LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 192

SETTEMBRE 2016

 

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

GIOVEDI 1° SETTEMBRE  2016  

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! …(Gesù per un po' è in silenzio, poi Benedicendo dice:) Gesù: Nel Nome del Grano della Croce … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l'Eternità! E nel Grano Vivo … Impasto … Impasto … Impasto l'Amore senza Limiti e senza Misure … così come il Padre L'ha Impastato per ognuno di voi e per l'Umanità intera … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! E ancora nel Segno del Grano   (Benedice) … che indica Dio Vivo, Dio Pane, Dio Pace, Dio Amore in mezzo agli uomini, in mezzo all'Umanità intera … lo Stelo rimane e il Grano viene Spezzato e Donato ai Figli! Ma lo Stelo cresce e non viene bruciato! Parlo del Grano di Dio …  quello della Terra viene bruciato! Dove c'è la Vigna, dove c'è la Chiesa Nuova, dove ci sono le Capanne, dove c'è il Tabernacolo Vivo di Maria: Madre Mia, Madre di ognuno di voi, Madre dell'Umanità intera … il Grano rimane Verde … ma viene Impastato nel Cuore del Padre, nel Cuore della Croce! Imparate ad Impastarlo anche voi … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … rimanendo Intero così come è Intero il Pane Spezzato … così come si Spezza e si Dona e così come rimane Intero … Figli, in questo Tempo! La Famiglia di Dio è un Unico Pezzo di Pane … non dimenticatelo! Guardate i Tempi: sono tutti Scesi! Siate Vigilanti … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi … Gesù! Cosa stai facendo … Gesù … cosa hai messo in quelle ceste? Sono pesci o sono serpenti? E li fai rimanere così? Gesù: No … Anima Mia! Giulia: Ma faranno del Male all'Umanità…! Gesù: No … Anima Mia! Giulia: Gesù …. ma quei serpenti … e dividendoli in tante ceste … che ne farai? Gesù: Guarda! Giulia: Non posso spiegarlo ancora ai Figli? Gesù: Parla così: …! Giulia: Eccomi: Un giorno camminavo nel bosco e ho incontrato metà bosco pieno di serpenti … li ho presi così dolcemente nelle mani e li ho messi in una scatola grande! Nel Lavorare di Dio, nel Lavorare del Padre … li ho portati a Casa … e quando li ho presentati dinanzi ai Piedi della Croce … i serpenti si sono Inchinati ai Piedi della Croce! E così Gesù li ha Benedetti … e da quando sono stati Benedetti sono tornati a Casa per far parte del Banchetto! E questi serpenti che avevo incontrato nel bosco erano Figli del Veleno che hanno preso la Via di ritornare a Casa e fare Amicizia prima col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo e poi con tutti i Fratelli! È così … Gesù? Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: E quindi, non faranno più del Male a nessuno? Stanno facendo Festa? Gesù: EccoMi! Ora guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Gesù! Qui c'è da Lavorare nel Silenzio, nel Nascondimento della Croce! Eccomi, Gesù … vado subito! Gesù: Prima finisci quello che stai facendo e dopo vai!  Giulia: Eccomi! Eccomi! Eccomi … Gesù! Gesù … accorcia ancora i Tempi ai Tuoi Figli … ma sia fatta la Volontà del Padre … non la mia! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia! Metto nel Tuo Cuore i sussurri della Famiglia! Metto nel Tuo Cuore i sussurri dei Figli Emarginati! Metto nel Tuo Cuore i Figli che non sanno dove trovarTi! Gesù: Ma prenderanno la tua mano … Cocciuta del Mio Cuore! Giulia: Eccomi … Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere e quelli che non lasciano entrare perché non entrano! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli! Ed ecco ancora tutto quello che mi avete donato da sempre: accoglietelo! E il niente della mia Giornata! Gesù: EccoMi! EccoMi col Banchetto Vivo di Dio! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con Tutte Le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l'Unica Verità della Croce ... (Gesù Benedice) ... e l'Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a Tenerli Alti e a Viverli nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccomi … Gesù! Come sono Belli i Chiodi! Gesù: Quanto ti costa quell'Eccomi! Giulia: Eccomi ancora per l'Eternità! Falli entrare e falli uscire a Tuo piacimento …(i Chiodi) ...  per la Tua Gloria, per la Gloria del Padre, per la Gloria di Maria e per il Sole: il Cuore Immacolato! E Trionferà nell'EccoMi del Padre! Gesù: EccoMi! PACE AL TUO CUORE, CALICE VIVENTE DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Pace … Pace! Gesù: Pace! Pace ad ognuno di voi, Figli Miei! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! RaccontaMi, Calice Vivente Dio … cosa hai trovato sulla Via?  Don Vincenzo: Ho trovato tanta tanta desolazione … tanta tanta tristezza! E quando ho visto e incontrato queste persone … si capiva che erano senza Dio, si capiva che erano tristi, che erano spenti! Gesù: Non hai donato la Luce ai loro occhi? Don Vincenzo: Non mi è stato possibile! Gesù: Perché Ti hanno cacciato fuori … non Ti hanno riconosciuto! Don Vincenzo: Ci vuole la Fede nel Padre …  la Fede in Gesù che vuole Salvare tutti! Gesù: E Gesù fa le Cose del Padre Don Vincenzo: La Fede nella Mamma! Gesù: E la Mamma fa le Cose del Padre … e Uniti facciamo un’Unica Croce! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! E’ il Tempo dell’Eccomi, Padre … per l’Umanità intera, per tutti i Figli, per la Famiglia, per la Chiesa Nuova che rimane nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne nel Vigilare! Hai sentito le Ceste dei serpenti: il Veleno che si è inginocchiato ai Piedi della Croce e ha riconosciuto Dio? I Figli che si erano ribellati verso Dio! E adesso un altro bel gruppetto di Figli si sono inginocchiati ai Piedi della Croce riconoscendo Dio e il Suo Amore ... cancellando ogni ombra di Odio … e avendo Amore e Amicizia e Perdono verso coloro che hanno trascinato nel Male! Don Vincenzo: Possiamo chiamarli: Fratelli! Gesù: Chiamarli: Fratelli … per l’Eternità! Don Vincenzo: Che bello!  Gesù: Adesso copieranno anche questo … come hanno copiato e copiano ogni cosa e Noi ogni tanto gli diamo un piccolo pranzetto per mangiare! Sei Tu a scrivere e a mettere il Tuo Sigillo di Calice Vivente Dio! Adesso Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ma voi non dimenticate di pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Ci Doniamo? Gesù: Ci Doniamo! (Raffaele dona a Gesù il bicchiere col Vino … Gesù Lo Innalza … ne Beve … e poi Lo dona da Bere a don Vincenzo) … Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! Questo è il Mio Sangue! (Raffaele dona a Gesù un pezzo di Pane … Gesù ne spezza la metà e dona l’altra metà a don Vincenzo. Poi Gesù prima di mangiarLo Innalza il Pane e dice:) Questa è la Mia Carne! Questo Sono Io … vostro Figlio, vostro Fratello e vostro Amico per l’Eternità … per Gioire al Banchetto Eterno del Padre …  e rimanere nel Giardino dove scorre Latte e Miele, dove tutti i fiori hanno l’Amore e l’Amicizia del Padre! E così voi che siete Figli l’avete ancora di più! Ci Doniamo! Io Mi Dono e Tu Ti Doni! Tu rimani seduto e Io Mi Dono ai Figli! E lo Strumento è andato a Lavorare … ma rimane Crocifissa per Amore! Io vado! Padre … BenediciMi per donarMi! … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! Tu rimani seduto e Ci Doniamo! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Ci Siamo Donati! (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … BenediciMi! Amen! Ci Siamo Donati? La Festa è Piena nel Giardino dove ci sono tutte le Spose! Padre, parla … i Tuoi Figli Ti ascoltano! Don Vincenzo: Tutto ruota intorno al Padre e noi non ce ne accorgiamo … e pensiamo che tutto torni  a ruotare attorno a noi … e facciamo tanti sforzi, tanti sacrifici senza renderci conto che l’unica cosa da fare è piacere a Dio! Gesù: Per questo le Spose sono Belle dinanzi a Dio! Ma essendo Belle  vestite  … devono essere Belle vestite col cuore! Don Vincenzo: Eh, sì! Gesù: Se non è vestito Bello il cuore con le Cose del Padre … il vestito che si indossa non è neanche Bello! Prima di indossare .... pulire bene bene il Vestito del cuore … e poi il vestito per presentarsi! Don Vincenzo: Basta pensare ai gigli del campo! Gesù: Ai gigli del campo! Don Vincenzo: Basta pensare alle formiche, ai passerotti, agli animali! Gesù: Basta pensare ai serpenti! Così l’hanno rappresentato … però non era un serpente … (Gesù si riferisce a Gabriele) … era un Servo Inutile più Bello! Don Vincenzo: Eh, sì! Per non parlare poi di tutta la Creazione! Gesù: Per non parlare poi di tutto il Tuo Creato! Don Vincenzo: Tutto in funzione del Padre! Gesù: Tutto in funzione del Calice Vivente Dio! Cosa vedi vicino e lontano … Calice Vivente Dio? Don Vincenzo: Ma questa conseguenza porta ad altre conseguenze: porta a rendere il Creatore … Re di tutte le Creature! Gesù: Il Re della Croce … non il Re delle cose del mondo! Don Vincenzo: La Croce: la Salvezza di tutti! Gesù: La Salvezza di tutti! Don Vincenzo: Lì tutto viene Salvato … tutti e tutto … tutti e tutto! Ecco perché Gesù è il Salvatore di tutto e di tutti! Ecco perché siamo Benedetti: perché siamo Salvati da tutto e da tutti! Gesù: Calice Vivente Dio …  Salverai ancora i vicini e i lontani? Don Vincenzo: Questo è un punto interrogativo! Mi hai fatto questa domanda! Gesù: Come non hai risposto all’altra: “Cosa vedi da vicino e da lontano?Don Vincenzo: Tutto vedo …  perché tutto metto nel Cuore del Padre … e anche se vedo o non vedo ……! Gesù: Vedi ugualmente!  Don Vincenzo: Vedo e non vedo! Ma questo vedere …..! Gesù: Ti da Gioia o Dolore … Calice Vivente-Dio? Don Vincenzo: Mi da Dolore perché vedo la gente impreparata … che rifiuta la Salvezza! E quando uno rifiuta la Salvezza … è cieco! E quanta gente rifiuta la Salvezza ogni giorno e fa della Vita quotidiana una Giornata vuota! Quando invece dovremmo cantare di Gioia!  Quando invece ognuno di noi si deve sentire Salvato da Gesù, Salvato dalla Croce, Salvato dal Redentore! Gesù: Calice Vivente Dio Alza il Tuo Sguardo verso i Tuoi Figli … Dona ancora la Luce … Alza il Tuo Sguardo verso i Tuoi Figli! … (Don Vincenzo guarda tutti i presenti) Don Vincenzo: Salviamoci! C’è un Salvatore che ci Chiama … c’è un Salvatore che ci Invita a Braccia Allargate! C’è un Salvatore che è  morto Lui al posto nostro … Lui Innocente e noi colpevoli!  C’è un Salvatore che gioisce nel Salvarci! Che Grazia essere qui, che Grazia … siamo pochi pochi … e il Mondo è tanto tanto grande … miliardi, miliardi! Gesù: Non siamo pochi pochi, Padre … c’è il Giardino che è Pieno … e sei seduto al Banchetto Nuziale con tutte le Spose! Don Vincenzo: Questo deve essere il nostro Trionfo! Gesù: Il nostro Trionfo è la Luce dei Tuoi Occhi quando guardi la Tua Famiglia! Dona ancora il Tuo Sguardo … donaLo! … (Don Vincenzo guarda ciascuno dei presenti) Don Vincenzo: Chi siamo noi? Vi siete mai fatti questa domanda: “Chi siamo noi che siamo qui dentro?” Siamo dei Benedetti … Benedetti … super Benedetti! Gesù: Guardali tutti i Figli … dona il Tuo Sguardo a tutti i Tuoi Figli! Don Vincenzo: Benedetti … super Benedetti! Gesù: Che Ti aspettano! Don Vincenzo: Benedetti con una Grazia che ogni mattina tocchiamo con mano quando il Padre ci fa svegliare … e con quel Giorno che tante volte passiamo senza lasciare nessuna traccia di essere Figli dell’Amore, Figli del Creatore, Figli del Salvatore … e ci lamentiamo e andiamo dietro ai soldi! Ma che ci facciamo … ma che ci facciamo? Ci lasciamo solo ingannare … perché la nostra Ricchezza è una sola … ma questa Ricchezza ogni giorno va innaffiata come un fiorellino che va innaffiato … che va innaffiato … che va innaffiato! Vi siete mai chiesti se al mattino, al risveglio siamo pronti a pregare il Salvatore … a pregare  il Padre Nostro? Ci siamo mai chiesti  quello che avviene al Risveglio? … “Eh, un minuto … ho detto una preghierina!  … Una preghierina di un minuto? Non lo dire, non ti far sentire! E quelle 24 ore che il Padre ti ha donato dove sono andate a finire? … (Impone le mani su tutti i presenti) … Questo per voi … ma anche per tutti … perché 5-6 miliardi ci appartengono:  sono Fratelli … stolti stolti perché a tutto stanno pensando tranne che a questa Croce che ci ha Perdonati! Capite che significa: Perdonati? Siamo Perdonati! Non dobbiamo fare nulla … dobbiamo solo dire: “Ti ringrazio! Tu sei il mio Perdono! Tu sei la mia Ricchezza! Tu se il  Mio Tutto! Grazie!” E questo ripeterlo durante tutta la Giornata senza che nessuno se ne accorge ripeterlo continuamente! Io non so come mi trovo qui … però so che non mi stancherò mai di dire grazie al Padre, al Salvatore, al Redentore, al Mio Signore! Gesù: Io lo so perché sono qui … perché Tu Mi ci hai portato Chiamando Maria … perché Tu Sei da Sempre … e togli e metti il Velo per Amore dei Tuoi Figli! Teresina del Bambin Gesù … hai qualcosa da dire? Tieni! Parla! Il Dio-Bambino ha Fame e ha Sete! Teresa: Eccomi! Eccomi al Padre per aver parlato! Ognuno di noi aspetta le Sue Parole, il sentire l’Ardere delle Parole … così come aspettiamo che vieni Tu, che viene la Mamma … e così ogni Parola che esce dalla Bocca del Padre è per noi occasione di riflessione! Parlo per me … ma penso che parlo per tutti! E’ una  Gioia sentirLo parlare … pur essendo stati Forti anche i Momenti del Silenzio! Gesù: Nel Silenzio Gridava il Dolore del Parto! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vuoi dire qualcosa, viceparroco? Poi deve venire Giovanni! Raffaele: Eccomi! Il Padre stasera mi ha illuminato su un aspetto che sembra piccolo ma è fondamentale: essere Piccoli, più Piccoli dei Piccoli per poter guardare tutti negli occhi … senza distinzione … con umiltà … senza presunzione … tenendo anche la testa bassa … per far capire a tutti che si può guardare tutti con gli occhi bassi! Gesù: Ma quando li Alza ….! Raffaele: Ed è Grande la Tua Umiltà, Gesù!  Gesù: Ciò che Mi ha dato il Padre … dono ad ognuno di voi! Mi ha donato il Pane e  Mi ha Donato l’Umiltà … Mi ha Donato l’Amore e  Mi ha Donato la Carità …  Mi ha Donato la Croce … e Mi ha Donato ognuno di voi e l’Umanità intera! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto: i Piccoli Giovanni … per essere Chiamati al Primo …  Uniti al Padre per Gioire per l’Eternità! Adesso Io vado ad accogliere le Spose! Lo Strumento sta Lavorando! Ogni tanto si Addormenta e poi si Sveglia e porta le Spose al Banchetto del Padre! Io vado ad accoglierle! Vi mando Giovanni! Piccolo Giovanni: (Benedice)CON LA CROCE E CON IL PANE! Pace, Giovanni! Don Vincenzo: Pace! Piccolo Giovanni: Pace, Figli! (Giovanni manda un bacio ai presenti che ricambiano) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Giovanni, visto che Mi sono fatto una passeggiata nel Giardino dove abitate voi … e ho incontrato le formiche che si sono inchinate riconoscendoMi e tutti i piccoli animaletti  … e poi ho incontrato gli uomini che Mi hanno cacciato fuori.....! Ho fatto un’altra camminata e ho incontrato da bere … ma nessuno me ne ha donato! Mi ha donato da bere un piccolo colombino e quattro rose … e all’altro colombino se ne sono aggiunti altri due … e Mi hanno donato da bere e le rose Mi hanno donato da mangiare! E Mi sono poggiato … Mi sono fermato a guardare le Meraviglie del Tuo Cuore! Ma guardando le Meraviglie del Tuo Cuore … ho visto la Guerra! Non si guarda … non c’è l’ora nel Giardino! Don Vincenzo: Non c’è ora? Piccolo Giovanni: Nel Giardino no! Don Vincenzo: E come ci si regola? Piccolo Giovanni: Ci si regola con l’Amore! Don Vincenzo: Tutto è Amore! Quello è l’orologio: l’Orologio dell’Amore! Piccolo Giovanni: L’unico Orologio che si deve guardare: quello dell’Amore che segna il Tempo del Padre! Cosa stavo dicendo sulle rose? E le rose Mi hanno donato da mangiare! E quelle rose Dio le ha Benedette! Come sono Belle! Com’è Buono il Cibo di Dio! Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì?  Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa ti ha combinato la Cocciuta? Maria: I capelli! Piccolo Giovanni: I capelli! Sono belli! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Testa alta e cuore vigilante! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Lauria è affondata! Pregate! Eeeh! … Cosa vuoi dire    vuoi un altro pezzettino di pane … vuoi questo? Ora sì che la Cocciuta ti fa la Festa! EccoMi! Ne vuoi ancora? Don Vincenzo: No! Piccolo Giovanni: Sta Mangiando l’Umanità e sta Bevendo l’Umanità sorda e cieca! Ce n’è un altro pezzettino di Umanità! Vuoi dire qualcosa, Teresina del Bambin Gesù? Parla, parla … dopo devo andare via! La Cocciuta si è Addormentata e ha portato le Spose … ed è andata anche a Lavorare e a Fermare dove ci sono i Missili che fanno arrivare i Terremoti! Parla! Don Vincenzo: Domani Teresa festeggerà ….! Piccolo Giovanni: No, Sabato … e Festeggerà due Anni che abita nella Dimora del Padre! Parla, Teresina! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Poi dopo me ne vado! Dobbiamo ancora ragionare … i Due Giovanni! Teresa: Eccomi per avermi Chiamata come Padre a vivere nella Dimora … per avermi preparata sin da piccola! Piccolo Giovanni: EccoMi! Eccomi! Questo solo? Teresa: Sto parlando … sto parlando nel silenzio! Piccolo Giovanni: Quello lo conosco già! Dì qualcosa che sentono tutti! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Lauria è affondata … c'era il deserto totale! Solo a casa Tua c'era poco poco poco di Luce … ma il resto……! Piccolo Giovanni: Adesso arriverà la Luce Forte! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Hai qualcosa da dire, viceparroco? Raffaele:  Eccomi! Questo è il Tempo che bisogna affidarsi di più a Dio! Piccolo Giovanni: E’ sempre Tempo! Raffaele:  Ancora di più! Piccolo Giovanni: E’ sempre Tempo …  che non avete nessun Altro dove mettere o poggiare il vostro capo! Raffaele:  Per noi che siamo qui dovrebbe essere al Primo Posto sempre! Piccolo Giovanni: Attimo dopo attimo! Pane Infornato, Cotto e dato da Mangiare … così come dice la Cocciuta: “Infornato, Sfornato e Pronto da Mangiare! Raffaele:  Nella stessa Misura per tutti i Fratelli!  Piccolo Giovanni: Nella stessa Misura per tutti i Fratelli! Raffaele: Senza distinzione! Piccolo Giovanni: Senza distinzione! Raffaele: Senza presunzione! Piccolo Giovanni: Senza presunzione! Raffaele: Con l'Umiltà e il Rispetto per tutti! Piccolo Giovanni: EccoMi! Raffaele: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ma quando lo Strumento alza la voce … è il Padre che gliela fa alzare per ognuno di voi e per l'Umanità intera! È così? Voi Ancelle … siete tutte con l'Eccomi? Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non l'ho sentito! Le Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Pensateci bene … perché l'Eccomi deve essere Eccomi in Pieno! Non dimenticate che Dio vede e sente ogni cosa! Adesso me ne vado! Vi chiedo solo una cosa: non gettatevi a terra! La Croce non si getta! Non gettatevi a terra! La Croce rimane sempre in piedi … sia col temporale, sia col vento, sia con tutte le bestemmie e gli sputi e l'essere derisi! La Croce rimane Alta e Trionfante … perché Trionfa! Padre, Saluta i Tuoi Figli con l'Albero Verde! Gesù è impegnato … ma vi bacia! … (bacio) … E Io vi bacio … (bacio) e vi lascio il Mio Cuore Spalancato così come il Suo! … (Giovanni e don Vincenzo Impongono le Mani sui presenti)Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi …  scendano abbondantemente per aiutarci a vivere da Cristiani! Cristo in noi! Ecco chi è il Cristiano: un piccolo Cristo! Ed ecco chi siamo noi: dei Piccoli Cristi! E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Giulia:  Cosa devo fare … Giovanni? Posso lasciare il Lavoro e andare a fare l'Altro che tu stavi Fermando? Piccolo Giovanni: Lo fermo Io! Fai il Lavoro … porta le altre Spose! Giulia: Eccomi … Giovanni! Giovanni, vado a prendere le altre Spose e dopo ci vediamo! … (bacio) … Padre, il Tuo EccoMi è per l'Eternità … così come l'EccoMi di Maria che ha donato al Tuo Cuore! Fa che i Figli diano l'Eccomi Pieno al Tuo Cuore in questi Tempi e aspetta ancora l'Umanità sorda e cieca! E visto che siete Tutti al Banchetto … salutiamo i nostri Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) … Mamma, Fiorellino Spezzato … cucite altri Vestitini di tutte le misure! Sto per portarli! Mandate la Bimba … mandate tutti i Servi Inutili a prenderli per accompagnarli con le Lodi al Banchetto Nuziale! Mamma…! Ci vediamo dopo! … (bacio)

