LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

NOTIZIE DALLA STANZA DI GESU’

TIMPARELLE (CS)

 N° 196

GENNAIO 2017

 

Messaggi  tramite lo Strumento Giulia

 

 

 

GIOVEDI 5 GENNAIO 2017  

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: (Benedice) … Nel Mietere e nel Raccogliere … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! E nel Mietere e nel Raccogliere con la Croce … Invito ad ognuno di voi a prendervi come Croce e a portarvi … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! … (Gesù Innalza il Crocifisso dicendo:) … Ecco la Croce: è fatta a Immagine e Somiglianza di ognuno di voi! Se vi sporcate … La sporcate! Se maledite … voi stessi maledite la Croce! Vigilate! Tenetevi Puliti … così rendete la Croce Pulita come Lo è da sempre … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Non usate la bugia, non copritevi dietro la bugia! Non odiate … ma perdonate se venite in questo Luogo! Perdonate e Benedite come il Padre Benedice ognuno di voi … Figli Miei, Fratelli Miei, Amici Miei! Non Giudicate e non sarete Giudicati! La Risposta Finale è nelle mani dello Strumento: può prendere e può lasciare … può aprire e può chiudere! Siate Vigilanti! Tutto il Padre ha Donato nelle sue mani nel suo Eccomi di Maria … e nel Silenzio Lavora e fa le Cose del Padre … Figli! Cocciuta Divina …..? Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: Cosa vorresti fare …  Anima Mia? Giulia: Eccomi! Fai Entrare ed Uscire i Chiodi … non ho fatto niente in questo Giorno! Gesù: Guarda … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Posso andare subito? Posso fare qualcosa,  Gesù? Gesù: Fai le Cose del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Immolati come sempre … come tu sai fare! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Se posso fare qualcosa … fammela fare, Gesù! Se così deve rimanere quello che sto vedendo … sia fatta la Tua e non la mia Volontà! Gesù: Fai le Cose del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Non mi porto nessuno … vado da sola! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Gesù … metto nel Tuo Cuore la Famiglia, i loro Cuori e i loro Sussurri … e l’Umanità intera! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati  alle mie preghiere! Gesù … metto ancora il mio Eccomi e il niente della Giornata! Gesù … metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Te li consegno, Gesù!  Gesù: Figlia … portali sulle tue spalle ancora! Giulia: Eccomi, Gesù … Eccomi! Gesù: EccoMi col Banchetto di Dio! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutte le Spose! EccoMi con tutti i Pargoli!  EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice)  Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori ... Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù … pronti a ciò che Tu hai Scritto da sempre! Gesù … pronti a tutto quello che è stato Scritto da sempre Allargando le Braccia sul Letto della Croce! Gesù: EccoMi, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù … Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE  DIO! SegnaMi! … (il Calice Vivente Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Pace! Gesù: Pace!  Pace ad ognuno di voi, Figli! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Cosa c’è nella Tua Giornata? C’è Verità o c’è Bugia? Don Vincenzo: C’è  Verità quando si dà  Testimonianza … quando si mette al Primo Posto Dio … sempre! Gesù: E cosa c’è ancora nella Tua Giornata? Don Vincenzo: Tante persone che non avevano minimamente voglia di parlare di Dio e di mettere al Primo Posto la Croce! Gesù: E cos’altro hai incontrato nella Tua Giornata? Don Vincenzo: Ho incontrato una persona malata che io la chiamo: Principessa e ha 96 Anni … e che la prima cosa che ha fatto quando siamo andati a trovarla … è stato il Segno di Croce! Gesù: Sa che sei il Calice Vivente Dio! Cosa c’è ancora nella Tua Giornata? Don Vincenzo: Pasquale ha messo benzina e il benzinaio ci ha dato in regalo 2-3 Kg di pane … eanche agli altri clienti! Gesù: Dona il pane! Don Vincenzo: E questo gesto di dare il pane … mi ricordava quello della Messa! E’ sempre generoso!  Gesù: Dona il pane! E allora lo facciamo anche  Noi: Ci Doniamo! E la Cocciuta rimane ancora Crocifissa per Amore! Padre, BenediciMi … affinchè Ci possiamo Donare! (Gesù si inchina ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! EccoMi! (Gesù Spezzetta un po’ di Pane, Lo Intinge nel Vino e dona da Mangiare e da Bere al Calice Vivente) … Questo E’ il Sangue che abbiamo Versato! E Questa è la Carne! Vogliamo donarLa ancora? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Questo E’ il Sangue dell’Amore che Abbraccia la Croce! Lasciamene un Goccio! … (Gesù Spezzetta un po’ di Pane, Lo Intinge nel Vino e Mangia, poi Innalza il Bicchiere-Calice e Beve) … Questo E’ il Frutto dell’Amore! Ecco! (Gesù asciuga il Bicchiere-Calice con un tovagliolino che poi dona a Giuseppe) EccoMi! Conservalo! Ora Ci Doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E tutti rispondono: Amen!)    Padre,   Ci Siamo Donati …  e la Pasqua è Piena, è Viva ed  è Risorta … nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Il Banchetto è rimasto ancora … ma per poco! Ecco … siamo nella Pasqua Viva, Piena e Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! Cosa c’è ancora? Don Vincenzo: La Pasqua Viva! Gesù: La Pasqua Viva! Don Vincenzo: La Pasqua della Resurrezione! Gesù: La Pasqua della Resurrezione! Il Banchetto Nuziale, il Letto della Croce! Cosa c’è ancora nella Tua Giornata? Don Vincenzo: Non temere nulla … perché Dio Vince sempre in qualsiasi situazione! Certamente bisogna mettersi ai Suoi Piedi … ma quando questo avviene … si sprigiona un Amore Potente! Gesù: Dio E’ Verità! Don Vincenzo: Dio E’ Verità sempre! Gesù: Teresina del Bambin Gesù … vuoi dire qualcosa? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Vai! Teresa: Domani è la Tua Vera Nascita!  Gesù: EccoMi! Teresa: Già ci è stato detto in varie Visitazioni! Ora cerchiamo di unire un po’ tutto! Gesù: EccoMi! Teresa: Dio ha Creato e ha Creato tutto in una volta!  Gesù: EccoMi! Teresa: Tutto a Sua Immagine e Somiglianza! Gesù: EccoMi! Teresa: E non una cosa alla volta … tutto  quanto insieme: tutti gli uomini, tutti gli animali … tutto! Gesù: EccoMi! Teresa: E ad un certo punto c’è stata una Ribellione! Gesù: EccoMi! Vai avanti! Teresa: Le due cose che aveva Creato e che dovevano portare Luce: il Sole e la Luna … hanno iniziato a non fare più la Volontà di Dio … ma a gestire la propria Libertà e a fare altre cose! Gesù: EccoMi! Teresa: Allora … Dio che è Misericordioso … ha cercato di dare un’ altra possibilità ai Figli … donando per mezzo di Maria che è il Centro di Tutto … il Suo Figlio … per far vedere  ancora una volta come tutti gli altri Figli dovevano essere … per prendere esempio da questo Figlio che era la Croce Viva che camminava in mezzo agli uomini … così come Maria! Gesù: EccoMi! Teresa: Eccomi! Gesù: Hai finito? Teresa: No! E quindi … pur vedendo Gesù e vedendo Maria che è il Cardine, il Punto Fermo di tutta la Creazione e di tutta la nostra Vita, di Tutta l’Eternità … gli uomini non hanno capito! Gesù: EccoMi! Teresa: Alcuni hanno capito … e altri hanno seguito un altro Figlio che si era lasciato illuminare dalle cose del mondo e aveva abbandonato la Verità Tutta Intera! Gesù: EccoMi! Teresa: E tra questa parte di Figli … il Figlio Principale  … insieme ad una parte … è tornato e si è Inchinato ai piedi dello Strumento, ai Tuoi, a quelli di Maria, a quelli del Calice Vivente …  e l’altra parte di Veleno è rimasta! Gesù: EccoMi! Vai! Teresa: Poi c’è un’altra parte di  Veleno che … tra virgolette … è più Velenoso del Veleno dei Figli che non si riconoscono più fatti a Immagine e Somiglianza … ed è una parte  fatta dai Figli non Nati! Gesù: EccoMi! Teresa: I Figli non Nati sono quei Figli che sono venuti al mondo … ma in realtà Tu li chiami: Non Nati perchè non sono stati voluti dall’Amore del Padre … ma sono frutto di una violenza!  Gesù: EccoMi! Teresa: Forse è meglio che ci fermiamo! Gesù: Come desidera il tuo cuore! Siete liberi! Teresa: Eccomi! E’ già tanto! Gesù: EccoMi! Viceparroco, vuoi dire qualcosa?  Raffaele: Non bisogna più sbagliare! Gesù: EccoMi! Raffaele: Non si devono ripetere gli errori! Gesù: EccoMi! Raffaele: Abbiamo una grande opportunità … tutti! Gesù: Lo Strumento vi toglierà anche il Giovedì! Vigilate … Figli … Vigilate … e rimanete Uniti!  Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Hai qualche  altra cosa da dire? Don Vincenzo: Tutto è in funzione dell’Amore! Gesù: Tutto è in funzione dell’Amore! Don Vincenzo: Quando questo avviene …  l’Amore Vince! Quando questo non avviene …  l’Amore viene sconfitto! E allora bisogna stare attenti a come gestire le nostre ore, i nostri minuti … dobbiamo vivere sempre preparati e fare la Volontà del Padre! Che bello far parte del Giardino … di questo Giardino dove entrano ed escono tutti quelli che si sono Salvati, che hanno Amato, che sono rimasti Fedeli, che hanno messo al Primo Posto Dio! Gesù: Pregate! Dì ai Tuoi Figli di pregare per le Mura di Roma, per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Dillo ai Tuoi Figli!  Io adesso  vado al posto di Giovanni ad accogliere gli Invitati alla Sua Festa … e Giovanni  viene a Salutarvi! Oggi è il Compleanno di Giovanni … e tutti quanti stanno facendo Festa nel Giardino! Io vado a prendere il suo posto e Giovanni viene a Salutarvi! … (Gesù manda un bacio ai presenti che ricambiano) Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON Il PANE! … (Benedice) … Pace al Tuo Cuore, Giovanni! Pace ad ognuno di voi, Figli! … (Giovanni manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Tanti auguri! … (si applaude) Don Vincenzo:  Auguri! Piccolo Giovanni: Auguri anche a voi, Piccoli Giovanni! Don Vincenzo: Auguri di cuore! Piccolo Giovanni: Cosa Mi racconti? Io Ti racconto che il Banchetto è tutto bello  Imbandito … e tutti i Servi Inutili e tutte le Spose e tutti quelli che Abitano nel Giardino … sono venuti a farMi il regalo e a prendere parte al Banchetto … e si sta Festeggiando! Si Festeggia come quando Festeggiate voi … ma con tanto Amore, tanta Carità, tanta Semplicità, col Cuore Spalancato e Cantando le Lodi! Si mangia, si beve e si balla! Don Vincenzo: Pure? Piccolo Giovanni: Siamo Vivi … e si danza dinanzi al Padre, al  Figlio e allo Spirito Santo che è Maria e dinanzi alle Spose e dinanzi a tutti i Servi Inutili! Quello che si dovrebbe fare anche in mezzo a voi! Ma il Banchetto è stato tolto … e non so cosa farà lo Strumento col Giovedi! Ora avete solo il Banchetto del Sangue e della Carne! Non Lo avete saputo gestire … e per non farLo sporcare la Cocciuta L’ha tolto ! E per non far sporcare il Giovedi … la Cocciuta ci penserà un po’! Cosa Mi dici? Don Vincenzo: Ogni tanto si sente in televisione , nei telegiornali ….! Piccolo Giovanni: Interessano le Notizie  che sono dal Giardino e che Dio manda ai Figli! Ma cosa si sente alla scatoletta? Don Vincenzo: Ogni tanto nominano la bomba atomica! Piccolo Giovanni: Lo sai bene dov’è la bomba atomica e dove sono … lo sai molto bene! E sai anche molto bene quando lo Strumento esce dove va a Lavorare! Fa le Cose del Padre! Don Vincenzo: E le Cose del Padre non è certo la bomba atomica! Piccolo Giovanni: Il Lavoro è del Padre … la bomba atomica è degli uomini … e lo Strumento fa le Cose del Padre: va a Lavorare! Don Vincenzo: Sì, è degli uomini … purtroppo!  Piccolo Giovanni: Purtroppo! Don Vincenzo: Perché tante volte viene usata! Piccolo Giovanni: Da chi non dovrebbe usarla … ma dovrebbe solo Pregare e dare Amore e Pace! A buon intenditore … poche parole! Oggi è il Mio Compleanno … e il vostro quando è? Tutti i Giorni … attimo dopo attimo … ogni qualvolta il Padre vi fa svegliare e vi fa addormentare! E non dovrebbe essere una Festa? Lo Festeggiate il vostro Compleanno attimo dopo attimo? … Perché sei triste? … (si rivolge a Gianni) … Non lo sai? Lo sai! Per che cosa? Che è successo? Non ci vede? Cosa ti ha detto il nonno? E fallo! (Giovanni Alita) … Lo mando su di te … ma anche su di lui! Sii gioioso! Cosa Mi vuoi dire tu … Teresina del Bambin Gesù? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Io vi posso dire solo che da quando è iniziata la Festa … sto ricevendo regali, Spose e tutto il resto del  Banchetto del Padre! EccoMi! Teresa: Benedico e Lodo il Padre per averTi fatto Nascere nella mia famiglia! Piccolo Giovanni: EccoMi! Non Me l’ha mai detto nessuno! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! Ho solo voi come Famiglia e non voglio perdervi! Rimanete saldi nella Fede! Il Padre vi ha Donato Tutto … non c’è niente altro da Donare …  E’ il Suo Tutto! Sappiatelo custodire nei vostri cuori … avendo rispetto gli uni degli altri, non pretendere le cose degli altri, non pretendere i Doni degli altri … ma ognuno si tenga il proprio Dono! Ognuno di voi ha l’Eredità di Dio … non sprecateLa! …  Ed EccoMi per quello che hai detto! Vuoi dire altro? Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! E non puntate il dito a nessuno dei vostri Fratelli e  non puntate il dito all’Umanità … ma lasciate che sia il Padre a farlo! EccoMi! Teresa: Ci era stato detto che ci sarebbe stato un Tempo in cui tutto avrebbe tremato … siamo in quel Tempo?  Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Come fanno gli altri a non sentire? Piccolo Giovanni: Sordi e ciechi … come sempre!  Siamo in quei Tempi … ma nessuno si ferma a guardarli e neanche a sentirli! Non vuoi dire altro? Tu, viceparroco? Raffaele: Auguri di cuore! Piccolo Giovanni: EccoMi! Raffaele: Peccato non fare le Feste … si dovrebbe essere felici! Piccolo Giovanni: Quali Feste non si fanno? Raffaele: Tutti i Giorni!  Piccolo Giovanni: Tutti i Giorni! Un bicchieruccio di vino? Don Vincenzo: Sì!  Piccolo Giovanni: Salute a tutti e auguri per il Mio Compleanno a tutti! Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Vuoi parlare un po’ … poi Me ne vado! Salute! Vuoi parlare? Il Mio l’ho bevuto! Non lo vuoi? Don Vincenzo: Sì!  Piccolo Giovanni: Se non ti viene chiesto … non farlo! … (si rivolge a Giuseppe) … Prima di fare qualcosa dovete aspettare che viene chiesto … e rimanere all’Ubbidienza del Padre e della Croce! Giuseppe: Eccomi! Piccolo Giovanni: E ricordatelo … se volete ancora il Giovedi! Io vado ad accogliere tutti i Miei Invitati … e siete Invitati anche voi a fare Festa! Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Entrando nel Mio Cuore … e Lo lascio Spalancato per tutti! Tu Saluta con l’Albero Verde … Io vi Saluto Allargando il Mio Cuore! Don Vincenzo: Diamo la Benedizione!  Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Tutti: Rendiamo Grazie a Dio! Giulia: Giovanni … gli auguri Te li ho già fatti e ora Ti chiedo una cosa: perché sei andato via? Hai sempre lottato, hai combattuto tutto … e poi sei voluto tornare a Casa del Padre! Perché l’hai fatto? Con questa domanda Ti rinnovo il mio augurio! Perché l’hai fatto? Piccolo Giovanni: EccoMi! Il perché lo conosci! Giulia: Si lo conosco … ma perché l’hai fatto? Ora fai Festa nel Giardino … io finisco il Lavoro e vengo! Tutte le Spose, le Schiere non sono uscite … finisco io di fare il tutto … e dopo vengo! Visto che siete Tutti Uniti … Salutiamo i Cari! Ci vediamo dopo! Ma Ti chiedo ancora: perché l’hai fatto? Il Lavoro è tanto … lo finisco e vengo.

