO  2016 

 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi dice:) … Gesù: Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! E nella Pienezza … (Benedice puntando il Crocifisso che porta la Cocciuta)  e nella Verità (Benedice puntando il Crocifisso che porta la Cocciuta) … e nella Carità … (Benedice puntando il Crocifisso che porta la Cocciuta) … e nell'Amore della Croce (Benedice puntando il Crocifisso che porta la Cocciuta) … Invito ognuno di voi a rimanere all'Ultimo Posto: Piccoli, Poveri … Piccoli Giovanni all'Ultimo Posto per essere Chiamati al Primo! Guardatevi bene nel dire le bugie … vedo e sento ogni cosa! Io sono il Dio della Verità … il Dio dell'Amore … il Dio del Perdono … il Dio Giudice di tutto il Creato … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Vigilate in questi Tempi … Vigilate: la bugia vi porta lontano! La Verità vi lega al Cuore della Croce … Figli Miei! Così come il Veleno e i Falsi Profeti vi portano lontano! Vigilate: la Verità vi porta legati al Cuore del Padre! Non dimenticatelo in questi Tempi … Figli! Chi vuole essere il Primo … sia l'Ultimo e Servitore di tutti! Date la Primizia al Padre! L'io vi porta lontano da Dio! State attenti! Sono le Ultime Grazie di Maria … e lo Strumento è sempre di più alla Destra del Padre … Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù … Eccomi! Gesù: Perché chini il capo? Giulia: Perché lo chini Tu … Gesù! Se l'hai chinato Tu … lo faccio anch'io! Gesù: Guarda! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Li vedi i Miei Occhi? Giulia: Eccomi, Gesù … li vedo … sono pieni di Lacrime di Sangue! Gesù: Guarda ancora! Giulia: Finisco il Lavoro che sto facendo e vado da sola a fare quello che sto vedendo! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù…! Gesù…! Cosa posso fare? Gesù: Immolati come tu sai fare nel Silenzio della Croce! Giulia: Eccomi … Gesù … Eccomi! Gesù: Ma Grida nel Giusto del Pane Intero! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Quanto ti costa il Tuo: Eccomi! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità … Gesù … Eccomi! Gesù: Prega e fai pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccoci … Gesù! Gesù … metto nelle Tue Mani la Pace che non c'è! Metto nelle Tue Mani la Fede che non c'è! Metto nelle Tue Mani la Verità che non c'è! Metto nelle Tue Mani il niente che ti offriamo attimo dopo attimo! Metto nelle Tue Mani la Tua Famiglia … i loro cuori, i loro sussurri! Metto nelle Tue Mani tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere … e i Figli che non possono avvicinarsi! Metto nelle Tue Mani tutti i Sacerdoti, le Pietruzze e i Gigli … e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Aspetta ancora! Ecco il niente della mia Giornata e tutto quello che mi avete donato fino a quest'istante: accoglietelo Gesù … e ascolta il Sussurro del mio Vuoto … Gesù! Gesù: EccoMi, Anima Mia … con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico …  nel portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù … Straccio Stracciato ai Piedi della Croce! Quando non ti servo più … gettami … Gesù! Gesù: Fai le Cose di Dio! Giulia: Eccomi! Donatemi la Costanza e la Forza! Gesù: Sei tu la Forza quando Allarghi le Braccia! Giulia: Eccomi … Gesù …  Eccomi … Eccomi!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E voi siete uniti alla Croce? Tutti: Eccomi! Gesù: Perché ci mettete così tanto a rispondere? Voi siete uniti alla Croce? Tutti: Eccomi! Gesù: Non diciamo più: state bene o male? … Siete uniti alla Croce? Tutti: Eccomi! Gesù: Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Questo Sono Io: lasciato solo! Ora Ci Doniamo! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e il Pane …  e Gesù ripete le seguenti parole per ciascuno dei presenti che si avvicina: Questo è il Mio Sangue! Questa è la Mia Carne!) … Ci Siamo Donati! La Pasqua è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria … e il Banchetto è Vivo e Reale: Dio che Si Dona! Prendiamo parte al Banchetto che E’ Dio? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Il vostro Eccomi è sempre: “Eccomi!” … Ancelle? Ancelle: Eccomi! Gesù: Siete sicure? Ancelle: Eccomi! Gesù: Il Silenzio della Croce Grida Forte … ma l’Umanità intera non ascolta! Prendiamo parte al Banchetto Vivo e Reale … alla Pasqua Risorta … all’Ultima Grazia che è Maria! Dio Vivo in mezzo a voi! Il Giardino Vivo in mezzo a voi! Siate coscienti … Figli Miei … siate coscienti! … (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … Vuoi parlare Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Giovedì prossimo quando porteremo le Ceste … le Ceste dovranno essere coperte … ognuno di noi dovrà coprirle con un pannetto, con quello che si ha … sempre decoroso! Gesù: EccoMi! Teresa: E’ arrivato il momento … più che mai per ognuno di noi … per raccogliere ciò che si è seminato …  per raccogliere ciò che si è seminato di noi stessi … per raccogliere quanto siamo cresciuti nella Fede … e di ridonarlo a Te e al Padre mettendolo nelle Ceste! Gesù: Vai avanti! Teresa: E quindi è il Tempo di guardarsi dentro … di guardare nel proprio cuore e di fare un bilancio del Cammino che si è fatto da quando ognuno di noi ha messo piede per la prima volta qui! E quindi è il momento per aprire completamente il nostro cuore e guardarci dentro … e vedere se ciò che ci avete Donato: la Verità … la Parola che ci avete Spezzato e che abbiamo ascoltato … è diventata Frutto nel nostro cuore! Solo se questa Parola è diventata Frutto … possiamo ridonartela come tale! Se ciò non è avvenuto … non possiamo farlo! E non è una questione di tempo: “Io ci vengo da più tempo … io ci vengo da meno tempo ….!” No: il cuore … e basta anche solo un attimo! Tant’è … anche per le Spose … l’Ultimo Attimo è dato da Te e anche dopo … per poter donare la mano allo Strumento! Quindi volevo invitare tutti … e invito me compresa … a riflettere bene su ciò che metteremo nelle Ceste … a non scherzare con questa cosa … perché è una cosa molto importante! E’ una tappa, un gradino cruciale del Mistero di Dio qui a Timparelle … è una tappa fondamentale del nostro essere Chiesa Nuova … è l’inizio per poter provare a camminare da soli! Se non siamo in grado di Mangiare ciò che ci viene Donato … non lo possiamo nemmeno Spezzare! Eccomi! Gesù: Non hai niente altro da dire? Teresa: Eccomi! Ancora di più noi Ancelle … e  non perché siamo speciali … o perché il Tuo  Amore è diverso da quello per gli altri Figli! Gesù: No! Avete un Compito più Grande …  se guardate e Lo trovate! Non dici più niente? Teresa: Eccomi! Tutto si gioca nella nostra Fede … è tutto là che poi si fanno i conti! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! E la Fede è Amore … la Fede è Verità! Gesù: La Fede non è pugnalare alle spalle! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai qualcosa da dirMi … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Tutto parte dalla Fede e quando si ha Fede tutto viene rinnovato! Tutto parte dalla Fede … e quando c’è … e quando cresce … Dio ha il Primo Posto! Quando non c’è e quando non cresce … è il mondo ad avere il Posto di Dio! E questo è l’Errore che l’Umanità sta compiendo: sta dando il posto all’io e non a Dio, alla Croce e all’Amore! Ecco la differenza tra l’io e Dio … c’è un abisso e non solo … ma tutte le cose fatte dall’io diventano solo egoiste! Quando invece nelle nostre azioni facciamo vincere il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo che è Maria … tutto acquista Luce! Gesù: Parla, Padre … i Tuoi Servi Ti ascoltano! Don Vincenzo: Tutto viene a galla … quando si ha Dio nel proprio cuore che Arde … quando si fanno le Cose per piacere al Padre … quando si fa tutto per abbracciare la Croce e per stringerLa al proprio cuore … ecco che Dio vince! Gesù: Dio ha vinto da sempre … così come Io: Figlio di Dio … ho vinto da sempre  con la Croce! Fuori la porta … ma Vincitori da sempre! Ma fermi nell’aspettare l’Umanità sorda e cieca! Parla ancora … Padre! Don Vincenzo: Tutto se parte dal Padre … tutto viene capito e spiegato! Quando non parte dal Padre … quando si fanno ragionamenti umani … quando l’io primeggia … ecco che tutto perde di Luce e perde di consistenza! Gesù: Viceparroco … accogli il niente e fallo scarsetto, scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù: Continua! Don Vincenzo: Tutto parte dalla Croce … tutta la Salvezza Gesù l’ha scelta con la Croce … tutto è illuminato dalla Croce … perché attraverso questa Croce arriviamo all’Eternità! Mettiamo Dio al Primo Posto … e mettendo Dio al Primo Posto … la Croce non pesa più! Mettendo la Croce al Primo Posto … Dio vince l’io … tutto si sgretola! La nostra è una Vita senza fine e questo significa che dura per l’Eternità! Gesù: Nella Vigna, nell’Arca, nei Remi, nelle Capanne, nel Giardino, nella Chiesa Nuova! L’Eternità ….! Ma Vigilate: il Veleno e i Falsi Profeti sono fuori il cancello! Don Vincenzo: Noi non lo dobbiamo fare entrare! Gesù: Non possono entrare! Dovete stare attenti quando andate fuori a tenere Alta la Croce e ad allontanare le cose del mondo: l’io e le bugie! Dio è Verità! Vuoi prendere qualche altra cosa da mangiare? Dopo viene Giovanni … puoi mangiare anche con Giovanni … ma siamo impegnati! Cosa vuoi mangiare? Don Vincenzo: Tutto! Gesù: Tutto! Don Vincenzo: Tutto è Amore e se questo Amore vince … tutto acquista Luce, tutto acquista Te! Gesù: C’è un Figlio che ti viene Offerto … lo vuoi Segnare? (si avvicinano Piera e Vito col loro terzo figlio) Chiedigli il Nome! Don Vincenzo: Che Nome ha? Piera: Vincenzo! Don Vincenzo: Vincenzo! Gesù: E prendilo nelle braccia e Segnalo! Don Vincenzo: Che angioletto … ciao, ciao … ti sta toccando Gesù! Gesù: Ti sta toccando il Padre! Don Vincenzo: Come sei fortunato! (Gesù accarezza il piccolo Vincenzo, poi lo prende tra le Braccia e lo Innalza e Benedice col piccolo) Gesù: Un Figlio è stato Donato a Dio! Vinci, Vincenzo … vinci con la Croce … non con le cose del mondo! Un altro Figlio che Tu hai Donato! Ora viene Giovanni! Io vado ad accogliere le Spose e poi ritorno! Piccolo Giovanni: con la Croce e col Pane!(Benedice)  EccoMi, Giovanni! … EccoMi ad ognuno di voi! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete legati alla Croce? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! EccoMi, Giovanni … prendi il Mio caffè? Com’è … è buono? Don Vincenzo: Buono! Piccolo Giovanni: Ne vuoi ancora? EccoMi! Chi lo vuole se lo va a prendere! Cosa Mi donate da mangiare? Rimanete nell’Amore della Croce … rimanete nella Fede della Verità … (Benedice) rimanete nella Fede della Carità … Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … per essere Invitati dal Padre a fare Festa al Primo Posto! Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Vi invito ancora ad essere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Vi invito ad essere Figli nel Giardino di Dio! Vi invito ad essere Chiesa Nuova nell’Amore e nell’ Umiltà! Vi invito a camminare la Via Stretta! (manda un bacio) Gesù: con la Croce e con il Pane! (Benedice) … Saluta con l'Albero Verde … Io Allargo il Cuore ai Miei Figli! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano copiosi su tutti voi! E vi Benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … il Tuo Parlare Gridalo forte! Piccolo Giovanni: E’ nel Vuoto del tuo cuore dove sono i Rotoli … Anima Mia … Gridalo! Giulia: Eccomi … Giovanni! Piccolo Giovanni: Prepara i Tuoi Figli! Giulia: Eccomi, Giovanni … vieni ad aiutarmi nel Lavoro! Non posso portare nessuno! Vieni ad aiutarmi Tu! Piccolo Giovanni: EccoMi! (manda un bacio) … Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, spezzateLa e donateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … rimani … fuori c'è il Buio! Il Padre: EccoMi! Giulia: Accorcia ancora i Tempi e Abbassa la Tua Mano dove non c'è Verità … dove non c'è Amore … dove non c'è Croce … dove non ci sono le Spine! E visto che siete ai Banchetti e le Schiere sono uscite … salutiamo i Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) … Mamma … Mamma … Mamma …! Ci vediamo dopo! … (manda un bacio)

 

 

 

 

