LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 188

MAGGIO 2016

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

 

GIOVEDI 5 MAGGIO 2016 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) … Gesù: Con le Tenaglie che hanno tolto i Miei Chiodi e col Lenzuolo dove sono stato avvolto da Maria e col Legno Santo dove sono stato poggiato … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! (Benedice) … Vedevate il volto dello Strumento gioioso, sorridere mentre vedeva i Chiodi che venivano tolti e il Lenzuolo dove Maria Mi ha avvolto per portarMi a casa! E così … nel vedere tutta questa scena Vera, Viva … sorrideva … ma sorrideva di Gioia! E quando il Servo Inutile Domenico … (si riferisce a Domenico Lentini) … usava le tenaglie … usava i pezzi di ferro, chiamiamoli così … per salvare … per donare ad un Fratello, ad un Amico … sorrideva! E così fanno tutti i Servi Inutili! Il Sorriso della Croce … il Sorriso dell'Amore … il Sorriso che lo Strumento vuole veder Acceso su tutti i volti e sull'Umanità intera! Perciò dice: “Vorrei dirvi tante cose!” … E quelle cose che lei vorrebbe dirvi ha paura che vengono scartate, gettate! Se inizia a parlare … non si ferma! E’ un Rotolo, è un Libro, è una Voce, è Mia Figlia … come lo siete tutti voi … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! E con la Destra donata combattete ora  … combattete ora … e nei giorni che verranno! … (Benedice) … Niente e nessuno vi farà del male se rimarrete nella Vigna, nell'Arca e nei Remi e nella Capanna! Ma non dimenticate: la Capanna deve essere Luminosa … Figli Miei! Lo Sposo deve entrare … e quando entrerà lo Sposo … troverà la Luce? Troverà l'Amore? Troverà la Quiete? Troverà la Pace? O troverà la Gelosia? O troverà l'Invidia? O troverà la Luce spenta? Vigilate … non conoscete né l'Ora e neanche il Giorno! Lo Strumento lo conosce e vi invita attimo dopo attimo: “Amatevi gli uni gli altri! Rimaniamo uniti … non dividiamoci!” Un Unico Battito con Dio … un Unico Amore … un Unico Sospiro … perché Dio È e voi Siete … Uniti al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Non le ho usate le tenaglie! Eccomi … le ho usate! Non trovavo il martello e ho usato le tenaglie per lasciare stare un Chiodo fermo che voleva uscire! Gesù … parliamo d'altro? Dove sei stato? Gesù: Dove hai messo le tenaglie? Giulia: Nel solito posto dove Tu sai! Gesù: Perché il Chiodo l'hai girato?  Giulia: È che non sentivo il Dolore … e volevo sentirlo! Gesù: E per questo eri angosciata da ieri fino adesso? Giulia: No! Ero angosciata nel vedere il Padre camminare nel cercare i Dolori più Forti! Ma ho cercato di rubargliene un poco! Visto che Tu sei la Verità … non posso dirti una bugia! Ma ora cosa stai facendo … Gesù e cosa hai in mano? Dove l'hai presa quell'Arma Chimica? Sembra una bottiglina per fare una puntura … è così piccola! Dove l'hai trovata … Gesù? Dobbiamo Vigilare? Dove lo metteranno? E non posso andare a fermare i Figli che stanno cambiando le scatole mettendo quelle dentro? Gesù … fammi andare! Lo so che non è questo il Flagello Grande … ma è Grande! Gesù … non lo diciamo ... se no lo copiano come tutti gli altri! Finisco di fare il Lavoro che faccio: le Tue Cose, le Cose del Padre! Gesù: Guarda ancora! Giulia:  Eccomi Gesù …  pronta a rispondere ancora: “Eccomi per l'Eternità! Gesù: E’ Pesante … Anima Mia! Giulia: Col Tuo Sorriso tutto diventa Leggero … e col Tuo Amore si spostano le montagne! La Fede! Riempi i cuori … Gesù! Gesù: Attimo per attimo passo a riempirli! Giulia: Eccomi Gesù … posso andare a fare anche quest'altro Lavoro? Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Mi prendo per mano Giovanni! Porto Uno più Sostanzioso … anche se siete tutti impegnati per la Festa che raccoglie tutte le Feste!  Eccomi! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore la Famiglia, i cuori e i sussurri! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che non possono entrare perché hanno chiuso la Porta: non entrano e non fanno entrare! Metto nel Tuo Cuore chi si affaccia alla Porta per donarti la mano! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze, i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Metto nel Tuo Cuore il Tutto che mi avete donato da sempre e il niente della mia Giornata: accoglilo Gesù … Spezzalo e Donalo! Gesù: Non l'hai già Donato? Non ti sei già Spezzata? Giulia: Nelle Tue Mani è al sicuro … fallo Tu! Gesù: Anima Mia! Anima Mia! Giulia: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Gesù: Quanto ti costa l'Eccomi Donato … Anima Mia … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Eccomi per l'Eternità! Dove sarei se non Ti avessi incontrato? Gesù: Anima Mia! Giulia: Come vive l'Umanità senza incontrarTi? Come si può vivere senza il Tuo Sorriso … senza il Tuo Amore … senza guardarTi? Come si può camminare senza una meta? E Tu sei la nostra Meta … il nostro Tutto! Gesù: Col Tutto del Padre sono in mezzo a voi con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutti i vostri Cari, con tutte le Spose … con i Due Banchetti … con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico  nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Gesù … accoglici così ancora come siamo … e aspettiamo ancora l'Umanità sorda e cieca! Gesù: Pregate Figli … pregate! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate! Giulia: Eccoci … Gesù! Gesù: EccoCi! Tieni i Rotoli pronti … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Gesù: EccoMi! PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Pace! Gesù: Shalom! Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce!  Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: Bene-male o male-bene? Don Vincenzo: Bene-male!  Gesù: Bene-male nel vedere l’Umanità? E voi come state … tutti bene-male o male-bene? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato)  Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Eh Giovà- Calice Vivente-Dio … come vuoi parlare, cosa hai visto o cosa hai sentito o cosa senti? Cosa hai incontrato, cosa hai fermato, cosa hai bevuto? Don Vincenzo: Gesù … tutto parte dalla Croce, tutto ritorna alla Croce, tutto è della Croce … e più La abbracciamo più ne sentiamo il Peso … ma anche la Leggerezza! Gesù: Sentite più la Leggerezza che il Peso … se si Ama! Cosa hai incontrato, cosa hai sentito, cosa hai bevuto? Don Vincenzo: Ho incontrato tutte situazioni strane … tutte situazioni confuse! Gesù: Perché l’Umanità è confusa: i Pastori hanno disperso il Gregge! E il Peso lo stai portando? Don Vincenzo: E’ un Grido d’Amore!  Gesù: E’ un Grido d’Amore! E così fa lo Strumento quando porta il Peso che stai portando Tu … dice con un Grido d’Amore: “Mi fa male la schiena … ma adesso passa! Un altro poco e il Peso lo prende lo Strumento! Ma dimmi … cosa hai bevuto mentre camminavi sulla Via? Don Vincenzo: Ho incontrato tutta una mancanza di Fede … e in ogni discorso non c’entrava mai la Fede! Gesù: Non l’hai fatta scendere col Tuo Amore? Ora Ci Doniamo e il Peso lo prende lo Strumento! Ci Doniamo e poi parliamo! Un attimo solo … così lo Strumento prende il Peso che stai portando … e rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ora Ci Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane sempre Crocifissa per Amore! EccoMi! E voi pregate per l’Umanità sorda e cieca! … (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Calice Vivente-Dio … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Bevi il Mio Sangue! Mangia la Mia Carne! Il Silenzio Grida nei cuori dell’Umanità intera: essendo Vivo e Reale Grido il Mio Amore! Ora Ci possiamo Donare! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa  per Amore! DoniamoCi … e il Peso l’ha preso lo Strumento! DoniamoCi  … ora il Peso diventa più Leggero … Papà! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ci Siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è  Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo ancora parte all’Amore Pieno e  Vivo … alla Misericordia Infinita? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Prendiamo ancora parte! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Siete tutti in attesa? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! E’ bello aspettare il Dio-Cibo! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … Allora … visto che Ci stiamo mangiando … visto che Ci siamo Donati … cosa vuoi raccontare ai tuoi Figli? Il Dolore della Guerra o il Dolore di chi non Ti riconosce? Non Mi rispondi? Don Vincenzo: Sì! Tutto il Creato parla del Padre … ma noi siamo talmente indaffarati verso le cose del mondo che non ce ne accorgiamo!  Qualunque cosa dovrebbe attirare la nostra attenzione … perché ogni cosa è Creata dal Padre! Quando non c’è più Dio al Primo Posto … tutto si affievolisce, tutto decade, tutto si attacca alle cose del mondo! Quando invece c’è Dio … tutto brilla! Gesù: Eh! Parla … i Figli ti ascoltano … hanno Fame e Sete della Tua Parola … hanno Fame e Sete di ciò che esce dalla Tua Bocca! I Tuoi Figli hanno Fame e Sete della Parola del Calice Vivente-Dio … e cosa c’è di più di avere Fame e Sete? Don Vincenzo: La Croce e la Verità! Gesù: La Croce e la Verità! Don Vincenzo: Quando c’è la Croce è Segno che c’è Dio!  Quando c’è la Verità è Segno che c’è Dio!  Gesù: E Tu non sei la Verità e la Croce? Don Vincenzo: Come no! Gesù: Come no! Calice Vivente-Dio … cosa hai incontrato ancora sulla Via? Don Vincenzo: Ho incontrato tutto e tutto abbiamo riofferto al Padre e non c’è Creatura che non parli di Dio … tutto inneggia a Dio … tutto è Creato dal Padre! Ecco la Libertà dove sta! Gesù: Tutto parla … tutto è Voce … tutto è Amore! Don Vincenzo: Tutto è il Padre che nutrisce i propri Figli!  Gesù: Tutto è il Padre che nutrisce i propri Figli così … con le mollichine!  Don Vincenzo: Tutto è il Pane dell’Amore che ti fa entrare in Comunione col Padre! Gesù: E quando si entra in Comunione col Padre, i Figli …  Don Vincenzo: … si dovrebbe far Festa continuamente! Gesù: … dovrebbero far Festa continuamente! EccoMi! E la Festa è il Vivere Nascendo attimo dopo attimo nel Cuore di Dio! E quando si Nasce … il Pane che si Spezza si mastica … e nel masticarLo si offre in Pienezza come si offre la Vittima d’Amore … come si offre ogni respiro! Quanto tempo sciupato andando dietro le cose del mondo … quanto tempo perso rimanendo fuori la Vigna, fuori la Capanna … quanto tempo perso nel girovagare nelle cose del mondo! … Venite col niente! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi! EccoMi! Vicepà? Raffaele: Eccomi! Gesù: Ogni giorno che passa cosa fai con ciò che ti è stato detto? Raffaele: Cerco di essere più umile … col Tuo Aiuto! Eccomi! Gesù: EccoMi! Scarsetto … scarsetto … scarsetto!  