LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 193

OTTOBRE 2016

 

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

GIOVEDI 6 OTTOBRE 2016

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre!  Gesù: Mio Padre E’ … e Io Sono … e tutti voi Siete … e nel Nome del Padre Altissimo avete la Vita Eterna … e Io Glorifico il Padre Altissimo, Ora e per l’Eternità! (Benedice) Nel Lungo Cammino della Vita: la Vita Eterna … quella Vita dove Dio E’ sempre Presente, E’sempre Vivo, E’sempre Reale … Vivo in mezzo a voi …  Vivo tra tutte le Genti perché Lui E’ … Io Sono … Maria E’ … e tutti voi Siete … così come il Giardino E’ …  così come il Giardino che ha fatto da sempre E’ e rimarrà perché E’! E voi Siete nel Pane e nel Vino … Sacerdozi Vivi ed Eterni … Sacerdotesse Vive ed Eterne! Eterno significa: non finire mai! E Dio non può dire: “Ora Mi fermo e non parlo più! Ora vi metto alla prova e Mi metto a dormire!” … Dio, i Propri Figli li ha messi alla prova quando ha Mandato Me! Ha Chiamato Maria come Mamma e Sposa … e ha messo alla prova l’Umanità intera donandogli un Figlio per portare tutti nel Cuore del Padre … così come Mi ha detto di fare: “Vai … DonaTi e fatti Donare! Rimani così come Sono Io in mezzo agli uomini! Spezzati e fatti Mangiare! Sii Pane Vivo per tutte le Genti!” … E così è la Storia di Colui che E’ … e rimarrà nella Verità del Pane Intero e Spezzato e poi rimane ancora Intero! Non Mi ha messo alla prova quando Mi ha Mandato attraverso Maria! E non ha messo alla prova nessuno dei Figli! “Venite … siete Miei Figli … prendete parte al Banchetto! Siete Miei Figli … siete fatti a Mia Immagine e Somiglianza del Mio Cuore, del Mio Amore, del Mio Essere … perché Io Sono e voi Siete!" Vigilate, Figli … i Falsi Profeti avanzano e il Veleno anche! Ma voi siete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nella Capanna … avendo in Pieno la Croce che Siete! … (Benedice) … E Dio E’! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Dove stai Lavorando? Giulia: Dove mi hai mandato, Gesù! Gesù: Non puoi lasciare un istante? Giulia: Se me lo chiedi Tu … Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda....! Giulia: Eccomi, Gesù! Quale dei due è più grande … Gesù? ... (La Cocciuta Alza  le mani per fermare qualcosa) … Gesù: Hai la Misura in mano! Giulia: Cosa devo fare? Manda Giovanni o qualcun altro, chi è più libero, a fare quello che stavo facendo  prima … e io faccio quest’altro Lavoro! Gesù …! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! …  Gesù ….! Gesù: Puoi prendere solo la mano … se te la danno! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Fai le Cose del Padre!  Giulia: Eccomi, Gesù!  Nel fare le Cose del Padre metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia e i loro  Sussurri: quelli che ho raccolto e i cuori! E metto nelle Tue Mani tutto quello che mi avete donato da sempre! Metto nelle Tue Mani coloro che si affidano alle mie preghiere … i Sussurri che sono lontani e arrivano al mio cuore dove c’è il  Vuoto e i Rotoli … e Ti consegno i Sussurri! Metto  nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco: sono Figli! Ed ecco ancora il niente della Mia Giornata … accoglilo! E facci rimanere Stracci Stracciati ai Piedi della Croce! Gesù: EccoMi,  Anima Mia! EccoMi con il Banchetto del Padre! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Vigilate e Pregate per i Tempi che sono Scesi … e Scenderanno, Scenderanno e Scenderanno! Pregate! Pregate col cuore! Liberatevi dalla mente! Liberatevi dall’io … e accogliete Dio in  Pienezza nei vostri cuori! Dio non è geloso … non siatelo neanche voi, Figli Miei! Giulia: Gesù … faccio le Cose del Padre!  Gesù: EccoMi, Anima Mia! PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI! GIOVANNI CALICE VIVENTE SACERDOZIO VIVO ED ETERNO! Don Vincenzo: Shalom! Eccomi! Gesù: EccoMi! Pace ad ognuno di voi, Figli … Sacerdozi Vivi ed Eterni … Sacerdotesse Vive ed Eterne! (Gesù manda un bacio ai presenti che lo ricambiano) Tutti: Eccomi! Gesù: Cosa hai incontrato? Don Vincenzo: Tanta tristezza! Tutto quello che doveva tramutarsi in Gioia si è tramutato in Tristezza! Gesù: Ma Tu non l’hai donata la Tua Gioia? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E quando l’hai donata … cosa hai sentito? Don Vincenzo: Ho sentito un cuore che batteva forte, forte … una Luce che batteva forte, forte!  Gesù: Non sei rimasto Gioioso? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E la Tua Gioia non brillava? Don Vincenzo: Certo! Gesù: Ed è rimasto il Sole Acceso! Don Vincenzo: Parliamo di Vita Eterna … e tutto si ingrandisce e tutto acquista valore nel sentire la Parola: Eternità! Già questo dice tutto! Gesù: Già questo dice tutto! Eternità! Dio E’ Eterno, Vivo e Reale … e Io che Sono Gesù sono Vivo e Reale … Maria è Viva e Reale … e tutti i Figli sono Vivi e Reali come lo E’ il Padre Eterno! E cosa hai sentito ancora, cosa hai incontrato ancora? Don Vincenzo: Ho incontrato l’Onnipotenza del Padre … Dio che E’ Onnipotenza …  Dio che E’ Superiore a tutto e a tutti! Che Grazia! Gesù: L’hai incontrata guardandoTi allo Specchio o guardando un Figlio o una Figlia … o un Piccolo, Povero e all’Ultimo Posto? Dov’è che L’hai incontrato? Don Vincenzo: Sì! Tutto è Luce e la Luce Crea! Quando si ha a che fare con la Luce Luminosa … tutto brilla, tutto acquista un valore diverso! Gesù: Così come Brillano i Tuoi Occhi nel guardare tutti i Figli! …  (Il Calice Vivente Dona il Suo Sguardo ai presenti) Don Vincenzo: Quando si parla di Onnipotenza non c’è più nulla da dire! Gesù: Non c’è più niente da dire e l’Onnipotenza non va in vacanza, non mette alla prova … ma rimane Onnipotenza! E rimanendo così … nell’Essere Padre Onnipotente … Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora, tu rimani seduto e Io Mi Dono e Tu Ti Doni! BenediciMi, Padre … così possiamo DonarCi! (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione!) … Amen! (Il viceparroco porge il bicchiere col Vino a Gesù) … Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato! Lo Dividiamo? E  DividendoLo … Ci Doniamo! Bevi e lasciamene un poco! (Gesù prende un Pezzo di Pane, Lo intinge nel Vino e Lo offre al Calice Vivente dicendo:) … Questa E’ la Carne che Tu Mi hai Donato! … (Gesù Beve il Vino) … Questo è il Sangue di Dio in mezzo agli uomini! … (Gesù Spezza e Mangia il Pane) … Questa E’ la Carne che Si Spezza per ognuno di voi e per l’Umanità intera! … Ora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Eccomi! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) Gesù: E nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria … Ci Siamo Donati … e la Pasqua è Viva e Risorta … e Sboccia sempre di più: E’ l’Amore del Padre! Cosa abbiamo incontrato nella Pasqua Viva e Risorta? Don Vincenzo: La Pasqua è Viva e Risorta nei cuori disponibili …  Gesù: … nei cuori disponibili! Don Vincenzo: … pronti a prendere e a dare! Gesù: … pronti a prendere e a dare! E cosa ancora? E come sono i cuori che hai incontrato? Don Vincenzo: Caldi! Gesù: Sono caldi … non mezzi tiepidi? Don Vincenzo: Caldi per una minoranza e tiepidi per un’altra minoranza! Gesù: E il freddo c’è? Don Vincenzo: In pochi! Gesù: In pochi! Il poco di Dio? Freddi no … perché li hai Riscaldati col Tuo Amore! DonarSi è tanto … ma Donare anche la Parola è tanto! E dopo aver Mangiato e aver Bevuto … ma Ascoltare e Mangiare ancora la Parola … fa crescere l’Umanità intera e i Figli, Padre! Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dire? Teresa: Eccomi! Domenica ci sarà la Festa dell’Anniversario della Grande Processione … Gesù: … della Grande Processione della Croce!  Teresa: … che anticipiamo! Gesù: Che anticipiamo con l’Ordine del Padre e di Giovanni! Ci ha dato l’Ordine! Teresa: Eccomi! Non è che prima della Chiesetta non ci fosse ciò che ci è sempre stato … è che con la Costruzione della Dimora del Padre lo è in Pieno … e tutti sappiamo che la Chiesetta è la Dimora del Padre e quindi essendo la Dimora del Padre … è anche la Dimora dei Suoi Figli! Gesù: EccoMi! Teresa: Con questa richiesta da parte Vostra a Giovanni di costruire la  Dimora del Padre … si è Aperto un altro Capitolo … un altro Tempo! Gesù: EccoMi! Teresa: Il Tempo per il Padre di farSi vedere in Pieno! Non è che prima non ci fosse, non abitasse in Pieno in questo Luogo … lo è da sempre! Gesù: Dio E’! Teresa: Eccomi! E’ che con questo il Padre Si è Ripiantato a Timparelle … ha Aperto una Nuova Porta per l’Umanità intera … ha fatto in modo che con la Dimora del Padre Presente … ci fosse un  Luogo di Rifugio, di Salvezza, di Amore Eterno! Non è che senza la presenza fisica della Chiesetta questo non ci fosse … ma essendo Voi, tutto il Cielo … Vivi in mezzo a noi … avete bisogno anche dello spazio fisico! Gesù: Vai avanti! Teresa: Eccomi! E quindi è da 18 Anni che per l’Umanità intera e per ognuno di noi ci è data questa ulteriore Grazia! Poi, ovviamente per motivi di spazio … la Preghiera si è spostata in quest’altra Dimora del Padre … perché tutto ciò che è  qui è Giardino ed è Dimora! Gesù: EccoMi! Teresa: Ma il  Significato della Stanza al 3° piano di questa casa … è Grande! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Per qualche Anno dalla costruzione la Dimora è rimasta, tra virgolette, vuota … non vuota … cioè senza la Presenza Fisica del Padre … che però si manifestava attraverso lo Strumento! Gesù: EccoMi! Teresa: Dopodichè è  arrivato Don Vincenzo ad abitare al 3° piano! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Finito? Tu non hai niente da dire … viceparroco? Raffaele: Eccomi,  Gesù! Eccomi, nelle Gioie e nei Dolori! Eccomi! Gesù, quando più si lavora per Dio … tanto più Dio ti aiuta! Gesù: Ma questo è un detto dagli uomini! Più si Lavora per il Padre e più si pigliano le bastonate! Il detto che dici tu è un detto dagli uomini! Raffaele: E’ una cosa che sentivo io! Gesù: No, lo dicono gli uomini! Tu devi sentire il cuore! E quando si Lavora per Dio si pigliano le palate! E così le ho prese anch’Io per il Padre! Sono venuto, ho portato la Parola del Pane Spezzato e ho preso le palate … Mi hanno cacciato fuori! Non ti devi aspettare i meriti  se servi Dio … ti devi aspettare le  Pugnalate, le Frecciate, il Peso Enorme dell’Umanità sorda e cieca … anche di una sola persona! … “Eh, più Lavori per Dio … e più devi essere ricompensato con un pane grande!” … Il Pane è sempre Uguale: Spezzato, ma rimane Intero! Non devi andare in giro per le strade a dire: “Io sto Lavorando ….” … non dico a te, lo dico a tutti … “ … Io sto Lavorando per Dio e Dio mi dona il Primo Posto!” … Ti può donare anche l’Ultimo … e poi ti dice: “Vieni!” … Non è così come pensavi! Quando si Lavora per il Padre … dopo aver finito di Lavorare si ripete: “Sono un Servo Inutile … ho fatto quello che devo fare e rimango ai Piedi della Croce! Raffaele: E’ così! Gesù: EccoMi! Raffaele: Eccomi! Gesù: E’ questo che devi ascoltare nel cuore e devi donare a tutti come Sacerdote Vivo ed Eterno! E come Sacerdotesse Vive ed Eterne non dovete dire: “Io porto la Croce e sono protetta!” Lo siete … e pigliate le palate … così come le ho prese Io! E adesso viene Giovanni! Facciamo venire Giovanni? Vado a prendere il posto di Giovanni che sta Lavorando … e viene Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE!(Benedice) … Ehi, Giovà … sono Io … me lo offri un po’ di vino? Sono Giovanni: il Capriccioso! Pace ai vostri cuori! … (Giovanni manda un bacio ai presenti che lo ricambiano) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E un pezzettino di pane! Ce lo dividiamo? Li vuoi tutti e due? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ce lo dividiamo? Ecco! Tieni! Giovà, raccontaMi cosa hai trovato! Don Vincenzo: Ho trovato poca Luce … poca Grazia! Piccolo Giovanni: Dove?  Don Vincenzo: In tanti luoghi! Piccolo Giovanni: Hai camminato tanto? Don Vincenzo: Specialmente in quei luoghi che dovevano sprigionare Amore e non l’hanno fatto! Piccolo Giovanni: Non vuoi dare un Soffio e farLa arrivare la Luce e la Grazia? Non puoi donare il Tuo Soffio? Dona il Soffio! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Nicola: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Maria: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Teresina del Bambin Gesù … (Giovanni le manda un bacio) … cosa vuoi dire? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi solo … niente altro? Giovanni, raccontaMi cosa hai incontrato ancora? Giovanni … Io l’Umanità non la lascio! Don Vincenzo: Tutto è nelle Mani del Padre …  tutto! Piccolo Giovanni: Anche il Soffio! DonaLo il Soffio! Lo Doniamo insieme il Soffio? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Doniamo il Soffio! (I Due Giovanni Alitano sui presenti) Abbiamo Donato il Soffio! E adesso Alza gli Occhi e Dona la Luce e l’Amore ai Tuoi Figli e all’Umanità intera! E’ così che Dio rimane nel Giardino … rimane al Banchetto … e rimane Eterno nel dire ad ognuno di voi e all’Umanità intera di pregare, di pregare col cuore, di ragionare col cuore, di ascoltare col cuore, di donare col cuore l’Amore Misericordioso che Dio lascia scendere attraverso la Grazia che E’ Maria, Madre e Sposa! Vi invito ancora a Vigilare: ci sono i Falsi Profeti e c’è il Veleno che cammina e che non trova la Meta, non riesce a trovare la Strada! E questo è il Lavoro che lo Strumento deve fare in questo Giorno: prendere la mano del Veleno e portarli al Padre! E’ un Lavoro Grande! Aiutatela … Figli! Io vi Spalanco il Mio Cuore … Tu Benedici con l’Albero Verde!  Don Vincenzo: Sì! La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l’Amore dello Spirito Santo scendano abbondantemente su tutti voi, su ognuno di voi, sulle vostre case, sulle vostre famiglie, sui vostri paesi, su tutta l’Umanità! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen! (Giovanni bacia e punta il Crocifisso di Domenico Lentini dicendo:) … La Mia Croce E’ il Mio Tutto! L’Albero Piantato è Verde … il Giardino … le Braccia Spalancate! Dio con noi! Padre Eterno! Padre Eterno … Io Giovanni … con l’Ordine di Dio … Ti chiedo ancora di lasciare Scendere la Tua Misericordia, il Tuo Perdono, il Tuo Amore, la Tua Carità su tutte le Genti! Giulia: Giovanni, aiutami nel Lavoro che devo fare! E visto che i Cari sono tutti al Banchetto e ci sono le Nuove Spose  … Salutiamo Tutti … e nel Salutare Innalziamo la Lode al Padre, la LodE della Croce! … (Innalza e Benedice col Crocifisso): Ti Benedico, Padre … perché Tu Mi hai Benedetta! Ti Amo, Padre … perché Tu mi hai Amato! Ti Lodo, Padre … perché Tu Mi hai lodato! Ti Somiglio, Padre … perché Tu Mi hai dato la Tua Somiglianza! Ti seguo, Padre … perché Tu Mi hai insegnato i Tuoi Passi! Rimango nel Tuo Cuore, Padre … perché dal Tuo Cuore sono Nato … per rimanere Eterno così come Tu Lo Sei! Rimango Crocifissa … perché Crocifisso Sei … Vivo ed Eterno! … (Giulia bacia il Crocifisso e rimane Crocifissa)