 

 

 

 

 

 

GIOVEDI  8  SETTEMBRE  2016   

 

 

Mose’ guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi alzando il Crocifisso in alto dice:) Gesù: Tutto Mi ha donato il Padre … anche la Sua Gloria … e nella Sua Gloria Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! E nel Segno della Croce Glorifico ancora il Padre! … (Benedice) … Così com’è Lui ... siamo un tutt’Uno nella Sua Gloria, nella Sua Pace, nel Suo Amore Infinito di Padre Eterno per fare ognuno dei Figli: Eterni … e vivere nella Luce, nella Quiete, nella Pace,  nell’Amore, nell’Umiltà, nella Carità! Eterni … nel Giardino Eterno … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … Amici della Croce Eterna … che non cade mai perché Io non cado e così neanche voi cadete! Ma rimanete Legati, rimanete Inchiodati, rimanete sul Letto della Croce Eterna per Gioire e fare le Cose del Padre … Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Hai finito di Lavorare … e vedi e senti ogni cosa! Giulia: Gesù! Gesù: Come fai ad avere un Sorriso così Grande col Lavoro che stai facendo? Giulia: Quando si è Innamorati si sorride … e quando si Lavora per l’Amore più Grande … si sorride perché la Gioia è Piena! E sorridendo e lavorando per le Cose del Padre … il Lavoro diventa facile e la Croce non è Pesante: la Croce del Lavoro ... come tutti quanti dicono: “Com’è pesante il Lavoro!” Non è Pesante … se si è pieni di Gioia! Gesù … perché Tu Piangi? Mi hai chiesto del mio sorriso … adesso io chiedo: perché Tu piangi e perché quelle Lacrime di Sangue … Gesù? L’umanità è sorda ed è cieca! Eppure stanno vedendo … ma non vedono Te e non Ti chiamano ... e si lamentano di aver perso tutto … non ringraziando del Dono della Vita! Ma dimmi, Gesù … si può mai andare dietro alla cose del mondo quando si incontrano i Tuoi Occhi? Eppure dicono tutti che pregano … vanno di qua e di là … “Mi sono convertito!” E quando c'è un Terremoto e quando ci sono Fuochi di Guerra … nessuno Ti conosce e tutti Ti sputano in faccia! Ma come fai, Gesù ad Amarci così? Che stupida che sono! Ho appena detto io che l’Amore supera ogni Misura! Ma quelle Lacrime per che cosa le stai versando? No, Gesù … le Bevo io … non farle cadere sui Figli che Ti hanno sputato … donale a me … le Bevo io! Gesù … Gesù! Gesù: Non è già troppo quello che stai Bevendo? Giulia: Aspetta ancora un po’ … non hanno capito … donale a me le Lacrime … donamele! Te lo chiedo con la Forza dell’Amore: quella che Tu mi hai donato! … (la Cocciuta Beve le Lacrime) … Gesù … Eccomi per non averle fatte scendere! Gesù: Guarda … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Dove sta andando la Mamma con la Schiera dei Pargoli? Finisco di fare il Lavoro e poi La raggiungo! Lo so: altri Terremoti e altri Fuochi di Guerra....! Gesù: Invita l’Umanità a pregare e invita i tuoi Figli a pregare col cuore!  Giulia: Eccomi, Gesù … ma stappa le orecchie e apri il cuore … Tu che puoi farlo! Gesù: Non ascoltano e non vogliono vedere! Giulia: Gesù … dimmi cosa devo fare? Quando un cuore si converte … si Brucia col Fuoco dello Spirito Santo e Accende tante Fiammelle! Il mio l’ho consegnato a Te … non posso donarlo … c’è il Vuoto e i Rotoli ! Spezzettalo e donalo a tutta la Famiglia! Gesù … sia fatta la Tua Volontà … non ciò che dico io! Le Tue Parole,  il Tuo Amore non Lo sappiamo comprendere …  ma non lasciarci....! Gesù: Sono sempre con voi! Prega e fai pregare i tuoi Figli per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi! Dove mi divido? Aiutami, Gesù! Lascio il Lavoro …  vado da Maria … o vado …? Gesù: Fai una cosa alla volta … non temere! Giulia: Eccomi, Gesù! Non posso portarmi nessuno perchè devo farlo da sola! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Gesù, metto nel Tuo Cuore la Tua Famiglia e  metto nel Tuo Cuore i loro sussurri e i loro cuori che ho raccolto! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi avete donato fino a questo istante! Metto nel Tuo Cuore il niente della mia Giornata! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere! Metto nel Tuo Cuore i Figli che bussano e non li fanno entrare! Metto nel Tuo Cuore tutti i Sacerdoti, le Pietruzze e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Metto nel Tuo Cuore il Pane Quotidiano: accoglilo, Gesù! Gesù: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo … Pio … e Domenico …  nel Portarvi l’Unica Verità della Croce … (Benedice) e l’Unica Verità del Pane … Invitandovi ancora a tenerLa Alta e a viverLa nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù … Stracci Stracciati ai Piedi della Croce … rimanendo nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne e  seguendo la Via Stretta che porta al Tuo Cuore … ma donatemi la Costanza e la Forza! Gesù: Sei la Piena di Dio! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI  CALICE VIVENTE DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace a voi, Figli! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Cosa Mi dici? Don Vincenzo: Tutto è sempre in funzione dell’Amore … è tutto lì! Gesù: E’ tutto lì il  Segreto … è scoperto … ma nessuno Lo vede e nessuno Lo sente e nessuno vuole usarlo! Don Vincenzo: Forse non hanno capito … diciamo forse….! Gesù: Sì … diciamo forse! Don Vincenzo: L’Amore è Dio … e Dio è Amore … e tutto ruota intorno all’Amore … e tutto sprigiona Amore! Come si fa a non capirlo? Gesù: Come si fa a non capire che amandosi si arriva......? Don Vincenzo: E’ che noi proprio questo non lo mettiamo in pratica! Gesù: Ma guarda un po’! Tu non lo metti in pratica l’Amore? Don Vincenzo: Sempre più l’Amore è esigente! Gesù: Sì! Don Vincenzo: E proprio perché è esigente dovremmo metterlo in pratica! Gesù: Al Primo Posto! Don Vincenzo: Dovremmo farlo diventare un Uno e Trino! Gesù: Un Uno e Trino! E in Pace … senza bisticciare … essendo Uno e Trino! Vedo un sacco di Guerre! Sento un sacco di sussurri! Vedo tanti che non ubbidiscono! Vedo tanti che non guardano lo Strumento! Vedo tanti che non parlano con lo Strumento e non hanno capito chi è! Don Vincenzo: Che stoltezza! Gesù: Che stoltezza! Don Vincenzo: Come si fa! Gesù: Come si fa!  Don Vincenzo: Come si fa se lo Strumento è stato messo proprio per aiutarci, proprio per illuminarci e invece quante volte viene messo da parte e non viene capito! Gesù: E come fa lo Strumento? Fa le Cose del Padre e non lascia nessuno dei suoi Figli … così come fa il Padre! Ha Bevuto le Mie Lacrime di Sangue … Le stavo gettando sui Figli che Mi hanno rinnegato, sputato, cacciato fuori … e l’ho dovuta accontentare!  Questo è la Cocciuta! Questo è la Croce! Questo è l’Ardere dello Spirito Santo! Cosa vuoi dire ancora? Dopo Ci Doniamo! Don Vincenzo: Ci Doniamo con tutto il  Cuore! Gesù: Ci Doniamo con tutta la Croce Partorita dal Cuore del Padre … per essere Partorita dal Cuore di Maria: Madre Mia, Madre di ognuno di voi e dell’Umanità intera … Piccola Fanciulla dell’EccoMi Pieno a Dio! Tu rimani seduto e Io Mi Dono! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Raffaele: Non Ti dò il Vino … mi aspetti? Gesù: Perché non Mi dai il Vino? Raffaele: Mi aspetti? Gesù: Me lo dai … faccio Io … non ti preoccupare! Lascia fare! Ecco il Vino … versaLo! Raffaele: Eccomi! Gesù: Non Mi sono dimenticato! Le cose cambiano! Raffaele: Eccomi! Gesù: Mi Benedici, Padre? … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione!) Amen! (Raffaele versa il Vino a Gesù) … Padre, Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato e Questa E’ la Carne che Tu Mi hai Donato! … (Gesù prende un Pezzo di Pane, Lo intinge nel Vino e ne offre una parte al Calice Vivente)Don  Vincenzo: Amen! Gesù: Un po’ lascialo pure a Me! E Questo è Tuo e  Questa E’ la Carne che Tu Mi hai Donato! E ora La Doniamo all’Umanità! Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato e Questa E’ la Carne che Tu Mi hai Donato! Don  Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! … Ora Ci Doniamo ai Figli! … (Gesù Beve e Mangia il Vino e il Pane rimanenti! Poi Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) Ecco, Padre … ribenediciMi … Ci siamo Donati! … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione!) Amen! Ci Siamo Donati e Ci Doneremo per l’Eternità! E la Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! E visto che Ci Siamo Donati …  nel Giardino si fa Festa e tante Spose stanno arrivando! Tu cosa vuoi fare? Vuoi fare Festa? Vuoi ancora da Bere? EccoMi! Vuoi fare Festa ancora? Tu Mi hai Donato da Mangiare e Io Ti Dono da Mangiare! Mi hai fatto assaporare la Croce … e assaporando la Croce L’ho Bagnata col Mio Sangue per Riscattare tutti i Figli! Vuoi Mangiare ancora? Tieni! E’ il Pranzo che il Padre Dona alle Spose appena arrivate! EccoMi! Pace a voi … Figli, Spose e Mamme! Non sentite il Parto Vivo della Croce? Calice Vivente Dio, parliamo dell’Amore del Calice Vivente Dio per l’Umanità intera e per tutti i Figli! Parla, Padre … i Figli Ti ascoltano! Don Vincenzo: Sempre insisto sull’Amore perché tutto da lì dipende se impariamo ad Amare e se impariamo ad Amarci!  Gesù: Se impariamo ad Amare … impariamo a conoscere il Volto di Dio! Se l’Umanità impara ad Amare … vede il Volto di Dio! Il Cuore Immacolato di Maria Trionferà! Il Sole è Aperto … ma gli uomini non Lo vedono … ma si Aprirà ancora di più e  si Aprirà in queste Mani! AlzaLe … mostraLe ai Tuoi Figli … come  Le hai Alzate mentre c’era la Pioggia, come  Le hai Alzate mentre c’era il Vento! Alza le Tue Mani! Alzale … Imponile su tutti i Tuoi Figli … e Dona la Luce attraverso i Tuoi Occhi … e Grida il Tuo Amore ai Tuoi Figli,  Padre! … (Il Calice vivente si alza e Impone le Mani e guarda i presenti dicendo:)  Don Vincenzo: Gesù, che bello Offrirsi, Donarsi, Immergersi nell'Amore e tutto a Gloria di Dio, tutto a Gloria del Padre! Gesù: Nessuno si perde se va verso Dio! Don Vincenzo: E quello che mi piace dirTi è che tutto è all’insegna della Carità, tutto ruota intorno all’Amore e questo lo posso sperimentare quando andiamo a letto! Gesù: Lo so che le Tue sperimentazioni le fai quando sei su quel Letto di Croce! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Fai una "TAC" a tutti i Figli: la "TAC" della Giornata passata … dove tutto vedi, dove tutto senti, dove tutto porti nel Tuo Cuore! Don Vincenzo: Che bello essere Strumenti dell’Amore … essere Figli dell’Amore! Gesù: Tutto quello che l’Umanità non vede e non sente! Dove c’è una briciola di rovina … portate il Sorriso! Dove c’è un piccolo focherello acceso … portate l’Acqua dell’Amore! Dove c’è l’odio … portate il Bacio che Dio vi dona! … (manda un bacio) … Dove non c’è il Pane … portate il Pane di Dio … così Si Impasta e Si Moltiplica e Si Spezza per tutti! … (manda un bacio ai presenti) … Dove c’è rancore … portate il Sorriso della Croce e portate la Pace! Tutto ruota nell’EccoMi dell’Amore e nell’EccoMi della Croce! Don Vincenzo: Ecco il Segno dell’Amore, ecco il Segno della Croce! Gesù: Allargale larghe larghe le Braccia.....! Don Vincenzo: Ecco il Segno che Salva tutti e tutto! Ecco il Segno che non ammette rinunce e che non ammette situazioni difficili! Gesù: Tutto si risolve attraverso la Croce! Ho tolto ogni Macchia, ogni Peccato, ogni Errore … ho Donato la Vita Eterna … ho Versato il Mio Sangue sul Legno della Croce … ma l’Umanità è sorda e cieca … e non vuole ancora ascoltare, non vuole ancora capire che tutto diventa Luce, tutto diventa Pace, tutto diventa Gioia se si accoglie la Croce! Don Vincenzo: Tutto diventa Luce, Pace, Verità, tutto in funzione dell’Eternità e che Dio ci sta donando! Gesù: Le cose del mondo passano … le Tue Cose no, Calice Vivente Dio! Don Vincenzo: Tutto in funzione del Giardino! Gesù: Nel Giardino ci sono tutti i Figli che hanno donato la mano e fanno Festa! (ancora il Singhiozzo non si ferma) E lo Strumento sta Lavorando! E lo Strumento prega per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Lo Strumento Lavora sempre! Gesù: Attimo dopo attimo per le Cose del Padre! “Io faccio solo le Cose del Padre! E prego sempre secondo la Volontà del Padre e del Crocifisso! Cosa hai da dirci, Teresina del Bambin Gesù? Sì, parla! Teresa: Eccomi! Tutto è Amore … e tutto ciò che ci dice il Padre è la Verità Tutta Intera! Gesù: EccoMi! Teresa: Quindi, quando il Padre dice qualsiasi Parola … bisogna crederLo in Pieno! Gesù: EccoMi!Teresa: E basta che parli una volta sola e non si deve ripetere continuamente la stessa cosa o fare continuamente le stesse domande! Sto parlando in generale! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Lo sai che da sempre Mi hanno fatto sempre le stesse domande … e anche al Capriccioso? E le continuano a ripetere e anche al Capriccioso le continuano a fare sempre le stesse domande! Vai avanti! Teresa: Eccomi! E anche quando viene chiesto un aiuto per qualcuno che non sta bene.....! Gesù: Si chiede una volta sola … non ogni cinque minuti! Il Padre non è sordo, mentre l’Umanità è sorda e anche tutti Figli! Quando le dicono alla Cocciuta: “Ma me la fai questa preghiera?” E la Cocciuta risponde: “Sì … Eccomi!” … “Ma è sicuro che tu preghi?” … Si ha Fiducia in Dio o non si ha Fiducia in Dio? Se viene chiesta....! La Cocciuta è stata Mandata per fare il Lavoro del Padre e lo fa e non si dimentica! Perché il viceparroco è preoccupato? Raffaele: No! Gesù: Sei stanco? Eppure c’è qualcosina nel tuo cuore che fa: bum bum bum! EccoMi! Raffaele: Gesù … perché hai pianto? Se ci puoi rispondere! Gesù: L’ho detto: per quelli che Mi hanno sputato in faccia! Raffaele: E cosa hai visto?  