Raffaele: Eccomi! Gesù: Calice Vivente-Dio … dove vuoi portare il Peso? Don Vincenzo: Dove manca! Gesù: Dove manca? Dove non Sei? Dicono di portare ovunque la Tua Parola … ma c’è un luogo dove Tu non Sei … dove il Calice Vivente-Dio non E’? C’è un luogo? C’è un luogo dove Dio non ci sia arrivato? Tutti: No! Gesù: Se ha Creato … c’è! Tutti: Eccomi! Gesù: E se c’è … parla! Tutti: Eccomi! Gesù: Non viene ascoltato … ma c’è … eeeh! Calice Vivente … i Passi quante volte al giorno li conti? Voi li contate i vostri Passi? Alcuni: No! Gesù: Come mai non li contate? Non portate la Croce ovunque andate? Tutti: Eccomi! Gesù: E se La portate … come fate a dire che non contate i Passi che fate? Non siete voi che vi portate? Non è un sorriso che accendete? Calice Vivente-Dio … li conti i Passi o li doni ai Tuoi Figli? Cosa fai … li conti o li doni? Su quante dita della Tua Mano conti l’Umanità dispersa … e Doni ancora l’Amore, Doni ancora il Perdono, Doni ancora i Passi? Tu Sei e Io Sono … e l’Umanità E’! E il Tuo Dolore è Grande … Calice Vivente-Dio! Il Peso è Enorme! Vuoi parlare ancora … vuoi dire quant’è Grande la Croce? Lo dici con gli Occhi: gli Occhi del Padre e gli Occhi del Figlio! Teresina del Bambin Gesù … parla un po’ … parla! Il Padre ha il Peso! Parla! Dì quello che senti! Teresa: Essendo Medico sono abituata a vedere il dolore e riesco a gestirlo abbastanza bene e faccio quello che devo fare … ma davanti al Dolore del Padre che è un Dolore diverso … si resta senza parole! Gesù: Non si può gestire né con le medicine e né con la puntura! Non si può gestire con la Medicina! E’ il Dolore del Padre! E’ il Dolore dell’Umanità intera! E’ il Dolore di tutti i Figli … di quelli che si perdono! Ora ti faccio camminare  camminiamo in mezzo ai Figli! Papà … camminiamo in mezzo alla gente … così portiamo i Passi! Non Mi avete mai visto camminare? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Dove vuoi andare: di qua o di là … avanti o indietro? La Croce rimane Diritta! Eccola! Col Sorriso sulle labbra! E questo è il Tempo di far vedere l’Amore del Padre, l’Amore del Figlio, l’Amore dello Spirito Santo! Camminiamo portando il Sorriso a questa Creatura … dagli una carezza! Questo è il Bacio di Lorenzo che porta a tutti Cari! E Lorenzo adesso sta portando il Pane al Banchetto Nuziale … ed è stato già al Forno e il suo Lavoro è portare il Pane al Banchetto Nuziale e dire: “C’è l’Aria Fresca … l’Aria Fresca del Pane! E’ l’Aria Fresca che Lorenzo porta! Quando si è presenti attimo dopo attimo non può mancare! E quando porterà il Pane al Banchetto dell’Umanità … lo vedrete! Ora non può parlare … ma verrà a parlare tra pochi giorni! Camminiamo  … camminiamo … camminiamo! Vedete il Peso dove lo porta? Su una mano! E  così anche voi … il Peso di una Giornata Lo dovete portare sulla Mano …  sulla Mano della Croce: è Allargata e porta tutti i Pesi! Ehi, tu cammini e mangi? Che vuoi? Quello o quello? Prendi questo … ce lo dividiamo! Allora … Ci andiamo a sedere! E’ bello farti camminare … donami la mano … vieni … solleva il piede … sollevalo … un altro poco di Umanità sollevata! E’ questo che dovrebbero fare tutti i Pastori che hanno disperso il Gregge: sollevare l’Umanità così come la stai sollevando in questo istante! Ora devi sederti! Ecco, il Peso l’hai portato per un po’! E a Me mi è venuta Fame ancora! Mangio un altro pezzettino di Pane e poi viene Giovanni e mangia Lui! Tu non vuoi dire più niente? … ( a Teresa) Tu non vuoi dire niente … viceparroco? Sì … ti aspetto … non me ne vado! Poi mangio anche un dolcino  … tu lo vuoi un dolcino? Questi sono i discorsi che si fanno in Famiglia! Raffaele: Gesù … in questo periodo si stanno sistemando tutti quanti i Potenti! Gesù: Come si stanno sistemando? Raffaele: Non danno più lavoro, tolgono i soldi, fanno credere che tutto va bene … e continuano ad essere inarrestabili! E noi dobbiamo pregare per tutti indistintamente!  Gesù: Senza scartare nessuno! Ma tu pensi che i Grandi si stanno sistemando? Raffaele: Gesù io vedo la gente più povera che diventa ancora più povera e di conseguenza penso che i ricchi si stanno arricchendo! Gesù: I Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! “I Ricchi andranno alla Giornata per un pane e i Poveri saranno saziati!” Non sono i soldi a sistemare i Grandi! Se il Padre Abbassa la Mano … con i soldi non possono comprare il Padre! Ma il Padre può comprare loro donando la mano: “Venite Figli … il Banchetto è pronto per tutti … vi sto aspettando!” Dovete pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Quando vedete tutte queste cose voi vi preoccupate … ma non dovete preoccuparvi … dovete pregare … e il Padre vostro non vi fa mancare nulla se la Fede è Crescente! Se la Fede viene a mancare … tutto manca! La Festa che chiude tutte le Feste … o le raccoglie … le semina … le pianta … e poi chi le raccoglie? Le Ancelle unite a Maria? Ancelle: Eccomi! Gesù: Unite a tutte le Schiere? Ma voi pensate: “Ma Gesù viene a dire queste cose?” … Ma vi fermate voi a sentirle …  vi fermate a masticarle? Dio non si ferma … Lavora! E i Grandi non si stanno posizionando! Calice Vivente-Dio … il Solco non è ancora terminato! E non guardate le posizioni del Grandi … guardate la Posizione della Croce che è rimasta sempre uguale e rimarrà sempre uguale … donando ad ogni Figlio ciò che gli necessita! EccoMi! Lascio venire Giovanni … Io vengo a salutarvi! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Benedice) … Ehi Giovà … com’è? Lo sento anch’Io … L’ho sentito … Lo sento! Sento il profumo del caffè! Un goccino lo devi bere del Mio caffè! E’ buono? Chi lo vuole se lo prende! Aaah … è proprio buono … e sì! Ma voi state tutti bene-male? … (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato)  Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tutti … tutti? Anche tu … Nicò stai bene-male? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tu … Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Cosa hai trovato di Pesante? Don Vincenzo: Tanti peccati! Piccolo Giovanni: Tanti peccati! E bugie ne hai trovate?  Don Vincenzo: E’ pieno! Piccolo Giovanni: E’ pieno di bugie! E cosa facciamo? Sono tutte in fila e con la Mano che fai? Li cancelli o aspetti la Domandina Finale … dove col Tuo Amore e con la Tua Misericordia … se vuoi … farai rispondere lo Strumento? Tu Mi rubi il caffè? Vuoi un goccino mio … tieni … così ti dò un po’ di forza in più! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Uno di baccalà senza spine … vi raccomando … e uno di quello … uno e uno! Ho già mangiato al Banchetto con le Spose … ne sono entrate tante … tante Spose tutte Belle … e ce ne sono ancora tante che devono donare la mano! Ma sono caduti nei Fuochi di Guerra! Chi c’ha messo le spine? Mi avete cucinato le spine o il baccalà … cosa Mi avete cucinato? Quanti Giorni ancora per completare il Solco con i Dolori Pieni! Lo guardate il Padre  … vedete i Dolori? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E cosa sentite nei vostri cuori? Mi guardavate quando portavo i Dolori come Li porta Lui? Ora sono ancora più Pesanti! Giovanni … nel Giorno della Festa che raccoglie tutte le Feste farai quello che ti dirà lo Strumento? I tuoi Occhi dicono: “Eccomi!” Anch’Io farò ciò che il Padre Mi dice di fare! Ma vi invito a pregare per i Grandi … così come si fanno chiamare … ma non sono Grandi, non hanno alcun Potere! Pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Preghiamo ancora per l’Umanità! L’Albero che hai Piantato ha le Radici Profonde! Ma pregate anche per lo Strumento: ha tanto Lavoro da fare! Essendo voi Chiesa Nuova …  Figli, Fratelli e Amici … Alzate la Destra e combattete il Veleno e i Falsi Profeti! … Sono Grandi … si sono sistemati!” … C’è un luogo dove Dio non veda? Li lasciamo sistemare? Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Io Mi prendo uno di questi e poi vi saluto e viene Gesù! Dio Ama così tanto l'Umanità intera da mostrarsi nel Suo Dolore … col Suo Amore senza Limiti e senza Misure! Io vi saluto! Vuoi dire qualcosa? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi soltanto? Eccomi anche tu? Raffaele: Dobbiamo sistemare due cose! Piccolo Giovanni: Due? Raffaele: Duecento! Piccolo Giovanni: Ma due o duecento? Raffaele:  Meglio duecento Giovanni … andiamo sul sicuro! Piccolo Giovanni: Io vi sistemo con la Croce e col Mio Bacio … (manda un bacio e tutti ricambiano) … Gesù vi sistemerà sul Legno della Croce ad ognuno di voi … Figli Miei! Sono sempre il vostro Giovanni … e rimarrò sempre il vostro Giovanni! Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! (manda un bacio) Gesù: Con la Croce e col Pane! (Benedice) Papà … ora tutti ti hanno visto … ma porta ancora i Tuoi Figli … porta ancora i Tuoi Figli! Papà … ferma quelle fialette! Lo Strumento è andata a fermarle … ma fermale anche Tu con la Tua Misericordia Infinita! Le hanno fatte piccole così! Con la Tua Mano puoi fermarle e col Tuo Dolore … e anche col Tuo Sorriso e col Tuo Sguardo verso i Tuoi Figli! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! … (manda un bacio) … Il Padre vi saluta con l'Albero Verde! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano nei vostri cuori! E vi Benedica Dio Onnipotente …Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Amen!  Giulia: Giovanni … fai prendere un po' di Peso a tutti i Servi Inutili! Il mio lo porto! Guida il Gregge … guida le Spose che sto portando: hanno donato tutti la mano! Piccolo Giovanni: Rimanete Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Rimanete con l'Abbondanza che Dio lascia scendere su di ognuno di voi! Giulia: Eccoci … Giovanni! Piccolo Giovanni: Il grano…! Giulia: Cosa c'è nel grano? Non è Grano-Dio? Piccolo Giovanni: Nel grano del mondo…!  Giulia: Posso stendere le mani … così come il Padre mi ha dato di fare … per togliere quello che hanno messo nel grano? Piccolo Giovanni: EccoMi … Figlia Mia! Giulia: Giovanni…! Piccolo Giovanni: Tutto rimarrà nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! Giulia: Eccomi! Tutte le Schiere stanno per uscire … e quando finisco vengo anch'io! Eccomi … Giovanni!  Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … il Tuo Dolore è Enorme … ma aspetta ancora i Tuoi Figli e  sii Misericordioso ancora! Visto che i Cari stanno tutti al Banchetto e stanno per uscire … li possiamo salutare? …  (Tutti salutano i propri Cari)  … Mamma … quale Vestito? Eccomi! Ora state per uscire …  tra un po' vengo anch'io! … (manda un bacio)