 SECONDA DOMENICA DEL MESE

10 LUGLIO 2016

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario, e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (La Madonna per un po' rimane in silenzio poi dice:)   La Madonna:  Nell'InchinarMi dinanzi alla Spada del Vangelo che è la Croce: Gesù, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è il Mio Cuore di Mamma Addolorata … Mamma Addolorata per l'Umanità …  Mamma Addolorata per i Figli che si perdono … Mamma Addolorata per i Figli che gettano la Croce … Mamma Addolorata per chi abortisce la Croce … Mamma Addolorata per chi abortisce il Mio Gesù non amandosi gli uni gli altri! E così Vengo ancora … Vivo ancora … Sono sempre in mezzo a voi nella Gioia e nel Dolore: la Mamma dell'Amore, la Mamma del Dolore, la Mamma che Abbraccia l'Umanità intera vedendola in pericolo … in grave pericolo! Figlioli Miei … come sapete riconoscere i Tempi che non sono più i Tempi … riconoscete il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo: siamo Vivi … siamo in mezzo a voi nell'Unico Amore: quello della Croce! … (Benedice) E vi invitiamo a tenerla Accesa la Lucerna della Croce … a tenere accesi i vostri cuori, a non dividerli, a rimanere uniti … così come sono rimasti Uniti il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo e tutti i Servi Inutili! Siate Servi Inutili dopo aver fatto la Giornata che Dio vi dona attimo dopo attimo! Rimanete Servi Inutili dopo aver fatto il vostro Lavoro! Rimanete Servi Inutili dopo aver portato la Croce! Rimanete Servi Inutili quando venite offesi! Dio lo è da sempre! Rimanete Servi Inutili quando i Dolori sono Pesanti: è Gesù che vi solleva! Rimanete Servi Inutili quando donate il vostro: Eccomi! Rimanete Stracci Stracciati ai Piedi della Croce … Figli Miei! (Benedice) … Rimanete Croce nella Croce … Figli! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi …  Mamma! Cosa stai facendo … Mammina? Stai Impastando il Pane? Non è Pane! Mamma …….! La Madonna:  Non lo fai anche tu? Giulia: Eccomi! Sei andata da sola … non sei andata con le Schiere? La Madonna:  Stanno aspettando le Spose … stanno preparando la Festa … ma dopo usciamo! Guarda ancora … Anima Mia! Ho anch'io il Lavoro tuo! Ciò che faccio Io …  lo fai anche tu! Giulia: Se tutti i cuori si inchinassero … questi Lavori non si dovrebbero fare … Mamma! La Madonna:  EccoMi, Anima Mia … ma i cuori non si inchinano alla Croce … e tutti questi Lavori si dovranno fare ancora … ma il Mio Cuore Immacolato Trionferà! Giulia: Eccomi, Mamma … L'ho visto da sempre! L'Umanità ancora è sorda e cieca! La Madonna: L'Umanità è allo sbaraglio! L'Umanità non trova più la Via! E’ confusa dai Falsi Profeti! E’ confusa dal Veleno! Giulia:  Dio non lascia i propri Figli … Dio ha vinto … Dio è Vincitore da sempre! La Madonna:  EccoMi … ma tu sai bene che è anche Giudice! Giulia: Eccomi, Mamma … Io ancora sto bussando e non mi fermerò … perché mi ha fatta Cocciuta! E nell'essere Cocciuta … nel Suo Amore non mi fermo di bussare! Quando si stancherà … me lo dirà come tutte le altre cose … mi dirà: Eccomi o non Eccomi! Eccomi a ciò che mi viene detto! La Madonna: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Mammina, alcune Spose … e altre verranno ancora … stanno donando la mano piano piano! Ma metto nelle Tue Mani tutto quello che mi avete donato da sempre … la Famiglia, i loro sussurri, i loro cuori! E metto nelle Tue Mani tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nelle Tue Mani coloro che non possono entrare perché hanno chiuso la Porta! Metto nelle Tue Mani l'Umanità intera! Metto nelle Tue Mani tutti i Sacerdoti, le Pietruzze i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Mamma … Tu che sei l'Unica Mamma e sei l'Ultima Grazia … tienici ancora per mano! La Madonna:  Prendi i tuoi Figli … prendi l'Umanità per mano … come stai facendo dal Grembo Materno! Giulia: Eccomi …  Mamma! La Madonna:  EccoMi … Figlia … Piccola Crocciuta del Cuore della Crrroce … così come dicevi quando eri piccola! Giulia: Adesso lo dico un po' meglio! Sì: Crocciuta del Cuore  della Crrroce! Me lo ricordo! La Madonna:  Adesso vai avanti nel tuo Camminare … Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! EccoMi con tutte le Schiere … con tutti i Servi Inutili … con tutti i Pargoli … con tutte le Spose … con i Due Banchetti … con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Mamma … insegnaci ad Amare come Ami Tu! La Madonna: Dì ai tuoi Figli come vedi il Mio Amore! Giulia: Come faccio a descriverlo? Non si può descrivere come non si può descrivere la Tua Bellezza! Si potrebbe descrivere la Tua Bellezza … si potrebbe descrivere anche il Tuo Amore … ma non lo so fare! Si deve solo Addormentarsi e Svegliarsi e vedere come Tu Ami! Ma se si guardano i Tuoi Occhi, gli Occhi di Gesù, gli Occhi del Padre … si vede la Tua Bellezza e il Tuo Amore …  Mamma! E il Tuo Sorriso Acceso fa Ardere i cuori e vedere Tutto … ma l'Umanità è sempre sorda ed è cieca! La Madonna: Crocciuta del Cuore della Crrroce! Giulia: Eccomi … Mamma! La Madonna:  EccoMi … Figlia! … PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani della Madonna) Don Vincenzo: Eccomi! La Madonna:  EccoMi! Don Vincenzo: Auguri ancora a Giovanni … Mamma! … (ieri è stato il 55° Anniversario di Ordinazione Sacerdotale di don Mario) … La Madonna: Ieri c’è stata l’Ordinazione … ma oggi gli tremavano ancora le gambe! E Giovanni sta ancora festeggiando … e se volete potete farGli anche gli auguri! Tutti: Auguri … Giovanni! … (si applaude) … La Madonna: E’ impegnato con la Festa … ma vi risponde: “EccoMi! Tutti: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Tu, Calice Vivente-Dio …  cosa Mi racconti … cosa racconti della Tua Fidanzata … Sposa e Mamma? Don Vincenzo: Ti racconto che l’Umanità è cieca e ha perso ogni orientamento! L’Umanità non vive più che per se stessa … non mette più Dio al Primo Posto … anzi dimentica Dio! La Madonna: L’hanno dimenticato da un pezzo! Don Vincenzo: Povera Umanità! La Madonna: Povera Umanità! E cosa ne facciamo dell’Umanità … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: La dobbiamo Salvare! Ecco perché Gesù si è lasciato Inchiodare! La Madonna: Mandato dal Padre! Don Vincenzo: Mandato dal Padre … sperando che i Figli siano attenti e Lo accolgono! La Madonna: Tu li vedi attenti? Don Vincenzo: Quando si voltano le spalle alla Croce … quando si voltano le spalle al Vangelo … quando si voltano le spalle all’Amore di Gesù Crocifisso ….! La Madonna: Il Vangelo è il Pane Intero Spezzato che viene a portarvi Gesù … e vi viene Donato pure Impastato … è quello Vero e L’hai Donato Intero! … E fra poco vi verrà Donato Intero! Don Vincenzo: Povera Umanità! La Madonna: La prendiamo per mano? La Cocciuta ha il Compito di prenderla per mano! Tu Calice Vivente-Dio non l’hai mai lasciata e neanche Io! Don Vincenzo: E Tu sei la Mamma! La Madonna: Sono la Mamma … sono la Piccola Maria e Mi hai Chiamato dal Grembo Materno per consegnarMi il Figlio Gesù! E Tu Mi hai Partorita dal Tuo Seno! Don Vincenzo: Sei la Mamma: la nostra Roccia! La Madonna: La Roccia è Dio … la Roccia che rimane ad aspettare i Figli anche se sono lontani e si sono  dimenticati di avere un Papà e di avere una Mamma … di avere una Famiglia, un Giardino con i Banchetti Pronti e Preparati per far Festa, per gioire! Don Vincenzo: Prima abbiamo pregato Te … e lo dobbiamo fare continuamente … perché Tu sei la nostra Ancora di Salvezza … il nostro riferimento! La Madonna: Io sono l’Ultima Grazia! L’Ancora è Dio … dove tutti si possono tuffare … dove il Cuore è sempre Spalancato … dove il Pane è sempre Pane … dove la Luce Accesa è sempre Accesa e non si spegne mai! Don Vincenzo: Dove l’Amore cresce sempre più e non si spegne mai! La Madonna: (La Madonna manda un bacio ai presenti e viene ricambiata) … Non spegnetevi mai nelle piccole malattie, nei piccoli affanni … negli affanni di tutti i giorni … non spegnetevi ….. rimanete sempre Accesi! Non spegnete quella Piccola Lucerna: la Fiammella che portate sul vostro capo! Tutti i piccoli dolori passano … tutte le piccole ferite guariscono … se si  guarda la Croce … se si ha Fede Piena … se si ama il Gesù Crocifisso: il Dio Vivente da sempre! Se si ama il mondo … le  ferite non guariscono … tutto crolla! Don Vincenzo:Che Grazia! Se riflettessimo ….! La Madonna: Sono l’Ultima Grazia per ognuno di voi e per l’Umanità intera … e la Promessa che ho Donato non viene meno … rimane fissa … rimane così Alta come è Alta la Croce … come sono Spalancate le Braccia! Ma nessuno riflette! Tu insisti … così come insiste la Cocciuta … ma nessuno riflette … non c’è tempo! Il tempo è per il mondo, per le cose del mondo … non c’è tempo per riflettere per Dio! Don Vincenzo: Ecco dove dobbiamo tuffarci! La Madonna: Nel Cuore del Padre e rimanerci! Don Vincenzo: Amare tutto quello che ci circonda … tutto quello che ci accade! La Madonna: Amate il Veleno, amate i Falsi Profeti! L’Amore combatte e vince ciò che è Male! “Vinci il Male con il Bene”: quello che Tu hai scritto … quello che Tu hai scritto Partorito dal tuo cuore! “Vinci il Male con il Bene”… (La Madonna fa riferimento al Canto scritto da don Vincenzo) Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Non lasciatevi prendere dai rumori del mondo …  non lasciatevi prendere da tutto quello che vi viene detto! Gesù … già dal Grembo Materno veniva trattato male così come venivo trattata male Io … ma Gesù dal Grembo Materno Operava … e così con l’Amore del Padre Operavo  anch’Io! Non Mi sono nascosta, non Mi sono vergognata di niente e di nessuno … sono solo andata a trovare Elisabetta … ma non sono scappata come hanno scritto! Dio che Mi dice: “Il Figlio che avrai è Mio!” … era molto più Grande … e non potevo scappare dinanzi a questo! Hanno detto che sono scappata! Non dovete scappare dinanzi  alla Croce … non dovete  nascondervi dinanzi a chi vi pugnala alle spalle … non dovete  nascondervi quando vi dicono: “Ma voi andate in quel Luogo!” … non dovete  nascondervi di portare il Mio Gesù ovunque andate … non dovete  bisticciare con nessuno quando Lo  trattano male! L’hanno trattato male nel Grembo Materno di una Piccola Creatura di 12 Anni! Don Vincenzo: Mamma … com’è bella la Tua Voce da ascoltare! La Madonna: Anche la Tua Voce è Bella! Chiedi ai Tuoi Figli se è Bella la Tua Voce da ascoltare … chiediglielo! Don Vincenzo: La mia voce è bella da ascoltare?  Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Uè! … (si ride) … La Madonna: Hai visto? E allora falla ascoltare … parla … dì ciò che è nel tuo cuore! Don Vincenzo: Nel mio cuore è che ogni giorno dobbiamo dedicare una o due ore alla Preghiera per Gesù, per il Padre, per la Mamma, per tutti! Non c’è momento più bello di immergersi nella Preghiera … perchè pregare è amare! E quand’è che noi possiamo amare? Quando preghiamo ... e solo allora i nostri cuori battono forte e solo allora si diventa Cristiani, appartenenti a Cristo, insieme a Cristo! Se non facciamo questo … la Giornata ci scivola via! Facciamo anche cose buone … ma sempre nel mondo! Quando invece facciamo questo … la Giornata viene immersa nel Cuore di Gesù e comincia a sprigionare Amore, Amore, Amore … e comincia a mettersi  in mostra la nostra Fede … perché brilla Luminosa! E se questa Fede non è Forte … a che serve? Se è Forte … è Luminosa, è Eterna! Ma ci pensate che stiamo andando verso l’Eternità! Ma ci pensate che cosa il Padre ha preparato per ognuno di noi! Ma ci pensate che cosa ci aspetta! Sembra troppo Grande questo Profumo di Dio, questo Profumo del Padre! Papà … quanto sei Buono! Papà … quanto sei Grande! Papà … ci hai dato l’Eternità e noi non ci pensiamo … pensiamo alle cose caduche e passeggere … ci dimentichiamo del Regno … di quello che hai orchestrato nel Libro dell’Amore, nell’Intimo! La Madonna: Papà … Lo Impasterai il Pane come Lo hai Impastato quando Mi hai Chiamata? Un Pane Grande come Lo hai Impastato quando Mi hai Chiamata per farMi Addormentare e poi Svegliare? Con la Cocciuta Lo Impasterai … quando Mi sono Addormentata e poi Mi sono Svegliata nel Giardino? E poi si è Impastato il Pane e si è Cucinato e ce Lo siamo  Mangiati e abbiamo fatto Festa! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù? La Madonna: No, Mamma … ma puoi chiamarMi anche Gesù! Don Vincenzo: Difatti: siete un tutt’uno! La Madonna: Siamo un tutt’uno! E se vi unite tutti quanti … Siamo un tutt’Uno: essendo Croce! Siete fatti a Immagine e Somiglianza del Padre! Don Vincenzo: Sei la Mamma di tutti! La Madonna: Mi hai fatto Mamma di tutti … Mi hai Donato Tuo  Figlio … Io ho Donato  Tuo  Figlio all’Umanità intera! E così sono Mamma! E così tutti voi siete Mamme se prendete Mio Figlio e Lo Donate e Lo fate conoscere! Cosa vuoi dire … hai qualcosa da dirMi … vuoi parlare? Facciamo parlare un po’ Telesfore? Guardalo negli occhi! Avvicinati! Telesfore: Ti voglio tanto bene! La Madonna: Io no? Telesfore: Tu all’Infinito! La Madonna: Solo questo hai da dire? Telesfore: Anche a Papà! La Madonna: Ha detto che ti vuole tanto bene! Don Vincenzo: E’ di un’Umiltà! E’ di una Carità esemplare … sempre all’Ultimo Posto! La Madonna: E tutti i Figli al Banchetto sono al Primo Posto … non c’è nessuno all’Ultimo! Siamo Noi che siamo messi all’Ultimo Posto: il  Padre, il Figlio e lo Spirito Santo! Don Vincenzo: Che Grazia averlo affianco! La Madonna: Quando fate i complotti di nascosto? … (si ride) … Non hai più niente da dire? Telesfore: C’è un desiderio: che Papà deve stare sempre con la testa in alto!  La Madonna: Ha il desiderio che devi stare con la testa in alto a guardare tutti … così guardi tutti i Tuoi Figli … l’Umanità che è lontana, è sorda ed è cieca! Quale desiderio hai ancora? Telesfore: Un desiderio ce l’ho … ma è meglio tenere nel segreto! La Madonna: Tu lo conosci? Don Vincenzo: No! La Madonna: Va bene così o vuoi parlare ancora? Telesfore: Per il momento va bene così! La Madonna: Ma non dimenticare  ciò che ti ha chiesto il papà terreno! Telesfore: Mi ha chiesto la capretta? La Madonna: Non lo so! Fai tutto quello che ti ha chiesto!  Telesfore: Che faccio una casetta! La Madonna: E fai la casetta … e dopo aver fatto la casetta … poi gli abitanti possono entrare! Così come ognuno di voi fa la Casetta e può entrare! Ma la Prima Casetta che avete è Eterna: è il Cuore del Padre dove tutti potete entrare! Non dimenticate la Vigna, l’Arca, i Remi e le  Capanne! Ma non dimenticate il Cuore del Padre Spalancato per ognuno di voi! EccoMi … Papà! Tu cosa hai? L’hai tolta quella nuvoletta? Raffaele: Eccomi! Com’è la Comunione fra di Voi e come dovrebbe essere tra noi? La Madonna: La Comunione tra di Noi è Eterna … e quella vostra è la Stessa … ma non c’è! Raffaele: Cosa manca? La Madonna: Tutto! Dovete ancora imparare a fare i Primi Passetti! Ma c’è solo una cosa da fare:  Amare come amiamo Noi … e il mondo è tutto Pieno! Non ci devono essere gelosie, non ci deve essere nessuna distinzione … siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio … siete tutti uguali! E’ questo che manca: vedere il Fratello come vedi i tuoi occhi! Quando i tuoi occhi sono tristi …  sono tristi anche gli Occhi del Padre non vedendo la Luce! Amare! Amate così come Amiamo Noi! La Cocciuta a volte dice: “Mamma … come sei Bella!  E me l’ha detto dal primo istante! … E Io le ho risposto: “Sono Bella perché Amo!” … “E Io voglio amare … non per essere Bella come lo sei Tu … ma voglio imparare ad amare!” … Imparate ad Amare e sarete uguali al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo … e  Brillerete come Croce così come lo siete … ma con l’Amore Pieno … Figli Miei! E’ questo che vi chiedo in questo Tempo! Ma Vigilate: i Fuochi di Guerra non si fermano … i Falsi Profeti neanche e neanche tutte le Armi che hanno preparato … e tutti i Progetti che hanno preparato per distruggere l’Umanità! Voi siete la Chiesa Nuova … e la Chiesa Nuova è fatta di Croce! Don Vincenzo: Mamma? La Madonna: EccoMi! Dì qualche altra parolina! Don Vincenzo: Mamma … fa che il nostro cuore ami sempre più! La Madonna: Fa, Padre … che il Cuore della Famiglia, il Cuore dell’Umanità Intera, il Cuore dei Figli Ministri, il Cuore dell’Uomo che indossa l’Abito Bianco … impara ad Amare sempre di più il Pane Vivo di Dio! Dimmi qualche altra cosa … viceparroco! Raffaele: Noi non vediamo tante cose … quindi ….! La Madonna: Le vedete … andate in giro … guardate  tante cose! Voi le vedete giuste e non sono giuste! Vedete le cose del mondo che sono sempre più sbagliate! Non puoi dire che non vedi! La Cocciuta vede … ma è all’Ubbidienza … e può dire solo quello che il Padre gli fa dire!  E nelle Ceste dovete mettere quello che è nel vostro cuore … e non posso dirvi altro! Raffaele: Tutti quanti vorremmo sapere di più! Eccomi! La Madonna: Non so cosa succederà quando Mi porterete le Ceste! Li porterete a Gesù … ma ci sarò anch’Io! … (La Madonna dona la Tosse) … EccoMi! EccoMi! Dalla pure Tu la Tosse! La Doniamo insieme? Dalla un po’ di più! Parla ancora un po’ ai Tuoi Figli! Dopo vi saluto e lascio andare a casa tutti i Figli donando l’Abbondanza da portare al Padre! Dopo aver Raccolto ciò che è stato Seminato … si porta al Padre nell’Amore e nell’Umiltà! Don Vincenzo: L’Umiltà: la Regina delle Virtù! La Madonna: L’Umiltà: la Regina delle Virtù! Don Vincenzo: E l’Amore da diffondere ovunque! La Madonna: E l’Amore da diffondere ovunque! La Regina dell’Umiltà deve regnare in tutte voi Ancelle! Avete qualcosa da dire? La Teresina del Bambin Gesù … dov’è? Ancelle: Al lavoro! La Madonna: Al lavoro? E allora sta lavorando per l’Anima e per il corpo! Era così dispiaciuta dicendo: “Ma io sono lì con voi … e voi siete lì con me!” Mandategli un Sorriso quando Io vado nel Giardino! Ancelle: Eccomi! La Madonna: Così sarà gioiosa di ricevere il Sorriso che avete preso dal Cuore di Dio e dal Mio Cuore e donarLo anche a lei! Ancelle: Eccomi! La Madonna: Lei ve lo sta mandando … e lo sta mandando a tutti quelli che stanno soffrendo nel corpo! Fatelo anche voi! Ancelle: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Manda un Sorriso ai Tuoi Figli … alza i Tuoi Occhi e donali … alza le Tue Mani e donali … Ti aspettano! (La Madonna e don Vincenzo Impongono le Mani sui presenti) Don Vincenzo: Vi dono il Mio Cuore sempre! Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Che bello Amarvi! Che bello essere amato da voi! Che bello stare qui dentro: un Pezzettino di Paradiso! La Madonna: E’ tutto il Paradiso … non un solo Pezzettino! E’ dove hai Piantato l’Albero Verde … ed è Cresciuto il Giardino che Tu hai Piantato da sempre nell’Amore e nell’Abbondanza di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Lasciamo scorrere Latte e Miele … così i Figli porteranno a casa Latte e Miele … e lo daranno ai propri nemici! Fate questo in questo Giorno … Figli Miei!  Don Vincenzo: Benediciamo? La Madonna: Sì, Tu saluti con l’Albero Verde …  Io Saluto col Magnificat! E Io lascio Scendere la Tosse dell’Amore! … (La Madonna Impone le Mani e Dona la Tosse e un bacio) … Puoi Salutare con l’Albero Verde!  Don Vincenzo: E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! La Madonna: Amen! Il Magnificat! Don Vincenzo: Cantiamo il Magnificat!   (tutti recitano il Canto del Magnificat insieme alla Madonna)La Madonna:  L'Anima Mia Magnifica il Signore! L'Anima Mia è Spalancata dinanzi ad ognuno di voi! L'Anima Mia è Aperta all'Amore che Dio Mi ha Donato! L'Anima Mia è l'Umile Ancella ai Piedi della Croce! L'Anima Mia è la Grazia che Dio Mi ha Donato! L'Anima Mia è il Frutto del Grembo di Dio per l'Eternità! E per l'Eternità scenda su di voi … (Impone le Mani sui presenti) … l’Amore del Padre … l'Amore del Figlio … l'Amore dello Spirito Santo! Scenda Copioso su ognuno di voi, sulle vostre famiglie, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutti i Figli che incontrate ovunque andate … sulle vie che camminate … e sulle Spine che Seminate … Figli del Mio Cuore Immacolato e Addolorato! E il Mio Cuore Immacolato Trionferà e il Sole Brillerà … e col Padre la Battaglia è già Vinta perché il Sole è Aperto … ma il Solco è da terminare! Vigilate … Figli Miei … vigilate! ….   Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà!   Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  TI AMO,  PAPÀ! Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! Lascio scendere ancora su di voi il Fuoco Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici! Ma Vigilate: il Fuoco Ardente di Pentecoste è il Pane Intero che esce dalla Bocca di Dio … non le danze! Il Pane che esce dalla Bocca di Dio: il Fuoco di Pentecoste … e quando viene Mangiato Arde e Brucia e fa Innamorare! E quando si è Innamorati si fidanza con lo Sposo! E tutti quanti siete Fidanzati col Padre: Spose dell'Unico Sposo! Giulia: Mamma … come sono Belle le Parole che Papà Ti ha sussurrato! Facci Innamorare sempre di più! E fammi andare a Lavorare dove adesso sta per scendere quello che sta per scendere…! I Cari sono al Banchetto … dopo usciamo con le Schiere! Possiamo salutare tutti i Cari? … (tutti salutano i propri Cari) … Eccoci! Mamma … ci vediamo dopo! … (Impone le Mani insieme a don Vincenzo e manda un bacio)