Gesù: Cosa non ho visto o cosa ho visto? Raffaele: Cosa hai visto! Gesù: Quelli che Mi sputavano in faccia, quelli che Mi cacciavano fuori! Gliel’ho  detto alla Cocciuta e la Cocciuta ha preso le Lacrime da Bere per non farle cadere! L’ho detto? E tu l’hai sentito? Raffaele: Eccomi, ma sicuramente hai visto altro? Gesù: E se non l’avessi detto … l’avrei detto prima e non l’avrei detto dopo!  Raffaele: Eccomi! Don Vincenzo: Gesù, sulla Croce affianco a Te c’erano due ladroni! Gesù: Non erano ladroni … erano dei Figli … e non eravamo solo in tre … ce n’era una bella fila! E nessuno è morto! Si sono Addormentati e poi si sono Svegliati nel Giardino! La Storia sai com’è andata! Non c’è la Morte … c’è solo un Addormentarsi! E poi chi dà la mano, viene nel Giardino … e chi non la dà, rimane ad aspettare! Lo sai che è stato Scritto così ... tanto per fare questi che Tu chiami: "i pezzi di carta"? Facciamo parlare ancora il viceparroco! Poi parli con Giovanni! Raffaele: Gesù, fa che noi seguiamo Te come agnellini in mezzo ai lupi! E’ il canto di don Vincenzo! Gesù: Gesù, fa che noi seguiamo Te?  Raffaele: Come agnellini in mezzo ai lupi! Gesù: Eh, chi sono i lupi? Eh, eh … mò te la faccio Io la domanda a te! Pregate! Pregate! Pregate! Questo ti rispondo e rispondo ad ognuno di voi e all’Umanità intera! Don Vincenzo: Gesù? Gesù: EccoMi! L’Albero è Piantato e L’hai Piantato bene e le sue Radici sono andate Profonde e nessuno Le potrà sradicare! Adesso faccio venire Giovanni! Adesso Io vado ad accogliere le Spose che stanno arrivando: lo Strumento Le sta portando! E poi lo Strumento deve andare ad aiutare  la Schiera di Maria … e poi deve fare altro Lavoro....! Io vengo dopo e vengo con Giovanni a salutarvi … dipende dalle Spose che arrivano! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E COL PANE!(Benedice) … Ehi! Don Vincenzo: Giovanni? Piccolo Giovanni: Com’è, come stiamo con l’Albero Piantato? Le Radici sono Profonde! Pace a voi! … (Giovanni manda un bacio ai presenti) … Cosa Mi racconti? Don Vincenzo: Tutta l’Umanità è distratta! Piccolo Giovanni: Tutta  l’Umanità è distratta! Don Vincenzo: Tutta l’Umanità non capisce qual è la Via Vera che è quella dell'Amore! Piccolo Giovanni: Eh! Una sola è la Via Vera! Don Vincenzo: Quella di Dio! Piccolo Giovanni: Quella dove Maria ha Seminato le Spine per accogliere tutte le Spose! Quella è l’Unica Strada … dove ci sono le Spine … Stretta Stretta … per accogliere tutti i Figli e portarli nel Giardino! C’è una macchiolina nel tuo cuore? (Giovanni si rivolge a Raffaele) Don Vincenzo: Giovanni, tutta l’Umanità è dentro al Giardino? Piccolo Giovanni: No, non Lo vede.....drc! Ci sono tutte le Spose che hanno donato la mano! L’Umanità ancora è fuori … ma lo Strumento è Cocciuta e aspetta come aspetta il Padre che Sei Tu! E come aspetta il Figlio … e come aspetta lo Spirito Santo che è Maria … aspetta anche lei! Le è stato dato il Compito di portare tutti i Figli a Casa e di rispondere per tutti la Domandina Finale! La Cocciuta la conosci e la Cocciuta te ne vuole di bene! La Cocciuta te ne vuole di bene? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Ti fa conoscere all’Umanità intera? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E cosa fa? La Volontà del Padre? Don Vincenzo: Certo … giorno dopo giorno! Piccolo Giovanni: Certo … giorno dopo giorno … dopo giorno! E’ rimasta Cocciuta e per questo Io ho messo il Sigillo della Croce, di Sacerdozio Vivo ed Eterno! L’ho trovata Cocciuta e la trovo sempre più Cocciuta ancora … sì, deve portare tutti i Figli nel Giardino! Ve ne siete accorti quanti Rotoli sono stati Aperti? Non ve ne siete accorti! Teresina del Bambin Gesù … dopo parli con le Ancelle? Voi Ancelle mettetevi tutte in un'Unica Croce che è Una sola e non staccatevi …  fermatevi e fate un'Unica Croce e parlate della Croce! Tu spiegagli quello che devono fare! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: E Uniti rimanete su un'Unica Croce! Cosa vuoi fare? Devi parlare ai tuoi Figli! Parla a loro … Spezzettagli il Pane! Don Vincenzo: Giovanni, nell'ultimo Messaggio Dio chiama i serpenti: Fratelli! Piccolo Giovanni: Perché si sono convertiti e sono tornati ai Piedi della Croce! Don Vincenzo: Hanno trovato la Chiave della Salvezza …! E questo chissà a quante persone darà fastidio! Piccolo Giovanni: Darà fastidio a quelli che sono rimasti ancora fuori a dare fastidio ai Figli della Croce … e anche ai Grandi! Teresina del Bambin Gesù … dimmi qualcosa!  Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo: Eccomi … niente altro? Viceparroco … non vuole dire niente … tu cosa vuoi dire? Raffaele:  Giovanni, quando Tu parlavi … sapevi chi Ti diceva le bugie? Piccolo Giovanni: Certo … come anche la Cocciuta lo sa … come anche il Calice Vivente! Raffaele:  E cosa avvertivi nel cuore? Piccolo Giovanni: Le Lacrime che sono scese da Gesù! Raffaele:  Non rimanevi deluso?  Piccolo Giovanni: Ci giravo intorno e poi Mi facevo dire la Verità! Ci giravo, ci giravo! Ma alla Cocciuta questo non è stato donato e deve rimanere all'Ubbidienza! Le è stato donato solo di guardare fisso negli occhi! E quando si guarda fisso negli occhi … si smantella la bugia! Raffaele:  Quando io so che mi dicono le bugie……! Piccolo Giovanni: Come fai a saperlo? Raffaele:  Quando poi riscontri che le cose erano come tu pensavi … stai in silenzio e aspetti? Spesso e volentieri succede che ti confronti su tante cose … e poi se pensi di aver detto una cosa … per il bene non solo tuo, ma anche di chi sta di fronte … e poi ti dicono magari: “Ma no … ma che dici?” Magari o ti dicono una bugia per non farti……! Io mi fermo perché forse penso di sbagliare e allora sto in silenzio! Poi riscopro che era così e quindi dico: “Ma come? Gliel'avevo detto?” Magari troviamo un modo per farlo per il bene di quello che si parlava! Piccolo Giovanni: Ma tu devi prima spiegare su che cosa è fondata la bugia … se no i Figli non ti capiscono! Posso capire Io … ma non ti può capire nessun altro! Raffaele:  Vedi Giovanni, ci sono molte volte…… Piccolo Giovanni: Io vedo! Raffaele:  … ci sono delle situazioni … ma non solo … io non parlo della Famiglia … parlo proprio in generale … dove magari, se dobbiamo fare, che ne so … dobbiamo costruire una casa……! Piccolo Giovanni: Dove? Raffaele:  Al mare! No, al mare no! E ti dico: “Dobbiamo mettere il cemento!” E mi dici: “No, va bene anche la sabbia! Piccolo Giovanni: E va bene anche la sabbia! Raffaele:  Ma sai che il cemento è migliore della sabbia! Piccolo Giovanni: Ma quando il cemento non si può mettere … non si può mettere! Raffaele:  Io sto parlando in generale! Piccolo Giovanni: Sì … e anche Io sto rispondendo in generale! Raffaele:  Quindi … ma se poi il cemento lo metti … Giovanni … e non riesci a capire … e dici: “Perché? Lo potevamo fare prima! L'avremmo fatto comunque bene!” E allora ti fermi perché pensi di sbagliare! Piccolo Giovanni: E sì … si deve ascoltare lo Strumento e parlare con lo Strumento di tutte le piccole cose della Giornata: “Oggi mi è capitato questo! E’ giusto o non è giusto? … E oggi mi è capitata quest'altra cosa! E’ giusta o non è giusta?” Vi è stata donata per questo … ma nessuno si avvicina a chiedere di nulla, ognuno ragiona con la testa! La Cocciuta ragiona col cuore dove c'è la Croce … e lì c'è Tutto … ci sono tutte le Verità … non c'è nessuna bugia perché la Croce non dà la bugia … la Croce dà la Verità! Raffaele:  Giovanni … se mi puoi rispondere! Piccolo Giovanni: Non ti preoccupare! Raffaele:  Tu pensi che io dica bugie? Piccolo Giovanni: Io non penso …  perché non posso pensare! Il Padre agisce e Io agisco! Raffaele:  Sai … quando le cose vanno dette nella Verità… Piccolo Giovanni: Dio è Verità Infinita! Raffaele:  … la vedi sempre … Eccomi … la vedi sempre?! Piccolo Giovanni: Dio è Verità Infinita e Dio non dice mai le bugie! Raffaele:  Eccomi! Piccolo Giovanni: E i Figli di Dio non dicono mai bugie! Raffaele:  Eccomi, era questo che volevo sentire … Eccomi! Piccolo Giovanni: E voi che siete nella Vigna dovete rimanere uniti … Raffaele:  Eccomi! Piccolo Giovanni: … e non nascondervi niente … Raffaele:  Eccomi! Piccolo Giovanni: …. camminare sempre nella Verità, nella Luce, nell'Amore, nel Perdono, nella Carità! Raffaele:  … e nell'Umiltà! Piccolo Giovanni: … e nell'Umiltà! Ma Io non ne vedo in nessuno dei Figli! Hai voluto la risposta e te l'ho data! Raffaele:  Eccomi, Giovanni! Piccolo Giovanni: Non la vedo in nessuno dei Figli! Raffaele:  Siamo qui per imparare! Piccolo Giovanni: Ma da sempre … da quando ho parlato ho parlato ho parlato ho parlato … e poi Mi facevano sempre le stesse domande! Vuoi dire qualcosa, Teresina del Bambin Gesù? Parla! Parla nell'Ubbidienza della Croce! Teresa: Eccomi! Stasera, quando abbiamo cantato: "Piccolo Giovanni"… ho capito in pieno l'ultima frase! Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai capito in pieno … sicuro… sicuro? Che cos'hai capito? Dillo … in una parola sola! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Hai capito quello che si può dire! Teresa: O tutto o niente! Piccolo Giovanni: Tutto no … quello che si può dire! Questa non è una bugia … è quello che si può dire! … (Giovanni si rivolge a Raffaele) Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Quando non si può dire una cosa intera … si dice metà … ma non è una bugia! Teresa: E si capisce se ci soffermiamo sulla frase del canto su cui non mi ci ero mai soffermata così!… Piccolo Giovanni: E la capiamo! Teresa: "Lo Spirito ogni cosa vi insegnerà … e la Mia Presenza in voi si prolungherà…" Liscio … liscio! Piccolo Giovanni: E ti ci sei fermata! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi per avere a disposizione ogni attimo lo Spirito! Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Vuoi dire qualche altra Parola ai Tuoi Figli e poi dopo li salutiamo? Dagli la Luce, il Tuo Sguardo e il Tuo Amore! Dì qualche altra Parola e dona la Tua Luce e dona i Tuoi Occhi ai Tuoi Figli! Don Vincenzo: Torno sul serpente che mette paura a tutti! Piccolo Giovanni: Ma l'Amore lo combatte e anche la Croce … e non mette paura a nessuno! La Battaglia è Vincente e parte dalla Croce e dall'Amore … e il Veleno che è il serpente … viene combattuto … e dopo essere combattuto … diventa Figlio! Un Figlio ha lasciato la Casa del Padre e si è spostato più avanti … e si è portato tanti tanti tanti Figli dietro … ma poi è arrivato ad un punto che ha visto che non poteva più andare avanti … ma tornare indietro e inginocchiarsi ai Piedi della Croce! E adesso tanti tanti tanti altri serpenti … così come si chiamava il diavolo che è un Figlio … è tornato di nuovo indietro portandosi tanti tanti tanti tanti Figli! E non si può avere paura della Croce! E ce ne sono ancora che torneranno indietro e si inginocchieranno e prenderanno parte al Banchetto Nuziale e rimarranno nel Giardino! Si deve ancora pregare per tutti i Figli Ministri e per l'Uomo che indossa l'Abito Bianco! Ora puoi Salutare tutti i Tuoi Figli con l'Albero Verde! … (manda un bacio) Io vi Saluto col cuore e Gesù vi Saluta con la Croce! Don Vincenzo: La Bontà del Padre, la Misericordia del Figlio, l'Amore dello Spirito Santo … scendano abbondantemente su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri cari, su tutti i vostri fratelli, sui vostri amici, su tutta l'umanità perché ogni persona che incontriamo è Figlio di Dio come noi, è Fratello nostro come noi, è Sorella nostra come noi! E vi benedica Dio onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti:  Amen! Piccolo Giovanni: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Andate in pace! Tutti:  Rendiamo grazie a Dio! Giulia: Giovanni … c'è un Lavoro Grande da fare! Vai Tu per prima … io dopo vengo! Dò Gloria ancora al Padre per avermi donato la Sua Amicizia … per avermi lasciato la Porta Aperta per Entrare e prendere il Suo Tutto! Padre … Ti Glorifico perché Tu mi hai donato la Tua Gloria! Padre … Ti ho Donato il Mio Cuore … perché Tu mi hai donato il Tuo Cuore! Padre, bacio le Tue Piaghe … (bacia il dorso della mano di Don Vincenzo) … perché Tu mi hai donato le Tue e le tengo strette per Salvare l'Umanità e rimanere nell'Ubbidienza del Tuo Amore! Eccomi ancora per l'Eternità, Padre! Visto che tutti sono al Giardino e stanno facendo Festa e ci sono anche i Cari … ma tutte le Schiere stanno uscendo … salutiamo i nostri Cari! … (Tutti salutano i propri Cari) … Preparate altri Vestitini! Ecco le Ali di Maria che volano attraverso le Ali del Padre Alzando le Sue Mani! Mamma, Fiorellino Spezzato … preparate altri Vestiti! …(manda un bacio) … Ci vediamo dopo!  … (Alla Benedizione finale) … Don Vincenzo: La fai Tu? Gesù: La dò Io? Don Vincenzo: Sì! Gesù: La Croce che è il Mio Tutto vi accompagni su ogni Via! … (alza il Crocifisso e Benedice) … La Croce che è il Mio Tutto … vi accompagni sulla Via del Padre! … (alza il Crocifisso e Benedice) … La Croce che è il Mio Tutto vi doni la Luce per poter vedere tutte le Genti! … (alza il Crocifisso e Benedice) … La Croce che è il Mio Tutto vi Benedica col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo … Unico ed Eterno Dio per ognuno di noi … Unico ed Eterno Padre … Unica ed Eterna Mamma … Unico ed Eterno Figlio … Vivi e Reali in mezzo a noi! La Pace della Croce di Dio rimanga nei vostri cuori … portatela ovunque andate! Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! … (alza il Crocifisso e Benedice) Tutti:  Amen!  Gesù: Andate in Pace! Tutti:  Rendiamo grazie a Dio!  Gesù: Amen!  Don Vincenzo: Amen!