 

 

 

SECONDA DOMENICA DEL MESE

8 GENNAIO 2017

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! Se sei Tu, Glorifica il Padre! La Madonna: L’Umile Ancella Maria …. Glorifico il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo che E’ il Mio Cuore da Dio Donato per mezzo della Croce! … (Benedice) … E col Segno Tremendo della Croce Saluto ognuno di voi … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … del Cuore Immacolato di Mamma … Mamma di ognuno di voi … Mamma dell’Umanità intera! Ecco ancora … vi ho portato il Frutto dell’Amore di Dio: il Mio Gesù …  il vostro Gesù … il Gesù della Croce … il Gesù dell’Umanità intera! Mamma di un Figlio che non era Mio … ma donandoMi tutti voi … Si è Donato anche Lui! Ed EccoMi Mamma del Giardino .... e del Giardino … (indica la Dimora a Timparelle) … Mamma di tutte le Genti … Mamma dei Cuori che Mi accolgono! Ma Io non lascio soli i cuori che non Mi accolgono! Il Padre non Mi ha mai lasciato …  e non Mi ha indicato: “Questo Figlio non lo devi guardare … ma lo devi accogliere e tenere nelle Tue Braccia!” E così è anche per lo Strumento nel suo: “Eccomi” …  nell’Eccomi dei Chiodi … nell’Eccomi dei Dolori di Gesù e del Mio Cuore di Mamma e del Padre! Figli … rimanete Chiesa Nuova rimanete Chiesa Nuova … rimanete Chiesa Nuova! Cocciuta Divina…….? Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Guarda....! Giulia: Eccomi, Mamma! Mamma … non mi porto nessuno! Posso andare da sola? Mandami un Servo Inutile a consegnare la mano … e io vado a Lavorare di ciò che ho visto! Mi mandate qualcuno? La Madonna: EccoMi! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: Guarda ancora! Giulia: Eccomi! Eccomi! Eccomi! Eccomi! Mamma … lo so che i Tempi sono ancora accorciati … ma non potresti accorciarli un altro pochino in più agli Eletti, per tutti i Figli? Tu Sei l’Ultima Grazia! La Madonna: Guarda ancora, Anima Mia! Giulia: Eccomi! Cosa devo fare? La Madonna: Ciò che hai visto da sempre: le Cose del Padre! Giulia: Eccomi, Mamma … Eccomi! Mi conservi tutto quello che sto vedendo … Mamma? La Madonna: Pregate! Fai pregare tutti i tuoi Figli! Giulia: Mamma … non li trovo più! Posso pregare io per tutti loro? La Madonna: Pregate per le Mura di Roma, per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccomi, Mamma … rispondo io … visto che mi hai Donato da rispondere! La Madonna: EccoMi, Figlia! Giulia: Mammina … metto nel Tuo Cuore tutto ciò che ho raccolto! Purificalo e Offrilo al Cuore del Padre! … Metto nel Tuo Cuore i Figli che non so se sono Figli e li metto nelle Tue Mani … così li Purifichi e li metti nel Cuore del Padre! … Metto nel Tuo Cuore il niente della mia Giornata! Purificalo e mettilo nel Cuore del Padre! … Metto nel Tuo Cuore quelli che si sono affidati alle mie Preghiere! Purificali  e mettili nel Tuo Cuore e nel Cuore del Padre! … Ti affido tutti i Figli Ministri … le Pietruzze e i Gigli … e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Purificali e mettili nel Tuo Cuore e nel Cuore del Padre! … Ed ecco ancora il Tutto che mi avete Donato fino a questo istante … Mamma! La Madonna: EccoMi, Anima Mia! Lo so che il tuo cuore è Addolorato … come lo è anche il Mio! Gioisci nell’Abbracciare i Chiodi e nel fare le Cose del Padre! Giulia: Eccomi, Mamma! La Madonna: EccoMi, Figlia Mia! EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con i Due Giovanni …  Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce … l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLo Alto e a viverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Sono Io … (Benedice) … l’Immacolata Concepita dal Cuore di Dio … per essere l’Ancella ai Piedi della Croce  … e Donare ad ognuno di voi il Frutto di Dio, la Primizia di Dio: il Mio Gesù … il Gesù che il Padre ha Partorito dal Suo Cuore per tutte le Genti … per far scendere la Pace, l’Amore, la Verità! Quando vivete nella Verità … vivete da Figli di Dio! Quando vivete nella Fede … vivete da Figli di Dio! Non fate comandare l’io nei vostri cuori … ma guardate la Fede di Dio: non ha né Limiti e né Misure … copre ognuno di voi, copre l’Umanità intera! Vi è stato detto da sempre: “Vigilate sui Tempi che stanno Scendendo su di voi!” E si risponde: “Eccoci!” … Ma nel momento di agire … l’Eccomi non c’è più … ed entra l’io … ed entra la Via Larga! Rimanete Chiesa Nuova … nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Ognuno di voi ha una Capanna … e la Capanna viene usata e adornata come una Sposa … dove le Spose si possono adornare per presentarsi dinanzi al Padre! Non lo dimenticate e siate Vigilanti … Figli … siate Vigilanti! Pregate ancora per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … Figli Miei! … Pace al tuo cuore, CALICE VIVENTE DIO! SegnaMi! (Don Vincenzo Segna le Mani della Madonna)   Don Vincenzo: Pace! La Madonna: Pace! Pace ad ognuno di voi! … (la Madonna manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Cosa c’è in questo Giorno? Don Vincenzo: Quando Dio … attraverso Maria … parla … c’è da ringraziare prima di tutto! La Madonna: Io ho Donato l’EccoMi … non ho detto grazie al Padre di averMi donato nel  Mio Grembo il Suo Figliolo Gesù! Dinanzi a Dio si risponde: Eccomi … non: grazie! Parla, Padre … i Figli ascoltano! Ma lo Strumento Mi diceva che non trovava più i suoi Figli! Don Vincenzo: E perché? La Madonna: Quando c’è una musica o un canto bello … si cerca, si sente … e lei non lo sentiva e non lo trovava! Tu l’hai trovato in questo Giorno? I Figli Tu li hai trovati o non li hai trovati? Li hai portati a Casa? Don Vincenzo: Sì, alcuni! La Madonna: E cosa c’è ancora in questa Giornata? Don Vincenzo: Questa Tua Presenza è un Dono! La Madonna: Io non vengo per metterMi in mostra … Io vengo per Donare il Pane, SpezzarLo e DonarLo! Non vengo solo per fare la Presenza! Dio … quando Si muove … non viene a Donare la Presenza … viene a Spezzettare il Pane per i Propri Figli: la Verità Tutta Intera! Gli uomini hanno bisogno delle Presenze … Io dò la Parola e Dio anche! Dio E’ Vivo e Reale! Voi vedete il viso, il volto della Cocciuta … ma ci sono Io! Parla ancora! Io vi voglio bene … e voi? Tutti: Anche! Eccomi! La Madonna: Parla! Non hai niente da dirMi? Don Vincenzo: C’è stato prima quel canto: Totus Tuus! La Madonna: Li ha scelti uno ad uno lo Strumento! Erano indicati per questa Giornata! Non ve ne siete accorti? Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: E questo  canto ci invita a mettere sempre Dio al Primo Posto! Totus tuus! Tutto tuo!  La Madonna: E sì … la Cocciuta l’ha fatto cantare per far ricordare ai Figli che non si appartiene … ma si è di Dio! Voi non siete vostri … siete di Dio … come Io lo Sono: Mamma, Sposa e Figlia e Ancella! Teresina del Bambin Gesù … vuoi dire qualcosa? Dopo vi dico Io qualcosa! Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Parla! Teresa: Eccomi per la nostra poca Fede! La Madonna: EccoMi! Teresa: Basta un piccolo ostacolo e crolliamo! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! Dacci sempre la Forza per poter comprendere e per vedere con gli occhi del cuore e non con quelli della mente! Eccomi! La Madonna: Vai avanti … perché non è questo che vuoi dire! Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! La Madonna: Parla! Parla! No, parli tu! Piccolo! Basta che parli! Teresa: Elisabetta è Tua Sorella? La Madonna: EccoMi! Teresa: Eccomi! La Madonna: Non parli più? Sì o no? Eccomi no? Teresa: Eccomi … più tardi! La Madonna: Eccomi … più tardi! Vuoi dire qualcosa, viceparroco?  Raffaele: Eccomi! Molto triste nel cuore … lo sono io! La Madonna: Lo è anche lo Strumento e lo sono anch’Io! Raffaele: Non facciamo abbastanza … anzi … quasi niente! Ci fermiamo alla parola …  ci fermiamo allo sguardo … ci fermiamo alle chiacchiere senza sostanza … tanti giri di parole e stiamo a puntare il dito: “quello fa quello … quello non fa quello … poi perché quello ha fatto quest’altro?” E ci nascondiamo! La Madonna: La Cocciuta ha detto che farete un po’ di paroline e poi dovete rispondere a quello che vi ha detto! Vi ricordate? Tutti: Eccomi! La Madonna: Cosa ha detto? Raffaele: Di pensare con i cuori! La Madonna: E poi? Teresa: Di decidere quale Strada seguire! La Madonna: EccoMi! Ve lo siete ricordato un po’ a fatica! Raffaele: E proprio in questo momento dovremmo iniziare a dare i Frutti! La Madonna: Vi ha detto: “Da questo Giorno … da questo istante  incominciate a parlare col cuore! Don Vincenzo: Parlare col cuore è la cosa più bella … perché col cuore si entra nella Verità! Il cuore non mente ...  il cuore parla parla! Siamo noi che non ci mettiamo in ascolto! Perché …  se noi lo facessimo … quante cose belle diremmo! La Madonna: Il Padre parla ai cuori … Gesù parla ai cuori … Io, Ancella Inchinata dinanzi ai Piedi del Padre parlo ai cuori di tutti i Figli! Ma la Porticella dei cuori dell’Umanità intera e di tutti voi è chiusa … e Mi fermo lì e parlo! Il Padre si ferma lì e parla! Gesù si ferma lì e parla … aspettando con un Amore Infinito! Fatevi Portavoce di Cuori nel dire la Verità Tutta Intera senza più nascondervi: “Io faccio parte del Gruppo Mariano….!” … E vi ricordate il resto come si chiama? Chi di voi lo ricorda come si chiama? … “Gruppo Mariano Della Piccola Cocciuta del Cuore della Croce di Timparelle!  … Senza più avere timore di niente e di nessuno …  uscire allo scoperto … e difendere lo Strumento da tutti e da tutto come è scritto … (nello Statuto della Fondazione) … e camminare nella Via Stretta … quella che è stata  Donata alla Cocciuta: la Croce! … (Benedice) … E’ l’Unica Verità! E’ l’Unica Via Stretta! E’ l’Unico Vangelo Tutto Intero! E’ l’Unico Pane Tutto Intero … che Si Spezza … Si Dona … e ritorna ancora Intero … e rimane così … (a Braccia Allargate)  … perché la Croce non si divide mai … non si è mai divisa! Si divide per donarSi come Cibo … ma rimane Intera! Vuoi dire qualche altra cosa? Raffaele: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Avete sentito che vi è stato Donato il Vangelo di Anna … nella Semplicità e nel Dolore di ricevere ancora i Chiodi che Entravano ed Uscivano nelle mani dello Strumento! Ma ora vi dico … a voi che ascoltate … ma ascoltano tutti gli altri …  perché leggono e  vi copiano … Ci copiano! Mentre Gesù, il Padre e Io, Umile Ancella ai Piedi della Croce del Padre … parlo … venite copiati dall’Umanità intera … da quelli che dicono: “Noi facciamo parte della Chiesa! Lo Strumento non è parte della Chiesa … non è Ubbidiente!” … Agli uomini! Ma lo Strumento è Ubbidiente al Padre! Chi è la Primizia? L’uomo o il Padre? Tutti: Il Padre! La Madonna: E allora è nel Giusto lo Strumento? Tutti: Eccomi! La Madonna: Ed essendo nel Giusto dice le Cose del Padre! Don Vincenzo: Certo! La Madonna: Ora vi dico un Piccolo Rotolo che è nel Vuoto dello Strumento: c’è un Tunnel Lungo dove ci sono Quattro Altari! Sul Primo Altare c’è un Agnello Immolato! Sul Secondo c’è una Croce Scorticata! Sul Terzo Altare c’è un Calice Spaccato! Sul Quarto Altare c’è un Pane Intero! Andando avanti nel Tunnel c’è un Fuoco che Arde … ma quel Fuoco non è il Sole che Trionfa! Andando ancora avanti c’è un’Infinità di cose preziose del mondo: oro, gioielli di tutte le specie! Andando ancora più avanti nel Tunnel c’è il Veleno che è bloccato nell’andare avanti o nell’andare indietro! Andando ancora avanti nel Tunnel si vede una Piccola Luce: una Piccola Fanciulla che cammina Vestita di Bianco … l’Anello Nuziale … con i Capelli Biondi che arrivano ai piedini! Non ha le scarpette … ha i piedi nudi  e avanza verso tutto questo con la Mano Alzata nel Segno Trinitario del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ il Mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata! Andando avanti ancora nel Tunnel si vede un Mare … ma senza dirvi quale … non ha più colore, non ha più odore, non ha più pesci, non ha nessun segno di Vita! … E tutto questo non è distante da voi! Ma vi Invito a Pregare e a Vigilare  Alzando la Destra … (Benedice)  perché siete Figli della Destra del Padre … se lo volete ancora! Tutti: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Vi ho detto un altro Pezzettino di Rotolo in questo Giorno … Figli Miei! Vuoi parlare ancora … Teresina del Bambin Gesù? Dopo vi devo Salutare! Parla! Non temere! Il Santo Timore si deve donare al Padre! Teresa: Eccomi! La Madonna: EccoMi! Parla, Teresina! Teresa: Stavo pensando a ciò che ci hai appena detto e stavo mettendo insieme le cose! Eccomi! La Madonna: EccoMi! Solo questo? Teresa: No! Eccomi a tutto ciò che mi è stato chiesto e ancora non ho fatto! La Madonna: EccoMi! Prendi una matita e ti viene subito quello che si deve fare! Teresa: Eccomi! La Madonna: Vai avanti! Non devi dire più nulla? EccoMi! Teresa: Eccomi! La Madonna: Vuoi dire qualcos’altro di quello che hai sentito in questo Giorno? Don Vincenzo: Il Tunnel! La Madonna: Un Tunnel dove c’erano tutte le cose che hai sentito e non è molto distante da dove siete! Don Vincenzo: Tutto è un nascondere!  Bene e Male! Luce e Tenebre! E il Veleno  che non manca mai! Ecco perché lo dobbiamo combattere … e lo dobbiamo combattere con l’Amore … e allora soltanto lo Vinceremo … e lo dobbiamo combattere col mettere Dio al Primo Posto! Tutto è in funzione dell’Amare! Dio si aspetta dai Figli l’Amore! Lui è Amore … e vuole il contracambio! Eccomi, Mamma dell’Amore! La Madonna: EccoMi, Padre dell’Amore Infinito! Il Mio EccoMi rimane sempre: “EccoMi!” …. E come lo è anche quello dello Strumento: “Eccomi ancora per l’Eternità!” … E’ questo che ripete! E  ora sta Lavorando da sola per ognuno di voi e per l’Umanità intera … Figli Miei! Vi lascio il Mio Sguardo ad ognuno di voi! Vi lascio il Mio Cuore Spalancato e vi copro ancora col Mio Manto Materno! Vigilate e Combattete con la Destra,  Figli Miei! … (Benedice e manda un bacio) … Tu Saluta con l’Albero Verde! Io Saluto col Magnificat! Don Vincenzo: Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Andate in Pace! Tutti: Rendiamo Grazie a Dio! Don Vincenzo: Cantiamo il Magnificat! (tutti cantano il Magnificat insieme alla Madonna) La Madonna: L’Anima Mia Magnifica il Signore … il Figlio di Dio Donato all’Umanità intera! L’Anima Mia Magnifica il Padre … il Dio che è Sceso in mezzo agli uomini per Donare a tutte le Genti il Frutto del Suo Amore! Ed ecco ancora una Creatura Chiamata in mezzo a tutte le Creature: “Maria, Maria, Maria!”… Ed Io ho risposto: “EccoMi!” … “Ti affido la Croce e il Crocifisso! Nel Tuo Grembo Partorirai la Croce e il Crocifisso e sarai la Mamma di tutte le Mamme!” … E Io ho risposto: “EccoMi!” … “E sarai la Mamma di tutte le Genti!” … E Io ancora ho Chinato il Capo dicendo. “EccoMi!” … E il Padre Mi ha chiesto: Guarda i Miei Occhi!” … E Io Li ho guardati! E  ho incontrato Giuseppe … ed è Nata la Capanna dove il Figlio di Dio Regna su tutte le Genti nell’Amore e nell’Umiltà del Padre! E così … Figli … anche voi rimanete nell’Amore, nell’Umiltà, amandovi gli uni gli altri nell’Unico Amore della Croce! … (Benedice) … Ma non datevi ragione con i vostri sentimenti … (indica la mente) … ma cercate la Ragione del cuore … dove Regna il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo … e così si può rimanere in Sintonia mentre Dio parla nei cuori di ognuno di voi e dell’Umanità intera! Giulia: Mammina … ancora non trovo i Miei Figli! Rimani Tu! Io finisco il mio Lavoro! E visto che siete tutti quanti al Banchetto Nuziale … Salutiamo i nostri Cari! Mamma … papà Renato, mamma Violetta … Spose che siete appena arrivate … mettetevi al Lavoro … servono ancora tanti Vestiti e tanti  Anelli! Non temete … faccio da sola il Lavoro che devo fare! Eccomi! Ci vediamo fra poco!