 

 

 

 

 

Seconda Domenica del Mese

 

8 Maggio 2016

 

Festa della Mamma

 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario, e durante la Meditazione dei Misteri, mentre si prega per la Chiesa Tutta, per il Papa, per i Vescovi, per Tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'Inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (La Madonna per un po' rimane in silenzio poi Benedicendo dice:) … La Madonna:  Vinci il Male con il Bene! … (È il titolo del canto composto da Don Vincenzo e cantato durante la Preghiera) … Vincere il Male con la Croce e riempire i cuori di Bontà e di Amore! Vincere il Male con il Bene in qualsiasi circostanza ... in qualsiasi situazione che incontrate  strada facendo! Ma l'Unica Via che vi dona il Mio Cuore è la Via della Croce … (Benedice) ...  è la Via di essere Mamma … è la Via che ognuno di voi diventi Mamma di Gesù! Ve L'ho donato Mio Figlio … ve L'ho donato sulla Croce … ve L'ho donato dal Mio Grembo Materno … ve Lo dono attimo dopo attimo e vi dico ancora: Non abortiteLo … ma fateLo nascere … fateLo conoscere e portateLo ovunque! Ma portate Gesù che non si vende e che non si compra … ma si dona per Amore! Chiedo ad ognuno di voi il Dono di essere Mamma e di capire il Valore della parola: "Mamma"! Mamma della Croce … Mamma dell'Amore … Mamma del Dolore … Mamma di tutte le Mamme … Mamma della Pienezza del Cuore di Dio  nell'avvicinarsi a diventare Mamma di Gesù! Quale Gioia più Grande cerca il vostro cuore? Mamma di Gesù …..! Io sono la Mamma di Gesù perché Lo porto nel Cuore … Lo Partorisco quando faccio un'azione buona … quando accarezzo un povero … quando dono la mano ad un emarginato, ad un figlio drogato, ad un figlio carcerato, ad un figlio che ha cambiato sesso … perché è Figlio di Maria, è Figlio di Dio! E non vi dovete scandalizzare del Frutto del Padre che ha Creato nel Suo Amore Infinito! Non ascoltate chi punta il dito … ma guardate col cuore e gli occhi di Mamma il figlio che vi è stato donato da Dio! Da Dio  Donato ……! “Sono stato donato da Dio! Ho ricevuto un Frutto d'Amore da Dio!” E non è vostro … così come Gesù non Mi apparteneva! Dio Me L'ha donato … e sulle Vie di Dio Mi ha portato … e ho portato anche Lui: Croce e  Crocifisso! Perché vi disperate … Figli? Perché gridate verso Dio: “Cosa mi ha fatto? Cosa mi hai donato?” Il Frutto dell'Amore … il Frutto del Suo Cuore! Così si è Mamma … così come Io ho Abbracciato la Croce … così come L'ho Partorita … così come ho Partorito il Figlio di Dio cacciato da tutti, allontanato da tutti, scartato e bestemmiato, sputato e flagellato! Ma Dio È … e anche voi lo Siete nell'Amore e nella Misericordia e nel Perdono Infinito! E Mamma si è attimo dopo attimo e si deve fare Festa e accogliere il Frutto dell'Amore di Dio … e farlo crescere nella Sapienza e nell'Abbondanza del Padre! Ogni Mamma deve crescere il proprio figlio nell'Amore della Croce … nel Sorriso della Croce … nella Gioia della Croce … non nelle gioie del mondo! Siate Vigilanti … Mamme! Questo è il regalo che aspetto da ognuno di voi: non abortiteMi il Mio Gesù … fateLo crescere … fateLo nascere … fateLo conoscere all'Umanità intera … Figli Miei! … Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Mamma! Come Auguri Ti ho portato un po' di Spose e il niente della mia Giornata! E’ poco … ma accoglilo! La Madonna: Un po' di Spose è il tuo niente? Giulia: Eccomi … Mamma! La Madonna:  Diciamo il numero del poco? Giulia: Poco! La Madonna: Poco! Giulia: Mamma … Mamma … che Vestito Ti sei messo? La Madonna:  Quello di sempre! Giulia: Hai preparato da mangiare? Perché hai il grembiule? La Madonna:  Sono andata in giro a portare da mangiare: è la Festa! Giulia: La Tua … la Festa di tutte le Mamme … e Tu sei Mamma … e lo so che è attimo dopo attimo! Mammina … dove sei andata? La Madonna:  Dove sei stata tu? Giulia: Io sono andata a Lavorare … a fare le Cose del Padre! La Madonna: Anche Io sono andata a Lavorare! Giulia: E avete preparato anche il Tutto che vedo sul Banchetto? La Madonna:  EccoMi … Anima Mia! Giulia: Mamma … ancora mettono le fialette … e ne ho spente un po'! La Madonna: Anch'Io … Anima Mia! Giulia: E cosa devo fare ancora … Mamma? La Madonna: Guarda....! Giulia: Ti stanno Vendendo e Ti stanno Comprando … e faglielo capire ad ognuno di loro! La Madonna:  Tu prega e fai pregare i tuoi Figli per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccomi … Mamma! La Madonna: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! La Festa che raccoglie tutte le Feste! Mammina … sii sempre la nostra Guida … sii sempre il nostro Faro … sii sempre la nostra Grazia! Ed aspettiamo ancora tutti i Figli nel Perdono dell'Amore della Croce! Abbiamo fatto una piccola Processione semplice e povera e nell'Umiltà … così come Tu ci hai chiesto: nella Semplicità dei bimbi! E’ quello che desidera il Tuo Cuore! Ma fammi andare a Lavorare! Mamma … fammi fermare tutto quello che vedo! Non lo diciamo … così non lo copiano! Stanno copiando tutto! Mamma … in questo Giorno e attimo dopo attimo … aiutaci ad essere Gioiosi nell'essere Mamme del Tuo Figliolo Gesù … nell'abbracciare ogni dolore … nell'abbracciare ogni sputo, ogni bestemmia, ogni flagello … così come flagellano Gesù … così come flagellano il Tuo Cuore! E se volete ancora … scorticate il Nocciolo Scorticato … Mamma! La Madonna:  EccoMi … Anima Mia! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare la Verità della Croce ... (La Madonna Benedice) ... e la Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Mamma … Ti consegno i cuori di tutti! Ti consegno i cuori della Capanna … della Famiglia! Ti consegno coloro che si sono affidati alle mie preghiere! Ti consegno i Piccoli, i Poveri, gli Emarginati! Ti consegno il mio niente! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco e li metto nel Segno della Croce … (Benedice) … e nel Segno del Pane Vivo che è in mezzo a noi! Accoglieteci ancora così come siamo! Ti consegno le Ancelle … Ti consegno le Suorine … Ti consegno i Sacerdoti! La Madonna:  Ti consegno l'Umanità ancora una volta sulle tue spalle … Figlia! Giulia: Eccomi … Mamma! La Madonna:  EccoMi! PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani della Madonna)  Don Vincenzo: Shalom! La Madonna: Shalom! Altri Fiori che Sbocciano  dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Oggi è la Festa della Mamma! Ognuno è Mamma! Che bello Partorire Gesù! La Madonna: Anche il Calice Vivente-Dio è Papà e Mamma  che Partorisce attimo dopo attimo! Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Come state … Figli Miei? (La Madonna manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Tutte Mamme! La Madonna: Se Partoriscono Gesù e non Lo abortiscono! Volete essere Mamme del Crocifisso? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Com’è bello quel Trono: piccolo, semplice … non è né d’oro e né d’argento … non porta né oro addosso e né gioielli … ma è un Gioiello Prezioso! EccoMi per averlo fatto! … (si rivolge a Giuseppe) … Ecco l’Umiltà e l’Amore che chiedo ai Propri Figli e né vendere e né comprare! Tre tavole … così come faceva Giuseppe! Ha dovuto lavorare anche con i Grandi … ma nella  Semplicità faceva le cose più piccole! Tu cosa hai sentito? Sara: Una Mamma che guarda i Suoi Figli! Don Vincenzo: Tutto è Mamma! La Madonna: Tutto è Mamma … se si guarda con gli occhi di una mamma! E Tu lo sai bene che si è Mamma quando si cammina sulla Via Stretta  … quando si sorride … quando si accoglie la Croce … e Tutto è Mamma nella Festa che raccoglie tutte le Feste! Ma cos’è la Festa che raccoglie tutte le Feste? Le raccoglie o le racchiude? Cosa fa? Lo ricordate? Ancelle: Le raccoglie! La Madonna: Dove le racchiude?  Teresa: Nel Cuore del Padre! La Madonna: Nel Cuore del Padre! Don Vincenzo: Mamme…! Che bello essere Mamme! La Madonna: La mamma è Mamma quando Dona il Pane Spezzato ai propri figli Spezzandosi  nell’Umiltà e nella Carità e insegnando ai propri pargoli Chi è la Croce … (Benedice) … e Chi è il Crocifisso! Pur essendo il Figlio di Dio gli ho donato le sculacciate a Gesù quando si Nascondeva per parlare col Padre Suo! E ogni Mamma nel tenere i figli belli e buoni deve donare il Pane sudato, l’Amore  e la Croce! … (Benedice) … Gesù ha Sudato con l’Amore del Suo Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Pane Amato … Benedetto! La Madonna: Quando è Amaro il Pane non si deve gettare … ma si deve donare come Cibo ai propri figli … perché l’Amaro porta all’Amore di Dio! Siamo nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … e non dovete dimenticarlo! E’ bello rimanere con voi in questo Giorno … è bello rimanere attimo dopo attimo nel raccogliere i sussurri, nel raccogliere i dolori, nel raccogliere le lacrime! E’ bello essere Mamme del Dolore … Mamme dell’Amore! … (si rivolge alle Ancelle) … E voi dovete raccogliere le Lacrime del Dolore, le Lacrime dell’Amore e imparare a SeminarLe e a far Nascere tanti Cuori di Croce! Don Vincenzo: Essere come Fari! La Madonna: I Fari si accendono quando è Acceso il Dolore … e più c’è il Dolore  più c’è l’Amore! E voi dovete imparare così come Gesù ha imparato ad amare i Chiodi e così come Gesù ha imparato ad amare a chi Lo ha messo all’Ultimo Posto! In questo Giorno quante parate ci sono in giro togliendo il Pane ai Poverelli e dicendo di fare la Festa alla Mamma di Dio … alla Mamma di Gesù! Ma tolgono il cibo ai Poveri per riempirsi le bisacce! Don Vincenzo: “Dacci oggi il nostro Pane!” Che bello! La Madonna: Dacci oggi il nostro Pane!” … ma non strapparLo e non venderLo! Ho chiesto alle Ancelle di farMi la Processione … di farMi una Festa in Semplicità: con un piccolo Trono e con un  Vestito Bianco! Mi hanno fatto un Vestitino rosa con i fiorellini! EccoMi! Com’è bello essere in Comunione! Don Vincenzo: Aiutaci Mamma a mettere Dio al Primo Posto! La Madonna: Lo è … ma gli uomini Lo mettono all’Ultimo posto … e  neanche! Ma ora devo parlare un po’ con le Ancelle! Cos’è la Festa di questo Giorno … Teresina … cos’è? EccoMi! Teresa: E’ la Festa che racchiude tutte le Feste nel Cuore del Padre … che poi ha Donato Tutto nelle Tue Mani perche Sei Tu l’Ultima Grazia … l’Unica Grazia  … l’Unica Chiesa … da cui è Nato Tutto e continuerà a Nascere Tutto! Ed è per questo che in questo Giorno … che diciamo che è la Festa della Mamma … anche se è sempre la Festa della Mamma … La Madonna: … attimo dopo attimo! Teresa: … e Sei Tu la Festa che racchiude tutte le Feste … è il Tuo Cuore Spalancato …  è il Tuo Essere la Mamma del Dolore e dell’Amore! Eccomi! La Madonna: EccoMi! Voi come la pensate? Poi dopo ve lo dico Io! Chiara: E’ l’aver donato il Tuo Amore, il Tuo Cuore a tutti i Tuoi Figli racchiudendoli sotto il Tuo Manto, le Tue Ali … in quanto Tu sei la Mamma di tutti noi … e non lasciando nessuno hai raccolto i Tuoi Figli per indicargli la Strada Stretta che porta al Padre! Alessandra: Oggi nella Festa che racchiude tutte le Feste … il Dono che Tu Mamma vuoi è che ognuno di noi raccolga tutto l’Amore che fin’ora ci avete donato nelle Feste precedenti e che Ti doniamo questo cuore pieno di Amore e di Gioia!  La Madonna: Andiamo avanti! Sara: Eccomi! Questa Festa è il Tuo Cuore Spalancato dove il Padre ha Versato tutto il Suo Amore, tutto il Suo Progetto che è partito da Te e a Te ritorna! E questo è l’esempio che Tu dai ... e vorresti che ogni Figlio spalancasse il cuore a ricevere tutto quello che il Padre ci dà come Eredità: tutto il Suo Amore, tutto il Suo Giardino! Roberta: E’ l’EccoMi Pieno che Tu hai dato al Padre nel Partorire, nell’accogliere il Figlio di Dio e nel Partorire la Croce! Eccomi! La Madonna: EccoMi! Ho ascoltato! Non avete nulla da dirMi? Il vostro Eccomi è Eccomi? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Mi rivolgo alle Ancelle e ad ognuno di voi Suorine e Sacerdoti … dinanzi al Calice Vivente-Dio che conosce e tiene nel Cuore, nel Suo Libro che ha Scritto da Sempre, nel Progetto del Creato già da tanto Tempo Scritto dalla Tua Mano!  