 

 

 

 

 

 

GIOVEDI  14 LUGLIO 2016 

 FESTA DELLE CESTE

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) … Gesù: Nel Grano Vivo … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Ciò che rimane di ognuno di voi nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne è l'Amore, l'Amicizia, la Verità, il Perdono … il rimanere Spiga! Tutta la Zizzania viene tolta! Il Grano … che è il Chicco di Dio … rimane e porta Frutti in Abbondanza … tanto da coprire l'Umanità intera … quell'Umanità sorda e cieca … quell'Umanità che è stata smarrita dai Pastori e non riesce a trovare la Strada per tornare a Casa! Lo Strumento ha raccolto l'Erba Cattiva … l'ha messa nella sua Cesta per poi gettarla e far rimanere solo il Grano per raccogliere tutti i Figli senza lasciarne nessuno senza il Chicco di Grano! Piantandolo riempie l'Umanità intera di Dio … del suo Amore, del suo Perdono, del suo Spalancare il Cuore! Ma vigilate ancora: il Veleno è fuori il cancello e i Falsi Profeti avanzano! Pregate(Benedice) … pregate! Il Dono che Dio vi ha Donato è il Vangelo di Dio: il Pane Intero, la Sua Parola … e si Dona nella Verità del Suo Amore e nel Suo Tutto! Il Sole È in mezzo a voi! Vigilate, Figli … vigilate! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù … cosa stai facendo? Cosa stai facendo, Gesù? Dopo posso andare? Gesù: Guarda ancora.....! Giulia: Eccomi … Gesù! Quando accadrà tutto questo? Dove metterò i Figli? Dove metterò la Famiglia? Gesù: Ti dirò l'Ora e il Giorno! Giulia: Eccomi! E quando mi dirai l'Ora e il Giorno … dopo cosa devo fare? Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Gesù … donami sempre la Costanza e la Forza! Gesù: Sai dove prenderla! Giulia: Ma l’aiuto lo chiedo sempre … donamelo ancora! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Tutto quello che hai visto e tutto quello che ti è stato detto … tienilo nel Vuoto del cuore … vicino ai Rotoli! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutto quello che ci hai donato fino a questo istante! Metto nel Tuo Cuore l'Umanità intera! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che non possono entrare perché gli viene vietato! Metto nel Tuo Cuore il niente della mia Giornata! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Eccomi nel fare la Tua …  non la mia Volontà! Ma se vuoi … ascolta il Grido del mio Vuoto! Gesù …  ecco ancora il mio niente! Gesù: L'hai tolta la Zizzania … hai raccolto Dio? Giulia: Eccomi per l'Eternità … e perdonami se l'ho tolta per chi non l'ha tolta! Ma fa, Gesù che la Tua Famiglia rimanga sempre Grano per Donarsi, per Spezzarsi come Tu Ti Spezzi per ognuno di noi! Gesù: EccoMi … Anima Mia! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerlo Alto e a Viverlo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Papà, Gesù, Mamma, Servi Inutili tutti … è bello quello che avete Offerto sul Banchetto del Padre! È Bella la Festa che avete preparato per le Ceste! Accogliete anche la nostra … così come è stata portata nella semplicità dei cuori … e perdonateci se è Scritto nel Libro del Tuo Cuore … Padre! Gesù: EccoMi … Anima Mia!  Giulia: Eccomi!  Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, Calice Vivente -DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù)  Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace! Pace ad ognuno di voi … Figli! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … EccoMi! Don Vincenzo: Tutta questa Grazia  regalataci dal  Padre! Gesù: Sì! Don Vincenzo: Tutta questa Ricchezza di Amore! Gesù … facci partecipare a questa Ricchezza! Gesù: E’ Tua la Ricchezza … facci partecipare! Don Vincenzo: Gesù … è tutto nostro!  Gesù: Sì … ce l’hai Donato! Quello che è Tuo l’hai Donato a Me e Io lo Dono ai Figli … così come lo Doni anche Tu! Don Vincenzo: Questo Banchetto d’Amore! Gesù: Adesso Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E voi avete capito il Significato delle Ceste? Avete capito: la Cocciuta è andata dove metterò i Miei Figli in quei Tempi … e l’Ora e il Giorno! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza  il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Cesta: Sono Io … il Figlio di Dio Mandato in mezzo a voi per rimanere sempre Cesta che Cresce in Abbondanza per tutti i Figli e per l’Eternità! EccoMi! Don Vincenzo: Ci siamo Donati? Gesù: Sì! Ora Ci Doniamo ancora e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore! Io vado di là e Ci Doniamo! EccoMi! Padre Io vado di là a Donare ai Figli il Tuo Sangue e la Tua Carne! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … EccoMi! Ci Siamo Donati … Papà! EccoMi! La Pasqua è Piena,  è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! E adesso prendiamo parte al Banchetto Nuziale e adesso prendiamo parte a tutto ciò che E’ Padre! E la Cocciuta sta Lavorando … aiutala! E’ bella la torta sbocciata … ( al Banchetto c’è una torta decorata con rose e con sopra una piccola Cesta con petali) … sono belli i Petali che cadono dal Cielo: sono le Ultime Grazie di Maria … la Cesta che vi ho raccomandato così tanto … con i Petali di colori scelti con le Grazie di Maria! Questo ha messo nella Sua Cesta: ha messo le Grazie che il Padre Dona ad ognuno di voi! EccoMi! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto)  Hai Fame … Papà? Io sono andato un po’ di qua e di là a prendere le Spose e ad aiutare a preparare il Banchetto Nuziale che è lì vicino a voi … ma non ho avuto il tempo di mangiare! Ho mangiato tutte le offese che Mi hanno donato in questo Giorno … e adesso mangio un po’ di cibo! Va bene? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ci siete tutti? Tutti: Eccomi! … (Teresa ha il Singhiozzo)  Gesù: C’è anche il Singhiozzo …  e allora siamo completi! Prendi tutto quello che vuoi! Mariangela: Eccomi! Gesù: EccoMi! Che c’è? Non ve lo dico più se state bene-male! Don Vincenzo: Questa serata meravigliosa dove Dio … attraverso Gesù … ci Visita, ci Accoglie, ci Nutre … Tutto fa! Ciò che non facciamo noi! Ecco quello che vi voglio raccomandare: la nostra Vita è legata a Dio perchè sappiamo tutti che Dio c’è! Gesù: Vivo e Reale e bello Grande! Don Vincenzo: Ma quando si tratta poi di metterlo in pratica … ecco che Gli voltiamo le spalle … ecco che ce ne dimentichiamo … ecco che addirittura pretendiamo da Lui! Questa sera qui dentro … tra sei miliardi di persone … il Padre si è degnato di scegliere noi … che non siamo affatto migliori … chiunque al posto nostro può darsi che avrebbe fatto meglio! Noi qui dobbiamo prendere coscienza della nostra Fede! Essere Cristiani significa gioire della Giornata che il  Padre ci Dona …  significa essere felici di quello che riceviamo … perché in palio ci sta l’Eternità … e significa che non finirà mai il Tempo di Dio! E allora ognuno di noi deve pregare … ognuno di noi deve fare sua quell’ora della Giornata …  ognuno di noi deve mettersi in un atteggiamento di Umiltà, di Mitezza, di Carità … ognuno di noi deve capire che essere Chiamati dal Padre è la Grazia più Grande che ci possa essere: essere  in cammino verso l’Eternità! Io … quando sento questa parola: Eternità … mi vengono i  brividi di Gioia … perché il Padre ha preparato per me questa Eternità … e avendolo preparato per me … sicuramente farà in modo che io ci arrivi! Sono io quindi che devo sfasciare tutto … e posso sfasciare tutto se non riscaldo il cuore! Gesù: Papà Si Nasconde! Parla Papà … copriTi e nascondiTi! Don Vincenzo: Sono che io devo ogni giorno tesoreggiare quelle ore … perché non posso sciupare neanche un’ora … sarei uno stolto …  sarei un cieco! Mentre invece se io mi Immergo nel Cuore del  Padre … se io guardo i Chiodi di Gesù …  se io guardo il Cuore di Gesù … quel Cuore che ha Versato fino all’Ultima Goccia di Sangue per me....! E quindi, essere Figli Veri del Padre significa entrare in Intimità col Padre … far sì che le Sue Parole siano Luce dei miei occhi! Essere Cristiani è il Regalo più Grande che ognuno di noi possa avere … perché ognuno di noi è Battezzato! E Battezzato significa che il Padre è qui … che è dentro di me per guidarmi sempre più verso la Sua Bontà! Metterci in atteggiamento di Grazia! Gesù: Da quanto aspettavi le Ceste … Papà? Dopo le Ceste ci sarà un’altra Festa … una Festa un po’ Amara! La Cocciuta vi dirà! E’ un po’ Amara l’altra Festa … e Tu la conosci! Che vuoi mangiare?  Don Vincenzo: Quanta Grazia sta arrivando! Gesù: Sei tutto Tu che Ti Doni! Don Vincenzo: Gesù … che vuoi? Gesù: Tu cosa prendi? Don Vincenzo: Un panino con la mortadella! Gesù: E se ci mettiamo in mezzo una mozzarella … non è più buono? Ma questa poi la tagliamo? C’è la Cesta:  la Cesta di Maria! Quando le preparerete le Ceste dei vostri cuori? Sono state belle! La Cocciuta è stata dolce! Bastava mettere una spiga di grano e un po’ di zizzania! Lei gettava la zizzania e vi lasciava il grano! Avete fatto di più … ma non si seminano! Il grano si semina! Cosa ne pensate di questa Festa … cosa batte nei vostri cuori … che sentite? Niente? Alcuni: Di chiedere perdono per i nostri errori! Gesù: Ma avete visto che la Cocciuta ha messo la pianticella più grande per ognuno di voi e per l’Umanità intera? Tutti: Eccomi! Gesù: Visto che Papà sta mangiando … tu vuoi dire qualcosa … Teresina del Bambin Gesù? E dilla! EccoMi! Teresa: Lo Strumento prima ci ha detto che poi ognuno decideva cosa fare della propria Cesta! Posso fare quello che voglio della mia? Adesso? Gesù: Certo! EccoMi! … (il  viceparroco spezzetta in 4 parti il pane che Teresa ha nella Cesta e Teresa ne dona un  Pezzetto ad ogni  Ancella! Poi va a donare il restante ad altri.)  Prendi il niente e fallo scarsetto, scarsetto … vicepà! Raffaele: Eccomi! Gesù: Parla ancora … Padre! Don Vincenzo: La nostra Salvezza dipende dalla nostra Saggezza … e la nostra Saggezza dipende da Gesù Crocifisso … perché il Padre per questo L’ha Mandato! I Santi erano solo più saggi, più sapienti … perchè avevano capito che bastava pregare il Datore  della Vita …  il Padre Eterno … Gesù in Croce! E oggi ci è stato Donato il Vangelo!  Gesù: Il Vangelo secondo Dio! Don Vincenzo: Il Vangelo secondo Dio! Secondo il Padre, secondo l’Amore, secondo il Creatore! Voi pensate che i Santi erano superiori? No, erano solo più sapienti:  avevano fatto della loro Giornata un’ora dedicata esclusivamente alla Preghiera! Sceglievano l’ora a secondo dei loro impegni … ma non davano mai un’ora di buco … anzi quell’ora era l’ora più bella! Ecco … questa sera … in mezzo a 60 milioni di Italiani … siamo noi qui dentro … solo noi! Pensate che Grazia abbiamo ricevuto!  Gesù: Sono nella Cesta di Maria!  Don Vincenzo: Pensate che Dono abbiamo ricevuto! E come contracambiamo noi? … “Ma io credo in Dio!” … Credi in Dio? Uno che crede in Dio  si mette al Cospetto di Dio e non si stacca mai! Gesù: E si rispetta Dio! E si inginocchia dinanzi a Dio! Don Vincenzo: Io parlo a me stesso prima che a voi! Gesù: Sì, parli a te stesso per parlare ai Tuoi Figli! Don Vincenzo: Quanti anni, mesi, giorni ho sprecato … ma adesso non li voglio più perdere! Gesù: Si sta coprendo ancora! Don Vincenzo: Anche se me ne rimangono pochi … non voglio più sbagliare.....! Gesù: Non sei Eterno? Don Vincenzo: Sì, sono Eterno! Gesù: E allora perché te ne rimangono pochi? Don Vincenzo: Perché potrei anche non entrare nel Paradiso....! Gesù: Eh, eh … perché ridi sotto i baffi? Sei nel Giardino insieme alle Spose! Come sai coprire bene il Tuo Amore ai Tuoi Figli e all’Umanità intera! Don Vincenzo: Quanto vale un Risveglio: è il momento più bello! Gesù: Sì … sei Tu che lo doni il Soffio! Don Vincenzo: Quel Risveglio mette in una posizione di Gratitudine: il Padre si è degnato di farmi svegliare ancora oggi! E come lo accolgo io? Quante ore in una Giornata non abbiamo fatto una Preghiera profonda! Non le preghiere passeggere, così e così … ma quella Preghiera Vera, quell’Ora Santa, quell’Ora Cristiana, quell’Ora del Crocifisso! Gesù: Il mio Crocifisso io lo porto sempre con me!” …  (Gesù si riferisce alle parole del canto scritto da don Vincenzo) … Il Crocifisso Io lo porto sempre con me perché rimango sempre attaccato alla Croce … non scendo … e dove vado Mi porto! E chi Mi Ama … si porta! Amare....! E quando c’è l’Amore senza Misure e senza Limiti … è la Preghiera più Preferita che Tu vuoi … perché Mi hai Mandato ad insegnare a tutti ad Amare … a  Seminare l’Amore … a Riempire le Ceste con l’Amore … e a Donarle! Don Vincenzo: Gesù … quant’è Grande il Padre! Gesù: Sì, solo che hai abbassato la testa … se la alzi sei più Grande ancora! Don Vincenzo: Forse è meglio che la tengo abbassata! Gesù: E sì … “Ha il Capo inchinato …” per? Tutti: “Salutare me!” Gesù: Per salutare tutti! Hai le Braccia Spalancate per … Tutti: “Abbracciare me!Gesù: Per Abbracciare tutti! … (don Vincenzo Allarga le Braccia e dice:) Don Vincenzo: Fratelli, Sorelle … vi Benedico … e vi dico: siate saggi … l’unica cosa per cui vivete è dare Gloria al Padre … non esistono altri motivi! L’unica cosa che esiste è l’Eternità che ci aspetta! Eternità! Gesù: Eternità! Don Vincenzo: Capite che significa? Capiamo che significa? Per sempre! Per sempre il Padre ha preparato per noi un Posto d’Amore … e per noi è un Regalo Immenso … e per noi è una Ricchezza sproporzionata … perché mentre andiamo dietro ai pezzi di carta … il Padre ci dice:  Sei Mio Figlio … ti arricchirò Io … ma di Povertà … ma di Umiltà, ma di Mitezza, ma di Amore … e ti sentirai Ricco più che mai … perché scoprirai che la Vera Ricchezza è il Cuore Infiammato … perché quando  il Cuore è Infiammato … Brilla … e non vai più in cerca di nessun altra cosa ed eviti le cose del mondo perché capisci la loro pochezza … e capisci che il Vero Amore è tuo Padre … è il tuo Papà … è il tuo Amore nell’Amore: il Padre che Ama il Figlio e il Figlio che riama il Padre!” Come Sacerdote vi dò la Benedizione … accoglietela! Gesù: Papà … vuoi mangiare qualche altra cosa? Don Vincenzo: Questi qua! Gesù: E tu vuoi dire qualche altra cosa? Parla … il Padre ti ascolta! Teresa: Eccomi! Che cosa ci puoi dire di questi Calici? Gesù: Sono i Calici di Natanaele! … (sono i 4 Calici di legno donati da Natanaele nel 2010) … Sono i Calici che Lui aspettava … e adesso invece Li sta vivendo al Banchetto dove ci sono gli Sposi e le Spose, dove ci sono tutte le Schiere! E quando farete quello che vi è stato detto … verrà ad Intingere anche lui! Per adesso non lo facciamo parlare … poi lo faremo parlare! Tu vuoi sapere che Significato hanno quelle Quattro Dita di Vino e quella Goccia d’Acqua e i Pezzettini di Pane? Perché gli avevo chiesto i Calici? Lo ricordi? Marisa: Per Celebrare! Gesù: Per Celebrare! E voi chi siete … le Ancelle? Per adesso Bagnate e Donate! C’è il Vino … c’è l’Acqua … c’è il Sangue e la Carne! Ma voi dite: “L’abbiamo già preso!” Alla fine darete il Vino e l’Acqua e il Pane … per incominciare il Cammino fatto con le Spine, fatto con la Viuzza Stretta! E quando ci sarà l’altra Festa vi diremo di più sui Calici! Preparate i vostri cuori … Ancelle! Il vostro Eccomi è sempre Eccomi? Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Non vuoi dire niente altro? Puoi dirlo! Poi viene Giovanni! Teresa: Eccomi! Se sbaglio … mi correggi! Gesù: Certo! EccoMi! Teresa: Eccomi! Questi Tre Calici di vetro … Gesù: Sì … vai! Teresa: … rappresentano ciò che resta del Cielo, del Mare e della Terra! Eccomi! Gesù: Vai avanti! Teresa: Eccomi! Ogni colore ha un significato! … (sono pieni di pietruzze colorate e conchiglie) … Gesù: EccoMi! Teresa: Il Celeste è l’Acqua e anche il Cielo! Eccomi! Gesù: Non temere … se sbagli ti correggo! Teresa: Eccomi! Il Rosso scuro è il Buio che è calato sul Cielo, sulla Terra e sul Mare! Il Giallo è la Luce che toglie l’Oscurità! Il Verde è la Croce che Trionfa … e il Rosa è Maria che è l’Ultima Grazia … che è il Sole! Gesù: Il Suo Cuore Immacolato che Trionferà! Hai finito? Non hai finito! Se sbagli ti correggo … non ti preoccupare! Teresa: Eccomi! Le Stelle Marine ……  Gesù: I Frutti del Mare! Ti fermi? Teresa: Per adesso sì!  Gesù: EccoMi! Per adesso sì! Tu vuoi parlare con Me o parli con Giovanni? Una sola? Avete contato quante rose sono? E contatele! Ah, dimmi un po’ … posso fare una domanda Io? I sudori per che cosa sono? Per la stanchezza o per le fatiche? … (è il contenuto della Cesta di Raffaele) … Raffaele: Li ho solo donati! Gesù: Sì, ma per la stanchezza? Raffaele: No! Gesù: Hai donato i tuoi sudori! Raffaele: E basta! Gesù: E il pezzettino di pane? Raffaele: Perché ho donato una Briciola di Pane! Gesù: Una Briciola di Pane! Tu fai come il Calice Vivente … che ti nascondi? Sì! Raffaele: Non ti posso rispondere … Gesù! Gesù: Io parlo … eh, eh! Raffaele: Posso? Gesù: Non ti preoccupare … non ci sono problemi per dirti sì o no! Raffaele: Le Ceste erano Piene? Gesù: Dovevano essere come era quella del Calice Vivente-Dio e della Cocciuta! Avete fatto quello che avete sentito nel cuore … ma dovete rimanere Grano e togliere la Zizzania! Ci sarà un’altra Festa … ma non delle Ceste … è qualcosa di Amaro! EccoMi!  Raffaele: E il Raccolto? Gesù: Lo deve fare il Padre! Chiedi al Padre se ha Raccolto ciò che ha Seminato Lui e ciò che avete Seminato voi! Hai Raccolto quello che hai Seminato? Don Vincenzo: Più sì che no … o più no che sì!  Gesù: Più sì che no … o più no che sì! Ma il Tuo Amore Vince! Vero? Come dice sempre la Cocciuta: “Dai … Vinci!” Il Tuo Amore Vince e Raccoglie! EccoMi! E allora adesso Io vado ad accogliere le Spose, Papà … e Giovanni viene a salutarvi un poco … e poi ritorno ancora un pochettino Io! EccoMi! Piccolo Giovanni: Con LA CROCE  e con IL PANE!(Benedice)  Don Vincenzo: Giovà! Piccolo Giovanni: Eh, com’è? Il caffè è pronto! E i vostri cuori sono pronti? … (manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Caldi com’è caldo il caffè? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E se il caffè è freddo? Sono Capriccioso … no? Ne vuoi ancora? Bevo Io! E’ tiepido! No, è caldo, eh, eh! Chi lo vuole se lo va a prendere! Ma questo ritornello lo devo fare sempre? Buono … caldo! Eh, Giovà … tu hai mangiato qualcosa? Bella questa torta … ma quanti fiori ci sono dentro? Teresa: 22! Piccolo Giovanni:  23, 24 e 25 con i Petali di Maria: le Sue Grazie … non ce le avete messe dentro?  E la Cesta? 26! Eh, eh … hai visto come vi pizzico in pieno … come sempre! E il 26 che Giorno è per la Cocciuta? Alcuni: Sant’Anna! Piccolo Giovanni: E che Giorno è per la Cocciuta? Teresa: E’ il Giorno che si è sposata al Comune! ... (il mattino del 26 Luglio 1975 al Comune di Corigliano Calabro) ... Piccolo Giovanni: Dal Sindaco! Chi l’ha detto? E allora quale Giorno è? Teresa: Il Giorno del Rinnovo dell’Eccomi! Piccolo Giovanni: E voi quando lo rinnovate l’Eccomi Pieno al Padre … mettendolo nella Cesta …  nella Cesta del cuore? Quale Giorno scegliete? Così come vi ho fatto scegliere il Giorno per Consolare l’Addolorata! Quale Giorno scegliete adesso per donare l’Eccomi Pieno al Padre? Quando Donavo la Croce di Domenico facevo scegliere un Giorno per Consolare l’Addolorata … così come faceva Domenico! … (si riferisce alla Congregazione dell’Addolorata fondata da Domenico Lentini e rinata con don Mario il 2 Febbraio del 1989) Don Vincenzo: Allora possiamo scegliere il 26? Piccolo Giovanni: Scegliete tutti il 26 per rinnovare l’Eccomi? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E quand’è che facciamo la Festa? La Cocciuta lo sa … e poi sceglie il Giorno che gli ha detto Gesù! Io sono Giovanni! Piacere! E Io devo mangiare … ho fame … Mi dai una mozzarellina e dopo uno di questi? Tu ne vuoi? Don Vincenzo: Una mozzarella! Piccolo Giovanni: Una mozzarella … la vuole anche Papà! Non c’è niente in cui bagnare? Cosa c’è? Ehi … che bella barba e che bei capelli! Don Vincenzo: Me li ha fatti ieri la Cocciuta! Piccolo Giovanni: Te li ha fatti la Cocciuta? Se li ha fatti pure a Me … come ha fatto per farli pure a Te? State mangiando tutti? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Mangiate … mangiate al Banchetto del Padre … mangiate in Abbondanza! Prima della Festa della Mia Fidanzata: la Mamma di Dio e la Mamma Mia … ci sarà la Festa … ci sarà un po’ di Amaro … ma non dovete temere … se Dio è con voi … anche l’Amaro diventa Dolce! Calice Vivente-Dio … ci sono i momenti del Dolce e ci sono i momenti dell’Amaro … e anche se è Amaro diventa Dolce se si ha Fede … se si ascolta la Parola! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E i Figli devono assaggiare il Dolce e l’Amaro per riempirsi di Fede, per riempirsi di Carità, per riempirsi di Umiltà, per riempirsi di essere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! E Io ho mangiato! Sì … l’amaro! Sì … un po’ di amaro lo "quiero"! Sono passato un po’ per la Spagna! Lo vuoi un po’ di amaro che è passato dalla Spagna  … lo vuoi? E un po' Amaro e un po' Dolce … così come sono le cose quando non si raccolgono nella Giornata che Dio ci dona! Un po' Amaro e un po' Dolce! Ma se si guarda Gesù sulla Croce è tutto Dolce … e se si perdona è tutto Dolce! Papà … è bello sentire la Tua Voce … è bello sentire le Tue Parole … è bello sentire quando dici ai Tuoi Figli quelle Belle e Dolci Parole! Fai sentire ancora la Tua Voce … dì qualcosa ancora! Don Vincenzo: Giovanni mi invita a dire qualcosa ancora … io penso che queste Parole dette da me potrebbero anche non produrre l'effetto … e invece ne vale la nostra Esistenza … perché non è soltanto una Parola che Salva, ma è anche una Parola che insegna a vivere! E quando si insegna a vivere … si insegna ad amare giorno e notte … si insegna a mettere al Primo Posto Dio giorno e notte! Se non facciamo questo … le Parole di questa sera non porteranno effetto! Se invece tutto viene impostato sull'Amore significa che in ogni ora della Giornata devi mettere in pratica l'Umiltà, la Carità, la Bontà, la Luminosità … tutto è in funzione dell'Amore!. Quando questo non avviene e le cose del mondo ci trascinano e ci ingannano … ecco che allora tutto si complica … e quando non si mette più di Dio al Primo Posto … ma si mette l'io dall'inizio della Giornata … tutto scivola via! Quando invece Dio è al Primo Posto … tutte le ore della Giornata servono a farci essere Figli di Dio, Figli dell'Amore, Figli del Padre Nostro … Figli … Figli … Figli … e perciò capaci di Amare … di Amare … di Amare! Che bello! Piccolo Giovanni: E’ bello sentire la Tua Voce! Che bello Nascondersi e diventare Piccoli come un bambino! Dio è un Bambino e si nasconde dentro un Pezzo di Pane ed un Bicchiere di Vino! Così come Mi Nascondevo e Mi Nascondo Io: Piccolo Giovanni Capriccioso … Nascosto nel Cuore e nel Vuoto dello Strumento! Quando la preparavo a dover camminare per un po' da sola … e per poi arrivare Tu … come Mi Nascondevo....! Ma Mi facevo vedere benissimo! Non Mi hanno riconosciuto … come non riconoscono Te … e fanno fatica! Ma lo Strumento Ti ha riconosciuto subito! Gli ho detto: “Viene da lontano! Ma Io ti seguirò sempre e sarò sempre in mezzo a voi!" Ma i Figli crollano … cadono di qua e di là … riempiono le Ceste di bugie … e riempiono le Ceste delle cose del mondo! Ma di ciò che Dio vuole non lo mettono! E adesso ci sarà la Festa dell'Amaro … per riportare ancora una volta i Figli! Non gettate le Spine, Figli … e non pensate di cambiarle! ... (ad ognuno dei presenti è stata donata una Spina) ... Adesso parlo un altro poco … poi viene Gesù e  tu saluti con la Croce … e poi si fa questa … (la torta) … così si taglia e si dona … e il Cestino lo prende lo Strumento che poi lo deve portare nel Giorno dell'Amaro! Giovanni … nel Silenzio sulla Croce ci siamo Abbracciati … Tu Mi hai Abbracciato … Io Ti ho Abbracciato! E nel Silenzio camminiamo con le Schiere nel salvare e nel pulire dove c'è sporco! Nel Giardino dove ci sono tutte le Spose è Bello e Pulito e si fa Festa … come state facendo Festa voi! Dovete cambiare solo un po' la Cesta! Voi non dimenticate il vostro Lavoro! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: E anche se vedete la Cocciuta e non sapete Chi c'è … vi guiderà! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! E adesso Io devo ritornare e viene Gesù … e poi vi Salutiamo! Allora … Io vi Saluto con la Croce e con il Pane … e viene Gesù! … (Benedice) Gesù: con la Croce e con il Pane! (Gesù Benedice e manda un bacio ai presenti)  EccoMi, Papà … sono tornato! Sono tornato per Invitarti a Piantare ancora di più l'Albero Verde … e a Salutare con l'Albero Verde tutta la Tua Famiglia, l'Umanità intera e tutti i Figli … tutti i nemici … tutti quanti! Io Spalanco il Mio Cuore tuffandoMi nei cuori di ognuno di voi … Figli Miei! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su di ognuno di voi, sui vostri familiari, sui nostri parenti, sui nostri amici, sui nostri nemici, su tutti quelli che ci hanno fatto del male … ma hanno ricevuto Amore! Ecco dove nasce la Conversione: da una Virtù che traduce tutto in Amore! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Don Vincenzo: Portate a casa questa serata … portate a casa l'Amore … portate a casa la Figliolanza di Dio Padre che non finisce mai di Amarci e che ci Amerà per sempre in Eterno! Che Grazia! Siamo Benedetti! Benediciamo il Signore! Tutti:  Rendiamo grazie a Dio! Gesù: Ora e per l'Eternità! Giulia: Giovanni … mi hanno dato un Compito Pesante … Tu mi aiuterai? Ci sarà la Festa dell'Amaro … verrai ad aiutarmi? Lo so che adesso siete impegnati: la Festa non finirà subito! Sì, le Spose stanno arrivando … ma ancora ce ne sono altre che non vogliono girarsi! Quelle che ho preso sono lontane lontane e hanno donato la mano! Vi chiedo aiuto per questa Festa! E aiutateci a pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giovanni … aiutami … aiutami in questa Festa … l'ho vista … aiutami!  Piccolo Giovanni: Non temere … Figlia Mia, Sposa e Mamma del Cuore di Dio!  Giulia: Eccomi! Dopo dobbiamo andare a Lavorare … dobbiamo uscire con le Schiere! Ho visto tutto … ma dimmi cosa devo fare! Ci vediamo dopo …  Giovanni! Piccolo Giovanni: Ci vediamo dopo! … (manda un bacio) …  Giulia:  Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti: Ti Amo, Papà!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! Giulia: Lascia scendere sui Tuoi Figli il Tuo Amore Materno … lascia scendere il Fuoco del Cuore Immacolato di Maria … Padre … e uniscici al Tuo Banchetto d'Amore con le Spose!  Don Vincenzo: Il Banchetto che non finirà mai! Giulia: Il Banchetto che non finirà mai! Don Vincenzo: Il Banchetto dell'Amore! Giulia: Il Banchetto dell'Amore! Don Vincenzo: Di un Amore Perenne! Giulia: Di un Amore perenne! E dove ci sono tutti i nostri Cari che salutiamo nell'Amore Infinito del Padre! … (Tutti salutano i propri Cari) … Ma aiutatemi anche Voi nel preparare questa Festa … aiutatemi! Eccomi Mamma! … Eccoci Spose tutte! Fra un po' vengo per uscire con le Schiere!