 

 

 

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

 

9 OTTOBRE  2016   

 

FESTA  del  18°  ANNIVERSARIO

DELLA  GRANDE PROCESSIONE DELLA CROCE

 DA SANT’ELIA ALLA STANZA

 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! La Madonna: Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che E’ il Mio Cuore,  Ora e per l’Eternità! E nel Donare il Tutto di ciò che il Padre Mi ha Donato … Lo Glorifico e Lo Amo Ardentemente come Mamma, come Figlia e come Sposa! Mi ha Partorito dal Suo Cuore e Mi ha resa Madre … Madre di tutte le Genti … Mamma di Gesù … Tabernacolo Vivo … Chiesa Nuova! E Mi ha Donato la Croce … (Benedice) per accogliere l’Umanità intera attraverso il Figliolo Gesù! Figli Miei … ero solo una Fanciulla … e quella Fanciulla ha risposto: “EccoMi!” per l’Umanità intera! E voi cosa aspettate ancora nel Lodare e nel Benedire il Padre per avervi donato la Vigna, l’Arca, i Remi e le Capanne? Il Pane Intero è Spezzato e torna ancora Intero! Il Padre vi ha Donato i Due Giovanni nel Pane Intero e Spezzato … nel Vino-Sangue! E Misericordia Infinita scende su di voi e scende sull’Umanità intera! Spalancate la porta dei vostri cuori! Ricordate che avete Un Solo Dio … Vivo e Reale in mezzo a voi … un Padre che vi riempie d’Amore e vi Spezza il Pane Intero … il Pane Vivo … il Pane dell’Unica Verità! Non ve ne sono altri! L’Unica Verità viene dalla Croce … (Benedice) dal Crocifisso … viene dal Cuore di Dio Vivo e Reale! E Dio non ha messo alla prova a nessuno con la Croce e non metterà alla prova nessuno dei Figli con la Croce … ma vi indica la Croce per camminare l’Unica Via … l’Unica Verità … l’Unico vostro Essere a Immagine e Somiglianza di Dio … (Benedice) … Figli Miei! Cocciuta Divina…? Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Quanto ti costa il tuo: “Eccomi!Giulia: Eccomi per l’Eternità! Dio non ha Prezzo … e il mio Piccolo Eccomi donato il Padre non me l’ha imposto … mi ha chiesto semplicemente: “Mi aiuti?” … E io ho risposto: “Eccomi!” … così come l’hai risposto Tu: “Eccomi ai Chiodi! Eccomi alla Croce! Eccomi alla Volontà del Padre!” A Te non è costato nulla, Mammina … non ti sei scandalizzata di tutti quelli che ridevano di Te e di tutte le cose brutte che dicevano di Te! E io ho cercato di avvicinarmi piano piano ai Tuoi Passi senza scandalizzarmi di niente e di nessuno, di tutti i sorrisi, di tutte le parole cattive … sapendo che Dio è l’Unica Verità, l’Unico Amore … sicura di essere sulla Sua Strada perché solo Dio può donare la Croce … mentre gli uomini dicono: “Ma Dio dona la Croce  per farmi stare male!” … Dio dona i Chiodi quando bussa al cuore per essere aiutato … anche se non ha alcun bisogno di ognuno di noi! Ma siamo i Suoi Figli … dobbiamo Lavorare nella Vigna e ci ha Chiamati: “Venite … non state facendo nulla … venite ad aiutarMi … ho bisogno del vostro aiuto!” … Dovremmo essere tutti pronti e costanti nel rispondere: “Eccomi!” … ma: “Oggi sono impegnato … se … vediamo se posso farlo …, però ho un’altra cosa più urgente!” Dinanzi a Dio, dinanzi ai Suoi Occhi, dinanzi alla Sua Bellezza, dinanzi al Suo Tutto … non c’è niente di più importante, si lascia tutto: “EccoMi … sono la Tua Serva … fai di me ciò che hai detto!” E Tu, Mammina … ci insegni tutto questo: “Siate Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Dio non vuole niente altro che il nostro Eccomi … il nostro essere vicini al Suo Cuore … il nostro Amare così come Dio Ama ognuno di noi e l’Umanità intera!” Mammina, se non mi fermi io continuo a parlare sempre! La Madonna: Parli con la Parola del Padre … per questo parli sempre! Giulia: Eccomi! E’ meglio se mi fermo e parli Tu! La Madonna: EccoMi, Anima Mia … guarda! Giulia: Ho preso la mano a tutti quelli che me l’hanno donata! Mamma … non puoi stendere il Tuo Manto? La Madonna: L’ho già steso! Giulia: Cosa posso fare?  La Madonna: Immolati come tu sai farlo! Giulia: Eccomi! La Madonna: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Mamma, posso andare a chiudere quello che hanno aperto? Vado da sola? Tutti gli altri hanno da fare e le Ancelle ancora non posso portarle! La Madonna: Dopo … nell’Ora del Canto! Giulia: La conosco! Ma mi lascia tutto così? La Madonna: EccoMi, Anima Mia! Ma fai pregare i tuoi Figli per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco!  Giulia: Eccomi, Mamma! Aspettate ancora, aspettate ancora! Oggi è Festa nel Giardino … sono arrivate tante Spose Nuove … e noi Festeggiamo ciò che il Padre ci ha chiesto ... ciò che il Tuo Cuore di Chiesa Nuova ha chiesto! La Madonna: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Mammina, metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi avete donato da  sempre! Metto i cuori e i sussurri dei Figli che ho appena raccolti! Metto l’Umanità intera nel Cuore Tuo,  nel Cuore di Gesù, nel Cuore del Padre! Metto tutta la Famiglia, metto i sussurri … metto il niente di tutti noi nel Tuo Cuore! Metto tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere attimo dopo attimo! Metto nel Tuo Cuore tutti i Fiorellini Spezzati! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli: accoglieteli! La Madonna: EccoMi, Anima Mia! EccoMi con tutte le Schiere … con tutti i Servi Inutili … con  tutti i Pargoli … col Banchetto Pieno di Dio! EccoMi Uniti al Pane Spezzato … con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Dimora nella Dimora! Mamma, Dimora nella Dimora per l’Eternità! La Madonna: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi! La Madonna: Pace al tuo cuore … GIOVANNI!(Don Vincenzo Segna le mani della Madonna)Don Vincenzo: Pace, Pace … Luce, Amore, Carità! La Madonna: Pace ad ognuno di voi, Figli! … (La Madonna manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Pace a voi, Luce e Carità! Tutti: Eccomi! La Madonna: E’ bello in questo Giorno! Calice Vivente Dio … raccontaMi qualcosa! Vedi com’è bella? … (sulla Mensa c’è una grande torta) … Così come gliel’ho fatta vedere l’hanno preparata! Don Vincenzo: Che bella! La Madonna: Mangerò anch’Io un pezzettino con voi! Cosa racconti di questo Giorno, bussato dalla Cocciuta e anticipato, perchè la Processione è stata fatta l’11? Don Vincenzo: La Domenica è sempre Bella … è il Giorno del Signore! La Madonna: Sì, ma oggi è più Bella ancora! Don Vincenzo: Sì, oggi c’è l’Anniversario! La Madonna: C’è l’Anniversario da S.Elia a Timparelle! Si baciano … si bacia Elia con Telesfore! E’ il Suo Luogo! Elia e Telesfore! Si è partiti dal Servo Inutile Elia e si è arrivati dal Servo Inutile Telesfore! Giovanni ha seguito alla lettera tutto quello che ha visto … e diceva che era programmato così! Alla Cocciuta gli abbiamo chiesto cosa doveva dire a Giovanni … e Giovanni ha fatto tutto quello … facendo poi i Capricci come Lui che è Capriccioso … e ha fatto tutto quello che ha visto! Poi diceva alla Cocciuta: “Ma questo me l’hai detto tu di fare!” E la Cocciuta Gli diceva: “Quello che mi è stato detto di fare era stato scritto nel Messaggio … le altre cose non le conosco!” E Lui invece … ridendo sotto i baffi come fai Tu … diceva: “No, me l’hai detto tu … ti è stato detto nel Messaggio e Io sto facendo quello che ho sentito attraverso non so Chi ti parla!” … Capriccioso com’è! E adesso sta ridendo come ridi Tu … nell’Amore, nella Pace e nel Pane Spezzato … perché chi legge pensa che stiamo scherzando! Ma questa Visitazione non è come quelli che alzano gli occhi e fanno: “Bla-bla-bla!Eh, oggi piove e domani fa freddo! Vi piace questa battuta? Ancelle: Eccomi! La Madonna: E una Mamma parla con i Suoi Figli parlando così come in Famiglia … e non c’è bisogno di dire: “ Dio vi punisce … Dio vi mette alla prova … e Dio questo e Dio quell’altro!” … Il Pane è così: Intero … Impastato … poi Si  Cucina … poi Si Spezza … poi Si Dona ai Figli … e ritornando di nuovo Intero! E’ così Semplice la Parola di Dio! E’ così facile ascoltare Gesù! O scartare Me mentre parlo come Mamma? Non ci vogliono dei paroloni che usano i Grandi della Politica …  i Grandi di non so come chiamarli ...... Figli di un’Unica Parola! E parlando nella Semplicità si è in Famiglia: Mamma a Figlia e Figlia a Mamma ...  Padre ai  Figli e Figli al Padre! Ma devo avvisarvi: i Falsi Profeti aumenteranno ancora e il Veleno anche! La Cocciuta ha terminato all’alba di raccogliere l’altro pezzo … ma ancora ce n’è di Veleno! Don Vincenzo: La Cocciuta raccoglie i pezzi di Veleno? La Madonna: Sì … è Cocciuta … e li porta dinanzi al Padre … e  dinanzi al Padre chiedono perdono al Padre di aver sbagliato la Strada e di essere stati lontani per tanto tempo!  Don Vincenzo: Che bello questo gesto d’Amore! La Madonna: Ma ce n’è ancora tanto tanto! Dovete pregare! E’ il Suo Lavoro: l’Eccomi donato al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Quando gliel’abbiamo chiesto c'eravamo Tutti quanti … e lei ha risposto: “Eccomi!” E i  Chiodi entrano ed escono … ma ci sono sempre … anche se non vedete il Sangue … ma lei Lo vede! L’avete visto! Adesso è  nascosto come L’ho nascosto all’inizio! Don Vincenzo: Lo vede?  La Madonna: Attimo dopo attimo … e dove mette i suoi piedi e le sue mani lascia il Segno del Padre ... lascia il Segno della Pace … lascia il Segno dei Miracoli Silenziosi e Nascosti … lascia il Sangue e i Chiodi di Gesù! Don Vincenzo: I Chiodi di Gesù! Che Grazia! La Madonna: Che Grazia! Don Vincenzo: Che Benedizione! La Madonna: Che Grazia …  che Benedizione avere il Padre Vivo e Reale! Padre, parla … la Tua Parola è Parola di Vita Eterna … è Pane Impastato, Infornato ... e Fresco dal Forno viene Spezzato e Donato ai Propri Figli! E’questo che aspettano! Don Vincenzo: E’ questa la Parola … è questo che produce Frutti! Tutto per Amore! La Madonna: Tutto per Amore!  