 

 

 

 

GIOVEDI  12 GENNAIO 2017  

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: E fu Giorno!... E fu Dio! … E Dio E’ Ora e per tutta l’Eternità! … E Dio E’ con la Croce! … (Benedice) … E Dio E’ Vivo … E’ Reale … E’ in mezzo a voi! E per mezzo di Dio, per mezzo del Suo Cuore … Io Sono … e voi Siete e l’Umanità intera … nella Grazia e nella Pienezza della Croce … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! E Tutto è Luce … e Tutto è Gioia … guardata nell’Amore Pieno del Padre … nel Giardino che il Padre vi ha Donato da Coltivare, da Raccogliere i Frutti e da consegnarLi! Siete nella Vigna … siete nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne … ma rimanete all’Ascolto del Pane Vivo che E’ in mezzo a voi! Pregate per le Mura di Roma! Pregate per tutti i Figli Ministri! Pregate per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Non dimenticatelo! Nelle Mani del Padre c’è l’Umanità intera … poggiata sulle spalle dello Strumento, del Nocciolo Scorticato … che ancora chiede di essere Scorticato! Figli Miei … chiedete al Padre di essere Scorticati per Amore! Cocciuta Divina……? Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi! Gesù: Guarda, Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù! Chi La sta bruciando la Tua Croce? Non il Letto dove Tu dormi, dove Tu ti riposi, dormi e vegli … ma vedo una Croce e  non c’è nessuno sopra … ma Arde! Gesù……! Gesù: Guarda, Anima Mia!  Giulia: Perché lui? … Perdonami, non si dice: “perché?” … Cosa devo fare,  Gesù … gliela devo far bruciare? Gesù: Guarda ancora!  Giulia: Fammi andare … Gesù! Gesù: Non devi terminare il Lavoro?  Giulia: Lascio qualche altro Servo Inutile! E’ solo una bimba …! Fermalo, Gesù … fermalo! Gesù: Guarda ancora … dopo andrai e farai le Cose del Padre! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Potrai solo donare la mano a ciò che stai vedendo! E’ fatto dagli uomini! Giulia: Come puoi Amarci così? Gesù: E tu, Anima Mia … come puoi chiederMi sempre di Scorticarti per l’Umanità intera e per tutti i tuoi Figli?  Giulia: E’ il Tuo Amore! … Dopo posso andare a fare tutti i Lavori? Gesù: EccoMi, Anima Mia … ma Invita ancora i tuoi Figli a pregare per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccomi! Metto il tutto che ho raccolto nel Tuo Cuore … il niente della mia Giornata! Ecco i Tuoi Figli! Gesù: Ecco i tuoi Figli, Anima Mia … portali ancora! Giulia: Eccomi, Gesù! Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ti consegno tutto! Gesù: EccoMi … Io ti consegno Tutto ciò che il Padre ti ha Donato! Giulia: Eccomi Straccio Stracciato ai Piedi della Croce! Gesù: Ed EccoMi in mezzo a voi con tutte le Spose Uniti al Banchetto Nuziale … con tutti i Servi Inutili Uniti al Banchetto Nuziale … con tutti i Pargoli Uniti al Banchetto Nuziale … e con i Due Giovanni Uniti al Banchetto Nuziale … Carlo, Pio e Domenico Uniti al Banchetto Nuziale … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori …  Figli Miei! Giulia: Gesù … dove stai andando? Conservami il Lavoro da fare … ma non nasconderTi e lasciami il Calice! Gesù: EccoMi … Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Eccomi,Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO! (don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Pace ad ognuno di voi, Figli! … (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … EccoMi! Hai qualcosa da raccontarMi? Parliamo un po’ di ciò che è successo nella Giornata? Io faccio tutti i Lavori: nel Giardino … le Spose … e tutti quelli che arrivano! Tu cosa hai fatto in questo Giorno … non hai incontrato niente e nessuno?  Non devi fare un discorsetto ai tuoi Figli sulla Festa del Cuore Aperto? Don Vincenzo: Bisogna sempre partire dall’Amore! E’ l’Amore che muove tutto … se c’è!  Ecco dove si rischia … perché l’Amore è anche molto sensibile e tante volte scivola via e se ne va deluso! Quando invece questo non avviene … l’Amore ha la possibilità di crescere … e l’Amore diventa sempre più forte, diventa sempre più massiccio! Sì, è l’Amore che muove tutto … e dall’Amore bisogna partire e all’Amore bisogna tornare per essere sempre più Veritieri, per essere sempre più Sensibili, per essere sempre più Umili, per essere sempre più Amorevoli! Sì, è l’Amore la Chiave di ogni situazione!  Gesù: E allora con l’Amore che si fa? Per Amore Ci Doniamo? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Allora Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Ci Doniamo? Don Vincenzo: Ci Doniamo! Gesù: BenediciMi, Padre … affinchè posso DonarMi attraverso il Tuo Amore! (Gesù si inginocchia  ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! (il viceparroco porge a Gesù il Vino e Gesù vi Intinge un Pezzetto di Pane e dona da Mangiare e da Bere al Calice Vivente dicendo:) Questo E’ il Frutto del Tuo Amore! … Questo E’ il Frutto del Tuo Amore … lasciamene un Goccino! … (Gesù Spezza un altro Pezzettino di Pane, Lo Intinge nel Vino e Lo Innalza dicendo:) Questo E’ l’Amore che Tu hai Partorito … Partorendo Me attraverso Maria! Ecco il Frutto dell’Amore! … (Gesù Mangia, Beve e asciuga il Bicchiere-Calice con un tovagliolino che dona a Giuseppe insieme all’altro, con cui si è asciugato il Calice Vivente, dicendogli:) … Conservali! EccoMi! Ora Ci Doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E ognuno risponde: Amen!) … Padre, Ci Siamo Donati! … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: La Pasqua è Piena, è Viva  ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria! Don Vincenzo: Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria! Gesù: Adesso possiamo Gioire nella Gioia Piena! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Siamo nella Gioia Piena: Ci Siamo Donati! E’ Bella la Pasqua del Tuo Cuore ... è sul Banchetto Nuziale … dove ci sono tutte le Spose che stanno facendo Festa … e al Banchetto Nuziale dei vostri cuori, dei Figli della Famiglia! Ma dimmi ancora parla ancora dell’Amore del Calice Vivente Dio!  Don Vincenzo: L’ Amore di per sé è Grande … e figurarsi quando c’è di mezzo la Croce! Gesù: Per Amare ci vuole il Letto della Croce! Don Vincenzo: Tutto si illumina … tutto diventa veritiero … perché con la Croce non si scherza: o si abbraccia o si rifiuta! E sono più le volte che viene rifiutata e poche le volte che viene accolta! Tutto ha bisogno di Amore! Ecco come la Croce si trasforma: con l’Amore!  Gesù: A Immagine e Somiglianza di Dio! Don Vincenzo: A Immagine e Somiglianza di Dio … certamente … perché Dio E’ Amore! Gesù: Mentre l’Umanità va in giro a cercare ancora: “Dov’è questo Dio?” Ma nessuno Lo vede!  Teresina del Bambin Gesù … hai qualcosa da dire? EccoMi!  Teresa: Eccomi! Quando Giovanni mi ha detto della Festa, del Titolo della Festa … io sono rimasta un po’ … e gli ho risposto: Mi sa che è la Festa delle porte blindate … non del Cuore Aperto! Gesù: C’è qualcuno che le fa? … (Gesù guarda Marino) … E sì,  dobbiamo trovare una Chiave per aprire i cuori......! E adesso La troviamo! E’ la Festa del Cuore Aperto o è la Festa dei cuori blindati … con la porta? Don Vincenzo: Del cuore aperto!  Gesù: Sei sicuro di trovarli tutti Aperti? Don Vincenzo: Apertissimo! Gesù: Il Tuo … ma dell’Umanità intera? Don Vincenzo: Ah, dell’Umanita’ intera … certamente no! Gesù: Quando si fa una Festa … al Banchetto del Padre c’è anche l’Umanità intera! … EccoMi! Non c’è più niente? Viceparroco … perché i tuoi occhi sono tristi? Falli luccicare! Raffaele: Invece di diminuire il dolore aumenta … Gesù! Quando vado in giro non riesco a …! Gesù: Ancora non l’hai capito che lo devi mettere nel Mio Cuore!  Raffaele: Non riesco ad essere indifferente! Devo imparare …! Gesù: Passalo nel Mio Cuore! E’ quello che ti sto dicendo! Lo vedi, lo guardi e Me lo doni!  