 

 

 

 

 

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

 

11 SETTEMBRE   2016 

 

 

FESTA DELLA CROCE VIVA

PARTORITA DA MARIA

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! La Madonna: Nel Tutto dell’Amore … Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è il Mio Cuore Immacolato! Così il Padre ha detto e così E’! Così come E’ Eterno il Padre … così lo Sono anch’Io … e così lo Siete anche voi nel Segno Tremendo della Croce … (Benedice) … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata, Mamma del Cielo e della Terra, Mamma di ognuno di voi! Nel Camminare di questa Giornata ho incontrato tanti Figli e solo in quattro Mi hanno riconosciuta e Mi hanno donato la mano … gli altri Mi hanno riconosciuta anche … Mi hanno sputato in faccia, Mi hanno girato le spalle e hanno preferito la Via Larga! Ma non Mi sono fermata … ho Camminato ancora! Ho Camminato con le Schiere e a Capo della Schiera si era messo il Padre … e neanche il Padre è stato riconosciuto: solo da due Figli e gli altri L’hanno  rinnegato, L’hanno deriso e L’hanno bestemmiato! Camminando ancora … a Capo della Schiera si è messo Gesù e L’hanno preso a pietre allontanandoLo dicendo: “Vattene … ci porti sfortuna perché non Ti fai Vendere e non Ti fai comprare!” … E Camminando ancora si è presentato a Capo della Schiera … Pio, Domenico, Carlo e i Due Giovanni … e anche Loro sono stati allontanati: “Andate via … ci date fastidio!” Ecco la Processione: “Il Mio Tutto E’ la Croce!” Gridare al Padre: “Ti appartengo … sono Tuo! L’Umanità è sorda e cieca!  Ecco il Grido dello Strumento! Figli, Fratelli e  Amici …  vengo portando il Frutto di Dio che è la Croce e il Crocifisso! … (Benedice) … Non dimenticateLi! Se dimenticate la Croce e il Crocifisso dimenticate il vostro Essere … perché Dio E’ … e voi Siete … e tutte le altre cose sono un soffio! Non legatevi! Non vi mancherà nulla! La Promessa di Dio non viene meno … quella degli uomini sì! Nulla vi viene a mancare se rimanete nella Vigna,  nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne ascoltando ogni Parola che esce dalla Bocca di Dio … e Dio usa lo Strumento e parla … come usa Me nel parlare ai vostri cuori! Apriteli, spalancateli al Grido di Dio e accogliete il Pane … Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi, Mammina! Hai indossato il Vestito uguale al mio? Chi te l’ha cucito? Sì, perdona … ho dimenticato di mettere il Velo Bianco … e ho fatto un errore grande! Mi perdoni? Dovevo mettere quello Grande sul Vestito!  Non ci sono giustificazioni! Mamma … ti chiedo perdono! La Madonna: EccoMi, Anima Mia! Il Vestito uguale al tuo Me l’hanno cucito le Bimbe: il Fiorellino Spezzato e Mamma Violetta! Giulia: Mamma, perché l’hai messo uguale al mio? Lo so che non si dice: “Perché?” Eccomi! La Madonna: Per far vedere all’Umanità che si è fatti a Immagine e Somiglianza anche col Vestito! Guarda! Giulia: Tutte le Spose e tutto il Giardino è vestito uguale a Te … anche i più piccoli! Mamma … cosa ci vuoi dire con questo? Lo devo dire subito o lo devo scrivere per consegnare al Calice Vivente? Eccomi … dopo lo scrivo e gielolo dò! La Madonna: Guarda, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Mamma! Altri Missili, altri Terremoti, altri Fuochi di Guerra! Finisco il Lavoro da fare e vado … Mamma! La Madonna: Guarda ancora, Anima Mia! Giulia: Eccomi! La Madonna: Pregate, Figlia … per tutti i Figli Ministri e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: “Eccomi” rispondo per tutti! Eccoci … Mamma! Mammina … metto nel Tuo Cuore tutta la Famiglia! Metto nel Tuo Cuore tutto quello che mi è stato donato da  sempre! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere! Ma non riesco a far capire ai Figli che Dio non abbandona nessuno … ma se non vengono a bussare alla Porta del Cuore … non posso imporlo! Dio non impone niente a nessuno! Raccolgo ciò che trovo Aperto … ma davanti alla Porta chiusa mi devo fermare! I Figli ancora non riescono a comprendere! E Voi che siete Misericordiosi … aspettiamo ancora i Figli che non comprendono, che non capiscono che io non posso violentare perché   Dio non violenta nessuno! Aspetto come Lui dinanzi alla Porta del cuore! Metto ancora nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Aspettiamo ancora, Mamma! Il Tuo Parto non dura nove mesi … il Tuo Parto E’ Eterno … così come aspettiamo ancora i Figli che sono sordi e  ciechi! Ed ecco  il niente della mia Giornata consegnato nel Cuore del Padre e nel Tuo Cuore e nel Cuore del mio Gesù! Mamma: Ultima Grazia! La Madonna: EccoMi, Ultima Grazia dinanzi al Banchetto del Padre con tutte le Schiere, con tutti i Servi Inutili, con tutte le Spose, con tutti i Pargoli,  con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane   (Benedice) … Invitandoli ancora a tenerLo Alto e a viverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Mamma! Il mio Eccomi per la Famiglia e per l’Umanità sorda e cieca! La Madonna: EccoMi, Mamma e Sposa! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Pace al tuo cuore … Giovanni Calice Vivente Dio! (don Vincenzo Segna le Mani della Madonna) Don Vincenzo: Pace, Pace! La Madonna: (La Madonna manda un bacio ai presenti e viene ricambiata) … Pace ad ognuno di voi, Figli! Giovanni, hai ascoltato il Vangelo secondo Maddalena? L’hai masticato il Vangelo che hai letto? Don Vincenzo: Il Vangelo non si finisce mai di Masticare … è sempre Nuovo! La Madonna: E’ Fresco! E’ appena Sfornato, Spezzato, Mangiato e ritorna dinuovo Intero! Don Vincenzo: E diventa Pane di Vita! La Madonna: E diventa Pane di Vita! Don Vincenzo: Pane di Amore! La Madonna: Per l’Umanità intera e per tutti i Figli! Racconta il Vangelo! Lo vuoi leggere ancora? Don Vincenzo: Sì! La Madonna: Eccolo! … (Don Vincenzo rilegge il Vangelo secondo Maddalena) Cosa senti quando leggi … cosa senti nel Tuo Cuore quando leggi … Calice Vivente Dio? Parla, parla … Padre e Sposo! Grida, alza la  Voce! Raccontami, cosa hai incontrato sulla Via in questo Giorno? Don Vincenzo: Ho incontrato  tanta tanta aridità … ma in compenso c’è stata questa Processione così Bella! La Madonna: E nella Processione il Vangelo di Maddalena: l’Eredità! E’ Bella! Don Vincenzo: Così Vera! Tutto è stato fatto con Amore! La Madonna: E il Pane è stato Infornato e Sfornato con Amore: la Parola! Guarda i Tuoi Figli! … (Don Vincenzo  guarda i presenti) … Guardali tutti … e guarda le Ancelle! Don Vincenzo: Che belle! La Madonna: Che belle! Lo Strumento sta Lavorando  ed  andata a prendere la mano dei Figli! Parla ai Tuoi Figli, Dona il Tuo Sguardo, dona la Tua Luce, dona il Tuo Sorriso! Dio non lascia l’Umanità sorda e cieca … Dio aspetta l’Umanità sorda e cieca! Teresina del Bambin Gesù vuoi … vuoi parlare? Teresa: Eccomi! La Madonna: Parla! Teresa: Eccomi, Mammina! La Madonna: EccoMi! Teresa: E’ un Grande Dono per tutti noi quello di oggi! La Madonna: EccoMi! Teresa: Innanzitutto la Festa:  la Festa della Croce Viva Partorita da Maria … quindi  da Te! La Madonna: EccoMi! Teresa: E già questo è Grande! La Madonna: Vai avanti! Teresa: Eccomi! E poi è Grande il Dono che ci è stato fatto con il Vangelo di Maddalena! La Madonna: EccoMi e verranno gli Altri! Teresa: Eccomi! Maddalena è stata sempre  messa da parte, è stata scartata! La Madonna: Come è stato scartato Gesù e come è stato scartato il Padre! Teresa: Eccomi! E nella Semplicità e nella Dolcezza di Maddalena, nello  spiegare con Parole Semplici la Sua Vita accanto a Gesù! La Madonna: Tutto nella Semplicità … perché così è Dio! Vai avanti! Teresa: Eccomi! La Sua Vita semplicemente fatta di Amore verso il Padre, verso di Te, verso Gesù e verso i Figli che il Padre Le ha donato! La Madonna: EccoMi! Teresa: E ognuno di noi è Suo Figlio! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi, Eccomi! La Madonna: EccoMi! Voi Ancelle … siate pronti e preparati! Dio vi ha Chiamato come Ancelle … ma vi Chiama a Lavorare! Ancelle: Eccomi! La Madonna: Siate pronti e preparati! Ancelle: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Vuoi parlare ancora? Teresa: Eccomi! Per chi non c’era Giovedi spieghiamo che la Processione ci è stata  chiesta da Domenico! La Madonna: EccoMi!  Teresa: Tutti i Servi Inutili hanno avuto come Punto di riferimento la Croce … e Domenico in particolare … nulla faceva senza la Croce! La Madonna: Il Suo Tutto E’ la Croce! Teresa: Ed è questo che in questo Giorno vuole … attraverso di Te che hai Partorito per prima la Croce! La Madonna: Vai avanti! Teresa: Eccomi! Tu per prima hai Partorito la Croce e poi il Crocifisso! La Madonna: EccoMi! Teresa: E così in questo Giorno ancora una volta vieni a dirci Tutto! La Madonna: EccoMi! Teresa: Con la Croce! La Madonna: EccoMi! Teresa: DonandoceLa ancora!  La Madonna: EccoMi! Teresa: PartorendoLa ancora … così come il Padre La sta Partorendo attimo dopo attimo! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! E ognuno di voi deve imparare a riconoscersi come Croce … ogni attimo  a Partorire la Croce … ad Accogliere la Croce, i Chiodi! E’ per questo che il Padre ci ha donato il Soffio della Vita! La Madonna: EccoMi! Teresa: Per riconoscerci, per abbracciarci e per sprigionare Amore dalla … diciamo …  Sofferenza dei Chiodi! La Madonna: EccoMi! Teresa: Anche se … come ben sappiamo … sono stati accolti con Amore da Gesù, da Te e dallo Strumento! La Madonna: EccoMi! Teresa: E se accolti con Amore non danno Dolore … ma il Dolore del Chiodo è Gioia Piena … è Gioia Infinita … è Gioia Eterna! La Madonna: EccoMi! Teresa: E accogliere i Chiodi e la Croce e riconoscerci come Croce … è donare la Vita Eterna ai nostri Fratelli e all’Umanità intera! La Madonna: EccoMi! Teresa: E questo è il nostro Compito come Chiesa Nuova: quello di accogliere il Piccolo Peso che ci è stato dato dal Padre! La Madonna: Padre … hai ascoltato l’Ancella dell’Amore? E ora vi Benedico: La Croce Viva vi doni la Vita Eterna … vi doni la Pace Eterna … vi doni la Misericordia di Dio!  PortateLa nelle vostre case … portateLa ai vostri nemici! Gridate: “Il Mio Tutto E’ la Croce!” E vi Benedica Dio Onnipotente nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen! La Madonna: Salutate i vostri Cari! Ora Innalzate la Lode del Magnificat al Mio Cuore Immacolato e Addolorato! Adesso Saluta con la Croce i Tuoi Figli! Don Vincenzo: E vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorifichiamo Dio con la nostra Vita e andiamo in Pace! Tutti: Rendiamo Grazie a Dio! La Madonna: (Impone le mani sui presenti) Andate nelle vostre case, portate ovunque il Dolore di Dio per l’Umanità sorda e cieca … Figli! Andate in Pace con la Croce! Tutti: Eccomi!