Don Vincenzo: Mamma! La Madonna: Mamma! Don Vincenzo: Sembra così piccolo il termine: Mamma … e invece quant’è Grande … da abbracciare tutto e tutti! La Madonna: Dio è Grande per farMi Abbracciare tutto e tutti … nel farMi Partorire la Croce e il Crocifisso: il Suo Segno d’Amore! Dio … dopo averMi fatto Partorire la Croce e il Crocifisso … Mi ha consegnato il Libro dove c’è Scritto Tutto e la Festa che raccoglie tutte le Feste … nel Libro di Dio c’è sempre il Mio Cuore Immacolato che Trionfa ... e nel Libro c’è scritto anche che quando il Calice sarà Pieno … traboccherà sull’Umanità … e ci sarà un Tempo … due Tempi … tre Tempi … quattro Tempi … cinque Tempi … sei Tempi … sette Tempi! Il Calice si verserà e l’Umanità soffrirà … ma Dio non abbandonerà i Suoi        Figli! Dopo che sono finiti i sette Tempi ce ne saranno altri sette … e Dio farà Scendere il Buio Totale sull’Umanità! Per chi rimane nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … mangiando per sette Giorni Cibo Amaro, Agnello arrostito e Bevande Amare … finito i sette Giorni vedrete un Piccolo Spiraglio di Luce! Ma dovete pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Dopo finito i sette Tempi arriveranno i ventiquattro Tempi del Mio Cuore Immacolato! Il Padre ha Promesso l’Ultima Grazia … l’Ultimo Amore … l’Ultima Chiesa … e l’Unico Tabernacolo … così come Mi ha Chiamata per far Nascere il Suo Figliolo Gesù! Farà Brillare il Sole! E la Festa che raccoglie e racchiude tutte le Feste nell’Ultima Grazia … così Dio come Mi ha Chiamata … Partorirà l’Umanità Nuova cancellando ogni forma di Potere! E lo Strumento sarà alla Destra del Padre! Non vi sarà tolta! Lo è attimo dopo attimo … ma in quel Giorno sarà alla Destra del Padre senza Vendere e senza Comprare … ma per Amore … così come per Amore il Padre vi Dona il Pane Quotidiano se lo chiedete nel Giusto del Vangelo di Dio … non del Vangelo degli uomini! Imparate a conoscere il Vangelo di Dio … imparate a capire il Tempo di Dio! E il Tempo di Dio è Amore! E’ il Tempo di Dio il Pane che Masticate … ma dovete comprenderLo … dovete diventare Piccoli per poterLo Donare agli altri! Il Mio Sguardo è Lontano verso di ognuno di voi! Il Mio Sguardo è sui Figli dispersi … sui Figli che Vendono e sui Figli che Comprano! E il Mio Cuore è ancora di più Addolorato! Avete parlato bene … ma vi ho spiegato cos’è la Festa che racchiude tutte le Feste, li raccoglie e li mette nel Cuore di Dio! Dio stava per disperderli spargendo sull’Umanità sorda e cieca … ma lo Strumento non si è fermato di bussare: “Dona Tempo ai Tuoi Figli … aspetta ancora … e nell’aspettare raccogliamo i sussurri!” Cosa ti immaginavi … viceparroco? Cosa avevi progettato che era la Festa che raccoglieva tutte le Feste?  Un Flagello Enorme, una Catastrofe, un Fuoco, un Terremoto? Cosa c’era nella tua mente? Nel tuo cuore c’è … ma nella tua mente cosa c’era e cosa c’è ancora? Raffaele: Il momento di vedere che non si fanno più le cattiverie sui bambini, il momento di togliere l’arroganza, la mancanza di rispetto, pensare di essere più bravi, più furbi! La Madonna: Più furbi? Raffaele: Pensano! La Madonna: Dio non ha furbizia … gli uomini ce l’hanno! Raffaele: Parlo degli uomini! E aspettare che Dio faccia!  La Madonna: E Dio fa! … Ma avete capito quello che ho detto? Ancelle: Eccomi! La Madonna: E tu non hai capito quello che ho detto? Raffaele: Eccomi! La Madonna: E’ poco quello che vi è stato detto? Raffaele: No! La Madonna: E non dimenticatelo … dovete essere pronti e preparati! E tu cosa ti aspettavi? E voi tutti cosa pensavate? La Festa che racchiude, raccoglie tutte le Feste! Cosa vi eravate progettati? Nessuno l’aveva capito … si aspettava una Festa! Don Vincenzo: Si aspettava una Festa dell’Amore, la Festa della Luce, la Festa della Verità! La Madonna: E questo vi è stato detto e Tu lo conosci! Tu cosa ti aspettavi? Teresa: Eccomi! In questi giorni con lo Strumento avevamo lo stesso stato d’animo … e anch’io mi sentivo angosciata … era  un’angoscia profonda … e c’è ancora mista alla Gioia! La Madonna: Vai avanti! Teresa: E non mi ero fatta un’idea su cosa poteva essere la Festa che racchiude tutte le Feste … e come sempre aspetto ciò che il Padre, Tu e Gesù venite a dirci … ma dentro di me sentivo questi sentimenti … questa angoscia profonda per quelli che sono fuori!  La Madonna: Per l’Umanità sorda e cieca!  Teresa: E tristezza nel non vedere nella Famiglia l’Amore Pieno … nel vedere ancora la dispersione tra di noi! La Madonna: Vi raccolgo attimo dopo attimo! Lo Strumento vi raccoglie attimo dopo attimo dicendo ad ognuno di voi: “Amatevi gli uni gli altri … togliete le gelosie … siate un Unico Cuore che Batte per Gesù, per il Padre, per lo Spirito Santo che è l’Ancella Umile al Servizio di Dio!” Non è difficile se lasciate le cose del mondo! Non è difficile se imparate ad amarvi così come Dio vi ama, così come Gesù vi ama … così come il Padre vi Spezza il Pane attimo dopo attimo e ve Lo Dona … non vi fa mancare il Pane Quotidiano! Non c’è Dono più Grande del Segno e del Legno della Croce! Segno e Legno che si uniscono! … Quando uscite fuori … non fate volare via!  Quando uscite fuori al cancello c’è il Veleno! Vigilate! Ci sono i Falsi Profeti! Vigilate! Nessun Figlio rimane senza la Mamma e senza il Papà! Dio si fa Cibo … e la Mamma si fa Amore e Dona da Mangiare e Dona un tetto a tutti i Figli … non lascia nessuno … e neanche Dio e neanche Gesù e lo Spirito Santo che è Maria e che sono Io: Umile Ancella! Lo Strumento Lavora per ognuno di voi … anche lei ha la sua Manina, la sua Spalluccia, la sua Schienuccia e la sua Gambetta … stritolati ma non stritolati … ma cammina per i propri Figli e per l’Umanità intera! E come è stato dolce il suo pensiero nell’aprire gli occhi: “Com’è bello il Regalo che Mi hai fatto … col Dolore posso Lavorare di più! Sono belli tutti i doni che mi hanno portato … ma il Dono più Bello è il Dolore per poter Salvare … per poter Pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco e per l’ Umanità sorda e cieca e offrire al Tuo Cuore questo Dolore … così Tu lo trasformi in Amore per chi non Ti Ama!Benedette parole! Ma parla un po’ Tu … parla del Mio Cuore! Giovanni Mi chiamava: la Sua Fidanzata! “Faccio gli auguri e porto i fiori alla Mia Fidanzata!” … Mi ha fatto fumare anche la sigaretta … Mi ha messo vicino alle labbra la sigaretta: “Ti faccio un regalo … fuma!” Questo è Giovanni! E poi Mi ha buttato sulla testa una bottiglia di spumante: “Beviamo insieme … visto che Mi hanno lasciato solo! In qualsiasi Festa Mi offriva la sigaretta da fumare ... la poggiava vicino alle labbra ... e lo spumante me lo gettava sul Mantello e sul Mio Capo! Tu cosa Mi offri … cosa Mi regali? Non fumi e non bevi!  Don Vincenzo: Ti regalo un Bacio d’Amore Vero, Profondo!  La Madonna: Pieno di Dolore … pieno di Lacrime nel vedere l’Umanità che non Ti riconosce! Don Vincenzo: Aiutaci a saperTi rispondere … siamo noi che non sappiamo vivere quei Momenti d’Amore! Mamma Cara … com’è bello! La Madonna: Calice Vivente-Dio Caro …  com’è bello il tuo Nasconderti … com’è bella la tua Umiltà … com’è bello il tuo Soffrire … com’è bello quando  dici nel silenzio sussurrato: “Il mio Dolore non ve lo dico … ma è Grande! Don Vincenzo: Mamma … Totus Tuus! La Madonna: EccoMi nell’Abbraccio del Cuore …  nell’Abbraccio del Calice che lo Strumento sta Bevendo … in tutto ciò che sta Fermando … in tutto ciò che lascia Scendere attimo dopo attimo su di ognuno di voi guardandovi, sgridandovi, mettendovi sulla Via Stretta! Ogni vostro Caro è presente al Banchetto, alla Festa del Cuore Immacolato di Maria! E tutti i vostri Cari vi invitano ad essere coscienti che sono Vivi … ma voi li piangete da morti! Sembrate dei sepolcri  imbiancati quando fate così! Imparate: Dio è Vivo … e se Dio è Vivo anche voi lo Siete … e anche i vostri Cari! E’ Addormentarsi per Svegliarsi in una Enorme Luce, in una Enorme Pace, in un Banchetto dove c’è Tutto Dio … e si Lavora per la Pace Vera … senza armi! Parla un po’ … Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: Mamma … aiutaci a mettere il Padre al Primo Posto perché in una Famiglia è il Padre che tiene strette le corde! La Madonna: Ma Tu Mi hai donato l’Ultima Grazia! Tu tieni la Corda Principale … e quella Principale L’hai legata al Mio Cuore per essere l’Ultima Grazia, l’Unica Chiesa! Ma voi siete la Chiesa Nuova Uniti al Cuore del Padre, al Cuore del Figlio e al Cuore dello Spirito Santo che Sono Io! Don Vincenzo: E tutto questo in una Sintesi d’Amore perché i Quattro Cuori sono tutti Identici … e pulsano tutti in un modo o nell’altro! Ecco la Ricchezza che emana dal Cuore! Sono più Ricchezze, sono più Luminosità, sono più Sangue d’Amore che Ripara, Sangue Riparatrice, Sangue che non ha paura … anzi desidera la Morte … perché attraverso la Via Stretta si arriva alla Via dell’Amore Eterno! La Madonna: Tu sei l’Amore Eterno ... dove c’è il Banchetto! L’avete sentito cosa ha detto? Fissatelo nei vostri cuori! Ogni Parola che esce dalla Sua Bocca fissatela nei vostri cuori! Il Dolore del Parto della Croce! L’Umile Ancella vi porta ancora nel Cuore di Dio! Quando vedete ancora temporali … nell’Umiltà e nella Fedeltà a Dio … fermateli con la Destra! … (Benedice) … E non temete gli uomini, ma abbiate il Santo Timore di Dio … Figli Miei! Vi invito ancora a pregare per le Mura di Roma! Vi invito ancora a raccogliere il Sangue Innocente! Siano i vostri Cuori Candidi come bimbi … così potete Salvare i Pargoli che vengono scandalizzati! Pregate per tutti i Figli che arrivano da tutte le parti: non conoscete ciò che viene fatto a loro! Ma il Mio Cuore di Mamma li aspetta al Banchetto Nuziale! …  (La Madonna Impone le mani sui presenti insieme a don Vincenzo) Lascio Scendere su di voi il Mio Amore e il Padre lascia Scendere su di voi il Fuoco di Pentecoste … la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Il Banchetto è Aperto anche per voi: ciò che mangerete e ciò che berrete è il Corpo e il Sangue del Mio Figliolo Gesù per l’Umanità sorda e cieca … Figli Miei! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato portando ovunque andate la Croce e il Pane della Vita! (Manda un bacio e Benedice)  … Il Calice Vivente-Dio vi Saluterà con l’Albero Verde e col Magnificat! Saluta i Tuoi Figli con l’Albero Verde! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi , sulle vostre famiglie, sui vostri amici, sui vostri nemici e su quelli che vi hanno fatto del male … su tutta la Famiglia Umana! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Amen! Magnificat! Don Vincenzo: Cantiamo il Magnificat! … (Ora tutti recitano insieme alla Madonna il Canto del Magnificat)Giulia: Mamma … accogli quest'altro Dolore e Salva ancora l'Umanità sorda e cieca! I Cari li salutiamo? … (Tutti salutano i propri Cari) … Gioite nel Giardino! Gioite al Banchetto! Auguri Mamma ... e tu che conoscevi tutta la Famiglia … se Dio lo permette … accarezza ognuno di loro … e se ti rimane tempo accarezza anche il mio cuore! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Scendi ancora col Tuo Amore! Scendi e non tardare … ma accorcia ancora i Tempi ai tuoi Eletti! Don Vincenzo: Eccomi … Mamma … Eccomi! La Madonna: EccoMi! EccoMi! … (Giulia intona una Lode a Maria:) Giulia: Magnifica Tu! Magnifica Tu! Magnifica Tu! Magnifica Tu! Purifica Tu! Purifica Tu! Scendi tra noi! Purifica Tu! Sangue di Dio … Purifica … Purifica … Purifica! Maria Purifica Tu, Madre di Dio! Purifica … Maria! Purifica … Sangue di Dio! Ave Dio-Maria! Anima Mia! Purifica il cuore di tutte le Genti! Ave Mamma di Dio … Purifica il Cuore del Fiore Vivente ! Purifica il Cuore che è Dio tra noi! Ave … Ave … Ave Maria … Mamma … Mamma … Mamma Mia! Don Vincenzo: Mamma … Mamma dell'Amore! Mamma dell'Umiltà! Mamma del Servizio! Mamma di tutto e di tutti! La Madonna: Ho Magnificato il Magnificat del Mio Cuore a tutte le Genti! … Canta! (Teresa intona una Lode a Maria) Teresa: Maria … Umile Ancella Creata dal Cuore del Padre per essere Madre di Dio, di Gesù e dell'Umanità intera … prega per noi … ora e nel momento di Addormentarci! Amen! La Madonna:  Amen e così sia! Dio Vivo e Reale in mezzo a voi! Il Mio Soffio d'Amore … (Impone le mani e Alita sui presenti) avvolga i vostri cuori nella Quiete di Dio … Figli!