Raffaele: Non vorrei darTi tanti dispiaceri! Gesù: Non puoi fare nulla … puoi solo donarMi quello che incontri: “Ehi, Gesù … ho incontrato una pecorella senza una zampa! Te la Dono! … Ehi, Cocciuta ho incontrato uno zoppo senza il bastone! Te lo Offro! Raffaele: Devo imparare! Gesù: Ancora…! E’  questo! … (indica il cuore) … Non ti devi fermare con la mente … devi far ragionare il cuore! Me lo prometti? Raffaele: Eccomi! Gesù: Andiamo avanti con l’Eccomi? Raffaele: Eccomi!  Gesù: EccoMi! Sii  con gli occhi luminosi … hai Dio dinanzi a te … e non puoi essere spento! Raffaele: Eccomi! Gesù: EccoMi! Papà, non dici più niente ai tuoi Figli? Dio è un Fiume in Piena … non si ferma mai! Don Vincenzo: Nell’Amore! Tutto da lì dipende e non c’è un’altra Strada! Ecco il Giardino! Gesù: E’ già pronto da sempre!  Don Vincenzo: E’ un Giardino d’Amore! Gesù: E’ un Giardino d’Amore! Don Vincenzo: E tutto ruota attorno a questo Amore! Ecco quello che dobbiamo fare … che dobbiamo realizzare: l’Amore attraverso le situazioni difficili, attraverso le Croci … lì non bisogna scappare, lì bisogna Testimoniare!  Gesù: Papà … ma come si scappa se ognuno dei Figli è fatto ad Immagine e Somiglianza della Croce?  Anche se si scappa … la Croce si porta dove si va … ovunque! E se uno scappa … la Croce non se la porta dietro? Don Vincenzo: Ma c’è …! Gesù: Chi si getta? Ma c’è la Cocciuta che La va a raccogliere! Don Vincenzo: Si può anche raffreddare la Croce! Gesù: Ma c’è la Cocciuta che La va a scaldare! L’hai dimenticato? Tu la conosci la Cocciuta? Lo Strumento lo conosci? Dov’è la Cocciuta adesso? E’ andata a Lavorare? Don Vincenzo: Sì! Gesù: Sta facendo le Cose del Padre! Don Vincenzo: Sì! Non è facile conoscerla bene! Gesù: Tu non la conosci per niente … dopo averla Mandata? Senti, Papà Calice Vivente Dio …  Io vado a prendere le Spose e Giovanni viene a Salutarvi! Ce ne sono così tante che stanno Entrando e prendendo il loro Posto al Banchetto del Padre e al Forno! Giovanni adesso viene! Piccolo Giovanni:CON LA CROCE E CON Il PANE! … (Benedice e manda un bacio ai presenti) … Pace al Tuo Cuore, Giovanni! Don Vincenzo: Pace! Piccolo Giovanni: Pace al cuore di ognuno di voi … Figli! Ehi, Giovanni? Don Vincenzo: Pace! Eccomi! Piccolo Giovanni: Sono venuto a trovarvi! E’ bello vedervi … ma Gioiosi! Don Vincenzo: Giovà? Piccolo Giovanni: Eh! Siamo tutti e Due Giovanni … e Io ho fatto questa Metà di Solco … e adesso ce n’è un bel poco da fare … e Lo dobbiamo fare tutti e Due insieme!  E piano piano Lo stiamo facendo! E quando si finirà poi … lo sai cosa succederà: Tutte le Genti, l’Umanità intera vedranno il Volto di Dio … e poi si batteranno il petto e poi Si Aprirà il Sole … e Trionferà il Cuore di Maria come ha Promesso da sempre! Non ci sarà più Guerra, non ci sarà più la Gelosia … ma ci sarà solo l’Ardere d’Amore! E quindi Noi Due dobbiamo stare Uniti! Don Vincenzo: Certo! Piccolo Giovanni: Lo siamo da sempre! Don Vincenzo: Che bello questo Progetto d’Amore! Piccolo Giovanni: Siamo Noi Due che Lo dobbiamo fare! Devi Invitare i Figli a Pregare … ma Pregare essendo  Chiesa Nuova … Pregare con la Preghiera che vi viene Donata attimo dopo attimo! La Chiesa Nuova è Chiesa Nuova … e c’è Maria, la Mia Fidanzata! Teresina del Bambin Gesù … non hai niente da dirMi? Parla! Teresa: Eccomi! Ti sei fermato qui … perché qui hai trovato il Verbo che si è Incarnato? Piccolo Giovanni: EccoMi! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Finito? Vai avanti! Teresa: Già è ….! Piccolo Giovanni: E’ bello Sostanzioso! Quello significa: “Il Mio Sigillo! Teresa: Eh! Piccolo Giovanni: Eh! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Vai avanti! Non hai più niente da dire? E allora fermati! Viceparroco …  non vuoi parlare neanche tu? Raffaele: Mi devo impegnare nel fare di più … Giovanni! Devo aprire il cuore … devo impegnarmi ad aprire il cuore! Piccolo Giovanni: Ti rispondo in privato! Giovà, il Solco … non lo dimenticare … Lo dobbiamo finire! Ma siete nella Vigna, siete nell’Arca, siete nei Remi e nelle Capanne! Dimmi quello che Mi dovevi dire! Don Vincenzo: Amore … e non c’è un’altra parola più potente … non c’è un’altra parola che racchiuda Dio! Vuoi sapere cosa c’è dentro Dio? Dentro Dio c’è l’Amore! Dio è Pieno di Amore, è Pieno di Carità, è Pieno di Umiltà! Ecco … quando dobbiamo risolvere un problema … dove andare a bussare: al Cuore di Dio … perchè è Pieno d’Amore … è un Cuore talmente Grande che racchiude tutta l’Umanità! E allora tutto acquista Verità, tutto acquista Carità, tutto acquista Amore! L’Amore racchiude Tutto e Tutti! Piccolo Giovanni: Vuoi dire qualcosa … Teresina? Vediamo … ascoltiamo! Teresa: Il Tempo è nel Tempo e noi apparteniamo al mondo … ma noi Famiglia non siamo parte del mondo! E’ questo che deve entrare nel nostro cuore: che ci siamo … ma non ci siamo … siamo già nel Giardino … e quindi tutte le cose che incontriamo non dico che non ci devono rattristare o preoccupare ……! Piccolo Giovanni: Dovete Gioire … basta che mettete tutto nel Cuore del Padre! Teresa: Eccomi! E’ così che dovremmo essere! Piccolo Giovanni: E se viviamo nel Giardino …….! Teresa: La nostra Gioia deve essere Piena! Piccolo Giovanni: La Gioia è Piena e lo Strumento ne incontra tanti … e quando li incontra … li guarda e dice: “ Siamo Amici … adesso vi porto nel Giardino dove c’è il Padre e non vi fa mancare nulla! Le mie mani sono le tue mani … e ci stringiamo forte forte al Cuore del Padre! Giovanni….! Giovanni….! Vuoi dire qualche altra cosa? EccoMi! Teresa: E quando agiamo … dovremmo agire comprendendo solo l’Amore del Padre che è completamente diverso …..!  Piccolo Giovanni: Dal nostro!  Teresa: Dal nostro! Piccolo Giovanni: Mi ci metto anch’Io … nel parlare così! Teresa: E’ un Amore Infinito, Incondizionato, che non ha le Regole e i Limiti a cui siamo abituati noi! E trovarLo e scoprirLo è far Ardere il cuore in Pieno! E quando incontriamo qualcuno che non arde dello stesso Amore con cui ardiamo noi … possiamo …..!  Piccolo Giovanni: Guardarlo negli occhi e donare tutto l’Amore che il Padre vi ha Donato! Ma dì quello che stavi dicendo! Teresa: Eccomi! Quando però c’è da mettere dei limiti, da delineare per far capire a chi è fuori determinate cose … c’è anche bisogno di …! Piccolo Giovanni: Non violentarli e agire col cuore! Teresa: Eccomi! E agli occhi di chi ci sta intorno può sembrare una risposta sgarbata, un modo di agire maleducato! Piccolo Giovanni: No … nello sguardo si capisce! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! E poi c’è sempre una Cocciuta che va a portare un Pezzettino di Pane di qua e di là! … Io, nel Giorno della Festa del Cuore Aperto … che è anche il Mio Onomastico … poi vi dirò qualche altro Rotolino che è dentro il Vuoto dello Strumento! Va bene così? Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Allora, Io adesso vi lascio il Mio Cuore Spalancato … Tu che fai? Saluti con l’Albero Verde? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: Io Spalanco il Mio Cuore per ognuno di voi! …  (Giovanni manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Tu Saluta con l’Albero Verde! Don Vincenzo: Il Signore sia con voi! Tutti: E con il Tuo Spirito! Don Vincenzo: Vi Benedica Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo! Tutti: Amen! Don Vincenzo: Glorificate Dio con la vostra Vita! Andate in Pace! Tutti: Amen! Rendiamo grazie a Dio! Giulia: Giovanni, all’inizio Gesù mi ha fatto vedere un po’ di cose … ora ho un po’ di Lavoro … dopo vengo! Lo so che Tu hai tanto da fare … ma vieni ad aiutarmi? Giovanni, ciò che dovete Compiere è il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria! Sì … so quale è il mio Compito … ed Eccomi ancora per l’Eternità! Giovanni, quello che dovevi fare … non lo puoi fare adesso … lì dove le Mura Grondano di Sangue? Giovanni, vieni ad aiutarmi! E visto che siete al Banchetto con le Spose Nuove arrivate … Salutiamo i nostri Cari! Dopo usciamo con tutte le Schiere … devo finire un po’ di Lavoro! Eccomi … Eccomi ancora per l’Eternità! … (bacio)