 

 

 

 

GIOVEDI 15  SETTEMBRE  2016     

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi dice:) … Gesù: Nel Pane Spezzato Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! E nel Pane Spezzato e sempre Unito … come sono Unite le Braccia della Croce … Glorifico ancora il Padre Altissimo per indicarvi la Via dove Abito Io! … (indica il cuore) … Potete raggiungerLa amandovi, rispettandovi, non facendo violenza sui vostri corpi … sono fatti a Immagine e Somiglianza di Dio, del Figlio di Maria, di Maria … un tutt’Uno col Padre, un tutt’Uno con le Braccia e l’Albero Verde della Croce! … (Alza il Crocifisso ) … Voi non capite ancora cosa significa essere Piantato in questo Luogo? E’ così semplice da capire! Sono Vivo e Reale in mezzo a voi e il Padre ha Piantato l’Albero della Croce … così come ha Piantato ognuno di voi: fatti Nascere dal Suo Grembo, dal Suo Cuore Partorito da Dio … non Pensati … Partoriti per essere Figli, Fratelli e Amici del Cuore della Croce … che è Viva e Reale … ed è in mezzo a voi, Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi, Gesù! Dove stai andando, Gesù? Cosa porti in quella Cesta? Gesù: Guarda! Giulia: Non c’è ne pane e né pesce! C’è ancora del Sangue e rimane senza cadere! Dove Lo porti, Gesù? E cos’è? Che significato ha quel Sangue? Gesù…! Dove Lo versi, Gesù? Me Lo fai Bere a me? Aspettiamo ancora? Gesù: Ora non Lo puoi Bere! Giulia: Me Lo conservi? Dopo vengo e Lo vengo a Bere! ConservaLo, Gesù … e aspettiamo ancora … sono Figli, li hai Chiamati: “Figli” e sono per l’Eternità … e Tu sei Misericordioso e Perdoni! Mi avete Donato l’Ultima Domanda! Dovrò decidere … sempre nell’Ubbidire al Padre! Conservami quella Cesta col Sangue, Gesù! Gesù: EccoMi, Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda ancora! Giulia: Eccomi! C’è una marea di Figli che corrono senza meta … ma in molti cadono! Fammi fermare quella Polvere, Gesù! Gesù: Non puoi fare tutto questo Lavoro … Anima Mia!  Giulia: Con la Tua Forza e la Forza della Croce lo posso! Me L’avete donata voi la Forza e mi avete Invitata ad aiutarVi! Se mi avete dato la Forza e mi avete chiesto: “Vuoi aiutarCi?” … lo posso fare nell’Ubbidienza e nell’Ascolto al Tuo Cuore e al Cuore del Padre e al Cuore di Maria! Gesù….! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Ci sono tutte le Schiere, ci sono i Pargoli! Posso prendermi qualche Schiera? Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, Ti consegno tutta la Famiglia, i loro sussurri e i loro cuori … e tutto quello che ho raccolto nella Giornata fino a questo istante! Ti consegno tutto quello che mi hai Donato da sempre! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere e tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Prendi, Gesù … il niente della Mia Giornata! Gesù: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto del Padre! EccoMi con tutti i Servi Inutili … con tutte le Schiere … con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico nel Portarvi … (Benedice) … l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane Invitandovi ancora a tenerLo Alto e a viverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei … e nell’Invitarvi ancora ad essere Croce nella Croce! Giulia: Eccoci, Gesù … Stracci Stracciati, Servi Inutili dopo aver Lavorato rimanendo ai Piedi della Croce: “Ho fatto ciò che dovevo fare … ma ai Piedi della Croce!Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI GESU’DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Shalom! Gesù: Altri Fiori che Sbocciano dinanzi ai Piedi della Croce! EccoMi! Pace ai vostri cuori! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Mi racconti la Giornata di questo Giorno? Don Vincenzo: E’ sempre una Giornata negativa da parte della Fede! Non si riesce a capire che tutto è in funzione della Fede e invece si cercano le cose del mondo … quello che il mondo può dare! Il mondo può dare solo tristezza e si vive  senza rendersi conto che invece la Vera Gioia è solo nella Fede! Ma non ce la fanno e si vede! Gesù: Cosa bisogna fare, Calice Vivente?  Don Vincenzo: Pregare! Gesù: E come si deve pregare? Don Vincenzo: Offrendosi al Padre e poi offrendo la Croce Vittoriosa! Gesù: E poi dicendo: “Padre Nostro - Ave  Maria! Padre Nostro - Ave  Maria! Don Vincenzo: E’ che la Croce viene messa da parte e a volte vista non come una Grazia … ma come una disgrazia e poi è chiaro che tutto crolla … tutto! Gesù: Eeeh!  Don Vincenzo: Quando invece la Croce viene abbracciata … tutto si solleva e tutto acquista il Vero Senso della Vita! Che bello scoprire la Croce! Che bello metterLa al Primo Posto! Che bello! Gesù: E cosa si deve mettere ancora al Primo Posto? Don Vincenzo: L’Umiltà! Qualunque cosa senza l’Umiltà … non vale niente! Gesù: Si diventa negativi senza l’Umiltà … Calice Vivente-Dio! Don Vincenzo: Eeeh! Gesù: Eeeh! Che bel sospiro! E cosa hai incontrato sulla Via? Don Vincenzo: Sempre la tristezza … perché è chiaro che il mondo non può dare la Gioia … e tutto si ricollega alla noia, alla lamentela, alla rabbia.....! Gesù: La Gioia è Piena da parte di Dio e da parte del Figlio di Dio e da parte di Maria … ma da parte degli uomini non La vedono! Don Vincenzo: E si lamentano! Gesù: E si lamentano!  Don Vincenzo:  E si cerca sempre nei soldi la soluzione! Gesù: Se si è Piccoli e Poveri si arriva all’Eredità di Dio! Possono anche servire … ma il cuore si deve legare alla Croce! Se non si lega il cuore alla Croce … si lega al dio-denaro … e lì si va sulla Via Larga e si perde la Stretta! Cosa hai incontrato ancora? L’hai incontrata la Principessa … così come la chiami tu?  Don Vincenzo: Eh, siamo andati a trovare l’ammalata, la vecchietta … che ogni volta che io parlavo si faceva il Segno di Croce! Gesù: Ti ha riconosciuto allora? Don Vincenzo: Chissà! Aveva 85 anni! Gesù: Un pochettino di più! Lo sai ... facendosi il Segno della Croce Ti ha riconosciuto! Don Vincenzo: E insieme a quella vecchietta … c’è quella che l’accudisce in un atteggiamento di Servizio! Gesù: In atteggiamento di Servizio! E in atteggiamento di Servizio Mi ha riconosciuto anche lei … così come ha riconosciuto il Padre! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ci Doniamo? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Allora Ci Doniamo! EccoMi! (Gesù si alza e si inginocchia ai Piedi del Calice Vivente) … Mi Benedici … così possiamo Donarci? … (il Calice Vivente Lo Benedice) … Amen! (il viceparroco versa il Vino a Gesù che ne dà un po’ al Calice Vivente) … Questo è il Sangue che Tu Mi hai Donato! (il viceparroco porge un Pezzetto di Pane a Gesù) … Questa è la Carne che Tu Mi hai Donato! … (Gesù Intinge il Pane nel Vino e ne Dona da mangiare al Calice Vivente. Poi Gesù Intinge il resto del Pezzetto di Pane e Mangia e Beve) … Questo è il Sangue Versato per Amore e la Mia Carne che ho Donato per Amore! … Ora Ci Doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … BenediciMi, Calice Vivente Dio … (Il Calice Vivente Lo Benedice) … Amen! Ci Siamo Donati nella Gioia Piena … e la Pasqua è  Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Vuoi parlare ancora della Croce che si è Bagnata … e nel Bagnarsi ha Versato il Sangue per Riscattare ogni Figlio? Don Vincenzo: Dacci Tu la Lezione sulla Croce! Gesù: EccoMi, ti dò la Lezione che Mi ha Donato il Calice Vivente Dio: ha Chiamato una Fanciulla per essere la Madre del Figlio di Dio … e la Fanciulla ha risposto: “EccoMi!” … e nel rispondere EccoMi ha Abbracciato la Croce in Pieno … e quando L’ha Abbracciata ha Partorito la Croce e il Crocifisso … e nell’Umiltà ha Donato il Figlio all’Umanità intera per essere Riscattata da ogni macchia, da ogni peccato … e rimanere Figli di Dio fatti ad Immagine e Somiglianza della Croce e di Dio! E’ una Lezione Piccola Piccola ma Grande Grande!  Don Vincenzo: Questa Parola d’Amore … viene sempre scartata: “La Croce? Per amore di Dio…..!Gesù: Lo sai perché viene detto così? Perché i Figli Ministri hanno insegnato ai Figli che la  Croce è una disgrazia: “Andate a chiedere la Grazia a Maria di togliervi la Croce!  Don Vincenzo: Mentre  invece tutto da lì parte!  Gesù: E come mai i Preti hanno insegnato a dire ai Figli: Andate da Maria a chiederGli di togliervi la Croce!”? Don Vincenzo: Già c'è la Festa di ieri: l’Esaltazione della Croce! Gesù: Ma vanno ad inginocchiarsi dinanzi alla Croce dicendo: “Toglimi la Croce! E oggi vanno da Maria a dire: “Toglimi la Croce!” … E se si toglie la Croce … si annientano i Figli e si cancellano da soli!  Don Vincenzo: Tutto lì! Senza Amore la Croce non si capisce! Con l’Amore la Croce diventa amorevole! Gesù: Diventa amorevole! Don Vincenzo: E perciò dobbiamo fare in modo di non disprezzarLa più e di non scartarLa più! Tutto parte dalla Croce! Gesù: Tutto parte dalla Croce! Don Vincenzo: Tutto! Gesù: E così il Padre ha chiamato Maria: “Croce … Chiesa Nuova!” E così siete Chiamati tutti voi: Croce e  Chiesa Nuova nel Vigilare, nell’essere pronti e preparati ai Tempi che sono già Scesi! Non devono Scendere, ma sono già Scesi! Calice Vivente Dio … adesso Io vado ad accogliere tutte le Spose che sta portando lo Strumento … ce ne sono tante … ma andrà qualche Pargoletto a prenderLe! Lei fa avanti e indietro! E le Bimbe li accompagnano con le Lodi insieme a tutti gli Altri! Io faccio venire Giovanni e vado ad accogliere tutte le Spose che hanno Donato la mano! Piccolo Giovanni:  CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Benedice) … Pace al tuo cuore, Giovanni … sono Giovanni, il  Capriccioso! E Pace a voi! Don Vincenzo: Pace al tuo cuore … Giovanni! Piccolo Giovanni: Sì, siamo i Due Giovanni e dobbiamo completare il Solco!  E sì, ancora ce n’è un bel poco! E’ nelle Tue Mani come nelle Mie e il Solco Lo dobbiamo terminare! E poi dobbiamo far Trionfare il Cuore Immacolato di Maria per l'Umanità e per tutti i Figli che rimangono nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Mangia un Pezzettino di Pane e un po’ di Vino … così Lo mangio anch’Io e Lo bevo anch’Io! Aspetta, ti diamo l’acqua e dopo il vino! Tutto nella semplicità, tutto in diretta … senza le quinte che nascondono! Questo è Dio allo scoperto! Ecco ... ed ecco! Ne vuoi un altro Pezzettino di Pane? Dio Si Dona in un Pezzettino di Pane e in un Bicchiere di Vino! Ciao, Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ciao, Marì! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ciao a tutti! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Vedi, anche le mosche fanno Festa! E’ andata bene … ha trovato la Bevanda Giusta … ma l’Umanità ancora non L’ha trovata la Bevanda Giusta! Don Vincenzo: Difatti, l’altro giorno si parlava dei serpenti … che sono velenosi sì … ma sono Fratelli nostri … Creature del Padre come siamo noi: Figli! Piccolo Giovanni: I serpenti di cui si parlava sono il Veleno ..... che è si è inginocchiato alla Croce!Don Vincenzo: E i Figli corrispondono ad una sola Domanda: “Chi sei tu?” … E di fronte a questo … c’è una sola risposta: Dio E’! E se Dio E’ … Siamo tutti di Dio! E se Siamo tutti di Dio … Siamo tutti Figli del Padre! E se Siamo tutti Figli del Padre abbiamo un unico Obiettivo: l’Eternità! Piccolo Giovanni: Io ci Abito e anche Tu ci Abiti e tutti i Figli che hanno donato la mano! Don Vincenzo: Quando si ha questo Obiettivo .. ogni Risveglio mattutino è una Festa .. perché ci regala l’Amore di Dio e tutto diventa bello in ogni secondo di quel giorno! Che bello essere Figli del Padre! Che bello sperimentare il Suo Amore! Che bello! Piccolo Giovanni: Che bello avere un Giardino preparato da Dio per tutti i Figli … e un Banchetto Nuziale dove c’è sempre Festa! Molte Spose stanno entrando a prendere parte e ad ognuno di loro viene donato il Forno come Primo Compito … e poi mettersi in fila alle Schiere per Pulire ciò che è sporco! E tutte quelle che stanno entrando hanno questo Compito: mettersi dietro le Schiere e Lavorare! C’è tanto tanto Lavoro da fare perchè gli uomini sporcano e i Figli di Dio puliscono nell’Amore, nella Quiete e nella Gioia del Padre! E Noi dobbiamo terminare il Solco … e fare arrivare il Regno di Dio Nuovo … anche se il Regno di Dio è in mezzo agli uomini … ma gli uomini hanno sporcato il Regno di Dio! Si Aprirà come si Apre il Cuore Immacolato di Maria che è il Sole Pieno … e tutte le Genti vedranno la Gloria di Dio! Tutto è nelle Nostre Mani … Unite alle Mani di Maria, Unite alle Mani del Padre! Don Vincenzo: Tutto rientra nell’Amore! Piccolo Giovanni: Tutto rientra nell’Amore! Don Vincenzo: E solo lì e soltanto lì!  Piccolo Giovanni: E solo lì è la Pianta Piantata da Dio: la Pianta dell’Amore, la Pianta della Croce: il Crocifisso! Allarga le Braccia! Le Allargo anch’Io! Don Vincenzo: Giovà, come siamo lunghi! Piccolo Giovanni: Aspetta, adesso lo siamo ancora di più! (Giovanni e il Calice Vivente si uniscono con le Braccia Allargate) … Allarga la Tua Mano! Ecco … e se tutta l’Umanità Allargasse le mani? Don Vincenzo: Che bello sarebbe! Piccolo Giovanni: Che bello! E così sarà quando Si Aprirà e Trionferà il Cuore Immacolato di Maria! Don Vincenzo: Che bello! Piccolo Giovanni: Che bello! … (Don Vincenzo legge la scritta posta sul Grande Crocifisso del Padiglione) Ecco l’Albero della Vita”! Piccolo Giovanni: Ecco l’Albero della Vita! … (Giovanni indica il Calice Vivente)Don Vincenzo: Piantato sul Giardino dell’Amore! Piccolo Giovanni: Piantato sul Giardino dell’Amore dove tutti i Figli vengono Chiamati … così come vengono Chiamati al Banchetto Nuziale! Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E con questo Amore … Tu Saluta con l’Albero Verde e Io Saluto lasciando il Mio Cuore ad ognuno di voi! … (Giovanni manda un bacio e viene ricambiato) … Saluta con l’Albero Verde! Don Vincenzo: Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Amen! Amen! Piccolo Giovanni: Amen e Amen! Calice Vivente Dio … l’Umanità è nelle Tue Mani … e tutti i Figli chiedono: “Padre, abbi Misericordia di noi!” Papà, Ti Amo e ridona ad ognuno di loro lo Sguardo del Tuo Amore e la Paghetta della Divina Misericordia che E’ Maria e il Suo Ardere d’Amore! Don Vincenzo: Eccomi! Piccolo Giovanni: DonaLo ancora! Papà, dona il Tuo Sguardo ai Tuoi Figli! … (il Calice Vivente guarda ognuno dei presenti) … DonaLo anche a Me il Tuo Sguardo … così Io Ti dono il Mio! … (Giovanni e il Calice Vivente si guardano e si mandano un bacio)Giulia: Giovanni, vai a spegnere quel Missile....? Io vengo dopo a portare le altre Spose e a venire a prendere il Sangue della Cesta! Piccolo Giovanni: EccoMi! Giulia: Eccomi! Gesù, hai delegato Giovanni? Ma tutti quanti sono al Banchetto Nuziale! Ci sono tutti i Cari … li possiamo salutare? … (tutti salutano i Cari) …  Eccoci! Avete tanto Lavoro da fare: dovete cucire tanti Vestiti e preparare tanti Anelli! Ci vediamo dopo! … (manda un bacio) … Eccomi, Eccomi … Fiorellino Spezzato!