 

 

 

 

 

GIOVEDI 12 MAGGIO  2016 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) … Gesù: Nell'Essere Figlio di Dio Vivo e Reale in mezzo a voi … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! Ora e per l'Eternità … essendo Vivo e Reale in mezzo a voi … Dono al Padre tutto quello che Mi ha Donato per darlo ad ognuno di voi … per Donarlo all'Umanità intera … a quella Umanità sorda e cieca! L'Umanità: Figli Bagnati e Raccolti dal Mio Sangue … il Sangue che ha Bagnato la Croce! E quella Croce rimane sempre Alta e Io non L'ho mai abbassata … ma gli uomini sì … e Io La tengo Alta! Il Padre ve L'ha Donata! Mi ha Mandato a Salvare l'Umanità intera! Mi ha Mandato a dire ai Sommi Sacerdoti la Legge di Dio … a dirlo ai Sacerdoti di questo Tempo: “Non cambiate le Cose del Padre … non appropriatevi delle Cose del Padre … non accumulate tesori … ma camminate così: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto! Tutto quello che accumulerete sarà portato via!E non donate cose ai Figli … ma donate la Parola, il Pane Spezzato ma Intero … perché l'Eredità di Dio è  Intera per tutti … senza scartare niente e nessuno! Dio si Dona Intero e la Legge di Dio non viene cancellata! Avete preso la Via Larga? C'è il Padre che aspetta! Avete preso la Via Stretta? C'è il Padre che aspetta!" Rimanete in Dio … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Famiglia di Dio … rimanete nella Vigna, rimanete nell'Arca, rimanete nei Remi, rimanete nelle Capanne … e fate la Volontà del Padre in Pienezza pregando per coloro che hanno tradito e tradiscono ancora! Pregate per le Mura di Roma … Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù … dove stai andando … Gesù? Gesù, non diciamo quello che vedo … diciamo solo ai Figli di pregare e di battersi il petto e che c'è una Grande Confusione di Popoli! Basta così? Vado a Lavorare! Lo so che Tu non Ti riposi mai … ma siediti un po'! Gesù … anche quando rimani e Io vado a Lavorare … rimani in piedi e non Ti siedi! Gesù: Mi siedo … Mi siedo anche stando in piedi! Giulia: Come fai a sederTi stando in piedi? Gesù: Come fai tu! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Guarda ancora e tutto quello che vedi mettilo nel Vuoto dei Rotoli!  Giulia: Eccomi … Gesù … Eccomi … Eccomi … Eccomi … Gesù! Donatemi sempre la Costanza e la Forza! Io mi poggio sul Letto della Croce … ma tenetemi stretta! Gesù: Sei Inchiodata! Giulia: Eccomi! Gesù … le Spose sono arrivate … e allora vado dinuovo a prendere le altre! Gesù … è meglio non fare copiare … ma Lavorare nel Silenzio del Tuo Cuore! Gesù:  EccoMi … Anima Mia! Giulia: Gesù … metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere … la Famiglia, i loro sussurri, i loro cuori! Dona ai Tuoi Figli il Giusto del Pane Intero e Spezzato e ritorna Intero! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore il niente della Giornata! Metto nel Tuo Cuore chi grida forte per entrare e non viene fatto entrare! Metto nel Tuo Cuore i Piccoli, i Poveri e gli Emarginati! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli … e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Accoglieteci così ancora un poco … e ancora un poco … e ancora un poco … e ancora un poco … Gesù … ancora un poco …! Gesù: EccoMi in mezzo a voi con i Due Banchetti, con tutte le Schiere, con tutti i Pargoli, con tutti i vostri Cari, con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci … Gesù … nel vivere nel Dio Vivente: Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto per essere Invitati al Banchetto Nuziale … così come ci Inviti! Gesù, facci come vuoi Tu: a Tua Immagine e Somiglianza! Fa che ognuno di noi si guardi e si vede ad Immagine e Somiglianza del Tuo Amore … nella Tua Luce, nel Tuo Essere Dio! Facci così come ci hai fatti … ma facci vedere con i Tuoi Occhi e facci ascoltare con le Tue Orecchie perché siamo sordi e ciechi! Gesù mio … Figlio mio … Sposo mio! Gesù: AMEN! Giulia: Amen … Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Giovanni … stiamo bene-male o male-bene?  Don Vincenzo: Male-bene! Gesù: E allora se stiamo male-bene … stiamo bene! E voi come state … tutti bene-male o male-bene? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi!  Giovà … cosa mi racconti? Hai incontrato qualcosa per la Via? Don Vincenzo: Tanti e tanti … ma senza parlare di Gesù! Gesù: Uh! Don Vincenzo: E quindi tutto è rimasto arido …  tutto è rimasto deserto! Gesù: Sì … e cosa hai incontrato ancora? Don Vincenzo: Ho incontrato un’Umanità vuota … un’Umanità perdente che non mette mai Dio al Primo Posto! Gesù: Un’Umanità perdente! E cosa facciamo? L’aspettiamo l’Umanità perdente …  l’Umanità vuota? Don Vincenzo: Eppure Tu hai dato il Sangue per questa Umanità! Gesù: Me L’hai donato Tu da Versare! L’Umanità l’aspettiamo ancora? Don Vincenzo: Sì … serviamola questa Umanità! Gesù: E Mi hai Mandato per questo … e sei seduto qui Vivo e Reale per Salvare ancora! Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che porta l’Abito Bianco! DoniamoCi ancora! Don Vincenzo: DoniamoCi ancora! Gesù: DoniamoCi ancora! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:)  Gesù: Questa è la Mia Carne! Questo Sono Io! Mi guardo da solo …  Mi giro da una parte e dall’altra … e Mi vedo sempre più Solo! FateMi Compagnia! Ora DoniamoCi! Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore! (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) … Ehi, Calice Vivente-Dio … Ci Siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena, è Viva  ed è Risorta? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E se la Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta … prendiamo ancora parte al Banchetto del Tuo Amore? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Adesso prendiamo parte! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ehi, vicepà … finiscimi di mangiarMi! Raffaele: Eccomi! Adesso prendiamo parte al Banchetto Nuziale! EccoMi! Dio-Cibo in mezzo agli uomini! Dio-Cibo in mezzo agli uomini! EccoMi! Ma state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Dio-Cibo in mezzo agli uomini! La Sua Promessa è stata mantenuta: “Vengo a Mangiare con voi del Nuovo! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) … Calice Vivente-Dio … non hai niente da dire? Cosa vedi vicino e lontano? Don Vincenzo: Vedo tutta un’Umanità disorientata … un’Umanità  che dovrebbe Brillare di Luce d’Amore! Gesù: E non Brilla! Don Vincenzo: E invece è un’Umanità perdente che non bada a vincere … un’Umanità che cerca il divertimento, cerca i soldi, cerca tutto tranne che Dio! Che stoltezza! Gesù: Questo lo vedi vicino o lontano? Don Vincenzo: Lo vedo sia vicino che lontano … perché è un’Umanità stolta … e quando si è stolti non è questione né di vicinanza, né di lontananza! Gesù: E cosa pensi di fare che Tu non abbia già pensato? Don Vincenzo: Penso a invitare tutti a battersi il petto! Gesù: Cosa ne facciamo dei Figli che hanno tradito e tradiscono ancora? … EccoMi! Anche se l’ho mangiato poco fa appena pescato, l’ho arrostito e mangiato … ecco adesso ne mangio ancora! Mangia … mangiaTi! Chiedi ai Tuoi Figli se Ti Amano! Chiedi alla Tua Famiglia se Ti Ama! Alza lo sguardo e chiedi ad ognuno di loro se Ti amano! Don Vincenzo: Mi amate? Tutti: Eccomi! Gesù: Tu cosa vedi e senti su questa domanda e su questa risposta? Hanno risposto: Eccomi … e tu cosa vedi e senti su ciò che è stato risposto? Don Vincenzo: Cosa vedo e sento? Quante opportunità! Quante Grazie il Padre Eterno ci concede! Quanto Amore il Padre Buono riversa su di noi! Quanta Gioia potrebbe essere la Vita di ognuno! Ecco l’Amaro! Gesù: Venite col niente! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: E’ Amaro? E cosa ci vuole per farlo Dolce? Ti raccomando … Raffaele: Scarsetto! Gesù: Scarsetto, scarsetto, scarsetto! Ehi … Mi dai questi? Sì … questi! Per caso ne volete? … ( alle Ancelle) … Tu ne vuoi uno? E Io me ne prendo due! Eh, vicepà … quelle ne vogliono un poco! Il vostro Eccomi è sempre Eccomi? Ancelle: Eccomi! Gesù: Non avete niente altro da aggiungere?  Ancelle: Eccomi! Gesù: Non mangi? EccoMi … mangia il pesce … Io mangio questi! Calice Vivente-Dio … l’Umanità è sorda e cieca … l’Umanità non vede le Polveri che stanno Scendendo … l’Umanità corre di qua e di là … ma il Mio Grido è uno solo: “Guardate la Croce e inginocchiatevi … Figli!” Ora Io me ne vado e faccio venire a Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Giovanni Benedice)   Come stai … Giovanni? Il nostro Solco non è ancora terminato! Il caffè! Assaggialo il Mio caffè! E’buono? Mò vediamo! E’ buono! Chi lo vuole se lo prenda! Cosa c’è Giovanni? Io dico ai Miei Figli di rimanere nell’Arca, nella Vigna, nei Remi, nelle Capanne! Sì, potete dire: “E’ una ripetizione!” Ma Io lo ripeto attimo dopo attimo … lo Grido attimo dopo attimo il Dolore di un Papà! Ho preso questo … è buono! Adesso mangio un po’ … poi me ne vado! Stiamo preparando la Festa a Carlo! Tieni … mangia ancora! Io devo andare … c’è molto Lavoro da fare! Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Giulia: Ti Amo Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti: Ti Amo, Papà  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! … Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Eccomi … Giovanni! Eccomi … nel fare la Volontà di Dio … Ora e per l’Eternità! Salutiamo i Cari! Eccoci! Finisco di Lavorare e usciamo con le Schiere! … (manda un bacio)

 

 

 

 

 