 

 

 

 

GIOVEDI  19 GENNAIO 2017

 

FESTA DEL CUORE APERTO

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione: Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: Nel Mio Cuore Squarciato … Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! E nel Cuore della Croce … (Benedice) … Invito ad ognuno di voi e all’Umanità intera … a Squarciare i vostri cuori per Salvare l’Umanità caduta nella Rete del Veleno …  accecata dalla polvere delle cose del mondo … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore! Siamo Uniti nel Giorno della Festa del Cuore Spalancato … nel Giardino del Padre … ma Cammino Io in mezzo a voi … raccogliendo i vostri cuori! La Cocciuta è passata prima … e ha guardato cosa c’era! Io passo per raccoglierli e consegnarli al Padre! Chino il capo dinanzi al Padre … Invitandovi ancora ad Immergervi nella Parola di Dio e a Tuffarvi nel Cuore di Dio Spalancato per ognuno di voi! Vedete, Figli … quando un papà e una mamma vedono un figlio che fa le marachelle … non possono dire: “Sei stato bravo in questo giorno!” … direbbero una bugia! E visto che Dio non è bugiardo … non può dire: “Grazie per avere risposto alla Chiamata! … Oggi siete stati bravi!” ... Sarebbe un Dio bugiardo … ma non lo è! E’ un Papà Buono: aspetta! E un Papà Buono vuole bene ai Figli … e se c’è una piccola Macchiolina Invita i Figli nel dire: “Cercate ancora nei vostri cuori! Io li prendo così … ma col Mio Amore e con l’Amore di Maria li Purifico!” Ma essendo Papà Buono … non può dire: “Oggi avete fatto i bravi! Grazie per aver risposto!” … Non sarebbe Dio … non è da Dio …  essendo Verità Tutta Intera! Siete Figli e siete Fratelli e siete Amici del Mio Cuore … siete fatti ad Immagine e Somiglianza del Cuore della Croce … ma dovete imparare ancora a distaccarvi dalle cose del mondo … ad essere un Unico Strumento con lo Strumento … che fa solo le Cose del Padre! Un’Unica Croce Unita al Crocifisso  vostro Figlio, vostro Fratello, vostro Amico da sempre! La Mia Amicizia è Nata nel Cuore del Padre … si è Allargata nel Grembo di Maria … e si è Poggiata sul Legno della Croce … per indicare ad ognuno di voi il Cuore del Padre: il Pane Intero, Spezzato, Donato e che ritorna ancora Intero per Amore … Figli Miei … per Amore! Cocciuta Divina……? Giulia: Eccomi, Gesù! Sono passata e ho lasciato camminare il Tuo Cuore! Gesù … ho raccolto … e ciò che ho raccolto Te l’ho già consegnato! Raccogli Tu! Il mio cuore è chiuso … non ho fatto niente, Gesù! Gesù: Non stai dicendo una piccola grande bugia? Giulia: Dinanzi a Te non è che sto dicendo una bugia … Tu lo vedi il mio cuore … Tu lo conosci perché è nelle Mani del Padre da sempre … e io ho il Vuoto e i Rotoli che un Pezzettino alla volta Li state cacciando fuori! Tutto è nelle Vostre Mani! Io non posso dirTi con sicurezza se i Figli hanno capito o no … ma Tu lo conosci già prima di me … Gesù! E i Lavori che si devono fare sono ancora tanto Grandi e ce ne saranno ancora tanti, Gesù … e i Fuochi di Guerra, i Terremoti e altri Flagelli che scenderanno! Ti chiedo solo la Costanza e la Forza … e ogni tanto Ti chiedo di mandarmi qualche Servo Inutile … e qualcuno me lo porto io! Non so se Ti stiamo donando Gioie oggi che c’è questa Grande Festa … Gesù! Tu, come Fratello, Figlio e Amico … ConsolaTi così: nel vederci ancora nella Tua Dimora! E accogli il niente della mia Giornata! Gesù: Guarda … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù … altro Fuoco, altri Terremoti, altra Acqua, altro Ghiaccio che si scoglie! Gesù … il Padre che ha il Soffio dell’Amore … non può far ghiacciare quel ghiaccio che si è sciolto?  Gesù: Diventi sempre più Cocciuta e sempre più Bimba! Giulia: Gli Anni nel Giardino non si contano … e tanto Bimba non lo sono più … lo sono lì nel Vuoto del Cuore! Gesù: Non sei rimasta all’Età di 12 Anni?  Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: Ma guarda ancora! Giulia: Questo rimane nel segreto! Conservalo, Gesù! Dopo vado a fare anche questo Lavoro! Gesù: EccoMi, Anima Mia … vai da sola! Giulia: Eccomi, Gesù! La Famiglia l’ho messa nel Tuo Cuore e il niente pure! Metto nel Tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere!  Metto nel Tuo Cuore tutte le Pietruzze, i Sacerdoti e i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Ecco il mio niente … Gesù, accoglilo! Il mio cuore ce l’hai già! Gesù: EccoMi, Anima Mia! EccoMi col Banchetto di Dio! EccoMi col Giardino di Dio! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLo Alto e a ViverLo nella Pienezza dei vostri cuori … Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù … nel rispondere per tutti i Figli e l’Umanità intera! Il Cuore Aperto Spalancato per il Padre, per il Figlio e per lo Spirito Santo che è Maria! Gesù … facci come ci vuoi Tu: Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto … Stracci Stracciati ai Piedi della Croce … così i nostri cuori possono Ardere solo per il Padre, per il Figlio e per lo Spirito Santo che è Maria … e facendo questo possiamo Amarci ed Amare i nemici! Gesù: Amen … Figlia Mia … Amen! Giulia: Amen! Eccomi, Gesù! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE  VIVENTE  DIO! (Don Vincenzo Segna le Mani di Gesù) Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Pace ai vostri cuori … Figli, Fratelli e Amici! (Gesù manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) … Com’è per Te questa Serata …  Calda o Fredda?  Don Vincenzo: Calda … Calda! Gesù: Calda! E la facciamo rimanere sempre così: Calda … Calda? Cosa c’è ancora? Don Vincenzo: Oggi è San Mario! Gesù: Viene dopo a Parlare e a Salutarvi! E’ Nato nel Giardino … è Vivo e Reale come lo Sono Io e come lo è il Padre … e oggi è il Suo Onomastico! Auguri a tutti quelli che si chiamano Mario! E Mario nostro sta Festeggiando nel Giardino! Te lo ricordi? Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Non hai niente da dirMi? Allora … Ci Doniamo? Io Mi Dono e Tu Ti Doni e lo Strumento rimane ancora Crocifissa per Amore per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: EccoMi! Padre, BenediciMi … affinchè possa DonarMi … e così Ci Doniamo! (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! (il viceparroco porge a Gesù il Vino e Gesù vi Intinge un Pezzetto di Pane e dona da Mangiare e da Bere al Calice Vivente dicendo:) … Questo E’ il Sangue Versato per Amore per tutti i Figli e per l’Umanità intera … e Questa E’ la Carne che Io ho Donato e Tu Mi hai Donato per DonarLa! Lasciamene un Goccio! Vieni, Teresina del Bambin Gesù! EccoMi! (Gesù Spezza un altro Pezzettino di Pane, Lo Intinge nel Vino, Mangia, Beve e poi asciuga il Bicchiere-Calice con un tovagliolino che dona a Giuseppe) … Questo E’ il Frutto dell’Amore per ognuno di voi e per l’Umanità intera! … EccoMi! Conservalo bene! Col Tuo Amore e con la Tua Benedizione … Teresina del Bambin Gesù darà il Mio Sangue e il Nostro Sangue!  Ecco! Alza la Tua Destra e Benedici! … (Teresa si inginocchia ai Piedi del Calice Vivente per ricevere la Benedizione) Teresa: Amen! Gesù: EccoMi! Dona! … (a Giuseppe) Io rimango vicino a Mio Padre e vicino  ad ognuno di voi! … (Teresa e Giuseppe donano il Vino e  il Pane! Alla fine Gesù e Teresa si inginocchiano ai Piedi del Calice Vivente) Chiediamo al Padre: Padre, Ci Siamo Donati … la Pasqua è Piena, è Viva  ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria! Amen! Teresa: Amen! Eccomi! Gesù: EccoMi! Il Banchetto dell’Amore Si è Donato … e la Gioia è Tutta Piena … e la Pasqua è Tutta Risorta! Siamo Entrati ancora una volta nei cuori dei Figli! Don Vincenzo: Sì! Gesù: E lo Strumento è andato a portarLo nei cuori dei Figli Lontani il suo Gesù … il suo Dio che è l’Unico … è Questo … (prende il Crocifisso di Domenico) … che ha Abbracciato la Croce! Oggi ha iniziato la prima Ancella! Ti sono  tremate le gambe e le mani pure? Teresa: Eccomi! Gesù: Poi inizieranno e si Accenderà tutta la Chiesa Nuova dei Sacerdoti! E poi incomincerete a vedere la Chiesa Viva che E’ Maria … l’Unico Tabernacolo da sempre … e rimarrà l’Unico Tabernacolo Maria, la Tua Fidanzata e la Fidanzata di Giovanni … i Due Capricciosi! RaccontaMi qualcosa! Stai tremando ancora? Don Vincenzo: Com’è bello vedere tutti quanti venire a prendere Gesù! E’ bello mettere Dio davanti a tutto e a tutti ... e questo significa l’Eucarestia!  Gesù: E per questo Io vengo dinanzi ai Tuoi Piedi a dire: “Padre, BenediciMi affinchè Mi posso Donare!” nel mettere il Padre al Primo Posto … e il Padre mette il Figlio al Primo Posto! Don Vincenzo: Certo! Gesù: Parla ancora! Don Vincenzo: La Croce Gloriosa! Ecco cos’è l’Eucarestia: la Croce Gloriosa … la Pasqua che Risorge e che Vince su tutto e su tutti … e tutti hanno voluto Gesù nel Cuore! Gesù: La Festa del Cuore Aperto! Don Vincenzo: Sì, il Cuore Aperto per vincere su tutto e su tutti, sulle negatività di ogni genere! Aperto per Vincere sempre! Ecco la Forza dell’Eucarestia! Gesù: Ma in questo  Pezzetto di Pane e Bicchiere di Vino che ci siamo Donati c’è il Sangue e c’è la Carne … c’è il Vero Sangue e la Vera Carne! E la Pasqua è Viva! E la Pasqua è Risorta! Don Vincenzo: E Vince e Vincerà! Gesù: Ha già Vinto! Don Vincenzo: Certo! Gesù: Ma Teresina del Bambin Gesù trema ancora! Chiedile cosa ha sentito quando ha Donato il Sangue! Chiediglielo? Don Vincenzo: Cosa hai sentito … Teresa? Teresa: Eccomi! Ho sentito il Dolore e ho sentito l’Ardere e ho sentito l’Amore Pieno!  