 

 

 

 

GIOVEDI  22  SETTEMBRE  2016 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia:  Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! … (Gesù per un po' è in silenzio, poi dice:) Giulia: Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre!  Gesù: Nel Seme gettato ho Glorificato il Padre! … (Benedice) E nel Seme che è diventato Albero … Lo Glorifico ancora il Padre Altissimo … Invitando ognuno di voi e l’Umanità intera a Glorificare Dio e a rendere Grazie a Dio di tutto quello che Dona ai Figli e all’Umanità intera … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Rendete Grazie al Padre per avervi donato la Vigna! Rendete Grazie al Padre  per avervi donato un’Arca e i Remi! Rendete Grazie al Padre per avervi donato le Capanne! Rendete Grazie al Padre che vi Dona il Soffio di Vita Eterna! Camminiamo mano nella mano Combattendo ancora i Falsi Profeti e il Veleno che cammina, Figli Miei  nell’Umiltà e nella Semplicità! … (Benedice) … Amatevi gli uni gli altri! Siate l’Unica Chiesa: la Chiesa Nuova del Cuore Immacolato di Maria … Madre Mia …  Madre di ognuno di voi e Madre dell’Umanità intera … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Nei Passi che stiamo camminando … fermatevi e guardate il Volto di Dio che è Vivo e Reale in mezzo a voi! Cocciuta Divina…? Giulia: Eccomi, Gesù .. sono un po’ raffreddata … ma Eccomi! Gesù: Sei raffreddata di raffreddore o raffreddata di Lavoro? Giulia: E’ il Lavoro, Gesù … Tu lo sai! Gesù: Io lo so!  Giulia: Gesù,  ogni tanto Ti vedo anche a Te raffreddato … ma il Tuo raffreddore da dove viene? Dal Pianto? Di solito, quando si piange tanto … poi c’è anche un po’ di raffreddore! Ma Piangi Lacrime di Sangue … e quando Tu Piangi Lacrime di Sangue il raffreddore è anche Sangue! Gesù: Gli uomini di grande Scienza dicono che sono fatto di un Soffio! Sì, il Soffio del Padre … ma c’ho la ciccia e le ossa! Giulia: E sì … Li vedo e Li sento e Li tocco, Gesù … ed essendo Vivo … non puoi essere una nuvola! Gesù, il Tuo Pianto che significato ha ora, in questo istante?  Gesù: Guarda! Giulia: Eccomi, Gesù! Lo stanno preparando adesso? Non posso andare piano piano? Manda qualcun altro a fare ciò che sto facendo … e vado a combattere ciò che stanno preparando? Mi fai andare, Gesù? Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia: Eccomi … Anima Mia! Gesù: Ma guarda ancora! Giulia: Eccomi! Gesù … cosa posso fare? Allargare le Braccia sul Letto della Croce! Non è poco! Allargando le Braccia sul Letto della Croce non è poco … è tanto per tutto quello che ho visto! Gesù: E Invita i tuoi Figli alla Preghiera col cuore! Invita i tuoi Figli all’ascolto della Parola! Giulia: C’è poco ascolto e poca comprensione! Accoglici così, Gesù … così come siamo, così come ci hai Scelti!  Gesù: Rimanete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Giulia: Eccoci, Gesù! Eccoci,  Gesù! Gesù: Guarda ancora e ciò che vedi aggiungilo nel Vuoto dove sono i Rotoli! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Giulia:  Gesù, metto nelle Tue Mani tutto quello che mi avete donato da sempre … la Famiglia, i cuori, i sussurri! Gesù, metto nelle Tue Mani il niente della mia Giornata! Gesù, metto nel Tue Mani coloro che si sono affidati alle mie preghiere! Gesù, metto nelle Tue Mani tutti i Sacerdoti, le Pietruzze e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Gesù, metto nelle Tue Mani l’Umanità sorda e cieca! Accoglila ancora, Gesù … e accogli il niente di questo Giorno! Gesù:  EccoMi col Banchetto di Dio! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti  i Servi Inutili! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori …  Figli Miei! Giulia: Eccomi, Gesù … Pieni del Tuo Amore nell’entrare nel Tuo Cuore: Unico Rifugio Eterno! Eccoci, Gesù! Gesù: EccoMi … Anima Mia! Don Vincenzo: Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO! Pace ad ognuno di voi, Figli! … (Gesù manda un bacio ai presenti) Cosa c’è da raccontarMi in questo Giorno, Giovanni Calice Vivente Dio? RaccontaMi la Giornata!  Don Vincenzo: Tutto ruota attorno all’Amore! Dio è Amore! Gesù: Sì, EccoMi! Dio è Amore!  Don Vincenzo: E tutte le Cose che fa … le fa per Amore! Ecco perché noi non Lo capiamo … perché noi non facciamo le cose per Amore … ma per egoismo, ma per tornaconto! Tutto è Amore!  Gesù: Tutto è Amore … perché Dio E’ Amore … e il Figlio che Sono Io E’ Amore … e Mia Madre che E’ Mamma vostra E’ Amore … e così tutti i Servi Inutili hanno così Amato da Donare Amore! Parla … racconta ai Tuoi Figli la Storia della Giornata! Quelle sono cose solo scritte dagli uomini … Io non le ho scritte!  Don Vincenzo: Dio E’! Gesù: Dio E’ e rimane da sempre! Don Vincenzo: E siccome E’ … fa l’Essere … crea l’Essere … ed è un Essere di Amore … e Tutto ruota a questo Amore! Mi hai chiesto cosa ho incontrato! Ho incontrato l’Amore … ma Piccolo Piccolo! Gesù: Ti ha donato tanta, tanta Gioia … anche se era Piccolo Piccolo? Don Vincenzo: Eh, sì … l’Amore, anche quando è Piccolo … è Grande … perché è un Linguaggio di Amore che si diffonde! Gesù: E quando si diffonde dove arriva? Don Vincenzo: Ovunque!  Gesù: Non ha né Limiti e né Misure! E come Padre Buono … hai gioito? Il Sacerdozio è Dio … il Padre è Dio … e hai gioito? Don Vincenzo: Come il Padre Buono fa … ha fatto tutto Buono! Gesù: E’ Bello il Tuo Sguardo … donaLo! Guarda i Tuoi Figli … tutti vogliono i Tuoi Occhi, il Tuo Sguardo! E’ una Luce che non si cancella! E’ un Faro che non si spegne e Illumina tutto e tutti … e rimane il Segno dell’Amore Divino che non tradisce! E l’Amore di Dio rimane in Eterno! Don Vincenzo: Che Bello guardare uno a uno!  Gesù: Che bello guardare i Tuoi Figli che aspettano il Tuo Sguardo … che aspettano la Tua Parola … che aspettano il Tuo Pane Quotidiano! Ma non si fermano e corrono di qua e di là!  Adesso Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! ( Gesù si inginocchia per ricevere la Benedizione) Padre, BenediciMi … così possiamo DonarCi! … (Il Calice Vivente Lo Benedice) … Amen!   (Il viceparroco porge a Gesù il bicchiere col Vino e Gesù ne dà da Bere al Calice Vivente) … Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato! (Il viceparroco porge a Gesù un Pezzetto di Pane che Gesù intinge nel Vino e poi Lo dona da mangiare al Calice Vivente! Anche Gesù Beve e Mangia.)   Questa E’ la Carne che Tu Mi hai Donato! Questo E’ il Sangue che ho Donato per mezzo del Padre! Questa E’ la Carne che ho Spezzato per mezzo del Padre per l’Umanità intera e per ognuno di voi! Ora possiamo DonarCi! (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!)  E ora BenediciMi!  Ci Siamo Donati? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria! Ci Siamo Donati e Ci Doneremo sempre nell’Amore senza Limiti e senza Misure! E il Padre E’ Vivo e Reale in mezzo a voi e non vi lascerà mai … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Teresina del Bambin Gesù … cosa vuoi dire? Teresa: Eccomi! Giovedì prossimo ci è stata Donata una Festa che coincide con la Data in cui lo Strumento è stata registrata al Comune! E’ Nata il 28 ed è stata registrata il Giorno dopo che è il 29! Gesù: Sì, è stata Partorita dal Padre ed è Scesa sulla Terra! Teresa: Eccomi e la Festa di Giovedì sarà proprio la Festa del Pane Vivo Intero Spezzato! All’inizio non avevo capito! Gesù: Ora hai capito? Teresa: Eccomi! Gesù: E cosa hai capito? Teresa: Non avevo collegato la Data con la Festa! Eccomi!  Gesù: EccoMi! E’ finita tutta qui? Teresa: Eccomi! Gesù: Vai avanti! Teresa: Eccomi! E’ su questo che dobbiamo riflettere tutti … anche se non smettete mai di dircelo attimo dopo attimo chi è lo Strumento! E nonostante … penso quasi tutti abbiamo più o meno compreso … chi più e chi meno…! Gesù: Chi niente … chi zero spaccato! Vai avanti! Teresa: Eccomi! Non riusciamo a mettere da parte la mente … diciamo così … che poi così è! Gesù: Eh! Teresa: E a lasciar parlare e vivere solamente il cuore! Dio ci ha Creati come corpo … e quindi abbiamo un  cuore e una mente … ma ciò che deve comandare non è la mente … ma il cuore! E questo non significa che non dobbiamo pensare, che non dobbiamo ragionare … anzi …! E’ che poi  tutto deve essere messo sotto la Luce del Cuore, sotto la Luce dell’Amore! E’ così che dobbiamo pesare noi ogni cosa che facciamo … e anche ciò che riceviamo dagli altri! Gesù: EccoMi! Teresa: Ed è così che saremo Pesati e Giudicati alla Fine da Dio: in base all’Amore che abbiamo saputo donare e che abbiamo saputo riconoscere! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Quindi è semplice … basterebbe solo mettere da parte la mente!  Gesù: E fare agire il cuore! Vai avanti! Teresa: In questo modo si eliminerebbe tutto! Eliminando il pensare … si eliminerebbe la gelosia … si  eliminerebbe: “Quello mi ha fatto quello … questo mi ha fatto ….!” e vedremmo solo il cuore e  vedremmo solo ciò che c’è nel cuore! E nel cuore ci è stato messo solo l’Amore … e non c’è altro, non c’è l’io, non c’è l’odio! L’odio proviene dalla mente … e il cuore è stato Lavato e Pulito! E lo Strumento ogni attimo pulisce i cuori di ognuno di noi e dell’Umanità intera! Gesù: Li pulisce, li raccoglie e li consegna al Padre … ma non ve li toglie! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Non c’è più niente? Teresa: Eccomi! E’ che … pur vedendo ciò che c’è qui e ciò che c’è fuori … ognuno di noi nel piccolo e nel  grande ha ricevuto una Grazia in questo Luogo … e come Grazia non intendo solo una cosa fisica … ma anche e soprattutto un fatto spirituale … eppure non riusciamo ad  aprire completamente gli occhi del cuore e lasciarci andare a ciò che Dio ha preparato per ognuno di noi … senza mettere sempre il puntino su ogni cosa! Gesù: Al posto del puntino dovete guardare i Chiodi! … (Gesù mostra il Crocifisso) Teresa: Eccomi! Gesù: E guardando i Chiodi … si guarda il cuore … e così non si mette più il puntino su nessuno dei Figli … ma si guardano i Chiodi! E Li avete visti anche Vivi attraverso lo Strumento! Lo Strumento adesso sta Lavorando … ma ci sono i Miei … (Gesù mostra le Mani) … sempre Spalancati per tutti e per l’Umanità intera! Hai altro da dire? Vai avanti! Poi parla un po’ il viceparroco … poi parlo un po’ Io … poi parla un po’ Giovanni! Siamo impegnati, dobbiamo preparare una Grande Festa, ci sono i Servi Inutili: Raffaele, Michele e Gabriele … e la Festa deve essere preparata! E poi ci sono tutte le Spose! Ma ci sono anche tutti i rumori del mondo da sistemare! Hai chiuso … non devi dire più niente niente? Teresa: Eccomi! Gesù: Vicepà,  andiamo bene? Raffaele: Eccomi per essere venuto! Gesù: Perché … non dovevo venire? Raffaele: Eccomi! Gesù: Siamo super impegnati, ma Io vengo sempre: ve l’ho Promesso! Raffaele: Beati noi per tanta Grazia! Gesù: No, i Beati li fanno gli uomini! Voi non siete Beati … voi siete: Figli! E i  Beati li fanno con i soldi!  