Don Vincenzo: Tutto per Donare Gloria al Padre! La Madonna: Tutto per Donare Gloria a Te! Don Vincenzo: Tutto per mettere Dio sempre al Primo Posto … anche quando questo non avviene! La Madonna: Anche quando questo non avviene … alla Cocciuta le è stato Donato il Compito di Donarlo lei! Parla ancora ai Tuoi Figli … dona ancora il Tuo Sguardo nell’Amore Infinito … nel Segno della Croce e dei Chiodi … nella Santa Sofferenza Nascosta! Don Vincenzo: E’proprio questa Santa Sofferenza Nascosta che dobbiamo mettere in Alto … perché tutto avviene di nascosto … ma per essere smantellato! E tutto ha una priorità quando ognuno di noi decide veramente di pregare, decide veramente di mettersi di fronte al Crocifisso e stare lì in ginocchio a baciarLo quel Crocifisso Benedetto, quel Crocifisso Santo, quel Crocifisso d’Amore! Siamo tutti fatti ad Immagine e Somiglianza della Croce e del Crocifisso! La Madonna: Fatti ad Immagine e Somiglianza della Croce … del Crocifisso … di Dio! Don Vincenzo: Tutto a Gloria della Croce! Tutto a Gloria del Padre! Tutto a Gloria del Figlio! Tutto a Gloria dell’Amore! La Madonna: E Dio è Amore! Don Vincenzo: E Dio è Amore! La Madonna: E Dona Amore a tutte le Genti e  all’Umanità intera! Don Vincenzo: All’Umanità intera! La Madonna: Siete ancora disposte a rimanere Ancelle al Servizio del Signore? Ancelle: Eccomi! La Madonna: A fare tutto quello che il Padre vuole? Ancelle: Eccomi! La Madonna: A lasciare ogni cosa per il Padre? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Lo siete? Ancelle: Eccomi! La Madonna: Lo siete? E’ “Eccomi!” il tuo Eccomi? (La Madonna chiede conferma dell’Eccomi singolarmente a ciascuna Ancella e ognuna di loro risponde:) Ogni Ancella: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Ma posso ancora chiedere più avanti! E il vostro “Eccomi” di Sacerdoti e di Suorine?  Tutti: Eccomi! La Madonna: E quando c’è un piccolo terremoto nelle famiglie cosa fate? L’Eccomi dove lo mettete? Non si sente più! Riflettete bene all’Eccomi che avete risposto! Giovanni vi ha lasciato così e vi ha trovato così dopo 18 Anni! Tu come li trovi i Tuoi Figli? Don Vincenzo: Li trovo Benedetti! La Madonna: E Benedetti col Sangue dei Chiodi! Don Vincenzo: Per entrare qui dentro … per essere presenti sono super Benedetti! La Madonna: Misericordia Infinita di Dio! ... Facciamo parlare poco poco Teresina del Bambin Gesù? Don Vincenzo: Sì, volentieri! La Madonna: EccoMi! Volentieri ascoltiamo Teresina del Bambin Gesù! Guarda le Tue Ancelle! Guardale … alza gli occhi! Don Vincenzo: Che belle! La Madonna: Che Belle! Don Vincenzo: Forse in Cielo sono vestiti così o no? La Madonna: Un misto di colori … secondo le occasioni! I Vestiti sono bianchi, sono rosa e celeste! Quando c’è una Festa Grande ci sono un misto di colori tra i capelli, tra i fiocchi e tra tutti i veli che si indossano! Don Vincenzo: Ora diamo la parola a Teresina del Bambin Gesù! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! Come mai è stata scelta la Data dell’11 Ottobre? La Madonna: Come mai è stata scelta la Data dell’11 Ottobre? L’ha scelta Giovanni! Glielo devi chiedere quando viene Lui … oggi è un po’ impegnato! Io questo posso risponderti! Secondo te … perché è stata scelta la Data dell’11 Ottobre? Teresa: Poi glielo chiediamo a Giovanni! La Madonna: Poi glielo chiediamo a Giovanni! Forse perché il 12 Ottobre poi era l’Onomastico del Fiorellino Spezzato, di Mamma Serafina? Forse! Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Solo questo dovevi dire? Nooo! Teresa: Eccomi! La Madonna: Non hai più niente da dire? Come mai ti sei messo i fiori nei capelli il 9 Ottobre? Teresa: Così mi è stato detto di fare! La Madonna: Ah, e  a Me mi hai detto di rispondere così! Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! E poi ve lo dirà Giovanni! Teresa: Eccomi! La Madonna: Ma oggi non viene … vi Saluta solo così a tutti quanti! Vuoi parlare tu, viceparroco? Una sola domanda? Anche tu una sola? Vediamo cosa dice il viceparroco! Raffaele: Io devo  chiedere perdono perché quando dico il mio Eccomi non dura molto … è un Eccomi breve! E quando sento parlare Voi, Giulia … mi rendo conto di quanto sono lontano! E’ una mia sensazione! La Madonna: Sei vicino vicino … seduto al Banchetto! Raffaele: Eh, ma è come se mi sentissi in colpa! Solo per questo! La Madonna: E ti senti in colpa perché ragioni con la mente! Raffaele: Probabilmente! La Madonna: Sì! E quando la Cocciuta ti dice di lasciare agire il cuore: “Adesso pensa a tutto Gesù!” … E' che c’è un piccolo tic che fa scattare la mente e chiudere il cuore! Ma il tuo cuore non è chiuso … è aperto! E’ aperto all’Ascolto! E’ aperto alla Volontà del Padre! Se non era aperto, non eri  Sacerdote Eterno! Raffaele: Eccomi! La Madonna: Quando verrà il momento di Lavorare nella Vigna … Lavorerai! Non è che non stai Lavorando …  Lavorerai nella Vigna! … (La Madonna fa il gesto dello Spezzare e  del Bere) Raffaele: E’ una Grande Grazia stare qui! La Madonna: L’Ultima Grazia sono Io! Raffaele: E ci sei … e ci sei veramente! La Madonna: E sì … e anche il Padre, Mio Figlio Gesù e anche tutti voi! Giovanni ha detto alla Cocciuta: “Il Padre solo a te poteva donare questi Figli … perché persevererai fino alla Fine dei Tempi … quando il Cuore Immacolato Trionferà attraverso il Calice Vivente Dio!”E  il Mio Cuore Immacolato Trionferà e tutte le Genti Lo vedranno … e non si fermerà solo in questo Luogo … ma partirà e si Aprirà nell’Umanità intera …  nell’Umanità sorda e cieca! Dio ha Piantato il Tutto … ma Abbraccia il Tutto e Dona la Mano a tutti i Figli: “Venite … venite!” … “Devo fare questo! … Devo fare quell’altro! … Non ho tempo! … Ho i miei soldi e devo divertirmi! … Quando poi c’ho poco poco di tempo … forse verrò!” … E lo Strumento dice: “Aspettiamo ancora! Aspettiamo ancora! Aspettiamo ancora!” … Lo dice pur sapendo! … “Padre, forse ancora non Ti hanno capito, non Ti hanno conosciuto!” Sa! Perché il Padre Tutto le ha donato nell’attimo del Suo Eccomi ai Chiodi … ma è all’Ubbidienza di non poter  parlare, di non poter  puntare il dito ... e lo potrebbe fare in ogni istante … ma è rimasta all’Ubbidienza così come è l’Eccomi che ha risposto! Così come è rimasta all’Ubbidienza di Giovanni e rimane all’Ubbidienza del Giovanni … (indica don Vincenzo) … e rimane all’Ubbidienza dei Rotoli e del Vuoto! … E anche voi dovete imparare l’Ubbidienza, l’Umiltà, la Carità …  essere Miti, essere Uniti gli uni con gli altri! La Mitezza …  Piccoli così come una Fanciulla di 12 Anni ha risposto al Padre: “EccoMi … sono la Serva del Signore …. fai di Me quello che vuoi!” … E così anche tutti voi: Amatevi gli uni gli altri rimanendo Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Il Padre … pur essendo Padre è rimasto Bambino … non si è Alzato sul Trono! Piccolo … Padre di Vita Eterna … Piccolo in mezzo agli uomini …  Piccolo in mezzo ai Piccoli … Povero in mezzo ai Poveri … per essere Uno di voi! Cosa c’è ancora? Raffaele: Da quando sei Nata sei sempre stata in una Famiglia d’Amore? La Madonna: EccoMi! Raffaele: E nell’entrare nella Famiglia di Dio? La Madonna: EccoMi! Preparata per essere la Madre del Figlio! Raffaele: E chi Ti circondava lo vedeva questo? La Madonna: EccoMi … così come lo vedono adesso … e non lo vogliono vedere! Cosa c’è? Don Vincenzo: E questo Amore non lo capiamo! La Madonna: Ma basta una briciola di pane! E la briciola di pane diventa una Montagna … se è una briciola! Don Vincenzo: Mamma? La Madonna: EccoMi … Figlio, Padre e Sposo! Don Vincenzo: Quanto poco Ti amiamo! Dacci più Amore! La Madonna: Il Tuo Amore non ha né Limiti e né Misure! Fai crescere i Tuoi Figli nell’Amore senza Limiti e senza Misure! Don Vincenzo: Aiutaci ad AmarTi veramente! La Madonna: Lo sta dicendo per ognuno di voi … state attenti a ciò che dice quando Si copre col Mantello! E tutto  quello che Mi hai Donato … Lo Dono come Dono Tuo ai Tuoi Figli e all’Umanità intera … questo Dono Meraviglioso che Sboccia dal Tuo Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Don Vincenzo: Mamma … Tu sei la Luce! La Madonna: Attraverso i Tuoi Occhi! Adesso Dona il Tuo Sguardo ai Tuoi Figli … Alzati e Dona il Tuo Sguardo ai Tuoi Figli guardandoli e  guardando l’Umanità intera! Guardali tutti! … Ricordate sempre il Giorno del Signore negli Occhi del Padre! Io lascio il Mio Cuore Spalancato! Tu Saluta con l’Albero Verde e Io Saluto col Magnificat che Innalzerai al Cuore della Tua Mamma, Figlia e Sposa! Don Vincenzo: Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Ora Innalza il Magnificat! … (Tutti cantano il Magnificat insieme alla Madonna) Giulia: Padre, Figlio, Spirito Santo … Mandato da Dio per essere Chiesa Nuova per tutte le Genti … riempi i cuori di tutti i Figli, riempi i cuori dell’Umanità intera per vedere il Volto di Dio ed AmarLo e RiconoscerLo ... e ad usare la Destra del Padre … (Benedice) … come Figli ed Eredi di Dio! Piccola Creatura: Mamma Maria!  Fanciullo Dio … Dona ad ognuno di noi la Paghetta della Divina Misericordia … fai Ardere i nostri cuori come Arde il Tuo senza Limiti e senza Misure … fai scendere ancora la Luce del Tuo Volto e abbi Misericordia di noi miseri peccatori … quali Tu hai Scelti per Donare una Vigna, per Donare un’Arca, per Donare i Remi, per Donare le Capanne! Fa che ognuno di noi sia degno di questo Infinito Immenso Amore … nel Lavorare e fare la Tua Volontà! Il Pane Intero Spezzato e diventa di nuovo Intero … la Tua Unica ed Eterna Verità in mezzo a tutte le Genti! E’ il Tuo Tempo, Padre …  aspetta ancora un po’! Il Padre: EccoMi! Giulia: I nostri Cari e tutte le  Spose che sono arrivate … sono al Banchetto a fare Festa! Li salutiamo! Avete da Lavorare … c’è la Festa … ma ci sono anche i Vestiti da cucire! Te li faccio adesso gli auguri … ma te li farò anche nel tuo Giorno … Fiorellino Spezzato! … ( Giulia manda un bacio alla mamma Serafina)  