 

 

 

 

 

GIOVEDI 21 LUGLIO 2016  

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi dice:) … Gesù: Passo dopo passo, piano piano, nel Silenzio della Croce …(Benedice) il Tutto di Dio avvolge ognuno di voi e l'Umanità intera! Due Piedini Scalzi che portano l'Umanità intera su un Legno di Croce … non piccolo … grande! Non un palo … un Legno spesso ... e nonostante il Legno  era spesso … i Chiodi sono stati girati! E quando sono stati girati il Mio Sorriso è diventato più Grande e così anche il Mio Amore! Lo era dal Grembo Materno … Lo era dal Grembo di Maria … Lo era dal Parto della Croce! Perché vi affannate? Non guardate i Chiodi? Non guardate la Croce? Non è un lamento la vostra nascita, il vostro vivere, il vostro camminare … se sorridete e se gioite pensando alla Vita Eterna e non pensando a quella passeggera! Dio L'ha Pensato per ognuno di voi e Io vi ho Riscattato col Sangue Allargando le Braccia sul Legno Vivo della Croce … unito a Maria, a Mia Madre! La Battaglia è Vinta da Dio! E’ stata Vinta da sempre … e gli uomini combattono ancora! Per che cosa? Nel Giardino non porteranno nulla! Nella Vigna, nell'Orto, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne non porteranno nulla! Il Raccolto di Dio è l'Amore … e non si può raccogliere l'Amore se si semina la zizzania … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Guarda....! Giulia: Eccomi … Gesù! Un po' di Spose sono rimaste ancora fuori! Ma cos'è quel Segno? Posso andare a cancellarlo … Gesù? Gesù: Immolati come tu sai fare: nel Silenzio! Giulia: Eccomi! Gesù: Guarda ancora....! Giulia: Eccomi … Gesù … non diciamo nulla … come sempre! Gesù: EccoMi! Giulia: Posso muovermi … Gesù? Muoviamoci, Padre … ma accorcia ancora i Tempi! Eccomi nel fare la Tua Volontà! Eccomi nel servirTi come Umile Ancella ai Piedi della Croce! Gesù … donatemi sempre la Costanza e la Forza! Gesù: EccoMi …  Anima Mia! Giulia: Eccomi, Anima Mia … Luce che non si spegne mai! Faro Eterno … Alzati ancora con la Tua Luce e aspetta tutti i Figli! Metto nelle Tue Mani tutta la Famiglia … tutti quelli che si affidano alle mie preghiere … l'Umanità sorda e cieca … tutti i sussurri! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato fino a quest'istante! Metto nel Tuo Cuore i Figli che non possono entrare  perché fermati dai Grandi! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Accogli il "niente" della mia Giornata e consola i cuori dei Figli! Gesù: EccoMi … Anima Mia!  Giulia: Eccomi! Gesù: Quando farete la Festa dell'Amaro aprirai un Rotolo! Giulia: Eccomi! Eccomi! Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con il Tutto della Pienezza e l'Unica Verità della Croce! EccoMi con la Giornata e con l'Unica Verità del Pane Vivo … Invitandovi ancora a tenerLo Alto … e riempiendo i vostri cuori per donarLo all'Umanità intera … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Rimanete nella Vigna! Rimanete nell'Arca! Rimanete nei Remi! Rimanete nelle Capanne … Figli Miei, Fratelli Miei, Amici Miei! Giulia: Gesù … prendilo Tu il Rotolo … e donami la Costanza e la Forza! Gesù: PACE AL TUO CUORE ... GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Sì! Che Bene di Dio!!!! Gesù: EccoMi! Il Bene di Dio  è Dio! Il Bene Tuo sono i Figli! Don Vincenzo: E’ Tutto Dio! Gesù: Sì … EccoMi … è Tutto Dio! Lo so che hai Fame e Sete dell’Umanità intera … ma dopo che Ci Doniamo … parli un po’? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora, Io Mi Dono e Tu Ti Doni … Tu Ti Doni e Io Mi Dono … e Ci Doniamo tutti quanti! Tu stai fermo … e la Cocciuta Mi Dona! Don Vincenzo: Eccomi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo)  Gesù: EccoMi! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! … (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Questo Sono sempre Io … sempre Scartato dagli uomini … ma Vivo e Reale in mezzo a voi per Gioire e Fare Festa ed essere un’Unica Carne con i Miei Figli! Io Mi Dono e Tu Ti Doni! Tu rimani e Io vado! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Padre … DonaMi la Tua Benedizione per DonarCi! Amen....! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … EccoMi, Padre … Ci siamo Donati? La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! Ma vogliamo prendere parte ancora al Banchetto Nuziale? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Tutto Dio! Tutto il Tuo Amore! Tutta la Tua Amicizia! Tutta la Tua Voce! E adesso Mangiamo del Tuo … del Tutto del Padre! EccoMi! EccoMi! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù manda un bacio a tutti i presenti. Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto.)  EccoMi! Don Vincenzo: Tutto questo ... che Bene di Dio è! Gesù: Mangia … prendi tutto quello che vuoi! Mariangela: Eccomi! Gesù: EccoMi! Alla Croce Viva! Alla Pace di Dio! Al Giardino! … (Gesù e Don Vincenzo fanno un brindisi) Don Vincenzo: Alla Croce Tua … Gesù! Gesù: Quello che Tu Mi hai detto di fare per gli uomini! Dopo che hai mangiato parlerai un po’? Quando non ci saranno più i pesci … cosa mangeremo? I frutti del mare sono finiti … ma nel Giardino no! Hai Lavorato tutto il Giorno e adesso hai tanta, tanta fame! E’ dolce ascoltare anche il Silenzio … o no? Alcuni: Eccomi! Gesù: Il Silenzio di Dio … il Suo Donarsi! Ma ci siete arrivati a capire che Mangiate Dio attimo dopo attimo? I vostri cuori dovrebbero Ardere e Bruciarsi: Siete al Banchetto con Dio … Mangiate il Cibo-Dio … Gioite con Dio! E quale Festa più Grande si deve cercare? Fare Ardere i propri cuori nel pensare attimo dopo attimo: “Questo è Dio! Questo è Dio! Questo è Dio! Questo è Dio! … E io non sto attento, sono sbadato, lo guardo come cibo del mondo!” … Ogni Piccola Briciola che sentite E’ Dio in Pienezza che Si Dona! Questo E’ Dio … ma verrà a mancare per colpa degli uomini … ma nel Giardino di Dio non manca! Gustate il Sapore di Dio! Gustate la Dolcezza di Dio! Gustate tutto quello che Dio vi Dona … ma non gettate le perle ai porci! Figli Miei … siate coscienti … non lasciatevi trascinare dai Falsi Profeti … non lasciatevi trascinare dal Veleno! Tutto ha preparato Dio per i Propri Figli … ma viene cacciato, viene scartato e non viene Mangiato! E se viene Mangiato in altri Luoghi … non Ci Sono! Guardo … ho il Capo chino così come ce l’ha il Padre e lo Spirito Santo e tutti i Servi Inutili … ma Ci hanno messi all’Ultimo Posto … Ci Vendono e Ci Comprano … e VendendoCi e ComprandoCi non Ci possiamo Donare! Ci hanno Svenduti! Le cose svendute passano di moda … e gli uomini pensano di andare avanti con la moda e di gettare Dio e Lo Vendono e Lo Comprano! Dio non Si può Commerciare! Dio Si Dona per Amore! Vuoi aggiungere qualche parolina …  Padre? Mi dai il mio pezzettino di pane e un pò di mortadella....? Tu ne vuoi ancora di pane e mortadella? Parla! I Figli aspettano la Tua Voce! Don Vincenzo: Abbiamo il Vangelo secondo Dio … il Vangelo secondo il Padre! Gesù: Sì … Tutto nasce dal Padre … Invitando Maria a far Nascere Suo Figlio! Don Vincenzo: Che bello che il Padre Evangelizza! Il Padre che Si fa Vangelo! Gesù: Evangelizza! Il Padre che Si fa Vangelo! Il Padre che Si fa Cibo e Si Dona per tutti i Figli …  e tutti i Figli Mangiano … e anche Io mangio! Il Padre Mangia nel Tempo di Guerra … nel Tempo dei Flagelli! … Prenditi il niente e fallo scarsetto, scarsetto … Sacerdozio-viceparroco! Raffaele: Eccomi!  Gesù: Lo vuoi? Tiè! Dì qualche altra cosa … parla ancora! Parla ai Tuoi Figli … digli il Pane che Gusto ha....! Don Vincenzo: Il Vangelo secondo Dio! Gesù: Il Vangelo secondo Dio e  ci sarà anche il Vangelo secondo Maria! Don Vincenzo: Fratelli e Sorelle vi invito a Pregare e a imparare a dividere la Giornata in Segmenti d’Amore: minuti, secondi, attimi … e così scopriamo il Dono in cui tutto avviene secondo la Logica del Padre! E allora dobbiamo imparare a segmentare la Giornata e non dobbiamo farci scappare questa occasione perché le ore scivolano … e arriviamo alla fine della Giornata che forse non abbiamo pregato per niente … quando invece quelle ore erano tutte Donate dal Padre! Quello che vi voglio raccomandare è che le ore non tornano più … volano, scivolano rapide come un treno! Gesù: Ma nel Giardino non passano mai …  nel Giardino si fermano, non passano mai … nel mondo ! Don Vincenzo: Pensate che cos’è il Vangelo secondo Dio! Il Vangelo secondo Dio è qui Gesù presente … Dio che si fa Testimone, Dio che si fa Amore, Dio che si fa Luce, Dio che si fa Eternità! Ma pensate che cosa significa: Eternità? Non moriremo mai! E non facciamo altro che lamentarci e metterci gli uni contro gli altri! Le ore, i minuti non sono nostri, non ci  appartengono … sono, appartengono al Padre e il Padre fa tutto ciò che vuole! Gesù, fa che questo Incontro riscaldi il nostro cuore! Gesù: Il Tuo Arde per l’Umanità intera e tutti i Figli! EccoMi! Parla Padre … è bello ascoltare la Tua Voce! … (Gesù invita tutti a dire:) Tutti: Parla Padre … è bello ascoltare la Tua Voce! Gesù: Vi devo insegnare come i bambini dell’asilo? Tutti: Eccomi! Gesù: Parla Padre … è bello ascoltare la Tua Voce! Dopo viene Giovanni e poi Io vengo a Salutarvi! Don Vincenzo: Viviamo in un mondo dove si vive di rapporti di Amore: maschi e femmine, moglie e marito, fidanzato e fidanzata … ma tutto è solo transitorio! Questo rapporto non ha nulla a che fare con quello Vero del Padre! Ecco perché vi ho detto: Siamo Eterni … non finiamo mai di Amare il Padre, non finiamo mai di Amare il Figlio, non finiamo mai di Amare Maria: la Sposa … l’Amore che Si fa Carne e  che ci ha permesso di ricevere Gesù  … il Figlio di Maria! Che bello! Gesù: Il Figlio di Dio! Don Vincenzo: Il Figlio di Dio! Che bello! Ecco perché dobbiamo Amare e solo con questa situazione oggettiva noi possiamo considerare il Padre al Primo Posto … altrimenti ci scappa! Vorremmo pure fare una Preghiera a Dio! "Ma ora ho un impegno ... ora un’altra situazione …!" e tutto ci scappa … e invece non dovremmo perdere neanche un secondo! Al mattino provate a fare un’ora di Preghiera … fate che quella ora  diventi prioritaria … e già con quest’ora date senso alle altre ore … perché quelle altre ore dipendono da quest’ora … da questo Risveglio … perché ci si potrebbe non svegliare! Ieri in tv ... quante notizie di Flagelli ... Terremoti ... tanti morti!  Gesù: La Cocciuta ha dovuto Lavorare un bel po’ per portarli al Banchetto Nuziale perchè in molti hanno donato la mano … gli altri si sono fermati! Ma non ci sono solo i Terremoti! Don Vincenzo: Quando si Ama è sempre un Banchetto e dovunque si va è sempre un Banchetto: il Banchetto dell’Amore! Noi dobbiamo farci Innamorare … e allora la Giornata sarà sotto il  Segno dell’Amore! Se noi non lasciamo il Primo Posto a Dio … se noi non lasciamo il Primo Posto all’Amore … le Giornate sono  squallide e aride! Quando invece Dio è al Primo Posto … tutto è bello perché tutto è pulito … tutto è Eterno, tutto non finisce mai! Pensate: essere Eterni ….! Pensate che Grazia non morire mai! Pensate che Regalo ci fa il Padre: ci aspetta! Gesù: Che Regalo vedere il Padre riconoscerSi e scoprire i Doni che tiene nascosti! Un applauso alla Voce del Padre! … (si applaude) Don Vincenzo: A Gesù che si è degnato di venire tra noi! Gesù: Dove è il Padre … è il Figlio e lo Spirito Santo che è Maria! Don Vincenzo: Gesù … che Grazia essere qui … averTi in mezzo a noi! Gesù: Che Grazia avere Maria come Ultima Grazia … come Frutto di Dio! Che Gioia avere voi che ascoltate e vi fermate ancora! Cosa vuoi dire … viceparroco? Tu cosa vuoi scegliere? Don Vincenzo: Cetrone o melone! Gesù: Nessuno dei due … Io scelgo questo! … (il dolce dello Sposo) … Ma è meglio che se lo prende Giovanni prima … e poi Me ne porta un pezzettino! Prendo uno di questi! Raffaele: Gesù? Gesù: EccoMi!  