Gesù: Tu che rispondi a ciò che ha sentito? Don Vincenzo: Che l’Eucarestia è una Fiamma che agisce nei cuori e nel più profondo arriva! E proprio per questo è una Grazia Immensa … e quando arriva l’Eucarestia il cuore si riempie di Luce, si riempie di Grazia, si riempie di Umiltà … perché è un Dono Immenso … è un Dono Gratuito di Dio che viene per farci sentire nel più profondo di noi stessi la Fiamma dell’Amore! Ecco perché l’Eucarestia è il Vertice di tutti i Doni … perché è Dio stesso che attraverso il Pane diventa Uno di noi e ci plasma! Che Grazia Immensa … non ha paragoni! E che Fortunati siamo noi a poterLo ricevere, a poterLo accogliere e a poterGli dire: “Gesù … siamo Uniti io e Te per l’Eternità!Gesù: Sì, lo siamo per l’Eternità! Ora Io vado nel Giardino e Giovanni viene a Salutarvi … e così Lo accogliete con un bell’applauso! Io vado nel Giardino a fare la parte di Giovanni e ad accogliere le Spose che vengono a farGli gli auguri … e Giovanni viene a Parlare e a rimanere un pochettino con voi! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON Il PANE! … (Benedice) … Ehi, tanti auguri Giovà! Don Vincenzo: Auguri a Te! Piccolo Giovanni: EccoMi! Siamo i Due Giovanni! (si fa un caloroso applauso) Che bella torta! … Pace a voi! (Giovanni  manda un bacio ai presenti e viene ricambiato) Tutti: Eccomi! Piccolo Giovanni: Tanti auguri! Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: Perché … non vi chiamate tutti: Capricciosi Piccoli Giovanni? Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: E allora è anche la vostra Festa! Tutti: Eccomi!  Piccolo Giovanni: E auguri a tutti quelli che si chiamano Mario come il Capriccioso Mario! Cosa vi devo dire in questo Giorno? Sono Gioioso e commosso! Come fate ancora a ricordarvi di Me? E Mi festeggiate sia il Compleanno che l’Onomastico … mentre tutti gli altri: “E’ morto … poverino! Eh, una volta c’era don Mario … adesso non c’è più … è morto!” … Può morire Dio? Tutti: No! Piccolo Giovanni: E allora se Dio non muore … non sono morto neanche Io! Questo Mi rende Gioioso e Mi commuove … ma nella Gioia e nell’essere Commosso di tutto quello che fate per il Padre … se vi rivolgete a Me … vi rivolgete al Padre! Lui ha deciso di farMi rimanere in mezzo a voi e parlare e raccontarvi di com’è Bello il Giardino … come Arde d’Amore! E come sono  Gioiosi i Figli dopo aver preso la mano ed Entrati nel Giardino per stare per sempre nel Cuore del Padre … nella Gioia Piena … dove guardano i Figli che si affaticano per le cose del mondo … e prima l’hanno fatto anche loro … dicendo: “Cosa abbiamo sprecato….! Ora siamo Liberi nel Giardino dove Dio L’ha preparato sempre per ognuno di noi … e non manca nulla … e ce l’ha sempre detto … ma noi non L’abbiamo ascoltato … e ci siamo fatti prendere da tutti gli  affanni … mentre Tutto è pronto!” ... Come sono belli questi petali … come sono belli i tulipani del Giardino … come sono belle le rose … com’è bello tutto! Come siete Belli … Figli! Come siete Belle … Ancelle! Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: Volete rimanere ancora Ancelle? Ancelle: Eccomi! Piccolo Giovanni: E tutti gli altri Ancellini ... e anche quelli che sono mancanti … ma presenti col cuore che fa: bum bum bum! Visto che la Cocciuta vi ha Donato un altro Pezzettino di Rotolo … non disperdeteLo! Un Pezzettino oggi, un Pezzettino domani, un Pezzettino dopodomani …! E’ Bella questa Festa e non ci dobbiamo disperdere … ma dobbiamo rimanere Uniti alla Croce e al Padre … e dobbiamo fare la Festa del Cuore Aperto … Aperto a tutto quello che vuole il Padre … Aperto alla Chiesa che è Maria, la Mia Fidanzata! Crescete e Moltiplicatevi nel Segno Tremendo della Croce! Crescete e Moltiplicatevi nell’Essere Sacerdozi Vivi ed Eterni! Crescete e Moltiplicatevi nell’Essere Ancelle Eterne della Croce! Crescete e Moltiplicatevi nell’Essere Suorine della Croce! Vivete il vostro Respiro nel Respiro di Dio! E’ questo l’augurio che vi dò in questo Giorno! Siate Pane per i Poverelli nel Segno Tremendo dell’Eucarestia, il Segno Tremendo della Croce … Pane Vivo così come lo E’ il Padre per ognuno di voi e per l’Umanità intera! Il Mio Tutto E’ la Croce! Come lo Gridava Domenico … l’ho Gridato anch’Io e lo Grido … e lo Strumento lo Grida ancora di più dicendo: “Il Mio Gesù non Si Vende e non Si Compra … Si Dona per Amore!” … E’ bello sentire queste parole! Il suo Cuore l’ha Donato al Padre … ma le parole escono dal Vuoto dove ci sono i Rotoli … e alcuni stanno uscendo: le cose più Piccole … quelle Grandi sono Pesanti! … (si rivolge a Teresa) … E appena L’hai visto … hai subito sussurrato inginocchiata dinanzi a quel Pane ... a quel Rotolo: “Mamma … com’è Grande!” … Ma ne vedrai ancora! Ne vedrete ancora e ne sentirete ancora di tutto ciò che è Dio in Pienezza! I Rotoli di Dio … Pieni della Verità Tutta Intera … quella Verità che è solo Dio … senza essere inventata, né copiata … ma Vergine della Parola di Dio! Don Vincenzo: Che bello questo mettere Dio davanti a tutto e a tutti! Piccolo Giovanni: Non c’è nessun altro che possiamo mettere dinanzi al Padre … essendo Sacerdozio Vivo … essendo i Due Giovanni che devono concludere il Solco di Dio per arrivare al  Trionfo del Cuore Immacolato di Maria ….!  Don Vincenzo: E’ Bello! Piccolo Giovanni: E’ Bello … è Pieno … è un Cuore che Arde … è un Cuore che Batte e dice: “Vi Amo! Vi Amo! Vi Amo! Vi Aspetto! Mi Appartenete! Siete Miei Figli e non voglio perdervi! E non voglio perdervi nelle cose del mondo! Non voglio perdervi nel Veleno … ma  vi faccio Miei … e vi porto sulla Croce dove il Veleno non ci fa niente … ma si fa del Male! E quando si fa del Male …  si può morire e non vedere il Giardino! Vigilate, Vigilate!” … E con questo vi faccio gli Auguri di avere ricordato ancora il Mio Onomastico … e vi Invito al Banchetto del Padre dove ci sono tutte le Spose appena arrivate che hanno indossato l’Abito Bianco e l’ Anello Nuziale! … Ma Vigilate! … Vedete i Rumori del mondo? Pregate per le Mura di Roma! Pregate per tutti i Figli Ministri e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Invita i Tuoi Figli a Pregare! Gridalo! Don Vincenzo: Dobbiamo mettere la Preghiera al Primo Posto ogni giorno! Lì dove la Preghiera Brilla … è Vincente e Infiamma i cuori! E tutto ciò può avvenire solo se c’è Generosità, se c’è Amore, se c’è Umiltà! Che bello essere a Servizio della Preghiera … del Padre … della Mamma,  Mamma del Dolore e Mamma dell’Amore! Piccolo Giovanni: E’ anche bello riconoscere il Padre che E’ Vivo e Reale! Don Vincenzo: Lo voglio Gridare … Giovanni!  Piccolo Giovanni: Gridalo: “Quand’è che Mi riconoscete? Adesso vi Saluto e rimango in mezzo a voi per mangiare! Cosa c’è da mangiare? Quello che ho chiesto Io? Allora, facciamo un Atto d’Amore al Padre … e sapete perché dobbiamo fare un Atto d’Amore al Padre? Perché è Uno di noi … e gli uomini ancora non riescono a vederLo! Prima ho Camminato Io e poi Cammini Tu … e il Solco Lo dobbiamo terminare tutti e Due! E Gesù chiede ai Figli di riconoscerLo! Don Vincenzo: Padre Nostro…! Piccolo Giovanni: Padre Nostro che sei nel Giardino! Don Vincenzo: Ci stai aspettando nel Giardino dell’Amore … nel Giardino della Gloria … perché chi si Salva diventa Glorioso! Che Bello il Papà Buono! Piccolo Giovanni: Che Bello il Papà Buono ... si copre e si scopre nel Parlare e nel Gioire e nel Donare ancora il Suo Cuore come Pane per tutti i Figli! Ma per caso qualcuno Mi ha regalato un canto? Chi è questo qualcuno? Chi è questo Figlio? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: EccoMi! … (Giovanni invita ad applaudire Paolo che all’inizio della Preghiera  ha cantato per Lui) … Ma nel tuo cuore c’era molto di più … e c’è molto di più! O Mi sbaglio? Paolo: Eccomi! Piccolo Giovanni: E aspetta un altro pochino … e poi sentirai ancora quello che è stato preparato! … Paolo! Paolo! Paolo … sentirai il Mio Soffio ancora più Forte! Ma Vigilate, Figli: Lo sentirete tutti quanti! … E con questo Soffio devo ritornare nel Giardino dove adesso ci sono Tutti quanti a fare Festa! Mi stanno aspettando! E Uniti al Calice Vivente Dio … vi Benediciamo! … (I Due Giovanni Innalzano il Crocifisso di Domenico per Benedire) Don Vincenzo: Fallo Tu, Giovanni! Piccolo Giovanni: Lo facciamo insieme! Don Vincenzo: Tu a voce alta e io sottovoce! Piccolo Giovanni: Vi Benedica il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo! Scenda copioso su di ognuno di voi l’Amore Infinito di Dio … sulle vostre famiglie, sui vostri amici, sui vostri nemici! L’Amore Infinito del Padre riempie i cuori di ognuno di voi! La Benedizione di Dio Onnipotente … Padre, Figlio e Spirito Santo riempia i vostri cuori, scenda su di voi … e il Mio Amore Infinito di Giovanni … con l’Ubbidienza del Padre … accompagna i vostri Passi … Figli Miei! Per Tutti e in Tutto cercate la Croce … e il vostro Tutto sia la Croce … Figli Miei! Giulia: Donaci un Bacio, Giovanni! Tanti auguri … Capriccioso di Dio! Piccolo Giovanni: Rimani Cocciuta come ti ho incontrata! Giulia: Eccomi, Giovanni! Dopo finito il Lavoro … vengo alla Festa! Ci sono tutti quanti al Banchetto … non è uscito nessuno! Sono uscita io … adesso rientro! Salutiamo i nostri Cari nel rimanere Saldi nell’Amore! EccoCi a fare Festa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo che è Maria e con tutti i Servi Inutili! Ci vediamo dopo! … (bacio)