GIOVEDI 19 MAGGIO 2016 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi  dice:) … Gesù: Nel Canto di Maria Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! E nell'Amore Infinito del Mio Cuore vi Sigillo con la Croce Tremenda … invitando ognuno di voi ad essere Fanciulle come lo è Maria, Mia Madre … Fanciulla nella Fanciulla nell'EccoMi del Padre!  Allargo le Braccia … e allargando le Braccia guardo ognuno di voi e l'Umanità intera! Le Allargo sempre di più nel Sorriso, nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria … accarezzando così ognuno di voi nel farvi rimanere Piccoli, Poveri e all'Ultimo Posto … per essere chiamati al Primo Posto al Banchetto Nuziale per fare Festa nel Gioire così come Gioisce il Padre quando vede un Figlio nel ritornare a Casa e fare Festa … ed essere pieno di Gioia nell'aver ricevuto il Pane Quotidiano … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Non uscite fuori dalla Vigna, dalla Capanna, dall'Arca, dai Remi e rimanete Vigilanti … e a ciò che il Padre vi chiede nel silenzio rispondete: " Sì- sì; no-no!" … Ma rispondete al Padre … Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Guarda....! Giulia: Gesù …  ho appena finito il Lavoro … posso andare? No, non diciamo ciò che vedo … sempre se Tu vuoi … ma sia fatta la Tua e non la mia Volontà! Col Tuo Aiuto posso fermarlo … se mi mandi … Gesù! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Posso andare? Gesù: Cosa vuoi fare prima? Giulia: Quello che posso se Tu mi aiuti o mi mandi qualcuno  … perché non posso portare nessuno in quanto ci vuole un poco di Forza in più! Gesù … dove sei stato? Hai i Sandali sporchi e anche l'Abito! Siete usciti con le Schiere? Eccomi … Gesù! Gesù: Invita i tuoi Figli a pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù … la Tua mano non l’Abbassare ancora! Aspettiamo ancora i Figli …  facciamoli ritornare … diamogli ancora un po' di Tempo … Gesù! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore la Famiglia, i sussurri dei loro cuori e ciò che ho raccolto io! Metto nel Tuo Cuore l'Umanità sorda e cieca! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi hai donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore i Figli che rimangono fuori dalla Porta perché non li fanno entrare! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli … e il niente della mia Giornata … mettendo nel Tuo Cuore in Pienezza l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Accoglici così come siamo … Gesù … sii paziente ancora con ognuno di noi … e mostra il Tuo Volto nel guardare il nostro! Fa che ogni Figlio … mentre si guarda … si veda col Volto del Tuo Amore … Gesù! Gesù: EccoMi … Anima Mia! EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel portare l'Unica Verità della Croce … (Benedice) … e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerli Alti e a viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci Gesù … pronti nel Lavorare nella Vigna, nell'Arca, nei Remi, nelle Capanne … e pronti a fare la Volontà del Padre! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai bene-male … o male-bene?  Don Vincenzo: Bene-male!  Gesù: Bene-male! E voi tutti come state … bene-male o male-bene? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Bene-male! Gesù: Non ho sentito bene! Cosa stai vedendo nel tuo Lavoro … cosa hai incontrato nel tuo Camminare? Come state … bene-male o male bene? Tutti: Bene! Gesù: Eh, vedete ... il Calice Vivente-Dio lungo la Strada che cammina ora … e nei Passi che fa attimo dopo attimo … vede il Sangue Innocente che Bagna le Mura! E quando si Bagnano le Mura … il Dolore diventa Grande! Il Sangue Innocente sono i Pargoli usati e gettati! Cosa hai incontrato ancora? Don Vincenzo: Quando si è Piccoli e Umili … allora emerge la Fede! Quando invece si cerca di soddisfare il proprio io … la Fede si spegne! Gesù: La Fede si spegne! Perché non alzi il capo … così tutti vedono i Tuoi Occhi? Alza la testa … così tutti vedono i Tuoi Occhi … e con la Luce che doni … doni la Fede! Lo so che stai col Capo chino per salutare … ma se sollevi il Capo doni lo Sguardo ad ognuno dei Figli … e sono Gioiosi di vedere il Tuo Sguardo in questo Buio del mondo! Dona il Tuo Sguardo! E lo so che i Tuoi Occhi vedono attimo dopo attimo i Figli morti, sordi, ciechi, lontani dal Tuo Sguardo … ma se Tu alzi il Capo … tutti sono Gioiosi! Don Vincenzo: Ma gli occhi di ognuno … Gesù: … sono uguali ai Tuoi! Don Vincenzo: … sono Luminosi! Gesù: Se si guarda la Croce … se si ama la Croce … se si ama il Fratello! Papà … Calice Vivente-Dio … parla e guarda i Tuoi Figli che hanno Fame e Sete della Tua Parola  … e tieni nel Tuo Cuore il Parto della Croce … Seminando! Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dire? Non hai niente da dire? Ho Bevuto un Calice! Parla! Hai incontrato qualcosa? Teresa: Eccomi! Ho incontrato la Gelosia! Gesù: Ma l’hai combattuta? Teresa: Eccomi! Ho incontrato dei Figli che hanno visto e hanno riconosciuto …  e hanno raccolto le Spine! Gesù: EccoMi! E poi? Teresa: E poi non ho incontrato il Cambiamento che ci doveva essere dopo la Bevanda … quel Cambiamento che doveva avvenire in ognuno di noi dopo aver bevuto: … cioè il crescere nell’Amore, il crescere nel vedere la Croce! Non l’ho visto … non lo vedo! Gesù: Ma la Cocciuta dice sempre: “Aspettiamo ancora un altro poco? Sì … non si è ancora visto …  non si è ancora sentito! Ma lei dice: “Aspettiamo ancora un pò? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Parla!  Don Vincenzo: Gesù … quando cominciamo ad imparare che cos’è la Preghiera ……! Gesù: Grida un po’! Don Vincenzo: Gesù … ho mal di gola! Gesù: Sono i Calici Amari che la tagliano … ma non c’è nessun male! E sì … ne dovremo Bere ancora di Calici Amari quando non si Aprirà il Sole! E la Voce ce l’hai bella Alta … anche se il Calice è Tagliente! Don Vincenzo: Gesù … quando si arriva a penetrare la Preghiera … a capire la Preghiera … non si finisce mai di pregare … mai … perché in qualsiasi situazione, in qualsiasi attimo tutto acquista Luminosità! Siamo Figli di Dio … cioè abbiamo per Padre il Padre Eterno! Gesù: Che è Vivo e Reale in mezzo a noi! Don Vincenzo: E non si ferma mai nell’amarci e nel benedirci! Che Grazia abbiamo nell’esistere … nel vedere che tutto diventa Meraviglia, tutto diventa Luce, tutto diventa Carità, tutto diventa Benedizione … perché Tutto … abbracciati al Padre diventa meraviglioso … ma noi voltiamo le spalle all’Amore! E se non capiamo l’Amore …  non capiamo Dio! Ecco perché il mondo va male: perché non ama il Padre … e non amando il Padre … Gesù: … non ama il Figlio e non ama lo Spirito Santo che è Maria … e non si amano i Fratelli! Cosa facciamo Calice Vivente-Dio … li amiamo ancora nel DonarCi? Don Vincenzo: TuffandoCi nel cuore di tutti! Gesù: E allora Ci Doniamo … così Ci tuffiamo nei cuori di tutti i Figli! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Ecco … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Gesù: Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Don Vincenzo: Questa è la Mia Carne! Gesù: Questo Sono sempre Io … e così come il Padre è messo all’Ultimo Posto … così anch’Io sono messo all’Ultimo Posto! Adesso Ci tuffiamo nei cuori di ognuno di voi e dell’Umanità intera! Ci Doniamo?  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: DoniamoCi! Don Vincenzo: Nell’Umiltà!  Gesù: Nell’Umiltà! (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!) Ci siamo Donati? La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Il Banchetto è Vivo e Reale! Prendiamo ancora parte al Banchetto? Don Vincenzo: E’ l’Unica Cosa che racchiude tutte le cose! Gesù:  Ora prendiamo parte al Banchetto Nuziale? Don Vincenzo: Prendiamo parte! Eccomi! Gesù: EccoMi! Ecco, tieni, questo è tuo! Voi avete Fame e Sete? Tutti: Eccomi! Gesù: E allora Mangiamo insieme? Tutti : Eccomi!  Gesù: Ma non Ci siamo già incontrati nei cuori? Tutti: Eccomi! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto)  Gesù: Vai avanti con quello che stavi dicendo o ti fermi? Don Vincenzo: Mi fermo! Gesù: Mangia … facciamo parlare a Teresina! Avete qualcosa da dirMi? E’ tutto normale? Ancelle: Eccomi! Gesù: Ma l’Eccomi è Eccomi? Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi … riprendendo il filo … Gesù: Ti ascolto! Teresa: Eccomi! La Chiave di tutto il Mistero di Dio … dei Due Giovanni … è sapersi riconoscere come fatti a Immagine e Somiglianza di Dio … e anche dei Due Giovanni che Sono Dio! Gesù: EccoMi! “Non vi ardeva forse il cuore mentre conversavo con voi lungo la via?Teresa: Eccomi! E quindi … nel riconoscersi come fatti a Immagine e Somiglianza di Dio … Dio è Croce … e quindi ci riconosciamo nella Sofferenza … in una Sofferenza che non è la Sofferenza del dolore delle malattie a cui siamo stati abituati  a credere … ma è una  Sofferenza diversa … ed è una Sofferenza che … se accolta e abbracciata con Amore … non si sente!  Gesù: No!  Teresa: E diventa Frutto! Dalla Spina … dal Chiodo nasce il Frutto, nasce la Luce, nasce la Speranza, nasce la Vita! Eccomi! Se questa cosa non viene fatta … si abortisce Dio, si abortisce il Suo Amore … e abortendoLo cresce il Buio, cresce la Disperazione, cresce l’Odio, la Gelosia, la Tristezza dei cuori! E non è difficile abbracciarLa … non è difficile  riconoscersi … basta solo guardare con occhi diversi …  basta solo eliminare per un pochino la mente e far parlare e agire solo il nostro cuore! E solo così che si vede il Mistero!  Gesù: E solo così che si vede Dio-Mistero: se si lascia parlare e agire il cuore! Dio è Cuore … è Amore Infinito verso tutti i Figli … e così chiede ai Propri Figli: “Vi ho fatti a Mia Immagine e Somiglianza … vi ho fatti come Me … vi ho donato l’Eredità … vi ho donato un Giardino! Mi avete cacciato fuori cercando le cose del mondo … mentre Io sono vicino, vicino aspettando ognuno di voi! Don Vincenzo: Gesù … com’è bello Amare: è la Chiave di tutto … di tutto il Palazzo di Dio e non c’è Stanza senza questa Chiave! E quando questa Chiave viene girata … tutto viene Illuminato e si capiscono tante cose che non si erano mai capite prima … e si vanno a mettersi ai Piedi della Croce perché quell’Amore diventi veramente Speciale  … perché quell’Amore della Croce acquisti un Valore eccezionale! Tutto lì! … “Ma come? La Croce ha perso!” … Gesù … se sapessimo decifrare la Croce … se sapessimo abbracciarLa! Gesù: Dillo come fai Tu per Amare! Don Vincenzo: Quanto è meraviglioso esistere … quanto è fecondo essere Figlio di Dio! Non si muore più! Il Padre ha costruito una Vita Eterna … e come c’è Tutto in quell’Eternità: c’è il Cuore dell’Amore … il Cuore per Amare! Beati noi! Gesù: Vai avanti! Don Vincenzo: Ho parlato! Gesù: No, devi parlare di più … devi dire ai Tuoi Figli quant’è Grande il Tuo Dolore e il Tuo Amore! Don Vincenzo: Sì … questo binomio è proprio unificante! Gesù: Vedi Papà … il Dolore del Parto è il Dolore di vedere l’Umanità sorda e cieca! Venite col niente! EccoMi! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: Che vuoi?  Raffaele: Niente! Gesù: E tieni il niente … ma fallo scarsetto, scarsetto! Raffaele: Eccomi! Gesù: Cosa stavo dicendo? Sara: Il Dolore del Parto ….! Gesù: E il Dolore del Parto è il Dolore di vedersi messo all’Ultimo Posto! E’ come una Sposa adornata di Gioiello Prezioso che Dio Dona ad ogni Sposa! Il Dolore Prezioso è il Dolore di una Mamma … è la Gioia di una Mamma … ma viene abortito! E la Gioia si perde nel camminare nelle cose del mondo! Voi ascoltate il cuore? … (si rivolge alle Ancelle) … Li volete questi Sussurri d’Amore che vi sta donando il Padre? Ancelle: Eccomi!  