Raffaele: Venga il Tuo Regno! Gesù: Il Regno è in mezzo a voi … non può venire un’altra volta! Raffaele: Tanti lo cercano? Gesù: Nessuno! Ci gettano fuori! Voi siete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi, nelle Capanne … e siete la Nuova Chiesa … e il Regno è in mezzo a voi … ma gli altri non Ci cercano e Ci vendono, Ci Comprano, fanno di tutto e non fanno nulla di ciò che è di Dio … fanno solo le parate! Ancora non le avete viste le parate con i vostri occhi del cuore? Raffaele: Eccomi! Anche con questi Tempi … Gesù? Gesù: Più che mai! Raffaele: Ha ragione il Padre: siamo proprio stolti! Gesù: Il Padre ha sempre ragione … non ha mai sbagliato e non sbaglierà mai! Tutto quello che ha fatto … l’ha fatto da sempre! Raffaele: Gesù … il Padre sta avvolgendo tutta l’Umanità di Amore! Gesù: L’ha avvolta sempre l’Umanità di Amore … ma gli uomini vanno cercando l’Amore del mondo! Raffaele: Ma vince Dio? Gesù: Mi sa che a te ti devo dare un cetrone in capo! Dio ha vinto da sempre! Gli uomini pensano di camminare passando avanti a Dio … Dio aspetta … fuori … in silenzio! Tu vuoi parlare? … (a Teresa) … E allora facciamo così … facciamo venire Giovanni? Io vado a prendere le Spose che sono appena arrivate e Giovanni viene! Rivengo Io a Salutarvi e poi facciamo Festa ancora! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Benedice) … EccoMi, sono Giovanni! Lo vuoi un po’ del Mio caffè? Vi bacio a tutti! … (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … E’ buono … ne vuoi ancora? Lo devo bere Io? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E’ buono! Chi lo vuole se lo va a prendere! Chi Me li ha fatti? … (al Banchetto ci sono i dolci dello sposo come il Giorno della Prima Messa di Giovanni il 16 Luglio 1961) E chi si è sposato? Io? Quando? Io Me lo mangio! Tu lo vuoi il Dolce dello Sposo? Don Vincenzo: Sì … un pezzettino! Piccolo Giovanni: Lo vuoi un pezzettino … tieni … eccolo! Io Mi mangio tutto il pezzettone! … (Teresa ha il Singhiozzo e Giovanni le dice:) … Ehi … tu lo vuoi? Dopo … quando va via il Singhiozzo? Ehi Giovà, quando dici: “Pioggia fermati!” E la pioggia  si ferma! Adesso dici: “Singhiozzo … fermati!” E fallo fermare! Diglielo! Don Vincenzo: In Nome di Dio Padre … fermati! La devo togliere la Mano o ce la lascio? Piccolo Giovanni: La Tua Mano anche se non la tieni Alzata  è sempre Alzata come la Mia … come quella dei Sacerdoti, come quella delle Ancelle, come quella delle Suorine! Basta tenerla Alzata nel cuore … così nessuno la vede … e potete Lavorare … e il Veleno non può entrare! E’ bello vivere nel Giardino dove si vedono i Dolori dei Figli che non vogliono Amare Dio … e dove si vede la Gioia delle Spose che hanno donato la mano! Vuoi parlare ancora … Calice Vivente-Dio? EccoMi … parla Padre! Don Vincenzo: Non facciamo altro che cercare la ricchezza e non capiamo che la Vera Ricchezza è Dio … è Lui l'Eterno Padre … è Lui che ci ha Creati! Piccolo Giovanni: E’ Lui che col Capo Chino guarda i Figli! Don Vincenzo: E attraverso me parla ai Figli! Piccolo Giovanni: Sì … attraverso di Te! Don Vincenzo: Pensiamo alla nostra Vita … in cerca di benessere … quando il Vero Benessere è il Padre … e abbiamo noi la Grazia di conoscerLo … e addirittura ci ha dato pure: il Vangelo secondo Dio! Che Grazia essere gli Strumenti del Padre! I suoi Figli vogliono ancora andare dietro ai soldi? Quando ci si sveglia al mattino c'è tutto un Grido d'Amore … e anche quando ci si addormenta la notte … perché anche il più duro di cuore capisce che non lo sa se si sveglierà … capisce che quella nottata ha bisogno di preghiera … capisce che tutto si svolgerà al mattino … e chissà se noi ci svegliamo! È il Padre che comanda tutto! Piccolo Giovanni: Tutto è sveglio … tutto! Il Giardino è tutto in Festa … tutto il Padre decide e tutto è in Festa! Tutti dicono che Mi vogliono bene se glielo chiedo! Se vi chiedo: “Mi volete bene?” Rispondono tutti: “Sì!” … Vuoi vedere? Meglio se non glielo chiedo! Siediti un poco … così ragioniamo un altro pochino … e poi vi Saluto per preparare l'altra Festa! Ancora dobbiamo completare quella che c'era e poi iniziamo l'altra! Ehi, lo vuoi questo? Ne vuoi un pochino? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: O ne vuoi un bicchiere pieno? È l'amaro! Te lo dò Io o il viceparroco? Piano, piano! Don Vincenzo: E’ amaro! Piccolo Giovanni: E’ amaro e dolce! Amaro e Dolce come i Calici Amari con la Festa Amara! Preparatevi alla Festa Amara! Siate dolci nella Festa Amara … dolci verso il Padre … dolci verso i nemici … dolci verso la Croce … Figli Miei! Vuoi parlare? I Figli ascoltano! Don Vincenzo: Abituiamo ognuno di noi quando c'è la colazione … quando c'è il pranzo … quando c'è la cena … abituiamoci a ringraziare … ma a ringraziare non come un gesto di routine … a ringraziare che stiamo portando avanti il Progetto del Padre … e nel Progetto del Padre c'è quella colazione, c'è quel pranzo, quella cena … ci sta quella distribuzione di beni … e ti ritrovi che hai mangiato solo perché il Padre ha provveduto: ecco la Provvidenza! Non dimenticatevi di dividere la Giornata in tanti spazi: sono tutti del Padre … appartengono tutti al Padre … sono guidati dal Padre! Non dimenticatelo! Piccolo Giovanni: Non dimenticatelo! Ho fatto il tuo gesto: hai fatto un cuore! Non dimenticatelo che siamo nel Cuore del Padre tutti quanti … ed essendo nel Cuore del Padre, siamo nel Giardino … ed essendo nel Giardino, Lavoriamo! Vuoi dire qualcosa…? Niente niente niente? Don Vincenzo: Giovanni … che bella serata ci ha dato il Padre! Piccolo Giovanni: Sì … l'hai preparata da sempre! Ed è bello quando ti copri e quando ti scopri! Anch'Io facevo così quando parlavo ai Miei Figli … ma in tanti Mi hanno riconosciuto … e avendoMi riconosciuto Mi scartavano: i Grandi! E i Piccoli che Mi hanno riconosciuto … Mi cercavano e Mi seguivano! Di' solo una parolina! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Solo questo? Teresa: Sì! Piccolo Giovanni: Non dimenticate la Festa dell'Amaro! E non dimenticate di pregare per i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Tanto Sangue sta scorrendo! Voi pregate … pregate Figli Miei … pregate Amici Miei … pregate! Tutti i Dolori raccolti in una Cesta e offerti al Padre diventano Perle! Don Vincenzo: Giovanni … pregare … parlare col Figlio … parlare col Padre! Piccolo Giovanni: Parlare col Padre! Mettersi in Comunione col Padre e Mangiare! Ogni qualvolta vi mettete a tavola … così come ha detto il Padre … a fare colazione, a pranzo e a cena … qualsiasi cosa prendete durante la giornata: “Sii Benedetto, Padre … che mi dai il tempo per mangiarTi! Sii Benedetto, Padre … perché mi dai l'acqua per dissetarmi e Tu solo sei l'Acqua Zampillante! Benedetto Tu, Padre … che mi dai il Respiro per respirare! Benedetto Tu, Padre … che mi dai da parlare con Te: da Padre a Figlio! Benedetto Tu, Padre … che hai preparato un Giardino per ognuno di noi!” … (Ora Giovanni parla nella Lingua dell'Amore) … Padre, Misericordia per l'Umanità intera! Padre, Misericordia Io chiedo battendoMi il cuore forte forte forte … chiedendoTi ancora battendo il cuore …  di aspettare i Tuoi Figli e l'Umanità intera! (Riprende a parlare nella Lingua dell'Amore) … Fai presto quello che devi fare … Padre di Misericordia Infinita! Dopo Io vi Saluto e viene Gesù! Se vuoi dire qualche altra cosa ai Tuoi Figli … parla … parla…! Don Vincenzo: Tutto è Luce, tutto è Grazia, tutto è Amore! Questo ha fatto il Padre per noi e noi non facciamo niente per Lui! Non capiamo che tutti i nostri Doni sono in Sua Funzione! Basta guardare le Stelle quante ne sono: una immensità! Piccolo Giovanni: Le Stelle sono i Figli … non quelli che brillano nel cielo! Quelle sono pietre che cadono! Le Stelle, Padre …  sono i Figli! Quelle cadono perché sono pietre! Per Te, Padre … siamo i Tuoi Figli … ed essendo Figlio, Padre e Amore Infinito … Io vi Saluto … (manda un bacio) e vi Spalanco il Mio Cuore … e lascio venire Gesù ... Invitandovi ancora a Vigilare! Gesù: con la Croce e con il Pane! (manda un bacio) Sono Gesù … sono venuto! Ho preso le Spose e le ho accompagnate al Banchetto dove sei Tu! Mi hai dato il Compito da fare ... e adesso sono venuto ad Invitarvi ancora ad essere Uniti: Famiglia nella Famiglia del Cuore del Padre per iniziare la Festa dell'Amaro! Don Vincenzo: Riflettete un attimo sul Crocifisso … ci sta tutto lì …  ci sta tutto …  c'è tutto l'Amore! E Gesù si è Offerto per ognuno di noi per Amore!  Gesù: Ricominciate a conoscere Dio che è Ora e per l'Eternità … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Don Vincenzo: Non scappiamo dalla Croce: è la nostra Ricchezza … è Eterna! Ha pagato Lui per noi! Che bello lo Scambio d'Amore! Gesù:  Hai pagato Tu per l'Umanità intera!  Don Vincenzo: Noi basta che c'è uno spillo e facciamo la Guerra! Tu Ti sei Immolato! Gesù: Col Tuo Amore! Don Vincenzo: Per ognuno di noi … per noi peccatori! Gesù: Adesso si sta coprendo! Don Vincenzo: Dio non fa differenza con nessuno … Ama tutti il Padre Buono! Siamo ricchi, siamo ricchi, siamo Eterni! Gesù: Padre … Padre … c'è la Domandina Finale e quella la dovrai fare a tutti quanti … essendo Ricchi del Tuo Amore! I Pastori hanno disperso il Gregge … dobbiamo uscire a prenderli e a portarli a Casa! Don Vincenzo: Come hai fatto a sopportare quei Chiodi per noi peccatori?! Tu hai Pagato per noi che non lo meritiamo! Gesù: Cosa ha fatto il Padre! Don Vincenzo: Il Padre ha lasciato fare....! Gesù: Per farMi Abbracciare i Chiodi...! Don Vincenzo: Che bella la Figura del Padre: anche Lui come Padre ... Paga! Gesù: Il Padre ha Amato per farMi Abbracciare i Chiodi … e Ama ancora l'Umanità intera … e aspetta l'Umanità intera il Padre! Saluta i Tuoi Figli con l'Albero Verde! Io Spalanco il Mio Cuore! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sui vostri cari, su tutti i vostri familiari! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Giulia: Giovanni … mi hai dato un bel Compito: aprire un Rotolo! Con Gesù vieni anche Tu … venite tutti quanti come sempre! Tu hai visto già quello che mi hanno fatto vedere … e se posso andare a fare qualcosa…! Giovanni … prepara le Ancelle: devono avere la Forza di combattere … e tutti i Tuoi Figli: i Sacerdoti e le Suorine! E donatemi la Costanza e la Forza del mio "Eccomi!" Eccomi ancora per l'Eternità! … (manda un bacio) … Ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà!  Il Padre: EccoMi …  Pargoli del Mio Cuore! Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste: l'Amore di Maria! La Grazia di Maria scenda su di ognuno di voi e sull'Umanità intera … Figli Miei! Giulia: Papà … fai ciò che devi fare!  Papà, Eccomi di avermi Mandato! Papà … tutti sono al Banchetto e possiamo salutarli! … Eccoci, Fiori profumati del Giardino di Dio! Dobbiamo uscire con tutte le Schiere … Mamma! Salutiamo i Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) … Ci vediamo dopo!