 

 

 

GIOVEDI  26 GENNAIO  2017 

 

 

Taddeo guida la Preghiera del Santo Rosario e durante la Meditazione dei Misteri mentre si prega per la Chiesa tutta, per il Papa, per i Vescovi, per tutti i Sacerdoti e per il mondo intero, ecco l'inizio della Visitazione:  Giulia: Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Se Sei Tu, Glorifica il Padre! Gesù: Io Sono! Io Glorifico il Padre Altissimo … Ora e per l’Eternità! Il Verbo di Dio è in mezzo a voi nel Parlare ad ognuno dei Figli e all’Umanità intera! Io Sono … con la Parola del Padre che E’ Pane …  Pane Intero, Pane Spezzato dalla Croce … (Benedice) … per rimanere Uniti … così come è Unita la Croce per ognuno di voi …  Figli-Famiglia … per l’Umanità intera sorda, cieca e lontana dallo Sguardo di Dio … ma non è Dio che si è allontanato … è l’Umanità! Allargo ancora le Braccia … e Allargando le Braccia unisco le Mani: Padre, Padre Mio! Padre, Padre Mio! Io Grido al Tuo Cuore! L’Umanità è dispersa! Padre Mio, Tu lasci liberi tutti i Figli … così come hai Donato il Suo Tempo al Veleno … e così come hai Donato il Suo Tempo ai Falsi Profeti! Padre, Padre Mio … il Tempo E’ Compiuto … e Padre, Padre Mio … il Taglio  della Spada è Pronto! E la Zizzania? Tu che sei Misericordioso … la bruci .... o fai diventare anche la Zizzania come Figli? Il Piccolo Strumento Mi bussa e Mi dice: “Aspettiamo!” … Padre, Padre Mio … anch’Io Ti chiedo: “Aspettiamo nell’attesa dei cuori!” … Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore … Io Sono … Sono Gesù: il vostro Fratello, il vostro Amico, il vostro Figlio … chiedendovi ancora di non abortirMi … ma di farMi Nascere nei vostri cuori! Guardo … cammino come fa lo Strumento nel raccogliere e portare nella Cesta del Padre i Cuori e i Sussurri! Anch’Io … come lo Strumento … vi Invito alla Santa Umiltà dell’Ubbidienza! Servi Inutili … Umile Ubbidienza … Piccola .. come lo è Maria nel dire: EccoMi al Padre … EccoMi al Figlio … ed EccoMi nel metterSi a disposizione...! La Tutta Piena di Spirito Santo … il Sole del Cuore Immacolato di Maria! Figli, Fratelli e Amici del Mio Cuore con la Croce Io vi Amo … (Benedice) … e con la Croce desidero essere Amato …  Figli! Cocciuta Divina del Mio Cuore ….? Giulia: Eccomi, Gesù! Cosa state facendo? C’è una Festa di una Nascita … e la Mamma è vestita tutta di celeste con una riga dorata … e c’è una piccola culla  dove c’è un bambino dentro … e tutto il Giardino che fa Festa! Gesù … chi c’è nella culla? Un Fiore Raro? Aaah! Eccomi, Gesù … nel Silenzio … Eccomi! Gesù: Guarda ancora … Anima Mia! Giulia: Eccomi, Gesù … lo teniamo nel Silenzio … e quando finisco il Lavoro vado da sola a fare quest’altro? Eccomi, Gesù …  Eccomi! Gesù … ho raccolto i Cuori e i Sussurri … ho raccolto tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere … tutti i Figli che non Ti conoscono perché gli viene vietato di entrare in questo cancello, nella Tua Dimora! Raccolgo le Pietruzze, i Sacerdoti, i Gigli e l’Uomo che indossa l’Abito Bianco … e li metto nel Tuo Cuore … così come metto tutto quello che mi avete donato fino a questo istante e il niente della mia Giornata! Gesù … facci come ci vuoi Tu! Gesù: EccoMi … Anima mia! Invita la tua Famiglia e i tuoi Figli a pregare per le Mura di Roma, per tutti i Sacerdoti e per l’Uomo che indossa l’Abito Bianco! Giulia: Eccomi, Gesù! Eccomi, Gesù! Gesù: Rimanete nella Vigna, nell’Arca, nei Remi e nelle Capanne! Altri Flagelli si abbatteranno! Giulia: Eccoci, Gesù! Gesù: Tu hai il tuo Compito da portare avanti! Giulia: Eccomi, Gesù! Gesù: EccoMi! Vai avanti! Giulia: Eccomi, Gesù! La Tua Mano è sempre nella mia … e la mia è nella Tua! Il mio passo è nel Tuo Passo … e Tu mi accompagni passo passo! Gesù: EccoMi! EccoMi col Banchetto Nuziale! EccoMi con tutte le Schiere! EccoMi con tutti i Servi Inutili! EccoMi con tutti i Pargoli! EccoMi con i Due Giovanni … Carlo, Pio e Domenico … nel Portare l’Unica Verità della Croce e l’Unica Verità del Pane … (Benedice) … Invitandovi ancora a tenerLi Alti e a ViverLi nella Pienezza dei vostri cuori …  Figli Miei! Giulia: Eccoci, Gesù … Stracci Stracciati ai Piedi della Croce nel fare Festa … nel rimanere Piccoli, Poveri e all’Ultimo Posto per essere Chiamati a Festeggiare l’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che è Maria! Eccomi! Gesù: PACE AL TUO CUORE, GIOVANNI CALICE VIVENTE DIO!  Don Vincenzo: Eccomi! Gesù: Pace ad ognuno di voi! … (Gesù manda un bacio ai presenti che ricambiano) … E’ Grande la Tua Gioia nel vedere la Tua Famiglia? Don Vincenzo: Certo! Gesù: E cosa c’è nella Gioia di questo Giorno?  Don Vincenzo: E’ stata tutta una Gioia … perché quando si nomina il Padre, tutto diventa Bello … quando si nomina Gesù, tutto diventa Bello …  quando si nomina Maria, tutto diventa Bello! Gesù: E’ il Padre che ci sta regalando tutto questo a piene mani, a mani aperte! Tutta questa Gioia! Don Vincenzo: Per abbracciare tutti! Gesù: Per abbracciare tutti! Don Vincenzo: E quando si abbraccia tutto diventa caloroso, tutto diventa bello … in ogni parola, in ogni situazione … e c’è tutto un Amore che Brilla! Gesù: C’è tutto un Amore che Brilla!  E quando l’Amore Brilla … il Cuore del Padre cosa fa? Un’Esplosione di Scintille d’Amore! Don Vincenzo: Sì! Gesù: Ehi … tra poco è la Tua Festa … il 5 del prossimo Mese cosa hai fatto? …. Giulia … sono don Vincenzo … sono venuto a trovarti … voglio conoscerti!” ... E poi facevi avanti e indietro col treno … e poi ti sei fermato! Sei venuto nella Dimora di sempre … e poi sei rimasto … e tutt’ora lo sei! Ricordi quanti Anni sono passati? Don Vincenzo: 13! Sono tanti! Gesù: E sono tanti! I Due Giovanni devono terminare il Solco Lungo Lungo … e poi si Apre Tutto a tutti! Lo devono terminare! Poi c’è la Festa per tutti! Non Mi dire: “Si deve far presto!” Il Tempo è Scritto! Senti, Giovanni Calice Vivente Dio … Ci Doniamo e poi parliamo ancora? Io Mi Dono e Tu Ti Doni … e poi parliamo ancora Noi Due … e poi viene Giovanni? Va bene così? Don Vincenzo: Sì! Gesù: EccoMi! Allora Ci Doniamo! EccoMi! Padre, BenediciMi affinchè Ci possiamo Donare! … (Gesù si inginocchia ai Piedi del Calice  Vivente per ricevere la Benedizione) … Amen! Ora Ci Doniamo! (Il viceparroco porge il bicchiere col Vino a Gesù) … Il Sangue e la Carne del Tuo Amore Donati all’Umanità intera! (Gesù prende un Pezzo di Pane, Lo intinge nel Vino e Lo offre al Calice Vivente) … Bevine un po’ e lasciamene un Goccio! Bevi ancora! EccoMi! (Gesù Spezza un Pezzettino di Pane, Lo Mangia e poi Beve) … Questo è l’Amore che ho ricevuto dal Padre … Me Lo prendo e Lo Dono all’Umanità intera! Ecco! … (Gesù asciuga il Bicchiere-Calice con un tovagliolino e lo dona a Giuseppe dicendogli:) Conservalo bene! Ora Ci Doniamo! … (Gesù e Giuseppe donano rispettivamente il Vino e  il Pane! Gesù dice: Questo è il Mio Sangue! Giuseppe dice: Questa è la Mia Carne! E ognuno risponde: Amen!) … PrendeteMi con cura! Siete troppo frettolosi nel prenderMi! AccarezzateMi! AmateMi! Prendete il Mio Cuore! Io Sono Vivo … e quando Mi prendete in  mali modi … Mi faccio male! … Ci siamo Donati! BenediciMi, Padre! La Pasqua è Viva, è Piena ed è Risorta nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che E’ Maria! Don Vincenzo: E’ Viva la Pasqua! Gesù: E’ Viva la Pasqua! La Pasqua del Crocifisso è Viva … non la Pasqua degli uomini! La Pasqua del Crocifisso è Viva … non la Pasqua che hanno fatto gli uomini con i divertimenti: “Faccio quattro giri di qua e di là visitando Gesù che è morto … e poi andiamo a mangiare … e a fare strazi!” … La Pasqua E’ Piena perché il Padre E’ Vivo …  il Figlio E’ Vivo … e lo Spirito Santo che è Maria E’ Vivo … e tutti i Servi Inutili sono Vivi! … Cosa hai trovato ancora nella Tua Gioia Piena e nelle Tue Braccia Spalancate? Don Vincenzo: Ho trovato un Gruppo di Preghiera pieno di Fede! Gesù: E’ Pieno di tutto? Don Vincenzo: Non lo so! Gesù: Neanch’Io lo so … ma entrambi lo sappiamo! Non lo sappiamo … ma lo sappiamo! Guarda uno per uno i Tuoi Figli! Li hai visti tutti? E cosa manca? Teresina del Bambin Gesù … vuoi dire qualcosina? Teresa: Eccomi! Gesù: EccoMi! Teresa: Io passo molto tempo con lo Strumento e la vedo fare le cose normali e anche andare a Lavorare! Gesù: EccoMi! Teresa: Molti di noi passano tanto tempo con lei … ma non so se tutti ci rendiamo conto di quando lei va a Lavorare … cioè sempre! E contemporaneamente il suo corpo è in mezzo a noi! Gesù: EccoMi! Adesso sta Lavorando lontano lontano! Vai avanti!  