 

 

 

 

 

GIOVEDI  13 OTTOBRE 2016

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre!  Gesù: Nel  Mio Infinito Amore … (Benedice) … Glorifico il Padre Altissimo, Ora e per l’Eternità! E nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo che è Maria … Invito ognuno di voi ad essere un Unico Calice Vivente, un Unico Amore, un Unico Grido, un Unico Giardino, un’Unica Festa … per rimanere nel Cuore del Padre e Gioire e Camminare sulla Via fatta di Spine per ognuno di voi e per l’Umanità intera,  l’Umanità sorda, l’Umanità cieca, l’Umanità che si è fermata non nel Deserto di Dio … ma nel Deserto del mondo dove non sente e non vede la Voce di Dio: il Grido d’Amore e dove non vede la Croce che è Innalzata e con le Braccia Spalancate aspetta … Figli, i Fratelli e gli Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina….? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Non sei ancora uscita … non hai ancora terminato il tuo Lavoro? Giulia: No, Gesù! Gesù: Non vuoi fermarti un po’? Giulia: No, Gesù! Gesù: Non sei stanca? Giulia: No, Gesù! Gesù: Vuoi guardare? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma il tuo volto? Giulia: E’ il Tuo Volto, Gesù … Eccomi! Gesù: Guarda … Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Eccomi! Mi dai anche questo Lavoro da fare, Gesù? Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Cosa posso fare? Gesù: Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi, Gesù!  Gesù: Invita i tuoi Figli alla Preghiera Costante! Invitali a rimanere nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! E Pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccoci, Gesù! Eccoci, Gesù! Eccomi nell’offrirTi il mio niente … nell’offrire la Famiglia, i loro cuori e i loro sussurri! Ecco l’Eccomi risposto per ognuno di loro e per l’Umanità intera … per donarLo al Tuo Cuore! Eccomi, Gesù … nel consegnare nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Ecco la Via che indico ai Figli … se è sbagliata, correggila! Eccomi ancora per tutto quello che mi hai donato da sempre! Gesù, metto tutto nelle Tue Mani! Gesù: EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico nel Portare l’Unica Verità della Croce … (Benedice) e l’Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei, Amici del Mio Cuore, Fratelli del Mio Cuore, Fratelli dell’Unico Cuore della Croce che rimane sempre Alta per guardarvi! …. PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO! Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace! Pace ad ognuno di voi …. Figli, Fratelli ed Amici del Mio Cuore! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Don Vincenzo: Pace! Gesù: Cosa hai da dirmi oggi? In questo momento … cosa hai fatto in questa Giornata … cosa hai incontrato? Don Vincenzo: Tutto è in funzione dell’Amore durante questa Giornata!  Gesù: Ma non vedi intorno a Te chi Ti Ama? Don Vincenzo: Sì! C’è tutta una Dimensione d’Amore … una Carità Profonda che guida tutti quelli che vogliono mettere Dio al Primo Posto, che vogliono mettere la Madonna al Primo Posto e tutto ruota attorno a questo Amore! Gesù: E cosa hai fatto ancora nel Tuo fare Tutto? Ma Ti hanno visto? Don Vincenzo: Probabilmente no! Gesù: Perché non Ti hanno visto? Allora Ti sei coperto? C’è un luogo dove il Calice Vivente si può nascondere e non si vede? Ma chi Ti Ama Ti trova ovunque perché sa dove Abiti! Don Vincenzo: Ma deve tutto passare per il Nascondimento!  Gesù: E poi deve Sbocciare nella Croce … e quando è Sbocciato nella Croce tutto si vede! E’ così che sarà il Sole e il Cuore Immacolato di Maria che Trionferà! Nascosto … ma visto da tutti! Ma quando Trionfa … tutti vedono! E quando gli occhi si apriranno …  tutti vedranno! Don Vincenzo: Eccomi … e sarà bello essere visti da tutti! Eccomi! Gesù: EccoMi! Ora Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni ... e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E per tutti i Sacerdoti, i Gigli e le Pietruzze! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ma pregate per lo Strumento: ha un Lavoro Grande da terminare … ed è così Grande! Pregate, Figli, pregate! Tutti: Eccomi! Gesù: Ora Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni! BenediciMi, Padre affinchè  possiamo DonarCi! Ora Ci Doniamo! … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione! Poi il viceparroco porge il bicchiere col Vino a Gesù) … Questo E’ il Sangue della Vita Eterna! … (Gesù prende un Pezzetto di Pane)   E Questo E’ il Pane della Vita Eterna! … (Gesù Intinge il Pane nel Vino e lo offre a don Vincenzo! Poi prende un altro pezzetto di Pane, Lo Intinge, Lo Mangia e Beve il Vino) … Ora Ci Doniamo! Don Vincenzo: Questo E’ il Calice della Vita Eterna! … (Don Vincenzo Beve) … Gesù: EccoMi! Ora Ci Doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Ci siamo Donati … la Pasqua è Viva, è Vita ed è Risorta! … BenediciMi! … Amen! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Ci Siamo Donati! La Pasqua è Viva, è Piena ed è Risorta nel Segno della Croce, nel Segno dell’Amore, nel Segno della Quiete! … (Benedice) … Cosa c’è, Teresina del Bambin Gesù? Non hai niente da dire? Teresa: Eccomi! E’ Grande il Lavoro dello Strumento in ogni attimo! Gesù: EccoMi! Teresa: Eppure noi la vediamo fare le cose di tutti i giorni e non comprendiamo qual è il Suo Compito in Pieno! Gesù: Fare le Cose del Padre! E fare  le Cose del Padre significa Guardare l’Umanità! Teresa: Eccomi ... e l’aiuto che possiamo darle non è quello di toglierle fisicamente le cose del mondo da fare … perché quello che si fa nel  Giardino non è cosa del mondo … e le cose di tutti i giorni non le creano fatica! E il nostro aiuto per lei è amarci ed essere Unica Famiglia, eliminare la bugia, eliminare la divisione tra di noi … e solo in questo modo l’aiutiamo! Gesù: Già ne trova tante in giro dove va! Teresa: Eccomi! E la forza che cerca in noi, l’aiuto che cerca in noi è trovare il cuore aperto dove far crescere la Tua Parola, la Parola del Padre, la Parola della Mamma, la Parola di tutti i Servi Inutili! Gesù: E Uniti! Teresa: L’aiutiamo solo con l’Ubbidienza … che non è  l’Ubbidienza a lei come persona fisica … ma è l’Ubbidienza al Cuore Aperto di Dio! Gesù: E  allo Strumento di Dio! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vai avanti! Teresa: Eccomi! E solo mettendo al Primo Posto il Padre, mettendo al Primo Posto Te e Maria … che facciamo sbocciare l’Amore Pieno … e che  quindi aiutiamo lo Strumento! Tante volte sento dire: “Per fare contenta lo Strumento....!” Lei non vuole essere accontentata … lei ci vuole … per quel poco che sto imparando standole vicino … lei ci vuole Candidi e Puri come Gigli … ci vuole pronti ad accogliere la Sofferenza … ci vuole Uniti … ci vuole un Unico Cuore che batte! Eccomi! Gesù: Eh, faccio questo così la faccio contenta!” Le cose del mondo lo Strumento non le guarda! Guarda i cuori e la Domanda che può rispondere per ognuno! E cerca la mano di tutti i Figli! E’ il Nido dove si può poggiare Gesù, che Sono Io! Il cuore aperto: quello cerca lo Strumento! Teresa: Eccomi! E ci sono cose che lei  può cancellare! Gesù: EccoMi! Teresa: E macchie che non può cancellare! Gesù: EccoMi! Teresa: Come le offese contro il Padre, la Madre e tutti i Servi Inutili! Gesù: EccoMi! Teresa: Il non riconoscerLi! Le altre cose le può aggiustare … diciamo così! Gesù: Diciamo così! Teresa: E’ per questo che noi nel momento che ci rivolgiamo a lei … io per prima … non dobbiamo dimenticare mai che non sappiamo con Chi parliamo! Gesù: Quando dice una cosa non dovete mai dubitare .... nessuno della Famiglia....! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vuoi dire qualcosa, viceparroco? Raffaele: Gesù, ogni giorno che mi fate aprire gli occhi … vedo girando, lavorando … che  c’è tanta Tristezza, che  c’è tanto Buio! Gesù: Non vedono Dio! Raffaele: Ma sembra quasi rassegnata l’Umanità, Gesù … è così? Gesù: No, è allo sbaraglio … non c’hanno una meta perchè non hanno incontrato la Croce! E se La incontrano vanno dove ci sono i Miracoli per toglierLa … e così si perdono ancora di più! Raffaele: Ma è studiato questo, Gesù … oppure non sanno più cosa fare? E’ desolante, Gesù! Gesù: Pregate … voi che siete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi, nelle Capanne e siete la Chiesa Nuova! Pregate e Lavorate ... Sacerdoti, Suorine e Sacerdotesse e Ancelle! Pregate! E’ questo il Mio Grido al Cuore di ognuno di voi! Pregate! Pregate per i Figli Ministri! Pregate per chi indossa l’Abito Bianco! Così aiutate anche lo Strumento nei Lavori che ha da fare nell’Umanità sorda e cieca! Raffaele: Abbiamo bisogno di amarci sempre di più e con tanta Umiltà dobbiamo  guardare a Dio e guardare ognuno di noi! Gesù: Guardarvi e Amarvi! Se vi guardate e vi amate … potete Amare Dio e i Fratelli … ma guardare con gli occhi del cuore … non con lo specchio! Lì c’è lo Specchio fatto dal Padre … e non si rompe!  Raffaele: Ed è Vero! Gesù: Unico! Così come E’ Unico Dio … e voi attraverso di Lui! Dio E’ … e voi Siete … e anch’Io lo Sono attraverso il Suo Amore … Figli, Chiesa Nuova! L’Ora si avvicina: destatevi dal sonno! Alza il Tuo Sguardo! Don Vincenzo: Tutto è in funzione dell’Amore! Dio E’ Amore e tutto Lui vuole che si ricongiunge all’Amore per essere un Tutt’Uno! Che bello Amarsi! Ecco cos’è la Croce: è il Segno tangibile dell’Amore! Ecco quello che Gesù ha scelto!  Amarsi l’un l’altro! Gesù: Non hai dato i Tuoi Occhi ai Tuoi Figli? Donali! Cosa hai visto? Hai donato la Luce ai Figli? Don Vincenzo: Eh, ho Donato! Tutto è Luminoso! Questo è l’Amore: essere Strumento, prendere l’Amore che il Padre ci dona e diffonderLo! Che Grazia, che Dono! Benedetti noi … ognuno di noi che può assaporare l’Eternità … che può assaporare l’Amore che non ha mai fine! Siamo i Chiamati … i Benedetti!  Gesù: Chiamati da Dio Vivo e Reale in mezzo a tutte le Genti! Io vado ad incontrare le Spose … lo Strumento le ha consegnate ai Pargoli e la Bimba li sta accompagnando con le Lodi! Giovanni viene a salutarvi! … (Benedice) Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! (Benedice) … Giovanni? Don Vincenzo: Giovà! Piccolo Giovanni: L’Amore è Pieno e il Banchetto del Padre è Pronto … ma ci sono i Fuochi di Guerra … e ci sono i Terremoti … e ci saranno ancora mamme che piangeranno! Don Vincenzo: Purtroppo! Piccolo Giovanni: Ma non è il Padre a fare tutto questo … sono gli uomini! Cosa facciamo? Aspettiamo questi Figli che pensano di conquistare, di avere un Potere, di avere una medaglia, tre, quattro medaglie … per uccidere i Pargoli … e fare Festa dopo essere rientrati dalla Guerra? Si può gioire quando si uccide? Tutti: No! Piccolo Giovanni: Si può fare Festa quando si uccide? Tutti: No! Piccolo Giovanni: E’ fare Pace questo? Tutti: No! Piccolo Giovanni: E’ fare Guerra! E’ un divertimento verso i Piccoli, i Poveri, gli Emarginati! La bomba atomica, i carri armati, tutte le armi possibili per fare la Pace! Dio fa la Pace così …  (Alza la Destra e  Benedice) … o Alzando il Dito o AbbassandoLo! Così Dio usa il Suo Amore! Gli uomini invece dicono che fanno la Guerra Santa! Tu la conosci? Don Vincenzo: No … la Guerra non può essere Santa! Piccolo Giovanni: La Guerra è Distruzione … non è Pace! E’ distruggere un paese, due, un altro ancora … ma non è Pace! Don Vincenzo: Non puo’ essere Pace uno che uccide! Piccolo Giovanni: Le spade diventeranno fiori quando il Padre Alzerà e Abbasserà il Dito ai Figli della Guerra … che dobbiamo aspettare! Cosa vuoi fare? La Cocciuta li vuole aspettare dicendo: “Padre, aspettiamo … ancora non Ti hanno conosciuto!” … pur sapendo che non è così! … Pace ad ognuno di voi! (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Tu cosa vuoi fare … vuoi aspettare? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicola, Maria?  Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Fate i bravi, se potete! Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: E anche voi tutti quanti! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Teresina del Bambin Gesù, dimmi qualcosa e stai attenta che sono Capriccioso! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non ha niente da dirMi! E il viceparroco ha qualcosa da dirMi? Una sola? EccoMi! Raffaele: Giovà, c’è un solo uomo che cerca la Pace? Non ce n’è nessuno proprio? Piccolo Giovanni: No, se si va a fare la Guerra non ce n’è uno che cerca la Pace! Se tutti si ribellassero … ci sarebbe la Pace … perché i Grandi non vanno a fare la Guerra …  stanno seduti comodi … mentre gli altri sì! E poi dicono: “Siamo comandati!” Ci si può anche alzare in piedi e dire: “No … questa è la Pace!” … (Innalza il Crocifisso) … Lo vedete? Se tutti si alzano in piedi … vuol dire che vogliono la Guerra! Ma i Grandi stanno seduti! E’ l’Umanità che vuole la Guerra! Raffaele: Tutti? Piccolo Giovanni: Tutti! Raffaele: E’ straziante, Giovanni! Piccolo Giovanni: EccoMi! Se tutti i Figli si alzassero e direbbero: “Mi rifiuto! Mi rifiuto! Mi rifiuto! Ecco, questa è la mia Arma per combattere la Guerra!” … (Innalza il Crocifisso) … e allora ci sarebbe la Pace e tutte le armi diventerebbero un campo di fiori dove tutti i  fanciulli possono andare tranquilli a giocare e a guardare il proprio Dio! Don Vincenzo: Giovanni, oggi il Papa è andato a giocare a Roma con alcuni ex giocatori! Piccolo Giovanni: Bella figura! Bello insegnamento! EccoMi! Imparate a giocare amando … ma con la Croce! … (Innalza il Crocifisso) Imparate a giocare donando Carità! Imparate a giocare con i vostri figli nell’educarli alla Croce e alla Preghiera Costante! E’ questo il Comandamento dell’Amore! Voi genitori, voi nonni … siate esempio di Croce Viva! AlzateLa, teneteLa Alta e insegnate Chi è Dio e cosa vuole Dio da ognuno di voi! Non nascondete Dio ai Pargoli … fateglieLo conoscere! Non coprite il Volto di Dio ai Pargoli … fateglieLo Amare! Non chiudete la porta ai Pargoli nel fare incontrare Dio! E ora vado ad accogliere le Spose! Vi lascio nel Nido della Croce! Crescete ancora, Figli Miei! … (Giovanni manda un bacio ai presenti e ritorna Gesù Benedicendo) Gesù: Con il Pane e con la Croce! Sono Gesù, Figlio di Dio in mezzo a voi ... ancora ad Invitarvi ad entrare nel Cuore del Padre e a rimanerci! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Cosa vuoi dire, Teresina del Bambin Gesù? Traduci! Teresa: Eccomi! Mio Dio … Unico Tesoro, Unica Luce, Unica Croce! Dio E’ e rimane per l’Eternità! Dio E’ e combatte il Veleno! Il Veleno attacca Dio! Dio E’! Eccomi! Gesù: E EccoMi! Io lascio il Mio Cuore Spalancato …  Tu Saluta con l’Albero Verde! Don Vincenzo: E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! (Gesù impone le Mani sui presenti)  Gesù: L’Amore di Dio scenda su di ognuno di voi, sui vostri amici, sui vostri nemici, sui vostri parenti, sui vostri cari! Ovunque poggiate le mani e i piedi … siete fatti a Immagine e Somiglianza della Croce, siete stati Battezzati col Sangue … portate ovunque la Benedizione di Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: E scenda su ognuno di voi la Paghetta della Divina Misericordia … del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria … Mamma, Sposa e Figlia, Unico Tabernacolo, Unica Chiesa Nuova Unita ai vostri cuori! Siate pronti e preparati al Suo Cuore Immacolato che Trionferà! L’Umanità intera vedrà e voi vedrete dal Luogo dove Dio ha Piantato l’Albero Verde! Giulia : Gesù, Papà, Mamma … visto che siete tutti al Banchetto e state facendo Festa per tutte le Spose che sono arrivate … facciamo gli auguri a Natanaele: è la vigilia del suo Nascere! …(domani è il 6° Anniversario del ritorno a Casa di Natanaele) … Salutiamo i nostri Cari e tutti i Cari ricambiano! … (I Cari mandano un bacio) … Mamma Violetta, Fiorellino Spezzato … preparate altri Vestiti … c’è tanto Lavoro da fare! … (manda un bacio).