 

 

 

GIOVEDI 28 LUGLIO 2016 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi dice:) Gesù: Dall'Alto del Dito di Dio … (Benedice) … Glorifico il Padre Altissimo! E col Dito di Dio … (Gesù porta l'indice in alto) … Invito l'Umanità ad essere Vigilanti … (Benedice) e a vivere da Figli di Dio nell'essere Piccoli, nell'essere Poveri, nell'essere al Servizio di Dio e non al servizio degli uomini e non al servizio di chi va di qua e di là! Il Pane Spezzato di Dio si Dona senza far spendere soldi! Il Pane Spezzato Intero di Dio si Dona ai Propri Figli senza metterli in pericolo! E col Suo Dito Alzato … (Gesù alza nuovamente l'indice in alto) … Si Dona a tutti in un'Unica Voce e in un'Unica Verità: Vangelo secondo Dio! Dio È … e per mezzo di Dio ogni cosa vi è stata Donata … così come vi sono stato Donato anch'Io per mezzo del Padre per l'EccoMi di Maria … rimanendo Piccola e Povera nel fare le Cose del Padre e Chiamata ad essere Mamma e a rimanere Mamma nell'Amore e nell'Umiltà del Parto della Croce! … (Benedice) … E così ognuno di voi è stato Chiamato! Liberi di Abbracciare la Croce! Liberi di rimanere Figli della Croce! Liberi di essere Croce: di prendervi e di portarvi dinanzi a Dio, dinanzi ai Fratelli, dinanzi alla Chiesa Nuova che siete … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Pregate ancora … Pregate col cuore spalancato per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate … Pregate … Pregate … Pregate … Figli Miei, Amici del Mio Cuore Grondante di Sangue per l'Umanità intera e per ognuno di voi! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Dove sei andata? Giulia: A Lavorare come sempre dove Tu desideri … Gesù! Gesù: Non sei andata a gridare dinanzi al Trono del Padre? Giulia: Eccomi … sono andata a dirGli le cose di una Figlia al proprio Papà! Gesù: Guarda … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù … cosa posso fare? Gesù: Quello che fai sempre! Giulia: Gesù … non puoi accorciare i Tempi? Gesù: Conosci ogni cosa! Giulia: Per Volere del Padre da sempre conosco ogni cosa! Potresti anche accorciarli … se lo vuoi! Gesù: Guarda ancora! Giulia: Eccomi … Eccomi, Gesù … cosa devo fare? Lascio ciò che sto facendo? Gesù: Vedi, Anima Mia … l'Umanità è sorda ed è cieca! Giulia: Sono Figli! Gesù: Sono Figli … lo so! Essendo Figli non ascoltano e non mangiano il Pane di Dio! Giulia: Gesù, sono Figli … ma Eccomi nel fare le Cose del Padre! Gesù: Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi … Gesù! Eccomi … Gesù! Gesù, metto ancora nelle Tue Mani tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto la Famiglia, metto i loro sussurri … metto i cuori che ho raccolto e li metto nel Tuo Cuore! E come sempre metto il niente della mia Giornata! Metto i Figli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto i Figli che non possono entrare perché gli è stata chiusa la Porta! Metto tutti i Sacerdoti, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco: li metto nel Tuo Cuore! Non posso più dirti: “Accoglieteci così come siamo!” Guarda … e fai ciò che devi fare, Gesù! E facendo ciò che devi fare … Ti Innalzo la Croce … (Benedice) … così come me L'hai donata … Gesù! Gesù: EccoMi …  Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce … (Benedice) … e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerli Alti e a viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci … Gesù! Eccomi … Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE … GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) … Pace ad ognuno di voi: Famiglia e Chiesa Nuova! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Cosa hai da dirMi? Don Vincenzo: Tutto questo Bene di Dio! Gesù: Il Cibo-Dio si prende dopo aver donato il Sangue e la Carne … e Dio Si Dona Tutto Intero: Si Spezza, Si Dona … ma è dinuovo Intero! Don Vincenzo: Eccoci … Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Gesù: E all’Ultimo Posto per essere chiamati al Primo Posto dal Padre! Vuoi toccare i Chiodi? (Don Vincenzo accarezza la mano della Cocciuta) Don Vincenzo: I Chiodi … sempre i Chiodi! Gesù: E sì … Ti piace accarezzarLi! Ma Io vi Invito … così come Inviti Tu l’Umanità Intera … ad essere Vigilanti: ci sono i Falsi Profeti fuori il Cancello e c’è anche il Veleno! Non lo dimenticate! E quando uscite fuori da questo Luogo non dimenticate che Dio vede e sente ogni cosa … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Dio veglia! Dio dorme! Dio fa il sordo! Dio fa il muto … ma vede e sente ogni cosa! Dio fa il Bambino! Dio Si nasconde! Dio cammina curvo! Nessuno si è chiesto se la Croce è Pesante o è Leggera! Nessuno si è chiesto se l’Umanità viene portata sulle spalle! E adesso Tu rimani seduto e Ci Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Sangue che Tu Mi hai Donato attraverso Maria! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Carne che Tu Mi hai Donato attraverso Maria e attraverso la Croce! E questo  Sono Io: il Figlio di Dio … fatto Uomo in mezzo a voi per rimanere nella Chiesa Nuova e Mangiare del Nuovo con ognuno di voi e con l’Umanità sorda e cieca! Ci Doniamo ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore! Ma Tu rimani seduto … vado Io! EccoMi! Il Padre rimane e Io Mi Dono! Non posso passare dinanzi al Padre! … (Gesù si inchina ai Piedi del Calice Vivente per ricevere la Benedizione) … Padre, BenediciMi … che Mi Dono! Amen! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) MangiateMi! Raffaele: Eccomi! (Gesù si inchina ai Piedi del Calice  Vivente e dice:)  Gesù: Padre … EccoMi … Ci Siamo Donati nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! E nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria … la Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome di Dio! Don Vincenzo: Dobbiamo mangiare! Gesù: Prendere parte al Tuo Banchetto dell’Amore … al Banchetto della Pasqua Piena di Dio … Piena d’Amore! Adesso prendiamo parte! E prendono parte i Piccoli, i Poveri e gli Emarginati e tutta la Famiglia … nell’Amore della Croce! Prendiamo parte! Cosa vuoi mangiare? Don Vincenzo: Formaggio! Gesù: Vuoi mangiare questo? Il Padre ha Fame … ha Lavorato e sta Lavorando! EccoMi! Prendiamo parte! EccoMi … anche il formaggio che ho donato al Padre! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Prendiamo parte al Banchetto del Padre … prendiamo parte al Banchetto delle Spose dove c’è sempre il Padre! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … EccoMi, pancia … prendi quello che vuoi! Mariangela: Eccomi! Gesù: EccoMi, Padre … mangia di ciò che è Cibo! Avete Fame e Sete di Dio? Tutti: Eccomi! Gesù: MangiateLo! Vuoi parlare mangiando, mangiando … vuoi dire qualcosa? Prima mangi e dopo parli? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Prima mangia e dopo parla! Il Padre ha Fame e Sete dei Propri Figli! Tu non parli? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Abbiamo ancora una settimana per prepararci alla Festa dell’Amaro, per aprire il nostro cuore, per comprendere che siamo Chiesa Nuova … e che come Chiesa Nuova e Famiglia dobbiamo avere tutto ciò che ci necessita e ci dobbiamo rendere autonomi nel potere e nel sapere fare tutto! Grazie a Dio ognuno di noi ha un Dono! Gesù: Basta coltivarLo il Dono! Se il Dono non si coltiva fa la ruggine … e facendo la ruggine si distacca da Dio! Vai avanti! Teresa: Ed è per questo che ognuno della Famiglia … coltivando il proprio Dono … è un Pezzettino della Chiesa Nuova … dell’insieme della Chiesa Nuova! Gesù: EccoMi! Teresa: E quindi, per Grazia di Dio … possiamo essere autonomi e indipendenti! Siamo liberi! Avendo Dio, avendo Te, avendo la Mamma e tutti i Servi Inutili siamo liberi e non siamo vincolati o legati dal Potere, da ciò che c’è fuori e da ciò che ci circonda! Gesù: Le Catene del mondo non devono appartenervi … le dovete spezzare … e legarvi all’Unica Catena che è la Croce, il Crocifisso e Chi ha fatto Nascere il Crocifisso! Teresa: Eccomi! Il nostro essere liberi nella Chiesa Nuova non è la Libertà  come è sempre intesa dall’uomo! Gesù: No! Teresa: Ma è una Libertà vista con gli Occhi del Padre! Gesù: EccoMi! Teresa: Essere liberi nel riconoscersi … nel comprendere che si ha Tutto! E quindi  non c’è bisogno di sentirsi prigionieri perché avendo Tutto si è liberi! Gesù: Se si ha Dio si ha Tutto … e se si ascolta Dio si è sulla Via di Dio! Teresa: Essere liberi significa non avere timore … e avere solo il Timore di Dio! Gesù: Non degli uomini! Teresa: E quindi non avere catene, non essere legati! E’ questo che  dobbiamo comprendere: che abbiamo già Tutto! Bisogna solo aprire gli occhi del Cuore per vederlo! Gesù: Sì! Teresa: E per vederlo è semplice capirlo: basta fare un paragone con ciò che succede fuori! E penso che tutti notiamo la differenza tra noi e quello che c’è fuori! Ma questo non significa che noi siamo migliori degli altri! Anzi! Gesù: No! Voi fate parte della Chiesa Nuova! Gli altri non possono comprendervi! E se rimanete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … siete diversi dagli altri … perché avete accolto in Pieno la Parola di Dio: il Pane Intero ma Spezzato! Tutta l’Umanità è: Figli … ma Dio vi ha fatto questo Grande Dono di farvi Chiesa Nuova! E’ quello che non riuscite a comprendere e fate fatica … e nascono i “ ma” … i “se” … e i “però” … e nasce la gelosia! Nella Chiesa Nuova non c’è gelosia e  né “se” … né “ ma” e né “però”! Vai avanti! Teresa: Ed essendo Chiesa Nuova abbiamo lo Strumento … che è la nostra Guida insieme al Padre! Lo  Strumento  che è la Voce del Padre, del Figlio, di Maria! Gesù: Lo Strumento è sempre più alla Destra del Padre e sempre meno in mezzo a voi … ma vi guarda e vi sente! E quando la rispondete … non sapete a Chi rispondete! E quando cercate di nascondervi … non sapete da Chi vi nascondete! Teresa: E l’unico modo che abbiamo per essere Chiesa Nuova e per poter aiutare il Padre a realizzare il Proprio Progetto è quello di far crescere la nostra Fede … e comprendere Chi è lo Strumento … e che tutto ciò che dice e  tutto ciò che fa … è Parola di Dio … è per il nostro bene … e che non lo fa per essere al Primo Posto … anzi si mette allo zero zero zero zero Posto! Rimproverandoci, gridando … il suo Cuore si Spezza facendo tutto ciò … e lo fa per metterci sulla Dritta Via! E tutto ciò che esce dalla sua bocca è Parola di Dio e non dovremmo assolutamente metterla in discussione in nessun modo!  Gesù: EccoMi! Cioè ... quando parla lo Strumento e ve l’ho già detto: pochissime volte c’è lei e molte volte ci sono Io, c’è Maria, c’è il Padre, ci sono tutti i Servi Inutili! Quando c’è lei ve lo dice: “Adesso sono io!  Adesso sono Io: Gesù … e lei è andata a Lavorare nel fare le Cose del Padre! Ma Vigilate e Pregate ancora per le Mura di Roma! Pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco!  