Raffaele:  Non volevo dire questo! Gesù: E sì, questo significa: Beati! I Beati …  quando poi li mettono sugli Altari … prima li uccidono e poi: “E’ Beato!” … “Beato Raffaele Angelo….!” Il Cognome non ci vuole …. e via dicendo, eeeh! Guardati e Scelti dal Padre per affidarvi la Vigna e per coltivarLa … e donarvi un’Arca e i Remi dove poter aggrapparsi nel Mistero che è Vivo e Reale in mezzo a voi … e donare le Capanne … ed  essere Chiesa Nuova! Più di questo cosa vi deve donare il Padre? I Beati …..! Quando incontrate qualcuno e vi dicono: “Beati voi!” … “No, Baciati col Sangue di Dio siamo … perchè siamo Suoi Figli … fatti a Sua Immagine e Somiglianza!” I Beati sono quelli pagati, venduti e comprati … come viene comprato e venduto il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che è Maria! La Parola più Bella: “Sono Figlio … non sono Beato! Sono Figlio!” E quale Gioia più Grande ... quale Dono più Grande appartenere alla Figliolanza di Dio! Ne avete di più Grande? Tutti: No!   Gesù: Non dimenticatelo: siete Figli di Dio e Io sono vostro Fratello … ho Versato il Mio Sangue … e sono anche vostro Figlio e Amico! Mi volete ancora? Tutti: Eccomi! Gesù: EccoMi! Perché Mi guardi così? Raffaele: Perché Ti amo!  Gesù: Anch’Io … così come Amo l’Umanità intera e ognuno di voi … Scelti uno ad uno … Chiesa Nuova! Non Mi fare lo sguardo da pesce! Raffaele: No! Gesù, dovremmo imparare ad  avere rispetto per la  Croce e per il Crocifisso e inginocchiarci col cuore e non con la mente … senza fare  cerimonie … ma dovremmo solo imparare ad essere rispettosi della Grazia che abbiamo e dare il Giusto a Dio per ricambiare quello che Lui ci dona attimo dopo attimo! Gesù: Il Padre vuole solo il vostro Amore e vuole essere chiamato: “ Papà da tutti i Figli …  e riconoscerLo e farLo conoscere nel Silenzio e nell’Umiltà! E’ questo che chiede il Padre …   Piccolo Piccolo … niente di Grande … essere chiamato: “Papà” … ed essere Amato così come Lui vi Dona l’Amore! E’ questo che dovete fare! E’ tanto difficile amarsi gli uni gli altri? E’ tanto difficile donarsi la mano e formare un Unico Cuore che batte: bom bom bom bom come batte quello del Padre per ognuno di voi … che è Vivo e Reale ed è in mezzo a voi? Parla! Raffaele: Se ci facessimo molto più Piccoli ... arriveremmo bene!  Gesù: Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto per essere Chiamati al Banchetto Nuziale! I Piccoli Giovanni sono così: Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto nel Lavorare nella Vigna! E quando è terminata la Giornata si rimane Servi Inutili: “Ho fatto quello che dovevo fare … col Tuo Amore e con la Tua Grazia! Quando aprirò gli occhi … rifarò dinuovo daccapo la mia Giornata! Raffaele:  Nel Silenzio! Gesù: Nel Silenzio … senza  fare tanto chiasso … così come si va avanti e indietro: “Eh, io sono venuto mandato da Dio per Lavorare!” Manifesti di qua, manifesti di là … e tutto il resto! Io vengo nel Silenzio e così anche i Figli di Dio devono camminare nel Silenzio! Quando parlavo non Mi mettevo a gridare perchè i piccoli paesini erano sempre piccolini … e Mi sono venuti dietro! Ma quando hanno visto che non ero il Re e neanche il Politico che faceva fare i soldi … se ne sono andati! Mi hanno dimenticato e sono andati a preparare la Festa per mangiare … la Festa per divertirsi e hanno dimenticato il loro Amico! Ma Io non  ho dimenticato nessuno e non dimenticherò nessuno! Sono stato Mandato … così come è stata Mandata la Cocciuta … così come siete stati Raccolti! E nessuno dei Figli si perderà! Camminano su Vie Larghe, camminano su Vie che dicono che: “Quella è la Retta Via!” … ma lo Strumento è stata Mandata per  raccogliere tutti i Figli senza lasciarne uno! E’ il suo Compito … così come è il Mio Compito:  portare tutti i Figli al Banchetto Nuziale! Ma lo Strumento deve anche Lavorare .. fermare i Flagelli … e prendere le Spose! Ognuno di voi ha un ruolo da fare: Sacerdoti, Suorine! E’ tutto chiaro e limpido ciò che ho detto! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Adesso Io vado ad accogliere le Spose e viene Giovanni a parlare con ognuno di voi! … (Gesù manda un bacio e Benedice) Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! EccoMi, Padre! … (guarda il Crocifisso) … Il Tuo Pane è Pane di Vita Eterna e il Tuo Sangue e Sangue di Vita Eterna! Nel Partorire la Croce attraverso Maria … hai Partorito anche Me … e il Tuo Amore è Infinito! …  (Giovanni manda un bacio ai presenti) … State tutti bene? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Pace a voi! Vi invito a pregare per la Chiesa crollata … per tutti i Figli Ministri … per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ma vi Invito a pregare per tutto quello che è Sceso in questo Giorno! E pregate per lo Strumento! E l’Amore è Grande ed è Tanto! La sua Forza è la Forza della Croce! E si poggia Abbracciando forte  forte i Chiodi! E’ stato bello quando Mi ha chiesto: “Glieli togliamo a Gesù … così Lo facciamo riposare un po’?” … E Io gli ho risposto: “Ho capito cosa vuoi fare in questo Giorno!” Si teneva nelle mani il Crocifisso e con le dita Accarezzava i Chiodi dicendo: “Questi sono Piccoli …  ma gli altri sono Grandi!” E lei Li porta attimo dopo attimo nelle mani e nei piedi per Amare ognuno di voi … nella Stessa Misura del Padre che porta i Chiodi e i Dolori Forti del Parto per tutto quello che sta scendendo per l’Umanità sorda e cieca! … Compa Nicò? Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Nicola: Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Comma Marì? Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: Eccomi sì o Eccomi no? Maria: Sì, Eccomi sì! Piccolo Giovanni: Eccomi sì! Tu cosa dici,  Teresina del Bambin Gesù? Belle Ancelle di zio Mario … le volete fare ancora le Ancelle? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Non è piccolo questo: “Eccomi”? Non ci vuole un po’ più di Armonia? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Cosa vuoi dire, Teresina? Tu cosa vuoi dire, viceparroco? Come la vedi l’Umanità … col cuore, non con la mente? Raffaele: Non c’è più Amore! Piccolo Giovanni: E cosa si deve fare? Raffaele: Affidarsi a Dio! Piccolo Giovanni: E chi si affida a Dio oggi? Raffaele: Nessuno! Piccolo Giovanni: Ma voi vi affidate a Dio visto che siete venuti ad incontrarLo? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: E quando uscite fuori poi cosa fate? … “Ciao ciao  arrivederci … e al prossimo Giovedì forse sarò un po’ più attento!” Tu che dici? Raffaele: Giovà, io credo che molti pensiamo che Dio deve intervenire, che deve fare qualcosa!  Piccolo Giovanni: Dio è già Intervenuto! Raffaele: Ci fanno sempre credere che la colpa di tutto quello che succede è di Dio! Piccolo Giovanni: Tutto quello che succede è per mano dell’uomo! Dio ha Creato un Giardino bello bello Pieno di  tutto ciò che desiderano i Figli! E’ tutto fatto per i Figli ... e se Dio E’ Dio e ha Creato il Giardino dove non manca nulla … non può far succedere le cose brutte! Dio è per le cose Belle … le cose che non passano mai! Questo è Dio … non quello che dicono quando non si ha Fede: “Dio ha fatto questo! Dio ha fatto quell'altro! Dio ha fatto quell'altro ancora…!” Ma non guardano chi li sta imbrogliando: gli uomini! E si va dietro agli uomini e si ascoltano gli uomini … ma non si ascolta Dio che parla! E il Padre Buono aspetta e lo Strumento invita sempre: “Papà, aspettiamo … sono Figli!” EccoMi! Raffaele: Giovà, quando siete al Banchetto … parlate di tutto quello che succede?  Piccolo Giovanni: No, vediamo attimo dopo attimo e non c’è bisogno di parlare! Si parla di Gioia … si accolgono le Spose … si dà il Compito da fare … si esce fuori con le Schiere a Pulire! Ma il Giardino è già Pulito da sempre … perché Dio è da sempre! E Dio è Pulito …  non è sporco! Quando viene sputato e quando viene bestemmiato … viene sporcato l'Abito … ma Pronte le Spose a pulirLo! Non c'è bisogno di parlare! È ai Figli che Dio parla e indica la Via Stretta … indica la Croce e dona la Mano dicendo: Figli, sono vostro Padre … con tutti i Dolori che l’Umanità Mi Dona Io vi Amo e vi aspetto!” EccoMi! Raffaele: Cosa hai visto in questo Giorno nell’Umanità? Piccolo Giovanni: Ciò che hanno fatto vedere allo Strumento e lo deve tenere nel Silenzio dove c’è il Vuoto e dove ci sono i Rotoli … e Lavorare! Raffaele: E’ aumentato il Lavoro per lei?  Piccolo Giovanni: Tanto, tanto … al punto che lei non c’è mai e al posto suo rimango Io, rimane Maria e rimane Gesù! Il Padre L’avete in mezzo a voi! Rimane qualche altro Servo Inutile: Piuccio, Domenico! Pregate per Piuccio! Lui è in mezzo a voi … ma pregate per tutto quello che Lui ha fatto e viene Venduto e Comprato … e Piange! DateGli un sorriso standoGli vicino! E’da quella parte! (Indica la Dimora) … Vuoi parlare un po’, Teresina del Bambin Gesù? Dopo devo andare! Teresa: Eccomi!  Piccolo Giovanni: EccoMi! Solo: Eccomi … niente altro? Figli, non perdete la Via Stretta e rimanete sempre sulla Via Stretta … così come ve L’ho indicata da sempre! E rimanete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Non conoscete i Tempi … ma li state vedendo! Aprite i vostri occhi … aprite i vostri cuori alla Porta di Dio che è Vivo e Reale in mezzo a voi! Non dimenticate la Mia Promessa: “Rimarrò in mezzo a voi!” E Unito al Calice Vivente Dio … chiuderemo il Solco … e il Cuore Immacolato di Maria Trionferà … e tutte le Genti vedranno! E l’Ultima Domanda è nelle mani dello Strumento! Non dimenticatelo, Figli Miei … non dimenticatelo! Ma pregate, pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! E Vigilate: i Falsi Profeti avanzano e il Veleno è rimasto all’Ultimo Strascico ed è il più Velenoso! Ora devo andare! … (Innalza il Crocifisso) Con l’Ordine di Gesù e del Padre … Io vi Benedico! Io, Giovanni … vi Sigillo uno ad uno col Sigillo della Croce! Ovunque andate ... portate il Grido della Croce! Ovunque portate un sorriso … portate il Sorriso della Croce … portate i Passi che avanzano passo dopo passo: il Passo della Croce! Dio Misericordioso lascia scendere su di voi, sui vostri nemici, sui vostri amici, su tutta l’Umanità che è Figlio e Fratello … il Segno Tremendo della Croce … Figli Miei! Il Mio Tutto E’ la Croce! Il Mio Grido E’ la Croce! Il Mio Amore E’ la Croce! Il Mio Letto E’ la Croce … dove posso poggiare il Mio Capo! E’ questo l’Amore che il Padre vi dona attimo dopo attimo! Andate in Pace e portate ovunque la Pace di Dio … Figli Miei! Giulia: Giovanni … mi mandi qualcuno a prendere le Spose? Io devo fare un altro Lavoro! Dopo vengo! Piccolo Giovanni: Padre, lascia scendere il Tuo Manto e copri i Tuoi Figli! Lascia scendere il Tuo Amore e falli Ardere! Lascia scendere la Tua Quiete per poter distendersi sul Letto della Croce! E Aspetta ancora l’Umanità sorda e cieca … lasciando la Paghetta della Divina Misericordia che E’ Maria … su ognuno dei Figli e dell’Umanità! Il Padre: Amen, Figli! Cullatevi sul Mio Cuore che Arde d’Amore per ognuno di voi! E vi Benedico, Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo che è Maria!   Tutti: Amen! Il Padre: Andate in Pace! Tutti: Rendiamo Grazie a Dio!