 

 

 

 

 

GIOVEDI  20  OTTOBRE  2016

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre!  Gesù: (Benedice) Nel  Segno Tremendo della Croce … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! E nell’Allargare le Braccia … Invito ancora l’Umanità sorda e cieca a vedere il Volto di Dio …  Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Mi fermo e guardo! Mi fermo e ascolto! Mi fermo e parlo! Destatevi dal sonno … Figli, Fratelli e Amici del Cuore della Croce! Destatevi dal sonno: Sono Vivo, Sono Reale, Sono in mezzo a voi! Destatevi dal sonno e Vigilate nel Pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Pregate per la Pace! Pregate per la Pace! Pregate per la Pace! Pregate per la Pace  Figli Miei, Chiesa Nuova Fondata sul Cuore Immacolato di Maria! Cocciuta Divina?  Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Quello che ho raccolto lo metto nel Tuo Cuore, Gesù: è quello che vedo e opero e lavoro nel Silenzio! E tutto quello che mi hai donato da sempre lo depongo nel Tuo Cuore … e anche quelli che si affidano alle mie preghiere! Non servono tante parole perchè basta che Ti guardo negli Occhi e Tu mi guardi negli occhi....! Ed Eccomi ancora per l’Eternità nel fare le Cose del Padre! Metto tutto il Raccolto della Giornata  e il niente della mia Giornata nel Tuo Cuore … così anche le Pietruzze e i Gigli, i Sacerdoti e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Guardo il Lavoro nel Silenzio! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi con il Banchetto del Padre! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce … (Benedice) e l’Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerLo Alto e  a ViverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Rimanete nella Vigna, rimanete nell’Arca, rimanete nei Remi e rimanete nelle Capanne! Siate Chiesa Nuova … Figli Miei! Giulia: Gesù … tienimi per mano! Gesù: Immolati come tu sai fare … Anima Mia!  Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi! Eccomi! Vado da sola … dopo porto qualcuno! Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE GIOVANNI  CALICE VIVENTE DIO! Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace! Cosa ti è rimasto nel Tuo Cuore in questo Giorno? Don Vincenzo: C’è stata una serie continua di incontri speciali, di incontri particolari che mi ricollegavano al Vangelo secondo Dio! Gesù: E vuoi leggerLo daccapo? Don Vincenzo: Sì! Gesù: EccoMi! … (Don Vincenzo legge il Vangelo secondo Dio) … E cosa senti quando Lo leggi? Don Vincenzo: Una Grande Grazia, una Grande Luce … specialmente quando si parla della Redenzione di tutti i peccati e di Donare la Vita Eterna a tutti gli uomini! Gesù: E Donare la Vita Eterna a tutti gli uomini! Don Vincenzo: Che Grazia essere noi i destinatari di queste Parole Divine! Che Grazia Vivere per l’Eternità! Gesù: Vivere nel Giardino Eterno senza Fine! Don Vincenzo: Che Grazia! Gesù: Lo sai che la Grazia è Maria … quella Creatura che è stata Chiamata da Dio! Tu lo sai … Lo conosci Dio e conosci Maria! Don Vincenzo: Maria: la Piena di Grazia! Gesù: Maria: la Piena di Grazia! L’Ultima Grazia! Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora Ci Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Mi Benedici … così Ci Doniamo? (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! … (Il viceparroco porge a Gesù il bicchiere col Vino, Gesù prende un pezzetto di Pane) E adesso prendi il Sangue che Tu Mi hai Donato! … (Gesù Intinge il Pezzetto di Pane nel Vino e Lo Dona da Mangiare al Calice Vivente) … Ora Lo prendo anch’Io il Sangue che Tu Mi hai Donato per poi poterLo Donare! … (Gesù Intinge un Pezzetto di Pane nel Vino e Lo Mangia! Poi Innalza il Vino, Benedice e Beve! Beve anche il Calice Vivente! Gesù poi finisce di Bere e asciuga il Bicchiere-Calice con un tovagliolino che mette da parte per  conservarlo.) Ora Ci Doniamo … Io Mi  Dono e Tu Ti Doni! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Ci Siamo Donati! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: RibenediciMi! Amen! Nella Pasqua Viva facciamo Festa nella Gioia di esserCi Donati nel fare Festa ancora al Banchetto Nuziale nel Sangue e nella Carne … nel Gioire e nel Pregare Implorando ancora Misericordia al Padre che E’ Vivo e Reale … ed è col Capo Chino verso l’Umanità e verso la Sua Famiglia … nel Gioire, nel fare Festa, nel Donare a tutti l’Eredità di Padre Eterno! Don Vincenzo: Che Grazia! Che Grazia essere partecipi dell’Eternità … sapere che ci aspetta un Regno senza Fine! Gesù: Il Tuo Regno, il Tuo Amore, il Tuo Perdono Eterno senza Fine! Don Vincenzo: Beati noi! Beati noi! Gesù: La Tua Beatitudine è quella Vera … quella degli uomini non è vera … è quella Comprata e Venduta! Il Tuo dire: “Beati!” è da Padre, Padre Eterno … ma quando lo dicono gli uomini: “Beati voi!  è Comprato ed è Venduto! Il Tuo non ha Prezzo, non ha Limiti e neanche Misure … è Donato: Dono di Dio! Don Vincenzo: Per sempre! Gesù: Per sempre! Don Vincenzo: Per l’Eternità! Gesù: Per l’Eternità! L’Eternità preparata ai Figli: il Giardino, il Banchetto, l’Abito Nuziale, l’Anello al Dito per tutte le Spose che donano la mano per l’Eternità! Teresina del Bambin Gesù … vuoi dire qualcosa? Teresa: Eccomi! Gesù: Solo Eccomi … niente altro? Ti accontento! EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Viceparroco? Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Raffaele: Dovremmo riempirci i cuori quando stiamo qui … dovremmo essere coscienti.....! Gesù: Quando iniziate? Non è  passato un bel po’ di Tempo? Raffaele: Sembra che veniamo da un altro Paese!  Gesù: No, questo Luogo è il Paese di tutti i Figli perché è la Dimora del Padre … ed essendo la Dimora del Padre è il Giardino preparato! Quando si viene una volta, poi si viene un’altra volta e  poi si viene un’altra volta …  già dalla prima volta i cuori si devono spalancare e rimanere legati al Cuore della Croce, al Cuore del Padre … e donare la Gioia e la Pace a tutti quanti trasmettendola col cuore … nel silenzio, col sorriso … non essendo tristi, ma gioiosi! Dio E’ in mezzo a noi! E se Dio E’ in mezzo a noi … cosa cerchiamo ancora? Non c’è niente altro da cercare! Dio Vivo e  Reale in mezzo a noi! Dio, Pane Intero che Si Spezza … Si Dona e ritorna ancora Intero …  pronto per DonarSi ancora! Dio con noi … nella Pace, nell’Amore, nella Quiete, nel Silenzio … ma il cuore grida e batte forte forte forte forte! Batte così forte da diventare l’Infinità delle Campane di Dio! Raffaele: Dovremmo aiutare e aiutarci! Gesù: Dovete donarvi … dovete guardarvi dentro … e così donarvi ai Fratelli … come il Padre Si Dona attimo dopo attimo! Raffaele: E più che mai in questo Tempo dovremmo imparare ad amarci e fare le Cose di Dio! Gesù: Ma nel Silenzio e nel Nascondimento … Raffaele: … con Umiltà!  Gesù: … attraverso i cuori … amandovi gli uni gli altri … togliendo tutte le cose del mondo! La Cocciuta ne deve sentire tante cose al telefono: “Mi hanno fatto l’affascino! … Ho incontrato un mago e mi ha detto che mi guarisce!” … E non stiamo ad elencare tutto il resto! Non ho Versato il Sangue per tutti Riscattando ogni Macchia? Il Veleno va combattuto con l’Amore … così come lo combatte lo Strumento nel Silenzio, nel Lavorare! Adesso ha chiesto di Lavorare in Silenzio e la devo accontentare! Guarda il Lavoro e Offre al Padre l’Eccomi per l’Eternità! E voi cosa aspettate? Non dimenticate: siete la Chiesa Nuova! Lo vedete come volano le Settimane, i Giorni, i Mesi, gli Anni? Ve ne siete resi conto? Tutti: Eccomi! Gesù: Eh, eh … Eccomi! Vigilate … lo Strumento ha chiesto ancora di accorciare i Tempi sui Figli! Vigilate! Pregate! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Io vado a prendere le Spose … e non vi lascio, non vi ho mai lasciati! Viene Giovanni! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Benedice) … Benedetta fra tutte le Benedette … Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Eccomi, Giovanni … Eccomi! Eccomi nel fare la Volontà del Padre! Eccomi nel tenere la Tua Mano! Eccomi nello Spezzare il Pane! Eccomi ancora per l’Eternità! Piccolo Giovanni: Lavora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi, Giovanni! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Pace a tutti voi! … (manda un bacio ai presenti che ricambiano) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa stai vedendo? Don Vincenzo: Sto vedendo tutto quello che gli uomini dovrebbero fare e non fanno … e Mi sono addolorato! Piccolo Giovanni: Ma la prendiamo la Frusticella? Che dici? Ci vorrebbe? O come Piuccio i calci col suo piedino piccolo? Don Vincenzo: Bisogna mettere Dio al Primo Posto sempre e allora tutto il resto si rimpicciolisce! Quando invece questo non avviene … diamo importanza alle cose futili, inutili e tutto si trasfigura! Piccolo Giovanni: E non è più a Immagine e Somiglianza di Dio! Don Vincenzo: Proprio così … questa frase è proprio a pennello! Piccolo Giovanni: Chissà chi l’ha scritta col Pennello del Cuore? Il Padre Calice Vivente Dio … ha Scritto Tutto col Pennello del Cuore! Lo prendiamo un pezzetto di Pane e un bicchieruccio di Vino? Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: Prendiamo il Vino e il Pane per quello che sta succedendo in questo istante!  Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Parli Tu o parla il viceparroco? Don Vincenzo: Parli Tu! Piccolo Giovanni: Sì … Io parlo pure! Tu non dici più niente? Don Vincenzo: Sì … tutto è un Matrimonio d’Amore! Piccolo Giovanni: Tutto è un Matrimonio d’Amore e tutte sono Spose … ed essendo Spose … tutti sono Sacerdoti Eterni e Sacerdotesse Eterne! Don Vincenzo: E questo ci porta ad un Impegno maggiore! Piccolo Giovanni: Ad un Impegno maggiore! Ma ancora … da quante volte gliel’ho detto Io … non hanno preso coscienza! Dì qualche altra parola! Don Vincenzo: Questo è l’Amore che va a cercare nel cuore di ognuno la propria Vittoria … perché quando si Ama ci si tuffa nel cuore dell’altro e quando si Ama veramente … tutto diventa Luminoso, tutto!  Essere Strumenti d’Amore che durano per l’Eternità! Piccolo Giovanni: Io vi Invito ancora una volta a rimanere Chiesa Nuova! Noi Siamo la Chiesa Nuova …  la Chiesa di Maria … Unico Tabernacolo Mandata da Dio …  per rimanere Eterni così come E’ Eterno Dio! Dio E’ e Rimane Eterno! Dio E’! Vuoi dire qualche cosa, Teresina? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi! Solo Eccomi? Teresa: Eccomi! Dio E’! Piccolo Giovanni: Dio E’! Teresa: E voi Siete i Due Giovanni! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Eh, vicepà … vuoi dire qualcosa tu? Raffaele: Una sola! Destaci dal sonno! Piccolo Giovanni: Adesso Mi faccio donare la Tromba del Padre … così suono forte e desto tutti dal sonno! Facciamo così? Va bene così? E nel chiedere al Padre se Mi dona la Tromba … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … e il Calice Vivente Dio vi Saluta con l’Albero Verde! Va bene così? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Non ho scherzato! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Vigilate! Don Vincenzo: Diamo la Benedizione! Il Signore vi benedica e vi protegga! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Il Signore faccia risplendere su di voi il Suo Amore!  Tutti: Amen! Don Vincenzo: E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo!  Tutti: Amen! Don Vincenzo: Amen! Giulia : Uniti tutti al Padre … Giovanni, nel Segno del Tuo Amore, nel Segno della Viuzza Stretta che ci hai insegnato … Uniti al Padre, lasciate scendere ancora la Misericordia Infinita … e l’Ultima Grazia di Maria: l’Ultimo Progetto Vivo del Padre in mezzo a noi! Siete al Banchetto e tutti i nostri Cari sono al Banchetto … e sono a Lavorare con le Schiere di Maria e con tutte le Schiere! Padre Buono, aspetta ancora l’Umanità dispersa … aspetta l’Umanità abbandonata dai Pastori! Tu sei il Pastore Eterno! Il Padre: E Tu sei la Piccola Cocciuta! Raccogli e porta sulle tue spalle! Giulia : Eccomi! Salutiamo i Cari! Salutiamo i nostri Cari! Eccoci! … (tutti salutano i Cari) … Fiorellino Spezzato! Mamma Violetta! Papà Renato! Avete un Compito … affrettatevi! Ciao a tutti! … (manda un bacio)