Pregate per la Chiesa che Vende e che Compra! Pregate per la Chiesa che Ci Vendono e Ci Comprano! Non hai più niente da dire? E tu viceparroco … non hai niente da dire? Raffaele: Eccomi! Gesù, andando in giro … è aumentata la confusione e molta gente si chiede che succede! Gesù: Voi non dovete rispondere, dovete dire: “Cercate dov’è Dio! Ma non Lo troverete di qua e di là dove Lo Vendono e Lo Comprano! Cercate dove Si Dona per Amore!Raffaele: Gesù, ma se entrano nelle Chiese? Gesù: Voi rispondete soltanto: “Cercate dov’è! Si Dona per Amore … non dove si Vende e si Compra!” … senza aggiungere altro quando ve lo chiedono e senza imporre niente a nessuno! Non si deve imporre niente a nessuno! Raffaele: Eccomi! Molte volte non siamo attenti … Gesù! Gesù: Dovete essere Vigilanti! Siete Sacerdoti, Suorine e Sacerdotesse e Ancelle! Ancora non avete capito cosa significa la parola: Ancella! Piano, piano ci arriveranno! Raffaele: Quindi siamo un po’ superficiali? Gesù: Un bel poco … non solo un poco! Raffaele: Facciamo le cose senza rendercene conto! Gesù: Dovete, prima di fare qualcosa … fermarvi un solo istante e dire: “Gesù … Padre … devo fare questa cosa … ma devo togliere il mio io e mettere il Tuo … così sono sicura di non sbagliare!” … Stanno aspettando col niente! … (Caterina e Maria Rosaria) … Prendi il niente e poi dona .... scarsetto, scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù:Vuoi parlare Tu un po’ … Papà? Don Vincenzo: Noi ancora non riusciamo a vivere per Dio … e non c’è un altro obiettivo! Solo Dio ci Dona Tutto quello che abbiamo e solo Dio si dimostra come Padre d’Amore! E noi che siamo qui dentro abbiamo questa fortuna e potevamo non esserci per niente e saremmo stati ancora succubi del mondo! E invece il Padre è stato Buono con noi e ci ha portati qui … non più succubi del mondo … ma Figli d’Amore! Siamo ancora dietro al mondo … ognuno di noi non deve fare altro ogni Giorno che dedicare almeno un’ora alla Preghiera … perché solo allora queste ore portano Luce, portano Amore, portano Verità … anche quando arriva la Croce! Gesù: La Croce non arriva Papà … la Croce c’è da sempre! Chiamando Maria a diventare Madre di Dio … Le hai fatto Partorire prima la Croce e dopo il Crocifisso! Don Vincenzo: Quello che vi raccomando con tutto il cuore è di avere ogni giorno un Colloquio di Amore con Gesù, con la Madonna, col Padre! Gesù: Prima viene il Padre e dopo vengono tutti gli altri! Il Primato e la Primizia è Dio! Don Vincenzo: Senza questo Tuffo in Dio non faremo progressi in nessun campo! Quando invece mettiamo Dio al Primo Posto … Gesù: C’è il Giardino e il Banchetto Nuziale! Don Vincenzo: … Tutto si Illumina! E allora è lì che diamo importanza a Dio … ma deve scattare in noi il Primo Posto … deve scattare in noi il Primato del Padre! Senza questi due punti fissi saremmo soltanto degli Esseri umani … quando noi siamo Esseri Divini … siamo proiettati verso l’Eternità … stiamo andando giorno dopo giorno verso il Padre! Siamo già nel Giardino perché abbiamo avuto questa Grazia … e abbiamo avuto anche il Vangelo secondo Dio! Gesù: Adesso verrà anche quello di Maria e di Maddalena e andando più avanti verranno i Veri Servi Inutili! Don Vincenzo: Io posso solo pregare per voi! Gesù: Adesso Ti copri! Ti copri col Mantello o con la Coperta che copre l’Umanità? Con che cosa Ti stai coprendo? E’ bello ascoltare la Voce del Padre che Si copre col Mantello e con la Coperta! Don Vincenzo: E’ troppo bello parlare di Dio … ma  abbiamo fretta … quando quel parlare è Tutto … ci dà Luce, ci dà Amore, ci dà Eternità e ce la fa già gustare e ci dà la Croce! Il Padre Si è coperto con la Coperta! EccoMi! Raffaele: Noi dovremmo portare più rispetto per il Luogo, per il Padre, per Giulia, per chi lavora qui dentro, per chiunque! Gesù: Siete tutti voi che Lavorate nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Siete la Chiesa Nuova e dovete essere tutti uniti! Raffaele: Senza “se”, senza “ma”, senza “però” … e avendo la possibilità di girare la schiena senza essere pugnalati … ed essere più umili e aiutarci a vicenda! Basterebbe poco … molto poco! Gesù: EccoCi! Raffaele: Eccoci! Gesù: Dio non pugnala i Propri Figli! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! (Gesù manda  un bacio ai presenti) Io vado ad accogliere le Spose e Giovanni viene e poi vengo a Salutarvi! Piccolo Giovanni: ECCOMI! CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Benedice e manda un bacio) Don Vincenzo: Giovanni … ciao! Piccolo Giovanni: Ciao! Vediamo com’è il caffè … e chi lo vuole se lo prende! Buono! Lo gustate come lo gusto Io? Buono, ottimo! Mi sa che dovete comprare un’altra macchinetta più grande … così tutti quanti gustate come lo gusto Io! EccoMi! Sì … e anche un po’ di baccalà! Don Vincenzo: Quando iniziamo la Giornata … la prima cosa che dobbiamo fare è Ringraziare perché il Padre è stato Buono con noi dandoci altre 24 ore e troviamo anche la Croce! Piccolo Giovanni: Calice Vivente-Dio-Giovanni … la Croce è ognuno dei Figli fatti a Immagine e Somiglianza di Dio … e non si deve trovare … si è Croce! Se si viene gettati non si trova … ma se ci si alza e si cammina sulla Viuzza Stretta ogni Figlio è una Croce: fatto a Immagine e Somiglianza di Dio! Vai avanti! Don Vincenzo: Bisogna mettere Dio al Primo Posto durante la Giornata … anche se a volte uno non può pregare per vari motivi! Piccolo Giovanni: Ricorda ai Propri Figli che Pregare è mandare a Dio una Frecciatina d’Amore: “Ti Amo Papà!” …  nel silenzio … anche quando ci sono gli ospiti … anche quando non c’è voce per parlare! Don Vincenzo: Proviamo a scoprire ciò che ci circonda: tutto parla di Dio! E’ che noi non siamo allenati a leggere, a decifrare, a rispettare la Creazione … perché altrimenti troveremmo Dio ovunque! Ognuno di noi deve imparare a mettersi di fronte a un Crocifisso … e la Preghiera e lì … quando cominci a dire: “Ti Amo Gesù … Ti Amo! Non l'ho mai fatto … ma lo devo fare perché Tu Ami me più di tutti … e io non Amo Te più di tutti … anzi Ti sfrutto certe volte chiedendoti i Miracoli!” Possono pure essere giuste queste richieste … ma è l'Amore che deve muovere tutta la Rinascita, perché è nella Rinascita che si scopre quando cresce l'Amore! Quando cresce la Fede … allora cresce l'Amore! E quando cresce l'Amore … cresce la Croce … perché non si ha più paura della Croce e si accetta qualsiasi cosa da parte del Padre … perché il Padre sa quello di cui ha bisogno il nostro cuore! Amiamoci gli uni gli altri! Quando impareremo ad amare noi stessi … impareremo ad amare gli altri! Ma se non amiamo noi stessi … non ameremo gli altri o li ameremo solo per convenienza! Quando invece Gesù primeggia nel nostro cuore tutto si Infiamma, tutto è Amore, tutto … tutto … tutto … qualsiasi momento della Giornata! Piccolo Giovanni: E adesso ho mangiato e adesso mangio questo! Ho mangiato la salsiccia, ho mangiato il baccalà e adesso mangio il dolce! Ecco … me lo prendo da solo! Lo vuoi il dolce uguale al mio? Eccolo … è più bello mangiarlo intero! Adesso vi faccio una domanda … (Giovanni si rivolge alle Ancelle) … che volete: le ciliege o il dolce? Ancelle: Tutti e due! Piccolo Giovanni:  Per non sbagliare! Ma avete visto cosa sono le ciliege? I pomodori! Viceparroco, le Ancelle vogliono le ciliege e i dolci e portateglieli tutti e due! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Voglio vedere come li mangiano insieme! Mi devo divertire: un morso al dolce … un morso alla ciliegia! Vediamo cosa fanno! Allora … il Giardino è in mezzo a voi ed è il Giardino d'Amore, il Giardino dove non manca nessuna pianta di frutto, dove non manca nessuna pianta di fiore, dove non manca nessuna Croce … perché ognuno che ha Donato la mano è diventata Sposa e Croce! E ci sono le Schiere che escono per pulire dove sporcano ....! E il Banchetto del Padre è il Giardino che Brilla per tutti i Figli che hanno riconosciuto il Padre! Don Vincenzo: Non sento! Piccolo Giovanni: Il Padre che sente e non sente! Il Padre che vede e sente ogni cosa! Il Padre che ascolta! Il Padre che si copre col Mantello e con la Coperta che copre il mondo! Lasciatevi coprire dal Mantello di Dio! Lasciatevi coprire dalla Coperta di Dio! Lasciatevi coprire dall'Amore che Dio vi dona attimo dopo attimo … e pregate, pregate così come abbiamo sempre fatto: nel Silenzio, nell'Umiltà e nel Mio Amore Spalancato verso tutti … ma rimanendo Uniti … Figli Miei! Non dimenticate ciò che vi ho insegnato … non dimenticate ciò che vi insegno! Lo Strumento guidato da Dio è ciò che vi Insegna Dio in mezzo a voi … dove ha Piantato l'Albero Verde facendo di voi Chiesa Nuova … così come vi ho sempre detto: “Noi siamo la Chiesa fuori dalla Chiesa … ma nella Chiesa di Dio!” Il Dio Vero … il Dio che non si Vende … il Dio che non si Compra … il Dio che non tradisce i Propri Figli … ma Si Spalanca e si Dona Tutto Intero in un Piccolo Pezzettino … ma Tutto Intero! E vi chiedo ancora, Figli … di essere pronti e preparati! Avete costruito la Capanna … ancora manca tanto! Le parole del mondo, le parole gridate in piazza volano via col vento … il Pane di Dio rimane perché è Roccia e non vola col vento! Giovanni … è l'Ora di Combattere … è l'Ora di riempire il Solco! Bevo questo e dopo vi Saluto e poi viene Gesù a Salutarvi! Viceparroco … il tuo Compito sta per arrivare … come il Compito di ognuno di voi! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Hai bevuto? E versalo e facciamo cin-cin! … (Giovanni e Raffaele bevono un po’ di amaro) Sii sempre Vigilante! Siate tutti Vigilanti a ciò che è Sceso in questo istante e a ciò che Scenderà ancora! Figli Miei … vi Amo a tutti quanti! Tutti: Anche noi! Piccolo Giovanni: E quando arriva l'Ora delle Capanne … vi aspetto! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io ci sarò … col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo e con tutte le Schiere! Adesso vi Saluto! … (manda un bacio) … Aspetta … viene Gesù! Gesù: con la Croce e con il Pane! … … Papà…! Don Vincenzo: Gesù!  Gesù: Usa il Tuo Dito d'Amore … e sentirai come sempre hai sentito … e vedrai  come hai sempre visto … e parlerai come sempre hai parlato! Don Vincenzo: Sì … Gesù! Gesù: Io Saluterò tutti i Figli Invitandoli a guardarsi nello Specchio del cuore e a vedersi tutti come Croci e ad essere pronti e preparati nell'Amore Pieno! Ora Tu Saluta con l'Albero Verde … Io Spalanco come sempre il Mio Cuore a tutti voi e all'Umanità intera … Figli Miei! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri parenti, sui vostri amici, sui vostri nemici, su tutta l'Umanità! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen!  Gesù: Amen! Giulia: Giovanni … mi è stato dato un Compito Amaro! Mi aiuti? Puoi andare a prendere le Spose? Io devo andare al Lavoro! L'hai visto … già  sono tante! I Vestiti li hanno preparati e la Bimba li va a ad accogliere con le Lodi e tutti gli Altri! Giovanni … tienimi per mano! Ci vediamo dopo! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti: Ti Amo, Papà! Il Padre: EccoMi, Pargoli del Mio Cuore … lascio scendere su di voi il Cuore Immacolato Ardente di Maria … l'Amore Misericordioso del Suo Cuore … la Sua Semplicità! Il Suo EccoMi accenda i vostri cuori … Ora e per l'Eternità … Figli Miei, Chiesa Viva e Tabernacolo di Maria! Giulia: Padre … sii Misericordioso con la Chiesa affondata! Aspetta ancora i Figli che sono lontani … e donami sempre la Costanza e la Forza di poterli portare a Casa! Il Padre: Conosci ogni cosa … Anima Mia!  Giulia: Per questo busso al Tuo Cuore! Non posso cambiare quello che è Scritto nel Grande Libro … ma busso ardentemente … accesa  dal Tuo Amore … Padre e Giudice d'Amore Infinito! E visto che le Spose nuove sono tutte arrivate … e le Spose che stanno preparandosi per uscire con le Schiere … prendiamo parte al vostro Lavoro salutando i nostri Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) … Mamma, mi manchi anche se ti vedo attimo dopo attimo! Mi manchi … ma Lavoriamo … Lavoriamo per la Pace … Lavoriamo per la Chiesa Nuova! Ci vediamo dopo! Mamma Viola … aiutami a cucire come cuci tu i Vestiti delle Spose! … (manda un bacio) … Ci vediamo dopo!