Gesù: Ma ci siete? Tutti: Eccomi! Gesù: Se Mi rispondete questo Eccomi così scarso ….! Se non si ascolta e non si sente questo Sussurro d’Amore …! Se non ascoltate il Dolore e non Mi rispondete quando parlo … come potete comprendere l’Amore e l’Eredità di Dio? E a Me non Me lo dai un dolcino? Raffaele: Eccomi! Gesù: Ti devo chiedere l’ordine … Medico … posso mangiare tutto il vassoio? Prima Mi hai detto di sì e poi Mi dici di no! Ah, ho capito … poi non ne rimane per voi! E allora ne mangio uno solo! Ecco … Giovanni lo bagnerebbe qui dentro! Quando viene non so che fa! Calice Vivente-Dio … vieni … hai raccolto i Frutti! Siamo Tutti e Tre: Padre, Figlio e Spirito Santo che è Maria … e siamo proiettati sull’Umanità sorda e cieca! E’ un film … e quando lo schermo si Aprirà … che è il Sole … tutti vedranno i propri errori e tutti vedranno ciò che il Padre ha Scritto da sempre! Adesso Io vado a festeggiare ancora la Festa di Carlo … e poi stiamo preparando le altre Feste … e Giovanni viene a parlare un po’! Ma ricordatevi di pregare per le Mura Insanguinate … di pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Pregate per la Polvere che sta Scendendo! Allora Io vado ad accogliere le Spose che sono arrivate e prendo anche parte alla Festa di Carlo! Giovanni viene a parlare un  pochettino e poi rivengo dinuovo a salutarvi! Va bene? Don Vincenzo: Quello che fai Tu … è sempre Buono! Gesù: Perché l’hai Scritto Tu! Allora Io vado! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Giovanni Benedice) … Giovà … come stai? Ehi, il caffè! E voi come state … tutti bene-male? (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E allora … se state tutti bene-male … assaggia il caffè! Com’è? E’ buono? Sei sicuro … posso berlo? Don Vincenzo: Tu lo sai! Piccolo Giovanni: Tu l’hai assaggiato prima di Me! Don Vincenzo: E’ buono! Piccolo Giovanni: Io l’assaggio! Chi lo vuole se lo va a prendere! Il profumo è buono e anche il sapore è buono! Don Vincenzo: Tutto quello che fa il Cielo è il Padre che lo fa ed è al Padre che bisogna fare riferimento! Piccolo Giovanni: Sono triste! Sai perché sono triste? Don Vincenzo: Sei triste? Piccolo Giovanni: Sì, perché ho visto i Confratelli fare del Male … ho visto fare tanto Male … e il Mio Cuore è diventato triste! Quando si toglie ai Piccoli e ai Poveri ogni dignità …..! Quando si toglie il Pane … si diventa tristi! Il Mio cuore è triste com’è triste il Tuo! Ma vedi … lo Strumento va a Lavorare senza dire dove va e cosa fa! .... A Me non Mi date nulla da mangiare? No, no, sì … ma Mi dai un po’ di quella sopra? Sì, eh, eh … poi ci mettiamo anche un po’ di vino! Tu ne vuoi questa? Don Vincenzo: Che è? Piccolo Giovanni: E’ la frittellina! Ma ancora la Cocciuta non Me l’ha fatta come gliel’ho chiesta! Così basta … sto vedendo gli occhi del Medico! Così è bella condita … eccola! Ehi, Nicò … non te la dò … questa Me la mangio Io! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Come state? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E a marachelle come va? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tu Marì … anche tu con le marachelle … sì o no? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Complimenti! Cosa devo fare? Dovevi finire il discorsetto! … ( si rivolge a Teresa) …  La Luce è Luce e Brilla nelle Tenebre! Parla! Sì! Teresa: Eccomi! Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Teresa: Pancia … avvicinati! … (Mariangela si avvicina al Banchetto)Piccolo Giovanni: Ecco la pancia! Cosa vuoi … pancia? Prendi quello che vuoi! È troppo emozionata per vedere il tovagliolo! Mariangela: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tu vuoi fare qualche domanda alla pancia? Teresa: Abbiamo già parlato! Piccolo Giovanni: Ehi … pancia … tanti auguri! Mariangela: Eccomi! Piccolo Giovanni: Vieni un po' qua … così tocco la pancia! Ehi Giovà … fai passare la pancia … se non gli fai spazio … non può passare! Eccola! Mariangela: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ecco! Mariangela: E’ un'emozione troppo grande condividerla con Te … con Gesù…! Piccolo Giovanni: EccoMi … EccoMi … pancia! Mariangela: Eccomi con il cuore! Fammi come mi vuoi Tu! Piccolo Giovanni: EccoMi! Benedetta fra tutte le Donne e Benedetto il Frutto del Seno di Dio! Non mi cadere! Vai a mangiare! Vuoi? I figli si ricevono col cuore e non col sesso! Imparatelo! E si deve ubbidire al Padre e non agli uomini! Il Padre non viene ascoltato e i Frutti dell'Amore non nascono! Fate nascere i Frutti dell'Amore! E Io parlo ad ognuno di voi! Nel tempo degli uomini si prepara il girovagare! Nel Tempo di Dio si prepara l'Umiltà, la Carità … e si preparano le Capanne … e si preparano i Tempi che vi sono stati Donati chiedendo ad ognuno di voi di masticare il Pane … quel Pane che Dio Spezza e Si dona ad ognuno di voi in questi Incontri … in questi Attimi d'Amore che il Padre dona ad ognuno di voi e all'Umanità intera! Non vi rendete conto del Tutto di Dio che scende su di ognuno di voi! Siete distratti, frettolosi … accogliete di tutto e non raccogliete ciò che Dio vi Spezza! Incominciate ad aprire la Porta voi che siete nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne … ma cominciate a parlare … a far conoscere Dio … e a non temere gli uomini … ma ad avere solo il Santo Timore del Padre! Quando si ha il Santo Timore del Padre non si teme nulla … si è liberi  … non siete più legati alle catene del Veleno … ma alla Catena del Cuore del Padre! Siate pronti e preparati nei Tempi che scenderanno ancora! Siate pronti e preparati a prendere la mano dello Strumento … e non per portarvi nel Giardino … ma per portarvi a Lavorare … e a farvi vedere il volto di ognuno di voi che è fatto ad Immagine e Somiglianza dell'Amore Pieno … Figli Miei! E l'Amore Pieno riempie! E l'Amore Pieno è solo Dio! Non dimenticatelo … Figli Miei! Giovà … fai sentire la Tua Voce di Giubilo! Don Vincenzo: La Voce di Giubilo significa sentire nel proprio cuore quell'Amore che pulsa! Una Voce di Giubilo è il Grido dell'Amore … è il Grido di chi è felice … è il Grido di chi non teme nulla … è il Grido che ognuno di noi dovrebbe innalzare! Giubilo … giubilare … danzare … cantare! Che bella questa Grazia ricevuta senza rendercene conto! Ci Ama il Padre a prescindere dai nostri errori! Ci Ama il Padre … amandoci allo stesso modo a tutti! Che bello Gridare di Giubilo! Che bello mettere la Gioia al primo posto! Piccolo Giovanni: Giovanni … i Solchi ancora non sono terminati! Don Vincenzo: Aiutaci! Piccolo Giovanni: Eh sì … Tu aiuti Me e Io aiuto Te a terminarli … e i Figli ci aiutano nell'Ascolto e nello Spezzare il Pane … e nel farLo ritornare Intero SpezzandoLo ancora, Spezzandolo ancora! E rimane sempre la Stessa Misura  … così come Dio Si Spezza: Si Spezza e rimane sempre Intero per l'Umanità … per i Propri Figli! Carlo: Carlo sono … sono Carlo … non Mi saluti? Me l'avete fatta la Festa? Teresa: Eccomi! Carlo: EccoMi! Don Vincenzo: Quando entrai in Seminario……! Carlo: Io ho messo la mano sulla capo e adesso ce la metto ancora: eccola! Te lo ricordi? Ti ho schiacciato la capo! Don Vincenzo: E non te ne andavi mai con la mano … non la toglievi! Carlo: Non me ne andavo mai perché avevo trovato chi dovevo trovare! Certo che non me ne andavo mai! … (manda un bacio) … Sono triste per tutto quello che stanno facendo!  Mò viene Giovanni e poi se lo beve! Ma pregate! Nell'Ora del Padre faremo ciò che dobbiamo fare! Cosa vuoi? Teresa: Eccomi … Carlo! Carlo: Eccomi! Solo Eccomi? Teresa: Eccomi! Carlo: E’ una cosa grande: "Eccomi" … non è piccola! Vado a continuare la Festa! Vi Benedico! … (Impone le Mani sui presenti) … Accogliete questa Benedizione in tutto quello che Mi hanno fatto! E pregate per quelle Mura … Figli Miei! Siate coscienti di ciò che vedete e di ciò che sentite … Figli!   (manda un bacio) Piccolo Giovanni: EccoMi! Carlo è venuto a salutarvi? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: L'avete accolto? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Siete sicuri? Tutti:  Eccomi! Piccolo Giovanni: Facciamo parlare Teresina del Bambin Gesù? Parla! Teresa: Stendi ancora la Tua Mano! Piccolo Giovanni: Tutte e due! Teresa: Eccomi … Eccomi! Piccolo Giovanni: Vicepà … che Mi dici? Raffaele:  Giovà … è aumentata la Tristezza? Piccolo Giovanni: Sì, è aumentata la Tristezza nel vedere l'Umanità … nel vedere la Polvere che scende … nel vedere i Figli che vengono guidati passo passo … ma non si rendono conto di quello che diciamo! E mentre gli altri che copiano lo fanno perché rubano … voi l'avete servito sul Banchetto e vi distraete! Dovete essere più Vigilanti nell'amarvi gli uni gli altri! Essere un'Unica Cosa! Quando arriverete ad essere così …  ve lo dicevo da sempre e ve lo ripeto ancora …  un'Unica Cosa con Dio … senza alcuna Gelosia … perché Dio non ha Gelosia! Dio ha Amore e l'Amore non fa diventare gelosi! L'Amore di Dio è Amore di Dio … e si deve guardare al Suo Amore nella Pienezza e così la Tristezza va via e si rimane nella Gioia, si rimane nella Quiete! Ma dobbiamo pregare per la Pace! Voi non sapete quanta Guerra c'è…! C'è una Piccola Formichina che mette la mano … che va a Lavorare senza dire al Padre cosa fa! Amatevi gli uni degli altri … così potete combattere amandovi come Dio vi Ama … senza alcuna Gelosia … e andando avanti camminando con le formiche, camminando con i serpenti, camminando con tutto il Creato … con tutte le Creature che ha fatto! Raffaele:  Non dovremmo farvi diventare tristi … almeno noi … e non ci riusciamo! Piccolo Giovanni: Basta sorridere … basta donare un Sorriso alla Croce …  essendo compatti così: stretti stretti! Siete nella Vigna, siete nell'Arca, siete nei Remi, siete delle Capanne … e potete combattere il Veleno e i Falsi Profeti con la Destra! Vieni … siediti … che salutiamo! Solleva il Chiodo Inchiodato! Ecco! Vedete Figli … il Parto Vivente! Guardatelo e Amatelo e Perdonate! Giovanni … ci incontriamo ancora più tardi … quando ti affacci alla finestra e guardi le stelle salutando e pregando! … (manda un bacio) Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Figli Miei!  Gesù: con la Croce e col Pane! Sono Io … sono Gesù … Calice Vivente-Dio! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato dicendo ad ognuno di voi: Rimanete Figli … rimanete Croce … rimanete Luce! Tu saluta con l'Albero Verde … Io lascio il Mio Cuore Spalancato! … (manda un bacio) Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo …  scendano abbondantemente su tutti noi! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen!  Giulia: Giovanni … il Lume di Dio è sempre Acceso … non si spegne mai e dona Calore! Dona Calore ai nostri cuori … ai cuori dell'Umanità intera … ma la Fiammella che è stata lasciata a tutti quanti a volte si abbassa … e io mi permetto di soffiarla per farla accendere … ma quando vedo che si abbassa ancora … faccio dinuovo la stessa cosa! Giovanni … falla Ardere Tu … io ho ancora da Lavorare! Dopo vengo … rimango un po' alla Festa di Carlo e poi usciamo con le Schiere! Piccolo Giovanni: Pregate per tutti i Confratelli e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccoci … Giovanni! Ho visto: scende ancora Polvere! Stendi le Tue Braccia! E aiuta tutti i Figli e aiuta la Famiglia a camminare sulla Via Stretta così come ce L'hai indicata da sempre! Ci vediamo dopo … Giovanni! …  (manda un bacio)     Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore! Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Papà … l'Umanità è ancora sorda e cieca  … ma non Abbassare la Tua Mano … aspetta ancora … sii paziente ancora … Papà…! Io esco ancora a Lavorare! Eccomi … Eccomi! I Cari sono al Banchetto e stanno per uscire … possiamo salutarli? … (Il Padre fa un cenno di assenso e tutti salutano i propri Cari) … Eccoci! Io sono pronta fra poco arrivo! Eccomi Mamma … tra poco vengo e usciamo con le Schiere! Stendi tutti i Vestiti che hai preparato e proteggi i Figli che sono riuniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ed Eccomi per ciò che state preparando! Eccomi! … (manda un bacio)