 

 

 

 

 

 

 

GIOVEDI 27  OTTOBRE  2016   

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: Nell’essere Uniti da sempre nel Padre, nel Figlio, nello Spirito Santo … Innalzando la Croce Glorifico il Padre Altissimo, Ora e per l’Eternità! … (Gesù Innalza il Crocifisso che porta lo Strumento) … E nel Tempo del Padre … Allargo le Braccia abbracciando ancora i Miei Figli  e Donandoli ancora a Maria, Madre Mia e Madre di ognuno  di voi  e Madre dell’Umanità intera … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Siamo nell’Orto … siamo nel Giardino ad accogliere le Spose e a Gioire … e a Gioire con ognuno di voi chiedendovi ancora di rimanere Chiesa Nuova … di rimanere nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … Figli, Fratelli e Amici … e Invitandovi ancora a Pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Vigilate: il Veleno è fuori il cancello e i Falsi Profeti avanzano! Avete questa Croce … (Innalza il Crocifisso e Benedice) … Combatteteli! E avete il cuore … dove c’è la Culla di Dio! Amate, Perdonate ... e Vigilate quando fate Carità: usate il Silenzio … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina…? Giulia: Eccomi, Gesù! Tutto rimane come prima: nel Silenzio? Gesù ……! Faccio le Cose del Padre! Eccomi! Eccomi! Eccomi ancora per l’Eternità! Eccomi! Mi porto qualcuno? Gesù: EccoMi! Giulia: Eccomi nel mettere tutta la Famiglia nel Tuo Cuore e ciò che ho raccolto dei loro Sussurri! Eccomi nel consegnarTi tutto quello che mi hai donato da sempre e il niente della Giornata! Eccomi nell’offrirTi le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e tutti quelli che si affidano alle mie preghiere! Te li offro! Eccomi, Gesù … nel fare la Tua Volontà:  le Cose del Padre! Gesù: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto del Padre! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi nella Gioia Piena del Giardino di Dio! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce … (Benedice) e l’Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori, Figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù … Straccio Stracciato ai Piedi della Croce con tutti i Figli! Eccomi! Eccomi! Gesù: ECCOMI! PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO! Don Vincenzo: Pace, Gesù! Gesù: Pace! Pace ad ognuno di voi, Figli! … (Gesù manda un bacio ai presenti che ricambiano)  … L’hai Donata la Tua Pace? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sì! Don Vincenzo: E’ tutta una profondità quella che ci raggiunge sia quando facciamo quello che dovremmo fare e sia  quando tutto sembra normale … e invece nulla è normale e tutto è legato all’Amore … tutto! Gesù: La Tua Famiglia parla d’Amore? Don Vincenzo: Sì! Gesù: E hai Alzato gli Occhi … visto che Tu stai col Capo chino? Don Vincenzo: Sì!  Gesù: La vedi anche col Capo chino e non c’è bisogno di alzarTi! Don Vincenzo: Tutto parla d’Amore! Gesù: Tutto parla d’Amore nel Giardino di Dio! Don Vincenzo: E’ importante saperlo leggere!  Gesù: E’ importante saperlo leggere! Ma Tu cosa dici: lo leggono tutti, viene letto da tutti? Don Vincenzo: Tutto è Amore!  Gesù: Tutto è Amore! Don Vincenzo: E questo ci mette in Comunione col Padre Buono! Eccoci! Gesù: EccoCi! Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: E lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Allora Ci Doniamo! Ora BenediciMi … affinchè Io Mi posso Donare e Tu Ti puoi Donare! … (Il Calice Vivente Benedice Gesù che si inginocchia ai Suoi Piedi) … Amen! Ora Ci Doniamo! (Il viceparroco porge a Gesù il bicchiere col Vino e Gesù prende un pezzetto di Pane, Lo intinge nel Vino e Lo Dona da Mangiare al Calice Vivente) Questo E' il Sangue e la Carne che Tu Mi hai Donato! E Questo E’ il Sangue e la Carne che Tu Mi hai Donato! (Gesù Mangia, poi Innalza il Vino e Beve! Beve anche il Calice Vivente! Gesù asciuga il Bicchiere-Calice con un tovagliolino che mette da parte per  conservarlo.) Questo E’ il Sangue dell’Inizio e della Fine perché rimarrà in Eterno! EccoMi! Mi dai un tovagliolo? Raffaele: Eccomi! Gesù: Ecco! Questo me lo conservi? Ora Ci Doniamo! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Ci Siamo Donati! La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! EccoMi! Ci Siamo Donati! La Pasqua è Viva, è Piena ed è Risorta nel Tuo Amore e nella Tua Misericordia! RaccontaMi ancora! Siamo entrati nei Cuori di tutti i Figli nel DonarCi? Lo vedi col Tuo Sguardo? Guarda....! Siamo entrati? Don Vincenzo: Sì! Gesù: RaccontaMi ancora qualcosa! Don Vincenzo: Ci sono  delle situazioni … come per esempio Gesù che viene umiliato con una canna! Gesù: E quando l’hanno fatto a Me … non l’hanno fatto pure a Te? E le altre situazioni quali sono? Don Vincenzo: “Ho sete!Gesù: Ho sete! Io non avevo sete … avevo Sete dei Figli che Mi hanno lasciato solo  … come ho Sete anche adesso dell’Umanità sorda e cieca! Non avevo sete di acqua, non ne avevo bisogno … l’Acqua Zampillante ….! Avevo Sete e ho Sete dell’Umanità sorda e cieca! Qual è l’altra situazione? Don Vincenzo: Tutti quei Soldati Romani … circa 600! Gesù: Erano tutti impegnati a preparare il banchetto per mangiare e non ce n’erano 600 … c’erano solo tre! Don Vincenzo: Uno per ogni Crocifisso? Gesù: Sì! Ma poi se ne sono andati perché dovevano preparare la Festa! Ma sono rimaste Mia Madre con le Donne … e poi Mi hanno portato a casa! Don Vincenzo: Gesù … che atrocità abbiamo fatto nei Tuoi confronti! Gesù: Tu o gli altri? Tu non hai fatto nulla! Tu hai Donato Amore … come lo Doni attimo dopo attimo! E adesso facciamo parlare Teresina del Bambin Gesù! Ehi, i Miei Capelli sono ancora più Lunghi e sono più Ricci! Parla! Teresa: Eccomi! Gesù, sappiamo che lo Spirito Santo è Maria! Gesù: EccoMi! Teresa: Quindi la Pentecoste … che non è come ce l’hanno raccontata … Gesù: No! Teresa:  … è soprattutto il Roveto Ardente di Pentecoste ... che nel Colloquio Finale c’è sempre! Gesù: EccoMi … quello che hai visto … quello che ti ha fatto vedere lo Strumento! Teresa: Eccomi! Gesù: Vai avanti! Teresa: Quindi il Roveto Ardente di Pentecoste è l’Albero Vivo dell’Amore di Dio che si è Incarnato attraverso Maria … e in questo modo ci ha Donato il Figlio rendendo tutti noi Figli ed Eredi e Frutti del Suo Amore!  Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Nati dal Frutto dell’Amore! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vai avanti! Teresa: Rivestirsi di Te …  rivestirsi del Tuo Amore … e quindi dell’Amore di Maria, dell’Amore del Padre, dell’Amore di tutti i Servi Inutili … è scoprirsi e vedersi come Frutto di un Amore Eterno,  di un Amore Profondo,  di un Amore che non ha né Limiti e né Misure! E per questo motivo:  non avendo Limiti … non ha un Inizio ed una Fine … non ha un Termine e non può essere interrotto! Gesù: No! Teresa: E di conseguenza … rivestendoci di Te … cacciamo via il Veleno! Gesù: EccoMi! Teresa: E non può più attaccarci! Gesù: EccoMi! Teresa: E solo se lasciamo qualche piccola parte scoperta diventiamo vulnerabili! Gesù: EccoMi! Teresa: E in questo momento più che mai è importante rivestirsi completamente di Te … per rivedere la Luce, per ritrovare la Pace, per capire che la Pace siamo noi! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù:  Non hai altro da dire? Vicepà … vuoi dire qualcosa? Raffaele: Gesù, in questo periodo è importante anche nel silenzio togliersi le cose del mondo! Gesù: EccoMi! L’ho detto anche prima! Raffaele: Dobbiamo solo guardarle … ma non dobbiamo farle nostre! Gesù: EccoMi! Raffaele: E’ fondamentale invece rivestirsi di Dio! Gesù: EccoMi! Raffaele: In questo Tempo bisogna Lavorare di più … ma nel silenzio … senza fare proclami, senza fare fumo! Bisogna essere molto pratici … molto ….! Gesù: Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto! Raffaele: In queste cose assomigliamo sempre più a Gesù se riusciamo a fare le cose in Silenzio! Gesù: EccoMi! Raffaele: Ogni piccolo atto deve essere fatto per Amore … ogni piccolo passaggio … e anche le parole devono essere misurate in tutto! Gesù: EccoMi!  Raffaele: Non bisogna avere nessun titolo, nessun peso! Gesù: EccoMi!  Raffaele: Essere quasi sospesi … ma Lavorare! E’ fondamentale in questo Tempo! Gesù: Io non volo … Io cammino! Sospesi? No! Raffaele: Con i piedi per terra … ma in silenzio! Sospesi intendevo coi piedi per terra, ma in silenzio! C’è tanto Veleno, Gesù! Gesù: La Cocciuta lo sta portando a Casa nel Silenzio e nel fare le Cose del Padre! Raffaele: Eccomi!  Gesù: Nel Silenzio! EccoMi! Io vado a prendere le Spose … Giovanni viene a salutarvi! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E COL PANE! … (Benedice) EccoMi, Giovanni … cosa raccogli nel Giardino? (Giovanni manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Pace ad ognuno di voi, Figli!  Don Vincenzo: Raccolgo l’Amore! Piccolo Giovanni: L’hai incontrato?  Don Vincenzo: Anche se questo non riesce sempre … però l’obiettivo è questo! Piccolo Giovanni: Raccogliere l’Amore! Don Vincenzo: E’ questo che al mondo manca! Piccolo Giovanni: Manca l’Amore! Don Vincenzo: Ed è questo che il Padre sta dando! Piccolo Giovanni: E’ questo che il Padre sta dando nel Silenzio! Don Vincenzo: Insieme a Te! Piccolo Giovanni: E sì: i Due Giovanni donano l’Amore! E i Due Giovanni devono terminare anche il Solco nel far Trionfare il Cuore Immacolato di Maria … e rimanendo nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! E Tu lo sai che il Sole è Aperto … ma deve Aprirsi la Piccola Parte del Cuore Immacolato di Maria che è la Grande! E rimanendo Uniti … rimanendo al Banchetto dell’Amore … diamo a Maria la Gioia che tutte le ginocchia si inginocchieranno! E la Cocciuta ha il Compito anche di fare alzare le ginocchia che non si alzavano più … oltre a rispondere alla Domanda Finale! Bussa … bussa … bussa! E Doniamo ai  Figli e all’Umanità intera il Vangelo: il Pane Intero Spezzato e ritorna di nuovo Intero … rimanendo al Banchetto seduti a guardare … e a fare Festa … e a Gioire così come Gioisce Maria: l’Unica Grazia, l’Unico Tabernacolo nel vedere l’Umanità che viene raccolta e portata a Casa! Dio Dona l’Amore ai Figli solo la Gioia dell’Amore! Don Vincenzo: la Gioia dell’Amore! Piccolo Giovanni: Lo Strumento La sta donando anche … nel fare le Cose del Padre! Calice Vivente Dio … lo beviamo un po’ di Vino? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E un pezzettino di Pane? Questo lo vuoi?  Don Vincenzo:Sì! Piccolo Giovanni: Lo Beviamo per quello che sta succedendo in questo istante?  Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: EccoMi! Vuoi dire qualcosa … Teresina del Bambin Gesù? Parla! Teresa: Eccomi! I tempi che stiamo vedendo intendo come tempo atmosferico è un tempo che non è un tempo di Dio, ma è un tempo  provocato dagli uomini! Piccolo Giovanni: EccoMi! Vai!  Teresa: Eccomi! Anche il fatto che ogni giorno e ogni momento … magari della stessa giornata … ci sia un cambiamento rapido del clima!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Una parte è dovuta al fatto che Dio ci sta accorciando il Tempo! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Quindi nella stessa Giornata ci può essere il trascorrere dalla Primavera all’Estate, all’Autunno e all’Inverno: tutti insieme! Piccolo Giovanni: EccoMi! Parla! Teresa: Eccomi! E un’altra parte è provocata dagli uomini! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Mettiamo per esempio il caldo che sta facendo in questi Giorni … una parte è un caldo perché non è Novembre … diciamo così! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: E l’altra parte è un caldo ……! Piccolo Giovanni: Ti fermo Io quando ti devo fermare …  non ti preoccupare!  Teresa: Eccomi! E’ un caldo di un  Sole che non è un Sole ….!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Ti vuoi fermare? Teresa: Sì! Piccolo Giovanni: EccoMi, Nicola! EccoMi, Maria! Nicola e Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi a tutti voi! (Giovanni manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … EccoMi, viceparroco! Sono con voi attimo dopo attimo … così come lo è il Padre, così come lo sono tutti i Servi Inutili! Giovanni, dobbiamo completare il Solco! E il Cuore Immacolato di Maria Trionferà e la Chiesa Nuova rimarrà! E’ la Gioia Eterna del Padre e rimarrà … così come siete Eterni nell’Amore Infinito di Dio! E nell’Amore Infinito di Dio vi lascio il Mio Cuore Spalancato … (Giovanni manda un bacio)  e Tu Saluta con l’Albero Verde! Saluta i Tuoi Figli con l’Albero Verde che hai Piantato … Padre di Misericordia senza Limiti e senza Misure! Don Vincenzo: Adesso prepariamoci per la Benedizione! Vi Benedica Dio Onnipotente ... Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Andate in Pace!   Tutti: Rendiamo Grazie a Dio! Piccolo Giovanni: Padre di Misericordia Infinita … lascia il Tuo Roveto sull’Umanità e sui Tuoi Figli … lasciaci il Banchetto del Tuo Amore senza Limiti e senza Misure nella Gioia Eterna … dove state Festeggiando con tutte le Spose e con tutti i Cari! Maria con  le Schiere è uscita … e lo Strumento porta i Frutti dell’Amore! Il Padre: EccoMi! Giulia: Padre, rimani con noi … si fa Buio! E visto che siete tutti al Banchetto e la Paghetta del Tuo Amore ce L’hai Donata … ora possiamo Salutare i Cari! Mamma, sii Gioiosa ancora! E preparate tanti Vestitini, Fiorellino Spezzato! … (manda un bacio) … La Gioia sia Piena! … Ci vediamo dopo! La maDONNA: ( Benedice e Impone la Mano dicendo:) … La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo …  scendano su tutti voi, sui vostri amici, sui vostri nemici, sui vostri parenti, su tutti coloro che si uniscono al Cuore Immacolato di Maria! E Scenda ancora … ( Benedice)  il Mio Ardere di Mamma su di ognuno di voi,  Figli Miei! … (manda un bacio) … Pace, Lode e Benedizione Allargando le Braccia al Cuore Divino di Gesù che Mi ha Amata regalandoMi i Chiodi!