Teresa: Eccomi! Lei ospita qualsiasi altro Servo Inutile! Gesù: EccoMi! Vai avanti! Teresa: Eccomi! Il corpo che vediamo è sempre il suo! Gesù: EccoMi! Adesso sto parlando Io … ma il suo corpo adesso vedete … e non vedete il Mio Corpo! E sai perché? Siamo fatti a Immagine e Somiglianza! Teresa: Eccomi! Gesù: Finito già? Non hai più niente da dire? Parli poi con Giovanni poco poco? Teresa: Eccomi! Gesù: Viceparroco? Raffaele: Eccomi al Padre! Gesù: Niente altro? Raffaele: Eccomi ….  Eccomi! Gesù: EccoMi a Tutto! Raffaele: Eccomi! Gesù:Calice Vivente Dio … ha risposto: “ Eccomi a Tutto … Eccomi al Padre!  Don Vincenzo: Eccomi alla Resurrezione! Eccomi alla Croce Gloriosa e Vincente! Gesù: E la Croce ha già Vinto! La Croce e il Crocifisso nell’Amore del Padre hanno già Vinto da sempre! Per gli uomini è Perdente, ma non è Perdente … ha Vinto da sempre! Ma ricordatevi la Vigna, l’Arca, i Remi e le Capanne … e ricordatevi ancora che siete Chiesa Nuova! Il Padre vi ha Chiamati per essere Chiesa Nuova con Maria … e i Tempi stanno diventando Piccoli Piccoli! La Cocciuta dice: “Padre, accorcia ancora i Tempi per i Tuoi Figli! Visto che la Cocciuta sta Lavorando e sono arrivate tante Spose … ma ha tanto Lavoro … Io vado a prendere le Spose … e Giovanni viene a parlare! Piccolo Giovanni: CON LA CROCE E CON IL PANE! … (Benedice) … EccoMi, sono Giovanni! Don Vincenzo: Giovà! Piccolo Giovanni: SegnaMi … Padre! Sono Giovanni! EccoMi! … (Giovanni manda un bacio ai presenti che ricambiano) … Tu Mi hai Segnato e Io ho Donato il Saluto! E’ bello! I Due Giovanni che Si Segnano! Parla! Don Vincenzo: Desidero un mondo d’Amore! Piccolo Giovanni: Anch’Io l’ho desiderato tanto tanto … e adesso lo desideriamo tutti e Due! Don Vincenzo: E tutto questo può essere possibile nella misura in cui ognuno vive l’Amore! Piccolo Giovanni: L’Amore fatto così? … (indica il Crocifisso) … Quello? Don Vincenzo: Sì! Piccolo Giovanni: E allora è anche il Mio … se è fatto così! Don Vincenzo: In questo mondo d’Amore dovrebbe regnare solo l’Amore e dovrebbe regnare sempre la Fede e dovrebbe regnare sempre la Carità e dovrebbe regnare sempre l’Umiltà! Piccolo Giovanni: Io gliel’ho detto per 12 Anni … Tu per 13! Ti sentono? Ti hanno ascoltato? Don Vincenzo: Più no che sì! Piccolo Giovanni: Meno male … e allora sì che siamo i Due Giovanni! Guardo tutti … ma in modo particolare guardo i giovani … e in modo più particolare ancora guardo le Ancelle! Don Vincenzo: Giovà … quando un cuore ama … l’Amore sprigiona già la Forza di Amarci e di Amare! Piccolo Giovanni: Ma dentro ci deve essere sempre la Croce! Don Vincenzo: Se noi riflettessimo: siamo in dirittura di arrivo verso l’Eternità! Piccolo Giovanni: Verso il Giardino! Ma quando c’è il momento di tornare nelle Capanne … faranno in tempo? Don Vincenzo: Parlo a questo Gruppo in particolare: dovremmo allenarci giorno dopo giorno, ora dopo ora a sperimentare l’Amore! E’ la Chiave di tutto il Vangelo! Piccolo Giovanni: Il Pane Intero … Spezzato! La Verità Tutta Intera sta in quel Pane che il Padre ci sta Donando in questi Tempi! Don Vincenzo: Il Padre Buono ha preparato per noi tutto alla perfezione e sta a noi metterci in condizione di accogliere questa Perfezione d’Amore … e quando questo avviene tutto si abbellisce! Che bello Amare! Piccolo Giovanni: E’ più bello ancora amare i nemici! Don Vincenzo: Certo! L’Amore arriva lì … che è la parte più difficile! Piccolo Giovanni: Ma è facile … non è difficile  amare i nemici! E Gesù li ha Amati anche quando L’hanno sputato in faccia e tutto il resto! … Teresì, parla un po’! Parla! Hai detto che parlavi! Teresa: Eccomi! Prima stavi dicendo che guardavi ai giovani e soprattutto a noi Ancelle! Piccolo Giovanni: EccoMi! Perché ho intenzione di farvi una tirata di capo … ma oggi no … la faccio in un’altra Giornata! Voi le conoscete le Mie tirate di capo? E allora incominciate a farglielo già sapere a tutti i giovani e anche alle Ancelle! Ma Io non ho mai staccato la testa a nessuno … le ho solo tirate! Tu hai mai “cantato” con i giovani? Non con le canzoni … una rimproveratina, una tirata d’orecchie? Don Vincenzo: E come no! Piccolo Giovanni: E anch’Io … ma mò ho intenzione di farne qualcuna … ma non oggi … in qualche altra Giornata! Don Vincenzo: La correzione è salutare e guai a chi non corregge! Piccolo Giovanni: Eh, abbiamo una Cocciuta che corregge punto e virgola … anche se non sa dove metterli! E la facevo arrabbiare quando le dicevo: “Chiedi questo a Gesù: se ci vuole il punto, la virgola o il punto interrogativo e….!” E lei non sapeva … e non sa … cos’è un punto interrogativo o un punto esclamativo e dove si mette doppio punto o dove si mette la virgola! E Io ce l’avevo già messo! E quando lei chiedeva a Gesù … Gesù le sorrideva … e lei ci rimaneva male quando le dicevo: “Va messo qua … va messo qua … va messo qua!” … perché Io poi le dicevo: “Ma ce l’ho già messo!” … Capriccioso come sono…! Vi Invito ad aspettare le Mie cantatine! Don Vincenzo: Giovà,  tutto ruota attorno al cuore … e quando il cuore è gelido … c’è solo egoismo! Piccolo Giovanni: Dì ai Tuoi Figli di imparare ad Amare! Alza gli Occhi e dì: “Imparate ad amare!” E diglielo col Tuo Sguardo di Padre! Lo diciamo insieme: “Imparate ad Amare!” Tutti: Eccomi! Don Vincenzo: Un cuore che non sa amare … fa crescere l’io e non Dio! E quando questo avviene … c’è l’aridità nel cuore e non pulsa, non si infiamma, non brilla! Piccolo Giovanni: E rimane gelido! Don Vincenzo: Rimane gelido il cuore! Anche questa serata meravigliosa la dobbiamo far continuare … non la dobbiamo spegnere … altrimenti resta solo un episodio … e invece deve crescere un Amore Forte! Piccolo Giovanni: Adesso facciamo parlare Teresina del Bambin Gesù un altro pochino … e poi vi dico una Cosina Piccola … e poi Ci Salutiamo! EccoMi! Teresa: Eccomi! Piccolo Giovanni: Solo questo? Niente altro? Sei sicura? E allora se sei sicura … EccoMi! E Io vi dico un’altra Cosina Piccola! Dico anch’Io: EccoMi … ma nell’EccoMi vi dico che altri Flagelli faranno diventare tristi i vostri cuori e i vostri occhi mentre li vedete! E un Pezzettino per volta vi verrà dato un Rotolino … un Pezzo Piccolino di Rotolino così … che è Tanto! Nel Rotolo  … dove è il Vuoto dello Strumento … c’è qualcosa di Grande  e uno Piccolino ve lo dò! Nel Rotolo c’è un Fuoco che divide  Paesi, Nazioni … e molte Nazioni si divideranno … piccole Frazioni dove i Figli non si riconosceranno più! Voi pregate e usate l’Amore! … Era Piccolo e ve L’ho detto! Ecco … quello che dovevo dire … ho detto! Adesso possiamo anche Salutarci! Tu Saluta con l’Albero Verde e Io Saluto Spalancando il Mio Cuore! … (don Vincenzo dà la Benedizione) Tutti: Amen! Piccolo Giovanni: Amen! Giulia: Giovanni … il Tuo Sguardo è Lontano … e ci fa capire che la Strada è Bagnata di Sangue … e di Sangue Innocente! Finito questo Lavoro … vado a fare ciò che sto vedendo! Piccolo Giovanni: Cocciuta del Cuore della Croce! Giulia: Eccomi, Giovanni! Cosa….? Uno, due e tre! Eccomi! Eccomi! Eccomi nel fare tutto quello che mi hai detto … ma donami  sempre la Costanza e la Forza! E visto che Tutti siete al Banchetto Nuziale … Salutiamo i nostri Cari! Giulia: Mamma, mamma Violetta, papà Renato … perché siete tristi? Vengo dopo!