 

 

 

 

 

GIOVEDI 26 MAGGIO  2016 

 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) … Gesù: Nel Segno Tremendo della Croce Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! E nel Segno Tremendo della Croce … (Benedice)   invito ad ognuno di voi e all'Umanità intera ad inginocchiarsi dinanzi ai Piedi della Croce! E ancora una volta nel Segno Tremendo della Croce (Benedice) … vi invito ad Amarvi gli uni gli altri! E ancora una volta nel Segno Tremendo della Croce  (Benedice)  vi invito ad essere pronti e preparati … ma coscienti di ciò che il Padre vi dona! Pronti e preparati e coscienti di ciò che Dio lascia scendere su di voi e sull'Umanità intera! Ancora una volta vi Sigillo … (Benedice) … invitandovi ad essere pronti e preparati a ciò che scenderà sull'Umanità intera, ai Fuochi di Guerra, ai Terremoti, ai Flagelli … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Vigilate rimanendo nella Vigna, nell'Arca, nei Remi e nelle Capanne! E non dimenticate di dare il Primato a Dio! Dio È la Primizia! … (Gesù tiene puntato l'indice della mano destra in alto) … Non dimenticatelo … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: Hai finito il Lavoro? Giulia: No, ancora per un po' … Gesù! Gesù: Ma non ti vuoi fermare neanche un istante? Giulia: Tu Ti sei fermato un istante … Gesù? Essendo Vivo e Reale sei fatto di carne e di ossa e senti anche Tu i Dolori … per non parlare di ciò che ti gettano in faccia: sputate, frustate, bestemmie! Gesù: E tu quanti ne senti? Giulia: Quanti ne senti Tu, Gesù … mettendoli nel Cuore del Padre! Gesù: Vuoi guardare? Giulia: Eccomi! Gesù …  non diciamo ciò che vedo? Finisco questo e vado! Posso andare … Gesù? Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Non lo diciamo per non farlo copiare! Passo passo stanno copiando ogni cosa! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Ma passo passo li Smantelliamo sempre di più! Giulia: Eccomi Gesù … ma sono Figli! Devi Smantellarli perché Tu sei la Verità! Ma aspettiamoli! Gesù: Quanto Amore ti è stato messo nel cuore? Giulia: Io non lo so … con quella Luce che è entrata dentro di me … quanto Amore  il Padre ha messo! In tanti dicono che sono cattiva e grido! Anche Tu hai preso la Frusticella e hai gridato! Gesù: Non solo quando ho preso la Frusticella! Giulia: Lo so! Gesù: Ora guarda ancora! Giulia: Eccomi! Posso andare? Non posso fare nulla … nulla nulla … Gesù? Gesù: Nulla nulla! Giulia: Eccomi … ma se si può fare qualcosa me lo dici … Gesù? Gesù: EccoMi … Anima Mia! Prega e fai pregare per tutti i Figli Ministri e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù … Tu Ti Spezzi  attimo dopo attimo … e per Volere del Padre mi fai Spezzare! Fammi Spezzare ancora di più per i Figli che gli viene tolto ciò che hanno da mangiare e viene venduto! Gesù … Tu sei la Pace!   Abbassala la Mano … togli le armi e fai ciò che devi fare … non aspettare … fallo presto … ma non sia fatta la mia Volontà … ma la Tua! Gesù: EccoMi! Tu porta i Figli sulle spalle così come hai risposto al tuo Eccomi Pieno! Giulia: Eccomi … Gesù … Eccomi nel consegnarTi tutto quello che mi hai donato fino a quest'istante: il Respiro del Tuo Amore! Eccomi nel consegnarTi la Famiglia, i cuori, i sussurri e ciò che ho raccolto io! Eccomi Gesù nel mettere nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere … anche quelli che Ti prendono in giro mentre chiamano al telefono pensando di prendere in giro la Cocciuta … e prendono in giro Te! Perdonali e Te li offro! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l'Uomo che indossa l'Abito Bianco … e il mio niente della mia Giornata … e accoglili … Gesù! Gesù: EccoMi nel portare nel Mio Cuore il Tesoro che mi ha Donato! Giulia: Quale Tesoro? Gesù: Quello che mi hai offerto! Giulia: Eccomi … Gesù! Gesù: EccoMi con i Due Banchetti! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i vostri Cari! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel portare l'Unica Verità della Croce ... (Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori! Figli Miei …  rimanete ancora nella Vigna, nell'Arca e nei Remi e nelle Capanne e Vigilate: il Veleno è fuori il cancello e i Falsi Profeti avanzano! Avete la Destra … (Benedice) … combatteteli … Figli Miei, Amici Miei, Fratelli del Mio Cuore! Cammina…! Giulia: Dove devo andare? Gesù: Fai due passi … c'è un pozzo! Non dimenticarlo! Giulia: Eccomi … Gesù … Eccomi … Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI, GESU’-DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! Come stai? Don Vincenzo: Bene! Gesù: EccoMi! E voi tutti come state … bene-male o male-bene? (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato)  Tutti: Eccomi! Bene! Gesù: Bene-male o male-bene? Tutti: Eccomi! Gesù: Hai dei Figli e Io ho dei Fratelli che sono un po’ sordi! E cosa hai incontrato in questo Giorno … cosa hai visto … cosa hai ricevuto nel tuo cuore? Don Vincenzo: Oggi abbiamo messo la Statua del Redentore! L’abbiamo messa nei pressi della Fontana dell’Acqua Zampillante  e così … da una parte c’è l’Acqua che Disseta … e dall’altra l’Acqua che è Salvezza! Gesù: EccoMi! Calice Vivente-Dio … parliamo ancora un po’ … e poi Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi … ma cosa hai visto ancora? Don Vincenzo: Ho visto che anche difronte al Male bisogna vincere il Male col Bene … e non c’è un’altra Strada! Gesù: No … non c’è un’altra Strada! Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane  Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi e allora Ci Doniamo e poi parliamo! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Don Vincenzo: Eccomi! Questo è il Mio Sangue! Gesù: Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) … Questa è la Mia Carne! Questa è la Mia Carne! Questo Sono sempre Io … Vivo e Reale in mezzo a voi per fare Festa! Ci    Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore! Don Vincenzo: Eccomi!  Gesù: Allora Ci Doniamo! Questo è il Mio Sangue e Questa è la Mia Carne! … (Gesù invita i presenti ad avvicinarsi per ricevere il Sangue e la Carne. Don Vincenzo dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen! Gesù rimane seduto in Raccoglimento e Offerta!)  Ci siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù:  La Pasqua è Piena,  è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Il Banchetto è Pronto! Don Vincenzo: E’ pronto! Gesù: Prendiamo parte al Banchetto del Tuo Amore? Don Vincenzo: E’ Tutta Grazia di Dio … è Tutta Presenza del Padre!  Gesù: Tutta Presenza del Padre! Vuoi prendere parte? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ma voi state tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Male-bene o bene-male? Tutti: Eccomi! Gesù: Ma siete coscienti con chi parlate? Ma cosa hai incontrato ancora oltre al Banchetto? La pancia ha fame! Ehi pancia … Mi stanno Donando? Mariangela: Eccomi! (Come di consueto Raffaele, Caterina, Maria Rosaria e Giuseppe si apprestano per la distribuzione delle Pietanze che sono al Banchetto) Gesù: Cosa hai incontrato ancora? Don Vincenzo: Ho incontrato  ancora una volta tanta gente e nessuno di loro ha nominato Dio e nessuno ha pensato a Dio! Tornando alla Statua del Redentore … quando l’abbiamo posizionata eravamo una decina di persone! Gesù: Solo? E gli altri?  Ma hai visto bene dov’erano gli Altri Servi Inutili? Tutto il Giardino era lì a guardare … e hanno lasciato di Lavorare! La Cocciuta per il momento ha fermato la Festa … ma poi vi dirà cosa dovete fare! Tutto il Giardino è venuto! Ma voi Vigilate … Figli: ogni cosa che viene fatta è per i Tempi che devono arrivare! Cosa hai visto ancora? Don Vincenzo: Tutti distratti … tutti affaccendati … tutti accecati e impegnati nelle cose del mondo … quando invece il Padre doveva essere messo al Primo Posto! Gesù: Ma lo sai che l’Umanità è sorda e cieca? Don Vincenzo: Sì! Gesù: L’Umanità ha dimenticato di avere un Papà ed è caduta nella Rete del Veleno! E Tu, Calice Vivente-Dio … hai dato allo Strumento di Portare nel Giardino i Figli che sono caduti … e lei sta Lavorando e non si ferma … e neanche Tu ti fermi! Teresina del Bambin Gesù … hai qualcosa da dirMi? Parla! Teresa: Eccomi! Chi per un motivo e chi per un altro in tutta la sua Vita per adesso è andato alla ricerca di Dio, di Gesù e del motivo per cui si è nati e si vive … e noi Famiglia passo dopo passo veniamo messi al corrente del motivo per cui siamo nati e per cui viviamo … e non è cosa da poco né il motivo e né il fatto che noi sappiamo la Verità … mentre fuori c’è l’Umanità che rincorre tutto tranne che la Verità … tranne ciò che è veramente giusto! E a maggior ragione noi Famiglia abbiamo una responsabilità in più perché … Gesù: … e vi è stato dato Tutto! Teresa: Eh!  Gesù: Vi è stata data la Vigna … vi è stata data l’Arca … vi sono stati dati i Remi …  vi sono state date le Capanne … e siete la Chiesa Nuova! Teresa: Eeeeh!  Gesù: Eeeh! Teresa: Ma non lo vediamo … non lo vogliamo vedere … perché lo vediamo bene e lo vedono anche gli altri! Gesù: Mi sa che oltre a tutte le altre cose che fai … devi fare l’oculista … l’Oculista della Croce! ... (Benedice) Teresa: Eccomi! E il nostro obiettivo principale deve essere questo: essere coscienti di ciò che stiamo vivendo e di non dire: “Vabbè, io ci vado … tanto c’è lo Strumento e lo Strumento fa tutto … e mal che vada che non è vero  non succede niente … ma se è vero è lo stesso!” … ma ragionare così non va bene! Gesù: No! Teresa: Ognuno è libero di fare ciò che vuole … ma dobbiamo, dovremmo diventare un Unico Cuore,  un’ Unica Famiglia! E se non ci riusciamo noi che siamo relativamente pochi rispetto al Tutto ……! E chi più e chi meno … chi in un modo e chi nell’altro …  ha fatto un percorso fino ad arrivare qui … ognuno di noi ha la sua storia, ognuno di noi ha le sue esperienze passate … chi più e chi meno è stato in altri luoghi … ha visto altre cose … e poi si è fermato e ha scelto! Gesù: Venite col niente! Non dimenticare il filo! EccoMi! EccoMi! Caterina e Maria Rosaria: Eccomi … Gesù! Gesù: Che vuoi? Raffaele: Niente! Gesù: Ecco il niente … e ti raccomando … eh! Parla! Teresa: Quindi ognuno di noi ha fatto la scelta e si è fermato in questo Luogo e ciò vuol dire che … fermandosi in questo Luogo … ha visto qualcosa, ha sentito qualcosa! Ma questo qualcosa non si deve fermare! Gesù: No! Teresa: Dobbiamo farlo crescere! Gesù: Il Lievito Cresce … il Pane si Impasta sempre … attimo dopo attimo! E’ così che fa lo Strumento! E’ così che dovete fare ognuno di voi! Teresa: Eccomi! Non perché è presente … ma faccio sempre l’esempio di Imma che pur essendo lontana e non potendo vivere in pieno tutti i Giovedi … … ha donato prima di tutto la sua Ubbidienza a Dio tramite Giovanni e poi ha continuato a perseverare! Gesù: EccoMi! Teresa: Io lo posso dire perché rispondo anch’io qualche volta al telefono! Gesù: Quando la Cocciuta non c’è! E  quando la Cocciuta non c’è … non può rispondere chi c’è al posto suo! Vi ho detto un altro Segreto! A volte sì … e tante volte quando lei non c’è … e c’è Giovanni, c’è Piuccio e c’è qualcun altro non risponde … e dicono: “Rispondi … rispondi!” … eh, eh! Parla! Teresa: E anche se è a chilometri chilometri chilometri di distanza … non fa un passo senza chiedere l’ordine, senza chiedere l’aiuto, senza chiedere la Luce!  Gesù: E’ una bimba … Immacolata! (Gesù le manda un bacio) Parli ancora? Non parli più? EccoMi! Tu Calice Vivente-Dio … vuoi parlare … vuoi raccontare qualcosa ai Tuoi Figli? Dopo viene Giovanni! Dì qualcosa! State tutti bene-male? … (Gesù manda un bacio) Tutti: Eccomi! Gesù: Ora puoi parlare ai Tuoi Figli … digli quello che vuoi! Don Vincenzo: Quello che mi preme sottolineare è che dobbiamo mettere Dio al Primo Posto … ed  ecco che allora tutto riacquista Luminosità, tutto riacquista Verità, tutto riacquista Grazia … e quella frase o quella situazione che sembravano negative … con un Atto di Amore chiunque le può far diventare Positive, Luminose! Gesù: Perché tieni il Capo chino … Calice Vivente-Dio? Mostra i Tuoi Occhi alla Tua Famiglia! Se tieni il Capo chino non possono vederLi! Calice Vivente … parlare di Dio ai Propri Figli e Fratelli … presentarLo come Corpo e Sangue …  Cibo Eterno per tutte le Genti! E l’Umanità scarta il Cibo Eterno … l’Umanità getta Dio … l’Umanità getta il Figlio di Dio … l’Umanità gettano i Servi Inutili! Eppure vedono e sentono i Tempi che stanno arrivando … ma corrono di qua e di là senza una meta … corrono di qua e di là gettandosi! Fatti a Immagine e Somiglianza di Dio … e fatti a Immagine e Somiglianza di Dio … si è Croce! Corrono dietro ai Falsi Profeti … corrono dietro ai Falsi Miracoli pensando di avere incontrato Dio … mentre Dio cammina in mezzo all’Umanità! Non è stato accolto e riconosciuto Giovanni … non viene accolto e riconosciuto l’altro Giovanni: il Calice Vivente-Dio! I Flagelli scendono … e ciò che vi fanno vedere non è che una Piccola Goccia! Ciò che vi dicono non è Verità … ma falsità! La Verità viene da Dio … nè dagli uomini e neanche dai Falsi Profeti! E solo Dio è Luce … è Verità … e vi Dona la Vita Eterna … e Mangiamo al Banchetto Vivo e Reale! Il Banchetto promesso: “Mangerò con voi del Nuovo! Starò con voi attimo dopo attimo … per sempre! Per sempre è stato preparato il Giardino … e non passerà! Don Vincenzo: E’ senza fine! Gesù: Ciò che viene fatto dagli uomini passa … ma ciò che viene fatto nel Nome di Dio … ciò che viene fatto da Dio … non passa! Vigilate Figli … Vigilate! Ora Io devo andare a preparare la Festa e poi a preparare le Schiere per uscire … e viene Giovanni … e dopo vengo a salutarvi! Piccolo  Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Giovanni Benedice) … Ehi, Giovà … come stai? E voi tutti come state? (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Ehi … sei arrivata … non è caduto l’aereo? Se sei qui non è caduto! Allora stiamo tutti bene-male? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Giovà … assaggia un po’ del mio caffè! Com’è … è buono? Chi lo vuole se lo prende! Io bevo il mio! Buono … sì è proprio buono! Allora … raccontami qualcosa Giovà … mi racconti qualcosa … cosa hai visto? Don Vincenzo: Ognuno di noi … essendo libero … può usare la sua Libertà e com’è bella la Libertà e questa Libertà fa diventare ognuno ricco! Piccolo Giovanni: Se non gridi … non ti sente nessuno! Don Vincenzo: Proprio questa sera la voce è andata via! Piccolo Giovanni: Calice Vivente-Dio … la Voce non è andata via … la Voce è in Pienezza … ed essendo in Pienezza … viene il Dolore! Don Vincenzo: E’ la Voce di ognuno! Piccolo Giovanni: E’ la Voce di ognuno!  Don Vincenzo: Quella che deve gridare … quella che deve  essere sicura delle sue scelte … quella che deve cercare la Verità tutta Intera! Questa è la Voce dell’Amore … la Voce della Croce! Piccolo Giovanni: Masticare nella Pienezza la Parola di Dio! Masticare Dio!  (Giovanni manda un bacio a Immacolata)  … Abbiamo tante cose da dire noi due! Immacolata: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma ho anche tante cose da dirvi attimo dopo attimo: il Pane-Dio … il Frutto dell’Amore! Verrà a mancare … ma nella Fede delle Capanne dove siete … non verrà a mancare! Nell’Umanità intera sentirete il Grido! E anche se manca il pane … vanno a bussare alla Porta dei Falsi Profeti … e non Lo troveranno! E Io come Giovanni vi invito a pregare … a rimanere Piccoli e Poveri: i Piccoli Giovanni sempre più Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! E vi ho indicato da sempre la Via da seguire: prendersi e portarsi … camminando su quella Viuzza! La Cocciuta chiede sempre di farLa più Piccola … così passando lei … passate anche voi … e non cadete! Amate e perdonate a chi vi fa del male! Amate e perdonate a chi trafigge il vostro cuore! Prima di trafiggerlo a voi … l’hanno trafitto al Padre! Ma il Padre Partorisce attimo dopo attimo … e i Dolori del Parto non Li conoscete … Figli Miei! Vuoi dire solo una cosa? No? E se ti metto all’Ubbidienza? EccoMi … sei all’Ubbidienza! Dì solo una parola! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi!” L’hai detta la parola! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Sei rimasta all’Ubbidienza! Teresa: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Calive Vivente-Dio … l’Amore e il Giardino crescono in Abbondanza … e c’è tutto da Partorire … c’è tutto da Insegnare … e l’Amore è Grande al Dolore e il Dolore è Grande all’Amore … e Si Dona in Abbondanza … e quando Si Dona in Abbondanza i Figli Crescono e Partoriscono! E’ arrivato il Tempo del Parto Pieno! Guarda i Miei Occhi … Calice Vivente-Dio perché sono i Tuoi! Me Li hai Donati … e così Io Li consegno ancora una volta … per poterLi consegnare nell’Amore e nel Parto Vivo! Don Vincenzo: Eccomi! Il Parto Vivo è Doloroso! Piccolo Giovanni: Più è Doloroso  e più diventa Amore … e più Salva! L’Amore e il Dolore Salvifico di Dio che lascia Scendere sull’Umanità intera! Imparate ad Amare e a Donare i Dolori al Padre per PartorirLi … così come Li ha Donati! I Miei Occhi sono i Tuoi Occhi … il Mio Cuore è il Tuo Cuore … il Tuo Dolore è il Mio Dolore … e Uniti Salviamo ancora! Il Solco si deve terminare … e il Solco si termina nel Dolore per Vincere! E i Figli torneranno tutti all’Ovile!  Dispersi … ma torneranno! Nell’Amore andiamo avanti  nel Donare ai Figli il Soffio del Parto! E ora devo lasciarvi … devo andare a raggiungere lo Strumento … ma viene Gesù a salutarvi! Io vi saluto!  (manda un bacio) … Vado ad aiutare lo Strumento nel Lavoro che deve fare per ognuno di voi e per l’Umanità intera! Vi lascio il Mio Cuore Spalancato! ... (manda un bacio) Gesù: con la Croce e col Pane! EccoMi Papà … Calice Vivente-Dio … Dona ai Tuoi Figli il Soffio del Parto … Abbassa la Mano sui Fuochi di Guerra e non tardare a fare ciò che devi fare! Fallo presto! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Il Mio Saluto nello Spalancare le Braccia per ognuno di voi e per l'Umanità intera … e nello Spalancare il Mio Cuore! Vigilate: non guardate il Sole … non guardate il Vento … non guardate il Mare … Vigilate sulla Polvere che scende … ma guardate il Sole di Dio che è Vivo e Reale… Figli Miei! Tu saluta con l'Albero Verde … Io lascio il Mio Cuore Spalancato per ognuno di voi e per l'Umanità intera! Ma pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Pregate per la Cupola Insanguinata! Benedici i Tuoi Figli con l'Albero Verde! … (Gesù manda un bacio) Don Vincenzo:  La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi e sull'Umanità intera!  E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti:  Amen! Gesù: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Amen! Tutti:  Amen!  Giulia: Giovanni … sei venuto ad aiutarmi? Il Lavoro da fare è ancora tanto Grande … e il Padre Partorisce attimo dopo attimo! Piccolo Giovanni: Guarda … Figlia Mia! Giulia: Giovanni … guardo e vedo ciò che sta scendendo! Guardo e vedo ciò che stanno facendo! Guardo e piange il Vuoto del mio cuore! Giovanni … Tu hai Gridato e Gridi ancora e quello che devi fare fallo presto … non tardare …  Giovanni non tardare! … (manda un bacio) … Ci vediamo dopo!  Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Ti Amo, Papà! Il Padre: Vi Amo anch'Io e aspetto il vostro Amore! Tutti:  Ti Amo, Papà!  Il Padre: EccoMi … Pargoli del Mio Cuore!  Lascio scendere su di voi il Roveto Ardente di Pentecoste, la Paghetta della Divina Misericordia … accoglieteLa con Amore, SpezzateLa e DonateLa ai vostri nemici … Figli Miei! Giulia: Padre … sii Paziente ancora nel Tuo Dolore … Ama ancora l'Umanità sorda e cieca! Visto che siete Tutti al Banchetto pronti per uscire … salutiamo i Cari! … (tutti salutano i propri Cari) … Mamma, prepara tanti Vestitini! Lo metterò il Vestito: faremo la Festa che ho spostato un po'! Dopo usciamo con tutte le Schiere … ma datemi la Costanza e la Forza! … (manda un bacio)