 

 

 

 

 

 

 

GIOVEDI 29 SETTEMBRE 2016

 

FESTA DEL PANE  VIVO  INTERO  SPEZZATO

 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre!  Gesù: (Gesù Benedice) … Nel Progetto del Padre c’è la Croce … e nel Progetto del Padre c’è il Suo Amore … e nel Suo Amore Glorifico il Padre Altissimo ora e per l’Eternità! (Benedice ) Nel Progetto del Padre ci siete tutti … così come c’è l’Umanità intera … così come c’è l’Umanità intera sorda e cieca! Nel Progetto del Padre ci siete tutti voi: Chiesa Nuova! Vigilate, Chiesa Nuova! Unico Tabernacolo: Maria, Mia Madre e Mamma di ognuno di voi, Mamma dell’Umanità intera! Nell’Allargare le Braccia sul Letto della Croce vi ha chiamati: “Figli” e vi ha accolti .. ed è l’Ultima Grazia per ognuno di voi e per l’Umanità intera … Figli, Fratelli ed Amici del Mio Cuore! Festa Grande nei Cieli! Posso parlare … Cocciuta? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Festa Grande nei Cieli, nel Giardino, nella Vigna, nell’Arca, nei Remi per lo Strumento! Il Padre ha preparato il Banchetto e lei ha donato i Frutti del suo Amore nel Lavorare e nel Lavorare, nel Lavorare, nel Lavorare … così come ha Promesso: “Per l’Eternità!” E così chiede ad ognuno di voi: “Lavorate, Figli per il Padre che vi dona tutto e non vi fa mancare nulla!” Non dubitate della Parola di Dio … Figli Miei, Fratelli ed Amici del Mio Cuore e camminate sempre sulla Via Stretta … non perdeteLa … è Segnata dalle Spine nel Segno Tremendo della Croce (Benedice ) Figli Miei! Cocciuta Divina? Giulia: Eccomi, Gesù! Cos’hai in mano, Gesù? Gesù: E’ il Dono del Mio Cuore!  Giulia: Gesù, il Dono più Bello è vedere i Tuoi Occhi e fare le Tue Cose, le Cose del Padre! Gesù: Non vuoi accogliere il Dono del Mio Cuore? Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: PrendiLo! Giulia: Gesù, non Lo sporco l’Abito che mi stai per donare? Gesù: No, Anima Mia! Giulia: Quando dovrò indossarLo? La Data la metto nel Vuoto dove ci sono i Rotoli? Ma poi posso dirlo al Calice Vivente Dio … anche se L’ha  preparato Lui? Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Il Padre nel Lavoro di questo Giorno mi ha fatto vedere ciò che stanno preparando! Gesù, accendi un po’ di Fuoco in più nel cuore di tutti i Figli e dimmi cosa devo fare! Gesù: Ciò che il Padre ti ha fatto vedere … Anima Mia! Giulia: Gesù, i Grandi non si fermano … il Tuo Dito può fermarli … ma so che Tu aspetti … e nell’aspettare Soffia sull’Umanità e accorcia ancora i Tempi! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Immolati per tutto quello che vedi … Immolati come tu sai fare! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù, Ti consegno la Famiglia, i loro cuori che ho raccolto, i sussurri! Ti consegno il niente della mia Giornata … e il Cuore ce l’hai già … e avendo il mio Cuore hai anche i miei Anni! … Ti consegno tutte le Ancelle … io non le so guidare … guidale Tu! Gesù: Ti sono state consegnate … e sai guidare tutti i Figli! Giulia: Eccomi, Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere e quelli che non possono farlo! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco!  Ecco ancora il niente della Mia Giornata … accoglilo, Gesù! Gesù: EccoMi … Sposa, Mamma, Figlia e Sorella! Giulia: Eccomi, Gesù! Benedetto il Frutto di Dio che è Vivo e Reale in mezzo a noi! Benedetto Dio ora e per l’Eternità nel Suo Amore Infinito! Gesù: Benedetta tu fra tutte le Donne! Giulia: Eccomi! Gesù: EccoMi con il Banchetto di Dio! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice)   Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a viverLi nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Rimanete nella Vigna … rimanete nell’Arca … rimanete nei Remi … rimanete nelle Capanne … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, CALICE VIVENTE DIO! (Il Calice Vivente Segna la Mano di Gesù e  Gesù Bacia le Mani del Calice Vivente) … Pace ad ognuno di voi! … (Gesù manda un bacio a tutti i presenti) … Cosa c’è sotto il Tuo Sorriso? Don Vincenzo: C’è la Via Stretta che dobbiamo prendere: è la Via della Salvezza! Ecco perché sorrido! Gesù: E’ Bello il tuo Sorriso! Siamo Tutti e Tre in un Unico Pezzo di Pane! … Cosa racconti ai Tuoi Figli … cosa c’è nel tuo Cuore di questa Piccola Formichina che offre gli Anni al Padre? Don Vincenzo: Tutto passa per l’Amore e tutto diventa Amore!  Gesù: Anche i suoi Anni consegnati al Cuore del Padre! Parla … i Tuoi Figli Ti ascoltano! Don Vincenzo: Siamo tutti Benedetti … perché stando qui dentro si usufruisce della Benedizione Divina! Essere Benedetti da Dio! Che Grazia! Gesù: Ma Tu non dai più della Benedizione come Sacerdozio Vivo ed Eterno che è Dio?  Hai donato più della Benedizione … hai donato la Vita Eterna! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Parla ancora … parla, Padre … i Figli ti ascoltano! Don Vincenzo: Tutto parte dal Padre! Tutto E’! E proprio perché Tutto E’ … è Tutto del Padre! Guai se dimentichiamo questo! Gesù: Lo devi ricordare e gridarlo ai Tuoi Figli! Don Vincenzo: Lo dobbiamo gridare giustamente a tutti! Gesù:Giustamente! Quando siamo sordi … si deve gridare! Don Vincenzo: Dirlo a tutto e a tutti questo Amore Eterno! Tutto parte da quel: “” di Maria! Che Grazia! Gesù: Tutto parte dal: “” di Maria che è l’Ultima Grazia per l’Umanità intera e per tutti i Figli! Vogliamo DonarCi? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Ci Doniamo! Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: Tu rimani seduto … e Io Mi Dono al Posto Tuo! Tu ci Sei Intero! EccoMi! Padre, BenediciMi affinchè Mi possa Donare nel Tuo Amore! … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice Vivente che Lo Benedice) … Amen! (il viceparroco porge il Vino a Gesù che Lo Innalza e dona da Bere al Calice Vivente) … Padre, Questo E’ il Sangue che Tu Mi hai Donato! … (Gesù dona un Pezzetto di Pane al Calice Vivente) … Padre, Questa è la Carne che Tu Mi hai Donato! Me ne prendo un Pezzo! … (Gesù Intinge il Pane nel restante Vino e Lo Mangia! Poi, prima di Bere, Innalza il bicchiere col Vino dicendo:) … Questo è il Frutto dell’Amore di Dio per ognuno di voi e per l’Umanità intera! Ora Ci Doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!) … Padre, BenediciMi! Amen! Ci siamo Donati e la Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Don Vincenzo: Amen! Gesù: Amen! Nella Gioia Piena Ci siamo Donati … siamo entrati nei cuori … e nei cuori si fa Festa quando si entra e c’è Gioia Piena quando il Padre entra! E sì, quando ci Abita il Padre … quando ci Abita il Figlio che sono Io … si fa Festa … e la Festa è Grande … così come è Grande dinanzi al Banchetto dove tutte le Spose gioiscono! Cosa hai incontrato ancora in questo Giorno? Don Vincenzo: Ho incontrato tanta distrazione! Il mondo pensa ad altro e non pensa a mettere Dio al Primo Posto … non pensa a capire che c’è un’Eredità senza fine! Gesù: Una Eredità senza fine! Don Vincenzo: Non ci pensa … ha altre cose a cui pensare! Gesù: Ma Noi pensiamo ai Figli! Li hai Pensati da sempre … e nel Pensare da sempre non li lasci mai … così come non li lascio Io … Uniti al Cuore di Maria, Mamma, Sposa e Chiesa Nuova che Lavora … così come Lavora lo Strumento e non si ferma in questo Giorno! Dona il Tuo Sguardo … dona i Tuoi Occhi ai Tuoi Figli! Ecco, tutti aspettano i Tuoi Occhi! Tutti li aspettano … e Io so cosa stai dicendo con lo Sguardo! E anch’Io voglio il Tuo Sguardo, anch’Io desidero il Tuo Sguardo, Padre … e così l’Umanità! Don Vincenzo: Questo è uno Sguardo d’Amore Penetrante! Gesù: Per chi Lo sa accogliere! Uno Sguardo d’Amore Penetrante! Parla ancora! Don Vincenzo: Bisogna mettere Dio al Primo Posto! Bisogna nelle nostre ore quotidiane  trovare lo spazio anche quando la Croce bussa … ma è un bussare d’Amore … e questo ci dovrebbe facilitare, questo dovrebbe insegnarci a mettere la Croce al Primo Posto, a mettere Dio al Primo Posto, a mettere il Crocifisso al Primo Posto, a mettere l’Eternità al Primo Posto! Che bello questa parola: Eternità! E’ un Atto di Amore Infinito … e tutto per Amore del Padre … e tutto per entrare nei nostri cuori! Che Grazia essere qui dentro … che Grazia partecipare a questo Banchetto di Amore! Gesù: Nel Giardino Infinito dove tutto è Fiorito, dove tutto Sboccia! Nel Giardino Infinito di Dio … quel Giardino che diventa Sangue … Sangue di Vita Eterna per tutte le Genti … così come Ci siamo Donati!  Teresina del Bambin Gesù, vuoi dire qualcosa? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! La Festa del Pane Vivo Intero Spezzato … che è lo Strumento! Non ci sente! Gesù: No, dove è adesso, no … ma poi se le viene detto … non lo so ….! Teresa: Che sei Tu … che è Ciò che il Padre ci ha Donato … che è la Verità Tutta Intera! Gesù: EccoMi! Teresa: E lo è lo Strumento perché attraverso di lei ci viene Donata la Verità Tutta Intera! Gesù: EccoMi! L’hai saputa girare la minestra bene, bene! Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Non hai più niente da dire? Solo questo? E ti pare poco? Tu dici che hanno capito? Non dici niente altro? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Solo: Eccomi ... per adesso? Adesso facciamo parlare il viceparroco? Don Vincenzo: Oggi è la sua Festa! Gesù: Sì … e vediamo cosa ci dice! Hai incontrato qualcuno nel Giorno della tua Festa? Non hai incontrato nessuno? Raffaele: Ho incontrato tanti … è stata una Giornata intensa!  Gesù: Di lavoro! Ma non hai incontrato nessun altro in tutta la Giornata? Non hai incontrato il Calice Vivente e lo Strumento? Raffaele: Eccomi! Gesù: E lo devo dire Io? Raffaele: Eh, Gesù! Gesù: EccoMi! Raffaele: Quando …..! Gesù: Quando c’è la nuvola si deve far scaricare e farla piovere … e così quella nuvola è vuota e tutto il resto è libero e si vede chiaro! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Tanti auguri! … (si applaude) Raffaele: Gesù, ci dici chi erano Gabriele, Raffaele e il Servo Inutile Michele?  Gesù: Ve l’ho già detto: Servi Inutili … come tutti voi! Raffaele: Ed è come è stato scritto, Gesù? Gesù: No, Servi Inutili! Stiamo venendo a portare la Verità Tutta intera! Quella scritta non è la Verità Tutta intera! Vi è stato già detto tante, tante volte … in compagnia e in privato! Raffaele: Gesù, è Festa Grande? Gesù: Al Banchetto del Padre, sì! Tra di voi? Alcuni: Eccomi! Gesù: E’ Festa Grande al Banchetto del Padre! Raffaele: Gesù, prendi un bacio per Piuccio! Gesù: Gli devo dare un bacio a Piuccio? Perché non glielo dai tu? Gli ha mandato un bacio a Piuccio! Perché hai mandato un bacio a Piuccio? Raffaele: Perché Lo hanno Rivenduto e Ricomprato … e Rivenduto e Ricomprato! Gesù: E anche adesso lo stanno facendo! Raffaele: E non si fermano! Gesù: C’è il Tempo del Padre! Dovete saperlo aspettare nell’Amore, nella Carità e  nell’Umiltà! E’ il Tempo che non si Venderà più e non si Comprerà più! Raffaele: Gesù, è un Grande Dono stare qui … per tutti! Gesù: E’ l’Eredità di Dio che ha Donato ai Propri Figli! Raffaele: Dovremmo prenderne conoscenza! Gesù: E sì, in Pieno … non a piccole parti … in Pieno! L’Eredità viene Donata tutta ai Figli … e il Padre L’ha consegnata ad ognuno di voi così: come Chiesa Nuova, come Arca e come Remi e come Capanne! Raffaele: Nel Tempo di Dio! Gesù: Nel Tempo di Dio che E’ in mezzo a voi: è Vivo e Reale! Adesso Io devo andare via e viene Giovanni e poi … se le Spose non Mi trattengono … vengo a Salutarvi … se no vi Saluta Giovanni! … (Gesù manda un bacio) Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE!(Giovanni Benedice e poi bacia la Mano del Calice Vivente) Don Vincenzo: Giovanni …! Piccolo Giovanni: Com’è Bello il Tuo Sguardo … come Brillano i Tuoi Occhi! Ma dimmi un po’ … glieli hai fatti gli auguri allo Strumento? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Io anche ... e glieli ho fatti donandogli un’altra Spada nel Cuore per salvare l’Umanità e fermare i Fuochi di Guerra e i Terremoti che producono gli uomini! Sono questi i Doni che lei aspetta! Quale Regalo aspettate voi dal Padre? Alcuni: Che ci sia sempre! Piccolo Giovanni: E non è mai mancato … siete voi che mancate!  Il Padre E’ … e nessuno Lo può mai cancellare! Quale Regalo i Figli aspettano dal Padre? Don Vincenzo: Il Regalo dell’Amore …  il Regalo di vivere la Giornata sapendo che quella Giornata è scritta nell’Amore, nell’Umiltà, nella Mitezza, nella Carità! Tutto parla di Amore … tutto è Amore! Piccolo Giovanni: Così come Io dico: “Io Campo alla Giornata! Ma alla Giornata di Dio che è Amore …  alla Giornata di Dio che è Carità … alla Giornata di Dio che è Piccolo come un Bambino! Don Vincenzo: La Giornata di Dio che è la Croce: la Perla di tutte le Perle … se La si capisce, se La si abbraccia! Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi … cos’è lo Sguardo di Dio verso i Figli! Don Vincenzo: Lo Sguardo dell’Amore per far crescere i Figli, per mettere i Figli nella Dimensione dell’Amore! Ecco perché i Figli vengono curati! Verità, Croce, Umiltà … tutto rientra nel Giardino … tutto fa sì che il Giardino Fiorisca … e non può che fare questo … perché tutto ruota attorno all’Eredità!  Piccolo Giovanni: Ma i Figli non si devono dimenticare di pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Sì, è giusto pregare per tutti i Figli Ministri e per tutti quei Cristiani che si trovano in difficoltà! Piccolo Giovanni: E sono in Grande Difficoltà! Don Vincenzo: Pregare! Piccolo Giovanni: Pregare! Don Vincenzo: E’ l’Arma del Fedele, è l’Arma del Soldato di Cristo, è l’Arma dell’Amore!  Piccolo Giovanni: E i Figli sono tutti Soldati …  Soldati con la Spada del Pane Intero Spezzato! E tutte le Suorine e tutti i Sacerdoti vivete nell’Amore del Pane Intero e Spezzato … Intero ma Spezzato! Gesù è andato ad accogliere le Spose che Io ho lasciato dinanzi al Banchetto! Don Vincenzo: Giovanni … Giovanni …! Piccolo Giovanni: EccoMi! Padre, rimani con noi a prendere parte agli Anni dello Strumento … al Pane che Si Spezza attraverso le Ancelle … che Si Spezza ancora attraverso di loro! Guardale! Don Vincenzo: Che belle! Piccolo Giovanni: Sono tutte Belle e ognuna di loro ha un Compito! Ma voi pregate ancora e siate coscienti che Dio E’ Vivo in mezzo a voi: il Pane Intero … ma è Spezzato e ritorna Intero! Don Vincenzo: Giovanni, dacci la Forza! Piccolo Giovanni: Tu devi donare la Forza … Sei il Calice Vivente Dio! Don Vincenzo: Dacci l’Amore! Piccolo Giovanni: E il Sacerdozio Vivo ed Eterno è Dio che Dona l’Amore a tutti i Figli! Don Vincenzo: Dacci l’Umiltà, dacci la Carità, dacci di abbracciare la Croce, dacci di non sporcare più il Giardino, dacci la Mitezza, la Bontà, la Luce dell’Amore! Piccolo Giovanni: Giovanni, Tu ci Doni il Tuo Sacerdozio Vivo ed Eterno che arriva fra pochi giorni … quando Ti sei Donato per tutta l’Umanità … quando sei diventato Sacerdote Eterno? Don Vincenzo: Ah, il 1°Ottobre sta per arrivare … e sono diventato Sacerdote il 1°Ottobre 1983! Piccolo Giovanni: E prima ... cosa hai fatto? Ti sei Spezzato e Donato nel Silenzio e nel Nascondimento … dove tutti Ti vedevano, ma non Ti vedevano! EccoMi! ... Ciao, Nicò! Nicola: Eccomi! Piccolo Giovanni: Ciao, Marì! Maria: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi a tutti quanti! Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Tu vuoi dire qualcosa? Vuole parlare Teresina del Bambin Gesù! E lo stesso Giorno della Tua Ordinazione è anche il suo Onomastico! Ehi! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo: Eccomi? Teresa: Eccomi! Ci manca un’Ancella! Piccolo Giovanni: Lo so ... è lì seduta! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Niente altro? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! E fra poco vi Saluto … quando parla il viceparroco … e poi le Ancelle devono fare un Compito Grande! EccoMi, viceparroco! Raffaele: Giovanni, è una Data Importante oggi … è un concentrato di Festa! Piccolo Giovanni: Un concentrato di Festa? E’ una Nascita … è la Festa dei Servi Inutili … è il Dono di Dio: Panicello che Si Spezza! Non è un concentrato … è un Pane con tanti Pani che si Innalzano dinanzi al Cuore del Padre! I concentrati li fanno gli uomini … Dio no! Dio fa il Pane perché è Pane … e Dona il Cibo a tutta l’Umanità intera e ad ognuno di voi! Voi Vigilate e non fate bruciare il Pane! Raffaele: Giovanni, non si parla più di Pace! Piccolo Giovanni: Vi è stato già annunciato che ci saranno tanti Fuochi di Guerra! Ma lo dimenticate! Non dovete dimenticarlo! E’ dall’inizio che lo Strumento è in mezzo a voi che si parla di Guerra … e non c’è Pace! Gli uomini non La vogliono! Dio è Pace … è Amore … ma gli uomini vogliono la Guerra! Voi rimanete nella Pace di Dio! Raffaele: Eccomi! Don Vincenzo: Giovanni … è bello rimanere nella Pace … costruirla la Pace …  difenderla! Piccolo Giovanni: La Chiesa Nuova Partorisce la Pace … se si ascolta! Don Vincenzo: Pregare, Pregare! Piccolo Giovanni: Ma Pregare col cuore! EccoMi! Mano nella mano nel chiudere il Solco e nel far Trionfare il Cuore Immacolato di Maria! Ora Saluta l’Umanità! Don Vincenzo: Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Padre, Io Ti Benedico e Ti Lodo per tutto quello che Mi hai Donato! Indegnamente come Sacerdozio Vivo ed Eterno … ho Donato ai Figli tutto quello che Tu Mi hai Donato! Uniti nell’Unica Croce abbiamo camminato l’Unica Via: quella Stretta … Uniti a tutti i Servi Inutili Inchiodati sulla Croce … nel fare Trionfare il Cuore Immacolato di Maria, Madre e Sposa e Figlia! … (Gesù manda un bacio a tutti i presenti) … Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Unito al Padre, Unito a Giovanni, Unito a Maria! Amatevi gli uni gli altri nel Cuore che Batte dinanzi a voi! … Voi, Ancelle? Ancelle: Eccomi! Gesù: Alzate il vostro Grido al Cuore della Croce! Ancelle: Eccomi! Gesù: EccoMi! Padre di Misericordia Infinita … fai Scendere il Fuoco del Tuo Amore, il Fuoco della Sposa sull’Umanità intera … e Dona ancora Giorni ai Tuoi Figli, a quelli lontani, a quelli vicini, a quelli che non Ti vedono! Aspetta ancora l’Umanità sorda e cieca! Benedici i Tuoi Figli nel Tuo Amore Infinito! Io vi lascio il Mio Cuore Spalancato! Padre, Benedici Alzando le Tue Mani e alzando i Tuoi Occhi ... Benedici i Tuoi Figli alzando i Tuoi Occhi col Segno Tremendo della Croce! Don Vincenzo: Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tutti: Amen! Gesù: Amen! Cocciuta Divina…?  Giulia: Eccomi! Gesù: Compi il tuo Lavoro! Giulia: Eccomi! … (manda un bacio)